ADRIANA HOYOS. LA PALABRA EN EL MUNDO Venezia 10/12 maggio 2014 VIII Edizione. Traduzioni di Erminio Corti BOGOTÁ. E un rumore di aereo che ci assorda

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ADRIANA HOYOS. LA PALABRA EN EL MUNDO Venezia 10/12 maggio 2014 VIII Edizione. Traduzioni di Erminio Corti BOGOTÁ. E un rumore di aereo che ci assorda"

Transcript

1 ADRIANA HOYOS Traduzioni di Erminio Corti BOGOTÁ E un rumore di aereo che ci assorda Ci sono due mila seicento metri di angoscia sul livello del mare Che mangia e sorride nei pomeriggi Bogotá che rinasci dalle tue ceneri Incostanti e false purga i miei occhi Cancella la memoria dove la vita si strappa E si bacia in un incessante commiato III Adesso non ti accompagnano neppure il tormento o la pena Bimbo che fuggi per aprire le ferite di ciò che non siamo stati Pagina 1

2 Di ciò che mai saremo Q Chi sei tu vagabondo di tutte le rive? Incapace di accettare il distacco Estraneo a ciò che più desideri Inseguito dal tempo Complice delle tue visioni Cade la notte umida Come pietra nella tua bocca Chiudi gli occhi e senti come la voce non ti basta PREGHIERA A DANTE Che ci spegne il desiderio ciò Su cui un giorno fondai la mia fede Per rimanere con un solo e assurdo grido muto Posto che nulla so e mi interessa Aiutami a credere Signore Pagina 2

3 UN FILO DI MUSICA Baciare con gli occhi ben chiusi Fa venir voglia di dimenticarsi di se stessi Perdersi per sempre in un abbraccio Senza riprendere coscienza Vorrei immaginare anche per un solo istante Che ora senti un filo di musica Di ombra che attraversa il tuo corpo E congela il tuo cuore in quel momento Prossimo alla paura di stare da solo E alla paura ancor peggiore di stare con un altro I DISEGNI DELL ARIA I Le immagini ritrovate del sogno I dettati segreti della musica I F E nelle foglie semplici del fico Coronata di silenzi la sera Scende e si nasconde Uccello che ritorni per proiettare la tua divinità Svegliami al mattino Consegnami il messaggio di quel mondo proibito Pagina 3

4 Deciframi nel tuo piumaggio i colori di questa vita Per imparare del tuo sacro lignaggio L'unione con il cielo e tutti i tempi Per imparare col tuo canto un altro linguaggio E col tuo volo l'essenza che attende silenziosa nel mio essere ISTANTANEA Quieta immobile Di fronte alla macchina Sorrido appena Che sembri viva Che sembri morta Sono solo carne da foto LITURGIA DELLE ORE A mia nonna Mariela 1 Prigioniere nel traffico dei mercati Volti fra volti polvere e uccelli Fra aromi di cannella e di zafferano Il mais impastato dalle tue mani Divorate dal sole del mattino Aspiravamo l'odore degli aranci Il fresco delle pareti giallognole Dove si aggrovigliavano le foglie del gelsomino Poi alla messa inginocchiata e assorta Pagina 4

5 Ripetevi con fervore "Che la tua luce illumini i nostri occhi E il tuo amore si effonda nell'anima Fammi conoscere ciò che devo compiere Fammi conoscere ciò che devo patire" Io osservavo inquieta le candele sciolte Gli occhi inermi dei santi La compatta rigidità del prete Le ostie consumate con dolore E i sapori si generarono irripetibili Echi di preghiere che erano poesie E di poesie che erano orazioni Sulla torre della chiesa sospesa La campana conserva gelosa il tuo ricordo Ora che voglio soltanto scorgere il tuo viso E la tua voce che non potrò riascoltare 2 Vederti bambina ah nonna Abbracciata a tua madre Sulle pietre del fiume Le foglie brillano ancora Nel chiaroscuro del cielo Sotto l'ombra del fico Come un sole mi abbaglia il tuo ricordo Pagina 5

6 PREGHIERA DELL ASSENTE Bere delle uve il nettare Sentire finalmente senza pelle la vita Il giorno che morirò Che tutti ridano e cantino Compagno di notti e di giorni Ascolta fugace le note del sarod Sino ad allungare la voce fino alla tua voce Contro un cielo limpido Si proiettino strofe della nostra vita Geroglifico bello e impreciso al tempo stesso Il giorno in cui morirò Che vi sia musica klezmer E una festa e un ballo Come fosse un matrimonio Sino ad allungare la mano fino alla tua mano Entrerò nell'alba felice dopo tutto Pagina 6

7 ---o--- ALESSANDRO CA BIANCA TESTIMONI DEL TEMPO Il buio dei cespugli di rosa marina, la sera, è anche più buio, se soltanto una mano li sfiora; non è questa la ferita più vera, sono i fiori, gli stessi che al mattino il sole colora. Chiamerò a testimoni di questa storia i pochi che accettarono le compromissioni: Dino Campana, occhio di luce sopra ogni memoria là, sulla baia di Montevideo, ultima delle visioni, Aldo Palazzeschi, dolente e cinico clown rotondo, triste e ridanciano, talvolta sgangherato, Ezra Pound, del tempo vagabondo ( ) e, più di questi, Alda Merini, esagerata nel soffrire e nel godere, che non volle tacere degli uomini che le furono amanti, delle figlie rubate (elettroshock compresi). Tra quanti camminano rasente terra e tutti gli altri che non seppero rischiare, i cadetti, gli odorosi di muffa, gli impolverati, Pagina 7

8 i reduci di ogni guerra, gli insoddisfatti e, ancora, molto più rossi, i cespugli di rose marine e, tra distese di ulivi o lungo i fossi, i voli a festone, bianche o gialle, delle ballerine. GABRIEL GARCIA MARQUEZ (creature/mani) Mi sono soffermato ad ammirare Gabriel Garcia, mentre fabbrica maghi, a parlare col giullare del re, mentre questi dispone gli armieri sugli spalti, mentre in uno qualunque dei suoi giardini la principessa sfiorisce lentamente in viso, mentre alcuni più noti fabbricatori hanno tolto suono e voce alle loro creature.. Così inanimate fanno tenerezza o muovono al riso fin quando frotte di bambini vengono a farne scempio (e si saranno divertiti a morte, molto prima ziare le giostre sui veloci cavalli!). Quando grandi mani stringono piccole mani e occhi inquieti scrutano le seminagioni Pagina 8

9 (,,, ), parla con il giullare del re, fatti dire chi comanda a corte. ALLEN GINSBERG (l orgoglio del canto) Discutiamo, Allen, discutiamo di poetiche, se tutto il mondo può tradursi in segni e versi, gli esodi, gli esili, perfino le maledizioni o le deportazioni che rigano il tuo volto: un popolo ferito dalla storia, che a sua volta ferisce, ed i suoi figli divisi tra perdono e pianto. Discutine con Lawrence, con Michael, con i due Jack, ù, ù, fino alla nausea e allo sfinimento, con Gregory, testa, F,,, ; e se non è soltanto la bellezza, quella che tu canti, sappi che in ogni parte di terra si levano nenie ossessionate, Pagina 9

10 canti per non morire. della trasgressione, canta i profeti, i tuoi, inascoltati, racconta di te, dei tuoi tormenti, non badare al brusio che levano i tuoi versi: una vecchia sorniona con la falce, lo leverà di torno, definitivamente. RENE DAUMAL (disperato grido) D,, visione impazzita tra desiderio e canto, presagio di catastrofi accadute, strabismo che di Venere ha soltanto il teschio, tempo frantumato, tessuto senza trama, nome che non nomina, vita che non vive, morte che non viene. O che viene, ma quando vuole, non da noi decisa, con strepito di demoni e risate o silenzio esterrefatto. Perfino ciò che è vivo appare morto: la giovane fanciulla non bacia e non sorride, digrigna i denti, consuma la mia carne. Pagina 10

11 E quando finalmente sarò soltanto le mie poche ossa, tu mi veglierai, madre, come quando bambino fingevo di dormire per averti accanto certo, senza più segreti, o il tormento dei desideri e delle colpe: ; a sprofondarmi in un abisso senza fine per non perdere almeno i tuoi profumi, anche allora, da eterno moribondo. OSIP MANDEL STAM (febbri ed estinzioni) 1) Da quali febbri scosso quel suo cor, da che tremiti, o gemiti, o deliri forse lui sa e non vuole dire: è, anche questo, vivere, sperare che il tempo non sia senza rimedio. 2) Ci fosse un Dio, avrebbe del riguardo, che covano in riva dei torrenti e non temono le piene; Pagina 11

12 non altrettanto, forse, per gli umani: li avrebbe come sbaglio di gioventù, schegge impazzite, in rapida, stupidissima, estinzione. Pagina 12

13 ---o--- ANTONIO GUERRERO RODRÍGUEZ Traduzioni di Gioia Minuti QUI Qui mi vedrai tanto solo,,,, é, né rugiada, né coppe. Un gran numero di maltrattamenti, condanne vertiginose, assediano giorno e notte il miele di coloro che ci adorano. Io non provo rancore, il mio canto non si stanca, io grido amore e vengono volando le colombe. LA PAROLA La parola è nata senza genitori, senza padroni, né frontiere, Pagina 13

14 e crebbe come schiuma, come fuoco, come magia con mille facce occulte sotto un semplice volto. Accettala o inventala nel frastuono o nel silenzio. T ma ricordati: basta una sola parola e diamo inizio ad una ferma dignità o ad un infinito disonore. CONTA FINO A DIECI Dimentica per un momento chi sei. Conta fino a dieci. Dimentica il tuo mondo materiale: Il tuo letto, la tua auto, tutto. Dimentica i tuoi titoli, le tue occupazioni, ogni foglio rimasto sulla tua scrivania. D. confort, Pagina 14

15 Dimentica i tuoi obblighi, I tentativi di giustificare. Dimentica quello che hai visto o ascoltato. Dimentica le lingue, le razze, le fedi. Dimentica il tempo e guardami davanti, negli occhi. Conta sino a dieci. Già lo vedi, in niente siamo differenti. Allora, adesso giudicami, difendimi o condannami. LA VERITÀ MI NOMINA dalla mia invincibile e unica tenerezza, con il sapore di muro o serratura, impegnato nella mia bocca smisurata. Nominare il patrimonio della mia vita che si è schiantata contro la roccia dura sapendo conservare la sua eredità pura nonostante il gran colpo e la ferita. Pagina 15

16 Nominare tutte le cose affascinanti du.,,, senza paura, senza riserve, senza risentimento, perchè facendolo la verità mi dà nome. AMARE LA VITA Al nostro brother Roberto Amare i giorni del sole e la terra. Amare i tempi che si ricordano. Amare le case nuove e vecchie. Amare la luce e le nebbie. Amare i sentieri e le strade. Amare la valle come la sierra. Amare le onde sulla sabbia. Amare il mare e le coste. Pagina 16

17 Amare i cortili, le terrazze. Amare la notte e le cicogne. Amare la luna e le stelle. Amare la pioggia, la bianca nebbia. Amare la neve, la primavera. Amare i fiori e le api. Amare la lucentezza delle bottiglie. Amare il rumore nelle scuole. Amare la prosa e le poesie. Amare lo spigolo delle sorprese. Amare i sogni che ci tengono svegli. Amare il giusto e la certezza. Amare il mondo che ci contempla. Amare la Patria e la bandiera. Amare la gente che ama e che crea. Pagina 17

18 Amare la pace, mai la guerra. "Amare la vita, lottare per lei". LA SEMPLICE LIBERTÀ La semplice libertà, supporto dei sogni, amore con un solo volto visibile al fiore della luna. La semplice libertà, senza redini e senza padroni, libera come nessuna. La semplice libertà della cima senza nome dove la notte cade sepolta dalla sua lancia. L la magica speranza. La semplice libertà, come la rondine. La semplice libertà sotto il cielo e la rovina, assediata dalle pallottole. La semplice libertà come la primavera, cantandole alla vita, sfidando la morte. La semplice libertà, finzione di una frontiera contro la cattiva sorte. La semplice libertà nascendo e ripetendo città, strade, case, libri, canzoni, lotte... Pagina 18

19 La semplice libertà con cui conoscerai che le tue armi sono molte. L.,!, Nella pelle della luna mi è parso di vederti. semplice libertà, sentimento e onore che non possono levarti. LEGA UN NASTROGIALLO Sotto la pioggia del tempo, tra le nostre due ferite, da dove viene la luce lega un nastro giallo. Sul balcone dei tuoi sogni,, sulla tua porta, che è la mia porta lega un nastro giallo perché lo veda il mondo, come un fiore appeso alla punta di una stella lega un nastro giallo. Anche se so quanto mi ami, quanto la tua vita è mia; anche se so bene che mi aspetti, lega un nastro giallo. Pagina 19

20 ---o--- ATAOL BEHRAMOGLU Traduzioni di Paolo Ruffilli I BAMBINI NON HANNO NAZIONI L lontano dal mio paese che i bambini non hanno nazioni. La testa gli funziona allo stesso modo,. Gridando, il tono delle loro voci è lo stesso. Sono i fiori del genere umano, la migliore purezza di rose, i boccioli. Alcuni sono chiari frammenti di luce, Padri, non fate dormire le loro menti. Madri, proteggete i vostri bambini.. Fate star zitti e non fate parlare chi vuole parlare di guerra e di distruzione. Lasciateli crescere con passione. Che possano germogliare ed aprirsi come piante. Non sono né vostri né miei, di nessuno, Pagina 20

21 appartengono al mondo. L lontano dal mio paese che i bambini non hanno nazioni. Sono i fiori del genere umano, la speranza allo stadio minimo del nostro futuro... DI FRONTE ALL AMORE Sappi che tutta l'umanità è tua amica, tua sorella, ragazza mia Gli esseri umani sono il prodotto di gioia, non di odio, ragazza mia Mantieni il tuo onore in posizione verticale di fronte alle ingiustizie Inchinati di fronte all'amore, ragazza mia QUESTO AMORE NON FINISCE QUI Questo amore finisce qui e io... mi alzo e me ne vado In tasca un revolver, bambino nel mio cuore Questo amore finisce qui, buona giornata, amore E io, io mi alzo e vado, un fiume che si è gonfiato. Della città che incurante sonnecchia è il ricordo mio Mentre negli album di bambini e soldati giallo è il colore Il tuo viso è in dissolvenza come un selvatico fiore A poco a poco che si fanno profondi il sonno e l'oblio L'erba era umida, fianco a fianco stavamo sdraiati Che bella che eri, l'estate senza pari che abbiamo avuto Pagina 21

22 Mai ne hanno parlato, di un amore perduto Tutti i poeti morti, mentre ci sono passati Questo amore finisce qui e io... mi alzo e me ne vado In tasca un revolver, bambino nel mio cuore Questo amore finisce qui, buona giornata, amore E io, io mi alzo e vado, un fiume che si è gonfiato L AMORE È UNA COSA TRA DUE PERSONE Il vento cambia direzione, la nave in mare perde la sua rotta e invano cerca un porto, il sorriso di uno straniero ti ha rubato chi ami, il veleno accumulato in te ucciderà solo te stesso. L duale. Neppure più il ricordo resta, mille anni via lontana è la pelle che hai toccato mille volte, le poesie che vorresti scrivere restano a lungo senza essere scritte diventate morte, un. Pagina 22

23 Né possono confortarti le vecchie canzoni familiari, liberate dalle loro catene di dolore, se tu estrai il tuo amore come un pugnale ti servirà solo per uccidere il selvaggio uccello della passione alzatosi in volo e scappato via. L. Tu sei niente più che una perduta melodia cantata ormai senza più piacere, nei tuoi sogni un bambino singhiozza mentre la notte si scortica sui vetri, perché nessuna farfalla sperimenta la passione solitaria mentre ama, nessun insetto, nessun uccello mai da solo. L persone. TUTTO DA ME? Ha pensato qualcuno, decidendo di non fare proprio niente Pagina 23

24 ? Ha pensato un altro e si è ritirato nella reclusione volontaria? Ha pensato un terzo, continuando a pensare tutto da sé? I e continuano ad essere tutto da sé? I pensato e in milioni erano tutto da sé Nello stesso tempo qualcuno stava prendendo decisioni a nome loro e quelli che pensavano di essere tutto da sé eccoli cancellati tutti quanti assieme Pagina 24

25 ASSEDIATI Sotto assedio eccomi obbligato a decidere cose che daranno forma al mio destino. Non in giardini chiusi dai loro recinti,. Appena trovo il verso più gradito nella mia testa pensieri sulla mia vita e sui pantaloni una macchia di grasso., Un irridente e inopportuno spot interrompe il film emozionante, via via scivolando nel banale. Fianco a fianco con il cadavere di me bambino un bambino sorridente mi vive dentro come sentisse una gioia non adulterata e come soffrisse per quello che abbiamo già scordato. U senza fine nella sua vastità blu, adesso solo il vagare senza scopo di nubi che vanno in giro come fanno i cani e il mare rotto dai frangiflutti pezzo a pezzo diventa una pozza stagnante e il suo veleno che ricade in natura Pagina 25

26 è la palude stessa dentro di noi. Sotto assedio eccomi obbligato a decidere cose che daranno forma al mio destino, ma niente può far seccare del che rinverdisce nel suolo arido che io faccio fiorire. HO IMPARATO QUALCOSA H : se sei vivo, fai esperienza di una cosa in tutta la sua potenza ta. Una persona può guardare il cielo per ore. Può fissare per ore un passero, un bambino, il mare. Vivere sulla terra è farne parte per intero, dissotterrare le radici che anche libere non saranno troncate. Se ti attacchi a qualche cosa, tieniti unito ad un amico. Lotta per qualcosa con ogni muscolo, con tutto il corpo e. riposati come una foglia, una pietra, un granello di sabbia. Per la tua pienezza, ascolta ogni bella canzone per riempirti in tutto il tuo essere del ritmo e della melodia. D come si tuffa la scogliera nel suo mare smeraldo Le terre distanti ti attireranno, gente che non conosci... Pagina 26

27 Per leggere ogni libro, conoscere la vita degli altri, tu brucerai ma non devi mai rinunciare. Dando troppa importanza alla gioia, la tua vita si riempirà di nostalgia. Devi conoscere la sofferenza, onorevolmente, con tutto il tuo essere perché i dolori, come le gioie, fanno germogliare una persona. Il tuo sangue si mescolerà con la grande circolazione di energia e nelle tue vene fluirà il sangue fresco senza fine della tua vita. H. Se sei vivo, vedi di fonderti con i fiumi, il cielo, il cosmo perché lo stato vivente è un dono dato alla vita e la vita è il regalo che è concesso a noi. Pagina 27

28 ---o--- ERNESTO CARDENAL Traduzione di Zingonia Zingone NOSTALGIA DI VENEZIA questa volta con Cintio Vitier e sua moglie Fina Venezia era inondata a tutti diedero stivali di gomma alti fino al ginocchio Q mi disse Cintio La cosa bella di una città senza strade dove schizzandoci passano i vaporetti Questa volta mi ospitarono al Lido ora fuori stagione le sdraio messe al riparo L di La morte a Venezia di Thomas Mann Pagina 28

29 dove avevano appena finito di girare il film Non mi è piaciuto il Lido La Piazza grande con aroma di caffè tostato e i piccioni viziati dai turisti grigiazzurri bianchi tornasole beccando grano carissimo meglio è portarsi appresso del pane La guida turistica dice fa lo stesso per i piccioni foto in piazza ovunque soprattutto foto coi bambini il piccione appoggiato sulla testa In una sartoria ci diedero asparagi grandi asparagi bianchi forse qualcuno era amico del sarto ed era tempo di raccolta il lungo tramonto sulla laguna Canto di campane nei campanili gerani sui balconi torri rosa con cipressi cinguettii nei giardini forse usignoli Darío li distinguerebbe penso forse no Pagina 29

30 e io no vengo da una terra senza primavera senza usignoli Il Canal Grande e i palazzi fangosi splendenti palazzi smunti decorticati leggermente inclinati ega di barberia qualche gondola legata duplicata palazzi color melone mandarino cioccolato Nei canali dei quartieri poveri vestiti ad asciugare appesi da casa a casa del canale i colori di mutande e camicie belli e sporchi canali color lattuga con dentro foglie di lattuga ponti piccoli su canali poveri gerani sui balconi Tutte le gondole sono nere per una legge sulle gondole e sono tutte uguali Pagina 30

31 funebri come bare così fu il funerale di Pound in una gondola nera e andammo a vedere la sua tomba che trovammo con fiori freschi custodito da un francescano completamente vuoto quel tramonto nonostante i fiori freschi nomi internazionalmente famosi Stravinsky per esempio sulle tombe vicine vicino anche la fabbrica di vetro se male non ricordo lo specchio di vetro fu inventato lì Molti più turisti ora che nel 1950 quando venni per prima volta Sardine fritte dappertutto A la carne cattiva e meglio il vino bianco un piccolo bicchiere davanti è per il vino Pound non beveva quasi la sua mania il gelato italiano T. ha detto Pound Pagina 31

32 in un universo buono il Tempo è il Cattivo il Male Miss Universo si raggrinzisce il tempo è crudele come Don Pedro il Crudele Ignez de Castro assassinata poi il cadavere putrefatto davanti a tutta la corte IS EVIL vedo lo scempio in quelli della mia età non va mai indietro è invecchiamento e morte la freccia in una sola direzione quella della morte il linguaggio scritto è affinché resti perché moriremo tutti per questo così occupate sono le stamperie Ci sono anche sommergibili e navi bianche della NATO Nostalgia è voler essere dove non sei come per esempio Venezia ora dopo tanti anni Ma il Tempo lo passò al passato. Pagina 32

33 ---o--- GABRIELLA SICA IL FUOCO Bruciasse almeno la mia vita accesa da faville di passione In silenzio senza brividi di fuoco lenta mi consumo e ancora viva. IL SOGNO In una cameretta in alto giaceva abbandonata poi scendeva lenta nella strada a cercare avida su un viso un lampo vivido di luce LA MIA PACE Infelice siedo su uno scalino Pagina 33

34 in piazza ma appari tu, improvviso spavaldo come nessuno quest'anno e io rifiato dopo tanto affanno. LEI Come un lembo di nuvola stracciata dai venti favolosa e leggera vola. RAGAZZO Quante arie mi darei di superiorità con te che fuggi l'amore delle donne se fossi io un bel ragazzo freddo col ciuffo ardito e la camicia bianca. LA DECISIONE Fra gli uomini d'adesso sotto il sole uno del tutto buono e dolce non si trova. Non ci rimane dunque che brindare sole e la sventura fuggire altrove. ESTATE Pagina 34

35 Potessi io avere un ragazzo sensibile col sangue nuovo e caldo gli occhi belli cominciare con lui l'estate senza bugie bruciare infine al sole tutte le poesie. SEAMUS S seduto quieto nella confusione di un aeroporto nel luogo degli attraversamenti fuori campo viene dalla campagna del Derry in Irlanda dal mondo verde dove la terra è terra e la poesia :,. S è un poeta mentre il suo pungente sorriso si apre agli spettatori tranquilli in attesa da due ore e gli aerei faticano ad alzarsi nel cielo torvo dove le nuvole si ammassano e viene un nubifragio. T. T il fulmine senza il tuono a cielo sereno Non vediamo la scia degli aerei in volo dai vetri bagnati non un chiurlo sopra la pista non è questo un bosco di querce o di betulle.. Poeta frugale in bilico nella nebbia come uccello con i piedi sulla terra e la testa gentile e arruffata Pagina 35

36 qui a Fiumicino dove il fiume corre per finire al mare. Che effetto fa, mi chiedete, incontrare Seamus Heaney? Il corpo, umile argine al proprio tempo, un corpo. 11 settembre 2005 VITTORIO SERENI, TRENT ANNI DOPO di incontrare Vittorio Sereni signore fine poeta di poesia che crea amicizia sia e di grazia a Roma tutto un brusio un fermento intorno. Calma e fredda la sera ( 83, ) in cielo come in terra ci si orientava al buio con la stella fidata fissa fiammeggiante stella sul punto opaco di disfarsi come sale spoglia malferma variabile stella. Le ombre dalle finestre chiuse in silenzio cadevano tra noi due in luce le tue parole ardenti le tue febbrili speranze Pagina 36

37 i tuoi progetti di incontri futuri il comune amore per cose e ore la mia soglia la tua imminente soglia per uno scambio di passo (e ora qui un altro scambio ancora) indicavi quella barbagliante stella la indicavi per i futuri passi che il vento gonfiasse il tuo vestito le suole le tue orme che tu dentro tutto quel vento. 23 gennaio 2013 Pagina 37

38 ---o--- GRAZIA STERLOCCHI EPPURE DEDITA eppure dedita agli scompigli del giorno al sì dell'istante immacolata trasparenza che assume la mia sembianzasignora dei sensiquando a bocca chiusa la parola avanza verso il chiaro di me stessa ogni volta racchiuso in pensieri diversi. Già nata, subita, tante volte manifesta la vita eppure questa di questo adesso è la più conforme alla mia vista distante dal primato della mente la mia passione è l'in principio il mio fedele inoltramento nel grembo della foresta interamente concorde Pagina 38

39 nell'inclinazione delle foglie. Io alla soglia, pronta a una voce disposta su svariati accordi, alcuni noti le acque di mia madre ad esempio e le mie dentro che ad ogni istante accoglie le varie gentima nuovi, quanti? quanti le onde sempre in giro, messaggere segrete? a lei devota, veramente LUI È GHIOTTO è stato tra i fuochi bluastri del gas e il frigo, un varco esiguo dai forti odori di carne -lui è ghiotto- e del necessario rosmarino. Frequenti i suoi graffi, le sferzate accese sulla moglie mai in lui circoscritta. E' esploso - ha detto poi in caserma con il coltello in mano, saldo - non tanto alla vista dell'abbraccio che lei si dava al ventre, del suo volto sempre inclinato al cuore a sinistra ma Pagina 39

40 per i capelli, quella ciocca che dall'inizio della lite non gli faceva vedere il punto esatto- tra il pube e l'ombelicoche cedendo lei con gli occhi proteggeva perché da lì il balsamo squisito della sua diversa appartenenza, il bersaglio vero dello scempio: membrana, per sempre. Intorno al corpo a terra un barlume linfa di soffioni raccolti a mazzi in frantumi ATTESA VERTIGINOSA dico fiato per dire anima che di sicuro so appartenermi trepida si mette le mani nei capelli se una accanto inciampa e scopre in sé giudizi e non soccorre perché lo spirito fatto di fuoco e carezzevole acqua ma prima ancora Pagina 40

41 di attesa vertiginosa mi chiama dalla cima e i miei preparativi procedono lenti cresci cuore cresci: anche se al ritmo della vitalba- in un anno ha circondato intero - tanto spazio ancora perché tu sia espanso LA GIUSTA PRATICA la giusta pratica è questa: in pieno appoggio su un piede e con flessione lieve condurla lentamente in avanti finché a poggiare per prima il tallone solo in ultimo quando il nuovo piede è sa gli occhi sempre ben puntati in avanti Pagina 41

42 una magnolia in fiore i calici biancorosati rivolti in alto -brindisi primaverile- lo chiamano alcuni maestri di discipline orientali fatto di terra e aria tendente al cielo, come anche a me piace. Un tempo apparteneva alla tecnica militare allo scopo della propria salvaguardia nel tastare per non finire durante le incursioni violente in buche pozzi o mortali dirupi. Nella nostra stridula pace è un esercizio salutare per stabilire il preciso spazio entro cui il respiro è libero da rinunce e insulti, in espansione piena fino al punto dato, i prossimi, da non perdere di vista o investire misura aurea come di fiore Pagina 42

43 in fiore l'ape INTIMI SENSI vista e udito, dei due intimi sensi quale in strati sottili di vita più di aiuto? della poesia solo la prima parte di un verso antico dove porta la mia via? non per spasimo o per ansia a traversata rada in cui rinuncio a ogni tipo di amuleti e dunque come in stato di avanzata quiete o grave malattiaanche alle domande, convinta ormai solo dei tocchi lievi, il bianco della neve e del cielo è lo stesso così con un giro temperato del corpo allineo gli occhi al centro: i battiti del cuore, le sue note discrepanze e un altro respiro che arriva da solo grata a questa piana vuota se non di trasparente luce perché magnifica la parola dalla sua levata al compimento e di rimpetto- davanzale variopinto- il silenzio ma ancora di più adesso le vicinanze sottintese come di sera le due lampade qua e là del confine dove sono nata Pagina 43

44 ---o--- HEMANT DIVATE Traduzioni di Anna Lombardo UN PANORAMA MONOTONO E DEPRIMENTE per Hiranya 1 Come ha fatto il panorama nella mia testa a filtrare/scivolare nella testa di mia figlia? edifici, centri commerciali, autostrade, fabbriche e traffico e se le chiedo di disegnare un paesaggio lei traccia tramonti un fiume che scorre, alberi, prati, templi traccia uccelli simili a sgorbi di numeri nei miei minuscoli cieli nuvolosi Mai visto dalla foresta senza cuciture di questa città un tramonto oltre la casa nella mia testa, il fiume, gli alberi, i sentieri, i templi, gli uccelli e i marciapiedi. Ebbene come tutto questo Pagina 44

45 è fluito nella sua testa? 2 Quando lei capirà questa immagine della mia infanzia che è scivolata via e la risposta al Perché disegna esattamente quella? i disegni di ognuno in questo mondo si saranno mescolati? O saranno rimasti intrappolati nel loro silenzio? 3 Come me lei ha incubi notturni, di gente senza di testa che trasporta corpi di villaggi resi orfani nei cimiteri delle città O che traghetta terrificanti vedute di città solo per sovrapporli sui villaggi cancellati L, tutta la gente senza testa Tutto, tutte le città hanno lo stesso nome le stesse strade, stessi edifici, stessi centri commerciali tutto trasferito nello stesso luogo predefinito come un reggimento in piedi pronto alla marcia Lei si aggira lungo sentieri dallo stesso nome, stesso colore stesso odore, stesse forme Pagina 45

46 stesse facce come cloni di sé stessi e agli stessi ingannevoli incroci raggiunge la stessa statua non importa verso dove fugge la stessa statua le è sempre davanti e lei giunge agli stessi paesaggi delle stesse città con gli stessi segnali uguali a guidarla negli stessi luoghi vede la stessa gente che parla la stessa lingua e ha le identiche forme gli stessi gesti è in file della stessa lunghezza nello stesso modo va verso le stesse stazioni guidando le stesse automobili alla stessa velocità nella stessa direzione nello stesso tempo passando accanto gli stessi alberi dello stesso tipo e altezze uguali dagli stessi divisori sulla stessa strada Le stesse persone dilaniate Pagina 46

47 allo stesso modo dalle stesse bombe che giacciono ugualmente sparpagliate pietrificate uguali e spezzate uguali Nello stesso monotono modo ogni canale, ogni televisione manda le stesse moltiplicate immagini di miseria monotona monotale monotale totalmente monotona con deprimente monotonia totalmente deprimente de-de-deprimente Lei va giù, va giù e crolla vede il mio volto uguale terrorizzato e depresso, la sua presa decisa sulla mia mano nella folla e proprio allo stesso mio modo lei anche scorre via nella gigantesca marea autodistruttiva della gente senza testa Io faccio lo stesso sogno che lei sta sognando nello stesso istante e io anche guardo il suo volto impietrito, depresso guardare il terrore Pagina 47

48 e fremere e mi scordo di trasportare il villaggio alla città e la città al villaggio e la raggiungo qui e la raggiungo dove? LA PRIMA PIOGGIA DELLA STAGIONE GIUNGE DI NOTTE Simile allo schermo vuoto della televisione arriva il ronzio della pioggia che fuori cade pervade la stanza come la roca luce della televisione E il gracidare improvviso delle rane simile a uno scoppio In questa fulgida ora di mezzanotte come una irrequieta, luce al neon mezza spenta la moglie indaffarata emette goccioline di sudore nel tentativo di addormentare la figlia La figlia dorme si sveglia si riaddormenta e di nuovo si sveglia, di nuovo la moglie chiude con irritazione le tende anch, T,, Come la figlia la poesia che per metà è sgorgata Pagina 48

49 nel profondo della mia mente si agita nel profondo della mia mente L si struggono per raggiungermi ed io da dentro la stanza per raggiungerla da dentro Faccio un terribile sforzo per salvare il poema della mente nella profondità della mente In seguito durante qualche momento di quiete se questa stessa pioggia fosse un programma scaricato nel computer e la stessa fragranza sollevarsi dalla terra allora io potrei scrivere la poesia salvata sul disco rigido e con gioioso frastuono gustare la prima pioggia della stagione che cade di notte. Pagina 49

La spiaggia di fiori

La spiaggia di fiori 37 La spiaggia di fiori U na nuova alba stava nascendo e qualcosa di nuovo anche in me. Remai per un po in direzione di quella luce all orizzonte, fino a che l oceano di acqua iniziò pian piano a ritirarsi

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

Roberta Santi AZ200. poesie

Roberta Santi AZ200. poesie AZ200 Roberta Santi AZ200 poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Roberta Santi Tutti i diritti riservati T amo senza sapere come, né quando né da dove, t amo direttamente, senza problemi né orgoglio:

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

(da La miniera, Fazi, 1997)

(da La miniera, Fazi, 1997) Che bello che questo tempo è come tutti gli altri tempi, che io scrivo poesie come sempre sono state scritte, che questa gatta davanti a me si sta lavando e scorre il suo tempo, nonostante sia sola, quasi

Dettagli

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Attimi d amore Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Distesa davanti alla collina Occhi verdi come il prato distesa e non pensi a nulla. Ricordo

Dettagli

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2 Volto che sfugge, nebbia di idee, 9 tu sei solo una grossa bugia! SIb7+ Ti dicono tutti che hai dei talenti, LA9 in fondo ci speri che così sia! RITORNO ALLA CAVA RAP Questo è il mio mondo, qui sono il

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

Marco Marcuzzi. Pensieri IL SAMARITAN ONLUS

Marco Marcuzzi. Pensieri IL SAMARITAN ONLUS Marco Marcuzzi Pensieri IL SAMARITAN ONLUS PREFAZIONE Questi pensieri sono il frutto dell esperienza di vita e dell intuizione di un amico che ancora oggi coltiva con cura, pazienza e amore la sua anima.

Dettagli

LA BALLERINA. Chiara Boscolo IIIA

LA BALLERINA. Chiara Boscolo IIIA Sulle ali del tempo, sorvolo il vento. Viaggio per conoscere i luoghi del mondo. Il sentiero è la scia dell arcobaleno. Nei miei ricordi il verde della foresta, il giallo del sole, l azzurro ed il blu

Dettagli

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR PERSONE DA AIUTARE Ci sono persone che piangono dal dolore, li potremmo aiutare, donando pace e amore. Immagina

Dettagli

ANGELA RAINONE POESIE

ANGELA RAINONE POESIE 1 ANGELA RAINONE POESIE EDIZIONE GAZZETTA DIE MORRESI EMIGRATI Famiglia Rainone Angela Lugano Svizzera 2 3 PREFAZIONE Tra i giovani che hanno sporadicamente inviato delle poesie per pubblicarle sulla Gazzetta

Dettagli

ANYWAY - IN NESSUN MODO

ANYWAY - IN NESSUN MODO ANYWAY - IN NESSUN MODO Non voglio sapere che devo morire Non avrò bisogno di sapere che devo provare Non imparerò mai come muovermi a tempo Non riesco a sentirlo in nessun modo Non terrò gli occhi aperti

Dettagli

Gaia. Il viaggio continua

Gaia. Il viaggio continua Gaia Il viaggio continua Laura Virgini GAIA Il viaggio continua Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Laura Virgini Tutti i diritti riservati A Te che Hai reso possibile l impossibile. A Te

Dettagli

Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia

Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia I COLORI Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia I colori sono tanti almeno cento: marrone come il legno, bianco come la nebbia, rosso come il sangue,

Dettagli

Candela bianca. Silvia Angeli

Candela bianca. Silvia Angeli Candela bianca È successo ancora. Il buio della stanza mi chiama alla realtà. Abbandono riluttante le coperte calde, rifugio sicuro e accendo una candela bianca, con la sua fiamma dorata. È successo di

Dettagli

Giovani poeti crescono.

Giovani poeti crescono. Giovani poeti crescono. L amicizia Passa un aereo Passa un treno Ma cosa si portano sul loro sentiero? E un qualcosa di luminoso Sarà la notte che fugge via o forse solo la vita mia?. Ora ho capito che

Dettagli

<< La mia vita si consuma nel dolore; dammi forza secondo la tua Parola.>>

<< La mia vita si consuma nel dolore; dammi forza secondo la tua Parola.>> Salmo 119:28 > Cari fratelli e care sorelle in Cristo, Il grido di sofferenza del Salmista giunge fino a noi! Il grido di sofferenza

Dettagli

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Obiettivi: - informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara - dare alcune indicazioni pratiche - suggerire alcuni

Dettagli

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro ***

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** Dormi. Lo ricordavo bene il tuo sonno: fragile e immobile di notte, inquieto e sfuggente al mattino. Ho messo su il disco

Dettagli

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C era una volta un album di foto scolorite. Un vecchio album di nome Sansone. Sansone era stato acquistato nel 1973 in un mercatino di Parigi da una certa signora Loudville.

Dettagli

Chiara e Findarfin SMS ROMANTICI. per tutte le occasioni. Simonelli electronic Book

Chiara e Findarfin SMS ROMANTICI. per tutte le occasioni. Simonelli electronic Book Chiara e Findarfin SMS ROMANTICI per tutte le occasioni SeBook Simonelli electronic Book Tre pensieri prima dei sogni: il primo per i tuoi occhi dolci, il secondo per il tuo viso delicato, il terzo per

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

L'orologio. di Nello Filippetti

L'orologio. di Nello Filippetti L'orologio di Nello Filippetti E il bimbo sognava l orologio che camminava giorno e notte, il cuore di smalto fiorito che nel fiore della vita la mamma dette al babbo in segno di lei, perché traducesse

Dettagli

Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE

Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE Urlo d amore Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE racconti brevi www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Maria Antonietta Bafile Tutti i diritti riservati A tutti gli innamorati... A tutti gli amori assurdi

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

preghiere Associazione Ragazzi del Cielo guardando di la

preghiere Associazione Ragazzi del Cielo guardando di la preghiere Associazione Ragazzi del Cielo Ragazzi della Terra 1 guardando di la Madre di tutte le madri Vergine Maria, madre di tutti i figli, madre di tutte le madri e di tutti i padri. Noi, famiglie dei

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

AUGURI MAMME! FESTA DELLA MAMMA 2011 CLASSE 4C DE FILIPPO. La mia mamma

AUGURI MAMME! FESTA DELLA MAMMA 2011 CLASSE 4C DE FILIPPO. La mia mamma AUGURI MAMME! FESTA DELLA MAMMA 2011 CLASSE 4C DE FILIPPO La mia mamma La mia mamma con la giacca in mano, sempre pronta a portarmi ovunque sia, con gli occhioni color terra. Io la guardo e penso a tante

Dettagli

stelle, perle e mistero

stelle, perle e mistero C A P I T O L O 01 In questo capitolo si parla di un piccolo paese sul mare. Elenca una serie di parole che hanno relazione con il mare. Elencate una serie di parole che hanno relazione con il mare. Poi,

Dettagli

Diario di ventun giorni

Diario di ventun giorni Diario di ventun giorni Tutti i giorni Al mattino appena ti svegli: Ringrazia per essere vivo/a e per la nuova giornata positiva che stai per vivere. Immagina la giornata e i vari impegni. Alzati e, mentre

Dettagli

Luigi Broggini. In fondo al Corso. poesie. Le Lettere

Luigi Broggini. In fondo al Corso. poesie. Le Lettere Luigi Broggini In fondo al Corso poesie Le Lettere Paesaggio romano con leone di pietra, 1932. Se qualcuno chiede di me digli che abito sul Corso dove i giorni sono ugualmente felici e le ragazze più belle.

Dettagli

da Somiglianze (1976) LA LUCE SULLE TEMPIE

da Somiglianze (1976) LA LUCE SULLE TEMPIE da Somiglianze (1976) LA LUCE SULLE TEMPIE Che strano sorriso vive per esserci e non per avere ragione in questa piazza chi confida e chi consola di colpo tacciono è giugno, in pieno sole, l abbraccio

Dettagli

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone 1 ANNO CATECHISMO 2014-2015 Alla Scoperta di Gesù SUSSIDIO SCHEDE RISCOPERTA DEL BATTESIMO 1 NOME COGNOME Le mie catechiste NOME COGNOME Telefono NOME COGNOME Telefono

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

1 Premio sez. Poesia. C era una volta.

1 Premio sez. Poesia. C era una volta. 1 Premio sez. Poesia C era una volta. C era una volta una bimba adorabile ben educata e un sorriso invidiabile. Nulla le mancava, tutto poteva, una vita da sogno conduceva. C era una volta un bimbo adorabile

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

Giulia Loscocco. Hao Zhaou

Giulia Loscocco. Hao Zhaou Giulia Loscocco dolce e morbida è piccina piccina e ha il cappello rosso. È sempre triste e certe volte felice. è fatta per essere abitata. La cosa che mi piace di più è il materasso della mia camera.

Dettagli

Al mare. Al mare. Al mare

Al mare. Al mare. Al mare domani al mare andrò e tanti bagni io farò Poi la crema spalmerò così la pelle non brucerò e se il sole brucia un po' sotto l'ombrellone io starò Ludovica Belmonte 3^C Oggi ho deciso di viaggiare e andare

Dettagli

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Io..., papà di...... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Lettura albo, strumento utilizzato in un Percorso di Sostegno alla Genitorialità biologica EMAMeF - Loredana Plotegher, educatore professionale

Dettagli

1. PREGHIERA, INVOCAZIONE. 1. Richiesta di salvezza salmo 3 8 Alzati, Iavè, salvami, mio Dio.

1. PREGHIERA, INVOCAZIONE. 1. Richiesta di salvezza salmo 3 8 Alzati, Iavè, salvami, mio Dio. I - RICHIESTA A DIO La preghiera è la relazione fondamentale dell anima che riconosce, ascolta e dialoga con Dio. Preghiera è superamento dell angoscia della propria solitudine; è liberarsi dal terrore

Dettagli

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci CAPITOLO 1 La donna della mia vita Oggi a un matrimonio ho conosciuto una donna fantastica, speciale. Vive a Palermo, ma appena se ne sente la cadenza, adora gli animali, cani e cavalli soprattutto, ma

Dettagli

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE CANZONE: LE NOSTRE CANZONI DI NATALE VIENI BAMBINO TRA I BAMBINI Quando la notte è buia E buio è anche il giorno, non credi che il domani potrà mai fare ritorno. Quando la notte è fredda C è il gelo nel

Dettagli

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Scarica questo libretto Ascolta le canzoni in MP3 http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Canti con accordi 1 Lo spirito e la sposa z do

Dettagli

PADRE MAESTRO E AMICO

PADRE MAESTRO E AMICO PADRE MAESTRO E AMICO Padre, di molte genti padre, il nostro grido ascolta: è il canto della vita. Quella perenne giovinezza che tu portavi in cuore, perché non doni a noi? Padre, maestro ed amico noi

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

SPETTACOLO DI NATALE 2014

SPETTACOLO DI NATALE 2014 Sabato 20 Dicembre 2014 SPETTACOLO DI NATALE 2014 TUTTO IL MONDO FESTEGGIA IL NATALE Carissime famiglie, mamme, papà, fratelli, sorelle, nonni, zii Benvenuti a tutti! Eccoci anche quest anno alle porte

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio Celebrare un anniversario non significa rievocare un avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento di grazie una realtà presente che ha

Dettagli

BELLA LUNA (Marco Calliari / Marco Calliari, Lysandre Champagne, Carlos Araya, Luzio Altobelli, Alexis Dumais)

BELLA LUNA (Marco Calliari / Marco Calliari, Lysandre Champagne, Carlos Araya, Luzio Altobelli, Alexis Dumais) BELLA LUNA (Marco Calliari / Marco Calliari, Lysandre Champagne, Carlos Araya, Luzio Altobelli, Alexis Dumais) Quando la notte scende giu devo mi fidare Mi fidare su sta luce se ci sei E se ci sei tu in

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

«Vado e tornerò da voi.»

«Vado e tornerò da voi.» sito internet: www.chiesasanbenedetto.it e-mail: info@chiesasanbenedetto.it 5 maggio 2013 Liturgia delle ore della Seconda Settimana Sesta Domenica di Pasqua/c Giornata di sensibilizzazione per l 8xmille

Dettagli

POESIE PER IL POETA DELL ANNO SCUOLA SECONDARIA MONTERADO

POESIE PER IL POETA DELL ANNO SCUOLA SECONDARIA MONTERADO POESIE PER IL POETA DELL ANNO SCUOLA SECONDARIA MONTERADO FAMIGLIA Famiglia è un insieme di persone che riescono a scaldarti il cuore; ti aiutano a passare i momenti peggiori, sanno sempre che fare, sanno

Dettagli

MORENDO. Camminando con triste fatica su terra bruna, dormendo svegli su letti di legno, è come quando morendo si sta. (Giacomo C.

MORENDO. Camminando con triste fatica su terra bruna, dormendo svegli su letti di legno, è come quando morendo si sta. (Giacomo C. Scuola primaria E. Fermi di Bogliasco anno scolastico 2014/2015 1 MORENDO Camminando con triste fatica su terra bruna, dormendo svegli su letti di legno, è come quando morendo si sta. (Giacomo C.) 2 IL

Dettagli

La lunga strada per tornare a casa

La lunga strada per tornare a casa Saroo Brierley con Larry Buttrose La lunga strada per tornare a casa Traduzione di Anita Taroni Proprietà letteraria riservata Copyright Saroo Brierley 2013 2014 RCS Libri S.p.A., Milano Titolo originale

Dettagli

Educazione alla salute

Educazione alla salute Viva il movimento! Fai sport e movimento per sentirti più contento, segui una sana alimentazione fin dalla prima colazione. A merenda mangia un panino e poi muoviti un pochino. Con gli amici gioca a pallone

Dettagli

FIABE GIAPPONESI. La principessa del bambù. La fanciulla del melone. Le due Fortune. Luna e Stella. Le Creature delle fiabe giapponesi.

FIABE GIAPPONESI. La principessa del bambù. La fanciulla del melone. Le due Fortune. Luna e Stella. Le Creature delle fiabe giapponesi. http://web.tiscali.it La principessa del bambù. La fanciulla del melone. Le due Fortune. Luna e Stella. FIABE GIAPPONESI Le Creature delle fiabe giapponesi. LA PRINCIPESSA DEL BAMBÙ. C'erano una volta

Dettagli

IL CANTO DELL ODORE DEL MARE ADINA VERÌ

IL CANTO DELL ODORE DEL MARE ADINA VERÌ IL CANTO DELL ODORE DEL MARE ADINA VERÌ Proprietà letteraria riservata 2012 Screenpress Edizioni - Trapani ISBN 978-88-96571-42-2 È vietata la riproduzione, anche parziale, con qualsiasi mezzo effettuata

Dettagli

La poesia per mia madre

La poesia per mia madre La poesia per mia madre Oggi scrivo una poesia per la mamma mia. Lei ha gli occhi scintillanti come dei diamanti i capelli un po chiari e un po scuri il corpo robusto come quello di un fusto le gambe snelle

Dettagli

Nonno Toni sentì un urlo di rabbia

Nonno Toni sentì un urlo di rabbia Operazione Oh no! Nonno Toni sentì un urlo di rabbia provenire dalla cameretta di Tino. Salì le scale di corsa, spalancò la porta e si imbatté in un bambino con gli occhi pieni di lacrime. Tino aveva in

Dettagli

FACELESS VOICEOVER (Manu Luksch & Mukul Patel 2007) (Un Nuovo Tempo la Nuova Macchina tra cui continua un sogno singolare.)

FACELESS VOICEOVER (Manu Luksch & Mukul Patel 2007) (Un Nuovo Tempo la Nuova Macchina tra cui continua un sogno singolare.) FACELESS VOICEOVER (Manu Luksch & Mukul Patel 2007) (Un Nuovo Tempo la Nuova Macchina tra cui continua un sogno singolare.) Questa è la storia di una donna perseguitata da un eco di una memoria, un sogno

Dettagli

che ancora avvertivo in me e nell aria. Quanto visto continuava a punteggiare il nero delle palpebre e della stanza: forse impressioni nervose la cui

che ancora avvertivo in me e nell aria. Quanto visto continuava a punteggiare il nero delle palpebre e della stanza: forse impressioni nervose la cui Arturo Lini LUCI La casa dove da tanti anni abito è posta sulle prime pendici di una delle molte colline che fiancheggiano e si aprono sul paesaggio versiliese fatto di diverse cittadine, una accanto all

Dettagli

Senza tanti perchè, bevo caffè e annaffio le piante

Senza tanti perchè, bevo caffè e annaffio le piante Senza tanti perchè, bevo caffè e annaffio le piante Francesco Chiarini SENZA TANTI PERCHÈ, BEVO CAFFÈ E ANNAFFIO LE PIANTE poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Francesco Chiarini Tutti i diritti

Dettagli

I. B 3. Ti lodo Signore, perché mi hai fatto come un prodigio (salmo 139) FELICI DEL TUO ARRIVO con te lodiamo il Signore

I. B 3. Ti lodo Signore, perché mi hai fatto come un prodigio (salmo 139) FELICI DEL TUO ARRIVO con te lodiamo il Signore I. B 3 Ti lodo Signore, perché mi hai fatto come un prodigio (salmo 139) FELICI DEL TUO ARRIVO con te lodiamo il Signore 1 2 Preghiera per un bimbo appena nato Signore, ci hai dato la gioia di un figlio:

Dettagli

L AZIONE DI DIFFUSIONE

L AZIONE DI DIFFUSIONE L AZIONE DI DIFFUSIONE 28 Messaggio, 4 marzo 1951 La volontà del Figlio Vedo una luce intensa e odo: Eccomi di nuovo. Attraverso la luce vedo la Signora. Dice: Guarda bene e ascolta quello che ho da dirti.

Dettagli

Lei ama vero? Certo che ama, si vede. Si vede come è seduta, come affronta questa serata. Lei ama ama!

Lei ama vero? Certo che ama, si vede. Si vede come è seduta, come affronta questa serata. Lei ama ama! Lei ama vero? Certo che ama, si vede. Si vede come è seduta, come affronta questa serata. Lei ama ama! Si vede subito quando una donna ama. E più disponibile ad accettare uno come me. L amore vero, di

Dettagli

le #piccolecose che amo di te

le #piccolecose che amo di te Cleo Toms le #piccolecose che amo di te Romanzo Proprietà letteraria riservata 2016 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-08605-9 Prima edizione: febbraio 2016 Illustrazioni: Damiano Groppi Questo libro

Dettagli

Lasciatevi incantare

Lasciatevi incantare Lasciatevi incantare Rita Pecorari LASCIATEVI INCANTARE favole www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Rita Pecorari Tutti i diritti riservati Tanto tempo fa, io ero ancora una bambina, c era una persona

Dettagli

Maria ha mandato una lettera a sua madre.

Maria ha mandato una lettera a sua madre. GRAMMATICA LE PREPOSIZIONI Osservate: Carlo ha regalato un mazzo di fiori a Maria per il suo compleanno. Vivo a Roma. La lezione inizia alle 9:00. Sono ritornata a casa alle 22:00. Ho comprato una macchina

Dettagli

Ti voglio bene, mamma

Ti voglio bene, mamma F E S T A della... Ti voglio bene, mamma! Dettato Ti voglio bene mamma, quando mi sveglio e vedo il tuo viso che mi sorride. Ti voglio bene mamma, quando pranziamo insieme e poi mi aiuti a fare i compiti.

Dettagli

Poesie - Matteo Nicolin. Matteo Nicolin. Poesie

Poesie - Matteo Nicolin. Matteo Nicolin. Poesie Matteo Nicolin Poesie Selezione, 2013 1 La signora Nostalgia (e il suo irriverente ospite) Spesso, verso sera, mi reco alla casa di Nostalgia, una vecchia e cara amica mia: è sempre ora di cena (già io

Dettagli

Le scarpe nuove di Kathryn Jackson e Richard Scarry

Le scarpe nuove di Kathryn Jackson e Richard Scarry I NONNI Obiettivo: riconoscere il sentimento che ci lega ai nonni. Attività: ascolto e comprensione di racconti, conversazioni guidate. Le scarpe nuove di Kathryn Jackson e Richard Scarry Quando Roberto

Dettagli

PER LA PREGHIERA (M. QUOIST PARLAMI D AMORE )

PER LA PREGHIERA (M. QUOIST PARLAMI D AMORE ) PER LA PREGHIERA Ho bisogno, ragazzi, della vostra amicizia, come voi avete bisogno della nostra. Ma non ho bisogno che uno dopo l altro mi diciate: ti amo, perché quando verrà il mio Amore, che aspetto,

Dettagli

Calogero Parlapiano. respirami l anima

Calogero Parlapiano. respirami l anima Poesia Aracne 38 Calogero Parlapiano respirami l anima Copyright MMX ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it info@aracneeditrice.it via Raffaele Garofalo, 133/A B 00173 Roma (06) 93781065 isbn 978

Dettagli

Sono stato crocifisso!

Sono stato crocifisso! 12 febbraio 2012 penultima dopo l epifania ore 11.30 con i fidanzati Sono stato crocifisso! Sia lodato Gesù Cristo! Paolo, Paolo apostolo nelle sue lettere racconta la sua storia, la storia delle sue comunità

Dettagli

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla!

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Quarta Primaria - Istituto Santa Teresa di Gesù - Roma a.s. 2010/2011 Con tanto affetto... un grande grazie anche da me! :-) Serena Grazie Maestra

Dettagli

L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ

L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ CAPITOLO XV L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO IL TERZO TENTATIVO SI SOLLEVÒ, SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ NELLA CAMERA. VEDENDO IL LETTO,

Dettagli

Comunità Pastorale Maria Regina della Famiglia. Festa del Perdono. CELEBRAZIONE della PRIMA CONFESSIONE. 21 novembre 2015

Comunità Pastorale Maria Regina della Famiglia. Festa del Perdono. CELEBRAZIONE della PRIMA CONFESSIONE. 21 novembre 2015 Comunità Pastorale Maria Regina della Famiglia Festa del Perdono CELEBRAZIONE della PRIMA CONFESSIONE 21 novembre 2015 Parrocchia di Madonna in campagna e Santi Nazaro e Celso di Arnate in Gallarate (VA)

Dettagli

Atto di fede, Luciano Ligabue

Atto di fede, Luciano Ligabue Atto di fede, Luciano Ligabue Ho visto belle donne spesso da lontano ognuno ha il proprio modo di tirarsele vicino e ho visto da vicino chi c'era da vedere e ho visto che l'amore cambia il modo di guardare

Dettagli

I bambini si soffermano su fiori e piante, osservando con la lente di ingrandimento. Proviamo a chiamare per nome le piante e i fiori conosciuti:

I bambini si soffermano su fiori e piante, osservando con la lente di ingrandimento. Proviamo a chiamare per nome le piante e i fiori conosciuti: Cari bambini, l altro giorno ho sentito le vostre voci in cortile, quanto sono stato felice. Vorrei tanto che mi raccontaste dei vostri giochi, dei posti che conoscete e che andrete a conoscere, di quello

Dettagli

Rischiamo il Coraggio

Rischiamo il Coraggio Rischiamo il Coraggio Fraternità di Romena Veglia 2013-2014 Coraggio è il venire dell alba, l ora delle stelle e della notte che sogna, canna incrinata che suona ancora, fiamma che resiste scossa dal vento.

Dettagli

Luigi De Simone POESIE

Luigi De Simone POESIE Poesie Luigi De Simone POESIE Culla la mia anima' Entra nel mio cuore e diffonditi,,,, trema il mio sangue e scalpita.. al desiderio di essere sfiorato,,, baciami e culla la mia anima,,,nutrila di piacere

Dettagli

Concorso Nazionale di poesia città di Foligno. Sezione Ragazzi

Concorso Nazionale di poesia città di Foligno. Sezione Ragazzi Concorso Nazionale di poesia città di Foligno Sezione Ragazzi LA VITA La vita è come un libro illustrato Dal quale spesso rimani affascinato A tal punto che resteresti incollato E vorresti sfogliarla tutta

Dettagli

CERCHIO Tutti dicono che sono grasso, che non muovo neanche un passo. Se mi metti in cima a un sasso, vengo giù con grande spasso. Sono ciccio, un bombolone, gonfio, bonzo, un panettone, ma non perdo mai

Dettagli

Dark alice in wonderland

Dark alice in wonderland Dark alice in wonderland Laura D Agostino DARK ALICE IN WONDERLAND racconto Ad Elisa, Ciasky, Ary e al mio Bianconiglio Per aver sempre creduto in me TUTTE LE CANZONI FINISCONO MA E UN BUON MOTIVO PER

Dettagli

POESIE DAL CUORE. Concorso "Don Bosco 2012. Prendimi per mano... Don Bosco

POESIE DAL CUORE. Concorso Don Bosco 2012. Prendimi per mano... Don Bosco POESIE DAL CUORE Concorso "Don Bosco 2012 Prendimi per mano... Don Bosco di Matteo Melis, 3 a A (primo classificato) Proprio tu sei l amico più importante PeR ragazzi come me PiEno di ideali, desideri

Dettagli

IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA.

IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA. IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA. COME AL SOLITO CI SIAMO MESSI IN CERCHIO ABBIAMO ASCOLTATO LA FIABA DEI Mille

Dettagli

Luigi Giulio Bonisoli GIGISLAND

Luigi Giulio Bonisoli GIGISLAND Luigi Giulio Bonisoli GIGISLAND Gigisland I edizione 2011 Luigi Giulio Bonisoli Responsabile della pubblicazione: Luigi Giulio Bonisoli Riferimenti web: www.melacattiva.com www.scribd.com/luigi Giulio

Dettagli

Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore.

Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore. ... stanno arrivando... cosa????... le vacanze!!! Inserto N. 2 2008 Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore.

Dettagli

1. RIVELATO IN GESU CRISTO

1. RIVELATO IN GESU CRISTO SCHEDA 4 (per operatori) 1. RIVELATO IN GESU CRISTO Nota introduttiva L incontro sulla figura di Gesù ha lo stesso stile narrativo del precedente. Se Dio è origine del bisogno d amore e della capacità

Dettagli

Accoglienza: storie La storia del piccolo Arco Baleno

Accoglienza: storie La storia del piccolo Arco Baleno Accoglienza: storie La storia del piccolo Arco Baleno Il piccolo Arco Baleno viveva tutto solo sopra una nuvola. La sua nuvoletta aveva tutte le comodità: un letto con una grande coperta colorata, tantissimi

Dettagli

Donato Panza LA VOCE DELLA LUNA

Donato Panza LA VOCE DELLA LUNA La voce della luna Donato Panza LA VOCE DELLA LUNA Poesie Con questo libro ci sarebbero tanti da ringraziare, ma mi limito solo a ringraziare tutti coloro che mi vogliono bene, e un ringraziamento speciale

Dettagli

CONTIAMO MOLTO AUGURA TANTISSIMI AUGURI DI BUON NATALE ANCHE A TUTTI VOI ^_^

CONTIAMO MOLTO AUGURA TANTISSIMI AUGURI DI BUON NATALE ANCHE A TUTTI VOI ^_^ FRASI DI NATALE - BELLE FRASI DI AUGURI DI NATALE Scegli le migliori Frasi di Natale per fare tanti Auguri di Buon Natale Prepara il tuo sorriso migliore, a Natale tutti vogliono essere felici. Regala

Dettagli

Quando eravamo scimmie

Quando eravamo scimmie Quando eravamo scimmie Zio, è vero che tu insegni antro... non mi ricordo più come si chiama. Antropologia, sì è vero Chiara. Mi spieghi cos è? Che non è mica tanto chiaro. Sedetevi qui, anche tu, Elena.

Dettagli

IL SOGNO di GIUSEPPE Canzoni

IL SOGNO di GIUSEPPE Canzoni IL SOGNO di GIUSEPPE Canzoni CANZONE: QUESTO VESTITO BELLISSIMO Giacobbe: Ecco, figlio qui per te una cosa certo che ti coprirà, ti scalderà, e poi sarà un pensiero mio per te. Ti farà pensare a me, al

Dettagli

E ora inventiamo una vita.

E ora inventiamo una vita. E ora inventiamo una vita. - Venga Cristina, facciamo due chiacchiere. Il ragioniere dell'ufficio personale si accomoda e con un respiro inizia il suo discorso. Lei sa vero che ha maturato l'età per il

Dettagli