ALE, GERA E FRANCI: IN BOCCA AL LUPO!

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ALE, GERA E FRANCI: IN BOCCA AL LUPO!"

Transcript

1 stagione ALE, GERA E FRANCI: IN BOCCA AL LUPO! :01 - news B1 Nel precedente articolo la società parlava delle grandi difficoltà vissute nelle ultime due stagioni e che l'hanno costretta a fare un umile e doveroso passo indietro, ma citava anche le grandi soddisfazioni sportive vissute e fra queste oggi non possono non essere citate, con un certo orgoglio, le notizie che ufficializzano l'approdo nei campionati di serie A1 e A2 di tre ragazze che hanno in questi due anni onorato la maglia del Casciavola, trovandone in essa un valido trampolino di lancio verso mete più prestigiose. A Geraldina Quiligotti (Casalmaggiore A1), Alessandra Focosi e Francesca Villani (Il Bisonte S.Casciano A2) da parte della Polisportiva Casciavola un sincero ringraziamento, un plauso ed un grande "in bocca al lupo". Fonte: Ufficio Stampa

2

3 gli sponsor ASEL ct maceri

4 PEDIATRICA, E' STATA DURA MA CE L'ABBIAMO FATTA. GRAZIE! :30 - news B1 Sono trascorsi quattro giorni dalla conclusione del campionato nazionale di serie B1 2012/2013 ed è giunto il momento di bilanci, ringraziamenti e dediche. L'analisi ed bilancio della stagione lo abbiamo già fatto dopo la gara di Viserba e non volendo cadere in atti di gratuito autoincensamento riassumo il tutto così: E' STATA DURA MA CE L'ABBIAMO FATTA! Quello che la dirigenza valuta come un successo ha origine nell'estate scorsa quando due società, infrangendo il tabù dei campanilismi, decidono di costruire una strategia condivisa anche per la prima squadra dando vita alla PISORNO del volley nazionale. Una strategia già condivisa nelle precedenti stagioni per le formazioni giovanili under 16 e 18 e che non pochi successi e soddisfazioni aveva portato in casa della Polisportiva Casciavola e del Volley Livorno. Un successo per tutti coloro che, affiancandosi alla dirigenza, sul tavolo hanno voluto puntare alcune delle loro fiches per cercare di accaparrarsi una ricca posta: la salvezza!. Sabato è arrivato l'esito di quella scommessa (vinta) e quindi il tempo per poter godere di quanto essa aveva fruttato. Siccome le più belle pagine della storia di una società sportiva portano la firma di più autori è giunto anche il momento dei ringraziamenti. I titoli di testa li riserviamo a coloro che si sono resi umili protagonisti nel raggiungimento di questo successo, prestando la loro preziosa opera di volontariato, senza essere mai assurti agli onori delle cronache se non quelle giudiziarie (Fipav) come successo per il segretario GIOVANNI MASOTTI. Impagabili il servigio garantito dai coniugi PAOLO e FRANCA LODOVICHI, l'autista e la tutor delle ragazze; impagabile il lavoro svolto da MARIO BARSOTTI e DAMIANO CERRAI che a spregio dell'età avanzata hanno fatto di tutto e di più: tassisti e segnapunti, magazzinieri e manutentori della palestra, etc, etc... Il ringraziamento và anche a tutti quei DIRIGENTI del settore giovanile, a cui sarà dedicato un capitolo a parte, che con la loro collaborazione hanno alleviato il lavoro degli altri e perché hanno saputo avvicinare le loro ragazze alle sorti della prima squadra. Il primo gradino del podio di questa speciale classifica lo vanno di certo ad occupare le AZIENDE SPONSOR, coloro che hanno reso possibile che la formazione pisano-livornese disputasse in positivo un campionato tanto prestigioso qual è la serie B1, il terzo per importanza nel panorama del volley nazionale. Ce l'abbiamo fatta grazie al main-sponsor PEDIATRICA, ai co-sponsor CT MACERI e STAFF MICHELOTTI e a tutti coloro che in diversa misura o forme hanno voluto sostenere la società: GIUNTI ALFREDO ELETTROMECCANICA, AS.EL., MARILYN CAFFE', KATINKA TRAVEL, SPAZIO BENESSERE, FLORA, FERROLI, BANCA DI FORNACETTE. Grazie alla MISERICORDIA DI NAVACCHIO che ha dotato la palestra di via Pastore di un prezioso Defibrillatore. Ce l'abbiamo fatta grazie ad uno STAFF d'eccezione guidato dal Team-manager CARLO NANNIPIERI e che ha visto la partecipazione del Medico Sociale RICCARDO PRESCIUTTINI, del Fisioterapista SANDRO DI MARE (Teddy per le amiche) e di una "bimba" tra le "bimbe" quale è la Preparatrice Atletica GIORGIA SILVESTRI. Grazie di cuore a ALESSANDRO MENICUCCI e NICOLA FICINI, coloro che si sono assunti più l'onere che l'onore di guidare una formazione completamente nuova in quanto rivoluzionata nel suo organico, una formazione con più insicurezze che certezze, una formazione giovanissima e di conseguenza priva di esperienza. Ce l'hanno fatta grazie alla loro professionalità, alla loro passione, al loro spirito di abnegazione, alle loro indiscutibili capacità tecniche. Hanno saputo plasmare ed amalgamare un gruppo che si è fatto squadra, una squadra che molte volte ha gratificato ed entusiasmato la dirigenza ed il pubblico con un gioco di ottimo livello.

5 Ce l'hanno fatta condividendo con la squadra lavoro e sudore, sacrifici e rinunce imposte da tante difficoltà; prima fra tutte quella economica che ha costretto loro e le ragazze ad andare avanti a "pane e acqua", e questo non è nel caso solo un modo di dire. La passerella finale la lasciamo a coloro che sono state le principali attrici di questa stagione, a chi con impegno e dedizione, a chi a costo di enormi sacrifici e rinunce, a chi tappa dopo tappa lottando, soffrendo e gioendo si è messa a disposizione della squadra consentendogli di tagliare da vincitrice un traguardo prestigioso. Ve ne pubblichiamo l'ordine d'arrivo così come mi vengono in mente, in modo sparso perché tutte classificate con lo stesso tempo (merito!): FOCOSI ALESSANDRA, CAMPUS VIRGINIA, QUILIGOTTI GERALDINA, MODENA GIULIA, PITTO ALESSANDRA, CHINI NOEMI, MONTELLA VIRGINIA, PAPESCHI ALESSIA, FIDANZI GIULIA, BITOSSI SERENA, LO CASCIO ALICE, ZONTA IRENE, DE BELLIS FRANCESCA. Me lo stavo per dimenticare (per chi l'ho fatto me ne scuso e provvederò a rimediare)!. Incredibile ma vero, la società ha il dovere di esprimere la propria gratitudine ai GENITORI e le FAMIGLIE delle ragazze che, riuscendo anche loro a far squadra, hanno prestato costantemente la loro fattiva collaborazione, soprattutto sul piano logistico; sono stati indispensabili e preziosi gregari durante tutto il tortuoso percorso. Voglio a titolo personale, ma sono certo di riscuotere il consenso di tutta la società e non solo, dedicare quello che ritengo un SUCCESSO a persone che in questo momento, anche se in modo diverso, stanno soffrendo: LUIGI VILLANI e Famiglia, alla nostra "icona" GIULIA PISANI. A loro nel porgere un grande augurio dico: raga, è e sarà dura, ma ce la farete, ce la dovete fare!. Programmi futuri? E' da tempo che la dirigenza ci sta pensando, ma mancano ancora alcune importanti risposte per poterli ufficializzare. Posso e possiamo solo farci un augurio, quello di trovare tutto ciò che è indispensabile, umanamente ed economicamente, per poter valorizzare ancor di più il lavoro fin qui svolto. A questo punto mi vedo costretto ad aprire un capitolo a parte ed assai meno gioioso. Non è certamente facile impegnarsi in una città ( ab.) che non offre ai giovani particolari opportunità, svaghi o luoghi di aggregazione. A Cascina non c'è un cinema, non ci sono validi centri ricreativi, non ci sono adeguate strutture sportive; l'aspetto sociale è demandato alle sole Associazioni di Volontariato presenti nel comune. Ma come fanno, in un momento come questo, le Associazioni da sole a garantire la loro azione e opera?. La crisi economica si abbatte anche sullo sport e il mondo del volley non ne è certo indenne, ampia testimonianza ne sono le vicissitudini vissute da molte società che quotidianamente sono al centro delle cronache sportive. L'attuale congiuntura economica non favorisce la pratica sportiva soprattutto nelle discipline cosi dette "minori", una delle quali è la pallavolo. A fronte di elevati costi (e sempre in aumento) di partecipazione ai campionati Fipav si aggiunge una inadeguata opera di sensibilizzazione da parte degli stessi organismi federali. Soprattutto a pesare sono però l'insensibilità e la latitanza delle Istituzioni Politiche, prime tra tutte quella dell'amministrazione Comunale. Impianti sportivi non corrispondenti alle esigenze del territorio; il malcontento è generale e gli spazi orari non riescono a soddisfare le necessità della cittadinanza e delle Associazioni operanti nei vari settori e discipline. La Polisportiva Casciavola è costretta a prenotare orari in palestre dei comuni limitrofi per permettere ai propri tesserati di svolgere la normale attività di preparazione tecnico-fisica. Conseguenza ne è un disagio logistico ed un pesante aggravio economico. La Polisportiva Casciavola, insediata in una borgata con solo abitanti, pur a fronte dei numerosi successi e riconoscimenti ottenuti a livello peninsulare con e per le proprie espressioni giovanili, a fronte ad essere la principale realtà agonistica del volley pisano partecipando al campionato di serie B1, voglio ripeterlo il terzo per importanza nazionale, un campionato che vedeva al via le principali realtà sportive di città capoluogo di regione come Perugia, Firenze e Cagliari, di capoluoghi di provincia quali Forli, Olbia, Rimini e Pesaro, di importanti centri industriali o di ben altra tradizione pallavolistica quali le marchigiane Falconara, Loreto e Casette, ha dovuto prendere atto dell'assoluta cecità e sordità della principale Istituzione cittadina. Mai una presenza in palestra per una qualsiasi gara, mai una voce di conforto, complimento o

6 incitamento; niente di niente. Sabato scorso al nostro arrivo al palazzetto di Viserba siamo stati salutati dal sig. Alberto Astolfi consigliere comunale di Rimini. Poi tutti si meravigliano e si chiedono come mai il turismo, ad onta della qualità delle acque, preferisca approdare sulla Riviera Adriatica rispetto a quella Tirrenica; una risposta è certa: ben altra cultura della cordialità, della disponibilità, del rispetto e dell'accoglienza regna tra quella gente. Non so se la Polisportiva sia la maggiore espressione sportiva e sociale di Cascina, senza dubbio ne è una delle più importanti e per questo voglio concludere rivolgendomi alle Istituzioni e alle realtà aziendali della città, un appello affinché quella Associazione che in molti reputano un fiore all'occhiello e una risorsa dello sport cittadino non rischi di scomparire di fronte all'indifferenza generale. Fonte: PG Ufficio Stampa

7 gli sponsor ASEL ct maceri

8 PEDIATRICA, UNA SCOMMESSA VINTA :41 - news B1 Campionato Nazionale Pallavolo Femminile Serie B1 girone C 26 ed Ultima Giornata Viserba Volley Rimini - Pediatrica Casciavola 3-0 (25/16 26/24 25/15) Pediatrica Casciavola: Bitossi, Campus, Chini, De Bellis, Fidanzi, Focosi, Lo Cascio, Montella, Papeschi, Pitto, Zonta, Quiligotti (L1), Modena (L2). All. Menicucci V.All. Ficini Fis. Di Mare Med. Presciuttini Dir. Nannipieri Viserba Volley Rimini: Ambrosini, Montani, Zuccarini Carol, Zuccarini Cristina, Peroni, Pironi, Morolli, Masoni, Giusti, Argentati, Miola, Arcangeli. All. Solforati V.All. Giulianelli Fis. Bianchi Med. Maestri Dir. Bernardini Arbitri: Nampli e Bacchi Alla vigilia della stagione 2012/2013 la Polisportiva Casciavola ed il Volley Livorno, a fronte di non poche problematiche, facendo di necessità virtù decisero di unire ancor più le loro forze per affrontare il campionato di serie B1, terzo per importanza nel panorama del volley nazionale. Potendo far conto sul prezioso apporto derivante dalla sponsorizzazione della Pediatrica, facendo attenzione ad un ben definito budget, vagliando l'impiego e la destinazione delle limitate risorse, fu deciso di approntare una squadra, per cosi dire low cost, dando ampio spazio ad atlete giovanissime e provenienti dai rispettivi settori giovanili. Ne fu conseguenza un organico rinnovato per dodici/tredicesimi, unica conferma quella di capitan De Bellis ('93), ed estremamente giovane, tanto da risultare poi quello con la media età più bassa dell'intero girone. Un organico che vede Casciavola mettere sul piatto anche Chini ('95), Modena ('95), Campus ('96), Papeschi ('97) mentre da Livorno arrivano Pitto ('93), Quiligotti ('94), Zonta ('96), Montella ('96), Bitossi ('96), da Fucecchio arriva Focosi ('95). Per cercare di garantire una maggiore qualità di rendimento, ma senza andar fuori dei paletti stabiliti, al gruppo sono poi aggregate anche due "vecchiette" della categoria: Fidanzi ('88) e Lo Cascio ('88). Queste le carte messe in mano ai due tecnici Menicucci e Ficini, a chi ha accettato il rischio di giocarsele ed ha avuto il coraggio di unirsi alla dirigenza in una rischiosa scommessa la cui posta in palio era la permanenza nella serie. Oggi atlete, tecnici e dirigenza possono orgogliosamente esultare: la scommessa è stata vinta!. E' stata vinta raggiungendo un obiettivo di prestigio, quel quartultimo posto che permette loro di vantarsi di essersi guadagnati la salvezza per esclusivi meriti propri e non per fortuite coincidenze. L'impresa compiuta dalla Pediatrica, pur nella sconfitta, non poteva essere festeggiata in luogo più appropriato per i giovani (ma non solo) quale è la Riviera Adriatica. Da Viserba il Team pisano-livornese è rientrato portandosi dietro il gradito ricordo della cordialità, la simpatia ed il calore umano con cui è stata accolta. Alla vigilia la gara si presentava proibitiva e così è stato. La capolista Viserba aveva bisogno di ottenere il risultato pieno per garantirsi la pole position nella griglia dei play-off, la Pediatrica visto il negativo risultato ottenuto dallo Snoopy nell'anticipo infrasettimanale aveva la certezza del quartultimo posto. De Bellis e compagne non sono certo scese in campo demotivate e lo hanno dimostrato cercando, in tutti i frangenti dell'incontro, cercando di mettere i bastoni fra le ruote alle romagnole. Lo hanno fatto soprattutto nel secondo set quando, gettato al vento un set-ball sul 23/24, si sono arrese solo ai vantaggi. La differenza di motivazioni possono aver anche pesato, ma soprattutto ha pesato l'evidente

9 superiorità tecnica del Viserba che ha saputo trarre vantaggio anche dal caloroso incitamento di un palazzetto pieno come un uovo. Quattrocento persone di tutte le età accorse per sostenere le proprie beniamine, che le hanno accompagnate con ininterrotti cori per tutta la gara nella cornice di una multicolore coreografia. Il tutto all'insegna della massima sportività, mai una voce di dileggio o derisione nei confronti delle ragazze ospiti. Un vero spettacolo, un impagabile spot pallavolistico!. Il Team della Pediatrica si è poi riunito presso il Terrasamba di Rimini, caratteristico ristorante brasiliano con musica, dove ha festeggiato il termine del campionato alternando ottimi piatti a coinvolgenti balli carioca. Per ulteriori analisi, per i dovuti ringraziamenti (e no) e per le dediche (in positivo e no) vi rimandiamo alla prossima puntata. Fonte: PG Ufficio Stampa

10 gli sponsor ASEL ct maceri

11 PEDIATRICA, AVERE VENTUNO PUNTI IN MENO E NON DIMOSTRARLI :41 - news B1 Campionato Nazionale Pallavolo Femminile Serie B1 girone C 25 Giornata Pediatrica Casciavola - Lardini Filottrano 3-1 (16/25 25/18 25/13 27/25) Pediatrica Casciavola: Bitossi, Campus, Chini, De Bellis, Fidanzi, Focosi, Lo Cascio, Montella, Papeschi, Pitto, Zonta, Quiligotti (L1), Modena (L2). All. Menicucci V.All. Ficini Fis. Di Mare Med. Presciuttini Dir. Nannipieri Lardini Filottrano: Baroli, Bernardini, Cavestro, Feliziani(L), Grizzo, Merlini, Paolorossi, Piattella, Spicocchi, Stincone, Trillini, Zanon. All. Lombardi V.All. Graziani Arbitri: Giusto e Merello Con quanto andiamo a scrivere non abbiamo nessuna intenzione di riaprire una oramai "vecchia" polemica né tantomeno impantanarci in lagnosi retro pensieri fatti di se e di ma. Pensiamo però che ci possa essere consentito affermare che la "modesta" ed "appagata" (opinione di un opinionista meritevole del premio Bancarella Sport per il suo fair-play) Pediatrica avrebbe tutto il diritto di recriminare per ciò che ingiustamente gli è stato tolto dalla "buona sorte" (opinione legittima ma intrisa di puro conformismo) in quel di Scandicci se sabato prossimo, ultima di campionato, si vedesse costretta a scendere da quel quartultimo posto in classifica conquistato con l'odierno successo sul Filottrano. La squadra marchigiana scendeva sul parquet di Casciavola decisa a giocarsi le residue e poche carte ancora rimastegli in mano per accaparrarsi un posto nella griglia dei play-off; lo ha fatto non lasciando niente di intentato e lottando aspramente fino all'ultima palla. Il quartultimo posto rimaneva e rimane invece per la Pediatrica l'unico, ma non da poco, obiettivo ancora da raggiungere; un risultato che vorrebbe per lei dire essersi guadagnata la permanenza nella serie grazie ai propri meriti e non per demeriti o disgrazie altrui. Da qui, e dalla volontà di congedarsi dal pubblico amico con un successo di prestigio, la grande determinazione che anche oggi sorreggeva e muoveva ogni gesto delle ragazze guidate da Menicucci e Ficini. Ne è nata una bella gara, con momenti veramente incandescenti fatti di lunghi e spettacolari scambi. Una partita contraddistinta da grande ma sano agonismo in campo ma giocata anche sul filo dei nervi, come nel quarto set, dalle due panchine. La Pediatrica ha dato seguito a tutto quanto di buono e bello aveva messo in mostra nei due precedenti turni grazie anche ad una ritrovata condizione fisica di cui va dato merito all'efficiente lavoro svolto in palestra dalla preparatrice Silvestri. All'inizio della gara la squadra pisano-livornese in classifica contava ventuno punti in meno delle marchigiane, una differenza quasi abissale ma di cui mai si è avuto reale riscontro sul campo. Inizialmente Menicucci manda in campo la formazione under 18, un atto di riconoscenza nei confronti di un gruppo di ragazzine che in silenzio per tutta la stagione sono state capaci di sostenere tanti sacrifici e tante rinunce pur nella consapevolezza di avere poche possibilità di entrare in campo. A queste ragazzine và riconosciuto il merito di essersi sempre fatte trovar pronte nei momenti di necessità ma soprattutto il grande merito, nonostante l'inesperienza alla categoria, di essere sempre state capaci di reggere il peso ed i ritmi di estenuanti sedute di allenamento. Positivi o negativi che siano, i meriti o i demeriti dei risultati ottenuti vanno sempre equamente suddivisi fra tutte le componenti di una squadra perché essi sono il frutto del comune lavoro settimanale.

12 Prestazione da elogiare quella fornita dalla baby-pediatrica che al contrario di quanto faccia pensare il 16/25 finale ha sempre saputo degnamente tener testa alle avversarie ma costrette ad arrendersi di fronte al loro maggior spessore tecnico ma soprattutto di fronte alla loro maggiore esperienza agonistica. Nel secondo set la Pediatrica schiera il sestetto base e per le marchigiane comincia da subito a soffiare ben altra aria. De Bellis e compagne prendono immediatamente il sopravvento sulle ospiti, conquistano un margine di vantaggio che prima si limitano ad amministrare e poi caparbiamente incrementare, sono sul 18/15 quando coach Lombardi chiede il suo 1 t.d mentre al 2 sono avanti 20/15. Finale superbo e chiusura vincente sul 25/18. Il terzo set è un vero e proprio monologo di una Pediatrica che giocando uno dei suoi migliori parziali dell'intera stagione annichilisce le ragazze del Filottrano che mai riescono a mettere in difficoltà una squadra che si esprime a livelli di eccellenza in tutti i fondamentali e che chiude con un perentorio 25/13. Il quarto set è giocato all'insegna del massimo equilibrio. Le marchigiane hanno un evidente scatto d'orgoglio e mostrano un atteggiamento molto più aggressivo, le pisane-livornesi non cedono mai di un millimetro. Al 1 t.o.t. 7/8 esterno. La gara sale di molto anche sul piano agonistico, i nervi sono sempre più tesi, le proteste sono sempre più numerose da una parte e dall'altra tanto da costringere sul 15/15 il direttore di gara a mostrare ad entrambi i coach il fatidico cartellino giallo e la sirena del 2 t.o.t. sibila sul 16/16. Da qui è un continuo altalenarsi di vantaggi: avanti Filottrano 20/21 e 22/23 quando a chiedere i t.d. è Menicucci, avanti la Pediatrica 22/21 e 24/23 quando a chiederli è Lombardi. E' un finale al cardiopalma che però premia la maggiore incisività in attacco delle toscane che fanno proprio set e match sul 27/25. Le squadre escono dal campo salutate da un caloroso e bipartisan applauso. Logicamente diversi gli stati d'animo; amarezza nel team del Filottrano che ha perso l'ultimo treno per arrivare ai playoff, soddisfazione in quello della Pediatrica che è salita su quello che porta al quartultimo posto in classifica. Come abbiamo già detto sabato prossimo ultimo impegno in quel di Viserba per affrontare colei che al momento è la capoclassifica del girone, che ha sì già in mano il pass per i play-off ma non la certezza del primo posto visto che la seconda e la terza sono rispettivamente distanziate solo di uno e due punti. Il fatto che il primo posto al termine della regular season conceda enormi vantaggi nella successiva fase rende per la Pediatrica quasi proibitiva trasferta in Romagna; quasi, perché la condizione psico-fisica della squadra è ottimale e la maggiore pressione derivante dall'importanza del risultato graverà molto di più sulle spalle e nella testa delle padrone di casa. Brave e Forza Ragazze! N.b. Otto ragazze della serie B1 questa settimana sono attese da un altro prestigioso appuntamento, quello che le vedrà impegnate mercoledi 1 maggio ore 17 al Palacorsoni di Siena dove è in calendario la finalissima regionale under 18 che le vedrà opposte alla formazione della Valdeuro. La squadra fiorentina è quella che fin dalla vigilia dei rispettivi campionati provinciali gode del favore dei pronostici da parte dei bookmaker, la Pediatrica Junior è un po' la sorpresa di questa finale visto che le sue credenziali si erano palesemente svalutate dopo la sconfitta subita dal S.Miniato nella gara valevole per il titolo provinciale. A rendere ancor più legittimata nei pronostici la squadra guidata da coach Biagi è stata la sonora sconfitta imposta alla squadra pisano-livornese nel girone di qualificazione. Siamo certi che le ragazze guidate da Tagliagambe saranno comunque ben determinate a giocarsi il tutto per tutto, anche perchè questo è un appuntamento più unico che raro per un'atleta che milita nei campionati di categoria giovanile. riforza Raga! Fonte: PG Ufficio Stampa

13

14 gli sponsor ASEL ct maceri

15 PEDIATRICA, CI SAREBBE STATO DA SGANASCIARSI DALLE RISATE :30 - news B1 Campionato Nazionale Pallavolo Femminile Serie B1 girone C 24 Giornata Savino Del Bene Scandicci - Pediatrica Casciavola 3-1 (22/25 27/25 25/21 25/23) Pediatrica Casciavola: Bitossi, Campus, Chini, De Bellis, Fidanzi, Focosi, Lo Cascio, Montella, Papeschi, Pitto, Zonta, Quiligotti (L1), Modena (L2). All. Menicucci V.All. Ficini Fis. Di Mare Med. Presciuttini Dir. Nannipieri Savino Del Bene Scandicci: Bacci, Baldini, Buono, Cecchi, Cecconi, Crepaldi, De Fonzo, Nale, Ronconi, Salvia, Agresti (L). All. Latini V.All. Ciampa Fis. Sergi Dir. Biffi. Arbitri: Locci e Gabriele... se quella a cui abbiamo assistito sabato sera fosse stata la scena di una fiction o di una commedia all'italiana sulla pallavolo oppure una fase di una partita amatoriale ed amichevole fra cornuti e segantini. Siccome si trattava di una gara ufficiale del terzo campionato per importanza delle serie nazionali la gag, la trovata dal sapore comico di cui è stato protagonista il sig. Locci sul finale del secondo set la giudichiamo assolutamente poco esilarante, assolutamente impropria e fuori luogo visto anche il momento e la maniera in cui è stata proposta. In coincidenza di una delle più belle partite da noi viste ed in occasione forse dalla migliore prestazione fornita dalla Pediatrica in questa stagione si è invece contrapposta la peggiore direzione di gara con cui si è dovuto far conto in 24 turni di campionato. Mai finora avevamo potuto addebitare un risultato negativo a decisioni arbitrali ma oggi possiamo serenamente affermare che la squadra pisano-livornese si può legittimamente sentire defraudata. Tutto questo al di là di qualsiasi dubbio sulla buona fede dei due arbitri, ma alcune decisioni non possono non lasciare perplessi, non possono non far pensare male tifosi e addetti ai lavori. Tutto questo non vuole in alcun modo screditare i meriti di una Savino Del Bene a cui vanno i nostri complimenti ma allo stesso tempo non può esimerci da assumere la doverosa responsabilità di salvaguardare la dignità di una squadra (atlete e tecnici) e di una società che sul campo hanno dimostrato di meritare (ed avevano conquistato) ben altro risultato. Ma quale è stato l'episodio scatenante? Siamo nel secondo set, la Pediatrica ha già fatto proprio il primo e si trova avanti 25/24: Quiligotti difende su attacco avversario, Focosi appoggia in posto quattro a De Bellis che mette palla a terra nei quattro metri. Mentre le ospiti si avvicinano fra loro festanti si sente il fischio del primo arbitro che addebita alla loro play fallo in palleggio. Assurdo!. Prima di tutto perché il fallo non c'era, buona testimonianza ne è lo stupore espresso in modo sincero anche dagli sportivi locali, secondo per il clamoroso ritardo con cui è stata presa la decisione. Un ritardo dovuta al tempo impiegato ad osservare il ralenty offerto dalla moviola a bordo campo? Non lo sappiamo, siamo solo certi che quella decisione ha perfino palesemente e visibilmente contrariato l'osservatore presente in tribuna e che poi incrociato a fine gara ha mosso nei nostri confronti un gesto quale a chiederci scusa. La decisione ha certamente ancor più contrariato coach Menicucci che si è beccato quel cartellino giallo che ha fatto sì che dal definitivo 24/26 per la Pediatrica si passasse al 26/25 interno.

16 Ci siamo dilungati sull'episodio cruciale della serata perché questo ha segnato una svolta importante sull' andamento dell'incontro; dal 2/0 al 1/1 nel conto dei set non è cosa da poco. Lo ripetiamo, è stata una gara bella ed appassionante, incastonata da ambo le parti da numerose perle tecniche e da un evidente e ben studiata strategia tattica messa in atto dai due staff tecnici. Di fronte due squadre agli antipodi fra loro; Scandicci secondo in classifica ed in piena lotta playoff, con chiare e mai nascoste ambizioni di promozione, Pediatrica terzultimo ma con in tasca la matematica certezza della permanenza nella serie. Ed è stata forse proprio la certezza di aver già centrato il proprio obiettivo che ha consentito alle ospiti di giocare con maggiore tranquillità e minori apprensioni rispetto alle fiorentine che hanno dovuto patire le pene d'inferno per due ore e un quarto, cioè fino all'ultima palla del quarto set. Al termine della vittoriosa gara con Figline avevamo detto che alla Pediatrica spettava il dovere di onorare fino alla fine questo campionato, De Bellis e compagne a Scandicci lo hanno fatto alla grande; ora non rimane loro che salutare il pubblico amico con un successo di prestigio con Filottrano nell'ultima gara interna di sabato prossimo ore sul parquet di via Pastore a Casciavola. Brave e forza ragazze! P.s. Mercoledi prossimo molte delle ragazze in organico alla serie B1 saranno ancora impegnate a Scandicciin occasione della semifinale di ritorno valevole per l'accesso alla finalissima regionale di categoria. La Pediatrica parte dal 3/0 conquistato a Casciavola e basterebbe lei far proprio un solo set, ma non sarà cosa facile visto il valore delle avversarie ed il fatto che potranno godere dei vantaggi prodotti da giocare sul campo amico. Proprio sull'adeguatezza dell'impianto di via Allende ad ospitare un evento cosi importante e sentito, vista l'affluenza di oltre duecento persone alla gara di andata, la società ha avanzato lunedi della passata settimana le proprie perplessità al Comitato Toscano che l'ha tranquillizzata garantendo anche la personale e qualificata presenza. Anche se la società è certa che le due tifoserie sapranno fare la loro parte all'insegna della massima lealtà e sportività, aggiungiamo noi che è sempre meglio prevenire che curare. riforza raga! Fonte: PG Ufficio Stampa

17

18 gli sponsor ASEL ct maceri

19 PEDIATRICA, OBIETTIVO CENTRATO :52 - news B1 Campionato Nazionale Pallavolo Femminile Serie B1 girone C 23 Giornata Pediatrica Casciavola - Valdarno Volley Figline3-0(25/17 25/17 25/15) Pediatrica Casciavola: Bitossi, Campus, Chini, De Bellis (15), Fidanzi (8), Focosi (5), Lo Cascio (15), Montella (8), Papeschi, Pitto (9), Zonta, Quiligotti (L1), Modena (L2). All. Menicucci V.All. Ficini Fis. Di Mare Med. Presciuttini Dir. Nannipieri Valdarno Volley Figline: Gineprini (6), Ranieri, Ambrosi, Poggi (12), Carrara (L1), Botti (L2), Mori (2), Zuccarelli (7), Cherici, Panucci (7), Torniai, Rossi. All. Biagi V.All. Mercatali Dir. Franci Arbitri: Caravetta e Marchi Che serata ragazzi! Con questa esclamazione abbiamo iniziato il commento alla sconfitta subita dalla Pediatrica nel precedente turno casalingo con lo Snoopy ed oggi ci vediamo costretti a ripeterci a seguito di quanto avvenuto e visto con il Figline; il senso e lo stato d'animo sono però ben diversi e in contrasto con quelli di allora. Impregnata di grande delusione quella di sabato scorso, di grande soddisfazione ed ammirazione quella odierna. Quando le due squadre iniziano la fase di preriscaldamento giunge la notizia che annuncia il successo da tre punti del Cagliari nel derby sardo che vede così accorciare il proprio distacco a otto punti dalla Pediatrica e conseguentemente di poter ancora sperare. Alla squadra di Menicucci e Ficini per scacciare i fantasmi, per godersi tranquillamente le mancanti tre giornate al termine non resta che vincere. La notizia giunta dall'isola non ha messo in apprensione De Bellis e compagne, anzi. La Pediatrica è scesa in campo ancor più motivata e determinata di quanto poteva già essere e vittoria è stata; la salvezza è conquistata!. Un successo senza ma e senza se, un successo ottenuto in appena un'ora e un quarto di gioco con tre set fotocopia che hanno visto lo strapotere della formazione pisano-livornese che fin dalla prima palla ha preso in mano il filo del gioco e mai se lo è lasciato sfuggire. Mai le fiorentine sono riuscite ad impensierire le padrone di casa fino ad apparire talvolta impotenti talvolta addirittura remissive. Ad attenuante non possiamo non ricordare alcune importanti assenze patite in casa Figline e che certamente hanno pesato ed influito sulla prestazione delle ospiti. Tangibile la gioia che al termine della gara regna nell'ambiente della Pediatrica. Se solo si pensa a quali difficoltà siano state affrontate e quali fossero le aspettative di inizio stagione ci sarebbe veramente da fare salti di gioia per questa salvezza ottenuta a tre giornate dalla fine; una salvezza a quei tempi da noi ritenuta un mezzo miracolo. Un risultato eccezionale ottenuto da un organico giovanissimo e che annoverava ben dieci ragazze esordienti in serie B1, addirittura qualcuna che annoverava presenze solo nei campionati giovanili. Polisportiva Casciavola e Volley Livorno negli ultimi anni hanno messo al centro del proprio progetto il lancio di giovani e belle promesse, del risultato ottenuto anche in questa stagione ne possono a ragione andare fiere ed orgogliose. Ma a chi devono rivolgere il proprio riconoscimento ed il proprio GRAZIE le due società, chi di questo risultato deve maggiormente vantarsi ed inorgoglirsi sono tredici stupende ragazze ed i loro due tecnici. Un gruppo che ha saputo far squadra, un gruppo che talvolta ha dovuto e saputo soffrire una dirigenza poco presente, un gruppo sulla cui pelle ha provato il peso di un turbinio di lavoro, fatica,

20 sacrifici, emozioni, amarezze, sofferenze ed oggi, finalmente, di gioia. Per i titoli di coda è però ancora presto. Ne riparleremo ampiamente di queste ragazze e dei loro tecnici, rimangono ancora da affrontare altri importanti impegni; c'è da onorare fino in fondo questo campionato, ci sono ora le semifinali regionali under 18. La gara di andata con lo Scandicci è in programma mercoledi 17 ore a Casciavola. Forza ragazze! P.s. Ad accrescere la gioia in casa Pediatrica la notizia della matematica promozione in serie C ottenuta dal Volley Livorno. Ai dirigenti della società labronica, alle atlete, ai tecnici vanno i complimenti di tutta la Polisportiva Casciavola. Fonte: PG Ufficio Stampa

21 gli sponsor ASEL ct maceri

22 PEDIATRICA VITTIMA DI UNA GRANDINATA, LA CAUSA UNA PERTURBAZIONE PROVENIENTE DALL'ADRIATICO :51 - news B1 Campionato Nazionale Pallavolo Femminile Serie B1 girone C 22 Giornata Pediatrica Casciavola - Snoopy Pesaro0-3(20/25 19/25 22/25) Pediatrica Casciavola: Bitossi, Campus, Chini, De Bellis, Fidanzi, Focosi, Lo Cascio, Montella, Papeschi, Pitto, Zonta, Quiligotti (L1), Modena (L2). All. Menicucci V.All. Ficini Fis. Di Mare Dir. Nanni Snoopy Pesaro: Tallevi, Fiesoli, Battistoni, Rita, Aluigi, Micheletti, Boriassi, Veglia, Bruzzone, Passaseo, Furiassi (L). All. Bertini V.All. Portavia Dir. Mencarini Arbitri: Donati e Ambrosi Che serata ragazzi! Una giornataccia può capitare a tutti ma così "accia" come quella patita sabato sera in via Pastore non ne avevamo fin qui ancora vissuto e ci auguriamo di non doverne più sopportare in quel mese che ancora manca al termine della stagione. Non dobbiamo e non vogliamo in nessun modo infierire e per questo ci asteniamo dal fare la cronaca di quello che è successo in quei settanta minuti d'intemperie abbattutesi sulla squadra pisano livornese; qualche parola di troppo potrebbe sfuggire, qualche altra parola potrebbe essere fraintesa. Il tempaccio che ha gravato su Casciavola ha visto la Pediatrica dover patire un lungo ed imprevisto blackout costringendola a dibattersi nel buio più pesto senza mai riuscire a trovarne la via di fuga. Guardandola in positivo, ci sentiamo di dire che gravi danni non ne sono stati subiti visto che il maltempo ha colpito altre zone della bassa; la situazione non è peggiorata e può, forse, solo migliorare. Rimane un comprensibile e giustificato imbarazzo. Quell'imbarazzo che soffriamo nei confronti di tutti coloro che, rispondendo in modo solidale all'appello lanciato da queste pagine, hanno gremito la gradinata del PalaRusso pronti a sostenere chi ne aveva bisogno e che poi se ne sono usciti ampiamente delusi di fronte ad una prestazione a dir poco incolore. Bene, ringraziandoli per ieri sera, a tutti loro ci sentiamo di rinnovare l'invito ad essere presenti anche sabato prossimo quando alla Pediatrica sarà offerta l' occasione per farsi perdonare e per dimostrare che quello con lo Snoopy è stato solo un incidente di percorso; forse anche l'occasione per poter festeggiare tutti insieme l'agognata salvezza. Fonte: PG Ufficio Stampa

23

24 gli sponsor ASEL ct maceri

25 PEDIATRICA, E' UNA PILLOLA AMARA QUELLA CHE DEVE INGOIARE :36 - news B1 Camionato Nazionale Pallavolo Femminile Serie B1 girone C 20 giornata 7 di ritorno Pediatrica Casiavola - Gecom Perugia 2-3 (25/18 24/26 25/8 22/25 12/15) Pediatrica Casciavola: Focosi (4), Pitto (7), Fidanzi (14), Lo Cascio (15), De Bellis (18), Montella (3), Chini (1), Papeschi (2), Campus, Zonta, Bitossi, Quiligotti (L1), Modena (L2). All. Menicucci V.All. Ficini Fis. Di Mare M.S. Presciuttini Dir. Zonta Gecom Perugia: Cruciani Cristina (23), Marcacci, Corbucci (1), Cruciani Corinna (8), Vipera, Puchaczewsky (6), Montechiarini (4), Tosti (10), Gradassi (1), Delfino (8), Scherpes, Rocchi (L). All. Bovari Dir. Sarnari Arbitri: Alice e Sicurella. Alla rituale domanda che sorge spontanea al termine di una gara come quella disputata con Perugia non abbiamo nessun dubbio nel rispondere che per la Pediatrica si sia trattato più di due punti persi che di uno guadagnato. Vista la diversa posizione occupata in classifica dalle due contendenti, l'una in piena lotta play-off l'altra in quella per la sopravvivenza nella serie, vista la caratura tecnica e di esperienza di cui gode un organico umbro allestito per ambiziosi traguardi, in casa Pediatrica certamente non pochi avrebbero messo la firma se a priori qualcun altro avesse messo sul piatto un punto conquistato con avversaria di simile spessore. Ogni gara ha però la sua storia, ed al termine di questa maratona non può non rimanere l'amaro in bocca per quello che poteva essere ed invece purtroppo non è stato; ritrovarsi ad ingoiare l'amara pillola di aver gettato al vento una grande occasione, quella che probabilmente poteva mettere fine al discorso salvezza. Tutto quanto sopra non può far dimenticare l'ottima prestazione, almeno per i due terzi della gara, di cui si è resa protagonista la squadra guidata da Menicucci e Ficini; le ragazze toscane hanno fatto vedere quello che sono capaci di fare sul piano tecnico-tattico quando giocano da squadra, con la dovuta convinzione e determinazione. Menicucci manda inizialmente in campo Focosi play e De Bellis in diagonale, Fidanzi e Lo Cascio schiacciatrici, Pitto e Montella al centro, Quiligotti libero. 1 set. Inizio equilibrato ma con le padrone di casa avanti al 1 t.o.t. 8/6 e 12/6 quando il coach umbro inserisce Cruciani Corinna al posto di Corbucci. Non cambia però l'andamento della gara e lo stesso coach si vede costretto ad usufruire dei tempi discrezionalei quando la sua squadra è sotto 13/19 e 14/23. Sul 24/16 apprensione crea nella Pediatrica l'uscita dal campo per infortunio della Fidanzi; la stessa viene sostituita degnamente dalla baby Papeschi e la squadra di casa fa suo il set sul 25/19. 2 set. Inizio nuovamente assai equilibrato ma questa volta a trovarsi avanti 7/8 al 1 t.o.t. sono le umbre che poi allungano fino al 9/13 momento in cui Menicucci chiede t.d. e, vista la lievità dell'infortunio, rimanda in campo la Fidanzi. Inizia la prepotente rincorsa della Pediatrica che rosicchia punto su punto alle ospita fino a portarsi in parità 22/22. E' questo uno dei momenti più avvincenti dell'incontro contraddistinto da lunghi ed applauditi scambi frutto di muri e contromuri, di spettacolari difese; è il momento anche nel quale le ospiti danno mostra della loro maggiore esperienza e che le porta a equilibrare il conto dei set imponendosi 24/26. 3 set. Perugia sembra aver terminate tutte le sue risorse, non entra mai in partita e la Pediatrica ne approfitta per far proprio il parziale con un perentorio 25/8.

26 4 set. Ripartono bene le ragazze toscane che al 1 t.o.t. sono avanti 8/6; proseguono di gran lena ed impreziosiscono il loro vantaggio fino al 15/9. Qui purtroppo le padrone vanno in black-out e le umbre rapidamente si rifanno sotto e sono sul 16/13 al 2 t.o.t. e 16/15 quando Menicucci chiede il primo dei 1 dei t.d. e sostituisce Montella con Chini. Il cambio non da frutti e Perugia è avanti 22/23 al 2 t.d. chiesto dal coach toscano. Il finale però è ancora di marca Perugia che fa suo il set sul 22/25. 5 set. Disastroso inizio della Pediatrica che è sotto 2/6 alla richiesta del 1 t.d. ed 4/8 al cambio di campo; bene, 7 di quei 8 punti (3 in battuta e 4 in attacco) sono il frutto di errori gratuiti delle padrone di casa. Sul 2/7 Menicucci aveva mandato in campo Papeschi al posto di De Bellis. Le umbre gestiscono bene il vantaggio e chiudono set e match sul 12/15. Visibilmente palpabile l'amarezza, ma anche la rabbia, che regna a fine gara in casa Pediatrica; troppo grande la consapevolezza di aver gettato al vento una grande occasione. Però il giochino dei sé e dei ma lascia il tempo che trova e serve a poco o niente piangere sul latte versato. Bisogna ripartire da quel tanto di buono che è stato dimostrato essere capaci di fare, prendere atto positivamente di quel punto conquistato, un punto che ha portato ad incrementare il vantaggio sulla diretta concorrente nell'ancora lungo cammino che manca per portare la nave in salvo. E' stata sbagliata una palla, pensiamo alla prossima. E' indispensabile ora volgere il pensiero al prossimo impegno casalingo. Un impegno che, causa di forza maggiore e la sosta pasquale, fra ben 20 giorni la vedrà con quello Snoopy che la precede in classifica di soli due punti. Determinante durante questa lunga sosta mantenere viva la giusta concentrazione e la dovuta determinazione per poter arrivare nelle migliori condizioni ad un appuntamento che potrebbe essere la pietra miliare di questa difficile stagione 2012/2013. A quell'appuntamento, datato 6 aprile ore palestra di Casciavola, ci auguriamo che puntualmente si presenti il maggior numero di coloro che hanno a cuore le sorti della squadra pisano-livornese. E' quella un'occasione che nessuno può permettersi di mandare persa. Forza ragazze! Fonte: PG Uficio Stampa

27

28 gli sponsor ASEL ct maceri

29 PEDIATRICA, LORETO NON LA GRAZIA :45 - news B1 Campionato Nazionale Pallavolo Femminile Serie B1 girone C 19 giornata 6 di ritorno TV Falconara - Pediatrica Casciavola 3-1 (25/15 25/16 23/25 25/16) TV Falconara Loreto: Mosca, Sabbatini (17), Tozzo (14), Sampaolesi (11), Tamantini (1), Bellocci (9), Pieroni, Brutti (L), Banchieri (17), Isolani, Di Iulio. All. Cerusico V.All. D'Angelo M.S. Principi Dir. Del Vecchio Pediatrica Casciavola: Bitossi, Zonta, Campus, Lo Cascio (10), Montella (2), De Bellis (4), Pitto (7), Fidanzi (15), Papeschi (3), Focosi (3), Quiligotti (L1), Modena (L2). All. Menicucci V.All. Ficini Fis. Di Mare Dir. Nannipieri Arbitri: Marocci e Marchetti Ritorno amaro quello della Pediatrica da Loreto dove viene pesantemente sconfitta da una TV Falconara determinata a vendicarsi della sconfitta subita nella gara del girone di andata. In quella gara fummo spettatori del grave infortunio occorso alla palleggiatrice marchigiana Di Iulio, infortunio che l'ha tenuta lontana dal campo per oltre tre mesi; sabato sera l'abbiamo rivista alla regia della formazione di casa dando conferma delle sue ritrovate buone condizioni fisiche. Il che se umanamente ci ha fatto sinceramente piacere, dal lato sportivo (ci perdoni) non si può dire altrettanto; sì, perché con la sua superba prova, con la sua sapiente distribuzione ha reso vano il tentativo delle toscane di mettere a freno gli attacchi avversari. Eravamo tutti coscienti di quali difficoltà comportava l'impegno lauretano ma qualcosa di più di quello che ci è stato offerto dalle ragazze guidate da Menicucci e Ficini sinceramente ce lo saremmo aspettati. Il successo interno con il Cagliari, anche se certezze non ne consentiva, sicuramente permetteva alla formazione della Pediatrica di affrontare questo impegno con maggiore serenità ma anche con maggiore entusiasmo. Purtroppo in molte delle protagoniste toscane questo entusiasmo non lo abbiamo visto. La Pediatrica, come spesso gli è accaduto in trasferta, non è riuscita a mettere in mostra quanto di buono fatto nelle partite casalinghe, e a lunghi tratti si è lasciata travolgere dal gioco avversario. Alle toscane non è rimasto altro che rincorrere pressoché costantemente un Falconara sempre avanti nel punteggio; rincorsa che ha dato esito positivo solo nel terzo set, cioè quando hanno saputo esprimere, di questa serata, il meglio di se stesse. Menicucci manda inizialmente in campo Focosi in regia e De Bellis opposto, Fidanzi e Lo Cascio in posto quattro, Pitto e Montella al centro, Quiligotti libero. 1 e 2 set. Fotocopia l'uno dell'altro. Pediatrica in gioco fino al 1 t.o.t. per poi cedere in modo clamoroso di fronte ad un Falconara che niente sbagliava dando a vedere un gioco di ottimo livello sia tecnico che tattico. Un gioco molto più preciso e conseguentemente molto più efficace che non dava scampo alla formazione pisano-livornese che cedeva prima sul 25/15 e poi 25/16. Nel secondo set sul 16/13 interno Menicucci ha sostituito De Bellis con Papeschi 3 set. Modena sostituisce Quiligotti nel ruolo di libero L'inizio è disastroso e tutto fa presagire che la gara trovi ben presto il suo termine, sotto 12/7 quando Menicucci chiede il 1 dei suoi due tempi discrezionali. Falconara sembra essere prossimo a tagliare vittoriosa il traguardo quando il coach ospite consuma il suo 2 t.d. sul 23/20. Come già detto è questo il momento migliore della Pediatrica che rifilando un break di 0/5 alle marchigiane fa suo il set sul 23/25. 4 set. Le ragazze della Pediatrica sono riuscite a sbloccarsi? No, non è cosi! Altro inizio da dimenticare e ben presto le marchigiane creano un fossato fra loro e le ospiti. Le due squadre danno vita, come già in altri momenti, a lunghi ed appassionanti scambi ma a prevalere è quasi

30 sempre quella di casa. Set e match al Falconara sul 25/16. Lo vogliamo ripetere, il vantaggio di 10 punti sulla diretta concorrente è importante ma non da alcuna certezza e vorremmo che tutte le ragazze affrontassero i prossimi impegni con maggiore autostima; una delle doti necessarie per poter tramutare in realtà quello che all'inizio era un sogno. Il calendario da ora alla Pediatrica una grande mano in quanto si troverà ad affrontare tre gare consecutive sul campo amico vista annullata la trasferta di Forli. Quella mano potrebbe non bastare se non accolta e stretta con estrema convinzione. Forza ragazze! Fonte: PG Ufficio Stampa

31 gli sponsor ASEL ct maceri

32 PEDIATRICA, UN GRAN BEL PASSO IN AVANTI :40 - news B1 Campionato Nazionale Femminile Serie B1 girone C 18 giornata 5 di ritorno Pediatrica Casciavola - Alfieri Cagliari 3-0 (25/19 25/21 25/13) Pediatrica Casciavola: Focosi (4), Pitto (8), Fidanzi (7), Lo Cascio (17), De Bellis (11), Chini (9), Bitossi, Campus, Zonta, Montella, Papeschi, Quiligotti (L1), Modena (L2). All. Menicucci V.All. Ficini M.S. Presciuttini Fis. Di Mare Dir. Nannipieri Alfieri Cagliari: Orro (4), Gargiulo (6), Mereu (1), Piras (L), Spano, Cappai, Dimitrova (9), Lebiu, Soppelsa (1), Boi, Cali (3), Allegretti (7). All. Langiu V. All. Falchi Dir. Pravettoni Arbitri: Caravetta e Marchi Serviva una vittoria piena e la Pediatrica non ha fallito l'obiettivo. Quello con l'alfieri era il match clou di questa 18 giornata del girone C, una tappa fondamentale per ambedue le formazioni nella serrata corsa alla salvezza; per la prima il successo avrebbe significato mettere la diretta concorrente quasi a distanza di sicurezza in classifica, per le seconde la possibilità di rimettere in discussione l'esito di quella corsa avendo a sua disposizione una tappa in più da disputare di lì all'agognato traguardo. Per De Bellis e compagne poteva risultare questa una partita molto più difficile sul piano psicologico che su quello tecnico, ma il loro approccio alla gara è stato inappuntabile. Concentrazione e determinazione hanno contraddistinto la prestazione della Pediatrica dalla prima all'ultima palla, doti che poi aggiunte ad una evidente superiorità tecnico-tattica le hanno consentito di dare vita ad una partita di alto spessore e conquistare quei tre punti che alla fine dei giochi potrebbero risultare di vitale importanza. Menicucci manda in campo Focosi Play con in diagonale De Bellis, Pitto e Chini al centro, Fidanzi e Lo Cascio schiacciatrici, Quiligotti libero. 1 set. Partono risolute le padrone di casa che al 1 t.o.t. sono avanti 8/4, divario che rimane inalterato al 2 t.o.t sul 16/12. Le ospiti trovano una serie di battute che mette in difficoltà la loro ricezione e si portano ad una incollatura sul 17/16. Il finale delle toscane è però imperioso e le sarde sono costrette alla resa sul 25/19. 2 set. E' da subito molto più equilibrato, si lotta punto a punto ed al 1 t.o.t. sono le ospiti ad essere avanti 7/8. Le ragazze della Pediatrica trovano difficoltà a chiudere in attacco, forzano il gioco e commettono alcuni errori che consentono a Cagliari di allungare fino al 11/14. E' qui che la Pediatrica ostenta tutta la sua determinazione e costringe le ospiti a subire un break di 5/0 arrivando prima al 2 t.o.t. avanti 16/14 per poi trovarsi sul 20/15 quando il coach sardo sfrutta il suo 2 tempo discrezionale. Momento difficile quello subito dopo l'intervallo per la squadra di Menicucci che si vede costretto a chiedere t.d. quando le ospiti sono con il fiato sul collo delle sue ragazze, 21/20. Il finale però è ancora una volta di marca toscana e la Pediatrica fa suo il set 25/21. 3 set. E' invece quello in cui la Pediatrica non sbaglia niente e soffre di meno; avanti 8/4 al 1 t.o.t. e 16/9 al 2. Il finale è ancor più in discesa e la squadra pisano-livornese fa suo set e match sul 25/13. Il termine del campionato è sempre lontano, otto giornate da disputare, e tutto il team della Pediatrica sa bene che quei 10 punti di vantaggio, anche se tanti, non fanno sì che il pericolo sia del tutto scampato. Certamente un distacco importante che può far sì di guardare al futuro con maggiore serenità ma assolutamente vieta qualsiasi distrazione. Questo se non altro per ottenere un obiettivo ancor più importante, quello di riuscire a mettere

33 dietro a se almeno un'altra squadra e far sì che l'eventuale permanenza nella serie non possa essere accreditato al solo ritiro dalla competizione della squadra forlivese. Forza ragazze! Fonte: PG Ufficio Stampa

34 gli sponsor ASEL ct maceri

35 UNDER 18 REGIONALE, PEDIATRICA FA EN PLEIN E SI QUALIFICA PER LA 2 FASE :53 - news B1 Pediatrica CasciavolaLivorno - CUS Siena 3-0 (25/10; 25/15; 25/18) Pediatrica Casciavola: Alessandra Focosi, Virginia Campus, Serena Bitossi, Noemi Chini (K), Virginia Montella, Chiara Dodoli, Irene Zonta, Alessia Papeschi, Giulia Lo Gerfo, Serena Bernardini, Giulia Modena (L). All. Alessandro Tagliagambe, dir.acc. Carlo Nannipieri. Secondo turno del preliminare Under 18 regionale e seconda vittoria ancora per 3-0 ottenuta da Chini & C. Un'altra gara molto ben giocata dalla formazione casciavolina che, di fronte ad un avversario di sicuro spessore come il CUS Siena, ha saputo imporre al match un ritmo di gioco infernale che per quasi tutta la gara ha impedito alle ospiti di far vedere le proprie qualità. Nel primo set fase di studio con le due formazioni che non affondavano i colpi, Pediatrica stentava un po' a trovare alcune distanze specialmente in ricezione, poi con il passare dei minuti tutto si aggiustava e la macchina biancazzurra iniziava a far rombare il motore; gara comunque in equilibrio fino all'11/8 in nostro favore, quando andava al servizio Alessia Papeschi che inanellava ben 12 punti consecutivi spianando la strada all'uno a zero per Casciavola. Nel secondo set gioco più spezzettato e forse meno piacevole che nel primo, ma la sostanza in pratica non cambiava: era ancora Pediatrica infatti che giostrava a proprio piacimento il gioco su tutti i fronti di attacco ad una velocità che talvolta trovava muro e difesa avversarie impreparate; molto bene in questa seconda frazione difesa e ricezione che dimostravano una solidità di altra categoria. Terzo set che vedeva all'inizio le ospiti, forse un po' demoralizzate, subire ancora l'iniziativa pisana, poi nella seconda parte della frazione si assisteva ad un parziale recupero delle bianconere che, avendo ora più palloni da giocare, dimostravano di avere anch'esse ottime soluzioni offensive. Il distacco dalle casciavoline però non si riduceva mai a meno di 5 punti ed il set si chiudeva sul 25/18 per le locali, giustamente festanti alla fine del match ed applaudite dal proprio pubblico ieri sera accorso in gran numero pur essendo una gara infrasettimanale. Con la gara di ieri si è conclusa per Pediatrica questa prima fase regionale: bilancio ottimo con 2 vittorie, zero set persi e qualificazione alla fase a gironi. Per la cronaca, mercoledì prossimo nell'ultimo turno Carrarese e CUS Siena si giocheranno in casa di quest'ultima il secondo posto del triangolare che varrà anch'esso la qualificazione alla fase 2. Insieme a Pediatrica hanno già staccato il pass per la seconda fase le formazioni della Folgore S.Miniato, Rigutino AR, IUS AR, Delta Luk, Scandicci, Cecina e Valdarno. Restano da definire le ultime due squadre dai match come già detto sopra Carrarese-Siena e Grosseto-Monsummano. Fonte: Marco Papeschi

36

37 gli sponsor ASEL ct maceri

38 PEDIATRICA IN GINOCCHIO DAVANTI A S.MICHELE :20 - news B1 Campionato Nazionale Pallavolo Femminile Serie B1 girone C 17 giornata 4 di ritorno CS S.Michele - Pediatrica Casciavola 3-0 (25/20 25/21 28/26) Pediatrica Casciavola: Bitossi, Zonta, Campus, Lo Cascio (8), Montella, De Bellis (12), Pitto (7), Chini (2), Fidanzi (15), Papeschi (3), Focosi (3), Quiligotti (L1), Modena (L2). All. Menicucci V.All. Ficini Fis. Di Mare Dir. Nannipieri CS S.Michele: Bianchi (L), Morino, Ceresi, Miccadei (8), Alighieri (11), Starnotti, Grilli (13), Salvestrini (9), Stolfi (1), Filindassi (1), Rosati, Sacconi (15). All. Alderani V.All. Landi Dir. Vivarotti Arbitri: Toni e Brancati La classifica parlava chiaro, la squadra fiorentina in zona play-off con 31 punti, quella pisanolivornese terzultima con 14 punti. Ci sarebbe voluto un mezzo miracolo per poter sovvertire un pronostico scontato ed uscire indenni dalla Comunità di S.Michele, purtroppo questo non è avvenuto e la squadra di casa ha chiuso le ostilità con un secco 3/0 a proprio favore; la loro superiorità tecnica ma anche psicologica sul campo si è evidenziata tutta ed il risultato non fa una grinza. Non è stata una bella partita, come invece lo fu quella del girone di andata, sia sul piano tecnico che agonistico se non a sprazzi; i numeri talvolta saranno anche "crudi" ma in questa occasione parlano più chiaro di qualsiasi commento: 20%/21% in ricezione, 37%/30% in attacco, 5/4 i muri punto Il S.Michele non ha fatto niente di più che il proprio compitino, senza infamia e senza lode, ma con una grande attenzione e determinazione ha cinicamente sfruttato tutte le indecisioni della formazione avversaria. De Bellis e compagne invece, e troppo spesso, hanno dato l'impressione di assentarsi mentalmente dal campo, forse pensando più che all'impegno immediato a quello che le attenderà nel prossimo turno casalingo. Inizialmente Menicucci manda in campo Focosi play e De Bellis in diagonale, Pitto e Chini al centro, Fidanzi e Lo Cascio a banda, Quiligotti libero. 1 set. E' quello in cui la Pediatrica dando vita alla sagra degli errori (7 in attacco, 2 in battuta e 2 in ricezione) spiana un'autostrada di fronte alle fiorentine che non possono far altro che accelerare, distanziano le ospiti e giungono alla metà sul 25/20. 2 set. Partono più decise le ospiti che si portano avanti 2/5, ma l'illusione che al match si possa dare una svolta dura ben poco, giusto il tempo di subire un break di 6/0. Le fiorentine gestiscono al meglio il vantaggio conquistato e fatto proprio il parziale sul 25/21. 3 set. Papeschi prende il posto di una Lo Cascio in precarie condizioni fisiche. L'affondo iniziale questa volta è del S.Michele che mette da subito a distanza la Pediatrica e 20/16 per loro quando Menicucci chiede il 2 tempo discrezionale ed inserisce Montella al posto di Chini. Le ospiti hanno uno scatto d'orgoglio e rosicchiando punto su punto riescono a portarsi in parità sul 24/24; qui sono due contestatissime decisioni arbitrali a dare la sferzata definitiva alle loro speranze e perdono set e match sul 28/26 interno. Il S.Michele continua la sua esaltante marcia verso un prestigioso traguardo, la Pediatrica continua nella sua corsa alla permanenza nella serie. Una corsa che domenica prossima 3 marzo vivrà una tappa fondamentale quando alle ore del parquet di via Pastore sarà ospite l'alfieri Cagliari.

39 Per le sarde quasi certamente l'ultima occasione per rimettersi in corsa, per la Pediatrica un'opportunità più unica che rara per alimentare ancor più, se non la certezza, le proprie speranze di salvezza. La società fa da ora appello a tutti i suoi sostenitori affinché gremiscano la gradinata del PalaRusso; la squadra ha bisogno del loro caloroso incitamento. Forza ragazze! Fonte: PG Ufficio Stampa

40

41 gli sponsor ASEL ct maceri

42 PEDIATRICA TROVA L'ANTIDOTO PER DEBELLARE LA SARTEL OLBIA :21 - news B1 Campionato Nazionale Pallavolo Femminile Serie B1 girone C 16 giornata 3 di ritorno Pediatrica Casciavola - Sartel Olbia 3-0(25/16 25/18 25/21) Pediatrica Casciavola: Bitossi, Zonta, Campus, Lo Cascio, Montella, De Bellis, Pitto, Chini, Fidanzi, Papeschi, Focosi, Quiligotti (L1), Modena (L2). All. Menicucci V.All. Ficini Med. Presciuttini Fis. Di Mare Dir. Nannipieri Sartel Olbia: Gorini, Loddo, Rossigni, Podda, Ruberti, Martino, Budroni, Masu, De Gortes (L). All. Uscidda Dir. Podda Arbitri: Ambrosi e Bacchi. Nel primo scontro salvezza la Pediatrica ritrova la vittoria con l'olbia, attuale fanalino di coda, bloccando un'emorragia di punti che durava oramai da sei turni di campionato, più precisamente dai tempi del successo ottenuto a Pesaro con lo Snoopy. Niente c'è di scontato nella vita; tanto meno nel volley e nello sport in genere, tanto più quando in palio c'è la possibile sopravvivenza dell'una o dell'altra squadra. In questi casi l'aspetto psicologico và ad assume un aspetto fondamentale sull'andamento della gara. Le aspettative erano quelle di vedere la Pediatrica tornare a giocare come sa sul piano tecnicotattico, con grande attenzione e dovuta determinazione; le attese non sono andate deluse. De Bellis e compagne dovevano vincere e lo hanno fatto con autorevolezza mettendo nel proprio carniere tre punti importantissimi nella corsa alla salvezza, un piccolo balzo in avanti che potrebbe poi risultare di vitale importanza. Un successo, non traggano in inganno i crudi numeri finali, ottenuto a spese di una squadra che, lottando con il cuore in mano, non poche volte ha messo in difficoltà la formazione pisanolivornese; questo grazie anche alla superba prova della ex Ruberti. Menicucci manda in campo Focosi al palleggio e Fidanzi in diagonale, Lo Cascio e De Bellis in posto quattro, Pitto e Chini al centro, Quiligotti libero. 1 set. L'approccio alla gara da parte della Pediatrica è quello giusto ed in breve si accaparra un buon margine di vantaggio per poi arrivare sul 14/7 e 23/16 quando il coach ospite spende i suoi due tempi discrezionali; soste che risultano vane in quanto la squadra di casa chiude il set sul 25/16. 2 set. E' quello in cui inizialmente le ragazze di Menicucci e Ficini soffrono e non poco la veemente reazione della squadra sarda che arriva la 1 t.o.t. avanti 5/8. Le padrone di casa, diversamente ad altre volte, non si perdono mai d'animo e con attenzione e pazienza prima accorciano le distanze, 15/16 al 2 t.o.t., poi piazzano un break di 6/0 che capovolge le sorti del set fino a farlo proprio sul 25/18. 3 set. Forse quello più equilibrato ma anche quello che ha sempre visto la Pediatrica in vantaggio; 8/6 al 1 t.o.t e 16/14 al 2, 21/18 al 1 discrezionale ospite 24/21 al 2. Set e match chiusi sul 25/21. Per il team Pediatrica una vittoria figlia di una grande determinazione ma anche di innegabili valori tecnici. Una vittoria al termine di una gara esemplare, tre punti importantissimi oltre che per la classifica anche per quel morale che le sconfitte avevano sicuramente scalfito. Sabato prossimo impegno sulla carta proibitivo sul campo del S.Michele Fi, vera rivelazione di questo girone C della B1. Squadra alla vigilia pronosticata, anche da noi, a lottare per la salvezza e che invece grazie ad un campionato esaltante si trova al momento sul terzo gradino del podio ed

43 in lotta per l'accesso ai play-off. Cosa ci aspettiamo? Di vedere la Pediatrica uscire dal campo a testa alta, così come fece il S.Michele nel girone di andata; sconfitto al tie-break al termine della più bella gara che si sia potuta fin quì ammirare a Casciavola. Forza ragazze! Fonte: PG Ufficio Stampa

44 gli sponsor ASEL ct maceri

45 PEDIATRICA SCONFITTA SENZA ATTENUANTI :23 - news B1 Campionato Nazionale Pallavolo Femminile Serie B1 girone C15 giornata Stampiitalia Casette - Pediatrica Casciavola 3-0(25/18 25/21 25/20) Pediatrica Casciavola: Bitossi, Campus, Chini, De Bellis, Fidanzi, Focosi, Lo Cascio, Montella, Papeschi, Pitto, Zonta, Quiligotti (L1), Modena (L2). All. Menicucci V.All. Ficini Fis. Di Mare MS Presciuttini Dir. Nannipieri Stampiitalia Casette: Natale, Migliorelli, Mauriello, Recine, Patrassi, Testella, Alikaj, Pierantoni, Di Marino, Ricci, Ma strilli. All. Domizioli V.All. Cardinali Dir. Diomedi Arbitri: Cantelli e Guarino E' stata sicuramente la più brutta Pediatrica dell'intera stagione quella vista a Casette, e la sonante sconfitta non ne è altro che la logica e legittima conseguenza. Una sconfitta senza se e senza ma, maturata al termine di una gara che per lunghi tratti ha visto le pisane subire, fin alla soglia dell'umiliazione, la supremazia delle marchigiane. Le pisane sono state in gara solo nel secondo set fino al 21/20 a loro favore, cioè fino a quando un marchiano errore arbitrale le portava, incomprensibilmente, ad un vistoso calo specie sul piano nervoso. Il disagio e la fatica per la più disagiata trasferta in calendario, le precarie condizioni di salute e fisiche di alcune, alcune contestate decisioni dei direttori di gara non possono essere avanzate come attenuanti, figuriamoci come giustificazioni ad una prestazione deficitaria da tutti i lati la si possa guardare e per l'apparente remissività con cui la si è affrontata. Un atteggiamento mai ammissibile ma tanto più ora che si stanno avvicinando le gare che potrebbero significare vita o morte in questo campionato della Pediatrica. La prima sabato prossimo quando sul parquet di via Pastore affronterà Olbia attuale fanalino di coda. Gli eventi hanno portato ad offrire alla formazione pisano-livornese una grande opportunità, la si vuole o no sfruttare? ed allora... Forza ragazze! Fonte: PG Ufficio Stampa

46

47 gli sponsor ASEL ct maceri

48 PEDIATRICA IN EMERGENZA CEDE CON S.MARIANO :40 - news B1 Campionato Nazionale Pallavolo Femminile Serie B1 girone C 14 giornata 1 di ritorno Pediatrica Casciavola - Sgm Graficonsul San Mariano 1-3(25/19 23/25 21/25 23/25) Pediatrica Casciavola: Bitossi, Zonta, Campus, Lo Cascio, Montella, De Bellis (14), Pitto (12), Chini (6), Fidanzi (16), Papeschi (12), Focosi (4), Quiligotti (L1), Modena (L2). All. Menicucci V.All. Ficini Med. Presciuttini Fis. Di Mare Dir. Nannipieri Sgm Graficonsul San Mariano: Di Romano, Babbi, Spacci, Quondamluigi, Peluso, Natali, Cheli, Guidi, Corselli, Da Col, Guglielmi, Tromboni. All. Scaccia V.All. Urbani Dir. Minciotti Arbitri: Spartà e Emma L'augurio che ci si faceva in casa Pediatrica al termine della gara, ultima del girone di andata, con la capolista Rimini era quello di poter recuperare durante la sosta alcuni acciacchi e presentarsi agli appuntamenti di inizio girone di ritorno nelle migliori condizioni possibili, ma purtroppo così non è stato. La sosta si è rivelata una vera e propria via crucis, tredici giorni di passione contraddistinti da numerosi e casuali infortuni che hanno infierito sulla squadra di Menicucci e Ficini. Lo Cascio (distorsione del legamento della caviglia a seguito di un fortuito scontro con una compagna), Montella (distorsione alla mano a muro) e Zonta (stato influenzale) fuori dai giochi, Fidanzi in campo ma con pochi allenamenti alle spalle (stop di 10 giorni per contrattura alla spalla) sono i casi che più hanno pesato sulla gara della Pediatrica forse fino a comprometterne il risultato finale. Queste le attenuanti che possono essere accampate per la sconfitta subita con la Graficonsul, squadra che fin all'inizio della gara poteva essere considerata una diretta concorrente nella lotta alla salvezza. Una squadra quella umbra dotata tecnicamente e che nel momento cruciale ha saputo far valere la maggiore esperienza e la propria supremazia fisica. Inizialmente Menicucci manda in campo Focosi play e De Bellis in diagonale, Papeschi e Fidanzi schiacciatrici, Pitto e Chini al centro, Quiligotti libero. Quest'ultima a metà secondo set per infortunio (tanto per gradire) è dovuta uscire ed essere sostituita da Modena. 1 set. L'approccio mentale della Pediatrica alla gara è quello giusto, De Bellis e compagne prendono in pugno le redini dell'incontro e sono avanti 8/5 al 1 t.o.t e 16/11 al 2, raggiungendo poi il massimo vantaggio sul 21/13. Le umbre, duramente riprese dal loro coach, danno il via ad un tentativo di rimonta che però viene ben arginato dalle pisane che chiudono a loro favore 25/19. 2 set. Le due squadre vanno avanti punto a punto fino al 1 t.o.t. che vede avanti 7/8 S.Mariano. Qui le ospiti dimostrando una superiore efficacia in attacco soverchiano le padrone di casa giungendo avanti 9/16 al 2 t.o.t. per allungare poi fino al 21/12. Sono ora le pisane a reagire, rodono punto su punto alle avversarie fino a portarsi ad un incollatura sul 23/24; qui però devono fermarsi e soccombere di fronte all ennesima bordata di una incontenibile Babbi, top-scorer della gara con 24 punti. 3 set. Fino alla metà è la perfetta fotocopia del precedente con le umbre avanti 7/8 al 1 t.o.t. e 10/16 al 2. Questa volta la reazione della Pediatrica si rivela sterile e soccombe 21/25. 4 set. L incontro viaggia sul filo dell equilibrio, si lotta nuovamente punto a punto, avanti la Pediatrica 8/7 al 1 t.o.t., avanti S.Mariano 15/16 al 2. Le pisane sanno approfittare di un proficuo turno di servizio di Papeschi per portarsi ad un soffio dal successo parziale sul 23/19.

49 Così repentino l'allungo, tanto repentino poi il black-out delle casciavoline che si rendono protagoniste, molte più per loro colpe che per meriti avversari, di un 0/6 di parziale che consente alla squadra umbra di chiudere set e match sul 25/23. E' soprattutto qui che viene spontaneo rammaricarsi per l'assenza di Lo Cascio; niente da imputare alla sua giovanissima sostituta Papeschi ('97) resasi protagonista di una eccellente prestazione, ma Alice avrebbe potuto garantire alla Pediatrica quella maggiore esperienza e fisicità di cui inizialmente parlavamo e che nel momento cruciale ha difettato. Amarezza ed anche rabbia regnavano in casa Pediatrica a fine gara; stato d'animo comprensibile ma che presto deve ben presto deve lasciare il posto ad una serena voglia di rivalsa. Intanto prendiamo conforto dal fatto che la squadra ha fatto vedere tante cose buone e dal fatto che in fondo alla classifica nulla è cambiato viste le sconfitte altrui (mors tua-vita mea, purtroppo lo sport porta anche a questo). C'è ora da pensare alla difficile e faticosa trasferta di sabato prossimo a Casette D'Ete, difficile ma non impossibile se affrontata nelle migliori condizioni psico-fisiche. Forza ragazze! Fonte: PG Ufficio Stampa

50

51 gli sponsor ASEL ct maceri

52 PEDIATRICA DEVE LASCIARE IL PASSO ALLA CAPOLISTA :50 - news B1 Campionato Nazionale Pallavolo Femminile Serie B1 girone C 13 ed ultima giornata di andata Pediatrica Casciavola - Viserba Volley Rimini 1-3 (22/25 25/19 20/25 19/25) Pediatrica Casciavola: Bitossi, Campus, Chini, De Bellis, Fidanzi, Focosi, Lo Cascio, Montella, Papeschi, Pitto, Zonta, Quiligotti (L1), Modena (L2). All. Menicucci V.All. Ficini Fis. Di Mare MS Presciuttini Dir. Nannipieri Viserba Volley Rimini: Ambrosiani, Montani, Zuccarini, Zucchini, Peroni, Pironi, Morelli, Masoni, Giusti, Argentati, Miola, Arcangeli (L). All. Solforati V.All. Giulianelli Fis. Bianchi Dir. Bernardini Arbitri: Giusto e Morello Il Viserba Volley si presentava a Casciavola forte dei propri 29 punti e del primato nella classifica di questo girone C della B1; il tutto frutto di dieci vittorie ed una sola sconfitta, di 31 set vinti e solo 8 persi. Anche la Pediatrica ha dovuto arrendersi di fronte alla maggiore caratura tecnica e fisica del Volley Viserba, ma lo ha fatto meritandosi l'onore delle armi al termine di una prestazione valida sia sul piano tecnico quanto su quello agonistico. La Pediatrica parte con Focosi play e De Bellis in diagonale, Fidanzi e Lo Cascio in posto quattro, Pitto e Chini al centro, Modena libero. Durante la gara entrano anche Quiligotti e Papeschi. 1 set. Avvio da brivido per la Pediatrica che non regge la veemente partenza delle ospiti ed in breve si trova sotto 4/12. Le ragazze di Menicucci hanno il merito di non abbattersi, reagiscono ed arrivano a rimettere in discussione il risultato del set quando sono ad un solo punto dalle avversarie sul 21/22. Qui il Viserba fa valere la sua maggiore esperienza impallinando le pisane con due pallonetti vincenti che le consentono di chiudere a proprio favore 22/25. 2 set. Questa volta a partire in modo deciso è la Pediatrica che riesce ad accaparrarsi un buon vantaggio arrivando avanti 8/5 al 1 t.o.t. e 16/12 al 2. Le romagnole patiscono la battuta tattica delle pisane e cercando di forzare in fase di attacco spesso cadono in errore. La Pediatrica raggiunge il massimo vantaggio sul 18/12 ma qui deve subire la rimonta della squadra ospite che riesce a risalire fino al 19/22. Lo sprint questa volta a lanciarlo sono però le padrone di casa che chiudono perentoriamente sul 25/19. 3 set. La Pediatrica inizia come ha finito e riesce ad essere avanti 8/6 al 1 t.o.t. Il Viserba non ci sta e grazie anche a qualche errore di troppo delle padrone di casa prima rimonta e poi avanza fino al 14/16 del 2 t.o.t. Mentre le pisane soffrono e trovano difficoltà a farsi valere in fase di attacco le ospiti trovano pochi ostacoli ed è facile per loro fare proprio il set sul 25/20. 4 set. L'avvio porta ancora il marchio della Pediatrica che si porta avanti 4/1. La reazione delle romagnole è rabbiosa ed affidandosi soprattutto a un gran gioco al centro, ma anche a qualche smagliatura avversaria, riescono a capovolgere il risultato arrivando al 1 t.o.t avanti 6/8. La Pediatrica trova sempre più difficoltà a contrapporsi alla squadra ospite che fa suo set e match sul 25/19. Non era certo questa la gara in cui si poteva pretendere dalla Pediatrica di conquistare punti, lo ripetiamo, troppo superiore il Viserba. Ci hanno favorevolmente impressionato, oltre ad un buon gioco, l'attenzione e la determinazione messe in mostra in questa gara dalle ragazze di Menicucci. Se cosi fosse stato anche in alcune altre occasioni forse questo girone di andata lo avrebbero

53 potuto chiudere con qualche punticino in più in classifica. Ma non è l'ora di piangere sul latte versato. Il campionato prevede ora un turno di sosta che permetterà il recupero di alcuni infortuni o acciacchi, la squadra deve farsi trovare pronta ad affrontare un girone di ritorno che le offre l'opportunità di giocare fra le mura amiche 7 delle 12 gare in calendario. Per di più molte di quelle 7 gare la vedranno opposta a dirette concorrenti nella lotta per la salvezza e sono quindi appuntamenti da ritenere di vitale importanza e assolutamente da non fallire. La prestazione di oggi, pur nella sconfitta, deve essere per tutti di conforto e di grande stimolo per affrontare con serenità e composto ottimismo l'immediato futuro. Forza ragazze! Fonte: PG Ufficio Stampa

54 gli sponsor ASEL ct maceri

55 PEDIATRICA, LA SAGRA DEGLI ERRORI :11 - news B1 Campionato Nazionale Pallavolo Femminile Serie B1 girone C Lardini Filottrano - Pediatrica Casciavola 3-0 (25/21 25/22 25/20) Lardini Filottrano: Baroli, Bernardini, Cavestro, Grizzo, Merlini, Paolorossi, Piattella, Spicocchi, Stintone, Trillini, Zanon, Feliziani (L). All. Lombardi V.All. Fammelume Dir. Graziani Pediatrica Casciavola: Bitossi, Campus, Chini (1), De Bellis (12), Fidanzi (7), Focosi (2), Lo Cascio (11), Montella (3), Papeschi (1), Pitto (8), Zonta, Quiligotti (L1), Modena (L2). All. Menicucci V.All. Ficini Dir. Nannipieri. Dalla pagina Facebbok della Pallavolo Filottrano: FILOTTRANO. Quarta vittoria consecutiva che consente alla Lardini di sorpassare Casette e di portarsi al quarto posto da sola a ridosso delle due prossime avversarie, Perugia e Scandicci. La Lardini inizia la partita un po' contratta con qualche sbavatura in ricezione e vive sugli errori delle avversarie che al momento giusto si disuniscono. Equilibrio fino al primo time out 7-8, poi la Lardini con 4 attacchi consecutivi della Baroli si porta sul 12-9 ma viene prontamente raggiunta dalle avversarie che esprimono un buon gioco soprattutto dalle bande, con Lo Cascio e De Bellis Il gioco dal centro della Lardini non decolla. Si assiste a grandi difese da entrambe le parti. Il set va avanti in parità fino all'acuto finale delle locali che chiudono con Grizzo sul Il secondo inizia con un discreto vantaggio della Lardini che si porta sul 8-5 grazie ad alcuni buoni attacchi della Spicocchi. Ma oggi la trascinatrice delle locali è Baroli che sbroglia sempre la matassa al momento giusto. Il vantaggio iniziale viene costantemente mantenuto dalle locali che badano a non commettere errori, tanto poi ci pensa l'avversario con i propri a favorire il gioco locale. Punti: 8-5, 12-9, 18-15, 20-16, ed infine ancora punto finale della Grizzo per il Nel terzo set la giovane Casciavola subisce la crescita delle locali che, con l'ingresso della Trillini al posto di Cavestro, si concretizza con un vantaggio iniziale, 8-6, che viene mantenuto fino al e poi aumentato nel finale di set, 25-20, che si chiude con un bell' attacco in veloce di Zanon. La Lardini incamera i tre punti senza molta fatica, l'avversario a tratti esprime un buon gioco ma manca di continuità, troppi errori in momenti importanti. Per la Lardini in evidenza Baroli, Feliziani e Trillini nel finale, centrali condizionate dal buon piazzamento a muro delle avversarie. Per le avversarie..omissis...per il gioco la squadra ha degli ampi margini di crescita ma pecca di inesperienza, data la giovane età. La Lardini entra ora in una fase del campionato che sarà decisiva per vedere se può puntare a svolgere un ruolo da protagonista fino alla fine. Cronaca ed analisi inappuntabile non condivisa (omissis) sul giudizio espresso in merito alle prestazioni delle singole atlete. Una cronaca che rimarca più volte quanto le pisane abbiano favorito il successo delle marchigiane con i loro gratuiti errori, alla fine se ne sono contati ben 30 con una media di 10 errori a set: esagerata!. L'uniche note positive di questo 12 turno ci arrivano dai campi in cui erano impegnate le dirette concorrenti alla salvezza vedendole tutte sconfitte. Magra consolazione, ma in mancanza di meglio dobbiamo accontentarci. Il ritiro dal campionato del Volley 2000 Forlì potrebbe avere aumentato le probabilità della Pediatrica di conquistare la salvezza ma perché questo si realizzi non si può continuare a campare solo sulle disgrazie altrui, non sarebbe neppure un gran bel merito. I punti necessari vanno conquistati sul campo con una maggiore concentrazione ed una diversa determinazione rispetto a quanto si è visto in questa occasione; questo richiamo ci permettiamo di rivolgerlo sopratutto alle più giovani. Forza ragazze!.

56 Fonte: PG Ufficio Stampa

57 gli sponsor ASEL ct maceri

58 FIPAV CAMPIONATI NAZIONALI: COMUNICATO :45 - news B1 Si riceve e pubblichiamo A:,,,,,,,,,,,,,, Cc:"C.R.Emilia Romagna", Si comunica che, a seguito del Ritiro della societa Volley 2002 Forli dal Campionato di Serie B1/F 2012/2013, la gara di serie B1/F - girone C N. 3865VISERBA VOLLEY RIMINI - VOLLEY 2002 FORLI' di Sabato 12 gennaio non sara disputata. Inoltre si trasmette la comunicazione inviata dalla societa Volley 2002 Forli al Giudice Unico Federale, per i provvedimenti di sua competenza. Saluti. Federazione Italiana Pallavolo Ufficio Campionati Giovanni Gualtieri Fonte: Ufficio Stampa

59

60 gli sponsor ASEL ct maceri

61 PEDIATRICA, E BUIO E LO SCANDICCI GLI CANTA LA BEFANA! :56 - news B1 Campionato Nazionale Pallavolo Femminile Serie B1 girone C Undicesima giornata di andata Pediatrica Casciavola - Savino Del Bene Scandicci 1-3 (19/25 25/19 13/25 14/25) Pediatrica Casciavola: Quiligotti (L1), Focosi (4), Pitto (8), Fidanzi (14), Lo Cascio (15), De Bellis (9), Modena (L2), Campus, Bitossi, Montella (5), Zonta, Papeschi (1), Chini (1). All. Menicucci V.All. Ficini M.S. Presciuttini Fis. Di Mare Dir. Nannipieri Savino Del Bene Scandicci: Cecchi (10), Buono (9), Agresti (L), De Fonzo (8), Nale, Salvia (1), Cecconi, Crepaldi (20), Bacci, Baldini (4), Ronconi (21). All. Latini Fis. Sergi Dir. Biffi Arbitri: Bracco e Rossi Inizio, parlando volutamente in prima persona, con due note a margine. La prima (positiva) è intesa a rivolgere, a nome della società, un grazie ai numerosissimi supporter della Pediatrica che hanno gremito la gradinata della palestra di via Pastore non lesinando e non facendo mancare il proprio sostegno ed incitamento alla squadra. La seconda (negativa) è rivolta ai direttori di gara. Premesso che tale nota non intende far assurgere a vittima la Pediatrica, che non intende accusare i suddetti di aver condizionato il risultato finale e che non vuole in alcun modo minimizzare o mettere in discussione i meriti di uno Scandicci che ha fatto valere sul campo una manifesta ed innegabile superiorità tecnica, mi sia concesso esprimere il personale disappunto e la personale critica per come, cosa già successa a Figline, il primo arbitro abbia valutato i falli in palleggio. Essendo quella sulla fallosità di un palleggio una norma difficilmente applicabile in modo oggettivo ma affidata, quasi completamente, al giudizio soggettivo (personale) del direttore di gara, diventa quella più difficile da applicare ed è quella che si presta maggiormente alla critica ed alle proteste di addetti ai lavori e no. Essendo scientificamente provato quanto sia difficile se non improbabile che le dieci dita delle due mani vadano a colpire la palla nel medesimo preciso momento potremmo trovarci nell'assurda ipotesi che ad ogni palleggio possa corrispondere un fallo. Umanamente difficile sapersi avvalere di un valido ed equo metro di misura (palla che gira, rumore, etc..) per questo sarebbe auspicabile che gli arbitri, in molti casi, più a ciò che ai loro occhi ed ai loro orecchi non piace si affidassero al buon senso limitando l' uso del fischietto ai casi più plateali e palesi. Venendo alla gara vera e propria devo dire che gli spunti di cronaca sono davvero pochi essendo stato un incontro che ha visto per i suoi tre/quarti la netta, talvolta imbarazzante, supremazia delle fiorentine. La Pediatrica scende in campo con Focosi play e De Bellis opposto, Pitto e Montella centrali, Fidanzi e Lo Cascio a banda, Quiligotti libero. Durante la gara entrano anche Chini e Papeschi. 1 set. Le due squadre lottano punto a punto fino al 14/12 per la Pediatrica, momento in cui Latini chiede tempo discrezionale; da lì in poi Scandicci diventa padrone del campo e fanno loro il set sul 19/25. 2 set. Le ospiti partono a spron battuto ed al 1 t.o.t. sono avanti 4/8. Al rientro la Pediatrica si presenta rinfrancata mentre Scandicci sembra aver perso la verve iniziale. Facile rimonta per le pisane che addirittura si portano avanti 12/8, un vantaggio che riescono a gestire ed incrementare

62 fino al 25/19 finale. 3 e 4 set. Sono uno fotocopia dell'altro: una sola squadra in campo, lo Scandicci. La Pediatrica si dimostra arrendevole e finisce per fare da sparring partner; i set ed il match si chiudono rispettivamente sul 13/25 e 14/25 per la formazione ospite. Già alla vigilia l'incontro si prospettava improponibile per la Pediatrica visti i valori tecnici e di esperienza che Scandicci annoverava e poteva mettere in campo; basti dire che chi rimaneva seduta sulla sua panchina poteva benissimo essere ritenuta una titolare di lusso per la formazione avversaria. Una squadra con un organico allestito per tentare l'assalto alla A2, una squadra che ha evidenziato una elevata potenzialità soprattutto in attacco, una squadra che ha dimostrato che le proprie ambizioni sono del tutto legittime. Per la Pediatrica un'altra sconfitta da non drammatizzare ma che deve preoccupare soprattutto per la maniera e l'entità in cui si è concretizzata. Menicucci in settimana con le sue ragazze aveva speso queste parole: "Non siamo stati ancora capaci di fare quel salto di qualità che è necessario per ambire a conquistarci la salvezza. Non parlo ne' di tecnica ne' tantomeno di scarso impegno; quel salto lo faremo solo quando saremo capaci di sopperire ad alcune nostre carenze mettendo in campo, fin dall'inizio e palla su palla, la giusta e dovuta determinazione, quella cattiveria agonistica che purtroppo ancora non possediamo". Parole sante! Forza ragazze! Fonte: PG Ufficio Stampa

63

64 gli sponsor ASEL ct maceri

65 PEDIATRICA, MALTEMPO IN VALDARNO :42 - news B1 Pallavolo Femminile Campionato Nazionale Serie B1 girone C 2012/ giornata d'andata 23/12/2012 Valdarno Volley Figline - Pediatrica Casciavola Valdarno Volley Figline: Gineprini, Ranieri (6), Ambrosi (10), Lippi, Poggi, Carrara (L), Mori, Zuccarelli (6), Puccini (19), Panucci (15), Rossi, Tani (9). All. Biagi V.A.Mercatali Dir. Franci Pediatrica Casciavola: Bitossi (1), Campus, Chini (4), De Bellis (9), Fidanzi (15), Focosi (3), Lo Cascio (16), Papeschi, Pitto (4), Zonta, Quiligotti (L1), Modena (L2), Montella (2). All. Menicucci V.A. Ficini Fis. Di Mare Dir. Nannipieri Arbitri Ambrosi e Russo Mettiamola così, di brutte giornate durante una stagione ne capitano e non poche, non è stata questa la prima ne sarà sicuramente l'ultima; certamente quella trovata ieri in Valdarno è una di quelle che non ti lasciano scampo. La peggior Pediatrica fin qui vista è stata facile preda per il Figline nella "tana" del Pala San Biagio; un rifugio senza vie d'uscita nel quale, per chi non ne è avvezzo, è difficile esprimersi al meglio e dal quale quanto sia difficile uscire indenni lo dimostra il fatto che, finora, nessuna formazione ospite è stata capace di strappare un solo punto alla squadra di casa, una squadra a cui va riconosciuto il merito di averne saputo fare il proprio fortino. Un Pala San Biagio ieri stracolmo di pubblico, buona la rappresentanza ospite, fra il quale abbiamo anche intravisto il secondo arbitro e le panchine delle due squadre. Una battuta quest'ultima, ci uguriamo esserci concessa, che non vuol creare alibi ne tantomeno avere vena polemica ma solo lo scopo di ribadire la sofferenza patita in Toscana per l'inadeguatezza di molti impianti e per dire che quel pubblico meriterebbe ben altra platea e le squadre ben altro proscenio. Figline-Casciavola non è stato un bel derby; poco ha offerto sul piano tecnico ed agonistico e il quasi totale (de)merito va addebitato alla formazione ospite. Quasi perché anche le fiorentine per alcuni tratti c'hanno messo del loro. Una Pediatrica deludente ed irriconoscibile rispetto a quella vista nella vittoriosa trasferta di Pesaro. Se c'era una squadra che aveva molto di più da perdere in questo posticipo domenicale quella doveva essere il Figline, squadra partita con ambizioni mai nascoste e che invece si vedeva obbligata a far valere il fattore campo in quello che, al momento, si presentava come uno scontro diretto nella lotta per la salvezza. Ed invece chi più ha penato l'approccio alla gara sul piano emotivo è stata la Pediatrica; una squadra apparsa fin da subito assai ansiosa, tanto timorosa quanto inerme di fronte alla prevedibile aggressività messa in campo dalle ragazze fiorentine. Da parte casciavolina non un fondamentale che funzionasse a dovere (56/15% in ricezione e 28%in attacco), gioco scontato e quindi prevedibile, una serie infinita di errori gratuiti commessi (alla fine se ne contano 35) che agevolavano il cammino delle padrone di casa. La Pediatrica scende in campo con Pitto e Montella al centro, Focosi play e De Bellis in diagonale, Fidanzi e Lo Cascio schiacciatrici, Quiligotti libero. Durante la gara entrano anche Papeschi, Bitossi e Chini. 1 set. Le fiorentine scavano da subito un abisso fra loro e una squadra ospite che si limita a fare da comparsa. Brutto è il tempo e piove sul bagnato quando a volersi ergere a protagonista, e lo farà troppo spesso, della gara è il primo arbitro che, non abbiamo capito di quale metro di misura si sia avvalso, tortura e condiziona la giovane play pisana con falli di palleggio mentre, a nostro modesto e di parte avviso, tutto era ammesso e concesso alla ben più esperta avversaria. Non hanno certo

66 influenzato il risultato finale i due arbitri ma anche per loro una giornata piena di nubi. Chiusura facile facile per Figline sul 25/13. 2 set. Da "brividi", di freddo! La Pediatrica sul 3/3 subisce un break di 9/0 e sul 12/3 Menicucci chiede il tempo discrezionale. Qui inizia a fare la sua parte anche il Figline che, non potendosi permettere di lasciare la scena in mano alle sole ospiti, riesce ad inanellare una lunga serie di errori. Così tanti da permettere alle ospiti (anche con qualche merito) di riuscire prima a portarsi in parità sul 15/15 e poi addirittura consentirgli di fare loro il set sul 23/25. 3 set. Un auspicato cambio di clima in casa Pediatrica? Assolutamente no, era sta solo una temporanea schiarita. Le pisane non entrano mai in gara ed in soli 19 minuti (compresi i tempi tecnici e discrezionali) cedono sul 25/13 per il Figline. 4 set. Il Figline è avanti 8/3 al 1 t.o.t. e la gara sembra volgere rapidamente alla conclusione. Le ospiti hanno un sussulto d'orgoglio e recuperando punto su punto raggiungono il pari sul 19/19. Il finale però è tutto di marca fiorentina e la Pediatrica cede set e match sul 25/21 per le padrone di casa. Alla fine esultanza in casa Figline, musi lunghi e poca voglia di parlare in quella Pediatrica per una prestazione opaca e dove aleggia la convinzione che forse sarebbe bastato pochissimo di meglio per non tornare a mani vuote da questa trasferta. Lo ripetiamo, una giornataccia può capitare e questa non può far dimenticare quanto di buono fin qui fatto. In casa Pediatrica fin dall'inizio erano tutti coscienti di dover tanto soffrire in questo difficile campionato e così sarà sicuramente fino all'ultima giornata. Intanto c'è da godersi il fatto, non da poco, di aver finora conquistato quei 12 punti, media partita superiore all'uno messo inizialmente quale obiettivo, che consentono anche se di poco di essere fuori dalla zona rossa della classifica. Una sconfitta che non deve assolutamente abbattere ne tantomeno impedire di trascorrere nel maniera più serena e gioviale, insieme ai propri familiari, queste feste natalizie. Auguri e forza ragazze! Fonte: PG Ufficio Stampa

67

68 gli sponsor ASEL ct maceri

69 PEDIATRICA, CHE "BELL'ARIA" A PESARO! :47 - news B1 Campionato Nazionale Pallavolo Femminile Serie B1 girone C Snoopy Volley Pesaro - Pediatrica Casciavola1-3(25/21 13/25 22/25 22/25) Pediatrica Casciavola: Quiligotti (L1), Focosi (4), Pitto (6), Fidanzi (18), Lo Cascio (17), De Bellis (19), Modena (L2), Campus, Bitossi, Montella (3), Zonta, Papeschi, Chini. All. Menicucci V.All. Ficini Fis. Di Mare Dir. Nannipieri Snoopy Volley Pesaro: Tallevi (8), Fiesoli (14), Battistoni, Rita (13), Silotto, Aluigi (16), Bertozzi, Micheletti, Boriassi, Veglia (8), Furiassi (L), Bruzzone (3), Passaseo (1). All. Bertini Dir. Mencarini Arbitri: Nampli e Bacchi Dopo il poco esaltante spettacolo offertoci dalla "gara" disputatasi domenica scorsa nel fastoso scenario del Palacongressi di Bellaria abbiamo potuto rifarci la bocca con quello offertoci sul più "umile" ma ben più intimo e cordiale parquet del Palasnoopy di Pesaro. Siamo di nuovo passati dalla pallavolo chiacchierata (talvolta male ed a sproposito) a quella giocata (più veritiera e leale), da quella propostaci da "squadre" dai volti oramai consunti e fin troppo smaliziati a quella di due squadre dai volti ancora freschi e fin troppo ingenui. Siamo con sommo piacere passati da una gara il cui risultato è stato deciso a tavolino a quella il cui esito è stato il frutto delle gesta sportive, tecniche ed agonistiche recitate e messe in scena da due gruppi di stupende ragazze. Quelle che si sono affrontate questo pomeriggio sono due società che da tempo si distinguono nel panorama pallavolistico nazionale per la coraggiosa scelta di porre al centro dei loro progetti il lancio di giovani talenti. Snoopy e Pediatrica sono due squadre giovanissime, quelle con la media età più bassa di questo girone della serie B1, che si sapeva tanto avrebbero dovuto soffrire in questo difficile torneo e che al fischio di inizio si trovavano appaiate sul terzultimo gradino della classifica. Una gara nella quale da ambo le parti si riponevano molte aspettative in prospettiva futura e per le sorti del proprio campionato. Alla fine l'ha spuntata una Pediatrica che rispetto alle marchigiane, tranne il primo set, ha avuto il grande merito di sapersi gestire a livello emotivo nei momenti cruciali della gara. La Pediatrica si schiera con Focosi play e De Bellis in diagonale, Lo Cascio e Fidanzi a banda, Pitto e Montella al centro, Quiligotti libero. 1 set. E' la Pediatrica ad accusare e subire la tensione derivante dall'importanza della sfida dimostrandosi poco lucida ed assai poco determinata. La giusta determinazione non fa difetto alla Snoopy che da subito evidenzia maggiore incisività in fase di attacco. Le pisane stentano e subiscono il gioco delle marchigiane che ne approfittano per arrivare avanti 8/3 al 1 t.o.t. e 16/13 al 2. Le padrone di casa allungano ancora e Menicucci è costretto a chiedere i tempi discrezionali quando la sua squadra è sotto 13/18 e 15/22; qui entra la baby Papeschi che con una più efficace battuta fa soffrire la ricezione avversaria e consente di risalire fino al 19/22. Reazione e rimonta che si dimostra tardiva e vana; la Snoopy si aggiudica il set sul 25/21. 2 set. La sonora paternale che Menicucci riserva alle sue ragazze ottiene i frutti sperati. A scendere in campo è una ben altra Pediatrica, maggiormente concentrata e di conseguenza più precisa in tutti i fondamentali; dall'altra parte una Snoopy che forse pensa troppo in anticipo di essere padrona del campo e del risultato. La Pediatrica scava da subito un solco fra se e le avversarie, vanifica i tempi chiesti dal coach marchigiano Bertini sul 1/5 e 8/14, arriva avanti 3/8 al 1 t.o.t. e 10/16 al 2. Le pisane chiudono in scioltezza facendo proprio il set sul 13/25. 3 set. La Pediatrica inizia come ha finito il set precedente e si porta avanti fin sul 1/4 quando le nebbie sembrano nuovamente avvolgere il loro campo ma soprattutto le loro idee. La marchigiane operano un impensabile break di 7/0 ed alla sirena del 1 t.o.t. il tabellone segna 8/4 per loro. Si

70 ripete la sfuriata del coach Menicucci che cerca di riportare alla ragione le sue ragazze; tentativo che da buoni frutti tanto da saper riagguantare il pari sul 17/17. Si prosegue punto a punto fino al 19/18 interno quando una topica dei direttori di gara, l'unica nell'intero arco dell'incontro, fa si che le pisane dal possibile 19/19 passino sotto 20/18. La Pediatrica è brava a non demoralizzarsi, anzi, tira fuori tutto il proprio orgoglio, per le padrone di casa non c'è scampo e si devono arrendere sul 22/25 per le ospiti. 4 set. E' una strenua ed appassionante lotta punto a punto ma con la Pediatrica sempre avanti. Bertini chiede i suoi tempi discrezionali quando la sua squadra è sotto 16/19 e 19/22, in breve tempo opera tre sostituzioni ma non ne trova positivi riscontri. La Pediatrica fa suo set e match sul 25/22. Superfluo commentare la manifestazione di giubilo in tutto il team casciavolino se non per dire che qualcuna al fischio finale ha accusato pesantemente lo stress della gara; niente di grave e tutto risolto nel breve tempo di alcuni minuti. Ma c'è anche qualcuno che limita la propria soddisfazione: "Sono molto contento del risultato ma non posso dichiararmi pienamente soddisfatto - parole di coach Menicucci - abbiamo giocato un brutto primo set perché troppo contratti e poco lucidi non riuscendo ancora ad esprimere quel gioco che, a costo di duro lavoro e pesanti sacrifici, riusciamo a mettere in atto ed in mostra durante la settimana in palestra. Bene - chiude il coach - quando saremo capaci di esprimere in gara almeno il 70% di quanto dimostriamo di saper fare in allenamento potrò dirmi soddisfatto". Noi da cronisti "tifosi" ci dichiariamo invece soddisfatti. Tre punti preziosi, tre punti pesantissimi perché ottenuti con quella che presumibilmente sarà un diretta rivale nella lotta per la salvezza. Una nota di merito questa volta la voglia spendere per la baby del gruppo, quella Alessia Papeschi ('97) che entrata in tutti e quattro i set non ha deluso ne tantomeno tradito la fiducia concessagli. Insomma, questo sabato l'adriatico con la sua "ventata di freschezza" ci ha regalato una sana e rigenerante "boccata d'ossigeno". Fonte: PG Ufficio Stampa

71

72 gli sponsor ASEL ct maceri

73 PEDIATRICA, IL SIPARIO CALA PRIMA DELLA FINE DELL OPERA :42 - news B1 Campionato Nazionale Pallavolo Femminile Serie B1 girone C 2012/2013 Pediatrica Casciavola - Volley 2002 Forli 2-3 (25/23 25/15 17/25 11/25 10/15) Pediatrica Casciavola: Zonta, Pitto (9), Fidanzi (14), Bitossi, Lo Cascio (21), Campus, De Bellis (15), Papeschi, Chini, Modena (L 2), Quiligotti (L1), Focosi (4), Montella (2). All. Menicucci V.All. Ficini Fis. Ferrari Med. Presciuttini Dir. Nannipieri Volley 2002 Forli: Ventura (28), Carraro (5), Fracassetti, Vece (26), Gadani (L), Galeotti, Ravanelli (1), Alfonsi (10), Devetag (5), Palomba, Peonia (5). All. Marone V.All. Furgeri Fis. Vaccari Dir. Fregnani Arbitri: Rossi e Bracco. La Pediatrica scende in campo con Focosi in regia e Lo Cascio in diagonale, Pitto e Montella al centro, Fidanzi e De Bellis in posto quattro, Quiligotti libero. 1 set. E' qui che si condensano, se non le uniche, quasi tutte le emozioni riservateci dalla gara ed il tabellino con i suoi parziali ce ne da fedele testimonianza. Un set che vede le casciavoline sempre avanti ma con le ospiti sempre ad una incollatura, fatto di lunghi e coinvolgenti scambi, di preziosismi tecnici e tattici. Il tutto infarcito da una grande determinazione agonistica. Quel quid che ha reso la gara appassionante e che ha trascinato i sostenitori delle due squadre a prolungati e reciproci applausi. Le ragazze di Menicucci si mostrano fin dalla battuta aggressive sulla palla, mettono in difficoltà la ricezione delle romagnole che si vedono costrette ad un gioco d'attacco alquanto scontato e prevedibile. Le casciavoline riescono ad essere efficaci a muro, si trovano spesso a poter rigiocare la palla e lo fanno concludendo le azioni con fase d'attacco assai varia ed incisiva; ottima la prova di una Lo Cascio che sembra tornata in buone condizioni fisiche. Si arriva al 1 t.o.t. con la Pediatrica avanti 8/6, break fino al 10/6 quando il coach ospite chiede il suo primo tempo discrezionale. Forli reagisce rabbiosamente fino a raggiungere la parità sul 15/15 ed essere sotto di un solo punto al 2 t.o.t., 16/15 per le toscane che poi incrementano sul 22/21. Qui l'episodio che avrebbe potuto condizionare in un verso o nell'altro l'andamento del set; il direttore di gara giudica out una palla della Fidanzi platealmente toccata da un'avversaria, inutili le proteste e da quello che poteva essere il punto del 23/21 e del decisivo break per le padrone di casa diventa quello del 22/22 che mantiene le ospiti ancora in corsa. Bravi i tecnici e le ragazze della Pediatrica a ritrovare quella serena concentrazione e determinazione che permette loro di chiudere avanti 25/23. 2 set. Qui inizia la recita dei monologhi e ad esserne prima interprete ne è una Pediatrica che relega le romagnole al ruolo di comparsa. Avanti 8/5 al 1 t.o.t. De Bellis e compagne allungano ancora per trovarsi sul 16/8 al secondo e poi chiudere senza patemi 25/15 e portarsi sul set. Per le padrone di casa si prospetta l'opportunità per fare propri tre punti preziosissimi per la classifica ma le romagnole fanno da subito capire che non hanno nessuna intenzione di lasciare la scena alla sola Pediatrica. La squadra ospite si mantiene costantemente avanti ma con le toscane sono sempre li ad incalzarle, 7/8 al 1 t.o.t. e 14/16 al secondo, anche se si evidenziano alcuni momenti di cedimento. Quando il gioco riprende succede quello mai ti saresti aspettato; cala il sipario su di una gara e se ne apre una nuova. In campo la scenografia dell'incontro si stravolge

74 cosi come si invertono i ruoli delle due protagoniste. Le ospiti allungano senza trovare validi ostacoli da parte delle ragazze di Menicucci che arrancano e vani purtroppo si dimostrano i tempi discrezionali chiesti dal coach sul 14/18 e sul 15/20. Il set è oramai compromesso e Forli chiude a proprio favore 25/17. 4 set. Alla Pediatrica non riesce proprio più niente,appare eccessivamente intimorita, si smarrisce del tutto e perde completamente il filo del gioco. Le ospiti non possono far altro che approfittarne, si galvanizzano sono lucide in tutte le fasi del gioco e spietate nella loro conclusione. Forli quindi avanti 2/8 al 1 t.o.t. e 9/16 al secondo, la gara diventa un soliloquio delle ospiti che fanno loro il set con un imbarazzante 25/11, si portano sul 2-2 e rimandano il regolamento dei conti al tie-break. 5 set. Inizia come è finito il precedente e subito le toscane sono sotto1/4, sanno poi reagire e portarsi avanti 5/4. Si cambia però campo con le ospiti avanti 6/8, vantaggio che gradualmente incrementano fino a far proprio set e match sul 15/10. Cosa sia successo in quel breve spazio di tempo che è intercorso fra il suono della sirena del 2 t.o.t del terzo set ed il rientro in campo non lo sappiamo davvero. Potremmo avventurarci in un labirinto di ipotesi, affidarci ad un giudizio fatto di molti indizi ma non trovando il conforto di una prova vera. L'unica certezza che abbiamo è quella che questa volta la colpa non è da addossare alla giovane età ed alla inesperienza. Sarà compito e cura, siamo sicuri che lo sapranno fare al meglio, dello staff tecnico della Pediatrica disaminare quanto accaduto e cercare di dare nel possibile una soluzione al "giallo" e, vista la sosta del campionato nel prossimo weekend, il tempo non manca. Quel tempo che serve per fare una dovuta ma breve analisi. A fine gara tanta amarezza e qualche lacrima nel team della Pediatrica. Quello che invece non c'è è il tempo per piangersi addosso ne per piangere sul latte versato. Il tempo va speso in modo utile, soprattutto pensando a prepararsi ad affrontare nelle migliori condizioni, alla ripresa dei giochi, due trasferte che potrebbero pesare molto sulle sorti del campionato della Pediatrica; non decisive ma sicuramente molto importanti. Forza ragazze! P.s. Conosciuto il risultato del posticipo Figline-Snoopy (3-0)non possiamo non sentirci consolati, oltre che dalla ottima prova fornita per due set e mezzo, dal fatto che, a fronte della sconfitta,il punto conquistato è servito a smuovere in positivo una classifica che, al momento, vede la Pediatrica essere quartultima e quindi salva. Ri..forza ragazze! Fonte: PG Ufficio Stampa

75

76 gli sponsor ASEL ct maceri

77 PEDIATRICA, TRASFERTA AMARA QUELLA PERUGINA :13 - news B1 Campionato Nazionale Pallavolo Femminile Serie B1 girone C 2012/2013 Gecom Corciano - Pediatrica Casciavola3-0(25/23 25/22 25/12) Pediatrica Casciavola: Zonta (1), Pitto (6), Fidanzi (7), Bitossi (1), Lo Cascio (4), Campus, De Bellis (16), Papeschi, Chini, Modena (L2), Quiligotti (L1), Focosi (2), Montella (2). All. Menicucci V.All. Ficini Dir. Nannipieri Gecom Corciano: Cruciani Cr. (17), Puchaczewski (12), Tosti (11), Cruciani Co. (7), Delfino (5), Marcacci (5), Rocchi (L), Montechiarini (4), Corbucci, Gradassi, Schepers, Pompili. All. Bovari V.All. Panfili. Dir. Bartoccini Arbitri Fogante e Mattei Esagerato! Ci riferiamo a chi, su un noto blog pallavolistico umbro, titola il proprio articolo sulla gara "La Gecom stritola Casciavola". In ogni cronista, compresi noi, si cela l'animo di un tifoso e si è portati spesso a trascendere, in positivo o in negativo, commentando le prestazioni della squadra del cuore. Tutto questo lo capiamo e bene! Non capiamo bene invece quando il titolo viene in gran parte contraddetto dal contenuto della propria cronaca e dalla quale si evincono le non poche difficoltà patite, almeno per due set, dalla squadra di casa. Non è polemica, ma solo il nostro lecito tentativo di riportare nei giusti termini quella che è stata una vittoria netta e meritata della formazione di casa ma non certo, per almeno due terzi dell'incontro, dispotica. Il cronista (anonimo, non c'è firma) prenda ad esempio il collega che scrive sul sito ufficiale della Gecom e che si esprime (e titola) con massimo rispetto e lealtà evitando di parlare di "stritolamento". Una vittoria ottenuta da una Gecom con un organico allestito per ben altri e più ambiziosi traguardi rispetto alla Pediatrica, una squadra che ha evidenziato e fatto valere sul parquet l' esperienza acquisita dalle proprie atlete, nel loro complesso, in qualche decina di anni in più di carriera pallavolistica. Una squadra che ha la fortuna (e forse anche il merito) di giocare in un impianto che è un lusso per la categoria e del quale ha fatto finora la propria roccaforte inespugnabile non lasciando nemmeno un set in mano alle squadre ospiti. Partiamo proprio dal Pala Evangelisti. Le ragazze della Pediatrica hanno sicuramente goduto dell'onore di giocare in quello che è (nel maschile) o è stato (nel femminile) uno dei templi della pallavolo nazionale ma purtroppo alcune di loro ne hanno accusato ancor di più l'onere, un peso che è andato a gravare su spalle ancor giovani e fragili; su quelle di chi fino alla passata stagione ha vissuto solo le emozioni delle palestra di Putignano (Pisa) o della Banditella (Livorno) e che alla fine non hanno potuto non cedere. Ancora scuse od alibi? assolutamente no! Qualcosa che è mancato e non ci è piaciuto dalla parte delle casciavoline c'è stato e si è sensibilmente manifestato. Non parliamo di mancanza di determinazione, ma parliamo di quel briciolo di cattiveria sportiva ed agonistica che molto spesso fa la differenza e che può risultare decisiva per le sorti di una gara. Quel non saper essere ciniche, come invece lo sono state le umbre, nei momenti in cui le loro avversarie erano in chiara difficoltà. Momenti che nei primi due set non sono stati davvero pochi, ma che non sono stati sfruttati al meglio. Per la Pediatrica Menicucci manda in campo Focosi play e Lo Cascio in diagonale, Pitto e Montella centrali, De Bellis e Fidanzi schiacciatrici, Quiligotti libero. 1 set. Inizio impacciato, ma poi le toscane si rimettono in gara arrivando al primo t.o.t. in svantaggio di un solo punto. Sono invece avanti 14/16 al secondo quando incespicano in grossolane ingenuità facendosi prima raggiungere sul 17/17 e poi subire un break di cui le umbre approfittano per portarsi sul 23/19, subiscono il tentativo ospite di rimonta fino al 23/22 ma poi sanno chiudere vittoriose 25/23.

78 2 set. Partono bene le ospiti che si trovano in vantaggio 2/4 quando il coach umbro decide di sostituire Delfino con Montechiarini e 5/8 al primo t.o.t.; vanno ancora una volta in black-out facendosi raggiungere sul 8/8. Si va avanti punto a punto fino al secondo t.o.t. che vede la Gecom avanti 16/15. Perentorio è lo strappo che porta le perugine sul 23/17 come tardiva lo è la reazione delle toscane che vedono naufragare il tentativo di riaggancio soccombendo 25/22. 3 set. La nebbia che grava sulla città di Perugia sembra avvolgere anche la parte di campo occupata dalle ragazze della Pediatrica che perdono qualsiasi orientamento e non riescono più a trovare una via d'uscita al tunnel nel quale sono sprofondate. Vani gli innesti di Zonta e Bitossi; parziale e match per la Gecom sul 25/12. Amareggiato ma sereno Menicucci a fine gara che, chiamando attorno a se le ragazze, dichiara: "Potevamo e dovevamo fare meglio, ma non era questa la partita da vincere, sono altre le squadre con cui dovremo far corsa nella lotta per la salvezza. In questo senso i risultati di questa settima giornata possiamo dire fanno maggior chiarezza, forse (il condizionale è d'obbligo) ci fanno capire chi può aspirare in alto e chi invece come noi dovrà molto soffrire. Dimentichiamoci - termina il coach quanto prima il pessimo terzo set, dobbiamo ripartire da quanto di buono si è messo in mostra nei primi due". Prossimo impegno per la Pediatrica sabato 1 dicembre ore quando sul parquet di via Pastore dovrà vedersela col Volley Forli Gara impegnativa, ma fra le mura di casa le biancazzurre hanno sempre fatto vedere il meglio di se stesse dando buone soddisfazioni al pubblico amico; quel pubblico a cui ci appelliamo affinchè confluisca numeroso sulle gradinate, prodigo del suo caloroso incitamento. Forza ragazze! Fonte: PG Ufficio Stampa

79 gli sponsor ASEL ct maceri

80 PEDIATRICA: MA CHE BELLA PRIMA SERATA CON LA TV! :38 - news B1 Campionato Nazionale Pallavolo Femminile Serie B1 girone C PEDIATRICA CASCIAVOLA - TV FALCONARA LORETO3-2(26/28 25/17 25/23 23/25 15/11) Pediatrica Casciavola: Quiligotti (L1), Focosi (7), Pitto (14), Fidanzi (20), Lo Cascio (13), De Bellis (24), Modena (L2), Campus, Bitossi, Montella (5), Zonta, Papeschi, Chini. All. Menicucci V.All. Ficini M.S. Presciuttini Fisiot. Ferrari Dir. Nannipieri TV Falconara Loreto: Mosca, Sabbatini (15), Tozzo (17), Sampaolesi (7), Tamantini, Bellucci (15), Pieroni, Brutti (L), Banchieri (27), Isolani, Di Iulio (3). All. Cerusico V.All. D'Angelo M.S. Principi Dir. Silvestrini Arbitri: Carcione e Moratti Anche in una serata contraddistinta da un ottimo spettacolo pallavolistico purtroppo si sono dovute registrare alcune, precisamente due, note dolenti. La prima, per importanza e gravita, e l'infortunio che, nel quarto set sul 19/20 per le ospiti, ha costretto la Di Iulio ad abbandonare il campo ed a non farvi piu rientro. La play marchigiana, una delle migliori fino a quel momento, dopo un fortuito scontro con una compagna rimaneva a terra fortemente dolorante per una lussazione al gomito. Infortunio che fortunatamente al termine della gara sembrava essere meno grave del previsto. Un forfait che puo anche aver inciso, non ce ne voglia la Isolani, sull'esito del decisivo tiea-break. Alla Di Iulio l'augurio, da parte di tutto il team casciavolino, di una pronta guarigione. La seconda e quella di aver dovuto constatare che nonostante il successo, ottenuto contro una delle formazioni sicuramente piu forti del girone, la Pediatrica con i suoi 8 punti si trova invischiata nella zona rossa della classifica. A costo di risultare ripetitivi fino alla noia, ribadiamo la nostra convinzione che quello C e il girone piu tosto ed equilibrato della B1, ne sono ampia testimonianza anche i risultati, alcuni imprevisti ed imprevedibili, di questa sesta giornata di andata. Ne e testimonianza una classifica che ad oggi, non conosciamo ancora il risultato di Figline-Alfieri, vede la terzultima distante solo tre punti dalla zona play-off. Reduci dall'amichevole, persa, di giovedi con il Cecina non poche erano le preoccupazioni che alla vigilia si nutrivano in casa Pediatrica, una squadra apparsa abulica ed inconcludente. Bene, grazie al lavoro anche psicologico del duo Menicucci-Ficini contro Falconara abbiamo potuto ammirare una prestazione che e stata in tutto il suo esatto contrario. Le ragazze si sono dimostrate meno ansiose riuscendo a mantenere sempre vive concentrazione e determinazione, entusiasmo ed organizzazione di gioco che hanno portato ad un successo meritato e di prestigio, due punti estremamente preziosi. I pochissimi errori nei fondamentali, 21 in complessivo contro i 34 delle avversarie, una battuta chirurgica ed un muro questa volta assai efficace, 13 punti, sono stati gli ingredienti vincenti forniti dalla Pediatrica in questa gara. La Pediatrica scende in campo con Focosi play e Lo Cascio in diagonale, De Bellis e Fidanzi a banda, Pitto e Montella al centro, Quiligotti libero. 1 set. L'inizio vede le padrone di casa arrivare al primo time-out tecnico avanti 8/3 per poi subire un perentorio break da parte delle marchigiane che al secondo si trovano avanti 13/16. Menicucci chiede tempo sul 15/18, le ragazze trovano prima la forza di portarsi in parita sul 18/18 ed arrivare poi sul 24/22. Alcune ingenuita le fanno fallire tre palle-set, una sul 25/24, e le ospiti ne approfittano per chiudere a loro favore il parziale sul 26/28. 2 set. La Pediatrica si porta avanti da subito ed arriva al primo t.o.t. in vantaggio 8/4, margine che sanno gestire e mantenere fino al 16/12 del secondo t.o.t. Cerusico, Il coach marchigiano, si vede costretta a spendere i propi tempi sul 12/17 e sul 12/18 ma non riesce a rimettere in carreggiata le

81 proprie atlete che cedono il parziale sul 25/17 per le casciavoline. 3 set. Brutto inizio della Pediatrica che al primo t.o.t. si trova dietro di sei punti sul 2/8 sapendosi poi ritrovare raggiungendo le avversarie sul 8/8 e superandole sul 9/8, ed al secondo e avanti 16/14. E' una lotta punto a punto fino alla fine quando a prevalere sono le casciavoline che chiudono sul 25/23. 4 set. E' anche questo un parziale molto equilibrato ed un continuo alternarsi delle squadre a porsi al comando anche se la Pediatrica e quella a trovarsi avanti sia al primo che al secondo t.o.t., 8/6 e 16/15. A prendere le redini del gioco in mano e poi Falconara che si trova in vantaggio 19/20 al momento della sospensione della gara per l'infortunio della Di Iulio. Le marchigiane, seppur evidentemente scosse, sanno con rabbia accaparrarsi il parziale sul 23/25 e rimandare le sorti della gara al tiae-break. 5 set. E' la Pediatrica a prendere da subito il sopravvento e Cerusico chiama il tempo prima sul 6/3 e poi sul 9/5 interno, sospensioni che non cambiano l'andamento del set che chiude parziale e match sul 15/11 per le toscane. Note di merito? Si, a tutta la squadra, a chi e scesa in campo ed a chi e rimasta in panchina, si vince e si perde in 13. E' grazie anche a chi gioca meno che la squadra riesce ad allenarsi ai giusti ritmi e ad alti livelli tecnici, a trovare la forza sportiva e morale per riuscire a fornire prestazioni come quella con Falconara, di cui tutti e tutte hanno potuto godere. "Abbiamo commesso ancora troppe ingenuita, ed e su quelle che dobbiamo ancora lavorare e di brutto - dichiara coach Menicucci - dobbiamo ancora migliorare su tutto, ed il finale del primo set e li a dimostrarcelo. Il campionato si sta dimostrando ancor piu difficile di quello che potevamo preventivare. La nostra squadra e giovane e soffre di alcune inesperienze, ma questo non deve trasformarsi in un alibi perpetuo. Il valore tecnico c'e e bisogna arrivare a saperlo sfruttare al massimo. Come non possiamo permetterci - chiude il coach - allentamenti di tensione e concentrazione che per noi risultano molto nocivi. Sabato andremo a far visita ad un'altra grande, quel Corciano che attualmente occupa il terzo gradino del podio, un impegno difficile ma non impossibile. Quello che mi aspetto da tutte un approccio alla gara ben diverso da quello avuto a Cagliari, e per riuscirci serve fare un ottimo lavoro in settimana ". Forza ragazze! Fonte: PG Ufficio Stampa

82

83 gli sponsor ASEL ct maceri

84 PEDIATRICA SCONFITTA A CAGLIARI SOSPENDE LA RACCOLTA PUNTI :32 - news B1 Campionato Nazionale Pallavolo Femminile Serie B1 girone C 2012/2013 Alfieri Cagliari - Pediatrica Casciavola3-1(25/22 25/17 22/25 25/14) Pediatrica Casciavola: Zonta, Pitto (8), Fidanzi (12), Bitossi, Lo Cascio (14), Campus, De Bellis (17), Papeschi, Chini (6), Modena (L2), Quiligotti (L1), Focosi (5), Montella. All. Menicucci V.All. Ficini Fis. Ferrari Dir. Nannipieri Alfieri Cagliari: Orro, Gargiulo (9), Mereu (2), Piras, Cappai, Dimitrova (20), Lebiu, Soppelsa, Ruberti (17), Boi, Allegretti (6), Flammini (19). All. Langiu V.All. Ventura Dir. Gargiulo Arbitri: Di Blasi-Collosseo E' innegabile che alla vigilia in seno alla Pediatrica covava la speranza di ritornare da Cagliari riuscendo ad ottenere quel minimo che avrebbe consentito di smuovere la classifica, e non sarebbe stato davvero poco. Purtroppo la realtà è stata ben altra ed il viaggio di ritorno lo è stato fatto a mani completamente vuote. La legittima speranza non derivava dal fatto di incontrare una squadra ancora ferma a zero punti ma era alimentata non solo dai risultati ottenuti ma anche dalle prestazioni fornite nei due precedenti turni di campionato e che avevano fruttato sei preziosissimi punti. La squadra non ha saputo ripetersi su quei livelli e non certo perché abbia sottovaluto l'avversario. Non è riuscita a confermarsi nelle ottime percentuali in ricezione ed attacco fatte risaltare nella gara interna con il San Michele, è stata titubante a muro e poco incisiva in battuta, non ha saputo gestire e sfruttare al meglio il cambio-palla. Una caratteristica delle formazioni più giovani e meno esperte è la discontinuità di rendimento; un handicap questo con cui devi sempre fare i conti e spesso pagare pegno a caro prezzo. Detto tutto su quelli che possono essere state le lacune evidenziate dalla squadra di Menicucci e Ficini è bene dire che al di là della rete c'era una squadra alla quale vanno riconosciuti grandi meriti. Primi fra tutti quello di aver messo in luce le proprie potenzialità tecniche e tattiche e quello di essere scesa sul parquet fortemente animata dalla voglia e la determinazione di cancellare quello zero nelle caselle delle vittorie e dei punti in classifica. Animate sì da un grande agonismo le sarde ma capaci di non farsi mai prendere dalla frenesia rimanendo ben lucide per tutto l'arco dell'incontro; testimonianza né è il limitato numero di errori gratuiti commessi, 16 contro i 28 delle pisane. Grande altro merito dell'alfieri è stato quello di aver saputo sfruttare, come già detto grazie anche alla scarsa incisività della battuta ospite, tutta la valenza del proprio gioco al centro dove l'ha fatta da padrona una Dimitrova inarrestabile. Sestetto titolare lo stesso delle ultime gare con diagonale Focosi-Lo Cascio, Pitto e Chini al centro, Fidanzi e capitan De Bellis in posto 4, Quiligotti libero. Si percepisce da subito una diversa concentrazione e determinazione fra le due squadre in campo e sono le padrone di casa che prendono subito il largo 8-2 al primo TOT e addirittura 16-8 al secondo. Le casciavoline pian piano si scuotono poi dal torpore che sembrava averle avvolte ed iniziano una buona rimonta fino a portarsi sotto 23-22, non riuscendo però a completare la rimonta e soccombendo Secondo set che sembra iniziare meglio per i nostri colori, si combatte punto a punto fino al 5 pari poi nuovo black-out in casa ospite ed Alfieri che va via in scioltezza fin sul 17-11; recupero nel finale di De Bellis e socie che riducono il distacco sul 20-15, ma poi ancora un buon filotto di punti permette alle isolane di portarsi sul 2-0 (25-17 il risultato). Nella terza frazione la Pediatrica sembra finalmente trovare lo spirito ed il piglio giusto; buon inizio

85 che le consente di portarsi al primo TOT in vantaggio 8-3, poi rimonta parziale delle cagliaritane con mister Menicucci che sul 9-7 in proprio favore spende il primo discrezionale. Gara in questa fase bella, scambi lunghi e combattuti che però vedono l'inesorabile recupero dell'alfieri che impatta sul 13 pari. Il secondo TOT vede nuovamente la nostra formazione avanti ma i colpi di scena non sono finiti: le padrone di casa, mai dome, si rifanno nuovamente sotto fino ad agganciare la Pediatrica sul 22-22; poi un attacco out delle avversarie e un bel muro di Fidanzi regalano due set point a Casciavola che ne approfitta per portarsi sul 2-1. Nel quarto set la Pediatrica rimane in gara solo fino al 5 pari per poi subire la supremazia delle padrone di casa che portano a casa parziale e match sul 25/14. Pur dovendo precisare che alcune atlete sono scese in campo non al meglio delle condizioni fisiche, dobbiamo considerare quello di Cagliari un passo indietro, rispetto alle ultime uscite, per la Pediatrica che può anche lasciare l'amaro in bocca ma che sicuramente non si porterà dietro deleteri postumi. Il primo a non fare drammi è coach Menicucci: "Lo ripeto per l'ennesima volta, dobbiamo essere capaci di non esaltarci in alcuni momenti ma tantomeno di deprimerci in altri. Prendiamo serenamente atto di questo risultato meritatamente negativo, si sono evidenziate molte situazioni da rivedere ma ho visto anche sprazzi di gioco brillanti. Siamo ancora all'inizio, però anche da questa sconfitta possiamo trarre indicazioni positive per il resto del campionato". Non abbiamo timore di smentita affermando che in questa stagione il girone C si presenta come il più difficile e più equilibrato dell'intera serie B1 femminile; un dato per tutti: con sei punti in carniere la Pediatrica è al terzultimo posto in compagnia di altre due formazioni, negli altri gironi con lo stesso bottino si naviga, al momento, in acque molto più tranquille. Fin da ora rivolgiamo un caloroso appello-invito alla nostra gente a gremire, sabato 17 ore 21.15, gli spalti della palestra di Casciavola quando la Pediatrica affronterà la T.V. Falconara Loreto una delle più accreditate dai pronostici alla vigilia del campionato ed attualmente terza in classifica. Forza ragazze! Fonte: PG Ufficio Stampa

86 gli sponsor ASEL ct maceri

87 PEDIATRICA-CS SAN MICHELE 3/1 GRAN BEL DERBY :17 - news B1 Campionato Nazionale Pallavolo Femminile Serie B1 girone C 2012/2013 Pediatrica Casciavola - CS San Michele3-1( ) Pediatrica Casciavola: Zonta, Pitto (7), Fidanzi (20), Bitossi, Lo Cascio (16), Campus, De Bellis (25), Papeschi, Chini (5), Modena, Quiligotti, Focosi (3), Montella. All. Menicucci V.All. Ficini Fis. Ferrari Dir. Nannipieri Cs San Michele: Bianchi, Morino (14), Ceresi, Miccadei (2), Allighieri (11), Starnotti (1), Grilli (16), Salvestrini, Stolfi, Filindassi (13), Rosati, Sacconi (16). All. Alderani V.All. Landi Dir. Vignozzi Neppure il miglior regista poteva realizzare uno spot per il gioco del volley più accattivante di quello messo in scena ieri sera a Casciavola da Pediatrica e San Michele. Uno spot di cui ha potuto godere ed avvalersi il folto pubblico presente fra il quale, oltre alla buona rappresentanza ospite, si distinguevano, con grande soddisfazione della dirigenza, le numerose ragazze del settore giovanile che rispondevano positivamente all'appello lanciato dalla società. Era quello tra pisane e fiorentine un derby dalle mille attese, ne è uscito fuori un derby dalle mille emozioni al termine del quale la spuntavano meritatamente, ma anche con quel pizzico di buona sorte che non guasta mai, le ragazze guidate da Menicucci e Ficini. La Pediatrica guadagna così tre punti pesantissimi conquistando il primo successo tra le mura amiche e dando seguito al prezioso successo esterno di Olbia di sabato scorso. Due ore e cinque minuti di gioco intenso, fatto di tanti scambi senza fine e contraddistintosi sia per il buon livello tecnico sia per la forte carica agonistica e che più volte ha trascinato gli spalti ad un unico e bipartisan applauso. Una gara aspra ma giocata sul campo e sulla tribuna all'insegna della massima correttezza e della massima lealtà sportiva. Buona la direzione di gara anche se giudichiamo eccessiva la fiscalità con la quale il primo arbitro ha valutato inizialmente i falli in palleggio provocando, nel proseguo dell'incontro, qualche comprensibile reclamo, da una parte e dall'altra, però mai andato al di là della norma. Per la Pediatrica andavano inizialmente in campo Focosi in regia con Lo Cascio in diagonale, Chini e Pitto al centro, Fidanzi e De Bellis in posto quattro, Quiligotti libero. Impossibile addentrarsi nella cronaca di questa partita e farne un breve resocnto, diciamo che sono stati quattro set giocati quasi sempre all'insegna del massimo equilibrio, una gara che ha visto, tranne nel terzo set, quasi sempre la Pediatrica rincorrere le fiorentine ma capace di dimostrare maggiore lucidità e saldezza di nervi nei momenti decisivi dei parziali, specie nel quarto e decisivo set quando si trovava sotto 19/23: appariva in quel momento impossibile evitare la lotteria del tiebreak, ma la crescita tecnica, fisica e mentale dell'intera squadra trovava conferma prima in una grande rimonta poi in un trascendentale sorpasso che consentiva alla Pediatrica di chiudere set e match sul 27/25 fra il tripudio generale. "La squadra fra le altre doti ha dimostrato di avere grande forza di carattere - parole di mister Menicucci - dote che può essere determinante nei momenti di difficoltà e questa sera non ne sono mancati e di certo ne seguiranno ancora molti altri. Per questo è lecito gioire per questa vittoria ma non è lecito esaltarsi, come non è lecito demoralizzarsi di fronte ad una qualsiasi sconfitta. La squadra - termina il coach - sta crescendo anche come amalgama e sabato prossimo sul campo di Cagliari potremo avere una più valida risposta sullo stato di salute di cui possiamo godere nella lunga e difficile lotta per la salvezza". Una nota di merito per questa gara, senza fare torto alle altre, ci sentiamo di dedicarla al duo Fidanzi-De Bellis; prestazioni superbe sia in ricezione sia in attacco. Forza ragazze!

88 Fonte: PG Ufficio Stampa

89 gli sponsor ASEL ct maceri

90 PEDIATRICA CORSARA IN TERRA SARDA BRINDA AL PRIMO SUCCESSO :14 - news B1 Pallavolo Femminile Campionato Nazionale Serie B1 girone C 2012/ giornata d'andata 27/10/2012 Sartel Olbia - Pediatrica Casciavola 0/3(23/25 22/25 20/25) Sartel Olbia: Iannone, Orlandi, Loddo, Rossini, Podda, Scarpellino, Faedda, Montico, Budroni, Vietri, Masu, Degortes. All. Pelz V.All. Schettino Pediatrica Casciavola: Bitossi, Campus, Chini, De Bellis, Fidanzi, Focosi, Lo Cascio, Papeschi, Pitto, Zonta, Quiligotti, Modena. All. Menicucci V.A. Ficini Dir. Nannipieri Olbia. Prima vittoria e primi tre punti in classifica per una Pediatrica che si fa "corsara" in terra sarda sconfiggendo le padrone di casa della Sartel Olbia. Pur essendo solo alla terza giornata del campionato di serie B1 girone C, Sartel-Pediatrica era ritenuto uno scontro significativo in chiave salvezza; alla vigilia le due formazioni erano infatti appaiate in coda alla classifica a zero punti e quindi chiamate a cercare di dare una svolta al loro difficoltoso cammino. Alla fine a prevalere, meritatamente, è la squadra guidata da Menicucci e Ficini ma non tragga in inganno la nettezza dello 0/3 finale. E' stata una gara molto equilibrata, che ha sì visto la Pediatrica quasi sempre avanti, eccezione ne è la parte iniziale del secondo set, ma con le sarde mai dome e costantemente col fiato sul collo delle ragazze pisane. Un'ora e quaranta di dura lotta sia sotto il profilo tecnico-tattico ma anche sul piano agonistico. Innegabile il salto di qualità che la squadra ha fatto grazie all'inserimento della Lo Cascio che è poi risultata la top-scorer dell'incontro. Menicucci ha inizialmente mandato in campo Focosi play con in diagonale Lo Cascio, Fidanzi e De Bellis schiacciatrici, Pitto e Chini centrali, Quiligotti libero. "Sono soddisfatto per questo importante successo che toglie lo zero in classifica - parole di mister Menicucci - le ragazze hanno fornito una buona prestazione contraddistinta da una concentrazione ed una determinazione che ha permesso loro di esprimersi al meglio nei vari fondamentali e di limitare gli errori gratuiti. Una bella prova corale ed un buon gioco, soprattutto nei momenti decisivi dei tre parziali, ma che difetta ancora sul piano della continuità. Molto ancora dobbiamo lavorare termina il mister - e questa vittoria ci deve servire di conforto ai grandi sacrifici affrontati e quelli che ancora, tutti e tutte, dobbiamo affrontare" La soddisfazione per la prima vittoria ha in parte lenito i patemi e le traversie imposti dalle intemperie che hanno contraddistinto un viaggio di ritorno da vera "Odissea" e che ha costretto il traghetto ad un cambio di rotta e di approdo. La speranza è che la trasferta di Olbia significhi un reale "cambio di rotta" anche per il campionato della Pediatrica. L'intero Team può godersi questo momento di gioia per poi rivolgere il pensiero alla preparazione della gara di sabato prossimo, 3 novembre ore 21.15, che vedrà la Pediatrica ricevere sul campo amico di Casciavola il San Michele Fi che attualmente la precede in classifica di due punti. Forza Ragazze! Fonte: PG Ufficio Stampa

91

92 gli sponsor ASEL ct maceri

93 LA PEDIATRICA DA IL BENVENUTO AD ALICE LO CASCIO :35 - news B1 In casa Pediatrica arriva la schiacciatrice Alice Lo Cascio. Questo ingaggio è l'ultimo tassello che mancava per dirsi completato il mosaico della squadra pisano-livornese a disposizione dei due coach Menicucci-Ficini. Alice Lo Cascio, nata a Pisa il 2/10/1988, alta 185 cm, arriva dalla Cedat San Vito dove nel 2011/2012 ha disputato il campionato di A2, serie in cui ha militato anche nei campionati 2010/2011 (Lavoro Doc Pontecagnano) e 2009/2010 (Infotel Forli). Nella sua carriera l'atleta pisana ha giocato in B1 con le maglie del San Donà di Piave e del Gaiga Verona, ed in B2 con quella del Club Italia Ravenna e del Riotorto. Ha inoltre indossato la maglia della Nazionale juniores sia nel 2006 che nel 2007 in occasione dei Mondiali di categoria in Thailandia. Questo il roster completo della Pediatrica 2012/2013: Alzatrici: Focosi Alessandra ('95), Campus Virginia ('96); Liberi: Quiligotti Geraldina ('94), Modena Giulia ('95), Lo Gerfo Giulia ('95); Centrali: Pitto Alessandra ('93), Chini Noemi ('95), Montella Virginia ('96); Laterali: Fidanzi Giulia ('88), Lo Cascio Alice ('88), De Bellis Francesca ('93), Bitossi Serena ('96), Zonta Irene ('96), Papeschi Alessia ('97). Staff Tecnico Allenatore Menicucci Alessandro Vice Allenatore Ficini Nicola Preparatrice atletica Silvestri Giorgia Fisioterapista Ferrari Sara Medico sociale Dott. Presciuttini Riccardo Team-manager Nannipieri Carlo Fonte: Ufficio Stampa

94

95 gli sponsor ASEL ct maceri

96 PEDIATRICA ANCORA A MANI VUOTE :36 - news B1 Pediatrica CasciavolaLivorno - Stampiitalia Casette AP 1-3 ( ) Pediatrica CasciavolaLivorno: Bitossi, Campus, Chini, De Bellis, Fidanzi, Focosi, Modena, Montella, Papeschi, Pitto, Quiligotti (L1), Lo Gerfo (L2). All. Menicucci 2 all Ficini Dir. Nannipieri Esordio stagionale davanti al proprio pubblico ma purtroppo ancora una sconfitta per 3-1 nella seconda gara di campionato, questa volta ad opera del Casette Ascoli Piceno. Una prova discontinua, nonostante le variazioni tattiche apportate, che purtroppo ha ancora evidenziato le potenzialità ma anche i limiti di questa formazione. Nel primo parziale partenza con il freno a mano tirato per le ragazze di casa, percentuali in ricezione insufficienti e scarsa vena offensiva davano un grosso bonus alle ospiti che ne approfittavano. Sempre in corso di primo set mister Menicucci operava 2 cambi (di cui uno forzato dovuto al lieve infortunio al centrale Montella) che consentivano alla squadra di cambiare marcia e di disputare un discreto finale che mitigava il punteggio ma nulla più; buon avvio nel secondo set, condotto fino ai 18 punti, poi tornava la paura di giocarsela, in casa casciavolina si spengeva la luce del gioco e con un parziale di 2-9 si consegnava ancora il set alle ospiti. Terzo set finalmente da squadra vera: ricezione finalmente OK, tutta la squadra giocava ora con la testa evitando regali come nei precedenti set ed infatti il punteggio (25-14) rispecchiava questa rabbia che De Bellis & socie hanno messo in campo in questo frangente di gara. Ambiente carico, le ragazze sembravano crederci ma nel quarto set tutto si dissolveva nel nulla: la squadra apparentemente appagata dal set appena conquistato - non riusciva a ripartire come aveva terminato la frazione precedente, giocava senza metterci tutta la grinta, l'attenzione e la voglia di vincere che servirebbe, subiva troppo il gioco a dire il vero non irresistibile delle marchigiane e concludeva mestamente dopo un mero recupero nel finale. Due gare, due set vinti, zero punti in classifica. Siamo appena agli inizi, ma è chiaro che per stare a questi livelli occorre saper giocare a pallavolo - e questo a tratti abbiamo fatto vedere di saperlo fare - ma è altrettanto chiaro che per ottenere risultati ci vogliono maggiore continuità ed un diverso atteggiamento in campo: ci vuole testa, ci vuole rabbia sportiva e fame di vittorie. Siamo giovani, dobbiamo imparare, abbiamo tutto quello che ci occorre per crescere, abbiamo ancora tempo ma non troppo: dunque rimbocchiamoci le maniche e diamoci da fare. Fonte: Ufficio Stampa

97 gli sponsor ASEL ct maceri

98 GRAFICONSUL - PEDIATRICA 3-1 SCONFITTA CON ONORE :17 - news B1 Graficonsul S.Mariano - Pediatrica Casciavola3/1( ) Graficonsul S.Mariano: Di Romano, Biancalana, Babbi, Spacci, Quondam, Pani, Peluso, Cheli, Guidi, Corselli, Guglielmi, Tromboni. All. Scaccia 2 all Urbani Dir. Minciotti Pediatrica Casciavola: Bitossi, Campus, Chini, De Bellis, Fidanzi, Focosi, Montella, Papeschi, Pitto, Quiligotti, Modena. All. Menicucci 2 all Ficini Dir. Nannipieri La Pediatrica torna a mani vuote dalla trasferta umbra ma è bene dire subito che lo fa uscendo dal campo a testa alta e con l'onore delle armi. La partita era difficile e lo si sapeva; esordire sul campo di una formazione che nelle ultime due stagioni è stata grande protagonista della categoria faceva pronosticare un impegno improbo per la Pediatrica, e così è stato. La Graficonsul, anche se presenta un organico rinnovato, ha dimostrato, come sapevamo, di essere un'ottima squadra. Una formazione ben attrezzata, con individualità tecnico-fisiche di eccellenza e forti di ben altra esperienza (24 anni l'età media del sestetto di partenza) rispetto alle ragazze guidate da Menicucci. La Pediatrica oltre che completamente rinnovata per dieci/undicesimi si vede ulteriormente ringiovanita (18 anni l'età media del sestetto di partenza) rispetto alla già pur giovane formazione della passata stagione; ben nove le esordienti nella categoria. Per questo la società e lo staff tecnico erano coscienti che la squadra, specie agli inizi, avrebbe pagato dazio commettendo errori di ingenuità, i classici peccati di gioventù, e non garantendo continuità al gioco. Prestazione assai altalenante è infatti stata quella offerta nella gara con la Graficonsul, momenti di esaltazione, specie quelli vissuti nel vittorioso terzo set, si sono contrapposti a troppi momenti di esitazione e indecisione di cui hanno saputo ben approfittare le avversarie. Una sconfitta prevedibile ma come abbiamo già detto onorevole, che non lascia sensazioni negative in casa Pediatrica e che deve essere valutata in maniera positiva. In tutti c'è la convinzione che molto ancora bisogna lavorare anche sotto l'aspetto psicologico, ma pure c'è la convinzione che passo dopo passo, partita dopo partita le ragazze non possono che acquisire la necessaria esperienza, sapranno dare più forza al gruppo e conseguentemente crescere anche sotto il profilo tecnico-tattico. Prossimo appuntamento sabato 20 ore a Casciavola con il Casette AP Fonte: PG Ufficio Stampa

99

100 gli sponsor ASEL ct maceri

101 PEDIATRICA D ARGENTO AL TROFEO ASSIGENIA :34 - news B1 Ambra Cavallini S.Croce - Pediatrica CasciavolaLivorno 3-0 (25/20; 29/27; 25/20) Pediatrica CasciavolaLivorno: Bitossi, Campus, Chini, De Bellis (K), Fidanzi, Focosi, Lo Gerfo, Montella, Papeschi, Pitto, Vicinanza, Zonta, Quiligotti (L1), Modena (L2). 1 All Menicucci, 2 All Ficini, Dir.Acc Nannipieri. Ambra Cavallini S.Croce: Baronti, Bartali, Brandini, Breschi, Buggiani, Cheli, Chiti, Pianorsi, Santini, Sgherri, Sostegni (K), Bettarini (L). 1 All Innocenti, 2 All Malucchi, Dir.Acc Mongatti. E' finita con un 3-0 per la formazione santacrocese l'attesa finale del Trofeo Assigenia tra Pediatrica CasciavolaLivorno e Ambra Cavallini S.Croce. Va detto che, seppur confermando la flessione di forma delle ultime gare, le atlete in maglia biancazzurra non si sono risparmiate ed hanno dato battaglia specialmente nel secondo set, che con un pizzico di malizia in più poteva -e doveva- essere sicuramente portato a casa. In questi casi si sa, un set vinto può cambiare l'inerzia dell'incontro, ma così purtroppo non è stato anche per merito delle avversarie che non hanno mollato niente in un finale di frazione da batticuore. Primo set combattuto ma condotto sempre dalla formazione in maglia nera che, acquisiti quei 2-3 punti di margine, sapeva tenere sotto controllo le giovani casciavoline chiudendo un set comunque bello e combattuto sul in proprio favore. Nella seconda frazione le parti si invertivano, le nostre atlete partivano forte, ci credevano, si migliorava sensibilmente in ricezione e tutta la squadra ne risentiva positivamente, perlomeno per 3/4 di gara: nel finale infatti Pediatrica accusava un calo proprio in questa fase di gioco consentendo il lento ed inesorabile recupero del S.Croce. Si arrivava comunque sul con dunque ben 4 set point per Casciavola; qui la freddezza e l'esperienza della formazione di coach Innocenti venivano fuori consentendo loro di annullare in tutto ben sette set point, per poi chiudere il parziale sul primo shot a proprio favore (29-27). Brutta batosta per le nostre giovani atlete che non approcciavano benissimo nel terzo set: sotto 8-5 al primo T.O.T, poi 14-8 e al secondo T.O.T, Casciavola soffriva abbastanza dietro, messa sotto pressione dal servizio dell'ambra Cavallini; mister Menicucci cambiava il palleggiatore e poi l'opposto per coprirsi meglio in ricezione e cercare nuove soluzioni in attacco, mosse che purtroppo non incidevano sull'inerzia del parziale. L'andamento del set ricalcava a parti invertite quello della precedente frazione, salvo che nel finale, dove ad un buon recupero della formazione casciavolina faceva eco la risposta delle santacrocesi che pur con qualche affanno amministravano il vantaggio chiudendo set e match sul Complimenti alla squadra vincitrice, dotata di un ottimo organico, sicuramente un lusso per la B2. Guardando in casa nostra, il progetto Pediatrica basato sulle giovani va avanti con convinzione: la sconfitta di ieri sera contro una grande squadra (non inganni il fatto che disputerà un campionato di serie inferiore) non può far altro che bene; il secondo set giocato con personalità ed incisività, pur senza riuscire a chiuderlo, è stato comunque un altro positivo passo avanti in vista dell'imminente inizio di campionato, sabato prossimo a S.Mariano in Umbria. A consuntivo del torneo appena concluso, l'esperienza del Trofeo Assigenia è stata anche quest'anno senz'altro molto positiva; una squadra completamente rinnovata e giovanissima ha fatto vedere buone cose e progressi in tutti gli ambiti sia tecnici che tattici; brave dunque le nostre ragazze e bravo lo staff tecnico, siamo consapevoli che per poter ambire alla tanto agognata e difficile salvezza nel prossimo campionato di B1 occorrerà ben altro, ma siamo altrettanto consapevoli di aver imboccato la strada giusta che ci porterà ad un percorso di crescita che siamo fiduciosi porterà questo gruppo a fare bene. Fonte: Marco Papeschi

102

103 gli sponsor ASEL ct maceri

104 TROFEO ASSIGENIA, PEDIATRICA SCONFITTA A LUCCA :03 - news B1 Delta Luk - Pediatrica CasciavolaLivorno 3-0 (25/17; 25/19; 25/20) Pediatrica CasciavolaLivorno: Bitossi, Campus, Chini, De Bellis (K), Fidanzi, Focosi, Lo Gerfo, Montella, Papeschi, Pitto, Vicinanza, Zonta, Quiligotti (L1), Modena (L2). 1 All Menicucci, 2 All Ficini, Dir.Acc Nannipieri. Delta Luk: Baldaccini, Borghetti, Castellano, Dentini(K), Francesconi, Ghezzi, Lucchesi, Mazziotta, Palumbo, Paolinelli, Pelliccia, Venturi (L). 1 All Nelli, 2 All Ceccarini, Dir.Acc Pierini. Si chiude con un pesante 0-3 la prima fase del Trofeo Assigenia di Pediatrica CasciavolaLivorno; ultima gara giocata in trasferta a Lucca sul campo di S.Marco (che sarà il campo di casa della formazione di mister Nelli nel prossimo campionato di B2). Per larghi tratti addirittura irriconoscibili, De Bellis & C non sono mai praticamente entrate in partita, lente e sprecise in tutte le fasi di gioco, hanno subito per tutto il match l'iniziativa di una formazione di casa che è apparsa in grande condizione. Tutti e tre i set si sono susseguiti con lo stesso copione: Delta precisa e determinata, Pediatrica che lasciava da subito l'iniziativa alle padrone di casa senza riuscire a cambiare l'inerzia del gioco. Solo nel finale un discreto recupero delle ospiti rendeva in tutte e tre le frazioni meno amara in termini di punteggio la sconfitta. Difficile salvare qualcosa di ciò che si è visto ieri sera: preferiamo archiviare questa gara come una battuta d'arresto che ci può stare; uno stop imprevisto ma che deve servire a riportare tutti con i piedi per terra ed a far capire ad ognuno, se mai ce ne fosse stato bisogno, che a questi livelli si deve dare sempre il 100% ed anche di più, la prima sconfitta netta della stagione può da questo punto di vista essere salutare, deve essere letta come un nuovo punto di partenza per tornare più forti e determinate di prima. Un ruolo importante l'ha giocato senz'altro anche la stanchezza -che non vuole certo essere una scusante, ma che obbiettivamente affiorava ieri sera vedendo una squadra che era costantemente in ritardo sui palloni e sembrava marciare ad una velocità inferiore rispetto al ritmo gara imposto da Dentini e compagne-, poi la serata non brillantissima delle nostre giocatrici più esperte ha trascinato al ribasso il rendimento dell'intera formazione che, lo ricordiamo, è composta per la quasi totalità da Under e solo una "over". Dunque niente di irreparabile è accaduto, ma la squadra e lo staff tecnico dovranno fare tesoro di questa sconfitta per capire cosa e dove si è sbagliato e trasformare lo 0-3 in nuova linfa vitale, in vista anche dei prossimi impegni agonistici: giovedì -da confermare- amichevole contro il Quarrata e sabato finale per il primo posto del Trofeo Assigenia, a Castelfiorentino ore contro una tra Nottolini e Ambra Cavallini Montelupo, con la prima leggermente favorita dovendo giocare stasera l'ultima gara contro il fanalino di coda Calenzano. Fonte: Marco Papeschi

105

106 gli sponsor ASEL ct maceri

107 TROFEO ASSIGENIA, PEDIATRICA ESPUGNA CECINA :50 - news B1 Volley Cecina - Pediatrica CasciavolaLivorno 0-3 (22/25; 14/25; 17/25) Pediatrica CasciavolaLivorno: Bitossi, Chini, De Bellis (K), Fidanzi, Focosi, Lo Gerfo, Montella, Papeschi, Pitto, Vicinanza, Zonta, Quiligotti (L1), Modena (L2). 1 All Menicucci, 2 All Ficini, Dir.Acc Nannipieri. Volley Cecina: Bartolini, Battain B., Battain F., Bernini, Casali, Ciurli, Freni, Paparelli, Pasquadibisceglie, Storni, Zuanigh, Ricoveri (L1), Brogliato (L2). 1 All Giacobbe, 2 All Guiducci, Dir.Acc Ghelardini. Prima vittoria esterna nel Trofeo Assigenia per la Pediatrica CasciavolaLivorno che ieri sera ha inflitto un secco 3-0 al Volley Cecina, risultato identico a quello dell'andata due settimane fa. Una gara che tutto sommato ha presentato poche insidie contro un avversario che, escluso il primo set, non ha creato grossi problemi alla nostra formazione. Mister Menicucci schierava all'inizio la diagonale Vicinanza-Papeschi, Pitto-Montella al centro, capitan De Bellis e Fidanzi in posto 4, Quiligotti libero. Livello di gioco nettamente inferiore rispetto alla partita contro Castelfranco; le ragazze in maglia biancazzurra lasciavano solo un po' nelle prime fasi del match l'iniziativa alle padrone di casa che partivano bene portandosi sul 7-2, ma la reazione ospite non tardava a farsi sentire con l'aggancio già sul 9 pari ed il successivo sorpasso. Cecina però in questo primo set -il più bello e combattuto della gara- teneva bene in difesa e, guidata dalla giovanissima Casali, tallonava la nostra formazione cedendo solo nel finale Pediatrica partiva bene nel secondo parziale (8-5 al primo T.O. tecnico) per poi allungare decisamente 11-6 e chiudendo senza patemi Anche il terzo set aveva poca storia: due cambi per le casciavoline (Chini per Montella C2 e Modena per Quiligotti libero) lasciavano pressochè inalterato il potenziale della squadra, che riprendeva a macinare punti come nel precedente parziale. Di contro le avversarie, con Bernini play che sostituiva una stanca Casali, trascinate da una Zuanigh mai doma, provavano in tutti i modi a riaprire il match, ma inesorabilmente De Bellis e compagne, grazie anche ad una maggiore incisività al servizio, riuscivano ad allungare ancora nel punteggio chiudendo sul Prossimo impegno per la truppa CasciavolaLivorno martedì prossimo ore 21 a Lucca-S.Marco contro il Delta Luk di mister Nelli, formazione che sarà impegnata anche questa sera sempre sul campo di S.Marco contro Videomusic Castelfranco. Fonte: Marco Papeschi

108

109 gli sponsor ASEL ct maceri

110 TROFEO ASSIGENIA, PEDIATRICA-VIDEOMUSIC FINISCE ANCORA AL TIE-BREAK :23 - news B1 Videomusic Castelfranco - Pediatrica CasciavolaLivorno 3-2 (25/15; 25/23; 20/25; 21/25; 16/14) Pediatrica CasciavolaLivorno: Bitossi, Campus, Chini, De Bellis (K), Fidanzi, Focosi, Lo Gerfo, Montella, Papeschi, Pitto, Vicinanza, Zonta, Quiligotti (L1), Modena (L2). 1 All Menicucci, 2 All Ficini, Dir.Acc Nannipieri. Videomusic Castelfranco: Andreotti, Brogi, Caverni (K), Dal Canto, Danti, Gasparri, Gnesi, Interlandi, Nelli, Tamburini, Tessitori, Pollastrini (L). 1 All Pucci, 2 All Bagni, Dir.Acc Rosi. E' destino in questo bel torneo pre-campionato che tra Pediatrica e Videomusic escano sempre gare belle e combattute, con molte emozioni e capovolgimenti di fronte, in equilibrio fino all'ultimo e decise solo al set-spareggio. Anche ieri sera quasi due ore di volley-spettacolo; questa volta i due punti sono andati alla formazione di casa che pur soffrendo non si e data mai per vinta recuperando al tie break una situazione molto difficile, anche se va detto che alle nostre e mancata in alcuni frangenti quella cattiveria che, ad esempio sul in tuo favore con tre match ball a disposizione, ti deve assolutamente far chiudere la partita. Una gara che per larghi tratti ha seguito lo stesso andamento del match d'andata al PalaRusso: inizio incerto della nostra formazione che soffre la maggiore esperienza delle castelfranchesi; nella meta campo casciavolina solo a tratti si riesce a contrastare il gioco aggressivo del Videomusic che gioca da manuale, sbaglia veramente poco e prende il largo nel punteggio; nel finale di set Pediatrica comincia a migliorare in tutti i fondamentali e rosicchia qualche punto, ma ormai le avversarie sono inarrivabili e chiudono agevolmente il primo set sul 25-15; questo Castelfranco sicuramente, quando tutte le titolari (che hanno giocato un primo set a ritmi altissimi) saranno al top della condizione, sara una squadra a mio parere fortissima per la B2. Secondo set con le ospiti che finalmente, sulla scia del buon finale del primo, partono bene e giocano punto su punto contro le esperte padrone di casa; come all'andata, set molto combattuto che si aggiudica ancora Castelfranco; parte ancora forte Casciavola nel terzo parziale, migliorano le % in ricezione e tutto l'attacco ne risente positivamente: sia in questo che nel set successivo ospiti sempre avanti che, pur soffrendo le avversarie mai dome, chiudono a proprio favore pareggiando i conti sul 2-2. Come 15 giorni fa in questa fase le castelfranchesi appaiono piu stanche delle ragazze di Pediatrica e l'inizio del tie-break sembra portare all'epilogo da noi sperato: Casciavola prima avanti 6-2, poi 8-4, si arriva sul e sembra fatta, ma qui la luce per le ospiti si spegne e Castelfranco si aggiudica il match Dunque un po' di amaro in bocca per una vittoria che sembrava acquisita ma poi sfuggita sul filo di lana, comunque queste sono situazioni di gioco, esperienze (ed anche errori) che e bene fare ora in questa fase di rodaggio senza l'assillo della classifica; globalmente una buona risposta dalle giovanissime del gruppo che hanno mostrato decisi progressi in campo, positiva anche la prestazione delle piu "esperte", anche se in generale ieri sera e mancato, nei momenti topici del match, saper dare quel "di piu" che fa spostare l'ago della bilancia da una parte o dall'altra. Dal punto di vista strettamente numerico (anche se forse e l'aspetto che interessa meno), il punto guadagnato contro quella che e a mio parere la squadra piu forte del girone e sicuramente importante ed e un ottimo viatico per il proseguo del torneo. Per Pediatrica prossimo impegno del trofeo Assigenia venerdi sera a Cecina ore Fonte: Marco Papeschi

111

112 gli sponsor ASEL ct maceri

113 TROFEO ASSIGENIA: PEDIATRICA - DELTALUK :04 - news B1 PEDIATRICA - DELTALUK 3-1 ( ) Pediatrica PiLi: De Bellis, Fidanzi, Papeschi, Focosi, Vicinanza, Pitto, Montella, Campus, Lo Gerfo, Modena, Zonta, Chini, Bitossi, Quiligotti. 1 all. Menicucci 2 all. Ficini Prep. Silvestri Dir. Nannipieri Deltaluk: Baldaccini, Borghetti, Castellano, Dentini, Francesconi, Ghezzi, Lucchesi, Mazziotta, Palumbo, Paolinelli, Pelliccia, Venturi. 1 all. Nelli 2 all. Ceccarini Dir. Pierini Arbitri: Bucci, Degl'innocenti. Sono le e non sono trascorse nemmeno venti ore dal termine della gara con il Cecina quando le ragazze della Pediatrica si ritrovano in palestra per sottoporsi alle premurose (fin troppo, secondo molte) cure della preparatrice atletica Silvestri che non intende, ci siano o no impegni agonistici, saltare una sola tappa del viaggio messo in programma prima dell'inizio del campionato. Alle discesa dalla sala (o meglio, piccionaia) pesi al campo di gioco dove ad attendere le ragazze ci sono Menicucci e Ficini; c'è da far fronte al terzo impegno del Trofeo Assigenia che vede la Pediatrica opposta alla formazione lucchese del Deltaluk. Il test si presenta assai difficile perché di fronte c'è una delle squadre meglio attrezzate per il prossimo campionato di B2, per di più infarcita di numerose ex che non hanno certo intenzione e voglia di sfigurare. La Pediatrica è una formazione completamente rinnovata e ancor più ringiovanita, per questo e con il palese intento di sfruttare il torneo per poter valutare al meglio tutte le atlete in organico, ma anche la squadra nel suo insieme, Menicucci inizialmente manda in campo un diverso sestetto rispetto alle due precedenti gare. Il primo set vede le padrone di casa legnose nel fisico ed appannate nelle idee mentre le ospiti le idee le hanno chiare e, evidenziando una buona e veloce pallavolo, ne approfittano per mettere sonoramente in difficoltà le avversarie. Le lucchesi accumulano da subito un buon vantaggio che poi riescono a gestire assicurandosi meritatamente il parziale 25/19. Diverso invece l'andamento del secondo set, il più bello ed il più avvincente dei quattro disputati, quando le ragazze della Pediatrica entrano in campo con ben altro piglio e chiaramente non disposte a recitare il ruolo di vittime sacrificali della serata. E' una lotta punto a punto dall'inizio alla fine, fino a quando le padrone di casa, sul filo di lana, riescono a prevalere 25/23. Meno patemi nel terzo set per la Pediatrica che dimostra di aver acquisito maggior fiducia e tranquillità mentre le ospiti denunciano di aver perso molte delle loro certezze. Parziale a senso unico e 25/15 finale. Il quarto e decisivo set è un po' la fotocopia del precedente; assoluto predominio iniziale delle padrone di casa, tardiva e vana reazione delle lucchesi che si arrendono sul 25/19 a favore delle casciavoline che escono dal campo fra gli applausi dell'ancora una volta numeroso pubblico presente; di grande conforto e sostegno la numerosa rappresentanza di ragazze delle squadre giovanili; c'è da augurarsi che non siano solo casi episodici ma che rappresentino anche questi una piacevole sorpresa per il prossimo campionato. "In questo momento come noi tutte le squadre sono in piena fase di preparazione - parole di mister Menicucci - e lavorano molto sotto l'aspetto fisico e di conseguenza i risultati ottenuti e quelli che otterremo, in positivo o in negativo, hanno una rilevanza minima e poco dobbiamo pensarci. Quello di positivo fin qui fatto - conclude il mister - deve solo servire di stimolo per continuare a lavorare con il medesimo spirito di sacrificio ma anche con la dovuta e necessaria serenità". Prossimo impegno per la Pediatrica martedi prossimo a Castelfranco di Sotto.

114 Fonte: PG UFFICIO STAMPA

115 gli sponsor ASEL ct maceri

116 TROFEO ASSIGENIA, PEDIATRICA SUPERA 3-0 IL VOLLEY CECINA :36 - news B1 Pediatrica CasciavolaLivorno - Volley Cecina 3-0 (25/16; 25/15; 26/24) Pediatrica CasciavolaLivorno: Bitossi, Campus, Chini, De Bellis (K), Fidanzi, Focosi, Lo Gerfo, Montella, Papeschi, Pitto, Vicinanza, Zonta, Quiligotti (L1), Modena (L2). 1 All Menicucci, 2 All Ficini, Dir.Acc Nannipieri. Rotonda vittoria per 3-0 della Pediatrica CasciavolaLivorno ieri sera nella seconda gara del Trofeo Assigenia contro un buon Cecina (nelle cui file militano le ex-livorno Zuanigh e Casali e la excasciavolina Ricoveri) che riesce pero ad entrare nel match solo nel terzo parziale. Tra le file casciavoline le gambe sono ancora pesanti (e lo saranno ancora di piu questa sera visto che e in programma una seduta di allenamento atletico nel pomeriggio) ma le nostre giovani atlete si impegnano ad applicare gli schemi del mister con precisione tenendo bene il campo; la condizione sta crescendo e con essa la qualita delle giocate, queste partite servono proprio a migliorare intesa ed affiatamento tra i reparti, a dare e darsi certezze; molto il lavoro ancora da svolgere, ma dagli spalti si nota con piacere che De Bellis e compagne stanno cominciando a ragionare, muoversi e giocare da squadra vera. Brave, continuate cosi. Un paio di variazioni nel sestetto iniziale rispetto alla gara contro Castelfranco, cambi che pero non incidono sulla qualita del gioco, sempre piacevole ed efficace. Mister Menicucci come suo solito opera pochissime ed oculate sostituzioni intendendo rodare a fondo il 6+1 che di volta in volta mette in campo. Primi due set dominati dalla formazione di casa che, al contrario della gara precedente, inizia subito con buon ritmo e senza incertezze. Precise al servizio, sicure in ricezione, pochissimi errori tecnici, le biancazzurre impongono il loro gioco variando le soluzioni in attacco, solo arginate a tratti dal muro avversario; non molti gli scambi lunghi, che sono comunque quasi tutti appannaggio della Pediatrica. Difesa buona con qualche automatismo da rivedere, ma questi sono difetti di gioventu che siamo sicuri la squadra superera presto con il lavoro quotidiano in palestra e con l'aumentare dei minuti giocati. Pediatrica in entrambi i primi due set allunga da subito vistosamente accumulando un vantaggio sostanzioso che le consente di amministrare la gara con relativa tranquillita. I parziali di e 2515 rispecchiano bene l'andamento del match in queste fasi. Nella terza frazione la musica cambia: partenza grintosa delle ospiti che si portano decisamente in vantaggio al primo timeout tecnico di ben 6 lunghezze, salvo farsi poi ri-agganciare sull' 8 pari e superare dalla nostra formazione Partita in questa fase molto equilibrata, bella ed avvincente: Cecina schiera tutte le sue atlete piu esperte cercando con il massimo impegno di far suo il parziale e riaprire cosi una gara quasi compromessa. Sulla sponda casciavolina un sestetto molto "green" (in campo in questo terzo set un '88, tre '94, due '95 e un '97) tiene bene il campo, lotta su ogni pallone con grinta e grande tecnica; molti in questa fase gli scambi lunghi con attacchi ben assestati che esaltano le doti difensive di entrambe gli schieramenti; le ospiti rossoblu, quasi sempre avanti di qualche punto, non riescono pero a piazzare l'allungo e nel finale, dopo aver sprecato un set-ball, soccombono ai vantaggi. Per Pediatrica prossimo impegno del trofeo Assigenia questa sera, terza gara casalinga di fila, contro il Delta Luk alle ore Fonte: Marco Papeschi

117

118 gli sponsor ASEL ct maceri

119 PEDIATRICA, DOPPIO IMPEGNO NEL TROFEO ASSIGENIA :44 - news B1 Ancora due gare casalinghe per la Pediatrica CasciavolaLivorno: questa sera per il secondo turno del Trofeo "Assigenia" avversaria sul Taraflex del PalaRusso sara la neo-promossa in B2 Volley Cecina, formazione vincitrice del campionato di serie C girone B nella scorsa stagione. Nella prima gara del torneo le cecinesi hanno espugnato il campo del Delta Luk per 3-1. Domani invece, ancora sul campo amico, nel terzo impegno di questa competizione, avversarie di De Bellis & C saranno proprio le ragazze lucchesi del Delta Luk, che vengono da una vittoria al tiebreak ottenuta martedi sera sul campo della Videomusic Castelfranco. Entrambi gli impegni avranno inizio alle ore 21: diamo appuntamento dunque a tutti gli sportivi casciavolini e non sugli spalti dell'impianto di via Pastore per due gare dove di sicuro lo spettacolo non mancherà. Fonte: Marco Papeschi

120 gli sponsor ASEL ct maceri

121 PEDIATRICA, 3-2 ALL ESORDIO NEL TROFEO ASSIGENIA :45 - news B1 Pediatrica CasciavolaLivorno - Videomusic Castelfranco 3-2 (19/25; 29/31; 25/20; 25/15; 15/9) Inizia con una sofferta vittoria in rimonta al tie break l'avventura della Pediatrica nel Trofeo Assigenia. Una gara tutto sommato piacevole nonostante entrambe le squadre fossero in piena preparazione e perciò imballate dai pesanti carichi di lavoro soprattutto atletico. Partita dai due volti: Pediatrica faticava ad inizio match a trovare le giuste distanze in campo, movimenti, intese e feeling con il match, subendo oltremodo il gioco ordinato delle ospiti. Man mano però che passava il tempo le nostre giovani superavano l'emozione dell'esordio ritrovando la giusta concentrazione e cominciando a macinare buone azioni di gioco. Guidata da capitan De Bellis, la formazione allenata da Menicucci dopo un set e mezzo di marca ospite prendeva in mano le redini dell'incontro perdendo il secondo parziale solo ai vantaggi; nei successivi set però era quasi un monologo della squadra di casa, che grazie anche ad una migliore tenuta atletica faceva proprio il match mettendo in cassaforte i primi due punti di questo torneo. Buone a mio parere le indicazioni per lo staff tecnico casciavolino: il gioco prodotto dalla squadra è stato a tratti piacevole, ma è ovvio che molti sono i dettagli da sistemare, le soluzioni, gli automatismi e le intese da migliorare in una squadra giovanissima con tante esordienti in categoria, con una intelaiatura completamente nuova rispetto alla passata stagione. Moltissimo perciò il lavoro da fare per tutte le componenti -squadra, staff tecnico, staff dirigenziale- per fare di questo bel progetto una valida realtà. Fonte: Marco Papeschi

122 gli sponsor ASEL ct maceri

123 B1, LA PAROLA AL CAMPO :49 - news B1 Avrà inizio questa settimana l'ormai consueto Trofeo Assigenia, giunto quest'anno alla quarta edizione. Questa manifestazione, riservata a formazioni toscane di serie B1 e B2 femminile sarà, per la giovane formazione di Menicucci, un ottimo percorso di avvicinamento al difficile campionato nazionale che l'attende. Dopo venti giorni di intensa preparazione c'è molta curiosità per la prima uscita ufficiale di questa formazione, frutto della rinnovata collaborazione tra Polisportiva Casciavola e Volley Livorno, che per la prima volta presentano una squadra formata per 3/4 da atlete provenienti dai vivai delle due società. Pediatrica è stata inserita nel girone B insieme a Volley Cecina, Videomusic Castelfranco e Delta Luk Lucca. Esordio giovedì 13 settembre ore 21 al PalaRusso di Casciavola contro la Videomusic Castelfranco. Fonte: Marco Papeschi

124 gli sponsor ASEL ct maceri

125 PRECISAZIONE :28 - news B1 Che lâ articolo precedente potesse scuotere la suscettibilita di qualcuno e smuovere un vespaio di polemiche ne ero pienamente cosciente e convinto; ne ho avuto conferma dalle numerose telefonate pervenutemi. Colloqui sempre cortesi e che mi impongono di fare una precisazione (non rettifica) su di un passaggio fondamentale dove il senso puo anche essere stato frainteso. Il mancato proseguimento del progetto intrapreso nella stagione 2011/2012, per inadeguate risorse economiche ed umane, e da addebitarsi alla sola societa Asd Polisportiva Casciavola. Non câ era la ben che minima volonta o maldestra intenzione di trovare alibi affibbiando responsabilita a chi non ne aveva: bimbe, famiglie e loro procuratori, sponsor. Alle ragazze ed alle famiglie dobbiamo gratitudine: alle prime per aver scelto di venire a giocare a Casciavola, alle seconde per avercele con stima affidate Ai procuratori (pur avendone criticato e criticandone alcuni comportamenti) la societa deve essere grata per la collaborazione in passato offerta e che tuttora offrono per lâ allestimento dellâ organico Se la Polisportiva Casciavola negli anni e potuta crescere in modo esponenziale tanto merito lo hanno quelle aziende sponsor che purtroppo nella passata stagione hanno subito il morso di una innegabile crisi. Aziende che, guarda caso, anche se con minori esposizioni hanno garantito il loro prezioso aiuto per la prossima stagione. Mi sembrava nellâ articolo di essere stato abbastanza chiaro, manifestandomi (come sempre) non poco autocritico e critico verso tutta la dirigenza per i numerosi errori commessi e perpetrati, imponendomi ed imponendo un dovuto ed onesto "mea culpa". Detto che queste precisazioni erano dovute, le stesse non significano assolutamente fare passi indietro ne tantomeno atti di gratuita compiacenza. Non smentisco una sola parola di quanto detto allâ interno dellâ articolo in riferimento ai comportamenti ed agli addii. I comportamenti tenuti sono stati molte volte scorretti e quindi giustamente criticati. I divorzi fanno parte del gioco e della vita, câ e sempre chi ha maggiori responsabilita e chi meno o nessuna; ma câ e anche modo e maniera per lasciarsi, ed e questo che ha piu amareggiato la dirigenza della Polisportiva. Petrini Gabriele P.s. Mi hanno accusato (come sempre) di essermi espresso con crudezza e poca diplomazia; forse cio e consentito farlo pubblicamente solo ad atlete e loro familiari? Il sottoscritto quando ha qualcosa da dire lo dice (talvolta ingiustamente), anche da queste pagine, con schiettezza ed in faccia alle persone e non e sua abitudine, come e infame uso italico, parlare alle spalle della gente ne tantomeno nascondendosi dietro un vile ed autoreferenziale anonimato. Fonte: Petrini Gabriele

126 gli sponsor ASEL ct maceri

127 PEDIATRICA: AL VIA LA STAGIONE 2012/ :56 - news B1 E' iniziata oggi pomeriggio la preparazione della formazione di serie B1 targata Pediatrica in vista del campionato 2012/2013. Una formazione nata dalla ancor più fattiva e stringente collaborazione fra la Polisportiva Casciavola ed il Volley Livorno che negli anni passati si era limitata al settore giovanile. Le difficoltà economiche patite nella stagione 2011/2012 hanno fatto sì di accelerare i tempi per la nascita di un consorzio che si pone il fine di valorizzare al meglio le atlete provenienti dai rispettivi settori giovanili, convinti che questa, forse, è l'unica soluzione per tentare di continuare a gareggiare nei campionati nazionali. La scorsa stagione la Polisportiva aveva dato vita ad un progetto ambizioso, quello di riunire alcuni dei più promettenti talenti del volley toscano. Lo scopo era quello di dimostrare che anche la Toscana poteva competere a livello nazionale, con ragazze under del suo territorio, solo riuscendo ad abbattere vecchie diaspore campanilistiche e instaurando una solida e solidale collaborazione. Forse l'estate scorsa la Polisportiva si è fatta incautamente attrarre e convincere da qualcuno che spargeva ottimismo a piene mani predicando ai suoi servi e sudditi che la crisi non esisteva. Ben presto però le difficoltà si sono realmente e concretamente manifestate ed alcune aziende sponsor sono state costrette a ridurre i loro contributi, talune purtroppo a rinunciare in toto a sostenere il progetto. Si è creata una situazione difficilmente gestibile e che ha portato la società ad alcune inadempienze economiche nei confronti dei tesserati e chiudere il bilancio in rosso. Una situazione che obbliga ora la società ad impegnarsi nel rimettere in sesto i conti finendo per privilegiare il mercato in uscita più di quello in entrata; altro impegno preso è quello di ridurre notevolmente il budget per il 2012/2013. Questo ha fatto sì che alcune atlete, cui era stata proposta la conferma, non abbiano accettato le offerte loro fatte ed abbiano finito per privilegiarne altre. Ci sono state anche scelte tecniche fatte in simbiosi tra società e staff tecnico che hanno portato a degli addii talvolta anche dolorosi. Aperta parentesi. Il rifiuto a continuare il rapporto nella maggioranza dei casi (bimbe) non è stato (dalle famiglie) giustificato ed ascritto solo all'aspetto economico ma anche ad aspettative tecnico-sportive ancor più ambiziose. La società, prima della fine dello scorso campionato, è venuta a sapere che in realtà per alcune (bimbe e famiglie) il divorzio era una scelta già da tempo maturata se non addirittura già fatta; il tutto a seguito dalla preventiva e scorretta opera di mercanzia messa in atto da altre società (toscane e non). C'è anche chi (famiglia) alle ore del 16 luglio manifestava soddisfazione per l'accordo trovato con la dirigenza, soddisfazione confermata telefonicamente dal procuratore, ed alle della mattina seguente telefonava informando che l'atleta (bimba) preferiva fare una diversa esperienza. Certo una figuraccia, c'è da augurarsi che il voltafaccia non sia frutto di una voluta presa in giro ma solo dovuta alla sprovveduta ed estemporanea iniziativa di chi (famiglia) non aveva nemmeno ritenuto opportuno metterne a conoscenza la figlia (bimba). La stagione sportiva 2012/2013 è stata ricca di grandi soddisfazioni a livello agonistico ma da dimenticare per molti altri aspetti, e non solo economici. Una squadra, in campo e sulle tribune, contraddistintasi sempre per buone individualità ma anche per grandi individualismi. In tribuna chi (famiglia) vedeva "tutto dovuto e scontato" per il proprio fenomeno (bimba) per cadere poi in comportamenti spregevoli verso chi in campo (staff tecnico) metteva in discussione quel "tutto dovuto e scontato". In campo qualche bimba che, così ben sostenuta dai suoi esclusivi fans, assumeva atteggiamenti da "campione affermato" cadendo in gesti di riluttanza verso qualsiasi scelta tecnica. Un vero e proprio "contenzioso fra famiglie".

128 Qualche famiglia, durante il campionato, più volte ha rimproverato alla società di "non mettere becco nelle scelte dello staff tecnico". E' no, cari amici e compagni, questo la dirigenza si è sempre guardata bene dal farlo!. Certo qualche dirigente di criticare (talora troppo ed a sproposito, talora inopportunamente) lo ha fatto, ma allo stesso tempo ha dimostrato che, quando qualcosa non quadrava, le sue decisioni in seno ed insieme al Consiglio ha saputo prenderle assumendosene tutte le proprie responsabilità. Quasi tutte le bimbe e le loro famiglie se la sono sgattaiolata sbattendo la porta in faccia, magari facendo le valige nella notte, senza nemmeno un commiserevole cenno di saluto. E' giusto rimproverare e criticare la società per le sue inadempienze economiche e per i suoi non pochi errori, ma è giusto ricordarsi anche che la società per tutta la stagione quelle bimbe le ha premurosamente adottate e dovutamente niente ha fatto loro mancare. Quelle bimbe la dirigenza le ha riconsegnate nelle braccia delle famiglie se non migliori sul piano tecnico-sportivo certamente più famose. E' bene ricordare che nessuna di loro aveva finora vinto qualcosa di importante. Quel qualcosa che nel 2012 le ha portate ad essere esposte nella prestigiosa vetrina delle finali nazionali under 18, permettendo loro di trovare acquirenti ben più facoltosi e credibili della Polisportiva. Gli è stato fatto da baby sitter, badanti, cuochi, insegnanti, tassisti, portantini ed infermieri e più chi n'ha più ne metta, è stato assicurato loro molto di più di quanto sottoscritto nei contratti o garantito a voce alle famiglie. Ed il tutto non è certo venuto per divina provvidenza e a costo zero; qualcuno si è messo la mano in tasca anche quando a farlo doveva essere qualcun altro. Quando i suoi debiti la società li avrà estinti (opera di bonifica già in corso), saranno altre a rimanere permanenti debitrici verso la Polisportiva per lo spirito di sopportazione (bizze e piagnistei), la riconoscenza, la comprensione, l'umano affetto di cui tecnici, dirigenti e collaboratori l'hanno con sincerità gratificate. Ci voleva tanto alle bimbe ed alle famiglie presentarsi di persona, dire senza remore o mezze parole che male si erano trovate tanto da decidere di andare altrove, senza alcun rancore salutarsi stringendosi le mani e facendosi un reciproco e sincero "in bocca al lupo"?. Certamente qualunque sia la carriera che saranno capaci di intraprendere le bimbe e le loro famiglie (serie A1, A2, Nazionale, Resto del Mondo, etc.) mai sarà loro rinfacciato o rivendicato un merito da parte della Polisportiva e dei suoi tecnici; i loro nomi e cognomi saranno cancellati dall'archivio casciavolino per essere sicuri di non cadere in tentazioni. "Bella mi Piso!" esclamazione riservata ad una ragazza che quest'anno lascia la Polisportiva ed alla quale la società sarà sempre legata da sincero affetto perché sempre, manifestamente ed umilmente, ricambiato: Giulia Pisani si trasferisce a titolo definitivo alla Unendo Yamamay Busto Arsizio. A lei, se lo merita, un grande "in bocca al lupo". Chiusa parentesi. Chi maggiormente ha risentito e sofferto di una situazione societaria non serena e delle privilegiate attenzioni volte verso la B1 e l'under 18, è stato sicuramente il resto del settore giovanile, sia staff tecnici che ragazze e famiglie. E' a loro che la Polisportiva deve porgere le proprie scuse per i disagi procurati. Situazione aggravata dalla sprovveduta e deleteria iniziativa intrapresa dal "genitore" di un altro "fenomeno" (che finalmente si è tolto dalle scatole) elevatosi ad inizio stagione a salvatore della patria. Un personaggio cui la società aveva, colpevolmente e masochisticamente, dato troppo credito per alla fine (anzi, fin dall'inizio) ritrovarsi giustamente screditata. Personaggio che poi, troppo tardi, si è reso latitante andandosi forse a rifugiare nella " tana" di inqualificabili anonimi che si assurgono al ruolo di tuttologi del volley, disciplina nella quale (o da tecnici, o da giocatori, o da cantori) per i risultati ottenuti sono da considerarsi solo dei benemeriti incompetenti. E' quindi verso il loro settore giovanile che dovutamente la Polisportiva Casciavola ed il Volley Livorno dovranno volgere, con maggiore attenzione, il loro sguardo. Questo impegno è testimoniato dall'allestimento dell'organico della formazione di B1. Organico che vede una sola conferma rispetto alla stagione passata, quella di Francesca De

129 Bellis ('93). Sono state inserite dal Volley Livorno Alessandra Pitto ('93), Geraldina Quiligotti ('94), Irene Zonta ('96), Virginia Montella ('96), Serena Bitossi ('96); dal giovanile del Casciavola salgono Giulia Modena ('95), Noemi Chini ('95), Alessia Papeschi ('97). Ritorna in squadra proveniente da Pavia in A1 Rosalba Vicinanza ('94), dal Volley Fucecchio arriva Alessandra Focosi ('95) ed infine, unico lusso consentito, da S.Casciano arriva Giulia Fidanzi ('88). La dirigenza è all'opera per un ultimo inserimento per portare la rosa a 13 unità. Una formazione molto giovane e nel suo complesso inesperta, una formazione che molto dovrà soffrire, una formazione che siamo altrettanto certi, grazie all'opera dei tecnici Alessandro Menicucci e Nicola Ficini, saprà giorno dopo giorno crescere sia tecnicamente che tatticamente e che ogni partita dimostrerà di saper vendere cara la pelle anche sul piano prettamente agonistico. Sicuramente un ruolo importante lo giocherà anche, come con grande successo è stato nella passata stagione, la preparatrice atletica Giorgia Silvestri. La salvezza è un difficile ma non impossibile traguardo; molto dipenderà e sarà legato alla capacità di dirigenti, staff tecnico, atlete e familiari di riuscire a fare "fronte unico" davanti a qualsiasi difficoltà si presenti loro. Fonte: Petrini Gabriele

130

campionato serie D FEMMINILE : GRUPPO FASSINA C5 - FENICE C5 7-1

campionato serie D FEMMINILE : GRUPPO FASSINA C5 - FENICE C5 7-1 Stagione 2013-2014 campionato serie D FEMMINILE : GRUPPO FASSINA C5 - FENICE C5 7-1 26-01-2014 13:46 - serie D Femminile - campionato FENICE C5 - COMPAGNIA MONTE DI MALO 0-1 19-01-2014 11:26 - serie D

Dettagli

REGOLAMENTO MINIVOLLEY TOUR PROVINCIALE MANTOVA

REGOLAMENTO MINIVOLLEY TOUR PROVINCIALE MANTOVA REGOLAMENTO MINIVOLLEY TOUR PROVINCIALE MANTOVA CI IMPEGNAMO PER Orientare l attività a tutela dei diritti del bambino atleta. Attraverso le sue esperienze e le opportunità che gli verranno offerte potrà

Dettagli

La Lega Pallavolo Uisp Treviso, in collaborazione con Boom Camp, organizza il campionato invernale di beach volley 2014/15.

La Lega Pallavolo Uisp Treviso, in collaborazione con Boom Camp, organizza il campionato invernale di beach volley 2014/15. La Lega Pallavolo Uisp Treviso, in collaborazione con Boom Camp, organizza il campionato invernale di beach volley 2014/15. SEDE E PERIODO DI SVOLGIMENTO Le partite del campionato si svolgeranno presso

Dettagli

UISP Challenge CUP. Campionato di pallavolo

UISP Challenge CUP. Campionato di pallavolo UISP Challenge CUP Campionato di pallavolo CAMPIONATO DI PALLAVOLO UISP Challenge CUP Il Coordinamento Pallavolo UISP Bari indice e organizza il Campionato "UISP Challenge CUP" per la stagione sportiva

Dettagli

ORGANIZZATO DAL COMITATO REGIONALE A.S.C. IN COLLABORAZIONE CON A.S.D. COMITATO CAAMSARDEGNA Muravera(Ca), 25-27 Settembre 2015.

ORGANIZZATO DAL COMITATO REGIONALE A.S.C. IN COLLABORAZIONE CON A.S.D. COMITATO CAAMSARDEGNA Muravera(Ca), 25-27 Settembre 2015. VOLLEY MISTA SPORT CAAM SARDEGNA 2015 TROFEO NAZIONALE/REGIONALE A.S.C. ORGANIZZATO DAL COMITATO REGIONALE A.S.C. IN COLLABORAZIONE CON A.S.D. COMITATO CAAMSARDEGNA Muravera(Ca), 25-27 Settembre 2015 Costi

Dettagli

Inserto settimanale di scommesse sportive. il sito costantemente aggiornato sul Calcio Napoli. www.pianetazzurro.it QUOTE

Inserto settimanale di scommesse sportive. il sito costantemente aggiornato sul Calcio Napoli. www.pianetazzurro.it QUOTE Inserto settimanale di scommesse sportive www.pianetazzurro.it il sito costantemente aggiornato sul Calcio Napoli QUOTE IL PRONOSTICO L ex centrocampista azzurro si augura però che la squadra di Mazzarri

Dettagli

Anno 5 - N 7 - Sabato 29 ottobre 201 1. Settimanale di scommesse sportive QUOTE

Anno 5 - N 7 - Sabato 29 ottobre 201 1. Settimanale di scommesse sportive QUOTE Anno 5 - N 7 - Sabato 29 ottobre 201 1 Settimanale di scommesse sportive QUOTE 2 LA SCOMMESSA Puntiamo su Napoli, Milan, Cesena e Palermo. OVER in Genoa-Roma Prevalenza del fattore casalingo di Vincenzo

Dettagli

Associazione Culturale Sportiva Dilettantistica Manofuori

Associazione Culturale Sportiva Dilettantistica Manofuori Associazione Culturale Sportiva Dilettantistica Manofuori Societa affiliata alla Fipav e all MSP Manofuori Cup Non è necessario essere Campioni per divertirsi giocando a pallavolo L Associazione Culturale

Dettagli

REGOLAMENTO 7 BEACH VOLLEY PER TUTTI

REGOLAMENTO 7 BEACH VOLLEY PER TUTTI REGOLAMENTO 7 BEACH VOLLEY PER TUTTI DOMENICA 3 GIUGNO 2012 Lungomare di SOVERATO (CZ) TERMINE ISCRIZIONE 27 MAGGIO (OLTRE TALE DATA L ORGANIZZAZIONE SI RISERVA DI ACCETTARE L ISCRIZIONE) NOVITA 2012 SABATO

Dettagli

Regolamenti dell attività a squadre e dei relativi campionati Parte specifica Stagione agonistica 2014/2015

Regolamenti dell attività a squadre e dei relativi campionati Parte specifica Stagione agonistica 2014/2015 Regolamenti dell attività a squadre e dei relativi campionati Parte specifica Stagione agonistica 2014/2015 CAMPIONATI A SQUADRE... 2 Articolo 1.1. - Serie A/1 maschile.... 2 Articolo 1.2. - Serie A/2

Dettagli

CAMPIONATO PROVINCIALE PALLAVOLO

CAMPIONATO PROVINCIALE PALLAVOLO CAMPIONATO PROVINCIALE PALLAVOLO REGOLAMENTO ORGANIZZATIVO A.S. 2011/2012 Il Comitato Provinciale di Venezia del Centro Sportivo Italiano e del UISP, indicono per la stagione sportiva 2010/2011 il Campionato

Dettagli

Per compiere grandi passi non dobbiamo solo agire, ma anche sognare, non solo pianificare, ma anche credere nelle nostre idee

Per compiere grandi passi non dobbiamo solo agire, ma anche sognare, non solo pianificare, ma anche credere nelle nostre idee Per compiere grandi passi non dobbiamo solo agire, ma anche sognare, non solo pianificare, ma anche credere nelle nostre idee PROGETTO VOLARE VOLLEY 2013/2014 INSIEME per VOLARE 1983-2013: 30 anni di Pallavolo

Dettagli

1 Campionato Lega A HAPPINESS

1 Campionato Lega A HAPPINESS 1 Campionato Lega A HAPPINESS 2012-2013 Regolamento Il Centro sportivo HAPPINESS organizza una manifestazione a carattere amatoriale che si svolgerà a Nardò ( Le) in Via Penta 1 Campionato Lega A Calcio

Dettagli

1 TORNEO MASCHILE DI MINIVOLLEY DELLA SCUOLA DI PALLAVOLO LUBE

1 TORNEO MASCHILE DI MINIVOLLEY DELLA SCUOLA DI PALLAVOLO LUBE 1 TORNEO MASCHILE DI MINIVOLLEY DELLA SCUOLA DI PALLAVOLO LUBE La manifestazione si svolgerà presso il PALASPORT FONTESCODELLA DI MACERATA DOMENICA 7 NOVEMBRE 2010 Il ritrovo è fissato alle ore 13:15 Lo

Dettagli

Regolamenti dell attività a squadre e dei relativi campionati Parte specifica Stagione agonistica 2015/2016

Regolamenti dell attività a squadre e dei relativi campionati Parte specifica Stagione agonistica 2015/2016 Regolamenti dell attività a squadre e dei relativi campionati Parte specifica Stagione agonistica 2015/2016 CAMPIONATI A SQUADRE... 2 Articolo 1.1. - Serie A/1 maschile.... 2 Articolo 1.2. - Serie A/2

Dettagli

Pallavolo Provinciale UISP COMUNICATO n. 01 Torino 06/07/2010

Pallavolo Provinciale UISP COMUNICATO n. 01 Torino 06/07/2010 Il coordinamento UISP (Unione Italiana Sport Per Tutti), organizza campionati di pallavolo che vanno dai campionati giovanili (a partire dall Under 12) ai campionati Seniores. Come fiore all occhiello

Dettagli

WWW.VOLAREVOLLEY.COM. «Per compiere grandi passi non dobbiamo solo agire, ma anche sognare, non solo pianificare, ma anche credere nelle nostre idee»

WWW.VOLAREVOLLEY.COM. «Per compiere grandi passi non dobbiamo solo agire, ma anche sognare, non solo pianificare, ma anche credere nelle nostre idee» WWW.VOLAREVOLLEY.COM «Per compiere grandi passi non dobbiamo solo agire, ma anche sognare, non solo pianificare, ma anche credere nelle nostre idee» PROGETTO VOLARE VOLLEY 2014/2015 INSIEME per VOLARE

Dettagli

11 CAMPIONATO DI CALCIO A 7

11 CAMPIONATO DI CALCIO A 7 11 CAMPIONATO DI CALCIO A 7 COORDINAMENTO PROVINCIALE CALCIO A 7 OPES AREZZO INIZIO CAMPIONATO LUNEDI 12 OTTOBRE 2015. Per la stagione sportiva 2015/2016 il campionato verterà su tre fasi e segnatamente:

Dettagli

SPORTING MAGI A.S.D. VIA MANDRE, 6 PONTE DELLA PRIULA (TV) TEL. 347.5948479 sportingmagi@libero.it

SPORTING MAGI A.S.D. VIA MANDRE, 6 PONTE DELLA PRIULA (TV) TEL. 347.5948479 sportingmagi@libero.it SPORTING MAGI A.S.D. VIA MANDRE, 6 PONTE DELLA PRIULA (TV) TEL. 347.5948479 sportingmagi@libero.it REGOLAMENTO - NORME ART. 1 SPORTING MAGI A.S.D. indice ed organizza il 2^ TORNEO di calcio a 5, per giocatori

Dettagli

FIPAV SETTORE SCUOLA E PROMOZIONE

FIPAV SETTORE SCUOLA E PROMOZIONE Comitato Provinciale di Modena FIPAV SETTORE SCUOLA E PROMOZIONE Via Giardini, 470/H - 41124 Modena (MO) - Tel. 059/8752312 327 - Fax 059/8754944 email: giovanile @ fipav.mo.it Responsabile settore CRISTINA

Dettagli

Regolamento tecnico di Pallavolo

Regolamento tecnico di Pallavolo Regolamento tecnico di Pallavolo (edizione aprile 2014) 1 Premessa La disciplina della PALLAVOLO praticata degli atleti tesserati della FISDIR prevede competizioni a carattere esclusivamente promozionale

Dettagli

A.S.D. Pallacanestro Piovese I O V E S E. Fai canestro con Noi!

A.S.D. Pallacanestro Piovese I O V E S E. Fai canestro con Noi! A.S.D. Pallacanestro Piovese A.S.D. PALLACANESTRO P I O V E S E Fai canestro con Noi! La nostra storia La pallacanestro a Piove di Sacco conta oramai quasi 80 anni di presenza, essendosi avventurati i

Dettagli

Tornei Promozionali di Categoria Coppa Milano Femminile Maschile Femminile Maschile Under 16

Tornei Promozionali di Categoria Coppa Milano Femminile Maschile Femminile Maschile Under 16 Milano, 1 luglio 2015 Prot. 2 / COGP Oggetto: Campionati Provinciali e Tornei Promozionali 2015/2016 A tutte le Società della Provincia di Milano e p.c. C.R. Lombardo FIPAV Roma Il Comitato Provinciale

Dettagli

REGOLAMENTO PALLAVOLO OPEN MISTO 2015

REGOLAMENTO PALLAVOLO OPEN MISTO 2015 REGOLAMENTO PALLAVOLO OPEN MISTO 2015 L A.S.D. Murialdo Cefalù, nell ambito delle attività sportive, aggregative e ricreative, indice ed organizza il 5 TORNEO DI PALLAVOLO con il seguente regolamento:

Dettagli

CORRIERE DEI PIRAÑAS Notiziario del Torretta Volley Livorno a.s.d.

CORRIERE DEI PIRAÑAS Notiziario del Torretta Volley Livorno a.s.d. CORRIERE DEI PIRAÑAS Notiziario del Torretta Volley Livorno a.s.d. asd.torretta@fipav.li.it - www.torrettavolley.it U15M Terza al Torneo Nazionale Lupi Volley School L'under 15 maschile del Torretta Volley

Dettagli

BASKET: UNA SCUOLA DI VITA

BASKET: UNA SCUOLA DI VITA BASKET: UNA SCUOLA DI VITA Un incontro speciale con il mondo della pallacanestro Lunedì 7 aprile 2014, le classi terze hanno incontrato il giocatore Jacopo Balanzoni della squadra della pallacanestro Cimberio

Dettagli

TORNEO ESTIVO CALCIO A 5 2015 Regolamento Tornei

TORNEO ESTIVO CALCIO A 5 2015 Regolamento Tornei TORNEO ESTIVO CALCIO A 5 2015 Regolamento Tornei Data emissione: 23/05/2015 Versione: 1.0 Sommario Art.1 Costo e Iscrizione Torneo... 2 Art.2 Limiti di categorie sui tesseramenti... 2 Art.3 Campi di gioco...

Dettagli

Anno 4 - N 24 - Sabato 19 marzo 2011. Il sito costantemente aggiornato sullo sport partenopeo Settimanale di scommesse sportive QUOTE

Anno 4 - N 24 - Sabato 19 marzo 2011. Il sito costantemente aggiornato sullo sport partenopeo Settimanale di scommesse sportive QUOTE Anno 4 - N 24 - Sabato 19 marzo 2011 Il sito costantemente aggiornato sullo sport partenopeo Settimanale di scommesse sportive QUOTE IL PRONOSTICO DI... Per il doppio ex mister di Napoli e Cagliari, il

Dettagli

Bollettino di informazione a cura del Volvera Rugby A.S.D. N. 8-25 gennaio 2016

Bollettino di informazione a cura del Volvera Rugby A.S.D. N. 8-25 gennaio 2016 FAMIGLIA GIALLONERA NEWS STAGIONE 2015/2016 Bollettino di informazione a cura del Volvera Rugby A.S.D. N. 8-25 gennaio 2016 SPAZIO CLUB Anche se in ritardo, desideriamo augurarvi un 2016 ovale e giallonero,

Dettagli

REGOLAMENTO ORGANICO DI PARTECIPAZIONE AL 1 CAMPIONATO INTERPROVINCIALE DI BILIARDO BOCCETTE A SQUADRE E.N.D.A.S.-A.B.I.S.

REGOLAMENTO ORGANICO DI PARTECIPAZIONE AL 1 CAMPIONATO INTERPROVINCIALE DI BILIARDO BOCCETTE A SQUADRE E.N.D.A.S.-A.B.I.S. A.B.I.S Ravenna ENDAS EMILIA ROMAGNA ASSOCIAZIONE BILIARDO ITALIANA SPORTIVA Sede - Via Salita, 2-48018 Faenza (RA) Sede operativa di Fusignano Tel.-Segr.-Fax 0545.288059 C.F. e P.IVA 02028560395 e-mail:

Dettagli

Finali Nazionali A.S.C. Calcio

Finali Nazionali A.S.C. Calcio Finali Nazionali A.S.C. Calcio Finali Regionali 15/22 & 27/28 Giugno 2015 070/485038 cell. 3804533335-4 mail: asccagliari@virgilio.it sito www.ascsardegna.it - Aggiornato 20 Gennaio 2015 Meglio Sapere

Dettagli

CAMPIONATI DI SOCIETA 2015

CAMPIONATI DI SOCIETA 2015 CAMPIONATI DI SOCIETA 2015 Specialità Petanque. Regolamento Campionati di Società 1 CAMPIONATO di SOCIETA SERIE A MASCHILE Vi partecipano di diritto le prime sei Società classificate nell anno agonistico

Dettagli

PARTITE A TEMA. Introduzione

PARTITE A TEMA. Introduzione PARTITE A TEMA Introduzione Per partita a tema o anche gioco a tema s intende un confronto tra due o più squadre che, all interno di una sessione di allenamento, devono rispettare un vincolo, una restrizione

Dettagli

Federazione Italiana Rugby

Federazione Italiana Rugby 1 Federazione Italiana Rugby Norme che disciplinano l attività di Coppa Italia a 7 Femminile per la stagione sportiva 2014/2015. Coppa Italia a 7 Femminile 2014/2015. La Coppa Italia è considerata una

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA Intervento dell Amministratore Delegato della Fiat, Sergio Marchionne Pomigliano d Arco (NA) - 14 dicembre 2011 h 9:00 Signore e signori, buongiorno a tutti. E un piacere

Dettagli

PER LO SPORT, IL MIGLIOR ANTIDOTO ALLE DIFFICOLTÀ DEI NOSTRI TEMPI

PER LO SPORT, IL MIGLIOR ANTIDOTO ALLE DIFFICOLTÀ DEI NOSTRI TEMPI FIP Informa Newsletter a cura del Comitato Regionale Emilia-Romagna - luglio 2012 Comitato Regionale Emilia-Romagna L'AMORE PER LO SPORT, IL MIGLIOR ANTIDOTO ALLE DIFFICOLTÀ DEI NOSTRI TEMPI di Giancarlo

Dettagli

CAMPIONATO DI CALCIO A 7 CIRCOLO TENNIS ITALIA 2015/16

CAMPIONATO DI CALCIO A 7 CIRCOLO TENNIS ITALIA 2015/16 CAMPIONATO DI CALCIO A 7 CIRCOLO TENNIS ITALIA 2015/16 NUOVO CAMPO IN ERBA SINTETICA CON TRIBUNA E PANCHINE COPERTE MISURE DI GIOCO 40X60 MT (6 MT Più LUNGO E 4 MT Più LARGO DEL PRECEDENTE) 4 DISTINTE

Dettagli

ISCRIZIONE: Quota - Termini - Modalità

ISCRIZIONE: Quota - Termini - Modalità ISCRIZIONE: Quota - Termini - Modalità 1. Il Torneo avrà inizio domenica 13 marzo con la gara di apertura. 2. Si potranno iscrivere ragazzi nati dal 1992 al 1996. 3. Quota di iscrizione 15 euro a persona

Dettagli

Fantacalcio Stigranca 2009/10

Fantacalcio Stigranca 2009/10 Fantacalcio Stigranca 2009/10 Art. 1 : Sito internet: WWW.STIGRANCA.TK Il sito è stato creato dall'organizzazione al fine di ottenere la massima trasparenza e tenere aggiornati i partecipanti. Su questo

Dettagli

Menzione speciale per i cucchiai di legno Bella Fica e Water Team, che nonostante un ottimo campionato, se so attaccati

Menzione speciale per i cucchiai di legno Bella Fica e Water Team, che nonostante un ottimo campionato, se so attaccati REGOLAMENTO FANTA PLAZET: Ciao a tutti ragazzi! Anche questa edizione è passata più o meno in maniera perfetta Le piccole cosa da sistemare sono state riviste, tipo qualche partecipante furbetto! Quindi

Dettagli

ECCO IL CALDENDARIO DELLA PROSSIMA STAGIONE

ECCO IL CALDENDARIO DELLA PROSSIMA STAGIONE ECCO IL CALDENDARIO DELLA PROSSIMA STAGIONE PESARO Findomestic Banca sarà il main sponsor del 65 campionato di serie A che per il settimo anno consecutivo assegnerà la Findomestic volley cup. La lega ha

Dettagli

Regolamento Regionale - Stagione agonistica 2015-2016. Attività a Squadre MASCHILE E FEMMINILE

Regolamento Regionale - Stagione agonistica 2015-2016. Attività a Squadre MASCHILE E FEMMINILE Regolamento Regionale - Stagione agonistica 2015-2016 Attività a Squadre MASCHILE E FEMMINILE Il Comitato Regionale Sardo F.I.Te.T. indice ed organizza per la stagione agonistica 2015-2016 i seguenti campionati

Dettagli

CAMPIONATO DI PROMOZIONE 2015

CAMPIONATO DI PROMOZIONE 2015 CAMPIONATO DI PROMOZIONE 2015 Specialità Petanque. Regolamento Campionato di Promozione 1 CAMPIONATO di PROMOZIONE Regionale Al Campionato di Promozione (ex serie C) maschile 2015 possono iscriversi tutte

Dettagli

COMMISSIONE TECNICA FEDERALE

COMMISSIONE TECNICA FEDERALE COMMISSIONE TECNICA FEDERALE Prot. 10 Mantova, 09/02/2015 Alle Società di serie A e B Alla Commissione Tecnica Arbitrale Al Giudice Unico E p.c. Ai Comitati Provinciali Ai Comitati Regionali All Ufficio

Dettagli

REGOLAMENTO GC CUP 5 UNDER 21

REGOLAMENTO GC CUP 5 UNDER 21 REGOLAMENTO GC CUP 5 UNDER 21 ART. 0 Principi e Obiettivi L articolo zero si chiama tale perché viene prima di tutto. Se ci fossero dubbi e/o divergenze di pensiero con quanto segue all interno di questo

Dettagli

Regolamento ufficiale

Regolamento ufficiale 1 Lega delle Medie Regolamento ufficiale Titolo I: Principi generali Art. 1 La Lega delle Medie (LdM) è un gruppo di amici senza scopo di lucro unito dalla passione per il fantacalcio. Art. 2 La LdM dà

Dettagli

DISPOSIZIONI ORGANIZZATIVE ANNUALI STAGIONE SPORTIVA 2014/2015

DISPOSIZIONI ORGANIZZATIVE ANNUALI STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 COMITATO REGIONE LOMBARDIA Via Piranesi, 46 20137 Milano tel. 02 71093667 - fax 02 70.141.385 - e-mail: crlombardia@fisg.it Codice Fiscale 97016560159 - Partita IVA 05235981007 DISPOSIZIONI ORGANIZZATIVE

Dettagli

SEI BRAVO A SCUOLA DI CALCIO ANNO 2012 2013 FASE PROVINCIALE 2 GIUGNO 2013

SEI BRAVO A SCUOLA DI CALCIO ANNO 2012 2013 FASE PROVINCIALE 2 GIUGNO 2013 SEI BRAVO A SCUOLA DI CALCIO ANNO 2012 2013 FASE PROVINCIALE 2 GIUGNO 2013 TEMA DELLA MANIFESTAZIONE CALCIARE PER SEGNARE INDICAZIONI GENERALI Si ricorda che la manifestazione è una festa regionale/provinciale

Dettagli

CALENDARI UFFICIALI DEI CAMPIONATI REGIONALI DI SERIE C e D. Il presente CU integra la Circolare di Indizione pubblicata in data 2/7/13

CALENDARI UFFICIALI DEI CAMPIONATI REGIONALI DI SERIE C e D. Il presente CU integra la Circolare di Indizione pubblicata in data 2/7/13 CU 4 del 10/10/2013 CALENDARI UFFICIALI DEI CAMPIONATI REGIONALI DI SERIE C e D Il presente CU integra la Circolare di Indizione pubblicata in data 2/7/13 Si trasmettono in allegato i calendari definitivi

Dettagli

METODOLOGIA DELL INSEGNAMENTO ALLENAMENTO DELLA TECNICA

METODOLOGIA DELL INSEGNAMENTO ALLENAMENTO DELLA TECNICA METODOLOGIA DELL INSEGNAMENTO ALLENAMENTO DELLA TECNICA Non possiamo parlare di un unica metodologia per allenare la pallavolo, in quanto essa cambia in rapporto al livello di gioco: non può essere la

Dettagli

CAMPIONATO NAZIONALE UNDER 13 MASCHILE 3 X 3 Fase Provinciale 2015/2016

CAMPIONATO NAZIONALE UNDER 13 MASCHILE 3 X 3 Fase Provinciale 2015/2016 COMUNICATO UFFICIALE N. 15 STAGIONE AGONISTICA 2015/2016 CAMPIONATO NAZIONALE UNDER 13 MASCHILE 3 X 3 Fase Provinciale 2015/2016 La Federazione Italiana Pallavolo indice ed il Comitato Provinciale di Roma

Dettagli

CAMPIONATO ITALIANO SOCIETA 2016

CAMPIONATO ITALIANO SOCIETA 2016 CAMPIONATO ITALIANO SOCIETA 2016 SERIE C Specialità RAFFA 1 1 PREMESSA 2 NORME GENERALI 3 REGOLAMENTO TECNICO 1.0 PREMESSA 1.1 Al campionato partecipano le Società che hanno acquisito il diritto di rimanere

Dettagli

PASSIONE e IMPEGNO AL SERVIZIO DEI RAGAZZI. Documento riservato non riproducibile

PASSIONE e IMPEGNO AL SERVIZIO DEI RAGAZZI. Documento riservato non riproducibile PASSIONE e IMPEGNO AL SERVIZIO DEI RAGAZZI Documento riservato non riproducibile CHI SIAMO La XXL PALLACANESTRO è un associazione sportiva dilettantistica, nata ufficialmente nel 1989, che opera sul territorio

Dettagli

QUESTIONARIO CONOSCITIVO PER GENITORI 09 10 (sommatoria delle risposte)

QUESTIONARIO CONOSCITIVO PER GENITORI 09 10 (sommatoria delle risposte) 1 QUESTIONARIO CONOSCITIVO PER GENITORI 09 10 (sommatoria delle risposte) (ALLEGATO N 2) Sono pervenuti 90 questionari compilati ma non tutti completi. Non è stata prevista una differenziazione per categorie

Dettagli

Regolamento del Torneo di Pallavolo Misto

Regolamento del Torneo di Pallavolo Misto Regolamento del Torneo di Pallavolo Misto Si tratta di una versione ridotta e parzialmente modificata del Regolamento Ufficiale della Federazione Italiana Pallavolo (al quale, peraltro, ci si atterrà per

Dettagli

PALLAVOLO AMATORI FASE LOCALE DEL CAMPIONATO REGIONALE E NAZIONALE CSI STAGIONE SPORTIVA 2012-2013

PALLAVOLO AMATORI FASE LOCALE DEL CAMPIONATO REGIONALE E NAZIONALE CSI STAGIONE SPORTIVA 2012-2013 PALLAVOLO AMATORI FASE LOCALE DEL CAMPIONATO REGIONALE E NAZIONALE CSI STAGIONE SPORTIVA 2012-2013 REGOLAMENTO UFFICIALE A cura della Commissione Tecnica Pallavolo CENTRO SPORTIVO ITALIANO - COMITATO PROVINCIALE

Dettagli

REGOLAMENTO. Sono ammessi in campo e in distinta gara 2 giocatori tesserati di cui uno non oltre la 1 categoria calcio a 11 o C2 calcio a 5

REGOLAMENTO. Sono ammessi in campo e in distinta gara 2 giocatori tesserati di cui uno non oltre la 1 categoria calcio a 11 o C2 calcio a 5 REGOLAMENTO LIMITAZIONI campionati SERIE A Sono ammessi in campo e in distinta gara 2 giocatori tesserati di cui uno non oltre la 1 categoria calcio a 11 o C2 calcio a 5 Sono considerati di pari livello

Dettagli

Allora, in bocca al lupo a TUTTI! REGOLAMENTO TECNICO

Allora, in bocca al lupo a TUTTI! REGOLAMENTO TECNICO PREMESSA: la quarta edizione di questo torneo amichevole è sempre più mossa dalla volontà di vivere una giornata all insegna di sport e socialità, all interno dello storico ambiente della polisportiva

Dettagli

REGOLAMENTO. Squadre partecipanti Al torneo saranno ammesse 9 squadre. Ogni squadra giocherà una partita a settimana per tutta la durata del torneo

REGOLAMENTO. Squadre partecipanti Al torneo saranno ammesse 9 squadre. Ogni squadra giocherà una partita a settimana per tutta la durata del torneo REGOLAMENTO Sede, date, giorni e orari Il torneo Vamos a Madrid, organizzato dall Acsi in collaborazione con Quasi Gol, si disputerà a Milano nei seguenti centri sportivi: Masseroni 1 (Via Madruzzo 3)

Dettagli

Regolamento Campionato Serie A 2013-2014

Regolamento Campionato Serie A 2013-2014 Regolamento Campionato Serie A 2013-2014 ART. 1 TESSERAMENTO 1. Ogni squadra al momento dell iscrizione dovrà indicare un Referente, che potrà essere anche un partecipante al Torneo, il quale curerà i

Dettagli

Gli alunni delle classi IV e V, il dieci marzo duemilaotto, hanno ospitato nella palestra dell edificio scolastico, il direttore della banca Popolare di Ancona, ente che ha finanziato il progetto Ragazzi

Dettagli

MEMORIAL Sergio Abbati

MEMORIAL Sergio Abbati 2011 MEMORIAL Sergio Abbati REGOLAMENTO: Art. 1) Ogni società potrà tesserare un massimo di 16 giocatori. Il tesseramento si chiuderà Giovedì 3 Giugno 2011. Dopo tale data non potranno essere tesserati

Dettagli

Ai Dirigenti Scolastici Scuole Primarie e Secondarie di primo grado

Ai Dirigenti Scolastici Scuole Primarie e Secondarie di primo grado Milano, luglio 2015 Ai Dirigenti Scolastici Scuole Primarie e Secondarie di primo grado di Milano e Provincia Cortese Dirigente, sono lieto di inviarle il progetto LA PALLAVOLO VA A SCUOLA giunto alla

Dettagli

PERO-CERCHIATE ATLETICA CALCIO PODISMO TENNIS. All altezza dei Bambini

PERO-CERCHIATE ATLETICA CALCIO PODISMO TENNIS. All altezza dei Bambini All altezza dei Bambini LA PAROLA AL PRESIDENTE Maggio, il mese più bello dell anno per lo sport. Tornei in corso, manifestazioni e tanto tanto altro. Per prima cosa devo fare un plauso a tutto lo staff

Dettagli

REGOLAMENTO GC CUP CALCIO A 5

REGOLAMENTO GC CUP CALCIO A 5 REGOLAMENTO GC CUP CALCIO A 5 WWW.GENERAZIONECALCETTO.COM ART. 0 Principi e Obiettivi L articolo zero si chiama tale perché viene prima di tutto. Se ci fossero dubbi e/o divergenze di pensiero con quanto

Dettagli

REGOLAMENTO FIVE LEAGUE 2013/2014

REGOLAMENTO FIVE LEAGUE 2013/2014 REGOLAMENTO FIVE LEAGUE 2013/2014 Alla tredicesima edizione del campionato amatoriale di calcio a 5 partecipano 40 squadre che vengono suddivise per sorteggio in 4 gironi da 10 squadre che daranno vita

Dettagli

REGOLE DEL GIOCO v1.7.3

REGOLE DEL GIOCO v1.7.3 REGOLE DEL GIOCO v1.7.3 REGOLE GENERALI 1. Il presente regolamento si applica a tutti i partecipanti del Fantacalcio; la risoluzione di una qualsiasi situazione non prevista dal regolamento, o non chiarita

Dettagli

CAMPIONATO DI CALCIO A 5 CIRCOLO TENNIS ITALIA 2015/16

CAMPIONATO DI CALCIO A 5 CIRCOLO TENNIS ITALIA 2015/16 CAMPIONATO DI CALCIO A 5 CIRCOLO TENNIS ITALIA 2015/16 NUOVO CAMPO IN ERBA SINTETICA CON copertura invernale TRIBUNA E PANCHINE COPERTE MISURE DI GIOCO 20X40 MT 2 DISTINTE CATEGORIE (OPEN OVER 35) SERIE

Dettagli

REGOLAMENTO DI GIOCO MISTER CALCIO CUP - TORNEO A GIRONI FASE DI QUALIFICAZIONE

REGOLAMENTO DI GIOCO MISTER CALCIO CUP - TORNEO A GIRONI FASE DI QUALIFICAZIONE REGOLAMENTO DI GIOCO MISTER CALCIO CUP - TORNEO A GIRONI FASE DI QUALIFICAZIONE IL GIOCO Lo scopo del gioco Mister Calcio Cup - Torneo a Gironi (di seguito chiamato Gioco ) è creare e gestire una squadra

Dettagli

FIORENTINA - MILAN. Firenze - Stadio Artemio Franchi Domenica 23 agosto 2015 - ore 20:45. Copia Omaggio EFFETTO SOUSA

FIORENTINA - MILAN. Firenze - Stadio Artemio Franchi Domenica 23 agosto 2015 - ore 20:45. Copia Omaggio EFFETTO SOUSA FIORENTINA - MILAN Firenze - Stadio Artemio Franchi Domenica 23 agosto 2015 - ore 20:45 Copia Omaggio 191 2015 EFFETTO SOUSA 2 3 Editore: Publialpi sas Direttore Editoriale: Massimo Pieri Direttore responsabile:

Dettagli

SETTORE PALLAVOLO REGOLAMENTO. Campionato per Squadre Miste Maschile - Femminile

SETTORE PALLAVOLO REGOLAMENTO. Campionato per Squadre Miste Maschile - Femminile SETTORE PALLAVOLO REGOLAMENTO Campionato per Squadre Miste Maschile - Femminile Valido per la Stagione Sportiva 2015 2016 Settore Pallavolo: www.aicsfirenze.net - e-mail: pallavolomista@aicsfirenze.net

Dettagli

REGOLAMENTO UFFICIALE DELLA LEGA DELLE MEDIE

REGOLAMENTO UFFICIALE DELLA LEGA DELLE MEDIE REGOLAMENTO UFFICIALE DELLA LEGA DELLE MEDIE Titolo I: Principi generali Art. 1 La Lega delle Medie (LdM) è un gruppo di amici senza scopo di lucro unito dalla passione per il fantacalcio. Art. 2 La LdM

Dettagli

3 Torneo Daniele Ghillani

3 Torneo Daniele Ghillani A.S.D. Montanara Calcio dal 1961 ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA 3 Torneo Daniele Ghillani dal 4 al 5 giugno 2015 CATEGORIA PICCOLI AMICI- ANNO 2007 Presentazione e sorteggio del 16 marzo 2014 Con

Dettagli

NORME DI PARTECIPAZIONE 2014/2015

NORME DI PARTECIPAZIONE 2014/2015 Lega Calcio Venezia NORME DI PARTECIPAZIONE 2014/2015 UISP LEGA CALCIO VENEZIA CAMPIONATO PROVINCIALE AMATORIALE" DI CALCIO 11 L UISP Lega Calcio Venezia in collaborazione con il S.T.A. indice ed organizza

Dettagli

CAMPIONATO DI PROMOZIONE. Specialità Volo

CAMPIONATO DI PROMOZIONE. Specialità Volo CAMPIONATO DI PROMOZIONE 2015 Specialità Volo 1. PREMESSA Al Campionato di Società di Promozione potranno partecipare tutte le Società aventi diritto e provenienti dalla ex Serie C Nazionale, rispettando

Dettagli

TORNEODELVENERDI REGOLAMENTO 2015/16. - Generalità - Campionato - Coppe. TDV a.s.d.c.p.s. TorneodelVenerdì Stagione 2015/2016 VII edizione

TORNEODELVENERDI REGOLAMENTO 2015/16. - Generalità - Campionato - Coppe. TDV a.s.d.c.p.s. TorneodelVenerdì Stagione 2015/2016 VII edizione TORNEODELVENERDI REGOLAMENTO 2015/16 - Generalità - Campionato - Coppe TDV a.s.d.c.p.s. TorneodelVenerdì Stagione 2015/2016 VII edizione www.torneodelvenerdi.altervista.org Regolamento 2015/16: INDICE

Dettagli

Sei Bravo a Scuola di Calcio 2015

Sei Bravo a Scuola di Calcio 2015 Sei Bravo a Scuola di Calcio 2015 SOCIETA PARTECIPANTI - ZOLA PREDOSA VIA GESSO 26 - DOMENICA 24 maggio 2015 Il Settore Giovanile e Scolastico del Comitato Regionale Emilia Romagna si congratula per il

Dettagli

TORNEO DI CALCIO 2015 - S.C.S. SOCCO & U.S. VERTEMATESE

TORNEO DI CALCIO 2015 - S.C.S. SOCCO & U.S. VERTEMATESE IL Giornalino del Torneo TORNEO DI CALCIO 2015 - S.C.S. SOCCO & U.S. VERTEMATESE FINALE TORNEO LE COPPE DEL TORNEO 1 TORNEO SCS SOCCO 1^ Giornata 26 maggio 2015 Ha finalmente preso il via il torneo serale

Dettagli

Categoria Esordienti: il lavoro di campo dell Empoli Giovani FC.

Categoria Esordienti: il lavoro di campo dell Empoli Giovani FC. N.66 LUGLIO-AGOSTO 2009 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 SEDE VIA E.FRANCALANCI 418 55054 BOZZANO (LU) TEL. 0584 976585 - FAX 0584 977273

Dettagli

Finalità: Si contrassegna la metà campo nel modo seguente

Finalità: Si contrassegna la metà campo nel modo seguente ESEMPIO 1 -- Giro dell Italia Gioco Presportivo a Coppie; Sport Basket; Abilità, Tiro al Canestro indicheremo con A l alunno Atleta con disabilità (DIR Non deamblante) Si contrassegna la metà campo nel

Dettagli

Torneo 24h di Beach Volley VVF Lissone 8 Memorial Felice Brambilla EDIZIONE 2015

Torneo 24h di Beach Volley VVF Lissone 8 Memorial Felice Brambilla EDIZIONE 2015 Torneo 24h di Beach Volley VVF Lissone 8 Memorial Felice Brambilla EDIZIONE 2015 PREMESSA La manifestazione ha carattere amatoriale e deve essere un momento di gioco, relax e amicizia. L'organizzazione

Dettagli

REGOLAMENTO DI GIOCO TUTTOSPORT LEAGUE- TORNEO A GIRONI FASE PLAYOFF

REGOLAMENTO DI GIOCO TUTTOSPORT LEAGUE- TORNEO A GIRONI FASE PLAYOFF REGOLAMENTO DI GIOCO TUTTOSPORT LEAGUE- TORNEO A GIRONI FASE PLAYOFF IL GIOCO Lo scopo del gioco Tuttosport League - Torneo a Gironi (di seguito chiamato Gioco ) è creare e gestire una squadra virtuale

Dettagli

Il manuale è concentrato su questi articoli:

Il manuale è concentrato su questi articoli: Questo manuale è stato creato per aiutare i team leader e gli assistenti nel loro lavoro, dandoli una dritta specifica su alcuni dei loro doveri principali nel dirigere i propri gruppi di lavoro. La dirigenza

Dettagli

Sito internet: www.italialeaguecalcio.it E-mail: info@italialeaguecalcio.it REGOLAMENT0 GENERALE. Aggiornato al Sabato 23 Giugno 2012

Sito internet: www.italialeaguecalcio.it E-mail: info@italialeaguecalcio.it REGOLAMENT0 GENERALE. Aggiornato al Sabato 23 Giugno 2012 ITALIA LEAGUE CALCIO WWW.ITALIALEAGUECALCIO.IT Campionato Provinciale Bergamo calcio a 5 2012-13 Il primo Campionato Amatoriale che si svolge in 20 Province contemporaneamente Ad ogni squadra un kit di

Dettagli

OFFBALL. Linea Dodge Line Dodge UN NUOVO GIOCO DI SQUADRA

OFFBALL. Linea Dodge Line Dodge UN NUOVO GIOCO DI SQUADRA OFFBALL UN NUOVO GIOCO DI SQUADRA Il 16 Febbraio 2013 è stata fondata la Federazione Offball al fine di divulgare questo nuovo sport di squadra nato dalla collaborazione di Nelly Vasta e Giuseppe Raiti.

Dettagli

REGOLAMENTO CAMPIONATO REGIONALE - Serie B Stagione 2014 / 2015 FEDERAZIONE ITALIANA BILIARDO SPORTIVO W.C.B.S. - U.M.B. - W.P.A. - C.E.B. - E.P.B.F.

REGOLAMENTO CAMPIONATO REGIONALE - Serie B Stagione 2014 / 2015 FEDERAZIONE ITALIANA BILIARDO SPORTIVO W.C.B.S. - U.M.B. - W.P.A. - C.E.B. - E.P.B.F. DISCIPLINA SPORTIVA ASSOCIATA RICONOSCIUTA DAL CONI FEDERAZIONE ITALIANA BILIARDO SPORTIVO W.C.B.S. - U.M.B. - W.P.A. - C.E.B. - E.P.B.F. Regione Umbria Sezione Boccette REGOLAMENTO CAMPIONATO REGIONALE

Dettagli

CAMPIONATO A SQUADRE -SERIE B-

CAMPIONATO A SQUADRE -SERIE B- 50 CAMPIONATO A SQUADRE -SERIE B- 1) Il territorio Nazionale viene suddiviso in due zone per contenere i costi delle trasferte delle Squadre e consentire l iscrizione al numero più alto possibile di formazioni:

Dettagli

Prot. n. 1461 Modena, 27.02.2014

Prot. n. 1461 Modena, 27.02.2014 Prot. n. 1461 Modena, 27.02.2014 - Ai Dirigenti delle Scuole Secondarie di 1 Grado Statali e non Statali interessate - Al Comitato Provinciale C.O.N.I. - Al Comitato Provinciale F.I.P.A.V. OGGETTO :Campionati

Dettagli

Insegnare il Basket - versione e book

Insegnare il Basket - versione e book Lezione n. 1 Metodologia d insegnamento: spiegazione, dimostrazione, correzione Introduzione La metodologia dell insegnamento è la base di una corretta crescita tecnica tattica e psicologica degli atleti.

Dettagli

REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE AL 8 CAMPIONATO PROVINCIALE DI BOCCETTE A SQUADRE A.B.I.S. 2009/2010

REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE AL 8 CAMPIONATO PROVINCIALE DI BOCCETTE A SQUADRE A.B.I.S. 2009/2010 ASSOCIAZIONE BILIARDO ITALIANA SPORTIVA Via Fratelli Faccani, 84 48010 Fusignano (Ra) Tel. Segr. Fax 0545 / 288059 Sito internet: www.abisbiliardo.it A. B. I. S. CONSIGLIO PROVINCIALE DI BOLLETTINO INTERNO

Dettagli

COPPA ITALIA A SQUADRE REGOLAMENTO

COPPA ITALIA A SQUADRE REGOLAMENTO FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO SQUASH COPPA ITALIA A SQUADRE A TUTELA DELL INTEGRITÀ FISICA PERSONALE SI CONSIGLIA, A TUTTI GLI AGONISTI, L USO, DURANTE IL GIOCO, DEGLI OCCHIALI O DELLA MASCHERA DI PROTEZIONE

Dettagli

CALENDARI UFFICIALI DEI CAMPIONATI REGIONALI DI SERIE C e D. Il presente CU integra la Circolare di Indizione pubblicata in data 8/7/14

CALENDARI UFFICIALI DEI CAMPIONATI REGIONALI DI SERIE C e D. Il presente CU integra la Circolare di Indizione pubblicata in data 8/7/14 CU 5 del 2/10/2014 CALENDARI UFFICIALI DEI CAMPIONATI REGIONALI DI SERIE C e D Il presente CU integra la Circolare di Indizione pubblicata in data 8/7/14 Si trasmettono in allegato i calendari definitivi

Dettagli

ANDREA DEVICENZI IL TRIATHLON

ANDREA DEVICENZI IL TRIATHLON ANDREA DEVICENZI ANDREA DEVICENZI: QUALCOSA PIÙ DI UN ATLETA All età di 17 anni per un incidente motociclistico il suo cuore si è fermato tre tentativi di rianimazione i primi due falliti al terzo tentativo

Dettagli

E così il Calendario della Serie A 2014-2015 è uscito. Lo riassumo qui concentrato ovviamente sulla nostra squadra, prima di commentarlo:

E così il Calendario della Serie A 2014-2015 è uscito. Lo riassumo qui concentrato ovviamente sulla nostra squadra, prima di commentarlo: E così il Calendario della Serie A 2014-2015 è uscito. Lo riassumo qui concentrato ovviamente sulla nostra squadra, prima di commentarlo: 1) Toro-Inter 2) Sampdoria Toro 3) Toro Verona 4) Cagliari Toro

Dettagli

LEGA CALCIO UISP FORLI -CESENA. Categorie: ECCELLENZA e DILETTANTI

LEGA CALCIO UISP FORLI -CESENA. Categorie: ECCELLENZA e DILETTANTI LEGA CALCIO UISP FORLI -CESENA 6 CAMPIONATO PROVINCIALE 6 COPPA UISPFC di CALCIO a 11 Categorie: ECCELLENZA e DILETTANTI Norme di Partecipazione e Deroghe al Regolamento Nazionale di Calcio a 11 Stagione

Dettagli

REGOLAMENTO LIGA SPORTUNO CALCIO A 7

REGOLAMENTO LIGA SPORTUNO CALCIO A 7 REGOLAMENTO LIGA SPORTUNO CALCIO A 7 WWW.GENERAZIONECALCETTO.COM ART. 0 Principi e Obiettivi L articolo zero si chiama tale perché viene prima di tutto. Se ci fossero dubbi e/o divergenze di pensiero con

Dettagli

- Cassinetto - Scuola Addestramento Tennis

- Cassinetto - Scuola Addestramento Tennis - Cassinetto - Scuola Addestramento Tennis Il Tennis e la preparazione mentale Progetto per la Stagione sportiva 2011/2012 Agosto 2011 Project Leader: Chiara Valdata Obiettivi del Progetto: Il progetto

Dettagli

Baruccana Volley. ART. 1 - SEDE DEL TORNEO e ORARIO DEGLI INCONTRI

Baruccana Volley. ART. 1 - SEDE DEL TORNEO e ORARIO DEGLI INCONTRI 1 Importanti novità! In questa edizione abbiamo introdotto la distinzione delle squadre iscritte in due categorie: Open e Amatori. I dettagli di ogni categoria li trovate nell articolo 5/A e 5/B. Ogni

Dettagli