La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134, comma 4, d.lgs. n. 267/2000 COPIA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134, comma 4, d.lgs. n. 267/2000 COPIA"

Transcript

1 La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134, comma 4, d.lgs. n. 267/2000 COI Deliberazione del CONSIGLIO COMUNLE n 6 Seduta del 03/02/2014 OGGETTO: ll.1 COMMISSIONE COMUNLE DI VIGILNZ ER TETRI E LUOGHI DI UBBLICO SETTCOLO RTT. 141 E 141-BIS R.D N ISTITUZIONE E REGOLMENTO L anno duemilaquattordici, il giorno tre del mese di Febbraio alle ore 19:59 nella civica sede, si è riunito il Consiglio comunale in SEDUT ORDINRI con la presenza dei seguenti componenti: CRISTININI LBERTO ZCCRI DOMENICO CINI ELEN CMIGLI MSSIMO DI NTLE NDRE COLZI STEFNO BETTRINI OL NESTI SEREN MRRETTI NDRE BTTGLI FRNCESCO MBR SR RICCI MURIZIO GENTILI MRCO DEL TGLI LESSNDRO VINTTIERI GINNI SCFFI MSSIMO NSCOSTI NICOL SIMEONI STEFNO REND GIUSEE CRTEI LUCINO CONTE NDRE La seduta è presieduta dal residente del Consiglio comunale Geom. ZCCRI DOMENICO, ai sensi dell art. 39 del decreto legislativo n. 267 del 18 agosto 2000 e dell art. 16 dello Statuto comunale. d essa partecipa il Segretario dott.ssa FEDELI SIMONETT, che viene incaricato della redazione del presente verbale. Sono presenti gli ssessori esterni: BELLINI GIOVNNI, FOSSI GIMIERO, FOSSI MRINELL, GURNIERI NDRE, L LC FEDERICO, OLI DRINO, ECILE OLO. ccertata la legalità del numero degli intervenuti, il residente dichiara aperta la seduta, chiamando a svolgere le funzioni di scrutatori dell esito della votazione i Sigg. SIMEONI STEFNO, CONTE NDRE e COLZI STEFNO, dando atto che lo svolgimento del dibattito viene integralmente registrato in formato digitale.

2 IL CONSIGLIO COMUNLE Vista la seguente proposta di deliberazione dell unita COMMERCIO di seguito riportata: remesso che: - il D..R n. 616 in attuazione della delega di cui all art. 1 della L. 22 luglio 1975, n. 382 pubblicata in G.U. 29 agosto 1977, n. 234 attribuisce ai Comuni, nell ambito delle funzioni di polizia amministrativa, il compito di rilasciare la licenza di agibilità per teatri o luoghi di di cui all art. 80 del Testo unico delle Leggi sulla ubblica Sicurezza (T.U.L..S.); - l art. 141 del R.D. 6 maggio 1940, n. 635 e ss.mm.ii. c.d. Regolamento d esecuzione del R.D. 18 giugno 1931 n. 773 T.U.L..S e ss.mm.ii. prevede che per l applicazione dell art. 80 del T.U.L..S. siano istituite commissioni di vigilanza ; - gli artt. 141-bis e 142 del R.D. 6 maggio 1940, n. 635 e ss.mm.ii. espressamente prevedono che la Commissione di Vigilanza per teatri e luoghi di ubblico Spettacolo è comunale e solo quando la stessa non è istituita o le sue funzioni non sono esercitate in forma associata allora, ai relativi compiti, in via residuale, provvede la Commissione rovinciale di Vigilanza per teatri e luoghi di ubblico Spettacolo - attualmente non è in essere alcuna Commissione comunale di vigilanza per teatri e luoghi di e si ritiene necessario ed opportuno provvedere alla sua istituzione; Considerato l intervento di cui alla L. n. 147/2013 c.d. Legge di Stabilità 2014 all art. 1 comma 440 il quale inserisce all'articolo 12, comma 20, del decreto-legge 6 luglio 2012, n. 95, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012, n. 135, e successive modificazioni, dopo il secondo periodo il seguente: «Restano altresì ferme, senza nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica, le commissioni tecniche provinciali di vigilanza sui locali di pubblico spettacolo di cui all'articolo 80 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza, di cui al regio decreto 18 giugno 1931, n. 773, e agli articoli 141 e 142 del regolamento per l'esecuzione del predetto testo unico di cui al regio decreto 6 maggio 1940, n. 635, e successive modificazioni. i componenti delle commissioni tecniche non spettano compensi, gettoni di presenza o rimborsi di spese»; Considerato pertanto che le funzioni debbano essere svolte dalle Commissioni di riferimento, quindi comunale e/o provinciale, e che comunque, nel rispetto della ragione giuridica del D.L. c.d. Spending Review 2 e della Legge di Stabilità 2014 non devono comportare nuovi o maggiori oneri per le pubbliche amministrazioni; Ritenuto opportuno rispondere ad un adempimento legislativo e ottimizzare la celerità del procedimento autorizzatorio, in special modo in occasione di sopralluoghi; Verificato che oltre la metà dei Comuni della provincia di Firenze si sono già dotati della Commissione comunale di vigilanza sui luoghi di ; Considerato che l art. 141-bis del R.D. 6 maggio 1940, n. 635 e ss.mm.ii. espressamente prevede e definisce i membri obbligatori e riserva la nomina al Sindaco per la quale provvederà all individuazione e all eventuale incarico con successivo ed eventuale atto, sentita la disponibilità dei soggetti individuati e che per l individuazione e la nomina del membro esperto in elettrotecnica, si potrà dar corso anche attraverso un avviso ricognitivo, del tutto facoltativo, ma volto a garantire la massima trasparenza e la ricerca delle migliori professionalità; Ritenuto necessario, quale atto istitutivo di un organismo, procedere alla stesura di un regolamento che costituisca e disciplini la Commissione comunale di vigilanza per teatri e

3 luoghi di nell ambito del servizio di polizia amministrativa che interviene ad esprimere un parere obbligatorio, non vincolante, circa l'idoneità dei locali per quanto riguarda la sicurezza e la prevenzione dagli incendi; Ravvisata la necessità, in forza dell autonomia organizzativa e regolamentare, di esercitare la facoltà riconosciuta dagli artt. 141-bis e 142 del R.D. 6 maggio 1940, n. 635 e ss.mm.ii. ad oggi vigenti e pertanto provvedere ad istituire una commissione comunale, senza oneri per l ente come disposto dalla L. n. 147/2013 c.d. Legge di Stabilità 2014 all art. 1 comma 440, quale organismo competente ad esprimere il relativo parere obbligatorio e non vincolante escludendo altresì, nell ottica dei principi di non aggravamento del procedimento, di efficienza e di buon andamento della pubblica amministrazione, inopportune e plurime richieste di pareri o conferenze di servizi che comporterebbero la dilatazione dei tempi per la conclusione del procedimento autorizzatorio con maggiori oneri per le casse dell ente; Dato atto che si è provveduto ad acquisire il parere di cui all art. 49 D.Lgs. 267/2000 inerente la regolarità tecnica mentre non occorre acquisire il parere di regolarità contabile poiché il presente atto non comporta riflessi diretti o indiretti sulla situazione economico-finanziaria o sul patrimonio dell ente; Visto il D. Lgs. 18 agosto 2000, n.267; Visto il D..R. 24 luglio 1977, n.616; Visto l art. 42 del T.U.E.L. approvato con D.Lgs. 267/2000, in ordine alle competenze del Consiglio Comunale circa i regolamenti; Visto lo Statuto Comunale ROONE: - di istituire la Commissione comunale di vigilanza per teatri e luoghi di pubblico spettacolo ai sensi degli artt. 141 e 141-bis. R.D n. 635 Regolamento d esecuzione Testo Unico Leggi ubblica Sicurezza; - di approvare il Regolamento per l istituzione ed il funzionamento della Commissione comunale di vigilanza per teatri e luoghi di come segue nella presente deliberazione di cui costituisce parte integrante e sostanziale; - di demandare a successivo ed eventuale atto del Sindaco l individuazione e la nomina dei componenti della Commissione comunale di vigilanza per teatri e luoghi di pubblico spettacolo non escludendo, per quanto concerne l individuazione del membro esperto in elettrotecnica, la ricerca attraverso avviso ricognitivo; - di inviare tempestivamente per opportuna conoscenza, anche in modalità telematica, la presente deliberazione alla zienda Sanitaria di Firenze ed al Comando dei Vigili del Fuoco; - di invitare gli Uffici competenti a ricercare prontamente una collaborazione con gli Enti terzi coinvolti, nello specifico la zienda Sanitaria di Firenze ed al Comando dei Vigili del Fuoco, ai fini della celere individuazione dei rispettivi componenti ed eventuali delegati e/o supplenti per l operatività della Commissione comunale di vigilanza per teatri e luoghi di ;

4 REGOLMENTO ER L ISTITUZIONE ED IL FUNZIONMENTO DELL COMMISSIONE COMUNLE DI VIGILNZ ER TETRI E LUOGHI DI UBBLICO SETTCOLO (artt. 141 e 141-bis. R.D n. 635 Regolamento d esecuzione T.U.L..S.) INDICE rticolo 1 Oggetto rticolo 2 Composizione e nomina della Commissione comunale di vigilanza per teatri o luoghi di rticolo 3 Compiti della Commissione comunale di vigilanza per teatri o luoghi di rticolo 4 Convocazione della Commissione comunale di vigilanza per teatri o luoghi di rticolo 5 arere della Commissione comunale di vigilanza per teatri o luoghi di rticolo 6 Verbale della Commissione comunale di vigilanza per teatri o luoghi di rticolo 7 Componenti delegati ai controlli frequenti rticolo 1 - Oggetto 1. E istituita la Commissione comunale di vigilanza per teatri o luoghi di pubblico spettacolo ai sensi degli artt. 141 e 141-bis del R.D. 6 maggio 1940, n. 635 e ss.mm.ii. Regolamento d esecuzione del R.D. 18 giugno 1931 n. 773 T.U.L..S. e ss.mm.ii., ai fini del rilascio della licenza di agibilità di cui all art. 80 del R.D. 18 giugno 1931, n. 773 e ss.mm.ii. T.U.L..S.. rticolo 2 Composizione e nomina della Commissione comunale di vigilanza per teatri o luoghi di 1. La Commissione comunale di vigilanza per teatri o luoghi di è nominata dal Sindaco ai sensi dell art. 141-bis R.D. 6 maggio 1940, n. 635 e ss.mm.ii. e dura in carica tre anni 2. La Commissione è composta: a) dal Sindaco o suo delegato che la presiede; b) dal Comandante del Corpo di olizia Municipale o suo delegato; c) dal Dirigente medico dell organo sanitario pubblico di base competente per territorio o da un medico dallo stesso delegato; d) dal Responsabile dell Ufficio Tecnico Comunale o suo delegato; e) dal Comandante rovinciale dei Vigili del Fuoco o suo delegato; f) da un esperto in elettrotecnica 3. lle riunioni della Commissione partecipa un dipendente dell Ufficio competente per l adozione del provvedimento finale con mansioni di segretario verbalizzante.

5 rticolo 3 - Compiti della Commissione comunale di vigilanza per teatri o luoghi di 1. La Commissione, ai fini di cui all art. 80 del T.U.L..S., provvede a verificare la solidità e sicurezza dei locali, degli impianti e dei luoghi sede di pubblico intrattenimento e spettacolo. 2. I compiti della Commissione sono i seguenti: a) esprimere il parere sui progetti di nuovi teatri e altri locali o impianti di pubblico spettacolo e trattenimento, o di sostanziali modificazioni di quelli esistenti; b) verificare le condizioni di solidità, di sicurezza e di igiene dei locali stessi o degli impianti, e di indicare le misure e le cautele ritenute necessarie sia nell interesse dell igiene che della prevenzione degli infortuni; c) accertare le conformità alle disposizioni vigenti e la visibilità delle scritte e degli avvisi per il pubblico prescritti per la sicurezza e l incolumità pubblica; d) accertare, ai sensi dell art. 47 del D.Lgs. 8 gennaio 1998, n. 3, anche avvalendosi di personale tecnico di altre amministrazioni pubbliche, gli aspetti tecnici di sicurezza ed igiene al fine dell iscrizione nell elenco di cui all articolo 4 della Legge 18 marzo 1968, n. 337; e) controllare con frequenza che vengano osservate le norme e le cautele imposte e che i meccanismi di sicurezza funzionino regolarmente, suggerendo all autorità competente gli eventuali provvedimenti. rticolo 4 Convocazione della Commissione comunale di vigilanza per teatri o luoghi di 1. La Commissione si riunisce presso la sede comunale o nei locali o nei luoghi ove sono installate le attrezzature per il, di volta in volta indicati. Laddove non vi è necessità di sopralluogo la Commissione può riunirsi anche in modalità di teleconferenza mediante l ausilio di sistemi di comunicazione a distanza. 2. La Commissione è convocata dal residente, con avviso scritto inviato a tutti i componenti con indicati: giorno, ora, luogo dello svolgimento della seduta e/o del sopralluogo. L avviso di convocazione può essere trasmesso a mezzo di posta elettronica, fax o altro mezzo idoneo. rticolo 5 arere della Commissione comunale di vigilanza per teatri o luoghi di 1. Il parere della Commissione deve essere adottato con l intervento di tutti i componenti obbligatori. 2. Il parere della Commissione è dato per iscritto. rticolo 6 Verbale della Commissione comunale di vigilanza per teatri o luoghi di 1. La Commissione redige un verbale in occasione delle riunioni e dei sopralluoghi. 2. La copia o estratto del verbale viene comunicato all interessato del provvedimento finale ai sensi della L. 241/ Tutte le condizioni e le prescrizioni eventualmente imposte dalla Commissione devono essere inserite nel provvedimento finale cui si riferiscono.

6 rticolo 7 Componenti delegati ai controlli frequenti 1. Il residente, sentita la Commissione, individua tra i suo membri, i componenti delegati ad effettuare i controlli di cui alla lettera e) del comma 2, art. 3 e, comunque, un medico delegato dal Dirigente medico dell organo sanitario pubblico di base competente per territorio, il Comandante dei Vigili del Fuoco o suo delegato, o, in mancanza, altro tecnico del luogo. 2. Tali membri, in forma congiunta, hanno il compito di controllare con frequenza che vengano osservate le norme e le cautele imposte e che i meccanismi di sicurezza funzionino regolarmente, suggerendo all autorità competente gli eventuali provvedimenti. 3. L esito dei controlli e degli accertamenti deve essere comunicato per iscritto all Ufficio competente trasmettendo il verbale di sopralluogo redatto al momento dei controlli. Il Responsabile del procedimento F.to Dott. lessandro Corrieri Visto il parere favorevole reso in ordine alla regolarità tecnica della proposta sopra riportata, ed inseriti nella presente deliberazione a costituirne parte integrante e sostanziale, ai sensi dell art. 49 e 147 bis del D.Lgs , n. 267 e degli articoli 7 e 9 del regolamento comunale sui controlli interni, approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 3 del allegato. Dato atto che non si acquisisce il parere di regolarità contabile, in quanto il presente provvedimento non comporta riflessi, né diretti né indiretti, sulla situazione economicofinanziaria o sul patrimonio del Comune; Esperita votazione in forma palese ed accertato il risultato con l assistenza degli scrutatori sopra nominati: Membri assegnati: n.21 resenti: n.16 Votanti: n.16 Voti Favorevoli: n.16 Voti Contrari: n.0 stenuti: n.0 DELIBER 1) Di approvare, nel suo complesso ed in ogni sua parte, la proposta di deliberazione sopra riportata.

7 IL CONSIGLIO COMUNLE Ritenuto di dover procedere con urgenza stante la natura del provvedimento; Esperita votazione in forma palese ed accertato il risultato con l'assistenza degli scrutatori sopra citati Membri assegnati: n.21 resenti n.16 Votanti n.16 Voti Favorevoli n.16 Voti Contrari n.0 stenuti n.0 2) Di dichiarare il presente atto immediatamente eseguibile ai sensi dell'art. 134, comma 4, d.lgs. n. 267/2000.

8 IL RESIDENTE f.to ZCCRI DOMENICO IL SEGRETRIO f.to FEDELI SIMONETT La presente deliberazione è stata pubblicata all'lbo retorio il 13/02/2014 per la durata di 15 giorni consecutivi, ai sensi dell'art. 124, comma 1, del d.lgs. n. 267/2000. ER IL SEGRETRIO COMUNLE f.to L UFFICIO MESSI L RESENTE DELIBERZIONE E' DIVENUT ESECUTIV IL GIORNO per decorrenza del termine di giorni 10 dalla pubblicazione (art. 134, comma 3, d.lgs. n. 267/2000) Signa, ER IL SEGRETRIO COMUNLE F.to U.O. FFRI GENERLI Copia conforme all'originale in carta libera per uso amministrativo. Signa lì, U.O. FFRI GENERLI U.O. COMMERCIO Data firma

La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134, comma 4, d.lgs. n. 267/2000 COPIA

La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134, comma 4, d.lgs. n. 267/2000 COPIA La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134, comma 4, d.lgs. n. 267/2000 COI Deliberazione del CONSIGLIO COMUNLE n 30 Seduta del 07/04/2014 OGGETTO: ll.3

Dettagli

COPIA. Deliberazione del CONSIGLIO COMUNALE n 13. Seduta del 10/03/2014

COPIA. Deliberazione del CONSIGLIO COMUNALE n 13. Seduta del 10/03/2014 COI Deliberazione del CONSIGLIO COMUNLE n 13 Seduta del 10/03/2014 OGGETTO: ll.3 INO DI RECUERO DI INIZITIV RIVT ER IL RECUERO DI UN COMLESSO IMMOBILIRE OSTO IN VI BET GIOVNN 20/24 SIGN (FI) E CONTESTULE

Dettagli

CITTÀ DI GROTTAGLIE Provincia di Taranto

CITTÀ DI GROTTAGLIE Provincia di Taranto CITTÀ DI GROTTAGLIE Provincia di Taranto REGOLAMENTO COMUNALE PER I PUBBLICI SPETTACOLI E PER IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE COMUNALE DI VIGILANZA SUGLI SPETTACOLI E I TRATTENIMENTI PUBBLICI ART. 1

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI LOCALI DI PUBBLICO INTRATTENIMENTO E SPETTACOLO

REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI LOCALI DI PUBBLICO INTRATTENIMENTO E SPETTACOLO REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI LOCALI DI PUBBLICO INTRATTENIMENTO E SPETTACOLO Approvato con: deliberazione consiliare n. 28 del 23 dicembre 2002 deliberazione consiliare n. 15 del 26 marzo

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE COMUNALE DI VIGILANZA SUI LOCALI DI PUBBLICO SPETTACOLO

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE COMUNALE DI VIGILANZA SUI LOCALI DI PUBBLICO SPETTACOLO COMUNE DI VERONELLA PROVINCIA DI VERONA REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE COMUNALE DI VIGILANZA SUI LOCALI DI PUBBLICO SPETTACOLO Approvato con deliberazione del Consiglio

Dettagli

COMUNE DI PONTEDERA Provincia di Pisa REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE COMUNALE DI VIGILANZA SUI LOCALI DI PUBBLICO SPETTACOLO

COMUNE DI PONTEDERA Provincia di Pisa REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE COMUNALE DI VIGILANZA SUI LOCALI DI PUBBLICO SPETTACOLO COMUNE DI PONTEDERA Provincia di Pisa REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE COMUNALE DI VIGILANZA SUI LOCALI DI PUBBLICO SPETTACOLO ART. 1 - COMPITI 3 ART. 2 - COMPOSIZIONE DELLA COMMISSIONE

Dettagli

Provincia di Verona REGOLAMENTO COMUNALE PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE COMUNALE DI VIGILANZA SUI LOCALI DI

Provincia di Verona REGOLAMENTO COMUNALE PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE COMUNALE DI VIGILANZA SUI LOCALI DI Comune di Palù Provincia di Verona REGOLAMENTO COMUNALE PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE COMUNALE DI VIGILANZA SUI LOCALI DI PUBBLICO SPETTACOLO Approvato con delibera di C.C. n.

Dettagli

COMUNE DI MARRADI PROVINCIA DI FIRENZE

COMUNE DI MARRADI PROVINCIA DI FIRENZE ROVINCIA DI FIRENZE C O I A DELIBERAZIONE N. 34 DEL 11-07-2014 TRIBERTI TOMMASO BARACANI ROBERTA BELLINI ELVIO MILANI MARCO IERI ANDREA CIARANFI VIOLA BASSETTI AOLO MINIATI GABRIELE A A All appello risultano

Dettagli

COMUNE DI MASSAROSA Provincia di Lucca

COMUNE DI MASSAROSA Provincia di Lucca COMUNE DI MASSAROSA rovincia di Lucca Delibera n. 51 del 21.4.2006 DELIBERAZIONE ORIGINALE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: RIFACIMENTO DELLA SEGNALETICA VERTICALE ED ORIZZONTALE 2006 - AROVAZIONE ROGETTO

Dettagli

La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134, comma 4, D.Lgs. n. 267/2000 COPIA

La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134, comma 4, D.Lgs. n. 267/2000 COPIA La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134, comma 4, D.Lgs. n. 267/2000 COPIA Deliberazione della GIUNTA COMUNALE n 121 Seduta del 20/06/2013 All. 1 OGGETTO:

Dettagli

Comune di Albaredo d Adige - Provincia di Verona -

Comune di Albaredo d Adige - Provincia di Verona - COMUN E DI ALBARE DO Comune di Albaredo d Adige - Provincia di Verona - REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE ED IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE COMUNALE DI VIGILANZA SUI LOCALI DI PUBBLICO SPETTACOLO Il Sindaco

Dettagli

ATTESTATO DI PUBBLICAZIONE. La presente deliberazione è stata affissa all'albo comunale in data odierna e vi rimarrà per quindici

ATTESTATO DI PUBBLICAZIONE. La presente deliberazione è stata affissa all'albo comunale in data odierna e vi rimarrà per quindici Letto, confermato e sottoscritto Il Sindaco f.to dr.ssa Elisabetta Pian Il Segretario Comunale f.to dr.ssa Ivana Bianchi Copia conforme all originale ad uso amministrativo. Addì, 3 luglio 2015 dr.ssa Francesca

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI LUOGHI DI PUBBLICO SPETTACOLO.

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI LUOGHI DI PUBBLICO SPETTACOLO. REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI LUOGHI DI PUBBLICO SPETTACOLO. Art. 1 Oggetto del regolamento Il presente regolamento, nell ambito dei principi di autonomia organizzativa, ha per oggetto la disciplina,

Dettagli

COMUNE DI BRISSAGO VALTRAVAGLIA

COMUNE DI BRISSAGO VALTRAVAGLIA CODICE ENTE 012022 COPIA ALBO ON LINE COMUNE DI BRISSAGO VALTRAVAGLIA PROVINCIA DI VARESE Via Bernardino Luini n. 6; C.A.P. 21030; TEL.: 0332 575103 -FAX: 0332576443 E-MAIL: ragioneria@comune.brissago-valtravaglia.va.it

Dettagli

COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COIA COIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Numero 106 Data 15-10-2015 OGGETTO: Mutamento data locale fiera "Mater Domini" dalla prima alla seconda domenica di novembre. Determinazione. areri art.

Dettagli

La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134, comma 4, D.Lgs. n. 267/2000 COPIA

La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134, comma 4, D.Lgs. n. 267/2000 COPIA La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134, comma 4, D.Lgs. n. 267/2000 COPIA Deliberazione della GIUNTA COMUNALE n 163 Seduta del 06/10/2014 All. 1 OGGETTO:

Dettagli

COMUNE DI MASSAROSA Provincia di Lucca

COMUNE DI MASSAROSA Provincia di Lucca COMUNE DI MASSAROSA rovincia di Lucca Delibera n. 136 del 23.10.2006 DELIBERAZIONE ORIGINALE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: ESTENSIONE INCARICO ELABORAZIONI E SERVIZI A SUORTO DELL UFFICIO TRIBUTI ER LE

Dettagli

La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134, comma 4, D.Lgs. n. 267/2000 COPIA

La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134, comma 4, D.Lgs. n. 267/2000 COPIA La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134, comma 4, D.Lgs. n. 267/2000 COPIA Deliberazione della GIUNTA COMUNALE n 30 Seduta del 02/03/2015 All. 2 OGGETTO:

Dettagli

COMUNE di CAPUA Provincia di Caserta

COMUNE di CAPUA Provincia di Caserta COMUNE di CAPUA Provincia di Caserta COPIA di DELIBERAZIONE della GIUNTA MUNICIPALE N 151 del 03.12.2015 Oggetto: ACCESSO AL FONDO DI LIQUIDITA PER ASSICURARE IL PAGAMENTO DEI DEBITI DEGLI ENTI LOCALI

Dettagli

COMUNE DI SAN MARCO D ALUNZIO

COMUNE DI SAN MARCO D ALUNZIO COMUNE DI SAN MARCO D ALUNZIO ROVINCIA DI MESSINA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COIA N. 219 del 26.11.2014 OGGETTO RINEGOZIAZIONE DETERMINAZIONI. MUTUI CONCESSI DALLA CASSA DD.. L anno duemilaquattordici

Dettagli

COMUNE DI CORMÓNS APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 298 DELL'8/4/2002 COME MODIFICATO DALLA DELIBERAZIONE

COMUNE DI CORMÓNS APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 298 DELL'8/4/2002 COME MODIFICATO DALLA DELIBERAZIONE COMUNE DI CORMÓNS REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE ED IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE TECNICA COMUNALE INCARICATA DI VERIFICARE L IDONEITA DEI LUOGHI E DEI LOCALI, SEDE DI PUBBLICO SPETTACOLO O TRATTENIMENTO

Dettagli

COMUNE DI USSANA. Provincia di Cagliari DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. Numero 18 del 10/03/2014

COMUNE DI USSANA. Provincia di Cagliari DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. Numero 18 del 10/03/2014 COMUNE DI USSANA rovincia di Cagliari DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Numero 18 del 10/03/2014 COIA Oggetto: roposta di compensazione debiti e crediti reciproci pervenuta da Abbanoa Spa. Approvazione

Dettagli

COMUNE DI CANCELLARA

COMUNE DI CANCELLARA COMUNE DI CANCELLARA Via Salvatore Basile n. 1 C.A.P. 85010 PROVINCIA DI POTENZA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE REG. N. 7 DEL 05/03/2014 COPIA ALBO OGGETTO: APPROVAZIONE "PIANO TRIENNALE DELLE AZIONI

Dettagli

COMUNE DI MONTESCUDO PROVINCIA DI RIMINI ORIGINALE di deliberazione della Giunta Comunale

COMUNE DI MONTESCUDO PROVINCIA DI RIMINI ORIGINALE di deliberazione della Giunta Comunale COMUNE DI MONTESCUDO PROVINCIA DI RIMINI ORIGINALE di deliberazione della Giunta Comunale N. 44 Reg. Seduta del 09/10/2014 OGGETTO: PIGNORAMENTO PRESSO TERZI EURO COSTRUZIONI S.R.L.. OPPOSIZIONE DELL ENTE

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE NUMERO 5 DEL 27-01-2014

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE NUMERO 5 DEL 27-01-2014 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE C O P I A NUMERO 5 DEL 27-01-2014 Oggetto: PIANO TRIENNALE COMUNALE DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE ANNI 2013-2014 - 2015-2016. APPROVAZIONE. L'anno duemilaquattordici

Dettagli

La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134, comma 4, D.Lgs. n. 267/2000 COPIA

La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134, comma 4, D.Lgs. n. 267/2000 COPIA La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134, comma 4, D.Lgs. n. 267/2000 COPIA Deliberazione della GIUNTA COMUNALE n 191 Seduta del 08/10/2012 All. 3 OGGETTO:

Dettagli

COMUNE DI TORRECUSO Provincia di Benevento

COMUNE DI TORRECUSO Provincia di Benevento COMUNE DI TORRECUSO Provincia di Benevento COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Delibera n. 53 Adunanza del 17/07/2014 OGGETTO: ART.3, COMMA 2, DELLA L.R. N.20/2013. ATTO DI INDIRIZZO PER

Dettagli

COMUNE DI CARINARO AREA TECNICA

COMUNE DI CARINARO AREA TECNICA COMUNE DI CARINARO PROVINCIA DI CASERTA ORIGINALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 2013-30 Data 25-03-2013 OGGETTO: PROPOSTA DI CLASSIFICAZIONE DI INDUSTRIA INSALUBRE I ^ CLASSE - LETTERA B PUNTO

Dettagli

C O M U N E D I C U V I O Provincia di Varese

C O M U N E D I C U V I O Provincia di Varese C O M U N E D I C U V I O Provincia di Varese DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA Numero 98 Del 30-12-2014 Oggetto: INDIVIDUAZIONE DEL SOGGETTO CON POTERE SOSTITUTIVO IN CASO DI INERZIA DEL RESPONSABILE

Dettagli

COMUNE DI MASSAROSA Provincia di Lucca

COMUNE DI MASSAROSA Provincia di Lucca COMUNE DI MASSAROSA rovincia di Lucca Delibera n. 118 del 18.9.2006 DELIBERAZIONE ORIGINALE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: AROVAZIONE ROGETTO ESECUTIVO ER I LAVORI DI ADEGUAMENTO DEGLI EDIFICI SCOLASTICI

Dettagli

COMUNE DI GEMMANO PROVINCIA DI RIMINI

COMUNE DI GEMMANO PROVINCIA DI RIMINI COMUNE DI GEMMANO PROVINCIA DI RIMINI Sede : Piazza Roma, 1 47855 GEMMANO (RN) - Tel (0541) 854060-854080 - fax 854012 Partita I.V.A. n. 01188110405 - Codice Fiscale n. 82005670409 COPIA di deliberazione

Dettagli

CONSIGLIO COMUNALE REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI

CONSIGLIO COMUNALE REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI COMUNE DI LI rovincia di isa C O I N. 21 CONSIGLIO COMUNLE REGISTRO DELLE DELIBERZIONI dunanza del dì 23/03/2004 OGGETTO : FFIDMENTO OSTE ITLINE S DEL SERVIZIO INCSSO SOMME DELL TSS RIFIUTI SOLIDI URBNI.

Dettagli

COMUNE DI MASSAROSA Provincia di Lucca

COMUNE DI MASSAROSA Provincia di Lucca COMUNE DI MASSAROSA rovincia di Lucca Delibera n. 34 del 16.04.2007 DELIBERAZIONE ORIGINALE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: VERIFICA MUTUI RELATIVI AL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO AUTORIZZAZIONE ER LA CONSEGNA

Dettagli

COMUNE DI PRATO SESIA Provincia di Novara

COMUNE DI PRATO SESIA Provincia di Novara COMUNE DI PRATO SESIA Provincia di Novara ORIGINALE COPIA DELIBERAZIONE N. 14 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: Affidamento incarico a dipendente dell'ufficio Tributi del Comune di

Dettagli

COMUNE DI VALDISOTTO Provincia di Sondrio

COMUNE DI VALDISOTTO Provincia di Sondrio COMUNE DI VALDISOTTO Provincia di Sondrio DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE COPIA N. 38 del 06/11/2014 OGGETTO : NOMINA REVISORE DEI CONTI DEL COMUNE DI VALDISOTTO PER IL TRIENNIO 2015/2017. DR. FRANCESCO

Dettagli

COMUNE DI ATRANI Città d Arte Provincia di Salerno

COMUNE DI ATRANI Città d Arte Provincia di Salerno COMUNE DI ATRANI Città d Arte Provincia di Salerno COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 41 OGGETTO: Schema di convenzione per lo svolgimento di attività in collaborazione con le Associazioni

Dettagli

CITTA DI STRESA Provincia del Verbano Cusio Ossola

CITTA DI STRESA Provincia del Verbano Cusio Ossola CITTA DI STRESA Provincia del Verbano Cusio Ossola Copia Albo VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 50 OGGETTO : BILANCIO DI PREVISIONE ESERCIZIO FINANZIARIO ANNO 2015 - IMPOSTA COMUNALE SULLA

Dettagli

COMUNE DI SANTA MARIA A VICO

COMUNE DI SANTA MARIA A VICO ORIGINALE COMUNE DI SANTA MARIA A VICO PROVINCIA DI CASERTA Data Delibera: 25/06/2014 N Delibera: 70 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Oggetto: ACCESSO AL FONDO DI LIQUIDITA' PER ASSICURARE

Dettagli

COMUNE DI SAN GIOVANNI LUPATOTO

COMUNE DI SAN GIOVANNI LUPATOTO COMUNE DI SAN GIOVANNI LUATOTO ROVINCIA DI VERONA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE COIA SEDUTA DEL 11-07-2014 Del. Nr. 37 Oggetto: IUC: COMONENTE TRIBUTARIA TASI - DETERMINAZIONE ALIQUOTE

Dettagli

OGGETTO: DIRETTIVE IN MATERIA DI RISPETTO DEI TEMPI DI PAGAMENTO E DI GESTIONE DEL REGISTRO UNICO DELLE FATTURE EX DECRETO LEGGE 14/04/2014 N.

OGGETTO: DIRETTIVE IN MATERIA DI RISPETTO DEI TEMPI DI PAGAMENTO E DI GESTIONE DEL REGISTRO UNICO DELLE FATTURE EX DECRETO LEGGE 14/04/2014 N. OGGETTO: DIRETTIVE IN MATERIA DI RISPETTO DEI TEMPI DI PAGAMENTO E DI GESTIONE DEL REGISTRO UNICO DELLE FATTURE EX DECRETO LEGGE 14/04/2014 N. 66 COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA N 64 del 23/06/2014 L'anno

Dettagli

COMUNE di CAPUA Provincia di Caserta

COMUNE di CAPUA Provincia di Caserta COMUNE di CAPUA Provincia di Caserta COPIA di DELIBERAZIONE della GIUNTA MUNICIPALE N 42 del 10.04.2015 Oggetto: Art. 4 della L. n. 68 /2014 Linee di indirizzo Ambito di Settore: Amministrativo e Servizi

Dettagli

COMUNE DI VOLVERA. 10040 - Provincia di TORINO

COMUNE DI VOLVERA. 10040 - Provincia di TORINO COMUNE DI VOLVERA 10040 - Provincia di TORINO V E R B A L E DI D E L I B E R A Z I O N E D E L C O N S I G L I O C O M U N A L E N. 36 del 10-06-2014 OGGETTO: NOMINA DEL REVISORE UNICO DEI CONTI PER IL

Dettagli

COMUNE DI PALOMONTE PROVINCIA DI SALERNO

COMUNE DI PALOMONTE PROVINCIA DI SALERNO COMUNE DI PALOMONTE PROVINCIA DI SALERNO N. 93 del 22/10/2014 Copia Verbale di Deliberazione di Giunta Comunale Oggetto: ART. 32, D.L. 24 APRILE, N. 66 E DEL DECRETO DEL MEF DEL 17 LUGLI 2014. ANTICIPAZIONE

Dettagli

Verbale di deliberazione del Consiglio Comunale

Verbale di deliberazione del Consiglio Comunale COMUNE DI CALUSCO D ADDA Provincia di Bergamo Verbale di deliberazione del Consiglio Comunale ORIGINALE N. 13 del 12/05/2014 OGGETTO: PRESA D'ATTO RECESSO CONSENSUALE DALLA CONVENZIONE DI SEGRETERIA. APPROVAZIONE

Dettagli

COMUNE DI CASTIGLIONE DEI PEPOLI

COMUNE DI CASTIGLIONE DEI PEPOLI COMUNE DI CASTIGLIONE DEI EOLI DELIBERAZIONE N. C O I A VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE 5 Adunanza Ordinaria in rima Convocazione - Seduta ubblica - Oggetto: AROVAZIONE CONVENZIONE TRA

Dettagli

LA GIUNTA COMUNALE. Tipo n. reg. Data ritrov. VELOCIPEDE DA DONNA MARCA SHADOWS 020/2012 24/10/2012

LA GIUNTA COMUNALE. Tipo n. reg. Data ritrov. VELOCIPEDE DA DONNA MARCA SHADOWS 020/2012 24/10/2012 CITTA DI MORBEGNO Provincia di Sondrio Deliberazione numero: 65 In data: 17/04/2014 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: ACQUISIZIONE AL PATRIMONIO COMUNALE DEI VEICOLI RINVENUTI ABBANDONATI SUL

Dettagli

COMUNE DI VILLAREGGIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI VILLAREGGIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA ALBO COMUNE DI VILLAREGGIA Provincia di Torino VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 24 OGGETTO : PROGRAMMAZIONE TRIENNALE DEL FABBISOGNO DI PERSONALE PER IL TRIENNIO 2014-2016 L anno

Dettagli

Deliberazione della Giunta Comunale

Deliberazione della Giunta Comunale COMUNE DI GEMMANO 47855 Provincia di Rimini Sede: Piazza Roma n. 1 Tel. (0541) 854060 854080 Fax (0541) 854012 Partita I.V.A. n. 01188110405 Codice Fiscale n. 82005670409 Deliberazione della Giunta Comunale

Dettagli

COMUNE DI SAN VITO AL TORRE

COMUNE DI SAN VITO AL TORRE COPIA N. 044 del Reg. delib. COMUNE DI SAN VITO AL TORRE Provincia di Udine VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: APPROVAZIONE TARIFFE DELL'IMPOSTA SULLA PUBBLICITA' E DIRITTI SULLE PUBBLICHE

Dettagli

C I T T A D I C A M P O B A S S O

C I T T A D I C A M P O B A S S O C I T T A D I C A M P O B A S S O C O P I A VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Numero 111 Del 20-06-11 Oggetto: Programmazione triennale del fabbisogno di personale - Anni 2011-2013. L'anno

Dettagli

COMUNE DI MARTIRANO LOMBARDO (Provincia di Catanzaro) VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI MARTIRANO LOMBARDO (Provincia di Catanzaro) VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI MARTIRANO LOMBARDO (Provincia di Catanzaro) COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Deliberazione N.54 Data 24/04/2014 Oggetto: Approvazione del progetto definitivo per i lavori

Dettagli

COMUNE di CAPUA Provincia di Caserta

COMUNE di CAPUA Provincia di Caserta COMUNE di CAPUA Provincia di Caserta COPIA di DELIBERAZIONE della GIUNTA MUNICIPALE N 217 del 15.11.2012 Oggetto: Istituzione Servizio Gestione Risorse Umane. Ambito di Settore: Amministrativo e Servizi

Dettagli

COPIA. Seduta del 16/02/2015 All. 1

COPIA. Seduta del 16/02/2015 All. 1 COPIA Deliberazione della GIUNTA COMUNALE n 22 Seduta del 16/02/2015 All. 1 OGGETTO: CONTRAZIONE ANTICIPAZIONE DI CASSA CON LA TESORERIA COMUNALE BANCA CARIGE ITALIA SPA ANNO 2015- ED UTILIZZO SOMME A

Dettagli

COMUNE DI PALAZZOLO DELLO STELLA

COMUNE DI PALAZZOLO DELLO STELLA COMUNE DI PALAZZOLO DELLO STELLA PROVINCIA DI UDINE VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ORIGINALE ANNO 2013 N. 105 del Registro Delibere OGGETTO: Affidamento del servizio della distribuzione

Dettagli

COMUNE DI MONTESCUDO PROVINCIA DI RIMINI ORIGINALE di deliberazione della Giunta Comunale

COMUNE DI MONTESCUDO PROVINCIA DI RIMINI ORIGINALE di deliberazione della Giunta Comunale COMUNE DI MONTESCUDO PROVINCIA DI RIMINI ORIGINALE di deliberazione della Giunta Comunale N. 24 Reg. Seduta del 07/05/2015 OGGETTO: PROGRAMMA NUOVI PROGETTI INTERVENTI, PREVISTO DALL ART. 3 COMMI 2-3 DEL

Dettagli

Copia deliberazione della Giunta Comunale

Copia deliberazione della Giunta Comunale C o m u n e d i M a r t i g n a n o P r o v i n c i a d i L e c c e ------------------------------------------ Copia deliberazione della Giunta Comunale n. 36 del 16/07/2014 Oggetto: Costituzione di un

Dettagli

REGOLAMENTO DEL COMITATO CONTROLLO E RISCHI DI SNAM. Il presente Regolamento, approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 12

REGOLAMENTO DEL COMITATO CONTROLLO E RISCHI DI SNAM. Il presente Regolamento, approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 12 REGOLAMENTO DEL COMITATO CONTROLLO E RISCHI DI SNAM Il presente Regolamento, approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 12 dicembre 2013, disciplina la composizione e la nomina, le modalità di

Dettagli

COMUNE DI POLLUTRI Provincia di Chieti

COMUNE DI POLLUTRI Provincia di Chieti COMUNE DI POLLUTRI Provincia di Chieti V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E D E L L A G I U N T A C O M U N A L E NUMERO 43 DATA 01/06/2011 OGGETTO: Acquisto di una autovettura da adibire al servizio

Dettagli

COMUNE DI PALAGIANO Provincia di Taranto

COMUNE DI PALAGIANO Provincia di Taranto COMUNE DI PALAGIANO Provincia di Taranto DELIBERAZIONE ORIGINALE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N. 75 Del reg. Data 27.05.2014 OGGETTO: ISTITUZIONE DEL REGISTRO UNICO DELLE FATTURE DEL COMUNE DI PALAGIANO, AI

Dettagli

La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134, comma 4, D.Lgs. n. 267/2000 COPIA

La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134, comma 4, D.Lgs. n. 267/2000 COPIA La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134, comma 4, D.Lgs. n. 267/2000 COPIA Deliberazione della GIUNTA COMUNALE n 211 Seduta del 28/10/2013 All.12 OGGETTO:

Dettagli

COMUNE DI ROCCA CANAVESE

COMUNE DI ROCCA CANAVESE C o p i a COMUNE DI ROCCA CANAVESE PROVINCIA DI TORINO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N.6 OGGETTO: DEFINIZIONE DELLE MISURE ORGANIZZATIVE FINALIZZATE AL RISPETTO DELLA TEMPESTIVITA' DI

Dettagli

COMUNE DI SEUI. Provincia d'ogliastra DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE. Numero 5 del 04/04/2014

COMUNE DI SEUI. Provincia d'ogliastra DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE. Numero 5 del 04/04/2014 COMUNE DI SEUI rovincia d'ogliastra DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Numero 5 del 04/04/2014 COIA Oggetto: ISTITUZIONE IMOSTA UNICA COMUNALE "IUC " componenti "TARI" e "TASI". DETERMINAZIONE RATE,

Dettagli

COMUNE DI NOVARA ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO:

COMUNE DI NOVARA ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: COMUNE DI NOVARA ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE Deliberazione N. 270 OGGETTO: SERVIZI DI VIGILANZA A TUTELA DELL IGIENE URBANA E DEL DECORO CITTADINO CONVENZIONE TRA IL

Dettagli

CITTÀ DI SELVAZZANO DENTRO Provincia di Padova

CITTÀ DI SELVAZZANO DENTRO Provincia di Padova CITTÀ DI SELVAZZANO DENTRO Provincia di Padova COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE n. 7 del 28-01-2015 OGGETTO: APPROVAZIONE PIANO TRIENNALE TRASPARENZA E INTEGRITA' (P.T.T.I.) 2015-2017,

Dettagli

COMUNE DI VILLAREGGIA Provincia di Torino

COMUNE DI VILLAREGGIA Provincia di Torino COMUNE DI VILLAREGGIA Provincia di Torino COPIA ALBO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 14 ==================================================================== OGGETTO : APPROVAZIONE DEL

Dettagli

COMUNE IM COLOGNO AL SERIO Provincia di Bergamo

COMUNE IM COLOGNO AL SERIO Provincia di Bergamo COMUNE IM COLOGNO L SERIO rovincia di Bergamo // Deliberazione n. 108 del 25.06.2009 VERBLE DI DELIBERZIONE DELL GIUNT COMUNLE OGGETTO: LOCLE COMGNI TETRLE GLI SFRTTTI SETTCOLO TETRLE DENOMINTO MIRNDOLIN

Dettagli

Allegato "A"/Rogito 21363. Equitalia Giustizia S.p.a. * * * * Statuto * * * * Titolo I. Denominazione Sede Durata Oggetto. Art.

Allegato A/Rogito 21363. Equitalia Giustizia S.p.a. * * * * Statuto * * * * Titolo I. Denominazione Sede Durata Oggetto. Art. Allegato "A"/Rogito 21363 Equitalia Giustizia S.p.a. * * * * Statuto * * * * Titolo I Denominazione Sede Durata Oggetto Art. 1 Denominazione 1.1 La Società per Azioni denominata Equitalia Giustizia S.p.a.

Dettagli

COMUNE DI DECIMOMANNU

COMUNE DI DECIMOMANNU COMUNE DI DECIMOMANNU rovincia di Cagliari DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Numero 19 del 12-03-15 ORIGINALE Oggetto: AROVAZIONE SCHEMA DI SCRITTURA RIVATA ER LA GESTIONE DEI RAORTI CON LA SOCIETA'

Dettagli

COMUNE DI POLLUTRI Provincia di Chieti

COMUNE DI POLLUTRI Provincia di Chieti COMUNE DI POLLUTRI Provincia di Chieti V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E D E L L A G I U N T A C O M U N A L E NUMERO 46 DATA 05.08.2014 OGGETTO: Richiesta autorizzazione occupazione suolo pubblico

Dettagli

COMUNE DI MONTE ROMANO PROVINCIA DI VITERBO

COMUNE DI MONTE ROMANO PROVINCIA DI VITERBO COMUNE DI MONTE ROMANO PROVINCIA DI VITERBO COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 82 DEL PROTOCOLLO DELLE DELIBERAZIONI OGGETTO: ISTITUZIONE REGISTRO UNICO FATTURE DIRETTIVE IN MATERIA DEI TEMPI

Dettagli

La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134, comma 4, D.Lgs. n. 267/2000 COPIA

La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134, comma 4, D.Lgs. n. 267/2000 COPIA La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134, comma 4, D.Lgs. n. 267/2000 COPIA Deliberazione della GIUNTA COMUNALE n 162 Seduta del 06/10/2014 All. 2 OGGETTO:

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA GENZI TERRITORILE DELL EMILI-ROMGN ER I SERVIZI IDRICI E RIFIUTI REGIONE EMILI-ROMGN: GENZI TERRITORILE CMB.2013. 0000001 DEL 20/02/2013 CONSIGLIO D MBITO Oggetto: SII: tariffe per l anno 2013 negli ex

Dettagli

COMUNE DI TREVENZUOLO Provincia di Verona

COMUNE DI TREVENZUOLO Provincia di Verona COMUNE DI TREVENZUOLO rovincia di Verona Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale Copia N 48 del 29-05-2013 OGGETTO: AUTORIZZAZIONE A SVOLGERE ATTIVITÀ* OCCASIONALE DI MEDIATORE CIVILE AL SEGRETARIO

Dettagli

COMUNE DI SAN VITO PROVINCIA DI CAGLIARI

COMUNE DI SAN VITO PROVINCIA DI CAGLIARI COMUNE DI SAN VITO PROVINCIA DI CAGLIARI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA N. 30 del 21.04.2015 OGGETTO: Sistema di misurazione e valutazione delle performance dei Responsabili di unità organizzativa

Dettagli

COMUNE DI MALALBERGO

COMUNE DI MALALBERGO COMUNE DI MALALBERGO rovincia di Bologna DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE 18 del 30/04/2013 COIA CONFORME ALL'ORIGINALE OGGETTO: VARIANTE AL R.U.E (REGOLAMENTO URBANISTICO EDILIZIO) N. 2/2013 ER ATTUAZIONE

Dettagli

La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134, comma 4, D.Lgs. n. 267/2000 COPIA

La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134, comma 4, D.Lgs. n. 267/2000 COPIA La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134, comma 4, D.Lgs. n. 267/2000 COPIA Deliberazione della GIUNTA COMUNALE n 232 Seduta del 25/11/2013 All. 1 OGGETTO:

Dettagli

COMUNE DI MASSAROSA Provincia di Lucca

COMUNE DI MASSAROSA Provincia di Lucca COMUNE DI MASSAROSA rovincia di Lucca Delibera n. 93 del 27.6.2006 DELIBERAZIONE ORIGINALE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: ROGETTO ITER-NET SISTEMA REGIONALE DELLE STRADE E INDIRIZZI. ROGETTO ER LA REALIZZAZIONE

Dettagli

CONSIGLIO COMUNALE REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI

CONSIGLIO COMUNALE REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI COMUNE DI LI rovincia di isa C O I N. 15 CONSIGLIO COMUNLE REGISTRO DELLE DELIBERZIONI dunanza del dì 20/03/2008 OGGETTO : REGOLMENTO ER L'LICZIONE DELL TSS DI SMLTIMENTO RIFIUTI SOLIDI URBNI. MODIFIC

Dettagli

COMUNE DI PELLEGRINO PARMENSE

COMUNE DI PELLEGRINO PARMENSE COMUNE DI PELLEGRINO PARMENSE COPIA Deliberazione della Giunta Comunale Deliberazione n. 55 in data 07.10.2015 N. 55 OGGETTO: ADESIONE A CONVENZIONE CON I.BB.AA.CC.NN. della Regione Emilia-Romagna PER

Dettagli

Comune di Montagnareale Provincia di Messina

Comune di Montagnareale Provincia di Messina REGOLAMENTO PER LA NOMINA ED IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE CONSILIARE PERMANENTE PER L ESAME DELLE NORME REGOLAMENTARI DELL ENTE INDICE Art. 1 - Oggetto del regolamento- definizioni. Art. 2 - Composizione,

Dettagli

Deliberazione della Giunta Comunale

Deliberazione della Giunta Comunale C O M U N E D I M A R Z I PROVIINCIIA DII COSENZA Deliberazione della Giunta Comunale Copia N 42 del 03/07/2014 Oggetto: ISTITUZIONE DEL REGISTRO UNICO DELLE FATTURE (ART. 42 D. L. 24/04/2014, N. 66 CONVERTITO

Dettagli

COMUNE DI CIVITA D ANTINO

COMUNE DI CIVITA D ANTINO COMUNE DI CIVITA D ANTINO PROVINCIA DELL AQUILA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 43 del 21/11/2011 OGGETTO: Regolamento comunale per l uso dei parchi giochi comunali - Approvazione. L

Dettagli

ATTESTATO DI PUBBLICAZIONE. La presente deliberazione è stata affissa all'albo comunale in data odierna e vi rimarrà per quindici

ATTESTATO DI PUBBLICAZIONE. La presente deliberazione è stata affissa all'albo comunale in data odierna e vi rimarrà per quindici Letto, confermato e sottoscritto Il Sindaco f.to dr.ssa Elisabetta Pian Il Segretario Comunale f.to dr.ssa Ivana Bianchi Copia conforme all originale ad uso amministrativo. Addì, 15 febbraio 2013 dr. Francesca

Dettagli

COMUNE DI CASTELPIZZUTO Provincia di Isernia

COMUNE DI CASTELPIZZUTO Provincia di Isernia Repubblica Italiana COMUNE DI CASTELPIZZUTO Provincia di Isernia DELIBERAZIONE di GIUNTA MUNICIPALE COPIA n. 49 del 08-10-2015 OGGETTO: INDIVIDUAZIONE DELL'AREA ORGANIZZATIVA OMOGENEA (AOO) E NOMINA DEL

Dettagli

COMUNE DI GALLICANO ESTRATTO DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE ATTO N. 14 SEDUTA DEL 28/05/2009

COMUNE DI GALLICANO ESTRATTO DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE ATTO N. 14 SEDUTA DEL 28/05/2009 Copia conforme all'originale COMUNE DI GLLICNO rovincia di Lucca ESTRTTO DI DELIBERZIONE DEL CONSIGLIO COMUNLE TTO N. 14 SEDUT DEL 28/05/2009 OGGETTO: INTEGRZIONI LL DELIBERZIONE DI CONSIGLIO COMUNLE N.4

Dettagli

COMUNE DI SEUI. Provincia d'ogliastra DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE. Numero 4 del 12/02/2016 ARESU SILVIA MELIS PRIAMO P P P P A P P A A A P

COMUNE DI SEUI. Provincia d'ogliastra DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE. Numero 4 del 12/02/2016 ARESU SILVIA MELIS PRIAMO P P P P A P P A A A P COMUNE DI SEUI rovincia d'ogliastra DELIBERZIONE DEL CONSIGLIO COMUNLE Numero 4 del 12/02/2016 Oggetto: ccettazione della donazione di un immobile sito a Seui in via Stazione 7 - donante Sig. resu Cesare

Dettagli

La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134, comma 4, D.Lgs. n. 267/2000 COPIA

La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134, comma 4, D.Lgs. n. 267/2000 COPIA La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134, comma 4, D.Lgs. n. 267/2000 COPIA Deliberazione della GIUNTA COMUNALE n 46 Seduta del 20/03/2012 All. 1 OGGETTO:

Dettagli

COMUNE DI GAETA Provincia di Latina DELIBERAZIONE DI GIUNTA

COMUNE DI GAETA Provincia di Latina DELIBERAZIONE DI GIUNTA COPIA COMUNE DI GAETA Provincia di Latina DELIBERAZIONE DI GIUNTA N 236 del 14/09/2012 OGGETTO Legge 150/2009. Costituzione Organismo Indipendente di Valutazione. Approvazione disciplinare. L anno duemiladodici,

Dettagli

C O M U N E D I G U A N Z A T E Provincia di Como

C O M U N E D I G U A N Z A T E Provincia di Como C O M U N E D I G U A N Z A T E Provincia di Como DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA Cod. Ente 10570 Numero 16 Del 23-02-2015 OGGETTO: DEFINIZIONE DELLE MISURE ORGANIZZATIVE FINALIZZATE ALL'OTTIMIZZAZIONE

Dettagli

COMUNE DI SERRACAPRIOLA PROVINCIA DI FOGGIA

COMUNE DI SERRACAPRIOLA PROVINCIA DI FOGGIA COMUNE DI SERRACAPRIOLA PROVINCIA DI FOGGIA COPIA Numero 21 Del 18-03-2015 OGGETTO: Nomina referente fatturazione elettronica, adeguamento della struttura informatica e definizione delle misure organizzative

Dettagli

CITTA DI MANFREDONIA Provincia di Foggia

CITTA DI MANFREDONIA Provincia di Foggia CITTA DI MANFREDONIA Provincia di Foggia Deliberazione della Giunta Comunale Seduta n.19 del 14.05.2014 n 95 OGGETTO: DIRETTIVE PER L'ISTITUZIONE E LA GESTIONE DEL REGISTRO UNICO DELLE FATTURE. L anno

Dettagli

COMUNE DI MANERBA DEL GARDA Provincia di Brescia

COMUNE DI MANERBA DEL GARDA Provincia di Brescia DELIBERA CONSIGLIO COMUNALE COMUNE DI MANERBA DEL GARDA Provincia di Brescia N. 49 DEL 30.09.2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE COPIA OGGETTO: APPROVAZIONE NUOVO REGOLAMENTO COMUNALE

Dettagli

COMUNE DI ROCCA PRIORA Provincia di Roma

COMUNE DI ROCCA PRIORA Provincia di Roma COPIA CONFORME ALL'ORIGINALE PER USO AMMINISTRATIVO E D'UFFICIO DELLA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N.118 DEL 22-12-2015 Rocca Priora, li 07-01-2016 Il Segretario generale DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA

Dettagli

Comune di Morciano di Leuca PROVINCIA DI LECCE

Comune di Morciano di Leuca PROVINCIA DI LECCE Comune di Morciano di Leuca PROVINCIA DI LECCE COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Numero 168 del 15/10/2015 OGGETTO: ACCREDITAMENTO ENTE AL SERVIZIO CIVILE NAZIONALE. ATTO DI INDIRIZZO. L'anno

Dettagli

Comune di Crespellano Provincia di Bologna

Comune di Crespellano Provincia di Bologna Comune di Crespellano rovincia di Bologna Copia dell ORIGINLE dunanza Ordinaria in prima convocazione. Seduta pubblica. DELIBERZIONE DEL CONSIGLIO COMUNLE N. 28 DEL 27/04/2011. OGGETTO: DESTINZIONE VNZO

Dettagli

COMUNE DI MASSAROSA Provincia di Lucca

COMUNE DI MASSAROSA Provincia di Lucca COMUNE DI MASSAROSA rovincia di Lucca Delibera n. 20 del 31.03.2009 DELIBERAZIONE ORIGINALE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: AROVAZIONE DEL ROGETTO RELIMINARE COMLESSIVO IN LINEA TECNICA E DEL ROGETTO RELIMINARE

Dettagli

COMUNE DI GODEGA DI SANT URBANO

COMUNE DI GODEGA DI SANT URBANO C O P I A Deliberazione N. 20 in data 19/06/2014 COMUNE DI GODEGA DI SANT URBANO PROVINCIA DI TREVISO *********** Verbale di Deliberazione del Consiglio Comunale OGGETTO: TRIBUTO PER SERVIZI INDIVISIBILI

Dettagli

COMUNE DI PAGANI PROVINCIA DI SALERNO

COMUNE DI PAGANI PROVINCIA DI SALERNO COMUNE DI PAGANI PROVINCIA DI SALERNO Numero 2 Data 19/06/2012 Copia DELIBERAZIONE DELLA COMMISSIONE STRAORDINARIA CON I POTERI DI CONSIGLIO COMUNALE Oggetto: L anno :2012, Il giorno : 19 del mese di :

Dettagli

Deliberazione originale della Giunta Comunale

Deliberazione originale della Giunta Comunale Deliberazione originale della Giunta Comunale N. 26 del Reg. Data 3.3.2015 OGGETTO: approvazione progetto lsu L anno duemilaquindici, il giorno tre del mese di marzo alle ore 12.00, nella sala delle adunanze

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI PIEVE D OLMI PROVINCIA DI CREMONA DELIBERAZIONE N 58 DEL 27.07.2015 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: NOMINA DATORE DI LAVORO E ATTO DI INDIRIZZO PER INCARICO PROFESSIONALE

Dettagli