1. COMUNICATO UFFICIALE Nº 19 DEL COMITATO REGIONALE F.I.G.C. PIEMONTE E VALLE D AOSTA - L.N.D. - S.G.S. (Pubblicato in Torino il 16/10//2008).

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "1. COMUNICATO UFFICIALE Nº 19 DEL COMITATO REGIONALE F.I.G.C. PIEMONTE E VALLE D AOSTA - L.N.D. - S.G.S. (Pubblicato in Torino il 16/10//2008)."

Transcript

1 126 Via Chicco, VERCELLI Tel. 0161/ Fax 0161/ Orario di apertura: Martedì Giovedì dalle ore alle COMUNICATO UFFICIALE Nº 12 del 16 OTTOBRE COMUNICATO UFFICIALE Nº 19 DEL COMITATO REGIONALE F.I.G.C. PIEMONTE E VALLE D AOSTA - L.N.D. - S.G.S. (Pubblicato in Torino il 16/10//2008). DAL COMUNICATO UFFICIALE IN OGGETTO SI RIPORTA QUANTO SEGUE: 2. LEGA NAZIONALE DILETTANTI 2.1. Integrazione nuovo Regolamento della Lega Nazionale Dilettanti Art. 43 bis/i collaboratori della gestione sportiva La Lega Nazionale Dilettanti, con propria nota datata 1 Ottobre 2008,per opportuna conoscenza ha inteso allegare il testo dell art. 43 bis approntato ad integrazione del nuovo regolamento della L.N.D.- La norma riguarda, nello specifico, la figura dei collaboratori della gestione sportiva ed è stata inserita d intesa con il Presidente Federale e l A.DI.SE. Associazione Italiana Direttori Sportivi. In buona sostanza, le Società aderenti alla L.N.D. potranno tesserare ed attribuire incarichi interni, nel rispetto del proprio regolamento e delle vigenti direttive federali, anche a soggetti iscritti all Elenco Speciale dei Direttori Sportivi. Ciò determinerà, da parte della Lega Nazionale Dilettanti e in accordo con A.DI.SE. e Settore Tecnico Federale, l indizione e l organizzazione di corsi di abilitazione per l esercizio di tale attività,

2 127 anche avvalendosi del supporto dei Comitati Regionali, fissando i requisiti per l ammissione agli stessi, nonché le modalità di svolgimento. Tenuto conto che la realizzazione dei corsi comporterà oneri di ordine organizzativo, i Comitati Regionali avranno diritto di trattenere dalla quota di iscrizione dei partecipanti un corrispettivo per le spese di gestione. Art. 43 bis I collaboratori della gestione sportiva 1. Le Società o Associazioni partecipanti ai Campionati Nazionali della Lega Nazionale Dilettanti, nonché ai Campionati Regionali e Provinciali, possono tesserare soggetti iscritti all Elenco Speciale dei Direttori Sportivi, affidando loro le mansioni previste nel relativo regolamento. 2. I rapporti di cui al comma 1 sono disciplinati dalle norme stabilite dalla Lega Nazionale Dilettanti d intesa con l Associazione Direttori Sportivi e Segretari. 3. La L.N.D. d intesa con L A.DI.SE. e con il supporto del Settore Tecnico F.I.G.C., promuove ed organizza i corsi di abilitazione per l esercizio di tale attività, anche avvalendosi della collaborazione dei Comitati Regionali, fissando i requisiti minimi per l ammissione agli stessi, nonché le modalità di svolgimento Fase operativa progetto Elisir - Utilizzo defibrillatori presso le Delegazioni Provinciali e Locali La Lega Nazionale Dilettanti ha ritenuto di attribuire al Comitato Regionale Piemonte Valle d Aosta, nell ambito dell iniziativa varata dalla L.N.D. e Technostar, in collaborazione con Limonta e Poste Italiane, nove totem con defibrillatore che saranno inviati alle Delegazioni Provinciali insite sul territorio piemontese e valdostano. Tale iniziativa si colloca in un contesto operativo proiettato a tutelare la vita e ridurre, il più possibile, tragedie su campi di calcio. Il Comitato Regionale provvederà ad organizzare una presentazione ufficiale dei totem, alla presenza dei Delegati Provinciali, al fine di promuovere il più possibile la presenza di apparecchiature defibrillatori sui campi di calcio. In epoca successiva Le Delegazioni Provinciali provvederanno a promuovere specifici corsi sull utilizzo dei defibrillatori rivolti a dirigenti di Società, al fine di stimolare le Associazioni dipendenti a dotarsi di tali apparecchiature di rilevante necessità per la garanzia della salute dei calciatori Consiglio Direttivo CAMPIONATO DI ECCELLENZA, PROMOZIONE, PRIMA, SECONDA E TERZA CATEGORIA - MECCANISMI DI PROMOZIONE E RETROCESSIONE AL TERMINE DELLA STAGIONE SPORTIVA 2008/2009 Il Consiglio Direttivo di questo Comitato Regionale ha deliberato i seguenti meccanismi di promozione e retrocessione al termine dei Campionati della stagione sportiva 2008/2009 indicati in epigrafe:

3 128 CAMPIONATO DI ECCELLENZA Ammissione al Campionato Nazionale Serie D 2009/2010 La 1^ classificata di ogni girone del Campionato di Eccellenza 2008/09 viene ammessa al Campionato Nazionale Serie D 2009/2010. (2 promozioni) PLAY-OFF - PRIMA FASE La 3^ e 4^ classificata di ogni girone effettueranno nell ambito dello stesso girone uno scontro diretto con gare di andata e ritorno. Andata 4^ class.ta girone A 3^ class.ta girone A 4^ class.ta girone B 3^ class.ta girone B Ritorno 3^ class.ta girone A 4^ class.ta girone A 3^ class.ta girone B 4^ class.ta girone B Al termine di dette gare accederà alla fase successiva la compagine che al termine dei due incontri avrà totalizzato il maggior numero di reti; in caso di parità verrà attribuito valore doppio a quelle segnate in trasferta; qualora persistesse parità verranno fatti disputare due tempi supplementari da quindici minuti cadauno, seguiti - se il caso dall esecuzione dei calci di rigore. PLAY-OFF - SECONDA FASE Le squadre che si saranno aggiudicate la prima fase si incontreranno con le compagini seconde classificate dello stesso girone del Campionato di Eccellenza 2008/09, attraverso uno scontro diretto con gare di andata e ritorno. Andata Vincente 1^ fase Play-Off girone A 2^ class.ta girone A Vincente 1^ fase Play-Off girone B 2^ class.ta girone B Ritorno 2^ class.ta girone A Vincente 1^ fase Play-Off girone A 2^ class.ta girone B Vincente 1^ fase Play-Off girone B

4 129 Al termine delle gare di andata e ritorno accederà alla fase nazionale per l ammissione al Campionato Nazionale Serie D, organizzata dalla Lega Nazionale Dilettanti, la compagine che al termine dei due incontri avrà totalizzato il maggior numero di reti; in caso di parità verrà attribuito valore doppio a quelle segnate in trasferta; qualora persistesse parità verranno fatti disputare due tempi supplementari da quindici minuti cadauno, seguiti - se il caso dall esecuzione dei calci di rigore. Si precisa che qualora si manifestassero unicamente le seguenti situazioni di parità di classifica al termine del Campionato di Eccellenza 2008/09, al fine di evitare inutili spareggi poichè le squadre interessate avrebbero comunque accesso alle fasi di play-off, si procederà per l individuazione dell esatta posizione di classifica come di seguito specificato: - due o tre squadre al secondo posto; - due squadre al terzo posto maggior numero di punti negli scontri diretti; miglior differenza reti negli scontri diretti; miglior differenza reti nell intero Campionato; maggior numero di reti segnate nell intero Campionato; maggior numero di vittorie nell intero Campionato; minor numero di sconfitte nell intero Campionato; maggior numero di vittorie in campo esterno nell intero Campionato; minor numero di sconfitte interne nell intero Campionato; sorteggio. Per tutte le restanti ipotesi di parità di classifica verranno applicate le modalità previste dall art.51 N.O.I.F.. Retrocessioni al Campionato di Promozione 2009/10 PRIMA IPOTESI da 0 a 4 retrocessioni dalla Serie D La 16^ e 15^ classificata di ogni girone retrocede al Campionato di Promozione 2009/2010 (4 retrocessioni). PLAY-OUT La 14^ e 13^ classificata di ogni girone accedono alle fasi di Play-Out disputando una gara di spareggio nell ambito dello stesso girone, articolata in andata e ritorno, per l individuazione di ulteriori due compagini, una per girone, che retrocederanno al Campionato di Promozione 2009/2010. Andata 14^ class.ta girone A 13^ class.ta girone A 14^ class.ta girone B 13^ class.ta girone B Ritorno 13^ class.ta girone A 14^ class.ta girone A 13^ class.ta girone B 14^ class.ta girone B

5 130 Al termine delle gare di andata e ritorno retrocederà al Campionato di Promozione 2009/2010 la compagine che al termine dei due incontri avrà totalizzato il minor numero di reti; in caso di parità verrà attribuito valore doppio a quelle segnate in trasferta; qualora persistesse parità verranno fatti disputare due tempi supplementari da quindici minuti cadauno, seguiti - se il caso dall esecuzione dei calci di rigore. Qualora al termine del Campionato di Eccellenza si manifestasse una situazione di parità tra due squadre al 13 posto, poichè entrambe avrebbero accesso ai Play-out ed al fine di evitare un inutile spareggio che di fatto si ripeterebbe nella fase di play-out, l individuazione della 13^ e 14^ posizione avverrà attraverso la compilazione della seguente graduatoria: - maggior numero di punti negli scontri diretti; - miglior differenza reti negli scontri diretti; - miglior differenza reti nell intero Campionato; - maggior numero di reti segnate nell intero Campionato; - maggior numero di vittorie nell intero Campionato; - minor numero di sconfitte nell intero Campionato; - maggior numero di vittorie in campo esterno nell intero Campionato; - minor numero di sconfitte interne nell intero Campionato; - sorteggio. Per tutte le restanti ipotesi di parità di classifica verranno applicate le modalità previste dall art.51 N.O.I.F.. SECONDA IPOTESI 5 retrocessioni dalla Serie D La 16^ e 15^ classificata di ogni girone retrocede al Campionato di Promozione 2009/2010 (4 retrocessioni). PLAY-OUT PRIMA FASE La 14^ e 13^ classificata di ogni girone accedono alle fasi di Play-Out disputando una gara di spareggio nell ambito dello stesso girone, articolata in andata e ritorno, per l individuazione di ulteriori due compagini, una per girone, che retrocederanno al Campionato di Promozione 2009/2010 (totale 6 retrocessioni). Andata A) 14^ class.ta girone A 13^ class.ta girone A B) 14^ class.ta girone B 13^ class.ta girone B Ritorno A) 13^ class.ta girone A 14^ class.ta girone A B) 13^ class.ta girone B 14^ class.ta girone B Al termine delle gare di andata e ritorno retrocederà al Campionato di Promozione 2009/2010 la compagine che al termine dei due incontri avrà totalizzato il minor numero di reti; in caso di parità verrà attribuito valore doppio a quelle segnate in trasferta; qualora persistesse parità verranno fatti

6 131 disputare due tempi supplementari da quindici minuti cadauno, seguiti - se il caso dall esecuzione dei calci di rigore. SECONDA FASE Le compagini che si sono aggiudicate gli incontri della prima fase disputeranno una gara di spareggio, articolata con gare di andata e ritorno, per l individuazione di una ulteriore squadra che retrocederà al Campionato di Promozione 2009/2010 (totale 7 retrocessioni). Andata Vincente A Vincente B Ritorno Vincente B Vincente A Al termine delle gare di andata e ritorno retrocederà al Campionato di Promozione 2009/2010 la compagine che al termine dei due incontri avrà totalizzato il minor numero di reti; in caso di parità verrà attribuito valore doppio a quelle segnate in trasferta; qualora persistesse parità verranno fatti disputare due tempi supplementari da quindici minuti cadauno, seguiti - se il caso dall esecuzione dei calci di rigore. Qualora al termine del Campionato di Eccellenza si manifestasse una situazione di parità tra due squadre al 13 posto, poichè entrambe avrebbero accesso ai play-out ed al fine di evitare un inutile spareggio che di fatto si ripeterebbe nella fase di play-out, l individuazione della 13^ e 14^ posizione avverrà attraverso la compilazione della seguente graduatoria: - maggior numero di punti negli scontri diretti; - miglior differenza reti negli scontri diretti; - miglior differenza reti nell intero Campionato; - maggior numero di reti segnate nell intero Campionato; - maggior numero di vittorie nell intero Campionato; - minor numero di sconfitte nell intero Campionato; - maggior numero di vittorie in campo esterno nell intero Campionato; - minor numero di sconfitte interne nell intero Campionato; - sorteggio. Per tutte le restanti ipotesi di parità di classifica verranno applicate le modalità previste dall art.51 N.O.I.F.. TERZA IPOTESI 6 retrocessioni dalla Serie D La 16^, 15^ e 14^ classificata di ogni girone retrocede al Campionato di Promozione 2009/2010 (6 retrocessioni). PLAY-OUT La 13^ e 12^ classificata di ogni girone accedono alle fasi di Play-Out disputando una gara di spareggio nell ambito dello stesso girone, articolata in andata e ritorno, per l individuazione di ulteriori due compagini, una per girone, che retrocederanno al Campionato di Promozione 2009/2010.

7 132 Andata 13^ class.ta girone A 12^ class.ta girone A 13^ class.ta girone B 12^ class.ta girone B Ritorno 12^ class.ta girone A 13^ class.ta girone A 12^ class.ta girone B 13^ class.ta girone B Al termine delle gare di andata e ritorno retrocederà al Campionato di Promozione 2009/2010 la compagine che al termine dei due incontri avrà totalizzato il minor numero di reti; in caso di parità verrà attribuito valore doppio a quelle segnate in trasferta; qualora persistesse parità verranno fatti disputare due tempi supplementari da quindici minuti cadauno, seguiti - se il caso dall esecuzione dei calci di rigore. Qualora al termine del Campionato di Eccellenza si manifestasse una situazione di parità tra due squadre al 12 posto, poichè entrambe avrebbero accesso ai Play-out ed al fine di evitare un inutile spareggio che di fatto si ripeterebbe nella fase di play-out, l individuazione della 12^ e 13^ posizione avverrà attraverso la compilazione della seguente graduatoria: - maggior numero di punti negli scontri diretti; - miglior differenza reti negli scontri diretti; - miglior differenza reti nell intero Campionato; - maggior numero di reti segnate nell intero Campionato; - maggior numero di vittorie nell intero Campionato; - minor numero di sconfitte nell intero Campionato; - maggior numero di vittorie in campo esterno nell intero Campionato; - minor numero di sconfitte interne nell intero Campionato; - sorteggio. Per tutte le restanti ipotesi di parità di classifica verranno applicate le modalità previste dall art.51 N.O.I.F.. CAMPIONATO DI PROMOZIONE Ammissione al Campionato di Eccellenza 2009/2010 La 1^ classificata di ogni girone del Campionato di Promozione 2008/09 viene ammessa al Campionato di Eccellenza 2009/2010. (4 promozioni) PLAY-OFF La 2^ e 3^ classificata di ogni girone (8 squadre) vanno a comporre due quadrangolari, la cui composizione risulta così determinata, articolati con gare di sola andata: QUADRANGOLARE 1 QUADRANGOLARE 2 2^ classificata girone A 2^ classificata girone C 2^ classificata girone B 2^ classificata girone D 3^ classificata girone C 3^ classificata girone A 3^ classificata girone D 3^ classificata girone B

8 133 Ciascuna compagine effettuerà una gara interna, una esterna ed una in campo neutro. Per determinare la graduatoria dei quadrangolari si procederà secondo il seguente ordine: - punti ottenuti negli incontri disputati; - maggior numero di punti negli scontri diretti; - miglior differenza reti nei quadrangolari; - maggior numero di reti segnate nei quadrangolari; - maggior numero di vittorie nei quadrangolari; - maggior numero di vittorie in campo esterno nei quadrangolari; - minor numero di sconfitte interne nei quadrangolari; - sorteggio. Al termine delle gare dei quadrangolari, tutte le compagini si incontreranno con gare di andata e ritorno, come di seguito evidenziato, per la definizione dei relativi posti nella specifica graduatoria di merito dei play-off: Andata 1^ class. Quadr. 1-1^ class. Quadr. 2 Primo/secondo posto 2^ class. Quadr. 2-2^ class. Quadr. 1 Terzo/quarto posto 3^ class. Quadr. 1-3^ class. Quadr. 2 Quinto/sesto posto 4^ class. Quadr. 2-4^ class. Quadr. 1 Settimo/ottavo posto Ritorno 1^ class. Quadr. 2-1^ class. Quadr. 1 Primo/secondo posto 2^ class. Quadr. 1-2^ class. Quadr. 2 Terzo/quarto posto 3^ class. Quadr. 2-3^ class. Quadr. 1 Quinto/sesto posto 4^ class. Quadr. 1-4^ class. Quadr. 2 Settimo/ottavo posto Si aggiudicheranno i rispettivi incontri le squadre che al termine del duplice confronto avranno totalizzato il maggior numero di reti; in caso di parità verrà attribuito valore doppio a quelle segnate in trasferta; qualora persistesse parità verranno fatti disputare due tempi supplementari da quindici minuti cadauno, seguiti - se il caso dall esecuzione dei calci di rigore. Verrà così composta una graduatoria di otto squadre dal primo all ottavo posto, da cui si attingerà, nell ordine, come segue e secondo le diverse ipotesi, per l ammissione al Campionato di Eccellenza 2009/2010: 1^ IPOTESI 0 retrocessioni dalla Serie D Accedono al Campionato di Eccellenza 2009/2010 le prime quattro squadre della specifica graduatoria al termine dei Play-off. 2^ IPOTESI 1 retrocessione dalla Serie D Accedono al Campionato di Eccellenza 2009/2010 le prime tre squadre della specifica graduatoria al termine dei Play-off. 3^ IPOTESI 2 retrocessioni dalla Serie D Accedono al Campionato di Eccellenza 2009/2010 le prime due squadre della specifica graduatoria al termine dei Play-off.

9 134 4^ IPOTESI 3 retrocessioni dalla Serie D Accede al Campionato di Eccellenza 2009/2010 la prima squadra della specifica graduatoria al termine dei Play-off. 5^ IPOTESI 4, 5 e 6 retrocessioni dalla Serie D Nessuna promozione dai play-off. La graduatoria verrà utilizzata per l eventuale ammissione al Campionato di Eccellenza 2009/2010 di Società non aventi titolo in caso si registrassero delle vacanze organiche nel Campionato di Eccellenza 2009/2010 dopo la chiusura delle relative iscrizioni. Qualora al termine del Campionato di Promozione si manifestasse una situazione di parità tra due squadre al 2 posto, poichè entrambe avrebbero accesso ai play-off ed al fine di evitare un inutile spareggio, l individuazione della 2^ e 3^ posizione avverrà attraverso la compilazione della seguente graduatoria: maggior numero di punti negli scontri diretti; miglior differenza reti negli scontri diretti; miglior differenza reti nell intero Campionato; maggior numero di reti segnate nell intero Campionato; maggior numero di vittorie nell intero Campionato; minor numero di sconfitte nell intero Campionato; maggior numero di vittorie in campo esterno nell intero Campionato; minor numero di sconfitte interne nell intero Campionato; sorteggio. Per tutte le restanti ipotesi di parità di classifica verranno applicate le modalità previste dall art.51 N.O.I.F.. Retrocessioni al Campionato di Prima categoria 2009/2010 UNICA IPOTESI - da 0 a 6 retrocessioni dalla Serie D La 16^ e 15^ classificata di ogni girone retrocede al Campionato di Prima categoria 2009/2010 (8 retrocessioni) PLAY-OUT La 14^ e 13^ classificata di ogni girone accedono alle fasi di Play-Out disputando una gara di spareggio nell ambito dello stesso girone, articolata in andata e ritorno, per l individuazione di ulteriori quattro compagini, una per girone, che retrocederanno al Campionato di Prima categoria 2009/2010 (4 ulteriori retrocessioni). Andata 14^ class.ta girone A 13^ class.ta girone A 14^ class.ta girone B 13^ class.ta girone B 14^ class.ta girone C 13^ class.ta girone C 14^ class.ta girone D 13^ class.ta girone D

10 135 Ritorno 13^ class.ta girone A 14^ class.ta girone A 13^ class.ta girone B 14^ class.ta girone B 13^ class.ta girone C 14^ class.ta girone C 13^ class.ta girone D 14^ class.ta girone D Al termine delle gare di andata e ritorno retrocederà al Campionato di Prima categoria 2009/2010 la compagine che al termine dei due incontri avrà totalizzato il minor numero di reti; in caso di parità verrà attribuito valore doppio a quelle segnate in trasferta; qualora persistesse parità verranno fatti disputare due tempi supplementari da quindici minuti cadauno, seguiti - se il caso dall esecuzione dei calci di rigore. Qualora al termine del Campionato di Promozione si manifestasse una situazione di parità tra due squadre al 13 posto, poichè entrambe avrebbero accesso ai play-out ed al fine di evitare un inutile spareggio che di fatto si ripeterebbe nella fase di play-out, l individuazione della 13^ e 14^ posizione avverrà attraverso la compilazione della seguente graduatoria: - maggior numero di punti negli scontri diretti; - miglior differenza reti negli scontri diretti; - miglior differenza reti nell intero Campionato; - maggior numero di reti segnate nell intero Campionato; - maggior numero di vittorie nell intero Campionato; - minor numero di sconfitte nell intero Campionato; - maggior numero di vittorie in campo esterno nell intero Campionato; - minor numero di sconfitte interne nell intero Campionato; - sorteggio. Per tutte le restanti ipotesi di parità di classifica verranno applicate le modalità previste dall art.51 N.O.I.F.. CAMPIONATO DI PRIMA CATEGORIA Ammissione al Campionato di Promozione 2009/2010 La 1^ classificata di ogni girone del Campionato di Prima categoria 2008/2009 è promossa al Campionato di Promozione 2009/2010 (8 promozioni). PLAY-OFF La 2^ e 3^ classificata di ogni girone (16 squadre) vanno a comporre quattro quadrangolari, articolati con gare di sola andata, la cui composizione risulta così determinata: QUADRANGOLARE 1 QUADRANGOLARE 2 2^ classificata girone A 2^ classificata girone C 2^ classificata girone B 2^ classificata girone D 3^ classificata girone C 3^ classificata girone A 3^ classificata girone D 3^ classificata girone B

11 136 QUADRANGOLARE 3 QUADRANGOLARE 4 2^ classificata girone E 2^ classificata girone G 2^ classificata girone F 2^ classificata girone H 3^ classificata girone G 3^ classificata girone E 3^ classificata girone H 3^ classificata girone F Ciascuna compagine effettuerà una gara interna, una esterna ed una in campo neutro. Per determinare la graduatoria dei quadrangolari si procederà secondo il seguente ordine: - punti ottenuti negli incontri disputati; - maggior numero di punti negli scontri diretti; - miglior differenza reti nei quadrangolari; - maggior numero di reti segnate nei quadrangolari; - maggior numero di vittorie nei quadrangolari; - maggior numero di vittorie in campo esterno nei quadrangolari; - minor numero di sconfitte interne nei quadrangolari; - sorteggio. Dalla classifica dei quadrangolari verranno ammesse al Campionato di Promozione 2009/2010 le seguenti squadre: 1^ IPOTESI 0 retrocessioni dalla Serie D Accedono al Campionato di Promozione 2009/2010 le prime classificate dei quadrangolari unitamente alle due miglior seconde classificate di tutti i quadrangolari.(6 ulteriori promozioni) 2^ IPOTESI 1 retrocessione dalla Serie D Accedono al Campionato di Promozione 2009/2010 le prime classificate dei quadrangolari unitamente alla miglior seconda classificata di tutti i quadrangolari. (5 ulteriori promozioni) 3^ IPOTESI 2 retrocessioni dalla Serie D Accedono al Campionato di Promozione 2009/2010 le prime classificate dei quadrangolari. (4 ulteriori promozioni) 4^ IPOTESI 3 retrocessioni dalla Serie D Le prime classificate dei quadrangolari si incontrano in gara unica su campo neutro; le due compagini vincenti accederanno al Campionato di Promozione 2008/09 e le due squadre perdenti si incontreranno in gara di sola andata su campo neutro per determinare l ulteriore squadra da ammettere al Campionato di Promozione 2009/2010. (3 ulteriori promozioni) In caso di parità al termine di dette gare verranno fatti disputare due tempi supplementari da quindici minuti cadauno, seguiti - se il caso dall esecuzione dei calci di rigore.

12 5^ IPOTESI 4 retrocessioni dalla Serie D 137 Le prime classificate dei quadrangolari si incontrano in gara unica su campo neutro; le due compagini vincenti accederanno al Campionato di Promozione 2009/2010. (2 ulteriori promozioni) In caso di parità al termine di dette gare verranno fatti disputare due tempi supplementari da quindici minuti cadauno, seguiti - se il caso dall esecuzione dei calci di rigore. 6^ IPOTESI 5 retrocessioni dalla Serie D Le prime classificate dei quadrangolari si incontrano in gara unica su campo neutro; le due compagini vincenti tali incontri disputeranno un ulteriore gara su campo neutro; la vincente di quest ultima gara accederà al Campionato di Promozione 2009/2010. (1 ulteriore promozione) 7^ IPOTESI 6 retrocessioni dalla Serie D Accedono al Campionato di Promozione 2009/2010 unicamente le compagini prime classificate di ogni girone del Campionato di Prima categoria 2008/2009 (8 promozioni). Nell eventualità prevista di individuazione delle seconde classificate dei quadrangolari si procederà come segue: - punti ottenuti negli incontri disputati; - miglior differenza reti nei quadrangolari; - maggior numero di reti segnate nei quadrangolari; - maggior numero di vittorie nei quadrangolari; - maggior numero di vittorie in campo esterno nei quadrangolari; - minor numero di sconfitte interne nei quadrangolari; - sorteggio. Qualora al termine del Campionato di Prima categoria 2008/2009 si manifestasse una situazione di parità tra due squadre al 2 posto, poichè entrambe avrebbero accesso ai play-off ed al fine di evitare un inutile spareggio, l individuazione della 2^ e 3^ posizione avverrà attraverso la compilazione della seguente graduatoria: maggior numero di punti negli scontri diretti; miglior differenza reti negli scontri diretti; miglior differenza reti nell intero Campionato; maggior numero di reti segnate nell intero Campionato; maggior numero di vittorie nell intero Campionato; minor numero di sconfitte nell intero Campionato; maggior numero di vittorie in campo esterno nell intero Campionato; minor numero di sconfitte interne nell intero Campionato; sorteggio. Per tutte le restanti ipotesi di parità di classifica verranno applicate le modalità previste dall art.51 N.O.I.F..

13 138 - Retrocessioni al Campionato di Seconda categoria 2009/2010 UNICA IPOTESI - da 0 a 6 retrocessioni dalla Serie D La 16^ e 15^ classificata di ogni girone retrocede al Campionato di Seconda categoria 2009/2010 (16 squadre) PLAY-OUT La 14^ e 13^ classificata di ogni girone accedono alle fasi di Play-Out disputando una gara di spareggio nell ambito dello stesso girone, articolata in andata e ritorno, per l individuazione di ulteriori otto compagini, una per girone, che retrocederanno al Campionato di Seconda categoria 2009/2010 (8 ulteriori retrocessioni). Andata 14^ class.ta girone A 13^ class.ta girone A 14^ class.ta girone B 13^ class.ta girone B 14^ class.ta girone C 13^ class.ta girone C 14^ class.ta girone D 13^ class.ta girone D 14^ class.ta girone E 13^ class.ta girone E 14^ class.ta girone F 13^ class.ta girone F 14^ class.ta girone G 13^ class.ta girone G 14^ class.ta girone H 13^ class.ta girone H Ritorno 13^ class.ta girone A 14^ class.ta girone A 13^ class.ta girone B 14^ class.ta girone B 13^ class.ta girone C 14^ class.ta girone C 13^ class.ta girone D 14^ class.ta girone D 13^ class.ta girone E 14^ class.ta girone E 13^ class.ta girone F 14^ class.ta girone F 13^ class.ta girone G 14^ class.ta girone G 13^ class.ta girone H 14^ class.ta girone H Al termine delle gare di andata e ritorno retrocederà al Campionato di Seconda categoria 2009/2010 la compagine che al termine dei due incontri avrà totalizzato il minor numero di reti; in caso di parità verrà attribuito valore doppio a quelle segnate in trasferta; qualora persistesse parità verranno fatti disputare due tempi supplementari da quindici minuti cadauno, seguiti - se il caso dall esecuzione dei calci di rigore. Qualora al termine del Campionato si manifestasse una situazione di parità tra due squadre al 13 posto, poichè entrambe avrebbero accesso ai play-out ed al fine di evitare un inutile spareggio che di fatto si ripeterebbe nella fase di play-out, l individuazione del 13 e 14 posto avverrà attraverso la compilazione della seguente graduatoria: - maggior numero di punti negli scontri diretti; - miglior differenza reti negli scontri diretti; - miglior differenza reti nell intero Campionato; - maggior numero di reti segnate nell intero Campionato; - maggior numero di vittorie nell intero Campionato;

14 139 - minor numero di sconfitte nell intero Campionato; - maggior numero di vittorie in campo esterno nell intero Campionato; - minor numero di sconfitte interne nell intero Campionato; - sorteggio. Per tutte le restanti ipotesi di parità di classifica verranno applicate le modalità previste dall art.51 N.O.I.F.. CAMPIONATO DI SECONDA CATEGORIA Ammissione al Campionato di Prima categoria 2009/2010 La 1^ classificata di ogni girone del Campionato di Seconda categoria 2008/09 è promossa al Campionato di Prima categoria 2009/2010 (16 squadre). PLAY-OFF La 2^ e 3^ classificata di ogni girone (32 squadre) vanno a comporre otto quadrangolari, articolati con gare di sola andata, la cui composizione risulta così determinata: QUADRANGOLARE 1 QUADRANGOLARE 2 2^ classificata girone A 2^ classificata girone C 2^ classificata girone B 2^ classificata girone E 3^ classificata girone A 3^ classificata girone C 3^ classificata girone B 3^ classificata girone E QUADRANGOLARE 3 QUADRANGOLARE 4 2^ classificata girone D 2^ classificata girone G 2^ classificata girone F 2^ classificata girone H 3^ classificata girone D 3^ classificata girone G 3^ classificata girone F 3^ classificata girone H QUADRANGOLARE 5 QUADRANGOLARE 6 2^ classificata girone I 2^ classificata girone M 2^ classificata girone L 2^ classificata girone N 3^ classificata girone I 3^ classificata girone M 3^ classificata girone L 3^ classificata girone N QUADRANGOLARE 7 QUADRANGOLARE 8 2^ classificata girone O 2^ classificata girone Q 2^ classificata girone P 2^ classificata girone R 3^ classificata girone O 3^ classificata girone Q 3^ classificata girone P 3^ classificata girone R

15 140 Ciascuna compagine effettuerà una gara interna, una esterna ed una in campo neutro. Per determinare la graduatoria dei quadrangolari si procederà secondo il seguente ordine: - punti ottenuti negli incontri disputati; - maggior numero di punti negli scontri diretti; - miglior differenza reti nei quadrangolari; - maggior numero di reti segnate nei quadrangolari; - maggior numero di vittorie nei quadrangolari; - maggior numero di vittorie in campo esterno nei quadrangolari; - minor numero di sconfitte interne nei quadrangolari; - sorteggio. Dalla classifica dei quadrangolari verranno ammesse al Campionato di Prima categoria 2009/2010 le seguenti squadre: 1^ IPOTESI 0 retrocessioni dalla Serie D Accedono al Campionato di Prima categoria 2009/2010 le prime classificate dei quadrangolari unitamente alle due miglior seconde classificate di tutti i quadrangolari. (totale 10 ulteriori promozioni) 2^ IPOTESI 1 retrocessione dalla Serie D Accedono al Campionato di Prima categoria 2009/2010 le prime classificate dei quadrangolari unitamente alla miglior seconda classificata di tutti i quadrangolari. (totale 9 ulteriori promozioni) 3^ IPOTESI 2 retrocessioni dalla Serie D Accedono al Campionato di Prima categoria 2009/2010 le prime classificate dei quadrangolari. (totale 8 ulteriori promozioni) 4^ IPOTESI 3 retrocessioni dalla Serie D Le prime classificate dei quadrangolari si incontrano in gara unica su campo neutro; le quattro compagini vincenti accederanno al Campionato di Prima categoria 2009/2010 e le quattro squadre perdenti si incontreranno in gare di sola andata su campo neutro per determinare le due ulteriori squadre da ammettere al Campionato di Prima categoria 2009/2010. Successivamente le due squadre perdenti si incontreranno in gara di sola andata per determinare l ultima squadra che verrà ammessa al Campionato di Prima categoria 2009/2010. (totale 7 ulteriori promozioni) Prima fase A) vincente quadrangolare 1 vincente quadrangolare 2 B) vincente quadrangolare 3 - vincente quadrangolare 4 C) vincente quadrangolare 5 - vincente quadrangolare 6 D) vincente quadrangolare 7 - vincente quadrangolare 8

16 141 Seconda fase 1) perdente A perdente B 2) perdente C perdente D Terza fase Perdente 1 perdente 2 In caso di parità al termine di dette gare verranno fatti disputare due tempi supplementari da quindici minuti cadauno, seguiti - se il caso dall esecuzione dei calci di rigore. 5^ IPOTESI 4 retrocessioni dalla Serie D Le prime classificate dei quadrangolari si incontrano in gara unica su campo neutro; le quattro compagini vincenti accederanno al Campionato di Prima categoria 2009/2010 e le quattro squadre perdenti si incontreranno in gare di sola andata su campo neutro per determinare le due ulteriori squadre da ammettere al Campionato di Prima categoria 2009/2010. (totale 6 ulteriori promozioni). Prima fase A) vincente quadrangolare 1 vincente quadrangolare 2 campo neutro B) vincente quadrangolare 3 - vincente quadrangolare 4 campo neutro C) vincente quadrangolare 5 - vincente quadrangolare 6 campo neutro D) vincente quadrangolare 7 - vincente quadrangolare 8 campo neutro Seconda fase 1) perdente A perdente B campo neutro 2) perdente C perdente D campo neutro In caso di parità al termine di dette gare verranno fatti disputare due tempi supplementari da quindici minuti cadauno, seguiti - se il caso dall esecuzione dei calci di rigore. 6^ IPOTESI 5 retrocessioni dalla Serie D Le prime classificate dei quadrangolari si incontrano in gara unica su campo neutro; le quattro compagini vincenti accederanno al Campionato di Prima categoria 2009/2010 e le quattro squadre perdenti si incontreranno in gare di sola andata su campo neutro: Prima fase A) vincente quadrangolare 1 vincente quadrangolare 2 campo neutro B) vincente quadrangolare 3 - vincente quadrangolare 4 campo neutro C) vincente quadrangolare 5 - vincente quadrangolare 6 campo neutro D) vincente quadrangolare 7 - vincente quadrangolare 8 campo neutro Seconda fase 1) perdente A perdente B campo neutro 2) perdente C perdente D campo neutro

17 142 Terza fase Le due squadre vincenti la seconda fase disputeranno un ulteriore incontro di sola andata su campo neutro per determinare l ulteriore squadra da ammettere al Campionato di Prima categoria 2009/2010 (totale 5 ulteriori promozioni) Vincente 1) vincente 2) campo neutro In caso di parità al termine di dette gare verranno fatti disputare due tempi supplementari da quindici minuti cadauno, seguiti - se il caso dall esecuzione dei calci di rigore. 7^ IPOTESI 6 retrocessioni dalla Serie D Le prime classificate dei quadrangolari si incontrano in gara unica su campo neutro; le quattro compagini vincenti accederanno al Campionato di Prima categoria 2009/2010 : A) vincente quadrangolare 1 vincente quadrangolare 2 campo neutro B) vincente quadrangolare 3 - vincente quadrangolare 4 campo neutro C) vincente quadrangolare 5 - vincente quadrangolare 6 campo neutro D) vincente quadrangolare 7 - vincente quadrangolare 8 campo neutro In caso di parità al termine di dette gare verranno fatti disputare due tempi supplementari da quindici minuti cadauno, seguiti - se il caso dall esecuzione dei calci di rigore. Nell eventualità prevista di individuazione delle seconde classificate dei quadrangolari si procederà come segue: - punti ottenuti negli incontri disputati; - miglior differenza reti nei quadrangolari; - maggior numero di reti segnate nei quadrangolari; - maggior numero di vittorie nei quadrangolari; - maggior numero di vittorie in campo esterno nei quadrangolari; - minor numero di sconfitte interne nei quadrangolari; - sorteggio. Qualora al termine del Campionato di Seconda categoria 2008/2009 si manifestasse una situazione di parità tra due squadre al 2 posto, poichè entrambe avrebbero accesso ai play-off ed al fine di evitare un inutile spareggio, l individuazione della 2^ e 3^ posizione avverrà attraverso la compilazione della seguente graduatoria: maggior numero di punti negli scontri diretti; miglior differenza reti negli scontri diretti; miglior differenza reti nell intero Campionato; maggior numero di reti segnate nell intero Campionato; maggior numero di vittorie nell intero Campionato; minor numero di sconfitte nell intero Campionato; maggior numero di vittorie in campo esterno nell intero Campionato; minor numero di sconfitte interne nell intero Campionato; sorteggio. Per tutte le restanti ipotesi di parità di classifica verranno applicate le modalità previste dall art.51 N.O.I.F..

18 143 - Retrocessioni al Campionato di Terza categoria 2009/2010 UNICA IPOTESI - da 0 a 6 retrocessioni dal C.N.D. La 13^ e 14^ classificata di ogni girone retrocede al Campionato di Terza categoria 2009/2010 (32 squadre) CAMPIONATO DI TERZA CATEGORIA Ammissione al Campionato di Seconda categoria 2009/2010 La 1^ classificata di ogni girone del Campionato di Terza categoria 2008/2009 è promossa al Campionato di Seconda categoria 2009/2010 (18 squadre). PLAY-OFF La 2^ e 3^ classificata di ogni girone (36 squadre) vanno a comporre dei raggruppamenti triangolari e/o quadrangolari articolati con gare di sola andata, per la partecipazione alle fasi di Play-off. 1^ IPOTESI 0 retrocessioni dalla Serie D Accedono al Campionato di Seconda categoria 2009/2010 n. 16 (sedici) squadre che si aggiudicheranno le fasi di play-off- 2^ IPOTESI 1 retrocessione dalla Serie D Accedono al Campionato di Seconda categoria 2009/2010 n. 15 (quindici) squadre che si aggiudicheranno le fasi di play-off- 3^ IPOTESI 2 retrocessioni dalla Serie D Accedono al Campionato di Seconda categoria 2009/2010 n. 14 (quattordici) squadre che si aggiudicheranno le fasi di play-off- 4^ IPOTESI 3 retrocessioni dalla Serie D Accedono al Campionato di Seconda categoria 2009/2010 n. 13 (tredici) squadre che si aggiudicheranno le fasi di play-off- 5^ IPOTESI 4 retrocessioni dalla Serie D Accedono al Campionato di Seconda categoria 2009/2010 n. 12 (dodici) squadre che si aggiudicheranno le fasi di play-off- 6^ IPOTESI 5 retrocessioni dalla Serie D Accedono al Campionato di Seconda categoria 2009/2010 n. 11 (undici) squadre che si aggiudicheranno le fasi di play-off-

19 7^ IPOTESI 6 retrocessioni dalla Serie D 144 Accedono al Campionato di Seconda categoria 2009/2010 n. 10 (dieci) squadre che si aggiudicheranno le fasi di play-off- Si precisa che i meccanismi di play-off e play-out stabiliti dal Consiglio Direttivo di questo Comitato Regionale, con propria delibera adottata nel corso della riunione del 23 Settembre 2008, sono stati sottoposti al Consiglio di Presidenza della Lega Nazionale Dilettanti per l autorizzazione prevista dall articolo 49 delle Norme Organizzative Interne della F.I.G.C PER UN CALCIO MIGLIORE - PREMIO DISCIPLINA Il Consiglio Direttivo di questo Comitato Regionale, nella riunione del 3 Ottobre 2008, ha confermato l intendimento di conferire il Premio Disciplina alle Società che nell ambito della categoria di appartenenza, esclusivamente per i Campionati indetti o autorizzati dalla L.N.D., si aggiudicheranno le prime tre posizioni della particolare classifica redatta in base alla tabella sotto riportata, a condizione che detti Sodalizi non abbiano superato i quaranta punti di penalizzazione. Nel caso in cui venisse registrata una situazione di parità tra due o più squadre, le vincenti saranno prioritariamente individuate dal minor numero di ammonizioni cumulate nel corso della stagione sportiva, e successivamente dal minor numero delle giornate di squalifica inflitte ai giocatori. Parimenti, ha stabilito che venga accreditato - nell ordine - a ciascuna delle tre Società interessate, l importo di Euro 1000,00, 600,00, e 400,00, a fronte dei risultati rispettivamente conseguiti. Ha, infine, disposto di revocare l assegnazione del Premio Disciplina a quei Sodalizi che non saranno presenti all Assemblea Ordinaria o Riunione Provinciale nel corso della quale avrà luogo la particolare cerimonia di conferimento. Provvedimenti a carico dei calciatori AM Per ogni ammonizione 0,15 E Per ogni giornata di squalifica 0,60 F Per ogni settimana 0,60 Per squalifiche superiori a 2 anni 100,01 Provvedimenti a carico dei tecnici AT Per ogni ammonizione 0,15 DT Ammonizione con diffida 0,45 ET Fino a 15 giorni di squalifica 1,15 Fino ad un mese di squalifica 3,00 Per ogni squalifica superiore a due anni 100,01

20 145 Provvedimenti a carico dei dirigenti DA Per ogni ammonizione 1,00 DD Per ogni ammonizione con diffida 2,00 G Per ogni inibizione fino ad un mese 4,00 Per ogni mese di inibizione 4,00 Per ogni inibizione superiore a due anni 100,01 Provvedimenti a carico delle Società AS Ammonizione alla Società 2,00 AD Ammonizione con diffida alla Società 4,00 Ammende C Fino a 51,00 1,00 Oltre a 51,00 fino a 103,00 2,00 Oltre a 103,00 fino a 206,00 4,00 Oltre a 206,00 fino a 413,00 8,00 Oltre a 413,00 fino a 516,00 10,00 Oltre a 516,00 fino a 775,00 25,00 Oltre a 775,00 fino a 1033,00 40,00 Oltre a 1033,00 fino a 1291,00 60,00 Oltre a 1291,00 fino a 1549,00 80,00 Oltre a 1549,00 100,01 Squalifiche dal campo H Per ogni giornata di squalifica 20,00 Per squalifiche superiore a 4 gare 100,01 Per ogni due settimane di squalifica 40,00 Per squalifiche superiori a otto settimane 100,01 J Per ogni gara a porte chiuse 10,00 Penalizzazioni in classifica K Per ogni punto di penalizzazione 10,00 Applicazione art. 12 C.G.S. (perdita della gara) L Generica 10,00 Cod. violazione Rinuncia al proseguimento della gara H60 10,00 Mancata presentazione in campo H12 10,00 Mancanza numero minimo calciatori in campo H32 10,00 Violazione art. 12 comma 1 e 2 C.G.S. I58 30,00 Impiego calciatori squal./art. 34 N.O.I.F. I50 30,00 Impiego calciatori non tesserati I22 50,00

21 146 N Esclusione dal Campionato o retrocessione 999,00 all ultimo posto in classifica VARIAZIONI AL CALENDARIO GARE E TORNEI Il Consiglio Direttivo, nella riunione del 3 Ottobre u.s., ha deliberato di addebitare alle Società Euro 10,00 al momento in cui chiederanno variazioni al calendario gare settimanale pubblicato sul comunicato ufficiale redatto dal Comitato Regionale, purché richieste nelle 48 ore precedenti la gara interessata, per tutte le gare dei Campionati Regionali L.N.D. e S.G.S. Per quanto attiene all organizzazione di Tornei ufficiali indetti dalle Società, le variazioni al calendario gare inviato all atto della richiesta di ratifica del Torneo determineranno un addebito di 10,00 a carico della Società organizzatrice, per i tornei di attività L.N.D. Regionali e Provinciali/Distrettuali. Ne consegue che ogni richiesta di variazione al calendario gare pervenuta oltre le 48 ore precedenti la gara non verrà esaminata Segreteria L.N.D CERTIFICATO DI IDONEITA SPORTIVA NON AGONISTICA PER ATTIVITA MOTORIE E PREVENTIVE ADATTATE Si trascrive qui di seguito il testo della circolare n. 3 pubblicata da questo Comitato Regionale in data 24 Settembre 2008 Si comunica che la Legge Regionale del 25/6/2008 n. 15 pubblicata sul bollettino ufficiale n. 27 del 3 luglio 2008 in materia di semplificazioni sanitarie stabilisce l abolizione di alcune autorizzazioni ed adempimenti. Tale semplificazione interessa, tra gli altri, il certificato di sana e robusta costituzione per lo svolgimento dell attività ludico motoria per fini ricreativi. Detto certificato non può confondersi ed associarsi con il certificato di idoneità all attività sportiva non agonistica previsto dal Settore Giovanile e Scolastico per il tesseramento degli atleti di età compresa tra i 5 anni compiuti e i 12 non compiuti, di cui al comunicato ufficiale n. 1 del Settore Giovanile e Scolastico Nazionale stagione sportiva 2008/2009. Ne consegue, pertanto, che la Legge regionale introdotta in data 25/6/2008 di fatto non vieta l emissione della certificazione sanitaria utile al tesseramento di atleti per l attività di Settore Giovanile e Scolastico in quanto il certificato di idoneità all attività sportiva non agonistica deve essere,come in passato,rilasciato secondo le disposizioni della tutela medico sportiva di atleti di età compresi tra i 5 anni compiuti ed i 12 anni non compiuti.

22 SETTORE GIOVANILE SCOLASTICO 3.1. Consiglio Direttivo CLASSIFICA DISCIPLINA CAMPIONATI ALLIEVI E GIOVANISSIMI Il Consiglio Direttivo di questo Comitato Regionale, nella riunione del 3 Ottobre 2008, ha deliberato di conferire il Premio Disciplina alle Società che nell ambito della categoria di appartenenza Allievi e Giovanissimi si aggiudicheranno le prime tre posizioni della particolare classifica redatta in base alla tabella sotto riportata, a condizione che detti Sodalizi non abbiano superato i quaranta punti di penalizzazione. Nel caso in cui venisse registrata una situazione di parità tra due o più squadre, le vincenti saranno prioritariamente individuate dal minor numero di ammonizioni cumulate nel corso della stagione sportiva, e successivamente dal minor numero delle giornate di squalifica inflitte ai giocatori. Parimenti, ha stabilito che venga accreditato - nell ordine - a ciascuna delle tre Società interessate, l importo di Euro 1000,00, 600,00 e 400,00, a fronte dei risultati rispettivamente conseguiti. Ha, infine, disposto di revocare l assegnazione del Premio Disciplina a quei Sodalizi che non saranno presenti all Assemblea Ordinaria o Riunione Provinciale nel corso della quale avrà luogo la particolare cerimonia di conferimento. Per i Campionati Allievi e Giovanissimi organizzati ufficialmente a livello nazionale, regionale, provinciale e locale, è obbligatoria l applicazione della seguente tabella: a) A carico di calciatori 1ª Ammonizione punti 0,40 2ª Ammonizione punti 0,60 dalla 3 Ammonizione e per le successive punti 0,50 Squalifiche: a) per una giornata di gara punti 2 b) per ogni giornata di gara oltre la prima 1 c) da due a sei mesi punti 15 d) da più di sei mesi a un anno 25 e) da più di un anno a tre anni 40 f) da più di tre anni a cinque anni 50 b) A carico di dirigenti, tecnici, soci, tesserati - Ammonizione punti 1 - Ammonizione con diffida 1,50 - Inibizioni (dirigenti) e squalifiche (tecnici, soci, tesserati): a) per una settimana punti 3 b) per ogni settimana, oltre la prima, sino a un massimo di tre mesi (2 punti a settimana) 2 c) da più di tre mesi sino a sei mesi 30 d) da più di sei mesi a nove mesi 40 e) da più di nove mesi ad un anno 50 f) da più di un anno a tre anni 70 g) da più di tre anni a cinque anni 80

23 148 c) A carico di Società - Ammonizione punti 1 - Squalifica del campo: a) per una gara 10 b) per due gare 20 c) per tre gare 30 - Penalizzazioni: a) di un punto in classifica punti 10 b) di due punti 15 c) di tre punti 20 - Applicazione art. 12 del C.G.S., commi 1,2,3,5: 10 - Ammende: a) fino a 25,00 0,50 b) da più di 25,00 a 51,00 1,5 c) da più di 51,00 a 103,00 3 d) da più di 103,00 a 258,00 10 e) da più di 258,00 a 516,00 20 f) da più di 516,00 a 1.032,00 30 d) Esclusioni dalla classifica disciplina Le sottoindicate sanzioni comportano l automatica esclusione della Società dalla classifica del Premio Disciplina : a) Preclusione del calciatore, dirigente, tecnico, tesserato alla permanenza in qualsiasi rango o categoria della F.I.G.C. b) Squalifica del campo per oltre sei gare o tempo determinato, la cui efficacia superi le sei gare c) Penalizzazione di oltre tre punti in classifica d) Condanna della Società per illecito sportivo e) Retrocessione della Società all ultimo posto in classifica f) Esclusione della Società dal campionato g) Revoca dei titoli acquisiti È da considerarsi esclusa dall ammissione ai Campionati Regionali e Provinciali Allievi o Giovanissimi unicamente la squadra Allievi o Giovanissimi che abbia superato i 100 punti di penalizzazione nel conteggio finale della classifica disciplina Attività Giovanile, categoria Giovanissimi e Categoria Allievi.

24 COMUNICAZIONI DELLA DELEGAZIONE PROVINCIALE 4.1. SEGRETERIA VARIAZIONI GARE PROGRAMMATE Si rende noto che la gara Quaronese CVR 2005 valevole per la 4^ giornata di andata del campionato Juniores girone unico - in programma Sabato 18 Ottobre 2008 alle ore 15,00 sarà disputata sullo steso campo alle ore 17, VARIAZIONE DATA RIUNIONE TECNICA DI AGGIORNAMENTO A.I.A.C. Riceviamo dal Direttivo A.I.A.C. di Vercelli e volentieri pubblichiamo la variazione della data riguardante una riunione tecnica di aggiornamento: Il Consiglio Direttivo A.I.A.C. - Gruppo Provinciale di Vercelli organizza una riunione tecnica di aggiornamento il giorno LUNEDI 27 OTTOBRE ORE PRESSO IL RISTORANTE BORGO ANTICO VIA VIGONE, 2 - BORGOVERCELLI ORE 21:00: assegnazione premi panchina d oro stagione sportiva ORE 21:15: serata tecnica di aggiornamento. - Ospite della serata: Mister Giancarlo Camolese, allenatore di 1 categoria, consigliere nazionale A.I.A.C., già allenatore di A.C. Torino, Reggina calcio e A.S. Livorno calcio. - Tema della serata: Principi di tecnica e tattica individuale con introduzione ai sistemi di gioco. Alle ore 19,30 presso il Ristorante Borgo Antico - via Vigone 2 - Borgovercelli, si terrà la cena conviviale a cui parteciperà anche l ospite della serata: tutti sono invitati a partecipare, previa prenotazione al numero

25 CONVEGNO SPORTELLO SPORT VERCELLI Si informano tutte le società dipendenti dalla nostra Delegazione che il Comitato Provinciale del C.O.N.I. attraverso lo Sportello Sport ed in stretta collaborazione con l Amministrazione Provinciale di Vercelli ha organizzato un interessante convegno che avrà come oggetto le ultime novità riguardanti le Società e Associazioni sportive. Tale convegno avrà luogo SABATO 18 OTTOBRE 2008 ore 9,30 presso la Sala Consigliare del Comune di Santhià (VC) Piazza Roma, 16. Si allega al presente comunicato ufficiale l invito rivolto a tutte le società che dovranno far intervenire uno o più esponenti a presenziare tale convegno ATTIVITA DI BASE MODULO DI CENSIMENTO Si ricorda a tutte le Società partecipanti ai tornei giovanili delle categorie Piccoli Amici, Pulcini ed Esordienti che è necessario presentare a questa Delegazione Provinciale entro quindici giorni dall inizio dell attività ufficiale il modulo di censimento della Scuola Calcio o Centro Calcistico di Base. Tale modulo, che costituisce l allegato 1 del C.U. N. 1 ed è scaricabile dal sito internet comunicati ufficiali 2008/2009 Comunicato Ufficiale N. 1, deve essere compilato in tutte le sue parti ponendo particolare attenzione all indicazione del Medico del quale bisogna riportare il numero di iscrizione all Ordine dei Medici, come riportato a pag. 5 punto 7 del suddetto C.U. N. 1. Entro il 31 Ottobre 2008 le Società che intendono ottenere la qualifica di Scuola Calcio o Scuola Calcio Qualificata devono presentare a questa Delegazione Provinciale l intera documentazione richiesta seguendo le indicazioni del comunicato ufficiale n. 1 S.G.S. Al fine di facilitare l invio in tempo utile del modulo di censimento da parte delle società interessate, lo stesso viene allegato al presente comunicato ufficiale INVIO RAPPORTINI GARE ESORDIENTI E PULCINI Al fine di evitare alle società l applicazione delle sanzioni previste per il mancato recapito del rapportino di gara delle categorie di base si riporta qui di seguito quanto pubblicato al punto 4. comma d) del capitolo NORME REGOLAMENTARI ATTIVITA UFFICIALE CATEGORIE DI BASE del Comunicato Ufficiale n. 1 del Settore Giovanile e Scolastico: d) Arbitraggio delle gare Nelle categorie Pulcini ed Esordienti, per l arbitraggio delle gare si deve ricorrere a tecnici e calciatori della categoria Allievi e Juniores tesserati per la stessa Società e a dirigenti appositamente istruiti al riguardo a seguito di un Corso sul Regolamento di Gioco e riconoscibili tramite tessera rilasciata dalla FIGC. Per i Tecnici e i giovani calciatori tesserati può essere presentato, quale documento di riconoscimento, la tessera ufficiale prevista per partecipare alle gare, mentre per i dirigenti deve essere presentata la tessera rilasciata dalla Delegazione della LND competente per territorio.

CONSIGLIO DIRETTIVO - L.N.D.

CONSIGLIO DIRETTIVO - L.N.D. GESTIONE E LIQUIDAZIONE DEGLI INFORTUNI DELLA LND ANTECEDENTI AL 30 GIUGNO 2010 E RELATIVI ALLA COPERTURA DELLA POLIZZA CARIGE ASSICURAZIONI (DAL COMUNICATO UFFICIALE N. 59 DELLA L.N.D.) Si riporta in

Dettagli

CAMPIONATO DI ECCELLENZA, PROMOZIONE, PRIMA, SECONDA E TERZA CATEGORIA MECCANISMI DI PROMOZIONE E RETROCESSIONE AL TERMINE DELLA STAGIONE SPORTIVA

CAMPIONATO DI ECCELLENZA, PROMOZIONE, PRIMA, SECONDA E TERZA CATEGORIA MECCANISMI DI PROMOZIONE E RETROCESSIONE AL TERMINE DELLA STAGIONE SPORTIVA CAMPIONATO DI ECCELLENZA, PROMOZIONE, PRIMA, SECONDA E TERZA CATEGORIA MECCANISMI DI PROMOZIONE E RETROCESSIONE AL TERMINE DELLA STAGIONE SPORTIVA 2012/13 (estratto dal C.U. 27 del 04/10/12 CRPVA) Il Consiglio

Dettagli

Al solo fine di individuare le squadre che hanno titolo a partecipare ai Play Out, in deroga ai commi 3, 4, e 5 dell art. 51 delle

Al solo fine di individuare le squadre che hanno titolo a partecipare ai Play Out, in deroga ai commi 3, 4, e 5 dell art. 51 delle CAMPIONATO DI ECCELLENZA, PROMOZIONE, PRIMA, SECONDA E TERZA CATEGORIA MECCANISMI DI PROMOZIONE E RETROCESSIONE AL TERMINE DELLA STAGIONE SPORTIVA 2014/15 (estratto dal C.U. 37 del 06/11/14 CRPVA) Il Consiglio

Dettagli

Via A. Volta, TORINO - C.P

Via A. Volta, TORINO - C.P Segreteria tel. 0115654670 fax 011543031 Attività Agonistica tel. 0115654671 fax 0115654650 Amministrazione tel. 0115654672 fax 0115654674 Tesseramenti tel. 0115654673 fax 0115654674 Via A. Volta, 3-10122

Dettagli

Campionato Nazionale Juniores

Campionato Nazionale Juniores Federazione Italiana Giuoco Calcio Lega Nazionale Dilettanti DIPARTIMENTO INTERREGIONALE Piazzale Flaminio, 9-00196 ROMA (RM) TEL. (06)328221 FAX: (06)32822717 SITO INTERNET: http://www.lnd.it/ Stagione

Dettagli

Comunicato Ufficiale N. 28

Comunicato Ufficiale N. 28 Stagione Sportiva 2016/2017 Comunicato Ufficiale N. 28 1. Comunicazioni della F.I.G.C. 2. Comunicazioni della L.N.D. 3. Comunicazioni della Divisione Calcio a Cinque ATTIVITA NAZIONALE MASCHILE Con riferimento

Dettagli

GUIDA CAMPIONATI ALLIEVI ALLIEVI FASCIA B GIOVANISSIMI GIOVANISSIMI FASCIA B

GUIDA CAMPIONATI ALLIEVI ALLIEVI FASCIA B GIOVANISSIMI GIOVANISSIMI FASCIA B ALLIEVI ALLIEVI FASCIA B GIOVANISSIMI GIOVANISSIMI FASCIA B GUIDA CAMPIONATI 2016 2017 A.S.D. CASSINA CALCIO, GUIDA CAMPIONATI ALLIEVI E GIOVANISSIMI 2016/2017-1 Questa guida è stata preparata a solo scopo

Dettagli

COMITATO REGIONALE CALABRIA COMUNICATO UFFICIALE N 91 DEL 16 GENNAIO COMUNICAZIONI DEL COMITATO REGIONALE STAGIONE SPORTIVA 2016/2017

COMITATO REGIONALE CALABRIA COMUNICATO UFFICIALE N 91 DEL 16 GENNAIO COMUNICAZIONI DEL COMITATO REGIONALE STAGIONE SPORTIVA 2016/2017 FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO - LEGA NAZIONALE DILETTANTI COMITATO REGIONALE CALABRIA VIA CONTESSA CLEMENZA n. 1 88100 CATANZARO TEL.. 0961 752841/2 - FAX. 0961 752795 Indirizzo Internet: www.crcalabria.it

Dettagli

mailbox: NUMERO COMUNICATO 60 DATA COMUNICATO 17/11/2014 STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 COMUNICAZIONI

mailbox: NUMERO COMUNICATO 60 DATA COMUNICATO 17/11/2014 STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 COMUNICAZIONI Federazione Italiana Giuoco Calcio Lega Nazionale Dilettanti COMITATO REGIONALE UMBRIA STRADA DI PREPO N.1 = 06129 PERUGIA (PG) CENTRALINO: 07 069611 FAX: 07 069631/34 mailbox: cru@figc.it NUMERO COMUNICATO

Dettagli

COMUNICATO UFFICIALE N. 185/L 27 APRILE 2017

COMUNICATO UFFICIALE N. 185/L 27 APRILE 2017 COMUNICATO UFFICIALE N. 185/L 27 APRILE 2017 185/448 Comunicazioni della F.I.G.C. Si riporta il testo del Com. Uff. n. 151/A della F.I.G.C., pubblicato in data 26 Aprile 2017: Comunicato Ufficiale n. 151/A

Dettagli

COMITATO REGIONALE CALABRIA COMUNICATO UFFICIALE N 108 DELL 11 FEBBRAIO COMUNICAZIONI DEL COMITATO REGIONALE STAGIONE SPORTIVA 2015/2016

COMITATO REGIONALE CALABRIA COMUNICATO UFFICIALE N 108 DELL 11 FEBBRAIO COMUNICAZIONI DEL COMITATO REGIONALE STAGIONE SPORTIVA 2015/2016 FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO - LEGA NAZIONALE DILETTANTI COMITATO REGIONALE CALABRIA VIA CONTESSA CLEMENZA n. 1 88100 CATANZARO TEL.. 0961 752841/2 - FAX. 0961 752795 Indirizzo Internet: www.crcalabria.it

Dettagli

STAGIONE SPORTIVA PROGRAMMA F.I.G.C. SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO COMITATO REGIONALE EMILIA-ROMAGNA

STAGIONE SPORTIVA PROGRAMMA F.I.G.C. SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO COMITATO REGIONALE EMILIA-ROMAGNA F.I.G.C. SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO COMITATO REGIONALE EMILIA-ROMAGNA 40132 BOLOGNA Via Cavalieri Ducati, 5/2 Tel. 051 3143812 Fax 051 3143817 Web: www.settoregiovanile.figc.it Mail: emiliaromagna.sgs@figc.it

Dettagli

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 ATTIVITA DI SETTORE GIOVANILE CALCIO A 11 Comunicato Ufficiale N 26 SGS del 6/11/2014

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 ATTIVITA DI SETTORE GIOVANILE CALCIO A 11 Comunicato Ufficiale N 26 SGS del 6/11/2014 ROMA CU 26/1 Federazione Italiana Giuoco Calcio Lega Nazionale Dilettanti DELEGAZIONE PROVINCIALE DI ROMA VIA TIBURTINA, 1072 00156 ROMA CENTRALINO: 06-416031 FAX: 064112034-41603238 Indirizzo Internet:

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO ROMA - VIA GREGORIO ALLEGRI, 14 CASELLA POSTALE 245O

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO ROMA - VIA GREGORIO ALLEGRI, 14 CASELLA POSTALE 245O FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO 00198 ROMA - VIA GREGORIO ALLEGRI, 14 CASELLA POSTALE 245O COMUNICATO UFFICIALE N. 425/A Il Consiglio Federale - Preso atto della proposta della Lega Italiana Calcio

Dettagli

SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO ROMA VIA PO, 36

SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO ROMA VIA PO, 36 SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO 00198 ROMA VIA PO, 36 Stagione Sportiva 2015 2016 COMUNICATO UFFICIALE N 21 S.G.S. del 13 aprile 2016 MANIFESTAZIONI A CARATTERE NAZIONALE Sentiti i componenti del Consiglio

Dettagli

VIA CONTESSA CLEMENZA n CATANZARO TEL /2 - FAX

VIA CONTESSA CLEMENZA n CATANZARO TEL /2 - FAX FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO - LEGA NAZIONALE DILETTANTI COMITATO REGIONALE CALABRIA VIA CONTESSA CLEMENZA n. 1 88100 CATANZARO TEL.. 0961 752841/2 - FAX. 0961 752795 Indirizzo Internet: www.crcalabria.it

Dettagli

Comunicato Ufficiale N. 436

Comunicato Ufficiale N. 436 Stagione Sportiva 2015/2016 Comunicato Ufficiale N. 436 1. Comunicazioni della F.I.G.C. 2. Comunicazioni della L.N.D. 3. Comunicazioni della Divisione Calcio a Cinque Con riferimento al Comunicato Ufficiale

Dettagli

PLAY- OFF / PLAY-OUT CAMPIONATO LEGA PRO

PLAY- OFF / PLAY-OUT CAMPIONATO LEGA PRO NOVEMBRE 2008 COMUNICATO UFFICIALE N.159/DIV DELL 8 APRILE 2016 LEGA ITALIANA CALCIO PROFESSIONISTICO 159/389 PLAY- OFF / PLAY-OUT CAMPIONATO LEGA PRO 2015-2016 In relazione alle gare dei Play-off e Play-out

Dettagli

Comunicato Ufficiale N. 29

Comunicato Ufficiale N. 29 Stagione Sportiva 2016/2017 Comunicato Ufficiale N. 29 1. Comunicazioni della F.I.G.C. 2. Comunicazioni della L.N.D. 3. Comunicazioni della Divisione Calcio a Cinque 3.1. ATTIVITA NAZIONALE FEMMINILE Con

Dettagli

Stagione Sportiva 2015/2016 Comunicato Ufficiale N 12 del 11/09/2015

Stagione Sportiva 2015/2016 Comunicato Ufficiale N 12 del 11/09/2015 Delegazione Provinciale di Bergamo Via M. Gleno 2/L - Casa dello Sport 24125 Bergamo Tel. 035-239780 Fax 035-222441 Sito Internet: http://www.lnd.it E.Mail: del.bergamo@lnd.itstagione Stagione Sportiva

Dettagli

COMUNICATO UFFICIALE N. 62/TB 16 GENNAIO 2017

COMUNICATO UFFICIALE N. 62/TB 16 GENNAIO 2017 COMUNICATO UFFICIALE N. 62/TB 16 GENNAIO 2017 62/177 C A M P I O N A T O N A Z I O N A L E " D. B E R R E T T I " FASE FINALE In riferimento al Regolamento di cui al Com. Uff. n. 109/L del 10.9.2016 si

Dettagli

Disciplina gare PLAY-OFF e PLAY-OUT stagione sportiva 2016/2017.

Disciplina gare PLAY-OFF e PLAY-OUT stagione sportiva 2016/2017. Disciplina gare PLAY-OFF e PLAY-OUT stagione sportiva 2016/2017. Di seguito si riporta la normativa definitiva che disciplina l organizzazione delle gare di Play-Off e di Play- Out Il Consiglio Direttivo

Dettagli

REGOLAMENTO FASE FINALE CAMPIONATO GIOVANISSIMI 2015/2016

REGOLAMENTO FASE FINALE CAMPIONATO GIOVANISSIMI 2015/2016 1 REGOLAMENTO FASE FINALE CAMPIONATO GIOVANISSIMI 2015/2016 Al termine delle gare previste dal calendario per i tre gironi (A, B e C), prima fase del campionato, le squadre classificatesi al primo posto

Dettagli

REGOLAMENTO MANIFESTAZIONE EUROPEI HENDERSON

REGOLAMENTO MANIFESTAZIONE EUROPEI HENDERSON REGOLAMENTO MANIFESTAZIONE EUROPEI HENDERSON Giugno 2016 revisione.1 1 PRESENTAZIONE: Il Torneo EUROPEI un torneo di calcio a cinque organizzato dall Associazione la Mela Verde in collaborazione con la

Dettagli

9^ SUPERCOPPA del calcio giovanile torinese Memorial Vladimiro Caminiti

9^ SUPERCOPPA del calcio giovanile torinese Memorial Vladimiro Caminiti Regolamento generale della manifestazione La Società in collaborazione con l A.S.D. Memorial Caminiti indice ed organizza il torneo a carattere provinciale denominato: 9^ SUPERCOPPA del calcio giovanile

Dettagli

mailbox: cru@figc.it NUMERO COMUNICATO 110 DATA COMUNICATO 29/01/2015 STAGIONE SPORTIVA 2015/2016 COMUNICAZIONI... 2109

mailbox: cru@figc.it NUMERO COMUNICATO 110 DATA COMUNICATO 29/01/2015 STAGIONE SPORTIVA 2015/2016 COMUNICAZIONI... 2109 Federazione Italiana Giuoco Calcio Lega Nazionale Dilettanti COMITATO REGIONALE UMBRIA STRADA DI PREPO N.1 = 06129 PERUGIA (PG) CENTRALINO: 075 5069611 FAX: 075 5069631/34 mailbox: cru@figc.it NUMERO COMUNICATO

Dettagli

COMITATO REGIONALE UMBRIA STRADA DI PREPO N.1 = 06129 PERUGIA (PG) CENTRALINO: 075 5069611 FAX: 075 5069631/34

COMITATO REGIONALE UMBRIA STRADA DI PREPO N.1 = 06129 PERUGIA (PG) CENTRALINO: 075 5069611 FAX: 075 5069631/34 Federazione Italiana Giuoco Calcio Lega Nazionale Dilettanti COMITATO REGIONALE UMBRIA STRADA DI PREPO N.1 = 06129 PERUGIA (PG) CENTRALINO: 075 5069611 FAX: 075 5069631/34 mailbox: cru@figc.it NUMERO COMUNICATO

Dettagli

STAGIONE SPORTIVA 2016/2017

STAGIONE SPORTIVA 2016/2017 Allegato n. 1 al C.U. N. 687 del 01/03/2017 STAGIONE SPORTIVA 2016/2017 SPAREGGI TRA LE PRIME E SECONDE CLASSIFICATE CAMPIONATO REGIONALE FEMMINILI PER LA PROMOZIONE AL CAMPIONATO NAZIONALE DI SERIE A

Dettagli

DOMANDA DI AMMISSIONE PER IL COMPLETAMENTO ORGANICO AI CAMPIONATI DI CALCIO A 11 ORGANIZZATI DAL. Società richiedente

DOMANDA DI AMMISSIONE PER IL COMPLETAMENTO ORGANICO AI CAMPIONATI DI CALCIO A 11 ORGANIZZATI DAL. Società richiedente DOMANDA DI AMMISSIONE PER IL COMPLETAMENTO ORGANICO AI CAMPIONATI DI CALCIO A 11 ORGANIZZATI DAL PER LA STAGIONE SPORTIVA 2016-2017 Società richiedente Spazio riservato alla Segreteria del Comitato Regionale

Dettagli

mailbox: NUMERO COMUNICATO 111 DATA COMUNICATO 29/01/2016 STAGIONE SPORTIVA 2015/2016 COMUNICAZIONI... 2128

mailbox: NUMERO COMUNICATO 111 DATA COMUNICATO 29/01/2016 STAGIONE SPORTIVA 2015/2016 COMUNICAZIONI... 2128 Federazione Italiana Giuoco Calcio Lega Nazionale Dilettanti COMITATO REGIONALE UMBRIA STRADA DI PREPO N.1 = 06129 PERUGIA (PG) CENTRALINO: 075 5069611 FAX: 075 5069631/34 mailbox: cru@figc.it NUMERO COMUNICATO

Dettagli

PLAY-OFF E PLAY-OUT DEL CAMPIONATO REGIONALE D ECCELLENZA 2013/2014

PLAY-OFF E PLAY-OUT DEL CAMPIONATO REGIONALE D ECCELLENZA 2013/2014 PLAY-OFF E PLAY-OUT DEL CAMPIONATO REGIONALE D ECCELLENZA 2013/2014 Il Consiglio Direttivo di questo C.R., nell ambito dell autonomia organizzativa, di cui all art. 25, comma 6, del vigente Regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO DEL 1 TORNEO GIOVANILE DI CALCIO UMBRIA JUNIOR CUP. Organizzato dalla

REGOLAMENTO DEL 1 TORNEO GIOVANILE DI CALCIO UMBRIA JUNIOR CUP. Organizzato dalla REGOLAMENTO DEL 1 TORNEO GIOVANILE DI CALCIO UMBRIA JUNIOR CUP Organizzato dalla Svolgimento 25 aprile 2016 presso lo Stadio Comunale Flavio Mariotti di Santa Sabina - Perugia Stagione Sportiva 2015/2016

Dettagli

Comunicato Ufficiale N 66 del 29/10/2015

Comunicato Ufficiale N 66 del 29/10/2015 Federazione Italiana Giuoco Calcio Lega Nazionale Dilettanti Comitato Regionale Marche Via Schiavoni, snc - 60131 ANCONA CENTRALINO: 071 285601 - FAX: 071 28560403 sito internet: www.lnd.it e-mail: crlnd.marche01@figc.it

Dettagli

SETTORE GIOVANILE UISP Reggio Calabria

SETTORE GIOVANILE UISP Reggio Calabria SETTORE GIOVANILE UISP Reggio Calabria STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 ART. 1 SVOLGIMENTO CAMPIONATI I Campionati del Settore Giovanile UISP si articoleranno in gironi con gare di Andata e Ritorno. NORME DÌ

Dettagli

Winter Cup 2014/15 - Regolamento

Winter Cup 2014/15 - Regolamento Winter Cup 2014/15 - Regolamento G.S. Mercury e U.S. Audace Academy In collaborazione con A.I.C.S. Presentano il Torneo Giovanile di Calcio a 7 WINTER CUP S.S. 2014 2015 Parma (PR) Strada Cavagnari Campo

Dettagli

G.V.A.C. GRUPPO VARESINO ALLENATORI DI CALCIO

G.V.A.C. GRUPPO VARESINO ALLENATORI DI CALCIO DAL COMUNICATO n.1 DELLA L.N.D. Stagione 2014/2015 (Pag. 54- punto 14) 14) ALLENATORI Si comunica quanto di seguito specificato in ordine ai rapporti fra le Società dilettantistiche e gli Allenatori per

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico. Regolamenti per Tornei a carattere Regionale Provinciale e Locale

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico. Regolamenti per Tornei a carattere Regionale Provinciale e Locale FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico Regolamenti per Tornei a carattere Regionale Provinciale e Locale Stagione Sportiva 2016/2017 (da redigere su carta intestata della Società

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico. Regolamenti per Tornei a carattere Internazionale Calcio femminile

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico. Regolamenti per Tornei a carattere Internazionale Calcio femminile FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico Regolamenti per Tornei a carattere Internazionale Calcio femminile Stagione Sportiva 2017/2018 (da redigere su carta intestata della Società

Dettagli

Comunicato Ufficiale N 41 C5 del 22/10/2015

Comunicato Ufficiale N 41 C5 del 22/10/2015 - C5 41/1 - Federazione Italiana Giuoco Calcio Lega Nazionale Dilettanti COMITATO REGIONALE LAZIO Via Tiburtina, 1072-00156 ROMA Tel.: 06 416031 (centralino) - Fax 06 41217815 Indirizzo Internet: www.lnd.it

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO 00198 ROMA VIA PO, 36 STAGIONE SPORTIVA 2016/2017 COMUNICATO UFFICIALE N 11 DEL 23/09/2016 CIRCOLARE N 1 ATTIVITÀ AGONISTICA ATTIVITÀ AGONISTICA

Dettagli

Via A. Volta, TORINO - C.P

Via A. Volta, TORINO - C.P Segreteria tel. 0115654670 fax 011543031 Attività Agonistica tel. 0115654671 fax 0115654650 Amministrazione tel. 0115654672 fax 0115654674 Tesseramenti tel. 0115654673 fax 0115654674 Via A. Volta, 3-10122

Dettagli

CAMPIONATO NAZIONALE GIOVANISSIMI PROFESSIONISTI COMUNICATO UFFICIALE N 14 REGOLAMENTO STAGIONE SPORTIVA Massimo Giacomin i

CAMPIONATO NAZIONALE GIOVANISSIMI PROFESSIONISTI COMUNICATO UFFICIALE N 14 REGOLAMENTO STAGIONE SPORTIVA Massimo Giacomin i CAMPIONATO NAZIONALE GIOVANISSIMI PROFESSIONISTI COMUNICATO UFFICIALE N 14 REGOLAMENTO STAGIONE SPORTIVA 2014-2015 Massimo Giacomin i CAMPIONATO NAZIONALE GIOVANISSIMI PROFESSIONISTI STAGIONE SPORTIVA

Dettagli

DIPARTIMENTO INTERREGIONALE

DIPARTIMENTO INTERREGIONALE Federazione Italiana Giuoco Calcio Lega Nazionale Dilettanti DIPARTIMENTO INTERREGIONALE Piazzale Flaminio, 9-00196 ROMA (RM) TEL. (06)328221 FAX: (06)32822717 SITO INTERNET: : http://seried.lnd.it/ Stagione

Dettagli

CAMPIONATO NAZIONALE UNDER 15 COMUNICATO UFFICIALE N 12 REGOLAMENTO STAGIONE SPORTIVA Massimo Giacomin i

CAMPIONATO NAZIONALE UNDER 15 COMUNICATO UFFICIALE N 12 REGOLAMENTO STAGIONE SPORTIVA Massimo Giacomin i CAMPIONATO NAZIONALE UNDER 15 COMUNICATO UFFICIALE N 12 REGOLAMENTO STAGIONE SPORTIVA 2015-2016 Massimo Giacomin i CAMPIONATO NAZIONALE UNDER 15 STAGIONE SPORTIVA 2015 2016 Articolo 01 FORMULA DEL CAMPIONATO

Dettagli

COMUNICATO UFFICIALE N. 111/L 16 SETTEMBRE 2016

COMUNICATO UFFICIALE N. 111/L 16 SETTEMBRE 2016 COMUNICATO UFFICIALE N. 111/L 16 SETTEMBRE 2016 111/198 Comunicazioni della F.I.G.C. Si riporta il testo del Com. Uff. n. 71/A della F.I.G.C., pubblicato in data 14 Settembre 2016: Comunicato Ufficiale

Dettagli

COMUNICATO UFFICIALE N 57 DEL 19 MAGGIO 2006

COMUNICATO UFFICIALE N 57 DEL 19 MAGGIO 2006 C.U. n. 57 - pag. 1 COMUNICATO UFFICIALE N 57 DEL 19 MAGGIO 2006 1 COPPA CARNIA 2005/2006 1.1) 2^ TURNO - COMPOSIZIONE GIRONI Le squadre qualificate dal 1^ turno, e già suddivise in fasce (vedi C.U. n.

Dettagli

REGOLAMENTO CAT. ALLIEVI

REGOLAMENTO CAT. ALLIEVI REGOLAMENTO CAT. ALLIEVI ART. 1 ORGANIZZAZIONE LA SOCIETÀ A.C.FIORANO SRL INDICE ED ORGANIZZA UN TORNEO A CARATTERE INTERNAZIONALE DENOMINATO 26 MEMORIAL CLAUDIO SASSI IN COLLABORAZIONE CON: ASSOCIAZIONE

Dettagli

4) ATTIVITÀ DI CALCIO A CINQUE

4) ATTIVITÀ DI CALCIO A CINQUE 4) ATTIVITÀ DI CALCIO A CINQUE 4.1 Attività di base ( Piccoli Amici, Pulcini, Esordienti ) Fermi restando i principi generali fissati per ciascuna attività nella sezione specifica (caratteristiche ed organizzazione

Dettagli

SERIE B ANDATA G. RITORNO

SERIE B ANDATA G. RITORNO SERIE B ANDATA G. RITORNO D 2 ottobre 2016 1 15 gennaio 2017 D D 9 ottobre 2016 2 22 gennaio 2017 D D 16 ottobre 2016 3 29 gennaio 2017 D D 23 ottobre 2016 4 5 febbraio 2017 D D 30 ottobre 2016 5 12 febbraio

Dettagli

DELEGAZIONE PROVINCIALE DI PAVIA

DELEGAZIONE PROVINCIALE DI PAVIA FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO DELEGAZIONE PROVINCIALE DI PAVIA Via Tasso 44/46-27100 PAVIA Tel. 0382/539153 0382/532218 Fax 0382/29480 Internet: http://www.lnd.it e-mail: del.pavia@lnd.it Stagione

Dettagli

COMUNICATO UFFICIALE n. 56/LND (36/BS) a) SVOLGIMENTO DELLA FASE FINALE - CAMPIONATO SERIE A 2016 di BEACH SOCCER. Girone A.

COMUNICATO UFFICIALE n. 56/LND (36/BS) a) SVOLGIMENTO DELLA FASE FINALE - CAMPIONATO SERIE A 2016 di BEACH SOCCER. Girone A. COMUNICATO UFFICIALE n. 56/LND (36/BS) a) SVOLGIMENTO DELLA FASE FINALE - CAMPIONATO SERIE A 2016 di BEACH SOCCER La Fase Finale del Campionato di Serie A 2016 di Beach Soccer, dai quarti di finale alla

Dettagli

COMUNICATO UFFICIALE N. 1 Stagione Sportiva 2010/2011

COMUNICATO UFFICIALE N. 1 Stagione Sportiva 2010/2011 COMUNICATO UFFICIALE N. 1 Stagione Sportiva 2010/2011 I) ATTIVITA UFFICIALE DELLA LEGA NAZIONALE DILETTANTI La Lega Nazionale Dilettanti - in attuazione delle disposizioni di cui all art. 49, punto 1,

Dettagli

COMUNICATO UFFICIALE N 1 del 4 Aprile 2012

COMUNICATO UFFICIALE N 1 del 4 Aprile 2012 - 1 - COMUNICATO UFFICIALE N 1 del 4 Aprile 2012 TORNEO REGIONALE LAZIO CALCIO A 5 MASCHILE (stagione sportiva 2011/12) REGOLAMENTO 1. SQUADRE PARTECIPANTI ED ORGANICO DELLA MANIFESTAZIONE Il Fssi organizza

Dettagli

CAMPIONATO NAZIONALE UNDER 15 LEGA PRO COMUNICATO UFFICIALE N 15 REGOLAMENTO STAGIONE SPORTIVA Antonello Valentini

CAMPIONATO NAZIONALE UNDER 15 LEGA PRO COMUNICATO UFFICIALE N 15 REGOLAMENTO STAGIONE SPORTIVA Antonello Valentini CAMPIONATO NAZIONALE UNDER 15 LEGA PRO COMUNICATO UFFICIALE N 15 REGOLAMENTO STAGIONE SPORTIVA 2016-2017 Antonello Valentini CAMPIONATO NAZIONALE UNDER 15 LEGA PRO STAGIONE SPORTIVA 2016 2017 Articolo

Dettagli

CAMPIONATO NAZIONALE UNDER 15 SERIE A e B COMUNICATO UFFICIALE N 08 REGOLAMENTO STAGIONE SPORTIVA Antonello Valentini

CAMPIONATO NAZIONALE UNDER 15 SERIE A e B COMUNICATO UFFICIALE N 08 REGOLAMENTO STAGIONE SPORTIVA Antonello Valentini CAMPIONATO NAZIONALE UNDER 15 SERIE A e B COMUNICATO UFFICIALE N 08 REGOLAMENTO STAGIONE SPORTIVA 2016-2017 Antonello Valentini CAMPIONATO NAZIONALE UNDER 15 SERIE A e B STAGIONE SPORTIVA 2016 2017 Articolo

Dettagli

COMITATO REGIONALE UMBRIA Delegazione Regionale Calcio a Cinque

COMITATO REGIONALE UMBRIA Delegazione Regionale Calcio a Cinque Federazione Italiana Giuoco Calcio Lega Nazionale Dilettanti COMITATO REGIONALE UMBRIA Delegazione Regionale Calcio a Cinque STRADA DI PREPO N.1 = 06129 PERUGIA (PG) CENTRALINO: 075 5069611 FAX: 075 5069631/34

Dettagli

39 TORNEO CITTA DI BASSANO 9 COPPA CITTA DI ROSA Torneo per Categoria Giovanissimi

39 TORNEO CITTA DI BASSANO 9 COPPA CITTA DI ROSA Torneo per Categoria Giovanissimi C.O.N.I. F.I.G.C. D E L E G AZ I O N E D I S T R E T T U AL E D I B AS S AN O D E L G R AP P A STADIO MERCANTE PORTA 63 36061 BASSANO DEL GRAPPA (VI) TEL.: 0424 34727 - FAX: 0424 30352 Indirizzo Internet:

Dettagli

Stagione Sportiva 2015/2016 Comunicato Ufficiale N 6 del 20/08/2015

Stagione Sportiva 2015/2016 Comunicato Ufficiale N 6 del 20/08/2015 DELEGAZIONE PROVINCIALE DI MANTOVA Via Renzo Zanellini 15-46100 MANTOVA Tel. 0376 363280 - Fax 0376 223366 - e-mail: del.mantova@lnd.it ORARIO APERTURA Tutte le mattine 10:00-12:30 Martedì-Mercoledì-Venerdì

Dettagli

CALCIO - UMBRIA COMUNICATO UFFICIALE N. 26 DEL GIORN0 30/06/2016

CALCIO - UMBRIA COMUNICATO UFFICIALE N. 26 DEL GIORN0 30/06/2016 CALCIO - UMBRIA COMUNICATO UFFICIALE N. 26 DEL GIORN0 30/06/2016 *** SOMMARIO *** Attività Ufficiale Regionale 2016/2017 a) Articolazione Campionato Regionale b) Articolazione Coppa Umbria c) Iscrizioni

Dettagli

DIPARTIMENTO INTERREGIONALE

DIPARTIMENTO INTERREGIONALE Federazione Italiana Giuoco Calcio Lega Nazionale Dilettanti DIPARTIMENTO INTERREGIONALE Piazzale Flaminio, 9-00196 ROMA (RM) TEL. (06)328221 FAX: (06)32822717 SITO INTERNET: http://www.lnd.it/ Stagione

Dettagli

COMUNICATO UFFICIALE N. 1 Stagione Sportiva

COMUNICATO UFFICIALE N. 1 Stagione Sportiva COMUNICATO UFFICIALE N. 1 Stagione Sportiva 2015-2016 I) ATTIVITA UFFICIALE DELLA LEGA NAZIONALE DILETTANTI La Lega Nazionale Dilettanti - in attuazione delle disposizioni di cui all art. 49, punto 1,

Dettagli

Stagione Sportiva 2015/2016 Comunicato Ufficiale N 10 del 11 settembre 2015

Stagione Sportiva 2015/2016 Comunicato Ufficiale N 10 del 11 settembre 2015 DELEGAZIONE PROVINCIALE DI MONZA Via Ugolini 11 20052 MONZA Tel. 039 2326135 Fax 039 2304666 Email: del.monza@lnd.it Sito della Delegazione di Monza all interno del Comitato Regionale Lombardia: http://www.lnd.it

Dettagli

Federazione Italiana Giuoco Calcio DELEGAZIONE PROVINCIALE VERONA. STADIO BENTEGODI, CANCELLO VERONA Tel Fax 045.

Federazione Italiana Giuoco Calcio DELEGAZIONE PROVINCIALE VERONA. STADIO BENTEGODI, CANCELLO VERONA Tel Fax 045. Federazione Italiana Giuoco Calcio DELEGAZIONE PROVINCIALE VERONA STADIO BENTEGODI, CANCELLO 20-37138 VERONA Tel. 045.565244 Fax 045.565316 e-mail: verona@figc.it 2017 PULCINI Sei Bravo a... Scuola di

Dettagli

REGOLAMENTO TORNEO 1^ SQUADRA

REGOLAMENTO TORNEO 1^ SQUADRA 16/17 REGOLAMENTO TORNEO 1^ SQUADRA (indicare la categoria delle squadre partecipanti) ART. 1 : ORGANIZZAZIONE La Società : Matr.FIGC: Sede c.a.p. via Telef. Fax email Dirig.Resp. Sig. telef. Cell. indice

Dettagli

Comitato Territoriale Latina COMUNICATO UFFICIALE N. 21 STAGIONE AGONISTICA 2016/2017 COMUNICAZIONI

Comitato Territoriale Latina COMUNICATO UFFICIALE N. 21 STAGIONE AGONISTICA 2016/2017 COMUNICAZIONI Comitato Territoriale Latina COMUNICATO UFFICIALE N. 21 STAGIONE AGONISTICA 2016/2017 COMUNICAZIONI FORMULE DI SVOLGIMENTO CAMPIONATI PROVINCIALI 2016-2017 2^ DIVISIONE FEMMINILE Formula di svolgimento

Dettagli

Stagione Sportiva 2014/2015 Comunicato Ufficiale n. 22 del 25 Novembre 2015

Stagione Sportiva 2014/2015 Comunicato Ufficiale n. 22 del 25 Novembre 2015 Federazione Italiana Giuoco Calcio Lega Nazionale Dilettanti DELEGAZIONE PROVINCIALE SALERNO via San Leonardo, 120 Loc. Migliaro 84131 Salerno Tel. (089) 332951 - Fax (089) 331556 Sito: www.figc-sa.it

Dettagli

COMUNICATO UFFICIALE N (Beach Soccer n. 6/BS) CAMPIONATO NAZIONALE DI SERIE A SVOLGIMENTO E FORMAZIONE DELLE CLASSIFICHE

COMUNICATO UFFICIALE N (Beach Soccer n. 6/BS) CAMPIONATO NAZIONALE DI SERIE A SVOLGIMENTO E FORMAZIONE DELLE CLASSIFICHE COMUNICATO UFFICIALE N. 348 (Beach Soccer n. 6/BS) CAMPIONATO NAZIONALE DI SERIE A SVOLGIMENTO E FORMAZIONE DELLE CLASSIFICHE Il Campionato Nazionale di Serie A 2017 è articolato su due gironi denominati

Dettagli

F.I.G.C. Delegazione Provinciale di FERRARA

F.I.G.C. Delegazione Provinciale di FERRARA F.I.G.C. Delegazione Provinciale di FERRARA e-mail: info@figcferrara.it web: www.figcferrara.it TERMINE IMPROROGABILE ISCRIZIONE Campionato Regionale di 2ª Categoria : 25.07.2008 Campionato Provinciale

Dettagli

Memorial VENTOTENE. Future Stelle

Memorial VENTOTENE. Future Stelle 1 Memorial VENTOTENE Future Stelle Regolamento Art. 1 Organizzazione La società Asd Polisportiva Tirreno indice e organizza un Torneo di Calcio a carattere Regionale denominato: Memorial VENTOTENE.Future

Dettagli

VIA CONTESSA CLEMENZA n CATANZARO TEL /2 - FAX

VIA CONTESSA CLEMENZA n CATANZARO TEL /2 - FAX FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO - LEGA NAZIONALE DILETTANTI REGIONALE CALABRIA VIA CONTESSA CLEMENZA n. 1 88100 CATANZARO TEL.. 0961 752841/2 - FAX. 0961 752795 Indirizzo Internet: www.crcalabria.it

Dettagli

Stagione Sportiva 2015/2016 Comunicato Ufficiale N 10 del 10/09/2015

Stagione Sportiva 2015/2016 Comunicato Ufficiale N 10 del 10/09/2015 Federazione Italiana Giuoco Calcio Delegazione Provinciale di COMO Via Sinigaglia n 5-22100 COMO Telefono 031-574714 - Fax 031-574781 Siti Internet: http://www.lnd.it e-mail: del.como@lnd.it http://www.figc.co.it

Dettagli

STRUTTURAZIONE CAMPIONATO CALCIO A 5 BRESCIA - STAGIONE 2016/2017

STRUTTURAZIONE CAMPIONATO CALCIO A 5 BRESCIA - STAGIONE 2016/2017 STRUTTURAZIONE CAMPIONATO CALCIO A 5 BRESCIA - STAGIONE 2016/2017 Le squadre sono state inserite in due gironi contrassegnati in A composto da 12 squadre e B composto da 9 squadre. Il relativo calendario

Dettagli

COMUNICATO UFFICIALE N. 140/L 22 DICEMBRE 2016

COMUNICATO UFFICIALE N. 140/L 22 DICEMBRE 2016 COMUNICATO UFFICIALE N. 140/L 22 DICEMBRE 2016 140/333 Disposizioni per la ripartizione quota corrispettivi della legge Melandri (20%) per la stagione 2016/2017 alle Società della Lega Italiana Calcio

Dettagli

COMITATO REGIONALE LAZIO

COMITATO REGIONALE LAZIO - 1 SGS/1 - Federazione Italiana Giuoco Calcio Lega Nazionale Dilettanti COMITATO REGIONALE LAZIO Via Tiburtina, 1072-00156 ROMA Tel.: 06 416031 (centralino) - Fax 06 41217815 Indirizzo Internet: www.lnd.it

Dettagli

CALCIO - UMBRIA COMUNICATO UFFICIALE N. 34 DEL GIORN0 30/06/2017

CALCIO - UMBRIA COMUNICATO UFFICIALE N. 34 DEL GIORN0 30/06/2017 CALCIO - UMBRIA COMUNICATO UFFICIALE N. 34 DEL GIORN0 30/06/2017 *** SOMMARIO *** Attività Ufficiale Regionale 2017/2018 a) Articolazione Campionato Regionale b) Articolazione Coppa Umbria c) Iscrizioni

Dettagli

e, p.c. Componenti il Consiglio Federale

e, p.c. Componenti il Consiglio Federale Ufficio Tecnico LSc/ Roma, 26 gennaio 2017 CIRCOLARE 17/2017 Società affiliate Comitati Regionali Ufficiali di Gara e, p.c. Componenti il Consiglio Federale Oggetto: Coppa Italia Centri Giovanili - Normativa

Dettagli

Comunicato Ufficiale N. 65

Comunicato Ufficiale N. 65 Stagione Sportiva 2014/2015 Comunicato Ufficiale N. 65 1. Comunicazioni della F.I.G.C. 2. Comunicazioni della L.N.D. 3. Comunicazioni della Divisione Calcio a Cinque 3.1. ATTIVITA NAZIONALE STAGIONE SPORTIVA

Dettagli

Federazione Sport Sordi Italia

Federazione Sport Sordi Italia COMUNICATO UFFICIALE n. 65 del 23 dicembre 2014 CAMPIONATO CALCIO A 5 Over 35 (Stagione Sportiva 2014/2015) FORMULA Il presente Comunicato Ufficiale modifica ed integra il C.U. n.53 dell 8/10/2014. 1.

Dettagli

Comunicato Ufficiale N 151 del 22/04/2011

Comunicato Ufficiale N 151 del 22/04/2011 Federazione Italiana Giuoco Calcio Lega Nazionale Dilettanti COMITATO INTERREGIONALE PIAZZALE FLAMINIO, 9 00196 ROMA (RM TEL. (06) 328221 FAX: (06) 32822717 SITO INTERNET: www.lnd.it Stagione Sportiva

Dettagli

- saranno promosse al Campionato di Serie D 2017/2018 : n. 2 squadre, le vincenti di ciascun girone

- saranno promosse al Campionato di Serie D 2017/2018 : n. 2 squadre, le vincenti di ciascun girone ORGANICI DEI CAMPIONATI ORGANIZZATI DAL COMITATO REGIONALE VENETO STAGIONE SPORTIVA 2016/2017 (IN BASE A CIRC. 5883 DEL 5/5/2016 LND) Gli organici dei Campionati Dilettanti, organizzati direttamente dal

Dettagli

Comunicato Ufficiale n. 42 del 28.04.2005 Comitato Provinciale di Roma - Settore Giovanile e Scolastico

Comunicato Ufficiale n. 42 del 28.04.2005 Comitato Provinciale di Roma - Settore Giovanile e Scolastico PRONTO A.I.A. Solo per i Campionati di Calcio a 5 333 68.85.416 Calcio a 5 Comunicato Ufficiale n. 42 del 28.04.2005 Comitato Provinciale di Roma - Settore Giovanile e Scolastico 27 00156 Roma Via Tiburtina

Dettagli

Federazione Italiana Giuoco Calcio Lega Nazionale Dilettanti (www.lnd.it) DELEGAZIONE PROVINCIALE di AREZZO

Federazione Italiana Giuoco Calcio Lega Nazionale Dilettanti (www.lnd.it) DELEGAZIONE PROVINCIALE di AREZZO C.U. DPAR. n.18/2014-pag. 371 Federazione Italiana Giuoco Calcio Lega Nazionale Dilettanti (www.lnd.it) DELEGAZIONE PROVINCIALE di AREZZO Via Santa Maria delle Grazie, 60 52100 Arezzo Telefono 0575/40.32.97

Dettagli

Stagione Sportiva 2016/2017 Comunicato Ufficiale N 01 del 07/07/2016

Stagione Sportiva 2016/2017 Comunicato Ufficiale N 01 del 07/07/2016 Federazione Italiana Giuoco Calcio Delegazione Provinciale di COMO Via Sinigaglia n 5-22100 COMO Telefono 031-574714 - Fax 031-574781 Siti Internet: http://www.lnd.it e-mail: del.como@lnd.it http://www.figc.co.it

Dettagli

CITTA di SPOLETO Centro Sportivo M.MONTIONI Flaminio SPOLETO

CITTA di SPOLETO Centro Sportivo M.MONTIONI Flaminio SPOLETO 1 T0RNEO A COLORI DI CALCIO GIOVANILE CITTA di SPOLETO Centro Sportivo M.MONTIONI Flaminio SPOLETO Categoria PICCOLI AMICI 2008/09 PICCOLI AMICI 2008/2009 ART. 1 ORGANIZZAZIONE La Società A.S.D. SPOLETO

Dettagli

SINTESI DELLE CARTE FEDERALI DELLA F.I.G.C.

SINTESI DELLE CARTE FEDERALI DELLA F.I.G.C. FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO LEGA NAZIONALE DILETTANTI COMITATO REGIONALE ABRUZZO SINTESI DELLE CARTE FEDERALI DELLA F.I.G.C. STRUTTURA DELLA F.I.G.C. IN GENERALE IL SETTORE TECNICO DELLA F.I.G.C.:

Dettagli

CAMPIONATO NAZIONALE D. BERRETTI

CAMPIONATO NAZIONALE D. BERRETTI COMUNICATO UFFICIALE N. 94/TB DEL 1 FEBBRAIO 2014 DEL 1 FEBBRAI LEGA ITALIANA CALCIO PROFESSIONISTICO 94/244 CAMPIONATO NAZIONALE D. BERRETTI FASE FINALE In riferimento al Regolamento di cui al Com. Uff.

Dettagli

COMITATO REGIONALE VENETO

COMITATO REGIONALE VENETO Federazione Italiana Giuoco Calcio Lega Nazionale Dilettanti COMITATO REGIONALE VENETO VIA DELLA PILA 1 30175 MARGHERA (VE) CENTRALINO: 041 25.24.111 FAX: 041 25.24.120 041 25.24.140 Indirizzo Internet:

Dettagli

COMUNICATO UFFICIALE N. 06 DEL CHIUSURA UFFICI RIUNIONE SOCIETA CAMPIONATO DI PROMOZIONE 2016/2017

COMUNICATO UFFICIALE N. 06 DEL CHIUSURA UFFICI RIUNIONE SOCIETA CAMPIONATO DI PROMOZIONE 2016/2017 STAGIONE SPORTIVA 2016/2017 COMUNICATO UFFICIALE N. 06 DEL 18.07.2016 CHIUSURA UFFICI Si comunica che gli uffici del Comitato Regionale rimarranno chiusi nella seguente giornata: Sabato 23 Luglio 2016

Dettagli

R E G O L A M E N T O

R E G O L A M E N T O R E G O L A M E N T O Milan School Cup - 11^ Edizione 2016 La Polisportiva Dilettantistica Cimiano e L A.C. Milan - Progetto Giovani, Organizzano la 11^ edizione della MILAN SCHOOL CUP, manifestazione

Dettagli

DOMANDA DI AMMISSIONE PER IL COMPLETAMENTO ORGANICO AI CAMPIONATI DI CALCIO A 5 ORGANIZZATI DAL. Società richiedente

DOMANDA DI AMMISSIONE PER IL COMPLETAMENTO ORGANICO AI CAMPIONATI DI CALCIO A 5 ORGANIZZATI DAL. Società richiedente DOMANDA DI AMMISSIONE PER IL COMPLETAMENTO ORGANICO AI CAMPIONATI DI CALCIO A 5 ORGANIZZATI DAL PER LA STAGIONE SPORTIVA 2016-2017 Società richiedente Spazio riservato alla Segreteria del Comitato Regionale

Dettagli

NORME DI PARTECIPAZIONE ALLE MANIFESTAZIONI UFFICIALI DI CALCIO, CALCIO A 7/8 E CALCIO A 5 STAGIONE 2016/2017

NORME DI PARTECIPAZIONE ALLE MANIFESTAZIONI UFFICIALI DI CALCIO, CALCIO A 7/8 E CALCIO A 5 STAGIONE 2016/2017 NORME DI PARTECIPAZIONE ALLE MANIFESTAZIONI UFFICIALI DI CALCIO, CALCIO A 7/8 E CALCIO A 5 STAGIONE 2016/2017 Art. 1 Partecipazione degli atleti tesserati con la F.I.G.C. (Federazione Italiana Gioco Calcio)

Dettagli

Senago Cup 2016 PULCINI 2006 "GOLD EDITION"

Senago Cup 2016 PULCINI 2006 GOLD EDITION PULCINI 2006 "GOLD EDITION" CALENDARIO GRUPPO A GRUPPO B GRUPPO C GRUPPO D A1 SENAGO CALCIO BLU B1 SENAGO CALCIO GIALLO C1 FOLGORE CARATESE D1 ARDOR BOLLATE A2 ARDOR LAZZATE B2 A.S.C.O.B 91 C2 SERENISSIMA

Dettagli

COMITATO REGIONALE LAZIO

COMITATO REGIONALE LAZIO - CRL 35/1 - Federazione Italiana Giuoco Calcio Lega Nazionale Dilettanti COMITATO REGIONALE LAZIO Via Tiburtina, 1072-00156 ROMA Tel.: 06 416031 (centralino) - Fax 06 41217815 Indirizzo Internet: www.lnd.it

Dettagli

VIA CONTESSA CLEMENZA n CATANZARO TEL /2 - FAX

VIA CONTESSA CLEMENZA n CATANZARO TEL /2 - FAX FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO - LEGA NAZIONALE DILETTANTI COMITATO REGIONALE CALABRIA VIA CONTESSA CLEMENZA n. 1 88100 CATANZARO TEL.. 0961 752841/2 - FAX. 0961 752795 Indirizzo Internet: www.crcalabria.it

Dettagli

MEMORIAL RENATO FAITELLA

MEMORIAL RENATO FAITELLA MEMORIAL RENATO FAITELLA ART. 1 ORGANIZZAZIONE L A.S.D S.G.S Spes Artiglio indice ed organizza un torneo a carattere regionale denominato MEMORIAL RENATO FAITELLA che si disputerà dal 28 dicembre 2015

Dettagli

COMITATO REGIONALE UMBRIA

COMITATO REGIONALE UMBRIA Federazione Italiana Giuoco Calcio Lega Nazionale Dilettanti COMITATO REGIONALE UMBRIA STRADA DI PREPO N.1 = 06129 PERUGIA (PG) CENTRALINO: 075 5069611 FAX: 075 5069631/34 mailbox: cru@figc.it NUMERO COMUNICATO

Dettagli

PROGRAMMA 3^ EDIZIONE FINALI PROVINCIALI UNISPORTS

PROGRAMMA 3^ EDIZIONE FINALI PROVINCIALI UNISPORTS DATA DI STAMPA: 02/07/2013 IL PRESENTE CALENDARIO SOSTITUISCE TUTTI QUELLI EMESSI IN DATA PRECEDENTE PROGRAMMA 3^ EDIZIONE FINALI PROVINCIALI UNISPORTS CALCIO A 5/7 MASCHILE E FEMMINILE FIRENZE, 9-10 LUGLIO

Dettagli

REGOLAMENTO CAMPIONATO NAZIONALE ALLIEVI PROFESSIONISTI DIVISIONE UNICA LEGA PRO. Antonello Valentini COMUNICATO UFFICIALE N 13

REGOLAMENTO CAMPIONATO NAZIONALE ALLIEVI PROFESSIONISTI DIVISIONE UNICA LEGA PRO. Antonello Valentini COMUNICATO UFFICIALE N 13 CAMPIONATO NAZIONALE ALLIEVI PROFESSIONISTI DIVISIONE UNICA LEGA PRO COMUNICATO UFFICIALE N 13 REGOLAMENTO STAGIONE SPORTIVA 2014-2015 Antonello Valentini CAMPIONATO NAZIONALE ALLIEVI PROFESSIONISTI DIVISIONE

Dettagli

NORME DI PARTECIPAZIONE MANIFESTAZIONI NAZIONALI STAGIONE SPORTIVA

NORME DI PARTECIPAZIONE MANIFESTAZIONI NAZIONALI STAGIONE SPORTIVA NORME DI PARTECIPAZIONE MANIFESTAZIONI NAZIONALI STAGIONE SPORTIVA 2015 2016 FINALI NAZIONALI CALCIO a 11 e CALCIO a 5 maschile CALCIO a 5 femminile -ambito agonistico- 1. Le Leghe calcio regionali e/o

Dettagli

COMMISSIONE PER L ATTIVITA SPORTIVA CALCIO COMUNICAZIONI

COMMISSIONE PER L ATTIVITA SPORTIVA CALCIO COMUNICAZIONI COMMISSIONE PER L ATTIVITA SPORTIVA CALCIO COMUNICATO NR. 8 DEL 20 OTTOBRE 2016 COMUNICAZIONI COMUNICAZIONI Si ricorda a tutte le società che è VIETATO introdurre nel recinto di gioco bevande alcoliche,

Dettagli