DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE"

Transcript

1 REGIONE DEL VENETO Azienda Unità Locale Socio Sanitaria n. 9 Treviso Sede Legale Borgo Cavalli, Treviso DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE n. 323 del 29/03/2012 Il Direttore Generale di questa U.L.S.S. Dott. Claudio Dario, nominato con D.P.G.R. n.246 del , coadiuvato dai Direttori: Direttore Amministrativo Direttore Sanitario Direttore dei Servizi Sociali - Dott. Giorgio Roberti - Dott. Pietro Paolo Faronato - Dott. Gerardo Favaretto ha adottato in data odierna la seguente deliberazione: Delibera: 323/ OGGETTO RINNOVO CONVENZIONE CON LA CROCE ROSSA ITALIANA - COMITATO PROVINCIALE DI TREVISO PER IL SERVIZIO DI SOCCORSO E TRASPORTO CON AMBULANZA. Delibera: 323/ Proposta: 330/2012 deliberazione n. 323 del 29/03/2012 pagina 1 di 18

2 OGGETTO: RINNOVO CONVENZIONE CON LA CROCE ROSSA ITALIANA - COMITATO PROVINCIALE DI TREVISO PER IL SERVIZIO DI SOCCORSO E TRASPORTO CON AMBULANZA. Relaziona il Dirigente Responsabile del Servizio Gestione Rapporti in Convenzione, che rappresenta quanto segue: Con deliberazione del Direttore Generale n del 30/12/2008, è stato disposto di rinnovare, dal 1 gennaio 2009 al 1 aprile 2012, la convenzione con la Croce Rossa Italiana (CRI) Comitato Provinciale di Treviso per il servizio di soccorso e trasporto con ambulanza dotata di personale volontario. Con nota prot. n. 913 del 20/02/2012, il Comitato Provinciale di Treviso della CRI, trasmettendo una bozza dello schema convenzionale, ha chiesto il rinnovo del contratto, con una rideterminazione del rimborso forfetario annuale sulla base dei dati forniti dall ISTAT. Inoltre, con medesima nota, ha comunicato che, con il Servizio di Urgenza ed Emergenza Medica (SUEM), è stato individuato un programma di dotazioni elettromedicali per aumentare il livello qualitativo del servizio. Dichiarandosi disponibile ad assumersi gli oneri economici di tali dotazioni, la CRI ha chiesto di estendere la durata della convenzione a cinque anni, al fine di poter programmare gli investimenti. Nel corso del mese di marzo 2012, è intercorsa una serie di comunicazioni tra il Direttore del SUEM e la CRI al fine di concordare alcune modifiche allo schema proposto, concernenti aspetti operativi (organizzazione turni di servizio), economici e relativi alla tutela della salute e della sicurezza dei volontari. Con riferimento agli aspetti economici, è stato concordato quanto segue: il rimborso forfettario annuale è stato rideterminato in ,24, risultanti dall adeguamento ISTAT dell importo precedente, pari a ,00, sulla base dell indice per le famiglie di operai e impiegati (indice FOI) al netto dei tabacchi, aggiornato a febbraio 2012; il rimborso giornaliero forffetario nei casi di eventi di particolare rilevanza e di emergenze di massa di livello provinciale, rimasto invariato nell importo pari a 500,00, non assoggettato a rivalutazione ISTAT, verrà corrisposto non più per evento, ma per ciascuna tipologia di dispositivo di soccorso attivato. Il Direttore Sanitario di Ospedale, sentito in merito il Direttore del SUEM, ha espresso parere favorevole al rinnovo della convenzione. Per quanto sopra esposto, si propone di approvare il rinnovo della convenzione con la Croce Rossa Italiana Comitato Provinciale di Treviso per il servizio di soccorso e trasporto con ambulanza dotata di personale volontario, per un quinquennio a decorrere dal 1 aprile 2012, secondo le modalità e alle condizioni riportate nello schema allegato al presente provvedimento per farne parte integrante. IL DIRETTORE GENERALE preso atto della suestesa relazione; vista l attestazione con la quale il responsabile della struttura proponente assicura l avvenuta e regolare istruttoria, anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale; Delibera: 323/ Proposta: 330/2012 deliberazione n. 323 del 29/03/2012 pagina 2 di 18

3 visto il decreto legislativo 502/92 e successive modificazioni ed integrazioni; acquisito il parere favorevole dei Direttori Amministrativo, Sanitario e dei Servizi Sociali per le parti di rispettiva competenza; DELIBERA per quanto esposto in premessa e qui puntualmente richiamato: 1) di approvare il rinnovo della convenzione con la Croce Rossa Italiana - Comitato Provinciale di Treviso per il servizio di soccorso e trasporto con ambulanza dotata di personale volontario, per un quinquennio a decorrere dal 1 aprile 2012, secondo le modalità e alle condizioni riportate nello schema di convenzione allegato al presente provvedimento per farne parte integrante; 2) di contabilizzare l importo di ,68 sul conto di contabilità generale n , C.O. 4, del BEP 2012, approvato con deliberazione del Direttore Generale n. 255 del 15/03/2012; 3) di tenere in considerazione, in sede di predisposizione dei BEP 2013, 2014, 2015 e 2016, l importo annuo di ,24 sul conto di contabilità generale n , C.O. 4; 4) di tenere in considerazione, in sede di predisposizione del BEP 2017, l importo di ,56 sul conto di contabilità generale n , C.O. 4; 5) di delegare il Dirigente Responsabile del Servizio Gestione Rapporti in Convenzione alla sottoscrizione dell atto, il cui schema viene approvato con la presente deliberazione, e alle conseguenti comunicazioni. Delibera: 323/ Proposta: 330/2012 deliberazione n. 323 del 29/03/2012 pagina 3 di 18

4 Deliberazione n. 323 del 29/03/2012 Documento firmato elettronicamente secondo la normativa vigente. Per il parere di competenza: Il Direttore Amministrativo - n.ro certificato: 40FF3F3F8709A921 Firmatario: Dott. Giorgio Roberti Il Direttore Sanitario - n.ro certificato: E7B747C0D7DBF91E Firmatario: Dott. Pietro Paolo Faronato Il Direttore dei Servizi Sociali - n.ro certificato: AC494CFB4005DD52 Firmatario: Dott. Gerardo Favaretto Il Direttore Generale Dott. Claudio Dario n.ro certificato: 68B8DBCA1BA36F2A La presente deliberazione viene: - affissa all'albo Aziendale per quindici giorni consecutivi da oggi - inviata in data odierna al Collegio Sindacale Treviso, 06/04/2012 SERVIZIO AFFARI GENERALI Il Funzionario n.ro certificato: CAA6A432016C2177 Firmatario: Sara Baldassin La presente deliberazione, non soggetta a controllo: - è divenuta esecutiva per decorrenza dei termini il 17/04/2012 Treviso, 18/04/2012 SERVIZIO AFFARI GENERALI Il Funzionario n.ro certificato: CAA6A432016C2177 Firmatario: Sara Baldassin La presente deliberazione viene inviata a: Uffici/Servizi: Servizio Gestione Rapporti Convenzione Delibera: 323/ Proposta: 330/2012 deliberazione n. 323 del 29/03/2012 pagina 4 di 18

5 REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITÀ LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 9 DI TREVISO CONVENZIONE TRA l Azienda ULSS n. 9 (di seguito denominata ULSS 9), con sede in Treviso, Borgo Cavalli 42, C.F./P. IVA: , in persona del Dirigente Responsabile del Servizio Gestione Rapporti in Convenzione, dott.ssa Alessandra Da Re, delegata giusta deliberazione n. del dal legale rappresentante, Direttore Generale, dott. Claudio Dario, E la Croce Rossa Italiana Comitato Provinciale di Treviso (di seguito denominata CRI), con sede in Treviso, via Lancenigo 2/C (CF: ) nella persona del dott. Pietro Pipi, Direttore del Comitato Regionale CRI Veneto, domiciliato per l incarico in via Levantina 100 Jesolo (VE) PREMESSO CHE: l Associazione Italiana della Croce Rossa ha tra le proprie finalità istituzionali l attività di soccorso sanitario, ai sensi del D.P.R. 31 luglio 1980, n. 613, art. 2, primo comma punto 1) lett. c); con DPCM 6 maggio 2005, n. 97 è stato approvato il nuovo Statuto dell Associazione Italiana della Croce Rossa, il quale prevede all art. 2 tra i compiti dell Associazione quello di concorrere, attraverso lo strumento della convenzione, ad organizzare ed effettuare con propria organizzazione il servizio di pronto soccorso e trasporto infermi nonché svolgere, fermo restando quanto previsto dall art. 70 della legge 23 dicembre 1978, n. 833, e nel rispetto della legislazione nazionale e delle competenze regionali, i servizi sociali ed 1 / 14 deliberazione n. 323 del 29/03/2012 pagina 5 di 18

6 assistenziali indicati dallo statuto, in ambito internazionale, nazionale, regionale e locale, nonché concorrere al raggiungimento delle finalità ed all adempimento dei compiti del S.S.N. e svolgere altresì attività e servizi sanitari e socio-assistenziali per conto dello Stato, delle regioni e degli altri enti pubblici e privati, mediante la stipula di apposite convenzioni; ai sensi dell art 5, comma 3, del DPR 27/3/92 pubblicato sulla G.U. n. 76 del 31/3/92, le Regioni possono avvalersi per l attività di soccorso sanitario - di competenza esclusiva del Servizio Sanitario Nazionale - del concorso di enti ed associazioni pubbliche e private; la deliberazione della Giunta Regionale del Veneto n del 28/03/2000 prevede che il concorso di enti e di associazioni pubbliche e private, in possesso della apposita autorizzazione sanitaria, avvenga sulla base dello schema di convenzione definito dalla Conferenza Stato-Regioni e approvato nella seduta del 25/03/1993; la legge 11 agosto 1991 n. 266, legge-quadro sul volontariato, disciplina in via generale l attività di volontariato e l organizzazione dello stesso; con deliberazione del Direttore Generale n. del è stato disposto di procedere alla stipula della presente convenzione; SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE: ART. 1 L ULSS 9 si avvale delle ambulanze condotte dagli operatori della CRI, per l effettuazione di interventi di soccorso e di trasporto con ambulanza richiesti alla Centrale Operativa del Servizio di Urgenza ed Emergenza Medica e non direttamente erogabili dall ULSS 9 stessa. Le tipologie di servizio comprendono sia interventi primari (soccorso e ricovero 2 / 14 deliberazione n. 323 del 29/03/2012 pagina 6 di 18

7 urgenti) che secondari (ricoveri programmati, dimissioni, trasferimenti, trasporti per accertamenti clinici) presso le sedi CRI di: Mogliano Veneto, Treviso, Spresiano, Nervesa della Battaglia e Oderzo (Motta di Livenza). ART. 2 Durante tutto il turno di servizio le ambulanze possono operare esclusivamente alle dipendenze della Centrale Operativa dell ULSS 9 e la CRI non può impiegarle per altro fine. La CRI deve operare nel rispetto dei protocolli operativi stabiliti dalla Centrale Operativa e di ogni altra direttiva da questa impartita in merito all operatività. I protocolli operativi in particolare disciplineranno: modalità di attivazione ed intervento dei mezzi, procedure di comunicazioni radio, procedure di accesso agli ospedali, definizione della documentazione da compilare. Art. 3 La Centrale Operativa del SUEM potrà impiegare le ambulanze della CRI anche al di fuori del rispettivo territorio di competenza, nonché per interventi secondari. Il numero dei mezzi della CRI in servizio, gli orari di disponibilità e il territorio di competenza sono stabiliti, per ciascuna base, nel successivo articolo 4. È facoltà dell ULSS 9 richiedere alla CRI un incremento di disponibilità in termini di numero di mezzi o di orario di servizio rispetto a quanto previsto al successivo articolo 4, senza obbligo per la CRI di garantire quanto richiesto. Il medico del SUEM potrà disporre l affiancamento del personale volontario con personale infermieristico dell ULSS 9. Art. 4 Per la base di Treviso il mezzo è destinato prioritariamente al servizio di soccorso, è dotato di personale volontario della CRI e garantirà il seguente orario: 3 / 14 deliberazione n. 323 del 29/03/2012 pagina 7 di 18

8 dalle ore 19,00 alle ore 23,00 dal lunedì al giovedì; dalle ore 19,00 del venerdì alle ore 7,00 del sabato; dalle ore 14,00 di sabato alle ore 7,00 della domenica; dalle ore 14,00 della domenica alle 21,00 della domenica (alternandosi con la sede di Spresiano). Il mezzo dovrà sostare presso la sede del Comitato Provinciale della CRI. Per la base di Oderzo il mezzo è destinato al servizio di soccorso e trasporto, è dotato di personale volontario della CRI e garantirà il seguente orario: dalle ore 20,00 alla ore 24,00 del mercoledì; dalle ore 20,00 alla ore 24,00 del venerdì; dalle ore 8,00 del sabato alle ore 07,00 della domenica; L ULSS 9 fornirà alla CRI un locale idoneo all interno dell ospedale per il deposito del materiale destinato al servizio e per la sosta del personale volontario. Per la base di Spresiano il mezzo è destinato al servizio di soccorso e trasporto, è dotato di personale volontario della CRI e garantirà il seguente orario: dalle ore 18,30 alle ore 23,00 il mercoledì e il giovedì; dalle ore 18,30 del venerdì alle ore 7,00 del sabato; dalle ore 18,30 del sabato alle ore 7,00 della domenica; dalle ore 14,00 della domenica alle ore 21,00 della domenica (alternandosi con la sede di Treviso). Per la base di Nervesa della Battaglia il mezzo è destinato al servizio di soccorso e trasporto, è dotato di personale volontario della CRI e garantirà il seguente orario: dalle ore 19,00 alle ore 23,00 di tutti i giorni della settimana esclusi giovedì e domenica. 4 / 14 deliberazione n. 323 del 29/03/2012 pagina 8 di 18

9 L attività sarà svolta in alternanza sulla base di Volpago del Montello. Per la base di Mogliano Veneto il mezzo è destinato al servizio di soccorso e trasporto, è dotato di un ambulanza con almeno un autista (al personale infermieristico provvede in proprio direttamente l ULSS 9) e garantirà il seguente orario: dalle ore 7 alle ore 23 dal martedì al giovedì; dalle 7 del venerdì alle 23 del lunedì. Presso la sede dell ospedale Ca Foncello per il servizio trasporto interno, la CRI garantisce il servizio con un ambulanza con un autista e un soccorritore con il seguente orario: dalle ore 7.00 alle dei giorni feriali, escluso sabato. Art. 5 La CRI impiegherà sulle proprie ambulanze unicamente propri operatori, istruiti ed abilitati secondo i regolamenti dell Associazione, con la specifica competenza per il tipo di servizio cui è adibito ciascun mezzo. La CRI si impegna a fornire ogni sei mesi all ULSS 9 l elenco dei soci e del personale che presta attività di volontariato. La CRI si impegna a far frequentare a tutto il personale volontario che presta servizio sulle ambulanze di soccorso un corso di formazione con valutazione finale inerente alla specifica attività oggetto della presente convenzione, sulla base di un programma organizzato con il Dirigente Responsabile del SUEM. La CRI si impegna inoltre a far seguire a detto personale un programma annuale di aggiornamento, che dovrà essere organizzato con il Responsabile del SUEM. La CRI si impegna a mantenere un registro nominativo del personale volontario addetto al servizio, riportante la formazione, l aggiornamento e l attività svolta, e ad impegnare nel servizio esclusivamente personale volontario inserito in detto 5 / 14 deliberazione n. 323 del 29/03/2012 pagina 9 di 18

10 registro. Il registro dovrà essere immediatamente consultabile in ogni momento dall ULSS 9, dietro semplice richiesta del Responsabile del SUEM. La CRI predisporrà un regolamento di servizio per il personale volontario che opera sulle ambulanze in convenzione, che dovrà essere rispondente ai protocolli previsti dalla Centrale Operativa, quando applicabili, ed approvato dal Dirigente Responsabile del SUEM. Tutto il personale della CRI è tenuto al rispetto, per le parti di competenza, delle norme operative previste dal Protocollo Operativo Provinciale di cui alla DGRV 1179/2000, che la CRI approva esplicitamente e si impegna a portare a conoscenza del personale stesso per la parte di competenza, nonché dei protocolli stabiliti dalla Centrale Operativa. L ULSS 9 si impegna a consentire, a titolo gratuito, l accesso del personale infermieristico volontario della CRI alle iniziative di formazione predisposte dal Responsabile del SUEM per il personale infermieristico del reparto. L attività di volontariato deve essere prestata dal personale della CRI in modo personale, spontaneo e gratuito. Il volontario è tenuto al segreto d ufficio per fatti o cose di cui è venuto a conoscenza durante o per effetto dell attività prestata, nonché al rispetto della privacy ai sensi del d.lgs. n. 196/2003. Art. 6 Ciascuna ambulanza, con esclusione del servizio dalla sede di Mogliano Veneto, dovrà avere un equipaggio minimo di 2 persone, in possesso della specifica professionalità. Per ciascun turno di servizio è prevista l individuazione di un capo equipaggio. Art. 7 La CRI comunicherà all ULSS 9 il nominativo del medico che svolge le funzioni di 6 / 14 deliberazione n. 323 del 29/03/2012 pagina 10 di 18

11 Referente Sanitario relativamente alle attività oggetto della presente convenzione. Il Referente Sanitario della CRI è responsabile della rispondenza del servizio alle norme della presente convenzione, della rispondenza del personale e dei mezzi ai rispettivi requisiti e del rispetto dei protocolli del SUEM inerenti all attività svolta. Tra il Referente Sanitario della CRI ed il Dirigente Responsabile del SUEM dovranno essere concordate le modalità di verifica della rispondenza del servizio svolto alle norme convenzionali ed ai protocolli. Art. 8 Salvo disposizioni temporanee ricevute dalla Centrale Operativa del SUEM, le ambulanze stazioneranno presso le rispettive sedi/basi. Al termine di ciascuna uscita l ambulanza dovrà rientrare presso la sede di servizio per la via più breve, salvo diversa disposizione della Centrale Operativa del SUEM. Ogni movimento dei mezzi in convenzione dovrà essere preventivamente autorizzato dalla Centrale Operativa del SUEM. Il personale dovrà comunicare alla Centrale Operativa del SUEM: inizio e fine di ogni turno di servizio; uscita e rientro in postazione; indisponibilità del mezzo per guasto. Art. 9 Al fine di garantire il coordinamento di tutta l attività di soccorso sanitario, la CRI si impegna ad informare l ULSS 9 di tutti i movimenti delle proprie ambulanze di soccorso che svolgono servizi al di fuori della presente convenzione. Ciò avverrà mediante comunicazione radio tra le ambulanze stesse e la Centrale Operativa del SUEM all inizio ed al termine di ciascun turno di servizio o tramite altre forme concordate con il Dirigente Responsabile del SUEM. 7 / 14 deliberazione n. 323 del 29/03/2012 pagina 11 di 18

12 Art. 10 In caso di eventi di particolare rilevanza che possano richiedere, a parere del Responsabile del SUEM, l attivazione di un dispositivo di soccorso dedicato o comunque un incremento dei mezzi a disposizione del SUEM, l ULSS 9 potrà richiedere alla CRI di mettere a disposizione, oltre ai mezzi previsti dalla presente convenzione, altre ambulanze, nel limite della massima disponibilità con congruo preavviso. Art. 11 In caso di emergenza di massa di livello provinciale che richieda l intervento di risorse aggiuntive rispetto a quelle in servizio, tutti i mezzi di soccorso sanitario della CRI dipenderanno in via esclusiva dalla Centrale Operativa del SUEM, sino a quando la stessa sarà responsabile del coordinamento del soccorso sanitario, così come previsto dal Piano Provinciale per le Grandi Emergenze. La CRI dichiara di aver preso visione e di aver approvato il Piano stesso per la parte di competenza, e si impegna ad attivare nei tempi e nelle modalità previste i dispositivi di soccorso stabiliti dalle normative regionali che come mera indicazione vengono di seguito enucleati senza che questo costituisca elenco tassativo: a. tipologia 1: n. 4 ambulanze di soccorso con relativo equipaggio; b. tipologia 2: n. 2 ambulanze di soccorso; n. 1 carrello dotazioni sanitarie; n. 1 gruppo elettrogeno; n. 1 tenda per approntamento di un Posto Medico di Soccorso; n. 1 posto comando mobile. In previsione di interventi di tipologia 2, l ULSS 9 fornirà alla CRI una dotazione di farmaci, soluzioni infusionali e biancheria. 8 / 14 deliberazione n. 323 del 29/03/2012 pagina 12 di 18

13 La CRI si impegna al controllo delle scadenze e alla custodia del predetto materiale, a mantenerlo pronto all uso e ad utilizzarlo esclusivamente dietro richiesta e/o autorizzazione del SUEM. Il materiale rimane di proprietà dell ULSS 9 e dovrà essere restituito allo scadere della presente convenzione. L ULSS 9 fornirà inoltre alla CRI, in caso di intervento di emergenza, il personale medico ed infermieristico, così come previsto dal citato Piano Provinciale. L ULSS 9 prende atto che la CRI, in caso di calamità, potrà essere chiamata ad intervenire con i propri mezzi ed il proprio personale nell ambito del dispositivo di intervento nazionale dell Associazione Italiana della Croce Rossa, nel qual caso potrebbe essere impossibilitata a mettere a disposizione il dispositivo di cui sopra. La CRI si impegna ad informare tempestivamente l ULSS 9 in questo caso. L ULSS 9 prende altresì atto che, qualora la direzione delle operazioni di soccorso sanitario venga assunto da un ente terzo, cessa la dipendenza dalla Centrale Operativa dei mezzi della CRI. Art. 12 La CRI si impegna ad utilizzare solo mezzi idonei ed in perfetta efficienza meccanica e, comunque, rispondenti alle normative in materia. La CRI dichiara, inoltre, di aver preso visione dell elenco delle dotazioni per le ambulanze di soccorso di cui al Protocollo Operativo Provinciale, e si impegna ad adeguare allo stesso le dotazioni dei propri mezzi. L ambulanza in servizio presso una delle sedi dovrà essere dotata, a cura della CRI, anche di monitor multiparametrico (ECG, PA, pulsiossimetria); tutte le ambulanze dovranno essere dotate di defibrillatore semiautomatico, nonché di tutte le dotazioni previste dalla DGRV 1080/2007 per il rilascio dell autorizzazione allo svolgimento dell attività di soccorso e trasporto con ambulanza. 9 / 14 deliberazione n. 323 del 29/03/2012 pagina 13 di 18

14 Eventuali dotazioni aggiuntive a quelle previste e ritenute dal Dirigente Responsabile del SUEM necessarie per i servizi oggetto della presente convenzione saranno fornite dall ULSS 9 e dovranno essere conservate dalla CRI. Tutte le ambulanze della CRI, adibite o meno ai servizi oggetto della presente convenzione, dovranno riportare su ciascuna fiancata il logo Treviso Emergenza, che verrà fornito dall ULSS 9. Lo stesso logo dovrà essere applicato con le stesse modalità sui mezzi che operano interventi di soccorso di cui all art. 11. Art. 13 La CRI deve garantire con idonea polizza assicurativa il proprio personale che presta attività di volontariato sull ambulanza contro gli infortuni e le malattie connesse allo svolgimento dell attività stessa, nonché per la responsabilità civile verso terzi, con un massimale pari ad euro ,00. La CRI esonera l ULSS 9 da qualsiasi responsabilità per danni derivanti a terzi, trasportati e non, per effetto del servizio. Art. 14 L ULSS 9 corrisponderà alla CRI a titolo di rimborso spese un importo forfetario annuo pari ad euro ,24 (esente IVA), pari ad euro ,52 al mese per i servizi espletati. Per quanto attiene agli interventi di cui agli articoli 10 e 11, l ULSS 9 riconoscerà alla CRI un importo forfetario di 500 euro al giorno per ciascuna tipologia di dispositivo di soccorso attivato. La CRI invierà mensilmente all ULSS 9 la fattura relativa al servizio svolto, con la specifica delle ore di servizio vidimata dal medico coordinatore della Centrale Operativa del SUEM. 10 / 14 deliberazione n. 323 del 29/03/2012 pagina 14 di 18

15 L ULSS 9 provvederà al pagamento delle competenze entro 60 (sessanta) giorni dal ricevimento della fattura. Art. 15 Quanto pattuito a titolo di rimborso spese resterà fisso ed invariabile per dodici mesi dalla data di decorrenza della presente convenzione. Il rimborso previsto per l esecuzione del contratto verrà aggiornato annualmente sulla base di un istruttoria condotta dall ULSS 9, tenuto conto dei dati forniti dall ISTAT (80% del valore medio annuale sulla base dei 12 valori mensili precedenti dell indice Istat per le famiglie di operai e impiegati indice FOI al netto dei tabacchi). La revisione del rimborso, attuata secondo le modalità sopra descritte, dovrà essere formalmente richiesta dalla CRI entro e non oltre 60 giorni dalla data di scadenza del periodo di riferimento, pena la decadenza ad aver diritto alla revisione medesima. Per periodo di riferimento si intende la scadenza annuale a decorrere dalla data di inizio del servizio, il periodo di 60 giorni è quello successivo e decorrente dalla scadenza del periodo di riferimento. Art. 16 Sono a carico della CRI: a. gli automezzi e le dotazioni previste dalla legge e dall art. 11 del presente atto; b. le spese per carburanti, lubrificanti e assicurazione; c. l acquisto della biancheria per le ambulanze; d. il lavaggio della biancheria utilizzata dall ambulanza per i servizi oggetto della presente convenzione; e. i disinfettanti, i detergenti e il materiale di medicazione; f. il premio assicurativo per il personale volontario in dotazione all ambulanza; 11 / 14 deliberazione n. 323 del 29/03/2012 pagina 15 di 18

16 g. i dispositivi di protezione individuale per il proprio personale. Art. 17 Sono a carico dell ULSS 9: a. farmaci e soluzioni infusionali impiegate per i servizi in oggetto o per dotare il mezzo secondo le prescrizioni stabilite dal medico coordinatore della Centrale Operativa in accordo con il direttore sanitario della CRI; b. eventuali altri presidi che l ULSS 9 ritenesse necessari per integrare la dotazione di base delle ambulanze della CRI, con le modalità descritte al precedente capoverso. Art.18 L ULSS 9 si impegna a fornire in comodato gratuito alle ambulanze della CRI in convenzione, nell ambito delle previste forniture regionali per il SUEM, un apparato radio omologato operante sui canali della rete radio sanità, secondo i protocolli vigenti. La CRI si impegna a restituire l apparato allo scadere della convenzione. Per il coordinamento generale delle attività di soccorso, la CRI si impegna a fornire all ULSS 9 un apparato radio operante sulle frequenze radio della CRI, che verrà installato a cura e spese dell ULSS 9. La CRI doterà ciascuna base, di una linea telefonica dedicata ai collegamenti con la Centrale Operativa e ciascuna ambulanza in servizio di un telefono cellulare GSM. Art. 19 La CRI dovrà provvedere a registrare tutti gli interventi svolti utilizzando la modulistica e le modalità in uso presso il SUEM, sia a fini economici che documentali. La CRI è altresì tenuta a consegnare all utente la documentazione stabilita dal Responsabile del SUEM e relativa all onere economico del trasporto. 12 / 14 deliberazione n. 323 del 29/03/2012 pagina 16 di 18

17 La CRI è tenuta a conservare la documentazione relativa ai servizi svolti nel rispetto delle norme di tutela della riservatezza. Tutto il personale della CRI è tenuto all obbligo di segretezza su tutta l attività svolta e su ogni notizia, relativa all attività del SUEM e dell ULSS 9, di cui lo stesso venisse a conoscenza durante o per effetto del servizio. Art. 20 L ULSS 9 autorizza il personale della CRI a frequentare il SUEM di Treviso e Oderzo, ai fini di tirocinio pratico per l addestramento, nei tempi e nei modi che saranno stabiliti dai Direttori delle Unità Operative. Detto personale parteciperà agli interventi di soccorso e trasporto in ambulanza in affiancamento all equipaggio. La CRI garantisce che tutto il personale è informato sui rischi della specifica attività e garantisce la fornitura dei DPI necessari. L ULSS 9 si impegna ad informare la CRI dell eventuale presenza di particolari rischi aggiuntivi, affinché la stessa provveda agli atti conseguenti. Art. 21 All entrata in vigore della presente convenzione l ULSS 9 trasmetterà alla CRI, per tutti gli adempimenti conseguenti, il Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenti. Art. 22 La CRI si impegna fin d ora a rivedere la presente convenzione a seguito di riorganizzazione del servizio nell ottica dell area vasta delle aziende ULSS della provincia di Treviso. Art. 23 Per quanto non espressamente previsto e disciplinato dalla presente convenzione, si applicano le disposizioni nazionali e regionali in materia. 13 / 14 deliberazione n. 323 del 29/03/2012 pagina 17 di 18

18 Art. 24 La presente convenzione decorre dal 1 aprile 2012 fino al 31 marzo 2017, fatta salva la facoltà di recesso per entrambe le parti contraenti da comunicare, a mezzo raccomandata a.r., con preavviso di almeno 60 giorni. ART. 25 Il presente atto è soggetto ad imposta di bollo, ai sensi del D.P.R. del 26 ottobre 1972 n. 642, con oneri a carico di entrambe le parti equamente ripartiti; verrà registrato solo in caso d uso, ai sensi del D.P.R. n. 131 del 26 aprile ART. 26 Per qualsiasi controversia inerente alla presente convenzione, è competente in via esclusiva il Foro di Treviso. Letto, approvato e sottoscritto per piena accettazione Treviso, IL DIRIGENTE RESPONSABILE SERVIZIO GESTIONE RAPPORTI IN CONVENZIONE dott.ssa Alessandra Da Re IL DIRETTORE REGIONALE CRI VENETO dott. Pietro Pipi 14 / 14 deliberazione n. 323 del 29/03/2012 pagina 18 di 18

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE REGIONE DEL VENETO Azienda Unità Locale Socio Sanitaria n. 9 Treviso Sede Legale Borgo Cavalli, 42 31100 Treviso DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE 28/03/2013, n. 228 Il Direttore generale di questa

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE REGIONE DEL VENETO Azienda Unità Locale Socio Sanitaria n. 9 Treviso Sede Legale Borgo Cavalli, 42 31100 Treviso DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE n. 1343 del 20/12/2012 Il Direttore Generale di questa

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE REGIONE DEL VENETO Azienda Unità Locale Socio Sanitaria n. 9 Treviso Sede Legale Borgo Cavalli, 42 31100 Treviso DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE n. 1318 del 29/12/2011 Il Direttore Generale di questa

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE REGIONE DEL VENETO Azienda Unità Locale Socio Sanitaria n. 9 Treviso Sede Legale Borgo Cavalli, 42 31100 Treviso DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE 13/12/2013, n. 1062 Il Direttore generale di questa

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE REGIONE DEL VENETO Azienda Unità Locale Socio Sanitaria n. 9 Treviso Sede Legale Borgo Cavalli, 42 31100 Treviso DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE n. 1085 del 08/11/2012 Il Direttore Generale di questa

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE REGIONE DEL VENETO Azienda Unità Locale Socio Sanitaria n. 9 Treviso Sede Legale via Sant Ambrogio di Fiera, 37 31100 Treviso DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE 18/06/2014, n. 556 Il Direttore Amministrativo

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE REGIONE DEL VENETO Azienda Unità Locale Socio Sanitaria n. 9 Treviso Sede Legale Borgo Cavalli, 42 31100 Treviso DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE 28/02/2013, n. 130 Il Direttore generale di questa

Dettagli

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 699 del 12-10-2015 O G G E T T O

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 699 del 12-10-2015 O G G E T T O REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE n. 699 del 12-10-2015 O G G E T T O Accordo con l'associazione "Amici del Cuore per il progresso della Cardiologia" per

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE REGIONE DEL VENETO Azienda Unità Locale Socio Sanitaria n. 9 Treviso Sede Legale via Sant Ambrogio di Fiera, 37 31100 Treviso DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE 30/12/2014, n. 1236 Il Direttore generale

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE REGIONE DEL VENETO Azienda Unità Locale Socio Sanitaria n. 9 Treviso Sede Legale Borgo Cavalli, 42 31100 Treviso DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE n. 742 del 26/07/2012 Il Direttore Amministrativo Dott.

Dettagli

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 444 del 2-7-2015 O G G E T T O

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 444 del 2-7-2015 O G G E T T O REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE n. 444 del 2-7-2015 O G G E T T O Convenzione passiva con la Fondazione IRCCS Cà Granda Ospedale Maggiore Policlinico

Dettagli

DELIBERAZIONE OGGETTO

DELIBERAZIONE OGGETTO REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANiTARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE n.288 del 14/04/2014 OGGETTO Convenzione con la Fondazione IRCCS Cà Granda Ospedale Maggiore Policlinico di Milano fornitura

Dettagli

AZIENDA U.L.S.S. N. 16 DI PADOVA

AZIENDA U.L.S.S. N. 16 DI PADOVA REGIONE DEL VENETO AZIENDA U.L.S.S. N. 16 DI PADOVA DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE n. 620 del 20/08/2012 OGGETTO: Attività assistenziale presso il SUEM 118. Determinazioni. Il Direttore Amministrativo

Dettagli

COMUNE DI MISSAGLIA. Provincia di Lecco CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO SOCIO ASSISTENZIALE A FAVORE DEI CITTADINI DI MISSAGLIA *** TRA

COMUNE DI MISSAGLIA. Provincia di Lecco CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO SOCIO ASSISTENZIALE A FAVORE DEI CITTADINI DI MISSAGLIA *** TRA COMUNE DI MISSAGLIA Approvata con deliberazione della G.C. n. 136 del 29/11/2012 Provincia di Lecco CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO SOCIO ASSISTENZIALE A FAVORE DEI CITTADINI DI MISSAGLIA PERIODO

Dettagli

PROVVEDIMENTO DEL DIRIGENTE

PROVVEDIMENTO DEL DIRIGENTE REGIONE DEL VENETO Azienda Unità Locale Socio Sanitaria n. 9 Treviso Sede Legale Borgo Cavalli, 42 31100 Treviso PROVVEDIMENTO DEL DIRIGENTE 20146201418 n. 18 del 22/01/2014 Il Dirigente Responsabile della

Dettagli

CONVENZIONE (composta da n 9 articoli) Il Comune di CASATENOVO

CONVENZIONE (composta da n 9 articoli) Il Comune di CASATENOVO CONVENZIONE (composta da n 9 articoli) tra Il Comune di CASATENOVO e La Croce Rossa Italiana Comitato Locale di Casatenovo CONVENZIONE TRA Il Comune di Casatenovo (C.F 00631280138) con sede a Casatenovo

Dettagli

CONVENZIONE DI SERVIZIO DELLA CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI INFORMATICI RELATIVI AI SERVIZI DI tra

CONVENZIONE DI SERVIZIO DELLA CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI INFORMATICI RELATIVI AI SERVIZI DI tra COMUNE DI CUNEO SETTORE ELABORAZIONE DATI ED ATTIVITA PRODUTTIVE Via Roma 28, 12100 CUNEO CONVENZIONE DI SERVIZIO DELLA CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI INFORMATICI RELATIVI AI SERVIZI DI tra Il Comune di Cuneo,

Dettagli

DECRETO DEL DIRETTORE GENERALE - Dott. Arturo Orsini - nominato con Decreto del Presidente della Giunta Regionale del Veneto n. 237 del 29.12.

DECRETO DEL DIRETTORE GENERALE - Dott. Arturo Orsini - nominato con Decreto del Presidente della Giunta Regionale del Veneto n. 237 del 29.12. N. 822 del Reg. Decreti del 30/12/2014 DECRETO DEL DIRETTORE GENERALE - Dott. Arturo Orsini - nominato con Decreto del Presidente della Giunta Regionale del Veneto n. 237 del 29.12.2012 OGGETTO: Attuazione

Dettagli

Determina Servizi Sociali ed Educativi/0000042 del 04/02/2013

Determina Servizi Sociali ed Educativi/0000042 del 04/02/2013 Comune di Novara Determina Servizi Sociali ed Educativi/0000042 del 04/02/2013 Area / Servizio Servizi Sociali Educativi (23.UdO) Proposta Istruttoria Unità Servizi Sociali Educativi (23.UdO) Proponente

Dettagli

DETERMINAZIONI DEL DIRETTORE. Determinazione n. 39

DETERMINAZIONI DEL DIRETTORE. Determinazione n. 39 O P E R A R O M A N I (Azienda Pubblica di Servizi alla Persona) Via Roma, 21 38060 - NOMI (TN) Costituita ai sensi della L.R. 21 settembre 2005, n. 7. DETERMINAZIONI DEL DIRETTORE Determinazione n. 39

Dettagli

Regione del Veneto Istituto Oncologico Veneto Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico

Regione del Veneto Istituto Oncologico Veneto Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Regione del Veneto Istituto Oncologico Veneto Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico SERVIZIO DI VIGILANZA E VERIFICA ACCESSI PER L ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO DI PADOVA * * * * * * CAPITOLATO

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO TRASPORTO INFERMI IN EMERGENZA CON AMBULANZA DI TIPO A

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO TRASPORTO INFERMI IN EMERGENZA CON AMBULANZA DI TIPO A CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO TRASPORTO INFERMI IN EMERGENZA CON AMBULANZA DI TIPO A Articolo 1 - Oggetto del servizio Il presente appalto ha per oggetto l affidamento del

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 2 OLBIA DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 736 DEL 26/06/2014

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 2 OLBIA DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 736 DEL 26/06/2014 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 2 OLBIA DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 736 DEL 26/06/2014 OGGETTO: Rinnovo convenzione con l'associazione Volontari Ospedalieri (A.V.O.)

Dettagli

Regione Piemonte - Azienda Sanitaria Locale CN2 Alba Bra. D e t e r m i n a z i o n e D i r e t t o r i a l e 1 OTTOBRE 2010

Regione Piemonte - Azienda Sanitaria Locale CN2 Alba Bra. D e t e r m i n a z i o n e D i r e t t o r i a l e 1 OTTOBRE 2010 i:\delibere\delibere da pubblicare\delib2010\1453.doc D e t e r m i n a z i o n e D i r e t t o r i a l e NUMERO GENERALE 1453 CODICE PROPOSTA BUDGET ADOTT. ANNO PROGR. PER DIG 10 0479 DATA 1 OTTOBRE 2010

Dettagli

CONVENZIONE FRA LA PROVINCIA DI TORINO E LA CROCE ROSSA ITALIANA PER ATTIVITÀ DI COOPERAZIONE NEL SETTORE DELLA PROTEZIONE CIVILE.

CONVENZIONE FRA LA PROVINCIA DI TORINO E LA CROCE ROSSA ITALIANA PER ATTIVITÀ DI COOPERAZIONE NEL SETTORE DELLA PROTEZIONE CIVILE. CONVENZIONE FRA LA PROVINCIA DI TORINO E LA CROCE ROSSA ITALIANA PER ATTIVITÀ DI COOPERAZIONE NEL SETTORE DELLA PROTEZIONE CIVILE. Premesso che: - la Legge 24/02/1992, n. 225, istitutiva del servizio nazionale

Dettagli

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 623 del 14-9-2015 O G G E T T O

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 623 del 14-9-2015 O G G E T T O REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE n. 623 del 14-9-2015 O G G E T T O Accordo quinquennale tra l Azienda U.L.SS. n.6 Vicenza e l Azienda Ospedaliera Universitaria

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE REGIONE DEL VENETO Azienda Unità Locale Socio Sanitaria n. 9 Treviso Sede Legale via Sant Ambrogio di Fiera, 37 31100 Treviso DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE 05/06/2014, n. 524 Il Direttore generale

Dettagli

ALLEGATO A Dgr n. del pag. 1/7

ALLEGATO A Dgr n. del pag. 1/7 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATO A Dgr n. del pag. 1/7 CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO DI RICERCA FINALIZZATA STRATEGICO PMS 49/08/P5 Integrazione fra Sistemi di Gestione sul tema

Dettagli

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 80 del 27-2-2015 O G G E T T O

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 80 del 27-2-2015 O G G E T T O REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE n. 80 del 27-2-2015 O G G E T T O Rinnovo convenzione tra l'associazione Vicentina Leucemie e Linfomi (A.Vi.L.L.) - Sezione

Dettagli

AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE VITERBO CONVENZIONE TRA

AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE VITERBO CONVENZIONE TRA Modello 6 CONVENZIONE TRA La Azienda Unita Sanitaria Locale con sede in Viterbo, via E.Fermi,15,Codice Fiscale e Partita I.V.A. 01455570562 (di seguito denominata per brevità AZIENDA ), rappresentata dal

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE REGIONE DEL VENETO Azienda Unità Locale Socio Sanitaria n. 9 Treviso Sede Legale via Sant Ambrogio di Fiera, 37 31100 Treviso DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE 31/10/2014, n. 985 Il Direttore generale

Dettagli

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 111 del 6-3-2015 O G G E T T O

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 111 del 6-3-2015 O G G E T T O REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE n. 111 del 6-3-2015 O G G E T T O Convenzione tra l'azienda ULSS n. 6 `Vicenza" e l'associazione L Ancora di Vicenza Onlus

Dettagli

ALLEGATOB alla Dgr n. 179 del 27 febbraio 2014 pag. 1/6

ALLEGATOB alla Dgr n. 179 del 27 febbraio 2014 pag. 1/6 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATOB alla Dgr n. 179 del 27 febbraio 2014 pag. 1/6 Allegato B Procedure per l accreditamento provvisorio e l assegnazione del servizio Sezione B1 Definizione delle

Dettagli

UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 7 DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE

UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 7 DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE Delibera n. 760 del 08/07/2015 REGIONE DEL VENETO UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 7 PIEVE DI SOLIGO DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE L`anno duemilaquindici, il giorno otto del mese di Luglio Il Direttore

Dettagli

REGIONE DEL VENETO DELIBERAZIONE OGGETTO

REGIONE DEL VENETO DELIBERAZIONE OGGETTO REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE n. 122 del 19/02/2014 OGGETTO Convenzione con la struttura privata PALLAORO MEDICAL LASER snc, per l erogazione di attività

Dettagli

IL COORDINATORE UNICO S.C. LIBERA PROFESSIONE E MARKETING

IL COORDINATORE UNICO S.C. LIBERA PROFESSIONE E MARKETING ATTI del DIRETTORE GENERALE dell anno 2016 Deliberazione n. 0000283 del 09/03/2016 - Atti U.O. SC Libera Professione e Marketing Oggetto: STIPULA CONVENZIONE CON L A.S.S.T. OVEST MILANESE, PER PRESTAZIONI

Dettagli

In data odierna. tra. Società Entrate Pisa S.E.Pi. S.p.A. - (P.IVA 01724200504) con sede

In data odierna. tra. Società Entrate Pisa S.E.Pi. S.p.A. - (P.IVA 01724200504) con sede Contratto di affidamento di incarico In data odierna tra Società Entrate Pisa S.E.Pi. S.p.A. - (P.IVA 01724200504) con sede in Pisa, Piazza dei Facchini n. 16, nella persona del Direttore Generale, Dott.

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE TIPO TRA L AZIENDA SANITARIA E LE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO PER ATTIVITA DI ASSISTENZA DOMICILIARE ONCOLOGICA

SCHEMA DI CONVENZIONE TIPO TRA L AZIENDA SANITARIA E LE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO PER ATTIVITA DI ASSISTENZA DOMICILIARE ONCOLOGICA SCHEMA DI CONVENZIONE TIPO TRA L AZIENDA SANITARIA E LE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO PER ATTIVITA DI ASSISTENZA DOMICILIARE ONCOLOGICA L anno, addi. del mese di in. presso. fra l partita IVA/codice fiscale

Dettagli

Deliberazione N.: 477 del: 19/05/2015

Deliberazione N.: 477 del: 19/05/2015 Deliberazione N.: 477 del: 19/05/2015 Oggetto : CONVENZIONE CON LA FONDAZIONE MADONNA DEL CORLO O.N.L.U.S. DI LONATO PER IL TIROCINIO DEGLI STUDENTI DEL CORSO DI LAUREA IN INFERMIERISTICA. Pubblicazione

Dettagli

PROPOSTA DI CONVENZIONE PER LE ATTIVITA DI SOCCORSO TERRITORIALE DI BASE 118 CON LA CROCE ROSSA ITALIANA. L anno, addì del mese di in.

PROPOSTA DI CONVENZIONE PER LE ATTIVITA DI SOCCORSO TERRITORIALE DI BASE 118 CON LA CROCE ROSSA ITALIANA. L anno, addì del mese di in. Allegato alla Delib.G.R.n. 30/17 del 11.7.2012 PROPOSTA DI CONVENZIONE PER LE ATTIVITA DI SOCCORSO TERRITORIALE DI BASE 118 CON LA CROCE ROSSA ITALIANA L anno, addì del mese di in Tra l Azienda Sanitaria

Dettagli

Regione Piemonte - Azienda Sanitaria Locale CN2 Alba Bra i:\delibere\delibere da pubblicare\delib2011\1410.doc

Regione Piemonte - Azienda Sanitaria Locale CN2 Alba Bra i:\delibere\delibere da pubblicare\delib2011\1410.doc i:\delibere\delibere da pubblicare\delib2011\1410.doc D e t e r m i n a z i o n e D i r e t t o r i a l e NUMERO GENERALE 1410 CODICE PROPOSTA BUDGET ADOTT. ANNO PROGR. PER PER 11 0404 DATA 9 NOVEMBRE

Dettagli

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTAL ALLEGATO 4 CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO PER ANNI 3 DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO

Dettagli

AZIENDA U.L.SS "Alto Vicentino"

AZIENDA U.L.SS Alto Vicentino Direttore U.O.C. SERVIZIO PERSONALE : Ufficio Giuridico - dott.ssa Patrizia Simionato AZIENDA U.L.SS SS. n. 4 "Alto Vicentino" Via Rasa, 9-36016 Thiene (VI) N. 908/2013 di reg. DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE

Dettagli

DECRETO DEL DIRETTORE GENERALE - Dott. Arturo Orsini - nominato con Decreto del Presidente della Giunta Regionale del Veneto n. 237 del 29.12.

DECRETO DEL DIRETTORE GENERALE - Dott. Arturo Orsini - nominato con Decreto del Presidente della Giunta Regionale del Veneto n. 237 del 29.12. N. 719 del Reg. Decreti del 28/11/2014 DECRETO DEL DIRETTORE GENERALE - Dott. Arturo Orsini - nominato con Decreto del Presidente della Giunta Regionale del Veneto n. 237 del 29.12.2012 OGGETTO: Rinnovo

Dettagli

TRA LE PARTI PREMESSO

TRA LE PARTI PREMESSO CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO ALLA COOPERATIVA SOCIALE CASA BIANCA DELLA REALIZZAZIONE DI PROGETTI DI INSERIMENTO-REINSERIMENTO LAVORATIVO, DI AFFIANCAMENTO E SUPPORTO EDUCATIVO A FAVORE DI UTENTI SEGUITI

Dettagli

Delibera del Direttore Generale n. 297 del 15/04/2014

Delibera del Direttore Generale n. 297 del 15/04/2014 Servizio Sanitario Nazionale - Regione dell Umbria AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE UMBRIA N. 2 Sede Legale Provvisoria: Viale Donato Bramante 37 Terni Codice Fiscale e Partita IVA 01499590550 Delibera del

Dettagli

CONVENZIONE PER IL RILASCIO ED IL RINNOVO DEI PERMESSI DI CIRCOLAZIONE E DI SOSTA. Il giorno.. del mese di febbraio dell anno 2009. AMT S.p.A.

CONVENZIONE PER IL RILASCIO ED IL RINNOVO DEI PERMESSI DI CIRCOLAZIONE E DI SOSTA. Il giorno.. del mese di febbraio dell anno 2009. AMT S.p.A. CONVENZIONE PER IL RILASCIO ED IL RINNOVO DEI PERMESSI DI CIRCOLAZIONE E DI SOSTA Il giorno.. del mese di febbraio dell anno 2009 AMT S.p.A. Rappresentato da il Direttore Generale, con sede in Verona,

Dettagli

Comune di Lecco. DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Numero 1113 Data: 20-12-2011 SETTORE : POLITICHE SOCIALI E DI SOSTEGNO ALLA FAMIGLIA

Comune di Lecco. DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Numero 1113 Data: 20-12-2011 SETTORE : POLITICHE SOCIALI E DI SOSTEGNO ALLA FAMIGLIA Comune di Lecco Piazza Diaz, 1-23900 Lecco (LC) - Tel. 0341/ 481111 - Fax 286874 - C.F. 00623530136 N. 1113-2011 Reg. DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Numero 1113 Data: 20-12-2011 SETTORE : POLITICHE SOCIALI

Dettagli

REGOLAMENTO DELL ORGANIZZAZIONE CENTRALE E TERRITORIALE DELLA CROCE ROSSA ITALIANA IN MATERIA DI PROTEZIONE CIVILE E MAXI EMERGENZE

REGOLAMENTO DELL ORGANIZZAZIONE CENTRALE E TERRITORIALE DELLA CROCE ROSSA ITALIANA IN MATERIA DI PROTEZIONE CIVILE E MAXI EMERGENZE REGOLAMENTO DELL ORGANIZZAZIONE CENTRALE E TERRITORIALE DELLA CROCE ROSSA ITALIANA IN MATERIA DI PROTEZIONE CIVILE E MAXI EMERGENZE (delibera del Comitato Centrale C.R.I. del 29 aprile 2006 n.39) Articolo

Dettagli

N. 18/14 del 30 giugno 2014

N. 18/14 del 30 giugno 2014 COPIA EDUCATORIO DELLA PROVVIDENZA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE N. 18/14 del 30 giugno 2014 OGGETTO: INCARICO DI RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE R S P

Dettagli

LA GIUNTA PROVINCIALE

LA GIUNTA PROVINCIALE LA GIUNTA PROVINCIALE Premesso che: con Legge n. 64 del 06/03/2001 è stato istituito il Servizio Civile Volontario Nazionale, le cui finalità contemplano: il concorso al dovere di difendere la Patria con

Dettagli

L anno 2011 il giorno.. del mese di., nelle sede dell Unione Pratiarcati ubicata ad Albignasego in Via Roma n. 224 TRA

L anno 2011 il giorno.. del mese di., nelle sede dell Unione Pratiarcati ubicata ad Albignasego in Via Roma n. 224 TRA CONVENZIONE PER LA GESTIONE IN FORMA ASSOCIATA DEL SERVIZIO DI GESTIONE GLOBALE DEL CICLO DELLE VIOLAZIONI AL CODICE DELLA STRADA IVI COMPRESA LA RISCOSSIONE DELLE STESSE. L anno 2011 il giorno.. del mese

Dettagli

DISCIPLINARE D INCARICO LIBERO PROFESSIONALE PER EFFETTUAZIONE DI GUARDIE INTERDIVISIONALI PRESSO LO STABILIMENTO OSPEDALIERO DI ORZINUOVI.

DISCIPLINARE D INCARICO LIBERO PROFESSIONALE PER EFFETTUAZIONE DI GUARDIE INTERDIVISIONALI PRESSO LO STABILIMENTO OSPEDALIERO DI ORZINUOVI. Allegato A alla Deliberazione n. del DISCIPLINARE D INCARICO LIBERO PROFESSIONALE PER EFFETTUAZIONE DI GUARDIE INTERDIVISIONALI PRESSO LO STABILIMENTO OSPEDALIERO DI ORZINUOVI. Tra l AZIENDA OSPEDALIERA

Dettagli

CONTRATTO DI CONFERIMENTO DELL INCARICO DI DIRETTORE. Il giorno del mese di.. dell anno 20.. sono. On.le Stefano Caldoro, nato a il,

CONTRATTO DI CONFERIMENTO DELL INCARICO DI DIRETTORE. Il giorno del mese di.. dell anno 20.. sono. On.le Stefano Caldoro, nato a il, CONTRATTO DI CONFERIMENTO DELL INCARICO DI DIRETTORE GENERALE DI AA.OO.UU. Il giorno del mese di.. dell anno 20.. sono presenti i sigg. : On.le Stefano Caldoro, nato a il, nella sua qualità di Presidente

Dettagli

CITTA DI SPINEA c.a.p. 30038 Provincia di Venezia

CITTA DI SPINEA c.a.p. 30038 Provincia di Venezia CITTA DI SPINEA c.a.p. 30038 Provincia di Venezia SERVIZIO PERSONALE ED ORGANIZZAZIONE CONVENZIONE PER LA GESTIONE DI SERVIZI DI SUSSIDIARIETA L anno il giorno del mese di. tra Il Comune di Spinea, di

Dettagli

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO DETERMINAZIONE N. 809 DEL 29/12/2014 SETTORE Ufficio Staff del Dirigente III Settore OGGETTO: Contratto per la gestione del servizio di assistenza domiciliare

Dettagli

CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO D AUSILIO NEL COMUNE DI PISA (Circoscrizioni 2,3,4,5,4)

CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO D AUSILIO NEL COMUNE DI PISA (Circoscrizioni 2,3,4,5,4) Servizi Sociali Distretto Socio Sanitario Integrato, Via Corridoni, 2-56100, Pisa 050-954111 - Fax 050-954138 Società della Salute Zona Pisana CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO D AUSILIO NEL COMUNE

Dettagli

ALLEGATO B PREMESSO CHE

ALLEGATO B PREMESSO CHE 1 ALLEGATO B SCHEMA DI CONVENZIONE PER REGOLARE I RAPPORTI TRA I CONFIDI/ALTRI FONDI DI GARANZIA E IL GESTORE DEL FONDO DI GARANZIA REGIONALE PO FESR BASILICATA 2007-2013 PREMESSO CHE La Legge Regionale

Dettagli

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 64 del 23-2-2015 O G G E T T O

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 64 del 23-2-2015 O G G E T T O REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE n. 64 del 23-2-2015 O G G E T T O Convenzione con l'università degli Studi di Verona per lo svolgimento di stage ai fini

Dettagli

COMUNE DI MOGLIANO VENETO Provincia di Treviso

COMUNE DI MOGLIANO VENETO Provincia di Treviso COMUNE DI MOGLIANO VENETO Provincia di Treviso Prot. ---------------------------------------------------------------- CONVENZIONE PER LA PROMOZIONE E L ATTUAZIONE DI ATTIVITÀ DI PROTEZIONE CIVILE------------------------------------------

Dettagli

DECRETO DEL DIRETTORE

DECRETO DEL DIRETTORE DECRETO DEL DIRETTORE N. 219 DEL 15.12.2011 OGGETTO: Fornitura di materiale informatico per il corso di Scienze Infermieristiche Facoltà di Medicina e Chirurgia dell Università degli studi di Verona presso

Dettagli

UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 7 DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE

UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 7 DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE Delibera n. 669 del 12/06/2015 REGIONE DEL VENETO UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 7 PIEVE DI SOLIGO DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE L`anno duemilaquindici, il giorno dodici del mese di Giugno Il Direttore

Dettagli

SCHEMA TRA. parti della presente convenzione

SCHEMA TRA. parti della presente convenzione ALLEGATO 3 Ministero delle infrastrutture Cassa depositi e prestiti S.p.A. SCHEMA Convenzione per la gestione delle risorse destinate al finanziamento del Programma Straordinario di Edilizia Residenziale

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA

AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA REGIONE DEL VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE n. 1447 del 05/12/2014 OGGETTO: Attività di guardia in forma protetta del medico in formazione specialistica: Regolamento-attuativo

Dettagli

TRA. l Unità Locale Socio-Sanitaria n. 6 Vicenza (di seguito denominata anche U.L.SS.

TRA. l Unità Locale Socio-Sanitaria n. 6 Vicenza (di seguito denominata anche U.L.SS. CCONVVEENZZI IONEE PPEERR AATTTTI IVVI ITTAA DDI I CCONSSULLEENZZAA TRA l Unità Locale Socio-Sanitaria n. 6 Vicenza (di seguito denominata anche U.L.SS. n. 6 ) con sede e domicilio fiscale in Via Rodolfi

Dettagli

L anno nel mese di il giorno.in Milano Via Vivaio, 1 TRA

L anno nel mese di il giorno.in Milano Via Vivaio, 1 TRA SCHEMA DI CONVENZIONE TIPO PER LA CONCESSIONE DI PRESTITI AI DIPENDENTI DELLA CITTA' METROPOLITANA DI MILANO CON ESTINZIONE MEDIANTE L ISTITUTO DELLA DELEGAZIONE DI PAGAMENTO L anno nel mese di il giorno.in

Dettagli

CONVENZIONE PER IL TRASPORTO SOCIALE DI SOGGETTI HANDICAPPATI OSPITI DEI CENTRI DIURNI

CONVENZIONE PER IL TRASPORTO SOCIALE DI SOGGETTI HANDICAPPATI OSPITI DEI CENTRI DIURNI CONVENZIONE PER IL TRASPORTO SOCIALE DI SOGGETTI HANDICAPPATI OSPITI DEI CENTRI DIURNI Premesso che l Istituzione per i Servizi alla Persona del Comune di Livorno interviene per garantire il trasporto

Dettagli

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 571 del 11-8-2015 O G G E T T O

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 571 del 11-8-2015 O G G E T T O REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE n. 571 del 11-8-2015 O G G E T T O Convenzione per attività di consulenza libero-professionale in radioprotezione con

Dettagli

DETERMINAZIONI DEL DIRETTORE. Determinazione n. 143

DETERMINAZIONI DEL DIRETTORE. Determinazione n. 143 O P E R A R O M A N I (Azienda Pubblica di Servizi alla Persona) Via Roma, 21 38060 - NOMI (TN) Costituita ai sensi della L.R. 21 settembre 2005, n. 7. DETERMINAZIONI DEL DIRETTORE Determinazione n. 143

Dettagli

COMUNE DI SORISOLE. (Provincia di Bergamo) VOLONTARIATO RUOTAMICA ONLUS PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO

COMUNE DI SORISOLE. (Provincia di Bergamo) VOLONTARIATO RUOTAMICA ONLUS PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO COMUNE DI SORISOLE (Provincia di Bergamo) CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI SORISOLE E L ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO RUOTAMICA ONLUS PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO DELLE PERSONE ANZIANE E DEI SOGGETTI DIVERSAMENTE

Dettagli

Regione Piemonte - Azienda Sanitaria Locale CN2 Alba Bra 20 GIUGNO 2011

Regione Piemonte - Azienda Sanitaria Locale CN2 Alba Bra 20 GIUGNO 2011 Osru/det/2011/tirocPsicologia i:\delibere\delibere da pubblicare\delib2011\0788.doc Determinazione Direttoriale NUMERO GENERALE 788 CODICE PROPOSTA BUDGET ADOTT. ANNO PROGR. 000 PER 11 0097 DATA 20 GIUGNO

Dettagli

DECRETO DEL DIRETTORE GENERALE - Dott. Arturo Orsini - nominato con Decreto del Presidente della Giunta Regionale del Veneto n. 237 del 29.12.

DECRETO DEL DIRETTORE GENERALE - Dott. Arturo Orsini - nominato con Decreto del Presidente della Giunta Regionale del Veneto n. 237 del 29.12. N. 87 del Reg. Decreti del 26/02/2013 DECRETO DEL DIRETTORE GENERALE - Dott. Arturo Orsini - nominato con Decreto del Presidente della Giunta Regionale del Veneto n. 237 del 29.12.2012 OGGETTO: Stipula

Dettagli

COMUNE DI MACHERIO Provincia di Monza e della Brianza SERVIZI ALLA PERSONA

COMUNE DI MACHERIO Provincia di Monza e della Brianza SERVIZI ALLA PERSONA COMUNE DI MACHERIO Provincia di Monza e della Brianza SERVIZI ALLA PERSONA DETERMINAZIONE N. 97 DEL 04/03/2013 OGGETTO CONVENZIONE CON CROCE BIANCA SEZIONE BIASSONO - PER IL SERVIZIO DI TRASPORTI SANITARI

Dettagli

UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 7 DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE

UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 7 DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE Delibera n. 350 del 27/03/2015 REGIONE DEL VENETO UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 7 PIEVE DI SOLIGO DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE L`anno duemilaquindici, il giorno ventisette del mese di Marzo Il

Dettagli

CONVENZIONE. Il giorno VENTINOVE del mese di DICEMBRE dell anno DUEMILANOVE in Corvino San Quirico TRA

CONVENZIONE. Il giorno VENTINOVE del mese di DICEMBRE dell anno DUEMILANOVE in Corvino San Quirico TRA CONVENZIONE Il giorno VENTINOVE del mese di DICEMBRE dell anno DUEMILANOVE in Corvino San Quirico TRA L Amministrazione comunale di Corvino San Quirico (PV) C.F. 0046037018 di seguito indicata come il

Dettagli

Statuto Regolamento. del Gruppo Comunale di Volontariato di Protezione Civile.

Statuto Regolamento. del Gruppo Comunale di Volontariato di Protezione Civile. Statuto Regolamento del Gruppo Comunale di Volontariato di Protezione Civile. approvato con delibera della Giunta Comunale n. 29 del 18.03.2004 modificato con delibera della Giunta Comunale n. 216 del

Dettagli

COMUNE DI ITTIRI (PROVINCIA DI SASSARI) SETTORE SOCIOASSISTENZIALE, CULTURALE, SCOLASTICO E TRIBUTI DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE

COMUNE DI ITTIRI (PROVINCIA DI SASSARI) SETTORE SOCIOASSISTENZIALE, CULTURALE, SCOLASTICO E TRIBUTI DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE ORIGINALE COMUNE DI ITTIRI (PROVINCIA DI SASSARI) SETTORE SOCIOASSISTENZIALE, CULTURALE, SCOLASTICO E TRIBUTI DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE REG. N. 53 DEL 30/01/2014 OGGETTO: SERVIZIO DI

Dettagli

PROVINCIA DI PARMA BOZZA 1 CONVENZIONE

PROVINCIA DI PARMA BOZZA 1 CONVENZIONE PROVINCIA DI PARMA BOZZA 1 CONVENZIONE Oggetto: soccorso, recupero, rieducazione e reinserimento in natura di specie di fauna selvatica autoctona, sia protette che soggette a prelievo venatorio, rinvenute

Dettagli

DETERMINAZIONI DEL DIRETTORE. Determinazione n. 106

DETERMINAZIONI DEL DIRETTORE. Determinazione n. 106 O P E R A R O M A N I (Azienda Pubblica di Servizi alla Persona) Via Roma, 21 38060 - NOMI (TN) Costituita ai sensi della L.R. 21 settembre 2005, n. 7. DETERMINAZIONI DEL DIRETTORE Determinazione n. 106

Dettagli

AZIENDA U.L.S.S. N. 16 DI PADOVA

AZIENDA U.L.S.S. N. 16 DI PADOVA REGIONE DEL VENETO AZIENDA U.L.S.S. N. 16 DI PADOVA DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE n. 377 del 16/05/2012 OGGETTO: Attività Dott. Stefano Pepe nell'ambito del magazzino di farmacia. Determinazioni.

Dettagli

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 17 del 22-1-2016 O G G E T T O

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 17 del 22-1-2016 O G G E T T O REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE n. 17 del 22-1-2016 O G G E T T O Convenzione con l'università degli Studi di Padova per lo svolgimento di stage ai fini

Dettagli

OGGETTO: CONFERIMENTO DI UN INCARICO LIBERO PROFESSIONALE PER PRESTAZIONI DI MEDICO AUTORIZZATO.

OGGETTO: CONFERIMENTO DI UN INCARICO LIBERO PROFESSIONALE PER PRESTAZIONI DI MEDICO AUTORIZZATO. Pag. 1 DELIBERAZIONE N 1020 DEL 23/12/2009 OGGETTO: CONFERIMENTO DI UN INCARICO LIBERO PROFESSIONALE PER PRESTAZIONI DI MEDICO AUTORIZZATO. coadiuvato da: IL DIRETTORE GENERALE dott. Bortolo Simoni nominato

Dettagli

CONTRATTO DI VENDITA DI ATTIVITA AZIENDALE A PAGAMENTO

CONTRATTO DI VENDITA DI ATTIVITA AZIENDALE A PAGAMENTO CONTRATTO DI VENDITA DI ATTIVITA AZIENDALE A PAGAMENTO TRA l Unità Locale Socio-Sanitaria n. 6 Vicenza (di seguito denominata anche Azienda ) con sede e domicilio fiscale in Vicenza, Via Rodolfi n. 37

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 2 OLBIA DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO N. 163 DEL 11/02/2015

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 2 OLBIA DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO N. 163 DEL 11/02/2015 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 2 OLBIA DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO N. 163 DEL 11/02/2015 OGGETTO: Sorveglianza medica per la Radioprotezione ai sensi del D.

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA Policlinico Gaetano Martino di Messina

AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA Policlinico Gaetano Martino di Messina Policlinico Gaetano Martino di Messina Deliberazione del Commissario Straordinario n 1252 del 04.12.2013 A seguito di Proposta n 797 del 04/12/2013 U.O.C. Settore Affari Generali e Risorse Umane Il Direttore

Dettagli

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 315 del 14-5-2015 O G G E T T O

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 315 del 14-5-2015 O G G E T T O REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE n. 315 del 14-5-2015 O G G E T T O Convenzione con l'istituto Professionale Statale Industria e Artigianato "Fedele Lampertico"

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE O G G E T T O ACCORDO DI COLLABORAZIONE CON L'ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO CROCE BLU VENETO

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE O G G E T T O ACCORDO DI COLLABORAZIONE CON L'ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO CROCE BLU VENETO C O P I A Comune di Bovolenta Provincia di Padova Deliberazione n. 30 in data 05-04-2012 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE O G G E T T O ACCORDO DI COLLABORAZIONE CON L'ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO

Dettagli

L anno il giorno del mese di, con la presente scrittura privata

L anno il giorno del mese di, con la presente scrittura privata CONTRATTO RELATIVO AL SERVIZIO DI PULIZIA, DI SANIFICAZIONE E SANITIZZAZIONE, DI FACCHINAGGIO, DI LOGISTICA E MOVIMENTAZIONE/DISTRIBUZIONE MERCI PRESSO I MAGAZZINI FARMACEUTICO ED ECONOMALE, DI PORTIERATO

Dettagli

Comune di Signa Provincia di Firenze REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER LA GESTIONE IN FORMA ASSOCIATA DELL UFFICIO PENSIONI

Comune di Signa Provincia di Firenze REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER LA GESTIONE IN FORMA ASSOCIATA DELL UFFICIO PENSIONI Comune di Signa Provincia di Firenze REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER LA GESTIONE IN FORMA ASSOCIATA DELL UFFICIO PENSIONI Approvato con delibera di Giunta Comunale n. 116 del 29/07/2002 modificato con

Dettagli

CONSORZIO 4 BASSO VALDARNO DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSORZIO N. 74 DEL 22.09.2015

CONSORZIO 4 BASSO VALDARNO DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSORZIO N. 74 DEL 22.09.2015 DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSORZIO N. 74 DEL 22.09.2015 OGGETTO: Convenzione per il supporto al servizio di vigilanza del reticolo idraulico di competenza del Consorzio di Bonifica 4 Basso Valdarno Richiamati

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA. Repertorio: n. I.N.R.C.A. AMMINISTRAZIONE CENTRALE

REPUBBLICA ITALIANA. Repertorio: n. I.N.R.C.A. AMMINISTRAZIONE CENTRALE REPUBBLICA ITALIANA Repertorio: n. I.N.R.C.A. AMMINISTRAZIONE CENTRALE OGGETTO: Contratto estimatorio per la fornitura di dispositivi medici occorrenti al servizio di radiologia interventistica e vascolare

Dettagli

IL RESPONSABILE AREA TECNICA

IL RESPONSABILE AREA TECNICA AREA lli^ - AREA TECNICA Partita IVA: 00648560282 Cod. Fisc.: 80009710288 Centralino: 049.9369450 / TeleFAX: 049.9366727 35017 PIOMBINO DESE PIAZZA A.PALLADIO N.1 DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE n 129

Dettagli

TRA. del Veneto (di seguito ARPAV), con sede legale in Padova, via. Matteotti n. 27, C.F. n. 92111430283 P.IVA 03382700288

TRA. del Veneto (di seguito ARPAV), con sede legale in Padova, via. Matteotti n. 27, C.F. n. 92111430283 P.IVA 03382700288 ACCORDO DI PROGRAMMA PER ATTIVITA IN.F.E.A. TRA L Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto (di seguito ARPAV), con sede legale in Padova, via Matteotti n. 2, C.F. n. 92111430283

Dettagli

C.I.G. N. 6417243C70.

C.I.G. N. 6417243C70. CONTRATTO RELATIVO ALL L AFFIDAMENTO QUINQUENNALE DEL SERVIZIO DI TRASPORTO INFERMI A MEZZO AUTOAMBULANZE. LOTTO UNICO - IMPORTO COMPLESSIVO DEL CONTRATTO IVA ESENTE C.I.G. N. 6417243C70. L anno il giorno

Dettagli

DISCIPLINARE DI AFFIDAMENTO PER L USO DELLA PALESTRA, DEL CAMPO SPORTIVO E DEI LOCALI SCOLASTICI.

DISCIPLINARE DI AFFIDAMENTO PER L USO DELLA PALESTRA, DEL CAMPO SPORTIVO E DEI LOCALI SCOLASTICI. DISCIPLINARE DI AFFIDAMENTO PER L USO DELLA PALESTRA, DEL CAMPO SPORTIVO E DEI LOCALI SCOLASTICI. A.S. 2012/2013 L Istituto scolastico ISTITUTO COMPRENSIVO VIA LUIGI RIZZO, 1 di seguito chiamato scuola,

Dettagli

IN APERTURA DEL PUNTO ESCE L ASS. VALERIO PERUZZI.

IN APERTURA DEL PUNTO ESCE L ASS. VALERIO PERUZZI. D.G.C. n. 276 del 29.12.2008 OGGETTO: Servizio di necroforia e manutenzione cimiteri. Affidamento alla Cooperativa Sociale Beta con sede in Bussolengo. IN APERTURA DEL PUNTO ESCE L ASS. VALERIO PERUZZI.

Dettagli

tra con sede legale in n. con sede legale in - impianto, l impianto ubicato nel Comune di, autorizzato

tra con sede legale in n. con sede legale in - impianto, l impianto ubicato nel Comune di, autorizzato SERVIZI COMUNALI S.p.A. CONTRATTO DI SMALTIMENTO Rifiuti solidi urbani e assimilati tra con sede legale in n., codice fiscale e partita I.V.A. n., in persona del Suo Legale Rappresentante sig. (di seguito

Dettagli

Ente Nazionale di Previdenza per gli Addetti e per gli Impiegati in Agricoltura

Ente Nazionale di Previdenza per gli Addetti e per gli Impiegati in Agricoltura Ente Nazionale di Previdenza per gli Addetti e per gli Impiegati in Agricoltura ATTO DI CONVENZIONE TRA INAIL ISTITUTO NAZIONALE PER L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO E LA FONDAZIONE ENPAIA

Dettagli

C.I.S.A. VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

C.I.S.A. VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE CONSORZIO INTERCOMUNALE SOCIO ASSISTENZIALE C.I.S.A. Rivoli - Rosta - Villarbasse Via Nuova Collegiata 5 - Rivoli (TO) VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE N. 7 OGGETTO: Approvazione

Dettagli

PROVVEDIMENTO DEL DIRIGENTE

PROVVEDIMENTO DEL DIRIGENTE REGIONE DEL VENETO Azienda Unità Locale Socio Sanitaria n. 9 Treviso Sede Legale via Sant Ambrogio di Fiera, 37 31100 Treviso PROVVEDIMENTO DEL DIRIGENTE Servizi Amministrativi Ospedalieri 20151472015134

Dettagli