Banche / Intermediari aderenti S.p.A. Banca Adige Po Credito Cooperativo Lusia. Banca Agricola Mantovana S.p.A.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Banche / Intermediari aderenti. B@nca 24-7 S.p.A. Banca Adige Po Credito Cooperativo Lusia. Banca Agricola Mantovana S.p.A."

Transcript

1 BANCHE E INTERMEDIARI FINANZIARI DI CUI ALL ART. 106 DEL D.LGS 1 SETTEMBRE 1993, N. 385 ADERENTI ALLA CONVENZIONE ABI MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE PER LA RINEGOZIAZIONE DEI MUTUI EX ART. 3 DL. N. 93/2008 Banche / Intermediari aderenti Condizioni Migliorative Offerte alla Clientela 24-7 S.p.A. 1) estensione della rineg.a tutti i mutui a tasso misto Banca Adige Po Credito Cooperativo Lusia Banca Agricola Mantovana S.p.A. Banca Agricola Popolare di Ragusa Banca Alpi Marittime Credito Cooperativo Carrù Scpa Banca Alto Vicentino Credito Cooperativo Scpa - Schio Banca Antonveneta Banca Apuana- Credito Cooperativo di Massa Carrara Banca Capasso Antonio S.P.A. Banca Carige S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia estensione della rinegoziazione alle seguenti tipologie di mutui: - mutui con tasso massimo prefissato; - mutui a tasso fisso per la durata iniziale di due anni e poi variabile; - mutui a tasso bilanciato (due piani di ammortamento, uno a tasso fisso ed uno a tasso variabile, ciascuno applicato ad una parte prefissata del mutuo); - estendere la predetta rinegoziazione ai mutui a tasso variabile e rata variabile ed alle tipologie di mutui sopra indicate oggetto di operazioni di cartolarizzazione con cessione di crediti a società veicolo. Banca Carim Cassa di Risparmio di Rimini 1

2 Banca Carime S.p.A. Banca Caripe 1) estensione della rineg.a tutti i mutui a tasso misto 2) azzeramento dello spread previsto art.3 comma 2 Conv.quale maggiorazione del tasso IRS 10Y l adesione alla convenzione ha validità anche con riferimento ai mutui oggetto di cartolarizzazione Banca Cassa di Risparmio di Savigliano S.p.A. Banca Centropadana Credito Cooperativo Banca Cesare Ponti S.p.A. offrire alla clientela le seguenti condizioni migliorative: IRS 10Y + 0,40 con capitalizzazione annuale estensione della rinegoziazione ai mutui con tasso massimo prefissato; mutui a tasso fisso per la durata iniziale di due anni e poi variabile; mutui a tasso bilanciato (due piani di ammortamento, uno a tasso fisso ed uno a tasso variabile, ciascuno applicato ad una parte prefissata del mutuo); estensione della rinegoziazione ai mutui a tasso variabile e rata variabile ed alle tipologie di mutui sopraindicate oggetto di operazioni di cartolarizzazione con cessione dei crediti a società veicolo Banca Cooperativa Cattolica arl Banca Cras - Credito Cooperativo Sovicille Banca Credito Cooperativo Area Pratese Banca Credito Cooperativo Avetrana riduzione di 0,50 % rispetto al tasso da calcolare come indicato all art.3, comma 1 Convenzione (ovvero tasso di interesse pari alla media dei tassi applicati al contratto nell anno 2006 ridotto di 0,50%) Banca Credito Cooperativo Banca del Mugello Banca Credito Cooperativo Banca del Valdarno Banca Credito Cooperativo Banca della Bergamasca tasso su conto di finanziamento accessorio pari IRS a 10 anni, alla data di rinegoziazione, maggiorato di uno spread pari a 0,25% Banca Credito Cooperativo Banca della Costa d'argento Banca Credito Cooperativo Banca della Versilia e della Lunigiana Banca Credito Cooperativo Banca di Ancona 2

3 Banca Credito Cooperativo Banca di Arborea Banca Credito Cooperativo Banca di Caraglio del Cuneese e della Riviera dei Fiori Banca Credito Cooperativo Banca di Cascina Banca Credito Cooperativo Banca di Forlì Banca Credito Cooperativo Banca di Pescia Banca Credito Cooperativo Banca di Pistoia Banca Credito Cooperativo Banca Suasa Banca Credito Cooperativo Basciano Banca Credito Cooperativo Battipaglia Banca Credito Cooperativo Casalgrasso Sant'Albano Stura Banca Credito Cooperativo Cassa Rurale ed Artigiana dell'agro Pontino estensione dell'ambito di applicazione della convenzione, quale condizione migliorativa offerta alla clientela ai sensi del nuovo comma 1 art.3 del Decreto come modificato dalla legge in convenzione anche ai "mutui che prevedono che nel periodo di preammortamento il tasso rimane fisso e successivamente il tasso diventa variabile indicizzato all'euribor" Banca Credito Cooperativo Castellana Grotte - Cassa Rurale ed Artigiana Banca Credito Cooperativo di Sarsina Banca Credito Cooperativo Pitigliano Banca Credito Cooperativo Pontassieve 3

4 Banca Credito Cooperativo Ravennate & Imolese tasso annuo per l'importo addebitato sul conto di finanziamento accessorio: IRS a 10 anni, alla data di rinegoziazione, maggiorato di uno spread pari a 0,30 punti percentuali Banca Credito Cooperativo San Francesco Banca Credito Cooperativo Saturnia Banca Credito Cooperativo Sen.P.Grammatico PACECO Banca Cremasca Credito Cooperativo Banca Cremonese Credito Cooperativo Società Cooperativa Banca CRV - Cassa di Risparmio di Vignola Banca del Canavese Credito Cooperativodi Vische e del V.C.O. Banca del Centroveneto Credito Cooperativo S.c. Banca del Crotonese Credito Cooperativo s.c.p.a. Banca del Fucino Banca del Monte di Lucca S.p.A. estensione della rinegoziazione alle seguenti tipologie di mutui - mutui con tasso massimo prefissato; mutui a tasso fisso per la durata iniziale di due anni e poi variabile; mutui a tasso "bilanciato" (due piani di ammortamento, uno a tasso fisso ed uno a tasso variabile, ciascuno applicato ad una parte prefissata del mutuo) estenderela predetta rinegoziazione ai mutui a tasso e rata variabile ed alle tipologie di mutui sopra indicate oggetto di operazioni di cartolarizzazione con cessione dei crediti a società veicolo. Banca del Piemonte Banca dell Adriatico S.p.A. rinegoziazione anche con riferimento ai mutui originati dalle Banche, oggetto di operazioni di cartolarizzazione con cessione dei crediti a Società Veicolo Banca dell Artigianato e dell Industria 4

5 Banca della Campania S.p.A. Banca della Maremma Credito Cooperativo di Grosseto Banca delle Marche tasso applicato al conto di finanziamento accessorio = tasso IRS a 10 anni; rinegoziazione di tutte le tipologie di mutuo ad eccezione dei mutui a tasso fisso; estendere la rinegoziazione ai mutui oggetto di cartolarizzazione con cessione dei crediti a Società Veicolo Banca dello Jonio Credito Cooperativo - Albidona Banca di Anghiari e Stia - Credito Cooperativo Banca di Bedizzole Turano Valvestino Credito Cooperativo Banca di Bergamo Banca di Bologna estensione della rinegoziazione ai mutui oggetto di operazioni di cartolarizzazione con cessione dei crediti a società veicolo; tasso applicato al conto finanziamento accessorio = IRS a 10 anni; nel caso di accollo, rinegoziazione o riduzione di capitale viene applicato il tasso più favorevole per il cliente tra quello applicato nella prima rata di ammortamento successiva a tali eventi e la media dei tassi del 2006 (per i mutui stipulati fino al 31/12/2006) oppure il tasso della prima rata dopo la stipula (per i mutui stipulati dopo il 31/12/2006) estensione della rinegoziazione anche ai mutui oggetto di cartolarizzazione con cessione dei crediti a società veicolo Banca di Capranica Credito Cooperativo Banca di Carnia e Gemonese Credito Cooperativo Banca di Cavola e Sassuolo Credito Cooperativo Banca di Chianciano Terme Credito Cooperativo Val D'Orcia - Amiata Banca di Cividale S.p.A. Banca di Cosenza Credito Cooperativo 5

6 Banca di Credito Cooperativo Abbruzzese Cappelle sul Tavo Banca di Credito Cooperativo Alba Langhe e Roero Banca di Credito Cooperativo Bassa Friulana Banca di Credito Cooperativo Canosa - Loconia Banca di Credito Cooperativo Cascia di Reggello Società Cooperativa Banca di Credito Cooperativo Cassa Rurale di Rovereto Banca di Credito Cooperativo Cassa Rurale ed Artigiana di Paliano Banca di Credito Cooperativo Cattedrale Adria Banca di Credito Cooperativo dei Comuni Cilentani Banca di Credito Cooperativo del Belice Banca di Credito Cooperativo del Carso ammissione ai benefici di cui all art. 3 del citato D.L.93/2008 dei mutui con tasso di entrata fisso e poi passaggio al tasso variabile per tutta la durata del mutuo Banca di Credito Cooperativo del Chianti Fiorentino Banca di Credito Cooperativo del Circeo Banca di Credito Cooperativo del Friuli Centrale estensione della rinegoziazione ai mutui originariamente non contratti per l acquisto, costruzione e ristrutturazione dell abitazione principale Banca di Credito Cooperativo del Garda - Banca di Credito Cooperativo Colli Morenici del Garda Banca di Credito Cooperativo del Lametino 6

7 Banca di Credito Cooperativo del Metauro Banca di Credito Cooperativo del Molise Banca di Credito Cooperativo del Polesine Banca di Credito Cooperativo del Velino Banca di Credito Cooperativo del Veneziano S.c. Banca di Credito Cooperativo dell Alta Brianza Alzate Brianza Banca di Credito Cooperativo dell Alta Padovana s.c.r.l. IRS 10Y + 0,40 PP. estensione della rinegoziazione ai mutui, finalizzati all acquisto, costruzione e ristrutturazione dell abitazione principale, che prevedono un periodo iniziale pari o inferiore a 60 mesi a tasso fisso e successivamente a tasso variabile estensione della rineg. anche ai mutui oggetto di cartolarizzazione con cessione dei crediti a società veicolo di non effettuare la capitalizzazione periodica sul conto di finanziamento accessorio quale ulteriore beneficio per il mutuatario. tasso di interesse sul conto di finanziamento accessorio, di cui al comma 3 dell art. 3 del D.L. 93/2008, pari all IRS a dieci anni alla data di rinegoziazione senza alcuna maggiorazione. Banca di Credito Cooperativo dell Alto Reno sc Banca di Credito Cooperativo della Garfagnana Banca di Credito Cooperativo della Montagna Pistoiese - Maresca Banca di Credito Cooperativo della Sibaritide - Spezzano Albanese Banca di Credito Cooperativo della Sila Piccola S.c.r.l. Taverna estensione della rinegoziazione anche ai rapporti di mutuo a tasso variabile concessi con diverse finalità Banca di Credito Cooperativo della Valtrompia Banca di Credito Cooperativo delle Prealpi tasso applicato al conto di finanziamento accessorio = IRS a 10 anni + spread 0,30; estensione della rinegoziazione ai mutui oggetto di operazioni di cartolarizzazione con cesione dei crediti a società veicolo; estensione della rinegoziazione a mutui caratterizzati da tasso fisso per la durata iniziale massima di 12 mesi e poi variabile Altofonte e Caccamo 7

8 Aquara offrire alla clientela interessata le seguenti condizioni migliorative: a) tasso di interesse sul conto di finanziamento accessorio pari all IRS a dieci anni maggiorato di o,40 punti percentuali; b) esclusione della capitalizzazione degli interessi sul conto di finanziamento accessorio. Basiliano Bellegra Bene Vagienna Borghetto Lodigiano Calcio e di Covo S.c. Campiglia dei Berici adesione alla Convenzione anche con riferimento ai mutui oggetto di cartolarizzazione Caravaggio Cartura S.C. Carugate tasso di interesse sul conto di finanziamento accessorio pari all'irs a 10 anni maggiorato di uno spread di 0,40 punti percentuali Cassano delle Murge e Tolve S.c. Castel Goffredo S.c. Castenaso estensione della rinegoziazione a tutti i mutui a tasso misto; estensione della rinegoziazione ai mutui originati dalla banca oggetto di operazione di cartolarizzazione, con cessione del credito a società veicolo Castigione M. Raimondo e Pianella Cherasco 8

9 Cittanova Corinaldo S.c. Cremeno S.c. Creta - Credito Cooperativo Piacentino offrire alla clientela interessata le seguenti condizioni migliorative: spread da applicare all IRS pari a + 0,40. estensione della rinegoziazione ai mutui a tasso misto; applicazione al conto di finanziamento accessorio un tasso pari all IRS a 10 anni. tasso applicato al conto di finanziamento accessorio = IRS a 10 anni + 0,35%; nessuna capitalizzazione periodica sul conto di finanziamento accessorio applicazione sul conto di finanziamento accessorio di un tasso di interesse fisso commisurato all'irs a 10 anni maggiorato di uno spread di 0,45 punti percentuali Doberdò e Savogna Dovera e Postino tasso di interesse sul conto finanziamento accessorio pari all'irs a 10 anni maggiorato di uno spread dello 0,45%; quanto alla periodicità di capitalizzazione degli interessi sul conto di finanziamento accessorio, si esclude la capitalizzazione Fano S.c. Fiumicello ed Aiello del Friuli Flumeri S.c. estensione della rinegoziazione ai mutui con tasso di entrata fisso e poi passaggio al tasso variabile per tutta la durata del mutuo applicazione di spread inferiore a quello massimo previsto dalla Convenzione da applicare all IRS 10 anni sul conto di finanziamento accessorio, quantificato nella misura dello 0,40%; estensione, nell ambito di applicabilità della Convenzione anche ai mutui a tasso indicizzato per tutta la durata del rapporto i cui contratti già prevedano un tasso di interesse massimo non oltrepassabile; estensione, nell ambito di applicabilità della Convenzione anche ai mutui a tasso indicizzato per tutta la durata del rapporto concessi per finalità miste, cioè per acquisto, costruzione e ristrutturazione della abitazione principale e, allo stesso tempo, per rinegoziazione debitoria pregressa, anche qualora tale seconda finalità sia quantitativamente prevalente. Gatteo Gaudiano di Lavello S.c. tasso fisso pari ad un tasso medio applicato sui singoli rapporti di mutuo calcolato nell anno 2006 Impruneta Inzaco Lercara Friddi 9

10 Lesmo tasso applicato al conto di finanziamento accessorio pari all'irs a 10 anni maggiorato di uno spread di 0,25 punti percentuali, con frequenza di capitalizzazione degli interessi annuali Locorotondo C.R.A. Macerone Maierato Manzano S.c. Marcon-Venezia estensione della rinegoziazione anche ai mutui che prevedano nel periodo iniziale il tasso fisso e successivamente il tasso variabile indicizzato all euribor tasso applicato al conto di finanziamento accessorio = IRS a 10 anni + 0,25% per i soci;tasso applicato al conto di finanziamento accessorio = IRS a 10 anni + 0,40% per la clientela ordinaria; estensione della rineg. ai mutui originati dalla banca oggetto di operazioni di cartolarizzazione con cessione dei crediti alla società veicolo. Masiano Montecorvino Rovella Società Cooperativa maggiorazione dello spread sul conto di finanziamento accessorio pari allo 0,25% con capitalizzazione annuale / applicazione della convenzione anche ai mutui a tasso misto Montepaone Montepulciano Monterenzio s.c. Mozzanica Soc. Coop. Nettuno Ostra Vetere Palestrina Soc. Coop. 10

11 Pedemonte Pergola Pianfei e Rocca dè Baldi S.C. riduzione dello spread sull IRS a 10 anni da 0,50 a 0,30 sulla remunerazione del conto di finanziamento accessorio; estensione della convenzione anche alla clientela titolare di un mutuo a tasso variabile alla data del , ma che originariamente prevedeva un periodo a tasso fisso. estendere l operatività della convenzione anche ai mutui originariamente non contratti per l acquisto, costruzione e ristrutturazione dell abitazione principale che successivamente abbiano acquisito tale finalità, sulla base di dichiarazione del mutuatario. Pompiano e della Franciacorta Scrl Pontassieve Società Cooperativa Quinto Vicentini S.c. Recanati e Colmurano S.c.r.l. Riano Roma adesione anche per i mutui cartolarizzati con cessione di crediti alla SPV Credito Finance SPA in data 20 settembre 2001 (collocamento del 27/09/01) Ronciglione S. Giorgio e Meduno S.c. estensione della rineg. anche ai mutui cartolarizzati allorché il veicolo non vi aderisca; ammissione ai benefici di cui all art. 3 del D.L. 93/2008 ai mutui con tasso di entrata fisso e poi passaggio al tasso variabile per tutta la durata del mutuo. S. Pietro in Vincio Sala di Cesenatico San Barnaba di Marino San Giovanni Rotondo 11

12 San Marco dei Cavoti determinare il tasso di interesse sul conto finanziamento accessorio, in misura pari all IRS a 10 anni più lo spread dello 0,35 annuo. San Marco di Calatabiano Sant'Elena Santeramo in Colle Sassano il conto di finanziamento accessorio sarà regolato al tasso che si ottiene in base all IRS a dieci anni, alla data di rinegoziazione, maggiorato di uno spread dello 0,45. Sesto San Giovanni Signa S.c. Sorisole e Lepreno S.C. estensione della rinegoziazione ai mutui a tasso variabile stipulati anteriormente al 29 maggio 2008 e finalizzati all'acquisto, costruzione e ristrutturazione della abitazione principale originati dalla banca e oggetto di operazioni di cartolarizzazione con cessione dei crediti a società veicolo Tasso applicato al conto accessorio di finanziamento: IRS 10 anni + 0,30% Spello e Bettona Spinazzola Staranzano S.c. Turriaco S.c. Valle Seriana Valledolmo Vergato S.C. Vignole estensione della proposta a tutti i mutui contrattualizzati con un periodo iniziale di ammortamento a tasso fisso estensione della rinegoziazione anche ai mutui cartolarizzati 12

13 Villesse S.c. Banca di Credito Cooperativo Don Stella di Resuttano Banca di Credito Cooperativo Fiorentino Campi Bisenzio Società Cooperativa Banca di Credito Cooperativo Formello e Trevignano Romano Banca di Credito Cooperativo G. Toniolo di San Cataldo Banca di Credito Cooperativo Laudense S.c. Banca di Credito Cooperativo Monte Pruno di Roscigno e di Laurino spread su tasso di interesse applicato al conto di finanziamento accessorio pari a 0,40 punti percentuali Banca di Credito Cooperativo Orobica di Bariano e Cologno al Serio Banca di Credito Cooperativo Picena Società Cooperativa possibilità di rinegoziare i mutui proponendo, in costanza di rapporti a tasso variabile, rate di importo fisso personalizzate sulla base dell effettiva capacità di rimborso del cliente; estensione anche ai mutui cartolarizzati la facoltà di rinegoziazione secondo i criteri e le modalità indicati nella predetta convenzione, pur in assenza di adesione alla stessa da parte della SVP. Banca di Credito Cooperativo Pordenonese Banca di Credito Cooperativo Pratola Peligna Banca di Credito Cooperativo S. Giuseppe di Petralia Sottana Banca di Credito Cooperativo San Felicita M. di Affile Banca di Credito Cooperativo San Giuseppe di Mussomeli Banca di Credito Cooperativo San Michele di Caltanisetta e Pietraperzia tasso applicato al conto di finanziamento accessorio: IRS a 10 anni + 0,50% estensione della rinegoziazione a tutti i mutui a tasso indicizzato a rata variabile offre la seguente condizione migliorativa: il conto finanziario accessorio produrrà interessi, capitalizzabili annualmente, al tasso annuo che si ottiene in base all IRS a dieci anni, maggiorato di uno spread di 0,25. tasso applicato al conto di finanziamento accessorio commisurato all'irs a 10 anni maggiorato dello 0,40% (valore spread) 13

14 Banca di Credito Cooperativo Sangro Teatina Banca di Credito Cooperativo Santa Maria Assunta - Adria Banca di Credito Cooperativo Saturnia Banca di Credito Cooperativo Valdostana Banca di Credito Cooperativo Verolavecchia estensione della proposta di rinegoziazione ai mutui con tasso di ingresso fisso e poi tasso variabile per tutta la durata Banca di Credito Cooperativo Vibanca Banca di Credito Popolare scpa Banca di Imola S.p.A. Banca di Legnano Banca di Mantignana Credito Cooperativo Umbro Banca di Monastier e del Sile Credito Cooperativo offre alla clientela interessata, in via generalizzata, condizioni economicamente più favorevoli concernenti il conto di finanziamento accessorio (di cui all'art. 3, 2 comma della suddetta convenzione) e consistenti nella maggiorazione dell'irs a 10 anni di uno spread di 0,40 punti percentuali (anzichè 0,50 p.p.) riduzione da 0,50 a 0,25 punti percentuali della maggiorazione al tasso IRS a 10 anni applicato sul conto di finanziamento accessorio estensione della rinegoziazione ai mutui originati dalla banca e oggetto di operazioni di cartolarizzazione con cessione dei crediti a società veicolo Banca di Pesaro Credito Cooperativo Società Cooperativa Banca di Piacenza Banca di Ripatransone Credito Cooperativo Soc. Coop. Banca di Romagna estensione della rinegoziazione ai mutui originati dalle Banche controllate oggetto di operazioni di cartolarizzazione con cessioni dei crediti a società veicolo, secondo i criteri e le modalità indicati nella citata Convenzione 14

15 Banca di Romano e S. Caterina Credito Cooperativo S.c. Banca di Sassari Banca di Sconto e Conti Correnti di Santa Maria Capua Vetere Banca di Taranto - Banca di Credito Cooperativo Banca di Teramo Banca di Trento e Bolzano S.p.A. Banca di Treviso rinegoziazione anche con riferimento ai mutui originati dalle Banche, oggetto di operazioni di cartolarizzazione con cessione dei crediti a Società Veicolo IRS a 10 anni alla data di rinegoziazione, maggiorato di uno spread di punti 0,50 Banca di Udine Credito Cooperativo Banca di Valle Camonica S.p.A. 1) estensione della rineg.a tutti i mutui a tasso misto 2) azzeramento dello spread previsto art.3 comma 2 Conv.quale maggiorazione del tasso IRS 10Y Banca di Verona Credito Cooperativo Cadidavid s.c.a. Banca Don Rizzo Credito Cooperativo della Sicilia Occidentale S.c. Banca Farnese S.p.A. Banca Federico del Vecchio Banca Fideuram S.p.A. Banca Malatestiana Credito Cooperativo della Provincia di Rimini estensione dell ambito di applicazione della Convenzione ai mutui con tasso di entrata fisso e poi passaggio al tasso variabile per tutta la durata del mutuo; ai mutui a tasso variabile con ammortamento alla francese ma con cap; ai mutui che prevedono che nel periodo di preammortamento il tasso rimane fisso e successivamente il tasso diventa variabile indicizzato all Euribor; IRS a 10 anni alla data di rinegoziazione, maggiorato di uno spread di punti 0,40 tasso applicato al conto di finanziamento accessorio: IRS 10Y + 0,45%; il cliente potrà scegliere la rata minore tra la prima rata del finanziamento a tasso variabile e la rata calcolata sulla base della media dei tassi per l'anno 2006 rinegoziazione anche con riferimento ai mutui originati dalle Banche, oggetto di operazioni di cartolarizzazione con cessione dei crediti a Società Veicolo estensione della proposta di rinegoziazione ai mutui con tasso di ingresso fisso; estensione della proposta di rinegoziazione ai mutui oggetto di operazione di cartolarizzazione con cessione del credito a società veicolo 15

16 Banca Mediolanum Banca Meridiana Banca Modenese S.p.A. estensione della proposta di rinegoziazione ai mutui a tasso variabile, che prevedono la facoltà per il cliente di variare, ad una scadenza prestabilita, ad un tasso misto; estensione della proposta di rinegoziazione ai mutui a tasso misto, che prevedono la facoltà per il cliente di variare, ad una scadenza prestabilita, le percentuali di composizione del tasso. Il tasso di interesse applicato al conto di finanziamento accessorio sarà ogni anno quello più favorevole tra i due tassi così definiti: 1) tasso Convenzione, che rimane fisso per tutta la durata del rimborso (pari al più basso, alla data di rinegoziazione, tra il valore dell IRS a 10 anni, maggiorato di uno spread pari a 0,40% e il tasso previsto dal contratto di mutuo originario); 2) il tasso medio annuale previsto dal contratto di mutuo originario, ricalcolato ogni anno. In ogni caso il tasso applicato, non potrà mai essere superiore al tasso Convenzione. estensione della rinegoziazione ai mutui oggetto di operazioni di cartolarizzazione con cessione dei crediti a società veicolo; tasso applicato al conto finanziamento accessorio = IRS a 10 anni; nel caso di accollo, rinegoziazione o riduzione di capitale viene applicato il tasso più favorevole per il cliente tra quello applicato nella prima rata di ammortamento successiva a tali eventi e la media dei tassi del 2006 (per i mutui stipulati fino al 31/12/2006) oppure il tasso della prima rata dopo la stipula (per i mutui stipulati dopo il 31/12/2006) IRS a 10 anni alla data di rinegoziazione, maggiorato di uno spread di punti 0,40 Banca Molisana di Credito Cooperativo S.c. Banca Monte dei Paschi di Siena Banca Monte di Parma Banca Monteriggioni Credito Cooperativo Soc. Coop. a r.l. Banca Nuova estensione della proposta di rinegoziazione anche ai mutui a tasso misto ed ai mutui oggetto di operazioni di cartolarizzazione; per i mutui stipulati prima del 31/12/06, ma che successivamente sono stati oggetto di accollo o rinegoziazione, applicazione del tasso di interesse più favorevole per il cliente tra il valore medio dei tassi applicati al mutuo nell'anno 2006 e il tasso applicato alla prima rata di ammortamento successiva all'accollo o rinegoziazione stessi Banca Passadore & C. Banca Patrimoni Sella & C. S.p.A. 16

17 Banca Picena Truentina Credito Cooperativo S.c. Banca Popolare Commercio e Industria tasso annuo applicato sulle somme addebitate sul conto finanziario accessorio pari all IRS a 10 anni maggiorato di uno spread di 0,40 estensione della rinegoziazione a tutti i mutui a tasso misto; azzeramento dello spread previsto all art. 3 comma 2 della Convenzione quale maggiorazione del tasso IRS10Y Banca Popolare del Lazio Banca Popolare del Materano S.p.A. Banca Popolare dell Emilia Romagna Banca Popolare delle Province Molisane Banca Popolare dell'etruria e del Lazio Banca Popolare di Ancona estensione della rinegoziazione ai mutui a tasso variabile con un tasso d ingresso fisso per i primi 6 mesi di ammortamento tasso applicato al conto di finanziamento accessorio: IRS 10Y + 0,45%; il cliente potrà scegliere la rata minore tra la prima rata del finanziamento a tasso variabile e la rata calcolata sulla base della media dei tassi per l'anno 2006; estensione dell'offerta a tutte le tipologie di mutuo che prevedono nel contratto una variabilità nel tasso applicato; opzione "Movirata" che consente al cliente di sospendere il pagamento delle rate di mutuo con successiva rimodulazione del piano di ammortamento tasso applicato al conto di finanziamento accessorio: IRS 10Y + 0,45%; il cliente potrà scegliere la rata minore tra la prima rata del finanziamento a tasso variabile e la rata calcolata sulla base della media dei tassi per l'anno 2006; estensione dell'offerta a tutte le tipologie di mutuo che prevedono nel contratto una variabilità nel tasso applicato; opzione "Movirata" che consente al cliente di sospendere il pagamento delle rate di mutuo con successiva rimodulazione del piano di ammortamento estensione della rinegoziazione a tutti i mutui a tasso misto; azzeramento dello spread previsto dall art. 3 comma 2 della Convenzione quale maggiorazione del tasso IRS 10Y. Banca Popolare di Aprilia S.p.A. Banca Popolare di Bari Banca Popolare di Bergamo S.p.A. estensione della rinegoziazione ai mutui con CAP e ai mutui con opzione sulla tipologia di tasso scaduta e non esercitata 1) estensione della rineg.a tutti i mutui a tasso misto 2) azzeramento dello spread previsto art.3 comma 2 Conv.quale maggiorazione del tasso IRS 10Y Banca Popolare di Cividale Banca Popolare di Cortona 17

18 Banca Popolare di Crema S.P.A. Banca Popolare di Cremona l adesione alla convenzione ha validità anche con riferimento ai mutui oggetto di cartolarizzazione l adesione alla convenzione ha validità anche con riferimento ai mutui oggetto di cartolarizzazione Banca Popolare di Crotone Banca Popolare di Fondi Banca Popolare di Intra S.P.A. estensione della rinegoziazione ai mutui oggetto di operazioni di cartolarizzazione con cessione dei crediti a società veicolo; tasso applicato al conto finanziamento accessorio = IRS a 10 anni; nel caso di accollo, rinegoziazione o riduzione di capitale viene applicato il tasso più favorevole per il cliente tra quello applicato nella prima rata di ammortamento successiva a tali eventi e la media dei tassi del 2006 (per i mutui stipulati fino al 31/12/2006) oppure il tasso della prima rata dopo la stipula (per i mutui stipulati dopo il 31/12/2006) Banca Popolare di Lanciano e Sulmona Banca Popolare di Lodi Banca Popolare di Mantova Banca Popolare di Marostica Banca Popolare di Milano Banca Popolare di Monza e Brianza Banca Popolare di Novara Banca Popolare di Puglia e Basilicata l adesione alla convenzione ha validità anche con riferimento ai mutui oggetto di cartolarizzazione l adesione alla convenzione ha validità anche con riferimento ai mutui oggetto di cartolarizzazione estensione della proposta di rinegoziazione anche ai mutui che prevedono un periodo iniziale a tasso fisso e successivamente sono regolati a tasso variabile, purché il periodo di validità del tasso fisso sia pari o inferiore a 60 mesi. maggiorazione dell'irs a 10 anni di uno spread di 0,40 punti percentuali (anziché 0,50 p.p.); integrare la propria adesione alla citata convenzione per i mutui cartolarizzati alle SPV B.P.M. Securitization 2 srl e B.P.M. Covered Bond srl. estensione della rinegoziazione ai mutui oggetto di operazioni di cartolarizzazione con cessione dei crediti a società veicolo; tasso applicato al conto finanziamento accessorio = IRS a 10 anni; nel caso di accollo, rinegoziazione o riduzione di capitale viene applicato il tasso più favorevole per il cliente tra quello applicato nella prima rata di ammortamento successiva a tali eventi e la media dei tassi del 2006 (per i mutui stipulati fino al 31/12/2006) oppure il tasso della prima rata dopo la stipula (per i mutui stipulati dopo il 31/12/2006) l adesione alla convenzione ha validità anche con riferimento ai mutui oggetto di cartolarizzazione estensione del beneficio della precisata Convenzione ABI-MEF ai mutuatari di mutui a tasso variabile assistito da Cap sul Tasso - applicazione alla c.to finanziamento accessorio di un tasso di interesse pari all'irs a 10 anni incrementato di uno 18

19 spread ridotto allo 0,40% Banca Popolare di Ravenna Banca Popolare di Roma S.p.A. Banca Popolare di Sondrio Banca Popolare di Spoleto IRS a 10 anni alla data di rinegoziazione, maggiorato di uno spread di punti 0,40 estensione della rinegoziazione ai mutui a tasso misto estensione della rinegoziazione anche ai mutui che hanno formato oggetto di cartolarizzazione con la società Spoleto Mortgages S.r.l. corrente in Roma Banca Popolare di Sviluppo S.C.P.A. Banca Popolare di Verona S. Geminiano e S. Prospero SPA Banca Popolare di Vicenza l adesione alla convenzione ha validità anche con riferimento ai mutui oggetto di cartolarizzazione estensione della proposta di rinegoziazione anche ai mutui a tasso misto ed ai mutui oggetto di operazioni di cartolarizzazione; per i mutui stipulati prima del 31/12/06, ma che successivamente sono stati oggetto di accollo o rinegoziazione, applicazione del tasso di interesse più favorevole per il cliente tra il valore medio dei tassi applicati al mutuo nell'anno 2006 e il tasso applicato alla prima rata di ammortamento successiva all'accollo o rinegoziazione stessi Banca Popolare Etica Banca Popolare FriulAdria S.p.A. Banca Popolare Lecchese applicazione della Convenzione anche ai mutui stipulati con tasso di ingresso fisso per un periodo limitato con piano di ammortamento a tasso variabile per tutta la restante durata del mutuo. tasso applicato al finanziamento accessorio IRS 10Y + 0,45% - il cliente potrà scegliere la rata minore tra la prima rata del finanziamento a tasso variabile e la rata calcolata sulla base della media dei tassi per l'anno 2006; estensione della rinegoziazione a tutte le tipologie di mutuo che prevedono nel contratto una variabilità nel tasso applicato; opzione moravita che consente al cliente di sospendere il pagamento delle rate di mutuo con successiva rimodulazione del piano di ammortamento Banca Popolare Pugliese Banca Popolare S. Angelo 19

20 Banca Reggiana Banca Regionale Europea S.p.A. 1) estensione della rineg.a tutti i mutui a tasso misto 2) azzeramento dello spread previsto art.3 comma 2 Conv.quale maggiorazione del tasso IRS 10Y; 3) estensione della rinegoziazione a tutti i mutui erogati dalla banca e successivamente oggetto di operazioni di emissione di obbligazioni garantite (covered bond) con cesisone del credito a società veicolo Banca Romagna Centro Credito Cooperativo Banca S. Biagio del Veneto Orientale di Cesarolo, Fossalta di Portogruaro e Pertegada S.C. Banca SAI Banca San Francesco Banca San Giorgio e Valle Agno Credito Cooperativo di Fara Vic. Banca Santo Stefano Credito Cooperativo Banca Sella Nord Est Bovio Calderari S.p.A. Banca Sella S.p.A. Banca Sella Sud Arditi Galati S.p.A. Banca Suasa Credito Cooperativo Banca Tercas Cassa di Risparmio della Provincia di Teramo S.p.A. estensione della rinegoziazione ai mutui a tasso di entrata fisso (a tasso variabile alla data del 28/5/2008); i mutui a tasso variabile con tasso massimo (cap) estensione della rinegoziazione ai mutui a tasso di entrata fisso (a tasso variabile alla data del 28/5/2008); i mutui a tasso variabile con tasso massimo (cap); i mutui originati da Banca Sella S.p.A. ed oggetto di operazioni di cartolarizzazione con cessione dei crediti a società veicolo estensione della rinegoziazione ai mutui a tasso di entrata fisso (a tasso variabile alla data del 28/5/2008); i mutui a tasso variabile con tasso massimo (cap); estensione ai mutui oggetto di cartolarizzazione con cessione di crediti a società veicolo. estensione della rinegoziazione ai mutui originati dalla sottoscritta Banca e successivamente cartolarizzati attraverso operazioni di cessione di crediti effettuate nei confronti delle seguenti società cessionarie: Adriatico Finance SME s.r.l.; Adriatico Finance RMBS s.r.l. Banca Toscana 20

Elenco soggetti abilitati da Poste Italiane al servizio di pagamento dei bollettini:

Elenco soggetti abilitati da Poste Italiane al servizio di pagamento dei bollettini: Elenco soggetti abilitati da Poste Italiane al servizio di pagamento dei bollettini: Tabaccai Convenzionati con Banca ITB; Bennet S.p.A; Esselunga S.p.A; Carrefour; Conad Adriatico Soc. Coop; Tigros S.p.A;

Dettagli

APPENDICE A. DATI CLIMATICI

APPENDICE A. DATI CLIMATICI APPENDICE A. DATI CLIMATICI A.1 Temperature esterne invernali di progetto UNI 5364 Torino -8 Reggio Emilia -5 Alessandria -8 Ancona -2 Asti -8 Ascoli Piceno -2 Cuneo -10 Macerata -2 Alta valle cuneese

Dettagli

AVVISO 2/14 1 Scadenza COMMERCIO TURISMO - SERVIZI PIANI FINANZIABILI, MA NON FINANZIATI PER MANCANZA DI RISORSE SETTORIALI/TERRITORIALI

AVVISO 2/14 1 Scadenza COMMERCIO TURISMO - SERVIZI PIANI FINANZIABILI, MA NON FINANZIATI PER MANCANZA DI RISORSE SETTORIALI/TERRITORIALI PIEMONTE - VALLE D'AOSTA LIGURIA UNIONE COMMERCIO E TURISMO PROVINCIA DI 1 PF1335_PR418_av214_1 SAVONA ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI DELLA 2 PF1085_PR313_av214_1 PROVINCIA DI ALESSANDRIA ASCOM-BRA ASSOCIAZIONE

Dettagli

OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO 18/01/2014 Rapporto morti bianche triennio 2011/12/13

OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO 18/01/2014 Rapporto morti bianche triennio 2011/12/13 OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO 18/01/2014 Rapporto morti bianche triennio 2011/12/13 ANALISI COMPARATIVA DATI 2011-2012-2013 ANALISI DATI AGGREGATI 2011-2012- 2013 ANDAMENTO INFORTUNI NEL QUADRIENNIO

Dettagli

GLI ALUNNI STRANIERI NEL SISTEMA SCOLASTICO ITALIANO A.S. 2013/2014. (Ottobre 2014)

GLI ALUNNI STRANIERI NEL SISTEMA SCOLASTICO ITALIANO A.S. 2013/2014. (Ottobre 2014) GLI ALUNNI STRANIERI NEL SISTEMA SCOLASTICO ITALIANO A.S. 2013/2014 (Ottobre 2014) I dati presenti in questa pubblicazione fanno riferimento agli studenti con cittadinanza non italiana dell anno scolastico

Dettagli

I trasferimenti ai Comuni in cifre

I trasferimenti ai Comuni in cifre I trasferimenti ai Comuni in cifre Dati quantitativi e parametri finanziari sulle attribuzioni ai Comuni (2012) Nel 2012 sono stati attribuiti ai Comuni sotto forma di trasferimenti, 9.519 milioni di euro,

Dettagli

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Abruzzo Azienda per il diritto agli studi universitari (Adsu) Viale dell Unità d Italia, 32 66013 Chieti scalo Tel. +39

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

c è un Italia che pedala. in 20 città performance di ciclabilità di livello europeo

c è un Italia che pedala. in 20 città performance di ciclabilità di livello europeo Roma, aprile 2015 c è un Italia che pedala. in 20 città performance di ciclabilità di livello europeo Bolzano, Pesaro, Ferrara e Treviso capitali della bici, almeno un quarto degli abitanti in bici tutti

Dettagli

2. Le scuole con elevate percentuali di studenti stranieri

2. Le scuole con elevate percentuali di studenti stranieri 2. Le scuole con elevate percentuali di studenti stranieri 2.1 La concentrazione degli alunni con cittadinanza non italiana in specifiche scuole e nei differenti ordini e gradi scolastici Dall analisi

Dettagli

Regioni, province e grandi comuni

Regioni, province e grandi comuni SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA 2 0 0 4 Settore Popolazione Tavole di mortalità della popolazione italiana Regioni, province e grandi comuni Anno 2000 Informazioni n. 28-2004

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF Finalmente una buona notizia in materia di tasse: nel 2015 la stragrande maggioranza dei Governatori italiani ha deciso di non aumentare l addizionale regionale

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

Autotrasportionline - visite - parole chiave ricerca - 2009-2011

Autotrasportionline - visite - parole chiave ricerca - 2009-2011 www.autotrasportionline.com Autotrasportionline - visite - parole chiave ricerca - 2009-2011 01/set/2009-30/set/2011 Rispetto a: Sito Visualizzazioni di pagina uniche 30.000 30.000 15.000 15.000 0 0 1

Dettagli

POP ECONOMY Ovvero da dove allegramente vien la crisi e dove va

POP ECONOMY Ovvero da dove allegramente vien la crisi e dove va POP ECONOMY Ovvero da dove allegramente vien la crisi e dove va di Alberto Pagliarino e Nadia Lambiase Una produzione di Pop Economy Da dove allegramente vien la crisi e dove va Produzione Banca Popolare

Dettagli

Rapporto statistico sulla falsificazione dell euro

Rapporto statistico sulla falsificazione dell euro Rapporto statistico sulla falsificazione dell euro 2013 MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE Ministero dell Economia e delle Finanze Dipartimento del Tesoro Direzione V, Ufficio VI (UCAMP) Ufficio Centrale

Dettagli

Indice. Introduzione... 2. Definizioni... 3. Tecnologia degli Impianti fotovoltaici... 4. L irraggiamento solare in Italia nel 2012...

Indice. Introduzione... 2. Definizioni... 3. Tecnologia degli Impianti fotovoltaici... 4. L irraggiamento solare in Italia nel 2012... Indice Introduzione... 2 Definizioni... 3 Tecnologia degli Impianti fotovoltaici... 4 La fonte solare L irraggiamento solare in Italia nel 2012... 6 Mappa della radiazione solare nel 2011 e nel 2012...

Dettagli

ARTIGIANCOOP - CONFIDI ARTIGIANCREDITO - CONFIDI ARTIGIANCREDITO TOSCANO ARTIGIANFIDI PUGLIA ARTIGIANFIDI VICENZA

ARTIGIANCOOP - CONFIDI ARTIGIANCREDITO - CONFIDI ARTIGIANCREDITO TOSCANO ARTIGIANFIDI PUGLIA ARTIGIANFIDI VICENZA Elenco di banche, intermediari finanziari, confidi e altri fondi di garanzia abilitati ad operare con il Fondo di garanzia Aggiornato al 13 aprile 2015 N.B. I soggetti abilitati non effettuano necessariamente

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO IMPRESA BPER FINANZIAMENTO TURISMO MT

MUTUO CHIROGRAFARIO IMPRESA BPER FINANZIAMENTO TURISMO MT MUTUO CHIROGRAFARIO IMPRESA BPER FINANZIAMENTO TURISMO MT INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Emilia Romagna società cooperativa Sede legale e amministrativa in Via San Carlo 8/20 41121 Modena

Dettagli

Con la presente scrittura tra

Con la presente scrittura tra Accordo per assicurare la liquidità alle imprese creditrici dei Comuni e delle Province della Regione Emilia-Romagna attraverso la cessione pro-soluto dei crediti a favore di banche od intermediari finanziari

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO

DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO (Deliberazione ARG/com 202/08 - Primo report) Dal 1 luglio 2007 tutti i clienti

Dettagli

L Offerta di cui al presente Prospetto è stata depositata in CONSOB in data 31 gennaio 2008 ed è valida dal 1 febbraio 2008.

L Offerta di cui al presente Prospetto è stata depositata in CONSOB in data 31 gennaio 2008 ed è valida dal 1 febbraio 2008. Offerta pubblica di sottoscrizione di CAPITALE SICURO prodotto finanziario di capitalizzazione (Codice Prodotto CF900) Il presente Prospetto Informativo completo si compone delle seguenti parti: Parte

Dettagli

Protagonista dello sviluppo locale

Protagonista dello sviluppo locale Bic Umbria Protagonista dello sviluppo locale Sviluppo Italia Bic Umbria promuove, accelera e diffonde lo sviluppo produttivo e imprenditoriale nella regione. È controllata da Sviluppo Italia, l Agenzia

Dettagli

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 REGOLAMENTO DEL PREMIO LETTERARIO LA GIARA PER I NUOVI TALENTI DELLA NARRATIVA ITALIANA 1) Il Premio fa capo alla Direzione Commerciale Rai, nel cui ambito

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. Redatto ai sensi del Testo Unico Bancario - Decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385 MUTUO CHIROGRAFARIO VOLT MUTUO

FOGLIO INFORMATIVO. Redatto ai sensi del Testo Unico Bancario - Decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385 MUTUO CHIROGRAFARIO VOLT MUTUO FOGLIO INFORMATIVO Redatto ai sensi del Testo Unico Bancario - Decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385 MUTUO CHIROGRAFARIO VOLT MUTUO INFORMAZIONI SULLA BANCA CREDITO TREVIGIANO Banca di Credito Cooperativo

Dettagli

> MANGIARE E BERE IN ITALIA

> MANGIARE E BERE IN ITALIA Percorso 3 > MANGIARE E BERE IN ITALIA Guarda questi piatti della cucina italiana. Secondo te, di quali parti d Italia sono tipici? Ogni regione d Italia ha i suoi piatti tipici. Spesso quando pensiamo

Dettagli

Istituto per il Credito Sportivo

Istituto per il Credito Sportivo Istituto per il Credito Sportivo REGOLAMENTO SPAZI SPORTIVI SCOLASTICI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SUI MUTUI AGEVOLATI DELL ISTITUTO PER IL CREDITO SPORTIVO INDICE 1. Perché vengono concessi contributi

Dettagli

E ALTRI FINANZIAMENTI

E ALTRI FINANZIAMENTI Normativa sulla Trasparenza Bancaria (T. U. Leggi Bancarie D. Lvo 385/93 e norme di attuazione) E ALTRI FINANZIAMENTI FOGLIO INFORMATIVO SULLE OPERAZIONI E SERVIZI OFFERTI ALLA CLIENTELA Foglio Informativo

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

MILLE CANTIERI PER LO SPORT. 150 milioni di euro di finanziamenti a tasso zero per mettere a nuovo gli impianti sportivi di base

MILLE CANTIERI PER LO SPORT. 150 milioni di euro di finanziamenti a tasso zero per mettere a nuovo gli impianti sportivi di base 150 milioni di euro di finanziamenti a tasso zero per mettere a nuovo gli impianti sportivi di base 500 spazi sportivi scolastici e 500 impianti di base, pubblici e privati «1000 Cantieri per lo Sport»

Dettagli

Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale. Miriam Tagliavia Marzo 2011

Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale. Miriam Tagliavia Marzo 2011 Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale Marzo 2011 2 Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale Il Dipartimento per le Comunicazioni, uno dei

Dettagli

Corriamo. 5 EDIZIONE i percorsi le associazioni le attività a favore di sport & ambiente. per l ambiente!

Corriamo. 5 EDIZIONE i percorsi le associazioni le attività a favore di sport & ambiente. per l ambiente! Corriamo 5 EDIZIONE i percorsi le associazioni le attività a favore di sport & ambiente per l ambiente! E la più grande corsa a tappe a favore dell e dello ambiente sport E una manifestazione non competitiva,

Dettagli

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2013. 14 luglio 2014

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2013. 14 luglio 2014 14 luglio 2014 Anno 2013 LA POVERTÀ IN ITALIA Nel 2013, il 12,6% delle famiglie è in condizione di povertà relativa (per un totale di 3 milioni 230 mila) e il 7,9% lo è in termini assoluti (2 milioni 28

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTO IMPORT IN EURO O DIVISA

FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTO IMPORT IN EURO O DIVISA NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI Redatto ai sensi del decreto legislativo 1 settembre 1993, titolo VI del Testo Unico ed ai sensi delle Istruzioni di Vigilanza

Dettagli

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI COS E CRES: CLIMA RESILIENTI PROGETTO DI KYOTO CLUB VINCITORE DI UN BANDO DEL MINISTERO DELL AMBIENTE SUI PROGETTI IN MATERIA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E SVILUPPO SOSTENIBILE OBIETTIVI DEL PROGETTO CRES

Dettagli

I servizi per gli studenti: le opinioni dei laureati su università, città e diritto allo studio 1

I servizi per gli studenti: le opinioni dei laureati su università, città e diritto allo studio 1 I servizi per gli studenti: le opinioni dei laureati su università, città e diritto allo studio 1 di Andrea Cammelli, Serena Cesetti e Davide Cristofori 1. Aspetti introduttivi Dal 1998 AlmaLaurea, attraverso

Dettagli

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Adam Asmundo POLITICHE PUBBLICHE Attraverso confronti interregionali si presenta una analisi sulle diverse tipologie di trattamenti pensionistici e sul possibile

Dettagli

speciale Lordo Netto 2013 In vigore dal 1 gennaio 2013 (a cura di Gianfranco Serioli)

speciale Lordo Netto 2013 In vigore dal 1 gennaio 2013 (a cura di Gianfranco Serioli) 2013 Maggio Lordo Netto 2013 In vigore dal 1 gennaio 2013 (a cura di Gianfranco Serioli) Note introduttive Tabella Lordo Netto 2013 Il contributo di solidarietà Introdotto con il Dl n. 138/2011 (legge

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni 2009-2011. Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1

ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni 2009-2011. Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1 Analisi statistiche Giugno 2012 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI Anni 2009-2011 Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT

Dettagli

Ferroviario e dell Alta Velocità. Milano, 15 marzo 2014

Ferroviario e dell Alta Velocità. Milano, 15 marzo 2014 Lo sviluppo del Trasporto Ferroviario e dell Alta Velocità in Italia Milano, 15 marzo 2014 Lo sviluppo della mobilità in treno: i grandi corridoi europei La rete TEN (Trans European Network) gioca un ruolo

Dettagli

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Perugia, 17 febbraio 2013 Ai Soci CIPUR Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Cari colleghi, la progressiva implementazione

Dettagli

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION The Italian Think Tank UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION Vision propone un nuovo modello di ranking multi-dimensionale che mette a confronto le università italiane sulla base di cinque parametri

Dettagli

BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza

BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza AN001 Centro di Ateneo di Documentazione - Polo Villarey - Facoltà

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

FINANZIAMENTI IMPORT

FINANZIAMENTI IMPORT Aggiornato al 01/01/2015 N release 0004 Pagina 1 di 8 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica: BANCA INTERPROVINCIALE S.p.A. Forma giuridica: Società per Azioni Sede legale e amministrativa:

Dettagli

Le precipitazioni sul Veneto - Valori stagionali

Le precipitazioni sul Veneto - Valori stagionali Le precipitazioni sul Veneto - Valori stagionali Adriano Barbi, Federica Checchetto, Irene Delillo, Francesco Rech Servizio Meteorologico Teolo (PD) ARPAV, Dipartimento Regionale Sicurezza del Territorio

Dettagli

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Dicembre 2007 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 3 La

Dettagli

5b Fido per anticipazione di documenti sull Italia

5b Fido per anticipazione di documenti sull Italia Normativa sulla Trasparenza Bancaria Foglio informativo sulle operazioni e servizi offerti alla clientela 5b Fido per anticipazione di documenti sull Italia INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare Valconca

Dettagli

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014 RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014 1 Rapporto Mensile sul Sistema Elettrico Consuntivo dicembre 2014 Considerazioni di sintesi 1. Il bilancio energetico Richiesta di energia

Dettagli

TEST INGEGNERIA 2014

TEST INGEGNERIA 2014 scienze www.cisiaonline.it TEST INGEGNERIA 2014 Ing. Giuseppe Forte Direttore Tecnico CISIA Roma, 1 ottobre 2014, Assemblea CopI DATI CISIA - MARZO, SETTEMBRE 2014 test erogati al 15 settmebre CARTACEI

Dettagli

Nome e cognome/ragione sociale Sede (indirizzo) Telefono e e-mail

Nome e cognome/ragione sociale Sede (indirizzo) Telefono e e-mail INFORMAZIONI SULLA BANCA Cassa di Risparmio di Cento S.p.A. Sede Legale e Direzione generale: Via Matteotti 8/B - 44042 CENTO (FE) Tel. 051 6833111 - Fax 051 6833237 CODICE FISCALE, PARTITA IVA e Numero

Dettagli

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG)

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG) INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI LOCOROTONDO Cassa Rurale ed Artigiana - Società Cooperativa Piazza Marconi, 28-70010 Locorotondo (BA) Tel.: 0804351311 - Fax:

Dettagli

Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura

Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura Introduzione Gli indicatori calcolati sugli anni di vita persi per morte prematura (PYLLs) combinano insieme le informazioni relative alla numerosità

Dettagli

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 10. Golfo di Venezia. Rimini. Mare Adriatico Corsica. Mar Tirreno.

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 10. Golfo di Venezia. Rimini. Mare Adriatico Corsica. Mar Tirreno. ITALIA FISICA Cose da sapere VOLUME 1 CAPITOLO 10 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE A. Le idee importanti l L Italia è una penisola al centro del Mar Mediterraneo, con due grandi isole l In Europa, l

Dettagli

L ITALIA NELL ERA CREATIVA

L ITALIA NELL ERA CREATIVA CREATIVITYGROUPEUROPE presenta L ITALIA NELL ERA CREATIVA Irene Tinagli Richard Florida Luglio 00 Copyright 00 Creativity Group Europe L Italia nell Era Creativa fa parte del Progetto CITTÀ CREATIVE Promosso

Dettagli

Il mutuo per la casa in parole semplici

Il mutuo per la casa in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il mutuo per la casa in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il mutuo dalla A alla Z ISSN 2384-8871 (stampa) ISSN 2283-5989 (online)

Dettagli

ANTICIPO IMPORT / EXPORT FINANZIAMENTI IN DIVISA

ANTICIPO IMPORT / EXPORT FINANZIAMENTI IN DIVISA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare Etica Società Cooperativa per Azioni Via Niccolò Tommaseo, 7 35131 Padova Tel. 049 8771111 Fax 049 7399799 E-mail: posta@bancaetica.it Sito Web: www.bancaetica.it

Dettagli

Foglio Informativo n AF01 aggiornamento n 023 data ultimo aggiornamento 12.03.2015

Foglio Informativo n AF01 aggiornamento n 023 data ultimo aggiornamento 12.03.2015 Foglio Informativo n AF01 aggiornamento n 023 data ultimo aggiornamento 12.03.2015 Norme per la trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari ai sensi degli artt. 115 e segg. T.U.B. FOGLIO

Dettagli

Allegato A al Decreto n. 2 del 23 gennaio 2012 pag. 1/22

Allegato A al Decreto n. 2 del 23 gennaio 2012 pag. 1/22 giunta regionale Allegato A al Decreto n. 2 del 23 gennaio 2012 pag. 1/22 Allegato 1 Bacini viticoli omogenei veneti Elenco n descrizione 1 della pianura veneziana del Veneto orientale 2 della pianura

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA PER I SERVIZI IDRICI E RIFIUTI CAMB/2014/60 del 12 novembre 2014 CONSIGLIO D AMBITO Oggetto: Servizio Idrico Integrato - Approvazione della revisione tariffaria

Dettagli

Vini Dop e Igp: i numeri della produzione e del mercato

Vini Dop e Igp: i numeri della produzione e del mercato Vini Dop e Igp: i numeri della produzione e del mercato Struttura e produzioni Le statistiche strutturali relative ai vini Dop e Igp utilizzate nella presente analisi si basano sui dati provenienti dagli

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO A IMPRESE CON FONDI C.D.P. FIN. SABATINI INFORMAZIONI SULLA BANCA

MUTUO CHIROGRAFARIO A IMPRESE CON FONDI C.D.P. FIN. SABATINI INFORMAZIONI SULLA BANCA MUTUO CHIROGRAFARIO A IMPRESE CON FONDI C.D.P. FIN. SABATINI INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DI SASSARI S.p.A. (codice ABI 5676.2) Società per azioni con sede legale ed amministrativa in viale Mancini,

Dettagli

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni)

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni) ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Gli immobili in Italia - 2015 ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Nel presente capitolo è analizzata la distribuzione territoriale

Dettagli

La Green Economy e le fonti rinnovabili in Italia

La Green Economy e le fonti rinnovabili in Italia Območna zbornica za severno Primorsko E.I.N.E. La Green Economy e le fonti rinnovabili in Italia A CURA DI INFORMEST Indice 1 INTRODUZIONE... 3 2 - IL RUOLO DELLE FONTI RINNOVABILI: IL CONTESTO NAZIONALE

Dettagli

Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della scuola statale A.S. 2013/2014

Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della scuola statale A.S. 2013/2014 Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della statale A.S. 2013/2014 Premessa In questo Focus viene fornita un anticipazione dei dati relativi all a.s. 2013/2014 relativamente

Dettagli

CONVENZIONE QUADRO TRA

CONVENZIONE QUADRO TRA PROVINCIA DI PESARO E URBINO CONVENZIONE QUADRO Espletamento dei servizi finanziari connessi all emissione di prestiti obbligazionari ed altri servizi finanziari accessori e servizio di advisory per la

Dettagli

Foglio informativo MUTUO MEDIOLANUM FREEDOM Sez. I - INFORMAZIONI SULLA BANCA

Foglio informativo MUTUO MEDIOLANUM FREEDOM Sez. I - INFORMAZIONI SULLA BANCA Mod. B-109/MUTUO MEDIOLANUM FREEDOM aggiornamento n. 29 del 01/01/2014 Foglio informativo MUTUO MEDIOLANUM FREEDOM Sez. I - INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA MEDIOLANUM S.p.A. Sede legale e Direzione Generale:

Dettagli

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA Collegno, 17 novembre 2014 CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA PROPOSTA DI TRENO STORICO RIEVOCATIVO DA TORINO A UDINE progetto per la realizzazione di una tradotta militare rievocativa, da Torino a Udine

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

Istruzioni per la compilazione

Istruzioni per la compilazione ARBITRO BANCARIO FINANZIARIO ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL RICORSO - RISOLUZIONE STRAGIUDIZIALE DELLE CONTROVERSIE RICORSO ALL ARBITRO BANCARIO FINANZIARIO Istruzioni per la compilazione ATTENZIONE:

Dettagli

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE TASSE IMPOSTE SANZIONI COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE (DA COMPILARE A CURA DEL CONCESSIONARIO DELLA BANCA O DELLE POSTE) FIRMA Autorizzo addebito sul conto corrente

Dettagli

AFFIDAMENTI PER ANTICIPI SU FATTURE E CONTRATTI

AFFIDAMENTI PER ANTICIPI SU FATTURE E CONTRATTI DISCIPLINA DELLA TRASPARENZA DELLE CONDIZIONI CONTRATTUALI DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI - (Titolo VI Testo Unico Bancario - D. Lgs. 385/1993) FOGLIO INFORMATIVO Il presente Foglio

Dettagli

DELIBERE 2006 NUMERO E DATA DELIBERA

DELIBERE 2006 NUMERO E DATA DELIBERA DELIBERE 2006 NUMERO E DATA DELIBERA OGGETTO DELIBERA N. 4 DEL 09/01/06 REG. CE N 1257/99 PIANO DI SVILUPPO RURALE - ANNUALITÀ 2006 - PRESA D`ATTO DELLE PREVISIONI FINANZIARIE DI PROVINCE E COMUNITÀ MONTANE

Dettagli

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO BANDO PUBBLICO N. 2 PER IL FINANZIAMENTO DI PERCORSI FORMATIVI INDIVIDUALI MEDIANTE ASSEGNAZIONE

Dettagli

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Introduzione... 3 Università Politecnica delle Marche (Ancona)... 4 Università degli Studi di

Dettagli

CURRICULUM VITAE. Dr. BRUNO DEI nato a Scandicci il 16 novembre 1946 e residente in Via Pietro Dazzi n. 9 Firenze.

CURRICULUM VITAE. Dr. BRUNO DEI nato a Scandicci il 16 novembre 1946 e residente in Via Pietro Dazzi n. 9 Firenze. CURRICULUM VITAE Dr. BRUNO DEI nato a Scandicci il 16 novembre 1946 e residente in Via Pietro Dazzi n. 9 Firenze. Titolo di Studio: Laurea Economia e Commercio conseguita il 17.04.1973 presso l Università

Dettagli

REPOR DIREZIONE GENERALE UFFICIO

REPOR DIREZIONE GENERALE UFFICIO M Innovazione Conoscenza RETE REPOR RT ATTIVITA PATENT LIBRARY ITALIA 213 DIREZIONE GENERALE LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE UFFICIO ITALIANO BREVETTI E I Sommario Introduzione... 3 I servizi erogati dalla Rete...

Dettagli

EMILIA ROMAGNA. Natura giuridica. Contatti Via Piero Maroncelli, 40 47014 Meldola, Forlì Cesena. Terapie avanzate nell ambito dell oncologia medica

EMILIA ROMAGNA. Natura giuridica. Contatti Via Piero Maroncelli, 40 47014 Meldola, Forlì Cesena. Terapie avanzate nell ambito dell oncologia medica Altri Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico IRCCS (area di ricerca oncologica) presenti sul territorio nazionale, suddivisi per area geografica Gli Istituti di Ricovero e Cura a Carattere

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A.

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. E PROSPETTIVE 2001 S.P.A. IN SANPAOLO IMI S.P.A... Si presenta il progetto

Dettagli

All Organismo Pagatore AGEA Via Palestro, 81 00185 ROMA. Via N. Tommaseo, 63-69 35131 PADOVA. Largo Caduti del Lavoro, 6 40122 BOLOGNA

All Organismo Pagatore AGEA Via Palestro, 81 00185 ROMA. Via N. Tommaseo, 63-69 35131 PADOVA. Largo Caduti del Lavoro, 6 40122 BOLOGNA AREA COORDINAMENTO Ufficio Rapporti Finanziari Via Salandra, 13 00187 Roma Tel. 06.49499.1 Fax 06.49499.770 Prot. N. ACIU.2015.140 (CITARE NELLA RISPOSTA) Roma li. 20 marzo 2015 Organismo Pagatore AGEA

Dettagli

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Maggio 2012 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 15

Dettagli

Aggiornato al 19/12/2014 1

Aggiornato al 19/12/2014 1 SERVIZI Estero Foglio Informativo n. 041108 Finanziamenti Import TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI Titolo VI (artt. 115-128) Testo Unico Bancario FOGLI INFORMATIVI INFORMAZIONI SULLA BANCA

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA 27 ottobre 2014 Anno L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA Nel, in Italia, il 53,1% delle persone di 18-74 anni (23 milioni 351mila individui) parla in prevalenza in famiglia.

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE ai sensi dell art. 5 del Regolamento Consob n. 17221 del 12 marzo 2010 e successivamente modificato con delibera n.

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA CREMASCA Credito Cooperativo Società Cooperativa Piazza Garibaldi 29 26013 Crema (CR) Tel.: 0373/8771 Fax: 0373/259562

Dettagli

FINANZIAMENTI IMPORT IN EURO

FINANZIAMENTI IMPORT IN EURO Data release 1/07/2014 N release 0009 Pagina 1 di 6 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Sede legale: BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. P.za Ferrari 15 47921 Rimini Nr. di iscriz. Albo

Dettagli

TELECOM ITALIA SPA 1 SEM. Anno di riferimento: 2014 Periodo di rilevazione dei dati: 2 SEM. X ANNO Intero 1/39

TELECOM ITALIA SPA 1 SEM. Anno di riferimento: 2014 Periodo di rilevazione dei dati: 2 SEM. X ANNO Intero 1/39 Qualità dei servizi internet da postazione fissa - Delibere n. 131/06/CSP, 244/08/CSP e 400/10/CONS Anno riferimento: 2014 Periodo rilevazione dei dati: 2 SEM. X Per. Denominazione incatore Tempo attivazione

Dettagli

1.3 IMPORTAZIONE/ESPORTAZIONE DEI RIFIUTI SPECIALI

1.3 IMPORTAZIONE/ESPORTAZIONE DEI RIFIUTI SPECIALI 1.3 IMPORTAZIONE/ESPORTAZIONE DEI RIFIUTI SPECIALI L analisi dettagliata del rapporto tra importazione ed esportazione di rifiuti speciali in Veneto è utile per comprendere quali tipologie di rifiuti non

Dettagli

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A.

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Firenze, 27 novembre 2013 Classificazione Consip Public indice Il Programma per la razionalizzazione degli acquisti Focus: Convenzione per

Dettagli

Software di gestione delle partecipate per l ente l

Software di gestione delle partecipate per l ente l Software di gestione delle partecipate per l ente l locale Obiettivo Governance Le necessità di governo del sistema delle partecipate comportano l esigenza di dotarsi di un software adeguato, che permetta

Dettagli

Popolazione e famiglie

Popolazione e famiglie 23 dicembre 2013 Popolazione e famiglie L Istat diffonde oggi nuovi dati definitivi del 15 Censimento generale della popolazione e delle abitazioni. In particolare vengono rese disponibili informazioni,

Dettagli

FINANZIAMENTI ALTRI ESTERO

FINANZIAMENTI ALTRI ESTERO Data release 01/07/2014 N release 0009 Pagina 1 di 6 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Sede legale: BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. P.za Ferrari 15 47921 Rimini Nr. di iscriz. Albo

Dettagli

La Responsabilità Sociale d Impresa

La Responsabilità Sociale d Impresa La Responsabilità Sociale d Impresa Claudio Toso Direttore Soci e Comunicazione claudio.toso@nordest.coop.it Piacenza 21 giugno 2005 1 Coop Consumatori Nordest Consuntivo 2004 460.000 Soci 78 supermercati

Dettagli

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA

SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA LE CONDIZIONI DI SEGUITO PUBBLICIZZATE NON COSTITUISCONO OFFERTA AL PUBBLICO SEZIONE 1 - INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione: Iccrea BancaImpresa S.p.A. Sede Legale: Via Lucrezia Romana nn. 41/47-00178

Dettagli

REGIME FORFETARIO 2015

REGIME FORFETARIO 2015 OGGETTO: Circolare 4.2015 Seregno, 19 gennaio 2015 REGIME FORFETARIO 2015 La Legge di Stabilità 2015, L. 190/2014 articolo 1 commi da 54 a 89, ha introdotto a partire dal 2015 un nuovo regime forfetario

Dettagli