VIA. C.F. P.I.:.it DI DEI. tutte le Data firma

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "VIA. C.F. P.I.:.it DI DEI. tutte le Data firma"

Transcript

1 AZIENDA SANITARIA LOCALE AVELLINO VIA DEGLI IMBIMBO, AVELLINO C.F. P.I.: CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BONIFICA AMBIENTALE CON ATTUAZIONE DI INTERVENTI DI DISINFESTAZIONE E DERATTIZZAZIONE SUL TERRITORIO DEI COMUNI DELL'A.S.L. AVELLINO 1 L impresa dichiara di aver preso visione delle norme contenute nel presente capitolato e accettare integralmente tutte le condizionii che regolano la fornitura disciplinata dallo stesso. di

2 ART.1 - OGGETTO DELL'APPALTO L'appalto ha per oggetto la realizzazione di interventi periodici tesi all'interruzione della catena contagionistica delle malattie infettive e/o parassitarie, secondo calendario prestabilito di disinfestazione e derattizzazione sul territorio dei sotto elencati Comuni, mediante l'impiego di presidi medico -chirurgici (disinfestanti e derattizzanti) erogati e distribuiti con l'ausilio delle più moderne e specifiche attrezzature e mediante l'impiego di personale idoneo, specializzato e sufficiente per numero, il tutto a carico della ditta aggiudicataria. I Comuni afferenti all'a.s.l. AVELLINO nei quali saranno sviluppati gli interventi di bonifica igienicosanitaria sono i seguenti: 1 AIELLO 41 LACEDONIA 81 SAN MANGO SUL C. 2 ALTAVILLA IRPINA 42 LAPIO 82 SAN MARTINO V.C. 3 ANDRETTA 43 LAURO 83 SAN MICHELE DI SERINO 4 ACQUILONIA 44 LIONI 84 SAN NICOLA BARONIA 5 ARIANO IRPINO 45 LUOGOSANO 85 SAN POTITO ULTRA 6 ATRIPALDA 46 MANOCALZATI 86 SAN SOSSIO BARONIA 7 AVELLA 47 MARZANO DI NOLA 87 SANTA LUCIA DI SERINO 8 AVELLINO 48 MELITO IRPINO 88 SANTA PAOLINA 9 BAGNOLI IRPINO 49 MERCOGLIANO 89 SANTANDREA DI CONZA 10 BAIANO 50 MIRABELLA ECLANO 90 SANT'ANGELO A SCALA 11 BISACCIA 51 MONTAGUTO 91 SANT'ANGELO ALL'ESCA 12 BONITO 52 MONTECALVO IRPINO 92 SANTANGELO DEI L. 13 CAIRANO 53 MONTEFALCIONE 93 SANTO STEFANO DEL S. 14 CALABRITTO 54 MONTEFORTE IIRPINO 94 SAVIGNANO IRPINO 15 CALITRI 55 MONTEFREDANE 95 SCAMPITELLA 16 CANDIDA 56 MONTEFUSCO 96 SENERCHIA 17 CAPOSELE 57 MONTELLA 97 SERINO 18 CAPRIGLIA IRPINA 58 MONTEMARANO 98 SIRIGNANO 19 CARIFE 59 MONTEMILETTO 99 SOLOFRA 20 CASALBORE 60 MONTEVERDE 100 SORBO SERPICO 21 CASSANO IRPINO 61 MONTORO (unificato) 101 SPERONE 22 CASTEL BARONIA 62 MORRA DE SANCTIS 102 STURNO 23 CASTELFRANCI 63 MOSCHIANO 103 SUMMONTE 24 CASTELVETERE S. C. 64 MUGNANO DEL C. 104 TAURANO 25 CERVINARA 65 NUSCO 105 TAURASI 26 CESINALI 66 OSPEDALETTO D' A. 106 TEORA 27 CHIANCHE 67 PAGO DEL VALLO DI L. 107 TORELLA DEI LOMBARDI 28 CHIUSANO S.D. 68 PAROLISE 108 TORRE LE NOCELLE 29 CONTRADA 69 PATERNOPOLI 109 TORRIONI 30 CONZA DELLA C. 70 PETRURO IRPINO 110 TREVICO 31 DOMICELLA 71 PIETRADEFUSI 111 TUFO 32 FLUMERI 72 PIETRASTORNINA 112 VALUTA 33 FONTANAROSA 73 PRATA P.U. 113 VALLESACCARDA 34 FORINO 74 PRATOLA SERRA 114 VENTICANO 35 FRIGENTO 75 QUADRELLE 115 VILLAMAINA 36 GESUALDO 76 QUINDICI 116 VILLANOVA DEL BATTISTA 37 GRECI 77 ROCCA SAN FELICE 117 VOLTURARA IRPINA 38 GROTTAMINARDA 78 ROCCABASCERANA 118 ZUNGOLI 39 GROTTOLELLA 79 ROTONDI 40 GUARDIA DEI L. 80 SALZA IRPINA L impresa dichiara di aver preso visione delle norme contenute nel presente capitolato e di 2

3 ART.2 - DURATA E IMPORTO A BASE D ASTA Il contratto ha durata di anni tre decorrente dalla data di effettivo inizio del servizio, oltre mesi 6 per eventuale proroga. L importo annuo a base d asta, è pari a ,00 = oltre IVA. Non sono previsti oneri di sicurezza interferenti. ART. 3 - PROGRAMMA INTERVENTI DI BONIFICA Territorio comunale e/o demaniale. Gli interventi di sanificazione territoriale articolati in trattamenti di disinfestazione e derattizzazione saranno eseguiti sotto la totale responsabilità della Ditta aggiudicataria, la quale dovrà designare un proprio tecnico competente munito di adeguati titoli accademici (Laurea in Chimica, Medicina, Biologia, Agraria o Ingegneria Chimica) che assume la responsabilità dell'attività di bonifica, nonché la qualifica di Direttore dei Lavori e Direttore Tecnico e dovrà relazionare al Direttore dell'u.o.c. Igiene e Sanità Pubblica o al Responsabile della gestione del contratto designato dalla ASL Avellino. Prima dell'inizio dei trattamenti il Direttore Tecnico della Ditta appaltatrice del Servizio illustrerà al Direttore della UOC Igiene e Sanità Pubblica le modalità e le procedure che attuerà nella fase degli interventi di bonifica igienico sanitaria DISINFESTAZIONE Il comprensorio in oggetto dovrà essere sottoposto a n. 7 (sette) interventi all'anno di disinfestazioni normalmente da Aprile ad Ottobre. Il primo sarà ovicida larvicida e, a discrezione del Direttore UOC Igiene e Sanità Pubblica anche in base alle esigenze e condizioni meteorologiche, detto intervento potrà essere modificato in adulticida o intervento di derattizzazione. I prodotti disinfestanti di cui è ammesso l'impiego debbono essere tutti debitamente registrati presso il Ministero della Salute Pubblica, ammessi esclusivamente come Presidi Medico - chirurgici. I formulati impiegati nel corso della bonifica dovranno essere così connotati: Presidi ad azione ovicida - larvicida. Prodotti ad azione adulticida. Tali prodotti dovranno essere costituiti preferibilmente dai seguenti principi attivi indicati con la propria denominazione comune, stabiliti secondo le convenzioni internazionali (ÓMS - Organizzazione Mondiale della Sanità): - per la lotta ovicida - larvicida da effettuarsi su acque dolci inquinate, vasche biologiche, acque di raccolta, caditoie, tombini, fognature, fossi, scoli etc. si richiede l'impiego di formulati a base dei seguenti principi attivi: Pyriproxyfen in abbinamento al Denatonium Benzoato; Diflubenzuron Bacillus Thungiensis Tutti i suddetti principi sono attivi contro le forme larvali di diverse specie di zanzare ed anche per la lotta larvale alle mosche. - per la lotta ai ditteri viene richiesto l'impiego dei seguenti principi attivi: Cipermetrina in formulazione liquida, piretroide di sintesi a moderata tossicità, dotato di un elevato potere abbattente immediato, particolarmente adatto per questa pecularietà nella lotta adulticida alla zanzara in ambiente urbano, in concentrazione minima pari al 1%. Nei luoghi non accessibili a automezzi con nebulizzatori a motore i trattamenti possono essere effettuati impiegando atomizzatori a pressione di tipo manuale. L'intervento di disinfestazione non va eseguito in giornate ventose perché le particelle della miscela potrebbero essere disperse anche nelle aree di "non bersaglio". Saranno altresì effettuati su disposizione della UOC Igiene e Sanità Pubblica n. 30 interventi all'anno a focolaio per la lotta alle zecche in caso di necessità utilizzando Clorpyrifos metile in formulazione liquida. In caso di trattamenti superiori a trenta, gli stessi previa autorizzazione della UOC Igiene e Sanità Pubblica, saranno retribuiti a tariffa oraria prevista dal CCNL dei servizi vigente, concordando il numero 3 L impresa dichiara di aver preso visione delle norme contenute nel presente capitolato e di

4 degli operatori e il rimborso chilometrico del mezzo utilizzato per raggiungere il luogo di irrorazione a seconda del Comune da raggiungere considerando Avellino come sede di partenza. Il focolaio trattato deve essere sempre opportunamente delimitato con apposti cartelli di avvertimento. Il Direttore U.O.C. Igiene e Sanità Pubblica e/o Responsabile Gestione del contratto possono valutare, per casi particolari, l'utilizzo di presidi e/o concentrazioni diverse da quelle stabilite, o autorizzare l'uso di prodotti equipollenti DERATTIZZAZIONE Saranno realizzati n. 8 (otto) interventi all'anno contro ogni specie di muridi nelle aree dei centri urbani e delle zone periferiche, di regola da marzo a dicembre. In particolare dovranno essere trattati: luoghi di raccolta dei rifiuti solidi, impianti fognari, corsi d'acqua ed aree spondali, fossati, tombini, aree esterne Presidi Ospedalieri, Sedi Distrettuali e Territoriali dell'asl, plessi scolastici ed altri edifici pubblici utilizzati ad uso collettivo,ecc. Nei territori urbanizzati dei comuni, nelle strade prive di caditoie e in altri siti indicati dalla UOC Igiene e Sanità Pubblica, la ditta aggiudicataria dovrà installare rat box ( del tipo a T rovesciata o a forma scatolare ) chiusi con sistema a chiave e di fissaggio, dove allocare le esche ratticida. Si precisa che il fabbisogno stimato è di mille rat box: gli stessi dovranno essere acquistati e installati dalla ditta aggiudicataria a proprie spese. Qualora si dovesse constatare che il numero stimato dei rat box occorrenti fosse insufficiente, per l installazione di ulteriori rat box, fino ad un massimo di altri 1000, l ASL Avellino corrisponderà alla ditta aggiudicataria l importo di.5,00=cad. omniacomprensivo (costo rat box+installazione). Sarà cura della ditta aggiudicataria mappare la localizzazione dei rat box, provvedere alla pulizia periodica degli stessi e sostituire quelli danneggiati, rotti o divelti. I prodotti da impiegarsi dovranno rispondere al duplice requisito di essere efficaci contro le diverse specie murine e praticamente innocui per l'uomo e gli animali domestici. Per i trattamenti derattizzanti viene richiesto l'impiego di formulati che consentano di sortire effetti positivi anche in presenza di ceppi Warfarin - resistenti. In particolare: in aree esterne: è prescritto l'impiego di formulato a base di Bromadiolone in pellet e pellet paraffinato per la lotta specifica al genere Rattus; nel sistema fognante: è prescritto l'impiego di formulati a base di Difenacoum in pellet e pellet paraffinato e formulati a base di Clorifacinone in pellet e pellet paraffinato. In ogni caso, la ditta aggiudicataria dovrà alternare il tipo di esche impiegate, al fine di evitare il fenomeno di assuefazione al principio attivo e agli appetenti. Nel corso del trattamento la Ditta dovrà inoltre farsi carico di effettuare tutti quei trattamenti di disinfestazione contro artropodi ectoparassiti collegati alla presenza di mundi del genere Mus e Rattus. Tali trattamenti dovranno essere eseguiti a completamento della derattizzazione in tutti i luoghi in cui saranno reperite carcasse di roditori. Inoltre dovranno essere identificate le aree, i luoghi, i presidi trattati mediante appositi testimoni di segnalazione, da concordare con il Direttore U.O.C. Igiene e Sanità Pubblica. Il servizio deve comunque essere svolto nel rispetto delle ordinanze emanate dal Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali del 18/12/2008, 19/03/2009, 14/01/2010 e s.m.i MONITORAGGI In base ai cicli di intervento, al numero dei trattamenti effettuati e agli obiettivi previsti nel piano operativo contro topi, ratti, mosche e zanzare deve essere svolto il monitoraggio costante con lo scopo di tenere sotto controllo l'andamento delle operazioni di disinfestazione e derattizzazione, ripetere il trattamento nel caso in cui si riscontrasse la persistenza dell'infestazione, evitare inutile spargimento nell'ambiente di sostanze chimiche eccedenti il necessario, accertare le cause della persistenza di topi, ratti, mosche e zanzare e programmare il corretto utilizzo dei rodenticidi e disinfestanti. Il monitoraggio L impresa dichiara di aver preso visione delle norme contenute nel presente capitolato e di 4

5 permetterà inoltre di verificare l'efficacia dei vari prodotti utilizzati al fine, eventualmente, di alternare i formulati. La ditta aggiudicataria dovrà dimostrare l'esecuzione delle attività di monitoraggio e rilevazione delle popolazioni di topi, ratti, zanzare, mosche,ecc., indicando sulla scheda di rilevazione il numero di individui infestanti catturati. Ad ogni uscita dovrà essere aggiornato apposito registro alfanumerico su base informatizzata sul quale riportare l'andamento del monitoraggio. Quanto emerso dal monitoraggio contro topi, ratti, mosche e zanzare infestanti deve essere inserito in apposita mappatura del territorio. Dopo ogni intervento dovrà essere presentata dettagliata relazione tecnica, completa di documentazione di cui sopra, a del Direttore Tecnico della Ditta appaltatrice circa l'andamento delle operazioni condotte e della loro efficacia, le criticità riscontrate e le eventuali rimodulazioni organizzative per il miglioramento del servizio CONTROLLI La ditta aggiudicatrice deve svolgere i servizi di derattizzazione e disinfestazione con la diligenza professionale necessaria e l'u.o.c. Igiene e Sanità Pubblica svolgerà opportuni controlli sull'operato e la corrispondenza della composizione e delle condizioni d'impiego dei prodotti utilizzati. In particolare, per i controlli tecnici gli operatori del Dipartimento dell ASL Avellino avranno libero accesso in qualsiasi momento, e quindi non necessariamente solo in fase operativa, alla sede operativa della ditta aggiudicataria per la verifica delle modalità di esecuzione delle operazioni di bonifica, l'ispezione dei locali, delle apparecchiature e, anche in fase di intervento, il personale del Dipartimento di Prevenzione dell'asl Avellino potrà effettuare prelievo dei campioni dei prodotti usati o da usare, anche dagli stessi mezzi e apparecchiature della ditta. Per il campionamento dei prodotti utilizzati non è previsto il rilascio di alcuna aliquota alla ditta, ma sarà successivamente comunicato, il laboratorio, la sede, la data e l'ora dell'apertura del campione ed inizio delle analisi. Al fine di garantire l'efficacia degli interventi di bonifica ambientale sul territorio, le Amministrazioni Comunali garantiranno, nel consolidato spirito di collaborazione e per conoscenza del territorio, la presenza di proprio personale incaricato per accompagnare gli operatori della ditta aggiudicataria segnalando eventuali criticità e provvedendo alla vidimazione del documento di servizio che rappresenta attestazione del servizio reso ai fini della liquidazione degli emolumenti previa fatturazione. Le Amministrazione Comunali hanno facoltà, per il tramite degli Agenti di Polizia Locale, di effettuare campionamenti dei prodotti e dei formulati utilizzati da sottoporre ad esami di laboratorio da eseguirsi in contraddittorio con la ditta aggiudicataria; in tal caso gli oneri relativi saranno a carico dell'amministrazione Comunale. I rapporti di prova derivanti da tali accertamenti dovranno essere comunicati al Direttore della U.O.C. Igiene e Sanità Pubblica per ogni valutazione del caso. Prima di dare inizio all esecuzione dell appalto, l UOC Igiene e Sanità Pubblica concorderà, preventivamente, con la ditta aggiudicataria le modalità di indicazione in merito alle segnalazioni delle caditoie e dei rat box trattati per ogni intervento effettuato; analogamente si procederà per gli interventi di disinfestazione VARIAZIONE ALL ESECUZIONE DEGLI INTERVENTI PROGRAMMATI. Considerato che l efficacia degli interventi (derattizzazione, disinfestazione) è legata anche alle condizioni metereologiche e agli andamenti climatici, il direttore dell esecuzione del contratto potrà stabilire, di comune accordo con la ditta aggiudicataria, una variazione agli interventi programmati (sia di derattizzazione che di disinfestazione), qualora dall anticipazione o dalla posposizione degli stessi possa derivare una migliore efficacia dell intervento. 5 L impresa dichiara di aver preso visione delle norme contenute nel presente capitolato e di

6 ART.4 - ATTREZZATURE E MODALITÀ DI ESECUZIONE DEGLI INTERVENTI 4.1 La ditta dovrà disporre in proprietà: di automezzi muniti di attrezzature irroranti e nebulizzanti del tipo a cannone completi di lancia a mitra per il servizio di disinfestazione, disinfezione ed interventi localizzati; di atomizzatori manuali a pressione ed altre attrezzature manuali utili allo scopo per il trattamento in luoghi non accessibili agli automezzi; di automezzi per il servizio di derattizzazione. Il numero di automezzi e di attrezzature e le risorse umane in disponibilità della ditta aggiudicataria dovrà essere adeguato alla realizzazione di ogni intervento completo di derattizzazione e disinfestazione su tutto il territorio dell ASL Avellino entro il termine di 15 (quindici) giorni lavorativi salvo differimenti causati da avverse condizioni meteorologiche o per accidentali ed impreviste altre cause che, comunque, dovranno essere tempestivamente comunicate e giustificate al Direttore dell esecuzione del contratto cui spetta la valutazione di coerenza caso per caso. La ditta dovrà descrivere all'atto della partecipazione alla gara le modalità di esecuzione dei diversi interventi con particolare dettaglio dei luoghi, delle attrezzature, dei prodotti e loro concentrazione, del personale impiegato. 4.2 Tutte le uscite per i servizi in appalto devono essere annotate per iscritto su apposite schede di rilevazione delle operazioni (da concordarsi con il Direttore U.O.C. Igiene e Sanità Pubblica e/o Responsabile della Gestione del contratto), contenente la descrizione dettagliata del luogo trattato (strade, piano, edifici, scantinati, ecc.) l'indicazione esatta del prodotto usato e le modalità di applicazione, gli orari degli interventi ed ogni altra informazione utile. La scheda di rilevazione, redatta a cura della Ditta appaltatrice, va consegnata ogni qualvolta il Direttore dell esecuzione del contratto ne faccia richiesta. I calendari e gli orari degli interventi saranno definiti dettagliatamente nella tempistica e nelle relative fasi di trattamento con verifica e approvazione la ditta dovrà disporre in proprietà: di automezzi muniti di attrezzature irroranti e nebulizzanti del tipo a cannone completi di lancia a mitra per il servizio di disinfestazione, disinfezione ed interventi localizzati; di atomizzatori manuali a pressione ed altre attrezzature manuali utili allo scopo per il trattamento in luoghi non accessibili agli automezzi di automezzi per il servizio di derattizzazione. Il numero di automezzi e di attrezzature e le risorse umane in disponibilità della ditta aggiudicataria dovrà essere adeguato alla realizzazione di ogni intervento completo di derattizzazione e disinfestazione su tutto il territorio dell Avellino entro il termine di 15 (quindici) giorni lavorativi salvo differimenti causati da avverse condizioni meteorologiche o per accidentali ed impreviste altre cause che, comunque, dovranno essere tempestivamente comunicate e giustificate al Direttore dell esecuzione del contratto cui spetta la valutazione di coerenza caso per caso. La ditta dovrà descrivere all'atto della partecipazione alla gara le modalità di esecuzione dei diversi interventi con particolare dettaglio dei luoghi, delle attrezzature, dei prodotti e loro concentrazione ed del personale impiegato. 4.3 Tutte le uscite per i servizi in appalto devono essere annotate per iscritto su apposite schede di rilevazione delle operazioni (da concordarsi con il Direttore dell esecuzione del contratto), contenente la descrizione dettagliata del luogo trattato (strade, piano, edifici, scantinati, ecc.) l'indicazione esatta del prodotto usato e le modalità di applicazione, gli orari degli interventi ed ogni altra informazione utile. La scheda di rilevazione, redatta a cura della Ditta appaltatrice, va consegnata ogni qualvolta il Direttore dell esecuzione del contratto ne faccia richiesta. I calendari e gli orari degli interventi, saranno definiti dettagliatamente nella tempistica e nelle relative fasi di trattamento con verifica e approvazione del Direttore dell esecuzione del contratto. ART. 5 INTERVENTI NON PROGRAMMABILI, STRAORDINARI E/O URGENTI Saranno altresì assicurati interventi di bonifica ambientale (disinfestazione, derattizzazione e disinfezione) per strutture e mezzi appartenenti e/o utilizzati dalla ASL Avellino sia all'interno (anche con uso di ratbox) che all'esterno. Su richiesta e disposizione del Direttore dell esecuzione del contratto, per interventi non programmabili e/o urgenti che possono rendersi necessari a tutela della Salute Pubblica presso L impresa dichiara di aver preso visione delle norme contenute nel presente capitolato e di 6

7 strutture o aree di interesse collettivo quali Scuole, Uffici Pubblici, ecc., la ditta appaltatrice è tenuta a effettuare, con costi a proprio carico, fino ad un massimo di 20 (venti) interventi annuali di derattizzazione, disinfestazione anche nei confronti di infestanti striscianti (blatte o simili) e disinfezione. In questi casi, l intervento sarà disposto, previa verifica da parte di personale preposto, dal Direttore dell esecuzione del contratto. Si individua il numero massimo di 50 (cinquanta) rat box da impiegare annualmente per gli interventi di derattizzazione localizzati. Ulteriori 20 interventi eccedenti i primi 20 citati, saranno disposti e remunerati in base alla tariffa oraria stabilita dal CCNL applicato dalla ditta aggiudicataria cui si aggiungono i costi dei materiale e dei prodotti utilizzati e il rimborso chilometrico. Gli interventi ritenuti urgenti da parte della UOC Igiene e Sanità Pubblica dovranno essere eseguiti entro le 24h dalla ricezione della disposizione. ART.6 - INFORMAZIONE ALLA POPOLAZIONE La ditta aggiudicataria dovrà curare la pubblicità degli interventi di bonifica mediante: la comunicazione alle Amministrazioni Comunali degli interventi di bonifica ambientale da realizzarsi come da programma nonché di quelli straordinari; l'affissione nei diversi Comuni di un congruo numero di manifesti che indicano il tipo di intervento e la data di esecuzione. Per la derattizzazione, in particolare, tale pubblicità sarà completata anche dall'affissione di manifesti che indicano la zona sottoposta ad intervento di derattizzazione nonché la data di trattamento. La comunicazione alla popolazione costituisce parte integrante della prestazione e il mancato adempimento di tale obbligo darà luogo all applicazione delle penalità di cui al successivo art.14. Gli interventi programmati saranno eseguiti sotto la totale responsabilità della ditta appaltatrice e al Direttore Tecnico designato munito di adeguato titolo accademico (Laurea in Chimica, Medicina, Agraria o Ingegneria Chimica) spetta il coordinamento di tutte le attività di bonifica compresa l'informazione alla popolazione. Ad esso farà capo l'amministrazione in caso di reclami e di richieste suppletive ed integrative. L'inadempienza relativa alla composizione quali-quantitativa dei formulati che determini danni all'ambiente e/o alla salute pubblica costituisce motivo valido per la risoluzione del contratto con incameramento della cauzione, salvo maggiori eventuali danni e azioni penalmente perseguibili. I trattamenti di bonifica concordati ed approvati dal Direttore dell esecuzione del contratto dovranno essere effettuati entro i termini di cui all'art. 4.1 del presente capitolato, mentre gli interventi straordinari dovranno essere soddisfatti entro le 24 ore. Le operazioni saranno condotte sotto lo stretto controllo dell'asl Avellino che è autorizzata anche a prelevare campioni di prodotto usato e ad impartire ogni necessaria disposizione per il buon andamento del servizio. La ditta aggiudicataria dovrà assumere a proprio carico ogni onere e spesa per prodotti, apparecchi, operai e tecnici adibiti al servizio, mezzi d'opera e quant'altro possa occorrere per l'attuazione del programma di bonifica in argomento e dovrà assicurare la presenza dei mezzi e del personale per tutto il periodo e la durata del contratto, ivi compresi i dispositivi di protezione individuale per il personale impegnato nelle operazioni da svolgere. Il personale che sarà impiegato dovrà essere assicurato secondo le norme legislative in materia restando sollevata l'amministrazione della A.S.L. AVELLINO da ogni responsabilità in ordine alle eventuali inosservanze delle norme medesime. La ditta aggiudicataria si impegna ad assumere a proprio carico ogni e qualsiasi responsabilità civile e penale per eventuali danni ed inconvenienti che possano verificarsi (a danno di persone, cose ed animali) in dipendenza dell'uso dei prodotti adoperati o per altra causa inerente allo svolgimento del servizio. La campagna di bonifica e di sanificazione dovrà essere condotta senza intralcio di sorta allo svolgimento della vita normale del cittadino. La ditta aggiudicataria dovrà garantire il risultato assolutamente positivo della bonifica e l'amministrazione si riserva ogni diritto e facoltà sul controllo relativo all'attuazione del servizio nonché il diritto alla richiesta di integrazione di intervento ove parzialmente o del tutto inefficace senza alcun onere aggiuntivo per l ASL Avellino. 7 L impresa dichiara di aver preso visione delle norme contenute nel presente capitolato e di

8 Concluso il programma annuale degli interventi il responsabile tecnico della ditta appaltatrice relazionerà all' U.O. Igiene e Sanità Pubblica sul servizio realizzato. ART.7 - ADEMPIMENTI DELLA DITTA AGGIUDICATARIA La Ditta aggiudicataria può ritenersi vincolata all'offerta per un periodo non inferiore a 180 giorni e comunque fino alla conclusione definitiva delle operazioni di aggiudicazione. Successivamente all'esecutività dell'atto di aggiudicazione e al perfezionamento della documentazione circa l'inesistenza di motivi ostativi alla contrattazione con la Pubblica Amministrazione, sarà stipulato specifico contratto relativo alla causale del presente capitolato speciale di appalto ed a tutti gli altri obblighi inerenti e conseguenti. A tal fine dopo l'aggiudicazione definitiva, la Ditta aggiudicataria sarà invitata a produrre entro un termine perentorio di 10 (dieci) giorni la necessaria documentazione e tutto quanto ritenuto necessario ed opportuno per accertare la veridicità delle autocertificazioni, pena la revoca dell'aggiudicazione e l incameramento della cauzione provvisoria: in questa ipotesi, l ASL Avellino procederà all aggiudicazione in favore della ditta che segue immediatamente in graduatoria, previa effettuazione delle verifiche di Legge. ART.8 - STIPULAZIONE DEL CONTRATTO Fermi restando gli obblighi assunti dall'aggiudicatario con la propria offerta, le pattuizioni saranno perfezionate con la stipula ed approvazione del formale contratto previa delibera da parte del Direttore Generale. In ogni caso, si precisa che l'aggiudicazione da parte del Direttore Generale, avverrà, comunque, in via provvisoria essendo l'aggiudicazione definitiva subordinata a tutti gli accertamenti necessari. Si precisa che mentre l'aggiudicatario resta impegnato per effetto della presentazione stessa dell'offerta, l'a.s.l. Avellino non assumerà alcun obbligo se non quando, a norma di legge, tutti gli atti inerenti l'appalto in questione e da essi necessitati e dipendenti, avranno conseguito piena efficacia giuridica per cui, qualora l'aggiudicatario rifiutasse la stipula del contratto entro il termine stabilito e comunicato, l ASL potrà revocare, a suo esclusivo giudizio, l aggiudicazione e incamerare la cauzione provvisoria, fatta salva ogni altra eventuale azione per il risarcimento dei danni. Il contratto è impegnativo per l'aggiudicatario dalla data del contratto ovvero, nel caso di urgenza e necessità e sotto riserva di legge, nelle more della stipula formale del contratto, dalla data di consegna del servizio da parte dell'amministrazione. ART.9 - OBBLIGHI E RESPONSABILITA DELL AGGIUDICATARIO La ditta aggiudicataria si obbliga ad assumere in proprio ogni responsabilità in caso di infortuni e in caso di danni arrecati, eventualmente, alle persone e/o cose tanto dell'amministrazione aggiudicatrice che di terzi, in dipendenza o a causa dell'esecuzione delle prestazioni contrattuali, con ciò manlevando sin da ora l ASL Avellino da qualsivoglia responsabilità. L'aggiudicatario, pertanto, dovrà munirsi di idonea copertura assicurativa per responsabilità civile, totalmente esente da franchigia, e sarà tenuto a fornire, all'atto della stipula del contratto, copia della relativa polizza con massimale unico, per sinistro, non inferiore ad ,00=. La polizza dovrà essere rinnovata sino al termine del rapporto contrattuale e dovrà contenere, obbligatoriamente, l'impegno, da parte della Compagnia Assicuratrice, a segnalare immediatamente all'a.s.l. Avellino il mancato pagamento del premio annuale. Il mancato rinnovo della polizza in costanza di rapporto contrattuale potrà comportare, ad insindacabile giudizio dell ASL Avellino, la risoluzione del contratto. La ditta aggiudicataria si obbliga a garantire il buon funzionamento del servizio appaltato e a promuovere tutte le iniziative atte ad evitare l'interruzione dello stesso, pena il pagamento di penali ed il risarcimento dei danni. La ditta aggiudicataria dovrà ottemperare a tutti gli obblighi verso il personale impiegato per l'esecuzione dei servizi, in base alle disposizioni legislative e regolamentari vigenti in materia di lavoro e assicurazioni sociali, assumendo a suo carico tutti gli oneri relativi. L inosservanza, da parte della ditta aggiudicataria, degli obblighi previdenziali e/o retributivi comporterà, tra l altro, l intervento sostitutivo di cui agli Artt. 4 e 5 del DPR 207/2010 (Regolamento di esecuzione del Codice dei Contratti Pubblici). L impresa dichiara di aver preso visione delle norme contenute nel presente capitolato e di 8

9 ART.10 - RISOLUZIONE,CLAUSOLA RISOLUTIVA ESPRESSA, RECESSO Fatte salve tutte le ipotesi di risoluzione ascrivibili a disposizioni normative e/o regolamentari, in caso di grave inadempimento da parte della ditta aggiudicataria, delle prestazioni previste dal presente capitolato, l ASL Avellino avrà facoltà di risolvere il contratto previa contestazione, anche a mezzo fax e/o e.mail, delle inadempienze riscontrate: nel contempo, alla ditta aggiudicataria verrà assegnato un termine, non inferiore a 7 (sette) giorni per adempiere ovvero per la presentazione di controdeduzioni e memorie scritte. Nel caso in cui la ditta non adempia nel termine prescritto e non presenti osservazioni scritte ovvero queste ultime siano insufficienti, il contratto dovrà intendersi risolto senza ulteriore formalità. In tale ipotesi, la ditta aggiudicataria, oltre a incorrere nella immediata perdita del deposito cauzionale definitivo, a titolo di penale, è tenuta al completo risarcimento di tutti i danni, diretti ed indiretti che l ASL Avellino dovesse sopportare per il rimanente periodo contrattuale a seguito dell eventuale affidamento del servizio ad altra ditta. Le somme per le penali applicate e/o per il risarcimento dei danni saranno trattenute sulle fatture in pagamento e, ove queste non bastassero, sulla cauzione definitiva, fatta salva ogni altra azione per il recupero delle somme a ristoro dei danni subiti dall ASL Avellino. Ai sensi dell Art.1456 C.C. le parti concordano espressamente che il contratto potrà risolversi automaticamente nel caso in cui si verifichino le seguenti ipotesi che rivestono carattere essenziale: 1. mancata esecuzione di un intervento programmato o d urgenza/straordinario; 2. Mancata installazione dei rat box, secondo quanto prescritto all Art.3.2 del CSA; 3. inadempienze reiterate nel trattamento economico e previdenziale degli operatori; 4. mancato rispetto della qualità del servizio e dei tempi di esecuzione dello stesso; 5. n.5 inadempienze contrattuali gravi consecutive nel corso di un anno; 6. per motivate esigenze di pubblico interesse specificate nel provvedimento di risoluzione; 7. nei casi di cessione o subappalto non autorizzati dall Azienda; 8. in caso di impiego di personale non sufficiente a garantire il livello di efficienza del servizio; 9. in caso di reiterato esito negativo dei controlli; 10. in caso di reiterate inosservanze agli obblighi contrattuali rilevati dall Azienda; 11. grave negligenza o frode nell esecuzione del contratto; 12. mancato addestramento del personale ai rischi esistenti negli ambienti di lavoro; 13. inserimento in servizio di personale qualitativamente e quantitativamente inadeguato; 14. inosservanza delle disposizioni di legge in materia di prevenzione infortuni, sicurezza e inosservanza di norme igienico sanitarie; 15. mancato rinnovo delle polizze assicurative previste dal presente capitolato nonché mancato reintegro della cauzione nei termini previsti; 16. violazione dell obbligo di riservatezza; 17. inadempimento degli obblighi sulla tracciabilità finanziaria (L. 136/2010 e ss.mm. ii.); 18. qualora la ditta aggiudicataria abbia omesso di eseguire o abbia eseguito parzialmente una prestazione che, avuto riguardo alla natura del servizio oggetto dell appalto, all interesse pubblico sotteso e/o ai destinatari dello stesso, andava compiuta senza ritardo e integralmente. Verificandosi tali fattispecie,il contratto si risolverà di diritto previa dichiarazione dell A.S.L. Avellino di avvalersi della clausola risolutiva. L ASL Avellino si riserva il diritto di recedere unilateralmente dal contratto, in qualsiasi momento, con preavviso di almeno 30 gg., da comunicarsi all appaltatore con lettera raccomandata R.R. nei seguenti casi: a) in caso di soppressione o diversa articolazione del servizio dovuto a nuovi assetti organizzativi dell ASL Avellino o imputabili ad intervenute disposizioni di legge o di regolamento; b) nel caso in cui l aggiudicatario sia sottoposto a procedura di fallimento, concordato preventivo senza continuità aziendale, liquidazione coatta, pignoramento, sequestro; c) qualora, a seguito delle verifiche ex Dlgs.159/2011, siano accertate cause di decadenza e/o tentativi di infiltrazione mafiosa; d) in caso di cessione d azienda o di cessazione dell attività; e) in caso di aggiudicazione di servizio analogo da parte di SORESA SPA a seguito di gara centralizzata; 9 L impresa dichiara di aver preso visione delle norme contenute nel presente capitolato e di

10 f) perdita dei requisiti (es. licenze, autorizzazioni, ecc.) previsti dalla normativa specifica di settore per l abilitazione all esercizio del servizio: in tale ipotesi, il termine di preavviso potrà essere anche inferiore ai 30 giorni, avuto riguardo all interesse pubblico sotteso al possesso delle prescritte licenze, autorizzazioni, ecc.; g) negli altri casi in cui disposizioni di Legge o regolamentari prevedano il recesso della P.A. dai contratti d appalto in corso. Nell ipotesi di cui alla lettera sub a), l aggiudicatario ha diritto, oltre al pagamento delle prestazioni già eseguite alla data del recesso, anche al pagamento di 1/10 dell ammontare residuale, alla data di recesso, dell importo posto a base d asta. ART.11 PAGAMENTO DEI CORRISPETTIVI Il pagamento del corrispettivo, dedotte le eventuali penalità in cui la ditta aggiudicataria è incorsa, viene effettuato entro 60 giorni dalla ricezione, da parte dell ASL Avellino, delle fatture emesse dalla ditta aggiudicataria per ogni singolo intervento effettuato. In caso di ritardato pagamento, superiore ai 60 (sessanta) giorni di cui sopra, per cause non imputabili all ASL Avellino, non decorreranno gli interessi di mora previsti dal D.Lgs. 231/02 e s.m. e i.. Il pagamento sarà effettuato previa verifica, da parte dell ASL Avellino, della regolarità della contribuzione assicurativa e previdenziale attraverso il D.U.R.C. (Documento unico di regolarità contributiva): in caso di non regolarità, l ASL attiverà le procedure per l intervento sostitutivo di cui all Art.4 del DPR 207/2010 (Regolamento di esecuzione del Codice dei Contratti). In pendenza di detto procedimento e accertata la reale entità del debito verso gli Enti previdenziali e assicurativi, l ASL Avellino procederà comunque al pagamento dei corrispettivi nei confronti della ditta aggiudicataria, trattenendo le somme per l intervento sostitutivo, fatte salve eventuali disposizioni normative e/o circolari sopravvenute ostative al pagamento in pendenza dell intervento stesso. Il pagamento delle fatture è altresì subordinato all attestato di regolare esecuzione del servizio da parte del direttore dell esecuzione del contratto. Il pagamento si intende effettuato con la trasmissione all Istituto di Credito cassiere dell ASL del relativo mandato. Per determinare la data di scadenza delle fatture, si farà riferimento alla data di ricevimento delle stesse e, salvo contestazione, si intendono pervenute: il giorno 15 del mese, relativamente alle fatture acquisite tra il primo ed il quindicesimo giorno del mese stesso; l'ultimo giorno del mese, relativamente alle fatture acquisite successivamente al quindicesimo giorno del mese stesso. Il pagamento delle fatture non contestate libera l ASL Avellino da qualsiasi rivendicazione economica da parte della ditta aggiudicataria. Le contestazioni relative ad eventuali ipotesi di inadempimento da parte della ditta aggiudicataria sospendono i termini di decorrenza per l'applicazione degli interessi moratori allorquando, allo scadere dei 60 giorni utili per il pagamento, sia ancora in corso il procedimento di contestazione dell inadempimento: pertanto, dopo il sessantesimo giorno, gli stessi interessi moratori riprenderanno a decorrere dal momento dell applicazione della sanzione, con emissione di fattura attiva da parte dell ASL Avellino, ovvero dalla comunicazione di non luogo a procedere comunicata alla ditta aggiudicataria nel caso di accoglimento dei giustificativi presentati da quest ultimo. ART. 12 PREZZI OFFERTI Il corrispettivo aggiudicato sarà oggetto di adeguamento ai sensi dell Art.115 Dlgs.163/2006, fermo restando che, in carenza degli elementi di cui all Art.7, co.4, lett.c, co.5, del Dlgs.163/2006, il corrispettivo medesimo, a richiesta della ditta aggiudicataria, sarà adeguato moltiplicando i prezzi unitari di offerta per l indice dei prezzi al consumo rilevato dall ISTAT per le famiglie di operai e impiegati (indice FOI) del mese indicato rispetto allo stesso mese dell anno contrattuale precedente. L impresa dichiara di aver preso visione delle norme contenute nel presente capitolato e di 10

11 ART.13 - OSSERVANZA DELLA NORMATIVA, OBBLIGHI E ONERI La ditta aggiudicataria si impegna all'osservanza della normativa, di carattere normale, speciale o eccezionale, vigente o emanata anche in corso di gestione del servizio. Oltre alle norme precisate nel presente capitolato, la ditta avrà l'obbligo di far osservare costantemente ai propri dipendenti, durante l'espletamento del servizio, tutta la normativa (statale, regionale, provinciale e comunale) sia vigente all atto dell affidamento del servizio che sopravvenuta. Oltre a quanto prescritto nel presente capitolato, la ditta aggiudicataria si impegna a proprie cura e spese a provvedere, in costanza di esecuzione dell appalto: - al pagamento di tutte le imposte e tasse sia generali che speciali senza diritto di rivalsa nei confronti dell ASL avellino - all'obbligo di comunicare all ASL Avellino ed agli organi di controllo eventuali inconvenienti, irregolarità, disagi, rilevati nell'espletamento del servizio, al fine di una fattiva collaborazione per il miglioramento dello stesso; - all'obbligo di sollevare l ASL Avellino da qualunque pretesa e/o azione che possa derivare da terzi per il mancato o inesatto adempimento degli obblighi contrattuali. Le spese che l ASL Avellino dovesse eventualmente sostenere a tale titolo sono dedotte dai crediti della ditta aggiudicataria ed in ogni caso da questa rimborsate OBBLIGHI E REQUISITI DELL'APPALTATORE ED ARTICOLAZIONE DEL SERVIZIO La ditta aggiudicataria sarà obbligata a quanto segue: 1) rendere immediatamente noto all'asl Avellino le seguenti situazioni: modifica della ragione sociale dell'impresa; cessione dell'impresa; cessazione di attività; concordato preventivo, fallimento; stato di moratoria e di conseguenti atti di sequestro o di pignoramento; produrre attestazione, immediatamente ed inizialmente sotto forma di autocertificazione, delle qualità morali degli operatori impegnati nel servizio. 2) garantire che i propri operatori siano idonei alle mansioni di cui al presente capitolato; 3) garantire l'immediata sostituzione dei propri operatori assenti per qualsiasi motivo nonché quelli che, a giudizio insindacabile dell'asl Avellino, dovessero risultare inidonei allo svolgimento del servizio; 4) indicare all'asl Avellino un proprio responsabile del servizio di cui al presente appalto, anche diverso dal rappresentante legale dell'impresa appaltatrice, la cui reperibilità, nei casi di necessità, dovrà essere garantita h.24; 5) applicare integralmente e senza condizioni di sorta la legislazione vigente in tema di trattamento dei dati personali e garantire l'aggiornamento continuo del proprio personale su tale tematica; 6) assumere tutti gli oneri derivanti dalle spese necessarie all'attivazione ed al funzionamento dei servizi oggetto dell'appalto e non specificamente previsti e/o remunerati e/o rimborsati nel presente capitolato; 7) farsi esclusivo carico degli oneri assicurativi, previdenziali, assistenziali, antinfortunistici e quant'altro necessario all'impiego degli operatori nelle attività oggetto dell appalto; 8) essere in regola con le norme che disciplinano il diritto al lavoro dei disabili, ai sensi della Legge n. 68/99; 9) assicurare, comunque ed in qualsiasi evenienza, l'espletamento del servizio in parola; Sul piano strettamente operativo si precisano le ulteriori condizioni di articolazione del servizio: OBBLIGO DEGLI OPERATORI Gli operatori, per i quali l'impresa aggiudicataria dovrà garantire la provata riservatezza, dovranno astenersi dal divulgare a terzi notizie o fatti conosciuti durante il servizio e rispettare il segreto 11 L impresa dichiara di aver preso visione delle norme contenute nel presente capitolato e di

12 professionale applicando la normativa attuale in tema di trattamento dei dati personali (Dlgs. 196/2003), in modo conforme allo spirito della stessa. Nessun rapporto di impiego può configurarsi o potrà costituirsi tra detti operatori e la A.S.L. Avellino OBBLIGHI DELL ASL AVELLINO L'A.S.L. Avellino dovrà provvedere a corrispondere alla ditta aggiudicataria i compensi dovuti sulla base delle risultanze degli atti di gara e delle prestazioni effettivamente rese RAPPORTI CON L ASL AVELLINO Qualunque danno in regime contrattuale dovesse derivare a persone e/o a cose, comprese quelle alle dipendenze della ditta aggiudicataria, causato dal personale dell'impresa affidataria nell'esercizio dell'appalto, dovrà intendersi, senza riserve o eccezioni, interamente a carico della stessa impresa. In caso di danni arrecati a terzi, l'impresa appaltatrice sarà, comunque, obbligata a darne immediata notizia alla ASL, Avellino fornendo per iscritto dettagliati particolari. ART.14 - CONTESTAZIONI E PENALITÀ Poiché la gestione del servizio contemplata nel presente Capitolato Speciale è da ritenersi di pubblica utilità, la ditta aggiudicataria non può per nessuna ragione sospenderlo, effettuarlo in maniera difforme da quanto stabilito o eseguirlo in ritardo. Fatta salva la facoltà di risoluzione del contratto, qualora si verifichino inadempienze/irregolarità nell esecuzione del servizio la ditta aggiudicataria è soggetta all applicazione di penali secondo lo schema che segue: Ritardo nell esecuzione di un intervento programmato di derattizzazione o disinfestazione Incompleta esecuzione di un intervento programmato Ritardo nell esecuzione di un intervento d urgenza e/o straordinario Mancata o non idonea o insufficiente esposizione di appositi cartelli di avviso secondo le modalità e con i contenuti prescritti dalle disposizioni legislative vigenti a scopo di sicurezza Mancata pulizia periodica dei rat box, mancata sostituzione di quelli danneggiati, rotti o divelti. Mancato utilizzo dei prodotti prescritti ovvero uso di prodotti alternativi non preventivamente concordati Mancato rispetto delle concentrazioni minime di prodotto disinfestante previste dal punto 3.1 del CSA Mancata trasmissione, entro 15 gg. dalla conclusione dell intervento, di relazione tecnica e monitoraggio di infestanti per ogni intervento programmato effettuato. Mancato rispetto, fatti salvi i casi di forza maggiore, degli orari programmati degli interventi. 500,00 per ogni giorno di ritardo; Completamento dell intervento ,00 = per ogni giorno intercorrente dalla data di contestazione a quella dell intervento attestata dal Comune o Ente beneficiario dell intervento. 750,00, per ogni giorno intercorrente dalla data di contestazione a quella dell intervento attestata dal Comune o Ente beneficiario dell intervento. 250, ,00, oltre alla pulizia o sostituzione di quelli danneggiati, rotti o divelti; , , ,00= per ogni giorno di ritardo successivo al quindicesimo. 250,00 L impresa dichiara di aver preso visione delle norme contenute nel presente capitolato e di 12

13 Si precisa, al riguardo, che: 1) in caso di ritardo della prestazione, il periodo da computarsi per l applicazione della penale, è compreso tra il giorno in cui la prestazione doveva essere eseguita e quello della effettiva esecuzione; 2) in caso di adempimento parziale, il periodo per l applicazione della penale è compreso tra il giorno in cui è stato eseguito l adempimento parziale e quello in cui l adempimento, relativo alla prestazione prevista nel presente capitolato, è completato; 3) l adempimento difforme è equiparato al ritardo della prestazione e trovano applicazione le previsioni di cui al punto sub 1). La ditta aggiudicataria, qualora dovessero verificarsi circostanze tali da influire sull esecuzione della prestazione programmata, determinando una mancata prestazione ovvero un ritardo o anche un adempimento parziale, ha l obbligo di comunicare preventivamente e tempestivamente le circostanze di cui innanzi. A tal proposito, l ASL Avellino dovrà mettere a disposizione della ditta aggiudicataria un recapito fax e telefonico (compreso un telefono cellulare, raggiungibile anche attraverso s.m.s.) presso cui la ditta aggiudicataria (compresi gli operatori della stessa) devono provvedere alla comunicazione delle circostanze ostative all esecuzione dell intervento secondo le prescrizioni di cui al presente capitolato. In ogni caso, la comunicazione di eventi ostativi dovrà essere confermata nel più breve tempo possibile a mezzo fax, qualora gli stessi siano stati comunicati a mezzo telefono o s.m.s.. Analogamente, la ditta aggiudicataria dovrà fornire, sin dall atto della sottoscrizione del contratto, i recapiti (sempre raggiungibili) c/o cui l UOC Igiene e Sanità Pubblica potrà inoltrare comunicazioni di somma urgenza. Il procedimento di applicazione della penale avrà inizio su segnalazione, da inviarsi per iscritto alla ditta e per conoscenza all UOC Provveditorato, del direttore dell esecuzione del contratto, il quale specificherà il ritardo e/o il parziale adempimento o l adempimento difforme e le conseguenze ad essi legate. Il direttore dell esecuzione del contratto, quindi, contesterà l addebito alla ditta aggiudicataria, fissando la penale e invitando lo stesso a fornire, entro e non oltre gg. 5 dalla richiesta, chiarimenti ed eventuali esimenti in ordine all addebito mossogli. Ricevuti i chiarimenti richiesti, il direttore dell esecuzione del contratto, confermerà, sussistendone le condizioni, l applicazione della penale, il cui ammontare sarà detratto dall U.O.C. Provveditorato dalla prima fattura utile mediante emissione, da parte dell ASL Avellino, di fattura attiva esente IVA ovvero potrà essere detratto dalla cauzione definitiva che dovrà essere prontamente integrata. Il mancato riscontro, da parte della ditta aggiudicataria, in ordine alla richiesta di chiarimenti circa le contestazioni di cui sopra, comporterà l automatica applicazione della penale. Analogo procedimento di contestazione sarà attivato dal direttore dell esecuzione del contratto qualora lo stesso ritenga che l inadempimento in cui sia incorso la ditta aggiudicataria sia tale da comportare la risoluzione del contratto: in questo caso, la proposta di risoluzione dovrà essere sottoposta direttamente al vaglio del Direttore Generale che adotterà ogni provvedimento conseguente ovvero disporrà il non luogo a procedere In pendenza di contraddittorio per l applicazione della penale (o della risoluzione), l ASL darà comunque corso ai pagamenti relativi alle prestazioni contrattuali già eseguite e non contestate. Qualora ricorrano le ipotesi di cui sopra, resta salva la facoltà dell ASL Avellino di richiedere alla ditta aggiudicataria il risarcimento dei danni ulteriori così come resta salva la facoltà dell ASL Avellino di risolvere il contratto qualora la ditta aggiudicataria abbia omesso di eseguire o abbia eseguito parzialmente una prestazione che, avuto riguardo alla natura del servizio oggetto dell appalto, all interesse pubblico sotteso e/o ai destinatari dello stesso, andava compiuta senza ritardo e integralmente. Scioperi e cause di forza maggiore: In caso di scioperi, la ditta aggiudicataria è tenuta ad adottare tutte le misure necessarie per l erogazione delle prestazioni indispensabili e la esecuzione dei servizio. 13 L impresa dichiara di aver preso visione delle norme contenute nel presente capitolato e di

14 In caso di proclamazione di sciopero di categoria dei lavoratori impiegati nell esecuzione dell appalto, al fine di evitare l interruzione di un servizio pubblico essenziale erogato si sensi della Legge 146/90 la ditta aggiudicataria dovrà: - segnalare al direttore dell esecuzione del contratto, mediante comunicazione scritta da inviare con un anticipo di 10 giorni lavorativi, la data effettiva dello sciopero; - garantire le prestazioni minime ritenute essenziali; Al di fuori dell ipotesi di sciopero qualora, per caso fortuito o di forza maggiore non imputabili alla ditta aggiudicataria, venisse a determinarsi l impossibilità temporanea di erogare il servizio oggetto dell appalto, la stessa dovrà immediatamente darne comunicazione al direttore dell esecuzione del contratto; inoltre, sussistendone i presupposti, la ditta aggiudicataria dovrà dare immediatamente notizia di tale situazione alle autorità competenti al controllo e alla vigilanza in materia. Nell ipotesi di mancata erogazione del servizio per caso fortuito o forza maggiore, la ditta aggiudicataria non avrà diritto ad alcun corrispettivo mentre, in caso di ridotta erogazione o parziale erogazione del servizio per le medesime causali, la stessa avrà diritto al corrispettivo proporzionato alle prestazioni effettivamente erogate. Non costituiscono fattispecie di forza maggiore quelle riconducibili a negligenza della ditta aggiudicataria. Recesso dell appaltatore Qualora la ditta aggiudicataria dovesse recedere, senza giustificato motivo e/o giusta causa, dal contratto prima della scadenza convenuta, l ASL Avellino, oltre alla richiesta di risarcimento dei danni, addebiterà alla ditta inadempiente l eventuale maggiore spesa derivante dall assegnazione dei servizi ad altre ditte e ciò fino alla scadenza naturale del contratto. La somma di cui sopra potrà essere trattenuta in sede di liquidazione dalle fatture in scadenza. ART MODALITA DI AGGIUDICAZIONE L aggiudicazione avverrà secondo il criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa ai sensi dell articolo 83 del D.Lgs 163/2006 e smi. La valutazione delle offerte dei partecipanti ammessi sarà effettuata sulla base dei seguenti elementi: ELEMENTI PUNTEGGIO MASSIMO QUALITA DEL SERVIZIO OFFERTA TECNICA 60 OFFERTA ECONOMICA 40 TOTALE 100 Tali offerte saranno sottoposte all esame di apposita Commissione che attribuirà i punteggi previa valutazione tecnico-economica delle offerte stesse, sulla scorta dei criteri di valutazione e dei connessi parametri riportati nel successivo articolo 16 - (CRITERI DI VALUTAZIONE DELL OFFERTA E RELATIVI PARAMETRI). Ai fini dell aggiudicazione verranno presi in considerazione, per ciascun concorrente: il punteggio totale attribuito all offerta tecnica e il punteggio attribuito per l offerta economica. Art.16 CRITERI DI VALUTAZIONE DELL OFFERTA E RELATIVI PARAMETRI La Commissione all uopo istituita valuterà le offerte pervenute nel modo che segue: A) - ELEMENTO QUALITA : punteggio massimo attribuibile punti 60 L impresa dichiara di aver preso visione delle norme contenute nel presente capitolato e di 14

15 N.B.: In caso di impossibilità da parte della Commissione di valutare, per mancanza di idonea documentazione, l intero elemento Qualità, e dunque tutti i fattori che lo compongono, il soggetto partecipante verrà direttamente escluso dalla gara; in caso di documentazione relativa solo a singoli fattori verranno valutati esclusivamente gli stessi. Il punteggio sarà ripartito per ognuno dei fattori costituenti la qualità, che di seguito si riportano: Modalità attuative degli interventi, calendari degli interventi articolati nell arco Max punti 20 dell anno per ogni tipologia di servizio Analisi ambientale ed elenco dettagliato di tutti i punti a rischio presenti sul territorio suddivisi per tipologia di servizio Max punti 10 Prodotti utilizzati, schede tecniche e di sicurezza Max punti 5 Numero e caratteristiche degli automezzi e delle attrezzature tecniche e strumentali effettivamente messe a disposizione per l esecuzione del servizio Max punti 15 Soluzioni migliorative innovative Max punti 10 (Occorre stabilire la rilevanza dei parametri di valutazione mediante l indicazione del relativo punteggio, la cui somma deve essere pari a 60) GRIGLIE DI VALUTAZIONE Il punteggio massimo attribuibile all offerta tecnica sarà assegnato, per ciascun fattore/sottofattore di valutazione secondo la seguente formula: C(a) = Σn [Wi * V(a) i] dove: C(a) = indice di valutazione dell offerta; n = numero totale dei requisiti; Wi = punteggio attribuito al requisito; V(a) i = coefficiente della prestazione dell offerta rispetto al requisito, variabile tra 0 e 1; Σ = sommatoria Per la determinazione dei coefficienti di valutazione [V(a)i] di ciascun fattore ovvero di ciascun sottofattore (i), la Commissione utilizzerà la seguente metodologia: a) - ogni componente della commissione di gara darà una valutazione discrezionale in base ai seguenti coefficienti: Giudizio Coefficiente di attribuzione Ottimo 1,0 Buono 0,7 Discreto 0,6 Sufficiente 0,5 Mediocre 0,2 Scarso 0,1 Insufficiente o gravemente insufficiente o elemento di valutazione 0,0 assente 15 L impresa dichiara di aver preso visione delle norme contenute nel presente capitolato e di

16 successivamente: b) - sarà determinata la media dei coefficienti attribuiti da tutti i commissari per ciascun sottofattore; c) - si trasformerà la predetta media in coefficiente definitivo, riportando ad 1 (uno) la media più alta e proporzionando a tale media massima le medie provvisorie prima attribuite ad ogni offerta; d)- si trasformerà il coefficiente definitivo in punteggio mediante l applicazione della formula sopra riportata. La sommatoria dei punti ottenuti per ciascun fattore/sottofattore oggetto di valutazione dell Offerta Tecnica, determinerà il punteggio complessivo di Qualità del servizio. Nel caso in cui nessun concorrente ottiene, per l intera offerta tecnica, il punteggio pari al peso complessivo max attribuibile per l intero elemento qualità (punti 60), è effettuata la cd. riparametrazione dei punteggi assegnando il peso totale dell offerta tecnica (punti 60) all offerta che ha ottenuto il massimo punteggio (ottenuto dalla somma dei punteggi attribuiti per ciascun fattore/sottofattore), e alle altre offerte un punteggio proporzionale decrescente. Le offerte che avranno ottenuto un punteggio di qualità inferiore a 36/60 verranno automaticamente escluse dalla gara e non saranno prese in esame nelle successive fasi di valutazione dell offerta. B) - ELEMENTO PREZZO: punteggio massimo attribuibile punti 40: Al concorrente che avrà offerto la percentuale di ribasso più alta rispetto alla base d asta verrà attribuito il coefficiente 1 (uno) ovverossia punti 40, agli altri concorrenti verranno attribuiti punteggi scaturenti dall applicazione della seguente formula: Ci (per Ai <= Asoglia) = X*Ai / Asoglia Ci (per Ai > Asoglia) = X + (1,00 - X)*[(Ai - Asoglia) / (Amax - Asoglia)] dove: Ci = coefficiente attribuito al concorrente iesimo Ai = % di sconto del concorrente iesimo Asoglia = media aritmetica delle % di sconto offerte dai concorrenti X = 0,90 Amax = valore della % di sconto più alta. I coefficienti come sopra determinati per ciascuna offerta verranno trasformati in punteggi definitivi mediante l applicazione della seguente formula: punteggio = coefficiente concorrente i-esimo * punteggio massimo attribuibile all elemento prezzo (punti 40). Il Servizio sarà affidato, previa verifica della congruità delle offerte, all operatore economico che avrà ottenuto il punteggio più alto, dato dalla somma del parametro qualità e del parametro prezzo, fatto, comunque, salvo quanto disposto dalla normativa vigente. Non sono consentite, a pena di esclusione, offerte in aumento o condizionate, contenenti riserve o espresse in modo indeterminato così che non sia possibile desumere con certezza la volontà dell offerente. Nessun compenso spetta alle imprese concorrenti, anche se non aggiudicatarie, per lo studio e la compilazione delle offerte, che non saranno restituite e resteranno di proprietà dell ASL. Per la valutazione del punteggio relativo alla qualità del servizio la ditta concorrente si fa riferimento a quanto richiesto dall articolo 5 punto B) del disciplinare di gara. L impresa dichiara di aver preso visione delle norme contenute nel presente capitolato e di 16

17 Per la valutazione del punteggio relativo all offerta economica si fa riferimento a quanto richiesto dall articolo 5 punto C) del disciplinare di gara e a quanto di seguito indicato: Per la esecuzione del servizio dovranno essere indicati i seguenti valori economici: Importo Numero ATIVITA Tariffa a tariffa interventi/anno Base d asta unitaria Importo annuo dell appalto offerta A B D E F Derattizzazione ,00 8 Disinfestazione ,00 7 Importo annuo dell appalto. Importo annuo a base d asta Differenza, espressa in termini percentuali, tra l importo a base d asta annuo e l importo annuo offerto (tale valore costituirà la base di calcolo per l attribuzione del punteggio economico). % ART. 17- DOCUMENTAZIONE TECNICA -PROGETTO OFFERTA Il concorrente dovrà presentare in sede di offerta un progetto tecnico operativo in cui dovrà descrivere nello specifico le modalità di espletamento dei servizi (monitoraggio, disinfestazione, derattizzazione) oggetto del presente capitolato. Il progetto dovrà essere ispirato a criteri di efficacia, ma si dovrà considerare prioritariamente la sicurezza delle persone e il rispetto per l ambiente. Il progetto dovrà essere strutturato in modo ordinato (non superare le 50 pagine in formato A4) e articolato nel modo seguente: a) analisi del Responsabile Tecnico dell Impresa relativa ai punti a rischio rilevati sul territorio di competenza dell ASL Avellino e oggetto dell appalto; b) modalità attuative del servizio: piani e istruzioni operative per i singoli infestanti (cenni sulla biologia, importanza sanitaria, riferimenti legislativi, prevenzione e modalità di realizzazione del monitoraggio, di efficacia, modalità di esecuzione degli interventi sia programmati che a richiesta (ordinari e urgenti), modalità di rilievo, individuazione delle soglie di intervento per ciascun agente infestante; c) modalità di reportistica dei risultati; d) modalità di informazione all utenza, preventive e successive ai trattamenti; ipotesi grafica dei cartelli di avviso all utenza; e) modalità di smaltimento dei contenitori, imballaggi dei prodotti e dispositivi utilizzati; f) misure di sicurezza e di protezione che l Impresa intende adottare nei confronti della popolazione e degli Operatori Tecnici disinfestatori impiegati; misure a tutela della salubrità ambientale; g) requisiti del personale operante: - documentazione attestante i requisiti previsti dal D.lgs 274/1997 e ss.mm.ii. relativi al Direttore Tecnico dell Impresa e relativo curriculum; - indicazione per qualifica e numero di unità di personale da impiegare per l espletamento del servizio, ivi compresi gli eventuali soggetti svantaggiati; 17 L impresa dichiara di aver preso visione delle norme contenute nel presente capitolato e di

18 - indicazione delle esperienze professionali acquisite e documentazione attestante i corsi di qualificazione ed aggiornamento del personale impiegato, per l'esecuzione dei servizi in appalto; - indicazione del piano di formazione aziendale con relativa programmazione dei corsi di aggiornamento; h) piano programmatico e tempistica degli interventi suddivisi per infestanti; i) attrezzature e mezzi: - Indicazione del numero, tipo, marca e targa degli automezzi che saranno messi a disposizione dall impresa per gli interventi in appalto, con la relativa copertura assicurativa; - elenco delle attrezzature tecniche da impiegare per il servizio; - piano di manutenzione ordinaria e straordinaria dei mezzi e delle attrezzature. l) formulario dei prodotti che saranno utilizzati nel corso dell esecuzione del servizio, con relative schede tecniche e di sicurezza; indicazioni utili per la gestione degli interventi nelle comunità affollate (controllo dei prodotti nebulizzanti, vapori irritanti, odori sgradevoli e simili); misure per la riduzione dell impatto ambientale; indicazione degli estremi di registrazione dei prodotti c/o il Ministero della Salute. m) offerta migliorativa: proposte per il miglioramento della qualità ed efficacia delle prestazioni; n) certificazione di qualità in possesso dell Impresa; La mancata esecuzione di tutto o di parte di quanto previsto dal Progetto Tecnico Operativo costituisce inadempimento contrattuale e motivo di applicazione delle penali previste ivi compresa l eventuale risoluzione del contratto. ART.18 - CESSIONE DEI CREDITI - SPESE Per la cessione a terzi dei crediti derivanti dal contratto d appalto, la ditta aggiudicataria dovrà osservare le modalità di cui all art. 117 Dlgs.163/2006: la mancata osservanza delle dette disposizioni comporterà l inopponibilità della cessione nei confronti dell ASL Avellino. Sono a carico della ditta aggiudicataria tutte le spese derivanti e/o connesse all esecuzione del contratto d appalto, ivi incluse quelle per la registrazione dello stesso c/o la competente Agenzia delle Entrate ad esclusione dell IVA. ART.19 DIRETTORE DELL ESECUZIONE DEL CONTRATTO Il direttore dell esecuzione del contratto è il Direttore dell UOC Igiene e Sanità Pubblica dell ASL Avellino. Il direttore dell esecuzione del contratto assicura la regolare esecuzione del contratto da parte della ditta aggiudicataria, verificando del presente capitolato, che le attività e le prestazioni contrattuali siano eseguite in conformità di quanto previsto dall ASL Avellino e dalle disposizioni di legge e regolamentari. Fatte salve le altre incombenze e responsabilità che la vigente normativa pone a carico del direttore dell esecuzione del contratto, quest ultimo segnalerà prontamente all U.O.C. Provveditorato tutte le ipotesi di inadempimento e ne valuterà l importanza ai fini dell applicazione della penale o della eventuale proposta di risoluzione del contratto. ART TRACCIABILITA DEI FLUSSI FINANZIARI La ditta aggiudicataria è obbligata ad osservare tutte le disposizioni in materia di tracciabilità dei flussi finanziari di cui all Art. 3 della Legge n.136/2010 e s.m.i.: egli si impegna a dare immediata comunicazione all ASL Avellino e alla Prefettura-Ufficio Territoriale del Governo della Provincia di Avellino della notizia dell inadempimento della propria controparte (subcontraente) agli obblighi di tracciabilità finanziaria. Il mancato utilizzo del bonifico bancario o postale ovvero degli altri strumenti idonei a consentire la piena tracciabilità delle operazioni comporterà la risoluzione di diritto del contratto ai sensi dell Art.1456 c.c., con incameramento, da parte dell ASL Avellino, dell intera cauzione e fatto salvo il risarcimento dei danni subiti e subendi. Sin dall avvenuta comunicazione di aggiudicazione, la ditta aggiudicataria è obbligata a comunicare all ASL Avellino gli estremi identificativi dei conti correnti dedicati ai movimenti finanziari connessi all appalto entro sette giorni dalla loro accensione nonche', nello stesso termine, le generalita' e il codice fiscale delle persone delegate ad operare su i detti conti correnti: analogamente, la ditta aggiudicataria è tenuta a comunicare, L impresa dichiara di aver preso visione delle norme contenute nel presente capitolato e di 18

19 all ASL Avellino ed entro sette giorni, gli eventuali mutamenti circa le generalità ed il codice fiscale dei soggetti delegati ad operare sui conti correnti. La mancata osservanza dei termini di cui al presente articolo comporterà, salvo che l omissione non integri altra e più grave violazione (tale anche da comportare la risoluzione del contratto) l applicazione di una penale pari allo 0,3/1000 sull ammontare netto contrattuale. ART.21 - DEROGA ALL ECCEZIONE DI INADEMPIMENTO Atteso che le prestazioni previste dal presente capitolato d appalto integrano gli estremi del pubblico servizio, la ditta aggiudicataria rinuncia espressamente al diritto di cui all Art C.C., obbligandosi ad adempiere le prestazioni contrattuali anche in caso di mancata, tempestiva controprestazione (pagamento corrispettivo) da parte dell ASL Avellino. ART CAUZIONE DEFINITIVA A garanzia della corretta e integrale esecuzione delle prestazioni e degli obblighi previsti dal presente capitolato speciale, la ditta aggiudicataria è tenuta a presentare, unitamente all altra documentazione richiesta dall ASL Avellino con la comunicazione di aggiudicazione, una garanzia fideiussoria pari al 10% ( ovvero pari al 5%, nel caso in cui ricorrano le condizioni, idoneamente documentate, di cui all Art. 75, co. 7, D. Lgs. 163/2006) dell importo contrattuale. La garanzia fideiussoria, costituita secondo le modalità di cui all art. 75, co. 3, Dlgs.163/2006, deve prevedere espressamente la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale, la rinuncia all eccezione di cui all articolo 1957, comma 2, del codice civile, nonché l operatività della garanzia medesima entro quindici giorni, a semplice richiesta scritta dell ASL Avellino. La garanzia deve essere reintegrata entro gg. 15 dall escussione, da parte dell ASL Avellino, nell ipotesi in cui sia fatto ricorso alla stessa per il prelievo di somme a titolo di penale. La mancata costituzione della garanzia è ostativa alla sottoscrizione del contratto e determina la decadenza dell'affidamento e l'acquisizione, da parte dell ASL Avellino, della cauzione provvisoria. La cauzione definitiva sarà svincolata con la cessazione dell appalto, allorquando saranno regolati tutti i rapporti di dare/avere eventualmente ancora sussistenti tra le parti, ivi compresi gli interventi manutentivi atti a restituire i beni e gli impianti nello stesso stato in cui sono stati ricevuti in consegna, salvo il normale deperimento d uso. ART. 23 SUBAPPALTO E CESSIONE DEL CONTRATTO Il subappalto è ammesso nelle forme e secondo le modalità di cui all Art. 118 D. lgs.163/2006. E vietata la cessione del contratto, anche parziale: la violazione di tale divieto comporta l automatica risoluzione del contratto, ai sensi dell Art C.C., l escussione della cauzione e il risarcimento di tutti i danni conseguenti alla risoluzione. ART INFORMATIVA EX ART. 13 D. LGS 196/2003 L'ASL Avellino informa che per la presentazione dell'offerta, è richiesto ai concorrenti di fornire dati ed informazioni, anche sotto forma documentale, che rientrano nell'ambito di applicazione del D Lgs.196/2003 e s.m. ed integrazioni. Le informazioni che possono essere trattate sono quelle espressamente previste dalla normativa nazionale, comunitaria e regionale specifica. Le informazioni richieste a pena di esclusione devono essere necessariamente conferite; per il resto è facoltà del soggetto che partecipa alle procedure selettive, presentare dati ed informazioni ritenuti utili alle finalità in oggetto, che costituiscono il limite del trattamento. Con la presentazione dell'offerta, il concorrente acconsente espressamente al trattamento dei dati personali secondo le modalità indicate precedentemente. Il concorrente dovrà, mediante la presentazione di apposita dichiarazione da allegare alla documentazione tecnica, specificare se è quale parte della documentazione presentata, ritiene coperta da riservatezza, con riferimento a marchi, know-how, brevetti, etc... etc, così come disposto dall'articolo 13 del Dlgs. 163/2006 e ss.mm.ii.. Saranno trattati i dati sensibili e/o giudiziari, individuati nel D. lgs.159/2011 e s.m. ed integrazioni (certificazione antimafia). 19 L impresa dichiara di aver preso visione delle norme contenute nel presente capitolato e di

20 Finalità del trattamento In relazione alle finalità del trattamento dei dati forniti, si precisa che: i dati inseriti nelle buste, vengono acquisiti ai fini della partecipazione ed in particolare ai fini della selezione delle offerte ai fini dalla scelta del contraente, della effettuazione della verifica delle capacità amministrative e tecnico-economiche del concorrente all'esecuzione della fornitura nonché dell'aggiudicazione e, per quanto riguarda la normativa antimafia, in adempimento di precisi obblighi di legge; i dati da fornire da parte del concorrente aggiudicatario vengono acquisiti ai fini della stipula e dell'esecuzione del contratto, ivi compresi gli adempimenti contabili ed il pagamento del corrispettivo contrattuale. Modalità del trattamento dei dati Il trattamento dei dati verrà effettuato in modo da garantire la sicurezza e la riservatezza e potrà essere attuato mediante strumenti manuali, informatici e telematici idonei a memorizzarli, gestirli e trasmetterli. Tali dati potranno essere anche abbinati a quelli di altri soggetti in base a criteri qualitativi, quantitativi e temporali di volta in volta individuati. Categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati I dati potranno essere comunicati a: ai membri della Commissione di aggiudicazione appositamente nominata per lo svolgimento delle procedure di gara; Regione Campania, relativamente ai dati forniti dal concorrente aggiudicatario; altri concorrenti che facciano richiesta di accesso ai documenti di gara nei limiti consentiti ai sensi della Legge n. 241/1990 e s.m. ed integrazioni. Diritti del concorrente interessato Riportiamo di seguito l estratto dell'articolo 7 Dlgs 196/2003, per ricordare i diritti esercitabili nei confronti dell'asl Avellino: ottenere la conferma dell'esistenza di dati personali che riguardano i soggetti che presentano offerta, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile; ottenere l'indicazione dell'origine dei dati personali, nonché delle finalità e modalità del trattamento; ottenere l indicazione della logica applicata nei trattamenti effettuati con l ausilio di strumenti elettronici; ottenere l aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati; ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di Legge; ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati di cui non è necessaria la conservazione, in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; ottenere l'attestazione che l'aggiornamento, la rettificazione, l'integrazione, la cancellazione,la trasformazione in forma anonima o il blocco sono stati portati a conoscenza, anche per quanto riguarda il contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, tranne che nei casi in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato; opporsi, in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei dati personali, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta. Titolare del Trattamento è L'Azienda Sanitaria Locale Avellino - Via degli lmbimbo 10/12 -Avellino. Un elenco aggiornato di tutti responsabili del trattamento è disponibile presso il sito internet aziendale. Relativamente ai suddetti dati, al concorrente, in qualità di interessato, vengono riconosciuti i diritti di cui al citato decreto. L impresa dichiara di aver preso visione delle norme contenute nel presente capitolato e di 20

ASL AVELLINO BANDO DI GARA I.1) Azienda Sanitaria Locale Avellino - Via degli Imbimbo, 10/12 83100 Avellino U.O.C. Provveditorato-R.U.P.:Dott.ssa Maria Morgante, tel.0825.164400 interno 213 fax 0825.1644007

Dettagli

Delibera n. 177/04 L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS. Documenti collegati. Nella riunione del 7 ottobre 2004. Visti:

Delibera n. 177/04 L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS. Documenti collegati. Nella riunione del 7 ottobre 2004. Visti: Documenti collegati Delibera n. 125/05 Chiusura dell istruttoria formale avviata nei confronti della società Sidigas Spa Pubblicata sul sito www.autorita.energia.it il 14 ottobre 2004, ai sensi dell'articolo

Dettagli

COMUNE DI GAETA Provincia di Latina DIPARTIMENTO II Ufficio AMBIENTE Telefono 0771.469227 Fax 0771.469265

COMUNE DI GAETA Provincia di Latina DIPARTIMENTO II Ufficio AMBIENTE Telefono 0771.469227 Fax 0771.469265 COMUNE DI GAETA Provincia di Latina DIPARTIMENTO II Ufficio AMBIENTE Telefono 0771.469227 Fax 0771.469265 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO RICOVERO, MANTENIMENTO E CURA DI CANI

Dettagli

Consiglio Regionale del Piemonte

Consiglio Regionale del Piemonte ALLEGATO N. 02 Consiglio Regionale del Piemonte CAPITOLATO PER L AFFIDAMENTO SERVIZIO CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER L ORDINE DEGLI ASSISTENTI SOCIALI VIA PIFFETTI, 49 10143 TORINO. Periodo:

Dettagli

Friuli Innovazione Condizioni generali di contratto Applicabili ai lavori, servizi e forniture Rev.1 21/9/2012

Friuli Innovazione Condizioni generali di contratto Applicabili ai lavori, servizi e forniture Rev.1 21/9/2012 Friuli Innovazione Condizioni generali di contratto Applicabili ai lavori, servizi e forniture Rev.1 21/9/2012 INDICE Art. 1 - Ambito di applicazione e principi generali Art. 2 - Decorrenza e durata del

Dettagli

AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SORVEGLIANZA SANITARIA E MEDICO COMPETENTE AI SENSI DEL D.LGS 81/2008 PER IL PERIODO 1/1/2014 31/12/2014.

AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SORVEGLIANZA SANITARIA E MEDICO COMPETENTE AI SENSI DEL D.LGS 81/2008 PER IL PERIODO 1/1/2014 31/12/2014. AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SORVEGLIANZA SANITARIA E MEDICO COMPETENTE AI SENSI DEL D.LGS 81/2008 PER IL PERIODO 1/1/2014 31/12/2014. CAPITOLATO D ONERI Art. 1 Oggetto del servizio, durata e compenso.

Dettagli

Settore Amministrativo. U.O. Provveditorato Economato. Capitolato speciale di appalto per:

Settore Amministrativo. U.O. Provveditorato Economato. Capitolato speciale di appalto per: Settore Amministrativo U.O. Provveditorato Economato Capitolato speciale di appalto per: affidamento del servizio di brokeraggio assicurativo in favore di ARPA Lombardia, per la durata di 36 (trentasei)

Dettagli

COMUNE DI BELLIZZI AREA AA.GG. UFFICIO SEGRETERIA GENERALE COMUNE DI BELLIZZI PROV. SALERNO

COMUNE DI BELLIZZI AREA AA.GG. UFFICIO SEGRETERIA GENERALE COMUNE DI BELLIZZI PROV. SALERNO COMUNE DI BELLIZZI PROV. SALERNO Allegato B OGGETTO: servizio sostitutivo di mensa mediante buoni pasto. CAPITOLATO SPECIALE. INDICE: Art. 1: OGGETTO Art. 2: IMPORTO DEL SERVIZIO Art. 3 : DURATA DELL APPALTO

Dettagli

CAPITOLATO CONTRATTUALE

CAPITOLATO CONTRATTUALE COMUNE DI PRATO CAPITOLATO CONTRATTUALE SERVIZIO DI NOLEGGIO CON MANUTENZIONE DI MACCHINE FOTOCOPIATRICI PER GLI UFFICI COMUNALI Area Risorse Finanziarie Servizio Patrimonio Amministrativo Via Del Ceppo

Dettagli

COMUNE DI MONTEROTONDO. Provincia di Roma CONTRATTO PER LA GESTIONE DEL PROGETTO SPAZIO GIOVANI

COMUNE DI MONTEROTONDO. Provincia di Roma CONTRATTO PER LA GESTIONE DEL PROGETTO SPAZIO GIOVANI COMUNE DI MONTEROTONDO Provincia di Roma CONTRATTO PER LA GESTIONE DEL PROGETTO SPAZIO GIOVANI Nell anno 2012 il giorno 28 del mese di Dicembre, nella sede del Comune di Monterotondo (RM) TRA - ANTONELLI

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA L Amministrazione Comunale di Palermo deve procedere, ai sensi della L.R. 7/2002 e successive modifiche ed

Dettagli

CAPITOLATO AMMINISTRATIVO PER LA FORNITURA DI PRODOTTI SURGELATI

CAPITOLATO AMMINISTRATIVO PER LA FORNITURA DI PRODOTTI SURGELATI ART.1 OGGETTO DELL APPALTO Oggetto del presente documento sono le clausole amministrative relative al contratto di appalto per la fornitura di prodotti alimentari surgelati per le esigenze delle mense

Dettagli

REGIONE DEL VENETO ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO I.R.C.C.S.

REGIONE DEL VENETO ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO I.R.C.C.S. REGIONE DEL VENETO ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO I.R.C.C.S. Servizio per la fornitura di prestazioni di radioterapia su pazienti in trattamento presso l Istituto Oncologico Veneto. * * * * * * CIG N.1136442D97

Dettagli

Comune di Ponte San Pietro Cümü de Pùt San Piero Provincia di Bergamo Bèrghem CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

Comune di Ponte San Pietro Cümü de Pùt San Piero Provincia di Bergamo Bèrghem CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Comune di Ponte San Pietro Cümü de Pùt San Piero Provincia di Bergamo Bèrghem CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO TRIENNIO 2012-2014 ARTICOLO 1 OGGETTO DELL

Dettagli

Bozza di contratto per AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO SOSTITUTIVO DI MENSA MEDIANTE BUONI PASTO CARTACEI PER IL PERSONALE DIPENDENTE

Bozza di contratto per AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO SOSTITUTIVO DI MENSA MEDIANTE BUONI PASTO CARTACEI PER IL PERSONALE DIPENDENTE Affari Generali Allegato A) alla lettera di "Ricerca di mercato" Bozza di contratto per AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO SOSTITUTIVO DI MENSA MEDIANTE BUONI PASTO CARTACEI PER IL PERSONALE DIPENDENTE ART. 1 Oggetto

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DELLA COPERTURA ASSICURATIVA COMUNALE DEL SERVIZIO PROFESSIONALE DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO

SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DELLA COPERTURA ASSICURATIVA COMUNALE DEL SERVIZIO PROFESSIONALE DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DELLA COPERTURA ASSICURATIVA COMUNALE DEL SERVIZIO PROFESSIONALE DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha ad oggetto l affidamento del

Dettagli

COMUNE DI CASTEL SANT ELIA (Provincia di Viterbo)

COMUNE DI CASTEL SANT ELIA (Provincia di Viterbo) COMUNE DI CASTEL SANT ELIA (Provincia di Viterbo) SCHEMA Concessione in esclusiva, dell uso di spazi pubblicitari su elementi di arredo urbano e segnaletica direzionale privata e pubblica nel territorio

Dettagli

COMUNE DI SEGARIU Provincia del Medio Campidano Via Municipio 11- Telefono 070/9303923 Telefax 070/9302306 Servizi Finanziari

COMUNE DI SEGARIU Provincia del Medio Campidano Via Municipio 11- Telefono 070/9303923 Telefax 070/9302306 Servizi Finanziari 1 COMUNE DI SEGARIU Provincia del Medio Campidano Via Municipio 11- Telefono 070/9303923 Telefax 070/9302306 Servizi Finanziari DISCIPLINALE PER L AFFIDAMENTO IN LOCAZIONE DI UN CAPANNONE PER ESSERE ADIBITO

Dettagli

Ufficio Gare, Contratti e Acquisti CAPITOLATO PER IL BROKERAGGIO ASSICURATIVO

Ufficio Gare, Contratti e Acquisti CAPITOLATO PER IL BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO PER IL BROKERAGGIO ASSICURATIVO Art. 1 Finalità Il presente capitolato ha per oggetto l affidamento, da parte della Bari Multiservizi S.p.a. (in seguito, per semplicità, denominata società),

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA L Amministrazione Comunale di Palermo deve procedere, ai sensi della L.R. 7/2002 e successive modifiche ed

Dettagli

P R O V I N C I A D I C O S E N Z A Via Panoramica al Porto, 9 87020 TORTORA Codice Fiscale Partita I.V.A. 00407150788

P R O V I N C I A D I C O S E N Z A Via Panoramica al Porto, 9 87020 TORTORA Codice Fiscale Partita I.V.A. 00407150788 di COMUNE DI TORTORA P R O V I N C I A D I C O S E N Z A Via Panoramica al Porto, 9 87020 TORTORA Codice Fiscale Partita I.V.A. 00407150788 tel. 0985-7660240-7660216 (ufficio tecnico) fax 0985-7660400

Dettagli

COMUNE DI MONTIGNOSO

COMUNE DI MONTIGNOSO COMUNE DI MONTIGNOSO SERVIZIO BIENNALE DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO DI GARA CIG Art. 1 FINALITA DEL SERVIZIO Il presente servizio ha per oggetto l affidamento, mediante gara a procedura aperta

Dettagli

COMUNE DI ANZIO. Provincia di Roma c.f. 82005010580 P.IVA 02144071004 SERVIZIO DI PRELIEVO E RECAPITO POSTALE CIG Z511544602 CAPITOLATO D ONERI

COMUNE DI ANZIO. Provincia di Roma c.f. 82005010580 P.IVA 02144071004 SERVIZIO DI PRELIEVO E RECAPITO POSTALE CIG Z511544602 CAPITOLATO D ONERI COMUNE DI ANZIO Provincia di Roma c.f. 82005010580 P.IVA 02144071004 SERVIZIO DI PRELIEVO E RECAPITO POSTALE CIG Z511544602 CAPITOLATO D ONERI Art. 1 - OGGETTO L appalto ha per oggetto il servizio di prelievo

Dettagli

CAPITOLATO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIE GENERALI INTERNE/ESTERNE E GUARDIANIA Rif. Gara informale n. 012010

CAPITOLATO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIE GENERALI INTERNE/ESTERNE E GUARDIANIA Rif. Gara informale n. 012010 Allegato 1 CAPITOLATO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIE GENERALI INTERNE/ESTERNE E GUARDIANIA Rif. Gara informale n. 012010 ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto l affidamento da parte

Dettagli

Responsabile del Procedimento Dott. Alberto VANELLI

Responsabile del Procedimento Dott. Alberto VANELLI Giardini della Reggia di Venaria Reale Fornitura e installazione di pergolati e strutture in legno per esterni CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Responsabile del Procedimento Dott. Alberto VANELLI 1 INDICE

Dettagli

APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE

APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE ART. 1 - OGGETTO DELL APPALTO Il presente capitolato ha per oggetto l appalto del servizio professionale di consulenza

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE Art. 1 OGGETTO DEL CONTRATTO L appalto ha per oggetto la

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE Art. 1 OGGETTO DEL CONTRATTO L appalto ha per oggetto la CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE Art. 1 OGGETTO DEL CONTRATTO L appalto ha per oggetto la fornitura del servizio di assistenza domiciliare a favore degli

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI RESOCONTAZIONE MEDIANTE STENOTIPIA DELLE RIUNIONI DEGLI ORGANI ISTITUZIONALI DEL CONSIGLIO REGIONALE

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI RESOCONTAZIONE MEDIANTE STENOTIPIA DELLE RIUNIONI DEGLI ORGANI ISTITUZIONALI DEL CONSIGLIO REGIONALE CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO VIII LEGISLATURA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI RESOCONTAZIONE MEDIANTE STENOTIPIA DELLE RIUNIONI DEGLI ORGANI ISTITUZIONALI DEL CONSIGLIO REGIONALE Art.

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO ALLEGATO B ALLA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 455 DEL 14/03/2012 PROVINCIA DI BRINDISI Via De Leo, 3 72100 BRINDISI Ufficio Provveditorato ed Economato tel. 0831-565251-289 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

Dettagli

COMUNE DI LANCIANO. Città Medaglia D Oro al V.M. Provincia di Chieti Settore Tutela Ambiente C.A.P. 66034 P.IVA 00091240697

COMUNE DI LANCIANO. Città Medaglia D Oro al V.M. Provincia di Chieti Settore Tutela Ambiente C.A.P. 66034 P.IVA 00091240697 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Servizi di disinfestazione e derattizzazione del territorio del Comune di Lanciano 1 TITOLO 1 PARTE GENERALE Art. 1 Oggetto L appalto ha ad oggetto i servizi di disinfestazione

Dettagli

CAPITOLATO GENERALE D APPALTO

CAPITOLATO GENERALE D APPALTO CAPITOLATO GENERALE D APPALTO per servizio di derattizzazione, disinfestazione contro zanzare ed altri insetti volanti, diserbo banchine e trattamento contro la processionaria da espletare nelle aree del

Dettagli

COMUNE DI CASTIGLIONE DELLA PESCAIA Provincia di Grosseto Area Servizi alle Persone Assessorato all Informatizzazione

COMUNE DI CASTIGLIONE DELLA PESCAIA Provincia di Grosseto Area Servizi alle Persone Assessorato all Informatizzazione FORNITURA DI ATTREZZATURE INFORMATICHE E BENI STRUMENTALI PRESSO IL COMUNE DI CASTIGLIONE DELLA PESCAIA. FOGLIO PATTI E CONDIZIONI ALLEGATO A Art. 1 Oggetto dell appalto Oggetto del presente disciplinare

Dettagli

SUTURATRICI MECCANICHE PER CHIRURGIA APERTA E SERVIZI CONNESSI PER LE AZIENDE DEL SERVIZIO SANITARIO REGIONALE DI CUI ALL ART.

SUTURATRICI MECCANICHE PER CHIRURGIA APERTA E SERVIZI CONNESSI PER LE AZIENDE DEL SERVIZIO SANITARIO REGIONALE DI CUI ALL ART. GARA EUROPEA PER LA FORNITURA DI SUTURATRICI MECCANICHE PER CHIRURGIA APERTA E SERVIZI CONNESSI PER LE AZIENDE DEL SERVIZIO SANITARIO REGIONALE DI CUI ALL ART. 3 COMMA 1 lettera a) L.R. 19/2007 CAPITOLATO

Dettagli

Servizio di stenotipia Servizio di resocontazione mediante stenotipia delle riunioni degli organi istituzionali dell Assemblea legislativa regionale

Servizio di stenotipia Servizio di resocontazione mediante stenotipia delle riunioni degli organi istituzionali dell Assemblea legislativa regionale Servizio di resocontazione mediante stenotipia delle riunioni degli organi istituzionali dell Assemblea legislativa regionale Capitolato speciale d appalto Versione: Definitiva Data: 28 luglio 2011 Numero

Dettagli

COMUNE DI MONZA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO

COMUNE DI MONZA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO COMUNE DI MONZA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO 1 Art. 1 - OGGETTO DEL SERVIZIO Il presente capitolato disciplina lo svolgimento del servizio di brokeraggio

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO 1. Oggetto del servizio 2. Gestione del servizio

CAPITOLATO TECNICO 1. Oggetto del servizio 2. Gestione del servizio CAPITOLATO TECNICO 1. Oggetto del servizio 1. Il presente Capitolato ha per oggetto l affidamento del servizio di prelievo, trasporto, messa in sicurezza, demolizione e radiazione dal Pubblico Registro

Dettagli

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO GIUSTIZIA MINORILE E DI COMUNITÀ ISTITUTO PENALE MINORENNI DI LECCE

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO GIUSTIZIA MINORILE E DI COMUNITÀ ISTITUTO PENALE MINORENNI DI LECCE MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO GIUSTIZIA MINORILE E DI COMUNITÀ ISTITUTO PENALE MINORENNI DI LECCE Contratto in forma pubblica amministrativa per l affidamento del Progetto VIVERE IN COMUNITÀ ANNO

Dettagli

La Società con sede e domicilio fiscale in rappresentata da in qualità di, di seguito identificata come Fornitore da una parte

La Società con sede e domicilio fiscale in rappresentata da in qualità di, di seguito identificata come Fornitore da una parte CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PRELIEVO, CARICO, TRASPORTO IN REGIME ADR (SE PREVISTO DALLE NORME), CONFERIMENTO AD IMPIANTO AUTORIZZATO PER RECUPERO E/O SMALTIMENTO DEI RIFIUTI PRODOTTI PRESSO

Dettagli

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTAL ALLEGATO 4 CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO PER ANNI 3 DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO

Dettagli

FOGLIO CONDIZIONI. C.F. 82005660061 - P.I. 01628780064 - Cap.Soc. 7.000.000,00 i.v.

FOGLIO CONDIZIONI. C.F. 82005660061 - P.I. 01628780064 - Cap.Soc. 7.000.000,00 i.v. FOGLIO CONDIZIONI ART. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO La scrivente Società intende affidare l incarico per il servizio di carico - trasporto avvio a recupero, presso impianto/i di compostaggio, della frazione

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SEVIZIO DI GESTIONE, CONTROLLO E REVISIONE DEGLI ESTINTORI NEGLI IMMOBILI COMUNALI. Via Libertà n 74 C.F. 00337180905 Tel. 0789612911-13 pasquale.caboni@tiscali.it 1 ARTICOLO

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA L amministrazione Comunale di Palermo deve procedere, ai sensi della L.R. n.7/2002 e successive modifiche ed

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO PER LE FORNITURE DI BENI E SERVIZI AZIENDA U.L.S.S. 20 VERONA SOMMARIO

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO PER LE FORNITURE DI BENI E SERVIZI AZIENDA U.L.S.S. 20 VERONA SOMMARIO CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO PER LE FORNITURE DI BENI E SERVIZI AZIENDA U.L.S.S. 20 VERONA SOMMARIO Art. 1 - OGGETTO Art. 2 - COMUNICAZIONI Art. 3 - DECORRENZA E DURATA DELLA FORNITURA Art. 4 - DEPOSITI

Dettagli

REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA

REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA FORNITURA DI: GESTIONE DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA DELLE ZONE ERBOSE PER L AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA E L OSPEDALE DI CONSELVE

Dettagli

COMUNE DI PALERMO R A G I O N E R I A G E N E R A L E SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI

COMUNE DI PALERMO R A G I O N E R I A G E N E R A L E SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI COMUNE DI PALERMO R A G I O N E R I A G E N E R A L E SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER IL SERVIZIO DI DISINFESTAZIONE DERATTIZZAZIONE E DISINFEZIONE DEI LOCALI INTERNI

Dettagli

COMUNE DI CISTERNA DI LATINA

COMUNE DI CISTERNA DI LATINA COMUNE DI CISTERNA DI LATINA ALLEGATO B DISCIPLINARE SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO SOSTITUTIVO DI MENSA MEDIANTE BUONI PASTO PER IL PERSONALE DIPENDENTE INDICE ART. 1 Oggetto del servizio / durata

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO FORNITURA DI ARREDAMENTO COMPLETO CENTRO ANZIANI VIA MARSAGLIA

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO FORNITURA DI ARREDAMENTO COMPLETO CENTRO ANZIANI VIA MARSAGLIA 1 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO FORNITURA DI ARREDAMENTO COMPLETO CENTRO ANZIANI VIA MARSAGLIA SETTORE SICUREZZA SOCIALE SERVIZIO INTERVENTI SOCIALI Via Roma, 54 18038 SANREMO (IM) Tel. 0184/59281 Fax

Dettagli

PARTE TERZA - SCHEMA DI CONTRATTO Tra la Provincia di Pavia (di seguito Stazione Appaltante o Committente ) e [ ] (di seguito la Società o il

PARTE TERZA - SCHEMA DI CONTRATTO Tra la Provincia di Pavia (di seguito Stazione Appaltante o Committente ) e [ ] (di seguito la Società o il PARTE TERZA - SCHEMA DI CONTRATTO Tra la Provincia di Pavia (di seguito Stazione Appaltante o Committente ) e [ ] (di seguito la Società o il Fornitore ) Si conviene e si stipula quanto segue: 1. OGGETTO

Dettagli

COMUNE DI PISA. Capitolato speciale d appalto per la fornitura e posa in opera di arredi per l asilo nido di Via Puglia in Pisa

COMUNE DI PISA. Capitolato speciale d appalto per la fornitura e posa in opera di arredi per l asilo nido di Via Puglia in Pisa COMUNE DI PISA Direzione Finanze e Politiche Tributarie Ufficio Economato-Provveditorato U.O. Provveditorato Capitolato speciale d appalto per la fornitura e posa in opera di arredi per l asilo nido di

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE Servizio:Provveditorato Enna lì, 01/04/2015 Viale Diaz n 7/9 Cap. 94100 Enna Protocollo 1774 Riscontro alla nota n. Del Oggetto: Richiesta di preventivo per la fornitura biennale di cartucce per emogasanalisi,

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER FORNITURA CARBURANTI E LUBRIFICANTI CIG 5008117CE0 INDICE

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER FORNITURA CARBURANTI E LUBRIFICANTI CIG 5008117CE0 INDICE CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER FORNITURA CARBURANTI E LUBRIFICANTI CIG 5008117CE0 INDICE ART. 1 OGGETTO DELLA FORNITURA ART. 2 DURATA DELLA FORNITURA ART. 3 AMMONTARE DELL APPALTO ART. 4 VARIAZIONE

Dettagli

Il giorno del mese di dell anno 2011 nella sede della ASL RM/A, - via Ariosto 3/5, in esecuzione della deliberazione n.

Il giorno del mese di dell anno 2011 nella sede della ASL RM/A, - via Ariosto 3/5, in esecuzione della deliberazione n. C O N V E N Z I O N E PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA NON SANITARIA AGLI OSPITI DELLA STRUTTURA RESIDENZIALE A BASSA INTENSITA ASSISTENZIALE PER PAZIENTI PSICHIATRICI DEL 2 DISTRETTO DELLA

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI GARA

CAPITOLATO SPECIALE DI GARA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO TRIENNALE DEL SERVIZIO DI ORGANIZZAZIONE E REVISIONE CONTABILE DEI BILANCI DI ESERCIZIO DELLE AZIENDE SANITARIE DELLA REGIONE BASILICATA : A.S.P., A.S.M., A.O.R. SAN

Dettagli

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLE REGIONI LAZIO E TOSCANA

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLE REGIONI LAZIO E TOSCANA ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLE REGIONI LAZIO E TOSCANA CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO PER ANNI 4 DEL SERVIZIO DI RACCOLTA, TRASPORTO E SMALTIMENTO, SECONDO LA NORMATIVA VIGENTE, DEI

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI TREVIGNANO ROMANO. (Provincia di Roma)

REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI TREVIGNANO ROMANO. (Provincia di Roma) Repertorio n. REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI TREVIGNANO ROMANO (Provincia di Roma) CONTRATTO D APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA SOCIALE E DOMICILIARE DESTINATO AI MINORI, DISABILI, ANZIANI RESIDENTI NEL

Dettagli

I.N.P.D.A.P. ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA

I.N.P.D.A.P. ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA I.N.P.D.A.P. ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA PROCEDURA APERTA FINALIZZATA ALLʹAFFIDAMENTO DEL SERVIZIO PROFESSIONALE DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER I SERVIZI DI PULIZIA E GUARDIANIA DEI LOCALI DEL MUSEO DEL TESSUTO DURANTE LA MOSTRA LO STILE DELLO ZAR.

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER I SERVIZI DI PULIZIA E GUARDIANIA DEI LOCALI DEL MUSEO DEL TESSUTO DURANTE LA MOSTRA LO STILE DELLO ZAR. ALLEGATO 1 PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER I SERVIZI DI PULIZIA E GUARDIANIA DEI LOCALI DEL MUSEO DEL TESSUTO DURANTE LA MOSTRA LO STILE DELLO ZAR. Pag. 1/7 PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO

Dettagli

C.I.S.A. Consorzio Intercomunale Socio Assistenziale Rivoli Rosta Villarbasse

C.I.S.A. Consorzio Intercomunale Socio Assistenziale Rivoli Rosta Villarbasse CAPITOLATO SPECIALE PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA SCOLASTICA - SOSTEGNO, AUTONOMIA E COMUNICAZIONE A FAVORE DI ALUNNI IN SITUAZIONE DI DISABILITÀ FREQUENTANTI LE SCUOLE DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER IL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO

CAPITOLATO SPECIALE PER IL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE PER IL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO CIG 50773444D0 OGGETTO DELL'INCARICO L affidamento ha per oggetto lo svolgimento del servizio di brokeraggio assicurativo professionale,

Dettagli

SOMMA DISPONIBILE 24.590,16 OLTRE I.V.A. ART. 1) DESCRIZIONE DEL SERVIZIO

SOMMA DISPONIBILE 24.590,16 OLTRE I.V.A. ART. 1) DESCRIZIONE DEL SERVIZIO COMUNE DI PALERMO Area AMMIN ISTRATIVA DELLA R IQUALIF ICAZIONE URBANA E DELLE INFRASTRUTTURE Ufficio Contratti ed Approvvigionamenti Via Roma, 209 90133 Palermo T e l. 0 9 1 7 4 0 3 5 9 2 - m a i l :

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO TRA

SCHEMA DI CONTRATTO TRA SCHEMA DI CONTRATTO Repertorio n. del REGIONE PUGLIA Contratto relativo ai Servizi di assistenza tecnica e supporto alle attività, connesse all'applicazione dei Regolamenti (CE) 1083/2006 e 1828/06, dell'autorità

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER IL SERVIZIO DI DERATTIZZAZIONE DISINFESTAZIONE E DISINFEZIONE DEL MAAS MERCATI AGRO ALIMENTARI ALL INGROSSO

CAPITOLATO SPECIALE PER IL SERVIZIO DI DERATTIZZAZIONE DISINFESTAZIONE E DISINFEZIONE DEL MAAS MERCATI AGRO ALIMENTARI ALL INGROSSO CAPITOLATO SPECIALE PER IL SERVIZIO DI DERATTIZZAZIONE DISINFESTAZIONE E DISINFEZIONE DEL MAAS MERCATI AGRO ALIMENTARI ALL INGROSSO ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto il servizio di derattizzazione,

Dettagli

PROGETTO DI BASE - DISCIPLINARE TECNICO

PROGETTO DI BASE - DISCIPLINARE TECNICO ALLEGATO 2 PROGETTO DI BASE - DISCIPLINARE TECNICO SERVIZI DISINFESTAZIONE/DERATTIZZAZIONE AFFIDAMENTO MEDIANTE MERCATO ELETTRONICO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE RDO N. CODICE CIG Articolo 1 Oggetto dei

Dettagli

DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO

DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO D'ONERI CAPITOLATO D ONERI per L AFFIDAMENTO DELL INCARICO del SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO per l'istituto BATTISTI di COGLIATE per la DURATA di ANNI UNO ART. 1 - OGGETTO L appalto ha

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI relativo al noleggio con riscatto di n. 1 gascromatografo, con rivelatore massa CIG:32821335D4 PREMESSA

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI relativo al noleggio con riscatto di n. 1 gascromatografo, con rivelatore massa CIG:32821335D4 PREMESSA CAPITOLATO SPECIALE D ONERI relativo al noleggio con riscatto di n. 1 gascromatografo, con rivelatore massa CIG:32821335D4 PREMESSA Le prescrizioni del presente capitolato disciplinano il contratto di

Dettagli

Servizio di somministrazione lavoro temporaneo

Servizio di somministrazione lavoro temporaneo CAMERA DI COMMERCIO DI ORISTANO AFFIDAMENTO Servizio di somministrazione lavoro temporaneo Capitolato prestazionale - Indice Art. 1 Art. 2 Art. 3 Art. 4 Art. 5 Art. 6 Art. 7 Art. 8 Art. 9 Art. 10 Art.

Dettagli

S.C. TECNICO PROGETTI INTEGRATI A

S.C. TECNICO PROGETTI INTEGRATI A S.C. TECNICO PROGETTI INTEGRATI A Allegato 5 DISCIPLINARE DI INCARICO PROFESSIONALE DI COORDINAMENTO DELLA SICUREZZA IN FASE DI ESECUZIONE DEI LAVORI EX D.LGS. 81/2008 E S.M.I. PER LE OPERE DI RIORDINO

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Comune di Villacidro Provincia di Cagliari Servizio Affari Generali,Pubblica Istruzione, Sport e Turismo Tel- 070/93442213 15 fax 070/9316066 e-mail affarigenerali@comune.villacidro.vs.it CAPITOLATO SPECIALE

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER LA GESTIONE DEI CENTRI DI AGGREGAZIONE PER BAMBINI, BAMBINE E ADDOLESCENTI AQUILONE. Art. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO

CAPITOLATO SPECIALE PER LA GESTIONE DEI CENTRI DI AGGREGAZIONE PER BAMBINI, BAMBINE E ADDOLESCENTI AQUILONE. Art. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO CAPITOLATO SPECIALE PER LA GESTIONE DEI CENTRI DI AGGREGAZIONE PER BAMBINI, BAMBINE E ADDOLESCENTI AQUILONE Art. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO Il presente capitolato ha per oggetto l affidamento alla Società

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO INCARICO DI ESPLETAMENTO DEGLI ADEMPIMENTI OBBLIGATORI CONNESSI ALLA GESTIONE DEL PERSONALE E DEI COLLABORATORI PER IL PERIODO 1/1/2012-31/12/2013 CIG Z990278489 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO ART. 1 -

Dettagli

PROCEDURA DI GARA, SUDDIVISA PER LOTTI, PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI VIGILANZA ARMATA DI TALUNE DIREZIONI REGIONALI DELL AGENZIA DEL DEMANIO

PROCEDURA DI GARA, SUDDIVISA PER LOTTI, PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI VIGILANZA ARMATA DI TALUNE DIREZIONI REGIONALI DELL AGENZIA DEL DEMANIO Direzione Centrale Manutenzione, Contratti e Beni Confiscati Acquisti PROCEDURA DI GARA, SUDDIVISA PER LOTTI, PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI VIGILANZA ARMATA DI TALUNE DIREZIONI REGIONALI DELL AGENZIA

Dettagli

COMUNE DI SESTO ED UNITI

COMUNE DI SESTO ED UNITI COMUNE DI SESTO ED UNITI Provincia di Cremona Gestione RSA Casa Soggiorno Nolli-Pigoli Allegato alla delibera G.C. n. 184 del 27.10.2009 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZIO DI RECUPERO E/O SMALTIMENTO RIFIUTI INGOMBRANTI, RUP ED ALTRI RIFIUTI SPECIALI, DERIVANTI DA RACCOLTA DIFFERENZIATA NEL COMUNE DI CARDITO PER LA DURATA DI ANNI 1. CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI TRASLOCO TRASPORTO E FACCHINAGGIO ART. 1 - OGGETTO

CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI TRASLOCO TRASPORTO E FACCHINAGGIO ART. 1 - OGGETTO Servizio Sanitario Nazionale Regione dell Umbria AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI TRASLOCO TRASPORTO E FACCHINAGGIO ART. 1 - OGGETTO Il presente Capitolato Speciale ha per

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO ELABORAZIONE STIPENDI ED ADEMPIMENTI PREVIDENZIALI E FISCALI CONNESSI

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO ELABORAZIONE STIPENDI ED ADEMPIMENTI PREVIDENZIALI E FISCALI CONNESSI CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO ELABORAZIONE STIPENDI ED ADEMPIMENTI PREVIDENZIALI E FISCALI CONNESSI PER IL PERSONALE DEL PARCO NAZIONALE VAL GRANDE 2016-2020 (CIG ZB415FBACD) Art.

Dettagli

PROVINCIA DI BRINDISI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

PROVINCIA DI BRINDISI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO $//(*$72³$ $//$'(7(50,1$=,21(',5,*(1=,$/(1'(/ PROVINCIA DI BRINDISI 9LD'H/HR%5,1',6, Ufficio Provveditorato ed Economato tel. 0831-565251-289 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO 6(59,=,2',',6,1)(=,21(',6,1)(67$=,21((

Dettagli

BAGAGLI IN PARTENZA E RICONSEGNA BAGAGLI IN ARRIVO, NONCHE DEI SEGUENTI SERVIZI SU RICHIESTA:

BAGAGLI IN PARTENZA E RICONSEGNA BAGAGLI IN ARRIVO, NONCHE DEI SEGUENTI SERVIZI SU RICHIESTA: SCHEMA DI CONTRATTO PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI: (a) PULIZIA AEROMOBILI, (b) SMISTAMENTO BAGAGLI IN PARTENZA E RICONSEGNA BAGAGLI IN ARRIVO, NONCHE DEI SEGUENTI SERVIZI SU RICHIESTA:

Dettagli

REGIONE PIEMONTE PARCO NATURALE DEI LAGHI DI AVIGLIANA

REGIONE PIEMONTE PARCO NATURALE DEI LAGHI DI AVIGLIANA REGIONE PIEMONTE PARCO NATURALE DEI LAGHI DI AVIGLIANA Sede legale e uffici: via Montepirchiriano 54 10051 Avigliana (TO) tel. 011.9313000 fax. 011.9328055 E-MAIL: parco.avigliana@reteunitaria.piemonte.it

Dettagli

CAPITOLATO DI SERVIZIO

CAPITOLATO DI SERVIZIO COMUNE DI MONZA UFFICIO ECONOMATO CAPITOLATO DI SERVIZIO CAPITOLATO PER AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASLOCO DEGLI ARCHIVI DEL TRIBUNALE Art. 1 - Oggetto del capitolato Costituisce oggetto del presente

Dettagli

BANDO DI GARA PER LO SVOLGIMENTO DI CORSI PER LA PREPARAZIONE E IL CONSEGUIMENTO DI CERTIFICAZIONI LINGUISTICHE IN INGLESE PER GLI ALUNNI DELLA SCUOLA

BANDO DI GARA PER LO SVOLGIMENTO DI CORSI PER LA PREPARAZIONE E IL CONSEGUIMENTO DI CERTIFICAZIONI LINGUISTICHE IN INGLESE PER GLI ALUNNI DELLA SCUOLA Allegato 1 Capitolato BANDO DI GARA PER LO SVOLGIMENTO DI CORSI PER LA PREPARAZIONE E IL CONSEGUIMENTO DI CERTIFICAZIONI LINGUISTICHE IN INGLESE PER GLI ALUNNI DELLA SCUOLA CIG: ZDF12B0374 ART. 1 OGGETTO

Dettagli

Allegato C COMUNE DI PISA

Allegato C COMUNE DI PISA Allegato C COMUNE DI PISA CAPITOLATO D'ONERI PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI INSTALLAZIONE, MANUTENZIONE E GESTIONE DI IMPIANTI PUBBLICITARI A MESSAGGIO VARIABILE O MAXISCHERMI SU AREE DI PROPRIETA DEL COMUNE

Dettagli

COMUNE DI CUSANO MILANINO PROVINCIA DI MILANO

COMUNE DI CUSANO MILANINO PROVINCIA DI MILANO COMUNE DI CUSANO MILANINO PROVINCIA DI MILANO SETTORE TUTELA AMBIENTALE CAPITOLATO D ONERI PER IL SERVIZIO DI TRATTAMENTO/RECUPERO RIFIUTI URBANI E ASSIMILATI - FRAZIONE VERDE PRODOTTI NEL TERRITORIO COMUNALE

Dettagli

PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA FORNITURA DI AUTOVETTURE PER L AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE.

PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA FORNITURA DI AUTOVETTURE PER L AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE. PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA FORNITURA DI AUTOVETTURE PER L AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE. Articolo 1 OGGETTO DELLA FORNITURA Le prestazioni richieste al soggetto appaltatore

Dettagli

ART. 1 NORME APPLICABILI

ART. 1 NORME APPLICABILI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELL ESERCIZIO BAR PUNTO RISTORO E PER LA CONCESSIONE IN USO DEL LOCALE AD ESSO DESTINATO PRESSO IL POLO UNIVERSITARIO DI MACCHIA ROMANA ART. 1

Dettagli

COMUNE VEDANO AL LAMBRO (Provincia Monza Brianza)

COMUNE VEDANO AL LAMBRO (Provincia Monza Brianza) COMUNE VEDANO AL LAMBRO (Provincia Monza Brianza) SETTORE AFFARI GENRALI Allegato D FOGLIO PATTI E CONDIZIONI PER LA FORNITURA DI LIBRI PER ADULTI, RAGAZZI E BAMBINI BIBLIOTECA CIVICA PERIODO ANNO 2014

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO SOSTITUTIVO DI MENSA MEDIANTE BUONI PASTO A VALORE PER IL PERSONALE DIPENDENTE

CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO SOSTITUTIVO DI MENSA MEDIANTE BUONI PASTO A VALORE PER IL PERSONALE DIPENDENTE CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO SOSTITUTIVO DI MENSA MEDIANTE BUONI PASTO A VALORE PER IL PERSONALE DIPENDENTE INDICE Art. 1 Oggetto del servizio Art. 2 Durata dell appalto Art. 3 Erogazione

Dettagli

COMUNE DI PORPETTO. Provincia di Udine. via Udine, 42 33050 Porpetto C.F. 81001090307 - P.IVA 01241100302

COMUNE DI PORPETTO. Provincia di Udine. via Udine, 42 33050 Porpetto C.F. 81001090307 - P.IVA 01241100302 COMUNE DI PORPETTO Provincia di Udine via Udine, 42 33050 Porpetto C.F. 81001090307 - P.IVA 01241100302 CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO ART. 1 - OGGETTO DELL INCARICO: Il presente

Dettagli

SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO AA.SS. 2009 2010, 2010-2011 e 2011-2012 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO AA.SS. 2009 2010, 2010-2011 e 2011-2012 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO AA.SS. 2009 2010, 2010-2011 e 2011-2012 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO ALUNNI SCUOLA DELL INFANZIA E DELLA SCUOLA PRIMARIA DI CRVICO

Dettagli

ROMA CAPITALE Municipio 18 Roma Aurelio U.O.S.E.C.S. Servizi Sociali Il Dirigente

ROMA CAPITALE Municipio 18 Roma Aurelio U.O.S.E.C.S. Servizi Sociali Il Dirigente CONVENZIONE Attività di ballo e ginnastica presso i Centri Anziani del Municipio 18 CIG n. 5110477308 Il giorno. del mese di. dell anno 2013 presso la sede del Servizio Sociale del Municipio 18 Roma Aurelio,

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI CAPITOLATO SPECIALE D ONERI per la fornitura di gasolio per autotrazione presso la sede operativa di C.L.I.R. S.p.A. in Via della STAZIONE,snc 27020- Parona Lomellina (PV). 1) OGGETTO DELL APPALTO Oggetto

Dettagli

SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO PER ITALIA LAVORO S.P.A. Capitolato Tecnico CIG: 5818216FB7

SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO PER ITALIA LAVORO S.P.A. Capitolato Tecnico CIG: 5818216FB7 SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO PER ITALIA LAVORO S.P.A. Capitolato Tecnico CIG: 5818216FB7 Art. 1 Oggetto e finalità Il presente appalto ha per oggetto l individuazione, nelle

Dettagli

Servizio Sanitario Nazionale - Regione del Veneto UNITA' LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 13 -----------------

Servizio Sanitario Nazionale - Regione del Veneto UNITA' LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 13 ----------------- Servizio Sanitario Nazionale - Regione del Veneto UNITA' LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 13 ----------------- CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DI PROTESI ODONTOIATRICHE ED ORTODONTICHE (Cod.doc. CS131046.DOC)

Dettagli

)2*/,2&21',=,21, $33$/72 3(5 / $)),'$0(172 '(/ 6(59,=,2 ', 6200,1,675$=,21( ', /$9252 $ 7(50,1(

)2*/,2&21',=,21, $33$/72 3(5 / $)),'$0(172 '(/ 6(59,=,2 ', 6200,1,675$=,21( ', /$9252 $ 7(50,1( )2*/,2&21',=,21, $33$/72 3(5 / $)),'$0(172 '(/ 6(59,=,2 ', 6200,1,675$=,21( ', /$9252 $ 7(50,1( ART.1 OGGETTO Il presente appalto ha ad oggetto il servizio di somministrazione di lavoratori a termine,

Dettagli

R E G I O N E S I C I L I A N A COMUNE DI BUCCHERI Provincia di Siracusa

R E G I O N E S I C I L I A N A COMUNE DI BUCCHERI Provincia di Siracusa R E G I O N E S I C I L I A N A COMUNE DI BUCCHERI Provincia di Siracusa CAPITOLATO D ONERI FORNITURA MATERIALI A PIE D OPERA, TRASPORTI e NOLI OGGETTO : Cantiere di lavoro n. 1001467/SR-18 (Circolare

Dettagli

Provincia di Livorno CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI CONSULENZA E DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO

Provincia di Livorno CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI CONSULENZA E DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO Provincia di Livorno CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI CONSULENZA E DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO ART. 1 - OGGETTO DELL INCARICO 1.1. Il presente capitolato disciplina l'incarico inerente il servizio professionale

Dettagli

CAPITOLATO D ONERI DELLA GARA A PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI COMUNICAZIONE INTEGRATA

CAPITOLATO D ONERI DELLA GARA A PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI COMUNICAZIONE INTEGRATA CAPITOLATO D ONERI DELLA GARA A PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI COMUNICAZIONE INTEGRATA ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto il servizio di comunicazione e di promozione

Dettagli

Codice Fiscale 80004350643 Partita IVA 00256450644

Codice Fiscale 80004350643 Partita IVA 00256450644 COMUNE DI MUGNANO DEL CARDINALE (Provincia di Avellino) ISTITUZIONE SOCIALE AMBITO A6 Codice Fiscale 80004350643 Partita IVA 00256450644 CAPITOLATO SPECIALE PER L'APPALTO DEL SERVIZIO SOCIALE PROFESSIONALE

Dettagli