Informatica I. 1 Concetti generali Marzo Corso di Laurea in Matematica e applicazioni Università di Camerino A.A.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Informatica I. 1 Concetti generali. 05-08 Marzo 2012. Corso di Laurea in Matematica e applicazioni Università di Camerino A.A."

Transcript

1 Informatica I 1 Concetti generali Marzo 2012 Corso di Laurea in Matematica e applicazioni Università di Camerino A.A. 2011/2012

2 Agenda Cos è l informatica Un pò di storia Organizzazione multilivello del calcolatore

3 Cos è l informatica?

4 Prospettiva degli studenti Lo psicoanalista dei computer: I think of someone working on a computer trying to solve any problems the computers might have. Il frustrato: It is the science of ideas, methods, and languages that make the computer the 'devil' that you must work with. Computer science is the part of our life which deals with computers Computer science is the understanding of how computers works Computer science is programming Computer science is the study of computer theory Computer science involves using a programming language to solve scientific problems James W. McGuffee, Defining Computer Science, 2000

5 Cos è l informatica (1/2) Computer Science is the study of Computers A. Newell, A. J. Perlis, and H. Simon, What is Computer Science?, 1967 A discipline that involves the understanding and design of computers and computational processes Computing Sciences Accreditation Board (CSAB) The study and application of languages and methods for making precise and understandable descriptions of things T. Long et al, Providing Intellectual Focus to CS1/CS2, 1998

6 Cos è l informatica (2/2) An integrated field of study that draws its foundations from mathematics, science, and engineering E. Roberts et al, Curriculum 2001: Interim Report from the ACM/IEEE-CS Task Force, 1999 the systematic study of algorithmic processes - their theory, analysis, design, efficiency, implementation, and application - that describe and transform information. P.J. Denning et al, Computing as a Discipline, 1989

7 Cosa NON è l informatica (1/2) [Computer science] is not really about computers -- and it's not about computers in the same sense that physics is not really about particle accelerators, and biology is not about microscopes and Petri dishes...and geometry isn't really about using surveying instruments. Now the reason that we think computer science is about computers is pretty much the same reason that the Egyptians thought geometry was about surveying instruments: when some field is just getting started and you don't really understand it very well, it's very easy to confuse the essence of what you're doing with the tools that you use. H. Abelson - Introductory lecture to Structure and Interpretation of Computer Programs

8 Cosa NON è l informatica (2/2) L informatica non si occupa (solo) di studiare i computer L informatica non si occupa (solo) di come si scrivono i programmi per computer L informatica non si occupa (solo) di come si utilizzano i computer

9 Un pò di storia

10 Computer/Computing machines Storicamente i computer (ita=calcolatori) erano impiegati (in carne ed ossa) che calcolavano secondo metodi effettivi (meccanici), e lavoravano nel commercio, governo e strutture di ricerca. Col termine computing machine (poi diventato più semplicemente computer), si definiva una macchina che fa il lavoro di un computer umano.

11 Pascalina (1642) Inventata dal filosofo e matematico francese Blaise Pascal ed è una macchina che permette di addizionare e sottrarre (con il riporto!) E stato il primo computer a essere Utilizzato in un ufficio Commercializzato Brevettato Descritto in un enciclopedia

12 Charles Babbage (1/2) Matematico e filosofo britannico, ha inventato: Difference engine (1822): Macchina per calcolare funzioni polinomiali (grazie alla serie di Taylor, anche logaritmi e trigonometriche) Analytical engine (1837)

13 Charles Babbage (2/2) Matematico e filosofo britannico, ha inventato: Difference engine (1822) Analytical engine (1837): Mai realizzata, primo progetto di calcolatore generico Input (schede perforate) Mill (mulino) Elaborazione Output (stampatore)

14 Alan Turing (il padre dell informatica) Contributi principali: Macchina di Turing (universale): macchina astratta in grado di calcolare qualsiasi procedura calcolabile da un computer (automatico o umano) Crittoanalista del governo britannico durante la seconda guerra mondiale (cifratice tedesca Enigma) Pionere dell Intelligenza Artificiale Pioniere della Biologica teoretica (teoria chimica sulla morfogenesi)

15 Alan Turing ( ) University of Cambridge ( ): si laurea con il massimo dei voti; definisce la famosa macchina. Princeton University ( ): completa il PhD in logica matematica. ( ): crittografo per il governo britannico. Lavora al COLOSSUS, il primo calcolatore elettronico (secretato dal governo per 30 anni). London National Physical Laboratory (1945): progetta l ACE (Automatic Computing Engine). Non realizzata, perchè valutata troppo costosa. Manchester University ( ): lavora su intelligenza artificiale e morfogenesi; nominato docente in Theory of Computing. 1952: Arrestato per l allora crimine di omosessualità e sottoposto alla castrazione chimica. 1954: muore suicida.

16 Alan Turing ( ) Quest anno (2012) si festeggia il centenario della nascita di Turing 2/ ACM Turing award: assegnato annualmente dalla Association for Computing Machinery (ACM) l associazione più grande e importante nell informatica - ad una personalità che eccelle per i contributi di natura tecnica che ha dato alla comunità informatica.

17 John Atanasoff Tra il 1939 e il 1942 costruisce insieme a Clifford Berry l Atanasoff-Berry Computer (ABC) L ABC è stata la prima macchina automatica (risolveva solo sistemi di equazioni lineari algebriche) a: Utilizzare cifre binarie per rappresentare i numeri Utilizzare l elettronica, anzichè la meccanica Definire un sistema in cui la computazione e la memoria fossero separate

18 ENIAC (1946) Il primo calcolatore automatico general-purpose "conosciuto. 30 tonnellate 140 kw di consumo 20 registri da 10 cifre interruttori Una foresta di cavi

19 John Von Neumann ( ) L ultimo grande matematico Jean Dieudonné Maggiori contributi: Macchina di Von Neumann: primo modello concettuale di architettura hardware, sul quale si basano i moderni computer In molteplici campi della matematica tra cui teoria degli insiemi, analisi funzionale, topologia, fisica quantistica, economia, informatica, teoria dei giochi e fluidodinamica

20 Alcune predizioni Nel futuro i computers peseranno non meno di 1.5 ton. (Popular Mechanics 1949) Penso che ci sia mercato nel mondo per non più di cinque computer. (Thomas Watson, chairman di IBM, 1943) Ho girato avanti e indietro questa nazione (USA) e ho parlato con la gente. Vi assicuro che questa moda dell elaborazione automatica non vedrà l anno prossimo. (Editor dei libri scientifici di Prentice Hall 1947) Non c è ragione per cui qualcuno possa volere un computer in casa sua. (Ken Olson, fondatore di Digital, 1977) I calcolatori mobili senza filo sono come i bagni mobili senza tubature. Essi saranno utili sui veicoli, nei cantieri, ai concerti rock. Il mio consiglio è quello di collegare con un filo la tua casa e di restare in casa. (Bob Metcalfe, co-inventore della tecnologia Ethernet, 1995)

21 50s [1953] La International Business Machines (IBM) entra nel mercato con l IBM 701. Solo 19 esemplari prodotti (affittato a $ al mese) [1954] FORTRAN, il primo linguaggio di programmazione ad alto livello [1959] Brevettato il circuito integrato (aka microchip). Col microchip i transitor e i collegamenti sono messi in un unico cristallo di materiale semiconduttore (il chip). IBM 701

22 60s [1964] Il primo prototipo di mouse ( an X-Y position indicator for a display system. ) [1969] ARPAnet, il primo esempio di Internet. Proteggeva le informazioni tra sedi militari attraverso una rete di computer separati geograficamente. Negli anni 70, in ARPAnet sviluppati , telnet (accesso remoto), e FTP (trasferimento file). [1969] La AT&T sviluppa il sistema operativo Unix, che diventerà uno tra i più usati (Apple MacOSX e Linux sono basati su Unix)

23 70s (1/2) [1971] L Intel sviluppa il primo microprocessore su singolo chip, l Intel 4004 [1971] IBM presenta il primo disco di memoria, il floppy disk. [1972] Pong, il primo videogame [1973] Brevettata la rete locale (LAN), o Ethernet [1973] Nasce il linguaggio C

24 70s (2/2) [1976] Wozniak e Jobs producono l Apple I e fondano la Apple Computers [1978] Visicalc, il primo foglio elettronico

25 80s (2/2) [1981] IBM presenta il Personal Computer IBM PC, che monta il sistema operativo Microsoft MS-DOS [1984] Apple Macintosh, il primo computer di successo con GUI (Graphical User Interface) [1985] Nasce Microsoft Windows 1.0 [1985] Sony sviluppa il CD-ROM (Compact Disc Read-only Memory) [1989] Tim Berners-Lee propone il World Wide Web (WWW) IBM PC Apple Macintosh

26 90s [1991] Linus Torvalds rilascia Linux, un sistema operativo free e open source basato su Unix [1994] Sviluppato l USB 1.0 (Universal Serial Bus) [1995] Nasce il linguaggio di programmazione Java [1997] Definito lo standard IEEE , per l implementazione di Wireless LAN

27 Legge di Moore Il numero di transitor in un circuito integrato quadruplica ogni 3 anni Valida fino al 2020? (transitor a dimensione atomica)

28 Organizzazione multilivello del calcolatore

29 Cos è un computer? (1/2) Computer =? genio elettronico NO! Fa esattamente ciò che gli viene ordinato, nulla di più!

30 Cos è un computer? (2/2) Un computer è un apparecchio elettronico che, strutturalmente, non ha niente di diverso da un televisore, o una lavatrice, semplicemente è progettato per svolgere altre funzioni. Come tutte le macchine, non ha nessuna capacità decisionale o discrezionale, ma si limita a compiere determinate azioni secondo procedure prestabilite (programmi). Il computer esegue istruzioni; dal momento in cui viene avviato al momento in cui viene spento. Il computer esegue un'istruzione dietro l'altra senza mai nessuna interruzione (molti milioni di volte per secondo). Anche quando sembra che non stia facendo niente, sta in realtà eseguendo ciclicamente un'istruzione di "attesa".

31 Hardware vs Software (1/2) HW (ciò che puoi toccare) Dispositivo fisico contenente componentistica elettronica, in grado di essere programmato per eseguire un'attività di elaborazione dell informazione all interno di un computer. Il computer non può funzionare senza hw (si ha bisogno almeno di un disco, scheda madre, processore,...) SW (ciò che non puoi toccare) Il software denota l insieme delle istruzioni (programmi) che consentono all hardware di svolgere i propri compiti. Il computer può funzionare senza sw (ma non va molto lontano)

32 Hardware vs Software (2/2) Principio di equivalenza tra HW e SW: : tutto ciò che può essere fatto con l hardware, può essere fatto con il software, e viceversa.

33 Processo elaborativo (1/2) Schema concettuale Dati Elaborazione Istruzioni SW HW Risultati

34 Processo elaborativo (2/2) Dati Elaborazione Istruzioni SW HW Risultati Input: le informazioni entrano in un elaboratore attraverso i dispositivi di input: tastiera, scanner, mouse, microfono, video-camera...; le informazioni sono immagazzinate in forma digitale. Elaborazione: il computer elabora le informazioni (istruzioni aritmetico-logiche, e istruzioni più complesse) Output: per vedere o sentire il prodotto dell'elaborazione di un computer, questo va scritto su una stampante, uno schermo, un altoparlante,... (dispositivi di output)

35 Linguaggio macchina L insieme delle istruzioni primitive di un computer formano il cosiddetto Linguaggio Macchina, un linguaggio tramite il quale è possibile parlare con lui Ciascun computer ha un suo Linguaggio Macchina, che dipende strettamente dall hardware Il linguaggio macchina è il linguaggio con cui sono scritti i programmi eseguibili per computer. E elementare, basato sull alfabeto binario. Difficile utilizzarlo direttamente Si preferisce utilizzare linguaggi ad alto livello, che poi vengono tradotti in linguaggio macchina

36 Structured Computer Organization (1/2) Per una comprensione migliore, conviene pensare ai computers come una serie di astrazioni, ciascuna costruita sulla base della precedente. Astrarre la macchina reale M0 e il linguaggio macchina L0, attraverso macchine virtuali Mn e linguaggi più utilizzabili Ln. Visione multilivello

37 Structured Computer Organization (2/2) 2 metodi possibili, entrambi basati sulla definizione di un insieme di istruzioni (linguaggio L1) più semplici da usare del linguaggio macchina (linguaggio L0) Traduzione Interpretazione

38 Traduzione Un metodo per eseguire un programma scritto in L1 (codice sorgente) consiste nel sostituire ciascuna istruzione in una sequenza di istruzioni corrispondenti in L0 (codice oggetto) Il computer quindi esegue il programma originale in L1 ma tradotto in L0 In altre parole, l intero programma L1 è dapprima convertito in un programma L0, poi il programma L0 viene eseguito dalla macchina fisica M0 Il programma che traduce viene detto compilatore

39 Interpretazione Consiste nel costruire un programma in L0 che prende come ingresso un programma scritto in L1, e che analizza ciascuna istruzione ed esegue direttamente l insieme equivalente di istruzioni L0 Cioè, ogni istruzione L1 viene esaminata, decodificata ed eseguita immediatamente Non si richiede la generazione di un nuovo programma in L0 Si parla di interpretazione, ed il programma usato è detto interprete

40 Macchina virtuale È più semplice immaginare l esistenza di una macchina virtuale M1 il cui linguaggio macchina è proprio L1 In tal modo, non avremmo bisogno né di L0 né della macchina M0 che esegue L0 Naturalmente, se i linguaggi L0 e L1 non sono troppo differenti, il passaggio è più facile (questo implica che L1 è più comprensibile di L0, ma ancora lontano dal linguaggio umano) L obiettivo è quello di evitare al programmatore l uso (faticoso) di linguaggi più adatti alla macchina (machine-oriented) che all utente (user-oriented)

41 Livelli multipli Soluzione: inventare un altro insieme di istruzioni L2 ancora più user-oriented (e meno machine-oriented) di L1: linguaggio L2, associato alla virtual machine M2. Possiamo costruire una serie completa di linguaggi (e corrispondenti macchine virtuali), ciascuno dei quali usa come base il predecessore Una macchina a n livelli contiene n differenti virtual machines e n differenti linguaggi.

42 ... Macchina multilivello Macchina virtuale Mn, con linguaggio Ln I programmi in Ln vengono o interpretati da un interprete a livello n-1, o vengono tradotti al linguaggio macchina di Mn-1 Macchina virtuale M1, con linguaggio L1 I programmi in L1 vengono o interpretati da un interprete a livello 0, o vengono tradotti al linguaggio macchina di M0 Macchina reale M0, con linguaggio L0 I programmi in L0 possono essere eseguiti direttamente dall hardware (linguaggio macchina) Useroriented Machineoriented

43 Concretamente... Livello 5: Problem-oriented language Livello 4: Assembly language Livello 3: Operating system language Livello 2: Instruction Set Architecture Livello 1: Microarchitecture Livello 0: Digital logic level

44 Livello 0: Digital logic level Le unità costituenti sono le porte logiche; ciascuna ha in ingresso uno o più segnali digitali (0 o 1) e calcola semplici funzioni di questi ingressi, come AND o OR Ciascuna porta è costituita da un numero limitato di transistors (switch digitali) Un insieme di porte si combinano a formare una memoria di 1-bit, che può contenere 0 o 1 Le memorie da 1-bit si combinano in gruppi di dimensione 2 n, ad es., 16, 32 or 64 per formare i registri Ciascun registro può contenere un numero binario entro un dato range, determinato dalla dimensione del registro (in un registro intero n bit, range: [0, 2 n -1]) Le porte vengono combinate per costituire il vero blocco calcolatore.

45 Livello 1: Microarchitecture Level Questo livello è costituito da registri da 8-32 bit, che formano una unità di memoria ed un circuito chiamato ALU (Arithmetic Logic Unit) che è in grado di eseguire semplici operazioni aritmetico/logiche (and, or, not,..., add, sub, mul, div,...) I registri sono connessi all ALU secondo un preciso data path su cui avviene il flusso dati. Il passaggio di due operandi attraverso la ALU e la memorizzazione del risultato in un nuovo registro viene detto ciclo di data path Un ciclo di data path è eseguito in un ciclo di clock (nell ordine di nanosecondi) della CPU

46 Level 2: Instruction Set Architecture (ISA) Questo livello forma l interfaccia tra HW e SW La compilazione di un programma ad alto livello genera un programma ISA E definito dall Instruction Set della macchina, ovvero da un insieme di istruzioni eseguite dal microprogramma o direttamente a livello hardware L Instruction Set dipende dal particolare hw, in particolare dal processore, o dalla famiglia di processori

47 Level 3: Operating System Level A questo livello è disponibile una memoria organizzata, un insieme di istruzioni a più alto livello (system call), e la possibilità di eseguire un task in concorrenza. Queste nuove operatività di livello 3 sono realizzate tramite un interprete che lavora a livello 2, chiamato sistema operativo (OS) Le istruzioni di livello 3 identiche a quelle di livello 2 vengono in ogni caso controllate da microprogramma (o dall hardware), non dall OS. Ovvero: alcune istruzioni del livello 3 sono interpretate dall OS ed altre sono interpretate direttamente dal microprogramma Questo livello è dunque un ibrido Non confondere il sistema operativo con le applicazioni che vi eseguono!

48 Level 4: Assembly Level Questo livello contiene una formalizzazione simbolica basata su uno dei linguaggi sottostanti. Programmi in linguaggio assembly sono prima tradotti in linguaggio 1, 2 o 3 e poi interpretati dalla relativa macchina virtuale o reale Il programma che esegue la traduzione è detto assembler Nel linguaggio assembly, ogni statement produce esattamente un istruzione macchina (corrispondenza 1-1) CONS: difficile PROS: performance e accesso più diretto all HW. Programmare in assembler permette di avere un codice più ridotto e veloce, rispetto ai linguaggi più ad alto livello (importante negli embedded systems, come smart card, driver dei dispositivi, cellulari (più vecchi))

49 Level 5: Problem Oriented Language Il più alto livello di astrazione: higher-level languages. Il linguaggio utilizzato è più vicino al linguaggio naturale, e quindi più facile per il programmatore. A questo livello vi sono i linguaggi utilizzati da chi produce applicativi (es: Java, C, LISP, ) I programmi scritti in questi linguaggi sono tradotti al livello 3 or 4 da traduttori noti come compilatori A differenza dell assembly language, non c è una corrispondenza 1-1 con le istruzioni macchina, ma 1-n CONS: meno performante dell assembly, genera codice macchina più grande e meno ottimizzato PROS: più facile, permette di codificare in modo più naturale e veloce la soluzione a un dato problema (linguaggi procedurali, funzionali, a oggetti, )

50 Esempio Alto livello: d = s + t Assembly: add d, t, s Macchina: ss sssttttt ddddd

51 Riassumendo I computer sono progettati come una serie di livelli, costruiti uno sull altro Ciascun livello corrisponde ad un diverso livello di astrazione (dal machineoriented all user-oriented), con oggetti ed operazioni differenti Per il programmatore, la scelta tra assembly language e high level language dipende da fattori di performance, dalla macchina su cui l applicazione deve eseguire, e dalla complessità del problema trattato L insieme delle operazioni, tipi di dati e caratteristiche di ogni livello costituisce la sua architettura (gli aspetti implementativi relativi alla tecnologia usata nella realizzazione dei chip non ne fanno parte)

52

53 Logaritmo Serie di Taylor...

Sistemi Operativi. Modulo 2. C. Marrocco. Università degli Studi di Cassino

Sistemi Operativi. Modulo 2. C. Marrocco. Università degli Studi di Cassino Sistemi Operativi Modulo 2 Schema di un Sistema di Calcolo Programmi Dati di Input Calcolatore Dati di output Modello di von Neumann Bus di sistema CPU Memoria Centrale Memoria di Massa Interfaccia Periferica

Dettagli

Parte I. Evoluzione dei Sistemi di Elaborazione (a.a. 2008-2009)

Parte I. Evoluzione dei Sistemi di Elaborazione (a.a. 2008-2009) Parte I Evoluzione dei Sistemi di Elaborazione (a.a. 2008-2009) I.1 Evoluzione degli Elaboratori N.B. Quasi tutto è successo negli ultimi 50 anni I.2 Generazione 0 (1600-1945) Pascal (1623-1662) Pascaline:

Dettagli

Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni

Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni Sistemi Operativi Francesco Fontanella La Complessità del Hardware Il modello di Von Neumann è uno schema di principio. Attualmente in commercio esistono:

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Lezione 6 a.a. 2010/2011 Francesco Fontanella La Complessità del Hardware Il modello di Von Neumann è uno schema di principio. Attualmente in commercio esistono: diversi

Dettagli

Programmazione per Bioinformatica Il Calcolatore e la Programmazione. Dr Damiano Macedonio Università di Verona

Programmazione per Bioinformatica Il Calcolatore e la Programmazione. Dr Damiano Macedonio Università di Verona Programmazione per Bioinformatica Il Calcolatore e la Programmazione Dr Damiano Macedonio Università di Verona Architettura del calcolatore La prima decomposizione di un calcolatore è relativa a due macrocomponenti:

Dettagli

La macchina programmata Instruction Set Architecture (1)

La macchina programmata Instruction Set Architecture (1) Corso di Laurea in Informatica Architettura degli elaboratori a.a. 2014-15 La macchina programmata Instruction Set Architecture (1) Schema base di esecuzione Istruzioni macchina Outline Componenti di un

Dettagli

IL SISTEMA OPERATIVO. Lezione 1

IL SISTEMA OPERATIVO. Lezione 1 IL SISTEMA OPERATIVO Lezione 1 Schema di un Sistema di Calcolo Programmi Dati di Input Calcolatore Dati di output Il Modello di Von Neumann Bus di sistema CPU Memoria Centrale Memoria di Massa Interfaccia

Dettagli

Programmazione. Dipartimento di Matematica. Ing. Cristiano Gregnanin. 25 febbraio 2015. Corso di laurea in Matematica

Programmazione. Dipartimento di Matematica. Ing. Cristiano Gregnanin. 25 febbraio 2015. Corso di laurea in Matematica Programmazione Dipartimento di Matematica Ing. Cristiano Gregnanin Corso di laurea in Matematica 25 febbraio 2015 1 / 42 INFORMATICA Varie definizioni: Scienza degli elaboratori elettronici (Computer Science)

Dettagli

(5 crediti) Materiale http://www.dis.uniroma1.it/~beraldi/didattica.html Trasparenze integrativo. corso, disponibili sul sito del corso

(5 crediti) Materiale http://www.dis.uniroma1.it/~beraldi/didattica.html Trasparenze integrativo. corso, disponibili sul sito del corso (5 crediti) Calcolatori a.a. R. 2003/2004 Beraldi Elettroni Obiettivo Verifica Libri Conoscenza Prova del corso: del funzionamento di un calcolatore elettronico Informazione Tanenbaum, testo scritta Architettura

Dettagli

Breve storia del calcolo automatico

Breve storia del calcolo automatico Corso di Laurea Ingegneria Informatica Fondamenti di Informatica Approfondimenti 01 Breve storia del calcolo automatico Marzo 2010 L architettura del calcolatore 1 Approfondimenti: Storia del calcolo automatico

Dettagli

Calcolatori Elettronici

Calcolatori Elettronici Calcolatori Elettronici (5 crediti) A.Marchetti Spaccamela a.a. 2006/2007 Informazione generali sul corso Obiettivo del corso: Conoscenza del funzionamento di un calcolatore elettronico Verifica Prova

Dettagli

Dispensa di Fondamenti di Informatica. Architettura di un calcolatore

Dispensa di Fondamenti di Informatica. Architettura di un calcolatore Dispensa di Fondamenti di Informatica Architettura di un calcolatore Hardware e software La prima decomposizione di un calcolatore è relativa ai seguenti macro-componenti hardware la struttura fisica del

Dettagli

Fondamenti di Informatica. Allievi Automatici A.A. 2014-15 Nozioni di Base

Fondamenti di Informatica. Allievi Automatici A.A. 2014-15 Nozioni di Base Fondamenti di Informatica Allievi Automatici A.A. 2014-15 Nozioni di Base Perché studiare informatica? Perché l informatica è uno dei maggiori settori industriali, e ha importanza strategica Perché, oltre

Dettagli

IL COMPUTER. Nel 1500 Leonardo Da Vinci progettò una macchina sui pignoni dentati in grado di svolgere semplici calcoli. Nel 1642 Blase Pascal

IL COMPUTER. Nel 1500 Leonardo Da Vinci progettò una macchina sui pignoni dentati in grado di svolgere semplici calcoli. Nel 1642 Blase Pascal IL COMPUTER. Nel 1500 Leonardo Da Vinci progettò una macchina sui pignoni dentati in grado di svolgere semplici calcoli. Nel 1642 Blase Pascal realizzò la prima macchina da calcolo con un principio meccanico

Dettagli

Corso di Architettura degli Elaboratori

Corso di Architettura degli Elaboratori Corso di Architettura degli Elaboratori Introduzione DOCENTE Luigi Palopoli AA. 2011/2012 Calcolatori I calcolatori elettronici sono il prodotto di una tecnologia estremamente vitale Produce il 10% del

Dettagli

Hardware, software e periferiche. Facoltà di Lettere e Filosofia anno accademico 2008/2009 secondo semestre

Hardware, software e periferiche. Facoltà di Lettere e Filosofia anno accademico 2008/2009 secondo semestre Hardware, software e periferiche Facoltà di Lettere e Filosofia anno accademico 2008/2009 secondo semestre Riepilogo - Concetti di base dell informatica L'informatica è quel settore scientifico disciplinare

Dettagli

Il software. Il software. Dott. Cazzaniga Paolo. Dip. di Scienze Umane e Sociali paolo.cazzaniga@unibg.it

Il software. Il software. Dott. Cazzaniga Paolo. Dip. di Scienze Umane e Sociali paolo.cazzaniga@unibg.it Il software Dip. di Scienze Umane e Sociali paolo.cazzaniga@unibg.it Outline 1 Il software Outline Il software 1 Il software Algoritmo Sequenza di istruzioni la cui esecuzione consente di risolvere uno

Dettagli

La disumanità del computer sta nel fatto che una volta programmato e messo in funzione, si comporta in maniera perfettamente onesta.

La disumanità del computer sta nel fatto che una volta programmato e messo in funzione, si comporta in maniera perfettamente onesta. La disumanità del computer sta nel fatto che una volta programmato e messo in funzione, si comporta in maniera perfettamente onesta.(isaac Asimov) I computer sono incredibilmente veloci, accurati e stupidi.

Dettagli

Software di sistema e software applicativo. I programmi che fanno funzionare il computer e quelli che gli permettono di svolgere attività specifiche

Software di sistema e software applicativo. I programmi che fanno funzionare il computer e quelli che gli permettono di svolgere attività specifiche Software di sistema e software applicativo I programmi che fanno funzionare il computer e quelli che gli permettono di svolgere attività specifiche Software soft ware soffice componente è la parte logica

Dettagli

Fondamenti di Informatica 7. Linguaggi di programmazione

Fondamenti di Informatica 7. Linguaggi di programmazione I linguaggi di alto livello Fondamenti di Informatica 7. Linguaggi di programmazione Introduzione alla programmazione Caratteristiche dei linguaggi di programmazione I linguaggi di programmazione di alto

Dettagli

La Macchina Virtuale

La Macchina Virtuale Università degli Studi di Palermo Dipartimento di Ingegneria Informatica Elaborazione di Immagini e Suoni / Riconoscimento e Visioni Artificiali 12 c.f.u. Anno Accademico 2008/2009 Docente: ing. Salvatore

Dettagli

Sistemi Operativi. Il sistema operativo: generalità Storia ed evoluzione dei sistemi operativi

Sistemi Operativi. Il sistema operativo: generalità Storia ed evoluzione dei sistemi operativi Sistemi Operativi Il sistema operativo: generalità Storia ed evoluzione dei sistemi operativi Un sistema di elaborazione dati Sistema bancario Browser Web Prenotazioni aeree Editor Sistema Operativo Compilatori

Dettagli

Storia dell informatica

Storia dell informatica Storia dell informatica INFORMATICA INFORMATICA INTRODUZIONE PERCHE' I COMPUTER? LIMITI DELLE CAPACITA' ELABORATIVE UMANE. VELOCITA' LIMITATA 2. PESANTI LIMITI ALLA COMPLESSITA DEI PROBLEMI AFFRONTABILI

Dettagli

Fondamenti di Informatica

Fondamenti di Informatica Università degli Studi di Messina Ingegneria delle Tecnologie Industriali Docente: Ing. Mirko Guarnera 1 Approccio al corso Approccio IN OUT Visione Globale solo insieme alla programmazione 2 1 Contenuti

Dettagli

Linguaggi e Paradigmi di Programmazione

Linguaggi e Paradigmi di Programmazione Linguaggi e Paradigmi di Programmazione Cos è un linguaggio Definizione 1 Un linguaggio è un insieme di parole e di metodi di combinazione delle parole usati e compresi da una comunità di persone. È una

Dettagli

Fondamenti di informatica: un po di storia

Fondamenti di informatica: un po di storia Fondamenti di informatica: un po di storia L idea di utilizzare dispositivi meccanici per effettuare in modo automatico calcoli risale al 600 (Pascal, Leibniz) Nell ottocento vengono realizzati i primi

Dettagli

Architettura di un computer

Architettura di un computer Architettura di un computer Modulo di Informatica Dott.sa Sara Zuppiroli A.A. 2012-2013 Modulo di Informatica () Architettura A.A. 2012-2013 1 / 36 La tecnologia Cerchiamo di capire alcuni concetti su

Dettagli

Software. Algoritmo. Algoritmo INFORMATICA PER LE DISCIPLINE UMANISTICHE 2 (13042)

Software. Algoritmo. Algoritmo INFORMATICA PER LE DISCIPLINE UMANISTICHE 2 (13042) INFORMATICA PER LE DISCIPLINE UMANISTICHE 2 (13042) Gli elaboratori utilizzano memoria per Dati da elaborare Istruzioni eseguite dall elaboratore software differenti risoluzione problemi differenti Algoritmo

Dettagli

A parte alcuni dispositivi rudimentali dell'antichità classica, non vi furono progressi tecnologici rilevanti fino a circa il 1650 Per tre secoli,

A parte alcuni dispositivi rudimentali dell'antichità classica, non vi furono progressi tecnologici rilevanti fino a circa il 1650 Per tre secoli, Storia del Calcolatore A parte alcuni dispositivi rudimentali dell'antichità classica, non vi furono progressi tecnologici rilevanti fino a circa il 1650 Per tre secoli, vennero ideati dispositivi meccanici

Dettagli

Il computer: primi elementi

Il computer: primi elementi Il computer: primi elementi Tommaso Motta T. Motta Il computer: primi elementi 1 Informazioni Computer = mezzo per memorizzare, elaborare, comunicare e trasmettere le informazioni Tutte le informazioni

Dettagli

Ripasso dei concetti principali acquisiti negli anni scolastici precedenti.

Ripasso dei concetti principali acquisiti negli anni scolastici precedenti. Ripasso dei concetti principali acquisiti negli anni scolastici precedenti. Sono prerequisiti per capire il Sistema Operativo. In particolare: struttura interna/componenti base computer CPU, memoria centrale

Dettagli

Hardware di un Computer

Hardware di un Computer Hardware di un Computer Monitor Mouse Tastiera Printer Disk CPU Graphics Adapter USB Controller Parallel Port Disk Controller BUS Memoria RAM Memoria ROM (BIOS) DMA CPU esegue istruzioni, effettua calcoli,

Dettagli

Microprocessori, Microcontrollori e DSP (Digital Signal Processors)

Microprocessori, Microcontrollori e DSP (Digital Signal Processors) Microprocessori, Microcontrollori e DSP (Digital Signal Processors) Il microprocessore è un dispositivo integrato digitale che può essere programmato con una serie di istruzioni per effettuare una specifica

Dettagli

Corsi di Laurea in Scienze e Tecnologie Informatiche

Corsi di Laurea in Scienze e Tecnologie Informatiche Corsi di Laurea in Scienze e Tecnologie Informatiche Carla Piazza Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali Università degli Studi di Udine www.dimi.uniud.it/piazza/salone_studente_2012.pdf Corsi

Dettagli

Elementi di Informatica

Elementi di Informatica Elementi di Informatica Marco C. Leoni m.c.leoni@gmail.com Introduzione Computer = calcolatore, elaboratore. Macchina (elettronica) per il trattamento automatico delle informazioni. Programmabile. Esegue

Dettagli

La rivoluzione informatica. Introduzione. Classi di computer. Classi di computer (2) Architetture dei Calcolatori (lettere A-I)

La rivoluzione informatica. Introduzione. Classi di computer. Classi di computer (2) Architetture dei Calcolatori (lettere A-I) La rivoluzione informatica Introduzione Architetture dei Calcolatori (lettere A-I) Dopo la rivoluzione agricola e quella industriale Nascita della Società della Informazione Innovazione e progresso senza

Dettagli

CdL in Medicina Veterinaria - STPA AA 2007-08

CdL in Medicina Veterinaria - STPA AA 2007-08 CdL in Medicina Veterinaria - STPA AA 2007-08 Il Sistema Operativo Architettura del Software Software = insieme (complesso) di programmi. Organizzazione a strati, ciascuno con funzionalità di livello più

Dettagli

Introduzione ai Microcontroller

Introduzione ai Microcontroller Corso di Percezione Robotica - Prof.ssa Cecilia Laschi 23/04/2009 Introduzione ai Microcontroller Dr. Virgilio Mattoli (mattoli@crim.sssup.it) Processori Embedded I microprocessori embedded sono contenuti

Dettagli

Il Software... A.A. 2013-14 Informatica 96

Il Software... A.A. 2013-14 Informatica 96 Il Software... A.A. 2013-14 Informatica 96 Il software L hardware non è direttamente utilizzabile Sono necessari dei programmi per far svolgere delle funzioni all insieme di circuiti Informatica 97 Il

Dettagli

Software Applicativo. Hardware. Sistema Operativo Software di Base Traduttori e Linguaggi

Software Applicativo. Hardware. Sistema Operativo Software di Base Traduttori e Linguaggi : di base e applicativo L HardWare (monitor, tastiera, circuiti, stampante, ) è il nucleo fondamentale del calcolatore ma da solo non serve a nulla. Bisogna utilizzare il software per poterlo fare funzionare.

Dettagli

L informatica comprende:

L informatica comprende: Varie definizioni: INFORMATICA Scienza degli elaboratori elettronici (Computer Science) Scienza dell informazione Definizione proposta: Scienza della rappresentazione e dell elaborazione dell informazione

Dettagli

SISTEMI OPERATIVI alla base di tutto. Informatica Applicata Prof.Emanuela Zilio

SISTEMI OPERATIVI alla base di tutto. Informatica Applicata Prof.Emanuela Zilio SISTEMI OPERATIVI alla base di tutto 1 Sistemi Operativi: avvio All avvio del computer, terminate le verifiche del BIOS, il controllo passa al sistema operativo. Il Sistema Operativo opera come intermediario

Dettagli

Informatica. Scopo della lezione

Informatica. Scopo della lezione 1 Informatica per laurea diarea non informatica LEZIONE 1 - Cos è l informatica 2 Scopo della lezione Introdurre le nozioni base della materia Definire le differenze tra hardware e software Individuare

Dettagli

Abilità Informatiche A.A. 2010/2011 Lezione 4: SoftWare. Facoltà di Lingue e Letterature Straniere

Abilità Informatiche A.A. 2010/2011 Lezione 4: SoftWare. Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Abilità Informatiche A.A. 2010/2011 Lezione 4: SoftWare Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Software È un insieme di programmi che permettono di trasformare un insieme di circuiti elettronici (=

Dettagli

INTRODUZIONE ALL INFORMATICA

INTRODUZIONE ALL INFORMATICA INTRODUZIONE ALL INFORMATICA Cosa è l Informatica? Scienza degli elaboratori elettronici (Computer Science) Scienza dell informazione Scienza della rappresentazione, memorizzazione, elaborazione e trasmissione

Dettagli

Francia dalla contrazione delle parole INFORmazione e automatica. Elaborazione e trattamento automatico delle informazioni INFORMATICA

Francia dalla contrazione delle parole INFORmazione e automatica. Elaborazione e trattamento automatico delle informazioni INFORMATICA INFORMATICA La parola INFORMATICA indica l insieme delle discipline e delle tecniche che permettono la trattazione automatica delle informazioni che sono alla base delle nostre conoscenze e delle loro

Dettagli

Metodi per la rappresentazione delle informazioni Metodi per la rappresentazione delle soluzioni Linguaggi di programmazione Architettura dei

Metodi per la rappresentazione delle informazioni Metodi per la rappresentazione delle soluzioni Linguaggi di programmazione Architettura dei Varie definizioni: INFORMATICA Scienza degli elaboratori elettronici (Computer Science) Scienza dell informazione Definizione proposta: Scienza della rappresentazione e dell elaborazione dell informazione

Dettagli

INFORMATICA E COMPUTER : INTRODUZIONE

INFORMATICA E COMPUTER : INTRODUZIONE INFORMATICA E COMPUTER : INTRODUZIONE! Informatica: dal francese, informatique informat(ion) (automat)ique [termine coniato dall'ingegnere francese Philippe Dreyfus nel 1962] è la scienza che studia i

Dettagli

Richiami di informatica e programmazione

Richiami di informatica e programmazione Richiami di informatica e programmazione Il calcolatore E una macchina usata per Analizzare Elaborare Collezionare precisamente e velocemente una grande quantità di informazioni. Non è creativo Occorre

Dettagli

INFORMATICA. INFORmazione automatica

INFORMATICA. INFORmazione automatica INFORMATICA INFORmazione automatica Insieme di discipline e tecniche per rappresentare, elaborare e trasmettere automaticamente delle informazioni. Computer - Elaboratore elettronico: e macchina concepita

Dettagli

Elementi di informatica

Elementi di informatica Elementi di informatica Lerina Aversano Anno Accademico 2006/ 2007 Informazioni preliminari 6 crediti (circa 52 ore di lezione) 36 ore di lezione 8 ore di esercitazione 8 ore di laboratorio 1 Orario delle

Dettagli

HARDWARE. Relazione di Informatica

HARDWARE. Relazione di Informatica Michele Venditti 2 D 05/12/11 Relazione di Informatica HARDWARE Con Hardware s intende l insieme delle parti solide o ( materiali ) del computer, per esempio : monitor, tastiera, mouse, scheda madre. -

Dettagli

INTRODUZIONE ALL INFORMATICA

INTRODUZIONE ALL INFORMATICA INTRODUZIONE ALL INFORMATICA Cosa è l Informatica? Scienza degli elaboratori elettronici (Computer Science) Scienza dell informazione Scienza della rappresentazione, memorizzazione, elaborazione e trasmissione

Dettagli

Informatica di Base. Il software

Informatica di Base. Il software di Base 1 Sistemi informatici Hardware Microprocessore Memoria Periferiche di input e output Software Software di sistema Programmi applicativi 2 Il sw applicativo Il sw applicativo è costituito dall insieme

Dettagli

Vari tipi di computer

Vari tipi di computer Hardware Cos è un computer? Un computer è un elaboratore di informazione. Un computer: riceve informazione in ingresso (input) elabora questa informazione Può memorizzare (in modo temporaneo o permanente)

Dettagli

Anatomia e fisiologia del computer: l architettura del calcolatore

Anatomia e fisiologia del computer: l architettura del calcolatore Corso di Laurea Ingegneria Civile Fondamenti di Informatica Dispensa 01 Anatomia e fisiologia del computer: l architettura del calcolatore Marzo 2009 L architettura del calcolatore 1 Nota bene Alcune parti

Dettagli

INFORMATICA. By CONVERTINI Francesco

INFORMATICA. By CONVERTINI Francesco INFORMATICA By CONVERTINI Francesco Informatica = informazione automatica È una scienza preesistente all elaboratore e consiste nella ricerca di METODI per elaborare automaticamente le informazioni ed

Dettagli

MODULO 1. Testo 1.02. 1. Quale tra le seguenti è una unità di output? % Touchpad % Track ball % Scanner % Sintetizzatore vocale

MODULO 1. Testo 1.02. 1. Quale tra le seguenti è una unità di output? % Touchpad % Track ball % Scanner % Sintetizzatore vocale MODULO 1 Testo 1.02 1. Quale tra le seguenti è una unità di output? % Touchpad % Track ball % Scanner % Sintetizzatore vocale 2. Come possono essere classificati in modo corretto i componenti fisici e

Dettagli

Il sistema di elaborazione Hardware e software

Il sistema di elaborazione Hardware e software Il sistema di elaborazione Hardware e software A. Lorenzi M. Govoni TECNOLOGIE INFORMATICHE. Release 2.0 Atlas Hardware e software Un sistema di elaborazione è formato da: parti hardware: componenti fisiche

Dettagli

Introduzione all informatica (cosa è, di cosa si occupa) 9/2/2015 Informatica applicata alla comunicazione multimediale Cristina Bosco

Introduzione all informatica (cosa è, di cosa si occupa) 9/2/2015 Informatica applicata alla comunicazione multimediale Cristina Bosco Introduzione all informatica (cosa è, di cosa si occupa) 9/2/2015 Informatica applicata alla comunicazione multimediale Cristina Bosco Indice - Di cosa si occupa l informatica? - Cosa sono gli algoritmi?

Dettagli

Test di verifica 1.2 per il Modulo 1 della Patente Europea

Test di verifica 1.2 per il Modulo 1 della Patente Europea Test di verifica 1.2 per il Modulo 1 della Patente Europea Esiste una sola risposta corretta per le domande che riportano il simbolo per le scelte, mentre ci sono più risposte corrette per le domande con

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2012-2013 QUADERNO DI INFORMATICA

ANNO SCOLASTICO 2012-2013 QUADERNO DI INFORMATICA ANNO SCOLASTICO 2012-2013 QUADERNO DI INFORMATICA L INFORMAZIONE L informazione è un concetto (legato, ma indipendente dal codice usato). Non riguarda solo interazioni umane. L informazione analizza il

Dettagli

Il calcolatore: presupposti e teorie

Il calcolatore: presupposti e teorie Il calcolatore: presupposti e teorie Il digitale I primi calcolatori La struttura del computer Linguaggio binario: la convergenza al digitale La numerazione binaria è alla base della trasmissione usata

Dettagli

Appunti del corso di Informatica 1 (IN110 Fondamenti) 4 Linguaggi di programmazione

Appunti del corso di Informatica 1 (IN110 Fondamenti) 4 Linguaggi di programmazione Università Roma Tre Dipartimento di Matematica e Fisica Corso di Laurea in Matematica Appunti del corso di Informatica 1 (IN110 Fondamenti) 4 Linguaggi di programmazione Marco Liverani (liverani@mat.uniroma3.it)

Dettagli

Struttura del Corso. Corso Integrato di Informatica e Sistemi di Elaborazione delle Informazioni. Sistemi di Elaborazione delle Informazioni.

Struttura del Corso. Corso Integrato di Informatica e Sistemi di Elaborazione delle Informazioni. Sistemi di Elaborazione delle Informazioni. Corso Integrato di Informatica e Sistemi di Elaborazione delle Informazioni Marco Falda Dipartimento di Ingegneria dell Informazione tel. 049 827 7918 marco.falda@unipd.it Corso di 35 ore: Struttura del

Dettagli

Introduzione. è uguale a 0, spostamento di dati da una parte della memoria del calcolatore ad un altra.

Introduzione. è uguale a 0, spostamento di dati da una parte della memoria del calcolatore ad un altra. Appunti di Calcolatori Elettronici Modello di macchina multilivello Introduzione... 1 Linguaggi, livelli e macchine virtuali... 3 La struttura a livelli delle macchine odierne... 4 Evoluzione delle macchine

Dettagli

Fondamenti di Informatica

Fondamenti di Informatica Fondamenti di Informatica Il software Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Universitàdegli Studi di Parma SOFTWARE I componenti fisici del calcolatore (unità centrale e periferiche) costituiscono

Dettagli

gestione delle risorse hardware interfaccia verso l utente

gestione delle risorse hardware interfaccia verso l utente Sistemi Operativi: avvio Sistema Operativo: funzioni All avvio del computer, terminate le verifiche del BIOS, il controllo passa al sistema operativo. Il Sistema Operativo opera come intermediario tra

Dettagli

Tecnologie informatiche - Parte 1. Hardware

Tecnologie informatiche - Parte 1. Hardware Tecnologie informatiche - Parte 1. Hardware 1. Introduzione. I segnali binari. La parola informatica deriva dal termine francese informatique: è la fusione di due parole information e automatique che significa

Dettagli

Lezione 3: Architettura del calcolatore

Lezione 3: Architettura del calcolatore Lezione 3: Architettura del calcolatore Architettura di Von Neumann BUS, CPU e Memoria centrale Ciclo di esecuzione delle istruzioni Architettura del calcolatore Il calcolatore è: uno strumento programmabile

Dettagli

Esercitazione per esame Ecdl - 1 modulo

Esercitazione per esame Ecdl - 1 modulo Esercitazione per esame Ecdl - 1 modulo Nome:... Cognome... Telefono... 1. Il millennium bug è: % Un problema hardware di tutti i computer al cambio del millennio % Un problema del software di tutti i

Dettagli

CALCOLATORI ELETTRONICI

CALCOLATORI ELETTRONICI CALCOLATORI ELETTRONICI Giuseppe Coldani Tel. 0382 985678 e-mail: giuseppe.coldani@unipv.it giuseppe.coldani@tin.it orario delle lezioni: Mercoledì 14.00-18.00 orario di ricevimento: su appuntamento 1

Dettagli

I SISTEMI OPERATIVI CONCETTI INTRODUTTIVI

I SISTEMI OPERATIVI CONCETTI INTRODUTTIVI I SISTEMI OPERATIVI CONCETTI INTRODUTTIVI Il Software Software di Base Sistema Operativo (Software di base essenziale) Software di base non essenziale Utility Driver Software applicativi (Applicazioni)

Dettagli

Informatica. Teoria. L architettura dei PC Storia dell informatica Periferiche Reti - Software. Marco Brama 2010-2011

Informatica. Teoria. L architettura dei PC Storia dell informatica Periferiche Reti - Software. Marco Brama 2010-2011 \ 1 Informatica Teoria L architettura dei PC Storia dell informatica Periferiche Reti - Software Marco Brama 2010-2011 La presente dispensa è stata creata appositamente ad integrazione del programma didattico

Dettagli

Sistemi Operativi. Struttura astratta della memoria. Gerarchia dei dispositivi di. Memoria centrale. Memoria secondaria (di massa)

Sistemi Operativi. Struttura astratta della memoria. Gerarchia dei dispositivi di. Memoria centrale. Memoria secondaria (di massa) Struttura astratta della memoria Memoria centrale il solo dispositivo di memoria al quale la CPU puo accedere direttamente Memoria secondaria (di massa) Estensione della memoria centrale che fornisce grande

Dettagli

Architettura hardware

Architettura hardware Architettura hardware la parte che si può prendere a calci Architettura dell elaboratore Sistema composto da un numero elevato di componenti, in cui ogni componente svolge una sua funzione elaborazione

Dettagli

Le componenti fisiche di un computer: l hardware

Le componenti fisiche di un computer: l hardware Le componenti fisiche di un computer: l hardware In questa sezione ci occuperemo di come è strutturato e come funziona l hardware di un computer. In particolare, nella Sezione ci occuperemo del punto di

Dettagli

Definizione e storia dei sistemi operativi

Definizione e storia dei sistemi operativi Definizione e storia dei sistemi operativi Dipartimento di Informatica Università di Verona, Italy Che cos è un Sistema Operativo? E un insieme di programmi agisce come intermediario tra HW e uomo per

Dettagli

Linguaggi di programmazione

Linguaggi di programmazione Linguaggi di programmazione Programmazione L attività con cui si predispone l elaboratore ad eseguire un particolare insieme di azioni su particolari dati, allo scopo di risolvere un problema Dati Input

Dettagli

Fondamenti di Informatica Laurea in Ingegneria Civile e Ingegneria per l ambiente e il territorio

Fondamenti di Informatica Laurea in Ingegneria Civile e Ingegneria per l ambiente e il territorio Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Università degli Studi di Parma Fondamenti di Informatica Laurea in Ingegneria Civile e Ingegneria per l ambiente e il territorio Il software di base Software

Dettagli

Dato che queste istruzioni erano scritte su pagine solubili nell'acqua (per poter essere più facilmente distrutte, evitando in tal modo che cadessero

Dato che queste istruzioni erano scritte su pagine solubili nell'acqua (per poter essere più facilmente distrutte, evitando in tal modo che cadessero Il software Il termine software ha origine durante la seconda guerra mondiale. I tecnici dell'esercito inglese erano impegnati nella decrittazione dei codici tedeschi di Enigma, di cui già conoscevano

Dettagli

Sistemi Operativi (modulo di Informatica II) Architettura

Sistemi Operativi (modulo di Informatica II) Architettura Sistemi Operativi (modulo di Informatica II) Architettura Patrizia Scandurra Università degli Studi di Bergamo a.a. 2008-09 Sommario Obiettivi di un sistema operativo Concetti di base sui sistemi operativi

Dettagli

Software di base. Corso di Fondamenti di Informatica

Software di base. Corso di Fondamenti di Informatica Dipartimento di Informatica e Sistemistica Antonio Ruberti Sapienza Università di Roma Software di base Corso di Fondamenti di Informatica Laurea in Ingegneria Informatica (Canale di Ingegneria delle Reti

Dettagli

Dai Mainframe ai Personal Computer

Dai Mainframe ai Personal Computer Outline Synusia HackLab Free Software User Group Padova Laboratori Nazionali di Legnaro - INFN Linux Day 2007 Outline Outline 1 Tra gli anni 40 e 60 La preistoria I grandi dinosauri 2 Il Personal Computing

Dettagli

Laboratorio di Informatica Corso di Laurea in Matematica A.A. 2007/2008

Laboratorio di Informatica Corso di Laurea in Matematica A.A. 2007/2008 Laboratorio di Informatica Corso di Laurea in Matematica A.A. 2007/2008 Dott. Davide Di Ruscio Dipartimento di Informatica Università degli Studi di L Aquila Lezione del 30/11/07 Sommario Concetti fondamentali

Dettagli

Laboratorio di Informatica Corso di Laurea in Matematica A.A. 2007/2008

Laboratorio di Informatica Corso di Laurea in Matematica A.A. 2007/2008 Laboratorio di Informatica Corso di Laurea in Matematica A.A. 2007/2008 Dott.Davide Di Ruscio Dipartimento di Informatica Università degli Studi di L Aquila Lezione del 11/01/08 Nota Questi lucidi sono

Dettagli

Corso di Informatica

Corso di Informatica Corso di Informatica Modulo T2 1 Sistema software 1 Prerequisiti Utilizzo elementare di un computer Significato elementare di programma e dati Sistema operativo 2 1 Introduzione In questa Unità studiamo

Dettagli

PROGRAMMA FORMATIVO: ARCHITETTURA DEI COMPUTERS, PERIFERICHE, SOFTWARE APPLICATIVO, SISTEMI OPERATIVI, INTERNET E SERVIZI, WEB, RETI DI COMPUTER

PROGRAMMA FORMATIVO: ARCHITETTURA DEI COMPUTERS, PERIFERICHE, SOFTWARE APPLICATIVO, SISTEMI OPERATIVI, INTERNET E SERVIZI, WEB, RETI DI COMPUTER PROGRAMMA FORMATIVO: ARCHITETTURA DEI COMPUTERS, PERIFERICHE, SOFTWARE APPLICATIVO, SISTEMI OPERATIVI, INTERNET E SERVIZI, WEB, RETI DI COMPUTER Architettura dei calcolatori (hardware e software base )

Dettagli

Introduzione al corso

Introduzione al corso Corso di Fondamenti di Informatica Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica (A-K) Ing. Agnese Pinto 1 di 21 Informazioni utili Ing. Agnese Pinto: Contatti: Laboratorio di Sistemi Informativi (SisInfLab)

Dettagli

Sistemi Operativi: avvio

Sistemi Operativi: avvio Sistemi Operativi: avvio All avvio del computer, terminate le verifiche del BIOS, il controllo passa al sistema operativo. Il Sistema Operativo opera come intermediario tra l hardware del sistema e uno

Dettagli

Obiettivi del corso. Programma del corso. Informatica per i corsi di Fisioterapia e Dietistica

Obiettivi del corso. Programma del corso. Informatica per i corsi di Fisioterapia e Dietistica Informatica per i corsi di Fisioterapia e Dietistica Docente: Giorgio Valentini e-mail: valentini@dsi.unimi.it Struttura del corso: 8 lezioni di teoria (2 ore) martedi (14:30-16:30) aula 201 8 lezioni

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN SCIENZE ERBORISTICHE E DEI PRODOTTI NUTRACEUTICI

CORSO DI LAUREA IN SCIENZE ERBORISTICHE E DEI PRODOTTI NUTRACEUTICI CORSO DI LAUREA IN SCIENZE ERBORISTICHE E DEI PRODOTTI NUTRACEUTICI Informatica con esercitazioni Prof. Onofrio Greco Modulo 1 Concetti di base dell ICT Modulo 2 Uso del Computer e Gestione dei File Modulo

Dettagli

MODULO 2. Il software per la gestione di testi e di immagini. Contenuti. Obiettivi. Unità 2 Il software per elaborare

MODULO 2. Il software per la gestione di testi e di immagini. Contenuti. Obiettivi. Unità 2 Il software per elaborare MODULO 2 Il software per la gestione di testi e di immagini Contenuti Unità 1 La comunicazione interattiva e il personal computer Unità 2 Il software per elaborare Obiettivi Saper individuare i principali

Dettagli

CORSO BASE DI TECNICO RIPARATORE HARDWARE Introduzione all informatica: Hardware e Software Docente: Dott. Ing. Antonio Pagano ORIGINI DEI CALCOLATORI Nato come potente strumento di calcolo per i centri

Dettagli

Introduzione. Corso di Informatica Applicata. Università degli studi di Cassino

Introduzione. Corso di Informatica Applicata. Università degli studi di Cassino Università degli studi di Cassino Corso di Laurea in Ingegneria della Produzione Industriale Corso di Informatica Applicata Introduzione Ing. Saverio De Vito e-mail: saverio.devito@portici.enea.it Tel.:

Dettagli

Architettura dei computer

Architettura dei computer Architettura dei computer In un computer possiamo distinguere quattro unità funzionali: il processore (CPU) la memoria principale (RAM) la memoria secondaria i dispositivi di input/output Il processore

Dettagli

Il Sistema Operativo (1)

Il Sistema Operativo (1) E il software fondamentale del computer, gestisce tutto il suo funzionamento e crea un interfaccia con l utente. Le sue funzioni principali sono: Il Sistema Operativo (1) La gestione dell unità centrale

Dettagli

Fondamenti di Informatica

Fondamenti di Informatica Fondamenti di Informatica Corso di Laurea in Scienze dell'educazione, 2014-15 Lorenzo Bettini http://www.di.unito.it/~bettini Informazioni generali Ricevimento studenti su appuntamento Dipartimento di

Dettagli

6. Quale è l unità che esegue le singole istruzioni e governa le varie parti del computer? % ALU % CPU % LAN % WAN

6. Quale è l unità che esegue le singole istruzioni e governa le varie parti del computer? % ALU % CPU % LAN % WAN MODULO 1 Testo 1.03 1. In una istruzione, un operando è: % Il dato su cui operare % L indirizzo di memoria di un dato su cui operare % Il tipo di operazione da eseguire % Il risultato di una istruzione

Dettagli

Programma di Informatica. AS 2014-2015 Classe 1C

Programma di Informatica. AS 2014-2015 Classe 1C ISTITUTO D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE I.T.C.G. L. EINAUDI LICEO SCIENTIFICO G. BRUNO MURAVERA Programma di Informatica. AS 2014-2015 Classe 1C Docente: Profssa. Cannas Enrichetta Libro di Testo Titolo:

Dettagli