Corso di Laurea Specialistica in. Classe di laurea specialistica n. 84/S - Scienze Economico-Aziendali. Manifesto degli Studi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Corso di Laurea Specialistica in. Classe di laurea specialistica n. 84/S - Scienze Economico-Aziendali. Manifesto degli Studi"

Transcript

1 UNIVERSITA DELLA CALABRIA Facoltà di Economia Corso di Laurea Specialistica in Economia Aziendale Classe di laurea specialistica n. 84/S - Scienze Economico-Aziendali Manifesto degli Studi Anno Accademico Obiettivi formativi Il Corso di Laurea fornisce una preparazione orientata alle seguenti conoscenze: a) conoscenze sulla gestione del sistema d impresa, sia nell ottica delle relazioni con gli altri sistemi esterni (clienti, fornitori, concorrenti, istituzioni) sia nell ottica delle relazioni funzionali tra i sottosistemi componenti, con particolare attenzione al marketing, alla finanza, alla produzione, alla logistica ed all organizzazione del personale. I contenuti degli insegnamenti permetteranno quindi l'acquisizione di competenze finalizzate al governo dell impresa, delle dinamiche di creazione e diffusione del valore, alla misurazione delle performance di sistema, allo studio di discipline tecnico-funzionali di livello avanzato; b) conoscenze delle strutture e di processi aziendali, degli strumenti di rappresentazione e di comunicazione dell'attività aziendale riferiti anche ad operazioni ed eventi straordinari e di rilievo internazionale, di alcune metodologie giuridiche applicate alla problematiche aziendali, soprattutto in ambito fiscale e commerciale. I contenuti degli insegnamenti permetteranno altresì l'acquisizione di competenze in grado di inquadrare e affrontare i principali problemi di misurazione, sia a livello preventivo che consuntivo, delle performance aziendali; c) conoscenze finalizzate all utilizzo di tecniche di analisi finanziaria e di strumenti finanziari, per gestire il rapporto banca-impresa sia dal punto di vista della banca che da quello dell'impresa; l orientamento verterà anche su una approfondita cultura tecnica 1

2 riguardante i modelli di valutazione, con sicure competenze in campo economico, aziendale e giuridico; d) conoscenze relative all analisi delle interrelazioni fra i comportamenti delle imprese e le caratteristiche dei mercati, dei concetti e delle strategie di cui le imprese hanno bisogno per imporsi con successo nell economia delle nuove tecnologie fornendo allo studente un nuovo insieme di principi e di applicazioni tecniche necessario per affrontare il legame esistente tra le imprese e la nuova economia; e) conoscenze che consentano la formazione di figure professionali aventi solide basi nell ambito dell economia e della statistica, con riferimento sia agli aspetti teoricometodologici sia agli aspetti applicativi. Una tale formazione integrata con le opportune conoscenze nell ambito delle scienze giuridiche e della gestione informatica dei dati, fornisce gli strumenti culturali e operativi necessari per: i) il management sia in settori aziendali che del pubblico impiego con particolare riferimento alla valutazione della qualità dei servizi erogati; ii) lo studio, l interpretazione e la previsione di fenomeni in settori di tipo economico-produttivo, industriale o sociale. Sbocchi occupazionali previsti per i laureati Il Corso di Laurea fornisce un bagaglio di conoscenze ed esperienze che permetteranno un qualificato inserimento nel mercato del lavoro, con particolare riferimento a: a) imprese, società di consulenza direzionale, aziende pubbliche, nel cui ambito si fanno sempre più pressanti le esigenze di efficacia, efficienza e materialità; si intende rispondere al sempre più diffuso fabbisogno di professionalità dotate di capacità di analisi delle dinamiche evolutive dell impresa, di abilità di governo della stessa nella direzione di processi decisionali in grado di individuare le soluzioni più efficaci, efficienti, flessibili alle problematiche gestionali dei sistemi imprenditoriali; b) attività di dottore commercialista, previo superamento del relativo esame dopo avere svolto il tirocinio previsto per legge. Inoltre, la preparazione acquisita permette un efficace inserimento all'interno del settore amministrativo delle imprese e delle pubbliche amministrazioni; c) imprese bancarie e assicurative, aziende, in qualità di esperti di analisi e gestione finanziaria, attività professionale nel campo della consulenza finanziaria e come operatori di mercati finanziari, in posizioni di elevato livello manageriale e professionale; d) imprese private e aziende pubbliche in posizioni di preminenza e responsabilità nelle strategie di determinazione dei prezzi all interno delle imprese o nelle attività di regolamentazione dei mercati da parte delle autorità pubbliche, oltre a posizioni di rilievo nella gestione dell information technology (Internet) e dei mercati internazionali; e) compiti di elevata responsabilità e di management in quei settori dell economia, dell industria e delle pubbliche amministrazioni che richiedono una padronanza degli strumenti quantitativi necessari per la gestione e la valutazione delle attività e dei servizi erogati. Un altro importante ambito occupazionale concerne l inserimento in centri di studio e di ricerca presso enti economici, organismi territoriali o pubbliche amministrazioni. 2

3 Ammissione al Corso di Laurea Possono presentare domanda di ammissione al Corso di Laurea Specialistica in Economia Aziendale coloro che hanno conseguito un diploma di scuola superiore di durata quinquennale e che sono in possesso di uno dei seguenti titoli di studio: Laurea nella classe 37 (Scienze Statistiche) Laurea nella classe 17 (Scienze dell Economia e della Gestione Aziendale) Laurea nella classe 28 (Scienze Economiche) Laurea nella classe 31 (Scienze Giuridiche) Laurea quadriennale o quinquennale (vecchi ordinamenti) riconosciuta idonea titolo di studio conseguito all estero e riconosciuto idoneo. Il riconoscimento dell idoneità della Laurea quadriennale o quinquennale o di titolo di studio conseguito all estero spetta al Consiglio di Corso di Laurea. I candidati in possesso di Laurea in Economia Aziendale conseguita presso la Facoltà di Economia dell Università della Calabria ed immatricolati nell anno accademico 2004/2005 che non abbiano mai chiesto il riconoscimento di una precedente carriera di studi, sono ammessi alla Laurea Specialistica in Economia Aziendale senza debiti formativi se decidono di continuare il loro percorso di studio optando per un percorso specialistico che rispetti le corrispondenze tra percorsi del triennio e del biennio riportate nell allegato Allegato A. In particolare, i percorsi Economia e gestione delle imprese, Banca e Finanza, Libera professione e Direzione Aziendale e Imprese, Mercati e New Economy costituiscono la naturale continuazione dei corrispondenti percorsi di studio triennali mentre il percorso Metodologico è strutturato in modo da garantire il riconoscimento di una vasta gamma di insegnamenti attivati presso il Corso di Laurea in Economia Aziendale. Nel caso in cui lo studente scelga un percorso che non rispetti le corrispondenze definite nell Allegato A, non è assicurata l assenza di debiti formativi. La scelta del percorso formativo deve essere effettuata all atto di presentazione della domanda di ammissione pena l esclusione. Dopo la presentazione della domanda, in nessun caso sarà consentito variare la scelta del percorso formativo indicato dal candidato. Per tutti i candidati, un apposita Commissione esaminatrice nominata dal Consiglio di Corso di Laurea valuta le domande prodotte verificando l eventuale debito formativo. Sono ammessi alla Laurea Specialistica in Economia Aziendale i candidati cui vengono riconosciuti crediti in numero pari almeno a 160. Il riconoscimento dei crediti acquisiti nei precedenti corsi di studi è basato sulla coerenza dei settori scientifico-disciplinari e dei contenuti delle attività formative del curriculum degli studi dei candidati rispetto ai requisiti curriculari delle attività formative della Laurea Specialistica in Economia Aziendale. 3

4 I crediti corrispondenti al debito formativo eventualmente attribuito allo studente al momento dell ammissione sono di norma acquisiti con il superamento degli esami o delle altre forme di verifica del profitto previste per i relativi insegnamenti o attività formative indicate dalla Commissione. Gli studenti ammessi con debito formativo acquisiranno i relativi crediti ricorrendo all offerta didattica del Corso di Laurea in Economia Aziendale della Facoltà di Economia dell Università della Calabria. Formazione della graduatoria di ammissione Fermo restando la necessità di soddisfare il requisito curriculare minimo dei 160 crediti riconosciuti, la formazione della graduatoria per la selezione dei candidati, qualora le domande di ammissione superino il numero di posti disponibili, viene così formulata: a. Il primo criterio è quello del voto di laurea, secondo il quale i candidati saranno classificati in ordine decrescente. b. Nel caso di ex equo in termini di voto di laurea conseguito, si darà preferenza ai candidati che presentano un numero minore di debiti formativi in relazione al percorso prescelto all atto di presentazione della domanda. c. In caso di ulteriore ex equo, prevarrà il candidato più giovane d età I candidati i quali hanno sostenuto esami aggiuntivi al loro curriculum di studio triennale a seguito dell iscrizione a singole attività formative così come previsto dall art. 41 del vigente Regolamento Didattico di Ateneo, oltre ad elencare sulla domanda di ammissione, per ogni esame sostenuto, la denominazione dell insegnamento, il numero di crediti acquisito e la votazione riportata, dovranno presentare allo Sportello informazioni sulla Didattica, entro la data di scadenza per la presentazione delle domande fissata dal Bando di Ammissione, idonea certificazione rilasciata dalla Segreteria Studenti. Si precisa inoltre che i candidati in possesso di titolo di studio conseguito presso altri Atenei, oltre a compilare la domanda secondo le modalità previste dal Bando di Ammissione, dovranno obbligatoriamente far pervenire alla Segreteria Studenti copia cartacea dei programmi relativi agli insegnamenti sostenuti entro la data di scadenza per la presentazione delle domande fissata nello stesso Bando. I criteri per la formazione della graduatoria di ammissione descritti nel presente manifesto, vengono resi pubblici nel bando di ammissione dell Ateneo per l iscrizione al Corso di Laurea Specialistica in Economia Aziendale. Per conseguire la Laurea Specialistica La durata normale del Corso di Laurea Specialistica è di due anni. Per conseguire la Laurea Specialistica lo studente deve avere acquisito almeno 300 crediti, ivi compresi quelli già acquisiti nei precedenti corsi di studi e riconosciuti validi per il Corso di Laurea Specialistica in Economia Aziendale. Ciò significa che: - per gli studenti ammessi senza debito formativo, i crediti da acquisire nel biennio del corso di studi per conseguire la laurea Specialistica sono 120; questi si vanno ad 4

5 aggiungere ai 180 crediti già acquisiti attraverso il corso di studi precedente con il conseguimento della laurea; - per gli studenti ammessi con un debito formativo, invece, i crediti da acquisire per conseguire la laurea Specialistica saranno determinati dalla somma tra i 120 crediti specificamente previsti per il biennio del Corso di Laurea Specialistica e i crediti corrispondenti al debito formativo loro attribuito dalla Commissione esaminatrice al momento dell ammissione (massimo 20 crediti); tale somma di crediti si va ad aggiungere ai crediti già acquisiti dallo studente e riconosciuti ai fini dell ammissione al Corso di Laurea Specialistica; è data facoltà, dall attuale ordinamento, ai potenziali candidati che dovessero ritenere di avere un debito formativo superiore ai 20 crediti utili per partecipare alla selezione, di ridurre il proprio debito eccedente prima di iscriversi alla selezione per l accesso al Corso di Laurea Specialistica iscrivendosi a singoli corsi aggiuntivi rispetto al proprio piano di studi triennale e sostenendo i relativi esami. Attività formative All interno del Corso di Laurea, gli insegnamenti e le attività formative sono organizzati in percorsi formativi specifici, detti curricula : a. Banca e Finanza b. Economia e Gestione delle Imprese c. Imprese, Mercati e New Economy d. Libera professione e Direzione Aziendale e. Metodologico Le attività formative previste per ciascuno dei curricula sono riportate nell Allegato B al presente manifesto. Il Consiglio di Corso di Laurea ogni anno può aggiornare il quadro delle attività formative di ciascun curriculum, in occasione della redazione e approvazione del Manifesto degli Studi del Corso di Laurea Specialistica in Economia Aziendale. Piani di studio Gli studenti presentano il proprio piano di studi al momento dell iscrizione al primo anno di Laurea Specialistica; tale piano di studio è approvato dal Consiglio di Corso di Laurea in Economia Aziendale. Propedeuticità E responsabilità dello studente verificare, per ciascun insegnamento presente sul Piano di Studi, le propedeuticità richieste consultando il sito del Corso di Laurea e/o quello della Facoltà di Economia. 5

6 Studenti regolarmente in corso, non regolarmente in corso, fuori corso e rinuncia agli studi E iscritto al II anno in qualità di regolarmente in corso lo studente che abbia maturato almeno 30 crediti relativi all ordinamento didattico del Corso di Laurea Specialistica. Nel caso in cui al momento dell ammissione venga riconosciuto un numero di crediti inferiore a 180, lo studente dovrà inoltre acquisire almeno il 50% dei crediti di cui è in debito. Lo studente che abbia maturato un numero di crediti inferiore viene considerato non regolarmente in corso e può sostenere prove di accertamento del profitto riguardanti attività formative previste al secondo anno solo dopo essersi messo in regola con il numero di crediti previsto. Viene considerato fuori corso lo studente che al termine della durata normale degli studi non abbia conseguito il titolo. Lo studente ha la facoltà di rinunciare agli studi intrapresi e partecipare alle procedure di ammissione per un nuovo corso di studi con il riconoscimento della precedente carriera. Modalità dei passaggi al Corso di Laurea Specialistica e trasferimenti da altri Atenei Possono essere ammessi al Corso di Laurea Specialistica in Economia Aziendale gli studenti precedentemente iscritti ad un altro Corso di Laurea Specialistica dell Università della Calabria, ovvero ad un Corso di Laurea Specialistica di altra Università. Il riconoscimento totale o parziale dei crediti acquisiti ai fini della prosecuzione degli studi nel Corso di Laurea Specialistica in Economia Aziendale compete al Consiglio di Corso di Laurea. In particolare, per ogni insegnamento convalidato, verrà riconosciuto allo studente esattamente il numero di crediti attribuito dall Ateneo o dal Corso di Laurea di provenienza: qualora questo numero sia inferiore a cinque o a dieci, lo studente sarà tenuto ad integrare i crediti mancanti sostenendo il primo o il secondo modulo del relativo insegnamento. Compete altresì al Consiglio di Corso Laurea la valutazione del possesso dei requisiti curriculari e dell adeguata preparazione iniziale. Nella domanda intesa ad ottenere il trasferimento o il passaggio al Corso di Laurea Specialistica in Economia Aziendale, deve essere indicato il percorso formativo scelto. E inoltre necessario allegare alla stessa domanda certificazione o autocertificazione attestante l anno di immatricolazione, la denominazione ed una descrizione dei contenuti di ciascuna delle attività formative per le quali lo studente ha acquisito crediti, la data del superamento dei relativi esami o delle prove di accertamento del profitto, la votazione eventualmente riportata. Fermo restando il requisito curriculare minimo dei 160 crediti riconosciuti, le domande di trasferimento da altro Ateneo, di passaggio da altro Corso di Laurea e di abbreviazione di Corso verranno accolte nei limiti della effettiva disponibilità di posti per l anno di Corso al quale, in base al numero di crediti maturati, è richiesta l iscrizione. 6

7 Riguardo ai termini per la presentazione delle domande, si rinvia a quanto disposto dal Regolamento Didattico di Ateneo disponibile all indirizzo Linee guida per la redazione e la valutazione della tesi di laurea Specialistica Finalità della tesi di laurea La stesura della tesi rappresenta per lo studente un interessante esperienza di ricerca. Il suo scopo principale è quello di dimostrare la capacità di una ricerca autonoma, sotto la guida di un relatore, utilizzando metodi appropriati nel campo dell economia aziendale, valutando le informazioni rilevanti, definendo con chiarezza le problematiche, trovando degli strumenti per dare delle chiare risposte arrivando ad un elaborato che costituisca la sintesi finale della propria formazione accademica. Durata e lunghezza della tesi Lo studente può avanzare la richiesta di tesi solo dopo aver conseguito 80 dei 120 crediti formativi previsti per la laurea Specialistica. La prova finale è finalizzata al conseguimento di 25 crediti formativi; poiché 1 credito formativo equivale a 25 ore di lavoro dello studente, l elaborato deve essere il frutto di circa 625 ore di lavoro. L inizio dell attività relativa alla tesi dovrà essere formalizzato mediante l iscrizione al dipartimento di afferenza del docente relatore. La tesi dovrà essere composta, di norma, da un massimo di 200 pg con interlinea 1,5 esclusi indice, abstract e bibliografia. Il relatore e lo studente Con la tesi lo studente inizia a lavorare con un supervisore che è tenuto ad incontrare con continuità in un orario di ricevimento predefinito o su appuntamento. E consigliato allo studente di scegliere un docente che abbia degli interessi scientifici sull argomento da lui proposto. Uno studente che non riuscisse a trovare un docente disponibile a seguirlo, potrà presentare domanda al Consiglio di corso di Studio, che provvederà all assegnazione di un relatore. Quest ultimo si impegna a discutere con lo studente l argomento, il titolo e la proposta di tesi articolata per capitoli e contenuti. La presentazione di tale proposta costituisce una dimostrazione della capacità dello studente ad affrontare in autonomia il lavoro di tesi. Etica, citazioni e uso delle fonti La tesi è innanzitutto una rassegna di lavori, testi, dati e notizie altrui su un determinato argomento che lo studente deve utilizzare con il massimo di correttezza e referenzialità. La caratteristica principale dell elaborato di tesi è costituita dalla sua unicità di lavoro di ricerca. Le tesi di laurea, consultate sia in formato cartaceo in biblioteca sia in formato elettronico su Internet, vanno correttamente riportate in bibliografia. La grande disponibilità di testi, dati ed informazioni sulla rete non fa venire meno l obbligo per lo studente di riportare le citazioni dei lavori consultati in rete. 7

8 Lingua di scrittura La lingua che di norma deve essere utilizzata per la scrittura della tesi di laurea è quella italiana. Per alcuni casi, sui quali occorre il consenso del relatore, è possibile scrivere la tesi in lingua inglese, oppure in un altra lingua di un Paese dell Unione Europea. In questo ultimo caso, oltre al consenso del relatore, occorre una delibera del Consiglio di corso di studi. Copie Lo studente deve presentare in Segreteria studenti due copie della tesi della tesi su CD in formato PDF e due copie cartacee (una per il relatore ed una per il correlatore). Criteri di valutazione La commissione di laurea, alla quale spetta l assegnazione del punteggio all elaborato, nel valutare quest ultimo si baserà sui seguenti criteri: 0-2 punti: prova finale sufficiente (E) L elaborato finale soddisfa solo i criteri minimi. Si tratta di lavori che, per quanto da ritenersi sufficienti per il soddisfacimento del requisito per il conseguimento della Laurea Specialistica, appaiono carenti rispetto a uno o più dei seguenti aspetti: identificazione dell oggetto della prova finale, strutturazione del lavoro, strutturazione degli argomenti, adeguatezza della letteratura o delle fonti utilizzate, correttezza del linguaggio e della veste formale. 3-5 punti: prova finale soddisfacente (D) L elaborato finale è soddisfacente, ma presenta alcuni limiti. Si tratta di lavori svolti con diligenza ed impegno che si limitano ad una presentazione, priva di autonomi spunti critici, della principale letteratura sull argomento prescelto. Nel caso di lavori che prevedono la raccolta e l elaborazione di informazioni, queste non sono corredate di una autonoma e soddisfacente analisi. 6-7 punti, prova finale buona (C) L elaborato finale è interessante per l argomento studiato. Si tratta di lavori che mostrano un significativo ed efficace sforzo autonomo di sistemazione ed elaborazione della letteratura studiata e delle informazioni utilizzate, caratterizzati da una corretta presentazione formale ed espositiva. 8-9 punti, prova finale ottima (B) L elaborato finale presenta spunti di originalità. Si tratta di lavori realizzati in autonomia, caratterizzati dalla presenza di una adeguata metodologia applicata che conduce al raggiungimento di interessanti risultati con una corretta presentazione formale ed espositiva. 10 punti: prova finale eccellente (A) L elaborato finale presenta molti caratteri di originalità. Si tratta di lavori realizzati in piena autonomia, caratterizzati dalla presenza di innovazione nella metodologia applicata, nelle analisi realizzate e nelle conclusioni con una corretta presentazione formale ed espositiva. 8

9 L attribuzione della lode potrà essere considerata esclusivamente per quei candidati che, sulla base dei criteri definiti sopra, presentano un lavoro di tesi che possa essere definito ottimo o eccellente. Prova finale per il conseguimento del titolo di studio Per sostenere la prova finale prevista per il conseguimento del titolo di studio, lo studente deve aver acquisito tutti i crediti previsti dall ordinamento didattico del Corso di Laurea Specialistica in Economia Aziendale e dal suo piano di studio tranne quelli relativi alla prova finale stessa. Come sopra già anticipato, si ribadisce che la prova finale, alla quale sono attribuiti 25 crediti, consiste nella redazione di una tesi il cui argomento deve essere concordato con uno dei docenti afferenti al Corso di Laurea. Le Commissioni per la valutazione della prova finale sono nominate dal Presidente del Consiglio di Corso di Laurea. Esse sono composte da almeno cinque membri responsabili di insegnamento nella Facoltà di Economia. Possono far parte della Commissione docenti di ruolo, supplenti o a contratto, ricercatori, professori incaricati stabilizzati ed assistenti del ruolo ad esaurimento, anche se di altra Facoltà dell Ateneo in aggiunta ai cinque sopra richiamati. La valutazione finale, espressa in centodecimi con l attribuzione eventuale della lode, è così ottenuta: 1. Si calcola la votazione di base secondo la seguente formula: 0.25 A B I parametri A e B sono calcolati nel modo seguente: A = punteggio in centodecimi conseguito dal laureando nella sua Laurea Triennale o nel titolo di studio equivalente per l'accesso alla Laurea Specialistica; se il titolo è stato conseguito con lode, si considera per il calcolo il valore 111; B = media (espressa in centodecimi) dei voti in trentesimi ponderata rispetto al numero di cfu conseguiti in ciascuna attività formativa facente parte del curriculum biennale, compresi gli esami sostenuti per compensare l'eventuale debito formativo assegnatogli per l'accesso alla Laurea Specialistica; per il calcolo della media si considerano solo le attività formative per le quali è prevista l attribuzione di un voto: non vi concorrono pertanto le attivita che non danno luogo ad un voto espresso in trentesimi (esempio: idoneita informatiche, attivita di stage, seminari, prova finale etc.); 9

10 2. si aumenta il risultato ottenuto in (1) di 0.3 punti per ogni lode in attività formative da più di cinque crediti e di 0.15 punti per ognuna di quelle ottenute in attività formative da cinque crediti o meno, fino ad un massimo di due punti; 3. si aumenta il risultato ottenuto in (2) fino ad un massimo di 10 punti per l elaborato finale; 4. l incremento complessivo ottenuto dalla media calcolata in (1) non potrà superare i dodici punti;non sarà consentito in nessun caso l istituto del doppio correlatore; 5. la lode può essere attribuita se il punteggio finale raggiunge almeno 110 e la Commissione è unanime nell attribuzione. 10

11 Allegato A Tabella di corrispondenza tra curricula triennali e curricula biennali Curriculum triennale (AA di immatricolazione 2004/2005) Libera Professione e Direzione Aziendale Banca e Finanza Economia e Gestione delle Imprese Imprese, mercati e New Economy Curriculum specialistico (Primo anno ) Libera professione e Direzione Aziendale Banca e Finanza Economia e Gestione delle Imprese Imprese, mercati e New Economy 11

12 ALLEGATO B Economia e gestione delle imprese Percorso triennale Economia e gestione delle imprese Laurea Specialistic a percorso Economia e gestione delle imprese Ambito Insegnamento Settor e discipl inare Cre diti Ann o Cred iti Ann o economiche 10 Crediti Microeconomia 1 Macroeconomia 1 P/ I/II - aziendali 20 Crediti Economia Aziendale 1 e 2 Ragioneria generale ed applicata 1 e 2 P/07 P/07 10 I - 10 II - BASE statistico matematiche 20 Crediti Metodi matematici per l economia 1 e 2 Statistica 1 e 2 S/06 S/01 10 I - 10 I - giuridiche 14 Crediti Istituzioni di diritto privato 1 e 2 Istituzioni di diritto pubblico 1 ( vedi nota 1) IUS/01 10 II - IUS/09 4 I - 12

13 Caratterizzant i economiche 20 crediti Crediti a scelta di Area Economica Economia e gestione delle imprese 1 P/01, 02, 03, 06 P/08 20 II/III 5 I - aziendali 100 Economia e gestione delle imprese 2 Finanza aziendale 1 e 2 Finanza aziendale 3 Organizzazione aziendale 1 Organizzazione del lavoro 1 Organizzazione aziendale 2 Marketing 1 e 2 Marketing 3 Marketing 4 Gestione della produzione e dei materiali 1 Gestione della produzione e dei materiali 2 Strategie d impresa 1 e 2 Strategie d impresa 3 P/08 P/09 P/09 P/10 P/10 P/10 P/08 P/08 P/08 P/08 P/08 P/08 P/08 5 II - 10 III II 5 I I I 10 II - 5 II - 5 II 5 III I 10 III - 5 II 13

14 A Scelta tra: (vedi Nota 2) Analisi economico finanziaria d impresa Analisi economico finanziaria d impresa 2 Corporate Governance Economia e Gestione dei Processi Innovativi Programmazione e controllo 1 e 2 Analisi e Contabilità dei costi 1 e 2 Distribuzione e Logistica Marketing di rete P/07 P/08-15 I matematicostatistiche 10 Crediti Matematica finanziaria 1 Probabilità e inferenza statistica 1 S/06 S/01 5 II I Diritto commerciale 1 IUS/04 5 II - giuridiche 16 Crediti Diritto commerciale 2 IUS/04 5 Diritto Amministrativo (vedi Nota 1) IUS/10 1 II I Diritto Commerciale 3 IUS/04-5 II Affini o integrative economiche 15 Crediti Econometria 1 Econometria 2 Storia economica 1 P/05 P/05 P/12-5 II - 5 II I complementari 6 Crediti Laboratorio informatico di base (vedi Nota 3) ING- INF/05 1 I 14

15 Statistica per il controllo e la previsione (mutua da Probabilità e inferenza statistica 2 ) S/02-5 I Formazione interdisciplina re 10 Crediti Ricerca operativa 1 Ricerca operativa 2 MAT/0 9 MAT/0 9-5 I - 5 I A scelta dello studente 15 Crediti 10 III 5 I Prova finale 1 III 25 II Altre (art. 10 comma 1 lettera f) Lingua Inglese (8 cfu); Seconda Lingua Straniera (8 cfu); Laboratorio informatico di Base (2 cfu) (Vedi Nota 3) 18 I/III TOTALE (Nota 1) I cinque crediti relativi all insegnamento di Istituzioni di diritto Pubblico 1 vengono così convalidati: Istitituzioni di diritto pubblico (4 cfu) tra le attività giuridiche di base, Diritto Amministrativo (1 cfu) tra le attività giuridiche caratterizzanti. (Nota 2) I seguenti esami saranno eventualmente riconosciuti fra i 15 di questa sezione, ma solo se già sostenuti nel triennio: Finanziamenti d azienda 1 e 2, Economia e Gestione delle Imprese dei Servizi 1 e Metodologie e Determinazioni Quantitative d Azienda 1 e 2 (Nota 3) I tre crediti relativi al Laboratorio Informatico di Base vengono così convalidati: per un credito tra le Affini o Integrative, complementari, e per due crediti tra le Altre attività formative art. 10 lettera f. 15

16 Banca e Finanza Percorso triennale Banca e Finanza Laurea Specialistica percorso Banca e Finanza Ambito Insegnamento Settore disciplinare Crediti Anno Crediti Anno economiche 10 Crediti Microeconomia 1 Macroeconomia 1 P/ I/II - - BASE aziendali 20 Crediti statistico matematiche 20 Crediti Economia Aziendale 1 e 2 Ragioneria generale ed applicata 1 e 2 Metodi matematici per l economia 1 e 2 P/07 10 I - - P/07 10 II - - S /06 10 I - - Statistica 1 e 2 S/01 10 I - - Caratterizzanti giuridiche 19 Crediti Istituzioni di diritto privato 1 e 2 Istituzioni di diritto pubblico 1 (vedi Nota 1) Istituzioni di diritto pubblico 2 Crediti a scelta economiche area economica 30 Crediti Teoria delle Decisioni IUS/01 10 II - - IUS/09 4 I - - IUS/ I P/01,02,03,06 20 III - - P/ II 16

17 aziendali 65 Crediti Modelli Macroeconomici Economia e gestione delle imprese 1 Economia e gestione delle imprese 2 Finanza aziendale 1 e 2 Organizzazione aziendale 1 Crediti a scelta tra: Economia degli intermediari finanziari 1; Tecnica di borsa; Crediti a scelta tra: Economia degli intermediari finanziari 2; Finanza Strutturata; Crediti a scelta tra: Economia del mercato mobiliare 1; Economia e tecnica dei mercati finanziari 1; Economia delle aziende di credito 1 P/ II P/08 5 I P/08 5 II P/09 10 III P/10 5 II P/ I P/ I P/ II P/11 5 III

18 Economia delle aziende di P/11 5 III - - credito 2 Finanziamenti d azienda 1 P/11 5 III - - Finanziamenti d azienda 2 P/11 5 III - - Affini o integrative matematicostatistiche Finanza aziendale 3 Matematica finanziaria 1 Matematica finanziaria 2 Matematica finanziaria 3 25 Crediti Probabilità e Inferenza statistica 1 e 2 giuridiche 21 Crediti economiche 15 Crediti Diritto commerciale 1 Diritto commerciale 2 Diritto Amministrativo (vedi Nota 1) Legislazione bancaria Diritto Commerciale 3 Storia economica 1 Storia economica 2 P/ II S/06 5 II - - S/ I S/ I S/ I IUS/04 5 II - - IUS/04 5 II - - IUS/10 1 I - - IUS/04 5 III - - IUS/ II P/ I P/ I Econometria 1 P/ II complementari 1 Crediti Formazione interdisciplinare Laboratorio informatico di base (vedi Nota 2) Sociologia economica 1 e 2 ING-INF/05 1 I - - SPS/09-10 I 18

19 A scelta dello studente 15 Crediti 15 Crediti Sociologia industriale 1 o Ricerca operativa 1 SPS/09 MAT/09-5 I 10 III 5 I Prova finale 1 III 25 II Altre (art. 10 comma 1 lettera f) Lingua Inglese (8Cfu) e seconda Lingua (8 Cfu); Laboratorio informatico di base (2 cfu) (vedi Nota 2) 18 II/III TOTALE (Nota 1) I cinque crediti relativi all insegnamento di Istituzioni di diritto Pubblico 1 vengono così convalidati: Istitituzioni di diritto pubblico (4 cfu) tra le attività giuridiche di base, Diritto Amministrativo (1 cfu) tra le attività giuridiche caratterizzanti. (Nota 2) I tre crediti relativi al Laboratorio Informatico di Base vengono così convalidati: per un credito tra le Affini o Integrative, complementari, e per due crediti tra le Altre attività formative art. 10 lettera f. 19

20 Imprese, Mercati e New Economy Ambito Insegnamento Settore disciplinare Percorso triennale Imprese, Mercati e New Economy Crediti Anno Laurea Specialistica percorso Imprese, Mercati e New Economy Microeconomia 1 e 2 P/01 10 I - BASE economiche 30 Crediti aziendali 20 Crediti Macroeconomia 1 e 2 Economia industriale 1 e 2 Economia Aziendale 1 e 2 Ragioneria generale ed applicata 1 e 2 P/01 10 II - P/ P/07 10 I - P/07 10 II - statistico matematiche 20 Crediti Metodi matematici per l economia 1 e 2 Statistica 1 e 2 S06 P/ I I - - Caratterizzanti giuridiche 14 Crediti economiche 40 Crediti Istituzioni di diritto privato 1 e 2 Istituzioni di diritto pubblico 1 (Vedi Nota 1) Crediti a scelta area economica Economia e gestione delle imprese 1 IUS/01 10 II - IUS/09 4 I - P/01,02,03,06 P/08 5 I 20 III 20(*) 20(**) 20

21 aziendali 50 Crediti Economia e gestione delle imprese 2 A scelta tra: Metodologie e determinazioni quantitative d'azienda 1 Revisione aziendale 1 Strategia e politica aziendale 1 Analisi e contabilità dei costi 1 Programmazione e controllo 1 Marketing 1 e 2 Strategie d'impresa 1 e 2 Gestione della produzione e dei materiali 1 Economia delle aziende di credito 1 e 2 Finanziamenti d'azienda 1 e 2 P/08 5 II P/07 P/08 P/11 15 III A scelta tra: Organizzazione aziendale 1 Finanza Aziendale 1 P/10 P/09 5 III matematicostatistiche 15 Crediti giuridiche Matematica finanziaria 1 Diritto commerciale 1 S/06 5 II 10 (***) IUS/04 5 II 10 (****) 21

22 Affini e integrative A scelta dello studente 15 Crediti 21 Crediti economiche 15 Crediti complementari 11 Crediti Formazione interdisciplinare 5 Crediti Diritto commerciale 2 Diritto amministrativo (Vedi Nota 1) A scelta tra: Storia economica 1 Econometria 1 e 2 Laboratorio informatico di base (Vedi Nota 2) IUS/04 5 II IUS/10 1 I P/12 P/05 5 III 10 (*****) ING-INF-/05 1 I 10 (*****) 5 (*****) 10 III 5 Prova finale 1 III 25 Altre (art. 10 comma 1 lettera f) Lingua Inglese (8 Cfu) e Seconda Lingua Straniera (8 Cfu); Laboratorio Informatico di Base (2 cfu) (Vedi Nota 2) 18 I/II - TOTALE (Nota 1) I cinque crediti relativi all insegnamento di Istituzioni di diritto Pubblico 1 vengono così convalidati: Istitituzioni di diritto pubblico (4 cfu) tra le attività giuridiche di base, Diritto Amministrativo (1 cfu) tra le attività giuridiche caratterizzanti. (Nota 2) I tre crediti relativi al Laboratorio Informatico di Base vengono così convalidati: per un credito tra le Affini o Integrative, complementari, e per due crediti tra le Altre attività formative art. 10 lettera f. 22

23 (*) I 40 crediti complessivi (tra triennio e biennio) delle discipline economiche caratterizzanti devono essere così suddivisi: Area micro/impresa 25 crediti a scelta tra: - Economia dei contratti; - Economia dell innovazione 1 - Economia dell innovazione 2 (Economia della rete); - Economia del personale; - Economia dell impresa 1; - Economia delle istituzioni. - Teoria delle decisioni Area macro/impresa 15 crediti a scelta tra: - Politica economica 1 e 2; - Economia internazionale 1 e 2; - Scienza delle finanze 1; - Mercati finanziari internazionali 1 - Modelli Macroeconomici (**) I 50 crediti complessivi (tra triennio e biennio) delle discipline aziendali caratterizzanti devono essere così suddivisi: Insegnamenti obbligatori per un totale di 20 cfu: - Economia e gestione delle imprese 1 e 2; - Finanza aziendale 1; - Economia delle aziende di credito 1; 30 Crediti a scelta tra: - Finanziamenti d azienda 1 e 2; - Economia degli intermediari finanziari 1 e 2; - Economia del mercato mobiliare1 e 2; - Marketing di rete - Distribuzione e logistica - Finanza aziendale 2; - Economia delle aziende e amministrazioni pubbliche 1 e 2; - Programmazione e controllo 1 e 2; - Revisione aziendale1 e 2; - Metodologie e determinazioni quantitative d azienda 1 e 2; - Marketing;1 e 2; - Economia delle aziende di credito 2. (***) matematico-statistiche a scelta tra: - Statistica economica 1 e 2 - Matematica finanziaria 1 23

24 - Matematica finanziaria 2 - Probabilità e inferenza statistica 1 e 2 - Metodo statistici per le aziende (non attivato) (****) giuridiche a scelta tra: - Diritto commerciale Diritto commerciale 3 - Diritto del lavoro 1 e 2 - Diritto amministrativo 1 e 2 - Diritto tributario 1; - Giustizia Tributaria (Diritto tributario 2) - Diritto dell unione europea (*****) Affini o integrative: Per le economiche a scelta tra: - Econometria 1 e 2; - Storia economica 1 e 2; Per le complementari a scelta tra: - Economia dei mercati agroalimentari; - Politica agraria dell unione europea; - Informatica e tecnologie per la comunicazione in rete 1 e 2 ; - Demografia 1 e 2 Per la Formazione interdisciplinare a scelta tra: - Ricerca operativa 1 e 2; - Sociologia industriale 1 e 2; - Sociologia economica 1 e 2; 24

25 Libera professione e direzione aziendale Ambito Insegnamento Settore disciplinare Percorso triennale Libera Professione e Direzione Aziendale Crediti Anno Laurea Specialistica percorso Libera Professione e Direzione Aziendale BASE Caratterizzanti economiche 10 Crediti aziendali 20 Crediti statistico matematiche 10 Crediti giuridiche 19 Crediti economiche 30 crediti Microeconomia 1 Macroeconomia 1 Economia Aziendale 1 e 2 Ragioneria generale ed applicata 1 e 2 Metodi matematici per l economia 1 e 2 Istituzioni di diritto privato 1 e 2 Istituzioni di diritto pubblico 1 (Vedi Nota 1) Istituzioni di diritto pubblico 2 Crediti a scelta area economica Economia e gestione delle imprese 1 Economia e gestione delle imprese 2 P/ I/II - P/07 10 I - P/07 10 II - S06 10 I - IUS/01 10 II - IUS/09 4 I IUS/ P/01,02,03,06 P/08 5 I P/08 5 II 20 III 10 (*) 40 (**) 25

26 aziendali 85 Crediti matematicostatistiche 15 Finanza aziendale 1 Organizzazione aziendale 1 Analisi e contabilità de costi 1 Metodologie e determinazioni quantitative d azienda 1 Strategia e politica aziendale 1 Revisione aziendale 1 Programmazione e controllo 1 Matematica finanziaria 1 o Metodi Statistici per l economia o Statistica assicurativa P/09 5 III P/10 5 III P/07 5 III P/07 5 III P/07 5 III P/07 5 III P/07 5 III S/06 5 II - Affini e integrative giuridiche 21 economiche 15 crediti Statistica 1 e 2 S/01 10 I - Diritto commerciale 1 Diritto commerciale 2 Diritto amministrativo (Vedi Nota 1) Diritto Tributario 1 Storia economica 1 Storia economica 2 IUS/04 5 II IUS/04 5 II IUS/10 1 I IUS/12 5 III 5 (***) P/ P/ Econometria 1 P/

27 A scelta dello studente 15 Crediti Prova finale Altre (art. 10 comma 1 lettera f) complementari 11 Formazione interdisciplinare 5 crediti Laboratorio informatico di base (Vedi Nota 2) Statistica per il controllo e la previsione 1e 2 (mutua da Probabilità e Inferenza statistica 1 e 2 ) Scelta tra: Sociologia industriale Sociologia economica Lingua Inglese (8 Cfu) e seconda Lingua Straniera (8 cfu); Laboratorio Informatico di base (2 cfu) (vedi Nota 2) ING-INF/05 1 I S/ SPS/ III 5 1 III I/II - TOTALE (Nota 1) I cinque crediti relativi all insegnamento di Istituzioni di diritto Pubblico 1 vengono così convalidati: Istitituzioni di diritto pubblico (4 cfu) tra le attività giuridiche di base, Diritto Amministrativo (1 cfu) tra le attività giuridiche caratterizzanti. (Nota 2) I tre crediti relativi al Laboratorio Informatico di Base vengono così convalidati: per un credito tra le Affini o Integrative, complementari, e per due crediti tra le Altre attività formative art. 10 lettera f. 27

28 (*) Scelta area economica: - Economia industriale 1 e 2; - Economia internazionale 1 e 2; - Scienza delle finanze1; - Economia dell innovazione 1 - Economia dell innovazione 2 (Economia della rete); - Economia dell impresa 1; - Mercati finanziari internazionali 1; - Teoria delle decisioni; - Modelli macroeconomici; (**) Scelta di area aziendale: - Metodologie e determinazioni quantitative d azienda 1 e 2; - Analisi e contabilità dei costi 1 e 2; - Programmazione e controllo 1 e 2; - Strategia e politica aziendale 1 e 2; - Revisione aziendale 1 e 2; - Tecnica professionale1 e 2; - Imprese ed amministrazioni pubbliche 1 e 2; - Economia delle aziende e delle amministrazione pubbliche 1 e 2; - Economia delle aziende non-profit; - Economia dei gruppi; - Valutazioni d azienda; - Valutazioni d azienda 2; - International accounting; - Revisione negli enti pubblici 1 e 2; - Analisi di bilancio (aziende pubbliche) (Mutua dalla Specialistica in Economia Applicata) (***) Crediti a scelta tra: - Diritto Tributario 1; - Giustizia Tributaria (Diritto Tributario 2) - Diritto Fallimentare; - Diritto Amministrativo 1 e 2; 28

29 Metodologico Percorso triennale Percorso specialistica: Metodologico Ambito Insegnamento Settore disciplinare Crediti Anno Crediti BASE Economiche 10 Crediti Aziendali 20 Crediti statisticomatematiche Microeconomia 1 Macroeconomia 1 Economia Aziendale 1 e 2 Ragioneria generale ed applicata 1 e 2 Metodi matematici per l economia 1 e 2 P/01 10 I/II P/07 10 I P/07 10 II S/06 10 I 20 Crediti Statistica 1 e 2 S/01 10 I giuridiche 19 Crediti Istituzioni di diritto privato 1 e 2 Istituzioni di diritto pubblico 1 (Vedi Nota 1) Istituzioni di diritto pubblico 2 IUS/01 10 II IUS/09 4 I IUS/

30 Caratterizzanti economiche 40 Crediti Microeconomia 2 P/01 Macroeconomia 2 Economia politica 1 Economia politica 2 Teoria delle decisioni Modelli Macroeconomici Economia dei mercati monetari e finanziari 1 Economia dei mercati monetari e finanziari 2 Economia industriale 1 Economia industriale 2 P/01 P/01 P/01 P/01 P/01 P/01 P/01 P/06 P/06 Mercati finanziari internazionali 1 P/01 Economia monetaria 1 Economia monetaria 2 Economia del Personale Economia del turismo 1 Economia del turismo 2 P/01 P/01 P/01 P/01 P/01 30

31 aziendali Economia internazionale 1 Economia internazionale 2 Politica economica 1 Politica economica 2 Economia dell'impresa 1 Economia dell'impresa 2 Economia dello sviluppo 1 Economia dello sviluppo 2 Scienza delle finanze 1 Scienza delle finanze 2 Economia dell'innovazione 1 Economia dell'innovazione 2 (Economia della rete) Economia dei contratti Analisi e contabilità dei Costi (imprese tur) 1 P/01 P/01 P/02 P/02 P/06 P/06 P/02 P/02 P/03 P/03 P/02 P/02 P/01 P/07 31

32 75 Crediti Analisi e contabilità dei Costi (imprese tur) 2 Analisi e contabilità dei costi 1 P/07 P/07 Analisi e Contabilità dei Costi 2 Analisi economicofinanziarie delle imprese turisticoalberghiere 1 Analisi economicofinanziarie delle imprese turisticoalberghiere 2 Economia delle Aziende e delle amministrazioni pubbliche 1 Economia delle Aziende e delle amministrazioni pubbliche 2 Economia dei gruppi P/07 P/07 P/07 P/07 P/07 P/07 Economia delle aziende nonprofit P/07 32

33 International Accounting P/07 Valutazioni d azienda 1 Valutazioni d azienda 2 Metodologie e determinazioni quantitative d Azienda 1 Metodologie e determinazioni quantitative d Azienda 2 Imprese ed amministrazioni pubbliche 1 Imprese ed amministrazioni pubbliche 2 Programmazione e controllo 1 Programmazione e controllo 2 Revisione Aziendale 1 Revisione Aziendale 2 Revisione negli enti pubblici 1 Revisione negli enti pubblici 2 Strategia e Politica Aziendale 1 Strategia e Politica Aziendale 2 Tecnica Professionale 1 Tecnica professionale 2 P/07 P/07 P/07 P/07 P/07 P/07 P/07 P/07 P/07 P/07 P/07 P/07 P/07 P/07 P/07 P/P07 33

34 Economia e Gestione delle Imprese 1 Economia e Gestione delle Imprese 2 Economia e Gestione delle imprese di servizi 1 Economia e Gestione delle imprese di servizi 2 Economia e Gestione dei Processi Innovativi Economia e gestione delle imprese turistiche Distribuzione e logistica Gestione della produzione e dei materiali. 1 Gestione della produzione e dei materiali 2 Marketing 1 Marketing 2 Marketing 3 Marketing 4 P/08 P/08 P/08 P/08 P/08 P/08 P/08 P/08 P/08 P/08 P/08 P/08 P/08 34

35 Marketing di rete Marketing finanziario 1 Marketing finanziario 2 Marketing del turismo Event Marketing Marketing territoriale Strategie d impresa 1 Strategie d impresa 2 Strategie d impresa 3 P/08 P/08 P/08 P/08 P/08 P/08 P/08 P/08 P/08 Analisi economicofinanziaria d impresa Analisi economicofinanziaria d impresa 2 Corporate Govrernance Finanza Aziendale 1 Finanza Aziendale 2 Finanza Aziendale 3 P/08 P/08 P/09 P/09 P/09 Organizzazione aziendale 1 Organizzazione aziendale 2 P/10 P/10 35

36 Organizzazione del lavoro 1 Organizzazione del lavoro 2 Organizzazione delle Aziende e delle A. P. Organizzazione aziendale (settore turistico) Economia degli Intermediari Finanziari 1 Economia degli Intermediari Finanziari 2 Economia del Mercato Mobiliare 1 Economia del Mercato Mobiliare 2 Economia delle aziende di credito 1 Economia delle aziende di credito 2 Finanziamenti di Azienda (Corporate Banking) 1 Finanziamenti di Azienda (Corporate Banking) 2 Finanza Strutturata P/10 P/10 P/10 P/10 P/11 P/11 P/11 P/11 P/11 P/11 P/11 P/11 P/11 Tecnica di Borsa P/11 36

37 Economia e tecnica dei mercati finanziari 1 Economia e tecnica dei mercati finanziari 2 Matematica finanziaria 1 Matematica finanziaria 2 Matematica finanziaria 3 P/11 P/11 S/06 S/06 S/06 statisticomatematiche 10 Crediti Statistica assicurativa Probabilità e inferenza statistica 1 Probabilità e inferenza statistica 2 Modelli lineari S/06 S/01 S/01 S/01 Metodi statistici per le aziende 1 (già Statistica aziendale 1) Metodi statistici per le aziende 2 (già statistica aziendale 2) Diritto giuridiche commerciale 1 16 Crediti Diritto commerciale 2 S/01 S/01 IUS/04 IUS/04 37

38 Diritto commerciale 3 IUS/04 Legislazione bancaria 1 Legislazione bancaria 2 Diritto Fallimentare Diritto del Lavoro Legislazione del turismo Diritto Amministrativo (1 cfu) (Vedi Nota 1) Diritto Amministrativo 1 Diritto Amministrativo 2 Diritto Tributario 1 IUS/04 IUS/04 IUS/04 IUS/07 IUS/09 IUS/10 IUS/10 IUS/10 IUS/12 Diritto Tributario 2 IUS/12 Affini o integrative Econometria 1 P/05 economiche 15 Crediti Econometria 2 P/05 Storia economica 1 Storia economica 2 P/12 P/12 38

39 complementari 6 Crediti Informatica e tecnologie per la comunicazione in rete 1 (Informatica applicata 1) Informatica e tecnologie per la comunicazione in rete 2 (Informatica applicata 2) Informatica generale 1 Informatica generale 2 INF/01 INF/01 INF/01 INF/01 Demografia 1 S/04 Formazione interdisciplinare 10 Crediti Demografia 2 Laboratorio Informatico di base (1 Cfu) (Vedi Nota 2) Ricerca operativa 1 Ricerca operativa 2 Sociologia industriale 1 Sociologia industriale 2 S/04 ING-INF/05 MAT/09 MAT/09 SPS/09 SPS/09 A scelta dello studente 15 Crediti Sociologia economica 1 Sociologia economica 2 SPS/09 SPS/09 10 III 5 39

40 Altre (art. 10 comma 1 lettera f) Lingua Inglese (8 cfu) e Seconda Lingua Straniera (8 cfu); Laboratorio Informatico di Base (2 cfu) (Vedi Nota 2) 18 I/II - Prova finale 1 III 25 TOTALE La sigla na posta in corrispondenza di qualche insegnamento, indica che lo stesso insegnamento non è attivato e comunque non è inseribile nel piano di studio del biennio. (Nota 1) I cinque crediti relativi all insegnamento di Istituzioni di diritto Pubblico 1 vengono così convalidati: Istitituzioni di diritto pubblico (4 cfu) tra le attività giuridiche di base, Diritto Amministrativo (1 cfu) tra le attività giuridiche caratterizzanti. (Nota 2) I tre crediti relativi al Laboratorio Informatico di Base vengono così convalidati: per un credito tra le Affini o Integrative, complementari, e per due crediti tra le Altre attività formative art. 10 lettera f. 40

Manifesto degli Studi del

Manifesto degli Studi del Università della Calabria Facoltà di Economia Manifesto degli Studi del Corso di Laurea Specialistica in ECONOMIA AZIENDALE Classe di laurea n. 84/S - Scienze Economico-Aziendali A.A. 2008-2009 Obiettivi

Dettagli

Corso di Laurea Specialistica in. Classe di laurea specialistica n. 91/S Statistica Economica, Finanziaria e Attuariale. Manifesto degli Studi

Corso di Laurea Specialistica in. Classe di laurea specialistica n. 91/S Statistica Economica, Finanziaria e Attuariale. Manifesto degli Studi UNIVERSITA DELLA CALABRIA Facoltà di Economia Corso di Laurea Specialistica in Statistica e Informatica per l Economia e la Finanza Classe di laurea specialistica n. 91/S Statistica Economica, Finanziaria

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE COORTE 2014/2015

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE COORTE 2014/2015 DIPARTIMENTO DI MATEMATICA, INFORMATICA ED ECONOMIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE COORTE 2014/2015 TITOLO I Disposizioni Generali Art.1 Finalità del Regolamento e ambito

Dettagli

Regolamento Corso di Laurea Magistrale in. AMMINISTRAZIONE ECONOMIA E FINANZA (Classe LM-77, Scienze Economico Aziendali)

Regolamento Corso di Laurea Magistrale in. AMMINISTRAZIONE ECONOMIA E FINANZA (Classe LM-77, Scienze Economico Aziendali) Regolamento Corso di Laurea Magistrale in AMMINISTRAZIONE ECONOMIA E FINANZA (Classe LM-77, Scienze Economico Aziendali) Art. 1 Attivazione La Facoltà di Economia attiva il Corso di Laurea Magistrale in

Dettagli

Regolamento Corso di Laurea Magistrale in

Regolamento Corso di Laurea Magistrale in Regolamento Corso di Laurea Magistrale in AMMINISTRAZIONE, ECONOMIA E FINANZA. (Classe LM-77, Scienze Economico Aziendali) Art. 1 Attivazione Il Dipartimento di Ingegneria Industriale e dell Informazione

Dettagli

6 ore = 1 credito. 1 credito. 1 credito. 1 credito. Complementari Informatica A 5 IUS/14 Caratterizzanti Giuridico. 5 INF/01 Affiniintegrative

6 ore = 1 credito. 1 credito. 1 credito. 1 credito. Complementari Informatica A 5 IUS/14 Caratterizzanti Giuridico. 5 INF/01 Affiniintegrative UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Facoltà di Economia Varese MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2004/2005 Corso di laurea specialistica in Economia e Commercio Corso di laurea specialistica in Economia

Dettagli

Corso di Laurea in. Classe di laurea 55/S Progettazione e gestione dei sistemi turistici. Manifesto degli studi Anno Accademico 2007/2008

Corso di Laurea in. Classe di laurea 55/S Progettazione e gestione dei sistemi turistici. Manifesto degli studi Anno Accademico 2007/2008 Corso di Laurea in VALORIZZAZIONE DEI SISTEMI TURISTICO-CULTURALI Classe di laurea 55/S Progettazione e gestione dei sistemi turistici Manifesto degli studi Anno Accademico 2007/2008 OBIETTIVI FORMATIVI

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO Laurea specialistica in Classe Facoltà ECONOMIA E LEGISLAZIONE D IMPRESA 84/S Classe delle lauree specialistiche in Scienze economico-aziendali Economia Art. 1. Finalità Il presente

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE DEL LAVORO

REGOLAMENTO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE DEL LAVORO REGOLAMENTO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE DEL LAVORO 1. Il presente Regolamento specifica gli aspetti organizzativi del corso di laurea specialistica in Scienze del lavoro (classe delle

Dettagli

Regolamento Didattico del Corso di laurea di II livello in: MANAGEMENT. Classe delle lauree specialistiche 84/S Scienze economico-aziendali

Regolamento Didattico del Corso di laurea di II livello in: MANAGEMENT. Classe delle lauree specialistiche 84/S Scienze economico-aziendali Regolamento Didattico del Corso di laurea di II livello in: MANAGEMENT Classe delle lauree specialistiche 84/S Scienze economico-aziendali ART. 1 Istituzione del corso di laurea in Management (MGT) Presso

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO Laurea triennale in Classe Facoltà ECONOMIA AZIENDALE XVII Scienze dell economia e della gestione aziendale Economia Art. 1. Finalità Il presente regolamento disciplina l articolazione

Dettagli

Regolamento Corso di Laurea Magistrale in ECONOMIA E GESTIONE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI. (Classe LM-63, Scienze delle pubbliche amministrazioni)

Regolamento Corso di Laurea Magistrale in ECONOMIA E GESTIONE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI. (Classe LM-63, Scienze delle pubbliche amministrazioni) Regolamento Corso di Laurea Magistrale in ECONOMIA E GESTIONE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI (Classe LM-63, Scienze delle pubbliche amministrazioni) Art. 1 Istituzione La Facoltà di Economia istituisce

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO Laurea triennale in Classe Facoltà ECONOMIA E COMMERCIO XXVIII Scienze economiche Economia Art. 1. Finalità Il presente regolamento disciplina l articolazione dei contenuti e le modalità

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2008/2009

MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2008/2009 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Facoltà di Economia Varese MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2008/2009 Corso di laurea magistrale in Economia e Commercio Corso di laurea magistrale in Economia

Dettagli

corso di laurea magistrale in Management internazionale e del turismo (di nuova istituzione D.M. 270/04)

corso di laurea magistrale in Management internazionale e del turismo (di nuova istituzione D.M. 270/04) UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI PARTHENOPE Regolamento didattico di corso di studio (laurea di II livello) corso di laurea magistrale in Management internazionale e del turismo (di nuova istituzione D.M.

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE Art. 1 Oggetto del Regolamento Il presente Regolamento disciplina l'organizzazione didattica e lo svolgimento delle attività formative del

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA

CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA Università degli Studi di Cagliari Regolamento Didattico del Corso di Studi in Ingegneria Elettrica, A.A. 2007/08 CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA Art. 1. Articolazione del Corso di Laurea in Ingegneria

Dettagli

Regolamento didattico del corso di laurea triennale in Giurista dell Impresa e dell Amministrazione. Parte generale

Regolamento didattico del corso di laurea triennale in Giurista dell Impresa e dell Amministrazione. Parte generale Regolamento didattico del corso di laurea triennale in Giurista dell Impresa e dell Amministrazione Capo I. Disposizioni generali Parte generale Art. 1. Ambito di competenza 1. Il presente Regolamento

Dettagli

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERCLASSE IN SOCIETÀ E SVILUPPO LOCALE

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERCLASSE IN SOCIETÀ E SVILUPPO LOCALE CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERCLASSE IN SOCIETÀ E SVILUPPO LOCALE Classe delle Lauree Magistrali in Servizio sociale e politiche sociali (LM-87) Sede didattica del Corso di Laurea Magistrale: Alessandria

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO Laurea specialistica in Classe Facoltà MARKETING E COMUNICAZIONE 84/S Classe delle lauree specialistiche in Scienze economico-aziendali Economia Art. 1. Finalità Il presente regolamento

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2005/2006 PARTE PRIMA INFORMAZIONI GENERALI

MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2005/2006 PARTE PRIMA INFORMAZIONI GENERALI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI FACOLTA DI ECONOMIA MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2005/2006 PARTE PRIMA INFORMAZIONI GENERALI 1. Corsi di laurea L offerta formativa della Facoltà di Economia

Dettagli

Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Management e Sviluppo Socioeconomico (LM 56) a.a. 2015/16

Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Management e Sviluppo Socioeconomico (LM 56) a.a. 2015/16 Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Management e Sviluppo Socioeconomico (LM 56) a.a. 2015/16 Obiettivi formativi Il Corso di Laurea Magistrale in Management e Sviluppo Socioeconomico

Dettagli

Regolamento didattico del corso di laurea magistrale in Servizio Sociale e Politiche Sociali. Parte generale

Regolamento didattico del corso di laurea magistrale in Servizio Sociale e Politiche Sociali. Parte generale Regolamento didattico del corso di laurea magistrale in Servizio Sociale e Politiche Sociali Capo I. Disposizioni generali Parte generale Art. 1. Ambito di competenza 1. Il presente Regolamento disciplina,

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI 0BII I FACOLTA DI ECONOMIA 1BREGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA E COMMERCIO (Classe L33, D.M. 270/2004) 2BArt. 1 Finalità Il presente Regolamento didattico

Dettagli

FACOLTÀ DI ECONOMIA (SEDE DI PIACENZA) ART. 1

FACOLTÀ DI ECONOMIA (SEDE DI PIACENZA) ART. 1 SEZIONE UNDICESIMA FACOLTÀ DI ECONOMIA (SEDE DI PIACENZA) ART. 1 Alla Facoltà di Economia (sede di Piacenza) afferiscono i seguenti corsi di laurea triennali: a) corso di laurea in Economia aziendale b)

Dettagli

Corso di Laurea Specialistica in

Corso di Laurea Specialistica in UNIVERSITA DELLA CALABRIA Facoltà di Economia Corso di Laurea Specialistica in Discipline Economiche e Sociali per lo sviluppo e la cooperazione Classe di laurea specialistica n.88/s Scienze per la Cooperazione

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA Facoltà di Psicologia Facoltà di Scienze matematiche fisiche e naturali LAUREA MAGISTRALE IN Teoria e tecnologia della comunicazione REGOLAMENTO DIDATTICO - ANNO

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO Laurea triennale in Classe Facoltà ECONOMIA E MANAGEMENT DELLE IMPRESE DI SERVIZI XVII Scienze dell economia e della gestione aziendale Economia Art. 1. Finalità Il presente regolamento

Dettagli

1. CORSI DI LAUREA TRIENNALE

1. CORSI DI LAUREA TRIENNALE Corsi di laurea PARTE SECONDA DESCRIZIONE DEI CORSI DI LAUREA E PROGRAMMI DEGLI INSEGNAMENTI 1. CORSI DI LAUREA TRIENNALE Sede Venezia Treviso Amministrazione e controllo Commercio Estero Denominazione

Dettagli

Regolamento didattico Corso di Laurea Magistrale in Management e Sviluppo Socioeconomico (LM 56)

Regolamento didattico Corso di Laurea Magistrale in Management e Sviluppo Socioeconomico (LM 56) Regolamento didattico Corso di Laurea Magistrale in Management e Sviluppo Socioeconomico (LM 56) Obiettivi formativi Il Corso di Laurea Magistrale in Management e Sviluppo Socioeconomico ha l obiettivo

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO DIPARTIMENTO DI ECONOMIA, MANAGEMENT E DIRITTO DELL IMPRESA MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2016-2017 REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN ECONOMIA E FINANZA INTERNAZIONALE

REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN ECONOMIA E FINANZA INTERNAZIONALE REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN ECONOMIA E FINANZA INTERNAZIONALE 1. Il presente Regolamento specifica gli aspetti organizzativi del corso di laurea specialistica in Economia e finanza

Dettagli

SEZIONE NONA FACOLTÀ DI SCIENZE BANCARIE, FINANZIARIE E ASSICURATIVE ART. 1

SEZIONE NONA FACOLTÀ DI SCIENZE BANCARIE, FINANZIARIE E ASSICURATIVE ART. 1 SEZIONE NONA FACOLTÀ DI SCIENZE BANCARIE, FINANZIARIE E ASSICURATIVE ART. 1 Alla Facoltà di Scienze bancarie, finanziarie e assicurative afferiscono i seguenti corsi di laurea di specialistica: a) corso

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA. Facoltà di Psicologia. LAUREA MAGISTRALE IN Psicologia delle organizzazioni e dei comportamenti di consumo

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA. Facoltà di Psicologia. LAUREA MAGISTRALE IN Psicologia delle organizzazioni e dei comportamenti di consumo UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA Facoltà di Psicologia LAUREA MAGISTRALE IN Psicologia delle organizzazioni e dei comportamenti di consumo REGOLAMENTO DIDATTICO - ANNO ACCADEMICO 2007-2008 DESCRIZIONE

Dettagli

PARTE I Principi generali

PARTE I Principi generali UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Banca e Finanza Laurea: Classe: Struttura di riferimento: Altre strutture di riferimento: Banca e Finanza Banking

Dettagli

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA GIURISPRUDENZA

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA GIURISPRUDENZA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA GIURISPRUDENZA (Approvato con delibera del CdF del 03.05.06 e modificato con delibere del CdF del 07.03.07, del 12.03.08 e del 08.04.08) Regolamento didattico

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MASTER IN ECONOMIA E BANCA

REGOLAMENTO DEL MASTER IN ECONOMIA E BANCA REGOLAMENTO DEL MASTER IN ECONOMIA E BANCA ART. 1 Denominazione e obiettivi formativi Il Master in Economia e Banca nasce (MEBS) dal rapporto di collaborazione tra 1'Università degli Studi di Siena e la

Dettagli

Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Ambientali e Metodologia Quantitative (SEAM) Università degli Studi di Messina

Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Ambientali e Metodologia Quantitative (SEAM) Università degli Studi di Messina Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Ambientali e Metodologia Quantitative (SEAM) Università degli Studi di Messina REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN SCIENZE ECONOMICHE E FINANZIARIE

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MATEMATICA (CLASSE LM-40 Matematica) Art. 1 Premesse

Dettagli

Facoltà di Giurisprudenza REGOLAMENTO

Facoltà di Giurisprudenza REGOLAMENTO REGOLAMENTO del Corso di Laurea magistrale a ciclo Unico in Giurisprudenza ( Classe LMG /01 ) Anno Accademico di istituzione: 2006/2007 Art. 1. Organizzazione del corso di studio 1. È istituito presso

Dettagli

LAUREA MAGISTRALE BIENNALE IN SCIENZE ECONOMICHE (LM-56)

LAUREA MAGISTRALE BIENNALE IN SCIENZE ECONOMICHE (LM-56) LAUREA MAGISTRALE BIENNALE IN SCIENZE ECONOMICHE (LM-56) Il corso di laurea in breve Il corso di laurea magistrale in Scienze Economiche, in modalità E-learning, mira a consentire l'acquisizione di conoscenze

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERCLASSE IN FINANZA E METODI QUANTITATIVI PER L ECONOMIA CLASSI DELLE LAUREE MAGISTRALI LM-1 e LM-83 AI SENSI DEL D.M. 270/2004 (FIN) (Sede

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI CONSULENTE DEL LAVORO ED ESPERTO DI RELAZIONI INDUSTRIALI

CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI CONSULENTE DEL LAVORO ED ESPERTO DI RELAZIONI INDUSTRIALI CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI CONSULENTE DEL LAVORO ED ESPERTO DI RELAZIONI INDUSTRIALI (Modificato con delibere del CdF e CdS del 22.01.03, del 07.05.2003, del 8.10.2003; del 25.02.2004;

Dettagli

Pos. AG Decreto n. 449 IL RETTORE

Pos. AG Decreto n. 449 IL RETTORE Pos. AG Decreto n. 449 IL RETTORE Vista la legge 9.5.89, n. 168; Vista la legge 19.11.90, n. 341; Vista la legge 15.5.97, n. 127; il D.P.R. 27.1.98, n. 25; il D.M. 3.11.99, n. 509 recante norme concernenti

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO TITOLO I FINALITÀ E ORDINAMENTO DIDATTICO Art. 1 Premesse e finalità 1. Il Corso di laurea magistrale in Scienze Storiche afferisce alla Classe delle lauree magistrali LM-84 in Scienze

Dettagli

Regolamento didattico di corso di studio (laurea di I livello)

Regolamento didattico di corso di studio (laurea di I livello) UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI PARTHENOPE (già Istituto Universitario Navale) Regolamento didattico di corso di studio (laurea di I livello) corso di laurea in Logistica e trasporti (Adeguamento di corso

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA INTERCLASSE IN SCIENZE DELLA CULTURA (CLASSE L-5 Filosofia e L-42 Storia) Art.

Dettagli

AMMINISTRAZIONE E LEGISLAZIONE AZIENDALE

AMMINISTRAZIONE E LEGISLAZIONE AZIENDALE .UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA DIPARTIMENTO DI ECONOMIA CLASSE DELLE LAUREE MAGISTRALI LM77 AI SENSI DEL D.M. 270/2004 CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN AMMINISTRAZIONE E LEGISLAZIONE AZIENDALE (Sede di

Dettagli

verificare le competenze personali competenze richieste per l accesso

verificare le competenze personali competenze richieste per l accesso FACOLTA DI ECONOMIA PROCEDURA DI ACCESSO ALLE LAUREE MAGISTRALI (informazioni aggiornate con le deliberazioni assunte dal Consiglio di Facoltà dd. 15/07/2010) Per essere ammessi alle lauree magistrali

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA. Facoltà di Economia. LAUREA MAGISTRALE IN Economia e Finanza

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA. Facoltà di Economia. LAUREA MAGISTRALE IN Economia e Finanza UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA Facoltà di Economia LAUREA MAGISTRALE IN Economia e Finanza REGOLAMENTO DIDATTICO - ANNO ACCADEMICO 2007-2008 DESCRIZIONE Corso di Laurea di durata biennale appartenente

Dettagli

CORSO DI LAUREA ECONOMIA AZIENDALE L-18 180 CFU

CORSO DI LAUREA ECONOMIA AZIENDALE L-18 180 CFU CORSO DI LAUREA ECONOMIA AZIENDALE L-18 180 CFU www.unipegasotrapani.it ECONOMIA AZIENDALE L-18 triennale 180 CFU Facoltà di Giurisprudenza OBIETTIVI FORMATIVI SPECIFICI Il corso di laurea in Economia

Dettagli

Regolamento didattico di corso di studio (laurea di I livello)

Regolamento didattico di corso di studio (laurea di I livello) UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI PARTHENOPE (già Istituto Universitario Navale) Regolamento didattico di corso di studio (laurea di I livello) corso di laurea in Economia Aziendale (Adeguamento di corso

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI ECONOMIA MARCO BIAGI

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI ECONOMIA MARCO BIAGI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI ECONOMIA MARCO BIAGI REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN ANALISI, CONSULENZA E GESTIONE FINANZIARIA (INTERCLASSE LM-16 FINANZA

Dettagli

Corso di Laurea in Informatica

Corso di Laurea in Informatica Università degli Studi di Parma Dipartimento di Matematica e Informatica Corso di Laurea in Informatica Laurea di primo livello Classe L-31 Scienze e Tecnologie Informatiche (studenti immatricolati negli

Dettagli

Open Day Lauree Magistrali. L offerta formativa del Dipartimento di Economia A.A. 2016-2017

Open Day Lauree Magistrali. L offerta formativa del Dipartimento di Economia A.A. 2016-2017 Open Day Lauree Magistrali L offerta formativa del Dipartimento di Economia A.A. 2016-2017 Varese, 6 maggio 2016 Il Dipartimento di Economia 2 Servizi agli studenti: Cosa si trova in Dipartimento? Biblioteca

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN CONSULENZA PEDAGOGICA E RICERCA EDUCATIVA TITOLO PRIMO DISPOSIZIONI GENERALI E COMUNI

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN CONSULENZA PEDAGOGICA E RICERCA EDUCATIVA TITOLO PRIMO DISPOSIZIONI GENERALI E COMUNI REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN CONSULENZA PEDAGOGICA E RICERCA EDUCATIVA TITOLO PRIMO DISPOSIZIONI GENERALI E COMUNI Art. 1 Denominazione - Classe di appartenenza Titolo 1.

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA CALABRIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA, ECOLOGIA E SCIENZE DELLA TERRA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA CALABRIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA, ECOLOGIA E SCIENZE DELLA TERRA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA CALABRIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA, ECOLOGIA E SCIENZE DELLA TERRA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE E TECNOLOGIE PER LA CONSERVAZIONE E IL RESTAURO DEI BENI CULTURALI (LM-11

Dettagli

Art. 1 Definizioni. Art. 2 Denominazione, Classe di Appartenenza e Struttura Didattica di Riferimento. Art. 3 Obiettivi Formativi Specifici

Art. 1 Definizioni. Art. 2 Denominazione, Classe di Appartenenza e Struttura Didattica di Riferimento. Art. 3 Obiettivi Formativi Specifici Regolamento Didattico del Corso di Laurea Specialistica in Biologia Agro-alimentare e della Nutrizione Facoltà di Scienze mm. ff. nn Classe 6/S delle Lauree Specialistiche in Biologia Art. 1 Definizioni

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA. Facoltà di Economia. LAUREA IN Economia delle banche, delle assicurazioni e degli intermediari finanziari

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA. Facoltà di Economia. LAUREA IN Economia delle banche, delle assicurazioni e degli intermediari finanziari UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA Facoltà di Economia LAUREA IN Economia delle banche, delle assicurazioni e degli intermediari finanziari REGOLAMENTO DIDATTICO - ANNO ACCADEMICO 2007-2008 DESCRIZIONE

Dettagli

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERNAZIONALE INTERCLASSE IN ECONOMIA E POLITICHE PUBBLICHE,AMBIENTE, CULTURA (EPPAC)

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERNAZIONALE INTERCLASSE IN ECONOMIA E POLITICHE PUBBLICHE,AMBIENTE, CULTURA (EPPAC) CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERNAZIONALE INTERCLASSE IN ECONOMIA E POLITICHE PUBBLICHE,AMBIENTE, CULTURA (EPPAC) classe delle lauree Magistrali in Scienze dell economia (LM-56), Sede didattica del Corso

Dettagli

ART. 1 Oggetto del Regolamento

ART. 1 Oggetto del Regolamento REGOLAMENTO DELLA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN DIDATTICA DELL ITALIANO COME LINGUA STRANIERA ART. 1 Oggetto del Regolamento Il presente regolamento disciplina, ai sensi dell articolo 1 comma 3 del Regolamento

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANE Comunicazione, Formazione, Psicologia NORME GENERALI PROVA FINALE/ESAME DI LAUREA

DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANE Comunicazione, Formazione, Psicologia NORME GENERALI PROVA FINALE/ESAME DI LAUREA DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANE Comunicazione, Formazione, Psicologia NORME GENERALI PROVA FINALE/ESAME DI LAUREA CARATTERISTICHE DELLA PROVA FINALE La prova finale dei corsi di laurea triennali è in forma

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN TEORIA, TECNICHE E GESTIONE DELLE ARTI E DELLO SPETTACOLO

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN TEORIA, TECNICHE E GESTIONE DELLE ARTI E DELLO SPETTACOLO REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN TEORIA, TECNICHE E GESTIONE DELLE ARTI E DELLO SPETTACOLO TITOLO PRIMO DISPOSIZIONI GENERALI E COMUNI Art. 1 Denominazione - Classe di appartenenza

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA. Facoltà di Economia. LAUREA IN Economia e amministrazione delle imprese

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA. Facoltà di Economia. LAUREA IN Economia e amministrazione delle imprese UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA Facoltà di Economia LAUREA IN Economia e amministrazione delle imprese REGOLAMENTO DIDATTICO - ANNO ACCADEMICO 2007-2008 DESCRIZIONE Corso di Laurea di durata triennale

Dettagli

LAUREA TRIENNALE IN ECONOMIA AZIENDALE (L-18)

LAUREA TRIENNALE IN ECONOMIA AZIENDALE (L-18) LAUREA TRIENNALE IN ECONOMIA AZIENDALE (L-18) Il corso di laurea in breve Il corso di laurea in Economia Aziendale, in modalità E-learning, offre una formazione che risponde alle esigenze di diverse tipologie

Dettagli

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERNAZIONALE INTERCLASSE IN ECONOMIA E POLITICHE PUBBLICHE,AMBIENTE, CULTURA (EPPAC)

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERNAZIONALE INTERCLASSE IN ECONOMIA E POLITICHE PUBBLICHE,AMBIENTE, CULTURA (EPPAC) CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERNAZIONALE INTERCLASSE IN ECONOMIA E POLITICHE PUBBLICHE,AMBIENTE, CULTURA (EPPAC) classe delle lauree Magistrali in Scienze economiche per l ambiente e la cultura (LM-76).

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI ECONOMIA MARCO BIAGI

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI ECONOMIA MARCO BIAGI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI ECONOMIA MARCO BIAGI REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE (CLASSE L-18 SCIENZE DELL ECONOMIA E DELLA GESTIONE AZIENDALE)

Dettagli

Regolamento didattico del Corso di Laurea specialistica in PSICOLOGIA SPERIMENTALE (Classe di laurea 58/S Psicologia)

Regolamento didattico del Corso di Laurea specialistica in PSICOLOGIA SPERIMENTALE (Classe di laurea 58/S Psicologia) 1 Regolamento didattico del Corso di Laurea specialistica in PSICOLOGIA SPERIMENTALE (Classe di laurea 58/S Psicologia) Art 1. Denominazione È istituito presso l Università di Firenze il Corso di Laurea

Dettagli

Dipartimento di Scienze economiche, politiche e delle lingue moderne

Dipartimento di Scienze economiche, politiche e delle lingue moderne Classe di laurea L-18 in SCIENZE DELL'ECONOMIA E DELLA GESTIONE AZIENDALE Regolamento didattico del Corso di Laurea L - 18 in Economia aziendale e bancaria usiness administration and banking ai sensi dell

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE FISICHE E NATURALI

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE FISICHE E NATURALI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE FISICHE E NATURALI REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN INFORMATICA (CLASSE L-31 - Scienze e tecnologie informatiche)

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MARKETING E QUALITÀ

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MARKETING E QUALITÀ REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MARKETING E QUALITÀ Art. 1 Oggetto del Regolamento Il presente Regolamento disciplina l organizzazione didattica e lo svolgimento delle attività

Dettagli

Economia E Management

Economia E Management CORSO DI LAUREA TRIENNALE Economia E Management A.A. 2012 / 2013 DIPARTIMENTO Impresa e Management Economia e Management COSA STAI CERCANDO? Gennaro Olivieri DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO Il corso di laurea

Dettagli

II anno di Corso gli studenti saranno chiamati a scegliere il CURRICULUM/PERCORSO tra..

II anno di Corso gli studenti saranno chiamati a scegliere il CURRICULUM/PERCORSO tra.. I anno di corso è COMUNE II anno di Corso gli studenti saranno chiamati a scegliere il CURRICULUM/PERCORSO tra.. Impresa e Mercati Internazionali (classe LM-56) Management dei Servizi pubblici ed Economia

Dettagli

Corso di Laurea Magistrale in Management e Governance a.a. 2015-16

Corso di Laurea Magistrale in Management e Governance a.a. 2015-16 Corso di Laurea Magistrale in Management e Governance a.a. 2015-16 Dipartimento di Studi Aziendali e Giuridici Prof. Roberto Di Pietra ROBERTO DI PIETRA MAY, 2015 1 Roberto Di Pietra Informazioni generali

Dettagli

REGOLAMENTO PROVA FINALE PER IL CONSEGUIMENTO DEL DIPLOMA ACCADEMICO DI 1 LIVELLO ANNO ACCADEMICO 2015 2016

REGOLAMENTO PROVA FINALE PER IL CONSEGUIMENTO DEL DIPLOMA ACCADEMICO DI 1 LIVELLO ANNO ACCADEMICO 2015 2016 REGOLAMENTO PROVA FINALE PER IL CONSEGUIMENTO DEL DIPLOMA ACCADEMICO DI 1 LIVELLO ANNO ACCADEMICO 2015 2016 CORSI DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO ART. 1 PRINCIPI GENERALI DI RIFERIMENTO 1. Il titolo

Dettagli

FACOLTA DI INGEGNERIA CLASSE DELLE LAUREE SPECIALISTICHE IN INGEGNERIA GESTIONALE (34/S) Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Gestionale

FACOLTA DI INGEGNERIA CLASSE DELLE LAUREE SPECIALISTICHE IN INGEGNERIA GESTIONALE (34/S) Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Gestionale FACOLTA DI INGEGNERIA CLASSE DELLE LAUREE SPECIALISTICHE IN INGEGNERIA GESTIONALE (34/S) Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Gestionale Regolamento Didattico Art. 1 Attivazione del Corso di Studio

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERCLASSE IN PUBBLICITA, EDITORIA E CREATIVITA D IMPRESA (Classe LM-19 Informazione e sistemi editoriali e Classe LM-59 Scienze della comunicazione

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELL EDUCAZIONE (classe L-19 Scienze dell educazione e della formazione)

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SOCIOLOGIA E POLITICHE SOCIALI

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SOCIOLOGIA E POLITICHE SOCIALI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SOCIOLOGIA E POLITICHE SOCIALI CLASSE DELLE LAUREE MAGISTRALI IN SERVIZIO SOCIALE E POLITICHE SOCIALI (LM-87) Ai

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI BIOSCIENZE E BIOTECNOLOGIE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI BIOSCIENZE E BIOTECNOLOGIE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI BIOSCIENZE E BIOTECNOLOGIE REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN BIOLOGIA (CLASSE LM-6 BIOLOGIA) Art. 1 Premesse e finalità

Dettagli

CORSI DI LAUREA TRIENNALI IN SCIENZE DELL'ECONOMIA E DELLA GESTIONE AZIENDALE

CORSI DI LAUREA TRIENNALI IN SCIENZE DELL'ECONOMIA E DELLA GESTIONE AZIENDALE CORSI DI LAUREA TRIENNALI IN SCIENZE DELL'ECONOMIA E DELLA GESTIONE AZIENDALE Gli studenti che si iscrivono al I anno nell anno accademico 2003/2004 possono scegliere tra: ECONOMIA AZIENDALE - EA ECONOMIA

Dettagli

Articolo 1 Definizioni e finalità

Articolo 1 Definizioni e finalità Università di Cassino Facoltà di Ingegneria Regolamento didattico dei corsi di laurea magistrale in LM-23 - Classe delle Lauree Magistrali in INGEGNERIA CIVILE Ingegneria Civile LM -27 Classe delle Lauree

Dettagli

Regolamento didattico di corso di studio (laurea di I livello)

Regolamento didattico di corso di studio (laurea di I livello) UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI PARTHENOPE (già Istituto Universitario Navale) Regolamento didattico di corso di studio (laurea di I livello) corso di laurea in Risorse turistiche e beni culturali (Adeguamento

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN ANTROPOLOGIA DEL MONDO CONTEMPORANEO (CLASSE LM-1 Antropologia culturale

Dettagli

Regolamento didattico Corso di Laurea in Economia, Mercati e Sviluppo (L33) a.a. 2015/16

Regolamento didattico Corso di Laurea in Economia, Mercati e Sviluppo (L33) a.a. 2015/16 Regolamento didattico Corso di Laurea in Economia, Mercati e Sviluppo (L33) a.a. 2015/1 Obiettivi formativi Il Corso di Laurea in Economia, Mercati e Sviluppo intende fornire una formazione finalizzata

Dettagli

Presentazione del Corso di Laurea in Economia e Commercio

Presentazione del Corso di Laurea in Economia e Commercio Presentazione del Corso di Laurea in Economia e Commercio DIPARTIMENTO DI ECONOMIA - SCUOLA DELLE SCIENZE ECONOMICHE, AZIENDALI, GIURIDICHE E SOCIOLOGICHE- Universitá "G. d Annunzio" di Chieti-Pescara

Dettagli

FACOLTA DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE

FACOLTA DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE UNIVERSITÀ DEL SALENTO FACOLTA DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN TRADUZIONE LETTERARIA E TRADUZIONE TECNICO-SCIENTIFICA Classe 104/S La laurea

Dettagli

CORSO DI LAUREA TRIENNALE ECONOMIA AZIENDALE (DM 509/99)

CORSO DI LAUREA TRIENNALE ECONOMIA AZIENDALE (DM 509/99) CORSO DI LAUREA TRIENNALE ECONOMIA AZIENDALE (DM 09/99) MODIFICHE AI MANIFESTI DEGLI STUDI 2007/2008 E 2008/2009 In considerazione del fatto che alcuni insegnamenti in precedenza offerti per il Corso di

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI MANAGEMENT E DIRITTO MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN INNOVAZIONE E MANAGEMENT NELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE (Gestione Strategica, Valutazione

Dettagli

CLASSE DELLE LAUREE SPECIALISTICHE IN INGEGNERIA GESTIONALE

CLASSE DELLE LAUREE SPECIALISTICHE IN INGEGNERIA GESTIONALE CLASSE DELLE LAUREE SPECIALISTICHE IN INGEGNERIA GESTIONALE ORDINAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA GESTIONALE Art. 1 Istituzione. Presso la Facoltà di Ingegneria sede di

Dettagli

Corso di Laurea in Ingegneria Informatica e Automatica (Classe 9 delle lauree in Ingegneria dell Informazione) Regolamento didattico

Corso di Laurea in Ingegneria Informatica e Automatica (Classe 9 delle lauree in Ingegneria dell Informazione) Regolamento didattico 1 Art. 1. Attivazione Corso di Laurea in Ingegneria Informatica e Automatica (Classe 9 delle lauree in Ingegneria dell Informazione) Regolamento didattico 1. Presso la Facoltà di Ingegneria dell Università

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FACOLTÀ DI PSICOLOGIA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN NEUROSCIENZE E RIABILITAZIONE NEUROPSICOLOGICA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FACOLTÀ DI PSICOLOGIA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN NEUROSCIENZE E RIABILITAZIONE NEUROPSICOLOGICA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FACOLTÀ DI PSICOLOGIA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN NEUROSCIENZE E RIABILITAZIONE NEUROPSICOLOGICA REGOLAMENTO DIDATTICO TITOLO I FINALITÀ E ORDINAMENTO DIDATTICO Art.

Dettagli

NORME RELATIVE ALL ELABORATO TRIENNALE E TESI MAGISTRALE

NORME RELATIVE ALL ELABORATO TRIENNALE E TESI MAGISTRALE Parte 5 NORME RELATIVE ALL ELABORATO TRIENNALE E TESI MAGISTRALE 5.1 PROVA FINALE LAUREA TRIENNALE 5.1.1 ASSEGNAZIONE DEL DOCENTE TUTORE Lo Studente deve presentare domanda di assegnazione del Docente-tutore

Dettagli

FACOLTÀ DI ECONOMIA ART. 1

FACOLTÀ DI ECONOMIA ART. 1 SEZIONE TERZA FACOLTÀ DI ECONOMIA ART. 1 Alla Facoltà di Economia afferiscono i seguenti corsi di laurea specialistica: a) corso di laurea specialistica in Economia b) corso di laurea specialistica in

Dettagli

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I M A C E R A T A Facoltà di Scienze della formazione

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I M A C E R A T A Facoltà di Scienze della formazione U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I M A C E R A T A Facoltà di Scienze della formazione ALLEGATO N. Regolamento della Classe Unificata L-15 Classe delle lauree in Scienze del Turismo LM-49 Classe

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI LAUREA IN MATEMATICA PER LA FINANZA E L ASSICURAZIONE

REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI LAUREA IN MATEMATICA PER LA FINANZA E L ASSICURAZIONE REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI LAUREA IN MATEMATICA PER LA FINANZA E L ASSICURAZIONE Art. 1 - Denominazione e classe di appartenenza E` istituito presso l'università degli Studi di Torino il Corso di Laurea

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN SCIENZE GIURIDICHE SCIENZE GIURIDICHE

CORSO DI LAUREA IN SCIENZE GIURIDICHE SCIENZE GIURIDICHE CORSO DI LAUREA IN SCIENZE GIURIDICHE SCIENZE GIURIDICHE (Approvato con delibera del CdS e CdF del 03.05.06 e modificato con delibera del CdS del 07.03.07 e del CdF del 04.04.07) Regolamento didattico

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE in SICUREZZA E QUALITA AGROALIMENTARE

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE in SICUREZZA E QUALITA AGROALIMENTARE REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE in SICUREZZA E QUALITA AGROALIMENTARE Art. 1 Oggetto del Regolamento 1. Il presente Regolamento disciplina l'organizzazione didattica e lo svolgimento

Dettagli

Facoltà di Scienze Politiche

Facoltà di Scienze Politiche Università degli Studi di Siena Facoltà di Scienze Politiche Regolamento didattico di Facoltà (Emanato con Decreto Rettorale n. 1412/2000-01 del 18.09.2001, pubblicato nel Bollettino Ufficiale n. 35 del

Dettagli

FACOLTA DI SCIENZE MANAGERIALI REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA TELEMATICO IN ECONOMIA E MANAGEMENT DEI SERVIZI SANITARI CLASSE 17

FACOLTA DI SCIENZE MANAGERIALI REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA TELEMATICO IN ECONOMIA E MANAGEMENT DEI SERVIZI SANITARI CLASSE 17 FACOLTA DI SCIENZE MANAGERIALI REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA TELEMATICO IN ECONOMIA E MANAGEMENT DEI SERVIZI SANITARI CLASSE 17 1. DEFINIZIONE DEGLI OBIETTIVI FORMATI VI All interno dell Ateneo

Dettagli