CAPITOLATO D'APPALTO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CAPITOLATO D'APPALTO"

Transcript

1 COMUNE DI P OLLA (Provincia di Salerno) Via Strada delle Monache c.a.p SETTORE POLIZIA LOCALE AVVISO PUBBLICO ESPLORATIVO PER LA MANIFESTAZIONE DI INTERESSE A PARTECIPARE ALLA PROCEDURA DI GARA MEDIANTE COTTIMO FIDUCIARIO, PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI: "CATTURA, MANTENIMENTO, CUSTODIA E TRATTAMENTI SANITARI DEI CANI RANDAGI NEL TERRITORIO COMUNALE, E DISTRUZIONE CARCASSE ANIMALI DECEDUTI DURATA: ANNI TRE A DECORRERE DALLA DATA DI STIPULA DEL CONTRATTO DI SERVIZIO. Gara n CIG._ C0_ CAPITOLATO D'APPALTO

2 ART. 01 OGGETTO E DURATA DELL'APPALTO Il servizio ha per oggetto l 'esple tamento, da parte della ditta aggiudicante, delle att iv i t à di cattura (accalappiamento), ricovero, mantenimento e custodia dei cani randagi rinvenuti nell ' ambito del terr i to r io del Comune di Polla, non reclamati da privat i cit tad in i. Il servizio prevede tut te le att iv i t à connesse e necessarie, ivi compresi i trat tamenti sanitar i necessari, l identif i caz ione, microchippatura e ster i l i z zazione, lo smaltimento delle carcasse dei cani randagi deceduti e/o soppressi dal competente Servizio Veter inar io. Qualora alcune delle suddette att iv i t à siano di competenza dell Azienda Sanitar ia Locale, o comunque siano svolte dalla stessa, la Ditta aggiudicante sarà tenuta a coordinare diret tamente le att iv i t à di propria competenza con quelle svolte dall ASL, e si farà carico di tutte le spese a qualsias i ti to lo dovute all ASL per le funzioni svolte, tenendo assolutamente indenne il Comune di Polla. L affidamento del servizio viene disposto per il periodo di anni 3 (tre) natural i e consecutivi mediante cott imo fiduciar io, con aggiudicazione all 'of fer t a economicamente più vantaggiosa secondo le modalità di cui all ' a r t. 83 del D. Lgs. n 163/2006 e s.m. e D.P.R. n. 207/2010. L'appalto decorrerà dalla data di effet t ivo inizio del servizio, che dovrà risul tare da apposi to verbale o essere indica to nel contra t t o. Il numero medio dei cani da ricoverare presso la strut tura, calcolato secondo la media annuale di accalappiamento degl i ult imi anni, è di circa 40. Tutte le att iv i t à andranno poste in essere nel pieno rispet to della vigente normativa in materia, ed in particolare di quanto previsto dalla Legge Regione Campania n. 16/2001. ART. 02 MODALITÀ' DI AFFIDAMENTO - REQUISITI DELLA STRUTTURA REQUISITI DI CAPACITÀ TECNICO ECONOMICO E FINANZIARIA Ai fini della determinazione dell 'o f fe r t a economicamente più vantaggiosa, questa Amministrazione prenderà in considerazione i seguenti elementi e relat iv i fat tor i ponderal i: Punti total i assegnabil i = 100 A) Offer ta economica: max punt i 45 ; - alla migliore offerta economica sarà assegnato il valore di 45 punti, alle altre offerte sarà attr ibui to un numero di punti inversamente proporzionale secondo l 'equazione: x = prezzo migliore / prezzo offer to dalla Ditta x 45. B) Documentazione Tecnico - Quali t a t i v a: max punt i 55 così suddivi s i: i) Spazio a disposizione per ogni animale (max punti 25): da dimostrars i mediante autocert i f i caz ione e presentazione di idonea planimetria da cui si possa desumere il numero e l 'ampiezza dei box di ricovero cani, con i relat iv i mq. pro-capite a disposiz ione del numero massimo di cani ricoverabi l i. Verrà assegnato il punteggio massimo alla strut tu ra che evidenzierà la più ampia superfic ie a disposiz ione di ciascun cane. ii) Servizi aggiuntiv i (max punti 10): il punteggio massimo sarà attr ibui to dalla Commissione a proprio insindacabile giudizio in relazione alla proposta di servizi aggiuntiv i e/o migliorat iv i, a ti to lo gratui to, che il partecipante intende offr i re per un migliore espletamento del servizio (ad esempio, azioni promozionali tese all ' i ncremento delle adozioni dei cani ricoverat i, alla riduzione del randagismo, ecc.), in relazione alla serie tà e attendibi l i t à dei progett i stess i, ed infine in relazione al le modali t à at tua t i ve indica te ed al la completezza del la documentazione presenta t a. ii i) Distanza fra Ente appaltante (sede comunale) e canile (max punti 20): i concorrent i dovranno cert i f i ca re la distanza chilometrica, calcolata sul percorso

3 stradale, della strut tura di ricovero dalla sede comunale di Polla. Verrà assegnato il punteggio massimo alla strut tu ra più vicina. L'aggiudicazione sarà impegnativa per il concorrente miglior offerente in base alle norme di gara, mentre nei riguardi dell 'Ente Appaltante essa sarà provvisoria in quanto subordinata: - alla verif ica dei requisi t i di partecipazione richies t i dal Bando; - all ' approvazione dell 'Ente Appaltante, che avrà in ogni caso la facoltà di annullare la gara e non procedere alla stipula dei contrat to senza che l 'aggiudicatar io provvisorio possa avanzare alcuna pretesa. Sono ammessi a partec ipa re al la procedura di gara i sogget t i in possesso: A) dei necessari REQUISITI DI ORDINE GENERALE, previst i dall art. 38 del D.Lgs 163/2006; B) dei seguent i REQUISITI ULTERIORI DI CAPACITÀ ECONOMICA-FINANZIARIA E TECNICA- ORGANIZZATIVA: i- possedere un fattura to globale di impresa, relat ivo agli ult imi tre eserciz i finanziar i (2013/2012/2011), non infer io re al l importo per l in te ro periodo di ,00; ii- ii i- avere svolto negli ult imi tre anni (2013/2012/2011) servizi analoghi a quell i oggetto della presente procedura, in almeno altr i tre Enti Locali, senza censure; a tal fine, in sede di gara la Ditta sarà tenuta a presenta re idonei at te s t a t i di refe renza; disporre di almeno una referenza bancaria dalla quale risul t i la solvibi l i t à del concorrente. I soggett i partecipant i dovranno essere iscr i t t i alla competente Camera di Commercio per att iv i tà rientrant i nell 'ogget to dell ' appal to. Per i consorzi stabi l i i requisi t i finanziar i possono essere assolt i anche cumulat ivamente dai singol i consorz ia t i esecutor i. Le imprese mandatarie devono in ogni caso possedere i requisi t i ed eseguire le prestazioni in misura maggiori ta r i a. Ai sensi dell art. 35 della legge n. 221/2012 (G.U. n. 294 del ), tut te spese di pubblici tà, sulla Gazzetta Ufficia le Ital iana, giornal i, quotidiani e quant alt ro, dell avviso dei risul ta t i della procedura, prevista dal combinato disposto dei commi 3, 5 e 7 dell art t. 122 del D. Lgs n. 163/2006 e s.m.i., dovranno essere rimborsate alla stazione appaltante dall aggiudicatar io, entro il termine di 60 giorni dall aggiudicazione defini t iva efficace. ART. 03 CORRISPETTIVO DELL'APPALTO II corrispet t ivo dell appalto, posto a base di gara, è pari a ,00 (Euro sessantacinquemilaset tecento/00) IVA esclusa, calcolato sul triennio di affidamento, importo annuale ,00 (Euro ventunomilanovecento/00) IVA esclusa. L'importo per animale è stabi l i t o in 1,50 (Euro uno/50) al giorno, soggetto al medesimo ribasso applicato sull ' importo a base d'asta. Di esso si tiene considerazione solo nel caso appresso speci f i c a to. Il quadro tecnico economico relat ivo al servizio, calcolato su una previsione di ricover i e permanenza media di quaranta cani è così determinato: Importo a base d asta: 40 (media numero di cani in custodia) x 1,50 x 365 giorni / 12 mesi = 1.825,00 (oltre IVA) forfetar i mensil i. Il valore dell appalto (a base d asta) per il periodo di affidamento (tre anni dalla st ipu la del contra t t o) sarà quindi pari a: 40 x 1,50 x 365 giorni x 3 = ,00 olt re IVA --- Con il suddetto compenso forfetar io mensile l 'Appalta tore si intende compensato di ogni suo avere per tut te le att iv i tà svolte: detto importo è compresivo di ogni spesa, onere, contributo per le att iv i t à di accalappiamento, ricovero, mantenimento, custodia, trasporto e smaltimento carcasse animali, profi lass i sanitar ia e quant alt ro,

4 indipendentemente dall effet t i vo numero di animali catturat i, ricoverat i, trasporta t i, curat i, ecc. Null 'a l t ro potrà essere preteso dall 'Appalta tore, ad eccezione del caso in cui nel periodo di rifer imento della fattura bimestrale vi sia stata una media di presenze superiore a cinquanta unità: in tal caso sarà riconosciuto l ulter iore compenso giornaliero di cui al comma 2 di questo articolo, per come risul tan te dal ribasso d asta, per ogni animale ol t re i cinquanta. Gli importi dovuti saranno liquidat i all Appaltatore in rate bimestral i postic ipa te, dietro presentazione di regolare fattura, e a seguito di accertamento posit ivo della regolar i t à contribut iva (DURC), entro il termine di 60 gg. dal ricevimento della stessa. Alla fattura dovrà essere allegata una scheda riepi logat iva riportante: l 'e lenco dei cani ospit i presso la strut tura (con numero microchip), la data di entrata, la data di uscita ed i relat iv i giorni di presenza. L'appal to in ogget to è finanzia to con riso r se propr ie di Bilancio. ART. 04 STRUTTURA DI RICOVERO La strut tura di ricovero destinata ad ospitare gli animali oggetto dell ' appal to dovrà essere in possesso dei requisi t i previst i dalle leggi vigenti in materia, ed in part icolare dell ' au tor izzazione sanitar ia e amministra t iva riguardante l ' immobile rispet to alle final i t à cui è destinato. Dovrà essere in regola con le norme vigenti in materia di sicurezza e di lavoro, assumerà a proprio carico la responsabil i t à verso terzi, derivante dai cani custodit i, dal personale e dai mezzi impiegati per l espletamento del servizio stesso, sollevando, pertanto, il Comune dalle predette responsabil i t à. Inoltre la strut tu ra dovrà essere in possesso dei seguenti requisi t i: - essere munita delle regolari autorizzazioni ri lasc ia te dalle Autorità competenti terr i to r i a lmente; - essere in possesso dei requisi t i e condizioni di mantenimento non infer ior i a quell i previst i dalle leggi regional i e dai regolamenti attuat iv i della Regione Campania, indicant i tra l 'a l t ro la ricet t iv i t à massima della strut tura di ricovero, la sua t ipologia (cani le e/o ri fug io) ed i l numero dei cani ospi t i; La strut tu ra dovrà indicare le procedure e le modalità di rest i tuz ione dell ' an imale al proprieta r io che ne faccia richies ta. L Appaltatore dovrà consentire l accesso alla strut tura ai soggett i incaricat i dal Comune o dall ASL ed alle guardie zoofile, per sopral luoghi o control l i, anche senza preavviso. Dovrà essere inoltre consenti to l 'accesso su appuntamento ai rappresentant i delle associazioni, Onlus o enti morali, riconosciut i in conformità alla vigente normativa regionale, avent i come f ina l i t à la protez ione degli animali, nel l orar io di apertu ra. ART. 05 RITIRO DEGLI ANIMALI Eccezionalmente può essere chiesto all ' appal ta tore il ri t i ro di cani rinvenuti e custodit i in aree private (es. cani catturat i da privat i cit tad in i). Il rit i ro e trasporto nel proprio canile sono a carico della Ditta affidatar ia; a tal proposito l 'appal ta tore dovrà essere in possesso delle necessarie autorizzazioni per i l traspor to di animali e impiegare personale ed automezzi idonei al lo scopo. Nel caso in cui le suddette att iv i t à siano di competenza dell ASL, o comunque dalla stessa svolte, sarà compito dell appalta tore coordinars i con le strut ture sanitar ie per effe t t ua r e ta l i operazioni, senza alcun onere per i l Comune. Entro dieci giorni dall avvio del servizio, l Appalta tore dovrà provvedere ad esclusive sue cura e spese al rit i ro degli animali ora custodit i presso la strut tura dell at tuale affidatar io, Ditta Oasi Felix di Annunziata Sebastian, con sede a Polla in C./da Casino.

5 ART. 06 OBBLIGHI DELL'AFFIDATARIO La Ditta affidatar ia del servizio dovrà svolgere quanto indicato nel presente capitola to assicurando gli standard di quali tà ed igiene fissa t i dalla normativa vigente, mediante interventi adeguati alla specie di animali inviat i da questo Ente, nel rispet to in part icolare della Legge 281/1991 "Legge quadro in materia di animali di affezione e prevenzione del randagismo, del Decreto Ministero della Sanità "Norme in materia di affidamento dei cani randagi e norme in materia di poliz ia veterinaria ", della Legge n.189/2004 Disposizioni concernenti il divieto di maltrat tamento degli animali, nonché di impiego degli stessi in combattimenti clandestin i o competizioni non autorizzate divieto di maltrat tamento degli animali, della L. R. 16/2001 Tutela degli animali d affezione e prevenzione del randagismo e loro succ. modificaz. ed integraz. L Appaltatore è in particolare tenuto ai seguenti compiti e prestazioni: a) Ricovero dei cani presso il canile/r i fugio nella disponibi l i t à dell ' appal ta to re, in box o recin t i numerat i; b) Mantenimento degli animali con pasti di quanti tà e quali tà adeguati alla specie, all ' e t à e alle condizioni fis io logiche dell ' an imale, con somministrazione di almeno un pasto al giorno a tutt i gli animali in custodia, nonché control lo costante degli abbevera to i al lo scopo di mantenere l ' a cqua sempre disponib i l e; c) Assicurare a ciascun cane uno spazio minimo nel box suffic iente alla sua permanenza; i box dovranno essere dotati di adeguate protezioni contro le avversi tà meteorologiche; d) Garantire perfet te condizioni igieniche, rimuovendo giornalmente le deiezioni solide ed i res idui di quel le l iquide; e) Effet tua re periodiche operazioni di dis in fez ione e derat t i z z az ione; f) Controllare con suffic iente frequenza lo stato di salute degli animali e att ivars i presso soggett i idonei per eventual i necessari intervent i di carat te re veter inar io a tutela della salute degli animali, oltre a ricoverare o sottoporre a cure mediche veterinar ie gli animali malati, feri t i o infesta t i di parassi t i, secondo il loro stato; a tal fine andrà indicato il nominativo di un medico veter inar io responsabile sanitar io della strut tu ra; g) Tenere presso il canile un regist ro aggiornato quotidianamente sulla presenza degli animali ospita t i, con data di arrivo, ogni indicazione atta al riconoscimento univoco di ogni singolo animale, data di uscita per affido, decesso ed eventuale riconsegna al proprieta r io; h) Consentire lo stoccaggio delle carcasse degli animali domestici rinvenuti sul terr i to r io comunale; i) Qualora, nella procedura d identif i caz ione, il cane risul t i microchippato, lo stesso andrà rest i tu i to al proprietar io e l infrazione andrà segnalata all ASL ed al Comune; L Appaltatore è tenuto ad inviare al Comune, con cadenza almeno semestrale, un report generale sulla gestione effet tuata, con i dati sulla presenza e movimentazione degli animali di cui al suddetto regist ro, sugli interventi sanitar i effet tua t i, e quant altro ri t enuto uti l e per una corre t t a informazione. ART. 07 VERIFICHE E CONTROLLI Il Comune di Polla, mediante l 'Uff ic io di Polizia Locale, provvederà ad effet tuare le dovute verif iche sull esat ta osservanza da parte dell Appaltatore degli obblighi derivanti dal contrat to e dal presente capitola to, ed effet tuerà visi te periodiche alla strut tu ra per accertare l 'es i s t enza in vita degli animali affidat i e le loro condizioni igienico- sanitar ie.

6 Provvederà altres ì al ri lascio di eventuali autorizzazioni di visi ta alla strut tura a privat i o associazioni che ne facessero richies ta, previo accordo con la dit ta aggiudicatar ia. L'Amministrazione Comunale può disporre l 'accesso al canile tramite personale del Comune o personale, anche sanitar io, delegato dallo stesso Ente. I control l i, non soggett i a preavviso, permetteranno di verif icare la rispondenza quali ta t iva del servizio oltre al rispet to delle norme sanitar i e. 1 control l i avverranno in contradditor io con il personale della Ditta appalta t r i ce ed ogni ri l i evo sarà contesta to per iscr i t t o. L'Amministrazione Comunale può autorizzare visi te al canile da parte di Associazioni o Enti di protezione animali, nonché stipulare con le medesima convenzioni atte alla promozione delle adozioni degli animali già ospit i nella strut tura della Ditta appalta t r i ce. Per la funzionali tà dei control l i l 'aff ida ta r io è obbligato a fornire tutta la collaborazione necessaria. ART. 08 DECESSO, RESTITUZIONE, AFFIDAMENTO A TERZI DEI CANI RICOVERATI Eventual i trasfer imenti a qualsias i ti to lo degli animali in ricovero, dovranno essere regist ra t i nell ' apposi to regist ro di carico e scarico, vidimato dalla competente ASP, entro e non oltre le 48 ore dal verif icars i dell ' evento. Dicasi lo stesso per quanto riguarda la cessione a terzi degli animali ospita t i presso la strut tura di ricovero: in tal caso l 'a f f ida ta r io nulla avrà a pretendere da questo Comune. Il regist ro di carico e scarico deve essere tenuto nella sede operativa dell ' appal ta tore e verif icabi le ogni qualvolta venga richies to. Gli animali deceduti dovranno essere trasporta t i, previo parere favorevole del Servizio Veterinar io, presso impianto autorizzato di incener imento. Nel caso di richies ta d'aff idamento da parte di privat i di animali in custodia, l 'aggiudicatar ia potrà procedere diret tamente, previo parere del Servizio Veterinario, dandone comunicazione all 'u f f i c io Polizia Locale. Qualora il cane cattura to venga reclamato dal proprieta r io o detentore, gli oneri relat iv i alla riconsegna saranno a totale carico del possessore. Quest'u l t imo, prima del ri t i ro del cane, dovrà versare all ' appal ta to re la somma corrispondente al costo giornal ie ro di mantenimento, di cui al comma 2 dell art ico lo 3 del presente capitola to, per come risul tante dal ribasso d asta, oltre le eventuali spese documentate sostenute dall ' appal ta to re per la ricerca del proprieta r io e per le eventual i cure e/o interventi cui il cane sia stato sottoposto. Nel caso in cui il costo giornaliero di mantenimento sia stato oggetto di pagamento da parte del Comune (per media di presenze superiore a 50 unità), la corrispondente somma sarà decurtata a cura dell ' appal ta tore dalla successiva fat turaz ione a carico del Comune di Polla. ART. 09 PERIODO DI APERTURA E ORARIO GIORNALIERO L'aggiudicatar io dovrà garanti re att iv i t à che aumentino l 'adozione dei cani e l 'aper tura al pubblico della strut tu ra almeno tre giorni a sett imana, per almeno quattro ore al giorno. L'orario di apertura al pubblico deve essere comunicato all ' az i enda sanitar ia locale competente per il terr i to r io di ri t rovamento e di arrivo degli animali e deve essere esposto in modo visibi l e tramite apposita cartel lonis t i ca all ' i ngresso della strut tura. ART. 10 PERSONALE Il personale adibito all ' esp le tamento del servizio affidato dovrà essere idoneo ed in regola con le vigent i norme sul lavoro, la previdenza e la sicurezza.

7 L'Affidatar io si obbliga a osservare integralmente nei riguardi dei propri lavorator i dipendenti, impiegati nelle prestazioni oggetto dei presente capitola to, condizioni normative e retr ibut ive non infer ior i a quelle risul tan t i dai contrat t i di lavoro e dagli accordi local i integrat iv i degli stess i, applicabi l i alle categorie e nella local i t à in cui esegue il contrat to, anche ove non aderisca alle associazioni stipulant i. Dovrà effet tuare i versamenti dei contr ibut i stabi l i t i per fini mutualis t i c i, nonché garantire il rispet to del diri t to ai permessi, ferie, gratif i che etc., in conformità al le clausole contenute nei pat t i nazional i. ART. 11 PENALI - RISOLUZIONE DEL CONTRATTO Il contrat to si intende risol to ipso iure, senza diri t to a rimborsi o risarc imenti, in caso di mancato rispet to di tut to quanto previsto da questo capitola to e dal contrat to di affidamento, nonché nel caso di sospensione o interruzione del servizio per motivi non dipendent i da cause di forza maggiore. L'Amministrazione Comunale comunicherà con raccomandata con avviso di ricevimento l 'avvio motivato del procedimento amministra t ivo preordinato alla risoluzione, concedendo 10 giorni dal ricevimento per il contradditor io. Qualora successivamente al contradditor io non si raggiunga esito favorevole, verrà assunto il provvedimento defini t ivo. Fuori dall ipotesi di risoluzione, si conviene che l ' inosservanza da parte dell 'Appalta tore delle clausole del presente Capitola to o disposiz ioni di legge vigent i, comporterà l ' app l i c az ione di una penale, pari a: ,00 per la prima violaz ione contes ta t a; - 250,00 per la seconda violaz ione contes ta t a; - 500,00 per la terza violaz ione contes t a t a. Tali importi saranno trat tenut i dai pagamenti da effet tuare. L irrogazione della penale sarà preceduta da avviso di avvio di procedimento riportante le inosservanze contesta te con richies ta di deduzioni entro 10 giorni dal ricevimento, concedendo 10 giorni dal ricevimento per i l contraddi to r i o. Alla quarta violazione grave defini t ivamente accerta ta, verrà incamerata la cauzione e rescisso il contrat to. ART. 12 CAUZIONI Ogni soggetto che sarà invita to alla gara dovrà costi tu i re, secondo una delle forme discipl ina te dall ' a r t. 75 del D.Lgs 163/2006, una cauzione provvisoria pari al 2% del prezzo posto a base d'as ta. L'aggiudicatar io, per la stipula del contrat to ed a garanzia dell ' e sa t t a e puntuale esecuzione di tutt i gli adempimenti derivant i dal presente Capitola to, dovrà costi tu i re, ai sensi di legge, un deposito cauzionale di enti tà e nei modi previst i dalla vigente normativa (Art. 113 D. Lgs. 163/2006). Tale cauzione dovrà restare valida per tut ta la durata dell ' appal to. ART. 13 SUBAPPALTO E fat to assoluto divieto di cedere o subappaltare il servizio affidato. L'eventuale inosservanza darà luogo all immediata resciss ione in danno, con incameramento sia della cauzione sia di ogni eventuale credi to al momento vanta to dal l 'Appal t a t o re.

8 ART. 14 OBBLIGHI DELL'APPALTATORE RELATIVI ALLA TRACCIABILITÀ' DEI FLUSSI FINANZIARI L Appaltatore assume tut t i gli obblighi di tracciabi l i t à dei flussi finanziar i di cui all ' a r t. 3 della legge 13 agosto 2010, n. 136 e successive modifiche, impegnandosi altres ì a dare immediata comunicazione alla stazione appaltante ed alla Prefet tura - Ufficio Terri tor ia le del Governo della Provincia di Salerno - della notizia dell ' i nadempimento delle proprie contropart i agli obblighi di tracciabi l i t à finanziar ia. ART. 15 CONTRATTO Il contrat to verrà stipula to per atto pubblico amministra t ivo con intervento del Segretar io Comunale del Comune di Polla: restano a carico dell aggiudicatar io tut te le relat ive imposte, tasse, spese e diri t t i per la stipula e regist raz ione dello stesso. La Ditta appalta t r i ce si obbliga a comunicare tempestivamente al Comune di Polla ogni fat to e/o circostanza ri levante per il rapporto contrat tuale, anche in relazione al permanere dei requisi t i soggett iv i di cui al codice dei contrat t i, come pure si obbliga a comunicare ogni modificazione e/o variazione che dovesse intervenire negli assett i societar i della ditta medesima e/o negli organismi tecnici ed amministra t iv i sino alla conclusione dell ' a f f idamento del servizio. ART. 16 RESPONSAB1LITA' PER RISCHI E DANNI La Ditta aggiudicatar ia del servizio, solleva il Comune da ogni e qualsias i responsabil i t à derivant i da rischi o danni provocati nell ' e sp le tamento del servizio stesso, a persone o Enti pubblic i o priva t i. ART. 17 CONTROVERSIE Per la definiz ione delle controvers ie tra l 'Amministrazione Comunale e la ditta appalta t r i ce che possono insorgere in relazione al rapporto contrat tua le, comprese quelle inerenti la validi tà del medesimo, la sua interpretazione, esecuzione e riso luz ione, è competente i l Foro di Salerno. ART. 18 RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO Ai sensi degli art t. 4 e 5 della L. 07/08/1990, n. 241 e dell ' a r t. 10 del D.Lgs. 163/2006, il Responsabile del Procedimento è il Responsabile dell Area Vigilanza del Comune di Polla, Avv. Benedetto di Ronza, tel , cell , indir izzo t Polla, i l 28 novembre 2014 IL RESPONSABILE DELL AREAVIGILANZA Avv. Benedet to di Ronza

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra-

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra- . ROMA CAPITALE BANDO DI GARA D'APPALTO SEZIONE I) AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale - Dipartimento Risorse Economiche - Direzione per la

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA AVVISO PUBBLICO PER UNA INDAGINE DI MERCATO FINALIZZATA ALL AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIREZIONE DELL ESECUZIONE DELL APPALTO PER LA FORNITURA, INSTALLAZIONE E MESSA IN OPERA DI UN SISTEMA DI RADIOCOMUNICAZIONI

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA 1 Art. 1 Premessa Il presente disciplinare costituisce, con il bando e il capitolato speciale

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto. Rep. n. Prot. n. 2009/ Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.) REPUBBLICA ITALIANA Il giorno..

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:268701-2013:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701 Bando di gara Servizi Direttiva 2004/18/CE Sezione

Dettagli

LETTERA DI PRESENTAZIONE E MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO SOPRA ELENCATO. Il sottoscritto nato a il

LETTERA DI PRESENTAZIONE E MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO SOPRA ELENCATO. Il sottoscritto nato a il SCHEMA DI MANIFESTAZIONE D INTERESSE Spett.le COMUNE DI SANTA LUCIA DI PIAVE Ufficio Lavori Pubblici Piazza 28 ottobre 1918, n. 1 31025 Santa Lucia di Piave (TV) comune.santaluciadipiave.tv@pecveneto.it.

Dettagli

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV.

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV. All. 2) al Disciplinare di gara Spett.le Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE Via Pisa - P.zza Giovanni XXIII 95037 - San Giovanni La Punta Oggetto: GARA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI RELATIVI

Dettagli

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica . (FAC-SIMILE ISTANZA DI PARTEZIPAZIONE) AL COMUNE DI PIANA DEGLI ALBANESI DIREZIONE A.E.S. LAVORI PUBBLICI E PROGETTAZIONE VIA P. TOGLIATTI, 2 90037 PIANA DEGLI ALBANESI (PA) Il sottoscritto.... nato

Dettagli

CONSORZIO VALLE CRATI

CONSORZIO VALLE CRATI CONSORZIO VALLE CRATI ART. 31 Dlgs 267/2000 87036 RENDE (CS) Nr. 17 DETERMINAZIONE DELL UFFICIO TECNICO Del 16.10.2014 Prot. nr. 1833 OGGETTO: Gestione tecnica, operativa ed amministrativa di manutenzione

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI CROTONE Prot. n. 25161 del 21/05/2012 BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA Fornitura di Prodotti Disinfestanti e Derattizzanti

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

COMUNE DI CAMPORGIANO

COMUNE DI CAMPORGIANO COMUNE DI CAMPORGIANO PROVINCIA DI LUCCA Piazza Roma n. 1 Tel. 0583/618888 Fax. 0583/618433 C.F. 00398710467 E-mail : demografico@comune.camporgiano.lu.it CAPITOLATO D APPALTO AFFIDAMENTO MEDIANTE PROCEDURA

Dettagli

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA. PREORDINATA ALL AFFIDAMENTO AI SENSI DEL D. LGS. 163/06 DEI SERVIZI DI PULIZIA DEI LOCALI, DEGLI IMPIANTI SPORTIVI E DELLE ATTREZZATURE PRESSO IL CENTRO SPORTIVO DELLA

Dettagli

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Allegato alla determinazione dirigenziale n. 1/2011 AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Ufficio di Segreteria Giuridico-Amministrativa U.O. Affari Generali, Giuridici e di Raccordo Istituzionale Via V.

Dettagli

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA Oggetto: Affidamento, mediante appalto integrato e con procedura aperta, degli interventi per la Valorizzazione

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

COMUNE DI GENZANO DI ROMA PROVINCIA DI ROMA C.A.P. 00045

COMUNE DI GENZANO DI ROMA PROVINCIA DI ROMA C.A.P. 00045 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA, SORVEGLIANZA E PULIZIA, NELLE SCUOLE DELL INFANZIA PARITARIE COMUNALI TRUZZI E G. RODARI DI GENZANO DI ROMA ANNI SCOLASTICI 2012/2013-2013/2014-2014/2015,

Dettagli

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIPARTIMENTO PER I BENI ARCHIVISTICI E LIBRARI DIREZIONE GENERALE PER I BENI LIBRARI E GLI ISTITUTI CULTURALI PUBBLICO INCANTO TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE

Dettagli

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO FONDAZIONE FORENSE DI PESARO Palazzo di Giustizia, Piazzale Carducci n. 12 GUIDA PRATICA ALL ACQUISTO DI IMMOBILI ALL ASTA Perché acquistare un immobile all asta? Acquistare all asta è spesso più conveniente.

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Premessa L accesso agli atti ed ai documenti amministrativi, introdotto nel nostro ordinamento dalla Legge 7 agosto 1990, n. 241, costituisce

Dettagli

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO AFFIDAMENTO ANNUALE DELLA GESTIONE DELLA CASA FAMIGLIA PER DISABILI ADULTI SITA IN LARGO FRATELLI LUMIERE, 36, NONCHÉ QUELLA DEL CENTRO DIURNO SE FINANZIATO DA ROMA CAPITALE

Dettagli

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE.

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE. CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DEL PROGRAMMA ONEMINUTESITE 1. PREMESSA L allegato tecnico contenuto nella pagina web relativa al programma ONEMINUTESITE(d ora in avanti: PROGRAMMA, o SERVIZIO O SERVIZI)

Dettagli

PROCEDURA APERTA SUDDIVISA IN 5 LOTTI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIDATTICA PRESSO IL SISTEMA DEI MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE

PROCEDURA APERTA SUDDIVISA IN 5 LOTTI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIDATTICA PRESSO IL SISTEMA DEI MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE CAPITOLATO D ONERI PROCEDURA APERTA SUDDIVISA IN 5 LOTTI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIDATTICA PRESSO IL SISTEMA DEI MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE 2 PREMESSA Zètema, in virtù del Contratto di Servizio

Dettagli

Art. 1 Oggetto del servizio

Art. 1 Oggetto del servizio CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO TRASLOCHI NEGLI ISTITUTI SCOLASTICI, NEI CENTRI SCOLASTICI, NEI CENTRI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE E NEGLI UFFICI DI COMPETENZA PROVINCIALE

Dettagli

La Consegna dei Lavori

La Consegna dei Lavori La Consegna dei Lavori Il contratto viene posto in esecuzione dall Amministrazione con La consegna dei lavori. Si tratta, complessivamente, di una serie di atti di carattere giuridico e di operazioni materiali,

Dettagli

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 1 ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 www.plusogliastra.it plusogliastra@pec.it ISTANZA DI PARTECIPAZIONE LOTTO DESCRIZIONE BARRARE IL LOTTO

Dettagli

OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio e traslochi.

OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio e traslochi. Allegato alla determinazione n. 42/APPR del 27/11/2014 composto da n. 29 fogli (fronte/retro) Spett.le ditta OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI (Emanato con D.R. n. 57 del 21 gennaio 2015) INDICE Pag. Art. 1 - Oggetto 2 Art. 2 - Procedura

Dettagli

00185 Roma Via Castelfidardo, 41

00185 Roma Via Castelfidardo, 41 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI SEDE DEGLI UFFICI DELL ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA DEI VETERINARI (VIA CASTELFIDARDO, 41), DELLE PARTI COMUNI DELL IMMOBILE

Dettagli

Comune di Prato. Servizio Risorse Umane. Concorso pubblico per l assunzione di n. 1 Funzionario Progettista Impianti (cat. D1)

Comune di Prato. Servizio Risorse Umane. Concorso pubblico per l assunzione di n. 1 Funzionario Progettista Impianti (cat. D1) Comune di Prato Servizio Risorse Umane Concorso pubblico per l assunzione di n. 1 Funzionario Progettista Impianti (cat. D1) 1 Prova Scritta- Quiz con risposte esatte le risposte esatte sono sottolineate

Dettagli

OGGETTO:Programma Integrato Urbano PIU Europa PO FESR Campania 2007-2013 Asse 6 Obiettivo Operativo 6.1.

OGGETTO:Programma Integrato Urbano PIU Europa PO FESR Campania 2007-2013 Asse 6 Obiettivo Operativo 6.1. *** *,. * *** La tua Campania cresce in Europa Via De Turris n.16 "Palazzo S. Anna" Te/. 081 3900565 fax 081 3900592 e-mail: urbanistica@comune.castellanunare-di-stabia.napoli.it pec: urbanistica.stabia@asmepec.it

Dettagli

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano.

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Prot. n. 5789 Bordano, 04.12.2014 POR FESR 2007 2013 Obiettivo

Dettagli

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA In esecuzione della deliberazione di Giunta Comunale n. 17 del 14.02.2011 è indetta trattativa privata per

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO. ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85

AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO. ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 MOD. 2 - Busta A AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal

Dettagli

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA.

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. CIG: 5066492974 Quesito 1 Domanda: Nel Capitolato Tecnico

Dettagli

Guida pratica per i contratti pubblici di servizi e forniture

Guida pratica per i contratti pubblici di servizi e forniture PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Segretariato Generale Dipartimento per le Politiche di Gestione e di Sviluppo delle Risorse Umane DIPRU 2 Guida pratica per i contratti pubblici di servizi e forniture

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI AVVISO PUBBLICO PER L USO TEMPORANEO E SUPERFICIARIO DI UN AREA PUBBLICA SITA NEL PZ9 POLIGONO DEL GENIO Vista: IL DIRIGENTE la presenza

Dettagli

COMUNE DI GONARS COMUNE DI LINGUA E CULTURA FRIULANE COMUN DI GONÂRS COMUN DI LENGHE E CULTURE FURLANIS

COMUNE DI GONARS COMUNE DI LINGUA E CULTURA FRIULANE COMUN DI GONÂRS COMUN DI LENGHE E CULTURE FURLANIS COMUNE DI GONARS COMUNE DI LINGUA E CULTURA FRIULANE COMUN DI GONÂRS COMUN DI LENGHE E CULTURE FURLANIS UFFICIO LAVORI PUBBLICI LAVÔRS PUBLICS Tel. 0432 99 20 21 - Fax 0432 99 20 51 lavori.pubblici@com-gonars.regione.fvg.it

Dettagli

Regione Marche ERSU di Camerino (MC)

Regione Marche ERSU di Camerino (MC) DELIBERA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELL ERSU DI CAMERINO N. 261 DEL 29/03/2011: OGGETTO: APPROVAZIONE DEL BANDO DI SELEZIONE PER IL CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

DICHIARAZIONE DI CUI ALL'ART. 14.2 DELLA LETTERA D'INVITO

DICHIARAZIONE DI CUI ALL'ART. 14.2 DELLA LETTERA D'INVITO Modello B Comune di Saluzzo Via Macallè, 9 12037 SALUZZO PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO DELLA POLIZZA DI ASSICURAZIONE A FAVORE DEL COMUNE DI SALUZZO RELATIVA A INCENDIO E ALTRI EVENTI, FURTO E

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3.

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3. CAPITOLATO DI APPALTO PER LA FORNITURA DI MATERIALE INFORMATICO PER I SITI MUSEO CIVICO F.L.BELGIORNO FOYER TEATRO GARIBALDI CENTER OF CONTEMPORARY ARTS PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA

Dettagli

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA. All Università degli Studi di Bari ALDO MORO Piazza Umberto I n. 1 70121 Bari

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA. All Università degli Studi di Bari ALDO MORO Piazza Umberto I n. 1 70121 Bari ISTANZA DI PARTECIPAZIONE E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA All Università degli Studi di Bari ALDO MORO Piazza Umberto I n. 1 70121 Bari CIG: 55637729E4 Procedura aperta per l affidamento del servizio di raccolta,

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE GOVERNO QUOTIDIANO DEGLI ANIMALI

MANUALE DI GESTIONE GOVERNO QUOTIDIANO DEGLI ANIMALI MANUALE DI GESTIONE Breve descrizione del canile (fabbricati: box, locali accessori). Modalità di approvvigionamento idrico e smaltimento reflui animali. Individuazione responsabile generale (titolare)

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO AVVERTENZE PER LA REDAZIONE 1. La bozza di contratto proposta è da utilizzare come linea guida, potrà essere integrata e/o ridotta in funzione alle specifiche necessità.

Dettagli

CITTA' DI TRAPANI PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI

CITTA' DI TRAPANI PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI CITTA' DI TRAPANI PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI 6 Settore: Tutela Ambientale Servizio Proponente:Servizi per l'ambiente Responsabile del Procedimento:G.Laudicina Responsabile del Settore: R.Quatrosi DETERMINAZIONE

Dettagli

IL RINNOVO DEI CONTRATTI PUBBLICI: facciamo il punto

IL RINNOVO DEI CONTRATTI PUBBLICI: facciamo il punto IL RINNOVO DEI CONTRATTI PUBBLICI: facciamo il punto La questione inerente il rinnovo dei contratti pubblici è una questione piuttosto complessa e, in parte, anche controversa, soprattutto all esito dell

Dettagli

Verbale consegna lavori in via d urgenza

Verbale consegna lavori in via d urgenza Mod. ATE.03.03 Pag.1 di pag 5 AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA Finanziamento: Lavori: per la realizzazione di....in Comune di Importo lavori di appalto: Affidamento

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CAMPO DI APPLICAZIONE 1.1 Le presenti Condizioni Generali di Acquisto ("GPC") si applicano all acquisto di materiali, articoli, prodotti, componenti, software ed i relativi

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 Roma

Dettagli

CONTRATTO di prestazione di servizi

CONTRATTO di prestazione di servizi CONTRATTO di prestazione di servizi tra CLENEAR S ROSY di Nappi Maria Rosaria con sede in Via Moncenisio, 27-20031 Cesano Maderno (MI) E Nome Cognome. luogo e data di nascita residenza o domicilio.. codice

Dettagli

RISOLUZIONE N. 25/E QUESITO

RISOLUZIONE N. 25/E QUESITO RISOLUZIONE N. 25/E Direzione Centrale Normativa Roma, 6 marzo 2015 OGGETTO: Consulenza giuridica - Centro di assistenza fiscale per gli artigiani e le piccole imprese Fornitura di beni significativi nell

Dettagli

Il Consiglio. VISTO il Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163;

Il Consiglio. VISTO il Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163; Regolamento unico in materia di esercizio del potere sanzionatorio da parte dell Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture di cui all art 8, comma 4, del D.Lgs. 12

Dettagli

CIRCOLARE N. 20/E. Roma, 11 maggio 2015

CIRCOLARE N. 20/E. Roma, 11 maggio 2015 CIRCOLARE N. 20/E Direzione Centrale Normativa Roma, 11 maggio 2015 OGGETTO: Trattamento agli effetti dell IVA dei contributi pubblici relativi alle politiche attive del lavoro e alla formazione professionale

Dettagli

Gara pubblica europea SERVIZI DI FACCHINAGGIO E TRASPORTO

Gara pubblica europea SERVIZI DI FACCHINAGGIO E TRASPORTO QUESITO n. 1 con riferimento all'elenco dei servizi analoghi prestati nell'ultimo triennio (2004/2005/2006) volevo cortesemente sapere se i certificati di buona esecuzione rilasciati dai committenti devono

Dettagli

SCIA valida anche ai fini dell art. 86 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, approvato con R.D. 18/6/1931, n. 773.

SCIA valida anche ai fini dell art. 86 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, approvato con R.D. 18/6/1931, n. 773. Modulo di segnalazione certificata di inizio attività per la somministrazione di alimenti e bevande all' interno dei circoli privati da presentare in carta libera Spazio per apporre il timbro di protocollo

Dettagli

LINEE GUIDA PER GLI APPALTI DEI SERVIZI DI PULIZIE

LINEE GUIDA PER GLI APPALTI DEI SERVIZI DI PULIZIE LINEE GUIDA PER GLI APPALTI DEI SERVIZI DI PULIZIE IN PROVINCIA DI COMO ED. 2009 Coordinamento del progetto: Osservatorio Territoriale per la provincia di Como per le Imprese di pulizia In collaborazione

Dettagli

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it Allegato 4) Regolamento... li... ALLA SRT - SOCIETA PUBBLICA PER IL RECUPERO ED IL TRATTAMENTO DEI RIFIUTI S.p.A. Strada Vecchia per Boscomarengo s.n. 15067 NOVI LIGURE AL Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143

Dettagli

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA AVVISO PUBBLICO E DISCIPLINARE DI GARA D APPALTO Affidamento di servizio di cui all allegato II B Art. 20 D. Lgs. 163/2006 e ss.mm.ii. Affidamento di n. 1 azione progettuale denominata Sportello sociale

Dettagli

L offerta economicamente più vantaggiosa. Alessandro Simonetta Consulenza per l Innovazione Tecnologica alessandro.simonetta@gmail.

L offerta economicamente più vantaggiosa. Alessandro Simonetta Consulenza per l Innovazione Tecnologica alessandro.simonetta@gmail. L offerta economicamente più vantaggiosa Alessandro Simonetta Consulenza per l Innovazione Tecnologica alessandro.simonetta@gmail.com 1 Quadro Legislativo D.P.R. n.544/99 D.Lgs n.163/06 e s.m.i. D. Lgs

Dettagli

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO Mod. NAM FATT-PA Rev.7.0 RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO PREMESSE La presente Richiesta di attivazione del Servizio sottoscritta dal, Operatore Economico

Dettagli

Regione Autonoma della Sardegna. Direzione Generale dei Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport

Regione Autonoma della Sardegna. Direzione Generale dei Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport Servizio Spettacolo, Sport, Editoria e Inform azione GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DI ATTIV ITA E SERV IZ I PER LA SARDEGNA FILM COMMISSION CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Regione Autonoma della

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (Approvato con delibera del Consiglio in data 12 gennaio

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

SETTORE ATTIVITA' INTERFUNZIONALI - SERVIZI AMMINISTRATIVI ED ESPROPRI PROGRAMMAZIONE CONTROLLO

SETTORE ATTIVITA' INTERFUNZIONALI - SERVIZI AMMINISTRATIVI ED ESPROPRI PROGRAMMAZIONE CONTROLLO SETTORE ATTIVITA' INTERFUNZIONALI - SERVIZI AMMINISTRATIVI ED ESPROPRI PROGRAMMAZIONE CONTROLLO AP/ap Determinazione n. DD-2015-391 esecutiva dal 06/03/2015 Protocollo Generale n. PG-2015-22551 del 05/03/2015

Dettagli

ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove

ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l Energia e l Ambiente - indirizzo postale:

Dettagli

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara Oggetto: Procedura aperta per la fornitura di generatori di molibdeno tecnezio per l U.O.C. di Medicina Nucleare

Dettagli

Contratto pubblico inerente servizio di pulizia della sede di Sardegna IT di Cagliari,

Contratto pubblico inerente servizio di pulizia della sede di Sardegna IT di Cagliari, Contratto pubblico inerente servizio di pulizia della sede di Sardegna IT di Cagliari, Viale dei Giornalisti 6, Edificio E, per una durata di 24 mesi. L anno duemilatredici, il giorno 07 del mese di agosto

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Allegato A alla delibera n. 129/15/CONS REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente

Dettagli

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI.

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. MODULO PER DICHIARAZIONI REQUISITI TECNICI/ECONOMICI E DI IDONEITÀ MORALE DA COMPILARSI DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. OGGETTO: Gara per l affidamento del servizio di pulizia delle sedi del Ministero

Dettagli

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET Il presente Accordo è posto in essere tra: Maiora Labs S.r.l. ( Maiora ), in persona del legale rappresentante

Dettagli

Al Responsabile del S.U.A.P.

Al Responsabile del S.U.A.P. Marca da bollo Da inviare al Comune competente mediante lettera A/R Al Responsabile del S.U.A.P. Comune di Penna Sant Andrea (TE) M0297/83-AB OGGETTO: Domanda di rilascio nuova autorizzazione di tipo A

Dettagli