IL CONSIGLIO DI STATO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "5.2.2.5 IL CONSIGLIO DI STATO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO"

Transcript

1 Regolamento delle Scuole medie di commercio e delle Scuole professionali commerciali dell settembre 00 (ultima modifica: giugno 007; BU: )... IL CONSIGLIO DI STATO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO visti: - la Legge della scuola del febbraio 990 e il relativo Regolamento di applicazione del 9 maggio 99; - la Legge cantonale sull orientamento scolastico e professionale e sulla formazione professionale e continua (L-orform) del febbraio 998 e il relativo Regolamento del 0 ottobre 998; - la Legge sulle scuole professionali del ottobre 99; - il Regolamento sulla maturità professionale del aprile 000, - la Convenzione tra lo Stato del Cantone Ticino e la Federazione ticinese della Società degli impiegati del commercio (in seguito SIC) in vigore; - il Piano normativo per le scuole svizzere di commercio emanato dall UFIAML (ora UFFT) il 9 aprile 98; ritenuto che le denominazioni personali e professionali usate nel presente regolamento si intendono al maschile e al femminile; Scopo Art. decreta: CAPITOLO I Disposizioni generali Le scuole professionali commerciali (in seguito SPC): a) assicurano l insegnamento professionale obbligatorio, facoltativo e di ricupero agli apprendisti impiegati di commercio, assistenti d ufficio, impiegati del commercio al dettaglio, assistenti del commercio al dettaglio, librai, assistenti all informazione e alla documentazione e, di regola, a tutte le formazioni inerenti al terziario, riconosciute in base alle disposizioni federali e cantonali; b) offrono, tramite la scuola media professionale (in seguito SMP), la formazione di maturità professionale commerciale (in seguito MPC) integrata o nella forma per professionisti qualificati. Le scuole medie di commercio (in seguito SMC): a) conferiscono, in cicli di studio triennali, a tempo pieno, di cui il primo anno in comune, una formazione commerciale per il conseguimento, rispettivamente:. del diploma di impiegato qualificato, ciclo di diploma;. del diploma di impiegato qualificato, ciclo di maturità (integrata) e, previo lo svolgimento di un periodo di pratica aziendale di almeno 9 settimane, dell attestato di maturità professionale commerciale; b) offrono un corso parallelo all attività professionale, indirizzato ai titolari del diploma di cui alla lettera a, punto, per il conseguimento della MPC (post-diploma). Le scuole di cui ai cpv. e, oltre a quanto previsto dalla legislazione in materia, provvedono inoltre a: a) curare l aggiornamento, il perfezionamento e la riqualificazione professionale, mediante l organizzazione di corsi per diplomati o titolari di un attestato federale di capacità (in seguito AFC) o di un certificato federale di formazione pratica (in seguito CFP), d intesa con la Federazione ticinese della SIC; b) favorire la permeabilità tra i vari percorsi scolastici di un medesimo istituto.

2 Centri professionali commerciali Art. Le scuole professionali commerciali e le scuole medie di commercio possono essere riunite in centri professionali commerciali (in seguito CPC). Sono istituiti CPC a Bellinzona, Chiasso, Locarno, Lugano. Ordinamento e comprensori Art. L ordinamento delle SPC e delle SMC è approvato dalla Divisione della formazione professionale (in seguito DFP). La DFP può disporre modifiche di comprensorio delle sedi per razionalizzare l ordinamento. Deroghe ai comprensori possono essere autorizzate dalle direzioni delle scuole su richiesta delle parti interessate. CAPITOLO II Piani degli studi Piani degli studi e delle lezioni settimanali della SPC e SMP Art. I piani degli studi e delle lezioni settimanali della SPC sono definiti dai relativi regolamenti di tirocinio o ordinanze sulla formazione professionale di base e, per la SMP, dal relativo programma quadro di MPC. Piani degli studi della SMC Art. I piani degli studi della SMC sono conformi al Piano normativo per le scuole svizzere di commercio emanato dall Ufficio federale dell industria, delle arti e mestieri e del lavoro (ora Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia); e, per quanto attiene alla MPC, essi sono conformi al programma quadro in vigore. Piani delle lezioni della SMC Art. I piani delle lezioni settimanali della SMC sono stabiliti come segue; tenendo conto che nei curricoli di MPC vale la distinzione tra: a) materie fondamentali (F); b) materia specifica (S); c) materie complementari (C); d) insegnamento professionale obbligatorio (IP) AREA DISCIPLINARE MATERIE corso corso corso Tronco DIPL MPC DIPL MPC comune Obbligatorie:. Lingua materna Italiano (F)..a e.a lingua nazionale o lingua straniera Tedesco (F) Inglese (F). Economia e diritto Contabilità (S) Economia aziendale Diritto. Tecnologie dell informazione e comunicazioni aziendali. Storia, istituzioni pubbliche e sociali. Scienze naturali matematica Economia politica Informatica Elaborazione testi corrispondenza/ Segretariato/ Storia e istituzioni politiche (F) Matematica (F) Geoeconomia (IP) 7. Sport Educazione fisica 8. Insegnamento (Aree disciplinari: tutte) interdisciplinare 9. Pratica aziendale Laboratorio di pratica Totale ore lezioni 0 0 (F) (IP)

3 Opzionali: 0. Economia e diritto Contabilità costi (C) Marketing (C). Storia, istituzioni Storia dell arte (C) pubbliche e sociali Storia della musica (C). Scienze naturali e Biologia, event. chimica/ matematica fisica (C). a e a lingua naz. o lingua straniera Francese (C) Scelte opzioni ore/lezione Totale ore lezioni obbligatorie 7. Insegnamento religioso Facoltative: Cultura religiosa Il piano delle lezioni della Scuola media di commercio della Scuola professionale per sportivi d élite è, nel rispetto degli obiettivi di insegnamento della SMC, definito da un apposito regolamento. Percorsi sperimentali di formazione sono descritti per il tramite di regolamenti appositi. Civica e educazione alla cittadinanza L insegnamento della civica e dell educazione alla cittadinanza sono compresi nella materia Storia e istituzioni politiche. La valutazione attestante il raggiungimento degli obiettivi è inserita nella materia indicata al cpv.. Pratica aziendale Art. 7 Nel corso del triennio sono organizzati periodi di pratica aziendale allo scopo di fornire competenze che integrano o sostituiscono, in parte, la formazione scolastica. Se gli stage sono svolti in un azienda di pratica commerciale (in seguito APC) o in un laboratorio di pratica gli allievi sono valutati. Abrogato. Le valutazioni inerenti alla pratica aziendale figurano nella pagella e sul diploma rilasciato al termine del ciclo triennale (ciclo diploma e MPC ) con la denominazione: a) Pratica in azienda per le attività svolte nella APC; b) Laboratorio di pratica per le attività svolte nelle sedi scolastiche. Corsi facoltativi, opzionali o di recupero Art. 8 La direzione può organizzare corsi facoltativi o di ricupero per gruppi di almeno 0 iscritti. Corsi opzionali e facoltativi sono organizzati per quanto possibile in comune, sia per apprendisti della SPC sia per allievi della SMC. Corso di MPC post-diploma Art. 9 Il CPC organizza un corso post-diploma per l ottenimento della MPC, con lezioni che permettano di raggiungere gli obiettivi fissati nel Programma-quadro federale. Il corso è disciplinato da un regolamento specifico, emanato dalla competente autorità cantonale. CAPITOLO III Ammissione Generalità Art. 0 L ammissione ad un anno scolastico qualsiasi dei vari cicli di studio avviene: a) per le SPC e SMP in base alle norme federali e cantonali vigenti; b) per le SMC in base agli articoli seguenti. La DFP consente il passaggio dalla SMC alla SPC e viceversa, esaminata la specifica situazione scolastica o professionale dell allievo/apprendista e sentito il parere delle direzioni scolastiche interessate.

4 Ammissione al primo anno scolastico della SMC e della SMP Art. Possono accedere direttamente al primo anno della SMC e al primo anno della SMP integrata gli studenti e gli apprendisti in possesso della licenza di scuola media se: a) sono date le condizioni per l accesso in una scuola del medio-superiore, senza esami d ammissione; b) è data la media di almeno,0 e al massimo una sola insufficienza, non inferiore al,0, nelle materie obbligatorie della licenza dalla scuola media (italiano, tedesco, inglese, storia e civica, geografia, matematica, scienze naturali, educazione fisica, opzione capacità espressive e tecniche), ridotta di un decimo di punto per ognuno dei due corsi attitudinali frequentati. Previo esame scritto d ammissione in italiano, tedesco e matematica possono accedere alla SMC e al primo anno della SMP integrata gli apprendisti e gli studenti in possesso della licenza di scuola media senza i requisiti previsti al punto precedente; l esame è superato se lo studente ottiene almeno la media del,0, con al massimo una insufficienza, non inferiore al,0. Di regola può iscriversi al corso opzionale di francese solo chi ha frequentato l opzione corrisponde alla Scuola media e ha ottenuto la nota sulla licenza. Ammissione al secondo anno scolastico della SMC Art. Accedono automaticamente al secondo anno, ciclo di diploma, gli allievi promossi alla fine del primo anno di una SMC riconosciuta dall UFFT. Accedono al secondo anno, ciclo di MPC, gli allievi che, al termine del primo anno, hanno conseguito un totale di almeno 8 punti nelle seguenti sei materie: italiano, tedesco, inglese, contabilità, matematica, storia/istituzioni politiche (media,). Il Consiglio di classe può ammettere al secondo anno, ciclo di MPC, allievi ai quali manca al massimo mezzo punto per raggiungere il punteggio richiesto e che sono ritenuti meritevoli di entrare nel curricolo di MPC. La direzione dell istituto può concedere, alla fine del primo semestre del secondo anno, il passaggio dal ciclo di MPC al ciclo di diploma, previa richiesta scritta dello studente, se maggiorenne, o del rappresentante legale. Ammissione al terzo anno scolastico della SMC Art. Accedono automaticamente al terzo anno, ciclo di diploma, gli allievi promossi alla fine del secondo anno di una SMC riconosciuta dall UFFT. Accedono automaticamente al terzo anno, ciclo di MPC, gli allievi promossi alla fine del secondo anno, ciclo MPC. Su richiesta scritta alla direzione, loro o dei loro rappresentanti legali, possono accedere al terzo anno, ciclo di diploma, gli allievi che al termine del secondo anno, ciclo di MPC, soddisfano le condizioni di promozione in terzo corso, ciclo di diploma. Ammissione alla SMC in casi particolari Art. La direzione decide sulle ammissioni a qualsiasi anno della SMC (ciclo diploma e di MPC) in casi particolari, previa analisi del dossier, se necessario mediante esami integrativi. Organizzazione degli esami di ammissione alla SMC Art. Gli esami d ammissione alla SMC e quelli integrativi sono organizzati dalle direzioni degli istituti, di regola entro la fine del mese di agosto. CAPITOLO IV Promozione e passaggio all anno successivo Generalità Art. La promozione o il passaggio da un anno al successivo in uno dei vari cicli di studio avviene: a) per la SPC e la SMP in base alle norme federali e cantonali vigenti; b) per la SMC in base agli articoli seguenti.

5 Assegnazione delle note nelle SPC, nelle SMP e nelle SMC Art. 7 Le note vanno dall,0 al,0; la nota migliore è il,0, la peggiore l,0; il,0 significa la sufficienza; è ammesso l uso dei mezzi punti, fatte salve le disposizioni dell Ordinanza sulla maturità professionale. L anno scolastico è suddiviso in due semestri; a metà circa del primo semestre sono emessi i giudizi. Le note di fine semestre e quelle finali sono assegnate dai docenti della materia, prima del consiglio di classe, tenendo equamente conto delle note semestrali, fatte salve, nella SMC, le disposizioni riguardanti l ottenimento della MPC. Se l insegnamento è impartito da più docenti in un contesto interdisciplinare, le note di fine semestre e finali sono concordate. Le note di condotta e di applicazione sono assegnate dal Consiglio di classe alla fine del primo e del secondo semestre. Nella SMC e negli apprendistati che lo prevedono, le note finali di condotta e di applicazione sono assegnate dal Consiglio di classe tenendo equamente conto del comportamento e dell impegno dell allievo/apprendista sull arco dell anno scolastico. Se un docente non assegna una nota semestrale o finale deve motivarlo per iscritto; in caso di mancata assegnazione della nota del primo semestre, il docente si deve accertare che lo studente abbia recuperato la materia di quel semestre. La nota finale non può essere assegnata qualora manchi la nota del secondo semestre. Promozione nella SMC Art. 8 Il passaggio da un anno scolastico al successivo è dato con la sufficienza in tutte le materie obbligatorie o con al massimo due insufficienze, non inferiori al,0, a condizione che la media delle note finali sia uguale o superiore al,0. L educazione fisica va compresa nel numero delle insufficienze; la nota di questa materia non viene invece considerata nel computo della media. La mancata assegnazione della nota finale in una materia obbligatoria comporta la non promozione, riservati i casi di dispensa medica. Al termine del secondo corso, ciclo di MPC, l allievo è promosso a condizione che: a) la media delle note sia almeno del,0; b) vi siano al massimo due note insufficienti; c) lo scarto delle note insufficienti per arrivare al,0 non superi complessivamente,0 punti. Nelle materie informatica, elaborazione testi/corrispondenza/segretariato, geoeconomia, francese o scienze naturali del secondo corso, ciclo di MPC, la nota finale è la media delle note ottenute nei due semestri di studio, espressa al decimo di punto. La nota di pratica in azienda conseguita presso l APC in secondo corso appare sulla pagella di fine anno tra le note finali; essa non entra nella media generale del secondo anno e non conta come insufficienza. Provvedimento eccezionale di promozione nella SMC Art. 9 Al termine del primo anno di studi e nel ciclo di diploma, il Consiglio di classe che giudica uno studente idoneo a frequentare l anno successivo, benché non abbia raggiunto i risultati prescritti dall art. 8, lo può promuovere qualora la somma dei punti mancanti nelle materie insufficienti, al massimo tre, e di cui una sola con nota inferiore al,0, non superi tre unità, e a condizione che la media delle note finali sia uguale o superiore al,0. L applicazione del provvedimento non modifica né il totale dei punti né singole note e viene segnata nella tabella della scuola e nella pagella scolastica dello studente. Ripetizione dell anno scolastico Art. 0 Gli allievi che alla fine del primo corso hanno o più insufficienze non sono autorizzati a ripetere la classe; coloro che hanno o più insufficienze alla fine del secondo corso possono essere esclusi dalla ripetizione su decisione della direzione della scuola, sentito il consiglio di classe. La ripetizione della medesima classe è consentita una sola volta. Contestazioni Art. Per contestazioni in materia di valutazione finale e di promozione è applicabile la legge della scuola.

6 CAPITOLO V Attestato federale di capacità, diploma di impiegato qualificato e attestato di maturità professionale commerciale Generalità Art. Il Cantone rilascia agli apprendisti e agli studenti, conformemente alle norme federali e cantonali vigenti: a) nell ambito della SPC, gli AFC e i CFP nelle professioni di cui all art. e la MPC ai sensi dell Ordinanza in materia; b) nell ambito della SMC, dopo un ciclo di studi di tre anni a tempo pieno, il diploma di impiegato qualificato di commercio, riconosciuto dalla Confederazione ai sensi della LFP; c) nell ambito della SMC, dopo l ottenimento del diploma, la MPC secondo le disposizioni cantonali e federali in materia. Materie d esame di diploma, ciclo di diploma Art. Per ottenere il diploma il candidato deve sostenere i seguenti esami: a) scritti e orali in: italiano, tedesco, inglese; b) scritti in: contabilità, matematica; c) scritto o orale in: economia politica/economia aziendale/diritto. Materie del diploma di impiegato qualificato, ciclo di diploma Art. Sul diploma figurano le note delle materie italiano, tedesco, inglese, contabilità, economia politica/economia aziendale/diritto, informatica, elaborazione testi/corrispondenza/ segretariato, storia/istituzioni politiche, matematica, geoeconomia, educazione fisica, corso interdisciplinare, materie opzionali del primo biennio e del terzo anno come all art. e inoltre le valutazioni della pratica in azienda e del laboratorio di pratica. Le note delle materie obbligatorie: informatica, elaborazione testi/corrispondenza/segretariato e geoeconomia sono assegnate alla fine del secondo corso. Le note delle materie opzionali: francese e scienze naturali, seguite obbligatoriamente per un biennio, sono assegnate alla fine del secondo corso. Calcolo delle note del diploma di impiegato qualificato, ciclo di diploma Art. Nelle materie d esame la nota di diploma è calcolata tenendo equamente conto della nota d esame e della nota finale ottenuta al termine del terzo anno; per economia politica/economia aziendale/diritto, la nota finale scolastica è la media delle note finali delle singole materie arrotondata al mezzo punto. Nelle materie che non sono oggetto d esame, nota di diploma è la nota scolastica assegnata alla fine del terzo anno, fatta eccezione per informatica, elaborazione testi/corrispondenza/segretariato, geoeconomia, francese o scienze naturali, per le quali fa stato la nota assegnata alla fine del secondo anno. La nota finale è assegnata dal docente della materia tenendo equamente conto delle note tanto del primo quanto del secondo semestre. La nota di diploma di pratica in azienda ottenuta presso l APC, risulta dalla media, espressa al mezzo punto, tra le note che figurano sulla pagella alla fine del secondo e terzo corso. La nota di diploma, nell ambito del laboratorio di pratica della SMC, è la nota assegnata sulla pagella; essa è assegnata solo a fine anno scolastico. Le note di diploma di pratica in azienda e di laboratorio di pratica entrano nella media generale e contano come numero di insufficienze. 7 La nota conseguita nell ambito dell insegnamento interdisciplinare del terzo corso appare sulla pagella e sul diploma, ma non entra nella media generale e non conta come insufficienza. Condizioni per l ottenimento del diploma di impiegato qualificato, ciclo di diploma Art. Il diploma è ottenuto con la sufficienza in tutte le materie di cui all art. o con due insufficienze al massimo, non inferiori al,0, e a condizione che la media delle note sia uguale o superiore al,0. Il Consiglio di classe che giudica uno studente meritevole dell ottenimento del diploma, benché non abbia raggiunto i risultati prescritti ai paragrafi precedenti, glielo può rilasciare

7 qualora la somma dei punti mancanti nelle materie insufficienti, al massimo tre e di cui una sola con nota inferiore al,0, non superi tre unità, e a condizione che la media delle note finali sia uguale o superiore al,0. L applicazione del provvedimento non modifica né il totale dei punti né singole note. Le insufficienze nelle materie obbligatorie che non rientrano nel programma di studio del terzo anno vanno comprese nel numero delle insufficienze finali e nel computo della media al termine del ciclo di studi di diploma. L educazione fisica va compresa nel numero delle insufficienze; la nota di questa materia non viene invece considerata nel computo della media. La mancata assegnazione di una nota comporta la non assegnazione del diploma, riservati i casi di dispensa medica. 7 Il conseguimento della nota nell ambito dell insegnamento interdisciplinare del terzo corso è condizione imprescindibile per l ottenimento del diploma. Ripetizione degli esami di diploma, ciclo diploma Art. 7 Il candidato che non ha superato gli esami previsti al termine del terzo anno del ciclo di diploma ha diritto di ripresentarsi agli esami analogamente a quanto previsto per il ciclo di MPC sulla base dell Ordinanza sulla maturità professionale. Nelle materie che non sono state oggetto d esame la prima volta, la nota di materia insufficiente può essere sostituita dalla nota conseguita dal candidato frequentando regolarmente le lezioni nel corso dell intero anno scolastico. Il candidato che non ha superato gli esami previsti al termine del terzo corso del ciclo di diploma può chiedere di ripetere l ultimo anno come studente regolare; in questo caso le valutazioni acquisite nel corso del terzo anno non superato decadono. Il candidato, se non supera l esame, può r ip e t er l o a l p i ù pr es t o do p o u n a n no. S e n o n l o s u pe r a ancora, vi è riammesso per la terza e ultima volta dopo un ulteriore anno dalla ripetizione. Gli allievi che ripetono il terzo anno o che si ripresentano per la ripetizione hanno la possibilità di sostenere un esame di riparazione in informatica, elaborazione testi/corrispondenza/segretariato, geoeconomia e francese o scienze naturali, qualora in queste materie avessero ottenuto una nota insufficiente alla fine del secondo anno. Il corso interdisciplinare deve essere ripetuto integralmente seguendo in modo regolare le lezioni, così da ottenere la nota mancante o rimediare all insufficienza ottenuta. 7 [ex cpv. ] La direzione della scuola decide in merito a eventuali eccezioni. Attribuzione del diploma, ciclo di MPC Art. 8 Ottiene il diploma di impiegato qualificato di commercio anche l allievo che ha superato gli esami previsti alla fine del terzo corso, ciclo di MPC. Materie d esame di diploma, ciclo di MPC Art. 9 Per ottenere la MPC il candidato deve sostenere i seguenti esami: a) scritti e orali in: italiano, tedesco, inglese, lavori pratici; b) scritti in: contabilità, matematica; c) scritto o orale in: economia politica/economia aziendale/diritto. Materie del diploma di impiegato qualificato, ciclo di MPC, e dell attestato di MPC Art. 0 Sul diploma, conseguito al termine del triennio di studi, figurano le note delle materie italiano, tedesco, inglese, contabilità, economia politica/economia aziendale/diritto, informatica, elaborazione testi/corrispondenza/segretariato, storia/istituzioni politiche, matematica, geoeconomia, educazione fisica, corso interdisciplinare, materie opzionali del primo biennio e del terzo anno come all art. e inoltre la valutazione della pratica in azienda e del laboratorio di pratica. Le note delle materie obbligatorie: informatica, elaborazione testi/corrispondenza/segretariato e geoeconomia sono assegnate alla fine del secondo corso. Le note delle materie opzionali: francese e scienze naturali, seguite obbligatoriamente per un biennio sono assegnate alla fine del secondo corso. Nell attestato di MPC, rilasciato alla fine dello stage in azienda della durata minima di 9 settimane, figurano le note delle materie previste dall Ordinanza federale in vigore. Abrogato. Nell attestato finale di MPC appaiono il titolo del progetto didattico interdisciplinare, la nota conseguita e le discipline interessate.

8 Calcolo delle note di MPC nella SMC Art. Nelle materie d esame la nota di MPC è la media fra la nota d esame e la media delle note ottenute negli ultimi due semestri di studio, espressa al decimo di punto; per economia politica/economia aziendale/diritto, la nota scolastica è la media delle note semestrali delle singole materie arrotondata al decimo di punto. La media generata da una prova scritta e da una prova orale di uno stesso esame è espressa al mezzo punto superiore. Nelle materie che non sono oggetto d esame, nota di MPC è la media delle note ottenute negli ultimi due semestri di studio, espressa al decimo di punto fatta eccezione per informatica, elaborazione testi/corrispondenza/segretariato, geoeconomia, francese o scienze naturali, per le quali fa stato la nota assegnata alla fine del secondo anno come all art. 8 cpv.. La nota di diploma di pratica in azienda ottenuta presso l APC, risulta dalla media, espressa al decimo di punto, tra le note che figurano sulla pagella alla fine del secondo e terzo corso. La nota di diploma, nell ambito del laboratorio di pratica della SMC, è la nota assegnata sulla pagella; essa è assegnata solo a fine anno scolastico. Le note di diploma di pratica in azienda e di laboratorio di pratica entrano nella media generale e contano come numero di insufficienze. 7 [ex cpv ] La nota assegnata nella materia lavori pratici, al termine dello stage in azienda della durata minima di 9 settimane, conta doppio. 8 La nota conseguita nell ambito dell insegnamento interdisciplinare del terzo corso appare sulla pagella, sul diploma e sull attestato di MPC, secondo le disposizioni federali e cantonali in materia; essa non entra nella media generale. Condizioni per l ottenimento della MPC nella SMC e nella SMP Art. Le condizioni per il superamento degli esami di MPC sono quelle previste dall ordinanza in vigore. Le direzioni scolastiche disciplinano i criteri di realizzazione e di valutazione del progetto didattico interdisciplinare conformemente alle disposizioni emanate dalla DFP. Le insufficienze nelle materie obbligatorie che non rientrano nel programma di studio del terzo corso della SMC vanno comprese nel numero delle insufficienze finali e nel computo della media. A chi non adempie le condizioni per l ottenimento del diploma, ciclo di MPC, viene rilasciato il diploma, ciclo di diploma, se tutte le condizioni previste per il suo ottenimento, esprimendo le note al mezzo punto secondo le norme vigenti per il ciclo diploma, sono state soddisfatte; in tal caso viene rilasciata la comunicazione delle note del ciclo MPC, dalla quale risulta la bocciatura. Il conseguimento della nota nell ambito dell insegnamento interdisciplinare del terzo corso della SMC è condizione imprescindibile per l ottenimento del diploma, ciclo di MPC, e dell attestato di MPC. Una nota almeno sufficiente del progetto didattico interdisciplinare è condizione imprescindibile per l ammissione agli esami finali di MPC.

9 Ripresa note da attestati internazionali di lingue nelle SPC nelle SMP e nelle SMC Art. a La DFP può autorizzare la ripresa di note, acquisite prima dell inizio degli esami scolastici, nell ambito di certificati internazionali di lingue riconosciuti dal Cantone. Il candidato che vuole beneficiare della ripresa di una o più note, lo domanda in forma scritta alla direzione della scuola e fornisce la documentazione originale a sostegno della sua richiesta. Gli istituti possono organizzare esami internazionali di lingue, anche nel corso degli studi, per gli allievi/apprendisti delle SPC, SMP, SMC. In tal caso chi si sottopone all esame internazionale può chiedere di non svolgere gli esami interni e beneficia del recupero della nota acquisita con l esame internazionale stesso. La nota acquisita nell esame internazionale sostituisce la nota dell esame scolastico e come tale viene considerata nel calcolo della media di materia. Il candidato che, pur vantando certificazioni internazionali, opta per l esame scolastico interno, viene valutato unicamente facendo capo alle note di quest ultimo e non può più chiedere, a posteriori, il recupero della nota dell esame internazionale. Le note acquisite in ambito esterno alla scuola sono convertite per mezzo di tabelle ad hoc, adottate dalla DFP, ed entrano a fare parte del diploma/attestato e della media generale, secondo le modalità previste da questo regolamento. 7 Sulle note acquisite in ambito esterno alla scuola e convertite secondo il paragrafo precedente non è ammesso il ricorso. Assegnazione delle note di MPC per il corso per professionisti qualificati della SMC Art. Per le materie che rientrano nel piano delle lezioni del corso per professionisti qualificati (post-diploma), nota di MPC è, di regola, la nota conseguita nell ambito dell esame previsto al termine di tale corso; essa è espressa al decimo di punto se è media di due o più valutazioni. La media generata da una prova scritta e da una prova orale di uno stesso esame è espressa al mezzo punto superiore. Una nota almeno sufficiente, conseguita nell ambito dell insegnamento interdisciplinare del terzo corso della SMC, ciclo diploma, è condizione imprescindibile per l ottenimento dell attestato di MPC per professionisti qualificati (post-diploma). Nell attestato finale di MPC appaiono il titolo del progetto didattico interdisciplinare, la nota conseguita e le discipline interessate. Ripetizione degli esami di MPC nella SMC Art. Il candidato che non ha superato gli esami previsti al termine del terzo anno del ciclo di MPC ha diritto di ripresentarsi agli esami secondo le modalità previste dall Ordinanza sulla maturità professionale. Nelle materie che non sono state oggetto d esame la prima volta, la nota di materia insufficiente può essere sostituita dalla nota conseguita dal candidato frequentando regolarmente le lezioni nel corso dell intero anno scolastico. Il candidato che non ha superato gli esami previsti al termine del terzo anno del ciclo di MPC può chiedere di ripetere l ultimo anno come studente regolare; in questo caso le valutazioni acquisite nel corso del terzo anno non superato decadono. Gli allievi che ripetono il terzo anno o che si ripresentano per la ripetizione hanno la possibilità di sostenere un esame di riparazione in informatica, elaborazione testi/corrispondenza/segretariato, geoeconomia e francese o scienze naturali, qualora in queste materie avessero ottenuto una nota insufficiente alla fine del secondo anno. Se il candidato non ha superato l esame concernente la materia lavori pratici, può ripetere lo stesso una sola volta. La direzione della scuola decide in merito a eventuali eccezioni. Contestazioni in materia di valutazione e assegnazione del diploma o della MPC Art. Per contestazioni in materia di valutazione nell ambito dell assegnazione del diploma o della MPC è applicabile la legge della scuola.

10 CAPITOLO VI Assenze e sanzioni disciplinari Obbligo di frequenza Art. La frequenza alle lezioni previste dai vari cicli di studio nella SMC, SMP e SPC è obbligatoria. In caso di frequenza inferiore all 8% delle lezioni dispensate in una materia e nel corso di un anno scolastico, la direzione della scuola può segnalare l inadempienza alla DFP che, a sua volta, può escludere l apprendista o lo studente dagli esami finali scolastici o, nel caso di giovani che frequentano classi intermedie, può imporre la ripetizione dell anno scolastico. Sanzioni Art. 7 Un comportamento riprovevole da parte di un apprendista o di uno studente è oggetto di un colloquio chiarificatore con gli insegnanti, i quali, considerata la natura e la gravità dell accaduto, richiedono l intervento, a seconda delle necessità, del docente di classe, della direzione o dei detentori dell autorità parentale. In casi gravi d indisciplina la direzione, sentiti gli insegnanti interessati, adotta, secondo la gravità, una delle seguenti sanzioni disciplinari: a) ammonizione con comunicazione scritta ai rappresentanti legali dell allievo e direttamente all allievo se maggiorenne e, qualora si trattasse di apprendisti, anche al datore di lavoro; b) sospensione dalla scuola fino a tre giorni, con comunicazione scritta ai rappresentanti legali dell allievo e all allievo stesso se maggiorenne, al datore di lavoro e alla DFP; c) proposta alla DFP di esclusione dall istituto e, nel caso di apprendisti, di rescissione del contratto di tirocinio. La sanzione può consistere in un lavoro manuale utile per la scuola, assegnato dalla direzione. L adozione di una sanzione disciplinare implica un congruo abbassamento della nota di condotta. CAPITOLO VII Disposizioni finali e norme transitorie Pubblicazione, abrogazioni e entrata in vigore Art. 8 Il presente Regolamento è pubblicato nel Bollettino ufficiale delle leggi e degli atti esecutivi del Cantone Ticino; esso abroga il Regolamento per gli Istituti: Centri professionali commerciali di Chiasso, Locarno, Lugano, Scuola professionale commerciale di Bellinzona del dicembre 997 ed entra in vigore con l anno scolastico 00/00, anche per tutti gli allievi già in corso di formazione. Abrogato. II. La disposizione transitoria della modifica di Regolamento del 9 aprile 00 è abrogata. III. La presente modifica di Regolamento è pubblicata nel Bollettino ufficiale delle leggi e degli atti esecutivi ed entra in vigore il settembre 007. Per il Consiglio di Stato La Presidente: P. Pesenti Il Cancelliere: G. Gianella

Regolamento delle Scuole medie di commercio e delle Scuole professionali commerciali (dell 11 settembre 2001)

Regolamento delle Scuole medie di commercio e delle Scuole professionali commerciali (dell 11 settembre 2001) Regolamento delle Scuole medie di commercio e delle Scuole professionali commerciali (dell 11 settembre 001) 5...5 IL CONSIGLIO DI STATO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO visti: - la Legge della scuola

Dettagli

Capitolo II Ammissione e promozione

Capitolo II Ammissione e promozione Regolamento sulla maturità professionale (del aprile 000) ultima modifica: cfr. Bollettino ufficiale 11/007/.0.007...1 IL CONSIGLIO DI STATO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO visti: - la Legge federale

Dettagli

Regolamento interno delle Scuole d arti e mestieri della sartoria di Lugano e Biasca (del 28 febbraio 2014)

Regolamento interno delle Scuole d arti e mestieri della sartoria di Lugano e Biasca (del 28 febbraio 2014) Regolamento interno delle Scuole d arti e mestieri della sartoria di Lugano e Biasca (del 28 febbraio 2014) Visti: - la Legge della scuola del 1. febbraio 1990; - la Legge sulle scuole professionali del

Dettagli

Regolamento sulla Scuola superiore alberghiera e del turismo (SSAT) (del 14 dicembre 1999)

Regolamento sulla Scuola superiore alberghiera e del turismo (SSAT) (del 14 dicembre 1999) Regolamento sulla Scuola superiore alberghiera e del turismo (SSAT) (del 14 dicembre 1999) 5.3.2.3.1 IL CONSIGLIO DI STATO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO visti la Legge della scuola del 1 febbraio 1990;

Dettagli

Regolamento della Scuola superiore di informatica di gestione (SSIG) (del 31 maggio 2011)

Regolamento della Scuola superiore di informatica di gestione (SSIG) (del 31 maggio 2011) Regolamento della Scuola superiore di informatica di gestione (SSIG) (del 31 maggio 2011) 5.3.2.2.1 IL CONSIGLIO DI STATO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO richiamati: la Legge della scuola del 1 febbraio

Dettagli

Bollettino ufficiale delle leggi e degli atti esecutivi

Bollettino ufficiale delle leggi e degli atti esecutivi Repubblica e Cantone 340 Ticino Estratto Bollettino ufficiale delle leggi e degli atti esecutivi Volume 134 Bellinzona, 27 giugno 34/2008 Regolamento degli studi liceali (del 25 giugno 2008) IL CONSIGLIO

Dettagli

Regolamento degli studi liceali (del 25 giugno 2008)

Regolamento degli studi liceali (del 25 giugno 2008) Regolamento degli studi liceali (del 25 giugno 2008) 5.1.7.2 IL CONSIGLIO DI STATO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO richiamati la Legge sulle scuole medie superiori del 26 maggio 1982 e il relativo Regolamento

Dettagli

del 30 novembre 1998 (Stato 21 dicembre 2004)

del 30 novembre 1998 (Stato 21 dicembre 2004) Ordinanza sulla maturità professionale 412.103.1 del 30 novembre 1998 (Stato 21 dicembre 2004) L Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia (Ufficio federale), visto l articolo

Dettagli

Maturità professionale

Maturità professionale situazione gennaio 2008 telefono fax e-mail internet Repubblica e CantoneTicino Dipartimento dell educazione, della cultura e dello sport Divisione della formazione professionale viavergiò 18 cp 367 6932

Dettagli

Maturità professionale

Maturità professionale situazione gennaio 2010 telefono fax e-mail internet Repubblica e Cantone Ticino Dipartimento dell educazione, della cultura e dello sport Divisione della formazione professionale via Vergiò 18 cp 367

Dettagli

Capitolo I Disposizioni generali

Capitolo I Disposizioni generali Regolamento interno della Scuola Specializzata Superiore di Arte Applicata - Design SSS Design visivo, indirizzo d'approfondimento Web design - Design SSS Design visivo, indirizzo d'approfondimento Computer

Dettagli

Regolamento delle scuole professionali (del 1 luglio 2015)

Regolamento delle scuole professionali (del 1 luglio 2015) Regolamento delle scuole professionali (del 1 luglio 2015) 5.2.2.1.1 IL CONSIGLIO DI STATO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO visti: la legge federale sulla formazione professionale del 13 dicembre 2002;

Dettagli

Regolamento degli studi della Scuola specializzata superiore alberghiera e del turismo del 21 marzo 2016

Regolamento degli studi della Scuola specializzata superiore alberghiera e del turismo del 21 marzo 2016 1 Foglio ufficiale 24/2016 Venerdì 25 marzo 1 Regolamento degli studi della Scuola specializzata superi alberghiera e del turismo del 21 marzo 2016 Il Dipartimento dell educazione, della cultura e dello

Dettagli

REGOLAMENTO della Scuola di lingue e commercio VILLA ERICA Locarno. Stato: ottobre 2010

REGOLAMENTO della Scuola di lingue e commercio VILLA ERICA Locarno. Stato: ottobre 2010 REGOLAMENTO della Scuola di lingue e commercio VILLA ERICA Locarno Stato: ottobre 00 Il presente regolamento si basa su: - la Legge federale sulla formazione professionale, LFPr, del dicembre 00 (Stato

Dettagli

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Impiegata del commercio al dettaglio/ Impiegato del commercio al dettaglio con attestato federale di capacità (AFC) 1 dell 8 dicembre 2004 (stato

Dettagli

414.131.51 Ordinanza concernente l ammissione al Politecnico federale di Zurigo

414.131.51 Ordinanza concernente l ammissione al Politecnico federale di Zurigo Ordinanza concernente l ammissione al Politecnico federale di Zurigo (Ordinanza di ammissione al PFZ) del 24 marzo 1998 (Stato 12 settembre 2000) La Direzione del Politecnico federale di Zurigo, visti

Dettagli

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Assistente d ufficio con certificato federale di formazione pratica (CFP) dell 11 luglio 2007 (stato il 1 febbraio 2012) 68103 Assistente d ufficio

Dettagli

Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base

Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base Impiegata di commercio/impiegato di commercio con attestato federale di capacità (AFC) del 26 settembre 2011 (Stato 1 gennaio 2015) 68500 Formazione

Dettagli

Ordinanza sugli studi universitari professionali di diploma nel campo dello sport alla Scuola di Macolin

Ordinanza sugli studi universitari professionali di diploma nel campo dello sport alla Scuola di Macolin Ordinanza sugli studi universitari professionali di diploma nel campo dello sport alla Scuola di Macolin 415.75 del 20 maggio 1998 (Stato 27 giugno 2000) Il Dipartimento federale della difesa, della protezione

Dettagli

Ordinanza sulla formazione professionale di base

Ordinanza sulla formazione professionale di base Ordinanza sulla formazione professionale di base Telematica/Telematico con attestato federale di capacità (AFC) del 20 dicembre 2006 47415 Telematica AFC/Telematico AFC Telematikerin EFZ/Telematiker EFZ

Dettagli

Capitolo secondo Funzionamento della Scuola

Capitolo secondo Funzionamento della Scuola 5.3.4.2.1 Regolamento sulla Scuola specializzata superiore alberghiera e sul turismo (del 22 gennaio 2014) IL CONSIGLIO DI STATO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO Richiamati: la legge della scuola del

Dettagli

Ordinanza sulla formazione professionale di base

Ordinanza sulla formazione professionale di base Ordinanza sulla formazione professionale di base Operatrice pubblicitaria/operatore pubblicitario con attestato federale di capacità (AFC) del 20 dicembre 2005 (Stato 26 febbraio 2007) 53106 Operatrice

Dettagli

Classe liceale per sportivi Locarno Tenero

Classe liceale per sportivi Locarno Tenero Classe liceale per sportivi Locarno Tenero Modello scolastico Il Dipartimento dell educazione, della cultura e dello sport (DECS) prevede di dare avvio, con l anno scolastico 2014/15, a una classe per

Dettagli

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Elettronica multimediale / Elettronico multimediale con attestato federale di capacità (AFC) del 1 novembre 2013 47006 Elettronica multimediale

Dettagli

Ordinanza sulla formazione professionale di base

Ordinanza sulla formazione professionale di base Ordinanza sulla formazione professionale di base con attestato federale di capacità (AFC) del 20 dicembre 2006 47413 Installatrice elettricista AFC/Installatore elettricista AFC Elektroinstallateurin EFZ/Elektroinstallateur

Dettagli

del 25 ottobre 2006 (Stato 1 gennaio 2013)

del 25 ottobre 2006 (Stato 1 gennaio 2013) Ordinanza della SEFRI 1 sulla formazione professionale di base Meccanica di macchine agricole/meccanico di macchine agricole con attestato federale di capacità (AFC) del 25 ottobre 2006 (Stato 1 gennaio

Dettagli

Ordinanza sulla formazione professionale di base

Ordinanza sulla formazione professionale di base Ordinanza sulla formazione professionale di base Impiegata d albergo/impiegato d albergo del 7 dicembre 2004 78403 Impiegata d albergo/impiegato d albergo Hotelfachfrau/Hotelfachmann Specialiste en hôtellerie

Dettagli

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Lattoniera/lattoniere con attestato federale di capacità (AFC) del 12 dicembre 2007 45404 Lattoniera AFC/Lattoniere AFC Spenglerin EFZ/Spengler

Dettagli

Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base

Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base con attestato federale di capacità (AFC) del 25 ottobre 2006 43906 Meccanica di macchine edili AFC/Meccanico di macchine edili AFC Baumaschinenmechanikerin

Dettagli

Ordinanza sulla formazione professionale di base

Ordinanza sulla formazione professionale di base Ordinanza sulla formazione professionale di base Impiegata in logistica / Impiegato in logistica con attestato federale di capacità (AFC) del 18 ottobre 2006 95504 Impiegata in logistica AFC / Impiegato

Dettagli

Ordinanza della SEFRI 1 sulla formazione professionale di base Specialista in fotografia con attestato federale di capacità (AFC)

Ordinanza della SEFRI 1 sulla formazione professionale di base Specialista in fotografia con attestato federale di capacità (AFC) Ordinanza della SEFRI 1 sulla formazione professionale di base Specialista in fotografia con attestato federale di capacità (AFC) 412.101.220.01 dell 8 dicembre 2004 (Stato 1 gennaio 2013) 35210 Specialista

Dettagli

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Mugnaia/Mugnaio con attestato federale di capacità (AFC) del 4 novembre 2011 21005 Mugnaia AFC/Mugnaio AFC Müllerin EFZ/Müller EFZ Meunière CFC/Meunier

Dettagli

Ordinanza sulla formazione professionale di base

Ordinanza sulla formazione professionale di base Ordinanza sulla formazione professionale di base Ottico con attestato federale di capacità (AFC) del 10 maggio 2010 85504 Ottico AFC Augenoptikerin EFZ/Augenoptiker EFZ Opticienne CFC/Opticien CFC L Ufficio

Dettagli

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Falegname CFP Del 1 dicembre 2005 (stato: ) Proposte di modifica del 24.02.2012 30506 Falegname CFP Schreinerpraktikerin/Schreinerpraktiker Aide-menuisière/Aide-menuisier

Dettagli

Sezione 1: Oggetto e durata. del 1 novembre 2013 (Stato 1 gennaio 2014)

Sezione 1: Oggetto e durata. del 1 novembre 2013 (Stato 1 gennaio 2014) Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base Addetta alla cucitura/addetto alla cucitura con certificato federale di formazione pratica (CFP) del 1 novembre 2013 (Stato 1 gennaio 2014)

Dettagli

Ordinanza sulla formazione professionale di base

Ordinanza sulla formazione professionale di base Ordinanza sulla formazione professionale di base Operatrice per la pulizia ordinaria e manutentiva/ Operatore per la pulizia ordinaria e manutentiva con attestato federale di capacità (AFC) del 15 settembre

Dettagli

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Disegnatrice/Disegnatore con attestato federale di capacità (AFC) nel campo professionale pianificazione del territorio e della costruzione del

Dettagli

Ordinanza concernente l ammissione al Politecnico federale di Zurigo

Ordinanza concernente l ammissione al Politecnico federale di Zurigo Ordinanza concernente l ammissione al Politecnico federale di Zurigo (Ordinanza di ammissione al PFZ) Modifica del 10 settembre 2002 La direzione del Politecnico federale di Zurigo ordina: I L ordinanza

Dettagli

Ordinanza del DDPS sui cicli di studi di bachelor e di master presso la Scuola universitaria federale dello sport 1

Ordinanza del DDPS sui cicli di studi di bachelor e di master presso la Scuola universitaria federale dello sport 1 Ordinanza del DDPS sui cicli di studi di bachelor e di master presso la Scuola universitaria federale dello sport 1 415.75 del 14 gennaio 2005 (Stato 20 settembre 2010) Il Dipartimento federale della difesa,

Dettagli

Regolamento concernente gli esami per l ottenimento del Diploma cantonale di. Pizzaiolo/a

Regolamento concernente gli esami per l ottenimento del Diploma cantonale di. Pizzaiolo/a Regolamento concernente gli esami per l ottenimento del Diploma cantonale di Pizzaiolo/a Stato al 5 novembre 2014 Regolamento concernente gli esami per l ottenimento del Diploma cantonale di Pizzaiolo/a

Dettagli

Regolamento. concernente. gli esami per l ottenimento del diploma cantonale di giornalista

Regolamento. concernente. gli esami per l ottenimento del diploma cantonale di giornalista Regolamento concernente gli esami per l ottenimento del diploma cantonale di giornalista In base agli articoli: 30 e 31 della Legge federale sulla formazione professionale del 13 dicembre 2002, 8, 13,

Dettagli

Ordinanza sulla formazione professionale di base

Ordinanza sulla formazione professionale di base Ordinanza sulla formazione professionale di base con attestato federale di capacità (AFC) del 20 dicembre 2006 64404 Disegnatrice-metalcostruttrice AFC/ Disegnatore-metalcostruttore AFC Metallbaukonstrukteurin

Dettagli

Sezione 1: Oggetto e durata. del 4 febbraio 2014 (Stato 1 gennaio 2015)

Sezione 1: Oggetto e durata. del 4 febbraio 2014 (Stato 1 gennaio 2015) Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base Autista di veicoli leggeri con certificato federale di formazione pratica (CFP) del 4 febbraio 2014 (Stato 1 gennaio 2015) 73305 Autista di

Dettagli

Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base

Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base Polimeccanica/Polimeccanico con attestato federale di capacità (AFC) del 3 novembre 2008 (Stato: ) 45705 Polimeccanica AFC/Polimeccanico AFC

Dettagli

del 5 maggio 1987 (Stato 5 dicembre 2006)

del 5 maggio 1987 (Stato 5 dicembre 2006) Ordinanza concernente gli esami esterni per economisti aziendali 412.105.7 del 5 maggio 1987 (Stato 5 dicembre 2006) Il Dipartimento federale dell economia pubblica 1, visto l articolo 50 capoverso 2 della

Dettagli

Ordinanza sulla formazione professionale di base

Ordinanza sulla formazione professionale di base Ordinanza sulla formazione professionale di base con attestato federale di capacità (AFC) del 2 novembre 2010 28404 Imbottitrice di mobili AFC/Imbottitore di mobili AFC Industriepolsterin EFZ/Industriepolsterer

Dettagli

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base con attestato federale di capacità (AFC) del 30 ottobre 2009 30905 Costruttrice di modelli e stampi AFC/ Costruttore di modelli e stampi AFC Formenbauerin

Dettagli

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Operatrice sociosanitaria/ con attestato federale di capacità (AFC) del 13 novembre 2008 86911 Operatrice sociosanitaria AFC/ Operatore sociosanitario

Dettagli

Numero dei posti di formazione Tassa scolastica Serate informative Iscrizioni Inizio dei corsi Termine d iscrizione

Numero dei posti di formazione Tassa scolastica Serate informative Iscrizioni Inizio dei corsi Termine d iscrizione 1 Foglio ufficiale 10/2015 Venerdì 6 febbraio 1038 sica) organizzato dalla Scuola specializzata superiore medico-tecnica di Lugano, ottenendo la relativa certificazione. L iscrizione a tale corso deve

Dettagli

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base con attestato federale di capacità (AFC) del 6 dicembre 2006 Tecnologa tessile AFC/Tecnologo tessile AFC Textiltechnologin EFZ/Textiltechnologe

Dettagli

Ordinanza sulla formazione professionale di base

Ordinanza sulla formazione professionale di base Ordinanza sulla formazione professionale di base con certificato federale di formazione pratica (CFP) del 20 dicembre 2006 46317 CFP Automobil-Assistentin EBA/Automobil-Assistent EBA Assistante en maintenance

Dettagli

Ordinanza sulla formazione professionale di base

Ordinanza sulla formazione professionale di base Ordinanza sulla formazione professionale di base Polimeccanica/Polimeccanico con attestato federale di capacità (AFC) del 3 novembre 2008 45705 Polimeccanica AFC/Polimeccanico AFC Polymechanikerin EFZ/Polymechaniker

Dettagli

Regolamento sulla formazione continua dei docenti

Regolamento sulla formazione continua dei docenti 27/2015 Bollettino ufficiale delle leggi e degli atti esecutivi 12 giugno 297 Regolamento sulla formazione continua dei docenti (del 9 giugno 2015) Dipartimento competente Organizzazione e finanziamento

Dettagli

Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base

Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base con certificato federale di formazione pratica (CFP) del [avamprogetto del 21.01.2015) [n. professione] Addetta alla logistica CFP/Addetto alla

Dettagli

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Elettronica multimediale / Elettronico multimediale con attestato federale di capacità (AFC) Avamprogetto del 10 febbraio 2012 47006 Elettronica

Dettagli

Ordinanza sulla formazione professionale di base

Ordinanza sulla formazione professionale di base Ordinanza sulla formazione professionale di base Cuoca in dietetica / Cuoco in dietetica con attestato federale di capacità (AFC) del 9 ottobre 2006 79004 Cuoca in dietetica AFC / Cuoco in dietetica AFC

Dettagli

Ordinanza sulla formazione professionale di base

Ordinanza sulla formazione professionale di base Ordinanza sulla formazione professionale di base con attestato federale di capacità (AFC) del 22 agosto 2007 21806 Macellaia-salumiera AFC/Macellaio-salumiere AFC Fleischfachfrau EFZ/Fleischfachmann EFZ

Dettagli

Ordinanza sulla formazione professionale di base

Ordinanza sulla formazione professionale di base Ordinanza sulla formazione professionale di base Ortopedica/Ortopedico con attestato federale di capacità (AFC) del 12 giugno 2008 54005 Ortopedica AFC/Ortopedico AFC Orthopädistin EFZ/Orthopädist EFZ

Dettagli

Iscrizione alle scuole professionali sanitarie e sociali

Iscrizione alle scuole professionali sanitarie e sociali 1 Foglio ufficiale 10/2015 Venerdì 6 febbraio 1027 nalmente essere accettate assenze solo fino alla fine del mese di settembre, previo un colloquio con i responsabili della sede scolastica di riferimento

Dettagli

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base con certificato federale di formazione pratica (CFP) del 3 maggio 2011 35316 CFP Printmedienpraktikerin EBA/Printmedienpraktiker EBA Assistante

Dettagli

5.2.1.1.6. Regolamento sui corsi interaziendali

5.2.1.1.6. Regolamento sui corsi interaziendali 5.2.1.1.6 Campo d applicazione Responsabilità Composizione delle Commissioni Regolamento sui corsi interaziendali (del 7 settembre 2010) IL CONSIGLIO DI STATO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO richiamati:

Dettagli

Ordinanza sulla formazione professionale di base

Ordinanza sulla formazione professionale di base Ordinanza sulla formazione professionale di base con attestato federale di capacità (AFC) del 21 aprile 2009 31604 Doratrice corniciaia AFC/Doratore corniciaio AFC Vergolderin-Einrahmerin EFZ/Vergolder-Einrahmer

Dettagli

Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base

Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base Telematica/Telematico con attestato federale di capacità (AFC) del 27 aprile 2015 47420 Telematica AFC/Telematico AFC Telematikerin EFZ/Telematiker

Dettagli

Regolamento per il Master in Insegnamento della matematica per il livello secondario I

Regolamento per il Master in Insegnamento della matematica per il livello secondario I Regolamento per il Master in Insegnamento della matematica per il livello secondario I Proposto dal Dipartimento formazione e apprendimento (DFA) e dal Dipartimento tecnologie innovative (DTI) della SUPSI

Dettagli

Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base

Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base Aiuto muratrice/aiuto muratore con certificato federale di formazione pratica (CFP) del 14 settembre 2010 (Stato: 1 settembre 2014) 51007 Aiuto

Dettagli

Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base

Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base Parrucchiera / Parrucchiere con attestato federale di capacità (AFC) Avamprogetto del 7 marzo 2013 82014 Parrucchiera AFC/Parrucchiere AFC Coiffeuse

Dettagli

Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base

Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base con certificato federale di formazione pratica (CFP) del 3 novembre 2008 (Stato: ) 45906 Aiuto meccanica CFP/Aiuto meccanico CFP Mechanikpraktikerin

Dettagli

Requisiti Numero di posti di formazione Tassa Domande d iscrizione Termine d iscrizione

Requisiti Numero di posti di formazione Tassa Domande d iscrizione Termine d iscrizione 1 Foglio ufficiale 6/2013 Venerdì 18 gennaio 407 basi legali. L ammissione definitiva ai curricoli HES-SO è comunque subordinata all esito dell esame di graduatoria e di altre condizioni di ammissione

Dettagli

Sezione 2: Obiettivi ed esigenze

Sezione 2: Obiettivi ed esigenze Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base con attestato federale di capacità (AFC) dell 8 luglio 2009 18110 Guardiana di animali AFC/Guardiano di animali AFC Tierpflegerin EFZ/Tierpfleger

Dettagli

Regolamento interno del Centro Scolastico per le Industrie Artistiche (CSIA) di Lugano (del 27 agosto 2010; modificato il 1.

Regolamento interno del Centro Scolastico per le Industrie Artistiche (CSIA) di Lugano (del 27 agosto 2010; modificato il 1. Regolamento interno del Centro Scolastico per le Industrie Artistiche (CSIA) di Lugano (del 7 agosto 00; modificato il. settembre 0) Visti: - la Legge federale sulla formazione professionale del dicembre

Dettagli

ISTITUTO SUPERIORE DI STUDI MUSICALI ARTURO TOSCANINI (D. D. MIUR AFAM n. 246/09) RIBERA

ISTITUTO SUPERIORE DI STUDI MUSICALI ARTURO TOSCANINI (D. D. MIUR AFAM n. 246/09) RIBERA REGOLAMENTO DIDATTICO DEI CORSI DI FORMAZIONE DI BASE approvato dal Consiglio Accademico con Delibere n. 2/10 e successive modifiche ed integrazioni INTRODUZIONE GENERALE L articolazione della Formazione

Dettagli

Regolamento per la procedura di ammissione e l immatricolazione al Bachelor della SUPSI (Laurea di primo livello)

Regolamento per la procedura di ammissione e l immatricolazione al Bachelor della SUPSI (Laurea di primo livello) Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Regolamento per la procedura di ammissione e l immatricolazione al Bachelor della SUPSI (Laurea di primo livello) Approvato dal Consiglio della

Dettagli

Ordinanza sulla formazione professionale di base

Ordinanza sulla formazione professionale di base Ordinanza sulla formazione professionale di base Addetta alla logistica / addetto alla logistica con certificato federale di formazione pratica (CFP) del 18 ottobre 2006 95505 Addetta alla logistica CFP

Dettagli

Regolamento dell esame di maturità della Scuola Svizzera1 di Roma del 17 gennaio 20012

Regolamento dell esame di maturità della Scuola Svizzera1 di Roma del 17 gennaio 20012 Regolamento dell esame di maturità della Scuola Svizzera1 di Roma del 17 gennaio 20012 Il Consiglio di amministrazione della Scuola Svizzera1 di Roma adotta in esecuzione dell articolo 18 dello Statuto

Dettagli

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base con attestato federale di capacità (AFC) del 53107 Pittrice di scenari AFC/Pittore di scenari AFC Theatermalerin EFZ/Theatermaler EFZ Peintre

Dettagli

Ordinanza sulla formazione professionale di base

Ordinanza sulla formazione professionale di base Ordinanza sulla formazione professionale di base con attestato federale di capacità (AFC) dell 11 settembre 2007 80606 Addetta alla cura di tessili AFC/Addetto alla cura di tessili AFC Textilpflegerin

Dettagli

Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base

Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base Falegname con certificato federale di formazione pratica (CFP) 1 del 1 dicembre 2005 (stato al 1 gennaio 2013) 30506 Falegname CFP Schreinerpraktikerin

Dettagli

d e c r e t a : I. Disposizioni generali

d e c r e t a : I. Disposizioni generali 5.1.8.4.4 Regolamento concernente il riconoscimento dei diplomi delle scuole universitarie per i docenti e le docenti del livello prescolastico e del livello elementare (del 10 giugno 1999) La Conferenza

Dettagli

Ordinanza sulla formazione professionale di base

Ordinanza sulla formazione professionale di base Ordinanza sulla formazione professionale di base Operatrice socioassistenziale/operatore socioassistenziale del 16 giugno 2005 94303 Operatrice socioassistenziale/operatore socioassistenziale Fachfrau

Dettagli

Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base

Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base Operatrice pubblicitaria/operatore pubblicitario con attestato federale di capacità (AFC) del 1 ottobre 2014 53108 Operatrice pubblicitaria

Dettagli

Regolamento per il Master in Insegnamento per il livello secondario I

Regolamento per il Master in Insegnamento per il livello secondario I Regolamento per il Master in Insegnamento per il livello secondario I CAPITOLO 1: Disposizioni generali Articolo 1: Campo di applicazione 1. Il presente regolamento si applica alla formazione professionale

Dettagli

Regolamento interno del Centro Scolastico per le Industrie Artistiche (CSIA) di Lugano (del 27 agosto 2010, modificato il 10 giugno 2014)

Regolamento interno del Centro Scolastico per le Industrie Artistiche (CSIA) di Lugano (del 27 agosto 2010, modificato il 10 giugno 2014) Regolamento interno del Centro Scolastico per le Industrie Artistiche (CSIA) di Lugano (del 27 agosto 2010, modificato il 10 giugno 2014) Visti: - la Legge federale sulla formazione professionale del 13

Dettagli

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Operatrice/Operatore per la promozione dell attività fisica e della salute AFC con attestato federale di capacità (AFC) del 16 agosto 2011 85701

Dettagli

Ordinanza sulla formazione professionale di base di impiegato d'albergo e di ristorazione

Ordinanza sulla formazione professionale di base di impiegato d'albergo e di ristorazione 40.50 Ordinanza sulla formazione professionale di base di impiegato d'albergo e di ristorazione emanata dal Governo il agosto 008 visto l'art. 45 della Costituzione cantonale ) I. Disposizioni generali

Dettagli

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base

Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Ordinanza dell UFFT sulla formazione professionale di base Fabbro maniscalco con attestato federale di capacità (AFC) dell 11 novembre 2008 43703 Fabbro maniscalco AFC Hufschmiedin EFZ/Hufschmied EFZ Maréchale-ferrante

Dettagli

(1) Dopo il comma 9 dell articolo 11 della legge provinciale 12 dicembre 1996, n. 24, e successive modifiche, sono aggiunti i seguenti commi 10 e 11:

(1) Dopo il comma 9 dell articolo 11 della legge provinciale 12 dicembre 1996, n. 24, e successive modifiche, sono aggiunti i seguenti commi 10 e 11: q) Legge provinciale 26 gennaio 2015, n. 1 1) Modifiche di leggi provinciali in materia di istruzione, di stato giuridico del personale insegnante e di apprendistato 1) Pubblicato nel supplemento n. 1,

Dettagli

Ordinanza del PF di Zurigo sull ammissione agli studi del PF di Zurigo

Ordinanza del PF di Zurigo sull ammissione agli studi del PF di Zurigo Ordinanza del PF di Zurigo sull ammissione agli studi del PF di Zurigo (Ordinanza sull ammissione al PF di Zurigo) 414.131.52 del 30 novembre 2010 (Stato 1 gennaio 2011) La direzione del PF di Zurigo (direzione),

Dettagli

Regolamento per l esame di specialista della sicurezza sul lavoro

Regolamento per l esame di specialista della sicurezza sul lavoro Schweizerische Eidgenossenschaft Confédération suisse Confederazione Svizzera Confederaziun svizra Commissione federale di coordinamento per la sicurezza sul lavoro CFSL Regolamento CFSL N. 6057 Regolamento

Dettagli

LA VALUTAZIONE DEGLI ALUNNI

LA VALUTAZIONE DEGLI ALUNNI LA VALUTAZIONE DEGLI ALUNNI Regolamento (D.P.R. 22 giugno 2009, n. 122) Testo in vigore dal 20.08.2009 1 Art. 1 Oggetto del regolamento Finalità e caratteri della valutazione 2. La valutazione è espressione

Dettagli

Sezione 1: Oggetto e durata. del 27 aprile 2015 (Stato 1 giugno 2015)

Sezione 1: Oggetto e durata. del 27 aprile 2015 (Stato 1 giugno 2015) Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base Pianificatrice elettricista/pianificatore elettricista con attestato federale di capacità (AFC) del 27 aprile 2015 (Stato 1 giugno 2015) 64505

Dettagli

1 Foglio ufficiale 11/2014 Venerdì 7 febbraio 1111

1 Foglio ufficiale 11/2014 Venerdì 7 febbraio 1111 1 Foglio ufficiale 11/2014 Venerdì 7 febbraio 1111 Domande d iscrizione Le domande devono essere compilate sull apposito formulario ottenibile presso la segreteria della Scuola specializzata superiore

Dettagli

Regolamento per la procedura di ammissione e l immatricolazione al Master della SUPSI (Laurea di secondo livello)

Regolamento per la procedura di ammissione e l immatricolazione al Master della SUPSI (Laurea di secondo livello) Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Regolamento per la procedura di ammissione e l immatricolazione al Master della SUPSI (Laurea di secondo livello) Approvato dal Consiglio della

Dettagli

Ordinanza cantonale sulla maturità professionale (OCMPr)

Ordinanza cantonale sulla maturità professionale (OCMPr) Ordinanza cantonale sulla maturità professionale (OCMPr) del 7 febbraio 05 (stato marzo 05) emanata dal Governo il 7 febbraio 05 visto l'art. 45 della Costituzione cantonale ). Disposizioni generali Art.

Dettagli

gli esami per l'ottenimento del diploma cantonale di podologo.

gli esami per l'ottenimento del diploma cantonale di podologo. 1 ESAME PER DIPLOMA CANTONALE DI PODOLOGO Divisione della formazione professionale del Cantone Ticino R E G O L A M E N T O concernente gli esami per l'ottenimento del diploma cantonale di podologo. In

Dettagli

Direttive del Consiglio dello IUFFP sulla concretizzazione delle condizioni d'ammissione ai cicli di studio dello IUFFP

Direttive del Consiglio dello IUFFP sulla concretizzazione delle condizioni d'ammissione ai cicli di studio dello IUFFP Direttive del Consiglio dello IUFFP sulla concretizzazione delle condizioni d'ammissione ai cicli di studio dello IUFFP dell'8 agosto 2008 (stato 9 settembre 2009) Il Consiglio dell'istituto Universitario

Dettagli

Ordinanza della SEFRI 1 sulla formazione professionale di base Coltellinaia/Coltellinaio con attestato federale di capacità (AFC)

Ordinanza della SEFRI 1 sulla formazione professionale di base Coltellinaia/Coltellinaio con attestato federale di capacità (AFC) Ordinanza della SEFRI 1 sulla formazione professionale di base Coltellinaia/Coltellinaio con attestato federale di capacità (AFC) 412.101.221.83 del 18 luglio 2012 (Stato 1 gennaio 2013) 43813 Coltellinaia

Dettagli

DECRETO MINISTERIALE N.

DECRETO MINISTERIALE N. DECRETO MINISTERIALE N. 91 Norme per lo svolgimento degli Esami di Stato nelle sezioni funzionanti presso istituti statali e paritari in cui è attuato il Progetto- ESABAC (rilascio del doppio diploma italiano

Dettagli

Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base

Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base Ordinanza della SEFRI sulla formazione professionale di base Assistente di studio medico con attestato federale di capacità (AFC) dell 8 luglio 2009 (Stato 1 settembre 2012) 86910 Assistente di studio

Dettagli

ICEC CPP Corsi di Perfezionamento Professionale. Corsi di Perfezionamento Professionale

ICEC CPP Corsi di Perfezionamento Professionale. Corsi di Perfezionamento Professionale Corsi di Perfezionamento Professionale I Corsi di Perfezionamento Professionale costituiscono una struttura creata per fornire determinati servizi centrali all ICEC (Istituto cantonale di economia e commercio)

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI FARMACIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI FARMACIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI FARMACIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO IN CHIMICA E TECNOLOGIA FARMACEUTICHE (CLASSE LM-13 FARMACIA E FARMACIA

Dettagli