Romanzo dei Tre Regni Il Romanzo dei Tre Regni I briganti Viaggio in Occidente Il sogno della camera rossa

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Romanzo dei Tre Regni Il Romanzo dei Tre Regni I briganti Viaggio in Occidente Il sogno della camera rossa"

Transcript

1 Il Romanzo dei Tre Regni, è un'opera scritta da Luo Guanzhong nel XIV secolo e narra della storia del popolo cinese alla fine della Dinastia Han, che aveva governato per quattro secoli, e della successiva divisione in tre regni, intorno al secondo secolo d.c. E' una delle opere che fa parte dei quattro grandi romanzi classici della cultura cinese 1 : Il Romanzo dei Tre Regni di Luo Guanzhong, circa; I briganti, noto anche come I ribelli di Liang Shan, Storia in riva all'acqua, Storia della palude, Sul bordo dell'acqua, di Shi Nai'an e Luo Guanzhong, 1368; Viaggio in Occidente, noto anche come Il re scimmia, Scimmiotto, di Wu Cheng'en, ; Il sogno della camera rossa, di Cao Xueqin, L'opera è suddivisa in 120 capitoli, con un migliaio di personaggi, per lo più di ispirazione storica. E' una delle opere più lette sia nella Cina imperiale che in quella moderna. In Asia, i bambini leggono il libro come fanno con le favole, mentre i politici lo utilizzano per le loro strategie, gli studiosi per acquisire saggezza, i genitori per avere delle linee guida, tutti come forma di intrattenimento. Un detto coreano recita: Puoi discutere della vita dopo aver letto il Romanzo dei Tre Regni. E il più famoso commentatore cinese, Mao Zonggang, che visse nel 17 secolo all'inizio della dinastia Qing ( ), ha scelto Sette Splendidi Libri, ponendo il Romanzo dei Tre Regni al primo posto. Il motivo di questa scelta, così come del successo dell'opera è dovuta a due motivi principali: Per prima cosa, la lotta per il dominio dell'impero nel periodo dei Tre Regni è la più entusiasmante di tutte. Mai il mondo aveva visto così tanti talenti comparire nella stessa era; gran parte di loro sono figure importanti che hanno lasciato dei segni permanenti in diversi campi come quello militare, politico, letterario, morale, e quello della cultura popolare; i loro nomi vengono menzionati in molte testimonianze storiche. In secondo luogo, l'autore del libro è uno dei romanzieri più talentuosi che la Cina abbia mai visto. Scrivere un romanzo con un tema principale è molto più difficile che scrivere degli annali. Negli annali ogni argomento è trattato separatamente; ma nel Romanzo dei Tre Regni, sistemare un enorme numero di dettagli in una narrazione continua, rendendola allo stesso tempo consistente ed accattivante, è il più grande successo dell'autore. Secondo la tradizione, Luo Guanzhong è l'autore dell'edizione moderna del libro. Nato all'inizio del 14 secolo, era uno studioso all'epoca della Dinastia Ming ( ), ma non assunse l'incarico. Egli viaggiò invece lungo il paese con il titolo di Uomo di Tutti i Laghi e i Mari. Circa trecento anni dopo Luo Guanzhong, Mao Zonggang pubblicò l'opera originale e rese popolare la nuova edizione. Ma l'origine del libro può essere rintracciata all'epoca della Dinastia Jin ( d.c.). Si riteneva che Chen Shou fosse stato il primo a scrivere le Cronache dei Tre Regni. Egli era un ufficiale della corte di Shu-Han, e in seguito lavorò per Jin come storico dopo la sottomissione di Shu-Han. La prima edizione aveva 61 capitoli (26 storie di Wei, 15 storie di Shu, e 20 storie di Wu). Un secolo dopo Chen Shou, l'imperatore Wen della dinastia Liu-Song commissionò a Pei Songzhi la pubblicazione del lavoro. Pei Songzhi raccolse un gran numero di resoconti e fatti storici e li aggiunse al libro, e questa nuova edizione di 65 capitoli divenne una diffusa fonte storica riguardo il periodo dei Tre Regni. Il libro subì vari cambiamenti e variazioni, finché Luo Guanzhong lo combinò con molte fonti e riscrisse il capolavoro che diede vita all'edizione di Mao, che ci è stata tramandata fino ad oggi. 1 Ci sarebbe un quinto romanzo da annoverare tra i classici della letteratura cinese: La prugna nel vaso d'oro ma è stato bandito a causa dei contenuti espliciti riguardo al sesso.

2 1. Origine del popolo (Antichità) Gli abitanti della Cina sono noti al mondo come cinesi. Si autodefiniscono il popolo di Han. Dato che Han è il nome di una dinastia, esso non indica con esattezza l'origine del popolo. Sono state avanzate molte teorie, basate più che altro su miti religiosi, circa l'origine dei primi abitanti della Cina; ma per poter verificare la loro correttezza occorrono ulteriori scoperte scientifiche. Tutti i resoconti, comunque, concordano che il bacino del Fiume Giallo fosse la culla della cultura cinese, e che i loro antenati fossero un popolo nomade che, cinque o seimila anni fa, è migrato dall'asia nordoccidentale e infine si sia stanziato nella parte centrosettentrionale del territorio ora noto come Cina. Hanno imparato presto come arare il terreno e produrre grano. Col passare del tempo, gli abitanti si sono suddivisi in tribù governate da capi. Frequenti erano le lotte con gli aborigeni e tra le differenti tribù. Come conseguenza di questi scontri, gli abitanti originari vennero respinti in ogni direzione, e al capo più potente venne riconosciuto comando. Sulla durata complessiva di questo stato di cose la storia tace. Ciò che sappiamo su questo periodo si basa in gran parte sulla legge dell'evoluzione, comune a tutti i popoli. 2. Era mitologica ( a.c.) 2.1. L'Età dei Tre Sovrani Divini Ad ottenere il primo rango tra i capi è Fuxi, o Domatore di Animali. Egli insegnò ai suoi sudditi come cacciare gli animali e pescare con le reti e allevare animali domestici per ottenere cibo. Egli è anche l'inventore del sistema di scrittura che, con i miglioramenti e le modifiche delle epoche successive, è stato tramandato a noi nella forma dei moderni caratteri cinesi. Prima di Fuxi, viveva in epoca prestorica un sovrano, chiamato Sui Jen, Creatore del Fuoco. Come implica il nome, si riteneva che fosse l'uomo che per la prima volta portò il fuoco dal cielo e lo impiegò nella preparazione del cibo. Prima della sua venuta il popolo viveva come bestie selvatiche e mangiava cibo crudo. Circa 1300 anni dopo Fuxi, il trono venne preso da Shennong, o Dio dell'agricoltura, il quale insegnò al popolo l'arte dell'agricoltura e l'uso di erbe come medicinali. I tre suddetti sovrani vengono comunemente citati dagli storici come i Tre Sovrano Divini. 2.2 Il Sovrano Giallo I successori di Shennong furono tutti sovrani di abilità inferiore, e inadatti a fermare le invasioni delle tribù selvagge, il cui soggiogamento venne lasciato a Huang Di, o Imperatore Giallo. Egli era un guerriero oltre che uno statista. Divenne immortale grazie alla famosa battaglia di Zhuo Lu, in cui usò una bussola per localizzare il capo nemico e sconfiggerlo. Il capo nemico era tra quelli rimasti uccisi in battaglia, e si ritiene che questa vittoria abbia preparato la via per uno stanziamento cinese permanente nel Regno Centrale. Dopo la conquista degli aborigeni, Huang Di venne posto sul trono. Egli prese il suo titolo dal colore della terra, ritenendo di essere arrivato al potere in virtù di essa. Il suo regno si espanse a nord e ad ovest fino al deserto, ad est fino all'oceano, e a sud verso il Grande Fiume (Yangtze). Era il più vasto impero noto in Cina all'epoca. Il suo governo durò 100 anni, un secolo di progresso e illuminazione. E' credenza comune che egli sia stato l'inventore di barche, carri, archi, frecce, strumenti musicali di bambù, monete di rame,

3 calendari, e sistemi di misurazione delle distanze e dei pesi, e altro ancora. I suoi scrittori inventarono sei sistemi di scrittura, costruirono un Mappamondo Celeste, e registrarono i movimenti delle stelle. Sua moglie insegnò al popolo come allevare bachi da seta e come tesserla, ed era considerata la dea dell'industria della seta. Huang Di, suo nipote, il suo pronipote, Yao, e Shun vengono comunemente indicati come i Cinque Sovrani Yao e Shun ( a.c.) Yao: Gli storici cinesi in genere considerano l'ascesa di Yao come l'alba della storia autentica. Il primo atto ufficiale di Yao fu di dare al proprio popolo un calendario più esatto di quello precedentemente esistente. Questo sistema venne tramandato a tutte le epoche successive. Chiunque aveva accesso alla corte per offrire un suggerimento o una critica. Non veniva presa alcuna decisione senza il consiglio e il consenso dei capi dei signori feudali; e, come risultato, la sua amministrazione fu un grande successo. La prosperità della nazione, tuttavia, venne temporaneamente turbata da un'alluvione lungo tredici anni che iniziò nel sessantacinquesimo anno del regno di Yao. Fu un terribile disastro, e Yao fu molto addolorato per le sofferenze del suo popolo. Con qualche esitazione, il grande compito di ridurre il livello dell'acqua venne assegnato a Gun, che fallì, e per questo fallimento e altri crimini, venne messo a morte da Shun, genero di di Yao e co-sovrano. Per strano che possa sembrare, Yu, figlio di Gun, venne raccomandato al trono da Shun. Yu impiegò otto anni per finire il lavoro. Invece di costruire alte dighe come aveva fatto suo padre, egli aumentò la profondità dei letti dei fiumi esistenti e creò tanti canali quanti erano necessari per trasportare le acque al mare. Per il suo grande successo di ingegneria, egli divenne presto l'idolo della nazione. Saremmo diventati pesci se non fosse stato per Yu è un detto che ci è pervenuto da quei giorni Shun: Yao governò per 100 anni. Dal settantatreesimo anno del suo regno, tuttavia, Shun fu effettivamente a capo del governo e agì come reggente. Yao morì all'età di 117 anni; e, poiché non era contento della condotta di suo figlio, lasciò il trono a Shun. Dopo la morte di Yao, Shun rifiutò di prendere il trono che gli era stato lasciato. Evidentemente voleva dare al figlio di Yao un'opportunità di succedere al suo illustre padre. L'opinione pubblica, tuttavia, era così fortemente a favore di Shun che, alla fine dei tre anni di lutto, egli assume con riluttanza il titolo reale. Come abbiamo detto, Shun era il genero di Yao. È naturale pensare che occorra essere un principe, o un alto ufficiale, per poter diventare il genero di un sovrano. Shun non era nessuno dei due. Non era che un contadino, la cui vita precedente era tutt'altro che felice. Secondo la tradizione, sua madre morì quando era giovane, e suo padre si risposò ed ebbe altri figli. Alla sua matrigna non è mai piaciuto; e, sotto la sua influenza, il padre, che era cieco, e i suoi fratellastri cominciarono ad odiarlo. Shun non si lamentò mai, e alla fine la sua devozione superò ogni pregiudizio. La sua fama si diffuse in lungo e in largo e raggiunse presto l'orecchio di Yao, che cominciava a sentire il peso del governo. Poiché Shun venne raccomandato al sovrano dai signori feudali come l'uomo più adatto ad essere successore, Yao gli diede entrambe le sue figlie in matrimonio. Così all'età di 30 anni, Shun fu costretto ad abbandonare la vita da contadino per condividere le responsabilità di governare un impero. Le abilità amministrative di Shun presto giustificarono la fiducia riposta in lui da Yao. Egli richiamò dalla loro vita privata molte persone capaci perché prendessero parte all'amministrazione del governo, e non esitò un istante a punire coloro che erano indegni della sua fiducia. Tra i primi, Yu il Grande era il suo primo ministro. Shun fu l'autore del sistema secondo il quale a tutti i ministri direttamente responsabili verso il trono veniva richiesto di rendere un accurato resoconto della loro

4 amministrazione e dei loro dipartimenti ogni tre anni. In seguito egli stabilì una regola secondo cui il principe feudale dovesse fare rapporto di persona alla corte reale ogni anno e che il signore o re dovesse fare un giro d'ispezione ogni cinque anni. Shun governò come imperatore per 47 anni e gli successe Yu il Grande. Yao e Shun vengono considerati come i sovrani ideali in Cina. Gran parte della loro impareggiabile popolarità è indubbiamente dovuta agli elogi di Confucio e dei suoi studenti, che hanno conferito loro ogni virtù nota agli uomini. Vengono venerati non per le gesta compiute, ma per le vite irreprensibili che hanno condotto. Sono modelli come uomini e sovrani, e la loro epoca è generalmente accettata come l'età dell'oro della storia cinese. Non può essere concesso più grande onore a un imperatore cinese che paragonarlo a Yao e Shun. 3. La Dinastia Xia ( a.c.) 3.1. Yu il Grande: Seguendo l'esempio di Yao, Shun fece di Yu il suo co-sovrano nel ventitreesimo anno del suo regno. Yu pertanto era effettivamente al potere quando Shun morì; ma ansioso di dare a suo figlio una possibilità, egli tentò di ritirarsi. Tuttavia, il suo grande successo nel restaurare le terre allagate e i suoi successivi servigi verso lo stato, avevano da tempo eclissato l'aspirante erede. Quando il popolo dovette decidere tra uno statista esperto e uno che non aveva altre rivendicazioni al trono se non quelle basate sulla sua nascita, la loro preferenza andò naturalmente al primo. Così, dopo il periodo di lutto, Yu venne eletto al trono. Egli spostò la capitale ad Anyi, e adottò il nome del suo precedente principato, Xia, come nome della dinastia che da allora fondò. Per mostrare la sua gratitudine, egli nominò i figli di Shun e Yao signori feudali dei territori chiamati Tang e Yu, rispettivamente. Yu, da sovrano, desiderava mantenersi in stretto contatto con il suo popolo, e fece appendere all'entrata della sua corte cinque strumenti: un tamburo, un gong, un bianqing 2, una campana, e un sonaglio. Il tamburo era per annunciare l'arrivo di un visitatore che desiderasse discutere con lui di qualunque virtù dovesse ornare un monarca. Suonando il gong, colui che disapprovava la condotta del re poteva essere ammesso ad udienza. Se qualcuno aveva notizie importanti, o sofferenze personali da comunicare, non doveva far altro che colpire il bianqing, o suonare la campana, a seconda della causa, in modo da ottenere l'ammissione; mentre il re era sempre pronto ad ascoltare qualunque ricorso riguardo le sentenze pronunciate dai suoi giudici ogniqualvolta sentiva suonare il sonaglio. Questi strumenti tenevano il re così tanto occupato che, come gli storici ci informano, egli tardava sempre al suo pasto di mezzodì. La scoperta di spiriti inebrianti risale ai tempi di Yu; ma Yi Di, lo scopritore, venne licenziato dal pubblico servizio dal sovrano, il quale disse alla presenza dei ministri: Verrà il giorno in cui il liquore costerà il regno a qualcuno. Come monumento alla sua grandezza, Yu, nel quarto anno del suo regno, fece forgiare nove treppiedi di metallo, e incise su ciascuno di essi descrizioni delle Nove Regioni. Questi emblemi di regalità vennero in seguito posizionati nel tempio ancestrale di Yu. Poiché Yu aveva novantatré anni quando salì al trono, egli non governò a lungo prima che la morte ponesse fine alla sua illustre carriera durata ottant'anni. La Dinastia Xia è degna di nota per il fatto che dopo Yu il trono cessò di essere elettivo e divenne ereditario. Tuttavia non si può attribuire a Yu alcun motivo egoistico. Gao Yu, al quale avrebbe volentieri ceduto il trono, era morto. Poiché il suo unico figlio, Ji, aveva ereditato gran parte delle sue virtù regali, era naturale che il popolo, che aveva molto da dire sulla questione, insistesse, come fece, che Ji ereditasse il trono. Quello di Ji fu un regno di prosperità e pace. 2 Antico strumento cinese a percussione: consiste in due o tre file di pietre piatte a forma di L appese a due pali orizzontali.

5 3.2. Jie e Mei Xi: Dopo oltre quattordici re, giungiamo ai giorni del noto Jie, il diciassettesimo e ultimo re di Xia. Jie era un uomo dalla forza straordinaria, ma non era uno statista. Egli conquistò molte tribù che si erano rifiutate di sottomettersi alla sua autorità; ma le sue conquiste militari lo resero arrogante, testardo, e crudele, ed egli divenne stravagante e immorale. Egli rifiutava il consiglio dei saggi, e spendeva il suo tempo con donne di malaffare, la più nota delle quali era Mei Xi. Mei Xi era bella ma perfida. Era stata data a Jie come riscatto da un nobile che il re aveva umiliato. E' credenza comune che sia stata in gran parte responsabile del crollo della Dinastia Xia. Secondo la tradizione, vi era un lago pieno di liquore nel palazzo di Jie. Ad un dato segnale, tremila persone saltarono in questo lago e bevvero come bestie, poiché la condotta ubriaca di tali festanti era il principale divertimento del re e della sua concubina reale. Per compiacerla, venne costruito un palazzo sotterraneo ad un costo immenso. Qui Jie godeva di ogni sorta di vizio giorno e notte mentre gli affari di stato venivano completamente trascurati. Dovettero fare ricorso anche una tassazione extra, in modo da fornire mezzi per venire incontro alle grandi spese di Jie; ma questa cosa alienò a tal punto i cuori del popolo che ebbe inizio una ribellione guidata da un nobile virtuoso di nome Tang. La resistenza opposta era poca, e Jie, dopo aver condotto una vita per lo più sregolata per cinquantatré anni, morì in esilio. 4. La Dinastia Shang ( a.c.) 4.1. Tang, il Fondatore della Dinastia: Tang, il quale si diceva fosse disceso dal ministro dell'educazione in carica sotto Shun, fu il fondatore della Dinastia Shang, che prese il nome dal principato affidatogli per i suoi servigi. La capitale venne spostata a Bo per questa nuova famiglia di sovrani. La battaglia di Ming Diao, che si concluse col rovesciamento di Jie, diede a Tang il titolo di Vittorioso. Infatti, la sua rivoluzione fu la prima ad avere successo secondo la storia cinese registrata. E' dichiarato che egli dopo non fu mai più felice, poiché temeva che l'aver preso le armi contro Jie, il suo sovrano, potesse essere considerato nelle epoche successive come una forma di usurpazione. Uno dei suoi ministri tentò, con un abile discorso, di convincerlo che ciò che aveva fatto era in stretto accordo con il volere del Cielo, poiché Jie aveva peccato contro il Cielo e gli uomini. Questa visione viene pienamente condivisa dagli studenti confuciani, i quali non solo esonerano Tang, ma lo annoverano tra i sovrani dell'antichità degni di lode. Una spaventosa siccità ebbe inizio nel secondo anno del regno di Tang e durò sette anni. La sofferenza tra la popolazione andava oltre ogni possibile descrizione. Venne coniata moneta e distribuita gratuitamente tra i poveri, ma questo placò a stento la situazione. Avendo esaurito tutti i mezzi in suo possesso, Tang alla fine si appellò a Dio recandosi presso un boschetto di more e offrendo lì le sue preghiere. Egli confessò i suoi peccati e offrì la propria vita a beneficio del popolo. Non distruggere il mio popolo, egli disse, a causa dei miei peccati! La risposta alla sua preghiera fu una pioggia copiosa. Tang era così contento del risultato del suo appello al Cielo, che compose un inno al quale diede il titolo di Bosco di More Tai Jia: Poiché il figlio di Tang era morto prima di lui, Tai Jia, suo nipote, salì al trono dopo la sua morte. Questo sovrano era debole e venne presto condotto fuori strada da cattivi ministri. Fortunatamente per lui e per la dinastia, Yi Yin, che aveva posto la corona sulla testa di Tang, era vicino. Diverse volte egli protestò con il giovane sovrano richiamando l'attenzione sulle buone qualità che distinguevano Tang e sulle cause del crollo della Dinastia Xia. A tutto questo Tai Jia era sordo. Yi Yin, il quale preferiva commettere un'irregolarità piuttosto che vedere un impero cadere a pezzi per le follie di Tai Jia, decise di prendere delle misure forti. Tai Jia venne detronizzato e costretto a

6 vivere vicino alla tomba di Tang, mentre Yi Yin assunse l'esercizio delle funzioni reali in qualità di reggente. Questa azione senza precedenti da parte di Yi Yin ebbe un effetto in gran parte salutare, poiché il cambio di ambiente produsse una completa trasformazione su Tai Jia, il quale ritornò al termine dei tre anni a Bo, come un uomo completamente pentito e un sovrano competente. Yi Yin fu contento di restituirgli tutti i poteri reali. Fu quest'atto di Yi Yin, più che i suoi servigi nel costruire un impero, a renderlo immortale. Se avesse fatto bene a detronizzare temporaneamente il re fu una questione aperta, finché un verdetto finale non venne offerto da Mencio, il quale riteneva che il fine giustificasse ampiamente i mezzi. Questo evento storico attesta a che punto arrivasse il potere esercitato da un primo ministro a quei tempi Wu Ding: Wu Ding, il ventesimo sovrano, è famoso per due cose: il modo in cui ottenne i servigi di un abile ministro e la spedizione che condusse contro i Tartari. Secondo la tradizione, Wu Ding non pronunciò una sola parola durante il periodo di lutto, ma diede il permesso al suo primo ministro di gestire le questioni di stato per lui. Quando il periodo di lutto ebbe termine, il primo ministro si dimise per ragioni di età. Trovare il successore per un uomo così brillante non era un compito facile. Wu Ding, pertanto, si appellò a Dio, e un uomo si rivelò a lui in sogno. Egli fece un disegno dell'uomo del suo sogno e ordinò che venisse effettuata una ricerca. Alla fine trovarono un muratore che corrispondeva alla descrizione data e che venne introdotto immediatamente al cospetto di Wu Ding. Il re era molto compiaciuto delle parole del muratore e lo nominò Primo Ministro all'istante. Quest'uomo era Fu Yue. Gli storici moderni ritengono che Wu Ding conoscesse bene Fu Yue, e che il sogno fosse solo un pretesto da parte del re che non desiderava innalzare un muratore ad un incarico così importante come quello di primo ministro senza una scusa migliore della conoscenza che aveva dell'uomo. Fu Yue, comunque, dimostrò di essere l'uomo giusto per la situazione; poiché, sotto la sua guida, il paese prosperò all'interno e venne rispettato all'esterno. Nel 1293 a.c. vi fu una spedizione contro le Terre dei Demoni, come erano noti i Tartari all'epoca. Questa guerra durò tre anni, e si concluse con una temporanea nuova linfa vitale per la Dinastia Shang. I nobili si ammassarono di nuovo alla corte di Wu Ding con tributi. Sfortunatamente i successori di Wu Ding non furono in grado di fermare l'ascesa al potere di uno stato occidentale che stava raggiungendo il suo culmine Re Zhou e Daji: La Dinastia Shang terminò con un tiranno, il ventiquattresimo re, Re Zhou. Egli era un uomo talentuoso, ma senza alcun principio. Di carattere, somigliava molto a Jie, l'ultimo sovrano della casata Xia. Come lui, Re Zhou venne aiutato in gran parte nella pratica del vizio da una donna. Il suo nome era Daji. Quando udì della sua bellezza, egli condusse un'armata ad attaccare suo padre, un nobile di Su, e lo costrinse ad cederla come concubina per il sovrano. Re Zhou presto divenne uno schiavo inerme che condivideva il suo malvagio volere. Ella evidentemente non trovava attraente l'idea di un palazzo sotterraneo. Per soddisfare la sua vanità, Re Zhou costruì la Torre del Cervo, la più grande struttura nota a quel tempo. L'opera venne completata in sette anni e costò un incredibile somma di denaro. Sfortunatamente, questa grande opera d'architettura perì insieme a lui, il quale la diede alle fiamme e bruciò se stesso all'interno, quando non vide più alcuna speranza per la sua salvezza. Re Zhou, che era persino peggio di Jie, permise a Daji di interferire con la gestione del suo governo, poiché ella era la gallina che annuncia l'alba del giorno. Per sigillare le labbra dei timorosi, ella condannò a morte tutti coloro che osavano protestare con il re facendoli arrampicare su un pilastro di rame incandescente. Persino lo zio del re perse la vita. Diserzione e ribellione erano all'ordine del giorno. Ottocento nobili si unirono alla bandiera di Chou Fa, il cui esercito contava solo tremila uomini. Re Zhou non era il tipo da cedere il regno senza

7 lottare. Fu radunata un'immensa armata e l'ultima resistenza venne effettuata a Mu Yie. I soldati reali si rifiutarono di combattere e il risultato fu la morte di Re Zhou e la fine della Dinastia Shang. 5. La Dinastia Zhou ( a.c.) 5.1. Introduzione La Dinastia Zhou segna l'inizio di una nuova epoca nella storia cinese. Con essa ha inizio la storia autentica. In essa vanno cercate le origini e i principi della civilizzazione cinese. La Dinastia Zhou fu per la Cina ciò che la Grecia fu per l'europa; poiché la maggior parte dei costumi, delle leggi, e delle istituzioni che vediamo oggi ci sono tramandate da questo periodo. La sua storia assomiglia a quella dell'europa del diciassettesimo e diciottesimo secolo. L'ascesa e la nascita delle filosofie in questo periodo hanno contribuito a rendere il nome di Zhou particolarmente memorabile. Per amore di convenienza, questa lunga dinastia può essere divisa in tre periodi: il primo, Zhou Occidentali, abbraccia l'ascesa della dinastia fino allo spostamento della capitale ad est; il secondo, l'età del Feudalesimo, o Periodo di Primavere e Autunni; e il terzo, l'età dei Sette Stati, o Periodo degli Stati Combattenti Zhou Occidentali ( a.c.) 5.2.a. Storia iniziale: Il fondatore della Dinastia Zhou, Wu Wang, il Re Militare, era di distinta ascendenza, poiché discendente di Ji, il Ministro dell'agricoltura sotto Shun. Uno di questi discendenti di Ji introdusse l'arte dell'agricoltura tra le tribù selvagge della parte occidentale dell'impero e costruì una città a Bin. Qui la sua famiglia continuò a vivere in pace per cento anni. Nel 1236 a.c., tormentati dalle costanti incursioni dei barbari, migrarono in direzione est verso Ji, e diedero a questo nuovo stanziamento il nome di Zhou. Grazie al lavoro di un certo numero di persone valide, questa piccola cittadina divenne il centro della civilizzazione. La sua crescita fu molto rapida. Al tempo di Wen Wang, o il Re Studioso, padre del fondatore della dinastia, era una città di importanza maggiore rispetto alla capitale dell'impero, poiché era la capitale di due terzi dell'impero. I frutti del suo governo benevolente vennero colti alla fine dal figlio, Wu Wang, o Re Militare. 5.2.b. Wu Wang: Dopo essere asceso al trono, vacante dopo la morte di Re Zhou, tra le acclamazioni dei nobili che si erano alleati con lui, Wu Wang si impegnò ad organizzare un governo pacifico. Il suo primo atto fu di mettere in libertà gli infelici che erano stati imprigionati da Re Zhou non per loro colpa. Tra loro vi era uno di nome Qi Zi, che era lo zio di Re Zhou, e un uomo di grande cultura. Egli spiegò le regole del governo, e poi scappò in Corea, dove venne eletto sovrano. Evidentemente non aveva desiderio di diventare un ufficiale sotto la dinastia appena stabilitasi. Per ordine del re, Daji, che aveva causato la morte di così tanti uomini e donne innocenti, pagò la punizione con la sua vita. Le immense scorte di grano che erano state immagazzinate da Re Zhou e i tesori che aveva accumulato vennero distribuiti ai poveri; i soldati vennero congedati; i cavalli e i buoi vennero dati ai contadini per scopi agricoli; vennero stanziate scuole; e costruite case per gli anziani. Venne fondata una nuova città a Hao, che da allora divenne la capitale dell'impero. Wu Wang morì all'età di novantatré anni, dopo aver governato come sovrano per sette anni. 5.2.c. Duca di Zhou: Dei numerosi grandi uomini che avevano arricchito la corte di Wu Wang, al Duca di Zhou, suo fratello minore, va il primo posto. Fu lui a completare ciò che era rimasto incompiuto da Wu Wang, poiché la morte di quest'ultimo lasciò sul trono un ragazzo di tredici anni,

8 e la responsabilità di governare ricadde sul duca, che era il reggente. Come statista e legislatore, il Duca di Zhou scrisse un classico noto come I Riti di Zhou, che è un monumento permanente della sua grandezza; da generale, egli schiacciò un'ostinata ribellione capeggiata da Wu Geng, figlio di Re Zhou, e aiutata da altri zii del giovane re, che Wu Wang aveva assegnato a posizioni di grande responsabilità; e come filosofo, le epoche si sono pronunciate su di lui definendolo secondo solo a Confucio. Il nome di quest'uomo è strettamente associato alle principali istituzioni della Dinastia Zhou. 5.2.d. Divisioni dell'impero: Il sistema feudale era senza dubbio una conseguenza del governo tribale delle prime epoche. Esisteva durante le Dinastie Xia e Shang, ma il Duca di Zhou lo perfezionò tramite l'introduzione di cinque ordini di nobiltà, ossia duchi, marchesi, conti, visconti, e baroni. Un duca o un marchese veniva incaricato di governare su un territorio di 160 chilometri quadrati; un conte, su 110 chilometri quadrati; e un visconte o un barone, su 80 chilometri quadrati. Questi erano classificati come stati di prima, seconda e terza classe rispettivamente. Gli stati, la cui area era inferiore agli 80 chilometri quadrati, non avevano rappresentazione diretta alla corte dell'imperatore ed erano obbligati a inviare i loro tributi ad uno stato di prima classe confinante. Vi erano nove regioni nell'impero. Con l'eccezione del territorio riservato come dominio dell'imperatore, ciascuna regione conteneva 30 stati di prima classe, 60 di seconda classe, e 120 di terza classe, o un totale di 210 stati feudali. Il dominio dell'imperatore era diviso tra i ministri esecutivi della sua corte e includeva nove stati di prima classe, ventuno di seconda classe, e sessantatré di terza classe. All'inizio della Dinastia Zhou, il numero totale di stati feudali era Le successive guerre civili tra questi stati infine ne ridussero il numero a sette. La Dinastia Zhou raccolse molti benefici dalla muraglia di stati feudali attorno alla Casa dell'imperatore, eretta dal Duca di Zhou. Furono le armate di questi stati a salvarla dagli orrori dell'invasione barbarica; e, quando il suo potere fu sprofondato, fu la gelosia tra essi a prolungare la sua esistenza. 5.2.e. Governo: Delle istituzioni politiche delle due precedenti dinastie, conosciamo molto poco. I più alti ufficiali degli imperatori della Dinastia Zhou erano il Grande Tutore, il Grande Istruttore, e il Grande Guardiano, con un assistente per ciascuno. I loro incarichi erano puramente didattici. L'amministrazione del governo era affidata ad un gabinetto consistente nei capi dei seguenti sei dipartimenti: il Ministro Celestiale o Ministro degli Interni, il Ministro della Terra o Ministro del Tesoro, il Ministro Primaverile o Ministro dei Riti e della Religione, il Ministro Estivo o Ministro della Guerra, il Ministro Autunnale o Ministro della Giurisprudenza, il Ministro Invernale o Ministro dei Lavori Pubblici. Ciascun ministro del gabinetto aveva un corpo di sessanta ufficiali subordinati sotto di lui. Il numero totale degli ufficiali esecutivi, pertanto, era 360, corrispondente al numero dei corpi celesti allora conosciuti. All'esterno del dominio dell'imperatore, venivano nominati i capi feudali. Erano di gradi differenti, e il numero degli stati soggetti alla loro supervisione variava da cinque, per uno del grado più basso, a 210 per uno del grado più alto, o Signore di una Regione. 5.2.f. Tassazione: Subito dopo la riduzione del livello delle acque da parte di Yu il Grande, venne inaugurato un sistema di tassazione, noto come Sistema Tributario. La Dinastia Shang introdusse un altro sistema familiare chiamato Sistema dei Sussidi. Ciascun uomo capace e un gruppo di famiglie riceveva terra dal governo ed era tenuto a pagare come tassa una parte della produzione dello stesso. Il sistema adottato dalla Dinastia Zhou era una combinazione dei due, il sistema tributario per le città più affollate e il sistema dei sussidi per i distretti remoti. Il popolo di Zhou era tassato anche in base al lavoro, il periodo di tempo per il quale un uomo doveva lavorare per il governo variava a seconda della condizione del raccolto di quell'anno.

LA CIVILTÀ CINESE. Dove. Lavoro sul testo. La civiltà cinese è nata lungo il Fiume Giallo, che scende dalla catena dell Himalaya.

LA CIVILTÀ CINESE. Dove. Lavoro sul testo. La civiltà cinese è nata lungo il Fiume Giallo, che scende dalla catena dell Himalaya. LA CIVILTÀ CINESE Dove La civiltà cinese è nata lungo il iume Giallo, che scende dalla catena dell Himalaya. Perché si chiama iume Giallo? Giallastro: un colore giallo sporco, non brillante. Perché in

Dettagli

MENTRE I TRE SI AVVICINAVANO ALLA ANDAVANO NELLA STESSA DIREZIONE: «NEI PERICOLI È MEGLIO ESSERE IN «E SE CI TROVIAMO IN UNA BATTAGLIA?

MENTRE I TRE SI AVVICINAVANO ALLA ANDAVANO NELLA STESSA DIREZIONE: «NEI PERICOLI È MEGLIO ESSERE IN «E SE CI TROVIAMO IN UNA BATTAGLIA? CAPITOLO XXX MENTRE I TRE SI AVVICINAVANO ALLA VALLE, TROVARONO COMPAGNI CHE ANDAVANO NELLA STESSA DIREZIONE: «TANTA GENTE ATTIRA I SOLDATI. POVERO ME!» BORBOTTAVA DON ABBONDIO. «NEI PERICOLI È MEGLIO

Dettagli

L inizio della tristezza dell Uomo

L inizio della tristezza dell Uomo Bibbia per bambini presenta L inizio della tristezza dell Uomo Scritta da: Edward Hughes Illustrata da: Byron Unger; Lazarus Adattata da: M. Maillot; Tammy S. Tradotta da: Lorena Circiello Prodotta da:

Dettagli

Monica nacque a Tagaste nell odierna Algeria del nord, nell anno 331, da genitori cristiani, ma che non erano eccessivamente preoccupati di dare una

Monica nacque a Tagaste nell odierna Algeria del nord, nell anno 331, da genitori cristiani, ma che non erano eccessivamente preoccupati di dare una Monica nacque a Tagaste nell odierna Algeria del nord, nell anno 331, da genitori cristiani, ma che non erano eccessivamente preoccupati di dare una seria educazione cristiana ai figli. Agostino fu educato

Dettagli

LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto)

LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto) LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto) La Repubblica è una forma di governo. La Repubblica è un modo per governare uno Stato. Nella Repubblica romana c era un Senato e c erano

Dettagli

LA SECONDA GUERRA MONDIALE

LA SECONDA GUERRA MONDIALE CONCORSO A.N.P.I. IC S.P. DAMIANO Scuola secondaria di 1 grado Classe: 3^C Insegnante: Anita Vitali Discipline: Italiano e Storia Abbiamo colto l occasione offerta da questo concorso per affrontare lo

Dettagli

I comuni attravero due documenti

I comuni attravero due documenti I comuni attravero due documenti Nel corso dell XI secolo nell Italia del nord e in Europa, gruppi di cittadini o di abitanti del contado danno origine a nuovi ordinamenti giuridici, politici ed economici.

Dettagli

L impero persiano dalle origini al regno di Dario

L impero persiano dalle origini al regno di Dario Indice: L impero persiano dalle origini al regno di Dario L impero persiano alla conquista della Grecia La Prima Guerra Persiana La Seconda Guerra Persiana L Atene di Pericle L impero persiano dalle origini

Dettagli

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 Zeta 1 1 2 NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 2010 by Bonfirraro Editore Viale Ritrovato, 5-94012 Barrafranca - Enna Tel. 0934.464646-0934.519716

Dettagli

STORIE DI DEI, DI UOMINI E DI EROI

STORIE DI DEI, DI UOMINI E DI EROI Scuola Primaria - Classi 3 A & 3 B a.s. 2012-2013 Scuola in galleria, Galleria Nazionale, Parma 14 Febbraio 2013 STORIE DI DEI, DI UOMINI E DI EROI CHI SONO GLI DEI? CHE COSA HANNO DI DIVERSO DAGLI UOMINI?

Dettagli

Museo del Risorgimento:

Museo del Risorgimento: Museo del Risorgimento: Il giorno 14 gennaio la classe 3C ha visitato il museo del Risorgimento. Il museo, prima di diventare tale,è stato la residenza di casa de Marchi, il quale una volta morto, ha donato

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

FRATELLI D'ITALIA. spettacolo teatrale per scuole medie inferiori e biennio delle scuole medie superiori

FRATELLI D'ITALIA. spettacolo teatrale per scuole medie inferiori e biennio delle scuole medie superiori FRATELLI D'ITALIA spettacolo teatrale per scuole medie inferiori e biennio delle scuole medie superiori Di seguito vi proponiamo una serie di tematiche, presenti nello spettacolo teatrale, che possono

Dettagli

RELIGIONE. In ogni città c era un dio preferito. Tutti però credevano in Baal e la moglie Astarte.

RELIGIONE. In ogni città c era un dio preferito. Tutti però credevano in Baal e la moglie Astarte. RELIGIONE I Fenici erano un popolo molto religioso: erano politeisti, cioè credevano in molti dei. Questi dei erano i fenomeni naturali: la pioggia, i tuoni, i fulmini, i fiumi, i mari, le stagioni, la

Dettagli

LA RIVOLUZIONE FRANCESE

LA RIVOLUZIONE FRANCESE LA RIVOLUZIONE FRANCESE LA SOCIETÀ FRANCESE NEL 1700 In Francia, nel 1700, il re Luigi XVI ha tutti i poteri. I nobili sono amici del re. I nobili hanno molti privilegi. Anche il clero (vescovi e cardinali)

Dettagli

STORIA DEGLI STATI UNITI D AMERICA (U.S.A.)

STORIA DEGLI STATI UNITI D AMERICA (U.S.A.) STORIA DEGLI STATI UNITI D AMERICA (U.S.A.) OGGI Oggi gli Stati Uniti d America (U.S.A.) comprendono 50 stati. La capitale è Washington. Oggi la città di New York, negli Stati Uniti d America, è come la

Dettagli

NASCE UN NUOVO POPOLO: I GRECI

NASCE UN NUOVO POPOLO: I GRECI NASCE UN NUOVO POPOLO: I GRECI Intorno al 1200 a.c. nuovi popoli arrivano in Grecia. Questi popoli partono dal Nord dell'asia e dal Nord dell'europa. Queste persone diventano i nuovi padroni del territorio.

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

L Impero bizantino. L Impero bizantino. 4. L Impero paga ai Germani tanto oro per far rimanere i Germani lontani dai confini delle regioni orientali.

L Impero bizantino. L Impero bizantino. 4. L Impero paga ai Germani tanto oro per far rimanere i Germani lontani dai confini delle regioni orientali. il testo: 01 L Impero romano d Oriente ha la sua capitale a Costantinopoli. Costantinopoli è una città che si trova in Turchia, l antico (vecchio) nome di Costantinopoli è Bisanzio, per questo l Impero

Dettagli

http://circolopliniocorreadeoliveira.blogspot.it/2010/10/santa-teresa-davila.html Santa Teresa d Avila

http://circolopliniocorreadeoliveira.blogspot.it/2010/10/santa-teresa-davila.html Santa Teresa d Avila http://circolopliniocorreadeoliveira.blogspot.it/2010/10/santa-teresa-davila.html Santa Teresa d Avila Le mura di Avila Santa Teresa d Avila (1515-1582) era al Carmelo di Toledo quando il re del Portogallo,

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ

Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ Flavia Volta, Sognando la felicità Copyright 2014 Edizioni del Faro Gruppo Editoriale Tangram Srl Via Verdi, 9/A 38122 Trento www.edizionidelfaro.it info@edizionidelfaro.it

Dettagli

Roberto Denti. La mia resistenza. con la postfazione di Antonio Faeti

Roberto Denti. La mia resistenza. con la postfazione di Antonio Faeti Roberto Denti La mia resistenza con la postfazione di Antonio Faeti 2010 RCS Libri S.p.A., Milano Prima edizione Rizzoli Narrativa novembre 2010 Prima edizione BestBUR marzo 2014 ISBN 978-88-17-07369-1

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

FAVOLA LA STORIA DI ERRORE

FAVOLA LA STORIA DI ERRORE FAVOLA LA STORIA DI ERRORE C era una volta una bella famiglia che abitava in una bella città e viveva in una bella casa. Avevano tre figli, tutti belli, avevano belle auto e un bel giardino, ben curato,

Dettagli

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO La mia vita ad Auschwitz-Birkenau e altri esili a cura di Marcello Pezzetti e Umberto Gentiloni Silveri Il volume è frutto della collaborazione della Provincia di Roma

Dettagli

A cura di Chiesacattolica.it e LaChiesa.it

A cura di Chiesacattolica.it e LaChiesa.it XI DOMENICA PRIMA LETTURA Il Signore ha rimosso il tuo peccato: tu non morirai. Dal secondo libro di Samuèle 12, 7-10.13 In quei giorni, Natan disse a Davide: «Così dice il Signore, Dio d Israele: Io ti

Dettagli

Gesù bambino scrive ai bambini

Gesù bambino scrive ai bambini Gesù bambino scrive ai bambini Leonardo Boff scrive a Gesù Bambino sul materialismo del Natale Il materialismo di Babbo Natale e la spiritualità di Gesù Bambino Un bel giorno, il Figlio di Dio volle sapere

Dettagli

Scopri il piano di Dio: Pace e vita

Scopri il piano di Dio: Pace e vita Scopri il piano di : Pace e vita E intenzione di avere per noi una vita felice qui e adesso. Perché la maggior parte delle persone non conosce questa vita vera? ama la gente e ama te! Vuole che tu sperimenti

Dettagli

L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ

L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ CAPITOLO XV L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO IL TERZO TENTATIVO SI SOLLEVÒ, SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ NELLA CAMERA. VEDENDO IL LETTO,

Dettagli

LE SCHEDE DIDATTICHE DELLA MAESTRA MPM LE GUERRE PERSIANE

LE SCHEDE DIDATTICHE DELLA MAESTRA MPM LE GUERRE PERSIANE LE GUERRE PERSIANE Mentre le città greche si sviluppavano, i Persiani crearono un vastissimo impero sottomettendo tutti i popoli conquistati. Sparta e Atene, piuttosto di perdere la propria libertà affrontarono

Dettagli

8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani

8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani 8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani Introduzione: Oggi, nella festa di Santa Giuseppina Bakhita, ci uniamo in solidarietà con tutte

Dettagli

La cenerentola di casa

La cenerentola di casa La cenerentola di casa Audrina Assamoi LA CENERENTOLA DI CASA CABLAN romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Audrina Assamoi Tutti i diritti riservati Questa storia è dedicata a tutti quelli che

Dettagli

Grido di Vittoria.it

Grido di Vittoria.it COME ENTRARE A FAR PARTE DELLA FAMIGLIA DI DIO La famiglia di Dio del Pastore Mario Basile Il mio intento è quello di spiegare in parole semplici cosa dice la Bibbia sull argomento, la stessa Bibbia che

Dettagli

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!!

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!! MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI Ciao e Benvenuta in questo straordinario percorso che ti permetterà di compiere un primo passo per IMPARARE a vedere finalmente il denaro in modo DIFFERENTE Innanzitutto

Dettagli

La civiltà greca. scaricato da www.risorsedidattiche.net

La civiltà greca. scaricato da www.risorsedidattiche.net La civiltà greca I CRETESI Tra il 2.500 a.c. e il 1.500 a.c. nell'isola di Creta fiorì la civiltà cretese. Essa si basava sull'artigianato, e sul commercio. I Cretesi vivevano in città costituite da un

Dettagli

Alessandro Magno e la civiltà ellenistica, ovvero dalla Macedonia all Impero Universale

Alessandro Magno e la civiltà ellenistica, ovvero dalla Macedonia all Impero Universale 1 e la civiltà ellenistica, ovvero dalla Macedonia all Impero Universale Alla morte di Filippo II, avvenuta nel 336 a.c., salì sul trono della Macedonia il figlio Alessandro. Il giovane ventenne era colto

Dettagli

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone 1 ANNO CATECHISMO 2014-2015 Alla Scoperta di Gesù SUSSIDIO SCHEDE RISCOPERTA DEL BATTESIMO 1 NOME COGNOME Le mie catechiste NOME COGNOME Telefono NOME COGNOME Telefono

Dettagli

Il gabbiano Jonathan Livingston

Il gabbiano Jonathan Livingston Il gabbiano Jonathan Livingston Il gabbiano Jonathan Livingston è un gabbiano fuori dal comune: non segue mai lo stormo e va ad esercitarsi da solo per migliorare la tecnica del volo ad alta quota. Questo

Dettagli

Evangelici.net Kids Corner. Abramo

Evangelici.net Kids Corner. Abramo Evangelici.net Kids Corner Abramo Abramo lascia la sua casa! Questa storia biblica è stata preparata per te con tanto amore da un gruppo di sei volontari di Internet. Paolo mise le sue costruzioni nella

Dettagli

TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI

TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI PREGHIERA E IL S. ROSARIO N.B. Queste apparizioni della Madre di Dio non sono ancora state né approvate né smentite dalla Santa Sede. E stata costituita dalla Chiesa una commissione

Dettagli

NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco

NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE Il tempo di Natale è un tempo di doni - un dono dice gratuità, attenzione reciproca,

Dettagli

il commento al vangelo della domenica

il commento al vangelo della domenica il commento al vangelo della domenica CHI DI VOI E SENZA PECCATO, GETTI PER PRIMO LA PRIETRA CONTRO DI LEI commento al vangelo della quinta domenica di quaresima (13 marzo 2016) di p. Alberto Maggi: Gv

Dettagli

LE BATTAGLIE DELL ITALIA 1940-1941

LE BATTAGLIE DELL ITALIA 1940-1941 LE BATTAGLIE DELL ITALIA 1940-1941 Alla fine del 1940 l Italia invade la Grecia. L impresa è più difficile del previsto e deve chiedere aiuto ai tedeschi L esercito italiano e quello tedesco combattono

Dettagli

La democrazia moderna è nata in Grecia

La democrazia moderna è nata in Grecia 01 Democrazia significa potere del popolo La democrazia è un sistema politico (regole e istituzioni di uno stato) dove tutti i cittadini hanno gli stessi diritti. La democrazia ha queste caratteristiche:

Dettagli

1. Abbina le descrizioni dei personaggi alle immagini

1. Abbina le descrizioni dei personaggi alle immagini Pag 1 1 Abbina le descrizioni dei personaggi alle immagini Pag 2 Pag 3 La nonna: è il capostipite della famiglia Cantona, insieme al cognato Nicola ha aperto il pastificio di famiglia e lo ha gestito con

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

La seconda guerra mondiale

La seconda guerra mondiale La seconda guerra mondiale La seconda guerra mondiale dura dal 1939 al 1945 ed è una guerra totale, cioè coinvolge tutto il mondo. da un lato i regimi nazifascisti, gli STATI DELL ASSE, cioè Germania,

Dettagli

Amare il rischio Amare gli altri. Amare l amato. Amare la vita Amare il mondo

Amare il rischio Amare gli altri. Amare l amato. Amare la vita Amare il mondo Amare il rischio Amare gli altri Amare l amato Amare la vita Amare il mondo Amare l amato In ognuno di noi è forte il desiderio di amore: la fame e la sete di amicizia, di intimità, di unione e di comunione

Dettagli

Il Libro dei Sopravvissuti

Il Libro dei Sopravvissuti Il Libro dei Sopravvissuti Cathy Freeman: una GRANDE atleta Nel 2000 ha partecipato alle Olimpiadi di Sydney: è stata la porta bandiera e ha acceso la fiamma olimpica Ha vinto la gara dei 400 metri da

Dettagli

COME SI VESTIVANO NELL ANTICA ROMA?

COME SI VESTIVANO NELL ANTICA ROMA? COME SI VESTIVANO NELL ANTICA ROMA? Nell antica Roma tutti si mettevano un vestito lungo. Questo vestito si chiama tunica. Uomini e donne legavano la tunica con una cintura. Sopra la tunica le donne ricche

Dettagli

Successori (14 68 d.c): Tiberio Caligola Claudio Nerone Flavio Tito - Domiziano

Successori (14 68 d.c): Tiberio Caligola Claudio Nerone Flavio Tito - Domiziano PREMESSA: durante governo augusteo si manifestò a) un problema legato ad un fattore di instabilità permanente per lo stato: forte ambiguità riforme istituzionali 1, lo stato nei fatti era una monarchia;

Dettagli

Due Muli e i loro Mulattieri

Due Muli e i loro Mulattieri Due Muli e i loro Mulattieri Due muli camminavano gravati ciascuno del proprio carico, uno portava ceste colme di denaro, l altro, sacchi pieni di orzo. Il primo, fiero del suo carico fatto di monete preziose,

Dettagli

Il dono della vita SIATE FECONDI E MOLTIPLICATEVI (Gen 1, 26-28)

Il dono della vita SIATE FECONDI E MOLTIPLICATEVI (Gen 1, 26-28) Il dono della vita SIATE FECONDI E MOLTIPLICATEVI (Gen 1, 26-28) La mancanza di un figlio da sempre è stata fonte di sofferenza per molte donne, Un tempo, non conoscendo i meccanismi del concepimento,

Dettagli

Novena di Natale 2015

Novena di Natale 2015 Novena di Natale 2015 io vidi, ed ecco, una porta aperta nel cielo (Apocalisse 4,1) La Porta della Misericordia Signore Gesù Cristo, tu ci hai insegnato a essere misericordiosi come il Padre celeste, e

Dettagli

La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43)

La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43) La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43) Riccardo Di Raimondo LA RITIRATA DI RUSSIA. DAL FIUME DON A VARSAVIA (1942-43) Memorie di un soldato italiano www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli

Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria

Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria 4 ottobre 2015 Giornata delle famiglie al Museo PROGETTO: Liliana Costamagna Progetto Grafico: Roberta Margaira Questo album ti accompagna a scoprire

Dettagli

Questo mese ricorre...

Questo mese ricorre... Questo mese ricorre... rubrica mensile di lavoretti per i più piccoli a cura di Valentina Biletta QING MING JIE Qing Ming Jie è una delle più importanti feste della tradizione cinese: celebra il ricongiungimento

Dettagli

Di Günter Cornett (co-autore: Volker Schäfer) Regole generali... 2

Di Günter Cornett (co-autore: Volker Schäfer) Regole generali... 2 Di Günter Cornett (co-autore: Volker Schäfer) Argomento Pagina Regole generali... 2 Il Capitano Fedele (per 2 giocatori da 10 anni in su)... 2 Circondare i pirati avversari. Non è così semplice come sembra.

Dettagli

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Siamo figli di Dio Dio Padre ci chiama ad essere suoi figli Leggi il catechismo Cosa abbiamo imparato Ci accoglie una grande famiglia: è

Dettagli

INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010.

INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010. INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010. Introduzione E appena passato il tempo delle feste. Tradizionale è lo scambio di regali Quale il regalo

Dettagli

Un complotto in Julia Augusta Taurinorum

Un complotto in Julia Augusta Taurinorum Giulia Piovano Un complotto in Julia Augusta Taurinorum I diritti di traduzione, memorizzazione elettronica, riproduzione e di adattamento totale o parziale con qualsiasi mezzo (compresi i microfilm e

Dettagli

Un uomo mandato da Dio

Un uomo mandato da Dio Bibbia per bambini presenta Un uomo mandato da Dio Scritta da: Edward Hughes Illustrata da: Byron Unger; Lazarus Adattata da: E. Frischbutter; Sarah S. Tradotta da: Eliseo Guadagno Prodotta da: Bible for

Dettagli

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre)

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) A MULTI-SPECIALTY CLINICAL CENTRE FOR NEUROMUSCULAR DISEASES Dott.ssa Gabriella Rossi Psicologa Milano, 28/10/2011 Fortemente voluto da UILDM e AISLA, per contrastare il

Dettagli

PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA

PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA Cari figli, la strada sarà breve per colui che verrà con il desiderio di fare un lungo cammino. Sappiate, voi tutti, che il fuoco si diffonderà in varie nazioni,

Dettagli

I N T R O D U Z I O N E

I N T R O D U Z I O N E REGOLAMENTO INTRODUZIONE Anno Domini è un gioco di strategia e conquista. ambientato nel medioevo. Il miglior modo per imparare a giocare è quello di leggere attentamente il regolamento, passo dopo passo.

Dettagli

3] PRINCIPATI E STATI REGIONALI

3] PRINCIPATI E STATI REGIONALI 3] PRINCIPATI E STATI REGIONALI SIGNORI E PRINCIPI Fra la metà del Duecento e il Quattrocento, nell'italia settentrionale e centrale > numerose signorie. Molti signori, dopo avere preso il potere con la

Dettagli

Le tentazioni di Gesù. e le nostre. Camminando verso la Pasqua. e le nostre. Prima settimana di Quaresima «anno A»

Le tentazioni di Gesù. e le nostre. Camminando verso la Pasqua. e le nostre. Prima settimana di Quaresima «anno A» Prima settimana Le tentazioni di Gesù e le nostre «Gesù fu condotto dallo Spirito nel deserto, per essere tentato dal diavolo» (Mt 4,1-11). 1. Osserviamo il disegno. Tenendo presente il brano del Vangelo

Dettagli

Quale pensi sia la scelta migliore?

Quale pensi sia la scelta migliore? Quale pensi sia la scelta migliore? Sul nostro sito www.respect4me.org puoi vedere le loro storie e le situazioni in cui si trovano Per ogni storia c è un breve filmato che la introduce Poi, puoi vedere

Dettagli

Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2

Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2 Una parola per te Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2 Prima edizione Fabbri Editori: aprile

Dettagli

Evangelici.net Kids Corner. Nel Principio. Sai come è stato fatto il primo uomo? Ascolta e lo imparerai. IL PRIMO UOMO

Evangelici.net Kids Corner. Nel Principio. Sai come è stato fatto il primo uomo? Ascolta e lo imparerai. IL PRIMO UOMO Il primo uomo di Barbara Wilmerton Haas Evangelici.net Kids Corner Nel Principio Sai come è stato fatto il primo uomo? Ascolta e lo imparerai. IL PRIMO UOMO In quattro giorni Dio creò tantissime cose.

Dettagli

data, non solo i martiri di Nassiriya, morti per cercare di fermare la guerra civile presente in Iraq, ma anche tutti coloro che hanno perso la vita

data, non solo i martiri di Nassiriya, morti per cercare di fermare la guerra civile presente in Iraq, ma anche tutti coloro che hanno perso la vita Costituita in memoria di Piero Salvati, carabiniere e poi funzionario della Pubblica Amministrazione, ottimo maresciallo dell ANC di Tortona, mancato all affetto dei suoi cari e dei suoi tanti amici il

Dettagli

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Traccia: Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Per la preghiera: vedi in allegato. Sviluppo dell

Dettagli

IN QUEL TEMPO ERA IN CORSO LA GUERRA DI SUCCESSIONE DELLA NOBILE FAMIGLIA DEI GONZAGA. ALLA MORTE DI VINCENZO GONZAGA, CARLO GONZAGA ERA

IN QUEL TEMPO ERA IN CORSO LA GUERRA DI SUCCESSIONE DELLA NOBILE FAMIGLIA DEI GONZAGA. ALLA MORTE DI VINCENZO GONZAGA, CARLO GONZAGA ERA CAPITOLO XXVII IN QUEL TEMPO ERA IN CORSO LA GUERRA DI SUCCESSIONE DELLA NOBILE FAMIGLIA DEI GONZAGA. ALLA MORTE DI VINCENZO GONZAGA, CARLO GONZAGA ERA ENTRATO IN POSSESSO DI MANTOVA E DEL MONFERRATO,

Dettagli

La religione degli antichi greci

La religione degli antichi greci Unità di apprendimento semplificata Per alunni con difficoltà di apprendimento, per alunni non italofoni, per il ripasso e il recupero A cura di Emma Mapelli La religione degli antichi 1 Osserva gli schemi.

Dettagli

I TRE MONDI DELL ALTO MEDIOEVO

I TRE MONDI DELL ALTO MEDIOEVO 1 1. I tre mondi dell alto medioevo I TRE MONDI DELL ALTO MEDIOEVO INTRODUZIONE. MEDIOEVO SIGNIFICA ETÀ DI MEZZO, CIOÈ IN MEZZO TRA L ETÀ ANTICA E L ETÀ MODERNA ( MEDIO = MEZZO; EVO = ETÀ). IL MEDIOEVO

Dettagli

Il Basso Medioevo. A cura del prof. Marco Migliardi

Il Basso Medioevo. A cura del prof. Marco Migliardi Il Basso Medioevo A cura del prof. Marco Migliardi Introduzione Il drammatico scontro per il diritto di nomina dei vescovi (le investiture) che oppone Papato e Impero è in realtà solo un aspetto del più

Dettagli

Celebrazione ecumenica chiesa del Crocifisso, Grosseto 20 gennaio 2016

Celebrazione ecumenica chiesa del Crocifisso, Grosseto 20 gennaio 2016 Celebrazione ecumenica chiesa del Crocifisso, Grosseto 20 gennaio 2016 I. RADUNO Inno processionale Coloro che guidano la celebrazione entrano e possono portare una Bibbia, una candela e del sale Indirizzo

Dettagli

La fine dell'impero in Occidente

La fine dell'impero in Occidente La fine dell'impero in Occidente 476 d.c. Odoacre, capo degli Sciri, depone l'imperatore Romolo Augustolo e invia le insegne imperiali in Oriente Solido coniato da Odoacre, ma recante il nome dell'imperatore

Dettagli

S. DOMENICO di Guzman

S. DOMENICO di Guzman Carissimi bambini, abbiamo pensato di farvi una sorpresa... sapete che questo è il giornalino del rosario, ma vi siete mai domandati chi ha inventato il rosario? Nooooo?! E allora, bambini e bambine, in

Dettagli

Gli eroi sono chiamati a risolvere un mistero che scuote il regno di Andor. E forse è l'inizio di qualcosa di più pericoloso...

Gli eroi sono chiamati a risolvere un mistero che scuote il regno di Andor. E forse è l'inizio di qualcosa di più pericoloso... Storico delle modifiche 1.1 aggiunta questa pagina di copertina Leggende di Andor La vendetta del negromante I episodio Trasformazioni inquietanti Versione 1.1 Questa leggenda richiede la versione base

Dettagli

Promettere (da pro + mitto, mando, pongo avanti) significa impegnarsi a fare o a dare qualcosa.

Promettere (da pro + mitto, mando, pongo avanti) significa impegnarsi a fare o a dare qualcosa. PROMESSA SCOUT Nella nostra vita quante volte abbiamo fatto delle promesse e quante volte non l abbiamo mantenute; quante volte abbiamo ricevuto delle promesse e quante volte non sono state mantenute.

Dettagli

L'angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nazaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide,

L'angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nazaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, L'angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nazaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, chiamato Giuseppe. La vergine si chiamava Maria. 1 Entrando

Dettagli

Il principe Biancorso

Il principe Biancorso Il principe Biancorso C era una volta un re che aveva tre figlie. Un giorno, stando alla finestra con la maggiore a guardare nel cortile del castello, vide entrare di corsa un grosso orso che rugliava

Dettagli

(Memoria dei santi e dei martiri della vita consacrata) (Fori Imperiali, Roma 19/09/15)

(Memoria dei santi e dei martiri della vita consacrata) (Fori Imperiali, Roma 19/09/15) SIATE SANTI COME IL PADRE VOSTRO è SANTO (Mt 5, 48) (Memoria dei santi e dei martiri della vita consacrata) (Fori Imperiali, Roma 19/09/15) Ci siamo riuniti nel cuore della città di Roma per fare un pellegrinaggio,

Dettagli

PREGHIERE per la Corona del Discepolo a 33 grani

PREGHIERE per la Corona del Discepolo a 33 grani PREGHIERE per la Corona del Discepolo a 33 grani PREGHIERE PER LA CORONA DEL DISCEPOLO A 33 GRANI Editrice Shalom 31.05.2015 Santissima Trinità Libreria Editrice Vaticana (testi Sommi Pontefici), per gentile

Dettagli

Alcuni casi interessanti osservati durante esperienze didattiche di tipo cooperativo

Alcuni casi interessanti osservati durante esperienze didattiche di tipo cooperativo Alcuni casi interessanti osservati durante esperienze didattiche di tipo cooperativo Alice (15 anni, II ITIS, 8 sett. Appr. Cooperativo, marzo-aprile 2005) E una ragazzina senza alcun problema di apprendimento

Dettagli

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio Celebrare un anniversario non significa rievocare un avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento di grazie una realtà presente che ha

Dettagli

SCUOLA DELL'INFANZIA REGINA MARGHERITA A.S. 2009 /2010 PROGETTO AMBIENTE INSEGNANTI SEZIONI A C

SCUOLA DELL'INFANZIA REGINA MARGHERITA A.S. 2009 /2010 PROGETTO AMBIENTE INSEGNANTI SEZIONI A C SCUOLA DELL'INFANZIA REGINA MARGHERITA A.S. 2009 /2010 PROGETTO AMBIENTE INSEGNANTI SEZIONI A C Il percorso didattico dedicato agli alberi è iniziato il 19 11 2010, all'interno del progetto Ambiente dedicato

Dettagli

LA GENIALE BOTTEGA DEL RICICLO

LA GENIALE BOTTEGA DEL RICICLO RIC REI RIU' E LA GENIALE BOTTEGA DEL RICICLO Tre strani e simpatici genietti, tra loro grandi amici, Ric Rei e Riù, se ne andavano in giro per il mondo per vedere se qualcuno poteva aver bisogno, appunto,

Dettagli

Perché un libro di domande?

Perché un libro di domande? Perché un libro di domande? Il potere delle domande è la base per tutto il progresso umano. Indira Gandhi Fin dai primi anni di vita gli esseri umani raccolgono informazioni e scoprono il mondo facendo

Dettagli

Associazione Messianica d'italia

Associazione Messianica d'italia Associazione Messianica d'italia PRATICA DEL SONEN Testo esplicativo Il gabinetto della Presidenza della Chiesa Messianica Mondiale del Brasile ha ricevuto molti e-mails da membri che chiedevano il testo

Dettagli

CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA!

CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA! CULTO DELLA SCUOLA DOMENICALE: FACCIAMO FESTA! PREPARATIVI - Preparare un grande cerchio di cartoncino marrone (la torta ) e tanti spicchi di diversi colori vivaci (le fette ), in modo che ci sia uno spicchio

Dettagli

I tre pesci. (Favola araba)

I tre pesci. (Favola araba) Favolaboratorio I tre pesci I tre pesci. (Favola araba) C'erano una volta tre pesci che vivevano in uno stagno: uno era intelligente, un altro lo era a metà e il terzo era stupido. La loro vita era quella

Dettagli

«Il Padre vi darà un altro Paraclito»

«Il Padre vi darà un altro Paraclito» LECTIO DIVINA PER LA VI DOMENICA DI PASQUA (ANNO A) Di Emio Cinardo «Il Padre vi darà un altro Paraclito» Gv 14,15-21 Lettura del testo Dal Vangelo secondo Giovanni (14,15-21) In quel tempo, Gesù disse

Dettagli

La Rivoluzione francese segnò quindi la fine dell'assolutismo e diede inizio a un nuovo periodo in cui i protagonisti sono la borghesia e il popolo.

La Rivoluzione francese segnò quindi la fine dell'assolutismo e diede inizio a un nuovo periodo in cui i protagonisti sono la borghesia e il popolo. La Rivoluzione francese fu un periodo di grandi sconvolgimenti sociali, politici e culturali avvenuto tra il 1789 e il 1799, che segna il limite tra l'età moderna e l'età contemporanea nella storia francese.

Dettagli

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Corona Biblica per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Imprimatur S. E. Mons. Angelo Mascheroni, Ordinario Diocesano Curia Archiepiscopalis

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

PRIMA DI INIZIARE: CERCA LA GRECIA SU UNA CARTA GEOGRAFICA I GRECI

PRIMA DI INIZIARE: CERCA LA GRECIA SU UNA CARTA GEOGRAFICA I GRECI PRIMA DI INIZIARE: CERCA LA GRECIA SU UNA CARTA GEOGRAFICA I GRECI MOLTO TEMPO FA IN GRECIA C'ERA LA CIVILTÀ MICENEA. NEL 1200 A. C. I DORI (UN POPOLO CHE VENIVA DALL'EUROPA) INVASERO LA GRECIA. I DORI

Dettagli

Lo scontro fra la Grecia e la Persia

Lo scontro fra la Grecia e la Persia Lo scontro fra la Grecia e la Persia Un conflitto di civiltà Ø nel corso del VI secolo a. C. le città greche della costa occidentale dell Asia Minore (odierna Turchia) crescono in ricchezza e potenza,

Dettagli