CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO"

Transcript

1 ALLEGATO 3 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO ART.1 : OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto l attività di raccolta, trasporto e smaltimento/conferimento dei rifiuti radioattivi ex- Controlsonic, contenuti nel deposito n.2 sito nel comune di Tortona via Antica Piazza d Armi n.5, nonché eventuali attività di bonifica e risanamento necessarie affinché i locali del suddetto deposito possano essere rilasciati per altri impieghi senza alcun vincolo radiologico. Le attività di cui sopra dovranno svolgersi in conformità al D.L.vo 17 marzo 1995 n. 230 e successive modificazioni ed integrazioni nonché ad altre disposizioni e prescrizioni eventualmente emanate dagli Enti Locali (Comune di Tortona, Provincia di Alessandria, Regione Piemonte) e di controllo (ARPA Piemonte). I rifiuti radioattivi sono attualmente confezionati in appositi fusti (per un totale di 2159) che, in linea di principio, sono già idonei al trasporto e il cui contenuto è specificato nella seguente tabella: TABELLA 1 Quantità fusti di differenti tipologie presenti nel deposito Categoria Stato fisico Volume Quantità I Liquidi II Liquidi II Liquidi II Solidi Numero totale fusti 2159 Durante l attività di movimentazione e trasporto potrebbe però essere necessario il riconfezionamento dei fusti che, a seguito di controlli disposti o effettuati da ARPA Piemonte, venissero giudicati non sicuri e idonei; è quindi da prevedersi la possibilità di procedere a sostituzione dei fusti deteriorati. Terminate le operazioni di trasporto dei fusti, potranno essere necessarie eventuali ulteriori attività di bonifica del deposito (ad esempio: rimozione di contaminazione determinatasi a seguito di sversamenti avvenuti durante le operazioni o dovuta ad eventi pregressi). Tutte le attività operative oggetto di questo appalto si svolgeranno sotto la vigilanza e la supervisione tecnica di ARPA Piemonte che assicurerà contestualmente che tali operazioni avvengano nel rispetto dell ambiente e delle norme radioprotezionistiche per i lavoratori e la popolazione.

2 ART.2 : AMMONTARE DELL APPALTO Le attività oggetto del presente appalto vengono eseguite a seguito di finanziamenti che la Regione Piemonte ha reso disponibili al Comune di Tortona che indice l appalto. Il costo dell intero intervento di allontanamento e smaltimento, è stimabile complessivamente in ,14 IVA compresa. Tale valore è stato dedotto sulla base dell elenco dei prezzi unitari (Allegato 4) e dal computo metrico estimativo (Allegato 5). ATTIVITA Euro A MISURA di raccolta, trasporto e smaltimento Smaltimento solidi II categoria ,00 Smaltimento liquidi II categoria ,00 Smaltimento liquidi I categoria ,00 A CORPO di messa in sicurezza ,00 Sommano ,00 oneri per la sicurezza (ved. DUVRI) ,58 IMPORTO a BASE d ASTA (esclusa IVA 10%) ,58 (di cui Euro ,58 per oneri di sicurezza non soggetti a ribasso) ART.3 : MODALITA DI ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO Le attività in argomento devono essere espletate nel rispetto della normativa vigente. In particolare, la Società aggiudicataria dovrà produrre un piano operativo di intervento in cui verranno descritte in dettaglio tutte le operazioni previste e il relativo cronoprogramma. Tale piano andrà inviato all Amministrazione Comunale di Tortona e ad ARPA Piemonte Dipartimento Tematico Radiazioni. L Amministrazione Comunale e ARPA Piemonte potranno richiedere modifiche o integrazioni al piano presentato. In assenza di rilievi e richieste di modifiche da parte del Comune e/o di ARPA Piemonte il piano operativo si intende approvato e diventa esecutivo trascorsi 15 giorni dal ricevimento del piano stesso da parte dei suddetti Enti. Il piano dovrà rispettare le seguenti modalità. I rifiuti dovranno essere prelevati dalla società aggiudicataria con proprio personale nel luogo indicato nel precedente ART.1. Quando i rifiuti saranno pronti per il ritiro, il personale dell ARPA Piemonte potrà effettuare sui fusti le misure di contaminazione superficiale e fornire la certificazione radiologica relativa ai colli. La raccolta dei fusti dovrà avvenire in sicurezza garantendo che non vi siano spargimenti di contaminazione, in caso di contaminazione dovuta a qualunque causa la Società aggiudicataria dovrà adottare qualsiasi misura per garantire la decontaminazione del sito e l allontanamento dal sito dei materiali contaminati. All atto del ritiro la Società aggiudicataria dovrà produrre certificazione liberatoria per tutti i fusti ritirati, nonché bolla di accompagnamento che attesti l avvenuto ricevimento dei fusti. La certificazione e le bolle saranno vistate in tre copie dal Responsabile della struttura, o da suo delegato, che ne tratterrà un originale per gli atti. Una copia della certificazione liberatoria e della bolla di ritiro dovrà essere consegnata, a cura della Società aggiudicataria e nello stesso giorno, all Amministrazione Comunale. Una seconda copia della certificazione liberatoria e della bolla di ritiro dovrà essere consegnata, a cura della Società e nello stesso giorno all ARPA. Nel caso che la Società aggiudicataria non sia autorizzata alla gestione finale dei rifiuti, successivamente ad ogni ritiro dovrà consegnare attestato di ricezione e presa in carico di ciascun fusto da parte della Società autorizzata di riferimento. Il trasporto dei fusti è a carico della Società aggiudicataria, la quale provvederà con

3 personale e automezzi propri, legalmente autorizzati, ad avviare i fusti a centri autorizzati di trattamento/smaltimento. Tutte le operazioni di messa in sicurezza da parte della Società aggiudicataria dovranno avvenire con proprio personale nel luogo indicato nel precedente ART.1. In tutte le operazioni, soprattutto quelle a rischio, la Società aggiudicataria dovrà fornire gli accorgimenti e i mezzi per evitare lo spargimento della contaminazione e in caso di contaminazione dovrà adottare qualsiasi misura per garantire la decontaminazione del sito e l allontanamento dal sito dei materiali contaminati. Nelle operazioni verranno rispettate le norme di radioprotezione secondo quanto richiesto dal D.L.vo 17 marzo 1995 n. 230 e successive modificazioni ed integrazioni. In particolare dovrà essere prodotta da parte dell esperto qualificato una valutazione radioprotezionistica in caso di incidente. Al termine delle operazioni l ARPA Piemonte verificherà l assenza di contaminazione residua al fine del rilascio del sito senza alcun vincolo radiologico. L Amministrazione si riserva la facoltà di richiedere interventi aggiuntivi, senza ulteriore aggravio di spesa. La Società aggiudicataria deve nominare un Direttore Tecnico dei Lavori, a cui affidare la direzione delle attività nel suo complesso. Il Direttore Tecnico dei Lavori sarà il referente responsabile nei confronti dell Amministrazione Comunale e, per quanto di competenza, di ARPA Piemonte. ART.4: TEMPO UTILE La cadenza delle operazioni dovrà avvenire in un tempo complessivo di 60 giorni naturali consecutivi decorrenti dalla data di aggiudicazione dell appalto. ART.5 : PERSONALE A CARICO DELL AGGIUDICATARIO DISPOSIZIONI IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO La Società aggiudicataria dovrà provvedere all organizzazione ed alla esecuzione effettiva del servizio, compresi i trasporti, con attrezzature e personale idoneo ed adeguato numericamente alla necessità, rispondendo dell idoneità di tutto il personale addetto al servizio e dei materiali adoperati. Detto personale, per efficienza e civile comportamento, dovrà essere di gradimento dell Amministrazione, la quale si riserva il diritto di ottenere la sostituzione dal posto di lavoro di qualunque addetto al servizio. La Società aggiudicataria entro trenta giorni dall inizio delle attività deve attuare quanto previsto dalle norme derivanti dalle vigenti leggi e decreti relativi alla prevenzione degli infortuni sul lavoro (D.Lgs 81 del 9 Aprile 2008 e successive modificazioni, Legge 123 del 3 Agosto 2007), nonché dalle norme di radioprotezione dei lavoratori previste dal Capo VIII del D. Lgs. 230/95. In particolare, essa dovrà, entro 20 giorni dall inizio del servizio, redigere il Documento di Valutazione dei Rischi in conformità al D.Lgs 81/2008, nonché il Documento Unico di Valutazione dei Rischi da Interferenza in conformità alla legge 123/2007; tali documenti dovranno essere messi a disposizione degli incaricati della Stazione appaltante che ne facciano richiesta. La Società aggiudicataria deve inoltre attuare l'osservanza delle norme derivanti dalle vigenti leggi e decreti relative all'igiene del lavoro, alle assicurazioni contro gli infortuni sul lavoro ed ogni altra disposizione in vigore o che potrà intervenire in corso di esercizio per

4 la tutela materiale dei lavoratori. Tutto il personale dovrà essere regolarmente assunto, secondo la vigente normativa e a carico dell aggiudicatario, pertanto nessun vincolo o rapporto potrà sorgere nei confronti dell Amministrazione. Per il personale, del presente articolo, l aggiudicatario ha il dovere di corrispondere le retribuzioni, tutti gli oneri previdenziali, assicurativi ed assistenziali e di provvedere ad ogni contratto di categoria vigente, restando esclusa ogni e qualsiasi responsabilità da parte dell Amministrazione. La società si impegna a documentare quanto sopra allorché l Amministrazione lo richieda. La Società si obbliga ad attuare, nei confronti dei propri dipendenti, occupati nelle prestazioni oggetto del presente appalto, condizioni normative e retributive non inferiori a quelle risultanti dai contratti collettivi di lavoro, applicabili alla data del presente atto, alla categoria e alla località in cui si svolgono i lavori, nonché condizioni risultanti da successive modifiche ed integrazioni e in genere ad ogni altro contratto collettivo, successivamente stipulato per la categoria applicabile nella località. La Società si obbliga, inoltre, a continuare ad applicare i su indicati contratti collettivi anche dopo la loro scadenza e fino alla loro sostituzione. Tutto il personale dovrà essere qualificato per incarichi specifici e opportunamente informato dei rischi, dovrà essere dotato di apposite uniformi, con regolare contrassegno distintivo nominativo da indossare durante il servizio e dovrà essere irreprensibile dal punto di vista igienico e del vestiario. Tutto il personale in servizio dovrà essere munito di tesserino sanitario, secondo le vigenti disposizioni. Tale libretto dovrà essere regolarmente aggiornato e tenuto a disposizione per eventuali controlli, sia da parte delle Autorità sanitarie che da parte dell Amministrazione appaltante. ART.6 : ONERI E OBBLIGHI A CARICO DELL AGGIUDICATARIO Oltre agli oneri del presente capitolato, saranno a carico dell aggiudicatario i seguenti oneri e obblighi: Tutte le spese inerenti e conseguenti alla partecipazione, all espletamento della gara e alla stipula del contratto; La guida delle diverse procedure operative previste per l espletamento dei servizi in oggetto dell appalto da presentare contestualmente al piano delle misure di sicurezza; L informazione tempestiva all Amministrazione della necessità di adeguare il servizio ad eventuali sopraggiunte disposizioni di legge; Il rispetto delle indicazioni date dall Amministrazione; Il rispetto dei tempi previsti dal progetto anche in caso di chiusura e/o fermata temporanea dell impianto di stoccaggio e/o trattamento (manipolazione) indicato all atto dell offerta, provvedendo a propria cura e spese, senza oneri aggiuntivi, trasferimento ad altro impianto autorizzato. La rimozione, contestualmente alla cessazione del servizio, di eventuali rifiuti radioattivi secondari e rifiuti speciali o assimilabili agli urbani che si produrranno nel corso dell intervento e dei materiali, mezzi d opera e impianti di sua proprietà. ART.7 : CONTROLLO DA PARTE DELL AMMINISTRAZIONE L aggiudicatario assume piena responsabilità della conduzione di tutte le operazioni comprese nel servizio. La verifica ed il controllo sull'attività amministrativa oggetto d'appalto verranno esercitate

5 dall'amministrazione Comunale. La verifica ed il controllo sull'attività tecnica oggetto d'appalto verranno esercitate dall'arpa. L Amministrazione si riserva l insindacabile facoltà di impartire eventuali disposizioni ritenute opportune per il buon andamento dei lavori. Ai sensi dell art.26 D.Lvo n. 81/2008, l Amministrazione fornisce alla società aggiudicataria, alla notifica dell aggiudicazione, le informazioni sui rischi specifici esistenti nell ambiente di lavoro dove la stessa è chiamata ad operare e sulle misure di prevenzione e di emergenza adottate in relazione alla propria attività. Prima dell inizio del servizio, la Società aggiudicataria dovrà effettuare con L Amministrazione Comunale di Tortona e con l ARPA apposita riunione di coordinamento delle proprie attività connesse alla bonifica e messa in sicurezza del sito in oggetto. Nel corso di tale riunione. Il verbale della riunione costituirà parte integrante del contratto. ART.8 : AMMISSIBILITA Le condizioni di ammissibilità all appalto, ivi comprese le modalità di presentazione dell offerta sono stabilite al successivo ART.9. ART.9 : OFFERTE E MODALITA DI AGGIUDICAZIONE La gara sarà espletata mediante procedura meglio esplicitata nell apposito bando di gara, ai sensi della vigente normativa. Entro il termine stabilito nel bando di gara, i concorrenti interessati dovranno far pervenire, pena esclusione, un plico controfirmato sui lembi di chiusura e debitamente sigillato, al seguente indirizzo : COMUNE DI TORTONA. Resta espressamente stabilito che ai fini del termini di cui sopra, farà fede esclusivamente il timbro di ricezione apposto sul predetto plico dall apposito ufficio protocollo di questa Amministrazione. All esterno del plico, oltre al nominativo del mittente, dovrà essere riportata la dicitura : SMALTIMENTO RIFIUTI RADIOATTIVI EX CONTROLSONIC Tale plico dovrà contenere due buste separate, anch esse controfirmate sui lembi di chiusura e debitamente sigillate, una contenente la dichiarazione di cui al successivo punto A, l altra contenente l offerta redatta secondo quanto stabilito al successivo punto B. A) Dichiarazione sostitutiva resa dal rappresentante legale ai sensi degli art. 46 e 47 del DPR 445/2000 ( con allegata fotocopia del documento d identità o firma autenticata dal dichiarante) con la quale il medesimo, assumendone la piena responsabilità, con riferimento all oggetto della gara dichiara:

6 Di essere in possesso delle autorizzazioni previste dalla normativa vigente ed afferente il servizio in oggetto, aventi validità temporale che copra il periodo di operatività del contratto che si andrà a stipulare, con particolare riguardo a: - Autorizzazione all attività di raccolta di rifiuti radioattivi ex art.31 D.lgs 230/95 e successive modifiche e integrazioni; - Nulla Osta per il deposito e lo smaltimento di rifiuti radioattivi ex art. 33 D.Lgs.230/95 e successive modifiche e integrazioni; - Nulla osta all impiego di sorgenti di radiazioni ex art. 27 D.Lgs.230/95 e successive modifiche e integrazioni; - Autorizzazione al trasporto su strada di sostanze radioattive, ai sensi dell art.5 della Legge n.1860 del 31/12/62; Qualora la società partecipante sia in possesso solo dell autorizzazione per la raccolta e il trasporto dei rifiuti in argomento, la stessa dovrà dichiarare di essere in possesso di contratto di cessione dei rifiuti radioattivi ritirati a qualificata struttura, abilitata allo stoccaggio e alla gestione di detti rifiuti, indicando gli estremi delle relative autorizzazioni. In tal caso la società aggiudicataria dovrà provvedere al ritiro dei rifiuti radioattivi, negli appositi contenitori, ed al trasporto presso la struttura abilitata allo stoccaggio e al trattamento finale dei rifiuti, che dovrà rilasciare ogni volta regolare attestato di avvenuto ricevimento e trattamento di ciascun contenitore. Che l impresa (o le imprese riunite) risulta iscritta alla C.C.I.A.A. per il settore oggetto del presente appalto (specificando i dati dell iscrizione); Il fatturato globale dell impresa che deve essere, a pena di esclusione, almeno pari all importo a base d asta del servizio in oggetto e l importo relativo ai servizi identici a quello oggetto della presente gara, che deve essere, a pena di esclusione, almeno pari a ,00 Euro/anno, realizzati negli ultimi tre esercizi. L elenco dei principali servizi prestati negli ultimi tre anni con l indicazione degli importi, delle date e dei destinatari, pubblici o privati, dei servizi stessi; se trattasi di servizi prestati a favore di amministrazioni o enti pubblici, essi sono provati da certificati rilasciati e vistati dalle amministrazioni o dagli e enti medesimi ; se trattasi di servizi prestati a privati, l effettuazione effettiva della prestazione è dichiarata da questi o, in mancanza, dallo stesso concorrente (art.42, comma 1 lettera a D.lgs.163/06); Di essersi recato nei luoghi in oggetto del servizio, di aver preso coscienza di tutte le circostanze generali e particolari che possano aver influito sulla determinazione dell offerta, di aver preso coscienza, altresì, delle condizioni contrattuali che possano influire sullo svolgimento del servizio e di aver giudicato i prezzi offerti, nel loro complesso, remunerativi e tali da consentire l offerta che starà per fare. Il concorrente dovrà inoltre, esplicitamente dichiarare di avere accuratamente valutato tutte le clausole comprese nel presente capitolato d appalto relative alle condizioni per la determinazione del corrispettivo; Che il titolare, il rappresentante legale, il direttore o i direttori tecnici della Società, non abbiano riportato condanne penali, o in caso affermativo indichino le condanne riportate;

7 Che nessuno dei soggetti individuati all art.2 del D.P.R. n.252 del 03/06/98, i corrispettivi coniugi, figli e persone conviventi siano incorsi in uno dei provvedimenti di prevenzione e/o sospensione indicati nell art.10 della Legge n. 575 del 31/05/65 e successive modificazioni e/o integrazioni; Che la società non si trovi in alcuna delle condizioni di cui all art.38 del D.Lgs. 12/04/2006, n.163; Che la società è iscritta all INAIL o all INPS e di essere in regola con la relativa retribuzione; Di essere in regola con le norme che disciplinano il diritto al lavoro dei disabili; Che la Società, essendo aggiudicataria di pubblici appalti, non è mai incorsa nell omissione della stipula del contratto definitivo nel termine stabilito; Che la Società non cederà in tutto o in parte il servizio. Eventuale dichiarazione di costituzione di un raggruppamento temporaneo d impresa. La suddetta dichiarazione dovrà essere accompagnata da copia fotostatica di valido documento di riconoscimento del firmatario. L Amministrazione si riserva di verificare la veridicità delle dichiarazioni rese, ove necessario con apposite documentazioni. Le dichiarazioni mendaci e l uso di atti falsi saranno perseguite ai sensi delle norme del codice penale e di quelle vigenti in materia. In luogo delle su indicate dichiarazioni possono essere esibiti gli omologhi certificati. B) OFFERTA L offerta dovrà essere sottoscritta dal legale rappresentante o da persona all uopo abilitata, con indicazione dei dati anagrafici. L offerta, in competente bollo, contenuta in busta chiusa, controfirmata sui lembi, dovrà riportare separatamente la percentuale di ribasso rispetto ai valori indicati all art.2 del presente Capitolato ed esprimere quindi l importo complessivo dell offerta Tale costo dovrà essere comprensivo di tutti gli oneri relativi all assistenza tecnicoburocratica per l approntamento della documentazione necessaria al ritiro dei fusti, al trasporto e allo smaltimento presso idonea struttura all uopo abilitata, nonché di qualsiasi altro onore derivante dall esecuzione del servizio secondo le modalità indicate nel presente Capitolato speciale d appalto. Il concorrente potrà essere svincolato dall offerta presentata, qualora decorrano 180 giorni dalla presentazione della stessa. L aggiudicazione sarà disposta dall Amministrazione, che si riserva, comunque la facoltà: - Di aggiudicare il servizio anche in presenza di una sola offerta;

8 - Di non aggiudicare il servizio in presenza di offerte non convenienti. N.B. La lingua ufficiale è quella italiana per cui tutti i certificati, dichiarazioni, documenti che saranno inviati alla stazione appaltante dovranno essere redatti in lingua italiana ovvero tradotti mediante traduzione giurata a pena di esclusione della gara. Art.10 POLI DI CONFERIMENTO e/o SMALTIMENTO L Impresa partecipante alla gara, pena l esclusione dalla stessa, dovrà fornire l elenco dei poli di conferimento e/o smaltimento di cui intende avvalersi nel corso dell esecuzione dei lavori. Per tali canali dichiarati dovrà essere fornito il titolo di proprietà o comprovarne la disponibilità, con l indicazione delle caratteristiche tecniche degli stessi e delle potenzialità, con particolare riguardo alla capacità di ritirare i quantitativi di rifiuti di progetto nel periodo di esecuzione dell appalto. Art. 11: DISCORDANZE TRA IL PRESENTE CAPITOLATO SPECIALE ED I DOCUMENTI DI GARA Nella eventualità che si riscontrino discordanze tra le prescrizioni contenute nel presente Capitolato Speciale e quelle riportate dai documenti di gara (bando di gara) prevarranno queste ultime. ART.12 : CAUZIONI La Società dovrà presentare, a corredo dell'offerta, pena l'inammissibilità dell'offerta medesima, una cauzione provvisoria pari al 2% del prezzo a base d'asta, a mente e con le modalità di cui all'art.75 comma 1 D.Lgs.163/2006; l'offerta dovrà inoltre essere corredata, a pena di esclusione, dall'impegno di un fideiussore a rilasciare la garanzia fideiussoria per l'esecuzione del contratto, qualora l'offerente risultasse aggiudicatario. La Società, oltre alle spese inerenti e conseguenti alla stipula del contratto, dovrà inoltre, a garanzia degli obblighi assunti, costituire la cauzione definitiva nella misura del 10% dell importo di aggiudicazione. L entrata in vigore del contratto è subordinata alla consegna all Amministrazione Comunale della cauzione definitiva pari al 10% del prezzo di aggiudicazione, da effettuare mediante: contanti o titoli di Stato con versamento c/o una Tesoreria Provinciale dello Stato, fidejussione bancaria o polizza assicurativa rilasciata da Compagnia di Assicurazione debitamente autorizzata. Resta salvo per la l Amministrazione appaltante l esperimento di ogni altra azione nel caso in cui la cauzione risultasse insufficiente. La Società aggiudicataria è obbligata a reintegrare la cauzione di cui l Amministrazione appaltante avesse dovuto avvalersi, in tutto o in parte durante l esecuzione del contratto. La cauzione sarà incamerata ai fini della rifusione di eventuali danni già contestati. La cauzione resterà vincolata fino al completo soddisfacimento degli obblighi contrattuali anche dopo la scadenza del contratto. Lo svincolo verrà autorizzato con apposito atto formale.

9 ART.13: COPERTURA ASSICURATIVA Nell esecuzione del servizio la Società dovrà adottare di propria iniziativa tutte quelle cautele che valgono a prevenire la possibilità di danni alle persone e/o cose. Pertanto, incombe esclusivamente sulla Società, in modo assoluto ed esplicito, ogni e qualunque responsabilità che possa insorgere nel corso ed in conseguenza del servizio per eventuali danni arrecati alle persone ed ai beni. A tale riguardo, la Società deve risultare titolare di apposita polizza assicurativa R.C.T., a copertura di eventuali danni a persone, animali o cose, con un massimale di ,00 per singolo sinistro. Detta polizza, rilasciata da primaria Compagnia, dovrà coprire tutta la durata dell affidamento e, di tutte le eventuali variazioni contrattuali alla stessa collegate, la Società dovrà dare tempestiva comunicazione all Amministrazione. Copia della polizza dovrà essere fornita prima della data di inizio del servizio. Rimane ferma l intera responsabilità della Società aggiudicataria per gli eventuali danni eccedenti il massimale sopra indicato. Art. 14: STIPULA DEL CONTRATTO La stipula del Contratto è subordinata alla consegna dei documenti di legge e alla prestazione della garanzia fideiussoria, di cui all'art. 12 del presente Capitolato ed alla presentazione della polizza assicurativa di cui all art.13. Tutte le spese, tasse e imposte inerenti al contratto saranno a carico della Società aggiudicataria. Art. 15: CONSEGNA LAVORI E DATA DI ULTIMAZIONE DEI LAVORI Stante l opportunità di avviare quanto prima le operazioni di cui al presente appalto, la data di consegna lavori potrà essere anticipata rispetto alla data di firma del contratto. Pertanto, entro 30 giorni dalla comunicazione dell'aggiudicazione dell'appalto, l'impresa appaltatrice, su invito della Stazione Appaltante, è tenuta all'inizio dell'esecuzione degli interventi oggetto del presente appalto anche in pendenza della stipula del contratto di gestione, previa regolare consegna delle aree di cantiere. ART.16 : INADEMPIMENTI - PENALI In particolare, previa contestazione per iscritto all aggiudicatario, l Amministrazione comunale, in caso di ritardo nell esecuzione del servizio, nei termini di cui all art. 4 del presente capitolato, applicherà una penale per ogni giorno di ritardo, pari allo 0,1 % dell importo contrattuale, sino ad un massimo del 10% del valore dell'appalto riferito ai lavori, per ogni giorno naturale successivo e consecutivo, salvo casi di forza maggiore, nell intesa che ritardi maggiori a quanto sopra previsto, previa diffida ad eseguire, potranno comportare la risoluzione del contratto. L importo delle penali sarà trattenuto all atto della liquidazione delle fatture, oppure rivalendosi sulla cauzione definitiva, il cui ammontare dovrà essere immediatamente reintegrato entro 5 giorni dalla data di comunicazione della richiesta di integrazione. Nel caso di mancata effettuazione del servizio l Amministrazione potrà procedere in danno, addebitando all aggiudicatario inadempiente la corresponsione degli eventuali danni subiti in conseguenza del disservizio, da quantificarsi nei modi e nei termini previsti dalla normativa vigente.

10 ART.17 : DIVIETO CESSIONE APPALTO E CREDITI E vietato alla Società aggiudicataria cedere, sotto qualsiasi titolo, in tutto o in parte il servizio ad altra Società. Nel caso di contravvenzione al divieto, la cessione si intenderà come nulla e non avrà alcun effetto nei rapporti con l Amministrazione che riterrà senz altro risolto il contratto medesimo, con diritto dell indennizzo di ogni eventuale danno. E inoltre, esclusa la cedibilità dei crediti, ai sensi di quanto previsto dal II comma dell art.1260 del Cod. Civ. ART. 18 : RISOLUZIONE E fatta salva la facoltà dell amministrazione di procedere alla risoluzione del contratto ai sensi dell art Cod. Civ., a tutto rischio e danno dell assuntrice con riserva, altresì, di risarcimento dei danni cagionati, qualora il servizio non venga effettuato secondo quanto pattuito e la ditta, diffidata per iscritto alla puntuale esecuzione dello stesso, non provveda, entro il termine di quindici giorni dalla relativa comunicazione (anche via fax), a sanare le inadempienze contrattuali. Dopo la terza diffida, formulata con apposite separate note, concernenti inadempienze, anche di natura diversa, si provvederà alla risoluzione del contratto, ai sensi dell art Cod. Civ. Parimenti, l amministrazione procederà alla risoluzione ex art Cod. Civ. del contratto al verificarsi dei seguenti casi: - cessione del contratto - inosservanza degli obblighi concernenti il personale (ex art. 5 del presente capitolato) - revoca delle autorizzazioni rilasciate dalle Autorità Centrali e Locali, per lo svolgimento del servizio in argomento. Per qualsiasi ragione si addivenisse, per le motivazioni di cui sopra, alla risoluzione del contratto, la Società, oltre ad incorrere nella immediata perdita del deposito cauzionale a titolo di penale, sarà tenuta al completo risarcimento di tutti i danni diretti e indiretti ed al rimborso delle maggiori spese alle quali L Amministrazione dovrà comunque andare incontro per il rimanente periodo contrattuale. ART. 19- FALLIMENTO DELL IMPRESA AGGIUDICATARIA O MORTE DEL TITOLARE In caso di fallimento dell Impresa aggiudicataria, l appalto s intenderà senz altro revocato e l Amministrazione provvederà a termini di legge. In caso di morte del titolare di impresa individuale, sarà facoltà dell Amministrazione comunale scegliere, nei confronti degli eredi e degli aventi causa, tra la continuazione del contratto o il recesso. ART RIFUSIONE DANNI E SPESE L impresa aggiudicataria dovrà rifondere alla stazione appaltante le sanzioni a questa comminate da organi esterni di vigilanza per i servizi in appalto. Per ottenere il rimborso delle spese e la rifusione dei danni, l Amministrazione comunale potrà eseguire trattenute sui crediti dell impresa assuntrice o sul deposito cauzionale, che dovrà essere reintegrato

11 entro cinque giorni dalla data di ricezione della richiesta di reintegrazione. ART CALUSOLA SOLVE ET REPETE L impresa aggiudicataria non può opporre, ex art Cod. Civ., eccezioni al fine di evitare o ritardare le prestazioni dovute e disciplinate dal presente capitolato. Art CERTIFICATO DI REGOLARE ESECUZIONE -PROROGHE -SOSPENSIONE E RIPRESA DEI LAVORI La certificazione di assenza di vincoli radiologici sarà emessa, a cura dell ARPA Piemonte, entro il termine di 30 giorni dal verbale di ultimazione dei lavori, e comunque solo dopo la presentazione della documentazione attestante l'avvenuto smaltimento dei rifiuti. Qualora ai sensi dell'art. 24 del Capitolato Generale si procedesse alla sospensione dei lavori, si redigeranno appositi verbali a norma dell'art. 133 del Regolamento. L'aggiudicatario, qualora per cause ad esso imputabili non sia in grado di ultimare i lavori nel termine fissato, può chiedere con apposita domanda motivate proroghe, che se riconosciute giustificate sono concesse dall'appaltante purché le domande pervengano prima della scadenza del termine anzidetto. ART.23 : FATTURAZIONE E PAGAMENTO Il pagamento del corrispettivo maturato dall'aggiudicatario, detratte le eventuali penali in cui la Società fosse incorsa, avverrà per stati d'avanzamento lavori, mediante emissione di certificati di pagamento ogni volta che le attività eseguite, contabilizzate e al netto del ribasso d'asta, raggiungano un importo non inferiore a Euro , previa acquisizione di attestazione sulla conformità e regolarità tecnica delle prestazioni effettuate, rilasciata previo nulla osta dell'arpa. L'Ammontare complessivo degli acconti corrisposti dalla Stazione appaltante ai sensi e per gli effetti di cui al comma precedente non potrà in ogni caso superare il 90% dell'intero ammontare della prestazione.. La stazione appaltante provvede alla liquidazione dei certificati di pagamento previa verifica, mediante acquisizione del DURC, della permanenza della regolarità contributiva ed assicurativa dell'impresa appaltatrice e degli eventuali subappaltatori. Il termine per il pagamento predetto resta pertanto subordinato al tempo necessario per l'acquisizione del DURC e comunque decorre dalla data di presentazione di regolare fattura contabile, ed avverrà mediante emissione di apposito mandato presso la Tesoreria Comunale. Essendo la prestazione in oggetto finanziata con fondi regionali il sudetto termine di pagamento non tiene conto dei giorni intercorrenti tra la spedizione della domanda di erogazione delle somme alla Regione Piemonte e la ricezione del relativo mandato di pagamento. Il saldo delle spettanze avverrà, inoltre, previa acquisizione della certificazione di assenza di vincoli radiologici redatta dall ARPA Piemonte, entro e non oltre 30 (trenta) giorni dalla data di ricezione della relativa fattura al protocollo generale dell Amministrazione Appaltante. ART.24 : REVISIONE DEL PREZZO Non è ammessa revisione dell importo contrattuale, che si intende fisso ed invariabile.

12 ART.25 : OSSERVANZA DI LEGGI E REGOLAMENTI La Società, oltre alle norme del presente capitolato, si intende obbligata all osservanza del D.Lgs. n. 230 del 17 marzo 1995 e successive modificazioni e integrazioni, nonché di tutte le altre disposizioni e prescrizioni, anche più restrittive, applicabili all appalto in oggetto, emanante ai sensi di legge delle competenti autorità governative regionali, provinciali e comunali che danno giurisdizione sui luoghi in cui debbono svolgersi i servizi, restando contrattualmente convenuto che anche se tali norme o disposizioni dovessero arrecare oneri o limitazioni nello sviluppo dei lavori, la Società non potrà rivendicare diritto alcuno o ragione verso la parte contraente. ART.26 : FORO COMPETENTE Per ogni controversia inerente all appalto è esclusivamente competente il foro di Tortona.

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA 1 Art. 1 Premessa Il presente disciplinare costituisce, con il bando e il capitolato speciale

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto. Rep. n. Prot. n. 2009/ Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.) REPUBBLICA ITALIANA Il giorno..

Dettagli

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIPARTIMENTO PER I BENI ARCHIVISTICI E LIBRARI DIREZIONE GENERALE PER I BENI LIBRARI E GLI ISTITUTI CULTURALI PUBBLICO INCANTO TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA In esecuzione della deliberazione di Giunta Comunale n. 17 del 14.02.2011 è indetta trattativa privata per

Dettagli

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra-

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra- . ROMA CAPITALE BANDO DI GARA D'APPALTO SEZIONE I) AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale - Dipartimento Risorse Economiche - Direzione per la

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 Roma

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV.

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV. All. 2) al Disciplinare di gara Spett.le Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE Via Pisa - P.zza Giovanni XXIII 95037 - San Giovanni La Punta Oggetto: GARA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI RELATIVI

Dettagli

Art. 1 Oggetto del servizio

Art. 1 Oggetto del servizio CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO TRASLOCHI NEGLI ISTITUTI SCOLASTICI, NEI CENTRI SCOLASTICI, NEI CENTRI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE E NEGLI UFFICI DI COMPETENZA PROVINCIALE

Dettagli

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI.

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. MODULO PER DICHIARAZIONI REQUISITI TECNICI/ECONOMICI E DI IDONEITÀ MORALE DA COMPILARSI DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. OGGETTO: Gara per l affidamento del servizio di pulizia delle sedi del Ministero

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO AFFIDAMENTO ANNUALE DELLA GESTIONE DELLA CASA FAMIGLIA PER DISABILI ADULTI SITA IN LARGO FRATELLI LUMIERE, 36, NONCHÉ QUELLA DEL CENTRO DIURNO SE FINANZIATO DA ROMA CAPITALE

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017.

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017. Prot. n. 0000 /2013 Torrebelvicino, 07 febbraio 2013 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RACCOMANDATA A.R. Spett.le OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Dettagli

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA. PREORDINATA ALL AFFIDAMENTO AI SENSI DEL D. LGS. 163/06 DEI SERVIZI DI PULIZIA DEI LOCALI, DEGLI IMPIANTI SPORTIVI E DELLE ATTREZZATURE PRESSO IL CENTRO SPORTIVO DELLA

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3.

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3. CAPITOLATO DI APPALTO PER LA FORNITURA DI MATERIALE INFORMATICO PER I SITI MUSEO CIVICO F.L.BELGIORNO FOYER TEATRO GARIBALDI CENTER OF CONTEMPORARY ARTS PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA

Dettagli

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica . (FAC-SIMILE ISTANZA DI PARTEZIPAZIONE) AL COMUNE DI PIANA DEGLI ALBANESI DIREZIONE A.E.S. LAVORI PUBBLICI E PROGETTAZIONE VIA P. TOGLIATTI, 2 90037 PIANA DEGLI ALBANESI (PA) Il sottoscritto.... nato

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DELL ART. 124 DEL D.LGS. 163/2006 E DELL ART. 326 DEL DPR 207/2010, PER L AFFIDAMENTO QUADRIENNALE DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. CIG: 30590339E1 DICHIARAZIONE

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:268701-2013:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701 Bando di gara Servizi Direttiva 2004/18/CE Sezione

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara Oggetto: Procedura aperta per la fornitura di generatori di molibdeno tecnezio per l U.O.C. di Medicina Nucleare

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 1 ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 www.plusogliastra.it plusogliastra@pec.it ISTANZA DI PARTECIPAZIONE LOTTO DESCRIZIONE BARRARE IL LOTTO

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

2) RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO: Ins. Maria Lorizio Istruttore Direttivo Amm.vo

2) RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO: Ins. Maria Lorizio Istruttore Direttivo Amm.vo COMUNE DI PUTIGNANO BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA PER IL SERVIZIO DI FACCHINAGGIO E DI POSIZIONAMENTO, TENUTA IN EFFICIENZA E RIMOZIONE TRANSENNE E SEGNALETICA MOBILE. Allegato A alla determina dirigenziale

Dettagli

Spett.le * * * Si invita a far pervenire, esclusivamente a mezzo raccomandata o posta celere oppure consegnato a mano, presso

Spett.le * * * Si invita a far pervenire, esclusivamente a mezzo raccomandata o posta celere oppure consegnato a mano, presso LETTERA INVITO A TRATTATIVA PRIVATA APERTA per Fornitura di Servizi di TRASLOCO di mobili e documenti da ufficio da Roma, Via Cristoforo Colombo 283/A (8 piano) a Roma, Quintino Sella, 42, CIG: Z9C0C2C891

Dettagli

LETTERA D INVITO SI INVITA. codesta Ditta a partecipare alla procedura di gara in oggetto, secondo le modalità di seguito indicate.

LETTERA D INVITO SI INVITA. codesta Ditta a partecipare alla procedura di gara in oggetto, secondo le modalità di seguito indicate. Roma, 5 marzo 2010 AREA COORDINAMENTO AFFARI AMMINISTRATIVI Ufficio Affari Amministrativi Contabilità e Bilancio Prot. UAA-AIFA F.3./a.23734/P OGGETTO: Gara d appalto mediante cottimo fiduciario per l

Dettagli

Comune di Prato. Servizio Risorse Umane. Concorso pubblico per l assunzione di n. 1 Funzionario Progettista Impianti (cat. D1)

Comune di Prato. Servizio Risorse Umane. Concorso pubblico per l assunzione di n. 1 Funzionario Progettista Impianti (cat. D1) Comune di Prato Servizio Risorse Umane Concorso pubblico per l assunzione di n. 1 Funzionario Progettista Impianti (cat. D1) 1 Prova Scritta- Quiz con risposte esatte le risposte esatte sono sottolineate

Dettagli

chiede l ammissione dell impresa medesima alla gara indetta per l affidamento del servizio in oggetto. Al proposito

chiede l ammissione dell impresa medesima alla gara indetta per l affidamento del servizio in oggetto. Al proposito ALLEGATO 1 Via A. Picco Oggetto: istanza di ammissione alla gara relativa servizio di manutenzione ordinaria e straordinaria delle macchine operatrici di ACAM Ambiente s.p.a.. Il sottoscritto...., nato

Dettagli

DICHIARAZIONE DI CUI ALL'ART. 14.2 DELLA LETTERA D'INVITO

DICHIARAZIONE DI CUI ALL'ART. 14.2 DELLA LETTERA D'INVITO Modello B Comune di Saluzzo Via Macallè, 9 12037 SALUZZO PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO DELLA POLIZZA DI ASSICURAZIONE A FAVORE DEL COMUNE DI SALUZZO RELATIVA A INCENDIO E ALTRI EVENTI, FURTO E

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA. All Università degli Studi di Bari ALDO MORO Piazza Umberto I n. 1 70121 Bari

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA. All Università degli Studi di Bari ALDO MORO Piazza Umberto I n. 1 70121 Bari ISTANZA DI PARTECIPAZIONE E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA All Università degli Studi di Bari ALDO MORO Piazza Umberto I n. 1 70121 Bari CIG: 55637729E4 Procedura aperta per l affidamento del servizio di raccolta,

Dettagli

COMUNE DI GONARS COMUNE DI LINGUA E CULTURA FRIULANE COMUN DI GONÂRS COMUN DI LENGHE E CULTURE FURLANIS

COMUNE DI GONARS COMUNE DI LINGUA E CULTURA FRIULANE COMUN DI GONÂRS COMUN DI LENGHE E CULTURE FURLANIS COMUNE DI GONARS COMUNE DI LINGUA E CULTURA FRIULANE COMUN DI GONÂRS COMUN DI LENGHE E CULTURE FURLANIS UFFICIO LAVORI PUBBLICI LAVÔRS PUBLICS Tel. 0432 99 20 21 - Fax 0432 99 20 51 lavori.pubblici@com-gonars.regione.fvg.it

Dettagli

A.R.T.E. GENOVA BANDO DI GARA D APPALTO DI SERVIZI

A.R.T.E. GENOVA BANDO DI GARA D APPALTO DI SERVIZI A.R.T.E. GENOVA BANDO DI GARA D APPALTO DI SERVIZI I.1) STAZIONE APPALTANTE: A.R.T.E. Azienda Regionale Territoriale per l Edilizia della Provincia di Genova via B. Castello civ.3 16121 Genova tel. 010.53901

Dettagli

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE DA PARTE DI IMPRESE ED ENTI OPERANTI SUL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DELL AQUILA AD OSPITARE GIOVANI DESTINATARI DI BORSE DI STUDIO/LAVORO

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Allegato A alla delibera n. 129/15/CONS REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente

Dettagli

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano.

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Prot. n. 5789 Bordano, 04.12.2014 POR FESR 2007 2013 Obiettivo

Dettagli

AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO. ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85

AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO. ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 MOD. 2 - Busta A AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

CITTA DELLA DISFIDA Medaglia d oro al merito civile e militare

CITTA DELLA DISFIDA Medaglia d oro al merito civile e militare COMUNE DI BARLETTA CITTA DELLA DISFIDA Medaglia d oro al merito civile e militare BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA N. 1/2009 Il Comune di Barletta, in esecuzione della Determinazione Dirigenziale n.

Dettagli

FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006

FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006 FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006 Disciplinare di gara pubblica per l affidamento dei servizi di trasporto funzionali all espletamento

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

LETTERA DI PRESENTAZIONE E MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO SOPRA ELENCATO. Il sottoscritto nato a il

LETTERA DI PRESENTAZIONE E MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO SOPRA ELENCATO. Il sottoscritto nato a il SCHEMA DI MANIFESTAZIONE D INTERESSE Spett.le COMUNE DI SANTA LUCIA DI PIAVE Ufficio Lavori Pubblici Piazza 28 ottobre 1918, n. 1 31025 Santa Lucia di Piave (TV) comune.santaluciadipiave.tv@pecveneto.it.

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE (BI) PER L AUTORITÀ PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI RIF. CIG 03506093B2

BUSINESS INTELLIGENCE (BI) PER L AUTORITÀ PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI RIF. CIG 03506093B2 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA SPECIALISTICA E DEI SERVIZI DI SVILUPPO, MANUTENZIONE ED EVOLUZIONE DEI SISTEMI DI BUSINESS PROCESS MANAGEMENT (BPM) E DI BUSINESS

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO AVVERTENZE PER LA REDAZIONE 1. La bozza di contratto proposta è da utilizzare come linea guida, potrà essere integrata e/o ridotta in funzione alle specifiche necessità.

Dettagli

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI CROTONE Prot. n. 25161 del 21/05/2012 BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA Fornitura di Prodotti Disinfestanti e Derattizzanti

Dettagli

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec...

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec... ALLEGATO A Istanza di inserimento nell Elenco operatori economici consultabile dall AGC 14 Trasporti e Viabilità Settore Demanio Marittimo Opere Marittime nelle procedure negoziate di cui all art. 125

Dettagli

00185 Roma Via Castelfidardo, 41

00185 Roma Via Castelfidardo, 41 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI SEDE DEGLI UFFICI DELL ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA DEI VETERINARI (VIA CASTELFIDARDO, 41), DELLE PARTI COMUNI DELL IMMOBILE

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica GARA D APPALTO PER LA STIPULA DI UN CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO DI MOBILIO E ATTREZZATURE IN DOTAZIONE

Dettagli

COMUNE DI CAMPORGIANO

COMUNE DI CAMPORGIANO COMUNE DI CAMPORGIANO PROVINCIA DI LUCCA Piazza Roma n. 1 Tel. 0583/618888 Fax. 0583/618433 C.F. 00398710467 E-mail : demografico@comune.camporgiano.lu.it CAPITOLATO D APPALTO AFFIDAMENTO MEDIANTE PROCEDURA

Dettagli

Regione Autonoma della Sardegna. Direzione Generale dei Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport

Regione Autonoma della Sardegna. Direzione Generale dei Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport Servizio Spettacolo, Sport, Editoria e Inform azione GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DI ATTIV ITA E SERV IZ I PER LA SARDEGNA FILM COMMISSION CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Regione Autonoma della

Dettagli

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA AL COMUNE DI OLGIATE MOLGORA VIA STAZIONE 20 - OLGIATE MOLGORA (LC) GARA A PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI RACCOLTA E TRASPORTO

Dettagli

Arkema France Condizioni generali di vendita

Arkema France Condizioni generali di vendita Arkema France Condizioni generali di vendita Ai fini delle presenti Condizioni Generali di Vendita (di seguito CGV ), il termine Venditore indica Arkema France, Acquirente indica la persona a cui il Venditore

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal

Dettagli

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA ESERCIZIO DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE TIPOLOGIA C " art. 3 c. 6 SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA Oggetto: Affidamento, mediante appalto integrato e con procedura aperta, degli interventi per la Valorizzazione

Dettagli

ENTE DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Largo Luigi Daga, 2 00164 ROMA Tel.06/665911 fax 06/66165233 C.F.

ENTE DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Largo Luigi Daga, 2 00164 ROMA Tel.06/665911 fax 06/66165233 C.F. ENTE DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Largo Luigi Daga, 2 00164 ROMA Tel.06/665911 fax 06/66165233 C.F. 96154220584 BANDO PER ISTITUZIONE ELENCO IMPRESE DA INVITARE ALLE

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari Decreto Direttoriale n. 51 del 20.06.2011 SELEZIONE PUBBLICA, PER TITOLI E COLLOQUIO, PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO INDIVIDUALE CON CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA VISTA DEL

Dettagli

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO Paragrafo 1a D ATI GENERALI (singoli professionisti) Cognome e nome Comune di nascita Comune di Residenza Codice Fiscale Data Indirizzo Partita IVA Titolo di Studio Iscritto all'ordine/collegio Provincia

Dettagli

Azienda Unità Locale Socio Sanitaria

Azienda Unità Locale Socio Sanitaria Regione del Veneto Azienda Unità Locale Socio Sanitaria OVEST VICENTINO Servizio: UOA APPROVVIGIONAMENTI Data: 29 dicembre 2010 Spett.le Ditta Prot. n.: 46520 da citare nella risposta Vs. rif.: Oggetto:

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24 ALLEGATO 4 SCHEMA DI CONTRATTO PER I SERVIZI DI DISINFESTAZIONE, DISINFEZIONE, DERATTIZZAZIONE, SANIFICAZIONE E CURA DEL VERDE DA EFFETTUARSI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI ROMA. Lotto Allegato 5 Schema

Dettagli

PALAZZO BROLETTO PIAZZA PAOLO VI, 29 BANDO DI GARA

PALAZZO BROLETTO PIAZZA PAOLO VI, 29 BANDO DI GARA Settore Contratti e Appalti Tel. 030-3749968 3749907 per info. tecniche Tel. 030-3749341 Fax. 030-3749211 per inf. amministrat. www.provincia.brescia.it (bandi di gara) PALAZZO BROLETTO PIAZZA PAOLO VI,

Dettagli

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI PRATO, PISTOIA, LUCCA, E DELLE APUANE, AI SENSI DELL

Dettagli

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA AVVISO PUBBLICO E DISCIPLINARE DI GARA D APPALTO Affidamento di servizio di cui all allegato II B Art. 20 D. Lgs. 163/2006 e ss.mm.ii. Affidamento di n. 1 azione progettuale denominata Sportello sociale

Dettagli

Provincia di Belluno DIREZIONE GENERALE SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI, ESPROPRI.

Provincia di Belluno DIREZIONE GENERALE SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI, ESPROPRI. Provincia di Belluno DIREZIONE GENERALE SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI, ESPROPRI. Prot. n. 41227/app del 21/06/2007 PUBBLICO INCANTO (PROCEDURA APERTA) PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO DELLE OPERE

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali Informazioni generali Il Ministero dell'interno, Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione, ha

Dettagli

DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale).

DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale). Allegato al MOD. PRES. Mod. DICH/14. DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale). DELLA IMPRESA (denominazione e ragione sociale). SEDE LEGALE

Dettagli

per la durata di seguito indicata: nel periodo dal al nella/e giornata/e:

per la durata di seguito indicata: nel periodo dal al nella/e giornata/e: Marca da bollo 14,62 AL SIGNOR SINDACO DEL COMUNE DI BERTINORO OGGETTO: Richiesta licenza di spettacolo o trattenimento pubblici di cui all art. 68/ 69 del regio decreto 18 giugno 1931, n. 773, a carattere

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

Lavori Pubblici: la disciplina del collaudo dell opera Normativa e prassi

Lavori Pubblici: la disciplina del collaudo dell opera Normativa e prassi COSTRUZIONI Lavori Pubblici: la disciplina del collaudo dell opera Normativa e prassi di Mauro Cappello Mauro Cappello GEOCENTRO/magazine pubblica, di Mauro Cappello, Ingegnere e Ispettore Verificatore

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

SERVIZIO PATRIMONIO E AFFARI GENERALI Ufficio Gestione Patrimonio e Acquisti

SERVIZIO PATRIMONIO E AFFARI GENERALI Ufficio Gestione Patrimonio e Acquisti SERVIZIO PATRIMONIO E AFFARI GENERALI Ufficio Gestione Patrimonio e Acquisti PROCEDURA APERTA n. 121/2009 Disciplinare di gara per l appalto, in quattro lotti, del servizio di pulizia, disinfezione ed

Dettagli