g&çmw ii FERNET GINZANO? Avete assaggiato non ne u^erete altri! assaggiatelo e dista me di lícur e z z a

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "g&çmw ii FERNET GINZANO? Avete assaggiato non ne u^erete altri! assaggiatelo e dista me di lícur e z z a"

Transcript

1 J^Kí-ici-iV.A-.;. -V.-. ;.- ífílczé.; VV...v^. g&çmw u mim *0 óê^ ^. r caieina PURGATIVO (OMíAOÚ) GO/TO/O ATE O FIH INDICADO EH T0DAJ Al IDADE/ E AO ALCANCE DITODO» ESCE OONI SABATO SBTTIMANALM UMOBISTICO - MONDANO ILLUSTRATO 200 3= Anno XXXI N S. Paolo, 28 Agosto, 1937,. Uffici: Rua José Bonifácio, 110-2/ Sobreloja dista me di lícur e z z a (ovvero il medico fregato) Disegno dei Dott. Giuseppe TipaLdi Parole dei Dott Beniamino Rubbo Musica dei Dott. Giuseppe Farano. }.-y r II marito gelosissimo ]ho portato io. Ausculti purê dottore: lo stetos-copio Avete assaggiato ii FERNET GINZANO? assaggiatelo e non ne u^erete altri!..xx.:--. & xx-.,-.iãk?i>^-ijsi!,=it.^;ií<.u _ i;^fc

2 Wk -é la pagina píttscema casa di mode dal sarto ÍIXfT /^N ll^é^^s : Certo che faresti una bella figura uscendo con una donna con un vestito cosi! Ci ho giá pensato infatti. Allora me lo comperi? No. Ho dato -nn appuntamento alpindossatrice. E secondo lei, questi pantaloni sono íatti bene?! Usi sempre " AU ROR A " la migliore stoffa! * bambini preço cissimi donne allippodromo AUZZATGÍ.B (#) ^. 7- ^ía^^miis^ Paolino Tu ch"amala come vuoi; io, questa tua mania di venirmi sempre ;appiesso la.chiam-o gelosia. ^3 Se mi ascolta, signorina, le dó io un "buon arrívato". Io veramente... son venuta per cercarei un "buon partito"!,i... # l Est. _ W -. > r *"»-^v--rtt,i]iiiiij_i_lta. -jy

3 i I i n fàk*m n 3 \-mtt*efa-w*x. i^ir * **** *»»>* *» <& - famafr^fr^ji.,^,.^fctpiyaau^to^»^. ) «a** ^lst+-»*a-x, -»».(.»ÍM > í.l,l~k*j 5a-l.-t -.. rn ak-ac,.,-, - ^^i - * "TmmS ^.4 MSS*****"*^»^^^^»^---^^^--- -^^^* *** >j "»******-.,».* y^s"i*s " " " Bf?fl ByTy^^ísfl cáfl BfefitB EJm B Krtffl^^^^p* sufcjijl^^^p^i * ^KBMHflJ^fl^flBflBBBBBBBBBBi / :, ^BBBHfljLiJrvK3 ir j*bf^wps»*^ SMFl3 flfl flfls^tgb^*y*v j^* jj*hjméé^*émfl BBllifes^S^HBflH^BI Kl ^BtJÉBCBML^-.^^^B flfl 15 íyí ^1 ll F»^^j HLJI HyB B^-^fl Ifl Stfefl taíáé Ix m^-*l^tv% * ^M^tflfl Bk^^Q wk>rsà^-^^ê Ewc - Bk «XcEaBj Jl Itl K^H k wtftwr^àmt ;. jh I u bb^^-bh Mv^iilfíl BbbbbB ÜÉMh*f* ^-ufl Bb j^[i<**jb j-br *,**Si flkvxj fll MB. iwá8í3íkí:fyííí."^íeíb*^el!0si BPÜ^Bl H II tsrsammt, UWa -.J*hiti»,*MKrtiI*tiíJ*i Bfc^l-M B*t dl B&kP.I. o *.fl Bfc^fl IBJ -BBB ffi&v* B ^ht flj BsHB BÉÜlZ..^^^T.^ju^yiri^lH^k ^-^^WBBI IgttjaKAHJ BB. ;-.. (A uvísamm^uu Bfl BIbVHB*. ife*. ^a~ mitfitfímuiikuum ^rffés m\ Bb flfl Hak M-i^^^^iui-iM BJm**^^^^^ a.^^fl B^ %*flb^^*b IÜ*. iiffffli*fflhf11111 i"ii"p JP^Ws, *f" 1-*iB Bí."-^ HlRP^^PreVís - * ÜÜHÍ * iflbf f*»imb Br ^^** v *fcy*k. < 1 MB1 IHBMatSk PálH wr;&ií"-aàs± BB BH*?;:" :*«>*- * siflflflnl MflflHIs^KHBK^âitJ^^^-flB HB>^âP^4:áiBfl7a^í B^B^B^BBBbBbBBBBBBBBbBI: im*réffwí^i "r^^ffinirt^mwir *^l La^^iifei bb b^jí HflF i!^*f bh SBW^^^^^â**-^**^bb Bb bbi ^» V* BV^^Í SbBb1 bbb! Bi HB l%*ibb EBifwHI BK&fe^-BBy P! * >«í^p^tí - ^7. -BB flnflfl BBBÍ3PBBBBBHBBSBwBa^ffliB^^ig^^ i ^^^^m^m^m^m^mmfi^f^m^^^rvls^ffnf^m^bu BK^^^ÍIg^ Sj w_b B vfíflfl BBl -/> * ^ifll B /^A / flbbk.^bbu k» * rtt^fl yfl Bk» ^^feâáâk <,AÚmWm\>y- v vfl R;.B^ BBBn>-K---^r^^^^^^^^ia*L "Jl K^9 I Bjf*W*?fll E5" jfl MHJH BBBBBBBBBBBHBHflflflflE- ^aflfl k^^íi bvpi^ bf9jhbbb*%h9 I!IS^F,8S$B ES»-&! ( ^HBpflflEL* ***í*íi < *%*;*s-. g*as*?ah * ***;; íjpá*. " (-* J* ijw^tilmiigmi-ímg^^ fpwirrw,retüt^bb-»* -T21W «2* B-^S " ^ "1 wmmíwymm ^ B u,*vw*"p,^^b Bm^i *v^ff Bri l^s 4,,,<*HJ lé^fl BV J^-lH^-mB BíÍiW nb **-"v»^b flsb^^i B^^-aM: Rfe*^S b^ 3-JBB *X ^#IB bbbi^hi bbbbbbbp^^bbbi ^B tó^hb-! ^SKiSSflBl BB^^flB ** ** ^Sr^? *^y*!^t *-.v ^SflBBHw^^S35»*«i^^ " x~xí*? ^;#"!Sir,tv ; "-^ ^- ^B^^&*:.*^^^iíC^^^ PB^BJJfc^^j**^**^^^;*.y-"" :fi^..v" ^^^^i I " *1h^»I K#4W^ " -íéffeè». V- ** *" ^^ BBBBBBB?>^(g*i?S..*"lafe^-* IBtMH^y^ /A^xtAF- <-.- x*.,# > ^**v*:-íí*>síwhp1p*.4» t -*»b BJni^^^^w %*-»*5<~v BB1B &%m$ãã?~i> z/é,- <*rj^^k^^^jé0ê? " x>> * * *5HPSS.sí> %sâ,^<jt - mííjhl^ - * *-í ** BKBBBBte*í3Mis^,Ms^^.w*^**:s{fflBBSK^ a^^ymtr.x:. -. M^y-xfm^.^^Aifmms^^^tmmsrvmm»-"--, ^^^KIÉ^-Mí >.7 : yyjbik^h^s^^mps^ >#^ -.-fers" < ab i**r;, - w-^^^^^l«mm\mmbmwmmwêêibêêí^m i ^.. *^jii^by*fee**yejj^*f^^^3fc^^ W*^*éir " "*"»*^ ^Jffi/í iíibíebf ZX, 1.. vvlilxiu fl W*^E.:*. *BB*P*B* BBBJr.^v1*^^^M^^^^M^MMBBBl^l^^^HiÍf^" AíÊÊBiiã mpbm Pi I ií ** abipti I Tra i numerosi connazionali che, "de vez em quando", danno "um pulinho" alle patrie sponde, va annoverato anche il nostro connazionale e compaesano eziandio Umberto L., Frontini, il quale, settimane or sono, senza dire niente a nessuno, manco in famiglia, prese là Zeppelin, visito la nostra Sicilia, e torno prima ancora che la settimana gli spirasse tra le dita. NelVisola bella, Frontini non manco di usare la sm Kodac. E, al suo ritorno, ci fece un vero regalo newaffidarci le fotogra-, Válto in basso): VAnfiteatro di Siracusa La lava> durante Veruzione dei 6 aprile 1910, mentre investe una casa II Castello Ursino (e non.orsino, come crede la "Fanfulla") di Catania Una meravigliosa vi-. sia delvetna in camicia. Nel consegnarci queste belle fotografie, Umberto Frontini cincaricó di lanciare una sfida a tutte le isole dogni arcipelago deliuniverso: Visóla che puó presentare bellezze comparabili a quelle della nostra indescrivi-.l bile Sicania, si appropinqui. E se non puó appropinquarsi, vadax a farsi fotografare e cimandi le negative. fie i cui clichês riproduciamo ac- J canto, e che rappresentano (dal- : ^^^^^^^^^^^^^^^^BBBBBM**BBBBBBBHBBBBBBBBBBBBBB7^nBB*BBBBBBBJB ^»» ^ p^w^^. "Wl-^^P^ -^^gww WWPf^ llll.lll. II l M j * *./ V V-ç-»

4 3":;?.":- ; IfiS-Sií1*^ i IDOTT K^PW IH aa mw B^i Bk ÂmM W^TCX BA Al U1A*J B*IBBB^ ^B BJ ^P***^ /kl V. Hm%""/ K\ / / \ 1 BBflB BJBBBBHBBBfllBBBBBBBBBB3BBKSBNBBBBBBnnnnnnn""""""""nnnBBBn~- * " ".*- J. LIBERO CHIARA CHIRURGO-DENTISTA I Clinica generale delia bocca e protesi dentaria \ R. Wenceslau Braz, piano - sala 4 j Dalle 8,30 alle 11,30 e dalle 14 alle ore 18,30 C ACCADEMIA PAULISTA DE u """ DANSAS Rna Florencio de Abreu, 20-Sobr. Telef ,v ^.W "8AFATIADO Alfredo Monteiro,... Direttore-Profesaore CORSO GUNBRALE Lunedi, mercoledí venerdí. Dalle 20 alio 24. «JORSO PARTICOLARJB ii Marttdi, giovedi e sabato. Dalle 20 alle 24. Le-doni particolari ogni giorno dalla 8 di mattina alio 24 Corso com. pleto in 10 le-rioni. AMERICANO", menoalitá 50S060. I pare strano, ma ce ancorai;.... delia gente che persevera da lustri in questa originalíssima affermazione, di cui crede desser la sola a detenere il brevetto: "Quando io esco con 1ombrello, non cé caso che piova. Se invéve lo lascio a casa, vien giú il diluvio". Io dif fido queste stesse persone a persistere nella frase di cui sopra. Le dif fido per il loro bene, intendiamoci. Perchè a forza di dirlo puó finire che vengano eredute, e allora sono guai, credere a mel Lo dico perchè ancora non sé spenta 1eco di quanto avvenne ad um povero mio amico il quale diceva da tanti anni e con tanta sicurezza la f esseria di cui sopra, che molti, impressionati dalla sua ária di serietá, se ne convinsero al pari di lui. Orbene, ció condusse ad una serie dimpressionanti inconvenienti. Quando - per esempio doveva aver luogo un corteo, o inhnportante partita di cálcio, o una qualunque manifestazione, cera sempre qualche tifoso o sfegatato qualche che costringeva a viva forza 1infelice ad uscir di casa con un poderoso ombrello sotto il braccio, a sicurezza e garanzia che finché lui girava per la cittá con quell-arnese sotto il braccio non sarebbe caduta neppure una ciolina goc- dacqua. E viceversa, cera piú duno che aveva desiderio o per una ragione o per 1altra che cadesse un buon acquazzone, e che si presentava alia sua casa col precipuo scopo dimpedirgli duscir di casa con 1ombrello, perchè ció non impedisse autoinaticamente date le di lui vigorose affermazioni in propósito il cadere dell-imminente pioggia. " n Anzi, fu próprio durante una di tali ultime evenienze che il malcapitato fu violentemente costretto ad uscire senza parapioggia da un innamorato geloso e vendicativo, il,quale voleva mandar a male Pappunjtamento delia sua bella col nuovo spasimante mediante uno scroscio improwiso dacqua. E siceorçj-* piowe dawero, e il nostro eroe era sprovvisto dei logico riparo, fu coito da una vigorosa polmonite che pose rápidamente fine alia sua carriera di pseudo-uomo-barometro. Per questo vi diffido dal ripetere unaffermazione che é fra le piú stolte e le piú bugiar de che ; esistano. E molto, ma molto piú opportuno attenersi nel campo meteorológico alia vecchia teoria dei calli e degli occhi poilirii. Fortunato Peãatellá m^^^m^^^ii^m^m^m m mm. ^^n*bh BBnw. W\mwK)r (/Í»S tes:\jçmwfài:v AsMmmmm* f SABONETE \ [ finíssimo I \(T péjk... gjjf ^T ^^&mta*fàp*!trm âwustí ^^^!;tl É^ulnimll MwB^BmSb JBwBnJHP JvÍMB WmmW mwl»^\ SCOÍ Caixa Postal, 2661 m ^"ÕRÈS^JVJÕI COMPRA - VENDE - SCAMBIA Mobili Antichi e Moderni, Porcellane, Cristallerie, Antichitá, Quadri a Óleo e Oggetti darte in generale Fategli una visita..... ^ PRAÇA DA REPUBLICA, 4 - TELEFONO: 4-602) :

5 mm m. i (Miftende $ Ci fu un giorno in cui a Fabrizio, preciso é meticoloso, capito sotfoçchio questa massima: "chi piú spende meno spende", ed il nostro Fabrizio la trovo ragionata ed equilibrata. II giorno dopo il caso volle che sua moglie lo incaricasse di una piccola commissione: Fabrizio gli (lisse tu passi dal fioraio, vero? Si, cara... Ti spiace eomperar mi un mazzetto di violette? E primavera, e un po di fiori in casa... Si, cara... Minuzioso e preciso, Fabrizio non acordava mai le commissioni delia moglie, e non scordó neppure quella. Quanto un inazà etfco di viole? Due milreis! Due milreis? Solo due mazzoni? Fabrizio si stupí. La macchinetta che con cronometrica precisíone unzionava nel suo cervello si mise a questo punto in- moto. Di maggior prezzo non ne ha?. Ma... di violétte ve ramente no. Peró avremmo qualche altro fiore che... Bene, bene! Faccia vedere! Per faria breve, quando Fabrizio usei dal locale anziché di un mazzetto di viole era inpossesso di una mezza dozzina dorchidee. Ecco qua disse rientrando. Ma Fabrizio, Dio mio!..". Embeh?! Quanto hai speso? 150 milreis! A questi lumi? Ma Fabrizio... abbiamo il fornaio da pagare, il padrone di casa in arretrato, il sarto che reclama... Fabrizio sorrise, scosse Ia testa, savvicinó alia moglie dandole un búffetto sulla guancia: Ricordatelo, moglie mia, e fanne tesoro: chi piú spende, meno spende! NINO CANTARIDE tfíhsq I44MV Cc^omaêt SETTIMANALE UMORISTICO - MONDANO - ILLUSTRATO ESCE OGNI SABATO Proprl«t«r!). OAETAN0 CRISTALD1 Rnponiabl r ANTONINO CARBONARO ANNO XXX I NUMERO 1417 ABBONAMENT1 8. PAOIO APPETTTOeO. anno.. SOS LUS80RI080. anno.. 80$ SATTRIACÔ, anno.. 100$. OPPIC1 : R. JOSÉ BONIFÁCIO * SOBRSLOJA TKL. --m. NUMERO: S. Páolo, 28 Agosto, 1937 lll a. p.oio., <ré<, _/0m~/ft^yQ / ^"J5t ^^bs$3i lm~l&&jm Ridi ancora pensando ai giá negus-neghesti Tafari nel nuovo mo? lo di vice - imperatore delpetiopia? Macché! Sto pensando ai reclamo madrlleno presso 1areopago di Ginevraj quaderno di pierino impamno cose utilissíme; nelle scuole, a patto di non essere alunni. Se il fanciullo incastrato nel Si banco deve < delia gratitudine ai- 1uomo \sopraelevato sulla cattedra per ció che questo ha voluto insegnargu, il maestro ne deve altrettanta álvalunno per ció che questo gli ha insegnato senza volerlo. Un maestro elementarve di un Paese col quale siamo uscio a uscio )ia fatto uninchiesta: "Quale carriera sceglierete, e perché?". E la domanda-campione, per mezzo delia quale gli adultisistudiano di passare per cretiríi agli oechi dei ragazzi. Ma una stema domanda insulsa e formale, se rivolta dal signore truculento e bonario dei giardino pvbblico, puó divenire ragionata e ^cientifica se ha la freddezza meditata delvinchiesta. E la risposta? La rispostá sara insignificante e. sbrigativa nel primo caso, ma densa di luce e di ammaestramento nel secondo. Ecco le risposte piú significative: marinaio, aviatqre, professore di storia, repórter, "E poliziotto, farmacista. perché?". "Voglio essere professore di storia perché non si fa fatica; non cé bisogno a]i impar are né di capire; tutto é scritto nel libro che il professore ha sotto gli oechi". "Voglio essere farmacista perché é una situdzione che rende molto denaro con poça fatica. I miei commessi lavoreranno per me emi ritireró ancora giovane dopo essermi fatto.una fortuna". II maestro, commentando in una rivista di pedagogia questi criteri di orientamen- "Che cinu smo! segni dei tempi!". to professionále, ha concluso: m a no ma no! Vuole un saggio di risposte ciniche? Eccólo;, "Voglio fare il professore dl storia perché la Storia ê maestra delia Vita". Ne vuole un altro? A, "Voglio essere farmacista perché é dolce fare il calcolo dei dolori e delle vite sal: vaie". J; Confesseró che io ho un conto personãle sempre aperto con i miei antichi maestri, che quando mi davano da descrivere lá pioggia mi esponevano ai ludibrio delia scplaresca perché non avevo saputo deserfc, vere la pioggia. Vènfanni dopo ho letto una massima di Brunetière sulla sobrietá nello scrivere:. "Quando volete dire che piove, dite: "pior ve". Mi pare che questa frase riassumq tutta Varte dello scrivere, come "non fare agli altri ció che non vorresti fosse fatto a te" riassume tutta lamorale. Ho trovato in quella frase, la mia tardiva riabilitazione. Le riabilitazioni nella vita e nella scuola hanno il torto di giungere quando si sono amplamente e irreparabilmente espiate le condanne e le boc~ ciature. PITIGRILLI (por encommenda) TUTTI DEVONO TENERE IN CASA UN FLACONCINO DI tt Magnesia Calcina ta Cario Erba " II Lassativo ideale ÜNICO AL MONDO II purgante migliore Efficacissimo rinfrescante dellapparato digerente. < PER PURGARV1, ACQUISTATENE OGGI STESSO UNA LATTINA DA UNA DOSE

6 u i ú - 1 a 0^ SYn^S^r -F^PENSABILl ALLA CE VITA, LACQUA. TRA LB ACQUE, QüELLA INDISPEN- SABILB AD UNA OTTOIA DlG.BSTIOtoE E» Agua Fontalís Víi Lá PIU» PURA DI TUTTE LE ÁJCQUE NATURALI CHE POSSC-DDÉ ALTE QUALITÁ DIURBTICHB. o IN "GARRAF6E0" E MEZZI LITRI d \*",, ^ AO TELEF ,. MOVE LHEIRO CASA FONDATA NEL 1900 COMPEA E VENDE Macchine da scrivere, macchine registratrici, _1 a;.\.-,,.- h calcolo e di somme. Casseforti e Arcbivi dl acciaio e in legno per scrittoio in generale. Grande assortimento di macchine ricostruite. Praça da Sé, 12-A Telefono: S. PAULO BEN ED ET TI S. PAOLO FIEENZE ANTICHITA QUADRI _ OGGETTI DI ARTE Perizie e restauri di quadri antichi e moderni 108 BARÃO DE ITAPETININGA 108 Telef i. Oassetta postale 8205 IL MIGLIOR PASTIPICIO I MIGLIORI GENBRI ALIMENTARI 1 MIGLIORI PREZZI Ai Tre Abruzzi PRATELLI LANCI Successori dl Franeesco Lanei RUA AMAZONAS N.i TELEFONO: 4-2H5 Ai cure sbagliate ÊfímÊÊÊ^ e p i s t o 1 e p è c o r e li ia ri % Caro Pasquino, Non avrei mai pensato, dopo tanti anni, di riveder le stelle! Sí, di riveder le stelle che in forma di croce formano la cosiddetta "Cruzeiro do Sul" che, per volontá di Dio, solo é visibile in questo emisíero. Per. varii anui sono stato agli ) antipodi cercando di «barcare il íunario, ma mm bei giorno mi vennero i crepuseoli e, siccòme me la vidi brutta (come se la vide brutta la vecehia che passava sugli specchi), mi incaponii di una maniera tale che in due ore preparai la moeciglia e, come Dagoherto dei "Giudeo Errante", muscio muscio, -.tornai alia terra roscia con un desiderio matto di íarmi una.panclata di fagioli e riso che non ti dico niente! Che vuoi, caro Pasquino mio, sempre ho pensato che lluomo é. il vero sinônimo di fosso e tu sai, quando un fesso smbestialisce, spara calei peggio di un mulo e non cé mezzo di ricondurio alle buone! Sicché, per non faria lunga e ner non scoociarti tanto, ti partecipo, spiffe^atamente, che mi trovo di nuovo sotto il tetto ospitale di questo torron«col o "ale mi oresento al servizio dei Pasouino che, niente meno, é letto n ellaltro mondo dá tutt< gli sfaccendrití che, -S<_nza. arrecare offesa agli organi magni, lo preferiscono per la. purezza delia linçi.a. Datria e per lo stile canino di abbáiare. sempre vfide cb* W co..e tort*... nvllá.rente lá, Pasouino mio bene- > deito, ti sa í^stinfníf.r* l* i»a bun- dalle male.inerue *_... Ia lirieua ti?a ft una. vera..lama *irnte. e Pd una vera faca nambucama! per- Ebbene. veníamo ia poi* mi trovo, come ho detto, di nuovo in Ji7za*Pf<r vedeta <-R.f Ue sta volta nossa afferrare ü nes.e. peró..«arte in tavola.: vo^io carta, bianca...hbertá di gridare ia. sou areia «rol a e na- «dia. per cento cavalli..e. non te ne incaricare. per***, ho la certe..*..-?, -^v..i daranno tante di quelk* legnate che presto ci passerá la voglia di sfottereú\ genere oimano! : i E buono che tu sappiá chè in tempi remoti i capoeciá de% ramministrazione dei Pásqüijno, abusando delia mià perel grina innocenza edelia mia proverbial fessaggine, mi hán* no sempre passato la perna, sempre promettevano che mji davano un mondo di cose per esempio: pingui mensili, divi dendi di lucri problematici p nabbabeschi, passi lüberi ih tutte le ferrovie dei Brasile, protezione di gravuti colôniali, entrate grátis nei circòli di cavalligni, casse di commehti- bili per il giorno di Natale eçi il diavolo a quattro!, ". Cavami nn oechio se hò visto mai arrívarmi "daeostí tiii accidente!! CALZATÜRE SOLO NAPOU Un amico mio, intanto, ri. cui nome devo tacerè per il momento, che possiede unà aciuitezza di spirito suiperiorl ed un enorme bagagliodi coll. tura ma che, isgráziatamenjtf*,, esercita il nostro decadente e disprezzato mestiere n gior?- alistico, mi disse a bruciapef* lo che adesso le..;*cose sono cambiate, di manjera che íl Pasquino oggi nuota nel danaro (per vedere se lo pesca) io j non ei credo-perché ^ piü facile entrare un camello la per cruna di un ago che Pásquino acchiappiare in tempi questi calamitosi un * per testone le orecchi l ln fine, vedremo di azzannare un osso; chi noii risicá non rosica; *ho sparato a poívere sécca, per adessoj.#ifl tardi, se Dio vuóle, useró ;>í piombo che si lusa,per abbatr tere i lupi con i quali mi sotitoscrivo Tuo vecchio amico èd.anti-... " AAu : ( l: Vicente; Pecorella co peccatore. Banco ítalo- Brasileiro Eua Alvares Penteado, 25 S. PAULO. *(, Signora, come sta suo marito? -T-.INon ; ci capisco piú niente: il medico cli ha ordinatn -» O-. "Contas Ltdas." massimo Rs. 10;( INTEEESSI 6% ANNUI.Idbrttto di chequei

7 . i 1 à tt i n ô i ÉÊe.í commediole s^hissinose P rima Personaggi. *. II pesoe-martello. Lamico dei Pesce-Martello. Altri pesei che vanno e yengono. (In fondo al mate, ai giorpi nostri. AlPalzarsi dei siparoil pesce-martéllo pasjseggia nervosamente tradenio r lintima agítazione. H suo amico lo segue preocciijato. Intorno, via vai di altri j^fl ^^fe..^^bbflw. r/ maamaawm^t j^mmwm^bmmw I f. * VIGNOLI ÓTICA* DE PRCdSAD OCuuOS *.- ii -joosnons D? J.VIGNOLI OTOMÉTUISTA,; tfmitao KO 8RA3il MM UBJUMKtS <* S;PAULO pesei, molluschi, crostacei, stelle di maré, meduse, mostri már-ni, ecc. ecc). Üi PÈSOE-MARTELLO. (Ten-. tá a un tratto di uccideisi Gli altri pesei gü si affollano intorno e lo trattengono dal suo folie propósito. Egli si divoncola con seiv vaggio furore) Lascia- ; temi, lasciatemi! LÁMICO ;TÊLLO DEL PEStCE-MAR- Ma che hai? IL PESCE-MARTELLO (ansando) Ho che la Natujirraé stata ingiusta con me, se vuoi saperlo! (Singhiozí za)..:,. i!:ilamíco DEL PESCE-MAR-! TELLO Perchè, piccolo? l íil PESCE-MARTELLO i Perchè io non ho uno sçopo hèllá vita, compreridi?» Almeno fino a che non saranno creati i pesci-chiodi! (Sipario). eco nda!;j Personaggi: jf IL DOTTORE. ll,, j:,il MALATO (La scena rappresenta una camera da letto; altalzarsi Unaltra vittoria delia Fabbrica CIGARROS «J jb^ç^s W^^^^ ^ fl Kw ^^WB^Bh ^^ ^m\ mmi ^ÊÈ mm^^^-^. St^B*»5 ^^^^j*3sa^b "^mmmm ^^^ ^^**^^^^_ --3H ^flj dei sipario, il DOTTORE en); tra; il MALATO é a letto). IL DOTTORE (entrando) Beh, come va?..il MALATO (é pallidíssiino; apre la bocca per rispondere, ma non ha la forza di dire una parola). IL DOTTORE (caccia 1orologio e lo guarda f issamenté per alcuni- istanti, mentre tasta il poiso dei MALATO; quindi toglie il termômetro daltastuccio e lo mette sotto Tascella dei MALATO; poi cominc"a, a passeggiare nervósamente in lungo e in largo). IL MALATO (eon un fil di voce) Dottore! IL DOTTORE (fermandosi) Che cé? IL MALATO (con un fil di voce) Dottore... Vorrei prendere qualche cosa1... IL DOTTORE (awicinan- SUDAN IMPACCHETTA- MENTO DI LUSSO IN UNA QUALITÀ j INSUPERABILE Pacchetto 1$200 Con cheaues PRODOTTO SUDAN S. PAOLO dosi al MALATO) Vorreb - be prendere qualche cosa? y IL MALATO (con un fil di voce) Si;:.. IL DOTTORE E che &V tro vüol prendere? Ha giá preso la pleurite, rappendicite e la bronco-polmonite doppia.,. CALA LA TELA Luigi Bertoldo!

8 8 i 1 a u n i Questo é San Paolo! *.";,.. * -:>-:Y..; «".. -."". /...""-.. ^^fc^j^mwpbwjytjy:.. :-:::-:ij«jííh I bambini inneggiano al miglior alimento simbolizzato nèlla piú grande garaffa dei Brasile. Prodotti VIGOR: Latte, Crema e Burro. Richiedere pei telefono: ANALISI CLINICHB Piazza Princeza Izabel, ig (giá Largo Guayanazes) Telefono: _- Dalle ore 14 aíe 18 Prof. Dr. ALESSANDRO DONATI e li mi n a tor ie Alia presenza di un foltissimo pubblico e con 1intervento di numerosi campiohi, si sono svolte in questi giorni delle interessanti Gare sul "Cólletto duro"; uno sport che ricomuncia ad interessare le folie, di mano in mano che la stagione delle feste da bailo va prendendo piede. In veritá ancora pochi conoscono laf fascinante bellezza di questo ramo deliatlética leggera, condannato a rimanere per gran parte delianno senza cãltori, dato che di feste da bailo,, tali da reclamare 1uso dei colletto. duro, e conseguentemeníe dei relativo.gemello dosso o di metállo. ce ne sono ben poche e quasi tutte nel periodo carnavalesco. Uomunque, ora che ci troviamo próprio nel periodo piú caro a Tersicorè. vediamo volentieri le masse sportive riavvichtarsi con fiducia e con seri proponimenti, a questo ramo di sport, che, oltre a rihvigorire il buibo, mette in gioco. anche le qualitá intellettive dei giovine campione. Abbiamo potuto assistere ieri. ad un bèllissimo incontrq dei genere, svoltosi in prepar azione dei prossimi cámpionati che si svolgeranno a Stoecarda. Ad un cenno deliarbitro, fatti segno agli applausi vivissimi dol pubblico/ facevano la loro comparsa sulla pedana quattro giovani campioni in tenuta atlética, consistente in un paio di eaisoni neri da.societa, una camiciola di lana con* le maniche lunghe, ed una cámicia, dal petto rigorosamente inamidáto. Al çolpo^ di pistola, i quattro atleti, e cioé Attilio Prancalanci, Cario Torasani, Gastone Giovannini ed Ermolao Lascialfare, partono di scatto ed afferrano le quattro camicie inamidate, che si trovano,soprà un tavolo, e che sono state precedentemente controllate daliarbitro, il quale ne ha provato, scrupolosámente Jo stato dirigiditá. * Ermolao Lascialfare é il primo ad infilarsi la candeia, la quale nel lasciar passare ia testa dei giovane campione, gli pro* duce numerose escoriàzioni sulla faccia. Ma non si tratta che di un f uoco di paglia, giacché in breve gli altri tre concorrenti raggiungono il fuggitivo, producendosi tutti le rituali escoriàzioni al volto, che dimostrano come la consistenza deli amido sia uguale per tutti e ponga tutti nelle stesse condizioni di manovra. VENDONSI Ricette nuove per vini nazionali che possono gareggiare con vini stranieri, utilizzando le vinacce per vino fino da pasto. Per diminüire il gusto e lodore di fragola. Fáre Tenocianina: (Colorante naturale dei vino). - V"ni bianchi finissimi. - Vini di canna e frutta. Birra fina che noa Jascia fondo nelle bottiglie, Liquori di ogni qualitá..bibite spunuainti senza álcool. Acéto, Citrato di magnesia, Saponi, profumi, mtglioramento rápido dei tabacco e nuove industrie lucrose., Per famiglia: Vini bianchi e bibite ígleniche che costano pochi réis il litro. Non ocorrono apparecchi. Catalogo grátis, OLINDO BARBIBRI. Rua Paraizo, 23. S. Paolo. N. B. Si rendono buoni i vini nazionali, stranieri, acidi, con mulfa, ecc. quattro concorrenti, ancora af f iancáti, affrontano ora la parte piú difficile delia gara, che consiste nellimpadronirsi di un cólletto, anehesso regolarmente inamidáto, e di un gemello di osso. II primo dislivello é superato dai concorrenti con estrema façilitá; ma quando si tratta di infilare il gemello nel collarino delia camicia, ecco che sorgono le prime difficoltá. Vediamo in- j ÜMPORIO ARTÍSTICO,^ / ARTICOLI PER DISEGNO, PITTURA E INGÉGNERIA CASA SPECIALISTA íltichelangelo" êé(m\\m*. RUA LIBERO BADARó, 118 TELEFONO: S AO PAULO TT 1-

9 i B11S -p "/.";",» V 1 l * 4 tt 1 A 6 6 ò 1 ó í fatti il Forasassi cader vittima dei primo banale incidente delia giornata. Infatti, essendogli scappato. il gemello, lo vediamo appiedato e cercare disperatamente per terra. Súbito dopo é Attilio Francalanci che rimane vittima d un simile incidente, e che piangendo disperatamente, impreca alia cattiva sorte; Ma intanto, in testa ai gruppo, vediamo il Forasassi ed il Giovannini, lottare gomito a: goinito. Essi sono riusciti, ehissá come, ad infilare il gemello nei due occhielli dei collarino delia camicia, e stanno ora cercando dinfilarlo nel primo oechiello dei colletto duro. I protecção ao faier a barba 1 1 está na lamina que nio -Joixa I 1 arranhões, possíveis focos do I a infecções perigosas. Prefira, È ^por isso, a legitima, mm M ^^^ ^^^n^lll_.^ í f\ \^ *w//_n Bftí i \ * V *:-^_n//_r rff i H_\* t\ *m S-lmmmW4mmm%í^im LAMINA t. GILÜTTEAZUL La lotta si fa spasimante. Ambedue i concorrenti forzano disperatamente la testina dei gemello sulle traceie dei düç occhielli. Ma i fori sembrano impenetrabili, tanto é resistente 1ainido dei due colletti. *. Ad un tratto, con uno sfprzo titanico il Giovannini riesce ad infilare il gemello nel primo occhiello, ed il pubblico entusiasmato scatta in applausi fragorosi, che si ripercuòtono a lungo nella sala. Ancora qualche istante, a forse la vittoria coronerá gli sforzi di Giovannini; giacché il For asassi é stato cólto da una violentissima crisi, che gli impedisce di forzare, come vorrebbe, sui pertinaci occhielli inamidati. E giá il pubblico si attende di salutare nel Giovannini il nuovo campione delia specialitá, quando ad un tratto lo vediamo annaspare disperatamente, portarsi le, mani alia fronte e scoppiare in un dirotto pianto... Le forze lo hanno traditol Egli ha condotto fino a quel inomento una gara da grande campione; ma poi non ha potuto resistere alio sforzo ed é míseramente crollato. Povero Giannini! Visto il compagno in difficoltá, il Forasassi riprende vigore, e produce uno sforzo magnífico per arrivare a vincere la resistenza dei labbri delioechiello inamidato: ma ecco, daliultima posizione, farsi luce Ermolao Lascalfare, il quale, non visto, e con una condotta di gara magnifica, ê riuscito a portarsi ai fianco dei Forasassi. [ Un urlo dí entusiasmo parte dai petti degli spettatori che hanno visto allimprowiso il loro beniamino ritornare alia lotta per il primato. Forasassi, che si é accorto di avere alie spalle un aweraario temibile, forza ancora 1andatura. Lo vediamo curvo su se stesso, premere vigorosamente?on le mani sul gemello pervicace, ma il suo sforzo rimane senza risultato. Lascialfare inveee, con un ailungo potente e con unabilitá da uomo di grande classe, in grazia forse duna maggiore elasticita delle sue.mani, riesce r.ell intento. *v - -. Si ode un colpp secco. "Tae". II gemello é finalmente entrato nella sua sede naturalel Un ululato di fervido entusiasmo saluta 1azione dei Lascialfare, il quale é lungamente abbracciato dalla folia e portato in trionfo fino ai Dancing di San Ruffillo. TUBETTO. t A^t t_u tâfiàmtr- ^mímxjjê^s^ ^-Wa_ JmUmm7ÍBmm\l ^l_3c _»l Sw>V_ ^^^^^ f^^^ Rui II xnnopequeinoz DE UMA"0BfcAVO E BROMOPO&MIO - DR. ALBERTO AMBROSIO CLINICA MEDICA VIE URINARIE ; Consultório: Rua Benjamin Constant, tti Sale DALLE ORE 14 ALLE 16. Residenza: Rua 18 de Maio, 818. Tel PARA V E N T T il miglior caffé nel paese dei caffé TELEF U NKlN A MAIS ANTIGA EXPERIÊNCIA - A CONSTRUCÇÃO MAIS MO01RNA SIEMENS - SCHÜCKERT S. A. R. Fio* Abreu, 43 SÂÒ PAULO Telephone, Santos. Paiva A Cia. Representante em Curltybai Revendedor mm Campinas t Casa Hackradt Romlllo dé Arruda R. Oeneral fen-sral Camara Caina postal 420 Rua Campos Salles, ts4 " "* 1.1; li - "«mu?, - c.-.imip- -

10 16 * -4 m n ò n a esporte em pilulas paz c r u c i fie ada 0 Conselho Superior ãa Associação Portugueza ãe Esportes ratificou a almejada paz. Depois de tantas discussões estéreis precisou o Ennio lançar o seu verbo inflammahte para deitar agua, na fervura... * * * A paz coitaãinha vingou... mas em que estaão. Toda cheidf de perfurações corto-contunãentes originadas pelos descontentamentos peripatheticos... N; * * * Vamos vêr, agora, como irá a geringonça. Por nosso lado tudo faremos para que tudo corra no melhor dos mundos. Sinãq.;. lá vae pau... MAZZONICUS de amanhã. Daniel nos disse: A.:linha a- certou... a mão, como ^demonsd collocação actuai d o s clubes Com os resultados verificados domingo é a seguinte a colloeação dos concorrentes ao campeonato da Liga Paulista do Pé Bola: Pp* 1.9 Palestra 1 1. Corinthians...* I 2. Portugueza 3 3. S. Paulo 4 4. Santos 5 5. Estudantes Paulista 7 6. S. P. E Juventus 9 7. Luzitano J 2 8. Hespanha.1.3 Como se vê, os dois "turunas" cqntinuam na frente. A "canjada" vem depois, mesmo porque a ordem das distancias e do espaço está subordinada á "cumpeténcia" e á lógica... * # 23. anniversario do p a les t r a A directoria do Palestra Italia, por proposta do Departamento Social, organizou interessante programrna para süénnizar o anniversario do glorioso clube, que oceorreu no dia 26 ultimo, amanhã, domingo. Tudo decorrerá, estamos certos, no melhor dos mundos e grande enthusiasmo. * -i com qua nrd o opa- e s t ra quer o Juventus não pode, uem mesmo jogando com ponta-pés. O jogo foi duro-^mas a classe venceu em toda a linha... 0 qpe admirou foi Jurandyr naquella bola de longe mandada, por Tito... Dorminhoco...,. * * * outra victoria... O Corinthians venceu o S. P. R.. como manda o figurinp... Poi uma "lavada" de^ mestre que nem deixou o paciente respirar direito H Que os varreu... o d r a m a d e villa belmiro O Hespanha não agüentou o peso santista do preto e branco. Até um penal o Cyro limpou coiii toda a elegância... O clube de Charré já perdeu as esperanças de disputar o 2. turno. Também pudera... * * os jogos de amanhã Amanhã teremos, unia partida de sensação no Parque São Jorge. No cainpo dojuventus haverá também um íarranço-rabo" dos bons. Em Santos, cima a serra a coisa nada muda. Eufim é este o programrna: Santos x Luzitano Villa Belmiro. V, /.. Juventus x Estudantes Rua Javary. Corinthians x S. Paulo Parque S. Jorge.n* entre * <-. jogadores... Encontrando-nos com alguns jogadores corinthianos quizemos saber a sua opinião sobre o jogo íl «. trou domingo ultimo. A graxa... ; está prompta para amanhã tambem. Teleco adiantou: Fiz cinco contra o S. P. R. Farei só dois amanhã, porque não quero... amolar ò King. ;* * * Cozinheiro, do S. Paulo, nos disse: Com o Estudantes nir.- guem esperaya o que fizemos. Pois, amanhã váe ser a mesma coisa... Horacio arrematou: Estarcmos eu e q Annibal na estacada, dispostos a pulverizar as áyau - çadas da linha corinthiana, como fizemos contra o Palestra e o Estudantes. dores: O a 0... * * * um heróe da pacificação : Sabeis quem é? Não?. Pois é o Ennio o grande artífice má da. pacificação. ;.Y Todo fez o grande tratadista das questões internacionaes para que a paz chegasse á bom termo,, sem que a moral dá Portugueza soffresse uni arranhão siquer.r. "Muto bain"... * * * o reservado dó juventus Coisa impossível o que suecedeu domingo passado no reíêri; vado do Juventus. Aquillo até parecia sardinha, em lata. Houve discussões, "torcidas", o. diabo... Com aquelle ambiente chinojaponez ou. legal-nacionalista os pa%.. f# crucificada! -? :.?&? * ****** - «X. s*sm\ Ê $mw ^ámêm%%yfaér. - ijpnvt. jir/ m *m. fc" i ^ttff^^aí^.- "W - it%?$. r"r M I yf "Ella" venceu... coitada! Mas que tempestades teve que supportar... Prognostico do entrevistador, baseado nas palavras dos jo^apobres escribas se viram zonzos... * # * onze pilulas palestrina* Dudú contra seu antigo clube... não deu pra sahida. O Dula... fóra de sua posição... abafou á banca. 9 Del Nero demonstrou... que agüenta o jogo pesado sem piscar. Luizinho marcou um ponto... que deixou muita gente esquerda. Rplando anda... neeessitando de descanço, porque... não anda, nada... 9 Moacyr apezar de se atrapalhar todo... fez o goal da victoria. 9 Jurandyr "dormiu"... naquella bola do Tito, mas "accordou" em outras mais difficeis.. 9 Mathias anda acertando... o pé. Não era sem tempo...! Machina domingo... não apitou na curva. Fez meia vol- ta.. O Beglioniine está... afiado, que Deus nos livre! Com elle ninguém passa! Ultima nota: Junqieira tàmbein não... ficou atraz. Deu tudo e, mais alguma coisa... * * # entrevista "a la diable" com o abolafio Então amigo Abolafio como vão... as comidas..assim... assim... A paz já está firmada com todas as honras do estylo e sabemos que você trabalhou bastante. Suou, como se diz na gyria... Se trabalhei? Esta pergurt-,, tá só offende as minhas susee-ptibilidades. Como corinthiano sou bom paulista. Tudo fiz para qae a paz vencesse. Ahi batuta! Toque os ossos. Você merece todo o nosso apoio. Obrigado meu povo. A eliuva cahia malhumorada sobre nossas innocentes cabeças... * ::- * para terminar Sabemos que Carnera está passando bem, recebendo muitas visitas. Outro dia o Dudú frti visital-o e levou-lhe flores. Carnera sorriu ao vêr o mastodontico centro-inedio escondido entre a colossal braçada de flores. Dudú extranhóu o sorriso e :ndagou: Porque você está rindo? Você me faz lembrar a historia do judeu errante... Quem é esse sujeito? tornou a indagar Dudú. E-* um camarada que anda, anda e não pode parar mais... Já morreu. E Dudú: Em que posição elle ioirava? b Carnera quasi desmaiou....

11 í. :... : fwm * -i il leone c Ia tigre,-y < - v Quando Ia nave fu á poche miglia dalla costa americana Ciecillo fece naufrágio. Nori si pérse di coraggio. Al grido di "Si salvi chi puó" il nostro napoletano si gettó in maré insieme a un amico di Torre Annunziata che aveva incontrato a bordo. 11 capitanô,.lequipaggio e i passcggeri fecero meglio. Prcscro posto comodamente nelle scialuppe di salvataggio e a forza di remi raggiunsero ía costa. Appena toecata terra trovavono Ciecillo e.1 amico ehe si asciugavano al sole. Tutti doniandarono: Ma come avete fatto ad arrivare sin qui senza saper nuotare? due napoletani risposero: Abbiamo parlato in continuazione. Nessuno si stupí. La facceuda era molto chiara. I meridionaii parlarono piú con i gesti che con Ia bocea e il nuoto in fondo non é che una movimentata gcstlcolazione. Ciccillo aveva una discreta sommetta in tasca. Penso: "Qui adesso comineeranno a fare Ja solita.cojietta per i poveri naufraghi. E meglio tagliare Ia cotda. Alia corda cera attaecato uu ronzirio che pascolava. Non íivendo mai cavalcato, Ciccillo monto Ia bestia alia rovescia. L animal^ si- inise a trotterelhirc e Ciccillo a poço a poço sçi-* voló verso Ia coda. A un certo punto si trovo seduto in terra. Eu allora che pronuncio Ia tamosa frase: Datemi un altro cavallo perché questo é bello che finito. * Nessuno rispose. II luogo era deserto. II nostro napoletano si rassegnó a proseguire Ia srtada a piedi. Si diresse verso l.nterno. Incontrò un pover uomo che in un cimitero di campagna si strappava i capelli ai piedi di una tomba. II disgraziato tra i singhiozzi gemeva: Mio Dio, tu non avresti dovuto morire! No, tu non ivresti dovuto morire! Ciccillo commosso da quella scena si avvicinó al lamentoso sconosciuto e gli chiese con sollecitudine: -, E vostra madre o vostro padre che voi piangetc con* tanto accorainento? Oh! no rispose il* disgr.iziato. E il primo marito di mia moglie. II nostro amico, che come tutti i napoletani aveva ún ottimo cuore, 8impietosí. Prese a braecetto 1infelice sposo elo condusse seco nella vicina cittá. G-i offerse da bere e da mangiare. Laltro, riconoscente, fini per diventare una persona a suo carico. La sommetta di Ciccillo in quindici giorni sparí. Quando lo sconosciuto vide il próprio benefattore ridotto completamente al u 11 a**!"? \%& : -r.cr ESAMINI, OGGI LE NOVITÁ CHE ABBIAMO RICEVUTO IN VESTITI, CAPPELU, SETE FANTASIA, CINTI,"JABOTS", "PLISSES" A METRO, "CA BOUCHONS", FIBBIE, PAZZOLETTINI, ECC. Scliaedlich, Obert & Cia. R. Direita, verde cito Ia celebre massima di Abramo Lincoln: "Nella miséria é meglio essere soli". E.sparí anche lui. Lontano dal suo paese, abbaudonato da tutti, esposto alie intemperie Ciccillo si ammaló. Gli venne una tosse cavernosa che si sentiva a mezzo chilometro di distanza. Una será mentre tossiva piú forte dei solito fu avvicinato da un tipo di burbero benefico. Si presento: Mi chiamo Harry Pence. Sono proprietário di un serraglio ambulante. La vostra tosse mi interessa. Ve Ia cederei volentieri, se sospiró Cie- fosse cillo. possibile Non si tratta di questo. Voi potresté fare benissimo il leone... lo il leone?! Vergine santa, non lo \edete che non mi s ei*- go in piedi! Vi rifocilleró. Come potete rifocillarmi se é piu? di un mese che non mi focillo? Pocho storie. Venite a pranzo con me. Vi spieglwró 1affare mangiando. Tra un boccòne e 1altro Ciecillo senti farsi questa proposta: Vi scritturo per il mio serraglio. Che cosa dovró fare? Tossire. Non capisco. E molto semplice. Ogni será indosserete una pelle di íeone, tossirete e avrete Taria dun vero re degli animali. Ciccillo accetta entusiasta. Ottiene anche un anticipo. La será il serraglio rigurgíta di gente. Prima dei debutto il nostro napoletano ripete Ia sua scena. Harry Pence si frega lc mani per Ia gioia. Un leone simile non si é mai visto! Ma quando Ciccillo entra nel- Ia gabbia sente il direttore ché con você terribile grida: E adesso, combattimento di un ieone dafrica con una -tigre- dd Bengala. scotland yard ^ Ciccillo aguzza gli oechi e scorge in fondo. alia gabbia una bestia orribile che lo fa.tremare tutto. Pensa che Ia sua ultima ora é venuta e grida: Madonna d o Carmine... Nello stesso tempo sente uscire dalla gola delia tigre una você tremante che continua Ia preghiera:... Ora pro nóbbise! -= -T!_^ ií-5"" mtiímsmm... -; ^^ ^ãy*""-. Primo poliziotto celebre Ho scoperto che Ia giarrettie^ ra lilla con Ia quale si é tentato di sitrangolare il padrone di casa é delia cameriera diciottenne. Secondo poliziotto celebre E no deduci? Primo poliziotto celebre Che stasera mi p<>rto Ia carneriera al cinematograf ;

12 12 i 1 P as q u 1 n o c o o n í a I e Ma^a mw ^^*_\^r ^ \± ^ mm \ mwmt^^.am\\ m\m FlH DEESTAÇÂO reco r 1X0 ARTIG0/PmH0MENA R A PAZ E/ DEMARCADO/ COM 20% 30%E 1*0% DE ABATIMENTO DIREITA 12* AROUCHE 211 AFRICA MANGIA Á^^^ ^^H ^ \^m ^LW mw****^^ V^H^^^ ^ Sono venuto a chiedere la mano di vostra figlia. Se, invece delia mano sola, lei se la piglia tutta, io le regalo un bel tubetto di "Lassative Dallari" e puó stare tranquillo che avrá delle ottime digestioni. ^^ \_\\\\\\\\\r ^^^M^m^ ^^ BB^ p^ ecco ^^m\w cosa...,..-.,. voglio dirvi 1» l...ma badate, bene, che, come tutte Te altre volte, io vi dico una di quelle veritá che non tutti riesçono a dire sénza essere accusati di mendacio premeditato... W certo che ançhe voi, siet-e dei superficialoni e tarderete a comprendermi, dato che io sono un prec<uir_.ore, e non ri sco mai a farmi intendera dalle masse alia prima. Occorre che pa-ísino dei secou, prima che qualcuno possa dire convinto: "eppure il comm. Giramenti aveva ragione!...". Ma tanfé: io,ho idei nipòti: ed i nipoti dei loro nipoti, avranno fnalmente la soddisfazione di formulara su me le piú lusinghiere opinioni, e di andar fieri dei loro "Comunque proavo. io sono un uomo che nel valutara le cose non si arresta mai alia.superfic*alitá, ma. esamina tutto al- I-intèrno e guarda in profohdita. Mi ricordo benissimo, per esempio, di aver conosciuto da giovanetto, e cioé auandv.-ro un semplice e modesto bruco e non quella luminosa farfalla che sono adesso, colui che invento la carta per scrivere...-. Non vi meravigli T fatto che vi sia stato uno che abbia inventato la carta per scrivere, giacché per quanto la carta esistesse jariá per rinvoltare i commestibili, solo i par-iri e la tavolette,d» cera servivano agli uomini per esprimere graficamente il loro pensiero. "delia. Linventore carta da lettere fu un olandese (daí nuale il nome genérico di cartina olandese) il quale U-n giorno, avendo bisogno di prendere un appunto e non trovandos sotto mano un papiro, afferró sul tavolo di cu- cina un pezzo di carta che aveva servito per rinvoltare il tonno sotfolio, e su quello acrisse una lettera ad un amico dopo averla doverosamente disunta. l/invenzione ebbe suecesso; ma giova ricordare a coloro che si dimenticano alia notte dl pensare a quello di cui si debbono dimenticare, il giorno, che a me la cosa non persuase af fatto: tanto é vero che sono ancora vive e verdi certe persone che mi udirono mormorare per la prima Spccialitri TtaMane Mercadinho Duque de Caxias, 207 volta la ormai celebre frase: questa invenzione non ci fará dormire... Mi ricordo come se fosse ora; il giorno nel quale Paiventor.. presento al pubblico i risultati delia sua invenzione. In una grande sala, stipata di un foltissimo e cólto pubblico, sera dato convegno il fior fiore delia letteratura delle scienze e.delle avti, per assstere allesperimento dei- Ia. carta da lettere. Tutto era pronto: gli invitati, i commisparii di controllo, il tavolo delle esperienze... Non mancava che 1inventore il quale aveva annunziato che sarebbe giunto con qualche minuto di ritardo, dato che era dovuto rimanere in casa qual- Una tazza di buon caffé Soltanto * j PAR AVE N T I purgante sen- Allude alle rinomate "(Lassiative Dallari", il za dieta, il miglior regolatore delpintestino.

13 fr <_ : 1 ri ò ú che altro mómén.<rper aluta- re il próprio rampollo a fare i. compiti "Giá. ^jér la scuola II pubblicô cominciava a, manifestare i primi «segai de!- limipazieni&a, «oi provocare ün noiosisaimo soalpccío nel grande salone. Ma nessuno si alzava per andarsenei dato cbe 1espérimento era vivamente atteso da tutti. Pnrmfgiano Straveechione ko. íosono Merçadinho D^nue de Caxias, 207 Lattesa «:i prolungava da giá qualche tempo ed il pwbblico guardava ora con cresr-ente.. curiositá quella risma di carta, da rinvolta-e il tonno sotfolio, convenientemente d!sunta, che sul tavolo dei comitato attendeva 1inventove,pevv essere scritta. Ad un tratto. che <*. che non <<, iinven tore fa i.i fuo ín presso nellà sala, accolto dalle í^-ida fe- Rtá.nti dei pubbüco che non. vedeva 1ora. di osservare come lolandese.avrebbe fatto a Fcriverr «u quei fogli che non ricordavano neanche lonta-.lamente, i papiri... Ma di mano in mano " lie l"n.ventore. dal fondo,.delia grande 1 sala, procedeva v?v,--o tavoto de] comitato di controllo. jtrli ap.plausi si f-qnvér- Uv.-ino in risate ed in beffeggiamenti. Volli rende-rmi ragione di di un sí curioso modo di fare da parte- dei pwbbrco, ed allora, guardando bene 11 die* tro delia giacca delpinventore, mi accorsi che su di essa, àl-lalteza. «delle spalle, era stato «appuntato un pezzo di carta sul quale, con caratteri stentati era stata vergata la seguente epígrafe: "Sono un fesso!. ; *," II flgliolo delpinventtore stesso aveva pensato di sperimentare per conto próprio ia invenzione paterna-, iappccicandogli sul groppone, fra" un compito e 1altro, quella fatídica scritta. Io mi credevo che dopo una simile prova 1invenzione de!- Ia carta da lettere. (Ia quale come io supponevo poteva, come si é visto, prestarsi a ben altri íusí che- non quelli di scrivere agli amici e cono scenti) sarebbe misecamente naufragata. Ma invece non fu cosi, giacché; dopo che il pubblico ebbe riso a quatro ganasce, comirició a.d anulai? dire frenética mente airinvtntore... I/unico a non applaudive fui io, sollevahdo non poça imdignazione fra quel folto e distintíssimo pubblicô entusiasto, che non aveva ancora capito quali guai avebbe potuto portar seco 1invenzione di -qiueirolandf.se* delia maio-, ra. E lunico a veder giusto oro stato próprio io! TRTSTANO ^^^ ^^^W"^i_-_Bi f I I CEÜ-T * / L mí l/sl GIRAMENTI jí^w^ A.\ II grande compositore deli"aida", ú c "Rigoletto", "La Traviata" e di mol- I tè altre opere si consacró, per la sua t l-ü masoek& come il magglor gênio misicale italiano. La perseveranza é. anche ü principale fattoie per raggiungsre la fortuna. Perció, non fate a meno di comprare, costantemrnte, biglietti delia Paulista. Ia lottèria che oífre grande probabilitá di vincita. L O T ER I A ÍMIL-STA A NOSSA LOTERIA IL MARTEDI E VENERDI 100 E 250 CONTOS * ^MÊH^^ Priiiia di dire 1iütima parola ditemi: dove fate abitualmente i vostri acquisti? Chiaro! Alia "A Incendiaria" "Esquina do Barulho"! A+y- Molto bene, allora da domani potete assumere servizio. Matriz: R. LIBERDADE, 268 Phone ^faütomcmtvs^. ri-iai: R. M. CARDIM, 22-C Phone 7-Í812

14 *-rrr,k ff s Mi 1 p as q u u o ri s p e 11 ac oi o DOTT. FRANCESCO FINGCCHIARG ll l, i_4 i l L_J! ^^^t^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^m^i^i^i^^^y^^g^^^^ _l p3^"^ íímíp _b I *31 I p?" "- I fe """:*-^«I Ir** I B # * * ís^hb H ^ Hí^i1 V - _^_ÉÍ tt ft_v k^ «9 i B B<--fl I _H _Ew^f. B Hj^fl ^H fl B*TWRv!^flBpv*: fl.piwpskylfl fl I fl "Ir <^_FT ^.yjfl fl K -._? - <_H$ j* -k v?_i?!.- ÍMh_hp " * -»*«1 ^H ^B_>^-^ > *"* _»* *^.^^ Bs_*-í ^^?*íç3rs3h B H BÜs.» J Bi3!B_8 i. "*j_ B _. jmmêèf< * *-.?Sm_ M _H _B_B &V, v*- _K_&. fl -HRâ*^-! < ^H ^^KS^-v. ;-. < ^ B_^flflRF_E&** "**-* l fl fl_^k*s_flí ^ * ^ Tnfl- m jr * c^í.-*;. SI flef-_b_b_fllmmhf. r.*-^ B! k;sf^ l ^^^^ti Bi1 > >i"\5^ BÉ. ai BÉIÉw^vRí^i^B H K»5- > à M I *;~ 41 I ^B Kp*^mMiBfliw_B l^_b_^_^_h í F_H fl K v a_<9 flffifl B II # * c o m p 1 e a n n i (Durante la settimana scorsa, hanno festeggrato il loro compleanno, in -questa Capita-: le, i seguenti connazionali:. Anna Parduccl di Àlbertc ; Antonio Del Bianco -*-* Silvia Filairo di Silvo Arturo Zani Wanda Ippoíito dei dott. Emilio Amleto Giuidi Anna Maria Pacini dei ràg. Dino Antonio Vaccari Amaíia Vaccari Eus:eno Ferrárini Ada Santini di Pietro Aida Rosita^GioielIi di Alberto Teresina Tarsitano dí Michele. # # DOTT. CLIMACO PEREIRA -AA i--^m Hhí_^ k VíssaH ^_^s SÉ -.-K---j»gM ÍSa_l M_gp Sff!*> HS^:%%?^ is *^*j*w B88^_w^88_S_i BB*^i_i Ss? *t*:y!*t*?*jlifflm^^^^ B* *^^^_^^^^Í_^ II ^ Bk i Íl I ^fl jj^l ^B: * ; :^j!5h M ^ ^fl. - ;I;^B ^BV^v^V-i* ^::;":>^;.V:_JJH! H ^K/::- J^ Bk# - JL\\ ^ Bfl fl _^p^ : _^: ^: l : : : ^: : ^>>>l ^.^ a_sbsfl^_b_ib^bbbbb8wwqfl * Hl I mm^m7àwê FaZoroso professionista e genuina espressione delia geniaíitá iorricü. Alia sua larga cultura ed al suo indefesso studio si devono quelle innovazioni radioterapiche delle quali si sono tanto interessati ta stampa ed i centri scientifici locali. "circolo italiano" Domani, domenica, dalle 17. alie ore 2l» il "Circolo Italiano" offrirá alie íamiglie dei soei un pomeriggio danzante nelle sale delia sua sede sociale. # # * I. M. D. A. Stasera, dalle ore 22 alie 4 dei mattino, neilelégante salon rosso dehhotel Esplanada. si riüniranno d soei e simpatlzzanti dellll M. D. A. per festeggiare il 7." anniversario delia giovanile societá, chp tante simpatie gode in ogni ambiente. La riunione organizzata con entusiasmo, no» mancherá di riuscire gradita a tutti coloro che vorranno intervenirvi poiché essi passeranno qualche ora allegra nel-.ambienta gaio e-brioso che i soei delli. M. D. A. sanno creare per ogni lôrp manifestazione mondana. V-<\ I soei e famigle avrarino libera entrata mediante presentazione delia ricevuta: potranno altresí prelevare inviti per íamiglie* di loro conoscenza. Le fainiglie degli alunni dei- Tlstituto Médio che desiderassero partecipare alia manifebtazione, possono richiedere i relativi inviti al Prof. Neri, al f.ollegio stesso. E assolutamente prescritto labito di rigore. # * * f i A danzamento Santos hanno seambiato, giorni or sono, promessa di matrimonioj il sig. Riccardo Fraccaroli, noto organizzatore e "speaker" idel programma italiano delia P. R.< G.-5, e la signorina Mariangela Iaai, diletta figlia dei connazionale Francesco Ias., proprietário e commerciante in questa capitale. Caldi auguri di una sollecita e dolcissima luna di miele. # * # c u 1 1 e Durante la settimana scorsa, sono nati in S. Paolo: Cario Cavallari di Egidio Ítalo Candreva di Franceseo Haydée Malagoli di Arnaldo Bruno Cirillo di Do- Jato. II 21 corrente, alie ore 13, nei saioni dei Club Germania, in Rua D. José de Barros, ebbe luogo il banchetto di omaggio che i suoi numerosi amici ed ammiratori hanno voluto offrire al Dott. Climaco Pereira, egrégio Direttore deüa Segreteria di Sicu rezza Pubblica. II banchetto é riuscito una imponente éd indimenticabile manifestazione di stima ed af fetto che commosse il festeggiato. II "Pasquino" si associa al dovuto e spontanèo o- maggio, porgéndo qlvillustre festeggiato ili suo rispettoso saluto. * # # signorina flora fratta Nel pomeriggio dei 25 corrente, ii Conservatório Musicale di s. Paolo promosse an-. cora un Concerto, tia gli esecutor} dei quale abbiamo avuto li piacere di sentire la notissima pianista signorina Flora Fratta, figlia.dei noatri dlstinti connazionali Cav.Proí,

15 I l A Ai Pasquale Fratta e D. Alba Frescura Fratta. Ci congratiuliamo vivam ente con Tesimia pianista,e con gli strumentisti di Franco, Kunze e Sòli che 1aecompagnarono nella difficile estcu zione, delia suonata 41 Enrico.P^tcell, per il grande sue cçsío ottenuto tra gli interveaüti, cbe gremivano il "Salone Gomes. Cardim" dei Conservatório paulistano. ; * # * d e c e s s i Durante la settimana «cor sa, si sono spenti in questa Capitale, i gegixnti connazio- «ali: Augusto Mantovani Abecí.de Molari Bernardo Lon. go ;, Argentino Malavazi - Michele Gansanti Vittorio Urbani Giulia Paradella Crisci - Januário Bruno -- Germano Taglioni ~_ Fortuaata Maria Marcassa Romano Gua ral do Alcibiade Fe ravi Antônio Loruaso Alberici) Miceü. Mc-eoledí scorso, giorno 25, lia festeggiato il suo terzo anulversario natalizio ia graziosa bambina Ánna Neide, figlia dei signori Caterina Sigmünd Carbonaro ed Arifoiiino,Carbci»aro, nostro compagno di iavoro. Auguri vivissimf. a-kvy.fi- anna neide carbonaro ::^^B ^B- I a xai;.a ^B H-.P :v I inh Kttr4 i / \ \ "9iM wíwmvx^üxm-: Vi./ ^mwêêèêêèêêsêêèèêff x ^m\ w*^. -. y DR. TI P AL D I Medicina e Chirurgia in generale Cura specializzata: ulcere varicose, cezemi, cancri esterni, variei, emorroidi, "malattie venereo sifilitiche, gonorrea e sue complicazioni, ASJMA e IMPOTENZA. Cons.: Rua Xavier de Toledo 13, sobrado Telefono C o n s u 11 i a qualuii q u e o r a iiiiiiiiuliieiiiiiu. mrrnttrm r rrmrnmmm vffwi í f r a q u a 1 c he nu m e r o, i n i z i e : r em o 1 e p u b b. 1 i ca z i o ii i d i : -la grammatica: ". j d e II amor c " d i vittorio gúerriero i a t te n ti alia c o 1 1 e z i o n e i ;r la kermesse pro opere assi s te n z i a li L;niziativa per una Kerme83^ pro Opere Assistenziaii ^>appogçiata da tutta íoriia, sia a Co- per il nobilissimo íine? chessá si propone, sia per la epeciale distinzione delle signore che ne compongono *1 Comitatò. Come risulta da Ja stampa cittadina, j nostri connazjonali hanno iniziato le loro off ei te in una forma che per la sostanza e la sollecitudine, appare veramente inusitata. Siamo qu:ndi sicuri che la Kermesse raggiungerá pienamente quei successo ene merita. Sinceri simpatizzantí delpiníziativa, porgiamo ii nostro plaiuso alie distinto signore dei Comitatò e la nostra parola di ncoraggiamento e sóllecitaziene ai nostri connazionali, i quali, in vero dire, come hanno esaurientemente dimostrato in questi ultimi anni, sanno ben discernere e compiere i loro doveri. Compongono il Comitatò pro Kermesse le seguenti signore: N. D. Elisabetta Castruccio N. D. Renata Crespi de Silva Prado Confessa Filomena Matarazzo Contessa Marína Crespi Principessá Oiga Alliata di Montèreale Maria Apollinari Rosina Frontini Virgínia Orsi Contessa Tittna Crespi Sig.ra Li»a Angela Bfano Sig.ra IJUvíra DfelPAcqua N. D. Lidia Pignatari Matarazzo Lena Frisoni ->- N.. D. Teresa Comenale Matarazza. ;N. D. Lily Campostano Matarazzo v Ad a- Frontini Contessa Mariangela Mataraz-. zo Maria Falzoni Marcella Zapponi Ase D»e Fior: Ada Donati Maria M. M.ataiazzo Marchesa Gabriella Nicastro Guidiccioni Zelia Mant.za Adele Rondino France Vannucci Adele Poci Sig.ra Ancona Lopez Nena Giannini Vittorina LUzzi Murer Cornelia Cuoco ; Ester Serperi Amélia Amato -^- Sofia Colpi Adele Zahelli Rosina Gabi Valentina Medici Lina Lazzati Giorgina Bèlli Maria Virgina Serio Teresa Ferro Mira Calliera Ermelina Clerle Nicla Bertozzi Rina Grazzini Raimonda Serricchio Emma Buffardi Teresa Brunetti Gmlia Simi Contessa Amai ia F. Matarazzo Contessa Cora Gamba Rosetta Riis Aurora Castellotti P-ene Cocito Itália Almirante Manzini Rosetta Frugoli N. D. Ida Lajolo Zalum Edgarda A- more Lia Azevedo Piera Venturi Maria Molinari Za"ra Farina Emilia Navia Iria Lenci Molinari Maria Teresa Lenci Maria Maddalena La Villa Lina Terzi Sig.ra Rosso Sig.ra Mo*ini Sig.ra Enrietti. Ismene Comenale Botelho!g.ra CibeMa Egle Marsicano Francoise Frontini Lazzati - Valeria Scatamacchia Dora Matarazzo - Silvia Cazzamini Pecchio Nuccia Ferra.bino - Elvirà Zweifel Maria Bianchi -1.Ta.nnette Pa;üsni Mfl.rgot MaTtins Frontj i Nena Frontini ~ Emma Tra.monti Stelia Ramenzohi Giuliana Tomaselli 4r Ida Raéft.&\\ Npuí Tomezzoli Sier.ra Garavaglia Sig.ra Albino Sig.na, Campana Sig.ra Ronca Sig.ra Parisi, investigazi o n i. é pericoloso andare a tentoni specialmente quando si tratta delia própria saiute. fate dunque le vo^ stre compre in una casa di fiducia, e cioé nelia f a r m a c i & t h e s o u r p preparazione aceurata consegne a domicilio direzione dei farmacista lar o c c a tico 7 -tele fono prezzi di drogheria rua do thesouro, 35 - an-!à)^jff m9t XV^ r-^ m\^wr Mmm Wm*\ <^^^mw Bk t^/{\^. fll l\ i É^E Lagente privato Come da vostre istruzioni ho seguito vostro marito. E entrato in otto negozi di mode, cinque modisterie, quattro istituti di bellezza... La moglie Ah, mascalzone! E per far che cosa? Lagente privato Per cercare voi. t. : "

16 ÈZ 16 giulasso j e 1 Ia to ;; Quando conobbi il Lucrezio pittore Giulasso ia.pittura non era una cosa facile. In quell-epoca per guadagnare aoldi coi quadri bísognava dll>ingere bene e in modo comprensblle. GPinnamorati non avevano credito è facevan0 Ia rame. Immaginate voi come. se Ia.passasse il povero Giuliano che era il piü grande pittore ísoscelista dei suoi tempü Nessuno voleva saperne delle sue tele dovè il triangojo isosceíe trunfava, dove facce, manj, gambe, ca- *?e, plante, bwtíe avevano tutte. na forma triangolare. ; Ma Lucrezio era un artista pieno di fiducia. Sapeva combattere, còmbatteva col pranzo e con Ia cena, còmbatteva col padrone di casa, combatteva con i pittoçi cufcist* clie.cli dicevano: "Verrá presto il giorno che il suecesso nella arte sar-i sotanto questione di cubp;" e proclamava pisovscelismo 1unica veritá pittoresca dé.stinata a* un grande avvenlre. II sojo problema insolubile per Giulianò era quello dei Vestiti V. Una será di maggio, di ritorno dalle corse al galoppo, scorgo da distante i* amico Giuliasso. Mi senti vò di bit.- mó umore. Avevo assistito a una scena abbastanza divertente. Un giuocatore aveva avuto Ia fortuna di mettere cento lire sopra un cavallo che lo davano a cinque. Il nobile broeco era, Dio sa come, arrivato primo, * Quando il bookmaker tiro fuori dalla borsa nera i sei biglietti da cento ehe rappresentavano Ia posta e il guadagno dei fortunato vincitore. costui blocco il traí fico; examinando attentamente,, uno ad uno, i sei bigliettonii ; : Eíhi,. dico protesto il bookmaker indignato. A- vete forse paura. che. vi rifili qualche carta falsa? Tutfaltro! replico il giocatore Voglio soltanto asslcurarmi che íl foiglietto da cento chie vi ho dato non si trova tra questi qua. Come dicevo Ia scena mi aveva messo di ottimo umore. Ma Ia mia allegra diventava. mestizia a paragone delia radiosa contentezza di Lucrezio Giulasso. Sul suo volto era dipinta -una gioia di prima classe Non sto piú nei miei panni per il piacere! esclamó il pittore correndomi incontro. Non stai piü nei tuoi panni?! Il cielo lo volesse! Purtroppo. indossi ancora il tuo aolito e scalcinato vestito. h tt 1 n Al 1 a spiaggia di S a n tos -^m^êm\ am^m^m*^ flfl \r^^^^^^tfll fll I fll Tfl B. t Bflflflflflflflflflf y.;.v::í:wí.^/jj^ BJ Bk M^-.-wx-i^f^-^fM--^^^ ^rt. * :*.<.* s 1*- < **,... *t_ ***iíifli Ba?> /.- w*» y *.v\ ^9\. M - " & -^ ^ W-*-*" -111J^am tm I % r " y * mw M M *** M *^fl m m* " -w ** flt fluhmé*--^ I * m-: * sm WW*!- V I?- **KmlJ^X t-\.:: I V f. 1 -M. v/ifly. íàt- W M W flp""^"--* r,.". *.* tf?sl: -í- -i-kr ^ :W5:.:::í>: :-%:-\ I.. :.V ^ "$*- * \ í -!it: : I «<,*> 1 I #C^í \ -?:.:-:* \ Jl:.- " *- \i m ri $z * i\ I t/2» \,y*v***í!> "" % i s t "ifl 1 " ^ m I l%% \ ^L3»S" 3 p 1 fl M:..*. :.-l >* : y.-jl m > ;?- < * ::\*-.: ** Come mai indossi fo stesso costume tutti gli anni? «mn~!pp$ M1 gu *"ní Ú 8CC<*rCÍa un P6 e ri*aance «3«intfi sempre ali ultima moda. Ma che cosa ti capita? Forse qualche miliardario vuole affidare ai tuoi triangoli isosceli ia riproduzione delle sue fattezze plutocratiche? Niente di tutto questo giubiló 1amieo. Ho scoperto iu>n sarto disposto a farmi un abito nuovo. Era dieci anni che lo cercavo. Capisei ia fortuna. * * Dopo un mese incontrai di nuovo Giuliasso vestito peg gio che mai. Aliora, povero. aipico quei famoso sarto... : Ah, se tu sapessi- cosa mé capitato!... Racconta. Ero stato a trovare quei sarto. Ajvevano scelto Ia stof-, fa per un magnif.co completo. Mi aveva giá preso le miflure, e Ia sua coníi-denza In me era commovente quando 1lndománi nelpattravetsare un incrocio scivolo, casco iiungo disteso sul lastricato. Stavo per essere immancabilmente schiacciato da un autobus ohe mi veniva addosso con Ia rapiditá di una cambiaíe a novànta giorni, allorché tra gli urli di terrore delia folia un generoso s eittadino, non ascoltando che Pimpulso dei cuore, si slancia e arrischiando ia própria vita mi trae miracolosamente in salvo svenuto. ieibbene? Non vedo... Non vedi! Ma lo sai chi era Peroico salvatore? n famoso sarto. Davvero? Ma che cosa centra... Lamlco mi gettó uno sguardo di compassione e dichiaró: :. ^^ * ^- i! Lucrezio Giulasso, inventore delia pittura.isosceíe, non é un ingrato! Quando ho conosciuto Ia veritá,sono andato a trovare il bravuomo e gli ho detto "Signore se sono aicora vivo lo debbo a voi; Avete tagliatoil.vestito ché vi ho ordinato? "Non ancora. Maio faro sú-. bito.. "Non fateio. Non saro mai vostro cliente. "ÍE questo.il modo di manifestare Ia gratitudinè»?" ha detto il sarto stomacato. "Si é próprio questo il modo, o mio sécbndò padre. Perché io ho 1inveterata abitü- dine di farmi fare i vestiti,a credito e di non pagarlf mai." O mio salvatore nòh voglio* seroecarvi stoffa e íatturá. Non sarete mai il mio sarto". NELLO BENEDEtTí <!. V

17 . I. n t 6 1 o n 1 a í e lfv (.. tii f«*^^w^ _-_t_r-_-ni aitll ^_ -_ _,,.,, -. ^.- B <tó #to áe Jdrteiu h! é uno di quei ri^rovi che servono di punto di riferimento al turismo internazionale. Come attrattiva turística, il Casino da Urca é uniniziativa ché va incondizionatamente appoggiata da tutti quelli che nel turismo vedono uno dei piú moderni ed importanti fattori di sviluppo deli economia nazionale. Come locale di divertimento, é ammirevole per la técnica delia sua costruzione, per le comoditá che òffre ai suoi frequentatori, per la corrette^za delia sua organiszazione e per la bontá dei programmi dei varietá dei suo grill. II pubblieo che ama lo svago, ché vuol divertirsi dopo una torrida giornata di onesto lavoro, quando, soppraggiunta la notte, ha bisogno di ritemprare lo spirito per le ulteriori fatiche, ama il delizioso locale delia bellissima metropoli e lo preferisce appunto per queste sue qualitá, che ne fanno un ritrpvo eccellente preferito, insostituibile. Noi non manchiamo di raccomandare il Casino da Urca, ai nostri connazionali che trovandosi, per affari o per diporty a Rio de Janeiro, vogliono trascorrere dopo le fatiche o le gite dei giorno, unora di vero divertimento notturno. II Casino da Urca é il locale adatto alie persone dallo spiecato senso estético, alie psrsone che in uno spettacolo di varietá desiderano assistere airesibizione di nomi di cartello, in un ambiente frequentato dalle piú marcate elites locali nonché dalle migliori correnti dei turismo nazionale e straniero. Recandovi a Rio de Janeiro, non mancate dunque di visitare il miglior locale notturno delia cittá: il Casino da Urca.»* *>«^w m

18 r VÃ 81 p a s q ü i n n m fj^jr é^múí Wjmmm^Si. mil piccolapo5ta.ansioso Nel prossimo numero pubblicheremo il Manifesto di Lanciaggio dei Numerissi- mo Sapete benissuao che, durante Fanno, non sçocciamo mai nessuno. Ma a Dicembre, il varo delia nostra consuèta Superdreadnought dovrá essere solenne e, quel che piú monta, redditizio al disopra dogni altra "càváção", piú o meno palita. Ora per fare le cose a modo, non ci Qccorrono meno di 90 giorni di ihdefesso lavoro. Quindi ci troviamo nella impellente necessita di lanciare il siluro al prós- -v simo numero. Cittadini, allcrta! Abbiam bisogno di palanche! ; La carta costa un oechio, uaturalmente delia testa,.la stampa, "não te digo nada", i disegni, i clichês, la Redazione, 1Amiuini- Gli uomini dei giorno ^Sg^Jjs\,**s_jí_2 _vw?i mvêosêhí^^à^mwa%> WÊÊmWiwÊ: PEDRO DE RANIERI Il Gran Proprietário delle "Grandes Industrias Reunidas Pé Dê Ranieri": pipe, zoccoli, cappélli di pàglia, ferri di cavalio con 1 buchi, guanti di Parigi di seconda mano, mutande usate, colletti e polsini di celluloide, calzette senza pedalini e panni da mestruo col tricot. Vasto assortimento di somari d1 ogni genere, "encabeçado" dal superbo proprietario, strázione, Ja Spedizione, le Spese Generáli. e quelle Colònrielli, ci suechiano i baioechi come túntibsanguisughe - e se una volta allanno non facciamo unáurea triásfusione, siamo come di.oljbe Virgílio Arzani, - belli e fregatii Senza contare che in gennaiò conüncerá» a funziouare il nostro stabilimènto tipógrarico, e per far funzionare una tipografia nuova, moderna e iii gambá come ci vuole per noi, oceorrono fior di sghei. A chi gli sghei, allor? A noi! INDUSTRIALE La nave di Rua Direita é sempre piú imponente, sempre piu maestosa èd il braccio che ne regge la bar-, ra. é fermo e capace quanto quello dei grande italiano scomparso. AiÁ CALABRESE P A dir Ja veritá, in Sicilia sé bevuto sempre, vino. A- meno che non si tratti di modificar quesfuso, non sapremmo davvero cosa farçene di tanta invocata acqua, DIPLOMÁTICO Valigiu, valigia naturalmente diplomatiça. Ci consta, che la prima vãligia saríi quella di lui, con una piceola appendice. (tuttofare). Andrá iri séguito 1altra meta. Per rimanersene oltremare, commossi e soddisfatti, tutti e... Tutti e quanti? SCANDALETTO "pantèhe. un altro seandaletto stia per salire sino alia Casa degli Déi. Ma non tutti i casi sono pagnotfó o pagnini. Finirá che qualcuno riniárrâ di traverso nel gargaroz- zo. ;_ CATTOLICO Anche 51 Papa, come risulta dalle notizie : delia stampa locale, ha scrir,- to una bella lettera al "Prof. Giulio Cannellá". E se lui, çhé infallibile, lo chiama cosi, vuol dire che le cose, da un momento Signora, se siete " Novella >* salotto. au-altrò, possono : prendere qualcho scorciatoia. A MARTUSCÊLLI ^-500. ESPOSITORE ~ non potote ^lamentarvi: il successo dèlln Grande Esposizione per il Cinquantenario deli Emigrazioae é stato grandioso. e le adesioni degli Cspositori sono stati degli ottimi affari pubblicitari. Intanto,"ji pubblico segui tá a ri versarslaí Parque Don Pedro o non acecnna nemmeno; dopo tanti mesi, a stancarsi di visitare il boi- ;." Iissinio ed attraente locale. FI-LANTROPO Si, 1idca delia Kermesse é nobile e. Iodevole, se, sie, ne consideri Ia :fina- UM. ^ a; ; / ;:,,-;, Occorre stare attenti, peió, i che aliultimo momento i proventi non vadano a seguire il cammino. di quei famosi fondi spariti nella yoragine delia "Stampa che nessuno legge e Propaganda che nessuno vuole *\ Intanto, la maggioranza dei nomi. delle Signore che compougono il Comitato, appartiene a quanto di piu fine e degno cor.- ta la nostra collettivitá, e ia presenza di quei nonii nel Comitato é non solo garenzia di successo, ma anche affidamento di serietá. COLLEGA Si, cé slafo qualcuno qui per sistemare ja stampa. Ma questa sistemazione delia stampa, non é poi cosi difficilè come sombra a prima vista. Se qualcuno ha bisogno di qaalche consiglio, possiamo darglielo, gratuitamente. Tanto, noi siamo próprio stanchi di fare i gioi;rialisti. Vorremmo cambiar mestieré. Fare i banchieri, per esempio, non ci dispiacerebbe punto Ce virgola.).. SICULO E stiamo pubbiieando qualche piccolo particolare, delia nostra. bella isola. Se volessimo illustrarne tutti i gioielli, non basterebbero dieci chi- lometri di pellicola! SISTEMATO Avete visto che bel grattacielo ci sta eostruendo il Dott. Pedro Baldassàrri? No? Ebbene, quando passate per lav. Brigadeiro Luiz Antônio, date -uno sguardo nella geografia limitrofa al Cine Paramount, E inutile: la gente buona, attiva e seria, si fa sempre strada> in questo Paese! COLLABORATORE No: la poesia culinária dei numero passato era próprio "de autoria,.,. dél nostro egrégio amico Dott. Farano. taai<-a-.a i!0 Saci fyoiw&í? C O M PR A T E L & VOSTRE "AI/LL1NÇAS" N E L 1/ A CASA MASETTI GIOIE BIJOUTERIEFINE OGGETTI per REGALl Svariato assortimento di Orologi da Poiso, da Tasca, da Tavola e da Paréte. IMPORTANTE: I nostri pregiati clienti riceveranno gratuitamente dálla nostra casa, un "coupon" numerato, che dá diritto a concorrere al sorteggio dei 6 RICCHI PREMI esposti nelle vetrine e che sara basato sui risultati delia Lotteria Federale dei 29 Ôeítembre p. v. (Carta Patente ii.0 120). Aprofittate dei ^nostri piani di pagamento, nonché dei sistema rateale in 10 pagamenti.^; Visitate la CASA MASEZtl nelle sue nuove ihstallazioni RUA DO SEMINÁRIO Tel e é la ri vista per il vostro ^ MPMWva! 7

19 m * "..,.-." J ; à fí ó $ e ii *-** I 1 é e mosche bianche Come se non oe ne íosse abbastanza di quella ros- Ba, che ti va combinando per il mondo tutto quel pó pó di guai, ora vengono fuori anche le mosche bianche. Cosi le chiama un nostro buon oojlega, tütte le volte che cé qualcosa da ridire sullabitudine che hanno questi periçolosi e nocivi animali, di dare certi pizzichi che levati, nella regione dei Ventresca, di Tonno Mercadinho Duque de Caxias, 207 portafoglio, a quel poveromo chesi chiama "consumatore*, mentrie sarebbe il caso, dái e dá}, di chianiarlo "consumatof!. Ma "mosca bianea", veramente, ci avevano insegnato ché significava "aiiimale raro", difficile ad inconfcrarsi, di cui ne esiste uno ogni Agenzià Pettinati Pubblicitá in tutu i giornali dei Brasile Abbonamenti R. S. Bento, 5-Sb. DISEGNI E " CLICHÊS" Tel Casella Postale, PAULO tanto, cosi, per combinazione. Caro Ibas, come si fa a chiamare "mosche bianche" quelli che intendi tu, che se ne trova uno per cantone e tutta una fila ininterrotta fra un cantone e 1altro- Un entomologo nostro amico, che sta f acendo degli studi scientifici sulla mosca bianea (esercems vulgaris) ha potuto stabilire che questo dannosissimo insetto diviene piú fastidioso ed agi&ressivo dopo le grandi piogge di aumenti di salari e di stipendi. Questi provvidenziali Ic*? quazzoni hanno leffetto; di rendere eccessivamente aggressiva la "mosca bianea" che si butta súbito a pesco sul consumatore bagiiato dalla benéfica meteora e riesce, con le sue micidiali punture a tromba, a ridurlo airasciutto iri un battibáleno İI povero córisuinatore; in genere, subisce in silenzlo la tortura di questi immondi insetti, ma ogni tanto, a qualche piazico piú doloroso e cocente, dá uno strillo acuto; e allora tl viene fuori il buon "cronista" che ti fa un corsivo e ti dice: «é una mosca Mamca!" "cronista"? Ma come vive, il nostro Ma non ci ya, lui o qualcuno delia sua famiglia, al merçato, a far la spesa? Non compera i commestibili necessari per il modesto asciolvere quotidiano? Non acquista tante altre cose, purê indispensabili alia organizzata vita civile: il sapone per lavarsi, le lamette per il rasoio, il dentifricio? Mon va mai al bar, in trattoria, al caffé, alia pastieceria e sicuro i qualche volta, in farmácia? E "mosche come puó parlare di Manche"? Qome puó pensare che basti chiu- *. derne qualcuna piú cattiva, - per due o tre giorni, nella sua tana, per mettere a posto tutte le altre? Non sé accorto che la mosca >ianca, rinchiusa per due, tre, dieci giorni, ne approfitta anzitutto per digerirsi in pace tutto il sangue dei prossimó che sé suechiato; e per prepararsi ad affi-. larsi il pungiglione, alio seo-, ipo di suechiarne di piú c meglio, appena rimessa iri liberta? Qui lo scacciamòsche hon serve piú, neppure dalla parte dei manico! Bisogna studiare qualche rimedio piú efficace., AlTanima delle mosche bianche! Quando ci dec*dedemo a chiamarle cavallette? il cronista scorticato.t^^^..^i^. ^l^^ ^^k M ^^JÉÉHlÉMMbM HM*i lp*^s ÈLa migliore cucina italiana? il miglior vino l I "GROTTA ITALIA" } RIO DE JANEIRO f Rua do Senado, 51 f m-\v, i RADIO "?, "*!. Y z l - I.-** Wlf JI I RADIO,.-íí!r; ;.* i**.,».. P 01 YGLOTf. LA VO CE DEL M O N foi II nuovp modeilo di 5 valvole, onde corte e lungbê ; Lp. vendiamo al prezzo di 950$ a rate. r Ch i e.(je t e una d i m o s t r a z i o n e alia m l/»a"tfo Praça da Sé, 58-^B ^ry SÃO t-^ Telefono: * h-m» Seiva de PAULO (;íí. 1..-; Jatobá 0 mais poderoso f ortificante natural. Bebida tônica e estomacal, Útil na debilidade, falta dê appeiite,nas convalescenças, rias tosses i e bronchites asthmaticas..- Á venda em todas as Pharmacias e Drogarias CUIDADO COM AS IMITAÇÕES E FALSIFICADORES \.; A todas ás pessoas que nos devolverein^ o coupon abaixo, devidamente preenchido; remetteremos gratuitamente o nosso útil ca,- talogo scientifico. - * ; : l Monteiro ü niii*t RITA S. PEDRO N RIO DE JANEIRO ": ( W*»» V, * ; #*. «,,*.. i / * f "* Cidade:..*. # Estado: c*.

20 m. líf.< 26 1 SB p h m q u i n o Del Comm., Ing. Gaetano La IVilla, ehe servi nella grande! Guerra come Caporal Maggiore dei Gênio, e che sin daliora gpídeva delia grande fama acquistata nella geniale fabbricazione dei piú delicati apparecchi di gomma in Casa Pirelli, si racconta il seguente aneddoto: % Uh giorno, passandogli accauto, un generale lo chiamo. La Villa si presentó con una sigaret-: ta in mano e con 1altra mano iç i una tasca dei " Siete pantaloni. voi il famoso Ingcgnere La Villa, fabbricante di cose di gomma f " Si sono io. " Voi avete un gran talento, me ne congratulo.;, ma, quando par late a un superiore, dovete tenere un contegno nn po* migliore. V, $m. " Gli é che sono un borghese, io, non sono un militare.. M " -Su, via, comando bònariamente il generale, mettetevi sullattenti. " Non so. " -Ecco; il mignolo sulla costura dei pantaloni, là testa diritta... " No, non so. " J Guardate, ecco come ci si mette sullattenti. * fí * "E il generale, unendo il gesto alia parola, batté i tacchi e ai irrígidí nel piú regolamentare degli."àttenti!". "E allora Gaetano Là Villa, generosamente:. ". Generale, riposo I". -# # * Le argute argomentazioni dei Rag. Raffaele Mayer: "Laritmetica é il piú gigantesco trueco che 1umanitá abbia saputo congegnare per prendere in giro se stessa. Nella realtá Íue e due non hanno mai fatto quattro e quattro e quattro non,iaranno mai otto. Per la sempljeissima ragione che nessun 4 é uguàle al 4 precedente. Venfanni piú vent anni fanno quamnfanni. Aritíneticamente, ossia nella scienza delle cifre da bussolotti, la cosa potrá apparire giusta. In realtá vent anni...anno il fiore delietá; aggiungendone altri venti non ho due fiori detá, mà una etá matura. Le signore hanno buon senso,.quando, raggiunti i trentadue anni, prescindono daliaritmética. Sarebbè assurdo misurare letá di una donna con la tavola pitagorica. Una tegola sul capo é unategola sul capo; una seconda tegola fa, con la prima, due tegole sul capo; ma una terza tegow> aggiunta alle due prime, non fa tre tegole; forma unabitudine". * # * II Comm. Giovannetti cinvia questo "taglio" opetato nella semplicissima topografia cli un pátrio giornale attuale:.50 BALENE I giornali hanno dato notizia recentemente di un fatto impressionante e suggestivo avvenuto intorno ad alcuni scogli di un maré nordico. Cinquanta balene, colpite. eontemporaneamente da SClDCCh Ezzaia..» *.-" r.. ".",. -, una comune. mania suicida si so* na scagliate violéntemente centro la roecia e si sono uccise. La titanica, quasi leggendavia tragédia, vissuta dai cinquanta cetacei, richiama alia mente 1impressione proyata di fronte ai fenomeni di incubo collettivo, di suggèstione di masse di unátmosferfi di ineluttabilitá, di sciagura inevitabile, giá provatá nella leitura di certigrandi poemi tragici greci. E cosa stranissima qualla stessa impressione si ripeté ogni qualvolta guardiamo a certi aspetti delia vita europea di questo tempo; a certe manifestazioni collettive di mania suicida che sembrano persino travolgere " intere categorie sociali.. Intorno àd alcune situazioni create in Europa si é indubbiamente stabilità quellatmosfera d incubo che f a presentire la tragedia. (L oracplo ha pronunciato la çhé nàüseati di sacrifizi, di oiferte, di tittimè. Troppe are sono state elevàte e troppi esseri umani sacrificai.);.>. V grossi cetacèi dei mondo politicante, hanno il destino segnató: sotto rihcubo deli atmoâf e- ra politica é morale da loro stessi çreata, essi finiranno aila stregua di quelle cinquanta ba- Iene che sono andate a sfraceliarsi contro gli scogli dei ioro stesso maré. M...* * * II celebre filantropo e sciupone Lúdóvico Lazzáti, prende car? ta penna e calamaio e cosi a.rive ad un amico:! "Caro Amico Poichè nin ho ricevuto lá tua lettera ove mi chiedevi 50 milreis in prestitò, mi dispiace molto, ma non posso* risponderti. Colgo ; 1occasione per porgerti carissimi saluti V Ttio Ludovico.". volontá dei fato e tutti gk dói sono annoiati, incorruttibili per- ^ Hinnnnmnimmummim! :-.;,." -.. ^^^K m mmm Il V Mmr: yjy Casino! Vm4 íhjkm^ m * * * i- Questa battuta; sull educazione nprdamericana ché poi lattualè.educazione dei mondo infero. ce la racconta ítalo.adã- Bua Miguel de Frias N. 1 NICTHEROY W il miglior centro di divertimenti per chi vá a Rio. BAR RESTAURANT IJANCING FUNZIONA TUTTI I GIORNI DALLE 3 PO- MERIMANE IN! POI. Distribuzione di premi tutti i martedi, ve nerdi* e domeniche. n. i â 1 e j......" mi, reduce dei suo viaggio di diporto alia Repubblica Stellata: "Un maestro di scuola chiede* Quali sono i piú grandi g(- "»- nerali degli Stati Uniti? General Electric è General Motors!" : "?.,...»; # #,. %.-"" Ângelo Cibella chiede al Ço-, lonnello Briccolo: Çònosci le meraviglie delia Lapponia?. i Per éôfempio fy si informa Briccolo. Per esempio, in Lapponia non si puó impiecare un uomo con una gambá di legno. O bella, e perché? Perché lo impiecano con una corda. * # 4-. Una storiella parigina raccontataci, naturalmente dàlling. Lino Finocchi: W, nota la mania di tutti i profughi russi di farsi pa,ssare per principi o per grandüchi, almeno.. > -, Su una panchina al "Bois" tre uomini e un cane,. II priino si presenta: Ivan Petrovich ex-princípe dei Romanoff. 4 Fedor Smerdiakoff, exgrandüca ribatte 1altro. E il francese squadrandoli e indicando il suo cagnolino sparuto e lurido: Fido, ex-san Bernardo!;. * #. # ;. Giuseppe Car letti sta per -àvventurarsi ad aprire unristo*çánte. Intanto ha giá prepara to 1annuncio che, per 1 occasií»ué,\ pubblicherá, a lettere cubitaü, nel "Pasquino: % Eccolo, per ora, in corpo òljto: " Giuseppe Caíletti annuncia aí pubblico che há aperto ün ottimo ristorante, e prega tutti-. gli amici di starsene lontani, Viasciándcgli cosi qualche probabilitá di.fare un po dí fprtunaf".. * 4 *,. V;V I grandi problemi psicòlogici spiegati al popolo. Del pessimismo e deltottimismo.v-.;..,.,»;,- :. Nella vita pratica il pessimista dice: "Ahimé: La bottiglia ó giá a meta", V, Lottimista dice: "Oh, guardà! 0 é ancora mezza bottigua"./. Noi, per esempio, siamo di quelli che guarderemo sempre la mezza bottiglia che ancora çé. E, inutile dirlo, àbbiamo dá ammirare e bere I ancora molte mezze bottiglie, For tunatainente. # * * Dal "Galateo" \ dei Gr. IJff. Ugliengo, di prossima pubblicàzione:. "Se siete invitato a pranzo e la minestra che vi servonp é troppo lunga, sarebbe di cattivo gusto far notare ció ad alta.vocèàlía padrona di casa. Contcntàtevi invece di fare alcune barchette di Carta e mettetele a galleggiare sul brodo. La padrona di casa capirà a volo e vi sàrá gratíssima della vostra discrezione".

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Matite italiane ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Edizione italiana a cura di Gianni Rodari Editori Riuniti I edizione in

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE

IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE C'era una volta un cane che non sapeva abbaiare. Non abbaiava, non miagolava, non muggiva, non nitriva, non sapeva fare nessun verso. Era un cagnetto solitario, chissà come

Dettagli

libro primo 7 grazie, farò del mio meglio per non arrecarti altro disturbo. E appena ho provato a reagire, mi hai bloccata, sei passato a discorsi

libro primo 7 grazie, farò del mio meglio per non arrecarti altro disturbo. E appena ho provato a reagire, mi hai bloccata, sei passato a discorsi Capitolo primo 1. Se tu te ne sei scordato, egregio signore, te lo ricordo io: sono tua moglie. Lo so che questo una volta ti piaceva e adesso, all improvviso, ti dà fastidio. Lo so che fai finta che non

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

1 Decidi come finisce la frase.

1 Decidi come finisce la frase. No mamma no A1/A2 anno di produzione: 1993 durata: 18 genere: commedia regia: Cecilia Calvi sceneggiatura: Cecilia Calvi fotografia: Franco Lecca montaggio: Valentina Migliaccio interpreti: Isa Barsizza,

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Arcangela Mastromarco

Arcangela Mastromarco Autore: Con la collaborazione di: Arcangela Mastromarco Lidia Scarabelli 1 Unità 1 Questa è la mia famiglia. Io mi chiamo Meijiao. Faccio la IV elementare. La mattina mi alzo alle 7.00, mi vesto e faccio

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

Una voce poco fa / Barbiere di Siviglia

Una voce poco fa / Barbiere di Siviglia Una voce oco a / Barbiere di Siviglia Andante 4 3 RÔ tr tr tr 4 3 RÔ & K r # Gioachino Rossini # n 6 # R R n # n R R R R # n 8 # R R n # R R n R R & & 12 r r r # # # R Una voce oco a qui nel cor mi ri

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e DIAGNOSTIC TEST - ITALIAN General Courses Level 1-6 This is a purely diagnostic test. Please only answer the questions that you are sure about. Since this is not an exam, please do not guess. Please stop

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

Favole per bambini grandi.

Favole per bambini grandi. Favole per bambini grandi. d. & d' Davide Del Vecchio Daria Gatti Questa opera e distribuita sotto licenza Creative Commons Attribuzione Non commerciale 2.5 Italia http://creativecommons.org/licenses/by-nc/2.5/it/

Dettagli

Il paracadute di Leonardo

Il paracadute di Leonardo Davide Russo Il paracadute di Leonardo Il sogno del volo dell'uomo si perde nella notte dei tempi. La storia è piena di miti e leggende di uomini che hanno sognato di librarsi nel cielo imitando il volo

Dettagli

Presentazione Prologo all edizione francese

Presentazione Prologo all edizione francese INDICE Presentazione Prologo all edizione francese IX XVIII PARTE PRIMA CAPITOLO I Finché portiamo noi stessi, non portiamo nulla che possa valere 3 CAPITOLO II Non dobbiamo turbarci di fronte ai nostri

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri Laboratorio lettura Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. 1) Quali anilmali sono i protagonisti della storia? 2) Che cosa fanno tutto l anno? 3) Perché decidono di scappare dal

Dettagli

1 - Sulla preghiera apostolica

1 - Sulla preghiera apostolica 1 - Sulla preghiera apostolica Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Do una piccola istruzione di metodo sulla preghiera apostolica. Adesso faccio qualche premessa sulla preghiera apostolica,

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo unità 1 1 Leggi il testo Frisch Frisch era un abitudinario, come lo sono del resto quasi tutte le persone della sua età. Ogni mattina nei tre giorni che passava alla villa si alzava puntualmente alle sette

Dettagli

Discorso diretto e indiretto

Discorso diretto e indiretto PERCORSI DIDATTICI di: Mavale Discorso diretto e indiretto scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-11 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper riconoscere ed usare il discorso

Dettagli

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale?

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Copione natalizio in rima per i bambini della Scuola dell Infanzia. Autore: Silvia Di Castro (Bisia) UNA PULCE SULL ALBERO DI BABBO NATALE? 1 Copione natalizio in

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè...

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Clémence e Laura Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Se fossi un paio di scarpe sarei i tuoi lacci Se fossi il tuo piede sarei il tuo mignolo Se fossi la tua gola sarei la tua glottide Se fossi

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

Trasformazione attivo-passivo

Trasformazione attivo-passivo Trasformazione attivo-passivo E possibile trasformare una frase attiva in passiva quando: 1. il verbo è transitivo 2. il verbo è seguito dal complemento oggetto. Si procede in questo modo: 1. il soggetto

Dettagli

Indovinelli Algebrici

Indovinelli Algebrici OpenLab - Università degli Studi di Firenze - Alcuni semplici problemi 1. L EURO MANCANTE Tre amici vanno a cena in un ristorante. Mangiano le stesse portate e il conto è, in tutto, 25 Euro. Ciascuno di

Dettagli

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi SOGNO intro: FA#4/7 9 SI4 (4v.) SI4 DO#-7 Son bagni d emozioni quando tu FA# sei vicino sei accanto SI4 DO#-7 quando soltanto penso che tu puoi FA# FA#7/4 FA# SI trasformarmi la vita. 7+ SI4 E vestirti

Dettagli

ALLA SCUOLA MATERNA UNITÁ 16

ALLA SCUOLA MATERNA UNITÁ 16 ALLA SCUOLA MATERNA Marzia: Buongiorno, sono venuta per iscrivere il mio bambino. Maestra: Buongiorno, signora. Io sono la maestra. Come si chiama il bambino. Marzia: Si chiama Renatino Ribeiro. Siamo

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Rossana Colli e Cosetta Zanotti Giro,

Dettagli

[Pagina 1] [Pagina 2]

[Pagina 1] [Pagina 2] [Pagina 1] Gradisca. 2.10.44 Rina amatissima, non so se ti rivedrò prima di morire - in perfetta salute - ; lo desidererei molto; l'andarmene di là con la tua visione negli occhi sarebbe per me un grande

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Anthony De Mello Istruzioni di volo per aquile e polli

Anthony De Mello Istruzioni di volo per aquile e polli Anthony De Mello Istruzioni di volo per aquile e polli Traduzione di Marco Zappella Nota dell Editore: Il 22 agosto 1998 la Congregazione per la Dottrina della Fede ha emanato una Notificazione, qui pubblicata

Dettagli

Il desiderio di essere come tutti

Il desiderio di essere come tutti Francesco Piccolo Il desiderio di essere come tutti Einaudi INT_00_I-IV_Piccolo_Desiderio.indd 3 30/08/13 11.44 Sono nato in un giorno di inizio estate del 1973, a nove anni. Fino a quel momento la mia

Dettagli

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio 1 Oleggio, 25/12/2009 NATALE DEL SIGNORE Letture: Isaia 9, 1-6 Salmo 96 Tito 2, 11-14 Vangelo: Luca 2, 1-14 Cantori dell Amore Natività- Dipinto del Ghirlandaio Ci mettiamo alla Presenza del Signore, in

Dettagli

Attorno alla Rupe. Rit.: uulla ullalala uullalala del lupo la forza nel branco sarà (2v.)

Attorno alla Rupe. Rit.: uulla ullalala uullalala del lupo la forza nel branco sarà (2v.) Attorno alla Rupe Attorno alla rupe orsù lupi andiam d'akela e Baloo or le voci ascoltiam del branco la forza in ciascun lupo sta del lupo la forza del branco sarà. Rit.: uulla ullalala uullalala del lupo

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Anno di produzione 2014 Tecnica mista su cartoncino Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro

Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Anno di produzione 2014 Tecnica mista su cartoncino Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro Tavola n. 30 Titolo: Presunte avventure di Lucrezia e Cesare Dimensioni: 50 cm x 35 cm Costo: 2625 euro Tavola

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

ANNO, MESI, SETTIMANE E CALENDARIO

ANNO, MESI, SETTIMANE E CALENDARIO ANNO, MESI, SETTIMANE E CALENDARIO Iniziamo il percorso ricordando agli alunni le motivazioni che hanno spinto gli uomini a creare sistemi di misurazione del tempo, come fatto già per l orologio. Facciamo

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit.

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit. OTTOBRE: Giornata del Carisma Introduzione TEMA: Fede e missione La mia intenzione è solamente questa: che [le suore] mi aiutino a salvare anime. (Corrispondenza, p. 7) Questa lapidaria intenzione, che

Dettagli

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Corona Biblica per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Imprimatur S. E. Mons. Angelo Mascheroni, Ordinario Diocesano Curia Archiepiscopalis

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

Che diavolo sono le gare di rally (e altri argomenti interessanti!)?

Che diavolo sono le gare di rally (e altri argomenti interessanti!)? Che diavolo sono le gare di rally (e altri argomenti interessanti!)? Molti di voi avranno sentito parlare di gare in cui i cani concorrono in esercizi di olfatto, come la ricerca, o gare di agility e di

Dettagli

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE.

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE. 1 SE UNA SORPRESA VOLETE TROVARE ATTENTAMENTE DOVETE CERCARE. VOI ALLA FINE SARETE PREMIATI CON DEI GOLOSI DOLCINI INCARTATI. SE ALLE DOMANDE RISPONDERETE E NON CADRETE IN TUTTI I TRANELLI, SE TROVERETE

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Il sei gennaio, c è la festa dell Epifania. In quel giorno la Befana, una buona vecchietta con una scopa fra le gambe, porta regali per i bambini.

Il sei gennaio, c è la festa dell Epifania. In quel giorno la Befana, una buona vecchietta con una scopa fra le gambe, porta regali per i bambini. A) Le feste italiane Naturalmente la più grande festa per i bambini e gli italiani è Natale. In Italia non mancano mai l albero di Natale, il presepio e molti regalini: la sera della Vigilia, il ventiquattro

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 2 La mamma diceva che ero dimagrito e così mi portò dal medico. Il dottore guardò le urine, trovò dello

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Una notte incredibile

Una notte incredibile Una notte incredibile di Franz Hohler nina aveva dieci anni, perciò anche mezzo addormentata riusciva ad arrivare in bagno dalla sua camera. La porta della sua camera era generalmente accostata e la lampada

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

E gliene sono senz'altro grato. Continuiamo con l evidenza. La spianata dove c'è il casotto e dove era stata preparata la tavola è abbastanza grande

E gliene sono senz'altro grato. Continuiamo con l evidenza. La spianata dove c'è il casotto e dove era stata preparata la tavola è abbastanza grande ELEMENTARE è elementare, mi creda... senz'altro elementare, mio caro. L'importante è non dare per scontate quelle cose che sono solo evidenti. L'evidenza, di per sé, non è sinonimo di verità. La verità

Dettagli

(da I Malavoglia, cap. XV)

(da I Malavoglia, cap. XV) 4. GIOVANNI VERGA (ANALISI DEL TESTO) L addio di Ntoni Una sera, tardi, il cane si mise ad abbaiare dietro l uscio del cortile, e lo stesso Alessi, che andò ad aprire, non riconobbe Ntoni il quale tornava

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO

INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO INCOLLARE DIPINTO ANNUNCIO AI PASTORI DI SANO DI PIETRO Rallegrati Maria Dal vangelo di Luca (1, 26-38) 26 Al sesto mese, l angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nàzaret,

Dettagli

I PRONOMI PERSONALI. Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse)

I PRONOMI PERSONALI. Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse) I PRONOMI PERSONALI PRONOMI PERSONALI SOGGETTO Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse) Ella, esso, essa sono forme antiquate. Esso,

Dettagli

DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO

DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO DISCERNIMENTO NEL MEDIOEVO San Bernardo (1090-1153) Jean Gerson (1363-1429) S. Bernardo (1090-1153) Bernardo ha formato la sua saggezza basandosi principalmente sulla Bibbia e alla scuola della Liturgia.

Dettagli

MA LE STELLE QUANTE SONO

MA LE STELLE QUANTE SONO LIBRO IN ASSAGGIO MA LE STELLE QUANTE SONO DI GIULIA CARCASI Alice Una vecchia canzone diceva: Tu sai tutto sulla realtà del mercato e qui io ammetto di essere negato. Ma a inventare quel che non c è io

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli