Curriculum Vitae di Piernicola Lollino

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Curriculum Vitae di Piernicola Lollino"

Transcript

1 Curriculum Vitae di Piernicola Lollino Luogo e data di nascita: Bari, 23 Settembre 1970 Residenza: Viale Borsellino e Falcone 23/A, Bari Sede di lavoro: CNR-IRPI, Via Amendola 122/i, Bari Tel. ufficio: Cell: Cittadinanza: italiana POSIZIONE ATTUALMENTE RICOPERTA Dal 2001 Ricercatore a tempo indeterminato presso l Istituto di Ricerca per la Protezione Idrogeologica del CNR (CNR - IRPI) presso la sede di Bari. STUDI COMPIUTI E TITOLI ACCADEMICI Luglio 1989 Febbraio 1997 Aprile 1997 Febbraio 2001 Maturità scientifica conseguita presso il Liceo Scientifico Statale G. Salvemini di Bari con voti 60/60. Laurea in Ingegneria Civile con voti 110/110 conseguita presso il Politecnico di Bari con una tesi di ricerca in Meccanica delle Rocce. Abilitazione alla professione di ingegnere. Conseguimento del titolo di Dottore di ricerca in Ingegneria Geotecnica, con una tesi dal titolo Analisi del comportamento di una diga in calcarenite e della sua fondazione in argille grigio-azzurre. INQUADRAMENTO DELL ATTIVITA SCIENTIFICA L attività di ricerca più recente riguarda principalmente lo studio di problemi di ingegneria geotecnica, con particolare riferimento ai problemi di instabilità del territorio che inducono condizioni di rischio, mediante calcolo numerico (FEM, FDM e DEM), analisi di stabilità di tipo convenzionale ed analisi ed interpretazione di dati di monitoraggio in sito. L attività di ricerca svolta ha perciò riguardato lo studio di processi di frana in terra ed in roccia, processi di instabilità che coinvolgono le cavità sotterranee (grotte naturali e cave artificiali sotterranee), collassi di infrastrutture dovuti ad eventi alluvionali. Inoltre, l attività scientifica ha riguardato lo studio del comportamento dei rilevati e delle dighe in terra fondati su depositi argillosi e dei relativi processi di interazione, con l ausilio di modellazione numerica, monitoraggio in sito ed osservazioni di laboratorio. 1

2 ATTIVITÁ SCIENTIFICA Da Marzo 2013 Da Ottobre 2011 Da Luglio 2011 Da Maggio 2011 Ottobre 2010 Dal 2010 Dal 2009 Partecipazione al Progetto Europeo LAMPRE (LAndslide Modelling and tools for vulnerability assessment Preparedness and Recovery Management), Coordinatore: Dr. Fausto Guzzetti (CNR IRPI). Responsabile per il CNR-IRPI della Convenzione tra il Comune di Turi (BA), il Politecnico di Bari ed il CNR-IRPI per lo studio delle condizioni di stabilità dell edificio scolastico di Via Ginestre a Turi connesse ala presenza di cavità sotterranee. Responsabile scientifico di un assegno di ricerca su Modellazione numerica di deformazioni della superficie topografica misurate con tecnologia DInSAR svolto in collaborazione con CNR IREA. Responsabile dell unità CNR-IRPI nell ambito del Progetto EU DESIRE (Desertification and Remediation of Land) 2007/2012 VI PQ per lo studio del rischio di erosione e desertificazione in area campione dell Italia meridionale. Docente presso il Corso di Formazione Specialistico post-lauream promosso nell ambito del Progetto Strategico PS_119 Analisi ed interpretazione dei meccanismi di frane lente e del connesso danno alle strutture coinvolte per la valutazione del rischio da frana. Responsabile scientifico di un assegno di ricerca su Analisi ed interpretazione su base quantitativa di meccanismi di frana nell ambito del Progetto Strategico n. 119 Regione Puglia Valutazione del rischio da frana in aree di catena: il caso della Daunia. Responsabile scientifico del Laboratorio di Geomeccanica della sede di Bari del CNR-IRPI. Dal 2009 Partecipazione all attività di studio e consulenza nell ambito della Convenzione tra l Autorità di Bacino della Puglia ed il CNR-IRPI (UOS di Bari), relativa alla Predisposizione dell elenco aggiornato dei comuni del territorio della Regione Puglia interessati da presenza di cavità antropiche Partecipazione all attività di studio e consulenza nell ambito della Convenzione tra l Acquedotto Pugliese ed il Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ambientale del Politecnico di Bari per lo studio del dissesto idrogeologico in area Melfi (PZ) che coinvolge un tratto della condotta acquedottistica tra Padula a Venosa. Partecipazione al progetto PRIN Analisi e zonazione della suscettibilità e pericolosità da frane innescate da eventi estremi, coordinatore: Prof. L. Cascini (Università di Salerno). Ottobre 2008 Seminario-lezione ad invito su Metodologie di analisi delle condizioni di instabilità di cavità naturali ed artificiali nell ambito della XXV Giornata di Studi organizzata a Ragusa dall Ordine Regionale dei Geologi di Sicilia. 2

3 Dal 2007 Responsabile scientifico dell unità di ricerca di Bari del CNR-IRPI nell ambito del Progetto DESIRE - Desertification mitigation and remediation of land finanziato dalla CE VI PQ per lo studio del rischio di erosione e desertificazione in area campione dell Italia meridionale. Responsabile scientifico di un assegno di ricerca su analisi del rischio da erosione e frana in aree soggette a desertificazione nell ambito del progetto DESIRE. Partecipazione al progetto strategico di ricerca finanziato dalla Regione Puglia Progetto Strategico n. 119 Valutazione del rischio da frana in aree di catena: il caso della Daunia In tale ambito ha ricoperto il ruolo di responsabile di un contratto di ricerca dal titolo Analisi di filtrazione ed analisi agli elementi finiti di pendii a rischio di frana nel subappennino dauno Partecipazione all Unità di Ricerca del Politecnico di Bari nell ambito del Progetto PRIN avente titolo Monitoraggio e valutazione della sicurezza nelle dighe in terra e negli argini fluviali, coordinato dal Prof. A. Desideri (Univ. di Roma) Membro del Comitato tecnico organizzatore del V Convegno Nazionale dei Ricercatori di Ingegneria Geotecnica dal titolo Fondazioni superficiali e profonde, Bari, settembre Nominato esperto per conto del GNDCI (Gruppo Nazionale Difesa Catastrofi Idrogeologiche) e del Dipartimento della Protezione Civile per sopralluoghi su siti franosi del Subappennino Dauno (Puglia) colpiti in occasione degli eventi estremi di pioggia del gennaio Partecipazione all attività di studio e consulenza nell ambito della Convenzione tra la Società Grotte di Castellana s.r.l. ed il CNR-IRPI (UOS di Bari) riguardante lo studio delle condizioni di stabilità di alcune cavità carsiche appartenenti al complesso delle grotte di Castellana (BA) Partecipazione alla Linea di Ricerca GNCDI Previsione e prevenzione di eventi franosi a grande rischio - Unità Operativa Responsabile Dott. Luigi Merenda - Titolo: Modellazione geotecnica e scenari evolutivi di fenomeni franosi Partecipazione all unità di ricerca del CNR-IRPI di Bari sullo sviluppo di metodologie per la previsione dei fenomeni franosi mediante interferometria satellitare, nell ambito del Progetto Scientifico LEWIS (Landslide Early Warning Integrated System), coordinatore: Prof. Luciano Guerriero, finanziato dalla EU - V Programma Quadro. In tale ambito, si è occupato di analisi di stabilità di versanti naturali per la valutazione degli effetti indotti da variazioni dei fattori naturali ed antropici Partecipazione all Unità di Ricerca del Politecnico di Bari sui Meccanismi di deformazione di pendii: monitoraggio e modellazione numerica nell ambito del Progetto Cofinanziato 2001 MIUR «ex-quota 40%» avente titolo Convivere con le frane: effetti su infrastrutture e insediamenti urbani. Strategie di intervento per la mitigazione del rischio, coordinato dal Prof. Luciano Picarelli (Univ. di Napoli). In tale ambito si è occupato dello sviluppo 3

4 di analisi numeriche per lo studio del comportamento tenso-deformativo di versanti instabili Dottorando di ricerca in ingegneria geotecnica. In tale ambito, ha sviluppato analisi numeriche agli elementi finiti dei processi di interazione al finito terreno-struttura, con riferimento al comportamento dei rilevati in terra fondati su argille. Ha svolto inoltre analisi ed interpretazione di dati acquisiti da sistemi di monitoraggio in sito ed ha realizzato prove sperimentali di laboratorio sulle argille naturali e sui materiali da costruzione di dighe. Nel corso del Dottorato, ha svolto numerosi periodi di soggiorno presso il Dipartimento di Soil Mechanics dell Imperial College di Londra (settembreottobre 1998,da ottobre 1999 a luglio 2000), nel corso dei quali ha collaborato ai fini della sua ricerca con il Prof. David Potts, docente di Analytical Soil Mechanics presso la stessa Università di Londra, e la dr. Lidija Zdravkovic, ricercatrice di Analitical Soil Mechanics Attività di studio in collaborazione con il Prof. Ing. Vincenzo Cotecchia riguardante l analisi di stabilità di pendii in terra ed in roccia mediante analisi numeriche finalizzate alla messa in sicurezza di centri abitati ed alla salvaguardia di particolari siti storico-monumentali Partecipazione all Unità di Ricerca del Politecnico di Bari sulle Deformazioni gravitative dei versanti ad evoluzione progressiva nell Italia centro-meridionale con abitati ed importanti infrastrutture nell ambito del Progetto MURST «exquota 40%» avente titolo Deformazioni gravitative di versante e criteri di intervento per la mitigazione del rischio, coordinato dal Prof. V. Cotecchia. ATTIVITÁ DIDATTICA Docente a contratto del corso di Geologia Tecnica 6 CFU (GEO/05) del CdL Triennale in Scienze Geologiche e Geofisiche Facoltà di Scienze MM- FF-NN dell Università degli Studi di Bari. Da Gennaio 2012 Cultore della materia in Meccanica delle Rocce e delle Terre presso il Dipartimento di Geologia e Geofisica dell Università degli Studi di Bari Aldo Moro Docente a contratto del corso di Meccanica delle Rocce e delle Terre 6 CFU (GEO/05) del CdL Magistrale in Scienze Geologiche e Geofisiche Facoltà di Scienze MM-FF-NN dell Università degli Studi di Bari, nonché relatore di Tesi di Laurea Specialistica Docente a contratto del corso di Complementi di geotecnica 3 CFU (ICAR- 07) del CdL specialistico in Ingegneria Edile della I Facoltà di Ingegneria del Politecnico di Bari Docente a contratto del corso di Stabilità dei Pendii 6 CFU (ICAR-07) del CdL specialistico in Ingegneria per l Ambiente ed il Territorio della II Facoltà di Ingegneria del Politecnico di Bari. 4

5 Correlatore in numerose tesi di laurea nei CdL di Ingegneria Civile ed Ingegneria dell Ambiente e Territorio del Politecnico di Bari e nel CdL in Scienze Geologiche dell Università degli studi di Bari, con tematiche inerenti l ingegneria geotecnica, la meccanica delle rocce ed applicazioni relative alla stabilità del territorio Collaborazione alla didattica mediante lezioni ed esami del corso di Progetto di Opere di sostegno e Stabilità dei Pendii del corso di laurea specialistica in Ingegneria Civile della I Facoltà di Ingegneria del Politecnico di Bari Collaborazione alla didattica mediante lezioni ed esami del corso di Geotecnica e del corso di Stabilità dei pendii del corso di laurea in Ingegneria per l Ambiente ed il Territorio della II Facoltà di Ingegneria del Politecnico di Bari, con sede a Taranto Tutor di studenti tesisti del modulo Risk Assessment in Geotechnical Engineering nell ambito del Master Internazionale in Environmental Policy and Management organizzato dal Politecnico di Bari e dall INSA di Lione (Francia). REVISORE DI RIVISTE INTERNAZIONALI Revisore di articoli scientifici per le seguenti riviste internazionali ISI: - Computers & Geosciences - Quarterly Journal of Engineering Geology and Hydrogeology - Natural Hazards & Earth System Sciences (NHESS) - Engineering Geology - Environmental Earth Sciences - Natural Hazards ATTIVITA DI RICERCA APPLICATA E CONSULENZA 2013 Consulenza in merito alla progettazione di una diga fluviale in Bulgaria, svolta mediante l uso di tecniche di calcolo agli elementi finiti per l analisi del processo di filtrazione a seguito della costruzione della diga Consulenza in merito alla valutazione delle condizioni di stabilità di un versante nel territorio di Canosa di Puglia (BA) Responsabile della convenzione CNR-IRPI per lo studio delle condizioni di stabilità del versante in frana a Nord di Lucera (FG) e la progettazione dei relativi interventi di stabilizzazione 2004 Collaborazione alla progettazione di uno scavo in ammasso calcareo fessurato e del successivo intervento di consolidamento per la realizzazione di un parcheggio sotterraneo in area urbana mediante analisi numeriche Collaborazione alla progettazione degli interventi di consolidamento di una parete rocciosa instabile mediante l uso di modellazione numerica. 5

6 PARTECIPAZIONE A COMITATI ORGANIZZATORI DI CONFERENZE 2006 Membro del Comitato Tecnico organizzatore del V CNRIG, Convegno Nazionale dei Ricercatori in Geotecnica Fondazioni superficiali e profonde, Settembre 2006, Politecnico di Bari Membro del Comitato Tecnico organizzatore del Convegno Nazionale conclusivo del Progetto Strategico PS_119 - La diagnosi dei processi per la gestione del rischio, Ottobre 2010, Politecnico di Bari Membro del Comitato Tecnico organizzatore del Corso di Formazione Specialistica nell ambito del Progetto Strategico PS_119 - Analisi ed interpretazione di meccanismi di frane lente e del connesso danno alle strutture coinvolte per la valutazione del rischio da frana, Ottobre 2010, Politecnico di Bari. ISCRIZIONI AD ASSOCIAZIONI SCIENTIFICHE Iscritto alla Sezione Italiana dell IAEG (International Association of Engineering Geology). Iscritto all AGI (Associazione Geotecnica Italiana). PUBBLICAZIONI PRINCIPALI Pubblicazioni su riviste ISI Polemio M. & Lollino P. (2011). Failure of infrastructure embankments induced by flooding and seepage: a neglected source of hazard. Natural Hazards and Earth Systems Sciences NHESS, 11, , doi: /nhess Lollino P., Santaloia F., Amorosi A. & Cotecchia F. (2011). Delayed failure of quarry slopes in stiff clays: the case of the Lucera landslide. Géotechnique, Vol. 61, N. 10, , doi: /geot.8.P.160. Parise M. & Lollino P. (2011). A preliminary analysis of failure mechanisms in karst and man-made underground caves in Southern Italy. Geomorphology, vol. 134, , doi: /j.geomorph Iovine G.G.R., Lollino P., Gariano S.L. & Terranova O.G. (2010). Coupling limit equilibrium analyses and realtime monitoring to refine a landslide surveillance system in Calabria (Southern Italy). Natural Hazards and Earth Systems Sciences - NHESS, 10, , doi: Cotecchia V., De Bellis P., Lollino P., Monterisi L., Tria D. (2009). Geostructural survey and stability analysis of the calcareous cliff of Vieste (Gargano Southern Italy). Bulletin of Engineering Geology and the Environment, 68, n. 1, Lollino P. & Pagliarulo R. (2008). The interplay of erosion, instability processes and cultural heritage at S. Nicola island (Tremiti archipelago, Southern Italy). Geografia Fisica e Dinamica Quaternaria, 31, n. 2. Lollino P., Cotecchia F., Zdravkovic L., Potts D.M. (2005). Numerical analysis and monitoring of Pappadai dam. Canadian Geotechnical Journal, 42, pp Pubblicazioni su riviste non-isi Lollino P., Martimucci V., Parise M. (2013). Geological survey and numerical modeling of the potential failure mechanisms of underground caves. Geosystem Engineering, 16:1, Iovine G.G.R., Gariano S.L., Iaquinta P., Lollino P., Terranova O.G. (2011). Supporting landslide risk mitigation through limit equilibrium analysis and real-time monitoring in Northen Calabria (Italy). Earthzine: Fostering earth observation & global awareness. Lollino P. & Reina A. (2006). Analisi agli elementi distinti di un fronte di cava in calcare fessurato. Giornale di Geologia Applicata, 4, pp Lollino G. e Lollino P. (2001). Studio idrogeologico ed analisi numerica di una frana di scivolamento planare. GEAM Geoingegneria Ambientale e Mineraria, 102, 1, Torino. 6

7 Lollino G., Lollino P., Bottino G. (2001). Analisi di stabilità e modellazione numerica di un fenomeno di scivolamento planare delle Langhe. Mem. Soc. Geol. It., 56, 77-81, 6. Pubblicazioni in atti di conferenze nazionali ed internazionali Wasowski J., Casarano D., Lollino P., Del Gaudio V., Muscillo S. (2013). Local scale seismic landslide susceptibility assessment based on historical earthquake records combined with accelerometer monitoring and ambient noise data. Earthquake-Induced Landslides, Ugai et al. eds., Springer-Verlag, DOI: / _2. Lollino P., Parise M., Martimucci V. (2012). Assessment of rock stability in natural and man-made cavities. 7 th - Asian Rock Mechanics Symposium ARMS 2012, Seoul, Korea. Palma B., Acone A., Ruocco A., Lollino P., Parise M. (2012). Geomechanical characterization of a carbonate rock mass within a tunnel in a karst setting. 7 th - Asian Rock Mechanics Symposium ARMS 2012, Seoul, Korea. Wasowski J., Del Gaudio V., Casarano D., Lollino P., Muscillo S. (2012). Local scale seismic landslide susceptibility assessment based on historic earthquake records combined with accelerometer monitoring and ambient noise data. International Symposium on earthquake-induced landslides. Kiryu (Japan). Springer. Cotecchia F., Santaloia F., Lollino P., Sorbino G., Calvello M. (2011). Keynote Lecture: Instrumentation and monitoring for the interpretation of the landslide mechanism: proposed strategy and examples of application. Proc. 2 nd World Landslide Forum, Rome. Cotecchia F., Santaloia F., Lollino P. (2011). Slow landsliding as effect of hydro-mechanical coupled processes: examples of resulting damages and mitigation strategies. Proc. 2 nd Italian Workshop on Landslides. Naples. Cotecchia F, Lollino P., Mitaritonna G., Elia G. (2011). Interventi di stabilizzazione nei pendii nell appennino dauno: analisi dello stato esistente e proposta di criteri innovativi. XXIV Convegno Nazionale di Geotecnica - AGI, Napoli, vol. 2, , ISBN Lollino P., Elia G., Cotecchia F., Mitaritonna G. (2010). Analysis of landslide reactivation mechanisms in Daunia clay slope by means of limit equilibrium and FEM methods. GeoFlorida Advances in Analysis, Modeling & Design, ASCE. Florida 2010, Cotecchia F., Santaloia F., Lollino P., Vitone C., Mitaritonna G. (2010). Deterministic landslide hazard assessment at regional scale. GeoFlorida Advances in Analysis, Modeling & Design, ASCE. Florida 2010, Parise M. & Lollino P. (2010). Analisi numerica di processi di instabilità di cavità sotterranee e degli effetti indotti in superficie. 2 Workshop Internazionale Sinkholes. Roma, Dicembre Cotecchia F. Santaloia, F., Lollino P., Mitaritonna G., Elia G. (2009). Meccanismi di frana in pendii in argille dell Italia Meridionale ed effetti delle precipitazioni meteoriche. 1 st Italian Workshop on Landslides, Vol. 2., Napoli, Giugno Cotecchia F., Lollino P., Santaloia F., Vitone C., Mitaritonna G. (2009). A research project for deterministic landslide risk assessment in Southern Italy: methodological approach and preliminary results. IS-GIFU 2009, Geotechnical Risk & Safety, Honjo et al. (eds), Taylor & Francis Group, London, Lollino P., Santaloia F., Amorosi A. & Cotecchia F. (2006). Numerical analysis of the behaviour of a cut slope in stiff clays by finite difference method. NUMGE 2006, Numerical Methods in Geotechnical Engineering. Schweiger Ed. pp Lollino P., Amorosi A., Santaloia F., Cotecchia F. (2005). Processi di instabilità di un versante in argille consistenti innescati da scavo. Questioni di Ingegneria Geotecnica, Scritti in onore di Arturo Pellegrino, Hevelius Ed, pp Limoni P., Lollino P. & Wasowski J. (2005). Use of electric transducers for continuous monitoring of groundwater level variations in a landslide area. Proc. 10 th Italian Conf. on Sensors and Microsystems. Mignani, Falciai, Di Natale & D Amico Ed., World Scientific. Lollino P., Parise M. & Reina A. (2004). Numerical analysis of the behaviour of a karst cavern at Castellana- Grotte, Italy. Numerical Modeling of discrete materials in Geotechnical Engineering, Civil Engineering & Earth Science, Konietzky Ed., A.A.Balkema Publishers, pp Wasowski J., Lollino P., Limoni P., Del Gaudio V., Lollino G. & Gostelow P. (2004). Towards an integrated field and EO-based approach for monitoring peri-urban slope instability. IX International Symposium on Landslides, Rio de Janeiro. Santaloia F., Lollino P., Amorosi A., Cotecchia F. & Parise M. (2004). Instability processes of stiff clayey slopes subjected to excavation. IX International Symposium on Landslides, Rio de Janeiro. Amorosi A., Lollino P., Santaloia F., Cotecchia F. & Parise M (2003). Attivazione di una frana in argille consistenti indotta dalla coltivazione di una cava al piede: il caso di Lucera. International Workshop Living with landslides: effects on structures and urban settlements. Strategies for risk reduction, Anacapri, Ottobre L. Picarelli Editor. pp Lollino P., Cotecchia F., Zdravkovic, L., Potts D.M. (2003). Numerical analysis of the interaction between a calcarenite rockfill embankment and a stiff clay deposit. Proc. 13 th Europ. Conf. Soil Mechanics and Foundation 7

8 Engineering, Prague, Edt. Vanicek I., Barvinek R., Bohac J, Jettmar J., Jirasko D. & Salak J., The Czech Geotechnical Society CICE, Prague, pp Lollino G., Lollino P., Bertolini G. (2003). Analysis of the behaviour of a landslide in structurally complex soils by means of monitoring field data. International Conference on Fast Slope Movements FSM2003, Napoli, vol. 1, , L. Picarelli Ed., Patron Editore (Torino). Cotecchia V., Lollino P., Tafuni, N. (2002). Confronto tra i comportamenti geotecnici delle argille azzurre della provincia di Matera in due gallerie di grande diametro. Atti del IX Ciclo di Conferenze di Meccanica ed Ingegneria delle Rocce (MIR 2002), Patron Editore (Torino). Lollino P., Cotecchia F., Zdravkovic, L., Potts D.M. (2002). Numerical analysis of the behaviour of stiff clays under a rockfill embankment. 5 th NUMGE, European Conference on Numerical Methods in Geotechnical Engineering, Paris, Ponts et Chaussées Ed, pp Cotecchia V., Lollino P., Rana S., Mastromattei R. (2000). Analisi di stabilità della rupe di Fragapane nella Valle dei Templi di Agrigento. Atti del Convegno GeoBen 2000, Condizionamenti geologici e geotecnici nella conservazione del patrimonio storico-culturale, Torino, Lollino G. Ed. Lollino P., Cotecchia F., Monterisi L. (1999). Comportamento di una diga in calcarenite e della sua fondazione in argille pleistoceniche in base a dati di monitoraggio. XX Convegno Nazionale di Geotecnica, Parma, settembre 1999, Patron Editore, Bologna. Cotecchia V., Mastromattei R., Lollino P. (1998). Analisi dei processi demolitori naturali e di taluni interventi mirati alla riduzione del rischio e al restauro monumentale delle Isole Tremiti, Atti del VI Ciclo di Conferenze di Meccanica ed Ingegneria delle Rocce (MIR 1998), Torino. Capitoli in volumi scientifici Cotecchia F., Santaloia F., Lollino P., Mitaritonna G. e Vitone C. Applicazione delle Linee Guida del JTC-1 secondo un approccio multi-scalare. Criteri di zonazione della suscettibilità e della pericolosità da frane innescate da eventi estremi (piogge e sisma). Editor: L. Cascini Lollino P., Mitaritonna G., Vitone C., Cotecchia F. e Santaloia F. Applicazione dei metodi avanzati di zonazione del rischio da frana al fronte appenninico apulo-lucano: analisi di II livello della metodologia multi-scalare. Criteri di zonazione della suscettibilità e della pericolosità da frane innescate da eventi estremi (piogge e sisma). Editor: L. Cascini Sorbino G., Cotecchia F., Lollino P. e Santaloia F. La zonazione a grande scala: gli effetti delle piogge sull innesco e sull attivazione delle frane. Criteri di zonazione della suscettibilità e della pericolosità da frane innescate da eventi estremi (piogge e sisma). Editor: L. Cascini Lollino P., Cotecchia F., Mitaritonna G., Vitone C. e Santaloia F. Pendii argillosi: effetti della pioggia sull attivazione dei movimenti di massa. Applicazione dei metodi avanzati di zonazione del rischio da frana al fronte appenninico apulo-lucano: analisi di III livello. Criteri di zonazione della suscettibilità e della pericolosità da frane innescate da eventi estremi (piogge e sisma). Editor: L. Cascini Bari, 20/06/2013 In fede Piernicola Lollino 8

SLAM: UN PROGETTO PER LA MAPPATURA E IL MONITORAGGIO DELLE FRANE

SLAM: UN PROGETTO PER LA MAPPATURA E IL MONITORAGGIO DELLE FRANE ORDINE REGIONALE DEI GEOLOGI PUGLIA SLAM: UN PROGETTO PER LA MAPPATURA E IL MONITORAGGIO DELLE FRANE Antonio Buonavoglia & Vincenzo Barbieri Planetek Italia s.r.l. n 2/2004 pagg. 32-36 PREMESSA Il progetto

Dettagli

La rilevazione del radon e del toron con strumenti attivi ad elevata risoluzione

La rilevazione del radon e del toron con strumenti attivi ad elevata risoluzione La rilevazione del radon e del toron con strumenti attivi ad elevata risoluzione 1 Carlo Sabbarese Gruppo di ricerca: R. Buompane, F. De Cicco, V. Mastrominico, A. D Onofrio 1 L attività di ricerca è svolta

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

MONITORARE IL TERRITORIO CON SISTEMI RADAR SATELLITARI

MONITORARE IL TERRITORIO CON SISTEMI RADAR SATELLITARI MONITORARE IL TERRITORIO CON SISTEMI RADAR SATELLITARI Dalla tecnica PSInSAR al nuovo algoritmo SqueeSAR : Principi, approfondimenti e applicazioni 30 Novembre - 1 Dicembre 2010 Milano Il corso è accreditato

Dettagli

Premessa. 11100 Aosta (Ao) 2/A, via Promis telefono +39 0165272866 telefax +39 0165272840

Premessa. 11100 Aosta (Ao) 2/A, via Promis telefono +39 0165272866 telefax +39 0165272840 Assessorat des Ouvrages Publics de la protection des sols et du logement public Assessorato Opere Pubbliche, Difesa del Suolo e Edilizia Residenziale Pubblica Premessa Le fondamentali indicazioni riportate

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI (Versione Abbreviata) Ultimo Aggiornamento: 24 Febbraio 2011 1 Posizioni Enrico Nardelli si è laureato nel 1983 in Ingegneria Elettronica (110/110 con lode) presso l

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 DATI ANAGRAFICI Cavarretta Giuseppe Alfredo Nato a CROTONE (KR) il 16/02/1954 Residente a 87036 RENDE (CS) Via R.

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)...

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... INDICE 0. Profilo Sintetico... 2 I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... 3 II. Titoli scientifici o di progettazione (ultimi 5 anni)... 4 III. Titoli di formazione post- laurea... 6 IV.

Dettagli

Valutazione della capacità sismica delle strutture in acciaio mediante la metodologia del Robustness Based Design

Valutazione della capacità sismica delle strutture in acciaio mediante la metodologia del Robustness Based Design UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II FACOLTA DI INGEGNERIA DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA STRUTTURALE CATTEDRA DI TECNICA DELLE COSTRUZIONI I RELATORE: TESI DI LAUREA Valutazione della capacità sismica

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

Carta M_02 Carta Geomorfologica

Carta M_02 Carta Geomorfologica Carta M_02 Carta Geomorfologica La Carta Geomorfologica è senz altro quella che ha comportato il maggiore sforzo di documentazione e di armonizzazione. Lo scopo della carta è quello di illustrare la dinamica

Dettagli

Metodo speditivo per la costruzione di carte della suscettibilità da crolli in roccia prerilievo di terreno (Metodo Arpa-prog.

Metodo speditivo per la costruzione di carte della suscettibilità da crolli in roccia prerilievo di terreno (Metodo Arpa-prog. Metodo speditivo per la costruzione di carte della suscettibilità da crolli in roccia prerilievo di terreno (Metodo Arpa-prog. MASSA) Davide Damato, Michele Morelli, Luca Lanteri, Daniele Bormioli, Rocco

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

SISMO. Storia sismica di sito di ManOppello

SISMO. Storia sismica di sito di ManOppello SISMO Storia sismica di sito di ManOppello Rapporto tecnico per conto del: Dr. Luciano D Alfonso, Sindaco Comune di Pescara (PE) Eseguito da: Umberto Fracassi Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA ROMA 20-22 OTTOBRE 2014 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA,

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Sede: Dipartimento di Scienze Ambientali, sez. Botanica ed Ecologia - Via Pontoni, 5

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Scuola Politecnica, Dipartimento di Scienze per l Architettura Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività Corso di Laurea TRIENNALE IN DISEGNO

Dettagli

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA Articolo 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA 1. Il presente Regolamento disciplina le modalità di nomina dei Cultori della materia e le loro attività. Articolo 2 Funzioni 1.

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

Informazioni generali: Ha conseguito il Diploma di maturità scientifica presso il Liceo Scientifico Statale "G.

Informazioni generali: Ha conseguito il Diploma di maturità scientifica presso il Liceo Scientifico Statale G. CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM FRANCO FRATTOLILLO Informazioni generali: Ha conseguito il Diploma di maturità scientifica presso il Liceo Scientifico Statale "G. Rummo" di Benevento, con votazione 60/60.

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

CALENDARIO ATTIVITA DI ORIENTAMENTO IN USCITA A.S. 2014/2015 (prima versione, aggiornato al 28.01.2015)

CALENDARIO ATTIVITA DI ORIENTAMENTO IN USCITA A.S. 2014/2015 (prima versione, aggiornato al 28.01.2015) CALENDARIO ATTIVITA DI ORIENTAMENTO IN USCITA A.S. 2014/2015 (prima versione, aggiornato al 28.01.2015) Si ricorda che le attività di orientamento predisposte per l'anno scolastico 2014/2015 sono state

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

AL MAGNIFICO RETTORE DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO. Nausicaa Elena Milani Curriculum Vitae

AL MAGNIFICO RETTORE DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO. Nausicaa Elena Milani Curriculum Vitae AL MAGNIFICO RETTORE DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO Nausicaa Elena Milani Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI Luogo e data di nascita Ponte dell Olio (PC), 7 September 1984 Cittadinanza: Italiana

Dettagli

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014 CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO A.A. 2013/2014 BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - In data 10 febbraio 2014, l INPS ha pubblicato il bando che mette a concorso

Dettagli

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica Il Rettore Decreto n. 122549 (1147) Anno _2012 VISTO l art. 3, comma 9, del D.M. 22 ottobre 2004, n. 270

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

Piano Stralcio di Bacino per l Assetto Idrogeologico (P.A.I.) (ART.1 D.L. 180/98 CONVERTITO CON MODIFICHE CON LA L.267/98 E SS.MM.II.

Piano Stralcio di Bacino per l Assetto Idrogeologico (P.A.I.) (ART.1 D.L. 180/98 CONVERTITO CON MODIFICHE CON LA L.267/98 E SS.MM.II. REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana Assessorato Regionale del Territorio e dell Ambiente DIPARTIMENTO REGIONALE DELL AMBIENTE Servizio 3 "ASSETTO DEL TERRITORIO E DIFESA DEL SUOLO (P.A.I.) (ART.1 D.L.

Dettagli

ATTIVITA DELLA REGIONE LIGURIA NELL AMBITO DEGLI STUDI E INDAGINI SULLA MICROZONAZIONE SISMICA

ATTIVITA DELLA REGIONE LIGURIA NELL AMBITO DEGLI STUDI E INDAGINI SULLA MICROZONAZIONE SISMICA STUDI DI MICROZONAZIONE SISMICA: TEORIA ED APPLICAZIONI AOSTA, Loc. Amérique Quart (AO), 18-19 Ottobre 2011 Assessorato OO.PP., Difesa Suolo e Edilizia Residenziale Pubblica - Servizio Geologico ATTIVITA

Dettagli

1 PREMESSA... 2 2 INQUADRAMENTO GEOLOGICO... 4 3 CARATTERI DELLA CIRCOLAZIONE IDRICA SOTTERRANEA... 8

1 PREMESSA... 2 2 INQUADRAMENTO GEOLOGICO... 4 3 CARATTERI DELLA CIRCOLAZIONE IDRICA SOTTERRANEA... 8 INDICE 1 PREMESSA... 2 2 INQUADRAMENTO GEOLOGICO... 4 3 CARATTERI DELLA CIRCOLAZIONE IDRICA SOTTERRANEA... 8 4 RISULTATI DELLA SECONDA CAMPAGNA DI INDAGINI (MAGGIO 2009).. 9 4.1 Accertamenti relativi al

Dettagli

CALENDARIO CORSI 2015

CALENDARIO CORSI 2015 SAFER, SMARTER, GREENER DNV GL - Business Assurance Segreteria Didattica Training Tel. +39 039 60564 - Fax +39 039 6058324 e-mail: training.italy@dnvgl.com www.dnvba.it/training BUSINESS ASSURANCE CALENDARIO

Dettagli

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia NetworkNetwor erpreneurship Enterpreneu Network L Enterpreneurship Passion Leadership Istituzione indipendente per la formazione

Dettagli

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Con esame ufficiale di certificazione ITIL V3 Foundation INTRODUZIONE Un numero crescente di organizzazioni appartenenti ai più diversi settori produttivi

Dettagli

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI COS E CRES: CLIMA RESILIENTI PROGETTO DI KYOTO CLUB VINCITORE DI UN BANDO DEL MINISTERO DELL AMBIENTE SUI PROGETTI IN MATERIA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E SVILUPPO SOSTENIBILE OBIETTIVI DEL PROGETTO CRES

Dettagli

SUA-RD. Presidio Qualità Ateneo Università di Ferrara. 8 Gennaio 2015 Presidio Qualità Ateneo 1

SUA-RD. Presidio Qualità Ateneo Università di Ferrara. 8 Gennaio 2015 Presidio Qualità Ateneo 1 SUA-RD Presidio Qualità Ateneo Università di Ferrara 8 Gennaio 2015 Presidio Qualità Ateneo 1 Finalità della presentazione Questa presentazione ha lo scopo di esaminare le modalità di compilazione della

Dettagli

Informazioni personali

Informazioni personali Informazioni personali Nome e cognome Alessandro Melchionna Laurea Scienze Statistiche Presetaie Le mie esperienze professionali e le competenze acquisite gravitano in diversi domini, quali quello del

Dettagli

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55 Gestione della Manutenzione e compliance con gli standard di sicurezza: evoluzione verso l Asset Management secondo le linee guida della PAS 55, introduzione della normativa ISO 55000 Legame fra manutenzione

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Cognome/i nome/i Castelli Flavio Email flavio.castelli@gmail.com Sito web personale http://www.flavio.castelli.name Nazionalità Italiana Data di nascita

Dettagli

PIANO STRALCIO PER L ASSETTO IDROGEOLOGICO

PIANO STRALCIO PER L ASSETTO IDROGEOLOGICO Autorità di Bacino Regionale della Campania Centrale PIANO STRALCIO PER L ASSETTO IDROGEOLOGICO G R U P P O D I P R O G E T T O R.U.P. arch. Marina Scala ASPETTI GEOLOGICI geol. Federico Baistrocchi geol.

Dettagli

Coordinamento generale di progetto. arch. Paolo Tolentino. Autorità di Bacino Nord Occidentale della Campania. geol.

Coordinamento generale di progetto. arch. Paolo Tolentino. Autorità di Bacino Nord Occidentale della Campania. geol. Autorità di Bacino Nord Occidentale della Campania - Napoli - 2009 c REGIONE CAMPANIA Assesorato all'ambiente Piano Stralcio per l'assetto Idrogeologico dell'autorità di Bacino Nord Occidentale della Campania

Dettagli

Geofisica elitrasportata e modeling geologico 3D applicati alla valutazione delle risorse geotermiche superficiali in Sicilia Occidentale.

Geofisica elitrasportata e modeling geologico 3D applicati alla valutazione delle risorse geotermiche superficiali in Sicilia Occidentale. Geofisica elitrasportata e modeling geologico 3D applicati alla valutazione delle risorse geotermiche superficiali in Sicilia Occidentale. Santilano A. 1, Manzella A. 1, Viezzoli A. 2 Menghini A. 2, Donato

Dettagli

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Art. 1 ATTIVAZIONE L Università degli Studi Niccolò Cusano Telematica Roma attiva il Master di

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

Risultati e considerazioni

Risultati e considerazioni 6. RISULTATI E CONSIDERAZIONI L elaborazione e la validazione del modello di suscettibilità consentono di ottenere due risultati principali. In primo luogo, sono state identificate con precisione le aree

Dettagli

LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD)

LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) Indice 1. Le basi normative e aspetti generali 2. Parte I: obiettivi, risorse e gestione del Dipartimento

Dettagli

email: vito.introna@uniroma2.it telefono: +39.0672597179 luogo: Dip. di Ing. Mecc., st. 2102/13 Sito internet personale: non disponibile

email: vito.introna@uniroma2.it telefono: +39.0672597179 luogo: Dip. di Ing. Mecc., st. 2102/13 Sito internet personale: non disponibile email: vito.introna@uniroma2.it telefono: +39.0672597179 luogo: Dip. di Ing. Mecc., st. 2102/13 Sito internet personale: non disponibile Orario di ricevimento studenti: su appuntamento via mail * foto

Dettagli

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 - MAGGIO 2010 - DOC 05/10 Il NdV ha esaminato le caratteristiche dei corsi di studio istituiti sulla base

Dettagli

Rapporto di Riesame - frontespizio

Rapporto di Riesame - frontespizio Rapporto di Riesame - frontespizio Denominazione del Corso di Studio : TECNOLOGIE ALIMENTARI Classe : L26 Sede : POTENZA - Scuola di Scienze Agrarie, Forestali, Alimentari ed Ambientali - SAFE Primo anno

Dettagli

RICOSTRUZIONE DEI TREND DI PIOVOSITA E TEMPERATURA NEGLI ULTIMI 80 ANNI IN SICILIA. PRIMI RISULTATI

RICOSTRUZIONE DEI TREND DI PIOVOSITA E TEMPERATURA NEGLI ULTIMI 80 ANNI IN SICILIA. PRIMI RISULTATI Giuseppe Basile (1), Marinella Panebianco (2) Pubblicazione in corso su: Geologia dell Ambiente Rivista della SIGEA - Roma (1) Geologo, Dirigente del Servizio Rischi Idrogeologici e Ambientali del Dipartimento

Dettagli

Art. 3 Procedura di selezione

Art. 3 Procedura di selezione Regolamento per l'attribuzione a professori e ricercatori dell'incentivo di cui all'articolo 29, comma 19 della legge 240/10 (Emanato con Decreto del Rettore n.110 del 4 aprile 2014) Art. 1 Oggetto 1.

Dettagli

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza Commissione Nazionale dei Corsi di Laurea in Infermieristica La valutazione dei risultati dell apprendimento e qualità formativa dei Corsi di laurea in Infermieristica Milano, 10 giugno 2011 Realtà e problematiche

Dettagli

Trasport@ndo: l Osservatorio TPL on line.

Trasport@ndo: l Osservatorio TPL on line. Provincia di Cosenza Dipartimento di Economia e Statistica Università della Calabria Trasport@ndo: l Osservatorio TPL on line. Il trasporto pubblico locale della Provincia di Cosenza in rete - 1 - Premessa

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Prot. n. 2737 F/PON Francavilla Fontana, 18 settembre 2014

Prot. n. 2737 F/PON Francavilla Fontana, 18 settembre 2014 LICEO CLASSICO SCIENTIFICO SCIENTIFICO TECNOLOGICO E DELLE SCIENZE APPLICATE 7202 - FRANCAVILLA FONTANA (BR) Viale V. Lilla, 25 Tel.: 083.84727 Fax: 083.83744 72024 - ORIA (BR) Via A. Negri, Tel.: 083.87097

Dettagli

Indice degli elaborati del PdG PIANO DI GESTIONE. Ambito territoriale dei Monti di Trapani. versione conforme al DDG ARTA n 588 del 25/06/09

Indice degli elaborati del PdG PIANO DI GESTIONE. Ambito territoriale dei Monti di Trapani. versione conforme al DDG ARTA n 588 del 25/06/09 Unione Europea Regione Siciliana Dipartimento Regionale Azienda Foreste Demaniali Codice POR: 1999.IT.16.1.PO.011/1.11/11.2.9/0334 Ambito territoriale dei Monti di Trapani PIANO DI GESTIONE versione conforme

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

VALUTAZIONE DELLE RISERVE PRESTAZIONALI DEGLI EDIFICI IN TERRA DI CORRIDONIA (MC) RISPETTO ALL USO ATTUALE: LA SICUREZZA SISMICA

VALUTAZIONE DELLE RISERVE PRESTAZIONALI DEGLI EDIFICI IN TERRA DI CORRIDONIA (MC) RISPETTO ALL USO ATTUALE: LA SICUREZZA SISMICA VALUTAZIONE DELLE RISERVE PRESTAZIONALI DEGLI EDIFICI IN TERRA DI CORRIDONIA (MC) RISPETTO ALL USO ATTUALE: LA SICUREZZA SISMICA ISTITUTO DI EDILIZIA ISTITUTO DI SCIENZA E TECNICA DELLE COSTRUZIONI TESI

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo.

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo. 17875 LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27 Disposizioni urgenti in materia di prevenzione del rischio e sicurezza delle costruzioni Istituzione del fascicolo del fabbricato. IL CONSIGLIO REGIONALE HA

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DEL TIROCINIO E DELL ESAME FINALE PER IL CONSEGUIMENTO DEL TITOLO DI STUDIO Art. 1 Ambito di applicazione Il presente

Dettagli

l_debellis@libero.it PUBBLICA AMMINSTRAZIONE - REGIONE MARCHE

l_debellis@libero.it PUBBLICA AMMINSTRAZIONE - REGIONE MARCHE CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome PASQUALE DE BELLIS Indirizzo Via Piave, nr. 20-60027 Osimo Stazione (AN) ITALIA Telefono 347 8228478 071 7819651 Fax E-mail pasquale.de.bellis@regione.marche.it

Dettagli

Articolazione didattica on-line

Articolazione didattica on-line L organizzazione della didattica per lo studente L impegno di tempo che lo studente deve dedicare alle attività didattiche offerte per ogni singolo insegnamento è così ripartito: - l auto-apprendimento

Dettagli

Dr. Maurizio Apicella

Dr. Maurizio Apicella Dr. Maurizio Apicella Nato a Campagna (SA) il 2.2.1962 Residente in Roma Coniugato con 2 figli FORMAZIONE 1985 Laurea in Giurisprudenza, Università di Salerno 1987 Master Formez per Consulenti di Direzione

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l università, l alta formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

Verifica sismica di dighe a gravità in calcestruzzo

Verifica sismica di dighe a gravità in calcestruzzo Verifica sismica di dighe a gravità in calcestruzzo Keywords: dighe a gravità in calcestruzzo, verifica sismica, metodi semplificati, programmi di calcolo. Autore: L. Furgoni, Relatore: Prof. C. Nuti,

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

Disturbi dell Apprendimento

Disturbi dell Apprendimento Master in Disturbi dell Apprendimento in collaborazione con IPS nelle sedi di MILANO ROMA PADOVA BARI CAGLIARI CATANIA RAGUSA Questo modulo d iscrizione, unitamente alla fotocopia della ricevuta del versamento

Dettagli

PROGRAMMA VINCI Bando 2015

PROGRAMMA VINCI Bando 2015 PROGRAMMA VINCI Bando 2015 L Università Italo Francese / Université Franco Italienne (UIF/UFI) emette il quindicesimo bando Vinci, volto a sostenere le seguenti iniziative: I. Corsi universitari binazionali

Dettagli

Cambiare corso universitario: la mobilità come riorientamento e second chance Una ricerca su 410.000 studenti della Sapienza

Cambiare corso universitario: la mobilità come riorientamento e second chance Una ricerca su 410.000 studenti della Sapienza Cambiare corso universitario: la mobilità come riorientamento e second chance Una ricerca su 410.000 studenti della Sapienza Giuseppe Carci La mobilità universitaria tra dispersione e riorientamento Con

Dettagli

RIUNIONE DEL COMITATO DIDATTICO TRANSITORIO PER LA CLASSE DI TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO A017 VERBALE DELLA SEDUTA

RIUNIONE DEL COMITATO DIDATTICO TRANSITORIO PER LA CLASSE DI TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO A017 VERBALE DELLA SEDUTA Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici RIUNIONE DEL COMITATO DIDATTICO TRANSITORIO PER LA CLASSE DI FORMATIVO ATTIVO A017 VERBALE DELLA SEDUTA Il giorno 23 del mese di aprile dell anno 2013,

Dettagli

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto Urban Farming: Second Use of Public Spaces Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking Scheda progetto CSAVRI - Centro Servizi di Ateneo per la Valorizzazione della Ricerca e Incubatore

Dettagli

Master Universitario di I livello

Master Universitario di I livello Master Universitario di I livello In Obiettivi e sbocchi professionali: Il nostro obiettivo è quello di fornire ai partecipanti, gli strumenti adatti per gestire con efficacia progetti nel settore delle

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 1 Indice Art. 1 - Definizioni...4 Art. 2 - Autonomia Didattica... 5 Art. 3 - Titoli, Corsi di studio e Corsi di Alta Formazione.... 5 Art. 4 - Rilascio

Dettagli

Quante sono le matricole?

Quante sono le matricole? Matricole fuori corso laureati i numeri dell Universita Quante sono le matricole? Sono poco più di 307 mila i giovani che nell'anno accademico 2007/08 si sono iscritti per la prima volta all università,

Dettagli

Master in Fundraising e Project Management

Master in Fundraising e Project Management Master in Fundraising e Project Management Il Master in Fundraising e Project Management, in collaborazione con l Università degli Studi di Roma Tor Vergata, è volto a formare esperti di raccolta fondi

Dettagli

CURRICULUM VITAE. Dr. BRUNO DEI nato a Scandicci il 16 novembre 1946 e residente in Via Pietro Dazzi n. 9 Firenze.

CURRICULUM VITAE. Dr. BRUNO DEI nato a Scandicci il 16 novembre 1946 e residente in Via Pietro Dazzi n. 9 Firenze. CURRICULUM VITAE Dr. BRUNO DEI nato a Scandicci il 16 novembre 1946 e residente in Via Pietro Dazzi n. 9 Firenze. Titolo di Studio: Laurea Economia e Commercio conseguita il 17.04.1973 presso l Università

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli