UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Facoltà di Ingegneria GUIDA DELLO STUDENTE. Vol. II Corsi di Laurea Specialistica (Nuovo Ordinamento)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Facoltà di Ingegneria GUIDA DELLO STUDENTE. Vol. II Corsi di Laurea Specialistica (Nuovo Ordinamento)"

Transcript

1 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Facoltà di Ingegneria GUIDA DELLO STUDENTE Vol. II Corsi di Laurea Specialistica (Nuovo Ordinamento) Anno Accademico

2 L Università di Pavia, in collaborazione con l ISU, ha istituito una Banca dati dei laureati, diplomati e dottori di ricerca dell Ateneo per favorire il loro inserimento nel mondo del lavoro. I dati e il curriculum vengono inseriti nella Banca dati su richiesta di chi cerca lavoro al termine degli studi (http://www.unipv.it/laureati).

3 INDICE Corsi di laurea specialistica (nuovo ordinamento)... 9 Introduzione... 9 Il nuovo ordinamento degli studi in Ingegneria Premessa I titoli di studio conseguibili I Corsi di Laurea e i Corsi di Laurea Specialistica Le Classi dei Corsi di Studio in Ingegneria Obiettivi generali dei Corsi di Laurea e di Laurea Specialistica I requisiti di ammissione ai Corsi di Laurea e di Laurea Specialistica I Crediti formativi universitari e la durata dei Corsi di Studio Le tipologie delle attività formative Il regolamento didattico di Ateneo I Regolamenti didattici dei Corsi di Studio e i percorsi formativi I Corsi di Studio nelle diverse sedi della Facoltà di Ingegneria Note informative per gli studenti dei corsi di laurea specialistica La Facoltà e i corsi di Laurea specialistica Modalità di immatricolazione ai corsi di Laurea specialistica Calendario delle lezioni e degli esami Corso di Laurea specialistica in Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Corso di Laurea specialistica in Ingegneria Biomedica Corso di Laurea specialistica in Ingegneria Civile Corso di Laurea specialistica in Ingegneria Elettrica Corso di Laurea specialistica in Ingegneria Elettronica Corso di Laurea specialistica in Ingegneria Informatica Corso di laurea biennale in Management e tecnologie dell e-business Norme per la didattica (estratto dal Regolamento della Facoltà di Ingegneria) Biblioteca della Facoltà di Ingegneria Centro Linguistico Centro di competenza per le certificazioni informatiche professionali EUCIP 59 Fondazione Università di Mantova Museo della Tecnica Elettrica Informazioni pratiche Piani degli studi Corso di Laurea specialistica in Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Corso di Laurea specialistica in Ingegneria Biomedica Corso di Laurea specialistica in Ingegneria Civile Corso di Laurea specialistica in Ingegneria Elettrica Corso di Laurea specialistica in Ingegneria Elettronica Corso di Laurea specialistica in Ingegneria Informatica Corso di Laurea specialistica Interfacoltà in Management e Tecnologie dell E-Business Insegnamenti e programmi Analisi del rischio eolico e sismico Antenne Apprendimento automatico in biomedicina Architettura dei processori...138

4 Architetture VLSI per l'elaborazione digitale dei segnali Automazione dei sistemi elettrici Automazione industriale Automazione nell'industria calzaturiera Basi di dati Basi di dati LS Bioinformatica Biologia dello sviluppo (CdL Scienze biologiche) Biomatematica Biomateriali e ingegneria tissutale Biomeccanica LS Business Analysis I Calcolo numerico per applicazioni idrodinamiche Campi elettromagnetici ed impatto ambientale Chimica e biomateriali Complementi di analisi matematica Complementi di campi elettromagnetici Complementi di elettronica Complementi di impianti elettrici Complementi di microonde Complementi di scienza delle costruzioni Comunicazioni numeriche Comunicazioni ottiche Controllo industriale Coprogettazione dei sistemi digitali Costruzioni elettromeccaniche Costruzioni optoelettroniche Crittografia e protezione dell'informazione Data mining Diagnostica di macchine e azionamenti elettrici Diffusione degli inquinanti in atmosfera Dinamica delle costruzioni Dinamica e regolazione di azionamenti elettrici Diritto dell'ambiente e dell'assetto territoriale Diritto industriale (proprietà intellettuale) Diritto privato dell'informazione e dei mezzi di comunicazione Dispositivi elettronici Ecologia applicata LS Economia dell'innovazione Economia dell'innovazione Economia e gestione delle imprese (Istituzioni) Economia e gestione delle imprese (progredito) Economia pubblica Elaborazione numerica dei segnali Elementi di elettronica di potenza Elementi di sistemi elettrici Elementi di tecnica urbanistica Elettronica di potenza

5 Elettronica quantistica Energia, ambiente e sicurezza Enterprise Systems I Filtri e convertitori Fisica dei semiconduttori Fisica tecnica ambientale Fondamenti di informatica Fondamenti di informatica (lab) Fondazioni e opere di sostegno Geologia applicata alla pianificazione territoriale e alla difesa ambientale Geomatica e GIS Geotecnica LS Geotecnica sismica Gestione delle tecnologie sanitarie Grafica 3D e simulazioni visuali Gusci e serbatoi Identificazione dei modelli e analisi dei dati LS Idraulica fluviale Idrologia LS Igiene ambientale Igiene e sicurezza negli ambienti di lavoro Impianti di elaborazione LS Impianti di trattamento di acque e rifiuti (mn) Informatica industriale Ingegneria del software LS Ingegneria della riabilitazione e protesi Intelligenza artificiale I Intelligenza artificiale II Intelligenza artificiale in medicina Interazione uomo macchina Interazione uomo macchina Interpretazione di dati telerilevati Istituzioni di logica Laboratorio di progettazione strutturale Legislazione ed ordinamento professionale Macroeconomia Macroeconomia applicata Management dell'innovazione Marketing relazionale Meccanica computazionale delle strutture Meccanica dei fluidi LS Meccanica dei materiali biologici Metodi e tecniche di ricerca sociale Metodi numerici per l'analisi di materiali e strutture Metodi numerici per l'ingegneria Metodologia della ricerca Microelettronica a radiofrequenza Microsensori, microsistemi integrati e MEMS...282

6 Misure a microonde Misure elettriche industriali Misure idrauliche Modelli e metodi matematici I Modelli e metodi matematici II Modelli numerici per l'elettromagnetismo Modelli probabilistici in medicina Modellistica della contaminazione degli acquiferi Modellistica elettrica e magnetica Neve e valanghe Optoelettronica biomedica Organizzazione aziendale Ottica nonlineare Ottimizzazione Pianificazione della qualità delle acque superficiali Pianificazione delle trasformazioni energetiche Processi e progetti di ICT Progettazione CAD avanzata Progettazione degli elementi costruttivi Progettazione degli impianti di depurazione e potabilizzazione Progettazione di circuiti analogici Progettazione di circuiti digitali Progetto di infrastrutture viarie Progetto di servizi digitali I Progetto di strutture in zona sismica Progetto e riabilitazione delle strutture in muratura Programmazione ed esercizio dei sistemi elettrici Reti idrauliche Reti telematiche Rifiuti e bonifiche di siti contaminati Robotica Robotica Rumore in circuiti e sistemi elettronici Sicurezza e affidabilità delle costruzioni Sicurezza nei sistemi e nei servizi Sicurezza nelle reti e nei servizi Simulazione numerica interazione suolo-struttura Simulazioni numeriche di fenomeni idraulici Sistemazioni fluviali Sistemi biomimetici Sistemi decisionali in medicina Sistemi di trasmissione radio Sistemi dinamici: teoria e metodi numerici Sistemi e componenti per l'automazione Sistemi e tecnologie multimediali Sistemi e tecnologie multimediali I Sistemi e tecnologie multimediali II Sistemi informativi direzionali

7 Sistemi real-time Sociologia (La società dell'informazione) Statistica per le applicazioni sociali Strumentazione biomedica LS Strumentazione elettronica Strumentazione optoelettronica Sviluppo storico della scienza e della tecnica delle costruzioni Tecniche avanzate di rilevamento e rappresentazione del territorio Tecniche di espansione di banda ed accesso multiplo Tecniche elettromagnetiche di telerilevamento e diagnostica Tecnologia delle reti e delle comunicazioni I Tecnologia delle reti e delle comunicazioni II Tecnologie dei circuiti integrati Tecnologie per sistemi distribuiti Telemedicina Teoria dell'informazione Teoria delle strutture bidimensionali Teoria e applicazioni della meccanica quantistica Teoria e progetto dei ponti Teoria e progetto delle costruzioni in acciaio Teoria e progetto delle costruzioni in c.a Transitori idraulici Trasmissioni dati multimediali Trattamenti avanzati delle acque di approvvigionamento e di rifiuto Valutazione dei servizi socio-sanitari Visione Artificiale Indice dei docenti...395

8

9 CORSI DI LAUREA SPECIALISTICA (NUOVO ORDINAMENTO) INTRODUZIONE La presente guida è rivolta agli studenti iscritti o che intendono iscriversi alla Facoltà di Ingegneria dell Università di Pavia, con riferimento ai Corsi di Laurea del nuovo ordinamento introdotto dalla riforma degli studi universitari (inquadrata nel sistema cosiddetto 3+2) e completamente attivato. La guida è pubblicata in due volumi. Il presente volume II è dedicato ai Corsi di Laurea specialistica in Ingegneria per l Ambiente e il territorio, Ingegneria Biomedica, Ingegneria Civile, Ingegneria Elettrica, Ingegneria Elettronica, Ingegneria Informatica. Il Corso di laurea Specialistica in Ingegneria Edile-Architettura, che si svolge in un ciclo unico di 5 anni, è stato inserito, per comodità di consultazione, nel primo volume dedicato ai Corsi di laurea di primo livello. La guida viene aggiornata ogni anno. La continua evoluzione del sapere scientifico e tecnico comporta, infatti, la necessità di una continua revisione dell offerta formativa. Di anno in anno tale aggiornamento si esprime con l attivazione di nuovi Corsi di Studio, con l attivazione di nuovi e lo spegnimento di vecchi insegnamenti, nonché con la loro riarticolazione nei contenuti e nelle propedeuticità in nuovi percorsi formativi. A questo quadro di continua evoluzione si aggiunge anche quest anno il profondo cambiamento introdotto dalla riforma degli studi universitari che modifica l intero sistema formativo universitario italiano orientandolo al raggiungimento dei seguenti tre obiettivi: i. riduzione degli abbandoni e dei tempi effettivi per il conseguimento dei titoli di studio; ii. formazione di figure professionali sempre più adeguate alle esigenze del mondo del lavoro; iii. armonizzazione dei percorsi formativi a livello europeo. Vengono inoltre introdotti i crediti formativi per mezzo dei quali è valutato l impegno globale dell allievo per ogni insegnamento. Per ulteriori informazioni ci si può rivolgere a: COR - via Sant Agostino 8, Pavia, Tel / 210 / 296 Ripartizione Studenti - Via Ferrata 1, Pavia, Tel / 964 Presidenza di Ingegneria - Via Ferrata 1, Pavia, Tel / 701 / 770 Fondazione Università di Mantova - Via Scarsellini 2, Mantova, Tel Sul sito Web di Ingegneria è possibile trovare un costante aggiornamento sulla didattica della Facoltà di Ingegneria e sui singoli corsi e docenti: 9

10 IL NUOVO ORDINAMENTO DEGLI STUDI IN INGEGNERIA Premessa Come detto nell introduzione, la Facoltà di Ingegneria di Pavia dà attuazione al Nuovo Ordinamento didattico (N.O.) degli studi in Ingegneria secondo le disposizioni del D.M. 3/11/99, n.509 Regolamento recante norme concernenti l autonomia didattica degli atenei (nel seguito denominato RAU) - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 2/1/00 - e secondo le indicazioni dei decreti ministeriali attuativi del N.O. del Ministero dell Istruzione, Università e Ricerca (MIUR). I titoli di studio conseguibili Schema I: percorsi formativi previsti dalla Scuola Media superiore 1 anno Termine per soddisfare eventuali obblighi formativi aggiuntivi 2 anno 3 anno Laurea (L) - 1 livello 1 anno Master 1 liv. 2 anno Laurea Specialistica (LS) - 2 livello Dipl. di spec. (DS) 1 anno 2 anno Master 2 liv. 3 anno Dottorato di Ricerca (DR) Nelle Università Italiane i decreti attuativi del N.O. indicati in premessa prevedono, al termine dei corrispondenti Corsi di Studio, il rilascio dei seguenti titoli di studio: 10

11 Tabella I: Titoli di Studio e corrispondenti Corsi di Studio TITOLO DI STUDIO Laurea (L) (titolo di 1 livello) Laurea Specialistica (LS) (titolo di 2 livello) Diploma di Specializzazione (DS) Dottorato di Ricerca (DR) Master Universitario di 1 livello Master Universitario di 2 livello CORRISPONDENTE CORSO DI STUDIO Corso di Laurea Corso di Laurea Specialistica Corso di Diploma di Specializzazione Corso di Dottorato di ricerca Corso di Master di 1 livello Corso di Master di 2 livello I Corsi di Laurea e i Corsi di Laurea Specialistica Presso la Facoltà di Ingegneria di Pavia sono previsti i seguenti Corsi di Studio di 1 e 2 livello per conseguire rispettivamente la Laurea in Ingegneria e la Laurea Specialistica in Ingegneria: Tabella II: Corsi di Laurea e di Laurea Specialistica a.a. 2006/07 Corsi di studio di 1 livello (Laurea) Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Ingegneria Biomedica Ingegneria Civile Corsi di studio di 2 livello (Laurea Specialistica) Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Ingegneria Biomedica Ingegneria Civile Ingegneria Civile - Curriculum Costruzioni e Topografia Ingegneria Edile-Architettura (1) Ingegneria Elettronica e delle Telecomunicazioni Ingegneria Elettrica - Curriculum Elettrotecnico Ingegneria Elettrica - Curriculum Energetico Ingegneria Informatica Ingegneria Meccanica Ingegneria Elettronica Ingegneria Elettrica Ingegneria Informatica (1) Corso di studio quinquennale riconosciuto dall Unione Europea (Cf. G.U. delle Comunità Europee C 351/40 del 4/12/99) Le Classi dei Corsi di Studio in Ingegneria I Corsi di studio dello stesso livello comunque denominati, ma aventi gli stessi obiettivi formativi, sono raggruppati in classi di appartenenza, denominate nel seguito Classi. Per i corsi di studio di primo livello sopra elencati, le classi sono: Ingegneria Civile e Ambientale Ingegneria Civile Ingegneria Civile - Curriculum Costruzioni e Topografia Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Ingegneria Industriale Ingegneria Elettrica - Curriculum Elettrotecnico Ingegneria Elettrica - Curriculum Energetico Ingegneria Meccanica 11

12 Ingegneria dell Informazione Ingegneria Biomedica Ingegneria Elettronica e delle Telecomunicazioni Ingegneria Informatica Per i corsi di studio di secondo livello le classi delle lauree specialistiche sono: Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Ingegneria Biomedica Ingegneria Biomedica Ingegneria Civile Ingegneria Civile Ingegneria Elettrica Ingegneria Elettrica Ingegneria Elettronica Ingegneria Elettronica Ingegneria Informatica Ingegneria Informatica Architettura e Ingegneria Edile Ingegneria Edile-Architettura All interno di una Classe i vari Corsi di Studio si differenziano per denominazione, per obiettivi formativi specifici e per la scelta dettagliata delle attività formative. I titoli di Studio conseguiti al termine dei Corsi di Studio dello stesso livello, appartenenti alla stessa Classe, hanno identico valore legale (RAU, art. 4, comma 3). Obiettivi generali dei Corsi di Laurea e di Laurea Specialistica Obiettivo dei Corsi di Studio per il conseguimento della Laurea (Laurea di 1 livello) è di assicurare un adeguata padronanza di metodi e contenuti scientifici generali, nonché l acquisizione di specifiche conoscenze professionali (RAU, art. 3, comma 4). Nel caso dei Corsi di Studio in Ingegneria, obiettivo formativo generale è quello di formare figure professionali con preparazione di livello universitario, in grado di recepire e gestire l innovazione, coerentemente allo sviluppo scientifico e tecnologico, in termini di competenza spendibili nei profili professionali aziendali medio-alti e di capacità progettuali, negli ambiti disciplinari caratterizzanti la classe di appartenenza. Ciò comporta una solida formazione di base negli ambiti disciplinari che definiscono la classe di appartenenza del corso di studio, rivolta in particolare agli aspetti metodologico-operativi. Obiettivo dei Corsi di Studio per il conseguimento della Laurea Specialistica (Laurea di 2 livello) è di fornire una formazione di livello avanzato per l esercizio di attività di elevata qualificazione in ambiti specifici (RAU, art. 3 comma 5). Nel caso dei Corsi di Studio in Ingegneria, obiettivo formativo generale è quello di formare figure professionali di elevata preparazione culturale, qualificate per impostare, svolgere e gestire attività di progettazione anche complesse e per promuovere e sviluppare l innovazione negli ambiti disciplinari caratterizzanti la classe di appartenenza. Ciò comporta una solida formazione di base negli ambiti disciplinari che definiscono la classe di appartenenza del corso di studio, che approfondisca, oltre agli aspetti metodologico-operativi, anche quelli teorico-scientifici. 12

13 I requisiti di ammissione ai Corsi di Laurea e di Laurea Specialistica Per essere ammessi ad un Corso di Studio di 1 livello per il conseguimento della Laurea occorre essere in possesso di un Diploma di scuola Secondaria Superiore o di altro titolo di studio conseguito all estero, riconosciuto idoneo (RAU, art. 6 comma1). Ai fini dell accesso alla Facoltà di Ingegneria è prevista una verifica del possesso di un adeguata preparazione iniziale attraverso una prova obbligatoria. Il RAU precisa (art.6, comma 1) che se la verifica non è positiva vengono indicati specifici obblighi formativi aggiuntivi da soddisfare nel primo anno di corso. Per essere ammessi ad un Corso di Studio di 2 livello per il conseguimento della Laurea Specialistica occorre essere in possesso della Laurea, ovvero di altro titolo di studio conseguito all estero, riconosciuto idoneo. È prevista una verifica del possesso dei requisiti curriculari, l adeguatezza della preparazione viene verificata secondo criteri e modalità decise dalla facoltà. Tabella III: Corsi di Laurea e corrispondenti corsi di Laurea Specialistica ai quali è possibile accedere senza debiti formativi CORSI DI LAUREA che permettono il passaggio al corrispondente corso di Laurea Specialistica senza debiti formativi * Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Ingegneria Biomedica Ingegneria Civile Ingegneria Elettronica e delle Telecomunicazioni Ingegneria Elettrica Ingegneria Informatica Ingegneria Meccanica * Si vedano in merito le istruzioni sul Piano degli Studi CORSI DI LAUREA SPECIALISTICA Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Ingegneria Biomedica Ingegneria Civile Ingegneria Elettronica Ingegneria Elettrica Ingegneria Informatica Ingegneria Meccanica (Politecnico di Milano)* I Crediti formativi universitari e la durata dei Corsi di Studio Per credito formativo universitario, nel seguito denominato credito, si intende la misura della quantità di lavoro di apprendimento, compreso lo studio individuale, richiesto ad uno studente per l acquisizione delle conoscenze ed abilità nelle attività formative previste nei Corsi di Studio. Per la Facoltà di Ingegneria al credito corrispondono 30 ore di lavoro per lo studente. La quantità media di lavoro di apprendimento svolto in un anno da uno studente impegnato a tempo pieno negli studi universitari è convenzionalmente fissata in 60 crediti (RAU, art.5 comma 2), pari quindi a 1800 ore di lavoro all anno. I crediti corrispondenti a ciascuna attività formativa sono acquisiti dallo studente con il superamento dell esame o di altra forma di verifica (RAU, art.5 comma 4). La valutazione del profitto viene espressa mediante una votazione in trentesimi per gli esami, in centodecimi per la prova finale, con eventuale lode (RAU, art.11 comma 7, lettera d). Il numero di crediti da acquisire per conseguire i vari titoli di studio, i crediti totali comprensivi di quelli già acquisiti per l accesso ai relativi corsi di studio, nonché le durate normali per conseguire i titoli (valutate tenendo conto che ad un anno corrispondono 60 crediti) e infine le durate totali comprensive di quelle richieste per conseguire il titolo di studio necessario per l accesso, sono raccolti nella seguente tabella: 13

14 Tabella IV: Crediti e durate normali degli studi per conseguire i Titoli (Cfr. schema I) titolo di studio crediti durata normale in anni da acquisire totali per il titolo totali Laurea Laurea Specialistica Laurea Specialistica a ciclo unico Diploma di Specializzazione Dottorato di Ricerca Master di 1 Livello Master di 2 Livello Le tipologie delle attività formative Le attività formative indispensabili per conseguire gli obiettivi formativi qualificanti ciascuna Classe sono raggruppate (RAU, art.10, comma 1) nelle sei tipologie sinteticamente sotto descritte: a) attività formative in uno o più ambiti disciplinari (insieme di discipline) relativi alla formazione di base; b) attività formative in uno o più ambiti disciplinari caratterizzanti la Classe; c) attività formative in uno o più ambiti disciplinari affini o integrativi di quelli di cui in b); d) attività formative autonomamente scelte dallo studente; e) attività formative per la preparazione della prova finale (per il conseguimento del titolo di studio) e, con riferimento alla Laurea, per la verifica della conoscenza della lingua straniera; f) attività formative, non previste nei casi precedenti, utili per l inserimento nel mondo del lavoro, per agevolare le scelte professionali, tra cui, in particolare i tirocini formativi e di orientamento. Nel seguito sono date sintetiche caratterizzazioni di alcune delle tipologie didattiche indicate: 14

15 Tabella V: Tipologie delle forme didattiche Lezioni (ex cathedra) Esercitazioni Laboratorio Laboratorio Progettuale Seminari Visite Tirocinio Tesi Esame Lo studente assiste ad una lezione ed elabora autonomamente i contenuti ricevuti. Si sviluppano applicazioni che consentono di chiarire i contenuti delle lezioni. Non si aggiungono contenuti rispetto alle lezioni. Tipicamente le esercitazioni sono associate alle lezioni e non esistono autonomamente. Nelle esercitazioni passive lo sviluppo delle applicazioni è effettuato dal Docente; in quelle attive l allievo sviluppa le applicazioni con la supervisione del Docente. Attività assistite che prevedono l interazione dell allievo con strumenti, apparecchiature o pacchetti sw applicativi. Attività in cui l allievo deve, a partire da specifiche, elaborare una soluzione progettuale. Il lavoro viene seguito da un tutor esperto, ma lo sviluppo deve essere lasciato in gran parte al l autonomia dell allievo eventualmente organizzato in gruppi. Attività in cui l allievo deve partecipare a incontri in cui verranno discusse tematiche senza che sia prevista una fase di verifica di apprendimento. Attività di presenza dell allievo in un contesto produttivo o di ricerca interno/esterno. Attività di presenza operativa dell allievo in un contesto produttivo esterno. Sono previsti: un attività da svolgere, un tutor esterno responsabile della guida dell allievo ed un tutor accademico che abbia funzione di garanzia dell allievo rispetto ad utilizzazioni improprie. Il tirocinio si conclude con una relazione tecnica descrittiva dell attività svolta. Attività di sviluppo di un progetto o di una ricerca originale svolta sotto la guida di uno o più Relatori. Attività intesa ad accertare il grado di preparazione degli allievi. Può essere organizzata anche con prove in itinere con modalità definite dal Docente ed approvate dal Consiglio di Corso di Studio. Le tipologie delle forme didattiche organizzate o previste al fine di assicurare la formazione culturale e professionale degli studenti sono costituite da lezioni, da esercitazioni attive e passive, da attività di laboratorio nelle sue varie forme (informatico, sperimentale), dai progetti, dai seminari, dalle visite, dal tirocinio, dalle tesi, dagli esami, nonché dal tutorato e dall orientamento. Per ciascuna ora di attività didattica delle varie tipologie formative sopra indicate è stabilito dal Senato accademico uno standard di impegno in ore per lo studente. Il Regolamento didattico di Ateneo In coerenza con le disposizioni dei decreti ministeriali attuativi del N.O., il Regolamento didattico di Ateneo determina la denominazione e gli obiettivi formativi dei Corsi di Studio, il quadro generale delle attività formative da inserire nei curricula, i crediti assegnati a ciascuna attività formativa, nonché le caratteristiche della prova finale per il conseguimento del titolo di studio e disciplina gli aspetti di organizzazione dell attività didattica comuni ai Corsi di Studio (programmazione, coordinamento, verifica dei risultati delle attività formative, procedure per lo svolgimento degli esami e verifiche finali, valutazione della preparazione iniziale degli studenti, etc.). 15

16 I Regolamenti didattici dei Corsi di Studio e i percorsi formativi Per ciascun Corso di Studio è deliberato dalla competente struttura didattica il rispettivo Regolamento didattico che specifica tutti gli aspetti organizzativi del Corso di Studio. In particolare il Regolamento didattico del Corso di Studio determina l elenco degli insegnamenti del Corso, le articolazioni in moduli, i crediti e le eventuali propedeuticità degli insegnamenti, i curricula offerti agli studenti e le regole dei piani di studio individuali, le tipologie delle forme didattiche, gli eventuali obblighi di frequenza, etc. Schema II: percorsi formativi all interno dei Corsi di laurea dalla Scuola Media superiore Termine per soddisfare eventuali obblighi formativi aggiuntivi 1 anno 2 anno accesso diretto ai Corsi di laurea Specialistica senza debiti formativi etc. 3 anno 3 anno 3 anno al 2 livello al 2 livello Debiti=0 Laurea (L) - 1 livello alla professione 1 anno 2 anno Laurea Specialistica (LS) - 2 livello Pur nelle loro differenziazioni, i diversi Corsi di Laurea della Facoltà di Ingegneria hanno una struttura organizzativa caratteristica che prevede, generalmente dopo il secondo anno di corso (in alcuni casi nel corso del secondo anno), l offerta di diversificati percorsi formativi (curricula) così da consentire il conseguimento della Laurea con varie caratterizzazioni professionali (Cfr. Schema II). In ogni caso tra tali percorsi formativi è sempre previsto ne esista almeno uno che consenta di accedere senza debiti formativi al corrispondente corso di studio di 2 livello per conseguire la laurea specialistica. Anche gli altri percorsi formativi consentono di proseguire gli studi del corrispondente (o altro) corso di Studio di 2 livello, ma con un debito formativo (stabilito dal Consiglio di Corso di Studio di arrivo ), che in ogni caso non potrà superare i 30 crediti. I Regolamenti didattici dei Corsi di Studio sono soggetti a revisione periodica, in particolare per quanto riguarda il numero di crediti assegnati ad ogni insegnamento o altra attività formativa. Ogni studente deve annualmente presentare il proprio piano individuale di studio per l anno di corso al quale si iscrive, in conformità con il rispettivo Regolamento didattico del Corso di Studio. 16

17 I Corsi di Studio nelle diverse sedi della Facoltà di Ingegneria La Facoltà è articolata su due Sedi, una a Pavia in Via Ferrata 1 ed una a Mantova, in Via Scarsellini 2. Presso la sede pavese sono attivi tutti i Corsi di Laurea di cui alla Tabella II, presso la sede mantovana sono attivi i Corsi di Laurea in Ingegneria Informatica e in Ingegneria per l Ambiente e il Territorio. Alcuni insegnamenti si tengono presso sedi di collegi universitari, come specificato nei paragrafi relativi ai singoli insegnamenti. 17

18 NOTE INFORMATIVE PER GLI STUDENTI DEI CORSI DI LAUREA SPECIALISTICA LA FACOLTÀ E I CORSI DI LAUREA SPECIALISTICA L organizzazione della Facoltà e dei Corsi di Laurea specialistica La Facoltà di Ingegneria dell Università di Pavia è articolata in Corsi di Laurea di primo livello (3 anni) e corsi di laurea specialistica (2 anni aggiuntivi, ovvero corso a ciclo unico di 5 anni). In base al Nuovo Ordinamento, nell a.a. 2006/2007 sono attivati i seguenti Corsi di laurea specialistica: Classe delle lauree specialistiche in Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Classe delle lauree specialistiche in Ingegneria Biomedica Ingegneria Biomedica Classe delle lauree specialistiche in Ingegneria Civile Ingegneria Civile Classe delle lauree specialistiche in Ingegneria Elettrica Ingegneria Elettrica Classe delle lauree specialistiche in Ingegneria Elettronica Ingegneria Elettronica Classe delle lauree specialistiche in Ingegneria Informatica Ingegneria Informatica È attivato per la durata completa di 5 anni il Corso di Laurea specialistica a ciclo unico: Classe delle lauree specialistiche in Architettura e Ingegneria Edile Ingegneria Edile-Architettura, riconosciuta dall Unione Europea (Gazzetta Ufficiale del 1/9/1998), attivato per l intero ciclo di 5 anni. Si ricorda che le informazioni specifiche di quest ultimo corso si trovano nel Volume I della presente Guida dello Studente La Facoltà partecipa, inoltre, a due Corsi di Laurea Specialistica interfacoltà. Il primo in Management e Tecnologie dell e-business (Classe 100/S, Tecniche e Metodi per la Società dell Informazione) è svolto con la Facoltà di Economia (http://www.unipv.it/ebusiness/index.cfm) Il secondo in Editoria e Comunicazione Multimediale (Classe 13/S, Editoria, Comunicazioni Multimediali e Giornalismo) è svolto con le Facoltà di Giurisprudenza, Lettere e Filosofia, e Scienze Politiche (http://www.unipv.it/cim/pres.html) 18

19 MODALITÀ DI IMMATRICOLAZIONE AI CORSI DI LAUREA SPECIALISTICA (dal Bando di Facoltà per l Anno Accademico ) Accesso alla laurea specialistica Il corso di Laurea Specialistica è un nuovo percorso di studio, di durata biennale, previsto dal D.M. 3 novembre 1999, n. 509 ( Regolamento recante norme concernenti l autonomia didattica degli Atenei ), che ha l obiettivo di fornire una formazione di livello avanzato per l esercizio di attività di elevata qualificazione in ambiti specifici. Per accedere ad un corso di Laurea Specialistica occorre essere in possesso di: a) laurea (del vecchio o del nuovo ordinamento didattico), ovvero di altro titolo di studio conseguito all estero, riconosciuto idoneo; b) diploma universitario; c) requisiti curriculari stabiliti per le singole Lauree Specialistiche e puntualmente indicati nei Regolamenti Didattici dei singoli corsi di studio (pubblicati sul sito: alla voce Segreteria Studenti, link Ripartizione Studenti, consultando quindi le pagine delle singole Segreterie); d) adeguatezza della personale preparazione, che verrà verificata dall Ateneo di norma mediante una prova di ammissione. Per tutti i Corsi di Laurea Specialistica della Facoltà di Ingegneria la prova di ammissione consisterà in un colloquio. Pre-iscrizione Per potersi immatricolare al Corso di Laurea Specialistica prescelto, lo studente dovrà presentare domanda di prevalutazione del possesso dei requisiti curriculari entro il giorno 8 Settembre 2006 e registrarsi alla prova di ammissione, che si terrà il 22 settembre L iscrizione alla prova di ammissione, indirizzata al Magnifico Rettore dell Università degli Studi di Pavia, potrà essere inoltrata esclusivamente per via telematica, nel periodo dal 27 luglio al 20 settembre 2006, connettendosi al sito alla voce Matricole Informazioni e servizi on line. Tale collegamento potrà essere effettuato attraverso il proprio personal computer - se si dispone di connessione ad Internet - oppure si potranno utilizzare i computer appositamente resi disponibili presso le seguenti strutture: - PC Point Sportello MATRICOLE (Via Ferrata, 1 PAVIA: da lunedì a venerdì ore , da lunedì a mercoledì ore 14 16). - Segreteria della Fondazione Università di Mantova (Via Scarsellini, 2 MANTOVA: ore 8 13, da lunedì a venerdì; dal 21/08 negli stessi giorni anche al pomeriggio dalle 14 alle 17 esclusivamente per i corsi di laurea con sede a Mantova). L iscrizione alla prova di ammissione sarà subordinata al versamento del relativo rimborso spese di 30,00: tale pagamento dovrà essere effettuato, prima di procedere all iscrizione, tramite bollettino di c/c postale (ccp n , intestato a Università degli Studi di Pavia - Servizio Tesoreria; causale del versamento: Cod. 710 Rimborso spese per partecipazione a test di ammissione ) e dichiarato nella stessa. Il contributo versato non verrà in alcun caso rimborsato. Prevalutazione dei requisiti curriculari La domanda di prevalutazione del possesso dei requisiti curriculari, indirizzata al Magnifico Rettore dell Università degli Studi di Pavia e presentata (presso la Segreteria della Facoltà di Ingegneria, Via Ferrata, 1 - Pavia) entro il giorno 8 Settembre 2006, dovrà essere corredata, oltre che dai recapiti postali, telefonici e di posta elettronica, da autocertificazione o certificato attestante il proprio piano degli studi, completo dell indicazione dei crediti (nel caso si tratti di 19

20 una laurea del Nuovo Ordinamento) e dei programmi relativi ad ogni esame e attività didattica formativa presente nel piano. Il Consiglio Didattico competente o una Commissione all uopo delegata provvederà, entro il 15 settembre 2006, a comunicare a tutti i candidati l esito della prevalutazione, indicando i debiti formativi accertati (settori scientifici disciplinari, numero di crediti formativi e relativi esami da sostenere entro il primo anno di Corso di Laurea Specialistica). L accesso ai Corsi di Laurea Specialistica è consentito solo se non saranno accertati debiti formativi o se questi saranno inferiori a 30 crediti. Nota bene 1. Devono presentare domanda di prevalutazione anche tutti coloro che, sebbene non ancora laureati, intendono immatricolarsi ad un Corso di Laurea Specialistica, purché iscritti al 3 anno di Corso di Laurea di 1 livello nell anno accademico 2005/ Per tutti coloro che hanno conseguito la Laurea di 1 Livello presso l Università di Pavia, ed a condizione che essa non risulti dal mero riconoscimento amministrativo di un titolo di Diploma Universitario, e per tutti coloro che, nell anno accademico 2005/06, sono iscritti al 3 anno di Corso di un Corso di Laurea di 1 livello dell Università di Pavia, con un piano di studio conforme al Manifesto degli Studi e pubblicato sulla Guida dello Studente, i requisiti curriculari sono automaticamente soddisfatti secondo la corrispondenza fra Corso di Laurea e Corso di Laurea Specialistica riportata di seguito. Corso di Laurea (1 livello) Ingegneria Biomedica Ingegneria Civile (*) Ingegneria Elettrica Ingegneria Energetica Ingegneria Elettronica Ingegneria Elettronica e delle Telecomunicazioni Ingegneria Informatica Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Marketing e E-Business Ingegneria Informatica Corso di Laurea Specialistica Ingegneria Biomedica Ingegneria Civile Ingegneria Elettrica Ingegneria Elettronica Ingegneria Informatica Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Management e Tecnologie dell E-Business (*) Per gli studenti in possesso della laurea triennale in Ingegneria Civile conseguita presso l'università di Pavia occorre anche che nel 2 semestre del 3 anno sia stata scelta l opzione 2. Prova di ammissione La prova di ammissione ai Corsi di Laurea Specialistica si terrà il 22 Settembre 2006 presso la Facoltà di Ingegneria, Via Ferrata, 1 - Pavia: ore 9,00 Aula C8: Ingegneria Biomedica, Ingegneria Elettronica, Ingegneria Informatica ore 9,00 Aula C6: Ingegneria Civile, Ingegneria per l Ambiente e il Territorio ore 9,00 Aula E8: Ingegneria Elettrica ore 9,00 Aula E1: Interfacoltà in Management e Tecnologie dell E-Business Nota bene 1. Sono esonerati dal sostenere la prova di ammissione (e quindi dall obbligo di iscrizione e dal relativo versamento) tutti coloro che sono in possesso di un titolo accademico con votazione dell esame finale 92/

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Sede: Dipartimento di Scienze Ambientali, sez. Botanica ed Ecologia - Via Pontoni, 5

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 1 Indice Art. 1 - Definizioni...4 Art. 2 - Autonomia Didattica... 5 Art. 3 - Titoli, Corsi di studio e Corsi di Alta Formazione.... 5 Art. 4 - Rilascio

Dettagli

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO STUDENTI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO Approvato dal Senato Accademico con delibera del 10 giugno 2008 e modificato con delibera del Senato Accademico del 14 giugno 2011 Decreto rettorale

Dettagli

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica Il Rettore Decreto n. 122549 (1147) Anno _2012 VISTO l art. 3, comma 9, del D.M. 22 ottobre 2004, n. 270

Dettagli

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BRESCIA ANNO ACCADEMICO 2013/2014 BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA Sono aperte le immatricolazioni per l anno accademico 2013/2014 ai corsi di laurea in

Dettagli

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo 1 2 Guida all accesso ai Corsi di Laurea (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo Anno Accademico 2014/2015 3 4 Concept and graphic design: Marketing e Fundraising

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA Pag 2 INDICE Parte Prima 1. MANIFESTO DEGLI STUDI PER GLI IMMATRICOLATI A.A. 2012-2013 1.1 Laurea Magistrale

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Ai sensi del D.M. n. 270/2004 gli studenti che intendono iscriversi ad un corso di laurea

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI UFFICIO ALTA FORMAZIONE ED ESAMI DI STATO MANIFESTO DEGLI STUDI MASTER DI II LIVELLO con modalità didattica multimediale, integrata e a distanza MANAGEMENT E DIRIGENZA NELLA SCUOLA (istituito ai sensi

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

Articolazione didattica on-line

Articolazione didattica on-line L organizzazione della didattica per lo studente L impegno di tempo che lo studente deve dedicare alle attività didattiche offerte per ogni singolo insegnamento è così ripartito: - l auto-apprendimento

Dettagli

FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA

FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA LAUREE QUADRIENNALI: FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA o ECONOMIA E COMMERCIO media aritmetica dei voti degli esami di profitto con esclusione dei voti delle Teologie e di quelli riguardanti

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA Emanato con D.R. n. 306 del 17/07/2012 Integrato con D.R. n. 65 12/02/2014. DISPOSIZIONI PRELIMINARI Articolo 1 (Oggetto) 1. Il presente

Dettagli

I COMMENTI DI ISTITUTO AMBIENTE EUROPA AL D. Lgs. 81/08 ( TESTO UNICO ) 9 - ESONERO DAI CORSI PER RSPP E ASPP: chi, che cosa e con quali conseguenze

I COMMENTI DI ISTITUTO AMBIENTE EUROPA AL D. Lgs. 81/08 ( TESTO UNICO ) 9 - ESONERO DAI CORSI PER RSPP E ASPP: chi, che cosa e con quali conseguenze ESONERO DAI CORSI PER RSPP E ASPP: di Attilio Pagano Psicologo del Lavoro e formatore L art. 32 del D. Lgs. 81/08 disciplina i requisiti per lo svolgimento delle funzioni di RSPP e ASPP. Tali requisiti

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Che cos è un Master Universitario? Il Master Universitario è un corso di perfezionamento scientifico e di alta qualificazione formativa, finalizzato

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance Note e istruzioni per i test di ingresso ai Corsi di Studio del Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Matematiche e Statistiche (DEAMS) a.a. 2013/2014 Gli insegnamenti relativi ai Corsi di Laurea

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

Quante sono le matricole?

Quante sono le matricole? Matricole fuori corso laureati i numeri dell Universita Quante sono le matricole? Sono poco più di 307 mila i giovani che nell'anno accademico 2007/08 si sono iscritti per la prima volta all università,

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 - MAGGIO 2010 - DOC 05/10 Il NdV ha esaminato le caratteristiche dei corsi di studio istituiti sulla base

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Scuola Politecnica, Dipartimento di Scienze per l Architettura Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività Corso di Laurea TRIENNALE IN DISEGNO

Dettagli

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Art. 1 ATTIVAZIONE L Università degli Studi Niccolò Cusano Telematica Roma attiva il Master di

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

REGOLAMENTO IMMATRICOLAZIONI, ISCRIZIONI, TASSE E CONTRIBUTI PER STUDENTI DI CORSI DI LAUREA, DI LAUREA MAGISTRALE, DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO

REGOLAMENTO IMMATRICOLAZIONI, ISCRIZIONI, TASSE E CONTRIBUTI PER STUDENTI DI CORSI DI LAUREA, DI LAUREA MAGISTRALE, DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO REGOLAMENTO IMMATRICOLAZIONI, ISCRIZIONI, TASSE E CONTRIBUTI PER STUDENTI DI CORSI DI LAUREA, DI LAUREA MAGISTRALE, DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO E CORSI SINGOLI INDICE TITOLO I - IMMATRICOLAZIONI,

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO PROCEDURE TERMINI E TASSE (Modificato con delibera del Senato Accademico del 19 luglio 2011) INDICE PARTE I NORME GENERALI Art. 1 Art. 2 Ambito di applicazione

Dettagli

DIPARTIMENTO 25123 BRESCIA Partita IVA 14/15. iniziato, come. fa specifico. paragrafo 2.2. stesso. valutazione. rispondenza.

DIPARTIMENTO 25123 BRESCIA Partita IVA 14/15. iniziato, come. fa specifico. paragrafo 2.2. stesso. valutazione. rispondenza. REGOLAMENTO PER L AMMISSIONE ALLE LAUREE MAGISTRALI IN INGEGNERIA 14/15 (Approvato dal CCSA di ingegneria Industriale del 17/7/2014) 1. PREMESSA E NORME GENERALI 1.1. Norme e principi di riferimento Il

Dettagli

Classe e ordinamento del Corso di studio (es. classe L24 ordinamento 270/04 oppure classe 15 ordinamento 509/99)

Classe e ordinamento del Corso di studio (es. classe L24 ordinamento 270/04 oppure classe 15 ordinamento 509/99) Mod. 6322/triennale Marca da bollo da 16.00 euro Domanda di laurea Valida per la prova finale dei corsi di studio di primo livello Questo modulo va consegnato alla Segreteria amministrativa del Corso a

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO PROCEDURE TERMINI E TASSE (Modificato con D.R. n.1508 del 31/07/2013) INDICE PARTE I NORME GENERALI Art. 1 Art. 2 Ambito di applicazione Definizioni PARTE

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Presidio di Qualità Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Introduzione Al fine di uniformare e facilitare la compilazione delle schede SUA-CdS, il Presidio ha ritenuto utile pubblicare queste note

Dettagli

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011 Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l università, l alta formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DEL TIROCINIO E DELL ESAME FINALE PER IL CONSEGUIMENTO DEL TITOLO DI STUDIO Art. 1 Ambito di applicazione Il presente

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO D. R. 767 del 30/06/2014 MANIFESTO GENERALE DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2014/2015 IL RETTORE VISTA la Legge 19 novembre 1990

Dettagli

GUIDA ALLA CARRIERA E AI SERVIZI AGLI STUDENTI

GUIDA ALLA CARRIERA E AI SERVIZI AGLI STUDENTI GUIDA ALLA CARRIERA E AI SERVIZI AGLI STUDENTI ANNO ACCADEMICO 2013/2014 GUIDA ALLA CARRIERA E AI SERVIZI AGLI STUDENTI ANNO ACCADEMICO 2013/2014 SOMMARIO L UNIVERSITÀ DI TRENTO 7 IL SISTEMA UNIVERSITARIO

Dettagli

Scuola di Ingegneria e Architettura

Scuola di Ingegneria e Architettura Alma Mater Studiorum - Università di Bologna Bando per l ammissione ai Corsi di laurea a numero programmato - Anno Accademico 2014/2015 Il presente bando, congiunto tra la Scuola di Ingegneria e Architettura

Dettagli

FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile

FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile Quante volte l anno si svolgono gli esami di Stato? Sono previste due sessioni d esame

Dettagli

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO 1. Qual è la differenza tra Master di primo livello e Master di secondo livello? 2. Ai fini dell ammissione al Master, cosa bisogna fare se si possiede un titolo di

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

Università Vita~Salute San Raffaele

Università Vita~Salute San Raffaele Università Vita~Salute San Raffaele DECRETO RETTORALE N. 4185 IL RETTORE Visto lo Statuto dell'università Vita-Salute San Raffaele approvato con Decreto del Ministero dell'università e della Ricerca Scientifica

Dettagli

REGOLAMENTO CARRIERA UNIVERSITARIA DEGLI STUDENTI

REGOLAMENTO CARRIERA UNIVERSITARIA DEGLI STUDENTI REGOLAMENTO CARRIERA UNIVERSITARIA DEGLI STUDENTI Art. 1 Ambito di applicazione 1. Il presente Regolamento contiene le norme organizzative, amministrative e disciplinari alla cui osservanza sono tenuti

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE b) unica prova orale su due materie, il cui svolgimento è subordinato al superamento della prova scritta: una prova su deontologia e ordinamento professionale; una prova su una tra le seguenti materie

Dettagli

hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como

hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como Corso di Laurea in Scienze della Mediazione Interlinguistica e Interculturale Classe L-12 Mediazione Linguistica

Dettagli

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Art. 1 - Attivazione Master di II livello L Istituto di MANAGEMENT ha attivato presso la Scuola Superiore Sant Anna di Pisa, ai sensi dell art. 3 dello

Dettagli

Manifesto degli studi Anno Accademico 2012-2013

Manifesto degli studi Anno Accademico 2012-2013 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CATANIA Manifesto degli studi Anno Accademico 2012-2013 Immatricolazione e Iscrizione ai Corsi di studio di cui ai DD.MM. 03.11.1999 n.509 (G.U. 04.01.2000), 04.08.2000 (G.U.

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015 UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE CORSO DI LAUREA IN BIOTECNOLOGIE Classe L2 Programmazione didattica a.a. 2014/2015 Per l anno accademico 2014-2015

Dettagli

Emanuela Stefani - Fondazione CRUI Vincenzo Zara - Università del Salento

Emanuela Stefani - Fondazione CRUI Vincenzo Zara - Università del Salento Emanuela Stefani - Fondazione CRUI f Vincenzo Zara - Università del Salento LA RIFORMA UNIVERSITARIA LA NORMATIVA NAZIONALE La normativa nazionale Riferimenti normativi Corsi di Laurea Corsi di Laurea

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico

imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico istituto tecnico SETTORE TECNOLOGICO chimica e materiali elettronica e telecomunicazioni informatica meccanica e meccatronica

Dettagli

SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI

SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI La Scheda Unica Annuale (SUA) è lo strumento di programmazione dei Corsi di Laurea e attraverso il quale l ANVUR farà le proprie valutazioni sull accreditamento (iniziale e periodico)

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

STRUTTURA CONTENUTI E SCADENZE SCHEDA SUA CDS. Anno Accademico 2014/2015

STRUTTURA CONTENUTI E SCADENZE SCHEDA SUA CDS. Anno Accademico 2014/2015 STRUTTURA CONTENUTI E SCADENZE SCHEDA SUA CDS Anno Accademico 2014/2015 PERCHE LA SCHEDA SUA CDS? L Obiettivo della scheda SUA-CdS non è puramente compilativo; tale strumento vuole essere una guida ad

Dettagli

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Istituto Superiore di Studi Musicali "P. Mascagni" - Livorno Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Via Galilei

Dettagli

CORSO DI LAUREA (270/2004) - STATISTICA MATEMATICA E TRATTAMENTO INFORMATICO DEI DATI - IL CORSO DI STUDIO IN CIFRE: IMMATRICOLATI

CORSO DI LAUREA (270/2004) - STATISTICA MATEMATICA E TRATTAMENTO INFORMATICO DEI DATI - IL CORSO DI STUDIO IN CIFRE: IMMATRICOLATI CORSO DI LAUREA (270/2004) - STATISTICA MATEMATICA E TRATTAMENTO INFORMATICO DEI DATI - IL CORSO DI STUDIO IN CIFRE: IMMATRICOLATI 2011/2012 2012/2013 2013/2014 Iscritti I anno I volta Iscritti totali

Dettagli

Tutte le procedure on-line sono accessibili tramite il portale degli studenti https://studenti.unisalento.it

Tutte le procedure on-line sono accessibili tramite il portale degli studenti https://studenti.unisalento.it REGOLE PER GLI STUDENTI Tutte le procedure on-line sono accessibili tramite il portale degli studenti https://studenti.unisalento.it REGOLE VALIDE PER I CORSI ATTIVATI AI SENSI DEL D.M. 270/04 Immatricolazione

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE

CONTRATTO CON LO STUDENTE Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE Il presente

Dettagli

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI CIMEA di Luca Lantero Settembre 2008 1 Cicli Titoli di studio EHEA 1 2 3 Istruzione superiore universitaria Laurea Laurea Magistrale

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

Unione Europea Fondo Sociale Europeo

Unione Europea Fondo Sociale Europeo Unione Europea Fondo Sociale Europeo M.P.I. LICEO SCIENTIFICO STATALE G. D Alessandro Via S.Ignazio di Loyola - BAGHERIA www.lsdalessandro.it e-mail liceodalessandro@istruzione.it PEC paps09000v@postacertificata.org

Dettagli

ALLEGATO 2 A) TITOLI ABILITANTI DI ACCESSO ALLA GRADUATORIA

ALLEGATO 2 A) TITOLI ABILITANTI DI ACCESSO ALLA GRADUATORIA ALLEGATO 2 TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI DELLA TERZA FASCIA DELLE GRADUATORIE AD ESAURIMENTO DEL PERSONALE DOCENTE ED EDUCATIVO DELLE SCUOLE ED ISTITUTI DI OGNI ORDINE E GRADO, APPROVATA CON D.M 27

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO D.R. n. 1000 del 16.7.2013 Master di I Livello in MANAGEMENT DEI PRODOTTI E SERVIZI DELLA COMUNICAZIONE I L R E T T O R E VISTO lo Statuto dell'università degli Studi di Cagliari, emanato con D.R. n. 339

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISCRIZIONE DEGLI STUDENTI A TEMPO PARZIALE AI CORSI DI STUDIO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA

REGOLAMENTO PER L ISCRIZIONE DEGLI STUDENTI A TEMPO PARZIALE AI CORSI DI STUDIO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA Università degli Studi della Tuscia Regolamento per l iscrizione degli studenti a tempo parziale ai corsi di studio dell Università degli Studi della Tuscia (D.R. n. 637/07 del 01.08.2007) REGOLAMENTO

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

studio dei titolari di protezione internazionale

studio dei titolari di protezione internazionale Il riconoscimento dei titoli di studio dei titolari di protezione internazionale IL RICONOSCIMENTO DEI TITOLI DI STUDIO LA NORMATIVA L art 170 del RD 1592 del 3/ 31/08/33 /33di approvazione del Testo Unico

Dettagli

GUIDA ALLA RIFORMA. Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali

GUIDA ALLA RIFORMA. Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali GUIDA ALLA RIFORMA degli istituti tecnici e professionali Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali Il futuro è la nostra

Dettagli

IL CORSO DI FORMAZIONE PER TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA AMBIENTALE

IL CORSO DI FORMAZIONE PER TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA AMBIENTALE Il POLITECNICO di BARI Dipartimento di Scienze dell Ingegneria Civile e dell Architettura promuove ed organizza IL CORSO DI FORMAZIONE PER TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA AMBIENTALE (istituito ai sensi

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI Pagina 1 di 5 PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER PREMESSA Il Protocollo di Accoglienza intende presentare procedure per promuovere l integrazione di alunni stranieri, rispondere ai loro bisogni formativi e rafforzare

Dettagli

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA Articolo 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA 1. Il presente Regolamento disciplina le modalità di nomina dei Cultori della materia e le loro attività. Articolo 2 Funzioni 1.

Dettagli

Ministero dell Università e della Ricerca

Ministero dell Università e della Ricerca Statuto dei diritti e dei doveri degli Studenti Universitari In attuazione dell art. 34 della Costituzione della Repubblica Italiana, che sancisce il diritto per tutti i capaci e meritevoli, anche se privi

Dettagli

AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo 2014/2015

AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo 2014/2015 U.O.S.D. FORMAZIONE EDUCAZIONE E PROMOZIONE DELLA SALUTE Scadenza 15 DICEMBRE 2014 AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo

Dettagli

Bando di concorso per l ammissione al MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO CULTURA DELL INNOVAZIONE, MERCATI E CREAZIONE D IMPRESA.

Bando di concorso per l ammissione al MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO CULTURA DELL INNOVAZIONE, MERCATI E CREAZIONE D IMPRESA. Bando di concorso per l ammissione al MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO CULTURA DELL INNOVAZIONE, MERCATI E CREAZIONE D IMPRESA Sede di Bologna codice: 8159 Anno Accademico 2008/09 Scadenza Bando : 31

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19 della legge 30 dicembre 2010, n. 240 (emanato con decreto rettorale 24 ottobre 2014, n. 478) INDICE

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca IL DIRETTORE GENERALE VISTO il decreto del Presidente della Repubblica 10 gennaio 1957, n. 3, con il quale è stato approvato il testo unico delle disposizioni concernenti lo Statuto degli impiegati civili

Dettagli