La Provincia di Bologna, Settore Servizi alla Persona e alla Comunità Servizio Politiche Attive del Lavoro e Formazione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La Provincia di Bologna, Settore Servizi alla Persona e alla Comunità Servizio Politiche Attive del Lavoro e Formazione"

Transcript

1 A V V I S O P U B B L I C O 1 La Provincia di Bologna, Settore Servizi alla Persona e alla Comunità Servizio Politiche Attive del Lavoro e Formazione RENDE NOTO C O L L O C A M E N T O M I R A T O D E L L E C A T E G O R I E P R O T E T T E. N U O V E M O D A L I T A D A V V I A M E N T O N U M E R I C O T R A M I T E C H I A M A T A C O N A V V I S O P U B B L I C O ( d i c u i a l l a r t. 9 c o 5 L. 6 8 / 9 9 ) Con riferimento a: Legge n. 68/99 recante Norme per il diritto al lavoro dei disabili, prevede che la maggior parte delle assunzioni di persone appartenenti alle categorie protette sia effettuata dalle aziende con chiamata nominativa, al fine di mettere i datori di lavoro ed i lavoratori nella condizione di verificare le possibilità di collocamento mirato ma dispone, al contempo, che una parte del personale disabile previsto dalla quota d obbligo sia assunto numericamente. e inoltre all art. 9 comma 5 della stessa legge 68/99 che prevede che gli uffici competenti possono determinare procedure e modalità d avviamento mediante chiamata con avviso pubblico e con graduatoria limitata a coloro che aderiscono alla specifica occasione di lavoro; la chiamata per avviso pubblico può essere definita anche per singoli ambiti territoriali e per specifici settori. Legge Regionale n. 17/05 Norme per la Promozione dell occupazione, della qualità, sicurezza e regolarità del lavoro con particolare riferimento all art.. 17, co. 3 Delibera della Giunta Regionale dell Emilia Romagna n. 1965/06 del 29/12/2006 recante 1 Schema approvato con delibera di Giunta Provinciale n.167/2008 1

2 Nuovi criteri per le graduatorie relative alle chiamate numeriche dal collocamento mirato delle persone con disabilità. Parziali modifiche all allegato A) della DGR 1872/2000 In attuazione di quanto disposto dalla DGR 1965/06 sono stati modificati alcuni elementi procedurali delle Chiamate con Avviso Pubblico previste dall art. 9, co. 5 della L. 68/99 per l avviamento numerico di lavoratori appartenenti alle categorie protette da avviare presso datori di lavoro sia privati che pubblici soggetti all obbligo sancito dalla Legge 68/99. La procedura di formazione delle graduatorie, ristrette e limitate a coloro che aderiscono a specifiche offerte di lavoro, già utilizzata nelle Provincia di Bologna secondo quanto disposto dalla Giunta Provinciale con Delibera n. 463/04, è stata infatti in parte rivista a seguito dell emanazione della DGR 1965/06, la quale dispone la soppressione delle graduatorie uniche provinciali e la formazione di graduatorie riferite alle singole offerte di lavoro. Sempre sulla base della Delibera regionale sopraccitata risultano modificati anche alcuni criteri di attribuzione e valutazione degli elementi che contribuiscono al punteggio, così come le modalità di calcolo dello stesso. Restano invariati i passaggi procedurali relativi a: la pubblicazione periodica dei posti di lavoro disponibili per questa modalità di avviamento presso i datori di lavoro soggetti all obbligo di assunzione delle categorie protette di cui alla legge 68/99 (disabili e categ. di cui all art. 18, co.2); la raccolta delle disponibilità da parte dei lavoratori interessati; la realizzazione degli avviamenti sulla base delle candidature ricevute, nel rispetto dell ordine di graduatoria, tenuto conto (per i soggetti disabili) della compatibilità delle mansioni. Pertanto tutti gli iscritti negli elenchi di cui alla legge 68/99 che aspirano ad un inserimento lavorativo, dovranno comunicare la propria candidatura per le occasioni di lavoro scelte tra quelle pubblicate ad ogni chiamata. 1. PUBBLICAZIONE DEI POSTI DISPONIBILI L elenco dei posti di lavoro disponibili per ciascuna chiamata sarà pubblicato per almeno 10 giorni lavorativi con le seguenti modalità: Esposizione presso l Ufficio Disabili. Esposizione presso i Centri per l Impiego della Provincia. 2

3 Per ogni offerta di lavoro saranno pubblicate le seguenti informazioni: Denominazione dell azienda Attività dell azienda. Sede di lavoro. Mansioni e professionalità richieste. Eventuali altre informazioni aggiuntive (requisiti specifici di accesso, presenza di barriere, etc.) La Provincia si riserva di prolungare il periodo di pubblicazione di offerte particolarmente rilevanti per consistenza numerica o per interesse dei lavoratori dandone comunicazione scritta presso l Ufficio Inserimento Lavorativo Disabili e i Centri per l Impiego e inserendo l informazione sul portale lavoro della Provincia di Bologna provincia.bologna.it/lavoro. all indirizzo www. 2. SOGGETTI AMMESSI Possono candidarsi alle offerte pubblicizzate tutti gli iscritti negli elenchi tenuti dall Ufficio Disabili della Provincia di Bologna ai sensi della 68/99 (disabili di cui all art. 1 e altre categorie di cui all art. 18, co.2) purchè l iscrizione sia antecedente alla data di pubblicazione dell offerta. Non verranno pertanto accettate candidature di lavoratori iscritti successivamente alla data di pubblicazione dell offerta. Ciascun iscritto potrà aderire esclusivamente ad offerte riservate alla propria categoria. E possibile per ciascun iscritto candidarsi a più offerte di lavoro per un massimo di 3, purchè riservate alla propria categoria (disabili di cui all art. 1 e altre categorie di cui all art. 18, co.2) e coerenti e compatibili con il proprio profilo professionale e/o le competenze possedute. Ai sensi dell art. 9 comma 4 della legge 68/99 non possono aderire alle offerte di lavoro i disabili psichici, in quanto avviabili solo su richiesta nominativa mediante convenzioni. 3. MODALITA DI PRESENTAZIONE DELLE CANDIDATURE A partire dal giorno di pubblicazione delle offerte e fino alla scadenza indicata per la chiamata, i soggetti interessati potranno presentare la propria candidatura utilizzando il modulo disponibile presso gli sportelli dei Centri per l Impiego e dell Ufficio Disabili. In tale modulo è necessario indicare il riferimento della/e offerta/e di lavoro prescelta/e, la mansione e la sede. 3

4 Il modulo di candidatura dovrà essere consegnato personalmente dall interessato entro la data di scadenza della chiamata all Ufficio Inserimento lavorativo Disabili o ad un Centro per l Impiego della Provincia di Bologna negli orari d ufficio. Il modulo di candidatura deve essere sottoscritto ai sensi del DLgs. 445/00 dalla persona interessata che intende rendersi disponibile per la/e specifica/che offerta/e di lavoro. 4. FORMULAZIONE DELLE GRADUATORIE Sulla base delle candidature pervenute, successivamente ad un controllo dei requisiti e utilizzando il metodo di valutazione degli elementi e il calcolo dei punteggi così come riportati nell allegato A) della Deliberazione della Giunta Regionale dell Emilia Romagna n. 1965/06, saranno formulate graduatorie specifiche per ogni singola offerta. Nella formulazione delle graduatorie ristrette, relative alle singole offerte, verrà comunque rispettato il diritto di precedenza su ogni altra categoria per i soggetti di cui all art. 1,co. 2 della L. 407/98 e successive modificazioni e integrazioni. 5. AVVIAMENTI Gli avviamenti saranno effettuati in ordine di graduatoria relativa ad ogni singola offerta, previa verifica (per i soggetti disabili) della compatibilità tra le mansioni richieste dal posto di lavoro e le professionalità/capacità lavorative delle persone disponibili. Per i lavoratori disabili il provvedimento di avviamento al lavoro sarà predisposto solo a seguito di acquisizione, da parte dell Ufficio Inserimento lavorativo Disabili, della relazione conclusiva della scheda di diagnosi funzionale prevista dal DPCM 13/1/2000. Nel caso tale relazione non sia presente agli atti, l Ufficio procederà alla sospensione della procedura di avviamento del lavoratore interessato fino all acquisizione del documento, entro il termine massimo della durata della graduatoria (6 mesi); decorso inutilmente tale termine la posizione del lavoratore interessato sarà archiviata e si procederà allo scorrimento della graduatoria, avviando eventuali altri lavoratori per i quali l Ufficio sia in possesso del documento di diagnosi funzionale. 6. CONTROLLI Ai sensi degli artt. 71 e 72 del DPR 445/00 la Provincia effettuerà controlli sul contenuto delle dichiarazioni sostitutive rese dai lavoratori interessati agli avviamenti, anche per il tramite dell Agenzia delle Entrate e degli altri Enti coinvolti. 4

5 7. RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO Ai sensi dellal.241/90 e sue modifiche e integrazioni, la struttura amministrativa responsabile dell adozione del presente avviso è la Dott.ssa Patrizia Paganini, Dirigente del Servizio Politiche Attive del Lavoro e Formazione della Provincia di Bologna. 8. AVVIO E TERMINE DEL PROCEDIMENTO I procedimenti di Chiamata con Avviso Pubblico regolamentati dal presente Avviso prenderanno avvio a decorrere dalla data di pubblicazione delle offerte di lavoro e si concluderanno (fatta salva la facoltà di differire il termine conclusivo, come previsto dalla normativa vigente in materia, L.241/90) con l approvazione dell istruttoria relativa alla formazione delle graduatorie ristrette, con atto del Dirigente del servizio politiche Attive del Lavoro e Formazione, e la predisposizione dei provvedimenti di avviamento al lavoro dei soggetti risultanti in posizione utile di graduatoria, entro 180 gg dall avvio 2. Le graduatoria così formulate avranno validità esclusivamente in relazione alle specifiche occasioni di lavoro, tuttavia, secondo quanto previsto dalla DGR 1965/06 potranno essere utilizzate nel termine di 6 mesi dalla chiamata con Avviso Pubblico a cui si riferiscono, per la sostituzione di soggetti avviati e non assunti o per i quali sia intervenuta la risoluzione del rapporto di lavoro 9. TUTELA DELLA PRIVACY Tutti i dati di cui l Amministrazione Provinciale venga in possesso in occasione dei procedimenti regolamentati dal presente Avviso Pubblico verranno trattati nel rispetto del D.Lgs.n. 196/2003 e successive modificazioni. Codice in materia di protezione dei dati personali e per lo svolgimento delle funzioni istituzionali, ed in particolare per l attuazione degli interventi previsti dal presente avviso. I dati forniti potranno essere comunicati a soggetti pubblici o privati, secondo le norme di legge o di regolamento, quando la comunicazione risulti necessaria per lo svolgimento delle funzioni istituzionali, ed in particolare per l attuazione degli interventi previsti dal presente avviso. Il Titolare del trattamento dei dati personali è la Provincia di Bologna nella persona del Presidente, il Responsabile è il dirigente del Servizio Politiche del Lavoro e Formazione, dott.ssa Patrizia Paganini. Il referente per il trattamento dati è la Dott.ssa Claudia Romano Responsabile dell Ufficio Inserimento Lavorativo Disabili e Utenze svantaggiate. 2 Termine ridotto da 180 a 90 giorni in ottemperanza a quanto disposto dall art. 7 della L. 69/2009 Disposizioni per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività nonché in materia di processo civile. 5

6 Le informazioni relative al trattamento e all utilizzo dei dati personali (allegate al presente avviso) saranno pubblicate sul sito Copia del presente Avviso Pubblico è disponibile presso L Ufficio Inserimento Lavorativo Disabili, Via Finelli 9/a Bologna e presso i Centri per l impiego della Provincia di Bologna ed è reperibile via Internet al seguente indirizzo: Bologna, li LA DIRIGENTE DEL SERVIZIO POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO E FORMAZIONE (Dott.ssa Patrizia Paganini) 6

7 Provincia di Bologna Informativa sul trattamento dei dati personali nell Unità Organizzativa Inserimento Lavorativo Disabili 1. Premessa La Provincia di Bologna è tenuta a fornirle informazioni in merito all utilizzo dei suoi dati personali, secondo quanto previsto dal "Codice in materia di protezione dei dati personali" (art.13 del d.lgs. n.196/2003, di seguito denominato Codice ). 2. Titolare del trattamento dei dati Il titolare del trattamento dei dati personali è la Provincia di Bologna, nella persona della sua Presidente, con sede in Bologna, via Zamboni n. 13, cap Responsabile Referente - Incaricati Il responsabile del trattamento dei dati da lei forniti è la dott.ssa Patrizia Paganini. Per l esercizio dei diritti che la normativa le conferisce, può rivolgersi alla dott.ssa Claudia Romano individuata come referente (art. 9 del Regolamento provinciale di attuazione in materia di protezione dei dati personali). 4. Finalità del trattamento e conoscibilità I dati personali da lei forniti sono utilizzati per il raggiungimento delle sole finalità per le quali vengono conferiti, ovvero per le finalità previste dalla legge e dal Regolamento provinciale di attuazione in materia di protezione dei dati personali e, salvo sua espressa opposizione, per la realizzazione di indagini, in forma anonima, dirette a verificare il grado di soddisfazione degli utenti sui servizi offerti o richiesti, volte a migliorare la qualità dei servizi. In particolare i suoi dati saranno utilizzati per: la programmazione, l attuazione e la verifica degli interventi volti a favorire l'inserimento dei soggetti disabili, anche tramite il raccordo con i servizi sociali del territorio. L avviamento lavorativo, la tenuta delle liste, il rilascio di autorizzazioni, esoneri e compensazioni territoriali alle aziende; la stipula delle convenzioni e l attuazione del collocamento mirato. Il rilascio della certificazione di ottemperanza ai dettami previsti dalla L. 68/99. L avviamento al lavoro di orfani e di coniugi superstiti di coloro che siano deceduti o riconosciuti grandi invalidi per causa di lavoro, di guerra o di servizio e dei profughi italiani rimpatriati. Partecipare, con la Commissione medica di cui al comma 4, art. 1, L. 68/99, alla valutazione tecnica relativa all inserimento lavorativo per ciascuna richiesta. I suoi dati personali potranno essere conosciuti esclusivamente dagli operatori (della Provincia di Bologna), individuati quali responsabili e incaricati del trattamento, e in particolare da ogni dipendente o collaboratore dell Unità Organizzativa Inserimento Lavorativo Disabili. Sono fatte salve le norme sul diritto di accesso. 5. Modalità di trattamento dei dati Il trattamento dei dati personali avviene mediante strumenti manuali, informatici e telematici, per il tempo strettamente necessario al conseguimento delle finalità sopra evidenziate e, comunque, in modo da garantire la sicurezza e la riservatezza dei dati stessi. Adempiute tali finalità, i dati verranno cancellati oppure potranno essere trasformati in forma anonima. 6. Comunicazione ad altri soggetti pubblici/privati 7

8 Nessun dato da lei fornito viene comunicato o diffuso ad altro soggetto pubblico o privato, salvo sua richiesta o autorizzazione, e fatti salvi i casi espressamente previsti dalla legge e dal Regolamento provinciale di attuazione in materia di protezione dei dati personali. 7. Obbligatorietà o facoltatività del conferimento dei dati Il conferimento dei dati ha natura obbligatoria. In caso di obbligatorietà del conferimento, il suo rifiuto determinerà la sospensione del relativo procedimento. 8. Diritti degli interessati L art. 7 del Codice in materia di protezione dei dati personali le consente inoltre di esercitare, in qualunque momento, specifici diritti. In particolare, in quanto interessato, lei ha diritto di ottenere la conferma dell esistenza o meno di dati personali che la riguardano, di conoscerne il contenuto e l origine, verificarne l esattezza, chiederne l integrazione, l aggiornamento o la rettifica. Lei ha inoltre diritto di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge. Ha infine diritto di opporsi, in tutto o in parte, al trattamento dei dati personali che la riguardano, per motivi legittimi, ancorché si tratti di dati pertinenti allo scopo della raccolta, e inoltre a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale. IL RESPONSABILE DEL TRATTAMENTO DEI DATI (dott.ssa Patrizia Paganini) 8

LEGGE 68/99 ART 9 COMMA 5: AVVIAMENTO NUMERICO E A SELEZIONE TRAMITE CHIAMATA CON AVVISO PUBBLICO

LEGGE 68/99 ART 9 COMMA 5: AVVIAMENTO NUMERICO E A SELEZIONE TRAMITE CHIAMATA CON AVVISO PUBBLICO LEGGE 68/99 ART 9 COMMA 5: AVVIAMENTO NUMERICO E A SELEZIONE TRAMITE CHIAMATA CON AVVISO PUBBLICO Premesse: La Legge 68/99 recante Norme per il diritto al lavoro dei disabili, prevede che la maggior parte

Dettagli

LEGGE 68/99 ART 9 COMMA 5: AVVIAMENTO NUMERICO E A SELEZIONE TRAMITE CHIAMATA CON AVVISO PUBBLICO

LEGGE 68/99 ART 9 COMMA 5: AVVIAMENTO NUMERICO E A SELEZIONE TRAMITE CHIAMATA CON AVVISO PUBBLICO LEGGE 68/99 ART 9 COMMA 5: AVVIAMENTO NUMERICO E A SELEZIONE TRAMITE CHIAMATA CON AVVISO PUBBLICO Premesse: La Legge 68/99 recante Norme per il diritto al lavoro dei disabili, prevede che la maggior parte

Dettagli

PROVINCIA DI BOLOGNA Servizio Politiche Attive del Lavoro e Formazione AVVISO PUBBLICO 1

PROVINCIA DI BOLOGNA Servizio Politiche Attive del Lavoro e Formazione AVVISO PUBBLICO 1 PROVINCIA DI BOLOGNA Servizio Politiche Attive del Lavoro e Formazione AVVISO PUBBLICO 1 ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER INIZIATIVE DI FACILITAZIONE DELLA MOBILITA CASA-LAVORO PER LAVORATORI ISCRITTI NEGLI

Dettagli

A V V I S O P U B B L I C O

A V V I S O P U B B L I C O Allegato n. 1 alla Delibera di Giunta Provinciale IP n. 2749/2014 A V V I S O P U B B L I C O C O L L O C A M E N T O M I R A T O D E L L E C A T E G O R I E P R O T E T T E. N U O V E M O D A L I T A

Dettagli

AVVISO PUBBLICO GRADUATORIA UNICA DISABILI ANNO 2011

AVVISO PUBBLICO GRADUATORIA UNICA DISABILI ANNO 2011 A) OGGETTO DELL AVVISO AVVISO PUBBLICO GRADUATORIA UNICA DISABILI ANNO 2011 Il presente Avviso è riservato alle persone disabili di cui all'art. 1, comma 1 della L. 68/99 e s.m.i. ed è propedeutico alla

Dettagli

PROVINCIA DI FOGGIA. SETTORE FORMAZIONE PROFESSIONALE E POLITICHE DEL LAVORO Via Paolo Telesforo n. 25-0881/7911

PROVINCIA DI FOGGIA. SETTORE FORMAZIONE PROFESSIONALE E POLITICHE DEL LAVORO Via Paolo Telesforo n. 25-0881/7911 PROVINCIA DI FOGGIA Piazza XX Settembre, 20-71100 FOGGIA SETTORE FORMAZIONE PROFESSIONALE E POLITICHE DEL LAVORO Via Paolo Telesforo n. 25-0881/7911 DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE DEL SETTORE N.29742006

Dettagli

Gli aspetti di maggiore rilievo di tale normativa, ai fini della presente circolare, possono essere così riepilogati:

Gli aspetti di maggiore rilievo di tale normativa, ai fini della presente circolare, possono essere così riepilogati: DIREZIONE GENERALE AI DIRIGENTI GENERALI COMPARTIMENTALI istituto nazionale di previdenza per i dipendenti dell amministrazione pubblica CIRCOLARE N. 66 DEL 10 DICEMBRE 2004 AI DIRETTORI DEGLI UFFICI PROVINCIALI

Dettagli

Provincia di Bologna

Provincia di Bologna Provincia di Bologna Bando per il conferimento del Premio Maurizio Cevenini Cittadinanza attiva dei giovani 2014 Il Consiglio provinciale, con delibera n. 24 del 18 giugno 2012, ha istituito il Premio

Dettagli

PROVINCIA DI RAVENNA

PROVINCIA DI RAVENNA PROVINCIA DI RAVENNA AVVISO PUBBLICO PER L AUTORIZZAZIONE IN AUTOFINANZIAMENTO DI ATTIVITÀ FORMATIVE AFFERENTI I PROFILI DI FORMAZIONE REGOLAMENTATA E DI ATTIVITÀ FORMATIVE FINALIZZATE AL CONSEGUIMENTO

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE A NORMA DEL DPR 445/00. genitore o avente la rappresentanza del/della studente/studentessa

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE A NORMA DEL DPR 445/00. genitore o avente la rappresentanza del/della studente/studentessa Provincia di Bologna Assessorato Istruzione, Formazione, Lavoro Assessorato alla Scuola, Formazione Professionale, Università, Lavoro e Pari Opportunità DOMANDA DI BORSA DI STUDIO A. S. 2006/07 AI SENSI

Dettagli

ENTRO IL 15/12/2013 (farà fede il timbro di accettazione dell Ufficio protocollo del Comune).

ENTRO IL 15/12/2013 (farà fede il timbro di accettazione dell Ufficio protocollo del Comune). AVVISO PUBBLICO L Unione dei Comuni Vallata del Tronto RENDE NOTO che è possibile presentare domanda di accesso all ASSEGNO DI CURA per ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI. (Delibera di Giunta Regionale n. 6 del

Dettagli

DOMANDA DI BORSA DI STUDIO A. S. 2009/10 AI SENSI DELL ART. 4 L.R. 8.8.2001 N. 26

DOMANDA DI BORSA DI STUDIO A. S. 2009/10 AI SENSI DELL ART. 4 L.R. 8.8.2001 N. 26 Assessorato alla Scuola, Formazione Professionale, Università, Lavoro. Istruzione. Formazione. Lavoro. DOMANDA DI BORSA DI STUDIO A. S. 2009/10 AI SENSI DELL ART. 4 L.R. 8.8.2001 N. 26 DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA

Dettagli

PROVINCIA DI ROMA. Dipartimento III Servizi per la Formazione il Lavoro e la promozione della qualità della vita

PROVINCIA DI ROMA. Dipartimento III Servizi per la Formazione il Lavoro e la promozione della qualità della vita PROVINCIA DI ROMA Dipartimento III Servizi per la Formazione il Lavoro e la promozione della qualità della vita Servizio 1 Politiche del lavoro e Servizi per l Impiego S.I.L.D. - Servizio Inserimento Lavorativo

Dettagli

PROVINCIA DI ROMA. Dipartimento III Servizi per la Formazione il Lavoro e la promozione della qualità della vita

PROVINCIA DI ROMA. Dipartimento III Servizi per la Formazione il Lavoro e la promozione della qualità della vita PROVINCIA DI ROMA Dipartimento III Servizi per la Formazione il Lavoro e la promozione della qualità della vita Servizio 1 Politiche del lavoro e Servizi per l Impiego Osservatorio sul mercato del lavoro

Dettagli

Startin_Canada Progetto di sviluppo in Canada per startup innovative della regione Emilia- Romagna Bando di selezione

Startin_Canada Progetto di sviluppo in Canada per startup innovative della regione Emilia- Romagna Bando di selezione Startin_Canada Progetto di sviluppo in Canada per startup innovative della regione Emilia- Romagna Bando di selezione Premessa Aster, società consortile tra la Regione Emilia-Romagna, le Università, il

Dettagli

COMUNE di BADESI PROVINCIA OLBIA-TEMPIO Area Servizi Sociali BANDO DI GARA ART. 1

COMUNE di BADESI PROVINCIA OLBIA-TEMPIO Area Servizi Sociali BANDO DI GARA ART. 1 COMUNE di BADESI PROVINCIA OLBIA-TEMPIO Area Servizi Sociali BANDO DI GARA Il responsabile dell Area Servizi Sociali rende noto che questo Comune intende procedere all appalto del servizio in oggetto:

Dettagli

AVVISO PUBBLICO. Autorità di Vigilanza: Ministero della Giustizia

AVVISO PUBBLICO. Autorità di Vigilanza: Ministero della Giustizia AVVISO PUBBLICO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO DI LAVORO AUTONOMO PROFESSIONALE PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITÀ DI SUPPORTO TECNICO ALLA SEGRETERIA DELL ORDINE DEI DOTTORI AGRONOMI E FORESTALI

Dettagli

PROVINCIA DI ROMA. Dipartimento III Servizi per la Formazione il Lavoro e la qualità della vita

PROVINCIA DI ROMA. Dipartimento III Servizi per la Formazione il Lavoro e la qualità della vita PROVINCIA DI ROMA Dipartimento III Servizi per la Formazione il Lavoro e la qualità della vita Servizio 1 Politiche del lavoro e Servizi per l Impiego Osservatorio sul mercato del lavoro e sugli esiti

Dettagli

DOMANDA DI BORSA DI STUDIO A. S. 2014/2015 (art. 4 L.R. n. 26/2001)

DOMANDA DI BORSA DI STUDIO A. S. 2014/2015 (art. 4 L.R. n. 26/2001) DOMANDA DI BORSA DI STUDIO A. S. 2014/2015 (art. 4 L.R. n. 26/2001) SCADENZA PRESENTAZIONE 22 MAGGIO 2015 ORE 12,00 DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE A NORMA DEL D.P.R. 445/00 Il/La sottoscritto/a

Dettagli

AVVISO PUBBLICO DOMANDA DI ACCESSO AL CONTRIBUTO PER L ASSISTENZA DOMICILIARE DI ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI ASSEGNO DI CURA

AVVISO PUBBLICO DOMANDA DI ACCESSO AL CONTRIBUTO PER L ASSISTENZA DOMICILIARE DI ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI ASSEGNO DI CURA COMUNE DI SENIGALLIA AVVISO PUBBLICO DOMANDA DI ACCESSO AL CONTRIBUTO PER L ASSISTENZA DOMICILIARE DI ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI ASSEGNO DI CURA Deliberazione della Giunta Regionale n. 6 del 09/01/2012

Dettagli

Il giorno presso la sede dell Amministrazione Provinciale dell Aquila in Via Sant Agostino n. 7

Il giorno presso la sede dell Amministrazione Provinciale dell Aquila in Via Sant Agostino n. 7 PROT. /I/2/C/ DATA Provincia dell Aquila SETTORE POLITICHE DEL LAVORO E AFFARI SOCIALI CONVENZIONE AI SENSI DELL ART. 11, COMMA 2 e 4, Legge 68/99. Il giorno presso la sede dell Amministrazione Provinciale

Dettagli

COLLOCAMENTO OBBLIGATORIO. dott.ssa S. Lombardi

COLLOCAMENTO OBBLIGATORIO. dott.ssa S. Lombardi COLLOCAMENTO OBBLIGATORIO dott.ssa S. Lombardi COLLOCAMENTO OBBLIGATORIO NORMATIVA: L. n 68 del 12 marzo 1999 recante il titolo Norme per il diritto al lavoro dei disabili ; entrata in vigore il 18 gennaio

Dettagli

AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE

AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA PER ATTIVITA

Dettagli

1 - Contributo regionale alle spese per la frequenza del master

1 - Contributo regionale alle spese per la frequenza del master BANDO PER L ATTRIBUZIONE A GIOVANI LAUREATI RESIDENTI ALL ESTERO DI FINANZIAMENTI REGIONALI A PARZIALE RIMBORSO DELLE SPESE SOSTENUTE PER LA PARTECIPAZIONE A MASTER UNIVERSITARI INDETTI DALLE UNIVERSITÀ

Dettagli

PROVINCIA DI PORDENONE Medaglia d oro al V.M. www.provincia.pordenone.it Largo San Giorgio, 12 33170 Pordenone

PROVINCIA DI PORDENONE Medaglia d oro al V.M. www.provincia.pordenone.it Largo San Giorgio, 12 33170 Pordenone PROVINCIA DI PORDENONE Medaglia d oro al V.M. www.provincia.pordenone.it Largo San Giorgio, 12 33170 Pordenone AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI LAVORO AUTONOMO PROFESSIONALE ESTERNO

Dettagli

Assessorato alla Scuola, Formazione Professionale, Università, Lavoro e Pari Opportunità

Assessorato alla Scuola, Formazione Professionale, Università, Lavoro e Pari Opportunità Assessorato alla Scuola, Formazione Professionale, Università, Lavoro e Pari Opportunità DOMANDA DI BORSA DI STUDIO A. S. 06/07 cofinanziate limitatamente alle scuole superiori con risorse del Programma

Dettagli

PROVINCIA DI ROVIGO AREA PERSONALE E LAVORO AVVISO PUBBLICO

PROVINCIA DI ROVIGO AREA PERSONALE E LAVORO AVVISO PUBBLICO PROVINCIA DI ROVIGO AREA PERSONALE E LAVORO AVVISO PUBBLICO Fondo Regionale per l occupazione dei disabili di cui all art. 14 della Legge 12 marzo 1999, n.68 TIROCINI L.68/1999 IL DIRIGENTE AREA PERSONALE

Dettagli

Il/La sottoscritto/a, C.F. n., di non avere procedimenti penali pendenti [barrare se ci si trova in questa condizione]

Il/La sottoscritto/a, C.F. n., di non avere procedimenti penali pendenti [barrare se ci si trova in questa condizione] Fac simile di domanda Al Direttore Generale dell Azienda Ospedaliero Universitaria di Cagliari Via Ospedale, 54 09124 Cagliari OGGETTO: CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI PER LA COPERTURA A TEMPO PIENO

Dettagli

IL DIRETTORE GENERALE

IL DIRETTORE GENERALE DIREZIONE DEL PERSONALE E DEGLI AFFARI GENERALI Dirigente: Dott. Ascenzo Farenti Coordinatore: Dott. Luca Busico UNITA PROGRAMMAZIONE E RECLUTAMENTO DEL PERSONALE Responsabile: Dott.ssa Laura Tangheroni

Dettagli

Servizio Inserimento Mirato Disabili. tra

Servizio Inserimento Mirato Disabili. tra PROVINCIA DI CAGLIARI PROVINCIA DE CASTEDDU SETTORE LAVORO Servizio Inserimento Mirato Disabili CONVENZIONE N del AI SENSI DELL ART. 11 LEGGE 12.03.99 N 68 tra LA PROVINCIA DI CAGLIARI Servizio per l inserimento

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma --- Servizio 9 Organizzazione e Gestione delle Risorse Umane

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma --- Servizio 9 Organizzazione e Gestione delle Risorse Umane COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma --- Servizio 9 Organizzazione e Gestione delle Risorse Umane Selezione Pubblica per assunzioni di disabili per la copertura a tempo indeterminato di n. 6 posti

Dettagli

DI ANGUILLARA SABAZIA

DI ANGUILLARA SABAZIA CITTÀ DI ANGUILLARA SABAZIA PROVINCIA DI ROMA AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER LA COPERTURA DI N. 1 POSTO DI CAT. B3, POSIZIONE ECONOMICA B3, RISERVATI ALLE CATEGORIE PROTETTE DI CUI ALL ART. 18, COMMA

Dettagli

PROVINCIA DI PORDENONE Servizio Politiche del Lavoro

PROVINCIA DI PORDENONE Servizio Politiche del Lavoro PROVINCIA DI PORDENONE Servizio Politiche del Lavoro IL COLLOCAMENTO DISABILI ex lege 68/1999 Parlare di COLLOCAMENTO MIRATO non significa che non vi sia più obbligo da parte dei datori di lavoro di assumere

Dettagli

COMUNE DI OSTRA VETERE AVVISO PUBBLICO DOMANDA DI ACCESSO AL CONTRIBUTO PER L ASSISTENZA DOMICILIARE DI ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI ASSEGNO DI CURA

COMUNE DI OSTRA VETERE AVVISO PUBBLICO DOMANDA DI ACCESSO AL CONTRIBUTO PER L ASSISTENZA DOMICILIARE DI ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI ASSEGNO DI CURA COMUNE DI OSTRA VETERE AVVISO PUBBLICO DOMANDA DI ACCESSO AL CONTRIBUTO PER L ASSISTENZA DOMICILIARE DI ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI ASSEGNO DI CURA PREMESSO CHE Deliberazione della Giunta Regionale n.

Dettagli

Art. 2 - Beneficiari

Art. 2 - Beneficiari sul luogo di lavoro con mezzi propri o con i normali mezzi di trasporto pubblico. I contributi sono perciò finalizzati ad agevolare i processi di mobilità da e verso i luoghi di lavoro per lavoratori disabili

Dettagli

Allegato alla Delib.G.R. n. 53/43 del 20.12.2013

Allegato alla Delib.G.R. n. 53/43 del 20.12.2013 Allegato alla Delib.G.R. n. 53/43 del 20.12.2013 Collocamento mirato delle persone con disabilità indicate dalla Legge n. 68/1999 recante Norme per il diritto al lavoro dei disabili. Eliminazione delle

Dettagli

Bando di concorso per il Premio "Il giusto, più del dovuto"

Bando di concorso per il Premio Il giusto, più del dovuto Provincia di Ravenna Bando di concorso per il Premio "Il giusto, più del dovuto" Riconoscimento alle imprese della provincia di Ravenna che si sono distinte nell'assunzione di persone con disabilità Anno

Dettagli

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA Delibera della Giunta Regionale n. 1965/2006 - Prot. n. (LVR/06/1072213) Visti: LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA la Legge 12 marzo 1999, n. 68 "Norme per il diritto al lavoro dei disabili" e la legge

Dettagli

CITTA METROPOLITANA DI ROMA CAPITALE. Dipartimento III Servizi per la Formazione il Lavoro e la qualità della vita

CITTA METROPOLITANA DI ROMA CAPITALE. Dipartimento III Servizi per la Formazione il Lavoro e la qualità della vita CITTA METROPOLITANA DI ROMA CAPITALE Dipartimento III Servizi per la Formazione il Lavoro e la qualità della vita Servizio 1 Politiche del lavoro e Servizi per l Impiego Osservatorio sul mercato del lavoro

Dettagli

Riferimenti normativi

Riferimenti normativi Avviso pubblico per la raccolta delle Manifestazioni d interesse di lavoratori titolari del trattamento di cassa integrazione guadagni straordinaria o del trattamento di mobilità (L.223/91) per l utilizzo

Dettagli

Provincia di Piacenza DOMANDA DI BORSA DI STUDIO A. S. 2014/2015 (art. 4 L.R. n. 26/2001) DICHIARA

Provincia di Piacenza DOMANDA DI BORSA DI STUDIO A. S. 2014/2015 (art. 4 L.R. n. 26/2001) DICHIARA Assessorato Scuola, Formazione Professionale, Università e Ricerca, Lavoro Provincia di Piacenza DOMANDA DI BORSA DI STUDIO A. S. 2014/2015 (art. 4 L.R. n. 26/2001) DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE

Dettagli

Comune di Castelfidardo

Comune di Castelfidardo Comune di Castelfidardo BANDO DI CONCORSO SU AMBITO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO PER L ACQUISTO DELLA PRIMA CASA DA PARTE DELLE GIOVANI COPPIE Articolo 1 OGGETTO E RISORSE

Dettagli

Fondo Pensione per il personale della Deutsche Bank S.p.A. Iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. 1056 MODULO DI ADESIONE

Fondo Pensione per il personale della Deutsche Bank S.p.A. Iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. 1056 MODULO DI ADESIONE Fondo Pensione per il personale della Deutsche Bank S.p.A. Iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. 1056 MODULO DI ADESIONE Il sottoscritto conferma di aver preso visione dello Statuto e della Nota

Dettagli

DOMANDA DI NUOVO CONTRIBUTO PER L AUTONOMA SISTEMAZIONE C H I E D E DICHIARA QUANTO SEGUE

DOMANDA DI NUOVO CONTRIBUTO PER L AUTONOMA SISTEMAZIONE C H I E D E DICHIARA QUANTO SEGUE MODULO DOMANDA / NUOVO CAS-SISMA MAGGIO 2012 DOMANDA DI NUOVO CONTRIBUTO PER L AUTONOMA SISTEMAZIONE (Dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di notorietà resa ai sensi degli artt. 46 e 47

Dettagli

Delibera 2013/0000318 del 20/12/2013 (Allegato) Pagina 1 di 6

Delibera 2013/0000318 del 20/12/2013 (Allegato) Pagina 1 di 6 Delibera 2013/0000318 del 20/12/2013 (Allegato) Pagina 1 di 6 REGOLAMENTO IN MATERIA DI CONFERIMENTO DI INCARICHI LIBERO PROFESSIONALI, DI COLLABORAZIONE, OCCASIONALI E 15 septies D.Lgs. 502/1992 PRESSO

Dettagli

PROVINCIA DI VICENZA

PROVINCIA DI VICENZA PROVINCIA DI VICENZA Contrà Gazzolle n. 1 36100 VICENZA C. Fisc. P. IVA 00496080243 DETERMINAZIONE N 313 DEL 02/04/2012 U.C. LAVORO OGGETTO: APPROVAZIONE GRADUATORIE PROVINCIALI LEGGE N. 68/99 DEGLI AVENTI

Dettagli

CONVENZIONE PER PROGRAMMA DI INSERIMENTO LAVORATIVO DELLE PERSONE DISABILI Art. 11, comma 1, 2, 3, della Legge 12 marzo 1999 n.68

CONVENZIONE PER PROGRAMMA DI INSERIMENTO LAVORATIVO DELLE PERSONE DISABILI Art. 11, comma 1, 2, 3, della Legge 12 marzo 1999 n.68 CONVENZIONE PER PROGRAMMA DI INSERIMENTO LAVORATIVO DELLE PERSONE DISABILI Art. 11, comma 1, 2, 3, della Legge 12 marzo 1999 n.68 Premesso: (modello approvato dalla Giunta Provinciale con delibera n 98

Dettagli

Giunta Regionale della Campania DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE DELLA CAMPANIA

Giunta Regionale della Campania DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE DELLA CAMPANIA Bollettino Ufficiale della Regione Campania n 67 del 17 dicembre 2001 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE DELLA CAMPANIA Decreto n. 2516 del 21 novembre 2001 OSSERVATORIO REGIONALE MERCATO DEL

Dettagli

AL SINDACO del COMUNE DI PIEVE A NIEVOLE SEDE

AL SINDACO del COMUNE DI PIEVE A NIEVOLE SEDE AL SINDACO del COMUNE DI PIEVE A NIEVOLE SEDE OGGETTO: Richiesta di contributo per l iniziativa Il/la sottoscritto/a nato/a il in qualità di legale rappresentante del seguente soggetto organizzatore: Denominazione:

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma Servizio 2 Gestione e Organizzazione delle Risorse Umane Selezione Pubblica per assunzioni di disabili per la copertura a tempo indeterminato di n. 4 posti part-time

Dettagli

Bando di ammissione al Piano degli Studi

Bando di ammissione al Piano degli Studi Area Studenti Anno Accademico 2014-2015 Bando di ammissione al Piano degli Studi Italo-Francese Master Recherche Mention: Droit Privé Specialità Le contrats en Droit Européen del Corso di Laurea Magistrale

Dettagli

Regolamento per il reclutamento di ricercatori universitari a contratto a tempo determinato. Art.1 Ambito di applicazione

Regolamento per il reclutamento di ricercatori universitari a contratto a tempo determinato. Art.1 Ambito di applicazione Regolamento per il reclutamento di ricercatori universitari a contratto a tempo determinato Art.1 Ambito di applicazione Il presente Regolamento disciplina il reclutamento di personale addetto allo svolgimento

Dettagli

REGOLAMENTO AZIENDALE SULLA TUTELA DELLA PRIVACY

REGOLAMENTO AZIENDALE SULLA TUTELA DELLA PRIVACY REGOLAMENTO AZIENDALE SULLA TUTELA DELLA PRIVACY Art. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina gli interventi diretti alla tutela della privacy in ambito sanitario. Esso si attiene alle disposizioni

Dettagli

Il/La sottoscritto/a chiede di essere ammesso alla selezione sopra citata e a tal fine dichiara quanto segue:

Il/La sottoscritto/a chiede di essere ammesso alla selezione sopra citata e a tal fine dichiara quanto segue: Si raccomanda di riportare in maniera completa e leggibile i dati. Spazio riservato all ufficio concorsi Spazio riservato al Protocollo Generale PROT. N. 3-11/10/11/2 ISTR_TECN_GEOM AL COMUNE DI TRIESTE

Dettagli

Modello di convenzione programmatica convenzione ai sensi dell art.11 (commi 1, 2 e 4) Legge 68/99. Il giorno presso. Tra LA PROVINCIA DI

Modello di convenzione programmatica convenzione ai sensi dell art.11 (commi 1, 2 e 4) Legge 68/99. Il giorno presso. Tra LA PROVINCIA DI PROVINCIA DI LIVORNO DIPARTIMENTO DELLE CULTURE, DELLA FORMAZIONE E DEL LAVORO Unità di Servizio LAVORO Via G. Galilei, 40 57100 LIVORNO Tel. 0586/257527-554 Fax 0586/449623 Modello di convenzione programmatica

Dettagli

Operatore Tecnico Specializzato Esperto Conduttore di caldaie a vapore Categoria C

Operatore Tecnico Specializzato Esperto Conduttore di caldaie a vapore Categoria C Selezione interna ex art. 18 del CCNL del personale del Comparto Sanità del 19.4.2004 per la copertura di: n. 2 posti di Operatore Tecnico Specializzato Esperto Conduttore di caldaie a vapore Categoria

Dettagli

OGGETTO: Richiesta di rettifica inerente l istanza di presentata in data, prot. con rif. alla Prat. n. Il/i sottoscritto/i:...residente a...

OGGETTO: Richiesta di rettifica inerente l istanza di presentata in data, prot. con rif. alla Prat. n. Il/i sottoscritto/i:...residente a... N 1 marca da bollo 16,00 Alla Regione Emilia-Romagna Servizio Tecnico Bacino Po di Volano e della Costa Viale Cavour, 77 44121 FERRARA FE OGGETTO: Richiesta di rettifica inerente l istanza di presentata

Dettagli

RICHIESTA Accesso/Ritiro Atti con eventuale delega a terzo

RICHIESTA Accesso/Ritiro Atti con eventuale delega a terzo Alla Regione Emilia-Romagna Servizio Tecnico Bacino Po di Volano e della Costa Viale Cavour, 77 44121 FERRARA FE stbpvfe@postacert.regione.emilia-romagna.it RICHIESTA Accesso/Ritiro Atti con eventuale

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER CANDIDATURE ALL INCARICO DI ESPERTO SPECIALISTA DI EDUCAZIONE FISICA

AVVISO PUBBLICO PER CANDIDATURE ALL INCARICO DI ESPERTO SPECIALISTA DI EDUCAZIONE FISICA AVVISO PUBBLICO PER CANDIDATURE ALL INCARICO DI ESPERTO SPECIALISTA DI EDUCAZIONE FISICA Avviso pubblico per l assegnazione dell incarico di Esperto specialista di Educazione Fisica nell ambito del Programma

Dettagli

Informativa Privacy ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. 196/2003

Informativa Privacy ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. 196/2003 Informativa Privacy ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. 196/2003 Desideriamo informarla che il D.lgs. n. 196 del 30 giugno 2003 (codice in materia di protezione dei dati personali) prevede la tutela delle

Dettagli

RICHIESTA DI ESONERO PARZIALE DAGLI OBBLIGHI DI ASSUNZIONE DEI DISABILI AI SENSI DELL ART. 5, COMMA 3 L. 68/99 e D.M. n. 357/00.

RICHIESTA DI ESONERO PARZIALE DAGLI OBBLIGHI DI ASSUNZIONE DEI DISABILI AI SENSI DELL ART. 5, COMMA 3 L. 68/99 e D.M. n. 357/00. (inviare con raccomandata A.R. o consegnare a mano) Apporre una marca da bollo da euro 14.62 Alla PROVINCIA DI UDINE Centro per l Impiego Ufficio disabili Viale Duodo, 3/a 33100 UDINE RICHIESTA DI ESONERO

Dettagli

L.R. 15/2005 - D.G.R. 500/14 - D.G.R. 522/14 - D.G.R.

L.R. 15/2005 - D.G.R. 500/14 - D.G.R. 522/14 - D.G.R. L.R. 15/2005 - D.G.R. 500/14 - D.G.R. 522/14 - D.G.R. 754/14 Bando per la selezione dei volontari del Servizio Civile Regionale su Garanzia Giovani - anno 2014 (Estratto del bando approvato con decreto

Dettagli

COMUNE DI PARMA DISCIPLINA DEL TRATTAMENTO DEI DATI DI CONTATTO

COMUNE DI PARMA DISCIPLINA DEL TRATTAMENTO DEI DATI DI CONTATTO COMUNE DI PARMA DISCIPLINA DEL TRATTAMENTO DEI DATI DI CONTATTO Approvata con deliberazione della Giunta Comunale n. 309 in data 31/03/2011 SOMMARIO IL CONTESTO... 3 1. AMBITI DI RACCOLTA... 7 1.1 CONTACT

Dettagli

Zwinger Opco 6 B.V., con sede in Strawinskylaan 1161, 1077XX, Amsterdam, Paesi Bassi (l Offerente ) Scheda di adesione n.

Zwinger Opco 6 B.V., con sede in Strawinskylaan 1161, 1077XX, Amsterdam, Paesi Bassi (l Offerente ) Scheda di adesione n. a) di non aver ricevuto e/o inviato copie o originali di questa Scheda di Adesione, del Documento di Offerta e/o di qualsiasi b) di trovarsi al di fuori di Stati Uniti, Canada, Giappone, Australia, nonché

Dettagli

COMUNE DI COLORNO Provincia di Parma

COMUNE DI COLORNO Provincia di Parma COMUNE DI COLORNO Provincia di Parma SERVIZIO PROTEZIONE CIVILE GRUPPO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE DOMANDA DI ADESIONE Il sottoscritto nato a il residente/domiciliato in Via/Piazza/Strada Telefono: abit.

Dettagli

START CUP - SPINNER 2013 EMILIA-ROMAGNA. Edizione 2012. Regolamento

START CUP - SPINNER 2013 EMILIA-ROMAGNA. Edizione 2012. Regolamento START CUP - SPINNER 2013 EMILIA-ROMAGNA Edizione 2012 Regolamento Definizione e obiettivi START CUP - SPINNER 2013 EMILIA-ROMAGNA Edizione 2012 è la business plan competition dell Emilia-Romagna finalizzata

Dettagli

Belluno, 28 luglio 2011 prot. 35390/2011

Belluno, 28 luglio 2011 prot. 35390/2011 Belluno, 28 luglio 2011 prot. 35390/2011 AVVISO PUBBLICO PER L INDIVIDUAZIONE E IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI CONSULENZA ESTERNA IN TEMA DI DIRITTO SOCIETARIO IL DIRETTORE GENERALE Richiamata la deliberazione

Dettagli

L Istituto Comprensivo S. Giovanni Via dei Cunicoli 8-34126 TRIESTE C.F. 80020140325 - CTP EDA XVI Distretto Via Foscolo 13-34139 Trieste

L Istituto Comprensivo S. Giovanni Via dei Cunicoli 8-34126 TRIESTE C.F. 80020140325 - CTP EDA XVI Distretto Via Foscolo 13-34139 Trieste L Istituto Comprensivo S. Giovanni Via dei Cunicoli 8-34126 TRIESTE C.F. 80020140325 - CTP EDA XVI Distretto Via Foscolo 13-34139 Trieste Prot. 6429/C40 Trieste, 19 settembre 2012 Ai Dirigenti Istituti

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA S. CROCE E CARLE - CUNEO Ente di rilievo nazionale e di alta specializzazione D.P.C.M. 23.4.1993

AZIENDA OSPEDALIERA S. CROCE E CARLE - CUNEO Ente di rilievo nazionale e di alta specializzazione D.P.C.M. 23.4.1993 AZIENDA OSPEDALIERA S. CROCE E CARLE - CUNEO Ente di rilievo nazionale e di alta specializzazione D.P.C.M. 23.4.1993 DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N....148... DEL... 17 marzo 2015... del. convenzione

Dettagli

Istanza di Autorizzazione Unica Ambientale A.U.A. ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013, n 59

Istanza di Autorizzazione Unica Ambientale A.U.A. ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013, n 59 Istanza di Autorizzazione Unica Ambientale A.U.A. ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013, n 59 Al SUAP territorialmente competente Marca da bollo 1 Solo nel caso in cui l istanza al SUAP riguardi esclusivamente

Dettagli

ESATTO S.p.A. REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEL PERSONALE

ESATTO S.p.A. REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEL PERSONALE ESATTO S.p.A. REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEL PERSONALE Approvato con deliberazione del Consiglio di Amministrazione del 16.12.2013 ART. 1 PREMESSE E AMBITO DI APPLICAZIONE 1. In ottemperanza alle

Dettagli

Proposta di Deliberazione della Giunta Regionale

Proposta di Deliberazione della Giunta Regionale R E G I O N E P U G L I A Proposta di Deliberazione della Giunta Regionale Codice CIFRA: PER / DEL/2012/ OGGETTO: adempimenti in materia di collocamento mirato ai sensi della l. n. 68/1999 Norme per il

Dettagli

SERVIZIO PERSONALE, INFORMATICA E COMUNICAZIONE

SERVIZIO PERSONALE, INFORMATICA E COMUNICAZIONE COMUNE DI PISTOIA SERVIZIO PERSONALE, INFORMATICA E COMUNICAZIONE RIAPERTURA DEI TERMINI E MODIFICA DEL BANDO (estensione della partecipazione ai cittadini extracomunitari regolarmente soggiornanti sul

Dettagli

AVVISO DI PROCEDURA COMPARATIVA PUBBLICA PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI AD OPERATORI ASA / OSS

AVVISO DI PROCEDURA COMPARATIVA PUBBLICA PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI AD OPERATORI ASA / OSS AVVISO DI PROCEDURA COMPARATIVA PUBBLICA PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI AD OPERATORI ASA / OSS L AZIENDA PER I SERVIZI ALLA PERSONA G.LUIGI PANZERI S.R.L. INTENDE

Dettagli

C.I.P. COMITATO ITALIANO PARALIMPICO

C.I.P. COMITATO ITALIANO PARALIMPICO C.I.P. COMITATO ITALIANO PARALIMPICO mod. APERTURA/RINNOVO CASP DOMANDA DI APERTURA/RINNOVO DI UN CENTRO DI AVVIAMENTO ALLO SPORT PARALIMPICO (Il presente modello ha validità solo se compilato in ogni

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 61 DEL 21 NOVEMBRE 2005 CONCORSI

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 61 DEL 21 NOVEMBRE 2005 CONCORSI CONCORSI AZIENDA SANITARIA LOCALE AV/1 - ARIANO IRPINO - Avviso pubblico, per titoli e prova colloquio, riservato agli aventi diritto al collocamento obbligatorio al lavoro ai sensi della legge 12/03/1999,

Dettagli

Allegato A 1. OGGETTO E CARATTERISTICHE DEGLI INTERVENTI DA REALIZZARE

Allegato A 1. OGGETTO E CARATTERISTICHE DEGLI INTERVENTI DA REALIZZARE AVVISO DI MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER L ATTIVAZIONE DI SERVIZI PER LA RIMOZIONE E LO SMALTIMENTO DELL AMIANTO IN MATRICE COMPATTA PROVENIENTE DA UTENZE DOMESTICHE Con il presente avviso il Comune di

Dettagli

Il/La sottoscritt. cittadin. nat a (Prov. ) il / / e residente a (Prov. ) in via/corso/piazza n. c.a.p. titolo di studio. rilasciato da: in data

Il/La sottoscritt. cittadin. nat a (Prov. ) il / / e residente a (Prov. ) in via/corso/piazza n. c.a.p. titolo di studio. rilasciato da: in data Modulo di domanda da presentare in carta legale da.16,00 o in carta semplice con marca da bollo da.16,00 Alla Provincia di Cuneo Ufficio Turismo Corso Nizza n. 21 12100 CUNEO DOMANDA DI RICONOSCIMENTO

Dettagli

DOMANDA DI ADESIONE a SECURTEC

DOMANDA DI ADESIONE a SECURTEC DOMANDA DI ADESIONE a SECURTEC Il sottoscritto (cognome nome)... Codice Fiscale:... Nato a... Prov... il... residente in via/piazza... Città... Prov... CAP... telefono fisso.... fax... cellulare... e-mail...

Dettagli

Via Roma n. 101 59100 Prato Tel. 0574-1836425 Fax 0574-1836424 sociale@comune.prato.it Posta certificata: comune.prato@postacert.toscana.

Via Roma n. 101 59100 Prato Tel. 0574-1836425 Fax 0574-1836424 sociale@comune.prato.it Posta certificata: comune.prato@postacert.toscana. SERVIZIO SOCIALE E SANITA Via Roma n. 101 59100 Prato Tel. 0574-1836425 Fax 0574-1836424 sociale@comune.prato.it Posta certificata: comune.prato@postacert.toscana.it SELEZIONE PUBBLICA PER FORMAZIONE GRADUATORIA

Dettagli

VISTO l articolo 38 della legge regionale 18/2005;

VISTO l articolo 38 della legge regionale 18/2005; Oggetto: LEGGE 12.03.1999 N. 68 - APPROVAZIONE CONVENZIONE PROGRAMMATICA PER L ASSUNZIONE DI 1 UNITÀ DI PERSONALE APPARTENENTE ALLE LISTE EX ART. 8 L. 68/1999. ASSICURAZIONI GENERALI SPA. VISTA la legge

Dettagli

DATA DI SCADENZA DELL AVVISO: 10/06//2015. Prot. n. PGDG/2015/2858 del 15/05/2015 ART. 1: Indizione dell avviso

DATA DI SCADENZA DELL AVVISO: 10/06//2015. Prot. n. PGDG/2015/2858 del 15/05/2015 ART. 1: Indizione dell avviso ARPA AGENZIA REGIONALE PER LA PREVENZIONE E L AMBIENTE DELL EMILIA ROMAGNA DIREZIONE TECNICA AVVISO PUBBLICO FINALIZZATO AL CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI PRESTAZIONE D OPERA INTELLETTUALE DI NATURA PROFESSIONALE

Dettagli

Azienda Speciale Servizi Infanzia e Famiglia G.B. Chimelli

Azienda Speciale Servizi Infanzia e Famiglia G.B. Chimelli Azienda Speciale Servizi Infanzia e Famiglia G.B. Chimelli Prot. n.4699 AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DI DOMANDE PER ASSUNZIONI NOMINATIVE, ATTRAVERSO I PERCORSI DI TIROCINIO, AI SENSI DELLA LEGGE 68/99

Dettagli

Il sottoscritto (nome e cognome) nato a prov il. residente a in via n. telefono cellulare. e-mail

Il sottoscritto (nome e cognome) nato a prov il. residente a in via n. telefono cellulare. e-mail (su carta intestata dell associazione dei consumatori) AL COMUNE DI CORREGGIO CORSO MAZZINI, 33 42015 CORREGGIO (RE) correggio@cert.provincia.re.it Oggetto: Domanda di partecipazione all Avviso pubblico

Dettagli

LA CONFERENZA UNIFICATA

LA CONFERENZA UNIFICATA OGGETTO: Intesa in materia di diritto al lavoro dei disabili in attuazione dell articolo 11 della legge n. 68/1999 e dell articolo 39 del decreto legislativo n. 165/2001. Intesa, ai sensi dell articolo

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEGLI PSICOLOGI AVVISO DI PROCEDURA COMPARATIVA PER L ASSEGNAZIONE DI 60 BORSE DI STUDIO

CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEGLI PSICOLOGI AVVISO DI PROCEDURA COMPARATIVA PER L ASSEGNAZIONE DI 60 BORSE DI STUDIO CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEGLI PSICOLOGI AVVISO DI PROCEDURA COMPARATIVA PER L ASSEGNAZIONE DI 60 BORSE DI STUDIO Il Consiglio Nazionale dell Ordine degli Psicologi VISTA la L. 18 febbraio 1989,

Dettagli

PROVINCIA DI CAGLIARI PROVINCIA DE CASTEDDU Assessorato Politiche del Lavoro SETTORE LAVORO

PROVINCIA DI CAGLIARI PROVINCIA DE CASTEDDU Assessorato Politiche del Lavoro SETTORE LAVORO PROVINCIA DI CAGLIARI PROVINCIA DE CASTEDDU Assessorato Politiche del Lavoro SETTORE LAVORO BANDO PUBBLICO PER L ATTIVAZIONE DI TIROCINI FORMATIVI E DI ORIENTAMENTO AI SENSI DELLA LEGGE 68/99 DESTINATI

Dettagli

MIDAS EMILIA ROMAGNA 16 2016 179 "2 AGGIORNAMENTO

MIDAS EMILIA ROMAGNA 16 2016 179 2 AGGIORNAMENTO Il giorno 16 Aprile 2016 presso la sala Emporio Danza di Villanova di Castenaso (Bo) in Via Tosarelli 179 angolo via Merighi, il Comitato MIDAS EMILIA ROMAGNA organizza: "2 AGGIORNAMENTO di BALLA&SNELLA

Dettagli

Il/la Sottoscritto/a Cognome Nome. Nato/a il a Stato CHIEDE

Il/la Sottoscritto/a Cognome Nome. Nato/a il a Stato CHIEDE DOMANDA PER L AMMISSIONE AL PROGETTO TECNICO DELLA GESTIONE DEL PERSONALE Cod. 4528/0/10/1064/2014 nell ambito della DGR. 1064 del 24/06/2014 - Garanzia Giovani. Il progetto è stato approvato dalla Sezione

Dettagli

Provincia di Avellino

Provincia di Avellino Al SUAP territorialmente competente Marca da bollo 16,00 Oppure Allegato Mod.01.Dich.Bolli Solo nel caso in cui l istanza al SUAP riguardi esclusivamente l A.U.A. (ai sensi di quanto previsto dall articolo

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA SETTORE LAVORO SERVIZIO COMMISSIONE PROVINCIALE TRIPARTITA Via S. Anna II Tronco Spirito Santo Tel.

PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA SETTORE LAVORO SERVIZIO COMMISSIONE PROVINCIALE TRIPARTITA Via S. Anna II Tronco Spirito Santo Tel. Reg. / PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA SETTORE LAVORO SERVIZIO COMMISSIONE PROVINCIALE TRIPARTITA Via S. Anna II Tronco Spirito Santo Tel. 0965-364806 CONVENZIONE con i datori di lavoro privati ai sensi dell

Dettagli

Tipo di controllo. Criteri di controllo

Tipo di controllo. Criteri di controllo Settore Normativa di riferimento L. 68/99 art. 3 L. 133/2008 Decreto direttoriale n. 345 del 17/09/2013 Tipo di procedimento Verifica dell ottemperanza all obbligo di assunzione disabili Genere di impresa

Dettagli

Istanza di Autorizzazione Unica Ambientale A.U.A. ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013, n 59

Istanza di Autorizzazione Unica Ambientale A.U.A. ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013, n 59 Istanza di Autorizzazione Unica Ambientale A.U.A. ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013, n 59 Al SUAP territorialmente competente Marca da bollo 1 Solo nel caso in cui l istanza al SUAP riguardi esclusivamente

Dettagli

DIPARTIMENTO IX - DIREZIONE Viale di Villa Pamphili, 100 00152 Roma

DIPARTIMENTO IX - DIREZIONE Viale di Villa Pamphili, 100 00152 Roma DIPARTIMENTO IX - DIREZIONE Viale di Villa Pamphili, 100 00152 Roma AVVISO PUBBLICO RISERVATO AI CENTRI ANZIANI DI ROMA E PROVINCIA PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER PICCOLI INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE

Dettagli

ART.3 CONDIZIONI PRELIMINARI PER L ATTIVAZIONE DELLA MOBILITÀ ESTERNA BANDO PUBBLICO...3

ART.3 CONDIZIONI PRELIMINARI PER L ATTIVAZIONE DELLA MOBILITÀ ESTERNA BANDO PUBBLICO...3 INDICE DISCIPLINA DEI CRITERI REGOLAMENTARI E PROCEDURALI PER LA MOBILITÀ ESTERNA ED INTERNA DEL PERSONALE Approvato con Deliberazione di Giunta Comunale n.16 del 3.7.2012 ART.1 CRITERI GENERALI E AMBITO

Dettagli

PROVINCIA DI MANTOVA Settore risorse culturali e turistiche, lavoro, sviluppo della persona e delle comunità.

PROVINCIA DI MANTOVA Settore risorse culturali e turistiche, lavoro, sviluppo della persona e delle comunità. PROVINCIA DI MANTOVA Settore risorse culturali e turistiche, lavoro, sviluppo della persona e delle comunità. PIANO PROVINCIALE DI MANTOVA PER L INSERIMENTO LAVORATIVO DELLE PERSONE DISABILI (2014-2016)

Dettagli

Il/La sottoscritt. nat a (Prov. ) il / / cittadin residente a Prov.

Il/La sottoscritt. nat a (Prov. ) il / / cittadin residente a Prov. Modulo di domanda da presentare in carta legale da.16,00 o in carta semplice con marca da bollo da.16,00 All Ente Provinciale per il Turismo Via Velia, n. 15 84125 SALERNO DOMANDA DI RICONOSCIMENTO DELLA

Dettagli

DIRETTIVA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI ATTINENTI ALL ARCHITETTURA ED ALL INGEGNERIA, ANCHE INTEGRATA, DI IMPORTO COMPLESSIVO PRESUNTO INFERIORE A 100

DIRETTIVA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI ATTINENTI ALL ARCHITETTURA ED ALL INGEGNERIA, ANCHE INTEGRATA, DI IMPORTO COMPLESSIVO PRESUNTO INFERIORE A 100 DIRETTIVA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI ATTINENTI ALL ARCHITETTURA ED ALL INGEGNERIA, ANCHE INTEGRATA, DI IMPORTO COMPLESSIVO PRESUNTO INFERIORE A 100.000,00 EURO, OGNI ONERE ESCLUSO. (Decreto Rettorale

Dettagli

lavoratore in mobilità dal al Iscritto al Centro per l Impiego sì no Dal CPI di

lavoratore in mobilità dal al Iscritto al Centro per l Impiego sì no Dal CPI di Domanda di ammissione alla selezione: Job Centres a Treviso e Belluno - Progetto di Sperimentazione FSE 554/1/1/448/2014 DA COMPILARE E TRASMETTERE ALL ENTE PER CANDIDARSI ALLE SELEZIONI Il/La sottoscritto/a

Dettagli

IL DIRETTORE GENERALE DI CMV SERVIZI SRL

IL DIRETTORE GENERALE DI CMV SERVIZI SRL SELEZIONE PUBBLICA PER TITOLI ED ESAMI PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA A TEMPO DETERMINATO NEL PROFILO PROFESSIONALE DI ADDETTO ALLE ATTIVITA' DI RACCOLTA PORTA A PORTA RIFIUTI URBANI LIVELLO 2 B

Dettagli