MANIFESTO DEGLI STUDI FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE a. a

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MANIFESTO DEGLI STUDI FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE a. a. 2008-2009"

Transcript

1 MANIFESTO DEGLI STUDI FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE a. a La Facoltà di Scienze della Formazione organizza Corsi di Studio che prevedono una durata triennale ed un carico didattico pari a 10 CFU e Corsi di Laurea Specialistica che prevedono complessivamente 300 CFU Conferisce pertanto i seguenti titoli di studio LAUREE Pedagogia dell infanzia Pedagogia dei processi formativi (curricula in Educatore professionale e in Esperti della formazione e sviluppo delle risorse umane) Filosofia: Scienze umane e morali Scienze e tecniche psicologiche LAUREE SPECIALISTICHE Scienze pedagogiche Filosofia: Forme e storia dei saperi filosofici 1

2 FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE Corso di Laurea in PEDAGOGIA dei PROCESSI FORMATIVI (Classe 1 delle Lauree in Scienze dell'educazione e della Formazione) Obiettivi formativi specifici Il Corso di Studio in Pedagogia dei processi formativi è volto a preparare quanti andranno ad operare nelle organizzazioni, sia pubbliche che private, aventi finalità sociale o economica. Intende dotare gli allievi di competenze pedagogiche-didattiche relative alla progettazione di iniziative riguardanti la gestione del tempo libero, l'animazione socio-culturale, l'educazione degli adulti, la formazione continua e la mediazione educativa. Il Corso si articola in due profili professionali: - il profilo Educatore professionale mira a formare professionalità operanti nei servizi culturali e territoriali, nelle attività di volontariato e nei servizi di prevenzione del disagio sociale. - il profilo Esperto della formazione e sviluppo delle risorse umane, promuove professionalità operanti nelle organizzazioni pubbliche e private, come gestore delle attività formative, come tutor didattico o consulente per la progettazione di interventi formativi nell'ambito dell'educazione degli adulti e della formazione continua. Ambiti occupazionali previsti per i laureati Il Corso è destinato alla formazione di quanti operano nei servizi socio-assistenziali, servizi socio-culturali, centri ricreativi ed attività del tempo libero, centri sociali e consultori familiari, servizi formativi delle pubbliche amministrazione e delle aziende private. I ANNO - STUDENTI IMMATRICOLATI NELL A. A ATTIVITA FORMATIVE SSD DISCIPLINE Curriculum Educatori Professionali Curriculum Esperti della formazione e sviluppo risorse umane DI BASE CFU CFU Discipline linguistico-letterarie L-FIL-LET/ LETTERATURA ITALIANA / Discipline pedagogiche e psicologiche M-PED/01 PEDAGOGIA GENERALE M-PSI/01 PSICOLOGIA GENERALE SPS/07 SOCIOLOGIA GENERALE Discipline storiche e geografiche M-STO/02 STORIA SOCIALE ATTIVITÀ CARATTERIZZANTI Discipline demo-etno-antropologiche, politiche e sociologiche SPS/0 SOCIOLOGIA DELLA FAMIGLIA / Discipline filosofiche M-FIL/06 - STORIA DELLA FILOSOFIA Discipline igienico-sanitarie, della salute mentale e dell integrazione dei disabili Discipline pedagogiche e metodologicodidattiche ATTIVITÀ AFFINI O INTEGRATIVE Discipline giuridiche, sociali ed economiche ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE Lingua straniera (esame) M-PED/02 - STORIA DELLA PEDAGOGIA IUS/0 DIRITTO COSTITUZIONALE* SPS/ SOCIOLOGIA DELLE MIGRAZIONI Una lingua straniera a scelta tra: L-LIN/04 Lingua francese L-LIN/07 Lingua spagnola L-LIN/12 Lingua inglese / Abilità informatica INF/01 - Informatica (idoneità) * N.B. (*) Lo studente potrà inserire nel primo anno del piano di studio soltanto uno degli insegnamenti asteriscati. L altro insegnamento andrà collocato nel secondo anno. I due insegnamenti sono obbligatori, ma sottoposti alla scelta dello studente per quanto riguarda la loro collocazione tra il primo ed il secondo anno 2

3 Corso di Laurea in PEDAGOGIA dei PROCESSI FORMATIVI (Classe 1 delle Lauree in Scienze dell'educazione e della Formazione) II ANNO - STUDENTI IMMATRICOLATI NELL A. A ATTIVITA FORMATIVE SSD DISCIPLINE Curriculum Educatori Professionali Curriculum Esperti della formazione e sviluppo risorse umane DI BASE CFU CFU Discipline linguistico-letterarie L-FIL-LET/12 DIDATTICA / DELL ITALIANO Discipline pedagogiche e psicologiche M-PED/04 PROGETTAZIONE E VALUTAZIONE DELL INTERVENTO FORMATIVO ATTIVITÀ CARATTERIZZANTI Discipline demo-etno-antropologiche, politiche e sociologiche M-PSI/06 PSICOLOGIA DEL LAVORO E DELLE ORGANIZZAZIONI / M-DEA/01 ANTROPOLOGIA / CULTURALE Discipline filosofiche M-FIL/02 EPISTEMOLOGIA / Discipline igienico-sanitarie, della salute mentale e dell integrazione dei disabili Discipline pedagogiche e metodologicodidattiche ATTIVITÀ AFFINI O INTEGRATIVE Discipline giuridiche, sociali ed economiche Discipline storiche ed artistiche M-PED/03 DIDATTICA SPECIALE M-PSI/07 PSICOLOGIA DINAMICA MED/39 NEUROPSICHIATRIA INFANTILE M-PED/01 PEDAGOGIA SOCIALE M-PED/04 PEDAGOGIA SPERIMENTALE IUS/0 DIRITTO COSTITUZIONALE* SPS/09 SOCIOLOGIA DEL LAVORO E DELLE ORGANIZZAZIONI L-ART/02 -STORIA DELL ARTE MODERNA* / / / / / Ambito aggregato per crediti di sede MED/43 - CRIMINOLOGIA / ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE Lingua straniera (esame) Una lingua straniera a scelta tra: L-LIN/04 Lingua francese L-LIN/07 Lingua spagnola L-LIN/12 Lingua inglese Abilità informatica INF/01 - Informatica (idoneità) * N.B. (*) Coloro che hanno seguito il profilo di EDUCATORE PROFESSIONALE potranno collocare nel secondo anno uno dei tre insegnamenti obbligatori asteriscati non collocato nel primo anno. Lo studente che ha seguito il curriculum di ESPERTO DELLA FORMAZIONE inserirà nel secondo anno uno dei due insegnamenti obbligatori asteriscati,che non è stato collocato nel primo anno. 3

4 Obiettivi formativi FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE Corso di Laurea in PEDAGOGIA dell INFANZIA (Classe 1 delle Lauree in Scienze dell'educazione e della Formazione) Il Corso di Studio in Pedagogia dell infanzia è destinato alla formazione degli educatori infantili atti ad operare negli asili nido, nella scuola dell infanzia e nelle strutture di accoglienza e di assistenza e fornisce allo studente competenze per l accesso ai Corsi di Laurea per l insegnamento. Intende fornire agli studenti gli strumenti cognitivi per utilizzare correttamente, oltre all italiano, almeno un altra lingua moderna europea nonché le metodologie per la comunicazione e la gestione dell informazione. Il corso di studio trova una sua naturale prosecuzione nei percorsi abilitanti per l insegnamento. Sbocchi occupazionali Il corso è destinato alla formazione di quanti operano negli asili nido, nella scuola dell infanzia e nelle strutture di accoglienza ed assistenza destinate ai bambini e alle bambine. I ANNO - STUDENTI IMMATRICOLATI A. A ATTIVITA DI BASE SSD - DISCIPLINA CFU Discipline linguistico-letterarie L-FIL-LET/ - LETTERATURA ITALIANA 4 Discipline pedagogiche e psicologiche M-PED/01 - PEDAGOGIA GENERALE M-PSI/01 - PSICOLOGIA GENERALE M-PED/02 - STORIA DELLA PEDAGOGIA M-PED/03 DIDATTICA GENERALE 4 ATTIVITÀ CARATTERIZZANTI Discipline filosofiche M-FIL/06 - STORIA DELLA FILOSOFIA Discipline igienico-sanitarie, della salute mentale e MED/42 - IGIENE 4 dell integrazione dei disabili ATTIVITÀ AFFINI O INTEGRATIVE Discipline giuridiche, sociali ed economiche ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE Lingua straniera (esame) IUS/09 ISTITUZIONI DI DIRITTO PUBBLICO SPS/04 POLITICA INTERNAZIONALE Una lingua straniera a scelta tra: L-LIN/04 Lingua francese L-LIN/07 Lingua spagnola L-LIN/12 Lingua inglese 4 4 4

5 Corso di Laurea in PEDAGOGIA dell INFANZIA (Classe 1 delle Lauree in Scienze dell'educazione e della Formazione) II ANNO - STUDENTI IMMATRICOLATI A. A ATTIVITA DI BASE SSD - DISCIPLINA CFU Discipline pedagogiche e psicologiche M-PED/02 LETTERATURA DELL INFANZIA M-PED/04 PEDAGOGIA DELL INFANZIA E DELLA PREADOLESCENZA M-PSI/04 PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO Discipline storiche geografiche M-STO/04 STORIA CONTEMPORANEA 4 ATTIVITÀ CARATTERIZZANTI Discipline igienico-sanitarie, della salute mentale e dell integrazione dei disabili M-PED/03 DIDATTICA SPECIALE Discipline pedagogiche e metodologico-didattiche M-PED/03 DIDATTICA DELLA COMUNICAZIONE DEL LAVORO DI GRUPPO ATTIVITÀ AFFINI O INTEGRATIVE Discipline giuridiche, sociali ed economiche SPS/04 POLITICA INTERNAZIONALE* 4 Discipline storiche ed artistiche L-ART/02 -STORIA DELL ARTE MODERNA* 4 ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE A scelta dello studente Lingua straniera (esame) Lo studente potrà inserire discipline o Laboratori attivati in altro Corso di Laurea o in altre Facoltà o sino al raggiungimento dei 16 CFU. Una lingua straniera a scelta tra: L-LIN/04 Lingua francese L-LIN/07 Lingua spagnola L-LIN/12 Lingua inglese Abilità informatica INF/01 -Informatica (Idoneità) 4 Tirocinio Tirocinio (Attività da svolgere solo dopo aver raggiunto gli 0CFU) N.B. Lo studente inserirà nel secondo anno uno dei due insegnamenti obbligatori asteriscati,che non è stato collocato nel primo anno

6 Corso di Laurea in PEDAGOGIA dell INFANZIA (Classe 1 delle Lauree in Scienze dell'educazione e della Formazione) III ANNO - STUDENTI IMMATRICOLATI A. A ATTIVITA DI BASE SSD - DISCIPLINA CFU Discipline storiche e geografiche M-STO/04 STORIA CONTEMPORANEA 4 ATTIVITÀ CARATTERIZZANTI Discipline demo-etno-antropologiche, politiche e SPS/0 SOCIOLOGIA DELLA FAMIGLIA 4 sociologiche ATTIVITÀ AFFINI O INTEGRATIVE Discipline giuridiche, sociali ed economiche IUS/09 ISTITUZIONI DI DIRITTO PUBBLICO 4 Discipline storiche ed artistiche L-ART/02 -STORIA DELL ARTE MODERNA 4 ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE A scelta dello studente Lo studente potrà inserire discipline o Laboratori attivati in altro Corso di Laurea o in altre Facoltà o sino al raggiungimento dei 16 CFU. Lingua straniera (esame) Una lingua straniera a scelta tra (*): L-LIN/04 Lingua francese L-LIN/07 Lingua spagnola L-LIN/12 Lingua inglese Abilità informatica - Idoneità INF/01 -Informatica (*) 4 Prova finale 14 Tirocinio Tirocinio (Attività da svolgere solo dopo aver raggiunto gli 0CFU) 16 N.B. (*) Se non già inseriti negli anni precedenti 6

7 CORSI DI LAUREA AD ESAURIMENTO CORSO DI LAUREA IN ESPERTI DELLA FORMAZIONE (CORSO DI LAUREA AD ESAURIMENTO) III ANNO STUDENTI IMMATRICOLATI NELL A.A. 2006/2007 ATTIVITA FORMATIVE SSD DISCIPLINE CFU DI BASE Discipline pedagogiche e psicologiche M-PSI/06 - PSICOLOGIA DELLE ORGANIZZAZIONI ATTIVITÀ CARATTERIZZANTI Discipline filosofiche M-FIL/02 - EPISTEMOLOGIA 4 Discipline pedagogiche e metodologico-didattiche M-PED/01 EDUCAZIONE DEGLI ADULTI M-PED/04 TECNOLOGIE DELL ISTRUZIONE E DELL APPRENDIMENTO ATTIVITÀ AFFINI O INTEGRATIVE Discipline giuridiche, sociali ed economiche IUS/09 ISTITUZIONI DI DIRITTO PUBLICO 4 Discipline storiche e artistiche L-ART/02 STORIA DELL ARTE MODERNA 4 Attività caratterizzanti transitate ad affini BIO/07 - ECOLOGIA 4 ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline a scelta dello studente. Lo studente potrà inserire discipline o Laboratori attivati in altro Corso di Laurea o in altra Facoltà sino al raggiungimento di 12CFU (*) Abilità informatica INF/01 -Informatica Idoneità (*) 4 Tirocinio Tirocinio (Attività da svolgere solo dopo aver raggiunto gli 0CFU) Lingua straniera (esame) Una lingua straniera a scelta tra (*) : L-LIN/04 Lingua francese L-LIN/07 Lingua spagnola L-LIN/12 Lingua inglese N.B. (*) Se non già inseriti negli anni precedenti 12 7

8 CORSO DI LAUREA IN EDUCATORI PROFESSIONALI (CORSO DI LAUREA AD ESAURIMENTO) III ANNO STUDENTI IMMATRICOLATI NELL A.A. 2006/2007 ATTIVITA FORMATIVE SSD DISCIPLINE CFU DI BASE Discipline storiche e geografiche M-GGR/01 GEOGRAFIA A scelta tra: M-STO/04 STORIA CONTEMPORANEA M-STO/04 STORIA MODERNA ATTIVITÀ AFFINI O INTEGRATIVE Discipline giuridiche, sociali ed economiche IUS/09 ISTITUZIONI DI DIRITTO PUBBLICO 4 Discipline storiche e artistiche L-ART/02 STORIA DELL ARTE MODERNA ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE Discipline a scelta dello studente. Lo studente potrà inserire discipline o Laboratori attivati in altro Corso di Laurea o in altra Facoltà sino al raggiungimento di 16CFU (*) Abilità informatica INF/01 -Informatica Idoneità (*) 4 Tirocinio Tirocinio (Attività da svolgere solo dopo aver raggiunto gli 0CFU) Lingua straniera (esame) Una lingua straniera a scelta tra (*) : L-LIN/04 Lingua francese L-LIN/07 Lingua spagnola L-LIN/12 Lingua inglese 4 16 N.B. (*) Se non già inseriti negli anni precedenti

9 FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE Corso di Laurea Specialistica in SCIENZE PEDAGOGICHE (Classe 7/S delle Lauree Specialistiche in Scienze Pedagogiche) Obiettivi formativi. Il Corso di Laurea Specialistica (LS) in Scienze Pedagogiche è finalizzato a promuovere solide e approfondite conoscenze teoriche e specialistiche attinenti alle scienze dell'educazione, agli aspetti giuridico-normativi connessi ai processi educativi anche in ambito internazionale, al funzionamento dei contesti di intervento, alle metodologie e alle tecniche di intervento, consolidate competenze di ordine metodologico ed operativo relativamente all'osservazione ed interpretazione dei processi educativi e formativi, allo sviluppo della relazione educativa, alla progettazione, gestione, conduzione, documentazione e verifica dell'intervento nei diversi contesti, compreso quello scolastico, competenze in metodologia della ricerca educativa, sia di tipo storico sia di tipo empirico e sperimentale, competenze nell'uso dei principali strumenti informatici e della comunicazione telematica, con particolare attenzione ai supporti tecnologici di pertinenza e finalità educativa, avanzata conoscenza, in forma scritta e orale, di almeno una lingua dell'unione Europea oltre l'italiano, con riferimento anche ai lessici disciplinari. Sbocchi occupazionali Il Corso di Laurea Specialistica (LS) in Scienze Pedagogiche è volto alla formazione di pedagogisti, che in virtù delle loro conoscenze teoriche e metodologiche sono in grado di operare in una pluralità di contesti formativi secondo prospettive di sviluppo della persona, dei gruppi, delle comunità. Il pedagogista opererà in e/o per strutture pubbliche e private con riferimento a contesti quali la famiglia, la scuola, il mercato del lavoro, i tribunali, le organizzazioni, le strutture sanitarie, le istituzioni socio-educative e quelle assistenziali, i centri di animazione giovanile, i luoghi associativi e del tempo libero. Il Corso prepara inoltre all accesso a percorsi formativi specificamente finalizzati all insegnamento nelle scuole. Ammissione al Corso. Per accedere alla laurea specialistica occorre essere in possesso di una laurea triennale o quadriennale. Nel caso in cui il laureato sia in possesso della laurea triennale della classe 1 (Classe delle lauree in Scienze dell educazione e della formazione), avrà riconosciuti tutti i crediti conseguiti (10 CFU), nel caso di provenienza da altre lauree (triennali e quadriennali) avrà riconosciuti tutti i crediti compatibili con le tabelle vigenti. I ANNO - STUDENTI IMMATRICOLATI A. A ATTIVITA FORMATIVE SSD SETTORI SCIENTIFICO DISCIPLINARI CFU DI BASE Discipline psicologiche ATTIVITA CARATTERIZZANTI Discipline della salute e della integrazione dei disabili Discipline pedagogiche, metodologiche e didattiche M-PSI/04 - Psicologia dell orientamento e della formazione M-PSI/01- Psicologia della personalità MED/2 Psichiatria M-PED/04 - Metodologie e tecniche della formazione a distanza 4 M-PED/01 - Modelli di formazione e sistemi organizzativi e 4 sociali M-PED/02 - Pedagogia comparata M-PED/03 - Pedagogia dell handicap ALTRE ATTIVITA FORMATIVE Tirocinio Tirocinio (Attività da svolgere solo dopo aver raggiunto gli CFU) 4 9

10 II ANNO STUDENTI IMMATRICOLATI A. A ATTIVITA FORMATIVE SSD SETTORI SCIENTIFICO DISCIPLINARI CFU DI BASE Discipline filosofiche M-FIL/03 - Filosofia morale 4 Discipline pedagogiche M-PED/01 Modelli e teorie pedagogiche Discipline psicologiche M-PSI/0 - Psicologia di comunità 4 ATTIVITA CARATTERIZZANTI Discipline della salute e della integrazione dei M-PSI/0 - Psicologia della salute disabili Discipline pedagogiche, metodologiche e didattiche Discipline psicologiche ALTRE ATTIVITA FORMATIVE Discipline a scelta dello studente. M-PED/04 Progettazione e valutazione nei sistemi extrascolastici M-PSI/0 - Psicologia delle differenze M-PSI/07 Modelli psicodinamici di intervento Lo studente potrà inserire una disciplina attivata in altro Corso di 4 Laurea o in altra Facoltà Tirocinio Tirocinio (Attività da svolgere solo dopo aver raggiunto gli CFU) Prova finale

11 Corso di Laurea triennale in Scienze e Tecniche Psicologiche Classe 34 Profilo formativo Il corso di laurea in Scienze e Tecniche Psicologiche (classe 34) è finalizzato a formare operatori in possesso dei fondamenti scientifici e delle conoscenze metodologiche e strumentali richieste dalle procedure di intervento informate alla competenza psicologica e rivolte a soggetti in età evolutiva e adulta, nonché a gruppi, istituzioni scolastiche, organizzazioni e sistemi di comunità. I laureati in Scienze e Tecniche Psicologiche devono avere acquisito: le conoscenze di base caratterizzanti i diversi settori delle discipline psicologiche, le conoscenze fondamentali negli ambiti della metodologia della ricerca, dell'analisi dei dati, della statistica e delle tecniche qualitative e quantitative della valutazione psicologica, le conoscenze relative agli ambiti disciplinari a cui si interfacciano le scienze psicologiche, ed in particolare filosofia, pedagogia, sociologia, antropologia, biologia, neuroscienze. esperienze e capacità di operare professionalmente nell ambito dei servizi diretti alla persona, ai gruppi, alle scuole, alle organizzazioni e alle comunità; adeguate competenze e strumenti per la comunicazione e la gestione dell informazione; adeguate abilità nell utilizzo, in forma scritta e orale, di almeno una lingua dell Unione europea, oltre l italiano, nell ambito specifico di competenza e per lo scambio di informazioni generali. La figura professionale di riferimento dovrà essere in grado di intervenire nelle seguenti macroaree: Area della diagnosi e della valutazione psicologica, psicosociale ed organizzativa; Area della progettazione e realizzazione di interventi di empowerment individuale, di gruppo e di comunità; Area della progettazione e realizzazione di interventi di comunità per favorire il benessere e la qualità della vita; Area della valutazione psicologica e psicosociali; Area della progettazione e realizzazione di interventi in ambito educativo; Area della diagnosi e della valutazione del disagio relazionale e psicosociale; Sbocchi occupazionali I laureati in Scienze e Tecniche Psicologiche potranno essere in grado di svolgere attività professionali in diversi ambiti: psicosociale, della gestione delle risorse umane, della formazione, del sostegno delle relazioni familiari e dell'attuazione degli interventi di comunità, della comunicazione e della mediazione culturale, dello sviluppo dell'infanzia e dell'adolescenza, della valutazione psicometrica, della promozione della salute, in strutture pubbliche e private, nelle imprese, nelle istituzioni educative, nonché nelle organizzazioni del terzo settore. Il possesso della laurea nella classe 34 - Scienze e Tecniche Psicologiche consente: a) l'ammissione all'esame di stato per l'iscrizione all'albo degli psicologi sezione B (psicologo junior). I laureati iscritti all'albo potranno esercitare la libera professione (fatta esclusione per la psicodiagnostica di tipo clinico e la psicoterapia) o trovare occupazione nei settori della psicologia scolastica, dell'apprendimento, dei processi educativi, della gestione delle risorse umane, della selezione del personale, dell'orientamento scolastico e professionale, della riconversione di personale già impiegato, della sicurezza del lavoro, dell'intervento a favore delle fasce deboli, della valutazione e promozione della qualità della vita e in tutti quegli ambiti lavorativi in cui siano essenziali le relazioni umane. 11

12 b) l accesso ai corsi di studio per le lauree specialistiche, con specifico riferimento a quelli delle classi /S (Psicologia) e 63/S (Scienze cognitive), nel rispetto delle limitazioni sul riconoscimento dei crediti formativi stabilite dai relativi ordinamenti didattici. Il curricolo si articola secondo il seguente prospetto: I ANNO - STUDENTI IMMATRICOLATI A.A. 200/2009 ATTIVITA DI BASE SSD - DISCIPLINA CFU Fondamenti della psicologia M-PSI/01 Psicologia generale Formazione interdisciplinare Un insegnamento a scelta tra: M-STO/0 Storia della scienza e della tecnica M-FIL/02 Epistemologia e logica della scienza ATTIVITÀ CARATTERIZZANTI Psicologia generale e fisiologica M-PSI/02 Psicologia fisiologica Psicologia dello sviluppo e dell educazione M-PSI/04 Psicologia dello sviluppo Psicologia dinamica e clinica M-PSI/07 Psicologia dinamica ATTIVITÀ AFFINI O INTEGRATIVE Discipline linguistiche, storiche, filosofiche e pedagogiche ATTIVITÀ DI SEDE M-FIL/01 Filosofia teoretica M-FIL/06 Fondamenti filosofici delle discipline psicologiche Un insegnamento a scelta tra: M-FIL/01 Fondamenti di ermeneutica filosofica M-FIL/03 Etica e deontologia delle relazioni interpersonali M-FIL/0 Filosofia del linguaggio M-FIL/06 Storia della filosofia Un insegnamento a scelta tra: SPS/02 Storia delle dottrine politiche M-PED/02 Storia della Pedagogia IUS /0 Diritto costituzionale M-STO/0 Bibliografia e biblioteconomia Limitazioni al numero di immatricolazioni, test di ingresso, verifiche, prova d'esame e prova finale Il Consiglio decide in fase di programmazione dell'offerta formativa l'eventuale richiesta di numero programmatico delle immatricolazioni, in funzione della prioritaria esigenza di garantire standard adeguati di qualità dell'offerta formativa, in rapporto alle risorse organizzative e logistiche disponibili. Il Consiglio predispone un test di ingresso preliminare all'immatricolazione. Ulteriormente alla eventuale funzione selettiva, esercitatile nelle circostanze di attivazione del numero programmatico, Funzione del test è l'analisi dei livelli di competenza di base in accesso, propedeutici al percorso di studi; ciò al fine della individuazione di strategie anche individualizzate di orientamento e potenziamento dei livelli di accesso, nonché della eventuale definizione di debiti formativi a carico dello studente. Il testo di ingresso consisterà in una prova scritta - basata su strumenti elaborati secondo standard psicometricamente adeguati - volta a analizzare: a) il possesso di competenze di cultura generale, b) competenze metodologiche relative alle strategie di apprendimento; c) forma della domanda formativa. 12

13 II e III ANNO - STUDENTI IMMATRICOLATI A.A. 2007/200 ATTIVITA DI BASE SSD - DISCIPLINA CFU ANNO DI CORSO Fondamenti della psicologia M-PSI/03 Metodologia della ricerca II Formazione interdisciplinare M-DEA/01 - Antropologia III ATTIVITÀ CARATTERIZZANTI Psicologia generale e fisiologica M-PSI/03 Statistica II Psicologia dello sviluppo e dell educazione M-PED/04 - Docimologia III Psicologia sociale e del lavoro Un insegnamento a scelta tra: M-PSI/06 Psicologia delle organizzazioni III Psicologia dinamica e clinica M-PSI/0 Psicologia di comunità M-PSI/07 Metodologia dell intervento psicologico M-PSI/0 Psicologia clinica e tecniche del colloquio ATTIVITÀ AFFINI O INTEGRATIVE Scientifico tecnologico e dei metodi quantitativi INF/01 Informatica II Discipline economiche e sociologiche SPS/0 Sociologia dei processi culturali e comunicativi II Scienze biologiche e mediche MED/43 - Criminologia III ATTIVITÀ DI SEDE Un insegnamento a scelta tra: SPS/02 Storia delle dottrine politiche M-PED/02 Storia della Pedagogia M-STO/0 Bibliografia e biblioteconomia II A scelta dello studente Conoscenza della lingua straniera ALTRE (ART., COMMA 1, LETTERA F) L-LIN/12 Lingua inglese II INF/01 Gestione sistemi informatizzati analisi dati (idoneità) M-PSI/0 Laboratorio analisi della domanda M-PSI/07 Laboratorio governo intervento M-PSI/07 Laboratorio verifica Tirocinio III II II II III III III 13

14 CORSO DI LAUREA IN FILOSOFIA: SCIENZE UMANE E MORALI (CLASSE 29 DELLE LAUREE IN FILOSOFIA) Il corso di Laurea in Filosofia (Classe 29): Scienze Umane e Morali è finalizzato al conseguimento della Laurea in in Filosofia (L) e si propone il raggiungimento dei seguenti obiettivi formativi qualificanti e l acquisizione delle seguenti capacità professionali in ordine ai relativi sbocchi professionali: Obiettivi formativi qualificanti I laureati di primo livello dovranno: - possedere una solida conoscenza della storia del pensiero filosofico e scientifico dall antichità ai nostri giorni e un ampia informazione sul dibattito attuale nei diversi ambiti della ricerca filosofica (teoretico, logico, epistemologico, linguistico, estetico, etico, religioso, politico); - avere padronanza della terminologia e dei metodi riguardanti l analisi dei problemi, le modalità argomentative e l approccio ai testi (anche in lingua originale) e un adeguato avvio nell uso degli strumenti bibliografici; - acquisire competenze nelle problematiche dell etica applicata (bioetica, etica degli affari, etica del lavoro, etica e politica, etica ed economia, etica e comunicazione); - utilizzare efficacemente in forma scritta e orale almeno una lingua dell Unione Europea, oltre l italiano nell ambito specifico di competenze e per lo scambio di informazioni generali; - avere competenze e strumenti per la comunicazione e la gestione dell informazione. Sbocchi occupazionali I laureati di primo livello svolgeranno attività professionali in diversi settori, l editoria tradizionale e multimediale, con particolare riferimento all ambito umanistico, alle scienze cognitive, la linguistica computazionale e i sistemi di intelligenza artificiale. Potranno svolgere compiti nella pubblica amministrazione e in enti pubblici e privati (uffici, studi, direzione del personale, servizio stampa e pubbliche relazioni, marketing, ecc.). Il Corso di Laurea adotta una periodizzazione di tipo semestrale. I corsi semestrali sono strutturabili in moduli da cinque e dieci CFU con una quota riservata allo studio personale dello studente pari al 76%. Lo studente deve acquisire 10 CFU secondo il seguente curriculum didattico: 14

15 TOT. ATTIVITA FORMATIVE DI BASE - CFU TOTALE CFU Storia della filosofia STUDENTI IMMATRICOLATI A.A. 200/2009 SETTORI SCIENTIFICO-DISCIPLINARI DISCIPLINE CFU Istituzioni di filosofia ATTIVITA CARATTERIZZANTI TOTALE CFU 70 Filosofia morale, politica e teoretica Estetica e filosofia del linguaggio Storia della filosofia Filosofia e storia della scienza M-FIL/06 STORIA DELLA FILOSOFIA M-FIL/07 STORIA DELLA FILOSOFIA ANTICA M-FIL/0 STORIA DELLA FILOSOFIA MEDIEVALE M-FIL/01 FILOSOFIA TEORETICA M-FIL/03 FILOSOFIA MORALE M-FIL/01 - METODOLOGIA FILOSOFICA CFU a scelta tra: M-FIL/03 BIOETICA M-FIL/03 ETICA AMBIENTALE M-FIL/03 FILOSOFIA DELLA RELIGIONE M FIL/0 FILOSOFIA DEL LINGUAGGIO CFU a scelta tra: M-FIL/06 STORIA DELLA FILOSOFIA MODERNA M-FIL/06 STORIA DELLA FILOSOFIA CONTEMPORANEA M-FIL/02 EPISTEMOLOGIA Discipline demoetnoantropologiche, pedagogiche, psicologiche e economiche M-PSI/01 PSICOLOGIA GENERALE SPS/07 SOCIOLOGIA GENERALE Ambiti di sede ATTIVITA AFFINI O INTEGRATIVE- TOTALE CFU 30 Discipline letterarie e linguistiche Discipline scientifiche 20 Discipline storiche ALTRE ATTIVITA FORMATIVE - TOTALE CFU 40 CFU a scelta tra: M-STO/01 STORIA DELL EUROPA MEDIEVALE M-STO/0 STORIA DELLA SCIENZA L-FIL-LET/14 TEORIA DELLA LETTERATURA INF/01 INFORMATICA M-STO/01 STORIA MEDIOEVALE CFU a scelta tra: M-STO/02 STORIA MODERNA M-STO/04 STORIA CONTEMPORANEA Attività a scelta dallo studente Lo studente potrà inserire discipline o Laboratori attivati in altro Corso di Laurea o in altra Facoltà sino al raggiungimento di CFU Prova finale 1

16 Lingua straniera (esame) Lingua straniera (esame)- CFU a scelta tra: L-LIN/04 LINGUA E TRADUZIONE LINGUA FRANCESE L-LIN/12 LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA INGLESE Altre: TIROCINIO/LABORATORI M-FIL/01 LABORATORIO DI INFORMATICA UMANISTICA M-FIL/06 - LABORATORIO PER LA SCRITTURA DELLA TESI DI LAUREA M-FIL/07 LABORATORIO DI STORIA DELLA LOGICA ANTICA M-STO/01 LA BORATORIO DI STORIA NEL CINEMA E NELLA LETTERATURA 10 Totale attività 16

17 TOT. ATTIVITA FORMATIVE DI BASE - CFU TOTALE CFU Storia della filosofia STUDENTI IMMATRICOLATI A.A. 2007/200 SETTORI SCIENTIFICO-DISCIPLINARI DISCIPLINE CFU Istituzioni di filosofia ATTIVITA CARATTERIZZANTI TOTALE CFU 70 Filosofia morale, politica e teoretica Estetica e filosofia del linguaggio Storia della filosofia Filosofia e storia della scienza M-FIL/06 STORIA DELLA FILOSOFIA M-FIL/07 STORIA DELLA FILOSOFIA ANTICA M-FIL/0 STORIA DELLA FILOSOFIA MEDIEVALE M-FIL/01 FILOSOFIA TEORETICA M-FIL/03 FILOSOFIA MORALE M-FIL/01 - METODOLOGIA FILOSOFICA CFU a scelta tra: M-FIL/03 BIOETICA M-FIL/03 ETICA AMBIENTALE M-FIL/03 FILOSOFIA DELLA RELIGIONE M FIL/0 FILOSOFIA DEL LINGUAGGIO CFU a scelta tra: M-FIL/06 STORIA DELLA FILOSOFIA MODERNA M-FIL/06 STORIA DELLA FILOSOFIA CONTEMPORANEA M-FIL/02 EPISTEMOLOGIA Discipline demoetnoantropologiche, pedagogiche, psicologiche e economiche M-PSI/01 PSICOLOGIA GENERALE SPS/07 SOCIOLOGIA GENERALE Ambiti di sede ATTIVITA AFFINI O INTEGRATIVE- TOTALE CFU 30 Discipline letterarie e linguistiche Discipline scientifiche 20 Discipline storiche ALTRE ATTIVITA FORMATIVE - TOTALE CFU 40 CFU a scelta tra: M-STO/01 STORIA DELL EUROPA MEDIEVALE M-STO/0 STORIA DELLA SCIENZA L-FIL-LET/14 TEORIA DELLA LETTERATURA INF/01 INFORMATICA M-STO/01 STORIA MEDIOEVALE CFU a scelta tra: M-STO/02 STORIA MODERNA M-STO/04 STORIA CONTEMPORANEA Attività a scelta dallo studente Lo studente potrà inserire discipline o Laboratori attivati in altro Corso di Laurea o in altra Facoltà sino al raggiungimento di CFU Prova finale 17

18 Lingua straniera (esame) Lingua straniera (esame)- CFU a scelta tra: L-LIN/04 LINGUA E TRADUZIONE LINGUA FRANCESE L-LIN/12 LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA INGLESE Altre: TIROCINIO/LABORATORI M-FIL/01 LABORATORIO DI NFORMATICA UMANISTICA M-FIL/06 - LABORATORIO PER LA SCRITTURA DELLA TESI DI LAUREA M-FIL/07 LABORATORIO DI STORIA DELLA LOGICA ANTICA M-STO/01 LA BORATORIO DI STORIA NEL CINEMA E NELLA LETTERATURA 10 Totale attività 1

19 TOT. CFU ATTIVITA FORMATIVE DI BASE - TOTALE CFU Storia della filosofia STUDENTI IMMATRICOLATI A.A. 2006/2007 SETTORI SCIENTIFICO-DISCIPLINARI DISCIPLINE CFU Istituzioni di filosofia ATTIVITA CARATTERIZZANTI TOTALE CFU 70 Filosofia morale, politica e teoretica Estetica e filosofia del linguaggio Storia della filosofia Filosofia e storia della scienza Discipline demoetnoantropologiche, pedagogiche, psicologiche e economiche Ambiti di sede ATTIVITA AFFINI O INTEGRATIVE- TOTALE CFU 30 M-FIL/06 STORIA DELLA FILOSOFIA M-FIL/07 STORIA DELLA FILOSOFIA ANTICA M-FIL/0 STORIA DELLA FILOSOFIA MEDIEVALE M-FIL/01 FILOSOFIA TEORETICA M-FIL/03 FILOSOFIA MORALE M-FIL/01 - METODOLOGIA FILOSOFICA CFU a scelta tra: M-FIL/03 BIOETICA M-FIL/03 ETICA AMBIENTALE M-FIL/03 ANTROPOLOGIA FILOSOFICA (Tace a.a. 2007/200) M-FIL/03 STORIA DELLA FILOSOFIA MORALE (Tace a.a. 2007/200) M-FIL/03 ETICA SOCIALE (Tace a.a. 2007/200) M-FIL/03 ETICA E DEONTOLOGIA DELLA COMUNICAZIONE (Tace a.a. 2007/200) M-FIL/03 FILOSOFIA DELLA STORIA (Tace a.a. 2007/200) M-FIL/03 FILOSOFIA DELLE RELIGIONI (Tace a.a. 2007/200) M FIL/0 FILOSOFIA DEL LINGUAGGIO M.FIL/04 ESTETICA (Tace a.a. 2007/200) M-FIL/04 SOCIOLOGIA DELL ARTE E DELLA LETTERATURA (Tace a.a. 2007/200) CFU a scelta tra: M-FIL/06 STORIA DELLA FILOSOFIA MODERNA M-FIL/06 STORIA DELLA FILOSOFIA CONTEMPORANEA CFU a scelta tra: M-FIL/02 EPISTEMOLOGIA M-STO/0 STORIA DELLA SCIENZA M-FIL/02 LOGICA (Tace a.a. 2007/200) M-FIL/02 FILOSOFIA DELLA SCIENZA (Tace a.a. 2007/200) M-PSI/01 PSICOLOGIA GENERALE SPS/07 SOCIOLOGIA GENERALE M-PED/01 PEDAGOGIA GENERALE (Tace a.a. 2007/200) M-STO/0 BIBLIOGRAFIA E BIBLIOTECONOMIA 19

20 Discipline letterarie e linguistiche Discipline scientifiche 20 Discipline storiche ALTRE ATTIVITA FORMATIVE TOTALE CFU 40 L-FIL-LET/14 TEORIA DELLA LETTERATURA INF/01 INFORMATICA 20 CFU a scelta tra: M-STO/01 STORIA MEDIOEVALE M-STO/01 STORIA DELL EUROPA MEDIOEVALE CFU (Tace a.a.2007/200) M-STO/02 STORIA MODERNA M-STO/04 STORIA CONTEMPORANEA L-ANTO/02 STORIA GRECA (Tace a.a. 2007/200) L-ANT/03 STORIA ROMANA (Tace a.a. 2007/200) Attività a scelta dallo studente Lo studente potrà inserire discipline o Laboratori attivati in altro Corso di Laurea o in altra Facoltà sino al raggiungimento di CFU Prova finale Lingua straniera (esame) Lingua straniera (esame)- CFU a scelta tra: L-LIN/04 LINGUA E TRADUZIONE LINGUA FRANCESE L-LIN/12 LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA INGLESE L-LIN/07 LINGUA E TRADUZIONE LINGUA SPAGNOLA L-LIN/14 LINGUA E TRADUZIONE LINGUA TEDESCA (Non mutuata a.a.2007/200) Altre: CFU a scelta tra: TIROCINIO/LABORATORIM-FIL/01 LABORATORIO DI INFORMATICA UMANISTICA 10 Totale attività M-FIL/06 - LABORATORIO PER LA SCRITTURA DELLA TESI DI LAUREA M-FIL/07 LABORATORIO DI STORIA DELLA LOGICA ANTICA M-STO/01 LA BORATORIO DI STORIA NEL CINEMA E NELLA LETTERATURA 20

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA Pag 2 INDICE Parte Prima 1. MANIFESTO DEGLI STUDI PER GLI IMMATRICOLATI A.A. 2012-2013 1.1 Laurea Magistrale

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

Obiettivi formativi qualificanti della classe: L-20 Scienze della comunicazione

Obiettivi formativi qualificanti della classe: L-20 Scienze della comunicazione Università Classe Nome del corso Nome inglese Lingua in cui si tiene il corso Codice interno all'ateneo del corso 61 Il corso é Libera Università di lingue e comunicazione IULM-MI L-20 - Scienze della

Dettagli

Lista dei Settori Concorsuali con i relativi settori scientifico disciplinari

Lista dei Settori Concorsuali con i relativi settori scientifico disciplinari Lista dei Settri Cncrsuali cn i relativi settri scientific disciplinari 01/A1 - LOGICA MATEMATICA E MATEMATICHE COMPLEMENTARI MAT/01 MAT/04 01/A2 - GEOMETRIA E ALGEBRA MAT/02 MAT/03 01/A3 - ANALISI MATEMATICA,

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

Corso di LAUREA IN CONSULENTE DEL LAVORO E SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI (CLASSE L-14)

Corso di LAUREA IN CONSULENTE DEL LAVORO E SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI (CLASSE L-14) Corso di LAUREA IN CONSULENTE DEL LAVORO E SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI (CLASSE L-14) Curriculum in Consulente del lavoro PIANO DI STUDIO COORTE DI RIFERIMENTO A.A. 2014-2015 I anno II anno IUS 01 - Istituzioni

Dettagli

hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como

hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como Corso di Laurea in Scienze della Mediazione Interlinguistica e Interculturale Classe L-12 Mediazione Linguistica

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

*** L ora è riservata per comunicazioni e riunioni (Collegio Studenti, Commissioni )

*** L ora è riservata per comunicazioni e riunioni (Collegio Studenti, Commissioni ) ORARIO LEZIONI 2 semestre - Anno accademico 2014/2015 2 semestre 1 ANNO GIORNI ORE LUNEDÌ Teologia morale fondamentale Teologia morale fondamentale Psicologia dello sviluppo I Psicologia dello sviluppo

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI UFFICIO ALTA FORMAZIONE ED ESAMI DI STATO MANIFESTO DEGLI STUDI MASTER DI II LIVELLO con modalità didattica multimediale, integrata e a distanza MANAGEMENT E DIRIGENZA NELLA SCUOLA (istituito ai sensi

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Sede: Dipartimento di Scienze Ambientali, sez. Botanica ed Ecologia - Via Pontoni, 5

Dettagli

FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA

FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA LAUREE QUADRIENNALI: FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA o ECONOMIA E COMMERCIO media aritmetica dei voti degli esami di profitto con esclusione dei voti delle Teologie e di quelli riguardanti

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l università, l alta formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework

Dettagli

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 - MAGGIO 2010 - DOC 05/10 Il NdV ha esaminato le caratteristiche dei corsi di studio istituiti sulla base

Dettagli

La riforma del sistema universitario nel contesto delle Facoltà di Ingegneria

La riforma del sistema universitario nel contesto delle Facoltà di Ingegneria La riforma del sistema universitario nel contesto delle Facoltà di Ingegneria Centro Studi Consiglio Nazionale Ingegneri 5 CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI INGEGNERI PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA - 00186

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

I COMMENTI DI ISTITUTO AMBIENTE EUROPA AL D. Lgs. 81/08 ( TESTO UNICO ) 9 - ESONERO DAI CORSI PER RSPP E ASPP: chi, che cosa e con quali conseguenze

I COMMENTI DI ISTITUTO AMBIENTE EUROPA AL D. Lgs. 81/08 ( TESTO UNICO ) 9 - ESONERO DAI CORSI PER RSPP E ASPP: chi, che cosa e con quali conseguenze ESONERO DAI CORSI PER RSPP E ASPP: di Attilio Pagano Psicologo del Lavoro e formatore L art. 32 del D. Lgs. 81/08 disciplina i requisiti per lo svolgimento delle funzioni di RSPP e ASPP. Tali requisiti

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo 1 2 Guida all accesso ai Corsi di Laurea (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo Anno Accademico 2014/2015 3 4 Concept and graphic design: Marketing e Fundraising

Dettagli

Regolamento didattico del Corso di Laurea per Ortottista e Assistente di Oftalmologia

Regolamento didattico del Corso di Laurea per Ortottista e Assistente di Oftalmologia UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA Regolamento didattico del Corso di Laurea per Ortottista e Assistente di Oftalmologia ( livello) Presidente: prof. Adriano Magli

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 1 Indice Art. 1 - Definizioni...4 Art. 2 - Autonomia Didattica... 5 Art. 3 - Titoli, Corsi di studio e Corsi di Alta Formazione.... 5 Art. 4 - Rilascio

Dettagli

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011 Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali L Istituto Leopoldo Pirelli si propone di potenziare la cultura dell inclusione per rispondere in modo efficace alle necessità di

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue e Letterature:

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI. CORSO DI LAUREA Formazione di operatori turistici Classe L-15 Anno Accademico 2010-2011

MANIFESTO DEGLI STUDI. CORSO DI LAUREA Formazione di operatori turistici Classe L-15 Anno Accademico 2010-2011 MANIFESTO DEGLI STUDI CORSO DI LAUREA Formazione di operatori turistici Classe L-15 Anno Accademico 2010-2011 Nell A.A. 2010-2011 sarà attivato il 1 anno del Corso di Laurea in Formazione di operatori

Dettagli

SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI

SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI La Scheda Unica Annuale (SUA) è lo strumento di programmazione dei Corsi di Laurea e attraverso il quale l ANVUR farà le proprie valutazioni sull accreditamento (iniziale e periodico)

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Ai sensi del D.M. n. 270/2004 gli studenti che intendono iscriversi ad un corso di laurea

Dettagli

EQUIPARAZIONI TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI

EQUIPARAZIONI TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI EQUIPARAZIONI TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI Ai fini della partecipazione ai pubblici concorsi: nei bandi che fanno riferimento all ordinamento previgente

Dettagli

Articolazione didattica on-line

Articolazione didattica on-line L organizzazione della didattica per lo studente L impegno di tempo che lo studente deve dedicare alle attività didattiche offerte per ogni singolo insegnamento è così ripartito: - l auto-apprendimento

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria Adriana Volpato P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria 19 Dicembre 2011 STRUMENTO didattico educativo individua gli strumenti fa emergere il vero alunno solo con DIAGNOSI consegnata si redige

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

DECRETO N.173 IL CAPO DELL UFFICIO NAZIONALE

DECRETO N.173 IL CAPO DELL UFFICIO NAZIONALE Prot. n. 21096/II/1 dell 11 giugno 2009 UFFICIO NAZIONALE PER IL SERVIZIO CIVILE DECRETO N.173 IL CAPO DELL UFFICIO NAZIONALE VISTA la Legge 8 luglio 1998, n. 230, recante "Nuove norme in materia di obiezione

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA Articolo 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA 1. Il presente Regolamento disciplina le modalità di nomina dei Cultori della materia e le loro attività. Articolo 2 Funzioni 1.

Dettagli

Università Vita~Salute San Raffaele

Università Vita~Salute San Raffaele Università Vita~Salute San Raffaele DECRETO RETTORALE N. 4185 IL RETTORE Visto lo Statuto dell'università Vita-Salute San Raffaele approvato con Decreto del Ministero dell'università e della Ricerca Scientifica

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R.

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. /2007 Sommario PREMESSA COMUNE ALLE SEZIONI A E B...3 SEZIONE A - SERVIZI

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015 UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE CORSO DI LAUREA IN BIOTECNOLOGIE Classe L2 Programmazione didattica a.a. 2014/2015 Per l anno accademico 2014-2015

Dettagli

Emanuela Stefani - Fondazione CRUI Vincenzo Zara - Università del Salento

Emanuela Stefani - Fondazione CRUI Vincenzo Zara - Università del Salento Emanuela Stefani - Fondazione CRUI f Vincenzo Zara - Università del Salento LA RIFORMA UNIVERSITARIA LA NORMATIVA NAZIONALE La normativa nazionale Riferimenti normativi Corsi di Laurea Corsi di Laurea

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

EDUCATRICE ed EDUCATORE PROFESSIONALE

EDUCATRICE ed EDUCATORE PROFESSIONALE EDUCATRICE ed EDUCATORE PROFESSIONALE 1. CARTA D IDENTITÀ...2 2. CHE COSA FA...4 3. DOVE LAVORA...5 4. CONDIZIONI DI LAVORO...6 5. COMPETENZE...7 CHE COSA DEVE ESSERE IN GRADO DI FARE...7 CONOSCENZE...10

Dettagli

Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ

Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ DCPL07 - CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGGIO CALABRIA

Dettagli

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Presidio di Qualità Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Introduzione Al fine di uniformare e facilitare la compilazione delle schede SUA-CdS, il Presidio ha ritenuto utile pubblicare queste note

Dettagli

A) COMPETENZE DI BASE

A) COMPETENZE DI BASE AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI NELL' AMBITO DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (FORMAZIONE INIZIALE 14-18 ANNI) CUI CONFERIRE,

Dettagli

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INTRODUZIONE L Ordine degli Psicologi del Friuli Venezia Giulia e l Ufficio Scolastico Regionale, firmatari di un Protocollo d Intesa stipulato

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di BORGORICCO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di BORGORICCO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO Il documento va compilato in forma digitale per poter ampliare gli spazi dello schema (ove necessario) e togliere

Dettagli

Indice. Giuseppe Galli Presentazione... 1

Indice. Giuseppe Galli Presentazione... 1 Indice Presentazione... 1 Livelli di realtà... 5 1. Realtà fisica e realtà fenomenica... 5 2. Annullamento dell identità numerica tra oggetto fisico e oggetto fenomenico... 8 3. Individualità degli oggetti

Dettagli

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Tecniche della Prevenzione nell Ambiente e nei Luoghi di Lavoro (abilitante alla professione sanitaria

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Tecniche della Prevenzione nell Ambiente e nei Luoghi di Lavoro (abilitante alla professione sanitaria Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Tecniche della Prevenzione nell Ambiente e nei Luoghi di Lavoro (abilitante alla professione sanitaria di Tecnico della prevenzione nell ambiente e nei luoghi

Dettagli

Problemi e metodi della ricerca! educativa sperimentale

Problemi e metodi della ricerca! educativa sperimentale Prof. Benedetto Vertecchi che cosa! impareremo? 1-2 Problemi e metodi della ricerca! educativa sperimentale 1 quali apporti concorrono a definire la conoscenza educativa? 3-4 la pedagogia sperimentale!

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI Pagina 1 di 5 PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER PREMESSA Il Protocollo di Accoglienza intende presentare procedure per promuovere l integrazione di alunni stranieri, rispondere ai loro bisogni formativi e rafforzare

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance Note e istruzioni per i test di ingresso ai Corsi di Studio del Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Matematiche e Statistiche (DEAMS) a.a. 2013/2014 Gli insegnamenti relativi ai Corsi di Laurea

Dettagli

Profilo e compiti istituzionali dell insegnante della scuola ticinese

Profilo e compiti istituzionali dell insegnante della scuola ticinese Repubblica e Cantone Ticino Dipartimento dell educazione, della cultura e dello sport Profilo e compiti istituzionali Bellinzona, novembre 2014 Repubblica e Cantone Ticino Dipartimento dell educazione,

Dettagli

Tirocinio indiretto. per la classe di abilitazione 91A e 92A Piano organizzativo

Tirocinio indiretto. per la classe di abilitazione 91A e 92A Piano organizzativo Tirocinio indiretto per la classe di abilitazione 91A e 92A Piano organizzativo Studentesse/Studenti senza riduzione oraria: 75 ore indiretto, di queste 15 ore dedicate all inclusione Studentesse/Studenti

Dettagli

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Scuola Politecnica, Dipartimento di Scienze per l Architettura Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività Corso di Laurea TRIENNALE IN DISEGNO

Dettagli

STRUTTURA CONTENUTI E SCADENZE SCHEDA SUA CDS. Anno Accademico 2014/2015

STRUTTURA CONTENUTI E SCADENZE SCHEDA SUA CDS. Anno Accademico 2014/2015 STRUTTURA CONTENUTI E SCADENZE SCHEDA SUA CDS Anno Accademico 2014/2015 PERCHE LA SCHEDA SUA CDS? L Obiettivo della scheda SUA-CdS non è puramente compilativo; tale strumento vuole essere una guida ad

Dettagli

ALLEGATO 2 A) TITOLI ABILITANTI DI ACCESSO ALLA GRADUATORIA

ALLEGATO 2 A) TITOLI ABILITANTI DI ACCESSO ALLA GRADUATORIA ALLEGATO 2 TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI DELLA TERZA FASCIA DELLE GRADUATORIE AD ESAURIMENTO DEL PERSONALE DOCENTE ED EDUCATIVO DELLE SCUOLE ED ISTITUTI DI OGNI ORDINE E GRADO, APPROVATA CON D.M 27

Dettagli

A cura dei Supervisori SSIS-Sostegno Modena. E.Tarracchini V.Bocchini A.Barbieri. La documentazione. Dall ICF alla DF al PDF al PEI

A cura dei Supervisori SSIS-Sostegno Modena. E.Tarracchini V.Bocchini A.Barbieri. La documentazione. Dall ICF alla DF al PDF al PEI A cura dei Supervisori SSIS-Sostegno Modena. E.Tarracchini V.Bocchini A.Barbieri La documentazione Dall ICF alla DF al PDF al PEI La Diagnosi Funzionale (DF) 1. Utilizzo degli items di ICF nella definizione

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE SEDE DI TRENTO A.A. 2012/13 Livello I Durata Annuale CFU 60 (1 anno) ANAGRAFICA DEL CORSO - A Lingua Italiano

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI PREMESSA L integrazione è un processo di conoscenza di sé e dell altro, di collaborazione all interno della classe finalizzato a creare le migliori condizioni

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA

MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA DECRETO 10 settembre 2010, n. 249 Regolamento concernente: «Definizione della disciplina dei requisiti e delle modalita' della formazione iniziale

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

IL MINISTRO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA DECRETO 10 settembre 2010, n. 249 Regolamento concernente: «Definizione della disciplina dei requisiti e delle modalita' della formazione iniziale degli insegnanti della scuola dell'infanzia, della scuola

Dettagli

1) Un Liceo classico. 2) Il Liceo «Franchetti»

1) Un Liceo classico. 2) Il Liceo «Franchetti» Studenti-LRF-2013 Utenti che hanno svolto il test: 262 Famiglie-LRF-2012/2013 Utenti che hanno svolto il test: 173 1) Un Liceo classico Risp. 1) È ancora una scelta valida (Utenti: 140 Perc.: 53.44%) Risp.

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA Emanato con D.R. n. 306 del 17/07/2012 Integrato con D.R. n. 65 12/02/2014. DISPOSIZIONI PRELIMINARI Articolo 1 (Oggetto) 1. Il presente

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI CIMEA di Luca Lantero Settembre 2008 1 Cicli Titoli di studio EHEA 1 2 3 Istruzione superiore universitaria Laurea Laurea Magistrale

Dettagli

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Istituto Superiore di Studi Musicali "P. Mascagni" - Livorno Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Via Galilei

Dettagli

PERCORSI DI INCLUSIONE E DI INTEGRAZIONE PER ALUNNI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI

PERCORSI DI INCLUSIONE E DI INTEGRAZIONE PER ALUNNI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI PERCORSI DI INCLUSIONE E DI INTEGRAZIONE PER ALUNNI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI ALCUNI DATI L Istituto Trento 5 comprende 3 scuole primarie e 2 scuole secondarie di I grado. Il numero totale di alunni

Dettagli

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio Scuola aperta 2015 Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio alla scoperta dell Asilo di Follina... l Asilo di Follina: LINEE PEDAGOGICO EDUCATIVE IL PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO. Il curricolo della scuola

Dettagli

TABELLA B A) TITOLI DI STUDIO D ACCESSO

TABELLA B A) TITOLI DI STUDIO D ACCESSO TABELLA B TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI PER L INCLUSIONE NELLE GRADUATORIE DI CIRCOLO E DI ISTITUTO DI III FASCIA (ivi compreso l insegnamento di strumento musicale nella scuola media), VALIDE PER

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

Progetto di collaborazione Scuola Elementare di Piangipane con JAJO Sport Associazione Dilettantistica 2014-2015

Progetto di collaborazione Scuola Elementare di Piangipane con JAJO Sport Associazione Dilettantistica 2014-2015 Con la collaborazione di: EDUCAZIONE ATTRAVERSO IL MOVIMENTO Le abilità di movimento sono conquiste tangibili che contribuiscono alla formazione di un immagine di sé positiva. Progetto di collaborazione

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 Repertorio Atti n. 1161 del 22 febbraio 2001 Oggetto: Accordo tra il Ministro della sanità, il Ministro per la solidarietà sociale e le Regioni e Province

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

GUIDA ALLA SCELTA DELLA SCUOLA SUPERIORE. nel Circondario

GUIDA ALLA SCELTA DELLA SCUOLA SUPERIORE. nel Circondario GUIDA ALLA SCELTA DELLA SCUOLA SUPERIORE nel Circondario anno scolastico 2012/2013 INDICE dei Contenuti Premessa 1. Introduzione 1.1. Come usare questa guida: obiettivi, cosa contiene 1.2. Per gli studenti

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

Metodi e strategie per la redazione di una tesi di dottorato in diritto comparto

Metodi e strategie per la redazione di una tesi di dottorato in diritto comparto Metodi e strategie per la redazione di una tesi di dottorato in diritto comparto Elena Sorda Con le note del Prof. G. Rolla Premessa Questo breve scritto nasce dall idea, espressa dal Prof. Rolla, di individuare

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

Presentazione delle Schede DAT

Presentazione delle Schede DAT UNIVERSITÀ DEGLI STUDI CAGLIARI CAMPUS UNICA Presentazione delle Schede DAT Dati e indicatori statistici Sono di seguito presentati dettagliatamente i dati e gli indicatori richiesti dal Modello CRUI per

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli