L amore è una grazia. (Susanna Agnelli)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L amore è una grazia. (Susanna Agnelli)"

Transcript

1 1 A cura di Benito Calonego L E P I Ù B E L L E P O E S I E D A M O R E D A T U T T O I L M O N D O (142 testi poetici) L amore è una grazia. (Susanna Agnelli)

2 2

3 3 INDICE Ho accolto tra le poesie alcuni testi di canzoni in rappresentanza di un immenso repertorio popolare che, nei modi e nelle forme che gli sono peculiari, dà una valida risposta al naturale e insopprimibile bisogno di poesia. Sono contrassegnate con un asterisco * i testi di immediata suggestione e presa emotiva. ANONIMO SUMERO Canto d amore pag. 7 ANONIMO EGIZIO Lamento di Iside 9 ANONIMO EBREO La bellezza della sposa 10 SU WU *A sua moglie 12 SAFFO Un dio mi sembra l uomo 13 *A Gòngila 14 Vorrei veramente essere morta 15 CATULLO *Viviamo mia Lesbia ed amiamo 17 Povero Catullo basta con le follie 18 Odio e amo 19 QAYS Risplendi o Laylà 20 WALLADA Torneremo insieme? 22 DANTE ALIGHIERI Tanto gentile 23 FRANCESCO PETRARCA Chiare fresche e dolci acque 24 LOUISE LABÉ Deh s io potessi vivere 25 WILLIAM SHAKESPEARE Sonetto LXXV 26 ANTON MARIA LAMBERTI La biondina in gondoeta 27 ELIZABETH B. BROWNING È vero il grande amore 28 GIOSUE CARDUCCI I voti dell amore 30 Panteismo 31 Qui regna amore 32 Primavera classica 33 ABORIGENI AUSTRALIANI Canto d amore 35 INDIANI D AMERICA *Risveglio 36 *Invito notturno 37 Bellezza della mia donna 39 DONNA PIGMEA *Compianto funebre 40 ANONIMO GIAPPONESE *Dolore 41 JOHANN WOLFGANG VON GOETHE Or quale amica sua ti vedo apparirmi 42 Faustina 43 Sempre tra le mie braccia 44 HEINRICH HEINE Lungi lungi 45 TAGORE *Il tuo amore 46 La storia dei nostri cuori 47 Un tocco fugace 48 I lacci della tua dolcezza 49 GABRIELE D ANNUNZIO La figlia di Iorio (estratto) 50 EDGAR LEE MASTERS Paul McNeely 53 APOLLINAIRE Mia Lou stasera m'accuccerò nelle trincee 54 Piccola Lou malgrado tutto conosco la tua dolcezza. 55 JUAN RAMON JIMENEZ Ti riconobbi, perché guardando l'orma 56 *Bacio d amore 57 Taci! Gusta lo zenit 58

4 4 Rampicanti pag. 59 Nel nostro amore, la pena e la gioia 60 Non spegnere la luce UMBERTO SABA Guarda là quella vezzosa 62 *Bocca 63 Ed amai nuovamente e fu di Lina 64 *Sovrumana dolcezza 65 Amore 66 L'autunno 67 VINCENZO CARDARELLI *Attesa 68 DIEGO VALERI *Milano 69 Che abbiamo fatto, amore? 70 Perché mi sei presso 71 Tu corpo senza peso paurosa dolcezza 72 Sequenza per un'ombra 73 (Grazie dei fior) 74 GIUSEPPE UNGARETTI Dove la luce 75 BIAGIO MARIN Passa pei vogi tovi 77 AHMAD ZAKI ABU SHADI Eterna unione 78 VLADIMIR MAJAKOVSKIJ Liliska! 79 Marina da guerra in amore 81 LOUIS ARAGON Le mani di Elsa 82 Elsa allo specchio 83 JACQUES PREVERT *I ragazzi che si amano 84 *Tre fiammiferi (Paris at night) 85 *Alicante 86 Il giardino 87 *Sabbie mobili 88 Per te amore mio 89 *Barbara 90 Prima colazione 92 NAZIM HIKMET *Anima mia 93 Benvenuta, donna mia 94 I tuoi occhi 9 5 Sono cent'anni 9 6 La mia donna è venuta con me 97 RAYMOND QUENEAU L uomo del tramvai 98 (Rose rosse) 99 PABLO NERUDA Sonetto XI 100 Sonetto XII 101 Sonetto XLVII 102 Sonetto LXXXIX 103 *In te la terra 104 *Se tu mi dimentichi 105 WYSTAN H.. AUDEN Blues in memoria 107 ARSENIJ A. TARKOVSKIJ I primi incontri 108 CESARE PAVESE *You, wind of March 110 *La luce dei tuoi occhi 112 ATTILIO BERTOLUCCI La neve 113 La fidanzata 114 Le farfalle 115 ANNA MARIA ORTESE Mentre mio padre moriva ti vidi per la prima volta 117 PIERRE DELANOE *Et maintenant (E adesso) 118

5 5 GEORGES BRASSENS Nell acqua della chiara fontana pag. 119 MARGHERITA GUIDACCI *Prima del nostro incontro 120 *E come una mancanza di respiro 121 PINO RUFFO Natura morta 123 BLAGA DIMITROVA *Abbraccio 124 *Notti bianche 125 *Mattino 126 Senza amore 127 GERVASIO BELLINATO *Lettere alla moglie 128 WISLAWA SZIMBORSKA Accanto a un bicchiere di vino 130 AUTORE SCONOSCIUTO *Anello nuziale 131 GIORGIO CALABRESE *E se domani 132 ADONIS Uno specchio per Khàlida 133 ALDA MERINI Quando tu non ci sei 134 *Lettere 135 *Genesi 136 GINO PAOLI *Il cielo in una stanza 137 MUHAMMAD AL-MAGHUT Malinconia al chiaro di luna 138 MOGOL *Acqua azzurra acqua chiara 139 UNSI L-HAGG Dialogo 141 BELLA ACHMADÙLINA *La tua casa 142 Io pensavo che tu eri il mio nemico 144 BIANCAMARIA FRABOTTA Quasi che il sonno l'uno all'altra 145 ELENA CLEMENTELLI Storia d'amore 146 Duello al tramonto 147 MOGOL *L immensità 148 SEAMUS HEANEY Commiato 149 FABRIZIO DE ANDRÈ *Marinella 150 MARIANNA BUCCHICH L intrusa 151 Il tempo dei desideri 152 VALERIO NEGRINI Infiniti noi 153 RENATO ZERO I migliori anni della nostra vita 154 ANTONIO GIAROLA Sei il mio fiore 155 MARIA TERESA MANCINI Ancora non ti conosco 156 Il sentiero del vento 157 Tremava l ombra 158 CLAUDIO BAGLIONI *Questo piccolo grande amore 159 CARLA BARONI *XI Venere vedi come sei malvagia 161 XXI Sì fummo i soli esseri del tempo 162 XXIXIo ricordo che non ti dissi t'amo 163 L Mi son svegliata, ero nel mio letto. 164 ENRICO RUGGERI *Quello che le donne non dicono 165

6 6 La felicità è amore, nient'altro. (Hermann Hesse)

7 7 SPOSA SUMERA DEL 2000 a. C. Con il canto di una sposa felice si aprono queste pagine di poesia d amore. Per una fortunata coincidenza queste parole d'amore e di felicità si presentano agli esordi della civiltà quasi come un riflesso d'un amore coniugale quale dovette essere, se mai fu, quello di chi visse nell'eden. Fu cantato da una sposa per il proprio marito, il re Shu-Sin, che fu signore del paese di Sumer circa quattromila anni fa. Canto d'amore Sposo, caro al mio cuore, grande è la tua bellezza, dolce come il miele, leone 1, caro al mio cuore, grande è la tua bellezza, dolce come il miele. Tu mi hai affascinata, lascia che io resti tremante davanti a te; sposo, io vorrei essere condotta da te nella camera da letto. Tu mi hai affascinata, lascia che io resti tremante davanti a te, leone, io vorrei essere condotta da te nella camera da letto. Sposo, lascia che ti accarezzi; la mia carezza sapiente è piú saporosa del miele, nella camera, colma di miele, godiamo della tua stupenda bellezza. Leone, lascia che ti accarezzi, la mia carezza sapiente è piú saporosa del miele. Sposo, tu hai preso piacere da me: dillo a mia madre, e lei ti offrirà leccornìe, dillo a mio padre e lui ti offrirà dei doni. La tua anima, io so dove allietare la tua anima; sposo, dormi nella nostra casa fino all'alba, il tuo cuore, io so dove rallegrare il tuo cuore; leone, dormi nella nostra casa fino all'alba. Tu, poiché mi ami, dammi, ti prego, le tue carezze,

8 8 mio signore dio, mio signore protettore, mio Shu-Sin che rallegri il cuore di Enil, dammi, ti prego, le tue carezze. 1. Metafora: forte come un leone (Da CARLO LAPUCCI, CANZONIERE DELL AMORE CONIUGALE, ED. CAPPELLI)

9 9 ANONIMO EGIZIO DEL 1000 a. C. (Testo rituale egizio che faceva parte della liturgia nella celebrazione del culto della dea Iside) LAMENTO DI ISIDE Vieni a casa tua, vieni a casa tua, o dio On!* Vieni a casa tua, tu che non hai nemici. O bel giovane vieni a casa tua per vedermi. Io sono la tua sorella che tu ami: tu non devi scostarti da me. O bel ragazzo, vieni a casa tua. Io non ti vedo ed i miei occhi ti desiderano. Vieni a quella che ti ama, Wennofre, tu beato! Vieni alla tua sorella, vieni alla tua consorte, tu stanco di cuore. Vieni alla signora della tua casa. Io sono la tua sorella della tua stessa madre, tu non devi stare lontano da me. Gli dei e gli uomini hanno vòlto a te il loro viso e ti piangono insieme. Io ti chiamo e piango, che s'oda fino al cielo. Ma tu non odi la mia voce; eppure io sono la tua sorella che amavi sulla terra: tu non amavi nessuna all'infuori di me, fratello mio, fratello mio! *Osiride, marito della dea Iside (Da CARLO LAPUCCI, CANZONIERE DELL AMORE CONIUGALE, ED. CAPPELLI)

10 10 ANONIMO DELL ANTICO TESTAMENTO La bellezza della sposa LO SPOSO Bella, tutta sei bella, amica mia, non c'è difetto in te. Vieni con me dal Libano, sposa mia, vieni, vieni dal Libano. Scendi dalla vetta dell'amana, dalle cime del Senir e dell'hermon, dalle tane dei leoni, dai monti dei leopardi. Mi hai fatto impazzire, sposa mia, sorella, con un solo sguardo mi hai fatto impazzire, con una sola perla del tuo collo. Come è dolce il tuo amore, sposa mia, sorella, piú inebriante 'del vino è il tuo amore e la fragranza del tuo profumo il piú soave degli aromi. Stillano miele le tue labbra, sposa mia, miele e latte la tua lingua e profumo del Libano impregna le tue vesti. Tu sei un giardino recinto, sposa mia, sorella, una sorgente chiusa, una fonte sigillata. I tuoi germogli un orto di melograni, di alberi con frutti squisiti di fiori di Cipro, di nardo, nardo e croco, cannella e cinnamomo, di tutti gli alberi d'incenso, di mirra e d'aloè con gli aromi piú delicati.

11 11 Una fontana di giardino, una polla d'acqua viva, un ruscello che scende dal Libano. LA SPOSA Levati aquilone 1, vieni austro 2, spira nel mio giardino, cola il tuo balsamo. Entri il mio amore nel suo giardino a gustare la delizia dei suoi frutti. ( 1-2 sono vènti.) (Dal CANTO DEI CANTICI, In <<CARLO LAPUCCI, CANZONIERE DELL AMORE CONIUGALE, ED. CAPPELLI>>)

12 12 SU WU (Poeta cinese vissuto tra il primo e il secondo secolo a.c.) A sua moglie Dacché intrecciammo i capelli e fummo sposi Il nostro amore non fu spezzato da dubbi. Restiamo dunque allegri per questa notte tra feste e giochi; finché il buon tempo dura. A un tratto mi torna in mente la via da percorrere, balzo dal letto e m'affaccio sul davanzale. Le stelle e i pianeti sono tutti sbiaditi nel cielo, lunga, lunga è la strada non posso restare. Vado a servire sul campo di battaglia senza sapere quando ritornerò. Ti tengo la mano; con solo un profondo sospiro - piú tardi il pianto quando saremo divisi. Goditi intanto i fiori di primavera ma non scordare il nostro tempo d'amore. Sappi che se son vivo ritornerò, se muoio saremo ancor nel pensiero uniti. (Da CARLO LAPUCCI, CANZONIERE DELL AMORE CONIUGALE, ED. CAPPELLI)

13 13 SAFFO (poetessa greca del VII VI sec. av. Cristo) Un dio mi sembra l uomo Un dio mi sembra l uomo che seduto di fronte a te t ascolta già rapito mentre tu parli dolcemente, e ridi d ugual dolcezza. Questo mi fa balzare in petto il cuore; così ogni volta che ti vedo, voce alle labbra non sale, ma la lingua ecco si spezza ed un fuoco sottile per la pelle serpeggia e d improvviso più non vedo nulla cogli occhi, e paiono le orecchie sorde rombare, sudore freddo avvolge le mie membra, un tremito mi scuote, e più dell erba verde divento, e non lungi da morte esser mi pare...

14 14 SAFFO (poetessa greca del VII VI sec. av. Cristo) A Gòngila O mia Gòngila, ti prego: metti la tunica bianchissima e vieni a me davanti: intorno a te muovi desiderio d'amore. Cosí adorna, fai tremare chi guarda; e io ne godo, perché la tua bellezza rimprovera Afrodite. (Da SALVATORE QUASIMODO, LIRICI GRECI, BMM MONDADORI)

15 15 SAFFO (poetessa greca del VII VI sec. av. Cristo) Vorrei veramente essere morta Vorrei veramente essere morta. Essa lasciandomi piangendo forte, mi disse: «Quanto ci è dato soffrire, o Saffo: contro mia voglia io devo abbandonarti.» «Allontanati felice» risposi «ma ricorda che fui di te sempre amorosa. Ma se tu dimenticherai (e tu dimentichi!) io, voglio ricordare i nostri celesti patimenti: le molte ghirlande di viole e rose che a me vicina, sul grembo intrecciasti col timo; i vezzi di leggiadre corolle che mi chiudesti intorno al delicato collo; e l'olio da re, forte di fiori, che la tua mano lisciava sulla lucida pelle; e i molli letti dove alle tenere fanciulle joniche nasceva amore della tua bellezza. Non un canto di coro, né sacro, né inno nuziale si levava senza le nostre voci; e non il bosco dove a primavera il suono...» (Da SALVATORE QUASIMODO, LIRICI GRECI, BMM MONDADORI)

16 16 GAIO VALERIO CATULLO (87-54 a.c.) Viviamo, mia Lesbia, ed amiamo, Viviamo, mia Lesbia, ed amiamo, e ogni mormorio perfido dei vecchi valga per noi la più vile moneta. Il giorno può morire e poi risorgere, ma quando muore il nostro breve giorno, una notte infinita dormiremo. Tu dammi mille baci, e quindi cento, poi dammene altri mille, e quindi cento, quindi mille continui, e quindi cento. E quando poi saranno mille e mille, nasconderemo il loro vero numero, che non getti il malocchio l invidioso per un numero di baci così alto. (Da VALERIO CATULLO, CANTI, TRAD. SALVATORE QUASIMODO, ED. MONDADORI)

17 17 GAIO VALERIO CATULLO (87-54 a.c.) Povero Catullo, basta con le follie Povero Catullo, basta con le follie, ciò ch'è finito, convinciti, è finito! Un tempo brillarono per te limpidi giorni, quando correvi dove voleva la fanciulla da te amata come nessuna sarà mai amata. E là, quante dolcezze nei giochi d'amore, che tu volevi, allora, e lei non rifiutava. Davvero brillarono per te limpidi giorni! Ma ora non vuole piú, e tu cerca di vincerti, e mostrati indifferente come lei, e non seguire i suoi passi se ti fugge, e non tormentarti piú, ma, ostinato, resisti. Addio, fanciulla, ormai Catullo è deciso, non tornerà a cercarti, non ti vuole per forza. Ma tu soffrirai, se non sei desiderata. Ti pentirai, perfida! Che vita sarà la tua? Chi, ora, verrà da te? E per chi sarai bella? E chi amerai? E di chi si dirà che tu sei? Chi bacerai? A chi morderai le labbra? Ma tu, Catullo, ostinato, resisti. (Da VALERIO CATULLO, CANTI, TRAD. SALVATORE QUASIMODO, ED. MONDADORI)

18 18 GAIO VALERIO CATULLO (87-54 a.c.) Odio e amo Odio e amo. Forse chiederai come sia possibile; non so, ma è proprio così, e mi tormento. (Da VALERIO CATULLO, CANTI, TRAD. SALVATORE QUASIMODO, ED. MONDADORI)

19 19 QAYS (poeta arabo VII secolo) <<La storia d'amore tra il poeta Qays e sua cugina Laylà è divenuta una leggenda tramandata nei secoli. II giovane Qays s'innamorò di sua cugina Laylà e incominciò a scriverle dei versi d'amore. Un giorno l'incauto innamorato, in preda all'entusiasmo della passione, annunciò pubblicamente l'identità della sua amata, trasgredendo così una norma di discrezione della società beduina che vietava l'ostentazione dei propri sentimenti in pubblico e la dichiarazione del nome della persona amata. La storia d'amore si mutò in tragedia: la dichiarazione di Qays compromise l'onore di Laylà, la quale venne ritenuta haràm, «proibita». Solo un altro uomo che, sposando legittimamente Laylà, l'avesse dichiarata pura, avrebbe potuto dissipare ogni sospetto sull'integrità della fanciulla. Laylà andò pertanto in sposa a un altro uomo, mentre il giovane Qays cominciò a errare nel deserto, conducendo una vita solitaria, e sfogò nella composizione di poesie la sua passione mai esaurita. >> Risplendi o Laylà Risplendi, o Laylà, quando ormai è l'ora che all'orizzonte già cala la luna. Sorgi, quando nel ciel tarda l'aurora: la luce e i raggi che il sole aduna splendono in te ma il sole non ricuce col filo dei tuoi denti il tuo sorriso. Di luna e sole insieme tu hai la luce, essi non hanno gli occhi che ha il tuo viso. Se hai tu della luna il bianco brillante, essa non ha il tuo collo né il tuo seno, e il sole mattiniero, sì splendente, non ha il tuo sguardo, di languore pieno. Donde esso mai potrebbe trarlo seco? donde trarrebbe la grazia infinita di Laylà, quando, il volto chino e sbieco, ha gli occhi di un'antilope impaurita? Non so se il suo sorriso non somigli di più, con i suoi bianchi denti ascosi,

20 20 di GarWal-Muradayri' ai noti gigli 20 o a ricche perle, gioielli preziosi. Ed è tanto gentile la mia amica, sì delicata e dalle carni belle, che se solo la sfiora una formica le lascia impresso un segno sulla pelle. Ed è il suo incedere sì delicato, che con piccoli passi ella s'avanza, serrati che le si misura il fiato, graziosi che somigliano a una danza. Ed è sì debole che se si china, 30 ella, con grazia e tenerezza enorme, teme-che la sua taglia troppo fina dei fianchi lasci intraveder le forme. Mamma gazzella ormai più non si cura, ché al materno zelo non ritorna, del cucciolo dalla zampa insicura, che presso al-'aqìqayn 2 vive e soggiorna. Ma del terreno umido ed ameno la primavera lo splendor ravviva, così da un nembo già carico e pieno la prima pioggia finalmente arriva. Nei pressi delle alture di Laylà, una sera facciamo sosta sulle lande riarse lì dove il suo accampamento era, ma le cui tracce sono ormai scomparse. La nuvola rigonfia d'acqua gronda due piogge sopra il campo abbandonato: la prima mattutina, e la seconda mentre partiamo, al suono di un boato. Sopra il prato di lavanda soffia la brezza, e sopra i fiori aulenti, e ovunque intorno, e sull'intera landa verdeggiano le foglie rilucenti. Già sul fare della sera sentiamo dei profumi in lontananza

21 21 ' Luogo rinomato per una sorgente d'acqua. che, poi che viene ormai la notte nera, si fondono in un'unica fragranza. Oscillano di Laylà gli occhi lassi, come chi con fatica passa un ponte: ella non sa se invertire i passi 60 o delle mandrie se seguir le impronte. Ma, devo dir, la cosa sua più bella, che più di tutto ispira in me il desio, è quando, nel durar del viaggio, ella si volta, ed il suo sguardo incrocia il mio e sul mio volto languido si posa ed i miei occhi piangono d'amore, dalle palpebre mie stillano a iosa lucide perle colme di languore. Sol la sua luce ho visto, solo questa, 70 solo il suo occhio luminoso e bruno, ma dell'accampamento ciò che resta non vidi, e ora non ho ricordo alcuno. Gli occhi incavati e la polvere in faccia, per darle aiuto ogni donna anziana solleva Laylà sulle proprie braccia per porla poi, piangente, in carovana. Sempre lodato son per la pazienza con cui sopporto questa sofferenza ma per la passione in me non v'è pazienza. (Trad. R. La Scaleia)

22 22 WALLADA (poeta arabo, Cordova? ) Torneremo insieme? Torneremo insieme dopo la separazione? Tutti gli innamorati piangono le loro pene! Le ore dell'incontro invernale veloci son passate, su ardenti braci di desiderio sono consumata! Altro non potrebbe essere: da te sono separata! Quel che temevo il rapido destino mi ha portato! Passano le notti, ma la separazione è infinita; schiava di passione neanche la pazienza mi ha liberata. Che Dio asperga la terra che ti ha rifugiato con piogge abbondanti e copiosamente versate! (Trad. L. Bariani)

23 23 DANTE ALIGHIERI ( ) Tanto gentile e tanto onesta pare Tanto gentile e tanto onesta pare la donna mia quand ella altrui saluta, ch ogne lingua deven tremando muta, e li occhi no l ardiscon di guardare. Ella si va, sentendosi laudare, benignamente d umiltà vestuta; e par che sia una cosa venuta da cielo in terra a miracol mostrare. Mostrasi sì piacente a chi la mira, che dà per li occhi una dolcezza al core, che ntender no la può chi no la prova: e par che de la sua labbia si mova un spirito soave pien d amore, che va dicendo a l anima: Sospira.

24 24 FRANCESCO PETRARCA ( ) Chiare, fresche e dolci acque Chiare, fresche e dolci acque, ove le belle membra pose colei che sola a me par donna; gentil ramo ove piacque (con sospir' mi rimembra) a lei di fare al bel fianco colonna; erba e fior' che la gonna leggiadra ricoverse co l'angelico seno; aere sacro, sereno, ove Amor co' begli occhi il cor m'aperse: date udïenza insieme a le dolenti mie parole estreme.... Da' be' rami scendea (dolce ne la memoria) una pioggia di fior' sovra 'l suo grembo; ed ella si sedea umile in tanta gloria, coverta già de l'amoroso nembo. Qual fior cadea sul lembo, qual su le treccie bionde, ch'oro forbito e perle eran quel dí a vederle; qual si posava in terra, e qual su l'onde; qual con un vago errore girando parea dir: - Qui regna Amore..

25 25 LOUISE LABÉ (Poetessa francese ) Deh, s io potessi vivere Deh, s io potessi vivere fin da oggi, domani e sempre, tra le sole braccia dell uomo amato, e s egli mi dicesse stringendomi al suo petto: O amica cara, amiamoci fra noi, ben soddisfatti l uno dell altra, senza che più nulla possa in vita dividerci ; se, al colmo del possesso tra noi, mentre lo tengo stretto al pari dell edera e del fusto, la morte invidiosa ci strappasse l uno all altra per sempre, allora, al colmo dei nostri amplessi, esalerei lo spirito mio sulle labbra sue, fino a morirne d una felicità che non ha nome.

26 26 WILLIAM SHAKESPEARE ( ) LXXV Tu sei per i miei pensieri come il cibo per la vita, o come per la terra le dolci piogge di primavera, e per amor tuo sostengo una lotta come l'avaro con le sue ricchezze: Ora orgoglioso possessore, e quindi affranto che i tempi ladri gli rubino il suo tesoro; ora contando solo di stare con te, e ora preferendo che anche altri partecipino delle mie conquiste; Qualche volta deliziato della tu vista, e poco dopo affamato di un tuo sguardo; non possedendo né cercando altra gioia che quella che tu dai o che da te io spero. E così, giorno dopo giorno, languisco e sono sazio, di tutto disponendo, e tutto desiderando.

27 27 ANTON MARIA LAMBERTI (poeta veneziano ) La biondina in gondoeta La biondina in gondoeta l altra sera gò menà, dal piasser la povareta la s ha in boto indormensà. La dormiva su sto brasso, mì ogni tanto la svegiava, mì ogni tanto la svegiava. E a barca che ninava la tornava a indormensar, e a barca che ninava la tornava a indormensar. Contemplando fisso, fisso, e fatesse del mio ben, quel visetto cussì slisso, quea bocca e quel bel sen mi sentiva dentro al petto una smania, un missiamento, una smania, un missiamento. Una specie de contento che no' so come spiegar, una specie de contento che no' so come spiegar. Mò stufà, oh finalmente, de sto tanto so' dormir, e gò fato da insoente, no m' 'ò vudo da pentir. Perchè, Oddio, che bee cose ghe go dito e ghe go fato, ghe go dito e ghe go fato. No, mai più tanto beato ai me zorni no so stà. No, mai più tanto beato ai me zorni no so stà.

28 28 ELIZABETH BARRETT BROWNING (Poetessa inglese ) È vero, il grande amore È vero, il grande amore che è mio vanto, dal petto risalendomi alla fronte, con un tale rubino mi incorona, che gli occhi degli uomini cattura, e misura l'intimo valore. Questo amore, unico mio pregio, non avrei, se l'esempio tu non mi avessi dato, insegnandomi come: quando il tuo schietto sguardo il mio ebbe incrociato e amore dall'amore ha chiamato. Non posso quindi dire che amore sia cosa mia; l'anima stanca e fragile hai rapita, posandola con te su un trono d'oro. E se amo, (oh, anima, umili siamo!) è per te solo, il solo che io amo.

29 29 GIOSUE CARDUCCI ( ) Poesia giovanile, composta a soli 18 anni. I voti de l'amore Canto tirolese imitato in lingua toscana Ogni gioia per me nel mondo è morta poi che lontano dimoro allo mio amore. Se le potessi aprire il duol che porta, alcuna medicina avrebbe il cuore. Fortunato usignol che sai volare, ti piaccia di volerla salutare: voglile dire per tua cortesia che s arricordi d'esser sempre mia. Orefice che stai a la finestra, lavora in oro schietto un anellino, in oro schietto color di ginestra che lo possa infilare un bel ditino, un bel ditino sottile sottile come gambo di mammola in aprile: con lacrime di doglia e di desio scrivici nel di dentro il nome mio. Se una chiave avessi io di diamante lo cor con quella chiave aprir vorria; e così aperto e nudo a te d avante i lo vorrei portar, speranza mia. Tu ci vedresti un'immagine bella come la stella Diana tua sorella; un'immagine bella ci vedresti, ed io so, cara, che ne piangeresti. Se un uccellin fossi io della foresta andrei a posarmi in sur un arbor verde: vorrei cantare una canzone mesta come quel giorno che l'amor si perde. E quando avessi cantato a bastanza, a te vorrei volare, oh mia speranza; l'esser lontana non ti gioveria, ché volerei da te, speranza mia.

30 30 O colombella che d amor ti lagne prestami in cortesia quell'ali belle; di sopra valli, di sopra montagne voglio volare all'amor mio con quelle. Se lo mio amore non mi vuol parlare, fuggirò quanto un ala può portare. Chissà dove anderò con l'ali tue, e il mio tesoro non mi vedrà piùe. (maggio 53) (Da GIOSUE CARDUCCI, TUTTE LE POESIE, NEWTON COMPTON EDITORI)

31 31 GIOSUE CARDUCCI ( ) Panteismo Io non lo dissi a voi, vigili stelle, A te no l dissi, onniveggente sol: Il nome suo, fior de le cose belle, Nel mio tacito petto echeggiò sol. Pur l una de le stelle a l altra conta Il mio secreto ne la notte bruna, E ne sorride il sol, quando tramonta, Ne suoi colloqui con la bianca luna. Su i colli ombrosi e ne la piaggia lieta Ogni arbusto ne parla ad ogni fior: Cantan gli augelli a vol Fósco poeta, Ti apprese al fine i dolci sogni amor. Io mai no l dissi: e con divin fragore La terra e il ciel l amato nome chiama, E tra gli effluvi de le acacie in fiore Mi mormora il gran tutto Ella, ella t ama. (aprile 72) (Da GIOSUE CARDUCCI, TUTTE LE POESIE, NEWTON COMPTON EDITORI)

32 32 GIOSUE CARDUCCI ( ) Qui regna amore Ove sei? de sereni occhi ridenti A chi tempri il bel raggio, o donna mia? E l intima del cor tuo melodia A chi armonizzi ne soavi accenti? Siedi tra l erbe e i fiori e a freschi venti Dài la dolce e pensosa alma in balía? O le membra concesso hai de la pia Onda a gli amplessi di vigor frementi? Oh, dovunque tu sei, voluttuosa Se l aura o l onda con mormorio lento Ti sfiora il viso o a bianchi omeri posa, È l amor mio che in ogni sentimento Vive e ti cerca in ogni bella cosa E ti cinge d eterno abbracciamento. (agosto 72) (Da GIOSUE CARDUCCI, TUTTE LE POESIE, NEWTON COMPTON EDITORI)

33 33 GIOSUE CARDUCCI ( ) Primavera classica Da i verdi umidi margini La violetta odora, Il mandorlo s'infiora, Trillan gli augelli a vol. Fresco ed azzurro l'aere Sorride in tutti i seni: Io chiedo a' tuoi sereni Occhi un piú caro sol. Che importa a me de gli aliti Di mammola non tócca? Ne la tua dolce bocca Fremeun piú vivo fior. Che importa a me del garrulo Di fronde e augei concento? Oh che divino accento Ha su' tuoi labbri amor! Auliscan pur le rosee Chiome de gli arboscelli: L'onda de' tuoi capelli, Cara, disciogli tu. M'asconda ella gl'inànimi Fiori del giovin anno: Essi ritorneranno, Tu non ritorni piú. Marzo 1873 (Da GIOSUE CARDUCCI, TUTTE LE POESIE, NEWTON COMPTON EDITORI)

34 34 ABORIGENI AUSTRALIANI Questo è un Canto d amore tradizionale degli <<Uomini Formica del miele>> per la conquisa di una donna. Un canto primitivo e ingenuo, pieno di fascino. *** Lentamente camminava, Danzando e saltellando Lei viaggiava. *** Riposava all'ombra, sedeva E dormiva. *** Amante, amante, Amante, preso al laccio, accalappiato. Amante, preso al laccio, accalappiato. *** Ammirò le gambe ben tornite, Ammirò i fianchi e gli occhi della donna. *** Volse lo sguardo al visitatore, Malato d'amore. *** Le bellissime decorazioni sul mio corpo La condurranno verso di me. *** Lei cercò, mentre era mezza addormentata, Lei guardò, cercò. *** L'uomo iniziato, Danzando, visitò lo spirito di lei. *** Essi si sedettero Come amici, stanchi. *** L'uomo cercò il sito sacro,

35 35 In dubbio se prendere gli oggetti sacri oppure no. *** Si abbracciarono con tenerezza, I suoi pensieri colmi di lui. *** Pensieri colmi di lui, incantati, Intrappolati. *** L'uomo iniziato L'ha catturata per sempre. *** Si decorò per una cerimonia d amore Mentre camminava, con le Croci di corda simili a orecchie di cane. (Da CANTI DEGLI ABORIGENI AUSTRALIANI, OSCAR MONDADORI)

36 36 INDIANI D AMERICA Risveglio Svegliati! Fiore della foresta, cielo che cammina, uccello di pianura, creatura dagli occhi di cerbiatto, quando mi guardi io sono felice come un fiore che beve la rugiada, il tuo respiro è l'alito di fiori che si schiudono al mattino, di fiori che si chiudono alla sera contro una luna color di foglia morta. Non vedi il fiotto rosso del mio sangue correrti incontro come un torrente nel fitto della macchia in una notte magica di luna? Se mi sei accanto canta il mio cuore, e danza come un ramo scosso dallo Spirito del Vento, in una luna di fragole. Quando mi guardi severa nero mi si fa il cuore, come un fiume abbagliante che nubi di pioggia oscurano. Se mi sorridi, ecco che torna il sole, e sono un'increspatura disegnata sul viso dello stagno. Guardami, guarda il rosso tamburo del mio cuore. Ride la terra, il cielo assieme a lei: io non ricordo più come si ride se non mi sei vicina. Svegliati, amore, svegliati! (CANTO DEGLI INDIANI ALGONKIN CHIPPEWA) Il testo poetico indiano è tratto da 49 CANTI DEGLI INDIANI D AMERICA - I MITI POESIA - Mondadori

37 37 INDIANI D AMERICA Invito notturno Vieni, amore mio, saliamo insieme il fianco ripido della montagna. Da lì guarderemo il tramonto e parleremo di foglie che cadono; e quando sarai mia sposa ci siederemo là finché la Bella Viaggiatrice della notte si fermerà a splendere proprio accanto alla cima. Guarderemo le stelle bambine seguire le più grandi, gli Astri del nord giocare a palla, il Fulmine farci cenno mentre accende la pipa, il remeggio potente dell'uccello di Tuono, e la stirpe di Tornado e Tempesta. Aspetteremo finché tutto intorno sprofonderà nel sonno. Ma noi non dormiremo. Ci siederemo insieme sulla cima e non faremo caso al gufo che griderà: "È ora di dormire!». Guarderemo le stelle nel loro volo immemore nel cuore della notte. Ci stringeremo più vicini, con il pensiero rivolto a noi soltanto. E ancora il gufo griderà: "Tutti a dormire!" Ci si avvicinerà la Bella Viaggiatrice della notte

38 38 per avvertirci che tutto, tranne noi, arà affondato in un suo sogno, e che le stelle bambine e perfino l'uccello di Tuono avranno fermato il proprio volo. Ed è vero, il gufo è una saggia creatura, e al suo richiamo ogni giovane uomo, ogni fanciulla, dovrebbe ubbidire e rifugiarsi, a notte, tra le pareti della propria casa: non come noi, distratti da complici stelle. (CANTO DEGLI INDIANI ALGONKIN) Il testo poetico indiano è tratto da 49 CANTI DEGLI INDIANI D AMERICA - I MITI POESIA - Mondadori

39 39 INDIANI D AMERICA Bellezza della mia donna Dalla mia casa, dalla mia donna, bellezza s'irradia e si espande. Dai quattro angoli della mia casa, dal cuore forte della mia compagna, bellezza s'irradia, ricopre le cose con un fascio di luce. (CANTO DEGLI INDIANI NAVAJO) Il testo poetico indiano è tratto da 57 CANTI NAVAJO - I MITI POESIA - Mondadori

40 40 DONNA PIGMEA DELL'AFRICA CENTRALE Compianto funebre Non andrò più alla caccia né alla pesca, non coglierò dell'alta palma i grappoli, non cercherò miele nel bosco perché tu mi hai lasciata. Poiché non ci sei più non mangerò più carne né miele né radici o pesce. Ma perché sei scomparso, caro che amavo tanto? Voglio morire anch'io perché non ci sei più. (Canto di una donna pigmea dell'africa Centrale)

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Attimi d amore Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Distesa davanti alla collina Occhi verdi come il prato distesa e non pensi a nulla. Ricordo

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

Giovani poeti crescono.

Giovani poeti crescono. Giovani poeti crescono. L amicizia Passa un aereo Passa un treno Ma cosa si portano sul loro sentiero? E un qualcosa di luminoso Sarà la notte che fugge via o forse solo la vita mia?. Ora ho capito che

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio Celebrare un anniversario non significa rievocare un avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento di grazie una realtà presente che ha

Dettagli

Candela bianca. Silvia Angeli

Candela bianca. Silvia Angeli Candela bianca È successo ancora. Il buio della stanza mi chiama alla realtà. Abbandono riluttante le coperte calde, rifugio sicuro e accendo una candela bianca, con la sua fiamma dorata. È successo di

Dettagli

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Scarica questo libretto Ascolta le canzoni in MP3 http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Canti con accordi 1 Lo spirito e la sposa z do

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

La spiaggia di fiori

La spiaggia di fiori 37 La spiaggia di fiori U na nuova alba stava nascendo e qualcosa di nuovo anche in me. Remai per un po in direzione di quella luce all orizzonte, fino a che l oceano di acqua iniziò pian piano a ritirarsi

Dettagli

Claudio Bencivenga IL PINGUINO

Claudio Bencivenga IL PINGUINO Claudio Bencivenga IL PINGUINO 1 by Claudio Bencivenga tutti i diritti riservati 2 a mia Madre che mi raccontò la storia del pignuino Nino a Barbara che mi aiuta sempre in tutto 3 4 1. IL PINGUINO C era

Dettagli

BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA Beati voi, beati voi, beati voi, beati voi. BEATI VOI

BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA Beati voi, beati voi, beati voi, beati voi. BEATI VOI BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA MI FA#-7 Se sarete poveri nel cuore, beati voi: LA6 MI sarà vostro il Regno di Dio Padre. MI FA#-7 Se sarete voi che piangerete, beati voi, LA6 MI perché

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA

PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA 2 maggio 2015 Canto iniziale Cel. Nel nome del Padre TI PORTAVO IN BRACCIO Una notte un uomo fece un sogno. Sognò che stava camminando

Dettagli

Roberta Santi AZ200. poesie

Roberta Santi AZ200. poesie AZ200 Roberta Santi AZ200 poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Roberta Santi Tutti i diritti riservati T amo senza sapere come, né quando né da dove, t amo direttamente, senza problemi né orgoglio:

Dettagli

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19 01 - Voglio Di Piu' Era li', era li', era li' e piangeva ma che cazzo hai non c'e' piu',non c'e' piu',non c'e' piu' e' andato se ne e' andato via da qui Non c'e' niente che io possa fare puoi pensarmi,

Dettagli

La poesia per mia madre

La poesia per mia madre La poesia per mia madre Oggi scrivo una poesia per la mamma mia. Lei ha gli occhi scintillanti come dei diamanti i capelli un po chiari e un po scuri il corpo robusto come quello di un fusto le gambe snelle

Dettagli

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR PERSONE DA AIUTARE Ci sono persone che piangono dal dolore, li potremmo aiutare, donando pace e amore. Immagina

Dettagli

ANGELA RAINONE POESIE

ANGELA RAINONE POESIE 1 ANGELA RAINONE POESIE EDIZIONE GAZZETTA DIE MORRESI EMIGRATI Famiglia Rainone Angela Lugano Svizzera 2 3 PREFAZIONE Tra i giovani che hanno sporadicamente inviato delle poesie per pubblicarle sulla Gazzetta

Dettagli

ELISABETTA VENDRAMINI

ELISABETTA VENDRAMINI ORA MEDIA In onore della beata ELISABETTA VENDRAMINI vergine e fondatrice festa liturgica 27 aprile 2 INNO Nel canto celebriamo la vergine fedele che ha dato alla Chiesa una famiglia nuova. Di nobili natali,

Dettagli

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la mamma di Gesù, tante preghiere; ogni preghiera ricorda

Dettagli

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale PROGETTO MUSICA e TEATRO La storia del Natale Il Progetto Musica e Teatro per l anno scolastico 2014/2015 è nato dalla decisione di tutti gli insegnanti del plesso di voler proseguire nel potenziamento

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

Poesie per il nuovo anno. Scritto da

Poesie per il nuovo anno. Scritto da Dopo avervi suggerito una serie di filastrocche e poesie per il nuovo anno da proporre in classe al rientro dalle vacanze, aggiungo altre poesie che vi potranno suggerire nuovi itinerari didattici. O anno

Dettagli

Maurizio Albanese DONARE È AMARE!

Maurizio Albanese DONARE È AMARE! Donare è amare! Maurizio Albanese DONARE È AMARE! raccolta di poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Maurizio Albanese Tutti i diritti riservati Ai miei genitori Santo e Maria L associazione Angeli

Dettagli

Adorazione Eucaristica

Adorazione Eucaristica Adorazione Eucaristica Pregare come i Santi I santi sono coloro che hanno creduto e vissuto con amore il mistero di Cristo. Essi hanno saputo vivere nel difficile nascondimento la preghiera, sottratta

Dettagli

LA BALLERINA. Chiara Boscolo IIIA

LA BALLERINA. Chiara Boscolo IIIA Sulle ali del tempo, sorvolo il vento. Viaggio per conoscere i luoghi del mondo. Il sentiero è la scia dell arcobaleno. Nei miei ricordi il verde della foresta, il giallo del sole, l azzurro ed il blu

Dettagli

33 poesie. una dedicata al calcio e una alla donna

33 poesie. una dedicata al calcio e una alla donna 33 poesie una dedicata al calcio e una alla donna Salvatore Giuseppe Truglio 33 POESIE una dedicata al calcio e una alla donna www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Salvatore Giuseppe Truglio Tutti

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

Luigi Broggini. In fondo al Corso. poesie. Le Lettere

Luigi Broggini. In fondo al Corso. poesie. Le Lettere Luigi Broggini In fondo al Corso poesie Le Lettere Paesaggio romano con leone di pietra, 1932. Se qualcuno chiede di me digli che abito sul Corso dove i giorni sono ugualmente felici e le ragazze più belle.

Dettagli

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA I A6 BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA Parrocchia Domenica CANTO D INIZIO NEL TUO SILENZIO Nel tuo silenzio accolgo il mistero venuto a vivere dentro di me, sei tu che vieni, o forse è più vero

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

Favola e disegni di Maria Maddalena Covassi

Favola e disegni di Maria Maddalena Covassi Favola e disegni di Maria Maddalena Covassi La grande quercia del bosco era molto vecchia. Nella corteccia del tronco e dei rami, i solchi lasciati dal tempo erano profondi. Non sapeva ancora quanto le

Dettagli

Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia

Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia I COLORI Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia I colori sono tanti almeno cento: marrone come il legno, bianco come la nebbia, rosso come il sangue,

Dettagli

Il dono della vita SIATE FECONDI E MOLTIPLICATEVI (Gen 1, 26-28)

Il dono della vita SIATE FECONDI E MOLTIPLICATEVI (Gen 1, 26-28) Il dono della vita SIATE FECONDI E MOLTIPLICATEVI (Gen 1, 26-28) La mancanza di un figlio da sempre è stata fonte di sofferenza per molte donne, Un tempo, non conoscendo i meccanismi del concepimento,

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

IL VIAGGIO DI SCIANTAH di Kamil Kileny

IL VIAGGIO DI SCIANTAH di Kamil Kileny لش حن لطح ح ل ة ر كام ل ك يالني IL VIAGGIO DI SCIANTAH di Kamil Kileny traduzione italiana riga per riga, parola per parola curata da Pier Luigi Farri plfarri@vbscuola.it 1 Due buoni fratelli. Sciantah

Dettagli

Gesù bambino scrive ai bambini

Gesù bambino scrive ai bambini Gesù bambino scrive ai bambini Leonardo Boff scrive a Gesù Bambino sul materialismo del Natale Il materialismo di Babbo Natale e la spiritualità di Gesù Bambino Un bel giorno, il Figlio di Dio volle sapere

Dettagli

preghiere Associazione Ragazzi del Cielo guardando di la

preghiere Associazione Ragazzi del Cielo guardando di la preghiere Associazione Ragazzi del Cielo Ragazzi della Terra 1 guardando di la Madre di tutte le madri Vergine Maria, madre di tutti i figli, madre di tutte le madri e di tutti i padri. Noi, famiglie dei

Dettagli

(da La miniera, Fazi, 1997)

(da La miniera, Fazi, 1997) Che bello che questo tempo è come tutti gli altri tempi, che io scrivo poesie come sempre sono state scritte, che questa gatta davanti a me si sta lavando e scorre il suo tempo, nonostante sia sola, quasi

Dettagli

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla!

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Quarta Primaria - Istituto Santa Teresa di Gesù - Roma a.s. 2010/2011 Con tanto affetto... un grande grazie anche da me! :-) Serena Grazie Maestra

Dettagli

POESIE PER IL POETA DELL ANNO SCUOLA SECONDARIA MONTERADO

POESIE PER IL POETA DELL ANNO SCUOLA SECONDARIA MONTERADO POESIE PER IL POETA DELL ANNO SCUOLA SECONDARIA MONTERADO FAMIGLIA Famiglia è un insieme di persone che riescono a scaldarti il cuore; ti aiutano a passare i momenti peggiori, sanno sempre che fare, sanno

Dettagli

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone 1 ANNO CATECHISMO 2014-2015 Alla Scoperta di Gesù SUSSIDIO SCHEDE RISCOPERTA DEL BATTESIMO 1 NOME COGNOME Le mie catechiste NOME COGNOME Telefono NOME COGNOME Telefono

Dettagli

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi Fratelli, il calice della benedizione che noi benediciamo, non è forse

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi Fratelli, il calice della benedizione che noi benediciamo, non è forse Dt 8, 2-3. 14-16 Dal libro del Deuteronòmio Mosè parlò al popolo dicendo: «Ricòrdati di tutto il cammino che il Signore, tuo Dio, ti ha fatto percorrere in questi quarant'anni nel deserto, per umiliarti

Dettagli

Due nonne di Forlì correvan sempre tutto il dì. Un giorno caddero ridenti e si spaccaron tutti i denti. Che sbadate le due nonne di Forlì!

Due nonne di Forlì correvan sempre tutto il dì. Un giorno caddero ridenti e si spaccaron tutti i denti. Che sbadate le due nonne di Forlì! Due nonne di Forlì correvan sempre tutto il dì. Un giorno caddero ridenti e si spaccaron tutti i denti. Che sbadate le due nonne di Forlì! Limerik di Ettore (nipotino grande) 9 PREFAZIONE È stata un emozione

Dettagli

1 Premio sez. Poesia. C era una volta.

1 Premio sez. Poesia. C era una volta. 1 Premio sez. Poesia C era una volta. C era una volta una bimba adorabile ben educata e un sorriso invidiabile. Nulla le mancava, tutto poteva, una vita da sogno conduceva. C era una volta un bimbo adorabile

Dettagli

BEATO L UOMO. Camminiamo sulla strada. me l'hai detto, son sicuro, non potrai scordarti di me.

BEATO L UOMO. Camminiamo sulla strada. me l'hai detto, son sicuro, non potrai scordarti di me. BEATO L UOMO Beato l'uomo che retto procede e non entra a consiglio con gli empi e non va per la via dei peccatori, nel convegno dei tristi non siede. Nella legge del Signore ha risposto la sua gioia;

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

stelle, perle e mistero

stelle, perle e mistero C A P I T O L O 01 In questo capitolo si parla di un piccolo paese sul mare. Elenca una serie di parole che hanno relazione con il mare. Elencate una serie di parole che hanno relazione con il mare. Poi,

Dettagli

FIABE GIAPPONESI. La principessa del bambù. La fanciulla del melone. Le due Fortune. Luna e Stella. Le Creature delle fiabe giapponesi.

FIABE GIAPPONESI. La principessa del bambù. La fanciulla del melone. Le due Fortune. Luna e Stella. Le Creature delle fiabe giapponesi. http://web.tiscali.it La principessa del bambù. La fanciulla del melone. Le due Fortune. Luna e Stella. FIABE GIAPPONESI Le Creature delle fiabe giapponesi. LA PRINCIPESSA DEL BAMBÙ. C'erano una volta

Dettagli

Evangelici.net Kids Corner. Nel Principio. Sai come è stato fatto il primo uomo? Ascolta e lo imparerai. IL PRIMO UOMO

Evangelici.net Kids Corner. Nel Principio. Sai come è stato fatto il primo uomo? Ascolta e lo imparerai. IL PRIMO UOMO Il primo uomo di Barbara Wilmerton Haas Evangelici.net Kids Corner Nel Principio Sai come è stato fatto il primo uomo? Ascolta e lo imparerai. IL PRIMO UOMO In quattro giorni Dio creò tantissime cose.

Dettagli

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2 Volto che sfugge, nebbia di idee, 9 tu sei solo una grossa bugia! SIb7+ Ti dicono tutti che hai dei talenti, LA9 in fondo ci speri che così sia! RITORNO ALLA CAVA RAP Questo è il mio mondo, qui sono il

Dettagli

I NOSTRI PICCOLI POETI

I NOSTRI PICCOLI POETI I NOSTRI PICCOLI POETI POESIE SULLA MAMMA Insegnante Fortunata Chiaro CLASSE IV D Anno scolastico 2009-2010 Mamma sei bella come una stella Oh! Mammina sei bellina Come una stellina. Sei dolcina Come una

Dettagli

WÉÅxÇ vt ED ÅtÜéÉ ECDC

WÉÅxÇ vt ED ÅtÜéÉ ECDC ctüüévv{ t w fa TÇwÜxt Parrocchia di S. Andrea Sommacampagna féååtvtåñtzçt Domenica 21 marzo 2010 WÉÅxÇ vt ED ÅtÜéÉ ECDC 12 BRUCIAMO I BIGLIETTINI Bruciamo i nostri peccati, con il perdono non ci sono

Dettagli

Luigi De Simone POESIE

Luigi De Simone POESIE Poesie Luigi De Simone POESIE Culla la mia anima' Entra nel mio cuore e diffonditi,,,, trema il mio sangue e scalpita.. al desiderio di essere sfiorato,,, baciami e culla la mia anima,,,nutrila di piacere

Dettagli

Canzoncina. Di qui potete vedere Come sia innocuo il bere. Canto di un amata.

Canzoncina. Di qui potete vedere Come sia innocuo il bere. Canto di un amata. Canzoncina I. C era una volta un tizio A diciottanni prese il vizio Di bere, e per questa china Lui andò in rovina. Morì a ottantant anni e il perché È chiaro a me e a te. 2. C era una volta un piccolo,

Dettagli

IL SOGNO di GIUSEPPE Canzoni

IL SOGNO di GIUSEPPE Canzoni IL SOGNO di GIUSEPPE Canzoni CANZONE: QUESTO VESTITO BELLISSIMO Giacobbe: Ecco, figlio qui per te una cosa certo che ti coprirà, ti scalderà, e poi sarà un pensiero mio per te. Ti farà pensare a me, al

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

AUGURI MAMME! FESTA DELLA MAMMA 2011 CLASSE 4C DE FILIPPO. La mia mamma

AUGURI MAMME! FESTA DELLA MAMMA 2011 CLASSE 4C DE FILIPPO. La mia mamma AUGURI MAMME! FESTA DELLA MAMMA 2011 CLASSE 4C DE FILIPPO La mia mamma La mia mamma con la giacca in mano, sempre pronta a portarmi ovunque sia, con gli occhioni color terra. Io la guardo e penso a tante

Dettagli

Al mare. Al mare. Al mare

Al mare. Al mare. Al mare domani al mare andrò e tanti bagni io farò Poi la crema spalmerò così la pelle non brucerò e se il sole brucia un po' sotto l'ombrellone io starò Ludovica Belmonte 3^C Oggi ho deciso di viaggiare e andare

Dettagli

N. e N. 40 anni nella grazia del matrimonio

N. e N. 40 anni nella grazia del matrimonio N. e N. 40 anni nella grazia del matrimonio Celebrare un anniversario non significa rievocare un avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento di grazie una realtà presente che ha

Dettagli

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE CANZONE: LE NOSTRE CANZONI DI NATALE VIENI BAMBINO TRA I BAMBINI Quando la notte è buia E buio è anche il giorno, non credi che il domani potrà mai fare ritorno. Quando la notte è fredda C è il gelo nel

Dettagli

LA NEVE SOFFICE. Lorenzo Belgrano, 1 C

LA NEVE SOFFICE. Lorenzo Belgrano, 1 C LA NEVE SOFFICE La neve non si sa dov'è ma è bello se c'è. Soffice come un letto dove puoi fare un angioletto, se vai al sole la vedi brillare ma con gli occhiali gli occhi devi riparare. La neve si scioglie

Dettagli

Poesie, filastrocche e favole per bambini

Poesie, filastrocche e favole per bambini Poesie, filastrocche e favole per bambini Jacky Espinosa de Cadelago Poesie, filastrocche e favole per bambini Ai miei grandi tesori; Elio, Eugenia ed Alejandro, coloro che ogni giorno mi fanno crescere

Dettagli

Un pinguino in seconda A o forse più di uno?

Un pinguino in seconda A o forse più di uno? Un pinguino in seconda A o forse più di uno? Immaginiamo, per un momento, che una cicogna un po distratta voli con un fagotto tra le zampe. Nel fagotto c è un pinguino. Un delizioso, buffo e tenero pinguino.

Dettagli

Novena di Natale 2015

Novena di Natale 2015 Novena di Natale 2015 io vidi, ed ecco, una porta aperta nel cielo (Apocalisse 4,1) La Porta della Misericordia Signore Gesù Cristo, tu ci hai insegnato a essere misericordiosi come il Padre celeste, e

Dettagli

PRESENTAZIONE INDICE

PRESENTAZIONE INDICE PRESENTAZIONE Quest anno noi ragazzi di prima C, con l aiuto dell insegnante di Lettere, abbiamo deciso di comporre alcune brevi poesie per creare un atmosfera natalizia dolce e festosa. Oltre a rallegrarvi

Dettagli

UN LIBRO CHE ANNUNCIA.. LA GIOIA DEL NATALE ... VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA. Parole chiave. Novembre-dicembre

UN LIBRO CHE ANNUNCIA.. LA GIOIA DEL NATALE ... VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA. Parole chiave. Novembre-dicembre UN LIBRO Novembre-dicembre CHE ANNUNCIA..... LA GIOIA DEL NATALE VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA Parole chiave SEGNI E SIMBOLI DELLA FESTA DI NATALE nella borsina ci sono due scatole che contengono

Dettagli

NON TEMERE, SOLO ABBI FEDE FEDE È CERTEZZA DI COSE CHE SI SPERANO E DIMOSTRAZIONE DI COSE CHE NON SI VEDONO

NON TEMERE, SOLO ABBI FEDE FEDE È CERTEZZA DI COSE CHE SI SPERANO E DIMOSTRAZIONE DI COSE CHE NON SI VEDONO NON TEMERE, SOLO ABBI FEDE Cos è la fede? FEDE È CERTEZZA DI COSE CHE SI SPERANO E DIMOSTRAZIONE DI COSE CHE NON SI VEDONO EBREI 11:1 che si sperano SPERANZA: Aspettazione fiduciosa di qualcosa in cui

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

FRAS I e CAN ZON I da scegliere per dedicare al tuo Am ore il 14 Febbraio, S AN VALEN TIN O, alla Locanda dei M assim i

FRAS I e CAN ZON I da scegliere per dedicare al tuo Am ore il 14 Febbraio, S AN VALEN TIN O, alla Locanda dei M assim i FRAS I e CAN ZON I da scegliere per dedicare al tuo Am ore il 14 Febbraio, S AN VALEN TIN O, alla Locanda dei M assim i Chiam a ai num eri 066550684 e 0665499074 o invia una m ail a even t i@locan dadeim

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

poesie del rispetto Le muse per una città che si vuole bene

poesie del rispetto Le muse per una città che si vuole bene Una parola sola è come muta Pensiamo le parole: una a una, una parola sola è come muta, ombra d assenza, eco di silenzio. Anche quando è nobile, un nome, la parola assoluta di qualcuno, se è sola, si affanna,

Dettagli

CONTIAMO MOLTO AUGURA TANTISSIMI AUGURI DI BUON NATALE ANCHE A TUTTI VOI ^_^

CONTIAMO MOLTO AUGURA TANTISSIMI AUGURI DI BUON NATALE ANCHE A TUTTI VOI ^_^ FRASI DI NATALE - BELLE FRASI DI AUGURI DI NATALE Scegli le migliori Frasi di Natale per fare tanti Auguri di Buon Natale Prepara il tuo sorriso migliore, a Natale tutti vogliono essere felici. Regala

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania

INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania Cara Arianna, ciao, io sono Federica D.L. e abito a Latina e frequento la scuola elementare dell IC Don

Dettagli

BEATA MARIA DI GESU'CROCIFISSO

BEATA MARIA DI GESU'CROCIFISSO BEATA MARIA DI GESU'CROCIFISSO PREGHIERA PER LA CANONIZZAZIONE Signore Gesù, che per riscattarci hai voluto incarnarti a Nàzaret, nascere a Betlemme e morire a Gerusalemme, degnati di ricordarti che la

Dettagli

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte!

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte! Titivillus presenta la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. I Diavoletti per tutti i bambini che amano errare e sognare con le storie. Questi racconti arrivano

Dettagli

L'orologio. di Nello Filippetti

L'orologio. di Nello Filippetti L'orologio di Nello Filippetti E il bimbo sognava l orologio che camminava giorno e notte, il cuore di smalto fiorito che nel fiore della vita la mamma dette al babbo in segno di lei, perché traducesse

Dettagli

1. RIVELATO IN GESU CRISTO

1. RIVELATO IN GESU CRISTO SCHEDA 4 (per operatori) 1. RIVELATO IN GESU CRISTO Nota introduttiva L incontro sulla figura di Gesù ha lo stesso stile narrativo del precedente. Se Dio è origine del bisogno d amore e della capacità

Dettagli

Concorso Nazionale di poesia città di Foligno. Sezione Ragazzi

Concorso Nazionale di poesia città di Foligno. Sezione Ragazzi Concorso Nazionale di poesia città di Foligno Sezione Ragazzi LA VITA La vita è come un libro illustrato Dal quale spesso rimani affascinato A tal punto che resteresti incollato E vorresti sfogliarla tutta

Dettagli

POESIA DEI BAMBINI. Guarda con stupore, un dono da dio, contando le ore, chiusa nel buio, sola soletta con un berretto, dove pareva scomparsa,

POESIA DEI BAMBINI. Guarda con stupore, un dono da dio, contando le ore, chiusa nel buio, sola soletta con un berretto, dove pareva scomparsa, POESIA DEI BAMBINI Guarda con stupore, un dono da dio, contando le ore, chiusa nel buio, sola soletta con un berretto, dove pareva scomparsa, una bambinetta tanto magra, e soddisfatta, senza una famiglia,

Dettagli

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Io..., papà di...... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Lettura albo, strumento utilizzato in un Percorso di Sostegno alla Genitorialità biologica EMAMeF - Loredana Plotegher, educatore professionale

Dettagli

Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE

Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE Urlo d amore Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE racconti brevi www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Maria Antonietta Bafile Tutti i diritti riservati A tutti gli innamorati... A tutti gli amori assurdi

Dettagli

Introduzione. Ancora una volta... Grazie Poesia!

Introduzione. Ancora una volta... Grazie Poesia! Introduzione Le rime dell anima, è il titolo di questa raccolta di poesie; tre libri in uno, un universo di emozioni autentiche, scatenate dal cuore, rime suggerite dall anima. Io... voi... e poesia...

Dettagli

M I S T E R I D E L D O L O R E

M I S T E R I D E L D O L O R E M I S T E R I D E L D O L O R E Mio Dio, dona a tutti, a tutti gli uomini, la conoscenza di te e la compassione dei tuoi dolori. Le rosaire. Textes de, Monastère de Chambarand, Roybon 2009, p. 27 1. L

Dettagli

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Traccia: Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Per la preghiera: vedi in allegato. Sviluppo dell

Dettagli

Parco naturale La Mandria

Parco naturale La Mandria Parco naturale La Mandria La favola di Rosa Ciao bambini io sono Turcet, il topolino che vive qui al Castello! Quando ero piccolo mio Nonno Topone mi raccontò la storia del Re Vittorio Emanuele e della

Dettagli

Chiara e Findarfin SMS ROMANTICI. per tutte le occasioni. Simonelli electronic Book

Chiara e Findarfin SMS ROMANTICI. per tutte le occasioni. Simonelli electronic Book Chiara e Findarfin SMS ROMANTICI per tutte le occasioni SeBook Simonelli electronic Book Tre pensieri prima dei sogni: il primo per i tuoi occhi dolci, il secondo per il tuo viso delicato, il terzo per

Dettagli

MORENDO. Camminando con triste fatica su terra bruna, dormendo svegli su letti di legno, è come quando morendo si sta. (Giacomo C.

MORENDO. Camminando con triste fatica su terra bruna, dormendo svegli su letti di legno, è come quando morendo si sta. (Giacomo C. Scuola primaria E. Fermi di Bogliasco anno scolastico 2014/2015 1 MORENDO Camminando con triste fatica su terra bruna, dormendo svegli su letti di legno, è come quando morendo si sta. (Giacomo C.) 2 IL

Dettagli

Dom. 11à DEL TEMPO ORDINARIO Anno B - n. 36 14 giugno 2015. R. Terra tutta, dà lode a Dio, canta il tuo Signor!

Dom. 11à DEL TEMPO ORDINARIO Anno B - n. 36 14 giugno 2015. R. Terra tutta, dà lode a Dio, canta il tuo Signor! Dom. 11à DEL TEMPO ORDINARIO Anno B - n. 36 14 giugno 2015 Canto d'inizio: 1 TERRA TUTTA DÀ LODE A DIO R. Terra tutta, dà lode a Dio, canta il tuo Signor! 1. Servite Dio nell allegrezza, 2. Sì, il Signore

Dettagli

Carla Paoloni. IL RACCONTO di ANNA. Scritto da Anna Fava e nonna Carla Illustrazioni di Anna Fava

Carla Paoloni. IL RACCONTO di ANNA. Scritto da Anna Fava e nonna Carla Illustrazioni di Anna Fava Carla Paoloni IL RACCONTO di ANNA Scritto da Anna Fava e nonna Carla Illustrazioni di Anna Fava 1 L USIGNOLO CHE NON SAPEVA CANTARE C era una volta un usignolo che non sapeva cantare. Era proprio stonato

Dettagli

IL CANTO DELL ODORE DEL MARE ADINA VERÌ

IL CANTO DELL ODORE DEL MARE ADINA VERÌ IL CANTO DELL ODORE DEL MARE ADINA VERÌ Proprietà letteraria riservata 2012 Screenpress Edizioni - Trapani ISBN 978-88-96571-42-2 È vietata la riproduzione, anche parziale, con qualsiasi mezzo effettuata

Dettagli

Lia Levi. La portinaia Apollonia. orecchio acerbo DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI

Lia Levi. La portinaia Apollonia. orecchio acerbo DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI Lia Levi La portinaia Apollonia DISEGNI DI EMANUELA ORCIARI orecchio acerbo Premio Andersen 2005 Miglior libro 6/9 anni Super Premio Andersen Libro dell Anno 2005 Lia Levi La portinaia Apollonia DISEGNI

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. MAZZINI ERICE TRENTAPIEDI ISTITUTO COMPRENSIVO G. MAZZINI. Anno Scolastico 2012/2013

ISTITUTO COMPRENSIVO G. MAZZINI ERICE TRENTAPIEDI ISTITUTO COMPRENSIVO G. MAZZINI. Anno Scolastico 2012/2013 ISTITUTO COMPRENSIVO G. MAZZINI ERICE TRENTAPIEDI ISTITUTO COMPRENSIVO G. MAZZINI Anno Scolastico 2012/2013 Classe 4^ B PREFAZIONE UNA GRANDE AMICIZIA Questo giornalino è nato dall idea di mettere insieme

Dettagli

PADRE MAESTRO E AMICO

PADRE MAESTRO E AMICO PADRE MAESTRO E AMICO Padre, di molte genti padre, il nostro grido ascolta: è il canto della vita. Quella perenne giovinezza che tu portavi in cuore, perché non doni a noi? Padre, maestro ed amico noi

Dettagli

Lasciatevi incantare

Lasciatevi incantare Lasciatevi incantare Rita Pecorari LASCIATEVI INCANTARE favole www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Rita Pecorari Tutti i diritti riservati Tanto tempo fa, io ero ancora una bambina, c era una persona

Dettagli

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè...

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Clémence e Laura Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Se fossi un paio di scarpe sarei i tuoi lacci Se fossi il tuo piede sarei il tuo mignolo Se fossi la tua gola sarei la tua glottide Se fossi

Dettagli

IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO

IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO Come mai chiedi da bere a me? Domenica 9 Novembre 2014 DIOCESI DI MILANO SERVIZIO PER LA FAMIGLIA DECANATO SAN SIRO Centro Rosetum Via Pisanello n. 1 h. 16.30

Dettagli

NOVENA DI NATALE. Profezie Il Re che sta per venire è il Signore, venite adoriamo.

NOVENA DI NATALE. Profezie Il Re che sta per venire è il Signore, venite adoriamo. NOVENA DI NATALE NOVENA DI NATALE Profezie Il Re che sta per venire è il Signore, venite adoriamo. Gioisci, figlia di Sion, esulta, figlia di Gerusalemme: ecco, il Signore verrà, ed in quel giorno vi sarà

Dettagli