Condizioni Definitive. in data 20 Luglio UNICREDIT BANCA MOBILIARE S.p.A. (l "Emittente")

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Condizioni Definitive. in data 20 Luglio 2006. UNICREDIT BANCA MOBILIARE S.p.A. (l "Emittente")"

Transcript

1 Il termine "Certificates" indica gli strumenti finanziari "certificates" come definiti ai sensi dell'art. 2 comma g) del Regolamento Emittenti di Consob n /1999. Condizioni Definitive in data 20 Luglio 2006 UNICREDIT BANCA MOBILIARE S.p.A. (l "Emittente") Emissione fino a Euro di Equity Collar Certificates sull indice EUROSTOXX50 SM nell ambito del proprio Warrant e Certificate Programme Il presente documento rappresenta le Condizioni Definitive relative all emissione di Titoli qui di seguito descritti nonché le condizioni definitive ai fini dell articolo 5.4 della Direttiva Prospetti (Direttiva 2003/71/CE) (la Direttiva Prospetti). I termini adottati di seguito saranno da intendersi come definiti nelle Condizioni di cui al Prospetto datato 28 Novembre 2005, al Supplemento al Prospetto datato 13 Febbraio 2006, al Supplemento al Prospetto datato 18 Aprile 2006, al Supplemento al Prospetto datato 6 Giugno 2006 ed al Supplemento al Prospetto datato 14 Luglio 2006, che insieme costituiscono un prospetto ai fini della Direttiva Prospetti. Le presenti Condizioni Definitive contengono le condizioni definitive relative ai Titoli qui di seguito descritti e deve essere consultato congiuntamente al Prospetto in modo tale da fornire ogni informazione utile sull Emittente e sui Titoli stessi. Sono disponibili al pubblico copie gratuite del suddetto Prospetto, durante i normali orari d ufficio, presso la sede legale dell Emittente e in forma elettronica sul sito web e sul sito web della Borsa Italiana Fatto salvo quanto riportato nel paragrafo "Offerta e Vendita", per quanto l Emittente è a conoscenza, nessun soggetto coinvolto nell offerta dei Titoli ha un interesse sostanziale nell offerta in questione. I riferimenti qui di seguito alle Condizioni numerate si riferiscono ai Termini e Condizioni dei Certificates, e le parole ed espressioni contenute in detti termini e condizioni avranno lo stesso significato riportato in queste Condizioni Definitive, salvo che non sia diversamente stabilito. L Emittente (la Persona Responsabile) assume la responsabilità delle informazioni contenute nelle presenti Condizioni Definitive. L Emittente, per quanto di sua conoscenza, avendo adottato tutta la ragionevole diligenza a tale scopo, attesta altresì che le informazioni contenute nelle presenti Condizioni Definitive sono conformi ai fatti e non presentano omissioni tali da alterarne il senso. 1

2 PARTE A - CONDIZIONI CONTRATTUALI A.1 DISPOSIZIONI GENERALI 1. Emittente: UniCredit Banca Mobiliare S.p.A. 2. Numero di Serie: I Tranche: 1 4. Denominazione: Non applicabile 5. Consolidamento: Non applicabile 6. Tipo di Titoli: (i) I Titoli sono Certificates. (ii) (iii) I Titoli sono Titoli collegati ad Indici. I Titoli si riferiscono all indice EUROSTOXX50 SM (l Indice) Si veda l Allegato I per una descrizione dell Indice. 7. Forma dei Titoli: Non verranno emessi Certificates, relativamente a ciascuna Serie, in forma materializzata. Non verrà emesso alcun documento che rappresenti i Certificates di alcuna Serie. All atto dell emissione, i Certificates di ciascuna Serie verranno registrati presso Monte Titoli S.p.A. I Certificates di ciascuna Serie saranno detenuti, in forma al portatore, per conto dei titolari beneficiari sino al loro rimborso e cancellazione. 8. Status dei Titoli: Diretti, non subordinati e non garantiti 9. Data di approvazione dell emissione dei Titoli: Non applicabile 10. Ammissione alla negoziazione: (i) Sarà richiesta l ammissione di ciascuna Serie di Certificates alla negoziazione sul mercato SeDeX di Borsa Italiana S.p.A. 11. Media (Averaging): Non applicabile 12. Numero dei Titoli da emettere: Fino a Titoli 13. Prezzo di Emissione: Euro Data di Emissione: 11 Agosto Giorno Lavorativo di Borsa: Come definito nella Condizione 3 (ii) L Emittente, (anche il Market Maker) si impegna a fornire liquidità attraverso prezzi denaro e prezzi lettera in conformità alle regole di market making di Borsa Italiana S.p.A., dove i Certificates di ciascuna serie saranno quotati. Gli obblighi del Market Maker sono disciplinati dal Regolamento dei mercati organizzati e gestiti da Borsa Italiana S.p.A. e dalle relative Istruzioni. 2

3 16. Luogo di Negoziazione (Business Day Centre): Milano 17. Data di Valutazione: La data, come determinata dall Agente di calcolo, è la Data di Scadenza dei Certificates. La Data di Scadenza dei Certificates è l 11 Agosto Liquidazione: La liquidazione avverrà tramite pagamento in contanti. 19. Facoltà dell Emittente di modificare la modalità di liquidazione: Non Applicabile 20. Tasso di Cambio: Non Applicabile 21. Valuta di Liquidazione: La valuta di liquidazione per il pagamento dell Importo di Liquidazione è l Euro. 22. Agente Principale: UniCredit Banca Mobiliare S.p.A. 23. Agente di Calcolo: UniCredit Banca Mobiliare S.p.A. 24. Borsa(e): Non Applicabile 25. Borsa(e) e Sponsor dell Indice: Ai fini della Condizione 15(A): - la Borsa è Francoforte; - l Index Sponsor è STOXX Limited (www.stoxx.com). 26. Borsa(e) Correlata(e): La Borsa Correlata è EUREX (www.eurexchange.com) 27. Moltiplicatore: Non Applicabile 28. Valore Nominale: Non Applicabile 29. Attività di riferimento: Non Applicabile 30. Titolo a ricevere: Non Applicabile 31. Prezzo di Liquidazione: Il Prezzo di Liquidazione dell Indice, come determinato dall Agente di Calcolo, è il prezzo ufficiale di chiusura dell Indice, così come calcolato dall Index Sponsor alla Data di Valutazione e pubblicato sul sito 32. Giorno di Turbativa: In relazione al Certificates, se la Data di Valutazione è un Giorno di Turbativa, il primo Giorno di Negoziazione Programmato immediatamente successivo che non sia un Giorno di Turbativa sarà considerata la Data di Valutazione, a meno che ognuno degli otto Giorni di Negoziazione Programmati immediatamente successivi alla Data di Valutazione non sia un Giorno di Turbativa. In tal caso: (i) l ottavo Giorno di Negoziazione Programmato sarà considerato la 3

4 Data di Valutazione, indipendentemente dal fatto che tale giorno sia un Giorno di Turbativa; e (ii) l Agente di Calcolo sarà tenuto a calcolare il Prezzo di Liquidazione in buona fede e in assoluta discrezione, tenendo conto delle condizioni di mercato, del prezzo dell Indice stimato sulla base degli ultimi prezzi noti delle azioni componenti e qualunque altra condizione o fattore che l Agente di Calcolo consideri ragionevolmente essere rilevante. 33. Rimborso del sottostante dei Titoli collegati a strumenti finanziari di debito: 34. Ora di Riferimento: Non Applicabile L Ora di Riferimento per il calcolo del Prezzo di Liquidazione dell Indice è l ora di chiusura programmata dallo Sponsor dell Indice alla Data di Valutazione. 35. Valuta: Non Applicabile 36. Altri Eventi di Turbativa: Non Applicabile 37. Mancata Consegna dovuta ad Illiquidità: Non Applicabile 38. Condizioni speciali o ulteriori modifiche ai Termini e Condizioni: Si veda l Allegato II con riferimento all esercizio di ciascuna Serie di Certificates e le disposizioni delle Condizioni 4 e 5 dovranno essere modificate di conseguenza. La Condizione 13 ( Sostituzione dell Emittente ) non si dovrà applicare e dovrà essere sostituita dalla seguente: (1) L Emittente avrà il diritto in ogni momento, senza il consenso del Portatore, di sostituire ogni qualsivoglia società all interno del Gruppo UniCredit, composto da UniCredito Italiano S.p.A. e le sue società controllate consolidate, al posto dell Emittente (il Nuovo Emittente) riguardo a tutti gli obblighi collegati ai Certificates, a condizione che: (i) il Nuovo Emittente assuma tutti gli obblighi dell Emittente con riferimento al Portatore relativamente ai Certificates; (ii) il Nuovo Emittente abbia ottenuto tutte le autorizzazioni necessarie, ove applicabili, dalle autorità competenti, ai sensi delle quali il Nuovo Emittente possa adempiere gli obblighi derivanti dai Certificates e trasferire i pagamenti all Agente di Pagamento; e (iii) l Emittente garantisca incondizionatamente e irrevocabilmente gli obblighi del Nuovo Emittente, salvo il caso in cui l Emittente sia UniCredit Banca Mobiliare S.p.A. e il Nuovo Emittente sia UniCredito Italiano S.p.A., nel quale caso la suddetta garanzia non sarà richiesta. 4

5 (2) Nel caso avvenga qualsivoglia sostituzione dell Emittente, qualsiasi riferimento all Emittente presente in queste Condizioni dovrà essere considerato come riferito al Nuovo Emittente. (3) La sostituzione dell Emittente dovrà essere considerata definitiva e vincolante per i Portatori e sarà notificata ai Portatori senza eccessivo ritardo in ottemperanza alla Condizione 10. (4) Con riferimento a questo diritto di sostituzione, l Emittente non sarà obbligato a tenere in considerazione le conseguenze dell esercizio di questo diritto sui singoli Portatori che risultino essere, per qualsivoglia motivo, domiciliati o residenti in, o altrimenti collegati con, oppure soggetti alla giurisdizione di, un qualsiasi territorio particolare, e nessun Portatore avrà il diritto di pretendere dall Emittente o dal Nuovo Emittente qualsivoglia indennità o pagamento per una qualsiasi tassa che possa derivargli da tale sostituzione. La Condizione 7 dovrà essere sostituita dalla seguente: Nel caso di risoluzione anticipata dei rapporti contrattuali inerenti i Certificates da parte dell Emittente, questi corrisponderà a ciascun Portatore, a fronte di ciascun Certificates, qualora specificato nelle Condizioni Definitive applicabili, a seconda dei casi, da quest ultimo detenuto, se e nella misura in cui ciò sia consentito dalle leggi vigenti in materia, un importo pari al valore equo di mercato del Certificates in questione, nonostante l illiceità, secondo quanto determinato dall Agente di Calcolo a propria esclusiva e insindacabile discrezione. Il pagamento del caso sarà effettuato secondo le modalità di cui sarà data notizia ai Portatori secondo le disposizioni della Condizione 10. La Condizione 15 (A) (2) (b) (ii) sarà sostituita dalla seguente: dando debita comunicazione ai Portatori in conformità con quanto disposto alla Condizione 10, l Emittente risolverà anticipatamente i rapporti contrattuali inerenti i Certificates e per ogni Certificates sarà pagato un importo pari al valore equo di mercato del Certificates, a seconda dei casi, tenendo conto dell Evento di Rettifica dell Indice, secondo quanto determinato dall Agente di Calcolo a propria esclusiva ed insindacabile discrezione. I Pagamenti saranno effettuati secondo le modalità notificate ai Portatori e in conformità con la Condizione 10; or Il seguente paragrafo sarà aggiunto alla Condizione 15(A)(2)(b) ( Cambiamento e Sospensione del Calcolo di un Indice ) e numerato come (iii): "L Agente di Calcolo provvederà a determinare se tale Cambiamento dell Indice abbia effetto di diluizione o di concentrazione sul valore dell Indice e, in caso affermativo procederà (i) con l aggiustamento necessario, se del caso, su uno o più termini del Diritto e/o del Prezzo di Esercizio e/o della Parità e/o su qualsiasi altro termine dei Termini e 5

6 delle Condizioni e/o alle Condizioni Definitive applicabili sulla base di quanto ritenuto appropriato dall Agente di Calcolo, a sua esclusiva e insindacabile discrezione in relazione all effetto di diluizione o concentrazione del caso e (ii) con la determinazione della data effettiva di aggiustamento. L Agente di Calcolo può, ma non dovrà necessariamente procedere in tal senso, determinare l aggiustamento appropriato facendo riferimento all aggiustamento in relazione a tale Evento di Rettifica dell Indice effettuato da un options exchange rispetto alle opzioni sull Indice negoziate su tale borsa.". 39. Quotazione: Sarà richiesta per i Certificates l ammissione alla quotazione sul mercato SeDeX di Borsa Italiana S.p.A. 40. Ulteriori Restrizioni alla Vendita: Non Applicabile 41. Sindacato (Syndication): Non Applicabile 42. Sistemi di Gestione Supplementari o Alternativi: 43. Disposizioni in materia di comunicazioni (diverse da quelle indicate nella Condizione 10): Tutte le transazioni dei Certificates negoziati sul mercato SeDeX di Borsa Italiana S.p.A saranno gestite da Monte Titoli S.p.A. Tutte le comunicazioni ai Portatori saranno considerate valide se pubblicate da Borsa Italiana S.p.A.. Tutte le comunicazioni ai Portatori saranno anche considerate valide se pubblicate dall Agente di Calcolo sul sito in questo caso le comunicazioni saranno considerate valide a partire dalla data di pubblicazione e, in caso di più pubblicazioni, dalla data della prima pubblicazione. 44. Legge applicabili ai Titoli: Legge italiana A.2 DISPOSIZIONI RELATIVE AI CERTIFICATES 45. Data di Liquidazione: La Data di Liquidazione dell Importo di Liquidazione dei Certificates sarà il quinto Giorno Lavorativo successivo alla Data di Valutazione. L esercizio dei Certificates è automatico alla Data di Scadenza dei Certificates. Il Portatore ha il diritto di rinunciare all esercizio dei Certificates come specificato nell Allegato II. La Condizione 5 sarà applicata così modificata. 46. Importo di Liquidazione: Salvo quanto indicato nelle Condizioni (così come integrate e/o modificate da queste Condizioni Definitive), alla Data di Liquidazione, l Emittente pagherà al Portatore l importo allo stesso spettante per ogni Certificates (l Importo di Liquidazione) nella Valuta di Liquidazione. L Importo di Liquidazione sarà determinato dall Agente di Calcolo alla Data di Valutazione, come segue: (a) se, alla Data di Valutazione, il Prezzo di Liquidazione dell Indice è uguale o inferiore alla Protezione, i Portatori riceveranno un importo in Euro calcolato in base alla seguente formula: 6

7 47. Giorno Lavorativo di Liquidazione: Non Applicabile 48. Valore Nominale di ogni Certificates: Non Applicabile 49. Date di Pagamento degli Interessi: Non Applicabile 50. Tasso di interesse: Non Applicabile Importo di Liquidazione = Protezione x Multiplo Protezione indica il 100% del prezzo di chiusura dell Indice, come calcolato dall Index Sponsor il 10 Agosto Multiplo indica il rapporto tra il Prezzo di Emissione e la Protezione e potrà essere utilizzato solo per il calcolo dell Importo di Liquidazione in conformità con questo paragrafo 46. b) Se, alla Data di Valutazione, il Prezzo di Liquidazione è superiore alla Protezione ma inferiore al Cap, i Portatori riceveranno un importo in Euro calcolato in base alla seguente formula: Importo di Liquidazione = Prezzo di Liquidazione x Multiplo Cap indica il 115% della Protezione. c) Se, alla Data di Valutazione, il Prezzo di Liquidazione dell Indice è uguale o superiore al Cap, i Portatori riceveranno un importo in Euro calcolato in base alla seguente formula: Importo di Liquidazione = Cap x Multiplo L Importo di Liquidazione sarà arrotondato a quattro decimali nella Valuta di Liquidazione, laddove sarà arrotondato all eccesso. 51. Frazione Giornaliera del Tasso di Interesse: Non Applicabile. PARTE B - ALTRE INFORMAZIONI B.1 DISTRIBUZIONE: 52. Se su base sindacata, nomi e indirizzi dei Manager ed impegni di sottoscrizione: Non Applicabile 53. Data del Contratto di Sottoscrizione: Non Applicabile 54. Manager stabilizzatore (Stabilising Manager) (ove esistente): 55. Se su base non sindacata, nome e indirizzo del Manager: Non Applicabile I Certificates saranno disponibili per le negoziazioni su Borsa Italiana S.p.A dopo che i Certificates saranno stati ammessi alla negoziazione da tale borsa. 7

8 56. Commissioni totali e concessioni: Non Applicabile 57. Condizioni dell offerta: UniCredit Private Banking S.p.A., una banca appartenente al Gruppo UniCredit, è incaricata del collocamento dei Titoli. Le richieste di sottoscrizione possono essere raccolti solo presso le sedi della suddetta banca. Le richieste di sottoscrizione sono irrevocabili e saranno accettate a partire dal 20 Luglio 2006 fino al 9 Agosto 2006 (il Periodo d Offerta ) a meno di chiusura anticipata del collocamento senza preavviso e saranno soddisfatte nei limiti del Numero dei Titoli da emettere, come specificato al paragrafo 12. Il Numero dei Titoli da emettere è fino ad un massimo di Titoli (pari ad un controvalore massimo di Euro ). L importo minimo di sottoscrizione è 1 Certificates e suoi multipli interi. B.2 RAGIONI DELL OFFERTA, PROVENTI NETTI STIMATI E SPESE TOTALI: 58. (i) Ragioni dell offerta: Si veda "Impiego dei proventi ( Use of Proceeds ) nel Prospetto. 59. (ii) Proventi netti stimati: Non Applicabile 60. (iii) Spese totali stimate: Non Applicabile B.3 INFORMAZIONI OPERATIVE: 61. Codice ISIN: IT Codice Common: Non Applicabile 63. Qualsivoglia sistema(i) di gestione che non sia(siano) Euroclear Bank S.A./N.V. e Clearstream Banking Société Anonyme e relativo(i) numero(i) di identificazione: I Certificates sono detenuti presso Monte Titoli S.p.A. in forma dematerializzata ai sensi del Decreto Legislativo del 24 giugno 1998, n. 213, come modificato e integrato successivamente. I Certificates di ciascuna Serie saranno registrati in ogni momento su appositi conti e la titolarità dei Certificates sarà provata dalle registrazioni, secondo quanto previsto dal Decreto Legislativo del 24 giugno 1998, n. 213, come modificato e integrato successivamente. Nessun documento relativo alla titolarità sarà prodotto in relazione a ciascuna Serie di Certificates. 64. Consegna: La consegna non prevede alcun pagamento. I Certificates saranno in primo luogo accreditati sul conto dell Emittente presso Monte Titoli S.p.A. Il pagamento a favore dell Emittente non avverrà contestualmente all accredito dei Certificates sul proprio conto presso Monte Titoli S.p.A. 65. Nomi ed indirizzi dell (degli) Agente(i) supplementare(i) (ove applicabile): UniCredit Banca Mobiliare S.p.A., Via Tommaso Grossi, 10, 20121, Milano, Italia, che svolgerà la funzione di Agente di Pagamento. B.4 QUOTAZIONE E RICHIESTA DI AMMISSIONE ALLA Le presenti Condizioni Definitive includono le condizioni definitive richieste per la quotazione dell emissione dei Certificates qui descritti 8

9 NEGOZIAZIONE: nell ambito del Warrant e Certificate Programme. B.5 RESPONSIBILITÀ: 66. Dichiarazione di responsabilità: L Emittente assume la responsabilità delle informazioni contenute nelle presenti Condizioni Definitive come di seguito specificato. Per quanto a conoscenza dell Emittente (il quale ha adottato la ragionevole diligenza del caso) le informazioni contenute nel Prospetto, come modificato e/o integrato dalle presenti Condizioni Definitive relative ai Certificates, sono (salvo quanto di seguito specificato) vere ed accurate in ogni aspetto sostanziale e, nell ambito dell emissione dei Certificates, non esistono altri eventi sostanziali la cui omissione renderebbe fuorviante qualsivoglia dichiarazione contenuta in tali informazioni. Le informazioni riportate nell Allegato I (Informazioni sull Indice) constano di estratti o sintesi di informazioni di note informative accessibili al pubblico e disponibili sul sito internet dell Index Sponsor e non si tratta necessariamente delle informazioni più aggiornate disponibili. L Emittente assume la responsabilità di estrarre e sintetizzare accuratamente le Informazioni sull Indice. L Emittente non assume alcuna ulteriore responsabilità (esplicita o implicita) in relazione alle Informazioni sull Indice. UniCredit Banca Mobiliare S.p.A. In qualità di Emittente Firmato: Firmato: 9

10 Allegato I Informazioni sull Indice 1. Composizione La composizione dell Indice è disponibile sul sito internet Al 27 Giugno 2006 il basket di azioni componenti l Indice è il seguente: Stock Name TOTAL SANOFI-AVENTIS BCO SANTANDER CENTRAL HIS NOKIA BNP PARIBAS UNICREDITO ITALIANO E.ON ING GROEP TELEFONICA ENI SIEMENS BCO BILBAO VIZCAYA ARGENT ALLIANZ GROUPE SOCIETE GENERALE DEUTSCHE BANK R AXA ABN AMRO SUEZ SAP DAIMLERCHRYSLER DEUTSCHE TELEKOM FORTIS BASF VIVENDI UNIVERSAL ASSICURAZIONI GENERALI UNILEVER NV FRANCE TELECOM RWE PHILIPS ELECTRONICS ENEL CARREFOUR SUPERMARCHE BAYER ENDESA TELECOM ITALIA GROUPE DANONE MUENCHENER RUECKVER R REPSOL YPF IBERDROLA LVMH MOET HENNESSY CREDIT AGRICOLE SAINT GOBAIN ISIN FR FR ES J37 FI FR IT DE NL ES E18 IT DE ES DE FR DE FR NL FR DE DE DE BE DE FR IT NL FR DE NL IT FR DE ES IT FR DE ES ES FR FR FR

11 AEGON AIR LIQUIDE L'OREAL ALLIED IRISH BANKS RENAULT LAFARGE SAN PAOLO IMI ALCATEL AHOLD NL FR FR IE FR FR IT FR NL Informazioni generali L Indice fornisce una rappresentazione delle principali azioni della zona Euro appartenenti agli STOXX Supersector. L Indice copre i mercati di Austria, Belgio, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Portogallo e Spagna. L Indice cattura approssimativamente il 60% della capitalizzazione di mercato dell indice Dow Jones EUROSTOXX Total Market, che a sua volta copre circa il 90% della capitalizzazione di mercato delle suddette nazioni. Lista di Selezione All interno dei 18 indici Dow Jones EUROSTOXX Supersector, le azioni componenti sonoordinate in base alla capitalizzazione di mercato. Le azioni a più elevata capitalizzazione sono aggiunte alla lista di selezione fino a che la copertura non si avvicina, ma resti comunque inferiore, al 60% della capitalizzazione di mercato del corrispondente indice Dow Jones EUROSTOXX TMI Supersector. Se le successive azioni in classifica portano la copertura più vicina a 60% in termini assoluti, allora queste vengono aggiunte alla lista di selezione. Le azioni all interno della lista di selezione sono di nuovo ordinate in base alla capitalizzazione di mercato. In casi eccezionali, lo STOXX Limited Supervisory Board può aggiungere ed eliminare alcune azioni dalla lista di selezione. Selezione delle azioni Le prime 40 azioni della lista di selezione diventano componenti dell Indice. Le restanti componenti della precedente composizione dell indice Dow Jones EUROSTOXX50 classificate tra il quarantunesimo e il sessantesimo posto della lista di selezione sono aggiunte alla nuova composizione dell indice. Se il numero delle componenti è ancora inferiore a 50, allora le successive azioni della lista di selezione saranno aggiunte fino a quando l indice non arrivi a contenere 50 azioni. Pesi L indice è pesato in base alla capitalizzazione di mercato. Il peso di ogni componente è limitato al 10% della capitalizzazione di mercato totale dell indice. I pesi sono rivisti ogni trimestre. 3. Diffusione del prezzo L indice è calcolato dalla STOXX Limited. ogni Giorno Lavorativo e i valori sono pubblicati sul sito internet della STOXX (www.stoxx.com), sui principali sistemi di info-provider quali Reuters (alla pagina:.stoxx50e), sui più accreditati quotidiani finanziari (IlSole24Ore, MF) e sul sito internet dell Agente di Calcolo e possono essere richiesti ogni Giorno Lavorativo chiamando il Numero Verde I prezzi e la volatilità storica dell Indice saranno disponibili sul sito internet in relazione con ciascuno strumento emesso in base alle presenti Condizioni Definitive. 4. Disclaimer 11

12 Il Dow Jones Euro STOXX 50 e i suoi marchi costituiscono proprietà intellettuale della Stoxx Limited, Zurigo, Svizzera e/o della Dow Jones & Company, Inc., società del Delaware, New York, Stati Uniti d'america, (i "Licenzianti"), la quale è utilizzata in forza di una licenza. I Titoli basati sull'indice non sono in alcun modo sponsorizzati, approvati, venduti o promossi dai Licenzianti e nessuno dei Licenzianti avrà alcuna responsabilità riguardo agli stessi. 12

13 Allegato II Condizioni speciali Metodo di esercizio dei Certificates Agli effetti dei paragrafi 45 e 46 di queste Condizioni Definitive, l esercizio dei Certificates è automatico alla Data di Scadenza. Qualunque Importo di Liquidazione sarà accreditato, alla Data di Liquidazione, tramite l Agente di Calcolo, sul conto dell intermediario di riferimento presso Monte Titoli S.p.A. L Agente di Calcolo e l Emittente non applicheranno alcuna commissione per l esercizio automatico dei Certificates. Altre tasse, oneri e/o spese, incluse costi di deposito, costi di transazione o di esercizio, bolli, tasse relative all acquisto di strumenti finanziari negoziabili, emissioni, registrazioni trasferimento di titoli e/o altre tasse o oneri che potrebbero essere dovuti in occasione dell esercizio automatico dei Certificates sono a carico del Portatore. Ogni Portatore ha il diritto di rinunciare all esercizio dei Certificates che detiene (come di seguito specificato). In questo caso una dichiarazione di rinuncia debitamente compilata (una Dichiarazione di Rinuncia) deve essere inviata via fax all Agente di Calcolo prima delle 10:00 (ora di Milano) del primo Giorno Lavorativo Successivo alla Data di Scadenza, al numero di fax indicato nel modulo di Dichiarazione di Rinuncia di cui all Allegato III di queste Condizioni Definitive. Il Portatore deve consegnare la Dichiarazione di Rinuncia completa al proprio intermediario che sarà incaricato di inviarlo via fax all Agente di Calcolo. L Agente di Calcolo e l Emittente non applicheranno alcuna commissione per la rinuncia all esercizio dei Certificates. Altre tasse, oneri e/o spese, incluse costi di deposito, costi di transazione o di esercizio, bolli, tasse relative all acquisto di strumenti finanziari negoziabili, emissioni, registrazioni trasferimento di titoli e/o altre tasse o oneri che potrebbero essere dovuti in occasione della rinuncia all esercizio dei Certificates sono a carico del Portatore. Nel caso in cui il Portatore non adempia i propri obblighi e quindi non consegni, ove applicabile, una Dichiarazione di Rinuncia debitamente compilata in ottemperanza con le disposizioni qui indicate, tali Certificates saranno esercitati automaticamente e saranno pagati nella modalità qui indicata e gli obblighi dell Emittente in relazione a tali Certificates saranno estinti e nessun altra responsabilità potrà essere attribuita all Emittente. Il numero di Certificates specificati nella Dichiarazione di Rinuncia deve essere un multiplo di 1, altrimenti il numero di Certificates così specificati saranno approssimati per difetto al precedente multiplo di 1 e la Dichiarazione di Rinuncia non sarà considerata valida relativamente ai Certificates che eccedono tale numero. Il numero minimo di Certificates specificati nella Dichiarazione di Rinuncia deve essere uguale a 1, altrimenti la Dichiarazione di Rinuncia non sarà considerata valida. L Agente di Calcolo determinerà, a sua assoluta discrezione, se le suddette condizioni siano soddisfatte e la sua decisione sarà definitiva e vincolante per l Emittente e i Portatori. La Dichiarazione di Rinuncia è irrevocabile. 13

14 Allegato III Dichiarazione di Rinuncia DICHIARAZIONE DI RINUNCIA ALL ESERCIZIO (FACSIMILE) (da compilare su carta intestata) A: UniCredit Banca Mobiliare S.p.A. Fax 02/ Tel 02/ / Certificates su scad. emessi da UniCredito Italiano S.p.A. L intermediario che detiene in custodia i certificates per conto della propria clientela con la presente comunica la volontà di rinuncia all esercizio dei diritti garantiti dal certificates come da indicazione contenuta nel Regolamento dei certificates. Codice ISIN dei certificates per i quali rinuncia all esercizio a scadenza: Numero di certificates per i quali rinuncia all esercizio a scadenza: Il sottoscritto è consapevole che la dichiarazione di rinuncia all esercizio a scadenza non è valida qualora non siano rispettati i requisiti indicati nel Regolamento dei certificates. Questo vale anche qualora la dichiarazione non dovesse essere consegnata in tempo utile a UniCredit Banca Mobiliare S.p.A. Luogo Data Firma (firme) del legale rappresentante dell intermediario 14

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Il presente documento (di seguito Policy ) descrive le modalità con le quali vengono trattati gli ordini, aventi ad oggetto strumenti finanziari,

Dettagli

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI CODICE ISIN IT0003809826 SERIES : 16 Art. 1 - Importo e titoli Il Prestito

Dettagli

Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la "Società"):

Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la Società): 24 luglio 2014 Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la "Società"): ETFS WNA Global Nuclear Energy GO UCITS ETF (ISIN: IE00B3C94706)

Dettagli

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy 1. INTRODUZIONE Il presente documento definisce e formalizza le modalità ed i criteri adottati da Banca Popolare di Spoleto S.p.A. (di seguito, la Banca

Dettagli

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life 3 Indice 1. Autorizzazione e valori depositati 4 2. Apertura di un deposito 4 3. Autorizzazione di iscrizione

Dettagli

NOTA DI SINTESI DEL PROGRAMMA RELATIVA AL PRESENTE PROSPETTO DI BASE

NOTA DI SINTESI DEL PROGRAMMA RELATIVA AL PRESENTE PROSPETTO DI BASE NOTA DI SINTESI DEL PROGRAMMA RELATIVA AL PRESENTE PROSPETTO DI BASE Le note di sintesi sono composte dagli elementi informativi richiesti dalla normativa applicabile noti come "Elementi". Detti Elementi

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

GUIDA ALL AUMENTO DI CAPITALE.

GUIDA ALL AUMENTO DI CAPITALE. GUIDA ALL AUMENTO DI CAPITALE. CONSERVA QUESTA GUIDA, TI SARÀ UTILE NEL PERIODO DI OFFERTA. IL PRESENTE DOCUMENTO NON È UN PROSPETTO INFORMATIVO, OGNI DECISIONE DI INVESTIMENTO DEVE ESSERE ASSUNTA SOLO

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine

Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine Informazioni su CheBanca! Denominazione Legale: CheBanca! S.p.A. Capitale Sociale: Euro 220.000.000 i.v. Sede Legale: Via Aldo Manuzio, 7-20124 MILANO

Dettagli

Execution & transmission policy

Execution & transmission policy Banca Popolare dell Alto Adige società cooperativa per azioni Sede Legale in Bolzano, Via Siemens 18 Codice Fiscale - Partita IVA e numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Bolzano 00129730214

Dettagli

A) Informazioni generali. 1. L Impresa di assicurazione

A) Informazioni generali. 1. L Impresa di assicurazione A) Informazioni generali 1. L Impresa di assicurazione Parte I del Prospetto d Offerta - Informazioni sull investimento e sulle coperture assicurative Parte I del Prospetto d Offerta Informazioni sull

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

3. Operazioni di compravendita effettuate dai manager (Internal dealing) Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto

3. Operazioni di compravendita effettuate dai manager (Internal dealing) Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto Regolamento emittenti TITOLO II CAPO II SEZIONE IV Art. 87 (Comunicazioni dei capigruppo Comunicazioni delle operazioni di compravendita

Dettagli

Fideiussione Corporate (la "Garanzia")

Fideiussione Corporate (la Garanzia) Fideiussione Corporate (la "Garanzia") OGGETTO: A ciascun detentore di obbligazioni convertibili in azioni della società Sacom S.p.A. denominati "Sacom 2013 2018 Obbligazioni Convertibili" (ciascun Obbligazionista,

Dettagli

con il patrocinio di in collaborazione con

con il patrocinio di in collaborazione con con il patrocinio di in collaborazione con La Traders Cup, organizzata dalla rivista TRADERS Magazine Italia punto di riferimento per il mondo del trading e dell investimento professionale, è l unica competizione

Dettagli

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli Le migliori condizioni per il suo patrimonio 2-3 Sommario 01 Il nostro modello dei prezzi 4 02 La nostra gestione patrimoniale 5 03 La

Dettagli

Conoscere la Borsa promuove gli investimenti sostenibili

Conoscere la Borsa promuove gli investimenti sostenibili Valutazione finale 14 dicembre 21 Conoscere la Borsa promuove gli investimenti sostenibili Ance quest anno Conoscere la Borsa a dato a molti giovani europei la possibilitá di confrontarsi con il mercato

Dettagli

- Politica in materia di esecuzione e trasmissione degli ordini -

- Politica in materia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Unipol Banca S.p.A. Sede Legale e Direzione Generale: piazza della Costituzione, 2-40128 Bologna (Italia) tel. +39 051 3544111 - fax +39 051 3544100/101 Capitale sociale i.v. Euro 897.384.181 Registro

Dettagli

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932 Banca del Lavoro e del Piccolo Risparmio S.p.A. - Sede legale e amministrativa in Benevento, Contrada Roseto - 82100 Aderente al Fondo Interbancario di tutela dei depositi Capitale sociale e Riserve al

Dettagli

Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche

Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche Il presente modulo, sottoscritto e corredato della documentazione necessaria, può essere: consegnato in un qualunque Ufficio Postale

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA. 1. Definizioni

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA. 1. Definizioni CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Definizioni La vendita dei prodotti a marchio Church s conclusa a distanza attraverso il sito web www.churchfootwear.com (di seguito indicato come il Sito") è disciplinata

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Edizione 20141015 Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE (STRUMENTI DERIVATI ED ALTRI VALORI MOBILIARI) Ove non espressamente specificato i riferimenti normativi si intendono fatti al decreto del Ministro dell economia e

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI"

Documento di sintesi STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI" Documento del 1 aprile 2011 1 1 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Fornite ai sensi degli

Dettagli

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI 1) GENERALITA In conformità a quanto previsto dalla Direttiva 2004/39/CE (cd Direttiva Mifid), la Banca ha adottato tutte le misure

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI

STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI (IN VIGORE DAL 1 DICEMBRE 2014) INDICE POLITICA... 1 1 DISPOSIZIONI

Dettagli

I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI.

I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI. I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI. BancoPosta www.bancoposta.it numero gratuito: 800 00 33 22 COME CAMBIANO INCASSI E PAGAMENTI CON LA SEPA PER I TITOLARI DI CONTI CORRENTI BANCOPOSTA DEDICATI

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini SpA Sede Legale : Piazza Ferrari n. 15 47921 RIMINI ITALY Tel.: 0541-701111 Fax 0541-701337 Indirizzo Internet: www.bancacarim.it Capitale Sociale 246.145.545,00

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Approvata con delibera CdA del 04/09/ 09 Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob 16190/2007. LA NORMATIVA MIFID

Dettagli

Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015

Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015 Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015 1 CONDIZIONI GENERALI DI NOLEGGIO Termini e Condizioni di Prenotazione I servizi di noleggio di veicoli Europcar in Italia sono erogati da Europcar

Dettagli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli 008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari applicabili all esecuzione di transazioni su titoli Indice Preambolo... 3 A Direttive generali... 4 Art. Base legale... 4 Art. Oggetto... 5 B

Dettagli

«Dexia Crediop Obbligazioni legate all Inflazione con floor 28.03.2012 di nominali massimi Euro 250.000.000»

«Dexia Crediop Obbligazioni legate all Inflazione con floor 28.03.2012 di nominali massimi Euro 250.000.000» Sede legale e amministrativa: Via Venti Settembre, 30 00187 Roma Tel. 06.4771.1 Fax 06. 4771.5952 Sito internet: www.dexia-crediop.it n iscrizione all Albo delle Banche: 5288 Capogruppo del Gruppo bancario

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del prezzo... 4 1.2.2

Dettagli

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1 I mercati I mercati primari e secondari Il mercato dei cambi Il mercato monetario I mercati obbligazionari e azionari Le società di gestione I mercati gestiti da MTS SpA I mercati gestiti da Borsa Italiana

Dettagli

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Luglio 2007 Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Indice Preambolo... 3 1. Campo

Dettagli

MiFID - Markets in Financial Instruments Directive

MiFID - Markets in Financial Instruments Directive MiFID - Markets in Financial Instruments Directive STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI (EXECUTION & TRANSMISSION POLICY) (documento redatto ai sensi del Regolamento

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Definizioni La vendita dei prodotti offerti sul nostro sito web www.prada.com (di seguito indicato come il Sito") è disciplinata dalle seguenti Condizioni Generali di

Dettagli

POLITICA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DI INVESTIMENTO (EXECUTION POLICY)

POLITICA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DI INVESTIMENTO (EXECUTION POLICY) POLITICA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DI INVESTIMENTO (EXECUTION POLICY) 15.11.2013 La presente politica intende definire la strategia di esecuzione degli ordini di negoziazione inerenti a strumenti finanziari

Dettagli

ETFS Commodity Securities Limited

ETFS Commodity Securities Limited ETFS Commodity Securities Limited (Costituita e registrata in Jersey ai sensi della Companies (Jersey) Law 1991 (e successivi emendamenti) con numero di registrazione 90959. Sottoposta alla regolamentazione

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa)

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) 1) Definizioni 1.1 Ai fini delle presenti condizioni generali di vendita (di seguito denominate Condizioni di Vendita ), i seguenti termini

Dettagli

Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking.

Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking. Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking. Servizi via internet, cellulare e telefono per aziende ed enti. Informazioni sulla banca. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza

Dettagli

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica Cassa di

Dettagli

- 2 Banca di Credito Cooperativo di Santeramo in Colle

- 2 Banca di Credito Cooperativo di Santeramo in Colle STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DELLA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI SANTERAMO IN COLLE (BARI) Aggiornata con delibera del Consiglio di Amministrazione del 03 DICEMBRE 2014 VVeer r..1111

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI

DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI INFORMAZIONI GENERALI La Direttiva MIFID (2004/39/CE), relativa ai mercati degli strumenti finanziari, introduce

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A.

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A. Decorrenza 3 Gennaio 2011 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI E SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI DI CENTROSIM S.p.A. 1. Obiettivo Nel rispetto della direttiva 2004/39/CE

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Fonti normative Il principale testo normativo che disciplina il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato è il decreto legislativo 1 aprile

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Versione 9.0 del 09/03/2015 Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 1 INDICE PREMESSA... 3 1. Significato di Best Execution... 3 2. I Fattori di

Dettagli

Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino

Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino Deliberato dal CdA della BCC di Buccino nella seduta del 07/08/2009 Versione n 3 Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ********** Banca del Valdarno Credito Cooperativo 1 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID)

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari Documento di Sintesi Documento redatto ai sensi dell art. 48, comma 3, del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi -

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi - Direttiva 2004/39/CE "MIFID" (Markets in Financial Instruments Directive) Direttiva 2006/73/CE - Regolamento (CE) n. 1287/2006 Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di sintesi

Dettagli

Regolamento Generale Carte di Credito ad Opzione Carta Platinum Credit, Carta Gold Credit, Carta Explora e Blu American Express.

Regolamento Generale Carte di Credito ad Opzione Carta Platinum Credit, Carta Gold Credit, Carta Explora e Blu American Express. Regolamento Generale Carte di Credito ad Opzione Carta Platinum Credit, Carta Gold Credit, Carta Explora e Blu American Express. Regolamento Generale delle Carte di Credito ad Opzione Carta Platinum Credit,

Dettagli

SEZIONE I - DISPOSIZIONI GENERALI. 1 di 5

SEZIONE I - DISPOSIZIONI GENERALI. 1 di 5 CONTRATTO QUADRO PER LO SVOLGIMENTO DEI SERVIZI DI PAGAMENTO A VALERE SUL CONTO CORRENTE (Contratto per persone fisiche che agiscono per scopi estranei all attività imprenditoriale o professionale) Mod.

Dettagli

Execution-Transmission policy

Execution-Transmission policy Execution-Transmission policy Versione Delibera 1 Delibera del Consiglio di Amministrazione del 13/10/2007 2 Aggiornamento con delibera CdA del 23/02/2008 3 Aggiornamento con delibera CdA del 21/03/2008

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A.

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A. Milano, 4 giugno 2014 Perché TIPO? 1. Esiste un mercato potenziale interessante 2. Le imprese italiane hanno bisogno di equity 3. Attuale disponibilità di liquidità UNA CHIUSURA PROATTIVA DEL CIRCUITO

Dettagli

Offerta al pubblico: CH Prodotti per l incremento dei rendimenti Tipo di prodotto secondo ASPS: 1230. Report dei prodotti del' 23.04.

Offerta al pubblico: CH Prodotti per l incremento dei rendimenti Tipo di prodotto secondo ASPS: 1230. Report dei prodotti del' 23.04. Report dei prodotti del' 23.04.2015 Offerta al pubblico: CH Prodotti per l incremento dei rendimenti Tipo di prodotto secondo ASPS: 1230 7.00% p.a. Multi Barrier Reverse Convertible su Carrefour, Nestlé,

Dettagli

Condizioni Generali Parte II - Servizi di Borsa Italiana

Condizioni Generali Parte II - Servizi di Borsa Italiana Condizioni Generali Parte II - Servizi di Borsa Italiana 1. Definizioni 1.1 I termini con la lettera iniziale maiuscola impiegati nelle presenti Condizioni Generali Parte II si intendono usati salvo diversa

Dettagli

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante Le Caratteristiche delle opzioni...1 I fattori che influenzano il prezzo di un opzione...4 Strategie di investimento con le opzioni...5 Scadenza delle opzioni...6 Future Style...7 Schede prodotto...8 Mercato

Dettagli

"OPERAZIONI EFFETTUATE DA SOGGETTI RILEVANTI E DA PERSONE STRETTAMENTE LEGATE AD ESSI

OPERAZIONI EFFETTUATE DA SOGGETTI RILEVANTI E DA PERSONE STRETTAMENTE LEGATE AD ESSI "OPERAZIONI EFFETTUATE DA SOGGETTI RILEVANTI E DA PERSONE STRETTAMENTE LEGATE AD ESSI Ai sensi dell art. 114, comma 7, D. Lgs. 24 febbraio 1998, n. 58 e dal Regolamento Emittenti adottato dalla Consob

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA Aggiornamento dicembre 2014

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA Aggiornamento dicembre 2014 DOCUMENTO DI SINTESI DELLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ADOTTATA DALLA BANCA Aggiornamento dicembre 2014 1. PRINCIPI GENERALI IN TEMA DI BEST EXECUTION Il presente documento descrive

Dettagli

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE BancoPostaFondi SGR BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE del Fondo Comune d Investimento Mobiliare Aperto Armonizzato denominato BancoPosta Obbligazionario

Dettagli

Termini e condizioni generali di acquisto

Termini e condizioni generali di acquisto TERMINI E CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CONDIZIONI DEL CONTRATTO L ordine di acquisto o il contratto, insieme con questi Termini e Condizioni Generali ( TCG ) e gli eventuali documenti allegati e

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano (Ultimo aggiornamento:10.04.2013) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial

Dettagli

BANCO POPOLARE S.C. SERIE 356 TASSO MISTO CON CAP 31.10.2013 31.10.2018

BANCO POPOLARE S.C. SERIE 356 TASSO MISTO CON CAP 31.10.2013 31.10.2018 Banco Popolare Società Cooperativa - Sede legale in Verona, Piazza Nogara, n. 2 Società capogruppo del Gruppo bancario Banco Popolare Iscritta all albo delle banche al n. 5668 Capitale sociale, al 31 marzo

Dettagli

Informativa ai partecipanti dei fondi comuni di investimento BancoPosta

Informativa ai partecipanti dei fondi comuni di investimento BancoPosta Informativa ai partecipanti dei fondi comuni di investimento BancoPosta Il nuovo Regolamento Intermediari n. 16190/2007 emanato dalla Consob ed il Regolamento congiunto del 29 ottobre 2007 emanato da Banca

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA. Informati, ti riguarda!

Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA. Informati, ti riguarda! Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA Informati, ti riguarda! 3 La SEPA (Single Euro Payments Area, l Area unica dei pagamenti in euro) include 33 Paesi: 18 Paesi della

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

Strategia di Esecuzione e Trasmissione degli ordini. (ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob)

Strategia di Esecuzione e Trasmissione degli ordini. (ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob) Strategia di Esecuzione e Trasmissione degli ordini (ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob) Novembre 2011 1 Indice PREMESSA ALLE LINEE GUIDA... 3 1 PRINCIPI GENERALI... 3

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 24 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Patrick Frost Il 24 è stato un anno molto positivo per Swiss Life. Anche quest anno la performance

Dettagli

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Aggiornamento del luglio 2013 1 PREMESSA La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal

Dettagli

Testo del Trattato MES (Meccanismo Europeo di Stabilità)

Testo del Trattato MES (Meccanismo Europeo di Stabilità) Testo del Trattato MES (Meccanismo Europeo di Stabilità) Il nuovo fondo salva stati Testo TRATTATO CHE ISTITUISCE IL MECCANISMO EUROPEO DI STABILITÀ TRA IL REGNO DEL BELGIO, LA REPUBBLICA FEDERALE DI GERMANIA

Dettagli

La revisione dell accertamento doganale

La revisione dell accertamento doganale Adempimenti La revisione dell accertamento doganale di Marina Zanga L accertamento doganale delle merci L accertamento delle merci dichiarate in dogana nell ambito delle operazioni di import/ export da

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

Sezione A1) da compilare in caso di società, ente anche pubblico, fondazione, trust:

Sezione A1) da compilare in caso di società, ente anche pubblico, fondazione, trust: DICHIARAZIONE AI SENSI E PER GLI EFFETTI DEL D. LGS. N. 231 DEL 21 NOVEMBRE 2007 IN TEMA DI ANTIRICICLAGGIO MODULO DI IDENTIFICAZIONE E DI ADEGUATA VERIFICA DELLA CLIENTELA (AI SENSI DEGLI ARTT. 18 E 19

Dettagli

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici PREFAZIONE Il mercato italiano dei prodotti derivati 1. COSA SONO LE OPZIONI? Sottostante Strike

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini DI CREDIO COOPERAIVO S.C. DEGLI OBBLIGAZIONISI 1 Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Novembre 2014 eramo - 64100 - Via Savini, 1 el. 0861/ 25691 - Fax 0861/ 359919 DI CREDIO COOPERAIVO

Dettagli

Ordini di pagamento a favore di terzi Italia (Bonifici Assegni di traenza Assegni circolari)

Ordini di pagamento a favore di terzi Italia (Bonifici Assegni di traenza Assegni circolari) FOGLIO INFORMATIVO ai sensi della delibera CICR 4.3.2003 e istruzioni di vigilanza di Banca d Italia in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari Informazioni sulla Banca Ordini di

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI eprice s.r.l. con Socio Unico (di seguito denominata "SITONLINE") con sede legale in Milano, via degli Olivetani 10/12, 20123 - Italia, Codice Fiscale e Partita I.V.A

Dettagli

CONVENZIONE TRA. Associazione Bancaria Italiana, con sede in Roma, Piazza del Gesù 49, Codice fiscale n. 02088180589 (di seguito l ABI );

CONVENZIONE TRA. Associazione Bancaria Italiana, con sede in Roma, Piazza del Gesù 49, Codice fiscale n. 02088180589 (di seguito l ABI ); CONVENZIONE TRA il Ministero dello Sviluppo Economico, con sede in Roma, Via Vittorio Veneto 33, Codice fiscale n. 80230390587 (di seguito il Ministero ); E Associazione Bancaria Italiana, con sede in

Dettagli

Bonifici provenienti dall estero. Il servizio consente di incassare i propri crediti attraverso bonifici provenienti da banca estere.

Bonifici provenienti dall estero. Il servizio consente di incassare i propri crediti attraverso bonifici provenienti da banca estere. 18/05/2009 FOGLIO INFORMATIVO ai sensi della delibera CICR 4.3.2003 e istruzioni di vigilanza di Banca d Italia in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari Bonifici provenienti dall

Dettagli

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale Tra le parti (per le persone fisiche, riportare: nome e cognome; luogo e data di nascita; domicilio e codice fiscale. Per le persone

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob Approvato con delibera del consiglio di amministrazione del 26 Novembre 2014 Indice

Dettagli