CONTRATTAZIONE D ISTITUTO

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CONTRATTAZIONE D ISTITUTO"

Transcript

1 Istituto Comprensivo Assisi 2 Piazza M. L. King S. Maria degli Angeli Tel. 075/ Fax. 075/ E mail: Sito web: CONTRATTAZIONE D ISTITUTO ART. 6 C. C. N. L ANNO SCOLASTICO 2013/2014 Il giorno 28 Gennaio 2014 alle ore 9,00 presso l Istituto Comprensivo Assisi 2, P.zza Martin Luther Santa Maria degli Angeli (PG), fra il Dirigente Scolastico Dott.ssa DEBORA SIENA in rappresentanza dell Istituto Comprensivo Assisi 2 di Assisi e la R. S. U. composta da: - POTALIVO GIOVANNA DOCENTE Scuola Primaria - GRISANTI FAUSTA DOCENTE Scuola Sec. I grado - MANINI MILVIA Assistente Amministrativa si conviene e si stipula quanto segue: Art. 1 CAMPO DI APPLICAZIONE, DECORRENZA E DURATA - Il presente contratto viene predisposto sulla base ed entro i limiti previsti dal CCNL del comparto scuola 2006/2009 e dalla normativa vigente entro il 30 novembre di ogni anno e non appena il MIUR ha comunicato all Istituzione Scolastica i finanziamenti relativi al F.I. per l a.s. di riferimento. - Le disposizioni contenute si applicano al personale docente e ATA assunto a tempo indeterminato e determinato in servizio presso questo Istituto scolastico. - Gli effetti decorrono dalla data di sottoscrizione e conservano validità fino alla sottoscrizione di un successivo accordo decentrato in materia. 1

2 - Resta comunque salva la possibilità di modifiche e/o integrazioni qualora lo si ritenga opportuno e, comunque, a seguito di innovazioni legislative e/o contrattuali. A richiesta di una delle parti negoziali si può dar luogo alla rinegoziazione totale o parziale del presente Contratto. A tale fine le parti si incontreranno entro 7 giorni dalla richiesta scritta avanzata da parti sindacali o dal Dirigente scolastico. - Rispetto a quanto non espressamente indicato nel presente contratto, la normativa di riferimento primaria in materia è costituita dalle norme legislative e contrattuali vigenti. - Entro cinque giorni dalla sottoscrizione, il dirigente scolastico trasmette copia integrale del presente contratto alle parti sindacali e provvede all affissione all albo nelle bacheche sindacali della scuola e nel sito Web della scuola. - Il presente contratto sostituisce integralmente il precedente. - La parte relativa all impiego delle risorse finanziarie riferite al fondo dell istituzione scolastica ha validità per l a. s. 2013/2014 in relazione alla disponibilità delle risorse. Art. 2 CRITERI E MODALITA DI APPLICAZIONE DEI DIRITTI SINDACALI Il sistema delle relazioni sindacali di istituto, nel rispetto dei reciproci ruoli, persegue l obiettivo di contemperare l interesse professionale dei lavoratori con l esigenza di migliorare l efficacia del servizio. Le relazioni sindacali sono improntate alla correttezza e trasparenza dei comportamenti delle parti. I modelli relazionali si realizzano attraverso i seguenti strumenti: a) informazione preventiva e successiva: attraverso specifici incontri ed esibizione della relativa documentazione; b) contrattazione integrativa d istituto; attraverso la sottoscrizione dei contratti aventi per oggetto le materie previste dal CCNL 29/11/07. Su specifiche materie, al fine di approfondirne i contenuti, saranno attivati momenti di confronto. a) L INFORMAZIONE PREVENTIVA riguarda: - le proposte di formazione delle sezioni/classi e di determinazione degli organici dell Istituzione Scolastica. - Il piano delle risorse complessive per il salario accessorio, ivi comprese quelle di fonte non contrattuale (sarà il Direttore a fornire i dati al Dirigente, ricavandoli dal programma annuale e da eventuali schede illustrative finanziarie e pluriennali nonché, con l'introduzione del cedolino unico, dall'assegnazione virtuale); - I criteri di attuazione dei progetti nazionali, europei e territoriali; - I criteri per la fruizione dei permessi per l'aggiornamento; 2

3 - L'utilizzazione dei servizi sociali; - I criteri di individuazione e le modalità di utilizzazione del personale in progetti derivanti da specifiche disposizioni legislative, nonché da convenzioni, intese o accordi di programma stipulati dalla singola istituzione scolastica o dall'amministrazione scolastica periferica con altri enti e istituzioni; - Le determinazioni dirigenziali per l'organizzazione degli uffici e quelle inerenti alla gestione dei rapporti di lavoro. b) L'INFORMAZIONE SUCCESSIVA è stata ridotta a due soli contenuti: - I nominativi del personale utilizzato nelle attività e progetti retribuiti con il fondo d'istituto (solo le iniziali dei nominativi e le ore attribuite) come da organigramma prot.5709/b18 del 19/10/ La verifica dell'attuazione della contrattazione integrativa d'istituto sull'utilizzo delle risorse (sarà cura del Dirigente - coadiuvato dal Direttore - fornire un prospetto riepilogativo di tutte le attività che si era previsto di retribuire, di quelle remunerate e le relative differenze). c) PROCEDURE DELLE RELAZIONI SINDACALI - Il Dirigente Scolastico concorda con la RSU le modalità e il calendario per lo svolgimento degli incontri inerenti alle relazioni sindacali; in ogni caso, la convocazione della RSU e delle OO. SS. territoriali va effettuata con comunicazione formale da parte del Dirigente scolastico con almeno 5 giorni di anticipo con atto scritto e deve indicare la data e l ora nonché individuare con chiarezza le tematiche da trattare. - Nelle convocazioni devono essere specificate le modalità per l acquisizione dell eventuale materiale d informazione preliminare. - Sulle materie che incidono sull ordinato e tempestivo avvio dell anno scolastico, tutte le procedure devono concludersi in tempi congrui, al fine di assicurare sia il regolare inizio delle lezioni sia la necessaria informazione agli allievi ed alle loro famiglie, salvo diverse disposizioni dei superiori uffici. - La richiesta di avvio della contrattazione può essere presentata dal Dirigente o da almeno un soggetto avente titolo a partecipare al tavolo negoziale, che si apre entro 10 giorni dalla richiesta formale. - Il Dirigente Scolastico formalizza la propria proposta contrattuale in tempi congrui con l inizio dell anno scolastico e comunque entro 10 giorni lavorativi dall inizio della trattativa. - Durante l intera fase della contrattazione le parti non assumono iniziative unilaterali né azioni dirette sui temi trattati, fatta salva la necessità per l amministrazione di procedere ad adempimenti di particolare urgenza, previa informazione alla RSU e ai rappresentanti delle OO. SS. ammessi al tavolo negoziale. 3

4 - I contratti o gli accordi sottoscritti saranno affissi all albo della RSU ed a quello sindacale. Il Dirigente ne curerà altresì l affissione all albo pretorio e nel sito dell Istituzione Scolastica. d) CONTROVERSIE - In caso di controversie sull interpretazione dei contratti integrativi di istituto, le parti che li hanno sottoscritti, entro 10 giorni dalla richiesta di una di esse, s incontrano per definire consensualmente il significato della clausola controversa. - Qualora non si raggiunga l accordo le parti possono ricorrere alle sedi di raffreddamento del conflitto a livello regionale (n. d. r. : se istituite ai sensi dell art. 4, comma 3 lettera c, seconda linea del CCNL). e) ALBO SINDACALE - La RSU e le OO. SS. rappresentative hanno diritto ad utilizzare un apposito albo in ogni sede dell istituzione scolastica per affiggere comunicati di interesse sindacale e del lavoro, materiale inerente l attività svolta, pubblicazioni, testi. - La bacheca è allestita in luogo accessibile e visibile nella sede centrale dell Istituzione e nei vari plessi. - La RSU e i rappresentanti sindacali formalmente accreditati dalle rispettive OO. SS. esercitano il diritto di affissione, assumendosi la responsabilità su quanto affisso. - Sarà cura dell amministrazione affiggere all albo il materiale inviato dalle OO.SS. - f) ATTIVITA SINDACALE - Alla RSU spettano permessi retribuiti per un monte ore annuale, per anno scolastico, pari a 25 minuti e trenta secondi per dipendente in servizio a tempo indeterminato, compreso il personale utilizzato ed in assegnazione provvisoria con esclusione dei supplenti annuali (art. 8 CCNQ 7/8/98). Il Dirigente scolastico comunica alla RSU il monte ore spettante. La RSU decide come utilizzare i permessi per le attività che intende svolgere durante l anno. - Il lavoratore comunica per iscritto al Dirigente scolastico la volontà di fruire del permesso sindacale almeno 24 ore prima (art. 23 L. 300/70), e non è tenuto a presentare alcuna certificazione (art CCNQ 7/8/98). - L utilizzazione per permessi, rappresentando l esercizio di un diritto, prescinde dalla compatibilità con le esigenze di servizio. - Per l esercizio delle prerogative sindacali è consentito ai componenti della RSU: o Comunicare con il personale della scuola o L uso gratuito del telefono, del fax, della fotocopiatrice 4

5 o L uso del personal computer, compreso l utilizzo della posta elettronica e delle reti telematiche o L utilizzo di un apposito locale per le riunioni e di un armadio per la raccolta del materiale sindacale. o Sarà cura dei componenti della RSU non arrecare disagi alla normale attività scolastica. g) ACCESSO AI LUOGHI DI LAVORO ED AGLI ATTI DA PARTE DELLE OO.SS. - Per motivi di carattere sindacale, ai rappresentanti delle OO. SS., è consentito comunicare con il personale durante l orario di servizio, senza pregiudizio alla normale attività scolastica. - Le OO. SS. hanno diritto di acquisire, all interno della scuola, gli atti e gli elementi di conoscenza per la loro attività, anche in relazione alla tutela dell igiene, della sicurezza e alla medicina preventiva, come previsto dal D. L.gs 81/2008. h) ASSEMBLEE IN ORARIO DI LAVORO La RSU può indire assemblee durante l orario di lavoro (al massimo di due ore), riguardanti tutti o parte dei dipendenti ed in numero massimo di due al mese, calcolate per i singoli gruppi per i quali sono state convocate. - La convocazione, la durata, la sede (concordata con il Dirigente scolastico), l ordine del giorno (che deve riguardare materie di interesse sindacale e del lavoro) e l eventuale partecipazione di responsabili sindacali esterni devono essere comunicati per scritto almeno 7 giorni prima al Dirigente Scolastico. - La comunicazione relativa all indizione dell assemblea deve essere affissa all albo e nel sito dell Istituto. Contestualmente, il Dirigente scolastico provvederà ad avvisare tutto il personale interessato mediante circolare interna, al fine di raccogliere in forma scritta la dichiarazione individuale di partecipazione del personale in servizio nell orario dell assemblea. - Il foglio delle firme di adesione all assemblea sindacale viene ritirato almeno 5 giorni precedenti (non meno di due) l assemblea per consentire l eventuale comunicazione alle famiglie della sospensione delle lezioni. - Il personale che partecipa all assemblea deve riprendere servizio alla scadenza prevista nella classe o nel settore di appartenenza. - Qualora l assemblea riguardi anche il personale ATA, va in ogni caso assicurata la sorveglianza dell ingresso e il funzionamento del centralino telefonico, con l impiego di un collaboratore scolastico. Qualora tutto il personale ATA intenda partecipare all assemblea, per assicurare, ove necessario, i servizi minimi individuati, si ricorrerà alla rotazione in ordine alfabetico. 5

6 - Il personale con rapporto di lavoro a tempo determinato e indeterminato ha diritto a partecipare, durante l orario di lavoro, ad assemblee sindacali senza decurtazione della retribuzione per 10 ore pro-capite per anno scolastico. - Nel caso di assemblea che si svolga in sede diversa da quella di servizio, il Dirigente scolastico conteggerà per ogni dipendente che partecipa, in relazione all orario di servizio ed ai tempi di percorrenza per raggiungere la sede dell assemblea stessa, il tempo necessario per la partecipazione alla stessa. - La dichiarazione individuale preventiva di partecipazione da parte del personale in servizio nell orario dell assemblea sindacale fa fede ai fini del computo del monte ore individuale annuale. I partecipanti all assemblea stessa non sono tenuti ad ulteriori adempimenti. - Il Dirigente Scolastico sospende le attività didattiche delle sole classi i cui docenti hanno dichiarato di partecipare all assemblea, avvertendo le famiglie. Il Dirigente Scolastico, in caso di percentuale di adesione molto elevata del personale, può valutare l esigenza di sospendere l intera attività didattica per l impossibilità di garantire la vigilanza e per evitare discontinuità delle lezioni. - Per il personale docente, le assemblee devono svolgersi all inizio o al termine delle attività didattiche giornaliere. Qualora l assemblea per il personale docente dovesse svolgersi in un unico turno ha diritto a partecipare soltanto l insegnante che presta servizio in orario di assemblea. Ai bambini/ai ragazzi deve essere, comunque, garantito il servizio per 5 ore continuative, pertanto, non è prevista la sospensione delle lezioni. Le assemblee che coinvolgono solo il personale ATA possono svolgersi anche in orario intermedio. - Non possono essere concordate assemblee in ore coincidenti con lo svolgimento degli scrutini finali e degli esami. i) SCIOPERO - Al fine di garantire, sulla base dei criteri generali fissati dall Accordo Integrativo nazionale dell 8 ottobre 1999, il contingente di personale necessario ad assicurare le prestazioni indispensabili all interno dell istituzione in caso di sciopero, viene determinato come segue: per garantire le attività dirette e strumentali riguardanti l effettuazione degli scrutini e delle valutazioni finali n. 2 assistenti e n. 2 collaboratori scolastici. Per garantire la vigilanza sui minori durante il servizio di refezione scolastica, ove eccezionalmente funzioni, n. 1 collaboratore scolastico. Per garantire il pagamento degli stipendi al personale con contratto di lavoro a tempo determinato il DSGA, n. 1 assistente amministrativo, n. 1 collaboratore scolastico per le attività connesse. - In occasione di ogni sciopero, il Dirigente scolastico inviterà in forma scritta il personale a rendere comunicazione volontaria circa l adesione allo sciopero almeno 5 giorni prima dello stesso. 6

7 Il lavoratore non è obbligato ad esprimere la propria posizione. - Decorso tale termine, sulla base dei dati conoscitivi disponibili, il Dirigente scolastico valuterà l entità della riduzione del servizio scolastico, comunicherà le modalità di funzionamento (eventuale riduzione dell orario delle lezioni, delle attività pomeridiane, altro) o la sospensione del servizio alle famiglie. Art. 3 ATTUAZIONE DELLA NORMATIVA IN MATERIA DI SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO a) IL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE DAI RISCHI Il D. S. in qualità di datore di lavoro, ha organizzato il servizio di prevenzione e protezione, designando per tale compito, previa consultazione del R.L.S., uno o più docenti a seconda delle dimensioni e della struttura delle scuole. La designazione dei docenti ha tenuto conto dei seguenti criteri: - Dimensioni del plesso - Numero degli addetti che consente la presenza di almeno uno di essi in ogni momento dell attività didattica - Possesso di formazione specifica. I lavoratori designati dal D. S. per tali compiti sono in numero adeguato, possiedono le capacità necessarie: - Corso di I soccorso - Rischio medio b) IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE DAI RISCHI Fin dall a. s. 2001/2002 il Consiglio di Istituto aveva deliberato di affidare il servizio di prevenzione e protezione delle scuole al consulente esterno esperto. Attualmente, con apposito contratto il Dirigente Scolastico ha affidato all Ing. C. F. Piccioni l incarico di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione per l a.s. che va dall al Il R.S.P.P. ed il D.S. hanno effettuato ed effettuano regolari sopralluoghi in tutte le scuole di questa istituzione scolastica. Le relazioni redatte dall Ingegnere vengono regolarmente inviate per la parte di rispettiva competenza al Sindaco, al Responsabile dell Ufficio Tecnico ed all Assessore ai servizi scolastici del Comune di Assisi. c) IL DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI Il D. S. ha elaborato i Documenti di Valutazione dei Rischi delle singole scuole, avvalendosi della collaborazione del R.S.P.P. e del R.L.S. Non per tutti i plessi scolastici il D. S. è in possesso delle certificazioni di Agibilità, Staticità e la Prevenzione Incendi. 7

8 d) RIUNIONE PERIODICA DI PREVENZIONE E PROTEZIONE DAI RISCHI Il D. S., tramite il R.S.P.P., indice, almeno una volta all anno la riunione di Protezione e Prevenzione dai Rischi, alla quale partecipano il D. S., il R.S.P.P., il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza ed i Preposti. Nella riunione il D. S. sottopone all esame dei partecipanti il Documento della Sicurezza, l Idoneità dei Mezzi di Protezione Individuale. All inizio di ogni anno scolastico viene tenuta dal R.S.P.P. l informazione dei Lavoratori (docenti e non docenti) in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro (art. 36 L.g.s. 81/2008) Art. 4 CRITERI PER LA RIPARTIZIONE DEL FONDO D ISTITUTO e per l ATTRIBUZIONE DEI COMPENSI ACCESSORI, ai sensi dell art. 45 comma 1, del Decreto Legislativo 165/2011, al personale docente, educativo ed ATA, compresi i compensi relativi ai progetti nazionali e comunitari. Per l anno scolastico 2013/2014 l importo del fondo della Istituzione Scolastica, come da parametri dell intesa sottoscritto il 26/11/2013 tra il MIUR e dalle OO.SS. ammonta ad ,35 (lordo dipendente); a tale BUDGET si sommano le economie del c.u. pari ad ,57 (lordo dipendente) e si sottrae il budget relativo all Indennità direzione DSGA 4.050,00 vedi tab. 1 e tab. 2: BUDGET RELATIVO ALL A.S. 2012/ ,35 + ECONOMIE ,57 + SOMMA detratta per Indennità direzione DSGA ,00 - (Tab. 3) TOTALE. lordo dipendente ,92 Il fondo viene così utilizzato: DOCENTI 82.73% ,41 ATA 17.27% ,51 ACCANTONAMENTO del budget DOCENTI. 0,00 ACCANTONAMENTO del budget ATA. 0, ,92 La ripartizione del fondo ha l obiettivo di incrementare la partecipazione del personale della scuola alle attività del Piano dell Offerta Formativa e la valorizzazione delle professionalità. 8

9 Il Fondo viene ridistribuito al personale ATA e DOCENTE secondo le allegate tabelle: tab. 4, tab. 5, tab. 6 e tab. 7. I criteri generali e le misure dei compensi per l utilizzo delle risorse del FIS sono definiti di seguito: PER I DOCENTI le attività che danno diritto ad accedere al fondo devono essere programmate nell ambito del Piano dell Offerta Formativa approvato dagli Organi Collegiali dell Istituto; le attività devono comunque essere finalizzate a migliorare l organizzazione complessiva dell Istituto, a valorizzare e sviluppare le molteplici risorse umane esistenti nella scuola; considerato che gli obiettivi individuati con il P.O.F. possono essere raggiunti articolando l attività dell Istituto in Commissioni e Gruppi di lavoro e individuando Docenti referenti e dei responsabili per specifiche attività e iniziative di interesse generale, va riconosciuta anche sul piano economico la partecipazione dei docenti alle diverse commissioni e/o articolazioni formalizzate dal Collegio dei docenti; vanno riconosciute e compensate tutte le attività legate alla realizzazione di quanto previsto da specifici progetti e/o convenzioni con Enti ed organismi esterni alla scuola anche sulla base di quanto previsto dalle specifiche deliberazioni del Consiglio di Istituto e degli altri organi collegiali. PER IL PERSONALE ATA costituiscono attività aggiuntive quelle svolte dal personale ATA non necessariamente oltre l orario di lavoro e/o richiedente maggior impegno rispetto a quelle previste dal proprio carico di lavoro; tali attività consistono in: elaborazione ed attuazione di progetti volti al miglioramento della funzionalità organizzativa, amministrativa, tecnica e dei servizi generali dell unità scolastica; compiti legati all assistenza alla persona, alla disabilità e al pronto soccorso; prestazioni aggiuntive necessarie a garantire l ordinario funzionamento dei servizi scolastici, ovvero per fronteggiare esigenze straordinarie; attività intese ad assicurare il coordinamento operativo e la necessaria collaborazione alla gestione per il funzionamento della scuola, degli uffici e dei servizi; maggiori carichi di lavoro in occasione di assenze del personale. 9

10 Art. 5 FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. L art. 33 del Nuovo Contratto 2006/09 recita che per la realizzazione delle finalità istituzionali della scuola in regime di autonomia, la risorsa fondamentale è costituita dal patrimonio professionale dei docenti, da valorizzare per la realizzazione e la gestione del piano dell offerta formativa dell istituto e per la realizzazione dei progetti formativi d intesa con enti ed istituzioni esterni alla scuola L importo per le Funzioni Strumentali, calcolato secondo l intesa del 26 Novembre 2013 tra MIUR e OO.SS., è pari ad (lordo dipendente) comprensivo di economie C.U. (Tab. 8). Il Collegio Docenti congiunto nella seduta del 24/09/2013, con Delibera n.8 ha stabilito le seguenti priorità nelle attribuzioni del budget per le Funzioni Strumentali al P.O.F. per l anno scolastico 2013/2014: FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. AREA 1 1A gestione del POF d Istituto e Territoriale 1C Valutazione del POF e autovalut. D Istituto N.1 DOCENTE SC. PRIMARIA B. R AREA 1 AREA 3 1C Valutazione del POF e autovalut. 3C Interculturalità N.1 DOCENTE SC. SECONDARIA A. F AREA 3 3B Interventi e servizi per gli studenti 3C Interventi e servizi per gli studenti N.2 DOCENTI SC. SECONDARIA B. D G. F N. 3 DOCENTI U. L. S.Inf C. S. S.Prim M. M. S.Sec In data 19/10/2013 con prot. 5709/B18, il D. S. ha assegnato, pertanto, n 7 Funzioni Strumentali al P.O.F. che verranno retribuite con le risorse assegnate dal MIUR per un totale di (lordo dipendente) 10

11 Art. 6 COMPENSI PER IL PERSONALE DOCENTE CHE SVOLGE ATTIVITA DI COLLABORAZIONE CON IL DIRIGENTE SCOLASTICO Il numero dei docenti che svolgono l attività di collaborazione, trattandosi di determinazione che attiene all organizzazione del suo ufficio è stato scelto liberamente dal Dirigente Scolastico ed è pari a 2 (la 1 Collaboratrice nonché vicaria del D.S. è l insegnante di Scuola Secondaria Ballarani Marcella il 2 collaboratore è l insegnante di scuola primaria Scanu M. Giuliana dal 12/01/2013. Il compenso individuale è stabilito come da tab. 7. Art. 7 COMPENSI PER GLI INCARICHI SPECIFICI al personale ATA L art. 47 del Nuovo Contratto 2006/09 prevede l assegnazione di incarichi specifici che comportano assunzione di responsabilità, rischio o disagio, necessari per la realizzazione del Piano dell Offerta Formativa. L attribuzione degli incarichi è prerogativa dirigenziale, tenuto conto della funzione coadiuvante spettante al D.S.G.A. E stata verificata la presenza di posizioni economiche sia tra le assistenti amministrative sia tra i collaboratori scolastici. L importo delle risorse utilizzabili per gli Incarichi Specifici, calcolato secondo l intesa del 26/11/2013 tra MIUR e OO.SS., è pari a ,55 (incluse economie c.u). (Tab. 8) di cui. 674,28 per n. 2 Assistenti Amm.ve ed per n. 7 Collaboratori Scolastici. A INDIVIDUAZIONE INCARICHI SPECIFICI Servizi Amministrativi In coerenza con le attività deliberate nel POF e tenuto conto delle specifiche esigenze organizzative e di funzionamento dell Ufficio di segreteria, -considerato che n. 1 assistente L. R. beneficia della prima posizione economica (art. 2 sequenza contrattuale personale A.T.A. Prevista dall art. 62 del CCNL 29/11/2007, sottoscritta il 25/07/2008, ex art. 7); -tenuto conto che le Assistenti M. M., P. F. beneficiano della seconda posizione economica (art. 2 comma 3, sequenza contrattuale personale ATA, prevista dall art. 62 del CCNL , sottoscritta il 25/07/2008 si propongono a seguire la tipologia degli incarichi specifici che si ritiene di assegnare per l a.s. 2013/2014 alle assistenti C. D. e P. A.R. 11

12 C. D.: Coordinatore Area Personale Gestione pratiche relative al personale a tempo determinato o indeterminato mediante le nuove procedure informatizzate (SIDI-INPDAP-ASL) Gestione graduatorie. P. A. R.: Coordinatore Area Alunni Svolge funzioni di coordinamento degli addetti all area alunni, rapporti scuola-famiglia. Gestione digitalizzata rapporti scuola-famiglia. Gestione pratiche alunni tramite SIDI. L Assistente Amm.va M. M. è stata individuata quale sostituta del D.S.G.A. B INDIVIDUAZIONE INCARICHI SPECIFICI Servizi Ausiliari -considerato che n. 6 collab. Scolastici (C.P., B.E., G.A., P.L., F.V., S. M.P.) beneficiano della prima posizione economica (art. 2 sequenza contrattuale personale A.T.A. Prevista dall art. 62 del CCNL 29/11/2007, sottoscritta il 25/07/2008, ex art. 7); si propone la sottoelencata tipologia di incarico: Assistenza di base agli alunni diversamente abili - Assistenza alla persona - al primo soccorso Compiti specifici: Cura sulla base delle istruzioni impartite dai docenti di sostegno, l assistenza agli alunni diversamente abili, anche riguardo all uso dei servizi igienici e alla cura dell igiene personale; collabora con il docente di sostegno e di classe nella realizzazione delle attività programmate, fuori dalla classe. che si ritiene di assegnare ai Collaboratori scolastici di seguito indicati : B.C., R.L., M.M., L.R. P., G.M, R.L., N.A. Art.8 COMPENSI PER IL PERSONALE coinvolto nelle AREE A RISCHIO o a forte PROCESSO IMMIGRATORIO e contro L EMARGINAZIONE SCOLASTICA Alla data odierna, non sono pervenute assegnazioni dei fondi relativi all Art. 9 del C.C.N.L misure incentivanti i progetti relativi alle aree a rischio e forte processo immigratorio e contro l emarginazione scolastica. 12

13 Art. 9 DISPOSIZIONI GENERALI PERSONALE A.T.A. Tutti i compensi ricompresi nella presente contrattazione, per le attività sopra citate, sono stati ridotti per il personale che ha mansioni ridotte; verrà invece applicata la riduzione dei compensi per le assenze pari e superiori a 15 gg (giorni di assenza cumulati). La quota decurtata verrà ridistribuita tra i colleghi del plesso. PERSONALE DOCENTE Tutti i compensi ricompresi nella presente contrattazione, per le attività sopra citate, verranno erogati a condizione che il personale non abbia mansioni ridotte. Per quanto riguarda il personale docente coinvolto nei compensi forfetari all interno della contrattazione d istituto si stabilisce che verrà applicata la riduzione del compenso stesso per le assenze pari o superiori a gg. 45. Eventuali risorse attribuite alla disponibilità dell Istituto successivamente alla sottoscrizione del presente contratto saranno oggetto di ulteriore contrattazione da definire in tempi congrui per l avvio delle attività collegate alle risorse in questione. Le risorse eventualmente non utilizzate confluiscono integralmente nel Fondo della Istituzione Scolastica dell anno successivo. L attribuzione degli incarichi da retribuire con il Fondo Istituto diverrà effettiva dopo l approvazione dei Revisori dei Conti sulla copertura finanziaria. La comunicazione delle ore aggiuntive effettuate senza convocazione del D. S. come l Ampliamento Offerta Formativa dovrà essere effettuata entro e non oltre il 30 Giugno. Eventuali comunicazioni pervenute successivamente a tale data NON SARANNO PRESE IN ESAME. Le osservazioni sulla NOTA MODELLO per la liquidazione del Fondo Istituto, consegnata al personale docente e non docente dovranno essere effettuate entro la data stabilita. Una volta che la nota modello sia stata riconsegnata con la firma apposta da personale docente e non docente per presa visione, eventuali ed ulteriori osservazioni NON SARANNO ACCOLTE. 13

14 I presenti articoli hanno validità dal momento del rilascio della certificazione di compatibilità finanziaria da parte del collegio dei Revisori e si considerano rinnovati tacitamente, di anno in anno, salvo eventuali successivi atti normativi e/o contrattuali. Il numero delle ore assegnate a ciascun gruppo di lavoro non potrà essere superato. Eventuali ore eccedenti rispetto a quelle stabilite non verranno prese in considerazione. Con la legge n. 122 del 30 luglio 2010, è stato convertito in legge il D.L. n.78 del 31 maggio La norma, che ha reso esecutivo il cedolino unico dal 1 gennaio 2011, stabilisce pertanto che i compensi accessori relativi a Fondo di Istituto, Funzioni Strumentali, Incarichi Specifici, Indennità di Amministrazione quota variabile del D.S.G.A. e ore eccedenti in sostituzione dei colleghi assenti, vengano retribuiti dalle Direzioni Territoriali delle Economie e delle Finanze mediante la procedura del cosiddetto cedolino unico. Firma: PARTE PUBBLICA : D.S. Dr.ssa Debora Siena R.S.U. : Ins.te Grisanti Fausta Ins.te Potalivo Giovanna Ass.te Amm.vo Manini Milvia 14

ISTITUTO COMPRENSIVO ASSISI 1 Via S.Antonio n. 1 06081 Assisi (PG) Tel. 075812360 - Fax 075812159 @-mail certificata: pgic83500t@pec.

ISTITUTO COMPRENSIVO ASSISI 1 Via S.Antonio n. 1 06081 Assisi (PG) Tel. 075812360 - Fax 075812159 @-mail certificata: pgic83500t@pec. ISTITUTO COMPRENSIVO ASSISI 1 Via S.Antonio n. 1 06081 Assisi (PG) Tel. 075812360 - Fax 075812159 @-mail certificata: pgic83500t@pec.it Contratto Integrativo d Istituto sui criteri generali per la ripartizione

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO D ISTITUTO 2014-15

CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO D ISTITUTO 2014-15 CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO D ISTITUTO 2014-15 TITOLO PRIMO DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 Campo di applicazione, decorrenza e durata Il presente contratto si applica a tutto il personale docente ed

Dettagli

Prot. N 1073/A26 Genova, 9 febbraio 2012 DETERMINAZIONE UNILATERALE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO

Prot. N 1073/A26 Genova, 9 febbraio 2012 DETERMINAZIONE UNILATERALE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO LICEO STATALE P. GOBETTI Liceo Linguistico Liceo Musicale e Coreutico sez. Coreutica Liceo Scienze Umane Liceo Scienze Umane Economico Sociale Via Spinola di S.Pietro, 1-16149 Genova - Tel.0106469787 -Fax

Dettagli

CAPO III ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DEL PERSONALE A.T.A.ED ARTICOLAZIONE DELL ORARIO - 1 -

CAPO III ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DEL PERSONALE A.T.A.ED ARTICOLAZIONE DELL ORARIO - 1 - CAPO III ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DEL PERSONALE A.T.A.ED ARTICOLAZIONE DELL ORARIO - 1 - PREMESSA Al fine di evitare equivoci di sorta, a tutto il personale ATA viene consegnata copia individuale dell

Dettagli

CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO ANNO SCOLASTICO 2014/15 PARTE PRIMA NORMATIVA TITOLO PRIMO DISPOSIZIONI GENERALI

CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO ANNO SCOLASTICO 2014/15 PARTE PRIMA NORMATIVA TITOLO PRIMO DISPOSIZIONI GENERALI Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo "Dante" Via Rusnati,1 21013 Gallarate (VA) C.F. 91055810120 Cod. Meccanografico VAIC878006 Tel. 0331.792428 - Fax 0331.774924

Dettagli

CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO

CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO G. GALILEI - PASCOLI Scuola dell Infanzia - Primaria - Secondaria di Primo Grado - Sezione Ospedaliera Via D. Bottari, 1 (Piazza

Dettagli

Prot. n. 2931/A26 Felizzano, 18.10.2013

Prot. n. 2931/A26 Felizzano, 18.10.2013 ISTITUTO COMPRENSIVO G. PASCOLI di Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I Grado P.zza Paolo Ercole, 6 15023 Felizzano (AL) Tel. 0131-791122 FAX 0131-791395 CF: 96034370062 www.icpascoli-felizzano.it

Dettagli

Contrattazione integrativa d Istituto a.s.2012/2013 FRONTESPIZIO DELL INTESA

Contrattazione integrativa d Istituto a.s.2012/2013 FRONTESPIZIO DELL INTESA MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO Scuola dell INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA di I GRADO Via Milazzo,21-03030

Dettagli

ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE E PER GEOMETRI " G. G A L I L E I " http://www.itcgalilei.it/ e-mail: avigalam@tin.it

ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE E PER GEOMETRI  G. G A L I L E I  http://www.itcgalilei.it/ e-mail: avigalam@tin.it ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE E PER GEOMETRI " G. G A L I L E I " Via G.B. Nicol, 35-10051 AVIGLIANA (TO) - TEL. 011-9328042 - FAX 0119320988 http://www.itcgalilei.it/ e-mail: avigalam@tin.it Relazione

Dettagli

MCM INFORMATICA DI Marsico Massimo - CASALNUOVO DI NAPOLI (NA)

MCM INFORMATICA DI Marsico Massimo - CASALNUOVO DI NAPOLI (NA) MCM INFORMATICA DI Marsico Massimo - CASALNUOVO DI NAPOLI (NA) RELAZIONE TECNICO-FINANZIARIA ALLEGATA ALLA CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA D'ISTITUTO A.S. 2012/2013 Prot. / li IL DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO ROCCASTRADA

ISTITUTO COMPRENSIVO ROCCASTRADA 1 CONTRATTO INTEGRATIVO PER L ATTUAZIONE NORMATIVA IN MATERIA DI SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO ISTITUTO COMPRENSIVO ROCCASTRADA Roccastrada Via S. d Acquisto s.n. Protocollo d intesa tra il Dirigente

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA AL CONTRATTO INTEGRATIVO. Premessa

RELAZIONE ILLUSTRATIVA AL CONTRATTO INTEGRATIVO. Premessa ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE N. 17 MONTORIO Via Dei Gelsi, 20 37141 Montorio-Verona Sito web: www.scuolemontorio.org e-mail ministeriale: vric88800v@istruzione.it Tel. 045.557507/045.8840944 Fax. 045.8869196

Dettagli

Prot. N. 931 /E7 Volterra, 14 aprile 2014 INTESA CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO

Prot. N. 931 /E7 Volterra, 14 aprile 2014 INTESA CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO ISTITUTO d ISTRUZIONE SUPERIORE GIOSUÈ CARDUCCI LICEO CLASSICO, SCIENTIFICO, SOCIO-PSICO-PEDAGOGICO V.le Trento e Trieste n 26-56048 - Volterra (PI) - tel. 0588 86055 - fax 0588 90203 ISTITUTO STATALE

Dettagli

Titolo 1 Utilizzo del personale

Titolo 1 Utilizzo del personale CONTRATTAZIONE D ISTITUTO sull utilizzo del personale in applicazione del POF e sull impiego delle risorse finanziarie a.s. 2014-15 Il giorno 1 ottobre, 8 ottobre 2014 e 14 gennaio 2015 presso l Istituto

Dettagli

Dirigente Scolastico. Prof.ssa Chiassai Maria Rita. RSU d Istituto: Prof. Bonifazi Paolo. Prof. Giulivi Patrizia. Prof.

Dirigente Scolastico. Prof.ssa Chiassai Maria Rita. RSU d Istituto: Prof. Bonifazi Paolo. Prof. Giulivi Patrizia. Prof. Istituto di Istruzione Superiore CLASSICO E ARTISTICO Terni A.S. 2013/2014 Contratto Integrativo di Istituto Verbale di sottoscrizione Il giorno 9 del mese di maggio 2014, presso l I.I.S.C.A.. di Terni,

Dettagli

RELAZIONE TECNICO-FINANZIARIA ALLEGATA ALLA CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA D'ISTITUTO ANNO SCOLASTICO 2013/2014

RELAZIONE TECNICO-FINANZIARIA ALLEGATA ALLA CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA D'ISTITUTO ANNO SCOLASTICO 2013/2014 Protocollo n. 1907/B15 del 2 aprile 2014 RELAZIONE TECNICO-FINANZIARIA ALLEGATA ALLA CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA D'ISTITUTO ANNO SCOLASTICO 2013/2014 IL DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI ED AMMINISTRATIVI

Dettagli

Prot. N 4349/A32 Cagliari, 31.07.2014

Prot. N 4349/A32 Cagliari, 31.07.2014 ISTITUTO TECNICO STATALE PER GEOMETRI Ottone Bacaredda Via Grandi - 09131 - Cagliari - ( - 070/494354 - Fax 070/403289 Cod. Fisc. 80016290928 - Email: geometribacaredda@tiscali.it Prot. N 4349/A32 Cagliari,

Dettagli

CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO 2014/2015 Allegato B PERSONALE ATA

CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO 2014/2015 Allegato B PERSONALE ATA Sallustio Bandini Istituto Tecnico Statale Programmatori Ragionieri Geometri Lingue Straniere Agenzia Formativa Accreditata dalla Regione Toscana CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO 2014/2015 Allegato B

Dettagli

CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA PER L ATTUAZIONE NORMATIVA IN MATERIA DI SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO

CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA PER L ATTUAZIONE NORMATIVA IN MATERIA DI SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA PER L ATTUAZIONE NORMATIVA IN MATERIA DI SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO L'anno 2013, il mese di Marzo, il giorno 08 nei locali del Liceo Scientifico Statale G.Galilei di Pescara,

Dettagli

Prot. n. 1198 A/26 Teggiano, 31/03/2015

Prot. n. 1198 A/26 Teggiano, 31/03/2015 ISTITUTO COMPRENSIVO DI TEGGIANO Scuola dell Infanzia Primaria e Secondaria di I Grado Autonomia C. MECC. SAIC89700N C.F. 92012870652 Via Sant Antuono 5-84039- TEGGIANO -SA- tel. 0975/ 79118 fax 0975/

Dettagli

prot. 1246 A03 Bisuschio 18.05.2013

prot. 1246 A03 Bisuschio 18.05.2013 Ministero dell Istruzione dell Università e Ricerca Istituto Comprensivo Don Milani via Ugo Foscolo 13 21050 Bisuschio Tel. 0332/471213 Fax. 0332/473798 e-mail uffici: vaic815003@istruzione.it e-mail certificata:

Dettagli

Istituto Comprensivo Parziale B. C. Ferrini Via L. Greppi, 19-21057 Olgiate Olona (VA)

Istituto Comprensivo Parziale B. C. Ferrini Via L. Greppi, 19-21057 Olgiate Olona (VA) Istituto Comprensivo Parziale B. C. Ferrini Via L. Greppi, 19-21057 Olgiate Olona (VA) CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA PER L ATTUAZIONE NORMATIVA IN MATERIA DI SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO ART. 1 Campo di

Dettagli

Fondo dell Istituzione Scolastica

Fondo dell Istituzione Scolastica MINISTERO DELL ISTRUZIONE UNIVERSITA E RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO LICEO CLASSICO STATALE VIRGILIO Via Giulia, 38-00186 ROMA tel. 0668806226- fax. 0668300813 www.liceoclassicovirgilio.it

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO DI ISTITUTO

CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO DI ISTITUTO 1 REPUBBLICA ITALIANA - REGIONE SICILIANA MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA ISTITUTO COMPRENSIVO L. PIRANDELLO Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di 1 grado

Dettagli

Prot. n 7032 /I20 Ai Revisori dei Conti AMBITO PE068 Bucci Gabriella_ membro MEF Palombo Lucio_ membro MIUR

Prot. n 7032 /I20 Ai Revisori dei Conti AMBITO PE068 Bucci Gabriella_ membro MEF Palombo Lucio_ membro MIUR Prot. n 7032 /I20 Ai Revisori dei Conti AMBITO PE068 Bucci Gabriella_ membro MEF Palombo Lucio_ membro MIUR OGGETTO: relazione tecnico-finanziaria inerente l ipotesi di contrattazione integrativa di istituto

Dettagli

IPOTESI DI ACCORDO CONTRATTAZIONE DI ISTITUTO 2010/11

IPOTESI DI ACCORDO CONTRATTAZIONE DI ISTITUTO 2010/11 IPOTESI DI ACCORDO CONTRATTAZIONE DI ISTITUTO 2010/11 L'anno 2010, il giorno 14, del mese di dicembre alle ore 11,00 nei locali dell'istituto Statale d Arte Bruno Munari di Vittorio Veneto tra la delegazione

Dettagli

IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO D ISTITUTO VERBALE DI STIPULA

IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO D ISTITUTO VERBALE DI STIPULA IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO D ISTITUTO VERBALE DI STIPULA Il giorno 31 maggio 2014 alle ore 10,30, nel locale della Presidenza dell Istituto Comprensivo di Palena VIENE STIPULATA la presente

Dettagli

TITOLO QUARTO - TRATTAMENTO ECONOMICO ACCESSORIO CAPO I - NORME GENERALI. Art. 14 Risorse

TITOLO QUARTO - TRATTAMENTO ECONOMICO ACCESSORIO CAPO I - NORME GENERALI. Art. 14 Risorse TITOLO QUARTO - TRATTAMENTO ECONOMICO ACCESSORIO CAPO I - NORME GENERALI Art. 14 Risorse 1. Le risorse disponibili per l'attribuzione del salario accessorio sono costituite da: a. stanziamenti previsti

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO D ISTITUTO

CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO D ISTITUTO 1 CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO D ISTITUTO DISPOSIZIONI GENERALI Premessa Pur considerando le diverse posizioni assunte in questi ultimi mesi dalle diverse organizzazioni sindacali, l interpretazione

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LENTINI VIA ROMA, 102 85045 LAURIA (PZ) Tel. 0973/2823292 FAX 0973823292

ISTITUTO COMPRENSIVO LENTINI VIA ROMA, 102 85045 LAURIA (PZ) Tel. 0973/2823292 FAX 0973823292 Prot. N.588/C22c Lauria 28/02/2014 RELAZIONE TECNICO FINANZIARIA ALL 'ACCORDO SIGLATO IN DATA 27/02/2014 IN SEDE DI CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA D'ISTITUTO SULLE MODALITA DI GESTIONE DELLE RISORSE FINANZIARIE

Dettagli

LICEO CLASSICO G.D. ROMAGNOSI dal 1860-61

LICEO CLASSICO G.D. ROMAGNOSI dal 1860-61 Il passato del futuro LICEO CLASSICO G.D. ROMAGNOSI dal 1860-61 Viale Maria Luigia, 1-43125 Parma - Tel. 0521.282115 - Fax. 0521.385159 www.liceoromagnosi.org - ssromagn@scuole.pr.it - codice MIUR PRPC010001

Dettagli

IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO VERBALE DI SOTTOSCRIZIONE

IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO VERBALE DI SOTTOSCRIZIONE (SU CARTA INTESTATA DELLA SCUOLA) BOZZA CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO VERBALE DI SOTTOSCRIZIONE Il giorno alle ore nel locale....viene sottoscritta la presente

Dettagli

IL DIRETTORE dei SERVIZI GENERALI e AMMINISTRATIVI

IL DIRETTORE dei SERVIZI GENERALI e AMMINISTRATIVI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE M. GANDHI 50145 FIRENZE - Via FRA G. GOLUBOVICH, 4 TEL 055/300581-055/316449 FAX 055/3425806 - C.F. 94076360489 e-mail: fiic812003@istruzione.it ; fiic812003@pec.istruzione.it

Dettagli

RELAZIONE TECNICA DEL PIANO DEL FONDO DI ISTITUTO ANNO SCOLASTICO 2013/14

RELAZIONE TECNICA DEL PIANO DEL FONDO DI ISTITUTO ANNO SCOLASTICO 2013/14 RELAZIONE TECNICA DEL PIANO DEL FONDO DI ISTITUTO ANNO SCOLASTICO 2013/14 Lo stanziamento per l anno scolastico 2013/14 è stato definito dalle CC.MM. prot. n. 8903 del 03/12/2013 e prot.n. 9563 del 13/12/2013

Dettagli

MODULO I COSTITUZIONE DELLA DOTAZIONE PER LA CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA 1

MODULO I COSTITUZIONE DELLA DOTAZIONE PER LA CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA 1 dal 1888 Prot. n 0003066 3 g 7 Ai Revisori dei Conti AMBITO TO 127 Dott.ssa Monica Budicin membro MEF Dott.ssa Maria Clara ROSSI membro MIUR OGGETTO: relazione tecnico-finanziaria inerente l ipotesi di

Dettagli

Bozza a.s. 2012/2013 CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO D ISTITUTO

Bozza a.s. 2012/2013 CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO D ISTITUTO ISTITUTO COMPRENSIVO DI PROVAGLIO D ISEO Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado Via Roma - 25050 PROVAGLIO D ISEO (BS) TEL.030/9881247 FAX 030-9839181 C.F.: 98117000178 E-mail bsic85000a@istruzione.it

Dettagli

VERBALE DI SOTTOSCRIZIONE NOMINA RLS

VERBALE DI SOTTOSCRIZIONE NOMINA RLS 1 ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER I SERVIZI COMMERCIALI, TURISTICI E SOCIALI E. FALCK Sede: 20099 SESTO SAN GIOVANNI - Via Balilla, 50 Tel. 02/2482512 - Fax 02/26221270 Sede coordinata: 20092 CINISELLO

Dettagli

IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO VERBALE DI SOTTOSCRIZIONE

IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO VERBALE DI SOTTOSCRIZIONE IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO VERBALE DI SOTTOSCRIZIONE Il giorno 18 dicembre 2014 alle ore 10.50 nel locale Presidenza viene sottoscritta la presente Ipotesi di accordo, finalizzata alla

Dettagli

INTEGRATIVO DI ISTITUTO PER L'IMPIEGO DELLE RISORSE FINANZIARIE RIFERITE AL FONDO D'ISTITUTO PERSONALE A.T.A. ANNO SCOLASTICO 2008/09 (CCNL

INTEGRATIVO DI ISTITUTO PER L'IMPIEGO DELLE RISORSE FINANZIARIE RIFERITE AL FONDO D'ISTITUTO PERSONALE A.T.A. ANNO SCOLASTICO 2008/09 (CCNL ISTITUTO COMPRENSIVO DI SOLIERA VIA ROMA N. 134 41019 SOLIERA (MO) TEL. 059 567234 FAX 059 567471 C.F. 81001280361 C.M. MOIC808007 Email: ufficio@icsoliera.191.it CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO PER

Dettagli

prot. 469 C1 Bisuschio 25/02/2015

prot. 469 C1 Bisuschio 25/02/2015 Ministero dell Istruzione dell Università e Ricerca Istituto Comprensivo Don Milani via Ugo Foscolo 13 21050 Bisuschio Tel. 0332/471213 Fax. 0332/473798 e-mail uffici: vaic815003@istruzione.it e-mail certificata:

Dettagli

SERVIZIO PRESSO L ISTITUZIONE SCOLASTICA

SERVIZIO PRESSO L ISTITUZIONE SCOLASTICA CONTRATTO INTEGRATIVO SULL IMPIEGO DELLE RISORSE FINANZIARIE RIFERITE AL FONDO D ISTITUTO E AD OGNI ALTRA RISORSA IMPIEGATA PER CORRISPONDERE COMPENSI E INDENNITA AL PERSONALE IN SERVIZIO PRESSO L ISTITUZIONE

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO D ISTITUTO 2014-15

CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO D ISTITUTO 2014-15 ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE PIETRO VERRI CON INDIRIZZO ISTITUTO ECONOMICO E LICEO LINGUISTICO Via Lattanzio, 38 20137 MILANO - Tel. 02.55.11.536 02.55.11.590 FAX 02.55.19.19.91 e-mail: segreteria@itcverri.gov.it

Dettagli

Prot. n 287 A/19 San Pietro In Guarano 06/02/2015 Ai Revisori dei Conti AMBITO CS079

Prot. n 287 A/19 San Pietro In Guarano 06/02/2015 Ai Revisori dei Conti AMBITO CS079 Distretto Scolastico N 28 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Luigi Settino SAN PIETRO IN GUARANO (CS) con Plessi e Sezioni Staccate in Castiglione Cosentino Codice Meccanografico: CSIC857002 - Codice Fiscale:

Dettagli

GILDA DEGLI INSEGNANTI FEDERAZIONE GILDA-UNAMS. Il fondo d istituto

GILDA DEGLI INSEGNANTI FEDERAZIONE GILDA-UNAMS. Il fondo d istituto Il fondo d istituto Il Fondo è destinato a retribuire le prestazioni rese dal personale docente, educativo ed ata (solo personale interno, sia a tempo determinato che indeterminato) per sostenere il processo

Dettagli

OGGETTO: Relazione tecnico-finanziaria di accompagnamento al contratto integrativo d Istituto 2012/2013, sottoscritto il 30/04/2013 PREMESSA

OGGETTO: Relazione tecnico-finanziaria di accompagnamento al contratto integrativo d Istituto 2012/2013, sottoscritto il 30/04/2013 PREMESSA MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L ABRUZZO ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE V. CROCETTI V. CERULLI Tel. 085-8005999 - Fax 085-8027953 - C.F.91041900670

Dettagli

VISTO VISTO VISTO VISTO VISTO

VISTO VISTO VISTO VISTO VISTO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE R. CASTELLANI Via Della Polla, 34-59100 PRATO - Tel. 0574/624481 0574/624608 Fax 0574/622613 e-mail: poic812003@istruzione.it PEC: poic812003@ecert.it C.F. 92052620488 IPOTESI

Dettagli

CONTRATTO INTEGRATIVO COLLETTIVO DI ISTITUTO

CONTRATTO INTEGRATIVO COLLETTIVO DI ISTITUTO CONTRATTO INTEGRATIVO COLLETTIVO DI ISTITUTO TITOLO PRIMO DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 Campo di applicazione, decorrenza e durata 1. Il presente contratto si applica a tutto il personale docente ed ATA

Dettagli

OGGETTO: Relazione tecnico-finanziaria di accompagnamento al contratto integrativo d Istituto 2013/2014. PREMESSA

OGGETTO: Relazione tecnico-finanziaria di accompagnamento al contratto integrativo d Istituto 2013/2014. PREMESSA Ministero dell Istruzione Università e Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Istituto Istruzione Superiore F. ORIOLI Via Villanova, s.n.c. 01100 VITERBO Tel. 0761/251194-96 Fax 0761/354358

Dettagli

CRITERI E MODALITA RELATIVI ALL ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E DELL ARTICOLAZIONE DELL ORARIO DEL PERSONALE DOCENTE E ATA

CRITERI E MODALITA RELATIVI ALL ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E DELL ARTICOLAZIONE DELL ORARIO DEL PERSONALE DOCENTE E ATA CRITERI E MODALITA RELATIVI ALL ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E DELL ARTICOLAZIONE DELL ORARIO DEL PERSONALE DOCENTE E ATA Art. 1 Criteri di assegnazione del personale docente ai corsi e alle classi 1. Il

Dettagli

Accordo 12 dicembre 2012 Recupero scatti di anzianità

Accordo 12 dicembre 2012 Recupero scatti di anzianità Accordo 12 dicembre 2012 Recupero scatti di anzianità Ipotesi di CCNL relativo al personale del comparto scuola per il reperimento delle risorse da destinare per le finalità di cui all art. 8, comma 14,

Dettagli

IPOTESI DI ACCORDO CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO a.s. 2015/2016

IPOTESI DI ACCORDO CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO a.s. 2015/2016 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca I.I.S.S. Carlo Alberto Dalla Chiesa Via Aldo Moro, 1-01027 Montefiascone (VT) CM: VTIS00900L - CF: 80013690567 - Tel: 0761/826248 Fax: 0761/830142

Dettagli

Relazione tecnico-finanziaria di accompagnamento al contratto integrativo d Istituto 2013/2014, sottoscritto il 12.04.2014.

Relazione tecnico-finanziaria di accompagnamento al contratto integrativo d Istituto 2013/2014, sottoscritto il 12.04.2014. II SS TT II TT UU TT OO PP RR OO FF EE SS SS II OO NN AA LL EE DD II SS TT AA TT OO PP EE RR II SS EE RR VV II ZZ II, LL II NN DD UU SS TT RR II AA EE LL AA RR TT II GG II AA NN AA TT OO F.. ll ll ii TADDIA

Dettagli

20 SCHEDE. i diritti delle RSU e la contrattazione di istituto

20 SCHEDE. i diritti delle RSU e la contrattazione di istituto 20 SCHEDE riguardanti i diritti delle RSU e la contrattazione di istituto aggiornate al CCNL 2006-2009 Le 20 schede che seguono riguardano i compiti e i diritti delle RSU, le competenze degli Organi collegiali,

Dettagli

Informativa relativa all organizzazione degli uffici e alla gestione dei rapporti di lavoro

Informativa relativa all organizzazione degli uffici e alla gestione dei rapporti di lavoro MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ISTITUTO COMPRENSIVO G. GAVAZZENI Via Combattenti e Reduci 70 TALAMONA (Sondrio) Tel. e Fax 0342/670755 - e.mail: segreteria@ictalamona.it Anno

Dettagli

ATA, pratica sportiva e finanziamenti per scuole collocate in aree a forte processo

ATA, pratica sportiva e finanziamenti per scuole collocate in aree a forte processo ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI CARPENEDOLO Prot. 2391/B15 del 1/04/2015 Al Dirigente Scolastico Dott.ssa Patrizia Leorati Atti - sede OGGETTO: Relazione tecnico-finanziaria di accompagnamento al contratto

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO DI ISTITUTO PARTE PRIMA: DISPOSIZIONI GENERALI

CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO DI ISTITUTO PARTE PRIMA: DISPOSIZIONI GENERALI 1 CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO DI ISTITUTO PARTE PRIMA: DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Campo d'applicazione, decorrenza e durata a) il presente contratto si applica a tutto il personale docente ed

Dettagli

PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA. Approvato nel Collegio dei docenti 11/09/2015

PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA. Approvato nel Collegio dei docenti 11/09/2015 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Campania DIREZIONE DIDATTICA STATALE di CARDITO Gianni Rodari VIA G. PRAMPOLINI 80024 CARDITO (NA) C. M.:

Dettagli

CAPO IV MODALITÀ DI UTILIZZO DEL PERSONALE DOCENTE IN RAPPORTO AL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ED ARTICOLAZIONE DELL ORARIO. - 1 -

CAPO IV MODALITÀ DI UTILIZZO DEL PERSONALE DOCENTE IN RAPPORTO AL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ED ARTICOLAZIONE DELL ORARIO. - 1 - CAPO IV MODALITÀ DI UTILIZZO DEL PERSONALE DOCENTE IN RAPPORTO AL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ED ARTICOLAZIONE DELL ORARIO. - 1 - ART. 19 Orario 1. All inizio dell anno scolastico vene definito l orario

Dettagli

Relazione illustrativa al contratto INTEGRATIVO a.s.2014/2015 Legittimità giuridica MODULO 1

Relazione illustrativa al contratto INTEGRATIVO a.s.2014/2015 Legittimità giuridica MODULO 1 Prot.1897/A26 Relazione illustrativa al contratto INTEGRATIVO a.s.2014/2015 Legittimità giuridica (art. 40bis, comma 5, D.Lgs 165/2001 come modificato dal D.Lgs 150/2009, circ. MEF n. 25 del 19/07/2012)

Dettagli

ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE N. MACHIAVELLI FIRENZE

ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE N. MACHIAVELLI FIRENZE ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE N. MACHIAVELLI FIRENZE Prot.187 C15h Relazione tecnico-finanziaria al contratto integrativo in merito all utilizzo del budget Miglioramento Offerta Formativa a.s.2014/15

Dettagli

IL DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI ED AMMINISTRATIVI

IL DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI ED AMMINISTRATIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SUPERIORE "E. ALESSANDRINI" con sezioni associate I.T.C. e I.T.I. - PEIS3X - COD. FISC. 911398684 Via C. D'Agnese 6515 - Montesilvano (Pe) Fax. 85/4683992 Tel. 85/46829 Via

Dettagli

ISTITUTO OMNICOMPRENSIVO CIAMPOLI-SPAVENTA

ISTITUTO OMNICOMPRENSIVO CIAMPOLI-SPAVENTA ISTITUTO OMNICOMPRENSIVO CIAMPOLI-SPAVENTA SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA, SECONDARIA DI PRIMO GRADO SECONDARIA DI SECONDO GRADO: ITE - LICEO SCIENTIFICO LICEO SCIENTIFICO S.A. IST. PROF.LE SOCIO SANITARIO

Dettagli

CON L EUROPA, INVESTIAMO NEL VOSTRO FUTURO

CON L EUROPA, INVESTIAMO NEL VOSTRO FUTURO Prot. n. 1334 C/14 Relazione illustrativa Legittimità giuridica (art. 40bis, comma 5, D.Lgs 165/2001 come modificato dal D.Lgs 150/2009, circ. MEF n. 25 del 19/07/2012)) Premessa Obiettivo Modalità di

Dettagli

Prot. n. 8861/A19c Menfi, 02-12-2013. INFORMAZIONE PREVENTIVA ai sensi D.L.vo 27 ottobre 2009 n.150 anno scolastico 2013/2014

Prot. n. 8861/A19c Menfi, 02-12-2013. INFORMAZIONE PREVENTIVA ai sensi D.L.vo 27 ottobre 2009 n.150 anno scolastico 2013/2014 Unione Europea Repubblica Italiana Regione Sicilia REGIONE SICILIANA-DISTRETTO SCOLASTICO N.65 ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MATERNA, ELEMENTARE E MEDIA «S. BIVONA» Contrada Soccorso s. n. tel./ fax 092571895-092573400

Dettagli

IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO VERBALE DI SOTTOSCRIZIONE

IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO VERBALE DI SOTTOSCRIZIONE IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO VERBALE DI SOTTOSCRIZIONE Il giorno 17 febbraio 2012 alle ore 13,15 nel locale di Presidenza viene sottoscritta la presente Ipotesi di accordo, finalizzata alla

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO VERBALE DI SOTTOSCRIZIONE

CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO VERBALE DI SOTTOSCRIZIONE Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER I SERVIZI COMMERCIALI, TURISTICI E SOCIALI GAETANO PESSINA COMO Via Milano, 182 - Tel. 031/2765511 - Fax 031/302461

Dettagli

Prot. N.1326/A26 S. Angelo Lodigiano, 16/4/2015

Prot. N.1326/A26 S. Angelo Lodigiano, 16/4/2015 RELAZIONE ILLUSTRATIVA DI ACCOMPAGNAMENTO AL CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO 2014/2015 DELL ISTITUTO COMPRENSIVO R.MORZENTI SANT ANGELO LODIGIANO (ai sensi dell art. 40 bis, comma 5, D.Lgs. 165/2001

Dettagli

ORGANIZZAZIONE E ORARIO DI LAVORO DEL PERSONALE ATA

ORGANIZZAZIONE E ORARIO DI LAVORO DEL PERSONALE ATA Atti preliminari ORGANIZZAZIONE E ORARIO DI LAVORO DEL PERSONALE ATA All inizio di ogni anno scolastico e comunque prima dell inizio delle lezioni, sulla base del POF e delle attività ivi previste:?? Il

Dettagli

Regione Calabria ARPACAL. Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente della Calabria PER LA CONCESSIONE DEI PERMESSI RETRIBUITI

Regione Calabria ARPACAL. Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente della Calabria PER LA CONCESSIONE DEI PERMESSI RETRIBUITI Regione Calabria ARPACAL Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente della Calabria ALLEGATO ALLA DELIBERA N 1233/2010 REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DEI PERMESSI RETRIBUITI PER DIRITTO ALLO STUDIO

Dettagli

www.istitutocomprensivotivolibagni.it

www.istitutocomprensivotivolibagni.it 0.5 MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE V TIVOLI - BAGNI www.istitutocomprensivotivolibagni.it Via C.Collodi,

Dettagli

AVVISO per il reclutamento del personale ATA interno all istituto ai fini dell attuazione del PON FSE "Competenze per lo Sviluppo"

AVVISO per il reclutamento del personale ATA interno all istituto ai fini dell attuazione del PON FSE Competenze per lo Sviluppo CON L EUROPA, INVESTIAMO NEL VOSTRO FUTURO ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE L. NOSTRO / L. REPACI via Marconi, 77 89018 VILLA S. GIOVANNI (RC) - Cod. Mecc. RCIS03600Q con sedi associate : IST. MAGISTRALE

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO VERBALE DI SOTTOSCRIZIONE

CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO VERBALE DI SOTTOSCRIZIONE CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO VERBALE DI SOTTOSCRIZIONE Il giorno 07 marzo 2014, alle ore 10,30, nella Presidenza dell istituto viene sottoscritto il Contratto Collettivo Integrativo dell Istituto di

Dettagli

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE GALILEO GALILEI

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE GALILEO GALILEI ALILEO ALILEI ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE. ALILEI Informatica e Telecomunicazioni; C5: rafica e Comunicazione ISTITUTO TECNICO PER EOMETRI R. DI PALO RELAZIONE TECNICO - FINANZIARIA Del Direttore dei

Dettagli

REGOLAMENTO DI GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON-LINE

REGOLAMENTO DI GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON-LINE e-mail vric857007@istruzione.it PEC vric857007@pec.itruzione.it Sito: www.icnogara.gov.it REGOLAMENTO DI GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON-LINE Approvato con deliberazione del Consiglio di Istituto n. 6 del

Dettagli

CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO 2014/2015

CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO 2014/2015 Sallustio Bandini Istituto Tecnico Statale Programmatori Ragionieri Geometri Lingue Straniere Agenzia Formativa Accreditata dalla Regione Toscana CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO 2014/2015 Allegato A

Dettagli

COMUNE DI RAVELLO PROVINCIA DI SALERNO REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA

COMUNE DI RAVELLO PROVINCIA DI SALERNO REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA COMUNE DI RAVELLO PROVINCIA DI SALERNO REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA Allegato A alla delibera di C. C. n. 14 del 30.08.2012 INDICE Art. 1 Art. 2 Art. 3 Art. 4 Art. 5 Art.

Dettagli

Prot. n 1748/C14 Ai Revisori dei Conti AMBITO N 40 BERGAMO Francesco Pampinella - membro MEF Michele Fazio - membro MIUR

Prot. n 1748/C14 Ai Revisori dei Conti AMBITO N 40 BERGAMO Francesco Pampinella - membro MEF Michele Fazio - membro MIUR Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca I. C. - AZZANO S. PAOLO Via don Gonella, 4 24052 AZZANO S. PAOLO TEL. 035 530078 FAX 035 530791 C.F. 95119250165 INDIRIZZO INTERNET: www.azzanoscuole.it

Dettagli

COMUNE DI PISA DIREZIONE SERVIZI EDUCATIVI AFFARI SOCIALI

COMUNE DI PISA DIREZIONE SERVIZI EDUCATIVI AFFARI SOCIALI Allegato 1 COMUNE DI PISA DIREZIONE SERVIZI EDUCATIVI AFFARI SOCIALI AVVISO PUBBLICO DI MANIFESTAZIONE DI INTERESSE Selezione per l'individuazione di Associazione di volontariato per lo svolgimento del

Dettagli

Ufficio 7. Oggetto: Istruzioni per la predisposizione del Programma Annuale per l e.f. 2014.

Ufficio 7. Oggetto: Istruzioni per la predisposizione del Programma Annuale per l e.f. 2014. Dipartimento per la programmazione e la gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali Direzione generale per la politica finanziaria e per il bilancio Ufficio 7 dgbilancio@postacert.istruzione.it

Dettagli

OGGETTO: Relazione tecnico-finanziaria di accompagnamento al contratto integrativo d Istituto 2012/2013, sottoscritto il 15/04/2013.

OGGETTO: Relazione tecnico-finanziaria di accompagnamento al contratto integrativo d Istituto 2012/2013, sottoscritto il 15/04/2013. Prot.n. 865 /C-14 Al Dirigente Scolastico Sede OGGETTO: Relazione tecnico-finanziaria di accompagnamento al contratto integrativo d Istituto 2012/2013, sottoscritto il 15/04/2013. IL DIRETTORE DEI SERVIZI

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE G. SALVEMINI Centro Studi Polivalente Japigia Via Prezzolini, 9 70126 Bari

LICEO SCIENTIFICO STATALE G. SALVEMINI Centro Studi Polivalente Japigia Via Prezzolini, 9 70126 Bari LICEO SCIENTIFICO STATALE G. SALVEMINI Centro Studi Polivalente Japigia Via Prezzolini, 9 70126 Bari Tel.080/5548739 Fax 080/5548742 E-Mail: baps060001@istruzione.it - C.F.80016760722 PREMESSO Che l art.

Dettagli

CONTRATTO INTEGRATIVO D'ISTITUTO per l'anno scolastico 2011/2012

CONTRATTO INTEGRATIVO D'ISTITUTO per l'anno scolastico 2011/2012 ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE L.A. G. MISTICONI I.S.A. V. BELLISARIO Sede: Via L. Einaudi, 2 - Tel. 085/51382 - Fax: 085/52055 Sede staccata: V.le Kennedy, 137 Tel. 085/4712759 Fax 085/4712796. 65129

Dettagli

PROGRAMMA ANNUALE 2016

PROGRAMMA ANNUALE 2016 PROGRAMMA ANNUALE 2016 Relazioni: Direttore dei servizi generali ed amministrativi Dirigente Scolastico Delibere: Giunta Esecutiva del 15/01/2016 Consiglio di Istituto del 15/01/2016 Modulistica: Modello

Dettagli

Proposta CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO D ISTITUTO

Proposta CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO D ISTITUTO ISTITUTO COMPRENSIVO DI BOLANO Via dei Castagni, 10 Ceparana (SP) C.F. 90016620115 Tel. 0187933789 Tel./Fax 0187934603 E-mail spic80400g@istruzione.it Proposta CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO D ISTITUTO

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA ALL IPOTESI CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO A.S. 2012/2013

RELAZIONE ILLUSTRATIVA ALL IPOTESI CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO A.S. 2012/2013 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio ISTITUTO COMPRENSIVO ANTONIO GRAMSCI con annesso 21 CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE per l istruzione

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N. 1 SESTO FIORENTINO VIA TOMMASEO,27 50019 SESTO FIORENTINO C.F. N. 94219800482

ISTITUTO COMPRENSIVO N. 1 SESTO FIORENTINO VIA TOMMASEO,27 50019 SESTO FIORENTINO C.F. N. 94219800482 ISTITUTO COMPRENSIVO N. 1 SESTO FINTINO VIA TOMMASEO,27 50019 SESTO FINTINO C.F. N. 94219800482 CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO Trattamento economico accessorio Anno Scolastico 2014/2015 Il giorno nove

Dettagli

RELAZIONE TECNICO-FINANZIARIA DEL DIRETTORE DEI SERVIZI di legittimità contabile al contratto integrativo d Istituto a.s.

RELAZIONE TECNICO-FINANZIARIA DEL DIRETTORE DEI SERVIZI di legittimità contabile al contratto integrativo d Istituto a.s. DIREZIONE DIDATTICA STATALE DI CALUSO Via Gnavi, 1 10014 CALUSO (To) Tel. 011/9833253 - Fax 011/9891435 E mail:toee08400n@istruzione.it SITO:www.circolodidatticocaluso.it RELAZIONE TECNICO-FINANZIARIA

Dettagli

CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA D ISTITUTO GESTIONE DELLE RISORSE UMANE

CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA D ISTITUTO GESTIONE DELLE RISORSE UMANE CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA D ISTITUTO GESTIONE DELLE RISORSE UMANE Il giorno 30/09/2014 alle ore 10.30 presso l Istituto Comprensivo di Varallo tra il Dirigente Scolastico e le R.S.U., si stipula la seguente

Dettagli

LICEO GINNASIO STATALE RAIMONDO FRANCHETTI VENEZIA-MESTRE

LICEO GINNASIO STATALE RAIMONDO FRANCHETTI VENEZIA-MESTRE LICEO GINNASIO STATALE RAIMONDO FRANCHETTI VENEZIA-MESTRE Corso del Popolo,82 VE-MESTRE 30172 Tel. 041/5315531 Fax 041/5328524 e-mail : segreteria@liceofranchetti.it Cod. fiscale 82007660275 - Cod. Scuola

Dettagli

PARTE PUBBLICA. Il Dirigente scolastico reggente pro-tempore Prof.ssa Concetta Spadaro PARTE SINDACALE. Biz Luciana. RSU Cordella Ivana

PARTE PUBBLICA. Il Dirigente scolastico reggente pro-tempore Prof.ssa Concetta Spadaro PARTE SINDACALE. Biz Luciana. RSU Cordella Ivana IPOTESI CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA DI ISTITUTO IN MATERIA DI IMPIEGO DELLE RISORSE DISPONIBILI DEL FONDO ANNO SCOLASTICO 2013/2014 PER IL PERSONALE DOCENTE ED ATA L anno 2014, il giorno 28 del mese di

Dettagli

CONTRATTAZIONE INTERNA DI ISTITUTO A.S.2012/13

CONTRATTAZIONE INTERNA DI ISTITUTO A.S.2012/13 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE San Giuseppe Calasanzio Via Don Gnocchi 25-20148 Milano tel. 0288444563- fax 0288444568 Cod. mecc. MIIC8C500A cod. fiscale 80128410158 E mail: miic8c500a@istruzione.it mic8c500a@pec.it

Dettagli

BOZZA a cura della Cisl Scuola

BOZZA a cura della Cisl Scuola BOZZA a cura della Cisl Scuola IPOTESI DI CONTRATTO INTEGRATIVO D'ISTITUTO Attuazione normativa in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro (CCNL art. 6 comma 2 lettera k) Istituto/Circolo - a.s./.. L'anno

Dettagli

IPOTESI DI ACCORDO FINALIZZATA ALLA STIPULA DEL CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO D ISTITUTO

IPOTESI DI ACCORDO FINALIZZATA ALLA STIPULA DEL CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO D ISTITUTO B ISTITUTO COMPRENSIVO DI LORETO APRUTINO Scuola Infanzia, Primaria e Istruzione Secondaria di Primo Grado Centro Territoriale Permanente per l educazione degli adulti Via V. Veneto, 24-65014 Loreto Aprutino

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. a) l accettazione e il rispetto della personalità dello studente,quali che ne siano le condizioni personali, sociali e culturali;

CARTA DEI SERVIZI. a) l accettazione e il rispetto della personalità dello studente,quali che ne siano le condizioni personali, sociali e culturali; CARTA DEI SERVIZI Premessa 1. LA carta dei servizi si ispira agli articoli 3, 21, 30, 33 e 34 della Costituzione della Repubblica Italiana e all art.149 del Trattato dell Unione Europea. 2. Alla luce di

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ARTE F. JUVARA

ISTITUTO STATALE D ARTE F. JUVARA ANNO SCOLASTICO 2009/2010 Contratto Integrativo d Istituto Impiego delle risorse finanziarie riferite al Fondo d Istituto e Attribuzione dei compensi L anno 2009, il giorno cinque del mese di dicembre,

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ATTIVITA DI FORMAZIONE, AGGIORNAMENTO E RIQUALIFICAZIONE DEL PERSONALE DELLA PROVINCIA DELL OGLIASTRA

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ATTIVITA DI FORMAZIONE, AGGIORNAMENTO E RIQUALIFICAZIONE DEL PERSONALE DELLA PROVINCIA DELL OGLIASTRA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ATTIVITA DI FORMAZIONE, AGGIORNAMENTO E RIQUALIFICAZIONE DEL PERSONALE DELLA PROVINCIA DELL OGLIASTRA Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n. 90 del

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LODI I

ISTITUTO COMPRENSIVO LODI I ISTITUTO COMPRENSIVO LODI I IPOTESI CONTRATTO INTEGRATIVO DI ISTITUTO CCNL 2006-2009; Decreto Legislativo n.150 del 27.10.09 Circolare Funzione Pubblica n. 7 del 13.05.09 C.M. n.25 del 19.07.12 e relativo

Dettagli

SULLE ATTIVITÀ DI FORMAZIONE, AGGIORNAMENTO E RIQUALIFICAZIONE DEL PERSONALE DELLA

SULLE ATTIVITÀ DI FORMAZIONE, AGGIORNAMENTO E RIQUALIFICAZIONE DEL PERSONALE DELLA PROVINCIA DI AREZZO Decorata di Medaglia d'oro al V.M. per attività partigiana R E G O L A M E N T O SULLE ATTIVITÀ DI FORMAZIONE, AGGIORNAMENTO E RIQUALIFICAZIONE DEL PERSONALE DELLA PROVINCIA DI AREZZO

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA

COMUNE DI CIVITAVECCHIA COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma REGOLAMENTO SULLE ATTIVITÀ DI FORMAZIONE, AGGIORNAMENTO E RIQUALIFICAZIONE DEL PERSONALE DEL COMUNE DI CIVITAVECCHIA Parte I (ATTIVITÀ FORMATIVA) Art. 1 (Campo

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 BOLOGNA

ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 BOLOGNA M.I.U.R. U.S.R. EMILIA ROMAGNA Ambito Territoriale di BOLOGNA ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 BOLOGNA Cod. Fiscale 91201090379 Cod. Ministeriale BOIC81500C boic81500c@istruzione.it Via Giulio Verne, 19-40128

Dettagli