PROROGA AVVISO PUBBLICO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROROGA AVVISO PUBBLICO"

Transcript

1 REGIONE ABRUZZO DIREZIONE REGIONALE POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO SISTEMA INTEGRATO REGIONALE DI FORMAZIONE ED ISTRUZIONE Servizio Politiche Strutturali dell Occupazione PROGRAMMA D AZIONE PER IL REIMPIEGO DI LAVORATORI SVANTAGGIATI P.A.R.I Deliberazione della Giunta Regionale n. 452 del , la cui efficaciaè stata prorogata con Decreto Direttoriale Ministeriale del 05/08/0/ PROROGA AVVISO PUBBLICO per la presentazione di domande di concessione di incentivi all assunzione e voucher formativi destinati a n. 300 lavoratori svantaggiati, di cui 200 donne, di età compresa tra i 33 ed 50 anni, disoccupati da almeno 12 mesi, maturati alla data del presente avviso, non percettori di indennità o sussidio legati allo stato di disoccupazione. 1

2 Premessa La Regione ABRUZZO, al fine di rafforzare le politiche occupazionali indirizzate ai lavoratori in età adulta espulsi dai processi produttivi, nell ambito del Programma d azione per il reimpiego di lavoratori svantaggiati P.A.R.I. 2007, finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e realizzato in collaborazione con le Province, con l assistenza tecnica di Italia Lavoro, concede incentivi all assunzione e voucher formativi a 300 lavoratori svantaggiati, di cui 200 donne, di età compresa tra i 33 ed i 50 anni, disoccupati da almeno 12 mesi, che, attualmente, non percepiscono alcun trattamento previdenziale legato allo stato di disoccupazione. L obiettivo perseguito è quello di rendere produttiva la fase di disoccupazione, realizzando azioni finalizzate al reimpiego ed all incremento dell occupabilità dei lavoratori e delle lavoratrici interessati, attraverso percorsi individuali di reinserimento nel mercato del lavoro e di adeguamento formativo, supportati da idonee forme di agevolazione ed incentivazione. 1. Soggetti ammessi e requisiti Possono presentare domanda per la concessione dei benefici indicati in premessa tutti i lavoratori e le lavoratrici disoccupati, residenti nella Regione Abruzzo, che, alla data di pubblicazione del presente avviso, non percepiscono trattamenti previdenziali o sussidi comunque legati allo stato di disoccupazione e risultano in possesso dei seguenti requisiti: 1) inserimento nell elenco anagrafico dei Centri per l Impiego della Regione Abruzzo; 2) stato di disoccupazione perdurante da almeno 12 mesi, maturati entro la data di pubblicazione del presente avviso, ai sensi del D.Lgs 181/2000 e successive modificazioni ed integrazioni. I lavoratori, inoltre, dovranno impegnarsi, mediante la sottoscrizione di un Patto di Servizio con il Centro per l Impiego, a : - partecipare alle preselezioni organizzate presso i Centri per l impiego o presso i datori di lavoro che avranno espresso la disponibilità ad assumere lavoratori secondo quanto previsto nell avviso destinato agli stessi; - partecipare a tutte le iniziative promosse dal Centro per L Impiego nell ambito del Programma Pari. 2. Tipologie di incentivo A) Erogazione dell incentivo all assunzione Contributo finanziario di euro 5.000,00= (cinquemila/00) per i datori di lavoro, che assumono i lavoratori individuati mediante il presente avviso, per ogni assunzione con contratto di lavoro dipendente a tempo indeterminato,. Nel caso di assunzione a tempo parziale inferiore a 30 ore settimanali, calcolate con riferimento alla proporzione tra il contratto collettivo nazionale di lavoro applicato e il contratto individuale di lavoro, il contributo sarà corrisposto in misura proporzionalmente ridotta al numero delle ore. 2

3 Detto contributo finanziario potrà essere richiesto con procedura a sportello, ossia fino a concorrenza delle risorse economiche disponibili. Qualora i lavoratori e le lavoratrici beneficiari intendano intraprendere un attività lavorativa autonoma, individuale o associata, o intendano associarsi in cooperativa come soci lavoratori, l importo complessivo dell incentivo potrà essere erogato direttamente al lavoratore. Per ricevere il contributo, i lavoratori e le lavoratrici interessati dovranno presentare la relativa domanda alla regione Abruzzo per il tramite del Centro per L Impiego, utilizzando l apposito modello predisposto a tal fine, e dichiarare, sotto la propria responsabilità, la decorrenza di tale attività, la località in cui essa si svolge e la relativa tipologia, oltre a produrre la documentazione attestante l inizio dell attività. B) Erogazione del voucher formativo A ciascuno dei lavoratori e delle lavoratrici disoccupati, individuati mediante il presente Avviso Pubblico, che abbiano sottoscritto con il Centro per l Impiego di riferimento l apposito Patto di Servizio di cui al precedente punto 1), verrà assegnato un voucher formativo di importo massimo di 3.000,00, che potrà essere utilizzato nelle seguenti forme: - come contributo spendibile in azienda, per azioni di adattamento delle competenze a seguito di assunzione (dote formativa); - come contributo spendibile presso enti di formazione riconosciuti e/o accreditati, per attività di formazione professionale legate alle azioni di reimpiego (voucher formativo); - come contributo spendibile per sostenere spese accessorie inerenti alla partecipazione a percorsi formativi e/o tirocini, iniziati o da cominciare ex novo, già finanziati con risorse previste nell ambito di altri progetti regionali o provinciali (voucher integrativo); - come contributo spendibile per sostenere i lavoratori e le lavoratrici nella partecipazione a tirocini di formazione ed orientamento, della durata massima di sei mesi con impegno orario mensile di almeno 100 ore ( borsa formativa). 3. Ripartizione su base provinciale degli incentivi all assunzione e dei voucher formativi Gli incentivi all assunzione ed i voucher formativi previsti dal presente Avviso Pubblico, stabiliti nel numero di trecento, vengono attribuiti pro-quota alle Province. 4. Regime sanzionatorio Ai lavoratori ed alle lavoratrici assegnatari degli incentivi all assunzione e dei voucher formativi, previsti dal presente Avviso Pubblico, si applicherà, per quanto compatibile, il regime sanzionatorio di cui all art. 1 quinquies della legge n. 291/04 e, pertanto, i predetti lavoratori e le predette lavoratrici decadranno dal godimento dei benefici concessi nel caso in cui: 1) rifiutino di essere avviate ad un corso di formazione o di riqualificazione o non lo frequentino regolarmente per almeno l 80% della durata complessiva, fatte salve le assenze per causa di forza maggiore o per maternità; 2) non accettino l'offerta di un lavoro, proveniente in modo formale e documentabile, da datori di lavoro privati, agenzie di lavoro o enti pubblici e che concerna 3

4 un occupazione di livello retributivo non inferiore del 20 per cento rispetto a quello di provenienza. Le penalizzazioni sopra indicate si applicheranno qualora le attività lavorative o di formazione ovvero di riqualificazione si svolgano in un luogo che non dista più di 50 chilometri dalla propria residenza o comunque sia raggiungibile in 80 minuti con i mezzi di trasporto pubblici. 5. Modalità e termini per la presentazione delle domande Le domande di partecipazione al presente Avviso dovranno essere presentate personalmente dai lavoratori e dalle lavoratrici interessati al Centro per l impiego di riferimento per territorio di residenza del lavoratore, entro il 28 novembre 2008, utilizzando a tale scopo il modello allegato. Saranno considerate irricevibili le domande presentate fuori termine e quelle inoltrate per posta, anche se pervenute in tempo utile. Vengono indicate, di seguito, le sedi dei Centri per l Impiego presso le quali poter presentare le domande di adesione all Avviso Pubblico: Centro per I Impiego di Avezzano via A. Iatosti 21, Avezzano Centro per l Impiego di L Aquila Via Arco del Francesi 6, L Aquila Centro per l Impiego di Castel di Sangro Via Porta Napoli 46, Castel di Sangro Centro per l impiego di Chieti Via Spezioli 42, Chieti Centro per l Impiego di Lanciano Via Ovidio 42, Lanciano Centro per l Impiego di Giulianova Via G. Di Vittorio, Giulianova Centro per l Impiego di Nereto Via G. D Annunzio 1, Nereto Centro per l Impiego di Penne Via S. Rocco 9, Penne Centro per l Impiego di Pescara Via Passolanciano 75, Pescara Centro per l Impiego di Roseto Via Viale Mezzopreti 9/A, Roseto Centro per l Impiego di Scafa Via Castellari 21, Scafa Centro per l Impiego di Ortona Via Masci 4, Ortona Centro per l Impiego di Sulmona Via L Aquila 1, Sulmona Centro per l Impiego di Teramo Via del Canto 21, Teramo Centro per l Impiego di Vasto Via Maddalena 61, Vasto 6. Ammissibilità delle domande per la valutazione Le domande di partecipazione al presente Avviso Pubblico, presentate secondo le modalità di cui al precedente punto 5), verranno sottoposte da parte del Centro per l Impiego competente ad un procedimento di verifica di ammissibilità, con riferimento al possesso dei requisiti specificamente indicati al precedente punto 1). 7. Valutazione delle domande La valutazione delle domande ammissibili sarà effettuata da ciascun Centro per l Impiego, in relazione al possesso da parte del lavoratore di caratteristiche professionali corrispondenti o similari a quelle contemplate dalle candidature relative all avviso pubblico diretto ai datori di lavoro, pubblicato contemporaneamente al presente avviso. I Centri per l impiego avvieranno i lavoratori ammessi a colloquio selettivo con i datori di lavoro: selezione con gradimento dell azienda, rispetto al profilo professionale preselezionato dagli operatori dei Centri per l Impiego e/o disponibilità alla riconversione e riqualificazione professionale. 4

5 8. Esiti del processo di valutazione A completamento delle fasi di verifica dell ammissibilità e di valutazione delle domande, ciascun Centro per l Impiego trasmetterà alla propria Amministrazione Provinciale una relazione sull attività svolta, corredata dagli elenchi dei lavoratori ammessi ai benefici, raggruppati secondo il contributo finanziario di spettanza. 9. Modalità di informazione degli esiti Gli elenchi di cui al precedente punto 8) saranno pubblicati da ciascuna Provincia e dai Centri per l Impiego territorialmente competenti. 10. Tutela della privacy Tutti i dati personali forniti in ragione del presente Avviso Pubblico saranno trattati dai Centri per l Impiego interessati nel rispetto delle disposizioni contenute nel decreto legislativo n. 196/ Informazione Per qualsiasi informazione in merito al presente Avviso Pubblico i lavoratori e le lavoratrici interessati potranno rivolgersi al competente Centro per l Impiego. 12. Allegati Del presente Avviso Pubblico è parte integrante e sostanziale l Allegato A Modello di domanda 13. Pubblicazione Il presente Avviso verrà pubblicato, unitamente all Allegato A, sul sito web della Regione Abruzzo, delle Province e di Italia Lavoro il 11/11/2008 e resterà aperto sino al 28 novembre 2008 compreso, quale termine ultimo per la presentazione delle relative istanze. Pescara, 06/11/08 5

6 Allegato A Al Centro per l impiego di.. Il sottoscritto/a. Nato/a a. il.. (codice fiscale ) residente a ( ) in via.., n.... Tel.. Cell., chiede di partecipare all Avviso pubblicato il... per la concessione di incentivi all assunzione e voucher formativi diretti a 300 lavoratori svantaggiati, di cui 200 donne, disoccupati da almeno 12 mesi, maturati alla data di pubblicazione dell Avviso suddetto, non percettori di indennità o sussidio legati allo stato di disoccupazione. A tal fine, consapevole delle sanzioni penali in caso di dichiarazioni non veritiere e di formazione o uso di atti falsi, così come stabilito dall art.76 del D.P.R. 445/2000, nonché della decadenza dai benefici eventualmente conseguenti dal provvedimento emanato sulla base di dichiarazioni non veritiere, ai sensi dell art. 75 del D.P.R. sopra citato, dichiara, sotto la propria responsabilità, 1) di essere disoccupat dal 2) di essere inserit.. nell elenco anagrafico di codesto Centro per l Impiego; 3) di non percepire attualmente trattamenti previdenziali o sussidi comunque legati allo stato di disoccupazione. Dichiara, altresì, con riferimento alla data di pubblicazione del predetto Avviso: - di essere a conoscenza che potranno essere eseguiti controlli sulla veridicità di quanto dichiarato, ai sensi dell art. 71 del D.P.R. 445/2000; - di essere a conoscenza del fatto che i dati personali forniti saranno trattati, anche con strumenti informatici, esclusivamente nell ambito del procedimento per il quale la presente domanda viene prodotta. Data FIRMA DEL/DELLA LAVORATORE/TRICE PARTE RISERVATA ALL UFFICIO DOCUMENTO DI RICONOSCIMENTO rilasciato da in data Impiegato addetto alla ricezione data 6

Provincia Ogliastra PROGRAMMA P.A.R.I. Programma d Azione per il Re-Impiego di lavoratori svantaggiati

Provincia Ogliastra PROGRAMMA P.A.R.I. Programma d Azione per il Re-Impiego di lavoratori svantaggiati Provincia Ogliastra PROGRAMMA P.A.R.I. Programma d Azione per il Re-Impiego di lavoratori svantaggiati Interventi di sostegno al reddito e di formazione per disoccupati privi di ammortizzatori sociali

Dettagli

Interventi Integrati di Politiche Attive nella Regione Marche

Interventi Integrati di Politiche Attive nella Regione Marche Regione Marche Giunta Regionale Assessorato alla Conoscenza, Istruzione, Formazione e Lavoro PARI Programma d Azione per il Re-Impiego di lavoratori svantaggiati Interventi Integrati di Politiche Attive

Dettagli

PROGRAMMA P.A.R.I. INVITO A MANIFESTARE INTERESSE DIRETTO AI DATORI DI LAVORO

PROGRAMMA P.A.R.I. INVITO A MANIFESTARE INTERESSE DIRETTO AI DATORI DI LAVORO ALLEGATO A PROGRAMMA P.A.R.I. INVITO A MANIFESTARE INTERESSE DIRETTO AI DATORI DI LAVORO 1. FINALITA La Provincia del Medio Campidano, d intesa con l Assessorato Regionale al Lavoro, Formazione Professionale,

Dettagli

PROVINCIA DI LECCE Assessorato al Lavoro e alla Formazione Professionale

PROVINCIA DI LECCE Assessorato al Lavoro e alla Formazione Professionale Regione Puglia Provincia di Lecce Assessorato al Lavoro PROVINCIA DI LECCE Assessorato al Lavoro e alla Formazione Professionale AVVISO PROVINCIALE PROGRAMMA P.A.R.I 2007 Programma d Azione per il Re-Impiego

Dettagli

PROVINCIA OGLIASTRA. PROGRAMMA P.A.R.I. Programma d Azione per il Re-Impiego di lavoratori svantaggiati

PROVINCIA OGLIASTRA. PROGRAMMA P.A.R.I. Programma d Azione per il Re-Impiego di lavoratori svantaggiati PROVINCIA OGLIASTRA PROGRAMMA P.A.R.I. Programma d Azione per il Re-Impiego di lavoratori svantaggiati INVITO A MANIFESTARE INTERESSE, DIRETTO AI DATORI DI LAVORO 1. FINALITA La Provincia dell Ogliastra,

Dettagli

AZIONE DI SISTEMA WELFARE TO WORK PER LE POLITICHE DI REIMPIEGO

AZIONE DI SISTEMA WELFARE TO WORK PER LE POLITICHE DI REIMPIEGO PROVINCIA DI PORDENONE AZIONE DI SISTEMA WELFARE TO WORK PER LE POLITICHE DI REIMPIEGO Percorsi di politica attiva del lavoro per soggetti over 50 espulsi dal sistema produttivo locale, privi di qualsiasi

Dettagli

Provincia di Bergamo

Provincia di Bergamo PROGRAMMA P.A.R.I. Programma d Azione per il Re-Impiego di lavoratori svantaggiati Provincia di Bergamo AVVISO PUBBLICO RIVOLTO ALLE IMPRESE (Invito a manifestare interesse) Domanda di accesso ai contributi

Dettagli

DECRETO DEL DIRIGENTE DELLA P. F. LAVORO E FORMAZIONE N. 243/SIM DEL 13/06/2014

DECRETO DEL DIRIGENTE DELLA P. F. LAVORO E FORMAZIONE N. 243/SIM DEL 13/06/2014 1 DECRETO DEL DIRIGENTE DELLA P. F. LAVORO E FORMAZIONE N. 243/SIM DEL 13/06/2014 Oggetto: AZIONE DI SISTEMA WELFARE TO WORK PER LE POLITICHE DI REIMPIEGO 2012-2014: APPROVAZIONE AVVISO PUBBLICO PER INTERVENTI

Dettagli

Provincia di Ravenna

Provincia di Ravenna Provincia di Ravenna Bando per l assegnazione ai datori di lavoro pubblici e privati di contributi all assunzione di persone in situazione di disagio sociale e di donne prive di lavoro e per l assegnazione

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE DEL SERVIZIO. N. 292 Reg. Generale Det. Foggia, 24.01.2007

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE DEL SERVIZIO. N. 292 Reg. Generale Det. Foggia, 24.01.2007 PROVINCIA DI FOGGIA Piazz a XX Set t embr e, 20-71100 FOGGIA SETTORE POLITICHE DEL LAVORO E FORMAZIONE PROFESSIONALE Via Paolo Telesforo, 25 - _ 0881/7911 DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE DEL SERVIZIO N. 292

Dettagli

L art. 1 del Decreto Legislativo n. 181 del 2000 definisce lo stato di disoccupazione come la condizione del soggetto:

L art. 1 del Decreto Legislativo n. 181 del 2000 definisce lo stato di disoccupazione come la condizione del soggetto: INCENTIVI DONNE E OVER 50: REQUISITI E PROCEDURE OPERATIVE INPS Stante l abrogazione del contratto di inserimento lavorativo, a partire dal 1 gennaio 2013 non è più possibile stipulare questo contratto

Dettagli

REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO "LAVORO, POLITICHE DELLA FAMIGLIA, FORMAZIONE PROFESSIONALE, COOPERAZIONE E VOLONTARIATO"

REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO LAVORO, POLITICHE DELLA FAMIGLIA, FORMAZIONE PROFESSIONALE, COOPERAZIONE E VOLONTARIATO Regione Calabria REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO "LAVORO, POLITICHE DELLA FAMIGLIA, FORMAZIONE PROFESSIONALE, COOPERAZIONE E VOLONTARIATO" REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO POLITICHE DEL LAVORO,

Dettagli

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali.

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali. Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Roma, 05/11/2014 Circolare n. 137 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili

Dettagli

AVVISO 411/C INCENTIVI AI DATORI DI LAVORO PER IL REINSERIMENTO LAVORATIVO DI DONNE OVER 45

AVVISO 411/C INCENTIVI AI DATORI DI LAVORO PER IL REINSERIMENTO LAVORATIVO DI DONNE OVER 45 AVVISO 411/C Allegato A) INCENTIVI AI DATORI DI LAVORO PER IL REINSERIMENTO LAVORATIVO DI DONNE OVER 45 1. Obiettivi e principi dell intervento In un più ampio contesto di contrasto alla crisi e al fenomeno

Dettagli

31.10.2015 ORE 12:00

31.10.2015 ORE 12:00 AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI CORRELATI ALLE IMPOSTE LOCALI PAGATE con riferimento al periodo 01/01/2015-31/10/2015 importo stanziato: 10.000 euro PREMESSO che: - con la deliberazione

Dettagli

CONVENZIONE DI TIROCINIO DI FORMAZIONE E ORIENTAMENTO. Premesso che

CONVENZIONE DI TIROCINIO DI FORMAZIONE E ORIENTAMENTO. Premesso che Allegato n. 3 CONVENZIONE DI TIROCINIO DI FORMAZIONE E ORIENTAMENTO ai sensi dell art. 4 bis della legge provinciale 16 giugno 1983, n. 19 Premesso che - la Provincia autonoma di Trento, per favorire le

Dettagli

CONVENZIONE TRA PREMESSO

CONVENZIONE TRA PREMESSO CONVENZIONE TRA ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA SOCIALE (di seguito denominato INPS), nella persona di Gabriella Di Michele nata a L Aquila il 27 Febbraio 1959 e domiciliata per la carica presso INPS

Dettagli

ARSAGO SEPRIO - BESNATE - CARDANO AL CAMPO CASORATE SEMPIONE - FERNO GOLASECCA LONATE POZZOLO - SOMMA LOMBARDO - VIZZOLA TICINO

ARSAGO SEPRIO - BESNATE - CARDANO AL CAMPO CASORATE SEMPIONE - FERNO GOLASECCA LONATE POZZOLO - SOMMA LOMBARDO - VIZZOLA TICINO INTERVENTI PREVISTI DALLA DGR 740 DEL 27/09/2013 APPROVAZIONE DEL PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE IN MATERIA DI GRAVI E GRAVISSIME DISABILITA DI CUI AL FONDO NAZIONALE PER LE NON AUTOSUFFICIENZE ANNO 2013

Dettagli

ENTRO IL 15/12/2013 (farà fede il timbro di accettazione dell Ufficio protocollo del Comune).

ENTRO IL 15/12/2013 (farà fede il timbro di accettazione dell Ufficio protocollo del Comune). AVVISO PUBBLICO L Unione dei Comuni Vallata del Tronto RENDE NOTO che è possibile presentare domanda di accesso all ASSEGNO DI CURA per ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI. (Delibera di Giunta Regionale n. 6 del

Dettagli

COMUNE DI BARUMINI. Provincia del Medio Campidano

COMUNE DI BARUMINI. Provincia del Medio Campidano COMUNE DI BARUMINI Provincia del Medio Campidano ---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Viale San Francesco 5 c.a.p.

Dettagli

WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO GLI INCENTIVI PER L OCCUPAZIONE A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA

WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO GLI INCENTIVI PER L OCCUPAZIONE A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO GLI INCENTIVI PER L OCCUPAZIONE A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 SOMMARIO PREMESSA... 3 INCENTIVI PER I LAVORATORI IN CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI ORDINARIA

Dettagli

PROVINCIA DI TREVISO SETTORE POLITICHE DEL LAVORO

PROVINCIA DI TREVISO SETTORE POLITICHE DEL LAVORO PROVINCIA DI TREVISO SETTORE POLITICHE DEL LAVORO Avviso pubblico relativo all inserimento lavorativo di persone disabili all interno di cooperative sociali di tipo B e loro Consorzi ed interventi di accompagnamento

Dettagli

AVVISO PUBBLICO. per la concessione di contributi a favore delle imprese che attivano rapporti di lavoro occasionale di tipo accessorio.

AVVISO PUBBLICO. per la concessione di contributi a favore delle imprese che attivano rapporti di lavoro occasionale di tipo accessorio. COMUNE DI CESENA SETTORE PROGETTI INTEGRATI - PARTECIPAZIONE LAVORO SVILUPPO GIOVANI - UNIVERSITÀ PGN: 100669/368 Piazza del Popolo 10-47521 Cesena Tel: 0547.356592-323 Fax 0547.356519 E-mail: ravaioli_v@comune.cesena.fc.it

Dettagli

Prot. n. 10187. Treviso, 30.01.2014

Prot. n. 10187. Treviso, 30.01.2014 Prot. n. 10187 Treviso, 30.01.2014 Avviso relativo all inserimento lavorativo di persone con disabilità di cui all art. 1 della legge 68/99, iscritte negli elenchi di cui all art 8 della medesima legge,

Dettagli

DICHIARAZIONE DI DISPONIBILITA A PARTECIPARE. AL PROGETTO INCOESIONE (DGR n. 1151 del 05.07.2013) Il/la Sig./Sig.ra (Cognome) (Nome)

DICHIARAZIONE DI DISPONIBILITA A PARTECIPARE. AL PROGETTO INCOESIONE (DGR n. 1151 del 05.07.2013) Il/la Sig./Sig.ra (Cognome) (Nome) FONDO SOCIALE EUROPEO - POR 2007/2013 OBIETTIVO COMPETITIVITÀ REGIONALE E OCCUPAZIONE Asse III Inclusione Sociale VALORIZZAZIONE DEL CAPITALE UMANO POLITICHE PER L OCCUPAZIONE E L OCCUPABILITÀ - ANNO 2013

Dettagli

BANDO PUBBLICO DI SELEZIONE PER TITOLI, PER IL PROGETTO AZIONE DONNA

BANDO PUBBLICO DI SELEZIONE PER TITOLI, PER IL PROGETTO AZIONE DONNA Allegato B) alla Determinazione Dirigenziale n. 654 del settembre 2012 BANDO PUBBLICO DI SELEZIONE PER TITOLI, PER IL PROGETTO AZIONE DONNA, DI N. 20 TIROCINI FORMATIVI E DI ORIENTAMENTO, IN AZIENDA, RIVOLTO

Dettagli

Avviso Pubblico n. 06-2006 MASTER REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO FORMAZIONE LAVORO CULTURA E SPORT

Avviso Pubblico n. 06-2006 MASTER REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO FORMAZIONE LAVORO CULTURA E SPORT Avviso Pubblico n. 06-2006 MASTER REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO FORMAZIONE LAVORO CULTURA E SPORT Regione Basilicata - Dipartimento Formazione, Lavoro, Cultura e Sport Complemento di Programmazione POR

Dettagli

PROVINCIA DI MILANO Direzione Centrale Sviluppo Economico e Sociale Settore Politiche del Lavoro. Premessa

PROVINCIA DI MILANO Direzione Centrale Sviluppo Economico e Sociale Settore Politiche del Lavoro. Premessa PROVINCIA DI MILANO Direzione Centrale Sviluppo Economico e Sociale Settore Politiche del Lavoro AVVISO PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI A VALERE SUL FONDO NAZIONALE PER L OCCUPAZIONE Premessa La Provincia

Dettagli

NUOVE OPPORTUNITÀ PER I GIOVANI E IL LAVORO 1. PIANO GIOVANI SICILIA

NUOVE OPPORTUNITÀ PER I GIOVANI E IL LAVORO 1. PIANO GIOVANI SICILIA NUOVE OPPORTUNITÀ PER I GIOVANI E IL LAVORO 1. PIANO GIOVANI SICILIA La Regione Siciliana in collaborazione con Italia Lavoro ha destinato 19.250.000 euro per l avviamento di percorsi di tirocinio per

Dettagli

AVVISO PUBBLICO IL RESPONSABILE DELL UFFICIO DI PIANO

AVVISO PUBBLICO IL RESPONSABILE DELL UFFICIO DI PIANO AVVISO PUBBLICO IL RESPONSABILE DELL UFFICIO DI PIANO In esecuzione delle seguenti deliberazioni del Coordinamento Istituzionale n. 21 del 26.11.2009, n. 16 del 11.05.2010 e n. 06 del 15.03.2011; VISTO

Dettagli

L.R. 20/2015, art. 4, c. 16, 17, 18, 19 B.U.R. 12/10/2015, S.O. n. 38. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 6 ottobre 2015, n. 0207/Pres.

L.R. 20/2015, art. 4, c. 16, 17, 18, 19 B.U.R. 12/10/2015, S.O. n. 38. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 6 ottobre 2015, n. 0207/Pres. L.R. 20/2015, art. 4, c. 16, 17, 18, 19 B.U.R. 12/10/2015, S.O. n. 38 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 6 ottobre 2015, n. 0207/Pres. Regolamento recante i criteri e le modalità per la concessione dei

Dettagli

Sono oggetto di finanziamento, secondo le modalità e le procedure descritte nel presente Avviso, le seguenti tipologie di Piano Formativo:

Sono oggetto di finanziamento, secondo le modalità e le procedure descritte nel presente Avviso, le seguenti tipologie di Piano Formativo: AVVISO 01/2014 Indice 1. Premessa... 3 2. Attività finanziabili... 3 3. Risorse e Finanziamenti... 4 4. Destinatari... 5 5. Presentatori e Attuatori... 5 6. Durata delle attività... 6 7. Accordo sindacale...

Dettagli

La sezione I deve essere compilata dal soggetto richiedente che presenta domanda per il contributo quale sostegno al reddito.

La sezione I deve essere compilata dal soggetto richiedente che presenta domanda per il contributo quale sostegno al reddito. Il presente modulo di domanda, compilato in ogni sua parte e completo della documentazione richiesta, deve essere inviato (tramite raccomandata A/R) ad ARTEA Via San Donato 42/1, 50127 Firenze. La prima

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO AVVISO PUBBLICO PER LA CREAZIONE DI UN ELENCO DI PERSONE DISPONIBILI A PRESTARE ATTIVITA OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO NELL AMBITO DEL PROGETTO RECIPROCA SOLIDARIETA E LAVORO ACCESSORIO FINANZIATO DALLA

Dettagli

AVVISO PUBBLICO AI DATORI DI LAVORO

AVVISO PUBBLICO AI DATORI DI LAVORO Fondo 1. PREMESSA Azione di Sistema Welfare to Work per le politiche di re-impiego AVVISO PUBBLICO AI DATORI DI LAVORO Il, la Regione Sardegna e la Provincia di Carbonia Iglesias con l assistenza di Italia

Dettagli

Azione di Sistema Welfare to Work per le politiche di reimpiego AVVISO PUBBLICO

Azione di Sistema Welfare to Work per le politiche di reimpiego AVVISO PUBBLICO 1. PREMESSA Azione di Sistema Welfare to Work per le politiche di reimpiego AVVISO PUBBLICO Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, la Regione Siciliana Assessorato Regionale della famiglia,

Dettagli

PROGRAMMA DI INTERVENTI FINALIZZATI ALL'OCCUPAZIONE STABILE E AL SUPERAMENTO DELLA PRECARIETÀ DEL LAVORO

PROGRAMMA DI INTERVENTI FINALIZZATI ALL'OCCUPAZIONE STABILE E AL SUPERAMENTO DELLA PRECARIETÀ DEL LAVORO Allegato alla deliberazione n. 43/1 del 25.10.2007 PROGRAMMA DI INTERVENTI FINALIZZATI ALL'OCCUPAZIONE STABILE E AL SUPERAMENTO DELLA PRECARIETÀ DEL LAVORO LEGGE REGIONALE 29 MAGGIO 2007, N. 2 - (LEGGE

Dettagli

PROVINCIA DI CASERTA SETTORE POLITICHE DEL LAVORO Servizio 1 - Collocamento Provinciale Disabili

PROVINCIA DI CASERTA SETTORE POLITICHE DEL LAVORO Servizio 1 - Collocamento Provinciale Disabili Data di Pubblicazione: 29/12/2014 Data Scadenza : 20/02/2015 PROVINCIA DI CASERTA SETTORE POLITICHE DEL LAVORO Servizio 1 - Collocamento Provinciale Disabili AVVISO PUBBLICO ATTIVITÀ RIVOLTE AL SOSTEGNO

Dettagli

PROVINCIA DI LECCO. Programma Provinciale della Legge 236/93 art. 9 comma 3 e 7 INTERVENTI DI FORMAZIONE VOLTI ALLA RICOLLOCAZIONE

PROVINCIA DI LECCO. Programma Provinciale della Legge 236/93 art. 9 comma 3 e 7 INTERVENTI DI FORMAZIONE VOLTI ALLA RICOLLOCAZIONE ALLEGATO 1 PROVINCIA DI LECCO Programma Provinciale della Legge 236/93 art. 9 comma 3 e 7 INTERVENTI DI FORMAZIONE VOLTI ALLA RICOLLOCAZIONE Piano Provinciale Esecutivo 1. RIFERIMENTI NORMATIVI Legge 19

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA RAGUSA

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA RAGUSA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA RAGUSA PROGETTO MISE/UNIONCAMERE N.105/2011 REALIZZAZIONE DI SERVIZI INTEGRATI PER FAVORIRE LA NASCITA DI NUOVE IMPRESE GIOVANILI E PER IL SOSTEGNO

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L ACCESSO AI BENEFICI

AVVISO PUBBLICO PER L ACCESSO AI BENEFICI COMUNE DI Atri (Provincia di Teramo) FONDO DELLE POLITICHE PER LA FAMIGLIA Annualità 2010 INTERVENTI A FAVORE DELLE FAMIGLIE NUMEROSE IN DIFFICOLTA ECONOMICA AVVISO PUBBLICO PER L ACCESSO AI BENEFICI IL

Dettagli

DIPARTIMENTO IX - DIREZIONE Viale di Villa Pamphili, 100 00152 Roma

DIPARTIMENTO IX - DIREZIONE Viale di Villa Pamphili, 100 00152 Roma DIPARTIMENTO IX - DIREZIONE Viale di Villa Pamphili, 100 00152 Roma AVVISO PUBBLICO RISERVATO AI CENTRI ANZIANI DI ROMA E PROVINCIA PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER PICCOLI INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE

Dettagli

CITTÀ DI NOVI LIGURE

CITTÀ DI NOVI LIGURE CITTÀ DI NOVI LIGURE UFFICIO PERSONALE ALLEGATO B AVVISO DI APERTURA CANTIERI DI LAVORO ANNO 2008 PER L IMPIEGO DI DISOCCUPATI PRESSO IL COMUNE DI NOVI LIGURE, UFFICI: COORDINAMENTO E SVILUPPO INFORMATICO

Dettagli

REGIONE PUGLIA Area Politiche per lo Sviluppo Rurale

REGIONE PUGLIA Area Politiche per lo Sviluppo Rurale Allegato 3 UNIONE EUROPEA REGIONE PUGLIA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE PUGLIA Area Politiche per lo Sviluppo Rurale Programma Sviluppo Rurale FEASR 2007 2013 Art. 20 (a) (i) e 21 del Reg. (CE) 1698/05 Allegato

Dettagli

COMUNE di CELANO (Provincia di L Aquila)

COMUNE di CELANO (Provincia di L Aquila) AVVISO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI BORSE LAVORO FINALIZZATE ALLL INTEGRAZIONE ED AL REINSERIMENTO LAVORATIVO DI GIOVANI DISOCCUPATI E SOGGETTI SVANTAGGIATI CONSIDERATI A RISCHIO DI EMARGINAZIONE SOCIALE

Dettagli

Provincia dell Aquila Settore Politiche del Lavoro, Formazione Professionale, Sociale

Provincia dell Aquila Settore Politiche del Lavoro, Formazione Professionale, Sociale IL DIRIGENTE DEL SETTORE VISTA la L.R. n. 72 del 12/08/1998 relativa alla Organizzazione dell esercizio delle funzioni amministrative a livello locale ; VISTA la L.R. n. 11 del 03/03/1999 avente ad oggetto

Dettagli

nata/o a il (gg/mm/aaaa) / / residente a provincia (sigla) in Via/Piazza n. CAP Tel. Tel. cell.

nata/o a il (gg/mm/aaaa) / / residente a provincia (sigla) in Via/Piazza n. CAP Tel. Tel. cell. Al Comune di Udine Ente Gestore del Servizio Sociale dei Comuni dell Ambito Distrettuale n. 4.5 dell Udinese Via Gorghi, 16 33100 UDINE Oggetto: Domanda di contributo economico per il sostegno al mantenimento

Dettagli

Provincia di Isernia

Provincia di Isernia Provincia di Isernia BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI IN FAVORE DELLE MICRO E PICCOLE IMPRESE, DELLA PROVINCIA DI ISERNIA, SUI FINANZIAMENTI CONCESSI DALLE BANCHE Art. 1 : Scopi

Dettagli

BANDO PROVINCIALE PER L ASSEGNAZIONE DI BORSE DI STUDIO IN FAVORE DI GIOVANI UNIVERSITARI

BANDO PROVINCIALE PER L ASSEGNAZIONE DI BORSE DI STUDIO IN FAVORE DI GIOVANI UNIVERSITARI Assessorato alle Politiche Giovanili BANDO PROVINCIALE PER L ASSEGNAZIONE DI BORSE DI STUDIO IN FAVORE DI GIOVANI UNIVERSITARI FINALITA Il bando di concorso è finalizzato alla concessione di borse di studio

Dettagli

COMUNE DI AGNONE (IS)

COMUNE DI AGNONE (IS) UNIONE EUROPEA COMUNE DI AGNONE (IS) AVVISO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI N 5 BORSE LAVORO PER SVILUPPARE PERCORSI DI INTEGRAZIONE E MIGLIORARE IL REINSERIMENTO LAVORATIVO DI SOGGETTI SVANTAGGIATI POR

Dettagli

BANDO PER INTERVENTI STRAORDINARI PER L ANNO 2016 A SOSTEGNO DELL OCCUPAZIONE MEDIANTE CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO A FAVORE DI IMPRESE.

BANDO PER INTERVENTI STRAORDINARI PER L ANNO 2016 A SOSTEGNO DELL OCCUPAZIONE MEDIANTE CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO A FAVORE DI IMPRESE. Prot. n 1214 AVVISO PUBBLICO BANDO PER INTERVENTI STRAORDINARI PER L ANNO 2016 A SOSTEGNO DELL OCCUPAZIONE MEDIANTE CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO A FAVORE DI IMPRESE. Il Comune di Molinella,

Dettagli

PROVINCIA DI ROVIGO AREA PERSONALE E LAVORO AVVISO PUBBLICO

PROVINCIA DI ROVIGO AREA PERSONALE E LAVORO AVVISO PUBBLICO PROVINCIA DI ROVIGO AREA PERSONALE E LAVORO AVVISO PUBBLICO Fondo Regionale per l occupazione dei disabili di cui all art. 14 della Legge 12 marzo 1999, n.68 TIROCINI L.68/1999 IL DIRIGENTE AREA PERSONALE

Dettagli

PROVINCIA DI SIENA Servizio Formazione e Lavoro

PROVINCIA DI SIENA Servizio Formazione e Lavoro PROVINCIA DI SIENA Servizio Formazione e Lavoro Avviso con procedura a sportello per la concessione di finanziamenti a valere sul P.O.R. Toscana Ob. 2 Competitività regionale e occupazione 2007-2013 Assegnazione

Dettagli

DIREZIONE GENERALE SERVIZIO DIREZIONE GENERALE LA RESPONSABILE RENDE NOTO

DIREZIONE GENERALE SERVIZIO DIREZIONE GENERALE LA RESPONSABILE RENDE NOTO DIREZIONE GENERALE SERVIZIO DIREZIONE GENERALE LA RESPONSABILE RENDE NOTO Che è indetto un bando con il quale la Provincia di Grosseto intende finanziare, con il contributo della Fondazione Monte dei Paschi

Dettagli

PROVINCIA DEL L AQUILA. Settore Politiche del Lavoro, Formazione Professionale, Sociale

PROVINCIA DEL L AQUILA. Settore Politiche del Lavoro, Formazione Professionale, Sociale PROVINCIA DEL L AQUILA Settore Politiche del Lavoro, Formazione Professionale, Sociale P.O.R. ABRUZZO OBIETTIVO 3 PER IL 2000/2006 PIANO DEGLI INTERVENTI 2006 STRUMENTO UNITARIO DI PIANIFICAZIONE A SUPPORTO

Dettagli

RUOLO DELLA PROVINCIA PER IL RAFFORZAMENTO DEI SERVIZI ALL IMPIEGO - IL MODELLO LOMBARDO L ESPERIENZA DELLA PROVINCIA DI LECCO

RUOLO DELLA PROVINCIA PER IL RAFFORZAMENTO DEI SERVIZI ALL IMPIEGO - IL MODELLO LOMBARDO L ESPERIENZA DELLA PROVINCIA DI LECCO RUOLO DELLA PROVINCIA PER IL RAFFORZAMENTO DEI SERVIZI ALL IMPIEGO - IL MODELLO LOMBARDO L ESPERIENZA DELLA PROVINCIA DI LECCO La rete degli operatori - L.R. 22/2006 Il sistema regionale è composto da

Dettagli

Circolare N.124 del 21 settembre. Banca dati per l occupazione dei giovani genitori. Via agli incentivi per le imprese che assumono

Circolare N.124 del 21 settembre. Banca dati per l occupazione dei giovani genitori. Via agli incentivi per le imprese che assumono Circolare N.124 del 21 settembre Banca dati per l occupazione dei giovani genitori. Via agli incentivi per le imprese che assumono Banca dati per l occupazione dei giovani genitori: via agli incentivi

Dettagli

MANOVRA ANTICRISI 2010 INDICAZIONI OPERATIVE SPERIMENTALI

MANOVRA ANTICRISI 2010 INDICAZIONI OPERATIVE SPERIMENTALI MANOVRA ANTICRISI 2010 INDICAZIONI OPERATIVE SPERIMENTALI PREMESSA:...2 1 LAVORATORI IN MOBILITA, DISOCCUPATI BENEFICIARI DEL SOSTEGNO AL REDDITO, LAVORATORI SOSPESI DICHIARATI IN ESUBERO...3 2. LAVORATORI

Dettagli

ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BARI AVVISO PUBBLICO

ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BARI AVVISO PUBBLICO ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BARI Visto: AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE DELLE AVVOCATE E DEGLI AVVOCATI CHE USUFRUISCONO DI STRUMENTI DI FLESSIBILITA E RICHIEDONO L ACCESSO AL FONDO PER IL SOSTEGNO ALLA

Dettagli

Dote Sport. Le risorse finanziarie destinate alla Dote Junior non potranno andare a compensare fabbisogni relativi alla Dote Teen e viceversa.

Dote Sport. Le risorse finanziarie destinate alla Dote Junior non potranno andare a compensare fabbisogni relativi alla Dote Teen e viceversa. Dote Sport Con D.G.R. X/3731 del 19 giugno 2015 sono stati approvati i criteri e le modalità per l assegnazione della Dote Sport, misura prevista dall art. 5 della l.r. 1 ottobre 2014, n. 26 che intende

Dettagli

REGIONE CAMPANIA PROGETTO CIG PIU

REGIONE CAMPANIA PROGETTO CIG PIU REGIONE CAMPANIA PROGETTO CIG PIU AVVISO REGIONALE WELFARE TO WORK Azione di Sistema per le politiche di Re-Impiego Formazione finalizzata al reintegro per lavoratori in Cigs in deroga AVVISO PUBBLICO

Dettagli

Progetto VOUCHER FRIENDLY

Progetto VOUCHER FRIENDLY Progetto VOUCHER FRIENDLY AVVISO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE E L EROGAZIONE DI VOUCHER DI SERVIZIO PER LA CONCILIAZIONE TRA TEMPI DI VITA E DI LAVORO. 1. OBIETTIVI E FINALITÀ L obiettivo prioritario dell

Dettagli

PROVINCIA DI CAGLIARI PROVINCIA DE CASTEDDU Assessorato Politiche del Lavoro SETTORE LAVORO

PROVINCIA DI CAGLIARI PROVINCIA DE CASTEDDU Assessorato Politiche del Lavoro SETTORE LAVORO PROVINCIA DI CAGLIARI PROVINCIA DE CASTEDDU Assessorato Politiche del Lavoro SETTORE LAVORO BANDO PUBBLICO PER L ATTIVAZIONE DI TIROCINI FORMATIVI E DI ORIENTAMENTO AI SENSI DELLA LEGGE 68/99 DESTINATI

Dettagli

BANDO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI A FAVORE DEI SOGGETTI PRIVATI

BANDO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI A FAVORE DEI SOGGETTI PRIVATI Area V - Gestione del territorio Servizio Politiche Ambientali Via A. Costa n. 12 40062 Molinella (Bo) Tel. 051/690.68.62-77 Fax 051/690.03.46 ambiente@comune.molinella.bo.it Indice ART. 1 (FINALITÀ)..........

Dettagli

C O M U N E DI A S S E M I N I

C O M U N E DI A S S E M I N I C O M U N E DI A S S E M I N I Provincia di Cagliari BANDO PUBBLICO PER AMMISSIONE AL PROGRAMMA DEL PLUS AREA OVEST PER LA REALIZZAZIONE DELL AZIONE 2 DENOMINATA INTERVENTI DI REINSERIMENTO SOCIALE E LAVORATIVO

Dettagli

COMUNE DI CIGLIANO Servizi all Urbanistica, Ambiente, Lavori Pubblici Premessa Art. 1 Finalità Art. 2 - Interventi finanziabili

COMUNE DI CIGLIANO Servizi all Urbanistica, Ambiente, Lavori Pubblici Premessa Art. 1 Finalità Art. 2 - Interventi finanziabili BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L INSTALLAZIONE DI IMPIANTI DOMESTICI FOTOVOLTAICI E SOLARI TERMICI Premessa Per raggiungere le finalità dello sviluppo e della diffusione di fonti energetiche

Dettagli

REGOLAMENTO INTERVENTI DI SOSTEGNO ALL INSERIMENTO LAVORATIVO. (TESTO ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE CONSILIARE n. dd. )

REGOLAMENTO INTERVENTI DI SOSTEGNO ALL INSERIMENTO LAVORATIVO. (TESTO ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE CONSILIARE n. dd. ) REGOLAMENTO INTERVENTI DI SOSTEGNO ALL INSERIMENTO LAVORATIVO (TESTO ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE CONSILIARE n. dd. ) Premessa Richiamata la normativa nazionale e regionale che regolamenta la materia dei

Dettagli

AREA ATTIVITÀ PRODUTTIVE E SVILUPPO DEL TERRITORIO Funzione Trasporti ed Infrastrutture

AREA ATTIVITÀ PRODUTTIVE E SVILUPPO DEL TERRITORIO Funzione Trasporti ed Infrastrutture AREA ATTIVITÀ PRODUTTIVE E SVILUPPO DEL TERRITORIO Funzione Trasporti ed Infrastrutture REGOLAMENTO PROVINCIALE PER LA DISCIPLINA DEI CRITERI E DELLE MODALITÀ DI CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE

Dettagli

1) Obiettivi. 2) Destinatari del contributo. 3) Priorità dei progetti ammessi a finanziamento

1) Obiettivi. 2) Destinatari del contributo. 3) Priorità dei progetti ammessi a finanziamento ALLEGATO B Modalità per la concessione di contributi e indicazioni per la presentazione dei Progetti Sociali- artt. 7 e 8 l.r. 26/93 Interventi a favore della popolazione zingara 1) Obiettivi La Giunta

Dettagli

COMUNE DI SOGLIANO AL RUBICONE

COMUNE DI SOGLIANO AL RUBICONE COMUNE DI SOGLIANO AL RUBICONE Provincia di Forlì Cesena REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE AI CITTADINI DI CONRIBUTI PER L INSTALLAZIONE DI SISTEMI DI SICUREZZA PRESSO ABITAZIONI PRIVATE Approvato con deliberazione

Dettagli

Principi comuni in materia di tirocini, definizioni e tipologie

Principi comuni in materia di tirocini, definizioni e tipologie Piemonte di Giulia Tolve Introduzione In data 20 giugno 2013 è stata pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte n. 25/2013 la deliberazione della Giunta regionale n. 74 5911 del 3 giugno

Dettagli

C.C.I.CA.A.DI VARESE - AGEVOLAZIONI A FAVORE DI PMI

C.C.I.CA.A.DI VARESE - AGEVOLAZIONI A FAVORE DI PMI C.C.I.CA.A.DI VARESE - AGEVOLAZIONI A FAVORE DI PMI INTERVENTI DI CREDITO AGEVOLATO PER I SETTORI ARTIGIANATO, COMMERCIO, INDUSTRIA Anno 2005 (di cui alla deliberazione della Giunta Camerale n. 14 del

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI INDICE

REGOLAMENTO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI INDICE C O M U N E D I B A Z Z A N O REGOLAMENTO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI Allegato alla delibera di Consiglio Comunale n.104 del28/11/2011 INDICE Art. 1 - Finalità Art. 2- Registro comunale delle associazioni

Dettagli

CONVENZIONE TRA LA PROVINCIA DELL AQUILA E L ISTITUTO DI CREDITO...

CONVENZIONE TRA LA PROVINCIA DELL AQUILA E L ISTITUTO DI CREDITO... SCHEMA DI CONVENZIONE TRA LA PROVINCIA DELL AQUILA E GLI ISTITUTI DI CREDITO CHE VI ADERIRANNO PER L ATTIVAZIONE DEL FONDO A FAVORE DEI LAVORATORI COINVOLTI IN PROCESSI DI CRISI AZIENDALE CONVENZIONE TRA

Dettagli

VERBALE DI DETERMINAZIONE

VERBALE DI DETERMINAZIONE Comune di Marnate Provincia di Varese VERBALE DI DETERMINAZIONE DEL SERVIZIO SOCIO ASSISTENZIALE N. 122/ASS GC74/2013 del 19 DICEMBRE 2013 OGGETTO: IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO RICHIAMATA la delibera della

Dettagli

Alle riunioni è invitato a partecipare un rappresentante dell Università degli studi di Trento.

Alle riunioni è invitato a partecipare un rappresentante dell Università degli studi di Trento. 2. PROCEDIMENTO 2.1 Aspetti generali. Il coordinamento generale delle strutture competenti, nonché la verifica ed il monitoraggio degli interventi, sono espletati tramite riunioni periodiche cui partecipano:

Dettagli

AVVISO PUBBLICO IL DIRIGENTE DEL SETTORE POLITICHE DEL LAVORO E DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE

AVVISO PUBBLICO IL DIRIGENTE DEL SETTORE POLITICHE DEL LAVORO E DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE PROVINCIA DI PESCARA SETTORE POLITICHE DEL LAVORO FORMAZIONE PROFESSIONALE E ATTIVITA PRODUTTIVE www.provincia.pescara.it bucco@provincia.pescara.it Via Passolanciano, 75-65124 PESCARA tel. 085/205522226

Dettagli

AVVISO PUBBLICO BANDO PER L INDIVIDUAZIONE DI UN ESPERTO ESTERNO Docente di Lingua Cinese

AVVISO PUBBLICO BANDO PER L INDIVIDUAZIONE DI UN ESPERTO ESTERNO Docente di Lingua Cinese ISTITUTO TECNICO ECONOMICO F. SCARPELLINI Via Ciro Menotti n. 11-06034 - F O L I G N O Indirizzi: AMM.NE FINANZA E MARKETING SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI TURISMO IGEA MERCURIO - ITER - SIRIO (SERALE)

Dettagli

Nuove regole in materia di stato di disoccupazione dal 1 gennaio 2014

Nuove regole in materia di stato di disoccupazione dal 1 gennaio 2014 Nuove regole in materia di stato di disoccupazione dal 1 gennaio 2014 Dal 1 gennaio 2014 sono entrate in vigore nuove regole sull'acquisizione, conservazione e perdita dello stato di disoccupazione, approvate

Dettagli

Area Economico Finanziaria e Risorse Umane Ufficio Personale

Area Economico Finanziaria e Risorse Umane Ufficio Personale Prot. n. 16720/2015 Eraclea 21.08.2015 AVVISO PUBBLICO PER PASSAGGIO DIRETTO DI PERSONALE TRA AMMINISTRAZIONI DIVERSE EX ART.30, D.LGS. N.165/2001 (MOBILITA ESTERNA) RISERVATO ESCLUSIVAMENTE AL PERSONALE

Dettagli

BANDO PER L'ASSEGNAZIONE DELL'INCENTIVO ECONOMICO INDIVIDUALE PACCHETTO SCUOLA - ANNO SCOLASTICO 2016/2017

BANDO PER L'ASSEGNAZIONE DELL'INCENTIVO ECONOMICO INDIVIDUALE PACCHETTO SCUOLA - ANNO SCOLASTICO 2016/2017 PROVINCIA DI GROSSETO COMUNE DI SCARLINO BANDO PER L'ASSEGNAZIONE DELL'INCENTIVO ECONOMICO INDIVIDUALE PACCHETTO SCUOLA - ANNO SCOLASTICO 2016/2017 L attuale quadro normativo di riferimento è costituito

Dettagli

Quadro di sintesi normativa

Quadro di sintesi normativa Allegato n.1 Quadro di sintesi normativa Articolo 19 del decreto-legge 29 novembre 2008, n. 185, convertito dalla legge 28 gennaio 2009, n. 2 Articolo 7 ter del decreto legge 10 febbraio 2009, n. 5, convertito

Dettagli

Esonero contributivo triennale. Nuova Assicurazione Sociale per l Impiego - NASPI

Esonero contributivo triennale. Nuova Assicurazione Sociale per l Impiego - NASPI Esonero contributivo triennale Nuova Assicurazione Sociale per l Impiego - NASPI API Torino 5 marzo 2015 Beniamino Gallo Esonero triennale per le assunzioni a tempo indeterminato Il legislatore si è posto

Dettagli

TIROCINI L. 68/99 2015/2016 Contributo a titolo di rimborso per il pagamento dell'importo forfettario attribuito ai tirocinanti

TIROCINI L. 68/99 2015/2016 Contributo a titolo di rimborso per il pagamento dell'importo forfettario attribuito ai tirocinanti Direzione Lavoro COLLOCAMENTO MIRATO LEGGE 68/99 AVVISO PUBBLICO TIROCINI L. 68/99 2015/2016 Contributo a titolo di rimborso per il pagamento dell'importo forfettario attribuito ai tirocinanti INTERVENTI

Dettagli

Art. 1 Finalità. Art. 2 Requisiti di ammissibilità al contributo

Art. 1 Finalità. Art. 2 Requisiti di ammissibilità al contributo Il presente bando vige in regime de minimis (ex Reg.CE 1998/2006, Reg. CE 15353/2007 ereg. CE 75/2007 ) 1 Art. 1 Finalità 1. La Camera di Commercio di Pistoia, anche al fine di sostenere il mantenimento

Dettagli

RICHIESTA DI FINANZIAMENTO a valere sulle risorse del Fondo di investimento Jeremie FSE Regione Lombardia POR Occupazione Asse 3 Inclusione sociale

RICHIESTA DI FINANZIAMENTO a valere sulle risorse del Fondo di investimento Jeremie FSE Regione Lombardia POR Occupazione Asse 3 Inclusione sociale Spett.le Banca Popolare di Sondrio Filiale di RICHIESTA DI FINANZIAMENTO a valere sulle risorse del Fondo di investimento Jeremie FSE Regione Lombardia POR Occupazione Asse 3 Inclusione sociale Il/La sottoscritto/a

Dettagli

Provincia dell Aquila

Provincia dell Aquila Provincia dell Aquila POR ABRUZZO OB. 3 2000 2006 PIANO DEGLI INTERVENTI 2006 Allegato A ASSE C MISURA C3 INTERVENTO ITI1I Voucher individuali per la creazione di competenze utili all inserimento lavorativo

Dettagli

Regolamento per il sostegno alle attività imprenditoriali mediante agevolazioni fiscali

Regolamento per il sostegno alle attività imprenditoriali mediante agevolazioni fiscali Comune di UTA Provincia di Cagliari Allegato A alla delibera C.C. n.31 del 04/10/2012 Regolamento per il sostegno alle attività imprenditoriali mediante agevolazioni fiscali Approvato con delibera di Consiglio

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA. Art. 35. Interventi finalizzati all'occupazione, alle politiche attive per il lavoro e di contrasto alla povertà.

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA. Art. 35. Interventi finalizzati all'occupazione, alle politiche attive per il lavoro e di contrasto alla povertà. Art. 35 Interventi finalizzati all'occupazione, alle politiche attive per il lavoro e di contrasto alla povertà. 1. La Regione, nelle more della piena attuazione delle politiche di sviluppo promosse al

Dettagli

6. La presentazione dell istanza di prima concessione deve avvenire entro e non oltre 68 gg:

6. La presentazione dell istanza di prima concessione deve avvenire entro e non oltre 68 gg: Messaggio 07 febbraio 2011, n. 2981 Indennità di mobilità in deroga 2011 - Accordo quadro del 14.1.2011 Facendo seguito al messaggio n. 2926 del 7.02.2011 col quale è stato trasmesso l'accordo quadro del

Dettagli

Avviso pubblico ai sensi della D.G.R. n. 1799 del 28.11.06 Borse di studio presentazione candidature ALLEGATO A

Avviso pubblico ai sensi della D.G.R. n. 1799 del 28.11.06 Borse di studio presentazione candidature ALLEGATO A Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 169 del 21-12-2006 21957 INTERVENTI IN FAVORE DEI PUGLIESI NEL MONDO Legge regionale 23/2000 Art. 10 - PIANO 2006 - Avviso pubblico ai sensi della D.G.R.

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER L ANTICIPAZIONE SOCIALE DELL INDENNITÀ DI CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI STRAORDINARIA

PROTOCOLLO D INTESA PER L ANTICIPAZIONE SOCIALE DELL INDENNITÀ DI CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI STRAORDINARIA PROTOCOLLO D INTESA PER L ANTICIPAZIONE SOCIALE DELL INDENNITÀ DI CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI STRAORDINARIA In data 2013 in Torino tra Provincia di Torino (di seguito Provincia ) Unicredit Banca (di seguito

Dettagli

Il Ministro delle Attività Produttive di concerto con Il Ministro dell economia e delle finanze

Il Ministro delle Attività Produttive di concerto con Il Ministro dell economia e delle finanze Il Ministro delle Attività Produttive di concerto con Il Ministro dell economia e delle finanze Visto l articolo 14 della legge 17 febbraio 1982, n. 46 e successive modifiche e integrazioni; Visto il decreto

Dettagli

AVVISO PUBBLICO AI DATORI DI LAVORO

AVVISO PUBBLICO AI DATORI DI LAVORO Azione di Sistema Welfare to Work per le politiche di re-impiego AVVISO PUBBLICO AI DATORI DI LAVORO 1. PREMESSA Il, la Regione Sardegna e la Provincia di Cagliari con l assistenza di Italia Lavoro S.p.A.,

Dettagli

Procedura erogazione finanziamento diretto

Procedura erogazione finanziamento diretto REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO 10 LAVORO, POLITICHE DELLA FAMIGLIA, FORMAZIONE PROFESSIONALE, COOPERAZIONE E VOLONTARIATO POR Calabria FSE 2007-2013 ASSE I ADATTABILITÀ Obiettivo Specifico Comune B: Favorire

Dettagli

Avviso pubblico per l erogazione di servizi alle imprese con piano di sviluppo occupazionale anno 2016-2017

Avviso pubblico per l erogazione di servizi alle imprese con piano di sviluppo occupazionale anno 2016-2017 Avviso pubblico per l erogazione di servizi alle imprese con piano di sviluppo occupazionale anno 2016-2017 Cre.s.c.o. (Crescita, sviluppo, competitività e occupazione) Finanziato dal P.O.R. Programma

Dettagli

in partenariato con AVVISO PUBBLICO Home Care Premium 2011 Progetto My Care

in partenariato con AVVISO PUBBLICO Home Care Premium 2011 Progetto My Care in partenariato con AVVISO PUBBLICO Home Care Premium 2011 Progetto My Care Interventi innovativi e sperimentali di assistenza in favore di soggetti non autosufficienti, dipendenti pubblici e pensionati

Dettagli

Cantieri d Arte 2006 Restauro e tutela del patrimonio monumentale religioso in Piemonte e in Liguria

Cantieri d Arte 2006 Restauro e tutela del patrimonio monumentale religioso in Piemonte e in Liguria La Compagnia di San Paolo è una Fondazione italiana di diritto privato con sede a Torino. Essa persegue finalità di utilità sociale, allo scopo di favorire lo sviluppo civile, culturale ed economico. Informazioni

Dettagli

Art. 1 (Finalità e obiettivi)

Art. 1 (Finalità e obiettivi) AVVISO PUBBLICO PER L ATTRIBUZIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI A ENTI PUBBLICI, SOGGETTI PRIVATI SINGOLI O ASSOCIATI, FONDAZIONI ED ASSOCIAZIONI PER INIZIATIVE ED INTERVENTI IN MATERIA AMBIENTALE L art. 12

Dettagli

Milano Bologna Roma Catania. 17 marzo 2015 CIRCOLARE n. (3)

Milano Bologna Roma Catania. 17 marzo 2015 CIRCOLARE n. (3) 17 marzo 2015 CIRCOLARE n. (3) DECRETO LEGISLATIVO 4 MARZO 2015 N. 22 Disposizioni per il riordino della normativa in materia di ammortizzatori sociali in caso di disoccupazione involontaria e di ricollocazione

Dettagli