APPROVAZIONE CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE DI TOMBA DI FAMIGLIA. ACCERTAMENTO SOMME. IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "APPROVAZIONE CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE DI TOMBA DI FAMIGLIA. ACCERTAMENTO SOMME. IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO"

Transcript

1 COMUNE DI MORDANO Provincia di Bologna Cap , Via Bacchilega n. 6 Tel. 0542/56911 Fax Sito Internet: DETERMINAZIONE N. 93 / 2015 del 17/06/2015 OGGETTO: APPROVAZIONE CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE DI TOMBA DI FAMIGLIA. ACCERTAMENTO SOMME. IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO Vista la Delibera di Giunta Comunale n 92 del 13/ relativa all approvazione del progetto definitivo per la costruzione di n 4 tombe di famiglia in linea nel cimitero di Mordano; Vista la Determinazione n 227 del 13/11/2014 relativa all approvazione del bando di assegnazione delle nuove tombe di famiglia. Richiamata la determinazione n. 249 del ad oggetto APPROVAZIONE DELLA GRADUATORIA PER L ASSEGNAZIONE IN CONCESSIONE NOVANTENNALE RINNOVABILE DI TOMBE DI FAMIGLIA DISPOSTE IN LINEA NEL CIMITERO DI MORDANO Che con il medesimo atto si determinava di: a) ) di approvare la graduatoria per l assegnazione delle tombe di famiglia, applicando come criterio l ordine di arrivo delle domande, come segue: - richiesta congiunta dei Sig.ri Romagnoli Samuele, Romagnoli Simone e Romagnoli Michele; - richiesta congiunta dei Sig.ri Paolina Marani e Adelmo Marani; b) ) di disporre che i sopra detti richiedenti procedano con il pagamento del canone fissato in per ciascuna tomba, per la prima tranche entro il termine del 31/12/2014 del 50% e per il saldo entro indicativamente la data del 30/04/2015; c) di approvare la convenzione per la concessione novantennale allegata; d) di accertare la somma di euro al Capitolo di spesa 971, in quanto è già stata versata la somma di euro dal padre dei richiedenti Romagnoli Samuele, Simone e Michele,; e) di impegnare per la realizzazione dell opera pubblica costruzione tombe di famiglia nel cimitero di Mordano, le seguenti somme: , finanziati con i corrispettivi delle sopra citate concessioni ai Sig.ri Romagnoli e Marani; , in via cautelativa e finanziati con altri proventi da proventi permessi a costruire; Dato atto che per motivi di natura organizzativa e per ritardi amministrativi non si è proceduto all affidamento dei lavori in tempo utile per l ultimazione dei lavori nei termini previsti e che pertanto si rende pertanto necessario modificare il termine di pagamento previsto il al , Visti gli schemi di concessione novantennale delle costruende tombe di famiglia ed evidenziato che si rende necessario procedere a: 1) approvare nuovo schema di concessione novantennale della tomba di famiglia aggiornato alla data odierna 2) determinare come termine di pagamento della seconda rata di euro il termine del Visti: l art. 107, 184 e 191 del D.Lgs n. 267/2000; il regolamento di contabilità; l articolo 37 del D.Lgs 33 del 14/03/2013 che dispone in ordine agli obblighi di pubblicità in materia di lavori pubblici, servizi e forniture; il comma 32 dell art. 1 della L. 190/2012,

2 DETERMINA 1) approvare nuovo schema di concessione novantennale della tomba di famiglia CONCESSIONE NOVANTENNALE RINNOVABILE DI TOMBE DI FAMIGLIA DISPOSTE IN LINEA NEL CIMITERO DI MORDANO allegato in copia alla presente determinazione; 2) determinare come termine di pagamento della seconda rata di euro il termine del ) di procedere all accertamento della somma di euro al capitolo di previsione n. 971 del Bilancio di previsione ) di assolvere l obbligo di pubblicazione del presente provvedimento nella sezione AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE, sul sito web del Comune di Mordano, in adempimento del combinato disposto di cui all art. 37 del D.lgs 33/2013 e dell art.1, comma 32 della L. 190/ ) di dare atto dell'avvenuto assolvimento degli obblighi di cui all'art. 6 del DPR 62/2013, per cui sul presente provvedimento non sussiste situazione di conflitto di interessi nè in capo al responsabile di procedimento, nè in capo al soggetto che sottoscrive il presente atto e all'art. 14 del DPR 62/2013 con l'acquisizione a fascicolo della relativa attestazione del personale interessato. Il Responsabile dell Area Territorio Geom. Alfonso Calderoni ATTESTAZIONE DI INSUSSISTENZA DI SITUAZIONE DI CONFLITTO DI INTERESSE In relazione al presente provvedimento conclusivo ex at. 6 bis legge 241/1990 quale introdotto dalla legge 190/2012. Il sottoscritto geom. Alfonso Calderoni, nato a Imola il in qualità di responsabile del servizio, domiciliato per la carica presso il Comune di Mordano in via Bacchilega 6, Visto l art. 6 bis della legge 241/90 Visto il DPR 445/2000 DICHIARA Sotto la propria personale responsabilità che - non sussistono situazioni di conflitto di interesse con lo scrivente competente per i quali è fatto obbligo espresso di astenersi dall adottare pareri, valutazioni tecniche, atti endo procedimentali e provvedimento finale, - procederà con proprio atto a segnalare ogni situazione di conflitto anche potenziale. Mordano 8/6/2015 Il Responsabile dell Area Territorio Geom. Alfonso Calderoni

3 VISTO DI REGOLARITÀ CONTABILE ATTESTANTE LA COPERTURA FINANZIARIA. Ai sensi dell art. 151 del DLGS 267/2000 si attesta la regolarità contabile. Lì Il Responsabile del Servizio Finanziario Dott. Marco Casolini PUBBLICAZIONE La presente determinazione viene pubblicata all Albo on line per quindici giorni consecutivi dal ai sensi dell art. 16 dello Statuto Comunale. Il Responsabile dell Ufficio Segreteria

4 ALLEGATO ALLA DETERMINAZIONE N. 93 / 2015 del 17/06/2015 COMUNE DI MORDANO (Città metropolitana di Bologna) ATTO PER LA CONCESSIONE DI UNA CAPPELLA FUNERARIA NEL CIMITERO COMUNALE DI MORDANO. Rep. Scritture Private n. L'anno duemilaquindici questo giorno ( ) nel mese di giugno in Mordano, nella residenza municipale in Via Bacchilega n.6, i sottoscritti: Alfonso Calderoni nato a Imola (Bo) il , ai sensi dell art. 51 comma 3 della L 142/90, domiciliato per la carica presso la residenza municipale in Mordano, Via Bacchilega n. 6 che nel presente atto interviene non in nome proprio ma in nome e per conto del Comune di Mordano (C.F ) in qualità di Responsabile del Servizio Area Territorio; Marani Paolina nato a Mordano (Bo) il , residente a Mordano (Bo) Via Roma 54, (C.F. MRNPLN36A51; Marani Adelmo nato a Mordano (Bo) il , residente a Imola (Bo) Via Pasquala, (C.F. MRNDLM28L21F718F); PREMESSO CHE - che con deliberazione di Giunta Comunale n. 8 in data , esecutiva, in atti, è stato approvato il progetto esecutivo per la costruzione di nuove tombe di famiglia in linea nel cimitero di Mordano, atto agli atti del Comune. - che con determinazione n. 227 del del Servizio Area Territorio si dava avvio alle procedure di assegnazione delle cappelle private di cui sopra - che con determinazione del Responsabile Area Territorio n. 249/2014 del è stata fra l altro assegnata ai sig.ri Marani Adelmo e Marani Paolina la tomba di famiglia n. 170 di prossima realizzazione posta nel cimitero locale di Mordano; - che con determinazione n. 176 del 22/04/2015 è stata disposta l aggiudicazione provvisoria per la costruzione della tomba di famiglia e che l assunzione di spesa seguente l aggiudicazione definitiva con l avverrà dopo la stipula del presente atto ( in applicazione dei principi contabili di art. 3.13, 3.15 e3.16 del decreto legislativo n. 118 del 2011); Tutto ciò premesso il Comune di Mordano; Visto il vigente Regolamento di Polizia Mortuaria; Viste le disposizioni di cui all art. 107, commi 2 e 3, del Decreto Legislativo 18 agosto 2000, n. 267 e l atto di incarico ai funzionari responsabili dei servizi emesso dal Sindaco di Mordano, in atti C O N C E D E alla Sig.ra Marani Paolina nata a Mordano (Bo) il , residente a Mordano (Bo) Via Roma n. 54; al Sig.r Marani Adelmo nato a Mordano (Bo) il , residente a Imola (Bo) via Pasquala 21; che accettano, l'uso della edicola funeraria posta nel cimitero di Mordano indicata con il n. 170 nell'allegata planimetria, che sarà realizzata a cura e spese del Comune di Mordano ed avrà le seguenti caratteristiche: cappella di famiglia della capienza complessiva di n. 10 loculi; finitura muratura a vista, loculi marmo, cancelletto di chiusura in ferro battuto, pluviali in lamiera verniciata testo di moro, tipo di copertura tegole in laterizio. Per questa concessione è stabilito il canone corrispettivo di ,00 (diconsi Euro trentamila,00). Il concessionario dichiara di accettare la concessione e si impegna ed obbliga ad osservare tutte le prescrizioni e condizioni contenute nel seguente disciplinare di concessione. DISCIPLINARE DI CONCESSIONE Art. 1 La presente concessione ha durata pari a 99 anni decorrenti dalla data di consegna della tomba di famiglia, risultante da apposito verbale che sarà controfirmato dalle parti all ultimazione dei lavori prevista entro 120 giorni consecutivi dalla data inizio lavori prevista il giorno La concessione non conferisce alcun diritto di proprietà sulla Cappella, ma va intesa come diritto d uso a 99 (novantanove) anni. I Signori Marani Paolina e Marani Adelmo, acquistano la posizione di Concessionario diretti e quindi la pienezza dei diritti e facoltà inerenti alla Concessione.

5 Art. 2 Alla scadenza della concessione, in caso di mancato rinnovo, il manufatto rientrerà nella piena disponibilità del Comune di Mordano. Art. 3 I diritti e gli obblighi previsti nelle concessioni delle cappelle private saranno trasmissibili in linea retta per successione. E esclusa la cessione del diritto con atti negoziali. I trapassi per successione devono essere comprovati con atto notarile od attestazione giudiziaria, o da altra idonea certificazione. Se la successione è testamentaria è richiesto estratto dell atto testamentario. In caso di decesso del concessionario i discendenti legittimi e le altre persone che hanno titolo alla concessione sono tenuti a darne comunicazione all Ufficio comunale preposto entro tre mesi dalla data del decesso richiedendo contestualmente la variazione per aggiornamento dell intestazione della concessione in favore degli aventi diritto e designando uno di essi quale rappresentante della concessione nei confronti del Comune. Art. 4 I concessionari non ritengono di specificare i nominativi delle salme da tumulare, i posti disponibili saranno assegnati agli appartenenti del gruppo familiare de concessionari che potrà richiedere, in ogni momento, l autorizzazione all estumulazione o traslazione di una salma previa corresponsione delle tariffe relative alle operazioni richieste. Per il posto salma resosi disponibile, al momento in cui ne venga richiesto l utilizzo, dovrà essere corrisposte una somma pari alla tariffa vigente. Art. 5 Il diritto d'uso della tomba di famiglia è riservato alle persone dei concessionari ed ai componenti della loro famiglie. Ai sensi dell art. 20 del vigente regolamento comunale di Polizia Mortuaria, il diritto di uso delle sepolture private è riservato ai familiari fino al 3 grado ed affini di primo grado, nonchè dalle altre sepolture previste dall art. 93 del D.P.R. n. 285/90. Così pure è consentita la tumulazione di salme di persone che abbiano acquisito in vita particolari benemerenze nei confronti del concessionario (es. erede testamentario). Nel caso di concessione richiesta da Enti per collettività, il diritto di sepoltura è riservato alle persone iscritte o facenti parte dell ente concessionario secondo le modalità stabilite dai rispettivi ordinamenti. In ogni caso, il diritto di sepoltura si esercita nei limiti della capienza della cappella di famiglia o della tomba ipogea, nelle quali, pertanto, non potranno essere tumulate salme in numero superiore a quello previsto nell atto di concessione redatto in conformità con le disposizioni del Regolamento Comunale di Polizia Mortuaria e del D.P.R. n. 285/90. All interno delle predette costruzioni potranno, altresì, essere riposti resti mortali e/o ceneri, fino al raggiungimento della capienza massima consentita dalla dimensione dei singoli loculi. Art. 6 La presente concessione s'intende fatta ed accettata fra le parti ed operativa alle condizioni e modalità e sotto le prescrizioni risultanti dalle leggi, decreti e regolamenti sulla sanità pubblica e sui cimiteri, dall'apposito regolamento comunale di polizia mortuaria in vigore tempo per tempo, nonché da tutte quelle altre disposizioni che potranno in seguito ed in proposito essere emanate. Art. 7 Sono a carico dei concessionari gli oneri di manutenzione ordinaria e straordinaria della cappella funeraria onde mantenerne il decoro e la funzionalità secondo le prescrizioni dei regolamenti comunali e di disposizioni di legge presenti e future. Nel caso di inadempienza, previa diffida, vi provvederà il Comune, con rivalsa coatta della spesa sostenuta a carico del concessionario. I concessionari delle cappelle e loro successori ed aventi diritto, dovranno eseguire restauri ed opere che l Amministrazione Comunale riterrà opportuno o indispensabile prescrivere per ragioni di decoro, di sicurezza o di igiene; a rimuovere eventuali abusi. Art. 8 Allo scadere del termine, la concessione potrà essere rinnovata nei modi stabiliti dai regolamenti comunali, su domanda degli interessati. In caso di mancata rinnovazione, ovvero alla scadenza del periodo di rinnovo, il Comune rientra in possesso della tomba. Art. 9 Si osservano, per quanto riguarda le tumulazioni, esumazioni ed estumulazioni nel sepolcro privato, le norme vigenti per le stesse operazioni eseguite nel cimitero comunale. Art. 10 La presente concessione di tomba di famiglia è concessione di bene demaniale, soggetta pertanto all imposta di registro nella misura stabilita dall art.5, punto 2 della parte prima della tariffa allegata al d.p.r.131/1986. Pertanto, come chiarito dalla Risoluzione del Ministero delle Finanze 15 marzo 1990 n , le concessioni cimiteriali sono attività non rilevanti ai fini IVA. Art. 11 Nel caso di soprressione del cimitero troveranno applicazione le norme di cui agli articoli 98 e 99 del regolamento di polizia mortuaria approvato con DPR 285/1990; Art. 12 Per quanto non contemplato nel presente contratto si intendono applicabili le norme del regolamento di polizia mortuaria, approvato con DPR 285/1990, e di quello comuinale, nonché delle norme generali sulle concessioni demaniali; Art. 13 Il presente atto è soggetto a registrazione e al pagamento della tariffa al 2% dell importo della concessione art. 5.2 della tariffa parte 1 e art. 2 della tariffa punto 2 allegati al DPR 131/86.

6 Art. 14 Le parti danno atto che, in corrispettivo della concessione di cui al presente atto, il concessionario, verserà la somma complessiva di ,00 euro in due rate: - 1^ rata di importo pari a ,00 (quindicimila) già versata, pertanto il comune concedente rilascia ampia e liberatoria quietanza. - 2^ rata di importo pari a ,00 (quindicimila) sarà versata entro il 30 (trenta) settembre 2015 alla tesoreria comunale. Il mancato pagamento della rata comporterà la decadenza della presente concessione. Le spese inerenti alla presente scrittura sono poste a carico dei concessionari. Le parti data lettura, lo approvano e sottoscrivono. Atto scritto con mezzi elettronici in 5 facciate scritte per intero e numero 19 righe fin qui di questa ultima facciata. IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO IL CONCESSIONARIO

7 ALLEGATO ALLA DETERMINAZIONE N. 93 / 2015 del 17/06/2015 COMUNE DI MORDANO (Città metropolitana di Bologna) ATTO PER LA CONCESSIONE DI UNA CAPPELLA FUNERARIA NEL CIMITERO COMUNALE DI MORDANO. Rep. Scritture Private n. L'anno duemilaquindici questo giorno ( ) nel mese di giugno in Mordano, nella residenza municipale in Via Bacchilega n.6, i sottoscritti: Alfonso Calderoni nato a Imola (Bo) il , ai sensi dell art. 51 comma 3 della L 142/90, domiciliato per la carica presso la residenza municipale in Mordano, Via Bacchilega n. 6 che nel presente atto interviene non in nome proprio ma in nome e per conto del Comune di Mordano (C.F ) in qualità di Responsabile del Servizio Area Territorio; Romagnoli Samuele nato a Lugo di Romagna (Ra) il , residente a Mordano (Bo) Via Fondo Maralda 5, (C.F. RMGSML69E13E730S); Romagnoli Simone nato a Lugo di Romagna (Ra) il , residente a Mordano (Bo) Via Cavallazzi 63, (C.F. RMGSMN71C20E730F); Romagnoli Michele nato a Faenza (Ra) il , residente a Mordano (Bo) Via Cavallazzi 63, (C.F. RMGMHL81C02D458L); PREMESSO CHE - che con deliberazione di Giunta Comunale n. 8 in data , esecutiva, in atti, è stato approvato il progetto esecutivo per la costruzione di nuove tombe di famiglia in linea nel cimitero di Mordano, atto agli atti del Comune. - che con determinazione n. 227 del del Servizio Area Territorio si dava avvio alle procedure di assegnazione delle cappelle private di cui sopra - che con determinazione del Responsabile Area Territorio n. 249/2014 del è stata fra l altro assegnata ai sig.ri Romagnoli Samuele, Romagnoli Simone, Romagnoli Michele la tomba di famiglia n. 173 di prossima realizzazione posta nel cimitero locale di Mordano; - che con determinazione n. 176 del 22/04/2015 è stata disposta l aggiudicazione provvisoria per la costruzione della tomba di famiglia e che l assunzione di spesa seguente l aggiudicazione definitiva con l avverrà dopo la stipula del presente atto ( in applicazione dei principi contabili di art. 3.13, 3.15 e3.16 del decreto legislativo n. 118 del 2011); Tutto ciò premesso il Comune di Mordano; Visto il vigente Regolamento di Polizia Mortuaria; Viste le disposizioni di cui all art. 107, commi 2 e 3, del Decreto Legislativo 18 agosto 2000, n. 267 e l atto di incarico ai funzionari responsabili dei servizi emesso dal Sindaco di Mordano, in atti C O N C E D E Al sig. Romagnoli Samuele nato a Lugo di Romagna (Ra) il , residente a Mordano (Bo) Via Fondo Maralda 5, (C.F. RMGSML69E13E730S); Al sig. Romagnoli Simone nato a Lugo di Romagna (Ra) il , residente a Mordano (Bo) Via Cavallazzi 63, (C.F. RMGSMN71C20E730F); Al Sig. Romagnoli Michele nato a Faenza (Ra) il , residente a Mordano (Bo) Via Cavallazzi 63, (C.F. RMGMHL81C02D458L); che accettano, l'uso della edicola funeraria posta nel cimitero di Mordano indicata con il n. 173 nell'allegata planimetria, che sarà realizzata a cura e spese del Comune di Mordano ed avrà le seguenti caratteristiche: cappella di famiglia della capienza complessiva di n. 10 loculi; finitura muratura a vista, loculi marmo, cancelletto di chiusura in ferro battuto, pluviali in lamiera verniciata testo di moro, tipo di copertura tegole in laterizio. Per questa concessione è stabilito il canone corrispettivo di ,00 (diconsi Euro trentamila,00). Il concessionario dichiara di accettare la concessione e si impegna ed obbliga ad osservare tutte le prescrizioni e condizioni contenute nel seguente disciplinare di concessione. DISCIPLINARE DI CONCESSIONE Art. 1 La presente concessione ha durata pari a 99 anni decorrenti dalla data di consegna della tomba di

8 famiglia, risultante da apposito verbale che sarà controfirmato dalle parti all ultimazione dei lavori prevista entro 120 giorni consecutivi dalla data inizio lavori prevista il giorno La concessione non conferisce alcun diritto di proprietà sulla Cappella, ma va intesa come diritto d uso a 99 (novantanove) anni. I Signori Romagnoli Samuele, Romagnoli Simone e Romagnoli Michele, acquistano la posizione di Concessionario diretti e quindi la pienezza dei diritti e facoltà inerenti alla Concessione. Art. 2 Alla scadenza della concessione, in caso di mancato rinnovo, il manufatto rientrerà nella piena disponibilità del Comune di Mordano. Art. 3 I diritti e gli obblighi previsti nelle concessioni delle cappelle private saranno trasmissibili in linea retta per successione. E esclusa la cessione del diritto con atti negoziali. I trapassi per successione devono essere comprovati con atto notarile od attestazione giudiziaria, o da altra idonea certificazione. Se la successione è testamentaria è richiesto estratto dell atto testamentario. In caso di decesso del concessionario i discendenti legittimi e le altre persone che hanno titolo alla concessione sono tenuti a darne comunicazione all Ufficio comunale preposto entro tre mesi dalla data del decesso richiedendo contestualmente la variazione per aggiornamento dell intestazione della concessione in favore degli aventi diritto e designando uno di essi quale rappresentante della concessione nei confronti del Comune. Art. 4 I concessionari non ritengono di specificare i nominativi delle salme da tumulare, i posti disponibili saranno assegnati agli appartenenti del gruppo familiare de concessionari che potrà richiedere, in ogni momento, l autorizzazione all estumulazione o traslazione di una salma previa corresponsione delle tariffe relative alle operazioni richieste. Per il posto salma resosi disponibile, al momento in cui ne venga richiesto l utilizzo, dovrà essere corrisposte una somma pari alla tariffa vigente. Art. 5 Il diritto d'uso della tomba di famiglia è riservato alle persone dei concessionari ed ai componenti della loro famiglie. Ai sensi dell art. 20 del vigente regolamento comunale di Polizia Mortuaria, il diritto di uso delle sepolture private è riservato ai familiari fino al 3 grado ed affini di primo grado, nonchè dalle altre sepolture previste dall art. 93 del D.P.R. n. 285/90. Così pure è consentita la tumulazione di salme di persone che abbiano acquisito in vita particolari benemerenze nei confronti del concessionario (es. erede testamentario). Nel caso di concessione richiesta da Enti per collettività, il diritto di sepoltura è riservato alle persone iscritte o facenti parte dell ente concessionario secondo le modalità stabilite dai rispettivi ordinamenti. In ogni caso, il diritto di sepoltura si esercita nei limiti della capienza della cappella di famiglia o della tomba ipogea, nelle quali, pertanto, non potranno essere tumulate salme in numero superiore a quello previsto nell atto di concessione redatto in conformità con le disposizioni del Regolamento Comunale di Polizia Mortuaria e del D.P.R. n. 285/90. All interno delle predette costruzioni potranno, altresì, essere riposti resti mortali e/o ceneri, fino al raggiungimento della capienza massima consentita dalla dimensione dei singoli loculi. Art. 6 La presente concessione s'intende fatta ed accettata fra le parti ed operativa alle condizioni e modalità e sotto le prescrizioni risultanti dalle leggi, decreti e regolamenti sulla sanità pubblica e sui cimiteri, dall'apposito regolamento comunale di polizia mortuaria in vigore tempo per tempo, nonché da tutte quelle altre disposizioni che potranno in seguito ed in proposito essere emanate. Art. 7 Sono a carico dei concessionari gli oneri di manutenzione ordinaria e straordinaria della cappella funeraria onde mantenerne il decoro e la funzionalità secondo le prescrizioni dei regolamenti comunali e di disposizioni di legge presenti e future. Nel caso di inadempienza, previa diffida, vi provvederà il Comune, con rivalsa coatta della spesa sostenuta a carico del concessionario. I concessionari delle cappelle e loro successori ed aventi diritto, dovranno eseguire restauri ed opere che l Amministrazione Comunale riterrà opportuno o indispensabile prescrivere per ragioni di decoro, di sicurezza o di igiene; a rimuovere eventuali abusi. Art. 8 Allo scadere del termine, la concessione potrà essere rinnovata nei modi stabiliti dai regolamenti comunali, su domanda degli interessati. In caso di mancata rinnovazione, ovvero alla scadenza del periodo di rinnovo, il Comune rientra in possesso della tomba. Art. 9 Si osservano, per quanto riguarda le tumulazioni, esumazioni ed estumulazioni nel sepolcro privato, le norme vigenti per le stesse operazioni eseguite nel cimitero comunale. Art. 10 La presente concessione di tomba di famiglia è concessione di bene demaniale, soggetta pertanto all imposta di registro nella misura stabilita dall art.5, punto 2 della parte prima della tariffa allegata al d.p.r.131/1986. Pertanto, come chiarito dalla Risoluzione del Ministero delle Finanze 15 marzo 1990 n , le concessioni cimiteriali sono attività non rilevanti ai fini IVA. Art. 11 Nel caso di soprressione del cimitero troveranno applicazione le norme di cui agli articoli 98 e 99 del regolamento di polizia mortuaria approvato con DPR 285/1990;

9 Art. 12 Per quanto non contemplato nel presente contratto si intendono applicabili le norme del regolamento di polizia mortuaria, approvato con DPR 285/1990, e di quello comuinale, nonché delle norme generali sulle concessioni demaniali; Art. 13 Il presente atto è soggetto a registrazione e al pagamento della tariffa al 2% dell importo della concessione art. 5.2 della tariffa parte 1 e art. 2 della tariffa punto 2 allegati al DPR 131/86. Art. 14 Le parti danno atto che, in corrispettivo della concessione di cui al presente atto, il concessionario, verserà la somma complessiva di ,00 euro in due rate: - 1^ rata di importo pari a ,00 (quindicimila) già versata, pertanto il comune concedente rilascia ampia e liberatoria quietanza. - 2^ rata di importo pari a ,00 (quindicimila) sarà versata entro il 30 (trenta) settembre 2015 alla tesoreria comunale. Il mancato pagamento della rata comporterà la decadenza della presente concessione. Le spese inerenti alla presente scrittura sono poste a carico dei concessionari. Le parti data lettura, lo approvano e sottoscrivono. Atto scritto con mezzi elettronici in 5 facciate scritte per intero e numero 19 righe fin qui di questa ultima facciata. IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO IL CONCESSIONARIO

COMUNE DI CASTELVETRO PIACENTINO. - Provincia di Piacenza - CIMITERO POSTO IN FRAZIONE DI SAN GIULIANO SCHEMA ATTO DI CONCESSIONE-CONTRATTO

COMUNE DI CASTELVETRO PIACENTINO. - Provincia di Piacenza - CIMITERO POSTO IN FRAZIONE DI SAN GIULIANO SCHEMA ATTO DI CONCESSIONE-CONTRATTO REPERTORIO N. COMUNE DI CASTELVETRO PIACENTINO - Provincia di Piacenza - CIMITERO POSTO IN FRAZIONE DI SAN GIULIANO SCHEMA ATTO DI CONCESSIONE-CONTRATTO CIMITERIALE LOTTO NUOVE CAPPELLE DI FAMIGLIA Nell

Dettagli

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AFFARI GENERALI RENDE NOTO. Consiglio Comunale n. 36 del 29.12.2010;

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AFFARI GENERALI RENDE NOTO. Consiglio Comunale n. 36 del 29.12.2010; COMUNE DI PREDORE - P R O V I N C I A D I B E R G A M O - BANDO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI UNA CAPPELLA GENTILIZIA PRESSO IL CIMITERO DI PREDORE IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AFFARI GENERALI VISTO il

Dettagli

REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA

REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA Approvato con deliberazione di C.C. n.10 del 29.02.2000 Modificato con deliberazione di C.C. n. 11 del 29.05.2012 Integrato e modificato con deliberazione di C.C. n. 9

Dettagli

C O M U NE D I P E D A R A

C O M U NE D I P E D A R A C O M U NE D I P E D A R A PROVINCIA DI CATANIA N. di Repertorio C.F. 81002570877 SCHEMA DI CONTRATTO DI CESSIONE DI MQ. 30 DI SUOLO CIMITERIALE AL SIG. PER LA REALIZZAZIONE DI UNA CAPPELLA MONUMENTALE

Dettagli

COMUNE DI LIVORNO. alla concessione della cappella denominata ex Fubini, posta all interno del

COMUNE DI LIVORNO. alla concessione della cappella denominata ex Fubini, posta all interno del COMUNE DI LIVORNO N del Repertorio CONVENZIONE ACCESSIVA alla concessione della cappella denominata ex Fubini, posta all interno del Cimitero Comunale La Cigna sul V.le Monumentale. L anno e questo di

Dettagli

Allegato A alla delibera del c.c. n. 56 del 29/11/2012

Allegato A alla delibera del c.c. n. 56 del 29/11/2012 Allegato A alla delibera del c.c. n. 56 del 29/11/2012 INDICE Art. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO Art. 2 DISPOSIZIONI GENERALI Art. 3 DURATA DELLE CONCESSIONI Art. 4 MODALITÀ DI ASSEGNAZIONE Art. 5 DIRITTO

Dettagli

all. sub. C COMUNE DI ALBIGNASEGO (Provincia di Padova) ATTO DI CONCESSIONE PER ANNI NOVANTANOVE DI UN AREA

all. sub. C COMUNE DI ALBIGNASEGO (Provincia di Padova) ATTO DI CONCESSIONE PER ANNI NOVANTANOVE DI UN AREA all. sub. C Imposta di bollo assolta con le modalità telematiche, ai sensi del D.M. 22 febbraio 2007, mediante Modello Unico Informatico (M.U.I.) per l'importo di 45,00". COMUNE DI ALBIGNASEGO (Provincia

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (PROVINCIA DI GROSSETO) CONVENZIONE PER CONCESSIONE LOCULO/POSTO A TERRA CIMITERIALE Repertorio n. L anno duemila questo giorno

COMUNE DI ORBETELLO (PROVINCIA DI GROSSETO) CONVENZIONE PER CONCESSIONE LOCULO/POSTO A TERRA CIMITERIALE Repertorio n. L anno duemila questo giorno COMUNE DI ORBETELLO (PROVINCIA DI GROSSETO) CONVENZIONE PER CONCESSIONE LOCULO/POSTO A TERRA CIMITERIALE Repertorio n. L anno duemila questo giorno del mese di in Orbetello, nella sede del Comune ubicata

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZAZIONE DI LOCULI E TOMBE NEI CIMITERI COMUNALI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZAZIONE DI LOCULI E TOMBE NEI CIMITERI COMUNALI REGOLAMENTO PER L UTILIZZAZIONE DI LOCULI E TOMBE NEI CIMITERI COMUNALI Approvato con Delibera C.C. n 59 del 28/11/2008 modificato con Delibera C.C. n 45 del 11/09/2012 e modificato con Delibera C.C. n

Dettagli

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI:

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI: COMUNE DI ESPORLATU PROVINCIA DI SASSARI UFFICIO TECNICO Esporlatu,li 02/10/2008 Prot. 2030 BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI: N. 8 TOMBE DI FAMIGLIA TIPOLOGIA b1 (Tipologia Doppia alternata ) N. 4 TOMBE DI

Dettagli

AVVISO DI CONCESSIONE DI AREE PER LA COSTRUZIONE DI TOMBE DI FAMIGLIA NEL CIMITERO COMUNALE DI URGNANO

AVVISO DI CONCESSIONE DI AREE PER LA COSTRUZIONE DI TOMBE DI FAMIGLIA NEL CIMITERO COMUNALE DI URGNANO AVVISO DI CONCESSIONE DI AREE PER LA COSTRUZIONE DI TOMBE DI FAMIGLIA NEL CIMITERO COMUNALE DI URGNANO (Allegato alla Determinazione del Responsabile dell Area Lavori Pubblici n. 21 del 01.03.2012) Il

Dettagli

LA GIUNTA COMUNALE. Visto l articolo 48 del T.U.E.L. - approvato con Decreto Legislativo in data 18.08.2000 n. 267; D E L I B E R A

LA GIUNTA COMUNALE. Visto l articolo 48 del T.U.E.L. - approvato con Decreto Legislativo in data 18.08.2000 n. 267; D E L I B E R A LA GIUNTA COMUNALE Vista la proposta di deliberazione avanzata dall'ufficio Servizi cimiteriali relativa al seguente oggetto: SERVIZI CIMITERIALI. MODIFICA SCHEMI SCRITTURE PRIVATE PER CONCESSIONI LOCULI

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI MOGGIO UDINESE PROVINCIA DI UDINE CONTRATTO DI CONCESSIONE TOMBA DI FAMIGLIA ART.

REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI MOGGIO UDINESE PROVINCIA DI UDINE CONTRATTO DI CONCESSIONE TOMBA DI FAMIGLIA ART. REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI MOGGIO UDINESE PROVINCIA DI UDINE CONTRATTO DI CONCESSIONE TOMBA DI FAMIGLIA ART. 45 BIS REGOLAMENTO COMUNALE DI POLIZIA MORTUARIA. L anno duemila, il giorno, del mese di,

Dettagli

Prot. 15557 87023, Diamante, li 27/10/2014

Prot. 15557 87023, Diamante, li 27/10/2014 COMUNE DI DIAMANTE (Provincia di Cosenza) SETTORE URBANISTICA- DEMANIO - PATRIMONIO Via Pietro Mancini, 10-87023 Diamante (CS) - Telefono 0985/042347-042333-042348-042277- Fax 0985/81539 Posta certificata

Dettagli

Comune di Prazzo Provincia di Cuneo. Regolamento comunale di polizia mortuaria

Comune di Prazzo Provincia di Cuneo. Regolamento comunale di polizia mortuaria Comune di Prazzo Provincia di Cuneo Regolamento comunale di polizia mortuaria Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 15 del 31/05/2012 1 Il presente Regolamento di polizia mortuaria sostituisce

Dettagli

C O M U N E DI CREMENAGA PROVINCIA DI VARESE

C O M U N E DI CREMENAGA PROVINCIA DI VARESE 1 Disciplina generale per la concessione di aree e loculi cimiteriali C O M U N E DI CREMENAGA PROVINCIA DI VARESE DISCIPLINA GENERALE PER LA CONCESSIONE DI AREE E LOCULI CIMITERIALI APPROVATO CON DELIBERAZIONE

Dettagli

RENDE NOTO. Prot. n. 12617 del 24.10.2014

RENDE NOTO. Prot. n. 12617 del 24.10.2014 Piazza Roma, 365 0823 759511 759523 0823 759517 C.F. 80004570612 - P. IVA 01299510618 Prot. n. 12617 del 24.10.2014 Sito web : http//www.comunesantamariaavico.it e-mail : gennaro.isoletti@comunesantamariaavico.it

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI LOCULI CIMITERIALI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI LOCULI CIMITERIALI REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI LOCULI CIMITERIALI Adottato con Delibera di Consiglio Comunale N 60 del 30 luglio 2008 Articolo 1 Oggetto del Regolamento Il presente Regolamento disciplina i

Dettagli

Regolamento Comunale per la concessione dei loculi, delle cellette ossario e cellette cinerarie nel cimitero del capoluogo

Regolamento Comunale per la concessione dei loculi, delle cellette ossario e cellette cinerarie nel cimitero del capoluogo COMUNE DI LIMONE PIEMONTE Provincia di Cuneo Regolamento Comunale per la concessione dei loculi, delle cellette ossario e cellette cinerarie nel cimitero del capoluogo Testo integrato con delibere del

Dettagli

CONTRATTO PER LA CONCESSIONE DELLA TOMBA DI FAMIGLIA CONTRADDISTINTA CON IL N. 28 NEL PIANO CIMITERIALE DEL

CONTRATTO PER LA CONCESSIONE DELLA TOMBA DI FAMIGLIA CONTRADDISTINTA CON IL N. 28 NEL PIANO CIMITERIALE DEL REPERTORIO N. ALLEGATO C CONTRATTO PER LA CONCESSIONE DELLA TOMBA DI FAMIGLIA CONTRADDISTINTA CON IL N. 28 NEL PIANO CIMITERIALE DEL CIMITERO DELLA FRAZIONE DI INZINO --------------------------------------------

Dettagli

Comune di Caraglio Regolamento comunale di polizia mortuaria Il Presente regolamento di polizia mortuaria sostituisce integralmente il precedente

Comune di Caraglio Regolamento comunale di polizia mortuaria Il Presente regolamento di polizia mortuaria sostituisce integralmente il precedente Comune di Caraglio Regolamento comunale di polizia mortuaria Il Presente regolamento di polizia mortuaria sostituisce integralmente il precedente regolamento approvato con delibera del Consiglio Comunale

Dettagli

Concessione di manufatti cimiteriali

Concessione di manufatti cimiteriali Concessione di manufatti cimiteriali Oggi xxxxx (. ) del mese di dell anno 2xxx (xx/xx/xxxx), negli Uffici Presso il comune di Melito di Napoli. Con la presente scrittura privata, avente per le parti forza

Dettagli

Su relazione del Dirigente del 7 Settore e proposta dell Assessore ai Servizi Cimiteriali, prof. Paolo Cascavilla:

Su relazione del Dirigente del 7 Settore e proposta dell Assessore ai Servizi Cimiteriali, prof. Paolo Cascavilla: OGGETTO: Loculi della Tomba C della zona di ampliamento cimiteriale assegnati per l immediato seppellimento Stipula atti di concessione. Su relazione del Dirigente del 7 Settore e proposta dell Assessore

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE CONCESSIONI DI AREE PER TOMBE DI FAMIGLIA

REGOLAMENTO PER LE CONCESSIONI DI AREE PER TOMBE DI FAMIGLIA COMUNE DI BUDDUSO Provincia di Olbia Tempio REGOLAMENTO PER LE CONCESSIONI DI AREE PER TOMBE DI FAMIGLIA nuovo cimitero Gesù Risorto TESTO COORDINATO - approvato con Deliberazione Consiliare n. 6 del 31.01.2013;

Dettagli

SOCIETA CONCESSIONARIA CAMPI ELISI Società consortile a responsabilità limitata

SOCIETA CONCESSIONARIA CAMPI ELISI Società consortile a responsabilità limitata -~ COMUNE DI NAPOLI?6j2olf Ij,2.t..3/, ~ SOCIETA CONCESSIONARIA CAMPI ELISI Società consortile a responsabilità limitata BANDO PER ASSEGNAZIONE LOCULI E SUOLI PER SEPOLTURE PRIVATE CIMITERO DI CHIAIANO

Dettagli

COMUNE DI FARRA DI SOLIGO

COMUNE DI FARRA DI SOLIGO COMUNE DI FARRA DI SOLIGO PROVINCIA DI TREVISO COPIA Deliberazione n. 109 del 13-09-2012 immediatamente eseguibile Comunicata ai capigruppo consiliari il 25-09-2012 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA

Dettagli

COMUNE DI MONTECALVO IN FOGLIA (PU)

COMUNE DI MONTECALVO IN FOGLIA (PU) COMUNE DI MONTECALVO IN FOGLIA (PU) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DEI LOCULI CIMITERIALI CAPO I NORME GENERALI ART.1 Oggetto del regolamento 1-Il presente regolamento disciplina la concessione

Dettagli

COMUNE DI CAMPORANCO

COMUNE DI CAMPORANCO COMUNE DI CAMPORANCO Provincia di Caltanissetta REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI LOCULI COMUNALI Approvato con Deliberazione di C. C. n. 88 del 29/12/1998 successive modifiche ed integrazioni apportate

Dettagli

COMUNE DI VOBBIA Località Vobbia n. 29 16010 VOBBIA tel. 010939311 fax 010931543 servizidemografici@comunedivobbia.com

COMUNE DI VOBBIA Località Vobbia n. 29 16010 VOBBIA tel. 010939311 fax 010931543 servizidemografici@comunedivobbia.com COMUNE DI VOBBIA Località Vobbia n. 29 16010 VOBBIA tel. 010939311 fax 010931543 servizidemografici@comunedivobbia.com SERVIZI DEMOGRAFICI Prot. N. 0002865 lì, 13/11/2014 OGGETTO: BANDO PUBBLICO PER LA

Dettagli

Comune di Sinalunga (Prov. di Siena) REGOLAMENTO COMUNALE CIMITERI

Comune di Sinalunga (Prov. di Siena) REGOLAMENTO COMUNALE CIMITERI Comune di Sinalunga (Prov. di Siena) REGOLAMENTO COMUNALE CIMITERI 1 S O M M A R I O Art. Descrizione Art. Descrizione 1 2 3 CAPO I NORME GENERALI Oggetto del Regolamento Norme applicabili alle concessioni

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI MORDANO Provincia di Bologna Cap. 40027, Via Bacchilega n. 6 Tel. 0542/56911 Fax 56900 E-Mail: urp@mordano.provincia.bologna.it Sito Internet: www.comunemordano.it DELIBERAZIONE N. 61 DEL 10/07/2014

Dettagli

Comune di Monte San Vito Provincia di Ancona

Comune di Monte San Vito Provincia di Ancona REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI AREE CIMITERIALI PER LA REALIZZAZIONE DI TOMBE DI FAMIGLIA Approvato con Delibera C.C. n. del REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI AREE CIMITERIALI PER LA REALIZZAZIONE DI

Dettagli

COMUNE DI FOGLIZZO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 46

COMUNE DI FOGLIZZO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 46 ESTRATTO Provincia di Torino COMUNE DI FOGLIZZO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 46 OGGETTO : TARIFFE PER I SERVIZI CIMITERIALI ANNO 2015. L anno duemilaquindici addì diciotto del mese

Dettagli

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI LOCULI NEL CIMITERO COMUNALE DI BUCCIANO

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI LOCULI NEL CIMITERO COMUNALE DI BUCCIANO RICHIAMATI: BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI LOCULI NEL CIMITERO COMUNALE DI BUCCIANO IL RESPONSABILE DEL SETTORE TECNICO Il vigente regolamento comunale di polizia mortuaria, approvato con delibera Consiliare

Dettagli

COMUNE DI OLMEDO Provincia di Sassari

COMUNE DI OLMEDO Provincia di Sassari COMUNE DI OLMEDO Provincia di Sassari Prot.1293/2015 Olmedo, li 26.02.2015 BANDO PER LA CONCESSIONE DI CAPPELLE FUNERARIE E TOMBE A TERRA NEL CIMITERO DI OLMEDO In attuazione della deliberazione della

Dettagli

Regolamento Comunale per l erogazione dei servizi di illuminazione Lampade Votive nel Cimitero comunale

Regolamento Comunale per l erogazione dei servizi di illuminazione Lampade Votive nel Cimitero comunale C ittà d i Squillace -Provincia di Catanzaro- Regolamento Comunale per l erogazione dei servizi di illuminazione Lampade Votive nel Cimitero comunale Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

COMUNE DI LEVANTO PROVINCIA DELLA SPEZIA SETTORE AFFARI FINANZIARI AVVISO DI GARA RENDE NOTO

COMUNE DI LEVANTO PROVINCIA DELLA SPEZIA SETTORE AFFARI FINANZIARI AVVISO DI GARA RENDE NOTO COMUNE DI LEVANTO PROVINCIA DELLA SPEZIA SETTORE AFFARI FINANZIARI AVVISO DI GARA Il Comune di Levanto, Settore Affari Finanziari, Piazza Cavour Levanto; Vista la deliberazione del Consiglio Comunale n.

Dettagli

COMUNE DI SAN PRISCO CONTRATTO DI APPALTO DEL SERVIZIO DI ESECUZIONE OPERAZIONI. L anno duemila il giorno del mese di,

COMUNE DI SAN PRISCO CONTRATTO DI APPALTO DEL SERVIZIO DI ESECUZIONE OPERAZIONI. L anno duemila il giorno del mese di, COMUNE DI SAN PRISCO (PROVINCIA DI CASERTA) Rep. N. CONTRATTO DI APPALTO DEL SERVIZIO DI ESECUZIONE OPERAZIONI CIMITERIALI - PER UN PERIODO DI ANNI DUE. CIG:_54816332A7. L anno duemila il giorno del mese

Dettagli

La Electra Sannio Pugliano S.r.l.

La Electra Sannio Pugliano S.r.l. File: Bando Rev. 14 Pag. 1 Comune di Montecorvino Pugliano Provincia di Salerno Società controllata da: SOCIETÀ DI PROGETTO ART. 156 DECRETO LEGISLATIVO 12 APRILE 2006, N. 163 BANDO PER L ASSEGNAZIONE,

Dettagli

P R O V I N C I A D I T O R I N O V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E D E L L A G I U N T A C O M U N A L E N. 74

P R O V I N C I A D I T O R I N O V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E D E L L A G I U N T A C O M U N A L E N. 74 Estratto web C O M U N E D I C A V A G N O L O P R O V I N C I A D I T O R I N O V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E D E L L A G I U N T A C O M U N A L E N. 74 OGGETTO: RETROCESSIONE DEL LOCULO

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI SEPOLTURE E CONCESSIONI CIMITERIALI

REGOLAMENTO IN MATERIA DI SEPOLTURE E CONCESSIONI CIMITERIALI COMUNE DI CHIANCIANO TERME PROVINCIA DI SIENA REGOLAMENTO IN MATERIA DI SEPOLTURE E CONCESSIONI CIMITERIALI COMUNE DI CHIANCIANO TERME PROVINCIA DI SIENA APPROVAZIONE Delibera Consiglio Comunale n. 70

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 10. COMUNE DI CAMUGNANO (Provincia di Bologna) VERBALE DI DELIBERAZIONE COMMISSARIALE

DELIBERAZIONE N. 10. COMUNE DI CAMUGNANO (Provincia di Bologna) VERBALE DI DELIBERAZIONE COMMISSARIALE DELIBERAZIONE N. 10 COMUNE DI CAMUGNANO (Provincia di Bologna) VERBALE DI DELIBERAZIONE COMMISSARIALE C O P I A Oggetto: DETERMINAZIONE - APPROVAZIONE TARIFFE OPERAZIONI CIMITERIALI, NONCHE' CORRISPETTIVI

Dettagli

COMUNE DI CASTELVISCONTI Provincia di Cremona

COMUNE DI CASTELVISCONTI Provincia di Cremona COMUNE DI CASTELVISCONTI Provincia di Cremona DELIBERAZIONE N. 02 Codice Ente 10730 9 Castelvisconti Verbale di deliberazione della Giunta Comunale OGGETTO: Rideterminazione prezzi e durata concessioni

Dettagli

COMUNE DI TELGATE PROVINCIA DI BERGAMO

COMUNE DI TELGATE PROVINCIA DI BERGAMO Telgate, lì 10 febbraio 2010 Prot. n. 1146 ASTA PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE IN CONCESSIONE NOVANTANOVENNALE DI n. 2 (DUE) AREE CIMITERIALI PER LA COSTRUZIONE DI CAPPELLE PRIVATE DI FAMIGLIA BANDO DI GARA

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LE CONCESSIONI CIMITERIALI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LE CONCESSIONI CIMITERIALI REGOLAMENTO COMUNALE PER LE CONCESSIONI CIMITERIALI Approvato con deliberazione del C.C. n. 18 del 08.04.2014 INDICE Art. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO Art. 2 DISPOSIZIONI GENERALI Art. 3 DURATA DELLE CONCESSIONI

Dettagli

COMUNE DI FABRO (Prov. di Terni) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI LOCULI CIMITERIALI

COMUNE DI FABRO (Prov. di Terni) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI LOCULI CIMITERIALI COMUNE DI FABRO (Prov. di Terni) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI LOCULI CIMITERIALI Approvato con deliberazione di C.C. n.75 del 17.11.2000 Modificato l art. 7 con deliberazione di C.C. n. 61

Dettagli

COMUNE DI SANTO STEFANO BELBO Provincia di Cuneo

COMUNE DI SANTO STEFANO BELBO Provincia di Cuneo COPIA COMUNE DI SANTO STEFANO BELBO Provincia di Cuneo DETERMINAZIONE DEL SERVIZIO SERVIZI DEMOGRAFICI N. 18 del 7/06/2012 Il Responsabile del Servizio: Rag. Luigino TINTO OGGETTO : RETROCESSIONE DEI LOCULI

Dettagli

COMUNE DI PLOAGHE Provincia di Sassari

COMUNE DI PLOAGHE Provincia di Sassari CONCESSIONE LOCULI CIMITERIALI.doc - 1 - COMUNE DI PLOAGHE Provincia di Sassari REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI LOCULI CIMITERIALI 1. Approvato con deliberazione del C.C. n 36 del 17.04.2003;

Dettagli

Determinazione. del 07-02-2008. SETTORE: Settore Direzione

Determinazione. del 07-02-2008. SETTORE: Settore Direzione Comune n. 116 di del 07-02-2008 Argenta PROVINCIA DI FERRARA Determinazione SETTORE: Settore Direzione OGGETTO: Dott.ssa Anna Pappalardo - Affidamento incarico per sorveglianza sanitaria ai sensi del D.Lgs.

Dettagli

Determinazione. del 02-02-2009. SETTORE: Personale

Determinazione. del 02-02-2009. SETTORE: Personale Comune n. 79 di del 02-02-2009 Argenta PROVINCIA DI FERRARA Determinazione SETTORE: Personale OGGETTO: Dott.ssa Anna Pappalardo - Affidamento incarico per sorveglianza sanitaria ai sensi del D.Lgs. 626/94

Dettagli

Regolamento. dei. contratti. cimiteriali

Regolamento. dei. contratti. cimiteriali COMUNE DI POIRINO Provincia di Torino Regolamento dei contratti cimiteriali Allegato A) alla Deliberazione del Consiglio comunale n. 34 in data 27.11.2002. 1 CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 - Tumulazioni

Dettagli

COMUNE DI CUASSO AL MONTE REGOLAMENTO COMUNALE DI POLIZIA MORTUARIA

COMUNE DI CUASSO AL MONTE REGOLAMENTO COMUNALE DI POLIZIA MORTUARIA COMUNE DI CUASSO AL MONTE Provincia di Varese REGOLAMENTO COMUNALE DI POLIZIA MORTUARIA Approvato con delibera del Consiglio comunale n. in data 1 TITOLO I DISPOSIZIONI DI CARATTERE GENERALE Art. 1 Oggetto

Dettagli

38 CON DELIBERAZINE CONSILIARE N. 37/08.07.2009 SONO STATE APPROVATE LE SEGUENTI MODIFICHE AL REGOLAMENTO COMUNALE DI POLIZIA MORTUARIA, APPROVATO CON DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE N. 100 IN DATA

Dettagli

COMUNE DI PRESEGLIE Provincia di Brescia

COMUNE DI PRESEGLIE Provincia di Brescia COMUNE DI PRESEGLIE Provincia di Brescia CODICE ENTE 10403 COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 24 DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: DETERMINAZIONE DEI RIMBORSI PER SERVIZI CIMITERIALI PER L'anno duemilaquindici,

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE C O M U N E D I SOMMA VESUVIANA Provincia di Napoli REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI LOCULI CIMITERIALI APPROVATO DAL CONSIGLIO COMUNALE IL 27/11/2008 CON DELIBERA N. 33 S O M M A R I O Art.

Dettagli

COMUNE DI SANSEPOLCRO

COMUNE DI SANSEPOLCRO COMUNE DI SANSEPOLCRO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI LOCULI CIMITERIALI (Approvazione originaria Deliberazione del Consiglio Comunale n 76 del 30/05/2000) (Testo coordinato con le modifiche approvate

Dettagli

COMUNE DI OFFLAGA ORIGINALE PROVINCIA DI BRESCIA

COMUNE DI OFFLAGA ORIGINALE PROVINCIA DI BRESCIA COMUNE DI OFFLAGA ORIGINALE PROVINCIA DI BRESCIA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Numero 3 Del 25-02-2014 Oggetto: APPROVAZIONE SECONDA MODIFICA DEL REGOLAMENTO DEI SERVIZI FUNERARI, NECROSCOPICI,

Dettagli

CRITERI DI ASSEGNAZIONE

CRITERI DI ASSEGNAZIONE Allegato 2) CRITERI DI ASSEGNAZIONE Art. 1 - Oggetto Oggetto dell'assegnazione di cui al presente bando sono nr. 24 tombe di famiglia, ricavate all'interno della Galleria nr. 8 del Cimitero II del Capoluogo

Dettagli

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO DETERMINAZIONE N. 600 DEL 04/11/2014 SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA Ufficio Servizi Cimiteriali OGGETTO: Sostituzione lastra pertinente loculo n. 10 fila 3 del

Dettagli

CITTÀ DI AVIGLIANO. (Provincia di Potenza) DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. N. 26 del 9 aprile 2011

CITTÀ DI AVIGLIANO. (Provincia di Potenza) DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. N. 26 del 9 aprile 2011 CITTÀ DI AVIGLIANO (Provincia di Potenza) DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 26 del 9 aprile 2011 OGGETTO: Approvazione convenzione con la Società di Mutuo Soccorso di Avigliano per l utilizzo temporaneo

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO DI APPALTO COMUNE DI MALCESINE STRAORDINARIA DELLA SCUOLA ELEMENTARE IN MALCESINE

SCHEMA DI CONTRATTO DI APPALTO COMUNE DI MALCESINE STRAORDINARIA DELLA SCUOLA ELEMENTARE IN MALCESINE SCHEMA DI CONTRATTO DI APPALTO COMUNE DI MALCESINE Provincia di Verona Repertorio n. / del REPUBBLICA ITALIANA CONTRATTO DI APPALTO RELATIVO AD OPERE DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA DELLA SCUOLA ELEMENTARE

Dettagli

COMUNE DI LEGNAGO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI LOCULI O COLOMBARI E DI CELLE-OSSARIO NEI CIMITERI COMUNALI

COMUNE DI LEGNAGO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI LOCULI O COLOMBARI E DI CELLE-OSSARIO NEI CIMITERI COMUNALI COMUNE DI LEGNAGO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI LOCULI O COLOMBARI E DI CELLE-OSSARIO NEI CIMITERI COMUNALI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 133 del 15.12.2005 1 REGOLAMENTO PER

Dettagli

CITTA' DI CASTROVILLARI

CITTA' DI CASTROVILLARI CITTA' DI CASTROVILLARI REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI AREE PER LA COSTRUZIONE DI EDICOLE PRIVATE NEL CIMITERO DI CASTROVILLARI. Approvato con deliberazione di Consiglio comunale n.8 del 23 Marzo 2007

Dettagli

COMUNE DI GALATRO PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA SETTORE TECNICO

COMUNE DI GALATRO PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA SETTORE TECNICO COMUNE DI GALATRO PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA SETTORE TECNICO DETERMINAZIONE Det. S.T. N 20 Del 23.01.2015 OGGETTO: Servizio di assistenza software, hardware e consulenza informatica per gli apparecchi

Dettagli

COMUNE DI SANT ELENA SANNITA

COMUNE DI SANT ELENA SANNITA COMUNE DI SANT ELENA SANNITA (Provincia di Isernia) C O P I A DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO N.25 DEL 14-03-2013 Oggetto: SERVIZIO DI CUSTODIA E MANTENIMENTO CANI RANDAGI. DETERMINAZIONI.

Dettagli

Comune di Pula Provincia di Cagliari

Comune di Pula Provincia di Cagliari Comune di Pula Provincia di Cagliari REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI LOCULI CIMITERIALI A POSTI SINGOLI E A POSTI PLURIMI (TOMBE DI FAMIGLIA) E DI COLOMBARI APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO

Dettagli

CITTÀ DI PORTO SANT'ELPIDIO. norme per la regolarizzazione delle concessioni cimiteriali

CITTÀ DI PORTO SANT'ELPIDIO. norme per la regolarizzazione delle concessioni cimiteriali CITTÀ DI PORTO SANT'ELPIDIO norme per la regolarizzazione delle concessioni cimiteriali integrazione al Regolamento Comunale per i servizi di Polizia Mortuaria e del Cimitero APPROVATO CON ATTO DEL CONSIGLIO

Dettagli

COMUNE DI SANTA FIORA. Determinazione

COMUNE DI SANTA FIORA. Determinazione COPIA Determinazione n 26 in data 08/04/2013 COMUNE DI SANTA FIORA PROVINCIA DI GROSSETO Area Amministrativa Determinazione Oggetto: CREMAZIONE SALME ANNO 2013. LIQUIDAZIONE CONTRIBUTO IN FAVORE DELLA

Dettagli

COPIA Comune di Trescore Cremasco Provincia di Cremona

COPIA Comune di Trescore Cremasco Provincia di Cremona COPIA Comune di Trescore Cremasco Provincia di Cremona Determinazione del 16.04.2014 N Generale: 81 N Settoriale: 24 AREA AMMINISTRATIVA UFFICIO OGGETTO: APPALTO LAVORI CIMITERIALI. AFFIDAMENTO DIRETTO

Dettagli

C.F. e P.I. 00312730807

C.F. e P.I. 00312730807 C.F. e P.I. 00312730807 SERVIZI FINANZIARI DETERMINAZIONE n 29 del 03.04.2015 Oggetto LIQUIDAZIONE FATTURA N 56 DEL 25.03.2015 ACQUISTO RISME CARTA DITTA A.M.GRAF CAPITOLO DI SPESA Cap 1043 Art. 1 Atto

Dettagli

ESTRATTO DEL VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

ESTRATTO DEL VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE DELIBERAZIONE N. 51 IN DATA 09/02/04 PROTOCOLLO N. 0005399 COMUNICATA AI CAPIGRUPPO CONSILIARI IL 16/02/2004 COMUNICAZIONE AL PREFETTO (art. 135 D.Lgs. 267/2000) DELIB. IMM. ESEGUIBILE ESTRATTO DEL VERBALE

Dettagli

COMUNE DI VILLONGO Provincia di Bergamo

COMUNE DI VILLONGO Provincia di Bergamo Allegato alla determina N. 184 del 08/05/2014 COMUNE DI VILLONGO Provincia di Bergamo BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI N.2 LOTTI PER LA COSTRUZIONE DI CAPPELLA GENTILIZIA NEI CIMITERI COMUNALI DI S. FILASTRO

Dettagli

CITTA DI CASTEL MAGGIORE Provincia di Bologna

CITTA DI CASTEL MAGGIORE Provincia di Bologna CITTA DI CASTEL MAGGIORE Provincia di Bologna VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ORIGINALE N 96 del 29/07/2011. OGGETTO: ADEGUAMENTO ALL'INDICE DI RIVALUTAZIONE DELL'ISTAT DEI CANONI CONCESSORI

Dettagli

CONSORZIO CIMITERIALE tra i Comuni di CASORIA ARZANO - CASAVATORE (Provincia di Napoli)

CONSORZIO CIMITERIALE tra i Comuni di CASORIA ARZANO - CASAVATORE (Provincia di Napoli) Bando pubblico per l assegnazione di loculi cimiteriali presso il cimitero consortile dei Comune di Arzano, Casavatore, Casoria. Deliberazione N. 14 del 16/09/2014 - Allegato A L Amministrazione dell Ente

Dettagli

, il / / e residente a. codice fiscale, tel. altro titolo:, della salma del/della defunto/a. n. p. s. ),deceduto/a a il / /

, il / / e residente a. codice fiscale, tel. altro titolo:, della salma del/della defunto/a. n. p. s. ),deceduto/a a il / / Spett.le Ufficio Servizi Cimiteriali Marca da bollo 16,00 Servizio SUAP Piazza San Michele 1 30020 QUARTO D ALTINO Tel. 0422 826233 Fax. 0422 826256 servizicimiteriali@comunequartodaltino.it PEC comune.quartodaltino.ve@pecveneto.it

Dettagli

, il / / e residente a. codice fiscale, tel. della salma del/della defunto/a. n. p. s. ),deceduto/a a il / / (atto n. p. s. ), in vita residente a,

, il / / e residente a. codice fiscale, tel. della salma del/della defunto/a. n. p. s. ),deceduto/a a il / / (atto n. p. s. ), in vita residente a, Marca da bollo 16,00 Spett.le Ufficio Servizi Cimiteriali Servizio SUAP Piazza San Michele 1 30020 QUARTO D ALTINO Tel. 0422 826233 Fax. 0422 826256 servizicimiteriali@comunequartodaltino.it PEC comune.quartodaltino.ve@pecveneto.it

Dettagli

Delibera CC 68 del 30-09-1996 Modifica ed Integrazione di alcuni articoli del Regolamento di Polizia Mortuaria

Delibera CC 68 del 30-09-1996 Modifica ed Integrazione di alcuni articoli del Regolamento di Polizia Mortuaria Delibera CC 68 del 30-09-1996 Modifica ed Integrazione di alcuni articoli del Regolamento di Polizia Mortuaria CAPO IV TRASPORTO DEI CADAVERI ART. 24 1. Il trasporto di un cadavere, di resti mortali o

Dettagli

COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO. COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 84 del 22/12/2011

COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO. COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 84 del 22/12/2011 COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 84 del 22/12/2011 ================================================================= OGGETTO: DETERMINAZIONE TARIFFE

Dettagli

Comune di Castiglione Tinella Provincia di Cuneo

Comune di Castiglione Tinella Provincia di Cuneo Comune di Castiglione Tinella Provincia di Cuneo REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE IN USO DEI LOCULI CIMITERIALI E DELLE CELLETTE OSSARIO. CAPO I - NORME GENERALI Art. 1 - Oggetto del regolamento.

Dettagli

COMUNE DI CASTIGLION FIORENTINO Provincia di Arezzo

COMUNE DI CASTIGLION FIORENTINO Provincia di Arezzo Codice pratica: DET - 302-2015 COMUNE DI CASTIGLION FIORENTINO Provincia di Arezzo Prefettura Arezzo - AR - Prot. Ingresso N.0005500 del 20/04/2015 OGGETTO: DETERMINAZIONE N 285 IN DATA 20-04-2015 DEL

Dettagli

Comune di Sassari Deliberazione della Giunta

Comune di Sassari Deliberazione della Giunta N. del Reg. 13 Comune di Sassari Deliberazione della Giunta OGGETTO DETERMINAZIONE TARIFFE PER ONERI CIMITERIALI PER L'ANNO 2012 L anno duemiladodici addì diciotto mese di gennaio in questo comune, nella

Dettagli

SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO

SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO REPUBBLICA ITALIANA L anno duemila. il giorno. del mese di. nella sede della stazione appaltante sita.., alla via.. n..., avanti a me dott, autorizzato a ricevere atti e contratti

Dettagli

OGGETTO: RIDETERMINAZIONE TARIFFE PER I SERVIZI CIMITERIALI CON DECORRENZA GENNAIO 2011.

OGGETTO: RIDETERMINAZIONE TARIFFE PER I SERVIZI CIMITERIALI CON DECORRENZA GENNAIO 2011. COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 220 OGGETTO: RIDETERMINAZIONE TARIFFE PER I SERVIZI CIMITERIALI CON DECORRENZA GENNAIO 2011. L anno duemiladieci addì due del mese di Dicembre alle

Dettagli

COMUNE DI MARTIGNANO PROVINCIA DI LECCE CONTRATTO DI COTTIMO FIDUCIARIO

COMUNE DI MARTIGNANO PROVINCIA DI LECCE CONTRATTO DI COTTIMO FIDUCIARIO 1 COMUNE DI MARTIGNANO PROVINCIA DI LECCE CONTRATTO DI COTTIMO FIDUCIARIO OGGETTO: Fornitura di punto luce su palo relativi al progetto di "Riqualificazione della viabilità del centro antico di Martignano:

Dettagli

MUNICIPIO DELLA CITTA' DI NARO. D e t e r m i n a z i o n e S i n d a c a l e

MUNICIPIO DELLA CITTA' DI NARO. D e t e r m i n a z i o n e S i n d a c a l e MUNICIPIO DELLA CITTA' DI NARO (Provincia di Agrigento) D e t e r m i n a z i o n e S i n d a c a l e Nr. 15 del 10/04/2012 OGGETTO: Modifica canoni, tariffe e diritti relativi alle aree cimiteriali Anno

Dettagli

COMUNE DI SARMATO PROVINCIA DI PIACENZA

COMUNE DI SARMATO PROVINCIA DI PIACENZA COMUNE DI SARMATO PROVINCIA DI PIACENZA Codice Ente 33042 ORIGINALE DELIBERAZIONE N. 13 in data: 10.02.2015 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: TARIFFE PER CONCESSIONI CIMITERIALI E

Dettagli

Deliberazione della Giunta Comunale

Deliberazione della Giunta Comunale COMUNE DI SAVIGNANO SUL PANARO PROVINCIA DI MODENA Deliberazione della Giunta Comunale N. 92 del 23/06/2015 OGGETTO: CONCESSIONI CIMITERIALI NEL CIMITERO DI SAVIGNANO SUL PANARO NON UTILIZZABILI PER CAUSE

Dettagli

COMUNE DI FORNACE PROVINCIA DI TRENTO. Verbale di deliberazione n. 30 della Giunta Comunale

COMUNE DI FORNACE PROVINCIA DI TRENTO. Verbale di deliberazione n. 30 della Giunta Comunale copia COMUNE DI FORNACE PROVINCIA DI TRENTO Verbale di deliberazione n. 30 della Giunta Comunale OGGETTO: Adeguamento tariffe per i servizi cimiteriali anno 2014. L anno duemilaquattordici addì ventisei

Dettagli

BANDO PREMESSO RENDE NOTO

BANDO PREMESSO RENDE NOTO COMUNE DI SAVONA Settore Servizi Demografici e Commercio Servizio Cimiteri BANDO PER LA CONCESSIONE DIRETTA O IN PRENOTAZIONE DI TOMBE DI FAMIGLIA PRESSO IL CIMITERO DI ZINOLA - ZONA AMPLIAMENTO - PER

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE COMUNE DI FIGLINE VALDARNO Prov. di Firenze Ufficio Economato REGOLAMENTO COMUNALE DELLE CONCESSIONI CIMITERIALI Approvato con deliberazione consiliare N. 41 Del 2.7.2002 PARTE I CONCESSIONI Art. 1 Oggetto

Dettagli

COMUNE DI BURAGO DI MOLGORA PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA

COMUNE DI BURAGO DI MOLGORA PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA COMUNE DI BURAGO DI MOLGORA PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA SETTORE SOCIALE Servizi Sociali DETERMINA N 315 DATA 27/12/2013 OGGETTO: CONVENZIONE CON LA COOPERATIVA AGORA ONLUS DI CERNUSCO SUL NAVIGLIO

Dettagli

SETTORE TECNICO SERVIZIO LL.PP.

SETTORE TECNICO SERVIZIO LL.PP. ORIGINALE COPIA COMUNE DI ROTA D IMAGNA P R O V I N C I A D I B E R G A M O SETTORE TECNICO SERVIZIO LL.PP. DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO N. 15 DEL 30.03.2015 OGGETTO: PRESTAZIONI ATTINENTI

Dettagli

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO PROVINCIA DI BOLOGNA AREA PROGRAMMAZIONE E GESTIONE TERRITORIO COPIA DETERMINAZIONE N. 289 del 31/12/2009 OGGETTO APPROVAZIONE DISCIPLINARE D'INCARICO PER LA REDAZIONE DI

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI MORDANO Provincia di Bologna Cap. 40027, Via Bacchilega n. 6 Tel. 0542/56911 Fax 56900 E-Mail: urp@mordano.provincia.bologna.it Sito Internet: www.comunemordano.it DELIBERAZIONE N. 62 DEL 10/07/2014

Dettagli

UNIONE DEI COMUNI TERRA DI MEZZO. Provincia di Reggio Emilia

UNIONE DEI COMUNI TERRA DI MEZZO. Provincia di Reggio Emilia UNIONE DEI COMUNI TERRA DI MEZZO Provincia di Reggio Emilia CONTRATTO PER LA CONCESSIONE DELLA GESTIONE DELLO STADIO COMUNALE F.LLI CAMPARI PER LE STAGIONI SPORTIVE 2012/2013 2013/2014 2014/2015 2015/2016

Dettagli

COMUNE DI SINNAI Provincia di Cagliari Settore Lavori Pubblici e Tecnologico

COMUNE DI SINNAI Provincia di Cagliari Settore Lavori Pubblici e Tecnologico COMUNE DI SINNAI Provincia di Cagliari Settore Lavori Pubblici e Tecnologico OGGETTO: ISTRUTTORIA PER LA DETERMINAZIONE DELLE TARIFFE CIMITERIALI. IL RESPONSABILE DEL SETTORE PREMESSO che: Le tariffe di

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI MORDANO Provincia di Bologna Cap. 40027, Via Bacchilega n. 6 Tel. 0542/56911 Fax 56900 E-Mail: urp@mordano.provincia.bologna.it Sito Internet: www.comunemordano.it DELIBERAZIONE N. 17 DEL 12/03/2015

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA SEDUTA: PUBBLICA

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA SEDUTA: PUBBLICA Comune di Morciano di Romagna Provincia di Rimini DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA SEDUTA: PUBBLICA NON PUBBLICA N. 164 IN DATA 23/12/2008 O G G E T T O APPROVAZIONE NUOVE TARIFFE DEI SERVIZI

Dettagli

Il sottoscritto... nato a... e residente a... in Via... n... Codice Fiscale..., tel..., cell... email...

Il sottoscritto... nato a... e residente a... in Via... n... Codice Fiscale..., tel..., cell... email... AL COMUNE DI RIMINI - SERVIZI CIMITERIALI P.le Umberto Bartolani n. 1 47921 RIMINI Oggetto: Richiesta di una Tomba di Famiglia a concessione novantanovennale presso il Cimitero di RIMINI - edicola edificata

Dettagli

SETTORE AFFARI GENERALI

SETTORE AFFARI GENERALI COMUNE DI VIGOLZONE Provincia di Piacenza SETTORE AFFARI GENERALI COPIA CARTACEA DI ORIGINALE DIGITALE - Determina N 225 del 29/06/2015 Oggetto: INCARICO FINALIZZATO ALLA REDAZIONE DI UNO STUDIO DI FATTIBILITA

Dettagli