Profili professionali di "addetto" del repertorio regionale. PROFILI PROFESSIONALI DEL REPERTORIO REGIONALE - ADDETTO (II livello)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Profili professionali di "addetto" del repertorio regionale. PROFILI PROFESSIONALI DEL REPERTORIO REGIONALE - ADDETTO (II livello)"

Transcript

1 ACCONCIATURA ESTETICA Acconciatura ADDETTO PARRUCCHIERE UNISEX 1800 ACCONCIATURA ESTETICA Estetica, massaggio ESTETISTA (ADDETTO) 1800 ACCONCIATURA ESTETICA Estetica, massaggio ADDETTO AL TRUCCO CON DERMOPIGMENTAZIONE 80 Percorso di specializzazione di DL Colture foraggere, erbacee, arboree ADDETTO ALLA COLTIVAZIONE DI PIANTE ARBOREE 900 Colture forestali ADDETTO FORESTALE 900 Colture protette ADDETTO ALLA SERRICOLTURA 900 Colture protette ADDETTO ALL' BIOLOGICA 900 Floricoltura, giardinaggio, manutenzione verde pubblico ADDETTO ALLA MANUTENZIONE DEL VERDE 900 Floricoltura, giardinaggio, manutenzione verde pubblico ADDETTO ALLE ORTIFLORICOLTURE 900 ADDETTO ALLA CONDUZIONE DI MACCHINE Meccanizzazione agricola e forestale AGRICOLE 900 Olivicoltura ADDETTO ALL'OLIVOCOLTURA 900 Orticoltura ADDETTO ALL'ORTICOLTURA 900 Viticoltura enologia ADDETTO ALLA GESTIONE TECNICA DEL VIGNETO 900 Zootecnica ADDETTO ALL'APICOLTURA 900 Zootecnica ADDETTO ARTIERE 900 Zootecnica ADDETTO FAUNISTA 900 Zootecnica ADDETTO MANISCALCO 900 Zootecnica ADDETTO ZOOTECNICO 900 Decorazione, mosaico, doratura ADDETTO ALLA DECORAZIONE DEL VETRO 900 Decorazione, mosaico, doratura ADDETTO DECORATORE DORATORE 900 ADDETTO ALLA LAVORAZIONE ARTISTICA DEL Lavorazione marmo, pietra, ceramica MATERIALE LAPIDEO E DEI METALLI 900 Previsto requisito d'ingresso aggiuntivo: Possesso patente di guida categoria A o B (oppure almeno foglio rosa di autorizzazione alla guida) Lavorazione marmo, pietra, ceramica ADDETTO CERAMISTA 900 Lavorazione marmo, pietra, ceramica ADDETTO PRIMA LAVORAZIONE DEL MARMO 900 ADDETTO ALLA REALIZZAZIONE DI RICAMI A MANO Lavorazione tessuti, ricamo SU TESSUTO 900 Oreficeria, argenteria, gioielleria ADDETTO ALLA FABBRICAZIONE DI OGGETTI DI BIGIOTTERIA 900 Oreficeria, argenteria, gioielleria ADDETTO ORAFO 900 Varie in artigianato artistico ADDETTO RILEGATORE 900 1

2 DISTRIBUZIONE COMMERCIALE Punti vendita ADDETTO ALLE VENDITE SETTORE COMMERCIALE 900 DISTRIBUZIONE COMMERCIALE Varie distribuzione commerciale ADDETTO AI RAPPORTI COMMERCIALI 900 ECOLOGIA E AMBIENTE Depuratori, smaltimento rifiuti ADDETTO ALLA MANUTENZIONE DI IMPIANTI DI DEPURAZIONE AMBIENTALE 900 ADDETTO ALL'IGIENE DI AMBIENTI INTERNI ED Varie ecologia e ambiente ECOLOGIA E AMBIENTE ESTERNI 300 La rappresenta un'eccezione rispetto al normale standard minimo EDILIZIA Manutenzione, recupero edilizio ADDETTO AL RESTAURO DEL PATRIMONIO STORICO- EDILIZIO 900 EDILIZIA Muratori, scalpellini ADDETTO MURATORE 900 EDILIZIA Verniciatura ADDETTO PITTORE EDILE 900 ADDETTO MACCHINE MOVIMENTO TERRA ED EDILIZIA Varie ESCAVATORISTA 900 Previsto requisito d'ingresso aggiuntivo: Possesso patente di guida categoria B Applicazioni elettroniche ADDETTO ELETTRONICO INDUSTRIALE 900 Elettrauto ADDETTO ELETTRAUTO 900 Elettricita' elettronica generale ADDETTO ELETTRICO ELETTRONICO 900 ADDETTO ALLA RIPARAZIONE E AL RESTAURO DI Elettromeccanica OROLOGERIA MECCANICA 900 Elettromeccanica ADDETTO ELETTROMECCANICO ELETTRONICO 900 Elettromeccanica ADDETTO MECCANICO DI AUTO 900 GRAFICA FOTOGRAFIA CARTOTECNICA INDUSTRIA ABBIGLIAMENTO PELLI INDUSTRIA ABBIGLIAMENTO PELLI Impiantistica, riparatori manutentori elettrici ADDETTO AL MONTAGGIO ED ALLA MANUTENZIONE DI SISTEMI ED ATTREZZATURE MECCANICHE 900 Impiantistica, riparatori manutentori ADDETTO ALL'INSTALLAZIONE E MANUTENZIONE DI elettrici IMPIANTI ELETTRICI 900 Radio tv, telematica, telecomunicazioni ADDETTO ELETTRONICO RADIO TV 900 ADDETTO ALLA GRAFICA ED ELABORAZIONI Editoria IMMAGINI 900 ADDETTO AL CONFEZIONAMENTO DI ARTICOLI IN Calzature, pelletteria PELLE 900 ADDETTO ALLA ESECUZIONE DI GIUNTURE A Confezione tessuti MACCHINA SU ARTICOLI DI ABBIGLIAMENTO 900 2

3 INDUSTRIA ABBIGLIAMENTO PELLI Stilismo, modellismo, indossatori ADDETTO INDOSSATORE 900 INDUSTRIA ABBIGLIAMENTO PELLI Stilismo, modellismo, indossatori ADDETTO AL CONFEZIONAMENTO DI ARTICOLI DI ABBIGLIAMENTO 900 INDUSTRIA ABBIGLIAMENTO PELLI Stilismo, modellismo, indossatori ADDETTO MODELLISTA DI ABBIGLIAMENTO 900 Lavorazione carni ADDETTO ALLA MACELLAZIONE DELLE CARNI 900 Lavorazione prodotti agricoli ADDETTO AL TRATTAMENTO E CONSERVAZIONE DEI PRODOTTI AGROALIMENTARI 900 Lavorazione prodotti dolciari, lavorazione pastaria ADDETTO FORNAIO PANIFICATORE 900 Lavorazione prodotti dolciari, lavorazione pastaria ADDETTO PASTAIO 900 INDUSTRIA ESTRATTIVA Industria estrattiva ADDETTO DI CAVA 900 INDUSTRIA ESTRATTIVA Industria estrattiva ADDETTO MINERARIO 900 INDUSTRIA ESTRATTIVA Industria estrattiva ADDETTO TECCHIAIOLO DISGAGGIATORE 900 ADDETTO ALLA FILATURA E TESSITURA DI FIBRE INDUSTRIA TESSILE Tessitura, filatura, tintoria TESSILI E AL FINISSAGGIO 900 RISTORAZIONE Cucina e ristorazione ADDETTO AI SERVIZI RISTORATIVI (CUOCO) 900 RISTORAZIONE Cucina e ristorazione ADDETTO PASTICCIERE 900 ADDETTO ALLA SALA RISTORANTE (COMMIS DI RISTORAZIONE Sala e bar SALA) 900 LAVORI D'UFFICIO Operatori generici ADDETTO INFORMATICO 300 Operatori generici ADDETTO ALL'ASSEMBLAGGIO DI PERSONAL COMPUTER 900 ADDETTO INFORMATICO E DI PROGRAMMAZIONE Operatori generici HTML 900 Gestione commerciale, gestione magazzino ADDETTO ALL'IMBALLAGGIO 900 La rappresenta un'eccezione rispetto al normale standard minimo LAVORI D'UFFICIO Segreteria addetti uffici ADDETTO ALLA CONTABILITÀ 900 LAVORI D'UFFICIO Segreteria addetti uffici ADDETTO ALLE ATTIVITA' DI SEGRETERIA 900 LAVORI D'UFFICIO Segreteria addetti uffici ADDETTO CENTRALINISTA 900 Previsto requisito d'ingresso aggiuntivo per disabili visivi ( compimento del 18 ): vedi campo note della scheda del profilo professionale LEGNO MOBILI ARREDAMENTO Falegnameria ebanisteria ADDETTO FALEGNAME 900 3

4 Cantieristica navale ADDETTO OPERATORE TECNICO-SUBACQUEO MECCANICA METALLURGIA 900 ADDETTO VERNICIATORE STUCCATORE PER LA MECCANICA METALLURGIA Cantieristica navale NAUTICA 900 ADDETTO ALL'UTILIZZO DI MATERIALI COMPOSITI E MECCANICA METALLURGIA Cantieristica navale VETRORESINA NEL SETTORE NAUTICO 900 Carpenteria saldatura industria MECCANICA METALLURGIA meccanica e metallurgica ADDETTO ALLA SALDATURA 900 Controlli e manutenzione industria ADDETTO ALLA COSTRUZIONE DI STRUTTURE DI MECCANICA METALLURGIA meccanica e metallurgica CARPENTERIA 900 Impiantistica, tubistica, ADDETTO MONTATORE MANUTENTORE DI IMPIANTI MECCANICA METALLURGIA termoidraulica TERMOFLUIDICI 900 Macchine a controllo automatico ADDETTO ALLA CONDUZIONE DI MACCHINE A MECCANICA METALLURGIA robotica CONTROLLO NUMERICO 900 Macchine utensili industria MECCANICA METALLURGIA meccanica e metallurgica ADDETTO ALLE MACCHINE UTENSILI 900 MECCANICA METALLURGIA Motoristi, carrozzieri ADDETTO CARROZZIERE 900 MECCANICA METALLURGIA Motoristi, carrozzieri ADDETTO GOMMISTA 900 Varie industria meccanica e MECCANICA METALLURGIA metallurgica ADDETTO COLTELLINAIO 900 PESCA E ACQUACOLTURA Pesca e acquacoltura ADDETTO ALL'ITTICOLTURA 900 SERVIZI SOCIO EDUCATIVI Servizi socio-educativi ADDETTO ALL'ASSISTENZA DI BASE 600 Previsto requisito d'ingresso aggiuntivo: Possesso di brevetto subacqueo di I livello o superiore (CONI/CMAS o RSTC); età superiore ai 18 anni; idoneità psicofisica accertata secondo quanto prescritto dalla Scheda Sanitaria allegata al D.M. Marina Mercantile del 13/01/79, G.U. n. 47 del 16/02/79 SERVIZI SOCIO EDUCATIVI Servizi sanitari ADDETTO ASSISTENTE DENTISTA 900 Dovuto per SPETTACOLO SPORT E MASS MEDIA Attività sportive e ludiche MAESTRO DI SCI - DISCIPLINE ALPINE (ADDETTO) 600 SPETTACOLO SPORT E MASS MEDIA Attività sportive e ludiche MAESTRO DI SCI - DISCIPLINE SCINORDICO-FONDO (ADDETTO) 600 SPETTACOLO SPORT E MASS MEDIA Attività sportive e ludiche MAESTRO DI SNOWBOARD (ADDETTO) 600 Attività sportive e ludiche PERCORSO DI SPECIALIZZAZIONE PER MAESTRI DI SCI-DISCIPLINE ALPINE IN DIDATTICA DELLO SCI APPLICATA AD UTENTI PARA E TETRAPLEGICI E AI Percorso di specializzazione di DL SPETTACOLO SPORT E MASS MEDIA DISABILI VISIVI 70 SPETTACOLO SPORT E MASS MEDIA Attività artistiche ADDETTO DISC JOCKEY 900 4

5 TURISMO Agenzie e uffici turistici ADDETTO AGLI UFFICI TURISTICI 900 5

Classi di concorso (D.M. 39/98) e abilitazioni

Classi di concorso (D.M. 39/98) e abilitazioni Classi di concorso (D.M. 39/98) e abilitazioni Classi di concorso tabella A 1/A Aerotecnica e costruzioni aeronautiche 2/A Anatomia, fisiopatologia oculare e laboratorio di misure oftalmiche 3/A Arte del

Dettagli

ore in presenza C:\Users\Sabina01\Desktop\CONSIGLIO ACCADEMICO\CA 2014\Delibere 2014\Delibere CA del 17 Marzo 2014\piani di studio PAS all 1

ore in presenza C:\Users\Sabina01\Desktop\CONSIGLIO ACCADEMICO\CA 2014\Delibere 2014\Delibere CA del 17 Marzo 2014\piani di studio PAS all 1 1 GRUPPO 07/A Arte della fotografia e della grafica pubblicitaria 10/D ARTE DELLA FOTOGRAFIA E DELLA CINEMATOGRAFIA 65/A tecnica fotografica 13/D ARTE DELLA TIPOGRAFIA E DELLA GRAFICA PUBBLICITARIA Laboratori

Dettagli

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Schema di regolamento recante Disposizioni per la razionalizzazione ed accorpamento delle classi di concorso a cattedre e a posti di insegnamento,

Dettagli

Veneto. Interscambio commerciale con il Kazakhstan

Veneto. Interscambio commerciale con il Kazakhstan Veneto. Interscambio commerciale con il Kazakhstan Gian Angelo Bellati Segretario Generale Unioncamere Veneto Inaugurazione Consolato Onorario della Repubblica del Kazakhstan 29 gennaio 2013 Venezia www.unioncamereveneto.it

Dettagli

Classificazione delle attività economiche nelle categorie TARES sopra i 5000 abitanti

Classificazione delle attività economiche nelle categorie TARES sopra i 5000 abitanti Classificazione delle attività economiche nelle categorie TARES sopra i 5000 abitanti Classe 1 - Musei, biblioteche, scuole, associazioni, luoghi di culto Associazioni o istituzioni con fini assistenziali

Dettagli

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 25/06/2014

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 25/06/2014 Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 25/06/2014 Circolare n. 80 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali,

Dettagli

3. PROFESSIONI TECNICHE Classificazione ISTAT

3. PROFESSIONI TECNICHE Classificazione ISTAT 31 Professioni tecniche in campo scientifico, ingegneristico e della produzione 311 Tecnici delle scienze quantitative, fisiche e chimiche 3111. Tecnici fisici e geologici Rilevatore geologico Tecnico

Dettagli

delle qualifiche professionali in favore dei soggetti provenienti da fuori Regione Piemonte che se

delle qualifiche professionali in favore dei soggetti provenienti da fuori Regione Piemonte che se FAQ REQUISITI PER IL COMMERCIO D: La pratica svolta per 2 anni negli ultimi 5, in qualità di coadiuvante in un attività di commercio al dettaglio di alimentari, può essere riconosciuta valida, ai fini

Dettagli

IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE

IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE 12 DICEMBRE 2013 JOB MATCHPOINT Eliana Branca Direttore Scuola Superiore del Commercio del Turismo dei Servizi e delle Professioni

Dettagli

AVVISO PUBBLICO ISCRIZIONE ALL ALBO DELLE DITTE DA UTILIZZARE PER L'AFFIDAMENTO DI LAVORI, FORNITURE O SERVIZI A TRATTATIVA PRIVATA O IN ECONOMIA

AVVISO PUBBLICO ISCRIZIONE ALL ALBO DELLE DITTE DA UTILIZZARE PER L'AFFIDAMENTO DI LAVORI, FORNITURE O SERVIZI A TRATTATIVA PRIVATA O IN ECONOMIA AVVISO PUBBLICO ISCRIZIONE ALL ALBO DELLE DITTE DA UTILIZZARE PER L'AFFIDAMENTO DI LAVORI, FORNITURE O SERVIZI A TRATTATIVA PRIVATA O IN ECONOMIA L Istituto dell Addolorata di Foggia ha istituito un albo

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

Manuale di classificazione dei datori di lavoro ai fini previdenziali ed assistenziali in base all'articolo 49 della legge 88/1989

Manuale di classificazione dei datori di lavoro ai fini previdenziali ed assistenziali in base all'articolo 49 della legge 88/1989 Giugno 2014 ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE DIREZIONE CENTRALE ENTRATE Manuale di classificazione dei datori di lavoro ai fini previdenziali ed assistenziali in base all'articolo 49 della legge 88/1989

Dettagli

ALLA CAPITANERIA DI PORTO DI

ALLA CAPITANERIA DI PORTO DI ALLA CAPITANERIA DI PORTO DI Il sottoscritto... nato a...il... e residente a...provincia di... in via... n C.A.P.. recapito telefonico.../... CHIEDE di essere iscritto, nella Gente di Mare di... categoria

Dettagli

Elenco aggiornato con decorrenza dal 18/09/13 (rif. nota integrativa del 13/09/2013)

Elenco aggiornato con decorrenza dal 18/09/13 (rif. nota integrativa del 13/09/2013) TABELLA 1 CODICI E DESCRIZIONI ATECO 2007 Elenco aggiornato con decorrenza dal 18/09/13 (rif. nota integrativa del 13/09/2013) Codice ATECO A 01.11.10 A 01.11.20 A 01.11.30 A 01.11.40 A 01.12.00 A 01.13.10

Dettagli

PREMESSA. Il nuovo sistema classificatorio del personale è volto:

PREMESSA. Il nuovo sistema classificatorio del personale è volto: PREMESSA La riforma del sistema di classificazione del personale civile del Ministero della difesa è stata realizzata in applicazione del CCNL 2006/2009. Nel quadro di adeguamento delle competenze e delle

Dettagli

MINISTERO DELLA DIFESA

MINISTERO DELLA DIFESA circolare NSC M_D GCIV prot. div. Div data PARTENZA C/3-89180 29 novembre 2010 MINIERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE CIVILE Dr. Fulvio Angelini Telefono 06.4986.2422 fax 06.4986.2409

Dettagli

CODIFICA DELLE LINGUE

CODIFICA DELLE LINGUE ELENCO DELLE MATERIE RIENTRANTI NEI PROGRAMMI D INSEGNAMENTO DELL ULTIMO ANNO DI CORSO, CON I CODICI RELATIVI ALLE MATERIE STESSE ED ALLE CLASSI DI CONCORSO CORRISPONDENTI CODIFICA DELLE LINGUE I codici

Dettagli

GUIDA ALLA RIFORMA. Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali

GUIDA ALLA RIFORMA. Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali GUIDA ALLA RIFORMA degli istituti tecnici e professionali Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali Il futuro è la nostra

Dettagli

QUADRO GENERALE DELLE PARTICELLE CATASTALI RICADENTI NELLA PERIMETRAZIONE DELLA VARIANTE AL PIANO PARTICOLAREGGIATO DELL'AREA COLLINARE

QUADRO GENERALE DELLE PARTICELLE CATASTALI RICADENTI NELLA PERIMETRAZIONE DELLA VARIANTE AL PIANO PARTICOLAREGGIATO DELL'AREA COLLINARE QUADRO GENERALE DELLE PARTICELLE CATASTALI RICADENTI NELLA PERIMETRAZIONE DELLA VARIANTE AL PIANO PARTICOLAREGGIATO DELL'AREA COLLINARE foglio mappale dimensione in mq 23 42 1.388 mq 23 35 1.354 mq 23

Dettagli

Nuova scadenza presentazione domande di contributo: martedì 30 giugno 2015, ore 12.00

Nuova scadenza presentazione domande di contributo: martedì 30 giugno 2015, ore 12.00 Bando per la concessione di contributi a fondo perduto alle imprese del commercio e del turismo del Distretto ValleLambro - Distretto dell attrattività territoriale integrata turistica e commerciale per

Dettagli

E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro

E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro E se domani, d'improvviso, non esistessero più gli artigiani? Una macchina

Dettagli

EQUIPARAZIONI TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI

EQUIPARAZIONI TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI EQUIPARAZIONI TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI Ai fini della partecipazione ai pubblici concorsi: nei bandi che fanno riferimento all ordinamento previgente

Dettagli

Partner unico, vantaggi infiniti.

Partner unico, vantaggi infiniti. Partner unico, vantaggi infiniti. Affidabilità, la nostra missione. Un unico interlocutore per molteplici servizi: è questa la forza di Tre Sinergie, azienda che opera nel settore del global service e

Dettagli

STUDIO DI SETTORE TM43U ATTIVITÀ 52.46.4 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI MACCHINE, ATTREZZATURE E PRODOTTI PER L AGRICOLTURA E IL GIARDINAGGIO

STUDIO DI SETTORE TM43U ATTIVITÀ 52.46.4 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI MACCHINE, ATTREZZATURE E PRODOTTI PER L AGRICOLTURA E IL GIARDINAGGIO STUDIO DI SETTORE TM43U ATTIVITÀ 52.46.4 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI MACCHINE, ATTREZZATURE E PRODOTTI PER L AGRICOLTURA E IL GIARDINAGGIO Ottobre 2006 PREMESSA L evoluzione dello Studio di Settore SM43U

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

Allegato IV alla parte V del D.lgs. 152/06. (testo integrato con le modifiche apportata dal D.lgs. 29 giugno 2010, n. 128)

Allegato IV alla parte V del D.lgs. 152/06. (testo integrato con le modifiche apportata dal D.lgs. 29 giugno 2010, n. 128) Allegato IV alla parte V del D.lgs. 152/06 (testo integrato con le modifiche apportata dal D.lgs. 29 giugno 2010, n. 128) Impianti e attività in deroga. Parte I Impianti ed attività di cui all'articolo

Dettagli

glazer union soluzioni per il rispetto delle norme HACCP nel settore alimentare

glazer union soluzioni per il rispetto delle norme HACCP nel settore alimentare CHE COS'È L'HACCP? Hazard Analysis and Critical Control Points è il sistema di analisi dei rischi e di controllo dei punti critici di contaminazione per le aziende alimentari. Al fine di garantire la completa

Dettagli

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014 UMBRIA Import - Export caratteri e dinamiche 2008-2014 ROADSHOW PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE ITALIA PER LE IMPRESE Perugia, 18 dicembre 2014 1 Le imprese esportatrici umbre In questa sezione viene proposto

Dettagli

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche istruzioni per l uso Raccolta Differenziata Una soluzione alla portata di tutti La produzione di rifiuti è in continuo aumento e deve essere gestita in modo

Dettagli

La scuola in Lombardia

La scuola in Lombardia La scuola in Lombardia Documentazione Anno scolastico 2010/2011 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 1 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 2 INDICE Sezione 1 Le scuole... 5 IL SISTEMA SCOLASTICO LOMBARDO...

Dettagli

A) COMPETENZE DI BASE

A) COMPETENZE DI BASE AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI NELL' AMBITO DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (FORMAZIONE INIZIALE 14-18 ANNI) CUI CONFERIRE,

Dettagli

2. Il profilo culturale, educativo e professionale degli Istituti Tecnici

2. Il profilo culturale, educativo e professionale degli Istituti Tecnici ALLEGATO A Profilo educativo, culturale e professionale dello studente a conclusione del secondo ciclo del sistema educativo di istruzione per gli Istituti Tecnici 1. Premessa I percorsi degli Istituti

Dettagli

SCIA-SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA

SCIA-SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA MOD. COM 3 SCIA-SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO: MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA Al SUAP Ai sensi del D. L.vo 114/98, D. L.vo 59/10 e L. 122/10 Il sottoscritto

Dettagli

NOTIFICA ATTIVITA' CON METODO BIOLOGICO ( * )

NOTIFICA ATTIVITA' CON METODO BIOLOGICO ( * ) REGIONE: Ministero per le Politiche Agricole e Forestali ( MiPAF) A cura dell'ufficio ricevente Prot. del NOTIFICA ATTIVITA' CON METODO BIOLOGICO ( * ) INFORMAZIONI RELATIVE ALLA POSIZIONE NEL SISTEMA

Dettagli

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole-

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- A cura del dipartimento mercato del lavoro Formazione Ricerca della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

Dettagli

ore 1 biennio DISCIPLINE unitario Lingua inglesee Storia Matematica Diritto ed economia alternative Totale ulteriori lingue

ore 1 biennio DISCIPLINE unitario Lingua inglesee Storia Matematica Diritto ed economia alternative Totale ulteriori lingue ATTIVITÀ E INSEGNAMENTI GENERALI COMUNI AGLI INDIRIZZI DEL SETTORE ECONOMICO Lingua e letteratura italiana 1^ 2^ secondo biennio e quinto anno costituiscono un percorso formativo unitario 3^ 4^ 5^ Lingua

Dettagli

Il lavoro nell Europa medievale La bottega artigiana come luogo dell'apprendere e del produrre

Il lavoro nell Europa medievale La bottega artigiana come luogo dell'apprendere e del produrre Il lavoro nell Europa medievale La bottega artigiana come luogo dell'apprendere e del produrre Botteghe artigiane. Partic. da Ambrogio Lorenzetti, Effetti del buon governo nella città Palazzo Pubblico,

Dettagli

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U.

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. DISCIPLINA DEI LIMITI E DEI RAPPORTI RELATIVI ALLA FORMAZIONE DI NUOVI STRUMENTI URBANISTICI

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

CONFEDERAZIONE ITALIANA DELLA PICCOLA E MEDIA INDUSTRIA PRIVATA. Roma, 6 Febbraio 2008

CONFEDERAZIONE ITALIANA DELLA PICCOLA E MEDIA INDUSTRIA PRIVATA. Roma, 6 Febbraio 2008 CONFEDERAZIONE ITALIANA DELLA PICCOLA E MEDIA INDUSTRIA PRIVATA IL SISTEMA CONFAPI Costituita nel 1947, Confapi è cresciuta insieme alla PMI italiana ed è oggi uno dei protagonisti della vita economica

Dettagli

TABELLA DI RACCORDO TRA ATECOFIN 2004 E ATECO 2007 a sei cifre, decorrenza 1 gennaio 2009

TABELLA DI RACCORDO TRA ATECOFIN 2004 E ATECO 2007 a sei cifre, decorrenza 1 gennaio 2009 01.11.1p 01.11.10 Coltivazione di cereali (escluso il riso) 01.11.1p 01.12.00 Coltivazione di riso 01.11.2 01.11.20 Coltivazione di semi oleosi 01.11.3 01.13.30 Coltivazione di barbabietola da zucchero

Dettagli

Elenco degli Annunci Trovati

Elenco degli Annunci Trovati Elenco degli Annunci Trovati Riepilogo Limiti Impostati: Da Data Scadenza 07/08/2015 A Data Scadenza 24/08/2015 Riepilogo Filtri Impostati: Inviato al Periodico: Internet Categoria Selezionata: CERCO LAVORO

Dettagli

(OLL 2) (Disposizioni speciali per determinate categorie di aziende e di lavoratori)

(OLL 2) (Disposizioni speciali per determinate categorie di aziende e di lavoratori) Ordinanza 2 concernente la legge sul lavoro (OLL 2) (Disposizioni speciali per determinate categorie di aziende e di lavoratori) 822.112 del 10 maggio 2000 (Stato 1 aprile 2015) Il Consiglio federale svizzero,

Dettagli

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Come ottenere energia rinnovabile e compost dai rifiuti organici Un percorso di educazione ambientale alla scoperta dell impianto di compostaggio

Dettagli

imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico

imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico istituto tecnico SETTORE TECNOLOGICO chimica e materiali elettronica e telecomunicazioni informatica meccanica e meccatronica

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001 REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001 Proponente SUSANNA CENNI DIPARTIMENTO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Pubblicita

Dettagli

ALLEGATO N. 1 ELENCO CATEGORIE E CLASSI MERCEOLOGICHE DI LAVORI, BENI E SERVIZI

ALLEGATO N. 1 ELENCO CATEGORIE E CLASSI MERCEOLOGICHE DI LAVORI, BENI E SERVIZI ALLEGATO N. 1 (aggiornato G.U.R.I. N. 96 26/04/2014) ELENCO CATEGORIE E CLASSI MERCEOLOGICHE DI LAVORI, BENI E SERVIZI (Barrare la categoria di specializzazione SOA) Categorie opere generali (ex D.P.R.

Dettagli

Oppure si lavorava l argilla con il tornio (figg. 4 5).

Oppure si lavorava l argilla con il tornio (figg. 4 5). Ceramica Nell antichità il vaso non era un semplice un semplice oggetto utile nella vita quotidiana, ma era anche merce di scambio. Il lavoro del vasaio, inizialmente era collegato alle stagioni e dunque

Dettagli

STUDIO DI SETTORE TK30U ATTIVITÀ 71.12.40 ATTIVITÀ 74.90.93 ATTIVITÀ DI CARTOGRAFIA E AEROFOTOGRAMMETRIA

STUDIO DI SETTORE TK30U ATTIVITÀ 71.12.40 ATTIVITÀ 74.90.93 ATTIVITÀ DI CARTOGRAFIA E AEROFOTOGRAMMETRIA STUDIO DI SETTORE TK30U ATTIVITÀ 71.12.40 ATTIVITÀ DI CARTOGRAFIA E AEROFOTOGRAMMETRIA ATTIVITÀ 74.90.21 CONSULENZA SULLA SICUREZZA ED IGIENE DEI POSTI DI LAVORO ATTIVITÀ 74.90.92 ATTIVITÀ RIGUARDANTI

Dettagli

Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico

Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico Marco Glisoni Maria Lisa Procopio Incontro formativo Progetto APE settembre 2014 Il Piano d Azione Nazionale per il GPP Piano d azione per la

Dettagli

COMUNICAZIONE DI APERTURA FILIALI, SUCCURSALI E ALTRI PUNTI VENDITA DI AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO (Ai sensi della L.R. 30/03/1988 n. 15 e s.m.i.

COMUNICAZIONE DI APERTURA FILIALI, SUCCURSALI E ALTRI PUNTI VENDITA DI AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO (Ai sensi della L.R. 30/03/1988 n. 15 e s.m.i. CODICE PRATICA *CODICE FISCALE* GGMMAAAA HH:MM Mod. Comunale (Modello 1088 Versione 001 2015) Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP: COMUNICAZIONE

Dettagli

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEI VINI A DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA VENEZIA

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEI VINI A DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA VENEZIA DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEI VINI A DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA VENEZIA Approvato con DM 22 dicembre 2010 G.U. 4-07.01.2011 (S. O. n. 6) Modificato con DM 30.11.2011 Pubblicato sul sito ufficiale

Dettagli

RAPPORTI ECONOMICI E COMMERCIALI

RAPPORTI ECONOMICI E COMMERCIALI RAPPORTI ECONOMICI E COMMERCIALI TRA L ITALIA E I PAESI DEL NORD AFRICA MAROCCO TUNISIA ALGERIA LIBIA EGITTO L Italia, grazie anche alla prossimità geografica ed a storici rapporti politici e culturali,

Dettagli

Massimo Mutti - Copyright Wolters Kluwer Italia s.r.l.

Massimo Mutti - Copyright Wolters Kluwer Italia s.r.l. FORMULARIO DEL LAVORO Amministrazione e gestione del personale Il Formulario del lavoro si propone come efficace strumento di lavoro nella redazione di un contratto di lavoro. Il Formulario del lavoro

Dettagli

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE CULTURA e SVILUPPO FESR 2014-2020 Sintesi DICEMBRE 2014 1. Inquadramento e motivazioni Il Ministero dei Beni, delle

Dettagli

Tasso di copertura della rilevazione. Numero di scuole che hanno risposto

Tasso di copertura della rilevazione. Numero di scuole che hanno risposto MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva de Biasio S. Croce 1299-30135 VENEZIA Ufficio IV - Ordinamenti scolastici -

Dettagli

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006 CIRCOLARE N. 37/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 29 dicembre 2006 OGGETTO: IVA Applicazione del sistema del reverse-charge nel settore dell edilizia. Articolo 1, comma 44, della legge

Dettagli

Tabella A - Coltivazione ore standard/ettaro/anno. Cereali, oleaginose, favino (escluso mais) 25 +10% +20%

Tabella A - Coltivazione ore standard/ettaro/anno. Cereali, oleaginose, favino (escluso mais) 25 +10% +20% Allegato A PARTE I Determinazione delle ore lavoro per realizzare la condizione di principalità di cui all'articolo 6, comma 3, lettera a) della l.r.30/2003. (42) 1. PREMESSA L imprenditore agricolo che

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

Regolamento per la concessione del marchio. Parco nazionale del Vesuvio

Regolamento per la concessione del marchio. Parco nazionale del Vesuvio Regolamento per la concessione del marchio del Parco nazionale del Vesuvio Delibera del Consiglio direttivo 26 maggio 1998, n. 54 Ai sensi del D.P.R. 5 giugno 1995, istitutivo del Parco nazionale del Vesuvio,

Dettagli

DIAMO UNA MANO ALLA NATURA

DIAMO UNA MANO ALLA NATURA DIAMO UNA MANO ALLA NATURA ABBATTITORI A RICIRCOLO DI ACQUA (SCRUBBER A TORRE) I sistemi di abbattimento a scrubber rappresentano un ottima alternativa a sistemi di diversa tecnologia (a secco, per assorbimento,

Dettagli

NEW. IPSOA è l unica a garantirle la possibilità di sfogliare ogni numero del suo abbonamento anche in mobilità e online su smartphone*, tablet e PC.

NEW. IPSOA è l unica a garantirle la possibilità di sfogliare ogni numero del suo abbonamento anche in mobilità e online su smartphone*, tablet e PC. CAMPAGNA RINNOVI RIVISTE RIVISTE IPSOA: L INFORMAZIONE DI QUALITÀ SU TUTTI I MEDIA CARTA SMARTPHONE TABLET PC OMAGGIO IPSOA è l unica a garantirle la possibilità di sfogliare ogni numero del suo abbonamento

Dettagli

Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde

Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde Articolo 1 Oggetto 1. Il presente disciplinare regolamenta la concessione e l utilizzo del Marchio La Sardegna Compra Verde.

Dettagli

ISTRUZIONI PER INDIVIDUAZIONE DEL CORSO A CUI ISCRIVERE I LAVORATORI

ISTRUZIONI PER INDIVIDUAZIONE DEL CORSO A CUI ISCRIVERE I LAVORATORI ISTRUZIONI PER INDIVIDUAZIONE DEL CORSO A CUI ISCRIVERE I LAVORATORI Per individuare correttamente il tipo di corso a cui iscrivere i propri lavoratori occorre applicare quanto stabilito dall Accordo Stato

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA COMUNICAZIONE

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA COMUNICAZIONE MOD.COM 3 Al Comune di * ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA copia per il Comune COMUNICAZIONE Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (artt.10 comma 5 e 26 comma 5), il sottoscritto

Dettagli

SPORTELLO UNICO PREVIDENZIALE Modello per la richiesta telematica del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC)

SPORTELLO UNICO PREVIDENZIALE Modello per la richiesta telematica del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) SPORTELLO UNICO PREVIDENZIALE Modello per la richiesta telematica del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) MODELLO UNIFICATO: 1) APPALTI DI LAVORI PUBBLICI Quadri da compilare : "A" + "B"

Dettagli

COSTO SERVIZI EROGATI - ANNO 2013

COSTO SERVIZI EROGATI - ANNO 2013 - ANNO 2013 TIPOLOGIA DEI A DEI (*) PERSONA LE A STAFF 1 - GIURICO ISTITUZIONALE Servizio sportello per il cittadino Organizzazione e guida alle opere d'arte presenti nelle sale della sede. Concessione

Dettagli

Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE COMUNICAZIONE

Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE COMUNICAZIONE MOD.COM. 6 copia per il Comune Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE COMUNICAZIONE Al Comune di *... Ai sensi del D.L.vo 31/3/1998

Dettagli

STUDIO DI SETTORE SM43U ATTIVITÀ 52.46.6 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI MACCHINE, ATTREZZATURE E PRODOTTI PER L AGRICOLTURA E IL GIARDINAGGIO

STUDIO DI SETTORE SM43U ATTIVITÀ 52.46.6 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI MACCHINE, ATTREZZATURE E PRODOTTI PER L AGRICOLTURA E IL GIARDINAGGIO STUDIO DI SETTORE SM43U ATTIVITÀ 52.46.6 COMMERCIO AL DETTAGLIO DI MACCHINE, ATTREZZATURE E PRODOTTI PER L AGRICOLTURA E IL GIARDINAGGIO Settembre 2002 1 STUDIO DI SETTORE SM43U Numero % sugli invii Invii

Dettagli

BOLLO ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO - MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE

BOLLO ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO - MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE MOD.COM 2 BOLLO copia per il Comune ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO - MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE Al Comune di * Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (artt. 8,9,10, comma 5),

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Nome e Cognome Indirizzo Lucio Maragoni Residenza: Via Francesco Angeloni n.55, 05100 Terni (TR) Domicilio attuale: Via Sertorio Orsato n.5, 35128 Padova

Dettagli

Infortunio sul lavoro:

Infortunio sul lavoro: Infortunio sul lavoro: evento che determina un danno alla persona, che si verifica per causa violenta in occasione di lavoro nell ambiente di lavoro, in un breve periodo di tempo (< 8 ore lavorative) Malattia

Dettagli

COMUNICAZIONE. Al Comune di *

COMUNICAZIONE. Al Comune di * 7864 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 82 del 30-6-2004 MOD.COM 3 Al Comune di * ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA COMUNICAZIONE Ai sensi della l.r. 11/03

Dettagli

STUDIO DI SETTORE SM43U

STUDIO DI SETTORE SM43U ALLEGATO 3 NOTA TECNICA E METODOLOGICA STUDIO DI SETTORE SM43U NOTA TECNICA E METODOLOGICA CRITERI PER LA COSTRUZIONE DELLO STUDIO DI SETTORE Di seguito vengono esposti i criteri seguiti per la costruzione

Dettagli

Premessa. Riferimenti normativi

Premessa. Riferimenti normativi Circolare esplicativa relativa alle attività con emissioni in atmosfera scarsamente rilevanti art. 272 c. 1 del d.lgs 152/06 come modificato dal d.lgs 128/2010. Premessa L entrata in vigore del d.lgs 128/2010

Dettagli

DESCRIZIONE CCNL. C.c.n.l. per i dipendenti dalle aziende industriali che attendono alla lavorazione e alla produzione dei bottoni e articoli affini.

DESCRIZIONE CCNL. C.c.n.l. per i dipendenti dalle aziende industriali che attendono alla lavorazione e alla produzione dei bottoni e articoli affini. SETTORE PRODUTTIVO (da selezionare in procedura DURC) CODICE CCNL (del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali) DESCRIZIONE CCNL C.c.n.l. per i dipendenti dalle aziende industriali

Dettagli

D.P.G.R n in data Eventi eccezionali del/dal..al (gg/mese/anno).

D.P.G.R n in data Eventi eccezionali del/dal..al (gg/mese/anno). Mod. 2 - imprese COMUNE DI... D.P.G.R n in data Eventi eccezionali del/dal..al (gg/mese/anno). MODULO PER IMPRESE Attività produttive, industriali, agricole, zootecniche, commerciali, artigianali, turistiche,

Dettagli

Come si fa un giornale

Come si fa un giornale Come si fa un giornale COME SI FA UN GIORNALE dall idea alla distribuzione Un giornale è una struttura complessa composta da un gruppo di persone che lavorano insieme che chiameremo LA REDAZIONE Al vertice

Dettagli

Aggiornamento dell Albo dei fornitori di beni e servizi

Aggiornamento dell Albo dei fornitori di beni e servizi MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE, ALIMENTARI E FORESTALI UNIONE EUROPEA REGIONE PUGLIA ASSE IV LEADER Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale: l Europa investe nelle zone rurali Programma di Sviluppo

Dettagli

1. CHE COS E IL LAVORO INTERINALE

1. CHE COS E IL LAVORO INTERINALE 1. CHE COS E IL LAVORO INTERINALE Il lavoro interinale (o in affitto che dir si voglia) è un contratto atipico che permette alle imprese di utilizzare per un periodo di tempo prestabilito (quindi temporaneo)

Dettagli

ISTITUTI PROFESSIONALI

ISTITUTI PROFESSIONALI ISTITUTI PROFESSIONALI Settore Industria e Artigianato Indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica Nell indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica sono confluiti gli indirizzi del previgente ordinamento

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Tabelle delle aliquote contributive in vigore dal. 1 gennaio 2014

Tabelle delle aliquote contributive in vigore dal. 1 gennaio 2014 Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione Centrale Entrate Tabelle delle aliquote contributive in vigore dal 1 gennaio 2014 A cura di Leonardo Pascarella Aggiornamento DICEMBRE 2014 Responsabile:

Dettagli

Prodotti di cui ti puoi fidare

Prodotti di cui ti puoi fidare Prodotti di cui ti puoi fidare Vogliamo offrirti alimenti di buona qualità a prezzi bassi, prodotti in modo responsabile. Stiamo lavorando in tutte le parti della catena alimentare, dalla fattoria al negozio

Dettagli

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI QUADRO MACROECONOMICO IMPORT-EXPORT PAESI BASSI Il positivo quadro macroeconomico dei Paesi Bassi é confermato dagli indicatori economici pubblicati per il 2007. Di fatto l economia dei Paesi Bassi sta

Dettagli

AVVISO DEL 31 OTTOBRE 2013

AVVISO DEL 31 OTTOBRE 2013 AVVISO DEL 31 OTTOBRE 2013 FORMAZIONE DI UN ELENCO DI OPERATORI ECONOMICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE IN ECONOMIA (ART.125 D. LGS. 163/2006) Ai sensi dell art.125 del D. Lgs. 163/2006 e s.m.i, la Fondazione

Dettagli

AUDIPRESS 2 Ciclo 2011 -- Indagine Quotidiani e Supplementi -

AUDIPRESS 2 Ciclo 2011 -- Indagine Quotidiani e Supplementi - Via Panizza, 7 Milano Tel. 02/48.19.33.20 Via M. Macchi, 61 Milano Tel. 02/67.33.01 Edizione Unica AUDIPRESS 2 Ciclo 2011 -- Indagine Quotidiani e Supplementi - (APPARE LOGO AUDIPRESS) QUOTIDIANI PAY PRESS

Dettagli

GUIDA ALLA SCELTA DELLA SCUOLA SUPERIORE. nel Circondario

GUIDA ALLA SCELTA DELLA SCUOLA SUPERIORE. nel Circondario GUIDA ALLA SCELTA DELLA SCUOLA SUPERIORE nel Circondario anno scolastico 2012/2013 INDICE dei Contenuti Premessa 1. Introduzione 1.1. Come usare questa guida: obiettivi, cosa contiene 1.2. Per gli studenti

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO SERVIZIO DECENTRAMENTO E ASSISTENZA AMMINISTRATIVA AI PICCOLI COMUNI SERVIZIO PROGRAMMAZIONE E GESTIONE ATTIVITA TURISTICHE E SPORTIVE www.provincia.torino.gov.it FORUM IN MATERIA DI ENTI SPORTIVI DILETTANTISTICI

Dettagli

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO COMUNICAZIONE. Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (art 7, 10 comma 5 e 26 comma 5), il sottoscritto

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO COMUNICAZIONE. Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (art 7, 10 comma 5 e 26 comma 5), il sottoscritto MOD.COM 1, copia per il Comune ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO COMUNICAZIONE Al Comune di * Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (art 7, 10 comma 5 e 26 comma 5), il sottoscritto Cognome Nome C.F.

Dettagli

POS: Piano Operativo di Sicurezza. D.Lgs 81/08 art. 96 c.1. Contenuti minimi del POS in presenza di rischi elettrici

POS: Piano Operativo di Sicurezza. D.Lgs 81/08 art. 96 c.1. Contenuti minimi del POS in presenza di rischi elettrici Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Mantova D.Lgs 81/08 art. 96 c.1 Contenuti minimi del POS in presenza di rischi elettrici Azienda Sanitaria

Dettagli

RILEVAZIONE STATISTICA DEI PERMESSI DI COSTRUIRE, DIA,EDILIZIA PUBBLICA (DPR 380/2001, art. 7) SISTEMA STATISTICO NAZIONALE

RILEVAZIONE STATISTICA DEI PERMESSI DI COSTRUIRE, DIA,EDILIZIA PUBBLICA (DPR 380/2001, art. 7) SISTEMA STATISTICO NAZIONALE RILEVAZIONE STATISTICA DEI PERMESSI DI COSTRUIRE, DIA,EDILIZIA PUBBLICA (DPR 380/2001, art. 7) SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODELLO ISTAT/PDC/NRE

Dettagli

TITOLO I Ambito di applicazione. TITOLO II Disposizioni generali.

TITOLO I Ambito di applicazione. TITOLO II Disposizioni generali. Regolamento d uso del verde Adottato dal Consiglio Comunale nella seduta del 17.7.1995 con deliberazione n. 173 di Reg. Esecutiva dal 26.10.1995. Sanzioni approvate dalla Giunta Comunale nella seduta del

Dettagli

Quali sono i compiti della Provincia in materia di formazione?

Quali sono i compiti della Provincia in materia di formazione? Quali sono i compiti della Provincia in materia di formazione? Redige il Piano Annuale della Formazione; Pubblica gli avvisi; Seleziona i progetti e redige le graduatorie; Assegna le risorse e stipula

Dettagli

/#( 0-1( (2 (2-./-#-#

/#( 0-1( (2 (2-./-#-# !!" #$ %&$%' (,,,##( # -(./-##( # (&%)*)+#$ Protocollo M1.2015.0007586 del 15/01/2015 Firmato digitalmente da FIORELLA FERRARIO /#( 0-1( (2 -./-#-# 011( (23./-#-1# 0!1( (2!./-#!# 01( (2--/.(( (# 41( (2-41(./-#

Dettagli

DITTE CONVENZIONATE 2006

DITTE CONVENZIONATE 2006 CIRCOLO DIPENDENTI COMUNALI CITTÀ DEI MILLE 24122 BERGAMO - Piazza Matteotti n. 3 Tel. 035/399.053 Fax. 035/399096 C.F. 80035980160 e-mail: circolodipendenticomunaii@comune.bg.it - sito internet: www.cralcittadeimille.it

Dettagli

Vigente al: 11-3-2015

Vigente al: 11-3-2015 MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA DECRETO 29 gennaio 2015, n. 10 Regolamento recante norme per lo svolgimento della seconda prova scritta degli esami di Stato conclusivi dei corsi

Dettagli

GLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI

GLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI 74/ 24 febbraio 2014 GLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI L Istituto nazionale di statistica avvia la pubblicazione, con cadenza mensile, delle nuove serie degli indici dei prezzi

Dettagli