GRIGLIE E COPERCHI COMPONIBILI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GRIGLIE E COPERCHI COMPONIBILI"

Transcript

1 A N A L I D I G R O N D A

2 ANALI DI GRONDA ANALI DI GRONDA ANALI DI GRONDA GRIGLIE E OPERHI OMPONIBILI HIUSINI SIFONATI IN ABS E PV

3 TESTA ESALATORE LASTRE DI OPERTURA IN POLIM-RYL GRIGLIE DI VENTILAZIONE ANALE GRIGLIATO "PRATIKO" POZZETTO PLUVIALE - POZZETTO ON OPERHIO PLUVIALE TUBI PLUVIALI - OLLARINI

4 I N D I E Pag. L AZIENDA LA QUALITA ONFORMITA ALLE NORMATIVE REQUISITI DI QUALITÀ ARATTERISTIHE DELLE MATERIE PRIME - RESISTENZA HIMIA DEL PV SEZIONE DEI PROFILI DI GRONDA I OMPONENTI DEL SISTEMA DI GRONDA ESEMPI DI APPLIAZIONE DEL SISTEMA DI GRONDA ALOLI IDRAULII ONSIGLI SULL USO DEGLI AESSORI ASSEMBLAGGIO ON OLLA ASSEMBLAGGIO ON GUARNIZIONE LA POSA IN OPERA ASSEMBLAGGIO DELLA GRONDA ANALE DI GRONDA mod. 116 ANALE DI GRONDA mod. ANALE DI GRONDA mod. 125 ANALE DI GRONDA mod. 133 ANALE DI GRONDA mod. 145 ANALE DI GRONDA QUADRO mod. x110 ANALE DI GRONDA ANALE DI GRONDA EFFETTO RAMATO ANALE DI GRONDA mod. 125 EFFETTO RAMATO ANALE DI GRONDA mod. 133 EFFETTO RAMATO ANALE DI GRONDA DOPPIA PARETE G86 ANALE DI GRONDA DOPPIA PARETE G2 STAFFE METALLIHE PER GRONDE TUBI PLUVIALI IN PV RAORDI ED AESSORI IN PV REUPERATORE D AQUA PLUVIALE ONVOGLIATORE (IMBUTO LATERALE) TUBI E RAORDI AESSORI / / / / /42 4

5 L A Z I E N D A La First Plast, fondata nel 1966, è un azienda specializzata nella produzione di articoli in materie plastiche per l'edilizia, la termoidraulica, la ferramenta e la grande distribuzione organizzata, e più precisamente in sistemi di canali di gronda, raccorderia in PV e prodotti del suolo. PROGETTAZIONE: La riconosciuta capacità creativa e progettuale di nuovi prodotti consente alla First Plast di svolgere un ruolo leader nel settore dei prodotti del suolo. QUALITÀ: Nel 1995 First Plast ha ottenuto la prima certificazione di qualità aziendale UNI EN ISO 9002, da allora l azienda ha sempre mantenuto un altissimo livello produttivo e gestionale, in conformità agli standard nazionali ed internazionali, conseguendo le certificazioni ISO 9001 e ISO I laboratori First Plast garantiscono un continuo e costante controllo delle qualità dei prodotti grazie all impiego di attrezzature e tecnologie estremamente avanzate, sempre nel rispetto delle norme vigenti. PRODUZIONE: La First Plast, con i più moderni impianti d'estrusione e stampaggio di materie plastiche, fornisce al cliente un prodotto con il miglior rapporto qualità prezzo. SERVIZIO: Una capillare rete di vendita, supportata da filiali e depositi in Italia e all'estero, consente alla First Plast di garantire un ottimo servizio alla clientela e di soddisfare le più svariate esigenze grazie ad una gamma di oltre 6000 articoli plastici per l edilizia. Per approfondimenti sull azienda ed i suoi prodotti visitate il sito 5

6 L A Q U A L I T A La qualità aziendale di First Plast è riconosciuta dalle certificazioni internazionali UNI EN ISO 9001:2008 Il rispetto dell ambiente nelle unità produttive di First Plast è comprovato dall attribuzione della certificazione UNI EN ISO 14001:2004 6

7 ONFORMITA ALLE NORMATIVE PROFILATI DI PV RIGIDO ED AESSORI PER ANALI DI GRONDA A NORMA UNI EN PROFILO ARTIOLO AESSORI OLORE GRN 116 GRN 116 GRIGIO SABBIA MARRONE GRN 125 GRN 125 GRIGIO SABBIA MARRONE BIAO GRN 133 GRN 133 GRIGIO SABBIA BIAO GRQ x110 GRQ x110 GRIGIO MARRONE BIAO 7

8 REQUISITI DI QUALITÀ REQUISITI DI QUALITÀ DEL SISTEMA DI GRONDA Prova di tenuta dell acqua (gronda, giunti, angoli, testate) Aspetto REQUISITI DI QUALITÀ DELLA GRONDA Resistenza all urto laterale a 0 (Hammer impact): 3 provette Stabilità dimensionale a caldo (stufa a per 30 minuti) Sezione METODO DI PROVA UNI EN 607 UNI EN 607 METODO DI PROVA UNI EN 607 UNI EN 743 VALORE OTTENUTO NESSUNA PERDITA Nessuna differenza rispetto allo standard VALORE OTTENUTO NESSUNA ROTTURA 3% max ± 0,5 mm ONTROLLO DI OSTANZA DELLA QUALITÀ AESSORI REQUISITI DEGLI AESSORI FREQUENZA DELLE PROVE DI LABORATORIO Aspetto 1 volta/giorno Effetto del riscaldamento 1 volta/giorno Temperatura Vicat 1 volta/6 mesi Forma e dimensioni 1 volta/giorno Tenuta del colore 1 volta/anno ANALI DI GRONDA REQUISITI DEI ANALI DI GRONDA Aspetto Dimensioni della sezione Lunghezza delle barre ontrazione a caldo Resistenza all urto Temperatura Vicat Resistenza a trazione per urto Resistenza a trazione ed allungamento a rottura Tenuta del colore FREQUENZA DELLE PROVE DI LABORATORIO 1 volta/giorno 1 volta/giorno 1 volta/giorno 1 volta/giorno 1 volta/giorno 1 volta/3 mesi 1 volta/anno 1 volta/anno 1 volta/anno SISTEMA DI ANALI DI GRONDA Invecchiamento artificiale Tenuta all acqua REQUISITI DEL SISTEMA DI ANALI DI GRONDA FREQUENZA DELLE PROVE DI LABORATORIO 1 volta/3 anni su gronda e accessorio 1 volta/anno 8

9 ARATTERISTIHE DELLE MATERIE PRIME IL PV NON TEME: IL SOLE PIÙ OENTE IL GELO PIÙ RIGIDO I TEMPORALI PIÙ VIOLENTI GLI AIDI E GLI ALALI NON INFIAMMABILE DIELETTRIO AGEVOLE POSA IN OPERA ELEVATA RESISTENZA ALLA ROTTURA ATOSSIO Dal 1974 la FIRST PLAST produce canali di gronda in PV. Milioni di metri lineari di canali di gronda installati alle diverse latitudini del pianeta sono una tangibile testimonianza della qualità, affidabilità e resistenza dei nostri prodotti. Oltre 30 anni di esperienza produttiva hanno consentito alla FIRST PLAST la messa a punto di materiali con alti gradi di resistenza alla rottura e agli agenti chimici, fisici ed atmosferici. ARATTERISTIHE MEANIHE E FISIHE DEL PV (a 23 ) PROPRIETÁ MEANIHE METODO DI PROVA VALORE RIHIESTO DA NORMATIVA VALORE DEL PV UTILIZZATO Resistenza a trazione EN MPA 42 MPA Min. Allungamento alla rottura EN 638 % Min. % Resistenza a trazione per urto a 23 ±2 UNI EN ISO KJ/m 2 Min. 0 KJ/m 2 Resistenza a trazione per urto a 23 dopo esposizione Xenotest UNI EN ISO 8256 % del valore iniziale Min. 2 KJ/m 2 PROPRIETÁ FISIHE METODO DI PROVA VALORE RIHIESTO DA NORMATIVA VALORE DEL PV UTILIZZATO Temperatura di rammollimento VIAT EN Min. 78 oefficiente di dilatazione termica mm. 0,04-0,08 per m/ Variazione di colore, scala dei grigi dopo esposizione Xenotest ISO grado 3 grado EN A02 ontrazione a caldo EN 743 3% Max 3% max Effetto del riscaldamento EN 763 Met. A Min. Tab. 2 EN 607 conforme 9

10 RESISTENZA HIMIA DEL PV AGENTE HIMIO onc. % Temp.20 Temp.60 AGENTE HIMIO onc. % Temp.20 Temp.60 AETIA, ALDEIDE AETIA, ANIDRIDE AETIO AIDO AETIO AIDO MONOL. AETO AETONE AQUA DI MARE AQUA OSSIGENATA ADIPIO, AIDO ALLILIO, ALOLE ALLUMINIO LURURO ALLUMINIO SOLFATO AMILE AETATO AMILIO, ALOLE AMMONIAA (GAS) AMMONIAA (LIQ.) AMMONIAA (SOLUZ) AMMONIO, LORURO AMMONIO, FLUORURO AMMONIO NITRATO AMMONIO SOLFATO ANILINA ANILINA ANILINA LORIDRATO ANTIMONIO LORURO ARGENTO NITRATO ARSENIO, AIDO BENZALDEIDE BENZENE BENZINA (IDRO.ALFATII) BENZINA (BENZENE) BENZOIO AIDO BIRRA BORAE BORIO AIDO BROMIO AIDO BROMIDRIO AIDO BROMO (LIQUIDO) BUTADIENE BUTANO BUTILE AETATO BUTILFENOLO BUTILIO BUTIRRIO AIDO BUTIRRIO AIDO ALIO LORURO ALIO NITRATO ARBONIA ANIDRIDE ARBONIO SOLFURO ARBONIO TETRALURURO ILOESANOLO ILOESANONE ITRIO AIDO LORIDRIO AIDO LORO (AQUA DI) LORO (GAS) SEO LOROSOLFONIO AIDO RESILII AIDI RESOLO ROMIO AIDO ROTONIA ALDEIDE DESTRINA DILOROETANO DIGLIOLIO AIDO DIMETILAMMINA ESADEANOLO ESSENZA DI TREMENTINA ETILBENZENE ETILE AETATO ETILE ARILATO ETILE ALOLE ETILE ETERE FENILIDRAZINA FENILIDRAZINA LORIDRATO FENOLO FERRO (III) LORURO FLUORIDRIO AIDO FLUORO FLUOSILIIO AIDO FORMALDEIDE FORMALDEIDE FORMIO AIDO FOSFINA FOSFORIO ORTO AIDO FOSFORO TRILORURO FURFURILIO ALOLE FTALATO DI DIBUTILE GLIERINA 60 SOL SOL. DIL SOL. DIL. 0,1 /20 SOL. DIL > SOL. DIL L L L L L L - L - L L L L L L L L - L L - L - L L L L L - L L L L - = ORROSIONE L = ORROSIONE LIMITATA = NON ORROSO GLIOLE ETILENIO GLIOLIO AIDO GLUOSIO IDROGENO IDROGENO SOLFORATO IPOLORITO DI SODIO ISOOTTANO LATTE LATTIO AIDO LATTIO AIDO LIEVITO MAGNESIO LORURO MAGNESIO SOLFATO MALEIO AIDO MELASSA METILE METARILATO METILENE LORURO METIL-ETILHETONE METILIO ALOLE N-EPTANO NIHEL SOLFATO NIOTINIO AIDO NITRIO AIDO NITRIO AIDO OLEIO AIDO OLEUM OLI E GRASSI OLIO DI PARAFFINA OSSALIO AIDO OSSALIO AIDO OSSILORURO DI FOSF. OSSIGENO OZONO PERLORIO AIDO PERLORIO AIDO PERLOROETILENE PETROLIO GREGGIO PIRIO AIDO PIOMBO AETATO PIOMBO TETRAETILE PIRIDINA POTASSIO BIROMATO POTASSIO BROMURO POTASSIO IANURO POTASSIO LORURO POTASSIO ROMATO POTASSIO FERRIIANURO POTASSIO FERROIANURO POTASSIO IDROSSIDO POTASSIO NITRATO POTASSIO PERMANGANATO POTASSIO PERSOLFATO PROPANO (GAS) LIQUIDO PROPIONIO, AIDO RAME LORURO RAME FLORURO SAPONE SODIO BENZOATO SODIO BISOLFITO SODIO LORATO SODIO LORURO SODIO FERRIIANURO SODIO IDROSSIDO SODIO IPOLORITO SODIO SOLFITO SOLFORIO AIDO SOLFORIO AIDO SOLFORILE LORURO SOLFOROSA ANIDRIDE SOLFOROSA ANIDRIDE SOLFOROSO AIDO STAGNO LORURO SVILUPPO FOTOGRAFIO TANNIO AIDO TARTARIO AIDO TIOFENE TIONILE LORURO TOLLENE TRILOROETILENE TRIRESILFOSFATO TRIMETILOLPROPANO UREA URINA VASELLINA VINILE AETATO VINO XILENE ZIO LORURO ZUHERO O. LAV SOL. SOL. LAV. O. LAV. < % di SO 3 SOL. DIL SOL. 40 SOL SOL. 35 SOL. (13%L) liquida secca SOL. O. LAV. SOL. SOL. < L L L L L L L L L. L L L - - L - L L L L L L L 10

11 SEZIONE DEI PROFILI DI GRONDA Gronda mono parete GRN 116 GRB Sezione di deflusso cm 2. 20,6 Larghezza cm. 7,9 Sviluppo cm , Sezione di deflusso cm 2. 93,2 Larghezza cm. 12,2 Sviluppo cm. 27,1 GR GRN Sezione di deflusso cm 2. 37,7 Larghezza cm. 10,3 Sviluppo cm. 19 UPRAELITE GRB 120 R 20, , ,3 Sezione di deflusso cm 2. 93,2 Larghezza cm. 12,25 Sviluppo cm. 27, Sezione di deflusso cm 2. 55,6 Larghezza cm. 13,5 Sviluppo cm. 25 UPRAELITE GRN 125 R Sezione di deflusso cm 2. 55,6 Larghezza cm. 13,5 Sviluppo cm. 25 GRN Sezione di deflusso cm ,18 Larghezza cm. 18,5 Sviluppo cm. 33 UPRAELITE GRN 133 R Sezione di deflusso cm ,18 Larghezza cm. 18,5 Sviluppo cm. 33 GR 145 Gronda a doppia parete Sezione di deflusso cm 2. 68,92 Larghezza cm. 14,5 Sviluppo cm. 30 GRG Sezione di deflusso cm ,2 Larghezza cm. 19,2 Sviluppo cm. 32,2 GRQ GRG Sezione di deflusso cm 2. 91,88 Larghezza cm. 13,0 Sviluppo cm Sezione di deflusso cm 2.,3 Larghezza cm. 17,4 Sviluppo cm. 26,9 11

12 I OMPONENTI DEL SISTEMA DI GRONDA First orporation gestisce da 40 anni il processo idrico naturale con la creazione di sistemi di prodotti dedicati. Le particelle d acqua che giungono sotto forma di pioggia vengono infatti accompagnate, a partire dal tetto, attraverso i nostri canali di gronda ed i tubi pluviali, per poi convogliarsi nei pozzetti pluviali e disperdersi nelle reti di evacuazione. Le gronde e i tubi pluviali vengono prodotti con filiere attraverso un processo di estrusione tecnologicamente avanzato. I modelli sono disponibili in differenti colorazioni e dispongono di una vasta gamma di accessori per personalizzare qualsiasi soluzione tecnica per la posa in opera del vostro sistema di gronda. GIUNTO SEMPLIE TESTATA PER ANALE GIUNTO ON SARIO PROFILO DI GRONDA IOGNA IN LAMIERA ZIATA E VERNIIATA IOGNA IN PV ANGOLARE INTERNO URVE TUBO PLUVIALE OLLARINO IN PV TESTATA PER GIUNTO ON SARIO STAFFA PER PENSILINE STAFFA ZIATA GIUNTO SEMPLIE TUBO TERMINALE IN PV ANTIURTO ANGOLARE ESTERNO GRONDA ON EFFETTO RAMATO First Plast ha da oltre 10 anni introdotto sul mercato UPRAELITE, una particolare colorazione con effetto ramato che, applicata ai moderni sistemi di gronda in PV, consente di ottenere un risultato estetico similare ai prodotti tradizionali in rame. I prodotti UPRAELITE assumono infatti le caratteristiche cromatiche ed i riflessi del rame attraverso un processo di coestrusione in PV, che First Plast ha per prima sviluppato nel mondo. UPRAELITE, a differenza del rame, è inalterabile agli agenti atmosferici per quanto riguarda l opacizzazione o l ossidazione, e non risente dell instabilità di prezzo tipica dei metalli. La gronda in PV con effetto ramato UPRAELITE, realizzata nei modelli tondi con sviluppo 25 (GRN 125 R), 33 (GRN 133 R) e con profilo quadro (BEST), dispone di una vasta gamma di accessori e di tubi pluviali che completano in modo funzionale il sistema di evacuazione delle acque meteoriche. 12

13 I OMPONENTI DEL SISTEMA DI GRONDA PROFILO DI GRONDA I canali di gronda in PV costituiscono il connubio perfetto tra estetica e qualità, risultato dell esperienza trentennale di First Plast, unica azienda in Italia ad essere certificata con la norma UNI EN 607 sui profilati di PV rigido e sugli accessori. Per ciascun modello, prodotto in diversi profili e colori, è prevista una gamma di accessori che completano il sistema di gronda in modo estremamente semplice e funzionale. GIUNTO SEMPLIE Il giunto semplice è l accessorio che rende possibile l unione delle barre dei profili di gronda. First Plast, con il sistema di assemblaggio BI-SYSTEM, ha ideato un metodo di giunzione che può essere applicato sia con accessori ad incollaggio che con guarnizione. La guarnizione favorisce le dilatazioni del canale causate da sbalzi termici da -30 a GIUNTO ON SARIO Il giunto con scarico è un accessorio indispensabile per completare il sistema di gronda. Esso, infatti, permette alle acque meteoriche raccolte dal canale di gronda di essere evacuate attraverso il tubo pluviale che si innesta nella sua parte inferiore. Il giunto con scarico consente l installazione di diversi diametri di tubo pluviale e favorisce la dilatazione quando installato con guarnizione. ANGOLO Durante la posa in opera del sistema di gronda l installatore si trova spesso a dover deviare la direzione di montaggio dove il tetto raccorda diverse falde, o dove esigenze progettuali lo richiedono. Il sistema di gronda First Plast prevede in questi casi l utilizzo di appositi angoli esterni, interni o di angolari unici, disponibili sia ad incollaggio che con guarnizione. TESTATA Il profilo di gronda ed il giunto con scarico si completano con testate (a volte uniche ed a volte espressamente disegnate per il giunto con scarico in alcuni profili) che conferiscono al sistema l indispensabile caratteristica di tenuta d acqua; le testate consentono la chiusura laterale sul lato destro o sinistro. STAFFE E IOGNE Il sistema di gronda può essere fissato alla parete o alla falda del tetto, con l utilizzo di diverse modalità, a seconda del tipo di progetto. Gli accessori necessari sono le cicogne in PV (per fissare il profilo direttamente alla parete), le cicogne semplici o doppie in lamiera zincata e verniciata (per fissare il profilo di gronda alla falda del tetto), le staffe zincate ET 0 per fissare il profilo di gronda direttamente all estremità di una lastra di copertura. A seconda delle necessità di installazione sono disponibili anche le staffe ST 0 che, fissate direttamente sulla falda del tetto, consentono di montare le cicogne in PV di qualsiasi modello di gronda (per i dettagli della posa in opera vedi pag. 21 ). ET 0 ST 0 13

14 I OMPONENTI DEL SISTEMA DI GRONDA mm. 92x57 Ø mm. mm. 63 mm. mm. 82 mm. mm. mm. Ø mm. mm. TUBI PLUVIALI URVE RAORDI E OLLARINI POZZETTO PLUVIALE I tubi pluviali sono disponibili con gli stessi colori e materiali delle gronde, in versione tonda, quadra ed ovale. Il tubo terminale antiurto in PV antishock DAUPHIN sostituisce in prossimità del terreno i tradizionali tubi metallici. Il sistema di scarico del tubo pluviale si completa con curve, raccordi, manicotti e collarini; l utilizzo di tali accessori, disponibili in diversi colori per i vari modelli, risulta perfetto per soddisfare ogni esigenza tecnica di evacuazione. Il pozzetto pluviale, accessorio che permette l'evacuazione delle acque meteoriche dal tubo pluviale alle reti interrate, viene posizionato nella parte finale del sistema di gronda: l articolo è stato studiato per sifonare e per poter ispezionare gli scarichi. 14

15 ESEMPI DI APPLIAZIONE DEL SISTEMA DI GRONDA 15

16 AREA EFFETTIVA DELLA OPERTURA Per calcolare l area effettiva della copertura da servire con i canali di gronda e con i tubi pluviali, se non diversamente specificato da regolamenti nazionali e locali, non deve essere applicata alcuna tolleranza per il vento. In questo caso la normativa considera che la pioggia cada perpendicolare sulla superficie del tetto che verrà pertanto calcolata mediante la formula: ALOLI IDRAULII Questa sezione del catalogo tecnico è stata studiata per calcolare, sulla base della vasta gamma di prodotti disponibili, l adeguatezza dei sistemi di gronda in funzione delle aree di tetto che verranno servite. Utilizzando le tabelle di seguito riportate si potrà pertanto valutare in maniera immediata quale prodotto possa meglio adattarsi alle condizioni microclimatiche in cui verrà installato. I valori di riferimento sono stati ottenuti utilizzando le specifiche richieste dalla vigente norma europea UNI EN :2001, che regolamenta i sistemi di scarico funzionanti a gravità per l evacuazione delle acque meteoriche. La norma europea descrive il metodo per calcolare l adeguatezza idraulica dei sistemi per l evacuazione delle acque meteoriche non sifonici, stabilendone i requisiti di prestazione. A = L R x B R B R A è l area effettiva della copertura in metri quadrati L R è la lunghezza della copertura da drenare B R è la larghezza della copertura dal canale di gronda al colmo A LR PORTATA AQUA DEI ANALI DI GRONDA ODIE GRN 116 GR GRN 125 GR 145 GRN 133 GRQ GRB 120 GRG 86 GRG 2 Sezione mm l/s 0,33 0,73 1,19 1,57 3,11 2,81 2,60 2,51 4,27 Tabella A: scegliere il profilo del canale di gronda in rapporto all area servita della superficie del tetto (tubo e canale devono esssere compatibili). onoscendo l area del tetto è possibilie scegliere il modello in funzione dell intensità di precipitazione Tab. A MODELLO GRN 116 GR GRN 125 GR 145 GRN 133 GRQ GRB 120 GRG 86 GRG 2 area in m 2 servita dalla gronda INDIVIDUARE IL MODELLO DI GRONDA IN BASE ALL AREA DEL TETTO pioggia (mm/h*) PROFILI E OLORI MARRONE GRIGIO SABBIA BIAO RAMATO RAMATO ANTIO Tabella B: Scelta del diametro dei pluviali da installare in base all altezza massima di pioggia da evacure e relativa superficie. Tab. B INDIVIDUARE IL MODELLO DI TUBO IN BASE ALL AREA DEL TETTO ESTERNO TUBO mm pioggia (mm/h*) x57 x x area in m 2 servita dai tubi * mm/h = millimetri all ora 16

17 ONSIGLI SULL USO DEGLI AESSORI 12 metri 12 metri DILATAZIONE DILATAZIONE Per canali di gronda, bloccati alle estremità, con lunghezza inferiore a 12 metri, utilizzare un giunto con scarico dotato di guarnizione e 2 giunti semplici. Un installazione di un canale di gronda con lunghezza minore o uguale a dodici metri non necessita di giunti di dilatazione perché il profilo si dilata all estremità. > 12 metri DILATAZIONE max 24 metri Per canali di gronda con lunghezze superiori a 12 metri, utilizzare un giunto di dilatazione più uno ogni 8 metri e due giunti con scarico, tenendo presente cha la distanza tra due scarichi non deve eccedere i 24 metri DILATAZIONE DILATAZIONE Il canale di gronda perimetrale a un tetto a quattro falde necessita l impiego dei giunti di dilatazione e giunti con scarico dotati di guarnizione. La posa in opera del sistema di gronda in lunghezze considerevoli comporta alcuni accorgimenti che consentiranno da una parte una migliore evacuazione delle acque meteoriche, dall altra parte eviteranno problemi dovuti alle escursioni termiche che, seppur in modo non rilevante, influiscono sulla dilatazione del PV. - Per un migliore scivolamento dell'acqua all'interno del canale verso i tubi pluviali, si consiglia una pendenza leggermente superiore rispetto a quella standard del 0,33 % indicata a pag

18 ASSEMBLAGGIO ON OLLA OLLA SALDANTE PER PV OLLA SALDANTE PER PV OLLA SALDANTE PER PV O N P E N N E L L O PESO NETTO POIDS NET 0 g Tagliare i profili di gronda nella misura desiderata con un normale seghetto da ferro eliminando le sbavature con carta vetrata. Pulire le superfici da incollare con l apposito detergente per PV. Stendere con pennello o direttamente da tubetto il collante sia sull estremità della gronda che nell alloggiamento del giunto o testata. Unire entro 2 minuti e mantenere ferma l unione per qualche secondo consentendo al collante l azione saldante. La prova di tenuta va effettuata 24 ore dopo l incollaggio. 18

19 ASSEMBLAGGIO ON GUARNIZIONE Il sistema di gronda First Plast è estremamente semplice da installare: una volta fissate le staffe o le cicogne in PV si posa il canale partendo da una delle estremità. Per il montaggio del canale di gronda valgono le seguenti indicazioni generali: Inserire la parte posteriore (senza ricciolo) del profilo di gronda, bloccandola, nella sede interna della cicogna (Foto 1). Ruotare la barra all interno della cicogna (Foto 2) e bloccarla nella sede esterna della cicogna stessa (Foto 3) La giunzione delle barre del canale di gronda si ottiene con vari tipi di accessori che, a seconda delle necessità progettuali, possono essere Giunti semplici (uniscono fra loro due diverse barre) o Giunti con scarico (uniscono una barra al sistema di evacuazione del tubo pluviale - vedi anche disegno in fondo). on il sistema il canale di gronda può essere incollato o essere assemblato con guarnizioni (che consentono dilatazioni ottimali in qualsiasi condizione climatica); di seguito viene riportato un esempio di assemblaggio di un giunto con scarico GSN 125 con la sua guarnizione GU 20: Applicare la guarnizione negli alloggiamenti preposti alle due estremità del giunto con scarico (Foto 4). ATTENZIONE: ciascun modello di gronda con sistema BI-SYSTEM utilizza guarnizioni di differenti misure per permettere una migliore tenuta d acqua. I diversi modelli di guarnizione GU suno presentati nelle pagine dei modelli di gronda (pp ). Inserire la parte posteriore (senza ricciolo) del profilo di gronda, bloccandola, nella sede interna del giunto con scarico, in modo da sovrapporsi alla guarnizione per 3 o 4 centimetri (Foto 5). Ruotare la barra all interno del giunto con scarico e bloccarla nella sede esterna del giunto stesso in modo che la guarnizione venga perfettamente sormontata dalla gronda bloccata (Foto 6) PRIMA FASE INSERIMENTO DEL PROFILO DI GRONDA NELLA SEDE INTERNA DEL GIUNTO ON SARIO SEONDA FASE BLOARE IL RIIOLO DEL ANALE DI GRONDA DENTRO LA SEDE ESTERNA DEL GIUNTO ON SARIO GUARNIZIONE deve essere inserita nel relativo alloggiamento (Gli accessori del modello di gronda GR 145 vengono forniti completi di guarnizione) 19

20 LA POSA IN OPERA PRIMA STAFFA a cm. 30 DAL BORDO DISTANZA ONSIGLIATA TRA LE STAFFE : cm. PIEGARE LA STAFFA SEGUENDO L ILINAZIONE DEL TETTO SPORGENZA DELLA OPERTURA: 1/3 della LARGHEZZA del canale cm. 30 MAX cm. DISLIVELLO MINIMO: 1 cm. OGNI 3 metri (0,33%) SPORTO Il parafoglia PF 26, adattabile per i diametri da mm. 75 a mm. 125, è l'accessorio ideale per impedire a foglie o fibre portate dal vento di intasare i tubi di scarico. Per un ottimale evacuazione delle acque meteoriche calcolare che la copertura (tegole, lastre, ecc.) copra 1/3 della larghezza (sporto) del canale di gronda. Staffe e cicogne sono predisposte all inserimento di un filo di sicurezza MONTAGGIO DELLA IOGNA IN PV 1) In alcuni tipi di edifici, per le caratteristiche della facciata o per il ridotto sporto della falda del tetto, è possibile posare il canale di gronda utilizzando direttamente le cicogne in PV: questi accessori sono disponibili per gran parte dei modelli di gronda (vedi dettagli sui profili di gronda da p. 23 a p. 32). B 2) Questo tipo di installazione è molto semplice, occorre solo rispettare le modalità di posa sopra descritte e fissare la cicogna in PV alla facciata. 3) Fissate il canale di gronda inserendolo sotto alla sede interna della cicogna in PV (B) e quindi bloccate la gronda (ruotandola leggermente) incastrando il ricciolo all interno della sede esterna () della cicogna in PV. 20

21 LA POSA IN OPERA MONTAGGIO DELLA STAFFA ST 0 1) Una volta montate le staffe ST 0 sulla superficie del tetto piegatele sull angolo A per adeguarsi all inclinazione della falda A e fissate la cicogna in PV. 2) L altezza della cicogna in PV (posizione P) può essere regolata lungo l asola della staffa in metallo. Fissate le varie cicogne in B PV lungo la linea di gronda in modo che il dislivello del canale di gronda sia di almeno 1 cm. ogni 3 metri. 3) Le staffe si posano iniziando dal bordo esterno del tetto, la prima a 30 cm. e le successive a distanza di cm. tra loro. P A MONTAGGIO DELLA IOGNA 1) La cicogna in lamiera zincata e verniciata mantiene le stesse caratteristiche di posa illustrate nella foto pag. 20 in alto. 2) Una volta fissata la cicogna in lamiera alla superficie del tetto piegare la stessa sull angolo A per adeguarsi all inclinazione della falda. B A 3) Fissate il canale di gronda inserendolo sotto alla sede interna della cicogna in lamiera (B) e quindi bloccate la gronda (ruotandola leggermente) incastrando il ricciolo all interno della sede esterna () della cicogna in lamiera. Per ottenere un perfetto bloccaggio piegate l asola in lamiera (D) verso l interno del canale di gronda. D MONTAGGIO DELLA IOGNA DOPPIA Elemento tirante 1) La cicogna doppia in lamiera zincata e verniciata mantiene le stesse caratteristiche di posa illustrate nella foto pag. 20 in alto. B A 2) La cicogna doppia è composta da due parti, l elemento di sostegno (parte inferiore) e l elemento tirante (parte superiore). Elemento di sostegno Fissate inizialmente alla superficie del tetto l elemento di sostegno piegandolo sull angolo A per adeguarsi all inclinazione della falda. 3) Posizionate la gronda nell elemento di sostegno, agganciate l elemento tirante nell asola e fissatelo al tetto in modo da bloccare la gronda. MONTAGGIO DELLA STAFFA ET 0 1) La staffa ET 0 viene fissata direttamente all estremità di coperture continue (lastre di copertura). 2) Fissate la staffa ET 0 in corrispondenza della parte superiore dell onda, quindi piegatela sull angolo A per adeguarsi all inclinazione della falda. B 3) Fissate la cicogna in PV alla staffa in modo da poter regolare la distanza della gronda dalla lastra di copertura. A 21

22 ASSEMBLAGGIO DELLA GRONDA LA GRONDA Il modello Best si distingue per l innovativo sistema di montaggio che permette una installazione semplice ed esteticamente perfetta: la barra viene infatti fissata su speciali cicogne in PV (progettate con due ganci di innesto nella parte inferiore, vedi riquadro a destra), con l elegante risultato estetico che da terra non si vedono le staffe che sostengono il profilo di gronda. B A B A Per la posa in opera del modello di gronda Best seguite queste semplici indicazioni: Iniziate il fissaggio delle cicogne in PV ricordando di posizionarle iniziando da cm. 30 dal bordo esterno del tetto; calcolate da subito la pendenza da assegnare alla gronda per favorire il migliore smaltimento dell acqua, in modo che il dislivello sia di un centimetro ogni 3 metri (Fig. 1). Fissate le cicogne in PV mantenendo una distanza di cm. fra i diversi fissaggi (Fig. 2). Una volta fissate le cicogne procedete alla posa del canale di gronda Best, ricordando di iniziare a bloccare sempre per primo il profilo della parte interna della cicogna (vedi A nelle immagini sopra), finchè si sentirà chiaramente lo scatto del fissaggio (Fig. 3). Dopo aver agganciato la parte interna, procedete a bloccare nello stesso modo la parte esterna finchè il gancio non sia entrato completamente nella sua sede (Fig. 4). La gronda Best, una volta posata, appare da un punto di vista estetico come un unico profilo continuo (Fig. 5-6)

23 ANALE DI GRONDA 116 TU 116 Testata unica per giunto con scarico e canale di gronda GU 12 Guarnizione per pezzi speciali GRN 116 anale di gronda modello 116 GNE 116 Giunto semplice da incollare IPM 116 icogna in PV + staffa in PV IP 116 icogna in PV GSN 116 Giunto con scarico Ø AEN 116 Angolare esterno a 90 GN 116 Giunto semplice GRN 116 Sezione di deflusso 20,6 cm 2 Larghezza 7,9 cm. Sviluppo 13 cm. Giunzione guarnizione e/o incollaggio olori marrone - grigio - sabbia Ø GSN AEN GN 116 IP GNE 116 TU IPM GU 12 23

24 ANALE DI GRONDA GR Giunto semplice GU 14 Guarnizione per pezzi speciali T Testata unica per canale ad incollare GR anale di gronda modello IP icogna in PV GS Giunto con scarico Ø - 63 AN Angolare unico a 90 TGS Testata unica per giunto con scarico ad incollare GR Sezione di deflusso 37,7 cm 2 Larghezza 10,3 cm. Sviluppo 19 cm. Giunzione guarnizione e/o incollaggio olori grigio - marrone Ø GS G T TGS IP AN GU

25 ANALE DI GRONDA 125 GN 125 Giunto semplice GU 20 Guarnizione per pezzi speciali GRN 125 anale di gronda modello 125 TN 125 Testata unica per canale ad incollare IP 125 icogna in PV AN Angolare unico a 135 ad incollare GNE 125 Giunto semplice ad incollare GSN 125 Giunto con scarico Ø - AN 125 Angolare unico a 90 ad incollare AIN 125 Angolare interno ad incollare TGS 125 Testata unica per giunto con scarico ad incollare AEN 125 Angolare esterno ad incollare GRN Sezione di deflusso 55,6 cm 2 Larghezza 13,5 cm. Sviluppo 25 cm. Giunzione guarnizione e/o incollaggio olori marrone - grigio - sabbia - bianco GU GSN Ø GN 125 GNE 125 TN 125 TGS AN AIN 125 AEN 125 IP 125 AN

ESEDRA ENERGIA. S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1

ESEDRA ENERGIA. S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1 ESEDRA ENERGIA S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1 La decennale esperienza di Esedra nel mondo delle energie rinnovabili ha dato vita alla linea

Dettagli

la nuova generazione

la nuova generazione O - D - Giugno - 20 Sistemi di adduzione idrica e riscaldamento in Polibutilene la nuova generazione Push-fit del sistema in polibutilene Sistema Battuta dentellata La nuova tecnologia in4sure è alla base

Dettagli

THEATRON Linea GLASS. Sistemi per Balconi

THEATRON Linea GLASS. Sistemi per Balconi www.metrawindows.it THEATRON Linea GLASS Sistemi per Balconi METRA. LO STILE CHE DA VALORE AL TUO HABITAT METRA. Design, Colore, Emozione. Lo stile italiano che il mondo ci invidia. I sistemi integrati

Dettagli

N O EATR THI. NO LC A B ER I P TEM IS S etra.it.m w w w

N O EATR THI. NO LC A B ER I P TEM IS S etra.it.m w w w www.metra.it SISTEMI PER BALCONI. THEATRON METRA. LO STILE CHE DA VALORE AL TUO HABITAT METRA. Design, Colore, Emozione. Lo stile italiano che il mondo ci invidia. I sistemi integrati METRA sono stati

Dettagli

1 Sifoni per vasca da bagno Geberit

1 Sifoni per vasca da bagno Geberit Sifoni per vasca da bagno Geberit. Sistema.............................................. 4.. Introduzione............................................. 4.. Descrizione del sistema.................................

Dettagli

Aquaflex Roof. Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista

Aquaflex Roof. Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista CAMPI DI APPLICAZIONE Impermeabilizzazione di: coperture piane; balconi e terrazzi;

Dettagli

Tegola portoghese in cotto AA OMEGA 10. Tegole e coppi in cotto. IMERYS Toiture PER VOI, LA SCELTA MIGLIORE.

Tegola portoghese in cotto AA OMEGA 10. Tegole e coppi in cotto. IMERYS Toiture PER VOI, LA SCELTA MIGLIORE. Tegola portoghese in cotto AA IMERYS Toiture PER VOI, LA SCELTA MIGLIORE. Tegola di punta nella gamma Imerys-copertura, la sua onda molto pronunciata offre un compromesso ideale per i clienti alla ricerca

Dettagli

Sistema Multistrato. per Impianti Idrici, di Riscaldamento, Refrigerazione e per Gas Combustibili

Sistema Multistrato. per Impianti Idrici, di Riscaldamento, Refrigerazione e per Gas Combustibili Sistema Multistrato per Impianti Idrici, di Riscaldamento, Refrigerazione e per Gas Combustibili LISTINO 05/2012 INDICE Pag. Tubo Multistrato in Rotolo (PEX/AL/PEX) 4065 04 Tubo Multistrato in Barre (PEX/AL/PEX)

Dettagli

Sistemi di protezione dal gelo Per installazioni residenziali e non

Sistemi di protezione dal gelo Per installazioni residenziali e non Sistemi di protezione dal gelo Per installazioni residenziali e non 2 Soluzioni Antigelo Ensto, niente ghiaccio anche in caso di temperature molto basse. I sistemi elettrici Ensto per la protezione dal

Dettagli

Interruttori di posizione precablati serie FA

Interruttori di posizione precablati serie FA Interruttori di posizione precablati serie FA Diagramma di selezione 01 08 10 11 1 15 1 0 guarnizione guarnizione esterna in esterna in gomma gomma AZIONATORI 1 51 5 54 55 56 5 leva leva regolabile di

Dettagli

Manuale tecnico di progettazione

Manuale tecnico di progettazione Manuale tecnico di progettazione Informazioni tecniche, tabelle di calcolo, descrizioni di capitolato Adduzione idrica e riscaldamento Scarico e pluviali Indice Impianti di scarico Considerazioni generali

Dettagli

OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI

OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI Cap. XIV OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI PAG. 1 14.1 OPERE COMPIUTE Opere prefabbricate in cemento armato. Prezzi medi praticati dalle imprese specializzate del ramo per ordinazioni dirette (di media entità)

Dettagli

NOVITÀ FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 9O. Qualità dell'abitare per le esigenze più moderne

NOVITÀ FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 9O. Qualità dell'abitare per le esigenze più moderne NOVITÀ FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 9O Qualità dell'abitare per le esigenze più moderne 3 Sintesi perfetta fra isolamento termico, tecnica e design Le finestre e le porte di oggi non solo devono

Dettagli

ITALIANO SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 04.07.2006 9:56:34 Uhr 04.07.2006 9:56:34 Uhr

ITALIANO SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 04.07.2006 9:56:34 Uhr 04.07.2006 9:56:34 Uhr ITALIANO SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 04.07.2006 9:56:34 Uhr 1 LIFTKAR, il carrello motorizzato saliscale e MODULKAR, il carrello manuale. 2 3 Caratteristiche principali: 1) Tubolare in Alluminio in

Dettagli

ALLEGATI TECNICI OBBLIGATORI (D.M. 37/08, Delibera 40/04 e succ. mod.)

ALLEGATI TECNICI OBBLIGATORI (D.M. 37/08, Delibera 40/04 e succ. mod.) Foglio n 1 di 6 ALLEGATI TECNICI OBBLIGATORI (D.M. 37/08, Delibera 40/04 e succ. mod.) Intervento su impianto gas portata termica (Q n )= 34,10. kw tot Impresa/Ditta: DATI INSTALLATORE Resp. Tecnico/Titolare:

Dettagli

ANALISI PREZZI AGGIUNTIVI

ANALISI PREZZI AGGIUNTIVI PA.01 Oneri di discarica valutati a mc misurato sul volume effettivo di scavo o demolizione. Oneri di discarica MC 1.000 24.76 24.76 TOTALE 24.76 PREZZO TOTALE PER MC 24.76 Pagina 1 di 11 PA.02 Fornitura

Dettagli

CHIUSINO IN MATERIALE COMPOSITO. kio-polieco.com

CHIUSINO IN MATERIALE COMPOSITO. kio-polieco.com CHIUSINO IN MATERIALE COMPOSITO kio-polieco.com Group ha recentemente brevettato un innovativo processo di produzione industriale per l impiego di uno speciale materiale composito. CHIUSINO KIO EN 124

Dettagli

Innovazione nella posa dei serramenti La sigillatura delle finestre. Come e perché?

Innovazione nella posa dei serramenti La sigillatura delle finestre. Come e perché? Innovazione nella posa dei serramenti La sigillatura delle finestre. Come e perché? Klaus Pfitscher Relazione 09/11/2013 Marchio CE UNI EN 14351-1 Per finestre e porte pedonali Marchio CE UNI EN 14351-1

Dettagli

FORM. superiori a 80 cm. 1,1 4,2 L-2,2 L

FORM. superiori a 80 cm. 1,1 4,2 L-2,2 L FORM FORM è un calorifero estremamente versatile ed elegante grazie alla forma particolare dei collettori e alle dimensioni dei tubi radianti, decisamente ridotte (ø1 mm). Form è prodotto in due modelli:

Dettagli

Sistema solare termico

Sistema solare termico Sistema solare termico 1 VELUX Collettori solari VELUX. Quello che cerchi. Alte prestazioni, massima durabilità, facile installazione Alte prestazioni, massima durabilità, facile installazione Sempre più

Dettagli

Scheda n 1. Tecnologie ambientali per le Apea SISTEMI MODULARI DI TRATTAMENTO ACQUE DI PIOGGIA. Aspetti ambientali interessati dalla tecnologia

Scheda n 1. Tecnologie ambientali per le Apea SISTEMI MODULARI DI TRATTAMENTO ACQUE DI PIOGGIA. Aspetti ambientali interessati dalla tecnologia LIFE+ PROJECT ACRONYM ETA-BETA LIFE09 ENV IT 000105 Scheda n 1 Tecnologie ambientali per le Apea SISTEMI MODULARI DI TRATTAMENTO ACQUE DI PIOGGIA Aspetti ambientali interessati dalla tecnologia emissioni

Dettagli

NUOVO! Sempre più semplice da utilizzare

NUOVO! Sempre più semplice da utilizzare NUOVO! NUOVO AF/ARMAFLEX MIGLIORE EFFICIENZA DELL ISOLAMENTO Sempre più semplice da utilizzare L flessibile professionale Nuove prestazioni certificate. Risparmio energetico: miglioramento di oltre il

Dettagli

Tecnologia Facciate continue Finestre e porte a battente V E Finestre e porte in Alluminio-Legno Finestre e porte scorrevoli

Tecnologia Facciate continue Finestre e porte a battente V E Finestre e porte in Alluminio-Legno Finestre e porte scorrevoli www.metrawindows.it PERSIANA SCORREVOLE Sistemi oscuranti METRA. LO STILE CHE DA VALORE AL TUO HABITAT METRA. Design, Colore, Emozione. Lo stile italiano che il mondo ci invidia. I sistemi integrati METRA

Dettagli

Sistemi di presa a vuoto su superfici FXC/FMC

Sistemi di presa a vuoto su superfici FXC/FMC Sistemi di presa a vuoto su superfici / Massima flessibilità nei processi di movimentazione automatici Applicazione Movimentazione di pezzi con dimensioni molto diverse e/o posizione non definita Movimentazione

Dettagli

OPERE SPECIALI PREFABBRICATI

OPERE SPECIALI PREFABBRICATI OPERE SPECIALI PREFABBRICATI (Circ. Min. 13/82) ISTRUZIONI SCRITTE (Articolo 21) Il fornitore dei prefabbricati e della ditta di montaggio, ciascuno per i settori di loro specifica competenza, sono tenuti

Dettagli

Sistemi e attrezzature per la sicurezza

Sistemi e attrezzature per la sicurezza SISTEMI E ATTREZZATURE PER LA SICUREZZA Cavalletti di segnalazione...85 Segnalatore di sicurezza fisso...85 Over-The-Spill System...85 Coni di sicurezza e accessori...86 Barriere mobili...87 Segnalatore

Dettagli

REOXTHENE TECHNOLOGY

REOXTHENE TECHNOLOGY REOXTHENE Patented REOXTHENE TECHNOLOGY MEMBRANE IMPERMEABILIZZANTI DALLA TECNOLOGIA RIVOLUZIONARIA INNOVATIVO COMPOUND BITUME POLIMERO INCREDIBILE LEGGEREZZA (fino a 4 mm = 38 kg) MAGGIORI PRESTAZIONI

Dettagli

Guide Guide su rotelle, guide su sfera Quadro, e sistema di estrazione portatastiere

Guide Guide su rotelle, guide su sfera Quadro, e sistema di estrazione portatastiere Guide Guide su rotelle, guide su sfera Quadro, e sistema di estrazione portatastiere Sommario Kit di assemblaggio InnoTech 2-3 Guida Quadro 6-7 Guide su sfere 8-11 Guide su rotelle 12-13 Portatastiere

Dettagli

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica).

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica). 3.4. I LIVELLI I livelli sono strumenti a cannocchiale orizzontale, con i quali si realizza una linea di mira orizzontale. Vengono utilizzati per misurare dislivelli con la tecnica di livellazione geometrica

Dettagli

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale CIRCOLAZIONE NATURALE NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale 1964 2014 Immergas. Una lunga storia alle spalle, insegna a guardare in avanti. Il 5 febbraio del 1964, Immergas nasceva dal

Dettagli

Guide a sfere su rotaia

Guide a sfere su rotaia Guide a sfere su rotaia RI 82 202/2003-04 The Drive & Control Company Rexroth Tecnica del movimento lineare Guide a sfere su rotaia Guide a rulli su rotaia Guide lineari con manicotti a sfere Guide a sfere

Dettagli

Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici. Trasmissioni a cinghia. dentata CLASSICA

Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici. Trasmissioni a cinghia. dentata CLASSICA Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici Trasmissioni a cinghia dentata CLASSICA INDICE Trasmissione a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici Pag. Cinghie dentate CLASSICE

Dettagli

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES LIMITED WARRANTY PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES Sistem Cube La centrale Sistem Cube è una soluzione geniale per tutti gli spazi ridotti. Compattezza, razionalità e potenza la rendono adatta

Dettagli

SERBATOI A SINGOLA PARETE

SERBATOI A SINGOLA PARETE SERBATOIO DA INTERRO: serbatoi cilindrici ad asse orizzontale, a singola o doppia parete per il deposito nel sottosuolo di liquidi infiammabili e non. Costruiti con lamiere in acciaio al carbonio tipo

Dettagli

Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico

Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico Ventilconvettori Cassette Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico Se potessi avere il comfort ideale con metà dei consumi lo sceglieresti? I ventilconvettori Cassette SkyStar

Dettagli

Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (secondo NFPA T 3.10.17)

Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) FILTRI OLEODINAMICI Filtri sul ritorno con cartuccia avvitabile Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Corpo filtro Attacchi:

Dettagli

Sistema a soffitto. Leonardo. Il rivoluzionario sistema a soffitto. Sistema radiante selezionato: INTERGAZIONE ENERGIA - ARCHITETTURA

Sistema a soffitto. Leonardo. Il rivoluzionario sistema a soffitto. Sistema radiante selezionato: INTERGAZIONE ENERGIA - ARCHITETTURA IT Sistema a soffitto Il rivoluzionario sistema a soffitto Sistema radiante selezionato: INTERGAZIONE ENERGIA - ARCHITETTURA Il rivoluzionario sistema a soffitto Resa certificata Adduzione inserita nella

Dettagli

Focolari ad alto livello

Focolari ad alto livello 34 & 35 1 Focolari ad alto livello Contura 34T e 35T sono due innovativi modelli di stufa in pietra ollare, caratterizzati da un desig n più moderno e slanciato, una migliore visibilità del fuoco e l usuale

Dettagli

FIN-Project. L innovativa gamma di serramenti in alluminio

FIN-Project. L innovativa gamma di serramenti in alluminio FIN-Project L innovativa gamma di serramenti in alluminio FIN-Project: serramenti in alluminio ad alte prestazioni Ricche dotazioni tecnologiche e funzionali Eccezionale isolamento termico Massima espressione

Dettagli

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01 Ecoenergia I d e e d a i n s t a l l a r e Lo sviluppo sostenibile Per uno sviluppo energetico sostenibile, compatibile

Dettagli

Wolly 2 EDILIZIA VERTICALE

Wolly 2 EDILIZIA VERTICALE LIMITED WARRANTY EDILIZIA VERTICALE Wolly 2 La centrale che per la sua versatilità di installazione ha rivoluzionato il concetto di aspirapolvere centralizzato, consentendo la sua installazione anche nei

Dettagli

Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata)

Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata) Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata) 1 Spruzzo convenzionale (aria nebulizzata) Una pistola a spruzzo convenzionale è uno strumento che utilizza aria compressa per atomizzare ( nebulizzare

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO A l l e g a t o A COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO (ERRATA CORRIGE AL C.M.E. ALLEGATO ALLA GARA ED INSERITO SUL WEB) PROPRIETA ANCONAMBIENTE S.P.A. VIA DEL COMMERCIO 27, 60127 ANCONA OGGETTO OPERE

Dettagli

Interruttori di sicurezza ad azionatore separato con sblocco a serratura

Interruttori di sicurezza ad azionatore separato con sblocco a serratura Interruttori di sicurezza ad azionatore separato con sblocco a serratura Diagramma di selezione VF KEYF VF KEYF1 VF KEYF2 VF KEYF3 VF KEYF7 VF KEYF AZIONATORI UNITA DI CONTATTO 1 2 21 22 2NO+1NC FD FP

Dettagli

Collettori solari termici

Collettori solari termici Collettori solari termici 1 VELUX Collettori solari. Quello che cerchi. massima durabilità, facile installazione Estetica e integrazione A fferenza degli altri collettori solari termici presenti sul mercato,

Dettagli

ISTITUTO AUTONOMO PER LE CASE POPOLARI

ISTITUTO AUTONOMO PER LE CASE POPOLARI ISTITUTO AUTONOMO PER LE CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI CASERTA SETTORE TECNICO UFFICIO PROGETTAZIONE INTERVENTI E.R.S. E M.O. LAVORI DI MANUTENZIONE ORDINARIA EDILE ELENCO PREZZI UNITARI RESP. UFFICIO

Dettagli

Termocoppie per alte temperature serie Rosemount 1075 e 1099

Termocoppie per alte temperature serie Rosemount 1075 e 1099 Termocoppie per alte temperature serie Rosemount 1075 e 1099 Misure precise e affidabili in applicazioni ad alta temperatura, come il trattamento termico e i processi di combustione Materiali ceramici

Dettagli

Catalogo profili per strutture e banchi e linee modulari

Catalogo profili per strutture e banchi e linee modulari Profilati in alluminio a disegno/standard/speciali Dissipatori di calore in barre Dissipatori di calore ad ALTO RENDIMENTO Dissipatori di calore per LED Dissipatori di calore lavorati a disegno e anodizzati

Dettagli

Pannello agli infrarossi con lampada alogena ELIR Per tutte le applicazioni esterne in cui si desidera un'elevata flessibilità.

Pannello agli infrarossi con lampada alogena ELIR Per tutte le applicazioni esterne in cui si desidera un'elevata flessibilità. 1200 W Riscaldamento elettrico 1 model Pannello agli infrarossi con lampada alogena ELIR Per tutte le applicazioni esterne in cui si desidera un'elevata flessibilità. Applicazioni ELIR offre un riscaldamento

Dettagli

IMPIANTI DI SEPARAZIONE FANGHI E OLI DEV + NEUTRAcom DEV + NEUTRAsed + NEUTRAstar

IMPIANTI DI SEPARAZIONE FANGHI E OLI DEV + NEUTRAcom DEV + NEUTRAsed + NEUTRAstar IMPIANTI DI SEPARAZIONE FANGHI E OLI DEV + NEUTRAcom DEV + NEUTRAsed + NEUTRAstar Pozzoli depurazione s.r.l. via M.Quadrio 11, 23022 Chiavenna SO P.IVA: 01263260133, REA: 61186, Telefono 0343 37475 (3

Dettagli

Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars. Trave Angelina TM. Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza

Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars. Trave Angelina TM. Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars Trave Angelina TM Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza Trave Angelina TM Un idea brillante, applicata ad un prodotto industriale Slanciata,

Dettagli

E.P. VIT s.r.l. 004 02 048 025 ZB FINITURA LUNGHEZZA DIAMETRO MATERIALE TIPOLOGIA PRODOTTO

E.P. VIT s.r.l. 004 02 048 025 ZB FINITURA LUNGHEZZA DIAMETRO MATERIALE TIPOLOGIA PRODOTTO LISTINO PREZZI E.P. VIT s.r.l. opera da oltre un decennio nel mercato della commercializzazione di VITERIA, BULLONERIA E SISTEMI DI FISSAGGIO MECCANICI. L azienda si pone quale obiettivo l offerta di prodotti

Dettagli

Solo il meglio sotto ogni profilo!

Solo il meglio sotto ogni profilo! Solo il meglio sotto ogni profilo! Perfetto isolamento termico per finestre in alluminio, porte e facciate continue Approfittate degli esperti delle materie plastiche Voi siete specialisti nella produzione

Dettagli

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la Sistema scaldante resistivo per la protezione antighiaccio ed antineve di superfici esterne Il sistema scaldante ha lo scopo di evitare la formazione di ghiaccio e l accumulo di neve su superfici esterne

Dettagli

LA PROTEZIONE DA RISCHI DI CADUTA DAI LUCERNARI nelle coperture industriali

LA PROTEZIONE DA RISCHI DI CADUTA DAI LUCERNARI nelle coperture industriali LA PROTEZIONE DA RISCHI DI CADUTA DAI LUCERNARI nelle coperture industriali MANUALE TECNICO APPLICATIVO A CURA DI ASSOCOPERTURE PERCHÈ PROTEGGERE I VUOTI Riteniamo necessario parlare ai tecnici del settore

Dettagli

MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO

MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO L innovativo sistema per la ristrutturazione delle pareti dall interno LEADER MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO Costi energetici elevati e livello di comfort basso: un problema in crescita La maggior

Dettagli

/ * " 6 7 -" 1< " *,Ê ½, /, "6, /, Ê, 9Ê -" 1/ " - ÜÜÜ Ìi «V Ì

/ *  6 7 - 1<  *,Ê ½, /, 6, /, Ê, 9Ê - 1/  - ÜÜÜ Ìi «V Ì LA TRASMISSIONE DEL CALORE GENERALITÀ 16a Allorché si abbiano due corpi a differenti temperature, la temperatura del corpo più caldo diminuisce, mentre la temperatura di quello più freddo aumenta. La progressiva

Dettagli

FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 72. Benessere da vivere. Su misura.

FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 72. Benessere da vivere. Su misura. FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 72 Benessere da vivere. Su misura. 2 Qualità e varietà per la vostra casa Maggior comfort abitativo costi energetici ridotti cura e manutenzione minime FINSTRAL produce

Dettagli

Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H

Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H 1. Aria compressa e attacco idraulico Fluido in pressione Azionamento Aria compressa,

Dettagli

SERIE TK20 MANUALE DI ASSEMBLAGGIO Italiano

SERIE TK20 MANUALE DI ASSEMBLAGGIO Italiano SERIE MANUALE DI ASSEMBLAGGIO Italiano PAG. 1 ESPLOSO ANTA MOBILE VISTA LATO AUTOMATISMO PAG. 2 MONTAGGIO GUARNIZIONE SU VETRO (ANTA MOBILE E ANTA FISSA) Attrezzi e materiali da utilizzare per il montaggio:

Dettagli

NE FLUSS 20 EL PN CE

NE FLUSS 20 EL PN CE LISTA PEZZI DI RICAMBIO SPARE PART LIST ERSATZSTEILE LISTE PIECES DETACHES LISTA PIEZAS DE REPUESTO Appr. nr. B94.02 A - CE 0063 AQ 2150 MANTELLATURA 7 3 1 102 52 101 99-97 83 84-64 63 90 139 93 98 4 5

Dettagli

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2.1 Principio del processo La saldatura a resistenza a pressione si fonda sulla produzione di una giunzione intima, per effetto dell energia termica e meccanica. L energia

Dettagli

TIP-ON per ante. Apertura confortevole con regolazione della fuga dell anta integrata. www.blum.com

TIP-ON per ante. Apertura confortevole con regolazione della fuga dell anta integrata. www.blum.com TIP-ON per ante Apertura confortevole con regolazione della fuga dell anta integrata www.blum.com Apertura agevole al tocco Con TIP-ON, il supporto per l'apertura meccanico di Blum, i frontali senza maniglia

Dettagli

NE FLUSS 20 CE LISTA PEZZI DI RICAMBIO SPARE PART LIST ERSATZSTEILE LISTE PIECES DETACHES LISTA PIEZAS DE REPUESTO CODICE EDIZIONE MERCATO VISTO

NE FLUSS 20 CE LISTA PEZZI DI RICAMBIO SPARE PART LIST ERSATZSTEILE LISTE PIECES DETACHES LISTA PIEZAS DE REPUESTO CODICE EDIZIONE MERCATO VISTO LISTA PEZZI DI RICAMBIO SPARE PART LIST ERSATZSTEILE LISTE PIECES DETACHES LISTA PIEZAS DE REPUESTO Appr. nr. B94.02 T - CE 0063 AQ 2150 Appr. nr. B95.03 T - CE 0063 AQ 2150 CODICE EDIZIONE MERCATO VISTO...

Dettagli

HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain

HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain Communiqué de presse Octobre 2013 HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain Minimal e asimmetrici, due tavoli firmati Mjiila in HI-MACS Il design, è l arte di progettare degli oggetti per

Dettagli

CATALOGO RESISTENZE ELETTRICHE

CATALOGO RESISTENZE ELETTRICHE CATALOGO RESISTENZE ELETTRICHE TERMOBLAZE produce resistenze elettriche di ogni tipo, a filo nudo o corazzate, di ogni materiale, forma e potenza. Gli articoli presenti su questo catalogo sono semilavorati

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE

MANUALE DI INSTALLAZIONE MANUALE DI INSTALLAZIONE La soluzione in nero La soluzione Comax La soluzione Quadmax La soluzione universale La soluzione estetica La soluzione Utility Il modulo Honey Versione IEC TSM_IEC_IM_2011_RevA

Dettagli

3. Passate la superficie con carta vetrata per facilitare la presa della colla.

3. Passate la superficie con carta vetrata per facilitare la presa della colla. Il lavoro di posa dei rivestimenti murali, è oggi, estremamente semplificato ed è una soluzione di ricambio interessante, in quanto applicare carta da parati non è più difficile che verniciare. Le spiegazioni

Dettagli

NE FLUSS 24 EL CE LISTA PEZZI DI RICAMBIO SPARE PART LIST ERSATZSTEILE LISTE PIECES DETACHES LISTA PIEZAS DE REPUESTO CODICE EDIZIONE MERCATO VISTO

NE FLUSS 24 EL CE LISTA PEZZI DI RICAMBIO SPARE PART LIST ERSATZSTEILE LISTE PIECES DETACHES LISTA PIEZAS DE REPUESTO CODICE EDIZIONE MERCATO VISTO LISTA PEZZI DI RICAMBIO SPARE PART LIST ERSATZSTEILE LISTE PIECES DETACHES LISTA PIEZAS DE REPUESTO Appr. nr. B94.01 A - CE 0063 AQ 2150 CODICE EDIZIONE MERCATO VISTO... 30R0032/0... 02-99... IT... MANTELLATURA

Dettagli

Determinazione del punto di infiammabi-lità mediante apparecchiatura Abel

Determinazione del punto di infiammabi-lità mediante apparecchiatura Abel Indice Numerico NOM 6-88 Vedi UNI 0009 NOM 9-71 Prova di stabilità degli oli isolanti NOM 15-71 Prova di distillazione dei prodotti petroliferi NOM 5-71 Determinazione dello zolfo nei prodotti petroliferi

Dettagli

Tubi rigidi CARATTERISTICHE GENERALI

Tubi rigidi CARATTERISTICHE GENERALI Tubi rigidi Tubo medio RK 15 Sigla: RK15 Colore: grigio RA 735 Materiale: PVC unghezza di fornitura: verghe da 2 e 3 metri (±,5%) Normativa: EN 61386-1 (CEI 23-8); EN 61386-21 (CEI 23-81) CARATTERISTICHE

Dettagli

Efficienza, comfort, e semplicità

Efficienza, comfort, e semplicità UM UM Efficienza, comfort, e semplicità La gamma UM offre diffusori con tecnologia MesoOptics. I vantaggi di questa tecnologia (altissima efficienza e distribuzione grandangolare della luce) uniti ad un

Dettagli

ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico

ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico ALLEGATO A ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico A) SOPRALLUOGHI, VISITE TECNICHE, VERIFICHE DI IMPIANTI A.1) Sopralluogo ed esame

Dettagli

OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO

OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO CORSO DI INFORMAZIONE PER STUDENTI PREVENZIONE E SICUREZZA NEI CANTIERI EDILI OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICA Servizio Prevenzione Ambienti Lavoro RISCHI DI CADUTA

Dettagli

MODULO SOLARE A DUE VIE PER IMPIANTI SVUOTAMENTO

MODULO SOLARE A DUE VIE PER IMPIANTI SVUOTAMENTO Schede tecniche Moduli Solari MODULO SOLARE A DUE VIE PER IMPIANTI SVUOTAMENTO Il gruppo con circolatore solare da 1 (180 mm), completamente montato e collaudato, consiste di: RITORNO: Misuratore regolatore

Dettagli

NOVITA! Sono in via di pubblicazione la nuova norma sulle reti idranti UNI 10779 e la specifica tecnica TS sulle reti idranti a secco

NOVITA! Sono in via di pubblicazione la nuova norma sulle reti idranti UNI 10779 e la specifica tecnica TS sulle reti idranti a secco NOVITA! Sono in via di pubblicazione la nuova norma sulle reti idranti UNI 10779 e la specifica tecnica TS sulle reti idranti a secco Ing. Marco Patruno Forum Prevenzione Incendi Milano : 1 ottobre 2014

Dettagli

Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali -

Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali - Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali - (tratto dalla relazione di Martino Buzzi del 17.09.06) Lo stagno: un angolo di natura Avere uno stagno nel proprio

Dettagli

Elettrificatori per recinti

Elettrificatori per recinti Elettrificatori per recinti 721 Cod. R315527 Elettri catore multifunzione PASTORELLO SUPER PRO 10.000 Articolo professionale, dotato di rotoregolatore a 3 posizioni per 3 diverse elettroscariche. Può funzionare

Dettagli

TUBI E MANUFATTI IN CEMENTO PREFABBRICATI PER STRADE - FOGNATURE - EDILIZIA

TUBI E MANUFATTI IN CEMENTO PREFABBRICATI PER STRADE - FOGNATURE - EDILIZIA TUBI E MANUFATTI IN CEMENTO PREFABBRICATI PER STRADE - FOGNATURE - EDILIZIA INDICE GENERALE PAG. 2 PAG. 3 PAG. 4 PAG. 5 NOVITÀ 2012 SISTEMA QUALITÀ MARCATURA CE MOVIMENTAZIONE E POSA PAG. 6 PAG. 7-8 TUBI

Dettagli

Era M & Era MH. I nuovi motori per tende e tapparelle, anche con manovra di soccorso manuale. Compatti e robusti, semplici e pratici da installare.

Era M & Era MH. I nuovi motori per tende e tapparelle, anche con manovra di soccorso manuale. Compatti e robusti, semplici e pratici da installare. Era M & Era MH I nuovi motori per tende e tapparelle, anche con manovra di soccorso manuale. Compatti e robusti, semplici e pratici da installare. Era M Motore tubolare ideale per tende e tapparelle con

Dettagli

GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA

GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA 1 Specifiche tecniche WFC-SC 10, 20 & 30 Ver. 03.04 SERIE WFC-SC. SEZIONE 1: SPECIFICHE TECNICHE 1 Indice Ver. 03.04 1. Informazioni generali Pagina 1.1 Designazione

Dettagli

Sede Legale: Via Forche 2/A Castelfranco V.to. (Tv) Sede Amministrativa: Via G. Verdi 6/A 31050 Vedelago ( Tv )

Sede Legale: Via Forche 2/A Castelfranco V.to. (Tv) Sede Amministrativa: Via G. Verdi 6/A 31050 Vedelago ( Tv ) SIVIERA GIREVOLE A RIBALTAMENTO IDRAULICO BREVETTATA TRASPORTABILE CON MULETTO MODELLO S.A.F.-SIV-R-G SIVIERA A RIBALTAMENTO MANUALE MODELLO S.A.F. SIV-R1-R2 1 DESCRIZIONE DELLA SIVIERA Si è sempre pensato

Dettagli

OGGI IL PRATO SI TAGLIA COSÌ

OGGI IL PRATO SI TAGLIA COSÌ ROBOT RASAERBA GARDENA R40Li OGGI IL PRATO SI TAGLIA COSÌ In completo relax! LASCIATE CHE LAVORI AL VOSTRO POSTO Il 98 % di chi ha comprato il Robot Rasaerba GARDENA lo raccomanderebbe.* Non dovrete più

Dettagli

Diffusore a pavimento modello SOL. per convezione libera

Diffusore a pavimento modello SOL. per convezione libera Diffusore a pavimento modello SOL per convezione libera Indice Campo di impiego... 5 Panoramica sui prodotti.... 6 Descrizione dei prodotti Modello SOL96... 8 Modello SOL... 9 Modello SOL...10 Modello

Dettagli

I Leader nella Tecnologia dell'agitazione. Agitatori ad Entrata Laterale

I Leader nella Tecnologia dell'agitazione. Agitatori ad Entrata Laterale I Leader nella Tecnologia dell'agitazione Agitatori ad Entrata Laterale Soluzione completa per Agitatori Laterali Lightnin e' leader mondiale nel campo dell'agitazione. Plenty e' il leader di mercato per

Dettagli

Calettatori per attrito SIT-LOCK

Calettatori per attrito SIT-LOCK Calettatori per attrito INDICE Calettatori per attrito Pag. Vantaggi e prestazioni dei 107 Procedura di calcolo dei calettatori 107 Gamma disponibile dei calettatori Calettatori 1 - Non autocentranti 108-109

Dettagli

StandBandiere. Personalizza ADESIVI. EspositoriSTRISCIONI. Tavoli accoglienza. la tua presenza con. Tappeti. GAZEBORealizzazione grafica

StandBandiere. Personalizza ADESIVI. EspositoriSTRISCIONI. Tavoli accoglienza. la tua presenza con. Tappeti. GAZEBORealizzazione grafica Personalizza la tua presenza con PARTNER UFFICIAE StandBandiere EspositoriSTRISCIONI DG Idea S.r.l. Via Vercelli, 35/A 13030 Caresanablot (VC) A soli 50 metri da VercelliFiere Tel. e Fax 0161-232945 Tappeti

Dettagli

Elegant ECM. La serie è composta da 12 modelli: la versione RE-ECM, Condizionatore Pensile

Elegant ECM. La serie è composta da 12 modelli: la versione RE-ECM, Condizionatore Pensile Elegant ECM Condizionatore Pensile I condizionatori Elegant ECM Sabiana permettono, con costi molto contenuti, di riscaldare e raffrescare piccoli e medi ambienti, quali negozi, sale di esposizione, autorimesse,

Dettagli

CADUTA DALL ALTO E LINEE VITA LA LEGGE PAROLARI

CADUTA DALL ALTO E LINEE VITA LA LEGGE PAROLARI CORSO DI AGGIORNAMENTO PER LA FORMAZIONE DELLE COMPETENZE PROFESSIONALI IN MATERIA DI SICUREZZA NEI CANTIERI EDILI ALLA LUCE DELL ENTRATA IN VIGORE DEL NUOVO TESTO UNICO SULLA SICUREZZA D.Lgs. 9 aprile

Dettagli

Maggior semplicità per un impianto migliore e più economico

Maggior semplicità per un impianto migliore e più economico lindab ventilation Maggior semplicità per un impianto migliore e più economico TÜV ha testato cinque sistemi di canali e documentato i vantaggi delle diverse soluzioni. Cos è TÜV TÜV (Technischer ÜberwachungsVerein

Dettagli

I LAVORI IN QUOTA. Expo Edilizia - Roma, 14 novembre 2008. I Dispositivi di Protezione Individuale. Problematiche e soluzioni

I LAVORI IN QUOTA. Expo Edilizia - Roma, 14 novembre 2008. I Dispositivi di Protezione Individuale. Problematiche e soluzioni Expo Edilizia - Roma, 14 novembre 2008 I LAVORI IN QUOTA I Dispositivi di Protezione Individuale Problematiche e soluzioni Luigi Cortis via di Fontana Candida 1, 00040 Monte Porzio Catone (Roma) telefono

Dettagli

TETTO IN LEGNO PIANO ED INCLINATO

TETTO IN LEGNO PIANO ED INCLINATO 13 TETTO IN LEGNO PIANO ED Tetto caldo e tetto freddo (ventilato) Impermeabilizzazione e isolamento termico dei tetti in legno con manto a vista Il presente documento riguarda l impermeabilizzazione delle

Dettagli

Linee guida per il montaggio e smontaggio di. ponti a torre su ruote

Linee guida per il montaggio e smontaggio di. ponti a torre su ruote Opere Provvisionali Linee guida per il montaggio e smontaggio di ANVVFC,, Presidenza Nazionale, dicembre 2008 pag 1 Il DECRETO LEGISLATIVO 9 aprile 2008, n. 81 (Pubblicato sulla G.U del 30 aprile 2008)

Dettagli

LINEA GUIDA. Per la scelta, l uso e la manutenzione di dispositivi di protezione individuale contro le CADUTE DALL ALTO SISTEMI DI ARRESTO CADUTA

LINEA GUIDA. Per la scelta, l uso e la manutenzione di dispositivi di protezione individuale contro le CADUTE DALL ALTO SISTEMI DI ARRESTO CADUTA LINEA GUIDA Per la scelta, l uso e la manutenzione di dispositivi di protezione individuale contro le CADUTE DALL ALTO SISTEMI DI ARRESTO CADUTA LINEA GUIDA Per la scelta, l uso e la manutenzione di dispositivi

Dettagli

Nel cemento armato si valorizzano le qualità dei due materiali: calcestruzzo e acciaio, che presentano le seguenti caratteristiche

Nel cemento armato si valorizzano le qualità dei due materiali: calcestruzzo e acciaio, che presentano le seguenti caratteristiche CEMENTO ARMATO METODO AGLI STATI LIMITE Il calcestruzzo cementizio, o cemento armato come normalmente viene definito in modo improprio, è un materiale artificiale eterogeneo costituito da conglomerato

Dettagli

glazer union soluzioni per il rispetto delle norme HACCP nel settore alimentare

glazer union soluzioni per il rispetto delle norme HACCP nel settore alimentare CHE COS'È L'HACCP? Hazard Analysis and Critical Control Points è il sistema di analisi dei rischi e di controllo dei punti critici di contaminazione per le aziende alimentari. Al fine di garantire la completa

Dettagli

- Seminario tecnico -

- Seminario tecnico - Con il contributo di Presentano: - Seminario tecnico - prevenzione delle cadute dall alto con dispositivi di ancoraggio «linee vita» Orario: dalle 16,00 alle 18,00 presso GENIOMECCANICA SA, Via Essagra

Dettagli

CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING

CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING POTENZA FRIGORIFERA DA 4 A 26,8 kw ED.P 161 SF E K 98 FC La gamma di condizionatori

Dettagli

Manuale dell operatore

Manuale dell operatore Technical Publications 20 Z-30 20HD Z-30 Manuale dell operatore Modelli precedenti al numero di serie 2214 First Edition, Second Printing Part No. 19052IT Sommario Pagina Norme di sicurezza... 3 Controllo

Dettagli