free press il sesto potere

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "free press il sesto potere"

Transcript

1 fr pr t ptr Rm I Mn I Pv I Trv I Vnz I Pcr I Np I Srn I Ct Smr I Crtn Ampzz I Argntr I Ich I Pnz I Cpr I Crc I Ltr rmn I Ltr vnt I Ctr mftn I Rccr I Cpb I Frt Mrm

2 cmunczn è pù ffcc qun vvn n u mbnt

3 r rubrch Lr n fr pr Pr zn r, ntr mn rpprnt v cc un cnt trgt t. Stnc t mzz? L cmpgn vct tmp qutn, r ffn rvgn ntntmnt tutt; Pckt rggung, n mnr mrt, fc c, cutur cnmch pù vt, cn un pcct prpnn p. Un trtg tr ffrmt, ch, p ucc Rm, bbm c tnr prncp cttà tn, prtr Pv, Vnz, Trv, Pcr, Np, Srn Mn.

4 bbm rvuznt cnctt fr pr

5 P O C K E T 6 pubbctà: mmgn rcntr Inzmnt fr pr r cnrt un trumnt pubbctr cn c. Ogg vn pprzzt pr u nngb mmt rtrn. L ntr rcct pubbctr muv u c nzn ch c trmt zn c-mrktng fr punt vnt c mr. I ttr g cì un pnrmc 360 u prtt zn fc t n crcut cttn.

6 00 cc : 4.7 : 450 rt CV /h Cn 0 km r 30 r crc x: t u tà m cr Vc zz: 13 Sm 00 Pr T. -tch tt h r, tu brc u CV t prp frtun 300 ct p tt m t,, mn gm n t urp V6 vr r ntrmb rttrzz pp c 8 rc p gru n, m (2. rc mnt cc nuv g pù rn m n trm n v r t, nc n u tc c n ct un r nuv nb tm mtr, ncrn n v qu tv RX mnt vvcn rà p u m p u v, S c c mb t n r t c t t SRX vu v, nvt c prf t nr ttr tt rr, qugmnt tr c c vg v prgt g ggr rn t C un z, nu ch gn, frm. L nché pr zn p qup m n n c g t r n r n Frut ffc rn. Sp tt A v vttu 00 cc n, t n zz mnt, z 2.8 rà. 0 t b tn : 30 gr tà nch uc p rtrm cn ut ntrt rt CV:. Ct 0 CV), c nt Cn m 26 x: n. r nm n tt fu tupc zn m tr r V6 tà n u u, c 3.0 zn n c nfrm r. Q Vc n gr c r n C r c tr tr nfrc c C crrzz nuv tm pt z: t n tp c tm nt rp Prz r p c ch ch Aut 8437 un c vrt gcm n v p 61 t n Tcn ttc r gur nr vn mnt T. SRX, prtv ut u r brn c mp n ttr y 3D c p ED E. IOS A. STIG AD RE TR TE O P SU S RUO TAN VE RO EN PROUATT Q I DIV I E tt frt BIL ZION ELLE m O m A M 45 n un ch TO SENTNDO D 49 h c cch ung AU c ch t qu, LE I, PREO MO t cun ppn rv mb nz 7 N IC b M3 u g frnt rrprn ut tc rò tazio AG p nz t n b c, f nc ICIPSUL M fn brn 500 m nut tc r g ch nv ntn V6 3,7 T In v, N r p t Ar cnt ncrm nt prt L A TTO L nu gg tc, un cu v Fr tr,. I p 7 rp pr ITA TU t t tb gu z c un b tà rcrc p nt ncmp AP qun 20 p h-tch n un ctr tt c- rch m nr m pr n OC g t vt t nt. r T g g t n B, utm c g t n ur Inf, tt nt. c r ur AU nt rut cmb r, frnt qutà utvtt n p nt Tr mc b n DA r rpr t c, u c é r c p tr 00 cc : 3.7 : 320 rt CV Cn tt tm r 0 u /h u 0 km x: 25 z: m t R tà m Prz Infn Vc m, up G n gu p t, bnn, cm m mum tà prfumn un n rut t c z tv rur b -m ur S Pr g r tm pù pr ch gr, p u ntrn tr tnz cppt 0 CV u n t.800 nt m r tt tur c 52 vr ch punt 32 M Str zn u n nc rn pttr frgnt), 1770 pr n tr è L fn u r. gn prt 0 ur uzn rp c MC r vu rzzz (mgr nt trr r mt prtt cr ntr pr.00, ch un c tt r pr un zz. I n 65 rznt, fn cr ttc tr cu Ut mp 7 tr qu ntà pr t fngh 110 kg r 4, km/h un, gt, pù tg n vt gr pr cn 300 t ntr qupg r rut trttr r ur rt rtt r m tr ch tt bn punt n n ttp p D c qu zn. z p t n Pr punt tr gà nr crr zz cn Brmb tà ttn mnt, prf fbr pr cct gn c, c mtc cng n cur rn cfn tcn rmc un v è pnu r ntrn r nt r c ut v g cmpt, cstr, p vr n crb nch c 0 Nm MC cch,, t. A r fr R 51, t: v n t kg tà rt p t m 0 CV rfrm 45 r cr n u r qu r pù p cn m mnt m z p nc ttut tr pg pt uppt ttr m t tt t mnt v un mb cmb. cfc n vtà c tmp 2011 rb n Aut, fbbr c r t t qu Spr vn. In n cnt c 0,06 '' ED :I r p A. VIT LO : IVE STA U E N VO L D IN Q E A U O, MA E CH URA. SSIC N T IA E IBIL LA NA IA, M L NG GIU RSI A ILAND A AG A O. R AFFIDA, TH D ON STA. IN n O M E, B A A L E. C r m : L LTR t urr T c EN LL A ICIA n mc r DE ARTIF ONTIN OI. p n tr, ] r E n r S I p rr h t nc nc c, pr CO LLA D TERC OLO Nttr, 716 tr b Qu t g un. c rqu nt n m tr NU EO IN MO S.712 cr r c p. Un, un rutt n tt : cqu trr AER CHIA ATI _ [ 4 n, b n r rz ttmn tà, b N ALV mp cr ur r n t A.U M NNAS tc ct r n n, è gg m ch t t, r ò nc qu, un nt rbb mcc Ch pu I ffc t p n. r. cu pz tutt, c mg tc t r cn n, ntc n km t v Un b br rtm p n gr n g r. U g Acc h grn t n fu m è trn h p c qu Intrp rt c rcch u n. p pù r mc nt, n g, r u. Anc cm. O n t rtr t tt p r bg DI A

7 P O C K E T 8 un mn n cntrtnnz Pckt è grtut. Eppur vn crct, fgt, tt, cnrvt ntr ttr cn cur ch rrv mn fc t cqutt n c. Trcurm vutmnt tp mrct ttr prpr trzn fr pr frmt tb.

8 q Annb Crrcc I mngmrtzz SCRIPTA MA DI LETIZIAMORATTI tc trc PER UN VOLTA , SMS E MMS LASCIANO IL PASSO ALLA TRADIZIONE. OGNI MESE LETIZIA MORATTI SCEGLIE DI COMUNICARE COI CITTADINI NEL MODO PIÙ CLASSICO: CON UNA LETTERA. SPEDITA DALLE PAGINE DI POCKET. Sn mt fc nugurr qut nuv rubrc: un g cn ttr Pckt pr LA PRIMA DELLA SCALA, prr Mn, nvtà ch prvngn ntr cttà ch hnn un rvnz L APPUNTAMENTO CLOU, CULTURALE ntrnzn cm p cc tutt cò ch è m n Mn. E MONDANO, DELLA STAGIONE Qut nn prm Sc, ppuntmnt cu, cutur mnn, tgn nvrn mn è ntcpt un tr prm rchm mn: prtur DA UN ALTRA PRIMA DI RICHIAMO INVERNALE MILANESE È ANTICIPATO nuv Mu Nvcnt, n cur punt cttà, n pzz Dum, ccnt MONDIALE: L APERTURA DEL NUOVO Pzz R, cntr ptv ch pt n qut mmnt un mtr ntrnzn ct Svr Dì, rtt prvctr gn. I nuv mu nc nunct Pgn tn Exp MUSEO DEL NOVECENTO. rtrutturzn Pzz Arngr, mmr trc Mn g Ann Trnt, Shngh 2010, pù vtt, cn un m 40m vttr grn, cn pr ccgr trrnr czn rt cttn XX c. Crc grn Mn cntmprn rzz pù mprtnt prgtt mu urp utm qu cn. Un Pgn cncpt cm un m u c rtt cnn. Un brtr b ct Nvcnt, fucr tutt rt urp r gg, futurm n vnt, cn cpvr cm Qurt Stt Pzz ntr P, u ccnz Vp Nn Luc Fntn ch rà vb pzz Dum ttrvr u prt prfn, rzzt cn cbrzn Trnn Mn, cè vtrt trr Arngr. I prgtt è g rchttt It Rt Fb Frnr. L mpgn fnnzr è mpnnt: tr 20 mn ur nvtmnt pr un r un ttuzn ch è un mb mn ptv crc mtr qurt u un uprfc tt 8500 mtr qurt. cntmprntà. Srà un ug cutur m nch ntrttnmnt: un pzz Mn ch rttum Gnrr mzn ttrvr ttmnnz trch gn tn m nch rnnvt cttà, pr r vut btt mn tutt cr ch vtrnn Mn It. Mn è mpr pù un cpt cutur un mb mrntà. ttrvr punt ccnz cm m, gn, cb, cutur ttrvr L Exp Mn n 2015 rà mm prn cpctà mn tn unr trzn futur, rt cnz, tcng crtvtà. Un pcurtà prn- tm cm urbntc tnb n- cnvvr Dn Sntnchè VIVERE CON: I PROBLEMI, LE GIOIE, IL MONDO CHE CI CIRCONDA. SENZA IPOCRISIE. RIFLESSIONI POLITICALLY INCORRECT SULLE NOTIZIE DI ATTUALITÀ. A chm Em Stt nn pù Em Mturtà, m ncmb ugumnt ug vnturt ch vn ffrntr ppr mpr, nch pù prprt, cm un mpr pc n cu, prbbmnt, c rà pnt trr nt. Stnn rm pr ucr qur tr 500m tunt prnn r tn. Scgr ubt tr vr, crvr unvrtà, ppur rptr nn. Qu ch rmn mmutt è mptt mtv qut m. L m g m. M qut nn un c v t prpr mntr Gmn pr vr ct tm tn ntgnt mrn, ch rpcchn un ctà n cntnu mvmnt. Nn c è m ch prt cn é tnt mzn. L h ftt rvvr ntnmnt rgt Fut Brzz cn vrtnt cmm Ntt prm g m cn un prfr nfm (ch bbm vut tutt) ntrprtt Grg Ftt, m ch fn rv cu ch h pù cur futur u rgzz. Rgzz ch crcn cmprnn ch cn qut m fnc un pc. Tutt n cnvt, tr tunt prfr, nch fmr mc rm nch grn tv gun nmnt prv n gnn, uct mtr, mgg nvc mpzz tt cmpt. Qut nn ncr fg u tmp prfn Pz Pt è tt mbtt pr vtr fugh ntz. Anch v crct è cmbt: m tmp pnv bgttn fr tr rgh vcbr, gg nvc tcng f prn. M prpr pr qut, qun fnn ngr n u m prtcmnt g tunt è cm ntrr n rprt, nnt tfnn qu trumnt ntrcnnn ch ptrbb r utzzt pr prnr punt utn pr uprr prv. Abtumnt rgzz nn prn m r cur vntt vr prpr pc, m n qut f hck tcc è mpfct r ncr pù n prché fm nt runt crvr u bgttn v pr fr, nn n mc nt cp frtruttur cgch pr rnr mgr vt n ntr cttà. E, crtm, r ì r vvr un mzn, prcpr mmrzn fctà tnt vttr n c pr vr g t pù t ntr cutur ntr t vt. I Pgn It Shngh è un tpp prcr ch c t cnucn Exp Mn 2015, pzn unvr ch rà ppr un vr cnv tutt ntr P, un pprtuntà vupp nn pr Mn pr It m pr tutt P mn. Un prgtt ch mtt pzn tutt ptrmn rr, ntgnz crtvtà Mn It n cutur, n nnvzn, n cnm, n vntrt, n cprzn. Un prgtt ch vu mttr gn P n cnzn vuppr prpr cpt umn pr vncr nm f pù mprtnt: qu cntr pvrtà fm. Mn è mpr pù un rtà ttrvrt frmnt cutur, trfrmzn ch vn un mx mnt, gn, ttr hgh tch, m, rt cntmprn. Tutt cttà prtcp grn vnt ch v n gt, qut è un grn nvtà. Pn Sttmn M ch h vt ugh pù b Mn trfrmr n ttr ft. Pn Mn Dgn Wkn, cn brtr, g tu, ngz, g tr prt nn tp un pubbc prtcp rgg. SCRIPTA MANENT n tutt r pt n ucr mtr pzz n. Un bttv ch Mn ncn cttn. In prtcr pzn, vn pr L fn g, un mn ggnt t m zt, ch nzmnt vv tt prtt p cntrr, è tt nvc cct cttn cn fvr h cntrbut rffrzr mmgn un cttà rnc, cnpv ftt ch rt nn può r mbvgt. Cttn è un pù mprtnt rtt cntmprn. Srbb ngr ch prpr n rfutm prn pr. Mn è un cttà prttt vr futur, un cttà v prmntzn, nnvzn hnn trvt un mbnt fvrv tmnt. Qut v n tutt cmp è vr prttutt n mbt rttc. L trzn vn ugumnt rpttt vrzzt. Vrr chur qut m prm ntrvnt u Pckt cn un nnunc ch cnfrm mr Mn pr bzz: prm 3 cmbr 6 gnn Pzz Mrn ptrà un mtr ct grn trzn rttc rncmnt. Dp Crvgg n 2008 Lnr n 2009, qut nn rà vt Tzn un pr mrvg cm Dnn Spcch cutt Luvr. È rutt un ptc cutur nuv, ch cmmtt u prtg mn u cpctà ntrttnr rpprt tm mcz cn pù mprtnt p mu mn. È cì ch Mn rncm mmgn ntr P, cntrbun rpr cnmc umntn ntr ttrttvtà g cch mn. A chm Em Stt nn pù Em Mturtà, m ncmb ugumnt ug vnturt ch vn ffrntr ppr mpr, nch pù prprt, cm un mpr pc. ( ntrnt) nc u Wr rn! Tr tr Mntr Itruzn, qun h ffu prm t ug crutn pr mmn g m mturtà c cn qunt rfrt un gnfctv cmpn, gà ì h r ncr pù n prccupt futur mturn prché rutt n rvt mt pnt, qu un bm: nn mm mturtà 2010 n b tm Mur rbbr crc , 6,1% tt g tunt utm nn Qun fnn ngr n u m, pr g tunt è cm ntrr rprt, nnt tfnn qu trumnt ntrcnnn. uprr. L umnt è 0,6% rptt 2009 numr mggr tunt nn mm trv n c ng ttut prfn. Fr rgzz vr ct pù tmp tu nvc crcr vtr cn rcrch, trnzz u mprpr ggt ttrnc t rbbr tt mgr. H ftt un gr u cun t tunt bb r prò ch n rgnzztm, pcmnt cn frum, cmbn tn, tm, vrn, gg brv. Acun mn p n qunt bzzrr tp qu ptt u t tuntv.t È pb pr trcc prm prv mttn prm 6.30? Dcn ì! : n qut rcht c è tutt n ngnutà ntr tngr. Tmp mrn m t mzn prché m mturtà rt mpr qu ch tutt n vt rcrn, qut nn g tunt vrnn un mturtà ch prtrà cn é un mprtnt nvtà: pr mmn m Stt rà ncr cngur mn n gn cpn tu tr ch n vt cmprtmnt (cm gà vvnut n 2009 pr mmn m cnz). Un vrtà, vut mntr Gmn pgt t rgzz u Yutub gnn, n ccn nnunc mtr: nch qut vnz trtg ff rfrm cu, pù mrntà nnt pù fvrtm, m mrtcrz. A bun rutt v crrpt mrt, prché mgr g ngnmnt pr rgzz è mp. L ttuzn ctc ntr v gnr p ntr ctà, nn v rncrrr mrntà m v r t mrn, ttu, gvn tunt v r pbtà, cpctà curzz, r p cn tmp, pr pr cnfrntr mm v cn g tr tunt urp. Cr rgzz rcrt ch n vt g m nn fncn m, m hnn bun ntnzn, rutt prm p rrv. Bun tt. SCRIPTA MANENT [ ] DI GIANNIALEMANNO PER UN VOLTA , SMS E MMS LASCIANO IL PASSO ALLA TRADIZIONE. OGNI MESE GIANNI ALEMANNO SCEGLIE DI COMUNICARE COI CITTADINI NEL MODO PIÙ CLASSICO: CON UNA LETTERA. SPEDITA DALLE PAGINE DI POCKET. L tt rmn cnfrm rcc ppuntmnt ch nn urnn turt rmn n crc un ntrttnmnt tzz un grn Cpt urp. Un tt rtct n vnt n ugh mb ptrmn rchgc cttà, ch prpr ftggr cn rgg rnnvt nrg 150 nn Untà Itn 140 nn Cpt. L gn prv tr 300 mnftzn muc, ttr, prfrmnc rttch, 11 rgn cnmtgrfch tnt vnt pr bmbn. Vrr rcrr, ntr, ch 1 ug 20 ttmbr 2010, pù mprtnt pz mu rchgc Cpt rnn nmt vnt, pttc, vt gut n mbt nztv Rm n Scn, mntr g pg ugh ntch ttrrn Urb, nu, mu ntch cqutt, rnn prt pubbc pr u m n mbt rgn Rm nct. Un vnt mprtnt ntrn qut mrtn cutur n mtr: Età Cnqut Mu Cptn, è un ccn unc pr cncr g utm c Rm rpubbcn ( pc trbun c mprtr Augut), un tà prfn cmbmnt g-ptc ch mutrn qubr tt tutt Mtrrn. Fn ttmbr vt gut, prgrmmt nch r p ccmpgnt ttur, cncrt, cnfrnz, pttc ttr nz, brtr pr bmbn, prmttrnn frquntr cn pcr mu cmun cncr 17 t rchgc fn gg chu vtb u prntzn (pr nfrmzn è cnutb t L tgn rc tv Ttr Opr Rm, Trm Crc, rt un ppuntmnt rffnt mgnfc pr tutt g ppnt. Pr jzz rgn V Cmntn C Jzz, pp utr V Dr Pmphj, pggt cncrt muc cc, ccmpgnt vt r Ttr Mrc, rck Ipprm Cpnn, rnn ugh ncntr uggtn ncrct. L I Tbrn cnfrm c tv grn cnm tn, ch nm rt mnftzn Lung Tvr Rm. Fn 5 ttmbr I vntrà tt tn ntrnzn ttm rt. Numr g rtt tn trnr ch ntrvrrnn, n ccn ntprm, rgn u grn utr, mnr u cnm g vnt gt cutur. Vrzzr cnm tn è rt prm bttv qut zn 2010 Ftv, ch rà rzzt ttrvr cn przn rtct n u zn: Nuv Cnm Itn prmuvrà pr prm nuv fm mkr (tr gvn prtgnt rt c rnn Vr M, Ib Rgn, Mch Rnn). Cntr It rà nvc zn ct g utr ffrmt cnmtgrf tn cn Gvnn Vrn, Gupp Trntr, P Vrzì, Frzn Ozptk Gbr Muccn cm pt cczn. I nr rà rpprntt Cnm Bvr mntr grn ftv ntrnzn fn n rgn Ntt Cnm Pzz Vttr, Lcrn Rm, Pr Fm Ft L v cnm. Lttur cnm, prt nr p rmnc, nmrnn Mu Rm n Trtvr mntr L nttà rtm Mtrrn rnn n prgrmm Cntr Mntmrtn v, ug, butt un tt unc n mmr P Brn, tt C p ffrr quc. Vngn rprpt nch ntt Ombr C, rng, ttur, cmm rt vcn vtg mgnfch Rm mpr, n cncmtnz cn grnt ct Ft Eurp Muc. C rnn, ntr, mnftzn t rzzt Muncp n cbrzn cn czn trrtr. Cnvrzn tnrnt pr prmuvr cncnz v trch, qurtr rn pc cncut, cn Pggt rmn ( 16 gugn 29 ug), D ntt pr vc Rm ntc ( 17 gugn 11 ttmbr) Stt C ( nz gugn 3 t- RIPTA MANENT tmbr) pr un tur tr D rtrn Cmphn f Jthr Tu, tr nm r Amr). I Gy mntr Rm Vntg v Pr ttr un rcc pz ntrn M tr un m un m pr Grn utr ch vr Dnc, Antn cmpr nct. rgn tr Stt Un zn n cr n tu trnz pubb qu rc

9 P O C K E T 10 un mn ggr Un n tr ch rftt un t vt: g rgmnt n ct ntrprtt u mur pr ntr ttr. L qutà mmgn nrtà prgtt grfc cnntn un prftt ntgrzn tr g rtc pgn pubbctr.

10 L crv pur è f cnuttr qut cqu cn prnt Cng. Un prnt pù nrgc c ch m. Srà pr pzz ch è pr pr tr (pr mp Cn Uc); rà pr ppzn, ch p vr prtrt mntgn P cntnu ccrtccr ngur m tpn tr bnch Cmr Snt: tpn cttc qu c-ct; tpn ntr ntgnt qu mrt vtrnt Lr crrn rncrrn, tn u ptrn Vp Mntn, ncn mgg pzzn, fnn ggr n cmmn pr fr buttr fur prtt. Cì fcn hnn pr vt frmgg ch qu chm mggrnz mg gvrn. L un tr n nuv Brucn ch è ccmt, ct frchtt, n cucn Pzz Chg. Un cucn rcc ngrnt, m nch prbm: è vr n qu tmp vrrnn rt. A mmnt ptt pù rcc mnu chm pmch : At, Gutz, Scurzz, R, Ambnt L crv pur, ch gn vvr 120 nn può vntr rtà Ch pr Cn prt Pp Lbrtà n pnct ch mt tr cr ch nn c hnn vtt r crn n n ch ntr, tmp rvt, h rvtt frttt u cu, unvrtà, futur gvn Nn v brrt m tnt prt. L crv, crv pur. N crvm, crt. Rgtrm fr, pr m, prttutt, gt gur. Mvnz un um ch u trz gtur ppr pù tnc mn ncn cmprm. È cm v grr: M vt cnfrmt vtr fuc. M vt vut nuv qu pù frt prm, r n vrt b. Dp prm bttut, un rpt c è ubt chr: è fnt r mzn, m rcuctur n xtrm cn Cn, cn Fn, cn B. C è un P gvrnr, un cr cnmc frntggr. C è Eurp ch c gur, c n g U, cn un nuv prnt cn cu gr. E c n, Sv Brucn, Pzz Chg. L crv, crv pur. LA CRISI ECONOMICO-FINANZIARIA INVESTE IL MONDO E L ITALIA. CATASTROFE, TRAGEDIA, DISASTRO: TRA MILLE CASSANDRE E MILIONI DI PESSIMISTI C È QUALCUNO CHE NON RINUNCIA ALLA SPERANZA. LA PRUDENZA DEL POLITICO LASCIA POSTO ALL OTTIMISMO DELL UOMO: LE DOMANDE LE FACCIAMO A BERLUSCONI, LE RISPOSTE LE DÀ SILVIO crv pur DI DANIELEQUINZI _ [ crttr, pr ] FOTO DI LIVIOANTICOLI L GNO LA BBRICA IL PD VUOLE ACCANTONARE LE UTOPIE SI COI PROBLEMI CONCRETI. A PARTIRE NZE. E, SOPRATTUTTO, DAL LAVORO. SILLO _ [ crttr, pr ] ptc nn è un fm. Du nn f P vv n tt u mgn prpr ttr un futur r P. Nn ch u crt bgt: u mzn uggtn Brucn h ctrut u cn C Bnc. I prbm è un tr: prché cgr cp qun? S Cvr, cm ffrmn u trttr, è r g mbntr, r n quvv un uc. Cì è nt. I cntrtr prn P, c ntr fur Prmnt. Prtcmnt un ncub. gn, m rtà. È un tp prgmtc: cnm prfrc fbbrc. vrà ntum f, nn rpprntrà nuv ch vnz. Nn ò pr P ptrbb r grtr gut mmnt gut. Prgmtc, cc, pù Burgnch ch Rvr. I prtt qu rvnt, utrrc nz. A prcm, c è ctrur un trntv un pt n tmp, p vrà. Bt ch prtt nn nz, cm pvnt t nt crp nzché prr prbm P. Atrmnt qu tr nn E cì I Rfrmt è pt tt trntu pgn: quttr vt pù grn, mc cv. È cm Crrr vt 224 pgn, Prt Prt n n n fn b, Rm-Juv ur r. Inmm, un rvuzn. Antn Pt è ftt un b rg: gg u nuv Rfrmt c è un cc rb crvr trttnt ggr. C è pur rcp, qu ntv un grn mncnz. M Pt è ccct n un b gu: prché v cnfrntr c mrct. Vnr, ch fn r cntv fn un crt punt, vnt un mprtv ctgrc. I Rfrmt vcch r cm un prgrmm tvv ncch, qu ch u L7 fnn un pr cnt hr tutt grn mrc. C Rfrmt nuv è cm f rrvt un trc rt: u It 1. Pu fr un trmn b qunt t pr, m Aut t bcc chu bttg. Oppur trn L7. Pt è nptn, m nn è crmntc. Fm n u, cmunqu, un grtttn c rmm. Su crt u vrbb r un qutn ntr, m qu ch tnn ntr cn ch è tr. D cntr qu ch tnn tr cn ch è ntr. Qu P nn cn nnt prché nn nn nmmn r tnn tr ntr. Pt c ch vu fr un b grn; punt. D tr prt rfrmm nn n ccch ptch: è ch mpugn. E ch mtt n pgn. LEGGI ANTONIO, LEGGI ANTONIO, LEGGI ANTONIO DI GERMANOMOROSILLO [ crttr, pr ] DEL PASSATO È RIMASTO IL NOME E L ANIMA. OGGI IL RIFORMISTA HA CAMBIATO PELLE E OBIETTIVI: DA FOGLIO DI OPINIONE A QUOTIDIANO VERO. FATTO IL GIORNALE, BISOGNA TROVARE I LETTORI. Ch bgn c r un grn nuv? «È n qut rzn ch v nfrmzn, pn «L ttt c r gà nn. I Rfrmt vv gà ucc crt bg. E trnn Rfrmt, ftt crt bttg, un m pnr pc ffu, u bnr. Ogg qu nm, qu prt, qu- cc Mgtrtur ch è vt Rh, è nt cmpgn ch bbm ftt u cncr fr pr bttg, pn rggungr cn mzz mggr un gnzn ttr. E p prm rtc m pubbc pù vt». tt nnt m ch hnn umnt utrrmnt I ttr tn n qu ch n, pch. vcn». A ch ptrt trppr? I rch pubbcr un ntz frnt un «Etn ttr pù mn tnch qutn ch nn-grnt (m può ccr cn g t cqutn btumnt: pn trvr fz, n, prv, prvb. Etn ttr btut un «I rch c è, m vt nn c è tr m. Snz grnt ) è ch nn vrfct. grn c ch hnn bgn nch un qutn nzn pr r nfrmt u ptc, cnm, vnut uc?». gnzn ttr, cn Rh rbb m tr. M Snt Gr è ntrr ttr Intrnt. N prntr nuv Rfrmt h tt ch t E ntrzn tr I Rfrmt crtc qu nn, rvg g "nczzt". Prò ntr, mp n grfc n cntnut, è trttm. L chv vt è rzzr un grn ch v ncntr è un qutn mrt fgvrntv, un qu ch ggn Mcrmg, cn ch tu ttr, cnvgn n prm prn». cp Grn Brucn. Cm rpn? I ctzn jurnm. Ch Rfrmt nn è un qutn m- P pn ch nch rpprt ch cr cn rgt mprtnt ch ru ch v ntrprtr m prmtt cprr c u m t m pbtà, cm n qut c, vvcnrm un mn un pc ch nn m rbb trmnt pb cncr». Pr Mrtn ttrc è pù mprtnt tnt cpn? «Entrmb c n nz, prchè un nz tr nn prtrbb rutt n tmp». S pt cgr un rgt pr un fm fr mn, ch t rvgrt prché? «Fr g tn qu cn cu nn h ncr vrt cn cu m pcrbb cbrr n Grrn, Srrntn, Cr. M pccn mt nch rgt trnr, n prtcr Frnç Ozn frt Drnn». H gà vut pcc prt n pruzn hywn: ffrmrt nch tr è un bttv prgur cn tnc un vntutà qu nn trpp p? «Pr prgur rmnt un crrr tr rbb prbbmnt c trfrr, c ch pr mmnt nn m nt ncr fr nch prché m prtrbb ntnrm un mn ch pr mmnt m à prcch fzn m prmtt mprr mt c. Ovvmnt n qut mtr c cmbn mt n frtt, nn cu ch n futur p ccr». In ttr h prtcpt u tmnt: nn t mnc mzn pccnc, ch è crt pù mmt, fr pù ntn, qu t? «In qut c vrbb rpnr ch mzn pubbc è nttub, c ch crtmnt è vr, m m prm mr rt cnm». T pntt vr rfutt cnurr L? n qu mmnt vv prrtà grmm ch qun p CLAUDIA GALANTI. LEI, RICUCCI E PROUST I trtt prncp tu crttr. «L prvrnz». L qutà ch prfrc n un nn. «L c n tutt n fc mnt». L qutà ch r n un um. «L curzz». Qu ch pprzz pù n tu mc. «L ncrtà r ftà». I tu prncp ftt. «Sn un pchttn mpuv». L tu ccupzn prfrt. «L cucn». I tu gn fctà. «Rggungr». Qu rbb, pr t, pù grn grz. «Avr pur nn vr pù pur». Qu ch vrrt r. «M t, mpr». I p v vrrt vvr. «St mt bn n It, m m tntm nch Frnc». I tu r n fnzn ttrr cnmtgrfc. «Ar Shkpr». I grn pù b tu vt. «Fr v ncr rrvr...?». L pr ch vrrt nn vr tt. «In qu ngu?». L prn ch m pù. «M mmm». Qu ch tt pù tutt. «Nn tt nun, m v cgr un qutà ngtv ch nn m pc gnt, rbb 'pcr». Fcmnt n rftt nnt. cmbr qu m crttr rfr crv IL SUO LATO A SOGNARE MILIONI DI SCEGLIAMO UN ALTRA P PRESENTARVI NINA SENICA N DI GERMANOMOR FOTO DI ROBERTOROCCO [ crttr, pr ] Nufrgr u un rt, nz tfnn tvn, nz vtt mtr, nz cb pn, è crt un prpttv trrfcnt. In rtà può r un b btt t b. Pr Nn Sncr, cu fnchn è rm urt rng pr rt, è tt vt. Nn ch prm u crrr nn f ct: fr m tvn un b p fzn r gà tt. I tutt nfrmmzzt un ttrt n Ecnm mpgn prtv ch vv r un t qutzn. L I Fm, prò, h trfrmt pcc v grn cbrtà. Srà tt przm ch nn cv nffrnt nnch ; rà tt u crttr frt, chrm un nm frg, gnt prnz tr gurr bcnch; rà tt u prr chtt, ch h m n urt cn tr nufrgh cn bun prt tptttr: ftt t ch gg Nn è un prngg pù ppr pcc chrm, cn crnt mpr pù ftt mpgn, tr rt, prntzn, ntrvt. L mn ch pngn grnt n, pr frz c, mpr t. L, prò, rpnr nn tnc m. «A fn quc nuv può ucr n gn c. I vr prbm rbb nun m crc pù pr ntrvtrm». I bnc prm ttmn Vn? «Cnrt ch nm n n n cntmprn cn mn cc, 20% hr è un ttm rutt. Qun nn vrm pù qu cncrrnz, c nrnn ncr mg». Ogg cnuttrc: tr 50 nn frt cncrrnt Vn? «M r m. Spr rrvr qu tà cn t nrg ch mtrn qut rgzz gn puntt. Srbb pù crrtt r gnr, m v tmnt ctnt, ch m rc ffc cnrr ttntnn». CCI E PROUST

11 P O C K E T 12 trgt fnt Pckt è un mzz cpc rntr g cqut. V cpr nz prn nn umn ch mn pcr vt pn cncr. I ntr ttr rpprntn trgt pù mbt zn r, ch ttmzzn cì ct-cnttt rggungn n mnr mrt r utnt fn.

12 11 ( 12 cg^ $ 8V c [ X fhw gyx]z V c j[c ]V [ Y Y^VG^X gzhz V V ^Whc '$ 9 czvb jgkv^!g ^k^c\! bvzv ^X V g ^VcX] Zg^ X]Zg^X Z# ^ ^[ ^hj Zg[Z VZ\gZ bvc^\ Z Y ^ ÉVW ^h^ ZYZ V gz Z ^b Zc^X] g #^ VhZ #XVcg^ ' &+ ED 8 :I Hnn ch ; 9. r ; hn ry F ptr Vnt Luxu ttg hn cg u tr B g rcc t g tr n p cn nt n cr hn mg rgnt pn tur rcc A. Sn cn fn g ; 10. n fg ; 13 ptt cc utt r k b c p Gu Pn m tn nt br n u fr c rg Sn brn 11. È nv. r c n 8. ; ; m È n tt Mrch p Pnk nuttg 14. MìPr n; nt D ptr c t Vutt cr n rg ptr r Dn rt r Lu n t c tt n bt rcp ttt zt tt nr cc pch mpr brcc pr tr f r punt p c p n rn tr cub pnz n p M 12. cn pccrcmt c È ctn 15. ; Pr 15 10! Sty '& A NZ SE RE E VIV 6 4 A D RA CU I FA EN DIG BIO RO NA ) # \^V g n#^ W^c [[Vc 7jb #^! ^V \\W g\ ^J_ cx# XX^V gw^v $^c [[Vcn#^ /$7 Z^c W 9 #^ 9$^c _\\ ^# V n#^ ^J ^VZ Zhb hj_\\w #^[[Vc Z XX Zc gb Z '&$7 hv!vg\ cx]v V# ZcY (,# X g\ \^ g g $^cv ^[[Vcn&- n#^ g XX^VZ 9 hzzi #^[[Vc ''$7 \\W ^J_ bzg XX^V ^c^h '($7 XZ '' / '( 7 ') * ( '* '+ 5 ',! y St 3 2 rna nt. m 1 m m m ; rt. ch t n bn ù ux trp ptr rt G ptr p ggtt bj pt f rcc c ; 7. H b g ut cc cm ptr ncnc t fc r m c tgn tc b rrgr rt R c È tt pr. g prn v n 2 ; n tr n h n r L Autr C n frm tt ftt ptr S cc bt r p rn; 4. br n u rp m r u u u r, c ptr cu B un p n H m un cn b rr cn f t cnturlrr; 6. tr t t n S f mprz n r b mprt n ncrc r n nfrt H un fb cn cntu n S Bugr; t n trch n pn. S 5 + r C rz p r pt I u g\zc ^cv ^hh#^ f[h ZFW ##W ^cg ^c Z Z ^VbVcZ fgk[ ZY^# b \^V #Xb g VX #X YZ cjcy 8[bb[ ; ^Zhb ZZ Vb^Vc^ Z^cg #W^hh#^ ^Vc^ Z ^V X ^cz jw^c #YVb gchc #Y VXXV # XX g^!g Z ')$7 H]V \gz^# ck^^ bvcz X cv[[^ ^V VYV X X YZV jcy bv VbVc^ gc! ^V^ bvc^ ^g XX _[ W Y^ ^V W` ZC ghvz ^ZkY '*$7 VcXZY ^c W^ Z c^^cg ^cvxx^v VX YZ 9Vb^V czl_f ^VZ Z^ XX X '+$7 ZV ZY XX^V ',$7 '/ ' t grt S c XX W^Vc VZ gh ^! g #Xb j_^c g^ cx hf[ #Wj\V X ZI[ Y! ^c ]^# g\^v V Z bzg ^VcX #Xb _W^c VX YZ ghvzw Z;b_ #Wj\Vg^ jch ZZ ^VZ c Z^h Z^c Vc^ X XX!Vb '$7 ^Y^Vb ZVX bvc^# g\^v g^#xb ^ Y Y ^c \V cx Y^V Vk XX^VZ Y^ _[bb[h_w #Wj cxx gz Vk ^Z ($7 VY^Z bjw =_ Vc^# gw^v Xc 7 ^V ^Vb h_w^c b \ hbzg XX^VZ Y g Y^ g^#x _[bb[ )$7 ^ZVk bjw =_ #Wj\V bb[]hw^c V 7 ^cz7 #Xb \c XX^VZ Z g^ Vc^# *$7 ^Y^Vb ZVX #Wj\V Y Y Vk XX^VZ VZ# \^ c +$7 ZgZ X \^V X VZ jcv gz# gh W/ cx! _Wj ZghZb W^V g Z7ffW Vhh^X ^VcX X ^^c gw XX^V Z^c Z!jc ^c,$7 Vc^#8 YÉVbg W_W Z <Wj ^# b Z #X Y^Vb ^c X^c ^V Z^c bvc Y^X] #gwzg VX jzy^v c X YZ cx E^ZgZ ^ [^g^w XX^V^ W^V ^# Zc!V[ ^hz ^c#xb \^VZ [[^g^czg VZhX c -$7 V X g g VbZ Xc #gwzg \^Y^^c gcz ^g^[zhh^ chj bk g^ V Zc^! 9Wfh_F XX^V^ jgzhh!w YZ^X V^ hvb Z.$7 Vc^X ZZY ^VXX Z^c Zc X #Xb Y^Vb g^vh chv^ VVV X^c k^ X ^X Z Zg V YV cc hc YV #gw ^cxv ch c# X 8^ V WZg Y^G Z_jW _[ ky[ ($ B VYVE gy Vb^\^V [ jcv Zch^ h Vh \\^# V hv É^b Vb Z YZ c Z hh c É^X Xc ^c XV ^ (& Z ^c Z ghv# VX YZ ^cg Vg^Zg#^ " ^VZ [ XX jh[bwy #X IYWhWX Y^ '-$7 ; Vk g#^ ^k b XXc #XVg^Z ghv Vc ^VZ g W^ XX ^Zg#^ # ^# g ^c '.$7!^c Y^VbVc ZB[ #XVg VcZ g#^ ^c Z# ^ZVXX #XVg^Z ^XX Z VbZ^h Z Vc X Y V b b Z ^V Z ZY cv^ g^xcy XX^V g^!\ '/$7 cv[[^ h j!( X J Z ^V XX (&$7 -., '. '- VZ Vb YZ k ch cj $ >hz Vc^ <j^ _] j^y c [ Z[ V^ \ V<gY ^Z j} b_ W [jc^c bvy jc\vw \ Z kp_ +$ < ^XXVV YV[^g VkV jcy^h V h ^G h^k hh^kvy ZcZZhV jcv V`ZgY ] c hxj gz H^c kzyz gvzh YZgcX Zb c j jv[ b c X > Z Zc b Vh VZV Z gzbvb VZg^ c^cz#x b h ZYZ YZV #gyv Y^ h^ ^Vc# YZ

13 P O C K E T 14 trbuzn mrt L r urbn ugh trbuzn Pckt n trtgcmnt znt n b tpg utnt ch frqunt. I mgr ung-br, rtrnt, cncpt-tr, ttr, gr rt, cub, ftn cntr. N crcut ummr tm wntr tm rvt gu u ttr n Ct Smr, Pnz, Crc, Argntr, Ich, Cpr, Ltr Rmn, Ltr Vnt, Ctr Amftn, Cnt, Rccr, Crtn Ampzz, Frt Mrm.

14 L OLIMPO IN FESTA LA BELLA STAGIONE PIZZI MASI THE BEAST

15 t Grupp Pckt.r..

16 zn Abruzz zn Cmpn zn Lz zn Vnt zn Lmbr Prctà: Trtur: Frmt: Fzn: Dtrbuzn: mn cp 210x275 mm pgn, cprtn ptfct 250 gr; pg. ntrn 80 gr. 250 punt znt n cttà Pcr, Cht n rpttv prvnc. Prctà: Trtur: Frmt: Fzn: Dtrbuzn: mn cp 210x275 mm pgn, cprtn ptfct 250 gr; pg. ntrn 80 gr. 500 punt znt n cttà Np, Srn n rpttv prvnc. Prctà: Trtur: Frmt: Fzn: Dtrbuzn: mn cp 210x275 mm pgn, cprtn ptfct 250 gr; pg. ntrn 80 gr punt znt n qurtr pù prtg Rm. Prctà: Trtur: Frmt: Fzn: Dtrbuzn: mn cp 210x275 mm pgn, cprtn ptfct 250 gr; pg. ntrn 80 gr. 750 punt znt n cttà Pv, Trv, Vnz n rpttv prvnc. Prctà: Trtur: Frmt: Fzn: Dtrbuzn: mn cp 210x275 mm pgn, cprtn ptfct 250 gr; pg. ntrn 80 gr. 700 punt znt n cttà Mn. In Abruzz t GEV.r.. Cncn Grupp Pckt.r.. In Cmpn t ctn.r.. Cncn Grupp Pckt.r.. N Lz t Grupp Pckt.r.. In Vnt t 10&vnt.r.. Cncn Grupp Pckt.r.. In Lmbr t Grupp Pckt.r..

17

18

19 G R U P P O P O C K E T M A G A Z I N E S www. grupppckt. cm - grupppckt. cm LAZIO: V A. Brtn, Rm - T Fx LOMBARDIA: PRS PUBB.: V B. Qurnt, Mn - T Fx VENETO: V Lbn 28/ Pv - T ABRUZZO: V Mchng, Pcr - T./Fx CAMPANIA: V Antnn, Pzzu/Np - T

PROGETTO PON SICUREZZA 2007-2013 Gli investimenti delle mafie

PROGETTO PON SICUREZZA 2007-2013 Gli investimenti delle mafie PROGETTO PON SICUREZZA 27-213 Gli investimenti delle mafie SINTESI Progetto I beni sequestrati e confiscati alle organizzazioni criminali nelle regioni dell Obiettivo Convergenza: dalle strategie di investimento

Dettagli

Anno 2013 Tipologia Istituzione U - UNITA' SANITARIE LOCALI. Istituzione 9565 - ASL VENEZIA - MESTRE 12 Contratto SSNA - SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE

Anno 2013 Tipologia Istituzione U - UNITA' SANITARIE LOCALI. Istituzione 9565 - ASL VENEZIA - MESTRE 12 Contratto SSNA - SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE nno 213 Tipologia Istituzione U - UNIT' SNIT LCLI Istituzione 9565 - SL VNZI - MSTR 12 Contratto SSN - SRVIZI SNIT NZINL Fase/Stato Rilevazione: pprovazione/ttiva Data Creazione Stampa: 19/6/215 14:15:25

Dettagli

RELAZIONE TECNICA PROTEZIONE CONTRO I FULMINI. di struttura adibita a Ufficio. relativa alla

RELAZIONE TECNICA PROTEZIONE CONTRO I FULMINI. di struttura adibita a Ufficio. relativa alla II I RELAZIONE TECNICA t relativa alla PROTEZIONE CONTRO I FULMINI di struttura adibita a Ufficio. sita nel comune di AF.EZZO (AR) PROPRIET A' AP{EZZO MULTISERVIZI SRL Valutazione del rischio dovuto al

Dettagli

ATTREZZATURE A TEMPERATURA POSITIVA

ATTREZZATURE A TEMPERATURA POSITIVA ANUGA COLONIA 05-09 OTTOBRE 2013 Ragione Sociale Inviare a : all'attenzione di : Padiglione Koelnmesse Srl Giulia Falchetti/Alessandra Cola Viale Sarca 336 F tel. 02/86961336 Stand 20126 Milano fax 02/89095134

Dettagli

George Frideric Handel. Reduction. From the Deutsche Händelgesellschaft Edition Edited by Frideric Chrysander

George Frideric Handel. Reduction. From the Deutsche Händelgesellschaft Edition Edited by Frideric Chrysander Gorg Fdc Hndl GIULIO CESARE 1724 Rduction From th Dutsch Händlgsllschft Etion Etd by Fdc Chrysndr Copyght 2001-2008 Nis Scux. Licnsd undr th Ctiv Commons Attbution 3.0 Licns 2 3 INDICE 0-1 OUVERTURE 5

Dettagli

Serie RTC. Prospetto del catalogo

Serie RTC. Prospetto del catalogo Serie RTC Prospetto del catalogo Bosch Rexroth AG Pneumatics Serie RTC Cilindro senza stelo, Serie RTC-BV Ø 16-80 mm; a doppio effetto; con pistone magnetico; guida integrata; Basic Version; Ammortizzamento:

Dettagli

REQUISITI DI SICUREZZA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI R. Paciucci E. Ragno Servizio sicurezza e protezione - CNR

REQUISITI DI SICUREZZA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI R. Paciucci E. Ragno Servizio sicurezza e protezione - CNR REQUISITI DI SICUREZZA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI R. P E. R Svz szz pz - CNR L f sh s s mp pph ; p è pps pm pssbà p sss è ss vs, s s mp mq sz, ; s (, svh.) pss ss s z. I sh ss s spsv è sfvm fz m pph s p:

Dettagli

ilzzeíír : giugno Numero ISS Sabato, Le pagine destinate per Ic inserzioni, agli effetti del

ilzzeíír : giugno Numero ISS Sabato, Le pagine destinate per Ic inserzioni, agli effetti del Arrtrt: Mnstr Avvs SO ZZÍÍR ÍtÍRÍ8 DEL RE Gl\TO E ITALIA Ann 93 Bm Sbt : gugn Numr ISS Atbnrnnt Ann Sm Trm dmc d n In Rut sn prss l'ammnstrzn ch L tutt Rgn 65 86 30 All'str (Ps dll' Unn pstl) 50» 0 Un

Dettagli

GRADUATORIA DEL CORSO NR. 060548 DI II LIVELLO "OPERATORE DEL DISAGIO PSICHICO ADOLESCENZIALE E GIOVANILE"

GRADUATORIA DEL CORSO NR. 060548 DI II LIVELLO OPERATORE DEL DISAGIO PSICHICO ADOLESCENZIALE E GIOVANILE , Z, Z ZZ H. 060548 " H Z " ' 1 19.07.81 18/07/2006 110 2 30.06.81.. 08/07/2006 110 3 Z 25.05.81 08/07/2006 110 4 23.08.69 07/03/2006 110 5 H 15.12.80 06/03/2006 110 6 31.07.81. '..H. 01/02/2006 110 7

Dettagli

Unità Didattica N 28 Punti notevoli di un triangolo

Unità Didattica N 28 Punti notevoli di un triangolo 68 Unità Didattica N 8 Punti notevoli di un triangolo Unità Didattica N 8 Punti notevoli di un triangolo 0) ircocentro 0) Incentro 03) Baricentro 04) Ortocentro Pagina 68 di 73 Unità Didattica N 8 Punti

Dettagli

VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20

VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20 MOD.COM/VIT COMUNE di VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20 1 SEMESTRE (scrivere a macchina o in stampatello) 2 SEMESTRE 01 Denominazione del Villaggio Turistico

Dettagli

Rexroth Pneumatics. Cilindro senz asta Cilindri senza stelo. Pressione di esercizio min/max Temperatura ambiente min./max.

Rexroth Pneumatics. Cilindro senz asta Cilindri senza stelo. Pressione di esercizio min/max Temperatura ambiente min./max. Rexroth Pneumatics 1 Pressione di esercizio min/max 2 bar / 8 bar Temperatura ambiente min./max. -10 C / +60 C Fluido Aria compressa Dimensione max. particella 5 µm contenuto di olio dell aria compressa

Dettagli

Una voce poco fa / Barbiere di Siviglia

Una voce poco fa / Barbiere di Siviglia Una voce oco a / Barbiere di Siviglia Andante 4 3 RÔ tr tr tr 4 3 RÔ & K r # Gioachino Rossini # n 6 # R R n # n R R R R # n 8 # R R n # R R n R R & & 12 r r r # # # R Una voce oco a qui nel cor mi ri

Dettagli

INDICE TRATTAMENTO SUPERFICI

INDICE TRATTAMENTO SUPERFICI INDICE TRATTAMENTO SUPERFICI CODICE ARTICOLO DESCRIZIONE U.M. 5752050 SPAZZOLE-PAG.8 ASTA PER SCOVOLI IN PPL MM.1400 SIT PEZZO 5752050 SPAZZOLE-PAG.8 ATTACCO FLESSIBILE IN ACCIAIO PER SCOVOLI M.12 SIT

Dettagli

LINGUAGGI'CREATIVITA 'ESPRESSIONE' '

LINGUAGGI'CREATIVITA 'ESPRESSIONE' ' LINGUAGGICREATIVITA ESPRESSIONE 3 4ANNI 5ANNI Mniplrmtrilidivritipin finlizzt. Fmilirizzrindivrtntcnil cmputr Ricnsclmntidl mnd/rtificilcglindn diffrnzprfrmmtrili Distingugliggttinturlidqulli rtificili.

Dettagli

Esercizi di Algebra Lineare. Claretta Carrara

Esercizi di Algebra Lineare. Claretta Carrara Esercizi di Algebra Lineare Claretta Carrara Indice Capitolo 1. Operazioni tra matrici e n-uple 1 1. Soluzioni 3 Capitolo. Rette e piani 15 1. Suggerimenti 19. Soluzioni 1 Capitolo 3. Gruppi, spazi e

Dettagli

l = 0, 1, 2, 3,,, n-1n m = 0, ±1,

l = 0, 1, 2, 3,,, n-1n m = 0, ±1, NUMERI QUANTICI Le autofuzioi soo caratterizzate da tre parametri chiamati NUMERI QUANTICI e soo completamete defiite dai loro valori: : umero quatico pricipale l : umero quatico secodario m : umero quatico

Dettagli

JOHANN SEBASTIAN BACH Invenzioni a due voci

JOHANN SEBASTIAN BACH Invenzioni a due voci JOH EBTI BCH Invnzon a u voc BWV 772 7 cura Lug Catal trascrzon ttuata con UP htt//ckngmuscarchvorg/ c 200 Lug Catal (lucatal@ntrrt) Ths ag s ntntonally lt ut urchtg nltung Wormt nn Lbhabrn s Clavrs, bsonrs

Dettagli

Sviluppi di Taylor Esercizi risolti

Sviluppi di Taylor Esercizi risolti Esercizio 1 Sviluppi di Taylor Esercizi risolti Utilizzando gli sviluppi fondamentali, calcolare gli sviluppi di McLaurin con resto di Peano delle funzioni seguenti fino all ordine n indicato: 1. fx ln1

Dettagli

CIRCOLARE n.148. Al Personale Docente. Sede

CIRCOLARE n.148. Al Personale Docente. Sede 1 I.C. Slvo Pllco Portoplo Cpo Pssro 1 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE S. PELLICO V Crnnà 4 c..p. 96018 - PACHINO (SR) Tl. 0931/801226-0931597094 ml :src853002q@struzon.t www.pllcopchno.t Coc Fscl 83001430897.

Dettagli

SPETTRO DI RISPOSTA ELASTICO SPETTRO DI PROGETTO

SPETTRO DI RISPOSTA ELASTICO SPETTRO DI PROGETTO SPETTRO DI RISPOSTA ELASTICO SPETTRO DI PROGETTO 1 (Ridis. con modifiche da M. De Stefano, 2009) 2 3 Concetto di duttilità 4 5 6 7 E necessario avere i valori di q dallo strutturista ( ma anche qo). Per

Dettagli

Lezioni del corso AL430 - Anelli Commutativi e Ideali

Lezioni del corso AL430 - Anelli Commutativi e Ideali Lezioni del corso AL430 - Anelli Commutativi e Ideali a.a. 2011-2012 Introduzione alla Teoria delle Valutazioni Stefania Gabelli Testi di Riferimento M. F. Atiyah and I. G. Macdonald, Introduction to Commutative

Dettagli

*d i riprod urre, d istrib uire, com unicare alpub b l. *d i cre are ope re d e rivate. e se gue nti cond izioni:

*d i riprod urre, d istrib uire, com unicare alpub b l. *d i cre are ope re d e rivate. e se gue nti cond izioni: Tu s b ro: *d rprod urr, d strb ur, com uncr pub b co, sporr n pub b co, rppr s ntr, s gur o r ctr 'op r *d cr r op r d rvt A s gu nt cond zon: *Attrb uzon. D v rconosc r contrb uto d 'utor orgnro. *Non

Dettagli

Studio di funzione. Pertanto nello studio di tali funzioni si esamino:

Studio di funzione. Pertanto nello studio di tali funzioni si esamino: Prof. Emnul ANDRISANI Studio di funzion Funzioni rzionli intr n n o... n n Crttristich: sono funzioni continu drivbili in tutto il cmpo rl D R quindi non sistono sintoti vrticli D R quindi non sistono

Dettagli

V _ TAS. C o n fo rm e a l i a N o rm a U N I E N I SO 1 4 0 0 1 : 2 0 04

V _ TAS. C o n fo rm e a l i a N o rm a U N I E N I SO 1 4 0 0 1 : 2 0 04 V _ TAS G e s t i o n e e co n t ro l l o d e l l a p ro g e tta z i o n e C o n f o rm e a l i a N o rm a U N I E N I S O 9 0 0 t ; 2 0 0 8 C o n fo rm e a l i a N o rm a U N I E N I SO 1 4 0 0 1 : 2

Dettagli

DE e DTE: PROVA SCRITTA DEL 26 Gennaio 2015

DE e DTE: PROVA SCRITTA DEL 26 Gennaio 2015 DE e DTE: PROVA SCRITTA DEL 26 Gennaio 2015 ESERCIZIO 1 (DE,DTE) Un transistore bipolare n + pn con N Abase = N Dcollettore = 10 16 cm 3, µ n = 0.09 m 2 /Vs, µ p = 0.035 m 2 /Vs, τ n = τ p = 10 6 s, S=1

Dettagli

3. SPAZI VETTORIALI CON PRODOTTO SCALARE

3. SPAZI VETTORIALI CON PRODOTTO SCALARE 3 SPAZI VETTORIALI CON PRODOTTO SCALARE 31 Prodotti scalari Definizione 311 Sia V SV(R) Un prodotto scalare su V è un applicazione, : V V R (v 1,v 2 ) v 1,v 2 tale che: i) v,v = v,v per ogni v,v V ; ii)

Dettagli

TUBI PER UTILIZZI IN PRESSIONE - CORRELAZIONE TRA LE NORME

TUBI PER UTILIZZI IN PRESSIONE - CORRELAZIONE TRA LE NORME TUBI PER UTILIZZI IN PRESSIONE - CORRELAZIONE TRA LE NORME 10216 Parte 1 - TR2 Non 3059-1:87 Acciaio al Carbonio 3601:87 Acciaio al Carbonio 1629:84 1630 49-111:78 (p Usi Generali Temperatura Ambiente

Dettagli

LA FUNZIONE ESPONENZIALE E IL LOGARITMO

LA FUNZIONE ESPONENZIALE E IL LOGARITMO LA FUNZIONE ESPONENZIALE E IL LOGARITMO APPUNTI PER IL CORSO DI ANALISI MATEMATICA I G. MAUCERI Indice 1. Introduzione 1 2. La funzione esponenziale 2 3. Il numero e di Nepero 9 4. L irrazionalità di e

Dettagli

Funzioni di più variabili. Ottimizzazione libera e vincolata

Funzioni di più variabili. Ottimizzazione libera e vincolata libera e vincolata Generalità. Limiti e continuità per funzioni di 2 o Piano tangente. Derivate successive Formula di Taylor libera vincolata Lo ordinario è in corrispondenza biunivoca con i vettori di

Dettagli

---- CIAO ---- 1967 CN - CE - CV 1001 12692 1968 CN - CE - CV 12693 145013 1969 CN - CE - CV 145014 226098 1970 CN - CE - CV 226099 236283

---- CIAO ---- 1967 CN - CE - CV 1001 12692 1968 CN - CE - CV 12693 145013 1969 CN - CE - CV 145014 226098 1970 CN - CE - CV 226099 236283 ---- CIAO ---- 1967 CN - CE - CV 1001 12692 1968 CN - CE - CV 12693 145013 1969 CN - CE - CV 145014 226098 1970 CN - CE - CV 226099 236283 CIAO SPECIAL 1969 C7E - C7V 800001 841911 1970 C7E - C7V 841912

Dettagli

Note integrative ed Esercizi consigliati

Note integrative ed Esercizi consigliati - a.a. 2006-07 Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Civile (CIS) Note integrative ed consigliati Laura Poggiolini e Gianna Stefani Indice 0 1 Convergenza uniforme 1 2 Convergenza totale 5 1 Numeri

Dettagli

6. Calcolare le derivate parziali prime e seconde, verificando la validità del teorema di Schwarz:

6. Calcolare le derivate parziali prime e seconde, verificando la validità del teorema di Schwarz: FUNZIONI DI PIU VARIABILI Esercizi svolti. Determinare il dominio delle seguenti funzioni e rappresentarlo graficamente : (a) f log( x y ) (b) f log(x + y ) (c) f y x 4 (d) f sin(x + y ) (e) f log(xy +

Dettagli

COGNOME NOME DATA NASCITA PRV NASCITA PUNT. UTI PUNT. EXTIT SCUOLA DI RICONF. COD. PREC CAMPORESE MARIA 27/02/1956 SA 0,00 0,00 SISD00201T

COGNOME NOME DATA NASCITA PRV NASCITA PUNT. UTI PUNT. EXTIT SCUOLA DI RICONF. COD. PREC CAMPORESE MARIA 27/02/1956 SA 0,00 0,00 SISD00201T INDIVIDUARE IL PERSONALE DOCENTE DA UTILIZZARE PAG. 1 CLASSE DI CONCORSO:A017 DISCIPLINE ECONOMICO AZIENDALI ANZIVINO MARILENA 07/12/1968 FG 30,00 0,00 CAMPORESE MARIA 27/02/1956 SA 0,00 0,00 SISD00201T

Dettagli

ESERCIZI DI ELETTROTECNICA

ESERCIZI DI ELETTROTECNICA 1 esercizi in corrente continua completamente svolti ESERCIZI DI ELETTROTECNICA IN CORRENTE CONTINUA ( completamente svolti ) a cura del Prof. Michele ZIMOTTI 1 2 esercizi in corrente continua completamente

Dettagli

Anello commutativo. Un anello è commutativo se il prodotto è commutativo.

Anello commutativo. Un anello è commutativo se il prodotto è commutativo. Anello. Un anello (A, +, ) è un insieme A con due operazioni + e, dette somma e prodotto, tali che (A, +) è un gruppo abeliano, (A, ) è un monoide, e valgono le proprietà di distributività (a destra e

Dettagli

Il calcolo dei predicati per R.C. Agenti logici: la logica del prim ordine. Esempio: il mondo dei blocchi. Concettualizzazione

Il calcolo dei predicati per R.C. Agenti logici: la logica del prim ordine. Esempio: il mondo dei blocchi. Concettualizzazione Il calcolo dei predicati per R.C. Agenti logici: la logica del prim ordine Sintassi, semantica, inferenza Maria Simi a.a. 2014-2015 Nella logica dei predicati abbiamo assunzioni ontologiche più ricche:

Dettagli

REGIONE PUGLIA AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI FOGGIA (Istituita con L.R. 28/12/2006, n. 39)

REGIONE PUGLIA AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI FOGGIA (Istituita con L.R. 28/12/2006, n. 39) DELIBERAZIONE n.806 del 01/07/2014 REGIONE PUGLIA AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI FOGGIA (Istituita con L.R. 28/12/2006, n. 39) DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE n.806 del 01/07/2014 Proposta

Dettagli

1.3 - DAT I T ECNICI, DIMENSIONI E AT T ACCHI IDRAU LICI

1.3 - DAT I T ECNICI, DIMENSIONI E AT T ACCHI IDRAU LICI nfo g e ne rai. - T T, T T U L T 9 0 n 4 " L" T T T T T T T T T T 4 T T 4 Q u a d ro c o m a n d i p ia c o n tro o fia a o rtin a d i p u iz ia T a n d a ta ris c a d a m e n to T ito rn o ris c a d a

Dettagli

Matrice rappresent. Base ker e img. Rappresentazione cartesiana ker(f) + im(f).

Matrice rappresent. Base ker e img. Rappresentazione cartesiana ker(f) + im(f). Due Matrici A,B. Ker f = ker g. 1- Ridurre a scala A e B e faccio il sistema. 2 Se Vengono gli stessi valori allora, i ker sono uguali. Cauchy 1 autovalore, 1- Metto a matrice x1(0),x2(0),x3(0) e la chiamo

Dettagli

PI.EFFE.CI. Oltre 40 anni di esperienza

PI.EFFE.CI. Oltre 40 anni di esperienza Oltre 40 anni di esperienza mette a disposizione della propria clientela i 40 anni della sua esperienza nel mercato dei prodotti per il fissaggio delle tubazioni, utilizzati negli innumerevoli settori

Dettagli

Sistemi e modelli matematici

Sistemi e modelli matematici 0.0.. Sistemi e modelli matematici L automazione è un complesso di tecniche volte a sostituire l intervento umano, o a migliorarne l efficienza, nell esercizio di dispositivi e impianti. Un importante

Dettagli

COMUNICAZIONE INTERNA, SISTEMA INFORMATIVO, CONSIGLIO COMUNALE, SPORTELLO DEL CITTADINO

COMUNICAZIONE INTERNA, SISTEMA INFORMATIVO, CONSIGLIO COMUNALE, SPORTELLO DEL CITTADINO Nm prcmnt Dscrizin Fasi (dscrizin sinttica da input ad utput) Nrm rifrimnt rspnsabil istruttria Rspnsabil prcmnt mcgmmatricla richista infrmazini prcmnt incar tlf, fax pc inrizz Trmin cnclusi n prcm nt

Dettagli

Protezione degli apparecchi utilizzatori Acti 9

Protezione degli apparecchi utilizzatori Acti 9 Protezione degli apparecchi utilizzatori Acti 9 Interruttori per protezione motore P5M 68 Ausiliari per interruttore P5M 70 Sezionatori-fusibili STI 7 Limitatori di sovratensione di Tipo PRF Master 7 Limitatori

Dettagli

PRONTI PER L INVERNO 2014-2015

PRONTI PER L INVERNO 2014-2015 PRONTI PER L INVERNO 2014-2015 Automobile Club Reggio Emilia Non rimanere bloccato... usa il trasporto pubblico con MI MUOVOCARD o tieni in tasca il tuo biglietto multicorsa MI MUOVO CARD Abbonamenti mensili

Dettagli

Ore lezione, tirocinio, ricerca OS401 BAS1A-BIO

Ore lezione, tirocinio, ricerca OS401 BAS1A-BIO modulo & componenti ANNO 1 - LIVELLO 4 - YEAR 1BSc Scienze di base/mediche 1A: BIOSCIENZE Codice OS401 BAS1A-BIO Ore lezione, tirocinio, ricerca Ore di apprendimento Crediti UK 164 300 30 15 Crediti ECTS

Dettagli

Capitolo Dodicesimo CALCOLO DIFFERENZIALE PER FUNZIONI DI PIÙ VARIABILI

Capitolo Dodicesimo CALCOLO DIFFERENZIALE PER FUNZIONI DI PIÙ VARIABILI Capitolo Dodicesimo CALCOLO DIFFERENZIALE PER FUNZIONI DI PIÙ VARIABILI CAMPI SCALARI Sono dati: un insieme aperto A Â n, un punto x = (x, x 2,, x n )T A e una funzione f : A Â Si pone allora il PROBLEMA

Dettagli

T12 Oneri per Competenze Stipendiali

T12 Oneri per Competenze Stipendiali T12 Oneri per Competenze Stipendiali Qualifica MENSLT' STPENO..S. R.../ PROGR. ECONOMC NZNT' TRECESM MENSLT' RRETRT NNO CORRENTE RRETRT PER NN PRECEDENT RECUPER PER RTR SSENZE ECC. mporto Totale N Mesi

Dettagli

RISPARMIO ENERGETICO NELLA CASA 1 G1-034-0 EDITO DA: ENEA - LUNGOTEVERE THAON DI REVEL, 76-00196 ROMA - SETTEMBRE 2003 - DESIGN: ANTIPODI ROMA -

RISPARMIO ENERGETICO NELLA CASA 1 G1-034-0 EDITO DA: ENEA - LUNGOTEVERE THAON DI REVEL, 76-00196 ROMA - SETTEMBRE 2003 - DESIGN: ANTIPODI ROMA - RISPARMIO ENERGETICO NELLA CASA 1 G1-034-0 EDITO DA: ENEA - LUNGOTEVERE THAON DI REVEL, 76-00196 ROMA - SETTEMBRE 2003 - DESIGN: ANTIPODI ROMA - STAMPA: PRIMAPRINT (VITERBO) SVILUPPO SOSTENIBILE S V I

Dettagli

Rette e piani con le matrici e i determinanti

Rette e piani con le matrici e i determinanti CAPITOLO Rette e piani con le matrici e i determinanti Esercizio.. Stabilire se i punti A(, ), B(, ) e C(, ) sono allineati. Esercizio.. Stabilire se i punti A(,,), B(,,), C(,, ) e D(4,,0) sono complanari.

Dettagli

Ca ta l o go dei pro d o t t i. Spl i n e I m pla n t Syste m

Ca ta l o go dei pro d o t t i. Spl i n e I m pla n t Syste m Per ul teriori info r ma zioni sui nostri Prodotti, sui nostri pro g rammi pro fessi o nali e sul n ost ro p ro g ra m ma di Co n t i n u i ng Ed u cation, co n ta t ta te ci : Zimmer De n tal I tal y

Dettagli

T12 Oneri per Competenze Stipendiali

T12 Oneri per Competenze Stipendiali T12 Oneri per Competenze Stipendiali Qualifica MENSLT' STPENO..S. R.../ PROGR. TRECESM MENSLT' RRETRT NNO RRETRT PER NN RECUPER PER RTR mporto Totale ECONOMC CORRENTE PRECEDENT SSENZE ECC. NZNT' N Mesi

Dettagli

Per risolvere le equazioni alle differenze si può utilizzare il metodo della Z-trasformata.

Per risolvere le equazioni alle differenze si può utilizzare il metodo della Z-trasformata. 8.. STRUMENTI MATEMATICI 8. Equazini alle differenze. Sn legami statici che legan i valri attuali (all istante k) e passati (negli istanti k, k, ecc.) dell ingress e k e dell uscita u k : u k = f(e 0,

Dettagli

A / SCHEDA DI ANALISI UNITA URBANISTICA PAESISTICA A tipologia unità insediativa Superficie territoriale stimata mq. 123.000

A / SCHEDA DI ANALISI UNITA URBANISTICA PAESISTICA A tipologia unità insediativa Superficie territoriale stimata mq. 123.000 Scheda n. 7 AMBITO DI RIQUALIFICAZIONE A 2 A / SCHEDA DI ANALISI UNITA URBANISTICA PAESISTICA A tipologia unità insediativa Superficie territoriale stimata mq. 123.000 Residenziale a blocco Superficie

Dettagli

RETTE, PIANI, SFERE, CIRCONFERENZE

RETTE, PIANI, SFERE, CIRCONFERENZE RETTE, PIANI, SFERE, CIRCONFERENZE 1. Esercizi Esercizio 1. Dati i punti A(1, 0, 1) e B(, 1, 1) trovare (1) la loro distanza; () il punto medio del segmento AB; (3) la retta AB sia in forma parametrica,

Dettagli

Pd10 Dc motor controll

Pd10 Dc motor controll PD Manuale Utente Pd Dc motor controll manuale utente cps sistemi progetti tecnologici Presentazione Congratulazioni per aver scelto Pd, una affidabile scheda elettronica per la movimentazione di precisione

Dettagli

Tutti i nostri viaggi prevedono una copertura assicurativa inclusa nella Quota d Apertura Pratica,

Tutti i nostri viaggi prevedono una copertura assicurativa inclusa nella Quota d Apertura Pratica, ppur Tutti i nstri viggi prvdn un cprtur ssicurtiv clus nl Qut d Aprtur Prtic, grntit d Tutti i nstri viggi prvdn un cprtur ssicurtiv tiv utmticmnt clus nl Qut d iscriz, iz ssicurt t d In clbrz z cn 34

Dettagli

VALUE COVEA FLEET S.A. CONTRATTO di ASSICURAZIONE CONTRO I DANNI ALL AUTOVEICOLO NUMERO 8427290 FASCICOLO INFORMATIVO.

VALUE COVEA FLEET S.A. CONTRATTO di ASSICURAZIONE CONTRO I DANNI ALL AUTOVEICOLO NUMERO 8427290 FASCICOLO INFORMATIVO. COVEA FLEET S.A. del Gruppo COVEA CONTRATTO di ASSICURAZIONE CONTRO I DANNI ALL AUTOVEICOLO VALUE NUMERO 8427290 FASCICOLO INFORMATIVO Il presente Fascicolo Informativo, contenente: 1) Nota Informativa

Dettagli

"Tabella dei Codici Catastali dei Comuni"

Tabella dei Codici Catastali dei Comuni A001 ABANO TERME (PD) PD A004 ABBADIA CERRETO (LO) LO A005 ABBADIA LARIANA (LC) LC A006 ABBADIA SAN SALVATORE (SI) SI A007 ABBASANTA (OR) OR A008 ABBATEGGIO (PE) PE A010 ABBIATEGRASSO (MI) MI A012 ABETONE

Dettagli

O la, o che bon eccho! (The Echo Song)

O la, o che bon eccho! (The Echo Song) la che bn ecch! (The Ech ng) ATB Duble Chir a cappella rland di Lass (1532-1596) CANT (pran I) 2 ALT (Alt II) 2 TENRE (Tenr II) BA (Bass I) % E %E % E E 1 la la la la che bun che bun che bun che bun ec

Dettagli

Integrali de niti. Il problema del calcolo di aree ci porterà alla de nizione di integrale de nito.

Integrali de niti. Il problema del calcolo di aree ci porterà alla de nizione di integrale de nito. Integrli de niti. Il problem di clcolre l re di un regione pin delimitt d gr ci di funzioni si può risolvere usndo l integrle de nito. L integrle de nito st l problem del clcolo di ree come l equzione

Dettagli

Carisma CRC-ECM. Prevede 5 grandezze (da 115 a 1395 m 3 /h) È la serie con il minor consumo elettrico in rapporto alle prestazioni,

Carisma CRC-ECM. Prevede 5 grandezze (da 115 a 1395 m 3 /h) È la serie con il minor consumo elettrico in rapporto alle prestazioni, Ventilconvettore Centrifugo con Motore Elettronico e Inverter Prevede 5 grandezze (da 115 a 1395 m 3 /h) e 5 versioni (a parete e a soffitto, in vista e da incasso), ciascuna dotata di batterie di scambio

Dettagli

Se si insiste non si vince

Se si insiste non si vince Se si insiste non si vince Livello scolare: 2 biennio Abilità interessate Valutare la probabilità in diversi contesti problematici. Distinguere tra eventi indipendenti e non. Valutare criticamente le informazioni

Dettagli

Specifiche tecniche per la trasmissione telematica della certificazione Unica 2015

Specifiche tecniche per la trasmissione telematica della certificazione Unica 2015 ALLEGATO A Specifiche tecniche per la trasmissione telematica della certificazione Unica 2015 per i redditi di lavoro dipendente/assimilati e di lavoro autonomo/provvigioni e diversi Specifiche tecniche

Dettagli

CATALOGO LINEA PRODOTTI 2013/2014 ED. SETTEMBRE 2013

CATALOGO LINEA PRODOTTI 2013/2014 ED. SETTEMBRE 2013 CATALOGO LINEA PRODOTTI 2013/2014 ED. SETTEMBRE 2013 2 ELETTRIFICATORI PORTATILI 0615200 *0615200* FENCELINE B200 STD CON PICCHETTO MASSA, CONNESSIONE LINEA E TERRA 9V: 0,16J (12V: 0,21J) 0615202 *0615202*

Dettagli

Esercitazioni per il corso di Logica Matematica

Esercitazioni per il corso di Logica Matematica Esercitazioni per il corso di Logica Matematica Luca Motto Ros 14 marzo 2005 Nota importante. Queste pagine contengono appunti personali dell esercitatore e sono messe a disposizione nel caso possano risultare

Dettagli

Ventilatori centrifughi Elettroventilatori con coclee. Edizione 1.3 Novembre 2012

Ventilatori centrifughi Elettroventilatori con coclee. Edizione 1.3 Novembre 2012 Ventilatori centrifughi Elettroventilatori con coclee Edizione 1.3 Novembre 212 2 l bilancio totale è decisivo Sistemi completi di Nicotra Gebhardt n base alla Direttiva Er, a seconda del tipo di ventilatore,

Dettagli

Corso di ordinamento - Sessione suppletiva - a.s. 2009-2010

Corso di ordinamento - Sessione suppletiva - a.s. 2009-2010 Corso di ordinmnto - Sssion suppltiv -.s. 9- PROBLEMA ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO DI ORDINAMENTO SESSIONE SUPPLETIA Tm di: MATEMATICA. s. 9- Dt un circonrnz di cntro O rggio unitrio, si prndno

Dettagli

LE IRRESISTIBILI DOLCI TENTAZIONI DEL MOMENTO, SCEGLI LA TUA BASE SCATENA LA TUA FANTASIA CONQUISTA TANTI NUOVI CLIENTI!

LE IRRESISTIBILI DOLCI TENTAZIONI DEL MOMENTO, SCEGLI LA TUA BASE SCATENA LA TUA FANTASIA CONQUISTA TANTI NUOVI CLIENTI! Le ALL ITALIANA CREA LA TUA ALL ITALIANA Decidi di essere oriin le, cre tivo e diverso d i tuoi concorrenti : Cre le tue person lissime cup c kes ll it li n, LE IRRESISTIBILI DOLCI TENTAZIONI DEL MOMENTO,

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario Prot. Novara, 20 luglio 20 OGGETTO: CALENDARIO DEGLI IMPEGNI DI SETTEMBRE 20 Date Impegni Orario 1 settembre Collegio Docenti :00 2 settembre Prove studenti con giudizio sospeso (vedi elenco) 8:30 3 settembre

Dettagli

Esercizi e Problemi di Termodinamica.

Esercizi e Problemi di Termodinamica. Esercizi e Problemi di Termodinamica. Dr. Yves Gaspar March 18, 2009 1 Problemi sulla termologia e sull equilibrio termico. Problema 1. Un pezzetto di ghiaccio di massa m e alla temperatura di = 250K viene

Dettagli

Protagonista dello sviluppo locale

Protagonista dello sviluppo locale Bic Umbria Protagonista dello sviluppo locale Sviluppo Italia Bic Umbria promuove, accelera e diffonde lo sviluppo produttivo e imprenditoriale nella regione. È controllata da Sviluppo Italia, l Agenzia

Dettagli

Progetto di un sistema di controllo di sospensioni attive in ambiente Matlab

Progetto di un sistema di controllo di sospensioni attive in ambiente Matlab Università di Padova FACOLTÀ DI INGEGNERIA Corso di Laurea in Ing. dell' Informazione Progetto di un sistema di controllo di sospensioni attive in ambiente Matlab Relatore: Prof. Alessandro Beghi Presentata

Dettagli

v in v out x c1 (t) Molt. di N.L. H(f) n

v in v out x c1 (t) Molt. di N.L. H(f) n Comunicazioni elettriche A - Prof. Giulio Colavolpe Compito n. 3 3.1 Lo schema di Fig. 1 è un modulatore FM (a banda larga). L oscillatore che genera la portante per il modulatore FM e per la conversione

Dettagli

AUTOCALCOLO ONERI RELATIVI ALLA PRATICA DI:

AUTOCALCOLO ONERI RELATIVI ALLA PRATICA DI: COMUNE DI FINALE EMILIA (Provincia di Modena) P.zza Verdi, 1 41034 Finale Emilia (Mo) Tel. 0535-788111 fa 0535-788130 Sito Internet: www.comunefinale.net SERVIZIO URBANISTICA E EDILIZIA PRIVATA AUTOCALCOLO

Dettagli

ALGEBRA I: CARDINALITÀ DI INSIEMI

ALGEBRA I: CARDINALITÀ DI INSIEMI ALGEBRA I: CARDINALITÀ DI INSIEMI 1. CONFRONTO DI CARDINALITÀ E chiaro a tutti che esistono insiemi finiti cioè con un numero finito di elementi) ed insiemi infiniti. E anche chiaro che ogni insieme infinito

Dettagli

http://www.gazzettaufficiale.it/atto/stampa/serie_generale/originario

http://www.gazzettaufficiale.it/atto/stampa/serie_generale/originario Pagina 1 di 8 LEGGE 3 luglio 2014, n. 99 Ratifica ed esecuzione dell'accordo fra il Governo della Repubblica italiana e il Governo degli Stati Uniti d'america sul rafforzamento della cooperazione nella

Dettagli

IL TEOREMA FONDAMENTALE DELL ARITMETICA: FATTORIZZAZIONE IN NUMERI PRIMI.

IL TEOREMA FONDAMENTALE DELL ARITMETICA: FATTORIZZAZIONE IN NUMERI PRIMI. IL TEOREMA FONDAMENTALE DELL ARITMETICA: FATTORIZZAZIONE IN NUMERI PRIMI. PH. ELLIA Indice Introduzione 1 1. Divisori di un numero. 2 2. Numeri primi: definizioni. 4 2.1. Fare la lista dei numeri primi.

Dettagli

PERSONALE DOCENTE SCUOLA PRIMARIA - POSTI SOSTEGNO MINORATI PSICOFISICI

PERSONALE DOCENTE SCUOLA PRIMARIA - POSTI SOSTEGNO MINORATI PSICOFISICI PERSONALE DOCENTE SCUOLA PRIMARIA - POSTI SOSTEGNO MINORATI PSICOFISICI Giovedì 28 agosto 2014: inizio operazioni ore 10,00 PROV. 1 CISCO EMANUELA 02/02/1982 VI 2 RONCAGLIA FRANCESCA 06/03/1983 VI 3 PAGLIAMINUTA

Dettagli

ACCETTAZIONE O RINUNCIA FIRMA(*)

ACCETTAZIONE O RINUNCIA FIRMA(*) Prot. AOOUSPNO 5969/U Novara, 22/08/2013 IL DIRIGENTE la CM n. 8004 del 02/08/2013 e il relativo contingente assegnato a questa provincia per l attribuzione di contratto a tempo indeterminato per il PERSONALE

Dettagli

Capitolo 10 Costi. Robert H. Frank Microeconomia - 5 a Edizione Copyright 2010 - The McGraw-Hill Companies, srl

Capitolo 10 Costi. Robert H. Frank Microeconomia - 5 a Edizione Copyright 2010 - The McGraw-Hill Companies, srl Capitolo 10 Costi COSTI Per poter realizzare la produzione l impresa sostiene dei costi Si tratta di scegliere la combinazione ottimale dei fattori produttivi per l impresa È bene ricordare che la categoria

Dettagli

n. contratti controvalore nominale prezzo minimo prezzo massimo AT 0 0,000 0,000 0,000 0,000 VT 0 0,000 0,000 0,000 0,000

n. contratti controvalore nominale prezzo minimo prezzo massimo AT 0 0,000 0,000 0,000 0,000 VT 0 0,000 0,000 0,000 0,000 Emil Banca Credito Cooperativo Società Cooperativa Iscritta all'albo delle Banche - Aderente al F.do Gar. dei Depos. del Cr.Coop. Sede legale: 40138 BOLOGNA (Bo) - via G. Mazzini n. 152 tel. 051.396911

Dettagli

Imprese, Progettisti e Rivenditori. I servizi Isover

Imprese, Progettisti e Rivenditori. I servizi Isover Imprese, Progettisti e Rivenditori I servizi Isover 70 persone sul territorio per rispondere ad ogni esigenza specifica dei Clienti I servizi Isover per Imprese, Progettisti e Rivenditori Questa brochure

Dettagli

Scelta del clone. Legenda

Scelta del clone. Legenda Scelta del clone Di seguito alleghiamo un attenta sintesi delle informazioni presenti in letteratura sui cloni da noi prodotti con una grafica che permette un immediata consultazione e confronto. Sono

Dettagli

La potenza della natura, il controllo della tecnologia Dall esperienza ABB, OVR PV: protezione dalle sovratensioni in impianti fotovoltaici

La potenza della natura, il controllo della tecnologia Dall esperienza ABB, OVR PV: protezione dalle sovratensioni in impianti fotovoltaici La potenza della natura, il controllo della tecnologia Dall esperienza ABB, OVR PV: protezione dalle sovratensioni in impianti fotovoltaici Fatti per il sole, minacciati dalle scariche atmosferiche L importanza

Dettagli

Equazioni differenziali ordinarie

Equazioni differenziali ordinarie Capitolo 2 Equazioni differenziali ordinarie 2.1 Formulazione del problema In questa sezione formuleremo matematicamente il problema delle equazioni differenziali ordinarie e faremo alcune osservazioni

Dettagli

1 INCONTRO CHIMICA (PROF.SSA PAOLA BURANI) Ogni sostanza chimica è costituita dalla combinazione, in diverse proporzioni, di 92 tipi di atomi.

1 INCONTRO CHIMICA (PROF.SSA PAOLA BURANI) Ogni sostanza chimica è costituita dalla combinazione, in diverse proporzioni, di 92 tipi di atomi. 1 INCONTRO CHIMICA (PROF.SSA PAOLA BURANI) 1 Atomi e Legami Ogni sostanza chimica è costituita dalla combinazione, in diverse proporzioni, di 92 tipi di atomi. Il termine atomo significa indivisibile e

Dettagli

Indice generale. Modulo 1 Algebra 2

Indice generale. Modulo 1 Algebra 2 Indice generale Modulo 1 Algebra 2 Capitolo 1 Scomposizione in fattori. Equazioni di grado superiore al primo 1.1 La scomposizione in fattori 2 1.2 Raccoglimento a fattor comune 3 1.3 Raccoglimenti successivi

Dettagli

1^A - Esercitazione recupero n 4

1^A - Esercitazione recupero n 4 1^A - Esercitazione recupero n 4 1 In un cartone animato, un gatto scocca una freccia per colpire un topo, mentre questi cerca di raggiungere la sua tana che si trova a 5,0 m di distanza Il topo corre

Dettagli

DOSSIER di REGGIO NELL EMILIA

DOSSIER di REGGIO NELL EMILIA ATLANTE NAZIONALE DEL TERRITORIO RURALE DOIER di REGGIO NELL EMILIA NELL EMILIA REGGIO DOIER di istema Locale di REGGIO NELL EMILIA Regione Emilia Romagna - Provincia di Reggio nell Emilia Comuni di: Albinea,

Dettagli

Joomla! Import/Export Virtuemart

Joomla! Import/Export Virtuemart Joomla! Import/Export Virtuemart Queste funzionalità permettono di importare anagrafiche e prodotti all interno del componente Virtuemart 2.0.x, installato su un sito Joomla! 2.5 e di esportare da esso

Dettagli

GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA

GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA 1 Specifiche tecniche WFC-SC 10, 20 & 30 Ver. 03.04 SERIE WFC-SC. SEZIONE 1: SPECIFICHE TECNICHE 1 Indice Ver. 03.04 1. Informazioni generali Pagina 1.1 Designazione

Dettagli

1 b a. f(x) dx. Osservazione 1.2. Se indichiamo con µ il valore medio di f su [a, b], abbiamo che. f(x) dx = µ(b a) =

1 b a. f(x) dx. Osservazione 1.2. Se indichiamo con µ il valore medio di f su [a, b], abbiamo che. f(x) dx = µ(b a) = Note ed esercizi di Anlisi Mtemtic - (Fosci) Ingegneri dell Informzione - 28-29. Lezione del 7 novembre 28. Questi esercizi sono reperibili dll pgin web del corso ttp://utenti.unife.it/dmino.fosci/didttic/mii89.tml

Dettagli

Analisi Mat. 1 - Ing. Inform. - Soluzioni del compito del 23-3-06

Analisi Mat. 1 - Ing. Inform. - Soluzioni del compito del 23-3-06 Analisi Mat. - Ing. Inform. - Soluzioni del compito del 3-3-6 Sia p il polinomio di quarto grado definito da pz = z 4. Sia S il settore circolare formato dai numeri complessi che hanno modulo minore o

Dettagli

Il problema della fattorizzazione nei domini di Dedekind

Il problema della fattorizzazione nei domini di Dedekind Il problema della fattorizzazione nei domini di Dedekind Stefania Gabelli Dipartimento di Matematica, Università degli Studi Roma Tre Note per i corsi di Algebra Commutativa a.a. 2010/2011 1 Indice 1 Preliminari

Dettagli

Trattamento aria. Spedizione rapida - ordina oggi stesso allo

Trattamento aria. Spedizione rapida - ordina oggi stesso allo Trattamento aria Fin dal 1927, anno in cui Carl Norgren progettò il primo FRL, Norgren è stata all avanguardia nell ambito dei prodotti per il trattamento aria. In questa sezione troverete un ampia gamma

Dettagli

CAMPIONE DELL URSS MKKKKKKKKN I/@?@7@?0J I@#@?,#@?J I#@+$#@?$J I@?@?"?$3J I?@?@?@'@J I")&?@%@?J I?"!@?"!"J I@?@-2-6?J PLLLLLLLLO

CAMPIONE DELL URSS MKKKKKKKKN I/@?@7@?0J I@#@?,#@?J I#@+$#@?$J I@?@??$3J I?@?@?@'@J I)&?@%@?J I?!@?!J I@?@-2-6?J PLLLLLLLLO CAMPIONE DELL URSS Alla fine di novembre del 1956 cominciò a Tbilisi la semifinale del 24 campionato dell Urss. Tal vi prese parte. Aspiravano al diritto di giocare il torneo di campionato, tra gli altri,

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA PER I SERVIZI IDRICI E RIFIUTI CAMB/2014/60 del 12 novembre 2014 CONSIGLIO D AMBITO Oggetto: Servizio Idrico Integrato - Approvazione della revisione tariffaria

Dettagli

NUMERI DI OSSIDAZIONE

NUMERI DI OSSIDAZIONE NUMERI DI OSSIDAZIONE Numeri in caratteri romani dotati di segno Tengono conto di uno squilibrio di cariche nelle specie poliatomiche Si ottengono, formalmente, attribuendo tutti gli elettroni di valenza

Dettagli