Comune di Buccinasco Vivi la Città

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Comune di Buccinasco Vivi la Città"

Transcript

1 ALLE FAMIGLIE E AGLI OPERATORI ECONOMICI - n Maggio Vivi la Città - Guida ai Diritti del Cittadino e dell Impresa - Aut. Trib. RE n. 788 del 20/02/ Prop. Gruppo Media srl - 0,13 - Copia omaggio - Stampa: La Litografica - Carpi (MO) Comune di Buccinasco Vivi la Città INIZIATIVE EDITORIALI E COMUNICAZIONE

2

3 PROGETTAZIONE - INSTALLAZIONE TRASFORMAZIONE A GAS METANO MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA IMPIANTI DI RISCALDAMENTO E CONDIZIONAMENTO AZIENDA CON SISTEMA QUALITÀ CERTIFICATO DA DNV UNI EN ISO 9001/2000 BUCCINASCO (MI) - Via Volturno, 11 - tel fax Lo spazio é stato volutamente capovolto

4 NON LASCIARE LA TUA CASA, IL TUO UFFICIO AD UN DESTINO QUALUNQUE UNA A SOLUZIONE AL TUO TRASLOCO Preventivi gratuiti Sconto 20% a chi prenota in anticipo Fornitura gratuita materiale per imballaggio Permesso occupazione suolo pubblico a nostro carico Trasferimento abitazioni, aziende, magazzini Gestione archivi - Traslochi nazionali ed internazionali Assicurazione adeguata al valore della merce Ritiro e smaltimento rifiuti solidi ingombranti Servizio autoscala da 1 a 36 mt. Parco mezzi per ogni esigenza di trasloco Imballaggio completo con materiali appropriati per mobili, contenuto ed oggetti d arte Personale qualificato e di fiducia Laboratorio modifiche di falegnameria Convenzioni aziendali Deposito mobili in containers personali e protetti; il primo mese di deposito è gratuito DEPOSITO e UFFICI: Strada Provinciale 30, Km 12 - Gudo Visconti (MI) Tel Fax CELLULARE AFFIDATI CON FIDUCIA A DEI PROFESSIONISTI

5 INGROSSO e VENDITA al PUBBLICO le migliori marche gli occhiali in titanio più leggeri e sofisticati al mondo Centro Commerciale Milano Più Via Lomellina / ang. Via A. Moro Buccinasco (MI) Tel CASA & CO ARREDAMENTO - RISTRUTTURAZIONE - PROGETTAZIONE D INTERNI E SPAZI COMMERCIALI Vendita e Ufficio Tecnico Via Volturno, 3 Buccinasco (MI) Tel Fax Produzione Via dei Platani, 21 Buccinasco (MI)

6 Carlo Buttè S.r.l. PARETI MOBILI PARETI ATTREZZATE UFFICI OPERATIVI TUTTO PER L UFFICIO SCOPRI I NOSTRI ECCEZIONALI PREZZI! PROGETTAZIONE GRATUITA DEL VOSTRO UFFICIO Carlo Buttè s.r.l. Via F.lli Rosselli, Buccinasco (MI) - Tel r.a. Fax

7 Termoclima Impianti snc di Vicentelli E. & C. via Giuseppe Verdi, Buccinasco (MI) Tel. e Fax cell INSTALLAZIONE & MANUTENZIONE IMPIANTI IDROTERMOSANITARI E CONDIZIONAMENTO

8 Vivi la Città PRESENTAZIONE La Guida Vivi la Città di Buccinasco, è un iniziativa che la nostra Casa Editrice ha promosso, d intesa con la civica Amministrazione, nell intento di rendere più semplice la vita ai cittadini e agli operatori economici, fornendo al contempo utili informazioni ai turisti e a chiunque sia, per motivi di studio, lavoro o piacere, ospite di questa bella città. Vivi la Città sarà utile per rendere più facile il rapporto con le istituzioni e con la Pubblica Amministrazione, per conoscere meglio le opportunità fornite dal territorio, per individuare rapidamente un numero telefonico utile, per fare qualche giro in meno tra e per gli uffici. Riteniamo che le informazioni pubblicate, aggiornate nel sito internet potranno restituire ad ogni lettore un po di quel tempo che di solito siamo costretti a perdere per sapere cosa dobbiamo fare per risolvere diversi problemi, quando li incontriamo. A rendere il nostro lavoro veramente importante è la diffusione capillare del libro: distribuito gratuitamente tramite le Poste Italiane a tutte le famiglie e a tutti gli operatori economici del Comune di Buccinasco. Questo libro è realizzato e diffuso grazie alla partecipazione di molte aziende ed attività commerciali e artigianali di Buccinasco, che hanno reso possibile il successo dell iniziativa. Gli inserzionisti hanno manifestato in questo modo la volontà di partecipare alla vita del territorio e hanno espresso un evidente giudizio positivo sui risvolti culturali ed economici dell iniziativa. Li ringraziamo ulteriormente per la partecipazione, perché siamo convinti che questa prima edizione possa contribuire anche a rinsaldare i vincoli tra i Cittadini, gli Operatori Economici, le Associazioni, le Istituzioni ed il territorio che li ospita. Il Direttore Editoriale Tiziano Motti 1

9 PNEUMATICI MILANO VIA DELLA RESISTENZA, BUCCINASCO (MI) TELEFONO TELEFAX

10 Sommario Vie d accesso al Territorio Pag. 4 Cenni Storici Pag. 5 Itinerario Storico Artistico Pag. 8 Gastronomia Pag. 10 Fiere e Manifestazioni Pag. 14 Ambiente Pag. 16 Numeri Utili Pag. 22 Elenco Inserzionisti Pag. 30 Guida ai Servizi del Comune Pag. 36 Cartine Inserto Cartine/Stradario/Elenco Vie...Pag. 65 INIZIATIVE EDITORIALI E COMUNICAZIONE Vivi la Città - Gruppo Media Iniziative Editoriali e Comunicazione srl Piazza della Serenissima, Castelfranco Veneto Vivi la Città - Guida ai Diritti del Cittadino e dell Impresa Le pubblicazioni informative della collana Vivi la Città sono pubblicate in Internet all indirizzo: Vivi la Città: Copyright 2004: Gruppo Media Srl Direttore Responsabile: Tiziano Motti Iscrizione al Registro Nazionale della Stampa in Roma n del 18/04/1997 Autorizzazione del Tribunale di Reggio Emilia n. 788 del 20/02/1991 La riproduzione di testi, immagini, cartine, della guida ai servizi, dell impostazione editoriale e grafica, è vietata. Guida ai servizi depositata: SIAE n Opera depositata presso il Consiglio dei Ministri, Ufficio della Proprietà Letteraria. Questo Periodico è iscritto all Unione Stampa Periodica Italiana L Editore ringrazia l Amministrazione Comunale per la collaborazione e per l aggiornamento delle informazioni pubblicate. Servizi fotografici: Archivio Comunale Diffusione: Gratuita ai nuclei famigliari residenti nel Comune di Buccinasco e alle attività economiche. Distribuzione: a cura dell Ente Poste Italiane Diffusione integrativa: a cura del Comune di Buccinasco Stampa: Maggio 2004 Tiratura: copie Dichiarazione di tiratura resa al Garante per l Editoria, ai sensi del comma 28, art. 1, legge 23/12/96 N. 650 Ai sensi e per gli effetti della legge 675/96 l Editore dichiara che gli indirizzi utilizzati per l invio in abbonamento postale provengono da pubblici registri, elenchi, atti o documenti conoscibili a chiunque e che il trattamento di tali dati non necessita del consenso dell interessato. Ciò nonostante, in base all art. 13 dell informativa, il titolare del trattamento ha diritto di opporsi all utilizzo dei dati facendone espresso divieto tramite comunicazione scritta da inviarsi alla sede di Gruppo Media srl. Concessionaria per la Pubblicità: Via Guicciardi, Reggio Emilia Tel (30 linee r.a.) - Fax La collana editoriale Vivi la Città, comprensiva di questa edizione della guida di Buccinasco, è pubblicata in Internet all indirizzo Il sito permette inoltre di consultare un database che ospita migliaia di operatori economici selezionati, tra i quali gli inserzionisti di questo libro. Visiti i siti web dei nostri clienti: In copertina: Municipio (Foto: Archivio Comunale) 3

11 VIE D ACCESSO Vie di accesso al territorio Il Comune di Buccinasco è così raggiungibile: - Tangenziale Ovest di Milano (A50), uscita SS 35 dei Giovi oppure SP 59 V. Vigevanese; - Strada Statale 494 Vigevanese, che collega il paese con Abbiategrasso; - per chi proviene da sud (es. Pavia), Strada Statale 35 dei Giovi. L aeroporto più vicino è quello di Milano Linate. Comune di Buccinasco Distanza da Milano: 10 km Superficie: Kmq. 11,99 Altitudine: mt 113 slm Prefisso telefonico: 02 C.A.P.: Popolazione: abit. (aggiornato al 11/02) Provincia: Milano Confini: Milano, Corsico, Trezzano sul Naviglio, Zibido San Giacomo, Assago. Centri abitati: Mulino della Paglia, Romano Banco, Villaggio Giardino, Gudo Gambaredo. HOW TO REACH BUCCINASCO The town of Buccinasco lies in the Province of Milan, at a distance of 10 km. from the city of Milan. The municipal territory covers an area of sq. km. at an elevation of 113 meters above sea level, and includes the outlying villages of Mulino della Paglia, Romano Banco, Villaggio Giardino, and Gudo Gambaredo. Buccinasco borders on the municipalities of Milan, Corsico, Trezzano sul Naviglio, Zibido San Giacomo, and Assago. The telephone area code for Buccinasco is 02, and the postal code is The population of the town is 26,000. To reach Buccinasco, take the West Milan bypass (A50) and exit at Route SS 35 ( Dei Giovi highway), or at Route SP 59 (Via Vigevanese). Route SS 494 runs from Buccinasco to Abbiategrasso. When arriving from Pavia or the south, take Route SS 35. The nearest airport to Buccinasco is the Linate Airport of Milan. 4

12 Cenni storici Il primo testo in cui si ritrova il nome Buccinasco è il "Liber notitiae sanctorum Mediolani" di Goffredo da Bussero, redatto intorno al 1290 e prima fonte d'informazione anche per molti altri comuni della Diocesi di Milano. La presenza della desinenza "asco", di chiara origine etrusca, testimonierebbe la presenza di un insediamento databile fra il 300 ed il 600 a.c. Sull'interpretazione del suffisso "Buccin" gli studiosi, invece, non concordano. Alcuni lo ritengono derivazione del latino "Bucina" (canale, o tubo di acquedotto) e quindi il toponimo Buccinasco indicherebbe un territorio ricco di corsi d'acqua. Altri lo collegano al nome della famiglia dei Volcina o dei Bubulcino, primi feudatari del luogo. Il rinvenimento di alcune aree databili intorno ai secoli II- III a.c. a Cesano Boscone, alla cui Pieve Buccinasco appartenne, testimoniano la romanizzazione della zona. La Lombardia venne infatti occupata dai romani nel 222 a.c. La zona ebbe, di conseguenza, un grosso incremento demografico, accompagnato dal fiorire dell'economia e dallo sviluppo di strutture sociali sempre più efficienti ed organizzate. L'impronta lasciata dai romani fu notevole: le zone coltivate vennero ampliate e l'apertura di nuove strade, che permisero la comunicazione fra località fino a quel momento isolate, consentì lo sviluppo degli insediamenti ed il sorgere di numerose comunità e villaggi. Buccinasco si trovava sulla direttrice Mediolanum - Ticinum, che collegava Milano con Pavia. Tuttavia descrizioni complete ed esaurienti sono possibili solo a partire dal Medioevo, epoca a cui risalgono i documenti in grado di fornire le necessarie informazioni. La Lombardia era all'epoca divisa in tre nuclei distinti: la città di Milano, la Diocesi della metro- Chiesa S.S. Gervaso e Protaso (Foto Archivio Comunale) Cascina Robbiolo (Foto Archivio Comunale) A HISTORICAL PROFILE We find Buccinasco mentioned for the first time in historical records around 1290 AD. The suffix asco on the town name comes from the Etruscans, who settled the area between 300 and 600 BC. Scholars have varying opinions as to the origin of the name Buccin. Some trace it back to the Latin Bucina, which meant canal, to indicate a territory rich in waterways. Others believe it stemmed from the first feudal lords of the area, the Dei Volcina or Dei Bubulcino family. Archeological finds dating back to the second or third century BC show that the area was once a Roman colony. The Romans cultivated the land and built new roads, making it possible for people from previously isolated communities to communicate with each other. Buccinasco was located along the main Roman road from Milan to Pavia. We have much more information about Buccinasco beginning in the Middle Ages, at which time Lombardy was divided into three distinct areas: the city of Milan, the metropolitan diocese, and the 57 parishes that came under the jurisdiction of the mother diocese. The Cesano Boscone Parish, to which Buccinasco belonged, was formed at this time. The Parish Captains CENNI STORICI 5

13 CENNI STORICI poli che godeva di maggiore autonomia, e le sue 57 pievi, che dipendevano dalla diocesi madre. Tali distretti erano così chiamati poiché ad essi faceva riferimento soprattutto la "plebe = la popolazione" del luogo. La fondazione della Pieve di Cesano Boscone, a cui Buccinasco apparteneva, è di quest'epoca. Centro della Pieve era l'edificio sacro denominato "ecclesia plebana" con il battistero. Oggi non esiste più alcuna di queste costruzioni del V e VI secolo: le più antiche risalgono all'epoca carolingia. L'Arcivescovo Landolfo II ( ) pensò di legare a sé le famiglie che, in ogni pieve, erano già inserite nella nobiltà locale, ritenendo che questo fosse il modo migliore per difendersi da coloro che tentavano di impossessarsi delle proprietà ecclesiastiche. I Capitani di Pieve esercitarono il loro potere fino all'epoca dei Comuni. Per la Pieve di Cesano Boscone venne scelta la famiglia dei da Baggio. La pieve compie la sua ultima, importante evoluzione nel XIII secolo, quando ogni villaggio richiede il suo sacerdote residente e pretende una certa autonomia dalla capopieve. Nascono le prime parrocchie-villaggio, in cui la vita della comunità locale è imperniata attorno al campanile parrocchiale. Il precedente sistema feudale venne gradualmente sostituito dall'organizzazione comunale, che fu però caratterizzata da continue guerre e dall'inasprimento dei conflitti e degli scontri fra opposte fazioni. Neppure il successivo avvento della Signoria portò ad un equilibrio politico. Il 1535 segnò l'inizio del dominio spagnolo del Ducato di Milano. Gli unici punti di riferimento per la popolazione, indifesa e sopraffatta, sono in questo momento i rappresentanti ecclesiastici: tutti coloro che non tollerano le angherie e le ingiustizie del potere centrale spagnolo si raccolgono in un nuovo Castello di Buccinasco (Foto Archivio Comunale) Chiesetta di S. Biagio (Foto Archivio Comunale) fermento religioso, soprattutto intorno alla figura di San Carlo Borromeo. Il dominio spagnolo segnò l'inizio di un lungo e luttuoso periodo di dominazioni straniere, che portarono ad un progressivo impoverimento di tutta la campagna, a quel declino demografico, economico e sociale così ben descritto dal Manzoni nei Promessi Sposi. Carestie, pestilenze, periodiche incursioni delle soldatesche creano, un clima di grande sconforto e sfiducia. Una lenta ripresa si ha solo a partire dal 1713, anno d'inizio della dominazione austriaca. L'organizzazione asburgica non portò grandi cambiamenti nelle piccole comunità: a Buccinasco tutto rimase immutato, con il potere ancora concentrato nelle mani di pochi e grandi proprietari terrieri. La fine del diciottesimo secolo fu segnata dalla rivoluzione francese e dalle sue conseguenze. Il 5 giugno 1800 Napoleone Bonaparte pro- 6

14 CENNI STORICI Vecchio Comune (Foto Archivio Comunale) clama quella Repubblica Cisalpina di cui la Lombardia fu parte integrante. Il successivo crollo napoleonico determinò, nel 1815, il rientro di Lombardia e Veneto nell'impero asburgico. A quest'ennesima intromissione straniera i lombardi reagirono con violenza. Anche Buccinasco partecipò ai moti risorgimentali che culminarono con la conquista dell Unità d Italia. Agli inizi del 900 il Paese, caratterizzato da una millenaria tradizione agricola, non risente ancora dello sviluppo industriale che coinvolge l'italia settentrionale. Si producono formaggi e riso ed è estremamente diffusa, nei numerosi prati, la pastorizia. Il 27 aprile del 1945 si costituisce ufficialmente, nella sala consiliare del Municipio, il Comitato di Liberazione di Buccinasco. Inizia così la ricostruzione, con insediamenti artigianali ed industriali sempre più numerosi. exercised their authority until the citystate era began, and the members of the Da Baggio family were chosen as lords of Cesano Boscone. The feudal system was gradually replaced by rule by the municipal authority, which was characterized however by continual wars and conflict between opposing factions. In 1535, the Spanish took over the Duchy of Milan. The only source of support for the defenseless, overwhelmed people of the area during this period was the church, and all those who wished an end to the injustice of the Spanish government were caught up in religious fervor and gathered around the figure of St. Carlo Borromeo. Rule by the Spaniards was only the beginning of a long, sad period of foreign domination for this territory. Famine, pestilence, and periodic raids by foreign troops caused much suffering and despair among the local people, leading to the poverty and economic and social decline described by Manzoni in The Betrothed. Under the Austrians, some improvements began to appear in 1713, but small communities like Buccinasco unfortunately did not see any changes. After the Napoleonic Era and further rule by Austria, Buccinasco became part of the newly unified Kingdom of Italy in the nineteenth century. 7

15 ITINERARI Itinerario Storico - Artistico Chiesa di San Biagio Sorge in località Grancino ed era un tempo circondata da un piccolo cimitero. Nei secoli passati l'edificio si trovava alle dirette dipendenze della Parrocchia di Corsico. Il rito veniva celebrato soltanto in occasione della festa di San Biagio, mentre la custodia della chiesa era affidata permanentemente ad un abitante del luogo, delegato dal Parroco. L'uso sporadico della cappella, spiega in parte la sua ubicazione alquanto insolita, sebbene i grandissimi cambiamenti subiti dall'abitato negli ultimi decenni siano senza dubbio i principali responsabili dell'isolamento in cui la chiesetta si è venuta a trovare. L'assenza di un contesto non toglie nulla al valore storico ed artistico dell'edificio. Il corpo centrale, così come la torretta campanaria, rappresentano infatti la parte più vecchia del tempietto, mentre la sagrestia è certamente stata aggiunta in seguito, intorno al 1604 circa, per ricavare uno spazio funzionale che rendesse più complessa la struttura architettonica. Per quanto riguarda l'interno, invece, dovrebbe essere rimasto praticamente identico alla sua forma originaria. La chiesetta è infatti composta da un'unica navata, al termine della quale si trova un'absidiola sopraelevata dal pavimento e divisa dalla navata da due balaustre di pietra. Al centro dell'abside sorge l'altare, un semplice tavolo di legno privo di particolare valore artistico. Il tabernacolo è inserito nella parete dell'abside centralmente, ai suoi lati troviamo due angeli in Chiesetta di S. Biagio (Foto Archivio Comunale) Cascina Pagnana (Foto Archivio Comunale) A TOUR OF THE TOWN THE CHURCH OF SAN BIAGIO Located in Grancino, this church was once surrounded by a small cemetery. Throughout the centuries, the building was administrated directly by the Corsico Parish. Mass was celebrated only on the Feast of San Biagio, and the church building was looked after by a resident of Buccinasco appointed by the parish priest. The fact that only sporadic use was made of the chapel explains its unusual location, even though the enormous changes made in the area over the past decades have without doubt been the primary reason the little church is now situated in such an isolated spot. The absence of a surrounding community does not detract from the church s historical and artistic value, however. The main body of the building and the bell tower are the oldest parts of the church, while the sacristy was added around the year 1604 to create a functional space that would make the architectural structure more complex. The interior has remained almost identical to its original appearance. The church has a single nave, with a small, raised apse at the end of it. The apse is divided from the nave by two stone balustrades. The altar rises in the center of the apse. It is a simple wooden altar without particular artistic value. The tabernacle is set in the center of the wall of the apse, with two plaster 8

16 gesso che reggono un quadro raffigurante San Carlo, che risale ai primi dell'800 circa. Sulla destra è invece posato il fonte battesimale, consistente in un piedistallo in ferro battuto con bacinella in rame. Dalla destra della navata si accede alla piccola sagrestia, di forma quadrata. Al suo interno sono conservati due armadi, uno in ferro e l'altro in legno, destinati ad accogliere tutto il necessario per i servizi di culto. L'edificio ha il tetto a falde con coppi, privo di gronde e pluviali, le pareti portanti sono in muratura a mattoni pieni, con intonaco civile tinteggiato. Testo del Dott. Maiorano. Il Castello (Foto Archivio Associazione Amici di Buccinasco) ITINERARI Il Castello E l edificio più rilevante, anche se versa in condizioni conservative non ottimali. Risalente al XIII secolo, veniva impiegato come residenza per la caccia. Possiede una pregevole loggia e un portico nella sua parte posteriore. Tra gli altri edifici degni di nota nel territorio, ricordiamo la Chiesa dedicata ai Santi Gervasio e Protaso a Romano Banco (oggi non più aperta al culto) e la vicina Chiesa di Santa Maria Assunta. Citiamo anche le recenti costruzioni dedicate a Sant Adele e a Maria Madre della Chiesa. Scuola Laura Conti (Foto Archivio Comunale) Fontana Via Costituzione (Foto Archivio Comunale) angels to the sides, holding a painting of San Carlo Borromeo from the early nineteenth century. The baptismal font is located on the right. It is made of a wrought-iron pedestal with a copper basin. One enters the small, square sacristy on the right of the nave. Two old cupboards are preserved in the sacristy. One is made of iron and the other of wood, and they hold the necessary vessels and furnishings for the celebration of mass. The church has a pitched roof with tiles, without eaves or spoutings. The main walls are made of brickwork, with whitewashed plaster. BUCCINASCO CASTLE This is Buccinasco s most important old building, although it is not in the best condition. It dates back to the thirteenth century, when it was used as a hunting lodge. There is a fine loggia and a portico on the back of the building. Among the other buildings worth visiting in the Municipality of Buccinasco is the church dedicated to San Gervasio and San Protasio at Romano Banco (which is no longer open for worship), and the nearby Church of Santa Maria Assunta. The recently built churches dedicated to Sant Adele and to Santa Maria Madre della Chiesa are also very interesting. 9

17 di Salvatore Margiotta & C. mazara pesce Buccinasco (Milano) - Via della Resistenza, 56/E Tel Fax Cell Cell

18 Gastronomia Busecca Ingredienti per 4 persone: 1,2 Kg di trippa mista di vitello, 300 gr circa di coda di manzo, 200 gr di polpa di pomodoro, 100 gr di fagioli borlotti, 200 gr di parmigiano, 50 gr di burro, 50 gr di lardo, 2 cipolle tagliate, sedano a pezzettini, 1 carota a fettine, 4 foglie di salvia, pane francese a fette, sale. Preparazione Lavate la trippa e, dopo averla fatta asciugare, tagliatela a fettine. Rosolate le cipolle con lardo e burro, quindi versatevi la trippa. Fate soffriggere per una decina di minuti, quindi aggiungetevi acqua in modo da formare una zuppa leggermente densa. Unite il manzo, il sedano, le carote, i fagioli, la salvia e la polpa di pomodoro. Salate e fate cuocere a fuoco lento per due ore e mezzo con il coperchio. Servite in piatti fondi, nei quali avrete adagiato alcune fette di baguette francese, con abbondante formaggio. Risotto alla Milanese Ingredienti per 4 persone: 400 gr di riso vialone, 1 litro e 1/2 di brodo di manzo, 150 gr di burro, 1 cipolla, zafferano, vino bianco. Preparazione Fate rosolare la cipolla in 100 gr di burro. Quando si sarà imbiondita aggiungete il riso e lasciatelo tostare. Versatevi il vino, facendolo evaporare, quindi aggiungete lo zafferano. Cominciate ad aggiungere mestoli di brodo caldo sul riso e portatelo a cottura. Mantecate con il burro rimasto e abbondante formaggio prima di servire. GASTRONOMIA Ariosto S.p.A. Via A. Grandi, Buccinasco (MI) Tel Fax

19 12

20 TRADITIONAL RECIPES BUSECCA (Serves 4) Ingredients: 1.2 kg. veal tripe, 300 gr. beef tail, 200 gr. chopped tomatoes, 100 gr. pinto beans, 200 gr. Parmigiano-Reggiano cheese, 50 gr. butter, 50 gr. pork fat, 2 chopped onions, diced celery, 4 sage leaves, salt, and sliced French bread. Preparation: Wash the tripe, dry it, and cut it into strips. Brown the onions with the pork fat and butter. Add the tripe. Sauté for about ten minutes, and add enough water to make a slightly thick soup. Add the beef, celery, carrots, beans, sage, tomatoes, and salt. Cover, and cook over low heat for two and a half hours. Serve in soup bowls with several slices of French bread in each bowl, and plenty of Parmigiano- Reggiano cheese. RISOTTO ALLA MILANESE (Serves 4) Ingredients: 400 gr. Vialone rice, 1 and 1/2 liters beef broth, 150 gr. butter, 1 onion, saffron, white wine. Preparation: Brown the onion in 100 gr. of butter. Add the rice and toast it. Add the wine, and allow to evaporate. Add the saffron. Add a little hot broth to the rice and stir. Cook until the rice is tender, adding broth as necessary and stirring constantly. Add the remaining butter and plenty of grated Parmigiano- Reggiano cheese before serving. T & T RESTAURO MOBILI Gudo Gambaredo Buccinasco Tel Ossibuchi alla Milanese Ingredienti per 4 persone: 4 ossibuchi di vitello, farina, 100 gr di burro, 50 gr di pancetta a cubetti, 2 pomodori, 1 carota, 1 cipolla, sedano, vino bianco, prezzemolo, aglio, scorza di limone, sale, pepe. Preparazione Soffriggete in una padella la pancetta e il burro e la pancetta, quindi impanate gli ossibuchi nella farina e disponeteli nel tegame. Lasciate cuocere per alcuni minuti, avendo cura di controllare la cottura da ambo le parti, quindi salate e pepate. Aggiungete il vino bianco e lasciatelo evaporare. Unite le verdure (carote, sedano e cipolla) e quando si saranno imbiondite aggiungete la polpa di pomodoro. Fate andare a fuoco moderato per un ora e un, bagnando la salsa con brodo o acqua. Contemporaneamente preparare la gremolata a base di prezzemolo, aglio e scorza di limone che utilizzerete per coprire gli ossibuchi verso il termine della cottura. GASTRONOMIA RISTORANTE & PIZZERIA CON GIARDINO Via Marconi, 20 - Gudo Gambaredo (MI) Tel Fax chiuso il martedì - Arcangelo Santoro Presidente Delegazione di Buccinasco BAR - TRATTORIA SANTORO AL VENERDÌ SERA SPAGHETTI A MEZZANOTTE (CHIUSO LUNEDÌ) Buccinasco (MI) - Gudo Gambaredo Via Marconi, 6 - Tel

21 COMMERCIO ALL INGROSSO PRODOTTI ORTOFRUTTICOLI PRECONFEZIONATI E SFUSI Buccinasco (Mi) Via della Resistenza, 129 Tel / Fax Azienda certificata SISTEMA QUALITÀ UNI EN ISO mq di spazio totalmente climatizzato Arrivi giornalieri: selezione, controllo e pulizia immediati Confezionamento personalizzato, etichettatura e prezzatura automatizzate Consegne tempestive e con mezzi refrigeranti per tutto il Nord Italia Assoluta garanzia di corrispondenza fra ordine e spedizione 14

22 FIERE Cascina Robbiolo (Foto Archivio Comunale) Fiere e Manifestazioni 3a Domenica di Settembre Festa Patronale Mercatino dell Antiquariato Ogni 2a domenica del mese Via Emilia Mercato Settimanale - mercoledì: Via Bologna - venerdì: Via Garibaldi - sabato: Via Lazio Piscina Comunale (Foto Archivio Comunale) 15

23 Impianti termoidrosanitari in genere Ufficio: Via della Resistenza, BUCCINASCO (MI) Tel Fax

24 17 Ambiente e Inquinamento L ARIA L inquinamento atmosferico è così definito dalla legislazione nazionale (D.P.R. 203/88): ogni modificazione della composizione o stato fisico dell aria dovuta alla presenza nella stessa di una o più sostanze in quantità e con caratteristiche tali da alterare le normali condizioni ambientali e di salubrità dell aria, da costituire pericolo per la salute dell uomo, da compromettere le attività ricreative e da alterare le risorse biologiche e gli ecosistemi ed i beni materiali pubblici e privati. Come salvaguardare l aria. La collaborazione del cittadino si può concretizzare così: 1) controllo del buon funzionamento della caldaia per il riscaldamento, delle dimensioni e dell efficienza della canna fumaria e di altri apparecchi per la combustione 2) bruciatori, caldaie e tecnologie di nuova concezione che tengono conto in definitiva Spurghi - Videoispezioni di norme e soluzioni tese a diminuire l inquinamento 3) depurazioni dei fumi prodotti dalla combustione 4) miglioramento dell efficienza. Per i processi industriali diversi dalla combustione l abbattimento delle emissioni in atmosfera può essere ottenuto modificando i processi stessi agendo a valle con interventi di depurazione; per quanto riguarda l inquinamento urbano, l abbattimento delle emissioni gassose e particelle da autoveicoli si persegue con interventi di tecnologia motoristica, con l introduzione di marmitte catalitiche, benzina a basso tenore o senza zolfo, con l uso di carburanti alternativi alla benzina (metano GPL), con il controllo periodico di gas di scarico degli autoveicoli e con l adozione di misure e correttivi tendenti a ridurre il numero di automezzi in circolazione. L ACQUA La crescita demografica ed i nuovi modelli di sviluppo hanno determinato un forte incremento dei fabbisogni idrici e al tempo stesso un peggioramento della qualità delle risorse idriche. L inquinamento delle acque sotterranee, sfruttate per l alimentazione dei nostri acquedotti, è solamente meno evidente di quello delle acque di superficie, ma certamente non meno dannoso. I principali fattori inquinanti sono da ricercarsi nell uso agricolo di pesticidi, diserbanti o dallo scarico delle deiezioni animali; AMBIENTE Via Forlanini, Buccinasco (MI) Tel /5 - Fax di Remagni Davide - Via Cadorna, 8/ Buccinasco (MI) Creazioni e Manutenzione giardini e terrazzi Potature con autoscala Preventivi gratuiti Tel Cell Fax

La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto!

La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto! La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto! Umido Plastica e Lattine Carta e Cartone Secco non riciclabile Vetro (bianco e colorato) Farmaci scaduti Pile Legno Umido I rifiuti umidi vanno conferiti

Dettagli

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche istruzioni per l uso Raccolta Differenziata Una soluzione alla portata di tutti La produzione di rifiuti è in continuo aumento e deve essere gestita in modo

Dettagli

Raccolta differenziata dei rifiuti nel Quartiere 1 Centro

Raccolta differenziata dei rifiuti nel Quartiere 1 Centro Comune di Padova Assessorato all Ambiente AcegasAps Raccolta differenziata dei rifiuti nel Quartiere 1 Centro Le 3 Zone di raccolta nel Quartiere 1 Centro Tipo di Rifiuto Cosa conferire Cosa non conferire

Dettagli

FATTI FURBO... DIFFERENZIA

FATTI FURBO... DIFFERENZIA Per i comuni del Consorzio Canavesano Ambiente Guida alla raccolta differenziata... FATTI FURBO... DIFFERENZIA anche fatti tu furbo...!!!... e al rispetto dell ambiente DIFFERENZIA ANCHE TU!!! Bastano

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Sede di Rappresentanza: Castello di San Donato in Perano 53013 Gaiole in Chianti (Si) Tel. 0577-744121 Fax 0577-745024 www.castellosandonato.it

Dettagli

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Comune di CORI (Lt) Assessorato all RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO pagina 1 SOMMARIO Premessa... 3 1 Principi generali: Cos è il Compostaggio... 4 2 Cosa mettere nella

Dettagli

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Come ottenere energia rinnovabile e compost dai rifiuti organici Un percorso di educazione ambientale alla scoperta dell impianto di compostaggio

Dettagli

a Colori Campagna di informazione sulla raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta ndustriali S.r.l. UTENZE DOMESTICHE

a Colori Campagna di informazione sulla raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta ndustriali S.r.l. UTENZE DOMESTICHE ervizi. a Colori Campagna di informazione sulla raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta UTENZE DOMESTICHE presentazione Carissimi cittadina /cittadino, torno da te, per raccontarti la nostra esperienza

Dettagli

AD OGNI RIFIUTO LA GIUSTA DIREZIONE. per Lecco e provincia

AD OGNI RIFIUTO LA GIUSTA DIREZIONE. per Lecco e provincia AD OGNI RIFIUTO LA GIUSTA DIREZIONE per Lecco e provincia Sacco VIOLA Frazione secca multimateriale L IMPIANTO DI SELEZIONE DEL SACCO VIOLA I sacchi provenienti dalla raccolta, caricati su un nastro trasportatore,

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Classificazione delle attività economiche nelle categorie TARES sopra i 5000 abitanti

Classificazione delle attività economiche nelle categorie TARES sopra i 5000 abitanti Classificazione delle attività economiche nelle categorie TARES sopra i 5000 abitanti Classe 1 - Musei, biblioteche, scuole, associazioni, luoghi di culto Associazioni o istituzioni con fini assistenziali

Dettagli

CHI L I HA. lo CHIAMAVANO EDIZIONE. Ciò che differenzi oggi, avrà una nuova vita domani INDAGINE SUL RECUPERO DEI RIFIUTI FREQUENTAVA VETRI ROTTI

CHI L I HA. lo CHIAMAVANO EDIZIONE. Ciò che differenzi oggi, avrà una nuova vita domani INDAGINE SUL RECUPERO DEI RIFIUTI FREQUENTAVA VETRI ROTTI 3 EDIZIONE dati 2012 CHI L I HA Ciò che differenzi oggi, avrà una nuova vita domani INDAGINE SUL RECUPERO DEI RIFIUTI NASCONDE UN IDENTITÀ PLASTICA FREQUENTAVA VETRI ROTTI si spacciava per una lattina

Dettagli

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO C O M U N E D I R O V E R B E L L A Via Solferino e San Martino, 1 46048 Roverbella Tel. 0376/6918220 Fax 0376/694515 PEC PROTOCOLLO : roverbella.mn@legalmail.it RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI

Dettagli

Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci.

Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci. UNIONE DEI COMUNI Agugliano Camerata Picena Offagna Polverigi Santa Maria Nuova Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci. Raccolta differenziata porta a porta. A.T.I. Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci.

Dettagli

Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani

Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani Utenze domestiche Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani Fare la raccolta differenziata In provincia di Modena, ogni giorno produciamo 1,75 chili di rifiuti a testa. Fare la raccolta differenziata

Dettagli

Requisiti minimi e criteri per il rilascio delle autorizzazioni sanitarie temporanee.

Requisiti minimi e criteri per il rilascio delle autorizzazioni sanitarie temporanee. Requisiti minimi e criteri per il rilascio delle autorizzazioni sanitarie temporanee. Sono definite temporanee tutte quelle manifestazioni quali Sagre, Feste Campestri ecc. aperte al pubblico, in cui,

Dettagli

COMUNE DI RUFFANO. - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE

COMUNE DI RUFFANO. - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE COMUNE DI RUFFANO - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE approvato con Deliberazione del Commissario Straordinario con i poteri del Consiglio Comunale

Dettagli

Risanamento delle tubazioni dall interno

Risanamento delle tubazioni dall interno La soluzione di oggi per le tubazioni di ieri: Risanamento delle tubazioni dall interno Costi inferiori fino al 50% niente demolizioni, niente sporco, niente macerie nessuna interruzione nella gestione

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali -

Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali - Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali - (tratto dalla relazione di Martino Buzzi del 17.09.06) Lo stagno: un angolo di natura Avere uno stagno nel proprio

Dettagli

COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA

COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA E composta dalla sigla CE e, nel caso un Organismo Notificato debba intervenire nella fase del controllo della produzione, contiene anche il numero d identificazione

Dettagli

Prodotti di cui ti puoi fidare

Prodotti di cui ti puoi fidare Prodotti di cui ti puoi fidare Vogliamo offrirti alimenti di buona qualità a prezzi bassi, prodotti in modo responsabile. Stiamo lavorando in tutte le parti della catena alimentare, dalla fattoria al negozio

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20

VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20 MOD.COM/VIT COMUNE di VILLAGGI TURISTICI Comunicazione dell attrezzatura e dei prezzi per l anno 20 1 SEMESTRE (scrivere a macchina o in stampatello) 2 SEMESTRE 01 Denominazione del Villaggio Turistico

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

Imballaggio primario. Imballaggio secondario. Imballaggio terziario. Funzioni primarie dell imballaggio

Imballaggio primario. Imballaggio secondario. Imballaggio terziario. Funzioni primarie dell imballaggio ALTO BELICE AMBIENTE S.p.A. Cos'è l'imballaggio L uomo ha sempre fatto uso di contenitori e già 3500 anni fa le popolazioni egizie immagazzinavano e trasportavano unguenti, oli e vino in contenitori di

Dettagli

L ECO-UFFICIO. Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio

L ECO-UFFICIO. Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio Comune di Udine L ECO-UFFICIO Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio Efficienza energetica: di necessità virtù L efficienza energetica non è semplice risparmio: è riduzione del consumo di

Dettagli

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI Art. 1 Oggetto del capitolato Il presente appalto prevede: la

Dettagli

Esercitazione pratica di cucina N 11

Esercitazione pratica di cucina N 11 Esercitazione pratica di cucina N 11 Millefoglie di grana Con funghi porcini trifolati alla nepitella --------------------------------- Timballo di anelletti Siciliani al Ragù ---------------------------------

Dettagli

glazer union soluzioni per il rispetto delle norme HACCP nel settore alimentare

glazer union soluzioni per il rispetto delle norme HACCP nel settore alimentare CHE COS'È L'HACCP? Hazard Analysis and Critical Control Points è il sistema di analisi dei rischi e di controllo dei punti critici di contaminazione per le aziende alimentari. Al fine di garantire la completa

Dettagli

FAC SIMILE PER LA NOTIFICA AI SENSI ART.67 DEL D.LGS.R DEL 09/04/2008 N. 81

FAC SIMILE PER LA NOTIFICA AI SENSI ART.67 DEL D.LGS.R DEL 09/04/2008 N. 81 CARTA SEMPLICE FAC SIMILE PER LA NOTIFICA AI SENSI ART.67 DEL D.LGS.R DEL 09/04/2008 N. 81 ALL A.S.L. N. CN2 ALBA BRA DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE Servizio Prevenzione Sicurezza Ambienti di Lavoro Via Vida

Dettagli

F10101 Autovetture Compresi ricambi e materiali di consumo. F10201 Veicoli Commerciali Pesanti (autotelaio) Compresi ricambi e materiali di consumo

F10101 Autovetture Compresi ricambi e materiali di consumo. F10201 Veicoli Commerciali Pesanti (autotelaio) Compresi ricambi e materiali di consumo BARRARE CATEGORIA DI INTERESSE CATEGORIA ISCRIZIONE DESCRIZIONE NOTE VEICOLI F10101 Autovetture F10201 Veicoli Commerciali Pesanti (autotelaio) F10301 Veicoli Commerciali Leggeri (autotelaio) F10501 Macchine

Dettagli

TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI. Art. 1 - Oggetto del regolamento

TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI. Art. 1 - Oggetto del regolamento TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 - Oggetto del regolamento 1. Il presente regolamento ha per oggetto la disciplina dei servizi di raccolta, trasporto e conferimento a smaltitori finali dei rifiuti

Dettagli

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ LE SOLUZIONI AMBIENTALI INTEGRATE DI UN GRUPPO LEADER SOLYECO GROUP ha reso concreto un obiettivo prezioso: conciliare Sviluppo e Ambiente. Questa è la mission

Dettagli

Settori. Personale qualificato. Chi siamo

Settori. Personale qualificato. Chi siamo Settori Pubblico Pulizia di edifici di Pubbliche amministrazioni seguendo le richieste indicate nei capitolati d oneri, controllate inoltre delle specifiche norme UNI EN ISO 9001 e SA8000. Privato personalizzati

Dettagli

Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro

Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro Saint-Gobain, attraverso i suoi marchi, sviluppa e produce nuove generazioni di materiali con un approccio moderno e completo al mercato delle costruzioni:

Dettagli

VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO

VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO Conserve: verdure sott'olio e sott'aceto VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO Le verdure non possono essere conservate semplicemente sott'olio: infatti, non hanno sufficiente acidità per scongiurare il pericolo

Dettagli

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 COMUNE DI TERRALBA (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 Ordinanza Sindacale n. 41/2012 Prot. n. 12292 ORDINANZA SINDACALE (Adozione misure

Dettagli

ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico

ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico ALLEGATO A ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico A) SOPRALLUOGHI, VISITE TECNICHE, VERIFICHE DI IMPIANTI A.1) Sopralluogo ed esame

Dettagli

AUTOCALCOLO ONERI RELATIVI ALLA PRATICA DI:

AUTOCALCOLO ONERI RELATIVI ALLA PRATICA DI: COMUNE DI FINALE EMILIA (Provincia di Modena) P.zza Verdi, 1 41034 Finale Emilia (Mo) Tel. 0535-788111 fa 0535-788130 Sito Internet: www.comunefinale.net SERVIZIO URBANISTICA E EDILIZIA PRIVATA AUTOCALCOLO

Dettagli

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale CIRCOLAZIONE NATURALE NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale 1964 2014 Immergas. Una lunga storia alle spalle, insegna a guardare in avanti. Il 5 febbraio del 1964, Immergas nasceva dal

Dettagli

Divieto di commercializzazione dei sacchetti non biodegradabili e compostabili

Divieto di commercializzazione dei sacchetti non biodegradabili e compostabili Divieto di commercializzazione dei sacchetti non biodegradabili e compostabili Vademecum operativo Con la pubblicazione in Gazzetta ufficiale della legge 11 agosto 2014, n. 116 che converte il Dl 91/2014,

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI In base alla Deliberazione del Direttore Generale n. 312 del 18 ottobre 2012 si è provveduto all istituzione e disciplina dell Albo dei Fornitori dell

Dettagli

L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS.

L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS. SMS: usali per raggiungere i tuoi contatti... con un click! Guida pratica all utilizzo degli sms pubblicitari L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS. 2 SMS: usali

Dettagli

Guida alla nuova raccolta differenziata per la città di Como

Guida alla nuova raccolta differenziata per la città di Como Guida alla nuova raccolta differenziata per la città di Como www.apricaspa.it www.comune.como.it COMUNE DI COMO 1 2 Indice Insieme verso il 6 5% di raccolta differenziata pag. 4 Perché fare la raccolta

Dettagli

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11 AL SUPERMERCATO Che cosa ci serve questa settimana? Un po di tutto; per cominciare il pane. Sì, prendiamo due chili di pane. Ci serve anche il formaggio. Sì, anche il burro. Prendiamo 3 etti di formaggio

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE RISORSE ENERGETICHE : ALTERNATIVE E SUGGERIMENTI. Isitip Verrés sede Pont-Saint-Martin AS 2006/07

QUESTIONARIO SULLE RISORSE ENERGETICHE : ALTERNATIVE E SUGGERIMENTI. Isitip Verrés sede Pont-Saint-Martin AS 2006/07 QUESTIONARIO SULLE RISORSE ENERGETICHE : ALTERNATIVE E SUGGERIMENTI Isitip Verrés sede Pont-Saint-Martin AS 2006/07 Sezione A: Che cosa sappiamo delle risorse energetiche? Sono risorse energetiche non

Dettagli

Aiuto alla compilazione del modulo Caratteristiche dell edificio

Aiuto alla compilazione del modulo Caratteristiche dell edificio Aiuto alla compilazione del modulo Caratteristiche dell edificio Edificio Ai sensi dell art. 3 del ordinanza sul Registro federale degli edifici e delle abitazioni, l edificio è definito come segue: per

Dettagli

RISORSE ENERGETICHE AREA 9 FONTI DI ENERGIA DA DOVE PROVIENE L ENERGIA? 10/12/2013 COME SFRUTTIAMO L ENERGIA DEL SOLE?

RISORSE ENERGETICHE AREA 9 FONTI DI ENERGIA DA DOVE PROVIENE L ENERGIA? 10/12/2013 COME SFRUTTIAMO L ENERGIA DEL SOLE? RISORSE ENERGETICHE ENERGIA 2 AREA 9 FONTI DI ENERGIA E INDISPENSABILE ALLA VITA SULLA TERRA ELEMENTO INDISPENSABILE PER SVILUPPO SOCIALE ED ECONOMICO FINO AD ORA: CONTINUO INCREMENTO DI PRODUZIONE E CONSUMO

Dettagli

OPERE INTERNE (art. 9 L.R. 37/85)

OPERE INTERNE (art. 9 L.R. 37/85) timbro protocollo AL RESPONSABILE Area delle Politiche Infrastrutturali e del Territorio DEL COMUNE DI SPADAFORA (ME) OPERE INTERNE (art. 9 L.R. 37/85) OGGETTO: Comunicazione opere interne ai sensi dell

Dettagli

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO Consigli e trucchi da esperti del settore IN QUESTA GUIDA: I. COME ORGANIZZARE UN TRASLOCO II. PRIMA DEL TRASLOCO III. DURANTE IL TRASLOCO IV. DOPO IL TRASLOCO V. SCEGLIERE

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR Indice degli articoli Art. 1 Definizioni...2 Art. 2 Oggetto ed ambito di applicazione...2 Art. 3 Deroghe al divieto di circolazione

Dettagli

ASSISTENZA GARANTITA. 10 anni

ASSISTENZA GARANTITA. 10 anni ASSISTENZA ESTRATTO DELLE CONDIZIONI DI SERVIZIO Il presente documento costituisce un estratto delle Condizioni di Servizio, il cui testo integrale è depositato presso la sede legale del contraente, oppure

Dettagli

CHECK UP AMBIENTALE DELLE IMPRESE DEL SETTORE TURISTICO

CHECK UP AMBIENTALE DELLE IMPRESE DEL SETTORE TURISTICO CHECK UP AMBIENTALE DELLE IMPRESE DEL SETTORE TURISTICO La gestione ambientale di una struttura turistica prevede di porre sotto controllo, gestire e ridurre gli impatti ambientali legati al ciclo di vita

Dettagli

DEM8.5/10. Istruzioni per l uso...pag. 2. Use and maintenance manual...pag. 11. Mode d emploi et d entretien...pag. 20. Betriebsanleitung...pag.

DEM8.5/10. Istruzioni per l uso...pag. 2. Use and maintenance manual...pag. 11. Mode d emploi et d entretien...pag. 20. Betriebsanleitung...pag. DEM8.5/10 Istruzioni per l uso............pag. 2 Use and maintenance manual....pag. 11 Mode d emploi et d entretien.....pag. 20 Betriebsanleitung.............pag. 29 Gebruiksaanwijzing..............pag.

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

L'ATTESTAZIONE DELLA CONFORMITA' DELL'OPERA AL PROGETTO PRESENTATO E SUA AGIBILITA' ( Ai sensi dell'art.10 del D.P.R. 07/09/2010 n.

L'ATTESTAZIONE DELLA CONFORMITA' DELL'OPERA AL PROGETTO PRESENTATO E SUA AGIBILITA' ( Ai sensi dell'art.10 del D.P.R. 07/09/2010 n. Spazio riservato al Servizio Urbanistica AGIBILITA' n del L'ATTESTAZIONE DELLA CONFORMITA' DELL'OPERA AL PROGETTO PRESENTATO E SUA AGIBILITA' ( Ai sensi dell'art.10 del D.P.R. 07/09/2010 n.160 ) l sottoscritt...

Dettagli

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI Introduzione Le dimensioni delle cabine degli ascensori debbono rispettare valori minimi stabiliti dalle normative vigenti,

Dettagli

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI Gli aggiornamenti più recenti Proroga dell agevolazione al 31 dicembre 2015 I quesiti più frequenti aggiornamento aprile 2015 ACQUISTI AGEVOLATI IMPORTO DETRAIBILE MODALITA

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

l esclusivo sistema per la diluizione ed il dosaggio dei prodotti ultraconcentrati

l esclusivo sistema per la diluizione ed il dosaggio dei prodotti ultraconcentrati CATALOGO EXA l esclusivo sistema per la diluizione ed il dosaggio dei prodotti ultraconcentrati + pratico + sicuro + economico + ecologico 3 edizione Azienda Certificata ISO 9001 e ISO 14001 IL SISTEMA

Dettagli

SVILUPPO SOSTENIBILE L ETICHETTA ENERGETICA

SVILUPPO SOSTENIBILE L ETICHETTA ENERGETICA SVILUPPO SOSTENIBILE L ETICHETTA ENERGETICA 24 2 Sommario Perché questo opuscolo 3 Il benessere sostenibile e i consumi delle famiglie italiane 4 Le etichette energetiche 5 La scheda di prodotto 9 L etichetta

Dettagli

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF 5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF Ecco un elenco esemplificativo di interventi ammissibili a fruire della detrazione Irpef. In ogni caso, deve essere verificata la conformità

Dettagli

Oppure si lavorava l argilla con il tornio (figg. 4 5).

Oppure si lavorava l argilla con il tornio (figg. 4 5). Ceramica Nell antichità il vaso non era un semplice un semplice oggetto utile nella vita quotidiana, ma era anche merce di scambio. Il lavoro del vasaio, inizialmente era collegato alle stagioni e dunque

Dettagli

QUADRO GENERALE DELLE PARTICELLE CATASTALI RICADENTI NELLA PERIMETRAZIONE DELLA VARIANTE AL PIANO PARTICOLAREGGIATO DELL'AREA COLLINARE

QUADRO GENERALE DELLE PARTICELLE CATASTALI RICADENTI NELLA PERIMETRAZIONE DELLA VARIANTE AL PIANO PARTICOLAREGGIATO DELL'AREA COLLINARE QUADRO GENERALE DELLE PARTICELLE CATASTALI RICADENTI NELLA PERIMETRAZIONE DELLA VARIANTE AL PIANO PARTICOLAREGGIATO DELL'AREA COLLINARE foglio mappale dimensione in mq 23 42 1.388 mq 23 35 1.354 mq 23

Dettagli

COMPOSTAGGIO DOMESTICO

COMPOSTAGGIO DOMESTICO PROGETTO DI INCENTIVAZIONE AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO DA ATTUARSI NEI COMUNI DI ABETONE, CUTIGLIANO, MARLIANA, PESCIA, PITEGLIO SAMBUCA PISTOISE, SAN MARCELLO PISTOIESE A cura di: APRILE 2008 PREMESSA Il

Dettagli

TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI

TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI PRANZO PRIMA SETTIMANA LUNEDI': MARTEDI': MERCOLEDI': GIOVEDI': VENERDI': PASTA AL

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

TITOLO I Ambito di applicazione. TITOLO II Disposizioni generali.

TITOLO I Ambito di applicazione. TITOLO II Disposizioni generali. Regolamento d uso del verde Adottato dal Consiglio Comunale nella seduta del 17.7.1995 con deliberazione n. 173 di Reg. Esecutiva dal 26.10.1995. Sanzioni approvate dalla Giunta Comunale nella seduta del

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA 1.1. ) ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA Largo Arrigo VII, 5-00153 Roma (Italia) ; centralino 06/5717621;

Dettagli

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO 1 2. Economia e società nel mondo romano-germanico. ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO mondo romano germanico mondo bizantino mondo arabo Cartina 1 UN MONDO CON MOLTI BOSCHI, POCHI UOMINI E

Dettagli

Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche

Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche Schede rilievo SCHEDA RILIEVO BARRIERE ARCHITETTONICHE SPAZI - strade Vinci Toiano CENTRO ABITATO Sant

Dettagli

Il trattamento dell acqua per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici

Il trattamento dell acqua per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici Il trattamento dell acqua per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici 12 Giugno 2014 Stefano Bonfanti Product Manager - Cillichemie Italiana S.r.l. L azienda n.2 Sedi n.47 Agenti

Dettagli

E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro

E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro E se domani, d'improvviso, non esistessero più gli artigiani? Una macchina

Dettagli

S.C. Igiene degli alimenti di origine animale. Requisiti igienico-sanitari applicati al settore della pesca

S.C. Igiene degli alimenti di origine animale. Requisiti igienico-sanitari applicati al settore della pesca Requisiti igienico-sanitari applicati al settore della pesca La Spezia 20 ottobre 2009 Requisiti : Strutturali (Strutture ed attrezzature) Funzionali Requisiti strutturali : n Applicabili a tutte le imbarcazioni

Dettagli

EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER

EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER Da oggi Michelle Hunziker è la nuova testimonial di quello che è considerato il Re dei formaggi svizzeri, l Emmentaler

Dettagli

PROFILO AZIENDALE. Dal 1995 Lips Vago conferisce l incarico in esclusiva anche per la regione Marche.

PROFILO AZIENDALE. Dal 1995 Lips Vago conferisce l incarico in esclusiva anche per la regione Marche. ARCAE s.a.s. di Galli Patrizio & C. - Viale A. Silvani, 10/G - 40122 BOLOGNA Tel. 051 55 44 50 - Fax 051 52 02 54 E - mail: info@arcae.it - Internet: www.arcae.it Partita IVA: 04169300375 - C.C.I.A.A.

Dettagli

RILEVAZIONE STATISTICA DEI PERMESSI DI COSTRUIRE, DIA,EDILIZIA PUBBLICA (DPR 380/2001, art. 7) SISTEMA STATISTICO NAZIONALE

RILEVAZIONE STATISTICA DEI PERMESSI DI COSTRUIRE, DIA,EDILIZIA PUBBLICA (DPR 380/2001, art. 7) SISTEMA STATISTICO NAZIONALE RILEVAZIONE STATISTICA DEI PERMESSI DI COSTRUIRE, DIA,EDILIZIA PUBBLICA (DPR 380/2001, art. 7) SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODELLO ISTAT/PDC/NRE

Dettagli

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE l originale www.casadelcammino.it for SI RINGRAZIANO IN MODO

Dettagli

COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova. progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci * * *

COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova. progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci * * * COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci ina 1 L Amministrazione comunale di Ronco Scrivia (provincia di Genova) intende integrare la dotazione

Dettagli

SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf

SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf OGGETTO: Organizzazione Zona a Traffico Limitato Centro storico IL SINDACO Premesso che, per fronteggiare le

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE GOVERNO QUOTIDIANO DEGLI ANIMALI

MANUALE DI GESTIONE GOVERNO QUOTIDIANO DEGLI ANIMALI MANUALE DI GESTIONE Breve descrizione del canile (fabbricati: box, locali accessori). Modalità di approvvigionamento idrico e smaltimento reflui animali. Individuazione responsabile generale (titolare)

Dettagli

PRESENT past A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E

PRESENT past A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E past PRESENT A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E Anni di esperienza e di tradizione nel settore dell edilizia, sono le nostre più care prerogative per offrire sempre il meglio

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. Universita Telematica UNIVERSITAS MERCATORUM REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. 125, COMMA 12 DEL D.L.VO

Dettagli

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Informativa ONB Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate INDICE 1 Premessa... 2 2 Soggetti beneficiari... 2 3 Ambito oggettivo

Dettagli

Presentazione format Konopizza per nuove aperture Punti Vendita ITALIA.

Presentazione format Konopizza per nuove aperture Punti Vendita ITALIA. Presentazione format Konopizza per nuove aperture Punti Vendita ITALIA. In che cosa consiste il nostro format? Il cono è l attore protagonista di tutte le formule Konopizza diventando un ottimo contenitore

Dettagli

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U.

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. DISCIPLINA DEI LIMITI E DEI RAPPORTI RELATIVI ALLA FORMAZIONE DI NUOVI STRUMENTI URBANISTICI

Dettagli

ELEMENTII DII TECNIICA DEL CONTROLLO AMBIIENTALE. ISTITUTO UNIVERSITARIO DI ARCHITETTURA DI VENEZIA Laboratori di Progettazione Architettonica

ELEMENTII DII TECNIICA DEL CONTROLLO AMBIIENTALE. ISTITUTO UNIVERSITARIO DI ARCHITETTURA DI VENEZIA Laboratori di Progettazione Architettonica ISTITUTO UNIVERSITARIO DI ARCHITETTURA DI VENEZIA Laboratori di Progettazione Architettonica ELEMENTII DII TECNIICA DEL CONTROLLO AMBIIENTALE PROF.. GIIANCARLO ROSSII PARTE SECONDA 1 INTRODUZIONE TIPOLOGIE

Dettagli

Città di Spinea Provincia di Venezia

Città di Spinea Provincia di Venezia Città di Spinea Provincia di Venezia APPALTO: servizio di pulizia interna uffici comunali 2013 2014 AFFIDAMENTO: da appaltare REDATTO DA REVISIONE N. DATA APPROVATO DA 1 SOMMARIO 1. SEZIONE DESCRITTIVA...

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli

Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico

Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico Marco Glisoni Maria Lisa Procopio Incontro formativo Progetto APE settembre 2014 Il Piano d Azione Nazionale per il GPP Piano d azione per la

Dettagli

Legionella pneumophila: impianti e punti a maggior rischio di colonizzazione e tecniche di prevenzione

Legionella pneumophila: impianti e punti a maggior rischio di colonizzazione e tecniche di prevenzione «Ispezione tecnica: l analisi degli impianti aeraulici» Legionella pneumophila: impianti e punti a maggior rischio di colonizzazione e tecniche di prevenzione Cillichemie Italiana Dott. Marco D Ambrosio

Dettagli

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO COMUNE DI CANZO COMUNE DI CASTELMARTE COMUNE DI EUPILIO COMUNE DI LONONE AL SERINO COMUNE DI PROSERPIO COMUNE DI PUSIANO L AUDIT ENERETICO DELI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERETICO Una politica energetica

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

ISTITUTO AUTONOMO PER LE CASE POPOLARI

ISTITUTO AUTONOMO PER LE CASE POPOLARI ISTITUTO AUTONOMO PER LE CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI CASERTA SETTORE TECNICO UFFICIO PROGETTAZIONE INTERVENTI E.R.S. E M.O. LAVORI DI MANUTENZIONE ORDINARIA EDILE ELENCO PREZZI UNITARI RESP. UFFICIO

Dettagli