Linee Guida per la manutenzione e la verifica degli Impianti Termici

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Linee Guida per la manutenzione e la verifica degli Impianti Termici"

Transcript

1 MULTISS multiservizisassari Codice 723A00A Rev. #5 del 10/09/2012 S.p.A. Servizio di esercizio e manutenzione impianti termici Linee Guida per la manutenzione e la verifica degli Impianti Termici

2 Con I' entrata in vigore del DPR n. 74 del 16 Aprile 2013, le Regioni e le Provincie Autonome italiane, sono obbligate ad effettuare i controlli di sicurezza e di efficienza energetica sugli impianti termici presenti nel territorio di loro competenza. La verifica deve essere effettuata su tutti gli impianti di riscaldamento con potenza termica utile nominale o superiore ai 10 kw e su tutti gli impianti di climatizzazione estiva di potenza termica utile nominale superiore ai 12 kw. Tali verifiche verranno eseguite dai verificatori dell' Ente. Mantenere il proprio impianto di climatizzazione sempre efficiente ed in regola è importante sia ai fini della sicurezza che della tutela dell'ambiente. Infatti, effettuando periodicamente le verifiche di efficienza energetica si consegue una riduzione significativa dei consumi di combustibile e dell'inquinamento atmosferico. Nelle città italiane l'inquinamento dovuto agli impianti di climatizzazione è secondo solo a quello del traffico veicolare. Da chi e ogni quanto tempo si deve far eseguire la manutenzione? Tutti i proprietari, occupanti di un alloggio, amministratori di condominio nel caso di impianti centralizzati, sono responsabili dell'impianto termico e di climatizzazione; qualora la potenza utile di tali impianti rientri nei limiti precedentemente indicati, sono obbligati per legge a far eseguire le operazioni di manutenzione e le analisi di combustione. Le operazioni di controllo e l'eventuale manutenzione dell'impianto devono essere eseguite da ditte abilitate ai sensi del decreto del Ministro dello Sviluppo Economico del 22 gennaio 2008, n. 37, regolarmente iscritti alla camera di commercio provinciale 2

3 Le operazioni di controllo e manutenzione devono essere eseguite nel modo e negli intervalli di tempo riportati nelle istruzioni tecniche per "l'uso e manutenzione" della casa produttrice consegnate al momento dell'istallazione. In assenza di copia delle istruzioni tecniche relative allo specifico modello di apparecchio, le manutenzioni devono essere effettuate almeno con le seguenti cadenze temporali: Tipo di Impianto Potenza [kw] Tipo Combustibile Intervallo di Manutenzi one Analisi di Combustione Impianti con generatore di calore a Fiamma Qualunque Liquido o solido Annuale Annuale P < 35 Gassoso Annuale Biennale 35 <P< 350 Gassoso Annuale Annuale P > 350 Qualunque Annuale 2 per anno Impianti di climatizzazione estiva P> 12 / Annuale / Al termine delle operazioni di manutenzione, il tecnico redige e sottoscrive il rapporto di controllo, in cui sono riportate le operazioni effettuate, le eventuali anomalie rilevate e gli interventi finalizzati ad eliminarle. Una copia del rapporto è conservata dal responsabile dell'impianto, ed è parte integrante del "libretto di impianto" (o "libretto di centrale" se impianto P>35 kw), l'altra deve essere inviata, a cura del manutentore, alla Provincia di Sassari per via telematica. 3

4 Da chi e quando viene rilasciato Bollino? Il tecnico abilitato (secondo il D.M. 37/2008), una volta effettuate le operazioni di controllo e accertata la rispondenza alle norma vigente, appone il bollino sul libretto di impianto o di centrale. Il bollino presenta il vantaggio di non dover pagare il costo dell'eventuale ispezione da parte della Provincia di Sassari, che la normativa vuole a carico dell'utente (art.31 comma 3 della Legge n 10/1991). Potenza [kw] Importo bollino [ ] Validità temporale [anni] P < < P < <P< P > Per gli impianti di potenza termica utile nominale compresa tra 10 kw e 100 kw, alimentati a gas metano o gpl e per gli impianti di climatizzazione estiva di potenza termica utile nominale compresa tra 12 e 100 kw l'accertamento del rapporto di controllo di efficienza energetica inviato dal manutentore o terzo responsabile é ritenuto sostitutivo dell'ispezione. La dichiarazione di avvenuto controllo dell'impianto tramite spedizione del rapporto di controllo e il connesso pagamento del contributo devono esentano il cittadino da ulteriori oneri in caso di ispezione a campione. 4

5 In caso di ispezione dell'impianto, qualora non venga riscontrata la regolarità nella trasmissione del rapporto di controllo e del pagamento del relativo contributo, il costo dell'ispezione andrà a carico del responsabile dell'impianto. Sono esclusi dai controlli: stufe, caminetti, radiatori individuali e scaldacqua unifamiliari con potenza inferiore a 10 kw, inoltre si escludono gli impianti di climatizzazione estiva con potenza inferiore ai 12 kw. Per gli impianti privi di bollino, gli importi della verifica ispettiva sono i seguenti: Potenza [kw] Importo bollino [ ] P < < P < <P< P > Verrà richiesto un supplemento compreso tra i 40 e 60 per ogni generatore aggiunto in centrale di cui non è stata effettuata la corretta manutenzione o non siano pervenuti i pagamenti dei rispettivi contributi. Se il controllo da parte dell' Ente Incaricato non dovesse aver luogo a causa di rifiuto o assenza ingiustificata da parte del responsabile d'impianto, il successivo controllo sarà maggiorato del 50%. 5

6 Modalità del controllo ispettivo La visita ispettiva viene comunicata dalla Provincia di Sassari, mediante apposita raccomandata A.R., su cui sarà indicata la data e l'ora dell'ispezione. Durante la visita, l'ispettore (munito di tesserino di riconoscimento) prende visione di: Libretto di impianto (per impianti di potenza inferiore a Pf < 35 kw) o libretto di centrale (per impianti di potenza Pf > 35 kw), aggiornati e completi di tutti gli allegati; Manuale d'uso e di manutenzione della caldaia (per impianti di potenza inferiore a Pf<35 kw), della caldaia e bruciatore (per impianti di potenza Pf > 35 kw); Libretto matricolare INAIL (ex ISPESL) per gli impianti ad acqua calda di potenza Pf > 35 kw; Certificato di prevenzione incendi per impianti di potenza Pf > 116 kw; I risultati dei controlli sono riportati sul verbale redatto dall'ispettore, una copia viene rilasciata all'utente. Nel caso in cui venisse riscontrata la non conformità dell' Impianto alle normative vigenti, sarà inviata, al responsabile dell'impianto termico, una comunicazione in cui saranno riportate le anomalie riscontrate e il tempo utile per l'adeguamento. Qualora vengano evidenziate anomalie riguardanti la sicurezza e l'incolumità pubblica, il manutentore o il responsabile dell'impianto devono darne immediata comunicazione immediata alla Provincia di Sassari che emetterà una diffida all'esercizio dell'impianto 6

7 Riassumendo: 1. MANUTENZIONE Il responsabile dell'impianto di riscaldamento e climatizzazione ha l'obbligo, per legge, di far eseguire la manutenzione con regolarità da una ditta abilitata (DM 37/2008) che al termine delle operazioni di controllo tecnico rilascia un rapporto. 2. BOLLINO La ditta al termine delle operazioni di manutenzione, qualora non ci siano difetti, applica un bollino nel libretto dell'impianto e si impegna ad inviare il rapporto di controllo all' Ente Incaricato. 3. CONTROLLO L'Ente Incaricato effettua le visite di ispezione, queste saranno gratuite qualora si riscontri il bollino, saranno a pagamento nei restanti casi. Consigli utili per risparmiare e non inquinare. Le spese dovute al riscaldamento, possono essere ulteriormente ridotte con una regolare manutenzione dell'impianto. Andando a migliorare le prestazioni, si garantisce un risparmio del 10% sui consumi di combustibile. Ulteriori risparmi si ottengono con alcune scelte quotidiane: Mantenendo una temperatura interna alla casa di 20 C, considerando che per ogni grado in meno di temperatura si risparmia circa il 10% sulle spese di riscaldamento; Applicando le valvole termostatiche sui corpi radianti, si può risparmiare fino al 20%. 7

per la verifica dello stato di manutenzione ed esercizio degli impianti termici da parte degli Enti locali competenti

per la verifica dello stato di manutenzione ed esercizio degli impianti termici da parte degli Enti locali competenti Linee Guida per la verifica dello stato di manutenzione ed esercizio degli impianti termici da parte degli Enti locali competenti RICORDATI DI CHIEDERE AL TUO MANUTENTORE DI APPLICARE IL BOLLINO Provincia

Dettagli

1. QUALI IMPIANTI SONO SOGGETTI A CONTROLLO DI EFFICIENZA ENERGETICA?

1. QUALI IMPIANTI SONO SOGGETTI A CONTROLLO DI EFFICIENZA ENERGETICA? 1. QUALI IMPIANTI SONO SOGGETTI A CONTROLLO DI EFFICIENZA ENERGETICA? Tab. 1 - Impianti soggetti a controllo di efficienza energetica In base a quanto stabilito dal D.P.R. del 16 aprile 2013 n.74 ss.mm.ii,

Dettagli

Domande e risposte sulla legge 10/91

Domande e risposte sulla legge 10/91 Domande e risposte sulla legge 10/91 Di cosa si occupa la legge 10/91? La legge 10/91 contiene le norme per l attuazione del piano energetico nazionale in materia di uso razionale dell energia, di risparmio

Dettagli

INFORMATIVA PER L ESERCIZIO, LA CONDUZIONE, IL CONTROLLO, LA MANUTENZIONE ED ISPEZIONE, DEGLI IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE ESTIVA ED INVERNALE

INFORMATIVA PER L ESERCIZIO, LA CONDUZIONE, IL CONTROLLO, LA MANUTENZIONE ED ISPEZIONE, DEGLI IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE ESTIVA ED INVERNALE INFORMATIVA PER L ESERCIZIO, LA CONDUZIONE, IL CONTROLLO, LA MANUTENZIONE ED ISPEZIONE, DEGLI IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE ESTIVA ED INVERNALE Stagione termica 2014-2015 Il D.P.R. n 74 del 2013 ha definito

Dettagli

D.P.R. n. 74/2013. Impianti termici: Esercizio e manutenzione; Controlli di efficienza energetica; Accertamenti ed ispezioni

D.P.R. n. 74/2013. Impianti termici: Esercizio e manutenzione; Controlli di efficienza energetica; Accertamenti ed ispezioni D.P.R. n. 74/2013 Impianti termici: Esercizio e manutenzione; Controlli di efficienza energetica; Accertamenti ed ispezioni Domenico Prisinzano ENEA CCEI Sicilia Milano, 03 giugno 2014 Ing. Domenico Prisinzano

Dettagli

LE MANUTENZIONI E I CONTROLLI DEGLI IMPIANTI TERMICI

LE MANUTENZIONI E I CONTROLLI DEGLI IMPIANTI TERMICI LE MANUTENZIONI E I CONTROLLI DEGLI IMPIANTI TERMICI Perche fare i controlli? RISPARMIO ENERGETICO Un impianto termico più efficiente consuma meno combustibile a parità di calore prodotto. RISPARMIO ECONOMICO

Dettagli

REGOLAMENTO PROVINCIALE PER L'ESECUZIONE DELLE ISPEZIONI SUGLI IMPIANTI TERMICI E SUI SISTEMI DI CONDIZIONAMENTO D ARIA

REGOLAMENTO PROVINCIALE PER L'ESECUZIONE DELLE ISPEZIONI SUGLI IMPIANTI TERMICI E SUI SISTEMI DI CONDIZIONAMENTO D ARIA REGOLAMENTO PROVINCIALE PER L'ESECUZIONE DELLE ISPEZIONI SUGLI IMPIANTI TERMICI E SUI SISTEMI DI CONDIZIONAMENTO D ARIA APPROVATO DAL CONSIGLIO PROVINCIALE IN DATA 1 DICEMBRE 2009 1 Art. 1 - Oggetto -

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO-URBINO

PROVINCIA DI PESARO-URBINO PROVINCIA DI PESARO-URBINO SERVIZIO 4.3.4 PREVENZIONE INQUINAMENTO ATMOSFERICO REGOLAMENTO PER L ESECUZIONE DELLE ATTIVITA DI ACCERTAMENTO ED ISPEZIONE DEL RENDIMENTO DI COMBUSTIONE E DELLO STATO DI ESERCIZIO

Dettagli

DPR 74/2013 Manutenzione impianti Termici: Quali Modifiche? Qual è lo stato di avanzamento?

DPR 74/2013 Manutenzione impianti Termici: Quali Modifiche? Qual è lo stato di avanzamento? DPR 74/2013 Manutenzione impianti Termici: Quali Modifiche? Qual è lo stato di avanzamento? Software Bollino Virtuale Cosa è? Come iniziare ad utilizzarlo? SEVAS s.r.l. nell ambito del corso Aggiornamento

Dettagli

Vademecum per i cittadini

Vademecum per i cittadini Impianti termici degli edifici Esercizio, controllo e manutenzione, accertamenti ed ispezioni nella Regione Marche. (Legge Regionale 20 aprile 2015, n. 19) Vademecum per i cittadini IMPIANTO TERMICO L

Dettagli

Comune di Corato (Prov. di Bari) Regolamento Comunale Per Le Verifiche degli Impianti Termici (L.10/91 DPR 412/93 DPR 551/99)

Comune di Corato (Prov. di Bari) Regolamento Comunale Per Le Verifiche degli Impianti Termici (L.10/91 DPR 412/93 DPR 551/99) Comune di Corato (Prov. di Bari) Regolamento Comunale Per Le Verifiche degli Impianti Termici (L.10/91 DPR 412/93 DPR 551/99) 1 Art.1 AMBITO DI APPLICAZIONE Il presente regolamento emanato per dare attuazione

Dettagli

Riscaldiamoci risparmiando...

Riscaldiamoci risparmiando... REGOLAMENTO/ MANUALE PER LA VERIFICA DEGLI IMPIANTI TERMICI Città di Scafati Città di Scafati GUIDA ALLA SICUREZZA E ALL EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI IMPIANTI TERMICI CAMPAGNA PER IL CONTROLLO OBBLIGATORIO

Dettagli

VADEMECUM PER I CITTADINI (versione aggiornata a Dicembre 2015)

VADEMECUM PER I CITTADINI (versione aggiornata a Dicembre 2015) Legge Regionale 20 aprile 2015, n. 19 Impianti termici degli edifici Esercizio, controllo e manutenzione, accertamenti ed ispezioni VADEMECUM PER I CITTADINI (versione aggiornata a Dicembre 2015) Impianti

Dettagli

LECCE CATEGORIA IMPIANTISTI IDRO-TERMO-SANITARI

LECCE CATEGORIA IMPIANTISTI IDRO-TERMO-SANITARI Lecce, 18 Dicembre 2013 Ai Sigg. Soci della Categoria Impiantisti Idro-termo-sanitari LORO SEDI Oggetto: Manutenzione verifiche impianti termici - Chiarimenti A seguito dell entrata in vigore, dal 12/7/2013,

Dettagli

REGOLAMENTO PROVINCIALE PER L'ESECUZIONE DELLE ISPEZIONI SUGLI IMPIANTI TERMICI E SUI SISTEMI DI CONDIZIONAMENTO D ARIA

REGOLAMENTO PROVINCIALE PER L'ESECUZIONE DELLE ISPEZIONI SUGLI IMPIANTI TERMICI E SUI SISTEMI DI CONDIZIONAMENTO D ARIA REGOLAMENTO PROVINCIALE PER L'ESECUZIONE DELLE ISPEZIONI SUGLI IMPIANTI TERMICI E SUI SISTEMI DI CONDIZIONAMENTO D ARIA Art. 1 Oggetto 1. Il presente Regolamento disciplina le procedure per l'effettuazione

Dettagli

Bollino Blu Caldaia. Manutenzione caldaie riscaldamento. . In Italia sono installate circa 19 milioni di caldaie per impianti autonomi e condominiali.

Bollino Blu Caldaia. Manutenzione caldaie riscaldamento. . In Italia sono installate circa 19 milioni di caldaie per impianti autonomi e condominiali. Note a cura dell'architetto Paolo Cortesi Socio ANACI 15831 uffici: via Bulgaria, 36-00196 Roma amministrazione: via di S. Maria dell'anima, 55-00186 Roma telefono: 06 393.66.577 - mobile: 335 611.33.77

Dettagli

In caso di nuova installazione - ristrutturazione - cambio dei generatori di calore:

In caso di nuova installazione - ristrutturazione - cambio dei generatori di calore: Normativa di riferimento L. 10/91 D.P.R. 412/93 D.P.R. 551/99 D.Lgs. 192/05 D.Lgs. 311/06 L.R. 24/06 D.G.R. n. 6033/07 Cos è un impianto termico Qualsiasi impianto di riscaldamento dotato di: Generatore

Dettagli

La tua caldaia fuma? FALLA SMETTERE! Lodirespira. Campagna per il controllo e la gestione degli impianti termici

La tua caldaia fuma? FALLA SMETTERE! Lodirespira. Campagna per il controllo e la gestione degli impianti termici Comune di Lodi La tua caldaia fuma? FALLA SMETTERE! Lodirespira Indice CAMPAGNA OBBLIGATORIA PER IL CONTROLLO E LA GESTIONE DEGLI IMPIANTI TERMICI A CHI E RIVOLTO QUESTO OPUSCOLO? 4 GLI IMPIANTI TERMICI,

Dettagli

Cosa fare per mettere in regola il proprio impianto

Cosa fare per mettere in regola il proprio impianto INFORMATIVA PER; L ESERCIZIO,CONDUZIONE, CONTROLLO, MANUTENZIONE E ISPEZIONE, DEGLI IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE ESTIVA ED INVERNALE. Stagione termica 2014-2015 La Provincia Regionale di Palermo oggi libero

Dettagli

CAMPAGNA DI AUTOCERTIFICAZIONE DELLA CALDAIA

CAMPAGNA DI AUTOCERTIFICAZIONE DELLA CALDAIA CAMPAGNA DI AUTOCERTIFICAZIONE DELLA CALDAIA C'è una nuova applicazione per la tua caldaia. Il Bollino Verde Una Guida per essere in regola con la legge, garantire la sicurezza e tutelare l'ambiente. Con

Dettagli

DIVISIONE ENERGIA. Disposizioni e criteri per l esercizio, il controllo, la manutenzione e l ispezione degli impianti termici

DIVISIONE ENERGIA. Disposizioni e criteri per l esercizio, il controllo, la manutenzione e l ispezione degli impianti termici DIVISIONE ENERGIA Disposizioni e criteri per l esercizio, il controllo, la manutenzione e l ispezione degli impianti termici Disposizioni e criteri per l esercizio, il controllo, la manutenzione e l ispezione

Dettagli

INFORMAZIONI PER I CITTADINI

INFORMAZIONI PER I CITTADINI 1 INDICE Pagina Informazioni per i cittadini: Campagna di controllo degli impianti termici... 3 Cosa si intende per impianto termico... 4 Responsabile dell impianto termico... 4 Il Libretto di Impianto

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO-URBINO

PROVINCIA DI PESARO-URBINO PROVINCIA DI PESARO-URBINO SERVIZIO 4.3.4 PREVENZIONE INQUINAMENTO ATMOSFERICO REGOLAMENTO PER L ESECUZIONE DEL CONTROLLO DI RENDIMENTO DI COMBUSTIONE E DELLO STATO DI ESERCIZIO E MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI

Dettagli

D.P.R. 16 aprile 2013, n. 74

D.P.R. 16 aprile 2013, n. 74 Il NUOVO libretto di centrale. Quali sono gli adempimenti a carico dell amministratore condominiale e quali a carico del manutentore della centrale termica. D.P.R. 16 aprile 2013, n. 74 D.M. 10 febbraio

Dettagli

PER INSERTI, STUFE, MONOBLOCCHI E FOCOLARI ALIMENTATI A LEGNA E PELLET

PER INSERTI, STUFE, MONOBLOCCHI E FOCOLARI ALIMENTATI A LEGNA E PELLET NUOVO LIBRETTO DI IMPIANTO 2014 PER INSERTI, STUFE, MONOBLOCCHI E FOCOLARI ALIMENTATI A LEGNA E PELLET SECONDO IL D.M. DEL 10/02/2014 1 www.zetalinea.it 1. Cos è il libretto di impianto? E la carta di

Dettagli

Allegato B (alla Deliberazione di Consiglio Comunale n. 480 del 6.12.2004)

Allegato B (alla Deliberazione di Consiglio Comunale n. 480 del 6.12.2004) Allegato B (alla Deliberazione di Consiglio Comunale n. 480 del 6.12.2004) CITTA' DI PALERMO REGOLAMENTO PER IL CONTROLLO DEL RENDIMENTO DI COMBUSTIONE E DELLO STATO DI ESERCIZIO E MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI

Dettagli

Titolo I Principi. Art. 1 Oggetto del Regolamento

Titolo I Principi. Art. 1 Oggetto del Regolamento Premessa Il Comune di Taranto con l adozione del presente regolamento intende promuovere la qualità dell ambiente, l uso razionale dell energia, nonché la sicurezza degli impianti, attraverso un complesso

Dettagli

PROVINCIA DI UDINE UFFICIO CONTROLLO IMPIANTI TERMICI

PROVINCIA DI UDINE UFFICIO CONTROLLO IMPIANTI TERMICI PROVINCIA DI UDINE UFFICIO CONTROLLO IMPIANTI TERMICI Testo modificato dalla Giunta Provinciale nella seduta del 28 luglio 2008 con delibera n. 167 d ordine. REGOLAMENTO PER L ESECUZIONE DEL CONTROLLO

Dettagli

LIBRETTO DI IMPIANTO

LIBRETTO DI IMPIANTO 1 LIBRETTO DI IMPIANTO OBBLIGATORIO PER GLI IMPIANTI TERMICI CON POTENZA TERMICA DEL FOCOLARE NOMINALE INFERIORE A 35 kw (ART. 11, COMMA 9, DPR 26 AGOSTO 1993, N 412 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI) (Sono già

Dettagli

Circolare sulla applicazione del D.Lgs. 192/2005 in merito alla attività di manutenzione e controllo degli impianti termici civili

Circolare sulla applicazione del D.Lgs. 192/2005 in merito alla attività di manutenzione e controllo degli impianti termici civili Circolare sulla applicazione del D.Lgs. 192/2005 in merito alla attività di manutenzione e controllo degli impianti termici civili La situazione odierna Il decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 192 Attuazione

Dettagli

PROCEDURA DI CONTROLLO E MANUTENZIONE IMPIANTI TERMICI

PROCEDURA DI CONTROLLO E MANUTENZIONE IMPIANTI TERMICI Allegato B. PROCEDURA DI CONTROLLO E MANUTENZIONE IMPIANTI TERMICI I. AMBITO DI APPLICAZIONE Le presenti disposizioni disciplinano i seguenti temi: - attività di ispezione, da intendersi come interventi

Dettagli

Impianti termici: Ispezioni

Impianti termici: Ispezioni Impianti termici: Ispezioni Linee guida per il regolamento delle ispezioni degli impianti termici degli edifici ai sensi del D.P.R. n. 74/2013. Domenico Prisinzano Torino, 14 ottobre 2014 Esercizio e manutenzione

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA VERIFICA DEGLI IMPIANTI TERMICI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI MASSA (LEGGE n. 10/1991, DPR n. 412/1993, DPR n. 551/1999, D.LGS.

REGOLAMENTO PER LA VERIFICA DEGLI IMPIANTI TERMICI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI MASSA (LEGGE n. 10/1991, DPR n. 412/1993, DPR n. 551/1999, D.LGS. REGOLAMENTO PER LA VERIFICA DEGLI IMPIANTI TERMICI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI MASSA (LEGGE n. 10/1991, DPR n. 412/1993, DPR n. 551/1999, D.LGS. 192/05, D.LGS. 311/06) Approvato con delibera di C.C. n.

Dettagli

INDICE. All.1 Tempistica esemplificativa dei controlli sul rendimento di combustione degli impianti inferiori a 35 Kw

INDICE. All.1 Tempistica esemplificativa dei controlli sul rendimento di combustione degli impianti inferiori a 35 Kw COMUNE DI RAVENNA REGOLAMENTO PER L'ESECUZIONE DEL CON- TROLLO DEL RENDIMENTO DI COMBUSTIONE E DELLO STATO DI ESERCIZIO E MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI TERMICI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

E un impianto tecnologico destinato ai servizi di climatizzazione invernale o estiva degli ambienti, con o senza produzione di acqua calda sanitaria,

E un impianto tecnologico destinato ai servizi di climatizzazione invernale o estiva degli ambienti, con o senza produzione di acqua calda sanitaria, E un impianto tecnologico destinato ai servizi di climatizzazione invernale o estiva degli ambienti, con o senza produzione di acqua calda sanitaria, indipendentemente dal vettore energetico utilizzato

Dettagli

Disposizioni per l esercizio, il controllo e la manutenzione degli impianti termici. Incontro Asl 27 marzo 2015

Disposizioni per l esercizio, il controllo e la manutenzione degli impianti termici. Incontro Asl 27 marzo 2015 Disposizioni per l esercizio, il controllo e la manutenzione degli impianti termici. Incontro Asl 27 marzo 2015 Relatore : Teresa Mauri - Responsabile Servizio Energia RUOLO PROVINCIA La Provincia, mediante

Dettagli

Faq: efficienza energetica degli impianti di climatizzazione invernale ed estiva. Ultimo aggiornamento: 19 settembre 2014

Faq: efficienza energetica degli impianti di climatizzazione invernale ed estiva. Ultimo aggiornamento: 19 settembre 2014 Ultimo aggiornamento: 19 settembre 2014 A seguito della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale n. 55 del 7 marzo 2014 del decreto 10 febbraio 2014, riportante in allegato i modelli del Libretto di impianto

Dettagli

Un impianto termico è ciò che provvede a riscaldare nella stagione invernale o a raffreddare nella stagione estiva unità immobiliari edifici (per

Un impianto termico è ciò che provvede a riscaldare nella stagione invernale o a raffreddare nella stagione estiva unità immobiliari edifici (per Un impianto termico è ciò che provvede a riscaldare nella stagione invernale o a raffreddare nella stagione estiva unità immobiliari o edifici (per approfondimenti, vedere la definizione della legge 90/2013).

Dettagli

UBICAZIONE DELL UNITA MOBILE Indirizzo... Nr... Palazzo... Scala...Piano...Interno...CAP... Località...Comune... Provincia...

UBICAZIONE DELL UNITA MOBILE Indirizzo... Nr... Palazzo... Scala...Piano...Interno...CAP... Località...Comune... Provincia... LIBRETTO IMPIANTO OBBLIGATORIO PER GLI IMPIANTI TERMICI CON POTENZA TERMICA DEL FOCOLARE NOMINALE INFERIORE A 35 kw (ART. 11, COMMA 9, DPR 26 AGOSTO 1993, N 412 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI) 2 Libretto impianto

Dettagli

Le ispezioni degli impianti termici in Provincia di Varese Ing. Susanna Capogna Dirigente Settore Ecologia ed Energia Obiettivo dell incontro illustrare i Compiti stabilire le Responsabilità chiarire le

Dettagli

Singola unità immobiliare

Singola unità immobiliare Esempio 1 1 caldaia per il riscaldamento ambientale e la produzione di acqua calda sanitaria con potenza termica nominale utile > 10 kw (in una delle due funzioni) >10kW 1 solo libretto, 1 solo codice

Dettagli

Disposizioni per esercizio, manutenzione ed ispezione impianti termici

Disposizioni per esercizio, manutenzione ed ispezione impianti termici Disposizioni regionali Disposizioni per esercizio, manutenzione ed ispezione impianti termici Regione Lombardia Relazione predisposta da Teresa Mauri Responsabile del Servizio Energia IMPIANTI NUOVI IMPIANTI

Dettagli

ENEA. Ufficio Territoriale Regione Marche. LE ATTIVITA ISPETTIVE SUGLI IMPIANTI TERMICI IL DPR 16 Aprile 2013, n. 74

ENEA. Ufficio Territoriale Regione Marche. LE ATTIVITA ISPETTIVE SUGLI IMPIANTI TERMICI IL DPR 16 Aprile 2013, n. 74 LE ATTIVITA ISPETTIVE SUGLI IMPIANTI TERMICI IL DPR 16 Aprile 2013, n. 74 ENEA UNITA TECNICA EFFICIENZA ENERGETICA Ufficio Territoriale Regione Marche Ufficio Territoriale Regione Marche Palazzo Leopardi

Dettagli

Città di Torre del Greco

Città di Torre del Greco Città di Torre del Greco (Provincia di Napoli) Regolamento per l esecuzione delle ispezioni sullo stato di esercizio e manutenzione degli impianti termici, ai sensi della Legge 9 gennaio 1991 n. 10 e s.

Dettagli

Nuovi Decreti Impianti Termici. Esercizio, Conduzione, Manutenzione, Controllo, Ispezione degli impianti

Nuovi Decreti Impianti Termici. Esercizio, Conduzione, Manutenzione, Controllo, Ispezione degli impianti Nuovi Decreti Impianti Termici Esercizio, Conduzione, Manutenzione, Controllo, Ispezione degli impianti 1.1 Ambiti di intervento e finalità Definizioni: Esercizio: attività che dispone e coordina, nel

Dettagli

IMPIANTI TERMICI. Ing. Salvatore Cataudella Siracusa, 24/03/2015

IMPIANTI TERMICI. Ing. Salvatore Cataudella Siracusa, 24/03/2015 IMPIANTI TERMICI 1 Ing. Salvatore Cataudella Siracusa, 24/03/2015 2 Esercizio dell impianto termico ai sensi del D.Lgs 192/2005 L esercizio, il controllo, la manutenzione e l ispezione degli impianti termici

Dettagli

Art. 1 "A partire dal 1 giugno 2014, gli impianti termici sono muniti di un libretto di impianto per la climatizzazione"

Art. 1 A partire dal 1 giugno 2014, gli impianti termici sono muniti di un libretto di impianto per la climatizzazione Art. 1 "A partire dal 1 giugno 2014, gli impianti termici sono muniti di un libretto di impianto per la climatizzazione" QUESITO N. 2 Quali impianti devono essere muniti del libretto? Ad esempio se ho

Dettagli

Regione Liguria Disposizioni e criteri per l esercizio, il controllo, la manutenzione e l ispezione degli impianti termici

Regione Liguria Disposizioni e criteri per l esercizio, il controllo, la manutenzione e l ispezione degli impianti termici 1. Con che periodicità si devono effettuare i controlli di manutenzione sugli impianti termici? L art. 7 del DPR 16/04/2013 n. 74 ha disposto che le operazioni di controllo ed eventuale manutenzione su

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ATTIVITA DI ISPEZIONE E CONTROLLO SUGLI IMPIANTI TERMICI DEGLI EDIFICI

REGOLAMENTO PER L ATTIVITA DI ISPEZIONE E CONTROLLO SUGLI IMPIANTI TERMICI DEGLI EDIFICI REGOLAMENTO PER L ATTIVITA DI ISPEZIONE E CONTROLLO SUGLI IMPIANTI TERMICI DEGLI EDIFICI AI SENSI DEL D.LGS N. 192/2005 E S.M.I. E DELLA LEGGE REGIONE MARCHE n. 19 DEL 14/04/2015 Compiti e funzioni degli

Dettagli

HELP DESK FRONT OFFICE VADEMECUM PER L UTENZA

HELP DESK FRONT OFFICE VADEMECUM PER L UTENZA Prot. Generale n. 19033 del 23.10.2012 Primo livello di help desk HELP DESK FRONT OFFICE VADEMECUM PER L UTENZA Qui di seguito si riportano alcune delle più frequenti domande con le relative risposte.

Dettagli

13 DICEMBRE 2013 9,00 13,00 INCONTRO TECNICO CON PROVINCE E COMUNI. D.P.R. 16 APRILE 2013, n. 74

13 DICEMBRE 2013 9,00 13,00 INCONTRO TECNICO CON PROVINCE E COMUNI. D.P.R. 16 APRILE 2013, n. 74 13 DICEMBRE 2013 9,00 13,00 INCONTRO TECNICO CON PROVINCE E COMUNI D.P.R. 16 APRILE 2013, n. 74 Regolamento sul controllo e la manutenzione degli Assessorato ai Lavori Pubblici ed all Energia Segreteria

Dettagli

Città di Avezzano. Approvato con delibera di C.C. n. 68 del 30.06.2006 - 1 -

Città di Avezzano. Approvato con delibera di C.C. n. 68 del 30.06.2006 - 1 - Città di Avezzano Regolamento per l esecuzione del controllo del rendimento di combustione e dello stato di esercizio e manutenzione degli impianti termici Approvato con delibera di C.C. n. 68 del 30.06.2006-1

Dettagli

Impianti termici. l'espletamento degli obblighi relativi alla corretta gestione dell'impianto. Inoltre, l assunzione

Impianti termici. l'espletamento degli obblighi relativi alla corretta gestione dell'impianto. Inoltre, l assunzione Impianti termici PREMESSA SUL TERZO RESPONSABILE L'articolo 11 del DPR 412/93 ha istituito la figura del "Terzo responsabile", introducendo la possibilità di delegare ad una società esterna (in possesso

Dettagli

Il libretto informativo contiene inoltre il modulo di autocertificazione (da compilare nel solo caso di impianto con potenzialità inferiore a 35 KW)

Il libretto informativo contiene inoltre il modulo di autocertificazione (da compilare nel solo caso di impianto con potenzialità inferiore a 35 KW) Con la Legge n 46/90 e la Legge n 10/91,ed il conseguente regolamento di applicazione (D.P:R. n 412/93 e sue modifiche introdotte dal D.P.R. 551/99) la Provincia di Imperia, al pari di tante altre Amministrazioni

Dettagli

Ing. SOCAL - Legge 10/91 1

Ing. SOCAL - Legge 10/91 1 Manutenzione degli impianto di riscaldamento 19/06/2007 Ing. SOCAL - Legge 10/91 1 Legge 10/91 Oggetto: uso razionale dell energia Finalità: ridurre i consumi energetici e migliorare la compatibilità ambientale

Dettagli

(approvato con D.C.C. N.111 del 30.07.2007 e modificato con D.C.C. N. n. 29 del 17.03. 2009)

(approvato con D.C.C. N.111 del 30.07.2007 e modificato con D.C.C. N. n. 29 del 17.03. 2009) REGOLAMENTO COMUNALE PER L'ESECUZIONE DEGLI ACCERTAMENTI E DELLE ISPEZIONI NECESSARIE ALL OSSERVANZA DELLE NORME RELATIVE AL CONTENIMENTO DEI CONSUMI D ENERGIA NELL ESERCIZIO E MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI

Dettagli

CAMPAGNA DI AUTODICHIARAZIONE DEGLI IMPIANTI TERMICI BIENNIO 2014-2015 INFORMATIVA AGLI UTENTI

CAMPAGNA DI AUTODICHIARAZIONE DEGLI IMPIANTI TERMICI BIENNIO 2014-2015 INFORMATIVA AGLI UTENTI PROVINCIA DI BRINDISI SERVIZIO 6 AMBIENTE ED ECOLOGIA UFFICIO IMPIANTI TERMICI Santa Teresa S.p.A. Società Multiservizi della Provincia di Brindisi SETTORE IMPIANTI TERMICI CAMPAGNA DI AUTODICHIARAZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'ESECUZIONE DEL CONTROLLO DEL RENDIMENTO ENERGETICO E DI COMBUSTIONE E DELLO STATO DI ESERCIZIO E MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI

REGOLAMENTO PER L'ESECUZIONE DEL CONTROLLO DEL RENDIMENTO ENERGETICO E DI COMBUSTIONE E DELLO STATO DI ESERCIZIO E MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI REGOLAMENTO PER L'ESECUZIONE DEL CONTROLLO DEL RENDIMENTO ENERGETICO E DI COMBUSTIONE E DELLO STATO DI ESERCIZIO E MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI TERMICI Il presente Regolamento è stato approvato con delibera

Dettagli

Art.9 Ispezioni sugli impianti termici

Art.9 Ispezioni sugli impianti termici Art.8 Controllo dell'efficienza energetica degli impianti termici Art.8 Controllo dell'efficienza energetica degli impianti termici 7. I generatori di calore per i quali, durante le operazioni di controllo,

Dettagli

Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n. 254 del 23/12/2013.

Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n. 254 del 23/12/2013. BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA SOSTITUZIONE DI GENERATORI DI CALORE Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n. 254 del 23/12/2013. 1. FINALITÀ DELL INIZIATIVA La Provincia di

Dettagli

CONTRATTO-TIPO DI MANUTENZIONE BIENNALE IMPIANTI TERMICI CON POTENZA NOMINALE INFERIORE A 35 kw. Telefono: Fax.:. Partita I.V.A.:

CONTRATTO-TIPO DI MANUTENZIONE BIENNALE IMPIANTI TERMICI CON POTENZA NOMINALE INFERIORE A 35 kw. Telefono: Fax.:. Partita I.V.A.: All. 1b CONTRATTO-TIPO DI MANUTENZIONE BIENNALE IMPIANTI TERMICI CON POTENZA NOMINALE INFERIORE A 35 kw Art. 1 - LE PARTI - CONDIZIONI PARTICOLARI Il presente contratto è stipulato tra la ditta: Attestato

Dettagli

AMBITO DI APPLICAZIONE - GLI IMPIANTI TERMICI SOGGETTI AGLI OBBLIGHI PREVISTI DALLA NORMA REGIONALE

AMBITO DI APPLICAZIONE - GLI IMPIANTI TERMICI SOGGETTI AGLI OBBLIGHI PREVISTI DALLA NORMA REGIONALE AMBITO DI APPLICAZIONE - GLI IMPIANTI TERMICI SOGGETTI AGLI OBBLIGHI PREVISTI DALLA NORMA REGIONALE In Lombardia le seguenti tipologie di apparecchi rientrano nell ambito di applicazione della normativa

Dettagli

Stagione termica 2012-2014

Stagione termica 2012-2014 ALLEGATO 3 PROTOCOLLO D INTESA 2012-2014 Contratto tipo di manutenzione Stagione termica 2012-2014 Le tariffe massime sotto riportate possono essere indicativamente applicate, fermo restando accordi diversi

Dettagli

PROVINCIA DI MATERA. Approvato con Deliberazione C.P. n. 72 del 28/06/2010

PROVINCIA DI MATERA. Approvato con Deliberazione C.P. n. 72 del 28/06/2010 PROVINCIA DI MATERA REGOLAMENTO PROVINCIALE PER L ESECUZIONE DEGLI ACCERTAMENTI E DELLE ISPEZIONI NECESSARIE ALL OSSERVANZA DELLE NORME RELATIVE AL CONTENIMENTO DEI CONSUMI DI ENERGIA NELL ESERCIZIO E

Dettagli

Il controllo degli impianti termici dal DPR 74/2013 alla Delibera 1578/2014 Regione Emilia Romagna

Il controllo degli impianti termici dal DPR 74/2013 alla Delibera 1578/2014 Regione Emilia Romagna Il controllo degli impianti termici dal DPR 74/2013 alla Delibera 1578/2014 Regione Emilia Romagna Moreno Barbani, Responsabile Emilia Romagna DPR 74/2013 1 Ampliamento degli impianti assoggettati a procedure

Dettagli

Il NUOVO SISTEMA DI AUTOCERTIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI IL BOLLINO VERDE

Il NUOVO SISTEMA DI AUTOCERTIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI IL BOLLINO VERDE Il NUOVO SISTEMA DI AUTOCERTIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI IL BOLLINO VERDE BOLLINO VERDE Che cosa è un sistema obbligatorio di autocertificazione di tutti gli impianti termici In vigore dal 15 ottobre 2009

Dettagli

ESERCIZIO E MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI TERMICI

ESERCIZIO E MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI TERMICI ESERCIZIO E MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI TERMICI SERVIZIO AMBIENTE Maso Smalz via Ghiaie n. 58 Tel. 0461/884935 884936 Fax 884940 E-mail: servizio_ambiente@comune.trento.it dicembre 2005 ESERCIZIO E MANUTENZIONE

Dettagli

I CONTROLLI, pertanto, sono OBBLIGATORI, così come le procedure secondo le quali devono essere svolti.

I CONTROLLI, pertanto, sono OBBLIGATORI, così come le procedure secondo le quali devono essere svolti. INDICE Informazioni per i cittadini - 3 Campagna di controllo degli impianti termici - 3 Responsabile dell impianto termico - 4 La manutenzione degli impianti: frequenze temporali delle operazioni - 4

Dettagli

COMUNE DI SIENA REGOLAMENTO DEL COMUNE DI SIENA CONCERNENTE LA VERIFICA DI RISPONDENZA DEGLI IMPIANTI TERMICI ALLE NORME VIGENTI

COMUNE DI SIENA REGOLAMENTO DEL COMUNE DI SIENA CONCERNENTE LA VERIFICA DI RISPONDENZA DEGLI IMPIANTI TERMICI ALLE NORME VIGENTI COMUNE DI SIENA DIREZIONE MANUTENZIONE DELLA CITTA REGOLAMENTO DEL COMUNE DI SIENA CONCERNENTE LA VERIFICA DI RISPONDENZA DEGLI IMPIANTI TERMICI ALLE NORME VIGENTI approvato con deliberazione del Consiglio

Dettagli

Faq: efficienza energetica degli impianti di climatizzazione invernale ed estiva

Faq: efficienza energetica degli impianti di climatizzazione invernale ed estiva Faq: efficienza energetica degli impianti di climatizzazione invernale ed estiva Ultimo aggiornamento: 12 febbraio 2015 A seguito della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale n. 55 del 7 marzo 2014 del

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA VERIFICA DEGLI IMPIANTI TERMICI ESISTENTI ALLE NORME VIGENTI

REGOLAMENTO PER LA VERIFICA DEGLI IMPIANTI TERMICI ESISTENTI ALLE NORME VIGENTI REGOLAMENTO PER LA VERIFICA DEGLI IMPIANTI TERMICI ESISTENTI ALLE NORME VIGENTI (Delibera C.P. n. 109/A del 20/12/2001 integrata con la Delibera C.P. n. 64 del 29/04/2004) INDICE Art. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO

Dettagli

COMUNE DI SCANDICCI PROVINCIA DI FIRENZE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI ACCERTAMENTI E ISPEZIONI IN MATERIA

COMUNE DI SCANDICCI PROVINCIA DI FIRENZE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI ACCERTAMENTI E ISPEZIONI IN MATERIA ALLEGATO A COMUNE DI SCANDICCI PROVINCIA DI FIRENZE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI ACCERTAMENTI E ISPEZIONI IN MATERIA DI CONTENIMENTO DEI CONSUMI DI ENERGIA NELL ESERCIZIO E MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI

Dettagli

INIZIATIVA BOLLINO VERDE GUIDA ALLE PROCEDURE PER IL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DI ANCONA

INIZIATIVA BOLLINO VERDE GUIDA ALLE PROCEDURE PER IL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DI ANCONA INIZIATIVA BOLLINO VERDE GUIDA ALLE PROCEDURE PER IL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DI ANCONA Cos è l iniziativa bollino verde È il sistema di autocertificazione degli impianti termici sull osservanza delle

Dettagli

PROVINCIA DI MATERA. Approvato con Deliberazione C.P. n.72 del 28/06/2010. Modificato con deliberazione C.P. n 67 del 28/10/2013

PROVINCIA DI MATERA. Approvato con Deliberazione C.P. n.72 del 28/06/2010. Modificato con deliberazione C.P. n 67 del 28/10/2013 PROVINCIA DI MATERA REGOLAMENTO PROVINCIALE PER L ESECUZIONE DEGLI ACCERTAMENTI E DELLE ISPEZIONI NECESSARIE ALL OSSERVANZA DELLE NORME RELATIVE AL CONTENIMENTO DEI CONSUMI DI ENERGIA NELL ESERCIZIO E

Dettagli

UFFICIO POLITICHE ENERGETICHE ANNO 2015

UFFICIO POLITICHE ENERGETICHE ANNO 2015 CITTÀ DI ALBANO LAZIALE UFFICIO POLITICHE ENERGETICHE CAMPAGNA DI CONTROLLO dello stato di esercizio e di manutenzione DEGLI IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE INVERNALE E ESTIVA ANNO 2015 INTRODUZIONE Le tematiche

Dettagli

COMUNE DI PISA REGOLAMENTO COMUNALE PER L ESERCIZIO, IL CONTROLLO, LA MANUTENZIONE E L ISPEZIONE DEGLI IMPIANTI TERMICI

COMUNE DI PISA REGOLAMENTO COMUNALE PER L ESERCIZIO, IL CONTROLLO, LA MANUTENZIONE E L ISPEZIONE DEGLI IMPIANTI TERMICI COMUNE DI PISA REGOLAMENTO COMUNALE PER L ESERCIZIO, IL CONTROLLO, LA MANUTENZIONE E L ISPEZIONE DEGLI IMPIANTI TERMICI INDICE TITOLO I...3 NORME GENERALI...3 Articolo 1 Ambito di applicazione...3 Articolo

Dettagli

SERVIZIO QUALITA DELL ARIA E RISORSE ENERGETICHE. www.provincia.torino.it F.A.Q. Esercizio e manutenzione degli impianti termici

SERVIZIO QUALITA DELL ARIA E RISORSE ENERGETICHE. www.provincia.torino.it F.A.Q. Esercizio e manutenzione degli impianti termici F.A.Q. Esercizio e manutenzione degli impianti termici INDICE Che cosa s intende per impianto termico...4 Che cosa si intende genericamente per caldaietta...4 Impianto termico non utilizzato...4 ALCUNE

Dettagli

Disposizioni regionali in materia di esercizio, conduzione, controllo, manutenzione ed ispezione degli impianti termici. Art.

Disposizioni regionali in materia di esercizio, conduzione, controllo, manutenzione ed ispezione degli impianti termici. Art. Consiglio Regionale Disposizioni regionali in materia di esercizio, conduzione, controllo, manutenzione ed ispezione degli impianti termici Art. 1 (Oggetto) 1. Nel rispetto del Titolo V della Costituzione

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA PER LA GESTIONE ED IL CONTROLLO DEGLI IMPIANTI TERMICI. Provincia di Perugia. Confindustria Perugia. Confapi Perugia.

PROTOCOLLO DI INTESA PER LA GESTIONE ED IL CONTROLLO DEGLI IMPIANTI TERMICI. Provincia di Perugia. Confindustria Perugia. Confapi Perugia. PROTOCOLLO DI INTESA PER LA GESTIONE ED IL CONTROLLO DEGLI IMPIANTI TERMICI Provincia di Perugia Confindustria Perugia Confapi Perugia CNA Perugia Confartigianato Perugia Adiconsum Umbria ADOC Umbria ACU

Dettagli

Informazioni per i cittadini... 3 Campagna di controllo degli impianti termici... 3 Responsabile dell impianto termico... 4

Informazioni per i cittadini... 3 Campagna di controllo degli impianti termici... 3 Responsabile dell impianto termico... 4 INDICE Informazioni per i cittadini... 3 Campagna di controllo degli impianti termici... 3 Responsabile dell impianto termico... 4 La manutenzione degli impianti: Frequenze temporali delle operazioni...

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ESECUZIONE DEL CONTROLLO DEL RENDIMENTO ENERGETICO E DI COMBUSTIONE, DELLO STATO DI ESERCIZIO E MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI TERMICI

REGOLAMENTO PER L ESECUZIONE DEL CONTROLLO DEL RENDIMENTO ENERGETICO E DI COMBUSTIONE, DELLO STATO DI ESERCIZIO E MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI TERMICI PROVINCIA DI BRINDISI REGOLAMENTO PER L ESECUZIONE DEL CONTROLLO DEL RENDIMENTO ENERGETICO E DI COMBUSTIONE, DELLO STATO DI ESERCIZIO E MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI TERMICI INDICE. Premessa Art. 1 Definizioni

Dettagli

FAQ NUOVI LIBRETTI DI IMPIANTO, MANUTENZIONE E CONTROLLI DI EFFICIENZA ENERGERTICA

FAQ NUOVI LIBRETTI DI IMPIANTO, MANUTENZIONE E CONTROLLI DI EFFICIENZA ENERGERTICA FAQ NUOVI LIBRETTI DI IMPIANTO, MANUTENZIONE E CONTROLLI DI EFFICIENZA ENERGERTICA I - LIBRETTO DI IMPIANTO PER LA CLIMATIZZAZIONE Cos è il nuovo libretto di impianto? Il libretto di impianto per la climatizzazione

Dettagli

Ing. Stefania Crotta Responsabile Settore Sviluppo Energetico Sostenibile

Ing. Stefania Crotta Responsabile Settore Sviluppo Energetico Sostenibile Ing. Stefania Crotta Responsabile Settore Sviluppo Energetico Sostenibile * LR n. 13 del 28 maggio 2007 * DGR n. 35-9702 del 30 settembre 2008 (Disposizioni attuative della LR 13/2007) approvazione delle

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI ENNA

PROVINCIA REGIONALE DI ENNA REGOLAMENTO PER IL CONTROLLO DI RENDIMENTO DI COMBUSTIONE E DELLO STATO DI ESERCIZIO E MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI TERMICI. (Del. C.P. n. 36/2009) Art. 1 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO Il presente Regolamento

Dettagli

GUIDA PER I MANUTENTORI

GUIDA PER I MANUTENTORI Provincia di Pisa Assessorato all Ambiente GUIDA PER I MANUTENTORI AMBITO DI APPLICAZIONE DEFINIZIONI COMPITI DEL RESPONSABILE DI IMPIANTO COMPITI DEL MANUTENTORE E DELL INSTALLATORE INTERVENTI DI CONTROLLO

Dettagli

GUIDA PER MANUTENTORI INSTALLATORI E RESPONSABILI DI IMPIANTO

GUIDA PER MANUTENTORI INSTALLATORI E RESPONSABILI DI IMPIANTO Agenzia Energetica Provincia di Pisa S.r.l. GUIDA PER MANUTENTORI INSTALLATORI E RESPONSABILI DI IMPIANTO PROVINCIA DI PISA COMUNE DI PISA COMUNE DI CASCINA GENNAIO 2016 INTRODUZIONE... 1 QUADRO DI RIFERIMENTO

Dettagli

1. SCHEDA IDENTIFICATIVA DELL IMPIANTO

1. SCHEDA IDENTIFICATIVA DELL IMPIANTO LIBRETTO di IMPIANTO OBBLIGATORIO PER GLI IMPIANTI TERMICI CON POTENZA TERMICA DEL FOCOLARE NOMINALE INFERIORE A 35 kw (ART. 11, COMMA 9, DPR 26 AGOSTO 1993, N 412 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI) Conforme

Dettagli

SETTORE ECOLOGIA ED ENERGIA

SETTORE ECOLOGIA ED ENERGIA SETTORE ECOLOGIA ED ENERGIA Attività Rifiuti ed Inquinamento Atmosferico Autorizzazioni Integrate Ambientali ed impianti termici Affidamento del servizio di ispezione dello stato di esercizio e manutenzione,

Dettagli

Ing. Stefania Crotta Responsabile Settore Sviluppo Energetico Sostenibile

Ing. Stefania Crotta Responsabile Settore Sviluppo Energetico Sostenibile Ing. Stefania Crotta Responsabile Settore Sviluppo Energetico Sostenibile * LR n. 13 del 28 maggio 2007 * DGR n. 35-9702 del 30 settembre 2008 (Disposizioni attuative della LR 13/2007) approvazione delle

Dettagli

Art.1) Premessa Art.2) Definizioni Art.3) Individuazione del Servizio responsabile energia Art.4) Impianti soggetti

Art.1) Premessa Art.2) Definizioni Art.3) Individuazione del Servizio responsabile energia Art.4) Impianti soggetti COMUNE DI LECCE Regolamento per l esecuzione del controllo del rendimento di combustione e dello stato di esercizio e manutenzione degli impianti termici. (adempimenti connessi all attuazione della Legge

Dettagli

L ATTIVITÁ DI ISPEZIONE E CONTROLLO DEGLI IMPIANTI TERMICI AI SENSI DELLA L. 10/1991 E s.m.i.

L ATTIVITÁ DI ISPEZIONE E CONTROLLO DEGLI IMPIANTI TERMICI AI SENSI DELLA L. 10/1991 E s.m.i. L ATTIVITÁ DI ISPEZIONE E CONTROLLO DEGLI IMPIANTI TERMICI AI SENSI DELLA L. 10/1991 E s.m.i. 22 marzo 2012 Relatore: Paolo Piccini Presidente di UCIT srl UCIT srl UFFICIO CONTROLLO IMPIANTI TERMICI VIALE

Dettagli

APPROVATO CON DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE N.

APPROVATO CON DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE N. COMUNE DI LECCE Regolamento per l esecuzione degli accertamenti e delle ispezioni per il controllo del rendimento di combustione e dello stato di esercizio e manutenzione degli impianti termici (adempimenti

Dettagli

Il BOLLINO CALORE PULITO.

Il BOLLINO CALORE PULITO. ALLEGATO D SCADENZE TEMPORALI OPERAZIONI DI MANUTENZIONE D.Lgs. 192/05 e smi Allegato L Deliberazione Assemblea Legislativa Regione Emilia Romagna n 156/2008. Le operazioni di controllo ed eventuale manutenzione

Dettagli

Libretto di impianto per la climatizzazione e rapporti di efficienza energetica

Libretto di impianto per la climatizzazione e rapporti di efficienza energetica Libretto di impianto per la climatizzazione e rapporti di efficienza energetica Dott. Ing. Michele Baleani M. +39 349 2807769 0F. +39 071 7231280 We Plan Ingegneria è costituito da un gruppo di giovani

Dettagli

Agenzia Fiorentina per l Energia Srl Florence Energy Agency Ltd www.firenzenergia.it info@firenzenergia.it

Agenzia Fiorentina per l Energia Srl Florence Energy Agency Ltd www.firenzenergia.it info@firenzenergia.it Firenze, 14 Ottobre 2008 Alla c.a. imprese manutenzione iscritte all accordo volontario Loro sedi Camera di Commercio di Firenze Piazza dei Giudici, 3 50122 Firenze FI info@fi.camcom.it Confartigianto

Dettagli

Il Consiglio - Assemblea legislativa regionale ha approvato; il Presidente della Giunta regionale promulga. Art. 1 (Finalità)

Il Consiglio - Assemblea legislativa regionale ha approvato; il Presidente della Giunta regionale promulga. Art. 1 (Finalità) 1 di 5 20/06/2008 11.37 Legge regionale 27 maggio 2008, n. 9. "Disposizioni in materia di controllo degli impianti termici degli edifici". Il Consiglio - Assemblea legislativa regionale ha approvato; il

Dettagli

Città Metropolitana di Genova Direzione Ambiente, Ambiti Naturali e Trasporti Servizio Energia, Aria e Rumore Ufficio Impianti Termici

Città Metropolitana di Genova Direzione Ambiente, Ambiti Naturali e Trasporti Servizio Energia, Aria e Rumore Ufficio Impianti Termici Città Metropolitana di Genova Direzione Ambiente, Ambiti Naturali e Trasporti Servizio Energia, Aria e Rumore Ufficio Impianti Termici Regolamento recante criteri e procedure per l esecuzione degli accertamenti

Dettagli

LA NORMA LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL LIBRETTO D IMPIANTO LA REGOLA

LA NORMA LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL LIBRETTO D IMPIANTO LA REGOLA LA NORMA LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL LIBRETTO D IMPIANTO LA REGOLA 2004 INDICE Libretto di impianto pag. 3 Scheda 1 4 Scheda 2 5 Scheda 3 6 Scheda 4 7 Scheda 5 9 Scheda 6 10 Scheda 7 11 Scheda

Dettagli

Servizio Politiche Energetiche

Servizio Politiche Energetiche Servizio Politiche Energetiche FUNZIONI DEL SERVIZIO Controlli impianti termici 1. Sensibilizzazione utenti E l attività di diffusione presso i cittadini delle informazioni (tramite avvisi pubblici affissi

Dettagli

Impianti termici: Ispezioni

Impianti termici: Ispezioni Impianti termici: Ispezioni LEGGE REGIONALE 20 APRILE 2015 n. 19 NORME IN MATERIA DI ESERCIZIO E CONTROLLO DEGLI IMPIANTI TERMICI DEGLI EDIFICI Rossano Basili Esercizio e manutenzione degli impianti termici:

Dettagli