FASCICOLO INFORMATIVO DELL OPERA Redatto ai sensi del D. Lgs 81/08

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "FASCICOLO INFORMATIVO DELL OPERA Redatto ai sensi del D. Lgs 81/08"

Transcript

1 Dipartimento dei Servizi al Territorio Gestione del Patrimonio Edilizio FASCICOLO INFORMATIVO DELL OPERA Redatto ai sensi del D. Lgs 81/08 LAVORI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA DEL PATRIMONIO EDILIZIO E SCOLASTICO DI COMPETENZA Committente Provincia di Venezia Il Coordinatore per la Sicurezza in fase di Progettazione Ing. Matteo Morandina Ufficio: Centro Servizi, Via Forte Marghera Venezia Mestre fax Codice Fiscale

2 Introduzione - note d'uso del Fascicolo tecnico Informativo dell'opera Secondo quanto prescritto dall'art. 96 del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i., il fascicolo informativo dell'opera è predisposto la prima volta dal coordinatore per la progettazione, è eventualmente modificato nella fase esecutiva in funzione dell evoluzione dei lavori ed è aggiornato a cura del committente a seguito delle modifiche intervenute in un opera nel corso della sua esistenza. Per interventi su opere esistenti già dotate di fascicolo e che richiedono la designazione dei coordinatori,l aggiornamento del fascicolo è predisposto a cura del coordinatore per la progettazione. Per le opere di cui all art. 26 del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i., il fascicolo tiene conto del piano di manutenzione dell opera e delle sue parti; Il fascicolo accompagna l opera per tutta la sua durata di vita. Tale fascicolo contiene "le informazioni utili ai fini della prevenzione e protezione dai rischi cui sono esposti i lavoratori" coinvolti in operazioni di manutenzione. Sotto l'aspetto della prevenzione dai rischi, il fascicolo rappresenta quindi uno schema della pianificazione della sicurezza per gli interventi di manutenzione. Il fascicolo deve essere aggiornato in corso di costruzione (a cura del CSE coadiuvato dagli impiantisti) e durante la vita di esercizio dell'opera in base alle eventualimodifiche alla stessa (a cura del committente / gestore). Tale fascicolo è diviso in tre parti, in conformità a quanto previsto dall allegato XVI del D.Lgs 81/2008 e s.m.i.. CAPITOLO I DESCRIZIONE DELL OPERA Descrizione dell opera e dei soggetti coinvolti ; CAPITOLO II - Individuazione dei rischi, delle misure preventive e protettive in dotazione dell opera e di quelle ausiliarie, per gli interventi successivi prevedibili sull opera, quali le manutenzioni ordinarie e straordinarie, nonché per gli altri interventi successivi già previsti o programmati; CAPITOLO III - RIFERIMENTI Riferimenti alla documentazione di supporto esistente; Il soggetto maggiormente interessato all utilizzo del fascicolo è il gestore dell'opera che effettuerà le manutenzioni secondo le periodicità eventualmente individuate nel Fascicolo, e dovrà mettere a conoscenza le imprese incaricate degli interventi, delle procedure o delle scelte adottate in fase progettuale per ridurre i rischi. Se l'opera viene ceduta, il proprietario dovrà consegnare anche il Fascicolo Caratteristiche generali dell'opera Dati Generali Cantiere: Lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria del patrimonio edilizio e scolastico di competenza. Zona Nord. Indirizzo: Vari Comune: Vari Provincia: VE Descrizione dell opera: Opere di manutenzione quali sostituzione di serramenti, dipinture, manutenzione dei manti in coppi, impermeabilizzazioni, lattonerie, opere fabbrili, manutenzione serramenti e dipinture Soggetti interessati Provincia di Venezia Qualifica: COMMITTENTE Recapito: San Marco 2662, Venezia (VE) Telefono e Fax: e Ing. Andrea Menin Qualifica: RESPONSABILE DEI LAVORI Recapito: Via Forte Marghera 191, Venezia - Mestre (VE) Telefono e Fax: e Ing. Matteo Morandina Qualifica: PROGETTISTA ARCHITETTONICO Recapito: via Forte Marghera 191, Venezia - Mestre (VE) Telefono e Fax: e Ing. Matteo Morandina Qualifica: COORDINATORE PER LA PROGETTAZIONE Recapito: via Forte Marghera 191, Venezia - Mestre (VE) Telefono e Fax: e

3 Manutenzione alla copertura Tipo Intervento: Ispezione e pulizia manto di copertura: controllo a vista. La copertura è costituita da due tipologie costruttive; una parte costituita da travetti e tavelloni con isolante termico, impermeabilizzazione in guaina e manto di copertura costituito da coppi in laterizio una parte in guaina bituminosa. La copertura è pertanto praticabile, senza rischi di sprofondamento; è però necessario fare attenzione alla rottura dei coppi che resistono a carichi concentrati. Si richiede pertanto agli addetti all'intervento manutentivo di usare la massima cautela nel camminamento sui coppi, appoggiando sempre il piede su due coppi sottostanti. Gli addetti potranno ancorarsi con le cinture di sicurezza utilizzando il dispositivo anticaduta sicurpal o simile da installare sulla copertura, creando una linea di vita sicura e fissa. - caduta dall'alto di persone; - caduta dall'alto di materiali; - scivolamento in piano, - rottura di coppi. Linee vita provvisorie Linee vita provvisorie Alimentazione energia elettrica Approvvigionamento materiali e macchine Da impianto esistente derivando un quadro ASC Da valutare in base al cantiere Interferenze e protezione terzi L'impresa esecutrice dei lavori, dovrà concordare con la committenza i momenti di intervento, evitando possibilmente la presenza di altri operatori e/o persone. D.P.I.: casco per lavori in quota, scarpe antinfortunistiche, guanti imbracature anticaduta. Tipo Intervento: Controllo tenuta impermeabilizzazione - piccola manutenzione con sistemazione o sostituzione coppi. La copertura è costituita da due tipologie costruttive; una parte costituita da travetti e tavelloni con isolante termico, impermeabilizzazione in guaina e manto di copertura costituito da coppi in laterizio una parte in guaina bituminosa. La copertura è pertanto praticabile, senza rischi di sprofondamento; è però necessario fare attenzione alla rottura dei coppi che resistono a carichi concentrati. Si richiede pertanto agli addetti all'intervento manutentivo di usare la massima cautela nel camminamento sui coppi, appoggiando sempre il piede su due coppi sottostanti. Gli addetti potranno ancorarsi con le cinture di sicurezza utilizzando il dispositivo anticaduta sicurpal o simile da installare sulla copertura, creando una linea di vita sicura e fissa. - caduta dall'alto di persone; - caduta dall'alto di materiali; - scivolamento in piano; - rottura di coppi 3

4 Linee vita provvisorie Linee vita provvisorie Movimentazione componenti Manuale Alimentazione energia elettrica Da impianto esistente derivando un quadro ASC Approvvigionamento materiali e macchine Da valutare in base al cantiere Interferenze e protezione terzi L'impresa esecutrice dei lavori, dovrà concordare con la committenza i momenti di intervento, evitando possibilmente la presenza di altri operatori e/o persone. D.P.I.: casco per lavori in quota, scarpe antinfortunistiche, guanti imbracature anticaduta. Tipo Intervento: Ripassatura completa manto di copertura con sostituzione coppi (eventuale sostituzione barriera al vapore e eventuale sostituzione isolamento termico) La copertura è costituita da due tipologie costruttive; una parte costituita da travetti e tavelloni con isolante termico, impermeabilizzazione in guaina e manto di copertura costituito da coppi in laterizio una parte in guaina bituminosa. La copertura è pertanto praticabile, senza rischi di sprofondamento; è però necessario fare attenzione alla rottura dei coppi che resistono a carichi concentrati. Si richiede pertanto agli addetti all'intervento manutentivo di usare la massima cautela nel camminamento sui coppi, appoggiando sempre il piede su due coppi sottostanti. Gli addetti potranno ancorarsi con le cinture di sicurezza utilizzando il dispositivo anticaduta sicurpal o simile da installare sulla copertura, creando una linea di vita sicura e fissa. - caduta dall'alto di persone; - caduta dall'alto di materiali; - scivolamento in piano; - rottura di coppi Linee vita provvisorie e parapetti di protezione Movimentazione componenti Linee vita provvisorie Manuale Approvvigionamento materiali e macchine Da valutare in base al cantiere Interferenze e protezione terzi L'impresa esecutrice dei lavori, dovrà concordare con la committenza i momenti di intervento, evitando possibilmente la presenza di altri operatori e/o persone. 4

5 D.P.I.: casco per lavori in quota, scarpe antinfortunistiche, guanti imbracature anticaduta Manutenzione elementi complementari copertura Tipo Intervento: Manutenzione lattoneria: pulizia grondaie e pozzetti Il sistema di smaltimento acque meteoriche è realizzato in grondaie in rame con discendenti in rame del diametro di 100 mm, la rete interrata è realizzata in tubi in PVC e/o in cemento convoglianti in pozzetti. - caduta dall'alto di persone; - caduta dall'alto di materiali; - scivolamento in piano; - rottura di coppi; - rischio di scottature per contatto con le barriere antivolatili non disattivate. Linee vita provvisorie e parapetti di protezione Alimentazione energia elettrica Linee vita Dall impianto esistente derivando un quadro ASC Interferenze e protezione terzi Non prevista specifica misura preventiva. L'impresa esecutrice dei lavori, dovrà concordare con la committenza i momenti di intervento, evitando possibilmente la presenza di altri operatori e/o persone. D.P.I.: casco per lavori in quota, scarpe antinfortunistiche, guanti imbracature anticaduta. Tipo Intervento: Manutenzione lattoneria: sostituzione grondaie e pluviali Il sistema di smaltimento acque meteoriche è realizzato in grondaie in rame con discendenti in rame del diametro di 100 mm, la rete interrata è realizzata in tubi in PVC e/o in cemento convoglianti in pozzetti. - caduta dall'alto di persone; - caduta dall'alto di materiali; - scivolamento in piano; - rottura di coppi. Linee vita provvisorie e parapetti di protezione Linee vita 5

6 Alimentazione energia elettrica Dall impianto esistente derivando un quadro ASC Interferenze e protezione terzi L'impresa esecutrice dei lavori, dovrà concordare con la committenza i momenti di intervento, evitando possibilmente la presenza di altri operatori e/o persone. D.P.I.: casco per lavori in quota, scarpe antinfortunistiche, guanti imbracature anticaduta Tipo Intervento: Manutenzione antenne: verifica supporti e fissaggi Le opere su cui eseguire la manutenzione sono costituite da: - antenna TV in tubolare in acciaio e antenna radio su supporto ancorato a muro; L'impresa o il lavoratore autonomo, oltre ad essere regolarmente iscritti alla Camera di Commercio, dovranno soddisfare i requisiti richiesti dall' Art.1 lettere b, d della Legge 46/90 del Presidente della Repubblica. - caduta dall'alto di persone; - caduta dall'alto di materiali; - scivolamento in piano; - rottura di coppi. Linee vita provvisorie Alimentazione energia elettrica Linee vita Dall impianto esistente derivando un quadro ASC Interferenze e protezione terzi L'impresa esecutrice dei lavori, dovrà concordare con la committenza i momenti di intervento, evitando possibilmente la presenza di altri operatori e/o persone. D.P.I.: casco per lavori in quota, scarpe antinfortunistiche, guanti imbracature anticaduta Manutenzione alle facciate perimetrali esterne Tipo Intervento: Controllo a vista delle pareti esterne e dei singoli elementi Le pareti risultano intonacate e dipinte con pitture ai silicati di quarzo. - caduta dall'alto di persone; - caduta dall'alto di materiali; - scivolamento in piano; 6

7 Interferenze e protezione terzi L'impresa esecutrice dei lavori, dovrà concordare con la committenza i momenti di intervento, evitando possibilmente la presenza di altri operatori e/o persone. D.P.I.: casco per lavori in quota, scarpe antinfortunistiche, guanti imbracature anticaduta Tipo Intervento: Ritinteggiatura delle pareti esterne. La tinteggiatura esterna è eseguita con idropittura al quarzo, su intonaco civile esistente, a due strati, previa stesura di una mano di appretto isolante pigmentato. - caduta dall'alto di persone; - caduta dall'alto di materiali; - scivolamento in piano; - polveri e schizzi; - contatti e/o inalazione prodotti pericolosi. Ancoraggio delle protezioni collettive D.P.I.: casco per lavori in quota, scarpe antinfortunistiche, guanti imbracature anticaduta Manutenzione di elementi complementari alle facciate perimetrali esterne Tipo Intervento: Manutenzione porte e finestre: pulizia sgocciolatoio, verifica guarnizioni, ingrassaggio e regolazione ferramenta urti e colpi; piccoli schiacciamenti o tagli alle mani: contatti e/o inalazione prodotti pericolosi; scivolamento in piano; caduta dall'alto di persone; caduta dall'alto di materiali; rischi dorso lombari. 7

8 Ancoraggio delle protezioni collettive D.P.I.: casco per lavori in quota, scarpe antinfortunistiche, guanti imbracature anticaduta Manutenzione delle parti interne dell'edificio Tipo Intervento: Controllo a vista delle pareti interne (intonaco e mattone a vista, rivestimento) e dei singoli elementi (zoccolatura, peducci, nicchie, riquadrature) Il controllo a vista è possibile effettuarlo da terra per la maggior parte delle pareti interne e dei singoli elementi; per alcune pareti o loro elementi potrebbe essere invece necessario raggiungere il punto di lavoro in quota; in tali casi l'operatore dovrà dotarsi di attrezzature che garantiscono un lavoro sicuro. caduta dall'alto di persone; caduta dall'alto di materiali; scivolamento in piano. L accesso può avvenire dai piani o con scale portatili, trabattelli ect. Ancoraggio delle protezioni collettive D.P.I.: casco di protezione, scarpe antinfortunistiche, guanti. Tipo Intervento: Riparazione dell'intonaco e dei rivestimenti delle pareti interne e dei singoli elementi. L'intonaco delle pareti interne è composto da più strati a piano perfetto con staggia e frattazzo, formazione di mazzette, strombature, spallature, spigolature di angoli e rientranze, in malta di calce idraulica e cemento (malta bastarda) su pareti interne e soffitti (sp. cm. 1,5 2). Le facciate non presentano aggetti particolari tali da richiedere un approfondito esame circa la corretta collocazione delle opere provvisionali. caduta dall'alto di persone e materiali per lavori in quota; scivolamento in piano; 8

9 contatti e/o inalazione prodotti pericolosi abrasione e schiacciamento alle mani polvere e schizzi per pulizia pareti. L accesso può avvenire dai piani o con scale portatili, trabattelli ect. Ancoraggio delle protezioni collettive D.P.I.: casco di protezione, scarpe antinfortunistiche, guanti. Tipo Intervento: Ritinteggiatura delle pareti interne (intonaco) e dei singoli elementi. La tinteggiatura alle pareti è stata eseguita con colori a tempera, a calce e con silicati, con più mani del prodotto. Le facciate non presentano aggetti particolari tali da richiedere un approfondito esame circa la corretta collocazione delle opere provvisionali. caduta dall'alto di persone e materiali per lavori in quota; scivolamento in piano; schizzi agli occhi contatti e/o inalazione prodotti pericolosi. L accesso può avvenire dai piani o con scale portatili, trabattelli ect. Ancoraggio delle protezioni collettive D.P.I.: casco di protezione, scarpe antinfortunistiche, guanti. Tipo Intervento: Manutenzione infissi interni: - pulizia e verifica guarnizioni, ingrassaggio e regolazione ferramenta; - sostituzione e rinnovo. urti e colpi; 9

10 piccoli schiacciamenti o tagli alle mani: contatti e/o inalazione prodotti pericolosi; scivolamento in piano; caduta dall'alto di persone; caduta dall'alto di materiali; rischi dorso lombari. Ancoraggio delle protezioni collettive L accesso può avvenire dai piani o con scale portatili, trabattelli ect. D.P.I.: casco di protezione, scarpe antinfortunistiche, guanti Manutenzione alle parti esterne dell'edificio Tipo Intervento: Manutenzione fognature: pulizia pozzetti, vasche e caditoie I pozzetti per lo scarico delle acque sono collocati nel cortile della civile abitazione e nell'area esterna sui lati nord e sud. Lo scarico delle acque avviene in fognatura pubblica con allacciamento a caditoia stradale. L'impresa, regolarmente iscritta alla Camera di Commercio, dovrà essere inscritta all'albo Nazionale delle Imprese esercenti servizi di smaltimento dei rifiuti in riferimento al al d.m. 406/98. scivolamento e caduta in piano; urti e colpi; inalazione prodotti nocivi; schiacciamento e taglio delle dita; rischi dorso lombari per sollevamento carichi. Dallo scoperto di pertinenza D.P.I.: casco di protezione, scarpe antinfortunistiche, guanti. Tipo Intervento: Manutenzione pozzetti fognature e marciapiedi esterni: riparazione o sostituzione parti danneggiate 10

11 L'impresa, regolarmente iscritta alla Camera di Commercio, dovrà essere inscritta all'albo Nazionale delle Imprese esercenti servizi di smaltimento dei rifiuti in riferimento al al d.m. 406/98. scivolamento e caduta in piano; urti e colpi inalazione polveri schiacciamento e taglio delle dita rischi dorso lombari Dallo scoperto di pertinenza D.P.I.: casco di protezione, scarpe antinfortunistiche, guanti Manutenzione all'impianto termo idraulico Tipo Intervento: Manutenzione centrale termica: - verifica del rendimento di combustione; - ispezione con controllo funzionalità e pulizia singole parti della centrale (scarico fumi con pulizia camini, automatismi bruciatore, elementi di coibentazione, vaso di espansione) L'impianto è composto da: - centrale termica con generatore di calore pressurizzato; - bruciatore e rampa gas a norme UNI, canna fumaria; - tubo di fumo in acciaio inox AISI 316, coibentato esternamente; - sistemi di sicurezza e controllo a norma ISPESL; - sistema di regolazione e controllo della temperatura ambiente; - circolatori per adduzione acqua alle utenze; - tubazioni in acciaio nero coibentate esternamente a norma DPR , allegato B, con guaine in materiale espanso; - corpi scaldanti in ghisa a piastre nei servizi igienici ed aerotermi a lancio orizzontale nelle restanti parti del fabbricato, comprese valvole e detentori. L'impresa o il lavoratore autonomo, oltre ad essere regolarmente iscritti alla Camera di Commercio, dovranno soddisfare i requisiti richiesti dal DM 37/08 scivolamento in piano; rischio incendio contatti e/o inalazione prodotti pericolosi (polveri o fibre) schiacciamento, abrasioni, taglio dita elettrocuzione da utensili e da impianto scottature e bruciature Dai piani dell edificio o con scale portatili, trabattelli ect. D.P.I.: casco di protezione, scarpe antinfortunistiche, guanti. 11

12 Tipo Intervento: Manutenzione rete di distribuzione acqua calda e fredda: verifica apparecchi sanitari (rubinetteria, flessibili, scarichi vaschette, sostituzione guarnizioni ed accessori ove necessario, segnalazione di rottura) L impianto è realizzato in tubazioni in ferro per la distribuzione dell acqua e in PE per lo scarico delle acque nere. L'impresa o il lavoratore autonomo, oltre ad essere regolarmente iscritti alla Camera di Commercio, dovranno soddisfare i requisiti richiesti dal DM 37/08 scivolamento in piano; contatti e/o inalazione prodotti pericolosi (polveri o fibre) schiacciamento, abrasioni, taglio dita elettrocuzione da utensili e da impianto scottature e bruciature Dai piani dell edificio o con scale portatili, trabattelli ect. D.P.I.: guanti di protezione scarpe antinfortunistiche Manutenzione all'impianto elettrico Tipo Intervento: Manutenzione impianto di illuminazione - controllo a vista dei corpi illuminanti con sostituzione lampade bruciate o esaurite - pulizia punti-luce e riparazione per guasto (sostituzione lampade). L impianto è di tipo civile per la parte a casermaggio e misto civile industriale per la zona autorimessa. L'impresa o il lavoratore autonomo, oltre ad essere regolarmente iscritti alla Camera di Commercio, dovranno soddisfare i requisiti richiesti dal DM 37/08 elettrocuzione da utensili e da impianto scivolamento e caduta in piano caduta dall'alto per lavori in quota schiacciamenti o tagli alle dita Dai piani dell edificio o con scale portatili, trabattelli ect. D.P.I.: guanti di protezione scarpe antinfortunistiche. Tipo Intervento: Manutenzione impianto elettrico (quadro Generale, quadri ai vari piani, quadri centrale termica): 12

13 - ispezione con prova interruttori differenziali a mezzo tasto; - pulizia dei quadri e prova capacità sezionamento. L'impresa o il lavoratore autonomo, oltre ad essere regolarmente iscritti alla Camera di Commercio, dovranno soddisfare i requisiti richiesti dal DM 37/08 elettrocuzione da utensili e da impianto scivolamento e caduta in piano caduta dall'alto per lavori in quota schiacciamenti o tagli alle dita Dai piani dell edificio o con scale portatili, trabattelli ect. D.P.I.: guanti di protezione scarpe antinfortunistiche Cadenze interventi Manutenzione fognature: pulizia pozzetti, vasche e caditoie 1 anno 8 ore Scheda di riferimento: g. 1 Manutenzione centrale termica: - verifica del rendimento di combustione; - ispezione con controllo funzionalità e pulizia singole parti della centrale (scarico fumi con pulizia camini, automatismi bruciatore, elementi di coibentazione, vaso di espansione) 1 anno 2 ore Scheda di riferimento: 1. 1 Manutenzione rete di distribuzione acqua calda e fredda: verifica apparecchi sanitari (rubinetteria, flessibili, scarichi vaschette, sostituzione guarnizioni ed accessori ove necessario, segnalazione di rottura) 1 anno Scheda di riferimento: 1. 2 Controllo a vista delle pareti interne (intonaco e mattone a vista, rivestimento) e dei singoli elementi (zoccolatura, peducci, nicchie, riquadrature ) 1 anno 13

14 1 ora Scheda di riferimento: 2. 1 Manutenzione impianto elettrico (quadro Generale, quadri ai vari piani, quadri centrale termica): - ispezione con prova interruttori differenziali a mezzo tasto; - pulizia dei quadri e prova capacità sezionamento. 1 anno Scheda di riferimento: 2. 2 Manutenzione infissi interni: - pulizia e verifica guarnizioni, ingrassaggio e regolazione ferramenta; - sostituzione e rinnovo. 1 anno 8 ore Scheda di riferimento: 2. 4 Manutenzione lattoneria: pulizia grondaie e pozzetti 1 anno 8 ore Scheda di riferimento: 6. 1 Ritinteggiatura delle pareti esterne. 3 anni 5 giorni Scheda di riferimento: f. 2 Controllo a vista delle pareti esterne e dei singoli elementi Scheda di riferimento: f. 1 Manutenzione pozzetti fognature e marciapiedi esterni: riparazione o sostituzione parti danneggiate 14

15 Scheda di riferimento: g. 2 Manutenzione porte e finestre: pulizia sgocciolatoio, verifica guarnizioni, ingrassaggio e regolazione ferramenta Scheda di riferimento: 1. 1 Manutenzione impianto di illuminazione - controllo a vista dei corpi illuminanti con sostituzione lampade bruciate o esaurite - pulizia punti-luce e riparazione per guasto (sostituzione lampade). Scheda di riferimento: 2. 1 Riparazione dell'intonaco e dei rivestimenti delle pareti interne e dei singoli elementi. 8 ore Scheda di riferimento: 2. 2 Ritinteggiatura delle pareti interne (intonaco) e dei singoli elementi. 10 giorni Scheda di riferimento: 2. 3 Ispezione e pulizia manto di copertura: controllo a vista. Scheda di riferimento: 5. 1 Controllo tenuta impermeabilizzazione - piccola manutenzione con sistemazione o sostituzione coppi. Scheda di riferimento:

16 Ripassatura completa manto di copertura con sostituzione coppi (eventuale sostituzione barriera al vapore e eventuale sostituzione isolamento termico) 4 giorni Scheda di riferimento: 5. 3 Manutenzione lattoneria: sostituzione grondaie e pluviali 8 ore Scheda di riferimento: 6. 2 Manutenzione antenne: verifica supporti e fissaggi Scheda di riferimento:

17 Data - firme - trasmissione Il presente FIS deve essere trasmesso dal CSP al committente / Responsabile dei Lavori per trasmissione al committente / Responsabile dei Lavori: DATA CSP (NOME E COGNOME) FIRMA... /... / per ricevuta dal CSP: DATA COMMITTENTE / RL (NOME E COGNOME) FIRMA... /... /

Fascicolo tecnico Informativo dell Opera

Fascicolo tecnico Informativo dell Opera Comune di Milano Manutenzione ordinaria in un edificio esistente Committente ASAM SpA Fascicolo tecnico Informativo dell Opera Rev02 - Marzo 2013 dott ing Gianluca Di Mento Pzza Trieste 6 24030 Mozzo (BG)

Dettagli

FASCICOLO DELL OPERA

FASCICOLO DELL OPERA FASCICOLO DELL OPERA Allegato 6 al Piano di Sicurezza e Coordinamento ex Art.91, Art.100 e All.XVI D.Lgs. 81/2008 per i lavori di Manutenzione straordinaria e adeguamento normativo al D.Lgs.81/2008 della

Dettagli

FASCICOLO DELLA MANUTENZIONE

FASCICOLO DELLA MANUTENZIONE Comune di TORINO Provincia di TO FASCICOLO DELLA MANUTENZIONE Decreti Legislativi 494/96 e 528/99 D.P.R. 222/2003 OGGETTO: COMMITTENTE: LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA PER LA BONIFICA E LO SMALTIMENTO

Dettagli

FASCICOLO TECNICO E INFORMATIVO PER FUTURI INTERVENTI MANUTENTIVI SULL OPERA (art. 4, comma 1 parte b, D. Lgs. 494/96)

FASCICOLO TECNICO E INFORMATIVO PER FUTURI INTERVENTI MANUTENTIVI SULL OPERA (art. 4, comma 1 parte b, D. Lgs. 494/96) ALLEGATO 8 VICE DIREZIONE GENERALE SERVIZI TECNICI SETTORE EDILIZIA SCOLASTICA MANUTENZIONE SCUOLA ELEMENTARE MICHELE COPPINO Via Cristoforo Colombo, 36 MANUTENZIONE STRAORDINARIA FACCIATE, TETTO, SERVIZI

Dettagli

tel 041.3642511 - fax 041.640481 - sinergospa.com - info@sinergospa.com

tel 041.3642511 - fax 041.640481 - sinergospa.com - info@sinergospa.com Sinergo Spa - via Ca Bembo 152-30030 - Maerne di Martellago - Venezia - Italy tel 041.3642511 - fax 041.640481 - sinergospa.com - info@sinergospa.com oggetto PROGETTO ESECUTIVO AMMODERNAMENTO IMPIANTO

Dettagli

PALESTRA SCUOLA PRIMARIA STRADIVARI RESTAURO E RISANAMENTO CONSERVATIVO BONIFICA AMIANTO E MIGLIORAMENTO SISMICO PROGETTO ESECUTIVO

PALESTRA SCUOLA PRIMARIA STRADIVARI RESTAURO E RISANAMENTO CONSERVATIVO BONIFICA AMIANTO E MIGLIORAMENTO SISMICO PROGETTO ESECUTIVO PALESTRA SCUOLA PRIMARIA STRADIVARI RESTAURO E RISANAMENTO CONSERVATIVO BONIFICA AMIANTO E MIGLIORAMENTO SISMICO PROGETTO ESECUTIVO FASCICOLO INFORMATIVO DELL'OPERA Responsabile del Procedimento: Arch.

Dettagli

FASCICOLO CON LE CARATTERISTICHE DELL'OPERA

FASCICOLO CON LE CARATTERISTICHE DELL'OPERA FASCICOLO CON LE CARATTERISTICHE DELL'OPERA (previsto dall'art 91 comma b, redatto in base ai contenuti dell'all. XVI del D.Lgs. 81/08) OGGETTO DEI LAVORI: PROVINCIA DEL MEDIO CAMPIDANO - Programma straordinario

Dettagli

CITTA DI CIVIDALE DEL FRIULI. Ufficio Tecnico Unità Operativa LL.PP.

CITTA DI CIVIDALE DEL FRIULI. Ufficio Tecnico Unità Operativa LL.PP. CITTA DI CIVIDALE DEL FRIULI Ufficio Tecnico Unità Operativa LL.PP. Opera: LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA COPERTURA E MIGLIORAMENTO FUNZIONALE PALESTRA SCOLASTICA DI VIA LUINIS Oggetto: PROGETTO

Dettagli

FASCICOLO DELL OPERA

FASCICOLO DELL OPERA LP 162 REALIZZAZIONE NUOVO CENTRO POLIFUNZIONALE PRESSO GLI IMPIANTI SPORTIVI DI VIA DON BOSCO FASCICOLO DELL OPERA ai sensi del D.Lgs. 81/2008 COMMITTENTE: COMUNE DI BRUGINE (PD) IL RESPONSABILE DEI LAVORI:

Dettagli

FASCICOLO CON LE CARATTERISTICHE DELL'OPERA Per la prevenzione e protezione dai rischi (D.Lgs 9 aprile 2008 n. 81, Art. 91 e Allegato XVI)

FASCICOLO CON LE CARATTERISTICHE DELL'OPERA Per la prevenzione e protezione dai rischi (D.Lgs 9 aprile 2008 n. 81, Art. 91 e Allegato XVI) Comune di TORINO Provincia di TO FASCICOLO CON LE CARATTERISTICHE DELL'OPERA Per la prevenzione e protezione dai rischi (D.Lgs 9 aprile 2008 n. 81, Art. 91 e Allegato XVI) OGGETTO: AREA OVEST COMMITTENTE:

Dettagli

FASCICOLO DELLA MANUTENZIONE Per la prevenzione e protezione dai rischi (D.Lgs 9 aprile 2008 n. 81, Art. 91)

FASCICOLO DELLA MANUTENZIONE Per la prevenzione e protezione dai rischi (D.Lgs 9 aprile 2008 n. 81, Art. 91) Comune di Caravaggio Provincia di Bg FASCICOLO DELLA MANUTENZIONE Per la prevenzione e protezione dai rischi (D.Lgs 9 aprile 2008 n. 81, Art. 91) OGGETTO: Opere di completamento, sistemazione aree esterne

Dettagli

Comune di TORINO Provincia di TO

Comune di TORINO Provincia di TO Comune di TORINO Provincia di TO FASCICOLO CON LE CARATTERISTICHE DELL'OPERA Per la prevenzione e protezione dai rischi (Allegato XVI e art. 91 del D.Lgs 9 aprile 2008, n. 81 e s.m.i - D.Lgs. 3 agosto

Dettagli

FASCICOLO DELL'OPERA Art. 91, comma 1, lettera b), D. Lgs. 81/2008 Allegato XVI al D. Lgs. n. 81 del 9 aprile 2008

FASCICOLO DELL'OPERA Art. 91, comma 1, lettera b), D. Lgs. 81/2008 Allegato XVI al D. Lgs. n. 81 del 9 aprile 2008 GEOM. DARIO GARBUGLIA Via Moncenisio n. 167 10051 AVIGLIANA (TO) TEL. 3356305719 email : dario.garbuglia@alice.it FASCICOLO DELL'OPERA Art. 91, comma 1, lettera b), D. Lgs. 81/2008 Allegato XVI al D. Lgs.

Dettagli

SCHEDA II-1 Misure preventive e protettive in dotazione dell opera ed ausiliarie

SCHEDA II-1 Misure preventive e protettive in dotazione dell opera ed ausiliarie Tipologia dei lavori: INTERVENTI DI CONTROLLO E REVISIONE CODICE SCHEDA C 01 DISTRIBUZIONE ACQUA FREDDA E CALDA. VERIFICA FUNZIONAMENTO TERMINALI E RUBINETTI, VERIFICA DEGLI SCARICHI, VERIFICA DELLE TUBAZIONI

Dettagli

FASCICOLO TECNICO INFORMATIVO DELL OPERA

FASCICOLO TECNICO INFORMATIVO DELL OPERA DIREZIONE REGIONALE TOSCANA AREA TECNICO EDILIZIA Via del Proconsolo 10 FIRENZE INSTALLAZIONE CENTRALE TERMOFRIGORIFERA PAL. A PRESSO LA SEDE PROVINCIALE I.N.P.S. DI GROSSETO, via Trento, 44 SEDE PROVINCIALE

Dettagli

Lavori di completamento dell ex Scuola Materna di via Trento Fascicolo con le caratteristiche dell opera

Lavori di completamento dell ex Scuola Materna di via Trento Fascicolo con le caratteristiche dell opera FASCICOLO CON LE CARATTERISTICHE DELL OPERA PREMESSA Il presente Fascicolo con le caratteristiche dell opera è stato redatto, in ottemperanza ai disposti del D.Lgs. 81/2008 (allegato XVI), in relazione

Dettagli

Fascicolo tecnico Informativo dell'opera

Fascicolo tecnico Informativo dell'opera Fascicolo tecnico Informativo dell'opera Comune VENEZIA Provincia VE Indirizzo DORSODURO 1012 VENEZIA Committente PROVINCIA DI VENEZIA PALAZZO BASADONNA RECANATI SEDE DEL LICEO ARTISTICO IN VENEZIA Immagine

Dettagli

FASCICOLO CON LE CARATTERISTICHE DELL'OPERA

FASCICOLO CON LE CARATTERISTICHE DELL'OPERA Comune di Vico Equense Provincia di NAPOLI FASCICOLO CON LE CARATTERISTICHE DELL'OPERA per la prevenzione e protezione dai rischi (Allegato XVI e art. 91 del D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81 e s.m.i.) (D.Lgs.

Dettagli

GEOM. PIERLUIGI CULOTTA INDICE 1 PARTE GENERALE... 2 1.1 PREMESSA... 2

GEOM. PIERLUIGI CULOTTA INDICE 1 PARTE GENERALE... 2 1.1 PREMESSA... 2 Pag. 1/26 INDICE 1 PARTE GENERALE... 2 1.1 PREMESSA... 2 1.2 NOTE D USO DEL FASCICOLO INFORMAZIONI.... 2 1.2.1 NOTE GENERALI... 2 1.2.2 PROCEDURA OPERATIVA DEL FASCICOLO INFORMAZIONI... 3 1.3 RELAZIONE

Dettagli

COMUNE DI LIZZANO PROVINCIA DI TARANTO

COMUNE DI LIZZANO PROVINCIA DI TARANTO COMUNE DI LIZZANO PROVINCIA DI TARANTO PROGETTO ESECUTIVO ADEGUAMENTO DELLA CENTRALE TERMICA E DELL'IMPIANTO DI RISCALDAMENTO DELL'ISTITUTO COMPRENSIVO "ALESSANDRO MANZONI" - PLESSO A. MANZONI FASCICOLO

Dettagli

INDICE. COMUNE di IGLESIAS

INDICE. COMUNE di IGLESIAS LAVORI ADEGUAMENTO DEGLI IMPIANTI TERMICI NELLE SCUOLE MEDIE 1/2/3 VIA ISONZO e VIA 2 GIUGNO, Novembre 2014 Pagina 1 12 INDICE 1 PREMESSA... 2 2 SCHEDA I - DESCRIZIONE DELLO OPERA ED INDIVIDUAZIONE DEI

Dettagli

Capitolo 1 - FABBRICATO STAZIONE DI SOLLEVAMENTO

Capitolo 1 - FABBRICATO STAZIONE DI SOLLEVAMENTO Capitolo 1 - FABBRICATO STAZIONE DI SOLLEVAMENTO MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA DELL'OPERA Scheda n. l Lavori di revisione IMPIANTI ELETTRICI DI PERTINENZA DELL'EDIFICIO MANUTENZIONE ORDINARIA

Dettagli

Copyright by Allestimenti Palladio snc

Copyright by Allestimenti Palladio snc Ing. Leonardo DA VINCI Località Anchiano 50059 VINCI (FI) Telefono/Fax: 0331857334 Email: leonardodavinci@vinci.fi.it Iscrizione Ordine Ingegneri d'italia n 1 OGGETTO: FASCICOLO DELL'OPERA Art. 91, comma

Dettagli

PREMESSA IL PRESENTE FASCICOLO E' COSTITUITO DA UNA PARTE GENERALE CHE INDIVIDUA:

PREMESSA IL PRESENTE FASCICOLO E' COSTITUITO DA UNA PARTE GENERALE CHE INDIVIDUA: PREMESSA Funzioni del fascicolo dell'opera Secondo quanto prescritto dall'art. 4 del D. Lgs. 494/96, il fascicolo dell'opera è preso in considerazione al lato di eventuali lavori successivi sull'opera

Dettagli

Rifacimento totale degli impianti elettrici dell edificio scolastico Ungaretti sito in Via Volvera 14 nel Comune di Piossasco (TO)

Rifacimento totale degli impianti elettrici dell edificio scolastico Ungaretti sito in Via Volvera 14 nel Comune di Piossasco (TO) PROGETTO ESECUTIVO Oggetto: FASCICOLO DELL OPERA Rifacimento totale degli impianti elettrici dell edificio scolastico Ungaretti sito in Via Volvera 14 nel Comune di Piossasco (TO) Committente: COMUNE DI

Dettagli

FASCICOLO CON LE CARATTERISTICHE DELL'OPERA

FASCICOLO CON LE CARATTERISTICHE DELL'OPERA Comune di TORINO Provincia di TO FASCICOLO CON LE CARATTERISTICHE DELL'OPERA Per la prevenzione e protezione dai rischi (Allegato XVI e art. 91 del D.Lgs 9 aprile 2008, n. 81 e s.m.i - D.Lgs. 3 agosto

Dettagli

COMUNE DI LAINATE PROVINCIA DI MILANO

COMUNE DI LAINATE PROVINCIA DI MILANO MOD.7.3.12.e_def-es_rev. 00 COMUNE DI LAINATE PROVINCIA DI MILANO PROGETTO: OGGETTO: PROGETTO DEFINITIVO ESECUTIVO LAVORI DI BONIFICA PER LA RIMOZIONE DELLE LASTRE ONDULATE DI CEMENTO-AMIANTO E LA SUCCESSIVA

Dettagli

GEN COMUNE DI BOLOGNA PROVINCIA DI BOLOGNA PROGETTO LAVORI DI SISTEMAZIONE PARTI ESTERNE E REALIZZAZIONE NUOVO PARCHEGGIO DELLA SEZIONE DI BOLOGNA

GEN COMUNE DI BOLOGNA PROVINCIA DI BOLOGNA PROGETTO LAVORI DI SISTEMAZIONE PARTI ESTERNE E REALIZZAZIONE NUOVO PARCHEGGIO DELLA SEZIONE DI BOLOGNA ing. Mirko Cioni ing. Saverio Lenzi ing. Sara Melotti ing. Alberto Peri Via Mazzini n 146 40046 Porretta Terme (BO) Tel./Fax 0534 22122 e-mail: info@aistudioassociato.191.it arch. Francesca Chiari COMUNE

Dettagli

SCHEDA DI VALUTAZIONE DEI RISCHI N. 1

SCHEDA DI VALUTAZIONE DEI RISCHI N. 1 SCHEDA DI VALUTAZIONE DEI RISCHI N. 1 Descrizione delle attività: Scavi, sbancamenti e reinterri. Lavoratori esposti a rischi potenziali: Dipendenti delle imprese appaltatrici e lavoratori autonomi presenti

Dettagli

FASCICOLO DELL'OPERA Art. 91, comma 1, lettera b), D. Lgs. 81/2008 Allegato XVI al D. Lgs. n. 81 del 9 aprile 2008

FASCICOLO DELL'OPERA Art. 91, comma 1, lettera b), D. Lgs. 81/2008 Allegato XVI al D. Lgs. n. 81 del 9 aprile 2008 GEOMETRA MARIO MUSCARI Via Spallino n 13 22031 ALBAVILLA (CO) Telefono 031-629.086 e-mail: geometramuscari@libero.it FASCICOLO DELL'OPERA Art. 91, comma 1, lettera b), D. Lgs. 81/2008 Allegato XVI al D.

Dettagli

FASCICOLO DELL OPERA (Allegato XVI, art. 91 D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.)

FASCICOLO DELL OPERA (Allegato XVI, art. 91 D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.) COMUNE DI ARCOLA PROGETTO DEFINITIVO PER LA REALIZZAZIONE DI UN CENTRO POLIFUNZIONALE CON ANNESSO PARCHEGGIO PUBBLICO IN COMUNE DI ARCOLA FASCICOLO DELL OPERA (Allegato XVI, art. 91 D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.)

Dettagli

3.2.8 Parapetti 3.2.9 Gronde e pluviali 3.2.10 Misure contro la penetrazione dei volatili e di animali in genere

3.2.8 Parapetti 3.2.9 Gronde e pluviali 3.2.10 Misure contro la penetrazione dei volatili e di animali in genere 3.2.8 Parapetti Le finestre, i balconi e le terrazze devono avere parapetti di altezza non inferiore a cm. 100. In ogni caso i parapetti, fermo restando che devono garantire sufficiente resistenza agli

Dettagli

INDICE 1. PREMESSA 3 2. FASCICOLO

INDICE 1. PREMESSA 3 2. FASCICOLO INDICE 1. PREMESSA 3 Individuazione e descrizione dell opera 4 Le Imprese esecutrici 5 Rischi e misure preventive delle attività di manutenzione 6 l organizzazione del lavoro per le imprese e i lavoratori

Dettagli

FASCICOLO CON LE CARATTERISTICHE DELL'OPERA

FASCICOLO CON LE CARATTERISTICHE DELL'OPERA INDIRIZZO CANTIERE: Corso Italia - Quarto (NA) OPERA DA REALIZZARE: Lavori per la realizzazione dell'intervento di risparmio energetico, superamento barriere architettoniche, adeguamento impianti e realizzazione

Dettagli

COMUNE DI CIVATE. Progetto per la riqualificazione ed adeguamento Palestra comunale di via A. Longoni

COMUNE DI CIVATE. Progetto per la riqualificazione ed adeguamento Palestra comunale di via A. Longoni CERTIFICATO N.07089 ORGANISMO DI PROGETTAZIONE Committente COMUNE DI CIVATE Tipo di elaborato: Fascicolo Tecnico Progetto: Palestra comunale Commessa: E15047 Località: via A. Longoni CIVATE (LC) N Documento:

Dettagli

FASCICOLO INFORMAZIONI

FASCICOLO INFORMAZIONI Comune di Rovigo Provincia di Rovigo FASCICOLO INFORMAZIONI relativo al progetto la realizzazione di una pista ciclabile di collegamento tra Rovigo e Boara Amministrazione comunale di Rovigo Cantiere nel

Dettagli

FASCICOLO DELL OPERA (previsto dall art. 91, comma b), redatto in base ai contenuti dell all. XVI del D.Lgs. 81/08)

FASCICOLO DELL OPERA (previsto dall art. 91, comma b), redatto in base ai contenuti dell all. XVI del D.Lgs. 81/08) Cliente - Client COMUNE DI STARANZANO PROVINCIA DI GORIZIA Oggetto - Object AMPLIAMENTO DEL CIMITERO COMUNALE IN VIA DELLE ACACIE A STARANZANO Titolo - Title FASCICOLO DELL OPERA (previsto dall art. 91,

Dettagli

U T C D i r e z i o n e l a v o r i p u b b l i c i S O S T I T U Z I O N E I N F I S S I SCUOLA ELEMENTARE "PAPA GIOVANNI XXIII" e Comune di Vittoria

U T C D i r e z i o n e l a v o r i p u b b l i c i S O S T I T U Z I O N E I N F I S S I SCUOLA ELEMENTARE PAPA GIOVANNI XXIII e Comune di Vittoria Asse II "Qualità degli ambienti scolastici" Obiettivo C Accordo tra: Istituzione scolastica "Scuola elementare Papa G. GiovanniXXIII" e Comune di Vittoria per la realizzazione del progetto di : S O S T

Dettagli

PIANO DI MANUTENZIONE

PIANO DI MANUTENZIONE UFFICIO UNICO dei comuni di CAPOLONA, CASTIGLION FIBOCCHI e SUBBIANO Provincia di AREZZO PIANO DI MANUTENZIONE OGGETTO: COMMITTENTE: LOCALI DESTINATI AL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA AMMINISTRAZIONE

Dettagli

Comune di TORINO Provincia di TO

Comune di TORINO Provincia di TO Comune di TORINO Provincia di TO FASCICOLO CON LE CARATTERISTICHE DELL'OPERA Per la prevenzione e protezione dai rischi (Allegato XVI e art. 91 del D.Lgs 9 aprile 2008, n. 81 e s.m.i - D.Lgs. 3 agosto

Dettagli

PREMESSE... 3. Funzioni del fascicolo dell'opera... 3. Struttura del Fascicolo dell'opera... 3

PREMESSE... 3. Funzioni del fascicolo dell'opera... 3. Struttura del Fascicolo dell'opera... 3 - 1 - Fascicolo Tecnico dell'opera RIMOZIONE BONIFICA - RIFACIMENTO CONFINAMENTO RESTITUZIONE AMBIENTI CON MATERIALI CONTENENTI AMIANTO IN MATRICE COMPATTA Codifica S.I.P.E. 99.99 CUP: CIG: D99E13000330007

Dettagli

FASCICOLO DELLA MANUTENZIONE Per la prevenzione e protezione dai rischi (D.Lgs 9 aprile 2008 n. 81, Art. 91)

FASCICOLO DELLA MANUTENZIONE Per la prevenzione e protezione dai rischi (D.Lgs 9 aprile 2008 n. 81, Art. 91) Comune di Atrani Provincia di SA FASCICOLO DELLA MANUTENZIONE Per la prevenzione e protezione dai rischi (D.Lgs 9 aprile 2008 n. 81, Art. 91) OGGETTO: SEDE E NUCLEO DI PROTEZIONE CIVILE COMMITTENTE: A.R.C.A.D.I.S.

Dettagli

PIANO DI SICUREZZA E DI COORDINAMENTO Ai sensi del D.Lgs. 9 Aprile 2008, n. 81 Titolo IV - Cantieri temporanei o mobili - Capo I - art.

PIANO DI SICUREZZA E DI COORDINAMENTO Ai sensi del D.Lgs. 9 Aprile 2008, n. 81 Titolo IV - Cantieri temporanei o mobili - Capo I - art. PIANO DI SICUREZZA E DI COORDINAMENTO Ai sensi del D.Lgs. 9 Aprile 2008, n. 81 Titolo IV - Cantieri temporanei o mobili - Capo I - art. 100 LAVORI DI RECUPERO ALLOGGI DI E.R.P. IN S.PANCRAZIO SAL. (BR)

Dettagli

FASCICOLO CON LE CARATTERISTICHE DELL'OPERA Per la prevenzione e protezione dai rischi (D.Lgs 9 aprile 2008 n. 81, Art. 91 e Allegato XVI)

FASCICOLO CON LE CARATTERISTICHE DELL'OPERA Per la prevenzione e protezione dai rischi (D.Lgs 9 aprile 2008 n. 81, Art. 91 e Allegato XVI) Comune di Cellino San Marco Provincia di BR FASCICOLO CON LE CARATTERISTICHE DELL'OPERA Per la prevenzione e protezione dai rischi (D.Lgs 9 aprile 2008 n. 81, Art. 91 e Allegato XVI) OGGETTO: Adeguamento

Dettagli

COPERTURE NON PRATICABILI

COPERTURE NON PRATICABILI Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro COPERTURE NON PRATICABILI Come intervenire in sicurezza Infortuni mortali in Regione Lombardia per caduta dall alto (24% totale inf. mortali) Periodo

Dettagli

Seminario su linee vita: normative, tecniche e procedure

Seminario su linee vita: normative, tecniche e procedure Seminario su linee vita: normative, tecniche e procedure Fascicolo dell opera (D.Lgs. 81/08 art.91 All. XVI) elaborato tecnico e grafico della copertura relazione tecnica illustrativa fascicolo del sistema

Dettagli

COMUNE DI MINERVINO MURGE Provincia di BAT Settore Lavori Pubblici

COMUNE DI MINERVINO MURGE Provincia di BAT Settore Lavori Pubblici COMUNE DI MINERVINO MURGE Provincia di BAT Settore Lavori Pubblici PROGETTO ESECUTIVO DI RECUPERO DEL PALAZZETTO DELLO SPORT COMMITTENTE: COMUNE DI MINERVINO MURGE (BAT) OGGETTO: PIANO DI MANUTENZIONE

Dettagli

FASCICOLO CON LE CARATTERISTICHE DELL OPERA

FASCICOLO CON LE CARATTERISTICHE DELL OPERA ALL. 8a CITTÀ DI CASALE MONFERRATO Provincia di Alessandria SETTORE GESTIONE URBANA TERRITORIALE PROGETTO DEFINITIVO-ESECUTIVO LAVORI DI SISTEMAZIONE A PARCHEGGIO EX AREA RACCOLTA DI RIFIUTI INGOMBRANTI

Dettagli

COMUNE DI TORINO. ( Provincia di Torino) CORSO UMBRIA N 41 DECORLUCY

COMUNE DI TORINO. ( Provincia di Torino) CORSO UMBRIA N 41 DECORLUCY COMUNE DI TORINO ( Provincia di Torino) CORSO UMBRIA N 41 DITTA ESECUTRICE DEI LAVORI: DECORLUCY In riferimento alla vostra gentile richiesta di preventivo per le opere di ristrutturazione da eseguire

Dettagli

FASCICOLO CON LE CARATTERISTICHE DELL'OPERA

FASCICOLO CON LE CARATTERISTICHE DELL'OPERA FASCICOLO CON LE CARATTERISTICHE DELL'OPERA (previsto dall'art 91 comma b, redatto in base ai contenuti dell'all. XVI del D.Lgs. 81/08) OGGETTO DEI LAVORI: Parcheggio A.R.S.T. di interesse sovracomunale

Dettagli

PIANO DI MANUTENZIONE

PIANO DI MANUTENZIONE + +!!, - )! )!, * *! )!!. % (+ /) % % % PIANO DI MANUTENZIONE ( - PM!" #$ % & ' RTP STUDIO ASSOCIATO DI ARCHITETTURA FREPPAZ & MARQUIS ING. FAVRE PIERMARCO SOMMARIO PARTE I LAVORI DI REVISIONE...2 PARTE

Dettagli

Consolidamento e manutenzione dei solai in laterocemento zona bagni al piano terra e primo, mediante inserimento di nuovi profilati metallici

Consolidamento e manutenzione dei solai in laterocemento zona bagni al piano terra e primo, mediante inserimento di nuovi profilati metallici CAPITOLO I 1.1 - DESCRIZIONE SINTETICA DELL OPERA Il progetto riguarda i lavori di adeguamento/miglioramento sismico controllato della scuola primaria Colombo nell'ambito del piano per la messa in sicurezza

Dettagli

INTRODUZIONE. E quindi chiaro che il Fascicolo si concentrerà in particolare sui punti critici dell attività di manutenzione.

INTRODUZIONE. E quindi chiaro che il Fascicolo si concentrerà in particolare sui punti critici dell attività di manutenzione. INTRODUZIONE Il viene predisposto la prima volta a cura del coordinatore alla sicurezza per la progettazione (CSP), e verrà modificato ed aggiornato nella fase esecutiva in funzione dell evoluzione dei

Dettagli

Soc...a r.l., con sede in., via., n.., CF. .., iscritto all ordine, della provincia di.., al n.. RELAZIONE TECNICA

Soc...a r.l., con sede in., via., n.., CF. .., iscritto all ordine, della provincia di.., al n.. RELAZIONE TECNICA OGGETTO: Progetto per la costruzione di un edificio residenziale, in zona sottoposta a vincolo paesaggistico, composto da n.. alloggi, da realizzare nella zona di, in via, denominata. Ditta: Soc...a r.l.,

Dettagli

A0-10.4. C o m m i t t e n t e : P r o g e t t o : P r o g e t t i s t a : C o l l a b o r a t o r i :

A0-10.4. C o m m i t t e n t e : P r o g e t t o : P r o g e t t i s t a : C o l l a b o r a t o r i : C o m m i t t e n t e : P r o g e t t o : IPAB Opera Pia "Carlo Stradi" di Maranello Roberto Teneggi Ingegnere studio associato di finelli e teneggi P r o g e t t i s t a : C o l l a b o r a t o r i :

Dettagli

Relazione specialistica impianti meccanici. 1. Dati generali e descrizione dell'opera... 2. 2. Descrizione degli interventi... 4

Relazione specialistica impianti meccanici. 1. Dati generali e descrizione dell'opera... 2. 2. Descrizione degli interventi... 4 Sommario 1. Dati generali e descrizione dell'opera... 2 2. Descrizione degli interventi... 4 2.1 Impianto protezione idrica antincendio... 4 2.1.1 Rete idranti... 4 2.1.2 Sostituzione del gruppo di pressurizzazione

Dettagli

COMUNE DI SAVA PROVINCIA DI TARANTO

COMUNE DI SAVA PROVINCIA DI TARANTO COMUNE DI SAVA PROVINCIA DI TARANTO PROGETTO PRELIMINARE REALIZZAZIONE IMPIANTO DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE E RETE TELEFONICA ZONA P.I.P. D1 COMMITTENTE: COMUNE DI SAVA (TA) Pizza San Giovanni n.1 74028

Dettagli

PIANO DI MANUTENZIONE TENSOSTRUTTURA IN COMUNE DI FERNO PARCO DI FERNO

PIANO DI MANUTENZIONE TENSOSTRUTTURA IN COMUNE DI FERNO PARCO DI FERNO PIANO DI MANUTENZIONE TENSOSTRUTTURA IN COMUNE DI FERNO PARCO DI FERNO I. INTRODUZIONE Il Piano di manutenzione accompagna l opera per tutta la sua durata di vita. Trattasi di tensostruttura caratterizzata

Dettagli

PIANO DELLE MISURE PER LA SICUREZZA FISICA DEI LAVORATORI

PIANO DELLE MISURE PER LA SICUREZZA FISICA DEI LAVORATORI Valutazione del rischio R = 2 x 2 = 4 S. 01 CATEGORIA: INSTALLAZIONE DEL CANTIERE OPERAZIONE: Installazione di impianto di terra e contro le scariche atmosferiche per il ponteggio ATTREZZATURE: Compressore,

Dettagli

Comune di TORINO Provincia di TO

Comune di TORINO Provincia di TO Comune di TORINO Provincia di TO FASCICOLO CON LE CARATTERISTICHE DELL'OPERA Per la prevenzione e protezione dai rischi (Allegato XVI e art. 91 del D.Lgs 9 aprile 2008, n. 81 e s.m.i - D.Lgs. 3 agosto

Dettagli

Sanitari riparazione Punture, tagli, abrasioni. Lesioni dorso lombari. Tipologia dei lavori: Tipo di intervento: Rischi individuati:

Sanitari riparazione Punture, tagli, abrasioni. Lesioni dorso lombari. Tipologia dei lavori: Tipo di intervento: Rischi individuati: M Misure preventive e protettive Tipologia dei lavori: Tipo di intervento: Rischi individuati: Sanitari riparazione Punture, tagli, abrasioni. Lesioni dorso lombari. Punti critici Misure preventive e protettive

Dettagli

FASCICOLO DELL OPERA AI SENSI DEL D. LGS. 81/08

FASCICOLO DELL OPERA AI SENSI DEL D. LGS. 81/08 FASCICOLO DELL OPERA Monte isola sist. tetto scuola COMUNE DI Monte Isola PROVINCIA DI BRESCIA OGGETTO: INTERVENTI URGENTI SUL PATRIMONIO EDILIZIO SCOLASTICO FINALIZZATI ALLA MESSA IN SICUREZZA DELLA SCUOLA

Dettagli

FASCICOLO DELL OPERA (DECR. LEG.VO 03/08/2009 n. 106) (DECR. LEG.VO 09/04/2008 n. 81) (DECR. LEG.VO 14/8/96 n. 494) (DECR. LEG.VO 19/11/99 n.

FASCICOLO DELL OPERA (DECR. LEG.VO 03/08/2009 n. 106) (DECR. LEG.VO 09/04/2008 n. 81) (DECR. LEG.VO 14/8/96 n. 494) (DECR. LEG.VO 19/11/99 n. Comune di Valdagno Provincia di Vicenza SISTEMAZIONE PAVIMENTAZIONI E ARREDI DEL CENTRO STORICO DI VALDAGNO: III STRALCIO FASE "RIQUALIFICAZIONE PIAZZA DANTE ALIGHIERI" FASCICOLO DELL OPERA (DECR. LEG.VO

Dettagli

L originale edificio in stato di abbandono da diversi decenni, di conseguenza in uno pessimo stato di conservazione.

L originale edificio in stato di abbandono da diversi decenni, di conseguenza in uno pessimo stato di conservazione. L originale edificio in stato di abbandono da diversi decenni, di conseguenza in uno pessimo stato di conservazione. Progetto di demolizione con ripristino tipologico in ampliamento di fabbricato abitativo

Dettagli

MANUTENZIONE STRAORDINARIA CONDOMINIO VIA BANDINI N 9

MANUTENZIONE STRAORDINARIA CONDOMINIO VIA BANDINI N 9 MANUTENZIONE STRAORDINARIA CONDOMINIO VIA BANDINI N 9 art. DESCRIZIONE N. MISURE u.m. QUANT. lungh. largh. altez. OFFERTA ECONOMICA 1. INSTALLAZIONE CANTIERE PONTEGGI 1 1 Impianto elettrico di cantiere,

Dettagli

DISCIPLINARE TECNICO

DISCIPLINARE TECNICO COMUNE DI ODERZO PROVINCIA DI TREVISO OGGETTO: PIANO DI RECUPERO DI INIZIATIVA PUBBLICA INERENTE ALL AREA DENOMINATA EX-EUROPA SITA IN VIA DELLE GRAZIE A ODERZO in adeguamento all'app3 in Variante COMMITTENTE:

Dettagli

PROGETTO DEFINITIVO - ESECUTIVO

PROGETTO DEFINITIVO - ESECUTIVO Regione Veneto COMUNE DI TRECENTA INTERVENTI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA ED ADEGUAMENTO ALLE NORMATIVE VIGENTI IN MATERIA DI SICUREZZA, IGIENE, MIGLIORAMENTO SISMICO ED EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DELLA

Dettagli

FAC SIMILE - FASCICOLO TECNICO DELL OPERA INTERVENTI DI MANUTENZIONE SULLE COPERTURE

FAC SIMILE - FASCICOLO TECNICO DELL OPERA INTERVENTI DI MANUTENZIONE SULLE COPERTURE FAC SIMILE - FASCICOLO TECNICO DELL OPERA INTERVENTI DI MANUTENZIONE SULLE COPERTURE Proprietario dell immobile Progettista del sistema di COGNOME NOME COGNOME NOME Indirizzo dell immobile Tipologia d

Dettagli

RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA

RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA COMUNE DI MILANO Settore Edilizia Scolastica GRUPPO 4 - ZONA 6 - SCUOLA N 5267-25/8 -------- RELAZIONE DESCRITTIVA DELLE OPERE DA REALIZZARE PER L ADEGUAMENTO DELL IMPIANTO ANTINCENDIO PRESSO LA SCUOLA

Dettagli

PIANO DI MANUTENZIONE

PIANO DI MANUTENZIONE ALL. 6 CITTÀ DI CASALE MONFERRATO Provincia di Alessandria SETTORE GESTIONE URBANA TERRITORIALE PROGETTO DEFINITIVO-ESECUTIVO LAVORI DI SISTEMAZIONE A PARCHEGGIO EX AREA RACCOLTA DI RIFIUTI INGOMBRANTI

Dettagli

COMUNE DI LIZZANO. (Provincia di Taranto) Progetto di ristrutturazione edilizia per la realizzazione di una casa alloggio PROGETTO ETNICAMENTE A.

COMUNE DI LIZZANO. (Provincia di Taranto) Progetto di ristrutturazione edilizia per la realizzazione di una casa alloggio PROGETTO ETNICAMENTE A. COMUNE DI LIZZANO (Provincia di Taranto) Progetto di ristrutturazione edilizia per la realizzazione di una casa alloggio PROGETTO ETNICAMENTE PROGETTO ARCHITETTONICO: ARCH. Vincenzo La Gioia PROGETTO IMPIANTI:

Dettagli

Risulta quindi prioritario intervenire con la realizzazione di una riqualificazione energetica:

Risulta quindi prioritario intervenire con la realizzazione di una riqualificazione energetica: 1 L'intervento proposto con il presente progetto definitivo-esecutivo è finalizzato alla riqualificazione energetica ma anche funzionale ed estetica dell involucro edilizio e dell impianto di riscaldamento

Dettagli

PIANO ATTUATIVO AMBITO A6_7 INSEDIAMENTO PRODUTTIVO UNITARIO

PIANO ATTUATIVO AMBITO A6_7 INSEDIAMENTO PRODUTTIVO UNITARIO PIANO ATTUATIVO AMBITO A6_7 INSEDIAMENTO PRODUTTIVO UNITARIO COMMITTENTI SPRINGSTAR S.RL. Milano, Via Boschetti 6 MONZA INTERNATIONAL S.R.L. - Cernusco sul Naviglio, S.S. Padana 49 ALLEGATO 9 FASCICOLO

Dettagli

Premessa. 2. Capitolo I: modalità per la descrizione dell opera e individuazione dei soggetti coinvolti... 3

Premessa. 2. Capitolo I: modalità per la descrizione dell opera e individuazione dei soggetti coinvolti... 3 INDICE Premessa. 2 Capitolo I: modalità per la descrizione dell opera e individuazione dei soggetti coinvolti.... 3 Elenco degli interventi di manutenzione e delle relative schede II-1.... 5 Capitolo II:

Dettagli

L.S. Darwin - I.T.C. Romero Viale Papa Giovanni XXIII, 25 - Rivoli (TO)

L.S. Darwin - I.T.C. Romero Viale Papa Giovanni XXIII, 25 - Rivoli (TO) AREA EDILIZIA SERVIZIO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE INTERVENTI DI EDILIZIA SCOLASTICA L.S. Darwin - I.T.C. Romero Viale Papa Giovanni III, 25 - Rivoli (TO) INTERVENTI DI COMPLETAMENTO DI ADEGUAMENTO NORMATIVO

Dettagli

DESCRIZIONE DELLE OPERE CASE IN LINEA

DESCRIZIONE DELLE OPERE CASE IN LINEA DESCRIZIONE DELLE OPERE CASE IN LINEA STRUTTURE PORTANTI - Fondazioni continue in c.a., solai per il vuoto sanitario in muretti con blocchi cls, tavelloni e soprastante getto di caldana in c.a., solaio

Dettagli

QUADERNO TECNICO Gennaio 2011

QUADERNO TECNICO Gennaio 2011 1/12 QUADERNO TECNICO Gennaio 2011 Autore: Dott. Mauro Baldissin - Tecnico della Prevenzione CANTIERI EDILI CONTROLLI FONDAMENTALI PER RIDURRE IL RISCHIO ELETTRICO Premessa Nei cantieri edili i rischi

Dettagli

Le novità del Testo Unico in tema di sicurezza cantieri (il fascicolo di manutenzione)

Le novità del Testo Unico in tema di sicurezza cantieri (il fascicolo di manutenzione) Le novità del Testo Unico in tema di sicurezza cantieri (il fascicolo di manutenzione) Piano di manutenzione dell opera e delle sue parti Nei lavori pubblici, (D. Lgs. 163/06 e regolamento di attuazione

Dettagli

3. DESCRIZIONE DEI MATERIALI E DELLE SOSTANZE UTILIZZATE 5. INFORMAZIONI SULLE PORTATE DI MASSIMA DI STRUTTURE SIGNIFICATIVE

3. DESCRIZIONE DEI MATERIALI E DELLE SOSTANZE UTILIZZATE 5. INFORMAZIONI SULLE PORTATE DI MASSIMA DI STRUTTURE SIGNIFICATIVE INDICE 1. ANAGRAFICA DELL'OPERA ESEGUITA 2. INTERVENTI PREVENZIONALI IN FASE DI PROGETTO 3. DESCRIZIONE DEI MATERIALI E DELLE SOSTANZE UTILIZZATE 4. SCHEDE DESCRITTIVE PER LE MANUTENZIONI SCHEDA A - Interventi

Dettagli

ex TITOLO XVI D.Lgs. 09 Apr 2008, n 81 e s.m.i. D.Lgs. 03 Ago 2009 n 106

ex TITOLO XVI D.Lgs. 09 Apr 2008, n 81 e s.m.i. D.Lgs. 03 Ago 2009 n 106 LAVORI DI BONIFICA AREE E TERRENI, RIMOZIONE E SMALTIMENTO MANTI DI COPERTURA IN LASTRE DI AMIANTO - CEMENTO (ETERNIT) CON EVENTUALE RIFACIMENTO DI TUTTE/PARTE DELLE COPERTURE INTERESSATE, INCLUSE TUTTE

Dettagli

CAPITOLO I Modalità per la descrizione dell'opera e l'individuazione dei soggetti interessati.

CAPITOLO I Modalità per la descrizione dell'opera e l'individuazione dei soggetti interessati. Fascicolo dell opera Pagina 1 di 7 CAPITOLO I Modalità per la descrizione dell'opera e l'individuazione dei soggetti interessati. Scheda I Descrizione sintetica dell'opera ed individuazione dei soggetti

Dettagli

IMPIANTO DI TELERISCALDAMENTO ALIMENTATO A BIOMASSE (LEGNO VERGINE) A SERVIZIO DELLA FRAZIONE DI VALLOMBROSA NEL COMUNE DI REGGELLO

IMPIANTO DI TELERISCALDAMENTO ALIMENTATO A BIOMASSE (LEGNO VERGINE) A SERVIZIO DELLA FRAZIONE DI VALLOMBROSA NEL COMUNE DI REGGELLO IMPIANTO DI TELERISCALDAMENTO ALIMENTATO A BIOMASSE (LEGNO VERGINE) A SERVIZIO DELLA FRAZIONE DI VALLOMBROSA NEL COMUNE DI REGGELLO Dott. Ing. Paolo Vangi Via Roma, 289 50012 Bagno a Ripoli (FI) Tel./Fax

Dettagli

FASCICOLO dell OPERA e PIANO DI MANUTENZIONE

FASCICOLO dell OPERA e PIANO DI MANUTENZIONE FASCICOLO dell OPERA e PIANO DI MANUTENZIONE FASCICOLO L'allegato XVI prescrive che il fascicolo sia composto da tre parti fondamentali: I Descrizione sintetica dell'opera e l'indicazione dei soggetti

Dettagli

Descrizione Copertura:

Descrizione Copertura: Soluzioni Progettuali Scheda: SP09 Rev: 09/07/2009 9.47.00 Pagina 1/8 Descrizione Copertura: STATO DI FATTO COPERTURA CON PIANTA AD L E PADIGLIONE Nuova Esistente Praticabile Non Praticabile Si tratta

Dettagli

I FONDAMENTALI DI UN CORRETTO IMPIANTO DI ANCORAGGIO

I FONDAMENTALI DI UN CORRETTO IMPIANTO DI ANCORAGGIO Federico Genovesi Pierfrancesco Miniati I FONDAMENTALI DI UN CORRETTO IMPIANTO DI ANCORAGGIO I diritti di traduzione, di memorizzazione elettronica, di riproduzione e di adattamento totale o parziale,

Dettagli

Azienda Pubblica Servizi alla Persona. Città di Siena

Azienda Pubblica Servizi alla Persona. Città di Siena Azienda Pubblica Servizi alla Persona Città di Siena CAPITOLO I Modalità per la descrizione dell'opera e l'individuazione dei soggetti interessati. Scheda I Descrizione sintetica dell'opera ed individuazione

Dettagli

FASCICOLO DELLA MANUTENZIONE

FASCICOLO DELLA MANUTENZIONE ALLEGATO E Comune di Cinisello Balsamo Provincia di Milano FASCICOLO DELLA MANUTENZIONE Per la prevenzione e protezione dai rischi (Decreto Legislativo n. 494/1996, D.P.R. n. 222/2003, D.lgs 81/2008) OGGETTO:

Dettagli

RIFERIMENTI NORMATIVI

RIFERIMENTI NORMATIVI RELAZIONE TECNICA IMPIANTO TERMICO RIFERIMENTI NORMATIVI Tutti gli impianti dovranno essere forniti completi in ogni loro singola parte e perfettamente funzionanti, con tutte le apparecchiature ed accessori

Dettagli

AMIANTO: Rimozione amianto - Presentazione piano di lavoro ex art. 59 DUODECIES D.Lgs. 626/94

AMIANTO: Rimozione amianto - Presentazione piano di lavoro ex art. 59 DUODECIES D.Lgs. 626/94 A cosa serve A quale ufficio va inviato Chi deve redigere il piano Quando si deve presentare In quali casi Documentazione da presentare Modalità Cosa fa lo SPISAL Tempi medi di attesa AMIANTO: Rimozione

Dettagli

PIANO DI MANUTENZIONE

PIANO DI MANUTENZIONE Lavori di - REALIZZAZIONE DEL CENTRO POLIFIUNZIONALE DI ACCOGLIENZA ED INFORMAZIONE TURISTICA, DA EFFETTUARSI SU PARTE DELL IMMOBILE DENOMINATO EX STABILIMENTO ENOLOGICO DENTICE DI FRASSO - su immobile

Dettagli

Piano di Sicurezza e Coordinamento relativo al cantiere sito nel comune di MILAZZO (MESSINA) SCHEDE DI SICUREZZA

Piano di Sicurezza e Coordinamento relativo al cantiere sito nel comune di MILAZZO (MESSINA) SCHEDE DI SICUREZZA cantiere sito nel comune di MILAZZO (MESSINA) DOCUMENTO ELABORATO AI SENSI DELL ART. 100 DEL D. LGS. 81/2008 COORDINATO CON IL D. LGS. 3 AGOSTO 2009, N 106 E CON I CONTENUTI MINIMI PREVISTI ALL'ALLEGATO

Dettagli

Dipartimento dei Servizi al Territorio Gestione Patrimonio Edilizio

Dipartimento dei Servizi al Territorio Gestione Patrimonio Edilizio PIANO DI MANUTENZIONE DELL OPERA PER I LAVORI DI RESTAURO E RECUPERO PALAZZO BASADONNA RECANATI SEDE DEL LICEO ARTISTICO IN VENEZIA. PREMESSA I lavori di manutenzione straordinaria per presi in esame in

Dettagli

Linee guida per la stesura del PIMUS (Piano di montaggio, uso e smontaggio) dei ponteggi metallici fissi ai sensi del D. Lgs.

Linee guida per la stesura del PIMUS (Piano di montaggio, uso e smontaggio) dei ponteggi metallici fissi ai sensi del D. Lgs. Linee guida per la stesura del PIMUS (Piano di montaggio, uso e smontaggio) dei ponteggi metallici fissi ai sensi del D. Lgs. 235/2003 A) PARTE GENERALE (Anagrafica) Premesso che il PIMUS deve essere specifico

Dettagli

ELENCO SCHEDE GENERALI

ELENCO SCHEDE GENERALI GENERALI ELENCO SCHEDE Acqua potabile.doc Antenne.doc Corrente ad alta tensione.doc Drenaggi.doc Ferrovie.doc Fognature.doc Gas.doc Impianti antincendio.doc Impianti del gas all'interno dell'edificio.doc

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA RIPARTIZIONE DEGLI ONERI

REGOLAMENTO PER LA RIPARTIZIONE DEGLI ONERI REGOLAMENTO PER LA RIPARTIZIONE DEGLI ONERI Gli obblighi e gli oneri derivanti dal rapporto di locazione di seguito descritti sono ripartiti tra proprietario e inquilino secondo le modalità di seguito

Dettagli

FASCICOLO DELL OPERA

FASCICOLO DELL OPERA Comune di Calcata Provincia di Viterbo Restauro delle Scuderie del Palazzo Baronale di Calcata. Allestimento del negozio I prodotto del sistema dei Parchi del Lazio e dell Agro Falisco. FASCICOLO DELL

Dettagli

FASCICOLO CON LE CARATTERISTICHE DELL'OPERA (art. 91 comma 1b, allegato XVI del D.Lgs. 81/08 e s.m.i.)

FASCICOLO CON LE CARATTERISTICHE DELL'OPERA (art. 91 comma 1b, allegato XVI del D.Lgs. 81/08 e s.m.i.) FASCICOLO CON LE CARATTERISTICHE DELL'OPERA (art. 91 comma 1b, allegato XVI del D.Lgs. 81/08 e s.m.i.) Descrizione dell'opera: SOSTITUZIONE DEGLI INFISSI ESTERNI E REALIZZAZIONE DI ALTRI INTERVENTI DI

Dettagli

FASCICOLO DELLA MANUTENZIONE

FASCICOLO DELLA MANUTENZIONE Comune di ROCCABRUNA Provincia di CN FASCICOLO DELLA MANUTENZIONE (D.Lgs 9 aprile 2008 n. 81, Art. 91) OGGETTO: LAVORI DI RIQUALIFICAZIONE AMBIENTALE TRAMITE PAVIMENTAZIONE AREE DELLE BORGATE COMUNALI

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO PIANO DI MANUTENZIONE DEI CORPI STRADALI

PROGETTO ESECUTIVO PIANO DI MANUTENZIONE DEI CORPI STRADALI ELABORATO A.4 SETTORE LAVORI PUBBLICI SERVIZIO PROGETTAZIONE E COSTRUZIONI STRADALI S.P. n 569 DI VIGNOLA COMPLETAMENTO DELLA VARIANTE GENERALE ALLA S.P. N 569 E REALIZZAZIONE DELLE VARIANTI ALLA S.P.

Dettagli

Studio di fattibilità

Studio di fattibilità COMUNE DI FALERNA Piazza Municipio 1-88042 Falerna (Prov. di Catanzaro) AFFIDAMENTO DELLA CONCESSIONE DI LAVORI PUBBLICI AVENTI AD OGGETTO LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA ED ESECUTIVA, L ESECUZIONE DEGLI INTERVENTI

Dettagli