Numero Codice Descrizione Processo Revisione del

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Numero Codice Descrizione Processo Revisione del"

Transcript

1 Registro della modulistica del settore Numero Codice Descrizione Processo Revisione del Istruzioni per la compilazione Numero (numero progressivo interno al settore) Codice Descrizione Processo Revisione del (codice generato dal sistema "registro procedimenti" al momento dell'inserimento del documento negli appositi spazi del registro stesso) (sintetica descrizione della modulistica inserita. A titolo di esempio: istanza di XXX, istanza di XXX_allegato_X, istanza di XXX_istruzioni) (numero e nome del processo del sistema di gestione per la qualità della Provincia di Verona cui è connesso il procedimento cui appartiene la modulistica) (codice che indica, con numerazione progressiva, la versione del documento, a cominciare, per la prima volta, da v_0) (data della revisione) Mod PRO 2_AMB/Registro modulistica settore

2 Marca da bollo 14,62 Alla Provincia di Verona 1 Settore Ambiente Via delle Franceschine, n Verona e per conoscenza Al Sindaco del Comune di Ad A.R.P.A.V. - Dipartimento Provinciale di Verona Via Dominutti n Verona 2 Oggetto: Domanda di autorizzazione per le emissioni in atmosfera ai sensi del D.Lgs. 3 aprile 2006, n. 152 e s.m.i. 3 Il sottoscritto (cognome) (nome) nato a (luogo) (data) residente a (comune - provincia) (via - numero) (cap) 1 In alternativa, la domanda, con i previsti allegati, può essere inoltrata allo sportello unico del Comune sede dello stabilimento. 2 La domanda, con i relativi allegati, può essere presentata personalmente o inoltrata a mezzo posta o nelle modalità previste e disciplinate dall articolo 38 del Decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, e cioè via fax e in via telematica (in quest'ultimo caso alla casella di posta elettronica certificata - PEC- della Provincia: Si ricorda che le istanze e le dichiarazioni inviate per via telematica sono valide se effettuate secondo quanto previsto dell articolo 65 del decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, e cioè se sono sottoscritte mediante la firma digitale o la firma elettronica qualificata, il cui certificato sia stato rilasciato da un certificatore accreditato, oppure devono essere trasmesse dall autore mediante la propria PEC purché le relative credenziali di accesso siano state rilasciate previa identificazione del titolare e ciò sia attestato dal gestore del sistema nel messaggio o in suo allegato. Si ricorda altresì che, se si invia la domanda tramite la propria PEC, la Provincia potrà trasmettere alla PEC del mittente gli atti e provvedimenti del procedimento. Inoltre, ai sensi dell'articolo 38 del Decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, la copia dell'istanza sottoscritta dall'interessato e la copia del documento di identità possono essere inviate per via telematica. In caso di invio della domanda tramite fax o in via telematica, in attesa dell attuazione della modalità elettronica di assolvimento del pagamento del bollo, dovrà essere fatta pervenire alla Provincia una marca da bollo, per la regolarizzazione fiscale della domanda. 3 Per una corretta compilazione della domanda si rinvia alle Istruzioni per la domanda di autorizzazione emissioni in atmosfera ai sensi del D.Lgs. 152/2006 e s.m.i., pubblicate sul portale provinciale. Mod PRO 13_XXX/domanda autorizzazione emissioni valorizzazione ambientale

3 chiede l autorizzazione alle emissioni in atmosfera ai sensi del D.Lgs 152/2006 articolo 269, comma 2 costruzione di un nuovo stabilimento trasferimento dell impianto/stabilimento attualmente situato nel Comune di (comune - provincia) (via - numero). nel Comune di (comune - provincia) (via - numero). articolo 269, comma 7 articolo 269, comma 8 articolo 269, comma 4 rinnovo di autorizzazione (senza modifiche) modifica sostanziale dello stabilimento costruzione/modifica dello stabilimento con attività che singolarmente superano la soglia di consumo di solvente individuata alla parte II dell allegato III alla parte quinta del D.Lgs. 152/06. A tal fine, sotto la propria personale responsabilità, consapevole delle sanzioni, anche penali, previste per dichiarazioni mendaci, formazione o uso di atti falsi 3, dichiara di essere e agire in qualità di gestore/legale rappresentante del gestore, così come definito all articolo 268, lettera n) 4 del D.Lgs. 152/06 e s.m.i., dell'impresa sede legale recapiti (denominazione) (partita IVA c.fisc) (codice R.EA) (codice ISTAT) (comune - provincia) (via - numero) (cap) sede stabilimento (telefono) (fax) (posta elettronica certificata) (comune - provincia) (via - numero) (cap) 4 Ai sensi del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, norme in materie ambientali, articolo 268, definizioni, lettera n), è: gestore: la persona fisica o giuridica che ha potere decisionale circa l'installazione o l'esercizio dello stabilimento e che è responsabile dell'applicazione dei limiti e delle prescrizioni disciplinate nel presente decreto. Mod PRO 13_XXX/domanda autorizzazione emissioni valorizzazione ambientale

4 recapiti (telefono) (fax) (posta elettronica certificata) che lo stabilimento sorge/sorgerà in zona avente la seguente destinazione urbanistica: (compilare se pertinente) che l'impianto è in possesso della seguente autorizzazione: (inserire estremi del provvedimento) ai sensi del D.Lgs n. 152/2006 articolo 269, comma 2 nuovo stabilimento articolo 269, comma 2 trasferimento articolo 269, comma 7 rinnovo autorizzazione articolo 269, comma 8 aggiornamento per modifica sostanziale articolo 275, comma 4 attività/stabilimento con consumo COV superiore ai valori soglia Articolo 281 stabilimento con domanda presentata ai sensi dell'articolo 12 del DPR 203/1988. che nello stabilimento sono presenti i seguenti impianti termici: (tipologia impianto termico) (potenzialità) (tipo combustibile usato) (tipologia impianto termico) (potenzialità) (tipo combustibile usato) che le attività svolte nello stabilimento non sono soggette alla disciplina dell autorizzazione integrata ambientale (IPPC-AIA) non essendo comprese tra quelle indicate nell allegato VIII parte seconda del D.Lgs. 152/06 e s.m.i.; che lo stabilimento non è soggetto alla procedura di valutazione impatto ambientale (VIA) non essendo compreso negli allegati III e IV alla parte seconda del D.Lgs. 152/06 e successive applicazioni delle leggi regionali di recepimento; (di seguito, contrassegnare l alternativa che interessa): che alle attività svolte nello stabilimento non è applicabile l articolo 275 del D.Lgs. 152/06 s.m.i. relativo alle emissioni di composti organici volatili; che le attività svolte nello stabilimento rientrano nell applicazione dell articolo 275 del D.Lgs. 152/06 e s.m.i. e fornisce i dati richiesti per tale autorizzazione, Mod PRO 13_XXX/domanda autorizzazione emissioni valorizzazione ambientale

5 e allo scopo allega scheda informativa sullo stabilimento (si veda modello); planimetria della zona dove sorge/sorgerà lo stabilimento, in cui siano evidenziate le costruzioni limitrofe, con le relative altezze e distanze dallo stabilimento da autorizzare, nel raggio di 200 metri, con estratto del pertinente strumento urbanistico attuativo; planimetria e prospetti dello stabilimento, con evidenziata la posizione e le altezze dei camini, contrassegnati da un numero progressivo, in scala adeguata; relazione tecnica; schema del processo produttivo - diagramma a blocchi (si veda modello); quadro delle emissioni complessive dello stabilimento (si veda modello); schede tecniche relative agli impianti di abbattimento (si veda modello): (di seguito, contrassegnare la/le opzioni di interesse) ad umido; ad umido tipo Venturi; impianto di adsorbimento a carbone attivo con rigenerazione annessa; impianto di adsorbimento a carbone attivo senza rigenerazione; precipitatore elettrostatico; filtro a tessuto; impianto di assorbimento; impianto di post-combustione catalitica; impianto di post-combustione termica; ciclone separatore; impianto termico; CD-rom/uno o più file contenenti la documentazione richiesta per la presentazione della domanda alla Provincia (in formati.pdf e in versione modificabile) e le schede di sicurezza dei prodotti impiegati; fotocopia documento di identità del richiedente 5. Data Firma del richiedente 6 5 Adempimento necessario solo in caso di inoltro tramite posta e fax o in via telematica ma non in caso di sottoscrizione con firma digitale o invio tramite PEC del sottoscrittore. 6 Si ricorda che, ai sensi dell'articolo 38 del del Decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, le istanze e Mod PRO 13_XXX/domanda autorizzazione emissioni valorizzazione ambientale

6 Il sottoscritto dichiara di essere informato che, ai sensi e per gli effetti di cui all art.13 del D.Lgs. 30 maggio 2003 n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali), i dati personali contenuti nella presente comunicazione sono di natura obbligatoria e potranno essere trattati da parte della pubblica amministrazione procedente e da altri soggetti coinvolti nell ambito del procedimento per il quale sono stati richiesti, con i limiti stabiliti dal predetto Codice, dalla legge e dai regolamenti, fermo restando i diritti previsti dall art. 7 del Codice medesimo che potranno essere esercitati rivolgendosi al Dirigente del Settore Ambiente della Provincia con sede in via delle Franceschine 10 Verona. Data Firma del richiedente le dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà vanno sottoscritte dall'interessato in presenza del dipendente della pubblica amministrazione addetto ovvero sottoscritte e presentate unitamente a copia fotostatica non autenticata di un documento di identità del sottoscrittore. Inoltre, copia dell'istanza sottoscritta dall'interessato e la copia del documento di identità possono essere inviate, dopo la scansione, per via telematica. Peraltro, questo campo rimane inutilizzato e non va allegata la copia del documento di identità nel caso in cui l'istanza sia sottoscritta mediante l'apposizione di firma digitale o di firma elettronica qualificata, il cui certificato sia stato rilasciato da un certificatore accreditato, oppure in caso di trasmissione a cura dell autore mediante la propria PEC purché le relative credenziali di accesso siano state rilasciate previa identificazione del titolare e ciò sia attestato dal gestore del sistema nel messaggio o in suo allegato. Mod PRO 13_XXX/domanda autorizzazione emissioni valorizzazione ambientale

7 SCHEDA INFORMATIVA RELATIVA ALLO STABILIMENTO (sito dove si svolge o si svolgerà l attività di cui si chiede l autorizzazione) Responsabile stabilimento Recapiti responsabile (cognome e nome) (telefono) (indirizzo ) Superficie totale stabilimento mq Superficie coperta mq Numero addetti fissi stabilimento Sistema di gestione ambientale 1 Coordinate geografiche 2 latitudine longitudine Consulente Recapiti consulente (se individuato, indicare il consulente o lo studio di consulenza che ha seguito la pratica) (telefono) (indirizzo ) 1 Attenzione: si intende quello dello stabilimento ove si svolge/svolgerà l attività di cui si chiede l autorizzazione. 2 Le coordinate UTM devono essere riferite al singolo numero civico a cui l impianto o l attività fa riferimento. Mod PRO 13_XXX/domanda autorizzazione emissioni_allegato scheda informativa stabilimento valorizzazione ambientale V_0 del

8 SCHEMA DEL PROCESSO PRODUTTIVO Diagramma a blocchi LINEA PRODUTTIVA N. 1 LINEA PRODUTTIVA N. 2 materie prime materie prime camino n. fase 1 camino n. fase 1 camino n. fase 2 camino n. fase 2 camino n. fase 3 fase 4 camino n. fase 3 fase 4 prodotto finito prodotto finito Mod PRO 13_XXX/autorizzazione emissioni atmosfera_allegato_schema del processo produttivo valorizzazione ambientale V_0 del

9 QUADRO DELLE EMISSIONI COMPLESSIVE DELLO STABILIMENTO Tabella 1 - sostanze e materie prime utilizzate Impianto/fase di utilizzo (1) prodotto quantità annua frasi R utilizzato (3) (2) (t/a) % COV* input COV (t/a)* solventi recuperati (t/a)* consumo COV (t/a)* totale (1) indicare l'attività svolta con riferimento al prodotto impiegato (2) indicare tipologia del prodotto impiegato (3) indicare la frase di rischio del prodotto facendo riferimento alla scheda sicurezza * Note: I campi contraddistinti con l asterisco vanno compilati solo per prodotti contenenti COV. Vanno evidenziati anche i preparati classificati come cancerogeni, mutageni o tossici (etichettati con frasi di rischio R45, R46, R49, R60, R61) e quelli contenenti COV alogenati (etichettati con frasi di rischio R40, R68). La quantità di solventi organici e dei preparati utilizzati nello svolgimento di una attività, inclusi i solventi recuperati all interno ed all esterno dello stabilimento. Consumo: il quantitativo totale di solventi organici utilizzato nello stabilimento per anno civile ovvero per qualsiasi altro periodo di dodici mesi, detratto qualsiasi COV recuperato per riutilizzo.

10 Tabella 2 - caratteristiche dei camini camino n. processo che Autorizzato origina si/no l emissione Altezza (m) diametro (m) portata (Nm 3 /h) direzione (O/V) E1 E2 temperatura ( C) tipo impianto di abbattimento (1) E3 E4 E5 E6 E7 E8 E9 E10 (1) Ad esempio, filtri

11 Tabella 3 - emissioni convogliate camino altezza (m) portata (Nm 3 /h) processo che origina l emissione tipo impianto di abbattimento Tipo di inquinante concentrazione (mg/nm 3 ) flusso di massa (kg/h) operatività (h/anno) emissione annua (t/anno) E1 E2 E3 E4 E5 E6 E7 E8 E9 E10 totale totale

12 Tabella 4 emissioni diffuse Tipo di sorgenti emissive inquinante operatività (h/anno) aperture stabilimento manufatti verniciati preparazione vernici pulizia apparecchiature nei prodotti finiti altro totale

13 Informazioni relative all'art. 275 del D. Lgs. 152/06 (parte da compilare per le attività che utilizzano composti organici volatili di cui all'art.275 comma 2 del D.Lgs. n.152/2006) Tabella 5 - Emissioni convogliate art. 275 del D. Lgs. 152/06 Per calcolare l emissione totale annua di riferimento l azienda dovrà utilizzare i valori limite previsti per la specifica attività, le informazioni relative alla portata volumica dei punti di emissione in atmosfera e le quantità di solventi acquistati. L emissione totale annua, somma delle emissioni convogliate e di quelle diffuse, si calcola nel modo seguente: prodotto utlizzato Camino Portata 1 (Nm 3 /h) valore limite di emissione 2 flusso di massa 3 (mgc/nm 3 ) (kgc/h) fattore di flusso di massa 5 conversione 4 (kgcov/h) operatività 6 (ore/anno) emissione convogliata 7 (kgcov/a) Quando si indica mgc, kgc si intendono i valori espressi in Carbonio Organico Totale 1 = portata massima di progetto normalizzata 2 = valore limite di emissione stabilito negli allegati specifici del D.Lgs.n.152/06 3 = flusso di massa orario espresso in carbonio organico volatile (valore limite moltiplicato per la portata volumica) 4 = fattore di conversione medio per le sostanze presenti in emissione ricavato dalla composizione delle materie prime che si intendono utilizzare 5 = flusso di massa orario espresso come composto organico volatile 6 = operatività dell impianto afferente 7 = flusso di massa in kgcov/h moltiplicato per l operatività dell impianto totale totale

14 Calcolo delle emissioni diffuse a partire dal valore limite Input totale COV (t/anno) Valore limite (% input di solvente) * Emissione diffusa (t COV/anno) (*) il valore è riportato nell'allegato III del D. Lgs. 152/06 Calcolo dell'emissione totale annua Emissione convogliata (t COV/anno) Emissione diffusa (t COV/anno) Emissione totale annua (t COV/anno)

15 SCHEDE TECNICHE RELATIVE AGLI IMPIANTI DI ABBATTIMENTO IMPIANTO DI ABBATTIMENTO AD UMIDO Punto di emissione n. Temperatura di emissione ( C) Altezza geometrica di emissione (m) Portata massima di progetto (m 3 /h) Sezione del camino (m 2 ) Perdita di carico (Mpa) Tipo di inquinante abbattuto Concentrazione degli inquinanti - - in entrata (mg/nm 3 ) % di materiale particolato con dimensione 10µm - in uscita (mg/nm 3 ) Portata di liquido abbattimento (m 3 /s) Pressione del liquido di abbattimento (Mpa) Tipo di abbattitore Colonna a spruzzo n. spruzzatori n. stadi Sezione trasversale colonna (m 2 ) Colonna a piatti altezza colonna (m) n. piatti sezione trasversale colonna (m 2 ) Colonna riempita tipo di materiale di riempimento altezza del riempimento sezione trasversale colonna (m 2 ) Mod PRO 13_XXX/domanda emissioni atmosfera_allegato_schede tecniche impianti di abbattimento valorizzazione ambientale

16 Altro Separatore di gocce Ciclone Tampone a maglie A labirinti A palette Altro Informazioni aggiuntive Data Firma del gestore Mod PRO 13_XXX/domanda emissioni atmosfera_allegato_schede tecniche impianti di abbattimento valorizzazione ambientale

17 IMPIANTO DI ABBATTIMENTO AD UMIDO TIPO VENTURI Punto di emissione n. Temperatura emissione ( C) Altezza geometrica di emissione (m) Portata massima di progetto (m 3 /h) Sezione del camino (m 2 ) Perdita di carico (MPa) Tipo di inquinante abbattuto Concentrazione degli inquinanti - in entrata (mg/nm 3 ) % di materiale particolato con dimensione 10µm - in uscita (mg/nm 3 ) Portata di liquido abbattimento (m 3 /s) Pressione del liquido di abbattimento (Mpa) Tipo di abbattitore Venturi Jet - Scrubber Venturi Scrubber Caratteristiche tecniche dell abbattitore Forma geometrica della gola Sezione della gola (m 2 ) Velocità attraverso la gola (m/s) Separatore di gocce Ciclone Tampone a Maglia A labirinti A palette Altro Informazioni aggiuntive Data Firma del gestore Mod PRO 13_XXX/domanda emissioni atmosfera_allegato_schede tecniche impianti di abbattimento valorizzazione ambientale

18 IMPIANTO DI ADSORBIMENTO A CARBONE ATTIVO CON RIGENERAZIONE ANNESSA Punto di emissione n. Portata massima emessa (m 3 /h) Temperatura di emissione ( C) Sezione del camino (m 2 ) Altezza geometrica di emissione (m) Caratteristiche della corrente da trattare Portata (m 3 /h) Temperatura ( C) Carico inquinante (kg/h) Limite inferiore di esplosività (% V/V aria) Sostanze presenti % in peso % in peso % in peso Caratteristiche impianto di adsorbimento Rendimento Tipo di carbone Capacità di adsorbimento % Altezza letto (mm) Temperatura minima di lavoro ( C) Velocità di attraversamento dal letto (m/s) Quantità installata (kg) Perdita di carico (M Pa) Frequenza di sostituzione/rigenerazione Grado di saturazione Mod PRO 13_XXX/domanda emissioni atmosfera_allegato_schede tecniche impianti di abbattimento valorizzazione ambientale

19 Parametri caratteristici della fase di rigenerazione Con vapore d acqua Portata fluido rigenerazione Pressione Temperatura ( C) Durata rigenerazione (s) Carico residuo Con gas inerte Tipo di gas Temperatura ( C) Durata ciclo (s) Carico residuo Sotto vuoto Pressione residua (Pa) Temperatura ( C) Durata del ciclo (s) Carico residuo (%) Parametri caratteristici fase di raffreddamento letti Metodo diretto Tipo di fluido impiegato Portata (m 3 /s) Durata fase (s) Mod PRO 13_XXX/domanda emissioni atmosfera_allegato_schede tecniche impianti di abbattimento valorizzazione ambientale

20 Metodo indiretto Tipo di fluido impiegato Portata (m 3 /s; kg/s) Salto termico ( C) Durata fase (s) Informazioni aggiuntive Data Firma del gestore Mod PRO 13_XXX/domanda emissioni atmosfera_allegato_schede tecniche impianti di abbattimento valorizzazione ambientale

21 IMPIANTO DI ADSORBIMENTO A CARBONE ATTIVO SENZA RIGENERAZIONE Punto di emissione n. Portata massima di emissione (m 3 /h) Temperatura di emissione ( C) Sezione del camino (m 2 ) Altezza geometrica di emissione (m) Caratteristiche della corrente da trattare Portata (m 3 /h) Temperatura ( C) Carico di inquinante (kg/h) Limite inferiore di esplosività (%V/V aria) Sostanze presenti % in peso % in peso % in peso caratteristiche impianto di adsorbimento Tipo di carbone Quantità di carbone - Grado di saturazione, % Capacità di adsorbimento Temperatura massima di lavoro ( C) Volume della carica di carbone Disposizioni a pannelli n. pannelli superficie pannelli (m 2 ) spessore pannelli (m) velocità di attraversamento del pannello (m/s) tempo di lavoro (s) Mod PRO 13_XXX/domanda emissioni atmosfera_allegato_schede tecniche impianti di abbattimento valorizzazione ambientale

22 Disposizioni a cartucce n. cartucce diametro cartucce (m) altezza cartucce (m) spessore cartucce (m) velocità di attraversamento cartuccia (m/s) tempo di lavoro (s) Disposizione Unica larghezza letto (m) lunghezza letto (m) diametro letto (m) altezza letto (m) velocità di attraversamento letto (m. s -1 ) vempo di lavoro (s) Perdita di carico (Mpa) Limiti di emissione garantiti (mg/m 3 ; kg/h) Destinazione carboni saturati Informazioni aggiuntive Data Firma del gestore Mod PRO 13_XXX/domanda emissioni atmosfera_allegato_schede tecniche impianti di abbattimento valorizzazione ambientale

23 PRECIPITATORE ELETTROSTATICO Punto di emissione n. Temperatura emissione ( C) Altezza geometrica di emissione (m) Portata massima di progetto (m 3 /h) Sezione del camino (m 2 ) Umidità assoluta della corrente (Kg H 2 O/Kg aria secca) Concentrazione di materiale particolato nella corrente Tipo di materiale particolato abbattuto Massa volumica del materiale particolare (Kg/m 3 ) Entrata (mg/nm 3 ) Uscita (mg/nm 3 ) Resistività del materiale particolato (Ω. m) 1) Numero stadi 2) Numero piatti 3) Distanza tra i piatti 4) Lunghezza dei piatti 5) larghezza dei piatti Caratteristiche del precipitatore 6) Tensione applicata (kv) 7) n. elettrodi di scarica 8) Distanza tra elettrodi 9) Sezione di flusso (m 2 ) 10) Sezione di ingresso al precipitatore (m 2 ) 11) Volume del precipitatore (m 3 ) 12) Tempi di permanenza nel precipitatore (sec) 13) Area specifica captazione [m 2 /1000 m 3 /min) 14) Tipo di elettrodo di raccolta tubolare piatto Mod PRO 13_XXX/domanda emissioni atmosfera_allegato_schede tecniche impianti di abbattimento valorizzazione ambientale

24 15) Sistema di pulizia dei piatti 16) Perdita di carico (Mpa) Informazioni su eventuale abbattimento di inquinanti gassosi - Tipo di reagente utilizzato - Stato fisico del reagente - Quantitativo orario impiegato (Kg/s) - Rapporto molare (moli di reagente / moli d inquinante gassoso da trattare) Informazioni aggiuntive Data Firma del gestore Mod PRO 13_XXX/domanda emissioni atmosfera_allegato_schede tecniche impianti di abbattimento valorizzazione ambientale

25 Punto di emissione n. FILTRO A TESSUTO Temperatura emissione ( C) Altezza geometrica di emissione (m) Portata massima di progetto (m 3 /h) Sezione del camino (m 2 ) Percentuale di materiale particolato 10 µm Concentrazione di materiale particolato nella corrente (mg/nm 3 ) Tipo di materiale particolato abbattuto Massa volumica del materiale particolare (Kg/m 3 ) Entrata (mg/nm 3 ) Uscita (mg/nm 3 ) Perdita di carico attraverso il ciclone (MPa) Tipo di tessuto filtrante Gramatura del tessuto filtrante (Kg m 2 ) Filtro a maniche Diametro della manica (m) Altezza della manica (m) Numero delle maniche Superficie filtrante totale (m 2 ) Velocità di trazione (m/s) Perdita di carico (Mpa) Metodo di pulizia delle maniche Filtro a tasche Larghezza della tasca (m) Altezza della tasca (m) Lunghezza della tasca (m) n. delle tasche Mod PRO 13_XXX/domanda emissioni atmosfera_allegato_schede tecniche impianti di abbattimento valorizzazione ambientale

26 Superficie filtrante totale (m 2 ) Velocità di filtrazione (m/s) Perdita di carico (Mpa) Metodo di pulizia delle tasche Informazioni su eventuale abbattimento di inquinanti gassosi - Tipo di reagente utilizzato - Stato fisico del reagente - Quantitativo orario impiegato (Kg) - Rapporto molare (moli di reagente / moli d inquinante gassoso da trattare) Informazioni aggiuntive Data Firma del gestore Mod PRO 13_XXX/domanda emissioni atmosfera_allegato_schede tecniche impianti di abbattimento valorizzazione ambientale

27 IMPIANTO DI ASSORBIMENTO Punto di emissione n. Sezione del camino (m 2 ) Altezza geometrica di emissione (m) Caratteristica della corrente gassosa Portata massima di progetto (m 3 /h) Temperatura di emissione ( C) Ingresso Composizione molare % Uscita Caratteristica della corrente liquida Portata (m 3 /h) Temperatura di ingresso ( C) Densità (kg/m 3 ) Ingresso Composizione in peso % Uscita Caratteristica della colonna A spruzzo n. spruzzatori n. stadi sezione trasversale colonna (m 2 ) A piatti altezza colonna n. piatti sezione trasversale colonna (m 2 ) Colonna riempita tipo di materiale di riempimento altezza del riempimento (m) Mod PRO 13_XXX/domanda emissioni atmosfera_allegato_schede tecniche impianti di abbattimento valorizzazione ambientale

28 sezione trasversale colonna (m 2 ) Altro Separatore di gocce Ciclone Tampone a maglie A labirinti A palette Altro Informazioni aggiuntive Data Firma del gestore Mod PRO 13_XXX/domanda emissioni atmosfera_allegato_schede tecniche impianti di abbattimento valorizzazione ambientale

29 IMPIANTO DI POST-COMBUSTIONE CATALITICA Punto di emissione n. Portata massima di emissione (m 3 /s) Temperatura di emissione ( C) Sezione del camino (m 2 ) Altezza geometrica di emissione (m) Caratteristiche della corrente da trattare Portata (m 3 /h) Temperatura ( C) Potere calorifico inferiore (kw/kg) Limite inferiore di esplosività (% V/V aria) Carico inquinante. (kg/h) Specifica delle sostanze presenti % in peso Caratteristiche del post-combustore catalitico Potenzialità termica globale (kw) Carico massimo di inquinante trattabile (kg/h) Temperatura massima di esercizio ( C) Tipo di catalizzatore Densità del catalizzatore (kg/m 3 ) Volume del catalizzatore (m 3 ) Tipo di supporto Numero di supporti Profondità dei supporti Area catalitica specifica (m 2 /m 3 ) Velocità superficiale del gas Durata del catalizzatore (s) Perdita di carico del letto catalitico (MPa) Temperatura di ingresso al letto ( C) Temperatura in uscita dal letto ( C) Mod PRO 13_XXX/domanda emissioni atmosfera_allegato_schede tecniche impianti di abbattimento valorizzazione ambientale

30 Temperatura dopo preriscaldamento ( C) (se esiste) Potenzialità termica del bruciatore (kw) (se esiste) Combustibile ausiliario usato Consumo di combustibile ausiliario (kg/h ;m 3 /h) Portata di aria secondaria (m 3 /s) Tipo di materiale isolante usato Spessore dell isolante usato (m) Temperatura massima esterna al mantello ( C) Limite di emissione garantito (mg/nm 3 ; kg/s) Informazioni aggiuntive Data Firma del gestore Mod PRO 13_XXX/domanda emissioni atmosfera_allegato_schede tecniche impianti di abbattimento valorizzazione ambientale

31 Punto di emissione n. IMPIANTO DI POST-COMBUSTIONE TERMICA Portata massima di emissione (m 3 /h) Temperatura di emissione ( C) Altezza geometrica di emissione (m) Caratteristiche della corrente da trattare Portata (m 3 /h) Temperatura ( C) Potere calorifico inferiore (kj/kg) Limite inferiore di esplosività (%V/V aria) Carico inquinante (Kg/h %in peso Specifica delle sostanze presenti %in peso Potenzialità termica globale (kw) Caratteristiche del post - combustore termico Numero di bruciatori Potenzialità termica bruciatore (kw) Tipo di combustibile ausiliario utilizzato Portata di aria secondaria (m 3 /h) Consumo di combustibile ausiliario (Kg/h; m 3 /h) Temperatura di esercizio ( C) Volume della camera di combustione (m 3 ) Tempo di permanenza (s) Perdita di carico (Mpa) Tipo di materiale isolante impiegato Spessore dell isolante impiegato (m) Temperatura massima esterna al mantello (K) Rendimento di post-combustione Limite di emissione garantito (mg/nm 3 ; kg/h) Informazioni aggiuntive Data Firma del gestore Mod PRO 13_XXX/domanda emissioni atmosfera_allegato_schede tecniche impianti di abbattimento valorizzazione ambientale

32 CICLONE SEPARATORE Punto di emissione n. Temperatura emissione ( C) Altezza geometrica di emissione (m) Portata massima di progetto (m 3 /h) Sezione del camino (m 2 ) Percentuale di materiale particolato con dimensione 10 µm Contenuto di materiale particolato nella corrente (mg/m 3 ) Tipo di materiale particolato da abbattere Massa volumica del materiale particolare (Kg/m 3 ) Entrata Uscita Perdita di carico attraverso il ciclone (Mpa) Tipo di ciclone Singolo Multiciclone n. settori in parallelo n. elementi per settore N.B. Se più cicloni sono montati in serie, per ciascuno si compili una scheda diversa Dimensioni caratteristiche (mm) d l h s e a b j Mod PRO 13_XXX/domanda emissioni atmosfera_allegato_schede tecniche impianti di abbattimento valorizzazione ambientale

33 Informazioni aggiuntive Data Firma del gestore Mod PRO 13_XXX/domanda emissioni atmosfera_allegato_schede tecniche impianti di abbattimento valorizzazione ambientale

34 Tipo di costruzione Tubi d acqua Tubi di fumo Altro tipo IMPIANTO TERMICO Tipo di combustibile usato Solido Liquido Gassoso % in peso di zolfo nel combustibile Disposizione dei bruciatori nella camera di combustione Tangenziale Frontale Altro Forma geometrica della camera di combustibile Temperatura media nella camera di combustione alla massima portata alimentazione ( C) Potenza di targa della camera di combustione (kw) Consumo orario massimo di combustibile (m 3 /h o kg/h) La caldaia è/non è dotata di preriscaldatore d aria Sezione del camino (m 2 ) Temperatura gas in emissione ( C) Punto di emissione n. Altezza geometrica del camino (m) Portata gas in emissione (m 3 /h) Uso del generatore Informazioni aggiuntive Data Firma del gestore Mod PRO 13_XXX/domanda emissioni atmosfera_allegato_schede tecniche impianti di abbattimento valorizzazione ambientale

35 Marca da bollo 14,62 Alla Provincia di Verona 1 Settore Ambiente Via delle Franceschine, n Verona e per conoscenza Al Sindaco del Comune di Ad A.R.P.A.V. - Dipartimento Provinciale di Verona Via Dominutti n Verona 2 Oggetto: Domanda di volturazione dell'autorizzazione per le emissioni in atmosfera ai sensi del D.Lgs. 3 aprile 2006, n. 152 e s.m.i. Il sottoscritto (cognome) (nome) nato a (luogo) (data) residente a (comune - provincia) (via - numero) (cap) chiede che sia volturata a favore dell'impresa di cui è gestore l'autorizzazione per le emissioni in atmosfera n. del (inserire n. provvedimento) (inserire data provvedimento) 1 In alternativa, la domanda può essere inoltrata allo sportello unico del Comune sede dello stabilimento. 2 La domanda può essere presentata personalmente o inoltrata a mezzo posta o nelle modalità previste e disciplinate dall articolo 38 del Decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, e cioè via fax e in via telematica (in quest'ultimo caso alla casella di posta elettronica certificata - PEC- della Provincia: Si ricorda che le istanze e le dichiarazioni inviate per via telematica sono valide se effettuate secondo quanto previsto dell articolo 65 del decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, e cioè se sono sottoscritte mediante la firma digitale o la firma elettronica qualificata, il cui certificato sia stato rilasciato da un certificatore accreditato, oppure devono essere trasmesse dall autore mediante la propria PEC purchè le relative credenziali di accesso siano state rilasciate previa identificazione del titolare e ciò sia attestato dal gestore del sistema nel messaggio o in suo allegato. Si ricorda altresì che, se si invia la domanda tramite la propria PEC, la Provincia potrà trasmettere alla PEC del mittente gli atti e provvedimenti del procedimento. Inoltre, ai sensi dell'articolo 38 del Decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, la copia dell'istanza sottoscritta dall'interessato e la copia del documento di identità possono essere inviate per via telematica. In caso di invio della domanda tramite fax o in via telematica, in attesa dell attuazione della modalità elettronica di assolvimento del pagamento del bollo, dovrà essere fatta pervenire alla Provincia una marca da bollo, per la regolarizzazione fiscale della domanda. Mod PRO 13_XXX/domanda volturazione autorizzazione emissioni valorizzazione ambientale V_0 del

36 rilasciata a (inserire estremi identificati della ditta titolare della autorizzazione di cui si chiede la volturazione) per lo stabilimento di (inserire estremi identificati dello stabilimento autorizzato con l'atto di cui si chiede la volturazione) E, a tal fine, sotto la propria personale responsabilità, consapevole delle sanzioni, anche penali, previste per dichiarazioni mendaci, formazione o uso di atti falsi 3, dichiara di essere gestore/legale rappresentante del gestore, così come definito all articolo 268, lettera n) 4 del D. Lgs. 152/06 e s.m.i., dell'azienda sede legale recapiti sede operativa recapiti (denominazione) (partita IVA c.fisc) (codice R.EA) (codice ISTAT) (comune - provincia) (via - numero) (cap) (telefono) (fax) (posta elettronica certificata) (comune - provincia) (via - numero) (cap) (telefono) (fax) (posta elettronica certificata) Di richiedere il cambio di intestazione dell'autorizzazione a seguito di 5 : 3 Previste dagli articoli 75 decadenza dai benefici e 76 norme penali del Decreto Presidente della Repubblica n. 445 del 28 dicembre 2000 Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa. 4 Ai sensi del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, norme in materie ambientali, articolo 268, definizioni, lettera n), è gestore: la persona fisica o giuridica che ha potere decisionale circa l'installazione o l'esercizio dello stabilimento e che è responsabile dell'applicazione dei limiti e delle prescrizioni disciplinate nel presente decreto. 5 Dichiarare il fatto sulla cui base l impresa chiede il cambio di intestazione dell autorizzazione. Ad esempio, non esaustivo: in base ad affitto di ramo d azienda; fusione per incorporazione o cambio di ragione sociale; altro atto legittimante. Se l atto è stato redatto da notaio riportarne gli estremi (nome del notaio, data e numero di repertorio), ad esempio: con atto di cessione di ramo d azienda redatto dal notaio, in data, n. di repertorio, la società / impresa, ha acquisito l impianto di, dall impresa ). Mod PRO 13_XXX/domanda volturazione autorizzazione emissioni valorizzazione ambientale V_0 del

37 e che non sono intervenute modifiche all impianto tali da comportare variazioni quali/quantitative alle emissioni in atmosfera. Data Firma del richiedente 6 Il sottoscritto dichiara di essere informato che, ai sensi e per gli effetti di cui all art.13 del D. Lgs. 30 maggio 2003 n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali), i dati personali contenuti nella presente comunicazione sono di natura obbligatoria e potranno essere trattati da parte della pubblica amministrazione procedente e da altri soggetti coinvolti nell ambito del procedimento per il quale sono stati richiesti, con i limiti stabiliti dal predetto Codice, dalla legge e dai regolamenti, fermo restando i diritti previsti dall art. 7 del Codice medesimo che potranno essere esercitati rivolgendosi al Dirigente del Settore Ambiente della Provincia con sede in via delle Franceschine 10 Verona. Data Firma del richiedente Allegata: carta di identità del sottoscrittore 6. 6 Si ricorda che, ai sensi dell'articolo 38 del del Decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, le istanze e le dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà vanno sottoscritte dall'interessato in presenza del dipendente della pubblica amministrazione addetto ovvero sottoscritte e presentate unitamente a copia fotostatica non autenticata di un documento di identità del sottoscrittore. Inoltre, copia dell'istanza sottoscritta dall'interessato e la copia del documento di identità possono essere inviate, dopo la scansione, per via telematica. Peraltro, questo campo rimane inutilizzato e non va allegata la copia del documento di identità nel caso in cui l'istanza sia sottoscritta mediante l'apposizione di firma digitale o di firma elettronica qualificata, il cui certificato sia stato rilasciato da un certificatore accreditato, oppure in caso di trasmissione a cura dell autore mediante la propria PEC purchè le relative credenziali di accesso siano state rilasciate previa identificazione del titolare e ciò sia attestato dal gestore del sistema nel messaggio o in suo allegato. Mod PRO 13_XXX/domanda volturazione autorizzazione emissioni valorizzazione ambientale V_0 del

38 Da compilare a cura del gestore/legale rappresentante dell'impresa titolare dell'autorizzazione di cui si chiede la volturazione Il sottoscritto (cognome) (nome) nato a (luogo) (data) residente a (comune - provincia) (via - numero) (cap) sotto la propria personale responsabilità, consapevole delle sanzioni, anche penali, previste per dichiarazioni mendaci, formazione o uso di atti falsi 3, dichiara di essere gestore/legale rappresentante dell'impresa titolare dell'autorizzazione di cui si chiede la volturazione, così individuata: sede legale recapiti (denominazione impresa cedente) (partita IVA c.fisc) (codice R.EA) (codice ISTAT) (comune - provincia) (via - numero) (cap) (telefono) (fax) (posta elettronica certificata) e in tale veste, vista la su estesa domanda di volturazione dell'impresa dichiara che nulla osta alla volturazione dell autorizzazione alle emissioni in atmosfera dello stabilimento. Data Firma del dichiarante 6 Il sottoscritto dichiara di essere informato che, ai sensi e per gli effetti di cui all art.13 del D. Lgs. 30 maggio 2003 n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali), i dati personali contenuti nella presente comunicazione sono di natura obbligatoria e potranno essere trattati da parte della pubblica amministrazione procedente e da altri soggetti coinvolti nell ambito del procedimento per il quale sono stati richiesti, con i limiti stabiliti dal predetto Codice, dalla legge e dai regolamenti, fermo restando i diritti previsti dall art. 7 del Codice medesimo che potranno essere esercitati rivolgendosi al Dirigente del Settore Ambiente della Provincia con sede in via delle Franceschine 10 Verona. Data Firma del dichiarante Allegata: carta di identità del sottoscrittore 6. Mod PRO 13_XXX/domanda volturazione autorizzazione emissioni valorizzazione ambientale V_0 del

39 Alla Provincia di Verona Settore Ambiente Via delle Franceschine, n Verona 1 Oggetto: comunicazione di modifica non sostanziale dello stabilimento situato in via nel comune di della ditta Il sottoscritto (cognome) (nome) nato a (luogo) (data) residente a (comune - provincia) (via - numero) (cap) sotto la propria personale responsabilità, consapevole delle sanzioni, anche penali, previste per dichiarazioni mendaci, formazione o uso di atti falsi 2, dichiara di essere gestore/legale rappresentante del gestore, così come definito all articolo 268, lettera n) 3 del D. Lgs. 152/06 e s.m.i., 1 La domanda, con gli eventuali allegati, può essere presentata personalmente o inoltrata a mezzo posta o nelle modalità previste e disciplinate dall articolo 38 del Decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, e cioè via fax e in via telematica (in quest'ultimo caso alla casella di posta elettronica certificata - PEC- della Provincia: Si ricorda che le istanze e le dichiarazioni inviate per via telematica sono valide se effettuate secondo quanto previsto dell articolo 65 del decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, e cioè se sono sottoscritte mediante la firma digitale o la firma elettronica qualificata, il cui certificato sia stato rilasciato da un certificatore accreditato, oppure devono essere trasmesse dall autore mediante la propria PEC purchè le relative credenziali di accesso siano state rilasciate previa identificazione del titolare e ciò sia attestato dal gestore del sistema nel messaggio o in suo allegato. Si ricorda altresì che, se si invia la domanda tramite la propria PEC, la Provincia potrà trasmettere alla PEC del mittente gli atti e provvedimenti del procedimento. Inoltre, ai sensi dell'articolo 38 del Decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, la copia dell'istanza sottoscritta dall'interessato e la copia del documento di identità possono essere inviate per via telematica. In caso di invio della domanda tramite fax o in via telematica, in attesa dell attuazione della modalità elettronica di assolvimento del pagamento del bollo, dovrà essere fatta pervenire alla Provincia una marca da bollo, per la regolarizzazione fiscale della domanda. 2 Previste dagli articoli 75 decadenza dai benefici e 76 norme penali del Decreto Presidente della Repubblica n. 445 del 28 dicembre 2000 Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa. 3 Ai sensi del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, norme in materie ambientali, articolo 268, definizioni, lettera n), è: gestore: la persona fisica o giuridica che ha potere decisionale circa l'installazione o l'esercizio dello stabilimento e che è responsabile dell'applicazione dei limiti e delle prescrizioni disciplinate nel presente decreto. Mod PRO 13_XXX/domanda autorizzazione emissioni valorizzazione ambientale

40 dell'azienda (denominazione) (partita IVA c.fisc) (codice R.EA) (codice ISTAT) sede legale (comune - provincia) (via - numero) (cap) recapiti (telefono) (fax) (posta elettronica certificata) sede stabilimento (comune - provincia) (via - numero) (cap) recapiti (telefono) (fax) (posta elettronica certificata) autorizzata alle emissioni in atmosfera con provvedimento n. del e nella dichiarata veste di gestore/legale rappresentante del gestore, ai sensi dell articolo 269, comma 8, del d.lgs. 152/06 comunica (scegliere l'opzione pertinente) che la modifica sotto descritta può considerarsi NON SOSTANZIALE in quanto non prevede un aumento o una variazione qualitativa delle emissioni e/o non altera le condizioni di convogliabilità tecnica delle stesse, ai sensi dell'articolo 269, comma 8, del d.lgs 152/2006; che, trattandosi di attività che rientrano nell articolo 275 del dlgs 152/2006, la modifica sotto descritta può considerarsi NON SOSTANZIALE ai sensi del citato articolo 275, commi 21 e 22 del medesimo dlgs. a tal fine allega documento con la descrizione precisa e dettagliata della modifica da attuare indicando il/i motivo/i per cui si ritiene che la modifica non sia da considerarsi sostanziale carta di identità del sottoscrittore 4 4 Si ricorda che, ai sensi dell'articolo 38 del del Decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, le istanze e le dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà vanno sottoscritte dall'interessato in presenza del dipendente della pubblica amministrazione addetto ovvero sottoscritte e presentate unitamente a copia fotostatica non autenticata di un documento di identità del sottoscrittore. Inoltre, copia dell'istanza sottoscritta dall'interessato e la copia del documento di identità possono essere inviate, dopo la scansione, per via telematica. Peraltro, questo campo rimane inutilizzato e non va allegata la copia del documento di identità nel caso in cui l'istanza sia sottoscritta mediante l'apposizione di firma digitale o di firma elettronica qualificata, il cui certificato sia stato rilasciato da un certificatore accreditato, oppure in caso di trasmissione a cura dell autore mediante la propria PEC purchè le relative credenziali di accesso siano state rilasciate previa identificazione del titolare e ciò sia attestato dal gestore del sistema nel messaggio o in suo allegato. Mod PRO 13_XXX/domanda autorizzazione emissioni valorizzazione ambientale

41 Data Firma del richiedente 4 Il sottoscritto dichiara di essere informato che, ai sensi e per gli effetti di cui all art.13 del D. Lgs. 30 maggio 2003 n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali), i dati personali contenuti nella presente comunicazione sono di natura obbligatoria e potranno essere trattati da parte della pubblica amministrazione procedente e da altri soggetti coinvolti nell ambito del procedimento per il quale sono stati richiesti, con i limiti stabiliti dal predetto Codice, dalla legge e dai regolamenti, fermo restando i diritti previsti dall art. 7 del Codice medesimo che potranno essere esercitati rivolgendosi al Dirigente del Settore Ambiente della Provincia con sede in via delle Franceschine 10 Verona. Data Firma del richiedente Mod PRO 13_XXX/domanda autorizzazione emissioni valorizzazione ambientale

42 Marca da bollo 14,62 Alla Provincia di Verona 1 Settore Ambiente Via delle Franceschine, n Verona per conoscenza Al Sindaco del Ad A.R.P.A.V. - Dipartimento Provinciale di Verona Via Dominutti n Verona 2 Oggetto: Domanda di adesione all autorizzazione di carattere generale per le emissioni in atmosfera ai sensi dell articolo 272, commi 2 e 3, del D. Lgs 152/2006 s.m.i 3. - Impianto/attività di: (riportare la dicitura, scegliendo tra gli impianti/attività nell'elenco impianti e attività della scheda riassuntiva delle istruzioni per l'adesione alle autorizzazioni generali per impianti e attività in deroga ) Il sottoscritto (cognome) (nome) 1 In alternativa, la domanda, con i previsti allegati, può essere inoltrata allo sportello unico del Comune sede dello stabilimento. 2 La domanda, con i relativi allegati, può essere presentata personalmente o inoltrata a mezzo posta o nelle modalità previste e disciplinate dall articolo 38 del Decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, e cioè via fax e in via telematica (in quest'ultimo caso alla casella di posta elettronica certificata - PEC- della Provincia: Si ricorda che le istanze e le dichiarazioni inviate per via telematica sono valide se effettuate secondo quanto previsto dell articolo 65 del decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, e cioè se sono sottoscritte mediante la firma digitale o la firma elettronica qualificata, il cui certificato sia stato rilasciato da un certificatore accreditato, oppure devono essere trasmesse dall autore mediante la propria PEC purchè le relative credenziali di accesso siano state rilasciate previa identificazione del titolare e ciò sia attestato dal gestore del sistema nel messaggio o in suo allegato. Si ricorda altresì che, se si invia la domanda tramite la propria PEC, la Provincia potrà trasmettere alla PEC del mittente gli atti e provvedimenti del procedimento. Inoltre, ai sensi dell'articolo 38 del Decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, la copia dell'istanza sottoscritta dall'interessato e la copia del documento di identità possono essere inviate per via telematica. In caso di invio della domanda tramite fax o in via telematica, in attesa dell attuazione della modalità elettronica di assolvimento del pagamento del bollo, dovrà essere fatta pervenire alla Provincia una marca da bollo, per la regolarizzazione fiscale della domanda. 3Attenzione: ai fini della corretta compilazione della domanda di adesione si rinvia alla Scheda riassuntiva delle istruzioni per l'adesione alle autorizzazioni di carattere generale per impianti e attività in deroga (articolo 272, commi 2 e 3, del decreto legislativo n. 152 del 3 aprile 2006 Norme in materia ambientale"). emissioni atmosfera valorizzazione ambientale

43 nato a (luogo) (data) residente a (comune - provincia) (via - numero) (cap) chiede di aderire all autorizzazione di carattere generale ai sensi dell articolo 272 commi 2 e 3 del D. Lgs 152/2006 s.m.i. per l attività indicata in oggetto per: installazione nuovo impianto/stabilimento modifica sostanziale impianto/stabilimento esistente trasferimento impianto/stabilimento in proseguo esercizio impianto autorizzato (comune) (estremi atto di autorizzazione) A tal fine, sotto la propria personale responsabilità, consapevole delle sanzioni,a anche penali, previste per dichiarazioni mendaci, formazione o uso di atti falsi 3, dichiara (via) di essere e agire in qualità di gestore/legale rappresentante del gestore, così come definito all articolo 268, lettera n) 4 del D. Lgs. 152/06 e s.m.i., dell'azienda sede legale recapiti (denominazione) (partita IVA c.fisc) (codice R.EA) (codice ISTAT) (comune - provincia) (via - numero) (cap) sede stabilimento (telefono) (fax) (posta elettronica certificata) (comune - provincia) (via - numero) (cap) 4 Ai sensi del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, norme in materie ambientali, articolo 268, definizioni, lettera n), è gestore: la persona fisica o giuridica che ha potere decisionale circa l'installazione o l'esercizio dello stabilimento e che è responsabile dell'applicazione dei limiti e delle prescrizioni disciplinate nel presente decreto. emissioni atmosfera valorizzazione ambientale

44 recapiti (telefono) (fax) (posta elettronica certificata) che lo stabilimento sorge/sorgerà in zona avente la seguente destinazione urbanistica: che nello stabilimento sono presenti i i seguenti impianti termici: (tipologia impianto termico) (potenzialità) (tipo combustibile usato) (tipologia impianto termico) (potenzialità) (tipo combustibile usato) che lo stabilimento non supera i quantitativi di materie prime o i quantitativi di prodotti per la tipologia di attività svolta, riferiti al consumo o produzione complessiva degli impianti presenti nello stabilimento oggetto della domanda; che le emissioni prodotte dall'attività non contengono sostanze cancerogene, tossiche per la riproduzione o mutagene o sostanze di tossicità e cumulabilità particolarmente elevate 5, come individuate dalla parte II dell Allegato I alla parte quinta del D. Lgs 152/2006 s.m.i.; che lo stabilimento non impiega sostanze o i preparati classificati dal D. Lgs. 3/02/1997 n. 52 ai quali sono assegnate etichette con le frasi di rischio R45, R46, R49, R60, R61 6 ; che l attività per la quale viene richiesta l adesione all autorizzazione di carattere generale rispetta le condizioni tecniche previste nella pertinente sezione dell'allegato dell autorizzazione di carattere generale alle emissioni in atmosfera di riferimento; che lo stabilimento per il quale si richiede di attivare gli impianti/attività non è soggetto ad autorizzazione integrata ambientale(aia) ai sensi del titolo III bis della parte seconda del D. Lgs 152/2006 s.m.i.; che lo stabilimento per cui si richiede l autorizzazione non è sottoposto a procedura di valutazione impatto ambientale (VIA) ai sensi della normativa nazionale e regionale vigente in materia; che all interno dello stabilimento non vengono esercitati impianti/attività in regime di autorizzazione ordinaria ai sensi dell articolo 269 del D. Lgs 152/2006 s.m.i..; che all interno dello stabilimento vengono già esercitati impianti/attività in regime di adesione all autorizzazione generale per le emissioni in atmosfera ai sensi dell articolo 272, commi 2 e 3, del D. Lgs 152/2006 s.m.i., come da seguenti domande di adesione: 5 Fanno riferimento le schede di sicurezza dei prodotti impiegati. 6 Fanno riferimento le schede di sicurezza dei prodotti impiegati. emissioni atmosfera valorizzazione ambientale

FILTRO A TESSUTO. Punto di emissione n. Temperatura emissione (K) Altezza geometrica di emissione (m)

FILTRO A TESSUTO. Punto di emissione n. Temperatura emissione (K) Altezza geometrica di emissione (m) FILTRO A TESSUTO Punto di emissione n. Temperatura emissione (K) Altezza geometrica di emissione (m) Portata massima di progetto (mc/s) Sezione del camino (mq) Percentuale di materiale particolato con

Dettagli

FILTRO A TESSUTO. Allegato n. Azienda. Punto di emissione n. Temperatura emissione (K) Altezza geometrica di emissione (m)

FILTRO A TESSUTO. Allegato n. Azienda. Punto di emissione n. Temperatura emissione (K) Altezza geometrica di emissione (m) REGIONE EMILIA-ROMAGNA Allegato n. Azienda ASSESSORATO AMBIENTE E DIFESA DEL SUOLO FILTRO A TESSUTO Punto di emissione n. Temperatura emissione (K) Altezza geometrica di emissione (m) Portata massima di

Dettagli

SCHEDA TECNICA PUNTO DI EMISSIONE N. Dati caratteristici dell emissione

SCHEDA TECNICA PUNTO DI EMISSIONE N. Dati caratteristici dell emissione Dati caratteristici dell emissione Portata normalizzata umida.................................................................. Nm3/h... Portata normalizzata secca...................................................................

Dettagli

Delib.G.R. 5-9-1996 n. 7104

Delib.G.R. 5-9-1996 n. 7104 Delib.G.R. 5-9-1996 n. 7104 Modello «7» SCHEMA DI ATTO NOTORIO PER AUTOCERTIFICAZIONE DA ALLEGARE ALL'INTEGRAZIONE DELLA DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE IN VIA GENERALE ALLA CONTINUAZIONE DELLE EMISSIONI IN

Dettagli

MODELLO di domanda di autorizzazione alle emissioni in atmosfera da redigere in carta da bollo.

MODELLO di domanda di autorizzazione alle emissioni in atmosfera da redigere in carta da bollo. MODELLO di domanda di autorizzazione alle emissioni in atmosfera da redigere in carta da bollo. Alla Provincia della Spezia Il/la sottoscritto/a... legale rappresentante/titolare della (riportare l esatta

Dettagli

SCHEDE ABBATTITORI SCHEDA AD IMPIANTO DI ADSORBIMENTO. Sostanze inquinanti (mg/nmc) Ingresso Uscita

SCHEDE ABBATTITORI SCHEDA AD IMPIANTO DI ADSORBIMENTO. Sostanze inquinanti (mg/nmc) Ingresso Uscita SCHEDA AD IMPIANTO DI ADSORBIMENTO Carico inquinante (Kg/h) Quantità di carbone Tipo di carbone Temperatura massima Volume della carica Frequenza sostituzione Durata complessiva della fase di adsorbimento:

Dettagli

OGGETTO: DOMANDA PER L AUTORIZZAZIONE ALLE EMISSIONI IN ATMOSFERA - D.LGS. 152/2006 PARTE QUINTA

OGGETTO: DOMANDA PER L AUTORIZZAZIONE ALLE EMISSIONI IN ATMOSFERA - D.LGS. 152/2006 PARTE QUINTA Marca da Bollo* Provincia di BARI Servizio Polizia Provinciale, Protezione Civile e Ambiente Corso Sonnino n.85 Al Sig. Sindaco del Comune di ARPA Puglia Dipartimento Provinciale di Bari Via Oberdan n.16

Dettagli

DOMANDA DI ADESIONE ALL AUTORIZZAZIONE DI CARATTERE GENERALE

DOMANDA DI ADESIONE ALL AUTORIZZAZIONE DI CARATTERE GENERALE Allegato parte integrante - 2 ALLEGATO 2R In bollo Secondo il valore vigente (solo nella copia alla Provincia) DOMANDA DI ADESIONE ALL AUTORIZZAZIONE DI CARATTERE GENERALE Oggetto: Autorizzazione di carattere

Dettagli

ALLEGATO "A" Alla Provincia di Latina (istanza originale in bollo +una copia dell istanza + documentazione)

ALLEGATO A Alla Provincia di Latina (istanza originale in bollo +una copia dell istanza + documentazione) ALLEGATO "A" Alla Provincia di Latina (istanza originale in bollo +una copia dell istanza + documentazione) All A.R.P.A.-LAZIO di Latina - (Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale) (una copia dell

Dettagli

Tecnico incaricato: Cognome Nome Sede di lavoro: Comune (prov. ) Via/P.zza n. CAP Tel. ; Cellulare ; Fax Email @

Tecnico incaricato: Cognome Nome Sede di lavoro: Comune (prov. ) Via/P.zza n. CAP Tel. ; Cellulare ; Fax Email @ Alla Provincia di Pistoia Servizio Tutela dell Ambiente P.zza della Resistenza 54 51100 PISTOIA DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE RELATIVA AD IMPIANTI INDUSTRIALI CON EMISSIONI IN ATMOSFERA Ai sensi dell art.

Dettagli

CICLONE SEPARATORE Punto di emissione n. Temperatura emissione (K) Altezza geometrica di emissione (m)

CICLONE SEPARATORE Punto di emissione n. Temperatura emissione (K) Altezza geometrica di emissione (m) ALLEGATO n. CICLONE SEPARATORE Punto di emissione n. Temperatura emissione (K) Altezza geometrica di emissione (m) Portata massima di progetto (m 3 s -1) Sezione del camino (m2) Percentuale di materiale

Dettagli

Domanda di AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE ai sensi del D.P.R. n. 59 del 13 marzo 2013

Domanda di AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE ai sensi del D.P.R. n. 59 del 13 marzo 2013 Domanda di AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE ai sensi D.P.R. n. 59 13 marzo 2013 Assolvimento l imposta di bollo per un importo pari ad 16 con pagamento in modo virtuale tramite ; con marche da bollo, conservata

Dettagli

ALLEGATO C (Informazioni da fornire nel caso di consumo di solventi)

ALLEGATO C (Informazioni da fornire nel caso di consumo di solventi) ALLEGATO C (Informazioni da fornire nel caso di consumo di solventi) Linee Guida per la compilazione dell allegato Le aziende del territorio della Provincia Pordenone interessate dalle disposizioni di

Dettagli

Dati dell interessato

Dati dell interessato SUAP COMUNE DI CIVITAVECCHIA Ultimo aggiornamento: 21/08/2014 MODELLO H_3 Domanda di adesione all AUTORIZZAZIONE GENERALE per le emissioni in atmosfera provenienti da impianti per: Riparazione e verniciatura

Dettagli

Domanda di autorizzazione alle emissioni in atmosfera ai sensi dell art. 269, D.lgs. 152/2006 (stabilimenti anteriori al 2006).

Domanda di autorizzazione alle emissioni in atmosfera ai sensi dell art. 269, D.lgs. 152/2006 (stabilimenti anteriori al 2006). Marca da Al SUAP del Comune di Bollo Domanda di autorizzazione alle emissioni in atmosfera ai sensi dell art. 269, D.lgs. 152/2006 (stabilimenti anteriori al 2006). Il/la sottoscritto/a nato/a a il residente

Dettagli

Dati dell interessato

Dati dell interessato SUAP COMUNE DI CIVITAVECCHIA Ultimo aggiornamento: 02/09/2014 MODELLO H_40 Domanda di adesione alla AUTORIZZAZIONE IN VIA GENERALE per le emissioni in atmosfera provenienti dagli stabilimenti di lavaggio

Dettagli

Il sottoscritto... nato a... il.../.../... residente a... in Via/ Corso... n... in qualità di titolare/legale rappresentante dell'impresa... ...

Il sottoscritto... nato a... il.../.../... residente a... in Via/ Corso... n... in qualità di titolare/legale rappresentante dell'impresa... ... ALLEGATO 1 Al COMUNE DI... Ufficio Ambiente Via......... n.... Oggetto: Domanda di AUTORIZZAZIONE IN VIA GENERALE per le emissioni in atmosfera provenienti da impianti di torrefazione di caffè ed altri

Dettagli

Adattamenti alla compilazione on-line a cura di

Adattamenti alla compilazione on-line a cura di Adattamenti alla compilazione on-line a cura di N.B.: Per l'invio tramite Posta Elettronica Certificata (PEC) - la presente istanza e i relativi allegati dovranno essere trasmessi esclusivamente in formato

Dettagli

PROVINCIA DI VENEZIA Settore Politiche Ambientali

PROVINCIA DI VENEZIA Settore Politiche Ambientali PROVINCIA DI VENEZIA Settore Politiche Ambientali TE ESPLICATIVE A seguito dell introduzione, nel nuovo D.Lgs. 152/06 dell obbligo di comunicazione delle modifiche non sostanziali, vengono di seguito forniti

Dettagli

AUTORITÀ DI AMBITO TERRITORIALE OTTIMALE N.1 CAMPANIA - CALORE IRPINO MODULISTICA

AUTORITÀ DI AMBITO TERRITORIALE OTTIMALE N.1 CAMPANIA - CALORE IRPINO MODULISTICA AUTORITÀ DI AMBITO TERRITORIALE OTTIMALE N.1 CAMPANIA - CALORE IRPINO MODULISTICA VOLTURA DI AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN PUBBLICA FOGNATURA ART. 124, CO. 7 DEL D.LGS. 152/2006 E SS.MM.II. Rev. 4 Novembre

Dettagli

via/corso... n.. al Comune di... via/corso... n..

via/corso... n.. al Comune di... via/corso... n.. ALLEGATO 1A BOLLO 14,62 Alla Provincia di Asti e p. c Al Sindaco del Comune di... All A.R.P.A. Dipartimento di Asti Oggetto: Domanda di AUTORIZZAZIONE IN VIA GENERALE per impianti a ciclo chiuso per la

Dettagli

Regione Lazio. Atti della Giunta Regionale e degli Assessori 12/07/2012 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 28

Regione Lazio. Atti della Giunta Regionale e degli Assessori 12/07/2012 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 28 Regione Lazio Atti della Giunta Regionale e degli Assessori Deliberazione 1 giugno 2012, n. 264 Modifiche alla D.G.R. n. 776 del 24/10/2008 e alla D.G.R. n. 165 del 5 marzo 2010, in attuazione delle modifiche

Dettagli

------ Al SUAP del Comune di. Ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013, n. 59, art. 3 comma 1 Domanda AUA comma 3 Aut. Emissioni in atmosfera

------ Al SUAP del Comune di. Ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013, n. 59, art. 3 comma 1 Domanda AUA comma 3 Aut. Emissioni in atmosfera LA DICHIARAZIONE SARA DICHIARATA AMMISSIBILE ED ACCETTATA SOLO SE COMPLETA IN OGNI SUA PARTE. via PEC Posta elettronica certificata Marca da bollo 16,00 ------ Al SUAP del Comune di Ai sensi del D.P.R.

Dettagli

SCHEDA RIASSUNTIVA IMPIANTI DI ABBATTIMENTO

SCHEDA RIASSUNTIVA IMPIANTI DI ABBATTIMENTO SCHEDA RIASSUNTIVA IMPIANTI DI ABBATTIMENTO SIGLA EMISSIONE TIPO FILTRO INQUINANTI EFFICIENZA DI ABBATTIMENTO (PER TIPOLOGIA DI INQUINANTE) FLUSSO DI MASSA IN INGRESSO AL FILTRO (Kg/h) FLUSSO DI MASSA

Dettagli

BOLLO Euro 14,62 ALLEGATO A Alla REGIONE BASILICATA Dipartimento Ambiente, Territorio, Politiche della Sostenibilità Ufficio Compatibilità Ambientale Viale della Regione Basilicata, 5 85100 POTENZA e p.c.

Dettagli

Bollettino Ufficiale n. 39 del 30 / 09 / 2004

Bollettino Ufficiale n. 39 del 30 / 09 / 2004 Codice 22.4 D.D. 10 settembre 2004, n. 279 Bollettino Ufficiale n. 39 del 30 / 09 / 2004 D.P.R. 24 maggio 1988, n. 203, artt. 6, 12, 15, 7 e 8; D.C.R. n. 946-17595 del 13 dicembre 1994 e D.M. 16 gennaio

Dettagli

Adattamenti alla compilazione on-line a cura di

Adattamenti alla compilazione on-line a cura di Adattamenti alla compilazione on-line a cura di N.B.: Per l'invio tramite Posta Elettronica Certificata (PEC) - la presente istanza e i relativi allegati dovranno essere trasmessi esclusivamente in formato

Dettagli

ALLEGATO 2A Alla Provincia di... Via... n... BOLLO...

ALLEGATO 2A Alla Provincia di... Via... n... BOLLO... ALLEGATO 2A Alla Provincia di... BOLLO e p. c. Al Comune di All A.R.P.A. Oggetto: Domanda di adesione all AUTORIZZAZIONE IN VIA GENERALE per le emissioni in atmosfera provenienti da stabilimenti nei quali

Dettagli

CHIEDE l'autorizzazione IN VIA GENERALE per:

CHIEDE l'autorizzazione IN VIA GENERALE per: ALLEGATO 1 Al COMUNE DI... Ufficio Ambiente Via...n.... Oggetto: Domanda di AUTORIZZAZIONE IN VIA GENERALE per le emissioni in atmosfera provenienti da operazioni di tempra di metalli con consumo di olio

Dettagli

nato/a a il / / residente a Prov. Via n. per conto: Proprio Proprio e dei soggetti elencati in apposita tabella allegata sede legale a Prov.

nato/a a il / / residente a Prov. Via n. per conto: Proprio Proprio e dei soggetti elencati in apposita tabella allegata sede legale a Prov. Allo SPORTELLO UNICO ATTIVITÀ PRODUTTIVE DEL COMUNE DI Marca da bollo da. 16.00 DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE DPR 59/2013 Insediamento in Comune di Il/La sottoscritto/a: Cognome Nome nato/a

Dettagli

Oggetto: domanda per autorizzazione alle emissioni in atmosfera ai sensi del Dlgs. 03/04/2006, n. 152

Oggetto: domanda per autorizzazione alle emissioni in atmosfera ai sensi del Dlgs. 03/04/2006, n. 152 DOMANDA AUTORIZZAZIONE ALLE EMISSIONI IN ATMOSFERA PER STABILIMENTI ex art. 269 del D. Lgs. 03 aprile 2006, n. 152 [ ] Allo Sportello Unico del Comune/dei Comuni di (in n. 5 copie) per la successiva trasmissione

Dettagli

PROVINCIA DI PRATO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Ambiente e Territorio. Servizio Ambiente e Energia

PROVINCIA DI PRATO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Ambiente e Territorio. Servizio Ambiente e Energia Registro generale n. 588 del 2011 Determina senza Impegno DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DELL AREA: Area Ambiente e Territorio Oggetto Esercizio competenze L.R. 09/2010. Autorizzazione emissioni in atmosfera

Dettagli

Ambiente/PianificazioneTerritoriale. N. Reg. Decr. 332/2011 Data 14/06/2011. Oggetto: Ditta UNIPLAST SRL - Via Verona, 2 - ODERZO.

Ambiente/PianificazioneTerritoriale. N. Reg. Decr. 332/2011 Data 14/06/2011. Oggetto: Ditta UNIPLAST SRL - Via Verona, 2 - ODERZO. Atto T0AVSU Settore T Servizio AU Ambiente/PianificazioneTerritoriale Ecologia e ambiente U.O. 0031 Aria Ufficio TARI Emissioni C.d.R. 0023 Ecologia ed Ambiente Emiss.in atmosfera N. Reg. Decr. 332/2011

Dettagli

IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE INVERNALE E/O ESTIVA DEFINIZIONI

IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE INVERNALE E/O ESTIVA DEFINIZIONI ALLEGATO 1 IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE INVERNALE E/O ESTIVA DEFINIZIONI Ai fini della presente determinazione si definisce impianto di climatizzazione un impianto tecnologico la cui produzione di calore

Dettagli

L autorizzazione alle emissioni in atmosfera per le ditte soggette alle disposizioni dell art. 275 del D.Lgs. 152/06 e s.m.i.

L autorizzazione alle emissioni in atmosfera per le ditte soggette alle disposizioni dell art. 275 del D.Lgs. 152/06 e s.m.i. L autorizzazione alle emissioni in atmosfera per le ditte soggette alle disposizioni dell art. 275 del D.Lgs. 152/06 e s.m.i. Normativa di riferimento DM n. 44/04 Recepimento della direttiva 99/13/CE relativa

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) (ad efficacia immediata) 1. Dati impresa Il sottoscritto: Cognome: Nome:

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) (ad efficacia immediata) 1. Dati impresa Il sottoscritto: Cognome: Nome: AL COMUNE DI MONTE SAN SAVINO U Sportello Unico per le Attività Produttive Corso Sangallo, 38 52048 Monte San Savino (Arezzo) Da inoltrare utilizzando il Portale Regionale accessibile dal sito web del

Dettagli

Torrefazione di caffè ed altri prodotti tostati con produzione non superiore a 450 kg/g

Torrefazione di caffè ed altri prodotti tostati con produzione non superiore a 450 kg/g Allegato 1 Torrefazione di caffè ed altri prodotti tostati con produzione non superiore a 450 kg/g 1 Indicazioni generali Negli impianti e nelle attività di torrefazione di caffè, fave di cacao, mandorle,

Dettagli

provincia.udine@cert.provincia.udine.it AREA AMBIENTE SERVIZIO EMISSIONI IN ATMOSFERA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

provincia.udine@cert.provincia.udine.it AREA AMBIENTE SERVIZIO EMISSIONI IN ATMOSFERA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE provincia.udine@cert.provincia.udine.it AREA AMBIENTE SERVIZIO EMISSIONI IN ATMOSFERA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Oggetto: AUTORIZZAZIONE DI CARATTERE GENERALE PER LE EMISSIONI IN ATMOSFERA PROVENIENTI

Dettagli

STABILIMENTI PER LA RIPARAZIONE DI CARROZZERIE DI VEICOLI

STABILIMENTI PER LA RIPARAZIONE DI CARROZZERIE DI VEICOLI ALLEGATO 3 STABILIMENTI PER LA RIPARAZIONE DI CARROZZERIE DI VEICOLI A) REQUISITI TECNICO-COSTRUTTIVI E GESTIONALI E PRESCRIZIONI RELATIVE ALL'INSTALLAZIONE E ALL'ESERCIZIO. 1) Lo stabilimento per la riparazione

Dettagli

ISTANZA di AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE AUA ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013, n. 59

ISTANZA di AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE AUA ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013, n. 59 ISTANZA di AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE AUA ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013, n. 59 Al SUAP territorialmente competente Marca da bollo 1 [Solo nel caso in cui l istanza al SUAP riguardi esclusivamente

Dettagli

ALLEGATO 1. 1 Generalità

ALLEGATO 1. 1 Generalità ALLEGATO 1 REQUISITI TECNICI E PRESCRIZIONI PER L ADESIONE ALL AUTORIZZAZIONE GENERALE RELATIVA AGLI IMPIANTI DI COMBUSTIONE RICADENTI NELL'AMBITO DI APPLICAZIONE DEL TITOLO I DEL DECRETO LEGISLATIVO 152/06

Dettagli

A1 - IDENTIFICAZIONE DELL IMPIANTO

A1 - IDENTIFICAZIONE DELL IMPIANTO SCHEDA A INFORMAZIONI GENERALI A1 - IDENTIFICAZIONE DELL IMPIANTO denominazione Numero attività IPPC non IPPC Superficie coperta m 2 Indirizzo impianto Comune Codice Comune Provincia Codice Provincia Frazione

Dettagli

Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Identificativo SUAP: Il Sottoscritto / la Sottoscritta

Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Identificativo SUAP: Il Sottoscritto / la Sottoscritta CODICE PRATICA *CODICE FISCALE*-GGMMAAAA-HH:MM Mod. Comunale (Modello 0452 Versione 001-2013) DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE ORDINARIA IN DEROGA AD ORARI E VALORI LIMITE PER ATTIVITÀ TEMPORANEA (SPETTACOLI/MANIFESTAZIONI/ALTRE

Dettagli

e p.c. Oggetto: COMUNICAZIONE ai sensi dell articolo 6) comma 3) del D.M. 16 gennaio 2004 n. 44;

e p.c. Oggetto: COMUNICAZIONE ai sensi dell articolo 6) comma 3) del D.M. 16 gennaio 2004 n. 44; MODELLO RG 44 REVISIONE DEL 24-07-2007 VERSIONE 01 Alla Provincia di e p.c. Alla Regione Emilia-Romagna Servizio Risanamento Atmosferico Acustico Elettromagnetico Via dei Mille, 21 40121 - Bologna Al Sindaco

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI ATTIVITA di: Subingresso Variazioni su: Numero Apparecchi Superficie Rappresentanti Cessazione

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI ATTIVITA di: Subingresso Variazioni su: Numero Apparecchi Superficie Rappresentanti Cessazione SALE GIOCHI SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI ATTIVITA di: Subingresso Variazioni su: Numero Apparecchi Superficie Rappresentanti Cessazione Al Comune di Galatone Ufficio Attività Produttive Centro Servizi Via

Dettagli

Autorizzazione Betonaggio - Domanda

Autorizzazione Betonaggio - Domanda Autorizzazione Betonaggio - Domanda ALLEGATO 1 BOLLO 14,62 Alla PROVINCIA DI ASTI Servizio Ambiente. Ufficio Risanamento Atmosferico Piazza Alfieri, 33 14100 Asti e p. c. Sindaco del Comune di...... A.R.P.A.

Dettagli

attività commerciali vendita della stampa quotidiana e periodica modello 2_15_01

attività commerciali vendita della stampa quotidiana e periodica modello 2_15_01 N. identificativo marca da bollo La marca da bollo deve essere annullata e conservata in originale dal soggetto interessato AL COMUNE DI MONTE SAN SAVINO U Sportello Unico per le Attività Produttive Corso

Dettagli

IL DIRIGENTE DEL SERVIZIO EMISSIONI IN ATMOSFERA (OMISSIS) DETERMINA

IL DIRIGENTE DEL SERVIZIO EMISSIONI IN ATMOSFERA (OMISSIS) DETERMINA Oggetto: AUTORIZZAZIONE DI CARATTERE GENERALE PER LE EMISSIONI IN ATMOSFERA DI ATTIVITÀ DI PRODUZIONE DI MOBILI, OGGETTI, IMBALLAGGI, PRODOTTI SEMIFINITI IN MATERIALE A BASE DI LEGNO CON UTILIZZO GIORNALIERO

Dettagli

DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE ALLA DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE IN VIA GENERALE

DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE ALLA DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE IN VIA GENERALE Allegato 1 B) DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE ALLA DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE IN VIA GENERALE Compilare lo schema sotto riportato indicando per ciascuna macchina lavasecco installata: il tipo di solvente che

Dettagli

INFORMAZIONI PER LA STESURA

INFORMAZIONI PER LA STESURA INFORMAZIONI PER LA STESURA A) SCHEDA DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE 1) La richiesta va presentata con marca da bollo, inviando una copia per conoscenza al Comune; quest ultimo può richiedere una duplice copia

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETÀ (resa ai sensi degli artt. 47 e 38 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n.445)

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETÀ (resa ai sensi degli artt. 47 e 38 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n.445) Spett.le ARPA Lombardia DIPARTIMENTO DI.. Via...... (indirizzare all ARPA territorialmente competente con riferimento al sito di produzione dei materiali da scavo) Dichiarazione relativa al rispetto delle

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA di INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.)

SEGNALAZIONE CERTIFICATA di INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) SEGNALAZIONE CERTIFICATA di INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) Art. 19 Legge 7 Agosto 1990, n. 241 Attività di laboratorio artigianale alimentare con annessa vendita La presente SCIA deve essere inviata in modalità

Dettagli

Il Sottoscritto nato a prov. il / /, residente in prov. Via n. int. C.F. Tel fax

Il Sottoscritto nato a prov. il / /, residente in prov. Via n. int. C.F. Tel fax Al Comune di FORNOVO DI TARO Servizio Attività Produttive Piazza Libertà 11 43045 FORNOVO DI TARO ZIONE DI INIZIO ATTIVITA' PER L'ESERCIZIO DI ATTIVITA' DI (di cui all art. 19 L. 7 agosto 1990, n. 241

Dettagli

provincia.udine@cert.provincia.udine.it AREA AMBIENTE SERVIZIO EMISSIONI IN ATMOSFERA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

provincia.udine@cert.provincia.udine.it AREA AMBIENTE SERVIZIO EMISSIONI IN ATMOSFERA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE provincia.udine@cert.provincia.udine.it AREA AMBIENTE SERVIZIO EMISSIONI IN ATMOSFERA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Oggetto: AUTORIZZAZIONE DI CARATTERE GENERALE PER LE EMISSIONI IN ATMOSFERA PROVENIENTI

Dettagli

AL SINDACO DEL COMUNE DI

AL SINDACO DEL COMUNE DI Allegato 3.1) MARCA DA BOLLO 14,62 ALL ASSESSORATO TERRITORIO, AMBIENTE E OPERE PUB- BLICHE Dipartimento Territorio, Ambiente e Risorse Idriche Ufficio Tutela dell Ambiente Loc. Amérique 33 11020 QUART

Dettagli

RICHIESTA DI RILASCIO DI AUTORIZZAZIONE SANITARIA PER BAR E RISTORANTE (Igiene Pubblica)

RICHIESTA DI RILASCIO DI AUTORIZZAZIONE SANITARIA PER BAR E RISTORANTE (Igiene Pubblica) Marca da bollo Al Signor SINDACO DEL COMUNE di RICHIESTA DI RILASCIO DI AUTORIZZAZIONE SANITARIA PER BAR E RISTORANTE (Igiene Pubblica) Il sottoscritto Cognome Nome Codice fiscale Data di nascita Cittadinanza

Dettagli

ISTANZA DI AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE - AUA

ISTANZA DI AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE - AUA Mod.AUA_Istanza_parte-generale Al SUAP del Comune di Istanza senza contestuale richiesta di ulteriori titoli abilitativi (art.4 comma 7 del DPR 59/2013) Istanza con contestuale richiesta di ulteriori titoli

Dettagli

Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP:

Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP: CODICE PRATICA *CODICE FISCALE* GGMMAAAA HH:MM Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP: SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' (SCIA) ATTIVITA'

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.)

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) AL COMUNE DI MONTE SAN SAVINO U Sportello Unico per le Attività Produttive - Corso Sangallo, 38 52048 (Arezzo) Da inoltrare utilizzando il Portale Regionale accessibile dal sito web del Comune - SUAP ONLINE

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA TARANTO Cittadella delle imprese V.le Virgilio, 152 74100 Taranto

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA TARANTO Cittadella delle imprese V.le Virgilio, 152 74100 Taranto ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA TARANTO Cittadella delle imprese V.le Virgilio, 152 74100 Taranto SPAZIO RISERVATO AL PROTOCOLLO BOLLO Oggetto: RICHIESTA DI LICENZA DI MACINAZIONE

Dettagli

ACQUE ASSIMILATE ALLE DOMESTICHE ai sensi dell art. 101 comma 7 D.Lgs. n.152/06

ACQUE ASSIMILATE ALLE DOMESTICHE ai sensi dell art. 101 comma 7 D.Lgs. n.152/06 Marca da bollo DOMANDA DI RINNOVO SENZA MODIFICHE AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO DI ACQUE REFLUE INDUSTRIALI, ACQUE REFLUE DI DILAVAMENTO ACQUE DI PRIMA PIOGGIA E DI LAVAGGIO AREE ESTERNE, IN ACQUE SUPERFICIALI

Dettagli

a) ambulatoriale Apporre marca da bollo MODELLO 1 apertura ed esercizio di struttura sanitaria privata Al Comune di BUCINE UFFICIO ATTIVITA PRODUTTIVE

a) ambulatoriale Apporre marca da bollo MODELLO 1 apertura ed esercizio di struttura sanitaria privata Al Comune di BUCINE UFFICIO ATTIVITA PRODUTTIVE MODELLO 1 apertura ed esercizio di struttura sanitaria privata Apporre marca da bollo 14.62 Al Comune di BUCINE UFFICIO ATTIVITA PRODUTTIVE Il/la sottoscritto/a CHIEDE ai sensi della L.R. 23 febbraio 1999

Dettagli

AUTORIZZAZIONE IN VIA GENERALE

AUTORIZZAZIONE IN VIA GENERALE Autorizzazione Carrozzerie - Domanda ALLEGATO 1 BOLLO 14,62 Alla PROVINCIA DI ASTI Servizio Ambiente. Ufficio Risanamento Atmosferico Piazza Alfieri, 33 14100 Asti e p. c. Sindaco del Comune di... A.R.P.A.

Dettagli

nato/a a Prov. il / / residente a Prov. Via n. per conto: Proprio Proprio e dei soggetti elencati in apposita tabella allegata

nato/a a Prov. il / / residente a Prov. Via n. per conto: Proprio Proprio e dei soggetti elencati in apposita tabella allegata Allo SPORTELLO UNICO ATTIVITÀ PRODUTTIVE DEL COMUNE DI Marca da bollo da. 16.00 o Numero identificativo della stessa, in caso di trasmissione telematica DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE DPR 59/2013

Dettagli

COMUNICAZIONE per AGGIORNAMENTO della REGISTRAZIONE

COMUNICAZIONE per AGGIORNAMENTO della REGISTRAZIONE Pagina 1 di 5 IMPIANTO SITO NEL COMUNE DI Da presentare in triplice copia Il sottoscritto Cognome Nome Codice fiscale Data di nascita Cittadinanza Luogo di nascita: Stato Provincia Comune Residenza: Provincia

Dettagli

REGIONE PIEMONTE - BOLLETTINO UFFICIALE N. 50 DEL 17/12/2009

REGIONE PIEMONTE - BOLLETTINO UFFICIALE N. 50 DEL 17/12/2009 REGIONE PIEMONTE - BOLLETTINO UFFICIALE N. 50 DEL 17/12/2009 Codice DB1004 D.D. 14 dicembre 2009, n. 597 D.lgs. 3 aprile 2006, n. 152 - Autorizzazione di carattere generale per le emissioni in atmosfera

Dettagli

COMUNE DI SIENA Sportello Unico Attività Produttive

COMUNE DI SIENA Sportello Unico Attività Produttive COMUNE DI SIENA Sportello Unico Attività Produttive PRESENTAZIONE PRATICHE TELEMATICHE SUAP Con l entrata in vigore del D.P.R. 7/09/2010, n.160 Regolamento per la semplificazione ed il riordino della disciplina

Dettagli

L.R. 30/2002 art.2, c.1, lett. e), art. 3, c.1, lett. f), B.U.R. 7/1/2004, n. 1 punti 1) e 5) e art. 14, c.2.

L.R. 30/2002 art.2, c.1, lett. e), art. 3, c.1, lett. f), B.U.R. 7/1/2004, n. 1 punti 1) e 5) e art. 14, c.2. L.R. 30/2002 art.2, c.1, lett. e), art. 3, c.1, lett. f), B.U.R. 7/1/2004, n. 1 punti 1) e 5) e art. 14, c.2. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 5 dicembre 2003, n. 0435/Pres. Regolamento di esecuzione

Dettagli

2) PRESCRIZIONI DI CARATTERE TECNICO COSTRUTTIVO E GESTIONALE

2) PRESCRIZIONI DI CARATTERE TECNICO COSTRUTTIVO E GESTIONALE 4.1) Requisiti tecnico costruttivi e gestionali degli impianti di verniciatura di oggetti vari in metalli o vetro con utilizzo complessivo di prodotti vernicianti pronti all uso non superiore a 50 kg/g

Dettagli

Dichiarazione di assolvimento dell imposta di bollo

Dichiarazione di assolvimento dell imposta di bollo CODICE PRATICA *CODICE FISCALE*-GGMMAAAA-HH:MM Mod. Comunale (Modello 0705 Versione 001-2014) Dichiarazione di assolvimento dell imposta di bollo Allo Sportello Unico Comune / Comunità / Unione Il Sottoscritto

Dettagli

DICHIARAZIONE DEL RESPONSABILE TECNICO DI UN'ATTIVITÀ DI ACCONCIATORE E/O ESTETISTA

DICHIARAZIONE DEL RESPONSABILE TECNICO DI UN'ATTIVITÀ DI ACCONCIATORE E/O ESTETISTA Comune di Mod. Comunale (Modello 0451 Versione 001-2013) DICHIARAZIONE DEL RESPONSABILE TECNICO DI UN'ATTIVITÀ DI ACCONCIATORE E/O ESTETISTA Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETÀ

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETÀ DICHIARAZIONE IN MERITO AL RISPETTO DEI CRITERI PREVISTI IN TEMA DI RIUTILIZZO DI TERRE E ROCCE DA SCAVO DAL COMMA 1 DELL ART. 41bis DEL DECRETO LEGGE 21 GIUGNO 2013, N 69, RECANTE DISPOSIZIONI URGENTI

Dettagli

attività commerciali vendita della stampa quotidiana e periodica modello 2_15_02

attività commerciali vendita della stampa quotidiana e periodica modello 2_15_02 N. identificativo marca da bollo La marca da bollo deve essere annullata e conservata in originale dal soggetto interessato AL COMUNE DI MONTE SAN SAVINO U Sportello Unico per le Attività Produttive Corso

Dettagli

Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP:

Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP: CODICE PRATICA Mod. Comunale (Modello 0237 Versione 002-2014) Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) ESERCIZIO di AMBULATORIO - POLIAMBULATORIO MEDICO E/O ODONTOIATRICO SUBINGRESSO (a esclusione

Dettagli

Allo Sportello Unico del Comune di.per il successivo inoltro a:

Allo Sportello Unico del Comune di.per il successivo inoltro a: ALLEGATO 1P PROVINCIA di RAVENNA Allo Sportello Unico del Comune di.per il successivo inoltro a: Alla PROVINCIA di Ravenna BOLLO e p. c. Al Sindaco del Comune di... All ARPA Sezione Provinciale di... Via...

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (art. 45 L. r. 7.2.2005 n. 28)

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (art. 45 L. r. 7.2.2005 n. 28) ESTREMI DI ISCRIZIONE DELLA DICHIARAZIONE (A CURA DELL UFFICIO) Ufficio ricevente Presentata il A mezzo Data protocollo Num. Prot fax a mano posta via telematica NUMERO ASSEGNATO ALLA PRATICA SEGNALAZIONE

Dettagli

RICHIESTA AUTORIZZAZIONE INSTALLAZIONE MEZZI PUBBLICITARI

RICHIESTA AUTORIZZAZIONE INSTALLAZIONE MEZZI PUBBLICITARI RIFERIMENTO INTERNO PROTOCOLLO GENERALE MARCA DA BOLLO GESTIONE DEL TERRITORIO SU RICHIESTA AUTORIZZAZIONE INSTALLAZIONE MEZZI PUBBLICITARI AL DIRIGENTE DELL AREA GOVERNO AL TERRITORIO E QUALITA AMBIENTALE

Dettagli

LICENZA TAXI (L. 15.1.1992 n. 21)

LICENZA TAXI (L. 15.1.1992 n. 21) 1 ESTREMI DI ISCRIZIONE DELLA DICHIARAZIONE (A CURA DELL UFFICIO) Ufficio ricevente Presentata il Modalità di inoltro Data protocollo Num. Prot fax a mano posta via telematica NUMERO ASSEGNATO ALLA PRATICA

Dettagli

R E G I O N E U M B R I A GIUNTA REGIONALE. Direzione Affari Generali della Presidenza e della Giunta regionale. Servizio Segreteria della Giunta

R E G I O N E U M B R I A GIUNTA REGIONALE. Direzione Affari Generali della Presidenza e della Giunta regionale. Servizio Segreteria della Giunta R E G I O N E U M B R I A GIUNTA REGIONALE Direzione Affari Generali della Presidenza e della Giunta regionale Servizio Segreteria della Giunta Disciplinare sull utilizzo della posta elettronica certificata

Dettagli

ISTANZA di AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE AUA ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013, n. 59

ISTANZA di AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE AUA ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013, n. 59 ISTANZA di AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE AUA ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013, n. 59 Al SUAP territorialmente competente Marca da bollo 1 [Solo nel caso in cui l istanza riguardi esclusivamente autorizzazioni

Dettagli

ALLEGATO 1. 1 Generalità

ALLEGATO 1. 1 Generalità ALLEGATO 1 REQUISITI TECNICI E PRESCRIZIONI PER L ADESIONE ALL AUTORIZZAZIONE GENERALE RELATIVA ALL'ATTIVITA' DI RIPARAZIONE E VERNICIATURA DI CARROZZERIE DI AUTOVEICOLI, MEZZI E MACCHINE AGRICOLE CON

Dettagli

5. Modulo richiesta CCEA marzo 2015

5. Modulo richiesta CCEA marzo 2015 RICHIESTA DI CERTIFICATO DI CONFORMITÀ EDILIZIA E DI AGIBILITÀ (CCEA - art. 23 LR 15/2013) allo Sportello Unico Attività Produttive (SUAP) allo Sportello Unico Edilizia (SUE) ( SUAP) ( SUE) richiesta CCEA

Dettagli

AVVISO DI ATTIVAZIONE INDUSTRIA INSALUBRE - Art. 216 R.D. 27.07.34 n 1265 TULLSS - (presentare 15 gg. prima dell inizio dell attività)

AVVISO DI ATTIVAZIONE INDUSTRIA INSALUBRE - Art. 216 R.D. 27.07.34 n 1265 TULLSS - (presentare 15 gg. prima dell inizio dell attività) AVVISO DI ATTIVAZIONE INDUSTRIA INSALUBRE - Art. 216 R.D. 27.07.34 n 1265 TULLSS - (presentare 15 gg. prima dell inizio dell attività) Parte riservata all Ufficio Cod. Ditta n. Pratica n. Al Signor Sindaco

Dettagli

attività commerciali vendita della stampa quotidiana e periodica modello 2_15_05

attività commerciali vendita della stampa quotidiana e periodica modello 2_15_05 AL COMUNE DI MONTE SAN SAVINO U Sportello Unico per le Attività Produttive - Corso Sangallo, 38 52048 Monte San Savino (Arezzo) Da inoltrare utilizzando il Portale Regionale accessibile dal sito web del

Dettagli

Direttive concernenti le comunicazioni con le pubbliche amministrazioni e lo scambio di documenti per via telematica.

Direttive concernenti le comunicazioni con le pubbliche amministrazioni e lo scambio di documenti per via telematica. ALLEGATO A) Direttive concernenti le comunicazioni con le pubbliche amministrazioni e lo scambio di documenti per via telematica. 1. Premessa Le presenti direttive disciplinano le comunicazioni telematiche

Dettagli

IL CONSIGLIO PROVINCIALE

IL CONSIGLIO PROVINCIALE Normale COPIA PROVINCIA DI PISA DIREZIONE GENERALE U.O.O. ATTI GENERALI 56125 PISA Piazza V. Emanuele II, 14 T. 050/ 929 320-317 - 318 e mail: t.picchi@provincia.pisa.it Estratto dal Verbale del Consiglio

Dettagli

Istanza di Autorizzazione Unica Ambientale A.U.A. ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013, n 59

Istanza di Autorizzazione Unica Ambientale A.U.A. ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013, n 59 Istanza di Autorizzazione Unica Ambientale A.U.A. ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013, n 59 Al SUAP territorialmente competente Marca da bollo 1 Solo nel caso in cui l istanza al SUAP riguardi esclusivamente

Dettagli

ISTRUZIONI PER L INVIO DELLE PRATICHE TRAMITE PEC (posta elettronica certificata)

ISTRUZIONI PER L INVIO DELLE PRATICHE TRAMITE PEC (posta elettronica certificata) ISTRUZIONI PER L INVIO DELLE PRATICHE TRAMITE PEC (posta elettronica certificata) Con l'entrata in vigore del decreto del Presidente della Repubblica 7 settembre 2010, n. 160 le procedure amministrative

Dettagli

provincia.udine@cert.provincia.udine.it AREA AMBIENTE SERVIZIO EMISSIONI IN ATMOSFERA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

provincia.udine@cert.provincia.udine.it AREA AMBIENTE SERVIZIO EMISSIONI IN ATMOSFERA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE provincia.udine@cert.provincia.udine.it AREA AMBIENTE SERVIZIO EMISSIONI IN ATMOSFERA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Oggetto: AUTORIZZAZIONE DI CARATTERE GENERALE PER LE EMISSIONI IN ATMOSFERA PROVENIENTI

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.)

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) AL COMUNE DI MONTE SAN SAVINO U Sportello Unico per le Attività Produttive Corso Sangallo, 38 52048 Monte San Savino (Arezzo) Da inoltrare utilizzando il Portale Regionale accessibile dal sito web del

Dettagli

2. Tipologia degli interventi ammissibili a contributo e individuazione della spesa ammessa

2. Tipologia degli interventi ammissibili a contributo e individuazione della spesa ammessa Allegato parte integrante Allegato 1 - Criteri veicoli Criteri e modalità per la concessione dei contributi di cui all art. 74, commi 9, della legge provinciale 1 luglio 2011, n. 9 Disciplina delle attività

Dettagli

COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE

COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE Domanda di volturazione/reintestazione di autorizzazione AL COMUNE DI Cod. ISTAT _ _ _ _ _ _ Il sottoscritto nato il _ _ / _ _ / _ _ _ _ a Comune Provincia Stato (sesso M _

Dettagli

denominazione o ragione sociale con sede nel Comune di prov. Via/p.zza n. CAP tel. Iscritta al Registro Imprese della Camera di Commercio di al n.

denominazione o ragione sociale con sede nel Comune di prov. Via/p.zza n. CAP tel. Iscritta al Registro Imprese della Camera di Commercio di al n. COMUNE DI MASSA Settore Attività Produttive Ufficio Commercio Via Porta Fabbrica nr.1 54100 Massa (MS) Comunicazione non soggetta ad imposta di bollo Oggetto: Comunicazione vendita prodotti agricoli (barrare

Dettagli

Allo Sportello Unico dell'edilizia Comune / Comunità / Unione. Il Sottoscritto / la Sottoscritta

Allo Sportello Unico dell'edilizia Comune / Comunità / Unione. Il Sottoscritto / la Sottoscritta CODICE PRATICA *CODICE FISCALE*-GGMMAAAA-HH:MM Mod. Comunale M03E (Modello 0667 Versione 001-2014) Dichiarazione sostitutiva di atto notorio per interventi di manutenzione ordinaria rientranti nell ambito

Dettagli

PRODUZIONE DI PANE. S.C.I.A. - Segnalazione Certificata di Inizio Attivita. Data di nascita / / Cittadinanza Sesso: M F

PRODUZIONE DI PANE. S.C.I.A. - Segnalazione Certificata di Inizio Attivita. Data di nascita / / Cittadinanza Sesso: M F PRODUZIONE DI PANE S.C.I.A. - Segnalazione Certificata di Inizio Attivita AL COMUNE DI Cod. ISTAT l sottoscritt : Cognome Nome C.. Luogo di nascita: Stato Provincia Comune Provincia Comune Via o... n.

Dettagli

COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE

COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE Domanda di volturazione/reintestazione di autorizzazione AL COMUNE DI Cod. ISTAT _ _ _ _ _ _ Il sottoscritto nato il _ _ / _ _ / _ _ _ _ a Comune Provincia Stato (sesso M _

Dettagli

COMUNE DI BOLOGNA. 40129 Bologna - piazza Liber Paradisus, 10, Torre A - tel. 051/2194082 pec: suap@pec.comune.bologna.it

COMUNE DI BOLOGNA. 40129 Bologna - piazza Liber Paradisus, 10, Torre A - tel. 051/2194082 pec: suap@pec.comune.bologna.it Comunicazione a 30gg Titolazione 10.01.04/ 10.01.05 Tipo doc. 16 Proc.1857 spazio per marca da bollo euro 16,00 COMUNE DI BOLOGNA Dipartimento Economia e Promozione della Città Settore Attività Produttive

Dettagli

Istanza di Autorizzazione Unica Ambientale A.U.A. ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013, n 59

Istanza di Autorizzazione Unica Ambientale A.U.A. ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013, n 59 Istanza di Autorizzazione Unica Ambientale A.U.A. ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013, n 59 Al SUAP territorialmente competente Marca da bollo 1 Solo nel caso in cui l istanza al SUAP riguardi esclusivamente

Dettagli

Modulo B4.02 Mod.ASP_2_SCIA_Sanitaria_modifica Vers. 01 del 27/02/2015. significativa della unità d impresa del settore alimentare (1)

Modulo B4.02 Mod.ASP_2_SCIA_Sanitaria_modifica Vers. 01 del 27/02/2015. significativa della unità d impresa del settore alimentare (1) ALL. 2 Spazio per apportare il timbro di protocollo Data Prot. [ ] Inserita nel Sistema informativo regionale SUAP [ ] Posta elettronica certificata AL SUAP del Comune di.. Oggetto: notifica ai sensi dell

Dettagli

DOMANDA DI CONVENZIONE PER LO SCARICO IN FOGNATURA DELLE ACQUE REFLUE DEGLI INSEDIAMENTI AGROALIMENTARI

DOMANDA DI CONVENZIONE PER LO SCARICO IN FOGNATURA DELLE ACQUE REFLUE DEGLI INSEDIAMENTI AGROALIMENTARI F187-0013517-29/12/2014 A - Allegato Utente 1 (A01) Domanda di convenzione per lo scarico in fognatura delle acque reflue degli insediamenti agroalimentari marca da bollo Alla PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

Dettagli