A proposito di noi. Marco Franzini, Gabriele Pizzolo, Loredana Santinelli. Gabriele, Loredana e Marco si raccontano

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "A proposito di noi. Marco Franzini, Gabriele Pizzolo, Loredana Santinelli. Gabriele, Loredana e Marco si raccontano"

Transcript

1 A proposito di noi Gabriele, Loredana e Marco si raccontano Marco Franzini, Gabriele Pizzolo, Loredana Santinelli Ebook presentato in occasione della Giornata Mondiale del Libro 2004 dalla Biblioteca del Ministero delle Comunicazioni in collaborazione con la Scuola Simonetta Tosi di Roma

2 Presentazione Alla fine dello scorso mese di marzo Sony e Philips hanno annunciato la nascita di Librie, la prima applicazione commerciale dell e-paper, uno schermo grazie al quale sarà possibile leggere le pagine di un giornale, proprio come sulla carta, con le stesse percezioni visive che si avvertono leggendo un documento su carta. Librie è somigliante nell aspetto ad una comune agendina, poco più grande delle celebri Moleskine, consuma pochissima energia e possiede una notevole autonomia, ma è in grado di contenere più di cinquecento tra giornali e libri : una vera biblioteca tascabile. Di e-book si parla ancora poco ma, assicurano gli esperti, è il futuro prossimo del libro, un futuro in cui i byte non sostituiranno la carta ma si giustapporranno ad essa, arricchendo di nuove possibilità il piacere di leggere. Librie non è che il primo passo. Vedremo. Intanto, noi della Biblioteca del Ministero delle Comunicazioni abbiamo deciso che il nuovo medium ci interessa molto, né potrebbe essere altrimenti data la nostra mission, e così abbiamo cominciato, oltre che stare a vedere come andrà a finire, a fare anche qualcosa, ad assumere informazioni dalle fonti più qualificate, a sperimentare che effetto fa leggere un libro elettronico e non contenti di fare i lettori, per quanto interattivi, siamo voluti andare dall altra parte e provare a crearlo, a scriverlo un e-book. O meglio lo hanno scritto Gabriele, Loredana e Marco, tre ragazzi diversamente abili della scuola Simonetta Tosi di Roma che da quattro anni fanno tirocinio per l inserimento nel mondo del lavoro presso il nostro Soggetto Culturale Pubblico per usare la terminologia del

3 Progetto europeo Minerva al quale la nostra biblioteca partecipa. Noi ci siamo limitati a metterli nelle condizioni giuste perché essi portassero a compimento la loro realizzazione. L idea di accostare i giovani tirocinanti alla scrittura e al libro elettronico è nata nel 2003, Anno europeo del Disabile. Si parlava molto di accessibilità e giustamente se ne parla sempre di più; basti citare per tutti la legge 9 gennaio 2004, n. 4 Disposizioni per favorire l accesso dei soggetti disabili agli strumenti informatici la cosiddetta Legge Stanca dal nome del Ministro per l Innovazione tecnologica. Ci siamo domandati se l e-book, fosse un mezzo accessibile e la risposta ce l hanno data loro, i ragazzi della Simonetta Tosi ed è stata una risposta positiva. E così abbiamo cominciato insieme il duplice cammino umanistico-informatico ( credo che i due ambiti non siano poi così distanti ci diceva il Prof. Gino Roncaglia in una recente intervista sul libro elettronico) in cui la scrittura, le parole narranti e la conoscenza tecnica dell e-book e dei suoi dispositivi di redazione e lettura si sono incontrati. Un incontro senz altro fecondo, dal quale sono nati il noir Delitto nella Locanda nel 2003 ed ora questo A Proposito di noi che la nostra biblioteca ha avuto il piacere di presentare in occasione della recente Giornata mondiale del Libro dell UNESCO. Dalla fiction al racconto autobiografico. Un racconto, o meglio tre distinte storie, che abbiamo voluto intenzionalmente lasciare nella stesura in cui sono state redatte per non togliere ad esse l immediatezza di narrazione che per noi ha l incomparabile pregio di averci mostrato il mondo, un mondo triste o allegro come il mondo di ognuno inevitabilmente è, attraverso i loro occhi, incantati o disincantati, ma sinceri. Se queste storie potessero avere una colonna sonora dovrebbero a nostro avviso essere le suggestive note che Yann Tiersen scrisse per il film Le Fabuleux Destin d'amelie Poulain un mirabile cult movie di qualche anno fa.

4 Potrà piacere o meno A proposito di noi, come qualunque altro libro, ma di certo siamo qui a testimoniare l impegno, la partecipazione, l entusiasmo, il coinvolgimento, l accuratezza che i nostri tre giovani autori, Marco Franzini, Gabriele Pizzolo e Loredana Santinelli hanno profuso nella loro avventura editoriale; e non solo. I ragazzi che ci onoriamo di avere con noi hanno superato brillantemente problemi di vario genere, inserendosi a pieno titolo in una realtà lavorativa che li ha accolti con affetto e disponibilità e che essi hanno pienamente ricambiato, lavorando giorno dopo giorno con umiltà e creativo spirito di collaborazione. Scriveva San Josè Maria Escrivà, fondatore dell Opus Dei : il cielo e la terra sembra che si uniscano laggiù, sulla linea dell orizzonte. E invece no, è nei vostri cuori che si fondono davvero quando nella vita di ogni giorno svolgete con amore il vostro lavoro. Gianfranco Maiozzi Biblioteca Centro di Documentazione del Ministero delle Comunicazioni

5 Prefazione Il genere letterario dell autobiografia, si sa, è appassionato perché offre la possibilità di raccontare ad alta voce e davanti a un pubblico la propria storia, appena appena ritoccata dal senso di pudore di chi si denuda l animo. Leggendo queste pagine di vita, è possibile accorgersi di stare davanti a scenari e mondi veri, autentici e unici, palpitanti di momenti raccontati come sono stati vissuti e rivissuti proprio per raccontarli. In questo genere letterario la mediazione della scrittura non deve essere forzata, proprio per evitare il rischio di assumere atteggiamenti di maniera: può esserci, giusto, un non nascosto compiacimento di riuscire a raccontarsi sine glossa, senza commenti. I racconti autobiografici non possono che essere liberi, magnificamente liberi, direi interamente liberi nella loro espressione, all opposto della mentalità di chi è abituato (o ha bisogno) a dover convogliare la propria espressione nella fredda geometria degli assi cartesiani, chissà per quale paura di potersi distendere nella spontaneità appagante di non aver nessun contenimento. L autobiografia riesce a non aver paura di andare oltre il contenimento sia dell espressione di ciò che viene raccontato che di come viene raccontato e dunque è una opportunità eccezionale per chi la scrive ed è una buona occasione anche per chi la legge, quella di lasciarsi prendere e accompagnare nel mondo delle storie umane vissute. Un po come Alice nel paese delle meraviglie. Credo che quando a scrivere la loro autobiografia sono dei ragazzi, degli uomini o donne giovani, allora sia persino lecito usare le parole, la grammatica, la sintassi, così come viene di utilizzarli, come strumenti che si piegano al loro racconto, liberandosi anche di questa sudditanza, per soddisfare l esigenza di raccontarsi come viene sentito di fare, quasi come una rivalsa sacrosanta e una reazione a ciò che invece nella realtà oggetto del racconto, precisamente, non è stato e dolorosamente è mancato. * * * Eppure esiste il rischio di cadere nella trappola di correggere le sgrammaticature o

6 gli errori di sintassi o tutto quello che in maniera diretta appare come forma sbagliata di esprimersi, di scrivere, di raccontarsi, come tanti fanno, dalla cattedra, anche poco convinti di essere, così facendo, educatori dello scrivere dei propri allievi. Per andare oltre questo rischio è possibile mettersi al posto di chi sta per superare la stessa resistenza che prova chi si stende sul lettino dello psicoanalista e sta sulla soglia di liberarsi da un peso che lo opprime o da uno spazio angusto che lo imprigiona. E necessario predisporsi a lasciarsi andare per essere presi dal racconto e sentire così la liberazione dalla costrizione della forma letteraria, del ritmo rigido della consecutio temporum e così cominciare a gustare piccoli grandi capolavori che, se corretti, verrebbero deturpati da un impronta estranea, sfigurando quello che è l esigenza inalienabile dell autobiografia. E dunque necessario un approccio asettico all autobiografia come quando accade a chi si racconta davanti ad un pubblico non tanto per intrattenersi interagendo ma dando il privilegio di assistere empaticamente a questo ritrovarsi intimo, che avviene con piena naturalezza e spontaneità. Probabilmente è proprio questa la vera natura dell autobiografia, di difficile lettura perché la realtà della storia è difficile, ma anche di grande fascino, in mezzo ad anacoluti e alliterazioni e soggetti ripetuti o complementi mancanti. L approccio all autobiografia offre lo spunto per un esperienza affettiva e intellettiva catartica, unica, per chi la scrive e per chi la legge. *** So che alcuni arricceranno il naso e avranno da bacchettarmi le mani per un atteggiamento così disinvolto, al limite del tollerabile. Riconosco le loro ragioni, quanto sia importante la forma di ogni espressione, di quella letteraria come di ogni altra forma e della formazione che bisogna garantire ai ragazzi da parte dei loro tutor. Tutto ciò è vero e valido, da non vanificare, ma non quando si tratta di questa forma letteraria speciale che è l autobiografia. Dott. Bruno Coressi Psicologo- Tutor presso Simonetta Tosi del Comune di Roma

7 Gabriele Ragazzi.. vi anticipo che benché mi sono capitate di tutti i colori sono la classica ciambella riuscita con il buco. Il sottoscritto Pizzolo Gabriele, sono nato a Roma il 5 marzo 1971 e residente a Roma in via Bagno a Ripoli 13. All'età di sette mesi sono stato ricoverato presso l'ospedale riuniti di San. Camillo avendomi riscontrato una stenosi congenita dell'uretere di destra per cui mi veniva asportato 3/4 del rene di destra. Il 26 novembre 1978 nel Piazzale 25 marzo 1957 (zona Eur)un autobus dell'acotral non fermandosi al segnale rosso del semaforo ha urtato la vettura di mio padre. Nel grande urto è morta mia madre e mia nonna mentre io purtroppo sono stato trasportato a P.S. Centro Traumatologico Ortopedico di Roma perché avevo subito fratture craniche e lussazioni al femore sinistro. Uscito dall'ospedale ho effettuato presso "casa di cura Villa Sandra". Fisiokinesiterapia e Massoterapia. Nel 1985 presso la scuola statale "Salvatore di Giacomo" ho ottenuto la licenza di scuola media inferiore. Nel 1997 sono andato alla scuola formazione invalidi della regione Lazio "Simonetta Tosi " e mi sono iscritto al corso "addetto ai servizi di segreteria" ottenuto l'attestato di qualifica professionale nel giugno La scuola mi ha mandato a fare il tirocinio presso il Ministero delle Comunicazioni in viale America 201 Roma. Ad oggi anno 2004, dalle ore 8,30 alle ore 13,30 presso il ministero ho eseguito video scrittura, fotocopie, archivio, registrazione e distribuzione della posta. Ho avuto la fortuna che i colleghi di lavoro" veri dipendenti del ministero" mi hanno

8 considerato sempre come uno di loro portandomi alle riunioni ministeriali e spesso al bar del ministero. In questi anni ho conosciuto molte persone, alcune simpatiche altre meno, però entrambe mi hanno a livello culturale fatto crescere e modificare il mio carattere un po chiuso parlandomi e insegnandomi molte cose. Alla base di tutto è importante sapere come ci si comporta in un ambiente di lavoro. Il pomeriggio spesso vado a scuola "Simonetta Tosi" per partecipare al corso ginnico e al corso e al corso di preparazione teatrale per piccoli spettacoli. Pensando dal 1997 al 2004, posso dire che ora sono capace di ricevere e registrare la posta in arrivo e in partenza, in biblioteca catalogare e sistemare l'archivio, ho fatto il corso per il computer per lavorarci e operare con internet. Tutto ciò l'ho ottenuto, grazie all'affetto e alla pazienza di tutti quelli che mi sono stati vicino. Il mio più grande sogno è di poter trovare una occupazione.

9 Loredana Quando sono nata pesavo gr, ed ero lunga 50 cm, e sono nata il 17 luglio La mia vita, è stata travagliata ma felice da piccola ho avuto dei problemi di salute che in parte si sono risolti ed in parte no, a volte mi domando, se questi problemi che ho avuto si risolveranno. Non ho potuto frequentare l asilo perché ho avuto dei problemi ma all età di sei anni ho iniziato le scuole elementari, alle elementari ho imparato tante cose anche grazie alla mia insegnante che è stata un insegnante molto valida e capace di insegnarmi tante cose, ho imparato a scrivere correttamente in italiano, ho imparato a fare il riassunto, il dettato ho imparato a stare in classe con i miei compagni. Quando faceva bel tempo la maestra, ci portava nel cortile della scuola, a giocare ed io giocavo con i miei compagni, ho imparato a fare le recite scolastiche e quasi sempre la maestra mi dava la parte principale. Poi dopo le scuole elementari, ho frequentato con grande fatica le scuole medie perché non andavo d accordo con i miei compagni, pero sono riuscita a prendere con una buona votazione la licenza media. Poi dopo le scuole medie sono passata a frequentare le scuole professionali, le ho svolte in diversi posti. La prima scuola professionale, l ho frequentata in Viale Palmiro Togliatti, dalle suore, dove ho imparato a scrivere con la macchina da scrivere, poi ho imparato a fare il codice fiscale,e volevo imparare anche la stenografia,ma appena ho iniziato il corso, ho dovuto subito cambiare il corso con un altro corso della durata di due anni, dove ho conseguito il diploma di archivista-dattilografa. Poi ho frequentato un'altra scuola che si trova in via Licia, sulla Tuscolana dove ho svolto un corso della durata di 300 ore, dopo questo corso ho conseguito il diploma di operatore amministrativo su personal computer, poi tramite la parrocchia, ho conosciuto la mia ASL RM/B che mi ha indirizzato presso la scuola

10 Simonetta Tosi dove ho frequentato un corso di addetta alla segreteria, dopo il corso ho conseguito il diploma di addetto alla segreteria, e qui ho conosciuto il tutor della scuola, che mi segue tutt oggi. Il mio primo tirocinio, lo ho svolto presso la cooperativa Giulio Pastore sito in via Piave, dove facevo i fax, scrivevo al computer le lettere con il programma word, ho redatto i verbali su dei libri contabili, ecc. poi il secondo anno, tramite la scuola, sono stata a svolgere il mio tirocinio presso il Ministero delle Comunicazioni, al sesto piano nella stanza che fa capo alla responsabile del personale. La mia tutor è stata una brava tutor, lei mi ha dato tanti compiti da svolgere riordinare nei falconi le gazzette ufficiali, portare la posta ai miei colleghi, scrivere le lettere per conto dei miei colleghi, scrivere con la macchina da scrivere le ferie natalizie e pasquali dei miei colleghi, portare a far protocollare le lettere in arrivo al protocollo, fare le fotocopie, ecc. Poi dopo essere stata per quattro anni, nella segreteria del capo del personale, sono stata anche a lavorare con l ufficio della formazione dove ho imparato a svolgere i compiti che riguardavano la formazione. Ho svolto al sesto piano parecchi lavori, che mi hanno arricchito il bagaglio formativo. Poi sono stata mandata a svolgere il mio tirocinio in biblioteca, il primo anno, è stato un anno faticoso, perché non ero abituata a stare a lavorare in biblioteca, siccome mancava la responsabile della biblioteca, stavo spaesata, ma i suoi collaboratori, mi hanno dato dei compiti da svolgere tipo sistemare i libri, sia in sala lettura sia nella biblioteca sotterranea. Questo lavoro lo ho svolto fino a tutt oggi e devo dire che è stata una bella esperienza formativa. La responsabile della biblioteca mi ha insegnato internet, con lei grazie al programma in html ho potuto fare la mia pagina personale, poi ho imparato a navigare in internet, a fare la posta elettronica, ma solo il primo anno ho potuto fare la posta elettronica e non ho potuto aggiornare la mia pagina personale sul web. Poi ho imparato quali sono i motori di ricerca su internet, la responsabile della biblioteca mi ha fatto vedere quali sono i siti che si possono vedere e quali no, da lei quest anno ho

11 ricevuto il diploma di internet, questo diploma, spero che sia il primo diploma di una lunga serie di diplomi su computer. Ho partecipato a tanti forum con il mio tutor della scuola sperò di andarci anche questo anno al forum perché voglio visitare dei padiglioni che non ho ancora visitato. Quest anno al tirocinio qui in biblioteca porto le persone che vengono nell ufficio relazioni con il pubblico, al protocollo, e poi qualche volta sono andata a prendere la posta con i miei colleghi di tirocinio. Ho collaborato con l ufficio relazioni con il pubblico a inserire nel computer dei dati riguardanti i servizi postali con il programma database con un mio collega di tirocinio. In biblioteca, ho messo a posto in sala lettura le riviste. Il sesto anno di tirocinio essendoci in biblioteca da fare tante cose, ho registrato le riviste sui dei registri, ho riscritto le etichette dei libri al computer, dovrò passare al Ministero delle Comunicazioni ancora un altro anno, poi vedremo che cosa il futuro mi riserverà. I momenti gioiosi sono stati tanti quando ero in ospedale ho ricevuto la visita della mia maestra delle elementari, che mi ha portato una lettera scritta dai miei compagni di classe,e questo gesto loro, mi ha fatto piacere, un altro ricordo è quando ho preso la licenza elementare, ricordo che papà mi ha festeggiato prima venendomi a prendere a scuola, e poi siamo andati in pasticceria a prendere il dolce, e poi siamo andati a casa, a festeggiare tutti insieme. Altre gioie sono state quando riuscivo a prendere un buon voto a scuola, e per me era una soddisfazione personale. I miei gusti sono tanti sono golosa, non mi piace il tacchino bollito, e le cozze, adoro tutti i tipi di pasta, di carne, di verdure mi piace il pesce, la frutta, e sono molto golosa di dolci, anche se adesso non posso mangiarne tanti, perché sono a dieta. Non adoro tanto leggere, però i libri che ho letto sono stati interessanti, la mia insegnante di sostegno mi ha regalato vari libri il diario di Anna Frank, piccole donne crescono ecc. Il libro che mi è piaciuto di più è stato il diario di Anna Frank, dove racconta che durante la guerra lei è la sua famiglia anno sofferto ed io leggendolo mi sono identificata in lei. Adoro ascoltare la musica, i miei cantanti preferiti sono Claudio

12 Baglioni, Alex Britti, Eros Ramazzotti. Le persone incontrate sono state tante amici, parenti insegnanti. Alcuni amici li vedo tuttora alcuni li ho persi di vista, gli insegnanti alcuni li ho persi i vista alcuni no. Le tristezze che ho avuto sono state tante alcune personali, altre scolastiche. Quelle personali sono che in età adulta, ho perso mio nonno, ma anche una persona che conoscevo, la mia amica è morta di tumore al cervello, mio nonno di vecchiaia ho molto sofferto, perché ad entrambi gli ero molto affezionata e mi è dispiaciuto non poter partecipare al funerale. Da piccola per colpa della malattia che ho avuto ho avuto delle difficoltà motorie, e di apprendimento che tuttora mi porto dietro. Un altro ricordo doloroso eè quando andavo alle scuole elementari, quando passavano i medici della scuola elementare per farci il controllo dei pidocchi, ti passavano con la matita tra i capelli e te li maltrattavano ed io sentivo un male atroce, e questa cosa qui a me dava fastidio. Frequento la palestra e la parrocchia quindi ho molti amici, anche in parrocchia specialmente amiche. In particolare ho una amica della parrocchia, che ogni tanto mi telefona per chiacchierare così passiamo il tempo entrambe. Io ho sempre frequentato lo sport fin da bambina. Ho cominciato con il nuoto, che è la mia passione, la ginnastica, ecc. Poi ci sono dei ricordi belli, quando facevo le gare di nuoto non sempre le vincevo e per consolazione mi davano la medaglia, oltre a questo ho preso molti brevetti di nuoto e questo mi ha dato molta soddisfazione, insomma nella mia vita ho avuto molte soddisfazioni. Con la mia Asl ho partecipato a molti soggiorni il primo a Viareggio, gli altri un po in Calabria, ed in Puglia. Nel soggiorno che ho fatto in Puglia, sono stata a visitare lo zoo safari di Fasano, ho potuto vedere gli animali sia feroci che non facendo questa mia escursione in macchina, poi sono stata a visitare lo zoo degli invertebrati, ed è stata una esperienza molto interessante. L altro anno passato non ho potuto partecipare al soggiorno con tutta la caciaraband organizzato dalla mia Asl, perché ho avuto un altro impegno più bello, e così sono stata a fare la vacanza in Sardegna con i miei genitori. Della Sardegna conosco alcune

13 zone altre mi piacerebbe visitarle. Volevo anche fare il soggiorno con la scuola in Sardegna, ma non è stato mai possibile. Ho partecipato per cinque anni ad un corso di musica e drammatizzazione, dove non solo ho imparato a recitare ma anche la disciplina perché ho avuto un insegnante molto valido che mi ha saputo primo insegnare bene a recitare poi ha fatto passare in me la timidezza, quest anno il gruppo si è sciolto ma ci siamo amalgamati noi ragazzi della caciaraband con i ragazzi del mimo. Ho recitato in varie commedie che abbiamo fatto la prima commedia che ho fatto si intitolava e la vita cambia da cosi a cosi facevo la barista, poi nella seconda commedia, ho fatto la goccia d acqua, la margherita, lo specchietto retrovisore ecc. L ultima commedia che ho interpretato si intitolava il paese di sbrocconia dove ho interpretato il ruolo del professore Leone dolcino Rosico, è stato un bel ruolo che interpreterei molto volentieri. Questi cinque anni di recitazione non potrò dimenticarli perché mi hanno fatto crescere nel mondo artistico, ma io non arrendo voglio imparare sempre cose nuove, anche perché come dice il mio maestro di recitazione, non bisogna accontentarsi di quello che si impara ma bisogna sempre imparare per migliorare. Quest anno frequento un corso di mimo, e devo dire che mi piace molto perchè ci sono due bravi insegnanti che mi divertono molto. Sto imparando le espressioni del corpo e tante altre cose nuove, con un giovane maestro di musica, imparo con lui a suonare gli strumenti ecc. Qualche volta vorrei stare a casa a riposare e guardare i miei programmi preferiti tipo saranno famosi ed i film che trasmettono su retequattro alle Non adoro gli animali ma da quando tre anni fa mio padre a preso un cane di razza bracco tedesco, ed io fin da piccolo lo tenevo in braccio, non ho avuto paura dei cani, ho paura delle api, perché ho paura quando volano che mi pizzicano, che mi fanno venire come una fobia, che non mi è ancora passata. Ritornando ai ricordi del passato, mi ricordo che ogni compleanno ricevevo sempre dei regali, e poi festeggiavamo non sempre al mare con mia zia, gli auguri mia zia me li fa tuttora e quando la vado a trovare dove abita insieme a mia nonna a

14 Gaeta, che è una bella città, quando vado via non sempre mi regala, i soldi, l ultima volta che ci sono andata, mi ha dato i soldi e ha detto a mia madre di aprirmi un conto alla posta. Quando ho fatto ventuno anni ho ricevuto da mia zia un festeggiamento particolare. E così sono andata alla posta con mia madre ed abbiamo aperto un libretto postale insieme, ma ora non ho più i niente da mettere nel conto. Quando ero ricoverata in ospedale per operarmi mia madre mi portava sempre il cibo, perché il cibo che servivano in ospedale non mi piaceva. Lei insieme a mio padre, mi hanno regalato una bellissima bambola, che ogni volta che gli premevo la mano gli spuntavano i dentini, e gli infermieri ci giocavano con la mia bambola, facendomi divertire per tenermi allegra, un altro ricordo è quando ho cominciato a parlare ho parlato molto presto rispetto a quando ho camminato, mi facevo capire e tutti i miei parenti facevano a gara per tenermi in braccio. Nel , non sono potuta andare a scuola perché ha Roma, è arrivata la neve che ha imbiancato tutto, ed io insieme ai miei fratelli, siamo scesi nel cortile sotto casa, per giocare a palle di neve. Un altro ricordo è quando dovevo imparare ad andare sui pattini, ma non ci sono riuscita perché sono caduta e mi sono fatta male, ed allora non ho più messo i pattini, anche se non dovevo arrendermi perché avrei potuto imparare. Da piccola mia madre mi ha portato ad una scuola di danza, ma anche qui ci ho dovuto rinunciare perché mi è girata la testa appena ci ho provato e per me è stato un vero peccato. Ma la passione per il ballo, mi è rimasta. Al secondo anno di tirocinio, con una mia compaesana di mia madre ho fatto una bellissima esperienza sono andata a Lourdes, ho visitato la grotta dove a Bernadette gli è apparsa la madonna per tredici volte, ho mangiato l erba e bevuto l acqua benedetta, ho visto la casa dove è vissuta con i genitori, ho fatto il bagno nella vasca miracolosa ecc. quando sono rientrata a casa, ero contenta di aver fatto quella esperienza che mi ha arricchito dentro. Con il mio gruppo musicale qualche volta facciamo delle uscite andiamo a teatro ed al cinema e questo mi diverte molto, io ho molti amici alcuni fanno parte della parrocchia altri del mio

15 gruppo musicale, anche perché l amicizia è una cosa importante perché con un amico ci parli ci esci qualche volta delle volte, condividi con lui lo stesso posto di lavoro, ecc. Per venire al tirocinio prendo tre mezzi due autobus e la metropolitana, all inizio è stato difficile e le prime volte mi accompagnavano i miei genitori poi una volta che ho imparato la strada, ci sono andata da sola. Tutte le domeniche vado a messa, perché sono una persona credente, e questa mia fede mi aiuta a superare tante cose.

16 Marco 1) Mettere per iscritto tutto quello che mi viene in mente: ricordi, pensieri, situazioni del passato, situazioni del presente, emozioni, i gusti, le persone incontrate, le gioie, le tristezze, etc. 2) Mettere per iscritto in maniera spontanea, libera, così come viene alla mente, senza preoccuparsi di un ordine cronologico, oppure di un ordine logico. 3) Tenere sempre presente di esprimere situazioni, persone o cose che sono realmente accadute. Si tratta di raccontare la vera storia di Franzini Marco Sono nato il 21 Ottobre 1977 a Roma e una delle prime cose che mi ricordo sono le giostre a Villa Paganini, dove la mattina andavo a giocare. Sono andato all asilo in una scuola di Roma dove mi mangiavo tutte le merendine, e parlavo sempre con tutti a mensa. Dopo mi sono trasferito ad Anzio con la mia famiglia e non mi ricordo molto dei primi anni delle elementari. Da piccolo facevo sempre arrabbiare tutti, ma per fortuna che avevo una bravissima baby sitter di nome Charlotte, che oggi vive a Londra, e fà la parrucchiera, e ogni tanto la sento. All inizio del mio percorso andavo alla Scuola Media Statale di Santa Teresa di Anzio poi mi sono segnato all Istituto Statale per l Agricoltura di Borgo Piave (LT), dove si studiavano la chimica, la biologia, l Agraria, e la floricoltura etc, proprio perché amavo la natura, ma sono stato bocciato due volte, perché ero un po pignolo, e non sono riuscito a ottenere il diploma. Sin da quando ero bambino mi è sempre piaciuto molto il mare, infatti ho avuto tantissime barche tra cui una barca a vela, ed ora ho una canoa, ma

17 sono anche appassionato molto al giardino di casa, e soprattutto anche agli animali,tra cui un cane e due gatti. Abito ad Anzio dai primi degli anni ottanta, ma prima abitavo a Roma a Piazza Trasimeno e andavo a scuola non tanto distante da casa, ero un po grassottello, la mattina mi accompagnava sempre papà, prima di andare al lavoro, e poi mamma mi veniva a riprendere. Ora in quella casa ci abita mia zia Paola che qualche volta la incontro e mi ricordo quei tempi. Non mi scorderò mai neanche il giorno della mia prima comunione nella chiesetta di Villa Claudia, dove c eravamo io e mio fratello con la nostra cara bisnonna Iolanda che ora non c è più. Quindi sin da piccolo sono sempre stato attaccato molto ai nonni, i ziì e la famiglia infatti tutt ora voglio bene a tutti compreso il mio tutor, che per me può essere come un papà. E poi mi ricordo che da piccolo mi piaceva tantissimo anche andare a farmi il bagno tutto nudo nella bacinella celeste con la spugna marrone e tanto bagnoschiuma a casa di nonno Silvano, ma soprattutto qualche volta d estate quando arrivano o arrivavano gli altri nonni a Villa Claudia per due mesi, andare a giocare a pallone con zio Alberto, il fratello di papà. Tramite mio zio che fà il custode al museo Etrusco di Villa Giulia, che conosceva un ragazzo di nome Stefano,sono venuto a conoscenza della Scuola di Via A. Volta, in cui mi sono trovato anche molto bene, me lo ha presentato, e mi è stato anche lui per me una persona molto a cuore, perché mi faceva vedere e soprattutto imparare tutti i lavori più difficili che ci sono da fare in un grandissimo giardino, come quello Etrusco di Villa Giulia, da lì ho imparato a conoscere tutti, ma anche moltissime cose importanti, ma ancora non sapevo proprio bene potare una siepe, o tagliare con precisione un prato, e quindi ho lasciato. Poi ho conosciuto il bravissimo Dottor Coressi Bruno, il mio tutor che mi ha consigliato questo bellissimo tirocinio, al Ministero delle Comunicazioni di Viale America n 201, prima per un anno all ufficio del protocollo del sesto piano, dove ho imparato a protocollare una lettera e spedirla, e che

18 quindi poi subito dopo ho conosciuto Sophia Adamo una ragazza molto brava, e soprattutto per me di grandissimo aiuto, e poi in biblioteca al piano terra, dove ho imparato a rispondere al telefono, a prendere la posta, la suddivido dalle Gazzette Ufficiali, che porto nella stanza di Roberto,metto via un volume guardando bene con attenzione la collocazione, e porto il foglio delle presenze degli impiegati al terzo piano in segreteria, ma anche ad esempio una richiesta all ufficio del consegnatario al piano terra, ed ho ancora molta voglia di imparare altre cose nuove. Quindi già è il settimo anno che faccio questo tirocinio, ed oramai mi trovo bene con tutti e sono molto felice di continuare e trovare un lavoro che mi possa servire da aiuto per il resto della mia vita. Con la scuola di Via Alessandro Volta, mi sono anche trovato molto bene, perché sono stato per due anni consecutivi con Franco Bianchini il vicario ora in pensione, e Anna della Croce Rossa la assistente, ad un bellissimo soggiorno in Sardegna, a Fertilia vicino Alghero, dove si andava in canoa, in barca a vela, ed ogni giorno si faceva qualcosa di diverso, un escursione e altro, si dormiva così proprio sul mare in grandissime camerate con letti a castello, ma anche a Fiuggi ed al castello di Fumone, ed a mangiare in un bellissimo agriturismo dove ho mangiato proprio molto bene. Durante questi anni al Ministero, ho conosciuto anche la signora Anna Maria Radin, che mi ha insegnato qualsiasi mansione, da come si mette via una rivista leggendo bene la collocazione e il numero, o un libro, ma anche soprattutto una Gazzetta Ufficiale, ma anche un pacco di Sole 24 Ore, o un Leggi e Decreti etc. Fino all anno scorso c era anche Sophia Adamo, una ragazza laureata in storia dell arte, e molto brava che è stata con noi per ben quattro anni consecutivi, e anche da lei ho imparato molte cose, ma ora lavora in ospedale. I miei amici di oggi sono: Elisabetta che lavora in un negozio di fiori, ogni tanto ci sentiamo e ci vediamo per prendere un caffè, e per

19 chiacchierare, e io gli sono molto affezionato, l ho anche invitata un giorno a pranzo a casa mia. L altro amico è Gabriele che lavora con me e ogni tanto ci vediamo di pomeriggio, ed anche Loredana con la quale però mi vedo di meno. Oggi è una bellissima giornata, ed ho vari programmi da svolgere a casa e anche tanti piccoli lavoretti a pagamento, poi un domani mi piacerebbe vincere una piccolissima somma al gratta e vinci per farmi un piccolo viaggetto in America andata e ritorno, o farci stare bene tutta la mia famiglia. In futuro a me piacerebbe come ho già detto prima solo farmi un bellissimo viaggio in America a New York per vedere un paese diverso dal nostro, e capire le diversità e la differenza, che ha una popolazione che viene esattamente dalla parte opposta del mondo. A me poi piacciono anhe molto i dolci infatti da bambino ma anche tutt ora me ne mangio a quantità sproporzionata, come la crostata con la nutella, cioccolata, infatti vado sempre alla caccia, le bombe con la crema, e i cornetti etc,ma cerco di farne a meno. Ho anche un fratello di 23 anni, si chiama Leonardo, ama anche lui viaggiare molto, ed è molto appassionato al surf, ma non lo vedo quasi mai perché sta sempre con i suoi amici. Abito a Villa Claudia in una frazione di Anzio, a due passi dal mare, ed è un posto molto bello, incantevole e tranquillo soprattutto d inverno, ma d estate no perché è molto affollato. A me d estate mi piace anche molto uscire di casa, farmela a piedi fino alla spiaggia più lontana, ed andare a nuotare per più di un miglio andata e ritorno, e salutare tutta la spiaggia da dentro l acqua, ma anche partire sia in bicicletta e fare 80 o 90 Km al giorno, andata e ritorno, che anche con l aliscafo da Anzio, o con la nave da Terracina, e andarmene a Ponza, ma adesso sono già parecchi anni che ci vado tutto il periodo soprattutto con la nave, e quindi interromperò per passare una tranquilla e soprattutto serena estate nella mia zona, e senza litigare con mio fratello, per via di moltissime questioni che non posso

20 elencare. Sono anche molto amico del bagnino della spiaggia sotto casa, e qualche volta mi ha portato con lui sia sul pattino, che sul gommone. Ricordo molto bene un viaggio fatto a Copenaghen, insieme con la mia famiglia in macchina, attraversando la Svizzera, e la Germania, per poi arrivare a Copenaghen in una grandissima fattoria, in mezzo a campi di grano, grandissimi macchinari, ed a allevamenti di animali. Il giorno dopo abbiamo visitato la città, che è molto bella, piena di canali, di barche e di bellissimi negozi. Sono stato anche al parco di divertimenti che si chiama Tivoli ed è pieno di bellissime giostre. Una delle mie grandi passioni sono proprio i viaggi.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 2 La mamma diceva che ero dimagrito e così mi portò dal medico. Il dottore guardò le urine, trovò dello

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Trasformazione attivo-passivo

Trasformazione attivo-passivo Trasformazione attivo-passivo E possibile trasformare una frase attiva in passiva quando: 1. il verbo è transitivo 2. il verbo è seguito dal complemento oggetto. Si procede in questo modo: 1. il soggetto

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e DIAGNOSTIC TEST - ITALIAN General Courses Level 1-6 This is a purely diagnostic test. Please only answer the questions that you are sure about. Since this is not an exam, please do not guess. Please stop

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO Che cos è la Convenzione Onu sui diritti dei bambini? La Convenzione sui diritti dei bambini è un accordo delle

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni PIANO DI L ETTURA IL LUNEDÌ SCOMPARSO Silvia Roncaglia Dai 5 anni Illustrazioni di Simone Frasca Serie Arcobaleno n 5 Pagine: 34 (+ 5 di giochi) Codice: 978-88-384-7624-1 Anno di pubblicazione: 2006 L

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio Scuola aperta 2015 Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio alla scoperta dell Asilo di Follina... l Asilo di Follina: LINEE PEDAGOGICO EDUCATIVE IL PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO. Il curricolo della scuola

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

Un workshop eccezionale

Un workshop eccezionale Un posto splendido Ischia, l isola bella nel Golfo di Napoli, nata da un vulcano. Al sud dell Isola si trova un albergo in mezzo alla natura, 200 m sopra il mare, in un giardino romantico con le palme,

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

COME UNO SPARTITO MUSICALE Intervista a Mario Lodi

COME UNO SPARTITO MUSICALE Intervista a Mario Lodi COME UNO SPARTITO MUSICALE Intervista a Mario Lodi L'equilibrio tra libertà e regole nella formazione dei bambini Incontro Mario Lodi nella cascina ristrutturata a Drizzona, nella campagna tra Cremona

Dettagli

Arcangela Mastromarco

Arcangela Mastromarco Autore: Con la collaborazione di: Arcangela Mastromarco Lidia Scarabelli 1 Unità 1 Questa è la mia famiglia. Io mi chiamo Meijiao. Faccio la IV elementare. La mattina mi alzo alle 7.00, mi vesto e faccio

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Arrivederci! 1 Test di progresso

Arrivederci! 1 Test di progresso TEST DI PROGRESSO (Unità 1 e 2) 1) Completa il mini dialogo con le forme verbali corrette. Ciao, io sono Tiziano. Ciao, io mi chiamo Patrick. (1)... italiano? No, ma (2)... italiano molto bene. (1) a)

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Rossana Colli e Cosetta Zanotti Giro,

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

Ciao ragazzi! - Lombardo Nosengo Ulysse

Ciao ragazzi! - Lombardo Nosengo Ulysse Unità 3 41 Il Vesuvio Ciao ragazzi! - Lombardo Nosengo Ulysse affresco - Pompei Capri Il golfo di Napoli Pompei Napoli Pompei Capri 42 L imperfetto indicativo L alternanza passato prossimo e imperfetto

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΤΕΛΙΚΕΣ ΕΝΙΑΙΕΣ ΓΡΑΠΤΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ ΣΧΟΛΙΚΗ ΧΡΟΝΙΑ: 2014-2015 Μάθημα: Ιταλικά Επίπεδο: Ε1 Διάρκεια: 2 ώρες Υπογραφή

Dettagli

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Matite italiane ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Edizione italiana a cura di Gianni Rodari Editori Riuniti I edizione in

Dettagli

Edizione N 8 Mese GIUGNO/LUGLIO 2011. Giorni da ricordare nei mesi di APRILE e MAGGIO. 28/05/2011 Qui affianco la nostra Elide che compie 100 anni!!!

Edizione N 8 Mese GIUGNO/LUGLIO 2011. Giorni da ricordare nei mesi di APRILE e MAGGIO. 28/05/2011 Qui affianco la nostra Elide che compie 100 anni!!! 09/05/2011 e 16/05/2011 Fazzoletto Bandiera con i ragazzi del catechismo!! 12/05/2011 Uscita al mercato Paesano.. 18/04/2011 CINOTERAPIA!! 08/05/2011 FESTA DELLA MAMMA 03/04/2011 Canti e Balli con Rinaldo

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

Tip #2: Come siriconosceun leader?

Tip #2: Come siriconosceun leader? Un saluto alla Federazione Italiana Tennis, all Istituto Superiore di Formazione e a tutti gli insegnanti che saranno presenti al SimposioInternazionalechesiterràilprossimo10 maggio al ForoItalico. Durante

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE un indagine demoscopica svolta da Astra Ricerche per Telefono Amico Italia con il contributo di Nokia Qui di seguito vengono presentati i principali risultati

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

LUPI DIETRO GLI ALBERI

LUPI DIETRO GLI ALBERI dai 7 anni LUPI DIETRO GLI ALBERI Roberta Grazzani Illustrazioni di Franca Trabacchi Serie Azzurra n 133 Pagine: 176 Codice: 978-88-566-2952-1 Anno di pubblicazione: 2014 L Autrice Scrittrice milanese

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

Consigli di lettura alla Libreria "Rinascita"

Consigli di lettura alla Libreria Rinascita Consigli di lettura alla Libreria "Rinascita" Pagine d Estate: proposte di letture per l estate 2014 Quest'iniziativa vuole incentivare il gusto per la lettura e avvicinare i preadolescenti ai testi di

Dettagli

ALLA SCUOLA MATERNA UNITÁ 16

ALLA SCUOLA MATERNA UNITÁ 16 ALLA SCUOLA MATERNA Marzia: Buongiorno, sono venuta per iscrivere il mio bambino. Maestra: Buongiorno, signora. Io sono la maestra. Come si chiama il bambino. Marzia: Si chiama Renatino Ribeiro. Siamo

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

Il sei gennaio, c è la festa dell Epifania. In quel giorno la Befana, una buona vecchietta con una scopa fra le gambe, porta regali per i bambini.

Il sei gennaio, c è la festa dell Epifania. In quel giorno la Befana, una buona vecchietta con una scopa fra le gambe, porta regali per i bambini. A) Le feste italiane Naturalmente la più grande festa per i bambini e gli italiani è Natale. In Italia non mancano mai l albero di Natale, il presepio e molti regalini: la sera della Vigilia, il ventiquattro

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI Promesse di Gesù per coloro che reciteranno questa preghiera per 12 anni. Attraverso Santa Brigida, Gesù ha fatto meravigliose promesse alle anime

Dettagli

Principi base per un buon CV. La struttura del Curriculum

Principi base per un buon CV. La struttura del Curriculum Principi base per un buon CV Il curriculum vitae è il resoconto della vostra vita professionale, e può essere il vostro rappresentante più fedele, a patto che sia fatto bene. Concentratevi sui punti essenziali

Dettagli

Conjugate: prendere ammirare camminare entrare visitare sedersi divertirsi

Conjugate: prendere ammirare camminare entrare visitare sedersi divertirsi The IMPERFECT is used to express an action that took place in the past but whose duration cannot be specified. Its endings are identical in all three conjugations. io tu lui/lei noi voi loro -vo -vi -va

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

4.1.2.1 Prima fase: ipotizzare e verificare cosa il mare può portare a riva

4.1.2.1 Prima fase: ipotizzare e verificare cosa il mare può portare a riva 4.1.2.1 Prima fase: ipotizzare e verificare cosa il mare può portare a riva L attività è stata introdotta da una richiesta di collaborazione, si è chiesto l aiuto degli alunni per riscoprire le caratteristiche

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS PIANO DI LETTURA dagli 11 anni DA CHE PARTE STARE ALBERTO MELIS Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 78 Pagine: 144 Codice: 566-3117-3 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTORE Alberto Melis, insegnante,

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

1 - Sulla preghiera apostolica

1 - Sulla preghiera apostolica 1 - Sulla preghiera apostolica Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Do una piccola istruzione di metodo sulla preghiera apostolica. Adesso faccio qualche premessa sulla preghiera apostolica,

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente.

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. 2 e3 anno narrativa CONTEMPORAN scuola second. di I grado EA I GIORNI DELLA TARTARUGA ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. AUTORE: C. Elliott

Dettagli

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI COSCIENZA COSMICA FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? Dati identificativi ANNO SCOLASTICO periodo SCUOLA DOCENTI COINVOLTI ORDINE SCUOLA DESTINATARI FORMATRICI 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto

Dettagli

La solitudine tra scelta e condanna: due gruppi di anziani a confronto A cura di Landi Eleonora

La solitudine tra scelta e condanna: due gruppi di anziani a confronto A cura di Landi Eleonora La solitudine tra scelta e condanna: due gruppi di anziani a confronto A cura di Landi Eleonora Gli anziani in realtà vengono considerati i soggetti più esposti al rischio della solitudine; sia perché

Dettagli

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA?

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? dott.ssa Anna Campiotti Marazza (appunti non rivisti dall autrice; sottotitoli aggiunti dal redattore) L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? primo incontro del ciclo Il rischio di educare organizzato

Dettagli