MODULO 2. Il software per la gestione di testi e di immagini. Contenuti. Obiettivi. Unità 2 Il software per elaborare

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MODULO 2. Il software per la gestione di testi e di immagini. Contenuti. Obiettivi. Unità 2 Il software per elaborare"

Transcript

1 MODULO 2 Il software per la gestione di testi e di immagini Contenuti Unità 1 La comunicazione interattiva e il personal computer Unità 2 Il software per elaborare Obiettivi Saper individuare i principali strumenti della comunicazione interattiva. Conoscere gli elementi essenziali per il funzionamento dei software utilizzati per la gestione di testi e immagini a scopo informativo.

2 La comunicazione interattiva e il personal computer Contenuti Nota introduttiva La struttura e le funzioni del personal computer Il linguaggio macchina 1. Nota introduttiva Nella società elettronica, l avvento dei mass media interattivi ha trasformato dalle fondamenta i canoni delle comunicazioni di massa precedenti; le vie che stanno portando le civiltà occidentali al massimo sviluppo nel campo delle comunicazioni sono state definite, con una bella metafora utilizzata dallo studioso americano del Massachusetts Nicholas Negroponte, autostrade elettroniche. Il personal computer è quello che tra i nuovi media ha maggiormente rivoluzionato il sistema delle comunicazioni di massa tradizionali, introducendo il concetto comunicazione interattiva: il mezzo di comunicazione di massa non è più passivo, ma, passando da una logica centrifuga a una centripeta, è diventato attivo e interattivo. E-book: libro in formato digitale, che è possibile leggere su computer, e-book reader e cellulari di ultima generazione. Un e-book reader di nuova generazione Nello stesso tempo, l interazione tra televisione, computer e satellite sta conducendo a una globalizzazione sia di ciò che è prodotto sia della sua distribuzione. Con la nascita dell editoria elettronica e dell e-book, con lo sviluppo delle reti via cavo e con i giornali teletrasmessi via satellite, sono stati cancellati i confini tra gli Stati. Il personal computer è stato il mezzo che ha unificato i diversi pianeti della galassia comunicativa, creando nuove modalità cognitive e relazionali. Per lavorare, leggere e interpretare la realtà, l uomo è stato costretto ad adeguarsi al mondo telematico e videomatico. Il personal computer, però, nonostante sia uno strumento d interazione e di dialogo, non dovrebbe mai essere usato acriticamente, né sostituire, soprattutto per i ragazzi, altre attività di svago e di gioco all aperto e in gruppo. Ci vorrebbe, dunque, non solo una pedagogia, ma anche un ecologia dei mezzi di comunicazione massmediali. Quest ultima dovrebbe studiare l ambiente dell informazione in modo approfondito, far comprendere in che modo le tecniche della comunicazione possono controllare la quan- 2

3 tità, la forma, la velocità e la direzione delle informazioni e come queste tendenze riescano a toccare le valutazioni, le percezioni e gli atteggiamenti delle persone. Un testo importante sull ecologia delle comunicazioni, Tecnica e civiltà, è stato pubblicato dal matematico D. Mumford nel 1934; esso rappresenta il primo tentativo di far comprendere globalmente le trasformazioni psicologiche e sociali che la tecnologia ha prodotto. 2. La struttura e le funzioni del personal computer Hardware: è l insieme degli elementi fisici di un computer. Software: è un programma o un insieme di programmi. I programmi sono algoritmi che si esprimono in un linguaggio di programmazione, cioè un linguaggio artificiale che serve a dare le istruzioni al computer. Il personal computer si compone di una parte meccanica ed elettronica, l hardware (unità centrale d elaborazione e periferiche, ossia dispositivi di entrata e di uscita dei dati) e di un insieme di programmi e di linguaggi, il software. a) Hardware Per hardware s intende la struttura fisica del computer, composta da: 1. Processore (CPU). 2. Periferiche (mouse, tastiera, monitor e così via). 3. Memoria centrale (ROM, RAM) e Memoria mobile (CD, pen drive e così via). 4. Schede che permettono ad alcune periferiche di funzionare: scheda audio, scheda video ecc. Alla fine dell Ottocento, fu costruita una macchina matematica di circa tre tonnellate (Babbage) Apple II (1977) è stato il primo pc prodotto su scala industriale ENIAC (1945), considerato da molti come il primo computer (in realtà il primo è stato inventato dagli inglesi durante la seconda guerra mondiale) pesava circa 30 tonnellate ed occupava una stanza intera Il commodore 64 (1982) è stato il computer più venduto di tutti i tempi Un moderno pc 3

4 Modulo 2 Il software per la gestione di testi e di immagini 1. CPU Il nucleo centrale del calcolatore è la CPU (Central Processing Unit), o Unità centrale di elaborazione. In essa i dati immessi (in input) vengono trasformati secondo le istruzioni fornite dai programmi. La CPU, detta anche processore o microprocessore, è una piastrina di silicio o chip (un chip può comprendere fino a un milione di circuiti elettrici) e si articola in: 1. Unità aritmetico-logica (Arithmetic Logic Unit), adatta a eseguire operazioni sia aritmetiche sia logiche. 2. Unità di controllo (Control Unit), che stabilisce la logica con cui devono essere fatte le singole operazioni dall unità logico-aritmetica. 3. Registri: celle di memorizzazione dei dati. 4. Bus: linee di comunicazione che connettono tra loro gli elementi della CPU. Unità di controllo bus Input cpu Unità logico-aritmetica Output bus 4 Registri Il sistema di bus è suddiviso in tre linee specifiche: 1. Bus di indirizzi: unidirezionali e paralleli, indicano la cella di memoria in cui risiedono i dati. 2. Bus di dati: bidirezionali, sono destinati a trasferire informazioni per eseguire operazioni. Bit: è l unità minima della comunicazione binaria. Corrisponde allo stato chiuso o aperto di un circuito elettrico. L insieme di otto bit forma un byte. 3. Bus di controllo: utili a trasmettere i bit necessari per controllare le operazioni. 2. Periferiche La CPU è integrata dalle periferiche, così denominate perché non sono elementi indispensabili per permettere al computer di funzionare; svolgono, perciò, funzioni utili solo per gli utenti, affinché questi ultimi possano colloquiare o interfacciare con il PC. Ci sono due tipi differenti di periferiche: 1. Di entrata o input: tastiera, mouse, microfono, scanner e così via. 2. Di uscita o output: monitor, stampante, casse audio e così via. Le prime permettono all utente di comunicare con il computer; le seconde, invece, sono quelle utilizzate dal PC per restituire all utente i risultati richiesti dopo un lavoro d elaborazione. 3. Memorie Durante l elaborazione, i dati vengono memorizzati temporaneamente nella RAM (Random Access Memory, memoria ad accesso casuale), una memoria che ha la ca-

5 ratteristica di essere volatile: i dati memorizzati in essa, cioè, vengono cancellati allo spegnimento del computer. La memoria ROM (Read Only Memory, memoria di sola lettura), invece, contiene i programmi che permettono al computer di funzionare all accensione. È una memoria stabile e non può essere cancellata dall utente; la sua perdita comporterebbe l impossibilità di avviare il computer. Scheda madre: è uno degli elementi più importanti del computer; è un circuito con numerosi componenti elettronici saldati e collegati tra loro tramite piste. Memoria di massa: memoria aggiuntiva per registrare le informazioni in modo permanente. File: archivio di informazioni. Pen drive, detta anche chiavetta USB Le memorie ROM e RAM si trovano sulla scheda madre del PC e ne costituiscono la memoria centrale. Per conservare grosse quantità di dati, il computer ha bisogno di altri dispositivi: le cosiddette memorie di massa, o ausiliarie. Le più diffuse, tra queste, sono: 1. Il disco rigido, o hard disk: è fisso e può avere una capacità di memoria fino a diversi gigabyte; esso può essere interno (necessario), se parte integrante dell architettura hardware del pc, o esterno (come memoria aggiuntiva), collegabile allo stesso mediante porta d ingresso USB (con apposito cavetto) o attraverso la più recente tecnologia wireless. 2. I floppy disk con una capacità di 720 kilobyte o di 1,4 megabyte: sono stati a lungo il mezzo più comodo per trasportare dati da un computer all altro, perché piccoli e maneggevoli, ma, a causa delle capacità ridotte, sono diventati ormai desueti. 3. Il Cd-Rom, un supporto di memoria molto esteso, che consente di leggere i file che vi sono registrati attraverso un sistema laser. Ogni Cd-Rom ha una capacità che va da circa 640 a 700 megabyte. 4. Il DVD (Digital Versatile Disk): è un supporto digitale a più livelli di memoria e, perciò, con una capacità, che arriva a essere fino a 18 volte superiore al Cd-Rom. La lettura viene eseguita attraverso un sistema di lenti, che mettono a fuoco, su uno dei livelli, il lettore laser. 5. I nastri magnetici, che, composti di materiale plastico, sono ricoperti di uno strato di pittura magnetica. Essi sono un supporto sia d entrata sia d uscita e vengono registrati o letti attraverso degli appositi strumenti, chiamati unità a nastro. Le informazioni vengono registrate o lette in maniera sequenziale a mano a mano che il nastro si svolge. È opportuno, per motivi di sicurezza, ricopiare periodicamente su nastro, duplicando le memorie, le informazioni già registrate su disco. 6. Dischi ottici; che permettono di leggere i dati (come un normale CD), ma anche di registrarli tramite un dispositivo chiamato masterizzatore. 7. Le pen drive (chiamate anche chiavette USB) sono unità di memorizzazione di massa portatile utilizzabile mediante la porta USB (Universal Serial Bus, cioè uno standard di comunicazione seriale che consente di collegare diverse periferiche a un computer). Grazie alle dimensioni ridotte e alle sempre crescenti dimensioni della memoria, la pen drive si sta configurando, accanto ai CD e ai DVD come l unità preferita da un crescente numero di consumatori per il trasporto fisico di dati di non grandi dimensioni. 5

6 Modulo 2 Il software per la gestione di testi e di immagini 4. Schede Pixel: è il singolo punto di un immagine grafica. Vettoriale: è una modalità di rappresentare le immagini per cui gli elementi che costituiscono un disegno sono trattati come valori matematici. Raster: è una modalità tramite la quale il numero di punti che costituiscono un immagine è tanto maggiore quanto più alta è la risoluzione. Scanner: è una periferica che permette di acquisire le immagini. Dettaglio di un immagine raster Una qualsiasi immagine che viene visualizzata sullo schermo del computer è il risultato di un insieme di punti, detti pixel (picture elements). I dati vengono trasformati in immagini attraverso la scheda video, che è caratterizzata dalla risoluzione, in altre parole il numero di pixel in cui riesce a suddividere le immagini. Più la scheda è ad alta risoluzione, più numerosi e più piccoli sono i pixel che compongono l immagine, che risulterà all occhio più nitida e meno frazionata in quadratini. All interno del personal computer le immagini sono poi rappresentate secondo due modalità: una vettoriale e l altra raster (o bitmap): 1. Attraverso la rappresentazione vettoriale, gli elementi che costituiscono un disegno sono trattati come valori matematici (punti, linee o cerchi). Il computer, conoscendone le dimensioni e le coordinate di disposizione, le ricostruisce e le organizza. 2. Attraverso la modalità raster, il numero di punti (pixel) che compongono un immagine è tanto maggiore quanto più alta è la risoluzione. Le immagini possono essere acquisite dal PC attraverso uno scanner, una videocamera, una fotocamera, ma possono anche essere create tramite programmi di grafica o scaricate da Internet. La scheda audio, invece, permette al computer di riconoscere i suoni e di riprodurli, attraverso le casse. b) Software Programmi: i programmi sono algoritmi (cioè procedimenti che consentono di ottenere un risultato eseguendo, in un determinato ordine, un insieme di passi semplici, corrispondenti ad azioni scelte da un insieme finito) che si esprimono in un linguaggio di programmazione. Linguaggi di programmazione: si tratta di linguaggi artificiali creati per scrivere i programmi. Il software è l elemento flessibile del computer. Esso è l insieme di programmi e di linguaggi di programmazione simbolici necessari per dialogare con il PC. I programmi sono istruzioni che l elaboratore, analizzando tutte le alternative, esegue autonomamente; essi hanno la funzione di trasformare i dati immessi nell hardware (i valori numerici, le immagini, i suoni, i testi e così via) in un linguaggio che la parte meccanica ed elettronica del computer possa: 1) In entrata: comprendere adeguatamente e tradurre, attraverso precise istruzioni. 2) In uscita: esprimere in un linguaggio comprensibile e intelligibile per gli utenti. Il software si distingue in: 1. Software di base: tutti i programmi che permettono al computer di funzionare. Il sistema operativo costituisce la parte fondamentale del software di base. 2. Software applicativo: composto da programmi che risolvono problemi specifici dell utente, cioè elaborazione testi, foglio di calcolo, disegno e così via. 6

7 Oggi si va verso la costruzione di personal computer forniti di hardware sempre più potenti e di piccole dimensioni e di software sempre più flessibili e versatili, facilmente utilizzabili anche dai non specialisti. A tale scopo si stanno sperimentando computer che si azionano con comandi vocali o che funzionano senza il mouse, semplicemente indicando le operazioni con un dito. Naturalmente bisogna considerare che quanto più un programma diventa di facile uso e versatile tanto più il suo algoritmo diviene complesso, richiedendo maggiore memoria. Per tali motivi, la ricerca si sta orientando verso l utilizzo di segnali ottici, al posto di quelli elettrici, usati attualmente. Questi, infatti, potrebbero potenziare le prestazioni del computer e, nello stesso tempo, ridurre i consumi di energia. per approfondire La logica binaria La memoria centrale è formata di celle, composte di un byte, o di otto bit. Un bit è l unità elementare della comunicazione binaria, 1 e 0. Sulla base della sua semplice logica, si moltiplicano poi tutte le informazioni che verranno utilizzate dai diversi programmi. G. W. Leibniz è considerato il padre della logica moderna per aver intuito l importanza della simbolizzazione dei termini logici. Fra le sue riflessioni occupa un posto centrale la scoperta della logica binaria. Leibniz era molto interessato alla lingua ideogrammatica e soprattutto al cinese, per cui ebbe modo di conoscere il I Ching o Libro dei Mutamenti, l antichissimo testo cinese usato come strumento di divinazione oracolare. Il filosofo fu affascinato dalla sua struttura in esagrammi, composti unicamente da due simboli: la linea spezzata e quella intera. Attribuendo a essi una progressione di numeri binari e, cioè, leggendo la linea intera come 1 e quella spezzata come 0, gli esagrammi formano delle sequenze che possono essere lette come numeri. Anzi, ogni numero del sistema decimale è rappresentabile con una sequenza formata dai due simboli (1, 2 e 3 diventano, così, 001, 010 e 011). Il sistema di notazione binaria, venne riscoperto poi da G. Boole oltre un secolo più tardi e costituisce la base degli attuali sistemi di programmazione: il computer è una macchina che sostituisce ai simboli 1 e 0 gli stati di aperto o chiuso. Leibniz aveva quindi intuito il principio basilare su cui si è poi sviluppata la rivoluzione informatica, però non capì la possibilità di applicare la sua scoperta, per cui il codice binario rimase per lui poco più di una semplice curiosità matematica; anzi, fu propenso a vedervi l espressione di valori mistici, assumendo l uno come Dio e lo zero come simbolo del nulla. 3. Il linguaggio macchina Per funzionare, il computer deve ricevere istruzioni in un linguaggio particolare che possa interpretare. A tale scopo, il pensiero algoritmico è un supporto fondamentale. L algoritmo, inventato dal matematico arabo Al-Khuwarizmi nel IX secolo è, infatti, una sequenza di azioni che conducono naturalmente alla soluzione di un problema. 7

8 Modulo 2 Il software per la gestione di testi e di immagini Esso, però, deve possedere alcune caratteristiche: a) Deve essere applicabile a tutti gli elementi che fanno parte di un determinato insieme cui il problema è rivolto. b) Deve essere finito e, quindi, la sequenza di operazioni non può procedere all infinito. c) Le procedure e le sequenze delle operazioni devono essere chiare. Dopo aver individuato e definito l algoritmo di soluzione per un determinato problema, bisogna trasformarlo in un linguaggio che possa essere compreso e tradotto dal computer: il linguaggio macchina, che è la programmazione. Questo è costituito da due simboli: 0 e 1 e, per questo, è detto codice binario. Tale sistema, a prima vista semplice, permette, in realtà, di risolvere problemi di una certa complessità, anche se la descrizione della procedura di un programma basato su due soli simboli, è certamente laboriosa e lunga. I primi elaboratori degli anni 50 erano programmati in sequenze di 0 e 1. In seguito sono stati prodotti linguaggi di programmazione talmente evoluti da simulare la logica e il modo di comunicare dell uomo, in maniera da rendere più semplice il linguaggio macchina. È compito dei programmi trasformare un istruzione del programmatore traducendola in codice binario, attraverso tre passaggi: Programma scritto in linguaggio evoluto Programma di traduzione Programma in linguaggio macchina Basic Fortran Gobol Pascal È stato introdotto nel 1963 ed utilizzato dagli utenti non esperti di programmazione. In seguito, grazie alla sua semplicità, si è diffuso rapidamente. Il linguaggio Basic permette di fare calcoli matematici complessi, inserendo i dati tramite la tastiera. La versione più evoluta di tale linguaggio è la Visual Basic (linguaggio visuale), che permette sia di sviluppare un programma che funziona in un ambiente «a finestra», sia di operare attraverso la scrittura in codice e attraverso il disegno di elementi grafici. I limiti del Basic sono la sequenzialità e l impossibilità di articolarsi in sottostrutture autonome e indipendenti. È un linguaggio che viene utilizzato per la stesura di programmi adatti a risolvere problemi scientifici e ingegneristici. Le operazioni effettuate con il Fortran sono, infatti, fondamentalmente numeriche. È un linguaggio di programmazione che, poiché è adatto ad affrontare e a trattare i problemi riguardanti le attività commerciali, viene usato soprattutto per organizzare e per realizzare programmi nel campo delle applicazioni amministrative e gestionali. È un linguaggio che trova applicazione soprattutto nel campo didattico. Esso prende il nome dal filosofo francese Blaise Pascal ed è stato sviluppato negli anni 70. Ogni problema viene suddiviso in sottoproblemi e affrontato con una metodologia deduttiva, procedendo da un livello generale a livelli sempre più analitici verso sottoproblemi più specifici e ristretti. Questa procedura prende il nome di top-down (alto-basso). Il linguaggio Pascal, però, non è riuscito ad avere successo al di fuori dell ambiente di esperti di programmazione e di logica. Oggi, perciò, viene utilizzato al suo posto l Algol. 8

9 C Prolog È un linguaggio usato in applicazioni diverse. Esso è stato prodotto agli inizi degli anni 70 ed ha la caratteristica di consentire il controllo di un calcolatore anche nelle sue parti più interne. Negli anni 80, poi, il linguaggio C ha avuto un estensione in quello C++. Questo tipo di linguaggio è stato definito «orientato agli oggetti», poiché permette una diversa programmazione. È un linguaggio piuttosto complesso. Esso, basandosi sulla logica matematica, è ampiamente usato nell ambito dell intelligenza artificiale e nel campo della programmazione logica. Il linguaggio di programmazione si divide in linguaggio a Assembler: linguaggio di programmazione di basso livello e linguaggio ad alto livello. Il primo, quasi carattere simbolico. simile al linguaggio macchina, è l assembly, che è tradotto Formattare: formattare un Cd-rom, un floppy da un programma detto assembler. Esso richiede una conoscenza approfondita del calcolatore sul quale si opera, disk o l hard disk di un computer significa prepararlo per la ricezione di nuovi dati. Formattare un testo scritto significa, invece, or- giacché si limita a realizzare una corrispondenza tra i simboli e le sequenze elementari che la macchina esegue. ganizzarlo in un certo modo dal punto di vista grafico, cioè dargli una determinata forma. Il linguaggio assembler, anche se oggi è sempre meno usato, perché sostituito da forme di linguaggi più veloci e specifici, ha storicamente costituito il primo tentativo di rendere più semplice il dialogo tra gli uomini e le macchine. Il linguaggio di programmazione ad alto livello è caratterizzato da un insieme di linguaggi: il Basic, il Fortran, il Gobol, il Pascal, il C e così via. L avvento di Internet ha costretto gli studiosi a elaborare altri linguaggi per le esigenze della comunicazione. I più utilizzati, soprattutto all inizio, sono stati: a) Html (Hyper Text Markup Language), che non è un vero e proprio linguaggio di programmazione, ma si usa per formattare i documenti che devono essere immessi in rete. b) Java, un linguaggio derivato dal C++ e concepito appositamente per alcune applicazioni in Internet. 9

10 Prove di verifica 1. Che cosa intende dire lo studioso Nicholas Negroponte con l espressione autostrade elettroniche? 2. Cos è un e-book? 3. A cosa servirebbe un ecologia dei mezzi di comunicazione massmediali? 4. Definisci brevemente i seguenti termini: Hardware... Software... Scheda madre... Pen drive Scegli la lettera cui corrisponde la risposta esatta: a) Che cos è la memoria RAM? o A Una memoria di lavoro permanente o B Una memoria di lavoro volatile o C Una memoria esterna o D Una memoria mobile o E Una memoria di sola lettura 10

11 Prove di verifica Unità 1 b) Cos è l hard disk? o A Una memoria di massa esterna o B Una memoria di massa interna o C Una memoria di massa che può essere sia esterna che interna o D Un disco leggibile tramite laser o E Un disco ottico molto capiente c) L unità di controllo si trova: o A Nella RAM o B Nella ROM o C Nella CPU o D Nell hard disk o E Nella scheda madre 11

MONIA MONTANARI. Appunti di Trattamento Testi. Capitolo 1 Il Computer

MONIA MONTANARI. Appunti di Trattamento Testi. Capitolo 1 Il Computer MONIA MONTANARI Appunti di Trattamento Testi Capitolo 1 Il Computer 1. Introduzione La parola informatica indica la scienza che rileva ed elabora l informazione, infatti : Informatica Informazione Automatica

Dettagli

IL COMPUTER APPUNTI PER LEZIONI NELLE 3 CLASSI LA MACCHINA DELLA 3 RIVOLUZIONE INDUSTRIALE. A CURA DEL Prof. Giuseppe Capuano

IL COMPUTER APPUNTI PER LEZIONI NELLE 3 CLASSI LA MACCHINA DELLA 3 RIVOLUZIONE INDUSTRIALE. A CURA DEL Prof. Giuseppe Capuano IL COMPUTER LA MACCHINA DELLA 3 RIVOLUZIONE INDUSTRIALE APPUNTI PER LEZIONI NELLE 3 CLASSI A CURA DEL Prof. Giuseppe Capuano LA TRASMISSIONE IN BINARIO I computer hanno un loro modo di rappresentare i

Dettagli

CAD B condotto da Daniela Sidari 05.11.2012

CAD B condotto da Daniela Sidari 05.11.2012 CAD B condotto da Daniela Sidari 05.11.2012 COS È L INFORMATICA? Il termine informatica proviene dalla lingua francese, esattamente da INFORmation electronique ou automatique ; tale termine intende che

Dettagli

Il Computer. Per capire che cosa è il computer, occorre partire dal concetto di:

Il Computer. Per capire che cosa è il computer, occorre partire dal concetto di: Il Computer Cos'è il computer? Per capire che cosa è il computer, occorre partire dal concetto di: INFORMATICA = INFORmazione automatica E' la scienza che si occupa del trattamento automatico delle informazioni.

Dettagli

Architettura del Personal Computer AUGUSTO GROSSI

Architettura del Personal Computer AUGUSTO GROSSI Il CASE o CABINET è il contenitore in cui vengono montati la scheda scheda madre, uno o più dischi rigidi, la scheda video, la scheda audio e tutti gli altri dispositivi hardware necessari per il funzionamento.

Dettagli

Informatica. Nozioni di hardware. Componenti essenziali della struttura interna di un PC. docente: Ilaria Venturini. Disco rigido.

Informatica. Nozioni di hardware. Componenti essenziali della struttura interna di un PC. docente: Ilaria Venturini. Disco rigido. Informatica II Nozioni di hardware docente: Ilaria Venturini Componenti essenziali della struttura interna di un PC Porte Disco rigido CPU scheda video memorie scheda audio bus 1 Struttura hardware dell

Dettagli

Componenti del Sistema di Elaborazione

Componenti del Sistema di Elaborazione Componenti del Sistema di Elaborazione Il Sistema di Elaborazione Monitor Tastiera Processore Memoria Centrale (Programmi + Dati) Memorie di massa Altre periferiche Rete Rete a.a. 2002-03 L. Borrelli 2

Dettagli

Hardware, software e periferiche. Facoltà di Lettere e Filosofia anno accademico 2008/2009 secondo semestre

Hardware, software e periferiche. Facoltà di Lettere e Filosofia anno accademico 2008/2009 secondo semestre Hardware, software e periferiche Facoltà di Lettere e Filosofia anno accademico 2008/2009 secondo semestre Riepilogo - Concetti di base dell informatica L'informatica è quel settore scientifico disciplinare

Dettagli

Il termine informatica deriva dall unione di due parole: informazione e automatica. Il P.C.

Il termine informatica deriva dall unione di due parole: informazione e automatica. Il P.C. Il termine informatica deriva dall unione di due parole: informazione e automatica. Il P.C. Hardware: parte fisica, cioè l insieme di tutte le componenti fisiche, meccaniche, elettriche e ottiche, necessarie

Dettagli

Il Personal Computer. Cos è Lo schema di massima Che cosa ci possiamo fare. www.vincenzocalabro.it 1

Il Personal Computer. Cos è Lo schema di massima Che cosa ci possiamo fare. www.vincenzocalabro.it 1 Il Personal Computer Cos è Lo schema di massima Che cosa ci possiamo fare www.vincenzocalabro.it 1 Cos è Il Personal Computer è un elaboratore di informazioni utilizzato da un singolo utente. Le informazioni

Dettagli

Tecnologie informatiche - Parte 1. Hardware

Tecnologie informatiche - Parte 1. Hardware Tecnologie informatiche - Parte 1. Hardware 1. Introduzione. I segnali binari. La parola informatica deriva dal termine francese informatique: è la fusione di due parole information e automatique che significa

Dettagli

Concetti fondamentali della Tecnologia Dell informazione Parte prima

Concetti fondamentali della Tecnologia Dell informazione Parte prima Concetti fondamentali della Tecnologia Dell informazione Parte prima 1 Concetti di base della tecnologia dell Informazione Nel corso degli ultimi anni la diffusione dell Information and Communication Technology

Dettagli

Componenti di base di un computer

Componenti di base di un computer Componenti di base di un computer Architettura Von Neumann, 1952 Unità di INPUT UNITA CENTRALE DI ELABORAZIONE (CPU) MEMORIA CENTRALE Unità di OUTPUT MEMORIE DI MASSA PERIFERICHE DI INPUT/OUTPUT (I/O)

Dettagli

Francia dalla contrazione delle parole INFORmazione e automatica. Elaborazione e trattamento automatico delle informazioni INFORMATICA

Francia dalla contrazione delle parole INFORmazione e automatica. Elaborazione e trattamento automatico delle informazioni INFORMATICA INFORMATICA La parola INFORMATICA indica l insieme delle discipline e delle tecniche che permettono la trattazione automatica delle informazioni che sono alla base delle nostre conoscenze e delle loro

Dettagli

Termini che è necessario capire:

Termini che è necessario capire: Per iniziare 1........................................ Termini che è necessario capire: Hardware Software Information Technology (IT) Mainframe Laptop computer Unità centrale di elaborazione (CPU) Hard

Dettagli

Il sistema di elaborazione Hardware e software

Il sistema di elaborazione Hardware e software Il sistema di elaborazione Hardware e software A. Lorenzi M. Govoni TECNOLOGIE INFORMATICHE. Release 2.0 Atlas Hardware e software Un sistema di elaborazione è formato da: parti hardware: componenti fisiche

Dettagli

In ingegneria elettronica e informatica con il termine hardware si indica la parte fisica di un computer, ovvero tutte quelle parti elettroniche,

In ingegneria elettronica e informatica con il termine hardware si indica la parte fisica di un computer, ovvero tutte quelle parti elettroniche, In ingegneria elettronica e informatica con il termine hardware si indica la parte fisica di un computer, ovvero tutte quelle parti elettroniche, elettriche, meccaniche, magnetiche, ottiche che ne consentono

Dettagli

Scuola Secondaria di Primo Grado Anna Frank Nome Cognome classe anno sc. 2008/09 INFORMATICA

Scuola Secondaria di Primo Grado Anna Frank Nome Cognome classe anno sc. 2008/09 INFORMATICA Scuola Secondaria di Primo Grado Anna Frank Nome Cognome classe anno sc. 2008/09 INFORMATICA Il termine informatica riassume due parole, informazione automatica, e si occupa dei sistemi per l elaborazione

Dettagli

Dispensa di Fondamenti di Informatica. Architettura di un calcolatore

Dispensa di Fondamenti di Informatica. Architettura di un calcolatore Dispensa di Fondamenti di Informatica Architettura di un calcolatore Hardware e software La prima decomposizione di un calcolatore è relativa ai seguenti macro-componenti hardware la struttura fisica del

Dettagli

Per definizione l hardware di un computer è l insieme dei pezzi materiali che lo compongono.

Per definizione l hardware di un computer è l insieme dei pezzi materiali che lo compongono. Lezione 3 Hardware Hardware Per definizione l hardware di un computer è l insieme dei pezzi materiali che lo compongono. Esistono vari tipi di computer: Notebook: sono i computer portatili. Mainframe:

Dettagli

SISTEMI DI ELABORAZIONE DELLE INFORMAZIONI

SISTEMI DI ELABORAZIONE DELLE INFORMAZIONI SISTEMI DI ELABORAZIONE DELLE INFORMAZIONI Prof. Andrea Borghesan venus.unive.it/borg borg@unive.it Ricevimento: martedì, 12.00-13.00. Dip. Di Matematica Modalità esame: scritto + tesina facoltativa 1

Dettagli

SOMMARIO. La CPU I dispositivi iti i di memorizzazione Le periferiche di Input/Output. a Montagn Maria

SOMMARIO. La CPU I dispositivi iti i di memorizzazione Le periferiche di Input/Output. a Montagn Maria Parte 4: HARDWARE SOMMARIO La CPU I dispositivi iti i di memorizzazione i Le periferiche di Input/Output na a Montagn Maria LA CPU CPU: Central Processing Unit. L unità centrale di processo si occupa dell

Dettagli

HARDWARE. Relazione di Informatica

HARDWARE. Relazione di Informatica Michele Venditti 2 D 05/12/11 Relazione di Informatica HARDWARE Con Hardware s intende l insieme delle parti solide o ( materiali ) del computer, per esempio : monitor, tastiera, mouse, scheda madre. -

Dettagli

Linguaggio e Architettura

Linguaggio e Architettura Parte 1 Linguaggio e Architettura IL LINGUAGGIO DELL INFORMATICA 1.1 1 Importante imparare il linguaggio dell informatica L uso Lusodella terminologia giusta è basilare per imparare una nuova disciplina

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN SCIENZE ERBORISTICHE E DEI PRODOTTI NUTRACEUTICI

CORSO DI LAUREA IN SCIENZE ERBORISTICHE E DEI PRODOTTI NUTRACEUTICI CORSO DI LAUREA IN SCIENZE ERBORISTICHE E DEI PRODOTTI NUTRACEUTICI Informatica con esercitazioni Prof. Onofrio Greco Modulo 1 Concetti di base dell ICT Modulo 2 Uso del Computer e Gestione dei File Modulo

Dettagli

Il sistema di elaborazione

Il sistema di elaborazione Il sistema di elaborazione Hardware e software Hardware e software Un sistema di elaborazione è formato da: parti hardware: componenti fisiche parti software: componenti logiche i dati da trattare le correlazioni

Dettagli

L informatica comprende:

L informatica comprende: Varie definizioni: INFORMATICA Scienza degli elaboratori elettronici (Computer Science) Scienza dell informazione Definizione proposta: Scienza della rappresentazione e dell elaborazione dell informazione

Dettagli

Test di informatica. 1504 QUALE TRA I DISPOSITIVI DI MEMORIA ELENCATI HA LA CAPACITÀ PIÙ ELEVATA? a) Floppy disk b) Cd-Rom c) DVD Risposta corretta:

Test di informatica. 1504 QUALE TRA I DISPOSITIVI DI MEMORIA ELENCATI HA LA CAPACITÀ PIÙ ELEVATA? a) Floppy disk b) Cd-Rom c) DVD Risposta corretta: Test di informatica 1501 QUAL È L'UNITÀ DI MISURA PER MISURARE LA CAPIENZA DELL'HARD DISK? a) Bit b) Kbyte c) Gigabyte 1502 CHE COS'È UN BYTE? a) Un insieme di 256 bit b) Un gruppo di 8 bit c) Un carattere

Dettagli

INFORMATICA DI BASE CLASSE PRIMA Prof. Eandi Danilo www.da80ea.altervista.org INFORMATICA DI BASE

INFORMATICA DI BASE CLASSE PRIMA Prof. Eandi Danilo www.da80ea.altervista.org INFORMATICA DI BASE INFORMATICA DI BASE CHE COSA È UN COMPUTER Un computer è un elaboratore elettronico, cioè una macchina elettronica programmabile in grado di eseguire automaticamente operazioni logico-aritmetiche sui dati

Dettagli

Fondamenti di Informatica

Fondamenti di Informatica Università degli Studi di Messina Ingegneria delle Tecnologie Industriali Docente: Ing. Mirko Guarnera 1 Approccio al corso Approccio IN OUT Visione Globale solo insieme alla programmazione 2 1 Contenuti

Dettagli

Struttura del Corso. Corso Integrato di Informatica e Sistemi di Elaborazione delle Informazioni. Sistemi di Elaborazione delle Informazioni.

Struttura del Corso. Corso Integrato di Informatica e Sistemi di Elaborazione delle Informazioni. Sistemi di Elaborazione delle Informazioni. Corso Integrato di Informatica e Sistemi di Elaborazione delle Informazioni Marco Falda Dipartimento di Ingegneria dell Informazione tel. 049 827 7918 marco.falda@unipd.it Corso di 35 ore: Struttura del

Dettagli

Modello del Computer. Componenti del Computer. Architettura di Von Neumann. Prof.ssa E. Gentile. a.a. 2011-2012

Modello del Computer. Componenti del Computer. Architettura di Von Neumann. Prof.ssa E. Gentile. a.a. 2011-2012 Corso di Laurea Magistrale in Scienze dell Informazione Editoriale, Pubblica e Sociale Modello del Computer Prof.ssa E. Gentile a.a. 2011-2012 Componenti del Computer Unità centrale di elaborazione Memoria

Dettagli

ARCHITETTURA DELL ELABORATORE

ARCHITETTURA DELL ELABORATORE 1 ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE ANGIOY ARCHITETTURA DELL ELABORATORE Prof. G. Ciaschetti 1. Tipi di computer Nella vita di tutti giorni, abbiamo a che fare con tanti tipi di computer, da piccoli o piccolissimi

Dettagli

In un modello a strati il SO si pone come un guscio (shell) tra la macchina reale (HW) e le applicazioni 1 :

In un modello a strati il SO si pone come un guscio (shell) tra la macchina reale (HW) e le applicazioni 1 : Un Sistema Operativo è un insieme complesso di programmi che, interagendo tra loro, devono svolgere una serie di funzioni per gestire il comportamento del computer e per agire come intermediario consentendo

Dettagli

Programma del corso. Introduzione Rappresentazione delle Informazioni Calcolo proposizionale Architettura del calcolatore Reti di calcolatori

Programma del corso. Introduzione Rappresentazione delle Informazioni Calcolo proposizionale Architettura del calcolatore Reti di calcolatori Programma del corso Introduzione Rappresentazione delle Informazioni Calcolo proposizionale Architettura del calcolatore Reti di calcolatori Architettura di Von Neumann Memorie secondarie Dette anche Memoria

Dettagli

IL COMPUTER. Nel 1500 Leonardo Da Vinci progettò una macchina sui pignoni dentati in grado di svolgere semplici calcoli. Nel 1642 Blase Pascal

IL COMPUTER. Nel 1500 Leonardo Da Vinci progettò una macchina sui pignoni dentati in grado di svolgere semplici calcoli. Nel 1642 Blase Pascal IL COMPUTER. Nel 1500 Leonardo Da Vinci progettò una macchina sui pignoni dentati in grado di svolgere semplici calcoli. Nel 1642 Blase Pascal realizzò la prima macchina da calcolo con un principio meccanico

Dettagli

Componenti dell elaboratore

Componenti dell elaboratore L hardware del PC Componenti dell elaboratore Hardware Parte fisica del sistema Dispositivi fisici Software Parte logica del sistema Programmi e dati 2 Hardware dell elaboratore 3 L'architettura del calcolatore

Dettagli

Architettura dei computer

Architettura dei computer Architettura dei computer In un computer possiamo distinguere quattro unità funzionali: il processore (CPU) la memoria principale (RAM) la memoria secondaria i dispositivi di input/output Il processore

Dettagli

Il computer e i suoi sottosistemi

Il computer e i suoi sottosistemi pag.1 Il primo approccio al COMPUTER è 'a scatola nera'. Individuiamo quindi: SCOPO Elaborare informazioni. Eseguire istruzioni INGRESSI Dati da elaborare. Istruzioni USCITE Dati elaborati SCHEMA A BLOCCHI:

Dettagli

Architettura di un computer

Architettura di un computer Architettura di un computer Modulo di Informatica Dott.sa Sara Zuppiroli A.A. 2012-2013 Modulo di Informatica () Architettura A.A. 2012-2013 1 / 36 La tecnologia Cerchiamo di capire alcuni concetti su

Dettagli

Programmazione. Dipartimento di Matematica. Ing. Cristiano Gregnanin. 25 febbraio 2015. Corso di laurea in Matematica

Programmazione. Dipartimento di Matematica. Ing. Cristiano Gregnanin. 25 febbraio 2015. Corso di laurea in Matematica Programmazione Dipartimento di Matematica Ing. Cristiano Gregnanin Corso di laurea in Matematica 25 febbraio 2015 1 / 42 INFORMATICA Varie definizioni: Scienza degli elaboratori elettronici (Computer Science)

Dettagli

Il Computer (Sistema per l Elaborazione delle Informazioni o calcolatore elettronico) è un

Il Computer (Sistema per l Elaborazione delle Informazioni o calcolatore elettronico) è un Pagina 18 di 47 2. Analisi delle componenti hardware di un computer 2.1 L hardware 2.1.1 Componenti principali di un computer L Informatica (da Informazione + Automatica) è la disciplina che studia la

Dettagli

Tecnologie Informatiche n 3 LE MEMORIE

Tecnologie Informatiche n 3 LE MEMORIE LE MEMORIE La memoria è la parte del computer destinata a conservare informazioni per un certo periodo di tempo. Le memorie si dividono in Memorie principali o centrali Sono anche dette memorie veloci

Dettagli

Laboratorio di Informatica Corso di Laurea in Matematica A.A. 2007/2008

Laboratorio di Informatica Corso di Laurea in Matematica A.A. 2007/2008 Laboratorio di Informatica Corso di Laurea in Matematica A.A. 2007/2008 Dott. Davide Di Ruscio Dipartimento di Informatica Università degli Studi di L Aquila Lezione del 30/11/07 Sommario Concetti fondamentali

Dettagli

I componenti di un PC

I componenti di un PC I componenti di un PC Queste componenti sono fondamentali per poter fare un utilizzo desktop di un Personal Computer scheda madre (2) processore (2) RAM (2) ROM (3) (scheda) video (3) (scheda) audio (3)

Dettagli

I componenti di un Sistema di elaborazione. Memoria centrale. È costituita da una serie di CHIP disposti su una scheda elettronica

I componenti di un Sistema di elaborazione. Memoria centrale. È costituita da una serie di CHIP disposti su una scheda elettronica I componenti di un Sistema di elaborazione. Memoria centrale Memorizza : istruzioni dati In forma BINARIA : 10001010101000110101... È costituita da una serie di CHIP disposti su una scheda elettronica

Dettagli

Book 1. Conoscere i computer. Cos'è un dispositivo: Hardware, Software, Sistemi operativi e Applicazioni.

Book 1. Conoscere i computer. Cos'è un dispositivo: Hardware, Software, Sistemi operativi e Applicazioni. Book 1 Conoscere i computer Cos'è un dispositivo: Hardware, Software, Sistemi operativi e Applicazioni. Centro Servizi Regionale Pane e Internet Redazione a cura di Roger Ottani, Grazia Guermandi, Sara

Dettagli

Il computer: primi elementi

Il computer: primi elementi Il computer: primi elementi Tommaso Motta T. Motta Il computer: primi elementi 1 Informazioni Computer = mezzo per memorizzare, elaborare, comunicare e trasmettere le informazioni Tutte le informazioni

Dettagli

Corso di Informatica. ASP G. Mazzini 2004-05

Corso di Informatica. ASP G. Mazzini 2004-05 Corso di Informatica ASP G. Mazzini 2004-05 Hardware, software, information technology Qual è il significato del termine informatica? E' la scienza che si propone di raccogliere, organizzare, conservare

Dettagli

Quiz ecdl primo modulo. Riflettere prima di decidere la risposta ritenuta esatta

Quiz ecdl primo modulo. Riflettere prima di decidere la risposta ritenuta esatta Quiz ecdl primo modulo Riflettere prima di decidere la risposta ritenuta esatta 1 Che cosa è il Bit? British Information Target Binary Digit La misura dell'informazione DIA 2 DI 67 Che differenza c'è tra

Dettagli

Centro Iniziative Sociali Municipio III

Centro Iniziative Sociali Municipio III Centro Iniziative Sociali Municipio III C.I.S Municipio III Corso di informatca Roberto Borgheresi C ORSO BASE DI I NFORMATICA Centro Iniziative Sociali Municipio III Coordinatore: Roberto Borgheresi Insegnanti:

Dettagli

INFORMATICA. By CONVERTINI Francesco

INFORMATICA. By CONVERTINI Francesco INFORMATICA By CONVERTINI Francesco Informatica = informazione automatica È una scienza preesistente all elaboratore e consiste nella ricerca di METODI per elaborare automaticamente le informazioni ed

Dettagli

Appunti di informatica

Appunti di informatica Appunti di informatica L'elaboratore elettronico COSA SI IMPARA IN QUESTA LEZIONE: Come è costituito un elaboratore Come l'elaboratore esegue un proramma Struttura dell'elaboratore Il termine elaboratore

Dettagli

Il calcolatore. Struttura fondamentale dell elaboratore ed elementi di programmazione. L informazione digitale. Hardware e Software

Il calcolatore. Struttura fondamentale dell elaboratore ed elementi di programmazione. L informazione digitale. Hardware e Software Struttura fondamentale dell elaboratore ed elementi di programmazione Corso: Laboratorio Matematico-Informatico I Titolare del Corso: Nicoletta Del Buono Il calcolatore I calcolatori elettronici sono stati

Dettagli

L informatica e il computer

L informatica e il computer Parte 1 L informatica e il computer Informatica Ha rivoluzionato il mondo, ma la sua percezione può essere molto diversa I computer sono inutili, danno solo risposte Pablo Picasso Pensare? Perché pensare!

Dettagli

Informatica Applicata

Informatica Applicata Ing. Irina Trubitsyna Concetti Introduttivi Programma del corso Obiettivi: Il corso di illustra i principi fondamentali della programmazione con riferimento al linguaggio C. In particolare privilegia gli

Dettagli

unità didattica 2 Concetti generali seguimi prerequisiti Nessuna conoscenza particolare

unità didattica 2 Concetti generali seguimi prerequisiti Nessuna conoscenza particolare unità didattica 2 Concetti generali prerequisiti Nessuna conoscenza particolare obiettivi Saper distinguere tra classi di computer Saper identificare le parti che compongono un computer Conoscere i fattori

Dettagli

Anatomia e fisiologia del computer: l architettura del calcolatore

Anatomia e fisiologia del computer: l architettura del calcolatore Corso di Laurea Ingegneria Civile Fondamenti di Informatica Dispensa 01 Anatomia e fisiologia del computer: l architettura del calcolatore Marzo 2009 L architettura del calcolatore 1 Nota bene Alcune parti

Dettagli

processore case Le casse acustiche

processore case Le casse acustiche Nome: lasse: ognome: ata: Tutti i campi sono obbligatori 1 In un computer, quale tra i seguenti è un componente software? applicazione bus di sistema processore memoria 2 Scegli le parole corrette per

Dettagli

Università degli studi di Napoli Federico II

Università degli studi di Napoli Federico II Università degli studi di Napoli Federico II Facoltà di Sociologia Corso di Laurea in culture digitali e della comunicazione Corso di Elementi di informatica e web Test ingresso per il bilancio delle competenze

Dettagli

Richiami di informatica e programmazione

Richiami di informatica e programmazione Richiami di informatica e programmazione Il calcolatore E una macchina usata per Analizzare Elaborare Collezionare precisamente e velocemente una grande quantità di informazioni. Non è creativo Occorre

Dettagli

Memoria secondaria. Memoria secondaria

Memoria secondaria. Memoria secondaria Memoria secondaria La CPU opera su programmi e dati presenti nella RAM, ma questa da sola non basta a contenere tutti i programmi e i dati presenti sull elaboratore. Per questo motivo i dati e i programmi

Dettagli

I dischi ottici. Fondamenti di Informatica -- Rossano Gaeta 43

I dischi ottici. Fondamenti di Informatica -- Rossano Gaeta 43 I dischi ottici Le tecnologie dei dischi ottici sono completamente differenti e sono basate sull'uso di raggi laser Il raggio laser è un particolare tipo di raggio luminoso estremamente focalizzato che

Dettagli

Architettura di un calcolatore

Architettura di un calcolatore Architettura di un calcolatore Appunti di Antonio BERNARDO Corso di Informatica di base A. Bernardo, Informatica di base 1 1 Compiti del computer Elaborazione di dati Memorizzazione di dati Scambio di

Dettagli

Architettura di un PC

Architettura di un PC Architettura di un PC Hardware Insieme di circuiti elettronici ed elettromeccanici che costituiscono un calcolatore Architettura Combinazione delle funzionalità operative delle singole unità hardware del

Dettagli

PROGRAMMARE AI TEMPI DEL DIRITTO

PROGRAMMARE AI TEMPI DEL DIRITTO ANDREA ANTONIAZZA PROGRAMMARE AI TEMPI DEL DIRITTO LA TUTELA GIURIDICA DEI PROGRAMMI PER ELABORATORE IN EUROPA E NEGLI STATI UNITI D AMERICA Andrea Antoniazza, Programmare ai tempi del diritto Copyright

Dettagli

Informatica 1 Lezione 1

Informatica 1 Lezione 1 Informatica 1 Lezione 1 Concetti base: Hardware È l insieme delle parti fisiche, elettroniche e meccaniche che compongono il computer, quali il chip, il mouse, il lettore CDROM, il monitor, le schede,

Dettagli

Struttura e componenti di un moderno computer

Struttura e componenti di un moderno computer Struttura e componenti di un moderno computer Facciamo ora un semplice elenco di queli che sono i componenti tipici di cui ogni computer ha bisogno per funzionare e spieghiamone il ruolo. Elementi essenziali:

Dettagli

Informatica. Prof. M. Colajanni Università di Modena Reggio Emilia

Informatica. Prof. M. Colajanni Università di Modena Reggio Emilia Informatica Prof. M. Colajanni Università di Modena Reggio Emilia Riferimenti Lawrence Snyder, Alessandro Amoroso Fluency 4/ed. Conoscere e usare l informatica 2011 pp. 376 32,00 ISBN 9788871926391 Pearson

Dettagli

Concetti Teorici di Base sull informatica

Concetti Teorici di Base sull informatica Concetti Teorici di Base sull informatica INFORMATICA: È la scienza che studia l informazione e l elaborazione dei dati e il loro trattamento automatico mediante gli elaboratori elettronici. PROGRAMMA:

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2012-2013 QUADERNO DI INFORMATICA

ANNO SCOLASTICO 2012-2013 QUADERNO DI INFORMATICA ANNO SCOLASTICO 2012-2013 QUADERNO DI INFORMATICA L INFORMAZIONE L informazione è un concetto (legato, ma indipendente dal codice usato). Non riguarda solo interazioni umane. L informazione analizza il

Dettagli

Il Sistema Operativo

Il Sistema Operativo Il Sistema Operativo Si intende per Sistema Operativo (o software di sistema) un gruppo di programmi che gestisce il funzionamento di base del computer. Il sistema operativo rimane sempre attivo dal momento

Dettagli

Lezione 3: Architettura del calcolatore

Lezione 3: Architettura del calcolatore Lezione 3: Architettura del calcolatore Architettura di Von Neumann BUS, CPU e Memoria centrale Ciclo di esecuzione delle istruzioni Architettura del calcolatore Il calcolatore è: uno strumento programmabile

Dettagli

Calcolatori e interfacce grafiche

Calcolatori e interfacce grafiche Calcolatori e interfacce grafiche COMPONENTI DI UN COMPUTER Hardware Tutti gli elementi fisici che compongono un calcolatore Software Comandi, istruzioni, programmi che consentono al calcolatore di utilizzare

Dettagli

Termini che è necessario capire:

Termini che è necessario capire: 1........................................ Termini che è necessario capire: Hardware Software Information Technology (IT) Mainframe Laptop computer Unità centrale di elaborazione (CPU) Hard disk Supporti

Dettagli

Esempio di Motherboard (Scheda Madre)

Esempio di Motherboard (Scheda Madre) 1:ISA slot 2:PCI slot 3:AGP slot 4:ATX power connector 5:Chipset 6:CPU socket 7:RAM slot 8:IDE connector 9:Floppy disk connector 10:Batteria 11:BIOS chip Esempio di Motherboard (Scheda Madre) La memoria

Dettagli

Architettura dei calcolatori

Architettura dei calcolatori Università degli Studi di Palermo Dipartimento di Ingegneria Informatica C.I. 3 Modulo Informatica 2 c.f.u. Anno Accademico 2009/2010 Docente: ing. Salvatore Sorce Architettura dei calcolatori II parte

Dettagli

Hardware, software e dati

Hardware, software e dati Hardware, software e dati. Hardware il corpo del computer. Software i programmi del computer. Dati la memoria del computer ICT per la terza età Le video lezioni della Fondazione Mondo Digitale Diapositiva

Dettagli

Organizzazione della memoria

Organizzazione della memoria Memorizzazione dati La fase di codifica permette di esprimere qualsiasi informazione (numeri, testo, immagini, ecc) come stringhe di bit: Es: di immagine 00001001100110010010001100110010011001010010100010

Dettagli

Conoscere il computer ed il software di base. Concetti base dell ICT TIPI DI COMPUTER. Prof. Francesco Procida procida.francesco@virgilio.it.

Conoscere il computer ed il software di base. Concetti base dell ICT TIPI DI COMPUTER. Prof. Francesco Procida procida.francesco@virgilio.it. Concetti base dell ICT Conoscere il computer ed il software di base Prof. Francesco Procida procida.francesco@virgilio.it Fase 1 Information technology Computer Tecnologia utilizzata per la realizzazione

Dettagli

Corso di Informatica Generale Esempi di domande.

Corso di Informatica Generale Esempi di domande. Il materiale contenuto in questo documento è utilizzabile unicamente per la preparazione dell esame di Informatica. Non ne può essere fatto altro uso. Corso di Informatica Generale Esempi di domande. 1.

Dettagli

I L C O M P U T E R COM E FATTO DENTRO (Unità 2)

I L C O M P U T E R COM E FATTO DENTRO (Unità 2) I L C O M P U T E R COM E FATTO DENTRO (Unità 2) 1. Premessa Lo scopo di questo capitolo non è quello di spiegare come si assembla un computer, bensì più semplicemente di mostrare le parti che lo compongono.

Dettagli

Le Memorie. Prof. Maurizio Naldi A.A. 2015/16

Le Memorie. Prof. Maurizio Naldi A.A. 2015/16 Le Memorie Prof. Maurizio Naldi A.A. 2015/16 Memorie Memoria Principale (centrale) Si accede direttamente dalla CPU non permanente Memoria Secondaria (di massa) Si accede tramite il sottosistema di input/output

Dettagli

INDICE PROGRAMMA CORSO

INDICE PROGRAMMA CORSO INDICE PROGRAMMA CORSO PRIMA LEZIONE: Componenti di un computer: Hardware, Software e caratteristiche delle periferiche. SECONDA LEZIONE: Elementi principali dello schermo di Windows: Desktop, Icone, Mouse,

Dettagli

Memoria secondaria. Architettura dell elaboratore. Memoria secondaria. Memoria secondaria. Memoria secondaria

Memoria secondaria. Architettura dell elaboratore. Memoria secondaria. Memoria secondaria. Memoria secondaria Architettura dell elaboratore Capacità di memorizzazione dei dispositivi di memoria: Memoria centrale attualmente si arriva ad alcuni GB centinaia di GB o TB Memoria principale e registri: volatilità,

Dettagli

Modulo 1 Esercitazione n 1

Modulo 1 Esercitazione n 1 Modulo 1 Esercitazione n 1 Apri il programma di elaborazione testi WordPad e ricopia il testo che segue (immagini escluse), rispettando la formattazione. Per allineare il testo in colonne occorre spostarsi

Dettagli

1 Il computer. Il computer è un elaboratore dati. Home

1 Il computer. Il computer è un elaboratore dati. Home 1 Il computer Il computer è un elaboratore dati 2 Il computer Il computer è un apparecchiatura elettronica che riceve dati e che, dopo averli elaborati, restituisce altri dati. I dati possono essere: numeri,

Dettagli

Obiettivi del corso. Programma del corso. Informatica per i corsi di Fisioterapia e Dietistica

Obiettivi del corso. Programma del corso. Informatica per i corsi di Fisioterapia e Dietistica Informatica per i corsi di Fisioterapia e Dietistica Docente: Giorgio Valentini e-mail: valentini@dsi.unimi.it Struttura del corso: 8 lezioni di teoria (2 ore) martedi (14:30-16:30) aula 201 8 lezioni

Dettagli

LIBRO DI TESTO: Il nuovo Dal bit al web AUTORI: Barbero-Vaschetto CASA EDITRICE: LINX

LIBRO DI TESTO: Il nuovo Dal bit al web AUTORI: Barbero-Vaschetto CASA EDITRICE: LINX PROGRAMMA EFFETTIVAMENTE SVOLTO Disciplina: INFORMATICA Docente: SALVATORE D URSO L. S. Scienze Applicate - Classe: PRIMA - Sezione: N - Anno Scolastico 2014/2015 LIBRO DI TESTO: Il nuovo Dal bit al web

Dettagli

Informatica per i corsi di Fisioterapia e Dietistica

Informatica per i corsi di Fisioterapia e Dietistica Informatica per i corsi di Fisioterapia e Dietistica Docente: Giorgio Valentini e-mail: valentini@dsi.unimi.it Struttura del corso: 8 lezioni di teoria (2 ore) martedi (14:30-16:30) aula 201 8 lezioni

Dettagli

TECNOLOGIE INFORMATICHE

TECNOLOGIE INFORMATICHE I.I.S.S. FOSSATI DA PASSANO LA SPEZIA PROGRAMMA di TECNOLOGIE INFORMATICHE A.S. 2012/2013 CLASSE : 1^ INDIRIZZO: Tecnologico Argomenti richiesti per sostenere l Esame Integrativo per l ammissione alla

Dettagli

1) Una periferica di input è: A) il mouse B) il monitor C) la stampante

1) Una periferica di input è: A) il mouse B) il monitor C) la stampante CONOSCENZE DI INFORMATICA 1) Una periferica di input è: A) il mouse B) il monitor C) la stampante 2) Una memoria in sola lettura con la particolarità di essere cancellata in particolari condizioni è detta:

Dettagli

Elementi di Informatica. Hardware

Elementi di Informatica. Hardware Elementi di Informatica Hardware Scopo della lezione Introduzione alle tecnologie ICT L'hardware Il processore La memoria Tipologie di computer Personal computer Notebook/Laptop Palmare Console da gioco

Dettagli

LABORATORIO INFORMATICO Per le classi prime a.s. 2010-2011

LABORATORIO INFORMATICO Per le classi prime a.s. 2010-2011 LABORATORIO INFORMATICO Per le classi prime a.s. 2010-2011 Come è fatto il computer I componenti di un computer sono due: hardware e software. L Hardware è la parte fisica del computer, ossia quella che

Dettagli

L hardware. del Personal computer. Il Personal computer. Il Personal computer. Il Personal computer. Il Personal computer.

L hardware. del Personal computer. Il Personal computer. Il Personal computer. Il Personal computer. Il Personal computer. Il Personal computer L hardware del Personal computer 2004 Roberto Bisceglia http://www.itchiavari.org/ict Il personal computer è una macchina, costituita principalmente da circuiti elettronici, in grado

Dettagli

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory.

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory. @ PC (Personal computer): Questa sigla identificò il primo personal IBM del 1981 a cura di R.Mangini Archiviazione: Il sistema operativo si occupa di archiviare i file. Background (sfondo): Cursore: Nei

Dettagli

MODULO 01. Come è fatto un computer

MODULO 01. Come è fatto un computer MODULO 01 Come è fatto un computer MODULO 01 Unità didattica 03 Conosciamo i tipi di computer e le periferiche In questa lezione impareremo: a conoscere le periferiche di input e di output, cioè gli strumenti

Dettagli

La società dell informazione. La tecnologia dell informazione. Informatica

La società dell informazione. La tecnologia dell informazione. Informatica La società dell informazione Sapersi orientare nell eccesso di informazione Avere criteri, strumenti, modelli di interpretazione consapevole dei mass-media audiovisivi Adeguare la propria pratica comunicativa

Dettagli

Lezione 3 ARCHITETTURA: JOHN VON NEUMANN (1946) INPUT OUTPUT MEMORIA CPU MEMORIE

Lezione 3 ARCHITETTURA: JOHN VON NEUMANN (1946) INPUT OUTPUT MEMORIA CPU MEMORIE Lezione 3 ARCHITETTURA: JOHN VON NEUMANN (1946) INPUT OUTPUT MEMORIA CPU Bus MEMORIE RAM (Random Access Memory). Memoria Centrale, Memoria di Lavoro, Memoria principale. Consiste in una matrice di celle

Dettagli