Conferenza tenuta alle Dame Inglesi a St. Pölten. in occasione della Festa Giubilare dei 200 anni dell Istituto della Beata Vergine Maria

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Conferenza tenuta alle Dame Inglesi a St. Pölten. in occasione della Festa Giubilare dei 200 anni dell Istituto della Beata Vergine Maria"

Transcript

1 Conferenza tenuta alle Dame Inglesi a St. Pölten 7 maggio 1906 in occasione della Festa Giubilare dei 200 anni dell Istituto della Beata Vergine Maria Stimatissimi Ospiti, Quando circa tre mesi fa ricevetti l invito della Rev.ma Madre Generale di recarmi da Roma oltre le Alpi e, nella ricorrenza dei 200 anni d esistenza dell Istituto della Vergine Maria, tenere un discorso inaugurale, l accettai immediatamente con gioia e gratitudine. Perché? Appunto, perché sono stata anch io veterana dell Istituto. Sono passati ormai 32 anni dal tempo in cui mi trovavo qui sul banco di scuola e tutto ciò che riguarda le care Dame Inglesi mi riporta alle relazioni con loro, ridesta dei dolci ricordi giovanili nel mio cuore. Come non affrettarsi all invito della cara e fedele Madre! Eppure, devo confessare, il pensiero di tenere un discorso per l occasione di un Giubileo mi dava una strana sensazione. Si celebrano oggi tanti giubilei ed in tanti modi! Nel passato avvertivo una segreta avversione per i giubilei; in più, mi trovo nella situazione di un bambino che comincia a parlare e balbetta sempre solo quell unica parola che sa. Non ho mai parlato in pubblico di altro argomento che delle Missioni tra i Negri ai quali è dedicata la mia vita. Perciò: questo sarà un bel discorso!... Dunque, Spettabili Invitati, immergendomi nella Festività di oggi, mi sono convertita ai giubilei anzi, mi sono entusiasmata per la ricorrenza odierna fino a dover esclamare: per le commemorazioni come quella odierna sono valide le parole della Sacra Scrittura: Dichiarate santo il cinquantesimo anno, esso sarà per voi un giubileo (Lev 23, 10). Non solo è bene ed utile solennizzare tali anni, ma con ciò adempiamo un dovere di riconoscenza verso Dio e verso la nostra Avvocata presso di Lui, la Protettrice di questa Casa: la Beatissima Vergine Maria. Compiamo altresì un dovere di riconoscenza verso tutti coloro che, con il passare del tempo, hanno reso possibile questo Giubileo; e vorrei sottolineare particolarmente che attiriamo con ciò un torrente di grazie su di noi. L Istituto della Beata Vergine Maria delle Dame Inglesi celebra già per la quarta volta un tale anno santo. Con cuore riconoscente le sempre più numerose appartenenti a questo Istituto pregano durante la S. Messa solenne, assieme al sacerdote: Ti ringraziamo, Signore Dio, Re Celeste. Sì, Ti ringraziamo. Ti ringraziamo ripetono davanti al trono di Dio, in mistica unione con le loro sorelle ancora in cammino sulla terra, i membri di questo Istituto che dopo un pellegrinaggio terreno ricco di sacrifici, hanno potuto ormai raggiungere la Chiesa trionfante. Duecento anni un lungo lasso di tempo!

2 Fermiamoci a questo punto e guardiamo indietro all anno della Fondazione di questa cara dimora dell Istituto a St. Pölten. Quando finalmente, dopo ripetute preghiere, il Papa Clemente XI diede l approvazione alle Regole e alle Costituzioni delle Dame Inglesi, era stato proprio St. Pölten il primo luogo dove, secondo la Bolla Pontificia, fu eretto l Istituto con lo scopo di curare l istruzione della gioventù femminile. L Imperatore Giuseppe concesse il suo permesso a questa Fondazione. Il 23 gennaio siamo entrate nella nostra abitazione religiosa si legge nella Cronaca. Nove anni più tardi, il 29 aprile 1715, l Imperatrice Elisabetta fece porre la prima pietra per la costruzione della chiesa attuale, che nell anno 1769 fu ampliata ed è così come la vediamo oggi. Le cupole che risalgono a quel tempo furono decorate con dei begli affreschi da Bartolomeo Altomonte e la graziosa immagine della Madonna con Gesù Bambino in braccio collocata sopra l altare, quella cara effigie, su cui nessuna ex-alunna può posare lo sguardo senza sentir pulsare fortemente il cuore nel ricordo del tempo dorato della permanenza nell Istituto. Molta gioia, ma anche molto dolore è passato per questa Casa durante questi duecento anni. Chi lo può calcolare? Lo scritto commemorativo preparato per la circostanza ci dà una pallida idea delle prove che non risparmiarono neppure la Casa di St. Pölten. Domandiamolo pure alle venerate sembianze delle superiore di quei tempi che adornano le pareti del salone, quante ore di preoccupazioni hanno esse vissuto, e quanti erano gli anni di sventure e di afflizione: penso, infatti, alle Dame Inglesi e ad ogni loro Casa, come tutte abbiano dovuto seminare nelle lacrime, per poi raccogliere la messe con gioia. D altro canto, non può esservi una gioia più grande per le venerate Fondatrici di queste Opere ed anche per l attuale Rev.ma Madre Generale e le sue figlie spirituali che quella di essere consapevoli che questa Casa, per duecento anni, è stata ed è ancora una fucina di operosità apostolica per la salute delle anime, che da questa Casa, la benedizione dell educazione cristiana si è irradiata non solo sulla gioventù della città di St. Pölten e dei suoi dintorni, bensì anche oltre, sulle distanti regioni del grande Impero Austro-Ungarico. Calcoli chi può tutto il bene che le Dame Inglesi innestarono nei cuori sensibili e ricettivi dei bimbi. Per testimoniarlo non occorre richiamare i morti dal sepolcro. Noi stesse, le alunne d un tempo, che l amore della Madre ci ha raccolte attorno a sé in occasione di questa ricorrenza, lo attestiamo palesemente.

3 I principi religiosi che, con la grazia di Dio, abbiamo finora conservato li dobbiamo, dopo i nostri buoni genitori, a questo caro Istituto e perciò vorrei ripetere anche a coloro che in questa santa Casa hanno vissuto, e anche alle care signorine che ora si trovano qui: siete felici! Al caro l Istituto legati bene e tieniti ferma con tutto il tuo cuore; qui sono le forti radici del tuo vigore. Rimangano fedeli all Istituto anche più tardi, dopo essere rientrate nel mondo; rimangano affezionate e riconoscenti alle loro insegnanti che si sono sacrificate per loro; soprattutto restino fedeli alla Patrona di questa Casa, alla Celeste Madre Maria! Ma non solo a Dio, Signore, ed alla Madonna dobbiamo professare la nostra riconoscenza per tutto ciò che l Onnipotente durante i duecento anni si degnò di accordare all operosità dell Istituto, concedendogli dei successi; bensì anche a coloro che, quali strumenti di Dio, hanno contribuito a questo Giubileo. Non mi soffermo, ora, a nominare le venerate superiore di questa Casa, che con coraggio virile hanno saputo guidare il timone della navicella nei giorni di tempesta e di lotte; e neppure mi soffermo a considerare le numerose sante religiose che in questi duecento anni si sono consumate nell opera dell educazione delle giovani; non oso farlo, affinché le loro opere restino tanto più profondamente iscritte nel libro d oro nel Cielo; e neppure mi fermo a considerare quella venerata e veterana Madre che, con mano ferma e con umile cuore portò a termine l immensa opera della revisione delle Costituzioni e seppe infondere in tutto l Istituto, compresa la Casa di St. Pölten, una vita nuova e slancio giovanile; davanti a lei, infatti, io come alunna, in appendice ad una rappresentazione del mio dramma Santa Odilia, con ardore giovanile recitai un giorno la strofa: E venne - e con lei la luce; una vita nuova riempi davanti quel luogo silenzioso. Dall antico telaio un seme nuovo è spuntato, grandioso. E splendidamente il Signore corona lo sforzo della Madre. A tutte coloro sia reso un affettuoso ringraziamento. Ma l augurio più bello che potremmo esprimere alle Figlie sia il riconoscimento dato alla loro Madre comune. Chi onora la Madre, in lei onora le Figlie. Ma chi è colei, la donna straordinaria, l insigne cristiana, le cui Figlie sono qui tra noi e la cui figura vorrei ora esaltare per esternarle in questa ricorrenza il doveroso tributo di gratitudine? Stimatissimi Ospiti! Quella è colei davanti alla cui immagine mi fermavo spesso, da bambina, in raccolta riflessione, chiedendomi chi fosse quella pallida, interessante Dama, vestita in nero, con il capo coperto da un velo nero, gli occhi scuri e profondi in certo qual modo rivolti a me? È un Inglese, si diceva, Fondatrice - e no - delle Dame Inglesi, arrivata qui attraversando il mare come un giorno fece Santa Orsola. Queste misteriose allusioni come una fiaba aleggiavano nel

4 mio spirito fino a quando, in questa circostanza del bicentenario, venni a conoscerla più da vicino: Maria Ward, Donna Maria della Guardia come lei stessa si chiamò a Roma. Che donna straordinaria! Mi consentano di tracciare in grandi linee la sua storia. Figlia di nobili e pii genitori, Maria Ward vide la luce nella Contea di York in Inghilterra l anno 1585, e sin dalla culla fu consacrata alla Madonna. A motivo della persecuzione della Chiesa visse i suoi anni giovanili con i parenti più prossimi. All età di sedici anni fu presa dal desiderio della vita consacrata, e a vent anni ne fece più alcun mistero. Le vie sulle quali Dio conduce la futura Fondatrice sono del tutto straordinarie e singolari. Dapprima, viene accettata in un Convento delle Clarisse, in Belgio, in qualità di suora conversa; poi fonda lei stessa un convento di S. Chiara per le sue connazionali. Ma non si sofferma neppure qui; lascia il convento e ritorna in Inghilterra per lavorare per la salvezza del prossimo. Per eseguire i Suoi piani Dio le concesse una grazia che Egli dà solo a pochi: qualcosa cioè di estremamente affascinante, una forza d attrazione sui cuori umani. Aveva appena 24 anni ed era attorniata da amiche provenienti da apprezzatissime famiglie cattoliche. Parecchie di queste aprirono il loro animo alla chiamata che Dio faceva loro tramite Maria. Essa ritornò quindi in Belgio con loro nel 1617 per fondarvi un convento di rigida osservanza. Questa giovane comunità segnò l inizio dell Istituto delle Dame Inglesi, così chiamate fino ad oggi. Spronate dall intimo amore per le anime, all impegno per la propria santificazione unirono quello di dedicarsi alla salvezza del prossimo, istruendo ed educando bambine. A causa della grande apostasia della fede anche il senso dell educazione domestica scomparve. Di conseguenza occorreva un mezzo sostitutivo per la formazione delle fanciulle. Dio lo previde e suscitò a tal scopo l anima nobile di Maria Ward. Tuttavia, per i tempi che correvano ciò era un impresa inaudita. Per i conventi femminili era stata ingiunta la stretta clausura e non fu loro permesso altro che di partecipare con la preghiera e la mortificazione all apostolato degli Ordini maschili. Una donna energica come Maria Ward, che con il suo carattere di persona consacrata s impegnasse fuori del convento per la salvezza delle anime giovanili era qualcosa di inaudito! Tutta la vita di Maria diventò un incessante lotta contro gli ostacoli che scaturivano dalle circostanze di allora. La sua Opera fu combattuta soprattutto dai cattolici inglesi purtroppo divisi tra loro. Lei e le sue compagne vennero perfino soprannominate con l espressione infamante di amazzoni apostoliche o di monache nomadi, e simili. Maria lasciò parlare gli avversari, scelse la via giusta, chiedendo prima in forma scritta e poi a voce la benedizione del Vicario di Cristo. Nell anno 1621 la vediamo intraprendere per la prima volta un viaggio a Roma. Ciò pure era una cosa inaudita: che una donna si recasse a Roma per

5 esporre al Capo della Chiesa il progetto della sua Opera. Con questo viaggio (a piedi!) iniziarono quei lunghi itinerari così faticosi e pieni di pericoli, che realmente fanno di Maria un eroica itinerante. Fu a Roma per ben quattro volte; tre volte a Monaco; due a Vienna; una volta da Parigi si recò a Liegi (Belgio), da Liegi in Inghilterra e, alla fine, all eternità! E tutto ciò ella compì in tempi tanto insidiosi, senza curarsi della stagione, con una salute malferma. Anzi, in uno stato di semi-moribonda! In verità, solo questo è già stato un miracolo! Gregorio XV ricevette Maria con benevolenza non comune. Ma l originalità singolare dell Opera suscitò contraddizioni e scalpore. Nonostante ciò poté aprire a Roma sul Colle Esquillino, nei pressi di S. M. Maggiore, una Casa del suo Istituto, come pure più tardi a Napoli e a Perugia, e poi aprì Case a Colonia e a Trier. Appena però salì al trono Papa Urbano VIII, venne impartito l ordine di chiudere le scuole delle Dame Inglesi a Roma. La sua Opera fu distrutta, ma lei rimase piena di pace. Non potendo più svolgere alcuna attività a Roma, si trasferì a Monaco, a Vienna e a Praga, dove aprì delle case; quindi ritornò a Roma e poi di nuovo a Monaco. Nell estate del 1629 arrivò il primo colpo demolitore contro l Istituto. Con una Bolla Pontificia tanto l Opera quanto le scuole furono soppresse. I malintenzionati avevano vinto. Durante l inverno seguente Maria fu perfino imprigionata nel Convento delle Clarisse di Monaco sotto accusa di essere una rivoltosa contro la Chiesa, ed eretica. Soffrire senza aver peccato non è sofferenza disse lei. Dopo due mesi fu rilasciata in libertà. Maria, gravemente ammalata, si affrettò a recarsi a Roma per riferire al Papa, in tutta umiltà, lo stato di cose e le sue sofferenze. Urbano VIII fu per lei pieno di lodi e disse, che tutto ciò è successo per saggiare la pazienza della serva di Dio. D ora in poi egli stesso la difese contro i resistenti oppositori. Le accordò tutto e l Istituto riacquistò nuovamente la sua legalità. L anno seguente Maria intraprese l ultimo suo viaggio in Inghilterra. La sua fine era vicina. Nel luogo solitario di Yorkshire, in presenza delle sue fedelissime compagne, questa donna meravigliosa rese la sua anima a Dio. Con gioia e amore furono le sue ultime parole rivolte in un allocuzione alle sue compagne. Così morì colei che le Dame Inglesi ritennero sempre quale loro Madre sebbene non riconosciuta ancora come Fondatrice ed alla quale devono, dopo Dio, la loro origine. Le continuatrici e discepole immediate raccolsero con gioia, ciò che Maria seminò con le lacrime. Il suo Istituto era stato soppresso; ma a distanza di 58 anni dalla sua morte le Dame Inglesi, la cui intima connessione con l Istituto originale non fu negata neppure da parte di Roma, furono

6 approvate da Papa Clemente XI, con l esenzione dalla stretta clausura e con la funzione di una Superiora Generale, per cui MARIA WARD ebbe a lottare invano. Lasciate che le donne siano governate dalle donne disse Clemente XI mentre confermava i nuovi Statuti. Il chicco di grano dovette morire in terra per essere in grado di portare molto frutto. Maria lottò e vinse - precisamente attraverso la sua fedeltà verso la Santa Sede e con la sua eroica sottomissione alle sue direttive. L obbediente parlerà di vittoria. Una gratitudine infinita debbono a lei le sue Figlie spirituali e noi tutti, che abbiamo goduto dei benefici della sua Opera. Ma altrettanta infinita riconoscenza devono a lei anche quegli Istituti e pie Associazioni per i quali lei è stata una pioniera. Quello per cui Maria Ward lottò, soffrì e per cui morì, senza prevedere l esito finale, ora noi lo possediamo. Ora noi, membri di vari Istituti Religiosi, possiamo esternare l amore alle anime, con innumerevoli attività apostoliche di carità verso il prossimo. Anzi, di più ancora! Non solo vediamo le Religiose impegnate oggi nei paesi civilizzati; esse partono verso le regioni pagane in cerca di anime ed i sacerdoti e missionari sollecitano, con una sola voce, la loro preziosa assistenza femminile nelle varie opere apostoliche. Forse, mi sbaglio quindi, nel considerare Maria Ward quale pioniera della nobile e sublime vocazione d una Suora Missionaria? Perfino oggi troviamo Case dell Istituto della Beata Vergine Maria in India e in Africa, in quel Continente rimasto più a lungo nelle tenebre del paganesimo. O Maria, sbaglio, forse, nell elogiarti e renderti omaggio per avere aperto la strada anche a questo rampollo tra gli Istituti Religiosi che è il Sodalizio di S. Pietro Claver i cui membri, le Sodali, in qualità di Missionarie Ausiliarie lavorano per la conversione dell Africa? Come tu con le tue aspirazioni, in modo simile anche il Sodalizio emerse nel mondo come una idea nuova, e cioè nuova più nella forma che non nei principi: perché ciò che noi perseguiamo, la cooperazione all apostolato dei missionari in Africa attraverso l assistenza ai loro bisogni temporali questo già l hanno fatto le pie donne nel Vangelo nei confronti del Signore e degli Suoi Apostoli. Nuovi sono solo i mezzi per il raggiungimento d un tale scopo apostolico. Istituti Religiosi attivi come quelli che si dedicano all assistenza degli infermi, all educazione dei bambini, alla cura degli anziani e degli incurabili, anzi, alle attività missionarie nei paesi delle missioni, si comprendono facilmente. Ma una Congregazione Religiosa femminile, che per amore delle Missioni opera e rimane nei paesi civilizzati, che redige e promuove le riviste missionarie in varie lingue (come il nostro Eco dell Africa e la Bibliotechina Africana ), che trasmette agli innumerevoli missionari gli aiuti materiali raccolti e mantiene la corrispondenza con essi, in una parola, promuove e ritiene l animazione missionaria come la sua vocazione specifica, questo è

7 qualcosa di nuovo e, come la Fondazione di Maria Ward, qualcosa fino ad oggi non esistente. A questo si aggiunga la singolare organizzazione del nostro Istituto Religioso, senza l Ufficio Divino e senza l abito monastico vero e proprio. Non poche, quindi, furono le difficoltà fino a quando l idea e la sua esecuzione vennero comprese e rese popolari. Maria, tu hai preparato le vie; e quando la Santa Sede con tanta benignità riconobbe il Sodalizio di S. Pietro Claver con tutta la sua non comune organizzazione, accordandogli la prima approvazione nel 1902 dopo otto anni appena della sua esistenza, hai fatto la tua parte, o Maria come pioniera delle Congregazioni femminili di vita apostolica senza la stretta clausura nel progresso di questo giovane Istituto per la salvezza delle anime più abbandonate, e parte non tanto piccola! Sitio! - Ho sete!. Parola, che Nostro Signore assetato delle anime, per la prima volta pronunciò sul legno della Croce, riecheggiava nella tua anima, trascinandola irrevocabilmente all azione: con la tua Opera le hai dato una forma e le fondamenta così scavate divennero il cantiere di tante imprese apostoliche. Oh, risuoni ancora questa parola, questo amore intimo per le anime nelle Figlie dell Istituto della Beata Vergine Maria! Che altra cosa celebriamo oggi se non le primizie dello zelo per le anime, raccolte nello spazio di duecento anni? O Maria, continua ad istillare ancora questo zelo non solo nel cuore delle tue Figlie spirituali, ma anche in quelle che Dio ha affidato alla loro custodia! Contro i pericoli nuovi occorre un genere di lotta nuova. Oggi non è più questione d una nuova eresia come lo è stata ai tempi di Maria Ward; ma della massoneria, che minacciosamente mina le basi di ogni fede autentica. Oggi non si può più dire come si espresse al suo tempo un religioso parlando di lei e delle sue compagne: In fin dei conti, esse sono soltanto delle donne!. In ogni campo, sia esso buono o cattivo, si cerca oggi la collaborazione della donna. Su ogni fronte vediamo già il movimento femminile. Maria Ward non potrebbe più rammaricarsi, oggi, come allora: Volesse Dio che gli uomini capissero che noi potremmo fare qualcosa di grande, purché non cerchino essi a convincerci che non ne siamo capaci, essendo noi soltanto delle donne. Sì, la donna può e deve compiere qualcosa di grande; che solamente non si lasci infatuare da coloro che vogliono disporre dei suoi diritti come se lei non fosse capace di disimpegnarsi! Non cerchi la sua grandezza nel rinnegare il suo essere donna, e meno ancora il suo stato sublime se è vergine, con qualsiasi parola, scritto o azione; ma cerchi piuttosto di conformarsi alla Beata Vergine Maria alla cui materna protezione Maria Ward affidò la sua Fondazione e così in ogni suo fare ed agire diventi una donna perfetta, una vergine perfetta.

8 Per arrivare a tanto occorre che l amore a Dio, l amore di un autentica femminilità e i principi di fede siano ben consolidati nel suo animo. Fortunate coloro che seguono una tale vocazione, e fortunate le mura che da duecento anni rendono testimonianza di quel santo ardore. Con questo Giubileo un terzo fine deve essere raggiunto ancora: un nuovo torrente di grazie per noi se lo celebriamo con il dovuto spirito. Una rassegna dei dolori e delle gioie di questa Casa benedetta, uno sguardo retrospettivo sulla vita tempestosa di Maria Ward, le terribili prove alle quali lei e la sua Opera furono esposte, non possono far altro che riempirci di nuovo coraggio, di zelo ardente per la salvezza delle anime e d incrollabile fiducia nella Divina Provvidenza. Viviamo in tempi seri e torbidi, e dovunque volgiamo lo sguardo, la fede è minacciata. Sì, i tempi in cui Maria visse furono più torbidi ancora e tuttavia questa donna eroica seppe trovare mezzi e vie per conquistare a Dio centinaia di anime, ponendo perfino le fondamenta di un istituto, che oggi viene annoverato tra il fior-fiore della Chiesa. Chiunque aspira al bene, deve aspettarsi delle lotte; e chi intraprende qualcosa di straordinario al servizio di Dio, mieterà il biasimo o un freddo riserbo e ciò non solo da parte dei miscredenti o dei tiepidi, bensì anche da parte di zelanti cattolici. Maria ebbe ad incontrare una catena di contraddizioni, perfino la dolorosissima soppressione per ordine della Santa Sede, eppure Dio dispose che la sua obbedienza, benché dopo la sua morte, avesse a trionfare di tutte queste prove. Fiducia, incrollabile fiducia, una fede che trasporta le montagne, un adesione tenace a ciò di cui si è convinti essere la volontà di Dio, seguendo l esempio di Maria Ward, sia il frutto di questa Festa per noi! Allora, né i tempi troppo seri, né le contraddizioni troppo violente ci impediranno di operare con gioia e amore per la salvezza degli uomini, ognuna in quello stato di vita al quale Dio l ha chiamata. Questo Giubileo che oggi ci ha riunite - per molte di noi l ultima volta in questa vita - sarà l anello di congiunzione di una catena di Giubilei che termineranno un giorno al suono della tromba ed ognuno sarà ricompensato secondo le sue opere. O care alunne, quelle di ieri e quelle di oggi, per concludere mi rivolgo a voi da sorella. Come ricordo di questa magnifica Festività imprimiamo indelebilmente nel nostro cuore quest unica frase: La vita è breve l eternità perdura. Facciamo intanto del bene fino a che siamo sulla terra in cammino verso l eternità. Sia lontano da noi il perdere quel tempo prezioso in vani o inutili trastulli, mentre possiamo con esso prepararci una beata eternità. Cerchiamo di accrescere la gloria di Dio con ogni mezzo e lavoriamo per salvare le anime, memori delle parole di S. Dionigio Areopagita che così bene contrassegnano tanto la vocazione delle Dame Inglesi quanto quella delle

9 altre Congregazioni Religiose con fini apostolici: La più divina tra le cose divine è cooperare con Dio alla salvezza delle anime immortali. Maria Teresa Ledóchowska

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit.

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit. OTTOBRE: Giornata del Carisma Introduzione TEMA: Fede e missione La mia intenzione è solamente questa: che [le suore] mi aiutino a salvare anime. (Corrispondenza, p. 7) Questa lapidaria intenzione, che

Dettagli

PREGHIERE DEL MATTINO. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen

PREGHIERE DEL MATTINO. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen PREGHIERE DEL MATTINO Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Ti adoro Ti adoro, mio Dio e ti amo con tutto il cuore. Ti ringrazio di avermi creato, fatto cristiano e conservato in questa

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI Promesse di Gesù per coloro che reciteranno questa preghiera per 12 anni. Attraverso Santa Brigida, Gesù ha fatto meravigliose promesse alle anime

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

Il rosario è composto da quattro corone. A ognuna di queste sono relazionati 5 misteri della vita terrena di Cristo:

Il rosario è composto da quattro corone. A ognuna di queste sono relazionati 5 misteri della vita terrena di Cristo: universale viva in ogni popolo. Ogni giorno, da soli, in famiglia o in comunità, insieme con Maria, la Madre di Dio e dell umanità, percorriamo i continenti per seminarvi la preghiera e il sacrificio,

Dettagli

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen Modo di recitare il Santo Rosario Segno della Croce Credo Si annuncia il primo Mistero del giorno Padre Nostro Dieci Ave Maria Gloria Si continua fino a completare i 5 misteri del giorno Preghiera finale

Dettagli

Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi

Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi Lettera pastorale per la Quaresima 2012 di Mons. Dr. Vito Huonder Vescovo di Coira Questa Lettera pastorale va letta in chiesa

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Venga il Tuo Regno! COMISSIONE CENTRALE PER LA REVISIONE DEGLI STATUTI DEL REGNUM CHRISTI Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Cari promotori

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7 NOSTROSIGNORE Is45,1 7 Sal146(145) At2,29 36 Gv21,5 7 Tra gli elementi costitutivi dell'esistenza umana, la dipendenza dell'uomo daun'autoritàè unfattoincontrovertibile. L'aggettivosostantivatokyriossignifica:

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

PASQUA DI NOSTRO SIGNORE GESU CRISTO

PASQUA DI NOSTRO SIGNORE GESU CRISTO PASQUA DI NOSTRO SIGNORE GESU CRISTO Annuncio della Pasqua (forma orientale) EIS TO AGHION PASCHA COMUNITÀ MONASTICA DI BOSE, Preghiera dei Giorni, pp.268-270 È la Pasqua la Pasqua del Signore, gridò lo

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

2) Se oggi la sua voce. Rit, 1) Camminiamo incontro al Signore

2) Se oggi la sua voce. Rit, 1) Camminiamo incontro al Signore Parrocchia Santa Maria delle Grazie Squinzano 1) Camminiamo incontro al Signore 2) Se oggi la sua voce Rit, Camminiamo incontro al Signore Camminiamo con gioia Egli viene non tarderà Egli viene ci salverà.

Dettagli

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio 1 Oleggio, 25/12/2009 NATALE DEL SIGNORE Letture: Isaia 9, 1-6 Salmo 96 Tito 2, 11-14 Vangelo: Luca 2, 1-14 Cantori dell Amore Natività- Dipinto del Ghirlandaio Ci mettiamo alla Presenza del Signore, in

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Diocesi di Nicosia Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Largo Duomo,10 94014 Nicosia (EN) cod. fisc.: 90000980863 tel./fax 0935/646040 e-mail: cancelleria@diocesinicosia.it Ai

Dettagli

CREDO DEL POPOLO DI DIO DI SUA SANTITÀ PAOLO VI (30 giugno 1968) Motu proprio Sollemni hac Liturgia

CREDO DEL POPOLO DI DIO DI SUA SANTITÀ PAOLO VI (30 giugno 1968) Motu proprio Sollemni hac Liturgia CREDO DEL POPOLO DI DIO DI SUA SANTITÀ PAOLO VI (30 giugno 1968) Motu proprio Sollemni hac Liturgia Il Credo del Popolo di Dio è una Professione di Fede che Paolo VI ha formulato e presentato il 30 giugno

Dettagli

Preghiera per le vocazioni. Preghiera per le vocazioni al sacerdozio

Preghiera per le vocazioni. Preghiera per le vocazioni al sacerdozio Preghiera per le vocazioni Ti preghiamo, Signore, perché continui ad assistere e arricchire la tua Chiesa con il dono delle vocazioni. Ti preghiamo perché molti vogliano accogliere la tua voce e rallegrino

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

3a domenica di avvento 11 dicembre 2005

3a domenica di avvento 11 dicembre 2005 Mi ha mandato a portare il lieto annuncio ai poveri a promulgare l anno di misericordia del Signore PACE CON GLI UOMINI compassione e giustizia 3a domenica di avvento 11 dicembre 2005 ACCOGLIENZA Nel nome

Dettagli

L'ORDINE SECOLARE DEI SERVI DI MARIA (OSSM)

L'ORDINE SECOLARE DEI SERVI DI MARIA (OSSM) L'ORDINE SECOLARE DEI SERVI DI MARIA (OSSM) Un Ordine Secolare, fin dall inizio, è un gruppo di fedeli cristiani che, inseriti e lavorando nella società, vivono la spiritualità di un Ordine religioso e

Dettagli

1. TESTO 2. PER RIFLETTERE

1. TESTO 2. PER RIFLETTERE UNO DEI SOLDATI GLI COLPÌ IL FIANCO CON LA LANCIA E SUBITO NE USCÌ SANGUE ED ACQUA NASCITA DEL SACRAMENTO CHIESA NELLA MOLTEPLICITA DEI SUOI DONI DI SALVEZZA. 1. TESTO

Dettagli

Presentazione Prologo all edizione francese

Presentazione Prologo all edizione francese INDICE Presentazione Prologo all edizione francese IX XVIII PARTE PRIMA CAPITOLO I Finché portiamo noi stessi, non portiamo nulla che possa valere 3 CAPITOLO II Non dobbiamo turbarci di fronte ai nostri

Dettagli

Testimoni di Dio VEGLIA MISSIONARIA ADORAZIONE EUCARISTICA. 27 ottobre 2011 BENEDIZIONE. CANTO: Ho toccato il fuoco

Testimoni di Dio VEGLIA MISSIONARIA ADORAZIONE EUCARISTICA. 27 ottobre 2011 BENEDIZIONE. CANTO: Ho toccato il fuoco BENEDIZIONE Parrocchia Natività di Maria Vergine - Gorle CANTO: Ho toccato il fuoco Ho toccato il fuoco con le mani: era il vecchio sogno di un bambino, sono io colui che accende i fuochi, sono il vento

Dettagli

SEMINARIO ARCIVESCOVILE PIO XI PEREGRINATIO ICONA MADRE DEL FIAT. Adorazione Eucaristica. A Gesù... per Maria

SEMINARIO ARCIVESCOVILE PIO XI PEREGRINATIO ICONA MADRE DEL FIAT. Adorazione Eucaristica. A Gesù... per Maria SEMINARIO ARCIVESCOVILE PIO XI PEREGRINATIO ICONA MADRE DEL FIAT Adorazione Eucaristica A Gesù... per Maria Guida: In occasione della Peregrinatio della Statua della Madonna di Lourdes, lasciamoci illuminare

Dettagli

DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO

DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO San Bernardo (1090-1153) Jean Gerson (1363-1429) S. Bernardo (1090-1153) Bernardo ha formato la sua saggezza basandosi principalmente sulla Bibbia e alla scuola della Liturgia.

Dettagli

VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO

VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO I frati non predichino nella diocesi di alcun vescovo qualora dallo stesso vescovo sia stato loro proibito. E nessun frate osi

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

SCELTI FIN DAL GREMBO DELLA MADRE

SCELTI FIN DAL GREMBO DELLA MADRE Assemblea Nazionale Missio Giovani Roma, 10 aprile 2011 SCELTI FIN DAL GREMBO DELLA MADRE 1. STORIE DI UOMINI L immagine da cui partiamo è esplicitamente riferita all esperienza di Paolo: 15 Ma quando

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Guai a me se non predicassi il Vangelo

Guai a me se non predicassi il Vangelo Guai a me se non predicassi il Vangelo (1 Cor 9,16) Io dunque corro 1 Cor 9,26 La missione del catechista come passione per il Vangelo Viaggio Esperienza L esperienza di Paolo è stata accompagnata da un

Dettagli

Painting by Miranda Gray

Painting by Miranda Gray Guarire le antenate Painting by Miranda Gray Questa è una meditazione facoltativa da fare specificamente dopo la benedizione del grembo del 19 ottobre. Se quel giorno avete le mestruazioni questa meditazione

Dettagli

CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO

CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO GRUPPOPRIMAMEDIA Scheda 03 CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO Nella chiesa generosita e condivisione Leggiamo negli Atti degli Apostoli come è nata la comunità cristiana di Antiochia. Ad Antiochia svolgono

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Corona Biblica per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Imprimatur S. E. Mons. Angelo Mascheroni, Ordinario Diocesano Curia Archiepiscopalis

Dettagli

Parrocchia S. Michele Arc. e S. Sebastiano M. Maria donna dell annuncio

Parrocchia S. Michele Arc. e S. Sebastiano M. Maria donna dell annuncio Parrocchia S. Michele Arc. e S. Sebastiano M. Maria donna dell annuncio Castel Madama, 8 novembre 2013 Il racconto In quei giorni Maria si alzò e andò in fretta verso la regione montuosa, in una città

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

PREGHIERA - 1 - S. ECC. MONS. BRUNO SCHETTINO Arcivescovo

PREGHIERA - 1 - S. ECC. MONS. BRUNO SCHETTINO Arcivescovo PREGHIERA La Tua Parola, Signore, è Verità perenne, la Tua Parola è vita piena, immortale. Nella tua sequela camminerò, nella luce che emana dalla tua Presenza dirigerò spedito i miei passi. Alla tua sorgente

Dettagli

Uno alla tua destra e uno alla tua sinistra nel tuo regno

Uno alla tua destra e uno alla tua sinistra nel tuo regno Uno alla tua destra e uno alla tua sinistra nel tuo regno Domanda della madre dei figli di Zebedeo Matteo 20, 20-28 Allora gli si avvicinò la madre dei figli di Zebedèo con i suoi figli, e si prostrò per

Dettagli

Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info

Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info Ogni essere umano uomo, donna, bambino, bambina è immagine di Dio; quindi ogni essere umano è una persona

Dettagli

Giovedì 13/11/2014. Un ora con Dio. Dov'è tuo fratello?

Giovedì 13/11/2014. Un ora con Dio. Dov'è tuo fratello? Giovedì 13/11/2014 Un ora con Dio Dov'è tuo fratello? Canto d inizio: Invochiamo la tua presenza Invochiamo la tua presenza, vieni Signor Invochiamo la tua presenza, scendi su di noi. Vieni luce dei cuori,

Dettagli

Canterò in eterno le tue meraviglie, canterò a te, Signore Dio. Canterò in eterno le tue meraviglie, canterò a te, Signore Dio.

Canterò in eterno le tue meraviglie, canterò a te, Signore Dio. Canterò in eterno le tue meraviglie, canterò a te, Signore Dio. 1 È BELLO LODARTI 2 CANTERÒ IN ETERNO 5 NOI VENIAMO A TE 6 POPOLI TUTTI È bello cantare il tuo amore, è bello lodare il tuo amore, è bello cantare il tuo amore, e bello lodarti Signore, è bello cantare

Dettagli

"In ogni cosa rendete grazie, perché questa è la volontà di Dio in Cristo Gesù verso di voi" (I Tessalonicesi 5:18)

In ogni cosa rendete grazie, perché questa è la volontà di Dio in Cristo Gesù verso di voi (I Tessalonicesi 5:18) "In ogni cosa rendete grazie, perché questa è la volontà di Dio in Cristo Gesù verso di voi" (I Tessalonicesi 5:18) Rendere grazie a Dio, sempre, in ogni circostanza, in qualsiasi momento, in qualunque

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

Novena del lavoro. 4a San Josemaría Escrivá

Novena del lavoro. 4a San Josemaría Escrivá Novena del lavoro 4a San Josemaría Escrivá Preghiera a San Josemaría San Josemaría Escrivá Fondatore dell'opus Dei PREGHIERA Oh Dio, che per mediazione di Maria Santissima concedesti a San Josemaría, sacerdote,

Dettagli

INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO

INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO Rallegrati Maria Dal vangelo di Luca (1, 26-38) 26 Al sesto mese, l angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nàzaret,

Dettagli

IV domenica di Quaresima - Anno A 2014

IV domenica di Quaresima - Anno A 2014 IV domenica di Quaresima - Anno A 2014 Dal Vangelo secondo Giovanni 9, 1.6-9.13-17.34-38 In quel tempo, Gesù passando vide un uomo cieco dalla nascita. Sputò per terra, fece del fango con la saliva, spalmò

Dettagli

UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA

UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA Confesso tutta la mia difficoltà a presentarvi questo brano che ho pregato tante volte. La paura è quella di essere troppo scontata oppure di dare troppe cose per sapute.

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

III incontro SIA FATTA LA TUA VOLONTÀ COME IN CIELO COSÌ IN TERRA Pensare, volere e amare come Cristo

III incontro SIA FATTA LA TUA VOLONTÀ COME IN CIELO COSÌ IN TERRA Pensare, volere e amare come Cristo III incontro SIA FATTA LA TUA VOLONTÀ COME IN CIELO COSÌ IN TERRA Pensare, volere e amare come Cristo Obiettivo generale: L'incontro di questa domenica è incentrato sul cammino del discernimento della

Dettagli

MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27

MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27 MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27 2 L Siamo alla domanda fondamentale, alla provocazione più forte perché va diritta al cuore della mia vita, della tua, di ogni uomo che,

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

AMALFI, 27 MARZO 2013 MESSA CRISMALE

AMALFI, 27 MARZO 2013 MESSA CRISMALE AMALFI, 27 MARZO 2013 MESSA CRISMALE 1 Reverendissimo P. Abate, Reverendi Presbiteri, Diaconi, Religiosi, Reverende Religiose, cari Seminaristi, amati fedeli Laici, siamo convocati nella Chiesa Cattedrale,

Dettagli

Una notte di Fede: Vi annuncio una grande gioia

Una notte di Fede: Vi annuncio una grande gioia Veglia nella notte del S. Natale 2012 Una notte di Fede: Vi annuncio una grande gioia Il Santo Padre ha dedicato quest'anno liturgico alla Fede e noi in questa veglia che precede la S. Messa di Natale

Dettagli

PRIMO GIORNO (Venerdì Santo)

PRIMO GIORNO (Venerdì Santo) NOVENA ALLA DIVINA MISERICORDIA "Desidero ha detto Gesù Cristo a Santa Faustina - che durante questi nove giorni tu conduca le anime alla fonte della Mia Misericordia, affinché attingano forza, refrigerio

Dettagli

Punto Yes Associazione Metanoeite di Foggia

Punto Yes Associazione Metanoeite di Foggia Punto Yes Associazione Metanoeite di Foggia Incontro del 16 Novembre 2014 in viale Ofanto 27 - Foggia dalle ore 17.30 (LETTORE) Introduzione Viviamo le diverse parti della preghiera con calma e tranquillità,

Dettagli

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi SOGNO intro: FA#4/7 9 SI4 (4v.) SI4 DO#-7 Son bagni d emozioni quando tu FA# sei vicino sei accanto SI4 DO#-7 quando soltanto penso che tu puoi FA# FA#7/4 FA# SI trasformarmi la vita. 7+ SI4 E vestirti

Dettagli

ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014. Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita

ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014. Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita ARCIDIOCESI DI GENOVA - ANNO PASTORALE 2013-2014 Essere genitori: trasmettere la fede ed educare alla vita 6 ESSERE GENITORI: TRASMETTERE LA FEDE ED EDUCARE ALLA VITA "I genitori di Paola, 10 anni, sono

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Confessione-Assoluzione censure-decreto 2000

Confessione-Assoluzione censure-decreto 2000 Confessione-Assoluzione censure-decreto 2000 Facoltà di assolvere da tutte le censure non riservate e non dichiarate L.V.D. XCI (2000) pp. 127-131 per tutto l anno Santo L anno giubilare in corso ha come

Dettagli

1 - Sulla preghiera apostolica

1 - Sulla preghiera apostolica 1 - Sulla preghiera apostolica Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Do una piccola istruzione di metodo sulla preghiera apostolica. Adesso faccio qualche premessa sulla preghiera apostolica,

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

MOVIMENTO IMPEGNO E TESTIMONIANZA "MADRE DELL'EUCARISTIA"

MOVIMENTO IMPEGNO E TESTIMONIANZA MADRE DELL'EUCARISTIA MOVIMENTO IMPEGNO E TESTIMONIANZA "MADRE DELL'EUCARISTIA" Via delle Benedettine, 91-00135 ROMA Tel. 063380587; 063387275 Fax 063387254 Internet: http://www.madredelleucaristia.it E-mail: mov.imp.test@madredelleucaristia.it

Dettagli

1. una fede da far crescere nei vostri figli

1. una fede da far crescere nei vostri figli Chiediamo il Battesimo di nostro figlio 3.a tappa: dopo il Battesimo 1. una fede da far crescere nei vostri figli Parrocchia di S. Ambrogio - Via G. Di Vittorio, 23 - Mignanego (GE) Come far crescere

Dettagli

Dicembre 1995 - Dicembre 2005. Parrocchia Santi Gervaso e Protaso Novate Milanese. Don Ugo Proserpio. da anni Parroco a Novate.

Dicembre 1995 - Dicembre 2005. Parrocchia Santi Gervaso e Protaso Novate Milanese. Don Ugo Proserpio. da anni Parroco a Novate. Parrocchia Santi Gervaso e Protaso Novate Milanese Dicembre 1995 - Dicembre 2005 Don Ugo Proserpio 10 da anni Parroco a Novate Dicembre 2005 10 anni tra noi di don Ugo 11 La comunità delle suore Serve

Dettagli

C.5 PER UNA RIFLESSIONE TEOLOGICA SUL LAVORO

C.5 PER UNA RIFLESSIONE TEOLOGICA SUL LAVORO C.5 PER UNA RIFLESSIONE TEOLOGICA SUL LAVORO 1.La nuova creazione come struttura teologica 2.L approccio pneumatologico 3. L alienazione del lavoro in prospettiva teologica 4. La spiritualità del lavoro

Dettagli

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO 1 2. Economia e società nel mondo romano-germanico. ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO mondo romano germanico mondo bizantino mondo arabo Cartina 1 UN MONDO CON MOLTI BOSCHI, POCHI UOMINI E

Dettagli

Decàpo. Laboratorio Annuale di Formazione al Primo Annuncio. Progetto dell Ufficio Diocesano per la Pastorale Missionaria

Decàpo. Laboratorio Annuale di Formazione al Primo Annuncio. Progetto dell Ufficio Diocesano per la Pastorale Missionaria Decàpoli Progetto dell Ufficio Diocesano per la Pastorale Missionaria Laboratorio Annuale di Formazione al Primo Annuncio Va nella tua casa, dai tuoi, annunzia loro ciò che il Signore ti ha fatto e la

Dettagli

Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale.

Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Vite a mezz aria Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Giuseppe Marco VITE A MEZZ ARIA Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

La nascita di Gesù 6 Ora, mentre si trovavano in quel luogo, si compirono per lei i giorni del parto. 7 Diede

La nascita di Gesù 6 Ora, mentre si trovavano in quel luogo, si compirono per lei i giorni del parto. 7 Diede Scuola di Preghiera Venerdì 11 dicembre 2010 intervento di don Fabio Soldan La nascita di Gesù 6 Ora, mentre si trovavano in quel luogo, si compirono per lei i giorni del parto. 7 Diede alla luce il suo

Dettagli

...IN QUELL ISTANTE IL GALLO CANTÒ

...IN QUELL ISTANTE IL GALLO CANTÒ ...IN QUELL ISTANTE IL GALLO CANTÒ Una riflessione attenta sul comportamento di Pietro dopo la cattura di Gesù e sulla facilità con cui passò da una conclamata fedeltà al rinnegamento del suo Maestro ci

Dettagli

Novena a San Josemaría Escrivá LAVORO

Novena a San Josemaría Escrivá LAVORO Novena a San Josemaría Escrivá LAVORO www.josemariaescriva.info/opus_dei/novenalavoro.pdf 1 giorno LAVORO, cammino di santità Siamo venuti a richiamare di nuovo l'attenzione sull'esempio di Gesù che visse

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

e degno di ogni lode, tremendo sugli dei. Do Sol La Tutti gli dei delle nazioni sono un niente e vanità,

e degno di ogni lode, tremendo sugli dei. Do Sol La Tutti gli dei delle nazioni sono un niente e vanità, CANTATE AL SIGNORE (Sal 96) Fa Cantate al Signore un canto nuovo, cantate al Signore da tutta la terra. Fa Benedite il suo nome perché è buono, annunziate ogni giorno la sua salvezza. Si- Narrate la sua

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

Il Giovane Ricco - Luca 18:18-27

Il Giovane Ricco - Luca 18:18-27 Il Giovane Ricco - Luca 18:18-27 filemame: 42-18-18.evang.odt 3636 parole di Marco defelice, RO, mercoledì, 6 giugno, 2007 -- cmd -- La Bibbia è la Parola di Dio. È più attuale di quanto lo sia il giornale

Dettagli

CELEBRAZIONE DEL SANTO ROSARIO

CELEBRAZIONE DEL SANTO ROSARIO CELEBRAZIONE DEL SANTO ROSARIO PER AFFIDARE IL POPOLO ITALIANO ALLA VERGINE MARIA MATER UNITATIS PROPOSTA PER LE CHIESE PARTICOLARI a cura dell Ufficio Liturgico Nazionale - CEI CANTO INIZIALE: Vergine

Dettagli

Giovanni 15, 26-27; 16, 12-15

Giovanni 15, 26-27; 16, 12-15 Giovanni 15, 26-27; 16, 12-15 Venuta del Paraclito 15, 26 In quel tempo. Gesù disse ai suoi discepoli: «Quando verrà il Paràclito, che io vi manderò dal Padre, lo Spirito della verità che procede dal Padre,

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

LA "PASQUA SETTIMANALE" DEGLI EDUCATORI PASQUA DI RISURREZIONE DEL SIGNORE (ANNO A) 1

LA PASQUA SETTIMANALE DEGLI EDUCATORI PASQUA DI RISURREZIONE DEL SIGNORE (ANNO A) 1 LA "PASQUA SETTIMANALE" DEGLI EDUCATORI PASQUA DI RISURREZIONE DEL SIGNORE (ANNO A) 1 Spunti per la meditazione personale e per la riflessione agli alunni Fr. Donato Petti 1. Perché cercate tra i morti

Dettagli