REGOLAMENTO AZIENDALE PER LA FREQUENZA VOLONTARIA E IL TIROCINIO PRESSO L AZIENDA ASL CN1

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REGOLAMENTO AZIENDALE PER LA FREQUENZA VOLONTARIA E IL TIROCINIO PRESSO L AZIENDA ASL CN1"

Transcript

1 Risorse Umane REGOLAMENTO AZIENDALE PER LA FREQUENZA VOLONTARIA E IL TIROCINIO PRESSO L AZIENDA ASL CN1 Pag. 1 di 11

2 Indice OGGETTO... 3 Finalità: FREQUENZA VOLONTARIA Definizione Richiesta di frequenza volontaria Ammissione alla frequenza Modalità di svolgimento e doveri del frequentatore TIROCINI Definizione Richiesta di Tirocinio Ammissione al Tirocinio Responsabile del tirocinio e tutor Modalità di svolgimento Doveri del tirocinante Corsi di Laurea delle Professioni Sanitarie non mediche Corsi per Operatore Socio Sanitario Corsi On-line NORME FINALI ONERI ECONOMICI Pag. 2 di 11

3 OGGETTO Il presente regolamento ha per oggetto le modalità di svolgimento delle frequenze volontarie e dei tirocini/stage presso le strutture dell Asl CN1, per le motivazioni e alle condizioni previste per ciascuna tipologia da parte di coloro che ne facciano richiesta a fini conoscitivi, di studio e/o ricerca. I candidati autorizzati non possono essere adibiti a compiti di responsabilità né esercitare mansioni proprie dei dipendenti. FINALITÀ: - ottimizzare l impegno pratico/teorico del tirocinante/frequentatore; - garantire la correttezza dell iter formativo; - impiegare con appropriatezza i dipendenti in funzione di tutors. 1 FREQUENZA VOLONTARIA 1.1 DEFINIZIONE La frequenza volontaria presso i Servizi dell Azienda si configura come strumento di formazione e aggiornamento finalizzato ad acquisire o approfondire esperienze e conoscenze relative ad attività svolte in Azienda. Possono essere coinvolte strutture sanitarie per discipline e profili riferibili al ruolo. Pag. 3 di 11

4 1.2 RICHIESTA DI FREQUENZA VOLONTARIA Gli aspiranti devono presentare domanda al Direttore Generale dell Azienda indicando: - il Servizio presso il quale intendono svolgere la frequenza volontaria; - il periodo e l orario di frequenza; - le finalità di tale frequenza. Alla domanda devono essere allegati: 1) titolo di studio; 2) certificato di abilitazione all esercizio della professione ove previsto; 3) iscrizione all albo professionale ove previsto. Per tali documenti gli aspiranti possono avvalersi dell autocertificazione ai sensi del D.P.R. 445/ AMMISSIONE ALLA FREQUENZA L ammissione alla frequenza è subordinata: al parere favorevole: del Responsabile del Servizio e del Direttore di Dipartimento presso il quale l aspirante ha chiesto di svolgere la frequenza volontaria; del Direttore del Presidio Ospedaliero; del Direttore delle Professioni Sanitarie se trattasi di Comparto Sanitario. alla stipula da parte del frequentatore di polizze assicurative per responsabilità civile verso terzi e rischi di infortunio con massimali non inferiori a Euro ciascuna; al giudizio d idoneità rilasciato dalla S.C. Medicina del Lavoro dell Asl CN1; al rispetto da parte del frequentatore dei Regolamenti Aziendali; Pag. 4 di 11

5 alla dichiarazione di sollevare l Azienda da ogni responsabilità civile e penale per eventuali infortuni o malattie professionali che potrebbero derivare da tale frequenza, nonché per eventuali danni arrecati a terzi 1.4 MODALITÀ DI SVOLGIMENTO E DOVERI DEL FREQUENTATORE La durata della frequenza dovrà essere limitata a dodici mesi, rinnovabile su richiesta, previo parere delle figure previste al punto precedente. Le modalità della frequenza sono concordate con il Responsabile e/o Coordinatore della Struttura nel rispetto delle esigenze organizzative interne. I frequentatori sono tenuti a: rispettare le direttive impartite dal Responsabile del Servizio in cui si svolge la frequenza; operare nel rispetto delle direttive aziendali, delle norme di deontologia professionale e di quelle in materia di igiene e sicurezza sui luoghi di lavoro (D.Lgs 81/08 e successioni modificazioni); riconoscere che tale frequenza non comporterà, a tutti gli effetti, l instaurarsi di rapporto di lavoro o di prestazione d opera professionale con l Azienda; essere a conoscenza delle istruzioni di cui all allegato C del Documento Programmatico di Sicurezza, pubblicate sulla Intranet Aziendale sezione Servizio Legale/Privacy, ricevute dalla S.C. OSRU; prendere visione delle informazioni relative ai rischi generali e a quelli connessi con la propria mansione pubblicate sulla Intranet Aziendale sezione SPP/Medicina del Lavoro, ricevute in occasione della visita medica d idoneità. I frequentatori non possono essere impegnati in attività che comportino autonomia decisionale e in particolare non possono firmare atti ufficiali dell Azienda e non possono essere addetti in modo autonomo a compiti propri del personale dell Azienda. I frequentatori avranno diritto ad accedere alla mensa Aziendale, ove presente, alle condizioni previste per i non dipendenti. Pag. 5 di 11

6 2 TIROCINI 2.1 DEFINIZIONE I tirocini oggetto del presente Regolamento sono quelli obbligatoriamente previsti nel piano di studi universitari, o di scuole di specializzazione, scuole professionali, istituti, enti, associazioni riconosciute, master, corsi per operatore socio sanitario. Il tirocinio è quindi finalizzato ad acquisire competenze, realizzando momenti di alternanza tra studio teorico ed apprendimento sul campo e ad agevolare le scelte professionali mediante la conoscenza diretta del mondo del lavoro. Per l attuazione del periodo formativo deve essere stipulata apposita convenzione tra l ente richiedente e l Azienda (sia per i tirocinanti esterni che per i tirocinanti dipendenti dell Asl CN1). 2.2 RICHIESTA DI TIROCINIO Il soggetto richiedente deve inoltrare domanda al Direttore Generale indicando: - il Servizio presso il quale intende svolgere tirocinio/stage; - il periodo di frequenza; - le regole e le finalità che prevedono il tirocinio. Alla domanda devono essere allegati: 1) titolo di studio del candidato 2) certificato di abilitazione all esercizio della professione ove previsto 3) iscrizione all albo professionale ove previsto. Gli aspiranti possono avvalersi dell autocertificazione ai sensi del D.P.R. 445/2000. Pag. 6 di 11

7 2.3 AMMISSIONE AL TIROCINIO L ammissione al Tirocinio è subordinata: al parere favorevole: del Responsabile del Servizio presso il quale si dovrà svolger/stage e del tutor proposto e/o concordato con l Azienda; del Direttore delle Professioni Sanitarie se trattasi figura che si riferisce al Comparto Sanitario; alla stipula di apposita Convenzione; nell eventualità di convenzione già attiva, il tirocinante, sia esterno che dipendente dell ASL CN1, è tenuto in ogni caso a presentare domanda al Direttore Generale e a seguire l iter previsto dal presente Regolamento. alla presentazione da parte del tirocinante o della Scuola di copia del progetto formativo - laddove previsto compilato, firmato dal tutor e dal Responsabile della S.C. OSRU su delega del Direttore Generale; all accettazione da parte del tirocinante dei Regolamenti Aziendali; alla dichiarazione di sollevare l Azienda da ogni responsabilità civile e penale per eventuali infortuni o malattie professionali che potrebbero derivare da tale frequenza, nonché per eventuali danni arrecati a terzi; 2.4 RESPONSABILE DEL TIROCINIO E TUTOR Il Responsabile dell attività di tirocinio è il Responsabile della Struttura frequentata; per ogni tirocinante è nominato un tutor, dipendente di ruolo nella qualifica coerente al progetto formativo, iscritto al relativo albo professionale ove previsto. L attività di tutor è svolta a titolo gratuito e in orario di lavoro. Pag. 7 di 11

8 Il tutor svolge l attività di guida, programmazione e supervisione dell attività di tirocinio, secondo il progetto concordato e si rapporta con l ente proponente nei modi specifici previsti a seconda dei casi, nel rispetto del suo ruolo. Il tutor garantisce la corretta tenuta dei documenti in cui è attestata l attività, redige inoltre la relazione finale relativa agli aspetti formativi e di apprendimento del tirocinante, ove previsto. 2.5 MODALITÀ DI SVOLGIMENTO La durata del tirocinio è stabilita dall Ente proponente previo parere del Responsabile e/o Coordinatore della Struttura frequentata. Le modalità del tirocinio sono concordate con il Responsabile e/o del Coordinatore della Struttura nel rispetto delle esigenze organizzative interne in coerenza con il progetto formativo. Nell eventualità di tirocinanti dipendenti dell Azienda il tirocinio non potrà essere svolto in orario di lavoro. 2.6 DOVERI DEL TIROCINANTE I tirocinanti sono tenuti a : rispettare le direttive impartite dal Responsabile del Servizio in cui si svolg; operare nel rispetto delle direttive aziendali, delle norme di deontologia professionale e di quelle in materia di igiene e sicurezza sui luoghi di lavoro (D.Lgs 81/08 e successioni modificazioni); riconoscere ch non comporterà, a tutti gli effetti, l instaurarsi di rapporto di lavoro o di prestazione d opera professionale con l Azienda; Pag. 8 di 11

9 essere a conoscenza delle istruzioni di cui all allegato C del Documento Programmatico di Sicurezza, pubblicate altresì sulla Intranet Aziendale sezione Servizio Legale/Privacy ; prendere visione delle informazioni relative ai rischi generali e a quelli connessi con la propria mansione pubblicate sulla Intranet Aziendale sezione SPP/Medicina del Lavoro. I tirocinanti non possono essere impegnati in attività che comportino autonomia decisionale e in particolare non possono firmare atti ufficiali dell Azienda e non possono essere addetti in modo autonomo a compiti propri del personale dell Azienda. I tirocinanti avranno diritto ad accedere alla mensa Aziendale, ove presente, alle condizioni previste per i non dipendenti. 2.7 CORSI DI LAUREA DELLE PROFESSIONI SANITARIE NON MEDICHE Gli stage degli studenti dei Corsi di Laurea delle Professioni Sanitarie sono subordinati a convenzioni che rispettano specifici accordi Azienda-Università in merito alla individuazione di Strutture Aziendali quali sedi formative. E previsto che gli studenti siano seguiti di norma da un tutor del corso di Laurea il quale a sua volta si avvale di guide di tirocinio o tutor clinici specifici per Struttura, individuati e messi a disposizione dall Azienda. I Corsi di Laurea provvedono a dare anticipata e puntuale comunicazione all Azienda dei nominativi degli studenti, della durata e della struttura aziendale in cui si svolgerà lo stage. L ammissione al tirocinio è subordinata all idoneità certificata dal Medico Competente incaricato dall Università. E responsabilità di quest ultima verificare il possesso del suddetto requisito. Pag. 9 di 11

10 E responsabilità e cura del corso di Laurea erudire lo studente sui doveri del tirocinante (par. 2.6) e nello specifico informare e formare gli studenti in merito alle disposizioni specifiche in materia di privacy, ai rischi generali e a quelli connessi alla propria mansione e alle norme in materia di igiene e sicurezza sui luoghi di lavoro (D.Lgs 81/08 e successive modifiche). 2.8 CORSI PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Gli stage degli studenti dei corsi per Operatore Socio Sanitario sono subordinati a convenzioni che rispettano specifici accordi tra Azienda e Agenzie/Enti gestori del Progetto Formativo. L ammissione al tirocinio è subordinata all idoneità certificata dal Medico Competente del gestore del corso. E responsabilità dell Agenzia/Ente gestore del Progetto Formativo verificare il possesso del suddetto requisito. E previsto che gli studenti siano seguiti da un tutor del corso di formazione e da un referente specifico di Struttura, individuato e messo a disposizione dall Azienda. E responsabilità e cura del gestore del corso erudire lo studente sui doveri del tirocinante (par. 2.6) e nello specifico informare e formare gli studenti in merito alle disposizioni specifiche in materia di privacy, ai rischi generali e a quelli connessi alla propria mansione e alle norme in materia di igiene e sicurezza sui luoghi di lavoro (D.Lgs 81/08 e successive modifiche). Pag. 10 di 11

11 2.9 CORSI ON-LINE Per i corsi on-line e le Università telematiche verrà valutata caso per caso la fattibilità della stipula di convenzione, sulla base dei seguenti criteri: caratteristiche della Scuola/Università; pertinenza del percorso formativo e professionale proposto; progetto di tirocinio; sede e durata del tirocinio. Per le modalità di svolgimento del relativo tirocinio si rimanda alle sezioni 2.1, 2.2, 2.3, 2.4, 2.5 e 2.6 del presente Regolamento. NORME FINALI Al termine del periodo di frequenza la S.C. OSRU, previa acquisizione di attestazione finale dell attività svolta da parte del Servizio competente e su richiesta dell interessato, rilascia apposita certificazione. ONERI ECONOMICI La frequenza volontaria ed il tirocinio non comportano nessun onere economico a carico dell Azienda ospitante ad eccezione di quello inerente il giudizio di idoneità fisica rilasciato dalla S.C. Medicina del Lavoro per i frequentatori volontari. Pag. 11 di 11

REGOLAMENTO RECANTE NORME PER I TIROCINI PRESSO LE STRUTTURE DELL'AZIENDA USL 1 di MASSA e CARRARA. approvato con delibera n.

REGOLAMENTO RECANTE NORME PER I TIROCINI PRESSO LE STRUTTURE DELL'AZIENDA USL 1 di MASSA e CARRARA. approvato con delibera n. REGOLAMENTO RECANTE NORME PER I TIROCINI PRESSO LE STRUTTURE DELL'AZIENDA USL 1 di MASSA e CARRARA approvato con delibera n. 22 del 30/01/013 1 Art. 1 Oggetto del regolamento 1. Il presente disciplinare

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO

AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO REGOLAMENTO DELLE FREQUENZE VOLONTARIE E DEI TIROCINI PRESSO LE STRUTTURE DELL AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO DI POTENZA 1 PREMESSA Ai sensi della Legge 24 giugno 1997, n. 196, del Decreto Ministeriale

Dettagli

Regolamento per lo svolgimento di tirocini di formazione ed orientamento e per le frequenze volontarie

Regolamento per lo svolgimento di tirocini di formazione ed orientamento e per le frequenze volontarie C onoscenza R esponsabilità E quità A ppartenenza R elazione E ccellenza S icurezza A mbiente L egalità U manità T rasparenza E fficienza Regolamento per lo svolgimento di tirocini di formazione ed orientamento

Dettagli

Elenco firmatari ATTO SOTTOSCRITTO DIGITALMENTE AI SENSI DEL D.P.R. 445/2000 E DEL D.LGS. 82/2005 E SUCCESSIVE MODIFICHE E INTEGRAZIONI

Elenco firmatari ATTO SOTTOSCRITTO DIGITALMENTE AI SENSI DEL D.P.R. 445/2000 E DEL D.LGS. 82/2005 E SUCCESSIVE MODIFICHE E INTEGRAZIONI BASS A FRIULANA Elenco firmatari ATTO SOTTOSCRITTO DIGITALMENTE AI SENSI DEL D.P.R. 445/2000 E DEL D.LGS. 82/2005 E SUCCESSIVE MODIFICHE E INTEGRAZIONI Questo documento è stato firmato da: NOME: LUCIANO

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 2 OLBIA DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 1415 DEL 27/11/2014 IL DIRETTORE GENERALE

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 2 OLBIA DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 1415 DEL 27/11/2014 IL DIRETTORE GENERALE REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 2 OLBIA DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 1415 DEL 27/11/2014 OGGETTO: Regolamento aziendale per le frequenze volontarie. IL DIRETTORE

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ATTRIBUZIONE DI INCARICHI ONORARI GRATUITI DI STUDIO, RICERCA E/O CONSULENZA E PER LA FREQUENZA VOLONTARIA NON A FINI DI FORMAZIONE

REGOLAMENTO PER L ATTRIBUZIONE DI INCARICHI ONORARI GRATUITI DI STUDIO, RICERCA E/O CONSULENZA E PER LA FREQUENZA VOLONTARIA NON A FINI DI FORMAZIONE REGOLAMENTO PER L ATTRIBUZIONE DI INCARICHI ONORARI GRATUITI DI STUDIO, RICERCA E/O CONSULENZA E PER LA FREQUENZA VOLONTARIA NON A FINI DI FORMAZIONE Indice: Art./Capo Titolo Pagina I Disposizioni generali

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE COLLABORAZIONI PROFESSIONALI VOLONTARIE PRESSO LE STRUTTURE DELL AZIENDA OSPEDALIERA FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO

REGOLAMENTO DELLE COLLABORAZIONI PROFESSIONALI VOLONTARIE PRESSO LE STRUTTURE DELL AZIENDA OSPEDALIERA FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO REGOLAMENTO DELLE COLLABORAZIONI PROFESSIONALI VOLONTARIE PRESSO LE STRUTTURE DELL AZIENDA OSPEDALIERA FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO Approvato con deliberazione n. 8 del 18.01.2013 Regolamento delle collaborazioni

Dettagli

Indice. Oggetto e natura giuridica della frequenza volontaria... pag.3. Art. 2 Requisiti per l ammissione alla frequenza volontaria... pag.

Indice. Oggetto e natura giuridica della frequenza volontaria... pag.3. Art. 2 Requisiti per l ammissione alla frequenza volontaria... pag. frequenze volontarie presso le strutture aziendali Revisione n. 3 1 Indice Art. 1 Oggetto e natura giuridica della frequenza volontaria.... pag.3 Art. 2 Requisiti per l ammissione alla frequenza volontaria....

Dettagli

Deliberazione N.: 477 del: 19/05/2015

Deliberazione N.: 477 del: 19/05/2015 Deliberazione N.: 477 del: 19/05/2015 Oggetto : CONVENZIONE CON LA FONDAZIONE MADONNA DEL CORLO O.N.L.U.S. DI LONATO PER IL TIROCINIO DEGLI STUDENTI DEL CORSO DI LAUREA IN INFERMIERISTICA. Pubblicazione

Dettagli

REGIONE SICILIANA AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA POLICLINICO VITTORIO EMANUELE CATANIA REGOLAMENTO PER LA FREQUENZA VOLONTARIA

REGIONE SICILIANA AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA POLICLINICO VITTORIO EMANUELE CATANIA REGOLAMENTO PER LA FREQUENZA VOLONTARIA REGIONE SICILIANA AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA POLICLINICO VITTORIO EMANUELE CATANIA REGOLAMENTO PER LA FREQUENZA VOLONTARIA ART. 1 - AMBITI DI APPLICAZIONE Il presente Regolamento disciplina le modalità

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE IN OSTEOPATIA

CORSO DI FORMAZIONE IN OSTEOPATIA CORSO DI FORMAZIONE IN OSTEOPATIA OGGETTO: Convenzione per lo svolgimento del momenti di tirocini formativi per il Corso di Osteopatia presso l Accademia di Osteopatia di Milano Modello Unico ( art.4 L.53/2003

Dettagli

Deliberazione N.: 581 del: 17/06/2015

Deliberazione N.: 581 del: 17/06/2015 Deliberazione N.: 581 del: 17/06/2015 Oggetto : CONVENZIONE CON L PER LO SVOLGIMENTO DI TIROCINI DI FORMAZIONE ED ORIENTAMENTO Pubblicazione all Albo on line per giorni quindici consecutivi dal: 17/06/2015

Dettagli

DISCIPLINARE PER L ACCESSO E LO SVOLGIMENTO DELLA FREQUENZA A SCOPO DIDATTICO FORMATIVO E STAGES PRESSO L AZIENDA OSPEDALIERA SAN

DISCIPLINARE PER L ACCESSO E LO SVOLGIMENTO DELLA FREQUENZA A SCOPO DIDATTICO FORMATIVO E STAGES PRESSO L AZIENDA OSPEDALIERA SAN DISCIPLINARE PER L ACCESSO E LO SVOLGIMENTO DELLA FREQUENZA A SCOPO DIDATTICO FORMATIVO E STAGES PRESSO L AZIENDA OSPEDALIERA SAN GIOVANNI-ADDOLORATA. INDICE ART.1 FINALITA pag.3 ART.2 INCOMPATIBILITA

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 2 OLBIA DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO N. 1052 DEL 10/09/2015

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 2 OLBIA DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO N. 1052 DEL 10/09/2015 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 2 OLBIA DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO N. 1052 DEL 10/09/2015 OGGETTO: Approvazione convenzione con il Dipartimento di Pedagogia,

Dettagli

(Approvato con delibera n. 3618 del 2/08/2010)

(Approvato con delibera n. 3618 del 2/08/2010) Servizio Sanitario Nazionale Regione Siciliana VIA MAZZINI, 1 91100 TRAPANI TEL.(0923) 805111 - FAX (0923) 873745 Codice Fiscale P. IVA 02363280815 REGOLAMENTO DELLE FREQUENZE VOLONTARIE E DEI TIROCINI

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI Regolamento disciplinante la procedura di attivazione dei tirocini e stage (Approvato dal Senato Accademico nella seduta del 14 marzo 2007) (Approvato dal Consiglio di

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 407/2015 ADOTTATA IN DATA 13/03/2015 IL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE N. 407/2015 ADOTTATA IN DATA 13/03/2015 IL DIRETTORE GENERALE DELIBERAZIONE N. 407/2015 ADOTTATA IN DATA 13/03/2015 OGGETTO: Rinnovo della convenzione per internato di tesi e stipula della convenzione per attività didattiche professionalizzanti con l Università Vita

Dettagli

IL DIRETTORE GENERALE

IL DIRETTORE GENERALE DELIBERAZIONE N. DEL OGGETTO: CONVENZIONI CON L AZIENDA OSPEDALIERA SPEDALI CIVILI DI BRESCIA PER IL TIROCINIO DI FORMAZIONE E DI ORIENTAMENTO CURRICULARE DEGLI STUDENTI DEI CORSI DI LAUREA IN TECNICHE

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 642/2015 ADOTTATA IN DATA 16/04/2015 IL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE N. 642/2015 ADOTTATA IN DATA 16/04/2015 IL DIRETTORE GENERALE DELIBERAZIONE N. 642/2015 ADOTTATA IN DATA 16/04/2015 OGGETTO: Rinnovo della convenzione con l Università Cattolica del Sacro Cuore, con sede legale in Milano, per lo svolgimento di tirocini di formazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA FREQUENZA VOLONTARIA PRESSO LE STRUTTURE DELL AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA DI BOLOGNA POLICLINICO S.

REGOLAMENTO PER LA FREQUENZA VOLONTARIA PRESSO LE STRUTTURE DELL AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA DI BOLOGNA POLICLINICO S. REGOLAMENTO PER LA FREQUENZA VOLONTARIA PRESSO LE STRUTTURE DELL AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA DI BOLOGNA POLICLINICO S.ORSOLA- MALPIGHI delibera n. 89 DEL 18.3.2013 PREMESSA Scopo del presente Regolamento

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CAGLIARI Area Didattica e Orientamento Facoltà di Studi Umanistici Ufficio Tirocini

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CAGLIARI Area Didattica e Orientamento Facoltà di Studi Umanistici Ufficio Tirocini UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CAGLIARI Area Didattica e Orientamento Facoltà di Studi Umanistici Ufficio Tirocini Corsi di Laurea in Scienze e Tecniche Psicologiche Corso di Laurea Specialistica in Psicologia

Dettagli

Il tirocinio post laurea in Psicologia

Il tirocinio post laurea in Psicologia Il tirocinio post laurea in Psicologia a cura della Commissione Paritetica Ordine degli Psicologi della Puglia Università degli Studi di Bari «A. Moro» Riferimenti normativi Legge 18 febbraio 1989 n. 56,

Dettagli

DECRETO DEL DIRETTORE GENERALE - Dott. Arturo Orsini - nominato con Decreto del Presidente della Giunta Regionale del Veneto n. 237 del 29.12.

DECRETO DEL DIRETTORE GENERALE - Dott. Arturo Orsini - nominato con Decreto del Presidente della Giunta Regionale del Veneto n. 237 del 29.12. N. 660 del Reg. Decreti del 04/11/2014 DECRETO DEL DIRETTORE GENERALE - Dott. Arturo Orsini - nominato con Decreto del Presidente della Giunta Regionale del Veneto n. 237 del 29.12.2012 OGGETTO: Regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ATTIVAZIONE E L ORGANIZZAZIONE DEI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO. (Emanato con D.R. n. 409 in data 07/04/2011)

REGOLAMENTO PER L ATTIVAZIONE E L ORGANIZZAZIONE DEI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO. (Emanato con D.R. n. 409 in data 07/04/2011) REGOLAMENTO PER L ATTIVAZIONE E L ORGANIZZAZIONE DEI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO (Emanato con D.R. n. 409 in data 07/04/2011) TITOLO I MASTER UNIVERSITARI DI PRIMO E DI SECONDO LIVELLO

Dettagli

REGOLAMENTO PER GLI STAGE

REGOLAMENTO PER GLI STAGE REGOLAMENTO PER GLI STAGE emanato con D.R. n. 5146 del 2000, successivamente modificato con D.R. n. 9 del 16 gennaio 2007 e D.R. n. 198 del 29 novembre 2011 1/5 ART. 1 Ambito di applicazione 1.1 Il presente

Dettagli

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 315 del 14-5-2015 O G G E T T O

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 315 del 14-5-2015 O G G E T T O REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE n. 315 del 14-5-2015 O G G E T T O Convenzione con l'istituto Professionale Statale Industria e Artigianato "Fedele Lampertico"

Dettagli

MASTER MANAGEMENT PER IL COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SOCIO-SANITARIE

MASTER MANAGEMENT PER IL COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SOCIO-SANITARIE MASTER MANAGEMENT PER IL COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SOCIO-SANITARIE Linee guida per lo svolgimento del Tirocinio formativo obbligatorio di 500 ore Il tirocinio in Management per il Coordinamento delle

Dettagli

MASTER MANAGEMENT PER IL COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE

MASTER MANAGEMENT PER IL COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE MASTER MANAGEMENT PER IL COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE Linee guida per lo svolgimento del Tirocinio formativo obbligatorio di 500 ore Il tirocinio in Management per il Coordinamento delle Professioni

Dettagli

COPIA TRATTA DAL SITO WEB ASLBAT.IT

COPIA TRATTA DAL SITO WEB ASLBAT.IT CONVENZIONE PER IL TIROCINIO FORMATIVO E DI ORIENTAMENTO E PER IL TIROCINIO ABILITANTE ALL ESAME DI STATO PER LAUREATI/LAUREANDI IN: PSICOLOGIA (V.O), SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE (CLASSE 34), PSICOLOGIA

Dettagli

DISCIPLINA DELLA FREQUENZA VOLONTARIA E DEL TIROCINIO PRESSO LE STRUTTURE DELL AZIENDA S.S.L. N. 10 VENETO ORIENTALE.

DISCIPLINA DELLA FREQUENZA VOLONTARIA E DEL TIROCINIO PRESSO LE STRUTTURE DELL AZIENDA S.S.L. N. 10 VENETO ORIENTALE. Pagina 1 di 10 DISCIPLINA DELLA FREQUENZA VOLONTARIA E DEL TIROCINIO PRESSO LE STRUTTURE DELL AZIENDA S.S.L. N. 10 VENETO ORIENTALE. Pagina 2 di 10 TITOLO I INDICE Art 1 FREQUENZE CONSENTITE... Pag. 3

Dettagli

CONVENZIONE. premesso

CONVENZIONE. premesso CONVENZIONE TRA L UNIVERSITA DI PISA FACOLTA DI FARMACIA E L ORDINE DEI FARMACISTI DELLA PROVINCIA DI MASSA CARRARA PER LO SVOLGIMENTO DEL TIROCINIO PROFESSIONALE E DI ATTIVITA DIDATTICHE L Ordine dei

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 1676/2015 ADOTTATA IN DATA 29/10/2015 IL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE N. 1676/2015 ADOTTATA IN DATA 29/10/2015 IL DIRETTORE GENERALE DELIBERAZIONE N. 1676/2015 ADOTTATA IN DATA 29/10/2015 OGGETTO: Convenzione con la scuola di psicoterapia Centro milanese di terapia della famiglia di Milano per lo svolgimento di tirocini formativi da

Dettagli

Dipartimento di Giurisprudenza Via Matteotti, 1-61029 Urbino (PU) Tel. +39 0722 303220-303222 Fax +39 0722 2955 http://digiur.uniurb.

Dipartimento di Giurisprudenza Via Matteotti, 1-61029 Urbino (PU) Tel. +39 0722 303220-303222 Fax +39 0722 2955 http://digiur.uniurb. ACCORDO tra L Ordine dei Consulenti del Lavoro della Provincia di Pesaro e Urbino e il dell Università degli Studi di Urbino Carlo Bo visto - la Legge 11 gennaio 1979, n. 12 recante Norme per l ordinamento

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 1944/2014 ADOTTATA IN DATA 11/12/2014

DELIBERAZIONE N. 1944/2014 ADOTTATA IN DATA 11/12/2014 DELIBERAZIONE N. 1944/2014 ADOTTATA IN DATA 11/12/2014 OGGETTO: Convenzione con l azienda ospedaliera Istituti Clinici di Perfezionamento di Milano per attività di tirocinio degli studenti del corso di

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI MEDITERRANEA DI REGGIO CALABRIA Dipartimento di Giurisprudenza ed Economia. Corso di Laurea in Scienze Economiche

UNIVERSITA DEGLI STUDI MEDITERRANEA DI REGGIO CALABRIA Dipartimento di Giurisprudenza ed Economia. Corso di Laurea in Scienze Economiche UNIVERSITA DEGLI STUDI MEDITERRANEA DI REGGIO CALABRIA Dipartimento di Giurisprudenza ed Economia Corso di Laurea in Scienze Economiche Regolamento per lo svolgimento di Tirocini di formazione e orientamento

Dettagli

REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DI TIROCINI, STAGE, ATTIVITA DI VOLONTARIATO ED INTERNATO PRESSO LE STRUTTURE della ASL BAT

REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DI TIROCINI, STAGE, ATTIVITA DI VOLONTARIATO ED INTERNATO PRESSO LE STRUTTURE della ASL BAT REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DI TIROCINI, STAGE, ATTIVITA DI VOLONTARIATO ED INTERNATO PRESSO LE STRUTTURE della ASL BAT Il presente regolamento disciplina lo svolgimento dei tirocini obbligatori e facoltativi,

Dettagli

CONVENZIONE TRA AGENZIA DELLE ENTRATE - DIREZIONE REGIONALE DEL LAZIO E UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA DI VITERBO

CONVENZIONE TRA AGENZIA DELLE ENTRATE - DIREZIONE REGIONALE DEL LAZIO E UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA DI VITERBO DIREZIONE Viterbo, REGIONALE LAZIO CONVENZIONE TRA AGENZIA DELLE ENTRATE - DIREZIONE REGIONALE DEL LAZIO E UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA DI VITERBO PER : TIROCINIO FORMATIVO STUDENTI ; RICONOSCIMENTO

Dettagli

PREMESSO CHE CONSIDERATO CHE

PREMESSO CHE CONSIDERATO CHE CONVENZIONE TRA L'UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO - SCUOLA DI MEDICINA, E L A.S.L/ A.S.O.. - PER TIROCINI PROFESSIONALIZZANTI DEGLI STUDENTI ISCRITTI AL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MEDICINA E CHIRURGIA

Dettagli

C.d.L. Triennale in Scienze motorie C.d.L. Magistrale in Scienze e Tecniche delle Attività motorie preventive e adattate

C.d.L. Triennale in Scienze motorie C.d.L. Magistrale in Scienze e Tecniche delle Attività motorie preventive e adattate C.d.L. Triennale in Scienze motorie C.d.L. Magistrale in Scienze e Tecniche delle Attività motorie preventive e adattate REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA DI TIROCINIO FORMATIVO E DI STAGE Il presente Regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI MASTER UNIVERSITARI E CORSI DI PERFEZIONAMENTO O DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI MASTER UNIVERSITARI E CORSI DI PERFEZIONAMENTO O DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI MASTER UNIVERSITARI E CORSI DI PERFEZIONAMENTO O DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE Emanato con decreto rettorale n. 9 del 12 novembre 2013 N.B. - Sostituisce

Dettagli

D.R. N. 1002/14 IL RETTORE

D.R. N. 1002/14 IL RETTORE D.R. N. 1002/14 IL RETTORE Vista la Legge 9 maggio 1989, n. 168, istitutiva del Ministero dell'università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica; Vista la Legge n. 240 del 30 dicembre 2010; Visto lo

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 110/2015 ADOTTATA IN DATA 29/01/2015 IL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE N. 110/2015 ADOTTATA IN DATA 29/01/2015 IL DIRETTORE GENERALE DELIBERAZIONE N. 110/2015 ADOTTATA IN DATA 29/01/2015 OGGETTO: Convenzione con la scuola di psicoterapia Accademia di psicoterapia della famiglia di Roma per lo svolgimento di tirocini pratici professionalizzanti

Dettagli

Linee guida per lo svolgimento del Tirocinio formativo obbligatorio di 500 ore

Linee guida per lo svolgimento del Tirocinio formativo obbligatorio di 500 ore MASTER MANAGEMENT PER IL COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE Linee guida per lo svolgimento del Tirocinio formativo obbligatorio di 500 ore Il tirocinio in Management per il Coordinamento delle Professioni

Dettagli

Articolo 1. Articolo 2. (Definizione e finalità)

Articolo 1. Articolo 2. (Definizione e finalità) UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TRENTO DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E MANAGEMENT REGOLAMENTO DEL TIROCINIO FORMATIVO E DI ORIENTAMENTO (approvato nel Consiglio di Dipartimento del 19 febbraio 2014) Articolo 1 (Definizione

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 1915/2014 ADOTTATA IN DATA 03/12/2014 IL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE N. 1915/2014 ADOTTATA IN DATA 03/12/2014 IL DIRETTORE GENERALE DELIBERAZIONE N. 1915/2014 ADOTTATA IN DATA 03/12/2014 OGGETTO: Convenzione con l Istituto di ricerca in psicoanalisi applicata (IRPA) di Milano per lo svolgimento di tirocini pratici professionalizzanti

Dettagli

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 64 del 23-2-2015 O G G E T T O

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 64 del 23-2-2015 O G G E T T O REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE n. 64 del 23-2-2015 O G G E T T O Convenzione con l'università degli Studi di Verona per lo svolgimento di stage ai fini

Dettagli

Regione Piemonte - Azienda Sanitaria Locale CN2 Alba Bra 20 GIUGNO 2011

Regione Piemonte - Azienda Sanitaria Locale CN2 Alba Bra 20 GIUGNO 2011 Osru/det/2011/tirocPsicologia i:\delibere\delibere da pubblicare\delib2011\0788.doc Determinazione Direttoriale NUMERO GENERALE 788 CODICE PROPOSTA BUDGET ADOTT. ANNO PROGR. 000 PER 11 0097 DATA 20 GIUGNO

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA DELLA PROVINCIA DI PAVIA

AZIENDA OSPEDALIERA DELLA PROVINCIA DI PAVIA AZIENDA OSPEDALIERA DELLA PROVINCIA DI PAVIA Sede Legale: Viale Repubblica, 34-27100 PAVIA Tel. 0382 530596 - Telefax 0382 531174 www.ospedali.pavia.it REGOLAMENTO DELL AZIENDA OSPEDALIERA DELLA PROVINCIA

Dettagli

REGOLAMENTO DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARIO

REGOLAMENTO DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARIO REGOLAMENTO DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARIO Art. 1 Corsi per master universitario 1. L Università promuove, secondo la normativa vigente corsi di alta formazione per il conseguimento di diplomi di master

Dettagli

Regione Piemonte - Azienda Sanitaria Locale CN2 Alba Bra. D e t e r m i n a z i o n e D i r e t t o r i a l e

Regione Piemonte - Azienda Sanitaria Locale CN2 Alba Bra. D e t e r m i n a z i o n e D i r e t t o r i a l e i:\delibere\delibere da pubblicare\delib2012\0272.doc D e t e r m i n a z i o n e D i r e t t o r i a l e NUMERO GENERALE 272 CODICE PROPOSTA BUDGET ADOTT. ANNO PROGR. 000 PER 12 0037 DATA 27 FEBBRAIO

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 108/2015 ADOTTATA IN DATA 29/01/2015 IL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE N. 108/2015 ADOTTATA IN DATA 29/01/2015 IL DIRETTORE GENERALE DELIBERAZIONE N. 108/2015 ADOTTATA IN DATA 29/01/2015 OGGETTO: Convenzione con l Università degli studi di Roma La Sapienza per lo svolgimento di tirocini formativi da parte degli psicologi iscritti alla

Dettagli

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 257 del 28-4-2015 O G G E T T O

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 257 del 28-4-2015 O G G E T T O REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE n. 257 del 28-4-2015 O G G E T T O Convenzione con l'istituto di Istruzione superiore S.Boscardin di Vicenza per lo svolgimento

Dettagli

Deliberazione N.: 874 del: 15/09/2015

Deliberazione N.: 874 del: 15/09/2015 Deliberazione N.: 874 del: 15/09/2015 Oggetto : CONVENZIONI CON L AZIENDA OSPEDALIERA SPEDALI CIVILI DI BRESCIA PER IL TIROCINIO DI FORMAZIONE E DI ORIENTAMENTO CURRICULARE DEGLI STUDENTI DEI CORSI DI

Dettagli

Master Universitario di I livello (X edizione- I sessione)

Master Universitario di I livello (X edizione- I sessione) Master Universitario di I livello (X edizione- I sessione) in GESTIONE DEL COORDINAMENTO NELLE PROFESSIONI SANITARIE Anno Accademico 015/016 Presso l Università degli Studi Niccolò Cusano Telematica Roma

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 1812/2014 ADOTTATA IN DATA 13/11/2014 IL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE N. 1812/2014 ADOTTATA IN DATA 13/11/2014 IL DIRETTORE GENERALE DELIBERAZIONE N. 1812/2014 ADOTTATA IN DATA 13/11/2014 OGGETTO: Rinnovo della convenzione con l IRCCS Istituto Auxologico Italiano di Milano per lo svolgimento di tirocini pratico applicativi per il corso

Dettagli

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 501 del 16-7-2015 O G G E T T O

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 501 del 16-7-2015 O G G E T T O REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE n. 501 del 16-7-2015 O G G E T T O Convenzione con l'università degli Studi di Pavia per lo svolgimento del tirocinio

Dettagli

GUIDA AL TIROCINIO FORMATIVO. Master Universitario in MANAGEMENTE E FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROEFESSIONI SANITARIE. a.a.

GUIDA AL TIROCINIO FORMATIVO. Master Universitario in MANAGEMENTE E FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROEFESSIONI SANITARIE. a.a. GUIDA AL TIROCINIO FORMATIVO Master Universitario in MANAGEMENTE E FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROEFESSIONI SANITARIE a.a. 2011-2012 COS E IL TIROCINIO FORMATIVO? In base all'accordo Stato Regioni

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FOGGIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FOGGIA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FOGGIA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITÀ DIDATTICHE DI TIROCINIO PER GLI STUDENTI DEI CORSI DI STUDIO DEL DIPARTIMENTO DI SCIENZE AGRARIE, DEGLI ALIMENTI E DELL AMBIENTE Art. 1 - Definizione

Dettagli

CONTRATTO NAZIONALE PER LA DISCIPLINA DELL APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE NELL'INDUSTRIA CINEAUDIOVISIVA

CONTRATTO NAZIONALE PER LA DISCIPLINA DELL APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE NELL'INDUSTRIA CINEAUDIOVISIVA Roma, Dicembre 2006 CONTRATTO NAZIONALE PER LA DISCIPLINA DELL APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE NELL'INDUSTRIA CINEAUDIOVISIVA Premessa. Le parti stipulanti si danno reciprocamente atto che la seguente

Dettagli

Azienda USL 2 Lucca SC Formazione. Regolamento TIROCINIO ( Delibera Direttore Generale 736 del 30/12/14)

Azienda USL 2 Lucca SC Formazione. Regolamento TIROCINIO ( Delibera Direttore Generale 736 del 30/12/14) Azienda USL 2 Lucca SC Formazione Regolamento TIROCINIO ( Delibera Direttore Generale 736 del 30/12/14) REGOLAMENTO DEI TIROCINI IN AZIENDA Art. 1 Oggetto Il presente regolamento ha lo scopo di descrivere

Dettagli

Regolamento disciplinante condizioni e modalita di svolgimento della frequenza volontaria

Regolamento disciplinante condizioni e modalita di svolgimento della frequenza volontaria Regolamento disciplinante condizioni e modalita di svolgimento della frequenza volontaria presso le strutture dell A.R.N.A.S Civico Di Cristina Benfratelli di Palermo Staff della Direzione Aziendale U.O.

Dettagli

SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO DI UN FUNZIONARIO PRIMO LIVELLO IN POSSESSO DI LAUREA IN INGEGNERIA

SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO DI UN FUNZIONARIO PRIMO LIVELLO IN POSSESSO DI LAUREA IN INGEGNERIA SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO DI UN FUNZIONARIO PRIMO LIVELLO IN POSSESSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ARTICOLO 1 Requisiti per l ammissione alla selezione E indetta una selezione

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DEL TIROCINIO E DELL ESAME FINALE PER IL CONSEGUIMENTO DEL TITOLO DI STUDIO Art. 1 Ambito di applicazione Il presente

Dettagli

CONVENZIONE DI TIROCINIO DI FORMAZIONE E ORIENTAMENTO

CONVENZIONE DI TIROCINIO DI FORMAZIONE E ORIENTAMENTO Università degli Studi di Cagliari CONVENZIONE DI TIROCINIO DI FORMAZIONE E ORIENTAMENTO (Reg. n del ) Tra L'Università degli studi di Cagliari, codice fiscale 80019600925, con sede legale in Cagliari,

Dettagli

DECRETO n. 213 del 03/04/2014

DECRETO n. 213 del 03/04/2014 ASL di Brescia Sede Legale: viale Duca degli Abruzzi, 15 25124 Brescia Tel. 030.38381 Fax 030.3838233 - www.aslbrescia.it - informa@aslbrescia.it Posta certificata: servizioprotocollo@pec.aslbrescia.it

Dettagli

LINEE GUIDA PER L ATTIVAZIONE DI TIROCINI FORMATIVI E DI ORIENTAMENTO ALL INTERNO DI STRUTTURE DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA

LINEE GUIDA PER L ATTIVAZIONE DI TIROCINI FORMATIVI E DI ORIENTAMENTO ALL INTERNO DI STRUTTURE DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA LINEE GUIDA PER L ATTIVAZIONE DI TIROCINI FORMATIVI E DI ORIENTAMENTO ALL INTERNO DI STRUTTURE DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA Per favorire lo svolgimento di attività professionalizzanti

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 321/2015 ADOTTATA IN DATA 05/03/2015 IL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE N. 321/2015 ADOTTATA IN DATA 05/03/2015 IL DIRETTORE GENERALE DELIBERAZIONE N. 321/2015 ADOTTATA IN DATA 05/03/2015 OGGETTO: Convenzione con l Istituto di psicologia psicoanalitica di Brescia per lo svolgimento di tirocini pratici professionalizzanti da parte di

Dettagli

Deliberazione N.: 1235 del: 18/12/2015

Deliberazione N.: 1235 del: 18/12/2015 Deliberazione N.: 1235 del: 18/12/2015 Oggetto : CONVENZIONE CON LA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN PSICOTERAPIA PSICOANALITICA DELL ADOLESCENTE E DEL GIOVANE ADULTO A.R.P.Ad. GESTITA DALLA FONDAZIONE MINOTAURO

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 1914/2014 ADOTTATA IN DATA 03/12/2014 IL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE N. 1914/2014 ADOTTATA IN DATA 03/12/2014 IL DIRETTORE GENERALE DELIBERAZIONE N. 1914/2014 ADOTTATA IN DATA 03/12/2014 OGGETTO: Convenzione con l Istituto torinese di analisi transazionale e gestalt (I.T.A.T.) di Torino per lo svolgimento di tirocini pratici professionalizzanti

Dettagli

REGOLAMENTO TIROCINIO CURRICULARE CORSI DI LAUREA IN: SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE LAUREA MAGISTRALE IN PSICOLOGIA

REGOLAMENTO TIROCINIO CURRICULARE CORSI DI LAUREA IN: SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE LAUREA MAGISTRALE IN PSICOLOGIA REGOLAMENTO TIROCINIO CURRICULARE CORSI DI LAUREA IN: SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE LAUREA MAGISTRALE IN PSICOLOGIA Il Piano di studi dei Corsi di Laurea in Scienze e Tecniche Psicologiche (Classe L

Dettagli

CONVENZIONE DI TIROCINIO DI FORMAZIONE ED ORIENTAMENTO (AI SENSI DELL ART.4, V C., D.M. 25/031998, N. 142) TRA

CONVENZIONE DI TIROCINIO DI FORMAZIONE ED ORIENTAMENTO (AI SENSI DELL ART.4, V C., D.M. 25/031998, N. 142) TRA CONVENZIONE DI TIROCINIO DI FORMAZIONE ED ORIENTAMENTO (AI SENSI DELL ART.4, V C., D.M. 25/031998, N. 142) TRA La Facoltà di Medicina Veterinaria dell Università degli studi di Bari Scuola di Specializzazione

Dettagli

COORDINATORE DELLA SICUREZZA NEI CANTIERI

COORDINATORE DELLA SICUREZZA NEI CANTIERI Pagina 2 di 6 1. PROFILO E COMPETENZE 1.1. PROFILO 1.2. COMPETENZE Il Coordinatore della sicurezza nei cantieri, temporanei o mobili, in fase di Progettazione CSP ed in fase di Esecuzione CSE (di seguito

Dettagli

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 296 del 6-5-2015 O G G E T T O

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 296 del 6-5-2015 O G G E T T O REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE n. 296 del 6-5-2015 O G G E T T O Convenzione con il Consorzio per la Ricerca e l'educazione Permanente (COREP) di Torino

Dettagli

MPSI LAUREE MAGISTRALI in PSICOLOGIA REGOLAMENTO TIROCINIO CURRICULARE INTERNO

MPSI LAUREE MAGISTRALI in PSICOLOGIA REGOLAMENTO TIROCINIO CURRICULARE INTERNO MPSI LAUREE MAGISTRALI in PSICOLOGIA REGOLAMENTO TIROCINIO CURRICULARE INTERNO A.A. 2015/2016 INDICE 1. Tirocinio curriculare MPSI... 3 1.1 Tirocinio curriculare esterno... 3 1.2 Tirocinio curriculare

Dettagli

ACCORDO. tra L ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI LECCE e L UNIVERSITA DEL SALENTO FACOLTA DI ECONOMIA

ACCORDO. tra L ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI LECCE e L UNIVERSITA DEL SALENTO FACOLTA DI ECONOMIA ACCORDO tra L ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI DI LECCE e L UNIVERSITA DEL SALENTO FACOLTA DI ECONOMIA visto - l articolo 43 del Decreto Legislativo 28 giugno 2005, n. 139 e l art. 6 del DM 7 agosto 2009,

Dettagli

NORME GENERALI IN MATERIA DI TIROCINIO E ATTIVITÀ FORMATIVE E PROFESSIONALI SOSTITUTIVE DEL TIROCINIO

NORME GENERALI IN MATERIA DI TIROCINIO E ATTIVITÀ FORMATIVE E PROFESSIONALI SOSTITUTIVE DEL TIROCINIO NORME GENERALI IN MATERIA DI TIROCINIO E ATTIVITÀ FORMATIVE E PROFESSIONALI SOSTITUTIVE DEL TIROCINIO Approvate dal Consiglio di Facoltà in data 28 febbraio 2012 Modificate dal Consiglio di Dipartimento

Dettagli

SICUREZZA E SALUTE SUL LAVORO cominciamo a SCUOLA

SICUREZZA E SALUTE SUL LAVORO cominciamo a SCUOLA SICUREZZA E SALUTE SUL LAVORO cominciamo a SCUOLA L ORGANIZZAZIONE DELLA PREVENZIONE AZIENDALE DIRITTI, DOVERI E SANZIONI PER I VARI SOGGETTI AZIENDALI protocollo d intesa 5 febbraio 2015 ASL Brescia ASL

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA SCUOLA QUADRIENNALE DI SPECIALIZZAZIONE IN PSICOTERAPIA PSICODINAMICA AD ORIENTAMENTO SOCIO-COSTRUTTIVISTA (PPSISCO)

REGOLAMENTO DELLA SCUOLA QUADRIENNALE DI SPECIALIZZAZIONE IN PSICOTERAPIA PSICODINAMICA AD ORIENTAMENTO SOCIO-COSTRUTTIVISTA (PPSISCO) REGOLAMENTO DELLA SCUOLA QUADRIENNALE DI SPECIALIZZAZIONE IN PSICOTERAPIA PSICODINAMICA AD ORIENTAMENTO SOCIO-COSTRUTTIVISTA (PPSISCO) Articolo 1 (Finalità) Il presente regolamento definisce gli organi

Dettagli

SCADENZA ore 12 del giorno 11/11/2015

SCADENZA ore 12 del giorno 11/11/2015 SCADENZA ore 12 del giorno 11/11/2015 AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA COMPARTIMENTALE E INTERCOMPARTIMENTALE EX ART. 30 D.LGS. 165/2001 Si rende noto che questa Azienda, in esecuzione della deliberazione

Dettagli

BANDO DI CONCORSO VIII edizione Corso di Alta Formazione Marketing e distribuzione di prodotti assicurativi maggio 2008 ottobre 2008

BANDO DI CONCORSO VIII edizione Corso di Alta Formazione Marketing e distribuzione di prodotti assicurativi maggio 2008 ottobre 2008 BANDO DI CONCORSO VIII edizione Corso di Alta Formazione Marketing e distribuzione di prodotti assicurativi maggio 2008 ottobre 2008 Art. 1 Attivazione del Corso Presso la Scuola Superiore Sant'Anna di

Dettagli

Testo aggiornato affisso Prot. 1270 del 29/01/2013 all Albo il 29/01/2013 REGOLAMENTO DEL TIROCINIO

Testo aggiornato affisso Prot. 1270 del 29/01/2013 all Albo il 29/01/2013 REGOLAMENTO DEL TIROCINIO Testo aggiornato affisso Prot. 1270 del 29/01/2013 all Albo il 29/01/2013 REGOLAMENTO DEL TIROCINIO (II Stralcio della bozza di Regolamento degli studenti approvato con delibera del Consiglio Accademico

Dettagli

REGOLAMENTO recante norme per la gestione dell istituto delle frequenze volontarie presso le strutture della Fondazione IRCCS Istituto Neurologico

REGOLAMENTO recante norme per la gestione dell istituto delle frequenze volontarie presso le strutture della Fondazione IRCCS Istituto Neurologico REGOLAMENTO recante norme per la gestione dell istituto delle frequenze volontarie presso le strutture della Fondazione IRCCS Istituto Neurologico Carlo Besta INDICE ART. 1 OGGETTO E TIPOLOGIE DI FREQUENZA..

Dettagli

CONVENZIONE PER L UTILIZZAZIONE DI STRUTTURE DA PARTE DELLE SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE DI AREA PSICOLOGICA DELL UNIVERSITÁ DEGLI STUDI DI TORINO TRA

CONVENZIONE PER L UTILIZZAZIONE DI STRUTTURE DA PARTE DELLE SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE DI AREA PSICOLOGICA DELL UNIVERSITÁ DEGLI STUDI DI TORINO TRA CONVENZIONE PER L UTILIZZAZIONE DI STRUTTURE DA PARTE DELLE SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE DI AREA PSICOLOGICA DELL UNIVERSITÁ DEGLI STUDI DI TORINO TRA La Scuola di Specializzazione in Psicologia della Salute

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI STUDIO: Culture e tecniche del costume e della moda FACOLTÀ: Lettere e Filosofia CLASSE: 23 Art. 1 Coerenza tra crediti delle attività formative e obiettivi formativi programmati

Dettagli

SCADENZA ore 12 del giorno 14 gennaio 2016

SCADENZA ore 12 del giorno 14 gennaio 2016 SCADENZA ore 12 del giorno 14 gennaio 2016 AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA COMPARTIMENTALE E INTERCOMPARTIMENTALE EX ART. 30 D.LGS. 165/2001 RISERVATA ESCLUSIVAMENTE ALLE PERSONE DISABILI DI CUI ALL ART.

Dettagli

Servizio Politiche giovanili, sociali e sportive, Politiche di genere Sociale - Ufficio politiche sociali

Servizio Politiche giovanili, sociali e sportive, Politiche di genere Sociale - Ufficio politiche sociali Servizio Politiche giovanili, sociali e sportive, Politiche di genere Sociale - Ufficio politiche sociali DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE SENZA IMPEGNO DI SPESA Determinazione n 1292 del 31/03/2014 Oggetto:

Dettagli

AVVISO. per la predisposizione di un elenco docenti per i Corsi O.S.S.

AVVISO. per la predisposizione di un elenco docenti per i Corsi O.S.S. Allegato n. 1 parte integrante del provvedimento n.728 del 26/08/2013 AVVISO per la predisposizione di un elenco docenti per i Corsi O.S.S. Articolo1 Definizione 1. Il presente avviso è finalizzato alla

Dettagli

Affari Generali www.aorpapardopiemonte.it email: @aorapapardopiemonte.it

Affari Generali www.aorpapardopiemonte.it email: @aorapapardopiemonte.it REGIONE SICILIANA AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALI RIUNITI PAPARDO-PIEMONTE Ctr. Papardo 98158 Messina - tel.090-3991 Codice Fiscale e Partita IVA 03051880833 Affari Generali www.aorpapardopiemonte.it email:

Dettagli

f)tirocini formativi e di orientamento

f)tirocini formativi e di orientamento Tirocini Formativi f)tirocini formativi e di orientamento DEFINIZIONE è una misura di politica attiva finalizzata al contatto diretto tra azienda e tirocinante, con lo scopo di acquisire conoscenze e competenze

Dettagli

Dipartimento di Ingegneria dell Informazione

Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Norme relative alle attività formative dei Corsi di Laurea in Ingegneria dell informazione per il conseguimento di una migliore conoscenza del mondo del lavoro 1 Tali norme, nella loro versione preliminare,

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA FREQUENZA PRESSO LE STRUTTURE DELL AZIENDA ULSS N. 4 ALTO VICENTINO

REGOLAMENTO PER LA FREQUENZA PRESSO LE STRUTTURE DELL AZIENDA ULSS N. 4 ALTO VICENTINO Pag. 1 di 10 INDICE Art. 1. Art. 2 Art. 3 Art. 4 Art. 5 Art. 6 Art. 7 Art. 8 Art. 9 Art. 10 Art. 11 Art. 12 Art. 13 Art. 14 Oggetto -----------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA Articolo 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA 1. Il presente Regolamento disciplina le modalità di nomina dei Cultori della materia e le loro attività. Articolo 2 Funzioni 1.

Dettagli

Presidente della Scuola di Psicologia e Scienze della Formazione. Via Aurelia 335-55041 CAMAIORE (LU)

Presidente della Scuola di Psicologia e Scienze della Formazione. Via Aurelia 335-55041 CAMAIORE (LU) CONVENZIONE PER LO SVOLGIMENTO DELLE ATTIVITÀ DI TIROCINIO TRA L'Alma Mater Studiorum - Università di Bologna, (C.F. 80007010376 ) con sede in Bologna, Via Zamboni n. 33, rappresentata nella persona di:

Dettagli

LUNEDI 17 NOVEMBRE 2014

LUNEDI 17 NOVEMBRE 2014 BANDO DI SELEZIONE INTERNA PER L ATTRIBUZIONE DELLA POSIZIONE ORGANIZZATIVA PROFESSIONALE DI COORDINATORE CORSI OSS FORMAZIONE AL LAVORO, NELL AMBITO DELLO STAFF DELLA DIREZIONE GENERALE UOC FORMAZIONE

Dettagli

SCADENZA : 11 MARZO 2010

SCADENZA : 11 MARZO 2010 Servizio Sanitario Nazionale - Regione Liguria Azienda Sanitaria Locale n. 5 Spezzino LA SPEZIA SCADENZA : 11 MARZO 2010 Avviso di procedura selettiva, per titoli e colloquio, per il conferimento di un

Dettagli

TRA PREMESSO SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE

TRA PREMESSO SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE REP. N. 12223 REGIONE PIEMONTE CONVENZIONE QUADRO PER LA REALIZZAZIONE DI TIROCINI FORMATIVI E DI ORIENTAMENTO AI SENSI DEL DECRETO DEL MINISTRO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE DEL 25 MARZO 1998,

Dettagli

Via Perrone, 18 28100 Novara Italia Tel. +39 0321 375 310 Fax +39 0321 375 305 e-mail: segreteria.dsemeq@unipmn.it

Via Perrone, 18 28100 Novara Italia Tel. +39 0321 375 310 Fax +39 0321 375 305 e-mail: segreteria.dsemeq@unipmn.it Via Perrone, 18 28100 Novara Italia Tel. +39 0321 375 310 Fax +39 0321 375 305 e-mail: segreteria.dsemeq@unipmn.it BANDO DI SELEZIONE PUBBLICA PER IL CONFERIMENTO DI N. 1 BORSA DI STUDIO DELLA DURATA DI

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ATTIVITA FORMATIVA PRATICA E DI TIROCINIO CLINICO

REGOLAMENTO PER L ATTIVITA FORMATIVA PRATICA E DI TIROCINIO CLINICO Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea in Infermieristica Sezione Formativa di Ravenna Forlì Cotignola REGOLAMENTO PER L ATTIVITA FORMATIVA PRATICA E DI TIROCINIO CLINICO Premessa L'attività formativa

Dettagli

TRA LE PARTI PREMESSO

TRA LE PARTI PREMESSO CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO ALLA COOPERATIVA SOCIALE CASA BIANCA DELLA REALIZZAZIONE DI PROGETTI DI INSERIMENTO-REINSERIMENTO LAVORATIVO, DI AFFIANCAMENTO E SUPPORTO EDUCATIVO A FAVORE DI UTENTI SEGUITI

Dettagli

Verbale di deliberazione N. 32

Verbale di deliberazione N. 32 AZIENDA PUBBLICA DI SERVIZI ALLA PERSONA OPERA ROMANI COMUNE DI NOMI PROVINCIA DI TRENTO Verbale di deliberazione N. 32 OGGETTO: Convenzione con la Scuola di specializzazione in Psicoterapia cognitiva

Dettagli