DIFFUSIONE DELLA CULTURA IMPRENDITORIALE E SOSTEGNO ALLO START-UP

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DIFFUSIONE DELLA CULTURA IMPRENDITORIALE E SOSTEGNO ALLO START-UP"

Transcript

1 AVVISO START MILANO DIFFUSIONE DELLA CULTURA IMPRENDITORIALE E SOSTEGNO ALLO START-UP 1

2 INDICE 1. FINALITA DELL INTERVENTO 2. AMBITI DI INTERVENTO 3 DOTAZIONE FINANZIARIA 4. MISURA : SUPPORTO ALLA CREAZIONE D IMPRESA 4.1 Soggetti beneficiari 4.2 A1 Azione di orientamento 4.3 A2 Azione di formazione 4.4 A3 Azione di assistenza personalizzata 4.5 A4 Mentoring ed affiancamento alla gestione 5. TEMPISTICHE DEL PROGETTO 6. RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO 7. ACCESSO AI DATI AI SENSI DELLA LEGGE N. 241/90 8. INFORMATIVA PER IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI 9. RIFERIMENTI PER INFORMAZIONI 2

3 1. FINALITA DELL INTERVENTO Nell attuale periodo di crisi che si traduce essenzialmente in riduzioni di posti di lavoro, diventano fondamentali tutte le iniziative di supporto alla promozione e diffusione dell autoimprenditorialità ed in generale tutti i programmi di job creation e di accesso al credito per il supporto anche finanziario dei migliori progetti imprenditoriali. Gli Enti Promotori del presente avviso, il Comune di Milano D.C. Politiche del Lavoro, Sviluppo Economico e Università - e la Camera di Commercio di Milano, nel realizzare le funzioni di sviluppo del territorio e di promozione degli interessi generali delle imprese e dell economia locale, sono da tempo impegnati in attività volte a favorire la nascita di nuove imprese nel territorio milanese nella profonda convinzione che tali azioni possano incidere positivamente sul dinamismo dell economia milanese e soprattutto nelle dinamiche imprenditoriali-occupazionali che apportano sul territorio nuove energie attraverso creatività ed innovazione, sviluppando un circolo virtuoso di emulazione nell investimento in progetti imprenditoriali e di fiducia nell avviare percorsi personali ed imprenditoriali di successo. Il Progetto Start Milano concretizza l impegno degli Enti promotori verso il tema della creazione d impresa e dell accesso al credito ed è promosso nell ambito dell Accordo di collaborazione tra il Comune di Milano e la Camera di Commercio di Milano per la Promozione dell imprenditorialità, dell occupazione. Il Progetto Start Milano rientra nel più ampio Progetto Start, realizzato nelle scorse annualità in tre differenti edizioni con risultati positivi. L edizione 2014 si propone in continuità con le edizioni precedenti perseguendo lo stesso obiettivo: favorire la diffusione della cultura imprenditoriale, supportare la nascita e lo sviluppo di nuove imprese attraverso un sistema di servizi integrati a filiera in grado di sostenere l aspirante imprenditore dal concepimento dell idea imprenditoriale fino al suo avvio e nella prima fase di gestione dell impresa. E stato individuato quale soggetto attuatore Formaper, Azienda Speciale della Camera di Commercio di Milano. 2. AMBITI DI INTERVENTO Il presente avviso ha l obiettivo di favorire la nascita di nuove imprese nelle aree Legge 266/97 del Comune di Milano attraverso la messa a punto di un sistema di servizi integrati a filiera in grado supportare gli aspiranti imprenditori nel delicato percorso di definizione del progetto imprenditoriale e facilitando il loro accesso al sistema di incentivi economici esistenti per coloro che avviano una nuova impresa nelle aree Legge 266/97 del Comune di Milano. I servizi erogati attraverso il presente avviso saranno sottoposti al Regolamento (CE) n.1998/2006 de minimis e, pertanto, sono da ritenersi esclusi i settori: siderurgia, costruzione navale, pesca e agricoltura, intesa come produzione primaria di prodotti agricoli. (Sono ammissibili le imprese che operano nel 3

4 settore della trasformazione e della commercializzazione dei prodotti agricoli; per il settore dei trasporti sono previste particolari limitazioni). A tale scopo il progetto prevede la seguente misura di intervento: Supporto alla creazione d impresa 3. DOTAZIONE FINANZIARIA Il valore complessivo del progetto è di Euro ,00, di cui: Dotazione finanziaria di Euro ,00 direttamente a disposizione delle imprese da parte del Comune di Milano D.C. Politiche del Lavoro, Sviluppo Economico e Università Costi per servizi di promozione e comunicazione di Euro ,00 da parte della Camera di Commercio di Milano Costi per servizi di gestione complessiva del progetto di Euro ,00 da parte di Formaper - azienda Speciale della Camera di Commercio di Milano. 4. MISURA: SUPPORTO ALLA CREAZIONE D IMPRESA I servizi offerti dalla Misura sono organizzati in azioni: A1 Azioni di Orientamento per la definizione dell idea imprenditoriale A2 Azioni di Formazione per la definizione del progetto imprenditoriale A3 Azioni di Assistenza personalizzata per la stesura del progetto imprenditoriale A4 Mentoring ed affiancamento alla gestione Oltre alle azioni di servizio sopra indicate, per la gestione e la realizzazione delle attività previste dalla misura, saranno attivate azioni di sistema coordinate Formaper azienda speciale della Camera di Commercio di Milano in qualità di soggetto attuatore individuato dagli enti promotori, Comune di Milano e Camera di Commercio di Milano. Tra le azioni di sistema, sono previste presentazioni pubbliche del progetto alle quali si potrà partecipare registrandosi compilando la form di iscrizione pubblicata al link 4.1 SOGGETTI BENEFICIARI Sono soggetti beneficiari della presente misura coloro che all atto della presentazione della domanda di iscrizione al colloquio di orientamento previsto dall azione A1 siano maggiorenni intenzionati ad avviare un attività d impresa, con sede operativa nelle aree legge 266/97 del Comune di Milano 4

5 abbiano partecipato ad uno degli incontri pubblici di presentazione del progetto realizzati sul territorio il cui calendario sarà consultabile al link 4.2 A1 - AZIONE DI ORIENTAMENTO Descrizione dell Azione: colloqui di orientamento sul mettersi in proprio allo scopo di supportare il beneficiario della delicata fase di definizione dell idea imprenditoriale Beneficiari: Potranno presentare domanda di partecipazione al colloquio di orientamento i soggetti indicati al punto Modalità di accesso ai servizi La domanda di iscrizione al colloquio di orientamento dovrà essere inviata via all indirizzo Nel corso degli incontri pubblici di presentazione del progetto saranno dettagliatamente illustrate le procedure di invio della di iscrizione al colloquio. L iscrizione al colloquio è subordinata alla disponibilità di posti che verranno assegnati secondo l ordine cronologico di presentazione delle domande di iscrizione. La conferma di avvenuta iscrizione al colloquio sarà comunicata all interessato tramite . Per partecipare al colloquio di orientamento, il beneficiario dovrà compilare la scheda sull idea imprenditoriale con la quale descriverà, con l aiuto di domande guidate, la sua idea imprenditoriale. La scheda sarà inviata all interessato tramite mail, all atto di conferma di iscrizione al colloquio.. Il richiedente dovrà presentarsi al colloquio di orientamento, con: la scheda sull idea imprenditoriale compilata copia del documento di identità copia del permesso di soggiorno (solo per gli extracomunitari). Il colloquio avrà l obiettivo di valutare il livello di maturazione dell idea imprenditoriale e l opportunità per il beneficiario di proseguire il percorso. La valutazione sarà effettuata a insindacabile giudizio dell esperto. L esito di tale valutazione sarà comunicato all interessato tramite mail. 4.3 A2 - AZIONE DI FORMAZIONE Descrizione dell Azione: corsi di formazione, della durata di 20 ore, con lo scopo di trasferire contenuti e metodologie attraverso il supporto di esperti che guideranno i beneficiari nella 5

6 definizione del progetto imprenditoriale. Saranno inoltre previsti laboratori didattici della durata di 4 ore per l approfondimento dell iter burocratico di avvio dell impresa Beneficiari: Potranno presentare domanda di iscrizione al corso di formazione i beneficiari che hanno superato positivamente il colloquio di orientamento di cui all azione A Modalità di accesso ai servizi Successivamente alla ricezione della comunicazione di superamento del colloquio di orientamento, i beneficiari potranno presentare richiesta di iscrizione ai corsi di formazione previsti dall azione A2. La richiesta dovrà essere presentata all indirizzo all indirizzo Contestualmente alla comunicazione di superamento del colloquio di orientamento, i beneficiari riceveranno istruzioni dettagliate sulle procedure per l iscrizione al corso di formazione. Le domande di iscrizione al corso di formazione dovranno pervenire entro e non oltre i 5 giorni di calendario che precedono l inizio del corso prescelto. La conferma di avvenuta iscrizione al corso sarà comunicata all interessato tramite . L iscrizione al corso di formazione è subordinata alla disponibilità di posti in aula. Il beneficiario, che ha frequentato il 75% di ore del corso di formazione, dovrà entro il giorno successivo alla conclusione del corso stesso, inviare via una copia della propria Descrizione dell idea imprenditoriale, utilizzando il modello presentato in aula. Le procedure e le modalità di invio della Descrizione dell idea imprenditoriale saranno illustrate dettagliatamente durante il corso Valutazione dell idea imprenditoriale Le descrizioni delle idee di cui al precedente punto saranno valutate da un apposita Commissione composta dagli esperti incontrati nel corso delle attività di formazione, che esprimerà, insindacabilmente, una valutazione tecnica utilizzando i criteri di completezza e correttezza dei contenuti descritti e potenziale di sviluppo dell idea. Tale parere di ammissibilità, in presenza di una valutazione tecnica positiva, consentirà l accesso alla successiva fase del progetto. Al termine della valutazione, le idee imprenditoriali potranno risultare: ammesse: valutazione tecnica positiva non ammesse: valutazione tecnica negativa. L esito di tale valutazione sarà comunicata all interessato tramite A3 - AZIONE DI ASSISTENZA PERSONALIZZATA Descrizione dell Azione: servizi di assistenza individuale e consulenza specialistica con lo scopo di accompagnare i beneficiari nella stesura del proprio progetto, analizzare la fattibilità e cantierabilità dello stesso e favorire l accesso a forme di incentivazione esclusivamente previste 6

7 per coloro che avviano una nuova impresa in una delle aree Legge 266/97 del Comune di Milano. Il percorso di assistenza ha la durata di 5 ore per ciascun partecipante Beneficiari: potranno accedere ai servizi dell Azione A3 i beneficiari la cui idea imprenditoriale sia risultata ammessa a seguito di valutazione tecnica positiva di cui al punto Modalità di accesso ai servizi I servizi di assistenza personalizzata previsti dall azione A3 saranno resi disponibili a tutti i beneficiari di cui al punto Il percorso di assistenza personalizzata dovrà concludersi entro e non oltre i 7 giorni di calendario successivi alla data di comunicazione degli esiti di valutazione delle idee imprenditoriali e comunque entro e non oltre il 05/11/2014. Entro il medesimo termine, il beneficiario dovrà inviare via all indirizzo una copia del proprio Progetto, secondo le modalità che saranno illustrate nel percorso formativo Valutazione del Progetto Imprenditoriale I progetti imprenditoriali di cui al precedente punto saranno valutati da un apposita Commissione composta da esperti del Comune di Milano e della Camera di Commercio di Milano che esprimerà, insindacabilmente, un parere di ammissibilità finalizzata all accesso all azione successiva del progetto. L ammissibilità sarà concessa solo in presenza di una valutazione tecnica positiva e solo ai beneficiari che abbiano frequentato il 100% del percorso di assistenza personalizzata. Tale valutazione tecnica del Progetto sarà realizzata utilizzando i seguenti criteri: - completezza e correttezza dei contenuti del progetto imprenditoriale, - fattibilità economica del progetto imprenditoriale, - cantierabilità del progetto imprenditoriale. Al termine della valutazione, i progetti imprenditoriali potranno risultare: ammessi: valutazione tecnica positiva, non ammessi: valutazione tecnica negativa. Gli esiti della valutazione, approvati con Provvedimento del Direttore del Soggetto Attuatore, saranno pubblicati in apposita sezione al link e sui siti istituzionali degli enti promotori, Comune di Milano e Camera di Commercio di Milano - e comunicati ai beneficiari. 4.5 A4 - MENTORING ED AFFIANCAMENTO ALLA GESTIONE DELLA NEO-IMPRESA Descrizione dell Azione: servizi di mentoring con lo scopo di supportare l imprenditore nella gestione dei primi 6 mesi di attività per un totale di 6 ore per ciascuna impresa costituita. 7

8 4.5.2 Beneficiari: potranno accedere ai servizi della presente azione le Micro o Piccole Imprese 1 di tutti i settori 2 : il cui titolare (o in caso di società almeno uno dei soci) sia beneficiario proveniente dall azione A3 con le seguenti caratteristiche: - abbia frequentato almeno il 75% delle ore previste dal corso di formazione di cui all azione A2 - abbia frequentato il 100% del percorso di assistenza personalizzata (5 ore) di cui all azione A3 - abbia presentato un Progetto dichiarato ammesso a seguito dell azione A3 abbiano una delle seguenti forme giuridiche: - ditta individuale - società di persone - società di capitali (i cui soci sono rappresentati da persone fisiche) - società cooperative abbiano sede operativa nelle aree legge 266/97 del Comune di Milano siano regolarmente iscritte al Registro delle Imprese della Camera di Commercio di Milano in data successiva alla pubblicazione degli esiti della valutazione dei Progetti di cui al punto ed entro e non oltre i 6 mesi successivi, risultano attive ed in regola con il pagamento del diritto camerale abbiano legali rappresentanti, amministratori (con o senza poteri di rappresentanza) e soci per i quali non sussistano cause di divieto, di decadenza, di sospensione previste dall art. 10 L. 575/1965 (c.d. Disposizioni contro la mafia) Modalità di accesso al servizio L accesso al servizio avviene automaticamente a seguito della costituzione dell impresa. Sulla base di un analisi dei fabbisogni che sarà condotta su ogni impresa si definirà un piano di lavoro e si identificheranno gli esperti che accompagneranno l impresa nei primi 6 mesi di attività. 1 Ai fini della determinazione della dimensione aziendale si fa riferimento ai parametri previsti nell allegato I del Regolamento (CE) 800/2008 che riprende la Raccomandazione 2003/361/CE, del 6 maggio 2003, relativa alla definizione delle microimprese, piccole e medie imprese (GU L 124 del , pag. 36), recepita con decreto ministeriale del 18 aprile 2005, pubblicato nella GU n.238 del 12 ottobre In particolare, nell'ambito della categoria delle PMI, si definisce piccola impresa l'impresa che ha meno di 50 occupati e ha un fatturato annuo oppure un totale di bilancio annuo non superiore a 10 milioni di euro. Relativamente alla categoria delle PMI, si definisce microimpresa l'impresa che ha meno di 10 occupati e ha un fatturato annuo oppure un totale di bilancio annuo non superiore a 2 milioni di euro. I due requisiti sono cumulativi, nel senso che tutti e due devono sussistere. 2 In base al Regolamento (CE) n. 1998/2006 sono esclusi i settori: siderurgia, costruzione navale, pesca e agricoltura, intesa come produzione primaria di prodotti agricoli. Sono invece ammissibili le imprese che operano nel settore della trasformazione e della commercializzazione dei prodotti agricoli. Per il settore dei trasporti sono previste particolari limitazioni. 8

9 5. TEMPISTICHE PREVISTE DAL PROGETTO START MILANO La realizzazione del progetto Start Milano seguirà la seguente tempistica: MISURA: Supporto alla creazione d impresa Partecipazione alla presentazione pubblica del progetto: a partire dalla pubblicazione del presente avviso. Iscrizione al colloquio di orientamento: successivamente alla partecipazione alla presentazione pubblica del progetto. Iscrizione al corso: entro 5 giorni di calendario che precedono il corso prescelto. Invio della Descrizione dell idea imprenditoriale : entro il giorno di calendario successivo alla fine del corso di formazione. Assistenza personalizzata: entro 7 giorni di calendario successivi alla data di comunicazione degli esiti di valutazione dell idea imprenditoriale e comunque entro e non oltre il 05/11/2014. Invio progetto imprenditoriale: entro 7 giorni di calendario successivi alla data di comunicazione degli esiti di valutazione dell idea imprenditoriale e comunque entro e non oltre il 05/11/2014. servizi di mentoring: primi 6 mesi di attività dell impresa costituita. 6. RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO Ai sensi dell art. 4 e ss. della L. 241/90 e s.m.i. si informa che in relazione alle attività previste dal Progetto Start Milano Diffusione della cultura imprenditoriale e sostegno allo start, Formaper - azienda speciale della Camera di Commercio di Milano, in qualità di Soggetto Attuatore, ha individuato il Responsabile del Procedimento nella persona del dott. Federico Montelli, Direttore di Formaper. 7. ACCESSO AI DATI AI SENSI DELLA LEGGE N. 241/90 Ai sensi dell art. 22 e ss. della L. 241/90 e s.m.i. si informa che gli interessati potranno prendere visione degli atti del procedimento previa motivata richiesta a Formaper azienda speciale della Camera di Commercio di Milano, da inviare a mezzo lettera raccomandata A.R. Formaper azienda speciale della Camera di Commercio di Milano darà riscontro alle richieste pervenute entro il termine di 30 giorni dalla data di ricezione delle stesse. Gli eventuali ricorsi amministrativi dovranno essere presentati Formaper azienda speciale della Camera di Commercio di Milano ed inviati mediante lettera raccomandata A.R. Gli eventuali ricorsi giurisdizionali dovranno essere presentati al T.A.R. Lombardia sede di Milano. 9

10 8. INFORMATIVA PER IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI Si informa che il D.lgs. n. 196 del 30 giugno 2003, Codice in materia di protezione dei dati personali, prevede la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali. In base alla normativa indicata, il trattamento deve essere improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della riservatezza e dei diritti dell interessato. Ai sensi dell art. 13 del D.lgs. n. 196/2003 Vi forniamo, pertanto, le seguenti informazioni: 1. I dati forniti verranno trattati per adempiere alle prescrizioni del Progetto Start Milano Avviso Diffusione della cultura imprenditoriale e sostegno allo start-up. Il soggetto attuatore del progetto è Formaper - azienda speciale della Camera di Commercio di Milano, che gestisce l iniziativa in nome e per conto della Camera di Commercio di Milano e del Comune di Milano. In particolare, il trattamento dei dati sarà necessario per le attività relative al procedimento amministrativo per il quale i suddetti dati vengono comunicati e per il monitoraggio complessivo delle attività previste dal progetto. 2. Il trattamento dei dati da Voi forniti sarà effettuato tramite archivio informatico, gestito da Formaper, azienda speciale della Camera di Commercio di Milano, dal Comune di Milano e dalla Camera di Commercio di Milano. 3. Il conferimento dei dati è obbligatorio al fine di ottemperare alle disposizioni dell Avviso sopra indicato. L eventuale rifiuto di fornire tali dati comporterà l impossibilità di accedere alle misure previste dal Progetto Start Milano. 4. Il Titolare del trattamento è Formaper azienda speciale della Camera di Commercio di Milano - via Santa Marta n. 18, Milano - in nome e per conto della Camera di Commercio di Milano e del Comune di Milano. Il Responsabile del trattamento è il Dott. Federico Montelli, Direttore di Formaper azienda speciale della Camera di Commercio di Milano. 5. In ogni momento potrete esercitare i Vostri diritti nei confronti del Titolare del trattamento, ai sensi dell Art. 7 del D.lgs. n. 196/ RIFERIMENTI PER INFORMAZIONI Formaper azienda speciale della Camera di Commercio di Milano - Via Santa Marta, 18 - Tel. 02/ (chiusura uffici dall 11 al 22 agosto). 10

FONDAZIONE WELFARE AMBROSIANO AVVISO PUBBLICO ELENCO OPERATORI NO-PROFIT SERVIZI AUSILIARI MICROCREDITO UNDER 35

FONDAZIONE WELFARE AMBROSIANO AVVISO PUBBLICO ELENCO OPERATORI NO-PROFIT SERVIZI AUSILIARI MICROCREDITO UNDER 35 FONDAZIONE WELFARE AMBROSIANO AVVISO PUBBLICO ELENCO OPERATORI NO-PROFIT SERVIZI AUSILIARI MICROCREDITO UNDER 35 1 INDICE 1. PREMESSA pag. 3 2. OBIETTIVI pag. 3 3. MANIFESTAZIONI D INTERESSE pag. 4 4.

Dettagli

Bando Start. Diffusione della cultura imprenditoriale e supporto allo start up d impresa. www.start.lombardia.it

Bando Start. Diffusione della cultura imprenditoriale e supporto allo start up d impresa. www.start.lombardia.it Bando Start Diffusione della cultura imprenditoriale e supporto allo start up d impresa www.start.lombardia.it Finalità dell intervento Promuovere e sostenere la diffusione di cultura imprenditoriale per

Dettagli

BANDO COOPSTARTUP PUGLIA 2014 Incubatore diffuso di impresa cooperativa

BANDO COOPSTARTUP PUGLIA 2014 Incubatore diffuso di impresa cooperativa BANDO COOPSTARTUP PUGLIA 2014 Incubatore diffuso di impresa cooperativa 1. DESCRIZIONE E OBIETTIVO Coopstartup Puglia è un progetto di Legacoop Puglia per la nascita di nuove idee di impresa improntate

Dettagli

MICROCREDITO D IMPRESA DELLA REGIONE PUGLIA

MICROCREDITO D IMPRESA DELLA REGIONE PUGLIA MICROCREDITO D IMPRESA DELLA REGIONE PUGLIA Bari, 27 ottobre 2014 Lorenzo Minnielli Obiettivi Il Fondo Microcredito d Impresa della Puglia è lo strumento con cui la Regione Puglia offre alle micro imprese

Dettagli

Coopstartup FarmAbility

Coopstartup FarmAbility Coopstartup FarmAbility Bando per la selezione di idee di impresa cooperativa innovativa nell agroalimentare Art. 1 Contesto e obiettivi Coopstartup FarmAbility è un progetto sperimentale per favorire

Dettagli

SCADENZA 7 DICEMBRE 2015. Art. 1 Finalità

SCADENZA 7 DICEMBRE 2015. Art. 1 Finalità AVVISO DI SELEZIONE PER INDIVIDUARE N. 20 ASPIRANTI IMPRENDITORI DA AMMETTERE AL PERCORSO GRATUITO DI ACCOMPAGNAMENTO ALL IMPRENDITORIALITA TALENT DRESSAGE SCADENZA 7 DICEMBRE 2015 Art. 1 Finalità La Camera

Dettagli

REGIONE PUGLIA Area Politiche per lo Sviluppo Rurale

REGIONE PUGLIA Area Politiche per lo Sviluppo Rurale Allegato 3 UNIONE EUROPEA REGIONE PUGLIA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE PUGLIA Area Politiche per lo Sviluppo Rurale Programma Sviluppo Rurale FEASR 2007 2013 Art. 20 (a) (i) e 21 del Reg. (CE) 1698/05 Allegato

Dettagli

Progetto E-Inclusion. Integrazione scolastica attraverso l uso delle tecnologie. Disciplinare di rendicontazione

Progetto E-Inclusion. Integrazione scolastica attraverso l uso delle tecnologie. Disciplinare di rendicontazione Progetto E-Inclusion Integrazione scolastica attraverso l uso delle tecnologie Disciplinare di rendicontazione (Premessa) A seguito della pubblicazione dell Avviso per la presentazione di progetti e modalità

Dettagli

Nuove misure di finanza agevolata a favore delle imprese calabresi

Nuove misure di finanza agevolata a favore delle imprese calabresi Nuove misure di finanza agevolata a favore delle imprese calabresi di Enrico Mazza Il 29 novembre scorso sono stati pubblicati sul BURC (n. 48 parte III) i Decreti che riguardano l approvazione degli Avvisi

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L AVVIO DI NUOVE ATTIVITA IMPRENDITORIALI

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L AVVIO DI NUOVE ATTIVITA IMPRENDITORIALI REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L AVVIO DI NUOVE ATTIVITA IMPRENDITORIALI (Approvato dalla Giunta camerale con atto n. 38 del 24/02/2014) Art. 1 Finalità Nel quadro delle proprie iniziative

Dettagli

BANDO DISEGNI +3 BANDO PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER LA VALORIZZAZIONE DEI DISEGNI E MODELLI

BANDO DISEGNI +3 BANDO PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER LA VALORIZZAZIONE DEI DISEGNI E MODELLI BANDO DISEGNI +3 BANDO PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER LA VALORIZZAZIONE DEI DISEGNI E MODELLI Le agevolazioni sono concesse nella forma di contributo in conto capitale in misura massima

Dettagli

Progetto MB4YOU CONCORSO MB4YOU - I GIOVANI SI INVENTANO L IMPRESA

Progetto MB4YOU CONCORSO MB4YOU - I GIOVANI SI INVENTANO L IMPRESA Progetto MB4YOU CONCORSO MB4YOU - I GIOVANI SI INVENTANO L IMPRESA Concorso a premi rivolto alle scuole secondarie di secondo grado per l elaborazione di idee imprenditoriali creative da parte di studenti

Dettagli

CREATIVITA FEMMINILE BANDO PER LA CONCESSIONE DI PREMI ECONOMICI PER LE MIGLIORI IDEE IMPRENDITORIALI MODULO DICHIARAZIONE AVVIO PROGETTO

CREATIVITA FEMMINILE BANDO PER LA CONCESSIONE DI PREMI ECONOMICI PER LE MIGLIORI IDEE IMPRENDITORIALI MODULO DICHIARAZIONE AVVIO PROGETTO COMITATO PER LA PROMOZIONE DELL IMPRENDITORIA FEMMINILE DI COMO CREATIVITA FEMMINILE BANDO PER LA CONCESSIONE DI PREMI ECONOMICI PER LE MIGLIORI IDEE IMPRENDITORIALI 3^ EDIZIONE MODULO DICHIARAZIONE AVVIO

Dettagli

Circolare N.140 del 19 Settembre 2013

Circolare N.140 del 19 Settembre 2013 Circolare N.140 del 19 Settembre 2013 Smart & Start. Incentivi ed agevolazioni fino a 500.000 euro per i progetti innovativi al sud Gentile cliente con la presente intendiamo informarla che Smart & Start

Dettagli

COSA TROVI IN QUESTA SCHEDA

COSA TROVI IN QUESTA SCHEDA Microcredito d Impresa della Regione Puglia - Microimprese operative - Scheda informativa sul nuovo strumento di ingegneria finanziaria della Regione Puglia COSA TROVI IN QUESTA SCHEDA Questa scheda contiene

Dettagli

Bando per la concessione di agevolazioni finanziarie a start-up innovative nell ambito del programma di supporto SpinAREA

Bando per la concessione di agevolazioni finanziarie a start-up innovative nell ambito del programma di supporto SpinAREA Bando per la concessione di agevolazioni finanziarie a start-up innovative nell ambito del programma di supporto SpinAREA L'attività di supporto alla creazione di imprese innovative è resa possibile grazie

Dettagli

Norme per la concessione di contributi in conto interesse su finanziamenti concessi alle imprese della provincia di Campobasso

Norme per la concessione di contributi in conto interesse su finanziamenti concessi alle imprese della provincia di Campobasso Norme per la concessione di contributi in conto interesse su finanziamenti concessi alle imprese della provincia di Campobasso Art. 1 Finalità e risorse La Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura

Dettagli

BANDO PREMIO IDEA INNOVATIVA, LA NUOVA IMPRENDITORIALITA AL FEMMINILE QUARTA EDIZIONE ART. 1 FINALITA DELL INIZIATIVA

BANDO PREMIO IDEA INNOVATIVA, LA NUOVA IMPRENDITORIALITA AL FEMMINILE QUARTA EDIZIONE ART. 1 FINALITA DELL INIZIATIVA BANDO PREMIO IDEA INNOVATIVA, LA NUOVA IMPRENDITORIALITA AL FEMMINILE QUARTA EDIZIONE ART. 1 FINALITA DELL INIZIATIVA La Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Roma, in collaborazione

Dettagli

5. PROCEDURE. 5.1 Presentazione della domanda

5. PROCEDURE. 5.1 Presentazione della domanda 5. PROCEDURE 5.1 Presentazione della domanda Le domande di contributo dovranno essere predisposte e presentate esclusivamente utilizzando gli appositi servizi on-line ad accesso riservato, integrati nel

Dettagli

Dentro la Notizia. 4 Ottobre 2013

Dentro la Notizia. 4 Ottobre 2013 Consiglio Provinciale dei Consulenti del Lavoro di Napoli A CURA DELLA COMMISSIONE COMUNICAZIONE DEL CPO DI NAPOLI Dentro la Notizia 126/2013 OTTOBRE/4/2013 (*) 4 Ottobre 2013 GLI INCENTIVI PER LE START-UP

Dettagli

BANDO IMPRESA GIOVANI

BANDO IMPRESA GIOVANI BANDO IMPRESA GIOVANI Art. 1 Finalità Scopo della presente iniziativa è lo sviluppo ed il sostegno all imprenditorialità mediante l erogazione di pacchetti integrati di servizi (orientamento, formazione

Dettagli

pugliasviluppo Azionista Unico Regione Puglia

pugliasviluppo Azionista Unico Regione Puglia MicroPrestito d Impresa della Regione Puglia Scheda informativa sullo strumento di ingegneria finanziaria della Regione Puglia COSA TROVI IN QUESTA SCHEDA Questa scheda contiene alcune informazioni sul

Dettagli

IL PUNTO NUOVA IMPRESA

IL PUNTO NUOVA IMPRESA 1 IL PUNTO NUOVA IMPRESA Aree di competenza Lo Sportello Punto Nuova Impresa offre informazione sulla costituzione di nuove imprese; eroga informazioni sulle procedure burocratiche, amministrative e legislative

Dettagli

Sportello Informativo e di Orientamento IMPRESA E LAVORO

Sportello Informativo e di Orientamento IMPRESA E LAVORO Sportello Informativo e di Orientamento IMPRESA E LAVORO Accesso al credito, opportunità di finanziamento e inserimento lavorativo Lo sportello informativo Impresa e Lavoro della Pro Loco di Itri offre

Dettagli

STARTUPPER. Servizi di sostegno alla creazione di nuove imprese giovanili, femminili, sociali, innovative e di immigrati

STARTUPPER. Servizi di sostegno alla creazione di nuove imprese giovanili, femminili, sociali, innovative e di immigrati STARTUPPER Servizi di sostegno alla creazione di nuove imprese giovanili, femminili, sociali, innovative e di immigrati SCHEDA DI ISCRIZIONE Modulo 1 COLLOQUIO SULL IDEA IMPRENDITORIALE _l_ sottoscritt

Dettagli

Avviso 1/2015 Piani aziendali, settoriali e territoriali

Avviso 1/2015 Piani aziendali, settoriali e territoriali Avviso 1/2015 1. Attività finanziabili 1.1. Il Fondo paritetico interprofessionale nazionale Fondo Banche (di seguito FBA), reso operativo con D.M. 91/V/2008 del 16 aprile 2008 del Ministero del Lavoro,

Dettagli

Art. 1 Finalità. Art. 2 Requisiti di ammissibilità al contributo

Art. 1 Finalità. Art. 2 Requisiti di ammissibilità al contributo Il presente bando vige in regime de minimis (ex Reg.CE 1998/2006, Reg. CE 15353/2007 ereg. CE 75/2007 ) 1 Art. 1 Finalità 1. La Camera di Commercio di Pistoia, anche al fine di sostenere il mantenimento

Dettagli

BANDO A SOSTEGNO DELL IMPRENDITORIA GIOVANILE

BANDO A SOSTEGNO DELL IMPRENDITORIA GIOVANILE BANDO A SOSTEGNO DELL IMPRENDITORIA GIOVANILE PREMESSE MagVenezia e Consorzio Finanza Solidale realizzano da 20 anni sul territorio del veneziano un attività finanziaria a sostegno dello sviluppo dell

Dettagli

Microcredito d Impresa della Regione Puglia Scheda informativa sullo strumento di ingegneria finanziaria della Regione Puglia

Microcredito d Impresa della Regione Puglia Scheda informativa sullo strumento di ingegneria finanziaria della Regione Puglia Microcredito d Impresa della Regione Puglia Scheda informativa sullo strumento di ingegneria finanziaria della Regione Puglia COSA TROVI IN QUESTA SCHEDA Questa scheda contiene alcune informazioni sul

Dettagli

Microcredito Under 35

Microcredito Under 35 Microcredito Under 35 Modello Operativo Mission La Fondazione Welfare Ambrosiano ha sottoscritto una Convenzione con il Comune di Milano per la costituzione di un apposito Fondo di Garanzia per consentire

Dettagli

DIREZIONE LAVORO SVILUPPO FONDI EUROPEI SMART CITY. PROGETTO FACILITO GIOVANI E INNOVAZIONE SOCIALE ( la struttura progettuale)

DIREZIONE LAVORO SVILUPPO FONDI EUROPEI SMART CITY. PROGETTO FACILITO GIOVANI E INNOVAZIONE SOCIALE ( la struttura progettuale) 5 DIREZIONE LAVORO SVILUPPO FONDI EUROPEI SMART CITY PROGETTO FACILITO GIOVANI E INNOVAZIONE SOCIALE ( la struttura progettuale) 1. FINALITA Torino Social Innovation (di seguito TSI) è un programma che

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI VOLTI ALLA PRODUZIONE DI ENERGIA RINNOVABILE

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI VOLTI ALLA PRODUZIONE DI ENERGIA RINNOVABILE REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI VOLTI ALLA PRODUZIONE DI ENERGIA RINNOVABILE (Deliberazione della Giunta della Camera di Commercio di Roma n. 59 del 21/04/2008)

Dettagli

AVVISO AD EVIDENZA PUBBLICA PROGETTO SOVVENZIONE GLOBALE. sociale. Periodo 2014/2015

AVVISO AD EVIDENZA PUBBLICA PROGETTO SOVVENZIONE GLOBALE. sociale. Periodo 2014/2015 AVVISO AD EVIDENZA PUBBLICA PROGETTO SOVVENZIONE GLOBALE Percorsi integrati per la creazione d imprese innovative spin off della ricerca pubblica estesi anche alle imprese innovative che intendono avviare

Dettagli

- Società in accomandita semplice; - Associazione tra professionisti; - Società a responsabilità limitata.

- Società in accomandita semplice; - Associazione tra professionisti; - Società a responsabilità limitata. M I S U R A N I D I (N U O V E I N I Z I A T I V E D' I M P R E S A) G U I D E L I N E S studio Requisiti Soggettivi Nuova impresa o impresa costituita da meno di 6 mesi ed inattiva che, alla data di presentazione

Dettagli

Export Manager per le PMI: Voucher per l internazionalizzazione

Export Manager per le PMI: Voucher per l internazionalizzazione Export Manager per le PMI: Voucher per l internazionalizzazione 1 Voucher per l internazionalizzazione: come nasce Contesto: l intervento dei Voucher per l internazionalizzazione delle PMI nasce nell ambito

Dettagli

SINTESI BANDI PACCHETTO LAVORO SUBITO. 1. GOAL - giovani opportunità per attività lavorative

SINTESI BANDI PACCHETTO LAVORO SUBITO. 1. GOAL - giovani opportunità per attività lavorative SINTESI BANDI PACCHETTO LAVORO SUBITO Pacchetto di interventi, finanziato con risorse del FSE e del Ministero del Lavoro, per superare le difficoltà di accesso al credito - Avviso Pubblico "Microcredito

Dettagli

PROMOZIONE DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTA AI TUTOR AZIENDALI DEGLI APPRENDISTI IN APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE

PROMOZIONE DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTA AI TUTOR AZIENDALI DEGLI APPRENDISTI IN APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE ALLEGATO 2 PROMOZIONE DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTA AI TUTOR AZIENDALI DEGLI APPRENDISTI IN APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE I. QUADRO DI RIFERIMENTO Il presente avviso è finalizzato alla promozione

Dettagli

CITTA DI TORINO DIVISIONE LAVORO, FORMAZIONE PROFESSIONALE E SVILUPPO ECONOMICO SETTORE FONDI STRUTTURALI E SVILUPPO ECONOMICO

CITTA DI TORINO DIVISIONE LAVORO, FORMAZIONE PROFESSIONALE E SVILUPPO ECONOMICO SETTORE FONDI STRUTTURALI E SVILUPPO ECONOMICO CITTA DI TORINO DIVISIONE LAVORO, FORMAZIONE PROFESSIONALE E SVILUPPO ECONOMICO SETTORE FONDI STRUTTURALI E SVILUPPO ECONOMICO PROGRAMMA ACCEDO PROGETTO FACILITO DINA AVVISO PUBBLICO PER LA PARTECIPAZIONE

Dettagli

FONDO PARITETICO INTERPROFESSIONALE NAZIONALE PER LA FORMAZIONE CONTINUA DEL TERZIARIO

FONDO PARITETICO INTERPROFESSIONALE NAZIONALE PER LA FORMAZIONE CONTINUA DEL TERZIARIO FONDO PARITETICO INTERPROFESSIONALE NAZIONALE PER LA FORMAZIONE CONTINUA DEL TERZIARIO AVVISO 3/12bis Modalità per la richiesta dei voucher formativi per i lavoratori delle imprese aderenti a For.Te. 1.

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER IL SOSTEGNO E LA CREAZIONE DI NUOVE IMPRESE NELLA PROVINCIA DI TRAPANI

AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER IL SOSTEGNO E LA CREAZIONE DI NUOVE IMPRESE NELLA PROVINCIA DI TRAPANI AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER IL SOSTEGNO E LA CREAZIONE DI NUOVE IMPRESE NELLA PROVINCIA DI TRAPANI ARTICOLO 1 - Finalità La Camera di Commercio di Trapani, nell ambito del progetto

Dettagli

REGIONE LOMBARDIA CREDITO INCASSA B2B. ESTRATTO DA NEWSLETTER n. 2 LUGLIO 2015

REGIONE LOMBARDIA CREDITO INCASSA B2B. ESTRATTO DA NEWSLETTER n. 2 LUGLIO 2015 ESTRATTO DA NEWSLETTER n. 2 LUGLIO 2015 Pubblichiamo un estratto delle ultime notizie relative alle opportunità offerte da bandi e finanza agevolata. CHIARI SERVIZI Srl è a Vostra disposizione per fornire

Dettagli

Bandi di finanziamento

Bandi di finanziamento Bandi di finanziamento per neo -imprese e aspiranti imprenditori 1Mantova 16 ottobre 2015 DUE INTERVENTI DISTINTI 1) BANDO PER IL SOSTEGNO ALLE NUOVE IMPRESE (1508 Bando Neo-Imprese) DOTAZIONE FINANZIARIA:

Dettagli

BOZZA. Avviso pubblico PER LA PREMIAZIONE DELLE IMPRESE STORICHE

BOZZA. Avviso pubblico PER LA PREMIAZIONE DELLE IMPRESE STORICHE BOZZA Avviso pubblico PER LA PREMIAZIONE DELLE IMPRESE STORICHE 1 INDICE Art. 1 - oggetto... 3 Categoria I... 3 Categoria II... 3 Categoria III... 3 Categoria IV... 4 Art. 2 modalità di partecipazione...

Dettagli

3. SOGGETTI BENEFICIARI

3. SOGGETTI BENEFICIARI - Contributi per la creazione di start-up nel campo delle biotecnologie e delle scienze per la vita in provincia di Varese. Approvato con determinazione n.314 del 16/07/2014 1. PREMESSA Camera di Commercio

Dettagli

BANDO PER IL SOSTEGNO DELLA PICCOLA IMPRENDITORIA INNOVATIVA

BANDO PER IL SOSTEGNO DELLA PICCOLA IMPRENDITORIA INNOVATIVA BANDO PER IL SOSTEGNO DELLA PICCOLA IMPRENDITORIA INNOVATIVA PREMESSE MagVenezia e Consorzio Finanza Solidale realizzano da 20 anni sul territorio del veneziano un attività finanziaria a sostegno dello

Dettagli

Provincia di Isernia

Provincia di Isernia Provincia di Isernia BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI IN FAVORE DELLE MICRO E PICCOLE IMPRESE, DELLA PROVINCIA DI ISERNIA, SUI FINANZIAMENTI CONCESSI DALLE BANCHE Art. 1 : Scopi

Dettagli

Bando di idee per la creazione d Impresa

Bando di idee per la creazione d Impresa Bando di idee per la creazione d Impresa VISTA la delibera di Giunta Provinciale n. 575 del 04/01/2010 prot. 162 che ha approvato il progetto Faimpresa. PREMESSO che -il progetto Faimpresa è un'occasione

Dettagli

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 16 suppl. del 02-02-2012

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 16 suppl. del 02-02-2012 6 REGOLAMENTO REGIONALE 31 gennaio 2012, n. 2 Regolamento per la concessione di aiuti di importanza minore (de minimis) alle PMI e abrogazione dei Regolamenti Regionali n. 24 del 21 novembre 2008 e n.

Dettagli

AUTOIMPIEGO: decreto legislativo n. 185/2000 Titolo II MICROIMPRESA

AUTOIMPIEGO: decreto legislativo n. 185/2000 Titolo II MICROIMPRESA AUTOIMPIEGO: decreto legislativo n. 185/2000 Titolo II MICROIMPRESA La Microimpresa è una misura prevista dal Titolo II del Decreto 185/2000 pensata per chi vuole creare una piccola impresa nel settore

Dettagli

C i r c o l a r e d e l 1 7 d i c e m b r e 2 0 1 5 P a g. 1

C i r c o l a r e d e l 1 7 d i c e m b r e 2 0 1 5 P a g. 1 C i r c o l a r e d e l 1 7 d i c e m b r e 2 0 1 5 P a g. 1 Circolare Numero 33/2015 Oggetto Sommario Contributi per la valorizzazione all estero dei marchi italiani ( Bando Marchi +2 MISE ). Con l Avviso

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO In conformità alle Disposizioni in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari

FOGLIO INFORMATIVO In conformità alle Disposizioni in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari FOGLIO INFORMATIVO In conformità alle Disposizioni in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari PROGETTO FACILITO GIOVANI E INNOVAZIONE SOCIALE Finalità Gli obiettivi specifici

Dettagli

Toscana: Insediamento giovani agricoltori Misura 112 PSR 2007-2013 - Pacchetto Giovani

Toscana: Insediamento giovani agricoltori Misura 112 PSR 2007-2013 - Pacchetto Giovani Toscana: Insediamento giovani agricoltori Misura 112 PSR 2007-2013 - Pacchetto Giovani Descrizione In breve La misura è finalizzata a favorire l occupazione e il ricambio generazionale nel settore agricolo.

Dettagli

5. PROCEDURE. PEC innovazione-ricerca@cert.regione.piemonte.it

5. PROCEDURE. PEC innovazione-ricerca@cert.regione.piemonte.it 5. PROCEDURE Le gestione del bando, che comprende le attività di ricezione e istruttoria delle domande, concessione e revoca delle agevolazioni, controllo degli interventi realizzati, è affidata alla Direzione

Dettagli

Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA

Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA Invitalia: mission e obiettivi Invitalia è l Agenzia del Governo che ha l obiettivo di contribuire ad accrescere la competitività

Dettagli

BANDO IMPRENDITORIA INNOVATIVA 2014

BANDO IMPRENDITORIA INNOVATIVA 2014 BANDO IMPRENDITORIA INNOVATIVA 2014 PREMESSE MagVenezia e Consorzio Finanza Solidale realizzano da oltre 20 anni sul territorio del veneziano un attività finanziaria a sostegno dello sviluppo dell imprenditoria

Dettagli

BIOTECNOMED memorandum su strumenti ed incentivi per la valorizzazione della proprietà intellettuale

BIOTECNOMED memorandum su strumenti ed incentivi per la valorizzazione della proprietà intellettuale BIOTECNOMED memorandum su strumenti ed incentivi per la valorizzazione della proprietà intellettuale 1 - Premi per la brevettazione Invitalia, per conto del MiSE, sostiene la valorizzazione economica dei

Dettagli

CITTA DI TORINO DIVISIONE LAVORO, FORMAZIONE PROFESSIONALE E SVILUPPO ECONOMICO SETTORE SVILUPPO ECONOMICO PROGETTO ACCEDO - NIZZA

CITTA DI TORINO DIVISIONE LAVORO, FORMAZIONE PROFESSIONALE E SVILUPPO ECONOMICO SETTORE SVILUPPO ECONOMICO PROGETTO ACCEDO - NIZZA CITTA DI TORINO DIVISIONE LAVORO, FORMAZIONE PROFESSIONALE E SVILUPPO ECONOMICO SETTORE SVILUPPO ECONOMICO PROGETTO ACCEDO - NIZZA AVVISO PUBBLICO PER LA PARTECIPAZIONE AL PROGETTO ACCEDO-NIZZA 1) DEFINIZIONE

Dettagli

DOTE LAVORO SOSTEGNO ALL OCCUPAZIONE DI DISABILI PSICHICI IN COOPERATIVE SOCIALI DI TIPO B AVVISO PUBBLICO

DOTE LAVORO SOSTEGNO ALL OCCUPAZIONE DI DISABILI PSICHICI IN COOPERATIVE SOCIALI DI TIPO B AVVISO PUBBLICO Settore Lavoro, Istruzione, Politiche Sociali PIANO PROVINCIALE PER IL SOSTEGNO E L INSERIMENTO LAVORATIVO DELLE PERSONE DISABILI ANNUALITA 2011-2012 DOTE LAVORO SOSTEGNO ALL OCCUPAZIONE DI DISABILI PSICHICI

Dettagli

INVITALIA (ex Sviluppo Italia) www.invitalia.it

INVITALIA (ex Sviluppo Italia) www.invitalia.it INVITALIA (ex Sviluppo Italia) www.invitalia.it La legge che agevola l Autoimpiego (D.L. n. 185/2000 - Titolo II) costituisce il principale strumento di sostegno alla realizzazione e all avvio di piccole

Dettagli

PREMIO. AGRIstart up. I edizione 2011. Regolamento

PREMIO. AGRIstart up. I edizione 2011. Regolamento PREMIO AGRIstart up I edizione 2011 Regolamento ART. 1 - DEFINIZIONE E OBIETTIVI DELL INIZIATIVA Il Premio AgriStart Up (di seguito il Premio ), promosso e organizzato da Agriventure S.p.A, è una competizione

Dettagli

Ai fini dell ammissibilità al contributo, le spese rendicontate dovranno: a) essere pagate a mezzo di bonifico bancario;

Ai fini dell ammissibilità al contributo, le spese rendicontate dovranno: a) essere pagate a mezzo di bonifico bancario; BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA PREVENZIONE ANTISISMICA, LA SICUREZZA E LA TUTELA DELLA SALUTE NEGLI AMBIENTI DI LAVORO. Periodo di apertura per la presentazione delle domande telematiche:

Dettagli

FONDO DI GARANZIA PER L IMPIANTISTICA SPORTIVA EX LEGE 289/2002, ARTICOLO 90, COMMA 12 E SUCCESSIVE MODIFICHE ED INTEGRAZIONI CRITERI DI GESTIONE

FONDO DI GARANZIA PER L IMPIANTISTICA SPORTIVA EX LEGE 289/2002, ARTICOLO 90, COMMA 12 E SUCCESSIVE MODIFICHE ED INTEGRAZIONI CRITERI DI GESTIONE FONDO DI GARANZIA PER L IMPIANTISTICA SPORTIVA EX LEGE 289/2002, ARTICOLO 90, COMMA 12 E SUCCESSIVE MODIFICHE ED INTEGRAZIONI CRITERI DI GESTIONE Definizioni Ai fini di quanto disciplinato dai presenti

Dettagli

Il Fondo di Garanzia per le PMI

Il Fondo di Garanzia per le PMI Il Fondo di Garanzia per le PMI Sezione Speciale Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per le Pari Opportunità L assistenza alla Sezione Speciale per le Imprese Femminili Silvia Lorenzini

Dettagli

BONUS ENERGIA ELETTRICA

BONUS ENERGIA ELETTRICA BONUS ENERGIA ELETTRICA PER I CITTADINI RESIDENTI NEL COMUNE DI CASALE SUL SILE Dal 1^ Gennaio 2009 tutti i Cittadini italiani e stranieri residenti nel Comune di Casale sul Sile potranno richiedere il

Dettagli

Avviso pubblico. importo finanziabile minimo 5.000,00 massimo 20.000,00 pari a IRS 5y + 3,10 punti

Avviso pubblico. importo finanziabile minimo 5.000,00 massimo 20.000,00 pari a IRS 5y + 3,10 punti Avviso pubblico Finanziamenti a favore delle imprese commerciali, artigianali ed agricole con sede nel Comune di Vignola (Determinazione dirigenziale n. 174 del 18.4.2011) 1. Premessa Il Comune di Vignola,

Dettagli

Nome e cognome del Cliente a cui è stato consegnato il presente foglio informativo:

Nome e cognome del Cliente a cui è stato consegnato il presente foglio informativo: Trasparenza delle operazioni e dei servizi finanziari (D.Lgs. n. 385 del 1/9/93 e s.m.i. Delibera CICR del 4/3/2003 Disposizioni Governatore Banca d Italia del 25/7/03) Foglio informativo n. 2 (aggiornato

Dettagli

FONDO SVILUPPO E COESIONE

FONDO SVILUPPO E COESIONE FONDO SVILUPPO E COESIONE (FSC) 2000/06 e 2007/13 Interventi per l incremento e la stabilizzazione dell occupazione attraverso la ricerca, la creazione lo sviluppo di unità produttive e le start up innovative

Dettagli

100 milioni di euro per i nuovi bandi

100 milioni di euro per i nuovi bandi Seminario - Lamezia Terme - venerdì 28 gennaio 2011 100 milioni di euro per i nuovi bandi Misure 1.2.1 e 1.2.3 Miglioramento della competitività del settore agricolo e forestale BANDI 121-123 ISTRUZIONI

Dettagli

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE 1 aprile 2014 1 PREMESSA Il Consorzio camerale per il credito e la finanza, in accordo con Unioncamere Lombardia, intende individuare professionalità da

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SU MICROFINANZIAMENTI CONCESSI DA BANCHE

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SU MICROFINANZIAMENTI CONCESSI DA BANCHE BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SU MICROFINANZIAMENTI CONCESSI DA BANCHE 1 BANDO DI CONCORSO Art. 1- Premessa la Camera di Commercio I.A.A. di Cosenza, nell ambito delle iniziative

Dettagli

FAQ Avviso Pubblico per il sostegno alla creazione di microimprese innovative (di seguito Talent Lab - startup )

FAQ Avviso Pubblico per il sostegno alla creazione di microimprese innovative (di seguito Talent Lab - startup ) FAQ Avviso Pubblico per il sostegno alla creazione di microimprese innovative (di seguito Talent Lab - startup ) Aggiornamento al 10 gennaio 2014 CHI PUÒ RICHIEDERE LE AGEVOLAZIONI Chi può presentare domanda

Dettagli

Servizi di - Informazione e orientamento. sul mettersi in proprio e sullo sviluppo delle imprese. - Formazione - Credito

Servizi di - Informazione e orientamento. sul mettersi in proprio e sullo sviluppo delle imprese. - Formazione - Credito 2009 per immigrati di Milano e provincia Servizi di - Informazione e orientamento sul mettersi in proprio e sullo sviluppo delle imprese - Formazione - Credito ASIIM - Associazione per lo Sviluppo dell

Dettagli

Con la circolare del Ministero dello Sviluppo Economico n. 68032 del 10 dicembre 2014

Con la circolare del Ministero dello Sviluppo Economico n. 68032 del 10 dicembre 2014 APERTURA DOMANDE SMART ET START ON LINE Con la circolare del Ministero dello Sviluppo Economico n. 68032 del 10 dicembre 2014 sono stati definiti gli aspetti rilevanti per l accesso alle agevolazioni ed

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LO START UP

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LO START UP METTERSI IN PROPRIO A CREMONA BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LO START UP Approvato con deliberazione n. 137 del 18/09/2014 Pubblicato in data 7 Ottobre 2014 1 Obiettivi, finalità e ambiti di

Dettagli

Dall Idea all Impresa REGOLAMENTO

Dall Idea all Impresa REGOLAMENTO Dall Idea all Impresa REGOLAMENTO Titolo: DALL IDEA ALL IMPRESA Iniziativa per il sostegno alla nascita e alla crescita di nuove realtà imprenditoriali REGOLAMENTO ART. 1 OGGETTO E FINALITA Il Gruppo Giovani

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI FINALIZZATI A FAVORIRE L ACCESSO AL CREDITO DELLE IMPRESE DELLA PROVINCIA di PARMA ANNUALITA 2015

LINEE GUIDA PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI FINALIZZATI A FAVORIRE L ACCESSO AL CREDITO DELLE IMPRESE DELLA PROVINCIA di PARMA ANNUALITA 2015 LINEE GUIDA PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI FINALIZZATI A FAVORIRE L ACCESSO AL CREDITO DELLE IMPRESE DELLA PROVINCIA di PARMA ANNUALITA 2015 ART. 1 - FINALITA E DESTINATARI La Camera di commercio di

Dettagli

Allegato n. 1. Manuale di Gestione della misura Autoimpiego destinata ai beneficiari del Reddito di cittadinanza

Allegato n. 1. Manuale di Gestione della misura Autoimpiego destinata ai beneficiari del Reddito di cittadinanza Allegato n. 1 Manuale di Gestione della misura Autoimpiego destinata ai beneficiari del Reddito di cittadinanza Paragrafo. 1 Definizioni Nel presente Documento, l espressione: a) «Autoimpiego» indica lo

Dettagli

BANDO CONFIDI 2010 per il sostegno ai costi d esercizio dei Confidi aderenti alla Federazione Unionfidi Italiana

BANDO CONFIDI 2010 per il sostegno ai costi d esercizio dei Confidi aderenti alla Federazione Unionfidi Italiana Confederazione Autonoma Italiana del Commercio, del Turismo, dei Servizi, delle Professioni e delle Piccole e Medie Imprese BANDO CONFIDI 2010 per il sostegno ai costi d esercizio dei Confidi aderenti

Dettagli

1.1 Come si presenta una domanda?... 3. 1.2 E previsto un termine per la presentazione delle domande?... 3

1.1 Come si presenta una domanda?... 3. 1.2 E previsto un termine per la presentazione delle domande?... 3 INDICE 1. COME PRESENTARE DOMANDA... 3 1.1 Come si presenta una domanda?... 3 1.2 E previsto un termine per la presentazione delle domande?... 3 1.3 Quali sono i documenti obbligatori da allegare alla

Dettagli

F.A.Q. MISURA 5 TIROCINI EXTRA-CURRICULARE, ANCHE IN MOBILITÀ GEOGRAFICA

F.A.Q. MISURA 5 TIROCINI EXTRA-CURRICULARE, ANCHE IN MOBILITÀ GEOGRAFICA F.A.Q. MISURA 5 TIROCINI EXTRA-CURRICULARE, ANCHE IN MOBILITÀ GEOGRAFICA YOUTH GUARANTEE - REGIONE CALABRIA FAQ CONCERNENTI LE PROCEDURE PER LA PARTECIPAZIONE ALLA MISURA 5 TIROCINI EXTRA- CURRICULARE

Dettagli

Bando per il sostegno alla brevettazione europea ed internazionale da parte di PMI della provincia di Mantova

Bando per il sostegno alla brevettazione europea ed internazionale da parte di PMI della provincia di Mantova Provincia di Mantova Bando per il sostegno alla brevettazione europea ed internazionale da parte di PMI della provincia di Mantova ART.1 FINALITA La Provincia di Mantova e la Camera di Commercio di Mantova

Dettagli

Voucher CooperAttive!

Voucher CooperAttive! bando Voucher CooperAttive! per l acquisto di servizi di assistenza destinati allo sviluppo delle società cooperative Sviluppo Aziendale Check-up Economico Finanziario Riorganizzazione Responsabilita Sociale

Dettagli

Bando START-UP. venture

Bando START-UP. venture Bando START-UP venture INDICE interattivo 1. FINALITÀ DELL INTERVENTO 2. DOTAZIONE FINANZIARIA 3. AMBITI DI INTERVENTO 4. SOGGETTI BENEFICIARI 5. PRIMA FASE 5.1 AZIONE A - corso di formazione per la pianificazione

Dettagli

l'accesso al lavoro, alla vita sociale, alla fruizione di strumenti o servizi da parte di coloro che oggi il mercato esclude;

l'accesso al lavoro, alla vita sociale, alla fruizione di strumenti o servizi da parte di coloro che oggi il mercato esclude; BANDO DI SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL FONDO DI GARANZIA PER IL MICROCREDITO COSTITUITO DALL OPERA PIA MONTE DI PIETA E CONFIDENZE DI MOLFETTA A FAVORE DI PERMICRO 1 PARTNER FINANZIARIO DELL INIZIATIVA

Dettagli

Bando. per la DIFFUSIONE di STRUMENTI di MARKETING DIGITALE. nelle micro e piccole imprese di Milano e provincia

Bando. per la DIFFUSIONE di STRUMENTI di MARKETING DIGITALE. nelle micro e piccole imprese di Milano e provincia Bando per la DIFFUSIONE di STRUMENTI di MARKETING DIGITALE nelle micro e piccole imprese di Milano e provincia INDICE 1. FINALITÀ 2. FORNITORI 3. DOTAZIONE FINANZIARIA 4. SOGGETTI BENEFICIARI 5. AMBITI

Dettagli

Fondo Ingenium REGISTRATION FORM Richiedente (da compilare in caso d imprese non ancora costituite)

Fondo Ingenium REGISTRATION FORM Richiedente (da compilare in caso d imprese non ancora costituite) 1 Cognome e nome Luogo e data di nascita Fondo Ingenium REGISTRATION FORM Richiedente (da compilare in caso d imprese non ancora costituite) Residenza (specificare l indirizzo) Telefono/Fax Indirizzo e-mail

Dettagli

Circolare N. 152 del 3 Novembre 2015

Circolare N. 152 del 3 Novembre 2015 Circolare N. 152 del 3 Novembre 2015 Formazione professionale settore autotrasporto: prorogata al 20 novembre 2015 la data di presentazione della domanda Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla

Dettagli

PREMIO in Memoria di Carlo Rossini Concorso per la migliore idea imprenditoriale

PREMIO in Memoria di Carlo Rossini Concorso per la migliore idea imprenditoriale PREMIO in Memoria di Carlo Rossini Concorso per la migliore idea imprenditoriale 1^ EDIZIONE Premessa La BCC dell Alta Brianza - Alzate Brianza Via IV Novembre 549 istituisce il primo concorso per la migliore

Dettagli

Nuovi incentivi ISI INAIL

Nuovi incentivi ISI INAIL Per una migliore qualità della vita Nuovi incentivi ISI INAIL IL BANDO ISI INAIL 2013 PER INTERVENTI DA AVVIARE NELL ANNO 2014 FINANZIATA ANCHE LA CERTIFICAZIONE BS OHSAS 18001 Il bando ISI INAIL 2013

Dettagli

BS OHSAS 18001 IL BANDO ISI INAIL 2012

BS OHSAS 18001 IL BANDO ISI INAIL 2012 NUOVI INCENTIVI INAIL FINANZIATA ANCHE LA CERTIFICAZIONE BS OHSAS 18001 IL BANDO ISI INAIL 2012 PER INTERVENTI DA AVVIARE NELL ANNO 2013 Pescantina : 28/01/2013 Sede legale ed amministrativa: via Vivaldi,

Dettagli

Dote Sport. Le risorse finanziarie destinate alla Dote Junior non potranno andare a compensare fabbisogni relativi alla Dote Teen e viceversa.

Dote Sport. Le risorse finanziarie destinate alla Dote Junior non potranno andare a compensare fabbisogni relativi alla Dote Teen e viceversa. Dote Sport Con D.G.R. X/3731 del 19 giugno 2015 sono stati approvati i criteri e le modalità per l assegnazione della Dote Sport, misura prevista dall art. 5 della l.r. 1 ottobre 2014, n. 26 che intende

Dettagli

Chi può presentare la domanda

Chi può presentare la domanda BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER FAVORIRE LA CRESCITA DELLE IMPRESE SUI MERCATI INTERNAZIONALI II QUADRIMESTRE 2014 AFRQ2/14 La Camera di Commercio di Frosinone, attraverso ASPIN, Azienda Speciale

Dettagli

4, 1 13 2015, 273 COMMERCIO ELETTRONICO

4, 1 13 2015, 273 COMMERCIO ELETTRONICO Circolare recante le modalità di presentazione delle domande per l attribuzione del credito d imposta per la realizzazione e l ampliamento di infrastrutture informatiche di cui all articolo 4, comma 1

Dettagli

Percorso Executive Leadership Situazionale e Riflessiva

Percorso Executive Leadership Situazionale e Riflessiva Percorso Executive Leadership Situazionale e Riflessiva Gestire e motivare i gruppi di lavoro INTERAMENTE FINANZIATO DA: Nell ambito delle opportunità formative messe a disposizione da Fondirigenti, La

Dettagli

I sottoscritti: a) (Impresa proponente) . nato a il.., in qualità di.. legale. rappresentante della società. con sede legale in - Via

I sottoscritti: a) (Impresa proponente) . nato a il.., in qualità di.. legale. rappresentante della società. con sede legale in - Via INTERVENTI A FAVORE DELLE PMI E DEGLI ORGANISMI DI RICERCA - SPORTELLO DELL'INNOVAZIONE ALLEGATO A - CONTENUTI RICHIESTI NELL'ATTO FORMALIZZAZIONE DEL PARTNERIATO I sottoscritti: a) (Impresa proponente).

Dettagli

POR FESR 2007-2013 ASSE VI COMPETITIVITA

POR FESR 2007-2013 ASSE VI COMPETITIVITA POR FESR 2007-2013 ASSE VI COMPETITIVITA COSTITUZIONE DI UN FONDO DI VENTURE CAPITAL (SEED CAPITAL, START UP CAPITALE E EXPANSION CAPITAL) PERL INVESTIMENTO IN IMPRESE INNOVATIVE Legge Regionale 29 maggio

Dettagli

PROGRAMMA P.A.R.I. INVITO A MANIFESTARE INTERESSE DIRETTO AI DATORI DI LAVORO

PROGRAMMA P.A.R.I. INVITO A MANIFESTARE INTERESSE DIRETTO AI DATORI DI LAVORO ALLEGATO A PROGRAMMA P.A.R.I. INVITO A MANIFESTARE INTERESSE DIRETTO AI DATORI DI LAVORO 1. FINALITA La Provincia del Medio Campidano, d intesa con l Assessorato Regionale al Lavoro, Formazione Professionale,

Dettagli

BANDO. per la presentazione. di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2014

BANDO. per la presentazione. di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2014 BANDO per la presentazione di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2014 BANDO per la presentazione di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2014 Pagina 1 di 8 1 Chi può presentare

Dettagli

Gli obiettivi del progetto sono dunque molteplici: favorire la diffusione della cultura imprenditoriale dei ricercatori, in modo che la

Gli obiettivi del progetto sono dunque molteplici: favorire la diffusione della cultura imprenditoriale dei ricercatori, in modo che la REGIONE PIEMONTE BOLLETTINO UFFICALE N. 40 DEL 8/10/2009 Finpiemonte S.p.A. - Torino Avviso ad evidenza pubblica - Progetto Sovvenzione Globale "Percorsi integrati per la creazione di imprese innovative

Dettagli

P.O. FESR Puglia 2007-2013 ASSE VI INVESTIAMO NEL VOSTRO FUTURO. pugliasviluppo. Puglia Sviluppo S.p.A. Azionista Unico Regione Puglia

P.O. FESR Puglia 2007-2013 ASSE VI INVESTIAMO NEL VOSTRO FUTURO. pugliasviluppo. Puglia Sviluppo S.p.A. Azionista Unico Regione Puglia P.O. FESR Puglia 2007-2013 ASSE VI UNIONE EUROPEA FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE INVESTIAMO NEL VOSTRO FUTURO REGIONE PUGLIA AREA POLITICHE PER LO SVILUPPO ECONOMICO, IL LAVORO E L INNOVAZIONE SERVIZIO

Dettagli