PROVINCIA DI GENOVA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DIREZIONE AMBIENTE, AMBITI NATURALI E TRASPORTI SEGRETERIA TECNICA ATO

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROVINCIA DI GENOVA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DIREZIONE AMBIENTE, AMBITI NATURALI E TRASPORTI SEGRETERIA TECNICA ATO"

Transcript

1 PROVINCIA DI GENOVA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DIREZIONE AMBIENTE, AMBITI NATURALI E TRASPORTI SEGRETERIA TECNICA ATO Prot. Generale N / 2014 Atto N. 99 OGGETTO: D. Lgs. 152/ L.R. 30/ Autorizzazione allo scarico in pubblica fognatura delle acque reflue industriali derivanti dall attività di autolavaggio, rilasciata alla ditta ALUIGI LUCA, con sede legale ed operativa in Cogoleto, Via Molinetto 70. In data 13/01/2014 il/la sottoscritto/a SINISI PAOLO ha adottato la Determinazione Dirigenziale di seguito riportata. Visti l Art. 107, commi 1, 2 e 3 del T.U. Leggi sull ordinamento degli Enti Locali, approvato con D.Lgs. n. 267 del e l Art. 33 dello Statuto della Provincia di Genova; Visto altresì l Art. 4, comma 2 del D.Lgs 165/01; Richiamato il vigente Regolamento sull ordinamento degli Uffici e dei Servizi; SITUAZIONE DI BILANCIO E OSSERVAZIONI DEI SERVIZI FINANZIARI (Art. 31 Regolamento Contabilità) S Importo Prenotazione Impegno Accertamento CIG CUP E Codice Cap Azione N Anno N Anno N Anno Note TOTALE ENTRATE TOTALE SPESE IL FUNZIONARIO RESPONSABILE VISTO DI REGOLARITÀ CONTABILE ATTESTANTE LA COPERTURA FINANZIARIA (ART. 151, COMMA 4, T.U. APPROVATO CON D.LGS N 267/2000). Si attesta la regolarità contabile e l esistenza della copertura finanziaria del presente provvedimento ai sensi dell art. 151, comma 4 del T.U. approvato con D.LGS. n. 267/2000 GENOVA, lì 13 gennaio 2014 IL RESPONSABILE DEI SERVIZI FINANZIARIO O SUO DELEGATO

2 Visto il D. Lgs. 3 aprile 2006, n. 152, recante Norme in materia ambientale, ed in particolare l art. 124, comma 7, che stabilisce ( ) la domanda di autorizzazione è presentata alla provincia ovvero all'autorità d'ambito se lo scarico è in pubblica fognatura ( ) ; Vista la L.R. 31 ottobre 2006, n. 30, recante Disposizioni urgenti in materia ambientale, ed in particolare l art. 3 comma 1, che dispone che L'Autorità d'ambito di cui all'articolo 148 del D. Lgs. n. 152/2006 è competente al rilascio delle autorizzazioni allo scarico di acque reflue industriali in pubblica fognatura ( ) ; Vista la L. n. 191/ 2009 art. 2, comma 186 bis - come modificato in ultimo dall art. 13, comma 2, del D. L. n. 216/2011, convertito dalla L. 14/2012 che dispone la soppressione delle Autorità d Ambito Territoriale di cui agli artt. 148 e 201 del D. Lgs. 152/2006 e ss.mm. Vista la L.R. n. 23/2012, art. 5, e s.m.i. in base alla quale - a far data dalla scadenza del termine di cui all'articolo 2, comma 186-bis, della legge 23 dicembre 2009, n nelle more della emanazione della legge regionale di riforma del Servizio idrico integrato e del Servizio di gestione integrata dei rifiuti e comunque non oltre il 28/02/2014, in via transitoria, le funzioni già di competenza delle Autorità d'ambito territoriale ottimale sono assegnate alle Province che subentrano in tutti i rapporti giuridici attivi e passivi delle stesse. Vista la L.R. 16 agosto 1995, n. 43, recante Norme in materia di valorizzazione delle risorse idriche e di tutela delle acque dall inquinamento ; Vista la tabella 3 dell allegato 5 alla parte III del D. Lgs. 152/2006 che riporta i valori limite di emissione in acque superficiali e in fognatura; Visto il provvedimento della Provincia di Genova n del 18/08/2010, avente ad oggetto Adozione della Decisione n. 67/2010 del Comitato dell A.T.O. della Provincia di Genova assunta nella seduta del avente ad oggetto: D. Lgs. 152/2006 L.R. 30/ Istanza presentata dalla Delfino G. & C. s.n.c., con sede legale in Vado Ligure (SV), Via Aurelia 66 ed operativa in Cogoleto, Via Molinetto 70, di rinnovo dell autorizzazione ad effettuare nella pubblica fognatura lo scarico delle acque reflue industriali derivanti dall attività di autolavaggio ; Visto il provvedimento della Provincia di Genova n del 14/10/2011, avente ad oggetto Adozione della Decisione n. 182/2011 del Comitato dell A.T.O. della Provincia di Genova assunta nella seduta del avente ad oggetto: D. Lgs. 152/2006 L.R. 30/2006 Volturazione, dalla DELFINO G. & C. s.n.c. alla Ditta ALUIGI LUCA, della titolarità dell autorizzazione allo scarico in pubblica fognatura delle acque reflue industriali provenienti dall insediamento sito in Cogoleto, Via Molinetto 70, derivanti dall attività di autolavaggio ; Vista l istanza di rinnovo dell autorizzazione allo scarico presentata dal Sig. Luca Aluigi in qualità di titolare di impresa individuale della ditta Aluigi Luca, assunta al protocollo generale della Provincia di Genova n in data 6/05/2013; Visto il rapporto di prova n. 2062/2013 del 05/04/2013 della ISMAR Chimica s.r.l., di Genova, a firma del Dott. Fabio De Paz, iscritto all Ordine dei Chimici di Genova, Imperia e Savona, dal quale risulta che lo scarico delle acque reflue industriali in oggetto rispetta i limiti di emissione previsti dalla Tabella 3 dell Allegato 5 alla parte III del D. Lgs. 152/2006 per i parametri indicati; Considerato che, come dichiarato nell istanza, non è intervenuta alcuna variazione delle caratteristiche qualitative e quantitative dello scarico precedentemente autorizzato, né del ciclo produttivo da cui lo stesso scarico deriva e che, pertanto, sussistono tutte le condizioni di legge per il rinnovo dell autorizzazione vigente; Ritenuto che possa farsi luogo al rinnovo dell autorizzazione allo scarico in pubblica fognatura, che ha durata di anni quattro a far data dal presente provvedimento, per la quale valgono i seguenti termini: Inizio: 22/06/2014 Scadenza: 22/06/2018 Rinnovo: per le imprese di cui all art. 2 del D.M. 18/04/2005 da chiedersi almeno 6 mesi prima della scadenza (ovvero da chiedersi entro il 22/12/2017); per le altre imprese da chiedersi almeno un anno prima della scadenza (ovvero da chiedersi entro il 22/06/2017); DISPONE

3 1) di rinnovare l autorizzazione alla ditta Aluigi Luca, con sede legale ed operativa in Cogoleto, Via Molinetto 70, esercente l attività di autolavaggio, ad effettuare lo scarico in pubblica fognatura delle acque reflue industriali costituite dalle acque di lavaggio veicoli, per un quantitativo di circa mc/anno; 2) che l autorizzazione abbia durata di anni quattro a far data dal presente provvedimento, con i seguenti termini: Inizio: 22/06/2014 Scadenza: 22/09/2018 Rinnovo: per le imprese di cui all art. 2 del D.M. 18/04/2005 da chiedersi almeno 6 mesi prima della scadenza (ovvero da chiedersi entro il 22/12/2017); per le altre imprese da chiedersi almeno un anno prima della scadenza (ovvero da chiedersi entro il 22/06/2017); 3) di sottoporre la ditta ditta Aluigi Luca al rispetto delle seguenti prescrizioni: a. con cadenza annuale dalla data di notifica del presente provvedimento, ovvero entro il 31/12 di ogni anno, dovrà essere inviata alla Segreteria Tecnica ATO della Provincia di Genova ed a AM.TER. S.p.A. certificazione analitica comprovante il rispetto dei limiti tabellari degli inquinanti attesi nell acqua scaricata e più precisamente tale certificazione dovrà contenere i valori dei seguenti parametri: ph, BOD 5, COD, SST, Idrocarburi totali, Tensioattivi totali. Le certificazioni (riportanti le modalità di campionamento, l indicazione del tecnico che ha effettuato il prelievo ed il verbale di campionamento) dovranno riportare firma e timbro del Tecnico Abilitato e dovranno essere prodotte in originale o in copia, allegando in questo caso riproduzione fotostatica del documento di identità del titolare dell autorizzazione; b. Il sistema di depurazione delle acque dovrà essere sottoposto a periodica manutenzione e controllo al fine di garantire sempre una perfetta efficienza e funzionalità; c. dovrà essere tenuto un quaderno di registrazione nel quale dovranno essere annotate le seguenti informazioni: - data e ora dei disservizi all impianto nel suo complesso; - periodi di fermata dell impianto (ferie, manutenzione, ecc.); - manutenzione ordinarie e straordinarie all impianto di trattamento dei reflui; - data e ora dei prelievi effettuati per le analisi periodiche; Tale quaderno (a fogli numerati a cura del titolare e non staccabili) dovrà essere conservato per un periodo di dieci anni e dovrà essere esibito a richiesta delle strutture tecniche di controllo, unitamente ad eventuali ulteriori documenti relativi allo smaltimento dei reflui e/o fanghi come rifiuti; 4) che in caso di cessazione dello scarico, la ditta Aluigi Luca ne dia immediata comunicazione alla Segreteria Tecnica A.T.O. ed a Mediterranea delle Acque S.p.A. nonché all ARPAL - Dipartimento Provinciale di Genova; 5) che le quantità totali annue di acqua reflua industriale scaricata siano comunicate alla AM.TER. S.p.A., secondo l apposita modulistica predisposta e fornita dal gestore del Servizio Idrico Integrato, Iren Acqua Gas S.p.A. - Ufficio coordinamento del Servizio Idrico Integrato; Che la presente autorizzazione comporta gli obblighi: AVVERTE di rispettare, sotto pena di revoca dell autorizzazione, i limiti di cui alla Tabella 3, Allegato 5 alla parte III del D. Lgs. 152/2006, adottando tutte le misure necessarie atte ad evitare un aumento anche temporaneo dell inquinamento rispetto ai limiti autorizzati; di rispettare, in particolare, i disposti dell art. 101, comma 5, del D. Lgs. 152/2006, circa il divieto di conseguire i valori limite di emissione dello scarico mediante diluizione con acque prelevate esclusivamente allo scopo; di adeguare gli scarichi qualora richiesto alle norme tecniche, alle prescrizioni regolamentari ed ai valori limite di emissione adottati dall Autorità d'ambito in base alle caratteristiche dell impianto di depurazione a cui è o sarà collegata la pubblica fognatura; di richiedere nuova autorizzazione e/o nuova approvazione del Piano di Prevenzione e di Gestione, nei casi di attivazione di nuovi scarichi ovvero di diversa destinazione d uso, ampliamenti o ristrutturazione dell insediamento comportanti modifiche quali-quantitative degli scarichi ovvero di trasferimento dell attività in altro luogo. Non sarà consentito lo scarico di acque provenienti da attività ed impianti non espressamente contemplati nel presente provvedimento;

4 di osservare sotto comminatoria delle sanzioni amministrative e penali, le prescrizioni di cui sopra nonché ogni altra stabilita dal D. Lgs. 152/2006; di mantenere gli scarichi accessibili per il campionamento da parte dell Autorità competente per il controllo nel punto assunto a riferimento; di richiedere volturazione del presente provvedimento qualora vari la titolarità dell attività che origina lo scarico; Non sarà consentito lo scarico di acque provenienti da attività ed impianti non espressamente contemplati nel presente provvedimento. L eventuale necessità di trattare acque diverse dovrà essere preventivamente comunicata all Amministrazione Provinciale. Qualunque ampliamento e/o modifica sostanziale dell impianto di depurazione o del ciclo produttivo che determini variazioni della qualità delle acque da sottoporre a trattamento, dovrà essere preventivamente autorizzato dalla Provincia di Genova, fermo restando l osservanza delle prescrizioni contenute nell autorizzazione al momento in vigore; Dovranno essere resi sempre accessibili l impianto di trattamento e lo scarico per campionamenti e sopralluoghi ai sensi dell art. 101, comma 3 del D. Lgs. 3 aprile 2006, n E fatta salva la potestà dell Autorità competente per il controllo ad effettuare all interno dell insediamento tutte le ispezioni che ritenga necessarie per l accertamento delle condizioni che danno luogo alla formazione dello scarico, nonché le eventuali prescrizioni che si rendessero necessarie a seguito di quanto accertato. Restano salvi gli adempimenti che si rendessero eventualmente necessari per la regolarizzazione degli allacci alla fognatura comunale e per garantire la funzionalità della stessa, ai sensi del vigente Regolamento del Servizio Idrico Integrato dell A.T.O. della Provincia di Genova. Il presente provvedimento: INVIA 1. all ARPAL, ai fini dell esercizio delle funzioni di controllo; 2. a AM.TER. S.p.A., in qualità di gestore operativo della rete fognaria; 3. al Comune di Cogoleto, proprietario della rete fognaria; 4. alla ditta Aluigi Luca. Contro il presente provvedimento è ammesso ricorso al TAR ai sensi di legge entro 60 gg dalla trasmissione dell atto stesso, ovvero ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro 120 gg dalla data di pubblicazione. Il Direttore

5 Attestazione di esecutività La determinazione dirigenziale è diventata esecutiva, ai sensi dell art. 151, comma 4, del TUEL d.lgs 267/2000 o dell art. 77, comma 4, del Regolamento Provinciale sull ordinamento degli uffici e dei servizi, dal 13 gennaio 2014 f.to Il Segretario Generale o suo delegato Genova, li 13 gennaio 2014 Certificato di pubblicazione La determinazione dirigenziale è stata pubblicata all Albo Pretorio On Line della Provincia dal 14 gennaio 2014 al 29 gennaio 2014