A cura della Segreteria di Gruppo

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "A cura della Segreteria di Gruppo"

Transcript

1 Miniguida A cura della Segreteria di Gruppo Gli assegni per il NUCLEO FAMILIARE Chi ne ha diritto e come richiederli aggiornamento LUGLIo 2015

2 SOMMARIO Cosa sono gli assegni per il nucleo familiare?... 3 Cosa si intende per nucleo familiare?... 3 Cosa si intende per componente inabile del nucleo familiare?... 4 Quando si ha bisogno dell autorizzazione dell INPS?... 4 Il convivente puo essere considerato nel nulceo familiare?... 5 le famiglie di fatto possono beneficiare degli assegni?... 5 Quando il nucleo familiare puo essere composto da una sola persona?... 5 Cosa si deve fare in caso di variazione del nucleo familiare?... 5 Quali sono i redditi di riferimento per il calcolo degli assegni?... 5 Quali sono i redditi esclusi dal calcolo degli assegni?... 6 Come incidono le assenze sul percepimento degli assegni?... 7 Gli assegni spettano anche al personale a part time?... 7 Cosa succede in caso di assenze dei lavoratori part time?... 8 Come si richiedono gli assegni?... 8 Come richiedono gli assegni i colleghi lungo-assenti o non vedenti?... 9 E possibile richiedere anche gli arretrati?... 9 Qual e l ammontare degli assegni per il nucleo familiare?

3 COSA SONO GLI ASSEGNI PER IL NUCLEO FAMILIARE? L assegno per il nucleo familiare rappresenta una prestazione data a sostegno delle famiglie dei lavoratori dipendenti, sia privati sia pubblici, e dei pensionati da lavoro dipendente, i cui nuclei familiari sono composte da almeno due persone (tranne le eccezioni enunciate più avanti) con redditi sotto una certa soglia, in base alla composizione del nucleo familiare stesso. L assegno è un importo netto, non tassato e non soggetto a contribuzione Inps. COSA SI INTENDE PER NUCLEO FAMILIARE? Oltre al richiedente (che dev essere obbligatoriamente il lavoratore dipendente o pensionato da lavoro dipendente), fanno parte del nucleo familiare: - il coniuge non legalmente ed effettivamente separato; - i figli legittimi o legittimati ed equiparati, di età inferiore a 18 anni o maggiorenni inabili senza limiti di età, purché non coniugati; - i figli ed equiparati, studenti o apprendisti, di età superiore ai 18 anni compiuti ed inferiore ai 21 anni compiuti, purché facenti parte di nuclei numerosi, cioè nuclei familiari con almeno 4 figli e tutti di età inferiore ai 26 anni (attenzione: per questi casi è necessario chiedere l autorizzazione all INPS come spiegato nel successivo paragrafo); - i fratelli, le sorelle e i nipoti del richiedente (collaterali o in linea retta non a carico dell ascendente), minori o maggiorenni inabili, solo nel caso in cui essi siano orfani di entrambi i genitori, non abbiano conseguito il diritto alla pensione ai superstiti e non siano coniugati. 3

4 COSA SI INTENDE PER COMPONENTE INABILE DEL NUCLEO FAMILIARE? Come si può vedere dalle tabelle Inps (consultabili attraverso il link nell ultima pagina di questa stessa guida pratica), gli importi degli assegni variano a seconda che nel nucleo familiare vi siano o meno dei componenti inabili. Per inabili si intendono quei soggetti inabili al lavoro proficuo. Il concetto di lavoro proficuo è stato interpretato da numerose sentenze della Cassazione, secondo le quali, per il riconoscimento dello stato di inabilità non è necessario il riscontro di un assoluta e permanente incapacità a svolgere qualsiasi lavoro, ma è sufficiente che il soggetto venga giudicato inidoneo a dedicarsi ad un lavoro atto a soddisfare le sue primarie esigenze di vita senza usura delle sue energie. Per incapacità dei minori si deve intendere l esistenza di persistenti difficoltà a svolgere i compiti e le funzioni proprie della loro età. QUANDO SI HA BISOGNO DELL AUTORIZZAZIONE DELL INPS? In alcuni casi specifici, per ottenere gli assegni familiari, è necessario inoltrare all INPS una richiesta preventiva. Tale autorizzazione va richiesta all INPS tramite canale telematico o tramite Patronato INAS CISL con modello ANF42 e riguarda i seguenti casi: - figli di genitori legalmente separati o divorziati; - figli naturali riconosciuti da entrambi i genitori; - figli del coniuge nati da precedente matrimonio; - familiari minorenni inabili per i quali non sia già documentata l incapacità a svolgere i compiti e le funzioni dell età; - familiari maggiorenni inabili per i quali non sia stata già documentata l invalidità al 100% e l assoluta e permanente impossibilità a svolgere un proficuo lavoro; - nipoti a carico del nonno/a richiedente; - figli o equiparati di età compresa tra i 18 e i 21 anni purché studenti o apprendisti, in nuclei con almeno 4 figli di età inferiore ai 26 anni; - fratelli, sorelle e nipoti del richiedente, orfani di entrambi i genitori e non aventi diritto alla pensione; - famigliari residenti all estero; - coniuge abbandonato. Attenzione: la richiesta ha validità per 5 anni, dopodiché andrà ripresentata all INPS! 4

5 IL CONVIVENTE PUO ESSERE CONSIDERATO NEL NULCEO FAMILIARE? No, mai. Il convivente, ed i suoi eventuali redditi, non va inserito nel computo del nucleo familiare a cui far riferimento per gli assegni. LE FAMIGLIE DI FATTO POSSONO BENEFICIARE DEGLI ASSEGNI? Sì, purché la domanda sia preceduta dalla richiesta di autorizzazione da presentare all Inps per il riconoscimento ad includere il figlio nato fuori del matrimonio all interno del proprio nucleo, allegando uno stato di famiglia. Tale domanda è da presentarsi da parte di uno solo dei genitori, ed in questo caso il reddito da indicare è solo quello del richiedente ed eventualmente dei figli. QUANDO IL NUCLEO FAMILIARE PUO ESSERE COMPOSTO DA UNA SOLA PERSONA? Costituisce nucleo familiare la persona sola (orfano o vedovo) a condizione che sia altresì in possesso degli ulteriori seguenti requisiti: - titolare di pensione ai superstiti da lavoro dipendente; - minore di età o maggiorenne inabile che si trovi nell assoluta e permanente impossibilità di dedicarsi ad un proficuo lavoro. COSA SI DEVE FARE IN CASO DI VARIAZIONE DEL NUCLEO FAMILIARE? Le variazioni devono essere comunicate al datore di lavoro entro 30 giorni dal loro verificarsi. QUALI SONO I REDDITI DI RIFERIMENTO PER IL CALCOLO DEGLI ASSEGNI? Al fine del calcolo del reddito familiare, per la richiesta degli assegni, concorrono le somma di tutti i redditi del richiedente e di tutti gli altri componenti del nucleo familiare percepiti nell anno solare precedente il 1 luglio di ogni anno per il quale viene presentata domanda e ha valore per la 5

6 corresponsione dell assegno fino al 30 giugno dell anno successivo (ad esempio, per quel che riguarda gli assegni percepibili dal luglio 2015 al giugno 2016 si considerano i redditi del 2014). Alla formazione del reddito concorrono i redditi di qualsiasi natura, compresi quelli esenti da imposte, soggetti a tassazione separata o a ritenuta alla fonte sempre se superiori a 1.032,92 complessivi. In particolare, ricordiamo che vanno considerati anche i redditi conseguiti all estero ed i redditi di terreni, fabbricati e immobili (al lordo dell eventuale detrazione dell abitazione principali). Tutti i redditi vanno considerati al lordo di eventuali detrazioni, ma al netto soltanto dei contributi previdenziali e assistenziali obbligatori. Non sono da conteggiarsi nella somma dei redditi soltanto quelli espressamente esclusi, indicati nel prossimo paragrafo della nostra guida. Attenzione: per aver diritto agli assegni per il nucleo familiare è necessario che almeno il 70% del reddito familiare derivi da lavoro o da pensione da lavoro dipendente. QUALI SONO I REDDITI ESCLUSI DAL CALCOLO DEGLI ASSEGNI? Gli unici redditi da non conteggiare per gli assegni sono i seguenti: - i trattamenti di fine rapporto comunque denominati e le relative anticipazioni; - i trattamenti di famiglia, comunque denominati, dovuti per legge (ad esempio: assegni), - le rendite vitalizie erogate dall'inail, le pensioni di guerra, le pensioni tabellari ai militari di leva vittime di infortunio; - le indennità di accompagnamento agli invalidi civili, ai ciechi civili assoluti, ai minori invalidi che non possono camminare, ai pensionati di inabilità; - le indennità di comunicazione per sordi e le indennità speciali per i ciechi parziali; - gli indennizzi per danni irreversibili da vaccinazioni obbligatorie, trasfusioni e somministrazioni di emoderivati; - gli arretrati di cassa integrazione riferiti ad anni precedenti quello di erogazione; - l'indennità di trasferta per la parte non assoggettabile ad imposizione fiscale; - gli assegni di mantenimento percepiti dal coniuge legalmente separato a carico del richiedente. 6

7 COME INCIDONO LE ASSENZE SUL PERCEPIMENTO DEGLI ASSEGNI? Riepiloghiamo gli effetti di eventuali assenze sugli assegni per il nucleo familiare nel seguente quadro sinottico: CAUSA ASSENZA DURATA DELL EROGAZIONE ANF infortunio sul lavoro o malattia professionale malattia gravidanza o puerperio congedo matrimoniale ferie e festività permessi e aspettative sindacali e cariche elettive permessi e congedi per assistenza a portatori di handicap sciopero sospensione disciplinare massimo 3 mesi durante il periodo di inabilità temporanea per tutto il periodo indennizzato o retribuito fino a un massimo di 6 mesi per tutto il periodo di astensione obbligatoria o facoltativa, previsti dalla legge per tutto il periodo retribuito per tutto il periodo escluso la domenica per tutto il periodo indennizzato per la durata dei permessi o del congedo per tutto il periodo per tutto il periodo di sospensione GLI ASSEGNI SPETTANO ANCHE AL PERSONALE A PART TIME? Sì. Se il collega lavora per almeno 24 ore settimanali gli assegni spettano interamente. In caso di orario di lavoro settimanale inferiore alle 24 ore vengono riconosciuti tanti assegni giornalieri quante sono le giornate di lavoro svolte, indipendentemente dal numero delle ore di lavoro della giornata. Ogni giornata viene riconosciuto 1/26 dell assegno mensile. 7

8 COSA SUCCEDE IN CASO DI ASSENZE DEI LAVORATORI PART TIME? Per il part-time orizzontale con orario inferiore alle 24 ore settimanali, l assegno compete ugualmente per le giornate di assenza dal lavoro dovute a ferie, malattia, maternità, infortunio sul lavoro, sempre a condizione che la prestazione fosse dovuta in quei giorni e che le predette giornate siano comunque retribuite e indennizzate. Per il part-time verticale l assegno non viene corrisposto al lavoratore per le giornate di assenza dovute a ferie, malattia, maternità e infortunio sul lavoro ove queste cadano nel periodo contrattuale di pausa lavorativa. COME SI RICHIEDONO GLI ASSEGNI? Gli assegni vanno richiesti direttamente sulla procedura INTESAP, al percorso EMPLOYEE SELF SERVICE, SPORTELLO DIPENDENTE, RICHIESTA ASSEGNI NUCLEO FAMILIARE. Una volta compilati tutti i campi tutta la modulistica firmata e comprensiva del frontespizio di inoltro e dell autocertificazione del nucleo familiare va inviata a: Intesa Sanpaolo Group Service, Direzione Centrale Personale e Organizzazione, Amministrazione del Personale, Corso Inghilterra Torino Come specificato sulla intranet aziendale bisogna prestare attenzione a che i moduli stampati non vengano modificati manualmente pena l invalidamento della richiesta. Inoltre, è importante che la richiesta inserita si trovi nello stato inviata e non bozza : anche in questo caso, altrimenti, si rischia la cancellazione della domanda. In merito alle operazioni di invio delle domande di assegno, l'amministrazione del Personale precisa che: - ogni domanda dovrà essere sempre corredata, nei casi previsti dalla Normativa INPS, di copia dell Autorizzazione mod. ANF43 e/o copia del Verbale di Commissione Medica attestante l invalidità - le domande prive della suddetta documentazione verranno sospese, in attesa di regolarizzazione a cura del collega - i modelli di richiesta dovranno essere sempre firmati negli appositi spazi: al riguardo si evidenzia che le pagine 6/8 e 7/8 del modello anf/dip dovranno sempre essere sottoscritte dal collega. L eventuale coniuge dovrà apporre la firma nel secondo campo della pagina 6/8 - i moduli stampati dall applicazione non sono modificabili: rettifiche manuali invalideranno la richiesta di riconoscimento degli assegni. Il pervenimento delle domande (che determina l ordine di evasione delle stesse) si riferisce alla data in cui Amministrazione del Personale riceve la documentazione completa e corretta, pronta per essere processata. 8

9 SOMMARIO Attenzione: per richiedere gli assegni, è necessario che i familiari con il loro codice fiscale siano censiti su Intesap. In assenza del codice fiscale, il familiare non sarà visibile all interno del nucleo anf. Pertanto, sarà necessario accedere alla sezione Sportello Dipendente di Intesap e aggiornare la posizione utilizzando la procedura Gestione nucleo familiare e richiesta detrazioni fiscali. COME RICHIEDONO GLI ASSEGNI I COLLEGHI LUNGO-ASSENTI O NON VEDENTI? Solo i colleghi assenti da lungo periodo oppure non vedenti sono esonerati dall utilizzo dell applicativo su INTESAP. Le loro domande dovranno essere presentate sul modello Anf/dip cod. Sr16 compilato manualmente e corredato dall autocertificazione del nucleo familiare. L indirizzo a cui inviare il tutto è lo stesso indicato nel paragrafo precedente. E POSSIBILE RICHIEDERE ANCHE GLI ARRETRATI? Sì, si possono richiedere sempre utilizzando le procedure su enunciate. In particolare, è possibile richiedere gli arretrati fino a 5 anni, termine oltre il quale si prescrive il diritto al percepimento degli assegni. Per valutare il reddito di riferimento per gli arretrati si devono considerare i redditi percepiti nell anno solare precedente il 1 luglio di ogni anno. Ad esempio, se devo richiedere gli arretrati per il 2013, dovrò far riferimento: - ai redditi del 2011 per il periodo 1 gennaio giugno 2013; - ai redditi del 2012 per il periodo 1 luglio dicembre 2013 QUAL E L AMMONTARE DEGLI ASSEGNI PER IL NUCLEO FAMILIARE? L importo dell assegno varia in base al reddito del nucleo familiare, al numero dei componenti e alla tipologia del nucleo familiare. 9

10 Per visualizzare tutti gli importi, relativi all anno luglio 2015 giugno 2016, consigliamo di utilizzare la tabella in formato excel scaricabile dal sito dell INPS cliccando qui: Ci trovi su intesasanpaolo.fiba.it per ulteriori chiarimenti scrivici a: Ci trovi anche su Facebook First Cisl Gruppo Intesa Sanpaolo Twitter First Cisl Gruppo Intesa Sanpaolo 10

11 11

Studio Nicco. Nicco Dott. William - Nicco Dott. Saverio Lomazzo Dott.sa Elisabetta. Consulenti del Lavoro

Studio Nicco. Nicco Dott. William - Nicco Dott. Saverio Lomazzo Dott.sa Elisabetta. Consulenti del Lavoro Studio Nicco Nicco Dott. William - Nicco Dott. Saverio Lomazzo Dott.sa Elisabetta Consulenti del Lavoro Carcare, 05.06.2015 A tutti i Clienti Loro sedi Oggetto: Moduli per l assegno al nucleo familiare

Dettagli

ANF : nuovi livelli di reddito

ANF : nuovi livelli di reddito FIOM INFORMA ANF : nuovi livelli di reddito luglio 2013-giugno 2014 NPS, con circolare 84/2013 pubblica le nuove tabelle utili per le richieste di ANF (assegno al nucleo familiare) per il periodo Luglio

Dettagli

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giuslavoristici

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giuslavoristici Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giuslavoristici N. 104 05.06.2015 Assegno per il nucleo familiare: i livelli reddituali 2015/2016 Aggiornati i nuovi livelli reddituali dell ANF

Dettagli

Le condizioni di erogazione degli assegni familiari per l'anno 2004/2005.

Le condizioni di erogazione degli assegni familiari per l'anno 2004/2005. Assegni familiari Le condizioni di erogazione degli assegni familiari per l'anno 2004/2005. A chi spettano - Dipendenti in attività - Dipendenti in aspettativa retribuita per malattia o maternità - Dipendenti

Dettagli

ASSEGNI per il NUCLEO FAMILIARE

ASSEGNI per il NUCLEO FAMILIARE Guida agli ASSEGNI per il NUCLEO FAMILIARE A cura del Centro Studi Iulius Herodes edizione chiusa in tipografia agosto 2014 ISO-BARE 20007 ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE Pag. 4.REGOLE GENERALI Pag. 5.NUCLEO

Dettagli

TuttoInps. Le prestazioni a sostegno del reddito. L'assegno per il nucleo familiare. Sommario

TuttoInps. Le prestazioni a sostegno del reddito. L'assegno per il nucleo familiare. Sommario TuttoInps Le prestazioni a sostegno del reddito L'assegno per il nucleo familiare Sommario A CHI SPETTA... 2 L'ASSEGNO AL CONIUGE... 2 I REQUISITI... 3 PER QUALI PERSONE SPETTA... 3 LA DOMANDA... 4 CHI

Dettagli

Assegno per il nucleo familiare Domanda per i lavoratori dipendenti - 1/8. Variazione situazione nucleo familiare dal. Mod. ANF/DIP - COD.

Assegno per il nucleo familiare Domanda per i lavoratori dipendenti - 1/8. Variazione situazione nucleo familiare dal. Mod. ANF/DIP - COD. Domanda per i lavoratori dipendenti - 1/8 Periodo dal Variazione situazione nucleo familiare dal ALL AZIENDA al (gg/mm/aaaa) PROTOCOLLO (gg/mm/aaaa) CITTADANZA RESIDENTE TELEFONO* CELLULARE* E-MAIL* Stato

Dettagli

Barrare la casella corrispondente. (compilare solo se si appartiene ad una delle categorie indicate) *Dati facoltativi. Essepaghe s.r.l.

Barrare la casella corrispondente. (compilare solo se si appartiene ad una delle categorie indicate) *Dati facoltativi. Essepaghe s.r.l. Protocollo Domanda per i lavoratori dipendenti - 1/8 Periodo dal 01/07/2015 al 30/06/2016 (gg/mm/aaaa) Variazione situazione nucleo familiare dal (gg/mm/aaaa) ALL'AZIENDA Nome Cognome Codice fiscale Nato/a

Dettagli

ANF per il lavoro dipendente

ANF per il lavoro dipendente ANF per il lavoro dipendente ISTRUZIONI PER L USO BERGAMO ENZO MOLOGNI LAVORO DIPENDENTE D.P.R. 30 MAGGIO 1955, N 797 (Assegni familiari) LEGGE 13 MAGGIO 1988, N 153 (Assegni al nucleo familiare) RIFERIMENTI

Dettagli

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF A cura di Adelmo Mattioli Direttore regionale Inca-Cgil Emilia Romagna Silverio Ghetti Segretario regionale Spi-Cgil Romagna L ASSEGNO

Dettagli

Domanda Assegno per il Nucleo Familiare (ANF 2015) dall Angolo del Dipendente (opzione operativa da luglio 2015)

Domanda Assegno per il Nucleo Familiare (ANF 2015) dall Angolo del Dipendente (opzione operativa da luglio 2015) Domanda Assegno per il Nucleo Familiare (ANF 2015) dall Angolo del Dipendente (opzione operativa da luglio 2015) Effettuare l accesso all Angolo del Dipendente con le credenziali in possesso (Istruzioni

Dettagli

ASSEGNI FAMILIARI 2009-2010

ASSEGNI FAMILIARI 2009-2010 Prot. n. 5_563_PUBBLICO_IMPIEGO Roma, 31 maggio 2010 Info Pubblico Impiego n. 67 ASSEGNI FAMILIARI 2009-2010 L assegno per il nucleo familiare è previsto per aiutare le famiglie dei lavoratori dipendenti,

Dettagli

RAVENNA RA ITALIA RAVENNA RA ITALIA VIA DI ROMA 123 CAP 48101

RAVENNA RA ITALIA RAVENNA RA ITALIA VIA DI ROMA 123 CAP 48101 Mod ANF/DIP - COD SR16 PROTOCOLLO Domanda per i lavoratori dipendenti - 1/8 Periodo dal al 30/06/2012 (gg/mm/aaaa) Realizzato con tecnologia SMART FORMS - wwwsmtformscom ALL AZIENDA PALLINO CSS CENTRO

Dettagli

Prestazioni L'assegno per il nucleo familiare Sommario A CHI SPETTA...2 L'ASSEGNO AL CONIUGE...2 I REQUISITI...3 PER QUALI PERSONE SPETTA...

Prestazioni L'assegno per il nucleo familiare Sommario A CHI SPETTA...2 L'ASSEGNO AL CONIUGE...2 I REQUISITI...3 PER QUALI PERSONE SPETTA... Prestazioni L'assegno per il nucleo familiare Sommario A CHI SPETTA...2 L'ASSEGNO AL CONIUGE...2 I REQUISITI...3 PER QUALI PERSONE SPETTA...3 LA DOMANDA...4 CHI PAGA L'ASSEGNO...4 IL RICORSO...5 ASSEGNO

Dettagli

Quali sono le misure a sostegno del reddito dei lavoratori:

Quali sono le misure a sostegno del reddito dei lavoratori: Gli ammortizzatori sociali in pillole Quali sono le misure a sostegno del reddito dei lavoratori: Assegno per il nucleo familiare A cura di Monica Lattanzi (Coordinatrice Uffici Vertenze USR Emilia Romagna)

Dettagli

La pensione ai superstiti

La pensione ai superstiti Istituto Nazionale della Previdenza Sociale Pensioni La pensione ai superstiti Aggiornato al Febbraio 2006 E' la pensione che, alla morte del lavoratore assicurato o pensionato, spetta ai componenti del

Dettagli

CIRCOLARE N.12 OGGETTO: CORRESPONSIONE ASSEGNO NUCLEO FAMILIARE PER IL PERIODO 01.07.2012/30.06.2013

CIRCOLARE N.12 OGGETTO: CORRESPONSIONE ASSEGNO NUCLEO FAMILIARE PER IL PERIODO 01.07.2012/30.06.2013 Direzione Generale Servizio Personale U.O. Trattamento Economico PROT.GEN.N.44751 CIRCOLARE N.12 OGGETTO: CORRESPONSIONE ASSEGNO NUCLEO FAMILIARE PER IL PERIODO 01.07.2012/30.06.2013 In esecuzione del

Dettagli

Assegno per il nucleo familiare Domanda per i lavoratori dipendenti - 1/8. 01-07-2012 al 30-06-2013. Variazione situazione nucleo familiare dal

Assegno per il nucleo familiare Domanda per i lavoratori dipendenti - 1/8. 01-07-2012 al 30-06-2013. Variazione situazione nucleo familiare dal Mod ANF/DIP - COD SR16 PROTOCOLLO Domanda per i lavoratori dipendenti - 1/8 Periodo dal 01-07-2012 al 30-06-2013 (gg/mm/aaaa) Realizzato con tecnologia SMART FORMS - wwwsmtformscom Variazione situazione

Dettagli

FAQ ASSEGNO NUCLEO FAMILIARE [MEF]

FAQ ASSEGNO NUCLEO FAMILIARE [MEF] FAQ ASSEGNO NUCLEO FAMILIARE [MEF] Da chi è composto il nucleo familiare? Il nucleo familiare è composto ai sensi dell art.2, comma 2, del D.L. 13.3.1988, n.69, convertito nella L. 13.5.1988, n.153 (norma

Dettagli

L'assegno per il nucleo familiare

L'assegno per il nucleo familiare L'assegno per il nucleo familiare A CHI SPETTA L'ASSEGNO AL CONIUGE I REQUISITI PER QUALI PERSONE SPETTA LA DOMANDA CHI PAGA L'ASSEGNO IL RICORSO ASSEGNO DI SOSTEGNO LIMITI DI REDDITO ANNUO TABELLE E'

Dettagli

DOMANDA DI ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE 2015/2016

DOMANDA DI ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE 2015/2016 Servizio Autonomo Personale Area Amministrazione Economica Risorse Umane Tel 0817953725/30 Fax 0817953875 A DOMANDA DI ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE 2015/2016 DATI ANAGRAFICI DEL RICHIEDENTE (compilare

Dettagli

Prospetto 1 - Le prestazioni collegate a limiti di reddito e le rilevanze INPS e INPDAP

Prospetto 1 - Le prestazioni collegate a limiti di reddito e le rilevanze INPS e INPDAP Prospetto 1 - Le prestazioni collegate a limiti di e le rilevanze e INPDAP Codice Reddito del 1 Integrazione al minimo. Pensioni con decorrenza anteriore al 1 febbraio 1994 - del della casa di abitazione

Dettagli

LA PENSIONE AI SUPERSTITI

LA PENSIONE AI SUPERSTITI LA PENSIONE AI SUPERSTITI CHE COS'È È la pensione che, alla morte del lavoratore assicurato o pensionato, spetta ai componenti del suo nucleo familiare. Questa pensione può essere: di reversibilità: se

Dettagli

La somma aggiuntiva sulle pensioni di basso importo: la «quattordicesima»

La somma aggiuntiva sulle pensioni di basso importo: la «quattordicesima» La somma aggiuntiva sulle pensioni di basso importo: la «quattordicesima» A cura di Paolo Zani per FNP CISL Milano Aggiornata al 30/11/2015 2 La quattordicesima Fonti istitutive D. Legge 81/2007 art. 5

Dettagli

Le prestazioni collegate al reddito

Le prestazioni collegate al reddito Sindacato Pensionati Italiani Le prestazioni collegate al reddito 1 Le prestazioni soggette a controllo a. integrazione al minimo b. maggiorazioni sociali c. importo aggiuntivo d. somma aggiuntiva e. pensione

Dettagli

ASSEGNO AL NUCLEO FAMILIARE

ASSEGNO AL NUCLEO FAMILIARE ASSEGNO AL NUCLEO FAMILIARE L assegno per il nucleo familiare e' una prestazione a sostegno delle famiglie dei lavoratori dipendenti e dei titolari di prestazione a carico dell'assicurazione generale obbligatoria,

Dettagli

Domanda Assegno per il nucleo familiare dal 01.07.2015 al 30.06.2016 Variazione situazione nucleo familiare dal

Domanda Assegno per il nucleo familiare dal 01.07.2015 al 30.06.2016 Variazione situazione nucleo familiare dal RESIDENTE ALL ESTERO Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente della Calabria All Area Gestione e Sviluppo Risorse Umane Domanda Assegno per il nucleo familiare dal 01.07.2015 al 30.06.2016 Variazione

Dettagli

N.B. Il pagamento delle indennità di disoccupazione cessa quando il lavoratore:

N.B. Il pagamento delle indennità di disoccupazione cessa quando il lavoratore: Disoccupazione Una quota dei contributi versati serve per assicurarsi contro la disoccupazione, causata dall estinzione di un rapporto di lavoro per cause non attribuibili alla volontà del lavoratore stesso.

Dettagli

LA PENSIONE AI SUPERSTITI (REVERSIBILITA )

LA PENSIONE AI SUPERSTITI (REVERSIBILITA ) LA PENSIONE AI SUPERSTITI (REVERSIBILITA ) DUE TIPI DI PENSIONE La pensione ai superstiti può essere: 1) DI REVERSIBILITA' : se il defunto è già titolare di pensione diretta (vecchiaia, inabilità, anzianità).

Dettagli

Prestazioni a Sostegno del Reddito Servizi per il cittadino: le richieste di prestazioni via Internet.

Prestazioni a Sostegno del Reddito Servizi per il cittadino: le richieste di prestazioni via Internet. Prestazioni a Sostegno del Reddito Servizi per il cittadino: le richieste di prestazioni via Internet. - AF CD\CM: Assegni Familiare Coltivatori Diretti/Coloni e Mezzadri Sommario 1. Premessa 3 2. Come

Dettagli

MODULO RICHIESTA PENSIONE DI REVERSIBILITA. L Sottoscritt_. (Prov. ) il / / in Via/P.zza n. Tel. / Fax e-mail C H I E D E

MODULO RICHIESTA PENSIONE DI REVERSIBILITA. L Sottoscritt_. (Prov. ) il / / in Via/P.zza n. Tel. / Fax e-mail C H I E D E MODULO RICHIESTA PENSIONE DI REVERSIBILITA Regione Siciliana FONDO PENSIONI SICILIA Fondo per il pagamento del trattamento di quiescenza e dell indennità di buonuscita del personale regionale Viale Regione

Dettagli

IL/LA SOTTOSCRITTO/A MATRICOLA NATO/A IL A RESIDENTE A PROV. C.A.P. IN VIA N DIPENDENTE DI QUESTA A.O. IN SERVIZIO

IL/LA SOTTOSCRITTO/A MATRICOLA NATO/A IL A RESIDENTE A PROV. C.A.P. IN VIA N DIPENDENTE DI QUESTA A.O. IN SERVIZIO Azienda Ospedaliera di Rilievo Nazionale Santobono-Pausilipon Struttura Complessa Risorse Umane - Ufficio Trattamento Economico tel. 081 220 5207/5223/ 5317 fax 0812205319/5207/5317 o ATTRIBUZIONE DELL

Dettagli

ASSEGNI AL NUCLEO FAMILIARE A chi spetta? Quanto?

ASSEGNI AL NUCLEO FAMILIARE A chi spetta? Quanto? 3 Luglio 2014 ASSEGNI AL NUCLEO FAMILIARE A chi spetta? Quanto? I nuovi livelli di reddito per il calcolo dell importo in vigore da luglio 2014 a giugno 2015 L INPS ha pubblicato l 11 giugno scorso le

Dettagli

È il sistema di calcolo valido per coloro che sono stati assunti dopo il 31 dicembre 1995 ed è legato alla totalità dei contributi versati.

È il sistema di calcolo valido per coloro che sono stati assunti dopo il 31 dicembre 1995 ed è legato alla totalità dei contributi versati. PENSIONI In virtù del principio della territorialità dell obbligo assicurativo, i lavoratori devono essere assicurati ai fini previdenziali ed assistenziali nel Paese in cui svolgono attività lavorativa.

Dettagli

Assegno per il nucleo familiare Domanda per i lavoratori dipendenti - 1/8

Assegno per il nucleo familiare Domanda per i lavoratori dipendenti - 1/8 Domanda per i lavoratori dipendenti - 1/8 Periodo dal al Variazione situazione nucleo familiare dal (gg/mm/aaaa) (gg/mm/aaaa) LL'ZIEND CITTDNZ RESIDENTE TELEFONO* CELLULRE* E MIL* Stato civile del richiedente

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE E DI ATTO DI NOTORIETA'

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE E DI ATTO DI NOTORIETA' DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE E DI ATTO DI NOTORIETA' AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL T.U. DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA - D.P.R. 28.12.2000, N.445 OGGETTO: Dichiarazione reddituale del

Dettagli

Lezione 18 Gli assegni per il nucleo familiare Cosa sono gli assegni per il nucleo familiare E' una prestazione

Lezione 18 Gli assegni per il nucleo familiare Cosa sono gli assegni per il nucleo familiare E' una prestazione Lezione 18 Gli assegni per il nucleo familiare Cosa sono gli assegni per il nucleo familiare Tra gli elementi aggiuntivi della retribuzione vi può essere l'assegno familiare. Va precisato, anzi tutto,

Dettagli

Le pensioni nel 2013. Le pensioni da lavoro. Allegato n. 2

Le pensioni nel 2013. Le pensioni da lavoro. Allegato n. 2 Le pensioni nel 2013 Le pensioni da lavoro Allegato n. 2 Integrazione al minimo Le pensioni liquidate col sistema retributivo o col sistema misto, in presenza di determinate condizioni di reddito, vengono

Dettagli

VADEMECUM RETRIBUZIONI LAVORO DIPENDENTE

VADEMECUM RETRIBUZIONI LAVORO DIPENDENTE VADEMECUM RETRIBUZIONI LAVORO DIPENDENTE a1 a2 a3 a4 a5 a6 a7 A Retribuzione: Paga base Indennità contingenza Scatti anzianità Sperminimo individuale Lavoro straordinario Altri elementi imponibili ai fini

Dettagli

GIUGNO 2015. Che cosa è

GIUGNO 2015. Che cosa è GIUGNO 2015 Numero 1 giugno 2015 di Bergamo Cisl - Anno XXXV - Sped. in abb. postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1 - comma 2 - CMP Milano Roserio - Editore: Cisl - Direttore: Ferdinando

Dettagli

Disabili e loro familiari Artt.3,4 e 33 L.104/92

Disabili e loro familiari Artt.3,4 e 33 L.104/92 Disabili e loro familiari Artt.3,4 e 33 L.104/92 La legge riconosce ai lavoratori disabili e ai loro familiari il diritto di fruire, in presenza di determinate condizioni, di permessi retribuiti o di congedi

Dettagli

ASSEGNO AL NUCLEO FAMILIARE. Istruzioni e appunti per l uso

ASSEGNO AL NUCLEO FAMILIARE. Istruzioni e appunti per l uso ASSEGNO AL NUCLEO FAMILIARE Istruzioni e appunti per l uso L ASSEGNO AL NUCLEO FAMILIARE : ANF L assegno al nucleo familiare è una prestazione a sostegno del reddito istituita per sostenere le famiglie

Dettagli

FAQ PART-TIME 1 - Quale normativa regola il part time in BNL?

FAQ PART-TIME 1 - Quale normativa regola il part time in BNL? FAQ PART-TIME 1 - Quale normativa regola il part time in BNL? La Circolare n.117 del 17/05/2010 definisce le regole e il processo operativo per la trasformazione del rapporto di lavoro da tempo pieno a

Dettagli

Per alcune categorie di lavoratori autonomi (coltivatori diretti, coloni e mezzadri,

Per alcune categorie di lavoratori autonomi (coltivatori diretti, coloni e mezzadri, I trattamenti di famiglia Assegni familiari Assegno al nucleo familiare STAMPA Assegni familiari Per alcune categorie di lavoratori autonomi (coltivatori diretti, coloni e mezzadri, caratisti imbarcati)

Dettagli

INclasse CONTRIBUTO PER FIGLI STUDENTI

INclasse CONTRIBUTO PER FIGLI STUDENTI 1 INclasse CONTRIBUTO PER FIGLI STUDENTI 2 A CHI SPETTA Il contributo spetta ai figli del dipendente (compresi gli adottivi e i minori in affido) e alle persone equiparate, purché a carico delle/dei lavoratrici/lavoratori

Dettagli

NOVITA PREVIDENZIALI 2011

NOVITA PREVIDENZIALI 2011 Il sistema pensionistico attuale e le novità del 2011 Roberto Perazzoli 1 CALCOLO PENSIONE - DEFINIZIONI SISTEMA RETRIBUTIVO: è applicato a coloro che alla data del 31.12.1995 avevano un anzianità contributiva

Dettagli

REGOLAMENTO PER L INSERIMENTO NELLE FASCE CONTRIBUTIVE A.A. 2012-2013 ART.1- DESTINATARI

REGOLAMENTO PER L INSERIMENTO NELLE FASCE CONTRIBUTIVE A.A. 2012-2013 ART.1- DESTINATARI REGOLAMENTO PER L INSERIMENTO NELLE FASCE CONTRIBUTIVE A.A. 2012-2013 ART.1- DESTINATARI Gli studenti iscritti ad un corso di laurea di primo livello o ad un corso di laurea specialistica/magistrale o

Dettagli

by s: Martorelli & P. Zani Chi paga l assegno al nucleo familiare e quando occorre l autorizzazione Numero 95 Giugno 2014

by s: Martorelli & P. Zani Chi paga l assegno al nucleo familiare e quando occorre l autorizzazione Numero 95 Giugno 2014 Testi a cura di Salvatore Martorelli e Paolo Zani Numero 95 Giugno 2014 Chi paga l assegno al nucleo familiare e quando occorre l autorizzazione La circostanza che Previdenza flash abbia pubblicato, nelle

Dettagli

CASSA EDILE DI MUTUALITA E DI ASSISTENZA DI NOVARA FASCICOLO TABELLE

CASSA EDILE DI MUTUALITA E DI ASSISTENZA DI NOVARA FASCICOLO TABELLE CASSA EDILE DI MUTUALITA E DI ASSISTENZA DI NOVARA FASCICOLO TABELLE Percentuali contributive - Percentuali accantonamento Coefficienti malattia e infortunio IN VIGORE DAL MESE DI DICEMBRE 2012 2 TABELLE

Dettagli

SERVIZI DI SOSTEGNO ECONOMICO

SERVIZI DI SOSTEGNO ECONOMICO 9 SERVIZI DI SOSTEGNO ECONOMICO Assegno di maternità 9 È un contributo economico per affrontare le spese legate alla nascita ed ai primi mesi di vita del neonato. Può essere richiesto per nascite, adozioni

Dettagli

Assegno per il nucleo familiare 2014/2015

Assegno per il nucleo familiare 2014/2015 GIUGNO 2014 Suppl. al n. 1 marzo 2014 di Bergamo Cisl - Anno XXXIV - Sped. in abb. postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1 - comma 2 - CMP Milano Roserio - Editore: Cisl - Direttore:

Dettagli

M A V FONDO INTEGRAZIONE MALATTIA E ASSISTENZE VARIE. Le Prestazioni

M A V FONDO INTEGRAZIONE MALATTIA E ASSISTENZE VARIE. Le Prestazioni F M A V FONDO INTEGRAZIONE MALATTIA E ASSISTENZE VARIE Le Prestazioni R e g o l a m e n t o operante dal 01 gennaio 2014 INDICE: AVENTI DIRITTO Pag. 4 INTEGRAZIONE DELLE PRESTAZIONI E MISURA DELLE INDENNITA

Dettagli

Come leggere la Busta Paga. G.I. G.I. Formazione

Come leggere la Busta Paga. G.I. G.I. Formazione Come leggere la Busta Paga G.I. G.I. Formazione Formazione La Busta Paga Cos è A Cosa Serve Come è Composta COS E La Busta Paga è il prospetto che indica la retribuzione che il lavoratore percepisce per

Dettagli

NOTA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI E PREVIDENZIALI DELLA UIL SUL BONUS PER LAVORATORI DIPENDENTI E PENSIONATI

NOTA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI E PREVIDENZIALI DELLA UIL SUL BONUS PER LAVORATORI DIPENDENTI E PENSIONATI NOTA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI E PREVIDENZIALI DELLA UIL SUL BONUS PER LAVORATORI DIPENDENTI E PENSIONATI Il decreto legge 185 approvato dal Consiglio dei ministri Venerdì 28 Novembre u.s. contiene

Dettagli

FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE PER IL PERSONALE DEL BANCO DI NAPOLI

FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE PER IL PERSONALE DEL BANCO DI NAPOLI REGOLAMENTO MODALITA DI ADESIONE E CONTRIBUZIONE AL FONDO DA PARTE DEI FAMILIARI FISCALMENTE A CARICO Approvato dal Consiglio di Amministrazione nella seduta del 21 febbraio 2014 SOMMARIO ARTICOLO 1 DEFINIZIONE

Dettagli

ASSOCIAZIONE CASSA NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA A FAVORE DEI RAGIONIERI E PERITI COMMERCIALI

ASSOCIAZIONE CASSA NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA A FAVORE DEI RAGIONIERI E PERITI COMMERCIALI ASSOCIAZIONE CASSA NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA A FAVORE DEI RAGIONIERI E PERITI COMMERCIALI REGOLAMENTO PER I TRATTAMENTI ASSISTENZIALI E DI TUTELA SANITARIA INTEGRATIVA per l'attuazione delle

Dettagli

Sintesi del Rapporto annuale 2013

Sintesi del Rapporto annuale 2013 Ufficio Stampa Comunicato stampa Roma, 8 luglio 2014 Sintesi del Rapporto annuale 2013 L Inps al servizio del Paese L Inps esercita da sempre un ruolo di riferimento e di guida nell ambito della sicurezza

Dettagli

SOSTENIBILITA E PROSPETTIVE FUTURE DELLE PENSIONI FINANZIERBARKEIT UND ZUKUNFTSPERSPEKTIVEN DER PENSIONEN 21.05.2011 BOLZANO/BOZEN

SOSTENIBILITA E PROSPETTIVE FUTURE DELLE PENSIONI FINANZIERBARKEIT UND ZUKUNFTSPERSPEKTIVEN DER PENSIONEN 21.05.2011 BOLZANO/BOZEN SOSTENIBILITA E PROSPETTIVE FUTURE DELLE PENSIONI FINANZIERBARKEIT UND ZUKUNFTSPERSPEKTIVEN DER PENSIONEN 21.05.2011 BOLZANO/BOZEN Previdenza ENPAM Il fondo di Previdenza Generale è composto da: Quota

Dettagli

PENSIONI ED ESODI - Istruzioni per l uso PENSIONI ED ESODI: ISTRUZIONI PER L USO

PENSIONI ED ESODI - Istruzioni per l uso PENSIONI ED ESODI: ISTRUZIONI PER L USO COMITATO REGIONALE FABI EMILIA ROMAGNA SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO BOLOGNA 4/7 marzo 2016 -------------------------- Relatore VINCENZO SAPORITO Coordinatore Dipartimento Welfare PENSIONI ED ESODI: ISTRUZIONI

Dettagli

Aspettativa (aggiornamento ottobre 09) Edizione ottobre 09. Pagina 1

Aspettativa (aggiornamento ottobre 09) Edizione ottobre 09. Pagina 1 Aspettativa Edizione ottobre 09 Pagina 1 INDICE 1 ASPETTATIVA NON RETRIBUITA pag. 3 1.1 Congedo per gravi motivi di famiglia pag. 3 1.2 Modalità di richiesta pag. 3 1.3 Trattamento economico 2 ALTRE ASPETTATIVE

Dettagli

PER L ASSEGNO SOCIALE, CRESCE DAL 2013 IL REQUISITO DELL ETA

PER L ASSEGNO SOCIALE, CRESCE DAL 2013 IL REQUISITO DELL ETA PER L ASSEGNO SOCIALE, CRESCE DAL 2013 IL REQUISITO DELL ETA Dal 1 gennaio 2013 il requisito dell età, 65 anni per le donne e gli uomini, per ottenere l assegno sociale è soggetto all incremento della

Dettagli

I DIRITTI A TUTELA DELLA DISABILITÀ

I DIRITTI A TUTELA DELLA DISABILITÀ I DIRITTI A TUTELA DELLA DISABILITÀ A cosa hanno diritto i lavoratori e le lavoratrici disabili o che assistono una persona disabile 1 A chi è rivolta la brochure? Destinatari La presente brochure sui

Dettagli

5. Prestazioni di natura previdenziale

5. Prestazioni di natura previdenziale 5. Prestazioni di natura previdenziale Premessa Il tema della riforma delle pensioni in questi ultimi anni, è stato materia di grande dibattito e di aspri scontri. Ricordiamo ad esempio la riforma Maroni

Dettagli

RIPOSI E PERMESSI PER LAVORATORI PORTATORI DI HANDICAP E PER FAMILIARI CHE ASSISTONO PORTATORI DI HANDICAP LAVORATORE PORTATORE DI HANDICAP

RIPOSI E PERMESSI PER LAVORATORI PORTATORI DI HANDICAP E PER FAMILIARI CHE ASSISTONO PORTATORI DI HANDICAP LAVORATORE PORTATORE DI HANDICAP RIPOSI E PERMESSI PER LAVORATORI PORTATORI DI HANDICAP E PER FAMILIARI CHE ASSISTONO PORTATORI DI HANDICAP LAVORATORE PORTATORE DI HANDICAP La persona handicappata maggiorenne in situazione di gravità

Dettagli

L INDENNITÀ DI DISOCCUPAZIONE AGRICOLA

L INDENNITÀ DI DISOCCUPAZIONE AGRICOLA L INDENNITÀ DI DISOCCUPAZIONE AGRICOLA Aprile 2012 1 L INDENNITÀ DI DISOCCUPAZIONE AGRICOLA viene riconosciuta agli operai che lavorano in agricoltura iscritti negli elenchi nominativi dei lavoratori agricoli

Dettagli

RICONGIUNGIMENTO FAMILIARE - SCHEDA

RICONGIUNGIMENTO FAMILIARE - SCHEDA RICONGIUNGIMENTO FAMILIARE - SCHEDA L ingresso per ricongiungimento familiare è possibile previo rilascio del visto per ricongiungimento familiare che consente l ingresso in Italia, ai fini di un soggiorno

Dettagli

La guida del pensionato

La guida del pensionato La guida del pensionato Vuole sapere in che giorno del mese le viene pagata la pensione? Se ci sono aumenti periodici? Se le viene inviato un avviso di pagamento mensile? Cosa deve fare se ha persone a

Dettagli

Dall analisi dei suoi redditi, l importo attuale della sua pensione risulta corretto e, pertanto, è confermato.

Dall analisi dei suoi redditi, l importo attuale della sua pensione risulta corretto e, pertanto, è confermato. Mod.RispRED C 1 LA PENSIONE NON AUMENTA PER IL FUTURO E CI SONO CONGUAGLI PER IL PASSATO (VALIDATI) Roma, 19 ottobre 2004 Al sig. Mario Rossi via del Corso, 1 Gentile Signore/a, abbiamo ricevuto la sua

Dettagli

TUTELE PER I LAVORATORI DOMESTICI

TUTELE PER I LAVORATORI DOMESTICI TUTELE PER I LAVORATORI DOMESTICI Sono quei lavoratori che prestano la loro attività esclusivamente per le necessità familiari del datore di lavoro e del suo nucleo familiare. Rientrano in questa categoria:

Dettagli

Allegato alla deliberazione del Consiglio di Amministrazione n.67 del 14/12/2015

Allegato alla deliberazione del Consiglio di Amministrazione n.67 del 14/12/2015 Allegato alla deliberazione del Consiglio di Amministrazione n.67 del 14/12/2015 CRITERI PER LA DETERMINAZIONE DELLA QUOTA DI COMPARTECIPAZIONE DEGLI UTENTI DISABILI, MINORI E ADULTI, AL COSTO DEI SERVIZI

Dettagli

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE Consulenza del lavoro 1 Decorrenza normativa Dall 1/1/1988 gli assegni familiari e le relative maggiorazioni, nonché ogni altro trattamento di famiglia, sono stati sostituiti

Dettagli

Come leggere la Busta Paga A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro

Come leggere la Busta Paga A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro Come leggere la Busta Paga A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro * aggiornato al 19.05.2011 CHE COS È è un documento obbligatorio che

Dettagli

Regolamento di applicazione dell Indicatore della Situazione Economica Equivalente per le prestazioni sociali agevolate. Art.

Regolamento di applicazione dell Indicatore della Situazione Economica Equivalente per le prestazioni sociali agevolate. Art. Allegato B Regolamento di applicazione dell Indicatore della Situazione Economica Equivalente per le prestazioni sociali agevolate. Art. 1 Terminologia Ai fini del presente regolamento viene adottata,

Dettagli

CONTRIBUTI FIGURATIVI

CONTRIBUTI FIGURATIVI I CONTRIBUTI COSA SONO: I contributi determinano il diritto e l'importo della pensione. SI SUDDIVIDONO IN: - mensili - settimanali - giornalieri Un anno, composto di 12 mesi, comporterà 12 contributi mensili

Dettagli

Premio ai dipendenti

Premio ai dipendenti Guida pratica A cura della Segreteria di Gruppo Premio ai dipendenti VAP 2014 L accordo del 7 ottobre 2015 AGGIORNAMENTO OTTOBRE 2015 SOMMARIO PREMIO 2014... 3 L accordo del 7 ottobre prevede un premio

Dettagli

NEWS LETTER numero 1 del 12 marzo 2009

NEWS LETTER numero 1 del 12 marzo 2009 NEWS LETTER numero 1 del 12 marzo 2009 Bonus famiglia (art. 1 del DL 29.11.2008 n. 185 convertito nella L. 28.1.2009 n. 2) - Riepilogo della disciplina e dei chiarimenti ufficiali a cura di Matteo Pulga

Dettagli

INVALIDITA, HANDICAP, DISABILITA PROVVIDENZE AI SENSI DELLA LEGGE n. 104/1992

INVALIDITA, HANDICAP, DISABILITA PROVVIDENZE AI SENSI DELLA LEGGE n. 104/1992 INVALIDITA, HANDICAP, DISABILITA PROVVIDENZE AI SENSI DELLA LEGGE n. 104/1992 1) Premessa - legislazione di riferimento Il legislatore, con la legge n. 104/1992 ha attribuito un complesso di provvidenze

Dettagli

Contributi figurativi per il prepensionamento, le indicazioni INPS, le indicazioni INPDAP

Contributi figurativi per il prepensionamento, le indicazioni INPS, le indicazioni INPDAP PENSIONI Il Decreto Legislativo 30 dicembre 1992, n. 503 (articolo 1, comma 8) prevede la possibilità per i lavoratori con invalidità non inferiore all 80%, di anticipare l età pensionabile (pensione di

Dettagli

l Inserto Istruzioni per la lettura dell O bis M (Certificato di pensione) Istruzioni per la lettura del Cud (Certificato Unico Dipendente) Argomenti

l Inserto Istruzioni per la lettura dell O bis M (Certificato di pensione) Istruzioni per la lettura del Cud (Certificato Unico Dipendente) Argomenti n. 11 - novembre 2010 Argomenti A cura di Roberto Battaglia Segretario SPI-CGIL Emilia Romagna Roberta Lorenzoni Dipartimento previdenza SPI-CGIL Emilia Romagna Istruzioni per la lettura dell O bis M (Certificato

Dettagli

Istruzioni per la compilazione DF RED Introduzione al DF RED e accesso all Area Riservata

Istruzioni per la compilazione DF RED Introduzione al DF RED e accesso all Area Riservata cassa italiana di previdenza ed assistenza dei geometri Istruzioni per la compilazione DF RED Introduzione al DF RED e accesso all Area Riservata Istruzioni per la compilazione Pagina 1 di 12 Presentazione

Dettagli

Nuovo calcolo ISEE 2014 redditi inclusi NUOVO ISEE

Nuovo calcolo ISEE 2014 redditi inclusi NUOVO ISEE NUOVO ISEE Con la riforma del nuovo ISEE a partire dal 1 gennaio 2014, ai fini di determinazione delle fasce di reddito e della misurazione della situazione economica delle famiglie, viene introdotto un

Dettagli

Sindacato Pensionati Italiani. Invalidi civili SPI CGIL - DIPARTIMENTO NAZIONALE PREVIDENZA

Sindacato Pensionati Italiani. Invalidi civili SPI CGIL - DIPARTIMENTO NAZIONALE PREVIDENZA Sindacato Pensionati Italiani Invalidi civili 1 Invalidi civili Persone colpite da patologie e menomazioni invalidanti che non dipendono da cause di guerra, lavoro o servizio: mutilati e invalidi civili,

Dettagli

DATI SUL CONTRIBUENTE ALLEGATO 1. DOMANDA per far valere agevolazioni speciali per i famigliari a carico nel calcolo informativo dell IRPEF per il

DATI SUL CONTRIBUENTE ALLEGATO 1. DOMANDA per far valere agevolazioni speciali per i famigliari a carico nel calcolo informativo dell IRPEF per il Anno di nascita Rapporto di parentela DATI SUL CONTRIBUENTE ALLEGATO 1 (nome e cognome del contribuente) (Codice fiscale) (dati sulla residenza: città, via, numero civico) (Posta elettronica) (CAP, denominazione

Dettagli

DETRAZIONI PER CARICHI DI FAMIGLIA

DETRAZIONI PER CARICHI DI FAMIGLIA DETRAZIONI PER CARICHI DI FAMIGLIA A decorrere dal 1 gennaio 2007 le deduzioni per oneri di famiglia previste dall art. 12 del TUIR sono sostituite dalle detrazioni per carichi di famiglia (art. 1, co.

Dettagli

Il PATRONATO INCA CGIL RINGRAZIA E SALUTA I PARTECIPANTI

Il PATRONATO INCA CGIL RINGRAZIA E SALUTA I PARTECIPANTI Il PATRONATO INCA CGIL RINGRAZIA E SALUTA I PARTECIPANTI 1 Legge 104/92 e successive integrazioni Legge quadro per l assistenza l integrazione sociale e i diritti delle persone disabili Permessi e congedi

Dettagli

Allegato parte integrante Allegato A

Allegato parte integrante Allegato A Allegato parte integrante Allegato A DISPOSIZIONI ATTUATIVE DELL ARTICOLO 1 DELLA LEGGE PROVINCIALE 16 MAGGIO 2012 N. 9 CONCERNENTE LA CONCESSIONE DI INTERVENTI A SOSTEGNO DEL POTERE DI ACQUISTO DEI NUCLEI

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE PROCEDURE DI ACCESSO ALLE PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO PER LE PROCEDURE DI ACCESSO ALLE PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI REGOLAMENTO PER LE PROCEDURE DI ACCESSO ALLE PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1- Oggetto Oggetto del presente regolamento sono le modalità di accesso e i criteri di

Dettagli

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione Roma, 30/12/2011 Circolare n. 172 Ai Dirigenti centrali e periferici

Dettagli

ENTE BILATERALE PER IL TERZIARIO DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA

ENTE BILATERALE PER IL TERZIARIO DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA ENTE BILATERALE PER IL TERZIARIO DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA REGOLAMENTO FONDO SOSTEGNO AL REDDITO (In attuazione dell Accordo Territoriale del 2/7/2015) Art.1- Aspetti generali Il presente Regolamento

Dettagli

Assegno per il nucleo familiare

Assegno per il nucleo familiare L E G U I D E Assegno per il nucleo familiare Premessa La legge prevede alcuni sostegni al lavoratore, al pensionato e alle loro famiglie. Tra questi c è l assegno per il nucleo familiare. Si tratta di

Dettagli

Come leggere la busta paga

Come leggere la busta paga Come leggere la busta paga Indice Che cosa è pag. 3 A cosa serve pag. 4 La struttura della busta paga pag. 5 Intestazione (dati ditta dati anagrafici e contrattuali lavoratore) pag. 6 Corpo della Busta

Dettagli

Allegato alla Delib.G.R. n. 53/43 del 20.12.2013

Allegato alla Delib.G.R. n. 53/43 del 20.12.2013 Allegato alla Delib.G.R. n. 53/43 del 20.12.2013 Collocamento mirato delle persone con disabilità indicate dalla Legge n. 68/1999 recante Norme per il diritto al lavoro dei disabili. Eliminazione delle

Dettagli

RIFORMA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE

RIFORMA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE RIFORMA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE DESTINAZIONE DEL TFR MATURANDO A PARTIRE DALL 01.01.2007 IN APPLICAZIONE DELL ART. 8 COMMA 8 DEL DECRETO LEGISLATIVO 5 DICEMBRE 2005 N. 252 Ogni lavoratore del settore

Dettagli

NON E MAI TROPPO TARDI

NON E MAI TROPPO TARDI 1 NON E MAI TROPPO TARDI Fabriano, 4 aprile 2013 Cari colleghi e care colleghe, questa settimana parliamo di Detrazioni Fiscali per familiari a carico. Abbiamo riscontrato che diversi colleghi non beneficiano

Dettagli

Bonus straordinario: modulo e istruzioni dell Agenzia delle entrate

Bonus straordinario: modulo e istruzioni dell Agenzia delle entrate www.handylex.org Carlo Giacobini, Responsabile del Centro per la documentazione legislativa, Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare - Direzione Nazionale Bonus straordinario: modulo e istruzioni

Dettagli

Curato da Enzo Toma RSU - DENSO Maggio 2002

Curato da Enzo Toma RSU - DENSO Maggio 2002 LEGGE 104 CONGEDO STRAORDINARIO Curato da Enzo Toma RSU - DENSO Maggio 2002 Legge 104/92 Art. 33 Tra i quesiti che ci pervengono quotidianamente da, lavoratori, delegati sindacali, membri di Associazioni

Dettagli

L evoluzione della pensione a seguito della riforma Lo Presti e della maggiore aliquota di computo. Padova, 22 maggio 2015

L evoluzione della pensione a seguito della riforma Lo Presti e della maggiore aliquota di computo. Padova, 22 maggio 2015 L evoluzione della pensione a seguito della riforma Lo Presti e della maggiore aliquota di computo Padova, 22 maggio 2015 Il secondo Welfare dei Dottori Commercialisti dott.ssa Anna Faccio In caso di gravidanza

Dettagli

Indennità di disoccupazione Mini-ASpI

Indennità di disoccupazione Mini-ASpI Indennità di disoccupazione Mini-ASpI COSA E E una prestazione economica istituita dal 1 gennaio 2013 e che sostituisce l indennità di disoccupazione ordinaria non agricola con requisiti ridotti. E una

Dettagli

Regolamento adesione familiare

Regolamento adesione familiare Previmoda Fondo Pensione a capitalizzazione per i lavoratori dell industria tessile-abbigliamento, delle calzature e degli altri settori industriali del sistema moda. Regolamento adesione familiare PREVIMODA!"#$%&'##())*

Dettagli