SCUOLA SUPERIORE SCIENZE DELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE DECRETO RETTORALE N. IL RETTORE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SCUOLA SUPERIORE SCIENZE DELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE DECRETO RETTORALE N. IL RETTORE"

Transcript

1 Università della Calabria - Amministrazione Centrale D.R. n.1643 del 05/09/2014 SCUOLA SUPERIORE SCIENZE DELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE IL RETTORE VISTO il D.R. 23 marzo 2012 n. 562 con il quale è stato emanato lo Statuto di Ateneo adottato ai sensi dell'art. 2, comma 5, della Legge n. 240/2010, aggiornato con D.R. 1 aprile 2014 n. 608; VISTO il D.R. 06 febbraio 2013 n. 233 con il quale è stato aggiornato il Regolamento Generale di Ateneo; VISTO il D.R. 06/06/2014 n.1071 con il quale è stato aggiornato il Regolamento per l'amministrazione la finanza e la contabilità; VISTO il D.R. 30/09/2013 n con il quale è stato aggiornato il Regolamento Didattico d'ateneo; VISTO il D.R 12 marzo 2003 n. 645 con il quale è stato emanato il Regolamento per l'istituzione e il funzionamento dei corsi d i master universitari, aggiornato con D.R 30 settembre 2013 n. 896 e modificato con D.R. 07 maggio 2014 n. 829; VISTA la legge 19 novembre 1990 n. 341 sugli ordinamenti universitari; VISTA la legge 5 febbraio 1992 n. 104 e successive modificazioni Legge-quadro per l assistenza, l integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate ; VISTA la legge 8 ottobre 2010 n. 170, Norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico; VISTA la legge 30 luglio 2002 n. 189, modifica alla normativa in materia di immigrazione e di asilo; VISTO il decreto del Presidente della Repubblica 18 ottobre 2004, n. 334, regolamento recante modifiche ed integrazioni al decreto del Presidente della Repubblica 31 agosto 1999, n. 394, regolamento recante norme di attuazione del testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell'immigrazione e norme sulla condizione dello straniero; VISTO il decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000 n. 445, testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa; VISTO il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 9 aprile 2001, uniformità di trattamento sul diritto agli studi universitari, ai sensi dell'articolo 4 della legge 2 dicembre 1991, n. 390; VISTO il decreto 3 novembre 1999 n. 509, regolamento recante norme concernenti l'autonomia didattica degli atenei e il successivo decreto di modifica del 22 ottobre 2004, n. 270; VISTO il decreto legislativo 30 giugno 2003 n. 196, codice in materia di protezione dei dati personali; VISTO il D.gls 7 marzo 2005 n. 82 Codice dell Amministrazione Digitale VISTA la delibera degli Organi Sociali della Scuola Superiore di Scienze delle Amministrazioni Pubbliche del 21 maggio 2014 con la quale è stata approvata la proposta di istituzione per l'anno accademico 2014/2015 del Master di II livello in Management del Turismo e del Turismo Residenziale ; VISTO il verbale del Consiglio di Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali del 15 maggio 2014 con il quale è stata approvata la proposta di istituzione per l 'anno accademico 2014/2015 del Master di II livello in Management del Turismo e del Turismo Residenziale ; VISTA la delibera del Senato Accademico del 25 luglio 2014 con la quale si approva la proposta di istituzione del Master; VISTA la delibera del Consiglio di Amministrazione del 29 luglio 2014 con la quale si approva la proposta di istituzione del Master; RITENUTO di dover procedere alla pubblicazione del bando per consentire l'avvio del master; Pag. 1 di 12

2 DECRETA Art. 1 Istituzione Su proposta del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali, su richiesta della Scuola Superiore di Scienze delle Amministrazioni Pubbliche, è istituito per l A.A. 2014/2015, il Master di II livello in Management del Turismo e del Turismo Residenziale (Tourism Management and Residential Tourism). Il master si basa sulle esperienze maturate dal soggetto proponente nel campo del turismo, oltre che nelle attività di studio e di ricerca scientifica, anche in quelle didattiche e formative, e nelle collaborazioni prestate per la realizzazione di progetti, prodotti e servizi. Il master si basa anche sulle relazioni nazionali ed internazionali maturate dal 1996 ad oggi dal Centro Ricerche e Studi sul Turismo (CReST) del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell Università della Calabria, che pongono il soggetto proponente all attenzione della comunità scientifica nazionale ed internazionale, sui temi dello sviluppo territoriale del turismo e, in modo particolare, su quello del turismo residenziale. Art. 2 Finalità e obiettivi La finalità del master è quella di fornire un titolo professionalizzante nel campo della pianificazione sostenibile e della gestione territoriale del turismo convenzionale e del turismo residenziale. Il master è rivolto al personale dirigenziale delle amministrazioni pubbliche (statali, territoriali, funzionali e comunitarie) e dei consulenti e professionisti nel campo dei servizi alle imprese e alle amministrazioni pubbliche. Esso è altresì rivolto ai dipendenti delle pubbliche amministrazioni ed ai giovani laureati che vogliano acquisire le competenze necessarie per l accesso alla dirigenza amministrativa in ambito comunitario, nazionale e regionale/locale, nonché nell ambito delle amministrazioni funzionali. Più dettagliatamente, i destinatari del master sono: dirigenti, funzionari, operatori e amministratori del settore pubblico (quasi tutti i comparti della pubblica amministrazione possono essere destinatari del master in conseguenza della elevata trasversalità del fenomeno, ma principalmente quelli che operano nel turismo, nella pianificazione urbanistica e nell ambiente); funzionari e operatori del settore delle aree protette e delle comunità montane; insegnanti e personale del mondo educativo (principalmente degli istituti tecnici e professionali turistico-alberghiero) e della formazione professionale; agenti di viaggio ed addetti allo sviluppo di prodotti turistici (tour operator); agenti immobiliari; direttori e manager alberghieri; gestori di lidi balneari; guide, animatori e accompagnatori turistici; laureati che vogliano completare la loro formazione acquisendo una specifica professionalità nel campo della pianificazione sostenibile dello sviluppo turistico. Il master sviluppa competenze ed expertise nelle discipline sociologiche turistico-territoriali, in quelle culturali, in quelle giuridiche, in quelle tecnico-amministrative e in quelle economicomanageriali. Le aree tematiche generali sono due: il turismo convenzionale tradizionale ed il turismo residenziale. L obiettivo è quello di formare una figura professionale capace di partecipare alla implementazione ed alla gestione di processi di sviluppo del turismo, tendenti alla valorizzazione equilibrata del Pag. 2 di 12

3 territorio, alla crescita economica e sociale complessiva delle comunità locali ed al soddisfacimento degli interessi di tutti gli attori coinvolti (turisti, operatori del turismo, imprenditori, lavoratori, amministrazioni pubbliche, proprietari di case per vacanza, comunità ospitanti e stakeholders), e che servano, alle destinazioni turistiche ed alle imprese turistiche, per competere più efficacemente, oltre che sul piano nazionale e locale anche su quello globale. La figura professionale in questione avrà anche conoscenze e capacità che gli consentiranno di sapersi orientare nella riqualificazione, gestione e valorizzazione del turismo residenziale, ossia di un fenomeno turistico assai diffuso ma che, nella situazione attuale, presenta quali caratteristiche rilevanti, a livello nazionale ed internazionale, quelle di essere un fenomeno sostanzialmente informale, sommerso, spontaneo e non regolamentato. La figura professionale in questione avrà, inoltre, conoscenze e capacità di base che gli consentiranno di prendere decisioni nell ambito della valutazione della qualità turistica del territorio e delle imprese (marchi e certificazioni), e del turismo sociale. Aims and objectives The purpose of the master is to provide a professionalizing title in the field of sustainable planning and land management of conventional tourism and residential tourism. The master is addressed to the managerial personnel of the public administration (state, territorial, functional and Community) and of the consultants and professionals in the field of services to companies and public administrations. It is also addressed to the employees of public administrations and young graduates who wish to acquire the skills necessary to access the administrative leadership within the EU, national and regional / local level, as well as the administrations functional. More specifically, the recipients of the master are: executives, officials, practitioners and administrators in the public sector (almost all sectors of the public administration can be addressed to the master as a result of the high versatility of the phenomenon, but mainly those working in tourism, Urban planning and environment); officials and stakeholders of protected areas and mountain communities; teachers and educational staff of the world (mainly of technical institute for tourism, ) and vocational training; travel agents and employees in the development of tourism products (tour operators); real estate agents; managers and hotel managers; management of bathing beaches; workers, guides and tour leaders; graduates who want to complete their education by acquiring specific expertise in the field of sustainable planning of tourism development. The master develops skills and expertise in tourist-territorial sociology disciplines, in cultural disciplines, in the juridical ones, technical-administrative and economic-managerial ones. The general areas are two: the traditional and conventional tourism and the residential tourism. The goal is to train professionals able to participate in the implementation and management of the processes of tourism development, aimed at balanced development of the territory, to the social and economic growth of local communities and the overall satisfaction of the interests of all stakeholders involved (tourists, tourism operators, employers, workers, government, owners of vacation homes, host communities and stakeholders), and that they serve, to tourist destinations and tourism businesses to compete more effectively, as well as at national and local level also on to global ones. The professional figure in question will also have knowledge and skills that will to know how to steer the redevelopment, management and development of residential tourism, that is of a widespread tourism phenomenon but that, in the current situation, which has important national and Pag. 3 di 12

4 international features, those of being a phenomenon largely informal, undeclared, spontaneous and unregulated. The professional figure in question will also have knowledge and basic skills that will enable to make decisions in the assessment of quality tourism in the area and businesses (brands and certification), and social tourism. Art. 3 Requisiti di ammissione Possono presentare domanda di ammissione al Master, in considerazione del suo carattere pluridisciplinare, coloro che, alla data di scadenza della presentazione della domanda, sono in possesso di: laurea specialistica conseguita ai sensi del DM 509/1999; laurea magistrale conseguita ai sensi del DM 270/2004; diploma di laurea conseguito secondo gli ordinamenti previgenti; titolo di studio conseguito all estero, riconosciuto idoneo dal consiglio del corso di master ai soli fini dell iscrizione al corso. L iscrizione al Master è incompatibile con l iscrizione ad altri corsi di studio che prevedano il conseguimento di crediti. Art. 4 Accordi e collaborazioni Per le attività formative previste, il master si avvale di una rete di collaborazioni e convenzioni, di queste in particolare si segnalano: - Associazione Direttori d Albergo (ADA) - Apuliae Open University - Sacal s.p.a. (Aeroporto di Lamezia Terme) - Unione delle Pro Loco (UNPLI) - Dipartimento Turismo Regione Calabria - International Social Tourism Academy (ISTA) - Istituto Nazionale di Ricerche sul Turismo (ISNART) - Ises (Istituto per le Ricerche Sociali ed Economiche) - 4Connect - SI.Camera Sistema Camerale Servizi s.r.l. - Confesercenti Cosenza - Consorzio Isca Hotels - Consorzio FIBA nazionale (Federazione Italiana Imprese Balneari) - Cescot Calabria - Cittàslow International - Centro Ricerche e Studi sul Turismo (CReST) Per le attività di Stage e tirocinio sono già in essere convenzioni stipulate con Enti pubblici e privati, le più significative delle quali sono: 1) Amministrazione Comunale di Vibo Valentia 2) Amministrazione Provinciale di Catanzaro Pag. 4 di 12

5 3) Amministrazione Provinciale di Vibo Valentia 4) Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura Di Cosenza 5) Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura Di Crotone 6) Comune di Castrovillari 7) Comune di Cosenza 8) Comune di Firenze 9) Comune di Lamezia Terme 10) Comune di Rende 11) Confesercenti Cosenza 12) Confesercenti Vibo Valentia 13) Consiglio Regionale Calabria 14) Fincalabra Spa 15) Gal Serre Calabresi Scarl 16) Gal Sila Greca Basso Ionio Cosentino 17) Presidenza del Consiglio dei Ministri 18) Provincia di Cosenza 19) Provincia di Crotone 20) Provincia di Firenze 21) Provincia di Vibo Valentia 22) Regione Calabria 23) Sacal Spa Art. 5 Attività formativa Il piano di studi del Master prevede 1500 ore di attività formativa, che consentono l acquisizione di 60, articolate in: 400 ore di attività didattica frontale (40 ); 500 ore di altre attività, di cui 300 ore per attività di stage/tirocinio/project work/testimonianze di eccellenza (italiane/straniere)/redazione di progetti o elaborati (12 ) e 200 ore per la redazione dell elaborato finale (8 ); 600 ore di studio individuale. Le ore di attività didattica frontale sono svolte da docenti: del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali; di altri Dipartimenti dell Ateneo; di altre università italiane e straniere (fra cui, in particolare, Università Bicocca di Milano; Università di Perugia; Università di Torino; Università La Sapienza di Roma; Università di Lisbona; Università di Salonicco; Università di Alicante; Università di Cagliari); esperti e/o dirigenti di istituzioni pubbliche e/o private Il progetto generale delle attività formative, che garantisce almeno 240 ore di attività didattica frontale svolta da professori e ricercatori universitari di ruolo, avrà l articolazione che segue. Tale articolazione, così come anche il quadro docenti, potrà subire modifiche o variazioni in sede di attuazione. Il calendario delle lezioni sarà pubblicato, a cura del Direttore del Master, sul sito della Scuola Superiore di Scienze delle Amministrazioni Pubbliche (SSSAP). Pag. 5 di 12

6 Attività Formativa Modulo 1 Turismo, Post-Turismo, Società e diritto al turismo - Il turismo come fenomeno sociale e come fenomeno economico. Il modulo introduttivo propone lo stato dell arte del turismo come fenomeno sociale ed economico. Si discuteranno le questioni teoriche e concettuali di base, le definizioni convenzionali, le componenti essenziali del sistema turistico, i principali trend nazionali ed internazionali, le variabili che ne determinano le sue continue trasformazioni; i principali processi e fattori di sviluppo locali, nazionali ed internazionali. - Il posizionamento dell Italia nell ambito del turismo internazionale. Il modulo si pone l obiettivo di illustrare il posizionamento dell Italia e delle singole Regioni nell ambito del mercato turistico internazionale. A tal fine, alcuni fra gli argomenti trattati saranno l analisi della domanda e dell offerta turistica italiana e la comparazione della situazione in ambito internazionale, i paesi emergenti e gli scenari competitivi. - Evoluzione della società e frammentazione della domanda turistica. Il modulo approfondisce il tema delle forme di domanda turistica, delle nuove tendenze culturali in ambito turistico, della frammentazione della domanda turistica in forme non standardizzate e sempre più rispettose della natura e dell ambiente, e dei turismi di nicchia. - Processi di sviluppo turistico spontaneo. Il modulo affronta il tema dei processi di sviluppo turistici spontanei, ossia basati sul rapporto diretto (cioè non fondato sull'intermediazione turistica istituzionale) fra chi offre (la comunità locale) e chi domanda (i turisti autodiretti) turismo. A tal fine si illustreranno alcuni casi di studio. - Etica del turismo e diritto al turismo. Il modulo approfondisce il tema dell'etica nel turismo e del turismo sociale. Alcuni fra gli argomenti trattati saranno: il turismo sociale; il turismo come fattore di socializzazione fra le culture e fra i popoli; il turismo come diritto alla socializzazione ed alla fruizione del tempo libero per tutti; il Codice Mondiale di Etica del Turismo; il diritto al turismo per categorie sociali con bisogni particolari e/o disabilità temporanee e permanenti; terzo settore e turismo. e responsabile modulo 9 Responsabile Prof. Tullio Romita Docenti SSD 1,5 Prof. Tullio Romita 1,5 Esperto - SI.Camere 1,5 Prof. Ezio Marra 1,0 Prof.ssa Maria Luisa Fagiani 0,5 Prof. Tullio Romita 1,0 Esperto - Ises 1,0 Esperto - Ista 1,0 Esperto - Ista Attività Formativa Modulo 2 Governo e organizzazione del turismo - Assetto istituzionale in materia turistica (Diritto Pubblico). Dimensione costituzionale del turismo. Organizzazione pubblica del turismo. Poteri e funzioni, centrali e periferici in materia turistica. - Sistemi di risorse territoriali e turismo. Il modulo affronta il tema dell'analisi dei sistemi delle risorse naturali, storiche e culturali, e dei criteri di selezione delle risorse di pregio turistico. - Turismo: ruolo, competenze e funzioni, dell Ente Regione. Obiettivo del modulo è quello di illustrare il ruolo, le competenze e le funzioni dell Ente Regione, nella gestione ed organizzazione del Turismo. - Ruolo, competenze e funzioni, delle associazioni professionali del turismo. Obiettivo del modulo è quello di illustrare il ruolo, le competenze e le funzioni, delle associazioni professionali del turismo. - Ruolo, competenze e funzioni, delle associazioni di categoria del turismo. Obiettivo del modulo è quello di illustrare il ruolo, le competenze e le funzioni, delle associazioni di categoria del turismo. e responsabile modulo 7 Responsabile Prof. Alessandro Mazzitelli Docenti SSD 1,0 Prof. Alessandro Mazzitelli IUS/09 1,0 Prof. Walter Nocito IUS/09 1,0 Esperto - Ises 1,0 Esperto - Ises 0,5 Prof. Antonio Mingozzi BIO/05 0,5 Esperto - Regione Calabria 1,5 Esperto - ADA 0,5 Esperto - Confesercenti Pag. 6 di 12

7 Attività Formativa Modulo 3 Governo e organizzazione del turismo residenziale Governo e organizzazione del turismo residenziale. Il modulo affronta la questione del turismo residenziale (o turismo delle abitazioni private), quale fenomeno informale, sommerso e spontaneo, e con rilevanti impatti sociali, economici ed ambientali, in un'ottica comparata con alcuni fra i casi europei più rilevanti di organizzazione del turismo residenziale. Alcuni fra gli argomenti trattati saranno: definizioni di turismo residenziale; domanda ed offerta di turismo residenziale in Italia e nel resto del mondo; stili di vita e di consumo nel turismo residenziale; indicatori di impatto;, modelli di gestione locale del turismo residenziale. e responsabile modulo 4 Responsabile Prof. Tullio Romita Docenti SSD 1,5 Prof. Tullio Romita 1,5 Prof.ssa Raquel Huete 0,5 Prof. Olga Iakouvidou 0,5 Prof. Paris Tsartas Attività Formativa Modulo 4 Gestione del Turismo - Governance del territorio. Il modulo affronta il tema del rapporto fra territorio e sviluppo, illustrando i cambiamenti intervenuti con il passaggio dal government alla governance, richiamando le principali categorie analitiche sviluppate in letteratura e nella pratica. - Legislazione del Turismo [Privato]. Il modulo affronta il tema dei diritti ed obblighi individuali concernenti l erogazione e l acquisto di servizi turistici. Alcuni fra gli argomenti trattati: la disciplina dell agriturismo; la prenotazione alberghiera; il contratto di albergo; la vendita dei pacchetti turistici; i contratti a distanza. - Marketing per il turismo. Gli argomenti trattati riguarderanno le attività del marketing territoriale, il passaggio dal marketing tradizionale al marketing esperenziale, il marketing alberghiero, il web-marketing. - Progetti ed attività turistiche, per lo sviluppo e la gestione del territorio. Alcuni degli argomenti trattati saranno: il processo di messa in scena turistica dei luoghi; identità locale e sviluppo dei prodotti turistici; i marchi di qualità territoriale. - L Azienda turistica: organizzazione e gestione. Alcuni fra gli argomenti affrontati saranno: l impresa turistica e l ambiente; la gestione strategica dell impresa e l organizzazione delle aziende; l impresa alberghiera; l impresa balneare; ecc., più altri temi specifici quali il revenue management, il booking, ecc. e responsabile modulo 7 Responsabile Prof. Giovanni Tocci Docenti SSD 2,0 Prof. Giovanni Tocci 1,0 Prof. Francesco Torchia IUS/01 0,5 Esperto 1,5 Prof.ssa Paola De Salvo 1,0 Prof. Paolo Caputo SPS/09 1,0 Prof.ssa Antonella Silvestri SECS- P/07 Attività Formativa Modulo 5 Sistemi turistici e analisi territoriale del turismo -Analisi territoriale del turismo. Il modulo si occupa degli indicatori socio-economici e turistici più appropriati per la individuazione e l'analisi territoriale del turismo. Nell ambito degli argomenti trattati si farà anche riferimento alla rappresentazione cartografica dei dati. - Sistemi Turistici e Sistemi Turistici Locali. Il modulo si pone l obiettivo di fornire competenze utili all'analisi dei sistemi turistici. Alcuni fra gli argomenti trattati saranno: gli elementi dei Sistemi Turistici; i Sistemi Turistici a livello nazionale e locale; fonti ed archivi di dati socio-territoriali nazionali e internazionali; indicatori per l analisi e lo studio del fenomeno turistico; indagini quantitative e turismo (raccolta di dati, elaborazione ed analisi). - Flussi turistici e dinamiche demografiche. Il modulo si occupa del rapporto fra sviluppo demografico e turismo. Alcuni fra gli e responsabile modulo 7 Responsabile Prof. Santino Fiorelli Docenti 2,0 Prof. Santino Fiorelli 1,0 Prof. Antonino Campennì 1,0 Prof. Tullio Romita 1,0 Prof. Pietro Iaquinta SSD SECS- S/04 Pag. 7 di 12

8 argomenti trattati saranno l analisi quantitativa della popolazione; la misura della struttura demografica; le caratteristiche strutturali e l accrescimento demografico. - Analisi statistica del turismo. L obiettivo primario del modulo è quello di fornire competenze di tipo statistico per l elaborazione (attraverso fogli di calcolo elettronici) e l analisi (sia in ambito descrittivo che inferenziale) dei principali dati di tipo turistico. - Pianificazione territoriale delle attività turistiche. Obiettivo del modulo è quello di affrontare la pianificazione delle attività turistiche ai diversi livelli territoriali. Gli argomenti trattati riguarderanno la definizione di territorio e di paesaggio, la pianificazione territoriale e paesaggistica: attori, strumenti e processi, casi di studio. 1,0 Prof. Marco Marozzi 1,0 Prof.ssa Maria Luisa Ronconi SECS- S/01 M- GGR/01 Attività Formativa Modulo 6 Sviluppo sostenibile e turismo Sviluppo sostenibile. Il modulo si pone la finalità di definire, dal punto di vista teorico ed empirico, lo sviluppo sostenibile. Saranno approfonditi i seguenti argomenti, con particolare riferimento al turismo: i documenti per lo sviluppo sostenibile; il valore economico e sociale della sostenibilità; i diversi livelli della sostenibilità; sostenibilità dello sviluppo locale; lo sviluppo sostenibile nei mercati turistici consolidati ed emergenti; Turismo sostenibile e responsabile. Il modulo si pone la finalità di definire e di approfondire i seguenti argomenti: concetti e definizioni di turismo sostenibile e di turismo responsabile; il turismo come fattore di crescita economica e sociale rispettoso delle risorse ambientali e naturali, delle culture e delle tradizioni, delle destinazioni turistiche, della equità sociale; gli enti e le associazioni per il turismo sostenibile e per il turismo responsabile; studio di casi. Turismo e salvaguardia dell'ambiente. L obiettivo primario del modulo è quello di fornire competenze di tipo giuridico riguardo alla tutela dell'ambiente negli usi turistici del territorio. Management sostenibile delle imprese del turismo. Il modulo affronta il tema dello sviluppo turistico sostenibile, legato a quello della qualità delle imprese turistiche e dei relativi modelli di riconoscimento formali ed informali della qualità. Cenni sugli argomenti trattati: la qualità dell offerta alberghiera e ristorativa; marchi e sistemi di certificazione delle imprese turistiche e della gestione ambientale e sicurezza (ISO 9001, ecc.); marchi di qualità ecologica nel Turismo (Ecolabel e Servizi Turistici, Iso 14001, Emas, ecc.). e responsabile modulo 6 Responsabile Prof. Vincenzo Nocifora Docenti 2,5 Prof. Vincenzo Nocifora 1,0 Prof.ssa Rita Cannas 1,5 Prof.ssa Gilda Catalano 1,0 Esperto SSD SECS- P/08 SECS- P/07 Riepilogo Ore Ore attività didattica frontale Stage / tirocinio / project work / testimonianze di eccellenza (italiane/straniere) Prova finale Studio individuale 600 /// TOTALI Per esigenze particolari, definite dal Direttore del Master, sarà possibile erogare singole lezioni, nel limite complessivo delle 100 ore, attraverso sistemi di videoconferenza interattiva. Elenco docenti del Master Cognome e Nome Ruolo SSD Interno Esperto Campennì Antonino Ricercatore x Cannas Rita Ricercatore SECS P/08 x Pag. 8 di 12

9 Caputo Paolo Ricercatore SPS/09 x Catalano Gilda Ricercatore x De Salvo Paola Ricercatore x Fagiani Maria Luisa Ricercatore x Fiorelli Santino Ricercatore x Iaquinta Pietro Ricercatore SECS S/04 x Marozzi Marco Prof. Associato confermato SECS S/01 x Marra Ezio Prof. Ordinario x Mazzitelli Alessandro Prof. Associato confermato IUS/09 x Mingozzi Antonio Prof. Associato confermato BIO/05 x Nocifora Vincenzo F. Prof. Associato confermato x Nocito Walter Ricercatore IUS/09 x Romita Tullio Prof. Associato x Ronconi Maria Luisa Prof. Associato confermato M GGR/01 x Silvestri Antonella Ricercatore SECS P/07 x Tocci Giovanni Ricercatore x Torchia Francesco Ricercatore IUS/01 x Huete Raquel Professore c/o Università Alicante Spagna x Iakouvidou Olga Professore c/o Università di Salonicco Grecia x Tsartas Paris Professore c/o Università dell Egeo Grecia x n. 10 Esperti x Art. 6 Riconoscimento dei crediti Possono essere riconosciuti come crediti acquisiti ai fini del completamento del corso di Master, con corrispondente riduzione del carico formativo dovuto, le attività svolte in corsi di perfezionamento organizzati dall'università della Calabria, da altre università o da enti pubblici di ricerca e per le quali esista idonea attestazione. La misura del riconoscimento, comunque non superiore a 12 crediti, dipende dall'affinità e comparabilità delle attività del corso di perfezionamento. La domanda intesa ad ottenere il riconoscimento delle attività formative deve essere presentata all'atto dell'iscrizione presso la Scuola Superiore di Scienze delle Amministrazioni Pubbliche. Alla stessa dovrà essere allegata autocertificazione attestante le attività formative svolte. Coloro i quali abbiano svolto dette attività presso altra Università o Enti pubblici di ricerca sono tenuti, inoltre, ad allegare i programmi di ciascuna attività formativa. Il riconoscimento delle attività formative precedentemente svolte compete al Consiglio Scientifico di Master. Art. 7 Direttore del Master e Consiglio Scientifico Il Direttore del Master è il prof. Tullio Romita. Il Consiglio Scientifico è composto dai docenti proponenti e dai docenti responsabili delle attività formative. Art. 8 Collaborazioni Il Rettore delega il Direttore del Master alla firma delle convenzioni con le strutture individuate per lo svolgimento delle attività di tirocinio. Art. 9 Numero di candidati ammessi Al Master saranno ammessi un massimo di 40 iscritti e non sarà attivato se non si raggiungerà un numero minimo di 16 candidati. Pag. 9 di 12

10 Art.10 Posti riservati Al Master è riservato un posto a titolo gratuito per un candidato straniero e uno per un dipendente dell Ateneo, che potrà usufruirne previa selezione della Scuola sulla base dei medesimi criteri previsti per l ammissione al Master dall art. 12 del presente bando e previo nulla osta della struttura di appartenenza. Tale condizione dovrà essere specificata nel campo note della domanda on line di ammissione. In presenza di più domande di candidati stranieri il Consiglio Scientifico procede alla selezione dei candidati sulla base dei medesimi criteri previsti per l ammissione al Master dall art. 12 del presente bando. I candidati vincitori potranno usufruire di tale agevolazione una sola volta. Art. 11 Domanda di ammissione La domanda di ammissione dovrà essere compilata esclusivamente attraverso il sito web entro e non oltre il 15 ottobre 2014 e consegnata presso la segreteria della Scuola Superiore di Scienze delle Amministrazioni Pubbliche, entro le ore del 16 ottobre 2014, unitamente al versamento di 20,00 quale contributo per gestione della procedura selettiva Master Management del Turismo e del Turismo Residenziale (causale), che non potrà essere in nessun caso rimborsato. Il pagamento potrà essere effettuato mediante: sistema di pagamento on line disponibile al seguente sito c/c bancario IBAN IT 90 F Banca Monte dei Paschi filiale di Rende; c/c postale intestato a Università della Calabria, Rende. Art. 12 Selezione dei candidati Nel caso in cui il numero delle domande superi il numero dei posti disponibili, si procederà a formulare una graduatoria di merito per titoli secondo i seguenti criteri di valutazione: fino a punti 37 per il voto di laurea, ottenuti dividendo per 3 il voto conseguito (110 e lode sarà considerato pari a 111); fino a punti 40 per titoli e pubblicazioni attinenti alle tematiche del Master. I titoli comprendono: l eventuale possesso del titolo di dottore di ricerca in discipline giuridiche, politico-sociali, economiche, economico-aziendali (almeno 15 punti); conseguimento di altro Master, o corsi di perfezionamento universitario in discipline attinenti al Master; borse di studio almeno annuali in discipline giuridiche, politico-sociali, economiche ed economico-aziendali. Ai fini della selezione i candidati dovranno compilare tutti i campi contenuti nella domanda on-line di cui all art. 11. In caso di parità di punteggio precederà in graduatoria il candidato più giovane d'età. La graduatoria sarà pubblicata sul portale dell Ateneo: e della Scuola: Sono ammessi al Master coloro che, comunque, rientrano nel numero dei posti stabiliti. La commissione che valuterà le domande di ammissione e che stilerà l eventuale graduatoria di merito sarà composta dal Direttore del Master e da due docenti designati dal Consiglio Scientifico. Pag. 10 di 12

11 Art. 13 Iscrizione I candidati collocatisi in posizione utile in graduatoria dovranno presentare alla Scuola, entro dieci giorni dalla pubblicazione degli ammessi sul sito sotto pena di decadenza, i seguenti documenti : copia ricevuta della domanda di ammissione compilata on-line; dichiarazione sostitutiva dell atto di notorietà con la quale lo studente dichiara di non essere iscritto ad altro corso di studio; quietanza del versamento della quota di iscrizione di 2.600,00 (comprensiva di bollo virtuale e premio assicurativo), ovvero quietanza del versamento della 1 rata, causale: iscrizione Master di II livello in Management del Turismo e del Turismo Residenziale. Il pagamento potrà essere effettuato mediante: sistema di pagamento on line disponibile al seguente sito: c/c bancario IBAN IT 90 F Banca Monte dei Paschi filiale di Rende; c/c postale intestato a Università della Calabria, Rende. La quota di iscrizione potrà essere versata in un unica soluzione all atto del perfezionamento della pratica di iscrizione o in due rate: I rata di 1.300,00 contestualmente all iscrizione; II rata di 1.300,00 entro il 15 marzo Le ricevute dei versamenti effettuati devono essere consegnate in originale alla Scuola. I posti resisi vacanti saranno ricoperti per scorrimento della graduatoria. Se non si raggiungerà il numero minimo di iscritti, l attivazione del master non avrà luogo e si provvederà al rimborso della quota versata. La quota di iscrizione non potrà essere restituita per nessun altra ragione. Art.14 Durata del Master, sede delle attività didattiche e frequenza Il Master avrà inizio il mese di novembre 2014 e terminerà nel mese di novembre Le lezioni si terranno di norma il venerdì ed il sabato. Le attività didattiche saranno svolte nei locali della Scuola Superiore di Scienze delle Amministrazioni Pubbliche (Ampliamento Polifunzionale, Edificio Uffici III piano). La frequenza da parte degli iscritti alle varie attività del master è obbligatoria. Per il conseguimento del titolo è comunque richiesta una frequenza pari all 80% sia della durata dell attività didattica frontale, sia dell attività di tirocinio / stage / project work / testimonianze di eccellenza (italiane/straniere) / redazione di progetti o elaborati. Le attività di tirocinio potranno avere inizio dopo le prime 250 ore di didattica frontale. Art. 15 Verifiche periodiche e prove finali Il conseguimento dei crediti corrispondenti alle varie attività formative è subordinato a verifiche periodiche di accertamento delle competenze acquisite con votazione finale in trentesimi che dovranno essere registrate in uniwex o con il tradizionale sistema cartaceo (registro e statino). Le verifiche periodiche, nella misura di cinque, si terranno secondo il calendario stabilito dal Consiglio di corso e consisteranno in tests a risposta multipla. Il conseguimento del Master è Pag. 11 di 12

12 subordinato al superamento di una prova finale di accertamento delle competenze complessivamente acquisite, tenuto conto delle attività di tirocinio, stages e/o della redazione di progetti o elaborati. Le modalità di svolgimento della prova finale, che consisterà nella predisposizione e discussione di un Elaborato finale, saranno stabilite dal Consiglio di corso di Master. Il voto finale sarà espresso in 110. I requisiti minimi per il rilascio del titolo sono: frequenza non inferiore all 80% della durata complessiva del Master; superamento delle prove di verifica; superamento della prova finale. Le commissioni preposte alla valutazione delle verifiche periodiche e alla prova finale sono nominate dal Direttore del Master. Art. 16 Sede amministrativa del Master La sede didattica, amministrativa, organizzativa e della direzione del Master è sita presso la Scuola Superiore di Scienze delle Amministrazioni Pubbliche dell Università della Calabria. Art. 17 Titolo finale Agli iscritti che avranno superato la prova finale verrà rilasciato il titolo di Master universitario di II livello in Management del Turismo e del Turismo Residenziale del valore di 60. Art. 18 Norme finali Le date indicate agli artt. 11 e 14 hanno carattere ordinatorio, esse potranno essere modificate su proposta del Direttore del Master. Agli iscritti verrà rilasciato un account di posta elettronica sul dominio studenti.unical.it con il codice fiscale degli stessi come nome utente (del tipo Il piano finanziario allegato è parte integrante del presente decreto. Per quanto non esplicitamente previsto dal presente decreto si rinvia allo statuto, ai regolamenti di ateneo e alle norme legislative in vigore. IL RETTORE (Prof. Gino Mirocle CRISCI) Rende 5 settembre 2014 Pag. 12 di 12

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI UFFICIO ALTA FORMAZIONE ED ESAMI DI STATO MANIFESTO DEGLI STUDI MASTER DI II LIVELLO con modalità didattica multimediale, integrata e a distanza MANAGEMENT E DIRIGENZA NELLA SCUOLA (istituito ai sensi

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Università Vita~Salute San Raffaele

Università Vita~Salute San Raffaele Università Vita~Salute San Raffaele DECRETO RETTORALE N. 4185 IL RETTORE Visto lo Statuto dell'università Vita-Salute San Raffaele approvato con Decreto del Ministero dell'università e della Ricerca Scientifica

Dettagli

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica Il Rettore Decreto n. 122549 (1147) Anno _2012 VISTO l art. 3, comma 9, del D.M. 22 ottobre 2004, n. 270

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Art. 1 ATTIVAZIONE L Università degli Studi Niccolò Cusano Telematica Roma attiva il Master di

Dettagli

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO 1. Qual è la differenza tra Master di primo livello e Master di secondo livello? 2. Ai fini dell ammissione al Master, cosa bisogna fare se si possiede un titolo di

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile

FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile Quante volte l anno si svolgono gli esami di Stato? Sono previste due sessioni d esame

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Art. 1 - Attivazione Master di II livello L Istituto di MANAGEMENT ha attivato presso la Scuola Superiore Sant Anna di Pisa, ai sensi dell art. 3 dello

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE

CONTRATTO CON LO STUDENTE Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE Il presente

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI INFO BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI Le informazioni contenute in questo documento non vanno in alcun modo a sostituire i contenuti dei bandi e

Dettagli

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Sede: Dipartimento di Scienze Ambientali, sez. Botanica ed Ecologia - Via Pontoni, 5

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO D.R. n. 1000 del 16.7.2013 Master di I Livello in MANAGEMENT DEI PRODOTTI E SERVIZI DELLA COMUNICAZIONE I L R E T T O R E VISTO lo Statuto dell'università degli Studi di Cagliari, emanato con D.R. n. 339

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

Disturbi dell Apprendimento

Disturbi dell Apprendimento Master in Disturbi dell Apprendimento in collaborazione con IPS nelle sedi di MILANO ROMA PADOVA BARI CAGLIARI CATANIA RAGUSA Questo modulo d iscrizione, unitamente alla fotocopia della ricevuta del versamento

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19 della legge 30 dicembre 2010, n. 240 (emanato con decreto rettorale 24 ottobre 2014, n. 478) INDICE

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

Università degli Studi di Macerata MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN

Università degli Studi di Macerata MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN Università degli Studi di Macerata MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN FORMAZIONE, GESTIONE E CONSERVAZIONE DI ARCHIVI DIGITALI IN AMBITO PUBBLICO E PRIVATO Anno Accademico 2014/2015 VIII edizione BANDO

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Che cos è un Master Universitario? Il Master Universitario è un corso di perfezionamento scientifico e di alta qualificazione formativa, finalizzato

Dettagli

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA Pag 2 INDICE Parte Prima 1. MANIFESTO DEGLI STUDI PER GLI IMMATRICOLATI A.A. 2012-2013 1.1 Laurea Magistrale

Dettagli

Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010

Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010 Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010 Art. 1 - Oggetto 1. Il presente regolamento disciplina i procedimenti di selezione,

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

Classe e ordinamento del Corso di studio (es. classe L24 ordinamento 270/04 oppure classe 15 ordinamento 509/99)

Classe e ordinamento del Corso di studio (es. classe L24 ordinamento 270/04 oppure classe 15 ordinamento 509/99) Mod. 6322/triennale Marca da bollo da 16.00 euro Domanda di laurea Valida per la prova finale dei corsi di studio di primo livello Questo modulo va consegnato alla Segreteria amministrativa del Corso a

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari Decreto Direttoriale n. 51 del 20.06.2011 SELEZIONE PUBBLICA, PER TITOLI E COLLOQUIO, PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO INDIVIDUALE CON CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA VISTA DEL

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010 Art. 1 Ambito di applicazione L Università, in applicazione del D.M. 242/98 ed ai

Dettagli

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l università, l alta formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 DATI ANAGRAFICI Cavarretta Giuseppe Alfredo Nato a CROTONE (KR) il 16/02/1954 Residente a 87036 RENDE (CS) Via R.

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato n. 2 (Procedure per l iscrizione, l accesso ai risultati e lo scorrimento della graduatoria) 1. Ciascun candidato deve presentare la richiesta di partecipazione al test selettivo per l accesso

Dettagli

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13 Con l Europa investiamo nel vostro futuro DIREZIONE DIDATTICA STATALE Circolo San Giovanni Bosco C.so Fornari, 68-70056 - MOLFETTA (Ba) Tel 080809 Fax 0808070 Codice Fiscale N 80047079 Distretto n. 6 Molfetta

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE SEDE DI TRENTO A.A. 2012/13 Livello I Durata Annuale CFU 60 (1 anno) ANAGRAFICA DEL CORSO - A Lingua Italiano

Dettagli

Master Universitario di I livello

Master Universitario di I livello Master Universitario di I livello In Obiettivi e sbocchi professionali: Il nostro obiettivo è quello di fornire ai partecipanti, gli strumenti adatti per gestire con efficacia progetti nel settore delle

Dettagli

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011 Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO DIRITTO ALLO STUDIO I capaci e i meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi. art. 34 Costituzione della Repubblica Italiana Diritto allo studio universitario

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Erogazione di altri benefici

Erogazione di altri benefici N. Operazione Esecutore Note/moduli/ attrezzature connessi alla borsa di studio borsa servizi 1 Mobilità Internazionale: Il bando di concorso per la borsa di studio prevede che l Azienda conceda integrazioni

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISCRIZIONE DEGLI STUDENTI A TEMPO PARZIALE AI CORSI DI STUDIO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA

REGOLAMENTO PER L ISCRIZIONE DEGLI STUDENTI A TEMPO PARZIALE AI CORSI DI STUDIO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA Università degli Studi della Tuscia Regolamento per l iscrizione degli studenti a tempo parziale ai corsi di studio dell Università degli Studi della Tuscia (D.R. n. 637/07 del 01.08.2007) REGOLAMENTO

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

Articolazione didattica on-line

Articolazione didattica on-line L organizzazione della didattica per lo studente L impegno di tempo che lo studente deve dedicare alle attività didattiche offerte per ogni singolo insegnamento è così ripartito: - l auto-apprendimento

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA Viabilità Via Frà Guittone, 10 52100 Arezzo Telefono +39 0575 3354272 Fax +39 0575 3354289 E-Mail rbuffoni@provincia.arezzo.it Sito web www.provincia.arezzo.it C.F. 80000610511 P.IVA 00850580515 AVVISO

Dettagli

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Ai sensi del D.M. n. 270/2004 gli studenti che intendono iscriversi ad un corso di laurea

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Introduzione... 3 Università Politecnica delle Marche (Ancona)... 4 Università degli Studi di

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 1 Indice Art. 1 - Definizioni...4 Art. 2 - Autonomia Didattica... 5 Art. 3 - Titoli, Corsi di studio e Corsi di Alta Formazione.... 5 Art. 4 - Rilascio

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

p e r i l c u r r i c u l u m

p e r i l c u r r i c u l u m F o r m a t o e u r o p e o p e r i l c u r r i c u l u m v i t a e Informazioni personali Nome Indirizzo Ferraina Caterina Rosaria Località Feudotto compl. AZUR Vibo Valentia Telefono 0963.94428 328/2888930

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BRESCIA ANNO ACCADEMICO 2013/2014 BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA Sono aperte le immatricolazioni per l anno accademico 2013/2014 ai corsi di laurea in

Dettagli

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Con esame ufficiale di certificazione ITIL V3 Foundation INTRODUZIONE Un numero crescente di organizzazioni appartenenti ai più diversi settori produttivi

Dettagli

Preambolo LA CAMERA DEI DEPUTATI ED IL SENATO DELLA REPUBBLICA HANNO APPROVATO; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE:

Preambolo LA CAMERA DEI DEPUTATI ED IL SENATO DELLA REPUBBLICA HANNO APPROVATO; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE: LEGGE 12 MARZO 1968, n. 442 (GU n. 103 del 22/04/1968) ISTITUZIONE DI UNA UNIVERSITÀ STATALE IN CALABRIA. (PUBBLICATA NELLA GAZZETTA UFFICIALE N.103 DEL 22 APRILE 1968) URN: urn:nir:stato:legge:1968-03-12;442

Dettagli

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto Urban Farming: Second Use of Public Spaces Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking Scheda progetto CSAVRI - Centro Servizi di Ateneo per la Valorizzazione della Ricerca e Incubatore

Dettagli

ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITÀ DI BOLOGNA

ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITÀ DI BOLOGNA Bando di concorso per l ammissione al Master universitario di I livello in International Management - MIEX Sede di Bologna codice: 8367 Anno Accademico 2014-2015 Scadenza bando: 14 luglio 2014 ore 13,00

Dettagli

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)...

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... INDICE 0. Profilo Sintetico... 2 I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... 3 II. Titoli scientifici o di progettazione (ultimi 5 anni)... 4 III. Titoli di formazione post- laurea... 6 IV.

Dettagli

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014 CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO A.A. 2013/2014 BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - In data 10 febbraio 2014, l INPS ha pubblicato il bando che mette a concorso

Dettagli

BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DEI BENEFICI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO A. A. 2015/16

BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DEI BENEFICI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO A. A. 2015/16 BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DEI BENEFICI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO A. A. 2015/16 Prot. N 41920 N. Repertorio 3115/2015 Titolo V Classe 5 Fascicolo Milano, 30 giugno 2015 VISTI gli

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DEL TIROCINIO E DELL ESAME FINALE PER IL CONSEGUIMENTO DEL TITOLO DI STUDIO Art. 1 Ambito di applicazione Il presente

Dettagli

BANDO DI SELEZIONE ESPERTI PON- FSE - 2007-IT 05 1 PO007 Competenze per lo sviluppo Annualità 2014 IL DIRIGENTE SCOLASTICO

BANDO DI SELEZIONE ESPERTI PON- FSE - 2007-IT 05 1 PO007 Competenze per lo sviluppo Annualità 2014 IL DIRIGENTE SCOLASTICO ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE LUIGI EINAUDI Distr. Sc. n 9 - Via V. Veneto 89822 SERRA SAN BRUNO (VV) FONDI STRUTTURALI 2007-2013 PEC: vvis003008@pec.istruzione.it PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE FONDO

Dettagli

ALLEGATO 2 A) TITOLI ABILITANTI DI ACCESSO ALLA GRADUATORIA

ALLEGATO 2 A) TITOLI ABILITANTI DI ACCESSO ALLA GRADUATORIA ALLEGATO 2 TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI DELLA TERZA FASCIA DELLE GRADUATORIE AD ESAURIMENTO DEL PERSONALE DOCENTE ED EDUCATIVO DELLE SCUOLE ED ISTITUTI DI OGNI ORDINE E GRADO, APPROVATA CON D.M 27

Dettagli

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA PREMESSA A tutt oggi i documenti ufficiali a cui ogni docente di lingue straniere è chiamato a far riferimento nel suo lavoro quotidiano,

Dettagli

Curriculum Vitae Paolo Degl Innocenti

Curriculum Vitae Paolo Degl Innocenti INFORMAZIONI PERSONALI Paolo Degl Innocenti POSIZIONE RICOPERTA Responsabile di U.O. Agenzia del Demanio ESPERIENZA PROFESSIONALE Dal 1/7/2012 7/2006-6/2012 11/2005-7/2006 4/2004-10/2005 Responsabile Servizi

Dettagli

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO STUDENTI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO Approvato dal Senato Accademico con delibera del 10 giugno 2008 e modificato con delibera del Senato Accademico del 14 giugno 2011 Decreto rettorale

Dettagli

studio dei titolari di protezione internazionale

studio dei titolari di protezione internazionale Il riconoscimento dei titoli di studio dei titolari di protezione internazionale IL RICONOSCIMENTO DEI TITOLI DI STUDIO LA NORMATIVA L art 170 del RD 1592 del 3/ 31/08/33 /33di approvazione del Testo Unico

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

IL RETTORE. Prot. 4 2_ 5 7.0 M. Vit.C11.1 - Visto il D.P.R. 11 luglio 1980, n. 382; - vista la legge 19 novembre 1990, n. 341;

IL RETTORE. Prot. 4 2_ 5 7.0 M. Vit.C11.1 - Visto il D.P.R. 11 luglio 1980, n. 382; - vista la legge 19 novembre 1990, n. 341; UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DICA IL RETTORE Ii[NyMITÀ DEGLI STUDI MI I ACATANIA Protocollo Generale 0 8 APR. 2014 Prot. 4 2_ 5 7.0 M. Vit.C11.1 - Visto il D.P.R. 11 luglio 1980, n. 382; - vista la legge 19

Dettagli

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA 4 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 162 suppl. del 15-10-2009 PARTE PRIMA Corte Costituzionale LEGGE REGIONALE 7 ottobre 2009, n. 20 Norme per la pianificazione paesaggistica. La seguente

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CHIAMATA, LA MOBILITA, I COMPITI DIDATTICI, IL CONFERIMENTO

REGOLAMENTO PER LA CHIAMATA, LA MOBILITA, I COMPITI DIDATTICI, IL CONFERIMENTO REGOLAMENTO PER LA CHIAMATA, LA MOBILITA, I COMPITI DIDATTICI, IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI INSEGNAMENTO E DI DIDATTICA INTEGRATIVA, IL RILASCIO DI AUTORIZZAZIONI PER ATTIVITA ESTERNE DEI PROFESSORI

Dettagli