Close Control. Il condizionamento di precisione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Close Control. Il condizionamento di precisione"

Transcript

1 Close Control Il condizionamento di precisione

2 (pagina bianca) 2

3 INDICE 1 INTRODUZIONE 5 2 CCAC VS. COMFORT: LE DIFFERENZE FRA LE DUE TIPOLOGIE DI CONDIZIONAMENTO IN SEI PUNTI DEFINIZIONE PRINCIPALI APPLICAZIONI SPECIFICHE CARATTERISTICHE GENERALI CONDIZIONATORI CARATTERISTICHE 26 C / 50%; 35 C CARATTERISTICHE OPERATIVE 26 C / 50%; 35 C 9 3 LA PRINCIPALE APPLICAZIONE DEL CONDIZIONAMENTO DI PRECISIONE: IL DATA CENTRE LO STATO DELL ARTE DELLA TECNOLOGIA CONTROLLO DELLA CAPACITÀ FRIGORIFERA SULLA TEMPERATURA DI MANDATA CONDIZIONI TERMO IGROMETRICHE ESTESE DISTRIBUZIONE UNIFORME DEL CARICO SU TUTTE LE MACCHINE (LOAD SHARING) SET POINT VARIABILE COL CARICO TERMICO (FLOATING SET POINT) PORTATA ACQUA VARIABILE AI CONDIZIONATORI PORTATA ACQUA VARIABILE AI REFRIGERATORI I FATTORI DI SCELTA DEL SISTEMA DI CONDIZIONAMENTO DEL DATA CENTRE CARICHI TERMICI TOTALI: DETERMINANO LA SCELTA DEL SISTEMA RIPARTIZIONE E TIPOLOGIA DEI CARICHI TERMICI CARATTERISTICHE DEGLI APPARATI CARATTERISTICHE FISICHE DEI LOCALI UBICAZIONE GEOGRAFICA E CARATTERISTICHE CLIMATICHE DEL SITO CARATTERISTICHE E NORMATIVE DEL SITO CLASSIFICAZIONE TIER E COMPONENTISTICA CONDIZIONATORI E REFRIGERATORI I LAY-OUT INTERNI DEL DATA CENTRE INSTALLAZIONE PERIMETRALE INSTALLAZIONE IN-ROW / IN-RACK CORRIDOIO CALDO / CORRIDOIO FREDDO COMPARTIMENTAZIONE INDICI / CLASSIFICAZIONI DEL DATA CENTRE INDICI PUE/DCIE CLASSIFICAZIONE TIER LA PROPOSTA RC GROUP PER IL DATA CENTRE A ELEVATA EFFICIENZA DATA CENTRE DI DIMENSIONI / CARICHI ELEVATI DATA CENTRE DI DIMENSIONI / CARICHI MEDIO BASSI DATA CENTRE CON HOT SPOT 24 4 LE ALTRE APPLICAZIONI DEL CONDIZIONAMENTO DI PRECISIONE 25 5 IL SERVIZIO SU MISURA DI RC GROUP 26 6 IL GLOSSARIO DEL CONDIZIONAMENTO DI PRECISIONE 27 3

4 (pagina bianca) 4

5 1 Introduzione Il condizionamento di precisione (CCAC = close control air conditioning) nasce verso gli anni settanta del secolo scorso per rispondere alle esigenze di una nicchia tecnologica molto specialistica: il mantenimento di condizioni termo-igrometriche (temperatura e umidità relativa) e di purezza dell aria entro limiti molto ristretti in locali nei quali operavano i primi elaboratori elettronici. Si è subito notato, infatti, che tali apparati emettevano una grande quantità di calore, e che la loro corretta funzionalità poteva essere garantita solo a condizioni climatiche appropriate. Il condizionamento di precisione ha assunto, quindi, una sua precisa connotazione, che lo distingue dal condizionamento di comfort. Queste pagine hanno lo scopo di fornire alcune informazioni di base sulle caratteristiche del condizionamento di precisione in contrapposizione al condizionamento CCAC, sulle sue principali applicazioni e sui supporti / servizi che RCGroup mette a disposizione. 5

6 2 CCAC vs. Comfort: le differenze fra le due tipologie di condizionamento in sei punti 2.1 Definizione Le differenze tra CCAC e comfort sono chiaramente evidenziate qui di seguito e indicano i target differenti delle due tipologie di condizionamento. CCAC Il condizionamento di precisione ha lo scopo di garantire il corretto funzionamento degli apparati elettronici e di altri apparati che emettono calore sensibile mantenendo e controllando, entro limiti molto ristretti, i seguenti parametri dell aria trattata: temperatura umidità relativa purezza. COMFORT Il condizionamento di comfort ha lo scopo di garantire il benessere delle persone che vivono/lavorano negli ambienti, mantenendo e controllando la temperatura dell aria trattata. Solo recentemente si sono affacciati sul mercato alcuni condizionatori che controllano l umidità relativa. 6

7 2.2 Principali applicazioni Qui si fornisce solo un elenco per confermare le differenze: descrizioni di dettaglio delle applicazioni più importanti del CCAC seguono nella pagine successive. CCAC Data Centre Centrali telefoniche Containers per telefonia mobile Sale quadri Sale di misura Sale radar Sale TAC Sale controllo COMFORT Abitazioni Uffici Ospedali Alberghi Centri commerciali Cinema e teatri Aeroporti Centri / sale congresso 2.3 Specifiche Le diverse esigenze/caratteristiche delle due tipologie di condizionamento sono qui riportate. CCAC Nessuna o limitata presenza di persone Carico termico : - sensibile : da 90 a 100% - latente : da 0 a 10% Operatività : H24; 365 gg/anno Controllo : Temperatura + Umidità Relativa Elevata efficienza di filtrazione (min. G4) Unità in stand-by richieste COMFORT Presenza di persone Carico termico : - sensibile : da 65 a 70% - latente : da 30 a 35% Operatività : h/g; 100 gg/anno (Europa) Controllo : solo Temperatura Nessuna richiesta particolare per la filtrazione Unità in stand-by non richieste 7

8 2.4 Caratteristiche generali condizionatori Le gamme dei condizionatori CCAC sono molto più ampie per versioni/configurazioni/dotazioni di accessori, e utilizzano sistemi di controllo più sofisticati CCAC Singolo e doppio circuito frigorifero Mandata dell aria dall alto / basso / a dislocamento Microprocessore sofisticato controllo su aria in mandata e ripresa Ampia disponibilità di accessori COMFORT Singolo circuito frigorifero Mandata dell aria dall alto Microprocessore con sole funzioni base controllo su aria in ripresa Ridotta disponibilità di accessori 2.5 Caratteristiche 26 C / 50%; 35 C A parità di capacità frigorifera totale il condizionatore di precisione presenta efficienze energetiche più elevate e potenze impegnate più basse: CCAC (mod.next.dx.o.s 082.P2 H7 RC Group) Capacità frigorifera TOTALE : 81,4 kw Capacità frigorifera SENSIBILE : 76,4 kw Rapporto sensibile/totale : SHR = 0,94 Potenza assorbita compressori : 19,1 kw Portata aria : m3/h Potenza assorbita ventilatori : 4,18 kw EER (su TOTALE) = 3,5 kw/kw EER (su SENSIBILE) = 3,3 kw/kw Temperatura aria OFF-COIL : 14,0 C COMFORT (concorrenza) Capacità frigorifera TOTALE : 85,4 kw Capacità frigorifera SENSIBILE : 55,4 kw Rapporto sensibile/totale : SHR = 0,65 Potenza assorbita compressori : 26,0 kw Portata aria : m3/h Potenza assorbita ventilatori : 3,00 kw EER (su TOTALE) = 2,94 kw/kw EER (su SENSIBILE) = 1,91 kw/kw Temperatura aria OFF-COIL : 9,5 C 8

9 2.6 Caratteristiche operative 26 C / 50%; 35 C A parità di capacità frigorifera sensibile il condizionatore di precisione presenta efficienze energetiche più elevate e potenze impegnate più basse CCAC (mod.next.dx.o.s 082.P2 H7 RC Group) Potenza frigorifera TOTALE : 59,7 kw Potenza frigorifera SENSIBILE : 53,2 kw Rapporto sensibile/totale : SHR = 0,89 Potenza assorbita compressori : 14,5 kw Portata aria : m3/h Potenza assorbita ventilatori : 2,52 kw EER (su TOTALE) = 3,5 kw/kw EER (su SENSIBILE) = 3,1 kw/kw Temperatura aria OFF-COIL : 13,3 C COMFORT (concorrenza) Potenza frigorifera TOTALE : 85,4 kw Potenza frigorifera SENSIBILE : 55,4 kw Rapporto sensibile/totale : SHR = 0,65 Potenza assorbita compressori : 26,0 kw Portata aria : m3/h Potenza assorbita ventilatori : 3,00 kw EER (su TOTALE) = 2,94 kw/kw EER (su SENSIBILE) = 1,91 kw/kw Temperatura aria OFF-COIL : 9,5 C IMPORTANTE Da quanto sopra risulta evidente che un condizionatore comfort non può essere proposto per applicazioni di condizionamento di precisione per le seguenti ragioni tecnicoeconomiche: Non idoneo al servizio pesante continuo 24h / 365 gg/anno Elevata deumidificazione, conseguenza del basso valore del rapporto sensibile/totale SHR. Ciò comporterebbe un azione di umidificazione per riportare l umidità relativa ai valori nominali con conseguenti costi energetici aggiuntivi. Basso valore di EER e conseguenti elevati costi energetici. Il vantaggio dovuto a un prezzo di acquisto più basso per un condizionatore comfort viene annullato dalle sue caratteristiche energetiche inferiori, in un breve lasso temporale, facilmente calcolabile come tempo di ritorno dell investimento. Esiste, inoltre, un costo occulto e molto difficile da quantificare in sede preventiva: quello derivante da eventuali fermi macchina, dal momento che i condizionatori comfort non sono idonei al servizio pesante e continuo richiesto dal condizionamento di precisione. 9

10 3 La principale applicazione del condizionamento di precisione: il Data Centre Il Data Centre rappresenta la principale e più diffusa applicazione del condizionamento di precisione. Dalla loro nascita a oggi abbiamo assistito al progressivo aumento della mole dei dati elaborati e al conseguente aumento di dimensioni e consumi di energia. La crisi, prima finanziaria, poi economica, verso la fine del primo decennio del XXI secolo ha portato, in drammatica evidenza, il problema delle efficienze energetiche e della sostenibilità ambientale. I gestori degli attuali Data Centre si sono dimostrati molto sensibili a tali argomenti e hanno trasmesso tali esigenze ai fornitori di apparecchiature tecnologiche. Il messaggio è stato recepito da tutta l industria: quella del condizionamento di precisione ha saputo trovare le risposte più adeguate alla richiesta di sistemi con efficienze energetiche sempre più elevate provenienti dai progettisti e dai gestori degli attuali Data Centre. Queste pagine hanno lo scopo di informare/aggiornare sullo stato dell arte della tecnologia, di fornire dettagli su metodi/indici/istituti di classificazione/certificazione e di offrire una panoramica dell offerta di prodotti e di sistemi RCGroup per gli attuali Data Centre a elevata efficienza. 3.1 Lo stato dell arte della tecnologia Dall inizio del XXI secolo, l industria ha messo a disposizione dei costruttori di sistemi di condizionamento dell aria e raffreddamento dei liquidi una generazione di componenti base che sfrutta a fondo l elettronica e/o le nuove tecnologie per lo scambio termico per massimizzare l efficienza energetica. Oggi tutti i sistemi di condizionamento RCGroup per i data centre utilizzano in maniera estensiva tali componenti. in dettaglio : ventilatori centrifughi senza coclea (plug fan) e assiali, tutti con motori brushless EC; compressori scroll con motori BLDC inverter; compressori centrifughi oil free a levitazione magnetica; batterie di scambio aria/refrigerante a micro canali; valvole termostatiche elettroniche; valvole acqua refrigerata a due vie; sistemi di controllo a microprocessore PID. Le elevate efficienze raggiunte dagli attuali sistemi di condizionamento RCGroup ne consentono l applicazione nei Data Centre di ultima generazione che richiedono: Controllo della capacità frigorifera sulla temperatura di mandata Le ultime generazioni degli apparati elettronici prevedono l ingresso dell aria fredda dal fronte e l uscita dell aria calda dal retro consentendo di generare corridoi caldi e freddi all interno del Data Centre, superando il precedente concetto che pretendeva di mantenere la temperatura uniforme in tutto l ambiente. Dal punto di vista del condizionamento, ciò significa garantire una temperatura costante dell aria di raffreddamento agli apparati, e da qui il controllo della temperatura dell aria in mandata, solitamente tra 20 C e 24 C, e accettare una temperatura dell aria di ritorno al condizionatore spesso superiore a 30 C o 35 C. La selezione della macchina va fatta considerando, innanzitutto, la portata d aria necessaria, e, una volta individuata la grandezza del mobile, si procede al calcolo col programma di selezione RC World. 10

11 I vantaggi, dal punto di vista energetico e economico, sono evidenti: i. condizionatori DX: possibilità di operare a temperature di evaporazione elevate con incremento di EER e conseguente riduzione della taglia di macchina; ii. condizionatori CW: possibilità di operare a temperature in/out acqua refrigerata più elevate con conseguente riduzione della taglia e aumento di EER del refrigeratore. I condizionatori RCGroup che garantiscono il controllo della temperatura dell aria in mandata sono: NEXT EVO DX INVERTER NEXT EVO CW COOLSIDE Tutte queste macchine sono equipaggiate con il nuovo sistema di controllo a microprocessore MP.EVO le cui principali funzioni sono: controllo della capacità frigorifera su set point di temperatura di mandata; controllo della velocità dei ventilatori su set point di temperatura aria di ritorno o pressione nel sottopavimento; calcolo del punto di rugiada sulla batteria di scambio termico; gestione seriale dei principali componenti. Figura 1 - Installazione con corridoi caldi e freddi e controllo su temperatura aria in mandata Condizioni termo-igrometriche estese Gli apparati elettronici di ultima generazione consentono di operare a condizioni di temperatura e umidità relativa molto meno restrittive che in passato. ASHRAE ha identificato 4 aree, da A1 a A4, che definiscono i nuovi limiti di temperatura e di umidità relativa ai quali gli apparati possono operare. Nelle attuali Data Halls sono richieste temperature di mandata aria di 22 C o 24 C e accettate temperature dell aria di ritorno sino a 35 C o 36 C (zona A3 del diagramma ASHRAE). Per quanto riguarda l acqua refrigerata, si assiste all incremento delle temperature e del deltat: oggi ci si trova di fronte a richieste di temperatura dell acqua in/out = 23 C/17 C, oppure in/out = 28 C/18 C col duplice risultato di: 11

12 a) incrementare il tempo di funzionamento in free-cooling, realizzato con sistemi packaged o anche con refrigeratori convenzionali in Classe A in serie o in by-pass a dry coolers adiabatici; b) ridurre la potenza assorbita dal sistema di pompaggio. Quanto sopra implica, talvolta, la ricircuitazione delle batterie ad acqua refrigerata che si trovano a operare con portata del fluido liquido inferiore a quella sino ad ora utilizzata. Figura 2 Diagramma psicrometrico con i campi climatici accettabili secondo ASHRAE Distribuzione uniforme del carico su tutte le macchine (Load Sharing) I motori elettrici EC (Electronically Commutated) o BLDC (BrushLess DC), che equipaggiano, sia ventilatori, sia compressori, hanno due caratteristiche comuni: 1. possibilità di seguire le variazioni del carico termico in maniera puntuale; 2. elevate efficienze energetiche ai carichi parziali. Quest ultimo punto ha cambiato in modo radicale il concetto di stand-by delle apparecchiature: non più alcune macchine al 100% e altre in stand-by, piuttosto, tutte la macchine in funzione a carico parziale. I seguenti sistemi RCGroup rappresentano la migliore soluzione per operazioni in load sharing : condizionatori NEXT EVO CW, NEXT EVO DX INV, COOLSIDE; refrigeratori UNICO & FRIGO TURBO; GLIDER & EAGLE FREE. I risparmi energetici ottenibili sono molto importanti, come dagli esempi riportati qui di seguito. 12

13 Figura 3 Attuale vs. nuova gestione dello stand-by Figura 4 Sistema tradizionale vs. load sharing Set point variabile col carico termico (Floating Set Point) Gli attuali sofisticati sistemi di controllo a microprocessore con logica PID consentono un monitoraggio del carico termico interno/temperatura aria esterna e modificano il set point del refrigeratore adattandolo alla variazione del carico stesso. Il vantaggio energetico economico risulta evidente, sia nella fase di star-up del Data Centre, non utilizzato a 100%, sia in presenza delle periodiche variazioni di carico una volta raggiunta la condizione di progetto. La compensazione del set-point è una funzione standard del microprocessore montato sui refrigeratori RCGroup Portata acqua variabile ai condizionatori Le valvole a due vie modulanti, previste di serie sui condizionatori ad acqua refrigerata di ultima generazione, consentono l utilizzo di pompe a portata variabile comandate da inverter e un conseguente risparmio energetico. I condizionatori RCGroup, equipaggiati con valvola acqua refrigerata a due vie, sono: NEXT EVO CW; 13

14 COOLSIDE CW Portata acqua variabile ai refrigeratori L abbinamento tra compressori comandati da inverter ed evaporatori allagati consente di sfatare il tabù della necessità di una portata d acqua sempre costante nel refrigeratore. Tali componenti, se supportati da un controllo a microprocessore di elevate prestazioni, garantiscono il più corretto funzionamento con una portata d acqua variabile tra il 50 e 110% e consentono due ordini di vantaggi : 1. risparmio energetico di pompaggio; 2. risparmio nell acquisto dei componenti e nella realizzazione dell impianto, in quanto la pompa è unica per primario e secondario e le utenze sono provviste di valvole a due vie anziché a tre vie. I refrigeratori RCGroup UNICO & FRIGO TURBO possono lavorare a portata d acqua variabile. 3.2 I fattori di scelta del sistema di condizionamento del Data Centre Sono molteplici i fattori che entrano in gioco nella scelta del sistema di condizionamento che garantisca un elevata flessibilità operativa, una migliore efficienza energetica e un ridotto tempo di ritorno dell investimento nel pieno rispetto dei livelli di affidabilità e disponibilità della classe TIER di riferimento. Elenchiamo qui di seguito i più importanti Carichi termici totali: determinano la scelta del sistema ad acqua refrigerata per carichi medio alti o alti (> 400 kw 500 kw); ad espansione diretta per carichi medio bassi o bassi (< 150 kw kw). Il confine tra l impiego dell acqua refrigerata o dell espansione diretta non è netto, e potrebbero verificarsi situazioni intermedie che impongono un attenta valutazione di entrambi Ripartizione e tipologia dei carichi termici determinano la scelta della tipologia del condizionatore: per installazione perimetrale, in caso di carichi distribuiti in maniera uniforme; per installazione in-row/in-rack in caso di hot spot Caratteristiche degli apparati determinano la scelta della distribuzione delle temperature all interno del locale: corridoi caldi/corridoi freddi, se gli apparati aspirano l aria fredda dal fronte e la espellono calda dal retro; installazione a specchio. In questo caso i condizionatori avranno il controllo della capacità frigorifera sulla temperatura dell aria in mandata; temperatura uniforme in tutto il locale, se gli apparati aspirano l aria fredda dal basso e mandano l aria calda verso l alto; installazione tradizionale. In questo caso i condizionatori avranno il controllo della capacità frigorifera sulla temperatura dell aria in ripresa Caratteristiche fisiche dei locali determinano la scelta delle caratteristiche fisico/geometriche dei condizionatori: 14

15 UNDER (mandata dell aria verso il basso), se è presente il pavimento sopraelevato; OVER (mandata dell aria verso l alto), se il pavimento sopraelevato non è presente e/o se è richiesta la mandata dell aria diretta in ambiente; DISPLACEMENT (mandata dell aria a dislocamento), se si prevedono carichi fortemente variabili e/o se si vogliono selezionare condizionatori a prescindere dalla presenza del pavimento sopraelevato Ubicazione geografica e caratteristiche climatiche del sito determinano la scelta delle caratteristiche energetiche del sistema: condizionatori o chillers con sezione/sistemi di free-cooling per installazioni in zone a clima freddo/continentale; condizionatori o chillers convenzionali per installazioni in zone a clima temperato/caldo. L analisi energetica diventa uno strumento fondamentale in tale decisione Caratteristiche e normative del sito determinano la scelta della caratteristiche delle unità interne ed esterne: condizionatori ambiente e refrigeratori condensati ad acqua nel caso sia possibile utilizzare l acqua quale fluido di smaltimento; refrigeratori condensati ad aria e condensatori/dry coolers ad aria in versione a bassa rumorosità nel caso di installazione in zone con normative acustiche restrittive Classificazione TIER e componentistica condizionatori e refrigeratori determinano la scelta della modalità operativa: load sharing (tutte le unità in funzione a carico parziale) se: ventilatori EC, compressori oil free a levitazione magnetica e compressori BLDC fanno parte della dotazione della macchina; tradizionale (alcune unità al 100% e altre ferme in stand-by) se le macchine sono equipaggiate con componenti tradizionali. 15

16 3.3 I lay-out interni del data centre Installazione perimetrale I condizionatori sono installati lungo le pareti all interno del Data Centre stesso o in corridoio/locale tecnico all esterno. Quest ultima soluzione viene utilizzata per potere effettuare le operazioni di ispezione e manutenzione senza entrare nel locale apparati. Figura 5 Installazione perimetrale con unità all interno del locale e in corridoio tecnico esterno Installazione in-row / in-rack I condizionatori sono installati tra un rack e l altro e mandano e riprendono l aria in un corridoio (in-row), o direttamente all interno del rack (in-rack). Figura 6 Installazioni in-row & in-rack 16

17 3.3.3 Corridoio caldo / corridoio freddo Gli apparati elettronici che aspirano l aria fredda dal fronte e espellono l aria calda dal retro consentono la creazione di corridoi caldi e corridoi freddi all interno del Data Centre rendendo non più necessaria una temperatura uniforme in tutto il locale. Figura 7 - Installazione corridoi caldi corridoi freddi Compartimentazione Chiusura del corridoio freddo con porte e coperture fra i racks per concentrare il freddo prodotto nel volume occupato dai racks. Figura 8 - Compartimentazione corridoio freddo 17

18 3.4 Indici / Classificazioni del Data Centre Indici PUE/DCiE L efficienza energetica di un data centre è definita dagli indici PUE/DCiE che rapportano la potenza totale installata nella infrastruttura (apparati IT + raffreddamento + protezione + back up + varie), con quella utilizzata dai soli apparati IT per l elaborazione dei dati e vice versa. PUE (Power Usage Effectiveness) = Efficacia di Utilizzo della Energia = Potenza Totale Infrastruttura/Potenza Apparati IT [kw/kw, in valore assoluto] DCiE (Data Centre Infrastructure Efficiency) = Efficienza della infrastruttura del Data Centre = Potenza Apparati IT / Potenza Totale Infrastruttura [kw/kw, in percentuale] Il valore iniziale di PUE/DCiE rappresenta un punteggio di riferimento dell efficienza energetica e identifica un ambiente di test sul quale ripetere le misurazioni successive. Confrontando i punteggi iniziali e quelli successivi, i responsabili dei data centre possono misurare il risultato di eventuali iniziative per il miglioramento della efficienza energetica e/o valutare gli indici energetici in determinate condizioni operative (PUE/DCIE parziali). In qualsiasi momento infatti si può confrontare la potenza utilizzata per i soli apparati IT con la potenza utilizzata dall infrastruttura. PUE = Potenza Totale Infrastruttura / Potenza Apparati IT DCiE = 1 / PUE = Potenza Apparati IT / Potenza Totale Infrastruttura Figura 9 - Power Usage Effectiveness - PUE (Source: Green Grid) - PUE = Potenza Totale Infrastruttura / Potenza Apparati IT - DCiE = Potenza Apparati IT / Potenza Totale Infrastruttura PUE DCiE Livello di Efficienza % Molto Basso % Basso % Medio % Elevato % Molto Elevato 18

19 Figura 10 - Suddivisione delle potenze impegnate in un Data Centre I sistemi di raffreddamento rappresentano oltre il 40% dei consumi e hanno un impatto decisivo sul livello di efficienza del data centre. Gli indici PUE/DCiE sono stati definiti da Green Grid, un consorzio con oltre 175 aziende IT associate in tutto il mondo che unisce gli sforzi dell industria globale per arrivare a una standardizzazione di sistemi di misura, processi, metodi e nuove tecnologie per migliorare l efficienza energetica nei data centre e negli ecosistemi del business computing. La mission di Green Grid, organizzazione non-profit, è pertanto quella di diventare l autorità mondiale nel campo dell utilizzo efficiente della energia, lavorando a stretto contatto con utilizzatori finali, fornitori di tecnologie e governi di tutto il mondo. Fra i metodi utilizzati per il raggiungimento di tale obbiettivo si ricordano la raccolta e l analisi dei dati, la valutazione delle tecnologie emergenti, l elaborazione di procedure per gli operatori. A oggi sono ancora tante le aziende che non hanno una strategia documentata per ridurre il consumo energetico nel data centre, anche se molti concordano sul fatto che i dati dei consumi energetici rappresentano sempre più una fonte di forte preoccupazione. 19

20 Per tutti, Green Grid mette a disposizione un forum in cui gli operatori IT si riuniscono per discutere le diverse opzioni che esistono per migliorare l efficienza delle risorse. Conclusioni e raccomandazioni da questi forum sono pubblicati su base regolare, e alcune decisioni di tale forum rappresentano ormai uno standard del settori. Oltre a PUE/DCiE, Green Grid sta sviluppando altri indici quali: Carbon Usage Effectiveness = Utilizzo Efficiente del Carbonio (CUE TM ), Water Usage Effectiveness = Utilizzo Efficiente dell Acqua (WUE TM ) Data Centre Productivity = Produttività Del Data Centre (DC Classificazione TIER Le caratteristiche progettuali e funzionali dell infrastruttura di un data centre sono univocamente definite dalla classificazione TIER, creata dall Uptime Institute e divenuta uno standard industriale. L Uptime Institute, fondato nel 1993, è stato un pioniere nel creare e favorire la formazione di una comunità di utenti finali ciascuno dei quali ha messo a disposizione le proprie conoscenze per migliorare l affidabilità e la disponibilità h24 nei Data Centre e nelle organizzazioni IT. Oggi, gli oltre 100 membri della rete Uptime Institute si scambiano informazioni/suggerimenti e, con Uptime Institute stesso, possono intervenire in conferenze, visite a siti, etc. riservate ai soli membri. Fra le attività di Uptime Institute, rivolte ad aziende e professionisti che operano nel data centre, ci sono: istruzione, pubblicazioni, seminari, certificazioni, consulenze. Uptime Institute ha sperimentato e continua a sviluppare numerose innovazioni che sono poi divenute standard nei Data Centre: lay-out corridoio caldo/corridoio freddo; parametri di misura per il calcolo energetico; modelli per il calcolo costi; specifiche per doppia alimentazione; classificazione TIER per la valutazione della affidabilità. Esistono nr. 4 classi TIER: TIER I: Data Centre con singole linee/reti di distribuzione rispettivamente una per Potenza Elettrica e una per Raffreddamento; nessun componente ridondante. Disponibilità: 99,671% ( h/anno di funzionamento senza interruzioni; down time: h/anno). TIER II: Data Centre con singole linee/reti di distribuzione rispettivamente per Potenza e Raffreddamento di cui una sola attiva; componenti ridondanti e possibilità di operazioni di manutenzione durante il funzionamento % Disponibilità: % ( h/anno di funzionamento senza interruzioni; down time: 1.58 h/anno). TIER III: Data Centre con linee/reti di distribuzione multiple rispettivamente per Potenza e Raffreddamento di cui una sola attiva; componenti ridondanti e possibilità di operazioni di manutenzione durante il funzionamento %. Disponibilità: % ( h/anno di funzionamento senza interruzioni; down time: 1.58 h/anno). TIER IV: Data Centre con linee/reti di distribuzione multiple rispettivamente per Potenza e Raffreddamento tutte attive e con componenti ridondanti. Possibilità di operazioni di manutenzione durante il funzionamento e tolleranza ai guasti. 20

21 Tutti i sistemi di raffreddamento, chillers e HVAC, avranno la doppia alimentazione. Disponibilità: % ( h/anno di funzionamento senza interruzioni: down time: 0.44 h/anno). CLASSE TIER I TIER II TIER III TIER IV Componenti attivi per il supporto del carico IT; Ridondanza N=needed; solo i componenti attivi necessari a supportare il carico IT; nessuna ridondanza N+1=needed +1 componente attivo oltre a quelli necessari a sopportare il carico IT, 1 componente ridondante. N+1=needed +1 componente attivo oltre a quelli necessari a sopportare il carico IT, 1 componente ridondante. N after any failure = disponibilità di tutti i componenti attivi necessari a supportare il carico IT dopo qualsiasi guasto Reti/sistemi di distribuzione per potenza & raffreddamento Singola rete/sistema Singola rete/sistema Doppia rete/sistema di cui una attiva, e la seconda in stand-by Doppia rete/sistema entrambe attive Manutenzione durante il funzionamento No No Sì Sì Tolleranza al singolo guasto No No No Sì Compartimentazio ne No No No Sì Raffreddamento continuo Secondo il carico termico Secondo il carico termico Secondo il carico termico sì (Classe A) Disponibilità 99,671% ( h/anno di funzionamento senza interruzioni) 99,741% ( h/anno di funzionamento senza interruzioni) 99,982% ( h/anno di funzionamento senza interruzioni) 99,995% ( h/anno di funzionamento senza interruzioni) Tempo di fermata h/anno h/anno 1.58 h/anno 0.44 h/anno 21

22 3.5 La proposta RC Group per il Data Centre a elevata efficienza Data Centre di dimensioni / carichi elevati Figura 11 Data Centre di grandi dimensioni La soluzione che garantisce le efficienze energetiche più elevate è rappresentata da un sistema ad acqua refrigerata costituito da: condizionatori ambiente serie NEXT EVO CW (6,2 kw 248 kw) con ventilatori EC, valvola acqua refrigerata a due vie, controllo su temperatura aria in mandata e in ripresa; refrigeratori con sezione di free-cooling serie GLIDER EVO FREE (288 kw 1339 kw) con ventilatori EC e compressori a vite con controllo capacità modulante, o refrigeratori UNICO TURBO FL (280 kw 1500 kw) con ventilatori EC, compressori centrifughi oil free a levitazione magnetica ed evaporatore allagato. Un analisi energetica è di supporto alla scelta del refrigeratore più idoneo. UNICO UNICO TURBO FL GLIDER EVO FREE CLA NEXT EVO CW 22

23 3.5.2 Data Centre di dimensioni / carichi medio bassi Figura 12 - Data Centre di medie dimensioni La soluzione che garantisce le efficienze energetiche più elevate è rappresentata da un sistema a espansione diretta costituito da: condizionatori ambiente condensati ad aria serie NEXT EVO DX INVERTER (7,3 kw 102 kw) con ventilatori EC e compressore scroll BLDC inverter, controllo su temperatura aria in mandata e in ripresa; condensatori remoti ad aria con ventilatori EC. Se le condizioni climatiche del sito lo consentono si possono ottenere efficienze energetiche ancora più elevate con un sistema ad espansione diretta con sezione di free-cooling costituito da: condizionatori ambiente condensati ad acqua serie NEXT EVO DW INVERTER (7,3kW 102kW) con sezione di FREE-COOLING, ventilatori EC e compressore scroll BLDC inverter, controllo su temperatura aria in mandata e in ripresa; dry coolers remoti ad aria con ventilatori EC; gruppo di pompaggio con valvola di free-cooling. NEXT EVO INVERTER DX / DW 23

CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING

CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING POTENZA FRIGORIFERA DA 4 A 26,8 kw ED.P 161 SF E K 98 FC La gamma di condizionatori

Dettagli

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro.

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro. C Caldaia L'unità centrale scambiatore termico-bruciatore destinata a trasmettere all'acqua il calore prodotto dalla combustione. v. Camera di combustione, Centrali termiche, Efficienza di un impianto

Dettagli

Impianti di climatizzazione

Impianti di climatizzazione Corso di IPIANTI TECNICI per l EDILIZIAl Impianti di climatizzazione Prof. Paolo ZAZZINI Dipartimento INGEO Università G. D Annunzio Pescara www.lft.unich.it IPIANTI DI CLIATIZZAZIONE Impianti di climatizzazione

Dettagli

Corso di Impianti Tecnici per l'edilizia - E. Moretti. Condizionamento CLASSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO

Corso di Impianti Tecnici per l'edilizia - E. Moretti. Condizionamento CLASSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO 1 Impianti di Climatizzazione e Condizionamento CLASSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO Premessa Gli impianti sono realizzati con lo scopo di mantenere all interno degli ambienti confinati condizioni

Dettagli

Cos è una. pompa di calore?

Cos è una. pompa di calore? Cos è una pompa di calore? !? La pompa di calore aria/acqua La pompa di calore (PDC) aria-acqua è una macchina in grado di trasferire energia termica (calore) dall aria esterna all acqua dell impianto

Dettagli

Le prestazioni delle pompe di calore: aspetti normativi e legislativi CENTRALI FRIGORIFERE NUOVE TECNOLOGIE E RISPARMIO ENERGETICO

Le prestazioni delle pompe di calore: aspetti normativi e legislativi CENTRALI FRIGORIFERE NUOVE TECNOLOGIE E RISPARMIO ENERGETICO CENTRALI FRIGORIFERE NUOVE TECNOLOGIE E RISPARMIO ENERGETICO Cagliari 8 maggio 2014 Prof. Ing. Carlo Bernardini SEER e SCOP Metodi di prova, valutazione a carico parziale e calcolo del rendimento stagionale

Dettagli

COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSM MAXI 7,5-10 - 15-20 HP

COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSM MAXI 7,5-10 - 15-20 HP LABORATORI INDUSTRIA COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSM MAXI HP SERVIZIO CLIENTI CSM Maxi la Gamma MAXI HP Una soluzione per ogni esigenza Versione su Basamento Particolarmente indicato per installazioni

Dettagli

REC HRA 350 UNITA' DI RECUPERO ATTIVA

REC HRA 350 UNITA' DI RECUPERO ATTIVA REC HRA 350 UNITA' DI RECUPERO ATTIVA Unita' di climatizzazione autonoma con recupero calore passivo efficienza di recupero > 50% e recupero di calore attivo riscaldamento, raffrescamento e ricambio aria

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata

Università di Roma Tor Vergata Università di Roma Tor Vergata Facoltà di Ingegneria Dipartimento di Ingegneria Industriale Corso di: TERMOTECNICA 1 IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE Ing. G. Bovesecchi gianluigi.bovesecchi@gmail.com 06-7259-7127

Dettagli

Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico

Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico Ventilconvettori Cassette Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico Se potessi avere il comfort ideale con metà dei consumi lo sceglieresti? I ventilconvettori Cassette SkyStar

Dettagli

Unità monoblocco aria - aria. Scroll : solo unità NE. modello 65 a 155 GAMMA LIMITI OPERATIVI. Batteria interna. Batteria esterna

Unità monoblocco aria - aria. Scroll : solo unità NE. modello 65 a 155 GAMMA LIMITI OPERATIVI. Batteria interna. Batteria esterna Unità monoblocco Potenza frigorifera: da 11 a 70.6 kw Potenza calorifica: da 11.7 a 75.2 kw Unità verticali compatte Ventilatori centrifughi Aspirazione e mandata canalizzate Gestione free-cooling con

Dettagli

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01 Ecoenergia I d e e d a i n s t a l l a r e Lo sviluppo sostenibile Per uno sviluppo energetico sostenibile, compatibile

Dettagli

APPROFONDIMENTI SUGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO

APPROFONDIMENTI SUGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO APPENDICE 2 APPROFONDIMENTI SUGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO ( a cura Ing. Emiliano Bronzino) CALCOLO DEI CARICHI TERMICI A titolo di esempio verrà presentato il calcolo automatico dei carichi termici

Dettagli

Il lavoro effettuato dalla pompa di calore non produce calore, ma lo muove

Il lavoro effettuato dalla pompa di calore non produce calore, ma lo muove La pompa di calore Definizioni La pompa di calore è una macchina in grado di trasferire energia da una sorgente a temperatura più bassa ad un utilizzatore a temperatura più alta, tramite la fornitura di

Dettagli

Il Data Center è al centro di ogni strategia IT. È una strategia complessa, decisa da esigenze di spazio fisico, dati, limiti delle reti,

Il Data Center è al centro di ogni strategia IT. È una strategia complessa, decisa da esigenze di spazio fisico, dati, limiti delle reti, Data Center ELMEC Il Data Center è al centro di ogni strategia IT. È una strategia complessa, decisa da esigenze di spazio fisico, dati, limiti delle reti, alimentazione e condizionamento. Con il nuovo

Dettagli

Intelligenza fin nell'ultimo dettaglio

Intelligenza fin nell'ultimo dettaglio Intelligenza fin nell'ultimo dettaglio «La questione non è ciò che guardate, bensì ciò che vedete.» Henry David Thoreau, scrittore e filosofo statunitense Noi mettiamo in discussione l'esistente. Voi usufruite

Dettagli

Sistemi SET FREE 5-8 - 10-16 - 20 -

Sistemi SET FREE 5-8 - 10-16 - 20 - Sistemi SET FREE 5-8 - 10-16 - 20 - La gaa più completa di Sistemi VRF Esclusivo compressore HITACHI SCROLL ad Alta Pressione, garanzia di elevata resa e grande affidabilità nel tempo Scambiatori di calore

Dettagli

Relazione specialistica

Relazione specialistica Relazione specialistica Dipl.-Ing. Hardy Ernst Dipl.-Wirtschaftsing. (FH), Dipl.-Informationswirt (FH) Markus Tuffner, Bosch Industriekessel GmbH Basi di progettazione per una generazione ottimale di vapore

Dettagli

GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA

GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA 1 Specifiche tecniche WFC-SC 10, 20 & 30 Ver. 03.04 SERIE WFC-SC. SEZIONE 1: SPECIFICHE TECNICHE 1 Indice Ver. 03.04 1. Informazioni generali Pagina 1.1 Designazione

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI LINEE D INDIRIZZO PER LA VALUTAZIONE DEI RISCHI CORRELATI ALL INSTALLAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOTAICI SU EDIFICI DESTINATI

Dettagli

Sistemi di trattamento aria per impianti radianti

Sistemi di trattamento aria per impianti radianti Sistemi di trattamento aria per impianti radianti Da trent anni lavoriamo in un clima ideale. Un clima che ci ha portato ad essere leader in Italia nel riscaldamento e raffrescamento radianti e ad ottenere,

Dettagli

NUOVA DIRETTIVA ECODESIGN. Costruire il futuro. Per climatizzatori per uso domestico fino a 12kW (Lotto 10)

NUOVA DIRETTIVA ECODESIGN. Costruire il futuro. Per climatizzatori per uso domestico fino a 12kW (Lotto 10) NUOVA DIRETTIVA ECODESIGN Costruire il futuro Per climatizzatori per uso domestico fino a 12kW (Lotto 10) 1 indice Obiettivi dell Unione Europea 04 La direttiva nel contesto della certificazione CE 05

Dettagli

Corso di energetica degli edifici. Impianti per il riscaldamento ambientale. Impianti di climatizzazione

Corso di energetica degli edifici. Impianti per il riscaldamento ambientale. Impianti di climatizzazione Corso di energetica degli edifici 1 Impianti di climatizzazione 2 Obiettivo di un impianto di climatizzazione destinato agli usi civili è quello di mantenere e realizzare, nel corso di tutto l anno ed

Dettagli

ELEMENTII DII TECNIICA DEL CONTROLLO AMBIIENTALE. ISTITUTO UNIVERSITARIO DI ARCHITETTURA DI VENEZIA Laboratori di Progettazione Architettonica

ELEMENTII DII TECNIICA DEL CONTROLLO AMBIIENTALE. ISTITUTO UNIVERSITARIO DI ARCHITETTURA DI VENEZIA Laboratori di Progettazione Architettonica ISTITUTO UNIVERSITARIO DI ARCHITETTURA DI VENEZIA Laboratori di Progettazione Architettonica ELEMENTII DII TECNIICA DEL CONTROLLO AMBIIENTALE PROF.. GIIANCARLO ROSSII PARTE SECONDA 1 INTRODUZIONE TIPOLOGIE

Dettagli

AMBRA. Unità di recupero calore con circuito frigorifero integrato

AMBRA. Unità di recupero calore con circuito frigorifero integrato Ventilatori Unità trattamento aria Diffusori Antincendio Veli d aria e prodotti per il riscaldamento Ventilazione per galleria AMBRA Unità di recupero calore con circuito frigorifero integrato Systemair

Dettagli

L efficienza energetica dei condizionatori d aria da quest anno ha nuove direttive.

L efficienza energetica dei condizionatori d aria da quest anno ha nuove direttive. L efficienza energetica dei condizionatori d aria da quest anno ha nuove direttive. Un testo della redazione di Electro Online, il tuo esperto online. Data: 19/03/2013 Nuove regole per i condizionatori

Dettagli

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con gestione remota tramite APP IT 01. Ecoenergia. Idee da installare

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con gestione remota tramite APP IT 01. Ecoenergia. Idee da installare ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con gestione remota tramite APP IT 01 Ecoenergia Idee da installare La pompa di calore Eco Hot Water TEMP La pompa di calore a basamento Eco Hot

Dettagli

Opere di ristrutturazione edilizia e risanamento conservativo - variante essenziale relative all'immobile sito in via Millelire n 10/c - Milano

Opere di ristrutturazione edilizia e risanamento conservativo - variante essenziale relative all'immobile sito in via Millelire n 10/c - Milano Comune di MILANO Provincia di MILANO Regione LOMBARDIA RELAZIONE TECNICA Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico Deliberazione Giunta Regionale 22 dicembre 2008

Dettagli

Recuperatore di calore compatto CRE-R. pag. E-22

Recuperatore di calore compatto CRE-R. pag. E-22 pag. E- Descrizione Recuperatore di calore compatto con configurazione attacchi fissa (disponibili 8 varianti. Cassa autoportante a limitato sviluppo verticale con accesso laterale per operazioni d ispezione/manutenzione.

Dettagli

SVILUPPO SOSTENIBILE L ETICHETTA ENERGETICA

SVILUPPO SOSTENIBILE L ETICHETTA ENERGETICA SVILUPPO SOSTENIBILE L ETICHETTA ENERGETICA 24 2 Sommario Perché questo opuscolo 3 Il benessere sostenibile e i consumi delle famiglie italiane 4 Le etichette energetiche 5 La scheda di prodotto 9 L etichetta

Dettagli

Sistemi di climatizzazione ad acqua per interni

Sistemi di climatizzazione ad acqua per interni PANORAMICA Sistemi di climatizzazione ad acqua per interni Flessibilità, regolazione su richiesta ed efficienza energetica con i sistemi di climatizzazione ad acqua per interni di Swegon www.swegon.com

Dettagli

Valvole di zona Serie 571T, 560T, 561T Attuatore elettrotermico Serie 580T

Valvole di zona Serie 571T, 560T, 561T Attuatore elettrotermico Serie 580T Valvole di zona Serie 571T, 560T, 561T Attuatore elettrotermico Serie 580T 02F051 571T 560T 561T 566T 565T 531T 580T Caratteristiche principali: Comando funzionamento manuale/automatico esterno Microinterruttore

Dettagli

ROTEX HPSU Flex Type Sistema di climatizzazione annuale flessibile e innovativo

ROTEX HPSU Flex Type Sistema di climatizzazione annuale flessibile e innovativo ROTEX HPSU Flex Type Pompe di calore per edifici nuovi e per la ristrutturazione. ROTEX HPSU Flex Type Sistema di climatizzazione annuale flessibile e innovativo HPSU Flex Type: la soluzione di climatizzazione

Dettagli

TIPI E CLASSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE

TIPI E CLASSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE li TIPI E CLASSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE impianti di climatizzazione, in genere vengono classificati in base ai fluidi che vengono impiegati per controbilanciare sia il carico termico

Dettagli

Cooling your industry, optimising your process.

Cooling your industry, optimising your process. Refrigeratori di liquido industriali condensati ad aria con compressori scroll in R40A Potenza frigorifera 7 66 kw Cooling your industry, optimising your process. Frutto della trentennale esperienza di

Dettagli

L impianto di trigenerazione del Policlinico di Modena: le motivazioni delle scelte progettuali dal punto di vista dell Energy Manager

L impianto di trigenerazione del Policlinico di Modena: le motivazioni delle scelte progettuali dal punto di vista dell Energy Manager Workshop Tecnico Efficientamento energetico nelle strutture ospedaliere e residenziali sanitarie Area Science Park Padriciano, Trieste 29 aprile 2015 L impianto di trigenerazione del Policlinico di Modena:

Dettagli

/ * " 6 7 -" 1< " *,Ê ½, /, "6, /, Ê, 9Ê -" 1/ " - ÜÜÜ Ìi «V Ì

/ *  6 7 - 1<  *,Ê ½, /, 6, /, Ê, 9Ê - 1/  - ÜÜÜ Ìi «V Ì LA TRASMISSIONE DEL CALORE GENERALITÀ 16a Allorché si abbiano due corpi a differenti temperature, la temperatura del corpo più caldo diminuisce, mentre la temperatura di quello più freddo aumenta. La progressiva

Dettagli

PAGLIARDINIASSOCIATI. SistemaVMF. Sistema Integrato VMF Tutta l idronica ai tuoi comandi

PAGLIARDINIASSOCIATI. SistemaVMF. Sistema Integrato VMF Tutta l idronica ai tuoi comandi PAGLIARDINIASSOCIATI * SistemaVMF Sistema Integrato VMF Tutta l idronica ai tuoi comandi Sommario VMF. Sistema Variable Multi Flow...3 Componenti principali del sistema VMF...5 Ventilconvettori con nuovi

Dettagli

Vetro e risparmio energetico Controllo solare. Bollettino tecnico

Vetro e risparmio energetico Controllo solare. Bollettino tecnico Vetro e risparmio energetico Controllo solare Bollettino tecnico Introduzione Oltre a consentire l ingresso di luce e a permettere la visione verso l esterno, le finestre lasciano entrare anche la radiazione

Dettagli

LIBRETTO DI CENTRALE

LIBRETTO DI CENTRALE 1 LIBRETTO DI CENTRALE OBBLIGATORIO PER GLI IMPIANTI TERMICI CON POTENZA TERMICA DEL FOCOLARE NOMINALE SUPERIORE O UGUALE A 35 kw (ART. 11, COMMA 9, DPR 26 AGOSTO 1993, N 412) Conforme al modello pubblicato

Dettagli

Progettista(i) degli impianti termici e dell isolamento termico dell'edificio

Progettista(i) degli impianti termici e dell isolamento termico dell'edificio ALLEGATO E (Allegato I, comma 15) RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL'ARTICOLO 28 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991, N. 10, ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA DI CONTENIMENTO DEL CONSUMO ENERGETICO

Dettagli

MINI-ESCAVATORE. ViO20-4. 2230/2335 kg. Call for Yanmar solutions

MINI-ESCAVATORE. ViO20-4. 2230/2335 kg. Call for Yanmar solutions MINI-ESCAVATORE 2230/2335 kg Call for Yanmar solutions COMPATTEZZA Il è un mini-escavatore con sporgenza posteriore realmente nulla. Il contrappeso e la parte posteriore del telaio superiore della macchina

Dettagli

Elegant ECM. La serie è composta da 12 modelli: la versione RE-ECM, Condizionatore Pensile

Elegant ECM. La serie è composta da 12 modelli: la versione RE-ECM, Condizionatore Pensile Elegant ECM Condizionatore Pensile I condizionatori Elegant ECM Sabiana permettono, con costi molto contenuti, di riscaldare e raffrescare piccoli e medi ambienti, quali negozi, sale di esposizione, autorimesse,

Dettagli

Acqua. Calda. Gratis. La nuova generazione di sistemi solari compatti con un design unico

Acqua. Calda. Gratis. La nuova generazione di sistemi solari compatti con un design unico Acqua. Calda. Gratis. La nuova generazione di sistemi solari compatti con un design unico Acqua. Calda. Gratis. Questa è la visione di Solcrafte per il futuro. La tendenza in aumento ininterrotto, dei

Dettagli

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica Alessandro Clerici Presidente FAST e Presidente Onorario WEC Italia Premessa La popolazione mondiale è ora di 6,7 miliardi

Dettagli

Diffusione dell aria nei musei

Diffusione dell aria nei musei L AggiornamentoMonografico diffusione aria Diffusione dell aria nei musei I più recenti progetti internazionali in campo museale, firmati dalle gradi star dell architettura, vedono l impiego di due soluzioni

Dettagli

trattamento aria PORTATA ARIA DA 1.100 A 124.000 m 3 /h

trattamento aria PORTATA ARIA DA 1.100 A 124.000 m 3 /h unità trattamento aria PORTATA ARIA DA 1.100 A 124.000 m 3 /h CHI SIAMO Con più di 80 anni di esperienza al suo attivo, Daikin è leader affermato di fama mondiale nella produzione di sistemi di condizionamento

Dettagli

direttiva [ ecodesign ]

direttiva [ ecodesign ] Nuova direttiva [ ecodesign ] Direttiva 2009/125/EC A partire dal 01/01/2013, le importazioni di prodotti a bassa efficienza energetica SEER e SCOP saranno vietate in Europa La nuova direttiva è stata

Dettagli

Unità 12. La corrente elettrica

Unità 12. La corrente elettrica Unità 12 La corrente elettrica L elettricità risiede nell atomo Modello dell atomo: al centro c è il nucleo formato da protoni e neutroni ben legati tra di loro; in orbita intorno al nucleo si trovano

Dettagli

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS SISTEMI DI RECUPERO RESIDENZIALE HOME RECOVERY SYSTEMS RECUPERO DI CALORE AD ALTA EFFICIENZA HIGH EFFICIENCY HEAT RECOVERY VENTILAZIONE A BASSO CONSUMO LOW ENERGY VENTILATION SISTEMI DI RICAMBIO CONTROLLATO

Dettagli

Il presente decreto sara' pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.

Il presente decreto sara' pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana. DM 13/12/93 APPROVAZIONE DEI MODELLI TIPO PER LA COMPILAZIONE DELLA RELAZIONE TECNICA DI CUI ALL'ART. 28 DELLA LEGGE 9 GENNAIO 1991 N. 10, ATTESTANTE LA RISPONDENZA ALLE PRESCRIZIONI IN MATERIA DI CONTENIMENTO

Dettagli

Pompe di calore per la climatizzazione

Pompe di calore per la climatizzazione SPECIALE TECNICO Pompe di calore per la climatizzazione CO.AER CO.AER - Associazione Costruttori di Apparecchiature ed Impianti per la climatizzazione e le pompe di calore SPONSOR www.carel.com www.robur.it

Dettagli

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale CIRCOLAZIONE NATURALE NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale 1964 2014 Immergas. Una lunga storia alle spalle, insegna a guardare in avanti. Il 5 febbraio del 1964, Immergas nasceva dal

Dettagli

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa Testi informativi sugli interventi e gli incentivi statali in materia di eco-efficienza industriale per la pubblicazione sul sito web di Unioncamere Campania. I testi sono così divisi: HOME EFFICIENTAMENTO

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM NET V: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

Sez 2a - FUNZIONAMENTO e CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE

Sez 2a - FUNZIONAMENTO e CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE Sez 2a - FUNZIONAMENTO e CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE 26 MARZO 2014 dalle ore 14.30 alle ore 17.30 c/o Museo della Tecnica Elettrica Via Ferrata 3 27100 Pavia La soluzione Rete Picchi Cali di tensione Armoniche?

Dettagli

Cuscinetti SKF con Solid Oil

Cuscinetti SKF con Solid Oil Cuscinetti SKF con Solid Oil La terza alternativa per la lubrificazione The Power of Knowledge Engineering Cuscinetti SKF con Solid Oil la terza alternativa di lubrificazione Esistono tre metodi per erogare

Dettagli

In collaborazione con. Sistema FAR Echo. Sistema FAR ECHO

In collaborazione con. Sistema FAR Echo. Sistema FAR ECHO In collaborazione con Sistema FAR ECHO 1 Sistema FAR ECHO Gestione intelligente delle informazioni energetiche di un edificio Tecnologie innovative e metodi di misura, contabilizzazione, monitoraggio e

Dettagli

Impianto elettrico nelle applicazioni aeronautiche. ITIS Ferentino Trasporti e Logistica Costruzione del Mezzo Aeronautico

Impianto elettrico nelle applicazioni aeronautiche. ITIS Ferentino Trasporti e Logistica Costruzione del Mezzo Aeronautico Impianto elettrico nelle applicazioni aeronautiche ITIS Ferentino Trasporti e Logistica Costruzione del Mezzo Aeronautico prof. Gianluca Venturi Indice generale Richiami delle leggi principali...2 La prima

Dettagli

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W AC Anywhere Inverter (prodotto di classe II) Manuale utente F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W Leggere attentamente le istruzioni riguardanti l installazione e l utilizzo prima di utilizzare

Dettagli

MBC-300-SE MBC-700-SE MBC-1200-SE MBC-300-N MBC-700-N

MBC-300-SE MBC-700-SE MBC-1200-SE MBC-300-N MBC-700-N GasMultiBloc Combinato per regolazione e sicurezza Servoregolatore di pressione MBC-300-SE MBC-700-SE MBC-10-SE MBC-300-N MBC-700-N 7.01 Max. pressione di esercizio 3 mbar (36 kpa) forma compatta grande

Dettagli

LA CORRETTA SCELTA DI UN IMPIANTO PER LA TEMPRA AD INDUZIONE Come calcolare la potenza necessaria

LA CORRETTA SCELTA DI UN IMPIANTO PER LA TEMPRA AD INDUZIONE Come calcolare la potenza necessaria LA CORRETTA SCELTA DI UN IMPIANTO PER LA TEMPRA AD INDUZIONE Come calcolare la potenza necessaria Quale frequenza di lavoro scegliere Geometria del pezzo da trattare e sue caratteristiche elettromagnetiche

Dettagli

Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche

Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche tradizionali. Il principo dell uso è di deviare energie

Dettagli

LA NORMA LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL LIBRETTO D IMPIANTO LA REGOLA

LA NORMA LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL LIBRETTO D IMPIANTO LA REGOLA LA NORMA LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL LIBRETTO D IMPIANTO LA REGOLA 2004 INDICE Libretto di impianto pag. 3 Scheda 1 4 Scheda 2 5 Scheda 3 6 Scheda 4 7 Scheda 5 9 Scheda 6 10 Scheda 7 11 Scheda

Dettagli

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES LIMITED WARRANTY PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES Sistem Cube La centrale Sistem Cube è una soluzione geniale per tutti gli spazi ridotti. Compattezza, razionalità e potenza la rendono adatta

Dettagli

Ing. Raffaele Merola Engineering Environmental Technologies - Energy from biomass PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA SYNGAS DA BIOMASSA

Ing. Raffaele Merola Engineering Environmental Technologies - Energy from biomass PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA SYNGAS DA BIOMASSA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA SYNGAS DA BIOMASSA 1 PRESENTAZIONE GENERALE 1. GENERALITÀ La presente relazione è relativa alla realizzazione di un nuovo impianto di produzione di energia elettrica.

Dettagli

Legionella pneumophila: impianti e punti a maggior rischio di colonizzazione e tecniche di prevenzione

Legionella pneumophila: impianti e punti a maggior rischio di colonizzazione e tecniche di prevenzione «Ispezione tecnica: l analisi degli impianti aeraulici» Legionella pneumophila: impianti e punti a maggior rischio di colonizzazione e tecniche di prevenzione Cillichemie Italiana Dott. Marco D Ambrosio

Dettagli

Unità fan coil. Dati Tecnici EEDIT12-400

Unità fan coil. Dati Tecnici EEDIT12-400 Unità fan coil Dati Tecnici EEDIT12-400 FWL-DAT FWM-DAT FWV-DAT FWL-DAF FWM-DAF FWV-DAF Unità fan coil Dati Tecnici EEDIT12-400 FWL-DAT FWM-DAT FWV-DAT FWL-DAF FWM-DAF FWV-DAF Indice Indice Unità tipo

Dettagli

MOTORI ELETTRICI IN CORRENTE CONTINUA. Catalogo Tecnico

MOTORI ELETTRICI IN CORRENTE CONTINUA. Catalogo Tecnico MOTORI ELETTRICI IN CORRENTE CONTINUA Catalogo Tecnico Aprile 21 L azienda Brevini Fluid Power è stata costituita nel 23 a Reggio Emilia dove mantiene la sua sede centrale. Brevini Fluid Power produce

Dettagli

Guida alla Cogenerazione ad Alto Rendimento CAR

Guida alla Cogenerazione ad Alto Rendimento CAR Guida alla Cogenerazione ad Alto Rendimento CAR Edizione n.1 Marzo 2012 - 1 - INDICE GENERALE 1 Premessa... - 7-2 Cogenerazione ad Alto Rendimento (CAR)... - 8-2.1 Principi generali della... - 8 - Box:

Dettagli

CALEFFI. Valvola di scarico termico con reintegro incorporato. serie 544 01058/09. sostituisce dp 01058/07. Funzione

CALEFFI. Valvola di scarico termico con reintegro incorporato. serie 544 01058/09. sostituisce dp 01058/07. Funzione Valvola di scarico termico con reintegro incorporato serie 544 R EGI STERED BS EN ISO 9001:2000 Cert. n FM 21654 UNI EN ISO 9001:2000 Cert. n 0003 CALEFFI 01058/09 sostituisce dp 01058/07 Funzione La valvola

Dettagli

Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H

Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H 1. Aria compressa e attacco idraulico Fluido in pressione Azionamento Aria compressa,

Dettagli

Idrogeno - Applicazioni

Idrogeno - Applicazioni Idrogeno - Applicazioni L idrogeno non è una fonte di energia, bensì un mezzo per accumularla, un portatore di energia che potrà cambiare in futuro molti settori della nostra vita e, con la cella a combustibile,

Dettagli

Termometri portatili. Temp 16 RTD Basic. Temp 10 K Basic Per sonde a termocoppia K. Temp 6 Basic

Termometri portatili. Temp 16 RTD Basic. Temp 10 K Basic Per sonde a termocoppia K. Temp 6 Basic Temp 360 Professional Datalogger, per sonde Pt100 RTD - 0,01 C Temp 300 Professional Datalogger, a doppio canale, per sonde a termocoppia K, T, J, B, R, E, S, N Temp 16 RTD Basic Per sonde Pt100 RTD Temp

Dettagli

Cos è uno scaricatore di condensa?

Cos è uno scaricatore di condensa? Cos è uno scaricatore di condensa? Una valvola automatica di controllo dello scarico di condensa usata in un sistema a vapore Perchè si usa uno scaricatore di condensa? Per eliminare la condensa ed i gas

Dettagli

IMPIANTI ELETTRICI CIVILI

IMPIANTI ELETTRICI CIVILI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FIRENZE Facoltà di Architettura Corso di Fisica Tecnica Ambientale Prof. F. Sciurpi - Prof. S. Secchi A.A. A 2011-20122012 IMPIANTI ELETTRICI CIVILI Per. Ind. Luca Baglioni Dott.

Dettagli

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Marco Citterio, Gaetano Fasano Report RSE/2009/165 Ente per le Nuove tecnologie,

Dettagli

Le pompe di calore II

Le pompe di calore II Le pompe di calore II G.L. Morini Laboratorio di Termotecnica Dipartimento di Ingegneria Energetica, Nucleare e del Controllo Ambientale Viale Risorgimento 2, 40136 Bologna COP medio effettivo: SCOP COP

Dettagli

Unità per sistemi a 4 tubi con smaltimento ad aria e ad acqua, con compressori scroll, vite e vite inverter, da 36 a 924 kw.

Unità per sistemi a 4 tubi con smaltimento ad aria e ad acqua, con compressori scroll, vite e vite inverter, da 36 a 924 kw. Unità per sistemi a 4 tubi con smaltimento ad aria e ad acqua, con compressori scroll, vite e vite inverter, da 36 a 924 kw. 2 l 3 Moderni edifici polifunzionali, centri coerciali, grandi complessi direzionali,

Dettagli

LE FONTI ENERGETICHE.

LE FONTI ENERGETICHE. LE FONTI ENERGETICHE. Il problema La maggior parte dell'energia delle fonti non rinnovabili è costituita dai combustibili fossili quali carbone, petrolio e gas naturale che ricoprono l'80% del fabbisogno

Dettagli

COMPANY PROFILE. Facility management Energy services Engineering General Contracting. FSI Servizi Integrati S.r.l. Settembre 13

COMPANY PROFILE. Facility management Energy services Engineering General Contracting. FSI Servizi Integrati S.r.l. Settembre 13 Facility management Energy services Engineering General Contracting COMPANY PROFILE Settembre 13 20834 Nova Milanese (MB) 1. Storia e mission FSI Servizi Integrati è una società di servizi giovane, di

Dettagli

Meteo Varese Moti verticali dell aria

Meteo Varese Moti verticali dell aria Movimento verticale dell aria Le masse d aria si spostano prevalentemente lungo direzioni orizzontali a seguito delle variazioni della pressione atmosferica. I movimenti più importanti sono però quelli

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA E CONTO TERMICO. Efficienza energetica e Certificati Bianchi. Maurizio Fauri

EFFICIENZA ENERGETICA E CONTO TERMICO. Efficienza energetica e Certificati Bianchi. Maurizio Fauri Mercoledì 22 gennaio 2014 Sala Rosa del palazzo della Regione Piazza Dante - Trento EFFICIENZA ENERGETICA E CONTO TERMICO Maurizio Fauri Efficienza energetica e Certificati Bianchi Introduzione Anomalie

Dettagli

Wolly 2 EDILIZIA VERTICALE

Wolly 2 EDILIZIA VERTICALE LIMITED WARRANTY EDILIZIA VERTICALE Wolly 2 La centrale che per la sua versatilità di installazione ha rivoluzionato il concetto di aspirapolvere centralizzato, consentendo la sua installazione anche nei

Dettagli

Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici

Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici RISCALDATORI DI ACQUA IBRIDI LOGITEX LX AC, LX AC/M, LX AC/M+K Gamma di modelli invenzione brevettata Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici Catalogo dei prodotti Riscaldatore dell acqua Logitex

Dettagli

Riscaldare con il calore naturale

Riscaldare con il calore naturale Riscaldare con il calore naturale 2/3 Pompe di calore: riscaldare e raffrescare con il calore naturale L obiettivo di questo documento è fornire una panoramica completa sulle possibilità di riscaldare

Dettagli

SOLARE AEROVOLTAICO. R-Volt. L energia fronte-retro. www.systovi.com FABBRICATO IN FRANCIA

SOLARE AEROVOLTAICO. R-Volt. L energia fronte-retro. www.systovi.com FABBRICATO IN FRANCIA SOLARE AEROVOLTAICO L energia fronte-retro www.systovi.com FABBRICATO IN FRANCIA SISTEMA BREVETTATO IL PUNTO DI RIFERIMENTO PER IL RISPARMIO ENERGETICO E IL COMFORT TERMICO Effetto fronte-retro Recupero

Dettagli

Carisma CRC-ECM. Prevede 5 grandezze (da 115 a 1395 m 3 /h) È la serie con il minor consumo elettrico in rapporto alle prestazioni,

Carisma CRC-ECM. Prevede 5 grandezze (da 115 a 1395 m 3 /h) È la serie con il minor consumo elettrico in rapporto alle prestazioni, Ventilconvettore Centrifugo con Motore Elettronico e Inverter Prevede 5 grandezze (da 115 a 1395 m 3 /h) e 5 versioni (a parete e a soffitto, in vista e da incasso), ciascuna dotata di batterie di scambio

Dettagli

Il vapor saturo e la sua pressione

Il vapor saturo e la sua pressione Il vapor saturo e la sua pressione Evaporazione = fuga di molecole veloci dalla superficie di un liquido Alla temperatura T, energia cinetica di traslazione media 3/2 K B T Le molecole più veloci sfuggono

Dettagli

UNI 10389. Generatori di calore Misurazione in opera del rendimento di combustione

UNI 10389. Generatori di calore Misurazione in opera del rendimento di combustione UNI 10389 Generatori di calore Misurazione in opera del rendimento di combustione 1. Scopo e campo di applicazione La presente norma prescrive le procedure per la misurazione in opera del rendimento di

Dettagli

U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA

U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA Mod. 6 Applicazioni dei sistemi di controllo 6.2.1 - Generalità 6.2.2 - Scelta del convertitore di frequenza (Inverter) 6.2.3 - Confronto

Dettagli

L ECO-UFFICIO. Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio

L ECO-UFFICIO. Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio Comune di Udine L ECO-UFFICIO Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio Efficienza energetica: di necessità virtù L efficienza energetica non è semplice risparmio: è riduzione del consumo di

Dettagli

Impianti di pressurizzazione Alimentazione idrica Industria Edilizia Lavaggi

Impianti di pressurizzazione Alimentazione idrica Industria Edilizia Lavaggi NOCCHI CPS Facile da installare, Basso consumo energetico, Dimensioni compatte CPS è un dispositivo elettronico in grado di variare la frequenza di un elettropompa. Integrato direttamente sul motore permette

Dettagli

QUALITÀ E TRATTAMENTO DELL ACQUA DEL CIRCUITO CHIUSO

QUALITÀ E TRATTAMENTO DELL ACQUA DEL CIRCUITO CHIUSO QUALITÀ E TRATTAMENTO DELL ACQUA DEL CIRCUITO CHIUSO (PARTE 1) FOCUS TECNICO Gli impianti di riscaldamento sono spesso soggetti a inconvenienti quali depositi e incrostazioni, perdita di efficienza nello

Dettagli

Concetti di base sulla CORRENTE ELETTRICA

Concetti di base sulla CORRENTE ELETTRICA Concetti di base sulla CORRENTE ELETTRICA Argomenti principali Concetti fondamentali sull'atomo, conduttori elettrici, campo elettrico, generatore elettrico Concetto di circuito elettrico (generatore-carico)

Dettagli

Sistemi di climatizzazione ad acqua per interni

Sistemi di climatizzazione ad acqua per interni PANORAMICA Sistemi di climatizzazione ad acqua per interni Flessibilità, regolazione su richiesta ed efficienza energetica con i sistemi di climatizzazione ad acqua per interni di Swegon www.swegon.com

Dettagli

Serie. Genio Tecnic. Moduli termici a premiscelazione a condensazione. Emissioni di NOx in classe V

Serie. Genio Tecnic. Moduli termici a premiscelazione a condensazione. Emissioni di NOx in classe V Serie Genio Tecnic Moduli termici a premiscelazione a condensazione Emissioni di NOx in classe V Serie Genio tecnic Vantaggi Sicurezza Generatore totalmente stagno rispetto all ambiente. Progressiva riduzione

Dettagli

Carisma Coanda CCN Carisma Coanda CCN-ECM NOVITÀ. Ventilconvettore Cassette ad una via. a basso consumo energetico. Motori ECM.

Carisma Coanda CCN Carisma Coanda CCN-ECM NOVITÀ. Ventilconvettore Cassette ad una via. a basso consumo energetico. Motori ECM. NOVITÀ Motori ECM a basso consumo energetico Condizionamento Ventilconvettore Cassette ad una via CCN Sistemi di gestione per la qualità ISO 9001 - Cert. n 0545/4 www.eurovent-certification.com www.certiflash.com

Dettagli

Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico

Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico La riparazione dell asfalto ha fatto strada. Sistemi MAPEI per la realizzazione di pavime I pannelli radianti sono

Dettagli

Uso Razionale dell energia nei centri di calcolo

Uso Razionale dell energia nei centri di calcolo RICERCA DI SISTEMA ELETTRICO Uso Razionale dell energia nei centri di calcolo M. Bramucci D. Di Santo D. Forni Report RdS/2010/221 USO RAZIONALE DELL ENERGIA NEI CENTRI DI CALCOLO M. Bramucci (Federazione

Dettagli