Gioco come strumento di valutazione /trattamento nei disturbi comunicativi linguistici

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Gioco come strumento di valutazione /trattamento nei disturbi comunicativi linguistici"

Transcript

1 Gioco come strumento di valutazione /trattamento nei disturbi comunicativi linguistici Docenti: Vaquer Maria Luisa De Cagno Anna Giulia Roma 6 e 7 novembre 2015 Villa Eur Parco dei Pini - P.le M. Champagnat, 2 Razionale Il disordine comunicativo linguistico può essere espressione sia di un disturbo specifico del linguaggio sia di problematiche relative allo sviluppo sociale, cognitivo e relazionale che generano difficoltà a maturare gli antecedenti cognitivi del linguaggio. La conseguenza è un mancato o rallentato sviluppo della intenzionalità comunicativa, delle condotte ludiche e più in generale delle competenze simboliche. In questa popolazione di bambini si colloca un gran numero di utenti dei servizi di riabilitazione che negli ultimi anni, grazie ad una maggiore sensibilità e informazione, vengono inviati precocemente per la valutazione clinica. L età della diagnosi e la precocità dell intervento riabilitativo vengono considerati come i due criteri cardine per la buona riuscita dell intervento abilitativo e/o riabilitativo. Il presente corso, pur proponendo spazi formativi dedicati all utilizzo di test clinici con l obiettivo di saper valutare, attraverso prove strutturate o semistrutturate, l intenzionalità comunicativa, l intersoggettività, le competenze simboliche e l emergere delle competenze linguistiche, offre una metodologia utile per intervenire sulle condotte comunicative e ludiche, strumenti indispensabili nella fase prelinguistica e nel periodo di transizione. Questo significa non intervenire esclusivamente con la metodologia canonica ma investire nel saper essere e saper fare per mettere a punto proposte creative adatte a ristabilire scambi comunicativi nel gioco che rappresenta il terreno d elezione per favorire lo sviluppo relazionale nell intervento rivolto ai bambini nel primo e secondo anno di vita. Metodo Didattica attiva, con presentazione di casi clinici, riferimenti teorici, discussione plenaria interattiva, lavoro individuale ed in piccoli gruppi, esercitazioni, elaborazione di materiale di terapia, materiale audio-visivo. Strumenti di verifica - Elaborazione di strumenti di osservazione - Costruzione di materiale ludico utile per l osservazione clinica e il trattamento.

2 PROGRAMMA 6 novembre Dott. Anna Giulia De Cagno 13,00 Registrazione dei partecipanti 14,00 Presentazione del Corso 14,30 Osservazione clinica e valutazione 15,00 Visione di filmati sulla osservazione clinica durante l attività ludica 16,00 Coffee break 16,15 Le prove cliniche per la valutazione comunicativo-linguistica nelle prime fasi di acquisizione 17,30 Presentazione di casi clinici 18,30 Lavoro in piccoli gruppi sulla individuazione dei percorsi valutativi utili nei diversi casi presentati; analisi dei dati 19,00 Discussione plenaria PROGRAMMA 7 novembre Dott. Maria Luisa Patrizia Vaquer 09,00 La comunicazione nei primi anni di vita 09,30 Lo sviluppo della pragmatica 10,30 Casi clinici con utilizzo di materiale audiovisivo 11,00 Coffee break 11,30 Esercitazione per utilizzo questionari di valutazione 12,30 Comunicazione e gioco 13,00 Pausa lavori 14,00 Sviluppo dell interazione sociale 15,00 Teorie del gioco 16,00 Casi clinici con utilizzo di materiale audiovisivo 16,30 Linee guida per l individuazione degli obiettivi primari del trattamento in riferimento alle tappe evolutive tipiche dello sviluppo della competenza di interazione sociale e comunicativa 17,30 Elaborazione di materiale per la terapia 18,00 Termine lavori

3 F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI NOME MARIA LUISA PATRIZIA VAQUER DATA DI NASCITA 02/09/1957 INDIRIZZO VIA DELLA REPUBBLICA 190. AMELIA (TR) TELEFONO FAX NAZIONALITÀ ESPERIENZA LAVORATIVA Date (da a) 1991 OGGI Nome e indirizzo del datore di lavoro SERVIZIO NEI RUOLI DELLA A.S.L. N. 4 DELLA REGIONE UMBRIA NEL DIPARTIMENTO DI SALUTE MENTALE U.O. DI N.P.I. ETÀ EVOLUTIVA IN QUALITÀ DI LOGOPEDISTA. ESPERIENZA LAVORATIVA Date (da a) Nome e indirizzo del datore di lavoro SERVIZIO IN QUALITÀ DI TERAPISTA DELLA RIABILITAZIONE LOGOPEDISTA, PRESSO LA COOPERATIVA INTERVENTI PROMOZIONALI SOCIOSANITARI DI NARNI (TR) IN CONVENZIONE CON LA U.S.L. BASSO TEVERE - REGIONE UMBRIA. ESPERIENZA LAVORATIVA Date (da a)

4 Nome e indirizzo del datore di lavoro SERVIZIO VOLONTARIO CON QUALIFICA DI LOGOPEDISTA, CON L EQUIPE DISTRETTUALE DEL SERVIZIO MATERNO INFANTILE DELLA U.S.L. ROMA 1 NEL LAVORO DI PREVENZIONE DEI DISTURBI DELL APPRENDIMENTO E DEL LINGUAGGIO, PRESSO LA SCUOLA MATERNA TRENTO E TRIESTE DI ROMA. ESPERIENZA LAVORATIVA Date (da a) Nome e indirizzo del datore di lavoro SERVIZIO PRESSO L ORFANATROFIO ISRAELITICO ITALIANO DI ROMA IN QUALITÀ DI EDUCATRICE ETERAPISTA DELLA RIABILITAZIONE ESPERIENZA LAVORATIVA Date 1977 Nome e indirizzo del datore di lavoro SERVIZIO PRESSO LA SCUOLA MATERNA ED ELEMENTARE SCUOLA VIVA DI ROMA CON QUALIFICA DI EDUCATRICE ADDETTA AI LABORATORI DI ATTIVITÀ MANUALI ED ESPRESSIVE CON PORTATORI DI HANDICAP. ISTRUZIONE E FORMAZIONE Date 2003 Qualifica conseguita LAUREA IN LOGOPEDIA PRESSO L UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA Livello nella classificazione 110 E LODE nazionale (se pertinente) ISTRUZIONE E FORMAZIONE Date 1980 Qualifica conseguita DIPLOMA DI TERAPISTA DELLA RIABILITAZIONE LOGOPEDISTA PRESSO L ISTITUTO DI ORTOFONOLOGIA DI ROMA. ISTRUZIONE E FORMAZIONE Date A.A. 1996/1997 tipo di istruzione o formazione CONSEGUIMENTO E SUPERAMENTO DI N. 9 ESAMI DEL CORSO DI LAUREA IN PSICOLOGIA ISTRUZIONE E FORMAZIONE Date 1976 Qualifica conseguita DIPLOMA DI MATURITÀ SCIENTIFICA PRESSO L ISTITUTO S. GIOVANNI EVANGELISTA DI ROMA. ALTRE CAPACITÀ E COMPETENZE (Pubblicazioni) LA VALUTAZIONE E IL TRATTAMENTO DEL DISORDINE FONOLOGICO IN LOGOPEDIA DELL ETÀ EVOLUTIVA PERCORSI DI VALUTAZIONE ED ESPERIENZE RIABILITATIVE L. MICHELAZZO, M. L. P. VAQUER IL DISORDINE FONOLOGICO NEL BAMBINO CON DISTURBI DEL LINGUAGGIO L. SABBADINI, A. G. DE CAGNO, L. MICHELAZZO, M. L. P. VAQUER

5 ALTRE CAPACITÀ E COMPETENZE (Attività didattica) TUTOR DI TIROCINIO PER GLI ALLIEVI DEL CORSO DI LAUREA IN LOGOPEDIA DELL UNIVERSITÀ LA SAPIENZA DI ROMA CONDUZIONE DI UN CORSO DI AGGIORNAMENTO DELLA DURATA DI 29 ORE DAL TITOLO L ARIA, IL SUONO, LA VOCE E..NOI - LABORATORIO LINGUISTICO PER BAMBINI DELLA SCUOLA DELL INFANZIA E DEL PRIMO CICLO DELLA SCUOLA PRIMARIA, RIVOLTO AGLI INSEGNANTI DELLA DIREZIONE DIDATTICA STATALE G. MAZZINI - TERNI CONDUZIONE DI UN INCONTRO DI AGGIORNAMENTO SUL TEMA LO SVILUPPO DELLA COMPETENZA FONOLOGICA NEL BAMBINO RIVOLTO ALLE INSEGNANTI DELLA SCUOLA MATERNA ED ELEMENTARE DE FILIS DI TERNI ATTIVITÀ DI DOCENZA ALL INTERNO DEL CORSO: "DIFFICOLTÀ DI APPRENDIMENTO" COOPERATIVA SOCIALE C.I.P.S:S. - NARNI COOPERATIVA SOCIALE C.I.P.S:S. - NARNI.

6 "DA DISTURBO FUNZIONALE ARTICOLATORIO A DISORDINE FONOLOGICO- ALTRE CAPACITÀ E COMPETENZE (Docenze presso Istituzioni pubbliche) INSEGNAMENTO DELLA MATERIA SCIENZE TECNICHE E MEDICHE APPLICATE TECNICHE RIABILITATIVE PRESSO IL CORSO DI LAUREA IN LOGOPEDIA UNIVERSITÀ LA SAPIENZA DI ROMA. INSEGNAMENTO DELLA MATERIA SCIENZE TECNICHE E MEDICHE APPLICATE TECNICHE RIABILITATIVE PRESSO IL CORSO DI LAUREA IN LOGOPEDIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA. DOCENTE DEL CORSO AVANZATO DISORDINE FONOLOGICO: DALLA VALUTAZIONE ALL INTERVENTO PRESSO L AZIENDA A.S.L. ROMA C INSEGNAMENTO DELLA MATERIA SCIENZE TECNICHE E MEDICHE APPLICATE TECNICHE RIABILITATIVE PRESSO IL CORSO DI LAUREA IN LOGOPEDIA UNIVERSITÀ LA SAPIENZA DI ROMA. INSEGNAMENTO DELLA MATERIA SCIENZE TECNICHE E MEDICHE APPLICATE TECNICHE RIABILITATIVE PRESSO IL CORSO DI LAUREA IN LOGOPEDIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA. DOCENTE DEL CORSO DISORDINE FONOLOGICO: DALLA VALUTAZIONE ALL INTERVENTO PRESSO L AZIENDA A.S.L. ROMA C. DOCENTE DEL CORSO DISORDINE FONOLOGICO PRESSO L AZIENDA A.S.L. ROMA D CONDUZIONE DI UN SEMINARIO DIDATTICO "DISTURBI FONOLOGICI NEL BAMBINO PRESSO IL DIPLOMA UNIVERSITARIO DI LOGOPEDIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA. A. A INSEGNAMENTO DELLA MATERIA " RIABILITAZIONE LOGOPEDICA GENERALE E SPECIALE " CORSO INTEGRATO DI LOGOPEDIA 1 PRESSO IL DIPLOMA UNIVERSITARIO DI LOGOPEDISTA DELL' UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA. A. A INSEGNAMENTO DELLA MATERIA "LOGOPEDIA GENERALE VALUTAZIONE ETÀ EVOLUTIVA", "RIABILITAZIONE LOGOPEDICA GENERALE SPECIALE - ETÀ EVOLUTIVA" E "TECNICHE LOGOPEDICHE ETÀ EVOLUTIVA" PRESSO IL DIPLOMA UNIVERSITARIO DI LOGOPEDISTA - UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA TORVERGATA. 1997/1998 RELATORE DI UNA TESI DI DIPLOMA DI LOGOPEDIA DAL TITOLO:

7 ALTRE CAPACITÀ E COMPETENZE (Attività scientifica) CONDUZIONE DI UNA GIORNATA DI STUDIO, IN QUALITÀ DI RELATORE UNICO SUL TEMA IL DISTURBO FONOLOGICO: ASPETTI CLINICI E RIABILITATIVI ALL INTERNO DI UN CICLO DI SEMINARI SU ARGOMENTI DI NEUROPSICOLOGIA DELL ETÀ EVOLUTIVA ORGANIZZATO DALL OSPEDALE PEDIATRICO BAMBIN GESÙ DI ROMA CONDUZIONE DI TRE GIORNATE DI STUDIO, IN QUALITÀ DI RELATORE UNICO, SUL TEMA "IL DISORDINE FONOLOGICO" ALL'INTERNO DEL CORSO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DALL'ASSOCIAZIONE LOGOPEDISTI MARCHE COLLABORAZIONE ALLA RICERCA CONDOTTA DAL PROF. LARRY LEONARD (PURDUE UNIVERSITY, MINNESOTA, USA), DALLA DOTT.SSA LETIZIA SABBADINI (U.S.L. RM/1) E DALLA DOTT.SSA VIRGINIA VOLTERRA (C.N.R. DI ROMA) SUL TEMA: BAMBINI CON RITARDO SPECIFICO NEL LINGUAGGIO. UNO STUDIO CROSS-LINGUISTICO. CAPACITÀ E COMPETENZE PERSONALI Acquisite nel corso della vita e della carriera ma non necessariamente riconosciute da certificati e diplomi ufficiali. PRIMA LINGUA ITALIANO ALTRE LINGUE Capacità di lettura Capacità di scrittura Capacità di espressione orale INGLESE buona buona buona Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del D.lgs. 196 del 30 giugno Log. Dott. Anna Giulia De Cagno TITOLI ACCADEMICI dicembre 2002 Laurea di primo livello in Logopedia, conseguita presso la Facoltà di Medicina dell Università degli Studi di Roma Tor Vergata con votazione 110/110 e Lode. Tesi sperimentale sull importanza di individuare dei prerequisiti all apprendimento dal titolo.(relatore Dott.ssa Letizia Sabbadini).

8 settembre 1994 giugno 1990 Abilitazione all esercizio della Professione di Psicologo ottenuta presso l Università di Roma La Sapienza. Laurea in Psicologia con indirizzo applicativo conseguita presso la Facoltà di Psicologia dell Università degli Studi di Roma La Sapienza con votazione centosette/110. Tesi sperimentale dal titolo: WorkingMemory: Effetto della similarità visiva e della similarità semantica in gruppi di bambini di età diversa (relatore Dott.ssa.Anna M. Longoni). luglio 1980 Diploma di Tecnico di Foniatria - logopedista conseguito presso la Facoltà di Medicina dell Università degli Studi di Roma La Sapienza con votazione settanta/70. Tesi sperimentale dal titolo: Ipotesi sperimentale per la costruzione di un test per la diagnosi di Dislessia. giugno 1977 Diploma di Maturità Artistica conseguito presso l Istituto Statale d Arte di Roma con votazione cinquantaquattro/60. - SEDE DI LAVORO ASL R.M. D - Settore Tutela Salute Mentale e Riabilitazione per l Età Evolutiva, Via Crescenzio del Monte n 13, Roma, tel /69. POSIZIONE ATTUALE Esercita l attività di logopedista presso la ASL RM D svolgendo l incarico, dall agosto 2002, di Posizione Organizzativa per i servizi di riabilitazione dell area territoriale. Svolge attività di docenza per l insegnamento di Scienze logopediche II presso il Corso di Laurea in Logopedia della Facoltà di Medicina dell Università degli Studi di Roma La Sapienza Svolge attività di docenza per l insegnamento di Scienze Tecniche Mediche Applicate presso il Corso di Laurea in Logopedia della Facoltà di Medicina dell Università degli Studi di Roma Tor Vergata PRECEDENTI ESPERIENZE LAVORATIVE e COLLABORAZIONI novembre ad oggi novembre ad oggi novembre 1998-luglio 2001 Attività di docenza per l insegnamento di Scienze logopediche II presso il Corso di Laurea in Logopedia della Facoltà di Medicina dell Università degli Studi di Roma La Sapienza Attività di docenza per l insegnamento Scienze Tecniche Mediche Applicate presso il Corso di Laurea in Logopedia della Facoltà di Medicina dell Università degli Studi di Roma Tor Vergata Attività di docenza per il corso integrato di Psicologia con lezioni sulle Tecniche di osservazione del comportamento infantile per il Diploma Universitario di Logopedia della Facoltà di Medicina dell Università degli Studi di Roma Tor Vergata

9 novembre 1997-gennaio 2001 febbraio marzo 2003 febbraio marzo 2002 ottobre 2000-luglio 2001 novembre 1999-luglio 2000 novembre 1999-luglio 2000 novembre dicembre 2001 gennaio 1996-dicembre 2002 settembre1998-giugno 1999 novembre luglio 1998 ottobre 1994-luglio 1997 Attività di docenza per il corso di Semeiotica logopedica generale e speciale per il Diploma Universitario di Logopedia della Facoltà di Medicina dell Università degli Studi di Roma La Sapienza Attività di docenza per il corso di formazione rivolto agli insegnanti dal titolo L alunno con problematiche cognitive,relazionali,sociali: consulenza esupervisione tenutosi presso l Istituto V. H. Girolami di Roma, 68 Circolo Didattico Attività di docenza per il corso di formazione rivolto agli insegnanti dal titolo Disturbi dell apprendimento ed iperattività: criteri di classificazione e strategie d intervento tenutosi presso l Istituto V. H. Girolami di Roma, 68 Circolo Didattico Attività di didattica e di tutor ai casi clinici per il corso di perfezionamento in Neuropsicologia per Logopedisti svoltosi presso la Asl 7 di Ancona Attività di docenza per l insegnamento Tecniche Logopediche e presso il D.U. di Logopedia della Facoltà di Medicina dell Università degli Studi di Roma Tor Vergata Attività di docenza per l insegnamento Riabilitazione logopedica generale e speciale e presso il D.U. di Logopedia della Facoltà di Medicina dell Università degli Studi di Roma Tor Vergata Attività di docenza per il Diploma Universitario di Fisioterapista dell Università di Roma La Sapienza con il corso di Riabilitazione cognitiva e di Metodiche e tecniche della riabilitazione neuropsicologica Incarico di ricerca presso l Istituto di Studi sulla Ricerca e Documentazione Scientifica del Consiglio Nazionale delle Ricerche per l elaborazione di un sistema computerizzato per la valutazione dei disturbi del linguaggio infantile Coordinatrice del progetto Ragazzi 2000 per il XXIV Distretto scolastico, 62 Circolo Didattico Incarico di docenza presso la Scuola Regionale per logopedisti per la materia Metodologia riabilitativa nei disturbi cognitivi e del linguaggio in età evolutiva presso l IRCCS S.Lucia di Roma Attività di docenza per il corso di Terapia del linguaggio presso la Scuola Ospedaliera per Terapisti della Riabilitazione dell Azienda Ospedaliera Nicolas Green

10 maggio 1994 giugno 1995 dicembre 1993-marzo 1994 giugno ottobre 1987 maggio 1980-agosto 1981 Collaborazione con l Istituto di Studi sulla Ricerca e Documentazione Scientifica CNR all interno del progetto I.R.E.P. (Integrated Rehabilitation Program) Attività di docenza per il corso di aggiornamento rivolto agli insegnanti sull argomento Disturbi e difficoltà di apprendimento, Direzione didattica, 62 circolo XXIV Distretto Svolge l attività di logopedista presso l Ospedale Villa Albani della USL RM 35 Svolge l attività di logopedista presso la scuola maternaelementare Scuola Viva di Roma CORSI DI SPECIALIZZAZIONE E APPROFONDIMENTO maggio-giugno 2003 Corso di Formazione Menageriale Galco E-Ducation System tenutosi presso la Asl RM D. ottobre 2000-aprile 2001 Corso di perfezionamento Universitario in Psicopatologia dell Apprendimento presso la Facoltà di Psicologia dell Università degli Studi di Urbino. giugno 2000 marzo 1998-giugno 1998 dicembre1996-aprile 1997 Stage clinico in Psicopatologia dell Apprendimento presso la Facoltà di Psicologia dell Università degli Studi di Urbino. Corso regionale con finanziamento CEE per Agenti di Promozione della Salute tenutosi presso la Asl RM D. Corso regionale Infant Parent Program tenutosi presso la Asl RM C. febbraio 1993-aprile 1994 Corso di Neuropsicologia Clinica dell Età Evolutiva tenutosi presso l Unità Operativa di Neuropsicologia Clinica U.L.S.S. Basso Tevere di Terni. ottobre1990-giugno1991 Corso di perfezionamento SAIP sulla Diagnosi Neuropsicologica nell adulto e nel bambino tenutosi presso il Centro Ricerche della Clinica IRCCS S. Lucia di Roma. COMUNICAZIONI A CONGRESSI 1. De Cagno A.G.,Tresciani M.( Roma,Marzo 2004) Abilità metafonologiche: la valutazione di bambini fra i 5 e gli 8 anni. Argomenti di Neuropsicologia in età evolutiva Ospedale Pediatrico Bambino Gesù 2. De Cagno A.G. ( Firenze,Novembre 2003) D.S.A Caratteristiche e Intervento VII Convegno Nazionale Federazione Logopedisti italiani

11 3. De Cagno A.G., L. Marotta, M.Trasciani, S. Vicari (Novara, Ottobre 2003) Lo sviluppo delle competenze metafonologiche: un protocollo di valutazione i n età prescolare e per le prime classi della scuola elementare, XII Congresso Nazionale AIRIPA 4. De Cagno A.G. ( Roma, Giugno 2003) Conferenza dei servizi del IV Distretto ASL RM D 5. De Cagno A.G. (Palermo, Ottobre 2002) La Valutazione Logopedica: impostazione teorica e criteri metodologici. Associazione Logopedisti Siciliani 6. De Cagno A.G. (Roma, Marzo 2002) Handylab: laboratorio dei diritti del disabile- Riabilitazione e autonomia, F.IS.H. 7. De Cagno A.G. (Cagliari, Luglio 2001) relatore al corso Handicap e Scuola Area disturbi d Apprendimento autorizzato dal Provveditorato agli Studi di Cagliari anno scolastico De Cagno A.G. (Roma, Maggio 2001) Indicatori di rischio per l apprendimento della letto-scrittura. Argomenti di Neuropsicologia in età evolutiva Ospedale Pediatrico Bambino Gesù 9. De Cagno A.G., L. Sabbadini, S. Mazzotti (Rapallo, Marzo 2000) I distubi di apprendimento della lettura e della scrittura Convegno Fondazione Pierfranco e Luisa Mariani Istituto Nazionale neurologico Carlo Besta IRCCS 10. De Cagno A.G. (Roma, Dicembre 2000) Psicologia, scuola e qualità, un approccio integrato. Un esperienza di collaborazione tra servizi Asl e Istituzione scolastica: un progetto di prevenzione della difficoltà strumentale di letto -scrittura. Ordine degli Psicologi Nazionale e del Lazio 11. De Cagno A.G. (Cagliari, Luglio 2000) relatore al corso Handicap e Scuola Area disturbi d Apprendimento autorizzato dal Provveditorato agli Studi di Cagliari anno scolastico Handicap e scuola 12. De Cagno A.G. (Napoli, Maggio 2000) Protocolli e strumenti di valutazione del livello di apprendimento di letto-scrittura nelle varie fasce d età. I disturbi dell apprendimento della letto-scrittura: valutazione, piano di trattamento e verifica logopedica Dipartimento di Riabilitazione Asl di Napoli 13. De Cagno A.G. (Roma, Settembre 1999) La valutazione dei prerequisiti all apprendimento della letto-scrittura. Un esperienza longitudinale di screening nella scuola materna ed elementare. IRCCS S. Raffaele 14. De Cagno A.G. M.Becciu (Roma, Settembre 1999) Valutazione obiettivi La cartella riabilitativa in tutte le strutture accreditate. Aula Magna C.T.O. 15. De Cagno A.G. (Padova, Novembre 1998) Un sisitema ipermediale per la valutazione linguistica a supporto dell intervento logopedico. III Convegno Nazionale della Federazione Logopedisti Italiani La specificità logopedica: valutazione e bilancio 16. De Cagno A.G. (Roma, Aprile 1997), Congresso S.I.F.E.L. IRCCS S. Lucia di Roma PUBBLICAZIONI 1. De Cagno A.G., L. Marotta. I Disturbi della Scrittura,in Percorsi di valutazione ed esperienze riabilitative (2003) ed. Del Cerro, pp L. Sabbadini, De Cagno A.G., S. Mazzotti Uno studio longitudinale per l individuazione precoce di alcuni indicatori di rischio per l apprendimento della lettura e della scrittura - FrancoAngeli, (2002) 3. De Cagno A.G., L. Marotta, M.Trasciani, S. Vicari (Novara, Ottobre 2003) Lo sviluppo delle competenze metafonologiche: un protocollo di valutazione in età prescolare e per le prime classi della scuola elementare,atti del XII Congresso Nazionale AIRIPA 4. L. Sabbadini, De Cagno A.G., L. Michelazzo, M.L.P. Vaquer Il disordine fonologico nel bambino con disturbi del linguaggio Metodologie Riabilitative in Logopedia, Vol. 1, Springer-Verlag Ed., Milano (2000) 5. De Cagno A.G., Lalle C., L. Sabbadini Un sistema ipermediale per la valutazione linguistica a supporto dell intervento logopedico, in La specificità logopedica: valutazione e bilancio, (1999) ed. Del Cerro, pp88-89

12 6. De Cagno A.G., La multimedialità in aiuto al logopedista Rivista TeleMed del Consorzio per la Promozione Socio Sanitaria a mezzo di Sistemi di Telecomunicazione, Anno 5, (1997), pp De Cagno A.G., Linee guida per la valutazione del linguaggio infantile: uno svi luppo multimediale Atti del Convegno dell Associazione Internazionale Informatica Medica, Venezia, (1996) 8. De Cagno A.G., Lalle C., L. Sabbadini A prototipey system to menage the language evaluation for the therapy Health Telematics, Ischia, Italy (1995) 9. F. Annovi, De Cagno A.G., L.M. Castagna Servizi Territoriali di Neuropsichiatria Infantile e Logopedia - Logopedia Contemporanea, Anno 13, n 1 pp De Cagno A.G., Lalle C., Ricci F.L. Una proposta dell uso del Computer per la gestione della valutazione del linguaggio ai fini della terapia - AIIM 94, VIII Congresso Nazionale di Informatica Medica, Roma (1994), pp De Cagno A.G., Lalle C., Ricci F.L. Un sistema multimediale per la valutazione del linguaggio - IX Edizione del Meeting Nazionale in Riabilitazione Neuromotoria e I Congresso Internazionale sulla realtà virtuale, Gubbio (1994) pp De Cagno A.G., Lalle C., Ricci F.L. A multimedia system for the language evaluation Medical Informatics in Europe MIE 94 Lisbona (1994), pp A.G. De Cagno, C. Lalle, L. Sabbadini: Valutazione linguistica informatizzata a supporto dell intervento logopedico, Rapporto Tecnico ISRDS-CNR n. 6, 2000 POSTER PRESENTATI 1. Io gioco, tu leggi, noi parliamo insieme... e poi che si fa? - 5 Convegno Internazionale Imparare: questo è il problema Contorni e dintorni della dislessia, San Marino, I suoni delle parole: giocare con la fonologia Convegno Bambini in difficoltà nell apprendimento della lingua scritta Dipartimento di Psicologia, Università La Sapienza, Roma, Essevuelle: a system to support the linguistic evaluation, C.P.L.O.L. 4 th European Congress, Paris, France, 2-4 giugno, 2000

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C. laformazione che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.M Premessa Di recente i disturbi specifici dell

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGGIO CALABRIA

Dettagli

p e r i l c u r r i c u l u m

p e r i l c u r r i c u l u m F o r m a t o e u r o p e o p e r i l c u r r i c u l u m v i t a e Informazioni personali Nome Indirizzo Ferraina Caterina Rosaria Località Feudotto compl. AZUR Vibo Valentia Telefono 0963.94428 328/2888930

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI PREMESSA L integrazione è un processo di conoscenza di sé e dell altro, di collaborazione all interno della classe finalizzato a creare le migliori condizioni

Dettagli

Disturbi dell Apprendimento

Disturbi dell Apprendimento Master in Disturbi dell Apprendimento in collaborazione con IPS nelle sedi di MILANO ROMA PADOVA BARI CAGLIARI CATANIA RAGUSA Questo modulo d iscrizione, unitamente alla fotocopia della ricevuta del versamento

Dettagli

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile INFORMAZIONI PERSONALI Nome Attilio Vercelloni Data di nascita 28/01/1960 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio dirigente medico ASL DI VERCELLI Staff - S.C. Neuropsichiatria

Dettagli

IRCCS ASSOCIAZIONE OASI MARIA SS TROINA

IRCCS ASSOCIAZIONE OASI MARIA SS TROINA UFFICIO FORMAZIONE E ECM IRCCS ASSOCIAZIONE OASI MARIA SS TROINA Mod. -0701-08 a Rev. 02 Del 10/07/2011 LA COMUNICAZIONE AUMENTATIVA E ALTERNATIVA: STRATEGIE E STRUMENTI LOW ED HIGH TECH PER LA COMUNICAZIONE,

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Alessandra Aste Indirizzo VIA IS MIRRIONIS 92, 09121 CAGLIARI Telefono 070 6095934 3346152648 Fax 0706096059

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INTRODUZIONE L Ordine degli Psicologi del Friuli Venezia Giulia e l Ufficio Scolastico Regionale, firmatari di un Protocollo d Intesa stipulato

Dettagli

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Con il patrocinio di Corso di formazione ECM con metodo Problem Based Learning LE MALFORMAZIONI VASCOLARI CONGENITE: IL SOSPETTO DIAGNOSTICO E LA COMUNICAZIONE

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

GRUPPO DI LAVORO PER L INCLUSIONE DSA/BES/HANDICAP

GRUPPO DI LAVORO PER L INCLUSIONE DSA/BES/HANDICAP SCUOLA PRIMARIA PARITARIA SCUOLA PRIMARIA PARITARIA via Camillo de Lellis, 4 35128 Padova tel. 049/8021667 fax 049/850617 e-mail: primaria@donboscopadova.it website: www.donboscopadova.it GRUPPO DI LAVORO

Dettagli

RELAZIONE FINALE PROGETTO IDA VENUTI UN FORMATORE AID NELLA TUA SCUOLA

RELAZIONE FINALE PROGETTO IDA VENUTI UN FORMATORE AID NELLA TUA SCUOLA RELAZIONE FINALE PROGETTO IDA VENUTI UN FORMATORE AID NELLA TUA SCUOLA A CURA DELLA DOTT.SSA MARIANGELA BRUNO (LOGOPEDISTA E FORMATRICE AID) ANNO SCOLASTICO 2011-2012 1 INDICE 1. ARTICOLAZIONE DEL PROGETTO...

Dettagli

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3 Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DI LECCE GIOVANNI Indirizzo Via Lancisi, 137 61121 PESARO (PU) - ITALIA - Telefono Casa: 0721201445 cell. 3396173661 E-mail giangidile@libero.it Cittadinanza

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E 1 F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome TELATTIN PIERLUIGI Indirizzo V.le Stadio 24/a 23100- SONDRIO (Italy) Telefono 0039/0342/201666; 0039/338/6421337

Dettagli

A cura dei Supervisori SSIS-Sostegno Modena. E.Tarracchini V.Bocchini A.Barbieri. La documentazione. Dall ICF alla DF al PDF al PEI

A cura dei Supervisori SSIS-Sostegno Modena. E.Tarracchini V.Bocchini A.Barbieri. La documentazione. Dall ICF alla DF al PDF al PEI A cura dei Supervisori SSIS-Sostegno Modena. E.Tarracchini V.Bocchini A.Barbieri La documentazione Dall ICF alla DF al PDF al PEI La Diagnosi Funzionale (DF) 1. Utilizzo degli items di ICF nella definizione

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

Iscrizione Albo Regione Sardegna n. 259

Iscrizione Albo Regione Sardegna n. 259 CURRICULUM VITAE EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI Nome Cognome Data e luogo di nascita ESPERIENZE LAVORATIVE ANTONELLO CATOGNO 13/06/1974 - Alghero (SS) Indirizzo Via Degli Orti, 68 Cap, Città 07041 Alghero

Dettagli

L'Associazione Psionlus di Roma, provider formativo Ministero Salute per l'educazione Continua in Medicina (ECM), Ente formativo non profit già

L'Associazione Psionlus di Roma, provider formativo Ministero Salute per l'educazione Continua in Medicina (ECM), Ente formativo non profit già MASTER BIENNALE ECM NEUROSCIENZE PER LA CLINICA ESPERTA DELLE DISABILITA' COGNITIVE ASSOCIAZIONE PSIONLUS ROMA ANNO 2012-2014 L'Associazione Psionlus di Roma, provider formativo Ministero Salute per l'educazione

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura

Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura Dip.to di Continuità Assistenziale - U.O.C. di Geriatria Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura 1^ ed. 6 maggio 2014 Centro Servizi alla Persona Fondazione Zanetti di Oppeano

Dettagli

Disprassia verbale. DVE CAS Valutazione e trattamento Corso di alta formazione

Disprassia verbale. DVE CAS Valutazione e trattamento Corso di alta formazione Disprassia verbale. DVE CAS Valutazione e trattamento Corso di alta formazione Responsabile del corso: Prof.ssa Letizia Sabbadini Razionale La disprassia verbale evolutiva. La disprassia verbale evolutiva

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N.1

ISTITUTO COMPRENSIVO N.1 PIANO ANNUALE PER L INCLUSIONE ANNO SCOLASTICO 2013-2013 Sommario PIANO ANNUALE PER L INCLUSIONE... 1 Bisogni educativi speciali... 2 Sezione 1. Definizioni condivise... 3 I B.E.S. non sono una categoria...

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento Sede corso:

Dettagli

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9 Indice BEST in Europa 3 BEST Rome Tor Vergata 4 ibec 7 Le Giornate 8 Contatti 9 Chi Siamo BEST è un network studentesco europeo senza fini di lucro, di stampo volontario ed apolitico. Gli obiettivi dell

Dettagli

L ESAME DI STATO E GLI ALUNNI CON DISABILITA. I.S.I.S. "COSSAR -da VINCI" GORIZIA - prof.ssa Giancarla Giani

L ESAME DI STATO E GLI ALUNNI CON DISABILITA. I.S.I.S. COSSAR -da VINCI GORIZIA - prof.ssa Giancarla Giani L ESAME DI STATO E GLI ALUNNI CON DISABILITA I.S.I.S. "COSSAR -da VINCI" GORIZIA - prof.ssa Giancarla Giani Esso pertanto, anche per gli alunni con disabilità deve costituire l occasione per un oggettivo

Dettagli

Disgrafia-Disortografia, un inquadramento diagnostico

Disgrafia-Disortografia, un inquadramento diagnostico IRCCS Burlo Garofolo U.O. Neuropsichiatria Infantile Trieste Disgrafia-Disortografia, un inquadramento diagnostico Dott.ssa Isabella Lonciari Bolzano, 28 Febbraio 2008 Disortografia Aspetti linguistici

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

CORSO SULLE STRATEGIE DI COMUNICAZIONE AUMENTATIVA E ALTERNATIVA: DAL GIOCO ALL AUSILIO

CORSO SULLE STRATEGIE DI COMUNICAZIONE AUMENTATIVA E ALTERNATIVA: DAL GIOCO ALL AUSILIO Rif. Organizzatore 8568-10035201 IN COLLABORAZIONE CON ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM CORSO SULLE STRATEGIE DI COMUNICAZIONE AUMENTATIVA

Dettagli

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali L Istituto Leopoldo Pirelli si propone di potenziare la cultura dell inclusione per rispondere in modo efficace alle necessità di

Dettagli

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l università, l alta formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

LEGGE 8 ottobre 2010, n. 170. Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico. (10G0192)

LEGGE 8 ottobre 2010, n. 170. Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico. (10G0192) Gazzetta Ufficiale N. 244 del 18 Ottobre 2010 LEGGE 8 ottobre 2010, n. 170 Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico. (10G0192) La Camera dei deputati ed il Senato

Dettagli

Neuropsicologia: Valutazione, Diagnosi e Riabilitazione V edizione

Neuropsicologia: Valutazione, Diagnosi e Riabilitazione V edizione ALTA SCUOLA DI PSICOLOGIA AGOSTINO GEMELLI Facoltà di Psicologia Master Universitario di secondo livello Neuropsicologia: Valutazione, Diagnosi e Riabilitazione V edizione Sedi di Milano e Brescia Master

Dettagli

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi Allegato al Decreto del Direttore Generale n. 53.. del 04/02/14 REGOLAMENTO PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO EX ART. 15 SEPTIES DEL D.LGS. 502/92 AREA DIRIGENZA MEDICA E VETERINARIA E AREA DIRIGENZA

Dettagli

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N.

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N. FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2 ULSS n.1 Belluno Autori: PERSONALE AZIENDA ULSS N. 1 BELLUNO: Dr.ssa Mel Rosanna Dirigente medico SISP (Dipartimento

Dettagli

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Scuola Politecnica, Dipartimento di Scienze per l Architettura Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività Corso di Laurea TRIENNALE IN DISEGNO

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I Edizione 28 Settembre 2012 II Edizione 23 Novembre 2012 Martinengo - Sala Congressi Diapath L evento è stato

Dettagli

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011 Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di BORGORICCO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di BORGORICCO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO Il documento va compilato in forma digitale per poter ampliare gli spazi dello schema (ove necessario) e togliere

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass I Informazioni personali Cognome(i/)/Nome(i) Rouame Abdelaziz Indirizzo(i) 7, via S. Andrea, 48022, Lugo di Romagna, Italia Telefono(i) 051 6597766/ 0545 24698 Mobile: 3282119380

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza Commissione Nazionale dei Corsi di Laurea in Infermieristica La valutazione dei risultati dell apprendimento e qualità formativa dei Corsi di laurea in Infermieristica Milano, 10 giugno 2011 Realtà e problematiche

Dettagli

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE La sottoscritta Dr.ssa Franca CRINÒ, nata a Casignana (RC) il 04/03/1959, residente in Via Zittoro 19/4, 89030 - Casignana (RC) Tel.: 0964.956090, cell.:

Dettagli

Il tirocinio extracurriculare. come, quando, dove e perché

Il tirocinio extracurriculare. come, quando, dove e perché Il tirocinio extracurriculare come, quando, dove e perché Contenuti Cos è un tirocinio Le finalità del tirocinio extracurriculare La legislazione che lo regola Come cercare informazioni Prima di iniziare

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

TABELLA B A) TITOLI DI STUDIO D ACCESSO

TABELLA B A) TITOLI DI STUDIO D ACCESSO TABELLA B TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI PER L INCLUSIONE NELLE GRADUATORIE DI CIRCOLO E DI ISTITUTO DI III FASCIA (ivi compreso l insegnamento di strumento musicale nella scuola media), VALIDE PER

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome NAGAR BERNARDO Data di nascita 12/03/1955 Posto di lavoro e indirizzo ASP PALERMO U.O.C.Coordinamento Staff Strategico U.O.S.Coordinamento Screening

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA REGOLAMENTO 16 luglio 2014, n. 6 Regolamento per la formazione continua IL CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE nella seduta del 16 luglio 2014 visto l art. 11 della legge 31 dicembre 2012, n. 247, rubricato Formazione

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria Adriana Volpato P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria 19 Dicembre 2011 STRUMENTO didattico educativo individua gli strumenti fa emergere il vero alunno solo con DIAGNOSI consegnata si redige

Dettagli

Vademecum per il sostegno. Pratiche condivise di integrazione all interno del Consiglio di classe

Vademecum per il sostegno. Pratiche condivise di integrazione all interno del Consiglio di classe Vademecum per il sostegno Pratiche condivise di integrazione all interno del Consiglio di classe Gli strumenti della programmazione DIAGNOSI FUNZIONALE: descrive la situazione clinicofunzionale dello stato

Dettagli

Corso ECM di formazione per gli operatori addetti alla gestione del Sistema Informativo sulle Malattie Professionali (Malprof )

Corso ECM di formazione per gli operatori addetti alla gestione del Sistema Informativo sulle Malattie Professionali (Malprof ) Centro nazionale per r la Prevenzione e il Controllo delle Malattie Conferenza dei Presidenti delle Regioni e delle Province Autonome Istituto Superiore per la Prevenzione e la Sicurezza del Lavoro Dipartimento

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE SEDE DI TRENTO A.A. 2012/13 Livello I Durata Annuale CFU 60 (1 anno) ANAGRAFICA DEL CORSO - A Lingua Italiano

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 DATI ANAGRAFICI Cavarretta Giuseppe Alfredo Nato a CROTONE (KR) il 16/02/1954 Residente a 87036 RENDE (CS) Via R.

Dettagli

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio Scuola aperta 2015 Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio alla scoperta dell Asilo di Follina... l Asilo di Follina: LINEE PEDAGOGICO EDUCATIVE IL PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO. Il curricolo della scuola

Dettagli

CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO. AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA Dirigente - U.O.C di Anestesia e Rianimazione

CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO. AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA Dirigente - U.O.C di Anestesia e Rianimazione INFORMAZIONI PERSONALI Nome Data di nascita 27/07/1957 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO II Fascia AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA

Dettagli

Linee guida, note informative e modulistica per la stesura del PDP. Piano Didattico Personalizzato per alunni con Diagnosi Specialistica di DSA

Linee guida, note informative e modulistica per la stesura del PDP. Piano Didattico Personalizzato per alunni con Diagnosi Specialistica di DSA Linee guida, note informative e modulistica per la stesura del PDP Piano Didattico Personalizzato per alunni con Diagnosi Specialistica di DSA Indicazioni ai fini della stesura del PDP 1. Informazioni

Dettagli

SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI

SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI La Scheda Unica Annuale (SUA) è lo strumento di programmazione dei Corsi di Laurea e attraverso il quale l ANVUR farà le proprie valutazioni sull accreditamento (iniziale e periodico)

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE I Progetti Personalizzati sono rivolti a minori e adulti con disabilità, residenti nel territorio dell Azienda ULSS n.

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica Evento Formativo Residenziale PREVENZIONE ONCOLOGICA IN MEDICINA GENERALE Savona Aulla Magna,, Pallazziina Viigiiolla,,

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Che cos è il Bisogno Educativo Speciale? Il Bisogno Educativo Speciale rappresenta

Dettagli

Psicopatologia della DI, QdC, QdV

Psicopatologia della DI, QdC, QdV La psicopatologia nella disabilità intellettiva Dr. Luigi Croce psichiatra, docente all Università Cattolica di Brescia Ravenna 09/03/2012 Luigi Croce Università Cattolica Brescia croce.luigi@tin.it Disabilità,

Dettagli

Individuazione delle aree a maggior rischio di incidenti stradali

Individuazione delle aree a maggior rischio di incidenti stradali Convegno PREVENZIONE E SALUTE UN BINOMIO INSCINDIBILE SANIT Roma, 25 giugno 2009 Individuazione delle aree a maggior rischio di incidenti stradali I Ciaramella SISP - ASL RM B In collaborazione con D D

Dettagli

Tirocinio indiretto. per la classe di abilitazione 91A e 92A Piano organizzativo

Tirocinio indiretto. per la classe di abilitazione 91A e 92A Piano organizzativo Tirocinio indiretto per la classe di abilitazione 91A e 92A Piano organizzativo Studentesse/Studenti senza riduzione oraria: 75 ore indiretto, di queste 15 ore dedicate all inclusione Studentesse/Studenti

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

Torino, 03 Gennaio 1963 Cod. Fisc. DLPLRA63A43L219E

Torino, 03 Gennaio 1963 Cod. Fisc. DLPLRA63A43L219E Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DELPIANO Laura Indirizzo Via Torino n. 112 int. 2 10036 SETTIMO TORINESE Telefono 011.898.26.34 Mobile: 333.10.60.176 Fax 011.898.26.34 E-mail laura.delpiano@cespi-centrostudi.it

Dettagli

ŀregione Lazio Progetto Dioniso

ŀregione Lazio Progetto Dioniso Progetto Dioniso Screening audiologico per la sordità neonatale Ogni anno nascono 3 bambini su mille con problemi gravi di sordità. Con un esame semplicissimo, di pochi secondi, non invasivo, non doloroso

Dettagli

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 - MAGGIO 2010 - DOC 05/10 Il NdV ha esaminato le caratteristiche dei corsi di studio istituiti sulla base

Dettagli

PERCORSI DI INCLUSIONE E DI INTEGRAZIONE PER ALUNNI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI

PERCORSI DI INCLUSIONE E DI INTEGRAZIONE PER ALUNNI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI PERCORSI DI INCLUSIONE E DI INTEGRAZIONE PER ALUNNI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI ALCUNI DATI L Istituto Trento 5 comprende 3 scuole primarie e 2 scuole secondarie di I grado. Il numero totale di alunni

Dettagli

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015 I Convegno di Neuroautoimmunità Prato, Polo Universitario 20-21 Febbraio 2015 PATROCINI RICHIESTI Patrocini richiesti Carissimi, Lettera dei Presidenti è con grande piacere che Vi invitiamo il 21 e 22

Dettagli

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici Laura Mengoni Milano, 24 febbraio 2011 Seminario di formazione per i dirigenti scolastici sui temi della

Dettagli

Classe e ordinamento del Corso di studio (es. classe L24 ordinamento 270/04 oppure classe 15 ordinamento 509/99)

Classe e ordinamento del Corso di studio (es. classe L24 ordinamento 270/04 oppure classe 15 ordinamento 509/99) Mod. 6322/triennale Marca da bollo da 16.00 euro Domanda di laurea Valida per la prova finale dei corsi di studio di primo livello Questo modulo va consegnato alla Segreteria amministrativa del Corso a

Dettagli

Facilitare l individuazione precoce dei disturbi di apprendimento della lettura e della scrittura

Facilitare l individuazione precoce dei disturbi di apprendimento della lettura e della scrittura Laboratorio DiLCo Dipartimento di Linguistica Università degli studi di Firenze Facilitare l individuazione precoce dei disturbi di apprendimento della lettura e della scrittura Ricerca in collaborazione

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative Curriculum Vitae Nome Da Campo Gianluigi Data di nascita 07.12.1958 Qualifica Dirigente di 1 livello Amministrazione Azienda 12 Veneziana Incarico attuale Responsabile di struttura semplice in chirurgia

Dettagli

«Questo matrimonio s ha da fare»

«Questo matrimonio s ha da fare» «Questo matrimonio s ha da fare» Italiano e matematica nella scuola del terzo millennio Convegno 25 giugno 2015 Teatro di Locarno e Dipartimento formazione e apprendimento Contro i luoghi comuni Simone

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DEL TIROCINIO E DELL ESAME FINALE PER IL CONSEGUIMENTO DEL TITOLO DI STUDIO Art. 1 Ambito di applicazione Il presente

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 CRITERI GENERALI PER LA FORMAZIONE DELLE CLASSI La formazione delle classi e l assegnazione delle risorse di organico deve essere coerente: - con gli interventi

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA PREMESSA A tutt oggi i documenti ufficiali a cui ogni docente di lingue straniere è chiamato a far riferimento nel suo lavoro quotidiano,

Dettagli

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI (Versione Abbreviata) Ultimo Aggiornamento: 24 Febbraio 2011 1 Posizioni Enrico Nardelli si è laureato nel 1983 in Ingegneria Elettronica (110/110 con lode) presso l

Dettagli

Rapporto di Riesame - frontespizio

Rapporto di Riesame - frontespizio Rapporto di Riesame - frontespizio Denominazione del Corso di Studio : TECNOLOGIE ALIMENTARI Classe : L26 Sede : POTENZA - Scuola di Scienze Agrarie, Forestali, Alimentari ed Ambientali - SAFE Primo anno

Dettagli

Prot. N. 4089-15/6/2010 Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali Loro Sedi

Prot. N. 4089-15/6/2010 Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali Loro Sedi Prot. N. 4089-15/6/2010 Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali Loro Sedi Oggetto: Disturbo di deficit di attenzione ed iperattività Premessa In considerazione della sempre maggiore e segnalata

Dettagli