REGOLAMENTO CARRIERA UNIVERSITARIA DEGLI STUDENTI. Indice

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REGOLAMENTO CARRIERA UNIVERSITARIA DEGLI STUDENTI. Indice"

Transcript

1 REGOLAMENTO CARRIERA UNIVERSITARIA DEGLI STUDENTI Indice Art. 1 Ambito di applicazione... 3 TITOLO I - IMMATRICOLAZIONE Art. 2 Immatricolazione ai corsi di studio... 3 Art. 3 Immatricolazione per il conseguimento di un secondo titolo... 3 Art. 4 Immatricolazione con titolo di studio estero... 3 TITOLO II - ISCRIZIONE Art. 5 Iscrizione agli anni successivi al primo... 3 Art. 6 Studenti a tempo pieno, ripetenti, fuori corso... 4 Art. 7 Iscrizione a singoli insegnamenti (corsi singoli)... 4 TITOLO III - ISCRIZIONE COME STUDENTE PART-TIME Art. 8 Definizione... 4 Art. 9 Percorso formativo... 5 Art. 10 Tasse e contributi... 5 Art. 11 Presentazione della domanda... 5 Art. 12 Revoca... 5 TITOLO IV - CARRIERA DELLO STUDENTE Art. 13 Trasferimenti da altro Ateneo... 6 Art. 14 Trasferimenti ad altro Ateneo... 6 Art. 15 Passaggi ad altro corso di studio... 6 Art. 16 Passaggi di ordinamento... 6 Art. 17 Sospensione della carriera... 6 Art. 18 Interruzione della carriera... 7 Art. 19 Decadenza dagli studi... 7 Art. 20 Esami di profitto... 8 Art. 21 Piano degli studi... 8 Art. 22 Prova finale... 8 Art. 23 Rinuncia agli studi... 8 Art. 24 Mobilità internazionale... 9 TITOLO V - TASSE E CONTRIBUTI UNIVERSITARI Art. 25 Importi e modalità di pagamento... 9 TITOLO VI - POST-LAUREAM Art. 26 Master Art. 27 Corsi di perfezionamento Art. 28 Corsi di aggiornamento Art. 29 Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali... 10

2 TITOLO VII - DIRITTI E DOVERI DEGLI STUDENTI Art. 30 Certificazioni Art. 31 Norme di disciplina TITOLO VIII - COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE Art. 32 Pubblicità delle informazioni e strumenti di comunicazione TITOLO IX - TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI Art. 33 Trattamento dei dati Art. 34 Norme finali ALLEGATO 1 Part-Time Calcolo dell anno di iscrizione Regolamento Carriera universitaria degli studenti SA 09/07/2013 2

3 Art. 1 Ambito di applicazione Il presente Regolamento contiene le norme organizzative, amministrative e disciplinari alla cui osservanza sono tenuti gli studenti iscritti ai diversi corsi di studio dell Università degli Studi Roma Tre, di seguito indicata come Università o come Roma Tre, fatte salve specifiche disposizioni assunte con apposite regolamentazioni, in particolare per gli iscritti alle scuole di specializzazione, ai dottorati di ricerca e ai master universitari. TITOLO I - IMMATRICOLAZIONE Art. 2 Immatricolazione ai corsi di studio L'accesso ai corsi di studio avviene sulla base dei titoli di studio stabiliti dalla legge, delle disposizioni stabilite dal Regolamento Didattico di Ateneo e dei criteri definiti dai Regolamenti Didattici dei corsi di studio. Per immatricolarsi all Università occorre presentare apposita domanda entro i termini stabiliti e secondo le modalità annualmente definite dai bandi di ammissione ai corsi di studio. I corsi di studio possono essere a numero programmato e prevedere una prova di ammissione selettiva. Non è consentita la contemporanea iscrizione a più corsi di studio che portano al rilascio di un titolo accademico, anche di altre Università, salvo i casi disciplinati da appositi accordi con università italiane o estere, nonché quelli previsti in caso di sospensione della carriera. Art. 3 Immatricolazione per il conseguimento di un secondo titolo Chi abbia già conseguito un titolo accademico e desideri iscriversi ad un corso di laurea presso Roma Tre, dopo aver preso atto delle disposizioni previste dai bandi di ammissione ai corsi di laurea e dai regolamenti didattici dei corsi di laurea ed aver effettuato la domanda preliminare, qualora richiesta, può procedere con la procedura di immatricolazione, secondo quanto previsto dall art. 2 del presente Regolamento, ed eventualmente chiedere la valutazione del titolo già conseguito ai fini di una abbreviazione di corso. Art. 4 Immatricolazione con titolo di studio estero Tutte le disposizioni relative all immatricolazione con titolo di studio estero e al riconoscimento di titoli di studio conseguiti presso scuole e atenei esteri sono contenute nel Regolamento per l ammissione ai corsi universitari con titolo estero e per il riconoscimento dei titoli esteri di Roma Tre. TITOLO II - ISCRIZIONE Art. 5 Iscrizione agli anni successivi al primo Fino al conseguimento del titolo accademico, lo studente deve iscriversi senza soluzione di continuità a tutti gli anni di corso previsti dal percorso scelto. Lo studente si iscrive ad anni successivi al primo, in corso, ripetente o fuori corso, previo pagamento delle relative tasse, fatti salvi i casi di esonero o di sospensione dei versamenti, stabiliti da apposita disposizione. L iscrizione ad un anno accademico successivo al primo si perfeziona nel momento in cui lo studente, in regola con i pagamenti relativi agli anni accademici precedenti, versa quanto dovuto come prima rata. Per scadenze, importi e modalità di pagamento si rimanda al TITOLO V - Tasse e Contributi Universitari del presente Regolamento. Lo studente che paghi la rata di iscrizione oltre il termine indicato dovrà versare anche un indennità di mora per ritardato pagamento. Regolamento Carriera universitaria degli studenti SA 09/07/2013 3

4 Per i requisiti necessari all iscrizione agli anni successivi al primo lo studente deve prendere visione dei Regolamenti didattici dei corsi di studio. Lo studente rinnova l iscrizione di anno accademico in anno accademico entro i termini suindicati. Se prevede di svolgere l esame finale di laurea in una delle sessioni comprese nel periodo temporale tra i mesi di ottobre e maggio, corrispondenti alle sessioni autunnali e invernali di un anno accademico per il quale ha già rinnovato l iscrizione, è esentato dal rinnovo dell iscrizione per l anno accademico successivo. In tal caso, dovrà richiedere l esonero per laurea in luogo del rinnovo dell iscrizione. La richiesta si effettua online dall area riservata del Portale dello Studente. Art. 6 Studenti a tempo pieno, ripetenti, fuori corso Lo studente iscritto presso l Ateneo è, di norma, considerato studente a tempo pieno, impegnato a frequentare tutte le attività formative previste dal corso di studio cui è iscritto. Le eventuali modalità di verifica della frequenza sono stabilite nei regolamenti didattici dei singoli corsi di studio. Lo studente che non abbia acquisito i crediti formativi corrispondenti a quanto previsto dal Regolamento Didattico di Ateneo, ovvero dal Regolamento Didattico del corso di studio per l iscrizione all anno accademico successivo viene iscritto come ripetente allo stesso anno di corso. Lo studente che non abbia completato il suo percorso formativo entro l anno accademico per il quale risulta iscritto all ultimo anno del proprio corso di studio viene iscritto come studente fuori corso. Art. 7 Iscrizione a singoli insegnamenti (corsi singoli) Per esigenze curriculari, concorsuali, di aggiornamento e di riqualificazione professionale è possibile, per chi sia in possesso almeno di un titolo di studio rilasciato al termine degli studi secondari superiori, iscriversi a singoli insegnamenti attivati dall Ateneo ed acquisire i relativi crediti fino ad un massimo di trentasei crediti per anno accademico. La domanda di iscrizione deve essere presentata presso gli uffici competenti prima dell inizio del periodo didattico in cui è previsto lo svolgimento dell insegnamento, secondo la procedura descritta nel Portale dello Studente. L iscrizione a corsi singoli di insegnamento è consentita senza alcun limite di crediti in vista dell iscrizione a un corso di laurea magistrale, nei casi e con le modalità di cui all art. 12 commi 6 e 7 del Regolamento Didattico d Ateneo. La misura del contributo da versare nel caso di ammissione a uno o più corsi è stabilita annualmente dal Consiglio di Amministrazione. È consentito agli studenti universitari iscritti presso università estere di seguire singoli corsi di insegnamento attivati presso l'ateneo e di sostenere entro l'anno accademico di competenza i relativi esami, ricevendone regolare attestazione, comprensiva dell'indicazione dei crediti formativi conseguiti. Possono ottenere l iscrizione ai corsi singoli i cittadini italiani, comunitari ovunque residenti, e non comunitari legalmente soggiornanti in Italia, in possesso di un titolo di studio che consenta l'iscrizione a corsi universitari. TITOLO III - ISCRIZIONE COME STUDENTE PART-TIME Art. 8 Definizione Lo status di studente part-time consente allo studente di svolgere la propria attività didattica con la possibilità di articolare il corso di studio in quattro, cinque o sei anni per le lauree (triennali), ed in tre o quattro anni per le lauree magistrali (biennali). Trascorsi gli anni sopra indicati, lo studente a tempo parziale che non abbia già conseguito il titolo sarà iscritto fuori corso in regime di tempo pieno. Regolamento Carriera universitaria degli studenti SA 09/07/2013 4

5 Art. 9 Percorso formativo La disciplina dei percorsi formativi degli studenti a tempo parziale è riservata ai regolamenti didattici dei corsi di studio che prevedano tale figura. Lo studente che opta per il tempo parziale sottopone il piano degli studi scelto all approvazione del proprio corso di studio. Per i Corsi di Laurea lo studente potrà acquisire un numero massimo di: - 45 crediti annuali con conseguimento del titolo dopo quattro anni; - 36 crediti annuali con conseguimento del titolo dopo cinque anni; - 30 crediti annuali con conseguimento del titolo dopo sei anni. Per i Corsi di Laurea Magistrale lo studente potrà acquisire un numero massimo di: - 40 crediti annuali con conseguimento del titolo dopo tre anni; - 30 crediti annuali con conseguimento del titolo dopo quattro anni. Il numero dei crediti previsti all interno delle diverse tipologie di part-time può variare fino ad un limite di 5 crediti in meno o in più, a seconda della ripartizione didattica prevista dal corso di studio di appartenenza. Lo studente a tempo parziale non può usufruire di borse di collaborazione. Art. 10 Tasse e contributi Lo studente a tempo parziale avrà una riduzione sugli importi annui relativi ai contributi dovuti in base alla propria fascia contributiva che andrà certificata con la presentazione dell ISEEU, secondo le modalità e le scadenze indicate nel Regolamento Tasse e Contributi Studenti. Si applica allo studente a tempo parziale la disciplina relativa all esonero parziale o totale dalle tasse e dai contributi di iscrizione. Restano invariati gli importi relativi alla tassa di iscrizione, alla tassa regionale per il diritto allo studio universitario e l imposta di bollo. In base alla tipologia di part-time prescelta, lo studente verserà annualmente una percentuale di contributi dovuti complessivamente da uno studente full-time, nella misura indicata nel Regolamento Tasse e Contributi Studenti. Art. 11 Presentazione della domanda Lo studente potrà effettuare la richiesta per il tempo parziale entro la data di scadenza del pagamento della prima rata di tasse e contributi indicata nel bando rettorale di ammissione al corso di studio di interesse, o entro la scadenza del pagamento della prima rata di tasse e contributi in caso di iscrizione ad anni successivi, utilizzando l apposito modulo scaricabile dal Portale dello Studente. Lo studente iscritto ad anni successivi al primo deve essere in regola con i pagamenti pregressi. Possono optare per il tempo parziale gli studenti che alla data di presentazione della domanda non abbiano conseguito un numero pari o superiore a 120 cfu per gli iscritti ad un Corso di Laurea triennale e a 60 cfu per gli iscritti ad un Corso di Laurea Magistrale. Non saranno prese in considerazione le richieste non rispondenti alle suddette condizioni. Lo studente sarà iscritto all anno di corso definito dal calcolo dei crediti acquisiti e dalla tipologia di parttime scelta, come da tabella di cui all allegato 1 del presente Regolamento. Art. 12 Revoca La scelta del part-time può essere revocata entro la scadenza del pagamento della prima rata di tasse e contributi relativi all iscrizione a ciascun anno accademico successivo. Lo studente che intende revocare il part-time deve effettuare una richiesta scritta, su carta semplice, corredata dalla copia di un documento d identità in corso di validità, e farla pervenire agli uffici di Segreteria Studenti secondo le modalità indicate nel Portale dello Studente. Regolamento Carriera universitaria degli studenti SA 09/07/2013 5

6 TITOLO IV - CARRIERA DELLO STUDENTE Art. 13 Trasferimenti da altro ateneo Lo studente che intenda trasferirsi a Roma Tre da un altro Ateneo deve attenersi a quanto disposto dal bando di accesso al corso di laurea cui intende iscriversi e dal regolamenti didattico del relativo corso di studio. Se lo studente ha presentato domanda di trasferimento all Ateneo di provenienza prima della scadenza prevista dallo stesso per l iscrizione all Anno Accademico, potrà regolarizzare la sua posizione versando la prima rata delle tasse di iscrizione a Roma Tre unitamente al contributo di trasferimento in entrata. Se la domanda viene presentata dopo tale scadenza, lo studente deve pagare la prima rata nell Ateneo di provenienza, quindi versare l eventuale differenza di contributi universitari, più l imposta di bollo virtuale, il contributo per il trasferimento in entrata e la tassa regionale se proviene da un Ateneo che ha sede in una Regione diversa dalla Regione Lazio. È esonerato dal pagamento della tassa minima di iscrizione. Art. 14 Trasferimenti ad altro ateneo Lo studente che voglia trasferirsi ad un altro Ateneo può farlo a decorrere dal mese di agosto e fino al 15 dicembre di ogni anno. Se il trasferimento è richiesto prima della scadenza delle iscrizioni, lo studente non è tenuto al pagamento della prima rata per l anno accademico. È tenuto, invece, a versare un indennità di congedo, come previsto dal Regolamento Tasse e Contributi Studenti, e a regolarizzare eventuali posizioni debitorie relative a tasse, contributi, indennità di ritardato pagamento e sanzioni amministrative. Se il trasferimento è richiesto dopo la scadenza delle iscrizioni, ma comunque entro il 15 dicembre, lo studente dovrà pagare la prima rata presso Roma Tre, oltre al contributo per il trasferimento in uscita. Il foglio di congedo contenente la copia della carriera scolastica dello studente trasferito è trasmesso all Ateneo presso il quale lo studente ha dichiarato di volersi trasferire. Qualora lo studente intenda riprendere la carriera presso Roma Tre senza aver compiuto alcun atto di carriera scolastica presso l Ateneo dove si era trasferito, è reintegrato nell'ultima posizione acquisita prima del trasferimento. Art. 15 Passaggi ad altro corso di studio Le modalità e i termini per lo studente iscritto presso Roma Tre che intenda passare ad altro corso di studio dell Ateneo sono specificati nel bando di ammissione al corso di studio prescelto e nei regolamenti didattici dei corsi di studio. Lo studente è tenuto al versamento della prima rata e dell indennità di passaggio, come indicato nel Regolamento Tasse e Contributi Studenti, e a regolarizzare eventuali posizioni debitorie prima del perfezionamento del passaggio. Art. 16 Passaggi di ordinamento Gli studenti iscritti a corsi di studio regolati da ordinamenti didattici previgenti possono effettuare il passaggio a corsi di studio di nuovo ordinamento aventi la medesima denominazione, ovvero derivanti da trasformazione di corsi esistenti di diversa denominazione, con le modalità ed entro le scadenze stabilite dai corsi di studio, che riformulano in termini di crediti convalidati le carriere pregresse. Lo studente è tenuto al pagamento della sola imposta di bollo e a regolarizzare eventuali posizioni debitorie prima del perfezionamento del passaggio. Art. 17 Sospensione della carriera Lo studente regolarmente iscritto ai corsi di nuovo ordinamento (D.M. 509/1999 D.M. 270/2004) che intenda sospendere la carriera universitaria, deve presentare apposita domanda agli uffici dell Area Regolamento Carriera universitaria degli studenti SA 09/07/2013 6

7 Studenti, corredata della documentazione giustificativa dei motivi per i quali la sospensione viene richiesta, e versare il contributo per la richiesta di sospensione della carriera. Il modulo di domanda è disponibile nel Portale dello Studente. Detta domanda deve essere presentata entro il termine previsto per l iscrizione, salvo documentati impedimenti oggettivi al rispetto di tale scadenza, ed esclusivamente per i seguenti motivi, oltre a quelli previsti dalla normativa vigente: - per proseguire gli studi presso: Università estere, istituti di formazione militare italiani, Dottorato di Ricerca, Master Universitario di primo e secondo livello, Scuole di Specializzazione; - iscrizione ad altri corsi, nei casi in cui sia prevista l incompatibilità; - maternità, paternità e puerperio. Lo studente che si avvale della sospensione non è tenuto alla corresponsione delle tasse universitarie, non può sostenere alcuna prova d esame e svolgere alcun atto di carriera, ed il periodo di sospensione non è preso in considerazione ai fini della progressione della carriera e del calcolo dei termini di decadenza. Allo studente che ottenga la sospensione della carriera successivamente al pagamento della prima rata, l importo versato non sarà restituito, ma potrà essere utilizzato, limitatamente alla tassa minima di iscrizione ed ai contributi universitari, all atto di riattivazione della carriera. Restano pertanto escluse la tassa regionale e l imposta di bollo. Art. 18 Interruzione della carriera Lo studente che non presenti domanda di sospensione della carriera, non paghi le tasse per almeno un anno accademico e che intenda ricongiungere la propria carriera dopo un periodo di inattività, deve presentare agli uffici dell Area Studenti una domanda di ricongiunzione della carriera universitaria. La richiesta deve essere perfezionata con il pagamento delle tasse di ricognizione della carriera per ogni anno accademico durante il quale non risulta iscritto, nonché dall iscrizione all anno accademico in corso con relativo pagamento della tassa di iscrizione. Durante il periodo di interruzione non è possibile effettuare alcun atto di carriera. Gli anni di interruzione sono calcolati ai fini della progressione di carriera e del calcolo dei termini di decadenza. La regolarizzazione della posizione comporta il pagamento di un contributo fisso, il cui importo è specificato nel Regolamento Tasse e Contributi Studenti. Per l anno accademico in cui si riprende la carriera vanno regolarmente pagati tasse e contributi previsti. Art. 19 Decadenza dagli studi Gli studenti che non sostengano esami per otto anni accademici consecutivi dall anno accademico nel quale hanno sostenuto l ultimo esame o da quello dell ultima iscrizione in corso (non si tiene conto degli anni nei quali si è iscritti in qualità di ripetente), se più favorevole, decadono dalla qualità di studente. Lo studente che sia in difetto del solo esame di prova finale non decade, qualunque sia l ordinamento didattico del proprio corso di studio. Lo studente decaduto può, inoltrando apposita domanda entro la scadenza dell iscrizione all anno accademico, ottenere il reintegro nella qualità di studente con riconoscimento degli esami sostenuti ripresentando il piano di studi all Organo Collegiale del corso di studio, il quale valuterà la non obsolescenza della formazione pregressa e definirà conseguentemente il numero di crediti da riconoscere in relazione agli esami già sostenuti e le ulteriori attività formative necessarie per il conseguimento del titolo di studio. All atto della presentazione della domanda lo studente è tenuto alla corresponsione di un contributo fisso. All atto dell iscrizione al nuovo corso di studio lo studente versa un diritto fisso stabilito il cui importo è Regolamento Carriera universitaria degli studenti SA 09/07/2013 7

8 specificato nel Regolamento Tasse e Contributi Studenti, oltre al pagamento dell iscrizione per l anno accademico. Art. 20 Esami di profitto Per sostenere gli esami e le altre prove di verifica del profitto, lo studente deve: - essere in regola con il versamento delle tasse; - aver superato eventuali esami propedeutici; - essere in possesso di tutte le attestazioni di frequenza laddove previste; - presentare alla commissione d esame un proprio documento di riconoscimento. La violazione delle suddette regole comporta l annullamento degli esami con provvedimento rettorale. Per sostenere gli esami lo studente deve iscriversi ai relativi appelli tramite il servizio di prenotazione e secondo le istruzioni disponibili nel Portale dello Studente. Lo studente ripetente o fuori corso, per gli insegnamenti relativi al proprio percorso formativo pregresso, può richiedere di sostenere la prova d esame facendo riferimento al programma e alle attività didattiche dell insegnamento relativo ad un anno accademico precedente nel quale l insegnamento è stato frequentato, per un numero di anni non superiore alla durata normale del corso di studio. L esame viene registrato nella carriera dello studente, conformemente a quanto risulta dal verbale della relativa prova d esame, con la relativa votazione e i crediti previsti nel caso in cui sia stato superato. Art. 21 Piano degli studi I corsi di studio disciplinano le modalità di scelta dei piani degli studi e la tempistica per la loro presentazione nei propri regolamenti didattici. Ove previsto dai regolamenti didattici dei singoli corsi di studio, lo studente può presentare un piano di studio individuale, che è soggetto all approvazione della struttura didattica competente. Art. 22 Prova finale Per essere ammesso alla prova finale lo studente deve possedere i requisiti stabiliti dai singoli corsi di studio. Deve inoltre attenersi a quanto disposto dai regolamenti didattici dei corsi di studio e dalle procedure amministrative adottate dall Università in materia. Lo studente è inoltre tenuto alla corresponsione di un diritto fisso il cui importo è specificato nel Regolamento Tasse e Contributi Studenti. Ai fini dell ammissione alla prova finale gli uffici di Area Studenti procedono al controllo del curriculum dello studente al fine di verificarne la conformità all ordinamento didattico del proprio corso di studio e la regolarità amministrativa. Lo studente che non risulti in regola non può essere ammesso alla prova finale. In caso di conseguimento della laurea in anticipo rispetto alla durata normale del corso di studio, lo studente è tenuto al versamento di un contributo fisso per anticipo laurea. Art. 23 Rinuncia agli studi È possibile in ogni momento rinunciare allo status di studente, e quindi alla carriera percorsa, presentando un apposita dichiarazione scritta, irrevocabile e incondizionata. La rinuncia comporta l annullamento dell intera carriera universitaria, con conseguente perdita degli esami sostenuti e delle tasse pagate. Allo studente rinunciatario viene restituito il titolo di studio di scuola media secondaria, se consegnato all atto dell immatricolazione. Regolamento Carriera universitaria degli studenti SA 09/07/2013 8

9 Qualora all atto della rinuncia lo studente risulti essere in una posizione debitoria (p.e. pagamento della sola prima rata di iscrizione) relativa a un anno accademico nel quale ha sostenuto esami, idoneità comprese, sarà tenuto a corrispondere l importo mancante. Nel caso non abbia effettuato la dichiarazione della posizione economica per l anno di competenza, sarà autorizzato a farlo in ritardo. Lo studente rinunciatario, qualora intenda iscriversi nuovamente a corsi di studio di Roma Tre, è obbligato a immatricolarsi ex novo. Qualora l intenzione di rinunciare alla carriera sia comunicata entro 20 giorni dalla data di immatricolazione al corso di studio, è possibile richiedere la restituzione della prima rata di iscrizione, limitatamente a tasse e contributi universitari. Art. 24 Mobilità internazionale Mobilità in uscita Gli studenti possono svolgere parte dei propri studi presso Università estere, secondo quanto stabilito dal Regolamento per gli Accordi di cooperazione e la Mobilità internazionale e sulla base dei programmi internazionali cui l Università partecipa e gli accordi con università estere stipulati dall Università e dalle singole strutture didattiche. Le modalità e i requisiti per la partecipazione sono stabiliti dai bandi di partecipazione. Gli studenti ammessi alla mobilità otterranno il riconoscimento delle attività svolte presso l istituzione estera previa presentazione e approvazione da parte della struttura didattica competente del progetto di studio (Learning Agreement) prima della partenza per la sede assegnata, fatte salve eventuali diverse disposizioni previste dai bandi di partecipazione ai programmi o dalle convenzioni stipulate con gli atenei esteri. Gli studenti che intendano frequentare università estere sulla base di una iniziativa personale, possono richiedere la sospensione della carriera, come previsto all art. 16 del presente Regolamento. La struttura didattica competente valuterà, su istanza personale dello studente, se riconoscere in termini di crediti formativi le attività didattiche svolte all estero. Mobilità in entrata Gli studenti provenienti da atenei esteri possono svolgere parte dei propri studi presso Roma Tre, secondo quanto stabilito dal Regolamento per gli Accordi di cooperazione e la Mobilità internazionale e sulla base dei programmi internazionali cui l Università partecipa e gli accordi con università estere stipulati dall Università e dalle singole strutture didattiche, ottenendo la certificazione delle attività svolte e dei crediti acquisiti. Gli studenti stranieri che intendano frequentare Roma Tre sulla base di una iniziativa personale, possono iscriversi a singoli insegnamenti, secondo quanto previsto dall art. 8 del presente Regolamento, ottenendo la certificazione delle attività svolte e dei crediti acquisiti. TITOLO V - TASSE E CONTRIBUTI UNIVERSITARI Art. 25 Importi e modalità di pagamento Gli importi, le scadenze e le modalità di pagamento di tasse e contributi dovuti dalle diverse tipologie di studenti sono disciplinati dal Regolamento Tasse e Contributi Studenti, approvato dal Consiglio d Amministrazione e pubblicato nel sito dell Ateneo. L imposta di bollo, la tassa regionale, la tassa minima e i contributi universitari sono ripartiti in rate, secondo importi e scadenze fissati dal Consiglio d Amministrazione e opportunamente pubblicati. Il pagamento di una rata oltre i termini per essa previsti comporta l addebito di un indennità di mora, nella misura indicata nel medesimo regolamento. Regolamento Carriera universitaria degli studenti SA 09/07/2013 9

10 TITOLO VI - POST LAUREAM Art. 26 Master Ai Master di 1 livello attivati può iscriversi chi ha conseguito una Laurea di 1 livello; ai Master di 2 livello attivati può iscriversi chi ha conseguito una Laurea Specialistica/Magistrale o i laureati secondo l ordinamento ante D.M. 509/1999 e successive modificazioni. La tassa d iscrizione è stabilita annualmente dal Consiglio di Amministrazione, su proposta del Consiglio del Master. A conclusione del Master, agli studenti che avranno adempiuto a tutti gli obblighi previsti ed avranno superato la prova finale, verrà rilasciato un Diploma di Master Universitario di I o II livello, con l indicazione dei crediti formativi universitari acquisiti. Art. 27 Corsi di perfezionamento Ai corsi di perfezionamento attivati può iscriversi chi ha conseguito almeno un titolo di studio universitario di 1 livello. La tassa d iscrizione è stabilita annualmente dal Consiglio di Amministrazione, su proposta del Consiglio del corso di perfezionamento. A conclusione del corso, agli studenti che avranno adempiuto a tutti gli obblighi previsti ed avranno superato la prova finale, verrà rilasciato un Attestato. Lo studente che intende iscriversi ad un corso di perfezionamento non è tenuto alla sospensione della carriera universitaria di cui all art. 13 del presente Regolamento. Art. 28 Corsi di aggiornamento Ai corsi di aggiornamento attivati può iscriversi chi è in possesso dei requisiti stabiliti dal regolamento del corso. La tassa d iscrizione è stabilita annualmente dal Consiglio di Amministrazione, su proposta del Consiglio del corso di aggiornamento. A conclusione del corso, agli studenti che avranno adempiuto a tutti gli obblighi previsti, verrà rilasciato un Attestato di frequenza. Art. 29 Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali Alla Scuola si accede mediante concorso pubblico su base nazionale per titoli ed esami. Il concorso è riservato a coloro che hanno conseguito il diploma di laurea in giurisprudenza secondo l ordinamento ante D.M. 509/1999 e a coloro che hanno conseguito la laurea specialistica o magistrale in Giurisprudenza sulla base degli ordinamenti previsti dal D.M. 509/1999 e successive modificazioni. Le modalità di partecipazione alla prova di ammissione e di immatricolazione sono rese note mediante bando di concorso pubblicato sul sito La Scuola ha durata biennale per un totale di 120 crediti formativi universitari. Il passaggio dal primo al secondo anno della Scuola è subordinato ad un giudizio favorevole espresso dal Consiglio Direttivo della Scuola. Sono possibili, a seconda del numero dei posti disponibili, trasferimenti da altre Scuole del territorio nazionale. Le modalità per la richiesta di trasferimento sono contenute nel bando di concorso per l ammissione al primo anno della Scuola. Regolamento Carriera universitaria degli studenti SA 09/07/

11 Per ciascun anno di corso lo studente deve versare una tassa di iscrizione, il cui importo è stabilito dal Consiglio di Amministrazione. L ammissione all esame di diploma è subordinata a un giudizio favorevole del Consiglio Direttivo fondato sull attività svolta nel corso dell anno. A conclusione del secondo anno della Scuola, agli studenti che avranno adempiuto a tutti gli obblighi previsti dal Corso e superato la verifica finale, verrà rilasciato un Diploma nel quale verranno riportati i crediti formativi universitari acquisiti. TITOLO VII - DIRITTI E DOVERI DEGLI STUDENTI Art. 30 Certificazioni Lo studente ha diritto ad ottenere la certificazione della propria posizione accademica e dei crediti acquisiti. In particolare, la certificazione dovrà riportare le attività formative e la relativa votazione, il numero di crediti conseguiti a qualsiasi titolo, la durata del percorso di studio scelto ed il piano di studio, qualora richiesto. L Università provvede all organizzazione delle informazioni e dei dati delle carriere degli studenti mediante strumenti anche di carattere informatico, nel rispetto della normativa vigente. Art. 31 Norme di disciplina Gli studenti iscritti ai corsi di studio attivati presso l'università sono tenuti a uniformarsi alle norme di legge, statutarie e regolamentari e ai principi di corretto comportamento all'interno degli spazi universitari e nei rapporti con i docenti e tra loro stessi. Allo studente che viola norme regolamentari, statutarie o legislative sono applicate sanzioni disciplinari. Il Rettore, il Senato Accademico, i Direttori di Dipartimento, esercitano la giurisdizione disciplinare sullo studente ed applicano i provvedimenti disciplinari secondo le vigenti norme di legge. I provvedimenti disciplinari che possono essere applicati, salva ogni diversa previsione legislativa, sono i seguenti: a) ammonizione; b) interdizione temporanea da uno o più attività formative; c) esclusione da uno o più esami o altra forma di verifica di profitto, relativamente ad una o più sessioni di esame; d) sospensione temporanea dall'università fino ad un massimo di un anno. Fatti e comportamenti che vengano ritenuti irregolari e tali da dar luogo alle sanzioni di cui al presente articolo vanno segnalati per iscritto dai singoli docenti, dai responsabili dei corsi di Studio, dai responsabili delle strutture amministrative o da chi, nell ambito universitario, ne abbia comunque motivo, al Direttore del Dipartimento di appartenenza dello studente o direttamente al Rettore. Nel caso in cui il Direttore del Dipartimento riscontri gli estremi per l'ammonizione di cui alla lettera a) del punto precedente, procede direttamente, segnalando il provvedimento adottato al Rettore. L'applicazione dei provvedimenti di cui alle lettere b) e c), preliminarmente comunicata al Rettore, spetta al Dipartimento, in seguito a relazione del Direttore. L'applicazione del provvedimento di cui alla lettera d) spetta al Senato Accademico, in seguito a relazione del Rettore. L'applicazione dei provvedimenti disciplinari deve rispondere a criteri di ragionevolezza ed equità, avuto riguardo alla natura della violazione, allo svolgimento dei fatti e alla valutazione degli elementi di prova. Regolamento Carriera universitaria degli studenti SA 09/07/

12 È ammesso appello al Senato Accademico contro la deliberazione del Dipartimento che applica le sanzioni di cui alle lettere b) e c). Lo studente deve essere tempestivamente informato dell apertura del procedimento disciplinare a suo carico e ha diritto ad essere ascoltato da chi esercita la giurisdizione disciplinare e a presentare eventuali note scritte in sua difesa. Tutti i giudizi sono resi tempestivamente esecutivi con decreto rettorale. Le sanzioni disciplinari comminate ai sensi del presente articolo sono registrate nella carriera scolastica dello studente e riportate nei fogli di congedo, nei casi di trasferimento ad altra sede universitaria. TITOLO VIII - COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE Art. 32 Pubblicità delle informazioni e strumenti di comunicazione Lo studente è tenuto a consultare periodicamente il sito web dell Università (www.uniroma3.it), il Portale dello Studente (portalestudente.uniroma3.it) e le bacheche delle strutture didattiche, che costituiscono i principali strumenti ufficiali di comunicazione e pubblicazione degli avvisi. L Università mette a disposizione una casella di posta elettronica cui lo studente può accedere con le stesse credenziali utilizzate per il Portale dello Studente. Tale casella di posta è l unico canale utilizzato per inviare comunicazioni da parte degli uffici. L attivazione della casella di posta elettronica si effettua secondo le istruzioni presenti nel Portale dello Studente. TITOLO IX - TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI Art. 33 Trattamento dei dati Ai sensi dell art. 18 del D.lgs. n. 196 del 30/06/2003, l Università degli Studi Roma Tre, tratta i dati personali solo per fini istituzionali e nel trattamento degli stessi osserva i presupposti e i limiti stabiliti dal codice della privacy, nonché dalle leggi e dai regolamenti. Il trattamento dei dati personali è curato, in base ad una procedura informatizzata nel pieno rispetto della normativa vigente in materia di tutela dei dati personali. I dati potranno essere comunicati al Ministero dell Istruzione, Università e Ricerca per gli adempimenti relativi alla Anagrafe Nazionale Studenti e per le rilevazioni statistiche periodiche e obbligatorie. Potranno altresì essere comunicati ad altri enti pubblici per fini statistici istituzionali. L interessato potrà rivolgersi al Responsabile del trattamento dei dati, al fine di esercitare i diritti di cui all art. 7 del D.lgs. 196/2003, tra i quali figura il diritto di accesso ai dati che lo riguardano, nonché il diritto a far rettificare, aggiornare, completare o cancellare i dati erronei, incompleti o raccolti in termini non conformi alla legge, nonché il diritto ad opporsi per motivi legittimi al loro trattamento. Titolare del trattamento dei dati è l Università degli Studi Roma Tre Via Ostiense, Roma. Art. 34 Norme finali Per tutto quanto non esplicitamente disciplinato nel presente Regolamento si farà riferimento a tutta la normativa vigente in materia. Regolamento Carriera universitaria degli studenti SA 09/07/

13 Allegato 1 PART-TIME CALCOLO DELL ANNO DI ISCRIZIONE Corsi di Laurea Anno di iscrizione Part-time a 4 anni (45 cfu annuali) CFU ACQUISITI* Part-time a 5 anni (36 cfu annuali) Part-time a 6 anni (30 cfu annuali) Primo anno Da 0 a 44 cfu Da 0 a 35 cfu Da 0 a 29 cfu Secondo anno Da 45 a 89 cfu Da 36 a 71 cfu Da 30 a 59 cfu Terzo anno Da 90 a 119 cfu Da 72 a 107 cfu Da 60 a 89 cfu Quarto anno Da 108 a 119 cfu Da 90 a 119 cfu Corsi di Laurea Specialistica/Magistrale Anno di iscrizione Part-time a 3 anni (40 cfu annuali) CFU ACQUISITI* Part-time a 4 anni (30 cfu annuali) Primo anno Da 0 a 39 cfu Da 0 a 29 cfu Secondo anno Da 40 a 59 cfu Da 30 a 59 cfu * Secondo quanto stabilito all art. 8 del Regolamento, il numero minimo e massimo di crediti può variare fino ad un limite di 5 crediti in meno o in più. Regolamento Carriera universitaria degli studenti SA 09/07/

REGOLAMENTO CARRIERA UNIVERSITARIA DEGLI STUDENTI

REGOLAMENTO CARRIERA UNIVERSITARIA DEGLI STUDENTI Divisione Segreterie Studenti Area Studenti REGOLAMENTO CARRIERA UNIVERSITARIA DEGLI STUDENTI Art. 1 Ambito di applicazione 1. Il presente Regolamento contiene le norme organizzative, amministrative e

Dettagli

REGOLAMENTO STUDENTI.doc - 1 -

REGOLAMENTO STUDENTI.doc - 1 - REGOLAMENTO STUDENTI Titolo I Iscrizione ai corsi di studio Art. 1 - Definizioni Ai sensi del presente Regolamento si intende: a) per attività formativa: ogni attività organizzata o prevista dall Università

Dettagli

Anno accademico 2013/2014

Anno accademico 2013/2014 Anno accademico 2013/2014 Procedure e termini per iscrizioni, immatricolazioni, passaggi, trasferimenti e ricongiunzioni delle carriere di studenti dei corsi di laurea e laurea magistrale (Delibera del

Dettagli

DURANTE LA CARRIERA DELLO STUDENTE

DURANTE LA CARRIERA DELLO STUDENTE 5 DURANTE LA CARRIERA DELLO STUDENTE INTERRUZIONE DECADENZA RINUNCIA SOSPENSIONE ISCRIZIONE A SINGOLI CORSI D INSEGNAMENTO PASSAGGI TRASFERIMENTI DOMANDA CAUTELATIVA Di seguito, illustriamo i presumibili

Dettagli

Sezione 17 - ALTRE CONTRIBUZIONI UNIVERSITARIE

Sezione 17 - ALTRE CONTRIBUZIONI UNIVERSITARIE Sezione 17 - ALTRE CONTRIBUZIONI UNIVERSITARIE STUDENTI CHE SI LAUREANO IN MENO ANNI In base all art. 10 del Regolamento studenti dell Università di Ferrara, lo studente può laurearsi anche in meno tempo

Dettagli

CALENDARIO ACCADEMICO 2015/2016

CALENDARIO ACCADEMICO 2015/2016 CALENDARIO ACCADEMICO 2015/2016 Date e scadenze comuni Inizio dell Anno Accademico: 1 ottobre 2015. Inizio delle attività didattiche: 1 ottobre 2015. Per motivi di organizzazione ed efficacia della didattica,

Dettagli

Procedure e termini per iscrizioni, immatricolazioni, passaggi, trasferimenti e sospensioni delle carriere di specializzandi e dottorandi 1

Procedure e termini per iscrizioni, immatricolazioni, passaggi, trasferimenti e sospensioni delle carriere di specializzandi e dottorandi 1 Procedure e termini per iscrizioni, immatricolazioni, passaggi, trasferimenti e sospensioni delle carriere di specializzandi e dottorandi 1 Procedure e termini per immatricolazioni, iscrizioni, sospensioni,

Dettagli

Procedure e termini per iscrizioni, immatricolazioni, passaggi, trasferimenti e ricongiunzioni delle carriere universitarie (Delibera del S.A. n.

Procedure e termini per iscrizioni, immatricolazioni, passaggi, trasferimenti e ricongiunzioni delle carriere universitarie (Delibera del S.A. n. Procedure e termini per iscrizioni, immatricolazioni, passaggi, trasferimenti e ricongiunzioni delle carriere universitarie (Delibera del S.A. n. 163 del 3 maggio 2006) Procedure e termini per iscrizioni,

Dettagli

Immatricolazioni e iscrizioni

Immatricolazioni e iscrizioni Le notizie che leggerai di seguito sono contenute nel documento Regolamento della carriera degli studenti e nel Manifesto degli studi UNICAM 2015 Come e quando ti puoi immatricolare? Di norma ti puoi immatricolare

Dettagli

REGOLAMENTO CARRIERA UNIVERSITARIA DEGLI STUDENTI

REGOLAMENTO CARRIERA UNIVERSITARIA DEGLI STUDENTI REGOLAMENTO CARRIERA UNIVERSITARIA DEGLI STUDENTI Art. 1 Ambito di applicazione 1. Il presente Regolamento contiene le norme organizzative, amministrative e disciplinari alla cui osservanza sono tenuti

Dettagli

CALENDARIO ACCADEMICO 2014/2015

CALENDARIO ACCADEMICO 2014/2015 CALENDARIO ACCADEMICO 2014/2015 Date e scadenze comuni Inizio dell Anno Accademico: 1 ottobre 2014 (mercoledì). Inizio delle attività didattiche: 1 ottobre 2014 (mercoledì). Nel rispetto delle scadenze

Dettagli

REPUBBLICA DI SAN MARINO

REPUBBLICA DI SAN MARINO REPUBBLICA DI SAN MARINO REGOLAMENTO 3 agosto 2015 n.11 Noi Capitani Reggenti la Serenissima Repubblica di San Marino Visto l articolo 7, comma 4, della Legge 25 aprile 2014 n.67; Vista la deliberazione

Dettagli

Procedure e termini relativi alle carriere degli iscritti ai corsi di laurea e laurea magistrale. Anno accademico 2015/2016

Procedure e termini relativi alle carriere degli iscritti ai corsi di laurea e laurea magistrale. Anno accademico 2015/2016 Procedure e termini relativi alle carriere degli iscritti ai corsi di laurea e laurea magistrale Anno accademico 2015/2016 Delibera Senato Accademico n. 122 del 24 giugno 2015 Procedure e termini relativi

Dettagli

DISCIPLINA DELLE PROCEDURE AMMINISTRATIVE RELATIVE ALLA CARRIERA DEGLI STUDENTI

DISCIPLINA DELLE PROCEDURE AMMINISTRATIVE RELATIVE ALLA CARRIERA DEGLI STUDENTI Pagina 1 di 13 DISCIPLINA DELLE PROCEDURE AMMINISTRATIVE RELATIVE ALLA CARRIERA DEGLI STUDENTI Documento approvato dal Comitato di Ateneo nella seduta del 20 marzo 2012 Emesso con Disposto del Direttore

Dettagli

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO 1. Qual è la differenza tra Master di primo livello e Master di secondo livello? 2. Ai fini dell ammissione al Master, cosa bisogna fare se si possiede un titolo di

Dettagli

REGOLAMENTO TRASFERIMENTI DA ALTRI ATENEI AL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MEDICINA E CHIRURGIA

REGOLAMENTO TRASFERIMENTI DA ALTRI ATENEI AL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MEDICINA E CHIRURGIA REGOLAMENTO TRASFERIMENTI DA ALTRI ATENEI AL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MEDICINA E CHIRURGIA Approvato dal Consiglio di corso di laurea in Medicina e Chirurgia nella seduta del 20/07/2015 Approvato

Dettagli

REGOLAMENTO STUDENTI UNIVERSITA ECAMPUS

REGOLAMENTO STUDENTI UNIVERSITA ECAMPUS REGOLAMENTO STUDENTI UNIVERSITA ECAMPUS Art. 1 (Ambito di applicazione) 1. Le disposizioni del presente regolamento si applicano: a. agli studenti iscritti ai corsi di laurea e di laurea magistrale; b.

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO Scadenze amministrative per l anno accademico 2012-2013 Per l anno accademico 2012-2013 le scadenze amministrative di seguito riportate che devono essere osservate necessariamente per tutti i corsi di

Dettagli

ANNO ACCADEMICO 2012/13 FACOLTA

ANNO ACCADEMICO 2012/13 FACOLTA ANNO ACCADEMICO 2012/13 FACOLTA DI GIURISPRUDENZA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA CON PERCORSO UNITARIO QUADRIENNALE SUCCESSIVO ALL ANNO DI BASE REGOLAMENTO ISCRIZIONI, PASSAGGI E TRASFERIMENTI

Dettagli

MODULO DI IMMATRICOLAZIONE 1 CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELLA MEDIAZIONE LINGUISTICA - A.A. 2015/2016 Sede di GORIZIA

MODULO DI IMMATRICOLAZIONE 1 CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELLA MEDIAZIONE LINGUISTICA - A.A. 2015/2016 Sede di GORIZIA MODULO DI IMMATRICOLAZIONE 1 CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELLA MEDIAZIONE LINGUISTICA - A.A. 2015/2016 Sede di GORIZIA Marca da bollo 16,00 Il/La sottoscritt_....... nat_ a... Provincia... il.../.../...

Dettagli

Università per Stranieri di Siena I L R E T T O R E

Università per Stranieri di Siena I L R E T T O R E Università per Stranieri di Siena Decreto n.454.12 Prot. 11753 I L R E T T O R E - Viste Leggi sull Istruzione Superiore; - Vista la Legge n. 204 del 17/02/1992; - Visto il D.M. n. 509 del 03/11/1999;

Dettagli

REGOLAMENTO STUDENTI AI SENSI DELLA L.240/2010 E DELLO STATUTO DI ATENEO

REGOLAMENTO STUDENTI AI SENSI DELLA L.240/2010 E DELLO STATUTO DI ATENEO Alma Mater Studiorum-Università di Bologna NormAteneo - sito di documentazione sulla normativa di Ateneo vigente presso l Università di Bologna - REGOLAMENTO STUDENTI AI SENSI DELLA L.240/2010 E DELLO

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA MAGISTRALE DELLA FACOLTÀ DI INGEGNERIA COLLEGIO DIDATTICO DI INGEGNERIA ELETTRONICA IL RETTORE

BANDO PER L AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA MAGISTRALE DELLA FACOLTÀ DI INGEGNERIA COLLEGIO DIDATTICO DI INGEGNERIA ELETTRONICA IL RETTORE Area studenti Rep. 1002/2011 Prot. 20596 Anno Accademico 2011/2012 BANDO PER L AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA MAGISTRALE DELLA FACOLTÀ DI INGEGNERIA COLLEGIO DIDATTICO DI INGEGNERIA ELETTRONICA IL RETTORE

Dettagli

POL I T E C N I C O D I M I L A N O

POL I T E C N I C O D I M I L A N O Rep. N. 3798 Prot. n. 50089 Data 31 ottobre 2014 Titolo I Classe UOR AG POL I T E C N I C O D I M I L A N O I L R E T T O R E VISTA la Legge 09.05.1989, n. 168; VISTO il Regolamento Didattico di Ateneo

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE COLLABORAZIONI DEGLI STUDENTI NELLE ATTIVITÀ PART-TIME DELL UNIVERSITÀ DI CAMERINO

REGOLAMENTO PER LE COLLABORAZIONI DEGLI STUDENTI NELLE ATTIVITÀ PART-TIME DELL UNIVERSITÀ DI CAMERINO REGOLAMENTO PER LE COLLABORAZIONI DEGLI STUDENTI NELLE ATTIVITÀ PART-TIME DELL UNIVERSITÀ DI CAMERINO (Emanato con decreto rettorale n. 759 del 21 ottobre 2005 Modificato con decreto rettorale n. 31 del

Dettagli

Possono iscriversi i laureati o gli studenti che conseguiranno la laurea entro il 30 novembre 2015.

Possono iscriversi i laureati o gli studenti che conseguiranno la laurea entro il 30 novembre 2015. Scuola di Economia e Scienze Politiche Avviso di ammissione, anno accademico 2015-2016 Corso di Laurea Magistrale in lingua inglese Human Rights and Multi-level Governance - Classe LM-52 - Classe delle

Dettagli

Corso di laurea in SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE

Corso di laurea in SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE Corso di laurea in SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE A.A. 2014/2015 Anno Accademico 2014/2015 I ANNO II ANNO III ANNO E2401P - Scienze e tecniche psicologiche (Classe L-24 D.M. 270/2004) Attivato Attivato

Dettagli

IN COLLABORAZIONE CON UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA E FEDERAZIONE NAZIONALE COLLEGI PROFESSIONALI TECNICI SANITARI DI RADIOLOGIA MEDICA

IN COLLABORAZIONE CON UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA E FEDERAZIONE NAZIONALE COLLEGI PROFESSIONALI TECNICI SANITARI DI RADIOLOGIA MEDICA BANDO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI 1 LIVELLO TECNICHE E GESTIONE DI RISONANZA MAGNETICA (TSRM con esperienza avanzata in Risonanza Magnetica) 1^ Edizione Anno Accademico 2015/2016 IN COLLABORAZIONE CON

Dettagli

REGOLAMENTO STUDENTI

REGOLAMENTO STUDENTI REGOLAMENTO STUDENTI Emanato con D.R. n. 300 del 10 giugno 2002 Modificato con D.R. n. 843 del 23 dicembre 2002, D.R. n. 56 del 22 febbraio 2005, D.R n. 175 del 31 marzo 2006, D.R. n. 362 del 3 luglio

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI (emanato con Decreto Rettorale N. 645 del 12/03/2003) ART. 1 - Ambito di applicazione... 2 ART. 2 - Titoli per l accesso...

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE 2-3 ANNO 1 CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELLA MEDIAZIONE LINGUISTICA - A.A. 2015/2016 Sede di MILANO

MODULO DI ISCRIZIONE 2-3 ANNO 1 CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELLA MEDIAZIONE LINGUISTICA - A.A. 2015/2016 Sede di MILANO Marca da bollo 16,00 MODULO DI ISCRIZIONE 2-3 ANNO 1 CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELLA MEDIAZIONE LINGUISTICA - A.A. 2015/2016 Sede di MILANO Il/La sottoscritt_.... nat_ a... Provincia... il.../.../...

Dettagli

Regolamento per l ammissione ai corsi universitari con titolo estero e per il riconoscimento dei titoli esteri

Regolamento per l ammissione ai corsi universitari con titolo estero e per il riconoscimento dei titoli esteri Regolamento per l ammissione ai corsi universitari con titolo estero e per il riconoscimento dei titoli esteri SOMMARIO TITOLO I - Norme comuni e generali... 2 Art. 1 Ambito di applicazione... 2 Art. 2

Dettagli

ACCADEMICO 2014/2015 IL RETTORE

ACCADEMICO 2014/2015 IL RETTORE BANDO DI CONCORSO PER IL CONFERIMENTO DI BORSE DI STUDIO DI ATENEO A STUDENTI ISCRITTI AI CORSI DI LAUREA, LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO E LAUREA MAGISTRALE ACCADEMICO 2014/2015 IL RETTORE Visto il Decreto

Dettagli

Art. 4: è necessario specificare la percentuale di tempo da dedicare allo studio individuale.

Art. 4: è necessario specificare la percentuale di tempo da dedicare allo studio individuale. Allegato 2 Art. 4. Crediti formativi universitari Testo approvato Rilievi CUN Testo adeguato ai rilievi 1. Il credito formativo universitario (cfu) - di seguito denominato credito - è l unità di misura

Dettagli

Modena e Reggio Emilia 2014/2015

Modena e Reggio Emilia 2014/2015 SEDE TERRITORIALE DI Modena e Reggio Emilia 2014/2015 Bando per la concessione di: Borse di studio Servizi residenziali Servizi ristorativi Contributi di mobilità internazionale Interventi straordinari

Dettagli

SCEGLIERE UNIPA. Breve guida ai servizi universitari

SCEGLIERE UNIPA. Breve guida ai servizi universitari SCEGLIERE UNIPA Breve guida ai servizi universitari 2012 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO CENTRO DI ORIENTAMENTO E TUTORATO U.O.A. MARKETING A cura di Donata Agnello Testi di Donata Agnello e Ilaria Ventura

Dettagli

Regolamento recante norme concernenti l autonomia didattica degli atenei

Regolamento recante norme concernenti l autonomia didattica degli atenei Testo aggiornato al 13 gennaio 2006 Decreto ministeriale 3 novembre 1999, n. 509 Gazzetta Ufficiale 4 gennaio 2000, n. 2 Regolamento recante norme concernenti l autonomia didattica degli atenei IL MINISTRO

Dettagli

Università degli Studi di Pavia

Università degli Studi di Pavia Università degli Studi di Pavia SERVIZIO SEGRETERIE STUDENTI CONTRIBUZIONE UNIVERSITARIA A.A. 2012/2013 RIFERIMENTI NORMATIVI! REGOLAMENTO NORME SULLA CONTRIBUZIONE EMANATO CON DECRETO RETTORALE N. 1147/2010

Dettagli

Art. 3 Domanda e modalità per l ammissione Per essere ammesso al Master, il candidato dovrà effettuare online, entro la data 8 luglio 2015:

Art. 3 Domanda e modalità per l ammissione Per essere ammesso al Master, il candidato dovrà effettuare online, entro la data 8 luglio 2015: MODALITÀ DI AMMISSIONE E ISCRIZIONE AL MASTER DI 1 LIVELLO IN CUCINA POPOLARE ITALIANA DI QUALITÀ ANNO ACCADEMICO 2015/2016 Art. 1 Indicazioni di carattere generale L Università degli Studi di Scienze

Dettagli

CONCORSO PER L AMMISSIONE AL MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN MEDICINA ESTETICA A.A. 2015/ 2016

CONCORSO PER L AMMISSIONE AL MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN MEDICINA ESTETICA A.A. 2015/ 2016 CONCORSO PER L AMMISSIONE AL MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN MEDICINA ESTETICA A.A. 2015/ 2016 Istituito ai sensi del D.M. 22/10/2004 n. 270, realizzato ai sensi dell art. 7 del Regolamento Didattico

Dettagli

Procedure e termini relativi alle carriere degli iscritti ai corsi di dottorato, specializzazione 1 e per la formazione insegnanti

Procedure e termini relativi alle carriere degli iscritti ai corsi di dottorato, specializzazione 1 e per la formazione insegnanti Procedure e termini relativi alle carriere degli iscritti ai corsi di dottorato, specializzazione 1 e per la formazione insegnanti Anno accademico 2015/2016 1 L anno accademico di riferimento per le scuole

Dettagli

REGOLAMENTO PER L AMMISSIONE AI CORSI UNIVERSITARI CON TITOLO ESTERO E PER IL RICONOSCIMENTO DEI TITOLI ESTERI. CAPO I Norme comuni e generali

REGOLAMENTO PER L AMMISSIONE AI CORSI UNIVERSITARI CON TITOLO ESTERO E PER IL RICONOSCIMENTO DEI TITOLI ESTERI. CAPO I Norme comuni e generali REGOLAMENTO PER L AMMISSIONE AI CORSI UNIVERSITARI CON TITOLO ESTERO E PER IL RICONOSCIMENTO DEI TITOLI ESTERI CAPO I Norme comuni e generali Art. 1 Ambito di applicazione Il presente Regolamento disciplina

Dettagli

Procedure Bandi Offerta Formativa 2011-2012

Procedure Bandi Offerta Formativa 2011-2012 Procedure Bandi Offerta Formativa 2011-2012 ACCESSO AI CORSI DI STUDIO Sotto il profilo del tipo di accesso, i Corsi di Studio si distinguono in: Corsi di Laurea, Laurea Magistrale, Laurea Magistrale a

Dettagli

SEZIONE III - Corsi di Aggiornamento, Perfezionamento e di Formazione professionale. SEZIONE I Disposizioni generali. Art.

SEZIONE III - Corsi di Aggiornamento, Perfezionamento e di Formazione professionale. SEZIONE I Disposizioni generali. Art. Regolamento per l istituzione e la gestione dei Master universitari di I e di II livello, dei Corsi di aggiornamento, perfezionamento e di formazione professionale SEZIONE I- Disposizioni generali SEZIONE

Dettagli

Università degli Studi dell'aquila Corso di Laurea in Scienze della Formazione Primaria (LM 85-bis) Criteri generali

Università degli Studi dell'aquila Corso di Laurea in Scienze della Formazione Primaria (LM 85-bis) Criteri generali Università degli Studi dell'aquila Corso di Laurea in Scienze della Formazione Primaria (LM 85-bis) MODALITA PER IL RICONOSCIMENTO CREDITI Dopo le fasi dell immatricolazione riportate nel Bando (http://www.univaq.it/section.php?id=1670&idcorso=574)

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI LAUREA IN MEDICINA E CHIRURGIA (LM41)

REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI LAUREA IN MEDICINA E CHIRURGIA (LM41) Page 1 of 5 Facoltà: MEDICINA E CHIRURGIA Corso: 8415 - MEDICINA E CHIRURGIA (LM) Ordinamento: DM270 Titolo: MEDICINA E CHIRURGIA Testo: Scuola di Medicina e Chirurgia REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DI TASSE E CONTRIBUTI

REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DI TASSE E CONTRIBUTI REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DI TASSE E CONTRIBUTI a.a. 2012-2013 SOMMARIO 1 - Tassa di iscrizione 1.1 - Modalità di calcolo per gli immatricolati 1.2 - Modalità di calcolo per gli anni successivi

Dettagli

Università degli Studi della Repubblica di San Marino ADEMPIMENTI AMMINISTRATIVI PER IMMATRICOLAZIONI E ISCRIZIONI

Università degli Studi della Repubblica di San Marino ADEMPIMENTI AMMINISTRATIVI PER IMMATRICOLAZIONI E ISCRIZIONI Università degli Studi della Repubblica di San Marino ADEMPIMENTI AMMINISTRATIVI PER IMMATRICOLAZIONI E ISCRIZIONI 1.Quote di contribuzione universitaria Le quote di contribuzione universitaria per i corsi

Dettagli

CONCORSO PER L AMMISSIONE AL CORSO PER MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN MEDICINA ESTETICA A.A. 2014/15

CONCORSO PER L AMMISSIONE AL CORSO PER MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN MEDICINA ESTETICA A.A. 2014/15 CONCORSO PER L AMMISSIONE AL CORSO PER MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN MEDICINA ESTETICA A.A. 2014/15 Istituito ai sensi del D.M. 22/10/2004 n. 270, realizzato ai sensi dell art. 7 del Regolamento

Dettagli

Università degli Studi di Pavia

Università degli Studi di Pavia Università degli Studi di Pavia SERVIZIO SEGRETERIE STUDENTI CONTRIBUZIONE UNIVERSITARIA A.A. 2011/2012 PRESSO L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PAVIA LA CONTRIBUZIONE UNIVERSITARIA E COSTITUITA DA UNA PARTE

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO PER GLI STUDENTI APPROVATO DAL SENATO ACCADEMICO IN DATA 28 LUGLIO 2008

REGOLAMENTO DI ATENEO PER GLI STUDENTI APPROVATO DAL SENATO ACCADEMICO IN DATA 28 LUGLIO 2008 REGOLAMENTO DI ATENEO PER GLI STUDENTI APPROVATO DAL SENATO ACCADEMICO IN DATA 28 LUGLIO 2008 1 TITOLO I... 4 PRINCIPI GENERALI E TUTELE FONDAMENTALI... 4 Art. 1... 4 Ambito di applicazione... 4 Art. 2...

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Segreteria studenti della Macroarea di Ingegneria

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Segreteria studenti della Macroarea di Ingegneria Università degli Studi di Roma Tor Vergata Segreteria studenti della Macroarea di Ingegneria Ho dei problemi con i dati ISEEU cosa devo fare? La segreteria studenti è impossibilitata ad aiutarti, se sei

Dettagli

Educatore professionale coordinatore dei servizi educativi LM 50 Management delle politiche e dei servizi sociali LM 87

Educatore professionale coordinatore dei servizi educativi LM 50 Management delle politiche e dei servizi sociali LM 87 Rep. 1009/2011 Prot. 20605 Area Studenti Anno Accademico 2011/2012 BANDO PER L AMMISSIONE AL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERCLASSE IN EDUCATORE PROFESSIONALE COORDINATORE DEI SERVIZI EDUCATIVI (classe

Dettagli

Facoltà: ECONOMIA - SEDE DI RIMINI Corso: 8847 - ECONOMIA DEL TURISMO (L) Ordinamento: DM270 Titolo: ECONOMIA DEL TURISMO Testo: SCUOLA DI ECONOMIA, MANAGEMENT E STATISTICA Sede Di Rimini Corso di Laurea

Dettagli

REGOLAMENTO TASSE E CONTRIBUTI ANNO ACCADEMICO 2015/2016

REGOLAMENTO TASSE E CONTRIBUTI ANNO ACCADEMICO 2015/2016 REGOLAMENTO TASSE E CONTRIBUTI ANNO ACCADEMICO 2015/2016 Art. 1 Ambito di applicazione Il presente regolamento definisce i criteri per la determinazione delle tasse e dei contributi dovuti dagli studenti

Dettagli

1. IMMATRICOLAZIONE CORSI AD ACCESSO LIBERO

1. IMMATRICOLAZIONE CORSI AD ACCESSO LIBERO SCADENZE PRINCIPALI A.A 2015/2016 1. IMMATRICOLAZIONE CORSI AD ACCESSO LIBERO Per immatricolarsi a un corso di Laurea e Laurea Magistrale a ciclo unico occorre essere in possesso di un diploma di scuola

Dettagli

Scuola di Lettere e Beni culturali

Scuola di Lettere e Beni culturali Scuola di Lettere e Beni culturali Titolo: DAMS - DISCIPLINE DELLE ARTI, DELLA MUSICA E DELLO SPETTACOLO Testo: LAUREA IN DAMS Discipline delle arti, della musica e dello spettacolo CLASSE L- 3 REGOLAMENTO

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BRESCIA TASSE E CONTRIBUTI UNIVERSITARI A CARICO DEGLI STUDENTI PER L A.A. 2014/2015 (Delibera Consiglio di Amministrazione n. 266/15743 del 26/05/2014) Modalità di determinazione della situazione economica dello

Dettagli

Bando di concorso per l assegnazione delle Borse di Studio Anno Accademico 2014/15

Bando di concorso per l assegnazione delle Borse di Studio Anno Accademico 2014/15 Prot. 2008/A20C 12/05/2015 Bando di concorso per l assegnazione delle Borse di Studio Anno Accademico 2014/15 BANDO di CONCORSO Assegnazione n. 12 Borse di Studio Il presente concorso, per soli titoli,

Dettagli

IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI INFORMATICA

IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI INFORMATICA SAPIENZA UNIVERSITA DI ROMA DIPARTIMENTO DI INFORMATICA BANDO DI CONCORSO A N. 15 BORSE PER COLLABORAZIONE DI STUDENTI ALLE ATTIVITA DELLA STRUTTURA DIPARTIMENTO DI INFORMATICA IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO

Dettagli

SETTEMBRE: 24/9/2014 DICEMBRE: 19/12/2014 APRILE: 9/4/2015. AVVISO di BANDO FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE, NATURALI UNIVERSITÀ DEL SALENTO

SETTEMBRE: 24/9/2014 DICEMBRE: 19/12/2014 APRILE: 9/4/2015. AVVISO di BANDO FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE, NATURALI UNIVERSITÀ DEL SALENTO AVVISO di BANDO FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE, NATURALI UNIVERSITÀ DEL SALENTO Corso di laurea magistrale in: BIOLOGIA (LM47, CLASSE LM-6) PROVE DI AMMISSIONE A.A. 2014/2015 SETTEMBRE: 24/9/2014

Dettagli

REGOLAMENTO SULLE TASSE PER L ISCRIZIONE AI CORSI DI DOTTORATO DI RICERCA

REGOLAMENTO SULLE TASSE PER L ISCRIZIONE AI CORSI DI DOTTORATO DI RICERCA Area Affari Generali REGOLAMENTO SULLE TASSE PER L ISCRIZIONE AI CORSI DI DOTTORATO DI RICERCA PREMESSA Il presente regolamento si applica a partire dal XXXI ciclo dei corsi di dottorato di ricerca, che

Dettagli

MODALITÀ DI AMMISSIONE E ISCRIZIONE AL MASTER DI 1 LIVELLO IN CULTURA DEL VINO ITALIANO ANNO ACCADEMICO 2015/2016

MODALITÀ DI AMMISSIONE E ISCRIZIONE AL MASTER DI 1 LIVELLO IN CULTURA DEL VINO ITALIANO ANNO ACCADEMICO 2015/2016 MODALITÀ DI AMMISSIONE E ISCRIZIONE AL MASTER DI 1 LIVELLO IN CULTURA DEL VINO ITALIANO ANNO ACCADEMICO 2015/2016 Art. 1 Indicazioni di carattere generale L Università degli Studi di Scienze Gastronomiche,

Dettagli

Facoltà di Ingegneria

Facoltà di Ingegneria Stralcio di Regolamento Didattico del Corso di Laurea Magistrale in INGEGNERIA INFORMATICA LM 32 Ingegneria informatica (ex DM 270/04) (Ciclo di studio che inizia nell a.a. 2011 12) (Approvato dal Consiglio

Dettagli

ALL. D.D. n. Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Orientamento, Stage e Placement Settore Orientamento e Tutorato

ALL. D.D. n. Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Orientamento, Stage e Placement Settore Orientamento e Tutorato ALL. D.D. n. Prot n. del Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Orientamento, Stage e Placement Settore Orientamento e Tutorato SELEZIONE PER L AFFIDAMENTO DI ATTIVITÀTUTORIALI, DIDATTICO- INTEGRATIVE,

Dettagli

La durata dei corsi è di 3 anni, con inizio il 1 novembre 2014 e termine il 31 ottobre 2017.

La durata dei corsi è di 3 anni, con inizio il 1 novembre 2014 e termine il 31 ottobre 2017. SERVIZIO FORMAZIONE ALLA RICERCA BANDO DI CONCORSO PER 15 BORSE DI DOTTORATO RISERVATE A CANDIDATI STRANIERI PER L AMMISSIONE AI CORSI DI DOTTORATO DI RICERCA- XXX CICLO SCADENZA: 9 GIUGNO 2014 Art. 1

Dettagli

* * * - Corso di Laurea magistrale in Scienze Pedagogiche I e II anno ex D.M. 270/04; ex D.M. 270/04; II anno ex D.M. 270/04;

* * * - Corso di Laurea magistrale in Scienze Pedagogiche I e II anno ex D.M. 270/04; ex D.M. 270/04; II anno ex D.M. 270/04; UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANE PER LA FORMAZIONE RICCARDO MASSA *** 1. OFFERTA FORMATIVA 2014/2015 Nell anno accademico 2014/2015 sono attivati, presso il Dipartimento

Dettagli

UNIVERSITA' TELEMATICA SAN RAFFAELE ROMA ISTITUITA CON D.M. 8/05/2006. Corso di Perfezionamento e Aggiornamento Professionale

UNIVERSITA' TELEMATICA SAN RAFFAELE ROMA ISTITUITA CON D.M. 8/05/2006. Corso di Perfezionamento e Aggiornamento Professionale UNIVERSITA' TELEMATICA SAN RAFFAELE ROMA ISTITUITA CON D.M. 8/05/2006 In convenzione con Corso di Perfezionamento e Aggiornamento Professionale in STRATEGIE DIDATTICHE PER IL SOSTEGNO E L INTEGRAZIONE

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN ECONOMIA E DIRITTO DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE. (Master PrevComp)

MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN ECONOMIA E DIRITTO DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE. (Master PrevComp) BANDO DI AMMISSIONE AL MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN ECONOMIA E DIRITTO DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE (Master PrevComp) Università degli Studi della Tuscia DEIM Anno Accademico 2014-2015 Indicazioni

Dettagli

Regolamento di Ateneo per gli studenti

Regolamento di Ateneo per gli studenti Regolamento di Ateneo per gli studenti Art. 1 - Premessa Il presente regolamento, in applicazione del Regolamento didattico di Ateneo, contiene le norme organizzative e amministrative alla cui osservanza

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISCRIZIONE DEGLI STUDENTI A TEMPO PARZIALE AI CORSI DI STUDIO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA

REGOLAMENTO PER L ISCRIZIONE DEGLI STUDENTI A TEMPO PARZIALE AI CORSI DI STUDIO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA Università degli Studi della Tuscia Regolamento per l iscrizione degli studenti a tempo parziale ai corsi di studio dell Università degli Studi della Tuscia (D.R. n. 637/07 del 01.08.2007) REGOLAMENTO

Dettagli

BANDO DI AMMISSIONE MASTER di I e II livello CORSI di AGGIORNAMENTO, PERFEZIONAMENTO e FORMAZIONE PROFESSIONALE a.a. 2013/2014

BANDO DI AMMISSIONE MASTER di I e II livello CORSI di AGGIORNAMENTO, PERFEZIONAMENTO e FORMAZIONE PROFESSIONALE a.a. 2013/2014 BANDO DI AMMISSIONE MASTER di I e II livello CORSI di AGGIORNAMENTO, PERFEZIONAMENTO e FORMAZIONE PROFESSIONALE a.a. 2013/2014 L Università degli Studi di Teramo, in convenzione con la Fondazione Università

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ATTIVAZIONE E L ORGANIZZAZIONE DEI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO. (Emanato con D.R. n. 409 in data 07/04/2011)

REGOLAMENTO PER L ATTIVAZIONE E L ORGANIZZAZIONE DEI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO. (Emanato con D.R. n. 409 in data 07/04/2011) REGOLAMENTO PER L ATTIVAZIONE E L ORGANIZZAZIONE DEI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO (Emanato con D.R. n. 409 in data 07/04/2011) TITOLO I MASTER UNIVERSITARI DI PRIMO E DI SECONDO LIVELLO

Dettagli

Art. 2 Requisiti per l ammissione

Art. 2 Requisiti per l ammissione MODALITÀ DI AMMISSIONE E ISCRIZIONE AI MASTER DI 1 LIVELLO IN ALTO APPRENDISTATO PER PANETTIERI E PIZZAIOLI E IN ALTO APPRENDISTATO PER MASTRI BIRRAI ANNO ACCADEMICO 2015/2016 Art. 1 Indicazioni di carattere

Dettagli

DOMANDA Dove posso reperire informazioni riguardanti le modalità di iscrizione e pagamento delle tasse?

DOMANDA Dove posso reperire informazioni riguardanti le modalità di iscrizione e pagamento delle tasse? Come è possibile ottenere informazioni dalla Segreteria Studenti? L Università degli Studi del Sannio aggiorna regolarmente le informazioni disponibili sul sito internet (www.unisannio.it/studenti). Informazioni

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DEL SANNIO Settore: Servizi agli Studenti Unità Organizzativa: Borse di Studio e Studenti Part Time

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DEL SANNIO Settore: Servizi agli Studenti Unità Organizzativa: Borse di Studio e Studenti Part Time UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DEL SANNIO Settore: Servizi agli Studenti Unità Organizzativa: Borse di Studio e Studenti Part Time BANDO DI SELEZIONE PER L AFFIDAMENTO A STUDENTI DI FORME DI COLLABORAZIONE A TEMPO

Dettagli

Area Studenti Divisione Segreterie Studenti Ufficio Post Lauream. Repertorio1273/2010 Prot n. 24498 IL RETTORE

Area Studenti Divisione Segreterie Studenti Ufficio Post Lauream. Repertorio1273/2010 Prot n. 24498 IL RETTORE Area Studenti Divisione Segreterie Studenti Ufficio Post Lauream Repertorio1273/2010 Prot n. 24498 IL RETTORE VISTO l art. 3 del D.M. 509/99, ora integrato e/o modificato dal D.M. 270/04; VISTO l art.

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FOGGIA REGOLAMENTO TASSE E CONTRIBUTI

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FOGGIA REGOLAMENTO TASSE E CONTRIBUTI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FOGGIA REGOLAMENTO TASSE E CONTRIBUTI (emanato con D.R. n. 942 2014, prot. n. 14963 I/13 del 14.07.2014) Art. 1 TIPOLOGIA DI STUDENTE 1.1. Presso l Università degli Studi di Foggia

Dettagli

TECNICHE DELLA PREVENZIONE NELL'AMBIENTE E NEI LUOGHI DI LAVORO (AB. ALLA PROF. SANITARIA DI TECNICO DELLA PREV. NELL'AMBIENTE E NEI LUOGHI DI LAVORO)

TECNICHE DELLA PREVENZIONE NELL'AMBIENTE E NEI LUOGHI DI LAVORO (AB. ALLA PROF. SANITARIA DI TECNICO DELLA PREV. NELL'AMBIENTE E NEI LUOGHI DI LAVORO) Page 1 of 5 Facoltà: Corso: Ordinamento: DM270 MEDICINA E CHIRURGIA 8487 - TECNICHE DELLA PREVENZIONE NELL'AMBIENTE E NEI LUOGHI DI LAVORO (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI TECNICO DELLA PREVENZIONE

Dettagli

UNIVERSITÀ POLITECNICA DELLE MARCHE AGRARIA

UNIVERSITÀ POLITECNICA DELLE MARCHE AGRARIA UNIVERSITÀ POLITECNICA DELLE MARCHE AGRARIA Immatricolazione ai corsi di laurea magistrale del Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari ed Ambientali IN SCIENZE AGRARIE E DEL TERRITORIO CLASSE LM- 69

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE (CLASSE L-20) FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA IL RETTORE. VISTO il DM 270/2004

BANDO PER L AMMISSIONE AL CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE (CLASSE L-20) FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA IL RETTORE. VISTO il DM 270/2004 Area Studenti Rep. 1060/2012 Prot. 19066 Anno Accademico 2012-2013 BANDO PER L AMMISSIONE AL CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE (CLASSE L-20) FACOLTÀ DI LETTERE E FILOSOFIA IL RETTORE il DM

Dettagli

La durata dei corsi è di 3 anni, con inizio il 1 gennaio 2014 e termine il 31 dicembre 2016.

La durata dei corsi è di 3 anni, con inizio il 1 gennaio 2014 e termine il 31 dicembre 2016. SERVIZIO FORMAZIONE ALLA RICERCA BANDO DI CONCORSO PER 15 BORSE DI DOTTORATO RISERVATE A CANDIDATI STRANIERI PER L AMMISSIONE AI CORSI DI DOTTORATO DI RICERCA- XXIX CICLO SCADENZA: 19 settembre 2013 Art.

Dettagli

Università degli studi di Palermo

Università degli studi di Palermo SENATO ACCADEMICO Seduta del 13 aprile 2010 omissis N.8 Modalità attuative dell art.25 del Regolamento Didattico di Ateneo A.A. 2010/2011 RELAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO L art.25 del Regolamento

Dettagli

TRASFERIMENTI DA ALTRI ATENEI A.A. 2015/16 NORME DI CARATTERE GENERALE

TRASFERIMENTI DA ALTRI ATENEI A.A. 2015/16 NORME DI CARATTERE GENERALE TRASFERIMENTI DA ALTRI ATENEI A.A. 2015/16 NORME DI CARATTERE GENERALE Per i trasferimenti ad anni successivi al primo a corsi di studio a numero programmato NAZIONALE o LOCALE è necessario che l interessato

Dettagli

Manifesto degli studi del DIIES per l anno accademico 2014/2015

Manifesto degli studi del DIIES per l anno accademico 2014/2015 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI MEDITERRANEA DI REGGIO CALABRIA DIPARTIMENTO DIIES Manifesto degli studi del DIIES per l anno accademico 2014/ 1 Premessa L offerta formativa del DIIES dell Università degli Studi

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN SCIENZE GIURIDICHE SCIENZE GIURIDICHE

CORSO DI LAUREA IN SCIENZE GIURIDICHE SCIENZE GIURIDICHE CORSO DI LAUREA IN SCIENZE GIURIDICHE SCIENZE GIURIDICHE (Approvato con delibera del CdS e CdF del 03.05.06 e modificato con delibera del CdS del 07.03.07 e del CdF del 04.04.07) Regolamento didattico

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI VERONA Direzione Studenti. REGOLAMENTO di ATENEO per gli STUDENTI

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI VERONA Direzione Studenti. REGOLAMENTO di ATENEO per gli STUDENTI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI VERONA Direzione Studenti REGOLAMENTO di ATENEO per gli STUDENTI Titolo 1 Norme Generali 1.1 Definizioni 1.2 Ambito di Applicazione 1.3 Manifesto degli Studi Titolo 2 Carriera

Dettagli

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA GIURISPRUDENZA

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA GIURISPRUDENZA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA GIURISPRUDENZA (Approvato con delibera del CdF del 03.05.06 e modificato con delibere del CdF del 07.03.07, del 12.03.08 e del 08.04.08) Regolamento didattico

Dettagli

POLITECNICO DI MILANO

POLITECNICO DI MILANO Rep. n. 2235 Prot. n. 25405 Data 05 agosto 2013 Titolo I Classe 3 UOR AG POLITECNICO DI MILANO IL RETTORE VISTA la Legge 09.05.1989, n. 168 Istituzione del Ministero dell'università e della ricerca scientifica

Dettagli

8481 - IGIENE DENTALE (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI IGIENISTA DENTALE) (L)

8481 - IGIENE DENTALE (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI IGIENISTA DENTALE) (L) Page 1 of 5 Facoltà: Corso: Ordinamento: DM270 MEDICINA E CHIRURGIA 8481 - IGIENE DENTALE (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI IGIENISTA DENTALE) (L) Titolo: IGIENE DENTALE (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA DIRITTO E ISTITUZIONI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA E GESTIONE IN SANITA A.A. 2012/2013 Direttore: Prof. Federico Spandonaro

Dettagli

Nelle more della verifica del possesso di tutti i requisiti prescritti i candidati, saranno in ogni caso ammessi alle prove con riserva.

Nelle more della verifica del possesso di tutti i requisiti prescritti i candidati, saranno in ogni caso ammessi alle prove con riserva. Nelle more della verifica del possesso di tutti i requisiti prescritti i candidati, saranno in ogni caso ammessi alle prove con riserva. Il mancato superamento della prova di conoscenza della lingua italiana

Dettagli

IL TECNICO DIRIGENTE DEL NUOVO ENTE LOCALE

IL TECNICO DIRIGENTE DEL NUOVO ENTE LOCALE FACOLTA DI INGEGNERIA BANDO PER L AMMISSIONE AL MASTER DI II LIVELLO IL TECNICO DIRIGENTE DEL NUOVO ENTE LOCALE Anno Accademico 2007 2008 Codice Corso di Studio da inserire nel bollettino di immatricolazione:

Dettagli

DOCUMENTI DA COMPILARE E CONSEGNARE:

DOCUMENTI DA COMPILARE E CONSEGNARE: LE DOMANDE DI LAUREA DEVONO ESSERE PRESENTATE IN SEGRETERIA AMMINISTRATIVA STUDENTI DELLA FACOLTA DI SCIENZE M.F.N. ALMENO 60 GIORNI PRIMA DELL INIZIO DELL APPELLO DI LAUREA. DOCUMENTI DA COMPILARE E CONSEGNARE:

Dettagli

Articolo 1 Riferimento normativo e obiettivi formativi

Articolo 1 Riferimento normativo e obiettivi formativi Prot. n. 1002 /D1 Bando per l ammissione al corso biennale di Diploma Accademico di secondo livello in DESIGN DEI SISTEMI Anno Accademico 2011/2012 (Delibera n. 217 del Consiglio Accademico del 30.06.11)

Dettagli

Scuola di Lettere e Beni culturali

Scuola di Lettere e Beni culturali Scuola di Lettere e Beni culturali Titolo: SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE Testo: LAUREA IN SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE - CLASSE L- 20 REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI STUDIO PARTE NORMATIVA Art. 1 Requisiti

Dettagli

2013/2014. Bando per la concessione di: Modena e Reggio Emilia SEDE TERRITORIALE DI

2013/2014. Bando per la concessione di: Modena e Reggio Emilia SEDE TERRITORIALE DI SEDE TERRITORIALE DI Modena e Reggio Emilia 2013/2014 Bando per la concessione di: Bando di concorso per esonero totale e/o parziale tasse e contributi universitari Università degli Studi di Modena e reggio

Dettagli

Depliant informativo

Depliant informativo UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA SINDACATO AUTONOMO DI POLIZIA SEGRETERIA GENERALE Corso di Laurea Telematico in FUNZIONARIO GIUDIZIARIO E AMMINISTRATIVO ANNO ACCADEMICO 2007/2008

Dettagli

UNIVERSITA' TELEMATICA SAN RAFFAELE ROMA ISTITUITA CON D.M. 8/05/2006 MASTER DI I LIVELLO TEORIE E TECNICHE DI VALUTAZIONE NELLA SCUOLA II EDIZIONE

UNIVERSITA' TELEMATICA SAN RAFFAELE ROMA ISTITUITA CON D.M. 8/05/2006 MASTER DI I LIVELLO TEORIE E TECNICHE DI VALUTAZIONE NELLA SCUOLA II EDIZIONE UNIVERSITA' TELEMATICA SAN RAFFAELE ROMA ISTITUITA CON D.M. 8/05/2006 MASTER DI I LIVELLO in TEORIE E TECNICHE DI VALUTAZIONE NELLA SCUOLA II EDIZIONE L Università Telematica San Raffaele Roma ha attivato

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per il personale scolastico

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per il personale scolastico Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per il personale scolastico Prot. n. AOODGPER 4673 Roma, 13 maggio 2014 D.G. per il personale

Dettagli