Ipotesi di simulazione della seconda prova di Informatica Prima parte

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ipotesi di simulazione della seconda prova di Informatica 2015. Prima parte"

Transcript

1 Ipotesi di simulazione della seconda prova di Informatica 2015 Prima parte 1. Analisi della realtà di riferimento Le specifiche richiedono la realizzazione di una web-application distribuita. Gli utenti, che si trovano in una vasta area geografica, accedono all'applicazione mediante browser connessi alla rete Internet. Si propone una applicazione server-side eseguita su un host connesso alla rete Internet con una connessione a banda larga e simmetrica, collocato nella sede del consorzio oppure in hosting presso un fornitore di servizi. Sull'host deve essere in esecuzione un web server per l'erogazione delle pagine, un esecutore serverside per l'elaborazione dinamica dei contenuti, un DBMS server per la gestione dei dati persistenti. Una possibile soluzione è una piattaforma xamp composta da: x=sistema operativo qualsiasi, A=web server Apache, M=DBMS MySQL, P=script interpreter PHP. Possibili soluzioni alternative sono: - webserver Tomcat con servlet Java e DBMS Derby - webserver IIS con ASP.NET e DBMS MSSQL Ipotesi aggiuntive: La sezione autenticata usa il protocollo HTTPS per la protezione delle password e dei dati sensibili inseriti in fase di amministrazione

2 2. Schema concettuale della base di dati Ipotesi aggiuntive: La quantità di forme prodotte e vendute è un dato derivato eventualmente inserito in una vista Il periodo di stagionatura è un dato derivato eventualmente inserito in una vista Il tipo di scelta è un enumerativo che viene definito solo in fase di vendita L'info sul tipo di cliente viene normalizzata con una associazione 1:N L'info sulla provincia del caseificio viene normalizzata con una associazione 1:N L'info sulle foto viene normalizzata con una associazione 1:N a causa della sua molteplicità Il numero progressivo mensile del formaggio viene generato a partire da un contatore della istanza di entità caseificio che viene riportata a 1 ad ogni inizio mese da un event trigger L'associazione tra cliente e formaggio è parziale: i formaggi non associati non sono venduti 3. Schema logico della base di dati provincia(codpro:string(2);descrizione:string) caseificio(codice:string(4); nome:string; indirizzo:string; codpro:string; lat:decimal; lng:decimal; titolare:string; contatore:int) caseificio.codpro Í provincia.codpro tipocliente(idtipocliente:integer; descrizione:string) cliente(idcliente:integer; nome:string; idtipocliente:integer); cliente.idtipocliente Í tipocliente.idtipocliente formaggio(idformaggio:integer; date:date; progressivo:int; scelta:int,idcliente) formaggio.idcliente Í cliente.idcliente null foto(idfoto:integer; descrizione:string; immagine:blob; codice:string) foto.codice Í caseificio.codice conferimentolatte(idconferimento:integer;data:date; lavorato:integer; trasformato: integer; codice:string) conferimentolatte.codice Í caseificio.codice

3 Ipotesi aggiuntive: La chiave primaria della relazione provincia è il codice a due caratteri della provincia La chiave primaria della relazione caseificio è il codice numerico del caseificio Le latitudini e longitudini sono espresse in gradi e decimali di grado Il contatore di forme del caseificio viene inzializzato ad 1 I formaggi non venduti hanno l'attributo idcliente a NULL Il valore di scelta viene inizializzato a 0 (scelta non definita) al momento della produzione Le foto sono archiviate internamente in un attributo di tipo BLOB 4. Definizione in linguaggio SQL di un sottoinsieme delle relazioni della base di dati CREATE DATABASE IF NOT EXISTS consorzio DEFAULT CHARACTER SET utf8 COLLATE utf8_general_ci; USE consorzio; DROP TABLE IF EXISTS conferimentolatte; DROP TABLE IF EXISTS foto; DROP TABLE IF EXISTS formaggio; DROP TABLE IF EXISTS caseificio; DROP TABLE IF EXISTS cliente; DROP TABLE IF EXISTS provincia; DROP TABLE IF EXISTS tipocliente; CREATE TABLE IF NOT EXISTS tipocliente ( idtipo int(11) PRIMARY KEY AUTO_INCREMENT NOT NULL, descrizione varchar(20) NOT NULL CREATE TABLE IF NOT EXISTS provincia ( codpro varchar(2) PRIMARY KEY NOT NULL, descrizione varchar(20) NOT NULL CREATE TABLE IF NOT EXISTS cliente ( idcliente int(11) PRIMARY KEY AUTO_INCREMENT NOT NULL, nome varchar(20) NOT NULL, idtipo int(11) NOT NULL, FOREIGN KEY (idtipo) REFERENCES tipocliente(idtipo) CREATE TABLE IF NOT EXISTS caseificio ( codice varchar(4) PRIMARY KEY NOT NULL, nome varchar(80) NOT NULL, indirizzo varchar(80) NOT NULL, codpro varchar(2) NOT NULL, lat decimal(9,6) NOT NULL, lng decimal(9,6) NOT NULL, titolare varchar(80) NOT NULL, contatore int(11) NOT NULL DEFAULT '1', FOREIGN KEY (codpro) REFERENCES provincia(codpro) CREATE TABLE IF NOT EXISTS formaggio ( idformaggio int(11) PRIMARY KEY AUTO_INCREMENT NOT NULL, dataproduzione date NOT NULL, progressivo int(11) NOT NULL, scelta int(11) NOT NULL DEFAULT '0', idcliente int(11) DEFAULT NULL, codice varchar(4) NOT NULL, FOREIGN KEY (codice) REFERENCES caseificio(codice) CREATE TABLE IF NOT EXISTS foto ( idfoto int(11) PRIMARY KEY AUTO_INCREMENT NOT NULL, descrizione varchar(20) NOT NULL, immagine longblob NOT NULL, codice varchar(4) NOT NULL,

4 FOREIGN KEY (codice) REFERENCES caseificio(codice) CREATE TABLE IF NOT EXISTS conferimentolatte ( idconferimento int(11) PRIMARY KEY AUTO_INCREMENT NOT NULL, `data` date NOT NULL, lavorato int(11) NOT NULL, trasformato int(11) NOT NULL, codice varchar(4) NOT NULL, FOREIGN KEY (codice) REFERENCES caseificio(codice) DELIMITER $$ DROP EVENT resetcontatori$$ CREATE EVENT resetcontatori ON SCHEDULE EVERY 1 MONTH STARTS ' :00:00' ON COMPLETION NOT PRESERVE ENABLE DO BEGIN UPDATE caseificio SET contatore=1; END$$ 5. Interrogazioni espresse in linguaggio SQL: a) Visualizzare il numero di forme prodotte da ciascun caseificio tra due date fornite SELECT t1.codice,t1.nome,count(*) as c1 FROM caseificio AS t1 JOIN formaggio AS t2 ON t1.codice=t2.codice WHERE t2.dataproduzione BETWEEN '$startdate' AND '$enddate' GROUP BY t1.codice b) Visualizzare la media del latte lavorato giornalmente nell anno corrente dai caseifici provincia per provincia SELECT t2.codpro,avg(t3.lavorato)as medialavorato FROM caseificio AS t1 JOIN provincia AS t2 ON t1.codpro=t2.codpro JOIN conferimentolatte AS t3 ON t1.codice=t3.codice WHERE YEAR(t3.data)=YEAR(NOW()) GROUP BY t2.codpro c) Visualizzare i dati del caseificio che ha venduto il maggior numero di forme di prima scelta in un anno impostato dall utente SELECT t3.codice,t3.nome,max(t3.c1)as maxprod FROM ( SELECT t1.codice,t1.nome,count(t2.idformaggio) AS c1 FROM caseificio AS t1 JOIN formaggio AS t2 ON t1.codice=t2.codice WHERE t2.scelta=1 AND YEAR(t2.dataproduzione)='$year' GROUP BY t1.codice) AS t3 d) Visualizzare l elenco dei caseifici che, in un certo periodo individuato da due date fornite dall utente, hanno venduto meno di 10 forme di seconda scelta SELECT t4.codice,t4.nome,ifnull(t3.c1,0)as c2 FROM caseificio AS t4 LEFT JOIN (SELECT t1.codice,t1.nome,count(*)as c1 FROM caseificio AS t1 JOIN formaggio AS t2 ON t1.codice=t2.codice WHERE t2.dataproduzione BETWEEN '$startdate' AND '$enddate' AND t2.scelta=2 GROUP BY t1.codice) AS t3 ON t4.codice=t3.codice HAVING c2 < $limit ORDER BY c2 DESC

5 6. Progetto della Home page dell interfaccia WEB che si intende proporre per la gestione del DataBase e delle gallerie di immagini dei luoghi di produzione. Home page: Galleria di immagini: Ipotesi aggiuntive: La struttura della pagina è fluida in modo da adattarsi alle dimensioni orizzontali del dispositivo senza scorrimenti E' invece presente uno scorrimento verticale; la linea tratteggiata indica il limite della visualizzazione nel formato 16:9

6 7. Codifica in un linguaggio a scelta di un segmento significativo dell'applicazione Web che consente l'interazione con la base di dati. Presentazione delle immagini di galleria. Nella pagina di galleria fotografica di un caseificio vengono mostrate le foto archiviate. La seguente query estrae id e descrzione delle foto di un caseificio SELECT idfoto,descrizione FROM foto WHERE codice='$codice' Supponendo di avere una risorsa $foto che consente di estrarre le righe della query, la vista della pagina produce una serie di immagini accostate: Per ogni immagine estratta dal risultato della query viene generata una tag <img> accostata alla precedente; l'attributo src richiama lo script di estrazione della foto foto.php specificando l'id della foto; l'attributo alt viene impostato con la descrizione. <?php while ($riga=mysql_fetch_assoc($foto)){?> <img style="float: left, margin: 5px" src="<?php echo "foto.php?idfoto{$riga['idfoto']"?> alt="<?php echo $riga['descrizione']" />?> <?php }?> Lo script foto.php riceve l'id della foto, estrae dalla banca dati l'immagine ed invia l'immagine al browser impostando il mime type image/jpeg <?php //emette un mime type jpeg header("content-type: image/jpeg"); //estrae l'id della immagine $idfoto=$_request['idfoto']; //connette al dbms $conn=mysql_connect("localhost","user","password"); //seleziona la banca dati mysql_select_db("consorzio",$conn); //estrae il record richiesto $msg="select immagine FROM foto WHERE idfoto=$id"; $query=mysql_query($msg,$conn); $riga=mysql_fetch_assoc($query); //converte il blob in immagine $img=imagecreatefromstring($riga['immagine']); //emette l'immagine ImageJpeg($img); ImageDestroy($img);?> Seconda parte 1. In relazione al tema proposto nella prima parte, indichi come intende affrontare la gestione degli accessi riservati agli operatori dei caseifici per lo svolgimento delle loro funzioni. Si possono individuare tre fasi successive nel processo di autenticazione: - raccolta dati di identificazione: il servizio richiede all'utente di farsi identificare l'utente fornisce uno o più dati che consentono l'identificazione. - accertamento e selezione: il servizio verifica che le informazioni ottenute dall'utente nella fase precedente

7 - mantenimento dello stato di autenticazione: il servizio mantiene valida l'autenticazione per un determinato tempo con una gestione della sessione. Nel passare da una pagina ad un'altra della sezione riservata, non è necessario sottomettere l'utente ogni volta alla fase di autenticazione. Autenticazione di sessione Questo metodo si basa sulla capacità dell interpreter PHP di gestire le variabili di sessione. Le variabili di sessione sono variabili globali generate dagli script che sopravvivono alla terminazione dello script che l ha generata e sono quindi visibili ad altri script. Questa azione avviene in collaborazione con il client. Infatti in caso di creazione di una nuova sessione l interpeter PHP invia al browser una header HTTP che fa la richiesta di scrittura di un cookie. I cookies sono files memorizzati nell area di cache del browser che servono come memoria di stato per il server. Quando un cookie viene scritto da un web server nella cache del browser, ogni richiesta del browser verso quel server viene accompagnata dai cookies che il server aveva in precedenza impostato. In questo modo si crea una memoria di stato usata dal server ma archiviata nel client. 2. In relazione al tema proposto nella prima parte, sviluppi la query SQL per calcolare la percentuale di forme di seconda scelta prodotte annualmente da un certo caseificio (sul totale delle forme da lui prodotte annualmente). SELECT t3.scelta, COUNT(*), t2.tot, COUNT(*)/t2.tot * 100 AS perc FROM formaggio AS t3, (SELECT COUNT(*) AS tot FROM formaggio AS t1 WHERE t1.codice='$codice' AND YEAR(t1.dataproduzione)='$anno') AS t2 WHERE t3.codice='$codice' AND YEAR(t3.dataproduzione)='$anno' GROUP BY t3.scelta 3. Illustri, anche servendosi di esempi, il concetto di vista in una base di dati. Le viste sono tabelle temporanee, ottenute dalle tabelle fisiche che mostrano i dati organizzati in modo diverso. Una vista è definita da un grado e cardinalità che sono il risultato di query sulle tabelle fisiche. Con una vista è possibile limitare l'accesso a: specifiche colonne, specifici record, colonne di specifici record, specifici sottoinsiemi. Sintassi CREATE VIEW nomevista [(listacolonne)] AS comando Impieghi della vista - limitazione dell'accesso alla banca dati - semplificazione delle query annidate - separazione tra logica applicativa e modello dei dati Esempio: facendo riferimento al caso della prima parte si suppone di voler determinare quali caseifici non hanno mai prodotto forme di seconda scelta. Una possibile soluzione utilizza una join annidata basata sull'operatore insiemistico NOT IN. SELECT t1.codice,t1.nome FROM caseificio AS t1 WHERE t1.codice NOT IN(SELECT t1.codice FROM formaggio as t1 WHERE scelta=2 GROUP BY t1.codice) La query interna determina i codici dei caseifici che hanno prodotto forme di seconda scelta, la query esterna esclude tali caseifici dall'elenco. E' possibile trasformare la query interna in una vista:

8 CREATE VIEW secondascelta AS SELECT t1.codice FROM formaggio as t1 WHERE scelta=2 GROUP BY t1.codice La query esterna diventa: SELECT t1.codice,t1.nome FROM caseificio AS t1 WHERE t1.codice NOT IN(SELECT t2.codice FROM secondascelta AS t2) oppure con un left join: SELECT t1.codice,t1.nome FROM caseificio AS t1 LEFT JOIN secondascelta AS t2 ON t1.codice=t2.codice WHERE ISNULL(t2.codice) 4 Descriva le tipologie di linguaggi utilizzate in un DBMS. DDL Data Description Language è il linguaggio non procedurale utilizzato per la descrizione dei dati. Consente di trasformare lo schema logico nella implementazione nel DBMS. DML Data Manipolation Language è il linguaggio non procedurale utilizzato per l'accesso al database per le operazioni di lettura,inserimento, modifica e cancellazione dei dati. DCL Data Control Language è il linguaggio non procedurale utilizzato per gestire i diritti di accesso al database da parte degli utenti.

ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO

ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO SIMULAZIONE DI PROVA SCRITTA ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO 2014/15 Indirizzo: INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI (Nuovo ordinamento) Articolazione: 1 INFORMATICA Tema di: INFORMATICA Tipologia C Il candidato

Dettagli

INFORMATICA. Applicazioni WEB a tre livelli con approfondimento della loro manutenzione e memorizzazione dati e del DATABASE.

INFORMATICA. Applicazioni WEB a tre livelli con approfondimento della loro manutenzione e memorizzazione dati e del DATABASE. INFORMATICA Applicazioni WEB a tre livelli con approfondimento della loro manutenzione e memorizzazione dati e del DATABASE. APPLICAZIONI WEB L architettura di riferimento è quella ampiamente diffusa ed

Dettagli

SIMULAZIONE DI PROVA SCRITTA ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO 2014/15. Indirizzo: INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI (Nuovo ordinamento)

SIMULAZIONE DI PROVA SCRITTA ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO 2014/15. Indirizzo: INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI (Nuovo ordinamento) Prof. Mauro De Berardis ITT "Alessandrini" Teramo 1 SIMULAZIONE DI PROVA SCRITTA ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO 2014/15 Indirizzo: INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI (Nuovo ordinamento) Articolazione:

Dettagli

PROGRAMMA DI CLASSE 5AI

PROGRAMMA DI CLASSE 5AI Istituto di Istruzione Superiore Euganeo Istituto tecnico del settore tecnologico Istituto professionale del settore servizi socio-sanitari Istituto professionale del settore industria e artigianato PROGRAMMA

Dettagli

DBMS (Data Base Management System)

DBMS (Data Base Management System) Cos'è un Database I database o banche dati o base dati sono collezioni di dati, tra loro correlati, utilizzati per rappresentare una porzione del mondo reale. Sono strutturati in modo tale da consentire

Dettagli

SQL (STRUCTURED QUERY LANGUAGE)

SQL (STRUCTURED QUERY LANGUAGE) SQL (STRUCTURED QUERY LANGUAGE) Prof. Nicoletta D Alpaos & Prof. Andrea Borghesan SQL DDL Data Definition Language DML Data Manipulation Language DCL Data Control Language DDL Obiettivo: Definire la struttura

Dettagli

SQL (STRUCTURED QUERY LANGUAGE)

SQL (STRUCTURED QUERY LANGUAGE) SQL (STRUCTURED QUERY LANGUAGE) Prof. Nicoletta D Alpaos & Prof. Andrea Borghesan SQL DDL Data Definition Language DML Data Manipulation Language DCL Data Control Language DDL Obiettivo: Definire la struttura

Dettagli

Esercitazione query in SQL L esercitazione viene effettuata sul database viaggi e vacanze che prevede il seguente modello E/R:

Esercitazione query in SQL L esercitazione viene effettuata sul database viaggi e vacanze che prevede il seguente modello E/R: Esercitazione query in SQL L esercitazione viene effettuata sul database viaggi e vacanze che prevede il seguente modello E/R: Si consiglia di creare il data base, inserire i dati nelle tabelle, provare

Dettagli

SIMULAZIONE DI PROVA SCRITTA ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO 2014/15. Indirizzo: INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI (Nuovo ordinamento)

SIMULAZIONE DI PROVA SCRITTA ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO 2014/15. Indirizzo: INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI (Nuovo ordinamento) SIMULAZIONE DI PROVA SCRITTA ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO 2014/15 Indirizzo: INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI (Nuovo ordinamento) Articolazione: INFORMATICA Tema di: INFORMATICA Tipologia C Il candidato

Dettagli

Corso di Informatica Generale 1 IN1. Linguaggio SQL

Corso di Informatica Generale 1 IN1. Linguaggio SQL Università Roma Tre Facoltà di Scienze M.F.N. di Laurea in Matematica di Informatica Generale 1 Linguaggio SQL Marco (liverani@mat.uniroma3.it) Sommario Prima parte: le basi dati relazionali Basi di dati:

Dettagli

Corso Sistemi Informativi Avanzati. Programma 30 set 2015. Installazione Macchina Virtuale. Introduzione alla BI nelle Aziende.

Corso Sistemi Informativi Avanzati. Programma 30 set 2015. Installazione Macchina Virtuale. Introduzione alla BI nelle Aziende. Programma 30 set 205 Installazione Macchina Virtuale Introduzione alla BI nelle Aziende Introduzione SQL Macchina Virtuale È un emulazione di un computer su un altro computer Stesso punto di partenza per

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Pag. 1/3 Sessione ordinaria 2015 Seconda prova scritta Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M963 ESAME DI STATO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Indirizzo: ITIA - INFORMATICA E

Dettagli

DUE GRUPPI DI COMANDI

DUE GRUPPI DI COMANDI LEZIONE16 SQL DDL PAG. 1 / 9 PROF. ANDREA ZOCCHEDDU LEZIONE16 SQL DDL LINGUAGGIO SQL DATA DESCRIPTION LANGUAGE DUE GRUPPI DI COMANDI I comandi del linguaggio SQL sono divisi in due grandi gruppi che formano

Dettagli

SQL: definizione schema

SQL: definizione schema Si Clienti(codice,nome,indirizzo,p_iva) scriva il SQL che definisce il seguente schema relazionale Prodotti(codice,nome,descrizione,prezzo) SQL: definizione schema Fatture(codice,cliente,data) RigheFattura(codice,fattura,prodotto,quantità,prezzo)

Dettagli

PHP e Structured Query Language

PHP e Structured Query Language Esercitazioni del corso di Tecnologie per la Comunicazione Aziendale PHP e Structured Query Language Marco Loregian loregian@disco.unimib.it www.siti.disco.unimib.it/didattica/tca2008 Interrogazioni (ripasso)

Dettagli

Esame di stato 2007 libreria online

Esame di stato 2007 libreria online Esame di stato 2007 libreria online Traccia Un negozio on line chiede che sia progettato e realizzato un database per l organizzazione e la gestione di un portale per la vendita di libri su Internet. Il

Dettagli

Basi di dati. Il Linguaggio SQL. K. Donno - Il Linguaggio SQL

Basi di dati. Il Linguaggio SQL. K. Donno - Il Linguaggio SQL Basi di dati Il Linguaggio SQL Data Definition Language (DDL) Data Definition Language: insieme di istruzioni utilizzate per modificare la struttura della base di dati Ne fanno parte le istruzioni di inserimento,

Dettagli

Introduzione a MySQL

Introduzione a MySQL Introduzione a MySQL Cinzia Cappiello Alessandro Raffio Politecnico di Milano Prima di iniziare qualche dettaglio su MySQL MySQL è un sistema di gestione di basi di dati relazionali (RDBMS) composto da

Dettagli

SOLUZIONE SECONDA PROVA INFORMATICA ITC ESAME DI STATO 2002/2003 TRAMONTANA

SOLUZIONE SECONDA PROVA INFORMATICA ITC ESAME DI STATO 2002/2003 TRAMONTANA Esame di Stato Istituto Tecnico Commerciale CORSO SPERIMENTALE Progetto "MERCURIO" Indirizzo: PROGRAMMATORI Soluzione della Seconda Prova - Tema di: INFORMATICA Anno Scolastico: 2002-2003 Riflessioni e

Dettagli

Anno 2013 Informatica ABACUS

Anno 2013 Informatica ABACUS Anno 2013 Informatica ABACUS Testo Una Società Aeroportuale commissiona lo sviluppo di un software per la gestione dei controlli passeggeri e merci nei vari punti di dogana presenti in un Aeroporto Internazionale.

Dettagli

Esame di stato Mercurio 2005 Palestra

Esame di stato Mercurio 2005 Palestra Esame di stato Mercurio 2005 Palestra Traccia Telelavoro ed e-commerce, due mini-rivoluzioni, stentano a svilupparsi nel nostro Paese a differenza di quanto è avvenuto negli Stati Uniti e in altre parti

Dettagli

Tecnologie e Programmazione Web

Tecnologie e Programmazione Web Presentazione 1 Tecnologie e Programmazione Web Html, JavaScript e PHP RgLUG Ragusa Linux Users Group SOftware LIbero RAgusa http://www.solira.org - Nunzio Brugaletta (ennebi) - Reti 2 Scopi di una rete

Dettagli

ITIS Odone Belluzzi. Ipotesi di soluzione seconda prova di Informatica Mercurio 2013

ITIS Odone Belluzzi. Ipotesi di soluzione seconda prova di Informatica Mercurio 2013 Ipotesi di soluzione seconda prova di Informatica Mercurio 2013 Traccia della domanda teorica Un attività fondamentale della manutenzione dei sistemi informatici è la protezione dei sistemi stessi da eventi

Dettagli

Corso di Laboratorio di Basi di Dati

Corso di Laboratorio di Basi di Dati Corso di Laboratorio di Basi di Dati F1I072 - INF/01 a.a 2009/2010 Pierluigi Pierini Technolabs S.p.a. Pierluigi.Pierini@technolabs.it Università degli Studi di L Aquila Dipartimento di Informatica Technolabs

Dettagli

Volumi di riferimento

Volumi di riferimento Simulazione seconda prova Esame di Stato Gestione di un centro agroalimentare all ingrosso Parte prima) Un nuovo centro agroalimentare all'ingrosso intende realizzare una base di dati per l'attività di

Dettagli

VIDES. Mariagrazia Rossi

VIDES. Mariagrazia Rossi VIDES Mariagrazia Rossi Sommario Descrizione della realtà... 2 Requisiti Funzionali... 2 Requisiti non Funzionali... 3 Dizionario dei termini... 3 Diagramma dei casi d uso... 4 CASI D USO... 7 Process

Dettagli

RenderCAD S.r.l. Formazione

RenderCAD S.r.l. Formazione Corso Descrizione La durata di questo corso è complessivamente di ore 150 di cui 85 ore di teoria, 35 ore di pratica e 30 ore di stage in azienda. Nel nostro territorio esiste una richiesta di tale figura,

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Pag. 1/3 Sessione ordinaria 2015 Seconda prova scritta Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M963 ESAME DI STATO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Indirizzo: ITIA - INFORMATICA E

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SUPERIORE FERRARIS - BRUNELLESCHI EMPOLI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SUPERIORE FERRARIS - BRUNELLESCHI EMPOLI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SUPERIORE FERRARIS - BRUNELLESCHI EMPOLI Anno scolastico 2014/2015 Classe: 5^A inf Prof.ssa C. Lami Prof. S. Calugi Materia: INFORMATICA GENERALE, APPLICAZIONI TECNICO SCIENTIFICHE

Dettagli

IL DAT A B A S E DI ALGE B R A N D O

IL DAT A B A S E DI ALGE B R A N D O IL DAT A B A S E DI ALGE B R A N D O Un progetto di: Davide Valeriani Matricola 190883 davide.valeriani@studenti.unipr.it Corso di laurea in Ingegneria Informatica Esame di Basi di Dati A Prof. Stefano

Dettagli

Caratteristiche dell'applicativo da utilizzare Schema generale della procedura e organizzazione dei dati

Caratteristiche dell'applicativo da utilizzare Schema generale della procedura e organizzazione dei dati Esame di Stato Istituto Tecnico Commerciale CORSO SPERIMENTALE Progetto "MERCURIO" Indirizzo: PROGRAMMATORI Soluzione della Seconda Prova Tema di: INFORMATICA Anno Scolastico: 2002-2003 Riflessioni e apparecchiature

Dettagli

Modello Relazionale. Sistemi di Elaborazione delle Informazioni. DB ed SQL. Modello relazionale: concetti di base

Modello Relazionale. Sistemi di Elaborazione delle Informazioni. DB ed SQL. Modello relazionale: concetti di base Sistemi di Elaborazione delle Informazioni DB ed SQL Prof. Silvio Vassallo Modello Relazionale Il modello relazionale si basa sul concetto di RELAZIONE tra insiemi di oggetti. Dati n insiemi A 1,A 2, A

Dettagli

M070 - ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE CORSO DI ORDINAMENTO Indirizzo: INFORMATICA

M070 - ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE CORSO DI ORDINAMENTO Indirizzo: INFORMATICA M070 - ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE CORSO DI ORDINAMENTO Indirizzo: INFORMATICA Tema di: INFORMATICA GENERALE E APPLICAZIONI TECNICO SCIENTIFICHE Un negozio on line chiede che sia progettato

Dettagli

Appunti di MySql. Evoluzione di un tutorial di base di mysql, scritto da Etel Sverdlov.

Appunti di MySql. Evoluzione di un tutorial di base di mysql, scritto da Etel Sverdlov. Appunti di MySql Evoluzione di un tutorial di base di mysql, scritto da Etel Sverdlov. Indice generale avviare la shell mysql...2 comandi SQL per la gestione del database (DDL)...2 visualizzare l'elenco

Dettagli

2 Anno 2003 - Informatica ABACUS

2 Anno 2003 - Informatica ABACUS Testo Un vivaio vuole realizzare una base di dati per gestire le sue attività di vendita di piante e le sue attività esterne. Si vogliono memorizzare, oltre alle informazioni generali sulle diverse specie

Dettagli

ITI M. FARADAY Programmazione modulare a.s. 2014-2015

ITI M. FARADAY Programmazione modulare a.s. 2014-2015 Indirizzo: INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI Disciplina: Informatica Docente:Maria Teresa Niro Classe: Quinta B Ore settimanali previste: 6 (3 ore Teoria - 3 ore Laboratorio) ITI M. FARADAY Programmazione

Dettagli

Esame di stato 2002 Banca del tempo

Esame di stato 2002 Banca del tempo Esame di stato 2002 Banca del tempo Traccia Un associazione Banca del Tempo vuole realizzare una base di dati per registrare e gestire le attività dell associazione. La Banca del Tempo (BdT) indica uno

Dettagli

Esame di Stato Istituto Tecnico Industriale Soluzione della Seconda Prova Indirizzo: INFORMATICA Tema: INFORMATICA Anno Scolastico: 2002-2003

Esame di Stato Istituto Tecnico Industriale Soluzione della Seconda Prova Indirizzo: INFORMATICA Tema: INFORMATICA Anno Scolastico: 2002-2003 Esame di Stato Istituto Tecnico Industriale Soluzione della Seconda Prova Indirizzo: INFORMATICA Tema: INFORMATICA Anno Scolastico: 2002-2003 Il primo punto richiede l analisi e lo sviluppo del progetto

Dettagli

Basi di Dati Corso di Laura in Informatica Umanistica

Basi di Dati Corso di Laura in Informatica Umanistica Basi di Dati Corso di Laura in Informatica Umanistica Appello del 10/09/2010 Parte 1: Algebra Relazionale e linguaggio SQL Docente: Giuseppe Amato Sia dato il seguente schema di base di dati per la gestione

Dettagli

L interfaccia a riga di comando di MySql

L interfaccia a riga di comando di MySql L interfaccia a riga di comando di MySql Una volta completata la procedura di installazione possiamo finalmente testare le funzionalità di MySQL. Sia che ci si trovi in ambiente Linux che Windows, l'interfaccia

Dettagli

SQL: Concetti Base -Prima Parte-

SQL: Concetti Base -Prima Parte- SQL: Concetti Base -Prima Parte- Atzeni, Ceri, Paraboschi, Torlone Basi Di Dati: Modelli e Linguaggi di Interrogazione, McGraw-Hill Italia Capitolo 4 SQL Structured Query Language Contiene: DDL (Data Definition

Dettagli

Il linguaggio SQL. è di fatto lo standard tra i linguaggi per la gestione di data base relazionali.

Il linguaggio SQL. è di fatto lo standard tra i linguaggi per la gestione di data base relazionali. (Structured Query Language) : Il linguaggio è di fatto lo standard tra i linguaggi per la gestione di data base relazionali. prima versione IBM alla fine degli anni '70 per un prototipo di ricerca (System

Dettagli

Data Base. Master "Bio Info" Reti e Basi di Dati Lezione 6

Data Base. Master Bio Info Reti e Basi di Dati Lezione 6 Data Base 1 Sommario I concetti fondamentali. Database Relazionale.. Query e SQL MySql, Creazione di un db in MySQL con PHPmyAdmin Creazione database e delle Tabelle Query Inserimento Ricerca Modifica

Dettagli

M733 ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE CORSO DI ORDINAMENTO

M733 ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE CORSO DI ORDINAMENTO Seconda prova scritta Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M733 ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE CORSO DI ORDINAMENTO Indirizzo: PROGRAMMATORI Tema di: INFORMATICA GENERALE

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE Cigna Baruffi Garelli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE Cigna Baruffi Garelli Attività svolta 1. UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1: RIPASSO E APPROFONDIMENTO DEGLI ARGOMENTI PRECEDENTI 1.1. Concetti elementari di informatica Algoritmo, Dato, Informazione Campi di applicazione e classificazione

Dettagli

Tool. Basi di Dati e Sistemi Informativi Prof. Marco Di Felice Dott.sa Sara Zuppiroli A.A. 2012-2013

Tool. Basi di Dati e Sistemi Informativi Prof. Marco Di Felice Dott.sa Sara Zuppiroli A.A. 2012-2013 Tool Basi di Dati e Sistemi Informativi Prof. Marco Di Felice Dott.sa Sara Zuppiroli A.A. 2012-2013 Basi di Dati e Sistemi Informativi () PostgreSQL A.A. 2012-2013 1 / 26 Gli strumenti che vedremo Basi

Dettagli

Quesiti 6 e 7) - 9 - Creiamo il file query4.php su una piattaforma OPEN SOURCE usando in linguaggio PHP ospitato su un webserver APACHE per interrogare un database MYSQL. Tale file verrà attivato cliccando

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE Cigna Baruffi Garelli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE Cigna Baruffi Garelli Attività svolta 1. UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1: INTRODUZIONE ALLA PROGRAMMAZIONE 1.1. Introduzione ai sistemi numerici: Sistema numerico decimale e binario. Conversioni binario-decimale e decimale binario.

Dettagli

Esercitazione di riepilogo sulle Query MySQL Giugno 2011 Classe VB Informatica

Esercitazione di riepilogo sulle Query MySQL Giugno 2011 Classe VB Informatica Istituto di Istruzione Superiore Alessandrini - Marino 1 Esercitazione di riepilogo sulle Query MySQL Giugno 2011 Classe VB Informatica Descrizione Un azienda commerciale che vende prodotti IT (computers,

Dettagli

Laboratorio Progettazione Web PHP e MySQL - Lezione 9. Andrea Marchetti IIT-CNR andrea.marchetti@iit.cnr.ita 2011/2012

Laboratorio Progettazione Web PHP e MySQL - Lezione 9. Andrea Marchetti IIT-CNR andrea.marchetti@iit.cnr.ita 2011/2012 Laboratorio Progettazione Web PHP e MySQL - Lezione 9 Andrea Marchetti IIT-CNR andrea.marchetti@iit.cnr.ita 2011/2012 Architettura di una applicazione Web Browser Web HTTP Server Web PHP Dati View Control

Dettagli

RELAZIONE E-COMMERCE

RELAZIONE E-COMMERCE RELAZIONE E-COMMERCE di Jessica Gregoire Istituto Tecnico Economico Agostino Bassi Anno scolastico 2012/2013 1 INDICE Traccia del problema : pagina 2 Analisi di massima: pagina 2 Analisi al dettaglio:

Dettagli

ASP: DOMANDE E RISPOSTE (Q&A)

ASP: DOMANDE E RISPOSTE (Q&A) Autore: Classe: Nicola Ceccon QUINTA INFORMATICA (5IA) Anno scolastico: 2003/2004 Scuola: Itis Euganeo ASP: DOMANDE E RISPOSTE (Q&A) Dispensa La dispensa presenta i contenuti fondamentali di ASP nella

Dettagli

ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE CORSO SPERIMENTALE Progetto ABACUS SIMULAZIONE PROVA SCRITTA DI INFORMATICA

ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE CORSO SPERIMENTALE Progetto ABACUS SIMULAZIONE PROVA SCRITTA DI INFORMATICA Istituto di Istruzione Superiore Alessandrini - Marino ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECICO IDUSTRIALE CORSO SPERIMETALE Progetto ABACUS SIMULAZIOE PROVA SCRITTA DI IFORMATICA La società PcTeramo srl è una

Dettagli

SCHEDE DI INFORMATICA GLI ARCHIVI E LE BASI DI DATI

SCHEDE DI INFORMATICA GLI ARCHIVI E LE BASI DI DATI SCHEDE DI INFORMATICA GLI ARCHIVI E LE BASI DI DATI Il Database è una collezione di archivi di dati ben organizzati e ben strutturati, in modo che possano costituire una base di lavoro per utenti diversi

Dettagli

MODULO 1 PARTE 3. Programmazione (scripting) server-side con PHP 3.b Interazione con un database (MySQL Server)

MODULO 1 PARTE 3. Programmazione (scripting) server-side con PHP 3.b Interazione con un database (MySQL Server) MODULO 1 PARTE 3 Programmazione (scripting) server-side con PHP 3.b Interazione con un database (MySQL Server) Goy - a.a. 2009/2010 Programmazione Web 1 Informazione persistente Se vogliamo tener traccia

Dettagli

Indirizzo: ITIA-INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI ARTICOLAZIONE INFORMATICA Tema di: INFORMATICA

Indirizzo: ITIA-INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI ARTICOLAZIONE INFORMATICA Tema di: INFORMATICA Esame di stato 2014-2015 Indirizzo: ITIA-INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI ARTICOLAZIONE INFORMATICA Tema di: INFORMATICA SOLUZIONE 1 PARTE IPOTESI AGGIUNTIVE Essendo lo sviluppo completo della traccia a

Dettagli

Laboratorio Progettazione Web PHP e MySQL - Lezione 9. Andrea Marchetti IIT-CNR andrea.marchetti@iit.cnr.ita 2012/2013

Laboratorio Progettazione Web PHP e MySQL - Lezione 9. Andrea Marchetti IIT-CNR andrea.marchetti@iit.cnr.ita 2012/2013 Laboratorio Progettazione Web PHP e MySQL - Lezione 9 Andrea Marchetti IIT-CNR andrea.marchetti@iit.cnr.ita 2012/2013 Architettura di una applicazione Web Browser Web HTTP Server Web API Dati Presentation

Dettagli

Lezione 8. Metadati, Viste e Trigger

Lezione 8. Metadati, Viste e Trigger Lezione 8 Metadati, Viste e Trigger Pag.1 Metadati e catalogo di sistema I metadati sono dati a proposito dei dati (quali tabelle esistono?, quali campi contengono?, quante tuple contengono?, ci sono vincoli

Dettagli

SQL PER LA DEFINIZIONE DI BASI DI DATI

SQL PER LA DEFINIZIONE DI BASI DI DATI SQL PER LA DEFINIZIONE DI BASI DI DATI SQL non è solo un linguaggio di interrogazione (Query Language), ma Un linguaggio per la definizione di basi di dati (Data-definition language (DDL)) CREATE SCHEMA

Dettagli

Capitolo 4. Soluzione: Soluzione: Create domain STRING as character varying (256) default sconosciuto not null

Capitolo 4. Soluzione: Soluzione: Create domain STRING as character varying (256) default sconosciuto not null Capitolo 4 Esercizio 4.1 Ordinare i seguenti domini in base al valore massimo rappresentable, supponendo che integer abbia una rappresentazione a 32 bit e smallint a 16 bit: numeric(12,4), decimal(10),

Dettagli

User Tools: DataBase Manager

User Tools: DataBase Manager Spazio di lavoro Per usare T-SQL Assistant selezionare il link Simple Query e spostare a piacere la piccola finestra dove un menu a tendina mostra i diversi comandi SQL selezionabili, il pulsante Preview

Dettagli

Università degli studi di Urbino C.d.L : Informatica Applicata Anno Accademico : 2007/2008. .: FastResearch :. Gestionale per Negozio Informatico

Università degli studi di Urbino C.d.L : Informatica Applicata Anno Accademico : 2007/2008. .: FastResearch :. Gestionale per Negozio Informatico Università degli studi di Urbino C.d.L : Informatica Applicata Anno Accademico : 2007/2008.: FastResearch :. Gestionale per Negozio Informatico..: Realizzato da Giorgio Rosolia Mat. 205993 :.. Corso: Basi

Dettagli

OR true null false true true true true null true null null false true null false NOT

OR true null false true true true true null true null null false true null false NOT Il linguaggio SQL è un linguaggio standard per la definizione, manipolazione e interrogazione delle basi di dati relazionali ed ha le seguenti caratteristiche: è dichiarativo; opera su multiset di tuple,

Dettagli

----------------------------------------------------------------------------

---------------------------------------------------------------------------- APPUNTI DI SQL Gli appunti qui forniti vogliono essere un riferimento scritto di alcuni degli argomenti trattati a lezione per gli studenti a cui vengono messi a disposizione. Non viene fornita alcuna

Dettagli

Indice generale. Capitolo 3 Introduzione a PHP...43 Sintassi e istruzioni di base... 45 Variabili, operatori e commenti... 47 Array...

Indice generale. Capitolo 3 Introduzione a PHP...43 Sintassi e istruzioni di base... 45 Variabili, operatori e commenti... 47 Array... Prefazione...xiii A chi si rivolge il libro... xiv Struttura e contenuti del libro... xiv Dove trovare aiuto... xvii Le newsletter di SitePoint... xviii I vostri commenti... xviii Convenzioni adottate

Dettagli

Lezione del modulo 7 SQL e database del giorno 04/05/2006 tot. ore 3. Lo Standard SQL

Lezione del modulo 7 SQL e database del giorno 04/05/2006 tot. ore 3. Lo Standard SQL Lezione del modulo 7 SQL e database del giorno 04/05/2006 tot. ore 3 Lo Standard SQL Il linguaggio SQL è un linguaggio non procedurale (o di tipo dichiarativo), divenuto, ormai da tempo, il linguaggio

Dettagli

SQL -DDL. FONDISTA(Nome, Nazione, Età) GAREGGIA(NomeFondista, NomeGara, Piazzamento) GARA(Nome, Luogo, Nazione, Lunghezza)

SQL -DDL. FONDISTA(Nome, Nazione, Età) GAREGGIA(NomeFondista, NomeGara, Piazzamento) GARA(Nome, Luogo, Nazione, Lunghezza) 26/03/2013 SQL SQL -DDL Esercizio 4.3 Dare le definizioni SQL delle tre tabelle FONDISTA(Nome, Nazione, Età) GAREGGIA(NomeFondista, NomeGara, Piazzamento) GARA(Nome, Luogo, Nazione, Lunghezza) rappresentando

Dettagli

Metodi per la Gestione dei Dati (lezioni di laboratorio)

Metodi per la Gestione dei Dati (lezioni di laboratorio) Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Facoltà di Scienze della Comunicazione e dell Economia Corso di Laurea in Comunicazione e Marketing Titolare del corso: ing. Stefano SETTI Lezioni di laboratorio

Dettagli

Istituto Tecnico Industriale Statale Dionigi Scano Cagliari. Candidato: Medda Daniele Classe 5ª C Informatica Anno scolastico 2013/2014.

Istituto Tecnico Industriale Statale Dionigi Scano Cagliari. Candidato: Medda Daniele Classe 5ª C Informatica Anno scolastico 2013/2014. Istituto Tecnico Industriale Statale Dionigi Scano Cagliari Candidato: Medda Daniele Classe 5ª C Informatica Anno scolastico 2013/2014 relate Un esperimento di social networking open source 1 Introduzione

Dettagli

Storia. Corso di Basi di Dati Spaziali. Componente DDL. Funzionalità. Esempio. Creazione di schema. Linguaggi: SQL. Storia:

Storia. Corso di Basi di Dati Spaziali. Componente DDL. Funzionalità. Esempio. Creazione di schema. Linguaggi: SQL. Storia: Corso di Basi di Dati Spaziali Linguaggi: SQL Angelo Montanari Donatella Gubiani Storia Storia: 1974: prima proposta SEQUEL 1981: prime implementazioni 1983: standard di fatto 1986, 1989, 1992 e 1999:

Dettagli

Il linguaggio SQL: le basi

Il linguaggio SQL: le basi Il linguaggio SQL: le basi Sistemi Informativi L-A Home Page del corso: http://www-db.deis.unibo.it/courses/sil-a/ Versione elettronica: SQLa-basi.pdf Sistemi Informativi L-A SQL: caratteristiche generali

Dettagli

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca M070 ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca M070 ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE Pag. 1/1 Sessione ordinaria 2010 Seconda prova scritta Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca M070 ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE CORSO DI ORDINAMENTO Indirizzo: INFORMATICA

Dettagli

PROGRAMMAZIONE MODULARE. Periodo mensile. Ore previste

PROGRAMMAZIONE MODULARE. Periodo mensile. Ore previste PROGRAMMAZIONE MODULARE Indirizzo: INFORMATICA SIRIO Disciplina: INFORMATICA Classe: QUINTA Ore previste: 16 di cui 66 ore di teoria e 99 ore di laboratorio. N. modulo Titolo Modulo Titolo unità didattiche

Dettagli

SQL non è solo un linguaggio di interrogazione (Query Language), ma. Un linguaggio per la definizione di basi di dati (Data-definition language (DDL))

SQL non è solo un linguaggio di interrogazione (Query Language), ma. Un linguaggio per la definizione di basi di dati (Data-definition language (DDL)) SQL PER LA DEFINIZIONE DI BASI DI DATI 1 SQL non è solo un linguaggio di interrogazione (Query Language), ma Un linguaggio per la definizione di basi di dati (Data-definition language (DDL)) CREATE SCHEMA

Dettagli

Capitoli 8 e 9. SQL embedded. Applicazioni tradizionali Applicazioni Internet. Sistemi di basi di dati Raghu Ramakrishnan, Johannes Gehrke

Capitoli 8 e 9. SQL embedded. Applicazioni tradizionali Applicazioni Internet. Sistemi di basi di dati Raghu Ramakrishnan, Johannes Gehrke Capitoli 8 e 9 Applicazioni tradizionali Applicazioni Internet SQL embedded SQL nel codice applicativo I comandi SQL possono essere chiamati dall interno di un programma in un linguaggio ospite (ad esempio

Dettagli

Vincoli di Integrità Approccio dichiarativo alla loro implementazione

Vincoli di Integrità Approccio dichiarativo alla loro implementazione Vincoli di Integrità Approccio dichiarativo alla loro implementazione Antonella Poggi Dipartimento di informatica e Sistemistica SAPIENZA Università di Roma Progetto di Applicazioni Software Anno accademico

Dettagli

MySQL Database Management System

MySQL Database Management System MySQL Database Management System http://www.mysql.com/ DATABASE RELAZIONALI Un database è una collezione strutturata di informazioni. I database sono delle strutture nelle quali è possibile memorizzare

Dettagli

INFORMATICA PER L IMPRESA (Docente Prof. Alfredo Garro) ESERCIZIO 3

INFORMATICA PER L IMPRESA (Docente Prof. Alfredo Garro) ESERCIZIO 3 INFORMATICA PER L IMPRESA (Docente Prof. Alfredo Garro) ESERCIZIO 3 L azienda Plastic S.p.A, operante nel settore materie plastiche, ha deciso di dotarsi di un Sistema Informativo per la gestione del suo

Dettagli

http://technet.microsoft.com/it-it/library/bb500469.aspx Le versioni di SQL Server sono state molte; traggo le principali da Wikipedia:

http://technet.microsoft.com/it-it/library/bb500469.aspx Le versioni di SQL Server sono state molte; traggo le principali da Wikipedia: LEZIONE-TSQL-01 DDL (VER01 PAG. 1 / 11 LEZIONE-TSQL-01 DDL (VER01 T-SQL PROGRAMMAZIONE PARTE PRIMA MICROSOFT SQL SERVER IL PRODOTTO MICROSOFT SQL SERVER Le dispense SQL descrivono un generico SQL utilizzato

Dettagli

Il linguaggio SQL. ing. Alfredo Cozzi 1

Il linguaggio SQL. ing. Alfredo Cozzi 1 Il linguaggio SQL ing. Alfredo Cozzi 1 Il linguaggio SQL Il linguaggio SQL (Structured Query Language) è nato con l intento di soddisfare alle seguenti richieste nei db relazionali: - definire e creare

Dettagli

Gestione di un Forum

Gestione di un Forum Indice generale Gestione di un Forum Analisi... 1 Schema ER... 2 Dizionario dei dati... 3 Schema logico... 3 Scelte implementative... 4 DataBase utilizzato... 8 SQL... 11 Manuale d'uso... 12 Analisi Problema

Dettagli

MySQL Command Line Client: operazioni fondamentali

MySQL Command Line Client: operazioni fondamentali MySQL Command Line Client: operazioni fondamentali INTRODUZIONE Il RDBMS MySQL, oltre a fornire un applicazione che abbia un interfaccia user-friendly, ha a disposizione anche un altro client, che svolge

Dettagli

Il linguaggio SQL. Evoluzione del linguaggio. I linguaggi dentro SQL. I dialeu SQL. U@lizzo di SQL SQL. A. Ferrari 1

Il linguaggio SQL. Evoluzione del linguaggio. I linguaggi dentro SQL. I dialeu SQL. U@lizzo di SQL SQL. A. Ferrari 1 Il linguaggio SQL Structured Query Language SQL è un linguaggio di interrogazione per database proge

Dettagli

Questo punto richiederebbe uno sviluppo molto articolato che però a mio avviso va al di là delle possibilità fornite al candidato dal tempo a disposizione. Mi limiterò quindi ad indicare dei criteri di

Dettagli

Lavorare con MySQL Parte Prima.

Lavorare con MySQL Parte Prima. Lavorare con MySQL Parte Prima. Data la particolarità dell argomento, ho deciso di dividerlo in due lezioni. Nella prima, si parlerà diffusamente di MySQL, cos è un DBMS, cos è l SQL, i campi supportati

Dettagli

SOLUZIONI COMMENTATE

SOLUZIONI COMMENTATE Nel database Biblioteca vi sono le seguenti tabelle: SOLUZIONI COMMENTATE Utenti := < id, nome, cognome, indirizzo,città, tel_fisso,cellulare > Prestiti := < id, id_libro, id_utente, data_ora_prestito,

Dettagli

ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO 2014/15

ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO 2014/15 Proposta di soluzione della seconda prova scritta di Informatica Esame di Stato 204-205 Prof. Mauro De Berardis ITT "Alessandrini" Teramo ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECICO 204/5 Indirizzo: IFORMATICA E

Dettagli

Obiettivi d esame PHP Developer Fundamentals on MySQL Environment

Obiettivi d esame PHP Developer Fundamentals on MySQL Environment Obiettivi d esame PHP Developer Fundamentals on MySQL Environment 1.0 Ambiente di sviluppo 1.1 Web server e database MySQL Comprendere la definizione dei processi che si occupano di fornire i servizi web

Dettagli

Indice. 1.13 Configurazione di PHP 26 1.14 Test dell ambiente di sviluppo 28

Indice. 1.13 Configurazione di PHP 26 1.14 Test dell ambiente di sviluppo 28 Indice 25 184 Introduzione XI Capitolo 1 Impostazione dell ambiente di sviluppo 2 1.1 Introduzione ai siti Web dinamici 2 1.2 Impostazione dell ambiente di sviluppo 4 1.3 Scaricamento di Apache 6 1.4 Installazione

Dettagli

A.S. 2014/2015- Programma svolto di INFORMATICA ITCG E. Fermi Tivoli classe V C SIA. Programma svolto di. Informatica. classe VC S.I.A a.s.

A.S. 2014/2015- Programma svolto di INFORMATICA ITCG E. Fermi Tivoli classe V C SIA. Programma svolto di. Informatica. classe VC S.I.A a.s. Programma svolto di Informatica classe VC S.I.A a.s. 2014/2015 MODULO 1 I SISTEMI OPERATIVI U.D. 1 Organizzazione dei Sistemi Operativi U.D. 2 Struttura e funzionamento di un Sistema Operativo U.D. 3 Tipi

Dettagli

SQL: concetti base SQL. Definizione dei dati in SQL. SQL: "storia"

SQL: concetti base SQL. Definizione dei dati in SQL. SQL: storia SQL SQL: concetti base originariamente "Structured Query Language", ora "nome proprio" linguaggio con varie funzionalità: contiene sia il DDL sia il DML ne esistono varie versioni vediamo gli aspetti essenziali,

Dettagli

I Sistemi Informativi

I Sistemi Informativi I Sistemi Informativi Definizione Un Sistema Informativo è un mezzo per acquisire, organizzare, correlare, elaborare e distribuire le informazioni che riguardano una realtà che si desidera descrivere e

Dettagli

PIANO DI LAVORO EFFETTIVAMENTE SVOLTO IN RELAZIONE ALLA PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE

PIANO DI LAVORO EFFETTIVAMENTE SVOLTO IN RELAZIONE ALLA PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE Istituto di Istruzione Secondaria Superiore ETTORE MAJORANA 24068 SERIATE (BG) Via Partigiani 1 -Tel. 035-297612 - Fax 035-301672 e-mail: majorana@ettoremajorana.gov.it - sito internet: www.ettoremajorana.gov.it

Dettagli

Basi di dati Il linguaggio SQL

Basi di dati Il linguaggio SQL Basi di dati Il linguaggio SQL teoria e pratica con Microsoft Access Riepilogando Nelle basi di dati esiste 1. una parte invariante nel tempo, lo schema, costituita dalle caratteristiche dei dati (nomi

Dettagli

Basi di dati Il linguaggio SQL

Basi di dati Il linguaggio SQL Riepilogando Basi di dati Il linguaggio SQL Nelle basi di dati esiste 1. una parte invariante nel tempo, lo schema, costituita dalle caratteristiche dei dati (nomi degli attributi, domini, 2. una parte

Dettagli

APPUNTI DI PHP : V INFORMATICA SEZIONE G

APPUNTI DI PHP : V INFORMATICA SEZIONE G APPUNTI DI PHP : V INFORMATICA SEZIONE G Prof. Conti R. mysql_connect() Apre una connessione verso un DB MySQL. $db = mysql_connect([$db_host[, $db_username[, $db_password[, $newlink[,$clientflags]]]]]);

Dettagli

Basi di Dati Relazionali

Basi di Dati Relazionali Corso di Laurea in Informatica Basi di Dati Relazionali a.a. 2009-2010 Laboratorio Ing. G. Laboccetta Dott.ssa. V. Policicchio Coadiutore: Dott.ssa D. Nicotera PROGETTAZIONE FISICA SQL-DDL OBIETTIVO: Rappresentare

Dettagli

Esame di stato 2004 Portfolio studente

Esame di stato 2004 Portfolio studente Esame di stato 2004 Portfolio studente Traccia Il Dirigente Scolastico di una Scuola Secondaria Superiore chiede che si realizzi una base di dati per l'archiviazione e la gestione di informazioni riguardanti

Dettagli

Il linguaggio SQL: le basi. Versione elettronica: SQLa-basi.pdf

Il linguaggio SQL: le basi. Versione elettronica: SQLa-basi.pdf Il linguaggio SQL: le basi Versione elettronica: SQLa-basi.pdf SQL: caratteristiche generali SQL (Structured Query Language) è il linguaggio standard de facto per DBMS relazionali, che riunisce in sé funzionalità

Dettagli

Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia Direzione Generale

Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia Direzione Generale Unione Europea Regione Sicilia Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia Direzione Generale ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE G. MARCONI EDILIZIA ELETTRONICA e

Dettagli