3 - Ma perché piangi, piccolo Amadè?

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "3 - Ma perché piangi, piccolo Amadè?"

Transcript

1 La MAGIA del Bosco di Rovereto 3 - Ma perché piangi, piccolo Amadè? Fiaba di MAURO NERI - Illustrazioni di FULBER

2 La MAGIA del Bosco di Rovereto Faceva proprio freschetto, quel giorno di Natale di tanto tempo fa, e Gellindo Ghiandedoro girellava per le stradine del centro storico di Rovereto, bighellonando in cerca di qualche noce o nocciola sopravvissuta ai cenoni della sera prima. Aveva nostalgia del suo Villaggio nella Valle di Risparmiolandia, lo scoiattolino risparmioso, ma anche del calore dei suoi amici spauracchi. Chissà cosa starà facendo la buona Bellondina borbottava malinconico, e anche maestro Abbecedario, il simpatico Fra Vesuvio, e poi Casoletta, Tisana la Dolce, quegli scapestrati di Lingualunga, Candeloro e Pagliafresca Girato l angolo di una viuzza che correva stretta tra due ali di antichi palazzi, Gellindo venne raggiunto dalle urla arrabbiate di un ragazzo che strillava come un ossesso al di là del muro di cinta d una vecchia casa. Ormai lo sanno tutti: basta che Ghiandedoro senta qualcuno piangere o singhiozzare oppure lamentarsi, ed ecco che scatta in lui la generosità e la voglia di correre in aiuto del poveretto. E perché mai un ragazzo deve piangere in questo modo? esclamò Gellindo. Si sarà fatto male? Qualcuno gli avrà fatto un dispetto? Avrà perso qualcosa di caro? Per saperlo basta andare a vedere! Con un balzo lo scoiattolino raggiunse la cima del muro e da lassù vide un bellissimo parco, al centro del quale un ragazzino stava strillando tutto il suo dolore. Ma dove mi hai portato, papà? urlava il giovane battendo i piedi sul ghiaino del viale. Questa è Rovereto, caro il mio Amadeo rispose un signore vestito di scuro che uscì proprio in quell istante da dietro il tronco d un cedro frondoso. È una ricca cittadina in cui vivono famiglie di nobili e di mercanti di seta E ringrazia il cielo che tuo padre sia un uomo conosciuto anche qui, visto che abbiamo trovato ospitalità in casa di Giambattista Todeschi, una delle più importanti e ricche famiglie della città! Il ragazzo tirò su col naso: era vestito un po troppo leggero, per essere in pieno inverno, ma forse era il pianto disperato ad arrossargli le guanciotte e a fargli tremare le spalle. A me non interessa nulla di questi Todeschi sibilò col naso tappato. Hanno anche un forte-piano accordato male e ieri sera lo hanno sentito tutti! No, Amadè, ieri sera hai suonato benissimo: sono rimasti tutti a bocca aperta! Ieri sera era troppo freddo, in casa, c era poca gente e tutti con la puzza sotto al naso Ho mangiato male e ho suonato anche peggio! Sei stato perfetto, invece: hai dato la dimostrazione di che cosa significa mettere un vero genio davanti alla tastiera di un fortepiano! Hai lasciato tutti senza parole, che è poi quel che speravamo, no? Vedrai che la notizia di questi tuoi primi concerti farà presto il giro delle città italiane più importanti e, quando arriveremo noi, ci saranno folle

3

4 La MAGIA del Bosco di Rovereto di appassionati di musica che penderanno dalle tue dita! Gellindo Ghiandedoro ascoltava ma non capiva. Chi mai poteva essere quel giovane in lacrime, vestito male e scosso dai brividi del freddo? E chissà che marchingegno era il fortepiano Proprio in quell istante Signor Mozart, può venire un attimo quassù, al primo piano? gorgheggiò una damigella affacciata a una della finestre che davano sul parco del palazzo. Salgo subito, signorina Todeschi disse l uomo con un inchino, vengo immediatamente! Quando il ragazzo rimase solo, Gellindo si fece coraggio e saltò giù dal muro di cinta. Ciao! Quell altro si bloccò a metà del pianto, si asciugò gli occhi e si guardò in giro. Eppure era certo che qualcuno l aveva appena salutato! Ciao! Sono qui, ai tuoi piedi! strillò lo scoiattolino per farsi sentire. Il ragazzo chinò lo sguardo e finalmente vide quello strano esserino orgoglioso della sua coda vaporosa e con un musetto simpatico: Ma tu sei uno scoiattolo! E per giunta uno scoiattolo parlante! Certo: mi chiamo Gellindo Ghiandedoro e ho sentito invece che tu ti chiami Amadeo o Amadè come preferisci essere chiamato? Il giovane s inginocchiò per esser più vicino al nuovo amico: Chi non mi conosce mi chiama Wolfgang Amadeus; chi mi conosce e mi ha sentito suonare la mia musica, mi chiama Amadeo; chi è mio amico, però, mi può chiamare Amadè! E io? Quell altro sorrise, accarezzò la coda dello scoiattolo e gli rispose con una strizzatina d occhio: Tu mi puoi chiamare senz altro Amadè. Ascolta, Amadè, spiegami alcune cose. Che cos è questo fortepiano di cui parlavi prima con il tuo papà? Il fortepiano è uno strumento musicale molto difficile da suonare. Devi sapere che io sono un tipo un po strano: vengo da Salisburgo, in Austria, e i grandi mi chiamano genio della musica perché a tredici anni non solo so suonare il fortepiano e anche altri strumenti musicali, ma anche perché ho già scritto moltissimi pezzi musicali Mio padre è un brav uomo, orgoglioso del talento di suo figlio. È stato lui a organizzarmi questo viaggio in Italia E ieri sera cos è successo? È successo un vero pasticcio. Noi siamo ospiti della famiglia Todeschi. Il signor Giambattista Todeschi, un vero innamorato di qualsiasi tipo di musica, ha convinto mio padre a fermarsi da lui a dormire e in cambio dell ospitalità ha solo chiesto un mio concerto Dev essere facile, per te, suonare la tua musica disse Gellindo. Sì, facile e bello: ogni volta che suono la spinetta, il clavicembalo oppure il fortepiano mi pare di essere in paradiso ma qualcosa ieri sera mi ha disturbato! Il troppo freddo in casa? No!

5 3 - Ma perché piangi, piccolo Amadè? Il fortepiano scordato? No, non è vero: suonava benissimo! E cos è, allora, che t ha fatto arrabbiare? La gente di Rovereto sapeva da giorni che sarei arrivato e tutti si aspettavano un mio concerto pubblico. Quando invece hanno saputo che avrei suonato una sera soltanto e solo per la famiglia Todeschi e per i suoi amici più stretti, be, c è stata una piccola sollevazione. In centinaia ieri sera si sono assiepati nella via qui fuori per ascoltare le note della mia musica ma, visto che è inverno, ho dovuto suonare con le finestre chiuse. Avresti dovuto sentire le urla e le imprecazioni di quelle povere persone là fuori! Ma scusa: e non puoi ripetere il concerto stasera, invitando a palazzo tutti i Roveretani? propose Gellindo. A parte che in questa città abitano molte persone e non ci starebbero tutte nel salone del primo piano, farei uno sgarbo al signor Todeschi. Mio padre ci rimarrebbe male Se però tu fai una sorpresa a tutti, non dici nulla a tuo padre e ai signori Todeschi e organizzi di nascosto un concerto per la città di Rovereto, vedrai che dopo nessuno oserò criticarti! Ne sono certo! Ma come faccio io, da solo, a mettere in piedi una cosa così complicata come un concerto? Di solito ci pensa mio padre Gellindo Ghiandedoro si aprì in un sorriso da orecchio a orecchio: Già, di solito ci pensa il buon papà, ma questa volta dovrai accontentarti del tuo nuovo amico! E chi sarebbe? Come, chi sarebbe! Sarete anche bravi a suonare, ma avete la testa dura, voi geni della musica Ma sono io, no? Gellindo Ghiandedoro, il più grande organizzatore di concerti della piazza! Eh! Eh! Eh! Ci volle l intero pomeriggio, ma prima di sera sulle pareti di tutte le case più povere di Rovereto, quelle in cui abitavano gli operai delle seterie e gli artigiani, i mercanti meno ricchi e i bottegai, una mano misteriosa aveva incollato centinaia di foglietti che recavano questa scritta: Quel che voi Roveretani aspettavate, sognavate e speravate s avvererà stasera alle nove in punto, nella chiesa di San Marco. Portate coperte contro il freddo e fazzoletti per asciugarvi le lacrime di commozione: il giovane austriaco, il bravo Amadeo suonerà per voi la musica più bella e dolce che abbiate mai sentito! Le cronache dell epoca (eravamo alla fine del 1769, per la precisione il 26 dicembre festa di Santo Stefano) parlano di un concerto di strabiliante bellezza, che Wolfgang Amadeus Mozart tenne all improvviso nella chiesa di San Marco. Nel tempio si erano assiepati prati-

6

7 3 - Ma perché piangi, piccolo Amadè? camente tutti i Roveretani, soprattutto quelli che non erano nobili e non erano ricchi, che ascoltarono deliziati le musiche più moderne e belle che un ragazzo di quasi quattordici anni eseguì magistralmente suonandole all organo. In un angolo della chiesa, nascosti tra quella gente comune, c erano anche Giambattista Todeschi e il padre di Amadè, entrambi senza parole e orgogliosi per la bravura di quel ragazzo baciato dal talento e per la bellezza di quella musica nuova. Nessuno si era accorto che, appollaiato in cima ad uno dei grandi lampadari che illuminavano il grande tempio, c era uno scoiattolino dal musetto simpatico e furbo. Però al termine del concerto e dell ennesimo applauso, il giovane Amadè visibilmente commosso e finalmente soddisfatto, si alzò in piedi, chiese silenzio e parlò: Grazie per essere qui, stasera disse il genio. Grazie a tutti voi, grazie al signor Giambattista Todeschi che mi ha permesso di fermarmi a Rovereto per farvi ascoltare la mia musica, e grazie anche a mio padre, al quale chiedo anche scusa per questa serata organizzata a sua insaputa. Ma devo ringraziare, e vi prego di non ridere, amici roveretani, devo ringraziare un minuscolo scoiattolo Eccolo lassù: appeso a quel lampadario e cento e cento occhi si alzarono verso il soffitto vi presento Gellindo Ghiandedoro! È stata un idea sua, questo concerto in San Marco; è stato lui a scrivere la locandina e poi ad appenderla sulle vostre case Mi ha insegnato una grande cosa, Gellindo: l amicizia, la vera amicizia riesce a smuovere le montagne, ad aprire i cuori e fa diventare tutti più buoni! Io so solo inventar musica e suonarla: l unico modo che conosco per ringraziare il mio nuovo piccolo amico è dedicargli una sonata ed eseguirla stasera, solo questa sera e solo per voi, amici miei di Rovereto! Fu un momento magico quello, uno di quelli che fanno piangere commossi grandi e piccini, donne, uomini e scoiattolini! Le note dolci e allo stesso tempo allegre d una musica leggera e argentina si alzarono dall antico organo dalla grande chiesa, corsero tra le colonne delle navate, accarezzarono le teste delle centinaia di Roveretani in piedi e poi salirono su su, sfiorando gli affreschi della volta e facendo tremare fin quasi a spegnerle le fiammelle delle candele. Pareva proprio che un piccolo scoiattolo corresse per l aria profumata d incenso della chiesa, rimbalzando sugli alti finestroni, saltando sui tettucci dei confessionali, prendendo la rincorsa sui banchi di legno e atterrando infine sul marmo del pavimento Le ultime note guizzarono festose davanti al portone d ingresso e poi scivolarono via, uscirono all esterno e si persero nell aria fresca di Rovereto. Trascorsero alcuni istanti di perfetto silenzio, quasi nessuno volesse rovinare quella magica atmosfera di musica amica, dopo di che qualcuno applaudì, subito seguito da altri che fecero scoppiare un applauso scrosciante e infinito.

8 La MAGIA del Bosco di Rovereto Amadè s inchinò alla folla entusiasta, dopo di che alzò il braccio ad indicare il lampadario centrale: non si vedeva molto bene, nella penombra delle candele, ma a tutti parve di riconoscere uno scoiattolo con gli occhietti lucidi che rispondeva sorridente con un inchino all amico Amadè. fine

9

10 Per saperne di più di Silvia Vernaccini IERI Amadeus, l amico di Rovereto «Rovereto non è grande ma la diligenza degli abitanti, per la maggior parte occupati nella viticoltura e nella tessitura della seta, l ha resa accogliente. Vi sono molte case spaziose e v è molta gentilezza con gli estranei», annotava Leopold Mozart, padre di Amadeus il 7 gennaio 1770 a Verona durante il suo viaggio in Italia col figlio Amadeus. Erano partiti da Salisburgo il 13 dicembre del 1769 per compiere un viaggio in Italia (scenderanno fino a Napoli), allora considerata il paese della musica per eccellenza, ispiratrice di creatività e occasione di conoscenze importanti. Viaggiano in carrozza, con voluminosi bauli al seguito: fu un viaggio faticoso, considerando anche il fondo stradale sconnesso e il frequente imbattersi nei banditi, che terminerà a Salisburgo 15 mesi dopo, il 28 marzo Arrivano dunque a Rovereto, piccola cittadina posta al confine tra la cultura germanica e quella latina, il 24 dicembre. Alloggiano all albergo Zur Rose (della Rosa) affacciato sulla strettoia che collega l attuale Piazza Rosmini a Corso Bettini (l albergo non c è più ma v è una lapida ricordo). Dopo essere stati invitati per il pranzo di Natale dal barone Nicolò Cristani, ex allievo di violino di Leopold Mozart a Salisburgo, nel suo palazzo a Villa Lagarina, la sera, Wolfgang Amadeus che il padre chiama affettuosamente Wolfg tiene nella sala di Palazzo Todeschi-Micheli a Rovereto il suo primo concerto al di qua delle Alpi, dilettando così la colta nobiltà e borghesia roveretana. E i festeggiamenti non sono finiti! Il giorno dopo, il 26 dicembre, i Mozart sono invitati a un suntuoso banchetto nel palazzo di Giovanni Battista de Cosmi e, nel pomeriggio, Amadeus suona l organo della cantoria nella chiesa di San Marco: sarà una gran folla ad applaudirlo! Infine, il 27 dicembre riprendono il loro lungo viaggio per fare tappa a Verona. Se numerosi furono i tour dei Mozart in giro per l Europa, altrettanto numerose furono, in proporzione, le loro soste a Rovereto e in Vallagarina. Il 17 agosto del 1771 fanno nuovamente visita a Rovereto al barone Pizzini e al consigliere, buon dotato musicista ma non professionista, Antonio Bridi (che in suo onore farà costruire un tempietto nel giardino di casa); poi proseguono per Ala, dove sono ospiti dei nobili de Pizzini, i fratelli Giovanni Battista e Pietro. E dopo mangiato, anche qui Amadeus suonerà allietando il pubblico e lo stesso farà anche nel viaggio di ritorno, l 8 dicembre. Il terzo e ultimo viaggio in Italia avviene il 30 ottobre 1772: i musicisti si fermano ad Ala per festeggiare l onomastico di Wolfgang presso gli amici, i nobili de Pizzini, dai quali si fermeranno ancora al loro ritorno per Salisburgo, l 8 marzo. In questo palazzo de Pizzini-di Lenna, dove oggi trova spazio il museo del pianoforte antico (tel ) v è la sede dell Accademia internazionale di interpretazione musicale con strumenti d epoca (tel ). Nella pagina seguente, sopra: il tempietto dell Armonia, nel parco di Villa Bridi, oggi de Perobizer ( Relais Mozart).

11 OGGI Rovereto e i luoghi mozartiani Sono tante, a Rovereto, le targhe apposte sui palazzi che ricordano la nascita di qualche illustre roveretano o il soggiorno di un altrettanto illustre personaggio del passato. È così anche per il settecentesco Palazzo Todeschi-Micheli, in via Mercerie, che vi introduce, tramite un magnifico portale d ingresso, a saloni arredati con mobili d epoca; una lapide ricorda il primo concerto in Italia del giovane Amadeus Mozart ospite del Barone Todeschi. Oggi, trovandovi sede l Associazione Mozart Italia, è chiamato anche Casa Mozart. Pochi passi nel cuore cittadino e siete in piazza San Marco chiusa su un lato dalla facciata dell omonima chiesa, inconfondibile per la sua tinta rosata e per il particolare timpano ellittico con la statua di San Marco e il bianco leone in pietra. Eretta nel 1462 quando Rovereto era soggetta ai Veneziani che rimasero in Vallagarina per 90 anni e ricostruita nel 1603 (rifacimenti dopo i bombardamenti della Prima guerra mondiale), ancora oggi il suo organo che non è quello suonato da Amadeus il 26 dicembre 1769! regala concerti d intensa emozione. Tra gli ammiratori di Mozart ci fu il banchiere e intellettuale Giuseppe Antonio Bridi, che fece costruire nel giardino della sua villa, oggi de Probizer (Relais Mozart, via Cittadella, tel ; un simbolico cenotafio con l iscrizione in tedesco che recita «Signore dell anima per la forze della melodia e del pensiero»: fu il primo monumento eretto in Europa in onore a Mozart. Bridi, figura tipica dell Illuminismo filosofico e artistico, volle che nel suo parco ci fosse anche un tempio intitolato all Armonia, modulato sul numero sette come le note musicali; costruito da Pietro Andreis nel 1825, viene affrescato da grande pittore rivano Giuseppe Craffonara con l apoteosi della musica e il ritratto di Mozart insieme a quello dei musicisti Haendel, Haydn, Palestrina, Secchini, Gluck, Pomelli. Nel giardino v è anche una chiesetta neogotica dedicata alla Madonna Refugium Peccatorum adorna d una pala sempre del Craffonara.

12 Omaggio al genio di Salisburgo L anno nel quale ricorreva il bicentenario della morte di Wolfgang Amadeus Mozart, il 1991, nasceva l Associazione Mozart Italia, che a sua volta nel corso degli anni ha dato vita ad altre 26 associazioni, di cui tre all estero (Tokyo in Giappone, Fortaleza in Brasile, San Pietroburgo in Russia); per tutte vale l obiettivo di diffondere l opera del grande musicista. Qualche anno prima, nel 1987, era stato fondato il Festival internazionale W.A. Mozart, un annuale rassegna di concerti e incontri. Tra gli impegni dell Associazione vi sono numerose iniziative, a Rovereto e in Vallagarina: ad esempio il Convegno internazionale di Studi mozartiani, cicli di concerti in Casa Mozart, il Concorso biennale internazione per l esecuzione di concerti di Mozart per flauto, oboe, clarinetto, fagotto, corno e orchestra. Se siete dunque amanti della musica classica, tra i diversi appuntamenti non perdetevi la Settimana mozartiana che da alcuni anni si tiene, oltre che a Rovereto, in alcune borgate della Vallagarina che furono testimoni della presenza del maestro salisburghese. Associazione Mozart Italia Rovereto, via Mercerie 14 tel Festival internazionale W.A. Mozart a Rovereto Rovereto, via della Terra 48 tel APT di Rovereto e della Vallagarina: tel Curiosità La famiglia Lodron, che succedette a quella dei Castelbarco nel dominio sulla Vallagarina, diede personaggi illustri tra i quali il principe Paride, arcivescovo di Salisburgo. In Austria i Lodron abitavano nel loro l omonimo palazzo posto poco distante da quello dei Mozart, e con loro strinsero amicizia. I Mozart suonavano nel Palatium Lodronicum e davano lezioni di pianoforte alle figlie della contessa Antonia Lodron. Per lei, sua fervida ammiratrice, Amadeus Mozart compose nel due Divertimenti per quartetto d archi e corni e un Concerto per tre pianoforti, composizioni chiamate Serenate lodroniane. Come di rimando, l abate trentino Giambattista Varesco, cappellano alla corte di Salisburgo, scrisse per Amadeus Mozart i libretti per le opere liriche intitolate Idomeneo (1780) e L oca del Cairo (1783), quest ultima rimasta incompiuta. C è un opera di W. Amadeus Mozart, il Don Giovanni, in cui il librettista Lorenzo Da Ponte fa pronunciare al protagonista il celebre verso: «Versa il vino! Eccellente Marzemino», parole che hanno reso immortale il vino rosso Marzemino, tipico della Vallagarina.

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Matite italiane ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Edizione italiana a cura di Gianni Rodari Editori Riuniti I edizione in

Dettagli

Il desiderio di essere come tutti

Il desiderio di essere come tutti Francesco Piccolo Il desiderio di essere come tutti Einaudi INT_00_I-IV_Piccolo_Desiderio.indd 3 30/08/13 11.44 Sono nato in un giorno di inizio estate del 1973, a nove anni. Fino a quel momento la mia

Dettagli

Il carnevale degli animali. Grande fantasia zoologica

Il carnevale degli animali. Grande fantasia zoologica Il carnevale degli animali di Camille Saint Saёns Grande fantasia zoologica Per due pianoforti e piccola orchestra Obiettivi del nostro lavoro Imparare a riconoscere il timbro di alcuni strumenti musicali.

Dettagli

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni PIANO DI L ETTURA IL LUNEDÌ SCOMPARSO Silvia Roncaglia Dai 5 anni Illustrazioni di Simone Frasca Serie Arcobaleno n 5 Pagine: 34 (+ 5 di giochi) Codice: 978-88-384-7624-1 Anno di pubblicazione: 2006 L

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Favole per bambini grandi.

Favole per bambini grandi. Favole per bambini grandi. d. & d' Davide Del Vecchio Daria Gatti Questa opera e distribuita sotto licenza Creative Commons Attribuzione Non commerciale 2.5 Italia http://creativecommons.org/licenses/by-nc/2.5/it/

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE

IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE C'era una volta un cane che non sapeva abbaiare. Non abbaiava, non miagolava, non muggiva, non nitriva, non sapeva fare nessun verso. Era un cagnetto solitario, chissà come

Dettagli

Il capitolo 5 e il maniaco dall ascia vibrante. Chapter 5 and the Axe-Mielding Maniac

Il capitolo 5 e il maniaco dall ascia vibrante. Chapter 5 and the Axe-Mielding Maniac Il capitolo 5 e il maniaco dall ascia vibrante Chapter 5 and the Axe-Mielding Maniac 2 Titolo: Il capitolo 5 e il maniaco dall ascia vibrante Autrice: Marie Sexton, www.mariesexton.net Traduzione: Amneris

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia Patrizia Toia Patrizia Toia (born on 17 March 1950 in Pogliano Milanese) is an Italian politician and Member of the European Parliament for North-West with the Margherita Party, part of the Alliance of

Dettagli

INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO

INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO Rallegrati Maria Dal vangelo di Luca (1, 26-38) 26 Al sesto mese, l angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nàzaret,

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Dal lato della strada

Dal lato della strada Dal lato della strada Quando ero piccolo, e andavo a scuola insieme a mio fratello, mia madre mi diceva di tenerlo per mano, e questo mi sembrava giusto e anche responsabile. Quello che non capivo è perché

Dettagli

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri Laboratorio lettura Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. 1) Quali anilmali sono i protagonisti della storia? 2) Che cosa fanno tutto l anno? 3) Perché decidono di scappare dal

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale?

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Copione natalizio in rima per i bambini della Scuola dell Infanzia. Autore: Silvia Di Castro (Bisia) UNA PULCE SULL ALBERO DI BABBO NATALE? 1 Copione natalizio in

Dettagli

Una notte incredibile

Una notte incredibile Una notte incredibile di Franz Hohler nina aveva dieci anni, perciò anche mezzo addormentata riusciva ad arrivare in bagno dalla sua camera. La porta della sua camera era generalmente accostata e la lampada

Dettagli

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi SOGNO intro: FA#4/7 9 SI4 (4v.) SI4 DO#-7 Son bagni d emozioni quando tu FA# sei vicino sei accanto SI4 DO#-7 quando soltanto penso che tu puoi FA# FA#7/4 FA# SI trasformarmi la vita. 7+ SI4 E vestirti

Dettagli

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè...

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Clémence e Laura Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Se fossi un paio di scarpe sarei i tuoi lacci Se fossi il tuo piede sarei il tuo mignolo Se fossi la tua gola sarei la tua glottide Se fossi

Dettagli

Andrea Bajani Tanto si doveva

Andrea Bajani Tanto si doveva Andrea Bajani Tanto si doveva Quando muoiono, gli uccelli cadono giù. Non se ne accorge quasi nessuno, di solito, salvo il cacciatore che l ha colpito e il cane che deve dargli la caccia. Il cacciatore

Dettagli

Painting by Miranda Gray

Painting by Miranda Gray Guarire le antenate Painting by Miranda Gray Questa è una meditazione facoltativa da fare specificamente dopo la benedizione del grembo del 19 ottobre. Se quel giorno avete le mestruazioni questa meditazione

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

seguente elenco, quali stranezze potrebbe avere una strega :

seguente elenco, quali stranezze potrebbe avere una strega : 1. Il titolo del racconto che leggerai è UNA STRANA STREGA, segna nel seguente elenco, quali stranezze potrebbe avere una strega : Avere il naso aquilino Si no Possedere un pentolone Si no Essere sempre

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

libro primo 7 grazie, farò del mio meglio per non arrecarti altro disturbo. E appena ho provato a reagire, mi hai bloccata, sei passato a discorsi

libro primo 7 grazie, farò del mio meglio per non arrecarti altro disturbo. E appena ho provato a reagire, mi hai bloccata, sei passato a discorsi Capitolo primo 1. Se tu te ne sei scordato, egregio signore, te lo ricordo io: sono tua moglie. Lo so che questo una volta ti piaceva e adesso, all improvviso, ti dà fastidio. Lo so che fai finta che non

Dettagli

Discorso diretto e indiretto

Discorso diretto e indiretto PERCORSI DIDATTICI di: Mavale Discorso diretto e indiretto scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-11 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper riconoscere ed usare il discorso

Dettagli

Story of Hann. I racconti della serie incubo

Story of Hann. I racconti della serie incubo Story of Hann I racconti della serie incubo Ogni riferimento a fatti realmente accaduti o luoghi e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Robert Donovan Carro STORY OF HANN I

Dettagli

LETTURE PER L'INFANZIA (dai 2 ANNI)

LETTURE PER L'INFANZIA (dai 2 ANNI) LETTURE PER L'INFANZIA (dai 2 ANNI) STORIE PICCINE PICCIO' (dai 2 ai 5 anni) Una selezione di storie adatte ai piu' piccoli. Libri per giocare, libri da guardare da gustare e ascoltare. Un momento di condivisione

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Anno di produzione 2014 Tecnica mista su cartoncino Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro

Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Anno di produzione 2014 Tecnica mista su cartoncino Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro Tavola n. 30 Titolo: Presunte avventure di Lucrezia e Cesare Dimensioni: 50 cm x 35 cm Costo: 2625 euro Tavola

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

La Sua Salute e il Suo Benessere

La Sua Salute e il Suo Benessere La Sua Salute e il Suo Benessere ISTRUZIONI: Questo questionario intende valutare cosa Lei pensa della Sua salute. Le informazioni raccolte permetteranno di essere sempre aggiornati su come si sente e

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

La donna che si baciava con i lupi

La donna che si baciava con i lupi guido catalano La donna che si baciava con i lupi 2010 LeBolleBlu Edizioni 2014 Miraggi Edizioni www.miraggiedizioni.it Progetto grafico Miraggi Il disegno sulla copertina è di Gipi Finito di stampare

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

EZIO si fermò un attimo, confuso e disorientato. Dov era? Che posto era mai questo? Mentre si riprendeva, vide suo zio Mario staccarsi dal gruppo

EZIO si fermò un attimo, confuso e disorientato. Dov era? Che posto era mai questo? Mentre si riprendeva, vide suo zio Mario staccarsi dal gruppo 1 EZIO si fermò un attimo, confuso e disorientato. Dov era? Che posto era mai questo? Mentre si riprendeva, vide suo zio Mario staccarsi dal gruppo degli Assassini, avvicinarsi a lui e stringergli il braccio.

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA?

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? dott.ssa Anna Campiotti Marazza (appunti non rivisti dall autrice; sottotitoli aggiunti dal redattore) L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? primo incontro del ciclo Il rischio di educare organizzato

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO LETTERALE e quando ha SIGNIFICATO METAFORICO (FIGURATO). Questa non

Dettagli

Arcangela Mastromarco

Arcangela Mastromarco Autore: Con la collaborazione di: Arcangela Mastromarco Lidia Scarabelli 1 Unità 1 Questa è la mia famiglia. Io mi chiamo Meijiao. Faccio la IV elementare. La mattina mi alzo alle 7.00, mi vesto e faccio

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

[Pagina 1] [Pagina 2]

[Pagina 1] [Pagina 2] [Pagina 1] Gradisca. 2.10.44 Rina amatissima, non so se ti rivedrò prima di morire - in perfetta salute - ; lo desidererei molto; l'andarmene di là con la tua visione negli occhi sarebbe per me un grande

Dettagli

1. In generale, direbbe che la sua salute è: (Indichi un numero) Eccellente... 1 Molto buona... 2 Buona..3 Passabile... 4 Scadente...

1. In generale, direbbe che la sua salute è: (Indichi un numero) Eccellente... 1 Molto buona... 2 Buona..3 Passabile... 4 Scadente... ISTRUZIONI: Il questionario intende valutare cosa lei pensa della sua salute. Le informazioni raccolte permetteranno di essere aggiornati su come si sente e su come riesce a svolgere le sue attività' consuete.

Dettagli

Nel ventre pigro della notte audio-ebook

Nel ventre pigro della notte audio-ebook Silvano Agosti Nel ventre pigro della notte audio-ebook Dedicato a quel po di amore che c è nel mondo Silvano Agosti Canti Nel ventre pigro della notte Edizioni l Immagine Nel ventre pigro della notte

Dettagli

perché non ballate? 5 Baciami. Baciami, tesoro, disse lei. Chiuse gli occhi. Lo teneva stretto. Lui dovette aprirle a forza le dita.

perché non ballate? 5 Baciami. Baciami, tesoro, disse lei. Chiuse gli occhi. Lo teneva stretto. Lui dovette aprirle a forza le dita. Perché non ballate? In cucina si riversò da bere e guardò la camera da letto sistemata sul prato davanti a casa. Il materasso era scoperto e le lenzuola a righe bicolore erano piegate sul comò, accanto

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso L'ULTIMO PARADISO Lasciarsi alle spalle la vita caotica della città a partire alla volta di località tranquille, senza rumori nel completo relax sentendosi in paradiso,

Dettagli

IN CITTÀ UNITÁ 6. Paula non è molto contenta perché ha poche amiche e questa città le piace poco; invece le altre città italiane le piacciono molto.

IN CITTÀ UNITÁ 6. Paula non è molto contenta perché ha poche amiche e questa città le piace poco; invece le altre città italiane le piacciono molto. IN CITTÀ Paula è brasiliana ed è in Italia da poco tempo. Vive in una città del Nord. La città non è molto grande ma è molto tranquilla, perché ci sono pochi abitanti. In centro ci sono molti negozi, molti

Dettagli

Ciao!! Un cielo stellato così come lo puoi vedere con i tuoi occhi. Il cielo visto da un potente telescopio molto lontano dalle città

Ciao!! Un cielo stellato così come lo puoi vedere con i tuoi occhi. Il cielo visto da un potente telescopio molto lontano dalle città 1 Ciao!! Quando guardi il cielo ogni volta che si fa buio, se è sereno, vedi tanti piccoli punti luminosi distribuiti nel cielo notturno: le stelle. Oggi si apre l immaginario Osservatorio per guardare...

Dettagli

MESSAGGI DI LUCE. Carta Michele Cell:346-5788900 E-mail;michele-carta@hotmail.it

MESSAGGI DI LUCE. Carta Michele Cell:346-5788900 E-mail;michele-carta@hotmail.it MESSAGGI DI LUCE Carta Michele Cell:346-5788900 E-mail;michele-carta@hotmail.it Tengo a precisare che Messaggi di Luce e un progetto che nasce su Facebook a oggi e visitato da piu' di 9000 persone E un

Dettagli

Il canale protettivo del Kundalini Yoga

Il canale protettivo del Kundalini Yoga Il canale protettivo del Kundalini Yoga PER COMINCIARE E consigliabile avere un ora ed un luogo determinati dedicati allo yoga. Tempo e spazio sono le coordinate della relatività della nostra esistenza

Dettagli

Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale.

Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Vite a mezz aria Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Giuseppe Marco VITE A MEZZ ARIA Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli

Una libera pensatrice.

Una libera pensatrice. Passato prossimo/imperfetto 1 Leggi il testo e scegli il verbo corretto. Una libera pensatrice. In primavera, quando l aria si riscaldava/si è riscaldata e è diventata/diventava piacevole, noi bambini

Dettagli