pag. 1 D I M E N S I O N I unità di misura I M P O R T I Quantità par.ug. lung. larg. H/peso unitario TOTALE Num.Ord. TARIFFA DESIGNAZIONE DEI LAVORI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "pag. 1 D I M E N S I O N I unità di misura I M P O R T I Quantità par.ug. lung. larg. H/peso unitario TOTALE Num.Ord. TARIFFA DESIGNAZIONE DEI LAVORI"

Transcript

1 ELABORATO B COMPUTO METRICO ESTIMATIVO Comune di Iglesias LAVORI DI CONSERVAZIONE E VALORIZZAZIONE DEI MONUMENTI NATURALI DI PAN DI ZUCCHERO E FARAGLIONI DI MASUA E CANAL GRANDE PROGETTO DEFINITIVO/ESECUTIVO PROGETTISTA INCARICATO: Ing. Giampietro Tronci SUPPORTO ALLA PROGETTAZIONE: Dott.ssa in arch. Stefania Casula IGLESIAS 16/09/2013

2 di misura par.ug. lung. larg. H/peso unitario TOTALE LAVORI A CORPO A-Pan di zucchero (SpCat 1) A1. Pulizia dei luoghi (Cat 1) 1 T.01 RACCOLTA RIFIUTI VARI abbandonati in aree naturali mediante impiego di manodopera, comprensivo della cernita, il carico ed il trasporto a discarica. Sovraprezzo per conformazione del sito e per la difficoltà di accesso. Piazzale Cuccu 1,00 Altri siti sul pan di zucchero 0,50 SOMMANO... giorni 1,50 266,00 399,00 2 T.02 TRASPORTO dei materiali raccolti presso discarica autorizzata, incluso il trasporto su natante, escluso l'eventuale costo di conferimento a discarica autorizzata. Rifiuti reperiti presso il piazzale e la caletta 1,00 SOMMANO... m3 1,00 100,00 100,00 3 T.03 INDENNITA' DI CONFERIMENTO a discarica autorizzata di materiali derivati da raccolta di rifiuti vari abbandonati, valutati per il volume effettivamente conferito, escluso il trasporto. Rifiuti reperiti 1,00 SOMMANO... m3 1,00 10,82 10,82 A2. Individuazione, pulizia e messa in sicurezza dell'antico sentiero dei minatori (Cat 2) 4 T.04 DISGAGGIO E PULIZIA DEL VERSANTE del materiale instabile, sia esso roccioso o vegetale, eseguita anche con l'ausilio di personale specializzato rocciatore abilitato al lavoro su corda; è compreso inoltre l'eventuale disgaggio di ammassi rocciosi instabili individuati con le disposizioni che la D.L. impartirà all'atto esecutivo, da demolire con qualsiasi mezzo inclusi gli oneri di riposizionamento del materiale alla base del versante. Pareti a monte del sentiero dei minatori 1,00 SOMMANO... giorni 1,00 806,00 806,00 5 T.05 OPERE DI MANUTENZIONE DEL SENTIERO DEI MINATORI mediante impiego di manodopera consistenti nel taglio dei cespugli invadenti a monte e a valle del sentiero, la pulizia dei sassi mossi presenti sulla sede del sentiero, la risitemazione dei sassi formanti il sentiero, la realizzazione di gradoni con pietrame e/o terreno in loco, la sistemazione di sentieri pedonali in terreno roccioso. Comprende la manodopera di 3 operai ed il materiale occorrente per eseguire: riposizionamento di pietrame e piccole opere di scavo con mezzi manuali per migliorare la percorribilità, esecuzione di piccole opere quali gradini con utilizzo del pietrame in posto e legname con elementi metallici di raccordo. Incluso il sovrapprezzo per il supporto di una squadra di almeno 3 operatori specializzati e abilitati a eseguire lavori su corda, necessaria nei tratti più esposti. Compreso ogni onere e

3 di misura par.ug. lung. larg. H/peso unitario TOTALE magistero per rendere l'opera finita e funzionale. Sentiero dei minatori tratti con pendenza minore di 45 gradi 89,00 SOMMANO... ml 89,00 10,74 955,86 A3. Preservare le tracce testimoniali (Cat 3) 6 T.06 TRATTAMENTO PROTETTIVO di manufatti metallici eseguito mediante spazzolatura con spazzola metallica e verniciatura a finire, a copertura completa, con due mani di vernice ferromicacea o a smalto sintetico delle migliori qualità in colore a scelta della D.L., su manufatti in ferro o in lamiera di ferro, compresa la verniciatura protettiva antiruggine. Incluso il sovraprezzo per l'impiego di una squadra di 3 operatori abilitati ad eseguire lavori su corda che assicurino le operazione nei tratti più esposti. Argano a mano 1,00 Altri manufatti 3,00 SOMMANO... m2 4,00 30,00 120,00 A2. Individuazione, pulizia e messa in sicurezza dell'antico sentiero dei minatori (Cat 2) 7 A.10 GOLFARE AD U a costituire punto di fissaggio delle funi di ormeggio di un piccolo natante per l'avvicinamento temporaneo e la messa in trazione durante la discesa dei passegeri. Costituito da elemento unico in acciaio INOX AISI 316L del diametro minimo di 12mm, piegato a U con raggio di curvatura interno minimo di 3 cm e avente i due elementi ritti filettati o zigrinati o innervati per migliorare l'aderenza. Il tutto fissato alla roccia previa perforazione e pulitura dei fori, mediante infissione con resina bicomponente adatta al tipo di roccia. Eseguito con eventuale supporto di mezzo natante. Antico approdo (inizio del sentiero) 2,00 SOMMANO... cad. 2,00 63,38 126,76 8 A.02 LINEA VITA tipo via ferrata, per tratti con pendenza minore di 45 gradi costituita da: fune in acciaio inox 316 o 316L avente diametro non inferiore a 12mm, e costituita da 133 fili, fissata su fittoni di capolinea con minimo 3 morsetti e redancia. Frazionata con un numero di fittoni distanziatori che garantiscano un frazionamento ogni 3m/5m metri di fune. I fittoni di capocorda e quelli distanziatori vanno infissi nella roccia mediante perforazione preventiva e applicazione di resina bicomponente specifica per l'utilizzo su roccia. I fittoni saranno ad aderenza migliorata con diametro dell'anima non inferiore a 18mm e infissi per almeno 20cm, e dotati di un morsetto INOX AISI 316 o AISI 316L per il fissaggio della fune e con carico di rottura minimo garantito kn 83,00. Il frazionamento sarà realizzato inoltre, ogni volta che risulterà necessario per garantire una maggiore sicurezza, evitare adesioni della fune alla roccia, garantire uno scorrimento adeguato ai moschettoni delle longe di sicurezza e in

4 di misura par.ug. lung. larg. H/peso unitario TOTALE tutti i casi in cui il frazionamento migliori l'efficienza, la sicurezza o la durata dell'opera. I fittoni avranno lunghezza minima di 35cm di cui almeno 15 cm fuori parete e almeno 20cm inghisati in parete. Il tutto dovrà essere eseguito a regola d'arte secodo le più aggiornate linee guida in materia di alpinismo e vie ferrate da una squadra di almeno 3 operatori specializzati e abilitati a eseguire lavori su corda. Inclusa manodopera. Tratte S.3+S.4+S.6+S.10+S.12 *(par.ug.= ) 89,00 89,00 Delimitazione pozzo a mare (funzione per parapetto) *(par.ug.=2+10) 12,00 12,00 Delimitazione pozzo a monte (funzione per parapetto) 2,00 SOMMANO... ml 103,00 73, ,65 9 A.03 LINEA VITA tipo via ferrata, per tratti con pendenza maggiore o uguale a 45 gradi costituita da: fune in acciaio inox 316 o 316L avente diametro non inferiore a 12mm, e costituita da 133 fili, fissata su fittoni di capolinea con minimo 3 morsetti e redancia. Frazionata con un numero di fittoni distanziatori specifici per percorsi in verticale che riducano il rischio di rottura a taglio del moschettone in caso di cadua, e che garantiscano un frazionamento massimo ogni metro e mezzo di dislivello. I fittoni vanno infissi nella roccia mediante perforazione preventiva e applicazione di resina bicomponente specifica per l'utilizzo su roccia. I fittoni saranno ad aderenza migliorata con diametro dell'anima non inferiore a 18mm e infissi per almeno 20cm, e dotati di un morsetto INOX AISI 316 o AISI 316L per il fissaggio della fune e con carico di rottura minimo garantito kn 83,00. Il frazionamento sarà realizzato ogni volta che risulterà necessario per garantire una maggiore sicurezza, evitare adesioni della fune alla roccia, garantire uno scorrimento adeguato ai moschettoni delle longe di sicurezza e in tutti i casi in cui il frazionamento migliori l'efficienza, la sicurezza o la durata dell'opera. I fittoni avranno lunghezza minima di 35cm di cui almeno 15 cm fuori parete e almeno 20cm inghisati in parete. Il tutto dovrà essere eseguito a regola d'arte secodo le più aggiornate linee guida in materia di alpinismo e vie ferrate da una squadra di almeno 3 operatori specializzati e abilitati a eseguire lavori su corda. Inclusa manodopera. S.1+S.2+S.5+S.7+S.8+S.9+S.11 63,00 SOMMANO... ml 63,00 93, ,54 10 A.06 GRADINI per via ferrata e realtivo materiale per installazione su roccia mediante ancoraggio chimico con resina bicomponente appropriata per il tipo di roccia. I gradini saranno in acciaio INOX nervato o zigrinato ad aderenza migliorata, con anima da 16mm, larghezza di non minore di 25 cm e profondità utile quando installati non minore di 15cm. Il tutto inghisato su roccia per non meno di 10 cm. Inclusa la resina e ogni altro onere necessario per con consegnare l'opera finita e ed eseguita a regola d'arte secodo le più aggiornate linee guida in

5 di misura par.ug. lung. larg. H/peso unitario TOTALE materia di alpinismo e vie ferrate. Eseguita da una squadra di almeno tre operatori specializzati e abilitati a eseguire lavori su corda. Inclusa manodopera. Lungo i tratti di percorso S.1, S.2, S.7, S.8, S.9 10,00 SOMMANO... cad. 10,00 96,38 963,80 11 A.12 SCALA A PIOLI INOX amovibile da installarsi su barre in acciaio INOX AISI 316 o 316L opportunamente ancorate mediante resina bicomponente e di lunghezze determinate dalla morfologia della roccia. La scala metallica inox sarà realizzata in tubo rettangolare 50x25x3mm - larghezza L= pioli in barra nervata antiscivolo Ø 16, passo 33cm, qualsiasi lunghezza totale richiesta, fissaggio alla roccia tramite gambi in barra nervata integrati Inclusa l'installazione degli ancoraggi, la resina e quanto necessario a consegnare il alvoro finito ed eseguito a regola d'arte secondo le più recenti linee guida in materia di alpinismo e vie ferrate. Inclusa manodopera Tratto S.1 3,00 SOMMANO... ml 3,00 268,69 806,07 A7. Installazione di segnaletica informativa specifica (Cat 7) 12 A.07 PANNELLO 20x40 cm costituito da fondo in acciaio INOX nautico predisposto per il fissaggio mediante sistema inviolabile di una stampa in forex dello spessore di 5 mm.e installate su parete a mezzo di 4 tasselli inviolabili da roccia a secco o tasselli a resina bicomponente.il pannello riporterà la indicazioni riguardanti le modalità di percorrenza della via ferrata e gli eventuali periodi di interdizione del suo utilizzo e i numeri da contattare in caso di necessità. E' compreso il posizionamento sulla parete nella posizione indicata dalla DL. Inclusa la stampa del pannello in forex secondo indicazioni della DL. Approdo (inizio via ferrata) 1,00 SOMMANO... cad. 1,00 304,73 304,73 13 P.01 TARGA 30x20 cm realizzata su lastre di acciaio INOX nautico dello spessore minimo di 3mm, incise a taglio con lettere e numeri e installate su blocco di pietra di calcare ceroide delle dimensioni tali da poter costituire supporto per la targa stessa e secondo specifiche indicazioni della DL. Il fissaggio della targa avverrà a mezzo di 4 tasselli da roccia a secco o tasselli a resina bicomponente. E' compreso il posizionamento sul monmento naturale di Pan di Zucchero nella posizione indicata dalla DL. Targa presso: Sentiero dei minatori, Piazzale Cuccu, Cantiere Venezia, Galleria Pinna, Galleria Santa Barbara, Argano 6,00 Altri 2,00 SOMMANO... cad. 8,00 200, ,00 A4. Censimento, ispezione e messa in

6 sicurezza di vie esistenti di arrampicata (Cat 4) di misura par.ug. lung. larg. H/peso unitario TOTALE 14 A.08 RISANAMENTO/REALIZZAZIONE DI VIA DI ARRAMPICATA mediante fornitura e posa in opera fittoni di ancoraggio per rinvii in acciaio INOX AISI 316 o 316L, installati con resina bicomponente appropriata al tipo di roccia, aventi diametro nominale non inferiore a 10mm e un codolo di lunghezza non inferiore a 80mm. La chiodatura per risanare le vie esistenti o eventuali nuove vie alternative dovrà essere eseguita previa perforazione ortogonale al piano di foratura (diametro di foratura maggiore di 2mm rispetto al diametro del codolo), pulizia del foro e utilizzo di resina bicomponente adatta ai calcari ceroidi del monumento. Sono inclusi gli eventuali ancoraggio "sottotetto" che saranno eseguiti a regola d'arte bloccando l'ancoraggio in posizione fino al completo indurimento della resina. Resistenza a taglio minima 32 kn Inclusa la resina e ogni altro onere necessario per con consegnare l'opera finita e ed eseguita a regola d'arte secodo le più aggiornate linee guida in materia di alpinismo e vie di arrampicata. Inclusa manodopera. Vie da censire e verificare punti di rinvio 62,00 SOMMANO... cad. 62,00 35, ,78 15 A.09 RISANAMENTO/REALIZZAZIONE DI VIA DI ARRAMPICATA mediante fornitura e posa in opera di gruppi sosta costituiti da 2 o 3 fittoni di ancoraggio in INOX AISI 316 o 316L ciascuno con anello e o catena, installati con resina bicomponente appropriata al tipo di roccia, aventi diametro nominale non inferiore a 10mm e un codolo di lunghezza non inferiore a 80mm. La chiodatura per risanare le vie esistenti o eventuali nuove vie alternative dovrà essere eseguita previa perforazione ortogonale al piano di foratura (diametro di foratura maggiore di 2mm rispetto al diametro del codolo), pulizia del foro e utilizzo di resina bicomponente adatta ai calcari ceroidi del monumento. Sono inclusi gli eventuali ancoraggio "sottotetto" che saranno eseguiti a regola d'arte bloccando l'ancoraggio in posizione fino al completo indurimento della resina. Per le soste tra i differenti tiri saranno utilizzati fittoni dotati di maglie in acciaio INOX AISI 316 o 316L. Il gruppo sarà caratterizzato da una resistenza a taglio minima di 32 kn. Inclusa la resina e ogni altro onere necessario per con consegnare l'opera finita e ed eseguita a regola d'arte secodo le più aggiornate linee guida in materia di alpinismo e vie di arrampicata. Esclusa manodopera. Vie da censire e verificare 7,00 SOMMANO... cad. 7,00 88,77 621,39 16 A.01 ISPEZIONE, MESSA IN SICUREZZA, RIPRISTINO DI VIE DI ARRAMPICATA su falesia a picco sul mare, da realizzarsi mediante censimento delle vie di arrampicata esistenti e la verifica dello stato di conservazione e l'eventuale individuazione di percorsi alternativi. Eseguito da una squadra di almeno 3 operatori specializzati e abilitati a eseguire lavori su corda. Ispezione preliminare e chiusura tratti 0,50

7 compormossi di via di arrampicata di misura par.ug. lung. larg. H/peso unitario TOTALE SOMMANO... giorni 0,50 806,00 403,00 A5. Chiusura di vie di arrampicata (Cat 5) 17 A.04 CHIUSURA VIE DI ARRAMPICATA ESISTENTI su falesia a picco sul mare, da realizzarsi mediante l'eliminazione di tutti i chiodi ammalorati o che non rispettano gli attuali requisiti di sicurezza o realizzati con materiali diversi dall'acciaio INOX con utilizzo di dispositivi per il taglio di elementi metallici, compreso lo smaltimento dei materiali di risulta. Eseguito da una squadra di almeno 3 operatori specializzati e abilitati a eseguire lavori su corda. Chiusura vie interferenti o non sicure 1,00 SOMMANO... giorni 1,00 806,00 806,00 A8. Indicazioni di un percorso obbligato sul pianoro sommitale (Cat 8) 18 A.05 POSA IN OPERA DI "OMETTO DI PIETRA SEGNAVIA" costituito da pietrame posato a secco generalmente di altezza di circa 80 cm e base 70cm e comunque visibile da lontano. Da realizzare su sentiero indicato dalla DL sito sul pianoro sommitale dell'isola di Pan di Zucchero, mediante esclusivo utilizzo del pietrame rinvenuto in loco. Realizzazione sentiero sommitale 10,00 SOMMANO... cad. 10,00 40,00 400,00 B-Canal grande (SpCat 2) B1. Ispezione ed eventuale pulizia dei luoghi e dei sentieri esistenti (Cat 9) 19 T.01 RACCOLTA RIFIUTI VARI abbandonati in aree naturali mediante impiego di manodopera, comprensivo della cernita, il carico ed il trasporto a discarica. Sovraprezzo per conformazione del sito e per la difficoltà di accesso. Piazzale Canal Grande e Caletta 1,00 SOMMANO... giorni 1,00 266,00 266,00 20 T.02 TRASPORTO dei materiali raccolti presso discarica autorizzata, incluso il trasporto su natante, escluso l'eventuale costo di conferimento a discarica autorizzata. Rifiuti reperiti presso il piazzale e la caletta 1,00 SOMMANO... m3 1,00 100,00 100,00 21 T.03 INDENNITA' DI CONFERIMENTO a discarica autorizzata di materiali derivati da raccolta di rifiuti vari abbandonati, valutati per il volume effettivamente conferito, escluso il trasporto. Rifiuti reperiti presso il piazzale e la caletta 1,00 SOMMANO... m3 1,00 10,82 10,82 B2. Censimento, ispezione e messa in sicurezza di eventuali vie di

8 arrampicata esistenti con chiusura di vie interferenti (Cat 10) di misura par.ug. lung. larg. H/peso unitario TOTALE 22 A.01 ISPEZIONE, MESSA IN SICUREZZA, RIPRISTINO DI VIE DI ARRAMPICATA su falesia a picco sul mare, da realizzarsi mediante censimento delle vie di arrampicata esistenti e la verifica dello stato di conservazione e l'eventuale individuazione di percorsi alternativi. Eseguito da una squadra di almeno 3 operatori specializzati e abilitati a eseguire lavori su corda. Canal Grande parete della gratta esposta a sud 0,25 SOMMANO... giorni 0,25 806,00 201,50 23 A.04 CHIUSURA VIE DI ARRAMPICATA ESISTENTI su falesia a picco sul mare, da realizzarsi mediante l'eliminazione di tutti i chiodi ammalorati o che non rispettano gli attuali requisiti di sicurezza o realizzati con materiali diversi dall'acciaio INOX con utilizzo di dispositivi per il taglio di elementi metallici, compreso lo smaltimento dei materiali di risulta. Eseguito da una squadra di almeno 3 operatori specializzati e abilitati a eseguire lavori su corda. Canal Grande parete della gratta esposta a sud 0,25 SOMMANO... giorni 0,25 806,00 201,50 A-Pan di zucchero (SpCat 1) Nolo Natante (Cat 12) 24 S.01 NATANTE PNEUMATICO D'APPOGGIO: gommone omologato minimo sei persone completo delle dotazioni di legge relative, con motore fuoribordo; compreso consumi, escluso guida Per l'esecuzione dei lavori sul Pan di Zucchero 30,00 SOMMANO... giorni 30,00 65, ,00 C-Promozione (SpCat 3) A7. Installazione di segnaletica informativa specifica (Cat 7) 25 P.02 PANNELLO INFORMATIVO - Realizzazione ed installazione in opera di struttura verticale tipo "capannina" come da progetto e da Linee Guida della RAS; dimensioni del pannello orizzontale cm 140x100 (h), altezza totale da terra variabile cm; struttura portante costituita da pali di castagno 7-10 cm, scortecciati e trattati con impregnante protettivo antitarlo antimuffa, ancorati a terra mediante plinti in cls interrati; tettoia in legno con scossalina in lamiera zincata; compresa la ferramenta di fissaggio. Compresa la stampa ed il montaggio del pannello su forex da 20 mm con stampa a solvente e laminazione superficiale anti-uv; compreso ogni onere per rendere il lavoro finito a regola d'arte. Escluse l'ideazione ed elaborazione grafica del pannello informativo. Pannelli informativi presso Sede del SIC e centro abitato di Nebida 2,00 SOMMANO... cad. 2,00 850, ,00 C1. Realizzazione di una pubblicazione (Cat 11)

9 di misura par.ug. lung. larg. H/peso unitario TOTALE 26 R.01 PROGETTO GRAFICO E STAMPA DI UNA PUBBLICAZIONE divulgativa sul monumento Naturale del Pan di Zucchero con immagini e testo costituita da: -formato 21x21 -carta riciclata -n.copie pagine -Allestimento: guida spillata; carta piegata. -copertina in cartoncino Incluso lo studio grafico e impaginazione dei contenuti e delle foto. Il progetto grafico sarà guidato dalla DL e dovrà soddisfare le richieste della stessa, dovrà essere possibile per la DL indicare e determinare la linea grafica della pubblicazione, oltre che segnalare modifiche ed integrazioni alle scelte grafiche. Dovrà essere possibile effettuare correzioni e integrazioni dei contenuti per garantire un lavoro in cui le scelte tecniche di pubblicazione e i contenuti stiano in armonia secondo i criteri indicati dalla DL. Dovrà essere garantito un dialogo diretto tra la DL e chi sviluppa lo studio grafico e limpaginazione pre stampa, anche mediante incontri e riunioni incluse nel prezzo fissato. Pubblicazione 1,00 SOMMANO... a corpo 1, , ,00 Parziale LAVORI A CORPO euro ,22 T O T A L E euro ,22

10 pag. 9 Num.Ord. TOTALE incid. % Riepilogo Strutturale CATEGORIE C LAVORI A CORPO euro , C:001 A-Pan di zucchero euro , C: A1. Pulizia dei luoghi euro 509, C: A2. Individuazione, pulizia e messa in sicurezza dell'antico sentiero dei minatori euro , C: A3. Preservare le tracce testimoniali euro 120, C: A4. Censimento, ispezione e messa in sicurezza di vie esistenti di arrampicata euro 3 206, C: A5. Chiusura di vie di arrampicata euro 806, C: A7. Installazione di segnaletica informativa specifica euro 1 904, C: A8. Indicazioni di un percorso obbligato sul pianoro sommitale euro 400, C: Nolo Natante euro 1 950, C:002 B-Canal grande euro 779, C: B1. Ispezione ed eventuale pulizia dei luoghi e dei sentieri esistenti euro 376, C: B2. Censimento, ispezione e messa in sicurezza di eventuali vie di arrampicata esistenti con chiusura di vie interferenti euro 403, C:003 C-Promozione euro 3 700, C: A7. Installazione di segnaletica informativa specifica euro 1 700, C: C1. Realizzazione di una pubblicazione euro 2 000, TOTALE euro ,

11 0 Num.Ord. TOTALE incid. % RIEPILOGO COSTI SICUREZZA TOTALE PROGETTO (lavori e sicurezza) euro ,22 di cui per la sicurezza COSTI SICUREZZA (speciali) 0,00 COSTI SICUREZZA (diretti) 2 213,65 TOTALE COSTI SICUREZZA euro 2 213,65 Iglesias, 16/09/2013 Il Tecnico Giampietro Tronci

12 1 TOTALE QUADRO ECONOMICO DEI LAVORI a) Importo per l'esecuzione delle Lavorazioni (comprensivo dell'importo per l'attuazione dei Piani di Sicurezza) A misura euro 0,00 A corpo euro ,87 In economia euro 0,00 Sommano euro ,87 b) Importo per l'attuazione dei Piani di Sicurezza A misura euro 0,00 A corpo euro 2 213,65 In economia euro 0,00 Sommano euro 2 213,65 c) Somme a disposizione della stazione appaltante per: c1) Lavori in economia, previsti in progetto, ed esclusi dall'appalto euro 0,00 c2) Rilievi accertamenti e indagini euro 0,00 c3) Allacciamenti a pubblici servizi euro 0,00 c4) Imprevisti euro 878,56 c5) Acquisizione aree o immobili euro 0,00 c6) Accantonamento di cui all'art.133 c.4 e 7 DLGS n 163/2006 euro 654,40 c7) Spese tecniche relative a: progettazione, alle necessarie attività preliminari e di supporto, nonché al coordinamento della sicurezza in fase di progettazione, alle conferenze di servizi, alla direzione lavori ed al coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione, assistenza giornaliera e contabilità, assicurazione dei dipendenti euro 6 788,80 c8) Spese per attività di consulenza specialistica: consulenza naturalistica, storica e per la valorizzazione, editoriale per la creazione dei testi per la cartellonistica e la pubblicazione, grafica e fotografica, per il nolo di natante per sopralluoghi, per il coordinamento dei contributi di terzi. euro 8 211,20 c9) Eventuali spese per commissioni giudicatrici euro 0,00 c10) Spese per pubblicità e, ove previsto, per opere artistiche euro 0,00 c11) Spese per accertamenti di laboratorio e verifiche tecniche previste dal capitolato speciale d'appalto, collaudo tecnico-amministrativo, collaudo statico ed altri eventuali collaudi specialistici euro 0,00 c12) IVA ed eventuali altre imposte (previdenza 4% su progettazione e consulenze) euro ,17 Sommano euro ,13 TOTALE euro ,00 Iglesias, 16/09/2013 Il Tecnico Giampietro Tronci

OPERE SPECIALI PREFABBRICATI

OPERE SPECIALI PREFABBRICATI OPERE SPECIALI PREFABBRICATI (Circ. Min. 13/82) ISTRUZIONI SCRITTE (Articolo 21) Il fornitore dei prefabbricati e della ditta di montaggio, ciascuno per i settori di loro specifica competenza, sono tenuti

Dettagli

ANALISI PREZZI AGGIUNTIVI

ANALISI PREZZI AGGIUNTIVI PA.01 Oneri di discarica valutati a mc misurato sul volume effettivo di scavo o demolizione. Oneri di discarica MC 1.000 24.76 24.76 TOTALE 24.76 PREZZO TOTALE PER MC 24.76 Pagina 1 di 11 PA.02 Fornitura

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO A l l e g a t o A COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO (ERRATA CORRIGE AL C.M.E. ALLEGATO ALLA GARA ED INSERITO SUL WEB) PROPRIETA ANCONAMBIENTE S.P.A. VIA DEL COMMERCIO 27, 60127 ANCONA OGGETTO OPERE

Dettagli

PROGETTO DI TOMBINATURA DEL RIO SALSO IN LOC. FRATTA TERME tratto con sponde libere ( m. 65 circa ) OPERE COMPUTATE 1 - SCAVI E DEMOLIZIONI

PROGETTO DI TOMBINATURA DEL RIO SALSO IN LOC. FRATTA TERME tratto con sponde libere ( m. 65 circa ) OPERE COMPUTATE 1 - SCAVI E DEMOLIZIONI PROGETTO DI TOMBINATURA DEL RIO SALSO IN LOC. FRATTA TERME tratto con sponde libere ( m. 65 circa ) OPERE COMPUTATE 1 - SCAVI E DEMOLIZIONI N. VOCE DESCRIZIONE LAVORAZIONE QUANTITA' PREZZO UNIT. TOTALE

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE UNIVERSITA' DEGLI STUDI SASSARI UFFICIO TECNICO LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE, RESTAURO CONSERVATIVO E ADEGUAMENTO NORMATIVO DELL EDIFICIO SITO IN SASSARI IN LARGO PORTA NUOVA DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

Dettagli

ESEDRA ENERGIA. S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1

ESEDRA ENERGIA. S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1 ESEDRA ENERGIA S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1 La decennale esperienza di Esedra nel mondo delle energie rinnovabili ha dato vita alla linea

Dettagli

OO.PP. Puglia 2008. Unità Misura. Prezzo DESCRIZIONE

OO.PP. Puglia 2008. Unità Misura. Prezzo DESCRIZIONE IG 01.001 IG 01.002 IG 01.003a Approntamento dell' attrezzatura di perforazione a rotazione compreso il carico e lo scarico e la revisione a fine lavori. Per ogni approntamento dellattrezzatura cad 667,35

Dettagli

Num.Ord. TARIFFA E L E M E N T I unitario TOTALE ANALISI DEI PREZZI

Num.Ord. TARIFFA E L E M E N T I unitario TOTALE ANALISI DEI PREZZI pag. 2 Nr. 1 CHIUSURA MASSICCIATA STRADALE eseguita con fornitura e messa in opera di materiale D.0001.3 di saturazione formato esclusivamente con pietrisco minuto di cava dello spessore di mm 0-2, rispondente

Dettagli

OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI

OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI Cap. XIV OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI PAG. 1 14.1 OPERE COMPIUTE Opere prefabbricate in cemento armato. Prezzi medi praticati dalle imprese specializzate del ramo per ordinazioni dirette (di media entità)

Dettagli

PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri PRODOTTI DA COSTRUZIONE

PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri Acciai per la realizzazione di strutture metalliche e di strutture composte (laminati, tubi senza saldatura, tubi

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA PROGETTAZIONE DEI SISTEMI DI PROTEZIONE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO

ISTRUZIONI PER LA PROGETTAZIONE DEI SISTEMI DI PROTEZIONE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO Dipartimento di Prevenzione SERVIZIO SPISAL Via S. Andrea, 8 32100 Belluno Tel. 0437 516927 Fax 0437 516923 e-mail: serv.spisal.bl@ulss.belluno.it Dipartimento di Prevenzione SERVIZIO SPISAL Via Borgo

Dettagli

... Printed by Italsoft S.r.l. - www.italsoft.net

... Printed by Italsoft S.r.l. - www.italsoft.net ........... COMUNITA' MONTANA MUGELLO Oggetto dei lavori: REALIZZAZIONE DI NUOVO LOCALE TECNICO - I DIACCI II LOTTO Progettista: Geom. Francesco Minniti COMPUTO METRICO ESTIMATIVO 2 LOTTO - COMPUTO METRICO

Dettagli

STIMA DEI COSTI DELLA SICUREZZA

STIMA DEI COSTI DELLA SICUREZZA COMUNE DI SANTA MARGHERITA LIGURE Piazza Mazzini, 46 16038 SANTA MARGHERITA LIGURE (GE) REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI SULLE COPERTURE DELLA SCUOLA PRIMARIA A.R. SCARSELLA, DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA

Dettagli

COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro)

COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro) COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro) PROGETTO DEFINITIVO-ESECUTIVO Comune di TROPEA Interventi manutentivi alla rete idrica comunale per fronteggiare l emergenza idrica sul territorio di Tropea Completamento,

Dettagli

LA PROTEZIONE DA RISCHI DI CADUTA DAI LUCERNARI nelle coperture industriali

LA PROTEZIONE DA RISCHI DI CADUTA DAI LUCERNARI nelle coperture industriali LA PROTEZIONE DA RISCHI DI CADUTA DAI LUCERNARI nelle coperture industriali MANUALE TECNICO APPLICATIVO A CURA DI ASSOCOPERTURE PERCHÈ PROTEGGERE I VUOTI Riteniamo necessario parlare ai tecnici del settore

Dettagli

NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO

NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO In base all art. 256 del D. Lgs. 81/2008, così come modificato dal D. Lgs. 106/2009, i

Dettagli

RELAZIONE TECNICA 1. 1 - DESCRIZIONE GENERALE DELLE LAVORAZIONI

RELAZIONE TECNICA 1. 1 - DESCRIZIONE GENERALE DELLE LAVORAZIONI RELAZIONE TECNICA 1. 1 - DESCRIZIONE GENERALE DELLE LAVORAZIONI Le lavorazioni oggetto della presente relazione sono rappresentate dalla demolizione di n 14 edifici costruiti tra gli anni 1978 ed il 1980

Dettagli

codice descrizione un. mis. pr. unit.

codice descrizione un. mis. pr. unit. 01.P24.A10.005 Nolo di escavatore con benna rovescia compreso manovratore, carburante, lubrificante, trasporto in loco ed ogni onere connesso per il tempo di effettivo impiego, della capacita' di m³ 0.500

Dettagli

Elettrificatori per recinti

Elettrificatori per recinti Elettrificatori per recinti 721 Cod. R315527 Elettri catore multifunzione PASTORELLO SUPER PRO 10.000 Articolo professionale, dotato di rotoregolatore a 3 posizioni per 3 diverse elettroscariche. Può funzionare

Dettagli

Il seguente documento, predisposto dalla Commissione strutture dell Ordine degli

Il seguente documento, predisposto dalla Commissione strutture dell Ordine degli Il seguente documento, predisposto dalla Commissione strutture dell Ordine degli ingegneri della Provincia Autonoma di Trento nell anno 2012, si propone quale traccia per la stesura del Certificato di

Dettagli

Corsi di:produzione EDILIZIA E SICUREZZA - ORGANIZZAZIONE DEL CANTIERE OPERE PROVVISIONALI. prof. ing. Pietro Capone

Corsi di:produzione EDILIZIA E SICUREZZA - ORGANIZZAZIONE DEL CANTIERE OPERE PROVVISIONALI. prof. ing. Pietro Capone Corsi di:produzione EDILIZIA E SICUREZZA - ORGANIZZAZIONE DEL CANTIERE prof. ing. Pietro Capone Opere realizzate provvisoriamente allo scopo di consentire l esecuzione dell opera, la loro vita è legata

Dettagli

- Seminario tecnico -

- Seminario tecnico - Con il contributo di Presentano: - Seminario tecnico - prevenzione delle cadute dall alto con dispositivi di ancoraggio «linee vita» Orario: dalle 16,00 alle 18,00 presso GENIOMECCANICA SA, Via Essagra

Dettagli

LINEE VITA UNI EN 795 - SISTEMI ANTICADUTA - DPI LINEE VITA QUALITÀ, TECNOLOGIA E INNOVAZIONE AL SERVIZIO DELLA SICUREZZA

LINEE VITA UNI EN 795 - SISTEMI ANTICADUTA - DPI LINEE VITA QUALITÀ, TECNOLOGIA E INNOVAZIONE AL SERVIZIO DELLA SICUREZZA LINEE VITA UNI EN 795 - SISTEMI ANTICADUTA - DPI LINEE VITA QUALITÀ, TECNOLOGIA E INNOVAZIONE AL SERVIZIO DELLA SICUREZZA LINEE VITA E LE CADUTE DALL ALTO In Italia le cadute dall alto costituiscono il

Dettagli

Seminario Tecnico Piacenza 31/01/2013

Seminario Tecnico Piacenza 31/01/2013 Seminario Tecnico Piacenza 31/01/2013 Misure di prevenzione e protezione collettive e individuali in riferimento al rischio di caduta dall alto nei cantieri edili A cura dei Tec. Prev. Mara Italia, Marco

Dettagli

ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico

ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico ALLEGATO A ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico A) SOPRALLUOGHI, VISITE TECNICHE, VERIFICHE DI IMPIANTI A.1) Sopralluogo ed esame

Dettagli

Linee guida per il montaggio e smontaggio di. ponti a torre su ruote

Linee guida per il montaggio e smontaggio di. ponti a torre su ruote Opere Provvisionali Linee guida per il montaggio e smontaggio di ANVVFC,, Presidenza Nazionale, dicembre 2008 pag 1 Il DECRETO LEGISLATIVO 9 aprile 2008, n. 81 (Pubblicato sulla G.U del 30 aprile 2008)

Dettagli

Resistenza a compressione (EN 196-1) 80 N/mm 2 Resistenza a flessione (EN 196-1) 17 N/mm 2 Densità 1,65 Kg/dm 2

Resistenza a compressione (EN 196-1) 80 N/mm 2 Resistenza a flessione (EN 196-1) 17 N/mm 2 Densità 1,65 Kg/dm 2 MIT-SE Plus 300 e 400 Ancorante Chimico Strutturale Vinilestere/Epossiacrilato certificato ETA/CE DESCRIZIONE Mungo MIT-SE Plus è un ancorante chimico strutturale ad alte prestazioni e rapido indurimento,

Dettagli

AMIANTO PIANO DI LAVORO

AMIANTO PIANO DI LAVORO AMIANTO PIANO DI LAVORO Piano di lavoro [art. 256 D. Lgs. 81/2008] I lavori di demolizione o rimozione dei materiali contenenti amianto possono essere effettuati solo da imprese iscritte all Albo nazionale

Dettagli

1.1 Descrizione e collocazione dell intervento...3 1.2 Modalità di uso corretto...3

1.1 Descrizione e collocazione dell intervento...3 1.2 Modalità di uso corretto...3 Piano di manutenzione della parte strutturale dell opera Pag. 1 SOMMARIO 1 MANUALE D USO...3 1.1 Descrizione e collocazione dell intervento...3 1.2 Modalità di uso corretto...3 2 MANUALE DI MANUTENZIONE...3

Dettagli

unità D I M E N S I O N I I M P O R T I DESIGNAZIONE DEI LAVORI di Quantità misura par.ug. lung. larg. H/peso unitario TOTALE

unità D I M E N S I O N I I M P O R T I DESIGNAZIONE DEI LAVORI di Quantità misura par.ug. lung. larg. H/peso unitario TOTALE pag. 1 R I P O R T O LAVORI A CORPO 1 RIMOZIONE DI ARMATURA STRADALE P001 ESISTENTE Prezzo per rimozione a qualsiasi altezza di armatura stradale esistente, completa di accessori elettrici e lampada, previo

Dettagli

Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars. Trave Angelina TM. Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza

Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars. Trave Angelina TM. Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars Trave Angelina TM Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza Trave Angelina TM Un idea brillante, applicata ad un prodotto industriale Slanciata,

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

COMUNE DI VALDAGNO PROVINCIA DI VICENZA SISTEMAZIONE MARCIAPIEDE VIA 1 MAGGIO COMPUTO METRICO ESTIMATIVO. Cornedo Vic.no lì 08 aprile 2013

COMUNE DI VALDAGNO PROVINCIA DI VICENZA SISTEMAZIONE MARCIAPIEDE VIA 1 MAGGIO COMPUTO METRICO ESTIMATIVO. Cornedo Vic.no lì 08 aprile 2013 S T U D I O D I P R O G E T T A Z I O N E C I V I L E E D I N D U S T R I A L E D O T T. I N G. P R E T T O F L A V I O COMUNE DI VALDAGNO PROVINCIA DI VICENZA Oggetto: SISTEMAZIONE MARCIAPIEDE VIA 1 MAGGIO

Dettagli

Comune di Prato Leventina. - Microcentrale elettrica sulla condotta d approvvigionamento acqua potabile

Comune di Prato Leventina. - Microcentrale elettrica sulla condotta d approvvigionamento acqua potabile Comune di Prato Leventina - Microcentrale elettrica sulla condotta d approvvigionamento acqua potabile 1 Marzo 2004 Incarico del Municipio di Prato-Leventina per la valutazione dell efficienza funzionale

Dettagli

Sussidi didattici per il corso di PROGETTAZIONE, COSTRUZIONI E IMPIANTI. Prof. Ing. Francesco Zanghì FONDAZIONI - II

Sussidi didattici per il corso di PROGETTAZIONE, COSTRUZIONI E IMPIANTI. Prof. Ing. Francesco Zanghì FONDAZIONI - II Sussidi didattici per il corso di PROGETTAZIONE, COSTRUZIONI E IMPIANTI Prof. Ing. Francesco Zanghì FONDAZIONI - II AGGIORNAMENTO 12/12/2014 Fondazioni dirette e indirette Le strutture di fondazione trasmettono

Dettagli

LAVORI DI MANUTENZIONE SU IMPIANTI ELETTRICI. Disposizioni per l esecuzione di lavori in tensione -- Programma LEONARDO

LAVORI DI MANUTENZIONE SU IMPIANTI ELETTRICI. Disposizioni per l esecuzione di lavori in tensione -- Programma LEONARDO LAVORI DI MANUTENZIONE SU IMPIANTI ELETTRICI Lavori di manutenzione su impianti elettrici Manutenzione Atto, effetto, insieme delle operazioni volte allo scopo di mantenere efficiente ed in buono stato,

Dettagli

Sistema FS Uno Istruzione di montaggio. 1 Generalità 2. 2 Palificazione 3. 3 Montaggio dei singoli gruppi dei componenti 4. 4 Elenco dei componenti 6

Sistema FS Uno Istruzione di montaggio. 1 Generalità 2. 2 Palificazione 3. 3 Montaggio dei singoli gruppi dei componenti 4. 4 Elenco dei componenti 6 Sistema FS Uno Istruzione di montaggio CONTENUTO Pagina 1 Generalità 2 2 Palificazione 3 3 Montaggio dei singoli gruppi dei componenti 4 4 Elenco dei componenti 6 5 Rappresentazione esplosa del sistema

Dettagli

Aprile 2007. Prevenzione dei rischi di caduta dall alto nei lavori di manutenzione in quota su pareti e coperture

Aprile 2007. Prevenzione dei rischi di caduta dall alto nei lavori di manutenzione in quota su pareti e coperture LINEE GUIDA RELATIVE ALLE MISURE PREVENTIVE E PROTETTIVE DA PREDISPORRE NEGLI EDIFICI PER L ACCESSO, IL TRANSITO E L ESECUZIONE DEI LAVORI DI MANUTENZIONE IN QUOTA IN CONDIZIONI DI SICUREZZA Aprile 2007

Dettagli

CADUTA DALL ALTO E LINEE VITA LA LEGGE PAROLARI

CADUTA DALL ALTO E LINEE VITA LA LEGGE PAROLARI CORSO DI AGGIORNAMENTO PER LA FORMAZIONE DELLE COMPETENZE PROFESSIONALI IN MATERIA DI SICUREZZA NEI CANTIERI EDILI ALLA LUCE DELL ENTRATA IN VIGORE DEL NUOVO TESTO UNICO SULLA SICUREZZA D.Lgs. 9 aprile

Dettagli

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO Paragrafo 1a D ATI GENERALI (singoli professionisti) Cognome e nome Comune di nascita Comune di Residenza Codice Fiscale Data Indirizzo Partita IVA Titolo di Studio Iscritto all'ordine/collegio Provincia

Dettagli

OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO

OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO CORSO DI INFORMAZIONE PER STUDENTI PREVENZIONE E SICUREZZA NEI CANTIERI EDILI OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICA Servizio Prevenzione Ambienti Lavoro RISCHI DI CADUTA

Dettagli

INDICE. 1. Recupero ambientale..pag.2. 2. Calcolo economico delle operazioni di recupero ambientale...3

INDICE. 1. Recupero ambientale..pag.2. 2. Calcolo economico delle operazioni di recupero ambientale...3 INDICE 1. Recupero ambientale..pag.2 2. Calcolo economico delle operazioni di recupero ambientale....3 M.F.G. service s.a.s. di A.L Incesso 1. Recupero ambientale Istanza di ampliamento di calcare Prima

Dettagli

SP 73 DELLA SERRA Interventi urgenti di adeguamento dell' attraversamento idraulico al km 2+800 e al km 4+800

SP 73 DELLA SERRA Interventi urgenti di adeguamento dell' attraversamento idraulico al km 2+800 e al km 4+800 SP 73 DELLA SERRA Interventi urgenti di adeguamento dell' attraversamento idraulico al km 2+800 e al km 4+800 n ordine codice descrizione un. mis. quantità pr. unit. importo 1 01.P24.A10.005 Nolo di escavatore

Dettagli

REGOLAMENTO STRUTTURE TEMPORANEE -

REGOLAMENTO STRUTTURE TEMPORANEE - REGOLAMENTO STRUTTURE TEMPORANEE - 1 2 Art. 1 - OGGETTO E DEFINIZIONI 1. Il presente regolamento disciplina la collocazione su suolo pubblico e privato delle strutture temporanee a servizio di locali ad

Dettagli

Risanamento delle tubazioni dall interno

Risanamento delle tubazioni dall interno La soluzione di oggi per le tubazioni di ieri: Risanamento delle tubazioni dall interno Costi inferiori fino al 50% niente demolizioni, niente sporco, niente macerie nessuna interruzione nella gestione

Dettagli

ALLEGATO R ELENCO PREZZI

ALLEGATO R ELENCO PREZZI A r c h i t e t t o R i n a l d i n i E t t o r e R a v e n n a, V i a l e d e l l a L i r i c a n. 4 3 T e l 0 5 4 4 405979 F a x 0 5 4 4 272644 comm. part. Emissione Spec foglio di Mar2014 COMMITTENTE:

Dettagli

2.2. Il modello di denuncia e la documentazione

2.2. Il modello di denuncia e la documentazione 2.2. Il modello di denuncia e la documentazione Per tutte le opere e gli interventi sottoposti a denuncia e sull intero territorio regionale, la denuncia è redatta ai sensi dell art. 93 del D.P.R. 380/2001

Dettagli

Interventi privi di rilevanza per la pubblica incolumità ai fini sismici

Interventi privi di rilevanza per la pubblica incolumità ai fini sismici Allegato 1 Interventi privi di rilevanza per la pubblica incolumità ai fini sismici 1. Premessa 1.1 Ambito di applicazione ed efficacia. Ai sensi dell art. 9, comma 3, della legge regionale n. 19 del 2008,

Dettagli

ISTITUTO AUTONOMO PER LE CASE POPOLARI

ISTITUTO AUTONOMO PER LE CASE POPOLARI ISTITUTO AUTONOMO PER LE CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI CASERTA SETTORE TECNICO UFFICIO PROGETTAZIONE INTERVENTI E.R.S. E M.O. LAVORI DI MANUTENZIONE ORDINARIA EDILE ELENCO PREZZI UNITARI RESP. UFFICIO

Dettagli

OGGETTO:Programma Integrato Urbano PIU Europa PO FESR Campania 2007-2013 Asse 6 Obiettivo Operativo 6.1.

OGGETTO:Programma Integrato Urbano PIU Europa PO FESR Campania 2007-2013 Asse 6 Obiettivo Operativo 6.1. *** *,. * *** La tua Campania cresce in Europa Via De Turris n.16 "Palazzo S. Anna" Te/. 081 3900565 fax 081 3900592 e-mail: urbanistica@comune.castellanunare-di-stabia.napoli.it pec: urbanistica.stabia@asmepec.it

Dettagli

Sicurezza nei lavori in quota linee Vita

Sicurezza nei lavori in quota linee Vita Sicurezza nei lavori in quota linee Vita Enrico Bernardi e Michele Cannata www.anticaduta.com* Le necessità di manutenzione oppure di accesso a vario titolo ad una coperutra determinano importanti problemi

Dettagli

PIANO GENERALE DEGLI IMPIANTI DI AFFISSIONE E ALTRI MEZZI PUBBLICITARI

PIANO GENERALE DEGLI IMPIANTI DI AFFISSIONE E ALTRI MEZZI PUBBLICITARI COMUNE DI SIRIGNANO PROVINCIA DI AVELLINO Piazza Aniello Colucci 83020 SIRIGNANO (AV) Tel. 081-5111570 Fax 081-5111625 CF 80004370641 P. IVA 00256240649 PIANO GENERALE DEGLI IMPIANTI DI AFFISSIONE E ALTRI

Dettagli

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la Sistema scaldante resistivo per la protezione antighiaccio ed antineve di superfici esterne Il sistema scaldante ha lo scopo di evitare la formazione di ghiaccio e l accumulo di neve su superfici esterne

Dettagli

COMPUTO METRICO. Comune di PESCIA Provincia di PISTOIA

COMPUTO METRICO. Comune di PESCIA Provincia di PISTOIA Comune di PESCIA Provincia di PISTOIA pag. 1 COMPUTO METRICO OGGETTO: OPERE URGENTI CONSISTENTI NEL RIFACIMENTO DELLA COPERTURA IN LEGNO E LATERIZIO DEL LABORATORIO ANALISI DEL PRESIDIO OSPEDALIERO DI

Dettagli

Le graniglie sono classificabili, secondo il materiale di cui sono composte, come segue :

Le graniglie sono classificabili, secondo il materiale di cui sono composte, come segue : Cos è la graniglia? L utensile della granigliatrice : la graniglia La graniglia è praticamente l utensile della granigliatrice: si presenta come una polvere costituita da un gran numero di particelle aventi

Dettagli

Il D.Lgs. 8 luglio 2003, n. 235 pubblicato su G.U. del 27 agosto 2003

Il D.Lgs. 8 luglio 2003, n. 235 pubblicato su G.U. del 27 agosto 2003 Cadute dall alto Il D.Lgs. 8 luglio 2003, n. 235 pubblicato su G.U. del 27 agosto 2003 ATTUA la direttiva 2001/45/CE relativa ai requisiti minimi di sicurezza e di salute per l'uso delle attrezzature di

Dettagli

LE CADUTE DALL ALTO E

LE CADUTE DALL ALTO E LE CADUTE DALL ALTO E LA RESPONSABILITÀ DEGLI AMMINISTRATORI A.U. Salvatore Ruocco Lecce, 15 febbraio 2014 PROGRAMMA 1) Rischio caduta: normativa e soggetti coinvolti 2) UNI EN 795 e dispositivi di ancoraggio

Dettagli

Elegant ECM. La serie è composta da 12 modelli: la versione RE-ECM, Condizionatore Pensile

Elegant ECM. La serie è composta da 12 modelli: la versione RE-ECM, Condizionatore Pensile Elegant ECM Condizionatore Pensile I condizionatori Elegant ECM Sabiana permettono, con costi molto contenuti, di riscaldare e raffrescare piccoli e medi ambienti, quali negozi, sale di esposizione, autorimesse,

Dettagli

Nodi e Manovre per l Escursionismo C.A.I. Padova Scuola di Escursionismo Vasco Trento. Sommario

Nodi e Manovre per l Escursionismo C.A.I. Padova Scuola di Escursionismo Vasco Trento. Sommario Club Alpino Italiano Sezione di Padova Scuola di Escursionismo Vasco Trento Nodi e Manovre per l Escursionismo Sommario Introduzione... 3 1. Nodi per legarsi... 4 1.1. Nodo delle Guide... 4 1.2. Nodo a

Dettagli

TUBI E MANUFATTI IN CEMENTO PREFABBRICATI PER STRADE - FOGNATURE - EDILIZIA

TUBI E MANUFATTI IN CEMENTO PREFABBRICATI PER STRADE - FOGNATURE - EDILIZIA TUBI E MANUFATTI IN CEMENTO PREFABBRICATI PER STRADE - FOGNATURE - EDILIZIA INDICE GENERALE PAG. 2 PAG. 3 PAG. 4 PAG. 5 NOVITÀ 2012 SISTEMA QUALITÀ MARCATURA CE MOVIMENTAZIONE E POSA PAG. 6 PAG. 7-8 TUBI

Dettagli

Tubo di Pitot Modello FLC-APT-E, versione estraibile Modello FLC-APT-F, versione fissa

Tubo di Pitot Modello FLC-APT-E, versione estraibile Modello FLC-APT-F, versione fissa Misura di portata Tubo di Pitot Modello FLC-APT-E, versione estraibile Modello FLC-APT-F, versione fissa Scheda tecnica WIKA FL 10.05 FloTec Applicazioni Produzione di petrolio e raffinazione Trattamento

Dettagli

SCHEDA RIEPILOGATIVA INTERVENTO OPCM n. 3779 e 3790

SCHEDA RIEPILOGATIVA INTERVENTO OPCM n. 3779 e 3790 SCHEDARIEPILOGATIVAINTERVENTO OPCMn.3779e3790 A)Caratteristicheedificio Esitodiagibilità: B-C (OPCM 3779) E (OPCM 3790) Superficielordacomplessivacoperta( 1 ) mqnum.dipiani Num.UnitàImmobiliaritotali B)Contributorichiestoaisensidi

Dettagli

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO C O M U N E D I R O V E R B E L L A Via Solferino e San Martino, 1 46048 Roverbella Tel. 0376/6918220 Fax 0376/694515 PEC PROTOCOLLO : roverbella.mn@legalmail.it RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI

Dettagli

*'ffis. bk# crrrà DI AcIREALE COMPUTO METRICO ESTIMATIVO. in opera di attrezzature.

*'ffis. bk# crrrà DI AcIREALE COMPUTO METRICO ESTIMATIVO. in opera di attrezzature. \w *'ffis bk# crrrà D AcREALE SETTORE PROTEZONE CVLE --ooooooo Automatizzazione del parcheggio a pagamento di via Galatea - Fornitura e posa in opera di attrezzature. COMPUTO METRCO ESTMATVO., ':. \ r

Dettagli

S.F.S. Scuola per la Formazione e Sicurezza in Edilizia della provincia di Massa Carrara - Ing. Antonio Giorgini

S.F.S. Scuola per la Formazione e Sicurezza in Edilizia della provincia di Massa Carrara - Ing. Antonio Giorgini CADUTE DALL ALTO CADUTE DALL ALTO DA STRUTTURE EDILI CADUTE DALL ALTO DA OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO PER APERTURE NEL VUOTO CADUTE DALL ALTO PER CEDIMENTI O CROLLI DEL TAVOLATO CADUTE DALL ALTO

Dettagli

Club Alpino Italiano NODI E MANOVRE DI CORDA PER L ESCURSIONISMO. Ettore Castiglioni CLUB ALPINO ITALIANO SEZIONE DI TREGNAGO

Club Alpino Italiano NODI E MANOVRE DI CORDA PER L ESCURSIONISMO. Ettore Castiglioni CLUB ALPINO ITALIANO SEZIONE DI TREGNAGO CLU LPINO ITLINO C I CLU LPINO ITLINO E S C U RSIONISMO Club lpino Italiano SEZIONE DI TREGNGO Ettore Castiglioni CLU LPINO ITLINO CLU LPINO ITLINO SEZIONE DI TREGNGO Vicolo Cipolla, 20-37039 Tregnago

Dettagli

Capitolo 4 Protezione dai contatti indiretti.

Capitolo 4 Protezione dai contatti indiretti. Capitolo 4 Protezione dai contatti indiretti. La protezione contro i contatti indiretti consiste nel prendere le misure intese a proteggere le persone contro i pericoli risultanti dal contatto con parti

Dettagli

Tecnologia della fermentazione

Tecnologia della fermentazione Effettivo riscaldamento del fermentatore BIOFLEX - BRUGG: tubo flessibile inox per fermentazione dalla famiglia NIROFLEX. Il sistema a pacchetto per aumentare l efficienza dei fermentatori BIOFLEX- tubazione

Dettagli

Aquaflex Roof. Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista

Aquaflex Roof. Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista CAMPI DI APPLICAZIONE Impermeabilizzazione di: coperture piane; balconi e terrazzi;

Dettagli

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica).

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica). 3.4. I LIVELLI I livelli sono strumenti a cannocchiale orizzontale, con i quali si realizza una linea di mira orizzontale. Vengono utilizzati per misurare dislivelli con la tecnica di livellazione geometrica

Dettagli

Otto regole vitali per chi lavora nell edilizia Vademecum

Otto regole vitali per chi lavora nell edilizia Vademecum Otto regole vitali per chi lavora nell edilizia Vademecum Obiettivo I lavoratori e i loro superiori conoscono le otto regole vitali da rispettare sistematicamente nell edilizia Formatori Assistenti, capi

Dettagli

Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici

Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici » Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici Sezione Prima Adunanza del 14 dicembre 2010 Protocollo 155/2010 OGGETTO: DPR 380/2001 e DM 14/01/2008. Richiesta di pareri. FIRENZE LA SEZIONE VISTE la nota n.

Dettagli

COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova. progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci * * *

COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova. progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci * * * COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci ina 1 L Amministrazione comunale di Ronco Scrivia (provincia di Genova) intende integrare la dotazione

Dettagli

COMUNE DI POMARANCE Provincia di Pisa SERVIZIO DI ESTUMULAZIONE PRESSO IL CIMITERO COMUNALE DI MONTECERBOLI. PERIZIA DI SPESA

COMUNE DI POMARANCE Provincia di Pisa SERVIZIO DI ESTUMULAZIONE PRESSO IL CIMITERO COMUNALE DI MONTECERBOLI. PERIZIA DI SPESA COMUNE DI POMARANCE Provincia di Pisa SERVIZIO DI ESTUMULAZIONE PRESSO IL CIMITERO COMUNALE DI MONTECERBOLI. PERIZIA DI SPESA Art. 1 Demolizione muratura loculo, smontaggio lapide con recupero delle eventuali

Dettagli

MANUALE POSA IN OPERA E MANUTENZIONE FINESTRE, PORTEFINESTRE, PORTE, SCORREVOLI

MANUALE POSA IN OPERA E MANUTENZIONE FINESTRE, PORTEFINESTRE, PORTE, SCORREVOLI MANUALE POSA IN OPERA E MANUTENZIONE FINESTRE, PORTEFINESTRE, PORTE, SCORREVOLI Premessa 1. I materiali per la posa. 2. Il falso telaio. 3. Il fissaggio del serramento. 4. Istruzioni per la posa in opera

Dettagli

Termocoppie per alte temperature serie Rosemount 1075 e 1099

Termocoppie per alte temperature serie Rosemount 1075 e 1099 Termocoppie per alte temperature serie Rosemount 1075 e 1099 Misure precise e affidabili in applicazioni ad alta temperatura, come il trattamento termico e i processi di combustione Materiali ceramici

Dettagli

ELENCO PREZZI UNITARI

ELENCO PREZZI UNITARI ELENCO PREZZI UNITARI PER COSTRUZIONE E MANUTENZIONE RETI ACQUA, RETI FOGNARIE E IMPIANTI DI ALLACCIAMENTO UTENZA Distretto Operativo OPER / COORD / SUP EDIZIONE 02 / 2012 SOCIETÀ ACQUE POTABILI p.a. C.so

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

I LAVORI IN QUOTA. Expo Edilizia - Roma, 14 novembre 2008. I Dispositivi di Protezione Individuale. Problematiche e soluzioni

I LAVORI IN QUOTA. Expo Edilizia - Roma, 14 novembre 2008. I Dispositivi di Protezione Individuale. Problematiche e soluzioni Expo Edilizia - Roma, 14 novembre 2008 I LAVORI IN QUOTA I Dispositivi di Protezione Individuale Problematiche e soluzioni Luigi Cortis via di Fontana Candida 1, 00040 Monte Porzio Catone (Roma) telefono

Dettagli

Relazione tecnica. Interferenze

Relazione tecnica. Interferenze Relazione tecnica L autorimessa interrata di Via Camillo Corsanego, viene realizzata nel V Municipio ai sensi della Legge 122/89 art.9 comma 4 (Legge Tognoli). Il dimensionamento dell intervento è stato

Dettagli

Il rischio di caduta dall alto: dalla prevenzione/protezione all edilizia acrobatica

Il rischio di caduta dall alto: dalla prevenzione/protezione all edilizia acrobatica Laboratorio di sicurezza degli impianti industriali Docente: Prof. Ing. Lorenzo Fedele Il rischio di caduta dall alto: dalla prevenzione/protezione all edilizia acrobatica Andrea Spaziani 1318099 A. A.

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO: COMMITTENTE: EL.: n 23 C.M.E. SCALA. Progettista: COMUNE DI ROMBIOLO. Lavori di completamento opere di urbanizzazione Primaria

PROGETTO ESECUTIVO: COMMITTENTE: EL.: n 23 C.M.E. SCALA. Progettista: COMUNE DI ROMBIOLO. Lavori di completamento opere di urbanizzazione Primaria COMUNE DI ROMBIOLO PROVINCIA DI VIBO VALENTIA PROGETTO ESECUTIVO: Lavori di completamento opere di urbanizzazione Primaria COMMITTENTE: EL.: n 23 C.M.E. SCALA Progettista: VISTO: Comune di Rombiolo Via

Dettagli

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50 RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50 L'edificio oggetto dell'intervento, si trova a Bolzano in via Dalmazia ai numeri 60, 60A e 62 E' stato costruito nei primi anni '50

Dettagli

PONTE SU RUOTE A TORRE (trabattelli)

PONTE SU RUOTE A TORRE (trabattelli) SCHEDA TECNICA N 25 PONTE SU RUOTE A TORRE (trabattelli) SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE V I A M A S S A R E N T I, 9-4 0 1 3 8 B O L O G N A 0 5 1. 6 3. 6 1 4. 5 8 5 - FA X 0 5 1. 6 3. 6 4. 5 8 7 E-mail:

Dettagli

Elenco Prezzi Unitari

Elenco Prezzi Unitari Pag. - 1 - di 7 D.008 mc 8,92 Scavo a sezione obbligata Scavo a larga sezione obbligata eseguito con mezzi meccanici in terreno di media consistenza fino alla profondità di 4 m, sia asciutti che bagnati,

Dettagli

Sistema per il Ripristino delle Strutture Interrate PRODOTTI PER IMPERMEABILIZZARE

Sistema per il Ripristino delle Strutture Interrate PRODOTTI PER IMPERMEABILIZZARE Sistema per il Ripristino delle Strutture Interrate PRODOTTI PER IMPERMEABILIZZARE Il Ripristino DELLE Strutture Interrate NIDI DI GHIAIA E DISTANZIATORI PLASTICI RIPRESE DI GETTO Strutture Interrate RIPRESE

Dettagli

Nel cemento armato si valorizzano le qualità dei due materiali: calcestruzzo e acciaio, che presentano le seguenti caratteristiche

Nel cemento armato si valorizzano le qualità dei due materiali: calcestruzzo e acciaio, che presentano le seguenti caratteristiche CEMENTO ARMATO METODO AGLI STATI LIMITE Il calcestruzzo cementizio, o cemento armato come normalmente viene definito in modo improprio, è un materiale artificiale eterogeneo costituito da conglomerato

Dettagli

L AUTORIZZAZIONE VA COMPILATA IN TUTTE LE SUE PARTI

L AUTORIZZAZIONE VA COMPILATA IN TUTTE LE SUE PARTI Marca da Bollo 16,00 Al Sig. Presidente della Provincia di Pavia Ufficio concessioni pubblicitarie Piazza Italia, 2 27100 Pavia AUTORIZZAZIONE OGGETTO: Richiesta di autorizzazione per il posizionamento

Dettagli

Serrature a 3 punti di chiusura. a cilindro europeo per porte in alluminio e ferro

Serrature a 3 punti di chiusura. a cilindro europeo per porte in alluminio e ferro Serrature a 3 punti di chiusura a cilindro europeo per porte in alluminio e ferro Serrature a 3 punti di chiusura a cilindro europeo per porte in alluminio e ferro ElEvata sicurezza - Catenaccio laterale

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

BENVENUTI. Introduzione alla norma SIA 118/262. CFP-SSIC TI: martedì 30 maggio 2006

BENVENUTI. Introduzione alla norma SIA 118/262. CFP-SSIC TI: martedì 30 maggio 2006 BENVENUTI Introduzione alla norma SIA 118/262 CFP-SSIC TI: martedì 30 maggio 2006 PROGRAMMA INTRODUZIONE NORMA SIA 118/262 Introduzione generale 10 Ing. Anastasia Confronto diretto SIA 220 SIA 118/262

Dettagli

Gestione della sicurezza antincendio nei cantieri temporanei e mobili

Gestione della sicurezza antincendio nei cantieri temporanei e mobili Gestione della sicurezza antincendio nei cantieri temporanei e mobili RICHIAMO AL TESTO UNICO PER LA SICUREZZA D.lgs.vo 9 aprile 2008 n 81 Dott. Ing Luigi ABATE DPR N NN 37 3712 12 gennaio 1998 regolamento

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

Barriere flessibili contro le frane superficiali di versante: la soluzione vantaggiosa contro i pericoli naturali.

Barriere flessibili contro le frane superficiali di versante: la soluzione vantaggiosa contro i pericoli naturali. Barriere flessibili contro le frane superficiali di versante: la soluzione vantaggiosa contro i pericoli naturali. Barriere flessibili di protezione contro le frane superficiali in pendii instabili: -

Dettagli

Catalogo profili per strutture e banchi e linee modulari

Catalogo profili per strutture e banchi e linee modulari Profilati in alluminio a disegno/standard/speciali Dissipatori di calore in barre Dissipatori di calore ad ALTO RENDIMENTO Dissipatori di calore per LED Dissipatori di calore lavorati a disegno e anodizzati

Dettagli

DOORS SISTEM s.r.l. Chiusure civili ed industriali. PORTONI INDUSTRIALI a LIBRO

DOORS SISTEM s.r.l. Chiusure civili ed industriali. PORTONI INDUSTRIALI a LIBRO DOORS SISTEM s.r.l. Chiusure civili ed industriali PORTONI INDUSTRIALI a LIBRO - DESCRIZIONE TECNICA - Doors Sistem S.r.l. via G.Marconi nr. 37/A -35020- Brugine (PD) Tel. 049/9730468 fax 049/9734399 E-mail:

Dettagli

Comune di San Giustino. STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI

Comune di San Giustino. STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI Comune di San Giustino STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI Presentazione pubblica del 19.02.2015 IPOTESI PROGETTUALI CONSIDERAZIONI PRELIMINARI TUTELARE L ACCESSIBILITÀ AI

Dettagli

Guida tecnica alla progettazione dell IMPERMEABILIZZAZIONE

Guida tecnica alla progettazione dell IMPERMEABILIZZAZIONE Guida tecnica alla progettazione dell IMPERMEABILIZZAZIONE 8 1 4 6 7 8 7 1 4 2 Guida tecnica alla progettazione dell IMPERMEABILIZZAZIONE INTRODUZIONE MAPEI, azienda leader mondiale nella produzione di

Dettagli

PROGETTO PAIKULI - IRAQ

PROGETTO PAIKULI - IRAQ Dario Federico Marletto PROGETTO PAIKULI - IRAQ RAPPORTO TECNICO SUI LAVORI PER IL CORSO DI FORMAZIONE PRESSO LA SOPRINTENDENZA ARCHEOLOGICA DI OSTIA ANTICA Intervento sul mosaico pavimentale del Cortile

Dettagli