Close Control. Il condizionamento di precisione

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Close Control. Il condizionamento di precisione"

Transcript

1 Close Control Il condizionamento di precisione

2 (pagina bianca) 2

3 INDICE 1 INTRODUZIONE 5 2 CCAC VS. COMFORT: LE DIFFERENZE FRA LE DUE TIPOLOGIE DI CONDIZIONAMENTO IN SEI PUNTI DEFINIZIONE PRINCIPALI APPLICAZIONI SPECIFICHE CARATTERISTICHE GENERALI CONDIZIONATORI CARATTERISTICHE 26 C / 50%; 35 C CARATTERISTICHE OPERATIVE 26 C / 50%; 35 C 9 3 LA PRINCIPALE APPLICAZIONE DEL CONDIZIONAMENTO DI PRECISIONE: IL DATA CENTRE LO STATO DELL ARTE DELLA TECNOLOGIA CONTROLLO DELLA CAPACITÀ FRIGORIFERA SULLA TEMPERATURA DI MANDATA CONDIZIONI TERMO IGROMETRICHE ESTESE DISTRIBUZIONE UNIFORME DEL CARICO SU TUTTE LE MACCHINE (LOAD SHARING) SET POINT VARIABILE COL CARICO TERMICO (FLOATING SET POINT) PORTATA ACQUA VARIABILE AI CONDIZIONATORI PORTATA ACQUA VARIABILE AI REFRIGERATORI I FATTORI DI SCELTA DEL SISTEMA DI CONDIZIONAMENTO DEL DATA CENTRE CARICHI TERMICI TOTALI: DETERMINANO LA SCELTA DEL SISTEMA RIPARTIZIONE E TIPOLOGIA DEI CARICHI TERMICI CARATTERISTICHE DEGLI APPARATI CARATTERISTICHE FISICHE DEI LOCALI UBICAZIONE GEOGRAFICA E CARATTERISTICHE CLIMATICHE DEL SITO CARATTERISTICHE E NORMATIVE DEL SITO CLASSIFICAZIONE TIER E COMPONENTISTICA CONDIZIONATORI E REFRIGERATORI I LAY-OUT INTERNI DEL DATA CENTRE INSTALLAZIONE PERIMETRALE INSTALLAZIONE IN-ROW / IN-RACK CORRIDOIO CALDO / CORRIDOIO FREDDO COMPARTIMENTAZIONE INDICI / CLASSIFICAZIONI DEL DATA CENTRE INDICI PUE/DCIE CLASSIFICAZIONE TIER LA PROPOSTA RC GROUP PER IL DATA CENTRE A ELEVATA EFFICIENZA DATA CENTRE DI DIMENSIONI / CARICHI ELEVATI DATA CENTRE DI DIMENSIONI / CARICHI MEDIO BASSI DATA CENTRE CON HOT SPOT 24 4 LE ALTRE APPLICAZIONI DEL CONDIZIONAMENTO DI PRECISIONE 25 5 IL SERVIZIO SU MISURA DI RC GROUP 26 6 IL GLOSSARIO DEL CONDIZIONAMENTO DI PRECISIONE 27 3

4 (pagina bianca) 4

5 1 Introduzione Il condizionamento di precisione (CCAC = close control air conditioning) nasce verso gli anni settanta del secolo scorso per rispondere alle esigenze di una nicchia tecnologica molto specialistica: il mantenimento di condizioni termo-igrometriche (temperatura e umidità relativa) e di purezza dell aria entro limiti molto ristretti in locali nei quali operavano i primi elaboratori elettronici. Si è subito notato, infatti, che tali apparati emettevano una grande quantità di calore, e che la loro corretta funzionalità poteva essere garantita solo a condizioni climatiche appropriate. Il condizionamento di precisione ha assunto, quindi, una sua precisa connotazione, che lo distingue dal condizionamento di comfort. Queste pagine hanno lo scopo di fornire alcune informazioni di base sulle caratteristiche del condizionamento di precisione in contrapposizione al condizionamento CCAC, sulle sue principali applicazioni e sui supporti / servizi che RCGroup mette a disposizione. 5

6 2 CCAC vs. Comfort: le differenze fra le due tipologie di condizionamento in sei punti 2.1 Definizione Le differenze tra CCAC e comfort sono chiaramente evidenziate qui di seguito e indicano i target differenti delle due tipologie di condizionamento. CCAC Il condizionamento di precisione ha lo scopo di garantire il corretto funzionamento degli apparati elettronici e di altri apparati che emettono calore sensibile mantenendo e controllando, entro limiti molto ristretti, i seguenti parametri dell aria trattata: temperatura umidità relativa purezza. COMFORT Il condizionamento di comfort ha lo scopo di garantire il benessere delle persone che vivono/lavorano negli ambienti, mantenendo e controllando la temperatura dell aria trattata. Solo recentemente si sono affacciati sul mercato alcuni condizionatori che controllano l umidità relativa. 6

7 2.2 Principali applicazioni Qui si fornisce solo un elenco per confermare le differenze: descrizioni di dettaglio delle applicazioni più importanti del CCAC seguono nella pagine successive. CCAC Data Centre Centrali telefoniche Containers per telefonia mobile Sale quadri Sale di misura Sale radar Sale TAC Sale controllo COMFORT Abitazioni Uffici Ospedali Alberghi Centri commerciali Cinema e teatri Aeroporti Centri / sale congresso 2.3 Specifiche Le diverse esigenze/caratteristiche delle due tipologie di condizionamento sono qui riportate. CCAC Nessuna o limitata presenza di persone Carico termico : - sensibile : da 90 a 100% - latente : da 0 a 10% Operatività : H24; 365 gg/anno Controllo : Temperatura + Umidità Relativa Elevata efficienza di filtrazione (min. G4) Unità in stand-by richieste COMFORT Presenza di persone Carico termico : - sensibile : da 65 a 70% - latente : da 30 a 35% Operatività : h/g; 100 gg/anno (Europa) Controllo : solo Temperatura Nessuna richiesta particolare per la filtrazione Unità in stand-by non richieste 7

8 2.4 Caratteristiche generali condizionatori Le gamme dei condizionatori CCAC sono molto più ampie per versioni/configurazioni/dotazioni di accessori, e utilizzano sistemi di controllo più sofisticati CCAC Singolo e doppio circuito frigorifero Mandata dell aria dall alto / basso / a dislocamento Microprocessore sofisticato controllo su aria in mandata e ripresa Ampia disponibilità di accessori COMFORT Singolo circuito frigorifero Mandata dell aria dall alto Microprocessore con sole funzioni base controllo su aria in ripresa Ridotta disponibilità di accessori 2.5 Caratteristiche 26 C / 50%; 35 C A parità di capacità frigorifera totale il condizionatore di precisione presenta efficienze energetiche più elevate e potenze impegnate più basse: CCAC (mod.next.dx.o.s 082.P2 H7 RC Group) Capacità frigorifera TOTALE : 81,4 kw Capacità frigorifera SENSIBILE : 76,4 kw Rapporto sensibile/totale : SHR = 0,94 Potenza assorbita compressori : 19,1 kw Portata aria : m3/h Potenza assorbita ventilatori : 4,18 kw EER (su TOTALE) = 3,5 kw/kw EER (su SENSIBILE) = 3,3 kw/kw Temperatura aria OFF-COIL : 14,0 C COMFORT (concorrenza) Capacità frigorifera TOTALE : 85,4 kw Capacità frigorifera SENSIBILE : 55,4 kw Rapporto sensibile/totale : SHR = 0,65 Potenza assorbita compressori : 26,0 kw Portata aria : m3/h Potenza assorbita ventilatori : 3,00 kw EER (su TOTALE) = 2,94 kw/kw EER (su SENSIBILE) = 1,91 kw/kw Temperatura aria OFF-COIL : 9,5 C 8

9 2.6 Caratteristiche operative 26 C / 50%; 35 C A parità di capacità frigorifera sensibile il condizionatore di precisione presenta efficienze energetiche più elevate e potenze impegnate più basse CCAC (mod.next.dx.o.s 082.P2 H7 RC Group) Potenza frigorifera TOTALE : 59,7 kw Potenza frigorifera SENSIBILE : 53,2 kw Rapporto sensibile/totale : SHR = 0,89 Potenza assorbita compressori : 14,5 kw Portata aria : m3/h Potenza assorbita ventilatori : 2,52 kw EER (su TOTALE) = 3,5 kw/kw EER (su SENSIBILE) = 3,1 kw/kw Temperatura aria OFF-COIL : 13,3 C COMFORT (concorrenza) Potenza frigorifera TOTALE : 85,4 kw Potenza frigorifera SENSIBILE : 55,4 kw Rapporto sensibile/totale : SHR = 0,65 Potenza assorbita compressori : 26,0 kw Portata aria : m3/h Potenza assorbita ventilatori : 3,00 kw EER (su TOTALE) = 2,94 kw/kw EER (su SENSIBILE) = 1,91 kw/kw Temperatura aria OFF-COIL : 9,5 C IMPORTANTE Da quanto sopra risulta evidente che un condizionatore comfort non può essere proposto per applicazioni di condizionamento di precisione per le seguenti ragioni tecnicoeconomiche: Non idoneo al servizio pesante continuo 24h / 365 gg/anno Elevata deumidificazione, conseguenza del basso valore del rapporto sensibile/totale SHR. Ciò comporterebbe un azione di umidificazione per riportare l umidità relativa ai valori nominali con conseguenti costi energetici aggiuntivi. Basso valore di EER e conseguenti elevati costi energetici. Il vantaggio dovuto a un prezzo di acquisto più basso per un condizionatore comfort viene annullato dalle sue caratteristiche energetiche inferiori, in un breve lasso temporale, facilmente calcolabile come tempo di ritorno dell investimento. Esiste, inoltre, un costo occulto e molto difficile da quantificare in sede preventiva: quello derivante da eventuali fermi macchina, dal momento che i condizionatori comfort non sono idonei al servizio pesante e continuo richiesto dal condizionamento di precisione. 9

10 3 La principale applicazione del condizionamento di precisione: il Data Centre Il Data Centre rappresenta la principale e più diffusa applicazione del condizionamento di precisione. Dalla loro nascita a oggi abbiamo assistito al progressivo aumento della mole dei dati elaborati e al conseguente aumento di dimensioni e consumi di energia. La crisi, prima finanziaria, poi economica, verso la fine del primo decennio del XXI secolo ha portato, in drammatica evidenza, il problema delle efficienze energetiche e della sostenibilità ambientale. I gestori degli attuali Data Centre si sono dimostrati molto sensibili a tali argomenti e hanno trasmesso tali esigenze ai fornitori di apparecchiature tecnologiche. Il messaggio è stato recepito da tutta l industria: quella del condizionamento di precisione ha saputo trovare le risposte più adeguate alla richiesta di sistemi con efficienze energetiche sempre più elevate provenienti dai progettisti e dai gestori degli attuali Data Centre. Queste pagine hanno lo scopo di informare/aggiornare sullo stato dell arte della tecnologia, di fornire dettagli su metodi/indici/istituti di classificazione/certificazione e di offrire una panoramica dell offerta di prodotti e di sistemi RCGroup per gli attuali Data Centre a elevata efficienza. 3.1 Lo stato dell arte della tecnologia Dall inizio del XXI secolo, l industria ha messo a disposizione dei costruttori di sistemi di condizionamento dell aria e raffreddamento dei liquidi una generazione di componenti base che sfrutta a fondo l elettronica e/o le nuove tecnologie per lo scambio termico per massimizzare l efficienza energetica. Oggi tutti i sistemi di condizionamento RCGroup per i data centre utilizzano in maniera estensiva tali componenti. in dettaglio : ventilatori centrifughi senza coclea (plug fan) e assiali, tutti con motori brushless EC; compressori scroll con motori BLDC inverter; compressori centrifughi oil free a levitazione magnetica; batterie di scambio aria/refrigerante a micro canali; valvole termostatiche elettroniche; valvole acqua refrigerata a due vie; sistemi di controllo a microprocessore PID. Le elevate efficienze raggiunte dagli attuali sistemi di condizionamento RCGroup ne consentono l applicazione nei Data Centre di ultima generazione che richiedono: Controllo della capacità frigorifera sulla temperatura di mandata Le ultime generazioni degli apparati elettronici prevedono l ingresso dell aria fredda dal fronte e l uscita dell aria calda dal retro consentendo di generare corridoi caldi e freddi all interno del Data Centre, superando il precedente concetto che pretendeva di mantenere la temperatura uniforme in tutto l ambiente. Dal punto di vista del condizionamento, ciò significa garantire una temperatura costante dell aria di raffreddamento agli apparati, e da qui il controllo della temperatura dell aria in mandata, solitamente tra 20 C e 24 C, e accettare una temperatura dell aria di ritorno al condizionatore spesso superiore a 30 C o 35 C. La selezione della macchina va fatta considerando, innanzitutto, la portata d aria necessaria, e, una volta individuata la grandezza del mobile, si procede al calcolo col programma di selezione RC World. 10

11 I vantaggi, dal punto di vista energetico e economico, sono evidenti: i. condizionatori DX: possibilità di operare a temperature di evaporazione elevate con incremento di EER e conseguente riduzione della taglia di macchina; ii. condizionatori CW: possibilità di operare a temperature in/out acqua refrigerata più elevate con conseguente riduzione della taglia e aumento di EER del refrigeratore. I condizionatori RCGroup che garantiscono il controllo della temperatura dell aria in mandata sono: NEXT EVO DX INVERTER NEXT EVO CW COOLSIDE Tutte queste macchine sono equipaggiate con il nuovo sistema di controllo a microprocessore MP.EVO le cui principali funzioni sono: controllo della capacità frigorifera su set point di temperatura di mandata; controllo della velocità dei ventilatori su set point di temperatura aria di ritorno o pressione nel sottopavimento; calcolo del punto di rugiada sulla batteria di scambio termico; gestione seriale dei principali componenti. Figura 1 - Installazione con corridoi caldi e freddi e controllo su temperatura aria in mandata Condizioni termo-igrometriche estese Gli apparati elettronici di ultima generazione consentono di operare a condizioni di temperatura e umidità relativa molto meno restrittive che in passato. ASHRAE ha identificato 4 aree, da A1 a A4, che definiscono i nuovi limiti di temperatura e di umidità relativa ai quali gli apparati possono operare. Nelle attuali Data Halls sono richieste temperature di mandata aria di 22 C o 24 C e accettate temperature dell aria di ritorno sino a 35 C o 36 C (zona A3 del diagramma ASHRAE). Per quanto riguarda l acqua refrigerata, si assiste all incremento delle temperature e del deltat: oggi ci si trova di fronte a richieste di temperatura dell acqua in/out = 23 C/17 C, oppure in/out = 28 C/18 C col duplice risultato di: 11

12 a) incrementare il tempo di funzionamento in free-cooling, realizzato con sistemi packaged o anche con refrigeratori convenzionali in Classe A in serie o in by-pass a dry coolers adiabatici; b) ridurre la potenza assorbita dal sistema di pompaggio. Quanto sopra implica, talvolta, la ricircuitazione delle batterie ad acqua refrigerata che si trovano a operare con portata del fluido liquido inferiore a quella sino ad ora utilizzata. Figura 2 Diagramma psicrometrico con i campi climatici accettabili secondo ASHRAE Distribuzione uniforme del carico su tutte le macchine (Load Sharing) I motori elettrici EC (Electronically Commutated) o BLDC (BrushLess DC), che equipaggiano, sia ventilatori, sia compressori, hanno due caratteristiche comuni: 1. possibilità di seguire le variazioni del carico termico in maniera puntuale; 2. elevate efficienze energetiche ai carichi parziali. Quest ultimo punto ha cambiato in modo radicale il concetto di stand-by delle apparecchiature: non più alcune macchine al 100% e altre in stand-by, piuttosto, tutte la macchine in funzione a carico parziale. I seguenti sistemi RCGroup rappresentano la migliore soluzione per operazioni in load sharing : condizionatori NEXT EVO CW, NEXT EVO DX INV, COOLSIDE; refrigeratori UNICO & FRIGO TURBO; GLIDER & EAGLE FREE. I risparmi energetici ottenibili sono molto importanti, come dagli esempi riportati qui di seguito. 12

13 Figura 3 Attuale vs. nuova gestione dello stand-by Figura 4 Sistema tradizionale vs. load sharing Set point variabile col carico termico (Floating Set Point) Gli attuali sofisticati sistemi di controllo a microprocessore con logica PID consentono un monitoraggio del carico termico interno/temperatura aria esterna e modificano il set point del refrigeratore adattandolo alla variazione del carico stesso. Il vantaggio energetico economico risulta evidente, sia nella fase di star-up del Data Centre, non utilizzato a 100%, sia in presenza delle periodiche variazioni di carico una volta raggiunta la condizione di progetto. La compensazione del set-point è una funzione standard del microprocessore montato sui refrigeratori RCGroup Portata acqua variabile ai condizionatori Le valvole a due vie modulanti, previste di serie sui condizionatori ad acqua refrigerata di ultima generazione, consentono l utilizzo di pompe a portata variabile comandate da inverter e un conseguente risparmio energetico. I condizionatori RCGroup, equipaggiati con valvola acqua refrigerata a due vie, sono: NEXT EVO CW; 13

14 COOLSIDE CW Portata acqua variabile ai refrigeratori L abbinamento tra compressori comandati da inverter ed evaporatori allagati consente di sfatare il tabù della necessità di una portata d acqua sempre costante nel refrigeratore. Tali componenti, se supportati da un controllo a microprocessore di elevate prestazioni, garantiscono il più corretto funzionamento con una portata d acqua variabile tra il 50 e 110% e consentono due ordini di vantaggi : 1. risparmio energetico di pompaggio; 2. risparmio nell acquisto dei componenti e nella realizzazione dell impianto, in quanto la pompa è unica per primario e secondario e le utenze sono provviste di valvole a due vie anziché a tre vie. I refrigeratori RCGroup UNICO & FRIGO TURBO possono lavorare a portata d acqua variabile. 3.2 I fattori di scelta del sistema di condizionamento del Data Centre Sono molteplici i fattori che entrano in gioco nella scelta del sistema di condizionamento che garantisca un elevata flessibilità operativa, una migliore efficienza energetica e un ridotto tempo di ritorno dell investimento nel pieno rispetto dei livelli di affidabilità e disponibilità della classe TIER di riferimento. Elenchiamo qui di seguito i più importanti Carichi termici totali: determinano la scelta del sistema ad acqua refrigerata per carichi medio alti o alti (> 400 kw 500 kw); ad espansione diretta per carichi medio bassi o bassi (< 150 kw kw). Il confine tra l impiego dell acqua refrigerata o dell espansione diretta non è netto, e potrebbero verificarsi situazioni intermedie che impongono un attenta valutazione di entrambi Ripartizione e tipologia dei carichi termici determinano la scelta della tipologia del condizionatore: per installazione perimetrale, in caso di carichi distribuiti in maniera uniforme; per installazione in-row/in-rack in caso di hot spot Caratteristiche degli apparati determinano la scelta della distribuzione delle temperature all interno del locale: corridoi caldi/corridoi freddi, se gli apparati aspirano l aria fredda dal fronte e la espellono calda dal retro; installazione a specchio. In questo caso i condizionatori avranno il controllo della capacità frigorifera sulla temperatura dell aria in mandata; temperatura uniforme in tutto il locale, se gli apparati aspirano l aria fredda dal basso e mandano l aria calda verso l alto; installazione tradizionale. In questo caso i condizionatori avranno il controllo della capacità frigorifera sulla temperatura dell aria in ripresa Caratteristiche fisiche dei locali determinano la scelta delle caratteristiche fisico/geometriche dei condizionatori: 14

15 UNDER (mandata dell aria verso il basso), se è presente il pavimento sopraelevato; OVER (mandata dell aria verso l alto), se il pavimento sopraelevato non è presente e/o se è richiesta la mandata dell aria diretta in ambiente; DISPLACEMENT (mandata dell aria a dislocamento), se si prevedono carichi fortemente variabili e/o se si vogliono selezionare condizionatori a prescindere dalla presenza del pavimento sopraelevato Ubicazione geografica e caratteristiche climatiche del sito determinano la scelta delle caratteristiche energetiche del sistema: condizionatori o chillers con sezione/sistemi di free-cooling per installazioni in zone a clima freddo/continentale; condizionatori o chillers convenzionali per installazioni in zone a clima temperato/caldo. L analisi energetica diventa uno strumento fondamentale in tale decisione Caratteristiche e normative del sito determinano la scelta della caratteristiche delle unità interne ed esterne: condizionatori ambiente e refrigeratori condensati ad acqua nel caso sia possibile utilizzare l acqua quale fluido di smaltimento; refrigeratori condensati ad aria e condensatori/dry coolers ad aria in versione a bassa rumorosità nel caso di installazione in zone con normative acustiche restrittive Classificazione TIER e componentistica condizionatori e refrigeratori determinano la scelta della modalità operativa: load sharing (tutte le unità in funzione a carico parziale) se: ventilatori EC, compressori oil free a levitazione magnetica e compressori BLDC fanno parte della dotazione della macchina; tradizionale (alcune unità al 100% e altre ferme in stand-by) se le macchine sono equipaggiate con componenti tradizionali. 15

16 3.3 I lay-out interni del data centre Installazione perimetrale I condizionatori sono installati lungo le pareti all interno del Data Centre stesso o in corridoio/locale tecnico all esterno. Quest ultima soluzione viene utilizzata per potere effettuare le operazioni di ispezione e manutenzione senza entrare nel locale apparati. Figura 5 Installazione perimetrale con unità all interno del locale e in corridoio tecnico esterno Installazione in-row / in-rack I condizionatori sono installati tra un rack e l altro e mandano e riprendono l aria in un corridoio (in-row), o direttamente all interno del rack (in-rack). Figura 6 Installazioni in-row & in-rack 16

17 3.3.3 Corridoio caldo / corridoio freddo Gli apparati elettronici che aspirano l aria fredda dal fronte e espellono l aria calda dal retro consentono la creazione di corridoi caldi e corridoi freddi all interno del Data Centre rendendo non più necessaria una temperatura uniforme in tutto il locale. Figura 7 - Installazione corridoi caldi corridoi freddi Compartimentazione Chiusura del corridoio freddo con porte e coperture fra i racks per concentrare il freddo prodotto nel volume occupato dai racks. Figura 8 - Compartimentazione corridoio freddo 17

18 3.4 Indici / Classificazioni del Data Centre Indici PUE/DCiE L efficienza energetica di un data centre è definita dagli indici PUE/DCiE che rapportano la potenza totale installata nella infrastruttura (apparati IT + raffreddamento + protezione + back up + varie), con quella utilizzata dai soli apparati IT per l elaborazione dei dati e vice versa. PUE (Power Usage Effectiveness) = Efficacia di Utilizzo della Energia = Potenza Totale Infrastruttura/Potenza Apparati IT [kw/kw, in valore assoluto] DCiE (Data Centre Infrastructure Efficiency) = Efficienza della infrastruttura del Data Centre = Potenza Apparati IT / Potenza Totale Infrastruttura [kw/kw, in percentuale] Il valore iniziale di PUE/DCiE rappresenta un punteggio di riferimento dell efficienza energetica e identifica un ambiente di test sul quale ripetere le misurazioni successive. Confrontando i punteggi iniziali e quelli successivi, i responsabili dei data centre possono misurare il risultato di eventuali iniziative per il miglioramento della efficienza energetica e/o valutare gli indici energetici in determinate condizioni operative (PUE/DCIE parziali). In qualsiasi momento infatti si può confrontare la potenza utilizzata per i soli apparati IT con la potenza utilizzata dall infrastruttura. PUE = Potenza Totale Infrastruttura / Potenza Apparati IT DCiE = 1 / PUE = Potenza Apparati IT / Potenza Totale Infrastruttura Figura 9 - Power Usage Effectiveness - PUE (Source: Green Grid) - PUE = Potenza Totale Infrastruttura / Potenza Apparati IT - DCiE = Potenza Apparati IT / Potenza Totale Infrastruttura PUE DCiE Livello di Efficienza % Molto Basso % Basso % Medio % Elevato % Molto Elevato 18

19 Figura 10 - Suddivisione delle potenze impegnate in un Data Centre I sistemi di raffreddamento rappresentano oltre il 40% dei consumi e hanno un impatto decisivo sul livello di efficienza del data centre. Gli indici PUE/DCiE sono stati definiti da Green Grid, un consorzio con oltre 175 aziende IT associate in tutto il mondo che unisce gli sforzi dell industria globale per arrivare a una standardizzazione di sistemi di misura, processi, metodi e nuove tecnologie per migliorare l efficienza energetica nei data centre e negli ecosistemi del business computing. La mission di Green Grid, organizzazione non-profit, è pertanto quella di diventare l autorità mondiale nel campo dell utilizzo efficiente della energia, lavorando a stretto contatto con utilizzatori finali, fornitori di tecnologie e governi di tutto il mondo. Fra i metodi utilizzati per il raggiungimento di tale obbiettivo si ricordano la raccolta e l analisi dei dati, la valutazione delle tecnologie emergenti, l elaborazione di procedure per gli operatori. A oggi sono ancora tante le aziende che non hanno una strategia documentata per ridurre il consumo energetico nel data centre, anche se molti concordano sul fatto che i dati dei consumi energetici rappresentano sempre più una fonte di forte preoccupazione. 19

20 Per tutti, Green Grid mette a disposizione un forum in cui gli operatori IT si riuniscono per discutere le diverse opzioni che esistono per migliorare l efficienza delle risorse. Conclusioni e raccomandazioni da questi forum sono pubblicati su base regolare, e alcune decisioni di tale forum rappresentano ormai uno standard del settori. Oltre a PUE/DCiE, Green Grid sta sviluppando altri indici quali: Carbon Usage Effectiveness = Utilizzo Efficiente del Carbonio (CUE TM ), Water Usage Effectiveness = Utilizzo Efficiente dell Acqua (WUE TM ) Data Centre Productivity = Produttività Del Data Centre (DC Classificazione TIER Le caratteristiche progettuali e funzionali dell infrastruttura di un data centre sono univocamente definite dalla classificazione TIER, creata dall Uptime Institute e divenuta uno standard industriale. L Uptime Institute, fondato nel 1993, è stato un pioniere nel creare e favorire la formazione di una comunità di utenti finali ciascuno dei quali ha messo a disposizione le proprie conoscenze per migliorare l affidabilità e la disponibilità h24 nei Data Centre e nelle organizzazioni IT. Oggi, gli oltre 100 membri della rete Uptime Institute si scambiano informazioni/suggerimenti e, con Uptime Institute stesso, possono intervenire in conferenze, visite a siti, etc. riservate ai soli membri. Fra le attività di Uptime Institute, rivolte ad aziende e professionisti che operano nel data centre, ci sono: istruzione, pubblicazioni, seminari, certificazioni, consulenze. Uptime Institute ha sperimentato e continua a sviluppare numerose innovazioni che sono poi divenute standard nei Data Centre: lay-out corridoio caldo/corridoio freddo; parametri di misura per il calcolo energetico; modelli per il calcolo costi; specifiche per doppia alimentazione; classificazione TIER per la valutazione della affidabilità. Esistono nr. 4 classi TIER: TIER I: Data Centre con singole linee/reti di distribuzione rispettivamente una per Potenza Elettrica e una per Raffreddamento; nessun componente ridondante. Disponibilità: 99,671% ( h/anno di funzionamento senza interruzioni; down time: h/anno). TIER II: Data Centre con singole linee/reti di distribuzione rispettivamente per Potenza e Raffreddamento di cui una sola attiva; componenti ridondanti e possibilità di operazioni di manutenzione durante il funzionamento % Disponibilità: % ( h/anno di funzionamento senza interruzioni; down time: 1.58 h/anno). TIER III: Data Centre con linee/reti di distribuzione multiple rispettivamente per Potenza e Raffreddamento di cui una sola attiva; componenti ridondanti e possibilità di operazioni di manutenzione durante il funzionamento %. Disponibilità: % ( h/anno di funzionamento senza interruzioni; down time: 1.58 h/anno). TIER IV: Data Centre con linee/reti di distribuzione multiple rispettivamente per Potenza e Raffreddamento tutte attive e con componenti ridondanti. Possibilità di operazioni di manutenzione durante il funzionamento e tolleranza ai guasti. 20

21 Tutti i sistemi di raffreddamento, chillers e HVAC, avranno la doppia alimentazione. Disponibilità: % ( h/anno di funzionamento senza interruzioni: down time: 0.44 h/anno). CLASSE TIER I TIER II TIER III TIER IV Componenti attivi per il supporto del carico IT; Ridondanza N=needed; solo i componenti attivi necessari a supportare il carico IT; nessuna ridondanza N+1=needed +1 componente attivo oltre a quelli necessari a sopportare il carico IT, 1 componente ridondante. N+1=needed +1 componente attivo oltre a quelli necessari a sopportare il carico IT, 1 componente ridondante. N after any failure = disponibilità di tutti i componenti attivi necessari a supportare il carico IT dopo qualsiasi guasto Reti/sistemi di distribuzione per potenza & raffreddamento Singola rete/sistema Singola rete/sistema Doppia rete/sistema di cui una attiva, e la seconda in stand-by Doppia rete/sistema entrambe attive Manutenzione durante il funzionamento No No Sì Sì Tolleranza al singolo guasto No No No Sì Compartimentazio ne No No No Sì Raffreddamento continuo Secondo il carico termico Secondo il carico termico Secondo il carico termico sì (Classe A) Disponibilità 99,671% ( h/anno di funzionamento senza interruzioni) 99,741% ( h/anno di funzionamento senza interruzioni) 99,982% ( h/anno di funzionamento senza interruzioni) 99,995% ( h/anno di funzionamento senza interruzioni) Tempo di fermata h/anno h/anno 1.58 h/anno 0.44 h/anno 21

22 3.5 La proposta RC Group per il Data Centre a elevata efficienza Data Centre di dimensioni / carichi elevati Figura 11 Data Centre di grandi dimensioni La soluzione che garantisce le efficienze energetiche più elevate è rappresentata da un sistema ad acqua refrigerata costituito da: condizionatori ambiente serie NEXT EVO CW (6,2 kw 248 kw) con ventilatori EC, valvola acqua refrigerata a due vie, controllo su temperatura aria in mandata e in ripresa; refrigeratori con sezione di free-cooling serie GLIDER EVO FREE (288 kw 1339 kw) con ventilatori EC e compressori a vite con controllo capacità modulante, o refrigeratori UNICO TURBO FL (280 kw 1500 kw) con ventilatori EC, compressori centrifughi oil free a levitazione magnetica ed evaporatore allagato. Un analisi energetica è di supporto alla scelta del refrigeratore più idoneo. UNICO UNICO TURBO FL GLIDER EVO FREE CLA NEXT EVO CW 22

23 3.5.2 Data Centre di dimensioni / carichi medio bassi Figura 12 - Data Centre di medie dimensioni La soluzione che garantisce le efficienze energetiche più elevate è rappresentata da un sistema a espansione diretta costituito da: condizionatori ambiente condensati ad aria serie NEXT EVO DX INVERTER (7,3 kw 102 kw) con ventilatori EC e compressore scroll BLDC inverter, controllo su temperatura aria in mandata e in ripresa; condensatori remoti ad aria con ventilatori EC. Se le condizioni climatiche del sito lo consentono si possono ottenere efficienze energetiche ancora più elevate con un sistema ad espansione diretta con sezione di free-cooling costituito da: condizionatori ambiente condensati ad acqua serie NEXT EVO DW INVERTER (7,3kW 102kW) con sezione di FREE-COOLING, ventilatori EC e compressore scroll BLDC inverter, controllo su temperatura aria in mandata e in ripresa; dry coolers remoti ad aria con ventilatori EC; gruppo di pompaggio con valvola di free-cooling. NEXT EVO INVERTER DX / DW 23

Le soluzioni per il moderno data center

Le soluzioni per il moderno data center Le soluzioni per il moderno data center Le caratteristiche dei Data Center del secondo decennio del 21 secolo Le soluzioni e i sistemi disponibili per il condizionamento dei Data Center I lay-out interni

Dettagli

Centrali frigorifere Nuove tecnologie e risparmio energetico. Valle Salimbene Pavia, 30 marzo 2015

Centrali frigorifere Nuove tecnologie e risparmio energetico. Valle Salimbene Pavia, 30 marzo 2015 Centrali frigorifere Nuove tecnologie e risparmio energetico Valle Salimbene Pavia, 30 marzo 2015 Le nuove strategie per risparmiare energia nella conduzione dei sistemi IT Le caratteristiche dei Data

Dettagli

Le soluzioni per il moderno Data Centre

Le soluzioni per il moderno Data Centre Le soluzioni per il moderno Data Centre 1 Data Centres grandi Data Centres piccoli e medi Soluzioni per in-row & in rack cooling Altri prodotti RC Group 2 Data Centres grandi Refrigeratori con sezione

Dettagli

WHITE PAPER Le soluzioni che migliorano l efficienza energetica

WHITE PAPER Le soluzioni che migliorano l efficienza energetica WHITE PAPER Le soluzioni che migliorano l efficienza energetica Migliorare l'efficienza di un data center esistente: 5 possibili soluzioni di Thermal Management a confronto Introduzione In questo documento

Dettagli

Le nuove strategie per risparmiare energia nella conduzione dei sistemi IT

Le nuove strategie per risparmiare energia nella conduzione dei sistemi IT Le nuove strategie per risparmiare energia nella conduzione dei sistemi IT Due case studies a confronto nel settore Bancario : soluzioni tailor made per condizionamento ad elevata efficienza nei Data Center

Dettagli

CENTRALI FRIGORIFERE NUOVE TECNOLOGIE E RISPARMIO ENERGETICO

CENTRALI FRIGORIFERE NUOVE TECNOLOGIE E RISPARMIO ENERGETICO CENTRALI FRIGORIFERE NUOVE TECNOLOGIE E RISPARMIO ENERGETICO Mauro Melis RCGroup S.p.A. (relatore Massimo Vizzotto) Cagliari, 8 maggio 2014 Alcune considerazioni generali Il primo passo per la realizzazione

Dettagli

next NEXT EVO CW 6 261 kw UP FLOW DOWN FLOW CHILLED WATER E C CONDIZIONATORI DI PRECISIONE ALIMENTATI AD ACQUA REFRIGERATA, CON MANDATA ARIA VERSO

next NEXT EVO CW 6 261 kw UP FLOW DOWN FLOW CHILLED WATER E C CONDIZIONATORI DI PRECISIONE ALIMENTATI AD ACQUA REFRIGERATA, CON MANDATA ARIA VERSO next CONDIZIONATORI DI PRECISIONE ALIMENTATI AD ACQUA REFRIGERATA, CON MANDATA ARIA VERSO NEXT EVO CW L ALTO O VERSO IL BASSO 6 261 kw CHILLED WATER E C UP FLOW DOWN FLOW 2 next evo cw INTRODUZIONE I condizionatori

Dettagli

COSA E COSA E UNA POMP UNA

COSA E COSA E UNA POMP UNA COSA E UNA POMPA DI CALORE Una pompa di calore è un dispositivo che sposta calore da un luogo in bassa temperatura (chiamato sorgente) ad uno in alta temperatura (chiamato utenza), utilizzando dell energia.

Dettagli

LOGICA è l alternativa più avanzata nell ambito del condizionamento delle sale server

LOGICA è l alternativa più avanzata nell ambito del condizionamento delle sale server SYSTEM LOGICA è l alternativa più avanzata nell ambito del condizionamento delle sale server MONTAIR è il marchio che rappresenta l eccellenza sul mercato per la produzione di prodotti per applicazioni

Dettagli

maggiore benessere, minore consumo

maggiore benessere, minore consumo anli inverter, maggiore benessere, minore consumo si abbina con tutti i terminali (pannelli radianti, fancoil e radiatori) ed è in grado di produrre acqua calda sanitaria; gestisce gli impianti a portata

Dettagli

GHE Deumidificatori con recupero di calore ad altissima efficienza

GHE Deumidificatori con recupero di calore ad altissima efficienza Deumidificatori con recupero di calore ad altissima efficienza Display I deumidificatori con recupero di calore ad altissima efficienza della serie sono stati progettati per garantire la deumidificazione

Dettagli

COOLSIDE box R410A SERVER - RACKS CLIMATIZZATI PER INSTALLAZIONE DIRETTA IN AMBIENTE INVERTER E C

COOLSIDE box R410A SERVER - RACKS CLIMATIZZATI PER INSTALLAZIONE DIRETTA IN AMBIENTE INVERTER E C COOLS SERVER - RACKS CLIMATIZZATI PER INSTALLAZIONE DIRETTA IN AMBIENTE COOLSIDE box INVERTER R410A E C 2 COOLSIDE box INTRODUZIONE COOLSIDE BOX è un sistema split composto da una unità motocondensante

Dettagli

WHITE PAPER SmartAisle e il contenimento del corridoio freddo

WHITE PAPER SmartAisle e il contenimento del corridoio freddo WHITE PAPER SmartAisle e il contenimento del corridoio freddo Introduzione Per ogni euro speso per alimentare il proprio data center possiamo dire che ci sia una buona percentuale spesa per raffreddarlo,

Dettagli

menoenergia MIGLIORAMENTO DELL EFFICIENZA ENERGETICA NELLE PISCINE

menoenergia MIGLIORAMENTO DELL EFFICIENZA ENERGETICA NELLE PISCINE menoenergia MIGLIORAMENTO DELL EFFICIENZA ENERGETICA NELLE PISCINE Principio di funzionamento Nelle piscine medio grandi, la normativa prevede una ricambio giornaliero dell acqua totale delle vasche, nella

Dettagli

Impianti di climatizzazione

Impianti di climatizzazione Corso di IPIANTI TECNICI per l EDILIZIAl Impianti di climatizzazione Prof. Paolo ZAZZINI Dipartimento INGEO Università G. D Annunzio Pescara www.lft.unich.it IPIANTI DI CLIATIZZAZIONE Impianti di climatizzazione

Dettagli

Soluzioni per il raffreddamento di rack ad alta densità, da 10 a 75 kw

Soluzioni per il raffreddamento di rack ad alta densità, da 10 a 75 kw Soluzioni per il raffreddamento di rack ad alta densità, da 10 a 75 Massima efficienza, affidabilità del sistema e bassi consumi Moderni Data Center sono caratterizzati da esigenze di funzionamento costante

Dettagli

IL RISPARMIO ENERGETICO E GLI AZIONAMENTI A VELOCITA VARIABILE L utilizzo dell inverter negli impianti frigoriferi.

IL RISPARMIO ENERGETICO E GLI AZIONAMENTI A VELOCITA VARIABILE L utilizzo dell inverter negli impianti frigoriferi. IL RISPARMIO ENERGETICO E GLI AZIONAMENTI A VELOCITA VARIABILE L utilizzo dell inverter negli impianti frigoriferi. Negli ultimi anni, il concetto di risparmio energetico sta diventando di fondamentale

Dettagli

pompe di calore\polivalenti MONOBLOCCO

pompe di calore\polivalenti MONOBLOCCO pompe di calore\polivalenti MONOBLOCCO POMPE DI CALORE ARIA/ACQUA REVERSIBILI A RECUPERO TOTALE. > RISCALDAMENTO > CLIMATIZZAZIONE > RAFFRESCAMENTO > RAFFREDDAMENTO > DEUMIDIFICAZIONE > ACQUA CALDA SANITARIA

Dettagli

La tecnologia ad inverter applicata sui condizionatori del Data Center Merrill Lynch & Co Inc. Camberley Surrey(London)

La tecnologia ad inverter applicata sui condizionatori del Data Center Merrill Lynch & Co Inc. Camberley Surrey(London) La tecnologia ad inverter applicata sui condizionatori del Data Center Merrill Lynch & Co Inc. Camberley Surrey(London) Ing. Matteo Bosoni -RC Group spa - Valle Salimbene Pavia L installazione 12 1260

Dettagli

Dalla terra l energia ecologica per il comfort ambientale

Dalla terra l energia ecologica per il comfort ambientale Dalla terra l energia ecologica per il comfort ambientale EDILCUSIO s.r.l. da sempre in prima linea nelle soluzioni innovative costruisce ed edifica nel pieno rispetto dell ambiente Gli appartamenti sono

Dettagli

BESST C.O.P. ~ 4,6 SERIE PECULIARITÀ. - Funzionamento invernale garantito fino a -15 C. con gas refrigerante ecologico R410A

BESST C.O.P. ~ 4,6 SERIE PECULIARITÀ. - Funzionamento invernale garantito fino a -15 C. con gas refrigerante ecologico R410A PECULIARITÀ - Funzionamento invernale garantito fino a -15 C. - Gas refrigerante ecologico R410A. - Rendimento C.O.P. 4,6. - Frequenza ridotta dei cicli di sbrinamento. - Regolazione automatica della velocità

Dettagli

source Source X Performance NUOVI SISTEMI RADIANTI

source Source X Performance NUOVI SISTEMI RADIANTI source X Performance Source NUOVI SISTEMI RADIANTI X PERFORMANCE I componenti che fanno parte della sezione X Performance, sono realizzati con materiali di elevatissima qualità e studiati per dare il massimo

Dettagli

Dall età della pietra all era moderna, ovvero dal centro meccanografico al moderno EDP

Dall età della pietra all era moderna, ovvero dal centro meccanografico al moderno EDP Relazione introduttiva Dall età della pietra all era moderna, ovvero dal centro meccanografico al moderno EDP Ing. Adileno Boeche - Direttore Responsabile della Divisione DPS Manens-TIFS spa di Padova

Dettagli

L innovazione è da sempre un fattore determinante per la competitività: può costituire uno dei principali elementi di differenziazione per le aziende

L innovazione è da sempre un fattore determinante per la competitività: può costituire uno dei principali elementi di differenziazione per le aziende IT LABORATORI L innovazione è da sempre un fattore determinante per la competitività: può costituire uno dei principali elementi di differenziazione per le aziende e, in un economia globalizzata come quella

Dettagli

VANTAGGI PER L INSTALLAZIONE E MANUTENZIONE

VANTAGGI PER L INSTALLAZIONE E MANUTENZIONE CONDENSATI AD ARIA refrigerante R410A RSA-EF A solo condizionamento, standard RSA-EF S solo condizionamento, silenziata RSA-EF SS solo condizionamento, supersilenziata RSA-EF HA pompa di calore, standard

Dettagli

menoenergia PROPOSTA ENERGETICA SETTORE LATTIERO - CASEARIO Ing. M. Alberti ( Amministratore MenoEnergia S.r.l.)

menoenergia PROPOSTA ENERGETICA SETTORE LATTIERO - CASEARIO Ing. M. Alberti ( Amministratore MenoEnergia S.r.l.) PROPOSTA ENERGETICA SETTORE LATTIERO - CASEARIO Ing. M. Alberti ( Amministratore MenoEnergia S.r.l.) 2 LA MISSION DI MENOENERGIA ORIGINE DI MENOENERGIA Menoenergia è una società controllata dal Gruppo

Dettagli

Per cogenerazione di energia si intende la generazione di energia elettrica ed energia termica nella stesso processo di

Per cogenerazione di energia si intende la generazione di energia elettrica ed energia termica nella stesso processo di COGENERAZIONE (Ing. Pietro Innocenzi 1 ) Per cogenerazione di energia si intende la generazione di energia elettrica ed energia termica nella stesso processo di generazione: si recupera il calore a valle

Dettagli

2. DESCRIZIONE IMPIANTO

2. DESCRIZIONE IMPIANTO INDICE 1 PREMESSA 2 DESCRIZIONE IMPIANTO 2.1 Impianto di condizionamento... 2.2 Regolazione... 3 CARATTERISTICHE PRINCIPALI DELL IMPIANTO PROPOSTO 3.1 Tecnologia ad inverter... 3.2 Carica automatica del

Dettagli

YORK YLPA Pompa di Calore Aria- Acqua 350 615 kw

YORK YLPA Pompa di Calore Aria- Acqua 350 615 kw Dall aria all acqua. Naturalmente YORK YLPA Pompa di Calore Aria- Acqua 350 615 kw YLPA YORK Pompa di Calore Aria-Acqua Vantaggi Chiave Efficienza Silenziosità Sostenibilità Facilità di installazione Progettata,

Dettagli

Tali fluidi, utilizzati in prossimità del punto di produzione, o trasportati a distanza, possono essere utilizzati per diversi impieghi:

Tali fluidi, utilizzati in prossimità del punto di produzione, o trasportati a distanza, possono essere utilizzati per diversi impieghi: LA COGENERAZIONE TERMICA ED ELETTRICA 1. Introduzione 2. Turbine a Gas 3. Turbine a vapore a ciclo combinato 4. Motori alternativi 5. Confronto tra le diverse soluzioni 6. Benefici ambientali 7. Vantaggi

Dettagli

Il Patto dei Sindaci Spunti per approfondimenti. Sistemi di riscaldamento Caldaie e Pompe di calore. Novembre 2011

Il Patto dei Sindaci Spunti per approfondimenti. Sistemi di riscaldamento Caldaie e Pompe di calore. Novembre 2011 Il Patto dei Sindaci Spunti per approfondimenti Sistemi di riscaldamento Caldaie e Pompe di calore Novembre 2011 Sistema di Riscaldamento Quando si parla di impianto di riscaldamento si comprendono sia

Dettagli

Cos è una. pompa di calore?

Cos è una. pompa di calore? Cos è una pompa di calore? !? La pompa di calore aria/acqua La pompa di calore (PDC) aria-acqua è una macchina in grado di trasferire energia termica (calore) dall aria esterna all acqua dell impianto

Dettagli

IMPIANTI DI RISCALDAMENTO. Ing. Guglielmo Magri Dipartimento di Energetica-Ancona guglielmo.magri@alice.it

IMPIANTI DI RISCALDAMENTO. Ing. Guglielmo Magri Dipartimento di Energetica-Ancona guglielmo.magri@alice.it IMPIANTI DI RISCALDAMENTO Ing. Guglielmo Magri Dipartimento di Energetica-Ancona guglielmo.magri@alice.it SISTEMI DI GENERAZIONE Tipologie più diffuse o in sviluppo Generatori a combustione Caldaie

Dettagli

PERCHE LA POMPA DI CALORE E DA PREFERIRE RISPETTO AD UNA CALDAIA A COMBUSTIONE, OVVERO E TERMODINAMICAMENTE PIU EFFICIENTE?

PERCHE LA POMPA DI CALORE E DA PREFERIRE RISPETTO AD UNA CALDAIA A COMBUSTIONE, OVVERO E TERMODINAMICAMENTE PIU EFFICIENTE? PERCHE LA POMPA DI CALORE E DA PREFERIRE RISPETTO AD UNA CALDAIA A COMBUSTIONE, OVVERO E TERMODINAMICAMENTE PIU EFFICIENTE? La pompa di calore è costituita da un circuito chiuso, percorso da uno speciale

Dettagli

Recuperatori di calore

Recuperatori di calore Recuperatori di calore UDE DEUMIDIFICATORI AD ALTA EFFICIENZA Air Control Srl via Luigi Biraghi 33-20159 Milano Tel +39 0245482147 Fax +39 0245482981 P.Iva 04805320969 Recuperatori di calore CARATTERISTICHE

Dettagli

DEUMIDIFICATORI CON INTEGRAZIONE E VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA

DEUMIDIFICATORI CON INTEGRAZIONE E VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA DEUMIDIFICATORI CON INTEGRAZIONE E VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA UNITÀ DI TRATTAMENTO ARIA CANALIZZABILI CON RINNOVO E RECUPERO MODELLI / CARATTERISTICHE midificazione estiva con modulazione della

Dettagli

IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE

IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE parti 3 4 1 IMPIANTO TERMICO In generale si può pensare articolato nelle seguenti parti: Generatore uno o più apparati che forniscono energia termica ad un mezzo di trasporto

Dettagli

IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE: TERMODINAMICA DEI CICLI FRIGORIFERI AD ARIA ED ACQUA. Ing. Attilio Pianese (commissione Energia e Impianti)

IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE: TERMODINAMICA DEI CICLI FRIGORIFERI AD ARIA ED ACQUA. Ing. Attilio Pianese (commissione Energia e Impianti) IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE: TERMODINAMICA DEI CICLI FRIGORIFERI AD ARIA ED ACQUA Ing. Attilio Pianese (commissione Energia e Impianti) SCOPO DEGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO Gli impianti di condizionamento

Dettagli

STUDIO SUL SISTEMA DI ZONIFICAZIONE CANALIZZATA DI AIRZONE E COMPARAZIONE DELLO STESSO CON UN SISTEMA CANALIZZATO INVERTER NON ZONIFICATO

STUDIO SUL SISTEMA DI ZONIFICAZIONE CANALIZZATA DI AIRZONE E COMPARAZIONE DELLO STESSO CON UN SISTEMA CANALIZZATO INVERTER NON ZONIFICATO STUDIO SUL SISTEMA DI ZONIFICAZIONE CANALIZZATA DI AIRZONE E COMPARAZIONE DELLO STESSO CON UN SISTEMA CANALIZZATO INVERTER NON ZONIFICATO 2012 INDICE 1. INTRODUZIONE: PREMESSA E OBIETTIVI... 4 2. METODOLOGIA...

Dettagli

ARCHITETTURA DEL SISTEMA

ARCHITETTURA DEL SISTEMA SISTEMI HEATING ARCHITETTURA DEL SISTEMA SISTEMA SPLIT ARIA-ACQUA CARRIER PRESENTA XP ENERGY,, L INNOVATIVA SOLUZIONE DI RISCALDAMENTO E CONDIZIONAMENTO PER APPLICAZIONI RESIDENZIALI CON SISTEMA SPLIT

Dettagli

> HMW LT POMPE DI CALORE ACQUA - ACQUA E BRINE - ACQUA PER INSTALLAZIONE ESTERNA O INTERNA. Gamma disponibile. Descrizione dell unità.

> HMW LT POMPE DI CALORE ACQUA - ACQUA E BRINE - ACQUA PER INSTALLAZIONE ESTERNA O INTERNA. Gamma disponibile. Descrizione dell unità. > HMW LT POMPE DI CALORE ACQUA - ACQUA E BRINE - ACQUA PER INSTALLAZIONE ESTERNA O INTERNA ECO-FRIENDLY Gamma disponibile REFRIGERANT GAS Tipologia di unità IH Pompa di calore IP Pompa di calore reversibile

Dettagli

Integrated Comfort SyStemS

Integrated Comfort SyStemS Integrated Comfort Systems EST (Energy Saving Technology) è una tecnologia applicata ai ventilconvettori e cassette EURAPO che consente di ottenere assorbimenti elettrici estremamente contenuti e una modulazione

Dettagli

Efp E 8-I (cod. 2C01102T)

Efp E 8-I (cod. 2C01102T) Efp E 8-I (cod. 2C01102T) Pompe di calore aria/acqua Inverter adatti per il riscaldamento, il raffrescamento e la produzione di acqua calda sanitaria di ambienti di piccole e medie dimensioni. Ideali per

Dettagli

In natura il calore fluisce da un corpo più caldo ad un corpo più freddo

In natura il calore fluisce da un corpo più caldo ad un corpo più freddo Le POMPE di CALORE In natura il calore fluisce da un corpo più caldo ad un corpo più freddo CORPO CALDO CALORE CORPO FREDDO E possibile trasferire calore da un corpo più freddo ad uno più caldo solo cedendo

Dettagli

NORME ORDINATE PER ARGOMENTO

NORME ORDINATE PER ARGOMENTO UNI EN 215-1:1990 31/03/1990 Valvole termostatiche per radiatori. Requisiti e metodi di prova. UNI EN 255-1:1998 31/10/1998 Condizionatori, refrigeratori di liquido e pompe di calore con compressore elettrico

Dettagli

COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSM MAXI 7,5-10 - 15-20 HP

COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSM MAXI 7,5-10 - 15-20 HP LABORATORI INDUSTRIA COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSM MAXI HP SERVIZIO CLIENTI CSM Maxi la Gamma MAXI HP Una soluzione per ogni esigenza Versione su Basamento Particolarmente indicato per installazioni

Dettagli

Il controllo dell efficienza energetica nei Data Center. Valentino Violani, Npo Consulting srl

Il controllo dell efficienza energetica nei Data Center. Valentino Violani, Npo Consulting srl Il controllo dell efficienza energetica nei Data Center Valentino Violani, Npo Consulting srl Profilo del System Integrator Saia PCD Npo Consulting srl è una società di system integration nata nel 2007

Dettagli

Gruppi termici a condensazione con integrazione solare PRIME SOLAR

Gruppi termici a condensazione con integrazione solare PRIME SOLAR Gruppi termici a condensazione con integrazione solare PRIME SOLAR PR Imperativo Risparmio Energetico La principale voce di spesa di un abitazione è relativa alla climatizzazione invernale. I consumi energetici

Dettagli

Dosso, 6 febbraio 2012. Oggetto: Comunicato stampa ixwall HP

Dosso, 6 febbraio 2012. Oggetto: Comunicato stampa ixwall HP Dosso, 6 febbraio 2012 Oggetto: Comunicato stampa ixwall HP Lamborghini Calor presenta ixwall HP, un innovativa pompa di calore multifunzione ad incasso per la climatizzazione e la produzione di acqua

Dettagli

Aiuto all applicazione EN-5 Raffreddamento, de-/umidificazione

Aiuto all applicazione EN-5 Raffreddamento, de-/umidificazione Aiuto all applicazione EN-5 Raffreddamento, de-/umidificazione Contenuti e scopo Questo aiuto all applicazione tratta delle procedure e delle esigenze inerenti la progettazione, l installazione e la sostituzione

Dettagli

CENTRALI TERMO-FRIGORIFERE NUOVE TECNOLOGIE E RISPARMIO ENERGETICO. Rivalta Scrivia, 8 settembre 2015

CENTRALI TERMO-FRIGORIFERE NUOVE TECNOLOGIE E RISPARMIO ENERGETICO. Rivalta Scrivia, 8 settembre 2015 CENTRALI TERMO-FRIGORIFERE NUOVE TECNOLOGIE E RISPARMIO ENERGETICO Rivalta Scrivia, 8 settembre 2015 Le analisi dei consumi energetici nei sistemi di refrigerazione e a pompa di calore semplici e complessi

Dettagli

SISTEMI ELETTRICI PER LA PRODUZIONE DI CALORE:

SISTEMI ELETTRICI PER LA PRODUZIONE DI CALORE: SISTEMI ELETTRICI PER LA PRODUZIONE DI CALORE: VALUTAZIONI TECNICO-ECONOMICHE TRA POMPE DI CALORE E GENERATORI DI CALORE I CICLI Cicli diretti = cicli termodinamici che riguardano i motori forniscono lavoro

Dettagli

LG NEWS FLASH Aprile 2013. Campagna pubblicitaria clima 2013

LG NEWS FLASH Aprile 2013. Campagna pubblicitaria clima 2013 Campagna pubblicitaria clima 2013 LG Electronics Italia S.p.A. e molto lieta di presentarvi la campagna pubblicitaria in corso su Il Sole 24 Ore, dove tutti i venerdi fino al 24 maggio troverete uno spazio

Dettagli

CENTRALI TERMOELETTRICHE

CENTRALI TERMOELETTRICHE CENTRALI TERMOELETTRICHE Introduzione I procedimenti tradizionali di conversione dell energia, messi a punto dall uomo per rendere disponibili, a partire da fonti di energia naturali, energia in forma

Dettagli

30RB/RQ. Installazione rapida, prestazioni superiori

30RB/RQ. Installazione rapida, prestazioni superiori 30RB/RQ Refrigeratori di liquido e pompe di calore raffreddati ad aria 17-33 kw Installazione rapida, prestazioni superiori Installazione rapida, semplice manutenzione Tutti gli installatori cercano di

Dettagli

RECUPERATORI DI CALORE PER ACQUA CALDA SANITARIA O ALTRI USI IN ACCIAIO INOX

RECUPERATORI DI CALORE PER ACQUA CALDA SANITARIA O ALTRI USI IN ACCIAIO INOX RECUPERATORI DI CALORE PER ACQUA CALDA SANITARIA O ALTRI USI IN ACCIAIO INOX Serie mod. da ø a ø MODELLI DISPONIBILI SOLO IN VERSIONE TRM u u u u SIGNIFICATO DELLE SIGLE IDENTIFICATIVE Recuperatore acqua

Dettagli

COGENERAZIONE. Tipologie di impianti di cogenerazione

COGENERAZIONE. Tipologie di impianti di cogenerazione COGENERAZIONE La cogenerazione, o produzione combinata di energia elettrica e calore, consente di ottenere da una singola unità produttiva energia elettrica e termica, o in alcuni casi, lavoro ed energia

Dettagli

smile SMILE hp 55% 7,6 19,7 kw Riscaldamento 6,7 22,4 kw Raffreddamento R410A INVERTER E C

smile SMILE hp 55% 7,6 19,7 kw Riscaldamento 6,7 22,4 kw Raffreddamento R410A INVERTER E C smile POMPA DI CALORE REVERSIBILE PER RISCALDAMENTO, RAFFREDDAMENTO SMILE hp E PRODUZIONE DI ACQUA CALDA SANITARIA 7,6 19,7 kw Riscaldamento 6,7 22,4 kw Raffreddamento 55% INVERTER R410A E C 2 SMILE hp

Dettagli

3 - Cogenerazione tecnologie disponibili, aspetti ambientali e gestionali. Enrico Malusardi Professore a contratto, Politecnico di Milano

3 - Cogenerazione tecnologie disponibili, aspetti ambientali e gestionali. Enrico Malusardi Professore a contratto, Politecnico di Milano 3 - Cogenerazione tecnologie disponibili, aspetti ambientali e gestionali Enrico Malusardi Professore a contratto, Politecnico di Milano PERCHE LA COGENERAZIONE? È la produzione combinata di calore e di

Dettagli

Gruppi termici a condensazione con integrazione solare da incasso, interno o esterno INKA SOLAR

Gruppi termici a condensazione con integrazione solare da incasso, interno o esterno INKA SOLAR Gruppi termici a condensazione con integrazione solare da incasso, interno o esterno INKA SOLAR INKA Imperativo Risparmio Energetico La principale voce di spesa di un abitazione è relativa alla climatizzazione

Dettagli

IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO

IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO Trasferimento di calore dall ambiente interno a quello esterno L aria del locale da raffrescare cede calore all unità interna del climatizzatore ed in tal modo si raffredda

Dettagli

OMNIA RADIANT VENTILCONVETTORE CON PIASTRA RADIANTE IL VENTILCONVETTORE CON 3 MODALITÀ DI RISCALDAMENTO

OMNIA RADIANT VENTILCONVETTORE CON PIASTRA RADIANTE IL VENTILCONVETTORE CON 3 MODALITÀ DI RISCALDAMENTO RADIANT VENTILCONVETTORE CON PIASTRA RADIANTE IL VENTILCONVETTORE CON 3 MODALITÀ DI RISCALDAMENTO Installazione a parete o a pavimento Versioni on-off e ad Inverter, abbinabile al sistema di gestione VMF

Dettagli

Trattamento atia. Deuclima VMC Unità di ventilazione meccanica controllata con recuperatore di calore ad alta efficienza

Trattamento atia. Deuclima VMC Unità di ventilazione meccanica controllata con recuperatore di calore ad alta efficienza IT Trattamento atia Unità di ventilazione meccanica controllata con recuperatore di calore ad alta efficienza Unità di ventilazione meccanica controllata con recuperatore di calore ad alta efficienza Il

Dettagli

ixquadra HP Accessori a richiesta Kit antivibranti - Cod. 20Z03440 1/6

ixquadra HP Accessori a richiesta Kit antivibranti - Cod. 20Z03440 1/6 ixquadra HP Pompa di calore per installazione splittata di tipo aria/acqua Inverter per il riscaldamento ed il raffrescamento di ambienti di piccole e medie dimensioni. Ideali per impianti con ventilconvettori

Dettagli

La manutenzione per ridurre i costi dell aria compressa ed incrementare l efficienza degli impianti

La manutenzione per ridurre i costi dell aria compressa ed incrementare l efficienza degli impianti Maintenance Stories Fatti di Manutenzione Kilometro Rosso - Bergamo 13 novembre 2013 La manutenzione per ridurre i costi dell aria compressa ed incrementare l efficienza degli impianti Guido Belforte Politecnico

Dettagli

INDICE. Caratteristiche tecniche 1 Opzioni modulo idraulico 2 Versioni Accessorie 2 Accessori 3

INDICE. Caratteristiche tecniche 1 Opzioni modulo idraulico 2 Versioni Accessorie 2 Accessori 3 ALFA CF 4,9 65 kw Catalogo 202320A01 Emissione 09.03 Sostituisce 10.00 Refrigeratore d acqua ALFA CF Pompa di calore reversibile ALFA CF /HP Unità con serbatoio e pompa ALFA CF /ST Unità motocondensante

Dettagli

NORME ORDINATE PER ARGOMENTO

NORME ORDINATE PER ARGOMENTO UNI EN 215-1:1990 31/03/90 Valvole termostatiche per radiatori. Requisiti e metodi di prova. UNI EN 255-1:1998 31/10/98 Condizionatori, refrigeratori di liquido e pompe di calore con compressore elettrico

Dettagli

pyxis 45,7 876,0 kw R410A SHELL A C PLATE CLASS Energy Class RCGROUP SpA 19632013 fiftycoolyears C_GNR_0113 fiftycoolyears

pyxis 45,7 876,0 kw R410A SHELL A C PLATE CLASS Energy Class RCGROUP SpA 19632013 fiftycoolyears C_GNR_0113 fiftycoolyears 95 REFRIGERTORI CONDENSTI D RI EQUIPGGITI CON COMPRESSORI SCROLL E BTTERIE CONDENSNTI MICROCNLE 45,7 876,0 Energy Class More efficient + B C D E F G Less efficient CLSS R410 PLTE SHELL C RCGROUP Sp 19632013

Dettagli

Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico

Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico Ventilconvettori Cassette Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico Se potessi avere il comfort ideale con metà dei consumi lo sceglieresti? I ventilconvettori Cassette SkyStar

Dettagli

Presidio Ospdaliero A. Manzoni di Lecco

Presidio Ospdaliero A. Manzoni di Lecco CARBOTERMO S.P.A. IMPIANTO DEL PRESIDIO OSPEDALIERO A. MANZONI AZIENDA OSPEDALIERA DELLA PROVINCIA DI LECCO. PREMESSA Di seguito vengono descritte le principali caratteristiche tecniche dell impianto di

Dettagli

Ventilatori Brushless modulanti a magneti permanenti con inverter, per uso continuo, a risparmio energetico e bassa rumorosità.

Ventilatori Brushless modulanti a magneti permanenti con inverter, per uso continuo, a risparmio energetico e bassa rumorosità. Scheda Tecnica: Piastra idronica SKUDO DC Inverter Codice scheda: XSCT00078 Data 15/11/2014 Famiglia: Recuperatori di calore Descrizione SKUDO è la piastra idronica con spessore di 13 cm e batteria di

Dettagli

CENTRALI TERMO-FRIGORIFERE NUOVE TECNOLOGIE E RISPARMIO ENERGETICO. Novara, 17 aprile 2015

CENTRALI TERMO-FRIGORIFERE NUOVE TECNOLOGIE E RISPARMIO ENERGETICO. Novara, 17 aprile 2015 CENTRALI TERMO-FRIGORIFERE NUOVE TECNOLOGIE E RISPARMIO ENERGETICO Novara, 17 aprile 2015 Le analisi dei consumi energetici nei sistemi di refrigerazione e a pompa di calore semplici e complessi Mauro

Dettagli

Voci di capitolato. Generatore termofrigorifero EcoPower Accorroni mod. HPE/C 22

Voci di capitolato. Generatore termofrigorifero EcoPower Accorroni mod. HPE/C 22 Generatore termofrigorifero EcoPower Accorroni mod. HPE/C 22 Classificazione apparecchio: Pompa di calore monoblocco aria/acqua per installazione da esterno con integrato generatore termico a gas metano.

Dettagli

AQUA 2. pompe di calore aria-acqua per installazione splittata con compressore ad inverter NEW MODEL >>> POMPE DI CALORE.

AQUA 2. pompe di calore aria-acqua per installazione splittata con compressore ad inverter NEW MODEL >>> POMPE DI CALORE. ECO -FRIENDLY FRIGERANT G AQUA 2 pompe di calore aria-acqua per installazione splittata con compressore ad inverter NEW MODEL f i n a n z i a i a r >>> POMPE DI CALORE POMPE DI CALORE > I VANTAGGI DEL

Dettagli

Gli elementi tipologici forniti, al solo scopo di supportare la presente relazione tecnica, sono i seguenti:

Gli elementi tipologici forniti, al solo scopo di supportare la presente relazione tecnica, sono i seguenti: all articolo 3 del D.P.R. 26 agosto 1993, n. 412 (per edifici costituiti da parti appartenenti a categorie differenti, specificare le diverse categorie) Numero delle unità immobiliari Committente(i) Progettista(i)

Dettagli

TIPOLOGIA DI CONDIZIONATORI

TIPOLOGIA DI CONDIZIONATORI TIPOLOGIA DI CONDIZIONATORI I condizionatori si dividono in due grandi famiglie quelli chiamati solo freddo e quelli detti a pompa di calore. La differenza sostanziale è che quelli a pompa di calore oltre

Dettagli

UNITA DI CLIMATIZZAZIONE HRU

UNITA DI CLIMATIZZAZIONE HRU 2014 HRU HRU Unità di climatizzazione aria/aria in pompa di calore con recupero integrato per il ricambio dell aria con neutralizzazione dei carichi termici esterni ove già si disponga di riscaldamento

Dettagli

Cold Plate BREVETTATO

Cold Plate BREVETTATO L uso di dissipatori ad acqua si sta sempre più diffondendo per rispondere all esigenza di dissipare elevate potenze in spazi contenuti e senza l adozione di ventole con elevate portate d aria. Infatti,

Dettagli

SCHEDA TECNICA DUPLEX EC.UI 175 Cod. 1300002 ORIZZONTALE DUPLEX EC.UI 175 Cod. 1301002 - VERTICALE

SCHEDA TECNICA DUPLEX EC.UI 175 Cod. 1300002 ORIZZONTALE DUPLEX EC.UI 175 Cod. 1301002 - VERTICALE SCHEDA TECNICA DUPLEX EC.UI 175 Cod. 1300002 ORIZZONTALE DUPLEX EC.UI 175 Cod. 1301002 - VERTICALE RECUPERATORE ORIZZONTALE VERTICALE A RECUPERO TOTALE (scambiatore in Carta) DA 1.580 m³/h DESCRIZIONE

Dettagli

DEH UNITA DI CLIMATIZZAZIONE

DEH UNITA DI CLIMATIZZAZIONE DEH UNITA DI CLIMATIZZAZIONE DEH Unità di deumidificazione e rinnovo dell aria con recupero di calore in abbinamento con sistemi di raffrescamento radiante Installazione a controsoffitto Configurazione

Dettagli

next 6 161 kw Condizionatori con mandata aria dall alto o dal basso T_NXT_1209_IT

next 6 161 kw Condizionatori con mandata aria dall alto o dal basso T_NXT_1209_IT next 6 161 kw Condizionatori con mandata aria dall alto o dal basso T_NXT_1209_IT next R407C INDICE LIMITI DI FUNZIONAMENTO... 3 IDENTIFICAZIONE SERIE... 4 IDENTIFICAZIONE MODELLO... 5 COMPONENTI COMUNI...

Dettagli

EMERALD INVERTER. Climatizzatore DC inverter in pompa di calore

EMERALD INVERTER. Climatizzatore DC inverter in pompa di calore EMERALD INVERTER Climatizzatore DC inverter in pompa di calore EMERALD INVERTER Elegante, compatto. Altamente seducente. Silenziosità e prestazioni elevate contraddistinguono i nuovi climatizzatori inverter

Dettagli

Introduzione - Teoria - Esercizi - Caso Studio - Conclusioni

Introduzione - Teoria - Esercizi - Caso Studio - Conclusioni 1 Sommario Introduzione Teoria Approccio (alcune osservazioni) Componenti principali Portata d aria Usi inappropriati Perdite Parametri che influenzano i consumi Esercizi Caso Studio Conclusioni 2 3 L

Dettagli

DIAMOND INVERTER. Climatizzatore DC inverter in pompa di calore

DIAMOND INVERTER. Climatizzatore DC inverter in pompa di calore DIAMOND INVERTER Climatizzatore DC inverter in pompa di calore DIAMOND INVERTER Elegante, compatto. Altamente seducente. Silenziosità e prestazioni elevate contraddistinguono i nuovi climatizzatori inverter

Dettagli

CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING

CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING POTENZA FRIGORIFERA DA 4 A 26,8 kw ED.P 161 SF E K 98 FC La gamma di condizionatori

Dettagli

p Pompa di calore Heating 61AF Aria-Acqua R I S C A L D A M E N T O A D A L T A T E M P E R A T U R A

p Pompa di calore Heating 61AF Aria-Acqua R I S C A L D A M E N T O A D A L T A T E M P E R A T U R A Heating Pompa di calore 61AF Aria-Acqua R I S C A L D A M E N T O A D A L T A T E M P E R A T U R A Tecnologia e sostenibilità ambientale SINCE 1902 Il marchio più apprezzato Quando Willis Carrier inventò

Dettagli

TERMOVENTILANTI EBH EDS INTEGRATED COMFORT SYSTEMS

TERMOVENTILANTI EBH EDS INTEGRATED COMFORT SYSTEMS IT TERMOVENTILANTI EBH EDS INTEGRATED COMFORT SYSTEMS EBH EDS TERMOVENTILANTI EBH EDS Le unità termoventilanti da incasso delle serie EBH - EDS, grazie ai loro ventilatori ad alta prevalenza, sono indicate

Dettagli

GEOTERMIA A BASSA ENTALPIA IN TOSCANA: Strategie ed azioni Comuni. Esperienze degli operatori di settore nella geotermia a bassa entalpia

GEOTERMIA A BASSA ENTALPIA IN TOSCANA: Strategie ed azioni Comuni. Esperienze degli operatori di settore nella geotermia a bassa entalpia GEOTERMIA A BASSA ENTALPIA IN TOSCANA: Strategie ed azioni Comuni ScuolaSuperiore S.Anna - Pisa 21 Febbraio 2013 Esperienze degli operatori di settore nella geotermia a bassa entalpia Ing.Patrizio Pastacaldi

Dettagli

Top Comfort SDH 18. Climatizzatori inverter DC pompa di calore

Top Comfort SDH 18. Climatizzatori inverter DC pompa di calore Top Comfort SDH 18 Climatizzatori inverter DC pompa di calore Top Comfort SDH 18 Climatizzatori inverter DC monosplit e multisplit pompa di calore GAMMA TOP COMFORT INVERTER DC Gamma residenziale modelli

Dettagli

menoenergia INTRODUZIONE

menoenergia INTRODUZIONE INTRODUZIONE I centri commerciali si stanno sempre più trasformando da semplici strutture di vendita a strutture destinate ad attività complesse per il tempo libero e per il benessere, con un funzionamento

Dettagli

Applicazioni del secondo principio. ovvero. Macchine a vapore a combustione esterna: Macchine a vapore a combustione interna: Ciclo Otto, ciclo Diesel

Applicazioni del secondo principio. ovvero. Macchine a vapore a combustione esterna: Macchine a vapore a combustione interna: Ciclo Otto, ciclo Diesel Termodinamica Applicazioni del secondo principio ovvero Macchine a vapore a combustione esterna: macchina di Newcomen e macchina di Watt Macchine a vapore a combustione interna: Ciclo Otto, ciclo Diesel

Dettagli

CENTRALI TERMOELETTRICHE

CENTRALI TERMOELETTRICHE CENTRALI TERMOELETTRICHE Le centrali termoelettriche sono impianti che utilizzano l energia chimica dei combustibili per trasformarla in energia elettrica. Nelle centrali termoelettriche la produzione

Dettagli

P5=2,5 atm 5. P3=3 atm. P6=4 atm

P5=2,5 atm 5. P3=3 atm. P6=4 atm V [m3/h] 3 a.a. 2012-13 APPROVVIGIONAMENTO IDRICO DIMENSIONAMENTO RETE IDRICA APERTA n. 1 Dimensionare tramite il metodo a velocità costante la seguente rete di distribuzione dell acqua industriale, del

Dettagli

Air Conditioning Division

Air Conditioning Division Air Conditioning Division ARGOMENTI TRATTATI PAG Caratteristiche salienti 2 Tipologia unità interne collegabili 3 Caratteristiche tecniche 4 Tavole di configurazione 5 Fattori di correzione (capacità)

Dettagli

Aeroporto di Capodichino

Aeroporto di Capodichino 2 0 1 5 Aeroporto di Capodichino Efficientamento energetico della climatizzazione fabbricato viaggiatori Ing. Maurizio Landolfi Aeroporto di Capodichino Efficientamento energetico della climatizzazione

Dettagli

ECO ACQUE CALDE SANITARIE

ECO ACQUE CALDE SANITARIE PROGETTAZIONE, SVILUPPO E COSTRUZIONE EUROPEA ECO ACQUE CALDE SANITARIE ECONOMIA COMFORT ECOLOGIA PROBABILMENTE LO SCALDACQUA SOLARE PIÙ EVOLUTO DEL MONDO ACQUA CALDA 4 ORE AL GIORNO FUNZIONA DI GIORNO,

Dettagli

2 0 1 4 LINEA RESIDENZIALE SOLUZIONI DI CLIMATIZZAZIONE

2 0 1 4 LINEA RESIDENZIALE SOLUZIONI DI CLIMATIZZAZIONE 2 0 1 4 LINEA RESIDENZIALE SOLUZIONI DI CLIMATIZZAZIONE Toshiba Climatizzazione La passione per l innovazione Toshiba entra nella climatizzazione negli anni 50 con la produzione della sua prima unità e

Dettagli

Hydronic Unit LE. Pompe di calore idroniche

Hydronic Unit LE. Pompe di calore idroniche Hydronic Unit LE Pompe di calore idroniche UNIT LE LA NUOVA POMPA DI CALORE IDRONICA ARIA-ACQUA DI BERETTA CON CIRCOLATORE BASSO CONSUMO Le pompe di calore UNIT LE sono idonee per riscaldamento, raffrescamento

Dettagli

lindab we simplify construction Lindab Solus Semplicemente, la scelta naturale

lindab we simplify construction Lindab Solus Semplicemente, la scelta naturale lindab we simplify construction Lindab Solus Semplicemente, la scelta naturale Semplicemente, la scelta naturale Immagina una soluzione a travi fredde con bilanciamento della temperatura, dove riscaldamento

Dettagli

Perchè emix? PAT. PEND. RENEWABLE ENERGIES

Perchè emix? PAT. PEND. RENEWABLE ENERGIES Perchè emix? L acqua calda ad uso sanitario è un servizio sempre richiesto in qualsiasi edificio, dal piccolo appartamento ai grandi uffici open space o ai grandi alberghi. Tra tutte le possibili tecnologie

Dettagli