HO PERSO IL COSO PER LAVARE I DENTI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "HO PERSO IL COSO PER LAVARE I DENTI"

Transcript

1 HO PERSO IL COSO PER LAVARE I DENTI Elisa Riedo conversa con Maria, 8 febbraio Il nome della paziente e ogni altro dato che possa permetterne l identificazione è stato alterato per rispettarne la privacy. Dopo il testo segue un breve commento sui concetti di Effettività e di Capacitazione. La paziente La signora Maria è ospite di una RSA da alcune settimane con la diagnosi di Demenza vascolare ed Etilismo cronico (MMSE: 13/30, Indice di Barthel: 25/100) Testo 1. ELISA: Io sono una tirocinante qui. Vengo qua a fare tirocinio dall università e, niente, chiacchiero un po con le persone, per sapere come stanno 2. MARIA: Sì, mi ricordo che lei fa l università. 3. ELISA: E vero, si ricorda che siamo anche andate a fare una bella passeggiata in quella bella giornata? 4. MARIA: Sì, ero diversa. Oggi sono più giù. 5. ELISA: Si sente un po più giù. 6. MARIA: Sì. Ho qualche dispiacere, vede, butta giù subito. A uno che ha l età sua, si rifà. All età mia è difficile. 7. ELISA: Ci vuole, magari, un po di più. 8. MARIA: Ooh, di più, di tanto. 9. ELISA: Mmm. 10. MARIA: [riferendosi al registratore] Ma non funziona? 11. ELISA: Sì, sì, sta, sta registrando. 12. MARIA: Ho sentito appena quando lei l ha mosso. 13. ELISA: Sì no, ma non suona, registra. 14. MARIA: Non sento. 15. ELISA: Non è uno stereo che suona, registra quello che diciamo noi. 16. MARIA: Ah, ho capito. 17. ELISA: Poi, quando lo riaccendo posso riascoltare quello che ci diciamo, così mi ricordo quello che mi racconta. 18. MARIA: Com è andata la scuola? 19. ELISA: Bene, è andata bene. Ho fatto un esame ieri, è andata bene, sono contenta. 20. MARIA: Che, che, che che anno fai? 21. ELISA: Io sto facendo il quarto anno dell università. 22. MARIA: Ah, proprio l ultimo. 23. ELISA: Il penultimo. 24. MARIA: No, il penultimo. 25. ELISA: Sì, sono cinque. 26. MARIA: Dove va? 27. ELISA: Vado a Milano. 28. MARIA: A Milano. 29. ELISA: Sì. 30. MARIA: Sì. E fa bene ad andare a Milano. Pagina 1

2 31. ELISA: Sì, qua qua a Desio magari non c è molto. 32. MARIA: no, no. A Milano è meglio. E meglio l università. E quella che conta di più. Io le mie figlie le ho mandate all università. Era a Trieste. Era una grande università. 33. ELISA: Eh, sì, caspita! 34. MARIA: Trieste è molto nominata per 35. ELISA: E vero. 36. MARIA:...per gli studi. Almeno, una volta. Non so, può darsi che adesso non sia (incomprensibile). 37. ELISA: Guardi quella di Trieste non lo so sinceramente, però penso che sia una buona università. 38. MARIA: Trieste era una città molto importante, anche per gli stranieri. 39. ELISA: Ah. 40. MARIA: Perché quasi tutti sanno lingue straniere. 41. ELISA: Ah, ho capito. 42. MARIA: Anche io so una lingua straniera. 43. ELISA: Sì? La sa anche lei? Caspita! Che lingua sa? 44. MARIA: Spagnolo. 45. ELISA: Bellissimo lo spagnolo! 46. MARIA: E quello che mi è piaciuto più di tutti. 47. ELISA: Io ho fatto un corso al liceo, però è durato poco, quindi non lo so molto bene. Però mi è piaciuto molto. 48. MARIA: Per esempio non mi viene da parlare in... dello studio che ho fatto. Studio che ho fatto, ma non a scuola, così, per necessità, ma, però, appena che comincio, vado avanti. 49. ELISA: Sì? 50. MARIA: Incomincio a parlare. 51. ELISA: Ah, mi racconti allora! 52. MARIA: Eh, è difficile. 53. ELISA: Ah, dice spiegare lo spagnolo. 54. MARIA: Dovrei parlare con una persona che parla spagnolo. 55. ELISA: Ah, ha ragione. Per questo, sì, è vero. Se poi non la capisco è difficile. 56. MARIA: E, come mai è venuta qui oggi? 57. ELISA: Ma, io sono qua a fare il tirocinio e vengo qua al mattino. Devo fare un tot di ore alla settimana e vengo qua al mattino. 58. MARIA: Un po per uno, un po per l altro. 59. ELISA: Eh sì, parlo un po con tutti quando le persone hanno voglia. 60. MARIA: Non mi guardi i denti perché non me li sono ancora lavati. 61. ELISA: E perché ha bevuto il caffè adesso. 62. MARIA: No, sa cos è, quando son venuta qua ho perso il coso per lavare i denti, come si chiama? Quello per i denti. 63. ELISA: Lo spazzolino. 64. MARIA: Lo spazzolino, sì. E non l ho trovato più qua. 65. ELISA: Ah, non l ha trovato più? 66. MARIA: Non mi sono più lavata i denti. 67. ELISA: Ah, caspita. 68. MARIA: Li lavo solo con l acqua. [mima lo sciacquarsi i denti] 69. ELISA: Ah, fa gli sciacqui. 70. MARIA: Li avrò scuri. Pagina 2

3 71. ELISA: Beh, ma perché poi ha appena bevuto il caffè. 72. MARIA: Un po l età, un po... io ai denti ci tenevo molto, molto. Pensi che mi manca un dente! 73. ELISA: Cavoli! 74. MARIA: Questo davanti che l ho rotto. Sono scuri? 75. ELISA: Un poco, ma non tantissimo. 76. MARIA: Vede? Perché non sono lavati. 77. ELISA: Ah, ecco. 78. MARIA: Se non son (incomprensibile) 79. ELISA: Appena, certo. 80. MARIA: E che non ho i soldi. Cioè, c ho i soldi, ma alla banca. 81. ELISA: Ah e bisogna andare a prenderli. 82. MARIA: Devo prenderli alla banca. Ma guardi, vivere qua è un mistero! 83. ELISA: E un mistero. 84. MARIA: Non mi trovo. 85. ELISA: Non si trova. Coma mai non si trova? 86. MARIA: Non mi trovo per niente bene. Non con la gente, con la gente sì, ma il modo di vivere diverso. 87. ELISA: Un modo diverso. 88. MARIA: Mentre avevo mio marito era un altro modo di vivere. 89. ELISA: eh, beh, quando si ha un altra persona si vive sempre magari MARIA: Siii. Avevo una donna che mi faceva tutti i lavori. Insomma, guardi, ho cambiato...sono andata...più giù di così non potevo andare. 91. ELISA: Ma prima era quindi una persona ricca lei...con la donna MARIA: Vivevo molto bene. 93. ELISA: Caspita. 94. MARIA: Non dico mai a nessuno, perché non mi interessa, magari certa gente pensa che dico cose che non è vere. Per quello non dico mai...a nessuno. Mi tengo per me tutti i dispiaceri che ho. 95. ELISA: Eh, ma a tenersi per sé i dispiaceri poi si sta peggio, no? 96. MARIA: Eh ELISA: Dico, a volte è meglio sfogarsi un po con le persone. 98. MARIA: Guardo quella maglietta. Mi piace, è molto bella. 99. ELISA: Oh, la ringrazio! 100. MARIA: Le sta molto bene ELISA: Grazie, la ringrazio. E un regalo di mia zia MARIA: Un regalo? 103. ELISA: Un regalo di mia zia MARIA: Di sua zia. E molto bella ELISA: Grazie MARIA: Mi piace moltissimo anche la catenina, sta bene ELISA: Grazie, la ringrazio. Ma guardi, anche lei stamattina... la sua gonna mi piace moltissimo MARIA: Come? 109. ELISA: La sua gonna mi piace moltissimo MARIA: Sì? 111. ELISA: Sì, ha un colore... questo colore qua a me piace moltissimo. Pagina 3

4 112. MARIA: Sì? 113. ELISA: Il viola così MARIA: Guardi, mi vestivo talmente bene che lei non ha neanche un idea! Tutti mi guardavano! 115. ELISA: Caspita! 116. MARIA: Quando ero a Trieste ero, guarda ELISA: Faceva tutta un altra vita, insomma MARIA: Ho cambiato molto, in peggio! Ho cambiato in peggio ELISA: E, a volte si peggiora. Poi, magari, torna ad essere migliore, no? 120. MARIA: Signorina, guardi, non è che io la trattengo per... non so, per niente. Se lei non ha voglia vada pure eh! 121. ELISA: Guardi io sono contentissima di parlare con lei MARIA: Ah, beh, meno male ELISA: Sì. Perché ho cercato, non so se si ricorda, di parlarle MARIA: A me mi fa piacere ELISA: Oh, sono contenta MARIA: Ma non volevo che lei starebbe male per me ELISA: No, no, anzi, sono molto contenta di poter chiacchierare con lei MARIA: La ringrazio ELISA: La ringrazio io! 130. MARIA: E, no, la ringrazio anch io perché avere una compagnia, così, per parlare è un bene. Non parlo mai con nessuno ELISA: No? Parlare mantiene MARIA: Più che tutto perché parlano tanto il dialetto ELISA: Ah, ecco MARIA: E io il dialetto non lo conosco ELISA: Anch io faccio fatica a capire il dialetto eh! 136. MARIA: Non ho mai parlato dialetto, neanche il mio ELISA: Neanche io MARIA: Non l ho mai parlato ELISA: Neanch io col dialetto, non vado d accordo MARIA: Per quello non mi sono mai trovata. E guardale tutte là...[riferendosi alle infermiere] 141. ELISA: Fanno colazione MARIA: Fan colazione e dopo io rimango sola ELISA: Rimane qua sola. Guardi io son qua tutte le mattine, quando le va MARIA: Signorina, come posso trattenerla? Sì, quattro parole, vabè, e dopo? 145. ELISA: E, ma con quattro parole al giorno, fanno poi tantissime parole! 146. MARIA: Parli lei ELISA: Parlo io? 148. MARIA: Sì, parli lei ELISA: Guardi, io, come le dicevo MARIA: Lei avrà molte più occasioni di me ELISA: Ma, in realtà...io faccio l università, vengo qui e la sera MARIA: tra l università, la famiglia e poi andando fuori...io invece non ho niente, sono qua ELISA: Beh, ma durante la sua vita chissà quante cose che avrà fatto. Aveva una vita così MARIA: molto di più, molto. Io mangio di qua, una di là e una di là. Pagina 4

5 155. ELISA: Mmm MARIA: Se diciamo due parole sono tante! E tante volte neanche quelle! 157. ELISA: Ah, caspita MARIA: Vede, non è che...non è solo quello. Non c ho proprio... L unico che parlava un po con me era il capo e non lo vedo più. E venuto qua stamattina, l ho visto, poi è andato via. Si vede che (incomprensibile). L unica persona che parlava ELISA: Mmm. Magari verrà qualche giorno MARIA: Non lo so ELISA: E allora stamattina siamo riuscite a parlare un po noi due! 162. MARIA: Stamattina ho parlato con lei. Qualche cosa ho parlato con una là. Quattro parole, sul vestire. Più a terra di così ELISA: Mi spiace molto che sta così MARIA: Come? 165. ELISA: Mi spiace che sta così. Se posso fare qualcosa io MARIA: Mi dispiace, perché non ho neanche le parole, guardi, le dico la verità. Sono...ho perso la testa. Sa quanti anni che ho? 167. ELISA: Non lo so MARIA: Non lo sa? 169. ELISA: ah, no! Forse me l aveva detto! 170. MARIA: anni ELISA: Signora, non ci credo MARIA: Nessuno crede, nessuno ELISA: E, perché sembra molto più giovane! 174. MARIA: Dicono che ho un modo di parlare molto diverso ELISA: Sì MARIA: Diverso, perché non parlo più come parlavo una volta. Adesso però mi sono dimenticata tutto ELISA: Caspita MARIA: E poi non è solo il dimenticarsi, è anche, come si dice cosa ci faccio io qua? ELISA: [c è troppo rumore in sottofondo] 180. MARIA: Si perde la voglia di tutto. Non so. Guardi io non parlo di lei eh. E giovane ELISA: Proverò a trovar sempre qualcosa MARIA: Guardi che non ho neanche trovato lo spazzolino dei denti! E io ci tengo moltissimo ai denti, perché sono i miei eh! Pensi che ho perso solo un dente. Ho tutti i denti ancora ELISA: Complimenti, alla sua età! 184. MARIA: Ho perso i...e mi è dispiaciuto, li lavo così. [mima il gesto di lavarsi i denti col dito.]. Col dito. Devo andare alla banca a prendere i soldi (incomprensibile). Perché ci vuole essere accompagnata ELISA: Ah, dev essere accompagnata MARIA: Non mi interessa più di niente. Mi dispiace, signorina ELISA: Ma no! Non deve dispiacersi di nulla! A me fa piacere chiacchierare con lei. Abbiamo chiacchierato un po comunque! 188. MARIA: No, perché io... parlare con lei per tante cose. Non ho voglia di niente io ELISA: Non ha voglia di niente. Magari se vengo qua un altro giorno MARIA: Un altro giorno, magari ELISA: Sì, oggi abbiamo comunque parlato un bel po. Pagina 5

6 192. MARIA: Come? 193. ELISA: oggi abbiamo parlato già un po. Mi ha raccontato di quando era giovane, che aveva un altra vita MARIA: Ma non c ha un altra persona con cui parlare? 195. ELISA: Se trovo qualcun altro che vuol parlare con me. Però mi dicono tutti guardi, stamattina è meglio di no, facciamo un altro giorno. Comunque mi ha fatto veramente piacere che lei abbia voluto parlare con me MARIA: Io avrei piacere anche parlare con...una giornata...mi scusi, sa ELISA: Non si deve scusare, non si preoccupi. Anzi, se vuole, adesso la lascio qui e poi tornerò MARIA: Guardi stamattina mi sono alzata che stavo piangendo ELISA: E brutto alzarsi così MARIA: Pensi che io porto gli occhiali come lei ELISA: Sì? 202. MARIA: E non li metto mai ELISA: Io senza occhiali non riesco ad andare in giro! 204. MARIA: Sa perché non li metto? Ho sempre paura di, di romperli. E siccome vivo sempre qua, è inutile che metto gli occhiali ELISA: Tanto ormai conosce il posto, sa dove andare. Io senza occhiali non riesco a vedere nulla MARIA: Sì, insomma, ci vedo, tutte quelle cose... ci vedo. Però, andare a romper gli occhiali, mi dispiacerebbe ELISA: Ah, beh, quello sì MARIA: Perché ho due tipi. Quelli di casa e quelli di fuori. Li ho nel cassetto ELISA: Ah, nel cassetto MARIA:... in camera da letto, sì. Vediamo ELISA: Beh, tanto se li ha lì un giorno che le va di metterli, li può mettere MARIA: sì, un giorno che ho voglia. Magari usciamo assieme ELISA: Magari un giorno, quando c è un bel sole MARIA: Sì ELISA: Possiamo uscire a fare una passeggiata MARIA: Possiamo uscire ELISA: Sì. Adesso...Oggi, guardi, fa freddo. Son venuta da fuori, fa freddo. Però, magari, quando c è un bel sole possiamo andare a fare una passeggiata MARIA: Fa tanto freddo? Sì? 219. ELISA: Oggi sì, poi è umido. Perché c è un po di pioggerellina. Va bene, allora la ringrazio di questa chiacchierata e magari tornerò qualche altro giorno e parleremo ancora un po MARIA: Volentieri ELISA: Va bene? E poi, magari, riusciamo ad andare a fare una passeggiata MARIA: Volentieri ELISA: La ringrazio. Commento (a cura di Pietro Vigorelli) In questa conversazione Maria parla, parla volentieri e le sue frasi sono ben costruite. Elisa cerca di applicare le tecniche fondamentali dell approccio conversazionale al malato Alzheimer, non fare domande e restituire il motivo narrativo. Pagina 6

7 All inizio della conversazione è Maria che pone varie domande alla conversante; Maria mostra di interessarsi al mondo circostante (10. MARIA: [riferendosi al registratore] Ma non funziona?) e a Elisa stessa: 18. MARIA: Com è andata la scuola? 20. MARIA: Che, che, che che anno fai? 26. MARIA: Dove va? Elisa risponde adeguatamente. In questo caso la tecnica più utile per vivacizzare la conversazione è la somministrazione di autobiografia, seguendo l invito della paziente. I temi narrativi che ricorrono nei turni di Maria riguardano la cura della persona e l abbigliamento, ma soprattutto i ricordi e la nostalgia del passato, paragonati alla modesta vita del presente. Maria parla volentieri del bel tempo che fu e ne parla con orgoglio: l orgoglio di avere mandato i figli all Università; di conoscere una lingua straniera, lo spagnolo; di un passato da benestante, con la cameriera; di vestirsi bene, tanto che tutti la guardavano; di avere dei bei denti (anche adesso gliene manca solo uno). A proposito: Maria pone alcuni problemi pratici che meritano un intervento pratico extratestuale! Chi le fornirà uno spazzolino da denti? (mi sembra il problema più importante e di più facile soluzione) chi l aiuterà a usare gli occhiali da lontano nella vita quotidiana? chi l accompagnerà a fare una passeggiata fuori dall Istituto? chi l assisterà nell amministrare i propri risparmi in banca? In questa conversazione Maria esprime i propri bisogni senza avere il coraggio di trasformarli in richieste. Probabilmente la vita in Istituzione l ha abituata al fatto che le sue parole non hanno alcun effetto sulla realtà circostante: 82. MARIA: Devo prenderli alla banca. Ma guardi, vivere qua è un mistero! 83. ELISA: E un mistero. 84. MARIA: Non mi trovo. 85. ELISA: Non si trova. Coma mai non si trova? 86. MARIA: Non mi trovo per niente bene. Non con la gente, con la gente sì, ma il modo di vivere diverso. Questa evoluzione porta Maria a dire: 94. MARIA: Non dico mai a nessuno, perché non mi interessa, magari certa gente pensa che dico cose che non è vere. Per quello non dico mai... a nessuno. Mi tengo per me tutti i dispiaceri che ho 178. MARIA: E poi non è solo il dimenticarsi, è anche, come si dice cosa ci faccio io qua? ELISA: [c è troppo rumore in sottofondo] 180. MARIA: Si perde la voglia di tutto. Non so. Guardi io non parlo di lei eh. E giovane MARIA: Non mi interessa più di niente. Mi dispiace, signorina. In altre parole, Maria ha constatato ripetutamente che le proprie azioni, sia azioni di parola che azioni di comportamento, non producono nessun effetto, mancano cioè di EFFETTIVITA. Come conseguenza di ciò Maria tende a isolarsi e ad autoinibire la propria iniziativa: è l inizio di un processo che può portare all indifferenza e all apatia. Sono questi tra i disturbi psicologici e comportamentali (BPSD) più frequenti e difficili da modificare negli anziani ospiti delle RSA. La prevenzione del disturbo consiste nel restituire effettività alle azioni degli anziani ospiti, il metodo per farlo consiste nella CAPACITAZIONE, nell effettuare cioè degli interventi capacitanti. Su questi nuovi concetti, capacitazione ed effettività, è centrato il lavoro di gruppo dei Seminari Anchise Pagina 7

E Penelope si arrabbiò

E Penelope si arrabbiò Carla Signoris E Penelope si arrabbiò Rizzoli Proprietà letteraria riservata 2014 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-07262-5 Prima edizione: maggio 2014 Seconda edizione: maggio 2014 E Penelope si

Dettagli

PROCEDIMENTO PENALE NR. 8/08 CORTE D ASSISE E NR. 9066/2007 R.G.N.R. ELENCO DELLA DIFESA DI SOLLECITO RAFFAELE

PROCEDIMENTO PENALE NR. 8/08 CORTE D ASSISE E NR. 9066/2007 R.G.N.R. ELENCO DELLA DIFESA DI SOLLECITO RAFFAELE PROCEDIMENTO PENALE NR. 8/08 CORTE D ASSISE E NR. 9066/2007 R.G.N.R. ELENCO DELLA DIFESA DI SOLLECITO RAFFAELE TRASCRIZIONI INTERCETTAZIONI TELEF. Nr. 16 Data. 05.11.2007 Ora 18.34 Intercettazioni telefoniche

Dettagli

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente LISTA DIALOGHI Non ti aspettavo di barbara rossi prudente - EST. GIORNO Oggi è 28 maggio? 28 maggio? Sì, forse sì PAOLO: 29 al massimo Come 29? No, 30 PAOLO: Secondo me è 29. Comunque, quanti giorni fa

Dettagli

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo.

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo. Riflessioni sulla felicità.. Non so se sto raggiungendo la felicità, di certo stanno accadendo cose che mi rendono molto più felice degli anni passati. Per me la felicità consiste nel stare bene con se

Dettagli

PROCEDIMENTO PENALE NR. 8/08 CORTE D ASSISE E NR. 9066/2007 R.G.N.R. ELENCO DELLA DIFESA DI SOLLECITO RAFFAELE

PROCEDIMENTO PENALE NR. 8/08 CORTE D ASSISE E NR. 9066/2007 R.G.N.R. ELENCO DELLA DIFESA DI SOLLECITO RAFFAELE PROCEDIMENTO PENALE NR. 8/08 CORTE D ASSISE E NR. 9066/2007 R.G.N.R. ELENCO DELLA DIFESA DI SOLLECITO RAFFAELE TRASCRIZIONI INTERCETTAZIONI TELEF. Nr. 13 Data. 05.11.2007 Ora 15.00 Intercettazioni telefoniche

Dettagli

Esperienza condotta in classe 2^ nella scuola di via G. Piumati

Esperienza condotta in classe 2^ nella scuola di via G. Piumati Esperienza condotta in classe 2^ nella scuola di via G. Piumati *Dopo il primo incontro con la monaca buddista Doyu Freire, i bambini sono stati invitati a raccontare liberamente l esperienza, appena fatta,

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

Attraversando il deserto un cammino di speranza

Attraversando il deserto un cammino di speranza Attraversando il deserto un cammino di speranza Kusi Evans e Albert Kwabena mi colpiscono da subito in una burrascosa giornata di febbraio lungo le rive di un canale che stanno disboscando con la loro

Dettagli

*** SASHA per SEMPRE ***

*** SASHA per SEMPRE *** *** SASHA per SEMPRE *** Siamo una coppia di portoghesi che abita in Italia da più di 10 anni. Abbiamo un figlio piccolo e nel 2010 abbiamo deciso di avventurarci in un progetto di solidarietà e di Amore:

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 12 AL NEGOZIO A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa 2011 1 AL NEGOZIO DIALOGO PRINCIPALE A- Buongiorno. B- Buongiorno. A- Posso aiutarla? B- Ma,

Dettagli

TANDEM Köln www.tandem-koeln.de info@tandem-koeln.de

TANDEM Köln www.tandem-koeln.de info@tandem-koeln.de Nome: Telefono: Data: Kurs- und Zeitwunsch: 1. Ugo è a. italiano b. da Italia c. di Italia d. della Italia 3. Finiamo esercizio. a. il b. lo c. gli d. l 5. Ugo e Pia molto. a. non parlano b. non parlare

Dettagli

- 1 reference coded [0,86% Coverage]

<Documents\bo_min_9_M_18_ita_stu> - 1 reference coded [0,86% Coverage] - 1 reference coded [0,86% Coverage] Reference 1-0,86% Coverage E le altre funzioni, le fotografie, o, non so le altre cose che può offrire il cellulare sono cose che

Dettagli

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19 01 - Voglio Di Piu' Era li', era li', era li' e piangeva ma che cazzo hai non c'e' piu',non c'e' piu',non c'e' piu' e' andato se ne e' andato via da qui Non c'e' niente che io possa fare puoi pensarmi,

Dettagli

- 1 reference coded [1,02% Coverage]

<Documents\bo_min_2_M_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,02% Coverage] - 1 reference coded [1,02% Coverage] Reference 1-1,02% Coverage Sì, adesso puoi fare i filmati, quindi alla fine se non hai niente da fare passi anche un ora al cellulare

Dettagli

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo Intervista a Rosita Marchese, Rappresentante Legale dell asilo il Giardino di Madre Teresa di Palermo, un associazione di promozione sociale. L asilo offre una serie di servizi che rappresentano una risorsa

Dettagli

QUAL E IL LUOGO DI RESIDENZA?

QUAL E IL LUOGO DI RESIDENZA? QUAL E IL LUOGO DI RESIDENZA? Base: 65 caregiver RESIDENZA PAZIENTE 80% 10% 9% 2% Abita con care givers Abita da solo Abita con altri familiari Altro 20 QUAL E IL GRADO DI VICINANZA TRA CG E MALATO? L

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript 2015 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners ( Section I Listening) Transcript Familiarisation Text Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai? Ehh Francesco! Sono stata

Dettagli

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio L incontro con padre Fabrizio è stato molto importante per capire che noi siamo fortunatissimi rispetto a tante altre persone e l anno prossimo

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre)

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) A MULTI-SPECIALTY CLINICAL CENTRE FOR NEUROMUSCULAR DISEASES Dott.ssa Gabriella Rossi Psicologa Milano, 28/10/2011 Fortemente voluto da UILDM e AISLA, per contrastare il

Dettagli

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER Idea Una ragazza è innamorata della sua istruttrice, ma è spaventata da questo sentimento, non avendo mai provato nulla per una

Dettagli

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Io..., papà di...... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Lettura albo, strumento utilizzato in un Percorso di Sostegno alla Genitorialità biologica EMAMeF - Loredana Plotegher, educatore professionale

Dettagli

Esercizi il condizionale

Esercizi il condizionale Esercizi il condizionale 1. Completare secondo il modello: Io andare in montagna. Andrei in montagna. 1. Io fare quattro passi. 2. Loro venire da noi. 3. Lui prendere un caffè 4. Tu dare una mano 5. Noi

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 14 Incontrare degli amici A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa 2011 1 Incontrare degli amici DIALOGO PRINCIPALE B- Ciao. A- Ehi, ciao, è tanto

Dettagli

Scuola media di Giornico. tra stimoli artistici e nozioni scentifiche. Il fotolinguaggio. Progetto sostenuto dal GLES 2

Scuola media di Giornico. tra stimoli artistici e nozioni scentifiche. Il fotolinguaggio. Progetto sostenuto dal GLES 2 Scuola media di Giornico L affettività e la sessualità, tra stimoli artistici e nozioni scentifiche. Il fotolinguaggio Progetto sostenuto dal GLES 2 Dai sensi all azione Sensi Sensazioni Emozioni Sentimenti

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

..conoscere il Servizio Volontario Europeo

..conoscere il Servizio Volontario Europeo ..conoscere il Servizio Volontario Europeo 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Cari amici, il tempo dell estate è un tempo che chiede necessariamente voglia di leggerezza. Proprio di questa abbiamo bisogno

Dettagli

TEST I (Unità 1, 2 e 3)

TEST I (Unità 1, 2 e 3) TEST I (Unità 1, 2 e 3) 1) Indica la frase che non ha lo stesso significato delle altre. (1) a) Compro una macchina per l espresso, perché voglio il caffè come quello del bar. b) Compro una macchina per

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N. 3 LA SCUOLA CORSI DI ITALIANO PER STRANIERI A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa - 2011 DIALOGO PRINCIPALE A- Buongiorno. B- Buongiorno, sono

Dettagli

Unità 6. Al Pronto Soccorso. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A1. In questa unità imparerai:

Unità 6. Al Pronto Soccorso. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A1. In questa unità imparerai: Unità 6 Al Pronto Soccorso In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni su come funziona il Pronto Soccorso parole relative all accesso e al ricovero al Pronto Soccorso l uso degli

Dettagli

NEWS ITALO CONTI AUTORE E REGISTA

NEWS ITALO CONTI AUTORE E REGISTA VISITA IL SITO WWW.ITALOCONTI.COM NEWS ITALO CONTI AUTORE E REGISTA 09-11-13-18-19-24-25-26 Gennaio 2014 PORTA IN SCENA LA PRIMA DI WWW.SCAMPAMORTE.IT E terminata la 41 fatica della Filodrammatica Cittadina

Dettagli

La storia di Quim....ovvero, per sapere qualcosa di più sulla bassa statura... Mònica Peitx Triay

La storia di Quim....ovvero, per sapere qualcosa di più sulla bassa statura... Mònica Peitx Triay La storia di Quim...ovvero, per sapere qualcosa di più sulla bassa statura... Mònica Peitx Triay Editorial Glosa, S.L. Avinguda de Francesc Cambò, 21 V Piano 08003 Barcellona Telefono: 932 684946 / 932

Dettagli

Reference 1-0,73% Coverage

Reference 1-0,73% Coverage - 1 reference coded [0,73% Coverage] Reference 1-0,73% Coverage Dove ti piacerebbe andare ma anche vivere sì, sì. All interno dell Europa, sicuramente. Però mi piacerebbe vedere anche

Dettagli

volontario e lo puoi fare bene».

volontario e lo puoi fare bene». «Ho imparato che puoi fare il volontario e lo puoi fare bene». Int. 8 grandi eventi e partecipazione attiva Una fotografia dei volontari a EXPO 2015 Dott.sa Antonella MORGANO Dip. di Filosofia, Pedagogia,

Dettagli

Articolo giornale campo scuola 2014

Articolo giornale campo scuola 2014 Articolo giornale campo scuola 2014 Condivisione, stare assieme sempre, conoscersi? In queste tre parole racchiuderei la descrizione del campo estivo. Sono sette giorni bellissimi in cui si impara prima

Dettagli

Intervista con Elsa Moccetti

Intervista con Elsa Moccetti Intervista con Elsa Moccetti [L intervista è condotta da Sonja Gilg di Creafactory SA. Intervengono altre due persone di cui un ospite: Antonietta Santschi] Dicevo, che è stata una mia scelta di venire

Dettagli

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013 TEATRO COMUNALE CORSINI giovedì 28 febbraio 2013 Credo che tutti i ragazzi in questa fase di età abbiamo bisogno di uscire con gli amici e quindi di libertà. Credo che questo spettacolo voglia proprio

Dettagli

Nuovi casi per la commissaria II PARTE

Nuovi casi per la commissaria II PARTE Nuovi casi per la commissaria 29 Carlo Buonasera e complimenti signori! Siete i clienti numero 99 e 100 di questa sera! Pippo Caraffa Che cosa vuol dire? Carlo Vuol dire che avete vinto un premio! Pippo

Dettagli

TESTO SCRITTO DI INGRESSO

TESTO SCRITTO DI INGRESSO TESTO SCRITTO DI INGRESSO COGNOME NOME INDIRIZZO NAZIONALITA TEL. ABITAZIONE/ CELLULARE PROFESSIONE DATA RISERVATO ALLA SCUOLA LIVELLO NOTE TOTALE DOMANDE 70 TOTALE ERRORI Test Livello B1 B2 (intermedio

Dettagli

Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana

Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana Cognome : Nome : Data : Istruzioni Non si tratta di una valutazione. Si tratta di individuare le proprie competenze

Dettagli

So quello che voglio! Compro quello che voglio!

So quello che voglio! Compro quello che voglio! So quello che voglio! Compro quello che voglio! Le persone con disturbi dell apprendimento hanno la capacità di scegliere i loro servizi di assistenza. Questo libricino è scritto in modo che sia facile

Dettagli

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti Tabelle relative ai pazienti con depressione maggiore e ai loro familiari adulti e minori che hanno partecipato allo studio e sono stati rivalutati a sei mesi - dati preliminari a conclusione dello studio

Dettagli

Come Lavorare in Rugbystories.it

Come Lavorare in Rugbystories.it Come Lavorare in Rugbystories.it Una guida per i nuovi arrivati IL PUNTO DI PARTENZA PER I NUOVI ARRIVATI E UN PUNTO DI RITORNO PER CHI NON RICORDA DA DOVE E ARRIVATO. 1 Come Lavorare in Rugbystories.it

Dettagli

www.saveriotommasi.it Silvio Berlusconi e la Mafia

www.saveriotommasi.it Silvio Berlusconi e la Mafia www.saveriotommasi.it Silvio Berlusconi e la Mafia 66 Silvio Berlusconi e la mafia LA BOMBA DI MANGANO Trascrizione della telefonata intercettata dalla Polizia, nella quale Berlusconi e Dell Utri parlano

Dettagli

IL MIO CARO AMICO ROBERTO

IL MIO CARO AMICO ROBERTO IL MIO CARO AMICO ROBERTO Roberto è un mio caro amico, lo conosco da circa 16 anni, è un ragazzo sempre allegro, vive la vita alla giornata e anche ora che ha 25 anni il suo carattere non tende a cambiare,

Dettagli

http://www.sprachkurse-hochschule.de

http://www.sprachkurse-hochschule.de Lingua: Italiana Livello: A1/A2 1. Buongiorno, sono Sandra, sono di Monaco. (a) Buongiorno, sono Sandra, sono da Monaco. Buongiorno, sono Sandra, sono in Monaco. 2. Mia sorella chiama Kerstin. (a) Mia

Dettagli

Maschere a Venezia VERO O FALSO

Maschere a Venezia VERO O FALSO 45 VERO O FALSO CAP I 1) Altiero Ranelli è il direttore de Il Gazzettino di Venezia 2) Altiero Ranelli ha trovato delle lettere su MONDO-NET 3) Colombina è la sorella di Pantalone 4) La sera di carnevale,

Dettagli

Dopo aver riflettuto e discusso sulla vita dei bambini che lavoravano, leggi questo brano:

Dopo aver riflettuto e discusso sulla vita dei bambini che lavoravano, leggi questo brano: Imparare a "guardare" le immagini, andando al di là delle impressioni estetiche, consente non solo di conoscere chi eravamo, ma anche di operare riflessioni e confronti con la vita attuale. Abitua inoltre

Dettagli

DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione -

DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione - PROVA DI ITALIANO DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione - Molti anni fa vivevo con la mia famiglia in un paese di montagna. Mio padre faceva il medico, ma guadagnava poco perché i suoi malati erano poveri

Dettagli

Q-RAS Questionario di Rilevazione delle Abilità Sociali

Q-RAS Questionario di Rilevazione delle Abilità Sociali Q-RAS Questionario di Rilevazione delle Abilità Sociali Autore: Fabio Bocci Insegnamento di Pedagogia Speciale, Università degli Studi Roma Tre 1. Quando l insegnante parla alla classe, di solito io :

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

Giornale degli Alunni della Scuola Media "Virgilio" Via Trebbia - CREMONA. Sono in terza media Che cosa provo? Preoccupazione, gioia, speranza,

Giornale degli Alunni della Scuola Media Virgilio Via Trebbia - CREMONA. Sono in terza media Che cosa provo? Preoccupazione, gioia, speranza, Noi in poche pagine Giornale degli Alunni della Scuola Media "Virgilio" Via Trebbia - CREMONA XVI EDIZIONE ~ ANNO 2014-2015 9 ottobre 2014 SOMMARIO SPECIALE CLASSE 3^B Ø RIFLESSIONI DEI PRIMI GIORNI DI

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: Ciao, Flavia. Mi sono

Dettagli

Metodologia della ricerca

Metodologia della ricerca Presupposti teorici lingue in contatto spazio linguistico, nel senso di repertorio condiviso nelle comunità, in conseguenza dell ingresso di immigrati in Italia percezione di una lingua percezione delle

Dettagli

PAOLO VA A VIVERE AL MARE

PAOLO VA A VIVERE AL MARE PAOLO VA A VIVERE AL MARE Paolo è nato a Torino. Un giorno i genitori decisero di trasferirsi al mare: a Laigueglia dove andavano tutte le estati e ormai conoscevano tutti. Paolo disse porto tutti i miei

Dettagli

A me è piaciuto molto il lavoro in aula computer perché era a coppie e poi ho potuto imparare ad usare il computer. Anche il

A me è piaciuto molto il lavoro in aula computer perché era a coppie e poi ho potuto imparare ad usare il computer. Anche il Noi abbiamo fatto un progetto con il computer che è durato tanto ma è stato bellissimo, perché abbiamo fatto i disegni di una favola. Abbiamo usato un nuovo programma e Luisanna ha creato un nuovo programma

Dettagli

Seconda parte Trovami

Seconda parte Trovami Seconda parte Trovami Dal diario di Mose Astori, pagina 1 Dovrei iniziare questo diario inserendo la data in cui sto scrivendo, e poi fare lo stesso per ogni capitolo successivo, in modo da annotare il

Dettagli

COME AFFRONTARE UN COLLOQUIO DI SELEZIONE

COME AFFRONTARE UN COLLOQUIO DI SELEZIONE Emanuele Lajolo di Cossano COME AFFRONTARE UN COLLOQUIO DI SELEZIONE Università degli Studi - Torino, 19 aprile 2010 La prima cosa da fare PERCHE SONO QUI? QUAL E IL MIO OBIETTIVO? CHE COSA VOGLIO ASSOLUTAMENTE

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Sono Graziella, insegno al liceo classico e anche quest anno non ho voluto far cadere l occasione del Donacibo come momento educativo per

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 44 Seduta del 28 settembre 2006 IL CONSIGLIO COMUNALE VISTI i verbali delle sedute del 12.06.06 (deliberazioni n. 23, 24, 25, 26, 27), del 4.07.2006 (deliberazioni

Dettagli

Livello A2 Unità 7 Istruzione

Livello A2 Unità 7 Istruzione Livello A2 Unità 7 Istruzione Chiavi Lavoriamo sulla comprensione 1. Ascolta il testo. Vero o Falso? Testo 1 - Ciao Marta. - Ciao Habiba, come stai? - Bene grazie. - E Aziz? Lo hai già iscritto scuola?

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

Destinazione 13. Buongiorno Maria!

Destinazione 13. Buongiorno Maria! Destinazione 13 Buongiorno Maria! Mmmm... Oh Mari! Ohi! Tutto bene? Ciao Leonardo! Come va la vita? Mio piccolo amico! Mio piccolo amico? No eh? No! No, no! Giochi con i pupazzetti, sei troppo gentile

Dettagli

ROMANZO «DI» O «CON» IMMAGINI?

ROMANZO «DI» O «CON» IMMAGINI? ROMANZO «DI» O «CON» IMMAGINI? Lui. Tempo fa ho scritto un libro tutto parole niente immagini. Lei. Bravo. Ma non mi sembra una grande impresa. Lui. Adesso vedrai: ho appena finito un libro tutto immagini

Dettagli

Destinazione 11. Ciao Maria!

Destinazione 11. Ciao Maria! Destinazione 11 Ciao Maria! Ciao Luca! Guarda oggi ho un regalino per te eh. No, ma veramente? No, non dovevi, ma oggi non è Natale, non è il mio compleanno, non è San Valentino, perché? Ma dai non c è

Dettagli

- 1 reference coded [1,15% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [1,15% Coverage] - 1 reference coded [1,15% Coverage] Reference 1-1,15% Coverage ok, quindi tu non l hai mai assaggiato? poi magari i giovani sono più attratti sono più attratti perché

Dettagli

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente Una tecnica di Persuasore Segreta svelata dal sito www.persuasionesvelata.com di Marcello Marchese Copyright 2010-2011 1 / 8 www.persuasionesvelata.com Sommario

Dettagli

Esercizi pronomi indiretti

Esercizi pronomi indiretti Esercizi pronomi indiretti 1. Completate il dialogo con i pronomi dati: Bella la parita ieri, eh? Ma quale partita! Ho litigato con mia moglie e... alla fine non l ho vista! Ma che cosa ha fatto? Niente...

Dettagli

PROGETTI PER IL FUTURO

PROGETTI PER IL FUTURO PROGETTI PER IL FUTURO 77 LA NOSTRA ANTOLOGIA La mia vita la vivo io Oggi mi sento integrato molto bene qui perché ho perso le paure che avevo, ho cambiato molti pensieri: adesso non ho più paura di quello

Dettagli

MARIA LUISA VASSALLO: Io sono in Brasile dalla metà del duemilauno.

MARIA LUISA VASSALLO: Io sono in Brasile dalla metà del duemilauno. Lezione 7 Intervista con Maria Luisa Vassallo, lettrice del Ministero degli Affari Esteri e docente di Lingua Italiana e traduzione presso la Facoltà di Lettere dell Università di São Paulo (FFLCH USP).

Dettagli

Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in

Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in Italia non solo per motivi di lavoro, ma per motivi

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

IRINA E GIOVANNI. La giornata di Irina

IRINA E GIOVANNI. La giornata di Irina IRINA E GIOVANNI La giornata di Irina La mia sveglia suona sempre alle 7.00 del mattino: mi alzo, vado in bagno e mi lavo, mi vesto, faccio colazione e alle 8.00 esco di casa per andare a scuola. Spesso

Dettagli

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

Claudio Bencivenga IL PINGUINO

Claudio Bencivenga IL PINGUINO Claudio Bencivenga IL PINGUINO 1 by Claudio Bencivenga tutti i diritti riservati 2 a mia Madre che mi raccontò la storia del pignuino Nino a Barbara che mi aiuta sempre in tutto 3 4 1. IL PINGUINO C era

Dettagli

musica e si univano miracolosamente. caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto

musica e si univano miracolosamente. caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto 330 ELENA ARMILLEI musica e si univano miracolosamente. - - caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- - occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto - informare sullo stato di tua

Dettagli

Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso della mia vita è studiare.

Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso della mia vita è studiare. 1.1. Ognuno di noi si può porre le stesse domande: chi sono io? Che cosa ci faccio qui? Quale è il senso della mia esistenza, della mia vita su questa terra? Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso

Dettagli

LA FATTURA ELETTRONICA di Giuliano Marrucci

LA FATTURA ELETTRONICA di Giuliano Marrucci LA FATTURA ELETTRONICA di Giuliano Marrucci FUORI CAMPO Luca Richelli insegna informatica musicale al conservatorio di Verona. E siccome di informatica ci capisce, quando a fine corso ha dovuto fare la

Dettagli

OLIVIERO TOSCANI. SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione

OLIVIERO TOSCANI. SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione OLIVIERO TOSCANI SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione D. Quando si nasce e si cresce in una famiglia dove si respira fotografia, diventare fotografo è un atto dovuto o può rappresentare, in ogni

Dettagli

1. Scrivere ad amici e parenti

1. Scrivere ad amici e parenti 1. Scrivere ad amici e parenti In questo capitolo ci concentreremo sulle lettere per le persone che conosciamo. Normalmente si tratta di lettere i cui argomenti sono piuttosto vari, in quanto i nostri

Dettagli

Di seguito sono riportati brani di conversazioni realmente avvenute tra operatori e clienti delle più note compagnie di telefonia mobile.

Di seguito sono riportati brani di conversazioni realmente avvenute tra operatori e clienti delle più note compagnie di telefonia mobile. Di seguito sono riportati brani di conversazioni realmente avvenute tra operatori e clienti delle più note compagnie di telefonia mobile. > > > > > > OPERATORE: Buongiorno. CLIENTE: Pe' intestamme u'telefonine,

Dettagli

Come creare una CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE in solo 10 minuti e dal sicuro successo, attraverso un OGGETTO personalizzato!

Come creare una CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE in solo 10 minuti e dal sicuro successo, attraverso un OGGETTO personalizzato! Come creare una CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE in solo 10 minuti e dal sicuro successo, attraverso un OGGETTO personalizzato! Realizzato da Luca Giovannetti, responsabile marketing di Europromo La società Europromo

Dettagli

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 Zeta 1 1 2 NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 2010 by Bonfirraro Editore Viale Ritrovato, 5-94012 Barrafranca - Enna Tel. 0934.464646-0934.519716

Dettagli

Tullio De Mauro e Dario Ianes (a cura di) Giorni di scuola. Pagine di diario di chi ci crede ancora. Erickson

Tullio De Mauro e Dario Ianes (a cura di) Giorni di scuola. Pagine di diario di chi ci crede ancora. Erickson Tullio De Mauro e Dario Ianes (a cura di) Giorni di scuola Pagine di diario di chi ci crede ancora Erickson Lo sguardo dei bambini 39 Capitolo quinto Lo sguardo dei bambini di Camillo Bortolato Quando

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici Come possono due genitori, entrambi lavoratori e con dei bambini piccoli, fare volontariato? Con una San Vincenzo formato famiglia! La Conferenza Famiglia

Dettagli

Lei ama vero? Certo che ama, si vede. Si vede come è seduta, come affronta questa serata. Lei ama ama!

Lei ama vero? Certo che ama, si vede. Si vede come è seduta, come affronta questa serata. Lei ama ama! Lei ama vero? Certo che ama, si vede. Si vede come è seduta, come affronta questa serata. Lei ama ama! Si vede subito quando una donna ama. E più disponibile ad accettare uno come me. L amore vero, di

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Monica, vuoi venire al concerto di Cold

Dettagli

Un compleanno speciale

Un compleanno speciale Testo teatrale ideato dalla classe 5D Un compleanno speciale ATTO UNICO Sceneggiatura a cura di Monica Maglione. Coreografia: Elisa Cattaneo / Alessandro Riela. Musiche: Papi, Sexy Back. Narratore: Davide

Dettagli

18. No perché, ti dico è talmente particolare, ma in modo positivo eh (alza leggermente tono di voce per sottolineare l inciso), 19.

18. No perché, ti dico è talmente particolare, ma in modo positivo eh (alza leggermente tono di voce per sottolineare l inciso), 19. Insegnante intervistata: 12 anni di insegnamento; al momento dell intervista insegna nelle classi II di una scuola primaria Durata intervista: 30 minuti 1. Ti chiederei gentilmente di pensare ad un bambino

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. ( Section I Listening and Responding) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. ( Section I Listening and Responding) Transcript 2015 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers ( Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text FE Ciao, Flavia. Mi sono divertito moltissimo sabato. Che serata magnifica!

Dettagli

Vincenzo Cerami* * Scrittore. Intervento non rivisto dall autore.

Vincenzo Cerami* * Scrittore. Intervento non rivisto dall autore. Vincenzo Cerami* Sono venuto a questo confronto senza preparare nulla. Sentendo gli interventi di chi mi ha preceduto sono tornato con la mente agli anni dell università. Stavo ripensando a Roma. Gli operai

Dettagli

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la PARTE A PROVA DI COMPRENSIONE DELLA LETTURA A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la lettera A, B o C corrispondente alla risposta scelta. Esempio

Dettagli

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione?

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? Nasce nel 1997 per volontà di cittadini stranieri e italiani, come associazione

Dettagli