LAZIOSANITÀ AGENZIA DI SANITÀ PUBBLICA LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DEL NOMENCLATORE TARIFFARIO DELLA SPECIALISTICA AMBULATORIALE NEL LAZIO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LAZIOSANITÀ AGENZIA DI SANITÀ PUBBLICA LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DEL NOMENCLATORE TARIFFARIO DELLA SPECIALISTICA AMBULATORIALE NEL LAZIO"

Transcript

1 LAZIOSANITÀ AGENZIA DI SANITÀ PUBBLICA LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DEL NOMENCLATORE TARIFFARIO DELLA SPECIALISTICA AMBULATORIALE NEL LAZIO

2

3 Manuale degli Operatori del Numero Verde e di Front Office dei Programmi di Screening Oncologici LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DEL NOMENCLATORE TARIFFARIO DELLA SPECIALISTICA AMBULATORIALE NEL LAZIO 1

4 LAZIOSANITÀ - Agenzia di Sanità Pubblica della Regione Lazio Prima edizione: ottobre 2011 A cura di Silvia Bacocco, Carmelina Guerrera, Amina Pasquarella, Cinzia Torri, Ester Zantedeschi e Gabriella Guasticchi Ringraziamenti ai colleghi Mario Balsanelli (Asl Rm D), Noemi Pavoni (Asl Rm H), Francesco Pitimada (Asl RmG), Valentina Semeraro (Scuola Specializzazione Igiene e Medicina preventiva Sapienza ), Laura Zaccaria (Asl RmG) Per segnalare eventuali lacune, refusi o errori e/o fornire suggerimenti, utilizzare l indirizzo di posta elettronica: 2

5 Linee guida per l applicazione del Nomenclatore tariffario della specialistica ambulatoriale nel Lazio Indice - Premessa 5 - Nomenclatore tariffario della specialistica ambulatoriale 5 - Struttura 5 - Contenuti informativi sulle prestazioni 6 - Nota 7 - Codice 7 - Descrizione 8 - Tipo 11 - Codice branca 11 - Tariffa 13 INDICAZIONI 15 - Prestazioni che comportano somministrazione di farmaci 17 - Limiti di prescrivibilità 18 - Codifica della visita specialistica 19 - Elementi esplicativi per branca 20 - Branca 00 - LABORATORIO ANALISI 20 - Branca 15 - MEDICINA DELLO SPORT 21 - Branca 29- NEFROLOGIA 21 - Branca 34 - OCULISTICA 22 - Branca 35 - ODONTOSTOMATOLOGIA - CHIRURGIA MAXILLO FACCIALE 23 - Branca 56 - MEDICINA FISICA - RIABILITAZIONE 23 - Branca 61 - DIAGNOSTICA PER IMMAGINI - MEDICINA NUCLEARE 24 - Branca 69 - DIAGNOSTICA PER IMMAGINI - RADIOLOGIA DIAGNOSTICA 24 - Branca 79 - RISONANZA MAGNETICA 26 - Branca 80 - CHIRURGIA AMBULATORIALE E DIAGNOSTICA INVASIVA 27 - Branca 99 - ALTRO 27 3

6 LAZIOSANITÀ - Agenzia di Sanità Pubblica della Regione Lazio ASSISTENZA SPECIALISTICA EROGATA CON MODALITÀ SPECIFICA 29 - Pacchetti Ambulatoriali Complessi 31 - Terapia retinica 34 - Accorpamenti di Prestazioni Ambulatoriali 34 - Terapia dialitica 37 - Medicina sportiva 40 NORMATIVA 43 ALLEGATI 47 - Allegato 1 - Prestazioni identificate con lettera R 49 - Allegato 2 - Indicazioni cliniche 51 - Allegato 3 - DPCM 5 marzo

7 Linee guida per l applicazione del Nomenclatore tariffario della specialistica ambulatoriale nel Lazio Premessa Il presente documento fornisce indicazioni relative all uso del Nomenclatore tariffario regionale della specialistica ambulatoriale (NTR), al fine di promuoverne la corretta ed uniforme applicazione sul territorio regionale. Nella prima parte sono illustrate la struttura ed i contenuti informativi relativi alle prestazioni; nella seconda sono fornite indicazioni relative alla prescrizione ed erogazione di prestazioni; la terza parte riguarda l assistenza specialistica erogata con specifica modalità. Tale strumento si affianca al Manuale La Prescrizione di Prestazioni Specialistiche Ambulatoriali (maggio 2010) - distribuito alle Direzioni Sanitarie delle Asl regionali e scaricabile dal sito - contenente indicazioni per la corretta compilazione della ricetta (ricettario SSR). Questi documenti intendono agevolare l operato dei diversi soggetti coinvolti nell atto della prescrizione di un indagine diagnostica, di una visita specialistica, di un intervento terapeutico a carico del SSR, nonché l accesso del cittadino-utente presso le strutture erogatrici del territorio. Si segnala che tali strumenti forniscono elementi informativi basati sulla normativa vigente ma che tuttavia non risultano essere esaustivi della stessa cui rimane comunque la necessità di fare riferimento. Nomenclatore tariffario della specialistica ambulatoriale Il Nomenclatore tariffario delle prestazioni di assistenza specialistica ambulatoriale riporta le prestazioni specialistiche, diagnostiche e terapeutiche che il Servizio Sanitario Regionale (SSR) garantisce. Il riferimento per l identificazione delle prestazioni specialistiche ambulatoriali prescrivibili ed erogabili nell ambito del Servizio Sanitario Nazionale (SSN) è costituito dall Allegato 1 del DM del 22 luglio 1996, i cui contenuti sono stati recepiti dalla Regione Lazio con DGR n 9376/97 e successive modifiche e integrazioni. A livello nazionale sono state prodotte specifiche linee guida per l applicazione del DM del 22 luglio 1996 cui questo documento fa esplicito riferimento. Il Nomenclatore Tariffario Regionale vigente è stato emanato con DGR 114/2008 ed è disponibile sul sito web dell ASP: Struttura La struttura del Nomenclatore, riprendendo quella della classificazione internazionale delle malattie (ICD-9- CM), si suddivide in due grandi settori: 5

8 LAZIOSANITÀ - Agenzia di Sanità Pubblica della Regione Lazio il primo include le prestazioni di natura interventistica, diagnostiche e terapeutiche, identificate dai codici compresi tra e Tale settore è suddiviso nelle seguenti quindici sezioni, identificate su base anatomica: - Interventi sul sistema nervoso (03-05) - Sistema endocrino (06) - Occhio (08-16) - Orecchio (18-20) - Naso, bocca, faringe (21-29) - Apparato respiratorio (31-34) - Apparato cardiovascolare (38-39) - Sistemi ematico e linfatico (40-41) - Apparato digerente (42-54) - Apparato urinario (55-59) - Apparato genitale maschile (60-64) - Apparato genitale femminile (65-71) - Interventi ostetrici (75) - Apparato muscolo-scheletrico (76-83) - Mammella, cute e tessuto sottocutaneo (85-86) il secondo include prestazioni diagnostiche e terapeutiche, identificate dai codici compresi tra e Tale settore è suddiviso nelle seguenti undici sezioni: - Procedure radiologiche (87.88) - Esami e test funzionali (89) - Prestazioni di laboratorio (90-91) - Medicina nucleare (92) - Terapia fisica riabilitazione motoria e respiratoria (93) - Test psicologici (94) - Trattamenti diagnostici oftalmologici e otorinolaringoiatrici (95) - Intubazioni ed irrigazioni non operatorie (96) - Rimozioni e sostituzioni di protesi (97) - Rimozioni non operatorie di corpi estranei e di calcoli (98) - Altri interventi non operatori (99) Contenuti informativi sulle prestazioni Il Nomenclatore riporta, per ciascuna prestazione, i seguenti elementi, illustrati nei paragrafi successivi: Nota Codice Descrizione Tipo Codice Branca 1 Codice Branca 2 Codice Branca 3 Codice Branca 4 Tariffa Euro 6

9 Linee guida per l applicazione del Nomenclatore tariffario della specialistica ambulatoriale nel Lazio NOTA Nel campo Nota sono riportati simboli che indicano specifiche condizioni di erogabilità previste dalle Linee Guida nazionali per l'applicazione del D.M. 22/07/1996: H prestazioni erogabili solo presso ambulatori protetti, ossia presso ambulatori situati nell ambito di istituti di ricovero ospedaliero (pubblici, classificati e privati accreditati); R prestazioni erogabili solo presso ambulatori specialistici pubblici e privati accreditati, dotati di particolari requisiti, specificamente riconosciuti e abilitati dalle Regioni e dalle Province autonome per l erogazione di tali prestazioni. Si tratta di prestazioni altamente specialistiche (Allegato 1); * prestazioni erogabili a carico del SSR solo secondo specifiche indicazioni cliniche (Allegato 2); I prestazioni di nuovo inserimento nel Nomenclatore regionale, non presenti in quello ministeriale (DM ); A accorpamenti di prestazioni per profili di trattamento predefiniti (APA). CODICE Ciascuna prestazione è identificata da uno specifico codice numerico, che deve obbligatoriamente essere utilizzato per ogni fine amministrativo ed informativo nell ambito del SSR. Come riferimento per la definizione e la codifica delle singole prestazioni è stata adottata la traduzione italiana della ICD-9-CM. I codici identificativi delle prestazioni sono a tre, quattro o cinque cifre: le prime due cifre identificano l apparato anatomico-funzionale al quale fa riferimento la prestazione (da 03 a 86) o la tipologia di prestazione (da 87 a 99); le cifre successive specificano il tipo e/o la sede della prestazione. A tali criteri fanno eccezione le procedure di laboratorio, per la cui codifica si è proceduto mediante un sistema di numerazione progressiva delle prestazioni elencate in ordine alfabetico e per macrotipologie (biochimica, immunologia-immunoematologia-tipizzazione tissutale, microbiologia, genetica-biologia molecolare, citologiaistologia e anatomia patologica). Un codice è definito più specifico rispetto ad un altro quando è composto dalle stesse cifre del precedente più altre cifre aggiuntive a destra del punto: esso rappresenta quindi un ulteriore specificazione della prestazione. Esempio: APPLICAZIONE DI CORONA Trattamento per applicazione di corona a giacca in resina APPLICAZIONE DI CORONA IN LEGA AUREA Trattamento per applicazione di corona faccettata in lega aurea e resina o di corona 3/4 lega aurea o in lega aurea fusa È evidente come non sia possibile attribuire alla stessa prestazione due codici, di cui uno meno specifico e l altro più specifico. 7

10 LAZIOSANITÀ - Agenzia di Sanità Pubblica della Regione Lazio DESCRIZIONE Il testo della Descrizione riporta la denominazione della prestazione insieme a specifiche esplicative relative alla stessa. Si riporta di seguito la legenda relativa ai significati dei simboli adottati nel campo Descrizione delle prestazioni: ( ) le parentesi tonde includono termini descrittivi della prestazione in questione che non implicano una variazione della scelta del codice; [ ] le parentesi quadre includono sinonimi o termini esplicativi della prestazione stessa e, per le prestazioni di laboratorio, il materiale nel quale si dosa l analita ([S/U/dU] ad indicare la determinazione serica/urinaria/urinaria 24h). Nel caso in cui nelle prescrizioni, compilate su ricettario regionale, siano riportati tanto i termini descrittivi quanto i sinonimi, questi sono da ricondurre al codice della prestazione corrispondente e non possono comportare una moltiplicazione di esami ai fini della valorizzazione. Esempio: TOMOGRAFIA COMPUTERIZZATA (TC) DEL MASSICCIO FACCIALE, SENZA E CON CONTRASTO TC del massiccio facciale [mascellare, seni paranasali, etmoide, articolazioni temporo-mandibolari] In caso di ricostruzione tridimensionale codificare anche ( ). In questo caso se il medico prescrive tomografia mascellare e dei seni paranasali la prestazione deve essere considerata come un unica prestazione e tariffata come tale., le virgole contenute nella descrizione delle prestazioni con codici da a , non incluse tra parentesi quadre, sono finalizzate a distinguere i diversi distretti/organi sui quali può essere eseguita la procedura in questione (che risulta identificata da un unico codice ed alla quale corrisponde, pertanto, un unica tariffa). Solo nel caso in cui la medesima prestazione venga contemporaneamente prescritta con riferimento a più di un distretto/organo è possibile riconoscere la remunerazione in misura pari al numero dei distretti/organi per i quali sia stata contemporaneamente prescritta. Esempio: A fronte della prestazione: RADIOGRAFIA DEL GOMITO E DELL AVAMBRACCIO Radiografia (2 proiezioni) di: gomito, avambraccio, una prescrizione di Radiografia del gomito oppure una prescrizione di Radiografia dell avambraccio comportano la fatturazione di 14,98 ciascuna, mentre una prescrizione di Radiografia del gomito e Radiografia dell avambraccio comporta la fatturazione di 29,96 (= 14,98 x 2). [..,..] le virgole contenute nella descrizione delle prestazioni con codici da a , qualora siano incluse tra parentesi quadre, sono finalizzate ad elencare sinonimi o termini esplicativi della prestazione stessa, da ricondurre al codice corrispondente. Pertanto le prescrizioni, compilate su ricettario regionale, recanti più sinonimi non possono comportare la fatturazione di più prestazioni. Esempi: A fronte della prestazione: TOMOGRAFIA COMPUTERIZZATA (TC) DEL CAPO TC del cranio [sella turcica, orbite] TC dell'encefalo, cui corrisponde la tariffa di 83,15, una prescrizione di TC del capo comporta la fatturazione di 83,15, così come una prescrizione di TC della sella turcica e delle orbite o di TC del cranio comporta l esecuzione completa e la remunerazione dell intera tariffa della prestazione. 8

11 Linee guida per l applicazione del Nomenclatore tariffario della specialistica ambulatoriale nel Lazio TOMOGRAFIA COMPUTERIZZATA (TC) DELL'ARTO SUPERIORE TC di: spalla e braccio [spalla, braccio], gomito e avambraccio [gomito, avambraccio], polso e mano [polso, mano]. In questo caso una prescrizione di Tomografia computerizzata di spalla e gomito comporta l esecuzione di TC spalla, braccio e gomito, avambraccio e la remunerazione comporta la fatturazione di 181,8 (=90,90 x2). NAS la dizione Non Altrimenti Specificato indica quelle prestazioni che vanno utilizzate nel caso in cui non sia presente nel Nomenclatore l analoga prestazione con la specifica di interesse; le tariffe corrispondenti possono essere riconosciute solo in tale specifico caso. Le tariffe corrispondenti alle prestazioni recanti la dicitura NAS non possono essere mai riconosciute in aggiunta alle tariffe relative a prestazioni di analogo contenuto. Esempio: Esistono 23 voci che si riferiscono alla procedura RIMOZIONE DI CORPO ESTRANEO SENZA INCISIONE. In 21 di queste viene specificata la sede nella quale viene eseguita la rimozione (bocca, esofago, occhio etc) mentre in una (98.20 RIMOZIONE DI CORPO ESTRANEO, NAS) la sede oggetto della rimozione non viene indicata. Quest ultima voce deve essere utilizzata solo nel caso in cui la procedura di rimozione di corpo estraneo fosse effettuata in una sede diversa rispetto a quelle indicate nelle descrizioni delle altre prestazioni presenti nel Nomenclatore RIMOZIONE DI CORPO ESTRANEO INTRALUMINALE DALLA BOCCA, SENZA INCISIONE RIMOZIONE DI CORPO ESTRANEO INTRALUMINALE DALL'ESOFAGO, SENZA INCISIONE Incluso: Endoscopia RIMOZIONE DI CORPO ESTRANEO INTRALUMINALE DALLO STOMACO E DALL'INTESTINUO TENUE, SENZA INCISIONE Incluso: Endoscopia RIMOZIONE DI CORPO ESTRANEO INTRALUMINALE DA RETTO E ANO, SENZA INCISIONE Incluso: Endoscopia RIMOZIONE DI CORPO ESTRANEO INTRALUMINALE DALL'ORECCHIO, SENZA INCISIONE RIMOZIONE DI CORPO ESTRANEO INTRALUMINALE DAL NASO, SENZA INCISIONE RIMOZIONE DI CORPO ESTRANEO INTRALUMINALE DALLA FARINGE, SENZA INCISIONE RIMOZIONE DI CORPO ESTRANEO INTRALUMINALE DALLA LARINGE, SENZA INCISIONE Incluso: Laringoscopia RIMOZIONE DI CORPO ESTRANEO INTRALUMINALE DALLA TRACHEA E BRONCHI, SENZA INCISIONE RIMOZIONE DI CORPO ESTRANEO INTRALUMINALE DALL'UTERO, SENZA INCISIONE Incluso: Isteroscopia Escluso: rimozione di dispositivo contraccettivo intrauterino (97.71) RIMOZIONE DI CORPO ESTRANEO INTRALUMINALE DALLA VAGINA, SENZA INCISIONE 9

12 LAZIOSANITÀ - Agenzia di Sanità Pubblica della Regione Lazio RIMOZIONE DI CORPO ESTRANEO INTRALUMINALE DA STOMA ARTIFICIALE, SENZA INCISIONE RIMOZIONE DI CORPO ESTRANEO INTRALUMINALE DALL'URETRA, SENZA INCISIONE Incluso: Uretroscopia RIMOZIONE DI CORPO ESTRANEO, NAS RIMOZIONE DI CORPO ESTRANEO SUPERFICIALE DALL'OCCHIO, SENZA INCISIONE RIMOZIONE DI CORPO ESTRANEO SUPERFICIALE DA TESTA E COLLO, SENZA INCISIONE Rimozione di corpo estraneo incluso da palpebra o congiuntiva senza incisione RIMOZIONE DI CORPO ESTRANEO DALLA VULVA, SENZA INCISIONE RIMOZIONE DI CORPO ESTRANEO DA SCROTO E PENE, SENZA INCISIONE RIMOZIONE DI ALTRO CORPO ESTRANEO DAL TRONCO ECCETTO SCROTO, PENE E VULVA SENZA INCISIONE RIMOZIONE DI CORPO ESTRANEO DALLA MANO, SENZA INCISIONE RIMOZIONE DI CORPO ESTRANEO DALL'ARTO SUPERIORE ECCETTO LA MANO, SENZA INCISIONE RIMOZIONE DI CORPO ESTRANEO DAL PIEDE, SENZA INCISIONE RIMOZIONE DI CORPO ESTRANEO DALL'ARTO INFERIORE ECCETTO IL PIEDE, SENZA INCISIONE Escluso Incluso le procedure e/o prestazioni che seguono tale termine non sono comprese nel codice/ descrizione cui il termine escluso fa riferimento; il termine raggruppa ulteriori specificazioni, prestazioni o procedure che devono intendersi comprese nel codice e che non possono essere codificate in aggiunta alla prestazione che include ; Esempio: PROTEINE (ELETTROFORESI DELLE) [S] Incluso: Dosaggio Proteine totali. Il codice e la relativa tariffa comprendono la determinazione delle proteine sieriche totali; quest ultima prestazione non deve quindi essere codificata in aggiunta. Si segnalano prestazioni per le quali è evidente, anche se non esplicitato nella descrizione, l inclusione di altre prestazioni propedeutiche all effettuazione delle stesse. 10

13 Linee guida per l applicazione del Nomenclatore tariffario della specialistica ambulatoriale nel Lazio Esempi: Le richieste di curva da carico di glucosio sono ovviamente comprensive di eventuale e concomitante richiesta di Glucosio inteso come glicemia a digiuno o glicemia basale. La creatinina clearance comprende la creatinina; non può dunque essere codificata contemporaneamente alla prestazione CREATININA [S/U/dU/La] Codificare anche segnala che l'eventuale utilizzo di ulteriori procedure, nell'ambito della prestazione principale, deve essere codificato in aggiunta. Esempio: RADIOGRAFIA DELLA TRACHEA (2 proiezioni) In caso di contemporanea esecuzione di stratigrafia della trachea, codificare anche Pertanto si può prescrivere in aggiunta la prestazione EVENTUALE TOMOGRAFIA [STRATIGRAFIA] CONTEMPORANEA AD ESAME DI: Ghiandole salivari ( ) Trachea ( ). Generalmente, la descrizione delle prestazioni non prevede né la finalizzazione della procedura (ad esempio: per errori del metabolismo, per medicina dello sport etc.), né la tipologia del soggetto al quale la prestazione viene praticata: adulto, bambino, collaborante, non collaborante, etc. Pertanto, qualora fossero riportate nella prescrizione, tali specificazioni non possono influire sull identificazione della prestazione corrispondente e, quindi, sulla relativa tariffa. TIPO Nel campo Tipo sono riportati simboli di esclusivo utilizzo regionale. B e C: prestazioni erogabili anche presso strutture private accreditate D ed E: prestazioni non erogabili presso strutture private accreditate P (Prestazioni Multiple): identifica quelle prestazioni che comprendono molteplici predefinite prestazioni. (es: APA, Medicina sportiva) CODICE BRANCA Il codice Branca indica le branche specialistiche di erogabilità della prestazione in ordine di priorità: prima Branca (1), seconda Branca (2), terza Branca (3), quarta Branca (4). L attribuzione delle prestazioni alle branche specialistiche è da intendersi finalizzata esclusivamente all applicazione delle disposizioni della Legge n. 8 del 25 gennaio 1990 e s.m.i. in materia di limiti di prescrivibilità per ricetta e partecipazione alla spesa da parte del cittadino e non riveste quindi alcun carattere definitorio sulle competenze degli specialisti coinvolti. Esempio: Un medico specialista in oculistica può prescrivere una prestazione strumentale di radiologia. 11

14 LAZIOSANITÀ - Agenzia di Sanità Pubblica della Regione Lazio Elenco dei Codici e delle denominazioni delle Branche specialistiche Codice Branca Denominazione Branca 00 Laboratorio Analisi 05 Chirurgia Vascolare - Angiologia 08 Cardiologia 09 Chirurgia Generale 12 Chirurgia Plastica 15 Medicina dello Sport 19 Endocrinologia 29 Nefrologia 30 Neurochirurgia 32 Neurologia 34 Oculistica 35 Odontostomatologia - Chirurgia maxillo facciale 36 Ortopedia e Traumatologia 37 Ostetricia e Ginecologia 38 Otorinolaringoiatria 40 Psichiatria 43 Urologia 52 Dermosifilopatia 56 Medicina Fisica - Riabilitazione 58 Gastroenterologia - Chirurgia ed Endoscopia Digestiva 61 Diagnostica per immagini - Medicina Nucleare 64 Oncologia 68 Pneumologia 69 Diagnostica per immagini - Radiologia Diagnostica 70 Radioterapia 79 Risonanza Magnetica 80 Chirurgia ambulatoriale e diagnostica invasiva 82 Anestesia 99 Altro 12

15 Linee guida per l applicazione del Nomenclatore tariffario della specialistica ambulatoriale nel Lazio TARIFFA Il campo riporta la tariffa della prestazione, in euro. Le tariffe delle prestazioni odontoiatriche, anche laddove non espressamente indicato nella relativa descrizione, includono il costo dell anestesia eventualmente praticata. Le tariffe delle prestazioni di emodialisi (vedi sezione successiva) sono comprensive del costo dei farmaci. Le tariffe delle prestazioni di riabilitazione si riferiscono al corrispondente trattamento del singolo segmento corporeo. La tariffa delle prestazioni di Radiodiagnostica e Medicina Nucleare remunera la prestazione indipendentemente dal numero di proiezioni e/o radiogrammi effettivamente eseguiti per raggiungere il risultato diagnostico nei singoli casi. Le tariffe, inoltre, includono sia i costi dei mezzi di contrasto, sia quelli dell'eventuale assistenza anestesiologica, sia quelli associati all'impiego saltuario di particolari procedure o presidi sanitari. La tariffa corrispondente alle prestazioni relative all esame colturale di diversi materiali biologici (identificate dai codici , , , , ) remunera tutte le procedure eseguite per la prestazione completa (esame colturale). Le tariffe relative alle prestazioni nel corso delle quali è prevista la somministrazione del farmaco, laddove non specificato, non includono il costo del farmaco. Le tariffe corrispondenti alle prestazioni recanti la dicitura NAS non possono essere mai riconosciute in aggiunta alle tariffe relative a prestazioni di analogo contenuto. 13

16 LAZIOSANITÀ - Agenzia di Sanità Pubblica della Regione Lazio 14

17 Linee guida per l applicazione del Nomenclatore tariffario della specialistica ambulatoriale nel Lazio Indicazioni 15

18 LAZIOSANITÀ - Agenzia di Sanità Pubblica della Regione Lazio 16

19 Linee guida per l applicazione del Nomenclatore tariffario della specialistica ambulatoriale nel Lazio Prestazioni che comportano somministrazione di farmaci Oltre alle prestazioni nella cui descrizione è espressamente specificata l inclusione del farmaco, anche per le prestazioni di seguito elencate la tariffa è inclusiva del costo del farmaco somministrato: H 03.8 INIEZIONE DI FARMACI CITOTOSSICI NEL CANALE VERTEBRALE Iniezione endorachide di antiblastici H INIEZIONE DI ANESTETICO NEL CANALE VERTEBRALE PER ANALGESIA Iniezione peridurale Escluso: il caso in cui l' anestesia sia effettuata per intervento H INIEZIONE DI ALTRI FARMACI NEL CANALE VERTEBRALE Iniezione intratecale [endorachide] di steroidi Escluso: Iniezione di liquido di contrasto per mielogramma, Iniezione di farmaco citotossico nel canale vertebrale (03.8) H INIEZIONE DI ANESTETICO IN NERVO PERIFERICO PER ANALGESIA Blocco del Ganglio di Gasser e dei suoi rami Escluso: le anestesie per intervento H INIEZIONE DI ANESTETICO IN NERVO PERIFERICO PER ANALGESIA Blocco degli intercostali Escluso: le anestesie per intervento H INIEZIONE DI ANESTETICO NEI NERVI SIMPATICI PER ANALGESIA Blocco simpatico regionale arto superiore o inferiore Blocco del Ganglio celiaco Blocco del Ganglio stellato Blocco del simpatico lombare H INIEZIONE DI AGENTI NEUROLITICI NEI NERVI SIMPATICI H* INIEZIONE RETROBULBARE DI SOSTANZE TERAPEUTICHE Escluso: Iniezione di sostanza per contrasto radiografico, Iniezione otticociliare H INIEZIONE NELLA CAVITÀ TORACICA Pleurodesi chimica, iniezione di agente citotossico o tetraciclina È richiesto un codice aggiuntivo per eventuale chemioterapico antitumorale (99.25) Escluso: Iniezione per collasso del polmone H PUNTURA DI ARTERIA Iniezione endoarteriosa Escluso: Puntura per arteriografia coronarica, Arteriografia ( ) H INIEZIONE DI SOSTANZE TERAPEUTICHE AD AZIONE LOCALE NELLA CAVITÀ PERITONEALE Escluso: Dialisi peritoneale (54.98) Sono inoltre comprensive del costo di eventuali farmaci le prestazioni di emodialisi identificate dai codici H EMODIALISI IN ACETATO O IN BICARBONATO EMODIALISI IN ACETATO O IN BICARBONATO, AD ASSISTENZA LIMITATA H EMODIALISI IN BICARBONATO E MEMBRANE MOLTO BIOCOMPATIBILI H EMODIAFILTRAZIONE Biofiltrazione senza acetato Biofiltrazione Emodiafiltrazione con membrane a permeabilità elevata 17

20 LAZIOSANITÀ - Agenzia di Sanità Pubblica della Regione Lazio EMODIAFILTRAZIONE AD ASSISTENZA LIMITATA Biofiltrazione senza acetato Biofiltrazione Emodiafiltrazione con membrane a permeabilità elevata H ALTRA EMODIAFILTRAZIONE Con membrane a permeabilità elevata e molto biocompatibili H EMOFILTRAZIONE H EMODIALISI - EMOFILTRAZIONE Tecnica mista Limiti di prescrivibilità Non possono essere prescritte, in un unica ricetta, prestazioni afferenti a branche diverse. In ogni ricetta possono essere prescritte fino ad un massimo di otto prestazioni della medesima branca, escludendo dal conteggio i prelievi che devono comunque essere riportati in ricetta. Al fine dell applicazione del limite di prescrivibilità di prestazioni per singola ricetta, relativamente alle prestazioni di prelievo ( PRELIEVO CITOLOGICO; PRELIEVO DI SANGUE ARTERIOSO; PRELIEVO DI SANGUE CAPILLARE; PRELIEVO DI SANGUE VENOSO; PRELIEVO MICROBIOLOGICO), si ribadisce che: - il prelievo non deve essere incluso nel conteggio delle prestazioni, sebbene debba essere specificamente riportato nella ricetta; - al fine del calcolo della remunerazione complessiva dell erogatore, il valore della tariffa corrispondente alla prestazione di prelievo deve essere sempre sommato al valore delle altre prestazioni prescritte ed erogate. Di prassi, alla richiesta di una prestazione corrisponde l erogazione e la rendicontazione di una singola prestazione. Fanno eccezione le prestazioni, in genere di medicina fisica e riabilitazione ma anche di altre branche, che recano nella descrizione l indicazione di ciclo, e di tutte le prestazioni che, implicitamente ripetitive, recano nella descrizione un limite al numero di ripetizioni. Esempi: ESERCIZI RESPIRATORI Per seduta individuale (Ciclo di dieci sedute) TERAPIA EDUCAZIONALE DEL DIABETICO Per seduta individuale (Ciclo di dieci sedute) SCREENING ALLERGOLOGICO PER INALANTI (Fino a 7 allergeni) TEST EPICUTANEI A LETTURA RITARDATA [PATCH TEST] (Fino a 20 allergeni) In questi casi, la richiesta di una prestazione corrisponde all erogazione di più prestazioni fino al limite indicato nella descrizione della prestazione stessa (ai fini dei limiti di prescrivibilità si conteggia un unica prestazione); la tariffa, in assenza di specifica indicazione, remunera la quantità compresa fra 1 e il limite massimo indicato (vedi anche indicazioni riportate per le specifiche branche). 18

21 Linee guida per l applicazione del Nomenclatore tariffario della specialistica ambulatoriale nel Lazio Ad esempio: nel caso della prestazione TEST EPICUTANEI A LETTURA RITARDATA [PATCH TEST] (Fino a 20 allergeni) la richiesta da 1 a 20 allergeni corrisponde ad una prestazione e la tariffa corrispondente sarà sempre 32,54 euro. Invece nel caso di prescrizione di 10 sedute di Esercizi respiratori, la ricetta è relativa alla prestazione ESERCIZI RESPIRATORI Per seduta individuale (Ciclo di dieci sedute) e la tariffa corrispondente, essendo presente la dizione per seduta individuale, sarà 11,36 euro x 10. Codifica della visita specialistica In una ricetta possono essere prescritte una sola visita specialistica e prestazioni relative al quesito diagnostico afferenti alla medesima branca specialistica, mantenendo il limite di otto prestazioni per ricetta (compresa la visita). Si sottolinea che l anamnesi costituisce parte integrante della visita, non è soggetta a differente codifica, né può dare luogo a tariffazione aggiuntiva. Le visite, quindi i codici e le relative tariffe, comprendono anche l esecuzione di semplici manovre manuali o basate sull utilizzo di strumenti non complessi, quali, ad esempio, laringoscopia indiretta, che quindi non dovranno essere codificate se eseguite durante la visita. - La prestazione 89.7 VISITA GENERALE Visita specialistica. Prima visita - Escluso: Visita neurologica (89.13), Visita ginecologica (89.26),Visita oculistica (95.02) definisce la visita specialistica in cui viene affrontato per la prima volta un preciso problema del paziente (patologia identificata, sintomo o segno) tale da motivare il suo ricorso alla struttura ambulatoriale specialistica ed in cui viene predisposta una documentazione scritta. - La prestazione ANAMNESI E VALUTAZIONE, DEFINITE BREVI Storia e valutazione abbreviata, Visita successiva alla prima, per tutte le branche specialistiche - Consulenza ginecologica: preconcezionale, oncologica, per climaterio, post chirurgia, prenatale, NAS Consulenza ostetrica per controllo gravidanza a rischio, per fisiopatologia riproduttiva ed endocrinologia Consulenza genetica Esame neuropsicologico clinico neurocomportamentale: per disturbi del linguaggio, per deterioramento intellettivo, esame del Neglecl; esame psicodiagnostico Visita di sorveglianza terapia anticoagulante definisce la visita nella quale un problema già noto viene rivalutato o viene modificata la documentazione relativa già esistente, indipendentemente dal tempo trascorso dalla prima visita. L erogazione della/e visita/e successiva/e alla prima cessa con la conclusione dell iter diagnostico terapeutico che ha portato il paziente a fruire della prestazione. Le visite, successive alla prima, di un paziente con patologia cronica, per lo stesso problema, vanno sempre considerate come visite di controllo, identificate dal codice È prevista la prestazione ANAMNESI E VALUTAZIONE, DEFINITE COMPLESSIVE - Stesura del piano di emodialisi o di dialisi peritoneale Visita medico nucleare pretrattamento Visita radioterapia 19

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA Codice Descrizione DRG 006 Decompressione tunnel carpale Allegato 6 A 008 INTERVENTI SU NERVI PERIFERICI E CRANICI E ALTRI

Dettagli

PREPARAZIONE PER GLI ESAMI DI RADIODIAGNOSTICA

PREPARAZIONE PER GLI ESAMI DI RADIODIAGNOSTICA PREPARAZIONE PER GLI ESAMI DI RADIODIAGNOSTICA Per prenotare ed eseguire un esame è necessario: 1. Il paziente deve avere una richiesta medica completa che comprenda cognome e nome, data di nascita, numero

Dettagli

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014 PRESIDIO BORRI VARESE ACCETTAZIONE RICOVERI 18,9 0 22,84 77,16 PRESIDIO BORRI VARESE AFFARI GENERALI E LEGALI 4,35 15,53 19,88 80,12 PRESIDIO BORRI VARESE AMBULANZE 15,78 1,77 20,03 79,97 PRESIDIO BORRI

Dettagli

La Prescrizione di Prestazioni Specialistiche Ambulatoriali

La Prescrizione di Prestazioni Specialistiche Ambulatoriali LAZIOSANITÀ AGENZIA DI SANITÀ PUBBLICA La Prescrizione di Prestazioni Specialistiche Ambulatoriali Tessera Esenzione Seconda Edizione maggio 2010 La Prescrizione di Prestazioni Specialistiche Ambulatoriali

Dettagli

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E Assistenza sanitaria e sociale a domicilio Servizio medico specialistico: Cardiologi, Chirurghi, Dermatologi Ematologi, Nefrologi, Neurologi Pneumologi, Ortopedici,

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani CARTA DEI SERVIZI Questa Carta dei Servizi ha lo scopo di illustrare brevemente il nostro Poliambulatorio per aiutare i cittadini a conoscerci, a rendere comprensibili ed accessibili i nostri servizi,

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

DRG e SDO. Prof. Mistretta

DRG e SDO. Prof. Mistretta DRG e SDO Prof. Mistretta Il sistema è stato creato dal Prof. Fetter dell'università Yale ed introdotto dalla Medicare nel 1983; oggi è diffuso anche in Italia. Il sistema DRG viene applicato a tutte le

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI. T.A.C o meglio T.C.

Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI. T.A.C o meglio T.C. Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI T.A.C o meglio T.C. Gentili Pazienti in modo molto semplice vogliamo fornirvi alcune informazioni utili per

Dettagli

.. QUANDO?.. DOVE?... COME?

.. QUANDO?.. DOVE?... COME? S.S.V.D. ASSISTENZA INTEGRATIVA E PROTESCA CHI?.. QUANDO?.. DOVE?... COME? Rag. Coll. Amm. Rita Papagna Dott.ssa Laura Signorotti PRESIDI EROGABILI DAL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE D.M. n.332 del 27 agosto

Dettagli

L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA. Ci muoviamo insieme a voi.

L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA. Ci muoviamo insieme a voi. L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA Ci muoviamo insieme a voi. PREMESSA LA ORTHOPÄDISCHE CHIRURGIE MÜNCHEN (OCM) È UN ISTITUTO MEDICO PRIVATO DEDICATO ESCLUSIVAMENTE

Dettagli

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA Particolare dell incisione chirurgica Componenti di protesi d anca 2 Immagine di atrosi dell anca Sostituzione mediante artroprotesi La protesizzazione dell anca (PTA)

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome NAGAR BERNARDO Data di nascita 12/03/1955 Posto di lavoro e indirizzo ASP PALERMO U.O.C.Coordinamento Staff Strategico U.O.S.Coordinamento Screening

Dettagli

Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato

Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato F.I.M.P. Federazione Italiana Medici Pediatri Regione Veneto Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato Il Codice

Dettagli

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013 STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA Aggiornamento dicembre 2013 1 ASPETTI DI SISTEMA 2 PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE

Dettagli

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico.

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli

Carta Servizi. Poliambulatorio Sani.Med. 98 S.r.l. Medicina dello sport Medicina del lavoro 4 revisione- Gennaio 2015.

Carta Servizi. Poliambulatorio Sani.Med. 98 S.r.l. Medicina dello sport Medicina del lavoro 4 revisione- Gennaio 2015. Sani.Med. S.r.l. Via Palombarese km. 19,0 Marcosimone di Guidonia 00010 Roma Carta Servizi Prestazioni di: Fisioterapia Cardiologia Dermatologia Ginecologia Endocrinologia Oculistica Neurologia Reumatologia

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 83,22 U.O. S.O. CHIRURGIE 80,29 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 79,44 U.O. ALLERGOLOGIA 95,51 U.O. A.L.P.I.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 83,22 U.O. S.O. CHIRURGIE 80,29 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 79,44 U.O. ALLERGOLOGIA 95,51 U.O. A.L.P.I. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 0/1. Pag. 1 di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge,

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 75,36 U.O. S.O. CHIRURGIE 83,52 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 78,20 U.O. ALLERGOLOGIA 90,00 U.O. A.L.P.I.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 75,36 U.O. S.O. CHIRURGIE 83,52 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 78,20 U.O. ALLERGOLOGIA 90,00 U.O. A.L.P.I. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 2/. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge,

Dettagli

LA REFERTAZIONE DELLA PET-TC ONCOLOGICA con 18F-FDG: istruzioni pratiche per un referto standardizzato e di qualità

LA REFERTAZIONE DELLA PET-TC ONCOLOGICA con 18F-FDG: istruzioni pratiche per un referto standardizzato e di qualità LA REFERTAZIONE DELLA PET-TC ONCOLOGICA con 18F-FDG: istruzioni pratiche per un referto standardizzato e di qualità Maria Lucia Calcagni, Paola Castaldi, Alessandro Giordano Università Cattolica del S.

Dettagli

Cognome Nome Disciplina Descrizione Desc Presidio Tip. Validita Importo

Cognome Nome Disciplina Descrizione Desc Presidio Tip. Validita Importo ABATE DR.SSA MARIA PIA DIAGN.PER IMMAGINI RADIOLOGIA CLISMA OPACO SEMPLICE P.O. UMBERTO I - SR 21 01/03/2015 153,00 ABATE DR.SSA MARIA PIA DIAGN.PER IMMAGINI RADIOLOGIA COLECISTOGRAFIA P.O. UMBERTO I -

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 62,39 S.O. OCULISTICA 83,23 U.O. S.O. CHIRURGIE 64,58 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 76,74 U.O.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 62,39 S.O. OCULISTICA 83,23 U.O. S.O. CHIRURGIE 64,58 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 76,74 U.O. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 0/201. Pag. 1 di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari

Dettagli

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30 TRATTAMENTI 1 Accesso e custodia C/C DH 2 Accesso e custodia dati pazienti informatizzati 3 Accesso e custodia faldoni cartacei referti 4 Agenda prenotazione esami interni 5 Agenda prenotazione visite

Dettagli

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott.

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott. C. I. D. I. M. U. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI Resp. Dott. Antonio Vercelli OSTEOPOROSI *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* *Cos è l osteoporosi?* L osteoporosi

Dettagli

COS E LA BRONCOSCOPIA

COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA La broncoscopia è un esame con cui è possibile osservare direttamente le vie aeree, cioè laringe, trachea e bronchi, attraverso uno strumento, detto fibrobroncoscopio,

Dettagli

Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico

Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico Gli esami radiologici consentono ai medici di effettuare la diagnosi e decidere il corretto iter terapeutico dei loro pazienti.

Dettagli

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITA DI PADOVA PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI Preparato da Gruppo di Lavoro Ambulatori Clinica Ostetrico- Ginecologica Verificato da Servizio Qualità Verifica per

Dettagli

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua.

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua. La DIGESTIONE Perché è necessario nutrirsi? Il corpo umano consuma energia per muoversi, pensare, mantenere la temperatura costante, ma anche solo per riposarsi. Il consumo minimo di energia è detto metabolismo

Dettagli

Campus Universitario di Savona Via Magliotto, 2 Savona 3-4 Dicembre 2011

Campus Universitario di Savona Via Magliotto, 2 Savona 3-4 Dicembre 2011 PROGRAMMA DEL CORSO: L'OCCHIO VEDE CIO' CHE L'OCCHIO CONOSCE: DAL NORMALE AL PATOLOGICO NELL'APPARATO LOCOMOTORE - APPLICAZIONE CLINICA DELLA DIAGNOSTICA PER IMMAGINI DOCENTE : Dott. Nicola Gandolfo RESPONSABILE

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva.

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Mario Saia CIO: Normativa Italiana Circolare Ministeriale 52/1985 Lotta contro

Dettagli

LINEE-GUIDA DEL MINISTRO DELLA SANITÀ PER LE ATTIVITA DI RIABILITAZIONE

LINEE-GUIDA DEL MINISTRO DELLA SANITÀ PER LE ATTIVITA DI RIABILITAZIONE LINEE-GUIDA DEL MINISTRO DELLA SANITÀ PER LE ATTIVITA DI RIABILITAZIONE Premessa Obiettivo delle presenti linee-guida è fornire indirizzi per la organizzazione della rete dei servizi di riabilitazione

Dettagli

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC)

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) OSPEDALE FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO Azienda Ospedaliera di rilievo nazionale M I L A N O S.C. RADIOLOGIA Direttore Dott. G. Oliva ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) ESAMI DA ESEGUIRE (VALIDITA'

Dettagli

INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE

INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE CORREZIONE DELL ALLUCE VALGO 5 METATARSO VARO CON OSTEOTOMIA PERCUTANEA DISTALE Intervento Si ottiene eseguendo una osteotomia (taglio) del primo metatarso o del 5 metatarso

Dettagli

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro Apparato scheletrico Le funzioni dello scheletro Lo scheletro ha la funzione molto importante di sostenere l organismo e di dargli una forma; con l aiuto dei muscoli, a cui offre un attacco, permette al

Dettagli

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE Studio prospettico, non interventistico, di coorte, sul rischio di tromboembolismo venoso (TEV) in pazienti sottoposti a un nuovo trattamento chemioterapico per

Dettagli

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port Cattedra e Divisione di Oncologia Medica Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Il Port Dott. Roberto Sabbatini Dipartimento Misto di Oncologia ed Ematologia Università degli Studi di Modena

Dettagli

Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation. Sindrome di Behçet

Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation. Sindrome di Behçet Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Sindrome di Behçet Che cos è? La sindrome di Behçet (BS), o malattia di Behçet, è una vasculite sistemica (infiammazione dei vasi sanguigni) la

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 95,45 DIPARTIMENTO PREVENZIONE

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 95,45 DIPARTIMENTO PREVENZIONE Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso nel mese /. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge, avis, allattamento, matrimonio, lutto,

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 80,00 DIPARTIMENTO PREVENZIONE

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 80,00 DIPARTIMENTO PREVENZIONE Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso nel mese /. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge, avis, allattamento, matrimonio, lutto,

Dettagli

ANESTESIA. Guida per il Paziente. Unità Operativa di Anestesia

ANESTESIA. Guida per il Paziente. Unità Operativa di Anestesia ANESTESIA Guida per il Paziente Unità Operativa di Anestesia INDICE Cosa fa l Anestesista Pag. 2 Visita Anestesiologica Pag. 2 Che cosa significa Consenso Informato Pag. 3 Esami preoperatori Pag. 4 Prescrizioni

Dettagli

REaD REtina and Diabetes

REaD REtina and Diabetes Progetto ECM di formazione scientifico-pratico sulla retinopatia diabetica REaD REtina and Diabetes S.p.A. Via G. Spadolini 7 Iscrizione al Registro delle 20141 Milano - Italia Imprese di Milano n. 2000629

Dettagli

Hotel Cascina Scova Cityspa, Via Vallone, 18-27100 Pavia - 9 maggio 2015

Hotel Cascina Scova Cityspa, Via Vallone, 18-27100 Pavia - 9 maggio 2015 Ble Consulting srl id. 363 BISFOSFONATI E VITAMINA D: RAZIONALI D'USO - 119072 Hotel Cascina Scova Cityspa, Via Vallone, 18-27100 Pavia - 9 maggio 2015 Dr. Gandolini Giorgio Medici chirurghi 8,8 crediti

Dettagli

ORGANIZZAZIONE SANITARIA E CERTIFICAZIONI MEDICHE D'IDONEITÀ P E R IL CONSEGUIMENTO DELLE LICENZE E DEGLI ATTESTATI AERONAUTICI

ORGANIZZAZIONE SANITARIA E CERTIFICAZIONI MEDICHE D'IDONEITÀ P E R IL CONSEGUIMENTO DELLE LICENZE E DEGLI ATTESTATI AERONAUTICI ORGANIZZAZIONE SANITARIA E CERTIFICAZIONI MEDICHE D'IDONEITÀ P E R IL CONSEGUIMENTO DELLE LICENZE E DEGLI ATTESTATI AERONAUTICI Edizione n. 2 del 24 febbraio 2014 Edizione 2 Pagina 26 di 43 SEZIONE V CERTIFICAZIONI

Dettagli

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE CENTRO ASSISTENZA PRIMARIA PRESSO IL DISTRETTO DI CIVIDALE Dicembre 2014 1 Indice Premessa 1) La progettualità

Dettagli

DIPARTIMENTO TUTELA DELLA SALUTE E POLITICHE SANITARIE Allegato 8.6 8.6. Requisiti Specifici per l accreditamento delle Strutture di Genetica Medica

DIPARTIMENTO TUTELA DELLA SALUTE E POLITICHE SANITARIE Allegato 8.6 8.6. Requisiti Specifici per l accreditamento delle Strutture di Genetica Medica 8.6 Requisiti Specifici per l accreditamento delle Strutture di Genetica Medica 1 Premessa Qualità e sostenibilità economica sono le principali esigenze cui cerca di rispondere la concentrazione delle

Dettagli

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità Dott. Mag. Nicola Torina Coordinatore infermieristico Unità Terapia Intensiva di Rianimazione Metodologie operative

Dettagli

Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI RISONANZA MAGNETICA

Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI RISONANZA MAGNETICA Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI RISONANZA MAGNETICA Gentili Pazienti, desideriamo fornirvi alcune informazioni utili per affrontare in modo

Dettagli

Regione del Veneto Nomenclatore Tariffario Prestazioni Specialistiche Ambulatoriali

Regione del Veneto Nomenclatore Tariffario Prestazioni Specialistiche Ambulatoriali Regione del Veneto Nomenclatore Tariffario Prestazioni Specialistiche Ambulatoriali Allegato 1 Elenco Prestazioni Vigenti con tariffa 1. INTERVENTI SUL SISTEMA NERVOSO (03-05) 03. INTERVENTI SUL MIDOLLO

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore LA GOTTA ED ALTRE ARTRITI DA CRISTALLI REGGIO EMILIA,, APRILE 2007 La Gotta ed altre Artriti da Cristalli

Dettagli

Lo screening cervicale.

Lo screening cervicale. Lo screening cervicale. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire e gli esercizi di riabilitazione)

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna Principali attività e medico presso la Medicina e Chirurgia di Accettazione ed Urgenza (MCAU) del Pronto Soccorso Generale P.O. Garibaldi Centro. Attività svolta presso gli ambulatori di Medicina del Pronto

Dettagli

Castrazione e sterilizzazione

Castrazione e sterilizzazione Centro veterinario alla Ressiga Castrazione e sterilizzazione Indicazioni, controindicazioni, effetti collaterali ed alternative Dr. Roberto Mossi, medico veterinario 2 Castrazione e sterilizzazione Castrazione

Dettagli

Sistema informativo per il monitoraggio dell assistenza domiciliare

Sistema informativo per il monitoraggio dell assistenza domiciliare GLOSSARIO DEI TRACCIATI SIAD Sistema informativo per il monitoraggio dell assistenza domiciliare Dicembre 2011 Versione 4.0 SIAD Glossario_v.4.0.doc Pag. 1 di 35 Versione 4.0 Indice 1.1 Tracciato 1 Definizione

Dettagli

Legge 15 marzo 2010, n. 38. Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. (G.U. 19 marzo 2010, n.

Legge 15 marzo 2010, n. 38. Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. (G.U. 19 marzo 2010, n. Legge 15 marzo 2010, n. 38 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore (G.U. 19 marzo 2010, n. 65) Art. 1. (Finalità) 1. La presente legge tutela il diritto del

Dettagli

LE DOMANDE POSSIBILI PER LO SCREENING MAMMOGRAFICO VADEMECUM PER GLI OPERATORI DI SCREENING DELLA ASL RMC

LE DOMANDE POSSIBILI PER LO SCREENING MAMMOGRAFICO VADEMECUM PER GLI OPERATORI DI SCREENING DELLA ASL RMC LE DOMANDE POSSIBILI PER LO SCREENING MAMMOGRAFICO VADEMECUM PER GLI OPERATORI DI SCREENING DELLA ASL RMC (*risponde l infermiera / l ostetrica/ il medico) AGGIORNATO A Maggio 2009 1 CHE COSA E UN PROGRAMMA

Dettagli

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE IN SEDE DI ACCERTAMENTI PSICO-FISICI E ATTITUDINALI (pena l esclusione dal reclutamento)

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE IN SEDE DI ACCERTAMENTI PSICO-FISICI E ATTITUDINALI (pena l esclusione dal reclutamento) DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE IN SEDE DI ACCERTAMENTI PSICO-FISICI E ATTITUDINALI (pena l esclusione dal reclutamento) 1. Tutti i convocati (uomini e donne) dovranno presentarsi con: - originale o copia

Dettagli

Trattamento laser ad eccimeri (PRK) argon e Yag: presso centro non convenzionato

Trattamento laser ad eccimeri (PRK) argon e Yag: presso centro non convenzionato ABBATTISTA CARMELO 81.2 Blocco degli intercostali Anestesia e Rianimazione 70,00 ABBATTISTA CARMELO 05.31 Iniezione di anestetico nei NN simpatici per analgesia Anestesia e Rianimazione 70,00 ABBATTISTA

Dettagli

La PET/CT. con. Gallio-DOTATOC ( 68 Ga-DOTATOC) Informazione per pazienti. Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate Medicina Nucleare

La PET/CT. con. Gallio-DOTATOC ( 68 Ga-DOTATOC) Informazione per pazienti. Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate Medicina Nucleare Informazione per pazienti La PET/CT con Gallio-DOTATOC ( 68 Ga-DOTATOC) Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate Medicina Nucleare Dott. Annibale Versari - Direttore INDICE Cos è e come funziona la

Dettagli

Lista dei Settori Concorsuali con i relativi settori scientifico disciplinari

Lista dei Settori Concorsuali con i relativi settori scientifico disciplinari Lista dei Settri Cncrsuali cn i relativi settri scientific disciplinari 01/A1 - LOGICA MATEMATICA E MATEMATICHE COMPLEMENTARI MAT/01 MAT/04 01/A2 - GEOMETRIA E ALGEBRA MAT/02 MAT/03 01/A3 - ANALISI MATEMATICA,

Dettagli

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica)

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Cos è il diabete? Il diabete mellito, meglio noto come diabete, è una malattia che compare quando l organismo non produce insulina a sufficienza

Dettagli

ezione II NOMENCLATORE SANI.IN.VENETO

ezione II NOMENCLATORE SANI.IN.VENETO SANI.IN.VENETO ezione II NOMENCLATORE 1. Persone Assicurate L adesione al programma è rivolto a tutti i dipendenti in attività delle imprese comprese nel campo di applicazione dei CCNL e\o CCRL siglati

Dettagli

Un anno di Open AIFA

Un anno di Open AIFA Il dialogo con i pazienti. Bilancio dell Agenzia Un anno di Open AIFA Un anno di Open AIFA. 85 colloqui, 250 persone incontrate, oltre un centinaio tra documenti e dossier presentati e consultati in undici

Dettagli

Ernia discale cervicale. Trattamento mini-invasivo in Radiologia Interventistica:

Ernia discale cervicale. Trattamento mini-invasivo in Radiologia Interventistica: Ernia discale cervicale. Trattamento mini-invasivo in Radiologia Interventistica: la Nucleoplastica. Presso l U.O. di Radiologia Interventistica di Casa Sollievo della Sofferenza è stata avviata la Nucleoplastica

Dettagli

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli

LAPAROSCOPIA IN GINECOLOGIA. COSA È E QUALI SONO LE INDICAZIONI. Collana tecniche

LAPAROSCOPIA IN GINECOLOGIA. COSA È E QUALI SONO LE INDICAZIONI. Collana tecniche LAPAROSCOPIA IN GINECOLOGIA. COSA È E QUALI SONO LE INDICAZIONI. Collana tecniche Dott. PAOLO CRISTOFORONI Medico Chirurgo Nato a Genova il 06/02/1965. Laurea con lode in Medicina e Chirurgia presso l

Dettagli

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia Pag. 1 di 6 Rev Data Redatto e elaborato Approvato Firma 0 04/03/2011 Coord.Infermieristico M.Renovi Dirigente Medico Resp. Dr. A. Stefanelli Direttore U.O.C. Medicina Generale Dott.ssa P. Lambelet Direttore

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

Next MMG Semplicità per il mondo della medicina

Next MMG Semplicità per il mondo della medicina 2014 Next MMG Semplicità per il mondo della medicina Documento che illustra le principali caratteristiche di Next MMG EvoluS Srl Corso Unione Sovietica 612/15B 10135 Torino tel: 011.1966 5793/4 info@evolu-s.it

Dettagli

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 Il processo infermieristico espresso con un linguaggio comune: sviluppo delle competenze professionali attraverso la capacità di formulare diagnosi infermieristiche

Dettagli

Questa guida è stata realizzata per fornire ai pazienti e ai loro famigliari alcune informazioni, nella speranza che ciò possa essere d aiuto.

Questa guida è stata realizzata per fornire ai pazienti e ai loro famigliari alcune informazioni, nella speranza che ciò possa essere d aiuto. Il port. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire e gli esercizi di riabilitazione) lo IEO pubblica

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI. Seduta del 20 dicembre 2001

CONFERENZA STATO-REGIONI. Seduta del 20 dicembre 2001 (rep.atti n. 1358 del 20 dicembre 2001) CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 20 dicembre 2001 OGGETTO: Accordo tra il Ministro della salute, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano, sugli

Dettagli

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO.

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. ALLEGATO A PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. TITOLI ACCADEMICI VOTO DI LAUREA Medici Specialisti ambulatoriali, Odontoiatri,

Dettagli

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura INTRODUZIONE L obiettivo è fornire la migliore cura per i pazienti con il coinvolgimento di tutto il personale

Dettagli

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS)

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS) CANTONE TICINO DIPARTIMENTO DELLA SANITÀ E DELLA SOCIALITÀ Istituto delle assicurazioni sociali TEL: 0041 / (0)91 821 92 92 FAX: 0041 / (0)91 821 93 99 DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE

Dettagli

Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti

Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo consultate il documento Alcune informazioni sul virus HPV

Dettagli

Elenco provvidenze nuova mutualità

Elenco provvidenze nuova mutualità Elenco provvidenze nuova mutualità Tipologia sussidio Importo erogato Periodicità del sussidio Documentazione da allegare Ricovero 15,00 al giorno (per massimo 20 giorni all anno) Ogni anno Certificato

Dettagli

INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA

INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA FOGLIO INFORMATIVO PER IL PAZIENTE L angiografia retinica serve a studiare le malattie della retina; localizzare la

Dettagli

Anno 2014. Anno 2014 Individuati nel sub obiettivo. Anno 2015. Individuati nel sub obiettivo. Anno 2014 Numero operatori della Struttura partecipanti

Anno 2014. Anno 2014 Individuati nel sub obiettivo. Anno 2015. Individuati nel sub obiettivo. Anno 2014 Numero operatori della Struttura partecipanti A.S.L. TO4 Piano della performance ed obiettivi - S.C. Affari Generali Direttore: Dott.ssa Carla CIAMPORCERO FOR Sviluppare le attività di formazione su appropriatez prescrittiva farmaci e prestazioni

Dettagli

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione.

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione. L erogazione dell assistenza in favore dei cittadini stranieri non può prescindere dalla conoscenza, da parte degli operatori, dei diritti e dei doveri dei cittadini stranieri, in relazione alla loro condizione

Dettagli

LA VALUTAZIONE NEUROPSICOLOGICA COME MISURA CHIAVE PER LA DIAGNOSI PRECOCE DEL DNC LIEVE: L ESPERIENZA DELLA REGIONE PIEMONTE

LA VALUTAZIONE NEUROPSICOLOGICA COME MISURA CHIAVE PER LA DIAGNOSI PRECOCE DEL DNC LIEVE: L ESPERIENZA DELLA REGIONE PIEMONTE VIII Convegno IL CONTRIBUTO DELLE UNITA VALUTAZIONE ALZHEIMER NELL ASSISTENZA DEI PAZIENTI CON DEMENZA LA VALUTAZIONE NEUROPSICOLOGICA COME MISURA CHIAVE PER LA DIAGNOSI PRECOCE DEL DNC LIEVE: L ESPERIENZA

Dettagli

Dipartimento Immagini Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali

Dipartimento Immagini Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali Dipartimento Immagini Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali S.C. Fisica Sanitaria S.C. Medicina Nucleare Pietra Ligure S.C. Neuroradiologia Diagnostica ed Interventistica S.C. Radiologia Diagnostica

Dettagli

Anno 2012 LE PRINCIPALI CAUSE DI MORTE IN ITALIA

Anno 2012 LE PRINCIPALI CAUSE DI MORTE IN ITALIA 3 dicembre 2014 Anno 2012 LE PRINCIPALI CAUSE DI MORTE IN ITALIA Nel 2012 vi sono stati in Italia 613.520 con un standardizzato di mortalità di 92,2 individui per diecimila residenti. La tendenza recente

Dettagli

MODALITA DI PRENOTAZIONE

MODALITA DI PRENOTAZIONE DIPARTIMENTO DI SANITA PUBBLICA MEDICINA DELLO SPORT MODALITA DI PRENOTAZIONE U.O.C.- CENTRO DI MEDICINA DELLO SPORT DI 2 LIVELL O CASALECCHIO DI RENO AMBULATORI DI 1 LIVELLO Per prenotare le visite di

Dettagli

COMUNICAZIONE E IMMAGINE

COMUNICAZIONE E IMMAGINE COMUNICAZIONE BLZ E IMMAGINE La Neurofisiologia Elettromiografia Elettroencefalogramma Potenziali Evocati m IRCCS MultiMedica m1 1 2 Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Via Milanese, 300

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

INTERVENTO DI RICOSTRUZIONE DELLA CUFFIA DEI ROTATORI DELLA SPALLA E TRATTAMENTO DEL CONFLITTO SOTTOACROMIALE

INTERVENTO DI RICOSTRUZIONE DELLA CUFFIA DEI ROTATORI DELLA SPALLA E TRATTAMENTO DEL CONFLITTO SOTTOACROMIALE INTERVENTO DI RICOSTRUZIONE DELLA CUFFIA DEI ROTATORI DELLA SPALLA E TRATTAMENTO DEL CONFLITTO SOTTOACROMIALE Acromioplastica a cielo aperto Lesione della cuffia dei rotatori Sutura della cuffia dei rotatori

Dettagli

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA Che cos è la degenerazione maculare? La degenerazione maculare è una malattia che interessa la regione centrale della retina (macula), deputata alla visione distinta necessaria per la lettura, la guida

Dettagli

www.policlinico.mo.it A cura dell ufficio Comunicazione e accoglienza Ufficio stampa tel 059 4222213 poliurp@policlinico.mo.it

www.policlinico.mo.it A cura dell ufficio Comunicazione e accoglienza Ufficio stampa tel 059 4222213 poliurp@policlinico.mo.it A cura dell ufficio Comunicazione e accoglienza Ufficio stampa tel 059 4222213 poliurp@policlinico.mo.it Progetto grafico Avenida Stampa Artestampa srl Diffusione 50.000 copie Dicembre 2003 www.policlinico.mo.it

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV)

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo guardate le informazioni di base contenute in Alcune informazioni sull esame per il papilloma

Dettagli

D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE

D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE Pag. 51 D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE Responsabile: Prof. Lucio SANTORO Sedi: Edifici 17 16-11G - 20 Direzione 4645 Segreteria 2788 Fax 2657 Portineria 2355 U.O.C.

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

ECOPED 2011. Corso di Perfezionamento in Ecografia Pediatrica. PISTOIA 27-30 Giugno 2011

ECOPED 2011. Corso di Perfezionamento in Ecografia Pediatrica. PISTOIA 27-30 Giugno 2011 Gruppo di Studio di Ecografia Pediatrica Società Italiana di Pediatria Corso di Perfezionamento in Ecografia Pediatrica ECOPED 2011 PISTOIA 27-30 Giugno 2011 PROGRAMMA DOCENTI E TUTORS Giuseppe Atti Carlo

Dettagli

Il Presidente: GNUDI. Il Segretario: SINISCALCHI

Il Presidente: GNUDI. Il Segretario: SINISCALCHI intermedi di lavorazione del plasma, eccedenti i fabbisogni nazionali, al Þ ne di prevenirne la scadenza per mancato utilizzo, anche con recupero dei costi di produzione. 8. Per l attuazione di quanto

Dettagli

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili U.O. AFFARI GENERALI E SEGRETERIA

Dettagli