livello progettazione: Relazione Impianto di Riscaldamento ing. Antonello DE STASIO Geom. Angelo CASOLI ing. Renato Mario PAVIA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "livello progettazione: Relazione Impianto di Riscaldamento ing. Antonello DE STASIO Geom. Angelo CASOLI ing. Renato Mario PAVIA"

Transcript

1 COMUNE DI TROIA (Provincia di Foggia) denominazione progetto: Fondo Per lo Sviluppo e Coesione Accordo di programma quadro "Settore Aree Urbane - Città" Realizzazione di n. 18 alloggi di edilizia residenziale pubblica nella zona P.E.E.P. del Comune di TROIA (FG) importo finanziamento: ,00 livello progettazione: PROGETTO ESECUTIVO (art.93 comma 5. D.Lgs 163/2006) data: Marzo 2015 relazione: 3 scala: denominazione tavola: Relazione Impianto di Riscaldamento ufficio progettazione: UFFICIO TECNICO COMUNALE ing. Antonello DE STASIO Geom. Angelo CASOLI ing. Renato Mario PAVIA SUPPORTO ALLA PROGETTAZIONE ing. Antonio MANIGRASSO IL RESPONSABILE UNICO DEL PROCEDIMENTO

2 Comune di TROIA Provincia di Foggia RELAZIONE IMPIANTO DI RISCALDAMENTO OGGETTO: LAVORI DI REALIZZAZIONE DI N. 18 ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA NELLA ZONA P.E.E.P. DEL COMUNE DI TROIA (FG) COMMITTENTE: COMUNE DI TROIA CANTIERE: ZONA P.E.E.P. DEL COMUNE DI TROIA (FG) Troia, lì IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO Comune di Troia Via Regina Margherita n.80 - Troia (FG) Tel./fax: 0881/

3 I N D I C E 1. Palazzina 1 Relazione L. 10/91 (D.Lgs 192/05 modificato dal D.Lgs 311/06) Pag. 3 Calcolo dispersioni termiche Pag. 29 Dimensionamento radiatori Pag. 32 Dimensionamento tubazioni Pag Palazzina 2 Relazione L. 10/91 (D.Lgs 192/05 modificato dal D.Lgs 311/06) Pag. 39 Calcolo dispersioni termiche Pag. 68 Dimensionamento radiatori Pag. 71 Dimensionamento tubazioni Pag Glaser strutture Stratigrafia A. Caratteristiche Termoigrometriche Pag. 79 B. Componenti finestrati Pag. 85 C. Verifica Termoigrometrica Pag. 86 Pagina 2

4 RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL'ART. 28 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991, N. 10 e s.m.i. Applicazione del Decreto Legislativo 19 agosto 2005 n. 192 come modificato dal Decreto Legislativo 29 dicembre 2006 n. 311 PALAZZINA 1 Lo schema di relazione tecnica nel seguito descritto contiene le informazioni minime necessarie per accertare l osservanza delle norme vigenti da parte degli organismi pubblici competenti. 1. INFORMAZIONI GENERALI Comune di Troia Provincia FG Progetto per la realizzazione di Impianto termico singolo a collettore destinato al riscaldamento ambienti ed alla produzione di acqua calda sanitaria per n. 9 alloggi di edilizia residenziale pubblica nella zona P.E.E.P. del Comune di Troia (FG). Palazzina 1 Sito in Area P.E.E.P , Troia (FG) Classificazione dell'edificio (o del complesso di edifici) in base alla categoria di cui all'articolo 3 del DPR 26 agosto 1993, n. 412 E.1 Edificio adibito a residenza con carattere continuativo Numero delle unità abitative: 9 Committente(i): Comune di Troia 2. FATTORI TIPOLOGICI DELL EDIFICIO (O DEL COMPLESSO DI EDIFICI) Gli elementi tipologici forniti, al solo scopo di supportare la presente relazione tecnica, sono i seguenti: X Piante di ciascun piano degli edifici con orientamento e indicazione d'uso prevalente dei singoli locali Prospetti e sezioni degli edifici con evidenziazione dei sistemi di protezione solare Elaborati grafici relativi ad eventuali sistemi solari passivi specificatamente progettati per favorire lo sfruttamento degli apporti solari Pagina 3

5 3. PARAMETRI CLIMATICI DELLA LOCALITÁ Gradi giorno (della zona d'insediamento, determinati in base al DPR n. 412/93) Temperatura minima invernale di progetto (dell'aria esterna secondo la norma UNI 5364 e successivi aggiornamenti, o equivalenti) Temperatura massima estiva di progetto (dell aria esterna secondo la norma UNI e successivi aggiornamenti, o equivalenti) Umidità relativa dell aria di progetto per la climatizzazione estiva, se presente (secondo la norma UNI e successivi aggiornamenti, o equivalenti) Irradianza solare massima estiva su superficie orizzontale: valore medio giornaliero (secondo norma UNI e successivi aggiornamenti, o equivalenti) 1964 GG -2,5 C 31,4 C 65 % 307,3 W/m 2 Pagina 4

6 4. DATI TECNICI E COSTRUTTIVI DELL EDIFICIO (O DEL COMPLESSO DI EDIFICI) E DELLE RELATIVE STRUTTURE Volume delle parti di edificio abitabili o agibili al lordo delle strutture che li delimitano (V) 1939,4 m 3 Superficie esterna che delimita il volume (S) 1221,6 m 2 Rapporto S/V 0,630 m -1 Superficie utile energetica dell edificio 502,800 m 2 Valore di progetto della temperatura interna per la climatizzazione invernale o il riscaldamento Appartamento 1 p. rialzato 20 C Appartamento 2 p. rialzato 20 C Appartamento 3 p. rialzato 20 C Appartamento 4 p. primo 20 C Appartamento 5 p. primo 20 C Appartamento 6 p. primo 20 C Appartamento 7 p. secondo 20 C Appartamento 8 p. secondo 20 C Appartamento 9 p. secondo 20 C Valore di progetto dell'umidità relativa interna per la climatizzazione invernale 65 % Valore di progetto della temperatura interna per la climatizzazione estiva o il raffrescamento Appartamento 1 p. rialzato 26 C Appartamento 2 p. rialzato 26 C Appartamento 3 p. rialzato 26 C Appartamento 4 p. primo 26 C Appartamento 5 p. primo 26 C Appartamento 6 p. primo 26 C Appartamento 7 p. secondo 26 C Appartamento 8 p. secondo 26 C Appartamento 9 p. secondo 26 C Pagina 5

7 5. DATI RELATIVI AGLI IMPIANTI TERMICI 5.1. Descrizione impianto Centrale termica Appartamento a) Tipologia Impianto autonomo Sistemi di generazione Generatore di calore a condensazione ad acqua calda centralizzata alimentato a metano. Sistemi di termoregolazione Sistema di termoregolazione di una singola unità immobiliare pilotato dalla temperatura rilevata da termostato di zona. Il sistema è dotato di programmatore che consente la regolazione della temperatura media degli ambienti su almeno due livelli nell' arco delle 24 ore. Inoltre cono installate valvole termostatiche da radiatore pilotate da sensore termico inserito nella testa dell'apparecchio. Sistemi di contabilizzazione dell'energia termica Lettura diretta dei consumi da contatore gas metano. Sistemi di distribuzione del vettore termico Impianto dotato di collettore complanare con tubazioni di andata e ritorno per ogni singolo corpo scaldante. Sistemi di ventilazione forzata Non prevista. Sistemi di accumulo termico: Sistemi di produzione e di distribuzione dell'acqua calda sanitaria Produzione combinata con pannello solare termico e caldaia. Durezza dell'acqua di alimentazione dei generatori di calore per potenza installata maggiore o uguale a 350kW La durezza è quella dell'acquedotto cittadino. Pagina 6

8 5.1.b) Specifiche dei generatori di energia termica Pannello solare termico per ACS Solare termico a circolazione naturale 300 lt Caldaia Delfis Condensing KC 24 Fluido termovettore Valore nominale della potenza termica utile Rendimento termico utile al 100% Pn del generatore di calore a condensazione alle seguenti condizioni Acqua 22,9 kw 96,7 % - temperatura acqua di mandata all utenza 70 C - temperatura acqua di ritorno dall utenza 60 C Valore minimo prescritto --- Rendimento termico utile al 30% Pn del generatore di calore a combustibile alle seguenti condizioni: 84,1 % - temperatura di mandata all utenza 70 C - temperatura di ritorno all utenza 60 C Valore minimo del rendimento termico utile al 30% di Pn --- Combustibile utilizzato Metano 5.1.c) Specifiche relative ai sistemi di regolazione dell'impianto termico Tipo di conduzione prevista X continua con attenuazione notturna intermittente Sistema di telegestione dell'impianto termico: Sistema di regolazione climatica in centrale termica Regolatori climatici Sistema di termoregolazione pilotato dalla temperatura esterna ed operante sulla temperatura dell'acqua in uscita del generatore di calore, il gruppo è dotato di programmatore che consente la regolazione della temperatura ambiente su due livelli nell'arco delle 24 h. Dispositivi per la regolazione automatica della temperatura ambiente nei singoli locali Valvole termostatiche da radiatore pilotate da sensore termico inserito nella testa dell'apparecchio 5.1.d) Terminali di erogazione dell'energia termica Zona termica: Appartamento 1 p. rialzato Tipo Radiatori su parete esterna isolata Potenza termica nominale 2664 W 5.1.e) Condotti di evacuazione dei prodotti della combustione Descrizione e caratteristiche principali Il condotto di evacuazione dei prodotti della combustione è realizzato utilizzando un condotto in acciaio inox Ø 80 che scarica oltre la copertura, nel rispetto della norma UNI 9615 e norma UNI-CIG 7129/ f) Sistemi di trattamento dell'acqua Non previsto 5.1.g) Specifiche dell isolamento termico della rete di distribuzione Materiale: polietilene espanso a cellule chiuse, rivestito da una pellicola in LD-PE estruso. Pagina 7

9 Conduttività termica (a 40 C): = 0,040 W/mK (UNI EN ISO 8497). Classe di reazione al fuoco: 1 (UNI 9177); D5:L-s2-d2 (EN ). Spessore rivestimento: Conforme all allegato B- TAB 1 del DPR 412/93 per tubazioni correnti entro strutture non affacciate nè all esterno nè su locali non riscaldati. Classificazione delle condizioni di utilizzo (UNI ISO 21003) 5.1.h) Specifiche della pompa di circolazione Circolatore all'interno del generatore. Munito di 3 velocità con disaeratore incorporato. 5.1.i) Terminali di erogazione dell'energia termica Radiatori in alluminio Descrizione impianto Centrale termica Appartamento a) Tipologia Impianto autonomo Sistemi di generazione Generatore di calore a condensazione ad acqua calda centralizzata alimentato a metano. Sistemi di termoregolazione Sistema di termoregolazione di una singola unità immobiliare pilotato dalla temperatura rilevata da termostato di zona. Il sistema è dotato di programmatore che consente la regolazione della temperatura media degli ambienti su almeno due livelli nell' arco delle 24 ore. Inoltre cono installate valvole termostatiche da radiatore pilotate da sensore termico inserito nella testa dell'apparecchio. Sistemi di contabilizzazione dell'energia termica Lettura diretta dei consumi da contatore gas metano. Sistemi di distribuzione del vettore termico Impianto dotato di collettore complanare con tubazioni di andata e ritorno per ogni singolo corpo scaldante. Sistemi di ventilazione forzata Non prevista. Sistemi di accumulo termico: Sistemi di produzione e di distribuzione dell'acqua calda sanitaria Produzione combinata con pannello solare termico e caldaia. Durezza dell'acqua di alimentazione dei generatori di calore per potenza installata maggiore o uguale a 350kW La durezza è quella dell'acquedotto cittadino. 5.2.b) Specifiche dei generatori di energia termica Pannello solare termico per ACS Solare termico a circolazione naturale 300 lt Pagina 8

10 Caldaia Delfis Condensing KC 24 Fluido termovettore Valore nominale della potenza termica utile Rendimento termico utile al 100% Pn del generatore di calore a condensazione alle seguenti condizioni Acqua 22,9 kw 96,7 % - temperatura acqua di mandata all utenza 70 C - temperatura acqua di ritorno dall utenza 60 C Valore minimo prescritto --- Rendimento termico utile al 30% Pn del generatore di calore a combustibile alle seguenti condizioni: 84,1 % - temperatura di mandata all utenza 70 C - temperatura di ritorno all utenza 60 C Valore minimo del rendimento termico utile al 30% di Pn --- Combustibile utilizzato Metano 5.2.c) Specifiche relative ai sistemi di regolazione dell'impianto termico Tipo di conduzione prevista X continua con attenuazione notturna intermittente Sistema di telegestione dell'impianto termico: Sistema di regolazione climatica in centrale termica Regolatori climatici Sistema di termoregolazione pilotato dalla temperatura esterna ed operante sulla temperatura dell'acqua in uscita del generatore di calore, il gruppo è dotato di programmatore che consente la regolazione della temperatura ambiente su due livelli nell'arco delle 24 h. Dispositivi per la regolazione automatica della temperatura ambiente nei singoli locali Valvole termostatiche da radiatore pilotate da sensore termico inserito nella testa dell'apparecchio 5.2.d) Terminali di erogazione dell'energia termica Zona termica: Appartamento 2 p. rialzato Tipo Radiatori su parete esterna isolata Potenza termica nominale 2797 W 5.2.e) Condotti di evacuazione dei prodotti della combustione Descrizione e caratteristiche principali Il condotto di evacuazione dei prodotti della combustione è realizzato utilizzando un condotto in acciaio inox Ø 80 che scarica oltre la copertura, nel rispetto della norma UNI 9615 e norma UNI-CIG 7129/ f) Sistemi di trattamento dell'acqua Non previsto 5.2.g) Specifiche dell isolamento termico della rete di distribuzione Materiale: polietilene espanso a cellule chiuse, rivestito da una pellicola in LD-PE estruso. Conduttività termica (a 40 C): = 0,040 W/mK (UNI EN ISO 8497). Classe di reazione al fuoco: 1 (UNI 9177); D5:L-s2-d2 (EN ). Spessore rivestimento: Conforme all allegato B- TAB 1 del DPR 412/93 per tubazioni correnti entro strutture non affacciate nè all esterno nè su locali non riscaldati. Classificazione delle condizioni di utilizzo (UNI ISO 21003) Pagina 9

11 5.2.h) Specifiche della pompa di circolazione Circolatore all'interno del generatore. Munito di 3 velocità con disaeratore incorporato. 5.2.i) Terminali di erogazione dell'energia termica Radiatori in alluminio Descrizione impianto Centrale termica Appartamento a) Tipologia Impianto autonomo Sistemi di generazione Generatore di calore a condensazione ad acqua calda centralizzata alimentato a metano. Sistemi di termoregolazione Sistema di termoregolazione di una singola unità immobiliare pilotato dalla temperatura rilevata da termostato di zona. Il sistema è dotato di programmatore che consente la regolazione della temperatura media degli ambienti su almeno due livelli nell' arco delle 24 ore. Inoltre cono installate valvole termostatiche da radiatore pilotate da sensore termico inserito nella testa dell'apparecchio. Sistemi di contabilizzazione dell'energia termica Lettura diretta dei consumi da contatore gas metano. Sistemi di distribuzione del vettore termico Impianto dotato di collettore complanare con tubazioni di andata e ritorno per ogni singolo corpo scaldante. Sistemi di ventilazione forzata Non prevista. Sistemi di accumulo termico: Sistemi di produzione e di distribuzione dell'acqua calda sanitaria Produzione combinata con pannello solare termico e caldaia. Durezza dell'acqua di alimentazione dei generatori di calore per potenza installata maggiore o uguale a 350kW La durezza è quella dell'acquedotto cittadino. 5.3.b) Specifiche dei generatori di energia termica Pannello solare termico per ACS Solare termico a circolazione naturale 300 lt Pagina 10

12 Caldaia Delfis Condensing KC 24 Fluido termovettore Valore nominale della potenza termica utile Rendimento termico utile al 100% Pn del generatore di calore a condensazione alle seguenti condizioni Acqua 22,9 kw 96,7 % - temperatura acqua di mandata all utenza 70 C - temperatura acqua di ritorno dall utenza 60 C Valore minimo prescritto --- Rendimento termico utile al 30% Pn del generatore di calore a combustibile alle seguenti condizioni: 84,1 % - temperatura di mandata all utenza 70 C - temperatura di ritorno all utenza 60 C Valore minimo del rendimento termico utile al 30% di Pn --- Combustibile utilizzato Metano 5.3.c) Specifiche relative ai sistemi di regolazione dell'impianto termico Tipo di conduzione prevista X continua con attenuazione notturna intermittente Sistema di telegestione dell'impianto termico: Sistema di regolazione climatica in centrale termica Regolatori climatici Sistema di termoregolazione pilotato dalla temperatura esterna ed operante sulla temperatura dell'acqua in uscita del generatore di calore, il gruppo è dotato di programmatore che consente la regolazione della temperatura ambiente su due livelli nell'arco delle 24 h. Dispositivi per la regolazione automatica della temperatura ambiente nei singoli locali Valvole termostatiche da radiatore pilotate da sensore termico inserito nella testa dell'apparecchio 5.3.d) Terminali di erogazione dell'energia termica Zona termica: Appartamento 3 p. rialzato Tipo Radiatori su parete esterna isolata Potenza termica nominale 2726 W 5.3.e) Condotti di evacuazione dei prodotti della combustione Descrizione e caratteristiche principali Il condotto di evacuazione dei prodotti della combustione è realizzato utilizzando un condotto in acciaio inox Ø 80 che scarica oltre la copertura, nel rispetto della norma UNI 9615 e norma UNI-CIG 7129/ f) Sistemi di trattamento dell'acqua Non previsto 5.3.g) Specifiche dell isolamento termico della rete di distribuzione Materiale: polietilene espanso a cellule chiuse, rivestito da una pellicola in LD-PE estruso. Conduttività termica (a 40 C): = 0,040 W/mK (UNI EN ISO 8497). Classe di reazione al fuoco: 1 (UNI 9177); D5:L-s2-d2 (EN ). Spessore rivestimento: Conforme all allegato B- TAB 1 del DPR 412/93 per tubazioni correnti entro strutture non affacciate nè all esterno nè su locali non riscaldati. Classificazione delle condizioni di utilizzo (UNI ISO 21003) Pagina 11

13 5.3.h) Specifiche della pompa di circolazione Circolatore all'interno del generatore. Munito di 3 velocità con disaeratore incorporato. 5.3.i) Terminali di erogazione dell'energia termica Radiatori in alluminio Descrizione impianto Centrale termica Appartamento a) Tipologia Impianto autonomo Sistemi di generazione Generatore di calore a condensazione ad acqua calda centralizzata alimentato a metano. Sistemi di termoregolazione Sistema di termoregolazione di una singola unità immobiliare pilotato dalla temperatura rilevata da termostato di zona. Il sistema è dotato di programmatore che consente la regolazione della temperatura media degli ambienti su almeno due livelli nell' arco delle 24 ore. Inoltre cono installate valvole termostatiche da radiatore pilotate da sensore termico inserito nella testa dell'apparecchio. Sistemi di contabilizzazione dell'energia termica Lettura diretta dei consumi da contatore gas metano. Sistemi di distribuzione del vettore termico Impianto dotato di collettore complanare con tubazioni di andata e ritorno per ogni singolo corpo scaldante. Sistemi di ventilazione forzata Non prevista. Sistemi di accumulo termico: Sistemi di produzione e di distribuzione dell'acqua calda sanitaria Produzione combinata con pannello solare termico e caldaia. Durezza dell'acqua di alimentazione dei generatori di calore per potenza installata maggiore o uguale a 350kW La durezza è quella dell'acquedotto cittadino. 5.4.b) Specifiche dei generatori di energia termica Pannello solare termico per ACS Solare termico a circolazione naturale 300 lt Pagina 12

14 Caldaia Delfis Condensing KC 24 Fluido termovettore Valore nominale della potenza termica utile Rendimento termico utile al 100% Pn del generatore di calore a condensazione alle seguenti condizioni Acqua 22,9 kw 96,7 % - temperatura acqua di mandata all utenza 70 C - temperatura acqua di ritorno dall utenza 60 C Valore minimo prescritto --- Rendimento termico utile al 30% Pn del generatore di calore a combustibile alle seguenti condizioni: 84,1 % - temperatura di mandata all utenza 70 C - temperatura di ritorno all utenza 60 C Valore minimo del rendimento termico utile al 30% di Pn --- Combustibile utilizzato Metano 5.4.c) Specifiche relative ai sistemi di regolazione dell'impianto termico Tipo di conduzione prevista X continua con attenuazione notturna intermittente Sistema di telegestione dell'impianto termico: Sistema di regolazione climatica in centrale termica Regolatori climatici Sistema di termoregolazione pilotato dalla temperatura esterna ed operante sulla temperatura dell'acqua in uscita del generatore di calore, il gruppo è dotato di programmatore che consente la regolazione della temperatura ambiente su due livelli nell'arco delle 24 h. Dispositivi per la regolazione automatica della temperatura ambiente nei singoli locali Valvole termostatiche da radiatore pilotate da sensore termico inserito nella testa dell'apparecchio 5.4.d) Terminali di erogazione dell'energia termica Zona termica: Appartamento 4 p. primo Tipo Radiatori su parete esterna isolata Potenza termica nominale 2249 W 5.4.e) Condotti di evacuazione dei prodotti della combustione Descrizione e caratteristiche principali Il condotto di evacuazione dei prodotti della combustione è realizzato utilizzando un condotto in acciaio inox Ø 80 che scarica oltre la copertura, nel rispetto della norma UNI 9615 e norma UNI-CIG 7129/ f) Sistemi di trattamento dell'acqua Non previsto 5.4.g) Specifiche dell isolamento termico della rete di distribuzione Materiale: polietilene espanso a cellule chiuse, rivestito da una pellicola in LD-PE estruso. Conduttività termica (a 40 C): = 0,040 W/mK (UNI EN ISO 8497). Classe di reazione al fuoco: 1 (UNI 9177); D5:L-s2-d2 (EN ). Spessore rivestimento: Conforme all allegato B- TAB 1 del DPR 412/93 per tubazioni correnti entro strutture non affacciate nè all esterno nè su locali non riscaldati. Classificazione delle condizioni di utilizzo (UNI ISO 21003) Pagina 13

15 5.4.h) Specifiche della pompa di circolazione Circolatore all'interno del generatore. Munito di 3 velocità con disaeratore incorporato. 5.4.i) Terminali di erogazione dell'energia termica Radiatori in alluminio Descrizione impianto Centrale termica Appartamento a) Tipologia Impianto autonomo Sistemi di generazione Generatore di calore a condensazione ad acqua calda centralizzata alimentato a metano. Sistemi di termoregolazione Sistema di termoregolazione di una singola unità immobiliare pilotato dalla temperatura rilevata da termostato di zona. Il sistema è dotato di programmatore che consente la regolazione della temperatura media degli ambienti su almeno due livelli nell' arco delle 24 ore. Inoltre cono installate valvole termostatiche da radiatore pilotate da sensore termico inserito nella testa dell'apparecchio. Sistemi di contabilizzazione dell'energia termica Lettura diretta dei consumi da contatore gas metano. Sistemi di distribuzione del vettore termico Impianto dotato di collettore complanare con tubazioni di andata e ritorno per ogni singolo corpo scaldante. Sistemi di ventilazione forzata Non prevista. Sistemi di accumulo termico: Sistemi di produzione e di distribuzione dell'acqua calda sanitaria Produzione combinata con pannello solare termico e caldaia. Durezza dell'acqua di alimentazione dei generatori di calore per potenza installata maggiore o uguale a 350kW La durezza è quella dell'acquedotto cittadino. 5.5.b) Specifiche dei generatori di energia termica Pannello solare termico per ACS Solare termico a circolazione naturale 300 lt Pagina 14

16 Caldaia Delfis Condensing KC 24 Fluido termovettore Valore nominale della potenza termica utile Rendimento termico utile al 100% Pn del generatore di calore a condensazione alle seguenti condizioni Acqua 22,9 kw 96,7 % - temperatura acqua di mandata all utenza 70 C - temperatura acqua di ritorno dall utenza 60 C Valore minimo prescritto --- Rendimento termico utile al 30% Pn del generatore di calore a combustibile alle seguenti condizioni: 84,1 % - temperatura di mandata all utenza 70 C - temperatura di ritorno all utenza 60 C Valore minimo del rendimento termico utile al 30% di Pn --- Combustibile utilizzato Metano 5.5.c) Specifiche relative ai sistemi di regolazione dell'impianto termico Tipo di conduzione prevista X continua con attenuazione notturna intermittente Sistema di telegestione dell'impianto termico: Sistema di regolazione climatica in centrale termica Regolatori climatici Sistema di termoregolazione pilotato dalla temperatura esterna ed operante sulla temperatura dell'acqua in uscita del generatore di calore, il gruppo è dotato di programmatore che consente la regolazione della temperatura ambiente su due livelli nell'arco delle 24 h. Dispositivi per la regolazione automatica della temperatura ambiente nei singoli locali Valvole termostatiche da radiatore pilotate da sensore termico inserito nella testa dell'apparecchio 5.5.d) Terminali di erogazione dell'energia termica Zona termica: Appartamento 5 p. primo Tipo Radiatori su parete esterna isolata Potenza termica nominale 2363 W 5.5.e) Condotti di evacuazione dei prodotti della combustione Descrizione e caratteristiche principali Il condotto di evacuazione dei prodotti della combustione è realizzato utilizzando un condotto in acciaio inox Ø 80 che scarica oltre la copertura, nel rispetto della norma UNI 9615 e norma UNI-CIG 7129/ f) Sistemi di trattamento dell'acqua Non previsto 5.5.g) Specifiche dell isolamento termico della rete di distribuzione Materiale: polietilene espanso a cellule chiuse, rivestito da una pellicola in LD-PE estruso. Conduttività termica (a 40 C): = 0,040 W/mK (UNI EN ISO 8497). Classe di reazione al fuoco: 1 (UNI 9177); D5:L-s2-d2 (EN ). Spessore rivestimento: Conforme all allegato B- TAB 1 del DPR 412/93 per tubazioni correnti entro strutture non affacciate nè all esterno nè su locali non riscaldati. Classificazione delle condizioni di utilizzo (UNI ISO 21003) Pagina 15

17 5.5.h) Specifiche della pompa di circolazione Circolatore all'interno del generatore. Munito di 3 velocità con disaeratore incorporato. 5.5.i) Terminali di erogazione dell'energia termica Radiatori in alluminio Descrizione impianto Centrale termica Appartamento a) Tipologia Impianto autonomo Sistemi di generazione Generatore di calore a condensazione ad acqua calda centralizzata alimentato a metano. Sistemi di termoregolazione Sistema di termoregolazione di una singola unità immobiliare pilotato dalla temperatura rilevata da termostato di zona. Il sistema è dotato di programmatore che consente la regolazione della temperatura media degli ambienti su almeno due livelli nell' arco delle 24 ore. Inoltre cono installate valvole termostatiche da radiatore pilotate da sensore termico inserito nella testa dell'apparecchio. Sistemi di contabilizzazione dell'energia termica Lettura diretta dei consumi da contatore gas metano. Sistemi di distribuzione del vettore termico Impianto dotato di collettore complanare con tubazioni di andata e ritorno per ogni singolo corpo scaldante. Sistemi di ventilazione forzata Non prevista. Sistemi di accumulo termico: Sistemi di produzione e di distribuzione dell'acqua calda sanitaria Produzione combinata con pannello solare termico e caldaia. Durezza dell'acqua di alimentazione dei generatori di calore per potenza installata maggiore o uguale a 350kW La durezza è quella dell'acquedotto cittadino. 5.6.b) Specifiche dei generatori di energia termica Pannello solare termico per ACS Solare termico a circolazione naturale 300 lt Pagina 16

18 Caldaia Delfis Condensing KC 24 Fluido termovettore Valore nominale della potenza termica utile Rendimento termico utile al 100% Pn del generatore di calore a condensazione alle seguenti condizioni Acqua 22,9 kw 96,7 % - temperatura acqua di mandata all utenza 70 C - temperatura acqua di ritorno dall utenza 60 C Valore minimo prescritto --- Rendimento termico utile al 30% Pn del generatore di calore a combustibile alle seguenti condizioni: 84,1 % - temperatura di mandata all utenza 70 C - temperatura di ritorno all utenza 60 C Valore minimo del rendimento termico utile al 30% di Pn --- Combustibile utilizzato Metano 5.6.c) Specifiche relative ai sistemi di regolazione dell'impianto termico Tipo di conduzione prevista X continua con attenuazione notturna intermittente Sistema di telegestione dell'impianto termico: Sistema di regolazione climatica in centrale termica Regolatori climatici Sistema di termoregolazione pilotato dalla temperatura esterna ed operante sulla temperatura dell'acqua in uscita del generatore di calore, il gruppo è dotato di programmatore che consente la regolazione della temperatura ambiente su due livelli nell'arco delle 24 h. Dispositivi per la regolazione automatica della temperatura ambiente nei singoli locali Valvole termostatiche da radiatore pilotate da sensore termico inserito nella testa dell'apparecchio 5.6.d) Terminali di erogazione dell'energia termica Zona termica: Appartamento 6 p. primo Tipo Radiatori su parete esterna isolata Potenza termica nominale 2326 W 5.6.e) Condotti di evacuazione dei prodotti della combustione Descrizione e caratteristiche principali Il condotto di evacuazione dei prodotti della combustione è realizzato utilizzando un condotto in acciaio inox Ø 80 che scarica oltre la copertura, nel rispetto della norma UNI 9615 e norma UNI-CIG 7129/ f) Sistemi di trattamento dell'acqua Non previsto 5.6.g) Specifiche dell isolamento termico della rete di distribuzione Materiale: polietilene espanso a cellule chiuse, rivestito da una pellicola in LD-PE estruso. Conduttività termica (a 40 C): = 0,040 W/mK (UNI EN ISO 8497). Classe di reazione al fuoco: 1 (UNI 9177); D5:L-s2-d2 (EN ). Spessore rivestimento: Conforme all allegato B- TAB 1 del DPR 412/93 per tubazioni correnti entro strutture non affacciate nè all esterno nè su locali non riscaldati. Classificazione delle condizioni di utilizzo (UNI ISO 21003) Pagina 17

19 5.6.h) Specifiche della pompa di circolazione Circolatore all'interno del generatore. Munito di 3 velocità con disaeratore incorporato. 5.6.i) Terminali di erogazione dell'energia termica Radiatori in alluminio Descrizione impianto Centrale termica Appartamento a) Tipologia Impianto autonomo Sistemi di generazione Generatore di calore a condensazione ad acqua calda centralizzata alimentato a metano. Sistemi di termoregolazione Sistema di termoregolazione di una singola unità immobiliare pilotato dalla temperatura rilevata da termostato di zona. Il sistema è dotato di programmatore che consente la regolazione della temperatura media degli ambienti su almeno due livelli nell' arco delle 24 ore. Inoltre cono installate valvole termostatiche da radiatore pilotate da sensore termico inserito nella testa dell'apparecchio. Sistemi di contabilizzazione dell'energia termica Lettura diretta dei consumi da contatore gas metano. Sistemi di distribuzione del vettore termico Impianto dotato di collettore complanare con tubazioni di andata e ritorno per ogni singolo corpo scaldante. Sistemi di ventilazione forzata Non prevista. Sistemi di accumulo termico: Sistemi di produzione e di distribuzione dell'acqua calda sanitaria Produzione combinata con pannello solare termico e caldaia. Durezza dell'acqua di alimentazione dei generatori di calore per potenza installata maggiore o uguale a 350kW La durezza è quella dell'acquedotto cittadino. 5.7.b) Specifiche dei generatori di energia termica Pannello solare termico per ACS Solare termico a circolazione naturale 300 lt Pagina 18

20 Caldaia Delfis Condensing KC 24 Fluido termovettore Valore nominale della potenza termica utile Rendimento termico utile al 100% Pn del generatore di calore a condensazione alle seguenti condizioni Acqua 22,9 kw 96,7 % - temperatura acqua di mandata all utenza 70 C - temperatura acqua di ritorno dall utenza 60 C Valore minimo prescritto --- Rendimento termico utile al 30% Pn del generatore di calore a combustibile alle seguenti condizioni: 84,1 % - temperatura di mandata all utenza 70 C - temperatura di ritorno all utenza 60 C Valore minimo del rendimento termico utile al 30% di Pn --- Combustibile utilizzato Metano 5.7.c) Specifiche relative ai sistemi di regolazione dell'impianto termico Tipo di conduzione prevista X continua con attenuazione notturna intermittente Sistema di telegestione dell'impianto termico: Sistema di regolazione climatica in centrale termica Regolatori climatici Sistema di termoregolazione pilotato dalla temperatura esterna ed operante sulla temperatura dell'acqua in uscita del generatore di calore, il gruppo è dotato di programmatore che consente la regolazione della temperatura ambiente su due livelli nell'arco delle 24 h.. Dispositivi per la regolazione automatica della temperatura ambiente nei singoli locali Valvole termostatiche da radiatore pilotate da sensore termico inserito nella testa dell'apparecchio 5.7.d) Terminali di erogazione dell'energia termica Zona termica: Appartamento 7 p. secondo Tipo Radiatori su parete esterna isolata Potenza termica nominale 2616 W 5.7.e) Condotti di evacuazione dei prodotti della combustione Descrizione e caratteristiche principali Il condotto di evacuazione dei prodotti della combustione è realizzato utilizzando un condotto in acciaio inox Ø 80 che scarica oltre la copertura, nel rispetto della norma UNI 9615 e norma UNI-CIG 7129/ f) Sistemi di trattamento dell'acqua Non previsto 5.7.g) Specifiche dell isolamento termico della rete di distribuzione Materiale: polietilene espanso a cellule chiuse, rivestito da una pellicola in LD-PE estruso. Conduttività termica (a 40 C): = 0,040 W/mK (UNI EN ISO 8497). Classe di reazione al fuoco: 1 (UNI 9177); D5:L-s2-d2 (EN ). Spessore rivestimento: Conforme all allegato B- TAB 1 del DPR 412/93 per tubazioni correnti entro strutture non affacciate nè all esterno nè su locali non riscaldati. Classificazione delle condizioni di utilizzo (UNI ISO 21003) Pagina 19

21 5.7.h) Specifiche della pompa di circolazione Circolatore all'interno del generatore. Munito di 3 velocità con disaeratore incorporato. 5.7.i) Terminali di erogazione dell'energia termica Radiatori in alluminio Descrizione impianto Centrale termica Appartamento a) Tipologia Impianto autonomo Sistemi di generazione Generatore di calore a condensazione ad acqua calda centralizzata alimentato a metano. Sistemi di termoregolazione Sistema di termoregolazione di una singola unità immobiliare pilotato dalla temperatura rilevata da termostato di zona. Il sistema è dotato di programmatore che consente la regolazione della temperatura media degli ambienti su almeno due livelli nell' arco delle 24 ore. Inoltre cono installate valvole termostatiche da radiatore pilotate da sensore termico inserito nella testa dell'apparecchio. Sistemi di contabilizzazione dell'energia termica Lettura diretta dei consumi da contatore gas metano. Sistemi di distribuzione del vettore termico Impianto dotato di collettore complanare con tubazioni di andata e ritorno per ogni singolo corpo scaldante. Sistemi di ventilazione forzata Non prevista. Sistemi di accumulo termico: Sistemi di produzione e di distribuzione dell'acqua calda sanitaria Produzione combinata con pannello solare termico e caldaia. Durezza dell'acqua di alimentazione dei generatori di calore per potenza installata maggiore o uguale a 350kW La durezza è quella dell'acquedotto cittadino. 5.8.b) Specifiche dei generatori di energia termica Pannello solare termico per ACS Solare termico a circolazione naturale 300 lt Pagina 20

22 Caldaia Delfis Condensing KC 24 Fluido termovettore Valore nominale della potenza termica utile Rendimento termico utile al 100% Pn del generatore di calore a condensazione alle seguenti condizioni Acqua 22,9 kw 96,7 % - temperatura acqua di mandata all utenza 70 C - temperatura acqua di ritorno dall utenza 60 C Valore minimo prescritto --- Rendimento termico utile al 30% Pn del generatore di calore a combustibile alle seguenti condizioni: 84,1 % - temperatura di mandata all utenza 70 C - temperatura di ritorno all utenza 60 C Valore minimo del rendimento termico utile al 30% di Pn --- Combustibile utilizzato Metano 5.8.c) Specifiche relative ai sistemi di regolazione dell'impianto termico Tipo di conduzione prevista X continua con attenuazione notturna intermittente Sistema di telegestione dell'impianto termico: Sistema di regolazione climatica in centrale termica Regolatori climatici Sistema di termoregolazione pilotato dalla temperatura esterna ed operante sulla temperatura dell'acqua in uscita del generatore di calore, il gruppo è dotato di programmatore che consente la regolazione della temperatura ambiente su due livelli nell'arco delle 24 h. Dispositivi per la regolazione automatica della temperatura ambiente nei singoli locali Valvole termostatiche da radiatore pilotate da sensore termico inserito nella testa dell'apparecchio 5.8.d) Terminali di erogazione dell'energia termica Zona termica: Appartamento 8 p. secondo Tipo Radiatori su parete esterna isolata Potenza termica nominale 2747 W 5.8.e) Condotti di evacuazione dei prodotti della combustione Descrizione e caratteristiche principali Il condotto di evacuazione dei prodotti della combustione è realizzato utilizzando un condotto in acciaio inox Ø 80 che scarica oltre la copertura, nel rispetto della norma UNI 9615 e norma UNI-CIG 7129/ f) Sistemi di trattamento dell'acqua Non previsto 5.8.g) Specifiche dell isolamento termico della rete di distribuzione Materiale: polietilene espanso a cellule chiuse, rivestito da una pellicola in LD-PE estruso. Conduttività termica (a 40 C): = 0,040 W/mK (UNI EN ISO 8497). Classe di reazione al fuoco: 1 (UNI 9177); D5:L-s2-d2 (EN ). Spessore rivestimento: Conforme all allegato B- TAB 1 del DPR 412/93 per tubazioni correnti entro strutture non affacciate nè all esterno nè su locali non riscaldati. Classificazione delle condizioni di utilizzo (UNI ISO 21003) Pagina 21

23 5.8.h) Specifiche della pompa di circolazione Circolatore all'interno del generatore. Munito di 3 velocità con disaeratore incorporato. 5.8.i) Terminali di erogazione dell'energia termica Radiatori in alluminio Descrizione impianto Centrale termica Appartamento a) Tipologia Impianto autonomo Sistemi di generazione Generatore di calore a condensazione ad acqua calda centralizzata alimentato a metano. Sistemi di termoregolazione Sistema di termoregolazione di una singola unità immobiliare pilotato dalla temperatura rilevata da termostato di zona. Il sistema è dotato di programmatore che consente la regolazione della temperatura media degli ambienti su almeno due livelli nell' arco delle 24 ore. Inoltre cono installate valvole termostatiche da radiatore pilotate da sensore termico inserito nella testa dell'apparecchio. Sistemi di contabilizzazione dell'energia termica Lettura diretta dei consumi da contatore gas metano. Sistemi di distribuzione del vettore termico Impianto dotato di collettore complanare con tubazioni di andata e ritorno per ogni singolo corpo scaldante. Sistemi di ventilazione forzata Non prevista. Sistemi di accumulo termico: Sistemi di produzione e di distribuzione dell'acqua calda sanitaria Produzione combinata con pannello solare termico e caldaia. Durezza dell'acqua di alimentazione dei generatori di calore per potenza installata maggiore o uguale a 350kW La durezza è quella dell'acquedotto cittadino. 5.9.b) Specifiche dei generatori di energia termica Pannello solare termico per ACS Solare termico a circolazione naturale 300 lt Pagina 22

24 Caldaia Delfis Condensing KC 24 Fluido termovettore Valore nominale della potenza termica utile Rendimento termico utile al 100% Pn del generatore di calore a condensazione alle seguenti condizioni Acqua 22,9 kw 96,7 % - temperatura acqua di mandata all utenza 70 C - temperatura acqua di ritorno dall utenza 60 C Valore minimo prescritto --- Rendimento termico utile al 30% Pn del generatore di calore a combustibile alle seguenti condizioni: 84,1 % - temperatura di mandata all utenza 70 C - temperatura di ritorno all utenza 60 C Valore minimo del rendimento termico utile al 30% di Pn --- Combustibile utilizzato Metano 5.9.c) Specifiche relative ai sistemi di regolazione dell'impianto termico Tipo di conduzione prevista X continua con attenuazione notturna intermittente Sistema di telegestione dell'impianto termico: Sistema di regolazione climatica in centrale termica Regolatori climatici Sistema di termoregolazione pilotato dalla temperatura esterna ed operante sulla temperatura dell'acqua in uscita del generatore di calore, il gruppo è dotato di programmatore che consente la regolazione della temperatura ambiente su due livelli nell'arco delle 24 h. Dispositivi per la regolazione automatica della temperatura ambiente nei singoli locali Valvole termostatiche da radiatore pilotate da sensore termico inserito nella testa dell'apparecchio 5.9.d) Terminali di erogazione dell'energia termica Zona termica: Appartamento 9 p. secondo Tipo Radiatori su parete esterna isolata Potenza termica nominale 2676 W 5.9.e) Condotti di evacuazione dei prodotti della combustione Descrizione e caratteristiche principali Il condotto di evacuazione dei prodotti della combustione è realizzato utilizzando un condotto in acciaio inox Ø 80 che scarica oltre la copertura, nel rispetto della norma UNI 9615 e norma UNI-CIG 7129/ f) Sistemi di trattamento dell'acqua Non previsto 5.9.g) Specifiche dell isolamento termico della rete di distribuzione Materiale: polietilene espanso a cellule chiuse, rivestito da una pellicola in LD-PE estruso. Conduttività termica (a 40 C): = 0,040 W/mK (UNI EN ISO 8497). Classe di reazione al fuoco: 1 (UNI 9177); D5:L-s2-d2 (EN ). Spessore rivestimento: Conforme all allegato B- TAB 1 del DPR 412/93 per tubazioni correnti entro strutture non affacciate nè all esterno nè su locali non riscaldati. Classificazione delle condizioni di utilizzo (UNI ISO 21003) Pagina 23

25 5.9.h) Specifiche della pompa di circolazione Circolatore all'interno del generatore. Munito di 3 velocità con disaeratore incorporato. 5.9.i) Terminali di erogazione dell'energia termica Radiatori in alluminio. 6. PRINCIPALI RISULTATI DEI CALCOLI 6.1. Dati termo fisici relativi all involucro edilizio 6.1.a) Attenuazione dei ponti termici (provvedimenti e calcoli) 6.1.b) Comportamento termico in regime estivo Valore di progetto Valore limite Indice di prestazione energetica dell involucro edilizio per il raffrescamento (EPe,inv) 22,5 kwh/m 2 anno 30,0 kwh/m 2 anno 6.2. Serramenti esterni e schermature Classe di permeabilità all aria dei serramenti esterni Valutazione dell efficacia dei sistemi schermanti delle superfici vetrate Descrizione degli elementi schermanti 6.3. Controllo della condensazione Vedi allegati alla presente relazione 6.4. Ventilazione Zona termica Appartamento 1 p. rialzato Numeri di ricambi d aria (media nelle 24 ore) 0,35 Zona termica Appartamento 2 p. rialzato Numeri di ricambi d aria (media nelle 24 ore) 0,35 Zona termica Appartamento 3 p. rialzato Numeri di ricambi d aria (media nelle 24 ore) 0,35 Zona termica Appartamento 4 p. primo Numeri di ricambi d aria (media nelle 24 ore) 0,35 Zona termica Appartamento 5 p. primo Numeri di ricambi d aria (media nelle 24 ore) 0,35 Zona termica Appartamento 6 p. primo Numeri di ricambi d aria (media nelle 24 ore) 0,35 Zona termica Appartamento 7 p. secondo Numeri di ricambi d aria (media nelle 24 ore) 0,35 Zona termica Appartamento 8 p. secondo Numeri di ricambi d aria (media nelle 24 ore) 0,35 Zona termica Appartamento 9 p. secondo Numeri di ricambi d aria (media nelle 24 ore) 0,35 Pagina 24

26 6.5. Verifica dell impianto termico 6.5.a) Rendimenti dei sottosistemi dell impianto termico Valore dei rendimenti medi stagionali di progetto Rendimento di produzione 82,27 % Rendimento di regolazione 99,00 % Rendimento di distribuzione 94,48 % Rendimento di emissione 98,00 % 6.5.b) Rendimento globale medio stagionale Valore di progetto Valore limite Rendimento globale medio stagionale dell impianto termico 72,00 % --- % 6.6. Indici di prestazione energetica 6.6.a) Indice di prestazione energetica per la climatizzazione invernale Valore di progetto EPi Confronto con il valore limite 56,807 kwh/m² anno 63,820 kwh/m² anno Combustibile Fabbisogno Metano 2719,72 Nm³ Fabbisogno di energia elettrica da rete 703,2 kwhe Fabbisogno di energia elettrica da produzione locale (fonti rinnovabili) 0,0 kwhe 6.6.b) Indice di prestazione energetica normalizzato per la climatizzazione invernale Valore di progetto 27,0 kj/m³gg Pagina 25

27 6.6.c) Indice di prestazione energetica per la produzione di acqua calda sanitaria (EPacs) Valore di progetto EPacs Confronto con il valore limite 13,360 kwh/m² anno --- kwh/m² anno Combustibile Metano Fabbisogno 389,04 Nm³ Fabbisogno di energia elettrica da rete Fabbisogno di energia elettrica da produzione locale 1311,0 kwhe 0,0 kwhe 6.7. Impianti e sistemi per la produzione di energia da fonti rinnovabili e altri sistemi di generazione 6.7.a) Impianti a fonti rinnovabili per la produzione di acqua calda sanitaria (produzione di energia termica da FER) Energia primaria rinnovabile per la produzione di ACS Fabbisogno di energia primaria annuo per la produzione di ACS 19352,3 kwh/anno 6717,2 kwh/anno Percentuale di copertura del fabbisogno annuo 74,2 % 6.7.b) Impianti a fonti rinnovabili per il riscaldamento e la produzione di acqua calda sanitaria e il raffrescamento Energia prodotta ed utilizzata Fabbisogno di energia primaria per il riscaldamento Fabbisogno di energia primaria per la produzione di ACS Fabbisogno di energia primaria per il raffrescamento 19352,3 kwh/anno 28562,7 kwh/anno 6717,2 kwh/anno 0,0 kwh/anno Percentuale di copertura del fabbisogno annuo 35,4 % 6.7.c) Impianti a fonti rinnovabili per la produzione di energia elettrica (produzione di energia elettrica da FER) Energia elettrica prodotta mediante fonti rinnovabili Fabbisogno di energia elettrica dell edificio (kwh) 0,0 kwh/anno 2014,2 kwh/anno Percentuale di copertura del fabbisogno annuo 0,0 % Pagina 26

28 6.7.d) Altri sistemi di generazione dell energia (unità o impianti di micro o piccola cogenerazione e/o collegamento ad impianti consortili e/o reti di teleriscaldamento) Descrizione e caratteristiche tecniche di apparecchiature, sistemi e impianti di rilevante importanza funzionali Energia termica fornita Energia elettrica fornita 0,0 kwh 0,0 kwh 7. ELEMENTI SPECIFICI CHE MOTIVANO EVENTUALI DEROGHE A NORME FISSATE DALLA NORMATIVA VIGENTE Temperatura massima ammessa negli ambienti Produzione centralizzata mediante generatori di calore separati per la climatizzazione invernale e per l'acqua calda Adozione di dispositivi di regolazione automatica della temperatura nei singoli locali o zone 8. VALUTAZIONI SPECIFICHE PER L UTILIZZO DELLE FONTI DI ENERGIA RINNOVABILE 9. DOCUMENTAZIONE ALLEGATA (elenco indicativo) N 1 piante di ciascun piano degli edifici con orientamento e indicazione d uso prevalente dei singoli locali; N 1 schema funzionale dell impianto termico; N 1 calcolo dispersioni; N 1 dimensionamento masse radianti; N 9 dimensionamento tubazioni; Pagina 27

29 10. DICHIARAZIONE DI RISPONDENZA Il sottoscritto iscritto all Ordine degli Ingegneri della provincia di n iscriz DICHIARA essendo a conoscenza delle sanzioni previste dall'art.15, commi 1 e 2, del decreto legislativo di attuazione della direttiva 2002/91/CE sotto la propria personale responsabilità che: a) il progetto relativo alle opere di cui sopra è rispondente alle prescrizioni contenute nel decreto attuativo della direttiva 2010/31/UE; b) i dati e le informazioni contenuti nella relazione tecnica sono conformi a quanto contenuto o desumibile dagli elaborati progettuali. Ai sensi dell art.15 del D.Lgs. 19 agosto 2005 n.192 e ss.mm.ii. la presente RELAZIONE TECNICA è resa, dal sottoscritto, in forma di dichiarazione sostitutiva di atto notorio ai sensi dell'art.47 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n.445. Si allega copia fotostatica del documento di identità. Data Timbro e Firma Pagina 28

30 CALCOLO DISPERSIONI TERMICHE Parametri climatici della località Gradi giorno 1964 C Temperatura minima di progetto -2,5 C Altitudine 439 m Zona climatica D Giorni di riscaldamento 166 Velocità del vento 6,2 m/s Zona di vento 2 Province di riferimento FG BN Temperature medie mensili ( C) GEN FEB MAR APR MAG GIU LUG AGO SET OTT NOV DIC 3,9 4,8 7,5 11,3 15,4 20,7 23,5 23,0 19,6 14,4 9,7 5,4 Irradiazioni medie mensili (W/m 2 ) Temperatu ra [C ] GEN FEB MAR APR MAG GIU LUG AGO SET OTT NOV DIC Orizz. 72,0 109,3 157,9 218,8 266,8 294,2 307,3 267,6 201,8 140,5 85,8 63,6 S 118,4 140,6 143,0 133,1 118,9 112,6 121,5 140,5 159,9 170,2 137,2 113,1 SE/SO 93,8 119,0 137,4 153,1 155,5 156,3 169,2 174,7 165,4 148,2 109,7 88,3 E/O 56,1 81,9 112,1 147,8 173,0 187,2 198,1 179,4 142,5 105,5 67,1 50,3 NE/NO 27,1 43,3 69,4 105,5 138,5 157,8 160,7 130,3 88,9 54,7 31,6 23,4 N 24,0 33,6 46,8 65,8 94,8 114,8 109,4 77,7 51,8 38,1 26,7 21,4 Pagina 29

31 Dispersioni dei locali Appartamento 1 p. rialzato Locale T i [ C] P t [W] P v [W] P RH [W] P[W] 1. Ingresso - Cucina 20,00 558,40 112,99 204,60 876,00 2. Camera da letto 20,00 408,80 87,78 158,95 655,54 3. Corridoio + ripostiglio 20,00 181,98 40,70 73,70 296,39 4. Cameretta 20,00 347,01 58,02 105,05 510,08 5. Bagno 20,00 240,71 30,37 55,00 326,08 Totale zona 1.736,90 329,86 597, ,09 Appartamento 2 p. rialzato Locale T i [ C] P t [W] P v [W] P RH [W] P[W] 1. Ingresso - Cucina 20,00 638,00 165,24 299, ,44 2. Camera da letto 20,00 447,60 85,05 154,00 686,65 3. Bagno 20,00 280,83 29,16 52,80 362,79 4. Cameretta 20,00 462,80 64,70 117,15 644,65 Totale zona 1.829,23 344,15 623, ,53 Appartamento 3 p. rialzato Locale T i [ C] P t [W] P v [W] P RH [W] P[W] 1. Ingresso - Cucina 20,00 636,99 165,24 299, ,43 2. Camera da letto 20,00 442,73 85,05 154,00 681,78 3. Bagno 20,00 278,40 29,16 52,80 360,36 4. Cameretta 20,00 400,73 64,70 117,15 582,57 Totale zona 1.758,85 344,15 623, ,14 Appartamento 4 p. primo Locale T i [ C] P t [W] P v [W] P RH [W] P[W] 1. Ingresso - Cucina 20,00 416,09 112,99 204,60 733,69 2. Camera da letto 20,00 298,25 87,78 158,95 544,98 3. Corridoio + ripostiglio 20,00 130,72 40,70 73,70 245,12 4. Cameretta 20,00 273,94 58,02 105,05 437,01 5. Bagno 20,00 202,45 30,37 55,00 287,83 Totale zona 1.321,45 329,86 597, ,63 Appartamento 5 p. primo Locale T i [ C] P t [W] P v [W] P RH [W] P[W] 1. Ingresso - Cucina 20,00 429,89 165,24 299,20 894,33 2. Camera da letto 20,00 340,49 85,05 154,00 579,54 3. Bagno 20,00 244,10 29,16 52,80 326,06 4. Cameretta 20,00 381,31 64,70 117,15 563,16 Totale zona 1.395,79 344,15 623, ,09 Appartamento 6 p. primo Locale T i [ C] P t [W] P v [W] P RH [W] P[W] 1. Ingresso - Cucina 20,00 428,88 165,24 299,20 893,32 2. Camera da letto 20,00 369,25 85,05 154,00 608,30 3. Bagno 20,00 241,67 29,16 52,80 323,63 4. Cameretta 20,00 319,24 64,70 117,15 501,09 Totale zona 1.359,04 344,15 623, ,34 Appartamento 7 p. secondo Locale T i [ C] P t [W] P v [W] P RH [W] P[W] 1. Ingresso - Cucina 20,00 542,00 112,99 204,60 859,59 2. Camera da letto 20,00 396,06 87,78 158,95 642,79 3. Corridoio + ripostiglio 20,00 176,08 40,70 73,70 290,48 4. Cameretta 20,00 338,59 58,02 105,05 501,65 5. Bagno 20,00 236,30 30,37 55,00 321,67 Totale zona 1.689,03 329,86 597, ,18 Pagina 30

32 Appartamento 8 p. secondo Locale T i [ C] P t [W] P v [W] P RH [W] P[W] 1. Ingresso - Cucina 20,00 614,01 165,24 299, ,45 2. Camera da letto 20,00 435,26 85,05 154,00 674,31 3. Bagno 20,00 276,60 29,16 52,80 358,56 4. Cameretta 20,00 453,40 64,70 117,15 635,25 Totale zona 1.779,27 344,15 623, ,57 Appartamento 9 p. secondo Locale T i [ C] P t [W] P v [W] P RH [W] P[W] 1. Ingresso - Cucina 20,00 613,00 165,24 299, ,44 2. Camera da letto 20,00 430,39 85,05 154,00 669,44 3. Bagno 20,00 274,16 29,16 52,80 356,12 4. Cameretta 20,00 391,33 64,70 117,15 573,18 Totale zona 1.708,88 344,15 623, ,18 TOTALE , , , ,75 Legenda T i: temperatura interna P t: potenza dispersa per trasmissione P v: potenza dispersa per ventilazione P RH: potenza di ripresa richiesta per compensare gli effetti del riscaldamento intermittente P: potenza dispersa totale Pagina 31

33 Appartamento 1 P. Rialzato DIMENSIONAMENTO RADIATORI Locale T i [ C] P t [W] P v [W] P RH [W] P[W] N. Elementi Tipo 1. Ingresso - Cucina ,4 112,99 204, A Seven Camera da letto ,8 87,78 158,95 655,54 6 B Seven Corridoio + ripostiglio ,98 40,7 73,7 296,39 2 A Seven Cameretta ,01 58,02 105,05 510,08 4 B Seven Bagno ,71 30, ,08 3 B Seven 600 Appartamento 2 P. Rialzato Locale T i [ C] P t [W] P v [W] P RH [W] P[W] N. Elementi Tipo 1. Ingresso - Cucina ,24 299, ,44 9 B Seven Camera da letto ,6 85, ,65 6 B Seven Bagno ,83 29,16 52,8 362,79 3 A Seven Cameretta ,8 64,7 117,15 644,65 4 A Seven 800 Appartamento 3 P. Rialzato Locale T i [ C] P t [W] P v [W] P RH [W] P[W] N. Elementi Tipo 1. Ingresso - Cucina ,99 165,24 299, ,43 9 B Seven Camera da letto ,73 85, ,78 6 B Seven Bagno ,4 29,16 52,8 360,36 3 A Seven Cameretta ,73 64,7 117,15 582,57 4 A Seven 800 Appartamento 4 P. Primo Locale T i [ C] P t [W] P v [W] P RH [W] P[W] N. Elementi Tipo 1. Ingresso - Cucina ,09 112,99 204,6 733,69 5 A Seven Camera da letto ,25 87,78 158,95 544,98 5 B Seven Corridoio + ripostiglio ,72 40,7 73,7 245,12 2 A Seven Cameretta ,94 58,02 105,05 437,01 4 B Seven Bagno ,45 30, ,83 3 B Seven 600 Appartamento 5 P. Primo Locale T i [ C] P t [W] P v [W] P RH [W] P[W] N. Elementi Tipo 1. Ingresso - Cucina ,89 165,24 299,2 894,33 8 B Seven Camera da letto ,49 85, ,54 5 B Seven Bagno ,1 29,16 52,8 326,06 3 A Seven Cameretta ,31 64,7 117,15 563,16 4 A Seven 800 Pagina 32

34 Appartamento 6 P. Primo Locale T i [ C] P t [W] P v [W] P RH [W] P[W] N. Elementi Tipo 1. Ingresso - Cucina ,88 165,24 299,2 893,32 8 B Seven Camera da letto ,25 85, ,3 5 B Seven Bagno ,67 29,16 52,8 323,63 3 A Seven Cameretta ,24 64,7 117,15 501,09 3 A Seven 800 Appartamento 7 P. Secondo Locale T i [ C] P t [W] P v [W] P RH [W] P[W] N. Elementi Tipo 1. Ingresso - Cucina ,99 204,6 859,59 6 A Seven Camera da letto ,06 87,78 158,95 642,79 6 B Seven Corridoio + ripostiglio ,08 40,7 73,7 290,48 2 A Seven Cameretta ,59 58,02 105,05 501,65 4 B Seven Bagno ,3 30, ,67 3 B Seven 600 Appartamento 8 P. Secondo Locale T i [ C] P t [W] P v [W] P RH [W] P[W] N. Elementi Tipo 1. Ingresso - Cucina ,01 165,24 299, ,45 9 B Seven Camera da letto ,26 85, ,31 6 B Seven Bagno ,6 29,16 52,8 358,56 3 A Seven Cameretta ,4 64,7 117,15 635,25 4 A Seven 800 Appartamento 9 P. Secondo Locale T i [ C] P t [W] P v [W] P RH [W] P[W] N. Elementi Tipo 1. Ingresso - Cucina ,24 299, ,44 9 B Seven Camera da letto ,39 85, ,44 6 B Seven Bagno ,16 29,16 52,8 356,12 3 A Seven Cameretta ,33 64,7 117,15 573,18 4 A Seven 800 Legenda T i: temperatura interna P t: potenza dispersa per trasmissione P v: potenza dispersa per ventilazione P RH: potenza di ripresa richiesta per compensare gli effetti del riscaldamento intermittente P: potenza dispersa totale A: Radiatore Seven 800 B: Radiatore Seven 600 Pagina 33

35 DIMENSIONAMENTO TUBAZIONI Appartamento 1 P. Rialzato TRONCO FABBISOGNO PORTATA LUNG. Ø int Ø PeX W l/h m. mm. mm. RIFERIMENTO. 2 TUBI IN MULTISTRATO TEMP.ESERCIZIO 70 C VISCOSITA' T = 10,00 Caldaia - Collettore p al collettore = 142 mm c.a. coll. - Rad Seven 800 coll. - Rad Seven 600 coll. -Rad Seven 800 coll. - Rad Seven 600 coll. - Rad Seven 600 Appartamento 2 P. Rialzato TRONCO FABBISOGNO PORTATA LUNG. Ø int Ø PeX W l/h m. mm. mm. RIFERIMENTO. 2 TUBI IN MULTISTRATO TEMP.ESERCIZIO 70 C VISCOSITA' T = 10,00 Caldaia - Collettore p al collettore = 217 mm c.a. coll. - Rad Seven 600 coll. - Rad Seven 600 coll. -Rad Seven 800 coll. - Rad Seven 800 Pagina 34

36 Appartamento 3 P. Rialzato TRONCO FABBISOGNO PORTATA LUNG. Ø int Ø PeX W l/h m. mm. mm. RIFERIMENTO. 2 TUBI IN MULTISTRATO TEMP.ESERCIZIO 70 C VISCOSITA' T = 10,00 Caldaia - Collettore p al collettore = 216 mm c.a. coll. - Rad Seven 600 coll. - Rad Seven 600 coll. -Rad Seven 800 coll. - Rad Seven 800 Appartamento 4 P. Primo TRONCO FABBISOGNO PORTATA LUNG. Ø int Ø PeX W l/h m. mm. mm. RIFERIMENTO. 2 TUBI IN MULTISTRATO TEMP.ESERCIZIO 70 C VISCOSITA' T = 10,00 Caldaia - Collettore p al collettore = 102 mm c.a. coll. - Rad Seven 800 coll. - Rad Seven 600 coll. -Rad Seven 800 coll. - Rad Seven 600 coll. - Rad Seven 600 Pagina 35

37 Appartamento 5 P. Primo TRONCO FABBISOGNO PORTATA LUNG. Ø int Ø PeX W l/h m. mm. mm. RIFERIMENTO. 2 TUBI IN MULTISTRATO TEMP.ESERCIZIO 70 C VISCOSITA' T = 10,00 Caldaia - Collettore p al collettore = 147 mm c.a. coll. - Rad Seven 600 coll. - Rad Seven 600 coll. -Rad Seven 800 coll. - Rad Seven 800 Appartamento 6 P. Primo TRONCO FABBISOGNO PORTATA LUNG. Ø int Ø PeX W l/h m. mm. mm. RIFERIMENTO. 2 TUBI IN MULTISTRATO TEMP.ESERCIZIO 70 C VISCOSITA' T = 10,00 Caldaia - Collettore p al collettore = 147 mm c.a. coll. - Rad Seven 600 coll. - Rad Seven 600 coll. -Rad Seven 800 coll. - Rad Seven 800 Pagina 36

38 Appartamento 7 P. Secondo TRONCO FABBISOGNO PORTATA LUNG. Ø int Ø PeX W l/h m. mm. mm. RIFERIMENTO. 2 TUBI IN MULTISTRATO TEMP.ESERCIZIO 70 C VISCOSITA' T = 10,00 Caldaia - Collettore p al collettore = 137 mm c.a. coll. - Rad Seven 800 coll. - Rad Seven 600 coll. -Rad Seven 800 coll. - Rad Seven 600 coll. - Rad Seven 600 Appartamento 8 P. Secondo TRONCO FABBISOGNO PORTATA LUNG. Ø int Ø PeX W l/h m. mm. mm. RIFERIMENTO. 2 TUBI IN MULTISTRATO TEMP.ESERCIZIO 70 C VISCOSITA' T = 10,00 Caldaia - Collettore p al collettore = 208 mm c.a. coll. - Rad Seven 600 coll. - Rad Seven 600 coll. -Rad Seven 800 coll. - Rad Seven 800 Pagina 37

39 Appartamento 9 P. Secondo TRONCO FABBISOGNO PORTATA LUNG. Ø int Ø PeX W l/h m. mm. mm. RIFERIMENTO. 2 TUBI IN MULTISTRATO TEMP.ESERCIZIO 70 C VISCOSITA' T = 10,00 Caldaia - Collettore p al collettore = 208 mm c.a. coll. - Rad Seven 600 coll. - Rad Seven 600 coll. -Rad Seven 800 coll. - Rad Seven 800 Pagina 38

40 RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL'ART. 28 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991, N. 10 e s.m.i. Applicazione del Decreto Legislativo 19 agosto 2005 n. 192 come modificato dal Decreto Legislativo 29 dicembre 2006 n. 311 PALAZZINA 2 Lo schema di relazione tecnica nel seguito descritto contiene le informazioni minime necessarie per accertare l osservanza delle norme vigenti da parte degli organismi pubblici competenti. 1. INFORMAZIONI GENERALI Comune di Troia Provincia FG Progetto per la realizzazione di Impianto termico singolo a collettore destinato al riscaldamento ambienti ed alla produzione di acqua calda sanitaria per n. 9 alloggi di edilizia residenziale pubblica nella zona P.E.E.P. del Comune di Troia (FG). Palazzina 2 Sito in Area P.E.E.P , Troia (FG) Titolo abilitativo (D.I.A o Permesso di costruire) n. del Classificazione dell'edificio (o del complesso di edifici) in base alla categoria di cui all'articolo 3 del DPR 26 agosto 1993, n. 412 E.1 Edificio adibito a residenza con carattere continuativo Numero delle unità abitative: 9 Committente(i): Comune di Troia 2. RI TIPOLOGICI DELL EDIFICIO (O DEL COMPLESSO DI EDIFICI) Gli elementi tipologici forniti, al solo scopo di supportare la presente relazione tecnica, sono i seguenti: X Piante di ciascun piano degli edifici con orientamento e indicazione d'uso prevalente dei singoli locali Prospetti e sezioni degli edifici con evidenziazione dei sistemi di protezione solare Elaborati grafici relativi ad eventuali sistemi solari passivi specificatamente progettati per favorire lo sfruttamento degli apporti solari Pagina 39

41 3. PARAMETRI CLIMATICI DELLA LOCALITÁ Gradi giorno (della zona d'insediamento, determinati in base al DPR n. 412/93) Temperatura minima invernale di progetto (dell'aria esterna secondo la norma UNI 5364 e successivi aggiornamenti, o equivalenti) Temperatura massima estiva di progetto (dell aria esterna secondo la norma UNI e successivi aggiornamenti, o equivalenti) Umidità relativa dell aria di progetto per la climatizzazione estiva, se presente (secondo la norma UNI e successivi aggiornamenti, o equivalenti) Irradianza solare massima estiva su superficie orizzontale: valore medio giornaliero (secondo norma UNI e successivi aggiornamenti, o equivalenti) 1964 GG -2,5 C 31,4 C 65 % 307,3 W/m 2 Pagina 40

42 4. DATI TECNICI E COSTRUTTIVI DELL EDIFICIO (O DEL COMPLESSO DI EDIFICI) E DELLE RELATIVE STRUTTURE Volume delle parti di edificio abitabili o agibili al lordo delle strutture che li delimitano (V) 1939,4 m 3 Superficie esterna che delimita il volume (S) 1218,3 m 2 Rapporto S/V 0,628 m -1 Superficie utile energetica dell edificio 502,800 m 2 Valore di progetto della temperatura interna per la climatizzazione invernale o il riscaldamento Appartamento 1 p. rialzato 20 C Appartamento 2 p. rialzato 20 C Appartamento 3 p. rialzato 20 C Appartamento 4 p. primo 20 C Appartamento 5 p. primo 20 C Appartamento 6 p. primo 20 C Appartamento 7 p. secondo 20 C Appartamento 8 p. secondo 20 C Appartamento 9 p. secondo 20 C Valore di progetto dell'umidità relativa interna per la climatizzazione invernale 65 % Valore di progetto della temperatura interna per la climatizzazione estiva o il raffrescamento Appartamento 1 p. rialzato 26 C Appartamento 2 p. rialzato 26 C Appartamento 3 p. rialzato 26 C Appartamento 4 p. primo 26 C Appartamento 5 p. primo 26 C Appartamento 6 p. primo 26 C Appartamento 7 p. secondo 26 C Appartamento 8 p. secondo 26 C Appartamento 9 p. secondo 26 C 5. DATI RELATIVI AGLI IMPIANTI TERMICI 5.1. Descrizione impianto Centrale termica Appartamento a) Tipologia Pagina 41

43 Impianto autonomo Sistemi di generazione Generatore di calore a condensazione ad acqua calda centralizzata alimentato a metano. Sistemi di termoregolazione Sistema di termoregolazione di una singola unità immobiliare pilotato dalla temperatura rilevata da termostato di zona. Il sistema è dotato di programmatore che consente la regolazione della temperatura media degli ambienti su almeno due livelli nell' arco delle 24 ore. Inoltre cono installate valvole termostatiche da radiatore pilotate da sensore termico inserito nella testa dell'apparecchio. Sistemi di contabilizzazione dell'energia termica Lettura diretta dei consumi da contatore gas metano. Sistemi di distribuzione del vettore termico Impianto dotato di collettore complanare con tubazioni di andata e ritorno per ogni singolo corpo scaldante. Sistemi di ventilazione forzata Non prevista. Sistemi di accumulo termico: Sistemi di produzione e di distribuzione dell'acqua calda sanitaria Produzione combinata con pannello solare termico e caldaia. Durezza dell'acqua di alimentazione dei generatori di calore per potenza installata maggiore o uguale a 350kW La durezza è quella dell'acquedotto cittadino. Pagina 42

44 5.1.b) Specifiche dei generatori di energia termica Pannello solare termico per ACS Solare termico a circolazione naturale 300 lt Caldaia Delfis Condensing KC 24 Fluido termovettore Valore nominale della potenza termica utile Rendimento termico utile al 100% Pn del generatore di calore a condensazione alle seguenti condizioni Acqua 22,9 kw 96,7 % - temperatura acqua di mandata all utenza 70 C - temperatura acqua di ritorno dall utenza 60 C Valore minimo prescritto --- Rendimento termico utile al 30% Pn del generatore di calore a combustibile alle seguenti condizioni: 84,1 % - temperatura di mandata all utenza 70 C - temperatura di ritorno all utenza 60 C Valore minimo del rendimento termico utile al 30% di Pn --- Combustibile utilizzato Metano 5.1.c) Specifiche relative ai sistemi di regolazione dell'impianto termico Tipo di conduzione prevista X continua con attenuazione notturna intermittente Sistema di telegestione dell'impianto termico: Sistema di regolazione climatica in centrale termica Regolatori climatici Sistema di termoregolazione pilotato dalla temperatura esterna ed operante sulla temperatura dell'acqua in uscita del generatore di calore, il gruppo è dotato di programmatore che consente la regolazione della temperatura ambiente su due livelli nell'arco delle 24 h. Dispositivi per la regolazione automatica della temperatura ambiente nei singoli locali Valvole termostatiche da radiatore pilotate da sensore termico inserito nella testa dell'apparecchio 5.1.d) Terminali di erogazione dell'energia termica Zona termica: Appartamento 1 p. rialzato Tipo Radiatori su parete esterna isolata Potenza termica nominale 2621 W 5.1.e) Condotti di evacuazione dei prodotti della combustione Descrizione e caratteristiche principali Il condotto di evacuazione dei prodotti della combustione è realizzato utilizzando un condotto in acciaio inox Ø 80 che scarica oltre la copertura, nel rispetto della norma UNI 9615 e norma UNI-CIG 7129/ f) 5.1.g) Sistemi di trattamento dell'acqua Non previsto Specifiche dell isolamento termico della rete di distribuzione Pagina 43

45 5.1.h) Materiale: polietilene espanso a cellule chiuse, rivestito da una pellicola in LD-PE estruso. Conduttività termica (a 40 C): = 0,040 W/mK (UNI EN ISO 8497). Classe di reazione al fuoco: 1 (UNI 9177); D5:L-s2-d2 (EN ). Spessore rivestimento: Conforme all allegato B- TAB 1 del DPR 412/93 per tubazioni correnti entro strutture non affacciate nè all esterno nè su locali non riscaldati. Classificazione delle condizioni di utilizzo (UNI ISO 21003) Specifiche della pompa di circolazione Circolatore all'interno del generatore. Munito di 3 velocità con disaeratore incorporato. 5.1.i) Terminali di erogazione dell'energia termica Radiatori in alluminio Descrizione impianto Centrale termica Appartamento a) Tipologia Impianto autonomo Sistemi di generazione Generatore di calore a condensazione ad acqua calda centralizzata alimentato a metano. Sistemi di termoregolazione Sistema di termoregolazione di una singola unità immobiliare pilotato dalla temperatura rilevata da termostato di zona. Il sistema è dotato di programmatore che consente la regolazione della temperatura media degli ambienti su almeno due livelli nell' arco delle 24 ore. Inoltre cono installate valvole termostatiche da radiatore pilotate da sensore termico inserito nella testa dell'apparecchio. Sistemi di contabilizzazione dell'energia termica Lettura diretta dei consumi da contatore gas metano. Sistemi di distribuzione del vettore termico Impianto dotato di collettore complanare con tubazioni di andata e ritorno per ogni singolo corpo scaldante. Sistemi di ventilazione forzata Non prevista. Sistemi di accumulo termico: Sistemi di produzione e di distribuzione dell'acqua calda sanitaria Produzione combinata con pannello solare termico e caldaia. Durezza dell'acqua di alimentazione dei generatori di calore per potenza installata maggiore o uguale a 350kW La durezza è quella dell'acquedotto cittadino. 5.2.b) Specifiche dei generatori di energia termica Pannello solare termico per ACS Solare termico a circolazione naturale 300 lt Pagina 44

46 Caldaia Delfis Condensing KC 24 Fluido termovettore Valore nominale della potenza termica utile Rendimento termico utile al 100% Pn del generatore di calore a condensazione alle seguenti condizioni Acqua 22,9 kw 96,7 % - temperatura acqua di mandata all utenza 70 C - temperatura acqua di ritorno dall utenza 60 C Valore minimo prescritto --- Rendimento termico utile al 30% Pn del generatore di calore a combustibile alle seguenti condizioni: 84,1 % - temperatura di mandata all utenza 70 C - temperatura di ritorno all utenza 60 C Valore minimo del rendimento termico utile al 30% di Pn --- Combustibile utilizzato Metano Pagina 45

47 5.2.c) Specifiche relative ai sistemi di regolazione dell'impianto termico Tipo di conduzione prevista X continua con attenuazione notturna intermittente Sistema di telegestione dell'impianto termico: Sistema di regolazione climatica in centrale termica Regolatori climatici Sistema di termoregolazione pilotato dalla temperatura esterna ed operante sulla temperatura dell'acqua in uscita del generatore di calore, il gruppo è dotato di programmatore che consente la regolazione della temperatura ambiente su due livelli nell'arco delle 24 h. Dispositivi per la regolazione automatica della temperatura ambiente nei singoli locali Valvole termostatiche da radiatore pilotate da sensore termico inserito nella testa dell'apparecchio 5.2.d) Terminali di erogazione dell'energia termica Zona termica: Appartamento 2 p. rialzato Tipo Radiatori su parete esterna isolata Potenza termica nominale 2832 W 5.2.e) Condotti di evacuazione dei prodotti della combustione Descrizione e caratteristiche principali Il condotto di evacuazione dei prodotti della combustione è realizzato utilizzando un condotto in acciaio inox Ø 80 che scarica oltre la copertura, nel rispetto della norma UNI 9615 e norma UNI-CIG 7129/ f) Sistemi di trattamento dell'acqua Non previsto 5.2.g) 5.2.h) Specifiche dell isolamento termico della rete di distribuzione Materiale: polietilene espanso a cellule chiuse, rivestito da una pellicola in LD-PE estruso. Conduttività termica (a 40 C): = 0,040 W/mK (UNI EN ISO 8497). Classe di reazione al fuoco: 1 (UNI 9177); D5:L-s2-d2 (EN ). Spessore rivestimento: Conforme all allegato B- TAB 1 del DPR 412/93 per tubazioni correnti entro strutture non affacciate nè all esterno nè su locali non riscaldati. Classificazione delle condizioni di utilizzo (UNI ISO 21003) Specifiche della pompa di circolazione Circolatore all'interno del generatore. Munito di 3 velocità con disaeratore incorporato. 5.2.i) Terminali di erogazione dell'energia termica Radiatori in alluminio Descrizione impianto Centrale termica Appartamento a) Tipologia Impianto autonomo Sistemi di generazione Generatore di calore a condensazione ad acqua calda centralizzata alimentato a metano. Sistemi di termoregolazione Pagina 46

48 Sistema di termoregolazione di una singola unità immobiliare pilotato dalla temperatura rilevata da termostato di zona. Il sistema è dotato di programmatore che consente la regolazione della temperatura media degli ambienti su almeno due livelli nell' arco delle 24 ore. Inoltre cono installate valvole termostatiche da radiatore pilotate da sensore termico inserito nella testa dell'apparecchio. Sistemi di contabilizzazione dell'energia termica Lettura diretta dei consumi da contatore gas metano. Sistemi di distribuzione del vettore termico Impianto dotato di collettore complanare con tubazioni di andata e ritorno per ogni singolo corpo scaldante. Sistemi di ventilazione forzata Non prevista. Sistemi di accumulo termico: Sistemi di produzione e di distribuzione dell'acqua calda sanitaria Produzione combinata con pannello solare termico e caldaia. Durezza dell'acqua di alimentazione dei generatori di calore per potenza installata maggiore o uguale a 350kW La durezza è quella dell'acquedotto cittadino 5.3.b) Specifiche dei generatori di energia termica Pannello solare termico per ACS Solare termico a circolazione naturale 300 lt Pagina 47

49 Caldaia Delfis Condensing KC 24 Fluido termovettore Valore nominale della potenza termica utile Rendimento termico utile al 100% Pn del generatore di calore a condensazione alle seguenti condizioni Acqua 22,9 kw 96,7 % - temperatura acqua di mandata all utenza 70 C - temperatura acqua di ritorno dall utenza 60 C Valore minimo prescritto --- Rendimento termico utile al 30% Pn del generatore di calore a combustibile alle seguenti condizioni: 84,1 % - temperatura di mandata all utenza 70 C - temperatura di ritorno all utenza 60 C Valore minimo del rendimento termico utile al 30% di Pn --- Combustibile utilizzato Metano 5.3.c) Specifiche relative ai sistemi di regolazione dell'impianto termico Tipo di conduzione prevista X continua con attenuazione notturna intermittente Sistema di telegestione dell'impianto termico: Sistema di regolazione climatica in centrale termica Regolatori climatici Sistema di termoregolazione pilotato dalla temperatura esterna ed operante sulla temperatura dell'acqua in uscita del generatore di calore, il gruppo è dotato di programmatore che consente la regolazione della temperatura ambiente su due livelli nell'arco delle 24 h. Dispositivi per la regolazione automatica della temperatura ambiente nei singoli locali Valvole termostatiche da radiatore pilotate da sensore termico inserito nella testa dell'apparecchio 5.3.d) Terminali di erogazione dell'energia termica Zona termica: Appartamento 3 p. rialzato Tipo Radiatori su parete esterna isolata Potenza termica nominale 2778 W 5.3.e) Condotti di evacuazione dei prodotti della combustione Descrizione e caratteristiche principali Il condotto di evacuazione dei prodotti della combustione è realizzato utilizzando un condotto in acciaio inox Ø 80 che scarica oltre la copertura, nel rispetto della norma UNI 9615 e norma UNI-CIG 7129/ f) Sistemi di trattamento dell'acqua Non previsto 5.3.g) Specifiche dell isolamento termico della rete di distribuzione Materiale: polietilene espanso a cellule chiuse, rivestito da una pellicola in LD-PE estruso. Conduttività termica (a 40 C): = 0,040 W/mK (UNI EN ISO 8497). Classe di reazione al fuoco: 1 (UNI 9177); D5:L-s2-d2 (EN ). Spessore rivestimento: Conforme all allegato B- TAB 1 del DPR 412/93 per tubazioni correnti entro strutture non affacciate nè all esterno nè su locali non riscaldati. Classificazione delle condizioni di utilizzo (UNI ISO 21003) Pagina 48

50 5.3.h) Specifiche della pompa di circolazione Circolatore all'interno del generatore. Munito di 3 velocità con disaeratore incorporato. 5.3.i) Terminali di erogazione dell'energia termica Radiatori in alluminio Descrizione impianto Centrale termica Appartamento a) Tipologia Impianto autonomo Sistemi di generazione Generatore di calore a condensazione ad acqua calda centralizzata alimentato a metano. Sistemi di termoregolazione Sistema di termoregolazione di una singola unità immobiliare pilotato dalla temperatura rilevata da termostato di zona. Il sistema è dotato di programmatore che consente la regolazione della temperatura media degli ambienti su almeno due livelli nell' arco delle 24 ore. Inoltre cono installate valvole termostatiche da radiatore pilotate da sensore termico inserito nella testa dell'apparecchio. Sistemi di contabilizzazione dell'energia termica Lettura diretta dei consumi da contatore gas metano. Sistemi di distribuzione del vettore termico Impianto dotato di collettore complanare con tubazioni di andata e ritorno per ogni singolo corpo scaldante. Sistemi di ventilazione forzata Non prevista. Sistemi di accumulo termico: Sistemi di produzione e di distribuzione dell'acqua calda sanitaria Produzione combinata con pannello solare termico e caldaia. Durezza dell'acqua di alimentazione dei generatori di calore per potenza installata maggiore o uguale a 350kW La durezza è quella dell'acquedotto cittadino 5.4.b) Specifiche dei generatori di energia termica Pannello solare termico per ACS Solare termico a circolazione naturale 300 lt Pagina 49

51 Caldaia Delfis Condensing KC 24 Fluido termovettore Valore nominale della potenza termica utile Rendimento termico utile al 100% Pn del generatore di calore a condensazione alle seguenti condizioni Acqua 22,9 kw 96,7 % - temperatura acqua di mandata all utenza 70 C - temperatura acqua di ritorno dall utenza 60 C Valore minimo prescritto --- Rendimento termico utile al 30% Pn del generatore di calore a combustibile alle seguenti condizioni: 84,1 % - temperatura di mandata all utenza 70 C - temperatura di ritorno all utenza 60 C Valore minimo del rendimento termico utile al 30% di Pn --- Combustibile utilizzato Metano Pagina 50

52 5.4.c) Specifiche relative ai sistemi di regolazione dell'impianto termico Tipo di conduzione prevista X continua con attenuazione notturna intermittente Sistema di telegestione dell'impianto termico: Sistema di regolazione climatica in centrale termica Regolatori climatici Sistema di termoregolazione pilotato dalla temperatura esterna ed operante sulla temperatura dell'acqua in uscita del generatore di calore, il gruppo è dotato di programmatore che consente la regolazione della temperatura ambiente su due livelli nell'arco delle 24 h. Dispositivi per la regolazione automatica della temperatura ambiente nei singoli locali Valvole termostatiche da radiatore pilotate da sensore termico inserito nella testa dell'apparecchio 5.4.d) Terminali di erogazione dell'energia termica Zona termica: Appartamento 4 p. primo Tipo Radiatori su parete esterna isolata Potenza termica nominale 2205 W 5.4.e) Condotti di evacuazione dei prodotti della combustione Descrizione e caratteristiche principali Il condotto di evacuazione dei prodotti della combustione è realizzato utilizzando un condotto in acciaio inox Ø 80 che scarica oltre la copertura, nel rispetto della norma UNI 9615 e norma UNI-CIG 7129/ f) Sistemi di trattamento dell'acqua Non previsto 5.4.g) 5.4.h) Specifiche dell isolamento termico della rete di distribuzione Materiale: polietilene espanso a cellule chiuse, rivestito da una pellicola in LD-PE estruso. Conduttività termica (a 40 C): = 0,040 W/mK (UNI EN ISO 8497). Classe di reazione al fuoco: 1 (UNI 9177); D5:L-s2-d2 (EN ). Spessore rivestimento: Conforme all allegato B- TAB 1 del DPR 412/93 per tubazioni correnti entro strutture non affacciate nè all esterno nè su locali non riscaldati. Classificazione delle condizioni di utilizzo (UNI ISO 21003) Specifiche della pompa di circolazione Circolatore all'interno del generatore. Munito di 3 velocità con disaeratore incorporato. 5.4.i) Terminali di erogazione dell'energia termica Radiatori in alluminio Descrizione impianto Centrale termica Appartamento a) Tipologia Impianto autonomo Sistemi di generazione Generatore di calore a condensazione ad acqua calda centralizzata alimentato a metano. Sistemi di termoregolazione Pagina 51

53 Sistema di termoregolazione di una singola unità immobiliare pilotato dalla temperatura rilevata da termostato di zona. Il sistema è dotato di programmatore che consente la regolazione della temperatura media degli ambienti su almeno due livelli nell' arco delle 24 ore. Inoltre cono installate valvole termostatiche da radiatore pilotate da sensore termico inserito nella testa dell'apparecchio. Sistemi di contabilizzazione dell'energia termica Lettura diretta dei consumi da contatore gas metano. Sistemi di distribuzione del vettore termico Impianto dotato di collettore complanare con tubazioni di andata e ritorno per ogni singolo corpo scaldante. Sistemi di ventilazione forzata Non prevista. Sistemi di accumulo termico: Sistemi di produzione e di distribuzione dell'acqua calda sanitaria Produzione combinata con pannello solare termico e caldaia. Durezza dell'acqua di alimentazione dei generatori di calore per potenza installata maggiore o uguale a 350kW La durezza è quella dell'acquedotto cittadino. 5.5.b) Specifiche dei generatori di energia termica Pannello solare termico per ACS Solare termico a circolazione naturale 300 lt Pagina 52

54 Caldaia Delfis Condensing KC 24 Fluido termovettore Valore nominale della potenza termica utile Rendimento termico utile al 100% Pn del generatore di calore a condensazione alle seguenti condizioni Acqua 22,9 kw 96,7 % - temperatura acqua di mandata all utenza 70 C - temperatura acqua di ritorno dall utenza 60 C Valore minimo prescritto --- Rendimento termico utile al 30% Pn del generatore di calore a combustibile alle seguenti condizioni: 84,1 % - temperatura di mandata all utenza 70 C - temperatura di ritorno all utenza 60 C Valore minimo del rendimento termico utile al 30% di Pn --- Combustibile utilizzato Metano 5.5.c) Specifiche relative ai sistemi di regolazione dell'impianto termico Tipo di conduzione prevista X continua con attenuazione notturna intermittente Sistema di telegestione dell'impianto termico: Sistema di regolazione climatica in centrale termica Regolatori climatici Sistema di termoregolazione pilotato dalla temperatura esterna ed operante sulla temperatura dell'acqua in uscita del generatore di calore, il gruppo è dotato di programmatore che consente la regolazione della temperatura ambiente su due livelli nell'arco delle 24 h. Dispositivi per la regolazione automatica della temperatura ambiente nei singoli locali Valvole termostatiche da radiatore pilotate da sensore termico inserito nella testa dell'apparecchio 5.5.d) Terminali di erogazione dell'energia termica Zona termica: Appartamento 5 p. primo Tipo Radiatori su parete esterna isolata Potenza termica nominale 2399 W 5.5.e) Condotti di evacuazione dei prodotti della combustione Descrizione e caratteristiche principali Il condotto di evacuazione dei prodotti della combustione è realizzato utilizzando un condotto in acciaio inox Ø 80 che scarica oltre la copertura, nel rispetto della norma UNI 9615 e norma UNI-CIG 7129/ f) Sistemi di trattamento dell'acqua Non previsto 5.5.g) Specifiche dell isolamento termico della rete di distribuzione Materiale: polietilene espanso a cellule chiuse, rivestito da una pellicola in LD-PE estruso. Conduttività termica (a 40 C): = 0,040 W/mK (UNI EN ISO 8497). Classe di reazione al fuoco: 1 (UNI 9177); D5:L-s2-d2 (EN ). Spessore rivestimento: Conforme all allegato B- TAB 1 del DPR 412/93 per tubazioni correnti entro strutture non affacciate nè all esterno nè su locali non riscaldati. Classificazione delle condizioni di utilizzo (UNI ISO 21003) Pagina 53

55 5.5.h) Specifiche della pompa di circolazione Circolatore all'interno del generatore. Munito di 3 velocità con disaeratore incorporato. 5.5.i) Terminali di erogazione dell'energia termica Radiatori in alluminio Descrizione impianto Centrale termica Appartamento a) Tipologia Impianto autonomo Sistemi di generazione Generatore di calore a condensazione ad acqua calda centralizzata alimentato a metano. Sistemi di termoregolazione Sistema di termoregolazione di una singola unità immobiliare pilotato dalla temperatura rilevata da termostato di zona. Il sistema è dotato di programmatore che consente la regolazione della temperatura media degli ambienti su almeno due livelli nell' arco delle 24 ore. Inoltre cono installate valvole termostatiche da radiatore pilotate da sensore termico inserito nella testa dell'apparecchio. Sistemi di contabilizzazione dell'energia termica Lettura diretta dei consumi da contatore gas metano. Sistemi di distribuzione del vettore termico Impianto dotato di collettore complanare con tubazioni di andata e ritorno per ogni singolo corpo scaldante. Sistemi di ventilazione forzata Non prevista. Sistemi di accumulo termico: Sistemi di produzione e di distribuzione dell'acqua calda sanitaria Produzione combinata con pannello solare termico e caldaia. Durezza dell'acqua di alimentazione dei generatori di calore per potenza installata maggiore o uguale a 350kW La durezza è quella dell'acquedotto cittadino. 5.6.b) Specifiche dei generatori di energia termica Pannello solare termico per ACS Solare termico a circolazione naturale 300 lt Pagina 54

56 Caldaia Delfis Condensing KC 24 Fluido termovettore Valore nominale della potenza termica utile Rendimento termico utile al 100% Pn del generatore di calore a condensazione alle seguenti condizioni Acqua 22,9 kw 96,7 % - temperatura acqua di mandata all utenza 70 C - temperatura acqua di ritorno dall utenza 60 C Valore minimo prescritto --- Rendimento termico utile al 30% Pn del generatore di calore a combustibile alle seguenti condizioni: 84,1 % - temperatura di mandata all utenza 70 C - temperatura di ritorno all utenza 60 C Valore minimo del rendimento termico utile al 30% di Pn --- Combustibile utilizzato Metano Pagina 55

57 5.6.c) Specifiche relative ai sistemi di regolazione dell'impianto termico Tipo di conduzione prevista X continua con attenuazione notturna intermittente Sistema di telegestione dell'impianto termico: Sistema di regolazione climatica in centrale termica Regolatori climatici Sistema di termoregolazione pilotato dalla temperatura esterna ed operante sulla temperatura dell'acqua in uscita del generatore di calore, il gruppo è dotato di programmatore che consente la regolazione della temperatura ambiente su due livelli nell'arco delle 24 h. Dispositivi per la regolazione automatica della temperatura ambiente nei singoli locali Valvole termostatiche da radiatore pilotate da sensore termico inserito nella testa dell'apparecchio 5.6.d) Terminali di erogazione dell'energia termica Zona termica: Appartamento 6 p. primo Tipo Radiatori su parete esterna isolata Potenza termica nominale 2383 W 5.6.e) Condotti di evacuazione dei prodotti della combustione Descrizione e caratteristiche principali Il condotto di evacuazione dei prodotti della combustione è realizzato utilizzando un condotto in acciaio inox Ø 80 che scarica oltre la copertura, nel rispetto della norma UNI 9615 e norma UNI-CIG 7129/ f) Sistemi di trattamento dell'acqua Non previsto 5.6.g) 5.6.h) Specifiche dell isolamento termico della rete di distribuzione Materiale: polietilene espanso a cellule chiuse, rivestito da una pellicola in LD-PE estruso. Conduttività termica (a 40 C): = 0,040 W/mK (UNI EN ISO 8497). Classe di reazione al fuoco: 1 (UNI 9177); D5:L-s2-d2 (EN ). Spessore rivestimento: Conforme all allegato B- TAB 1 del DPR 412/93 per tubazioni correnti entro strutture non affacciate nè all esterno nè su locali non riscaldati. Classificazione delle condizioni di utilizzo (UNI ISO 21003) Specifiche della pompa di circolazione Circolatore all'interno del generatore. Munito di 3 velocità con disaeratore incorporato. 5.6.i) Terminali di erogazione dell'energia termica Radiatori in alluminio Descrizione impianto Centrale termica Appartamento a) Tipologia Impianto autonomo Sistemi di generazione Generatore di calore a condensazione ad acqua calda centralizzata alimentato a metano. Sistemi di termoregolazione Pagina 56

58 Sistema di termoregolazione di una singola unità immobiliare pilotato dalla temperatura rilevata da termostato di zona. Il sistema è dotato di programmatore che consente la regolazione della temperatura media degli ambienti su almeno due livelli nell' arco delle 24 ore. Inoltre cono installate valvole termostatiche da radiatore pilotate da sensore termico inserito nella testa dell'apparecchio. Sistemi di contabilizzazione dell'energia termica Lettura diretta dei consumi da contatore gas metano. Sistemi di distribuzione del vettore termico Impianto dotato di collettore complanare con tubazioni di andata e ritorno per ogni singolo corpo scaldante. Sistemi di ventilazione forzata Non prevista. Sistemi di accumulo termico: Sistemi di produzione e di distribuzione dell'acqua calda sanitaria Produzione combinata con pannello solare termico e caldaia. Durezza dell'acqua di alimentazione dei generatori di calore per potenza installata maggiore o uguale a 350kW La durezza è quella dell'acquedotto cittadino. 5.7.b) Specifiche dei generatori di energia termica Pannello solare termico per ACS Solare termico a circolazione naturale 300 lt Pagina 57

59 Caldaia Delfis Condensing KC 24 Fluido termovettore Valore nominale della potenza termica utile Rendimento termico utile al 100% Pn del generatore di calore a condensazione alle seguenti condizioni Acqua 22,9 kw 96,7 % - temperatura acqua di mandata all utenza 70 C - temperatura acqua di ritorno dall utenza 60 C Valore minimo prescritto --- Rendimento termico utile al 30% Pn del generatore di calore a combustibile alle seguenti condizioni: 84,1 % - temperatura di mandata all utenza 70 C - temperatura di ritorno all utenza 60 C Valore minimo del rendimento termico utile al 30% di Pn --- Combustibile utilizzato Metano 5.7.c) Specifiche relative ai sistemi di regolazione dell'impianto termico Tipo di conduzione prevista X continua con attenuazione notturna intermittente Sistema di telegestione dell'impianto termico: Sistema di regolazione climatica in centrale termica Regolatori climatici Sistema di termoregolazione pilotato dalla temperatura esterna ed operante sulla temperatura dell'acqua in uscita del generatore di calore, il gruppo è dotato di programmatore che consente la regolazione della temperatura ambiente su due livelli nell'arco delle 24 h.. Dispositivi per la regolazione automatica della temperatura ambiente nei singoli locali Valvole termostatiche da radiatore pilotate da sensore termico inserito nella testa dell'apparecchio 5.7.d) Terminali di erogazione dell'energia termica Zona termica: Appartamento 7 p. secondo Tipo Radiatori su parete esterna isolata Potenza termica nominale 2573 W 5.7.e) Condotti di evacuazione dei prodotti della combustione Descrizione e caratteristiche principali Il condotto di evacuazione dei prodotti della combustione è realizzato utilizzando un condotto in acciaio inox Ø 80 che scarica oltre la copertura, nel rispetto della norma UNI 9615 e norma UNI-CIG 7129/ f) Sistemi di trattamento dell'acqua Non previsto 5.7.g) Specifiche dell isolamento termico della rete di distribuzione Materiale: polietilene espanso a cellule chiuse, rivestito da una pellicola in LD-PE estruso. Conduttività termica (a 40 C): = 0,040 W/mK (UNI EN ISO 8497). Classe di reazione al fuoco: 1 (UNI 9177); D5:L-s2-d2 (EN ). Spessore rivestimento: Conforme all allegato B- TAB 1 del DPR 412/93 per tubazioni correnti entro strutture non affacciate nè all esterno nè su locali non riscaldati. Classificazione delle condizioni di utilizzo (UNI ISO 21003) Pagina 58

60 5.7.h) Specifiche della pompa di circolazione Circolatore all'interno del generatore. Munito di 3 velocità con disaeratore incorporato. 5.7.i) Terminali di erogazione dell'energia termica Radiatori in alluminio Descrizione impianto Centrale termica Appartamento a) Tipologia Impianto autonomo Sistemi di generazione Generatore di calore a condensazione ad acqua calda centralizzata alimentato a metano. Sistemi di termoregolazione Sistema di termoregolazione di una singola unità immobiliare pilotato dalla temperatura rilevata da termostato di zona. Il sistema è dotato di programmatore che consente la regolazione della temperatura media degli ambienti su almeno due livelli nell' arco delle 24 ore. Inoltre cono installate valvole termostatiche da radiatore pilotate da sensore termico inserito nella testa dell'apparecchio. Sistemi di contabilizzazione dell'energia termica Lettura diretta dei consumi da contatore gas metano. Sistemi di distribuzione del vettore termico Impianto dotato di collettore complanare con tubazioni di andata e ritorno per ogni singolo corpo scaldante. Sistemi di ventilazione forzata Non prevista. Sistemi di accumulo termico: Sistemi di produzione e di distribuzione dell'acqua calda sanitaria Produzione combinata con pannello solare termico e caldaia. Durezza dell'acqua di alimentazione dei generatori di calore per potenza installata maggiore o uguale a 350kW La durezza è quella dell'acquedotto cittadino. 5.8.b) Specifiche dei generatori di energia termica Pannello solare termico per ACS Solare termico a circolazione naturale 300 lt Pagina 59

61 Caldaia Delfis Condensing KC 24 Fluido termovettore Valore nominale della potenza termica utile Rendimento termico utile al 100% Pn del generatore di calore a condensazione alle seguenti condizioni Acqua 22,9 kw 96,7 % - temperatura acqua di mandata all utenza 70 C - temperatura acqua di ritorno dall utenza 60 C Valore minimo prescritto --- Rendimento termico utile al 30% Pn del generatore di calore a combustibile alle seguenti condizioni: 84,1 % - temperatura di mandata all utenza 70 C - temperatura di ritorno all utenza 60 C Valore minimo del rendimento termico utile al 30% di Pn --- Combustibile utilizzato Metano 5.8.c) Specifiche relative ai sistemi di regolazione dell'impianto termico Tipo di conduzione prevista X continua con attenuazione notturna intermittente Sistema di telegestione dell'impianto termico: Sistema di regolazione climatica in centrale termica Regolatori climatici Sistema di termoregolazione pilotato dalla temperatura esterna ed operante sulla temperatura dell'acqua in uscita del generatore di calore, il gruppo è dotato di programmatore che consente la regolazione della temperatura ambiente su due livelli nell'arco delle 24 h. Dispositivi per la regolazione automatica della temperatura ambiente nei singoli locali Valvole termostatiche da radiatore pilotate da sensore termico inserito nella testa dell'apparecchio 5.8.d) Terminali di erogazione dell'energia termica Zona termica: Appartamento 8 p. secondo Tipo Radiatori su parete esterna isolata Potenza termica nominale 2782 W 5.8.e) Condotti di evacuazione dei prodotti della combustione Descrizione e caratteristiche principali Il condotto di evacuazione dei prodotti della combustione è realizzato utilizzando un condotto in acciaio inox Ø 80 che scarica oltre la copertura, nel rispetto della norma UNI 9615 e norma UNI-CIG 7129/ f) Sistemi di trattamento dell'acqua Non previsto 5.8.g) Specifiche dell isolamento termico della rete di distribuzione Materiale: polietilene espanso a cellule chiuse, rivestito da una pellicola in LD-PE estruso. Conduttività termica (a 40 C): = 0,040 W/mK (UNI EN ISO 8497). Classe di reazione al fuoco: 1 (UNI 9177); D5:L-s2-d2 (EN ). Spessore rivestimento: Conforme all allegato B- TAB 1 del DPR 412/93 per tubazioni correnti entro strutture non affacciate nè all esterno nè su locali non riscaldati. Classificazione delle condizioni di utilizzo (UNI ISO 21003) Pagina 60

62 5.8.h) Specifiche della pompa di circolazione Circolatore all'interno del generatore. Munito di 3 velocità con disaeratore incorporato. 5.8.i) Terminali di erogazione dell'energia termica Radiatori in alluminio Descrizione impianto Centrale termica Appartamento a) Tipologia Impianto autonomo Sistemi di generazione Generatore di calore a condensazione ad acqua calda centralizzata alimentato a metano. Sistemi di termoregolazione Sistema di termoregolazione di una singola unità immobiliare pilotato dalla temperatura rilevata da termostato di zona. Il sistema è dotato di programmatore che consente la regolazione della temperatura media degli ambienti su almeno due livelli nell' arco delle 24 ore. Inoltre cono installate valvole termostatiche da radiatore pilotate da sensore termico inserito nella testa dell'apparecchio. Sistemi di contabilizzazione dell'energia termica Lettura diretta dei consumi da contatore gas metano. Sistemi di distribuzione del vettore termico Impianto dotato di collettore complanare con tubazioni di andata e ritorno per ogni singolo corpo scaldante. Sistemi di ventilazione forzata Non prevista. Sistemi di accumulo termico: Sistemi di produzione e di distribuzione dell'acqua calda sanitaria Produzione combinata con pannello solare termico e caldaia. Durezza dell'acqua di alimentazione dei generatori di calore per potenza installata maggiore o uguale a 350kW La durezza è quella dell'acquedotto cittadino. 5.9.b) Specifiche dei generatori di energia termica Pannello solare termico per ACS Solare termico a circolazione naturale 300 lt Pagina 61

63 Caldaia Delfis Condensing KC 24 Fluido termovettore Valore nominale della potenza termica utile Rendimento termico utile al 100% Pn del generatore di calore a condensazione alle seguenti condizioni Acqua 22,9 kw 96,7 % - temperatura acqua di mandata all utenza 70 C - temperatura acqua di ritorno dall utenza 60 C Valore minimo prescritto --- Rendimento termico utile al 30% Pn del generatore di calore a combustibile alle seguenti condizioni: 84,1 % - temperatura di mandata all utenza 70 C - temperatura di ritorno all utenza 60 C Valore minimo del rendimento termico utile al 30% di Pn --- Combustibile utilizzato Metano 5.9.c) Specifiche relative ai sistemi di regolazione dell'impianto termico Tipo di conduzione prevista X continua con attenuazione notturna intermittente Sistema di telegestione dell'impianto termico: Sistema di regolazione climatica in centrale termica Regolatori climatici Sistema di termoregolazione pilotato dalla temperatura esterna ed operante sulla temperatura dell'acqua in uscita del generatore di calore, il gruppo è dotato di programmatore che consente la regolazione della temperatura ambiente su due livelli nell'arco delle 24 h. Dispositivi per la regolazione automatica della temperatura ambiente nei singoli locali Valvole termostatiche da radiatore pilotate da sensore termico inserito nella testa dell'apparecchio 5.9.d) Terminali di erogazione dell'energia termica Zona termica: Appartamento 9 p. secondo Tipo Radiatori su parete esterna isolata Potenza termica nominale 2728 W 5.9.e) Condotti di evacuazione dei prodotti della combustione Descrizione e caratteristiche principali Il condotto di evacuazione dei prodotti della combustione è realizzato utilizzando un condotto in acciaio inox Ø 80 che scarica oltre la copertura, nel rispetto della norma UNI 9615 e norma UNI-CIG 7129/ f) Sistemi di trattamento dell'acqua Non previsto 5.9.g) Specifiche dell isolamento termico della rete di distribuzione Materiale: polietilene espanso a cellule chiuse, rivestito da una pellicola in LD-PE estruso. Conduttività termica (a 40 C): = 0,040 W/mK (UNI EN ISO 8497). Classe di reazione al fuoco: 1 (UNI 9177); D5:L-s2-d2 (EN ). Spessore rivestimento: Conforme all allegato B- TAB 1 del DPR 412/93 per tubazioni correnti entro strutture non affacciate nè all esterno nè su locali non riscaldati. Classificazione delle condizioni di utilizzo (UNI ISO 21003) Pagina 62

64 5.9.h) Specifiche della pompa di circolazione Circolatore all'interno del generatore. Munito di 3 velocità con disaeratore incorporato. 5.9.i) Terminali di erogazione dell'energia termica Radiatori in alluminio. 6. PRINCIPALI RISULTATI DEI CALCOLI 6.1. Dati termo fisici relativi all involucro edilizio 6.1.a) Attenuazione dei ponti termici (provvedimenti e calcoli) 6.1.b) Comportamento termico in regime estivo Valore di progetto Valore limite Indice di prestazione energetica dell involucro edilizio per il raffrescamento (EPe,inv) 21,4 kwh/m 2 anno 30,0 kwh/m 2 anno 6.2. Serramenti esterni e schermature Classe di permeabilità all aria dei serramenti esterni Valutazione dell efficacia dei sistemi schermanti delle superfici vetrate Descrizione degli elementi schermanti 6.3. Controllo della condensazione Vedi allegati alla presente relazione Pagina 63

65 6.4. Ventilazione Zona termica Appartamento 1 p. rialzato Numeri di ricambi d aria (media nelle 24 ore) 0,35 Zona termica Appartamento 2 p. rialzato Numeri di ricambi d aria (media nelle 24 ore) 0,35 Zona termica Appartamento 3 p. rialzato Numeri di ricambi d aria (media nelle 24 ore) 0,35 Zona termica Appartamento 4 p. primo Numeri di ricambi d aria (media nelle 24 ore) 0,35 Zona termica Appartamento 5 p. primo Numeri di ricambi d aria (media nelle 24 ore) 0,35 Zona termica Appartamento 6 p. primo Numeri di ricambi d aria (media nelle 24 ore) 0,35 Zona termica Appartamento 7 p. secondo Numeri di ricambi d aria (media nelle 24 ore) 0,35 Zona termica Appartamento 8 p. secondo Numeri di ricambi d aria (media nelle 24 ore) 0,35 Zona termica Appartamento 9 p. secondo Numeri di ricambi d aria (media nelle 24 ore) 0, Verifica dell impianto termico 6.5.a) Rendimenti dei sottosistemi dell impianto termico Valore dei rendimenti medi stagionali di progetto Rendimento di produzione 84,93 % Rendimento di regolazione 99,00 % Rendimento di distribuzione 94,48 % Rendimento di emissione 98,00 % 6.5.b) Rendimento globale medio stagionale Valore di progetto Valore limite Rendimento globale medio stagionale dell impianto termico 74,26 % --- % 6.6. Indici di prestazione energetica 6.6.a) Indice di prestazione energetica per la climatizzazione invernale Valore di progetto EPi Confronto con il valore limite 59,902 kwh/m² anno 63,694 kwh/m² anno Pagina 64

66 Combustibile Fabbisogno Metano 2867,35 Nm³ Fabbisogno di energia elettrica da rete 743,9 kwhe Fabbisogno di energia elettrica da produzione locale (fonti rinnovabili) 0,0 kwhe 6.6.b) Indice di prestazione energetica normalizzato per la climatizzazione invernale Valore di progetto 28,5 kj/m³gg 6.6.c) Indice di prestazione energetica per la produzione di acqua calda sanitaria (EPacs) Valore di progetto EPacs Confronto con il valore limite 13,376 kwh/m² anno --- kwh/m² anno Combustibile Metano Fabbisogno 397,14 Nm³ Fabbisogno di energia elettrica da rete Fabbisogno di energia elettrica da produzione locale 1277,9 kwhe 0,0 kwhe 6.7. Impianti e sistemi per la produzione di energia da fonti rinnovabili e altri sistemi di generazione 6.7.a) FER) Impianti a fonti rinnovabili per la produzione di acqua calda sanitaria (produzione di energia termica da Energia primaria rinnovabile per la produzione di ACS Fabbisogno di energia primaria annuo per la produzione di ACS 19274,5 kwh/anno 6725,6 kwh/anno Percentuale di copertura del fabbisogno annuo 74,1 % 6.7.b) Impianti a fonti rinnovabili per il riscaldamento e la produzione di acqua calda sanitaria e il raffrescamento Energia prodotta ed utilizzata Fabbisogno di energia primaria per il riscaldamento Fabbisogno di energia primaria per la produzione di ACS 20085,3 kwh/anno 30118,8 kwh/anno 6725,6 kwh/anno Pagina 65

67 Fabbisogno di energia primaria per il raffrescamento 0,0 kwh/anno Percentuale di copertura del fabbisogno annuo 35,3 % 6.7.c) Impianti a fonti rinnovabili per la produzione di energia elettrica (produzione di energia elettrica da FER) Energia elettrica prodotta mediante fonti rinnovabili Fabbisogno di energia elettrica dell edificio (kwh) 0,0 kwh/anno 2021,8 kwh/anno Percentuale di copertura del fabbisogno annuo 0,0 % 6.7.d) Altri sistemi di generazione dell energia (unità o impianti di micro o piccola cogenerazione e/o collegamento ad impianti consortili e/o reti di teleriscaldamento) Descrizione e caratteristiche tecniche di apparecchiature, sistemi e impianti di rilevante importanza funzionali Energia termica fornita Energia elettrica fornita 0,0 kwh 0,0 kwh 7. ELEMENTI SPECIFICI CHE MOTIVANO EVENTUALI DEROGHE A NORME FISSATE DALLA NORMATIVA VIGENTE Temperatura massima ammessa negli ambienti Produzione centralizzata mediante generatori di calore separati per la climatizzazione invernale e per l'acqua calda Adozione di dispositivi di regolazione automatica della temperatura nei singoli locali o zone 8. VALUTAZIONI SPECIFICHE PER L UTILIZZO DELLE FONTI DI ENERGIA RINNOVABILE 9. DOCUMENTAZIONE ALLEGATA (elenco indicativo) N 1 piante di ciascun piano degli edifici con orientamento e indicazione d uso prevalente dei singoli locali; N 1 schemi funzionali dell impianto termico; N 1 calcolo dispersioni; N 1 dimensionamento masse radianti; N 9 dimensionamento tubazioni; Pagina 66

68 10. DICHIARAZIONE DI RISPONDENZA Il sottoscritto iscritto all Ordine degli Ingegneri della provincia di n iscriz DICHIARA essendo a conoscenza delle sanzioni previste dall'art.15, commi 1 e 2, del decreto legislativo di attuazione della direttiva 2002/91/CE sotto la propria personale responsabilità che: c) il progetto relativo alle opere di cui sopra è rispondente alle prescrizioni contenute nel decreto attuativo della direttiva 2010/31/UE; d) i dati e le informazioni contenuti nella relazione tecnica sono conformi a quanto contenuto o desumibile dagli elaborati progettuali. Ai sensi dell art.15 del D.Lgs. 19 agosto 2005 n.192 e ss.mm.ii. la presente RELAZIONE TECNICA è resa, dal sottoscritto, in forma di dichiarazione sostitutiva di atto notorio ai sensi dell'art.47 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n.445. Si allega copia fotostatica del documento di identità. Data Timbro e Firma Pagina 67

69 CALCOLO DISPERSIONI TERMICHE Parametri climatici della località Gradi giorno 1964 C Temperatura minima di progetto -2,5 C Altitudine 439 m Zona climatica D Giorni di riscaldamento 166 Velocità del vento 6,2 m/s Zona di vento 2 Province di riferimento FG BN Temperature medie mensili ( C) GEN FEB MAR APR MAG GIU LUG AGO SET OTT NOV DIC 3,9 4,8 7,5 11,3 15,4 20,7 23,5 23,0 19,6 14,4 9,7 5,4 Irradiazioni medie mensili (W/m 2 ) Temperatura [C ] GEN FEB MAR APR MAG GIU LUG AGO SET OTT NOV DIC Orizz. 72,0 109,3 157,9 218,8 266,8 294,2 307,3 267,6 201,8 140,5 85,8 63,6 S 118,4 140,6 143,0 133,1 118,9 112,6 121,5 140,5 159,9 170,2 137,2 113,1 SE/SO 93,8 119,0 137,4 153,1 155,5 156,3 169,2 174,7 165,4 148,2 109,7 88,3 E/O 56,1 81,9 112,1 147,8 173,0 187,2 198,1 179,4 142,5 105,5 67,1 50,3 NE/NO 27,1 43,3 69,4 105,5 138,5 157,8 160,7 130,3 88,9 54,7 31,6 23,4 N 24,0 33,6 46,8 65,8 94,8 114,8 109,4 77,7 51,8 38,1 26,7 21,4 Pagina 68

70 Dispersioni dei locali Appartamento 1 p. rialzato Locale T i [ C] P t [W] P v [W] P RH [W] P[W] 1. Ingresso - Cucina 20,00 558,40 113,00 204,60 876,00 2. Camera da letto 20,00 382,90 87,78 158,95 629,63 3. Corridoio + ripostiglio 20,00 170,99 40,70 73,70 285,39 4. Cameretta 20,00 337,38 58,02 105,05 500,45 5. Bagno 20,00 243,75 30,38 55,00 329,13 Totale zona 1.693,42 329,88 597, ,60 Appartamento 2 p. rialzato Locale T i [ C] P t [W] P v [W] P RH [W] P[W] 1. Ingresso - Cucina 20,00 671,30 165,24 299, ,74 2. Camera da letto 20,00 460,48 85,05 154,00 699,53 3. Bagno 20,00 283,29 29,16 52,80 365,25 4. Cameretta 20,00 449,85 64,70 117,15 631,70 Totale zona 1.864,92 344,15 623, ,22 Appartamento 3 p. rialzato Locale T i [ C] P t [W] P v [W] P RH [W] P[W] 1. Ingresso - Cucina 20,00 672,72 165,24 299, ,16 2. Camera da letto 20,00 460,33 85,05 154,00 699,38 3. Bagno 20,00 280,86 29,16 52,80 362,82 4. Cameretta 20,00 396,50 64,70 117,15 578,35 Totale zona 1.810,41 344,15 623, ,71 Appartamento 4 p. primo Locale T i [ C] P t [W] P v [W] P RH [W] P[W] 1. Ingresso - Cucina 20,00 416,09 113,00 204,60 733,69 2. Camera da letto 20,00 272,34 87,78 158,95 519,07 3. Corridoio + ripostiglio 20,00 119,72 40,70 73,70 234,13 4. Cameretta 20,00 264,32 58,02 105,05 427,38 5. Bagno 20,00 205,50 30,38 55,00 290,87 Totale zona 1.277,97 329,88 597, ,14 Appartamento 5 p. primo Locale T i [ C] P t [W] P v [W] P RH [W] P[W] 1. Ingresso - Cucina 20,00 463,19 165,24 299,20 927,63 2. Camera da letto 20,00 353,36 85,05 154,00 592,41 3. Bagno 20,00 246,56 29,16 52,80 328,52 4. Cameretta 20,00 368,36 64,70 117,15 550,21 Totale zona 1.431,47 344,15 623, ,77 Appartamento 6 p. primo Locale T i [ C] P t [W] P v [W] P RH [W] P[W] 1. Ingresso - Cucina 20,00 464,61 165,24 299,20 929,05 2. Camera da letto 20,00 391,65 85,05 154,00 630,70 3. Bagno 20,00 244,13 29,16 52,80 326,09 4. Cameretta 20,00 315,01 64,70 117,15 496,86 Totale zona 1.415,40 344,15 623, ,70 Appartamento 7 p. secondo Locale T i [ C] P t [W] P v [W] P RH [W] P[W] 1. Ingresso - Cucina 20,00 542,00 113,00 204,60 859,59 2. Camera da letto 20,00 370,15 87,78 158,95 616,89 3. Corridoio + ripostiglio 20,00 165,08 40,70 73,70 279,48 4. Cameretta 20,00 328,96 58,02 105,05 492,03 5. Bagno 20,00 239,34 30,38 55,00 324,72 Totale zona 1.645,53 329,88 597, ,71 Pagina 69

71 Appartamento 8 p. secondo Locale T i [ C] P t [W] P v [W] P RH [W] P[W] 1. Ingresso - Cucina 20,00 647,31 165,24 299, ,75 2. Camera da letto 20,00 448,13 85,05 154,00 687,18 3. Bagno 20,00 279,05 29,16 52,80 361,01 4. Cameretta 20,00 440,46 64,70 117,15 622,31 Totale zona 1.814,95 344,15 623, ,25 Appartamento 9 p. secondo Locale T i [ C] P t [W] P v [W] P RH [W] P[W] 1. Ingresso - Cucina 20,00 648,73 165,24 299, ,17 2. Camera da letto 20,00 447,99 85,05 154,00 687,04 3. Bagno 20,00 276,62 29,16 52,80 358,58 4. Cameretta 20,00 387,11 64,70 117,15 568,95 Totale zona 1.760,45 344,15 623, ,74 TOTALE , , , ,84 Legenda T i: temperatura interna P t: potenza dispersa per trasmissione P v: potenza dispersa per ventilazione P RH: potenza di ripresa richiesta per compensare gli effetti del riscaldamento intermittente P: potenza dispersa totale Pagina 70

72 DIMENSIONAMENTO RADIATORI Appartamento 1 P. Rialzato Locale T i [ C] P t [W] P v [W] P RH [W] P[W] N. Elementi Tipo 1. Ingresso - Cucina , , A Seven Camera da letto ,9 87,78 158,95 629,63 5 B Seven Corridoio + ripostiglio ,99 40,7 73,7 285,39 2 A Seven Cameretta ,38 58,02 105,05 500,45 4 B Seven Bagno ,75 30, ,13 3 B Seven 600 Appartamento 2 P. Rialzato Locale T i [ C] P t [W] P v [W] P RH [W] P[W] N. Elementi Tipo 1. Ingresso - Cucina ,3 165,24 299, ,74 10 B Seven Camera da letto ,48 85, ,53 6 B Seven Bagno ,29 29,16 52,8 365,25 3 A Seven Cameretta ,85 64,7 117,15 631,7 4 A Seven 800 Appartamento 3 P. Rialzato Locale T i [ C] P t [W] P v [W] P RH [W] P[W] N. Elementi Tipo 1. Ingresso - Cucina ,72 165,24 299, ,16 10 B Seven Camera da letto ,33 85, ,38 6 B Seven Bagno ,86 29,16 52,8 362,82 3 A Seven Cameretta ,5 64,7 117,15 578,35 4 A Seven 800 Appartamento 4 P. Primo Locale T i [ C] P t [W] P v [W] P RH [W] P[W] N. Elementi Tipo 1. Ingresso - Cucina , ,6 733,69 5 A Seven Camera da letto ,34 87,78 158,95 519,07 4 B Seven Corridoio + ripostiglio ,72 40,7 73,7 234,13 2 A Seven Cameretta ,32 58,02 105,05 427,38 4 B Seven Bagno ,5 30, ,87 3 B Seven 600 Pagina 71

73 Appartamento 5 P. Primo Locale T i [ C] P t [W] P v [W] P RH [W] P[W] N. Elementi Tipo 1. Ingresso - Cucina ,19 165,24 299,2 927,63 8 B Seven Camera da letto ,36 85, ,41 5 B Seven Bagno ,56 29,16 52,8 328,52 3 A Seven Cameretta ,36 64,7 117,15 550,21 4 A Seven 800 Appartamento 6 P. Primo Locale T i [ C] P t [W] P v [W] P RH [W] P[W] N. Elementi Tipo 1. Ingresso - Cucina ,61 165,24 299,2 929,05 8 B Seven Camera da letto ,65 85, ,7 5 B Seven Bagno ,13 29,16 52,8 326,09 3 A Seven Cameretta ,01 64,7 117,15 496,86 4 A Seven 800 Appartamento 7 P. Secondo Locale T i [ C] P t [W] P v [W] P RH [W] P[W] N. Elementi Tipo 1. Ingresso - Cucina ,6 859,59 6 A Seven Camera da letto ,15 87,78 158,95 616,89 5 B Seven Corridoio + ripostiglio ,08 40,7 73,7 279,48 2 A Seven Cameretta ,96 58,02 105,05 492,03 4 B Seven Bagno ,34 30, ,72 3 B Seven 600 Appartamento 8 P. Secondo Locale T i [ C] P t [W] P v [W] P RH [W] P[W] N. Elementi Tipo 1. Ingresso - Cucina ,31 165,24 299, ,75 9 B Seven Camera da letto ,13 85, ,18 6 B Seven Bagno ,05 29,16 52,8 361,01 3 A Seven Cameretta ,46 64,7 117,15 622,31 4 A Seven 800 Appartamento 9 P. Secondo Locale T i [ C] P t [W] P v [W] P RH [W] P[W] N. Elementi Tipo 1. Ingresso - Cucina ,73 165,24 299, ,17 9 B Seven Camera da letto ,99 85, ,04 6 B Seven Bagno ,62 29,16 52,8 358,58 3 A Seven Cameretta ,11 64,7 117,15 568,95 4 A Seven 800 Pagina 72

74 Legenda T i: temperatura interna P t: potenza dispersa per trasmissione P v: potenza dispersa per ventilazione P RH: potenza di ripresa richiesta per compensare gli effetti del riscaldamento intermittente P: potenza dispersa totale A: Radiatore Seven 800 B: Radiatore Seven 600 Pagina 73

75 DIMENSIONAMENTO TUBAZIONI Appartamento 1 P. Rialzato TRONCO FABBISOGNO PORTATA LUNG. Ø int Ø PeX W l/h m. mm. mm. RIFERIMENTO. 2 TUBI IN MULTISTRATO TEMP.ESERCIZIO 70 C VISCOSITA' T = 10,00 Caldaia - Collettore p al collettore = 142 mm c.a. coll. - Rad Seven 800 coll. - Rad Seven 600 coll. -Rad Seven 800 coll. - Rad Seven 600 coll. - Rad Seven 600 Appartamento 2 P. Rialzato TRONCO FABBISOGNO PORTATA LUNG. Ø int Ø PeX W l/h m. mm. mm. RIFERIMENTO. 2 TUBI IN MULTISTRATO TEMP.ESERCIZIO 70 C VISCOSITA' T = 10,00 Caldaia - Collettore p al collettore = 229 mm c.a. coll. - Rad Seven 600 coll. - Rad Seven 600 coll. -Rad Seven 800 coll. - Rad Seven 800 Pagina 74

76 Appartamento 3 P. Rialzato TRONCO FABBISOGNO PORTATA LUNG. Ø int Ø PeX W l/h m. mm. mm. RIFERIMENTO. 2 TUBI IN MULTISTRATO TEMP.ESERCIZIO 70 C VISCOSITA' T = 10,00 Caldaia - Collettore p al collettore = 229 mm c.a. coll. - Rad Seven 600 coll. - Rad Seven 600 coll. -Rad Seven 800 coll. - Rad Seven 800 Appartamento 4 P. Primo TRONCO FABBISOGNO PORTATA LUNG. Ø int Ø PeX W l/h m. mm. mm. RIFERIMENTO. 2 TUBI IN MULTISTRATO TEMP.ESERCIZIO 70 C VISCOSITA' T = 10,00 Caldaia - Collettore p al collettore = 102 mm c.a. coll. - Rad Seven 800 coll. - Rad Seven 600 coll. -Rad Seven 800 coll. - Rad Seven 600 coll. - Rad Seven 600 Pagina 75

77 Appartamento 5 P. Primo TRONCO FABBISOGNO PORTATA LUNG. Ø int Ø PeX W l/h m. mm. mm. RIFERIMENTO. 2 TUBI IN MULTISTRATO TEMP.ESERCIZIO 70 C VISCOSITA' T = 10,00 Caldaia - Collettore p al collettore = 158 mm c.a. coll. - Rad Seven 600 coll. - Rad Seven 600 coll. -Rad Seven 800 coll. - Rad Seven 800 Appartamento 6 P. Primo TRONCO FABBISOGNO PORTATA LUNG. Ø int Ø PeX W l/h m. mm. mm. RIFERIMENTO. 2 TUBI IN MULTISTRATO TEMP.ESERCIZIO 70 C VISCOSITA' T = 10,00 Caldaia - Collettore p al collettore = 158 mm c.a. coll. - Rad Seven 600 coll. - Rad Seven 600 coll. -Rad Seven 800 coll. - Rad Seven 800 Pagina 76

78 Appartamento 7 P. Secondo TRONCO FABBISOGNO PORTATA LUNG. Ø int Ø PeX W l/h m. mm. mm. RIFERIMENTO. 2 TUBI IN MULTISTRATO TEMP.ESERCIZIO 70 C VISCOSITA' T = 10,00 Caldaia - Collettore p al collettore = 137 mm c.a. coll. - Rad Seven 800 coll. - Rad Seven 600 coll. -Rad Seven 800 coll. - Rad Seven 600 coll. - Rad Seven 600 Appartamento 8 P. Secondo TRONCO FABBISOGNO PORTATA LUNG. Ø int Ø PeX W l/h m. mm. mm. RIFERIMENTO. 2 TUBI IN MULTISTRATO TEMP.ESERCIZIO 70 C VISCOSITA' T = 10,00 Caldaia - Collettore p al collettore = 220 mm c.a. coll. - Rad Seven 600 coll. - Rad Seven 600 coll. -Rad Seven 800 coll. - Rad Seven 800 Pagina 77

79 Appartamento 9 P. Secondo TRONCO FABBISOGNO PORTATA LUNG. Ø int Ø PeX W l/h m. mm. mm. RIFERIMENTO. 2 TUBI IN MULTISTRATO TEMP.ESERCIZIO 70 C VISCOSITA' T = 10,00 Caldaia - Collettore p al collettore = 221 mm c.a. coll. - Rad Seven 600 coll. - Rad Seven 600 coll. -Rad Seven 800 coll. - Rad Seven 800 Pagina 78

80 GLASER STRUTTURE - STRATIGRAFIA A. CARATTERISTICHE TERMOIGROMETRICHE N Descrizione dall'interno verso l'esterno Parete esterna Spessore [cm] λ [W/mK] C [W/m²K] δ [kg/m³] δ p x [kg/mspa] R [m²k/w] 1 Intonaco di calce e gesso 2,0 0, ,300 0,029 2 Poroton 800 (250*300*180) spessore 250 (foratura <45%) 30,0 0, ,300 1,667 3 Rockwool - Pannello 226 4,0 0, ,000 1,143 4 Malta di calce o di calce e cemento 2,0 0, ,650 0,022 Spessore totale 38,0 Resistenza superficiale interna 0,130 Resistenza superficiale esterna 0,040 Trasmittanza termica [W/m²K] 0,330 Resistenza termica totale 3,030 Struttura verticale esterna Trasmittanza [W/m²K] 0,400 Valore limite [W/m²K] --- Trasmittanza termica periodica [W/m²K] 0,020 Valore limite [W/m²K] 0,120 Massa superficiale: 242,400 kg/m² Pagina 79

81 Parete divisione vano scala N Descrizione dall'interno verso l'esterno Spessore [cm] λ [W/mK] C [W/m²K] δ [kg/m³] δ p x [kg/mspa] R [m²k/w] 1 Intonaco di calce e gesso 2,0 0, ,300 0,029 2 Poroton 800 (250*300*180) spessore 250 (foratura <45%) 25,0 0, ,300 1,389 3 Intonaco di calce e gesso 2,0 0, ,300 0,029 Spessore totale 29,0 Resistenza superficiale interna 0,130 Resistenza superficiale esterna 0,130 Trasmittanza termica [W/m²K] 0,586 Resistenza termica totale 1,706 Struttura verticale interna Trasmittanza [W/m²K] 0,586 Valore limite [W/m²K] --- Trasmittanza termica periodica [W/m²K] 0,119 Valore limite [W/m²K] --- Massa superficiale: 200,000 kg/m² Pagina 80

82 N Descrizione dall'interno verso l'esterno Parete divisione tra appartamenti Spessore [cm] λ [W/mK] C [W/m²K] δ [kg/m³] δ p x [kg/mspa] R [m²k/w] 1 Intonaco di calce e gesso 2,0 0, ,300 0,029 2 Poroton 800 (250*300*180) spessore 250 (foratura <45%) 25,0 0, ,300 1,389 3 Intonaco di calce e gesso 2,0 0, ,300 0,029 Spessore totale 29,0 Resistenza superficiale interna 0,130 Resistenza superficiale esterna 0,130 Trasmittanza termica [W/m²K] 0,586 Resistenza termica totale 1,706 Divisorio Trasmittanza [W/m²K] 0,586 Valore limite [W/m²K] 0,800 Trasmittanza termica periodica [W/m²K] 0,119 Valore limite [W/m²K] --- Massa superficiale: 200,000 kg/m² Pagina 81

83 N Descrizione dall'alto verso il basso Solaio pavimento piano rialzato Spessore [cm] λ [W/mK] C [W/m²K] δ [kg/m³] δ p x [kg/mspa] R [m²k/w] 1 Pavimentazione interna - gres 1,0 1, ,571 0,007 2 Massetto in calcestruzzo alleggerito ( kg/m³) 3 Massetto in calcestruzzo ordinario ( kg/m³) 4 Polyfoam Kanuf Insulation C-350 SE 100 mm 5 Soletta (blocchi in laterizio + travetti in calcestruzzo) malta da cemento 20 Spessore totale 50,0 9,0 0, ,930 0,155 6,0 1, ,930 0,057 8,0 0, ,287 2,162 26,0 2, ,444 0,350 Resistenza superficiale interna 0,170 Resistenza superficiale esterna 0,040 Trasmittanza termica [W/m²K] 0,340 Resistenza termica totale 2,941 Struttura orizzontale esterna Trasmittanza [W/m²K] 0,340 Valore limite [W/m²K] --- Trasmittanza termica periodica [W/m²K] 0,027 Valore limite [W/m²K] 0,200 Massa superficiale: 458,900 kg/m² Pagina 82

84 N Descrizione dall'alto verso il basso Solaio intermedio in laterocemento - cm 35 Spessore [cm] λ [W/mK] C [W/m²K] δ [kg/m³] δ p x [kg/mspa] R [m²k/w] 1 Pavimentazione interna - gres 1,0 1, ,571 0,007 2 Massetto in calcestruzzo alleggerito ( kg/m³) 3 Polyfoam Kanuf Insulation C-350 SE 100 mm 4 Soletta (blocchi in laterizio + travetti in calcestruzzo) malta da cemento 20 5,0 0, ,930 0,086 2,0 0, ,287 0,541 26,0 2, ,444 0,350 5 Malta di calce o di calce e cemento 1,0 0, ,650 0,011 Spessore totale 35,0 Resistenza superficiale interna 0,170 Resistenza superficiale esterna 0,170 Trasmittanza termica [W/m²K] 0,749 Resistenza termica totale 1,335 Divisorio Trasmittanza [W/m²K] 0,749 Valore limite [W/m²K] 0,800 Trasmittanza termica periodica [W/m²K] 0,132 Valore limite [W/m²K] --- Massa superficiale: 318,800 kg/m² Pagina 83

85 N Descrizione dall'alto verso il basso Copertura terrazzo Spessore [cm] λ [W/mK] C [W/m²K] δ [kg/m³] δ p x [kg/mspa] R [m²k/w] 1 Pavimentazione esterna - klinker 1,0 0, ,571 0,014 2 Massetto in calcestruzzo alleggerito (1600 kg/m³) 5,0 1, ,930 0,046 3 Cartone catramato 0,5 0, ,004 0,010 4 Massetto in calcestruzzo alleggerito (1600 kg/m³) 5 Polyfoam Kanuf Insulation C-350 SE 100 mm 6 Soletta (blocchi in laterizio + travetti in calcestruzzo) malta da cemento 20 5,0 1, ,930 0,046 10,0 0, ,287 2,703 26,0 2, ,444 0,350 7 Intonaco di calce e gesso 1,0 0, ,300 0,014 Spessore totale 48,5 Resistenza superficiale interna 0,100 Resistenza superficiale esterna 0,040 Trasmittanza termica [W/m²K] 0,301 Resistenza termica totale 3,324 Struttura orizzontale esterna Trasmittanza [W/m²K] 0,301 Valore limite [W/m²K] --- Trasmittanza termica periodica [W/m²K] 0,042 Valore limite [W/m²K] 0,200 Massa superficiale: 442,600 kg/m² Pagina 84

Progettista(i) degli impianti termici e dell isolamento termico dell'edificio

Progettista(i) degli impianti termici e dell isolamento termico dell'edificio ALLEGATO E (Allegato I, comma 15) RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL'ARTICOLO 28 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991, N. 10, ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA DI CONTENIMENTO DEL CONSUMO ENERGETICO

Dettagli

Gli elementi tipologici forniti, al solo scopo di supportare la presente relazione tecnica, sono i seguenti:

Gli elementi tipologici forniti, al solo scopo di supportare la presente relazione tecnica, sono i seguenti: all articolo 3 del D.P.R. 26 agosto 1993, n. 412 (per edifici costituiti da parti appartenenti a categorie differenti, specificare le diverse categorie) Numero delle unità immobiliari Committente(i) Progettista(i)

Dettagli

(schema) (per edifici costituiti da parti appartenenti a categorie differenti, specificare le diverse categorie) Numero delle unità abitative

(schema) (per edifici costituiti da parti appartenenti a categorie differenti, specificare le diverse categorie) Numero delle unità abitative RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL'ART. 28 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991, N. 10 Come prevista dall allegato 4 della delibera di Assemblea legislativa della regione Emilia-Romagna n.156/2008, atto di indirizzo e

Dettagli

RELAZIONE TECNICA 1. INFORMAZIONI GENERALI

RELAZIONE TECNICA 1. INFORMAZIONI GENERALI RELAZIONE TECNICA OPERE RELATIVE A RISTRUTTURAZIONE TOTALE/PARZIALE O MANUTENZIONE STRAORDINARIA DELL'INVOLUCRO EDILIZIO DI EDIFICIO ESISTENTE CON SUPERFICIE UTILE FINO A 1000 m 2 (art.3 comma 2, lett.c,

Dettagli

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA. D.Lgs. 29 dicembre 2006, n. 311 - ALLEGATO E. D.P.R. 2 aprile 2009, n. 59

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA. D.Lgs. 29 dicembre 2006, n. 311 - ALLEGATO E. D.P.R. 2 aprile 2009, n. 59 LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA D.Lgs. 29 dicembre 2006, n. 311 - ALLEGATO E D.P.R. 2 aprile 2009, n. 59 COMMITTENTE : EDIFICIO : Appartamento VICENZA INDIRIZZO : COMUNE : VICENZA INTERVENTO

Dettagli

A.1 Indice di prestazione energetica per la climatizzazione invernale

A.1 Indice di prestazione energetica per la climatizzazione invernale ALLEGATO A - REQUISITI ENERGETICI DEGLI EDIFICI A.1 Indice di prestazione energetica per la climatizzazione invernale A.1.1 Per gli edifici residenziali della classe E.1, esclusi collegi, conventi, case

Dettagli

Progetto per la realizzazione di: VILLETTA UNIFAMIGLIARE CON TIPOLOGIA A SCHIERA

Progetto per la realizzazione di: VILLETTA UNIFAMIGLIARE CON TIPOLOGIA A SCHIERA RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL'ARTICOLO 28 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991, N. 10, ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA DI CONTENIMENTO DEL CONSUMO ENERGETICO DEGLI EDIFICI 1. INFORMAZIONI GENERALI

Dettagli

RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL'ARTICOLO 28 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991, N. 10, ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA

RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL'ARTICOLO 28 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991, N. 10, ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL'ARTICOLO 28 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991, N. 10, ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA DI CONTENIMENTO DEL CONSUMO ENERGETICO DEGLI EDIFICI 1. INFORMAZIONI GENERALI

Dettagli

Opere di ristrutturazione edilizia e risanamento conservativo - variante essenziale relative all'immobile sito in via Millelire n 10/c - Milano

Opere di ristrutturazione edilizia e risanamento conservativo - variante essenziale relative all'immobile sito in via Millelire n 10/c - Milano Comune di MILANO Provincia di MILANO Regione LOMBARDIA RELAZIONE TECNICA Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico Deliberazione Giunta Regionale 22 dicembre 2008

Dettagli

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA. D.Lgs. 29 dicembre 2006, n. 311 - ALLEGATO E. D.P.R. 2 aprile 2009, n. 59

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA. D.Lgs. 29 dicembre 2006, n. 311 - ALLEGATO E. D.P.R. 2 aprile 2009, n. 59 LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA D.Lgs. 29 dicembre 2006, n. 311 - ALLEGATO E D.P.R. 2 aprile 2009, n. 59 COMMITTENTE : CONI SPA EDIFICIO : PISCINA MILANO CONI INDIRIZZO : VIA MONTEVIDEO N.20

Dettagli

Relazione Tecnica attestante la rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico degli edifici

Relazione Tecnica attestante la rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico degli edifici Relazione Tecnica attestante la rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico degli edifici 1. Informazioni Generali art. 28 Legge n. 10 del 09/01/91 D.Lgs. 29 dicembre

Dettagli

RELAZIONE TECNICA. Comune di MILANO. Provincia di MILANO. Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico

RELAZIONE TECNICA. Comune di MILANO. Provincia di MILANO. Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico Comune di MILANO Provincia di MILANO RELAZIONE TECNICA Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico Decreto Legislativo 19 agosto 2005 n.192 Decreto Legislativo 29 dicembre

Dettagli

Deliberazione della Giunta Regionale Emilia Romagna n.1362 del 20/09/10- ALLEGATO 4

Deliberazione della Giunta Regionale Emilia Romagna n.1362 del 20/09/10- ALLEGATO 4 LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL'ART. 28 DELLA LEGGE 09.01.91 N. 10 ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA DI CONTENIMENTO DEL CONSUMO ENERGETICO DEGLI EDIFICI Deliberazione

Dettagli

RELAZIONE TECNICA Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico

RELAZIONE TECNICA Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico RELAZIONE TECNICA Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico Deliberazione Giunta Regionale 22 dicembre 2008 n. 8/8745 Allegato B - Relazione tecnica di cui all'articolo

Dettagli

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA. DGR 22 dicembre 2008, n. 8/8745 ALLEGATO B

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA. DGR 22 dicembre 2008, n. 8/8745 ALLEGATO B LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA DGR 22 dicembre 2008, n. 8/8745 ALLEGATO B COMMITTENTE : Amministrazione comunale di Rogeno EDIFICIO : Scuola Secondaria INDIRIZZO : Rogeno,Via vecchia Casletto

Dettagli

Comuni di Sirolo e Numana

Comuni di Sirolo e Numana Progettista: Arch. Giorgio Pagnoni LUGLIO 2012 RELAZIONE TECNICA ISOLAMENTO TERMICO I STRALCIO FUNZIONALE Service & Consulting Immobiliare s.r.l. - Via Trieste n. 21-60124 Ancona - tel 071 3580027 PROGETTO

Dettagli

Progetto per la realizzazione di: BILIOTECA DI CASTELLAMMARE DI STABIA

Progetto per la realizzazione di: BILIOTECA DI CASTELLAMMARE DI STABIA Progetto per la realizzazione di: BILIOTECA DI CASTELLAMMARE DI STABIA RELAZIONE TECNICA COME DISPOSTO DALL ARTICOLO 28 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991, N. 10, ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN

Dettagli

COMUNE DI ASTI PROVINCIA DI ASTI RELAZIONE TECNICA

COMUNE DI ASTI PROVINCIA DI ASTI RELAZIONE TECNICA COMUNE DI ASTI PROVINCIA DI ASTI RELAZIONE TECNICA ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA DI CONTENIMENTO DEL CONSUMO ENERGETICO DEGLI EDIFICI (art. 28 della Legge 9 gennaio 1991, n. 10,

Dettagli

Il presente decreto sara' pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.

Il presente decreto sara' pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana. DM 13/12/93 APPROVAZIONE DEI MODELLI TIPO PER LA COMPILAZIONE DELLA RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL'ART. 28 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991 N. 10, ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA DI CONTENIMENTO

Dettagli

RELAZIONE TECNICA DI CUI AL COMMA 1 DELL ARTICOLO 8 DEL DECRETO LEGISLATIVO 19 AGOSTO 2005, N

RELAZIONE TECNICA DI CUI AL COMMA 1 DELL ARTICOLO 8 DEL DECRETO LEGISLATIVO 19 AGOSTO 2005, N ALLEGATO 3 RELAZIONE TECNICA DI CUI AL COMMA 1 DELL ARTICOLO 8 DEL DECRETO LEGISLATIVO 19 AGOSTO 2005, N. 192, ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA DI CONTENIMENTO DEL CONSUMO ENERGETICO

Dettagli

Progettista degli impianti termici e dell'isolamento termico dell'edificio: Groli dott. ing. Gianfranco

Progettista degli impianti termici e dell'isolamento termico dell'edificio: Groli dott. ing. Gianfranco RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL'ARTICOLO 28 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991, N. 10, ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA DI CONTENIMENTO DEL CONSUMO ENERGETICO DEGLI EDIFICI 1. INFORMAZIONI GENERALI

Dettagli

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA. D.Lgs. 29 dicembre 2006, n. 311 - ALLEGATO E. D.P.R. 2 aprile 2009, n. 59

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA. D.Lgs. 29 dicembre 2006, n. 311 - ALLEGATO E. D.P.R. 2 aprile 2009, n. 59 Pag. 1/14 LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA D.Lgs. 29 dicembre 2006, n. 311 - ALLEGATO E D.P.R. 2 aprile 2009, n. 59 COMMITTENTE : MIBAC EDIFICIO : Museo Archeologico Regionale Baglio Anselmi

Dettagli

San Paolo di Jesi (AN) Realizzazione di un edificio Microsoftware Michele Verdini. Comune: Descrizione: Committente: Progettista impianti termici:

San Paolo di Jesi (AN) Realizzazione di un edificio Microsoftware Michele Verdini. Comune: Descrizione: Committente: Progettista impianti termici: RELAZIONE TECNICA In conformità all'art.28 della legge 09 gennaio 1991 n 10 Applicazione del Decreto Legislativo 19 agosto 2005 n. 192 come modificato dal Decreto Legislativo 29 dicembre 2006 n. 311 Comune:

Dettagli

ALLEGATO 2 1. INFORMAZIONI GENERALI

ALLEGATO 2 1. INFORMAZIONI GENERALI ALLEGATO 2 RELAZIONE TECNICA DI CUI AL COMMA 1 DELL ARTICOLO 8 DEL DECRETO LEGISLATIVO 19 AGOSTO 2005, N. 192, ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA DI CONTENIMENTO DEL CONSUMO ENERGETICO

Dettagli

Nuove costruzioni, ristrutturazioni importanti di primo livello, edifici ad energia quasi zero

Nuove costruzioni, ristrutturazioni importanti di primo livello, edifici ad energia quasi zero ALLEGATO 1 RELAZIONE TECNICA DI CUI AL COMMA 1 DELL ARTICOLO 8 DEL DECRETO LEGISLATIVO 19 AGOSTO 2005, N. 192, ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA DI CONTENIMENTO DEL CONSUMO ENERGETICO

Dettagli

EDIFICIO DI CLASSE A

EDIFICIO DI CLASSE A Pratica n: 489/11 LOTTO 3 Cliente: Bodo Costruzioni Srl, Via Bagnoli, 31/A 35010 Vigonza (PD) ATTESTATO DI CERTIFICAZIONE ENERGETICA (dati riferiti alla situazione successiva agli interventi) Ai sensi

Dettagli

CDP - Studio Tecnico Casetta & Del Piano Ingegneri Associati

CDP - Studio Tecnico Casetta & Del Piano Ingegneri Associati IMPIANTO TERMICO 1. Impianto termico La presente relazione riguarda il dimensionamento dell impianto termico a servizio dell edificio in progetto da adibire struttura a servizio del Comune di Orbassano

Dettagli

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA. DGR 4 agosto 2009, n. 46-11968. D.Lgs. 29 dicembre 2006, n. 311 - ALLEGATO E

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA. DGR 4 agosto 2009, n. 46-11968. D.Lgs. 29 dicembre 2006, n. 311 - ALLEGATO E LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA DGR 4 agosto 2009, n. 46-11968 D.Lgs. 29 dicembre 2006, n. 311 - ALLEGATO E COMMITTENTE : Comune di Bioglio EDIFICIO : Immobile Alloggi E.R.P.S. INDIRIZZO

Dettagli

Comune di Nichelino RISTRUTTURAZIONE ED AMPLIAMENTO ASILO NIDO PUCCINI - RELAZIONE TECNICA -

Comune di Nichelino RISTRUTTURAZIONE ED AMPLIAMENTO ASILO NIDO PUCCINI - RELAZIONE TECNICA - Comune di Nichelino RISTRUTTURAZIONE ED AMPLIAMENTO ASILO NIDO PUCCINI - RELAZIONE TECNICA - RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA DI CONTENIMENTO DEL CONSUMO ENERGETICO E SOSTENIBILITA AMBIENTALE D.Lgs.

Dettagli

ATTESTATO DI QUALIFICAZIONE ENERGETICA. Delibera Regione Emilia Romagna 26 settembre 2011, n. 1366 ALLEGATO 5

ATTESTATO DI QUALIFICAZIONE ENERGETICA. Delibera Regione Emilia Romagna 26 settembre 2011, n. 1366 ALLEGATO 5 ATTESTATO DI QUALIFICAZIONE ENERGETICA Delibera Regione Emilia Romagna 26 settembre 2011, n. 1366 ALLEGATO 5 COMMITTENTE : EDIFICIO : Casa a schiera BOLOGNA INDIRIZZO : COMUNE : BOLOGNA Rif.: C:\Users\manuel.canella\Desktop\BOLOGNA

Dettagli

Allegato C RELAZIONE TECNICA

Allegato C RELAZIONE TECNICA Allegato C RELAZIONE TECNICA RELAZIONE TECNICA DI CUI AL PUNTO 4.8 DELL ALLEGATO 1 DEL DECRETO ATTUATIVO DELLA DGR 3868 DEL 17.7.2015 Nuove costruzioni, ristrutturazioni importanti di primo livello, edifici

Dettagli

PROGETTO DI NUOVA COSTRUZIONE

PROGETTO DI NUOVA COSTRUZIONE PROGETTO DI NUOVA COSTRUZIONE REALIZZAZIONE DI N.2 FABBRICATI PER COMPLESSIVI N.50 ALLOGGI DI TIPO POPOLARE AL QUARTIERE PARADISO PIANO DI ZONA 167/1962 DEL. C.C. N 14/2002 PIANO NAZIONALE DI EDILIZIA

Dettagli

Nuove costruzioni, ristrutturazioni importanti di primo livello, edifici ad energia quasi zero

Nuove costruzioni, ristrutturazioni importanti di primo livello, edifici ad energia quasi zero RELAZIONE TECNICA DI CUI AL COMMA 1 DELL ARTICOLO 8 DEL DECRETO LEGISLATIVO 19 AGOSTO 2005, N. 192, ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA DI CONTENIMENTO DEL CONSUMO ENERGETICO DEGLI EDIFICI

Dettagli

Tipologie di intervento

Tipologie di intervento CORSO DI LAUREA INGEGNERIA EDILE- ARCHITETTURA La certificazione energetica degli edifici IL DECRETO LEGISLATIVO 192/2005 Tipologie di intervento TIPOLOGIA 1 Edifici di nuova costruzione; Ristrutturazione

Dettagli

AGENZIA REGIONALE PER LA CASA E L'ABITARE ARCA SUD SALENTO Via Trinchese 61/D Galleria 73100 LECCE tel. 0832 446111 fax 0832 315034

AGENZIA REGIONALE PER LA CASA E L'ABITARE ARCA SUD SALENTO Via Trinchese 61/D Galleria 73100 LECCE tel. 0832 446111 fax 0832 315034 AGENZIA REGIONALE PER LA CASA E L'ABITARE ARCA SUD SALENTO Via Trinchese 61/D Galleria 73100 LECCE tel. 0832 446111 fax 0832 315034 PROGETTO ESECUTIVO PER LA MANUTENZIONE STRAORDINARIA DEI FABBRICATI SITI

Dettagli

Relazione Tecnica (RT)

Relazione Tecnica (RT) Committente: Edificio: Relazione Tecnica (RT) LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 DGR 31 ottobre 2007, n. 8/5773 - ALLEGATO B Studio Tintori Indirizzo: Via Firenze, 3 Comune: Villa monofamiliare a destinazione

Dettagli

POR CALABRIA FESR 2007/2013 ASSE II - ENERGIA OBIETTIVO SPECIFICO 2.1 - LINEA DI INTERVENTO 2.1.2.1

POR CALABRIA FESR 2007/2013 ASSE II - ENERGIA OBIETTIVO SPECIFICO 2.1 - LINEA DI INTERVENTO 2.1.2.1 POR CALABRIA FESR 2007/2013 ASSE II - ENERGIA OBIETTIVO SPECIFICO 2.1 - LINEA DI INTERVENTO 2.1.2.1 AVVISO PUBBLICO PER IL SOSTEGNO ALLA REALIZZAZIONE DI MODELLI PER LA DIMINUIZIONE DEI CONSUMI NEGLI USI

Dettagli

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10. RELAZIONE TECNICA DGR 31 ottobre 2007, n. 8/5773 - ALLEGATO B

LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10. RELAZIONE TECNICA DGR 31 ottobre 2007, n. 8/5773 - ALLEGATO B LEGGE 9 gennaio 1991, n. 10 RELAZIONE TECNICA DGR 31 ottobre 2007, n. 8/5773 - ALLEGATO B COMMITTENTE : ALER LECCO - AZIENDA LOMBARDA PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DI LECCO EDIFICIO : Fabbricato residenziale

Dettagli

POR CALABRIA FESR 2007/2013 ASSE II - ENERGIA OBIETTIVO SPECIFICO 2.1 - LINEA DI INTERVENTO 2.1.2.1

POR CALABRIA FESR 2007/2013 ASSE II - ENERGIA OBIETTIVO SPECIFICO 2.1 - LINEA DI INTERVENTO 2.1.2.1 POR CALABRIA FESR 2007/2013 ASSE II - ENERGIA OBIETTIVO SPECIFICO 2.1 - LINEA DI INTERVENTO 2.1.2.1 AVVISO PUBBLICO PER IL SOSTEGNO ALLA REALIZZAZIONE DI MODELLI PER LA DIMINUIZIONE DEI CONSUMI NEGLI USI

Dettagli

POR CALABRIA FESR 2007/2013 ASSE II - ENERGIA OBIETTIVO SPECIFICO 2.1 - LINEA DI INTERVENTO 2.1.2.1

POR CALABRIA FESR 2007/2013 ASSE II - ENERGIA OBIETTIVO SPECIFICO 2.1 - LINEA DI INTERVENTO 2.1.2.1 POR CALABRIA FESR 2007/2013 ASSE II - ENERGIA OBIETTIVO SPECIFICO 2.1 - LINEA DI INTERVENTO 2.1.2.1 AVVISO PUBBLICO PER IL SOSTEGNO ALLA REALIZZAZIONE DI MODELLI PER LA DIMINUIZIONE DEI CONSUMI NEGLI USI

Dettagli

ALLEGATO 1 INTERVENTI AMMISSIBILI -

ALLEGATO 1 INTERVENTI AMMISSIBILI - ALLEGATO 1 INTERVENTI AMMISSIBILI - A. INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE COMPLESSIVA DELL EDIFICIO...2 A) VALORI LIMITE...2 B) COSTI AMMISSIBILI...3 C) CONTENUTO DELL ASSEVERAZIONE...3 B. INTERVENTI SU STRUTTURE

Dettagli

RELAZIONE TECNICA In conformitä all'art.28 della legge 09 gennaio 1991 nå10

RELAZIONE TECNICA In conformitä all'art.28 della legge 09 gennaio 1991 nå10 RELAZIONE TECNICA In conformitä all'art.8 della legge 09 gennaio 1991 nå10 D.G.R. VIII/8745 del Dicembre 008 - ALLEGATO B Comune: Descrizione: Committente: Progettista impianti termici: Bregnano (CO) LEGGE

Dettagli

POR CALABRIA FESR 2007/2013 ASSE II - ENERGIA OBIETTIVO SPECIFICO 2.1 - LINEA DI INTERVENTO 2.1.2.1

POR CALABRIA FESR 2007/2013 ASSE II - ENERGIA OBIETTIVO SPECIFICO 2.1 - LINEA DI INTERVENTO 2.1.2.1 POR CALABRIA FESR 2007/2013 ASSE II - ENERGIA OBIETTIVO SPECIFICO 2.1 - LINEA DI INTERVENTO 2.1.2.1 AVVISO PUBBLICO PER IL SOSTEGNO ALLA REALIZZAZIONE DI MODELLI PER LA DIMINUIZIONE DEI CONSUMI NEGLI USI

Dettagli

ALLEGATO I. (Articolo 11)

ALLEGATO I. (Articolo 11) ALLEGATO I. (Articolo 11) REGIME TRANSITORIO PER LA PRESTAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI 1. Per tutte le categorie di edifici, così come classificati in base alla destinazione d uso all articolo 3 del

Dettagli

DECRETA. Art. 1 (Ambito di intervento e finalità) Art. 2 (Relazioni tecniche di progetto)

DECRETA. Art. 1 (Ambito di intervento e finalità) Art. 2 (Relazioni tecniche di progetto) Il Ministro dello Sviluppo Economico di concerto con il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti e con il Ministro per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione Vista la direttiva 2010/31/UE

Dettagli

IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI DECRETO 26 giugno 2015. Schemi e modalità di riferimento per la compilazione della relazione tecnica di progetto ai fini dell applicazione delle prescrizioni e dei requisiti minimi di prestazione energetica

Dettagli

IMPIANTO TERMICO 1. APPARTAMENTO 1.1 2. APPARTAMENTO 2.1 3. APPARTAMENTO 2.2 4. APPARTAMENTO 2.3

IMPIANTO TERMICO 1. APPARTAMENTO 1.1 2. APPARTAMENTO 2.1 3. APPARTAMENTO 2.2 4. APPARTAMENTO 2.3 LAVORI DI RESTAURO E RISANAMENTO CONSERVATIVO DEGLI ALLOGGI DI PROPRIETA COMUNALE SITI IN VICOLO OBERDAN DA DESTINARE ALLA LOCAZIONE PRIMARIA A CANONE CONCERTATO (Legge 431/1998) IMPIANTO TERMICO 1. DATI

Dettagli

Decreto del Ministero dello sviluppo economico 26 giugno 2015

Decreto del Ministero dello sviluppo economico 26 giugno 2015 Decreto del Ministero dello sviluppo economico 26 giugno 2015 Schemi e modalità di riferimento per la compilazione della relazione tecnica di progetto ai fini dell'applicazione delle prescrizioni e dei

Dettagli

ATTESTATO DI QUALIFICAZIONE ENERGETICA

ATTESTATO DI QUALIFICAZIONE ENERGETICA Numero di protocollo COMUNE DI ATTESTATO DI QUALIFICAZIONE ENERGETICA Allegato A del D.M. 19/02/2007 (come modificato dal D.M. 26/10/2007) da redigere ai sensi dell art. 11, comma 1-bis del D.Lgs. 19/08/2005,

Dettagli

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DECRETO 26 giugno 2015 Schemi e modalita' di riferimento per la compilazione della relazione tecnica di progetto ai fini dell'applicazione delle prescrizioni e dei requisiti

Dettagli

La sostenibilità energetica ed ambientale del Palazzo Italia di EXPO 2015: analisi di un edificio nzeb

La sostenibilità energetica ed ambientale del Palazzo Italia di EXPO 2015: analisi di un edificio nzeb La sostenibilità energetica ed ambientale del Palazzo Italia di EXPO 2015: analisi di un edificio nzeb prof. Ing. Livio de Santoli livio.desantoli@uniroma1.it La normativa ed il ruolo dell efficienza energetica

Dettagli

CERTIFICAZIONE ENERGETICA COMUNE DI.. PROVINCIA DI.

CERTIFICAZIONE ENERGETICA COMUNE DI.. PROVINCIA DI. CERTIFICAZIONE ENERGETICA COMUNE DI.. PROVINCIA DI. Informazioni generali Comune di: xxx Tipologia dell edificio: xxx Sito in: xxx Concessione edilizia n. xxxx del xxxx Classificazione dell edificio: xxxx

Dettagli

Condominio: Riqualificazione

Condominio: Riqualificazione Condominio: Riqualificazione Energy Planning ANALISI ENERGETICA CON SOLUZIONI ANALISI ENERGETICA CON SOLUZIONI il software Energy Planning Dati edificio Località Comune: Torino Zona climatica: E Latitudine:

Dettagli

PREMESSA. Normativa e Leggi di riferimento

PREMESSA. Normativa e Leggi di riferimento PREMESSA L oggetto del presente documento riguarda la descrizione dell impianto solare termico per la produzione di acqua calda sanitaria per il fabbisogno del blocco servizi e docce del Campo Sportivo

Dettagli

PROGETTARE UN EDIFICIO IN CLASSE A

PROGETTARE UN EDIFICIO IN CLASSE A SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO CENED PROGETTARE UN EDIFICIO IN CLASSE A 27 gennaio 2010 PAVIA INQUADRAMENTO DEL SITO 2 INQUADRAMENTO DEL SITO 3 INQUADRAMENTO DELL INTERVENTO 4 STATO DI FATTO PROGETTO INQUADRAMENTO

Dettagli

RIFERIMENTI NORMATIVI

RIFERIMENTI NORMATIVI RELAZIONE TECNICA IMPIANTO TERMICO RIFERIMENTI NORMATIVI Tutti gli impianti dovranno essere forniti completi in ogni loro singola parte e perfettamente funzionanti, con tutte le apparecchiature ed accessori

Dettagli

LA DIAGNOSI ENERGETICA e le PRINCIPALI TIPOLOGIE di INTERVENTO negli EDIFICI COMITATO SCIENTIFICO. Ing. Valerio DABOVE Direttore Comitato Scientifico

LA DIAGNOSI ENERGETICA e le PRINCIPALI TIPOLOGIE di INTERVENTO negli EDIFICI COMITATO SCIENTIFICO. Ing. Valerio DABOVE Direttore Comitato Scientifico INCONTRO TAVOLA ROTONDA 14 luglio 2008 RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA E RISPARMIO ENERGETICO: COME ATTUARE GLI INTERVENTI NEGLI IMMOBILI LA DIAGNOSI ENERGETICA e le PRINCIPALI TIPOLOGIE di INTERVENTO negli

Dettagli

CASE CON SISTEMI INNOVATIVI COMPARATIVA IMPIANTI RISCALDAMENTO

CASE CON SISTEMI INNOVATIVI COMPARATIVA IMPIANTI RISCALDAMENTO CASE CON SISTEMI INNOVATIVI COMPARATIVA IMPIANTI RISCALDAMENTO PREMESSA Con la presente relazione si intende fare una analisi comparativa fra alcuni dei sistemi di Riscaldamento utilizzati per la costruzione

Dettagli

ATTESTATO DI PRESTAZIONE ENERGETICA. Edificio di classe: F

ATTESTATO DI PRESTAZIONE ENERGETICA. Edificio di classe: F ATTESTATO DI PRESTAZIONE ENERGETICA Sostituisce l'attestato di certificazione energetica ai sensi della Legge 90/2013. Edifici residenziali 1. Informazioni generali Codice certificato 100210 Validità:

Dettagli

Pratica di Certificazione energetica e Acustica in edilizia

Pratica di Certificazione energetica e Acustica in edilizia Pratica di Certificazione energetica e Acustica in edilizia Concetti e spunti applicativi Relatore: Ing. Luca Spotti CERTIFICAZIONE ENERGETICA Impianto e centrale termica CERTIFICAZIONE ENERGETICA Impianto

Dettagli

Edificio di classe: G

Edificio di classe: G ATTESTATO DI CERTIFICAZIONE ENERGETICA Edifici Residenziali 1. INFORMAZIONI GENERALI (1) Codice certificato 001 Validità 01/11/2019 Riferimenti catastali Foglio: 000 Particella: 000 Subalterno: 000 edificio

Dettagli

Edificio di classe: E

Edificio di classe: E ATTESTATO DI CERTIFICAZIONE ENERGETICA Edifici Residenziali 1. INFORMAZIONI GENERALI (1) Codice certificato 001 Validità 03/11/2019 Riferimenti catastali Foglio: 6 Particella: 1430 Subalterno: 1 edificio

Dettagli

ATTESTATO DI PRESTAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI

ATTESTATO DI PRESTAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI DATI GENERALI Destinazione d'uso Oggetto dell'attestato Nuova costruzione Residenziale Intero edificio Passaggio di proprietà Non residenziale Unità immobiliare Locazione Classificazione D.P.R. 412/93:

Dettagli

METROLOGIA, DOMOTICA ED EFFICIENZA ENERGETICA. 14 luglio 2014 - INRIM - Torino

METROLOGIA, DOMOTICA ED EFFICIENZA ENERGETICA. 14 luglio 2014 - INRIM - Torino METROLOGIA, DOMOTICA ED EFFICIENZA ENERGETICA 14 luglio 2014 - INRIM - Torino Contabilizzazione dell energia termica: quadro normativo, Contesto applicativo e tecnologie allo stato dell'arte Marco Masoero

Dettagli

IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI DECRETO 26 giugno 2015. Schemi e modalità di riferimento per la compilazione della relazione tecnica di progetto ai Þ ni dell applicazione delle prescrizioni e dei requisiti minimi di prestazione energetica

Dettagli

ATTESTATO DI QUALIFICAZIONE ENERGETICA

ATTESTATO DI QUALIFICAZIONE ENERGETICA ATTESTATO DI QUALIFICAZIONE ENERGETICA Ubicazione dell edificio: Anno di costruzione: Proprietà dell edificio: Destinazione d uso: Quartiere La Madonnina - via Pisino - 73024 MAGLIE (LECCE) Edificio via

Dettagli

Comuni di Sirolo e Numana

Comuni di Sirolo e Numana Progettista: Arch. Giorgio Pagnoni LUGLIO 2012 RELAZIONE TECNICA IMPIANTO RISCALDAMENTO I STRALCIO FUNZIONALE Service & Consulting Immobiliare s.r.l. - Via Trieste n. 21-60124 Ancona - tel 071 3580027

Dettagli

Impianti tecnici nell edilizia storica

Impianti tecnici nell edilizia storica Impianti tecnici nell edilizia storica Docente: Prof. Francesca Cappelletti Collaboratore: Arch. Chiara Tambani 1 Programma 1) INVOLUCRO EDILIZIO: caratterizzazione termica e verifiche Resistenza termica

Dettagli

ALLEGATO A. Tecnologie di utilizzo delle fonti rinnovabili, ove presenti. (23) Tipologia di sistemi per l utilizzazione delle fonti rinnovabili:..

ALLEGATO A. Tecnologie di utilizzo delle fonti rinnovabili, ove presenti. (23) Tipologia di sistemi per l utilizzazione delle fonti rinnovabili:.. ATTESTATO DI QUALIFICAZIONE ENERGETICA (dati riferiti alla situazione successiva agli interventi) Dati generali (1) Ubicazione dell edificio:. (2) Anno di costruzione:.. (3) Proprietà dell edificio:..

Dettagli

ANPE - 2a Conferenza Nazionale

ANPE - 2a Conferenza Nazionale Norme tecniche e attuazione della Direttiva UE 2010/31 arch. Anna Martino CTI Comitato Termotecnico Italiano Energia e Ambiente Ente federato UNI RECEPIMENTO DIRETTIVA 31/2010/UE 2a Conferenza Nazionale

Dettagli

NORME ORDINATE PER ARGOMENTO

NORME ORDINATE PER ARGOMENTO UNI EN 215-1:1990 31/03/1990 Valvole termostatiche per radiatori. Requisiti e metodi di prova. UNI EN 255-1:1998 31/10/1998 Condizionatori, refrigeratori di liquido e pompe di calore con compressore elettrico

Dettagli

Guida pratica alle verifiche del D.P.R. 2.4.2009, n. 59

Guida pratica alle verifiche del D.P.R. 2.4.2009, n. 59 Guida pratica alle verifiche del D.P.R. 2.4.2009, n. 59 Edilclima ha predisposto un prospetto informativo delle principali prescrizioni previste dal D.P.R. n. 59 del 2.4.2009, al fine di semplificare e

Dettagli

Soluzioni impiantistiche per una riqualificazione energetica degli edifici esistenti. Dott. Ing. Pietro Marforio

Soluzioni impiantistiche per una riqualificazione energetica degli edifici esistenti. Dott. Ing. Pietro Marforio Soluzioni impiantistiche per una riqualificazione energetica degli edifici esistenti Dott. Ing. Pietro Marforio Sistema edificio/impianto Per soddisfare il fabbisogno di energia termica di un edificio,

Dettagli

INTEGRAZIONE DELLE DISPOSIZIONI IN MERITO ALLA DISCIPLINA PER L EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI APPROVATE CON DECRETO 6480 DEL 30.7.

INTEGRAZIONE DELLE DISPOSIZIONI IN MERITO ALLA DISCIPLINA PER L EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI APPROVATE CON DECRETO 6480 DEL 30.7. INTEGRAZIONE DELLE DISPOSIZIONI IN MERITO ALLA DISCIPLINA PER L EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI APPROVATE CON DECRETO 6480 DEL 30.7.2015 1. Obbligo di dotazione e allegazione dell Attestato di Prestazione

Dettagli

Libretto di impianto per la climatizzazione

Libretto di impianto per la climatizzazione Libretto di impianto per la climatizzazione conforme al Decreto n. 5027 del 11.6.2014 EDIFICIO LOCALITÀ Condominio La Torre Milano INDIRIZZO via Mazzini, 12 DATA martedì 3 marzo 2015 Rif. Esempio.E7201

Dettagli

NORME ORDINATE PER ARGOMENTO

NORME ORDINATE PER ARGOMENTO UNI EN 215-1:1990 31/03/90 Valvole termostatiche per radiatori. Requisiti e metodi di prova. UNI EN 255-1:1998 31/10/98 Condizionatori, refrigeratori di liquido e pompe di calore con compressore elettrico

Dettagli

1. INFORMAZIONI GENERALI (1) Nuova costruzione Passaggio di proprietà Riqualificazione energetica Riferimenti catastali 1.

1. INFORMAZIONI GENERALI (1) Nuova costruzione Passaggio di proprietà Riqualificazione energetica Riferimenti catastali 1. ATTESTATO DI QUALIFICAZIONE ENERGETICA (ai sensi del comma 2, dell'articolo 8, del decreto legislativo 19 agosto 2005,n. 192 e successive mm.e ii.) Edifici residenziali 1. INFORMAZIONI GENERALI (1) Nuova

Dettagli

DIRETTIVA 2002/91/CE Dlgs 311/06 e NUOVI IMPIANTI

DIRETTIVA 2002/91/CE Dlgs 311/06 e NUOVI IMPIANTI DIRETTIVA 2002/91/CE Dlgs 311/06 e NUOVI IMPIANTI Ing. Laurent SOCAL 19/06/2007 Ing. SOCAL - Certificazione energetica 1 Allegato I Nuovi edifici Nuovo edificio applicazione integrale Ristrutturazione

Dettagli

Millesimus IV. Contabilizzazione del calore Ripartizione delle spese Norma UNI 10200:2015

Millesimus IV. Contabilizzazione del calore Ripartizione delle spese Norma UNI 10200:2015 Millesimus IV Contabilizzazione del calore Ripartizione delle spese Norma UNI 10200:2015 In questo documento verrà illustrata la corretta procedura per la contabilizzazione del calore e per la ripartizione

Dettagli

ATTESTATO DI PRESTAZIONE ENERGETICA Sostituisce l'attestato di certificazione energetica ai sensi della Legge 90/2013. Edificio di classe: F

ATTESTATO DI PRESTAZIONE ENERGETICA Sostituisce l'attestato di certificazione energetica ai sensi della Legge 90/2013. Edificio di classe: F ATTESTATO DI PRESTAZIONE ENERGETICA Sostituisce l'attestato di certificazione energetica ai sensi della Legge 90/2013. Edifici residenziali 1. Informazioni generali Codice certificato 100228 Validità:

Dettagli

Conto Energia Termico. San Paolo d Argon 6 maggio 2013

Conto Energia Termico. San Paolo d Argon 6 maggio 2013 Conto Energia Termico San Paolo d Argon 6 maggio 2013 AGENDA Inquadramento generale Finalità e ambito di applicazione Soggetti ammessi Interventi incentivabili Incentivi Casi studio Pannelli solari termici

Dettagli

CHECK LIST PROGETTO ENERGETICO

CHECK LIST PROGETTO ENERGETICO P.G. Comune di Montorfano Provincia di Como Area Tecnica - Ufficio Tecnico CHECK LIST PROGETTO ENERGETICO (allegato obbligatorio alla relazione tecnica di cui all art. 28 della L. 10/91 come definita dall

Dettagli

Certificazione Energetica degli Edifici TERMO_CE

Certificazione Energetica degli Edifici TERMO_CE Certificazione Energetica degli Edifici TERMO_CE software certificato CTI per le UNI-TS 11300 1-2-4 include anche la UNI-TS 11300 parte 3 Semplice da usare, esegue la verifica di nuove costruzioni, ristrutturazioni,

Dettagli

Certificazione Energetica Regione Lombardia Gli indicatori di prestazione energetica degli edifici e l efficienza energetica degli impianti

Certificazione Energetica Regione Lombardia Gli indicatori di prestazione energetica degli edifici e l efficienza energetica degli impianti Certificazione Energetica Regione Lombardia Gli indicatori di prestazione energetica degli edifici e l efficienza energetica degli impianti DISPOSIZIONI REGIONE LOMBARDIA 2 2. DEFINIZIONI 1/3 DISPOSIZIONI

Dettagli

Edificio di classe: B

Edificio di classe: B ATTESTATO DI PRESTAZIONE ENERGETICA Edifici non residenziali Codice certificato Riferimenti catastali 1. INFORMAZIONI GENERALI (1) Nessuno Validità Indirizzo edificio Piazza Della Repubblica 1, Varese

Dettagli

La classificazione energetica dei sistemi radianti: massimo comfort, massima efficienza, minimo consumo.

La classificazione energetica dei sistemi radianti: massimo comfort, massima efficienza, minimo consumo. La classificazione energetica dei sistemi radianti: massimo comfort, massima efficienza, minimo consumo. Maggiore efficienza energetica sistema radiante = maggiore comfort, minori consumi Lo scopo di tutti

Dettagli

Comune di Tricase Provincia di Lecce RELAZIONE TECNICA. Rispondenza alle prescrizioni in materia di sostituzione di infissi e vetri

Comune di Tricase Provincia di Lecce RELAZIONE TECNICA. Rispondenza alle prescrizioni in materia di sostituzione di infissi e vetri Comune di Tricase Provincia di Lecce RELAZIONE TECNICA Rispondenza alle prescrizioni in materia di sostituzione di infissi e vetri Decreto Legislativo 19 agosto 2005 N.192 Decreto Legislativo 29 dicembre

Dettagli

IMPIANTI RISCALDAMENTO Descrizione

IMPIANTI RISCALDAMENTO Descrizione Corso di IMPIANTI TECNICI per l EDILIZIA IMPIANTI RISCALDAMENTO Descrizione Prof. Paolo ZAZZINI Dipartimento INGEO Università G. D Annunzio Pescara www.lft.unich.it Impianto termico : Impianto tecnologico

Dettagli

Produzione di calore ad alto rendimento

Produzione di calore ad alto rendimento Produzione di calore ad alto rendimento Negli edifici di nuova costruzione e in quelli in cui è prevista la completa sostituzione dell'impianto di riscaldamento o del solo generatore di calore, è obbligatorio

Dettagli

TECNOLOGIE ED APPLICAZIONI

TECNOLOGIE ED APPLICAZIONI IL RISPARMIO ENERGETICO NELL EDILIZIA TECNOLOGIE ED APPLICAZIONI AGIRE Agenzia Veneziana per l Energia ing. Michele Chieregato L AGENZIA VENEZIANA PER L ENERGIA FONTI RINNOVABILI EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

Indice. 1. Generalità e scopo del documento... 3. 2. Dati identificativi del sito e della struttura... 3. 2.1. Dati climatici e di irraggiamento...

Indice. 1. Generalità e scopo del documento... 3. 2. Dati identificativi del sito e della struttura... 3. 2.1. Dati climatici e di irraggiamento... Indice 1. Generalità e scopo del documento... 3 2. Dati identificativi del sito e della struttura... 3 2.1. Dati climatici e di irraggiamento... 3 3. Dimensionamento e caratteristiche tecniche dell impianto

Dettagli

Edificio di classe :

Edificio di classe : ATTESTATO DI PRESTAZIONE ENERGETICA Edifici non residenziali 1. INFORMAZIONI GENERALI (1) Codice Certificato Validità 01/08/2014 Riferimenti catastali Indirizzo edificio Via Piccinni Nuova costruzione

Dettagli

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA EDIFICI PUBBLICI COMUNE DI CAVRIAGO. Azienda Casa Emilia-Romagna di Reggio Emilia

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA EDIFICI PUBBLICI COMUNE DI CAVRIAGO. Azienda Casa Emilia-Romagna di Reggio Emilia RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA EDIFICI PUBBLICI COMUNE DI CAVRIAGO CENTRO CULTURALE MUNICIPIO SCUOLA CINEMA PALESTRA SCUOLA ALLOGGI SOCIALI SCUOLA CASA PROTETTA Soluzione - La riqualificazione energetica

Dettagli

Ing. SOCAL - Legge 10/91 1

Ing. SOCAL - Legge 10/91 1 Manutenzione degli impianto di riscaldamento 19/06/2007 Ing. SOCAL - Legge 10/91 1 Legge 10/91 Oggetto: uso razionale dell energia Finalità: ridurre i consumi energetici e migliorare la compatibilità ambientale

Dettagli

I nuovi requisiti di prestazione energetica

I nuovi requisiti di prestazione energetica Milano, 30 giugno 2015 LA DEFINIZIONE DEGLI INTERVENTI: EDIFICIO DI NUOVA COSTRUZIONE: è un edificio il cui titolo abilitativo sia stato richiesto dopo l entrata in vigore del presente provvedimento. Sono

Dettagli

A T T E S T A T O D I P R E S T A Z I O N E E N E R G E T I C A D E G L I E D I F I C I

A T T E S T A T O D I P R E S T A Z I O N E E N E R G E T I C A D E G L I E D I F I C I DATI GENERALI Destinazione d'uso Residenziale Non residenziale Classificazione D.P.R. 412/93: E.1 (1) Oggetto dell attestato Intero edificio Unità immobiliare Gruppo di unità immobiliari Numero di unità

Dettagli

X Climatizzazione invernale Ventilazione meccanica Illuminazione

X Climatizzazione invernale Ventilazione meccanica Illuminazione DATI GENERALI Destinazione d'uso Oggetto dell'attestato Nuova costruzione X Residenziale Intero edificio X Passaggio di proprietà Non residenziale X Unità immobiliare Locazione Gruppo di unità immobiliari

Dettagli

ATTESTATO DI PRESTAZIONE ENERGETICA

ATTESTATO DI PRESTAZIONE ENERGETICA ATTESTATO DI PRESTAZIONE ENERGETICA Area geografica Ubicazione intervento Regione Campania Provincia di Salerno Comune di SALERNO Via Roma, 12 Proprietà Rossi Mario Progettista Ing. Nervi Costruttore EDILCOM

Dettagli

RELAZIONE TECNICA. Il progettista (Luigi Bianchi) Roma (RM), 08/06/2011. Termo Energia - Namirial

RELAZIONE TECNICA. Il progettista (Luigi Bianchi) Roma (RM), 08/06/2011. Termo Energia - Namirial RELAZIONE TECNICA Impianto: Impianto solare termico Microsoftware Comune: SENIGALLIA (AN) Descrizione: Progettazione di un impianto fotovoltaico grid-connected di potenza 12 Committente: Mario rossi Progettista:

Dettagli

IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE

IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE parti 3 4 1 IMPIANTO TERMICO In generale si può pensare articolato nelle seguenti parti: Generatore uno o più apparati che forniscono energia termica ad un mezzo di trasporto

Dettagli