L IMPRENDITORIA UNDER 30 NEL 2014

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L IMPRENDITORIA UNDER 30 NEL 2014"

Transcript

1 L IMPRENDITORIA UNDER 30 NEL Confronto con il 2013 e focus su amministratori e titolari d azienda febbraio 2015 P.tta Gasparotto, Padova Tel Fax

2 L IMPRENDITORIA UNDER 30 NEL L IMPRENDITORIA UNDER 30 NEL In questo report ha esaminato i dati, di fonte camerale, relativi alle cariche imprenditoriali detenute da giovani con meno di 30 anni nel, e le evoluzioni intercorse rispetto al 2013 ed al È stato poi realizzato un focus specifico, territoriale e settoriale, per i soli titolari di impresa ed amministratori di società attivi alla fine del. La scelta di considerare queste tipologie di cariche, sia nelle valutazioni specifiche che nel calcolo dei tassi imprenditorialità giovanile, è motivata dalla possibilità di avere una misura più fedele dalla gestione diretta dell impresa. Nel i giovani che detengono cariche imprenditoriali nel nostro Paese (in imprese che risultano attive) sono 392 mila, di cui la metà titolari di impresa (poco meno di 200 mila, pari al 6,3% dei titolari italiani) e poco meno del 30% amministratori di società (oltre 114 mila). Meno frequenti, ma comunque non marginali, sono i soci d azienda (poco più di 68 mila, vale a dire il 17,4% rispetto agli ed il 6,63% sul totale dei soci italiani). Complessivamente, i giovani detengono il 5,1% delle cariche imprenditoriali nazionali. Se è vero che oltre due terzi delle cariche imprenditoriali giovani sono detenute da maschi, va anche osservato come l incidenza delle ragazze (oltre 127 mila) sulle imprenditrici di sesso femminile è più elevata (6%) rispetto a quanto avvenga nel caso maschile (4,8%). Naturalmente, è fortemente prevalente la nazionalità italiana sulle cariche giovani (circa l 84%), ma va comunque sottolineato che sono poco meno di 62 mila i giovani imprenditori nati all Estero, soprattutto extracomunitari (circa , in prevalenza cinesi che rappresentano il 18% degli extracomunitari), con solo la componente romena ad essere apprezzabile in termini di numerosità tra i comunitari (sono quasi 10 mila). Da rilevare poi come tra gli stranieri sia più che doppio rispetto agli italiani il peso dei giovani imprenditori sugli imprenditori totali. La crisi sta amplificando un fenomeno di riduzione dell imprenditoria giovanile che è iniziato da oltre un decennio: dall inizio della recessione le cariche imprenditoriali giovanili sono diminuite del 22% (in termini assoluti sono quasi 110 mila in meno) e del 4% solo nel confronto con l anno precedente (circa 16 mila in meno). In entrambi i casi, si tratta di variazioni oltre tre volte più ampie di quanto rilevato per il complesso delle cariche imprenditoriali italiane (-1,4% su base annua e -6,1% con riferimento al pre-crisi), segno che il fenomeno di rarefazione imprenditoriale è molto più elevato tra i giovani rispetto alle classi d età più elevate. Guardando alla natura giuridica dell impresa in cui i giovani detengono cariche, si nota come nell ultimo anno solamente le società di capitale siano in crescita (+2,5%), e guardando i numeri assoluti ciò è avvenuto grazie alle nuove forme societarie introdotte nel giugno 2012, ovvero le società a responsabilità limitata semplificata ed a capitale ridotto, che insieme hanno generato oltre nuovi imprenditori (a questo proposito, si ricorda che a seguito del D.L. 28 giugno 2013 le SRL a capitale ridotto sono state qualificate come SRL semplificate: si spiega così la variazione percentuale enormemente elevata). Se le cariche in società a responsabilità limitata contengono la perdita (- 2,7%), tutte le altre forme giuridiche principali risultano invece in calo consistente: -10% per le S.N.C., -7% per le S.A.S., -3% le imprese individuali. Si espandono invece (+4%) i soci di cooperative (circa alla fine del ). Focalizzando l attenzione sugli amministratori e titolari di impresa, che consentono di avere una approssimazione più vicina alla realtà della effettiva partecipazione diretta alla gestione aziendale dei giovani (e che ricordiamo rappresentare l 80% del totale delle cariche detenute da giovani), i circa 314 mila imprenditori sono localizzati in termini relativi principalmente nel Mezzogiorno, dove rappresentano il 6,6% dei titolari ed amministratori complessivi (con in testa la Sicilia attestata quasi al 7%), più rarefatti nel Nordest (con una incidenza media di poco superiore al 4%). Le variazioni rispetto all anno precedente ed al 2008 di amministratori e titolari sono sostanzialmente sovrapponibili a quelle del complesso delle cariche prima descritte. Le uniche due eccezioni sono rappresentate da Trentino Alto Adige e Valla d Aosta: la prima ha contenuto molto la perdita di giovani imprenditori nell ultimo anno (-0,9%) sebbene la contrazione rispetto al pre-crisi sia stata comunque consistente (- 2

3 L IMPRENDITORIA UNDER 30 NEL 11%); in Valle d Aosta invece è la contrazione rispetto al 2008 a risultare particolare contenuta nel confronto con gli altri territori (-5,3%). Per quanto riguarda i settori di attività, 3 amministratori e titolari su 10 operano nel settore del commercio e delle riparazioni (circa ), che assieme alle costruzioni (15% per soggetti) ed alle attività di alloggio e ristorazione (13%, pari a giovani e a quasi il 10% degli amministratori e titolari complessivi italiani) racchiude quasi il 60% delle cariche giovanili. È proprio uno dei settori principali in cui i giovani gestiscono le aziende, vale a dire le costruzioni, che provoca la moria di giovani imprenditori, con una diminuzione di cariche del 10,6% rispetto al 2013 e di oltre il 40% nel confronto col L ultimo anno è stato particolarmente negativo anche per il settore immobiliare (-10%), l agricoltura (-6,4%), le attività professionali (-6%), ed il manifatturiero (-4,8% di cariche). Vi sono però anche settori che appaiono in controtendenza: il numero di giovani amministratori e titolari è infatti aumentato nei servizi alle imprese (+6,2%), nella sanità ed assistenza sociale (+2,3%) e nell informatica e comunicazione (+1,4%). Una misura della diffusione dell imprenditorialità giovanile nel nostro Paese e dello spirito imprenditoriale degli è data dal tasso di imprenditorialità, che conta quanti amministratori e titolari di impresa ci sono ogni mille giovani. La presenza relativa maggiore si trova nel Nord Ovest, che conta quasi 45 giovani imprenditori ogni mille giovani, 3 in più rispetto alla media nazionale, avendo ben tre regioni al top nazionale, cioè Valle d Aosta (52,54), Piemonte (49,13) e Liguria (47,30). Le due regioni in cui il tasso di imprenditorialità è più basso sono entrambe a Nord Est: si tratta di Trentino Alto Adige (36,53) e Veneto (36,12). Le regioni in cui il tasso di imprenditorialità, nel confronto col 2013, è diminuito in maniera consistente e più ampia rispetto alla media nazionale sono Molise, Piemonte e Toscana. È possibile poi stilare delle graduatorie rispetto alla presenza di amministratori e titolari nelle province italiane: Dove ce ne sono di più: in termini assoluti la palma di provincia con il maggior numero di amministratori e titolari va a Roma ( circa), seguita da Napoli (18.400) e Milano (15.500). Tra queste solo a Napoli si è registrata una contrazione (-0,8%). Dove ce ne sono di più rispetto alla popolazione giovane residente: più informativa perché relativizzata alle effettive dimensioni dei territori provinciali è invece la top 10 del tasso di imprenditorialità giovanile, ovvero la graduatoria per maggiore presenza di titolari ed amministratori giovani sugli residenti. Prima in classifica si conferma Prato (probabilmente anche grazie alla componente cinese), che con 66 giovani imprenditori ogni mille giovani abitanti stacca Cuneo (62) e Savona (59). Belluno, Taranto e Trieste chiudono invece la graduatoria delle province, con tassi vicini o inferiori ai 31 giovani ogni 1.00 abitanti (meno della metà delle province in testa). Da sottolineare come tra le 10 province con tasso di imprenditorialità giovanile più basso ben quattro sono venete (oltre alla già citata Belluno, si tratta di Vicenza, Venezia e Treviso) IL LAVORO AUTONOMO NELLE APERTURE DI PARTITA IVA Un altro modo per valutare lo spirito di autoimprenditorialità dei giovani è quello di esaminare la dinamica delle aperture di partita iva nel corso del tempo. La comparazione è quasi annuale, in quanto sono disponibili i dati fino al mese di novembre. Secondo il Dipartimento delle Finanze, da gennaio a novembre del sono stati poco meno di 181 mila i giovani con meno di 35 anni che hanno aperto una nuova partita iva, su un totale di quasi 366 mila persone fisiche (dunque quasi la metà). Anche esaminando questa tipologia di dato sembra verificarsi un rallentamento del lavoro autonomo dei giovani ed ancora una volta più ampio rispetto a quanto si è verificato complessivamente: rispetto allo stesso periodo del 2013 le nuove partite iva tra i giovani sono diminuite del 3,1%, più di quanto rilevato per il totale delle persone fisiche (-2,7%). 3

4 L IMPRENDITORIA UNDER 30 NEL Cariche imprenditoriali detenute da in imprese attive nel per classe di carica, genere e cittadinanza ed incidenza sul totale delle cariche Classe di carica Valori assoluti cariche Inc. % su cariche Inc. % cariche su totale cariche Titolare ,9% 6,3% Amministratore ,1% 4,0% Socio ,4% 6,3% Altre cariche ,6% 1,7% Genere Maschile ,6 4,8 Femminile ,4 6,0 Nazionalità Italiana ,3 4,7 Comunitaria ,3 8,0 Romania ,1 16,1 Germania ,4 3,9 Polonia 419 3,2 6,4 Francia 346 2,7 1,7 Extracomunitaria ,4 10,4 Cina ,1 14,0 Marocco ,2 12,3 Albania ,5 14,6 Bangladesh ,3 16,6 Totale ,0 5,1 Elaborazioni su dati Infocamere Stockview Cariche imprenditoriali detenute da e totali in imprese attive variazioni % del rispetto al 2013 e a 2008 Classe di carica Variazioni % cariche Variazioni % cariche totali Su 2013 Su 2008 Su 2013 Su 2008 Titolare -3,6% -18,4% -1,5% -6,8% Amministratore -3,5% -24,5% -0,2% -0,4% Socio -5,9% -27,4% -2,2% -10,0% Altre cariche +1,9% -17,0% -4,6% -18,2% Totale -3,9% -21,9% -1,4% -6,1% Elaborazioni su dati Infocamere Stockview 4

5 L IMPRENDITORIA UNDER 30 NEL Cariche imprenditoriali detenute da e totali in imprese attive nel per natura giuridica dell impresa e variazioni % rispetto al 2013 Natura giuridica dell impresa Valori assoluti cariche Inc. % su cariche Variazioni % cariche su 2013 Società di capitale ,8 +2,5 Società a responsabilità limitata ,2-2,7 Società a responsabilità limitata con unico socio ,5-11,1 Società a responsabilità limitata semplificata (1) ,3 +83,0 Società per azioni con socio unico 381 0,6-5,0 Società a responsabilità limitata a capitale ridotto (2) 367 0,6-4,2 Società di persone ,3-8,1 Società in accomandita semplice ,4-7,2 Società in nome collettivo ,4-10,2 Impresa individuale ,8-3,3 Altre forme ,2-2,2 Società cooperativa ,7 +3,8 Associazione ,0 +1,2 Società cooperativa a responsabilità limitata 925 7,5-14,8 Cooperativa sociale 962 7,8-9,8 Totale ,0-3,9 (1) Introdotta dal D.M. 23 giugno 2012, n Con il D.L. 28 giugno 2013 hanno assorbito le SRL a capitale ridotto. (2) Introdotta con l art. 44 del D.L. 22 giugno 2012 e soppressa con l'art. 9 del D.L. 28 giugno 2013 (successivamente qualificate come SRL semplificate). Elaborazioni su dati Infocamere Stockview 5

6 L IMPRENDITORIA UNDER 30 NEL Regione e ripartizione Amministratori e titolari in imprese attive per regione nel e variazioni % rispetto al 2013 e al 2008 Amministratori e titolari Inc. % su amministratori e titolari totali Variazione % amministratori e titolari Su 2013 Su 2008 Abruzzo ,2-4,9-17,7 Basilicata ,6-4,8-14,5 Calabria ,8-3,5-17,8 Campania ,4-2,8-19,5 Emilia Romagna ,1-4,7-26,2 Friuli V. G ,1-3,2-22,4 Lazio ,2-1,2-14,9 Liguria ,8-3,7-14,9 Lombardia ,5-2,8-22,4 Marche ,5-6,3-25,4 Molise ,7-6,4-19,3 Piemonte ,1-5,7-25,1 Puglia ,2-5,1-17,5 Sardegna ,9-4,7-25,6 Sicilia ,9-3,9-19,0 Toscana ,8-5,1-23,4 Trentino A. A ,3-0,7-11,0 Umbria ,9-1,2-20,0 Valle d'aosta 761 5,6-2,4-5,3 Veneto ,3-1,8-21,6 Nord Ovest ,7-3,7-22,5 Nord Est ,2-3,0-22,8 Centro ,0-3,2-19,7 Sud e Isole ,6-3,9-19,0 Italia ,2-3,6-20,7 Elaborazioni su dati Infocamere Stockview 6

7 L IMPRENDITORIA UNDER 30 NEL Amministratori e titolari in imprese attive per settore economico nel e variazioni % rispetto al 2013 e al 2008 Settori economici Amministratori e titolari under 30 Comp. % amministratori e titolari Inc. % Under 30 su amministratori e titolari totali Var. % amministratori e titolari Su 2 trim Su 2 trim (1) Agricoltura, silvicoltura pesca ,1% 3,5% -6,4% -23,9% Manifatturiero ,2% 3,5% -4,8% -47,6% Costruzioni ,9% 5,4% -10,6% -40,7% Commercio e riparazioni ,1% 6,1% -2,2% Trasporto e magazzinaggio ,2% 3,8% -3,4% Attività dei servizi di alloggio e di ristorazione ,7% 9,5% +0,3% Servizi di informazione e comunicazione ,5% 5,2% +1,4% Attività finanziarie e assicurative ,6% 5,7% -0,3% Attività immobiliari ,2% 2,1% -10,1% -7,2% Attività professionali, scientifiche e tecniche ,0% 3,7% -5,9% Noleggio, ag. di viaggio, servizi alle imprese ,7% 7,4% +6,2% Istruzione ,4% 3,2% +1,2% Sanità e assistenza sociale ,9% 4,5% +2,3% Altre attività di servizi ,1% 6,8% -2,9% Totale (2) ,0% 5,2% -3,6% -20,7% (1) A seguito del cambiamento della notazione ATECO nel 2009, non è possibile confrontare in maniera esatta i settori prima e dopo tale anno, in particolare per i settori del commercio e dei servizi. Le variazioni riportate sono da considerarsi indicative. (2) Il totale non coincide con la somma dei singoli settori economici in quanto non sono riportati i settori scarsamente rappresentativi e quelli non classificati (1.506 amministratori e titolari nel ). Elaborazioni su dati Infocamere Stockview 7

8 L IMPRENDITORIA UNDER 30 NEL Tasso di imprenditorialità (1) per regione nel e variazione rispetto al 2013 Regione e ripartizione Tasso imprenditorialità 2 trim. Var su tasso imprenditorialità 2 trim Regione e ripartizione Tasso imprenditorialità 2 trim. Var su tasso imprenditorialità 2 trim Abruzzo 43,14-2,23 Puglia 38,39-2,04 Basilicata 38,61-1,94 Sardegna 38,20-1,89 Calabria 43,64-1,58 Sicilia 37,28-1,52 Campania 41,53-1,22 Toscana 49,10-2,65 Emilia R. 45,36-2,22 Trentino A.A. 36,53-0,26 Friuli V. G. 37,73-1,23 Umbria 42,08-0,53 Lazio 38,28-0,45 Valle d'aosta 52,54-1,31 Liguria 47,30-1,84 Veneto 36,12-0,66 Lombardia 42,42-1,21 Nord Ovest 44,77-1,74 Marche 40,69-2,73 Nord Est 39,69-1,24 Molise 45,97-3,13 Centro 42,01-1,39 Piemonte 49,13-2,94 Sud e Isole 39,92-1,63 Italia 41,43-1,55 (1) Il tasso di imprenditorialità è calcolato come rapporto tra amministratori e titolari in imprese attive dai 18 ai 29 anni e la popolazione della medesima età al 1 gennaio (ultima disponibile), il tutto per La stessa popolazione, in mancanza di dati più recenti, è stata usata sia nel calcolo del tasso che in quello Elaborazioni su dati Infocamere Stockview ed Istat GRADUATORIE PROVINCIALI Prime e ultime 10 province (1) per numero di amministratori e titolari in imprese attive nel e variazioni % rispetto al 2013 Pos. Provincia Amministratori e titolari Var. % su 2013 Pos. Provincia Amministratori e titolari Var. % su Roma ,1 96 Vercelli 833-8,3 2 Napoli ,8 97 Biella 789-8,3 3 Milano ,6 98 Rieti 765-7,9 4 Torino ,8 99 Aosta 761-2,4 5 Bari ,8 100 Trieste 726-4,5 6 Salerno ,5 101 Belluno 715-2,6 7 Brescia ,4 102 Oristano 711-4,0 8 Palermo ,5 103 Verbano- Cusio-Ossola 699-4,1 9 Caserta ,6 104 Isernia 591-4,2 10 Catania ,0 105 Gorizia 514-3,9 (1) Le province di Carbonia-Iglesias, Medio Campidano, Ogliastra, Olbia-Tempio, Barletta-Andria-Trani sono stati riaggregate alle precedenti per disomogeneità delle banche dati utilizzate. Elaborazioni su dati Infocamere Stockview e Istat 8

9 L IMPRENDITORIA UNDER 30 NEL Pos. Prime e ultime 10 province (1) per tasso di imprenditorialità (2) nel e variazioni % rispetto al 2013 Provincia Tasso di imprenditorialità (2) Var. % su 2013 Pos. Provincia Tasso di imprenditorialità (2) Var. % su Prato 66,43-4,34 96 Forlì-Cesena 34,68-2,70 2 Cuneo 62,00-2,42 97 Palermo 34,66 +0,18 3 Savona 59,16-4,00 98 Siracusa 34,17-1,61 4 Nuoro 57,66-1,68 99 Vicenza 33,43-0,79 5 Reggio Emilia 53,87-2, Venezia 32,55 +0,62 6 Massa-Carrara 53,59-2, Treviso 32,14-0,74 7 Arezzo 53,38-2, Cagliari 31,30-1,92 8 Imperia 52,70-4, Belluno 31,22-0,83 9 Rovigo 52,58-0, Taranto 30,90-1,67 10 Aosta 52,54-1, Trieste 30,87-1,45 (1) Le province di Carbonia-Iglesias, Medio Campidano, Ogliastra, Olbia-Tempio, Barletta-Andria-Trani sono stati riaggregate alle precedenti per disomogeneità delle banche dati utilizzate. (2) Il tasso di imprenditorialità è calcolato come rapporto tra amministratori e titolari in imprese attive dai 18 ai 29 anni e la popolazione della medesima età al 1 gennaio (ultima disponibile), il tutto per La stessa popolazione, in mancanza di dati più recenti, è stata usata sia nel calcolo del tasso che in quello Elaborazioni su dati Infocamere Stockview e Istat APERTURE DI PARTITA IVA Aperture di partita iva di persone fisiche fino a 35 anni e totali nel periodo gennaio-novembre e variazione percentuale rispetto allo stesso periodo del 2013 Gen-nov Gen-nov 2013 Var. % Fino a 35 anni ,1 Totale persone fisiche ,7 Elaborazioni su dati Dipartimento delle Finanze 9

Elaborazione flash. Ufficio Studi Confartigianato 23/ novembre 2009

Elaborazione flash. Ufficio Studi Confartigianato 23/ novembre 2009 Elaborazione flash Ufficio Studi Confartigianato 23/2009 3 novembre 2009 L imprenditoria femminile artigiana sul territorio 6 Osservatorio Confartigianato Donne Impresa In questa nota proponiamo le tabelle

Dettagli

Popolazione di 15 anni e oltre per sesso, classe di età, regione e provincia - Anno 2012 (dati in migliaia)

Popolazione di 15 anni e oltre per sesso, classe di età, regione e provincia - Anno 2012 (dati in migliaia) Popolazione di 15 anni e oltre per sesso, classe di età, regione e provincia - Anno 2012 (dati in migliaia) Maschi Femmine Maschi e femmine 15-24 25-54 55 e oltre 15-24 25-54 55 e oltre 15-24 25-54 55

Dettagli

Per altri motivi. Da altri Comuni. Dall'estero

Per altri motivi. Da altri Comuni. Dall'estero Tavola 1 - Popolazione residente e movimento anagrafico per regione e ripartizione - Anno 2002 REGIONI Nati vivi Movimento Da altri Comuni Iscritti Dall'estero Movimento migratorio Cancellati Per altri

Dettagli

Per ulteriori informazioni:

Per ulteriori informazioni: Tab. 1 - Persone nate in paesi non-ue per tipologia di carica Dati al 31 marzo 2016 Carica Persone Amministratore 141.748 Socio* 54.934 Titolare 357.152 Altre cariche 14.915 568.749 * La carica di socio

Dettagli

Imprenditoria Giovanile tra 2011 e 2017: uno studio delle principali caratteristiche delle imprese

Imprenditoria Giovanile tra 2011 e 2017: uno studio delle principali caratteristiche delle imprese Imprenditoria Giovanile tra 2011 e 2017: uno studio delle principali caratteristiche delle imprese Graf. 1 - Composizione settoriale delle imprese giovanili al 30 giugno 2017 Confronto con la composizione

Dettagli

Direzione Affari Economi e Centro Studi. SETTORE COSTRUZIONI: VALORE AGGIUNTO Dati provinciali

Direzione Affari Economi e Centro Studi. SETTORE COSTRUZIONI: VALORE AGGIUNTO Dati provinciali Direzione Affari Economi e Centro Studi SETTORE COSTRUZIONI: VALORE AGGIUNTO Dati provinciali 16 settembre 2014 L Istat ha diffuso, nell ambito dei conti economici territoriali, i dati relativi al valore

Dettagli

Ufficio Studi. Il Valore Aggiunto: dati e analisi per ripartizioni geografiche e attività economiche

Ufficio Studi. Il Valore Aggiunto: dati e analisi per ripartizioni geografiche e attività economiche Ufficio Studi Il Valore Aggiunto: dati e analisi per ripartizioni geografiche e attività economiche Il Valore Aggiunto: dati e analisi per ripartizioni geografiche e attività economiche Il report è stato

Dettagli

IMPRENDITORIA STRANIERA IN ITALIA. Dati aggiornati al 3 trim 2010

IMPRENDITORIA STRANIERA IN ITALIA. Dati aggiornati al 3 trim 2010 IMPRENDITORIA STRANIERA IN ITALIA Dati aggiornati al 3 trim 2010 ALCUNE RIFLESSIONI NOTE METODOLOGICHE: o Per imprenditori stranieri si intendono coloro che, registrati negli elenchi delle Camere di Commercio,

Dettagli

Le imprese straniere 1 in Piemonte

Le imprese straniere 1 in Piemonte Le imprese straniere 1 in Piemonte A fine 2016, le imprese straniere registrate in Italia hanno raggiunto le 571.255 unità, il 9,4% delle imprese complessivamente censite presso i Registri delle Camere

Dettagli

Articolazione cinque giorni. Allegato C Consistenze

Articolazione cinque giorni. Allegato C Consistenze Articolazione cinque giorni Allegato C Consistenze Allegato C: Consistenze CMP 1 CMP sede consistenze consistenze lug-2010 a tendere PESCARA 256 230 LAMEZIA TERME 235 214 NAPOLI 702 678 BOLOGNA 958 920

Dettagli

APPENDICE STATISTICA

APPENDICE STATISTICA APPENDICE STATISTICA Tavola A1 - Statistiche sulla distribuzione del premio... 10 Tavola A2 - ibuzione del premio... 10 Tavola A3 - per classe di età... 11 Tavola A4 - per classe di età... 11 Tavola A5

Dettagli

Le imprese straniere 1 in Piemonte

Le imprese straniere 1 in Piemonte Le imprese straniere 1 in Piemonte A fine 2015 le imprese straniere registrate in Italia hanno raggiunto le 550.717 unità, il 9,1% delle imprese complessivamente censite presso i Registri delle Camere

Dettagli

ALLEGATO 2. Distribuzione per provincia e settore degli Assistenti sociali

ALLEGATO 2. Distribuzione per provincia e settore degli Assistenti sociali ALLEGATO 2. Distribuzione per provincia e settore degli sistenti sociali di Liliana Leone (CEVAS) Tratto da: Leone, L (a cura di) Rapporto di valutazione: dal SIA al REI. Alleanza contro la povertà, Roma,

Dettagli

Gli infortuni dei lavoratori interinali nel Rapporto INAIL Una prima analisi dei dati a cura dell Osservatorio Centro Studi.

Gli infortuni dei lavoratori interinali nel Rapporto INAIL Una prima analisi dei dati a cura dell Osservatorio Centro Studi. Gli infortuni dei lavoratori interinali nel Rapporto INAIL 2004. Una prima analisi dei dati a cura dell Osservatorio Centro Studi. Il 14 luglio 2005 l INAIL ha pubblicato il Rapporto annuale 2004 che riporta,

Dettagli

Ufficio Studi. SEDI DI IMPRESA Aggiornamento dati al 31 luglio 2015

Ufficio Studi. SEDI DI IMPRESA Aggiornamento dati al 31 luglio 2015 Ufficio Studi SEDI DI IMPRESA Aggiornamento dati al 31 luglio 2015 SEDI DI IMPRESA Aggiornamento dati al 31 luglio 2015 Il report è realizzato a cura dell Ufficio Studi della Camera di Commercio di Roma.

Dettagli

Ufficio stampa Unioncamere twitter.com/unioncamere

Ufficio stampa Unioncamere twitter.com/unioncamere : Superata la soglia dei 3mila contratti di rete attivati. Sono oltre 15mila le imprese che puntano a crescere collaborando Friuli-Venezia Giulia e Abruzzo le regioni a maggiore vocazione a fare rete Sanità,

Dettagli

Le imprese femminili 1 in Piemonte

Le imprese femminili 1 in Piemonte Le imprese femminili 1 in Piemonte A fine 2015 le imprese femminili registrate in Italia hanno raggiunto 1.312.451 unità, il 21,7% delle imprese complessivamente censite presso i Registri delle Camere

Dettagli

Le imprese femminili 1 in Piemonte

Le imprese femminili 1 in Piemonte Le imprese femminili 1 in Piemonte A fine 2016 le imprese femminili registrate in Italia hanno raggiunto quota 1.321.862 unità, pari al 21,8% delle imprese complessivamente registrate presso i Registri

Dettagli

CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI: DATI REGIONALI E PROVINCIALI

CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI: DATI REGIONALI E PROVINCIALI CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI: DATI REGIONALI E PROVINCIALI Confronto 1 semestre 2012 / e focus sulla CIG in deroga P.tta Gasparotto, 8-35131 Padova Tel. 049 8046411 Fax 049 8046444 www.datagiovani.it info@datagiovani.it

Dettagli

2010 MEDIA* 2010 CLASSIFICA

2010 MEDIA* 2010 CLASSIFICA Regioni, Province e Comuni Capoluogo di Provincia: il rating OSSERVATORIO DONNE NELLA PA R OMA, FORUM PA I Comuni Capoluogo: confronto / Tabella 1 i Comuni Capoluogo ELEZIONI COMUNE DONNE MEDIA* DONNE

Dettagli

Ufficio Studi. SEDI DI IMPRESA Aggiornamento dati al 30 novembre 2016

Ufficio Studi. SEDI DI IMPRESA Aggiornamento dati al 30 novembre 2016 Ufficio Studi SEDI DI IMPRESA Aggiornamento dati al 30 novembre 2016 SEDI DI IMPRESA Aggiornamento dati al 30 novembre 2016 Il report è stato realizzato dall Ufficio Studi della Camera di Commercio di

Dettagli

APPENDICE 1 DETTAGLIO PRODUZIONE E RD DEI RIFIUTI URBANI

APPENDICE 1 DETTAGLIO PRODUZIONE E RD DEI RIFIUTI URBANI APPENDICE 1 - DETTAGLIO PRODUZIONE E RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI URBANI APPENDICE 1 DETTAGLIO PRODUZIONE E RD DEI RIFIUTI URBANI APPENDICE 1 DETTAGLIO PRODUZIONE E RD DEI RIFIUTI URBANI I dati riportati

Dettagli

Ufficio Studi. SEDI DI IMPRESA Aggiornamento dati al 31 luglio 2016

Ufficio Studi. SEDI DI IMPRESA Aggiornamento dati al 31 luglio 2016 Ufficio Studi SEDI DI IMPRESA Aggiornamento dati al 31 luglio 2016 SEDI DI IMPRESA Aggiornamento dati al 31 luglio 2016 Il report è stato realizzato dall Ufficio Studi della Camera di Commercio di Roma.

Dettagli

FASI - Federazione Italiana Arrampicata Sportiva - 01 Dati provinciali assoluti 2001

FASI - Federazione Italiana Arrampicata Sportiva - 01 Dati provinciali assoluti 2001 PIEMONTE TORINO 12 581 123 12 5 2 7 574 581 60 47 12 59 4 123 8 8 131 VERCELLI 0 7 0 0 0 0 0 7 7 0 0 0 0 0 0 0 0 0 BIELLA 1 27 7 1 0 0 0 27 27 5 2 0 2 0 7 0 0 7 VERBANIA 0 41 2 0 1 0 1 40 41 0 2 0 2 0

Dettagli

FIPT - Federazione Italiana Palla Tamburello - 09 Dati provinciali assoluti 2001

FIPT - Federazione Italiana Palla Tamburello - 09 Dati provinciali assoluti 2001 PIEMONTE TORINO 5 39 5 5 31 8 39 4 0 1 5 2 2 7 VERCELLI 0 28 3 0 24 4 28 2 1 0 3 1 1 4 BIELLA 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 VERBANIA 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 NOVARA 1 90 11 1 67 23 90 10 0 1 11 1 1 12

Dettagli

FID - Federazione Italiana Dama - 05 Dati provinciali assoluti 1999

FID - Federazione Italiana Dama - 05 Dati provinciali assoluti 1999 PIEMONTE TORINO 1 72 7 1 47 0 47 25 72 4 3 7 4 4 11 VERCELLI 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 BIELLA 1 21 4 1 12 0 12 9 21 4 0 4 1 1 5 VERBANIA 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 NOVARA 1 27 5 1 22 0 22 5 27 4

Dettagli

FITAV - Federazione Italiana Tiro a Volo - 41 Dati provinciali assoluti 2001

FITAV - Federazione Italiana Tiro a Volo - 41 Dati provinciali assoluti 2001 PIEMONTE TORINO 16 732 149 16 712 20 732 120 7 22 149 2 2 151 VERCELLI 2 121 17 2 117 4 121 14 0 3 17 1 1 18 BIELLA 1 42 8 1 40 2 42 7 0 1 8 1 1 9 VERBANIA 1 7 8 1 7 0 7 7 0 1 8 1 1 9 NOVARA 5 246 44 5

Dettagli

FISI - Federazione Italiana Sport Invernali - 35 Dati provinciali assoluti 2001

FISI - Federazione Italiana Sport Invernali - 35 Dati provinciali assoluti 2001 PIEMONTE TORINO 67 6091 1236 67 19 86 644 199 843 3744 1504 5248 6091 617 139 414 553 66 1236 10 10 1246 VERCELLI 9 596 208 9 11 20 32 9 41 412 143 555 596 101 28 69 97 10 208 10 10 218 BIELLA 17 1112

Dettagli

Distribuzione di Internet a livello generale (persone fisiche e giuridiche italiane e straniere): Ranking Regioni Numero domini registrati

Distribuzione di Internet a livello generale (persone fisiche e giuridiche italiane e straniere): Ranking Regioni Numero domini registrati Generale Anche per il 2009 la regione Trentino Alto Adige risulta essere la prima in termini di tasso di (numero dei domini rapportati alla popolazione). Distribuzione di Internet a livello generale (persone

Dettagli

FIB - Federazione Italiana Bocce - 07 Dati provinciali assoluti 2001

FIB - Federazione Italiana Bocce - 07 Dati provinciali assoluti 2001 FIB - Federazione Italiana Bocce - 07 Dati provinciali assoluti 2001 PROVINCIA Società Società Società Tesserati Tesserati Tesserati Tesserati Tesserati Tesserati società generale operatori sportive sportive

Dettagli

La domanda di lavoro delle imprese nel II trimestre 2013 aprile-giugno

La domanda di lavoro delle imprese nel II trimestre 2013 aprile-giugno ALIA ITA MONITORAGGIO TRIMESTRALE DI UNIONCAMERE DEI FABBISOGNI PROFESSIONALI DELLE IMPRESE ITALIANE A LIVELLO PROVINCIALE Dati provinciali La domanda di lavoro delle imprese nel II trimestre 2013 aprile-giugno

Dettagli

Numero di Sportelli Bancari in Italia negli anni *

Numero di Sportelli Bancari in Italia negli anni * Numero di Bancari in Italia negli anni 1998-2009 * Analisi statistica a cura di: Dipartimento Ricerche - Tidona Comunicazione Data di pubblicazione: Marzo 2010 Per gli aggiornamenti visitare la pagina:

Dettagli

SALDO POSITIVO PER LE IMPRESE EXTRACOMUNITARIE IN TESTA ALBANESI E MAROCCHINI

SALDO POSITIVO PER LE IMPRESE EXTRACOMUNITARIE IN TESTA ALBANESI E MAROCCHINI SALDO POSITIVO PER LE IMPRESE EXTRACOMUNITARIE IN TESTA ALBANESI E MAROCCHINI Nella classifica nazionale la Liguria occupa il secondo posto, dopo la Toscana, per incidenza delle imprese extracomunitarie

Dettagli

Campagna Solleciti REDITA 2011 Suddivisione per Sede INPS

Campagna Solleciti REDITA 2011 Suddivisione per Sede INPS Campagna Solleciti REDITA 2011 Suddivisione per Sede INPS Cod. Sede INPS Totale per Sede Provincia Regione 0100 7.177 AGRIGENTO SICILIA 0101 2.186 AGRIGENTO SICILIA 0200 6.206 ALESSANDRIA PIEMONTE 0300

Dettagli

speciale revisioni revisioni

speciale revisioni revisioni speciale revisioni 2 0 1 2 revisioni speciale CENTRI AUTORIZZATI Andamento ultimi 10 anni e stime 2013 (stime) * I dati sulle revisioni degli autoveicoli, motoveicoli e ciclomotori della regione Sicilia

Dettagli

c o m u n i c a t o s t a m p a

c o m u n i c a t o s t a m p a c o m u n i c a t o s t a m p a MOVIMPRESE NATALITA E MORTALITA DELLE IMPRESE ITALIANE REGISTRATE PRESSO LE CAMERE DI COMMERCIO ANNO 2017 46mila imprese in più nel 2017 (+0,7%), il 60% della crescita è

Dettagli

Le imprese a Bologna nel Maggio 2012

Le imprese a Bologna nel Maggio 2012 Le imprese a Bologna nel 2011 Maggio 2012 Capo Dipartimento Programmazione: Gianluigi Bovini Direttore Settore Statistica: Franco Chiarini Redazione: Stefano Venuti Le elaborazioni sono state effettuate

Dettagli

CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI: DATI REGIONALI

CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI: DATI REGIONALI CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI: DATI REGIONALI P.tta Gasparotto, 8-35131 Padova Tel. 049 8046411 Fax 049 8046444 www.datagiovani.it info@datagiovani.it CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI: DATI REGIONALI Il primo

Dettagli

FIPSAS - Federazione Italiana Pesca Sportiva e Attività Subaquee - 26 Dati provinciali assoluti 2001

FIPSAS - Federazione Italiana Pesca Sportiva e Attività Subaquee - 26 Dati provinciali assoluti 2001 sportive tesserati operatori sportive adulti omaggio tesserati societari di gara operatori federali altri generale PIEMONTE TORINO 101 7760 673 101 6974 734 52 7760 477 150 46 673 6 6 679 VERCELLI 59 3401

Dettagli

DITRIBUZIONE SU TERRITORIO ADERENTI AL FONDO PENSIONE FON.TE.

DITRIBUZIONE SU TERRITORIO ADERENTI AL FONDO PENSIONE FON.TE. DITRIBUZIONE SU TERRITORIO ADERENTI AL FONDO PENSIONE FON.TE. Aggiornamento al 15/10/2016 INDICE DISTRIBUZIONE ADERENTI AREA NAZIONALE... 2 DISTRIBUZIONE AREA CENTRO... 3 DISTRIBUZIONE LAZIO... 5 DISTRIBUZIONE

Dettagli

c o m u n i c a t o s t a m p a

c o m u n i c a t o s t a m p a c o m u n i c a t o s t a m p a Imprese: una su 10 è guidata da stranieri A marzo 2017 sono oltre 570mila, nel primo trimestre + 3.600 La crescita rallenta, ma gli stranieri fanno meglio degli italiani

Dettagli

cmg FIRE ATTITUDE ABRUZZO BASILICATA ANDRIANÒ FABRIZIO Provincia: Chieti, L Aquila, Pescara, Teramo

cmg FIRE ATTITUDE ABRUZZO BASILICATA ANDRIANÒ FABRIZIO Provincia: Chieti, L Aquila, Pescara, Teramo ABRUZZO ANDRIANÒ FABRIZIO Provincia: Chieti, L Aquila, Pescara, Teramo Tel.: 338 7339896 mail: fabrizio.andriano@gmail.com BASILICATA DANIELE RAFFAELE & FIGLI sas Provincia: Potenza Tel.: 335 6226928 mail:

Dettagli

24/09/2013. Unioncamere, le donne d impresa corrono : +5mila in un anno Il 12% è guidato da under 35, quasi il 6% da immigrate

24/09/2013. Unioncamere, le donne d impresa corrono : +5mila in un anno Il 12% è guidato da under 35, quasi il 6% da immigrate Unioncamere, le donne d impresa corrono : +5mila in un anno Il 12% è guidato da under 35, quasi il 6% da immigrate Le hanno un passo più veloce rispetto al totale delle. Considerando il periodo 2013-2012,

Dettagli

Variazione del Numero di Banche in Italia

Variazione del Numero di Banche in Italia TIDONA COMUNICAZIONE del Numero di Banche in Italia Anni: 2000-2014 Analisi statistica Tidona Comunicazione Srl - Via Cesare Battisti, 1-20122 Milano Tel.: 02.7628.0502 - Fax: 02.700.525.125 - - info@tidonacomunicazione.com

Dettagli

AeCI - Aereo Club d'italia - 01 Dati provinciali assoluti 2001

AeCI - Aereo Club d'italia - 01 Dati provinciali assoluti 2001 territoriali (altri altri nuclei motore / diporto modell. (amatori) aggregati tesserati nuclei) vela o sportivo PIEMONTE TORINO 1 247 26 1 5 6 245 0 0 0 2 247 26 1093 1366 0 VERCELLI 1 150 15 1 0 1 89

Dettagli

I Contratti di Rete Rassegna dei principali risultati quantitativi Elaborazioni Unioncammere su dati Infocamere (aggiornamento al 29 dicembre2012)

I Contratti di Rete Rassegna dei principali risultati quantitativi Elaborazioni Unioncammere su dati Infocamere (aggiornamento al 29 dicembre2012) I Contratti di Rete Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento al dicembre0) Il monitoraggio sui Contratti di rete di Unioncamere, su dati Infocamere, mette in luce che al dicembre 0 è

Dettagli

Comunicazioni inviate dai contribuenti al 31 Maggio 2007

Comunicazioni inviate dai contribuenti al 31 Maggio 2007 Comunicazioni inviate dai contribuenti al 31 Maggio 2007 Si precisa che dal mese di Marzo 2002 le comunicazioni conteggiate sono comprensive di quelle inviate dai Centri Di Servizio non più competenti.

Dettagli

PROVINCE CLASSI DI SCOPPIO DIESEL TOTALE REGIONI POTENZA N. CV N. CV N. CV

PROVINCE CLASSI DI SCOPPIO DIESEL TOTALE REGIONI POTENZA N. CV N. CV N. CV TAV.20 - Altre macchine agricole operatrici e motori vari nazionali ed estere secondo la classe di potenza ed il ciclo motore Province - Regioni - Ripartizioni - Situazione al 31 XII 2002 PROVINCE CLASSI

Dettagli

c o m u n i c a t o s t a m p a

c o m u n i c a t o s t a m p a c o m u n i c a t o s t a m p a RIEPILOGO DEI DATI PRINCIPALI Tab. 1 - Imprese registrate al 30 giugno 2015 per settore di attività e guidate da stranieri e confronto con il 30 giugno 2012 Valori assoluti

Dettagli

Imprenditori: la prima volta a 50 anni

Imprenditori: la prima volta a 50 anni Tel. 0392807521 0392807511 Imprenditori: la prima volta a 50 anni DA UNA PASSIONE FANNO NASCERE UN IMPRESA NEL 2013 PIÙ DI 13MILA ITALIANI OVER 50 SI INVENTANO IMPRENDITORI PER LA PRIMA VOLTA Tra i titolari

Dettagli

NORD EST CAMPIONE DI RACCOLTA DIFFERENZIATA

NORD EST CAMPIONE DI RACCOLTA DIFFERENZIATA NORD EST CAMPIONE DI RACCOLTA DIFFERENZIATA TREVISO, ROVIGO E PORDENONE LE PROVINCE PIÙ VIRTUOSE CON OLTRE IL 65% DI RACCOLTA DIFFERENZIATA MA L ITALIA NON HA ANCORA RAGGIUNTO L OBIETTIVO DEL 35% ENTRO

Dettagli

I Contratti di Rete. Rassegna dei principali risultati quantitativi. Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento all 1 marzo 2015)

I Contratti di Rete. Rassegna dei principali risultati quantitativi. Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento all 1 marzo 2015) I Contratti di Rete Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento all 1 marzo 2015) Il monitoraggio di Unioncamere sui Contratti di rete, su dati Infocamere, mette in luce che all 1 marzo

Dettagli

Competenza territoriale delle commissioni mediche ospedaliere

Competenza territoriale delle commissioni mediche ospedaliere Competenza territoriale delle commissioni mediche ospedaliere A richiesta di numerosi associati trascriviamo il decreto del Ministero della Difesa emesso il 21 dicembre 2006 e pubblicato in Gazzetta Ufficiale

Dettagli

Comunicazioni inviate dai contribuenti al 30 Giugno 2007

Comunicazioni inviate dai contribuenti al 30 Giugno 2007 Comunicazioni inviate dai contribuenti al 30 Giugno 2007 Si precisa che dal mese di Marzo 2002 le conteggiate sono comprensive di quelle inviate dai Centri Di Servizio non più competenti. IL DIRETTORE

Dettagli

segue 2015 Province e Regioni

segue 2015 Province e Regioni ESPORTAZIONI (valori assoluti in migliaia di euro) delle italiane 2016 2016 Torino 4.955.184 5.355.571 Perugia 641.629 714.548 Vercelli 444.448 531.100 Terni 276.224 269.552 Novara 1.136.612 1.199.391

Dettagli

Trasferimenti dall Italia: non solo Svizzera Aumentano le cancellazioni di residenza dall Italia: ecco dove si emigra

Trasferimenti dall Italia: non solo Svizzera Aumentano le cancellazioni di residenza dall Italia: ecco dove si emigra Trasferimenti dall Italia: non solo Svizzera Aumentano le cancellazioni di residenza dall Italia: ecco dove si emigra Trasferimenti di residenza: in forte aumento i Paesi extra UE. Osservando i dati Istat

Dettagli

Costruzioni: 136 mila imprese in Lombardia, 276 mila addetti e 30 miliardi di fatturato Perse 2 mila imprese in un anno e 13 mila in 5

Costruzioni: 136 mila imprese in Lombardia, 276 mila addetti e 30 miliardi di fatturato Perse 2 mila imprese in un anno e 13 mila in 5 Costruzioni: 136 mila imprese in Lombardia, 276 mila addetti e 30 miliardi di fatturato Perse 2 mila imprese in un anno e 13 mila in 5 Milano, 22 settembre 2016. 136 mila imprese, 276 mila addetti e 30

Dettagli

LA DINAMICA DELLE IMPRESE GIOVANILI, FEMMINILI E STRANIERE ( * ) IN LIGURIA NEL 2016

LA DINAMICA DELLE IMPRESE GIOVANILI, FEMMINILI E STRANIERE ( * ) IN LIGURIA NEL 2016 LA DINAMICA DELLE IMPRESE GIOVANILI, FEMMINILI E STRANIERE ( * ) IN LIGURIA NEL 216 Saldi positivi per giovani e stranieri, in calo le donne Nel 216 il saldo tra iscrizioni e cessazioni di imprese giovanili

Dettagli

Morosità / Altra causa. Regioni. Finita locazione. Necessità locatore TOTALE

Morosità / Altra causa. Regioni. Finita locazione. Necessità locatore TOTALE Situazione regionale Tab. 1 Regioni Necessità locatore Finita locazione causa TOTALE Piemonte 0 3 172 216 3.385 3.144 6.920 65,79 13.519 55,84 4.992 143,63 Valle d'aosta 0 0 1 1 68 76 146-4,58 335-19,47

Dettagli

L IMPRESA FEMMINILE IN LIGURIA

L IMPRESA FEMMINILE IN LIGURIA L IMPRESA FEMMINILE IN LIGURIA L imprenditoria femminile in Liguria conta 36.170 imprese a fine 2014 e il suo peso sull intero tessuto imprenditoriale è pari al 22,1%, superiore di mezzo punto percentuale

Dettagli

2. Imprenditori extracomunitari: dinamiche e confronti territoriali

2. Imprenditori extracomunitari: dinamiche e confronti territoriali 2. Imprenditori extracomunitari: dinamiche e confronti territoriali L analisi sull imprenditoria extracomunitaria è effettuata su dati Infocamere estratti dal Registro Imprese. Essi permettono di dare

Dettagli

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI DIREZIONE GENERALE DELL'IMMIGRAZIONE DIV. II DPCM 30.11.2010 - Domande e quote di conversione: da permesso di soggiorno CE per soggiornanti lungo periodo

Dettagli

Province: soglie per n. di abitanti (tab. suddivisione per Regioni)

Province: soglie per n. di abitanti (tab. suddivisione per Regioni) Province: soglie per n. di abitanti (tab. suddivisione per Regioni) In neretto i capoluogo di Regione Provincia Residenti Superficie (kmq) Numero. Comuni 1 Roma (Lazio) 4.194.068 5.352 121 2 Milano (Lombardia)

Dettagli

Tabella di dettaglio assunzioni docenti I grado 2012/2013

Tabella di dettaglio assunzioni docenti I grado 2012/2013 Tabella di dettaglio assunzioni docenti I grado 2012/2013 Regione Provincia Classe di Assunzioni concorso previste Abruzzo Chieti A028 3 Abruzzo Chieti A030 2 Abruzzo Chieti A032 0 Abruzzo Chieti A033

Dettagli

DOCUMENTO PER LA PREPARAZIONE DEL SITO E DEL NEGOZIO ELETTRONICO CONSIP PC6 Portatili Lotto2

DOCUMENTO PER LA PREPARAZIONE DEL SITO E DEL NEGOZIO ELETTRONICO CONSIP PC6 Portatili Lotto2 DOCUMENTO PER LA PREPARAZIONE DEL SITO E DEL NEGOZIO ELETTRONICO CONSIP PC6 Portatili Lotto2 Nome Cognome Alessio POZZI +39 0226593357 +39 3486506109 alessio.pozzi@fujitsu-siemens.com PIEMONTE VAL D AOSTA

Dettagli

nota (*) la provincia attualmente rientra nel parametro di 1000 alunni in media ogni istituto del I ciclo pag. 1 di 5

nota (*) la provincia attualmente rientra nel parametro di 1000 alunni in media ogni istituto del I ciclo pag. 1 di 5 studio medio le istituti.xls istituzioni calcolo ottimale (circoli didattici, montagna gli alunni ) al in Abruzzo Chieti 39.057 56 39 17 30 Abruzzo L' Aquila 39.084 45 39 6 13 Abruzzo Pescara 32.239 39

Dettagli

La crisi non scoraggia l imprenditoria etnica. In due anni la crescita è stata del +9,2% contro il -1,2% della media degli italiani.

La crisi non scoraggia l imprenditoria etnica. In due anni la crescita è stata del +9,2% contro il -1,2% della media degli italiani. La crisi non scoraggia l imprenditoria etnica. In due anni la crescita è stata del +9,2% contro il -1,2% della media degli italiani. In Italia il numero di imprenditori stranieri è cresciuto dall inizio

Dettagli

CCIAA MACERATA - Imprese Artigiane attive Regioni e Province italiane - Serie trimestrale

CCIAA MACERATA - Imprese Artigiane attive Regioni e Province italiane - Serie trimestrale CCIAA MACERATA - Imprese Artigiane attive Regioni e Province italiane - Serie trimestrale Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia-Romagna Friuli-Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche 2015 2016

Dettagli

CICLOMOTORI RUBATI CICLOMOTORI RINVENUTI REGIONI PROVINCIE

CICLOMOTORI RUBATI CICLOMOTORI RINVENUTI REGIONI PROVINCIE Piemonte Alessandria 159 102 125 117 85 124 60 40 35 26 27 36 Asti 112 81 75 59 41 45 31 23 42 24 10 13 Biella 87 63 56 65 42 41 13 13 19 21 22 9 Cuneo 150 110 131 134 69 52 19 26 31 35 31 17 Novara 177

Dettagli

Valle D'Aosta Aosta Totale

Valle D'Aosta Aosta Totale Statistica furti e rinvenimenti mezzi - 2004 Piemonte Alessandria 39 32 29 52 34 32 17 14 Asti 4 8 5 16 3 4 5 25 Biella 5 9 0 3 3 4 4 3 Cuneo 4 13 15 20 5 8 2 8 Novara 19 29 31 21 8 7 20 11 Torino 243

Dettagli

SEDI DI IMPRESA AGGIORNAMENTO DATI AL 31 AGOSTO 2016

SEDI DI IMPRESA AGGIORNAMENTO DATI AL 31 AGOSTO 2016 SEDI DI IMPRESA AGGIORNAMENTO DATI AL 31 AGOSTO 2016 PROVINCIA DI BRINDISI A cura della Camera di Commercio di Brindisi su dati Infocamere SEDI DI IMPRESA AGGIORNAMENTO DATI AL 31 AGOSTO 2016 Tav. 1 Consistenza

Dettagli

c o m u n i c a t o s t a m p a

c o m u n i c a t o s t a m p a c o m u n i c a t o s t a m p a MOVIMPRESE ARTIGIANI ANNO 2006 PMI: tra gli artigiani il 2006 premia solo l edilizia In aumento il numero delle imprese (+0,7%), ma si rafforza la selezione nei settori

Dettagli

Un confronto tra il primo semestre 2008 ed il primo semestre 2011

Un confronto tra il primo semestre 2008 ed il primo semestre 2011 IL PART-TIME IN ITALIA Un confronto tra il primo semestre 2008 ed il primo semestre 2011 PANEL DATA P.tta Gasparotto, 8-35131 Padova Tel. 049 8046411 Fax 049 8046444 www.datagiovani.it info@datagiovani.it

Dettagli

I LAVORATORI DIPENDENTI NEGLI ULTIMI 5 ANNI

I LAVORATORI DIPENDENTI NEGLI ULTIMI 5 ANNI I LAVORATORI DIPENDENTI NEGLI ULTIMI 5 ANNI Evoluzione dal 2006 al 2010 del lavoro dipendente in Italia P.tta Gasparotto, 8-35131 Padova Tel. 049 8046411 Fax 049 8046444 www.datagiovani.it info@datagiovani.it

Dettagli

15/10/2014. Consegnato OO.SS. 14 ottobre 2014

15/10/2014. Consegnato OO.SS. 14 ottobre 2014 Consegnato OO.SS. 14 ottobre 2014 Mobilità 2014 Analisi domande pervenute Il numero complessivo delle domande pervenute nel 2014 è 5366 così distribuite: Funzione totale domande MP 1174 SP 4158 CORPORATE

Dettagli

Posti disponibili Scuola dell'infanzia Situazione al 4 luglio 2005 Tipologia di Descrizione

Posti disponibili Scuola dell'infanzia Situazione al 4 luglio 2005 Tipologia di Descrizione Totale Abruzzo 257 Basilicata Matera AN comune 16 Basilicata Matera DH per minorati dell'udito 1 Basilicata Matera EH per minorati psicofisici 3 Basilicata Potenza AN comune 55 Basilicata Potenza CH per

Dettagli

Elaborazione flash. Ufficio Studi Confartigianato 08/03/2016

Elaborazione flash. Ufficio Studi Confartigianato 08/03/2016 -3,7-3,3-2,4-0,2 2,2 2011 I 2012 I 2013 I 2014 I 2015 I 2015-9,6-6,4-5,8-6,0-3,8-3,2-2,4-3,6-2,9-0,1-0,5-0,7-0,7 0,9 0,7 2,1 2,8 4,0 3,1 3,5 Elaborazione flash Ufficio Studi Confartigianato 08/03/2016

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Sicilia 1 7 Campania 1 7 Emilia Romagna 1 5 Veneto 8,0% 4 Basilicata 3 Calabria 3 Liguria 3 Piemonte 3 Valle d'aosta 2 Trentino Alto Adige 2 Puglia 2 Abruzzo 1 Sardegna 1 Lazio 1 Friuli Venezia Giulia

Dettagli

DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI TERRESTRI ED IL TRASPORTO INTERMODALE

DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI TERRESTRI ED IL TRASPORTO INTERMODALE Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI TERRESTRI ED IL TRASPORTO INTERMODALE Direzione Generale per la Motorizzazione Centro Elaborazione Dati Ufficio Statistiche ESITI

Dettagli

CAPITOLATO D ONERI - ALLEGATO A DISTRIBUZIONE TERRITORIALE DEI PUNTI DI VENDITA DI GIOCO IPPICO

CAPITOLATO D ONERI - ALLEGATO A DISTRIBUZIONE TERRITORIALE DEI PUNTI DI VENDITA DI GIOCO IPPICO CAPITOLATO D ONERI - ALLEGATO A DISTRIBUZIONE TERRITORIALE DEI PUNTI DI VENDITA DI GIOCO IPPICO Procedura di selezione per l affidamento in concessione dell esercizio dei giochi pubblici di cui all articolo

Dettagli

Elaborazione flash. Ufficio Studi Confartigianato Imprese Veneto 03/05/2017

Elaborazione flash. Ufficio Studi Confartigianato Imprese Veneto 03/05/2017 Elaborazione flash Ufficio Studi Confartigianato Imprese Veneto 03/05/2017 La situazione in Veneto Nel 2015 i reati di truffa, rapina e furto hanno interessato 276.287 vittime di 66 anni e oltre, di cui

Dettagli

Scuola secondaria. Scuola elementare di I grado

Scuola secondaria. Scuola elementare di I grado Distribuzione per provincia, regione e ordine scuola del contingente di 30.404 nomine per l'a.s. 2001/02 Personale docente materna elementare secondaria di I grado secondaria di II grado Sostegno contingente

Dettagli

L Identikit dell immigrato cinese

L Identikit dell immigrato cinese Studi e ricerche sull economia dell immigrazione L Identikit dell immigrato cinese Profilo Demografico Occupazione Imprenditoria Aspetti economici Dicembre 2013 La popolazione cinese in Italia e le sue

Dettagli

Il censimento della popolazione straniera

Il censimento della popolazione straniera 19 dicembre 2012 Il censimento della popolazione straniera Nel corso dell ultimo decennio la popolazione straniera residente in Italia è triplicata: da poco più di 1 milione e 300 mila persone nel 2001

Dettagli

DISOCCUPAZIONE ITALIA: TRENTINO AA (5,5%) E BOLZANO (4,4%) LE MIGLIORI, CALABRIA (22,2%) E NAPOLI (25,8%) LE PEGGIORI

DISOCCUPAZIONE ITALIA: TRENTINO AA (5,5%) E BOLZANO (4,4%) LE MIGLIORI, CALABRIA (22,2%) E NAPOLI (25,8%) LE PEGGIORI RAPPORTO LAVORO (5 maggio 2014 - a cura di Manageritalia e AstraRicerche) DISOCCUPAZIONE ITALIA: TRENTINO AA (5,5%) E BOLZANO (4,4%) LE MIGLIORI, CALABRIA (22,2%) E NAPOLI (25,8%) LE PEGGIORI Tra i giovani

Dettagli

Gli stranieri nell economia bresciana

Gli stranieri nell economia bresciana Gli stranieri nell economia bresciana Rapporto elaborato a cura dell Ufficio Studi e Statistica della Camera di Commercio di Brescia su dati Istat, Infocamere, Movimprese. Brescia, novembre 2014 La popolazione

Dettagli

7 RAPPORTO 2016 UIL(LUGLIO 2016) LA CASSA INTEGRAZIONE PER MACRO AREE, REGIONI E PROVINCE

7 RAPPORTO 2016 UIL(LUGLIO 2016) LA CASSA INTEGRAZIONE PER MACRO AREE, REGIONI E PROVINCE Servizio Politiche Attive e Passive del Lavoro 7 RAPPORTO 2016 UIL(LUGLIO 2016) LA CASSA INTEGRAZIONE PER MACRO AREE, REGIONI E PROVINCE ORE AUTORIZZATE LUGLIO2016 dati per macro area e regioni - (confronto

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI

DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 7: aggiornamento al 8//7 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega Engineering

Dettagli

Le imprese a Bologna

Le imprese a Bologna Le imprese a Bologna Aprile 2017 Capo Area Programmazione, Controlli e Statistica: Giacomo Capuzzimati Dirigente dell U.I. Ufficio Comunale di Statistica: Franco Chiarini Redazione a cura di: Paola Ventura,

Dettagli

SUL LAVORO DI. Gennaio. Febbraio In occasione. In itinere Senza. Senza mezzo di. di trasporto 5. In itinere. Con mezzo di.

SUL LAVORO DI. Gennaio. Febbraio In occasione. In itinere Senza. Senza mezzo di. di trasporto 5. In itinere. Con mezzo di. OSSERVATORIOO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 26: aggiornamento al 29/2/26 a cura dell Osservatorioo Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia. Reggio Calabria. Reggio Emilia. Vibo Valentia

Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia. Reggio Calabria. Reggio Emilia. Vibo Valentia Gorizia Pordenone Trieste Udine AAAA SCUOLA DELL'INFANZIA 3 3 8 0 3 EEEE SCUOLA PRIMARIA 7 3 5 7 7 8 6 3 3 6 9 A03 CHIMICA E TECNOLOGIE CHIMICHE A06 COSTRUZIONI TECNICO A07 DISCIPLINE ECONOMICO-AZIENDALI

Dettagli

Parte seconda AVVERTENZE

Parte seconda AVVERTENZE Parte seconda Infortuni sul lavoro e malattie professionali definiti e indennizzati dall INAIL AVVERTENZE In questa sezione sono riportate le statistiche relative ai casi di infortunio avvenuti e le malattie

Dettagli

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2014: aggiornamento al 30/04/2014 DATI INAIL NAZIONALI

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2014: aggiornamento al 30/04/2014 DATI INAIL NAZIONALI Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 204: aggiornamento al 30/04/204 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega Engineering su base dati Inail DATI INAIL NAZIONALI

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI

DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2016: aggiornamento al 31//2016 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI

DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 201: aggiornamento al 30//201 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2017: aggiornamento al 30/4/2017 DATI INAIL NAZIONALI

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2017: aggiornamento al 30/4/2017 DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 07: aggiornamento al 30//07 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega Engineering

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI

DATI INAIL NAZIONALI OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2017: aggiornamento al 31/7/2017 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI Anno 2016: aggiornamento al 31/7/2016

DATI INAIL NAZIONALI Anno 2016: aggiornamento al 31/7/2016 CE.S.I.L. RE Centro Studi Infortuni sul lavoro Reggio Emilia, 2//2016 Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro a cura del Centro Studi Infortuni sul Lavoro di Conflavoro Pmi Reggio Emilia

Dettagli

in w D l a.b s / R C H N U

in w D l a.b s / R C H N U UNHCR/s.BalDwiN L accoglienza dei richiedenti asilo e rifugiati nelle regioni italiane 1 1. A cura della Fondazione Migrantes in collaborazione con Cittalia 151 L accoglienza dei richiedenti asilo e rifugiati

Dettagli

Regione Sardegna. Agevolazioni alle imprese artigiane. DIREZIONE COMMERCIALE AGEVOLAZIONI, STUDI E RELAZIONI ISTITUZIONALI Cagliari, 10 dicembre 2009

Regione Sardegna. Agevolazioni alle imprese artigiane. DIREZIONE COMMERCIALE AGEVOLAZIONI, STUDI E RELAZIONI ISTITUZIONALI Cagliari, 10 dicembre 2009 Regione Sardegna. Agevolazioni alle imprese artigiane DIREZIONE COMMERCIALE AGEVOLAZIONI, STUDI E RELAZIONI ISTITUZIONALI Cagliari, 10 dicembre 2009 IL NUMERO DELLE IMPRESE ARTIGIANE REGIONE SARDEGNA:

Dettagli