4. Caratteristiche minime delle prestazioni richieste: 5. Inserimento nell elenco e pubblicazione:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "4. Caratteristiche minime delle prestazioni richieste: 5. Inserimento nell elenco e pubblicazione:"

Transcript

1 AVVISO PER LA FORMAZIONE DI UN ELENCO DI OPERATORI FINANZIARI (BANCHE O INTERMEDIARI FINANZIARI) ADERENTI ALL INIZIATIVA TESA AD AGEVOLARE LA CONCESSIONE DI ANTICIPAZIONI SUI CREDITI AI FORNITORI DEL COMUNE DI CHIVASSO. (Approvato con Deliberazione della Giunta Comunale n. 92 del ) Il Comune di Chivasso ( di seguito anche detto Comune ) intende procedere alla creazione di un elenco di operatori finanziari (banche o intermediari finanziari) disposti a fornire, a condizioni particolarmente vantaggiose, concessioni di credito ad imprese creditrici dell Amministrazione Comunale per somministrazioni, forniture e appalti. Detto elenco sarà pubblicato sul sito istituzionale al fine di agevolare le imprese nello smobilizzo dei propri crediti. 1. Riferimenti normativi - art. 1, comma 16 del D.L. n. 194 del (c.d. decreto mille proroghe); - art. 9, comma 3 bis del D. L. n. 185 del (convertito con modificazioni con L. n. 2 del 28/01/2009); - Decreto del Ministero dell Economia e delle Finanze del 19/05/2009 pubblicato sulla G.U. n. 157 del 09/07/2009; - Art. 48 bis D.P.R. n. 602 del 29/09/1973 e Decreto del Ministero dell Economia e delle Finanze n. 40 del 18/01/2008; - D.Lgs. n. 267 del 18/08/2000; - Art. 117 del D.Lgs. n. 163 del 12/04/ Requisiti soggettivi richiesti Per le banche: iscrizione agli Albi delle Banche o di Gruppi Bancari della Banca d Italia; Per gli intermediari finanziari: iscrizione nell elenco speciale degli intermediari finanziari di cui all art. 107 del D.Lgs. n. 385 del 01/09/ Prestazioni richieste Agli operatori finanziari (banche o intermediari finanziari) che intendono aderire all iniziativa, con conseguente inserimento nell elenco che verrà predisposto dal Comune di Chivasso, sono richieste le sotto elencate prestazioni a favore di imprese creditrici del Comune stesso: A. anticipo di fatture, anche tramite cessione pro-soluto o pro-solvendo; B. concessione di crediti tramite factoring. L impresa creditrice potrà chiedere al Comune l apposita certificazione del credito soggetto ad anticipazione/cessione secondo le modalità indicate nel Decreto Ministero dell Economia e delle Finanze del 19/05/2009 (Allegato n. 1 al presente avviso). Il Comune, all uopo rappresentato dal Funzionario Responsabile Servizi Finanziari, rilascerà, per i propri debiti che saranno certi, liquidi ed esigibili, apposita certificazione secondo le modalità e i termini previsti dal Decreto Ministero dell Economia e delle Finanze del 19/05/2009 (Allegato n. 2 al presente avviso). La Banca/l Intermediario Finanziario, relativamente ai crediti certificati in modo positivo, non intraprenderà nei confronti del Comune, fino alla data di scadenza indicata nella certificazione (180 giorni dalla data della notifica al Comune della cessione di credito), nessuna azione per via giudiziale o stragiudiziale volta al recupero anticipato del credito stesso o al riconoscimento di interessi legali e/o moratori, con particolare riferimento al D.Lgs. n. 231/2002 e al D.M. Ministero Lavori Pubblici n.145/2000 e relativi decreti attuativi.

2 L adesione al presente Avviso non comporta quindi oneri o interessi a carico del Comune nei confronti della Banca /dell Intermediario Finanziario cessionaria/o fino alla scadenza dei 180 giorni successivi alla notifica della cessione del credito. Nel caso di eventuale ritardato pagamento del credito certificato ceduto rispetto alla scadenza della cessione di credito (180 giorni dalla data della notifica della cessione) da parte del Comune, la Banca/l Intermediario finanziario applicherà a quest ultimo interessi moratori nella misura minima convenuta con l adesione al presente Avviso, (Euribor 3 mesi maggiorato di uno spread pari a ) rilevati da Il Sole 24 ore con riferimento alla data di notifica della cessione medesima, per un periodo massimo di 180 giorni. Si precisa che gli interessi moratori di cui al presente capoverso non potranno mai essere superiori a quelli che il Comune sarebbe tenuto a pagare al creditore in forza dell originario rapporto sottostante Comune - fornitore ai sensi del D.Lgs. n. 231/2002 ed ai sensi del citato Decreto MEF 19/05/ Caratteristiche minime delle prestazioni richieste: Gli Istituti interessati dovranno garantire un plafond di credito globale di almeno ,00 (EuroUnmilione/00) verso i creditori del Comune di Chivasso. Durata minima dell anticipo: 180 giorni (ferma restando la scadenza effettiva del pagamento indicata dal Comune). Ammontare dell anticipo: Fino al 100% dell importo del credito vantato dal fornitore e certificato dal Comune. Impegno dell Impresa creditrice del Comune: Presentazione certificazione che il credito è certo, liquido ed esigibile rilasciata dai Servizi Finanziari dell Ente Locale (come da Allegato n 1 sopra citato). Tasso di interesse applicato: Euribor 365 a 3 mesi maggiorato di uno spread pari a..(massimo 1,5 punti percentuali), fatte salve pattuizioni migliori concordate direttamente con il fornitore dalla Banca/dall Intermediario Finanziario. Nel caso di cessione del credito la stessa dovrà essere formalizzata mediante atto pubblico o scrittura privata autenticata da notificare all Ente Locale, come previsto dall art. 117 del D.lgs 163 del 12/04/2006. Le caratteristiche minime delle prestazioni richieste sono riportate sulle schede allegate al presente avviso da usare rispettivamente per le offerte di anticipo fatture (Allegato A) e di factoring (Allegato B). Le predette schede dovranno essere integrate, dai soggetti interessati ad aderire all iniziativa, con le migliori condizioni che gli stessi ritengono di poter praticare ai Fornitori del Comune di Chivasso. Si precisa che: 1) l adesione all iniziativa e la pubblicazione dell elenco sul sito istituzionale del Comune non comporta alcuna spesa a carico del Comune stesso; 2) eventuali successivi contratti fra le imprese creditrici e gli operatori finanziari non dovranno comportare né oneri finanziari né altri obblighi per il Comune che dovrà rimanere estraneo a tali contratti; 3) la valutazione del merito creditizio propedeutica alla conclusione dell operazione di anticipo/cessione del credito rimane esclusivamente in capo agli Operatori Finanziari. 4) l Istituto di credito/intermediario Finanziario nel caso non intenda accedere alla richiesta di concessione di credito nelle ipotesi marginali di ritenuta inammissibilità dovrà segnalare tale circostanza preventivamente al Comune. 5. Inserimento nell elenco e pubblicazione: Il Comune provvederà a prendere atto delle adesioni presentate e a stilare un elenco dei soggetti rispondenti ai requisiti richiesti che abbiano presentato offerte rispettose delle caratteristiche tecniche minime sopra riportate per le tipologie di smobilizzo dei crediti individuate. L elenco degli operatori finanziari completato dalle caratteristiche tecniche delle offerte pervenute sarà pubblicato sul sito internet istituzionale del Comune di Chivasso (www.comune.chivasso.to.it).

3 6. Validità dell elenco: L elenco di cui trattasi avrà validità fino al 31/12/2010 e resterà pubblicato sul sito istituzionale dell Ente fino a tale data. Il Comune si riserva sin d ora di richiedere agli Istituti aderenti una proroga dell impegno prestato, sino al 31/12/2011, con eventuale aggiornamento delle condizioni finanziarie dell offerta. 7. Adesione all iniziativa I soggetti interessati dovranno comunicare la propria formale adesione all iniziativa, con richiesta di iscrizione nel relativo elenco del Comune, inviando specifica Lettera ad oggetto ADESIONE ALL INIZIATIVA VOLTA A FAVORIRE LA CONCESSIONE DI ANTICIPAZIONI SUI CREDITI AI FORNITORI DEL COMUNE DI CHIVASSO al Comune di Chivasso Direzione Generale - Servizi Finanziari Piazza Gen. C. A. Dalla Chiesa Chivasso (TO) con le seguenti modalità: - a mezzo fax al n ; - tramite servizio postale o agenzia di recapito; - consegna a mano presso l Ufficio Protocollo del Comune (aperto al pubblico dal Lunedì al Venerdì dalla ore 9.00 alle ore 12.00, Martedì e Giovedì anche nel pomeriggio dalle ore alle ore 17.00). Si prega di voler comunicare la propria adesione entro il giorno 26/07/2010, fermo restando che l elenco resterà aperto ad eventuali successive adesioni. 8. Documentazione da inviare La lettera di adesione di cui al punto precedente dovrà contenere: - la dichiarazione di accettazione di tutte le condizioni di cui al presente Avviso o le motivate deroghe che si intendono apportare; - il nominativo di un referente con relativo recapito telefonico, mail e fax da utilizzare per eventuali successive comunicazioni. Alla lettera stessa dovranno essere allegate, debitamente compilate, le schede relative ai contratti di anticipo fatture anche tramite cessione pro-soluto o pro-solvendo dei crediti e/o di factoring (Allegati A e B), la certificazione attestante il possesso dei requisiti richiesti all operatore finanziario ed ogni e qualsiasi documentazione che gli interessati riterranno utile produrre. Il Comune si riserva di valutare l ammissione degli operatori finanziari in ragione della documentazione inviata che dimostra l accettazione delle condizioni di cui al presente avviso, i requisiti e le condizioni offerte nelle citate schede Allegati A e B. In ogni caso ci si riserva di poter richiedere informazioni e/o integrazioni necessarie ai fini dell operatività dell iniziativa. 9. Referenti dell iniziativa Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi al Dott. Dario Fontana Settore Servizi Finanziari - del Comune di Chivasso tel fax Allegati: Allegato 1: Istanza per la cessione dei crediti ; Allegato 2: Certificazione del credito ; Allegato A: Scheda per anticipo fatture tramite cessione pro-soluto e pro-solvendo dei crediti; Allegato B: Scheda per factoring. Chivasso, Il Funzionario Responsabile Servizi Finanziari Dr. Dario Fontana

4 ALLEGATO 1 RACCOMANDATA A.R. Al Comune di CHIVASSO Oggetto: Istanza per la cessione dei crediti di cui al decreto del Ministro dell'economia e delle finanze del 19 maggio 2009, di attuazione all'articolo 9, comma 3 bis, del decreto legge 29 novembre 2008, n. 185, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 gennaio 2009, n. 2 (decreto anticrisi). DATI DEL CREDITORE a) (persona fisica) Cognome e Nome Luogo e Data di Nascita Residenza (indirizzo completo) Codice Fiscale Partita I.V.A. Riferimenti telefonici Telefax Coordinate Bancarie: IBAN: b) (persona giuridica) Denominazione Ragione Sociale Capitale Sociale Sede Legale (indirizzo completo) Sede Operativa (indirizzo completo) Iscrizione CCIAA Iscrizione nel Registro delle Imprese Codice Fiscale Partita I.V.A. Legale Rappresentante ( Cognome e Nome, Luogo e Data di Nascita, estremi dell'atto di conferimento dei poteri di rappresentanza) Riferimenti Telefonici Telefax Coordinate Bancarie IBAN :

5 Denominazione: COMUNE DI CHIVASSO DATI DELL'AMMINISTRAZIONE INTERESSATA Ufficio Competente (indicare Servizio e Responsabile del procedimento che ha ordinato la spesa) Codice Fiscale: P.IVA: Sede: Piazza Gen. C.A. Dalla Chiesa Chivasso (TO) Riferimenti Telefonici: Telefax: ELENCO DEI DOCUMENTI DA ALLEGARE COMPROVANTI IL CREDITO Credito complessivo di euro (in cifre e in lettere) per (descrizione delle somministrazioni, forniture e appalti, nonché numero e data di Repertorio del relativo contratto) Documenti di Spesa relativi al credito (fattura/parcella/certificato di pagamento/ecc., con indicazione del numero, della data e dell'importo) Altro (buoni d ordine o commessa, ecc.) Luogo e Data Sottoscrizione Il sottoscritto, agli effetti dell applicazione delle disposizioni previste dall art. 48-bis del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 602, AUTORIZZA il proprio debitore (soggetto ceduto) nonché, per quanto possa occorrere, Equitalia Servizi S.p.A., a svolgere tutte le operazioni finalizzate ad effettuare la verifica secondo la procedura delineata nel decreto del Ministro dell Economia e delle Finanze 18 gennaio 2008, n. 40, al fine, nel caso di riscontata situazione di non inadempienza, di essere escluso dalla sottoposizione ad una nuova verifica al momento del pagamento, giusta indicazioni esposte nella circolare 8 ottobre 2009, n. 29, della Ragioneria Generale dello Stato, e Ai sensi del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196, si autorizza il trattamento dei dati personali per tutte le attività connesse allo svolgimento della procedura di cui al decreto del Ministro dell'economia e delle finanze del 19 maggio 2009, finalizzate alla cessione dei crediti. Luogo e Data Sottoscrizione

6 ALLEGATO 2 VISTA l istanza presentata da (dati del creditore) in data (... ) ai sensi del decreto del Ministro dell'economia e delle finanze del 19/05/2009 di attuazione all'articolo 9, comma3 bis, del decreto legge 29 novembre 2008, n. 185, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 gennaio 2009, n. 2 (decreto anticrisi), ricevuta in data (... ); VISTI gli atti d'ufficio; RISCONTRATO che il credito complessivo di Euro (in cifre e in lettere) per (descrizione di somministrazioni, forniture e appalti, e data di Repertorio del relativo contratto) di cui risulta titolare il creditore istante come sopra indicato, è certo, liquido, ed esigibile alla data del [ovvero, nel caso di certificazione negativa, occorrerà riscontrare che il credito non è certo, liquido, ed esigibile]; SI CERTIFICA a) che il credito complessivo di euro (in cifre e in lettere) di cui risulta titolare il creditore sopra indicato, è certo, liquido, ed esigibile alla data del ; b) per il medesimo credito sussiste iscrizione nel conto dei residui passivi dell'esercizio ovvero si è verificata perenzione amministrativa; c) il credito trova copertura sugli stanziamenti del Capitolo di spesa ; per i soli enti assoggettati al patto di stabilità interno: d) che, ai fini del rispetto del patto di stabilità interno, l'importo del credito potrà essere corrisposto alla banca o istituto finanziario, entro la data del e con l'indicazione delle modalità (in unica soluzione, ovvero in via dilazionata) [ovvero che il credito sopra indicato è risultato totalmente/parzialmente insussistente / inesigibile per le seguenti ragioni: ] Chivasso, Sottoscrizione e Timbro

7 Allegato A -Scheda per Anticipo Fatture ( anche tramite cessione pro-soluto o pro-solvendo dei crediti ) CARATTERISTICHE TECNICHE Plafond di credito concesso Forma tecnica di utilizzo Durata minima di ogni anticipo Durata condizioni proposte Ammontare dell anticipo Impegno del debitore (Impresa fornitrice) Tasso debitore Anticipo Fatture 180 giorni (fermo restando la scadenza effettiva del pagamento indicata dal Comune) Fino al Fino al 100% dell importo del credito vantato dal fornitore Presentazione certificazione che il credito è certo, liquido ed esigibile rilasciata dall Ufficio competente del Comune, in doppio originale, di cui uno dovrà essere riconsegnato all Ente debitamente controfirmato ed allegato all anticipo Euribor a tre mesi su base 365 gg maggiorato di uno spread pari a ( N.d.r. tenere conto che lo spread non deve superare 1,5 punti percentuali e eventualmente distinguere tra le diverse forme di anticipo su fatture ) Spese tenuta anticipo conto Commissione apertura anticipo (ovvero spese di istruttoria) Commissione proroga anticipo Commissione singolo documento Condizioni in caso di apertura nuovo conto Eventuale cessione da formalizzare mediante Atto pubblico/scrittura privata autenticata Allegato B - Scheda per Factoring

8 CARATTERISTICHE TECNICHE Plafond di credito concesso Forma tecnica di utilizzo Durata minima di ogni anticipo Durata condizioni proposte Ammontare del Factoring Factoring 180 giorni (fermo restando la scadenza effettiva del pagamento indicata dal Comune) Fino al Fino al 100% dell importo del credito vantato dal fornitore Impegno del debitore (Impresa fornitrice) Presentazione certificazione che il credito è certo, liquido ed esigibile rilasciata dall Ufficio competente del Comune, in doppio originale, di cui uno dovrà essere riconsegnato all Ente debitamente controfirmato ed allegato all anticipo Tasso debitore Cessione da formalizzare mediante Commissione di Factoring Euribor a tre mesi su base 365 gg maggiorato di uno spread pari a (N.d.r. tenere conto che lo spread non deve superare 1,5 punti percentuali) Atto Pubblico / Scrittura Privata Autenticata [N.d.R. Prevedere costo omnicomprensivo con dettaglio delle singole voci]

PROVINCIA DI COMO. Settore Bilancio e Personale Via Borgovico 148 22100 COMO

PROVINCIA DI COMO. Settore Bilancio e Personale Via Borgovico 148 22100 COMO PROVINCIA DI COMO Settore Bilancio e Personale Via Borgovico 148 22100 COMO AVVISO PER LA FORMAZIONE DI UN ELENCO DI OPERATORI FINANZIARI (BANCHE O INTERMEDIARI FINANZIARI) FINALIZZATO A FAVORIRE AI CREDITORI

Dettagli

ALLEGATO A. Pag. 2 di 11

ALLEGATO A. Pag. 2 di 11 AVVISO PUBBLICO INTERVENTI PER ASSICURARE LA LIQUIDITÀ ALLE IMPRESE CREDITRICI DELLA PROVINCIA DI POTENZA ATTRAVERSO LA CERTIFICAZIONE DEL CREDITO PER LA SUCCESSIVA CESSIONE PRO SOLUTO O PRO SOLVENDO A

Dettagli

(Provincia di Potenza) DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

(Provincia di Potenza) DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE CITTÀ DI AVIGLIANO (Provincia di Potenza) DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 86 del 25 ottobre 2011 OGGETTO: Approvazione schema di convenzione con la società Centro Factoring Spa per la disciplina

Dettagli

CITTA DI SARZANA Provincia della Spezia Area 1 Servizi Interni Settore Bilancio Controllo di Gestione

CITTA DI SARZANA Provincia della Spezia Area 1 Servizi Interni Settore Bilancio Controllo di Gestione AVVISO RIVOLTO AGLI ISTITUTI DI CREDITO MAGGIORMENTE RAPPRESENTATIVI SUL TERRITORIO COMUNALE PER L ADESIONE ALL INIZIATIVA VOLTA A FAVORIRE L ACCESSO AL CREDITO DEI FORNITORI DEL COMUNE DI SARZANA. Il

Dettagli

Convenzione per la concessione di finanziamenti alle imprese con cessione di credito assistita da attestazione comunale

Convenzione per la concessione di finanziamenti alle imprese con cessione di credito assistita da attestazione comunale Convenzione per la concessione di finanziamenti alle imprese con cessione di credito assistita da attestazione comunale CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI SOTTO FORMA DI ANTICIPAZIONE FATTORIZZATA

Dettagli

Tra le parti PAT. Enti strumentali (.) le Banche/intermediari finanziari aderenti (..) PREMESSO CHE

Tra le parti PAT. Enti strumentali (.) le Banche/intermediari finanziari aderenti (..) PREMESSO CHE SCHEMA DI PROTOCOLLO PER IL SOSTEGNO DELL ACCESSO AL CREDITO DEI FORNITORI DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO E DEI SUOI ENTI STRUMENTALI ATTRAVERSO LA CESSIONE, PRO SOLUTO O PRO SOLVENDO, DEI CREDITI

Dettagli

CONVENZIONE PER IL SOSTEGNO DELL'ACCESSO AL CREDITO DEI FORNITORI DEL COMUNE DI SESTO SAN GIOVANNI

CONVENZIONE PER IL SOSTEGNO DELL'ACCESSO AL CREDITO DEI FORNITORI DEL COMUNE DI SESTO SAN GIOVANNI CONVENZIONE PER IL SOSTEGNO DELL'ACCESSO AL CREDITO DEI FORNITORI DEL COMUNE DI SESTO SAN GIOVANNI Con la presente scrittura tra Il Comune di Sesto San Giovanni (qui di seguito il Comune ) con sede in

Dettagli

LA GIUNTA COMUNALE. Premesso che:

LA GIUNTA COMUNALE. Premesso che: LA GIUNTA COMUNALE Premesso che: l Italia sta attraversando nel suo complesso una fase di profonda crisi economica, quale conseguenza anche della crisi dei mercati finanziari che ha colpito tutti i paesi

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI PALERMO

PROVINCIA REGIONALE DI PALERMO PROVINCIA REGIONALE DI PALERMO DIREZIONE TESORO OGGETTO: CONVENZIONE PER IL SOSTEGNO DELL'ACCESSO AL CREDITO DEI FORNITORI DELLA PROVINCIA DI PALERMO ATTRAVERSO LA CESSIONE PRO SOLUTO DEI CREDITI A FAVORE

Dettagli

Con la presente scrittura tra il Comune di Nuoro (qui di seguito l Ente ) con sede in...- Codice fiscale... rappresentata dal...

Con la presente scrittura tra il Comune di Nuoro (qui di seguito l Ente ) con sede in...- Codice fiscale... rappresentata dal... CONVENZIONE PER IL SOSTEGNO DELL'ACCESSO AL CREDITO DEI FORNITORI DEL COMUNE DI NUORO ATTRAVERSO LA CESSIONE PRO SOLUTO DEI CREDITI A FAVORE DI BANCHE OD INTERMEDIARI FINANZIARI AUTORIZZATI Con la presente

Dettagli

Tra le parti PAT. Enti strumentali (.) le Banche/intermediari finanziari aderenti (..) PREMESSO CHE

Tra le parti PAT. Enti strumentali (.) le Banche/intermediari finanziari aderenti (..) PREMESSO CHE Allegato parte integrante All.1) Schema di protocollo SCHEMA DI PROTOCOLLO PER IL SOSTEGNO DELL ACCESSO AL CREDITO DEI FORNITORI DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO E DEI SUOI ENTI STRUMENTALI ATTRAVERSO

Dettagli

CONVENZIONE PER IL SOSTEGNO DELL ACCESSO AL CREDITO DA PARTE DEI FORNITORI DEL COMUNE DI MONZA

CONVENZIONE PER IL SOSTEGNO DELL ACCESSO AL CREDITO DA PARTE DEI FORNITORI DEL COMUNE DI MONZA SCHEMA CONVENZIONE PER IL SOSTEGNO DELL ACCESSO AL CREDITO DA PARTE DEI FORNITORI DEL COMUNE DI MONZA Con la presente scrittura tra Il Comune di MONZA - qui di seguito Comune - con sede in Monza, Piazza

Dettagli

PROCEDURA DI CERTIFICAZIONE DEL CREDITO FINALIZZATA ALLA CESSIONE PRO-SOLUTO

PROCEDURA DI CERTIFICAZIONE DEL CREDITO FINALIZZATA ALLA CESSIONE PRO-SOLUTO PROCEDURA DI CERTIFICAZIONE DEL CREDITO FINALIZZATA ALLA CESSIONE PRO-SOLUTO Premessa 1) Istanza di certificazione del credito 2) Avvio della procedura di certificazione 3) Certificazione del credito 4)

Dettagli

Allegato A alla D.G.C. n. 125 del 03.11.2010

Allegato A alla D.G.C. n. 125 del 03.11.2010 Allegato A alla D.G.C. n. 125 del 03.11.2010 Procedura di certificazione del credito finalizzata alla cessione pro-soluto (Art. 9, comma 3-bis del D.L. 29 novembre 2008, n. 185, art. 9, convertito con

Dettagli

CONVENZIONE PER LA CESSIONE DEL CREDITO MATURATO DALLE IMPRESE NEI CONFRONTI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE

CONVENZIONE PER LA CESSIONE DEL CREDITO MATURATO DALLE IMPRESE NEI CONFRONTI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE CONVENZIONE PER LA CESSIONE DEL CREDITO MATURATO DALLE IMPRESE NEI CONFRONTI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE Con la presente scrittura tra il Comune di Morbegno (di seguito denominato Comune ) con sede in

Dettagli

PROCEDURA DI CERTIFICAZIONE DEL CREDITO FINALIZZATA ALLA CESSIONE PRO-SOLUTO Deliberazione n. 752 del 02.12.2011

PROCEDURA DI CERTIFICAZIONE DEL CREDITO FINALIZZATA ALLA CESSIONE PRO-SOLUTO Deliberazione n. 752 del 02.12.2011 PROCEDURA DI CERTIFICAZIONE DEL CREDITO FINALIZZATA ALLA CESSIONE PRO-SOLUTO Deliberazione n. 752 del 02.12.2011 Premessa Le seguenti disposizioni procedurali riguardano la certificazione dei crediti prevista

Dettagli

TRA. Provincia di Genova. Banca/Istituto di Credito...

TRA. Provincia di Genova. Banca/Istituto di Credito... ALLEGATO Convenzione quadro con gli Istituti di Credito per la concessione di finanziamenti alle Imprese con cessione di credito assistita da attestazione provinciale. TRA Provincia di Genova E Banca/Istituto

Dettagli

CONVENZIONE PER IL SOSTEGNO DELL ACCESSO AL CREDITO DA PARTE DEI FORNITORI DEL COMUNE DI MONZA

CONVENZIONE PER IL SOSTEGNO DELL ACCESSO AL CREDITO DA PARTE DEI FORNITORI DEL COMUNE DI MONZA SCHEMA CONVENZIONE PER IL SOSTEGNO DELL ACCESSO AL CREDITO DA PARTE DEI FORNITORI DEL COMUNE DI MONZA Con la presente scrittura tra Il Comune di MONZA - qui di seguito Comune - con sede in Monza, Piazza

Dettagli

OGGETTO: CONVENZIONE PER IL SOSTEGNO DELL'ACCESSO AL CREDITO DEI FORNITORI DEL COMUNE DI RIVALTA DI TORINO

OGGETTO: CONVENZIONE PER IL SOSTEGNO DELL'ACCESSO AL CREDITO DEI FORNITORI DEL COMUNE DI RIVALTA DI TORINO Allegato sub A) alla deliberazione di G.C. n. 147 del 5 ottobre 2010 OGGETTO: CONVENZIONE PER IL SOSTEGNO DELL'ACCESSO AL CREDITO DEI FORNITORI DEL COMUNE DI RIVALTA DI TORINO Con la presente scrittura

Dettagli

Provincia Regionale di Trapani

Provincia Regionale di Trapani Provincia Regionale di Trapani CONVENZIONE PER IL SOSTEGNO DELL'ACCESSO AL CREDITO DEI FORNITORI DELLA PROVINCIA DI TRAPANI ATTRAVERSO LA CESSIONE PRO SOLUTO DEI CREDITI A FAVORE DI BANCHE OD INTERMEDIARI

Dettagli

CONVENZIONE SMOBILIZZO CREDITI

CONVENZIONE SMOBILIZZO CREDITI CONVENZIONE SMOBILIZZO CREDITI Benevento, 23 marzo 2011 La Provincia di Benevento (qui di seguito Provincia ) con sede in Benevento, Piazza Castello, Codice Fiscale 92002770623, rappresentata dal Presidente,

Dettagli

il Comune di Calatafimi Segesta (di seguito denominato Ente ) con sede in... - Codice fiscale..., rappresentata dal

il Comune di Calatafimi Segesta (di seguito denominato Ente ) con sede in... - Codice fiscale..., rappresentata dal Allegato A CONVENZIONE-TIPO PER IL SOSTEGNO DELL'ACCESSO AL CREDITO DEI FORNITORI DEL COMUNE DI CALATAFIMI SEGESTA ATTRAVERSO LA CESSIONE PRO SOLUTO DEI CREDITI A FAVORE DI BANCHE OD INTERMEDIARI FINANZIARI

Dettagli

Deliberazione della Giunta esecutiva n. 53 di data 13 aprile 2015.

Deliberazione della Giunta esecutiva n. 53 di data 13 aprile 2015. Deliberazione della Giunta esecutiva n. 53 di data 13 aprile 2015. Oggetto: Adesione al Protocollo promosso dalla Provincia autonoma di Trento per il sostegno dell accesso al credito dei fornitori della

Dettagli

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n.

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n. PROTOCOLLO D INTESA PER LO SMOBILIZZO DEI CREDITI DEI SOGGETTI DEL TERZO SETTORE NEI CONFRONTI DEGLI ENTI LOCALI E DEL SERVIZIO SANITARIO DELLA TOSCANA TRA REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato

Dettagli

Con la presente scrittura tra

Con la presente scrittura tra Accordo per assicurare la liquidità alle imprese creditrici dei Comuni e delle Province della Regione Emilia-Romagna attraverso la cessione pro-soluto dei crediti a favore di banche od intermediari finanziari

Dettagli

C O M U N E D I M O N T E C A S T R I L L I

C O M U N E D I M O N T E C A S T R I L L I C O M U N E D I M O N T E C A S T R I L L I PROVINCIA DI TERNI RAGIONERIA Oggetto: Decreto Legge 8 Aprile 2013, n.55. Individuazione misure urgenti per il pagamento dei debiti maturati al 31 Dicembre 2912

Dettagli

Piazza Duomo n. 9 53100 Siena P.IVA n. 00166340521 C.F. n. 80001130527 Tel. 0577.241299 o 241260 Fax 0577.241357 www.provincia.siena.

Piazza Duomo n. 9 53100 Siena P.IVA n. 00166340521 C.F. n. 80001130527 Tel. 0577.241299 o 241260 Fax 0577.241357 www.provincia.siena. Settore Sviluppo Economico ELENCO OPERATORI FINANZIARI ADERENTI ALL INIZIATIVA VOLTA A FAVORIRE LA CONCESSIONE DI ANTICIPAZIONI SUI CREDITI AI CREDITORI DELLA PROVINCIA DI SIENA E DEI COMUNI DELLA PROVINCIA

Dettagli

L anno 2011, il giorno 25 del mese di luglio, presso la sede della Provincia di Arezzo. Tra

L anno 2011, il giorno 25 del mese di luglio, presso la sede della Provincia di Arezzo. Tra CONVENZIONE PER IL SOSTEGNO DELL'ACCESSO AL CREDITO DEI FORNITORI DELLA PROVINCIA DI AREZZO ATTRAVERSO LA CESSIONE PRO SOLUTO DEI CREDITI A FAVORE DI BANCHE OD INTERMEDIARI FINANZIARI AUTORIZZATI ANNO

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO AREA 2 - SERVIZI INTERNI UFFICIO FINANZIAMENTI

PROVINCIA DI PESARO E URBINO AREA 2 - SERVIZI INTERNI UFFICIO FINANZIAMENTI PROVINCIA DI PESARO E URBINO AREA 2 - SERVIZI INTERNI UFFICIO FINANZIAMENTI ELENCO OPERATORI FINANZIARI ADERENTI ALL INIZIATIVA VOLTA A FAVORIRE AI CREDITORI DELLA PROVINCIA LA CONCESSIONE DI ANTICIPAZIONI

Dettagli

CERTIFICAZIONE E COMPENSAZIONE DEI CREDITI VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

CERTIFICAZIONE E COMPENSAZIONE DEI CREDITI VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE CERTIFICAZIONE E COMPENSAZIONE DEI CREDITI VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE a cura del Dott. Vito e in Bitonto (BA) Con il decreto legge 29 novembre 2008, n. 185 (art. 9, co. 3-bis) sono state introdotte

Dettagli

Accordo per l anticipazione, la cessione pro-soluto e pro-solvendo dei crediti verso Enti Pubblici

Accordo per l anticipazione, la cessione pro-soluto e pro-solvendo dei crediti verso Enti Pubblici PROTOCOLLO D INTESA PER ASSICURARE LA LIQUIDITÀ ALLE IMPRESE CREDITRICI DEGLI ENTI LOCALI ATTRAVERSO L ANTICIPAZIONE DEI CREDITI PRESSO BANCHE OD INTERMEDIARI FINANZIARI O LA CESSIONE PRO-SOLUTO O PRO-SOLVENDO

Dettagli

10.2013. 07.201 Misure per favorire la cessione dei crediti vantati nei confronti di Regione, agenzie regionali, enti e

10.2013. 07.201 Misure per favorire la cessione dei crediti vantati nei confronti di Regione, agenzie regionali, enti e DEL 31.10 10.2013 Oggetto: L.R. n. 18 del 26.07 07.201.2013,, art. 3 e D.L. 185/2008, art. 9, comma 3-bis3 e 3-ter. Misure per favorire la cessione dei crediti vantati nei confronti di Regione, agenzie

Dettagli

COPIA DELL ORIGINALE Deliberazione n 212 COMUNE DI VERBANIA PROVINCIA DEL V.C.O. Verbale di Deliberazione di Giunta Comunale

COPIA DELL ORIGINALE Deliberazione n 212 COMUNE DI VERBANIA PROVINCIA DEL V.C.O. Verbale di Deliberazione di Giunta Comunale COPIA DELL ORIGINALE Deliberazione n 212 in data 06/12/2010 COMUNE DI VERBANIA PROVINCIA DEL V.C.O Verbale di Deliberazione di Giunta Comunale Oggetto: MISURE A SOSTEGNO DELLE IMPRESE - PROVVEDIMENTI INERENTI

Dettagli

ISTRUZIONI TECNICHE PER LA CERTIFICAZIONE TELEMATICA DEI CREDITI

ISTRUZIONI TECNICHE PER LA CERTIFICAZIONE TELEMATICA DEI CREDITI ISTRUZIONI TECNICHE PER LA CERTIFICAZIONE TELEMATICA DEI CREDITI Versione 1.0 del 11/10/2012 Paragrafo 1 - Definizioni Ai fini delle presenti istruzioni tecniche si intende per: a) DL 185/08: il decreto

Dettagli

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI 28 luglio 2014 Sommario 1 Cos è la certificazione dei crediti... 3 1.1 Quali crediti possono essere certificati... 3 1.2 A quali amministrazioni o

Dettagli

Le modalità di compensazione dei crediti commerciali verso la P.A. con i debiti tributari

Le modalità di compensazione dei crediti commerciali verso la P.A. con i debiti tributari I dossier fiscali Le modalità di compensazione dei crediti commerciali verso la P.A. con i debiti tributari - Guida operativa - Gennaio 2014 SOMMARIO PREMESSA... 3 1. Compensazione con debiti derivanti

Dettagli

L anticipazione dei crediti certificati verso la PA Lo smobilizzo tramite Factor dei crediti certificati verso la PA

L anticipazione dei crediti certificati verso la PA Lo smobilizzo tramite Factor dei crediti certificati verso la PA L anticipazione dei crediti certificati verso la PA Lo smobilizzo tramite Factor dei crediti certificati verso la PA G. Tuè Prodotti Servizi Aziende G. Casagrande Direttore Commerciale Credemfactor Spa

Dettagli

FATTURAZIONE NEI CONFRONTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

FATTURAZIONE NEI CONFRONTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Dott. Giovanni Maria CONTI Dott. Emanuela Maria CONTI Dott. Marcello PRIORI Dott. Domenico MAISANO Avv. Emanuela REGAZZI Dott. Simone DALLEDONNE Dott. Lorenzo PICCININI Dott. Florjan SHTYLLA Dott. Domenico

Dettagli

Circolare N. 94 del 25 Giugno 2015

Circolare N. 94 del 25 Giugno 2015 Circolare N. 94 del 25 Giugno 2015 Crediti PA: modificati i termini per l intervento del fondo di garanzia Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che il DM 11.03.2015 ha modificato i termini

Dettagli

Smobilizzo crediti verso il Sistema Sanitario della Toscana

Smobilizzo crediti verso il Sistema Sanitario della Toscana Smobilizzo crediti verso il Sistema Sanitario della Toscana Avviso alle imprese creditrici delle Asl e altri enti del SST Sono pubblicati i due seguenti avvisi con aggiornamenti alla data del 31 luglio

Dettagli

GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI (CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALLA PROCEDURA TELEMATICA) Versione 1.4 del 06/12/2013 Sommario Premessa... 3 1 Introduzione... 4 1.1 Il contesto normativo...

Dettagli

Deliberazione n. 281

Deliberazione n. 281 Protocollo RC n. 11310/10 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE (SEDUTA DEL 15 SETTEMBRE 2010) L anno duemiladieci, il giorno di mercoledì quindici del mese di settembre, alle

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA AI FINI DELLA CESSIONE DEL CREDITO PRO SOLUTO A BANCHE O INTERMEDIARI FINANZIARI

PROTOCOLLO D INTESA AI FINI DELLA CESSIONE DEL CREDITO PRO SOLUTO A BANCHE O INTERMEDIARI FINANZIARI PROTOCOLLO D INTESA AI FINI DELLA CESSIONE DEL CREDITO PRO SOLUTO A BANCHE O INTERMEDIARI FINANZIARI L anno 2009, il giorno 5 di Agosto, in Arezzo, presso la Sede della Provincia di Arezzo, sono presenti:

Dettagli

DECRETO LEGGE 8 APRILE 2013, n. 35

DECRETO LEGGE 8 APRILE 2013, n. 35 DECRETO LEGGE 8 APRILE 2013, n. 35 (pubblicato sulla G.U. n. 82 dell 8 aprile 2013) DISPOSIZIONI URGENTI PER IL PAGAMENTO DEI DEBITI SCADUTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, PER IL RIEQUILIBRIO FINANZIARIO

Dettagli

Il giorno 11 del mese di Marzo 2011 TRA

Il giorno 11 del mese di Marzo 2011 TRA PROTOCOLLO D INTESA PER LA CESSIONE DEL CREDITO DELLE IMPRESE APPALTATRICI E FORNITRICI DEGLI ENTI LOCALI TRA PROVINCIA DI BRESCIA, ACB, BANCHE, ASSOCIAZIONI IMPRENDITORIALI Il giorno 11 del mese di Marzo

Dettagli

f e r d i n a n d o b o c c i a

f e r d i n a n d o b o c c i a Circ. n. 10 del 22 gennaio 2013 A TUTTI I CLIENTI L O R O S E D I Oggetto: COMPENSAZIONE E CESSIONE DEI CREDITI NEI CONFRONTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. Procedura di certificazione degli stessi 1.

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO AI SENSI DELLA NORMATIVA IN MATERIA DI TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E SERVIZI BANCARI

FOGLIO INFORMATIVO AI SENSI DELLA NORMATIVA IN MATERIA DI TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E SERVIZI BANCARI FOGLIO INFORMATIVO AI SENSI DELLA NORMATIVA IN MATERIA DI TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E SERVIZI BANCARI (Istruzioni di vigilanza della Banca d Italia) OPERAZIONI DIFACTORING E REVERSE FACTORING PRO SOLUTO

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA AI FINI DELLA CESSIONE DEL CREDITO PRO SOLUTO O PRO SOLVENDO A BANCHE O INTERMEDIARI FINANZIARI

PROTOCOLLO D INTESA AI FINI DELLA CESSIONE DEL CREDITO PRO SOLUTO O PRO SOLVENDO A BANCHE O INTERMEDIARI FINANZIARI PROTOCOLLO D INTESA AI FINI DELLA CESSIONE DEL CREDITO PRO SOLUTO O PRO SOLVENDO A BANCHE O INTERMEDIARI FINANZIARI Il giorno..., alle ore..., in Varese, via..., presso la sede della Camera di Commercio,

Dettagli

LE MISURE PER LO SMOBILIZZO DEI CREDITI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

LE MISURE PER LO SMOBILIZZO DEI CREDITI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE LE MISURE PER LO SMOBILIZZO DEI CREDITI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE 1. Certificazione dei crediti vantati nei confronti della P.A. 2. Compensazione con somme iscritte a ruolo 3. Fondo di garanzia per

Dettagli

ACCORDO PER INTERVENTO MATURITY CON DILAZIONE DI PAGAMENTO AL DEBITORE CEDUTO. L anno 2011 il giorno.del mese di nei locali della Direzione Generale

ACCORDO PER INTERVENTO MATURITY CON DILAZIONE DI PAGAMENTO AL DEBITORE CEDUTO. L anno 2011 il giorno.del mese di nei locali della Direzione Generale ACCORDO PER INTERVENTO MATURITY CON DILAZIONE DI PAGAMENTO AL DEBITORE CEDUTO L anno 2011 il giorno.del mese di nei locali della Direzione Generale TRA L Azienda Sanitaria Provinciale di Catania, con sede

Dettagli

GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI (CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALLA PROCEDURA TELEMATICA) Versione 1.3 del 26/11/2012 Sommario Premessa... 3 1 Introduzione... 4 1.1 Il contesto normativo...

Dettagli

GUIDA ALLA RICOGNIZIONE DEI DEBITI

GUIDA ALLA RICOGNIZIONE DEI DEBITI PIATTAFORMA PER LA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI GUIDA ALLA RICOGNIZIONE DEI DEBITI ART. 7 DEL DECRETO LEGGE 8 APRILE 2013, N. 35 CONVERTITO CON LEGGE 6 GIUGNO 2013, N.64 Versione 2.3 del 04/09/2013 Sommario

Dettagli

GUIDA PRATICA ALLO SMOBILIZZO DEI CREDITI NEI CONFRONTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

GUIDA PRATICA ALLO SMOBILIZZO DEI CREDITI NEI CONFRONTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE GUIDA PRATICA ALLO SMOBILIZZO DEI CREDITI NEI CONFRONTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE 1 LA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI Come funziona 2 LO SMOBILIZZO DEI CREDITI Le operazioni previste Condizioni economiche

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

Commercial Paper. Definizione e presentazione dello strumento finanziario

Commercial Paper. Definizione e presentazione dello strumento finanziario Commercial Paper Definizione e presentazione dello strumento finanziario L accensione di una commercial paper ( polizza di credito commerciale) consente ad un impresa di ottenere un finanziamento da un

Dettagli

GUIDA OPERATIVA ALLE OPERAZIONI DI SMOBILIZZO DEL CREDITO CERTIFICATO

GUIDA OPERATIVA ALLE OPERAZIONI DI SMOBILIZZO DEL CREDITO CERTIFICATO PIATTAFORMA PER LA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI GUIDA OPERATIVA ALLE OPERAZIONI DI SMOBILIZZO DEL CREDITO CERTIFICATO CON PARTICOLARE RIFERIMENTO AI TITOLARI DEL CREDITO Versione 1.1 del 06/12/2013 Sommario

Dettagli

Ministero dell'economia e delle Finanze Ufficio Stampa

Ministero dell'economia e delle Finanze Ufficio Stampa Ministero dell'economia e delle Finanze Ufficio Stampa Comunicato n. 179 Debiti P.A.: pagati ai creditori 26 miliardi Ripartiti tra i debitori ulteriori 17 miliardi di risorse stanziate nel 2013 Entro

Dettagli

PROVINCIA DI PISTOIA

PROVINCIA DI PISTOIA PROVINCIA DI PISTOIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE Seduta del 19 MAGGIO 201 1 Atto n. 70 OGGETTO: INIZIATIVE PER IL SOSTEGNO DELL'ACCESSO AL CREDITO DEI FORNITORI DELLA PROVINCIA DI

Dettagli

EMILIA ROMAGNA FACTOR S.p.A. FOGLIO INFORMATIVO PER OPERAZIONI DI FACTORING MATURITY Bologna, 30 Marzo 2015

EMILIA ROMAGNA FACTOR S.p.A. FOGLIO INFORMATIVO PER OPERAZIONI DI FACTORING MATURITY Bologna, 30 Marzo 2015 EMILIA ROMAGNA FACTOR S.p.A. Abbrev.: EMIL-RO FACTOR S.p.A. Strada Maggiore 29 40125 Bologna Tel 051 6482111 Fax 051 6482199 e-mail emilro@emilro.it Capitale Sociale Euro 36.393.940 i.v. REA 0366365 reg.

Dettagli

GUIDA OPERATIVA ALLE OPERAZIONI

GUIDA OPERATIVA ALLE OPERAZIONI PIATTAFORMA PER LA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI GUIDA OPERATIVA ALLE OPERAZIONI DI SMOBILIZZO DEL CREDITO CERTIFICATO CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALLE AMMINISTRAZIONI DEBITRICI Versione 1.1 del 06/12/2013

Dettagli

La compensazione fra crediti verso la P.A. e debiti fiscali

La compensazione fra crediti verso la P.A. e debiti fiscali La compensazione fra crediti verso la P.A. e debiti fiscali Fiscalità Edilizia Commissione Referente Economico - Fiscale Tributario 10 aprile 2014 Schema operativo GLI STRUMENTI DI UTILIZZO DEI CREDITI

Dettagli

FINLOMBARDA S.P.A. AVVISO PUBBLICO PER LA PARTECIPAZIONE ALL OPERAZIONE CREDITO IN- CASSA B2B DA PARTE DEGLI INTERMEDIARI

FINLOMBARDA S.P.A. AVVISO PUBBLICO PER LA PARTECIPAZIONE ALL OPERAZIONE CREDITO IN- CASSA B2B DA PARTE DEGLI INTERMEDIARI FINLOMBARDA S.P.A. AVVISO PUBBLICO PER LA PARTECIPAZIONE ALL OPERAZIONE CREDITO IN- CASSA B2B DA PARTE DEGLI INTERMEDIARI INDICE 1. FINALITÀ DELL INIZIATIVA 2. DEFINIZIONI 3. DESCRIZIONE DELL OPERAZIONE

Dettagli

Reverse Factoring PA. Roma, Maggio 2012. Il prodotto che facilita lo smobilizzo dei crediti vantati. Amministrazione locale e centrale

Reverse Factoring PA. Roma, Maggio 2012. Il prodotto che facilita lo smobilizzo dei crediti vantati. Amministrazione locale e centrale Reverse Factoring PA Il prodotto che facilita lo smobilizzo dei crediti vantati dalle imprese italiane nei confronti della Pubblica Amministrazione locale e centrale Roma, Maggio 2012 Versione: 1.0 BancoPosta

Dettagli

Domande ricorrenti. Le risposte, di seguito riportate, alle domande in oggetto si basano sull esame del dato letterale della normativa di riferimento.

Domande ricorrenti. Le risposte, di seguito riportate, alle domande in oggetto si basano sull esame del dato letterale della normativa di riferimento. Decreto legge n. 35/2013 - Produzione dell elenco dei crediti certi, liquidi ed esigibili maturati dalle imprese nei confronti della Pubblica Amministrazione ceduti a banche ed intermediari finanziari

Dettagli

EMILIA ROMAGNA FACTOR S.p.A. FOGLIO INFORMATIVO PER OPERAZIONI DI FACTORING INTERNAZIONALE

EMILIA ROMAGNA FACTOR S.p.A. FOGLIO INFORMATIVO PER OPERAZIONI DI FACTORING INTERNAZIONALE EMILIA ROMAGNA FACTOR S.p.A. Abbrev.: EMIL-RO FACTOR S.p.A. Strada Maggiore 29 40125 Bologna Tel 051 6482111 Fax 051 6482199 e-mail emilro@emilro.it Capitale Sociale Euro 36.393.940 i.v. REA 0366365 reg.

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. OPERAZIONI DI FACTORING PRO SOLUTO Crediti vs. EE-LL Convenzione Finlombarda Credito IN-CASSA

FOGLIO INFORMATIVO. OPERAZIONI DI FACTORING PRO SOLUTO Crediti vs. EE-LL Convenzione Finlombarda Credito IN-CASSA FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI FACTORING PRO SOLUTO Crediti vs. EE-LL Convenzione Finlombarda Credito IN-CASSA INFORMAZIONI SULLA SOCIETA DI FACTORING BCC Factoring S.p.A. - Società di Factoring del

Dettagli

Confederazione Nazionale

Confederazione Nazionale Dipartimento Politiche Industriali il Responsabile Confederazione Nazionale dell Artigianato e della Piccola e Media Impresa Sede Nazionale Sede di Bruxelles 00161 Roma - Via G.A. Guattani, 13 B - 1000

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI FACTORING MATURITY CON DILAZIONE

FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI FACTORING MATURITY CON DILAZIONE FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI FACTORING MATURITY CON DILAZIONE INFORMAZIONI SULL INTERMEDIARIO CREDITECH S.p.A. Società a socio unico, soggetta alla Direzione e Coordinamento di MEDIOBANCA S.p.A. con

Dettagli

ATTO DI CESSIONE PRO-SOLUTO

ATTO DI CESSIONE PRO-SOLUTO Allegato 1 ATTO DI CESSIONE PRO-SOLUTO DI CREDITI CERTIFICATI MEDIANTE LA PIATTAFORMA ELETTRONICA PER LA GESTIONE TELEMATICA DEL RILASCIO DELLE CERTIFICAZIONI DI CUI AL COMMA 1 DELL ARTICOLO 7 DEL DECRETO-LEGGE

Dettagli

COMUNE DI GROTTAMMARE Via G. Marconi,50 63013 Grottammare (AP) - * P.IVA 00403440449

COMUNE DI GROTTAMMARE Via G. Marconi,50 63013 Grottammare (AP) - * P.IVA 00403440449 Via G. Marconi,50 63013 Grottammare (AP) - * P.IVA 00403440449 Bandiera Blu Fee AVVISO ESPLORATIVO Per manifestazione d interesse a partecipare alla procedura negoziata senza previa pubblicazione del bando

Dettagli

Unindustria Reggio Emilia. 5 giugno 2013. Francesca Brunori - Confindustria, Coordinatore Finanza e Credito

Unindustria Reggio Emilia. 5 giugno 2013. Francesca Brunori - Confindustria, Coordinatore Finanza e Credito Pagamento dei debiti della PA Il DL 35/2013 e la certificazione dei crediti Unindustria Reggio Emilia 5 giugno 2013 Francesca Brunori - Confindustria, Coordinatore Finanza e Credito Scenario AMMONTARE

Dettagli

CONVENZIONE TRA MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE PER

CONVENZIONE TRA MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE PER ṭ. CONVENZIONE TRA MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE E L'ASSOCIAZIONE BANCARIA ITALIANA PER L'ACCESSO DA PARTE DELLE BANCHE E DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI ALLA PIATTAFORMA ELETTRONICA PER LA CERTIFICAZIONE

Dettagli

ANTICIPI SU CREDITI E FATTURE COMMERCIALI

ANTICIPI SU CREDITI E FATTURE COMMERCIALI Pag. 1 / 5 Foglio Informativo ANTICIPI SU CREDITI E FATTURE COMMERCIALI INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. Piazza Salimbeni 3-53100 - Siena Numero verde 800.41.41.41 (e-mail

Dettagli

FACTORING MATURITY (sia pro-solvendo che pro-soluto)

FACTORING MATURITY (sia pro-solvendo che pro-soluto) Ifitalia INTERNATIONAL FACTORS ITALIA S.P.A. FOGLIO INFORMATIVO FACTORING MATURITY (sia pro-solvendo che pro-soluto) Condizioni in vigore dal 30.05.2011 e valide fino a nuovo avviso Informazioni sull intermediario

Dettagli

Decreto Ministeriale del 22 maggio 2012

Decreto Ministeriale del 22 maggio 2012 Decreto Ministeriale del 22 maggio 2012 Modalità di certificazione del credito, anche in forma telematica, di somme dovute per somministrazione, forniture e appalti da parte delle amministrazioni dello

Dettagli

INDICE. 5 Condizioni per il perfezionamento dei pagamenti dei debiti... 8

INDICE. 5 Condizioni per il perfezionamento dei pagamenti dei debiti... 8 D O T T. C A R L O O R S E N I G A Commercialista - Revisore Contabile 20123 - MILANO Via Vincenzo Monti, 32 Tel. +39.02.36.55.04.76 Fax +39.02.89.07.49.33 Circolare n. 1 del 18 febbraio 2014 Compensazione

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO PER LE PRINCIPALI GARANZIE CHE ASSISTONO LA LOCAZIONE FINANZIARIA

FOGLIO INFORMATIVO PER LE PRINCIPALI GARANZIE CHE ASSISTONO LA LOCAZIONE FINANZIARIA FOGLIO INFORMATIVO PER LE PRINCIPALI GARANZIE CHE ASSISTONO LA LOCAZIONE FINANZIARIA DISCIPLINA DELLA TRASPARENZA DELLE CONDIZIONI CONTRATTUALI DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI (D.LGS.

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO PER LE OPERAZIONI DI FACTORING

FOGLIO INFORMATIVO PER LE OPERAZIONI DI FACTORING FOGLIO INFORMATIVO PER LE OPERAZIONI DI FACTORING Aggiornato al 10 giugno 2015 - COMPAGNIA EUROPEA FACTORING INDUSTRIALE SPA (COEFI) www.coefi.eu - Pag. 1 di 10 INFORMAZIONI SULLA SOCIETÀ DI FACTORING

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO PER LE OPERAZIONI DI FACTORING

FOGLIO INFORMATIVO PER LE OPERAZIONI DI FACTORING FOGLIO INFORMATIVO PER LE OPERAZIONI DI FACTORING M003R00 FOGLIO INFORMATIVO versione del 01/10/2015 Pag. 1 di 10 INFORMAZIONI SULLA SOCIETÀ DI FACTORING COMPAGNIA EUROPEA FACTORING INDUSTRIALE SPA Sede

Dettagli

ADDENDUM ALLA CONVENZIONE STIPULATA IN DATA 31 LUGLIO 2013. (Plafond Moratoria Sisma 2012 - Seconda Fase) TRA

ADDENDUM ALLA CONVENZIONE STIPULATA IN DATA 31 LUGLIO 2013. (Plafond Moratoria Sisma 2012 - Seconda Fase) TRA ADDENDUM ALLA CONVENZIONE STIPULATA IN DATA 31 LUGLIO 2013 (Plafond Moratoria Sisma 2012 - Seconda Fase) TRA Associazione Bancaria Italiana, con sede in Roma, Piazza del Gesù 49, Codice Fiscale n. 02088180589

Dettagli

Nota informativa per le imprese interessate allo smobilizzo dei propri crediti scaduti verso Enti del Servizio Sanitario Regionale della Toscana.

Nota informativa per le imprese interessate allo smobilizzo dei propri crediti scaduti verso Enti del Servizio Sanitario Regionale della Toscana. REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE - DIREZIONE GENERALE PRESIDENZA AREA DI COORDINAMENTO DELLE RISORSE FINANZIARIE SETTORE CONTABILITA Nota informativa per le imprese interessate allo smobilizzo dei propri

Dettagli

Agli Associati. 23 luglio 2012. Loro Sedi. Prot. UCR/ULG/UTR/001638

Agli Associati. 23 luglio 2012. Loro Sedi. Prot. UCR/ULG/UTR/001638 Roma, 23 luglio 2012 Prot. UCR/ULG/UTR/001638 Agli Associati Loro Sedi Chiarimenti operativi sull accordo, siglato il 22 maggio 2012 tra l ABI e le altre principali associazioni imprenditoriali, relativo

Dettagli

Prof. Sergio FOA - Supervisore progetto OPLAB

Prof. Sergio FOA - Supervisore progetto OPLAB OGGETTO: COMUNITÀ MONTANA XXX Lavori di infrastrutture dell itinerario turistico ambientale della Valle di Edifici Polifunzionali Cessione del credito da contratto di appalto da parte della WWW s.r.l.

Dettagli

Soluzioni finanziarie per le farmacie

Soluzioni finanziarie per le farmacie dal 1985 Soluzioni finanziarie per le farmacie Maggio 2010 SIFIN S.r.l. SOCIETA DI INTERMEDIAZIONE FINANZIARIA e-mail: info@sifinitalia.it www.sifinitalia.it via C. Battisti, 10 40123 Bologna tel: 051.238126-fax:

Dettagli

EMILIA ROMAGNA FACTOR S.p.A. FOGLIO INFORMATIVO PER OPERAZIONI DI FACTORING PRO-SOLUTO Bologna, 30 Marzo 2015

EMILIA ROMAGNA FACTOR S.p.A. FOGLIO INFORMATIVO PER OPERAZIONI DI FACTORING PRO-SOLUTO Bologna, 30 Marzo 2015 EMILIA ROMAGNA FACTOR S.p.A. Abbrev.: EMIL-RO FACTOR S.p.A. Strada Maggiore 29 40125 Bologna Tel 051 6482111 Fax 051 6482199 e-mail emilro@emilro.it Capitale Sociale Euro 36.393.940 i.v. REA 0366365 reg.

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO PER LE OPERAZIONI DI FACTORING

FOGLIO INFORMATIVO PER LE OPERAZIONI DI FACTORING FOGLIO INFORMATIVO PER LE OPERAZIONI DI FACTORING Aggiornato al 10 giugno 2015 - COMPAGNIA EUROPEA FACTORING INDUSTRIALE SPA (COEFI) www.coefi.eu - Pag. 1 di 10 INFORMAZIONI SULLA SOCIETÀ DI FACTORING

Dettagli

LE CONDIZIONI DI SEGUITO PUBBLICIZZATE NON COSTITUISCONO OFFERTA AL PUBBLICO

LE CONDIZIONI DI SEGUITO PUBBLICIZZATE NON COSTITUISCONO OFFERTA AL PUBBLICO LE CONDIZIONI DI SEGUITO PUBBLICIZZATE NON COSTITUISCONO OFFERTA AL PUBBLICO SEZIONE 1 INFORMAZIONI SULL INTERMEDIARIO Denominazione: BCC LEASE SpA Sede Legale e Direzione Generale: Via Lucrezia Romana

Dettagli

Avviata la nuova procedura per i pagamenti in sospeso delle Pubbliche Amministrazioni

Avviata la nuova procedura per i pagamenti in sospeso delle Pubbliche Amministrazioni A cura del dottor Erminio Di Nora Avviata la nuova procedura per i pagamenti in sospeso delle Pubbliche Amministrazioni Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che in data 22.05.2012 è

Dettagli

EMILIA ROMAGNA FACTOR S.p.A. FOGLIO INFORMATIVO PER OPERAZIONI DI REVERSE FACTORING Bologna, 20 Febbraio 2014

EMILIA ROMAGNA FACTOR S.p.A. FOGLIO INFORMATIVO PER OPERAZIONI DI REVERSE FACTORING Bologna, 20 Febbraio 2014 EMILIA ROMAGNA FACTOR S.p.A. Abbrev.: EMIL-RO FACTOR S.p.A. Strada Maggiore 29 40125 Bologna Tel 051 6482111 Fax 051 6482199 e-mail emilro@emilro.it Capitale Sociale Euro 36.393.940 i.v. REA 0366365 reg.

Dettagli

BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE PER GLI ANNI 2015 2018. C.I.G. ZA315A0443

BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE PER GLI ANNI 2015 2018. C.I.G. ZA315A0443 COMUNE DI VIAGRANDE PROVINCIA DI CATANIA AREA ECONOMICA FINANZIARIA E TRIBUTI ------------------------------------------------------------------------------------------------------- BANDO DI GARA PER L

Dettagli

Foglio informativo. Acquisto di crediti senza la garanzia da parte del Fornitore cedente della solvenza del debitore ceduto (pro soluto).

Foglio informativo. Acquisto di crediti senza la garanzia da parte del Fornitore cedente della solvenza del debitore ceduto (pro soluto). Foglio informativo. Acquisto di crediti senza la garanzia da parte del Fornitore cedente della solvenza del debitore ceduto (pro soluto). Informazioni sulla società di factoring. Centro Factoring S.p.A.

Dettagli

UN OPPORTUNITÀ CONCRETA PER I COMUNI E LE IMPRESE DELLA LOMBARDIA FAVORISCE LA RIPRESA DEGLI INVESTIMENTI E DÀ CERTEZZA DI PAGAMENTO ALLE IMPRESE

UN OPPORTUNITÀ CONCRETA PER I COMUNI E LE IMPRESE DELLA LOMBARDIA FAVORISCE LA RIPRESA DEGLI INVESTIMENTI E DÀ CERTEZZA DI PAGAMENTO ALLE IMPRESE Milano, 3 febbraio 2014 Che cos è UN OPPORTUNITÀ CONCRETA PER I COMUNI E LE IMPRESE DELLA LOMBARDIA FAVORISCE LA RIPRESA DEGLI INVESTIMENTI E DÀ CERTEZZA DI PAGAMENTO ALLE IMPRESE DURATURA: possibilità

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO PER OPERAZIONI DI FACTORING PRO SOLVENDO/PRO SOLUTO (Le Condizioni di seguito pubblicizzate non costituiscono offerta al pubblico)

FOGLIO INFORMATIVO PER OPERAZIONI DI FACTORING PRO SOLVENDO/PRO SOLUTO (Le Condizioni di seguito pubblicizzate non costituiscono offerta al pubblico) ******************************************************** FOGLIO INFORMATIVO PER OPERAZIONI DI FACTORING PRO SOLVENDO/PRO SOLUTO (Le Condizioni di seguito pubblicizzate non costituiscono offerta al pubblico)

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA BANCA

INFORMAZIONI SULLA BANCA CRB S.p.A. - Sede Legale e Direzione Generale: Via Principi di Piemonte, 12-12042 BRA (CN) ABI: 06095 - Cod. Fisc., P. I.V.A. e Iscr. Reg. Imprese della CCIAA di Cuneo n. 00200060044 Iscritta all'albo

Dettagli

GE CAPITAL FINANCE S.R.L.

GE CAPITAL FINANCE S.R.L. GE CAPITAL FINANCE S.R.L. FOGLIO INFORMATIVO AI SENSI DELLA NORMATIVA IN MATERIA DI TRASPARENZA (Norme per la trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari ai sensi degli artt. 115 e

Dettagli

GUIDA ALLA COMUNICAZIONE DEI DEBITI (RICOGNIZIONE 2014)

GUIDA ALLA COMUNICAZIONE DEI DEBITI (RICOGNIZIONE 2014) PIATTAFORMA PER LA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI GUIDA ALLA COMUNICAZIONE DEI DEBITI (RICOGNIZIONE 2014) ART. 7 COMMA 4-BIS DEL DECRETO LEGGE 8 APRILE 2013, N. 35 CONVERTITO CON LEGGE 6 GIUGNO 2013, N.64

Dettagli

PIATTAFORMA PER LA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI GUIDA PRATICA ALLA COMPENSAZIONE DEI CREDITI CERTIFICATI

PIATTAFORMA PER LA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI GUIDA PRATICA ALLA COMPENSAZIONE DEI CREDITI CERTIFICATI PIATTAFORMA PER LA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI GUIDA PRATICA ALLA COMPENSAZIONE DEI CREDITI CERTIFICATI Versione 1.1 del 10/04/2013 Sommario Premessa... 3 1. Il contesto normativo... 4 2. Compensazione

Dettagli

PRESTITO PERSONALE CONSUMATORI TASSO FISSO

PRESTITO PERSONALE CONSUMATORI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI PRESTITO PERSONALE CONSUMATORI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE ED AMMINISTRATIVA

Dettagli

TRA. parti del presente atto aggiuntivo all Addendum (nel seguito le Parti ) PREMESSO

TRA. parti del presente atto aggiuntivo all Addendum (nel seguito le Parti ) PREMESSO Quarto atto aggiuntivo all Addendum alla Convenzione per la gestione dei mutui e rapporti trasferiti al Ministero dell economia e delle finanze ai sensi dell art 1, comma 11, del decretolegge 8 aprile

Dettagli

Circolare N. 145 del 5 Novembre 2014

Circolare N. 145 del 5 Novembre 2014 Circolare N. 145 del 5 Novembre 2014 Le modalità di liquidazione dei crediti nei confronti della Pubblica Amministrazione Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con Decreto 24.09.2014,

Dettagli