Villa Peyron e le botteghe della pietra (Itinerario 1 ANPIL Montececeri)

Advertisement


Advertisement
Documenti analoghi
Itinerario n Dal lago di Bolsena a Tuscania lungo il fiume Marta

DA VARESE, CITTÀ GIARDINO, un escursione sulle vie della Fede

DA VARESE, CITTA GIARDINO, un escursione sulle Vie della fede

Rifugio Paolo Barrasso a Monte Rapina

Itinerario n Il Santuario di M.Tranquillo e la Macchiarvana

SENTIERO DEGLI ALPINI e BALCONI DI MARTA - Alpi Liguri

La Via Francigena. Tappa LA02 Da Bolsena a Montefiascone

TREKKING IN VAL MASTALLONE

CLUB ALPINO ITALIANO Sezione U.L.E. Genova

MONTE GREGORIO - MONTE PENNA DEL GESSO Il Sentiero delle Cenge

PRIMO GIORNO: SENTIERO DA PIAN TREVISAN A PIAN DEI FIACCONI

AD01 - L'Adda e il naviglio di Paderno

Anello nel bosco di conifere, attorno ai prati di Margherita dei Boschi (1.100 m.). Lunghezza itinerario 3,6 km; tempo di percorrenza 1h e 30.

Tempi di percorrenza 5:00 ore se si va all attacco del sentiero in auto. Aggiungere 40 minuti se si usa il treno

TREKKING E MOUNTAIN BIKE

Itinerario n La Via Francigena, da Bolsena a Viterbo

Sentiero degli scalpellini (Itinerario 6 ANPIL Torrente Mensola e Montececeri)

Itinerario n La Valnerina fra Arrone e la Cascata delle Marmore

Trek Valgrisenche. Percorso "soft"

Itinerario n Fra Rocca Calascio e Campo Imperatore

Tappa TO02 Da Pontremoli ad Aulla

Percorso, Marcellise giro delle contrade (lungo)

Da sasso a eremo di San Valentino

ITINERARI CON LA MOUNTAIN BIKE

ULTRATRAIL 50 Km m dislivello positivo

AD OGNI PILONE E CHIESETTA DEL PERCORSO, UNA PREGHIERA ALLA MADONNA, IN MEMORIA DEL GRANDE PAPA : "KAROL WOJTYLA".

LA VALLE DI PALANFRÈ

La Via Francigena. Tappa TO09 Da Gambassi a S. Gimignano

MONT GLACIER 3182 M VAL D'AOSTA VAL DI CHAMPORCHER Sabato 5 e Domenica 6 luglio 2014

CASTERINO (valle delle meraviglie e rocca dell abisso)

Proposte di viaggi a cavallo o in carrozza

PV-01 La Lomellina tra Pavia e Vigevano

Percorso Zona Orientale

5 PERCORSI NORDIC IN MUGELLO solo per associati della Modern Nordic Walking Academy (FI)

CLUB ESCURSIONISTI ARCORESI

CIMA MUTTA (2135 m s.l.m.) Interesse: panoramico Dislivello: 781 m Difficoltà: E (E+ per la variante principale di salita) Durata: 2h-2h30

La Via Francigena. Tappa LA06 Da Sutri a Campagnano

visita il nostro sito

Ai piedi della Pania della Croce nelle Alpi Apuane: il rifugio Del Freo Eos Foto di ML 014

SCHEDA INFORMATIVA : TREKKING, MOUNTAIN-BIKE E YOGA A POZZI MONACI

Escursione dei sette laghi in Val Ridanna

CARTA DEI SENTIERI DEI MONTI PICENTINI

Il programma escursionistico del 2012 ha inizio lungo i sentieri del "Cammino di S.Carlo"

La Via Francigena. Tappa TO11 Da Monteriggioni a Siena

La Via Francigena. Tappa TO04 Da Avenza a Pietrasanta

MI-01 Il Mincio dal Garda a Mantova

VAL PESIO. Sentiero Natura Certosa-Pian delle Gorre Cascate del Sault e Gias Sottano di Sestrera

TI04 - L'Ipposidra, la ex-ferrovia a cavallo

Le Vie Francigene del Sud

BS-02 La ciclovia della Valtenesi

21-22/03 ALTA VIA DELLE 5 TERRE

1. Schenna Riffianerweg Saltaus St. Leonhard ritorno. 2. Schenna Castel Goyen Castel Labers Fragsburg Greiterhof ritorno

Azzerare il contachilometri

Percorso di visita autoguidata al Lager di Buchenwald

Sentiero Busatte Tempesta da Torbole sul Garda

Da Nebbiuno a Fosseno percorso nr 1

Domenica 1 Giugno2014 Trekking nell Appennino Reggiano Tra il Passo del Cerreto e l'alpe di Succiso

ITINERARIO ANELLO di CASTELFRANCO

Le passeggiate di GAVI NANA a cura di Fabio Mesti e Roberto Recati

Itinerario 13. Orgia, Itinerari del Museo del Bosco: La passeggiata del Conte, Il fiume, il Romitorio, le carbonaie

Dolci Ricordi. Bed. Breckfast. Itinerario Partenza Arrivo Descrizione Difficoltà

Trento. TREKKING PAESAGGI AMENI Vico mezzano-gazzadina Gardolo di Mezzo- Meano

Speciale Trentino: Un attraversata d'altri tempi; dal Passo Grostè al lago Tovel - Eos Foto di ML 014 g

TREKKING DEL "SELLARONDA"

TORNIMPARTE CAMPO FELICE RIFUGIO SEBASTIANI

Sci alpinismo nel gruppo di Puez

: RONDANINA-MONTE SOPRA PROPATA(pendici)-CASA DEL ROMANO-CAPANNE DI CARREGA-MONTE CARMO-CAPAN NE DI CARREGA-CASA DEL ROMANO-CAPRILE

I MARMI DI ROCCA BIANCA

Via Ferrata del Somator, Monte Biaena

Sabato 02 Domenica 03 Aprile 2011

Massa. SAPER D ITALIA - Le nostre radici all ombra del tricolore

Percorso Sardegna Centrale

42 - MONTI TAIGETO (M. PROFITIS ILIAS) (sosta isolata, tende o rifugio che apre di rado)

C.A.I. PONTE S. PIETRO

SV02 - La ciclovia dei Parchi

Descrizione delle escursioni nel Parco Naturale Tre Cime. Indicazioni generali:

COMUNE DI SAN MARCELLO ASSESSORATO AL TURISMO Le passeggiate di MARESCA. a cura del GRUPPO TREKKING MONTAGNA PISTOIESE

1 Vernuer Kalmtal Matatz Ulfas I. Obere Obisellalm. Gita nella valle alta e solitaria alla malga pittoresca al lago. percorso

PRO LOCO DI BOLCA Via S. Giovanni Battista Bolca VRwww.bolca.it

Podere Tipertoli. Il Fienile Casa in affitto per vacanze in Toscana

Trekking per la Cima della Neve - Schneespitze

Parco naturale Fanes Senes Braies: escursioni nella natura (1) Col Bechei de Sora (2794 m)

Sentiero attrezzato delle Vipere, San Valentino di Brentonico, Parco Naturale del Monte Baldo

2. la punta è di colore rosso o rosso-bianco-rosso, se contiene il nome/logo del sentiero da collocare sul campo bianco;

Esplorando i Sentieri del Linas in MTB

Bergamo e la Val Seriana

Villaggi Walser a due passi dal Cielo

18 Rifugio Nuvolau, 2575 m. Dolomiti d Ampezzo, Pelmo-Croda da Lago. Al nido d aquile dal panorama mozzafiato. 12 km. Lunghezza percorso.

SETTEMBRE 2011 SABATO 3 Itinerario ad anello con partenza da Campigna

Sezione di Tivoli Sottosezione di Monterotondo Il Ginepro Sezione di Colleferro

LE ESCURSIONI piu belle della Val Venosta

Vi ringraziamo in anticipo e speriamo sarete interessati alle Nostre attività!

Passeggiandoinbicicletta.it

VA-01 Il Sentiero Valtellina - I tappa

Fig. 1 : La piazzetta di San Costantino,punto di partenza e di arrivo dell anello 7. Ref. : ap-2217.

Lombardia. Run The Top. Guida e GPS.

Grande Traversata della Collina Un viaggio a piedi per individuali (6 giorni) e per gruppi (2 giorni)

BOSCHI E UOMINI IN VAL CHIARINO Escursione storico naturalistica Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga

DESCRIZIONE PERCORSO Lago Maggiore International Trail (Km 52,6 D /D )

Monte Spino da S. Michele

Advertisement
Transcript:

Villa Peyron e le botteghe della pietra (Itinerario 1 ANPIL Montececeri) Splendida escursione, fra vedute mozzafiato su Firenze, sulle pendici di Montececeri, la montagna della "pietra forte" e della "pietra serena". Il sentiero ci porta a visitare Montececeri e il bel giardino di Villa Peyron. Esplora la mappa Tappe dell'itinerario: Fiesole - Il Pelagaccio - Montececeri (vetta 414m) - via Peramonda - villa Peyron - via Peramonda - Il Pelagaccio - Fiesole. Scarica il sentiero in pdf! Descrizione: Attraverso gli attuali rimboschimenti e le antiche cave - vere e proprie "Botteghe della pietra" di un tempo che fu - si raggiunge il giardino di Villa Peyron, eccezionale esempio di gusto e di passione per l'ambiente naturale. Descrizione dettagliata Dalla la piazza di Fiesole si sale per un erta via (via Verdi poi via di Montececeri) segnata sia bianco/rosso sia rosa/azzurro. Raggiunto il giardino delle scuole di Borgunto, si prosegue a destra inizialmente in dicesa per la via degli Scalpellini (prima asfaltata poi sterrata), quindi in piano lungo due muri di pietra molto alti e si raggiunge l'ingresso dell'area Naturale Protetta di Montececeri. Da qui si sale fino al primo vero bivio e si gira a sinistra in salita su uno stradello, inizialmente segnato bianco/rosso, fino ad un ampio piazzale dove ancora resistono alcune strutture in pietra dei cavatori. Superati i ruderi si incontra un nuovo sentiero con scalini, segnato bianco/rosso, che porta alla vetta del Magno Cecero da dove Leonardo da Vinci sperimentò le sue macchine volanti. Dalla vetta si prosegue su una comoda strada sterrata seguendo i segnavia bianco/rossi. Ad un bivio si gira a sinistra e superata una sbarra si arriva alla piazza Mons. A. Ferri, una volta denominata piazza Prato ai Pini, da dove si gira a destra in salita per la strada asfaltata e poi si scende fino alla strada Provinciale. Si percorre la provinciale in salita fino al bivio per Vincigliata-Montebeni dove si gira a destra e dopo circa 800 m si raggiunge l'ingresso di villa Peyron. Dalla villa, appena usciti dal cancello principale, si percorre la strada asfaltata a destra - molto panoramica - verso castel di Poggio. In prossimità della cappella omonima si gira a destra in un sentiero che dopo circa 100 m di fitto bosco costeggia a valle la recinzione metallica della proprietà Peyron. Si superano i poderi Le Caselle e La Querce fino a raggiungere di nuovo la strada provinciale. La si percorre in discesa, al bivio per il campeggio si sale a sinistra fino a piazza Mons. A. Ferri dove si gira a sinistra verso Montececeri. Superata la sbarra o si percorre la strada dell'andata prendendo a destra in salita, oppure si prosegue a diritto in piano e poi in discesa mantenendo sempre la strada principale che scende piegando verso destra. Oltre due bivi con altre strade e dopo un tratto piuttosto esposto su un precipizio, in mezzo al bosco si prende a destra in salita su una ripida mulattiera che consente in un lungo saliscendi di vedere gli ingressi di varie cave e di osservare uno dei fronti di cava più ampi di tutto il monte. Infine dopo una discesa si arriva al piazzale della cava Braschi, da qui si prosegue in leggera salita sul sentiero segnato rosa/azzurro e poi dopo un eccezionale panorama su Firenze si svolta a sinistra in discesa verso Fiesole sul sentiero iniziale.

DOWNLOAD Scarica il file con le impostazioni GPS per il navigatore o per il tuo smartphone! tracciatogpxfile SCHEDA TABELLARE DEL SENTIERO Lunghezza (m) 9473 Tempo di percorrenza 04:00 Accesso Valore del sentiero Livello di difficoltà Adatto/non adatto ai bambini Accessibile/non accessibile a persone disabili Altro interesse prevalentemente panoramico privo di difficoltà tecniche Non adatto a bambini ed anziani Non accessibile a disabili Descrizione dei singoli punti di interesse storico, naturalistico, architettonico, paesaggistico / panoramico Tra i punti d'interesse in prossimità del sentiero segnaliamo: Cava Braschi: Cava a cielo aperto, o tagliata; tecnica di estrazione a "formella", con cunei di legno e mazzuolo; evidenti segni di affilatura dei ferri ed nella parte destra della cavità impronta in negativo di un blocco di Macigno Villa Peyron: La villa, il giardino formale e l'ampio parco, si trovano sulle colline fiesolane, in una bellissima posizione con a sud una spettacolare vista su Firenze e verso est un'inquadratura di Castel del Poggio. Il toponimo del luogo prende la denominazione da una fonte

cinquecentesca, immersa nel rigoglioso bosco, posta a monte della villa e che fornisce per caduta l'acqua necessaria al funzionamento delle numerosissime fontane presenti nel giardino e nel parco. La villa fu verosimilmente costruita su rovine di epoca etrusca, delle quali vi sono tracce evidenti nei sotterranei e nelle immediate vicinanze, come i muri ciclopici emergenti nel parco; col passare dei secoli ebbe rifacimenti e trasformazioni finché non assunse l'aspetto attuale per opera dell'architetto Giovannozzi, nei primi del Novecento. Il giardino, articolato su tre terrazzamenti degradanti verso sud, è sistemato con un parterre di bosso, lungo l'asse della villa. Presumibilmente il primo terrazzamento risale all'epoca di costruzione della villa, mentre gli altri, come molti interventi nel parco, sono stati realizzati prima da Angelo Peyron e successivamente dal figlio Paolo Peyron. E' a Paolo Peyron che si deve la realizzazione del lago e del soprastante complesso architettonico e monumentale. Le statue di pregevole fattura che ornano il giardino, al posto di quelle andate distrutte durante l'ultima guerra, provengono dalle ville venete del Brenta. Nel 1998, promossa dall'ente Cassa di Risparmio di Firenze, è nata la Fondazione Parchi Monumentali Bardini-Peyron che ha ricevuto in concessione dallo Stato la gestione e la valorizzazione di Villa Bardini con

annesso il Giardino Bardini e la donazione dallo stesso Paolo Peyron della Villa Peyron con il suo giardino del Bosco di Fontelucente. Oggi entrambi i giardini-parchi e le Ville sono visitabili e sono raggiungibili via autobus ATAF n. 47 Parcheggio: in Piazza Prato ai Pini c'è un parcheggio distante 130 metri dall'ingresso della ANPIL. Ingresso A - Prato ai Pini Servizio gratuito di trasporto disabili con pulmino scolastico dall'ingresso A fino al Piazzale Leonardo, su prenotazione presso l'ufficio del Turismo del Comune di Fiesole (vedi "Info gestore"). Ingresso B - Via degli Scalpellini (ex Via del Pelagaccio). All'ingresso di Prato ai Pini si trova anche un servizio trasporto disabili con pulmino scolastico fino al Piazzale Leonardo, su prenotazione presso l'ufficio del Turismo del Comune di Fiesole (vedi "Info gestore"). Mezzi di percorribilità Fondo del tracciato solo a piedi Misto

Ambiente prevalente nel quale si sviluppa il sentiero (bosco, macchia, terreno ) Percorribilità del sentiero Esposizione prevalente del sentiero Morfologia prevalente del paesaggio su cui si sviluppa il sentiero Qualità della segnalazione del sentiero coltivo transitabile sud-ovest misto buona Dislivello totale andata (m) 246 Dislivello totale ritorno (m) 0 Nome località di partenza Nome località di arrivo Piazza Mino da Fiesole, Fiesole Piazza Mino da Fiesole, Fiesole Quota di partenza (m) 300 Quota di arrivo (m) 0 Segnavia (elemento alfanumerico o di altro tipo che caratterizza il sentiero) rosa/azzurro